Austropotamobius pallipes:

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Austropotamobius pallipes:"

Transcript

1 life03nat/it/ Austropotamobius pallipes: tutela e gestione nei SIC d Italia centrale Rapporto Divulgativo

2

3 Introduzione Introduction Le azioni di tutela e gestione di una specie minacciata condotte mediante reintroduzione, nei siti idonei e all interno della propria naturale nicchia ecologica, possono giocare un ruolo fondamentale nella conservazione della stessa. Il ruolo delle azioni di reintroduzione nei programmi di conservazione delle specie è oggetto, in Italia, come in altri paesi dell Unione Europea, di grande dibattito. L obiettivo del progetto Austropotamobius pallipes: tutela e gestione nei SIC dell Italia centrale proposto dalla Provincia di Chieti e realizzato con le province partner di Aquila, Pescara, Teramo, Isernia, Campobasso e Ascoli Piceno, è stato la conservazione delle popolazioni relitte di A. pallipes, uno dei maggiori indicatori biologici di qualità delle acque correnti dell Appennino medio-orientale, e l incremento della sua presenza mediante la produzione di novellame in cattività e la successiva semina nei corsi d acqua non inquinati, dislocati all interno dei Siti di Interesse Comunitario dell Italia centrale. L azione di tutela condotta attraverso questo progetto è importante non solo perché è intesa alla salvaguardia di una specie che sta divenendo sempre più rara, ma anche perché, incrementando le popolazioni di gamberi di fiume, si vuole ricostituire la complessa rete di relazioni ecologiche che legano A. pallipes a tutte le componenti dell habitat in cui vive. Ciascuna specie, infatti riveste un ruolo fondamentale nel proprio ambiente, condizionandone l evoluzione e la qualità; proprio in virtù di tale principio, la salvaguardia della biodiversità è una delle priorità da perseguire. L intervento proposto ha interessato le zone montane e pedemontane delle regioni Abruzzo e Molise nonché la Provincia di Ascoli Piceno, nella Regione Marche. Si tratta dunque del fronte adriatico dell Appennino centrale, che annovera i principali rilievi della catena montuosa e costituisce la riserva di acqua potabile, fra le migliori d Italia, per le relative popolazioni. Conservation and management of a threatened species, carried out through reintroduction in fitted areas and inside natural ecological niche, may play a fundamental role in its maintenance. The role of reintroduction in species conservation programs undergoes, in Italy as in other countries of the European Union, to a great debate. The main goal of the project Austropotamobius pallipes: protection and management in the SACs of Central Italy, proposed by the Province of Chieti and realized together with the Provinces of L Aquila, Pescara, Teramo, Isernia, Campobasso and Ascoli Piceno, is the biological conservation of the relict populations of Austropotamobius pallipes, one of the greatest biological indicators of freshwater quality of the middle-oriental Apennine Mountains. The main goal of the project is the increasing of its population through production of juveniles in captivity and following reintroduction in unpolluted waters, inside the Special Areas of Conservaion of central Italy. The protective action carried out with this project is important not only because it is directed to the safeguard of a species that is becoming rare, but also because, increasing the populations of river crayfish, we want to reconstitute the complex net of ecological relationships that tie Austropotamobius pallipes to all the components of the habitat in which it lives. In fact, each species has an important role in conditioning the evolution and quality of its environment; just because of this, safeguard of the biodiversity is one of the priorities to pursue. The project has been applied to the mountain areas of the Abruzzo and Molise Regions, as well as to the Province of Ascoli Piceno, in the Marche Region. It concerns therefore the Adriatic front of the Central Apennine, with the higher peaks of the mountain chain, which is the reserve of drinkable water, among the best of Italy, for the respective communities. 1

4 2 Sintesi dell esperienza Il progetto è stato condotto portando a termine delle azioni che ne hanno costituito le pietre miliari. L azione di tutela e gestione di A. pallipes è stata preceduta da uno studio generale e dalla ricognizione della specie nell area oggetto dell intervento, costituita dai bacini idrografici ricadenti nei Siti di Importanza Comunitaria dell Italia centrale. Ogni informazione sulla presenza della specie è stata valutata e acquisita in modo da ricostruirne la presenza nei Siti di Importanza Comunitaria nonché accertare lo stato di salute delle popolazioni residue. Sono state acquisite nuove informazioni sulla presenza passata ed attuale della specie; molte indicazioni note in letteratura o riportate da esperti e conoscitori locali della specie sono state confermate sul campo. A questa prima fase esplorativa è seguita la fase di realizzazione delle strutture nelle quali ottenere il novellame per la successiva semina. Esse sono state allestite all interno di strutture specializzate già esistenti, ovvero l incubatoio di valle di Borrello (CH), nella Riserva Regionale Cascate del Verde, e l impianto ittiogenico di proprietà della Provincia dell Aquila, sito nel Capoluogo, in località Vetoio, denominato CISI. Il novellame è stato ottenuto da riproduttori catturati dai bacini idrografici nei quali era stata in precedenza rilevata la presenza della specie. Successivamente sono stati effettuati gli interventi di semina nei corsi d acqua prescelti in base agli studi precedentemente elaborati e sono state poste in essere le operazioni di sorveglianza da parte degli enti con i quali sono state concordate tali attività. Nel rapporto che segue vengono riportate nel dettaglio le singole azioni. Synthesis of the project The project was carried out bringing the actions that had formed its milestone to the end. The conservation and management of Austropotamobius pallipes has been preceded by a general study and recognition of the species in the area of intervention, formed by the river basins located in the SACs of Central Italy. All the information on the presence of this species has been valued and acquired in order to reconstruct its location in the SACs, as well as to verify the state of health of the residual populations. New information on the past and present location of the species have been acquired; many information from literature or stated by local experts on the species have been confirmed. This first explorative phase has been followed by a second one, in which took place the realization of structures for the production of the young crayfishes for the following reintroduction. These structures were set up inside two existing aquaculture centres, as the incubator for mediterranean trout in Borrello (Province of Chieti), in the Regional Reserve Cascade del Verde, and the CISI center of the Province of L Aquila, sited in the Chief town. The juveniles were obtained from reproducers captured from the river basins in which the species was previously known to be present. Subsequently, on the basis of previous studies, reintroduction interventions have been carried out in previously select waters streams, keeped under control and overseeing by the delegated institutions. In the following Chapters, each single action is reported in detail.

5 Biologia ed ecologia del gambero di fiume Austropotamobius pallipes Biology and ecology of the river cryfish Austropotamobius pallipes Posizione sistematica Systematic Position: Regno: Animale Phylum: Artropoda Classe: Crustacea Sottoclasse: Malacostraca Ordine: Decapoda Famiglia: Astacidae Genere: Austropotamobius Specie: Austropotamobius pallipes Phylum: Artropoda Class: Crustacea Subclass: Malacostraca Order: Decapoda Family: Astacidae Genus: Austropotamobius Species: pallipes La posizione sistematica del gambero d acqua dolce è relativamente stabile, sebbene le denominazioni dei generi e delle specie siano state variamente modificate. Il gambero di acqua dolce è stato indicato in momenti successivi come Astacus pallipes, Atlanto-astacus pallipes ed infine Austropotamobius pallipes. The systematic position of the white clawed crayfish is relatively stable, although the denominations of the genera and the species have been variously modified. The river crayfish has been named in subsequent moments Astacus pallipes, Atlanto-astacus pallipes and at last Austropotamobius pallipes. 3

6 4 Morfologia Il corpo del gambero di acqua dolce, Austropotamobius pallipes, presenta lo scheletro esterno o esoscheletro costituito da chitina, una sostanza proteica che conferisce al rivestimento membranoso consistenza cornea. In relazione allo sviluppo, la membrana presenta vari gradi di impregnazione di carbonato di calcio. Il corpo è suddiviso in due sezioni: anteriormente il cefalotorace e posteriormente l addome. I segmenti del capo e del torace sono fusi in un unica sezione, il cefalotorace, il quale termina in avanti con uno sperone o rostro. Ai due lati del rostro sono presenti gli occhi peduncolati. Alla regione cefalica appartengono cinque paia di appendici, mentre il torace porta otto paia di appendici articolate: i massillipedi o zampe masticatorie sui primi tre segmenti, i pereiopodi o zampe ambulacrali sui cinque segmenti restanti. L addome è formato da sei segmenti articolati e prolungati nell estremità posteriore o telson che porta l apertura anale. Gli arti addominali sono i pleopodi i quali sono utilizzati dalla femmina per trattenere le uova durante il periodo di incubazione (Figura 1, Mod. Huxley 1879). Una evidente differenziazione di tali arti consente di individuare i due sessi; infatti nella femmina le appendici del primo segmento addominale sono molto ridotte e poco visibili ad occhio nudo; nel maschio, invece, le due paia anteriori di appendici sono molto evidenti e dirette in avanti per favorire il flusso dello sperma. Il sangue del gambero di fiume è l emolinfa, incolore e che coagula rapidamente all aria e nell acqua dolce, mentre rimane liquida in acqua di mare. L organismo del gambero è in grado di regolare la concentrazione della sua emolinfa ed anche la sua composizioneminerale indipendentemente dalle variazioni della composizione minerale dell ambiente. Ciò determina la possibilità di diminuire il grado di idratazione dei muscoli man mano che la concentrazione dell ambiente esterno aumenta, pur rimanendo costante il peso dell animale. L Austropotamobius pallipes, a differenza del gambero di mare, conserva una relativa indipendenza anche nei confronti del tenore di ossigeno: aumenta il tasso di ventilazione non appena diminuisce l ossigeno o aumenta la concentrazione di anidride carbonica; ciò consente all individuo di adattare la propria respirazione e non il proprio metabolismo all ambiente. Morphology The body of the river crayfish is covered with an external skeleton (exoskeleton) made of chitin, a protein that gives the covering a corneous consistency. In relation to the different stages of growth, this membrane has various degrees of calcium carbonate impregnation. The body is subdivided into two sections: the anterior, named cephalothorax and the posterior, named abdomen. Head and thorax are fused in a single section, the cephalothorax, which finishes ahead with a spur, or rostrum. On the two sides of the rostrum are situated two pedunculate eyes. To the cephalic region belong five pairs of appendixes, while the thorax carries eight pairs of articulated appendixes: the maxillipeds or masticatory legs on the first three segments, pereiopods or ambulacral legs on the five remaining segments. The abdomen is formed of six articulated segments that continue towards the back extremity, or telson, where the anal opening is situated. The abdominal limbs are called pleopodis and are used by the females to hold back the eggs during the period of incubation (Figure 1, Mod. Huxley 1879). A marked differentiation of such arts allows to distinguish the two sexes; in fact, in the females the appendixes of the first abdominal segment are very small and little visible; in the male, instead, the two anterior pairs of appendixes are very evident and directed ahead to favor the flow of the sperm. The blood of the river crayfish is called emolinfa; it is colorless and quickly coagulates in presence of air and freshwater, remaining liquid in sea water. The river crayfish is able to regulate the concentration and mineral composition of its emolinfa independently from the variations of the mineral composition of the environment. This gives the crayfish the possibility of decreasing the degree of hydration of the muscles when the concentration of the external environment increases, being constant the weight of the animal. Austropotamobius pallipes, unlike the sea crayfish, preserves a relative independence also towards oxygen concentration: it increases the rate of ventilation as soon as oxygen concentration decreases or concentration of carbonic anhydride increases; this allows the crayfish to suit its respiration to the environment, not its metabolism. The tegument contains cells called chromatophors, with granules of pigment that spread through two different ways: a physiological way, that, due to a stress condition,

