Il futuro è già presente. Speciale. ICT Revolution

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il futuro è già presente. Speciale. ICT Revolution"

Transcript

1 Speciale All interno Le di oltre 20 aziende del settore ICT Poste Italiane S.p.A. - Spedizione in abbonamento postale 45% - D.L. 353/2003 (conv. in L. 27/02/2004 n. 46) art. 1 comma 1, DCB BERGAMO - COBALTO SRL In caso di mancato recapito inviare al CMP/CPO di BERGAMO per la restituzione al mittente che si impegna al pagamento dei resi. L Ad Macola La nuova frontiera di Smau 2009 tra Business e Trade ICT Revolution Il futuro è già presente Allo Smau 2009 l eccellenza dell Information & Communication Technology. Analisi, novità e anteprime sui protagonisti del mondo hi-tech Osservatori La collaborazione con la Business School del Politecnico di Milano ICT I comportamenti Virtuosi per superare la crisi I rapporti Dall e-commerce alla fatturazione elettronica. Dati e prospettive anno II - suppl. a B&G - Business&Gentlemen numero 00 8 ottobre ,00

2 Il tuo sito business è ancora fermo all Età della Pietra? nostro contributo rottamazione fino a 1000 ECCO LA SOLUZIONE DINAMICA, MODULARE, PERSONALIZZATA Pannello di controllo del sito E-commerce di prodotti e servizi Cataloghi e vetrina online Gestione news ed eventi Animazioni e contenuti multimedia Area riservata e login Contenuti con opzione multilingua Motore di ricerca interno Indicizzazione facile e keyword Componenti aggiuntivi: es: Newsletter

3 Metro. Barra di platino-iridio, si trova nel dipartimento dei pesi e delle misure del Pavillon de Breteuil a Sèvres, in Francia. Unità di misura della lunghezza Viale Europa, 2 I Stezzano (BG) Tel.: Fax: Chilogrammo. Cilindro di platino-iridio, si trova nel dipartimento dei pesi e delle misure del Pavillon de Breteuil a Sèvres, in Francia. Unità di misura della massa Secondo. Stimato dalla durata di periodi della radiazione di transizione dell atomo di cesio 133. In Italia un campione è conservato all Istituto Elettrotecnico Nazionale Galileo Ferraris di Torino, Italia. Unità di misura del tempo Elemento architettonico che identifica la struttura del Parco scientifico tecnologico situato nei pressi di Bergamo, Italia. Unità di misura dell innovazione

4 Editoriale di Mauro Milesi SOMMARIO - Speciale La sfida della competitività delle imprese è anche una sfida tecnologica. Soprattutto in tempo di crisi. Non è possibile restare saldamente nel mercato e lottare nel confronto con i competitor stranieri se le nostre aziende non investono anche nelle nuove tecnologie dell Information & Communication Technology. Eppure in Italia l ICT è ancora un passo indietro rispetto all Europa che conta, anche se qualcosa sta cambiando in questi ultimi anni. Il rapporto sulla situazione del settore nel nostro Paese, che troverete nelle pagine di questo speciale, evidenzia positivi segnali di crescita e miglioramento. Inoltre, il comparto ICT in generale registra nei primi sette mesi dell anno un segno positivo (+4,4%), ma informatica e telecomunicazioni soffrono il periodo congiunturale, mentre crescono gli accessi internet a banda larga. La situazione, quindi, resta complessa e in questo panorama l operazione che una realtà come Smau sta mettendo in campo è straordinaria. Perché il più importante evento in Italia del settore sta percorrendo una strada difficile quanto fondamentale per dar vita a un motore d innovazione che si basa sui contenuti e su un operazione culturale. Solo così si potrà creare il valore aggiunto necessario per costruire un panorama ICT più consapevole e maturo. Sia per le aziende che già percorrono la strada dell innovazione, sia per quelle che ancora non lo fanno, ma possono contare oggi più che mai su una piattaforma in grado di far incontrare davvero domanda e offerta. Non è un caso, quindi, che una rivista come la nostra, dedicata al mondo delle imprese e degli imprenditori, abbia scelto di dedicare un intero speciale al mondo di Smau. Noi crediamo in questa iniziativa che si è completamente rinnovata in questi ultimi anni, abbandonando un format che sulla distanza non ha pagato, per dedicarsi sempre più al mondo business e ai bisogni delle aziende. Apprezziamo ancor più il progetto Roadshow che permette di navigare per le città italiane che possono contestualizzare il format di Smau a favore delle realtà ICT vicine al territorio. Insomma qui si fa davvero innovazione. E noi ci siamo. B&G è anche online! Non una semplice vetrina della rivista, ma un magazine vero e proprio dedicato al mondo delle imprese, del business e del lifestyle. Servizi quotidiani e approfondimenti suddivisi in canali tematici: dall economia ai personaggi, dall internazionalizzazione ai giri di poltrona, dalle fiere all Ict. E poi, i canali dedicati all intrattenimento e al lusso: yacht, motori, gioielli, orologi, viaggi e molto altro. Visita il nuovo sito di B&G: LEGENDA Immagini: didascalie e spiegazione del materiale iconografico Url: la segnalazione di siti e portali sul tema trattato Servizi 8. Rapporto ICT I comportamenti virtuosi contro la crisi 12. Smau 2009 Tutte le novità della piattaforma ICT al servizio delle imprese 16. La filosofia L amministratore delegato Macola racconta la mission del Salone 20. Questione di contenuto Raffaele Balocco e la collaborazione con la School of Management del Politecnico di Milano 30. E-commerce Potenzialità e opportunità di un mercato in espansione in Italia 36. Fatturazione elettronica Carta addio, crescono la dematerializzazione e la gestione digitale dei documenti 42. Information security L importanza di salvaguardare i dati e la difesa dalle intrusioni esterne 48. Mobile & Wireless Dalla logistica alla Sanità l azienda è sempre più mobile 54. Retail Le soluzioni innovative per il punto vendita del terzo millennio Case history 26. IBM 27. Microsoft 28. Google 29. Oracle 34. Ducati 35. Whireshop.it 40. Maddalena 41. Max Mara 44. Trend Micro 46. Enav 47. Eutron 52. Esprinet 53. Scapa Italia 58. Brico 59. Fida 60. Digistone 62. Italdesign 63. Deltatre 64. Colt 65. Kasanova L informazione per il business internazionale a portata di click Newsmercati è la newsletter gratuita per l internazionalizzazione. Abbonati! Riceverai ogni quindici giorni: Informazioni tecniche su: contrattualistica, dogane, fiscalità, pagamenti, trasporti, assicurazione crediti export. Segnalazione incontri d affari in Italia e all estero, partecipazione a fiere e corsi di formazione organizzati dalla tua Camera di Commercio. Casi concreti risolti da qualificati esperti. Interviste e storie di successo made in Italy. Per ricevere la newsletter compila il form di registrazione su Newsmercati è un progetto editoriale del Gruppo Aziende Speciali per l Internazionalizzazione del sistema camerale italiano. Partecipano: Camera di Commercio di Torino, Camera di Commercio di Trieste, Centro Estero Camere Commercio Lombarde, Centro Estero Internazionalizzazione Piemonte, Centro Estero delle Camere di Commercio del Veneto, Eurosportello Azienda Speciale della Camera di Commercio di Napoli per le Attività Internazionali, Intertrade Salerno, Promofirenze, Promosiena, Promos, Unioncamere Emilia Romagna, Unioncamere Molise, Vicenza Qualità.

5 Il mondo ICT in Italia Il Rapporto ICT i comportamenti VIRTUOSI contro la crisi Quanto è maturo il settore delle Pmi in Italia? Quali sono le strategie che meglio permetteranno di superare il difficile periodo economico? Ecco l analisi condotta da Smau e School of Management del Politecnico di Milano sul mondo delle Pmi che operano nel campo dell Information & Communication Technology Un indice di maturità di ICT delle PMI che si attesta su un valore medio nazionale pari a 49 nel 2009 (era 40 nel 2007), con aree di eccellenza come la Lombardia che supera i 60. Sul fronte dei progetti ICT rilevanti pianificati dalle imprese per il 2010, è previsto un drastico calo. È quanto emerge dall analisi di piccole e medie imprese italiane condotta da Smau e School of Management del Politecnico di Milano. Nella ricerca sono stati messi in evidenza i cinque comportamenti virtuosi che stanno consentendo ad alcune PMI di fronteggiare la crisi: fare shopping in saldo per cui alcune PMI stanno sfruttando interessanti opportunità di acquisizione di altre imprese, magari in difficoltà finanziaria, ma con un chiaro potenziale di sviluppo futuro; approfittarne per fare le pulizie straordinarie senza distruggere la casa, ergo alcune imprese hanno compreso che è un buon momento per fare pulizia con specifico riferimento ad alcuni angoli nei quali si sono accumulate inefficienze nel corso degli anni. Nell attività di ristrutturazione è importante non tagliare risorse rilevanti che potrebbero minare la capacità competitiva di lungo periodo dell impresa. Il terzo comportamento vede alcune imprese impegnate nel tentativo di sviluppare e migliorare le capacità di analisi e di controllo dell andamento dell impresa e di pianificazione per il futuro. Tali capacità, spesso poco presenti nella cultura imprenditoriale delle PMI italiane, sono fondamentali soprattutto in periodi di crisi, per evitare di andare alla deriva. Il quarto punto, aguzzare l ingegno per innovare vede alcune aziende operanti in settori in crisi che sono state capaci di innovare i propri prodotti o i servizi collaterali, con l obiettivo di focalizzare l attenzione su segmenti di mercato meno soggetti alla crisi. L ultimo comportamento, definito come la capacità di crearsi scorte ha visto alcune imprese impegnate nella creazione, prima del periodo di crisi, di scorte finanziarie da utilizzare nel transitorio, anche per operazioni straordinarie. La Ricerca, oltre all individuazione dei comportamenti virtuosi, si è focalizzata anche sull analisi del livello di Maturità ICT delle PMI italiane. Come è stato evidenziato nella conferenza stampa di presentazione dei dati, negli ultimi due anni il livello di Maturità ICT delle PMI italiane è aumentato. In particolare le imprese lungimiranti, che stanno utilizzando in modo evoluto sia l infrastruttura ICT che il parco applicativo, sono passate dal 12% al 17%, mentre si è ridotta la percentuale di imprese immature, passando dal 42% al 34%. Segno che, in media, la sensibilità delle PMI italiane rispetto all utilizzo delle ICT è cresciuta negli ultimi anni. Più nel dettaglio, è stato presentato un indicatore del livello di Maturità ICT delle PMI italiane sia a livello nazionale che regionale (con specifico riferimento alla regioni Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Puglia che sono state toccate dal circuito di eventi locali organizzati da Smau e dalla School of Management del Politecnico di Milano). Se nel 2007 l indicatore della maturità dell ICT nelle PMI, a livello nazionale, misurava un livello di maturità ICT pari a 40 (in una scala che va da 0 a 100), nel 2009 tale valore è salito a 49. Se guardiamo alle regioni analizzate, la Lombardia è caratterizzata da un livello di maturità ICT pari a 63, poco staccate Veneto e Emilia-Romagna, con valori pari rispettivamente a 62 e 59, più arretrata la Puglia con un valore pari a 37. Nonostante l aumento del livello di maturità ICT, gli effetti della crisi si sono fatti sentire: nel corso del 2009, solo il 38% delle PMI analizzate ha dichiarato l intenzione di sviluppare progetti ICT rilevanti nel corso del 2010, una percentuale che 2 anni fa superava il 50%. Con maturità ICT si intende il livello di evoluzione delle imprese in termini sia di infrastruttura (maturità infra- 8 9

6 Il mondo ICT in Italia Rapporto Negli ultimi due anni il livello di maturità ICT delle PMI italiane è aumentato. In particolare le imprese lungimiranti, che stanno utilizzando in modo evoluto sia l infrastruttura ICT che il parco applicativo, sono passate dal 12% al 17%, mentre si è ridotta la percentuale di imprese immature, passando dal 42% al 34%. Segno che, in media, la sensibilità delle PMI italiane rispetto all utilizzo delle ICT è cresciuto strutturale) che di patrimonio applicativo (maturità applicativa). Un impresa matura dal punto di vista ICT dispone di una infrastruttura completa ed affidabile, predisposta all evoluzione, e di un patrimonio applicativo in grado di supportare tutti i principali processi aziendali in modo integrato. Rapporto Assinform Secondo i dati Assinform, il mercato dell ICT, comprendente Informatica (IT) e Telecomunicazioni (TLC), è cresciuto del 4,4%, un punto in meno della crescita media dei quattro anni precedenti, ma superiore di circa un punto a quella del PIL mondiale raggiungendo il valore di miliardi di dollari. Questo grazie all introduzione di nuovi prodotti, apparati, e di servizi e contenuti on line supportati dallo sviluppo degli accessi a banda larga. Il comparto dell informatica (1,191 miliardi di dollari) è cresciuto del 4,8% a un tasso inferiore di oltre 1 punto rispetto al 2007, così come le telecomunicazioni (1.821 miliardi di dollari), cresciute del 4,2%. Gli utenti Internet hanno superato gli 1,5 miliardi. D altro canto i dati parlano chiaro e dimostrano come i settori dell innovazione tecnologica siano ormai entrati in piena crisi. Nel suo complesso il mercato dell ICT (Informatica + Telecomunicazioni), attestato a milioni di euro, nel primo semestre 2009 ha subito un calo del -4,5%, assai più pronunciato di quello registrato nel primo semestre del 2008, quando, dopo anni di crescita, si era contratto del -0,6%. Se le TLC sono scese di - 2,5% rispetto al semestre corrispondente dell anno prima, la frenata maggiore l ha subita il mercato dell informatica, con un decremento del 9%, che ha significato passare dai milioni di euro a non oltre i milioni. Al suo interno, l hardware ha registrato il calo più pesante: -15,7% (per la prima volta dopo trenta anni i Pc hanno invertito la marcia in salita, passando dal + 25,8% di crescita registrato nel 1 semestre 2008 sul 2007, a -0,1% nel 1 semestre 2009 sul 2008). Ma altrettanto preoccupante è il dato sul software, sceso del 4,1%, e sui servizi informatici, solitamente più lenti a reagire, che invece hanno subito un calo di - 7,3%. La conferma arriva anche dall indagine congiuntale Assinform, che mette a confronto le risposte di un campione di aziende It a febbraio e luglio. Rispetto a febbraio il peggioramento del fatturato a luglio riguardava il 53,5% del campione (a febbraio il 44,4%), quello degli ordinativi il 54% (a febbraio era il 44,4%). Quanto all occupazione la crisi sta colpendo soprattutto il segmento dei consulenti esterni, che è in peggioramento per più del 64% del campione (a febbraio interessava il 55,5%). Il mercato italiano dell ICT in dettaglio Il perdurare della crisi economica mondiale ha trovato evidenza in Italia anche nel primo semestre del Il secondo trimestre ha evidenziato un modesto recupero sul primo per i consumi (-1,8%), ma non per tutte le altre voci chiave: PIL (-6,0%), investimenti fissi lordi (-21,1%) ed esportazioni (-23,9%). E così continuata la discesa rispetto a un primo trimestre già critico, determinando una situazione difficile per la domanda di prodotti e servizi ICT. Il mercato dell ICT - Informatica (IT) e Telecomunicazioni (TLC) - si è attestato nel primo semestre 2009 a milioni di Euro, con un calo (-4,5%) assai più pronunciato di quello registrato nel primo semestre del 2008, quando, dopo anni di crescita, si era contratto del -0,6%). La frenata rispetto al 2008, è spiegabile da un rallentamento in entrambe le componenti, ma assai più pronunciato per la componente informatica. Il mercato dell informatica non è infatti andato oltre a 9142 milioni, ed è risultato in calo del 9% (la peggiore performance semestrale dal 1991 ad oggi). Hanno rallentato tutte le componenti (hardware, software, servizi e assistenza tecnica), con una punta negativa molto pronunciata per l hardware (-15,7%). Il comparto delle telecomunicazioni (infrastrutture, terminali e servizi per reti fisse e mobili) è risultato pari a milioni, in calo del 2,5% rispetto al semestre corrispondente dell anno prima, mostrando per la prima volta pesantezza anche sul fronte dei servizi di fonia mobile (-1,2%). Informatica Nel primo semestre 2009 il mercato italiano dell informatica (IT) ha raggiunto i 9142 milioni di euro, con un calo del 9% sul primo semestre 2008, quando ancora risultava in crescita dell 1,3%. Il dato si spiega con la netta contrazione degli investimenti fissi nelle imprese, e solo parte con la tendenza al downpricing. Quest ultimo ha peraltro spinto la domanda di PC delle famiglie (+8,2% in unità) che, per quanto vivace ha solo smussato un caduta trainata dalla domanda business. Più in particolare, l andamento del mercato IT per settori d offerta (hardware, software e servizi e assistenza tecnica) ha mostrato cali in tutte le componenti: servizi (4377 milioni, -7,3%), software (1954 milioni, -4,1%), assistenza tecnica ( 348 milioni, -6,2%), e soprattutto l hardware (sistemi medi e grandi, personal computer, stampanti, sistemi di storage, e altre apparecchiature) che non ha superato la soglia 2463 milioni, con un calo del 15,7%. Telecomunicazioni Nel primo semestre 2009 il mercato delle telecomunicazioni (apparati, terminali e servizi per reti fisse e mobili) ha generato in Italia un business di milioni di euro, in calo del 2,5% sul primo trimestre del 2008, quando già era risultato in calo dell 1,4%. Ha pesato molto nel dato il calo (quasi doppio rispetto a quello dell anno prima) del comparto delle fisse (9.800 milioni, -4,4%), accompagnato da un calo (sempre con riferimento all insieme di apparati terminali e servizi)delle mobili ( milioni, -0,7%). La scomposizione del mercato totale per le due macrocomponenti, investimenti e servizi, mostra una minore sofferenza per i servizi (16895 milioni, - 1,7%) e i terminali (2.540 milioni, -2,7%), e una sofferenza più accentuata e oramai perdurante per i sistemi e le infrastrutture (1.170 milioni, -8,8%) Nei servizi, in particolare, solo i VAS mobili (2.545 milioni, +6,5%) che comprendono anche SMS, MMS e altri servizi dati e Internet su rete mobile risultano in crescita. Tutte le altre componenti risultano in calo, compresa anche quelle della fonia su rete mobile (6.490 milioni, -1,2%, per la prima volta in calo dal debutto del cellulare in Italia), dei VAS su rete fissa (1.660 milioni, - 6,2%)e dei servizi su rete fissa (6.200 milioni, -4,0%), comprensivi non solo di voce, ma anche di accessi a Internet. Sul rallentamento dei servizi su rete mobile hanno influito per la prima volta l interruzione della crescita delle linea attive (91 milioni, fra abbonamenti e carte prepagate, -0,6% nel primo semestre 2009, contro il + 6,6% del periodo corrispondente dell anno prima) e la raggiunta stabilità del numero di utenti attivi (46,2 milioni, +0,4%, contro il + 2,1% dell anno prima). Le note positive vengono dalla diffusione degli accessi Internet a banda larga, che interessa ora utenti (+12,2% rispetto al primo semestre del 2008), per il 97% connessi con tecnologie XDSL e per il 3% in fibra ottica

7 Smau, la 46.a edizione Dopo quasi mezzo secolo di tecnologie, innovazioni e soluzioni sempre nuove, Smau rinnova il proprio appuntamento con imprese, Pubbliche amministrazioni e operatori del settore ICT. In uno scenario di profonda trasformazione economica e competitiva, Smau festeggia quest anno la sua 46esima edizione, riproponendosi quale luogo privilegiato di incontro tra tutti i protagonisti del mercato ICT. Per ciascuno di loro sono stati studiati percorsi di visita guidata tra spazi espositivi del salone, i migliori contenuti indipendenti e i più bei casi di successo italiani. Nel suo nuovo format Smau si conferma la più importante e completa piattaforma di incontro tra domanda e offerta nel mondo delle tecnologie dell Informazione e della Comunicazione a supporto del Business. Anche grazie alla collaborazione con oltre 600 relatori indipendenti dei più importanti centri di ricerca, istituti universitari e società di consulenza Cefriel, Gartner, IWA, School of Management del Politecnico di Milano e molti altri Smau è oggi un osservatore privilegiato del mercato italiano, che fotografa costantemente e in modo puntuale i mutamenti e le evoluzioni del comparto, in un contesto economico e competitivo in cui le ICT divengono una leva strategica fondamentale per le imprese italiane. Per l edizione 2009 si attendono oltre 50mila visitatori. SMAU story dal 1964 ad oggi La leadership di Smau 2009 Con il format sempre più business, Smau si conferma la più importante e completa piattaforma nel mondo delle tecnologie ICT al servizio delle imprese. Cinque aree tematiche verticali, i percorsi per l innovazione, oltre 200 workshop, appuntamenti formativi e il premio dedicato alle eccellenze del settore. Tantissime occasioni per costruire il proprio viaggio alla scoperta dell Information & Communication Technology. Attesi oltre 50mila visitatori Smau 2009 ha messo a punto alcune aree speciali dedicate ai singoli target della manifestazione. Smau Business, al padiglione 4 sarà l area che racchiude l offerta per le Piccole e Medie Imprese. In quest area i visitatori troveranno i più avanzati sistemi gestionali, applicazioni di business intelligence e di Crm all avanguardia e tutte le più innovative soluzioni per le aziende di piccole e medie dimensione proposte dai principali protagonisti del settore come IBM, Oracle, Saleforce.com e molti altri. Smau Trade, al padiglione 3, sarà l area dedicata ai rivenditori informatici e ai professionisti ICT e che ospiterà player come Esprinet, Ingram Micro, Teamsystem e Zucchetti. Cinque aree verticali invece riuniranno le community di visitatori interessate a specifiche tematiche. L area E-Commerce e Web Marketing (pad 3) sarà dedicata al marketing 2.0 e al mondo della vendita on line che vedrà la presenza, tra gli espositori, anche di Google. L area Fatturazione Elettronica (pad 3) toccherà tutti i temi legati alla dematerializzazione dei documenti, l area Telco per l Impresa (pad 3) si rivolge al settore delle telecomunicazioni, l area Information Security (pad 4) toccherà l attualissimo tema della sicurezza informatica, mentre l area Mobile & Wireless (pad 3) presenterà le ultime novità in ambito Mobile Marketing & Service, RFId, Near Field Communication e Wireless Sensor Networks, Wireless Supply Chain, Unified Communication, Mobile Force & Mobile Workspace. Dopo il successo del 2008 tornano poi i Percorsi dell Innovazione. Dall idea al business, la vetrina delle più innovative start up e degli spin off più d avanguardia provenienti da tutt Italia, e Innovazione per il Retail e la GDO, l area a cura di Comufficio dedicata alle soluzioni tecnologiche per il mondo del commercio 2 SMAU - salone macchine attrezzature ufficio. Milano 1965 foto luzzo SMAU è la principale fiera italiana dedicata all Information & Communications Technology, fondata nel 1964 è testimone d eccezione della storia dell innovazione tecnologica in Italia, la vetrina irrinunciabile per il lancio di prodotti e soluzioni che hanno completamente rivoluzionato, nell ultimo mezzo secolo, il nostro modo di vivere e lavorare. La storia di SMAU è la storia del progresso tecnologico e dei cambiamenti sociali. E la storia del design che ha segnato l eccellenza progettuale, delle aziende che lo hanno abitato, della città che lo ospita. Dagli anni delle macchine per ufficio alla convergenza, dal boom di Internet alle ICT per l impresa, dall elettronica all informatica, SMAU ha messo in scena ogni anno non solo il momento commerciale ma anche il contesto culturale, trasformandosi da vetrina a luogo di incontro fra gli attori della domanda e dell offerta di ICT, accogliendo modalità di presenza sempre nuove, visitatori sempre diversi, palcoscenico, palcoscenico vivo di un settore che è specchio della nostra società. Macchine da scrivere, macchine da calcolo, telescriventi, fotocopiatrici e poi ancora fax, il computer e via via ino alla telefonia mobile, alle reti, all always-on: ogni novità ha trovato posto nei cataloghi SMAU, aprendo nuovi scenari nell organizzazione del lavoro, degli spazi, della vita sociale. E, negli anni, il Salone ha sempre saputo rinnovarsi, sintesi perfetta tra il valore del passato e l entusiasmo di essere sempre al passo coi tempi, per farsi interprete delle esigenze di un mercato in rapida e continua evoluzione

8 I percorsi dell innovazione Smau Business Roadshow Direttamente dai laboratori, dalle start-up e dagli spin-off di tutta Italia, Smau presenta al padiglione 4 di Fieramilanocity la quinta edizione di Percorsi dell innovazione. Dall idea al business, la vetrina dei prototipi e dei progetti più geniali per il business del futuro. Protagonisti dell area sono start up e spin off, centri di ricerca e università, parchi scientifici e distretti tecnologici, e, novità di quest anno, gli assessorati all innovazione e alla ricerca delle principali Regioni, Province e Comuni italiani: insomma tutte le realtà che contribuiscono a dare valore all ecosistema dell Innovazione non solo nel settore delle ICT ma anche nei comparti in ascesa, quali la robotica, l aerospazio, le biotecnologie, le nanotecnologie. È proprio in quest area che si troveranno i prodotti e le idee più curiose: un social network che connette tra loro utenti di diversi mondi virtuali; una piattaforma multicanale, multimediale, universale sul quale lavorare, attraverso il quale scambiarsi informazioni e svolgere tutte le attività lavorative e ludiche quotidiane che normalmente vengono svolte attraverso l uso di più software; un sistema di videosorveglianza on demand; una chiavetta USB che nasconde al suo interno un innovativa tecnologia per lo scambio di informazioni personali, tra cui dati aziendali, foto e soprattutto i collegamenti ai profili dei maggiori social network mondiali; un servizio per smartphones, web e social network che permette di marcare con una canzone luoghi significativi per gli utenti dal proprio smartphone (attraverso Google Maps e GPS), e condividerla con gli amici attraverso la rete; una soluzione software per lo sviluppo di sistemi operativi personalizzabili; una telecamera e un software per l analisi di immagini omnidirezionale (a 360 gradi); un dispositivo per la valutazione della prestazione fisica e motoria e la performance nello sport e molto altro. All interno dei Percorsi le giovanissime realtà italiane avranno l occasione di incontrarsi tra loro, siglare accordi, individuare nuove strade per collaborare e creare servizi e prodotti sempre più innovativi ma anche di conoscere potenziali partner industriali e finanziari per favorire lo sviluppo della propria struttura e l ingresso sul mercato nazionale e internazionale. Costituiranno per la prima volta a Smau dei veri e propri poli di attrazione gli stand delle Regioni, Province e Comuni italiani, che hanno la possibilità di rappresentare il loro ruolo di primo piano nella crescita socio-economica del Paese. La Regione emilia romagna porterà il visitatore a conoscere il proprio programma di promozione della ricerca industriale. La Regione Lombardia Direzione Generale Industria, PMI e Cooperazione farà conoscere al mondo delle imprese lombarde le politiche per lo sviluppo e il rafforzamento delle dinamiche competitive nel campo dell ICT. In particolare presenterà e promuoverà i contenuti dei bandi aperti a sostegno delle imprese. La Regione Piemonte, prima in Italia, ha istituito 12 Poli d Innovazione che coinvolgono oltre 700 imprese, gli Atenei subalpini e centri di ricerca specializzati. Dedicati a ICT, agroalimentare, creatività digitale, chimica sostenibile, energie rinnovabili, meccatronica, tessile, biotecnologie e nuovi materiali, i poli vengono presentati a Smau in un unico percorso che traccia tutti gli strumenti a disposizione delle imprese innovative del Piemonte. Filas è la società della Regione Lazio dedicata al sostegno della ricerca e dei processi di sviluppo e innovazione. Opera per lo sviluppo e l equilibrio socioeconomico territoriale, favorisce la collaborazione tra ricerca e impresa attraverso finanziamenti e altre numerose iniziative quali azioni di trasferimento tecnologico, sostegno e assistenza alla nascita di start up. Uno stand originale, il loro, dove a parlare saranno i risultati: tre start up cresciute grazie anche alla consulenza e al sostegno di Filas presentano i loro prodotti di eccellenza. Un gokart sarà il testimone dell intenso lavoro di ricerca effettuato sulle più avanzate tecniche di studio dei veicoli da competizione tramite una gamma di software specializzati per la progettazione dei kart, così come un dispositivo per la valutazione della prestazione fisica e motoria e la performance nello sport e molto altro sorprenderà il visitatore per le sue prestazioni all avanguardia. L Assessorato all Innovazione della Provincia Autonoma di Bolzano in collaborazione con il TIS Innovation Park, polo tecnologico dell Alto Adige, offrirà invece l opportunità di scoprire i vantaggi e il sostegno messo a disposizione delle aziende innovative che vogliono insediarsi in Alto Adige o che intendono aprirsi verso i Paesi di lingua tedesca e l Europa in generale. Presenti inoltre la Provincia e il Comune di Milano con i rispettivi assessorati all innovazione e alla ricerca. Sulla scia del successo targato 2009 di Smau Business Roadshow iniziano a scaldarsi i motori per il via sul circuito itinerante 2010 di Smau: cinque tappe lungo il territorio nazionale per facilitare l incontro tra i principali fornitori di soluzioni ICT sia nazionali che locali e gli imprenditori e i decisori aziendali delle imprese locali. Il viaggio di Smau toccherà Bari a gennaio, Torino a febbraio, Roma a marzo, Padova a maggio e Bologna a giugno. I cinque appuntamenti si pongono come obiettivo quello di mostrare e spiegare alle imprese del territorio tutte le principali novità in ambito tecnologico e le connesse implicazioni per VIALE SCARAMPO VIALE ENRICO ELIA STAZIONE LOTTO GALLERIA GALLERIA PORTA TEODORICO VIGLIANI VIALE PAOLO 4 3 mappa della Fiera SMAU a milanocity il business. Smau Business Roadshow ha finora toccato Padova nel 2008, Bari, Brescia, Padova e Bologna nel tutti gli appuntamenti del circuito hanno visto la realizzazione a cura della School of Management del Politecnico di Milano di una ricerca locale per radiografare lo stato di adozione delle ICT da parte delle imprese a livello regionale. L iniziativa si rivolge principalmente a imprenditori, manager delle imprese locali e operatori del canale ICT locali (rivenditori, ISV, system integrator, software house, ecc.). VIALE EGINARDO che ospiterà al suo interno alcuni direttivi delle più importanti federazioni di categoria. Smau 2009 proporrà accanto all area espositiva, oltre 200 workshop e convegni dedicati ai singoli target e curati dai migliori docenti ed esperti sulle tematiche più attuali, quali architettura IT, stampa digitale, information security, sistemi gestionali integrati, applicazioni di business intelligence, applicazioni di CRM, applicazioni CAD e PLM, Mobile Wireless e RFId, fatturazione elettronica e dematerializzazione dei documenti, applicazioni Intranet e Web 2.0, eprocurement e esourcing, applicazioni Voip e Unified Communication, applicazioni Web B2c e servizi di marketing online, utilizzo delle ICT nella Pubblica Amministrazione, soluzioni per il Retail e la GDO. In programma percorsi formativi rivolti ai manager delle diverse Line of Business ICT, Marketing e Vendite, Amministrazione e Finanza, Logistica, Risorse Umane, Acquisti, mentre i professionisti dell ICT potranno contare su un calendario di appuntamenti a loro dedicati. Tra gli appuntamenti da non perdere, la conferenza stampa di Smau che vedrà la consegna del premio Innovazione ICT alle aziende italiane che hanno sviluppato i progetti più innovativi nell ambito di applicazioni di CRM e business intelligence, sistemi gestionali integrati, architetture IT, information security, fatturazione elettronica, stampa digitale, e-commerce. Il convegno inaugurale, invece sarà l occasione per fare punto sul ruolo delle tecnologie informatiche per la crescita della competitività del nostro Paese. Durante la mattinata del 21 ottobre interverranno autorevoli rappresentanti del Governo e delle istituzioni come il ministro della Pubblica Amministrazione e dell Innovazione Renato Brunetta, il presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, il presidente della provincia di Milano Guido Podestà, il sindaco di Milano Letizia Moratti, il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli, l amministratore delegato di Expo 2015 Lucio Stanca e il presidente di Assinform Paolo Angelucci. Per rendere ancora più efficace la visita alla manifestazione, il sistema MySmau su consente al visitatore di registrarsi all evento costruendo il proprio percorso di visita personalizzato: sulla base delle informazioni inserite, il sistema proporrà a manager e professionisti i workshop più adatti alle loro esigenze di business e gli stand di fornitori di soluzioni ICT da visitare

9 Dietro le quinte La strada dell Innovazione passa da Smau L Amministratore delegato di Smau, Pierantonio Macola racconta la filosofia alla base del Salone milanese. Le aziende riconoscono sempre più il valore delle nuove tecnologie per creare valore aggiunto e per affrontare con successo le sfide del business di Laura Di Teodoro Un unica piattaforma su cui viaggeranno circa 50mila persone, seguendo percorsi personalizzati verso nuove soluzioni tecnologiche e innovative. È la piattaforma di Smau, principale fiera italiana dedicata all Information & Communication Technology. Pierantonio Macola, Amministratore delegato Smau ci racconta le novità di questa quarantaseiesima edizione. Quali sono le principali novità di Smau Milano? Prime fra tutte la suddivisione del Salone milanese in due dimensioni: Smau Business, dedicata a manager, decisori aziendali e Pubbliche amministrazioni e Smau Trade, mirata agli operatori del canale ICT. Questo nuovo format di Smau è dedicato a raccontare i benefici di business delle tecnologie. Smau è la prima fiera in Italia organizzata dall utente stesso, incentrata sui casi di successo e sulle aziende che utilizzano le tecnologie. L idea è quella di portare in primo piano e alla conoscenza di tutti il valore aggiunto delle imprese. Il nostro obiettivo è di lavorare con i vari partner per trasformare esperienze di successo in qualcosa di trasferibile agli altri attori del mercato. Tutti sappiamo l importanza che hanno in Italia le piccole e medie imprese che non sempre dispongono della giusta competenza e conoscenza nel campo dell ICT. Smau vuole essere una piattaforma con al centro l innovazione fatta dalle aziende italiane. Un altra dimensione importante è caratterizzata dai percorsi dell innovazione: tra gli stand della fiera ospitiamo borse di studio e 60 start up. Ciascuno di loro porta nuovi prodotti. Non solo, quest anno avremo anche alcune Regioni italiane che parteciperanno con il loro assessorato per l Innovazione e saranno protagoniste dell Innovation day. Insomma, sulla base dell esperienza e di quanto maturato nel corso dei vari Smau Business in giro per l Italia, abbiamo affinato e migliorato il format. Ci può tracciare un bilancio degli Smau Local? È stata una sorpresa positiva. L idea di un unico contenitore, condito con elementi di conoscenza e con un format snello (50 minuti di convegno adatto all imprenditore) ha raccolto ottimi consensi. Abbiamo avuto Smau è la prima fiera in Italia organizzata dall utente stesso, incentrata sui casi di successo e sulle aziende che utilizzano le tecnologie. L idea è quella di portare in primo piano e alla conoscenza di tutti il valore aggiunto delle imprese 2-2,5mila partecipanti per ogni evento, 4mila iscritti e abbiamo realizzato una pubblicazione per ciascun appuntamento. Per un imprenditore è sicuramente interessante avere nella propria regione un evento informativo e formativo così importante. Sulla scia di quanto è stato fatto, la fotografia che emerge è quella di un Italia molto dinamica, con imprese molto attive nel settore. L anno prossimo Smau Business tornerà con due nuove tappe: Torino e Roma. Quanto Smau può aiutare le imprese a credere e investire nell innovazione, nonostante la crisi? Il messaggio che ad esempio Gardner, uno dei nostri partner, lancia ai manager è: se vuoi la garanzia di essere licenziato in questo momento non fare niente. Fuori il mercato è difficile, sta mutando e 16 17

10 stanno cambiando i giochi di forza e chi non fa niente viene tagliato fuori. Chi aspetta la crisi restando inerme non porterà alcun beneficio alla propria azienda. Come Smau abbiamo visto che tutti gli attori che sono attivi in maniera efficace utilizzano e sfruttano in maniera ampia una seria di tecnologie. Per farlo non occorre un esperto IT: le tecnologie sono ormai mature e si tratta di capire come possano essere usate dai manager di riferimento per ciascun settore per innovare il business, in un area, come quella italiana, che ha caratteristiche uniche. Così, insieme al Politecnico, abbiamo pensato di mappare i casi di eccellenza italiani e premiare le aziende meritevoli. In questo modo vogliamo raccontare l Italia innovativa attraverso casi concreti. L innovazione si traduce anche nelle decine di Start Up che saranno presenti in Fiera. Qual è lo stato di salute di queste realtà? Si tratta dell area più affascinante e prestigiosa perché gli Start Up fanno dell innovazione la loro vita. Le Start Up sono distribuite in tutta Italia, possono essere aziende nuove o aziende già presenti sul territorio che vogliono presentarsi con un prodotto nuovo. Sono realtà non molto complete sul lato commerciale e del marketing ma sicuramente concentrate sul prodotto. Come Smau cerchiamo di aiutarle a incontrare il mercato vero. Da luglio è attivo l Osservatorio Smau, una lente d ingrandimento puntata sul mercato italiano. Di cosa si tratta? L Osservatorio è l occhio privilegiato del Salone sul mercato, in grado di individuarne in maniera puntuale le principali tendenze e andamenti. Le tecnologie dell informazione e della comunicazione sono in costante evoluzione: l Osservatorio Smau vuole proporsi come punto di riferimento per il mondo del business interessato a seguirne i mutamenti e le nuove proposte attraverso dati, informazioni, notizie e i migliori casi di successo nell applicazione di ICT a livello aziendale. Nel sito internet di Smau vengono raccolti tutti i casi di successo di adozione di nuove tecnologie da parte di imprese e Pubblica amministrazione e le più recenti ricerche di mercato in materia di tecnologie digitali. Questo consente all impresa utente di guardare come i propri colleghi 18 hanno adottato soluzioni efficaci. L Osservatorio prende in considerazione le più attuali tematiche legate alle Ict: sistemi gestionali integrati, business intelligence, mobile&wireless e rfid, fatturazione elettronica, web b2c, information security, infrastrutture di comunicazione aziendale, architetture IT, eccetera. Un focus particolare è stato dedicato alle 5 nuove aree verticali presenti a Smau Milano 2009: marketing e sales, amministrazione e finanza, logistica, risorse umane e acquisti. La fotografia che emerge è che il vertice di ogni singola azienda deve crederci; l innovazione tecnologica non è più una questione delegabile alla funzione IT, bisogna guardare agli obiettivi di Business e, in questo, Smau vuole essere un canale di promozione e formazione. Parlando della parte di Smau dedicata al Business, quali sono le tematiche che saranno al centro dell attenzione? Saranno presentati nuovi prodotti che saranno di interesse per gli addetti ai lavori. Sul fronte degli utenti dello Smau business, sono di rilevante interesse: la parte della gestione integrata soprattutto per le aziende che si interfacciano con l estero; il tema del mobile&wireless; e-commerce; la sicurezza; enterprise 2.0 e tutti quei meccanismi moderni che oggi l impresa tende ad utilizzare. Al convegno di presentazione si parlerà del ruolo delle tecnologie informatiche per la crescita della competitività del nostro Paese. Si può essere ottimisti? Sicuramente. C è un collegamento diretto tra spese IT e variazione del PIL e sappiamo che purtroppo l Italia spende poco per la tecnologia. Possiamo essere ottimisti perché c è parecchio margine di miglioramento, si può e si deve fare molto. Per farlo occorre un cambiamento culturale che implica il bisogno di raccontare l innovazione, i suoi costi e i benefici certi. Per essere sfruttata la tecnologia deve essere conosciuta e in Italia non tutte le aziende possono permettersi una funzione verticale. Noi forniamo tutte le informazioni utili che consentano di utilizzare queste tecnologie. Mille e una soluzione d arredo Per essere sempre pronti a soddisfare tutte le tue esigenze. Arredouffi cio è il partner ideale per aziende e imprenditori che vogliono qualità e design a prezzi convenienti. Uno staff di professionisti a tua completa disposizione con effi cienza, affi dabilità, attenzione ai dettagli e capacità di mettersi davvero al tuo servizio anche per progettare da zero il tuo spazio ideale. Arredouf cio Online Via Modigliani, 19 I Colnago di Cornate d Adda (MI) Tel Fax arredouf cio.com cio.com 19

11 School of Management Il binomio Smau e Politecnico è nato con l obiettivo di coniugare due aspetti: il nostro contributo legato ai contenuti, alla ricerca, ad eventuali approfondimenti, al far capire il valore delle tecnologie e, dall altra parte, l ambito dei contatti con i vendor, l organizzazione fieristica e i workshop, ergo far incontrare domanda e offerta con i contenuti, farli collaborare per poi farli viaggiare insieme Questione di Contenuto Raffaele Balocco, responsabile dell Osservatorio Pmi della School of Management del Politecnico di Milano, spiega la collaborazione con Smau e disegna il quadro in cui operano oggi le piccole e medie imprese che credono e investono nell ICT di Laura Di Teodoro Non solo un importante evento fieristico ma anche un prezioso fornitore di contenuti sul mercato ICT. Il tutto grazie alla collaborazione tra Smau e School of Management del Politecnico di Milano. Una collaborazione nata e cresciuta nel corso degli anni e oggi diventata uno stimolo e un importante momento formativo per manager e imprenditori, come spiega Raffaele Balocco, della School of Management responsabile dell Osservatorio sulle Piccole e Medie Imprese e sul Canale. Nella conferenza stampa di apertura è stata presentata la seconda edizione del rapporto sull adozione delle ICT in Italia. Come avete sviluppato la ricerca e come si differenzia da altre? La ricerca è una sintesi dei dati raccolti nell ultimo anno nei 26 Osservatori della School of Management, focalizzati sull utilizzo strategico dell ICT. Gli Osservatori si suddividono in tre macro aree: Rfid, Mobile & Wireless Business, B2b. Nei primi l ICT abilita un nuovo settore, gli altri sono legati alla possibilità di generare nuove soluzioni per creare differenziali competitivi per le imprese. Ci sono poi altri Osservatori legati alla gestione strategica. Il rapporto che abbiamo presentato è un po la sintesi di tutti: come le aziende utilizzano l ICT, quali i vantaggi che ottengono su mercati e quale la produzione business piuttosto che la gestione strategica. Parlando di Piccole e Medie Imprese, può delinearci un quadro riguardante lo stato di adozione delle tecnologie ICT? Dal 2002 sono responsabile dell Osservatorio sulle Piccole e Medie imprese del Politecnico. Da anni elaboriamo analisi specifiche sul tema, analizzando diverse migliaia di imprese. Nel corso del 2009, in collaborazione con Smau, abbiamo fatto ricerche su alcune realtà regionali legate al circuito Smau Bu

12 di (in)formazione che devono rappresentare un primo passo verso un approfondimento da parte di manager e imprenditori, attraverso, ad esempio, MBA specifici o corsi ad hoc. Cosa sta nascendo da questa collaborazione? Il binomio Smau e Politecnico è nato con l obiettivo di coniugare due aspetti: il nostro contributo legato ai contenuti, alla ricerca, ad eventuali approfondimenti, al far capire il valore delle tecnologie e, dall altra parte, l ambito dei contatti con i vendor, l organizzazione fieristica e i workshop, ergo far incontrare la domanda e offerta con i contenuti, farli collaborare per poi farli viaggiare insieme. Il nostro obiettivo è di continuare la collaborazione e andare avanti con lo Smau Business. Il circuito local è nato per evitare che il manager di turno fosse costantemente bombardato da inviti ad eventi da parte delle varie realtà ICT. Anche su input di Confindustria abbiamo pensato di raggruppare tutto in un unico contenitore e permettere così al decisore aziendale di avere un unico momento in cui approcciarsi alla materia. siness, appuntamenti locali ideati da Smau e Politecnico. In concomitanza di ogni singolo evento fieristico abbiamo realizzato una ricerca sulle PMI delle regioni interessate: quale il grado di adozione delle tecnologie, la maturità ICT, il livello di propensione e i settori che maggiormente utilizzano l ICT. Quest anno abbiamo analizzato 1600 aziende, in Lombardia, Emilia, Puglia, Veneto facendo anche un attenta analisi sui benefici che ne derivano. È chiaro che rispetto all Europa siamo indietro; mi piacerebbe per una volta però, cercare di leggere la situazione con positività perché ci sono casi interessanti con imprese, anche di piccole dimensioni, che stanno migliorando il loro modo di fare business attraverso l utilizzo di queste tecnologie, imprese che attraverso sistemi di mobile hanno rafforzato le vendite e sono in grado di fornire servizi migliori ai clienti, con maggior tempestività. Ci sono ad esempio piccole imprese che attraverso la fatturazione elettronica stanno di fatto ren- 22 dendo digitale tutto il processo di gestione dei documenti. Ci sono aziende che stanno lavorando molto bene, con punte di eccellenza e altre, invece, che purtroppo fanno poco. Non esiste una via di mezzo. Si tratta principalmente di un problema culturale nel senso che i primi a capire l importanza dell ICT come leva di sviluppo, devono essere gli imprenditori. È indispensabile che ogni impresa abbia un proprio responsabile IT che non sia solo un tecnico ma anche un manager. Per valorizzare le eccellenze nazionali abbiamo creato un premio ad hoc per quelle aziende che hanno lavorato bene sul fronte delle nuove tecnologie. Quale valore aggiunto fornisce alle imprese questa collaborazione Smau e Politecnico di Milano? Più che formare cerchiamo di sensibilizzare gli imprenditori verso queste tematiche. Negli incontri che organizziamo con Smau Business, in circa 50 minuti, forniamo pillole Quali sono le principali novità di questa edizione di Smau? Smau 2009 ha messo a punto alcune aree speciali dedicate ai singoli target della manifestazione: Smau Business e Smau Trade. Nell area Business i visitatori troveranno i più avanzati sistemi gestionali, applicazioni di business intelligence e di Crm all avanguardia e tutte le più innovative soluzioni per le aziende di piccole e medie dimensione. In passato la tecnologia veniva acquistata dal responsabile dei sistemi informativi, era lui il vero decisore aziendale. Da diversi anni invece sono sempre più i manager delle altre funzioni aziendali ad avere un ruolo di rilievo nel processo decisionale che porta all acquisizione di determinate soluzioni: il responsabile marketing è, ad esempio, colui che decide sull acquisizione delle tecnologie mobile, Crm o altre soluzioni; il responsabile produzione decide sui pacchetti a supporto della propria funzione. Partendo da questo presupposto abbiamo fatto corsi specifici per questi profili e per quest anno ci siamo focalizzati sul marketing commerciale, risorse umane e supply chain. Complessivamente abbiamo interpellato una cinquantina di responsabili per settore con l obiettivo di calcolare un indicatore di propensione all utilizzo delle varie tecnologie. L altro tema è il Trade, il Canale, quindi il mondo dei rivenditori, che fanno da intermediari tra i grandi vendor e il mercato finale; sono coloro che veicolano il prodotto, sviluppano i software ecc. Quest anno, inoltre, abbiamo fatto un analisi economico-finanziaria: stiamo analizzando 20mila bilanci degli ultimi tre anni, di altrettanti operatori, per capire qual è la loro situazione e scattare una fotografia partendo dai bilanci. Stiamo facendo una ricerca partita da qualche settimana con l obiettivo di raccogliere 500 risposte al fine di capire come gli operatori stanno affrontando la crisi. Stiamo inoltre lavorando a un analisi sulle fusioni e acquisizioni avvenute quest anno.

13 Sommario delle categorie GALLERIA GALLERIA 4 36 VIALE SCARAM AM MPO PORTA TEODORICO 3 42 VIALE ENRICO ELIA VIGLIANI VIALE PAOLO VIALE EGINARDO STAZIONE LOTTO

14 Business&Gentlemen Speciale SMAU 2009 IBM, l Innovazione al servizio di un pianeta intelligente Microsoft Windows Seven presentato a Smau in anteprima per il mondo business Applicare la tecnologia, oggi abbondante e pervasiva, in maniera più intelligente per ottenere efficienza, capacità competitiva e dare più qualità alla nostra vita. IBM sarà in SMAU con un ampio insieme di soluzioni e servizi innovativi per imprese e istituzioni a sostegno del sistema-paese. Dal 21 al 23 ottobre, nel padiglione 4 di Fieramilanocity, IBM prende parte alla 46 edizione di SMAU, per presentare, insieme con i propri Business Partner, il valore di idee, soluzioni e servizi intelligenti a sostegno dei processi legati all efficienza e all innovazione del business. Piccola e media azienda d ogni comparto produttivo per la quale il 21 ottobre alle presso la sala stampa SMAU, è previsto un appuntamento dedicato ai giornalisti per illustrare importanti novità - e applicazioni ad aspetti e settori quali il traffico, la sanità, la cultura e il turismo: di qui parte il viaggio alla scoperta dello Smarter Planet, un Pianeta dove innovazione e intelligenza trasformano la nostra vita e il nostro modo di operare nella quotidianità. La presenza di IBM si sviluppa in due demo area: lo Smarter Planet, una tensostruttura illuminata a forma di pianeta, e le Business Partner Solutions. Quest ultima è espressamente dedicata alla presentazione della famiglia di soluzioni e prodotti per la piccola media impresa; nello Smarter Planet invece saranno presenti soluzioni tra le più innovative, alcune delle quali già applicate oggi in diversi contesti. Durante la manifestazione fieristica, IBM, in collaborazione con il Politecnico di Milano, svilupperà una survey dal titolo: Quanto la tecnologia può aiutare le aziende ad essere smart. Accedendo on line attraverso il sito IBM, le aziende che parteciperanno potranno scoprire quale potrà essere il ruolo giocato dall ICT nei loro progetti futuri e quali sono gli eventuali fattori critici di successo. Tra le soluzioni che saranno presentate all interno dello Smarter Planet, un esempio è il Virtual Teller, vero e proprio sportello virtuale ideato dall Innovation Center IBM di Bari che, operando sia in modalità selfservice sia con assistenza remota di un operatore, migliora e semplifica il rapporto tra l utente finale Istituzioni e imprese. Con un semplice clic, ovunque la postazione venga ubicata - in azienda, in una stazione ferroviaria, in un centro commerciale diventa possibile colloquiare, richiedere e ottenere quei servizi normalmente garantiti solo recandosi presso gli uffici preposti. Sempre pensata mettendo al centro l individuo è Sesamo Net, una soluzione studiata per garantire agli ipovedenti libertà di movimento all interno di edifici o in seno a percorsi urbani grazie alla possibilità, tramite segnale elettronico, di superare le barriere fisiche e architettoniche. Tag My... è invece un progetto basato su tecnologia mobile, il cui obiettivo è aiutare l utente nella scoperta delle caratteristiche di un luogo, fornendogli le informazioni che meglio rispondono ai suoi interessi. Così, le guide turistiche tradizionali vengono facilmente affiancate da lettori audiovisivi, leggeri e maneggevoli, e soprattutto capaci di maggiore spazio per informazioni aggiornate e personalizzate in tempo reale. Lo snellimento delle procedure è anche l obiettivo della Smarter Reception, che elimina i tempi di registrazione e di ingresso in un edificio - azienda, albergo, villaggio turistico, complesso industriale o produttivo - nel pieno rispetto delle necessarie misure di sicurezza e della privacy. Tutto grazie a un semplice scambio di informazioni via sms o posta elettronica. In ambito sanitario, soluzioni IBM come il 3D Avatar consentono nuove modalità per lo svolgimento delle visite mediche, ora anche a distanza, grazie alla tecnologia tridimensionale. I dati ottenuti entrano in un sistema di memorizzazione e di trattamento, affidabile e sicuro - l Electronic Patient Care - andando a costituire una vera e propria memoria della posizione sanitaria del singolo. Esami, interventi, anamnesi personali e familiari: tutto ciò che il personale sanitario ha bisogno di consultare per le fasi di diagnosi e prescrizione della cura. Dalla sanità all entertainment, al mondo virtuale e a nuovi business: il passo è breve, specie se si ricorre a un paio di occhiali 3D e alla comunicazione multisensoriale. Così avviene nel Chiosco Multisensoriale, un concentrato di tecnologia, in cui è possibile sentire suoni e profumi, evocare emozioni e richiamare sensazioni impresse nel cervello. Ovviamente non poteva essere dimenticata la Ricerca, attività su cui IBM investe ogni anno circa 6,5 miliardi di dollari. Per l occasione, è di scena la Nanotecnologia, con alcuni esempi quali nuove tipologie di tessuti applicabili a settori quali la moda o il turismo. Per completare la proposizione di IBM e dei suoi Business Partner a SMAU sono in programma dieci conferenze tematiche, tra cui alcune dedicate al tema della sicurezza, al cloud computing, alla gestione intelligente dei dati, e l illustrazione di 5 casi innovativi di successo. Fondata nel 1975, Microsoft è leader mondiale nel software, nei servizi e nelle tecnologie Internet per la gestione delle informazioni di persone e aziende. Offre una gamma completa di prodotti e servizi per consentire a tutti di migliorare, grazie al software, i risultati delle proprie attività - in ogni momento, in ogni luogo e con qualsiasi dispositivo. Windows 7, il nuovo sistema operativo di Microsoft, si presenta in anteprima al mercato il 22 ottobre e dedica 2 eventi gratuiti ai professionisti IT per far toccare con mano tutta l efficienza delle innovazioni tecnologiche in uscita. Il 22 ottobre a Milano, presso SMAU Fieramilanocity e il 27 ottobre a Roma, presso lo Sheraton Golf Hotel, professionisti IT e sviluppatori potranno scoprire tutte le novità di Windows 7 e Windows Server 2008 R2, attraverso due percorsi paralleli articolati in una giornata di lavori: per essere protagonisti del lancio e provare le ultime innovazioni proposte da Microsoft. Il tema del lancio è The New efficiency e punta a evidenziare come i nuovi prodotti rappresentino un fattore di innovazione per i clienti e permettano loro un effettivo risparmio dei costi. Ai professionisti IT, Microsoft dedicherà 4 sessioni su come gestire al meglio l introduzione in azienda del nuovo sistema operativo; come utilizzare le novità per la virtualizzazione al fine di ottimizzare data center e infrastrutture IT, riducendo costi di gestione e costruendo ambienti di elaborazione dinamici e in grado di adattarsi rapidamente al mutare delle esigenza del business; come ottimizzare la gestione delle sedi remote e gestire la compatibilità delle applicazioni. Altrettante sessioni di lavoro si rivolgeranno invece agli sviluppatori per un focus su Windows 7 come console di sviluppo e sulle novità introdotte dal sistema operativo per sviluppare applicazioni sempre più performanti: l utilizzo di.net Framework per lo sviluppo in Windows7; lo sviluppo per il cloud computing, tematica chiave per il futuro dell IT; tutte le novità di Visual Studio 2010 e.net Framework 4.0 sia in termini di funzionalità e librerie, sia in termini di strumenti di sviluppo, gestione, debug e test. Windows 7 (chiamato anche Blackcomb, Vienna, Seven o Sette) è un sistema operativo prodotto da Microsoft destinato ai PC, sia computer aziendali che casalinghi, portatili, Tablet PC, netbook e media center[1], e sarà la prossima versione di Microsoft Windows. Microsoft ha iniziato a pianificare lo sviluppo di Windows 7 nel 2007, con l obiettivo di rilasciarlo tre anni dopo il suo predecessore, Windows Vista. Il suo debutto è previsto per il 22 ottobre Al contrario del suo predecessore, Windows 7 è progettato per essere un aggiornamento di Vista, con il risultato di essere completamente compatibile con driver, applicazioni ed hardware già compatibile con Windows Vista. Le presentazioni offerte dalla compagnia nel 2008 hanno mostrato il supporto multi-touch, una shell ridisegnata con una nuova taskbar, un sistema di condivisione casalingo chiamato HomeGroup, e miglioramenti delle prestazioni. Alcune applicazioni che erano incluse nelle versioni precedenti di Microsoft Windows, come Windows Mail e Movie Maker non sono più incluse nel sistema, e sono offerte separatamente (e gratuitamente), nel pacchetto di programmi Windows Live Essentials. Esiste inoltre la versione server, chiamata Windows Server 2008 R2 (o anche Windows Server 7) La versione Retail sarà commercializzata a partire dal 22 ottobre 2009, e tutti coloro che tra giugno e ottobre avranno acquistato un computer con Windows Vista pre-installato, riceveranno gratuitamente (a meno delle spese di spedizione del disco) una copia originale di Windows 7 RTM non appena questa sarà disponibile, e avranno il diritto di utilizzare l uno o l altro sistema operativo a propria discrezione. tratto da Wikipedia 26 27

15 Business&Gentlemen Speciale SMAU 2009 Google presenta la nuova versione dell applicativo GSA Oracle a SMAU l IT per la crescita La divisione Enterprise di Google 700 persone nel mondo dedicate a sviluppare prodotti per l informatica aziendale partecipa all edizione 2009 di SMAU con uno stand nell area tematica E-Commerce. La presenza di Google sarà incentrata sulla presentazione della nuovissima versione 6.0 dell appliance hardware/ software Google Search Appliance (GSA) per l enterprise search. Le caratteristiche di questo appliance lo rendono la soluzione ideale a supporto delle aziende che possiedono siti di e-commerce che vogliono offrire ai visitatori un esperienza di ricerca e navigazione il più possibile ricca, utile e allineata ai nuovi approcci della comunicazione online. GSA 6.0 è infatti in grado di indicizzare e ricercare miliardi di documenti all interno di qualsiasi sito web, restituendo risultati pertinenti e affidabili quanto quelli di Google.it e con la stessa semplicità d uso e velocità. La nuova versione GSA 6.0 è inoltre integrabile con Google Analytics per agevolare la comprensione del modo in cui i visitatori utilizzano un sito e ottimizzare quindi le modalità di presentazione delle informazioni. E inoltre possibile personalizzare il layout delle pagine che presentano i risultati delle ricerche usando i fogli di stile forniti o una procedura di creazione guidata. Sfruttando queste possibilità, i siti possono ad esempio proporre i risultati di ogni ricerca secondo una modalità che ricorda quella del motore Google.it. Le informazioni restituite a seguito dell inserimento di una parola chiave possono ad esempio essere visualizzate secondo diverse modalità: risultati naturali (con indicazione della percentuale di attinenza rispetto alla keyword), risultati derivati da una scelta redazionale del proprietario del sito (ad esempio le proposte commerciali del momento attinenti a quella parola chiave) e le ricerche più popolari (riquadrate in modo simile a quanto avviene con gli annunci Google AdWords). L utente è così libero di confrontare, in un colpo d occhio, tre tipologie di risultati: l oggettività dell indicizzazione naturale, le proposte del sito più attinenti alla specifica ricerca e le scelte degli altri clienti. Con GSA 6.0, Google introduce una nuova architettura, integrata in due modelli: GB-7007, che supporta ricerche fino a 10 milioni di documenti, e la nuovissima unità GB-9009 per le ricerche su oltre 10 milioni di documenti e capacità virtualmente illimitata. La nuova architettura consente alle aziende di aggiungere dinamicamente capacità alle implementazioni GSA esistenti senza dover sostituire l attuale sistema e interrompere il servizio. L aggiunta di maggiore capacità richiede solo pochi secondi e viene eseguita semplicemente modificando la licenza, senza che siano necessarie variazioni all hardware GSA sottostante. Utilizzando GSA, un sito di e-commerce o qualsiasi sito che proponga un offerta commerciale può utilizzare il motore come un vero e proprio strumento di navigazione, in grado perfino di sostituire la tradizionale logica dei siti web basata su menu guidati. Oracle, la prima azienda al mondo di software per le imprese, è presente all edizione 2009 di SMAU al fianco di sei partner: Altea, Atlantic Technologies, Beta80, exstone, GN Informatica e Steering. Insieme, Oracle e i suoi partner daranno vita all Oracle Village (Pad. 4, Stand A21-B70), al cui interno condivideranno con gli imprenditori e i decisori aziendali le prospettive di sviluppo che l IT apre per il business. All interno dell Oracle Village, ogni azienda potrà trovare infatti la propria strada per l innovazione, focalizzandosi su quelle tecnologie e su quelle soluzioni che meglio rispondono alle proprie specifiche esigenze in molteplici aree: software infrastrutturale, Business Intelligence, Enterprise 2.0, Enterprise Performance Management e soluzioni ERP. SMAU sarà anche l occasione per dare visibilità all analisi svolta dagli Osservatori ICT & Management della School of Management del Politecnico di Milano in merito ai casi di Co- Ver Industrial e dello Studio Legale Bonelli, importanti realtà italiane nell area industriale e dei servizi professionali che, utilizzando la tecnologia Oracle, hanno realizzato progetti IT di successo conseguendo reali benefici di business. Gli appuntamenti Nel contesto del programma convegnistico di SMAU, Oracle organizza venerdì 23 ottobre alle la conferenza Oracle SaaS - Software as a Service Day: creare un vantaggio competitivo senza capitalizzare (Pad 4, Sala 12). Con l intervento del MIP School of Management del Politecnico di Milano e il supporto dei partner Oracle, verranno approfonditi tutti gli aspetti del modello Software-as-a- Service. In particolare, verranno evidenziati i vantaggi che esso può offrire alle imprese interessate ad aprirsi alle soluzioni IT più innovative senza dover affrontare ingenti costi di hardware e con la sicurezza di spesa di un canone mensile. Presso l Oracle Village, inoltre, si terranno tre workshop, uno per ogni giornata del salone, dedicati ad altrettanti temi chiave che caratterizzano la presenza di Oracle alla manifestazione. Mercoledì 21 ottobre alle ore si terrà il workshop Il successo aziendale attraverso la gestione integrata dei documenti. Oracle e Altea, partner focalizzato nell area della gestione documentale e dei contenuti, evidenzieranno come un adeguata piattaforma di gestione documentale consenta di migliorare la produttività sia individuale che di gruppo. Nel corso del workshop verrà approfondito il caso di Co-Ver Industrial, azienda attiva nei settori Energia rinnovabile, Ingegneria e Costruzioni, Trasporti e Logistica e Produzioni Industriali, che ha scelto la piattaforma Oracle di Enterprise Content Management e la professionalità di Altea per realizzare un progetto strategico di Knowledge, Document e Content Management. E invece in agenda per giovedì 22 ottobre alle ore il workshop dedicato al ruolo chiave che le soluzioni applicative giocano per rendere il business sempre più efficiente e ottimizzare la gestione dei processi lungo tutta la catena del valore aziendale. Si terrà infine venerdì 23 ottobre alle ore il workshop Le informazioni strategiche su cui poter contare, sempre. Questo appuntamento vedrà coinvolti, oltre agli esperti Oracle, anche i partner Beta80 e exstone e consentirà di comprendere come le organizzazioni di ogni dimensione possano perseguire l eccellenza manageriale dotandosi delle opportune soluzioni di Business Intelligence ed EPM. Attraverso il caso dello Studio Legale Bonelli, verrà evidenziato in concreto come l adozione delle soluzioni Oracle per la Business Intelligence apporti benefici tangibili anche nel contesto degli studi professionali

16 E-commerce Il Rapporto La grande potenzialità del pianeta E-Commerce Le vendite online crescono in Italia di oltre il 20% con un fatturato di circa 6 miliardi di euro. Le cifre parlano di un settore in crescita con prospettive di sviluppo importanti visto che solo l 1% delle vendite avviene in rete. Ecco la fotografia su usi e costumi dello shopping online nel nostro Paese Una crescita superiore al 20%, pari a circa 6 miliardi di euro e che corrisponde a circa l 1% delle vendite. È quanto emerge nel rapporto E-commerce dell Osservatorio B2C della School of Management del Politecnico di Milano, per l anno Escludendo la quota destinata ai consumatori stranieri, circa 850 milioni di euro, e sommando la quota che i consumatori italiani acquistano su siti stranieri si può stimare un valore dell acquistato su Internet da parte dei consumatori italiani pari a circa 7 miliardi di euro. Si stima che siano circa 6 milioni gli italiani che effettuano transazioni online, su un totale di 18 milioni che usano il Web semplicemente per ricercare informazioni su prodotti e servizi. Con questi dati, la penetrazione sul totale vendite retail è ancora inferiore all 1%, con significative differenze tra comparto e comparto: il Turismo online rappresenta ormai circa il 10% delle vendite complessive di prodotti turistici, mentre l acquisto online di altre categorie merceologiche, che incidono molto sul totale consumi degli Italiani, come i Prodotti Alimentari o per la Casa e l Abbigliamento, è su valori ancora trascurabili (largamente inferiori all 1%) se confrontati con le vendite offline. Il comparto con il tasso di crescita più elevato è l abbigliamento con il 43%, seguito dal turismo con il 28% e dall editoria, musica ed audiovisivi con il 20%, mentre tutti gli altri comparti faranno registrare tassi di crescita inferiori alla media del mercato. Il contributo alla crescita complessiva dell E-Commerce in Italia, pari a circa 1 miliardo di euro in valore assoluto, è però differente alla luce del peso relativo dei diversi comparti. Il solo turismo, con 750 milioni di euro, contribuirà per il 75% circa della crescita complessiva. Abbigliamento, assicurazioni (+17%) e informatica ed elettronica di consumo (+15%) contribuiranno alla gran parte della crescita residua. L Italia risulta fortemente polarizzata sulla vendita di servizi (prodotti turistici, biglietti, ricariche telefoniche, prodotti assicurativi, ecc.) che rappresentano il 70% delle vendite online. Questo fenomeno è ormai in costante crescita da diversi anni. Se escludiamo le vendite di Informatica ed elettronica di consumo, che pesano per un 9% circa, i rimanenti settori merceologici rappresentano percentuali largamente inferiori al 5% del totale delle vendite online (abbigliamento 4%; editoria, musica ed audiovisivi 2%; grocery 1%). Questo dato è in netta contrapposizione con la ripartizione dei consumi degli Italiani che vede una forte predominanza della componente prodotti (indicativamente pari all 80%) e con la composizione del paniere nei mercati online all estero. Le vendite all estero dei siti di E-Commerce italiani grazie in particolare alle prenotazioni alberghiere e all abbigliamento supereranno gli 850 milioni di euro, in modesta crescita Si stima che siano circa 6 milioni gli italiani che effettuano transazioni online, su un totale di 18 milioni che usano il web semplicemente per ricercare informazioni su prodotti e servizi 30 31

17 Il Rapporto rispetto al Circa un settimo dell intero valore dell E-Commerce B2C viene quindi generato all estero e, più specificamente, in tre mercati principali: l Unione Europea, gli Stati Uniti e il Giappone. Analizzando il fenomeno per ciascun comparto merceologico, si nota la rilevanza dell export nei settori del turismo, sia da parte dei portali di hotel che degli operatori del trasporto tradizionale, e dell abbigliamento, grazie ad una spiccata propensione all export di quasi tutti gli operatori (tra cui Yoox Group e GlamOnWeb). La crescita non esaltante del 2008 rispetto al 2007 è dovuta essenzialmente a due fenomeni: da un lato alla crescita inferiore alla media del mercato e alle previsioni di quei player che nel turismo vendono prevalentemente all estero (i portali di hotel), dall altro ai risultati della nostra compagnia di bandiera che rimarrà sostanzialmente stabile rispetto al 2007 nella vendita di biglietti online. Limitato anche il numero di iniziative significative nella vendita di prodotti enogastronomici e di merchandising, al di fuori di qualche rara eccezione (ad esempio Ferrari e Wineshop). Pur senza grossi stravolgimenti rispetto al 2007, si nota una lieve inversione di tendenza nella ripartizione delle vendite per tipologia di impresa (Dot Com e Multicanale). Si riduce di due punti percentuali il peso delle Dot Com in favore sia delle imprese tradizionali commerciali che delle tradizionali produttrici. Il fenomeno, anche se bisogna sottolinearne la lieve entità, è da ricondursi, più che ad un rallentamento delle Dot Com storiche, alla buona crescita di alcune imprese tradizionali commerciali (ad esempio Esselunga, Mediaworld, Monclick) e all ingresso di alcuni grandi marchi nel comparto dell abbigliamento (ad esempio Diesel, Armani, Gucci, Prada, Valentino, Stone Island, Energie, Bata, Pinko). In generale, la presenza online della distribuzione moderna continua ad essere estremamente debole. Solo il 12% delle insegne della distribuzione alimentare, meno rispetto a cinque anni fa, ha un sito di commercio elettronico e la solita Esselunga continua da sola a fare comparto. Nell ambito della distribuzione non alimentare il 27% delle insegne ha un sito di commercio elettronico, più del doppio rispetto al 2003, anche se in molti casi si tratta ancora di iniziative sperimentali (come ad esempio Coin, IKEA e Mercatone Uno). Le forme più comuni di multicanalità sono quelle che vedono il canale online affiancato al canale telefonico, come ad esempio nel caso delle compagnie assicurative dirette (Genialloyd, Direct Line, ecc). Più raro il caso di affiancamento del canale online a punti di vendita fisici, formula questa tipica nelle iniziative di alcuni retailer tradizionali come Esselunga, Mediaworld, la Feltrinelli, Hoepli.it, Euronics. Sono ancora pochi, maikii.com ma in crescita, gli esempi di multicanalità tramite cellulare o mediante l invio di ordini con sms e attraverso siti appositamente studiati per il mobile (ad esempio Mediaworld che propone la versione.mobi del suo sito di E-Commerce). Alcuni segnali incoraggianti iniziano ad arrivare dalle imprese tradizionali specialmente nel fashion. Alcuni dei brand più noti del Made in Italy infatti hanno aperto negozi online. Nel confronto con i principali siti di commercio elettronico internazionali, i più importanti siti di commercio elettronico italiani ne escono tutto sommato bene. Alcuni di essi non hanno nulla da invidiare ai loro competitor internazionali. Esistono comunque diverse aree di miglioramento. Dal rapporto emerge che sarebbe necessario lavorare per rendere più veloce e semplice il processo di chiusura dell acquisto, dove i tassi di abbandono sono eccesivamente alti. In secondo luogo, occorrerebbe lavorare sulla qualità di presentazione dei prodotti o servizi, dove il gap tra siti di eccellenza e siti mediocri è più marcao. Una terza area di miglioramento riguarderebbe la scarsa attenzione alla presentazione dell esperien- L Italia risulta fortemente polarizzata sulla vendita di servizi (prodotti turistici, biglietti, ricariche telefoniche, prodotti assicurativi, ecc.) che rappresentano il 70% delle vendite online. Questo fenomeno è ormai in costante crescita da diversi anni. Se escludiamo le vendite di Informatica ed elettronica di consumo, che pesano per un 9% circa, i rimanenti settori merceologici rappresentano percentuali largamente inferiori al 5% del totale delle vendite online za di acquisto che è ormai un fattore decisivo nei Fiandre - Rosenthal - Martini Light - Original Marines - New Holland - Avon - Dainese - Lavazza - Avis - Fiat Diesel - Aprilia principali siti internazionali. Mitsubishi - ConfCommercio - Dylog - Aveda - FederAlimentare - Borsa Italiana - Probiotical - Juventus - Tekmed - Fiat - Würth - Birra Peroni - Mares - RDS - Telespazio - L'Oreal - Mobil - Banca Pictet - Climaveneta - Maserati - De Agostini - Zona Tortona - Pininfarina TeamSystem - Sony BMG - Azimut Benetti - Casalini Libri - Volvo - Novartis - Forst Microsoft - Doimo - Diadora - SIAE - Elettrolux 32

18 Business&Gentlemen Speciale SMAU 2009 Ecco Wireshop.it Ducati una vetrina virtuale per gli appassionati delle due ruote Ducati nasce a Bologna nel 1926 ed è uno dei marchi più noti a livello internazionale nel settore motociclistico. Ducati produce motociclette ispirate e derivate direttamente dalle corse, che differiscono tra loro per caratteristiche tecniche e design: Superbike, Monster, Streetfighter, Hypermotard, Multistrada, SportClassic e Desmosedici RR. Le vendite vengono effettuate in più di 60 paesi in tutto il mondo e sono concentrate soprattutto nei mercati dell Europa occidentale e del Nord America. Ducati prende parte ai campionati mondiali Superbike e MotoGP. Nel campionato Superbike Ducati ha ottenuto tredici degli ultimi quindici titoli mondiali, mentre nel campionato MotoGP Ducati ha conseguito la vittoria nel In oltre cinquant anni di storia, Ducati è riuscita a costruire una tradizione motociclistica che ha dato vita a una grande comunità internazionale di appassionati. La strategia aziendale è da sempre stata quella di puntare anche sul senso di appartenenza alla community Ducati, rendendo il processo di acquisto una vera e propria esperienza coinvolgente. Il successo ottenuto con la vendita online della Ducati MH900e, prima moto in serie limitata venduta esclusivamente tramite il canale online, ha portato alla nascita nel 2000 di Ducati.com S.r.l., società controllata da Ducati Motor Holding, in seguito incorporata nella casa madre. Il sito Ducati divide l offerta commerciale in due principali macroaree: i prodotti a marchio Ducati, che spaziano dall abbigliamento sportivo agli accessori tecnici per i motociclisti, e i servizi, tra cui i biglietti per gli eventi ed i corsi di guida su pista. La piattaforma Web progettata da Ducati consente, inoltre, di offrire servizi specifici alla comunità degli appassionati. Gli utenti sono invitati a registrarsi per accedere ai servizi che consentono di partecipare alle attività della comunità con la possibilità, per i suoi membri, di acquistare prodotti e servizi esclusivamente disponibili sul Web, oltre a quelli già offerti dal negozio online. L intero assortimento proposto sul sito viene presentato attraverso un modello misto: una selezione di prodotti e servizi è direttamente acquistabile dal negozio online, mentre un altra selezione costituisce una vetrina virtuale che permette all utente di avere tutte le informazioni necessarie sul prodotto, per poi recarsi al punto vendita Ducati più vicino dove effettuare l acquisto. La disponibilità indicata sul sito viene aggiornata tre volte al giorno per permettere all utente di avere in ogni momento una visione corretta su quali prodotti siano effettivamente presenti a magazzino. Circa il 30% delle vendite è rappresentato dal merchandising, mentre il restante 70% è da attribuire ai servizi. Prezzi e promozioni sono generalmente allineati alla rete di vendita tradizionale. Il successo del negozio online è strettamente connesso alla forza del marchio, noto in tutto il mondo e capace di richiamare un gran numero di appassionati. Un grande catalogo online con oltre 35mila prodotti hi-tech Wireshop.it nasce come sito di commercio elettronico specificatamente rivolto al mercato italiano dell azienda Mediaweb Group S.r.l. sorta nel 2002 dall iniziativa dei tre soci fondatori. Il catalogo, inizialmente focalizzato sulla sola componentistica hardware, conta oggi oltre 35 mila item e copre tutte le principali merceologie nell ambito dell informatica ed elettronica di consumo. Con l obiettivo di minimizzare le problematiche relative al deprezzamento e all obsolescenza, ma allo stesso tempo garantire livelli di servizio elevati e prezzi competitivi, Wireshop opera secondo un modello misto: gli articoli novità (caratterizzati da un elevata domanda) e la minuteria (che non implica elevati costi di mantenimento a scorta), per un totale di 10 mila differenti items, vengono gestiti a magazzino, mentre i restanti articoli, che completano la gamma, vengono gestiti attraverso particolari accordi di conto vendita o con il modello del virtual reseller (la merce viene acquistata sul venduto e l allestimento degli ordini è gestito nelle strutture logistiche dei fornitori). Per la consegna al cliente finale, Wireshop utilizza sia SDA, che garantisce una diffusione capillare sul territorio, che il corriere Bartolini, per la gestione del traffico pesante (televisori ed elettrodomestici bianchi). Il punto di forza di Wireshop è il prezzo, ritenuto dal management il fattore critico di successo nel mercato dell elettronica di consumo, specialmente su internet, dove i comparatori permettono di identificare il rivenditore più conveniente in pochi click. Il prezzo non deve penalizzare il servizio, che deve restare elevato. I risultati Wireshop prevede di chiudere il 2009 con un fatturato di circa 7,5 milioni di euro, sostanzialmente in linea con quello fatto registrare nel Le crescite in doppia cifra, che hanno caratterizzato i primi 5 anni di attività, hanno indubbiamente risentito delle condizioni economiche internazionali e della crisi globale. Il break even è stato già raggiunto ed attualmente la società sta definendo una serie di investimenti in termini di sviluppo per il futuro. Nel 2009 lo scontrino medio di Wireshop aumenta passando dai 330 euro del 2008, ai 380 attuali grazie ad un cambiamento nel mix di prodotti mediamente acquistati dai clienti che sempre più preferiscono acquistare online item ad alto valore unitario (come ad esempio TV LCD, laptop, ecc.). Il conversion rate, nell ordine di qualche decimo di punto percentuale, è oggetto di particolare attenzione da parte del management che, attraverso un operazione di razionalizzazione della campagne, sta cercando di focalizzarsi solo su quelle in grado di generare traffico pregiato (ovvero con maggiore capacità di conversione) a discapito però del numero di visitatori (pari a circa 330 mila al mese nel 2009). Nel 2009 si è deciso di concentrare il budget in comunicazione prevalentemente sui siti di comparazione prezzi ed in campagne di affiliazione. Infine Wireshop si è ben attrezzata per prevenire le frodi utilizzando sia il servizio offerto da IWBank, IWSmile,che i sistemi 3D secure (Verified by Visa e Master Secure Code). Il 2009 è stato per Wireshop un anno di transizione caratterizzato da forti investimenti in termini di sviluppo tecnologico che porteranno alla luce nel 2010 una nuovissima ed avanzata piattaforma di commercio elettronico

19 Fatturazione elettronica Il Rapporto Risparmio, efficienza ed ecosostenibilità con la fatturazione elettronica Carta addio, con la demateralizzazione dei documenti e la gestione digitale si potrebbero risparmiare fino a 60 miliardi a favore delle imprese Un risparmio che può partire dai 2-3 euro per fattura, nel caso dei modelli di sola conservazione sostitutiva, agli 80 euro a ciclo nel caso di modelli di integrazione e dematerializzazione più completa, per un beneficio potenziale per l Italia compreso tra i 10 miliardi di euro all anno e i 60 miliardi di euro, nel caso in cui l adozione fosse estesa all intero ciclo ordine-pagamento. Numeri che traducono gli effetti positivi della dematerializzazione secondo il Rapporto 2009 dell Osservatorio Fatturazione Elettronica e Dematerializzazione del Politecnico di Milano. Rapporto alla mano, i benefici stimati sono relativi alla riduzione del costo: del processo commerciale o della specifica fase impattata conseguibile grazie alla trasformazione del ciclo tradizionale basato su carta, in virtù dell adozione di modelli di integrazione e dematerializzazione; nei modelli che prevedono un interazione cliente-fornitore, i benefici si sommano considerando il rapporo cliente-fornitore. Ridotti anche i costi generalmente occulti, ossia non considerati esplicitamente di correzione della non-qualità. Inoltre, gli investimenti e le spese correnti includono sia i costi della tecnologia sia i costi organizzativi e i benefici netti sono stimati sottraendo ai benefici lordi i costi correnti e una quota annua degli investimenti. In generale, i benefici e la redditività dei progetti di fatturazione elettronica alla luce dell estensione dell analisi condotta nelle prime due Ricerche a nuovi settori e nuove imprese si sono confermati estremamente positivi. I modelli di conservazione sostitutiva delle fatture emesse (lato attivo) o ricevute (lato passivo) permettono di ottenere risparmi di costo compresi tra 1,5 e 3 euro a fattura, grazie alla riduzione dei costi di spazio e alla parziale automazione del processo. Nel contempo, gli investimenti e i costi correnti richiesti sono piuttosto contenuti. Nel caso di fruizione di servizi di conservazione sostitutiva in outsourcing, i costi sono variabili e rimangono generalmente (anche molto) al di sotto di 1,5 euro a fattura, in funzione del volume di documenti e del grado di delega. Nel caso di gestione interna, invece, l investimento necessario si attesta in genere sotto i 100 mila euro, in relazione alle funzionalità di gestione documentale e al grado di integrazione con gli altri applicativi aziendali. Il risultato finale è un beneficio netto per fattura compreso tra 0,5 e 1,2 euro per la conservazione del passivo e compreso tra 1 e 2 euro per la conservazione dell attivo. In entrambi i casi, il tempo di payback è generalmente inferiore all anno. Nel caso della fatturazione elettronica a norma di legge, la stima dei benefici e della redditività dipende significativamente dal tipo di modello adottato. Nei modelli di fatturazione elettronica non strutturata, i benefici per le parti coinvolte nel processo in aggiunta ai benefici ottenibili adottando disgiuntamente soluzioni di conservazione sostitutiva sono essenzialmente legati ai risparmi nel costo di trasmissione delle fatture e nel costo di scansione delle stesse da parte del ricevente (attività non più necessaria). I costi aggiuntivi sono prevalentemente di natura organizzativa, essendo obbligatorio un accordo tra le parti e l applicazione delle tempistiche di chiusura del processo di conserva

20 Secondo le stime dell Osservatorio, Il Rapporto sono circa 1,3 miliardi le fatture B2B scambiate all anno in Italia in tutti i settori e circa 1 miliardo le fatture B2c, prevalentemente nei settori energia, telefonia, prestazioni professionali. Su queste stime si possono applicare benefici potenziali per ciascuna fattura compresi tra qualche euro e 80 euro, in funzione del settore e del grado di copertura della soluzione implementata zione. Il risultato è un beneficio per fattura leggermente superiore alla somma dei benefici ottenuti dalle due parti nel caso adottassero indipendentemente senza accordo tra loro i modelli di conservazione sostitutiva. Nei modelli di fatturazione elettronica strutturata, invece, è possibile cogliere i benefici legati all automazione dell attività di gestione delle fatture in questo caso, direttamente inseribili nel gestionale senza digitazione manuale e i benefici lordi crescono più del doppio rispetto a quelli propri della fatturazione elettronica non strutturata. Ai costi e agli investimenti già considerati occorre aggiungere anche i costi di integrazione con il gestionale, il costo dei servizi di scambio documentale e i costi organizzativi legati alla definizione degli accordi relativi al formato del documento e al processo di scambio. Nei modelli di integrazione del ciclo ordine-pagamento, la fonte dei benefici si sposta decisamente verso i risparmi di tempo conseguibili grazie all integrazione del processo, che derivano dall eliminazione delle attività manuali di digitazione, dall automazione dei controlli e dalla riduzione delle non conformità. L entità di questi benefici dipende dal grado di copertura del processo. Si va dai 9-11 euro per fattura nel caso di scambio elettronico delle sole fatture (fatturazione telematica) fino agli 80 euro per ciclo (ossia, per ordine che diviene fattura e poi pagamento) nel caso di scambio elettronico di tutti i principali documenti del ciclo ordine-pagamento. Alla crescita dei benefici corrisponde, naturalmente, una crescita dei costi e degli investimenti necessari. In aggiunta a una crescita meno che proporzionale dei costi di integrazione con i sistemi gestionali e dei servizi di scambio documentale soggetti alle classiche economie di scala occorre considerare un incremento più che proporzionale dei costi di natura organizzativa. È, infatti, necessario coinvolgere nel progetto tutte le principali funzioni aziendali che svolgono un ruolo nel ciclo ordine-pagamento e, nel contempo, l accordo con clienti o fornitori esterni diviene più complesso e articolato. Il risultato finale, nel caso di completa integrazione e dematerializzazione del processo, è comunque un beneficio netto che varia dai 25 ai 65 euro per ciclo (o fattura), in funzione del settore e del contesto iniziale e un tempo di payback anche in questo caso generalmente inferiore all anno. Secondo le stime dell Osservatorio, sono circa 1,3 miliardi le fatture B2B scambiate all anno in Italia in tutti i settori e circa 1 miliardo le fatture B2C, prevalentemente nei settori energia, telefonia, prestazioni professionali. A questa numerica di fatture si possono applicare benefici potenziali per ciascuna fattura compresi tra qualche euro e 80 euro, in funzione del settore e del grado di copertura della soluzione implementata. Il beneficio potenziale per l Italia in termini di aumento di produttività, derivante dall adozione diffusa della fatturazione elettronica risulterebbe compreso tra i 10 miliardi di euro all anno se le logiche della dematerializzazione fossero applicate alla sola fase di fatturazione e i 60 miliardi di euro all anno nel caso in cui l adozione fosse estesa all intero ciclo ordine-pagamento. Si tratta di valori compresi tra l 1% e il 4% del Pil annuo. Un adozione estesa della fatturazione elettronica avrebbe, inoltre, un impatto atteso sulla PA estremamente significativo prudenzialmente stimato tra 300 milioni di euro e 2 miliardi di euro di benefici annui, in funzione del modello di adozione e altrettanto significativa sarebbe la ricaduta potenziale sui fornitori della PA. L integrazione del ciclo ordine-fattura risulta essere il paradigma più diffuso, soprattutto nei settori che da molto tempo hanno avviato progetti di integrazione tramite EDI, sistemi proprietari, iniziative di integrazione di filiera con i propri clienti o fornitori. Meno frequenti sono i progetti di integrazione del ciclo fatturapagamento, più diffusi nei contesti dove occorre gestire un considerevole flusso di fatture passive e di pagamenti, ad esempio nella distribuzione moderna. È stato riscontrato un certo numero di progetti di integrazione dell intero ciclo ordine-pagamento, generalmente sviluppati a partire da progetti più focalizzati su un singolo ambito applicativo (integrazione del ciclo ordine-fattura o integrazione del ciclo fattura-pagamento) che si estendono progressivamente fino alla piena copertura del processo. I progetti di conservazione dell attivo e digitalizzazione e conservazione del passivo sono nel complesso un po meno diffusi rispetto a quelli di integrazione e dematerializzazione del ciclo dell ordine, ma è proprio in questo ambito che si riscontra un forte interesse ad avviare nuovi progetti. Sono più numerosi i progetti di conservazione dell attivo ritenuti in genere meno critici da gestire rispetto a quelli di conservazione del passivo. Italcementi Group, an engine of development and modernity feeding its global strategy with specific local aspects in the sign of sustainability. Italcementi Italcementi Group Italcementi Group integra l esperienza, il know-how e le culture di 22 paesi in 4 continenti con uno staff di oltre dipendenti. Un attore mondiale nella produzione e distribuzione di cemento con un fatturato di circa 6 miliardi di euro e un dispositivo industriale di 63 cementerie, 13 centri di macinazione, 5 terminali, 614 centrali di calcestruzzo e 125 cave di inerti. Italcementi Group partecipa al World Business Council for Sustainable Development per sviluppare politiche di tutela dell ambiente, coesione sociale e crescita economica

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense

Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Cio che fa bene alle persone, fa bene agli affari. Leo Burnett pubblicitario statunitense Chi siamo Siamo una delle più consolidate realtà di Internet Marketing in Italia: siamo sul mercato dal 1995, e

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

Elaidon Web Solutions

Elaidon Web Solutions Elaidon Web Solutions Realizzazione siti web e pubblicità sui motori di ricerca Consulente Lorenzo Stefano Piscioli Via Siena, 6 21040 Gerenzano (VA) Telefono +39 02 96 48 10 35 elaidonwebsolutions@gmail.com

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict

www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict www.01net.it Il primo portale italiano per i professionisti dell Ict, per il trade e per le piccole e medie imprese utenti di Ict 01NET NETWORK www.01net.it Pag 2 Dati di traffico 01net Network Totale

Dettagli

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA

CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA CLOUD SURVEY 2012: LO STATO DEL CLOUD COMPUTING IN ITALIA 2ª PARTE NEL CAPITOLO PRECEDENTE NOTA METODOLOGICA LA PAROLA AI CIO I MIGLIORI HYPERVISOR AFFIDARSI AI VENDOR INVESTIRE PER IL CLOUD APPLICAZIONI

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

Vodafone Case Study Pulitalia

Vodafone Case Study Pulitalia Quello con Vodafone e un vero è proprio matrimonio: un lungo rapporto di fiducia reciproca con un partner veramente attento alle nostre esigenze e con un account manager di grande professionalità. 1 Il

Dettagli

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4.

Il link da cui sarà visibile lo streaming live dell'evento e successivamente la versione registrata è: http://streaming.cineca.it/industria4. Industry 4.0 - La Fabbrica prossima ventura? Incontro e Dibattito per esplorazione di >> Cosa succederà per gli Imprenditori, i Manager, i Cittadini?

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014

Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Osservatori Digital Innovation del Politecnico di Milano www.osservatori.net COMUNICATO STAMPA Osservatorio Mobile Enterprise Mobile Enterprise: produttività recuperata per 9 miliardi di nel 2014 Il mercato

Dettagli

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo.

La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. La suite Dental Trey che semplifica il tuo mondo. impostazioni di sistema postazione clinica studio privato sterilizzazione magazzino segreteria amministrazione sala di attesa caratteristiche UNO tiene

Dettagli

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence.

t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. t.fabrica wanna be smarter? smart, simple, cost effectiveness solutions for manufactoring operational excellence. Per le aziende manifatturiere, oggi e sempre più nel futuro individuare ed eliminare gli

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione

L Impresa Estesa come motore dell Innovazione L Impresa Estesa come motore dell Innovazione VOIP e RFID Andrea Costa Responsabile Marketing Clienti Enterprise 0 1. Innovazione: un circolo virtuoso per l Impresa Profondità e latitudine (l azienda approfondisce

Dettagli

Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30

Iniziativa : Sessione di Studio a Vicenza. Vicenza, venerdì 24 novembre 2006, ore 9.00-13.30 Iniziativa : "Sessione di Studio" a Vicenza Gentili Associati, Il Consiglio Direttivo è lieto di informarvi che, proseguendo nell attuazione delle iniziative promosse dall' volte al processo di miglioramento,

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

Il CIO del futuro Report sulla ricerca

Il CIO del futuro Report sulla ricerca Il CIO del futuro Report sulla ricerca Diventare un promotore di cambiamento Condividi questo report Il CIO del futuro: Diventare un promotore di cambiamento Secondo un nuovo studio realizzato da Emerson

Dettagli

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo.

Prof. Like you. Prof. Like you. Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01. Email info@zerounoinformatica.it / Web www.hottimo. Pag. 1/7 Prof. Like you Tel. +39 075 801 23 18 / Fax +39 075 801 29 01 Email / Web / Social Pag. 2/7 hottimo.crm Con CRM (Customer Relationship Management) si indicano tutti gli aspetti di interazione

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno

MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE. HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno MAURIZIO ABBATI STRUMENTI UTILI PER CAMBIARE E MIGLIORARE HOUSE ORGAN AZIENDALE Guida alla creazione di un magazine interno Indice 01. 02. 03. I tipi di house organ Dall idea al progetto I contenuti A

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR

I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR I N F I N I T Y Z U C C H E T T I WORKFLOW HR WORKFLOW HR Zucchetti, nell ambito delle proprie soluzioni per la gestione del personale, ha realizzato una serie di moduli di Workflow in grado di informatizzare

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT

IT GOVERNANCE & MANAGEMENT IT GOVERNANCE & MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di vita, imprenditorialità.

Dettagli

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi.

È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. È nata una nuova specie di avvocati. Liberi. LIBERI DI NON PENSARCI Basta preoccupazioni per il back-up e la sicurezza dei tuoi dati. Con la tecnologia Cloud Computing l archiviazione e la protezione dei

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com

ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1. http://www.sinedi.com http://www.sinedi.com ARTICOLO 61 MARZO/APRILE 2013 LA BUSINESS INTELLIGENCE 1 L estrema competitività dei mercati e i rapidi e continui cambiamenti degli scenari in cui operano le imprese impongono ai

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI

Comincio da tre! I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA LE MIE ESPERIENZE IL MIO PASSATO COSA VOLEVO FARE DA GRANDE LE MIE RELAZIONI I MIEI AMICI LA MIA FAMIGLIA IL MIO PASSATO LE MIE ESPERIENZE COSA VOLEVO FARE DA GRANDE COME SONO IO? I MIEI DIFETTI LE MIE RELAZIONI LE MIE PASSIONI I SOGNI NEL CASSETTO IL MIO CANE IL MIO GATTO Comincio

Dettagli

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM

Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM Protocollo Adotta una Scuola per l EXPO 2015 VADEMECUM INDICE Premessa Adotta una Scuola per l EXPO 2015: obiettivi Tipologie di scuole La procedura di selezione delle scuole Le modalità per adottare la

Dettagli

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI

I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI I MIGLIORI SI RICONOSCONO DAI RISULTATI LO STRUMENTO PER GESTIRE A 360 LE ATTIVITÀ DELLO STUDIO, CON IL MOTORE DI RICERCA PIÙ INTELLIGENTE, L UNICO CHE TI CAPISCE AL VOLO. www.studiolegale.leggiditalia.it

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL?

SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? archiviazione ottica, conservazione e il protocollo dei SAI QUANTO TEMPO IMPIEGHI A RINTRACCIARE UN DOCUMENTO, UN NUMERO DI TELEFONO O UNA E-MAIL? Il software Facile! BUSINESS Organizza l informazione

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI

Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI Business Intelligence RENDE STRATEGICHE LE INFORMAZIONI CSC ritiene che la Business Intelligence sia un elemento strategico e fondamentale che, seguendo

Dettagli

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015

19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 19/01/2015 La Repubblica - Affari Finanza - N.2-19 Gennaio 2015 Pag. 33 (diffusione:581000) La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è

Dettagli

ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA

ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA ANTINTRUSIONE - ANTINCENDIO - DIFESE PASSIVE - HOME & BUILDING AUTOMATION - INTELLIGENCE E ANTITERRORISMO - POLIZIA LOCALE E VIGILANZA PRIVATA RHO, DAL 25 AL 28 NOVEMBRE 2008 Un quarto di secolo di storia,

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management

BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management BOARD in Eisai: crescere con il Performance Management Gli aspetti maggiormente apprezzabili nell utilizzo di BOARD sono la tempestività nel realizzare ambienti di analisi senza nessun tipo di programmazione

Dettagli

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE

PASSEPARTOUT PLAN PLANNING E AGENDA I PLANNING LA MAPPA INTERATTIVA LA GESTIONE DEI SERVIZI LA PRENOTAZIONE PASSEPARTOUT PLAN Passepartout Plan è l innovativo software Passepartout per la gestione dei servizi. Strumento indispensabile per una conduzione organizzata e precisa dell attività, Passepartout Plan

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A.

Mobile Messaging SMS. Copyright 2015 VOLA S.p.A. Mobile Messaging SMS Copyright 2015 VOLA S.p.A. INDICE Mobile Messaging SMS. 2 SMS e sistemi aziendali.. 2 Creare campagne di mobile marketing con i servizi Vola SMS.. 3 VOLASMS per inviare SMS da web..

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

Manuale Software. www.smsend.it

Manuale Software. www.smsend.it Manuale Software www.smsend.it 1 INTRODUZIONE 3 Multilanguage 4 PANNELLO DI CONTROLLO 5 Start page 6 Profilo 7 Ordini 8 Acquista Ricarica 9 Coupon AdWords 10 Pec e Domini 11 MESSAGGI 12 Invio singolo sms

Dettagli

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca

IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Ricerca comunitaria idee cooperazione persone euratom capacità IL 7 PQ in breve Come partecipare al Settimo programma quadro per la ricerca Guida tascabile per i nuovi partecipanti Europe Direct è un servizio

Dettagli

Logistica digitale delle Operazioni a premio

Logistica digitale delle Operazioni a premio Logistica digitale delle Operazioni a premio La piattaforma logistica delle operazioni a premio digitali BITGIFT è la nuova piattaforma dedicata alla logistica digitale delle vostre operazioni a premio.

Dettagli

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence?

www.bistrategy.it In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? In un momento di crisi perché scegliere di investire sulla Business Intelligence? Cos è? Per definizione, la Business Intelligence è: la trasformazione dei dati in INFORMAZIONI messe a supporto delle decisioni

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati.

2013 Skebby. Tutti i diritti riservati. Disclaimer: "# $%&'(&)'%# *("# +,(-(&'(# *%$).(&'%#,/++,(-(&'/# 0"#.(1"0%# *(""20&3%,./40%&(# /# &%-',/# disposizione. Abbiamo fatto del nostro meglio per assicurare accuratezza e correttezza delle informazioni

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie

INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie INTERACTIVE ADVERTISING New media per nuove strategie Mobile Marketing Interattivo QR Code Inside Active Mailing Interattivo Interattivo Chi Siamo Interactive Advertising si avvale di un network di manager

Dettagli

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006

GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 GESTIONE E VALORIZZAZIONE DEI BENI CULTURALI E DEL TERRITORIO ITALIA 2006 PROGRAMMA: Area Management e Marketing dei Beni Culturali INTRODUZIONE AL MARKETING Introduzione ed Obiettivi Il marketing nell

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Studio di retribuzione 2014

Studio di retribuzione 2014 Studio di retribuzione 2014 SALES & MARKETING Temporary & permanent recruitment www.pagepersonnel.it EDITORIALE Grazie ad una struttura costituita da 100 consulenti e 4 uffici in Italia, Page Personnel

Dettagli

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET

LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET LE ESIGENZE INFORMATICHE NELL ERA di INTERNET Internet una finestra sul mondo... Un azienda moderna non puo negarsi ad Internet, ma.. Per attivare un reale business con transazioni commerciali via Internet

Dettagli

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi

Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi Il fenomeno della globalizzazione nell era di internet: molti i vantaggi ma anche gli svantaggi La globalizzazione indica un fenomeno di progressivo allargamento della sfera delle relazioni sociali sino

Dettagli

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda

Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda COMUNICATO STAMPA Nuova edizione della Guida all Import-Export del Tessile-Abbigliamento-Moda Al convegno L Italian Style nei paesi emergenti: mito o realtà? - Russia, India e Cina - presentata la quarta

Dettagli

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time

White Paper. Operational DashBoard. per una Business Intelligence. in real-time White Paper Operational DashBoard per una Business Intelligence in real-time Settembre 2011 www.axiante.com A Paper Published by Axiante CAMBIARE LE TRADIZIONI C'è stato un tempo in cui la Business Intelligence

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Porta uno SMILE nella tua città

Porta uno SMILE nella tua città Co-Finanziato dal Programma di Cooperazione Territoriale MED SMart green Innovative urban Logistics for Energy efficient Newsletter 3 Siamo lieti di presentare la terza newsletter del progetto SMILE SMILE

Dettagli

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale

Freight&Shipping. www.sp1.it. TRASPORTO marittimo TRASPORTO VIA TERRA TRASPORTO AEREO. business intelligence. doganale Freight&Shipping www.sp1.it marittimo AEREO VIA TERRA dogana magazzino doganale business intelligence SP1, il Freight & Shipping entra spedito nel futuro SP1 è un nuovo applicativo web. Non si installa

Dettagli

PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014. @MailUp @MailUp_US www.mailup.com

PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014. @MailUp @MailUp_US www.mailup.com PRESENTAZIONE Small Cap Conference 20 Novembre 2014 @MailUp @MailUp_US www.mailup.com CHE COSA FA MAILUP MailUp è una società tecnologica che ha sviluppato una piattaforma digitale di cloud computing (Software

Dettagli

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo

CAPITOLO CAPIT Tecnologie dell ecnologie dell info inf rmazione e controllo CAPITOLO 8 Tecnologie dell informazione e controllo Agenda Evoluzione dell IT IT, processo decisionale e controllo Sistemi di supporto al processo decisionale Sistemi di controllo a feedback IT e coordinamento

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

Osservatorio Internet of Things

Osservatorio Internet of Things Osservatorio Internet of Things Internet of Things, mercato e applicazioni: quali segnali dall Italia e dal mondo? Angela Tumino, angela.tumino@polimi.it Innovation Day, 25 Settembre 2014 L Internet of

Dettagli

COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE.

COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE. COMUNICATO STAMPA CBT E SUGARCRM INSIEME PER RISPONDERE ALLE ESIGENZE DI ORGANIZZAZIONE DEL LAVORO DELLE AZIENDE. Milano, 31 gennaio 2013. Il Gruppo CBT, sempre attento alle esigenze dei propri clienti

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

La collaborazione come strumento per l'innovazione.

La collaborazione come strumento per l'innovazione. La collaborazione come strumento per l'innovazione. Gabriele Peroni Manager of IBM Integrated Communication Services 1 La collaborazione come strumento per l'innovazione. I Drivers del Cambiamento: Le

Dettagli

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi

CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 La discontinuità digitale e la trasformazione dell ICT nelle aziende italiane Report di sintesi dei risultati emersi CIO Survey 2014 NetConsulting 2014 1 INDICE 1 Gli obiettivi della Survey...

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro.

top Le funzioni di stampa prevedono elenchi, etichette, statistiche e molto altro. La collana TOP è una famiglia di applicazioni appositamente studiata per il Terzo Settore. Essa è stata infatti realizzata in continua e fattiva collaborazione con i clienti. I programmi di questa collana

Dettagli

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting

Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Milano, Settembre 2009 BIOSS Consulting Presentazione della società Agenda Chi siamo 3 Cosa facciamo 4-13 San Donato Milanese, 26 maggio 2008 Come lo facciamo 14-20 Case Studies 21-28 Prodotti utilizzati

Dettagli

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali

SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Grandi Navi Veloci. Utilizzata con concessione dell autore. SAP per centralizzare tutte le informazioni aziendali Partner Nome dell azienda Ferretticasa Spa Settore Engineering & Costruction Servizi e/o

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

TECO 13 Il Tavolo per la crescita

TECO 13 Il Tavolo per la crescita Componenti TECO 13 Il Tavolo per la crescita Assiot, Assofluid e Anie Automazione, in rappresentanza di un macro-settore che in Italia vale quasi 40 miliardi di euro, hanno deciso di fare un percorso comune

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE

COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE COMMISSIONE PARLAMENTARE DI VIGILANZA SULL ANAGRAFE TRIBUTARIA AUDIZIONE DEL DIRETTORE DELL AGENZIA DELLE ENTRATE Modello 730 precompilato e fatturazione elettronica Roma, 11 marzo 2015 2 PREMESSA Signori

Dettagli

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY

EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY EuroColori YOUR BEST PARTNER IN COLOR STRATEGY THE FUTURE IS CLOSER Il primo motore di tutte le nostre attività è la piena consapevolezza che il colore è

Dettagli

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it

VIRTUALIZE IT. www.digibyte.it - digibyte@digibyte.it il server? virtualizzalo!! Se ti stai domandando: ma cosa stanno dicendo? ancora non sai che la virtualizzazione è una tecnologia software, oggi ormai consolidata, che sta progressivamente modificando

Dettagli

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris.

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. Sin dal lancio, avvenuto dieci anni fa, il marchio ghd è diventato sinonimo di prodotti di hair styling di fascia

Dettagli

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE)

71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) 71 MICROCREDITO E GARANZIA PER I GIOVANI: UN BINOMIO POSSIBILE (SE SI VUOLE) di TIZIANA LANG * Finalmente è partita: dal 1 maggio i giovani italiani possono iscriversi on line al programma della Garanzia

Dettagli

MASTER MAGPA Argomenti Project Work

MASTER MAGPA Argomenti Project Work MASTER MAGPA Argomenti Project Work MODULO I LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE: PROFILO STORICO E SFIDE FUTURE Nome Relatore: Dott.ssa Ricciardelli (ricciardelli@lum.it) 1. Dal modello burocratico al New Public

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli