Austropotamobius pallipes:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Austropotamobius pallipes:"

Transcript

1 life03nat/it/ Austropotamobius pallipes: tutela e gestione nei SIC d Italia centrale Rapporto Divulgativo

2

3 Introduzione Introduction Le azioni di tutela e gestione di una specie minacciata condotte mediante reintroduzione, nei siti idonei e all interno della propria naturale nicchia ecologica, possono giocare un ruolo fondamentale nella conservazione della stessa. Il ruolo delle azioni di reintroduzione nei programmi di conservazione delle specie è oggetto, in Italia, come in altri paesi dell Unione Europea, di grande dibattito. L obiettivo del progetto Austropotamobius pallipes: tutela e gestione nei SIC dell Italia centrale proposto dalla Provincia di Chieti e realizzato con le province partner di Aquila, Pescara, Teramo, Isernia, Campobasso e Ascoli Piceno, è stato la conservazione delle popolazioni relitte di A. pallipes, uno dei maggiori indicatori biologici di qualità delle acque correnti dell Appennino medio-orientale, e l incremento della sua presenza mediante la produzione di novellame in cattività e la successiva semina nei corsi d acqua non inquinati, dislocati all interno dei Siti di Interesse Comunitario dell Italia centrale. L azione di tutela condotta attraverso questo progetto è importante non solo perché è intesa alla salvaguardia di una specie che sta divenendo sempre più rara, ma anche perché, incrementando le popolazioni di gamberi di fiume, si vuole ricostituire la complessa rete di relazioni ecologiche che legano A. pallipes a tutte le componenti dell habitat in cui vive. Ciascuna specie, infatti riveste un ruolo fondamentale nel proprio ambiente, condizionandone l evoluzione e la qualità; proprio in virtù di tale principio, la salvaguardia della biodiversità è una delle priorità da perseguire. L intervento proposto ha interessato le zone montane e pedemontane delle regioni Abruzzo e Molise nonché la Provincia di Ascoli Piceno, nella Regione Marche. Si tratta dunque del fronte adriatico dell Appennino centrale, che annovera i principali rilievi della catena montuosa e costituisce la riserva di acqua potabile, fra le migliori d Italia, per le relative popolazioni. Conservation and management of a threatened species, carried out through reintroduction in fitted areas and inside natural ecological niche, may play a fundamental role in its maintenance. The role of reintroduction in species conservation programs undergoes, in Italy as in other countries of the European Union, to a great debate. The main goal of the project Austropotamobius pallipes: protection and management in the SACs of Central Italy, proposed by the Province of Chieti and realized together with the Provinces of L Aquila, Pescara, Teramo, Isernia, Campobasso and Ascoli Piceno, is the biological conservation of the relict populations of Austropotamobius pallipes, one of the greatest biological indicators of freshwater quality of the middle-oriental Apennine Mountains. The main goal of the project is the increasing of its population through production of juveniles in captivity and following reintroduction in unpolluted waters, inside the Special Areas of Conservaion of central Italy. The protective action carried out with this project is important not only because it is directed to the safeguard of a species that is becoming rare, but also because, increasing the populations of river crayfish, we want to reconstitute the complex net of ecological relationships that tie Austropotamobius pallipes to all the components of the habitat in which it lives. In fact, each species has an important role in conditioning the evolution and quality of its environment; just because of this, safeguard of the biodiversity is one of the priorities to pursue. The project has been applied to the mountain areas of the Abruzzo and Molise Regions, as well as to the Province of Ascoli Piceno, in the Marche Region. It concerns therefore the Adriatic front of the Central Apennine, with the higher peaks of the mountain chain, which is the reserve of drinkable water, among the best of Italy, for the respective communities. 1

4 2 Sintesi dell esperienza Il progetto è stato condotto portando a termine delle azioni che ne hanno costituito le pietre miliari. L azione di tutela e gestione di A. pallipes è stata preceduta da uno studio generale e dalla ricognizione della specie nell area oggetto dell intervento, costituita dai bacini idrografici ricadenti nei Siti di Importanza Comunitaria dell Italia centrale. Ogni informazione sulla presenza della specie è stata valutata e acquisita in modo da ricostruirne la presenza nei Siti di Importanza Comunitaria nonché accertare lo stato di salute delle popolazioni residue. Sono state acquisite nuove informazioni sulla presenza passata ed attuale della specie; molte indicazioni note in letteratura o riportate da esperti e conoscitori locali della specie sono state confermate sul campo. A questa prima fase esplorativa è seguita la fase di realizzazione delle strutture nelle quali ottenere il novellame per la successiva semina. Esse sono state allestite all interno di strutture specializzate già esistenti, ovvero l incubatoio di valle di Borrello (CH), nella Riserva Regionale Cascate del Verde, e l impianto ittiogenico di proprietà della Provincia dell Aquila, sito nel Capoluogo, in località Vetoio, denominato CISI. Il novellame è stato ottenuto da riproduttori catturati dai bacini idrografici nei quali era stata in precedenza rilevata la presenza della specie. Successivamente sono stati effettuati gli interventi di semina nei corsi d acqua prescelti in base agli studi precedentemente elaborati e sono state poste in essere le operazioni di sorveglianza da parte degli enti con i quali sono state concordate tali attività. Nel rapporto che segue vengono riportate nel dettaglio le singole azioni. Synthesis of the project The project was carried out bringing the actions that had formed its milestone to the end. The conservation and management of Austropotamobius pallipes has been preceded by a general study and recognition of the species in the area of intervention, formed by the river basins located in the SACs of Central Italy. All the information on the presence of this species has been valued and acquired in order to reconstruct its location in the SACs, as well as to verify the state of health of the residual populations. New information on the past and present location of the species have been acquired; many information from literature or stated by local experts on the species have been confirmed. This first explorative phase has been followed by a second one, in which took place the realization of structures for the production of the young crayfishes for the following reintroduction. These structures were set up inside two existing aquaculture centres, as the incubator for mediterranean trout in Borrello (Province of Chieti), in the Regional Reserve Cascade del Verde, and the CISI center of the Province of L Aquila, sited in the Chief town. The juveniles were obtained from reproducers captured from the river basins in which the species was previously known to be present. Subsequently, on the basis of previous studies, reintroduction interventions have been carried out in previously select waters streams, keeped under control and overseeing by the delegated institutions. In the following Chapters, each single action is reported in detail.

5 Biologia ed ecologia del gambero di fiume Austropotamobius pallipes Biology and ecology of the river cryfish Austropotamobius pallipes Posizione sistematica Systematic Position: Regno: Animale Phylum: Artropoda Classe: Crustacea Sottoclasse: Malacostraca Ordine: Decapoda Famiglia: Astacidae Genere: Austropotamobius Specie: Austropotamobius pallipes Phylum: Artropoda Class: Crustacea Subclass: Malacostraca Order: Decapoda Family: Astacidae Genus: Austropotamobius Species: pallipes La posizione sistematica del gambero d acqua dolce è relativamente stabile, sebbene le denominazioni dei generi e delle specie siano state variamente modificate. Il gambero di acqua dolce è stato indicato in momenti successivi come Astacus pallipes, Atlanto-astacus pallipes ed infine Austropotamobius pallipes. The systematic position of the white clawed crayfish is relatively stable, although the denominations of the genera and the species have been variously modified. The river crayfish has been named in subsequent moments Astacus pallipes, Atlanto-astacus pallipes and at last Austropotamobius pallipes. 3

6 4 Morfologia Il corpo del gambero di acqua dolce, Austropotamobius pallipes, presenta lo scheletro esterno o esoscheletro costituito da chitina, una sostanza proteica che conferisce al rivestimento membranoso consistenza cornea. In relazione allo sviluppo, la membrana presenta vari gradi di impregnazione di carbonato di calcio. Il corpo è suddiviso in due sezioni: anteriormente il cefalotorace e posteriormente l addome. I segmenti del capo e del torace sono fusi in un unica sezione, il cefalotorace, il quale termina in avanti con uno sperone o rostro. Ai due lati del rostro sono presenti gli occhi peduncolati. Alla regione cefalica appartengono cinque paia di appendici, mentre il torace porta otto paia di appendici articolate: i massillipedi o zampe masticatorie sui primi tre segmenti, i pereiopodi o zampe ambulacrali sui cinque segmenti restanti. L addome è formato da sei segmenti articolati e prolungati nell estremità posteriore o telson che porta l apertura anale. Gli arti addominali sono i pleopodi i quali sono utilizzati dalla femmina per trattenere le uova durante il periodo di incubazione (Figura 1, Mod. Huxley 1879). Una evidente differenziazione di tali arti consente di individuare i due sessi; infatti nella femmina le appendici del primo segmento addominale sono molto ridotte e poco visibili ad occhio nudo; nel maschio, invece, le due paia anteriori di appendici sono molto evidenti e dirette in avanti per favorire il flusso dello sperma. Il sangue del gambero di fiume è l emolinfa, incolore e che coagula rapidamente all aria e nell acqua dolce, mentre rimane liquida in acqua di mare. L organismo del gambero è in grado di regolare la concentrazione della sua emolinfa ed anche la sua composizioneminerale indipendentemente dalle variazioni della composizione minerale dell ambiente. Ciò determina la possibilità di diminuire il grado di idratazione dei muscoli man mano che la concentrazione dell ambiente esterno aumenta, pur rimanendo costante il peso dell animale. L Austropotamobius pallipes, a differenza del gambero di mare, conserva una relativa indipendenza anche nei confronti del tenore di ossigeno: aumenta il tasso di ventilazione non appena diminuisce l ossigeno o aumenta la concentrazione di anidride carbonica; ciò consente all individuo di adattare la propria respirazione e non il proprio metabolismo all ambiente. Morphology The body of the river crayfish is covered with an external skeleton (exoskeleton) made of chitin, a protein that gives the covering a corneous consistency. In relation to the different stages of growth, this membrane has various degrees of calcium carbonate impregnation. The body is subdivided into two sections: the anterior, named cephalothorax and the posterior, named abdomen. Head and thorax are fused in a single section, the cephalothorax, which finishes ahead with a spur, or rostrum. On the two sides of the rostrum are situated two pedunculate eyes. To the cephalic region belong five pairs of appendixes, while the thorax carries eight pairs of articulated appendixes: the maxillipeds or masticatory legs on the first three segments, pereiopods or ambulacral legs on the five remaining segments. The abdomen is formed of six articulated segments that continue towards the back extremity, or telson, where the anal opening is situated. The abdominal limbs are called pleopodis and are used by the females to hold back the eggs during the period of incubation (Figure 1, Mod. Huxley 1879). A marked differentiation of such arts allows to distinguish the two sexes; in fact, in the females the appendixes of the first abdominal segment are very small and little visible; in the male, instead, the two anterior pairs of appendixes are very evident and directed ahead to favor the flow of the sperm. The blood of the river crayfish is called emolinfa; it is colorless and quickly coagulates in presence of air and freshwater, remaining liquid in sea water. The river crayfish is able to regulate the concentration and mineral composition of its emolinfa independently from the variations of the mineral composition of the environment. This gives the crayfish the possibility of decreasing the degree of hydration of the muscles when the concentration of the external environment increases, being constant the weight of the animal. Austropotamobius pallipes, unlike the sea crayfish, preserves a relative independence also towards oxygen concentration: it increases the rate of ventilation as soon as oxygen concentration decreases or concentration of carbonic anhydride increases; this allows the crayfish to suit its respiration to the environment, not its metabolism. The tegument contains cells called chromatophors, with granules of pigment that spread through two different ways: a physiological way, that, due to a stress condition,

