AIUTIAMOLI A VIVERE. Torna la primavera: di nuovo in cammino verso la speranza. giornale della fondazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AIUTIAMOLI A VIVERE. Torna la primavera: di nuovo in cammino verso la speranza. giornale della fondazione"

Transcript

1 giornale della fondazione Aiutiamoli a Vivere - Marzo 2012 / anno 16 / numero 1 web site: http//www.aiutiamoliavivere.it Tariffa Associazioni Senza Fini di Lucro: "Poste Italiane Spa - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 N 46) Art. 1, Comma 2, DCB (Cremona C.L.R.)" Torna la primavera: di nuovo in cammino verso la speranza

2 2 ENTRATE GENERALI Entrate Generali EURO SPESE AMMINISTRATIVE Spese amministrative EURO DESCRIZIONE PREVENTIVO 1 PRATICHE ACCOG.ZA MINORI ,00 2 VOLI AEREI ACC. MINORI ,00 3 VOLI AEREI ORDINARI ,00 4 PROGETTO. SCUOLA FABBRICA ,00 5 PROGETTO VACANZE LAVORO ,00 6 PROGETTO TIR DELLA SPERANZA ,00 7 PROGETTI SANITARI ,00 8 PROGETTO AFRICA ,00 9 PROGETTO SERGIO GALLIA 6.800,00 10 UN PASSO VERSO IL FUTURO 6.500,00 11 ADOZIONE STUDENTI UNIVERSITARI ,00 12 MICROPROGETTI IN BELARUS ,00 13 VIAGGI FORMATIVI PER LE FAMIGLIE ,00 14 CONVEGNO NAZIONALE ,00 15 CONTRIBUTI A FONDAZIONE ,00 16 CONTRIBUTI PER COMITATI ,00 17 RIMBORSI DA ASSICURAZIONE 6.500,00 18 ENTRATE DI BENEFICENZA IN BELARUS 8.200,00 19 CONTRIBUTO 5 X MILLE ,00 20 INTERESSI BANCARI 1.800,00 TOTALI ,00 DESCRIZIONE PREVENTIVO 1 SPESE PER SEDE MINSK ,00 2 SPESE PER SEDE TERNI ,00 3 SPESE DI SEGRETERIA 1.200,00 4 SPESE DI CANCELLERIA 2.600,00 5 SPESE TELEFONICHE ,00 6 SPESE DI SPEDIZIONE 5.200,00 7 SPESE ASSICURATIVE ,00 8 VALORI BOLLATI 1.600,00 9 SPESE TIPOGRAFICHE 3.200,00 10 SPESE PUBBLICITARIE 6.200,00 11 ATTREZZATURE D'UFFICIO 5.300,00 BILANCIO PREVENTIVO MANUTENZIONE ATTREZZATURE UFFICIO 4.200,00 13 SPESE PER AUTOMEZZI ,00 14 RIMBORSI SPESE VIAGGIO ,00 15 COMPENSI A COLLABORATORI ,00 16 IMPOSTE E RITENUTE PREVIDENZIALI 5.200,00 17 SPESE PER ADEGUAMENTO AMM.VO ( Consulenza Fiscale) ,00 18 SPESE DI RAPPRESENTANZA 2.800,00 19 SPESE VIDEO E FOTOGRAFICHE 2.200,00 20 SPESE PER GIORNALI,LIBRI E RIVISTE 2.100,00 21 SPESE BANCARIE 2.400,00 RIEPILOGO GENERALE Spese erogazione fondazione DESCRIZIONE PREVENTIVO 1 SPESE PER VOLI AEREI PER ACCOG.ZA BAMBINI ,00 2 SPESE VOLI AEREI ORDINARI ,00 3 SPESE PER GIORNALE DELLA FONDAZIONE ,00 4 PROGETTO SCUOLA FABBRICA ,00 5 PROGETTO VACANZE LAVORO ,00 6 PROGETTO TIR DELLA SPERANZA ,00 7 PROGETTI SANITARI ,00 8 PROGETTO AFRICA ,00 9 PROGETTO SERGIO GALLIA 6.800,00 10 PROGETTO UN PASSO VERSO IL FUTURO 6.500,00 11 COSTITUZIONE COMITATI IN BELARUS 6.000,00 12 ADOZIONE STUDENTI UNIVERSITARI ,00 13 MICROPROGETTI IN BELARUS ,00 14 VIAGGI FORMATIVI PER FAMIGLIE ,00 15 CONVEGNO NAZIONALE ,00 16 CENTRO STUDI ,00 17 RIMBORSI VARI 2.500,00 18 GIROFONDI A COMITATI ,00 19 RIMBORSI SPESE INTERPRETI ,00 20 RIMBORSI QUOTE REGIONALI ,00 21 RIMBORSI PER RICOVERI OSPEDALIERI 6.500,00 22 BENEFICENZA IN BELARUS 9.200,00 23 FONDO IMPREVISTI ,00 24 FONDO DI RISERVA 9.600,00 TOTALI ,00 TOTALI ,00 RIEPILOGO GENERALE ENTRATE GENERALI ,00 SPESE AMMINISTRATIVE ,00 SPESE PER EROGAZIONI ,00 TOTALE SPESE ,00 AVANZO / DISAVANZO DI GESTIONE N. 1 Anno 16 Iscrizione Tribunale di Terni n. 2 del. 27/03/1998 Editore: Fondazione Aiutiamoli a Vivere Via XX Settembre, Terni Stampatore: Società Editrice Lombarda srl Via De Berenzani, 6 - Cremona Fotolito impianti: Bama - Vaprio d Adda (MI) La Redazione della Fondazione: Fabrizio Pacifici - Enrico Cherubini Sandro Bernardi - Davide Bonetti Direttore responsabile Alberto Favilla Periodico Trimestrale stampa in copie Spedire i testi e fotografie alla redazione Davide Bonetti Via Agordat, Milano tel FONDAZIONE Sede Nazionale Via XX Settembre, Terni Tel. 0744/ Fax 0744/ c/c bancario: IT82 Z c/c postale: IT27 H

3 Pellegrini a Mosca QUESTA NOSTRA MISSIONE A MOSCA AVEVA TRE OBIETTIVI PRINCIPALI: Verificare la possibilità di aprire un canale di collaborazione fra gli Ospedali Riuniti di Bergamo e l Ospedale di Mosca per interventi di chirurgia pediatrica e fra il Centro Fibrosi Cistica di Verona e medici russi per la cura della Fibrosi Cistica (Mucoviscidosi) Verificare la possibilità di aprire una nostra rappresentanza a Mosca per Adozioni Internazionali Verificare la possibilità di realizzare progetti in collaborazione con la Fondazione Mc Donald in Russia e Bielorussia. 3 Siamo arrivati a Mosca martedì 20 marzo ed abbiamo preso alloggio alla Casa del Pellegrino. Il nostro primo incontro è stato con il sig. Sergio Comizzoli, direttore di MARR RUSSIA, società che fa parte del Gruppo Cremonini, a cui mi ero rivolto per avere un aiuto per rendere concreta questa nostra missione. Mercoledì pomeriggio abbiamo incontrato il dott. Vincenzo Trani, responsabile dello Studio Carnelutti nonchè Console Onorario della Bielorussia. Ci siamo presentati e abbiamo trovato subito diverse e importanti possibilità sinergiche per progetti in Bielorussia a favore dei giovani che escono dall orfanotrofio. Lo Studio farà per noi una verifica sulla possibilità di attingere anche a Fondi Europei per avviare un progetto di imprenditoria giovanile con possibilità di favorirlo con operazioni di micro credito. Dovrò mandargli una presentazione dell evento che stiamo organizzando in Bielorussia (tournée di una squadra di hockey) per raccogliere fondi. Lui ha promesso il suo impegno per trovare le necessarie sponsorizzazioni. Si è reso poi disponibile per qualsiasi problema potessimo incontrare in Bielorussia. Successivamente abbiamo incontrato la sig.ra Irina Myasnikova, Presidente dell Associazione dei famigliari di bambini affetti da Fibrosi Cistica (mucoviscidosi). Dopo la nessaria presentazione e condivisione abbiamo convenuto che: - il prossimo 11/12 maggio si terrà a S.Pietroburgo un Convegno sulla Fibrosi Cistica. Io ho chiesto e ottenuto disponibilità ad invitare come relatore il Prof. Assael, primario del Centro di Verona; - successivamente organizzeremo una missione con lei, una dottoressa di Mosca e un dottore di S.Pietroburgo in Italia. Gli faremo visitare il centro di Verona e cominciare, così, la collaborazione fra medici. Prevedo di chiedere un coinvolgimento del Presidente della Lega Fibrosi Cistica (sempre di Verona) per favorire una collaborazione fra famigliari. Vista la grande disponibilità, ho chiesto e ottenuto dalla sig.ra Irina la possibilità di ospitare in Italia anche chirurghi pediatrici per favorire la collaborazione con Ospedali Riuniti di Bergamo. Il giorno successivo abbiamo incontrato la sig.ra Elena Chilingaryan della Fondazione McDonald House Charities. Anche qui dopo la necessaria presentazione abbiamo convenuto sulla possibilità di collaborazione in Russia per progetti rivolti ai bambini. C è interesse per i progetti di collaborazione fra ospedali e medici sia sulla Fibrosi Cistica che su Chirurgia Pediatrica. Lei favorirà un contatto con McDonald di Minsk per sponsorizzazioni di progetti ed eventi. Favorirà un contatto con McDonald Italia per un progetto di costruzione di case alloggio per famigliari con bambini che necessitano di lunghe degenze. Loro stanno partendo adesso con questo progetto, noi stiamo lavorando per la realizzazione in collaborazione con Ospedali Riuniti di Bergamo. Abbiamo poi parlato anche del nostro progetto Scuola Clown e del desiderio di organizzare (2013) un festival internazionale a Vitebsk, cercando di coinvolgere anche le Cirque de Soleil e Parada. Elena mi ha promesso la sua collaborazione, visto che il figlio del fondatore della McDonald di Mosca è padre del direttore del Cirque du Soleil di Mosca. Abbiamo quindi incontrato la sig.ra Victorya V. Beklemisheva (Nationale Media Group) e la madre che è membro, ormai da tre mandati, di un organismo che esercita una funzione di controllo su tutto quello che avviene in Russia. Ho scoperto che la sig.ra Victoria ha sposato un italiano di

4 4 Rovigo e con lui, a sua volta, dividiamo un amicizia comune. Anche loro mi hanno promesso la massima collaborazione con particolare interesse alle collaborazioni fra medici ed ospedali. Siamo andati quindi al nostro consolato dal Dott. E. Nunziata, con cui ho avuto un importante colloquio. Ho ottenuto informazioni nel campo delle adozioni internazionali e l assicurazione della sua assistenza e collaborazione per l eventuale apertura di una nostra rappresentanza. Siamo tornati alla casa del Pellegrino dove abbiamo incontrato la sig.ra Masha, che è la rappresentante di una Fondazione Italiana (Patrizia Nidoli Onlus) che sta cominciando a fare adozioni anche in Russia. Prenderemo contatti con la sede di Varese e verificheremo la possibilità e la disponibilità ad avviare una collaborazione. Il giorno successivo abbiamo incontrato la sig.ra Raykhana Dairbekova (Rotary Mosca), persona amabile per semplicità e simpatia che ci ha fatto sentire a nostro agio. Anche con lei ci siamo presentati e abbiamo condiviso idee e progetti. Ci ha assicurato collaborazione promuovendo anche un incontro con Rotary Minsk. Con lei poi ci rivedremo a settembre alla festa che sta organizzando con la nostra Ambasciata dove inviterà, per esibirsi, anche i nostri giovani Clown di Vitebsk. Siamo quindi tornati alla Casa del Pellegrino dove abbiamo incontrato Padre Petrov, con cui abbiamo avuto un lungo colloquio e siamo stati invitati a visitare la struttura che gestisce a 7 km da Mosca e che accoglie 44 bambini/ragazzini divisi in gruppi e con una mamma di riferimento per ogni gruppo. Il nostro viaggio volgeva al termine e abbiamo potuto solo promettere che la prossima volta saremmo andati sicuramente. Siamo arrivati quindi al giorno della partenza che non poteva avvenire senza un nuovo incontro con Sergio Comizzoli, con cui abbiamo condiviso gli importanti risultati ottenuti e a cui rivolgiamo il nostro grande ringraziamento, così come a tutti i nostri interlocutori per la grande disponibilità dimostrata. Un ringraziamento particolare lo vogliamo rivolgere alla sig.ra Anna Iannuzzi, moglie del nostro Ambasciatore a Mosca, che non abbiamo potuto conoscere per il grave lutto che l ha colpita prima della nostra partenza. Cara Anna vogliamo esserle vicini e rivolgerle il nostro sincero augurio di superare il grande dolore che la sta accompagnando. Marzio Ortolani Dopo Fukushima: l accoglienza continua A un anno dalla catastrofe che si è abbattuta sul Giappone, i più piccoli e le loro famiglie vivono ancora una condizione estremamente difficile. In tutto il Giappone sono 25mila i bambini che hanno dovuto abbandonare la propria casa, adattarsi a una nuova città, uno spazio domestico non familiare, una nuova scuola e nuovi amici, vivendo disagi che per molti si sommavano alla perdita di persone care. La sfida della ricostruzione è enorme: soprattutto nella regione colpita dal disastro nucleare sono al collasso i settori agricolo e ittico, che costituiscono i due principali comparti economici del Paese. Le infrastrutture necessitano interventi a lungo termine, e oltre 300mila persone vivono ancora nei rifugi temporanei o dipendono dai sussidi governativi per potersi permettere una casa. Oltre 7mila scuole e asili nido sono andati distrutti, comportando un terribile vuoto nella formazione dei bambini. La Fondazione Aiutiamoli a Vivere, insieme alle associazioni MAVI e PUER, ripeterà l esperienza dell accoglienza temporanea dei bambini giapponesi dal 15 luglio al 31 agosto Tutti gli interessati possono contattare la sede nazionale della Fondazione Aiutiamoli a Vivere, che provvederà ad analizzare la possibilità di dare corso alle richieste in base al numero di minori che l Organizzazione non Governativa Giapponese NPO riuscirà a far arrivare in Italia e in base alle possibilità di poter ospitare il minore giapponese attraverso il sostegno di un Comitato / Associazione locale o la presenza in loco di personale qualificato (interprete) che potrà aiutare le famiglie italiane che si rendono disponibili all accoglienza temporanea terapeutica. Dott. Fabrizio Pacifici

5 Tir 2012: i preliminari A lberto Bonifazi e Sandro Tironi si sono recati in Bielorussia per preparare il Tir del Obiettivi: - conoscere nuove realtà; - monitorare Istituti in cui abbiamo realizzato progetti; - trovare soluzioni per la logistica del prossimo Tir, punti di sdoganamento, percorsi, bisogni. Questo è il racconto di un percorso di 2100 Km che ci ha fatto visitare 16 strutture distribuite in 5 regioni della Bielorussia: Minsk, Brest, Gomel, Moghilev, Vitebsk. Di queste 7 sono Scuole Internat, 1 Casa Internat, 1 Sanatorio, 5 Centri Servizi Sociali, 1 Scuola pubblica, 1 Centro Caritas. Lunedì 12 marzo, arrivati all aeroporto di Minsk, ci siamo diretti verso la città dove abbiamo consegnato dei farmaci per l Associazione malati di mucoviscidosi, per andare poi a Molodechno, dove abbiamo visitato la Scuola Internat speciale per bambini con problemi di vista. L Istituto ospita 104 bambini dalla 1 all 11 classe con disabilità visiva, per alcuni (9 totalmente ciechi) molto grave. La scuola è ben gestita sia dal punto di vista umano che professionale. Martedì 13 marzo: visita a Zhdanovichi del Sanatorio destinato ai bambini delle regioni colpite dalle radiazioni (Gomel e Moghilev). È una struttura recente e ancora in espansione, che può ospitare fino a 330 bambini, che passano qui un periodo di 24 giorni, durante i quali sono sottoposti ad accertamenti oltre a svolgere attività didattiche, occupazionali, terapie. È dotato di servizi sanitari per terapie fisiche, palestra e aule per varie attività occupazionali. A Minsk visita alla Casa Internat per disabili. Gli ospiti sono 180 di età da 5 a 35 anni. Di questi 70 sono gravemente disabili, allettati, molti di loro disfagici (sono alimentati con sondino nasogastrico o con la PEG), molti sono incontinenti, molti hanno disabilità motoria, ma, benché vi sia un certo numero di carrozzine, è difficile servirsene per mancanza di spazio. Hanno una piccola chiesa in cui due volte la settimana il sacerdote celebra la messa e vengono delle suore che intrattengono anche i bambini. Tra qualche mese dovrebbero essere trasferiti in una sede con spazi più adeguati. Nel pomeriggio a Molchad visita alla Scuola Internat, che recentemente è stata trasformata in scuola Sanatorio. Ospita circa 100 bambini, da 7 a 17 anni, di cui 30 sono orfani. Molti di loro vengono da famiglie a rischio per Tbc. La Direttrice è disponibile a occuparsi dello sdoganamento dei Tir degli aiuti umanitari di ottobre. Ci fa presente che a Baranovichi c è un Centro Servizi Sociali su cui gravitano tante famiglie bisognose. Troviamo qui gli amici del Comitato di Cesano Boscone, che da anni sostengono l Istituto. A Ivatsevichi visita al Centro Servizi Sociali. Ivatsevichi è una città di abitanti, di cui circa vivono in situazioni di disagio (anziani, disabili, indigenti). Il Centro è dotato di un Centro diurno per disabili, di assistenza domiciliare, assistenza sociale. La struttura sembra bene organizzata. A Zhabinka visita alla Scuola Internat per bambini con disabilità visiva. I bambini ospitati sono 109, di cui alcuni con disabilità gravi e complesse (oltre che ciechi sono anche sordi). Anche qui troviamo grande umanità nell approccio con i bambini e, compatibilmente con i mezzi a disposizione, con buona professionalità. Il Direttore ci fa vedere i servizi igienici attigui alla sala da pranzo ristrutturati l anno scorso col finanziamento del Comitato di Milano San Giuseppe (è stato fatto un buon lavoro). Il Direttore si dichiara disponibile allo sdoganamento dei Tir, ma l ipotesi viene scartata perché la palestra da utilizzare come magazzino ha un accesso problematico. Mercoledì 14 marzo: a Petrikov visita al Centro Servizi Sociali. L organizzazione è la stessa degli altri Centri, l atmosfera al Centro diurno disabili è di grande umanità; costruiscono bellissimi oggetti usando piccole conchiglie marine. A Kalinkovichi, visita alla Scuola pubblica, ma l obiettivo principale è di incontrare Irina, responsabile del club alcolisti in trattamento. Per la sede dell Associazione Club le cose stanno procedendo bene. L oblazione del Comitato di Brenta Saccisica non è ancora stata utilizzata, perché si stanno cercando sponsor che facciano il lavoro gratis. Ci racconta di avere coinvolto i ragazzi della 10 e 11 classe per fare volontariato (assistenza domiciliare agli anziani e alle famiglie bisognose). È una buona premessa per costituire un Comitato Aiutiamoli a Vivere. Le persone sono risorse fondamentali per organizzazioni come la nostra, riteniamo che Irina potrà essere una risorsa anche per Aiutiamoli a Vivere. A Elsk, visita al Centro Servizi Sociali. La sede è piccola, non hanno spazi sufficienti per fare attività occupazionali in modo ottimale, dovrebbero trasferirsi in una struttura più capiente, ma priva di qualsiasi confort, mancano persino i servizi igienici. Chiediamo dei club ACAT, sapendo che qui era stato fatto un corso di formazione. Le responsabili ci spiegano che c è stato interesse, ma nessuno ha preso l iniziativa di costituire i club; avevamo preso appuntamento con la persona che si era interessata al progetto, ma non si è presentata all appuntamento. Peccato! Giovedì 15 marzo: visita alla Scuola Internat di Kamenka, villaggio alla periferia di Bobruisk. La scuola ospita 115 bambini con ritardo mentale, di cui una ventina gravi (sono riconosciuti invalidi). Ci dicono che dedicano particolare cura al trattamento dell enuresi e dell incontinenza, solo pochi bambini hanno questo problema. Scopriamo che la scuola è attigua alla Casa Internat per adulti che avevamo già visitato col TIR. Strutturalmente ci fa ritornare indietro di 15 anni, qui la storia si è fermata. Ci sembra ben gestita in quanto a ordine, pulizia, umanità nell educazione. Fanno bene varie attività occupazionali con i mezzi a disposizione. Nel laboratorio di carpenteria metallica fanno rastrelli, palette e altri attrezzi in lamiera; nella falegnameria fabbricano piccoli oggetti: grucce appendiabito, manici per asce, manufatti di artigiana- 5

6 6 to; anche la sartoria produce semplici manufatti e dei bellissimi peluches; hanno anche del terreno che coltivano a ortaggi, ma non hanno mai potuto avere una serra. Nel pomeriggio, a Kostiukovichi, visita al Centro Servizi Sociali della cittadina. È una bella struttura nuova e ben attrezzata. Il Centro diurno disabili ospita persone da 7 a 30 anni, c è anche una casa per anziani che ospita 29 persone ( hanno 30 posti). La provincia di Kostiukovichi ha un economia prevalentemente agricola, ma ci sono due fabbriche importanti: un cementificio di rilevanza internazionale e un panificio che produce il pane per tutta la provincia. Queste fabbriche danno un certo benessere anche alle strutture socio-assistenziali. A Riasno, visita alla Scuola Internat per bambini con ritardo mentale. La scuola di Riasno è l esempio di come, con spirito di iniziativa e motivazioni, si possano cambiare anche le decisioni dei vertici politici. Tre anni fa le autorità regionali davano per certa la prossima chiusura della scuola, che invece ospita 97 bambini, tutti con ritardo mentale e Riasno è una delle 3 strutture di questa tipologia, con Belinichi e Kamenka, che saranno attive nel Il Direttore si impegna per reclutare bambini e migliorare sempre l Istituto. Gli olandesi del Kinderhulp forniscono sementi e formazione, che hanno dato un incremento nella produzione di ortaggi e fiori. Le piantine coltivate in serra vengono vendute al mercato. Una serra è riscaldata, produce cetrioli venduti in primavera come primizie con una buona entrata per la scuola. Sono stati ristrutturati i dormitori, che erano stanze molto grandi. Dei tramezzi di cartongesso hanno permesso di dividere la stanza in una zona letto e un soggiorno. Nelle aule sono state cambiate le porte e alcune finestre. La sartoria è dotata di un buon numero di macchine ed è molto usata dalle bambine. Venerdì 16 marzo: a Orsha visita al Centro Servizi sociali della città. La Direttrice ci informa che i lavori per la costruzione della palestra sono stati fermati dal grande gelo dell inverno, dovrebbero riprendere a breve; ci dà piena disponibilità per lo sdoganamento dei Tir dei pacchi personalizzati e anche questa è una buona notizia, vista la possibile indisponibilità di Rogacev. A Vitebsk, visita alla Scuola Internat speciale per bambini con disabilità uditiva. La scuola è gestita con umanità e professionalità. Ospita bambini da 5 a 17 anni, anche se si auspica di abbassare l età di accesso, perché i risultati della riabilitazione e dell apprendimento sono migliori, quanto più precocemente si inizia la cura. Ci viene presentata la Direttrice di una scuola pubblica della città in cui ci sono anche disabili e molti bambini di famiglie bisognose. Visitiamo la parrocchia cattolica della città. Il parroco ci dice che i cattolici sono una minoranza in città (7.000 su una popolazione di abitanti). Ci viene presentato il responsabile del Centro Caritas di Vitebsk, che è ben organizzato, ha sponsor, soprattutto in Germania, da cui riceve aiuti umanitari, che poi vengono distribuiti ai centri Caritas di tutte le parrocchie per farli recapitare a quanti (anche non cattolici) hanno biso- gno di aiuto. Il parroco si dà da fare per coinvolgere soprattutto i giovani, non esiste ancora un vero e proprio oratorio, ma ci si vorrebbe arrivare. A Sianno visita alla Scuola Internat- Scuola fabbrica. Ospita 109 bambini, molti provenienti da Istituti che sono stati chiusi. Il Direttore ci comunica di aver già concordato con ditte locali la possibilità di costruire l aula di falegnameria per stati di avanzamento anche non continuativi. Questo in relazione alla comunicazione data dalla Fondazione di una disponibilità economica di da subito e di altri per i quali non sono noti i tempi di disponibilità. Si farà quanto necessario per arrivare a uno stadio in cui la struttura, anche se non finita, sia in sicurezza, cercando anche, se possibile, di ridurre i costi preventivati. I bambini ci accolgono, come sempre, con molto calore e ci offrono un piccolo spettacolo. Sabato 17 marzo: partenza per l aeroporto, per il ritorno in Italia. È stato un viaggio impegnativo e faticoso, ma ricco di spunti di notevole interesse. Ci sono gli elementi per ipotizzare il percorso del prossimo Tir, che verrà sottoposto all approvazione del CdA. Sono stati individuati i punti di sdoganamento sia per il Tir della Speranza, che per il Tir dei pacchi personalizzati. Abbiamo raccolto una serie di richieste che saranno molto utili alle nostre famiglie, come indicazione per gli aiuti da fornire. Abbiamo trovato interesse per la costituzione di Comitati in Bielorussia da parte di molti interlocutori, anche se non avendo esempi pratici da mostrare, non è semplice essere certi che abbiano capito di cosa esattamente si tratta. A Molchad, Kalinkovichi, Riasno, Vitebsk e Sianno c è terreno fertile per far crescere il progetto. Sandro Tironi Un po di date e dati Si ipotizza che il Tir della Speranza si farà da domenica 30 settembre, partenza al mattino da Orio al Serio e ritorno domenica 7 ottobre a Montichiari. La quota di partecipazione al Tir sarà invariata: 650. La richiesta di partecipazione dovrà essere inviata entro il 10 settembre. Il ritrovo degli amici del Tir per il solito pranzo alla Tir sarà a Soresina sabato 19 maggio. I Tir dovranno essere caricati a Soresina entro il 23 Agosto, pertanto gli aiuti umanitari donati dai Comitati dovranno pervenire al magazzino entro il 10 agosto. Per il Tir degli aiuti personalizzati rimane invariato il costo di spedizione: 2,50 al Kg. I pacchi potranno essere consegnati al magazzino di Soresina dal 1 Settembre al 6 ottobre. Verranno caricati i Tir il 5 novembre e la consegna avverrà dal 14 dicembre. Il periodo di crisi economica ha acuito i bisogni di molti generi. Materiali richiesti: Alimentari (ricordiamo che per le regole doganali devono essere quantitativi consistenti dello stesso genere, confezione e formato) Detergenti per la persona (sapone, sapone liquido, shampo) Detersivi per bucato Materiale scolastico (quaderni, penne, matite, carta) Pannolini/assorbenti igienici Giocattoli, giochi didattici, giochi per stimolazioni sensoriali per bambini con disabilità visiva o uditiva Lenzuola, coperte Tessuti (in pezze di almeno 3 mq), materiale per sartoria ( filo, bottoni, ecc.) Materiali per attività occupazionali (perline, filo, conchiglie, carta colorata, dash pasta,ecc.) Scarpe (soprattutto invernali) Vestiti per bambini, ragazzi, adulti, soprattutto invernali Richieste particolari: una videocamera richiesta dal Centro diurno disabili di Petrikov Carrozzine pieghevoli, passeggini, deambulatori, sondini nasogastrici, sondini per PEG Calciobalilla e tavolo da ping pong per l oratorio di Vitebsk Per altri materiali non contemplati in questa lista si prega di contattare Sandro Tironi

7 FORUM DEGLI STUDENTI: UNA REALTÀ IN CRESCITA Nell ambito del Progetto Adozione Studenti Universitari la Fondazione Aiutiamoli a Vivere ha proposto e realizzato, nell anno 2011, il Forum degli Studenti. Tale manifestazione, sponsorizzata dall Avv. Giovanni Ranalli di Terni in memoria della mamma Ammirati Maria scomparsa nell anno 2010, consiste nel riunire, una volta l anno, gli studenti interessati al Progetto Adozione Studenti Universitari presso la Sala Conferenze di una Università per discutere dei Progetti della Fondazione, scambiare metodi di studio e di lavoro fra diverse realtà delle Università e del loro impegno nel mondo del volontariato. A giugno 2011, nei giorni del 27 e 28, si è svolto il 1 Forum degli Studenti presso l Università di Medicina di Minsk. Due giorni di emozioni intense per i partecipanti, con l auspicio che il coinvolgimento degli studenti nella predisposizione dell evento del 2012 abbia la forza di rendere ancor più interessante il confronto sugli argomenti posti in discussione al Forum. Il dibattito fra gli studenti e i responsabili della Fondazione sui progetti di cooperazione, nonché sul valore del volontariato, ha reso possibile l idea di costituire Comitati della Fondazione Aiutiamoli a Vivere nella Repubblica di Belarus direttamente dagli studenti universitari in borsa di studio. Il premio, come Miglior Studente dell anno è stato vinto da Durilo Yulia di Grodno, alla quale sono andati 1.000, mentre 600 sono stati vinti da Anna Zaluzhanaia di Gomel quale vincitrice del secondo premio e Popov Artiom di Mogilev si è aggiudicato il terzo premio di 400. Nel 2012 il Forum degli Studenti si svolgerà nella città di Grodno nei giorni 11, 12 e 13 maggio, alla struttura Kupalinka dove, durante l anno, vengono ospitati tanti bambini per le colonie. Quest anno, oltre al Premio Studente dell anno è stato istituito anche il Brain Ring, la gara fra Università dove 9 squadre (una per ogni Università) si sfideranno su una serie di domande di carattere generale. Il giorno 16 Marzo si è concluso il viaggio per l organizzazione del Forum degli Studenti 2012 con l adesione delle seguenti Università: Università di Stato D.P.M. Masherov di Vitebsk Facoltà varie Università A.A. Kuleshov di Moghilev Pedagogia Università P.O. Sukhogo di Gomel Politecnico Università Statale Medica di Gomel Medicina Università Statale Bielorussa del Trasporto di Gomel Trasporto Università I.P. Shamiakina di Mozir Pedagogia Università A.S. Pushkin di Brest Facoltà varie Università J. Kupaly di Grodno Pedagogia Università Statale Medica di Minsk Medicina È prevista la partecipazione al Forum di 190 persone così suddivise: N. 125 Studenti iscritti al Progetto Adozione Studenti Uiversitari N. 10 Studenti laureati N. 18 Rappresentanti dell Università N. 27 Partecipanti al Brain Ring (n.3 per ogni università) N. 10 Delegati in arrivo dall Italia 7

