150 UNITÀ D ITALIA I Tecnici protagonisti: Giuseppe Maioli. PENSARE Etica e Tecnica Dove andiamo?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "150 UNITÀ D ITALIA I Tecnici protagonisti: Giuseppe Maioli. PENSARE Etica e Tecnica Dove andiamo?"

Transcript

1 FoNDaZioNE geometri italiani Poste italiane spedizione in a.p. -45% art. 2 comma 20/b l. 662/96 aut. n. DCB/CZ/17/2004 valida dal 19/01/04 anno iii luglio - agosto 2011 numero 16 In caso di mancato recapito restituire al CMP di Lamezia Terme. Il mittente si impegna a pagare la relativa tariffa. 150 UNITÀ D ITALIA I Tecnici protagonisti: Giuseppe Maioli PENSARE Etica e Tecnica Dove andiamo? INTERVENTI I Geometri del mondo a Roma nel maggio 2012 di Fausto Savoldi PREVIDENZA Un laboratorio di idee per la crescita della professione di Fausto Amadasi I libri hanno gli stessi nemici dell uomo: il fuoco, l umidità, il tempo e il proprio contenuto Paul Valery

2 DUE STRAORDINARI SOFTWARE INNOVATIVI GEO NETWORK EXPERT TRASFERIMENTI IMMOBILIARI EXPERT Trasferimenti Immobiliari il nuovo software per il calcolo delle imposte relative ai principali atti di trasferimento di immobili FUNZIONALITÀ PRINCIPALI» calcolo completo imposte per compravendite fabbricati e terreni» calcolo completo imposte per donazioni» calcolo completo imposte per atti misti» applicazione di tutte le agevolazioni previste dalle normative (ad es. prima casa, imprenditori agricoli, piccola proprietà contadina ecc.)» calcolo valore normale sulla base della banca dati OMI» redazione di preliminari di compravendita» stampe dettagliate di tutti i calcoli» importazione dati catastali e visure catastali in formato PDF EXPERT LOCAZIONI IMMOBILIARI EXPERT Locazioni Immobiliari è il software ideale per gestire tutti gli adempimenti relativi a contratti di locazione per qualsiasi immobile (anche in regime della cedolare secca) e loro modifiche nel tempo FUNZIONALITÀ PRINCIPALI» stesura contratti di locazione secondo varie tipologie per fabbricati e terreni» gestione completa annualità successive (rinnovo, proroga, recesso, cessioni)» calcolo completo imposte, tributi, interessi ed eventuali sanzioni» stampa completa di tutta la modulistica occorrente» esportazione file per la registrazione telematica del contratto» calcolo imposte ed interessi per ravvedimento operoso» calcolo adeguamento ISTAT Gli strumenti indispensabili per la tua consulenza in materia con una facilità e completezza ineguagliabile! Per maggiori informazioni Geo R network software per l edilizia e lo studio professionale del futuro Geo Network s.r.l. Via Mazzini, Sarzana (SP)- Tel Fax AZIENDA CERTIFICATA

3 GEOCENTRO/magazine Periodico bimestrale Anno III N. 16 Luglio - Agosto 2011 luglio - agosto DIRETTORE RESPONSABILE Franco Mazzoccoli COMITATO Fausto Amadasi Carmelo Garofalo Leo Momi Bruno Razza Mauro Cappello Gianfranco Dioguardi Stig Enemark Franco Laner Norbert Lantschner Pier Luigi Maffei Franco Minucci Marco Simonotti Antonella Tempera COORDINAMENTO REDAZIONE GMPRgroup - Claudio Giannasi Tel A.D. e IMPAGINAZIONE Filippo Stecconi Francesca Bossini EDITORE Fondazione Geometri Italiani Via Barberini, Roma Tel Fax: STAMPA Rubbettino Industrie grafiche ed editoriali Finito di stampare nel mese di Ottobre 2011 Carta interni: riciclata Cyclus Print gr. 100 RESPONSABILE TRATTAMENTO DATI Franco Mazzoccoli PUBBLICITÀ Fondazione Geometri Italiani Via Barberini, Roma Tel Fax: ABBONAMENTI 2011 Annuo: euro 50 Un numero: euro 10 Richiesta via e versamento a: Banca Popolare di Sondrio Intestato a: Fondazione Geometri Italiani Codice IBAN: IT27 F X22 RICHIESTE VARIAZIONE INDIRIZZO DI SPEDIZIONE Tel: COPYRIGHT È vietata la riproduzione, anche parziale, di articoli, fotografie e disegni senza la preventiva autorizzazione Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 250 del 29 maggio EDitoRialE CULTURA: Conoscenza Etica Tecnica di Franco Mazzoccoli 8 interventi I Geometri del mondo a Roma nel Maggio 2012 di Fausto Savoldi 11 PREViDENZa Un laboratorio di idee per la crescita della professione di Fausto Amadasi 13 PaRtECiPaZioNE Verso la corresponsabilità per un Italia contro le mafie e la corruzione 14 società E CostuME Cercare l oro: passione e soddisfazione di Arturo Ramella PENsaRE Etica e Tecnica Dove andiamo? 30 interior DEsigN Wellness mind design hair Un progetto di Alessandro Marchelli 33 RECENsioNi I professionisti a Cremona unita D italia I Tecnici protagonisti: Giuseppe Maioli unita D italia Istituto Tecnico Sallustio Bandini di Siena Le origini di una storia centenaria 8 14

4 48 FisCalità Manovra correttiva e Manovra bis Novità per i professionisti di Stefano Setti 54 RiCERCa Minerv Pha La bioplastica che si dissolve naturalmente in acqua 58 geotermia Integrazione di impianti di generazione energetica rinnovabile a sistemi a zero emissioni di Alessandro Cariani FoRMaZioNE Costruire con il legno Grandi e piccoli errori da evitare di Franco Laner 71 CostRuZioNi Lavori Pubblici: la disciplina del collaudo dell opera Normativa e prassi di Mauro Cappello 77 MatERiali I Maestri della pietra e delle antiche fornaci di Narbolia in Sardegna di Peppino Carrus 85 idee Una meridiana con la precisione al minuto primo di Giovanni Stabilini 88 ValutaZioNi Linee Guida per la rilevazione dei dati del mercato immobiliare Seconda parte di Marco Simonotti e Marina Ciuna 88 Per questo numero si ringrazia Alessandro Cariani Peppino Carrus Marina Ciuna Umberto Curi Popsophia Juri Guerranti ITCG Sallustio Bandini Alessandro Marchelli Arturo Ramella Stefano Setti Giovanni Stabilini Elisabetta Savoldi Per le traduzioni online La rivista è consultabile all indirizzo web: Sezione Geocentro

5 Crepe? Cedimenti? NOVATEK È LA SOLUZIONE DEFINITIVA. IL SISTEMA COMBINATO NOVATEK prevede due semplici fasi di intervento, rapide e senza necessità di scavi. 1 iniezioni di resine espandenti per riempire i vuoti, consolidare e sollevare l edificio. 2 infissione di micropali in acciaio per trasferire in profondità il peso della struttura e garantire un risultato certo e duraturo. NOVATEK: LA SOLUZIONE IDEALE CHE CONSOLIDA VERAMENTE LA TUA CASA, PER SEMPRE. PAGAMENTI IN 24 COMODE RATE MENSILI A ZERO INTERESSI SENZA SPESE DI ISTRUTTORIA*. PER SOPRALLUOGHI E PREVENTIVI GRATUITI IN TUTTA ITALIA CHIAMACI IN ORARIO DI UFFICIO AL: * Messaggio pubblicitario con fi nalità promozionale. Offerta subordinata all approvazione della società fi nanziaria. Tan 0% Taeg 0%. Maggiori informazioni sulle condizioni economiche e contrattuali applicate sono indicate nei fogli informativi disponibili presso la sede di Novatek. Via dell Artigianato BOSCO CHIESANUOVA (VERONA) Tel Fax