7 Il tegumento contiene delle cellule, i cromatofori, contenenti granuli di pigmento che diffondono mediante due diversi meccanismi: uno fisiologico, che provoca una modificazione rapida del colore in seguito ad uno stress; l altro morfologico che provoca la formazione o la perdita del pigmento in rapporto ad un mutamento sensibile e duraturo dell ambiente. I pigmenti rossi, gialli e blu sono derivati dal carotene fornito dall alimentazione; il pigmento blu o astaxantina viene denaturato dalla cottura e conferisce all animale un colore rossastro molto caratteristico. causes a rapid modification of the color; and a morphological way that determines increase or the loss of the pigment in relationship to a sensitive and lasting change of the environment. The red, yellow and blue pigments are derived from the carotene supplied with the feeding; the blue pigment or astaxantine is denatured by the cooking and it gives the animal a very characteristic reddish color. 5 Figura 1 ( Mod. Huxley, 1879 ) Austropotamobius pallipes. Legenda: 1 - Antennula 2 -Occhio peduncolato 3 - Orifizio della ghiandola del seno 4 - Terzo massillipede 5 - Labrum 6 - Secondo massillipede 7 - Mandibola Porzioni sternali del terzo, quarto e quinto somite toracico 10 - Orifizio dell ovidutto Prima, seconda, quinta e sesta appendice addominale 13 - Orifizio del vaso deferente 19 - Telson 20 - Apertura anale 21 - Pereiopodi Figure 1 ( Mod. Huxley, 1879 ) Austropotamobius pallipes. Legend: 1 - Antenna 2 - Pedunculate eye 3 - Orifice of the sinus gland 4 - Third maxilliped 5 - Labrum 6 - Second maxilliped 7 - Mandible Sternal part of the third, fourth and fifth thoracic somites 10 - Orifice of the oviduct first, second, fifth and sixth abdominal appendixes 13 - Orifice of the deferent duct 19 - Telson 20 - anal canal 21 - Pereiopods

8 6 Fisiologia della riproduzione Nell areale di distribuzione di norma l ovogenesi, ovvero la produzione e maturazione delle cellule uovo, avviene da giugno a settembre. A partire dalla metà di settembre, ma soprattutto in ottobre, quando gli ovociti hanno raggiunto il diametro di 1,5 millimetri, inizia il periodo dell accoppiamento. Questo risulta difficile e spesso traumatico. Dopo numerosi assalti da parte del maschio che tenta di rovesciare la femmina e durante i quali i partner possono subire anche mutilazioni, il maschio domina la femmina e depone il liquido spermatico intorno agli orifizi esterni degli ovidotti. Lo sperma gelifica ed assume un aspetto vermicolare (Foto 1). Può accadere che durante la fase dell accoppiamento il maschio uccida la femmina, in tal caso la divora. In natura i casi di mortalità e di mutilazione in seguito ad accoppiamento sono rilevanti. I maschi dopo l accoppiamento sono visibilmente attivi fino a che la temperatura dell acqua scende al di sotto dei 9-10 C. In tal caso si raggruppano anche in numeri consistenti all interno di buche, uscendone per cibarsi solo se la temperatura aumenta. Le femmine invece dopo l accoppiamento si isolano in nascondigli individuali, costituiti da buche che esse stesse scavano, in genere ad una profondità due volte e mezzo la propria lunghezza e collocate nella posizione migliore in relazione alla probabile evoluzione delle temperature del corso d acqua. In questi ripari esse trascorrono da quattro ad otto settimane prima della deposizione delle uova. Nella fase immediatamente precedente, sul corpo della femmina compaiono macchie biancastre. Anche le zampe addominali e la coda diventano bianchi. Dopo la deposizione il colore bianco scompare. La deposizione delle uova ha il suo momento di massima nel mese di ottobre. La femmina, in tale circostanza, deve uscire dal riparo e ciò rappresenta un momento pericoloso per il rischio di attacco da parte di altri animali acquatici in un momento di minima resistenza. All atto della deposizione la femmina emette un liquido che scioglie lo sperma gelificato; gli spermatozoi liberi fecondano in tal modo le uova. La femmina ritorna così nella buca con le uova aderenti all addome (Foto 2); l incubazione durerà da cinque a sette mesi, a seconda della temperatura dell ambiente; si può infatti parlare di una costante gradi/giorni, il che vuol dire che una incubazione è tanto più lunga quanto più bassa è la temperatura dell ambiente. Physiology of reproductionone Generally, the production and maturation of eggs (oogenesis) takes place from June to September. Beginning from the half of September, but especially in October, when the oocytes reach the diameter of 1,5 millimeters, mating takes place. This results difficult and often traumatic for females. After several assaults by the male that tries to turn over the female, (during such phase the partner can also undergo mutilations), the male dominates the female and spreads the semen on the outside of the oviduct orifices. The semen gelatinizes and assumes a vermicular aspect (Picture 1). It may happen that during the coupling the male kills the female and, in that case, he eats it. In nature mortality and mutilation cases due to coupling are severe. The males after coupling remain very active until the water temperature reaches 9-10 C. In that case they gather in great numbers inside holes, and come out only if the temperature rises. The females instead, after coupling hide in isolated individual shelters they excavate by themselves, with a depth that is twice their length and placed in a position for a best relation with water temperature increase. In these shelters they spend from four to eight weeks before egg deposition. In the period immediately preceding egg deposition, white stains appear on the female body. Even the abdominal legs and the tail become white. The white color disappears after egg deposition, which has its best moment in October. At this point, the females get out of their shelters and this represents a dangerous moment due to the risk of attacks by other aquatic animals at a moment in which the females are very weak. When deposition takes place females produce a liquid that melts the gelatinized semen so the spermatozoa are free to fecundate the eggs. Once this occurs the females go back into the shelter with the eggs attached to their abdomen (Picture 2). Incubation will last from five to seven months, depending on the temperature of the environment; in fact, we can talk about a degrees/days constant, that means the lower the environment temperature the longer the incubation time. The cord that connects the egg to the mother s appendices has only a connective, mechanical functionality; it is very elastic and it stretches as the weight of the egg increases and, because of the movements to which it is subjected during incubation, it winds to a spiral.

9 Il cordone che collega l uovo alle appendici materne ha la sola funzione di legame meccanico; è molto elastico, si allunga man mano che aumenta il peso dell uovo e, a causa dei movimenti ai quali è soggetto durante l incubazione, si avvolge a tortiglione. Il comportamento della madre cambia all avvicinarsi della schiusa, in genere a fine primavera; essa infatti dilata la coda e la muove aritmicamente, pettinando attivamente le uova. Alla schiusa il guscio si apre in due valve e compare il giovane gambero, assai simile all adulto benché le pinze abbiano le estremità ripiegate ad amo ed il cefalotorace sia sproporzionato. I giovani rimangono aggrappati alla madre, rifugiandosi sotto il suo addome al minimo pericolo (Figura 2, Mod. Huxley 1879); si comportano così per una decina di giorni fino alla prima muta, dopo della quale diventano completamente liberi. The mother s behaviour changes as eclosion approaches, generally at the end of spring; in fact, the female dilates its tail and moves it arrhythmically, actively combing the eggs. At eclosion the shell opens in two valves and the young crayfish appears, very similar to the adult although chelae have their ends curved like a fish hook and cephalothorax is disproportionate. The juveniles remain clung to their mother, taking refuge under its abdomen in case of danger (Figure 2, Mod. Huxley 1879); they behave so for about ten of days, up to the first ecdysis, after which they become completely free. 7 Foto 1 Femmina con spermateche Picture 1 Female with semen Foto 2 Femmina con uova Picture 2 Females with eggs Figura 2 ( Mod. Huxley, 1879 ) Larve di gambero ancorate ai pleopodi materni Figure 2 ( Mod. Huxley, 1879 ) Young crayfishes anchored to mother s pleopods

