Il supporto informatico nella didattica inclusiva. ovvero Lezioni di realismo per docenti entusiasti

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il supporto informatico nella didattica inclusiva. ovvero Lezioni di realismo per docenti entusiasti"

Transcript

1 Il supporto informatico nella didattica inclusiva ovvero Lezioni di realismo per docenti entusiasti

2 Web at a glance web informazioni contenuti da Interfaccia 1.0 Stand-alone; statiche Webmaster browser 2.0 Aggiornate in tempo reale con servizi di rete Webmaster e utenti 2D 3D 3.0 e superiore Aggiornate in tempo reale con servizi di rete da db integrato Webmaster, utenti, IA 3D 2

3 E la scuola? scuola studente docente Etica di riferimento 1.0 Riceve contenuti Ripete contenuti Ripete contenuti Corregge ripetizioni inesatte Si aggiorna (?) Ignora il gap generazionale Autorità 2.0 Apprende un metodo attraverso i contenuti Intuisce collegamenti Partecipa Insegna un metodo attraverso i contenuti Suggerisce collegamenti Stimola la partecipazione Si aggiorna (se può) Ascolta lo studente È consapevole del gap generazionale, linguisticoculturale, di abilità Autorevolezza Impegno X.0 Apprende competenze attraverso i contenuti Rielabora i contenuti Ha accesso a (quasi) infinite informazioni Partecipa Insegna a costruire competenze attraverso i contenuti Presenta creativamente i contenuti Ha accesso a (quasi) infinite informazioni Coordina la partecipazione Si aggiorna (se vuole) Ascolta lo studente Ha strumenti per capire il gap generazionale, linguistico-culturale, di abilità Autorevolezza Impegno Collaborazione Competenza Integrazione Etc. 3

4 La didattica inclusiva -1 Finalità Fare in modo che lo studente si senta parte di un gruppo che lo riconosce, lo rispetta, lo stima e gli vuole bene Riesca a soddisfare il più possibile il suo Bisogno di essere come gli altri Bisogno di veder riconosciute le proprie peculiarità quindi Per tutti 4

5 E cioè chi? Studenti di altra madrelingua Non capiscono testi Non conoscono la cultura Non condividono esperienze Non hanno argomenti di cui parlare A rischio drop out, che spesso Non condividono esperienze Non hanno argomenti di cui parlare Vivono una profonda dicotomia tra scuola/extra-scuola Di valori Di interessi Di competenze Sociale. 5

6 Molti studenti (e docenti) Percepiscono la scuola come rigidamente legata ai risultati Sono bravo e apprezzato, se ottengo certi risultati Se fallisco, non sono nulla e sono disprezzato quindi Meglio non fare nulla, almeno non avrò (tentato e) fallito 6

7 La didattica inclusiva -2 Finalità Creare le condizioni per cui il docente si senta parte di un gruppo (CdC, CdD, etc.) che lo riconosce, lo rispetta, lo stima Riesca a soddisfare il più possibile il suo Bisogno di essere come gli altri Bisogno di veder riconosciute le proprie peculiarità quindi non solo docenti di sostegno anzi 7

8 Quattro strade Formazione dei docenti Contenuti e strumenti Noi siamo qui Clima in classe Relazione insegnamento / apprendimento 8

9 Formazione dei docenti No docente di sostegno Specializzazioni funzionali 9

10 Clima in classe Buon clima = buon apprendimento Evitare sistemi comunicativo-relazionali poveri e monotoni Stima reciproca (è la parte più difficile) 10

11 Relazione insegnamento / apprendimento Costruire interazione sociale significativa L alunno è importante Il docente è importante 11

12 Contenuti e strumenti Adattare contenuti e strategie = flessibilità Più attenzione al processo in vista del risultato, anziché centralità del risultato e scarsa attenzione al processo I contenuti li sapete già 12

13 Incominciamo! 13

14 In pratica (ma non sempre) 14

15 La differenza

16 Sarà vero? Il saggio di Prensky risale al 2001

17 Il digital dinosaur Recognize that around 65% 85% of students and parents DO HAVE ACCESS to computers and the Internet and acknowledge that TECHNOLOGY IS NOT JUST A FAD. Things are changing at an ever increasing rate and will continue to do so in the lives of today's children, so you need to be a role model for LIFE-LONG LEARNING AND FLEXIBLE THINKING or you risk becoming irrelevant. Consider where you'd be today if most people in the 20th Century refused to accept the automobile and kept using horse-drawn buggies just because a car seemed unnatural and complicated? If you worked in business or industry, you would NOT HAVE THE OPTION TO REFUSE to use new programs instituted by your employer, so why should teachers think they are exempt? Would you want to go to a doctor or surgeon who refused to use new cutting-edge innovations? Don't keep bragging about your unwillingness to try new technology because YOU KNOW WHAT HAPPENED OVER 65 MILLION YEARS AGO TO DINOSAURS WHO COULDN'T ADAPT! Thank your lucky stars that according to modern research in neuroscience, your BRAIN DOES NOT STOP making new connections when you are six years old! Remember that you are still the teacher, and even though you may not be as adept at computers as some of your students, you are the expert in your content. You only have to learn enough tech tricks to engage your students' attention. Then they'll be motivated to learn subject content from you, and they can teach you the tech tools! According to Jack Lemmon, "FAILURE SELDOM STOPS YOU. WHAT STOPS YOU IS FEAR OF FAILURE." You CAN LEARN to use these tools, but the longer you ignore them, the more skills and knowledge you will have to catch up with so don t waste any more time ignoring them START LEARNING! TRANSLATION - OLD DOGS DINOSAURS CAN LEARN NEW TRICKS! (But, just like students, they have to want to learn!) 17

18 Un brevissimo test Da You Might be a Digital Dinosaur di Bob Cannon/The Cannon Advantage, 2009 (aggiornato) Ad ogni risposta negativa (no/non solo) assegnare +1. Pensate che Pinterest sia un sito per amanti della pittura? La vostra bilancia è di marca Instagram? Pensate che Stumbleupon sia un nuovo standard di sicurezza? Penaste che Fancy sia un nuovo cocktail della movida milanese? Pensate che LinkedIn abbia a che fare con le esigenze del vostro cane in giardino? Pensate che WordPress sia quello che Gutenberg ha utilizzato per stampare la Bibbia? Pensate che AJAX sia un noto detergente per la casa? 18