8 8 GARA FRA LE UNIVERSITA BRAIN RING La gara sarà effettuata con una serie di domande di carattere generale alle quali il caposquadra (Candidato) dovrà rispondere pigiando un pulsante luminoso per individuare con esattezza quale sarà la squadra che può rispondere per prima. La squadra sarà composta da 4 studenti, compreso il capitano. Non è previsto l utilizzo di attrezzature informatiche ed elettroniche. Ogni domanda avrà precedentemente assegnato un punteggio a seconda del grado di difficoltà. Resta inteso che a una risposta errata corrisponde una penalizzazione di 1 punto. Il tempo massimo per la risposta è di 2 minuti. Al termine delle domande si procederà al conteggio dei punti ottenuti e si proclamerà la vincitrice della gara. RELAZIONI Si conferma il termine utile del 31 Marzo p.v. per la consegna delle relazioni corredate, per quanto riguarda le relazioni dei Candidati e il curriculum vitae, della firma del Responsabile dell Università, ad eccezione del Candidato di Vitebsk. La giuria per la scelta del Candidato come Studente dell Anno sarà composta da un Rappresentante per ogni Università e dalla Direttrice della Rappresentanza di Minsk, presieduta dal Presidente della Fondazione Aiutiamoli a Vivere, per un totale di 11 persone. Ogni componente verrà dotato di una scheda (per ogni Candidato) dove apporrà il proprio punteggio. Naturalmente ogni responsabile di Università NON potrà votare per il proprio Candidato. Come si può notare, la collaborazione fra la Fondazione Aiutiamoli a Vivere, gli studenti e l Università aumenta di anno in anno e nel 2012, a Grodno, nascerà il 1 Comitato della Fondazione Aiutiamoli a Vivere in Belarus gestito dagli studenti universitari per favorire l attività del volontariato a favore delle fasce più deboli tra cui i bambini, gli anziani e disabili. La Fondazione Aiutiamoli a Vivere ringrazia le famiglie italiane, i Comitati e quanti hanno contribuito per aiutare questi ragazzi più sfortunati di noi e auspica che altre famiglie ed altri Comitati si avvicinino a questo Progetto, che diventa sempre più importante per accrescere la cultura della solidarietà. Il Responsabile del Progetto Adozione Studenti Universitari Luciano Braconi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo:

5.1 Complesso delle attività realizzate dall Ente e identificazione dei destinatari dal punto di vista sia qualitativo che quantitativo: SCHEDA 1/B SCHEDA PROGETTO PER L IMPEGNO DI GIOVANI IN SERVIZIO CIVILE REGIONALE IN EMILIA-ROMAGNA ENTE 1)Ente proponente il progetto: CARITAS DIOCESANA DI REGGIO EMILIA GUASTALLA (legata da vincoli associativi

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari

Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Cooperativa COS Cooperativa Operatori Sanitari Società Cooperativa sociale onlus corso Torino 4/3 16129 Genova tel. 010 5956962 fax 010 5950871 info@cosgenova.com; coscooperativa@fastwebnet.it 1 Sede legale

Dettagli

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità

Questionario per operatori/professionisti che lavorano con le famiglie di minori con disabilità Introduzione AIAS Bologna onlus, in collaborazione con altre organizzazioni europee, sta realizzando un progetto che intende favorire lo sviluppo di un ambiente positivo nelle famiglie dei bambini con

Dettagli

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana

18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza italiana Edizione giugno 2014 IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 perchè diventare cittadini italiani?

Dettagli

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%.

ai giovani 18 24 anni che non hanno conseguito il diploma di scuola media superiore al 10%. COMUNE di SASSARI UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI PROTOCOLLO D INTESA INTERISTITUZIONALE FINALIZZATO ALLA CONOSCENZA DEL FENOMENO DELLA DISPERSIONE SCOLASTICA E ALLA PRIMA INDIVIDUAZIONE DI MISURE DI

Dettagli

VERBALE N 2/11. In apertura di seduta, previa lettura, viene approvato il verbale n. 1 del 71/02/11.

VERBALE N 2/11. In apertura di seduta, previa lettura, viene approvato il verbale n. 1 del 71/02/11. VERBALE N 2/11 L anno 2011 il giorno 4 del mese di marzo alle ore 12,00 previa osservanza di tutte le formalità prescritte dalle vigenti norme, nella sede del Conservatorio G. Martucci di Salerno si riunisce

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE

U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE REGIONE LAZIO Direttore Generale Dott. Vittorio Bonavita U.O.C. CHIRURGIA VASCOLARE Ospedale Sandro Pertini Direttore: Prof. Vincenzo Di Cintio Gentile paziente, Le diamo il benvenuto nella nostra Struttura

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

PARMA PER GLI ALTRI ONG

PARMA PER GLI ALTRI ONG PARMA PER GLI ALTRI ONG «Il bisogno degli Altri, del prossimo che non può attendere il futuro per concretizzarsi. Quando? Ora, ma a piccoli passi : la goccia che riempie i mari, che cade in continuazione,

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014

CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 Università Politecnica delle Marche Corso di Laurea in Infermieristica Ancona CONTRATTO FORMATIVO DI TIROCINIO Studenti II anno A.A. 2013-2014 U.O. : BLOCCO OPERATORIO I.N.R.C.A. Studente Guida di Tirocinio:

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE

REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE REGOLAMENTO IMPRESA IN AZIONE Premessa Impresa in azione è il programma didattico dedicato agli studenti degli ultimi anni della Scuola Superiore e pensato per valorizzare la creatività e lo spirito imprenditoriale

Dettagli

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico

Un abbraccio a tutti voi Ornella e Enrico SASHA La nostra storia é molto molto recente ed é stata fin da subito un piccolo "miracolo" perche' quando abbiamo contattato l' Associazione nel mese di Novembre ci é stato detto che ormai era troppo

Dettagli

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza

Realtà e problematiche relative alla qualità formativa: un esperienza Commissione Nazionale dei Corsi di Laurea in Infermieristica La valutazione dei risultati dell apprendimento e qualità formativa dei Corsi di laurea in Infermieristica Milano, 10 giugno 2011 Realtà e problematiche

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R.

Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. Catalogo dei servizi residenziali, semiresidenziali, territoriali e domiciliari di cui al Regolamento di attuazione della L.R. /2007 Sommario PREMESSA COMUNE ALLE SEZIONI A E B...3 SEZIONE A - SERVIZI

Dettagli

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT

TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT TERZO SETTORE TERZO SETTORE O SETTORE NON PROFIT E quell insieme di organizzazioni che producono beni/servizi e gestiscono attività fuori dal mercato o, se operano nel mercato, agiscono con finalità non

Dettagli

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva

INSIEME SI PUÒ. per una solidarietà più viva INSIEME SI PUÒ per una solidarietà più viva 1 9 9 3-2 0 1 3 Insieme Si Può 1993/2013 Insieme Si Può L Associazione ha lo scopo di sviluppare, favorire ed incentivare l adozione a distanza di bambini bisognosi,

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara

Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara PROMECO Progettazione e intervento per la prevenzione Progetto di prevenzione e contrasto del bullismo nella provincia di Ferrara Aprile 2006 Premessa Punti di forza, obiettivi raggiunti Elementi su cui

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

Sostegno alla scuola St. Augustine

Sostegno alla scuola St. Augustine Con il ricavato della vendita del calendario del 2014 (2.500 euro), il Fermi ha potuto fare una donazione alla Scuola Secondaria St.Augustin di Isohe (Sud Sudan) per l acquisto di un computer, una stampante,

Dettagli

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AL VIA LA CAMPAGNA AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO 1. ESSERE UN AGRONOMO E FORESTALE WAA for EXPO2015 Il grande appuntamento dell EXPO MILANO 2015 dal

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani

Comune di Ragusa. Regolamento assistenza domiciliare agli anziani Comune di Ragusa Regolamento assistenza domiciliare agli anziani REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE AGLI ANZIANI approvato con delib. C.C. n.9 del del 24/02/84 modificato con delib. C.C.

Dettagli

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale

Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Centro diurno socio-assistenziale regionale Ai Gelsi Riva San Vitale Che cos è il Centro diurno regionale Ai Gelsi? Il nuovo Centro diurno socio-assistenziale con sede a Riva San Vitale si inserisce nel

Dettagli

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a

O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a O r a r e, e s s e r e a m i c i di c h i d a v v e r o c i a m a Ci situiamo Probabilmente alla tua età inizi ad avere chiaro chi sono i tuoi amici, non sempre è facile da discernere. Però una volta chiaro,

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi

Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi Venerdì 27 febbraio 2015 (0) Il campione Ivan Basso a Stezzano La sua bici per l ospedale dei bimbi Lunedì 2 marzo a partire dalle 15,30 il ciclista Ivan Basso, oggi corridore per il team Tinko!- Saxo,

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

30-APRILE/03 MAGGIO-2015.

30-APRILE/03 MAGGIO-2015. INFORMAZIONI GENERALI Il corso ISA 2015 DISCIPLINE OLIMPICHE è un corso formativo ed evolutivo relativamente alle discipline della Fossa Olimpica Skeet Double Trap, e viene organizzato per la 1 volta in

Dettagli

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO

CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA E ALTERNATIVA: DAL GIOCO ALL AUSILIO Rif. Organizzatore 8568-10035201 IN COLLABORAZIONE CON ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM CORSO SULLE STRATEGIE DI COMUNICAZIONE AUMENTATIVA

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper

LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper LA NAZIONE LIVORNO mer, 8 apr 2015 ROSIGNANO LE DOMANDE DOVRANNO ESSER PRESENTATE ENTRO IL 14 APRILE Bollette dell'acqua: un contributo dal Comuneper le famiglie in condizioni economiche precarie ROSIGNANO

Dettagli

Indice Indice... 1 Oggetto... 1 Referenti regionali del progetto... 1 Scopo... 2 Il progetto Rete CUP regionale... 2 Premessa... 2 La situazione regionale... 2 Azienda Ospedaliera di Cosenza... 2 ASP di

Dettagli

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011

ECOPED 2011. Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica. PISTOIA 27-30 Giugno 2011 Gruppo di Studio di Ecografia Pediatrica Società Italiana di Pediatria Corso di Perfezionamento in Ecografia Pediatrica ECOPED 2011 PISTOIA 27-30 Giugno 2011 PROGRAMMA DOCENTI E TUTORS Giuseppe Atti Carlo

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università

Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università COS'È TORNO SUBITO Torno Subito è un'iniziativa della Regione Lazio Assessorato alla Formazione, Ricerca, Scuola e Università finanziata con fondi POR FSE Lazio 2007-2013 Asse II Occupabilità; Asse V Transnazionalità

Dettagli

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI

ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI ISPETTORI DI PONTI E VIADOTTI CERTIFICAZIONE UNI CEI EN ISO/IEC 1702 Corso 1 Livello In collaborazione con l Ordine degli Ingengeri della Provincia di Rimini Associazione CONGENIA Procedure per la valutazione

Dettagli

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe

Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Concorso Sulle vie dell Europa / On the routes of Europe Anno Scolastico 2013-2014 PERSONE IN CAMMINO OLTRE LE FRONTIERE PER RICONQUISTARE IL FUTURO Premessa Il Concorso Sulle vie dell Europa è promosso

Dettagli

L Operatore Locale di Progetto OLP

L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto OLP L Operatore Locale di Progetto CHI E? Qualcuno piu esperto del volontario, con il quale stabilisce un rapporto da apprendista a maestro, dal quale imparera, sara seguito,

Dettagli

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato

Giacinto Bonanome. Scuola dell Infanzia Asilo Nido Integrato Centro d Infanzia Giacinto Bonanome Via San Marco 217 37050 Isola Rizza (Vr) Asilo Nido Integrato Progetto psicopedagogico DELLA SEZIONE API Anno scolastico 2013/2014 Centro d Infanzia Giacinto Bonanome

Dettagli

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi

Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi Autonomia e parità in altri paesi: alcuni esempi 1 FRANCIA Le Scuole sous contrat d association In Francia il sistema è centralistico con un Ministero forte che regola ogni aspetto. Ci sono tre tipologie

Dettagli

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano

Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano Regolamento per gli interventi e servizi sociali del Comune di Milano approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 19 del 6 febbraio 2006 e rettificato con deliberazione del Consiglio Comunale

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

LA SALUTE VIEN MANGIANDO

LA SALUTE VIEN MANGIANDO Comune di Trino Assessorato Istruzione e Cultura Settore Extrascolastico-Culturale Istituto Comprensivo di Trino Scuola dell Infanzia e Scuola Primaria Asl 21 di Casale Dipartimento di Prevenzione Servizio

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

Bando speciale BORSE LAVORO 2015

Bando speciale BORSE LAVORO 2015 Bando speciale BORSE LAVORO 2015 PREMESSA La Fondazione Cassa di Risparmio di Pistoia e Pescia considera la mancanza di occasioni di lavoro per i giovani, in misura non più conosciuta da decenni, come

Dettagli

Disturbi dell Apprendimento

Disturbi dell Apprendimento Master in Disturbi dell Apprendimento in collaborazione con IPS nelle sedi di MILANO ROMA PADOVA BARI CAGLIARI CATANIA RAGUSA Questo modulo d iscrizione, unitamente alla fotocopia della ricevuta del versamento

Dettagli

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI

RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI RESOCONTO DELL ATTIVITÀ ITÀ DEI COMITATI CONSULTIVI MISTI DEGLI UTENTI DELL AZIENDA USL DI PIACENZA - 2003/2006 I Comitati Consultivi Misti degli Utenti dell Azienda USL di Piacenza dal gennaio 2003 al

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE

Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE 7 TH QUALITY CONFERENCE Towards Responsible Public Administration BEST PRACTICE CASE INFORMAZIONI DI BASE 1. Stato: Italia 2. Nome del progetto: La diffusione di Best Practice presso gli Uffici Giudiziari

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis

Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis Piano Giovani di Zona Quattro Vicariati Comuni di Ala, Avio, Brentonico, Mori e Ronzo-Chienis BANDO PER LA PRESENTAZIONE DI PROGETTI PER LA FORMAZIONE DEL PIANO OPERATIVO GIOVANI (POG) Anno 2015 PREMESSA:

Dettagli

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI Prot. Nr 11636 Vicenza, 25 settembre 2013 Cat.E8 Ai Sigg. Dirigenti Scolastici degli Istituti Superiori di II grado Statali e Paritari della Provincia di Vicenza e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO

in collaborazione con BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO in collaborazione con Il contesto di riferimento BANDO 2015 UN NIDO PER OGNI BAMBINO L obiettivo fissato dall Unione Europea che si prefiggeva di raggiungere una ricettività del 33% dei nidi e in generale

Dettagli

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e 2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e Gruppo percorsi assistenziali Partecipanti al gruppo - Unità Funzionale Salute Mentale Infanzia

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

Un anno di Open AIFA

Un anno di Open AIFA Il dialogo con i pazienti. Bilancio dell Agenzia Un anno di Open AIFA Un anno di Open AIFA. 85 colloqui, 250 persone incontrate, oltre un centinaio tra documenti e dossier presentati e consultati in undici

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE

Università degli Studi del Sannio NUCLEO DI VALUTAZIONE RIUNIONE NUCLEO DI VALUTAZIONE Verbale n. 10 del 5 Novembre 2014 RIUNIONE Il giorno 5 Novembre 2014, alle ore 10.40, il Nucleo di Valutazione dell Università degli Studi del Sannio, si è riunito per discutere sugli argomenti iscritti

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit.

Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. Tra reale e ideale: come gestire e far crescere un organizzazione non profit. NID Non profit Innovation Day Università Bocconi Milano, 12 novembre 2014 18/11/2014 1 Mi presento, da dove vengo? E perché

Dettagli

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto.

Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Conoscere per non avere paura. Capire che si può fare molto, ma non tutto. Accudire con attenzione e rispetto. Gentili congiunti, Questa piccola guida è stata creata per voi con l obiettivo di aiutarvi

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF)

8.2 Imposta sul reddito delle persone fisiche (IRPEF) I TRIBUTI 89 APPROFONDIMENTI IL CODICE TRIBUTO Ogni pagamento effettuato con i modelli F23 o F24 deve essere identificato in modo preciso, abbinando a ogni versamento un codice di tributo. Nella tabella

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E FUNZIONAMENTO DEL DIPARTIMENTO AD ATTIVITA INTEGRATA (DAI) DI MEDICINA INTERNA Art. 1 Finalità e compiti del Dipartimento ad attività integrata (DAI) di Medicina Interna

Dettagli