10 8 Areale di distribuzione e filogenesi L Austropotamobius pallipes presenta una distribuzione paleartica; infatti è permanentemente insediato nella regione meridionale dell Europa: Italia, Penisola Iberica, Grecia, Jugoslavia. Nell Europa centrale è presente nell estremo sud-ovest della Germania, mentre sul versante nord-atlantico è la sola specie che si ritrova nell Inghilterra; è la specie più diffusa in Francia sebbene si tratti di popolamenti residuali, presenti talvolta solo su estensioni di poche decine di metri, più frequenti nelle regioni centrali e sudoccidentali (Figura 3). Negli ultimi 50 anni, al fine di collocare l alta variabilità intraspecifica registrata per la specie nel suo areale di distribuzione, (Bott, 1950; Karaman, 1962; Brodsky, 1983; Starobogatov, 1995) la tassonomia del gambero di fiume è stata più volte rivisitata, proponendo vari criteri in ordine alla classificazione dei gruppi morfologicamente e geneticamente diversi (Fratini et al. 2005). L attuale posizione (Grandjean et al.,2000; 2002a, b,) basata sull analisi genetica e supportata da studi morfologici (Bott, 1950; Karaman, 1962; Brodsky, 1983; Grandjean et al., 1998) è che A. pallipes sia un complesso di specie, costituito da due specie geneticamente ben distinte: A. pallipes e A. italicus con tre sottospecie: A. i. italicus distribuito in Italia, Sud della Svizzera e Spagna, A. i. carsicus, endemico dei Balcani, e A. i. carinthiacus, confinato in Austria e Svizzera ( Fratini et al., 2005). In Spagna, la sottospecie endemica A. i. lusitanicus, riconosciuta da Bott nel 1950, è stata in seguito riconosciuta come A. i. italicus, data l assenza di differenze genetiche tra le due. In Italia la presenza delle due specie, A. pallipes e A. italicus, è stata provata da alcuni studi (Lörtscher et al., 1997; Nascetti et al., 1997; Santucci et al., 1997; Grandjean et al.,2000; Largiadèr et al., 2000), che mostrano che la prima è confinata nel Nord Ovest della penisola, mentre la seconda è distribuita lungo l intera penisola. Nascetti et al., 1997 e Santucci et al., 1997, hanno trovato che le due specie si sovrappongono nell Appennino ligure, senza peraltro mostrare segni di ibridazione. Le principali popolazioni di A. italicus si trovano lungo l Appennino centro settentrionale, in Abruzzo, Lazio e Sud Italia e nel Nord Est dell Italia. Tra le specie A. pallipes e A. italicus non sono noti casi di ibridazione (Fratini et al., 2005). Areal of distribution Austropotamobius pallipes has a palearctic distribution; in fact is it permanently settled in the Southern Europe: Italy, Iberian peninsula, Greece, Jugoslavia. In Central Europe it is present in the extreme South-West Germany, while in the North- Atlantic slope it is the only species present in England; it is the most diffused species in France although it represents only a residual population, present sometimes only for extensions of about few ten meters, frequently in the Central and South-Western regions (Figure. 3). In the last 50 years, in order to collocate the high variability intra-species in its areal of distribution (Bott, 1950; Karaman, 1962; Brodsky, 1983; Starobogatov, 1995) the taxonomy of the river crayfish has been greatly revisioned, proposing various classification criterions for the groups morphologically and genetically different (Fratini et al. 2005). According to the actual position (Grandjean et al.,2000; 2002a, b) based on genetic analysis and supported by morphological studies (Bott, 1950; Karaman, 1962; Brodsky, 1983; Grandjean et al., 1998) A. pallipes is a compex of species, made of two kinds, genetically well listed: A. pallipes and A. italicus with three subspecies: A. i. italicus distributed in Italy, South Switzerland and Spain, A. i. carsicus, endemic of the Balkans, and A. i. carinthiacus, confined in Austria and Switzerland (Fratini et al., 2005). In Spain, the endemic subspecies A. lusitanicus, recognized by Bott in 1950, has been subsequently recognized as A. i. italicus, because of the absence of genetic differences among the two. In Italy the presence of the two species, A. pallipes and A. italicus, has been proved by studies (Lörtscher et al., 1997; Nascetti et al., 1997; Santucci et al., 1997; Grandjean et al.,2000; Largiadèr et al., 2000), showing that the first is confined in North-Western Italy, while the second is distributed along the whole peninsula. Nascetti et al., 1997 and Santucci et al., 1997, found that the two species overlap along the Ligure Apennines, without moreover showing signs of cross-breeding. The main populations of A. italicus are found along the Northern-Central Apennines, in Abruzzo, Lazio and South Italy and in the North-Eastern part of Italy.

11 A. i. italicus è localizzata nell Appennino Tosco emiliano, A. i. carinthiacus è presente nell Italia centrale e Nord Occidentale e A. i. carsicus è infine localizzato nell Italia Nord Orientale. Dagli studi di Fratini et al. (2005) emerge una quarta sottospecie localizzata in Lazio, Marche, Abruzzo, ed Italia Meridionale alla quale è stato dato il nome di A. i. meridionalis. La situazione tassonomica descritta si presta ad essere interpretata come il risultato di eventi di speciazione aventi luogo dal Pleistocene fino ai giorni nostri. Le forti oscillazioni climatiche, culminate nelle principali Ere Glaciali, hanno accentuato fenomeni di speciazione e divergenza dalle linee filetiche esistenti. La spiegazione dell alta variabilità inter ed intra specifica del gambero di fiume italiano, secondo Fratini et. al. (2005), potrebbe essere data dal fatto che le quattro linee di A. italicus sono sopravvissute in quattro enclavi glaciali; esse potrebbero essere rappresentate dall Italia meridionale, Italia centrale,e Balcani, che insieme a Spagna, Grecia e Turchia sono stati tipici rifugi per specie d acqua dolce durante il Pleistocene (Preizmann, 1987; Hewitt, 1999; 2000), divenendo depositari di genomi esclusivi durante i successivi eventi di espansione post glaciale. In particolare per quanto riguarda A. i. meridionalis, la specie è localizzata sia nell Italia centro meridionale che in Slovenia; una possibile spiegazione potrebbe essere data dal fatto che durante il Pleistocene, i gamberi che hanno trovato rifugio nell Italia meridionale, hanno colonizzato anche la Slovenia grazie all abbassamento del livello del mare ed alla conseguente confluenza di alcuni fiumi dell Adriatico (Bianco, 1995); tale scenario è stato anche proposto per spiegare la distribuzione italiana e balcanica del Cottus gobio. Ma la situazione potrebbe anche essere stata determinata da traslocazioni effettuate dall uomo. Cases of hybridization between the species A. pallipes and A. italicus are not known (Fratini et al., 2005). A.i. italicus is located in the Tosco-Emiliano Apennine, A.i. carinthiacus is present in Central and North- Western Italy and finally, A. i. carsicus is located in the North-Eastern part of Italy. From the studies of Fratini et al. (2005) derive a fourth subspecies called A. i. meridionalis located in Lazio, Marche, Abruzzo and Southern Italy. The taxonomic situation above described is to be considered as the result of speciation events taking place from the Pleistocene up to our days. The strong climatic oscillations, culminated into the principal Glacial Eras, have increased the phenomena of speciation and divergence from the pre existing phyletic lines. The explanation of the high variability inter and intra species in the Italian river crayfish, according to Fratini et. al. (2005), could be due to the fact that the four lines of A. italicus survived in four glacial enclaves represented by Southern Italy, Central Italy and Balkans, that together with Spain, Greece and Turkey, have been the typical shelters for freshwater species during the Pleistocene (Preizmann, 1987; Hewitt, 1999; 2000), becoming trustees of exclusive genomes during the subsequent post glacial expansion events. Particularly, for what concerns A. i. meridionalis, the species is located in Southern-Central Italy as well as in Southern Slovenia; a possible explanation could be given by the fact that during the Pleistocene, the crayfish that found shelter in Southern Italy, have also colonized Slovenia thanks to a lowering of the sea level and consequent confluence of some rivers of the Adriatic sea (White, 1995); such a scenery has been taken into consideration also for the explanation of Cottus gobio distribution in Italy and Balkan, even if it could have been determined by translocations carried out by man. 9

12 10 Figura 3 Areale di distribuzione di A. pallipes Figure 3 Geographic range of A. pallipes Nicchie ecologiche Il gambero d acqua dolce A. pallipes, colonizza prevalentemente torrenti e piccoli corsi d acqua montani e collinari, nonché i tratti sorgivi dei fiumi maggiori (Foto 3). Talora lo si trova anche in piccoli laghi e raccolte d acqua naturali o artificiali purchè caratterizzate da acque fresche e ben ossigenate (Foto 4). Gli esemplari adulti scavano tane nella sabbia o nel limo ove dimorano di giorno o durante l inverno. Gli individui giovanili conducono invece vita interstiziale, occupando per lo più lo spazio tra i ciottoli del fondo. Dal punto di vista alimentare l Austropotamobius pallipes è una specie detritivora, prevalentemente fitofaga, con preferenza per una pianta acquatica: Fontinalis antipiretica (J. Arrignon, 1996); la componente carnea del suo regime alimentare è costituita da molluschi, i cui gusci forniscono una importante fonte di calcio, larve acquatiche di insetti, piccoli crostacei bentonici, anellidi, anfibi e loro larve, piccoli pesci (Mancini, 1986). Ecological Niche The white-clawed crayfish A. pallipes, primarily colonizes streams and mountain and hill small courses, as well as spring waters of greater rivers (Picture. 3). Sometimes it is also found in small lakes and natural or artificial basins provided that characterized by fresh and well oxygenated waters (Picture. 4). The adults dig dens in the sand or in the lime in which they reside during the daytime or during wintertime. The juveniles instead, conduct interstitial life occupying the spaces between the pebbles of the bottom. From the feeding point of view A. pallipes is a detritivorous species, principally phytophagous, with preference for an aquatic plant: Fontinalis antipiretica (Arrignon, 1996); the meat diet is made of molluscs, whose shells supply an important source of Calcium, aquatic larvae of bugs, small benthonic crustacean, annelids, amphibians and their larvae, small fishes (Mancini, 1986). This species, as many other crayfish species, is photophobic, therefore the quest of food occurs according