19 Ecco come assegnare i risultati >5 = Marketing Guru 4 = Social Networker 3 = Tweeter - Tweet Galateia 2 = appena sufficiente - Parla con un tweeter 1 = Digital Dinosaur chiedere immediatamente aiuto a un tweeter. 19

20 E allora? Dal momento che non possiamo sederci e piangere, vediamo se possiamo fare qualcosa : frase storica pronunciata dalla docente di Elaborazione del segnale digitale a una classe di studenti del secondo anno di Informatica alle prese col prodotto di convoluzione. Due o tre cose che faremmo bene a sapere, prima di cominciare 20

21 User created/generated content L utente non utilizza solo servizi, ma contribuisce al contenuto da loro offerto Es. librerie on-line (review degli utenti); ranking di hotel e tour operator, cellulari etc. Wiki (non solo pedia) Vantaggi: Maggiore facilità di reperimento di contenuti Più libertà di espressione anche critica Feed-back attraverso i commenti Svantaggi: Eventuali violazioni di diritti Errori non controllati (tempestivamente) 21

22 Social bookmarking Il social bookmarking è un metodo per gli utenti di internet di condividere, organizzare, cercare e gestire i segnalibri di risorse web. Non è file sharing. 22

23 Podcasting e Video Piace ai nativi digitali Costa poco (da fare, distribuire e fruire) È flessibile: si adatta a molti stili di apprendimento, ma presenta il rischio di replicare la lezione frontale Serve a Studenti per Ripassare Sentire lezioni cui sono stati assenti Italiano L2 (e non solo): migliorare competenze linguistiche Docenti per Autovalutazione Confronto con colleghi 23

24 QR-code Un QR Code (Quick Response) è un codice a matrice (o codice a barre bidimensionale) creato da Denso-Wave nel Oggi è usato anche per passare informazioni al cellulare via foto (link, dati, etc.). 24

25 Word-clouds Una tag-cloud o word-cloud è una rappresentazione visiva di user-generated tag, o semplicemente del contenuto verbale, di solito utilizzato per descrivere il contenuto dei siti web. I tag sono di solito le singole parole e in genere vengono elencati in ordine alfabetico, e l'importanza di un tag viene evidenziata grazie alla dimensione o al colore. 25

26

27 Ora possiamo Rilassarci e pensare a come usare tutto questo Surf Chair by Kenneth Lylover e Leif Sørensen 27

28 Alcuni links utili Edmodo: piattaforma per classe online Motore di ricerca per documenti e e-books La scuola che funziona (comunità italiana) 28

29 Cloud

30 Cloud Dropbox Google Drive SkyDrive icloud

31 Condivisione di risorse de.li.cio.us Citeulike Mendeley Pinterest Fancy Instagram Flickr

32 And many more Provate a cercare in rete e divertitevi a navigare un po di siti 32

33 E ora?? Come restare informati col minimo sforzo? RSS Feed Reader (Feed Demon, and so on ;-)) Ad esempio, 33

34 Un caso di studio: problemi Classe neoformata Competenze e conoscenze variegate Presenza di stranieri e / o disabili Assenza di relazioni sociali importanti Nuovo curriculum ministeriale Geografia e storia sono una sola materia Il docente non ha mai insegnato così Gli studenti non hanno mai appreso così Necessità di insegnare /imparare un metodo di lavoro 34

35 Un caso di studio: possibile soluzione Scienze è già presente in curriculum dal primo anno: il docente può darci una mano Troviamo un argomento comune e lavoriamo collaborativamente Tra noi Con gli studenti Dandoci una tempistica precisa (3-4 ore max) Badando al processo e non tanto al risultato Che comunque ci interessa (non mentiamoci!) Facciamo un wiki 35

36 Proposta: le glaciazioni Tra i primi argomenti in storia Con forti legami con la geografia Di attualità Ci poniamo una domanda importante: Capire la questione del riscaldamento globale e cioè È davvero così grave? Quanto incide l inquinamento? Chi fa affermazioni su questo argomento, come può giustificarle? Come sappiamo che tempo faceva un milione di anni fa? Etc. 36

37 Wiki Un wiki è un sito Web (o comunque una collezione di documenti ipertestuali) che viene aggiornato dai suoi utilizzatori e i cui contenuti sono sviluppati in collaborazione da tutti coloro che vi hanno accesso. La modifica dei contenuti è aperta, nel senso che il testo può essere modificato da tutti gli utenti (a volte soltanto se registrati, altre volte anche anonimi) procedendo non solo per aggiunte, ma anche cambiando e cancellando ciò che hanno scritto gli autori precedenti. Ogni modifica è registrata in una cronologia che permette in caso di necessità di riportare il testo alla versione precedente; lo scopo è quello di condividere, scambiare, immagazzinare e ottimizzare la conoscenza in modo collaborativo. Il termine wiki indica anche il software collaborativo utilizzato per creare il sito web e il server. Da wikipedia 37

38 Sul web Molti servizi a pagamento e gratuiti Registrazione in inglese Interfaccia utente in genere localizzabile in italiano Molto materiale Ricordarsi che: Wiki ci permette di coprire i nostri testi con Creative Commons, ma ci vieta di copia/incollare materiale coperto da diritto d autore Unicuique suum tribuere Ogni studente si logga col suo account ed è perciò responsabile di quanto scrive/carica; l amministratore dovrà però comunque vigilare. 38

Le TIC per la didattica inclusiva

Le TIC per la didattica inclusiva Le TIC per la didattica inclusiva Nadia Ambrosetti LSL Marconi di Milano CTI4 Milano Università degli Studi di Milano Le TIC nella scuola oggi Hardware diffuso Software diffuso Editor di testi Editor di

Dettagli

Wikischool. la scuola della partecipazione

Wikischool. la scuola della partecipazione Wikischool la scuola della partecipazione Il wiki Dalle Laste (home) Che cosa è "wikispaces"? Un wiki è uno spazio sul web in cui è possibile condividere il lavoro e le idee, immagini e link, video e media.