7 Il tegumento contiene delle cellule, i cromatofori, contenenti granuli di pigmento che diffondono mediante due diversi meccanismi: uno fisiologico, che provoca una modificazione rapida del colore in seguito ad uno stress; l altro morfologico che provoca la formazione o la perdita del pigmento in rapporto ad un mutamento sensibile e duraturo dell ambiente. I pigmenti rossi, gialli e blu sono derivati dal carotene fornito dall alimentazione; il pigmento blu o astaxantina viene denaturato dalla cottura e conferisce all animale un colore rossastro molto caratteristico. causes a rapid modification of the color; and a morphological way that determines increase or the loss of the pigment in relationship to a sensitive and lasting change of the environment. The red, yellow and blue pigments are derived from the carotene supplied with the feeding; the blue pigment or astaxantine is denatured by the cooking and it gives the animal a very characteristic reddish color. 5 Figura 1 ( Mod. Huxley, 1879 ) Austropotamobius pallipes. Legenda: 1 - Antennula 2 -Occhio peduncolato 3 - Orifizio della ghiandola del seno 4 - Terzo massillipede 5 - Labrum 6 - Secondo massillipede 7 - Mandibola Porzioni sternali del terzo, quarto e quinto somite toracico 10 - Orifizio dell ovidutto Prima, seconda, quinta e sesta appendice addominale 13 - Orifizio del vaso deferente 19 - Telson 20 - Apertura anale 21 - Pereiopodi Figure 1 ( Mod. Huxley, 1879 ) Austropotamobius pallipes. Legend: 1 - Antenna 2 - Pedunculate eye 3 - Orifice of the sinus gland 4 - Third maxilliped 5 - Labrum 6 - Second maxilliped 7 - Mandible Sternal part of the third, fourth and fifth thoracic somites 10 - Orifice of the oviduct first, second, fifth and sixth abdominal appendixes 13 - Orifice of the deferent duct 19 - Telson 20 - anal canal 21 - Pereiopods

8 6 Fisiologia della riproduzione Nell areale di distribuzione di norma l ovogenesi, ovvero la produzione e maturazione delle cellule uovo, avviene da giugno a settembre. A partire dalla metà di settembre, ma soprattutto in ottobre, quando gli ovociti hanno raggiunto il diametro di 1,5 millimetri, inizia il periodo dell accoppiamento. Questo risulta difficile e spesso traumatico. Dopo numerosi assalti da parte del maschio che tenta di rovesciare la femmina e durante i quali i partner possono subire anche mutilazioni, il maschio domina la femmina e depone il liquido spermatico intorno agli orifizi esterni degli ovidotti. Lo sperma gelifica ed assume un aspetto vermicolare (Foto 1). Può accadere che durante la fase dell accoppiamento il maschio uccida la femmina, in tal caso la divora. In natura i casi di mortalità e di mutilazione in seguito ad accoppiamento sono rilevanti. I maschi dopo l accoppiamento sono visibilmente attivi fino a che la temperatura dell acqua scende al di sotto dei 9-10 C. In tal caso si raggruppano anche in numeri consistenti all interno di buche, uscendone per cibarsi solo se la temperatura aumenta. Le femmine invece dopo l accoppiamento si isolano in nascondigli individuali, costituiti da buche che esse stesse scavano, in genere ad una profondità due volte e mezzo la propria lunghezza e collocate nella posizione migliore in relazione alla probabile evoluzione delle temperature del corso d acqua. In questi ripari esse trascorrono da quattro ad otto settimane prima della deposizione delle uova. Nella fase immediatamente precedente, sul corpo della femmina compaiono macchie biancastre. Anche le zampe addominali e la coda diventano bianchi. Dopo la deposizione il colore bianco scompare. La deposizione delle uova ha il suo momento di massima nel mese di ottobre. La femmina, in tale circostanza, deve uscire dal riparo e ciò rappresenta un momento pericoloso per il rischio di attacco da parte di altri animali acquatici in un momento di minima resistenza. All atto della deposizione la femmina emette un liquido che scioglie lo sperma gelificato; gli spermatozoi liberi fecondano in tal modo le uova. La femmina ritorna così nella buca con le uova aderenti all addome (Foto 2); l incubazione durerà da cinque a sette mesi, a seconda della temperatura dell ambiente; si può infatti parlare di una costante gradi/giorni, il che vuol dire che una incubazione è tanto più lunga quanto più bassa è la temperatura dell ambiente. Physiology of reproductionone Generally, the production and maturation of eggs (oogenesis) takes place from June to September. Beginning from the half of September, but especially in October, when the oocytes reach the diameter of 1,5 millimeters, mating takes place. This results difficult and often traumatic for females. After several assaults by the male that tries to turn over the female, (during such phase the partner can also undergo mutilations), the male dominates the female and spreads the semen on the outside of the oviduct orifices. The semen gelatinizes and assumes a vermicular aspect (Picture 1). It may happen that during the coupling the male kills the female and, in that case, he eats it. In nature mortality and mutilation cases due to coupling are severe. The males after coupling remain very active until the water temperature reaches 9-10 C. In that case they gather in great numbers inside holes, and come out only if the temperature rises. The females instead, after coupling hide in isolated individual shelters they excavate by themselves, with a depth that is twice their length and placed in a position for a best relation with water temperature increase. In these shelters they spend from four to eight weeks before egg deposition. In the period immediately preceding egg deposition, white stains appear on the female body. Even the abdominal legs and the tail become white. The white color disappears after egg deposition, which has its best moment in October. At this point, the females get out of their shelters and this represents a dangerous moment due to the risk of attacks by other aquatic animals at a moment in which the females are very weak. When deposition takes place females produce a liquid that melts the gelatinized semen so the spermatozoa are free to fecundate the eggs. Once this occurs the females go back into the shelter with the eggs attached to their abdomen (Picture 2). Incubation will last from five to seven months, depending on the temperature of the environment; in fact, we can talk about a degrees/days constant, that means the lower the environment temperature the longer the incubation time. The cord that connects the egg to the mother s appendices has only a connective, mechanical functionality; it is very elastic and it stretches as the weight of the egg increases and, because of the movements to which it is subjected during incubation, it winds to a spiral.

9 Il cordone che collega l uovo alle appendici materne ha la sola funzione di legame meccanico; è molto elastico, si allunga man mano che aumenta il peso dell uovo e, a causa dei movimenti ai quali è soggetto durante l incubazione, si avvolge a tortiglione. Il comportamento della madre cambia all avvicinarsi della schiusa, in genere a fine primavera; essa infatti dilata la coda e la muove aritmicamente, pettinando attivamente le uova. Alla schiusa il guscio si apre in due valve e compare il giovane gambero, assai simile all adulto benché le pinze abbiano le estremità ripiegate ad amo ed il cefalotorace sia sproporzionato. I giovani rimangono aggrappati alla madre, rifugiandosi sotto il suo addome al minimo pericolo (Figura 2, Mod. Huxley 1879); si comportano così per una decina di giorni fino alla prima muta, dopo della quale diventano completamente liberi. The mother s behaviour changes as eclosion approaches, generally at the end of spring; in fact, the female dilates its tail and moves it arrhythmically, actively combing the eggs. At eclosion the shell opens in two valves and the young crayfish appears, very similar to the adult although chelae have their ends curved like a fish hook and cephalothorax is disproportionate. The juveniles remain clung to their mother, taking refuge under its abdomen in case of danger (Figure 2, Mod. Huxley 1879); they behave so for about ten of days, up to the first ecdysis, after which they become completely free. 7 Foto 1 Femmina con spermateche Picture 1 Female with semen Foto 2 Femmina con uova Picture 2 Females with eggs Figura 2 ( Mod. Huxley, 1879 ) Larve di gambero ancorate ai pleopodi materni Figure 2 ( Mod. Huxley, 1879 ) Young crayfishes anchored to mother s pleopods

10 8 Areale di distribuzione e filogenesi L Austropotamobius pallipes presenta una distribuzione paleartica; infatti è permanentemente insediato nella regione meridionale dell Europa: Italia, Penisola Iberica, Grecia, Jugoslavia. Nell Europa centrale è presente nell estremo sud-ovest della Germania, mentre sul versante nord-atlantico è la sola specie che si ritrova nell Inghilterra; è la specie più diffusa in Francia sebbene si tratti di popolamenti residuali, presenti talvolta solo su estensioni di poche decine di metri, più frequenti nelle regioni centrali e sudoccidentali (Figura 3). Negli ultimi 50 anni, al fine di collocare l alta variabilità intraspecifica registrata per la specie nel suo areale di distribuzione, (Bott, 1950; Karaman, 1962; Brodsky, 1983; Starobogatov, 1995) la tassonomia del gambero di fiume è stata più volte rivisitata, proponendo vari criteri in ordine alla classificazione dei gruppi morfologicamente e geneticamente diversi (Fratini et al. 2005). L attuale posizione (Grandjean et al.,2000; 2002a, b,) basata sull analisi genetica e supportata da studi morfologici (Bott, 1950; Karaman, 1962; Brodsky, 1983; Grandjean et al., 1998) è che A. pallipes sia un complesso di specie, costituito da due specie geneticamente ben distinte: A. pallipes e A. italicus con tre sottospecie: A. i. italicus distribuito in Italia, Sud della Svizzera e Spagna, A. i. carsicus, endemico dei Balcani, e A. i. carinthiacus, confinato in Austria e Svizzera ( Fratini et al., 2005). In Spagna, la sottospecie endemica A. i. lusitanicus, riconosciuta da Bott nel 1950, è stata in seguito riconosciuta come A. i. italicus, data l assenza di differenze genetiche tra le due. In Italia la presenza delle due specie, A. pallipes e A. italicus, è stata provata da alcuni studi (Lörtscher et al., 1997; Nascetti et al., 1997; Santucci et al., 1997; Grandjean et al.,2000; Largiadèr et al., 2000), che mostrano che la prima è confinata nel Nord Ovest della penisola, mentre la seconda è distribuita lungo l intera penisola. Nascetti et al., 1997 e Santucci et al., 1997, hanno trovato che le due specie si sovrappongono nell Appennino ligure, senza peraltro mostrare segni di ibridazione. Le principali popolazioni di A. italicus si trovano lungo l Appennino centro settentrionale, in Abruzzo, Lazio e Sud Italia e nel Nord Est dell Italia. Tra le specie A. pallipes e A. italicus non sono noti casi di ibridazione (Fratini et al., 2005). Areal of distribution Austropotamobius pallipes has a palearctic distribution; in fact is it permanently settled in the Southern Europe: Italy, Iberian peninsula, Greece, Jugoslavia. In Central Europe it is present in the extreme South-West Germany, while in the North- Atlantic slope it is the only species present in England; it is the most diffused species in France although it represents only a residual population, present sometimes only for extensions of about few ten meters, frequently in the Central and South-Western regions (Figure. 3). In the last 50 years, in order to collocate the high variability intra-species in its areal of distribution (Bott, 1950; Karaman, 1962; Brodsky, 1983; Starobogatov, 1995) the taxonomy of the river crayfish has been greatly revisioned, proposing various classification criterions for the groups morphologically and genetically different (Fratini et al. 2005). According to the actual position (Grandjean et al.,2000; 2002a, b) based on genetic analysis and supported by morphological studies (Bott, 1950; Karaman, 1962; Brodsky, 1983; Grandjean et al., 1998) A. pallipes is a compex of species, made of two kinds, genetically well listed: A. pallipes and A. italicus with three subspecies: A. i. italicus distributed in Italy, South Switzerland and Spain, A. i. carsicus, endemic of the Balkans, and A. i. carinthiacus, confined in Austria and Switzerland (Fratini et al., 2005). In Spain, the endemic subspecies A. lusitanicus, recognized by Bott in 1950, has been subsequently recognized as A. i. italicus, because of the absence of genetic differences among the two. In Italy the presence of the two species, A. pallipes and A. italicus, has been proved by studies (Lörtscher et al., 1997; Nascetti et al., 1997; Santucci et al., 1997; Grandjean et al.,2000; Largiadèr et al., 2000), showing that the first is confined in North-Western Italy, while the second is distributed along the whole peninsula. Nascetti et al., 1997 and Santucci et al., 1997, found that the two species overlap along the Ligure Apennines, without moreover showing signs of cross-breeding. The main populations of A. italicus are found along the Northern-Central Apennines, in Abruzzo, Lazio and South Italy and in the North-Eastern part of Italy.