6

7 EDITORIALE CULTURA: Conoscenza Tecnica Etica di Franco Mazzoccoli Direttore di GEOCENTRO/magazine Oggi la velocità è alla base di tutto quello che ci circonda. La nostra attività è condizionata da questa dinamica e ci accorgiamo che a questa velocità non sono rapportati concetti e comportamenti che potremmo definire statici. Il tentativo è quello di dare ai lettori di GEOCENTRO/ magazine delle chiavi per decodificare il contesto nel quale viviamo. Tentiamo di farlo con un tema discusso nell ambito di PopSophia Primo Festival del Contemporaneo svoltosi a Civitanova Marche, con la risposta data da Umberto Galimberti alla domanda, che tutti si pongono: Etica e Tecnica. Dove andiamo?, Se perlomeno sappiamo dove siamo. Riflettendo anche sul peso che nella nostra vita sta assumendo la tecnica nel trasformare il nostro modo di pensare e nel valore che assume, invece, l Etica che deve essere rifondata per il potere che oggi l uomo ha sulla natura. Infatti l attività dell umanità sta, con maggior frequenza, diventando disumanità per i danni all ambiente. Conoscere: per gestire il territorio, proteggere l ambiente e tutelare il patrimonio culturale sono i temi del Congresso Mondiale dei Geometri che si terrà in Roma a Maggio 2012, i cui dettagli ed argomenti che le diverse Commissioni tratteranno sull Esercizio Professionale, sulla Formazione, sulla Gestione, sull Idrografia, sull Edilizia, ed altro, sono ampiamente presentati da Fausto Savoldi nel suo articolo, evento questo che vedrà partecipanti Personalità delle Nazioni Unite e della FAO. Evento a dare testimonianza dell impegno di una categoria di Tecnici preparati e sensibili al rispetto della natura. Impegno che anche Fausto Amadasi, Presidente della Cassa di Previdenza ed Assistenza dei Geometri, nel suo articolo Un laboratorio di idee per la crescita della Professione sottolinea tra l altro: la sfida quotidiana e la ricerca per contribuire a dare valore all ambiente, al territorio, alla natura, alla salute, alla compatibilità globale delle attività umane. Restando nel tema, si legge dell impegno che i professionisti Geometri hanno assunto nelle attività riguardanti la salvaguardia del territorio, la difesa e la valorizzazione della legalità nell articolo dal titolo: Verso la corresponsabilità per un Italia contro le mafie e la corruzione. La Rubrica 150 UNITA D ITALIA I tecnici Protagonisti, è dedicata al Geometra Giuseppe Maioli, nato a Rimini nel 1899, professionista di grande talento che vissuto quasi per intero nel Novecento, grazie alle sue capacità venne coinvolto nella progettazione di opere importanti pubbliche e private. Un tecnico di grande cultura la cui attività spaziava dall urbanistica, alla progettazione edilizia a quella degli interni e dell arredo. Un esempio di professionista sempre attento e sensibile ai movimenti più aggiornati dell architettura italiana ed europea. Seguendo il filo rosso che è quello della curiosità. Particolare è quella del Cercare l oro..., una passione di Arturo Ramella, Geometra libero professionista, che ci racconta la soddisfazione di questa ricerca e... ci invita a... provare per credere. Con questo numero di GEOCENTRO, crediamo di portare ai lettori spunti di riflessioni e temi che riguardano anche aspetti tecnici. Ci piacerebbe poterlo definire un numero particolare se ci riferiamo al tempo per la ricerca e per la selezione degli argomenti, volendo come protagonista di ogni numero: la Cultura. Scelte sempre meditate per darvi un quadro di riferimenti originale e di interesse per Voi. Come sempre, Buona lettura. 7

8 INTERVENTI I Geometri del mondo a Roma nel maggio 2012 di Fausto Savoldi Presidente del Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati La nostra organizzazione professionale ospiterà a Roma, dal 6 all 11 maggio 2012, l Assemblea Generale della Federazione Internazionale dei Geometri (FIG) e la Settimana di Lavoro delle 10 Commissioni permanenti della stessa Federazione. Si tratta di un evento di straordinaria importanza al quale il Consiglio Nazionale già da mesi sta lavorando. I precedenti incontri italiani della FIG avvennero nel 1938 e nel 1965 quando tale organismo, fondato nel 1878 da sette nazioni, tra le quali l Italia, era ancora in fase di crescita e si collocava tra le prime e più importanti organizzazioni internazionali non governative (NGO) Oggi ne fanno parte oltre 80 Associazioni nazionali di geometri in rappresentanza di 105 paesi, 92 membri accademici in rappresentanza delle università e delle scuole di alta formazione tecnica di tutto il mondo, 41 organizzazioni di operatori che esercitano attività collegate alla topografia e 31 organizzazioni, società o agenzie che forniscono servizi commerciali attinenti la professione di geometra. La Federazione ha sede in Copenhagen ed è gestita da un ufficio di Presidenza e dall Assemblea Generale delle Associazioni Membri (89) che si riunisce ogni anno nelle località che la stessa Assemblea designa con 4 anni di anticipo rispetto all evento. Le finalità tecnico-scientifiche della Fondazione si raggiungono attraverso l attività di 10 Commissioni permanenti, ciascuna delle quali è coordinata da un presidente e opera su specifici temi: 1. Esercizio professionale Principi etici e codice di condotta professionale, gestione e struttura della professione, legislazione internazionale relativa alla professione, ruolo del geometra nel pubblico servizio. 2. Formazione Professionale Metodi di formazione e di insegnamento, tirocinio, interazione tra formazione, ricerca ed esercizio della professione. 3. Gestione delle informazioni spaziali Gestione delle informazioni relative alla proprietà, al territorio ed alla idrografia; infrastrutture dei dati spaziali e loro gestione per supportare lo sviluppo sostenibile. 4. Idrografia L ambiente marino, il rilievo idrografico; mappe nautiche e batimetriche, analogiche, digitali ed elettroniche. 8

9 5. Posizionamento e misurazione La scienza della misurazione; acquisizione accurata, precisa ed attendibile delle dimensioni e della forma degli aspetti naturali ed artificiali della terra e dell ambiente. 6. Rilievi di ingegneria Acquisizione, gestione ed elaborazione delle informazioni topografiche, metodi nei progetti di ingegneria; controllo delle deformazioni, loro analisi, interpretazione e predizione; miniere ed aree geologiche. 7. Catasto e gestione del territorio Amministrazione e gestione del territorio. Riforma catastale e catasti con diverse finalità; sistemi informativi, rilievo catastale; leggi del diritto e del possesso terriero; consolidamento del territorio urbano e rurale; gestione delle risorse marittime. 8. Progettazione e sviluppo spaziale Progettazione delle strutture locali ed urbane, progettazione dell utilizzo del territorio urbano e rurale; politiche di progettazione e miglioramento ambientale; sviluppo sostenibile; urbanizzazione dei paesi in via di sviluppo; valutazione dell impatto ambientale. 9. Valutazione e gestione dei beni immobiliari Stima del valore dei beni immobili per diversi scopi; investimenti al valore di mercato; sviluppo delle finanze; gestione della proprietà privata e pubblica. 10. Gestione ed economia dell edilizia Industria edilizia, preventivazione, gestione delle quantità e del costo, leggi sulle costruzioni e contratti amministrativi e di appalti. Informazioni di dettaglio circa il lavoro, i programmi operativi, i seminari e le pubblicazioni delle varie Commissioni FIG sono consultabili su comm/comindex.htm. La FIG opera in contatto con la struttura delle Nazioni Unite e con la Banca Mondiale, tiene seminari di studio e di indirizzo nei paesi in via di sviluppo, individua le regole tecnico scientifiche e gli standard che sono alla base di un corretto ed efficace sviluppo della professione. Scopriamo di avere nel mondo migliaia di colleghi che svolgono con varie modalità il nostro stesso lavoro e scopriamo di essere una delle nazioni con il maggior numero di professionisti. Lo scambio di informazioni e di esperienze è indispensabile per proiettare la nostra attività oltre i confini nazionali. Al di la dell impegno organizzativo (sono previsti partecipanti) i geometri italiani con le loro strutture di categoria (Collegi, Associazioni e Cassa di Previdenza) sono chiamati a dare un loro contributo scientifico rappresentando nelle varie commissioni esperienze, successi e difficoltà legate all esercizio della professione. Le trasformazioni in atto del modo di affrontare i problemi professionali, la rivoluzione tecnologica e le innovazioni legislative nazionali ed europee, costituiscono gli argomenti da trattare unitamente alla descrizione di concrete esperienze lavorative che possono essere utili soprattutto alle Associazioni dei paesi in via di sviluppo. Un grande impegno quindi per il quale il Consiglio Nazionale ha preparato un nucleo di giovani colleghi che hanno già partecipato, con relazioni, alle precedenti due edizioni della Working Week svolte a Sidney e Marrakech. Particolare rilievo va dato al tema generale scelto dalla FIG per orientare gli interventi e le relazioni ufficiali: Conoscere per gestire il territorio, proteggere l ambiente e tutelare il patrimonio culturale. L impegno del Consiglio Nazionale per migliorare la preparazione professionale dei professionisti e sensibilizzare tutti sulle tematiche della tutela dell ambiente e del nostro straordinario patrimonio culturale troverà, nel corso della manifestazione di Roma, una prima verifica dei risultati ottenuti. Il modello formativo e professionale del geometra italiano che altri Stati ammirano e vorrebbero imitare deve essere descritto dalle presentazioni che ci auguriamo vengano proposte da coloro che rappresentano le eccellenze nel nostro lavoro. Ciò sarà da esempio e da stimolo per i giovani geometri di tutto il mondo che per la prima volta a Roma si riuniranno il 4 e 5 maggio 2012 prima della cerimonia inaugurale della Working Week. La proposta italiana di rivolgersi soprattutto ai giovani è stata accolta dalla FIG con entusiasmo anche in considerazione delle difficoltà sempre maggiori che i giovani incontrano nell affrontare una professione che l innovazione tecnologica ha completamente stravolto. La ricerca svolta dal mondo accademico e le proposte fornite dalle strutture aziendali devono consentire ai professionisti di operare con metodologie uniformi in ogni parte del mondo. La profonda e dettagliata conoscenza del territorio sta alla base della pianificazione della sua protezione e del suo utilizzo: i geometri italiani ben coscienti di questo, ci auguriamo, possano presentare ai colleghi di tutto il mondo quanto di meglio hanno realizzato e le proposte innovative per l attività del futuro. Ai lavori della settimana parteciperanno oltre alle personalità della politica e del mondo amministrativo anche le Nazioni Unite con le proprie agenzie ed in particolare la FAO. 9