Dettagli

Strategie digitali per. Francesco Passantino Palermo-Catania, 20-21 giugno 2012 fpassantino@gmail.com about.me/fpassantino

Strategie digitali per. Francesco Passantino Palermo-Catania, 20-21 giugno 2012 fpassantino@gmail.com about.me/fpassantino Strategie digitali per il marketing locale Francesco Passantino Palermo-Catania, 20-21 giugno 2012 fpassantino@gmail.com about.me/fpassantino Stats1 (dic2011) A new report from Juniper Research finds

Dettagli

La classe 2.0 BYOD. 24 Marzo 2015

La classe 2.0 BYOD. 24 Marzo 2015 La classe 2.0 BYOD 24 Marzo 2015 Voi siete qui Piano Nazionale Scuola Digitale incontro di livello base su: LIM in classe e videoproiezione - livello base Lavorare con i dispositivi destinati alla fruizione

Dettagli

WEBCONFERENCE. La lezione a casa

WEBCONFERENCE. La lezione a casa WEBCONFERENCE La lezione a casa Fabio Biscaro @ www.oggiimparoio.it capovolgereibes.net 2 Valutazione dei video (1) 1. Video corti 2. Focus su un unico argomento 3. Essere chiari e non dare nulla per scontato

Dettagli

Formazione Zanichelli in rete Così gli insegnanti imparano la didattica digitale

Formazione Zanichelli in rete Così gli insegnanti imparano la didattica digitale Formazione Zanichelli in rete Così gli insegnanti imparano la didattica digitale Valentina Gabusi Zanichelli Editore S.p.A. vgabusi@zanichelli.it Dal 2014 a oggi sono più di 14.000 i docenti che hanno

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventinove

U Corso di italiano, Lezione Ventinove 1 U Corso di italiano, Lezione Ventinove U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Tre

U Corso di italiano, Lezione Tre 1 U Corso di italiano, Lezione Tre U Ciao Paola, come va? M Hi Paola, how are you? U Ciao Paola, come va? D Benissimo, grazie, e tu? F Very well, thank you, and you? D Benissimo, grazie, e tu? U Buongiorno

Dettagli

3 Strumenti pratici INTRODUZIONE PROTEZIONE DATI INFORMAZIONI DI CARATTERE PERSONALE. 3.2 Questionario sul gradimento di siti e portali

3 Strumenti pratici INTRODUZIONE PROTEZIONE DATI INFORMAZIONI DI CARATTERE PERSONALE. 3.2 Questionario sul gradimento di siti e portali INTRODUZIONE Esempio: Grazie per aver dedicato del tempo prezioso per rispondere ad alcune domane su NOME SITO/PORTALE Per la compilazione del questionario saranno necessari circa minuti. I tuoi commenti

Dettagli

Audiovisivo 2.0: scenari e strumenti della rete

Audiovisivo 2.0: scenari e strumenti della rete Audiovisivo 2.0: scenari e strumenti della rete Associazione Documentaristi Emilia Romagna 12 aprile 2012 obiettivi come i nuovi strumenti digitali possono diventare veri e propri alleati per la formazione

Dettagli

PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE

PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE PROGRAMMA DI LINGUA INGLESE CLASSE IG ANNO SCOLASTICO 2014/2015 Prof.ssa Rossella Mariani Testo in adozione: THINK ENGLISH 1 STUDENT S BOOK, corredato da un fascicoletto introduttivo al corso, LANGUAGE

Dettagli

Come gestire i Social Network

Come gestire i Social Network marketing highlights Come gestire i Social Network A cura di: Dario Valentino I Social Network sono ritenuti strumenti di Marketing imprescindibili per tutte le aziende che svolgono attività sul Web. Questo

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Diciannove

U Corso di italiano, Lezione Diciannove 1 U Corso di italiano, Lezione Diciannove U Al telefono: M On the phone: U Al telefono: U Pronto Elena, come stai? M Hello Elena, how are you? U Pronto Elena, come stai? D Ciao Paolo, molto bene, grazie.

Dettagli

Come sviluppare una strategia social per la promozione della propria struttura. www.claudiazarabara.it Dicembre 2015

Come sviluppare una strategia social per la promozione della propria struttura. www.claudiazarabara.it Dicembre 2015 Come sviluppare una strategia social per la promozione della propria struttura www.claudiazarabara.it Dicembre 2015 Utenti Internet nel mondo Utenti Internet in Europa Utenti Internet in Italia Utenti

Dettagli

Per questo motivo l'attività online è da considerarsi come parte imprescindibile di quella in presenza.

Per questo motivo l'attività online è da considerarsi come parte imprescindibile di quella in presenza. CORSO DI FORMAZIONE Insegnare e apprendere con i SocialMedia e gli Ambienti didattici 2.0 Ricordo a tutti quanti che le lezioni in presenza avranno un taglio teorico ma anche operativo dal momento che

Dettagli

Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato

Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato Società per la Biblioteca Circolante Programma Inglese Potenziato STRUTTURE GRAMMATICALI VOCABOLI FUNZIONI COMUNICATIVE Presente del verbo be: tutte le forme Pronomi Personali Soggetto: tutte le forme

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "EUROPA" 48018 FAENZA - Via degli Insorti, 2. telefono (0546) 28394 - fax (0546) 25816

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE EUROPA 48018 FAENZA - Via degli Insorti, 2. telefono (0546) 28394 - fax (0546) 25816 ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE "EUROPA" 48018 FAENZA - Via degli Insorti, 2 telefono (0546) 28394 - fax (0546) 25816 http://www.iceuropa.it - e-mail: raic809002@istruzione.it PEC: raic809002@pec.istruzione.it

Dettagli

L istruzione degli utenti e la promozione dei servizi delle biblioteche. Blog e wiki

L istruzione degli utenti e la promozione dei servizi delle biblioteche. Blog e wiki L istruzione degli utenti e la promozione dei servizi delle biblioteche Blog e wiki Biblioteca 2.0 la biblioteca sta cambiando l impatto del Web 2.0 (Open Acess, Wikis, Google book, blogosfera, Flickr,

Dettagli

SCHEDA TECNICA DI PRESENTAZIONE

SCHEDA TECNICA DI PRESENTAZIONE SCHEDA TECNICA DI PRESENTAZIONE TITOLO: I bisogni BREVE DESCRIZIONE DELL UNITÀ DI APPRENDIMENTO: in questa unità di apprendimento si vuole introdurre la classificazione dei bisogni dell uomo DIDATTIZZAZIONE

Dettagli

marketing highlights Google+ & Google+1 A cura di: dott.ssa Adelia Piazza

marketing highlights Google+ & Google+1 A cura di: dott.ssa Adelia Piazza marketing highlights Google+ & Google+1 A cura di: dott.ssa Adelia Piazza Google+ (Google Plus) è il Social Network firmato Google, lanciato in Italia nel 2011. Google + 1 Dal punto di vista dell utente,

Dettagli

Internet Information Literacy: tecnologie collaborative per le competenze informative. Cinzia Ferranti - Dipartimento FISPPA cinzia.ferranti@unipd.

Internet Information Literacy: tecnologie collaborative per le competenze informative. Cinzia Ferranti - Dipartimento FISPPA cinzia.ferranti@unipd. Internet Information Literacy: tecnologie collaborative per le competenze informative Cinzia Ferranti - Dipartimento FISPPA cinzia.ferranti@unipd.it 10 settembre 2015 Information Literacy L'economia basata

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventotto

U Corso di italiano, Lezione Ventotto 1 U Corso di italiano, Lezione Ventotto M I would like to eat a portion of spaghetti U Vorrei mangiare una porzione di spaghetti M I would like to eat a portion of spaghetti U Vorrei mangiare una porzione

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Quindici

U Corso di italiano, Lezione Quindici 1 U Corso di italiano, Lezione Quindici U Buongiorno, anche in questa lezione iniziamo con qualche dialogo formale M Good morning, in this lesson as well, let s start with some formal dialogues U Buongiorno,

Dettagli

Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato. Firenze, 4 maggio 2015

Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato. Firenze, 4 maggio 2015 Come internet e i social media possono diventare strumento prezioso per le associazioni di volontariato Firenze, 4 maggio 2015 Un sito statico è un sito web che non permette l interazione con l utente,

Dettagli

Le tecnologie digitali e la didattica: il Wiki come ambiente di apprendimento

Le tecnologie digitali e la didattica: il Wiki come ambiente di apprendimento Le tecnologie digitali e la didattica: il Wiki come ambiente di apprendimento Com'è nato il nostro progetto: Contesto: classe quinta scuola primaria 25 alunni discipline: storia, geografia e tecnologie

Dettagli

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn Presentazione Piattaforma ilearn 1 Sommario 1. Introduzione alla Piattaforma Hiteco ilearn...3 1.1. Che cos è...3 1.2. A chi è rivolta...4 1.3. Vantaggi nell utilizzo...4 2. Caratteristiche della Piattaforma

Dettagli

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement

Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement ITALIAN Newborn Upfront Payment & Newborn Supplement Female 1: Ormai manca poco al parto e devo pensare alla mia situazione economica. Ho sentito dire che il governo non sovvenziona più il Baby Bonus.

Dettagli

Associazione Docenti Italiani http://www.adiscuola.it

Associazione Docenti Italiani http://www.adiscuola.it Associazione Docenti Italiani http://www.adiscuola.it DA GUTENBERG ALL EBOOK Come cambia l'editoria scolastica di Valentina Gabusi DA GUTENBERG ALL EBOOK Come cambia l'editoria scolastica - Valentina Gabusi

Dettagli

Laboratori remoti ad uso didattico: generalità ed applicazioni

Laboratori remoti ad uso didattico: generalità ed applicazioni Università di Siena Laboratori remoti ad uso didattico: generalità ed applicazioni Marco Casini Dipartimento di Ingegneria dell Informazione Università di Siena Email: casini@ing.unisi.it - 4 Aprile 2008

Dettagli

Biografia linguistica

Biografia linguistica EAQUALS-ALTE Biografia linguistica (Parte del Portfolio Europeo delle Lingue di EAQUALS-ALTE) I 1 BIOGRAFIA LINGUISTICA La Biografia linguistica è un documento da aggiornare nel tempo che attesta perché,

Dettagli

MANUALE D USO PER LA RACCOLTA STRUMENTI

MANUALE D USO PER LA RACCOLTA STRUMENTI MANUALE D USO PER LA RACCOLTA STRUMENTI Manuale sulla raccolta degli strumenti react per insegnanti e studenti Prodotto n. 4 Livello di diffusione: Pubblico Numero progetto: 511709-LLP-1-2010-1-ES-KA3-KA3MP

Dettagli

Progetto Generazione Web Lombardia

Progetto Generazione Web Lombardia Progetto Generazione Web Lombardia Strumenti di condivisione/archiviazione/documentazione La ricerca e la validitàdelle fonti Incontro 2 Il lavoro di oggi Approfondimenti sull utilizzo di risorse per la

Dettagli

WEB 2.0. Andrea Marin

WEB 2.0. Andrea Marin Andrea Marin Università Ca Foscari Venezia SVILUPPO INTERCULTURALE DEI SISTEMI TURISTICI SISTEMI INFORMATIVI E TECNOLOGIE WEB PER IL TURISMO - 1 a.a. 2012/2013 Section 1 Significato di Web 2.0 Modelli

Dettagli

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013

A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Web e Social Network: non solo comunicazione ma condivisione A cura di Claudia Zarabara scrivi@claudiazarabara.it Gennaio 2013 Dal Web 1.0 al Web 2.0 WEB 1.0 USO LA RETE WEB 2.0 SONO IN RETE WEB 2.0 SIAMO

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Ventidue

U Corso di italiano, Lezione Ventidue 1 U Corso di italiano, Lezione Ventidue U Oggi, facciamo un altro esercizio M Today we do another exercise U Oggi, facciamo un altro esercizio D Noi diciamo una frase in inglese e tu cerca di pensare a

Dettagli

Le nuove tecnologie dell informazione: verso il Social Semantic Web. Roberto Boselli Alessandria 04-05-2007

Le nuove tecnologie dell informazione: verso il Social Semantic Web. Roberto Boselli Alessandria 04-05-2007 Le nuove tecnologie dell informazione: verso il Social Semantic Web Roberto Boselli Alessandria 04-05-2007 Outline Web 2.0 e Semantic Web Social Software Semantica e Ontologie SEDIMENTO 2 Obiettivi Aggiungere

Dettagli

Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE. Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com

Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE. Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com Corso di formazione CORSO DI FORMAZIONE Prof. Marco Scancarello Prof.ssa Carolina Biscossi Email: didatticaelim@gmail.com IL CORSO L utilizzo sempre più frequente delle nuove tecnologie nella vita quotidiana

Dettagli

I Software di riferimento per stilare un E-Portfolio

I Software di riferimento per stilare un E-Portfolio I Software di riferimento per stilare un E-Portfolio Quali sono attualmente i Software online più utili per stilare un E-Portfolio? Ecco una lista di quelli gratis più diffusi! 1 Introduzione/Obiettivi

Dettagli

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO

SO Office Solutions SOLUZIONI E MACCHINE PER UFFICIO SO Office Solutions Con la Office Solutions da oggi. La realizzazione di qualsiasi progetto parte da un attenta analisi svolta con il Cliente per studiare insieme le esigenze al fine di individuare le

Dettagli

I servizi cloud per la didattica

I servizi cloud per la didattica I servizi cloud per la didattica Un servizio offerto da DidaCloud srls Fare startup significa fare cose nuove che cambiano la vita propria e altrui Riccardo Luna, primo direttore dell edizione italiana

Dettagli

Sistemi Web! per il turismo! - lezione 7 -

Sistemi Web! per il turismo! - lezione 7 - Sistemi Web! per il turismo! - lezione 7 - I siti Web per il turismo! I siti Web per il turismo sono insiemi di pagine Web a cui si accede tramite un particolare indirizzo URL (Uniform Resource Locator,

Dettagli

E-learning. Struttura dei moduli formativi

E-learning. Struttura dei moduli formativi E-learning Per e-learning (o apprendimento on-line) s intende l uso delle tecnologie multimediali e di Internet per migliorare la qualità dell apprendimento facilitando l accesso alle risorse e ai servizi,

Dettagli

Welcome to the Oxford School Montebelluna

Welcome to the Oxford School Montebelluna Welcome to the Oxford School Montebelluna Grazie per aver scelto la Oxford School of English di Montebelluna per il tuo studio della lingua inglese! È nostra intenzione offrirti un esperienza di apprendimento

Dettagli

English-Medium Instruction: un indagine

English-Medium Instruction: un indagine English-Medium Instruction: un indagine Marta Guarda Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari (DiSLL) Un indagine su EMI presso Unipd Indagine spedita a tutti i docenti dell università nella fase

Dettagli

Cloud Teaching: un metodo innovativo per la didattica nella scuola moderna

Cloud Teaching: un metodo innovativo per la didattica nella scuola moderna Cloud Teaching: un metodo innovativo per la didattica nella scuola moderna Valentina Ciriani, Elvinia Riccobene Dipartimento di Tecnologie dell Informazione Università degli Studi di Milano Scenario 1

Dettagli

Guida per il partecipante

Guida per il partecipante CORSO DI ALFABETIZZAZIONE DIGITALE PER CITTADINI Primo Livello COMPUTER/TABLET Guida per il partecipante Indice dei contenuti Introduzione al corso... 2 Destinatari dei Corsi... 2 Obiettivi del corso...

Dettagli

Allegato 2. Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE

Allegato 2. Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE Allegato 2 Anna Magnani II anno Classe C2 Tutor: Isa Maria Sozzi RELAZIONE FINALE Il progetto è stato modificato rispetto alla griglia di progettazione presentata a giugno. Il tempo che è stato possibile

Dettagli

CLIL e Comenius: learning by doing... and sharing

CLIL e Comenius: learning by doing... and sharing CLIL e Comenius: learning by doing... and sharing Una scelta per insegnare e apprendere lingue e discipline Scuola secondaria di primo grado G.Borsi Livorno CLIL e Comenius: learning by doing... and sharing

Dettagli

Dianora Bardi La rete delle scuole per un modello di didattica nel mobile device

Dianora Bardi La rete delle scuole per un modello di didattica nel mobile device Dianora Bardi La rete delle scuole per un modello di didattica nel mobile device La rete delle scuole per una didattica innovativa a.s. 2010/2011: Liceo Scientifico F.Lussana la 4L inserisce l ipad come

Dettagli

ITI ENRICO MEDI PIANO DELLA DISCIPLINA: INGLESE

ITI ENRICO MEDI PIANO DELLA DISCIPLINA: INGLESE UDA UDA N. 1 About me Ore: 25 ore UDA N. 2 Meeting up Ore: 25 ore ITI ENRICO MEDI PIANO DELLA DISCIPLINA: INGLESE PIANO DELLE UDA ANNO 2013-2014 PRIMA Bi Frof. Filomena De Rosa COMPETENZE DELLA UDA Utilizzare

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Trenta

U Corso di italiano, Lezione Trenta 1 U Corso di italiano, Lezione Trenta M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada M Two cousins meet in the street U Due cugini si incontrano in strada F Hi Osman, what are you

Dettagli

La guerra, percorso interdisciplinare

La guerra, percorso interdisciplinare RELAZIONE FINALE Alessandra Ricci classe E13 pag. 1 di 5 La guerra, percorso interdisciplinare Finalità La finalità del progetto è di trasmettere la capacità e il desiderio di cercare nuove informazioni

Dettagli

Stefano Calicchio IL MANUALE DEL SEARCH ENGINE MARKETING

Stefano Calicchio IL MANUALE DEL SEARCH ENGINE MARKETING Stefano Calicchio IL MANUALE DEL SEARCH ENGINE MARKETING Tecniche e strategie per posizionare con successo il vostro sito internet nei motori di ricerca. www.marketingeditoriale.com 1 Tutti i diritti riservati.