13 La specie, come molte altre specie di gamberi, è fotofoba, pertanto la ricerca del cibo avviene secondo un ritmo nictemerale che vede gli individui attivi dal tardo pomeriggio alle prime ore del mattino, con un picco di attività concentrato nel mezzo della notte. La dieta varia in relazione all aumento di taglia; i giovani hanno bisogno di una componente carnea più consistente e quindi consumano prevalentemente larve di insetti, mentre la componente vegetale è costituita per la maggior parte da alghe cloroficee; da adulti si nutrono maggiormente di vegetali. La natura dell ambiente e la sua configurazione intervengono in modo accentuato sulle scelte alimentari del gambero; infatti, nelle zone superficiali poco profonde il nutrimento è prevalentemente di origine vegetale, mentre nelle fosse questo è costituito per la maggior parte dalla componente animale (Mason, 1974). to a circadian rhythm: the individuals are active from the late afternoon to the first hours of the morning, with a peak of activity in the middle of the night. Diet varies in relationship to the increase of the body; the juveniles need a more consistent meat diet and therefore they primarily consume larvae of bugs, while the vegetable nourishment is made principally of Chlorophyceae; once adults, they mostly eat vegetables. The nature of the environment and its configuration have a heavy influence on the alimentary choices of the crayfish; in fact, in the superficial zones the food is constituted mainly of vegetables, while in the pits it is constituted for the greatest part of meat (Mason, 1974). 11 Foto 3 Habitat di A. pallipes: torrente montano. Picture 3 A. pallipes habitat: mountain stream Foto 4 Habitat di A. pallipes: lago di montagna. Picture 4 A. pallipes habitat: mountain lake.

14 Minacce Threat 12 Rarefazione della specie: la progressiva rarefazione delle popolazioni di Austropotamobius pallipes costituisce la minaccia più grave, poiché potrebbe condurre alla completa estinzione. Tale minaccia risulta ancora più grave nell area oggetto dell intervento, che per posizione geografica e caratteristiche naturali, costituisce il più importante nucleo di conservazione e diffusione della specie nell Italia peninsulare. Degrado ambientale: i problemi che affliggono i fiumi sono di origine antropica, rappresentati dall inquinamento delle acque, dalla canalizzazione e cementificazione degli argini e delle sponde, dalla captazione delle acque e dalla incombente deforestazione. Tali fenomeni interessano in particolare i corpi d acqua di medio e basso corso, ma non mancano situazioni di pericolo a carico degli habitat di Austropotamobius pallipes nell area oggetto dell intervento, rappresentati per lo più dai tratti torrentizi dei principali fiumi, nonché dai loro affluenti di montagna, le cosiddette acque minori. Il degrado ambientale è incompatibile con la sopravvivenza della specie, a causa della sua particolare sensibilità all inquinamento, nonché della sua esigenza di habitat integri e stabili nel tempo. Patologie: Austropotamobius pallipes è soggetto all attacco di numerosi microrganismi parassiti patogeni, quali Funghi, Protozoi, Batteri, Anellidi. Gli effetti di questi parassiti si manifestano a vari livelli sulla specie, spesso intaccando la funzionalità di organi e sistemi ma anche riducendo il potenziale riproduttivo della specie, distruggendo le uova e il novellame. Le malattie si manifestano quando le condizioni ambientali non sono perfettamente integre. Pesca incontrollata e bracconaggio: nonostante la rarefazione della specie, la pressione di pesca è molto forte. Anche nelle regioni dove l Austropotamobius pallipes è sottoposto a tutela, la pesca viene comunque effettuata illegalmente, mettendo a rischio le popolazioni residue. La pesca è particolarmente dannosa quando vengono raccolti soggetti molto giovani o femmine ovigere. L effetto immediato è rappresentato da un invecchiamento della popolazione, che nel tempo perde le naturali capacità di rigenerazione. Rarefaction of the species: the progressive rarefaction of the populations of A. pallipes is a very serious threat, since it could bring to complete extinction of the species. Such threat results even more serious in the area chosen for intervention, which, for its geographical position and natural characteristics, is the most important nucleus of maintenance and diffusion of the species in peninsular Italy. Environmental degradation: problems which distress rivers are of anthropic origin, and represented by water pollution, channelization and cementation of river bed and banks, water captation and impending deforestation. Such phenomena concern especially middle and low water bodies, but in the area object of the intervention, situations of danger regard the A.pallipes habitats as well, mostly represented by the torrential segments of the main rivers and their affluents, the so-called minor waters. Environmental degradation is incompatible with the species survival, because of its sensitivity to pollution and its demand of integral and stable habitats. Pathologies: A. pallipes is subjected to attacks of several pathogenic parasite microorganisms, such as fungi, protozoans, bacteria, annelids. Effects of these parasites are revealed at several levels on the species, often damaging the functionality of organs and apparatuses but also reducing the reproductive potential of the species by destruction of eggs and juveniles. Illnesses occur when the environmental conditions are not perfectly integral. Uncontrolled fishing and poaching: despite the species rarefaction, fishing pressure is very strong. Also in the areas where A. pallipes is subjected to tutelage, the fishing is however illegally made, putting to risk the residual populations. Fishing is particularly harmful when very young individuals or pregnant females are collected. The immediate effect is represented by an ageing of the population, which loses its natural regeneration capacities in the time.

15 Introduzione di gamberi esotici: a partire dal 1860 è stata avviata l introduzione di specie esotiche di gamberi nelle acque europee, molto più redditizie sotto il profilo zootecnico. Queste specie hanno a loro volta introdotto molti agenti patogeni che hanno decimato le popolazioni locali, prive di difese specifiche. La diminuzione delle popolazioni locali ha ulteriormente incoraggiato l introduzione di specie esotiche, che in molti casi hanno soppiantato le popolazioni autoctone, in particolare negli ambienti fluviali a lento corso e nei laghi. Introduction of exotic crayfish: beginning from 1860 exotic species of crayfish have been introduced in the European waters because they were found to be more profitable by a zootechnical point of view. These species, though, have introduced many pathogenic microorganisms that decimated the local populations, lacking of appropriate defences. The diminution of the local populations has subsequently encouraged the introduction of exotic species, that have supplanted the autochthonous populations in many cases, particularly in slow rivers and lakes. 13

16 Azioni Actions 14 Il progetto è stato condotto in fasi successive, ciascuna caratterizzata dall adempimento di determinate azioni; la prima fase è stata di preparazione con le azioni A1, riguardante lo studio generale e la ricognizione della specie nell area di interesse, e A2 avente come finalità lo sviluppo di competenze e la formazione di operatori territoriali. L azione A3 è stata invece trasversale al progetto nel senso che ha riguardato la preparazione di un piano di azione, un documento in cui vengono sinteticamente raccolti e descritti gli obiettivi, le azioni, le priorità e individuati i soggetti attuatori per la gestione, ai fini della tutela e con un taglio estremamente operativo, della specie. E pertanto un mezzo molto utile per pianificare in maniera razionale gli interventi, evidenziando le problematiche, mettendo a fuoco le possibili azioni gestionali, evidenziando i punti di forza e le criticità. La fase successiva può essere identificata come gestione saltuaria, ovvero una serie di azioni dalla durata limitata nel tempo, o effettuate in momenti successivi; in essa si collocano le azioni C1 di allestimento di strutture laboratoristiche, e C2 con interventi di reintroduzione di novellame. Nell ambito della gestione periodica vi sono le azioni portate avanti per l intero corso del progetto quali le azioni D1, ovvero i centri di riproduzione e D2, ovvero la sorveglianza e il monitoraggio scientifico. Grande importanza è stata data alla sensibilizzazione ed informazione al pubblico con una serie di azioni quali E1, che ha visto la realizzazione di pannelli informativi e didattici su A. pallipes; l azione E2 con la realizzazione di una mostra itinerante e depliants informativi; l azione E3 per mezzo della quale sono state realizzate una serie di iniziative di comunicazione tramite mass media; l azione E4 con la realizzazione di un sito Web dedicato al progetto ed infine l azione E5 con l elaborazione di questo stesso rapporto divulgativo. Infine la fase di gestione generale del progetto è stata contraddistinta dalle azioni F1 di incontri periodici tra gli attori pubblici e privati sul territorio, F2 di rendicontazione economica ed F3 con la revisione contabile. The project has been developed in different steps, each characterized by the fulfilment of defined actions. The first has been a preliminary step with the actions A1 and A2, the first concerning with the general study and the recognition of the species in the area of interest, and the second aimed at the development of skills and the training of territorial operators. The action A3 has involved the preparation of a strategic plan with a very practical approach aimed at the protection of the species. This plan resulted in a document in which the goals, actions and priorities of the project are synthetically listed and described and where the subjects carrying out the management are defined. Therefore this is a very useful tool for the rational planning of the interventions, focusing at the strong points but also at the problems and criticities, and pointing up the possible management actions. The second step can be identified as occasional management, composed of a number of actions with limited duration or subsequently developed. This step consists of the action C1 related to the setting up of the laboratory structures, and C2 with interventions of reintroduction of juveniles. The occasional management comprises the actions having the same duration of the whole project, such as the actions D1, related to the reproduction locations, and D2 concerning with the surveillance and the scientific monitoring. Great importance has been attached to public information with the development of a number of actions. Among these, the action E1 turned into the creation of informative and educational panels about A. pallipes; the action E2 with the organization of a travelling exhibition and the publication of informative brochures; the action E3 with a number of communication activities by media; the action E4 turned into the creation of a website dedicated to the project and the final action E5, the object of which was the writing up of the present report. Finally, the step of general management of the project has been characterized by the actions F1, based on periodic meetings of the territorial public and private actors, F2 and F3, involving the economical statement and the audit, respectively.