11 A. i. italicus è localizzata nell Appennino Tosco emiliano, A. i. carinthiacus è presente nell Italia centrale e Nord Occidentale e A. i. carsicus è infine localizzato nell Italia Nord Orientale. Dagli studi di Fratini et al. (2005) emerge una quarta sottospecie localizzata in Lazio, Marche, Abruzzo, ed Italia Meridionale alla quale è stato dato il nome di A. i. meridionalis. La situazione tassonomica descritta si presta ad essere interpretata come il risultato di eventi di speciazione aventi luogo dal Pleistocene fino ai giorni nostri. Le forti oscillazioni climatiche, culminate nelle principali Ere Glaciali, hanno accentuato fenomeni di speciazione e divergenza dalle linee filetiche esistenti. La spiegazione dell alta variabilità inter ed intra specifica del gambero di fiume italiano, secondo Fratini et. al. (2005), potrebbe essere data dal fatto che le quattro linee di A. italicus sono sopravvissute in quattro enclavi glaciali; esse potrebbero essere rappresentate dall Italia meridionale, Italia centrale,e Balcani, che insieme a Spagna, Grecia e Turchia sono stati tipici rifugi per specie d acqua dolce durante il Pleistocene (Preizmann, 1987; Hewitt, 1999; 2000), divenendo depositari di genomi esclusivi durante i successivi eventi di espansione post glaciale. In particolare per quanto riguarda A. i. meridionalis, la specie è localizzata sia nell Italia centro meridionale che in Slovenia; una possibile spiegazione potrebbe essere data dal fatto che durante il Pleistocene, i gamberi che hanno trovato rifugio nell Italia meridionale, hanno colonizzato anche la Slovenia grazie all abbassamento del livello del mare ed alla conseguente confluenza di alcuni fiumi dell Adriatico (Bianco, 1995); tale scenario è stato anche proposto per spiegare la distribuzione italiana e balcanica del Cottus gobio. Ma la situazione potrebbe anche essere stata determinata da traslocazioni effettuate dall uomo. Cases of hybridization between the species A. pallipes and A. italicus are not known (Fratini et al., 2005). A.i. italicus is located in the Tosco-Emiliano Apennine, A.i. carinthiacus is present in Central and North- Western Italy and finally, A. i. carsicus is located in the North-Eastern part of Italy. From the studies of Fratini et al. (2005) derive a fourth subspecies called A. i. meridionalis located in Lazio, Marche, Abruzzo and Southern Italy. The taxonomic situation above described is to be considered as the result of speciation events taking place from the Pleistocene up to our days. The strong climatic oscillations, culminated into the principal Glacial Eras, have increased the phenomena of speciation and divergence from the pre existing phyletic lines. The explanation of the high variability inter and intra species in the Italian river crayfish, according to Fratini et. al. (2005), could be due to the fact that the four lines of A. italicus survived in four glacial enclaves represented by Southern Italy, Central Italy and Balkans, that together with Spain, Greece and Turkey, have been the typical shelters for freshwater species during the Pleistocene (Preizmann, 1987; Hewitt, 1999; 2000), becoming trustees of exclusive genomes during the subsequent post glacial expansion events. Particularly, for what concerns A. i. meridionalis, the species is located in Southern-Central Italy as well as in Southern Slovenia; a possible explanation could be given by the fact that during the Pleistocene, the crayfish that found shelter in Southern Italy, have also colonized Slovenia thanks to a lowering of the sea level and consequent confluence of some rivers of the Adriatic sea (White, 1995); such a scenery has been taken into consideration also for the explanation of Cottus gobio distribution in Italy and Balkan, even if it could have been determined by translocations carried out by man. 9

12 10 Figura 3 Areale di distribuzione di A. pallipes Figure 3 Geographic range of A. pallipes Nicchie ecologiche Il gambero d acqua dolce A. pallipes, colonizza prevalentemente torrenti e piccoli corsi d acqua montani e collinari, nonché i tratti sorgivi dei fiumi maggiori (Foto 3). Talora lo si trova anche in piccoli laghi e raccolte d acqua naturali o artificiali purchè caratterizzate da acque fresche e ben ossigenate (Foto 4). Gli esemplari adulti scavano tane nella sabbia o nel limo ove dimorano di giorno o durante l inverno. Gli individui giovanili conducono invece vita interstiziale, occupando per lo più lo spazio tra i ciottoli del fondo. Dal punto di vista alimentare l Austropotamobius pallipes è una specie detritivora, prevalentemente fitofaga, con preferenza per una pianta acquatica: Fontinalis antipiretica (J. Arrignon, 1996); la componente carnea del suo regime alimentare è costituita da molluschi, i cui gusci forniscono una importante fonte di calcio, larve acquatiche di insetti, piccoli crostacei bentonici, anellidi, anfibi e loro larve, piccoli pesci (Mancini, 1986). Ecological Niche The white-clawed crayfish A. pallipes, primarily colonizes streams and mountain and hill small courses, as well as spring waters of greater rivers (Picture. 3). Sometimes it is also found in small lakes and natural or artificial basins provided that characterized by fresh and well oxygenated waters (Picture. 4). The adults dig dens in the sand or in the lime in which they reside during the daytime or during wintertime. The juveniles instead, conduct interstitial life occupying the spaces between the pebbles of the bottom. From the feeding point of view A. pallipes is a detritivorous species, principally phytophagous, with preference for an aquatic plant: Fontinalis antipiretica (Arrignon, 1996); the meat diet is made of molluscs, whose shells supply an important source of Calcium, aquatic larvae of bugs, small benthonic crustacean, annelids, amphibians and their larvae, small fishes (Mancini, 1986). This species, as many other crayfish species, is photophobic, therefore the quest of food occurs according

13 La specie, come molte altre specie di gamberi, è fotofoba, pertanto la ricerca del cibo avviene secondo un ritmo nictemerale che vede gli individui attivi dal tardo pomeriggio alle prime ore del mattino, con un picco di attività concentrato nel mezzo della notte. La dieta varia in relazione all aumento di taglia; i giovani hanno bisogno di una componente carnea più consistente e quindi consumano prevalentemente larve di insetti, mentre la componente vegetale è costituita per la maggior parte da alghe cloroficee; da adulti si nutrono maggiormente di vegetali. La natura dell ambiente e la sua configurazione intervengono in modo accentuato sulle scelte alimentari del gambero; infatti, nelle zone superficiali poco profonde il nutrimento è prevalentemente di origine vegetale, mentre nelle fosse questo è costituito per la maggior parte dalla componente animale (Mason, 1974). to a circadian rhythm: the individuals are active from the late afternoon to the first hours of the morning, with a peak of activity in the middle of the night. Diet varies in relationship to the increase of the body; the juveniles need a more consistent meat diet and therefore they primarily consume larvae of bugs, while the vegetable nourishment is made principally of Chlorophyceae; once adults, they mostly eat vegetables. The nature of the environment and its configuration have a heavy influence on the alimentary choices of the crayfish; in fact, in the superficial zones the food is constituted mainly of vegetables, while in the pits it is constituted for the greatest part of meat (Mason, 1974). 11 Foto 3 Habitat di A. pallipes: torrente montano. Picture 3 A. pallipes habitat: mountain stream Foto 4 Habitat di A. pallipes: lago di montagna. Picture 4 A. pallipes habitat: mountain lake.