Dettagli

SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013

SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013 SCHEDA PROGRAMMA INSEGNAMENTI A.A. 2012/2013 CORSO DI LAUREA IN Beni Culturali Insegnamento: Applicazioni informatiche all archeologia Docente Giuliano De Felice S.S.D. dell insegnamento L-ANT/10 Anno

Dettagli

IT Questionario per formatori di insegnanti di lingue Analisi dei dati

IT Questionario per formatori di insegnanti di lingue Analisi dei dati IT Questionario per formatori di insegnanti di lingue Analisi dei dati Tu 1. Al questionario hanno risposto sette formatori di insegnanti di lingue. 2. Sei formatori parlano l inglese, sei il francese,

Dettagli

Progetto: Adulti in rete con guide baby

Progetto: Adulti in rete con guide baby Progetto: Adulti in rete con guide baby Internet e il computer sono strumenti che facilitano la vita e l accesso ai servizi, ci permettono di fare da casa molte cose per cui prima eravamo obbligati a perdere

Dettagli

it is ( s) it is not (isn t) Is it? Isn t it? we are ( re) we are not (aren t) Are we? Aren t we?

it is ( s) it is not (isn t) Is it? Isn t it? we are ( re) we are not (aren t) Are we? Aren t we? Lesson 1 (A1/A2) Verbo to be tempo presente Forma Affermativa contratta Negativa contratta Interrogativa Interrogativo-negativa contratta I am ( m) I am not ( m not) Am I? Aren t I? you are ( re) you are

Dettagli

U Corso di italiano, Lezione Dodici

U Corso di italiano, Lezione Dodici 1 U Corso di italiano, Lezione Dodici U Al telefono M On the phone U Al telefono D Pronto, Hotel Roma, buongiorno. F Hello, Hotel Roma, Good morning D Pronto, Hotel Roma, buongiorno. U Pronto, buongiorno,

Dettagli

Sistemi Web per il turismo - lezione 4 -

Sistemi Web per il turismo - lezione 4 - Sistemi Web per il turismo - lezione 4 - I siti Web per il turismo I siti Web per il turismo sono insiemi di pagine Web a cui si accede tramite un particolare indirizzo URL (Uniform Resource Locator, localizzatore

Dettagli

Corso Neo Immessi in ruolo ITI LUCARELLI. Prof. Antonio Inglese

Corso Neo Immessi in ruolo ITI LUCARELLI. Prof. Antonio Inglese Corso Neo Immessi in ruolo ITI LUCARELLI PER INIZIARE I nativi digitali... Abbiamo a che fare con i Nativi Digitali Puri - 0/12 anni La Rivoluzione Digitale I Nuovi Media Cellulari, lettori, videogames

Dettagli

Welcome to the Oxford School Montebelluna

Welcome to the Oxford School Montebelluna Welcome to the Oxford School Montebelluna Grazie per aver scelto la Oxford School of English di Montebelluna per lo studio della lingua inglese! È nostra intenzione offrirti un esperienza di apprendimento

Dettagli

2. RUOLI, REGISTRAZIONE AL SITO E SCELTA DELLO STRUMENTO DI LAVORO

2. RUOLI, REGISTRAZIONE AL SITO E SCELTA DELLO STRUMENTO DI LAVORO HOMEWORK LEZIONE 1 - PROGETTARE Partendo da quanto svolto in classe, il gruppo di lavoro diviso per ruoli specifici produce dei contenuti (testi e materiale multimediale) che verranno pubblicati come un

Dettagli

Liceo Scientifico " C. CATTANEO " PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA CLASSE 3 LSA SEZ. H

Liceo Scientifico  C. CATTANEO  PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA CLASSE 3 LSA SEZ. H Liceo Scientifico " C. CATTANEO " PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA CLASSE 3 LSA SEZ. H Sommario PIANO DI LAVORO DI INFORMATICA... 1 INDICAZIONI GENERALI... 2 PREREQUISITI... 2 CONOSCENZE, COMPETENZE E CAPACITA...

Dettagli

SEO: le fondamenta del marketing digitale

SEO: le fondamenta del marketing digitale SEO: le fondamenta del marketing digitale e-book a cura di Andrea Roversi, Note introduttive Alleghiamo in questo e-book alcuni principi guida legati al SEO (Search Engine Optimization). Lo sviluppo accurato

Dettagli

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore

ADM Associazione Didattica Museale. Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore ADM Associazione Didattica Museale Progetto Educare alla Scienza con le mani e con il cuore EST a Scuola: mission impossible? Suddivisione degli insegnanti in 3 gruppi. Ogni gruppo deve affrontare 3 problemi

Dettagli

QUESTIONARIO RILEVAZIONE RAPPORTO DOCENTE DIGITALE

QUESTIONARIO RILEVAZIONE RAPPORTO DOCENTE DIGITALE QUESTIONARIO RILEVAZIONE RAPPORTO DOCENTE DIGITALE Caro collega, grazie per la tua disponibilità. Compilando questo questionario, che richiederà solo 5 10 minuti, ci aiuterai a calibrare meglio la scelta

Dettagli

Un esperienza di successo. Guida per l insegnante

Un esperienza di successo. Guida per l insegnante Guida per l insegnante Obiettivi educativi generali Compito di esplorazione - Diventare consapevole delle proprie capacità e dei propri limiti. Compito di cristallizzazione - Nell analisi delle situazioni

Dettagli

Istituto Comprensivo Scandicci I

Istituto Comprensivo Scandicci I Istituto Comprensivo Scandicci I Esperienza sull uso del computer in due classi quinte della Scuola Primaria Gabbrielli dotata di postazione Internet in tutte le aule. Anno Scolastico 2007-08 Insegnante:

Dettagli

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato

A SCUOLA CON JUMPC. Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli. studenti che hanno partecipato A SCUOLA CON JUMPC Report sintetico dei risultati del progetto, dal punto di vista degli insegnanti e degli studenti che hanno partecipato Roma, 20 aprile 2009 Indice dei contenuti Gli esiti del sondaggio

Dettagli

ADVANCED ENGLISH Parlare inglese a livello avanzato

ADVANCED ENGLISH Parlare inglese a livello avanzato ADVANCED ENGLISH Parlare inglese a livello avanzato Your brain works faster than you think - John LaValle Capire e parlare la lingua inglese a livello avanzato Il terzo step di apprendimento della lingua

Dettagli

L apprendimento più sicuro.

L apprendimento più sicuro. SW Italy è formazione integrata studiamo piani formativi che soddisfino esigenze trasversali: lingue straniere gestione fondi interprofessionali L apprendimento più sicuro. La nostra filosofia: IL GUADAGNO

Dettagli

Solutions in motion.

Solutions in motion. Solutions in motion. Solutions in motion. SIPRO SIPRO presente sul mercato da quasi trent anni si colloca quale leader italiano nella progettazione e produzione di soluzioni per il motion control. Porsi

Dettagli

MediaWiki. Giuseppe Frisoni

MediaWiki. Giuseppe Frisoni MediaWiki Giuseppe Frisoni MediaWiki: costruire insieme 1/2 L'enorme successo di Wikipedia, la nota enciclopedia online, è sotto gli occhi di tutti; cosa meno nota, invece, è la piattaforma con cui è progettata.

Dettagli

Piano Nazionale Scuola Digitale Liceo A. Moro

Piano Nazionale Scuola Digitale Liceo A. Moro Piano Nazionale Scuola Digitale Liceo A. Moro La nuova scuola digitale Google Apps for education è una suite gratuita di applicazioni per l'email e la collaborazione progettate specificamente per istituti

Dettagli

Il Piano di Marketing. alessandra.gruppi@mib.edu

Il Piano di Marketing. alessandra.gruppi@mib.edu Il Piano di Marketing 1 Di cosa parleremo A cosa serve il marketing In cosa consiste Perché scrivere un piano di marketing Come scriverlo...in particolare per new business e innovazioni 2 Because its purpose

Dettagli

www.morganspa.com DESY è un prodotto ideato e sviluppato da

www.morganspa.com DESY è un prodotto ideato e sviluppato da www.morganspa.com DESY è un prodotto ideato e sviluppato da Il nuovo servizio multimediale per la formazione e la didattica DESY è un applicazione web, dedicata a docenti e formatori, che consente, in

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

LICEO STATALE Carlo Montanari

LICEO STATALE Carlo Montanari Classe 1 Simple del verbo to be in tutte le sue forme Il Present Simple del verbo to have (got) in tutte le sue forme Gli aggettivi e pronomi possessivi Gli articoli a/an, the Il caso possessivo dei sostantivi

Dettagli

ammesso solo con il tuo consenso. Le modifiche apportate hanno lo scopo di semplificare il controllo di quali

ammesso solo con il tuo consenso. Le modifiche apportate hanno lo scopo di semplificare il controllo di quali CHE COSA SONO I COOKIES E COME LI UTILIZZIAMO Un cookie è un semplice file di testo che viene memorizzato sul tuo computer o dispositivo mobile dal server di un sito web e che solo quel server sarà in

Dettagli

CATALOGO CORSI GRATUITI GARANZIA GIOVANI

CATALOGO CORSI GRATUITI GARANZIA GIOVANI CATALOGO CORSI GRATUITI GARANZIA GIOVANI SOMMARIO Competenze informatiche per l office automation... 3 Competenze informatiche: Software di videoscrittura... 4 Competenze informatiche: Software fogli di

Dettagli

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO

IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO IL METODO DI STUDIO PAOLA BRUNELLO APPRENDIMENTO L apprendimento è un processo attivo di costruzione di conoscenze, abilità e competenze in un contesto di interazione dei ragazzi con gli insegnanti, i

Dettagli

Angelo Iacubino, Roberto Marmo Creare applicazioni per Facebook Editore FAG, Edizione 2009, Prezzo 19.90 euro, Pagine 224 ISBN 978-88-8233-814-5

Angelo Iacubino, Roberto Marmo Creare applicazioni per Facebook Editore FAG, Edizione 2009, Prezzo 19.90 euro, Pagine 224 ISBN 978-88-8233-814-5 Angelo Iacubino, Roberto Marmo Creare applicazioni per Facebook Editore FAG, Edizione 2009, Prezzo 19.90 euro, Pagine 224 ISBN 978-88-8233-814-5 RACCOLTA DI SITI INTERNET UTILI DA CONSULTARE AGGIORNATA

Dettagli

RACCORDO TRA LE COMPETENZE

RACCORDO TRA LE COMPETENZE L2 RACCORDO TRA LE COMPETENZE (AREA SOCIO AFFETTIVA E COGNITIVA) L2 COLLEGAMENTO TRA LE COMPETENZE DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Il Quadro Comune di riferimento Europeo distingue

Dettagli

Sezione: 10. RIEPILOGO E COSTI DELLA PIATTAFORMA

Sezione: 10. RIEPILOGO E COSTI DELLA PIATTAFORMA Scopri come Creare e Vendere viaggi online! Sezione: 10. RIEPILOGO E COSTI DELLA PIATTAFORMA Tutto ciò che ti serve e quanto devi investire per cominciare Ricapitoliamo quali sono gli strumenti e le risorse

Dettagli

EMAIL MARKETING CHE FUNZIONA PDF

EMAIL MARKETING CHE FUNZIONA PDF EMAIL MARKETING CHE FUNZIONA PDF ==> Download: EMAIL MARKETING CHE FUNZIONA PDF EMAIL MARKETING CHE FUNZIONA PDF - Are you searching for Email Marketing Che Funziona Books? Now, you will be happy that

Dettagli

Stefano Calicchio IL MANUALE DEL SEARCH ENGINE MARKETING

Stefano Calicchio IL MANUALE DEL SEARCH ENGINE MARKETING 1 Stefano Calicchio IL MANUALE DEL SEARCH ENGINE MARKETING Tecniche e strategie di search engine optimization per posizionare con successo un sito internet nei motori di ricerca. www.calmail.it 2 Tutti

Dettagli

E-privacy 2009. Problematiche e insicurezze nel mondo del web 2.0 e del cloud computing. Fabio Nigi

E-privacy 2009. Problematiche e insicurezze nel mondo del web 2.0 e del cloud computing. Fabio Nigi E-privacy 2009 Problematiche e insicurezze nel mondo del web 2.0 e del cloud computing Fabio Nigi Il web 2.0:Scambio di ruolo nell' informazione O'Really 2004: definizione di web 2.0 L' informazione inizia

Dettagli

Cre@tivi Digit@li. S.M.S. Don Milani - Genova. Liguria

Cre@tivi Digit@li. S.M.S. Don Milani - Genova. Liguria Cre@tivi Digit@li S.M.S. Don Milani - Genova Liguria S.M.S. Don Milani - Scuola sperimentale Progetto Nazionale Scuola Laboratorio don Milani, ex art.11 (iniziative finalizzate all innovazione), D.P.R.

Dettagli

La piattaforma nazionale delle competenze ICT

La piattaforma nazionale delle competenze ICT La piattaforma nazionale delle competenze ICT Dalle linee guida AgID alla normazione UNI Roberto Scano roberto.scano@agid.gov.it Perché Nel minuto appena passato: sono stati caricati su YouTube 48 ore

Dettagli

LEZIONE 2: VERBI TO BE E TO HAVE

LEZIONE 2: VERBI TO BE E TO HAVE LEZIONE 2: VERBI TO BE E TO HAVE Verbi ESSERE e AVERE TO BE e TO HAVE (TO indica l infinito) Sono verbi ausiliari (aiutano gli altri verbi a formare modi e tempi verbali): TO BE (forma progressiva, forma

Dettagli

My name is... (Nome) I study at... (Nome della scuola) I m in class... (Classe) I am starting this English Language Biography on...

My name is... (Nome) I study at... (Nome della scuola) I m in class... (Classe) I am starting this English Language Biography on... La tua English Language Biography è il documento dove puoi dare prova di ciò che sei in grado di fare in inglese, tenere traccia dei tuoi progressi, mostrare ad altri ciò che hai imparato e riflettere

Dettagli

QRcode turistico QRpass al servizio del settore turistico

QRcode turistico QRpass al servizio del settore turistico QRcode turistico QRpass al servizio del settore turistico Al servizio dei cittadini, Pubblica Amministrazione, Imprese Il nostro servizio permette di: Trasformare campagne off- line in campagne on- line

Dettagli

Following the teacher. L insegnante come nuovo mediatore culturale

Following the teacher. L insegnante come nuovo mediatore culturale Following the teacher. L insegnante come nuovo mediatore culturale Gabriella Taddeo, Simona Tirocchi Congresso SIREM Milano, 5 giugno 2012 Un nuovo significato di mediatore culturale Mediatore della cultura

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO TRENTO 5 SSDPG G. BRESADOLA a. s. 2010/2011 Questionari corso sperimentale CLIL Premessa

ISTITUTO COMPRENSIVO TRENTO 5 SSDPG G. BRESADOLA a. s. 2010/2011 Questionari corso sperimentale CLIL Premessa ISTITUTO COMPRENSIVO TRENTO 5 SSDPG G. BRESADOLA a. s. 1/11 Questionari corso sperimentale CLIL Premessa Il progetto sperimentale CLIL per la scuola secondaria di primo grado G. Bresadola prevede un monitoraggio

Dettagli

DIDATTICA CON DISPOSITIVI PERSONALI (TABLET BASE CORSO 01)

DIDATTICA CON DISPOSITIVI PERSONALI (TABLET BASE CORSO 01) P.N.S.D. - Corso per Team A.D. - Dispositivi personali 1 DIDATTICA CON DISPOSITIVI PERSONALI (TABLET BASE CORSO 01) M-4 F. Sciarrone Calendario-Contenuti 2 Data Gio 7/4 Mar 12/4 Gio 14/4 Mar 19/4 Contenuti

Dettagli

I CAMBIAMENTI PROTOTESTO-METATESTO, UN MODELLO CON ESEMPI BASATI SULLA TRADUZIONE DELLA BIBBIA (ITALIAN EDITION) BY BRUNO OSIMO

I CAMBIAMENTI PROTOTESTO-METATESTO, UN MODELLO CON ESEMPI BASATI SULLA TRADUZIONE DELLA BIBBIA (ITALIAN EDITION) BY BRUNO OSIMO I CAMBIAMENTI PROTOTESTO-METATESTO, UN MODELLO CON ESEMPI BASATI SULLA TRADUZIONE DELLA BIBBIA (ITALIAN EDITION) BY BRUNO OSIMO READ ONLINE AND DOWNLOAD EBOOK : I CAMBIAMENTI PROTOTESTO-METATESTO, UN MODELLO

Dettagli

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication

Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication Blog, social network marketing virale: esserci sì, ma come? Relatore: Marco Magistri - Webmaster G&P communication G&P communication srl - Milano Dal web 1.0 al web 2.0 la grande rivoluzione web 1.0 Statico

Dettagli

10 INDICAZIONI PER REALIZZARE MATERIALI INTERATTIVI E MULTIMEDIALI ALLA LIM FACILITANTI PER L'APPRENDIMENTO DI TUTTI (ANCHE DI ALUNNI CON DSA)

10 INDICAZIONI PER REALIZZARE MATERIALI INTERATTIVI E MULTIMEDIALI ALLA LIM FACILITANTI PER L'APPRENDIMENTO DI TUTTI (ANCHE DI ALUNNI CON DSA) 10 INDICAZIONI PER REALIZZARE MATERIALI INTERATTIVI E MULTIMEDIALI ALLA LIM FACILITANTI PER L'APPRENDIMENTO DI TUTTI (ANCHE DI ALUNNI CON DSA) FRANCESCO ZAMBOTTI LIBERA UNIVERSITÀ DI BOLZANO, GRIIS www.integrazioneinclusione.wordpress.com

Dettagli

Gabriella Paolini (GARR) Corso Intensivo di Reggio Calabria

Gabriella Paolini (GARR) Corso Intensivo di Reggio Calabria Gabriella Paolini (GARR) Corso Intensivo di Reggio Calabria Open Educational Resources La definizione è stata usata per primo dall UNESCO nel 2002 Gli Open Educational Resources (OERs) sono tutti i tipi

Dettagli