10 ANNO III n. 16 LUGLIO - AGOSTO 2011 FIG STATUTES Adopted by the General Assembly 15 June The International Federation of Surveyors was founded in 1878 as the Fédération Internationale des Géomètres (FIG) by seven national associations of surveyors representing Belgium, France, Germany, Italy, Spain, Switzerland and the United Kingdom. It is an international, non-governmental organisation (NGO) registered in the country in which its permanent office is domiciled, whose aim is to ensure that the disciplines of surveying and all who practise them meet the needs of the markets and communities that they serve. It operates under the following Statutes. The objective set forth by this Forum was to raise awareness on the importance of fostering modern land policies associated with spatial data infrastructures and on the value of integrating land administration, cadastre and land registration functions with topographic mapping. 1. Definitions 1.1. In these Statutes the following definitions shall apply 1. Federation means the International Federation of Surveyors (FIG). 2. Internal Rules means rules prescribed by the General Assembly for the efficient and democratic management of the affairs of the Federation. 3. Permanent Institution means an institution established for the purpose of pursuing specific on-going tasks. 4. Office means the permanent office for the purpose of administering the work of the Federation. 5. ACCO means the Advisory Committee of Commission Officers. 6. Director means a person employed as the director of the Federation. 7. Office Manager means a person employed as the manager of the Office. 8. Surveyor means a professional person as defined in Appendix A. 2. Objectives 2.1. The objectives of the Federation are: 1. to provide an international forum for the exchange of information about surveying and for the development of fellowship between surveyors 2. to collaborate with the United Nations and other international and regional agencies in the formulation and implementation of policies affecting the use, development and management of land and marine resources 3. to promote the disciplines of surveying, particularly in developing countries and countries in economic transition 4. to promote the role of the surveyor in the management of natural and man-made environments 5. to promote the development of national associations of surveyors and to promote professional standards and codes of ethics and the exchange of surveying personnel 6. to promote high standards of education and training for surveyors and to facilitate continuing professional development (CPD) 7. to encourage the development and proper use of appropriate technology 8. to encourage research in all disciplines of surveying and to disseminate the results The Federation shall abstain from any interference in questions of a political, racial or religious nature The Federation shall not permit any of its activities to be influenced by statements or actions of a political, social or religious nature. 3. Members 3.1. There shall be the following categories of members: 1. member association: a national association representing one or more of the disciplines of surveying. In special cases a member association may include a number of (small) countries 2. affiliate: a group of surveyors or a surveying organisation undertaking professional activities but not fulfilling the criteria for member associations 3. corporate member: an organisation, institution or agency which provides commercial services related to the surveying profession 4. academic member: an organisation, institution or agency which promotes education or research in one or more of the disciplines of surveying 5. correspondent: an individual in a country where no association or group of surveyors exists that is eligible or able to join the Federation as a member association or affiliate 6. honorary president: a past president who has rendered outstanding service to the Federation during his or her period of office 7. honorary member: an individual who has materially assisted the development and promotion of the surveying profession at the international level The admission of a member association and the appointment of an honorary president and honorary member shall be decided by a vote of the General Assembly. All other admissions shall be decided by the Council Membership shall cease by resignation or by expulsion. 10

11 PREVIDENZA Un laboratorio di idee per la crescita della professione di Fausto Amadasi Presidente CIPAG - Cassa Italiana di Previdenza ed Assistenza dei Geometri Liberi Professionisti photo shutterstock.com/ JOSEPH S.L. TAN MATT Le professioni liberali, in un paese ad economia di mercato, non possono che assumere una mentalità che assecondi e si affianchi al principio della crescita economica, perseguendolo come un obiettivo da raggiungere in termini di miglioramento della propria posizione conseguente al miglioramento della qualità dell offerta. I professionisti del settore dell edilizia e delle costruzioni devono quindi accettare questa sfida quotidiana e ricercare il miglioramento economico ed il progresso tecnico all interno di aree sempre più vaste di competenza, che contribuiscano contemporaneamente a dare valore all ambiente, al territorio, alla natura, alla salute, alla compatibilità globale delle attività umane. Questo obiettivo comune di crescita del paese, che è patrimonio anche dei Geometri italiani, può essere perseguito nel modo migliore grazie all attenzione ed all intervento propulsivo di sostegno proveniente dall ordinamento professionale e previdenziale della categoria. È alla luce di queste prospettive che la CIPAG ha promosso lo scorso 6 luglio a Roma, insieme alle Casse di Previdenza ed ai Consigli Nazionali delle professioni tecniche, un incontro dedicato al rapporto tra qualità del lavoro professionale e crescita economica. Dobbiamo affrontare questa congiuntura negativa con una economia che stenta ad uscire da una grave fase di stagnazione nazionale ed internazionale, con una crescita che non accenna a ripartire e con il settore dell edilizia e delle costruzioni completamente fermo, attanagliato da una paralisi del mercato che si ripercuote pesantemente sul lavoro professionale e sul tenore di vita quotidiano dei tecnici della progettazione e dell esecuzione delle opere edilizie. La frenata della produzione industriale nell ambito delle costruzioni ha di fatto comportato una riduzione dell occupazione professionale, con conseguenze molto negative sui redditi medi e pesanti ripercussioni sul risparmio pensionistico. Ne abbiamo parlato proprio con i colleghi delle Casse di Previdenza dei Chimici, Dottori Agronomi e Dottori Forestali, Geologi ed Attuari (EPAP), degli Ingegneri ed Architetti (INARCASSA) e dei Periti Industriali (EPPI), nonché con gli Ordini e Collegi professionali degli Architetti (CNAPPC), dei Chimici (CNC), dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali (CONAF), dei Geologi (CNG), degli Ingegneri (CNI) e dei Periti Industriali (CNPI). In un clima di collaborazione e intesa generale abbiamo deciso di unirci per elaborare una serie di iniziative per contribuire al rilancio ed alla qualificazione del mercato delle infrastrutture e dei servizi professionali dell area tecnica. Un obiettivo da raggiungere attraverso l avvio di un laboratorio di idee per garantire qualità in ogni fase del processo formativo e professionale, come asset strategico per un Italia che voglia ricominciare a crescere, sostenuta dalla forza unitaria delle professioni tecniche, che si sono messe in prima fila nell affrontare il duro percorso che deve spronare il settore della riqualificazione del nostro patrimonio urbano e contribuire a far ripartire il mercato e l economia del Paese. Il laboratorio di idee si è impegnato a costituirsi come 11