17 A Azioni preparatorie, elaborazione di piani di gestione e/o piani di azione. A Preliminary actions and the elaboration of management plans and/or strategies. A 1 Studio generale e ricognizione della specie nell area interessata. Nell ambito di questa azione ogni informazione sulla presenza di Austropotamobius pallipes è stata valutata e acquisita in modo da ricostruire nel dettaglio l attuale distribuzione della specie nei Siti di Importanza Comunitaria dell area di interesse. Sono state acquisite nuove informazioni sulla distribuzione passata ed attuale della specie, in modo da poter redigere una mappa della presenza del gambero di fiume. Lo stato di fatto delle province viene riportato in un documento tecnico: Studio generale ; è stato inoltre realizzato anche il sistema informatico territoriale relativo alle aree interessate dal progetto. Lo studio preliminare ha riguardato i bacini idrografici dell area interessata dal progetto. Non sono stati tratti dati quantitativi relativi alle dinamiche delle popolazioni selvatiche, in quanto il principale obiettivo dello studio era di accertare la presenza della specie nei siti donatori dei riproduttori e in quelli recettori del novellame, e ciò al fine di evitare di introdurre nuove popolazioni dove già sono presenti popolazioni autoctone e per poter prelevare i riproduttori dai siti dove erano più abbondanti; pertanto la consistenza delle popolazioni è stata valutata qualitativamente. I riproduttori raccolti sono stati separati per bacini di provenienza per ottenerne novellame da ricollocare nei SIC ricadenti negli stessi bacini, in modo da evitare commistioni sotto il profilo genetico. Nei bacini ove la specie non è risultata presente si è provveduto a rilasciare novellame ottenuto da popolazioni provenienti dai bacini adiacenti. Il metodo di rilevamento era basato su tecniche di ricerca manuale e/o con nasse innescate che non prevedevano la marcatura e il rilascio degli esemplari (cattura e ricattura). In tutto il territorio nel quale è stato condotto lo studio, si è registrata la riduzione delle popolazioni, in alcuni casi addirittura la scomparsa a partire soprattutto dalla fine degli anni 70; questa situazione è stata in gran parte determinata da varie concause tra le quali la devastante peste del gambero, una patologia determinata da un fungo Aphanomyces astaci, che ha contaminato le acque d Europa a causa dell importazione di gamberi americani, la diffusa azione di bracconaggio, l utilizzo sempre più frequente di biocidi, utilizzati negli allevamenti zootecnici o nell agricoltura e pertanto l inquinamento che affligge sempre più i corsi d acqua. A 1 General study and recognition the species in the area of interest. With regard to this action, everything concerning the presence of A. pallipes has been carefully evaluated and reported in order to obtain a detailed map of distribution of the species in the Special Areas of Conservations located inside the area of interest. Updated knowledge of the past and present distribution of the species has been obtained in order to create a map of the crayfish presence. The situation of the provinces is reported in a technical document entitled: General study ; moreover, the territorial information system related to the areas of interest of the project has also been created. The preliminary study has concerned with the catchment basins in the studied area of the project. Quantitative data related to the dynamics of the wild populations have not been reported, since the main objective of the study was to verify the presence of the species in the sites acting as donors of reproducers and in those receiving the juveniles. The aim was to avoid the introduction of new populations where the autochthonous ones are already present and to take reproducers from sites where they are more abundant; therefore the populations have been only qualitatively evaluated. After they were taken, the reproducers have been divided according to their basins of origin in order to obtain juveniles to reintroduce in the SACs located in the same basins, so avoiding genetic mixtures. In the basins where the species was not present, juveniles from populations of neighbouring basins have been released. The method used was based on techniques of manual hunting and/or with baited fish traps, without the marking and the release of the specimens (capture and recapture). A reduction of the populations has been reported in the whole territory where the study has been performed, and sometimes also their disappearance especially since the end of the 70s. This situation was mainly due to different concomitant causes, among which the devastating crayfish plague, a disease caused by the fungus Aphanomyces astaci which has largely infected European waters, due to the importation of American crayfishes, to the widespread practice of poaching and to the more and more frequent use of biocides used in the livestock farms or in agriculture, and then to the consequent pollution of the streams. 15

18 16 Figura 4 Sistema Informatico Territoriale Figure 4 Geographic information system

19 A 2 - Sviluppo delle competenze e formazione degli operatori territoriali. Nel periodo compreso tra il e si sono svolti seminari e corsi di formazione per gli operatori pubblici e per le associazioni coinvolte nello svolgimento del progetto, secondo il seguente calendario ( A 2 - Development of skills and training of territorial operators. In the period between april 29th 2004 and may 27th 2004 seminars and training courses have been carried out for public operators and for the associations involved in the project, according to the following calendar (www.lifegambero.it/calendario.htm): 17 I seminari erano rivolti agli operatori delle aree protette, ai rappresentanti del Corpo Forestale dello Stato, della Polizia Provinciale, delle guardie ittiche e venatorie, delle associazioni di pesca sportiva. Agli incontri hanno partecipato, in media, circa 40 dei suddetti rappresentanti, ai quali sono stati consegnati attestati di partecipazione. Nel corso degli incontri vi è stata la presentazione del progetto da parte del coodinatore scientifico, la presentazione degli studi generali e della ricognizione della specie nei territori delle singole province da parte di esperti nominati dalle stesse province, la divulgazione delle informazioni sulla Rete Natura 2000 da parte di esperti in scienze della natura. Quindi sono stati affrontati anche gli aspetti legislativi e sanzionatori in merito alla conservazione della biodiversità da parte di esperti in normativa ambientale; i seminari, infine, si concludevano con la visita ad un Sito di Importanza Comunitaria. Nel corso del 2006 vi è stato l approfondimento di un altro progetto Life Natura: Riqualificazione della biocenosi in Valvestino e Corno della Marogna, nell ambito del quale sono stati condotti interventi di reintroduzione del gambero di fiume, con modalità simili. La possibilità di scambio di informazioni è stata realizzata anche grazie ad un seminario che si è tenuto il 24 maggio presso il centro informativo della Riserva regionale Abetina di Rosello al quale hanno partecipato il professore Pietro Nardi dell Università The seminars were organized for the operators of protected areas, for the representatives of the National Corps of Foresters, Provincial Police, fishing and hunting guards, sportfishing associations. About 40 of the above-said representatives have attended the meetings, and attendance certificates were given every time. During the meetings, the scientific coordinator has introduced the project and experts named by the provinces have reported about the general studies and the recognition of the species in the territory of each province; moreover, experts of natural sciences have given information about Natura 2000 Network. Then, experts of environmental provisions have broached also legislative and sanctionatory aspects related to the biodiversity preservation. Finally, at the end of the seminars one of the Sites of Community Importance was visited. During 2006, Life Nature project Biocenosis requalification in Valvestino-Corno della Marogna was also further approached. Within this project, similar interventions of crayfish reintroduction have been performed. An exchange of information has been obtained also as a result of a seminar that was held on may 24 th at the information center of the Abetina di Rosello Regional Reserve, with the presence of Prof. Pietro A. Nardi from the University of Pavia and Dr. Bruna Comini, from ERSAF, the Regional Board for the Agricultural and Forest Services of Lombardia region.

20 18 di Pavia e la dottoressa Bruna Comini responsabile dell ERSAF (Ente Regionale per i Servizi all Agricoltura e alle Foreste) Lombardia. Si è trattato di un momento in cui sono state messe a confronto le varie esperienze ed è stato possibile affrontare il dibattito sulla importanza di trovare la prosecuzione per azioni di conservazione di tale tipo. Un altro momento fondamentale di approfondimento è stato colto nell ambito della visita di monitoraggio effettuata dal Responsabile dell Unione Europea per i progetti Life Natura, il dott. Federico Nogara, i giorni 7 e 8 giugno 2006, con la giornata di presentazione dell action plan: Un piano d azione per il gambero i fiume, alla quale sono intervenuti amministratori, funzionari regionali e provinciali, esperti e tecnici. Questo progetto Life ha pertanto costituito, per così dire, il pretesto per parlare di ambiente in senso operativo, per soffermarsi sulla reale possibilità di vivere su di un pianeta sano. This seminar was the occasion for a comparison of the different experiences and for a discussion on the importance of the prosecution of this kind of preservation actions. A further important close examination was on the occasion of the monitoring visit in june 2006 (7 th and 8 th ) made by Dr. Federico Nogara, supervisor of the LIFE Nature projects for the Commission, with the introduction of the action plan: An action plan for the crayfish, attended by administrators, provincial and regional officials, experts and technicians. Therefore, this LIFE project has been a sort of opportunity to speak in a practical manner on the environment and to think about the real possibility to live in a healthy planet.

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso

Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso doc.4.12-06/03 Gi-Gi Art. 859 - User's Guide Istruzioni d'uso A belaying plate that can be used in many different conditions Una piastrina d'assicurazione che può essere utilizzata in condizioni diverse.

Dettagli

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione

È un progetto di Project by Comune di Numana Ideazione LA CALETTA È proprio nell ambito del progetto NetCet che si è deciso di realizzare qui, in uno dei tratti di costa più belli della Riviera del Conero, un area di riabilitazione o pre-rilascio denominata

Dettagli

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07.