14 Minacce Threat 12 Rarefazione della specie: la progressiva rarefazione delle popolazioni di Austropotamobius pallipes costituisce la minaccia più grave, poiché potrebbe condurre alla completa estinzione. Tale minaccia risulta ancora più grave nell area oggetto dell intervento, che per posizione geografica e caratteristiche naturali, costituisce il più importante nucleo di conservazione e diffusione della specie nell Italia peninsulare. Degrado ambientale: i problemi che affliggono i fiumi sono di origine antropica, rappresentati dall inquinamento delle acque, dalla canalizzazione e cementificazione degli argini e delle sponde, dalla captazione delle acque e dalla incombente deforestazione. Tali fenomeni interessano in particolare i corpi d acqua di medio e basso corso, ma non mancano situazioni di pericolo a carico degli habitat di Austropotamobius pallipes nell area oggetto dell intervento, rappresentati per lo più dai tratti torrentizi dei principali fiumi, nonché dai loro affluenti di montagna, le cosiddette acque minori. Il degrado ambientale è incompatibile con la sopravvivenza della specie, a causa della sua particolare sensibilità all inquinamento, nonché della sua esigenza di habitat integri e stabili nel tempo. Patologie: Austropotamobius pallipes è soggetto all attacco di numerosi microrganismi parassiti patogeni, quali Funghi, Protozoi, Batteri, Anellidi. Gli effetti di questi parassiti si manifestano a vari livelli sulla specie, spesso intaccando la funzionalità di organi e sistemi ma anche riducendo il potenziale riproduttivo della specie, distruggendo le uova e il novellame. Le malattie si manifestano quando le condizioni ambientali non sono perfettamente integre. Pesca incontrollata e bracconaggio: nonostante la rarefazione della specie, la pressione di pesca è molto forte. Anche nelle regioni dove l Austropotamobius pallipes è sottoposto a tutela, la pesca viene comunque effettuata illegalmente, mettendo a rischio le popolazioni residue. La pesca è particolarmente dannosa quando vengono raccolti soggetti molto giovani o femmine ovigere. L effetto immediato è rappresentato da un invecchiamento della popolazione, che nel tempo perde le naturali capacità di rigenerazione. Rarefaction of the species: the progressive rarefaction of the populations of A. pallipes is a very serious threat, since it could bring to complete extinction of the species. Such threat results even more serious in the area chosen for intervention, which, for its geographical position and natural characteristics, is the most important nucleus of maintenance and diffusion of the species in peninsular Italy. Environmental degradation: problems which distress rivers are of anthropic origin, and represented by water pollution, channelization and cementation of river bed and banks, water captation and impending deforestation. Such phenomena concern especially middle and low water bodies, but in the area object of the intervention, situations of danger regard the A.pallipes habitats as well, mostly represented by the torrential segments of the main rivers and their affluents, the so-called minor waters. Environmental degradation is incompatible with the species survival, because of its sensitivity to pollution and its demand of integral and stable habitats. Pathologies: A. pallipes is subjected to attacks of several pathogenic parasite microorganisms, such as fungi, protozoans, bacteria, annelids. Effects of these parasites are revealed at several levels on the species, often damaging the functionality of organs and apparatuses but also reducing the reproductive potential of the species by destruction of eggs and juveniles. Illnesses occur when the environmental conditions are not perfectly integral. Uncontrolled fishing and poaching: despite the species rarefaction, fishing pressure is very strong. Also in the areas where A. pallipes is subjected to tutelage, the fishing is however illegally made, putting to risk the residual populations. Fishing is particularly harmful when very young individuals or pregnant females are collected. The immediate effect is represented by an ageing of the population, which loses its natural regeneration capacities in the time.

15 Introduzione di gamberi esotici: a partire dal 1860 è stata avviata l introduzione di specie esotiche di gamberi nelle acque europee, molto più redditizie sotto il profilo zootecnico. Queste specie hanno a loro volta introdotto molti agenti patogeni che hanno decimato le popolazioni locali, prive di difese specifiche. La diminuzione delle popolazioni locali ha ulteriormente incoraggiato l introduzione di specie esotiche, che in molti casi hanno soppiantato le popolazioni autoctone, in particolare negli ambienti fluviali a lento corso e nei laghi. Introduction of exotic crayfish: beginning from 1860 exotic species of crayfish have been introduced in the European waters because they were found to be more profitable by a zootechnical point of view. These species, though, have introduced many pathogenic microorganisms that decimated the local populations, lacking of appropriate defences. The diminution of the local populations has subsequently encouraged the introduction of exotic species, that have supplanted the autochthonous populations in many cases, particularly in slow rivers and lakes. 13

16 Azioni Actions 14 Il progetto è stato condotto in fasi successive, ciascuna caratterizzata dall adempimento di determinate azioni; la prima fase è stata di preparazione con le azioni A1, riguardante lo studio generale e la ricognizione della specie nell area di interesse, e A2 avente come finalità lo sviluppo di competenze e la formazione di operatori territoriali. L azione A3 è stata invece trasversale al progetto nel senso che ha riguardato la preparazione di un piano di azione, un documento in cui vengono sinteticamente raccolti e descritti gli obiettivi, le azioni, le priorità e individuati i soggetti attuatori per la gestione, ai fini della tutela e con un taglio estremamente operativo, della specie. E pertanto un mezzo molto utile per pianificare in maniera razionale gli interventi, evidenziando le problematiche, mettendo a fuoco le possibili azioni gestionali, evidenziando i punti di forza e le criticità. La fase successiva può essere identificata come gestione saltuaria, ovvero una serie di azioni dalla durata limitata nel tempo, o effettuate in momenti successivi; in essa si collocano le azioni C1 di allestimento di strutture laboratoristiche, e C2 con interventi di reintroduzione di novellame. Nell ambito della gestione periodica vi sono le azioni portate avanti per l intero corso del progetto quali le azioni D1, ovvero i centri di riproduzione e D2, ovvero la sorveglianza e il monitoraggio scientifico. Grande importanza è stata data alla sensibilizzazione ed informazione al pubblico con una serie di azioni quali E1, che ha visto la realizzazione di pannelli informativi e didattici su A. pallipes; l azione E2 con la realizzazione di una mostra itinerante e depliants informativi; l azione E3 per mezzo della quale sono state realizzate una serie di iniziative di comunicazione tramite mass media; l azione E4 con la realizzazione di un sito Web dedicato al progetto ed infine l azione E5 con l elaborazione di questo stesso rapporto divulgativo. Infine la fase di gestione generale del progetto è stata contraddistinta dalle azioni F1 di incontri periodici tra gli attori pubblici e privati sul territorio, F2 di rendicontazione economica ed F3 con la revisione contabile. The project has been developed in different steps, each characterized by the fulfilment of defined actions. The first has been a preliminary step with the actions A1 and A2, the first concerning with the general study and the recognition of the species in the area of interest, and the second aimed at the development of skills and the training of territorial operators. The action A3 has involved the preparation of a strategic plan with a very practical approach aimed at the protection of the species. This plan resulted in a document in which the goals, actions and priorities of the project are synthetically listed and described and where the subjects carrying out the management are defined. Therefore this is a very useful tool for the rational planning of the interventions, focusing at the strong points but also at the problems and criticities, and pointing up the possible management actions. The second step can be identified as occasional management, composed of a number of actions with limited duration or subsequently developed. This step consists of the action C1 related to the setting up of the laboratory structures, and C2 with interventions of reintroduction of juveniles. The occasional management comprises the actions having the same duration of the whole project, such as the actions D1, related to the reproduction locations, and D2 concerning with the surveillance and the scientific monitoring. Great importance has been attached to public information with the development of a number of actions. Among these, the action E1 turned into the creation of informative and educational panels about A. pallipes; the action E2 with the organization of a travelling exhibition and the publication of informative brochures; the action E3 with a number of communication activities by media; the action E4 turned into the creation of a website dedicated to the project and the final action E5, the object of which was the writing up of the present report. Finally, the step of general management of the project has been characterized by the actions F1, based on periodic meetings of the territorial public and private actors, F2 and F3, involving the economical statement and the audit, respectively.

17 A Azioni preparatorie, elaborazione di piani di gestione e/o piani di azione. A Preliminary actions and the elaboration of management plans and/or strategies. A 1 Studio generale e ricognizione della specie nell area interessata. Nell ambito di questa azione ogni informazione sulla presenza di Austropotamobius pallipes è stata valutata e acquisita in modo da ricostruire nel dettaglio l attuale distribuzione della specie nei Siti di Importanza Comunitaria dell area di interesse. Sono state acquisite nuove informazioni sulla distribuzione passata ed attuale della specie, in modo da poter redigere una mappa della presenza del gambero di fiume. Lo stato di fatto delle province viene riportato in un documento tecnico: Studio generale ; è stato inoltre realizzato anche il sistema informatico territoriale relativo alle aree interessate dal progetto. Lo studio preliminare ha riguardato i bacini idrografici dell area interessata dal progetto. Non sono stati tratti dati quantitativi relativi alle dinamiche delle popolazioni selvatiche, in quanto il principale obiettivo dello studio era di accertare la presenza della specie nei siti donatori dei riproduttori e in quelli recettori del novellame, e ciò al fine di evitare di introdurre nuove popolazioni dove già sono presenti popolazioni autoctone e per poter prelevare i riproduttori dai siti dove erano più abbondanti; pertanto la consistenza delle popolazioni è stata valutata qualitativamente. I riproduttori raccolti sono stati separati per bacini di provenienza per ottenerne novellame da ricollocare nei SIC ricadenti negli stessi bacini, in modo da evitare commistioni sotto il profilo genetico. Nei bacini ove la specie non è risultata presente si è provveduto a rilasciare novellame ottenuto da popolazioni provenienti dai bacini adiacenti. Il metodo di rilevamento era basato su tecniche di ricerca manuale e/o con nasse innescate che non prevedevano la marcatura e il rilascio degli esemplari (cattura e ricattura). In tutto il territorio nel quale è stato condotto lo studio, si è registrata la riduzione delle popolazioni, in alcuni casi addirittura la scomparsa a partire soprattutto dalla fine degli anni 70; questa situazione è stata in gran parte determinata da varie concause tra le quali la devastante peste del gambero, una patologia determinata da un fungo Aphanomyces astaci, che ha contaminato le acque d Europa a causa dell importazione di gamberi americani, la diffusa azione di bracconaggio, l utilizzo sempre più frequente di biocidi, utilizzati negli allevamenti zootecnici o nell agricoltura e pertanto l inquinamento che affligge sempre più i corsi d acqua. A 1 General study and recognition the species in the area of interest. With regard to this action, everything concerning the presence of A. pallipes has been carefully evaluated and reported in order to obtain a detailed map of distribution of the species in the Special Areas of Conservations located inside the area of interest. Updated knowledge of the past and present distribution of the species has been obtained in order to create a map of the crayfish presence. The situation of the provinces is reported in a technical document entitled: General study ; moreover, the territorial information system related to the areas of interest of the project has also been created. The preliminary study has concerned with the catchment basins in the studied area of the project. Quantitative data related to the dynamics of the wild populations have not been reported, since the main objective of the study was to verify the presence of the species in the sites acting as donors of reproducers and in those receiving the juveniles. The aim was to avoid the introduction of new populations where the autochthonous ones are already present and to take reproducers from sites where they are more abundant; therefore the populations have been only qualitatively evaluated. After they were taken, the reproducers have been divided according to their basins of origin in order to obtain juveniles to reintroduce in the SACs located in the same basins, so avoiding genetic mixtures. In the basins where the species was not present, juveniles from populations of neighbouring basins have been released. The method used was based on techniques of manual hunting and/or with baited fish traps, without the marking and the release of the specimens (capture and recapture). A reduction of the populations has been reported in the whole territory where the study has been performed, and sometimes also their disappearance especially since the end of the 70s. This situation was mainly due to different concomitant causes, among which the devastating crayfish plague, a disease caused by the fungus Aphanomyces astaci which has largely infected European waters, due to the importation of American crayfishes, to the widespread practice of poaching and to the more and more frequent use of biocides used in the livestock farms or in agriculture, and then to the consequent pollution of the streams. 15

18 16 Figura 4 Sistema Informatico Territoriale Figure 4 Geographic information system

19 A 2 - Sviluppo delle competenze e formazione degli operatori territoriali. Nel periodo compreso tra il e si sono svolti seminari e corsi di formazione per gli operatori pubblici e per le associazioni coinvolte nello svolgimento del progetto, secondo il seguente calendario ( A 2 - Development of skills and training of territorial operators. In the period between april 29th 2004 and may 27th 2004 seminars and training courses have been carried out for public operators and for the associations involved in the project, according to the following calendar (www.lifegambero.it/calendario.htm): 17 I seminari erano rivolti agli operatori delle aree protette, ai rappresentanti del Corpo Forestale dello Stato, della Polizia Provinciale, delle guardie ittiche e venatorie, delle associazioni di pesca sportiva. Agli incontri hanno partecipato, in media, circa 40 dei suddetti rappresentanti, ai quali sono stati consegnati attestati di partecipazione. Nel corso degli incontri vi è stata la presentazione del progetto da parte del coodinatore scientifico, la presentazione degli studi generali e della ricognizione della specie nei territori delle singole province da parte di esperti nominati dalle stesse province, la divulgazione delle informazioni sulla Rete Natura 2000 da parte di esperti in scienze della natura. Quindi sono stati affrontati anche gli aspetti legislativi e sanzionatori in merito alla conservazione della biodiversità da parte di esperti in normativa ambientale; i seminari, infine, si concludevano con la visita ad un Sito di Importanza Comunitaria. Nel corso del 2006 vi è stato l approfondimento di un altro progetto Life Natura: Riqualificazione della biocenosi in Valvestino e Corno della Marogna, nell ambito del quale sono stati condotti interventi di reintroduzione del gambero di fiume, con modalità simili. La possibilità di scambio di informazioni è stata realizzata anche grazie ad un seminario che si è tenuto il 24 maggio presso il centro informativo della Riserva regionale Abetina di Rosello al quale hanno partecipato il professore Pietro Nardi dell Università The seminars were organized for the operators of protected areas, for the representatives of the National Corps of Foresters, Provincial Police, fishing and hunting guards, sportfishing associations. About 40 of the above-said representatives have attended the meetings, and attendance certificates were given every time. During the meetings, the scientific coordinator has introduced the project and experts named by the provinces have reported about the general studies and the recognition of the species in the territory of each province; moreover, experts of natural sciences have given information about Natura 2000 Network. Then, experts of environmental provisions have broached also legislative and sanctionatory aspects related to the biodiversity preservation. Finally, at the end of the seminars one of the Sites of Community Importance was visited. During 2006, Life Nature project Biocenosis requalification in Valvestino-Corno della Marogna was also further approached. Within this project, similar interventions of crayfish reintroduction have been performed. An exchange of information has been obtained also as a result of a seminar that was held on may 24 th at the information center of the Abetina di Rosello Regional Reserve, with the presence of Prof. Pietro A. Nardi from the University of Pavia and Dr. Bruna Comini, from ERSAF, the Regional Board for the Agricultural and Forest Services of Lombardia region.

20 18 di Pavia e la dottoressa Bruna Comini responsabile dell ERSAF (Ente Regionale per i Servizi all Agricoltura e alle Foreste) Lombardia. Si è trattato di un momento in cui sono state messe a confronto le varie esperienze ed è stato possibile affrontare il dibattito sulla importanza di trovare la prosecuzione per azioni di conservazione di tale tipo. Un altro momento fondamentale di approfondimento è stato colto nell ambito della visita di monitoraggio effettuata dal Responsabile dell Unione Europea per i progetti Life Natura, il dott. Federico Nogara, i giorni 7 e 8 giugno 2006, con la giornata di presentazione dell action plan: Un piano d azione per il gambero i fiume, alla quale sono intervenuti amministratori, funzionari regionali e provinciali, esperti e tecnici. Questo progetto Life ha pertanto costituito, per così dire, il pretesto per parlare di ambiente in senso operativo, per soffermarsi sulla reale possibilità di vivere su di un pianeta sano. This seminar was the occasion for a comparison of the different experiences and for a discussion on the importance of the prosecution of this kind of preservation actions. A further important close examination was on the occasion of the monitoring visit in june 2006 (7 th and 8 th ) made by Dr. Federico Nogara, supervisor of the LIFE Nature projects for the Commission, with the introduction of the action plan: An action plan for the crayfish, attended by administrators, provincial and regional officials, experts and technicians. Therefore, this LIFE project has been a sort of opportunity to speak in a practical manner on the environment and to think about the real possibility to live in a healthy planet.

4 6 7 7 8 8 9 10 11 14 15 17 21 25 Riassunto Realizzazione di un Sistema Informativo Territoriale per la sorveglianza sanitaria della fauna nel Parco Nazionale della Majella tramite software Open Source

Dettagli

Estendere Lean e Operational Excellence a tutta la Supply Chain

Estendere Lean e Operational Excellence a tutta la Supply Chain Estendere Lean e Operational Excellence a tutta la Supply Chain Prof. Alberto Portioli Staudacher www.lean-excellence.it Dipartimento Ing. Gestionale Politecnico di Milano alberto.portioli@polimi.it Lean

Dettagli

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES

ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORTI DIPENDENTI MINISTERO AFFARI ESTERI ATTESTATO DELL ATTIVITÀ DI VOLONTARIATO CERTIFICATE OF VOLUNTARY ACTIVITIES ASSOCIAZIONE CONSORT I DIPENDENTI MINISTE RO AFFARI ESTER I ATTESTATO

Dettagli

User Guide Guglielmo SmartClient

User Guide Guglielmo SmartClient User Guide Guglielmo SmartClient User Guide - Guglielmo SmartClient Version: 1.0 Guglielmo All rights reserved. All trademarks and logos referenced herein belong to their respective companies. -2- 1. Introduction

Dettagli

CODI/21 PIANOFORTE II // CODI/21 PIANO II

CODI/21 PIANOFORTE II // CODI/21 PIANO II MASTER di II livello - PIANOFORTE // 2nd level Master - PIANO ACCESSO: possesso del diploma accademico di II livello o titolo corrispondente DURATA: 2 ANNI NUMERO ESAMI: 8 (escluso l esame di ammissione)

Dettagli

Liceo di Sachem Nord

Liceo di Sachem Nord Liceo di Sachem Nord 1 La Geografia d Italia In this unit the students will review the more salient points of Italy s geography. By the end of the unit, the students will be able to: 1. Discuss the geographic

Dettagli

GLI ANDAMENTI TEMPORALI DELLA PATOLOGIA ONCOLOGICA IN ITALIA

GLI ANDAMENTI TEMPORALI DELLA PATOLOGIA ONCOLOGICA IN ITALIA e&p GLI ANDAMENTI TEMPORALI DELLA PATOLOGIA ONCOLOGICA IN ITALIA Linfomi: linfomi di Hodgkin e linfomi non Hodgkin Lymphomas: Hodgkin and non-hodgkin Lymphomas Massimo Federico, 1 Ettore M. S. Conti (

Dettagli

A Solar Energy Storage Pilot Power Plant

A Solar Energy Storage Pilot Power Plant UNIONE DELLA A Solar Energy Storage Pilot Power Plant DELLA Project Main Goal Implement an open pilot plant devoted to make Concentrated Solar Energy both a programmable energy source and a distribution

Dettagli

We take care of your buildings

We take care of your buildings We take care of your buildings Che cos è il Building Management Il Building Management è una disciplina di derivazione anglosassone, che individua un edificio come un entità che necessita di un insieme

Dettagli

On Line Press Agency - Price List 2014

On Line Press Agency - Price List 2014 On Line Press Agency - Price List Partnerships with Il Sole 24 Ore Guida Viaggi, under the brand GVBusiness, is the official publishing contents supplier of Il Sole 24 Ore - Viaggi 24 web edition, more

Dettagli

PRESENTAZIONE AZIENDALE ATTIVITA E SERVIZI TECNOLOGIE PERSONALE OBIETTIVI ESPERIENZE

PRESENTAZIONE AZIENDALE ATTIVITA E SERVIZI TECNOLOGIE PERSONALE OBIETTIVI ESPERIENZE PRESENTAZIONE AZIENDALE ABOUT US ATTIVITA E SERVIZI ACTIVITY AND SERVICES TECNOLOGIE TECHNOLOGIES PERSONALE TEAM OBIETTIVI OBJECTIVI ESPERIENZE PRESENTAZIONE AZIENDALE B&G s.r.l. è una società di progettazione

Dettagli

CONVENZIONE DELLE ALPI Trattato internazionale per lo sviluppo sostenibile del territorio alpino

CONVENZIONE DELLE ALPI Trattato internazionale per lo sviluppo sostenibile del territorio alpino CONVENZIONE DELLE ALPI Trattato internazionale per lo sviluppo sostenibile del territorio alpino Un trattato per il territorio 1.Ambito di applicazione geografico* 2.Partecipazione attiva degli enti territoriali

Dettagli

F ondazione Diritti Genetici. Biotecnologie tra scienza e società

F ondazione Diritti Genetici. Biotecnologie tra scienza e società F ondazione Diritti Genetici Biotecnologie tra scienza e società Fondazione Diritti Genetici La Fondazione Diritti Genetici è un organismo di ricerca e comunicazione sulle biotecnologie. Nata nel 2007

Dettagli

TAVOLO DEGLI ENTI LOCALI PER IL CLIMA

TAVOLO DEGLI ENTI LOCALI PER IL CLIMA TAVOLO DEGLI ENTI LOCALI PER IL CLIMA 22 novembre VERSO LA STRATEGIA NAZIONALE DI ADATTAMENTO Responsabilità di Governo e competenze dei territori Sala Palazzo Bologna Senato della Repubblica Via di S.

Dettagli

FIERA DI BRESCIA 15-18 November 2013

FIERA DI BRESCIA 15-18 November 2013 E UR OPEAN GLU PO TE N FREE EX BRESCIA 15-18 BRIXIA EXPO NOVEMBRE 2013 FIERA DI BRESCIA 15-18 November 2013 th th IL PRIMO EXPO EUROPEO INTERAMENTE DEDICATO AI PRODOTTI E ALL ALIMENTAZIONE SENZA GLUTINE

Dettagli

Sacca di Goro case study

Sacca di Goro case study Sacca di Goro case study Risposte alle domande presentate all incontro di Parigi (almeno è un tentativo ) Meeting Locale, Goro 15-16/10/2010, In English? 1.What is the origin of the algae bloom? Would

Dettagli

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs

Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Corsi di Laurea Magistrale/ Master Degree Programs Studenti iscritti al I anno (immatricolati nell a.a. 2014-2015 / Students enrolled A. Y. 2014-2015) Piano di studi 17-27 Novembre 2014 (tramite web self-service)

Dettagli

Famiglie di tabelle fatti

Famiglie di tabelle fatti aprile 2012 1 Finora ci siamo concentrati soprattutto sulla costruzione di semplici schemi dimensionali costituiti da una singola tabella fatti circondata da un insieme di tabelle dimensione In realtà,

Dettagli

IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI TESSUTI ESCLUSO OSSO SOFT TISSUE AND OTHER EXTRAOSSEOUS SARCOMAS

IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI TESSUTI ESCLUSO OSSO SOFT TISSUE AND OTHER EXTRAOSSEOUS SARCOMAS I tumori in Italia Rapporto AIRTUM 1 TUMORI INFANTILI -1 ANNI IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI TESSUTI ESCLUSO OSSO SOFT TISSUE AND OTHER EXTRAOSSEOUS SARCOMAS IX SARCOMA DEI TESSUTI MOLLI E ALTRI

Dettagli

2 MEETING INTERREGIONALE ANACI NORD OVEST BOARD OF CEPI-CEI

2 MEETING INTERREGIONALE ANACI NORD OVEST BOARD OF CEPI-CEI MILANO 2 MEETING INTERREGIONALE ANACI NORD OVEST BOARD OF CEPI-CEI MILANO 23/24/25 SETTEMBRE 2015 CON IL PATROCINIO LA CASA, L AMBIENTE, L EUROPA Nel corso dell Esposizione Universale EXPO2015 il 24 e

Dettagli

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso

PIANO DI STUDI. Primo anno di corso PIANO DI STUDI Laurea in Economia, commercio internazionale e mercati finanziari (DM 270/04) L-33 Bachelor degree in Italian and in English (2 curricula in English) 1) CURRICULUM: Economia internazionale

Dettagli

I geni marker sono necessari per l'isolamento di piante transgeniche (efficienza di trasf. non ottimale), ma poi non servono più.

I geni marker sono necessari per l'isolamento di piante transgeniche (efficienza di trasf. non ottimale), ma poi non servono più. Piante transgeniche prive di geni marker I geni marker sono necessari per l'isolamento di piante transgeniche (efficienza di trasf. non ottimale), ma poi non servono più. Possibili problemi una volta in

Dettagli

Prova finale di Ingegneria del software

Prova finale di Ingegneria del software Prova finale di Ingegneria del software Scaglione: Prof. San Pietro Andrea Romanoni: Francesco Visin: andrea.romanoni@polimi.it francesco.visin@polimi.it Italiano 2 Scaglioni di voto Scaglioni di voto

Dettagli

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem.

Copyright 2012 Binary System srl 29122 Piacenza ITALIA Via Coppalati, 6 P.IVA 01614510335 - info@binarysystem.eu http://www.binarysystem. CRWM CRWM (Web Content Relationship Management) has the main features for managing customer relationships from the first contact to after sales. The main functions of the application include: managing

Dettagli

ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM

ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM YEAR: 2011 CUSTOMER: THE PROJECT Il Progetto S.E.I.C. developed the Environmental Control & Leak Detection System (ecolds) for Ferrera - Cremona Pipeline which

Dettagli

Sezione 1 / Section 1. Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo

Sezione 1 / Section 1. Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo Sezione 1 / Section 1 2 Elementi d identità: il marchio Elements of identity: the logo Elements of identity: the logo Indice 2.01 Elementi d identità 2.02 Versioni declinabili 2.03 Versioni A e A1, a colori

Dettagli

Noi alunni di 1 a C della Scuola Media Statale di San Giorgio piacentino, abbiamo partecipato ad un progetto d educazione ambientale, riguardante l

Noi alunni di 1 a C della Scuola Media Statale di San Giorgio piacentino, abbiamo partecipato ad un progetto d educazione ambientale, riguardante l Noi alunni di 1 a C della Scuola Media Statale di San Giorgio piacentino, abbiamo partecipato ad un progetto d educazione ambientale, riguardante l argomento acqua, con la professoressa di matematica.

Dettagli

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34

Scritto da DEApress Lunedì 14 Aprile 2014 12:03 - Ultimo aggiornamento Martedì 26 Maggio 2015 09:34 This week I have been walking round San Marco and surrounding areas to find things that catch my eye to take pictures of. These pictures were of various things but majority included people. The reason

Dettagli

Comunicato Stampa. Press Release

Comunicato Stampa. Press Release Comunicato Stampa Come previsto dal Capitolo XII, Paragrafo 12.4 del Prospetto Informativo Parmalat S.p.A. depositato presso la Consob in data 27 maggio 2005 a seguito di comunicazione dell avvenuto rilascio

Dettagli

LIFE13 BIO/IT/000204 U-SAVEREDS Management of grey squirrel in Umbria: conservation of red squirrel and preventing loss of biodiversity in Apennines

LIFE13 BIO/IT/000204 U-SAVEREDS Management of grey squirrel in Umbria: conservation of red squirrel and preventing loss of biodiversity in Apennines LIFE13 BIO/IT/000204 U-SAVEREDS Management of grey squirrel in Umbria: conservation of red squirrel and preventing loss of biodiversity in Apennines Piero Genovesi - ISPRA and Chair IUCN SSC Invasive Species

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Conversano, 10 luglio 2014. Prosegue Windows of the World, la rubrica di Master ideata per

COMUNICATO STAMPA. Conversano, 10 luglio 2014. Prosegue Windows of the World, la rubrica di Master ideata per COMUNICATO STAMPA Conversano, 10 luglio 2014 Dott. Pietro D Onghia Ufficio Stampa Master m. 328 4259547 t 080 4959823 f 080 4959030 www.masteritaly.com ufficiostampa@masteritaly.com Master s.r.l. Master

Dettagli

Essere, Divenire, Comprendere, Progredire. Being, Becoming, Understanding, Progressing

Essere, Divenire, Comprendere, Progredire. Being, Becoming, Understanding, Progressing Essere, Divenire, Comprendere, Progredire Being, Becoming, Understanding, Progressing Liceo Classico Liceo linguistico Liceo delle scienze umane Human Sciences Foreign Languages Life Science Our contacts:

Dettagli

Luigi Scordamaglia Inalca Jbs CEO

Luigi Scordamaglia Inalca Jbs CEO Luigi Scordamaglia Inalca Jbs CEO Group s overview CREMONINI SPA Fatturato consolidato al 31/12/2007: 2.482,4 mln LEADERSHIP DI MERCATO 40%* Produzione 1.041,2 mln 42%* Distribuzione 1.064,7 mln 1 nelle

Dettagli

Participatory Budgeting in Regione Lazio

Participatory Budgeting in Regione Lazio Participatory Budgeting in Regione Lazio Participation The Government of Regione Lazio believes that the Participatory Budgeting it is not just an exercise to share information with local communities and

Dettagli

Regione Campania Assessorato al Lavoro e alla Formazione. Ammortizzatori sociali in deroga

Regione Campania Assessorato al Lavoro e alla Formazione. Ammortizzatori sociali in deroga Regione Campania Assessorato al Lavoro e alla Formazione Ammortizzatori sociali in deroga With the 2008 agreement and successive settlements aimed at coping with the crisis, the so-called Income Support

Dettagli

Quality Certificates

Quality Certificates Quality Certificates Le più importanti certificazioni aziendali, di processo e di prodotto, a testimonianza del nostro costante impegno ed elevato livello di competenze. Qualità * certificata * Certified

Dettagli

A dissertation submitted to ETH ZURICH. for the degree of Doctor of Sciences. presented by DAVIDE MERCURIO

A dissertation submitted to ETH ZURICH. for the degree of Doctor of Sciences. presented by DAVIDE MERCURIO DISS. ETH NO. 19321 DISCRETE DYNAMIC EVENT TREE MODELING AND ANALYSIS OF NUCLEAR POWER PLANT CREWS FOR SAFETY ASSESSMENT A dissertation submitted to ETH ZURICH for the degree of Doctor of Sciences presented

Dettagli

QUALITAL. Purpose of the document. Scopo del documento. Scheda Tecnica

QUALITAL. Purpose of the document. Scopo del documento. Scheda Tecnica Via privata Ragni 13/15 28062 Cameri (NO) Tel.: 0321-51.05.78 fax: 0321-51.79.37 e-mail: qualital@qualital.org - web-site: www.qualital.org ISTITUTO DI CERTIFICAZIONE INDUSTRIALE DELL ALLUMINIO N 1 M a

Dettagli

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO

LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO LABORATORIO CHIMICO CAMERA DI COMMERCIO TORINO Azienda Speciale della Camera di commercio di Torino clelia.lombardi@lab-to.camcom.it Criteri microbiologici nei processi produttivi della ristorazione: verifica

Dettagli

Test collettivo pre Sanremo 2013 Pre-Sanremo 2013 collective test

Test collettivo pre Sanremo 2013 Pre-Sanremo 2013 collective test B.M.P.&Program&Service&& Via*Valli*36* 55035,*Piazza*al*Serchio*(Lucca)* Italy*** p.i.v.a.*e*c.f.*02200570469* Contacts:* Merlo*Gabriele*+39.348.7773658** fax*+39.0183.8031131** mail:*info@bmp9programservice.com*

Dettagli

Elena FNAS. Microteatro.it News - http://www.microteatro.it -~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-

Elena FNAS. Microteatro.it News - http://www.microteatro.it -~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~-~- Pagina 1 di 5 Elena FNAS Da: "info FNAS" A: Data invio: mercoledì 24 giugno 2009 3.28 Oggetto: I: Corso di Biomeccanica Teatrale /Biomechanics course FORMAZIONE -----Messaggio

Dettagli

Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases,

Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases, Stefano Goldwurm Medical geneticist Centro Parkinson - Parkinson Institute Istituti Clinici di Perfezionamento-Milan neurodegenerative diseases, movement disorders, Parkinson disease 1- genetic counselling

Dettagli

E-Business Consulting S.r.l.

E-Business Consulting S.r.l. e Rovigo S.r.l. Chi siamo Scenario Chi siamo Missione Plus Offerti Mercato Missionedi riferimento Posizionamento Metodologia Operativa Strategia Comunicazione Digitale Servizi Esempidi consulenza Clienti

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process)

Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) Data Alignment and (Geo)Referencing (sometimes Registration process) All data aquired from a scan position are refered to an intrinsic reference system (even if more than one scan has been performed) Data

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI TORINO. Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Instructions to apply for exams ONLINE Version 01 updated on 17/11/2014 Didactic offer Incoming students 2014/2015 can take exams of courses scheduled in the a.y. 2014/2015 and offered by the Department

Dettagli

Liberi di... Immediately takes care of the client, creating a special feeling since the first meeting aimed to investigate the customer needs.

Liberi di... Immediately takes care of the client, creating a special feeling since the first meeting aimed to investigate the customer needs. Liberi di... Il rapporto tra la Immediately ed i propri clienti nasce dal feeling, dalla complicità che si crea in una prima fase di analisi e d individuazione dei risultati da raggiungere. La libertà

Dettagli

PROGRAMMA DI VALUTAZIONE POST LIFE AFTER LIFE EVALUATION PROGRAM

PROGRAMMA DI VALUTAZIONE POST LIFE AFTER LIFE EVALUATION PROGRAM PROGRAMMA DI VALU UTAZIONE POST LIFE AFTER LIFE EVALUATION PROGRAM Versione del 24/ /01/2014 LIFE099 ENV/IT/000068 WASTE LESS in CHIANTI Prevenzione e riduzione dei rifiuti nel territorio del Chianti INDICE

Dettagli

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE

REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE REGISTRATION GUIDE TO RESHELL SOFTWARE INDEX: 1. GENERAL INFORMATION 2. REGISTRATION GUIDE 1. GENERAL INFORMATION This guide contains the correct procedure for entering the software page http://software.roenest.com/

Dettagli

ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM

ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM Fuel Transmission Pipeline HEL.PE El Venizelos Airport YEAR: 2001-2006 CUSTOMER: THE PROJECT Il Progetto S.E.I.C. developed the Environmental Control & Leak

Dettagli

electric lifting trolley Dimensioni 220 cm 42 (183) cm 72 cm Portata 175 kg Art. -CEAC041 Carrello elevatore Con rulli Altre VerSIONI OTHER VERSIONS

electric lifting trolley Dimensioni 220 cm 42 (183) cm 72 cm Portata 175 kg Art. -CEAC041 Carrello elevatore Con rulli Altre VerSIONI OTHER VERSIONS Elevatore elettrico electric lifting trolley 175 kg Art. -CEAC041 Lifting trolley with rolls Il carrello elevatore elettrico viene utilizzato sia per il trasporto delle salme su barelle, sia in abbinamento

Dettagli

LA STORIA STORY THE COMPANY ITI IMPRESA GENERALE SPA

LA STORIA STORY THE COMPANY ITI IMPRESA GENERALE SPA LA STORIA ITI IMPRESA GENERALE SPA nasce nel 1981 col nome di ITI IMPIANTI occupandosi prevalentemente della progettazione e realizzazione di grandi impianti tecnologici (termotecnici ed elettrici) in

Dettagli

INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI

INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI INFORMAZIONE AGLI UTENTI DI APPARECCHIATURE DOMESTICHE O PROFESSIONALI Ai sensi dell art. 13 del Decreto Legislativo 25 luglio 2005, n. 151 "Attuazione delle Direttive 2002/95/CE, 2002/96/CE e 2003/108/CE,

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente ZANGRANDI ANTONELLO Matricola: 004565. Insegnamento: 1004508 - ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT

Testi del Syllabus. Docente ZANGRANDI ANTONELLO Matricola: 004565. Insegnamento: 1004508 - ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT Testi del Syllabus Docente ZANGRANDI ANTONELLO Matricola: 004565 Anno offerta: 2013/2014 Insegnamento: 1004508 - ECONOMIA DELLE AZIENDE NON PROFIT Corso di studio: 5003 - AMMINISTRAZIONE E DIREZIONE AZIENDALE

Dettagli

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi

Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi ÉTUDES - STUDIES Impresa e innovazione nel settore energetico europeo: il contributo della conoscenza alla creazione di valore Silvia Bruzzi Polo Interregionale di Eccellenza Jean Monnet - Pavia Jean Monnet

Dettagli

Nuova camera di prova ventilatori in accordo agli standard EN ISO 5801 e AMCA 210 New test chamber according standards EN ISO 5801 and AMCA 210

Nuova camera di prova ventilatori in accordo agli standard EN ISO 5801 e AMCA 210 New test chamber according standards EN ISO 5801 and AMCA 210 Nuova camera di prova ventilatori in accordo agli standard EN ISO 5801 e AMCA 210 New test chamber according standards EN ISO 5801 and AMCA 210 La ha costruito una nuova camera di prova per il collaudo

Dettagli

ANRC based in Naples (Italy), adheres to UCINA - Confindustria Nautica (National Union of Marine Industry and Related).

ANRC based in Naples (Italy), adheres to UCINA - Confindustria Nautica (National Union of Marine Industry and Related). Company Profile ANRC in breve L ANRC (Associazione Nautica Regionale Campana) unica associazione di categoria riconosciuta dalla Regione Campania, è nata nel 1993 da un gruppo di operatori campani del

Dettagli

COMPOSTING FACILITIES AND BIOAEROSOLS AS SOURCES OF LEGIONELLA AND AMOEBAE

COMPOSTING FACILITIES AND BIOAEROSOLS AS SOURCES OF LEGIONELLA AND AMOEBAE DISS. ETH NO. 21679 COMPOSTING FACILITIES AND BIOAEROSOLS AS SOURCES OF LEGIONELLA AND AMOEBAE A thesis submitted to attain the degree of DOCTOR OF SCIENCES of ETH ZURICH (Dr. sc. ETH Zurich) presented

Dettagli

Environmental risks in Europe and in Italy

Environmental risks in Europe and in Italy Environmental risks in Europe and in Italy Dorothée Prunier Environmental risk manager, Continental Europe ACE Group 29 January 2013 AGENDA Emerging concern A changing risk environment Looking ahead -

Dettagli

Customer satisfaction and the development of commercial services

Customer satisfaction and the development of commercial services Customer satisfaction and the development of commercial services Survey 2014 Federica Crudeli San Donato Milanese, 27 May 2014 snamretegas.it Shippers day Snam Rete Gas meets the market 2 Agenda Customer

Dettagli

RARITY. GESTIONE ICS (Indigenous Crayfish Species) IL COME

RARITY. GESTIONE ICS (Indigenous Crayfish Species) IL COME RARITY LIFE10 NAT/IT/000239 CORSO DI FORMAZIONE PERSONALE ETP (azione A.3) GESTIONE ICS (Indigenous Crayfish Species) IL COME Laura Aquiloni laura.aquiloni@unifi.it SOMMARIO Le informazioni necessarie

Dettagli

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the

Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the 1 2 3 Le cellule staminali dell embrione: cosa possono fare Embryonic stem cells are exciting because they can make all the different types of cell in the body scientists say these cells are pluripotent.

Dettagli

produzione filtri per oleodinamica idrosanitaria ed applicazioni industriali GENERAL CATALOG

produzione filtri per oleodinamica idrosanitaria ed applicazioni industriali GENERAL CATALOG produzione filtri GENERAL CATALOG per oleodinamica idrosanitaria ed applicazioni industriali Born to create filtering systems for liquids and gas present in systems or machinery, by studying them down

Dettagli

Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria. WELCOME DAY for International Exchange Students

Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria. WELCOME DAY for International Exchange Students Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria WELCOME DAY for International Exchange Students 16 SETTEMBRE 2014 CHECK IN When you arrive in Italy Registrazione dell arrivo Ufficio Relazioni Internazionali (DIRI)

Dettagli

up date basic medium plus UPDATE

up date basic medium plus UPDATE up date basic medium plus UPDATE Se si potesse racchiudere il senso del XXI secolo in una parola, questa sarebbe AGGIORNAMENTO, continuo, costante, veloce. Con UpDate abbiamo connesso questa parola all

Dettagli

Replacement of hose carrier chain

Replacement of hose carrier chain 3 1. Bring the boom in horizontal position and make the extension completely retract. 2. Remove the rear panel. 3. Remove the front guard on the boom hood. 4. In case of machine with basket pre-arrangement,

Dettagli

Implementazione e gestione del transitorio nell introduzione di un sistema ERP: il caso Power-One - Oracle

Implementazione e gestione del transitorio nell introduzione di un sistema ERP: il caso Power-One - Oracle FACOLTÀ DI INGEGNERIA RELAZIONE PER IL CONSEGUIMENTO DELLA LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA GESTIONALE Implementazione e gestione del transitorio nell introduzione di un sistema ERP: il caso Power-One

Dettagli

La sabbia si disponeva infatti in corrispondenza delle zone in cui la forma d onda risultante aveva uno zero (linee nodali).

La sabbia si disponeva infatti in corrispondenza delle zone in cui la forma d onda risultante aveva uno zero (linee nodali). Lucia Simonetto Marta Iannello La forma del suono Introduzione Questa esperienza vuole essere una riproduzione degli sperimenti effettuati dal fisico tedesco Ernst Chladni (Wittemberg 1756 Berlino 1824)

Dettagli

Testi del Syllabus. Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535. Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI. Anno regolamento: 2012 CFU:

Testi del Syllabus. Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535. Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI. Anno regolamento: 2012 CFU: Testi del Syllabus Docente ARFINI FILIPPO Matricola: 004535 Anno offerta: 2014/2015 Insegnamento: 1004423 - ECONOMIA DEI NETWORK AGROALIMENTARI Corso di studio: 3004 - ECONOMIA E MANAGEMENT Anno regolamento:

Dettagli

Easter 2008 Gallery Benucci Rome. October 2008 Taormina Chiesa del Carmine, group picture and Gallery Benucci. December 2008 Benucci Gallery, Rome.

Easter 2008 Gallery Benucci Rome. October 2008 Taormina Chiesa del Carmine, group picture and Gallery Benucci. December 2008 Benucci Gallery, Rome. Nino Ucchino nasce in Sicilia nel 1952. Dall età di otto anni lavora come allievo nello studio del pittore Silvio Timpanaro. Da 14 a 21 anni studia all Istituto Statale d arte di Messina e poi per alcuni

Dettagli

Under the patronage of: Raffaella Pagano, Ufficio Tutela e Valorizzazione Biodiversità e InFEA Project manager ECORICE

Under the patronage of: Raffaella Pagano, Ufficio Tutela e Valorizzazione Biodiversità e InFEA Project manager ECORICE Project LIFE NAT/IT/000093 «ECORICE» Techical Working Group on Vercelli plain Biodiversity and InFEA (Information, training and environmental educational activity) working group C. Lenti, Foto Archivio

Dettagli

Collaborazione e Service Management

Collaborazione e Service Management Collaborazione e Service Management L opportunità del web 2.0 per Clienti e Fornitori dei servizi IT Equivale a livello regionale al Parlamento nazionale E composto da 65 consiglieri Svolge il compito

Dettagli

CHI SIAMO ABOUT US. Azienda giovane fresca e dinamica ottiene immediatamente un ottimo successo conseguendo tassi di crescita a doppia cifra

CHI SIAMO ABOUT US. Azienda giovane fresca e dinamica ottiene immediatamente un ottimo successo conseguendo tassi di crescita a doppia cifra CHI SIAMO Nel 1998 nasce AGAN, societa specializzata nei servizi di logistica a disposizione di aziende che operano nel settore food del surgelato e del fresco. Azienda giovane fresca e dinamica ottiene

Dettagli

Sponsorship opportunities

Sponsorship opportunities The success of the previous two European Workshops on Focused Ultrasound Therapy, has led us to organize a third conference which will take place in London, October 15-16, 2015. The congress will take

Dettagli

Roberto Fanfani PROFESSORE ORDINARIO DI POLITICA ECONUMICA ED ECONOMIA AGRARIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE STATISTICHE UNIVERSITÀ DI BOLOGNA

Roberto Fanfani PROFESSORE ORDINARIO DI POLITICA ECONUMICA ED ECONOMIA AGRARIA DIPARTIMENTO DI SCIENZE STATISTICHE UNIVERSITÀ DI BOLOGNA Il Divulgatore N.1-2/ 2003 Il censimento dell'agricoltura Dati e tendenze della realtà bolognese Ristrutturazioni in corso A livello regionale Bologna vanta un primato in termini di superficie destinata

Dettagli

AVVISO n.17252 25 Settembre 2007

AVVISO n.17252 25 Settembre 2007 AVVISO n.17252 25 Settembre 2007 Mittente del comunicato : Borsa Italiana Societa' oggetto : dell'avviso Oggetto : Modifiche alle Istruzioni al Regolamento IDEM: Theoretical Fair Value (TFV)/Amendments

Dettagli

Training Session per il Progetto 50000and1SEAPs. La Provincia di Modena ed il Covenant of Mayors

Training Session per il Progetto 50000and1SEAPs. La Provincia di Modena ed il Covenant of Mayors Training Session per il Progetto 50000and1SEAPs La Provincia di Modena ed il Covenant of Mayors Padova, 3 Aprile 2014 The Province of Modena for several years has set policies in the energy field, such

Dettagli

LA CONSERVAZIONE DELLA TARTARUGA CARETTA CARETTA NELLA SPIAGGIA DEI CONIGLI DI LAMPEDUSA Protection of Caretta caretta on Conigli Beach in Lampedusa

LA CONSERVAZIONE DELLA TARTARUGA CARETTA CARETTA NELLA SPIAGGIA DEI CONIGLI DI LAMPEDUSA Protection of Caretta caretta on Conigli Beach in Lampedusa LA CONSERVAZIONE DELLA TARTARUGA CARETTA CARETTA NELLA SPIAGGIA DEI CONIGLI DI LAMPEDUSA Protection of Caretta caretta on Conigli Beach in Lampedusa Elena Prazzi Lampedusa, Italia Legambiente Comitato

Dettagli

Grado (Italia) Fenice Lighting

Grado (Italia) Fenice Lighting Grado (Italia) Fenice Lighting Grado is a town in the north-eastern Italian region of Friuli- Venezia Giulia, located on an island and adjacent peninsula of the Adriatic Sea between Venice and Trieste.

Dettagli

Macchina per lavaggio scarpe e stivali Cleaning machine for boots and shoes

Macchina per lavaggio scarpe e stivali Cleaning machine for boots and shoes Macchina per lavaggio scarpe e stivali La Nuove Idee Group s.r.l. situata in provincia di Vicenza, si è formata grazie ad una equipe di persone che nel settore dell industria e del design hanno acquisito

Dettagli

EVENTI (PRIVATE DINNER) F A B R I Z I O

EVENTI (PRIVATE DINNER) F A B R I Z I O F A B R I Z I O F A B R I Z I O La famiglia Pratesi produce vino nella zona di Carmignano da cinque generazioni. Fu Pietro Pratesi a comprare nel 1875 la proprietà Lolocco nel cuore di Carmignano dove

Dettagli

Informazione Regolamentata n. 0554-14-2015

Informazione Regolamentata n. 0554-14-2015 Informazione Regolamentata n. 0554-14-2015 Data/Ora Ricezione 12 Giugno 2015 19:26:03 MTA - Star Societa' : FALCK RENEWABLES Identificativo Informazione Regolamentata : 59697 Nome utilizzatore : FALCKN01

Dettagli

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement ITALIAN Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement Female 1: Ormai manca poco al parto e devo pensare alla mia situazione economica. Ho sentito dire che il governo non sovvenziona più il Baby Bonus.

Dettagli

NUOVO POLO PRODUTTIVO NEW PRODUCTION PLANT

NUOVO POLO PRODUTTIVO NEW PRODUCTION PLANT NUOVO POLO PRODUTTIVO NEW PRODUCTION PLANT GRID S.p.A. SESTO SAN GIOVANNI (MILANO) - ITALY CONCEPTUAL VIEWS AND ELEVATION FOR BUILDING B: FACADE STUDIES 26.02.2014 INDICE INDEX 1. INTRODUZIONE INTRODUCTION

Dettagli

LO LH BUSREP. 1 2 3 Jp2. Jp1 BUSREP. Ripetitore di linea seriale RS 485 Manuale d installazione RS 485 Serial Line Repeater Instruction Manual

LO LH BUSREP. 1 2 3 Jp2. Jp1 BUSREP. Ripetitore di linea seriale RS 485 Manuale d installazione RS 485 Serial Line Repeater Instruction Manual Jp MS 4 LINEA 4 MS MS LINEA LINEA Tx4 Tx Tx Tx BUSREP S Jp Jp LINEA GND +,8 Jp4 BUSREP Ripetitore di linea seriale RS 485 Manuale d installazione RS 485 Serial Line Repeater Instruction Manual Edizione/Edition.

Dettagli

GstarCAD 2010 Features

GstarCAD 2010 Features GstarCAD 2010 Features Unrivaled Compatibility with AutoCAD-Without data loss&re-learning cost Support AutoCAD R2.5~2010 GstarCAD 2010 uses the latest ODA library and can open AutoCAD R2.5~2010 DWG file.

Dettagli

ABSTRACT. In informatica, con il termine cloud computing, in italiano nube informatica,

ABSTRACT. In informatica, con il termine cloud computing, in italiano nube informatica, ABSTRACT In informatica, con il termine cloud computing, in italiano nube informatica, si sule indicare una complessa gamma di tecnologie che permettono, tipicamente sotto forma di un servizio offerto

Dettagli

HOLCROFT POWER GENERATOR FOR QUENCHING FURNACE

HOLCROFT POWER GENERATOR FOR QUENCHING FURNACE OEM SALES AND HOLCROFT POWER GENERATOR FOR QUENCHING FURNACE FOR SALE Monfalcone, September 15 th 2015 Page 1 of 7 OEM SALES AND MAIN TECHNICAL DATA OF UNIVERSAL HOLCROFT POWER GENERATOR FOR ATMOSPHERE

Dettagli

no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02

no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02 TECHNICAL REPORT RAPPORTO TECNICO no. SIC04053.03 Rev. 00 Dated 2008.10.02 This technical report may only be quoted in full. Any use for advertising purposes must be granted in writing. This report is

Dettagli

La passione per il proprio lavoro, la passione per l'innovazione e la ricerca

La passione per il proprio lavoro, la passione per l'innovazione e la ricerca La passione per il proprio lavoro, la passione per l'innovazione e la ricerca tecnologica insieme all'attenzione per il cliente, alla ricerca della qualità e alla volontà di mostrare e di far toccar con

Dettagli

ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM

ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM ENVIRONMENTAL CONTROL & LEAK DETECTION SYSTEM Raffineria di Livorno Darsena Petroli (Italy) Pipeline YEAR: 2011 CUSTOMER: THE PROJECT Il Progetto S.E.I.C. developed the Environmental Control & Leak Detection

Dettagli

LA SIMULAZIONE NUMERICA COME STRUMENTO DI ANALISI DEL MOTO ONDOSO SULLE BARRIERE SOFFOLTE

LA SIMULAZIONE NUMERICA COME STRUMENTO DI ANALISI DEL MOTO ONDOSO SULLE BARRIERE SOFFOLTE DOTTORATO DI RICERCA IN INGEGNERIA CIVILE PER L AMBIENTE ED IL TERRITORIO X Ciclo - Nuova Serie (2008-2011) DIPARTIMENTO DI INGEGNERIA CIVILE, UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI SALERNO LA SIMULAZIONE NUMERICA

Dettagli

Pezzi da ritagliare, modellare e incollare nell ordine numerico indicato.

Pezzi da ritagliare, modellare e incollare nell ordine numerico indicato. La nuova Treddì Paper è un prodotto assolutamente innovativo rispetto ai classici Kit per il découpage 3D. Mentre i classici prodotti in commercio sono realizzati in cartoncino, la Treddì è in carta di

Dettagli

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015

ISO 9001:2015. Ing. Massimo Tuccoli. Genova, 27 Febbraio 2015 ISO 9001:2015. Cosa cambia? Innovazioni e modifiche Ing. Massimo Tuccoli Genova, 27 Febbraio 2015 1 Il percorso di aggiornamento Le principali novità 2 1987 1994 2000 2008 2015 Dalla prima edizione all

Dettagli

brand implementation

brand implementation brand implementation brand implementation Underline expertise in reliable project management reflects the skills of its personnel. We know how to accomplish projects at an international level and these

Dettagli

UNI EN ISO 12944-6. Corrosion protection of steel structures by protective paint systems. Laboratory performance test for

UNI EN ISO 12944-6. Corrosion protection of steel structures by protective paint systems. Laboratory performance test for via di Marmiceto, 6/C-56016 Ospeetto PISA P.IVA 01115340505 CCIAA Pi 101169 Report n 2050451/5 UNI EN ISO 12944-6 Corrosion protection of steel structures by protective paint systems Laboratory performance

Dettagli

Eventi climatici estremi in area urbana ed effetti sulla salute umana: le ondate di calore estive

Eventi climatici estremi in area urbana ed effetti sulla salute umana: le ondate di calore estive Eventi climatici estremi in area urbana ed effetti sulla salute umana: le ondate di calore estive Marina Baldi (m.baldi@ibimet.cnr.it) Istituto di Biometeorologia, CNR-Ibimet, Roma Dicembre 2013 Pathways

Dettagli

INIZIATIVA PATROCINATA DALLA CONFINDUSTRIA BULGARIA EVENT SUPPORTED BY CONFINDUSTRIA BULGARIA

INIZIATIVA PATROCINATA DALLA CONFINDUSTRIA BULGARIA EVENT SUPPORTED BY CONFINDUSTRIA BULGARIA COLLABORAZIONE TRA L UNIVERSITA DEGLI STUDI DI URBINO CARLO BO E IL LICEO 105 ATANAS DALCHEV COLLABORATION BETWEEN UNIVERSITY OF URBINO CARLO BO AND LYCEUM 105 ATANAS DALCHEV INIZIATIVA PATROCINATA DALLA

Dettagli

LEEDer in Ecosustainability

LEEDer in Ecosustainability LEEDer in Ecosustainability Da oggi le cucine Ernestomeda sono conformi al rating system LEED, una certificazione internazionale che valuta e attesta la sostenibilità nell edilizia. Ernestomeda kitchens

Dettagli

AIM OF THE LESSON: for the students to familiarise themselves with the language of cooking

AIM OF THE LESSON: for the students to familiarise themselves with the language of cooking Lesson 1 Gli Gnocchi Date N of students AIM OF THE LESSON: for the students to familiarise themselves with the language of cooking The following activities are based on "Communicative method" which encourages

Dettagli