12 ANNO III n. 16 LUGLIO - AGOSTO 2011 punto di riferimento per le Istituzioni nell elaborazione di progetti concreti ed efficaci per il miglioramento del valore economico dell attività edilizia, al servizio dei soggetti privati e della pubblica amministrazione, portando su un tavolo già nel prossimo autunno gli studi, le ricerche ed i piani di azione necessari. I professionisti dell area tecnica hanno già cominciato a lavorare uniti per assicurare sostenibilità e qualità ambientale al Paese, puntando a dare maggiori certezze lavorative e previdenziali ai giovani che si affacciano al futuro del mondo professionale. Una prima iniziativa concreta l abbiamo già annunciata, dopo averla a lungo progettata e vagliata, nell interesse di tutti: si tratta della creazione di un fondo di investimento, dedicato al settore edilizio, in cui far convergere una quota significativa del patrimonio delle Casse di previdenza, che ammonta globalmente ad oltre 7 miliardi di euro ed è alimentato dal più di mezzo milione di professionisti delle costruzioni. Il Fondo dovrà servire al finanziamento dei lavori necessari per il recupero e la riqualificazione di edifici e opere pubbliche e private oggi degradate e inutilizzabili con interventi mirati finalizzati alla reimmissione a reddito. La presentazione ufficiale dei dettagli del progetto avverrà a novembre, in un convegno che parlerà anche della costituzione della rete dei professionisti, con le stesse prerogative delle attuali reti di imprese, offrendo al mercato anche un sistema di standard minimi di qualità per la valutazione delle prestazioni professionali. Abbiamo intenzione di abbattere gli steccati delle rivendicazioni egoistiche da parte delle singole professioni: in questo momento difficile abbiamo ribadito che l unione fa la forza e che uniti possiamo far pesare i quasi 13 miliardi di euro di fatturato che l insieme di tutte le professioni conta nel Paese. La componente professionale deve diventare ancora più forte al tavolo del Governo, qualificandosi per quello che vale realmente nell economia del Paese e sedendo alla pari con la rappresentanza industriale e con quella del sindacato dei lavoratori dipendenti, nei luoghi e nei momenti in cui si decidono le grandi linee strategiche dello sviluppo italiano nel contesto europeo. Il momento è importante e va colto in tutta la sua valenza, proprio mentre la politica economica ridisegna l assetto produttivo ed il bilancio dello Stato, e il mercato dei servizi professionali nel settore edilizio può dare un contributo straordinario di efficacia e competenza all azione di risanamento e di sviluppo. Nel contesto va anche inserito un ripensamento generale sulle linee di riforma che il potere legislativo ha ipotizzato in questi ultimi anni, in termini di tariffe, ruolo dell ordinamento, valore previdenziale. Non è possibile più spremere le professioni tecniche, che hanno visto fermi i propri redditi medi a valori intorno ai euro annui, con fortissime sperequazioni tra il Settentrione ed il Mezzogiorno, tra giovani all inizio dell attività e professionisti affermati, tra donne e uomini. Nelle mani dei professionisti della progettazione edilizia passa anche la responsabilità del corretto uso del vortice di denaro dei lavori pubblici, che solo grazie ad una standardizzazione della qualità progettuale, affidata all autogoverno rafforzato delle professioni, potrà assicurare in futuro gare di appalto in cui il massimo ribasso non coincida con lo scadimento della qualità della progettazione delle opere. In questo senso bisogna anche affrontare una volta per tutte i contrasti tra liberi professionisti sulle datate e ormai non più tollerabili diatribe sulle competenze costruendo le basi per una collaborazione che vada incontro alle esigenze del miglioramento del prodotto finale, della sua funzionalità e del suo valore economico e sociale. Vogliamo puntare molto sulla professionalità e sulla competenza degli oltre iscritti negli Ordini e Collegi dei professionisti del settore tecnico che dovranno contribuire al rilancio della economia del nostro paese nei prossimi anni; chiediamo al Governo ed al Parlamento di fare altrettanto, perché siamo certi che i professionisti saranno in prima fila e daranno il loro contributo per lo sviluppo dell economia e per l eliminazione di sprechi, corruzione e malaffare, purché adeguatamente sostenuti e valorizzati. Le nostre risorse, quelle dei nostri Fondi previdenziali, sono a disposizione per questo progetto ampio e generalizzato. photo shutterstock.com/ JOSEPH S.L. TAN MATT 12

13 PARTECIPAZIONE Verso la corresponsabilità per un Italia contro le mafie e la corruzione Considerato: che la legge 31 maggio 1965, n. 575 Disposizioni contro la mafia e successive modificazioni ha previsto la confisca e il riutilizzo per finalità istituzionali e sociali dei beni ad organizzazioni criminali; che il Decreto legge del 4 febbraio 2010, n. 4 convertito in Legge, con modificazioni, dalla Legge 31 marzo 2010, n. 50, ha istituito l Agenzia Nazionale per l amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata ; che in data 29 luglio 2010, presso la Prefettura di Crotone è stato firmato dal Collegio Geometri e Geometri Laureati della Provincia di Crotone e dal Comune di Isola di Capo Rizzuto un protocollo d intesa per le attività di rilievo, riperimetrazione e riconfinamento dei cespiti confiscati ad organizzazioni criminali nel Comune di Isola Capo Rizzuto, dato che le predette attività sono proprie della professionalità tecnica dei geometri e si inquadrano nell ambito delle Norme Deontologiche di categoria, preordinate ad assicurare l esercizio della professione secondo canoni di correttezza, decoro e dignità, garantendo altresì gli interessi superiori della collettività e favorendo lo sviluppo della società nel segno della legalità e della giustizia sociale. Il Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati, l Agenzia Nazionale per l amministrazione e la destinazione dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata e Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie intendono perseguire in collaborazione il rafforzamento della cultura della legalità mantenendo elevata l attenzione sui fenomeni di criminalità ed illegalità diffusa, contribuendo alla conoscenza di questi fenomeni e alla loro evoluzione e soprattutto proponendo, tramite la riutilizzazione per finalità sociali dei beni confiscati alla mafia, modelli alternativi di sviluppo sociale ed economico nella legalità. Il Consiglio Nazionale Geometri e Geometri Laureati si è reso disponibile ha prestare collaborazione, anche attraverso i Collegi provinciali, gli Iscritti agli Albi, la Fondazione Geometri Italiani e le Associazioni di categoria, per affrontare e risolvere i complessi problemi riguardanti la salvaguardia del territorio e la difesa e valorizzazione della legalità. Inoltre si impegna a: collaborare nelle attività tecniche finalizzate alla gestione dei beni confiscati su tutto il territorio nazionale e alle definizioni di progetti per il loro utilizzo sociale ed istituzionale, con particolare riguardo a quei beni immobili che necessitano di interventi di riconversione e ristrutturazione edilizia secondo principi di sostenibilità ambientale, efficienza e risparmio energetico e a quei terreni per i quali e necessaria un azione di rilievo, riperimetrazione e riconfinamento. valutare la fattibilità di progetti integrati di recupero e riciclaggio di inerti, produzione di materiali edili e calcestruzzo di qualità sul modello della Calcestruzzi Ericina, azienda confiscata in provincia di Trapani, la cui gestione è affidata alla Cooperativa di lavoratori Calcestruzzi Ericina Libera terra realizzare strumenti e attività di comunicazione, educazione e sensibilizzazione sui temi della legalità nella Scuole e nelle Università attivare la formazione comune. Libera. Associazioni, nomi e numeri contro le mafie Presieduta da Don Luigi Ciotti, è nata il 25 marzo 1995 con l intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Attualmente Libera è un coordinamento di oltre associazioni, gruppi, scuole, realtà di base, territorialmente impegnate per costruire sinergie politico-culturali e organizzative capaci di diffondere la cultura della legalità. La legge sull uso sociale dei beni confiscati alle mafie, l educazione alla legalità democratica, l impegno contro la corruzione, i campi di formazione antimafia, i progetti sul lavoro e lo sviluppo, le attività antiusura, sono alcuni dei concreti impegni di Libera. Libera è riconosciuta come associazione di promozione sociale dal Ministero della Solidarietà Sociale. Nel 2008 è stata inserita dall Eurispes tra le eccellenze italiane. 13

14 SOCIETÀ E COSTUME Cercare l oro: passione e soddisfazione di Arturo Ramella Geometra, libero professionista Domenica, ore 8:00, provincia di Biella. Un gruppo di amici è appena arrivato sul torrente Elvo. Niente canne da pesca, ami o esche: gli attrezzi che hanno con sé si chiamano batèa e canaletta (o scaletta). Lo scopo della scampagnata infatti non è la pesca di trote e persici, ma la ricerca dell oro. Sì, l oro. Perché l Elvo, ma anche altri fiumi e torrenti del nord Italia, sono corsi d acqua già noti in epoca romana come giacimenti di oro alluvionale. Oggi, in Italia, si possono stimare in quasi 500 i cercatori del prezioso metallo, colpiti da una febbre ereditaria tramandatasi nei secoli. Tutto cominciò con i Romani, che secondo il racconto di Plinio il Vecchio e Strabone, nel II secolo a.c. si impossessarono delle miniere del biellese, le miniere d oro a cielo aperto della Bessa, strappandole alla popolazione dei Victimuli. Dopo quasi 300 anni di sfruttamento intensivo, in cui arrivarono a impiegarvi fino a lavoratori, l oro diminuì drasticamente e i Romani si indirizzarono alle più redditizie miniere iberiche. Da allora, la ricerca dell oro nell Elvo si trasformò in un attività priva di intenti commerciali, praticata dai contadini in alternanza al lavoro nei campi. L oro trovato non consentiva a nessuno di arricchirsi, tutt al più poteva essere utilizzato come merce di scambio. Significativo in tal senso il fatto che fino all Ottocento la ricerca fosse definita pesca : allo stesso modo di chi pescava trote, c era chi pescava oro. Soltanto nel Novecento il termine scompare e dal Nord America fanno breccia nell immaginario italiano il leggendario Klondike e la figura dell avventuriero, sulle tracce del filone che lo avrebbe reso ricco. Tramontata l era della pesca, debutta nella lingua italiana quella della ricerca. Il cercatore d oro del Duemila è un hobbista, come me, che ama passare una giornata in riva al fiume in compagnia degli amici, senza l illusione del guadagno, piuttosto per il piacere di conservare i piccoli quantitativi di oro trovato, in quanto non è possibile trovare grandi quantità, né tantomeno un pezzo che si possa definire pepita, proprio per il tipo di ricerca e per il tipo di deposito alluvionale nel quale cerchiamo. Il gruppo ideale è formato da quattro o cinque persone, che si alternano nelle tre fasi del (duro) lavoro. La prima è il cosiddetto assaggio, ovvero lo studio del torrente alla ricerca delle zone più ricche d oro. Sotto l azione della corrente, infatti, il materiale è trasportato a valle per poi depositarsi, secondo pesi specifici decrescenti, in punti del torrente ben precisi. I metalli a maggior peso specifico, come l oro, sono sospinti sulle rive meno esposte alla corrente, dette punte, in corrispondenza di una curva o di un allargamento dell alveo. Lo strumento utilizzato in questa fase è il piatto, o batèa, con il quale si testa la sabbia alla ricerca di materiali pesanti e, naturalmente, di oro. Questo si presenta sotto forma di pagliuzze, piccole briciole gialle che restano al fondo del piatto una volta lavate via le parti più leggere. I movimenti del cercatore sono facili da imparare con un po di pazienza e con l assistenza di un esperto. Individuata la zona giusta, si passa al secondo momento, 14

15 il lavaggio, effettuato con l aiuto della canaletta ( scaletta nel biellese), un asse lunga e stretta, delimitata da due sponde, che consente di separare i materiali in base al peso specifico. Posizionata nel senso della corrente in modo che l acqua vi scorra all interno, funziona come un filtro: il terriccio e i materiali leggeri fuoriescono dalla canaletta trascinati dal flusso dell acqua, mentre le scanalature trattengono i minerali pesanti, in prevalenza magnetite e ferro, ma anche l agognato oro. In questa fase ci si divide il lavoro: uno scava e setaccia grossolanamente quanto scavato per separare il sassi più grandi, un altro trasporta i secchi di sabbia, infine l ultimo del terzetto soltanto usa la canaletta. Al termine, il materiale pesante raccolto nelle scanalature è sottoposto a un secondo lavaggio effettuato con l aiuto del piatto. Ma attenzione: soltanto il cercatore più abile è in grado di imprimere al piatto il ritmo di rotazione che serve a separare l oro dagli altri minerali: è infatti questa la fase di lavoro che il più esperto del terzetto tipo si accolla volentieri... Per i meno esperti, un piccolo escamotage: la calamita, che elimina in fretta le particelle di ferro ed i metalli magnetici, così da avere meno materiale da lavare. Fino a venti anni fa in una giornata di lavoro era possibile portare a casa facilmente un paio di grammi d oro a testa. Oggi otteniamo pochi decimi di grammo. Un processo inesorabile, per il quale il futuro delle riserve alluvionali è segnato. L oro dei fiumi proviene infatti dai filoni di quarzo auriferi che solcano le Alpi occidentali, dal Monte Rosa all Appennino Ligure. Alla fine dell era glaciale, i ghiacciai scesero verso valle e quindi nel processo di formazione 15

16 ANNO III n. 16 LUGLIO - AGOSTO 2011 dei fiumi quelli che oggi solcano la Pianura Padana trascinarono con loro rocce e minerali. Del prezioso bottino originario, depredato con sistematicità dai nostri antenati, a noi non restano che le briciole, anzi le pagliuzze: di forma schiacciata e tondeggiante, grandi appunto come briciole di pane. Anche quel poco però può dare grandi soddisfazioni. Un tempo, era diffusa tra i cercatori del biellese la tradizione di fondere l oro ricavato dal torrente Elvo nelle fedi nuziali, dove il più famoso cavaòr della storia si dice abbia trovato, in circa quarant anni di fatiche, due chili e mezzo di pagliuzze. Una consuetudine attestata anche in altre zone aurifere. Anche l anello che porto al mio anulare è realizzato da un abile orafo biellese con il mio oro! Anche fuori dall Italia, la ricerca dell oro ha dato vita a usanze romantiche. Nel nord della Finlandia, nella località di Tankavaara, in prossimità delle nozze i fidanzati campeggiano sul fiume per qualche giorno, e non fanno ritorno al villaggio prima di aver raccolto i grammi necessari alla confezione di due fedi. Una sorta di esperimento di convivenza prematrimoniale che, se ha successo, non può che saldare l amore in una lega duratura. Provare per credere. Arturo Ramella Nato a Biella nel 1963, Ramella, geometra dal 1982, ha anche frequentato l Ifts Tecnico superiore per il marketing del turismo integrato. Esercita la professione in Cossato (BI) con lo Studio Tecnico Associato Ramella Gualinetti Morello. Dal 2009 è Presidente della World Goldpanning Association sotto la cui egida vengono organizzate prove di abilità e gare in campo internazionale. Le Nazioni aderenti all organismo sono 21 e nel 2013 i Campionati Mondiali di questa spettacolare attività si svolgeranno in Italia, a Biella. 16

17

18 PENSARE Etica e Tecnica Dove andiamo? Umberto Galimberti Pubblichiamo l intervento (e le risposte alle domande poste dal pubblico) tenuto dal filosofo Umberto Galimberti nell ambito di Popsophia, Primo Festival del Contemporaneo, svoltosi a Civitanova Marche, dal 15 luglio e il 7 agosto scorsi, organizzato dall Amministrazione comunale di Civitanova Marche, con il contributo della Regione Marche. A seguire si propone un testo sulla pop-sophia del filosofo Umberto Curi, Presidente del Comitato Scientifico della manifestazione. Siamo ancora tutti persuasi che l uomo sia il soggetto della Storia e che in questa epoca sta usando la Tecnica come uno strumento per realizzare i suoi scopi. Le cose invece non vanno così. Siamo effettivamente nell Età della Tecnica, ma questa non assomiglia assolutamente alle età che l hanno preceduta, perché tutte le età che l anno preceduta dall antichità, al medioevo, al rinascimento, l illuminismo, il romanticismo, il positivismo erano tutte età pre-tecnologiche dove funzionava il paradigma che l uomo è il soggetto della Storia e la Tecnica è lo strumento con cui realizza i suoi scopi. Oggi non è più così. La Tecnica è diventata il soggetto della Storia e gli uomini sono diventati funzionari negli apparati tecnici. Siamo stati deposti dal protagonismo storico. La Storia non è più il luogo della nostra azione, ma il luogo dell azione della Tecnica. Con la parola Tecnica non intendo le macchinette' che abbiamo. Non intendo i computer, i telefonini, i frigoriferi o le automobili. Con la parola Tecnica intendo la forma più alta di razionalità. Più alta ancora dell Economia, perché l Economia soffre ancora di una passione umana, che è la passione per il denaro da cui la Tecnica è esonerata. Una razionalità, però, a breve raggio che consiste sostanzialmente nella correlazione mezzo-scopo. La Scuola di Francoforte, Adorno, Horkheimer, Marcuse, giusto per far dei nomi, hanno chiamato questo tipo di Ragione, Ragione strumentale e consiste nell utilizzo minimo di mezzi per il raggiungimento massimo di scopi. Questa è diventata una nostra forma mentis per cui noi oggi non sappiamo più che cosa è bello, cosa è buono, cos è vero, cos è sacro. Capiamo solo cosa è utile. Perché questo tipo di razionalità che ottimizza gli scopi con l impiego minimo di mezzi è diventata la nostra forma mentis. Perché la Tecnica non passa come il vento, ma passa anche trasformando il nostro modo di pensare. Quando è successo questo evento? L età della Tecnica io la farei incominciare dalla Seconda Guerra Mondiale. Certo anche prima c era strumenti tecnologici... Ed è stata anticipata da un intuizione di Hegel il quale in un libro di logica dice che, quando un fenomeno aumenta quantitativamente non abbiamo solo un aumento quantitativo di un fenomeno, ma abbiamo anche una variazione qualitativa del paesaggio. E fa un esempio molto semplice Hegel. Se mi tolgo un capello, sono uno che ha i capelli, se mi tolgo un altro capello sono ancora uno che ha i capelli, se vado avanti con questo gesto e mi tolgo tutti i capelli, sono calvo. Cambiamento qualitativo per l aumento quantitativo di un gesto. Ad ascoltare questo argomento è stato Marx che l ha applicato all Economia. Marx ha detto: tutti siamo persuasi 18

19 che il denaro è un mezzo per realizzare certi scopi che sono la soddisfazione dei bisogni e la produzione dei beni. Però se questo mezzo aumenta quantitativamente e diventa la condizione universale per realizzare qualsiasi scopo, per soddisfare qualsiasi bisogno, per produrre qualsiasi bene, il denaro non è più un mezzo ma diventa il fine. Per realizzare il quale si vedrà se soddisfare i bisogni e in che misura produrre beni. Ecco se noi utilizziamo questo argomento di Hegel, di Marx e lo applichiamo alla Tecnica, se la Tecnica è la condizione universale per realizzare qualsiasi scopo la Tecnica non è più un mezzo ma è il primo scopo che tutti vogliono, perché senza questo mezzo divenuto scopo, gli scopi restano sogni. Sono passati vent anni da che è crollata l Unione Sovietica. Perché è crollata nel 1989 e non è crollata nel 1960? Perché nel 1960 l Unione Sovietica disponeva di un attrezzatura tecnica equipollente a quella del suo antagonista che era il capitalismo americano. Qualcuno ricorderà, se ha la mia età, che nel 1960 il primo Sputnik nello spazio fu inviato dall Unione Sovietica. Nel 1989, la tecnica sovietica era incommensurabilmente inferiore a quella americana. E a questo punto lo scopo che è l espansione del comunismo, collassa. Perché? Perché il mezzo, quel mezzo che non è più un mezzo ma è diventato scopo, non è all altezza dell evento. Ecco nel momento in cui la Tecnica diventa il soggetto della Storia tutte le categorie con cui noi abbiamo interpretato l individuo e la società, partendo dall ipotesi del primato dell uomo, che qui potremmo chiamare umanismo, come lo chiamava Heidegger, vengono completamente stravolte. Per brevità mi limiterò a due scenari: lo scenario politico e lo scenario etico, per controllare e verificare come tutte le categorie politiche ed etiche che funzionavano quando l uomo era il soggetto della Storia, non funzionano più nell età della Tecnica. Se assumiamo la Politica dobbiamo dire che la Politica era stata pensata da Platone come la Tecnica Regia. Curi nei suo libri ci ricorda che Platone avverte che le Tecniche sanno come si fanno le cose, ma perché si devono fare e se si devono fare lo decide la Politica. Oggi la Politica non è più il luogo della decisione, perché la Politica per decidere guarda all Economia. Ma anche l Economia non è più il luogo della decisione, perché a sua volta per decidere gli investimenti guarda alle risorse tecnologiche. E allora il processo decisionale si è portato dalla Politica all Economia e dall Economia alla Tecnica. Quando diciamo che noi potremmo sollevarci e salvarci dalla concorrenza cinese solo attraverso la ricerca e il miglioramento delle nostre tecnologie stiamo dicendo che è lì dove si decidono le cose. Non più a livello politico e non più a livello economico. Non solo, ma la Tecnica rischia anche di compromettere quella dimensione a cui tutti siamo affezionati, che si chiama Democrazia. Forse la Democrazia non si è mai realizzata, ma è restata sempre comunque un idea regolativa, a partire dall antica Grecia a oggi. Non si è realizzata nell Impero romano, non si è realizzata nel Medioevo, non si è realizzata nel Rinascimento, tanto meno nel primo Novecento. Però è rimasta come idea a cui si doveva approdare, pervenire. Ecco, con la Tecnica temo che questo scenario collassi. Perché? Perché la Tecnica mette sul tavolo ogni giorno, una qualità di problemi rispetto ai quali noi siamo tutti 19

20 ANNO III n. 16 LUGLIO - AGOSTO 2011 Platone incompetenti. E quando ci dovessero chiedere, per esempio, volete o non volete aprire le centrali nucleari per rispondere con competenza io dovrei essere un fisico nucleare. E siccome non sono un fisico nucleare, come faccio a decidere? Decido sulla base di fattori che Platone non avrebbe avuto esitazione a chiamare retorici, ovvero decido perché appartengo ad una certa fede, perché sono stato persuaso da quel politico, decido perché qualcuno mi ha persuaso e mi ha convinto con le sue parole, o per altra sorta di mozione degli affetti. E allora su questa base si decide in maniera irrazionale. Non per competenza, ma per fascinazione. Per effetto retorico, per la capacità di persuadere, non per la capacità di sapere. Se dovessi decidere se gli organismi geneticamente modificati sono praticabili o no dovrei essere un biologo molecolare oppure un genetista. E non essendo né l uno né l altro i miei processi di decisione avvengono sulla base della persuasione. E se noi pensiamo che Platone dei 34 Dialoghi che ci ha lasciato, ben 14 sono contro i retori e i sofisti, ovvero contro coloro che attraverso falsi sillogismi, paralogismi, persuadono la gente del falso, oppure con effetti retorici o attraverso la mozione degli affetti ottengono consenso e dice che costoro devono uscire dalla Città perché altrimenti la città non sarà ben regolata. Allora ci rendiamo conto che già Platone aveva intuito chi era il vero nemico della buona convivenza nella polis, e pensava all espulsione dei retori e dei sofisti, di coloro che persuadono senza argomentazione. E la Filosofia nasce appunto nel tentativo di produrre delle idee che siano argomentate e non delle idee che siano persuasive, seduttive, piacevoli e fideistiche. Questo per quanto riguarda lo scenario politico. Se passiamo a quello etico le cose vanno ancora peggio. Per esprimerci in modo riassuntivo possiamo dire che l Occidente ha conosciuto sostanzialmente tre etiche; l etica cristiana, che è stata una grande etica, perché sull etica cristiana si è costruito tutto l ordine giuridico europeo. È un etica dell intenzione, dove il giudizio avviene in interiorità per hominis, ovvero che intenzione produce la tua azione. E a partire dall intenzione sarai giudicato. Anche oggi i Tribunali stabiliscono che la mia azione è colpevole se avevo intenzione di compierla, la cattiva azione. Oppure se uccido qualcuno senza averne intenzione il mio delitto è colposo. Oppure è intenzionale, oppure e preterintenzionale. Vedete tutta questa carica di interiorità che decide della colpevolezza o la non colpevolezza. Nell età della Tecnica conoscere le intenzioni non serve proprio ad un granché. Che intenzione avessero Oppenheimer o Fermi quando hanno inventato la bomba atomica non è interessante. Molto più interessante è conoscere gli effetti della bomba atomica. Per cui se continuiamo a giudicare le cose a partire dalle intenzioni degli attori sociali ci muoviamo in un contesto rispetto al quale l Età della Tecnica resta completamente insensibile. Kant ha formulato un etica che possiamo definire laica, non tanto perché Kant non credesse in Dio, ma perché aveva pensato di costruire un etica a prescindere dalla fede o dalla non fede in Dio. Un etica costruita sulle basi della pura ragione. Un etica che possiamo riassumere in una frase da lui stesso formulata: l uomo va trattato sempre come un fine, mai come un mezzo. Anche quest etica non si è mai realizzata. Basta vedere la condizione dell immigrato. L immigrato oggi ha diritto di cittadinanza se funziona come mezzo di lavoro, di profitto. Ma se non funziona così, il fatto che sia uomo non gli dà un diritto di cittadinanza. Faccio presente che la nostra condizione non è molto dissimile da quella dell immigrato. Anche noi abbiamo diritto di cittadinanza alla sola condizione di essere in qualche modo occupati in strutture lavorative, di prestazione. Senza le quali subiamo un emarginazione sociale come i giovani toccano con mano ogni giorno. Ma anche se si fosse realizzato questo intendimento kantiano, l uomo trattato sempre come fine e mai come mezzo, anche quest etica non funzionerebbe. Perché andava bene all epoca di Kant quando la Terra era grande e gli uomini erano pochi, ma oggi è vero che l uomo va 20

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI

FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI FESTIVAL TORINO E LE ALPI 2015: BANDO PER PROGETTI CULTURALI NEI TERRITORI ALPINI PREMESSA Nell ambito del Programma Torino e le Alpi, la Compagnia di San Paolo ha promosso dal 12 al 14 settembre 2014,

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti

Curriculum Vitae Paolo Degl Innocenti INFORMAZIONI PERSONALI Paolo Degl Innocenti POSIZIONE RICOPERTA Responsabile di U.O. Agenzia del Demanio ESPERIENZA PROFESSIONALE Dal 1/7/2012 7/2006-6/2012 11/2005-7/2006 4/2004-10/2005 Responsabile Servizi

Dettagli

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI

DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI DICHIARAZIONE DEI DIRITTI SESSUALI Riconoscendo che i diritti sessuali sono essenziali per l ottenimento del miglior standard di salute sessuale raggiungibile, la World Association for Sexual Health (WAS):

Dettagli

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo

Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Per un Expo che getti un seme contro la fame nel mondo Il primo maggio 2015 si inaugura a Milano l EXPO, un contenitore di tematiche grandi come l universo: "Nutrire il pianeta. Energia per la vita. Una

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale

Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale 1 Maria Giovanna Piva * * Presidente del Magistrato alle Acque di Venezia Il Magistrato alle Acque di Venezia per la riqualificazione dell Arsenale Da moltissimi anni il Magistrato alle Acque opera per

Dettagli

Comune di Grado Provincia di Gorizia

Comune di Grado Provincia di Gorizia Comune di Grado Provincia di Gorizia REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DEGLI INCENTIVI PER LA PROGETTAZIONE E LA REALIZZAZIONE DI LAVORI PUBBLICI, AI SENSI DELL ART.11 DELLA LEGGE REGIONALE 31 MAGGIO 2002,

Dettagli

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo

J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO. Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo J. Delors NELL EDUCAZIONE UN TESORO Rapporto all UNESCO della Commissione Internazionale sull Educazione per il XXI secolo L utopia dell educazione L educazione è un mezzo prezioso e indispensabile che

Dettagli

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO

Ufficio Tecnico REGOLAMENTO Comune di Cabras Provincia di Oristano Comuni de Crabas Provìncia de Aristanis Ufficio Tecnico S e r v i z i o l l. p p. - U r b a n i s t i c a - P a t r i m o n i o REGOLAMENTO PER LA VENDITA DA PARTE

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

RESPONS.In.City - Methodology

RESPONS.In.City - Methodology RESPONS.In.City - Methodology THE METHODOLOGY OF A RESPONSIBLE CITIZENSHIP PROMOTION Metodologia di Promozione della Cittadinanza come Responsabilità Condivisa 1 Premessa La possibilità di partecipare

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del

GLI ASSI CULTURALI. Allegato 1 - Gli assi culturali. Nota. rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del GLI ASSI CULTURALI Nota rimessa all autonomia didattica del docente e alla programmazione collegiale del La normativa italiana dal 2007 13 L Asse dei linguaggi un adeguato utilizzo delle tecnologie dell

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

CATASTO EDILIZIO URBANO

CATASTO EDILIZIO URBANO CATASTO, CARTOGRAFIA ED EDILIZIA collana a cura di Antonio Iovine catasto edilizio urbano AI5 MARIO IOVINE NICOLA CINO CATASTO EDILIZIO URBANO GUIDA PRATICA N.3 ESEMPI DI DICHIARAZIONI DI VARIAZIONI DI

Dettagli

Mario Polito IARE: Press - ROMA

Mario Polito IARE: Press - ROMA Mario Polito info@mariopolito.it www.mariopolito.it IMPARARE A STUD IARE: LE TECNICHE DI STUDIO Come sottolineare, prendere appunti, creare schemi e mappe, archiviare Pubblicato dagli Editori Riuniti University

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

REGIME FORFETARIO 2015

REGIME FORFETARIO 2015 OGGETTO: Circolare 4.2015 Seregno, 19 gennaio 2015 REGIME FORFETARIO 2015 La Legge di Stabilità 2015, L. 190/2014 articolo 1 commi da 54 a 89, ha introdotto a partire dal 2015 un nuovo regime forfetario

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma

84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Franco Leccese 84, via Angelica Balabanoff,00155, Roma Telefono 3461722196 Fax Email Nazionalità

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile

Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Cultura, creatività e sviluppo sostenibile Forse sarebbe necessario che iniziassi correggendo il titolo di questa mia breve introduzione: non cultura, creatività e sviluppo sostenibile, ma cultura globalizzata,

Dettagli

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE

Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Milano, 6/5/15 AVVISO PROROGA E INTEGRAZIONE Il bando relativo all iniziativa URSA AWARD: Best project for a better tomorrow si modifica e integra come segue: 1) la partecipazione viene prorogata fino

Dettagli

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee

CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE. Associazione delle Università Europee CARTA DELLE UNIVERSITÀ EUROPEE SULL APPRENDIMENTO PERMANENTE Associazione delle Università Europee Copyright 2008 della European University Association Tutti i diritti riservati. I testi possono essere

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Proposta per un Nuovo Stile di Vita.

Proposta per un Nuovo Stile di Vita. UNA BUONA NOTIZIA. I L M O N D O S I P U ò C A M B I A R E Proposta per un Nuovo Stile di Vita. Noi giovani abbiamo tra le mani le potenzialità per cambiare questo mondo oppresso da ingiustizie, abusi,

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE

I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE I NUOVI INDIRIZZI DELLA VAS PROPOSTI DALLA ASSOCIAZIONE INTERNAZIONALE PER LA VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIETALE Ing Giuseppe Magro Presidente Nazionale IAIA 1 Italia 2 La Valutazione Ambientale Strategica

Dettagli

C M Y K C M Y K. 5. La normativa

C M Y K C M Y K. 5. La normativa 5. La normativa 5.1 Il quadro normativo Numerose sono le norme di riferimento per la pianificazione e la progettazione delle strade. Vengono sinteticamente enunciate quelle che riguardano la regolazione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO

AVVISO PUBBLICO RENDE NOTO Regione Puglia COMUNE DI VICO DEL GARGANO Provincia di Foggia - Ufficio Tecnico Comunale - III SETTORE - Largo Monastero, civ.6 e-mail aimolaelio@fastwebnet.it. e-mail aimolaelio@comune.vicodelgargano.fg.it

Dettagli

Dai valore al tuo domani. fondo pensione

Dai valore al tuo domani. fondo pensione Dai valore al tuo domani fondo pensione fondo pensione E grande la soddisfazione per aver raggiunto l'obiettivo di realizzare il primo Fondo di Previdenza Complementare di categoria gestito da una Cassa

Dettagli

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede)

STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt. Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) STATUTO DELL'ASSOCIAZIONE Amici della Pedagogia Waldorf Emil Molt Art. 1 (Costituzione, denominazione e sede) 1) E costituita, nel rispetto del Codice Civile, della Legge 383/2000 e della normativa in

Dettagli

Giunta Regionale della Campania

Giunta Regionale della Campania Avvertenze: il testo vigente qui pubblicato è stato redatto dal Settore Legislativo dell'a.g.c. 01 della Giunta Regionale al solo fine di facilitare la lettura delle disposizioni della legge, integrata

Dettagli

Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive

Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive Attuazione e applicazione del Regolamento REACH: sfide e prospettive Aspetti critici e rimedi Avv. Giovanni Indirli Senior attorney +32 2 5515961 gindirli@mayerbrown.com 21 Maggio 2010 Mayer Brown is a

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M

R E A L E S T A T E G R U P P O R I G A M O N T I. C O M REAL ESTATE GRUPPORIGAMONTI.COM 2 Rigamonti Real Estate La scelta giusta è l inizio di un buon risultato Rigamonti Founders Rigamonti REAL ESTATE Società consolidata nel mercato immobiliare, con più di

Dettagli

7ª tappa È il Signore che apre i cuori

7ª tappa È il Signore che apre i cuori Centro Missionario Diocesano Como 7 incontro di formazione per commissioni, gruppi e associazioni missionarie 3 anno Aprile 2009 Paolo: la Parola di Dio non è incatenata 7ª tappa È il Signore che apre

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ 74.90.93 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA

STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ 74.90.93 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA STUDIO DI SETTORE TK30U ATTIVITÀ 71.12.40 ATTIVITÀ DI CARTOGRAFIA E AEROFOTOGRAMMETRIA ATTIVITÀ 74.90.21 CONSULENZA SULLA SICUREZZA ED IGIENE DEI POSTI DI LAVORO ATTIVITÀ 74.90.92 ATTIVITÀ RIGUARDANTI

Dettagli

INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4

INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4 INDICE PREMESSE... 2 1. VALUTAZIONI TERRITORIALI URBANISTICHE... 4 2. VALUTAZIONI DI CARATTERE ECONOMICO... 6 2.1 COSTO DI PRODUZIONE DI UN FABBRICATO... 6 2.2 INCIDENZA DEL VALORE DEL TERRENO SUL FABBRICATO...