Istruzione N. Versione. Ultima. modifica. Funzione. Data 18/12/2009. Firma. Approvato da: ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING IMBALLO. service 07. Istruzione N 62 Data creazione 18/ 12/2009 Versione N 00 Ultima modifica TIPO ISTRUZIONE ASSEMBLAGGIO COLLAUDO TRAINING MODIFICA TEST FUNZIONALE RIPARAZIONE/SOSTITUZIONE IMBALLO TITOLO DELL ISTRUZIONE

Dettagli

Informazioni su questo libro

Informazioni su questo libro Informazioni su questo libro Si tratta della copia digitale di un libro che per generazioni è stato conservata negli scaffali di una biblioteca prima di essere digitalizzato da Google nell ambito del progetto

Dettagli

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM

Ministero della Salute Direzione Generale della Ricerca Scientifica e Tecnologica Bando Giovani Ricercatori - 2007 FULL PROJECT FORM ALLEGATO 2 FULL PROJECT FORM FORM 1 FORM 1 General information about the project PROJECT SCIENTIFIC COORDINATOR TITLE OF THE PROJECT (max 90 characters) TOTAL BUDGET OF THE PROJECT FUNDING REQUIRED TO

Dettagli

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1

CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 1 CatalogoItalianBuffalo210x245esec_Layout 1 24/04/15 17.55 Pagina 2 BUFALO MEDITERRANEO ITALIANO Mediterranean Italian Buffalo RICONOSCIUTO

Dettagli

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011]

e-spare Parts User Manual Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] Peg Perego Service Site Peg Perego [Dicembre 2011] 2 Esegui il login: ecco la nuova Home page per il portale servizi. Log in: welcome to the new Peg Perego Service site. Scegli il servizio selezionando

Dettagli

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE

Mario Sbriccoli, Ercole Sori. Alberto Grohmann, Giacomina Nenci, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO CENTRO SAMMARINESE copertina univ. 21 11-04-2005 16:30 Pagina 1 A State and its history in the volumes 1-20 (1993-1999) of the San Marino Center for Historical Studies The San Marino Centre for Historical Studies came into

Dettagli

Official Announcement Codice Italia Academy

Official Announcement Codice Italia Academy a c a d e m y Official Announcement Codice Italia Academy INITIATIVES FOR THE BIENNALE ARTE 2015 PROMOTED BY THE MIBACT DIREZIONE GENERALE ARTE E ARCHITETTURA CONTEMPORANEE E PERIFERIE URBANE cured by

Dettagli

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life

PRESENT SIMPLE. Indicativo Presente = Presente Abituale. Tom s everyday life PRESENT SIMPLE Indicativo Presente = Presente Abituale Prerequisiti: - Pronomi personali soggetto e complemento - Aggettivi possessivi - Esprimere l ora - Presente indicativo dei verbi essere ed avere

Dettagli

Il test valuta la capacità di pensare?

Il test valuta la capacità di pensare? Il test valuta la capacità di pensare? Per favore compili il seguente questionario senza farsi aiutare da altri. Cognome e Nome Data di Nascita / / Quanti anni scolastici ha frequentato? Maschio Femmina

Dettagli

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki

Proposition for a case-study identification process. 6/7 May 2008 Helsinki Conférence des Régions Périphériques Maritimes d Europe Conference of Peripheral Maritime Regions of Europe ANALYSIS PARTICIPATION TO THE FP THROUGH A TERRITORIAL AND REGIONAL PERSPECTIVE MEETING WITH

Dettagli

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE

group HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE edizione/edition 04-2010 HIGH CURRENT MULTIPLEX NODE DESCRIZIONE GENERALE GENERAL DESCRIPTION L'unità di controllo COBO è una centralina elettronica Multiplex Slave ; la sua

Dettagli

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM

MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Under the Patronage of Comune di Portofino Regione Liguria 1ST INTERNATIONAL OPERA SINGING COMPETITION OF PORTOFINO from 27th to 31st July 2015 MODULO DI ISCRIZIONE - ENROLMENT FORM Direzione artistica

Dettagli

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com

WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR. T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com WWW.TINYLOC.COM CUSTOMER SERVICE T. (+34) 937 907 971 F. (+34) 937 571 329 sales@tinyloc.com GPS/ RADIOTRACKING DOG COLLAR MANUALE DI ISTRUZIONI ACCENSIONE / SPEGNERE DEL TAG HOUND Finder GPS Il TAG HOUND

Dettagli

Zeroshell come client OpenVPN

Zeroshell come client OpenVPN Zeroshell come client OpenVPN (di un server OpenVpn Linux) Le funzionalità di stabilire connessioni VPN di Zeroshell vede come scenario solito Zeroshell sia come client sia come server e per scelta architetturale,

Dettagli

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari

Narrare i gruppi. Rivista semestrale pubblicata on-line dal 2006 Indirizzo web: www.narrareigruppi.it - Direttore responsabile: Giuseppe Licari Narrare i gruppi Etnografia dell interazione quotidiana Prospettive cliniche e sociali ISSN: 2281-8960 Narrare i gruppi. Etnografia dell'interazione quotidiana. Prospettive cliniche e sociali è una Rivista

Dettagli

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls

Sistemi di gestione dei dati e dei processi aziendali. Information Technology General Controls Information Technology General Controls Indice degli argomenti Introduzione agli ITGC ITGC e altre componenti del COSO Framework Sviluppo e manutenzione degli applicativi Gestione operativa delle infrastrutture

Dettagli

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana

Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Guida ai Parametri di negoziazione dei mercati regolamentati organizzati e gestiti da Borsa Italiana Versione 04 1/28 INTRODUZIONE La Guida ai Parametri contiene la disciplina relativa ai limiti di variazione

Dettagli

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES

Mod. VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES VALVOLE DI SFIORO E SICUREZZA RELIEF VALVES AND SAFETY DEVICES Mod VS/AM 65 1 2 VS/AM 65 STANDARD VS/AM 65 CON RACCORDI VS/AM 65

Dettagli

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE

APPLICATION FORM 1. YOUR MOTIVATION/ LA TUA MOTIVAZIONE APPLICATION FORM Thank you for your interest in our project. We would like to understand better your motivation in taking part in this specific project. So please, read carefully the form, answer the questions

Dettagli

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9

BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 pag. 16 di 49 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 BOSCH EDC16/EDC16+/ME9 Identificare la zona dove sono poste le piazzole dove andremo a saldare il connettore. Le piazzole sono situate in tutte le centraline Bosch

Dettagli

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test

TAL LIVELLO A2. Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo. PARTE II: Cloze test TAL LIVELLO A2 Test scritto in 5 parti ( 50 minuti) Prova d ascolto (10 minuti) PARTE I: Comprensione del testo PARTE II: Cloze test PARTE III: Grammatica PARTE IV: Scrittura guidata PARTE V: Scrittura

Dettagli

Rilascio dei Permessi Volo

Rilascio dei Permessi Volo R E P U B L I C O F S A N M A R I N O C I V I L A V I A T I O N A U T H O R I T Y SAN MARINO CIVIL AVIATION REGULATION Rilascio dei Permessi Volo SM-CAR PART 5 Approvazione: Ing. Marco Conti official of

Dettagli

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice

DDS elettronica srl si riserva il diritto di apportare modifiche senza preavviso /we reserves the right to make changes without notice Maccarone Maccarone Maccarone integra 10 LED POWER TOP alta efficienza, in tecnologia FULL COLOR che permette di raggiungere colori e sfumature ad alta definizione. Ogni singolo led full color di Maccarone

Dettagli

Il Form C cartaceo ed elettronico

Il Form C cartaceo ed elettronico Il Form C cartaceo ed elettronico Giusy Lo Grasso Roma, 9 luglio 2012 Reporting DURANTE IL PROGETTO VENGONO RICHIESTI PERIODIC REPORT entro 60 giorni dalla fine del periodo indicato all Art 4 del GA DELIVERABLES

Dettagli

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO

Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO Lo Spallanzani (2007) 21: 5-10 C. Beggi e Al. Editoriale VALUTAZIONE PER L E.C.M.: ANALISI DEI QUESTIONARI DI GRADIMENTO IL GRADIMENTO DEI DISCENTI, INDICATORE DI SODDISFAZIONE DELLE ATTIVITÀ FORMATIVE

Dettagli

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not?

I was not you were not he was not she was not it was not we were not you were not they were not. Was I not? Were you not? Was she not? Il passato Grammar File 12 Past simple Il past simple inglese corrisponde al passato prossimo, al passato remoto e, in alcuni casi, all imperfetto italiano. Con l eccezione del verbo be, la forma del past

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOTECH & S 8 SeccoTech & Secco Tecnologia al servizio della deumidificazione Technology at dehumidification's service Potenti ed armoniosi Seccotech

Dettagli

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of "typical tuscan"

Il vostro sogno diventa realtà... Your dream comes true... Close to Volterra,portions for sale of typical tuscan Il vostro sogno diventa realtà... Vicinanze di Volterra vendita di porzione di fabbricato "tipico Toscano" realizzate da recupero di casolare in bellissima posizione panoramica. Your dream comes true...

Dettagli

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004

Materia: INGLESE Data: 24/10/2004 ! VERBI CHE TERMINANO IN... COME COSTRUIRE IL SIMPLE PAST ESEMPIO e aggiungere -d live - lived date - dated consonante + y 1 vocale + 1 consonante (ma non w o y) cambiare y in i, poi aggiungere -ed raddoppiare

Dettagli

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti

Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Castello di San Donato in Perano Matrimoni nel Chianti Weddings in Chianti Sede di Rappresentanza: Castello di San Donato in Perano 53013 Gaiole in Chianti (Si) Tel. 0577-744121 Fax 0577-745024 www.castellosandonato.it

Dettagli

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma.

ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna Per ncdna si intende il DNA intronico, intergenico e altre zone non codificanti del genoma. ncdna è caratteristico degli eucarioti: Sequenze codificanti 1.5% del genoma umano Introni in media 95-97%

Dettagli

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak

5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tipo: Type: 5 cabine (1 main deck+ 4 lower deck) 5 cabins (1 main deck+ 4 lower deck) Legno: essenza di rovere naturale Rigatino Wood: striped oak Tessuti: Dedar Fanfara, Paola Lenti Fabrics: Dedar Fanfara,

Dettagli

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION

JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION JUMP INTO THE PSS WORLD AND ENJOY THE DIVE EVOLUTION PSS Worldwide is one of the most important diver training agencies in the world. It was created thanks to the passion of a few dedicated diving instructors

Dettagli

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009

Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 Catalogo Trattamento dell Aria - Collezione 2009 SECCOASCIUTT 16 SeccoAsciutto EL & SeccoAsciutto Thermo Piccolo e potente, deumidifica e asciuga Small and powerful, dehumidifies and dries Deumidificare

Dettagli

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects

Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects Training Seminars Cooperate for an intelligent, sustainable and inclusive growth Trasform opportunities into projects PRESENTATION Innovation plays a key role within the European political agenda and impacts

Dettagli

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE

PANNELLO FRONTALE: QUERCIA STYLE CANNELLA PROFILO: PINO NERO PIANO DI SERVIZIO E ZOCCOLO: AGGLOMERATO MEROPE Una proposta dall estetica esclusiva, in cui tutti gli elementi compositivi sono ispirati dalla geometria più pura e dalla massima essenzialità del disegno per un progetto caratterizzato da semplicità

Dettagli

Lezione 12: La visione robotica

Lezione 12: La visione robotica Robotica Robot Industriali e di Servizio Lezione 12: La visione robotica L'acquisizione dell'immagine L acquisizione dell immagine Sensori a tubo elettronico (Image-Orthicon, Plumbicon, Vidicon, ecc.)

Dettagli

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni.

È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. È uno Stato unitario dal 1861, una Repubblica dal 1948. Oggi l Italia ha una popolazione di circa 57 milioni. È un paese con 20 regioni. 8 regioni settentrionali: il Piemonte (Torino), la Val d Aosta (Aosta),

Dettagli

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D

Present Perfect SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D SCUOLA SECONDARIA I GRADO LORENZO GHIBERTI ISTITUTO COMPRENSIVO DI PELAGO CLASSI III C/D Present Perfect Affirmative Forma intera I have played we have played you have played you have played he has played

Dettagli

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C

T H O R A F L Y. Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems. Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C T H O R A F L Y Sistemi di drenaggio toracico Thoracic drainage systems Catalogo 2009 - Catalogue 2009 GRUPPO C GROUP C SOMMARIO GRUPPO C (SUMMARY C GROUP) 1/C II SISTEMI DI DRENAGGIO TORACICO COMPLETI

Dettagli

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS

PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS PerformAzioni International Workshop Festival 22nd February 3rd May 2013 LIV Performing Arts Centre Bologna, Italy APPLICATION FORM AND BANK DETAILS La domanda di partecipazione deve essere compilata e

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Principali prove meccaniche su materiali polimerici

Principali prove meccaniche su materiali polimerici modulo: Proprietà viscoelastiche e proprietà meccaniche dei polimeri Principali prove meccaniche su materiali polimerici R. Pantani Scheda tecnica di un materiale polimerico Standard per prove meccaniche

Dettagli

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min

24V DC ±10% 0.5... 1 W. Fluido Fluid. 15 Nl/min elettropiloti 0 mm 0 mm solenoids Elettropilota Solenoid valve 0 mm 00.44.0 ACCESSORI - ACCESSORIES 07.049.0 Connettore per elettropilota 0 mm con cavetto rosso/nero, lunghezza 400 mm - connector for 0

Dettagli

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi

Conjugate: prendere ammirare camminare entrare visitare sedersi divertirsi The IMPERFECT is used to express an action that took place in the past but whose duration cannot be specified. Its endings are identical in all three conjugations. io tu lui/lei noi voi loro -vo -vi -va

Dettagli

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM

DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID. Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM DTT : DECODER, SWITCH- OFF PROCESS, CNID Roberto de Martino Contents and Multimedia Department RAK/AGCOM List of contents 1. Introduction 2. Decoder 3. Switch-off process 4. CNID Introduction 1. Introduction

Dettagli

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA

COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA COMINCIAMO A SENTIRCI UNA FAMIGLIA IL PRIMO GIORNO CON LA FAMIGLIA OSPITANTE FIRST DAY WITH THE HOST FAMILY Questa serie di domande, a cui gli studenti risponderanno insieme alle loro famiglie, vuole aiutare

Dettagli

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import

Smobilizzo pro-soluto di Lettere di Credito Import definizione L operazione presuppone l emissione di una lettera di credito IMPORT in favore dell esportatore estero, con termine di pagamento differito (es. 180 gg dalla data di spedizione con documenti

Dettagli

La via del acqua e del sole The Way of The Sea and The Sun

La via del acqua e del sole The Way of The Sea and The Sun La via dell acqua e del sole The Way of The Sea and The Sun ABRUZZO La via dell acqua e del sole The Way of The Sea and The sun 133 chilometri di costa, lungo la quale si alternano arenili di sabbia dorata

Dettagli

Effetti dell incendio sull ambiente

Effetti dell incendio sull ambiente Effetti dell incendio sull ambiente Dott. For. Antonio Brunori Effetti del fuoco Il fuoco danneggia e spesso distrugge il bosco, per valutare le effettive conseguenze di un incendio su un ecosistema forestale

Dettagli

1. Che cos è. 2. A che cosa serve

1. Che cos è. 2. A che cosa serve 1. Che cos è Il Supplemento al diploma è una certificazione integrativa del titolo ufficiale conseguito al termine di un corso di studi in una università o in un istituto di istruzione superiore corrisponde

Dettagli

Tiziano Bettati, Maria Teresa Pacchioli Centro Ricerche Produzioni Animali

Tiziano Bettati, Maria Teresa Pacchioli Centro Ricerche Produzioni Animali Il Divulgatore n.10/2002 Sicurezza alimentare PARTENDO DALLA DOP Tr@ce.pig è un progetto di tracciabilità della filiera del suino pesante utilizzato come materia prima per i Prosciutti di Parma a Denominazione

Dettagli

Come si prepara una presentazione

Come si prepara una presentazione Analisi Critica della Letteratura Scientifica 1 Come si prepara una presentazione Perché? 2 Esperienza: Si vedono spesso presentazioni di scarsa qualità Evidenza: Un lavoro ottimo, presentato in modo pessimo,

Dettagli

Diversità tra i viventi

Diversità tra i viventi Diversità tra i viventi PROPRIETÀ della VITA La CELLULA CLASSIFICAZIONE dei VIVENTI Presentazione sintetica Alunni OIRM Torino Tutti i viventi possiedono delle caratteristiche comuni Ciascun vivente nasce,

Dettagli

FOCUS. Eberhard & Co. 125 anniversario di fondazione

FOCUS. Eberhard & Co. 125 anniversario di fondazione FOCUS Eberhard & Co. 125 anniversario di fondazione Versione in acciaio Extra-fort Roue à Colonnes Grande Date 125ème Anniversaire, cronografo automatico con scala tachimetrica. Steel version Extra-fort

Dettagli

il Krill Letterio Guglielmo CNR - IFA

il Krill Letterio Guglielmo CNR - IFA il Krill Letterio Guglielmo II Krill (Euphausia superba) è il più abbondante crostaceo del mondo. Nonostante sia lungo 65 mm esso costituisce la principale fonte di alimento per una grande varietà di animali

Dettagli

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS

ENERGY-EFFICIENT HOME VENTILATION SYSTEMS SISTEMI DI RECUPERO RESIDENZIALE HOME RECOVERY SYSTEMS RECUPERO DI CALORE AD ALTA EFFICIENZA HIGH EFFICIENCY HEAT RECOVERY VENTILAZIONE A BASSO CONSUMO LOW ENERGY VENTILATION SISTEMI DI RICAMBIO CONTROLLATO

Dettagli

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi

IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Il Framework ITIL e gli Standard di PMI : : possibili sinergie Milano, Venerdì, 11 Luglio 2008 IT Service Management, le best practice per la gestione dei servizi Maxime Sottini Slide 1 Agenda Introduzione

Dettagli

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA

PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA PROTOCOLLO DI STUDIO MEDIANTE TEST ALLA FLECAINIDE NELLA SINDROME DI BRUGADA 2 La SINDROME DI BRUGADA è una malattia generalmente ereditaria, a trasmissione autosomica dominante, che coinvolge esclusivamente

Dettagli

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati

Lezione 20: Strutture di controllo di robot. avanzati Robotica Mobile Lezione 20: Strutture di controllo di robot Come costruire un architettura BARCS L architettura BARCS Behavioural Architecture Robot Control System Strategie Strategie Obiettivi Obiettivi

Dettagli

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008

PMI. Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Nuovi standard PMI, certificazioni professionali e non solo Milano, 20 marzo 2009 PMI Organizational Project Management Maturity Model, OPM3 Second Edition 2008 Andrea Caccamese, PMP Prince2 Practitioner

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Business Process Management Come si organizza un progetto di BPM 1 INDICE Organizzazione di un progetto di Business Process Management Tipo di intervento Struttura del progetto BPM Process Performance

Dettagli

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE

NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE NEUROSCIENZE EEDUCAZIONE AUDIZIONE PRESSO UFFICIO DI PRESIDENZA 7ª COMMISSIONE (Istruzione) SULL'AFFARE ASSEGNATO DISABILITÀ NELLA SCUOLA E CONTINUITÀ DIDATTICA DEGLI INSEGNANTI DI SOSTEGNO (ATTO N. 304)

Dettagli

Extatosoma tiaratum. Generalità

Extatosoma tiaratum. Generalità Extatosoma tiaratum Tassonomia Dominio: Eukaryota Regno: Animalia Sottoregno: Eumetazoa Ramo: Bilateria Phylum: Arthropoda Subphylum: Tracheata Superclasse: Hexapoda Classe: Insecta Sottoclasse: Pterygota

Dettagli

Manuale BDM - TRUCK -

Manuale BDM - TRUCK - Manuale BDM - TRUCK - FG Technology 1/38 EOBD2 Indice Index Premessa / Premise............................................. 3 Il modulo EOBD2 / The EOBD2 module........................... 4 Pin dell interfaccia

Dettagli

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of

General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of General Taxonomy of Planology [Tassonomia generale della Planologia] (TAXOCODE) Reduced form [Forma ridotta] Classification Code for all sectors of study and research according the Information System for

Dettagli

Strategia dell UE per la biodiversità fino al 2020

Strategia dell UE per la biodiversità fino al 2020 Dicembre 2011 IT Strategia dell UE per la biodiversità fino al 2020 Biodiversità In Europa quasi un quarto delle specie selvatiche è attualmente minacciato di estinzione. La biodiversità, ossia la straordinaria

Dettagli

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS

LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS LEZIONE 4: PRESENT SIMPLE / PRESENT CONTINUOUS TEMPO PRESENTE In italiano non vi sono differenze particolari tra le due frasi: MANGIO UNA MELA e STO MANGIANDO UNA MELA Entrambe le frasi si possono riferire

Dettagli

TODAY MORE PRESENT IN GERMANY

TODAY MORE PRESENT IN GERMANY TODAY MORE PRESENT IN GERMANY Traditionally strong in offering high technology and reliability products, Duplomatic is a player with the right characteristics to achieve success in highly competitive markets,

Dettagli

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1

Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 Nota Informativa Relativa alla Circolare 2009/1 In merito alla nuova circolare del Sottosegretariato per il Commercio Estero del Primo Ministero della Repubblica di Turchia, la 2009/21, (pubblicata nella

Dettagli

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto»

Presentazione per. «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Presentazione per «La governance dei progetti agili: esperienze a confronto» Pascal Jansen pascal.jansen@inspearit.com Evento «Agile Project Management» Firenze, 6 Marzo 2013 Agenda Due parole su inspearit

Dettagli

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue

tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue tmt 15 Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Rimozione ecologica di metalli pesanti da acque reflue Il problema: metalli pesanti nelle acque reflue In numerosi settori ed applicazioni

Dettagli

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche

Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche Versione 12.6.05 Teoria della misurazione e misurabilità di grandezze non fisiche 1 Il contesto del discorso (dalla lezione introduttiva)

Dettagli

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE

Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Il primo bando del programma Interreg CENTRAL EUROPE, Verona, 20.02.2015 Il programma Interreg CENTRAL EUROPE Benedetta Pricolo, Punto di contatto nazionale, Regione del Veneto INFORMAZIONI DI BASE 246

Dettagli

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam.

INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Fausto Marcantoni fausto.marcantoni@unicam. Laurea in INFORMATICA INTERNET e RETI di CALCOLATORI A.A. 2014/2015 Capitolo 4 Dynamic Host Configuration Protocol fausto.marcantoni@unicam.it Prima di iniziare... Gli indirizzi IP privati possono essere

Dettagli

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL

LE NOVITÀ DELL EDIZIONE 2011 DELLO STANDARD ISO/IEC 20000-1 E LE CORRELAZIONI CON IL FRAMEWORK ITIL Care Colleghe, Cari Colleghi, prosegue la nuova serie di Newsletter legata agli Schemi di Certificazione di AICQ SICEV. Questa volta la pillola formativa si riferisce alle novità dell edizione 2011 dello

Dettagli

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana

Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione. Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana Oncologici: Iniziative e sostenibilità della Regione Valeria Fadda Unità di HTA di ESTAV centro, Regione Toscana 2.760.000.000 Euro 14.4% della spesa farmaceutica 32.8% della spesa farmaceutica ospedaliera

Dettagli

SISMO. Storia sismica di sito di ManOppello

SISMO. Storia sismica di sito di ManOppello SISMO Storia sismica di sito di ManOppello Rapporto tecnico per conto del: Dr. Luciano D Alfonso, Sindaco Comune di Pescara (PE) Eseguito da: Umberto Fracassi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia

Dettagli

RICOSTRUZIONE DEI TREND DI PIOVOSITA E TEMPERATURA NEGLI ULTIMI 80 ANNI IN SICILIA. PRIMI RISULTATI

RICOSTRUZIONE DEI TREND DI PIOVOSITA E TEMPERATURA NEGLI ULTIMI 80 ANNI IN SICILIA. PRIMI RISULTATI Giuseppe Basile (1), Marinella Panebianco (2) Pubblicazione in corso su: Geologia dell Ambiente Rivista della SIGEA - Roma (1) Geologo, Dirigente del Servizio Rischi Idrogeologici e Ambientali del Dipartimento

Dettagli

Process automation Grazie a oltre trent anni di presenza nel settore e all esperienza maturata in ambito nazionale e internazionale, Elsag Datamat ha acquisito un profondo know-how dei processi industriali,

Dettagli

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer)

HIGH SPEED FIMER. HSF (High Speed Fimer) HSF PROCESS HSF (High Speed Fimer) HIGH SPEED FIMER The development of Fimer HSF innovative process represent a revolution particularly on the welding process of low (and high) alloy steels as well as

Dettagli

trovando in loro, veramente ma non pomposamente, le leggi principali della nostra natura:

trovando in loro, veramente ma non pomposamente, le leggi principali della nostra natura: From : The principal object - To : notions in simple and unelaborated expressions. The principal object, then, proposed in these Poems was to choose incidents L oggetto principale, poi, proposto in queste

Dettagli

Il recupero dello storione cobice in Italia

Il recupero dello storione cobice in Italia Il recupero dello storione cobice in Italia ACTION PLAN Progetto Life 04NAT/IT/000126 Conservation and Breeding of Italian Cobice Endemic Sturgeon Il recupero dello storione cobice in Italia ACTION PLAN

Dettagli

PRESENT PERFECT CONTINUOS

PRESENT PERFECT CONTINUOS PRESENT PERFECT CONTINUOS 1. Si usa il Present Perfect Continuous per esprimere un'azione che è appena terminata, che si è prolungata per un certo tempo e la cui conseguenza è evidente in questo momento.

Dettagli

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality.

These data are only utilised to the purpose of obtaining anonymous statistics on the users of this site and to check correct functionality. Privacy INFORMATIVE ON PRIVACY (Art.13 D.lgs 30 giugno 2003, Law n.196) Dear Guest, we wish to inform, in accordance to the our Law # 196/Comma 13 June 30th 1996, Article related to the protection of all

Dettagli

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing.

Delta. Centro di progettazione e sviluppo. Research & Development Department. Controllo resistenza alla corrosione Corrosion resistance testing. Delta PATENT PENDING Sistema di apertura per ante a ribalta senza alcun ingombro all interno del mobile. Lift system for doors with vertical opening: cabinet interior completely fittingless. Delta Centro

Dettagli

zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors

zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors zanzariera per porte - finestre flyscreen for french - doors ZANZAR SISTEM si congratula con lei per l acquisto della zanzariera Plissè. Questa guida le consentirà di apprezzare i vantaggi di questa zanzariera

Dettagli

Perchè l'energia non sia un buco nell'acqua. Idroelettrico: criticità legate alla fauna ittica

Perchè l'energia non sia un buco nell'acqua. Idroelettrico: criticità legate alla fauna ittica Idroelettrico: criticità legate alla fauna ittica Sommario - esigenze della fauna ittica reofila - il valore di un patrimonio straordinario - esigenze dei produttori di energia - le azioni attuali per

Dettagli

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence

Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy. da noi ogni sapone è unico. Authentically Made in Italy Florence Lavorazione artigianale Italiana Handmade in Italy da noi ogni sapone è unico alveare soap gori 1919 soap factory lavorazione artigianale italiana Handmade in Italy I nostri saponi sono il frutto di un

Dettagli

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese

CMMI-Dev V1.3. Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3. Roma, 2012 Ercole Colonese CMMI-Dev V1.3 Capability Maturity Model Integration for Software Development, Version 1.3 Roma, 2012 Agenda Che cos è il CMMI Costellazione di modelli Approccio staged e continuous Aree di processo Goals

Dettagli

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014

AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 AGLI OPERATORI DELLA STAMPA E attiva la procedura di accredito alle Serie WSK 2014. La richiesta di accredito deve pervenire entro il 9 febbraio 2014 Per la richiesta di accredito alla singola gara, le

Dettagli

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve

Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Efficacia dei probio-ci nelle mala1e diges-ve Le aree di incertezza nelle Cure Primarie: Quali sono le evidenze di efficacia dei probio-ci nelle patologie del tra9o gastrointes-nale? Edoardo Benede*o 1907

Dettagli

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé.

il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. il materiale e Le forme evocano direttamente il corpo celeste, lo riproducono in ogni venatura. Proprio come avere una piccola luna tutta per sé. COLLECTION luna material and shapes evoke the celestial

Dettagli

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office

Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit. Un Prodotto della Suite BOC Management Office Gestione delle Architetture e dei Servizi IT con ADOit Un Prodotto della Suite BOC Management Office Controllo Globale e Permanente delle Architetture IT Aziendali e dei Processi IT: IT-Governance Definire

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015

INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 INFORMATIVA EMITTENTI N. 22/2015 Data: 23/04/2015 Ora: 17:45 Mittente: UniCredit S.p.A. Oggetto: Pioneer Investments e Santander Asset Management: unite per creare un leader globale nell asset management

Dettagli