Dettagli

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE

I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE I CHIARIMENTI DELL AGENZIA DELLE ENTRATE SUL REVERSE CHARGE Circolare del 31 Marzo 2015 ABSTRACT Si fa seguito alla circolare FNC del 31 gennaio 2015 con la quale si sono offerte delle prime indicazioni

Dettagli

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12

Nuovo Piano Casa Regione Lazio. Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 Nuovo Piano Casa Regione Lazio Legge 11 agosto 2009 n. 21, come modificata dalle leggi 13 agosto 2011 nn. 10 e 12 AMBITO DI APPLICAZIONE (Art. 2) La Legge si applica agli edifici: Legittimamente realizzati

Dettagli

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO

CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO CARTA DEI VALORI DEL VOLONTARIATO PRINCIPI FONDANTI 1. Volontario è la persona che, adempiuti i doveri di ogni cittadino, mette a disposizione il proprio tempo e le proprie capacità per gli altri, per

Dettagli

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse

CERVED RATING AGENCY. Politica in materia di conflitti di interesse CERVED RATING AGENCY Politica in materia di conflitti di interesse maggio 2014 1 Cerved Rating Agency S.p.A. è specializzata nella valutazione del merito creditizio di imprese non finanziarie di grandi,

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Gli oneri concessori

Gli oneri concessori Laboratorio di di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Modulo di Estimo Integrazione al costo di produzione: gli oneri concessori Proff. Coll. Renato Da Re Federica Di Piazza Gli oneri concessori

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Facciamo scuola consapevolmente

Facciamo scuola consapevolmente SCHEDA PRESENTAZIONE PROGETTO Progettazione e realizzazione di laboratori sull educazione al Consumo consapevole - Anno scolastico 2011/2012 BANDO 2011 ATTENZIONE La scheda progettuale, divisa in una parte

Dettagli

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO

Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente. U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO Dipartimento Ambiente e Sviluppo Servizio Ambiente U.O. C. Sviluppo Sostenibile, Agenda XXI, Comunicazione SINTESI PROGETTO ATTUAZIONE DEL PROGETTO REBIR Risparmio Energetico, Bioedilizia, Riuso Data 29.01.2009

Dettagli

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI

RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI Comune di San Demetrio Ne Vestini Provincia dell Aquila RELAZIONE SULLA FORMAZIONE DEL CATASTO DEGLI AGGREGATI EDILIZI 1. INTRODUZIONE La sottoscritta arch. Tiziana Del Roio, iscritta all Ordine degli

Dettagli

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA

SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA SEMINARIO DI AGGIORNAMENTO ORGANIZZATO DA ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI ROMA INCONTRO - 16 SETTEMBRE 2013 ARCH. VITO ROCCO PANETTA ARGOMENTI DA TRATTARE: DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week

Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Intervista ad Alessandro Franceschini presidente Equo Garantito rilasciata in occasione di World Fair Trade Week Maggio 2015 Scusi presidente, ma il commercio equo e solidale è profit o non profit? La

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE.

ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. ANTIRICICLAGGIO: LE NOVITÀ DELLA IV DIRETTIVA E LA POSSIBILE EVOLUZIONE DELLA NORMATIVA NAZIONALE. Casi pratici sulla corretta registrazione delle operazioni attinenti la gestione collettiva del risparmio

Dettagli

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia

LA STORIA DEL VECCHIO F di Patrizia Toia Patrizia Toia Patrizia Toia (born on 17 March 1950 in Pogliano Milanese) is an Italian politician and Member of the European Parliament for North-West with the Margherita Party, part of the Alliance of

Dettagli

*è stato invitato a partecipare; da confermare

*è stato invitato a partecipare; da confermare 1 *è stato invitato a partecipare; da confermare 8.30 Registrazione Partecipanti GIOVEDÌ 30 OTTOBRE - Mattina SESSIONE PLENARIA DI APERTURA (9.30-11.00) RILANCIARE IL MERCATO DELLA PA: STRATEGIE ED AZIONI

Dettagli

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione

John Dewey. Le fonti di una scienza dell educazione. educazione John Dewey Le fonti di una scienza dell educazione educazione 1929 L educazione come scienza indipendente Esiste una scienza dell educazione? Può esistere una scienza dell educazione? Ṫali questioni ineriscono

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Degl Innocenti Alessandro Data di nascita 4/10/1951 Qualifica Dirigente Amministrazione Comune di Pontassieve Incarico attuale Dirigente Area Governo del Territorio

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse

IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI febbraio/maggio 2008 IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse CICLO DI SEMINARI IMPORT EXPORT CAPIRE L IVA dall ABC alle operazioni complesse 26 febbraio PRESUPPOSTI

Dettagli

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com

LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO. CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com LA VIOLENZA NEI LUOGHI DI LAVORO CLAUDIO CORTESI cld.cortesi@gmail.com VIOLENZE NEI LUOGHI DI LAVORO: COSA SONO? any action, incident or behaviour, that departs from reasonable conduct in which a person

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Il vecchio contadino in viaggio verso l Europa. Dove va il diritto agrario oggi?

Il vecchio contadino in viaggio verso l Europa. Dove va il diritto agrario oggi? Il vecchio contadino in viaggio verso l Europa. Dove va il diritto agrario oggi? Delle molte definizioni che sono state date, quella del «diritto della produzione agricola» o «diritto dell agricoltura»

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI

I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI I FONDI IMMOBILIARI IN ITALIA E ALL ESTERO RAPPORTO 2010 I RELATORI ALBERTO AGAZZI GENERALI IMMOBILIARE ITALIA Alberto Agazzi è nato a Milano il 18/06/1977 ed laureato in Ingegneria Edile presso il Politecnico

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

IL SENSO DELLA CARITATIVA

IL SENSO DELLA CARITATIVA IL SENSO DELLA CARITATIVA SCOPO I Innanzitutto la natura nostra ci dà l'esigenza di interessarci degli altri. Quando c'è qualcosa di bello in noi, noi ci sentiamo spinti a comunicarlo agli altri. Quando

Dettagli

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI

IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI 0 IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari - Esodo con il contributo di di Vicenza e Verona quamproject Caritas Diocesana Bellunese, Veronese, Vicentina IMMAGIN(AR)IE RECLUSIONI progetto Immaginari

Dettagli

Principi d Azione. www.airliquide.it

Principi d Azione. www.airliquide.it Principi d Azione Codice Etico www.airliquide.it Il bene scaturisce dall'onestà; l'onestà ha in sè la sua origine: quello che è un bene avrebbe potuto essere un male, ciò che è onesto, non potrebbe essere

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Contribuite anche voi al nostro successo.

Contribuite anche voi al nostro successo. Entusiasmo da condividere. Contribuite anche voi al nostro successo. 1 Premi Nel 2009 e nel 2012, PostFinance è stata insignita del marchio «Friendly Work Space» per la sua sistematica gestione della salute.

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli

ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI. Consigli ORGANO UFFICIALE DELLA FEDERAZIONE ITALIANA DELLE ASSOCIAZIONI SINDACALI NOTARILI In collaborazione con Assessorato Aree Cittadine e Consigli di Zona Consigli Quanto costa comprar casa CASA: LE TASSE DA

Dettagli

Catturare una nuova realtà

Catturare una nuova realtà (Interviste "di LuNa" > di Nadia Andreini Strive - 2004 Catturare una nuova realtà L opera di Ansen Seale (www.ansenseale.com) di Nadia Andreini (www.nadia-andreini.com :: nadia@nadia-andreini.com) Da

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

Epidemiologia & Salute pubblica

Epidemiologia & Salute pubblica Epidemiologia & Salute pubblica a cura del Medico cantonale vol. VI nr. 3 La medicina non è una scienza esatta Con questo slogan il Dipartimento delle opere sociali è entrato nelle case dei ticinesi. L

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 10/04/2015

Direzione Centrale Entrate. Roma, 10/04/2015 Direzione Centrale Entrate Roma, 10/04/2015 Circolare n. 72 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli