AIUTIAMOLI A VIVERE. Torna la primavera: di nuovo in cammino verso la speranza. giornale della fondazione

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AIUTIAMOLI A VIVERE. Torna la primavera: di nuovo in cammino verso la speranza. giornale della fondazione"

Transcript

1 giornale della fondazione Aiutiamoli a Vivere - Marzo 2012 / anno 16 / numero 1 web site: http//www.aiutiamoliavivere.it Tariffa Associazioni Senza Fini di Lucro: "Poste Italiane Spa - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 N 46) Art. 1, Comma 2, DCB (Cremona C.L.R.)" Torna la primavera: di nuovo in cammino verso la speranza

2 2 ENTRATE GENERALI Entrate Generali EURO SPESE AMMINISTRATIVE Spese amministrative EURO DESCRIZIONE PREVENTIVO 1 PRATICHE ACCOG.ZA MINORI ,00 2 VOLI AEREI ACC. MINORI ,00 3 VOLI AEREI ORDINARI ,00 4 PROGETTO. SCUOLA FABBRICA ,00 5 PROGETTO VACANZE LAVORO ,00 6 PROGETTO TIR DELLA SPERANZA ,00 7 PROGETTI SANITARI ,00 8 PROGETTO AFRICA ,00 9 PROGETTO SERGIO GALLIA 6.800,00 10 UN PASSO VERSO IL FUTURO 6.500,00 11 ADOZIONE STUDENTI UNIVERSITARI ,00 12 MICROPROGETTI IN BELARUS ,00 13 VIAGGI FORMATIVI PER LE FAMIGLIE ,00 14 CONVEGNO NAZIONALE ,00 15 CONTRIBUTI A FONDAZIONE ,00 16 CONTRIBUTI PER COMITATI ,00 17 RIMBORSI DA ASSICURAZIONE 6.500,00 18 ENTRATE DI BENEFICENZA IN BELARUS 8.200,00 19 CONTRIBUTO 5 X MILLE ,00 20 INTERESSI BANCARI 1.800,00 TOTALI ,00 DESCRIZIONE PREVENTIVO 1 SPESE PER SEDE MINSK ,00 2 SPESE PER SEDE TERNI ,00 3 SPESE DI SEGRETERIA 1.200,00 4 SPESE DI CANCELLERIA 2.600,00 5 SPESE TELEFONICHE ,00 6 SPESE DI SPEDIZIONE 5.200,00 7 SPESE ASSICURATIVE ,00 8 VALORI BOLLATI 1.600,00 9 SPESE TIPOGRAFICHE 3.200,00 10 SPESE PUBBLICITARIE 6.200,00 11 ATTREZZATURE D'UFFICIO 5.300,00 BILANCIO PREVENTIVO MANUTENZIONE ATTREZZATURE UFFICIO 4.200,00 13 SPESE PER AUTOMEZZI ,00 14 RIMBORSI SPESE VIAGGIO ,00 15 COMPENSI A COLLABORATORI ,00 16 IMPOSTE E RITENUTE PREVIDENZIALI 5.200,00 17 SPESE PER ADEGUAMENTO AMM.VO ( Consulenza Fiscale) ,00 18 SPESE DI RAPPRESENTANZA 2.800,00 19 SPESE VIDEO E FOTOGRAFICHE 2.200,00 20 SPESE PER GIORNALI,LIBRI E RIVISTE 2.100,00 21 SPESE BANCARIE 2.400,00 RIEPILOGO GENERALE Spese erogazione fondazione DESCRIZIONE PREVENTIVO 1 SPESE PER VOLI AEREI PER ACCOG.ZA BAMBINI ,00 2 SPESE VOLI AEREI ORDINARI ,00 3 SPESE PER GIORNALE DELLA FONDAZIONE ,00 4 PROGETTO SCUOLA FABBRICA ,00 5 PROGETTO VACANZE LAVORO ,00 6 PROGETTO TIR DELLA SPERANZA ,00 7 PROGETTI SANITARI ,00 8 PROGETTO AFRICA ,00 9 PROGETTO SERGIO GALLIA 6.800,00 10 PROGETTO UN PASSO VERSO IL FUTURO 6.500,00 11 COSTITUZIONE COMITATI IN BELARUS 6.000,00 12 ADOZIONE STUDENTI UNIVERSITARI ,00 13 MICROPROGETTI IN BELARUS ,00 14 VIAGGI FORMATIVI PER FAMIGLIE ,00 15 CONVEGNO NAZIONALE ,00 16 CENTRO STUDI ,00 17 RIMBORSI VARI 2.500,00 18 GIROFONDI A COMITATI ,00 19 RIMBORSI SPESE INTERPRETI ,00 20 RIMBORSI QUOTE REGIONALI ,00 21 RIMBORSI PER RICOVERI OSPEDALIERI 6.500,00 22 BENEFICENZA IN BELARUS 9.200,00 23 FONDO IMPREVISTI ,00 24 FONDO DI RISERVA 9.600,00 TOTALI ,00 TOTALI ,00 RIEPILOGO GENERALE ENTRATE GENERALI ,00 SPESE AMMINISTRATIVE ,00 SPESE PER EROGAZIONI ,00 TOTALE SPESE ,00 AVANZO / DISAVANZO DI GESTIONE N. 1 Anno 16 Iscrizione Tribunale di Terni n. 2 del. 27/03/1998 Editore: Fondazione Aiutiamoli a Vivere Via XX Settembre, Terni Stampatore: Società Editrice Lombarda srl Via De Berenzani, 6 - Cremona Fotolito impianti: Bama - Vaprio d Adda (MI) La Redazione della Fondazione: Fabrizio Pacifici - Enrico Cherubini Sandro Bernardi - Davide Bonetti Direttore responsabile Alberto Favilla Periodico Trimestrale stampa in copie Spedire i testi e fotografie alla redazione Davide Bonetti Via Agordat, Milano tel FONDAZIONE Sede Nazionale Via XX Settembre, Terni Tel. 0744/ Fax 0744/ c/c bancario: IT82 Z c/c postale: IT27 H

3 Pellegrini a Mosca QUESTA NOSTRA MISSIONE A MOSCA AVEVA TRE OBIETTIVI PRINCIPALI: Verificare la possibilità di aprire un canale di collaborazione fra gli Ospedali Riuniti di Bergamo e l Ospedale di Mosca per interventi di chirurgia pediatrica e fra il Centro Fibrosi Cistica di Verona e medici russi per la cura della Fibrosi Cistica (Mucoviscidosi) Verificare la possibilità di aprire una nostra rappresentanza a Mosca per Adozioni Internazionali Verificare la possibilità di realizzare progetti in collaborazione con la Fondazione Mc Donald in Russia e Bielorussia. 3 Siamo arrivati a Mosca martedì 20 marzo ed abbiamo preso alloggio alla Casa del Pellegrino. Il nostro primo incontro è stato con il sig. Sergio Comizzoli, direttore di MARR RUSSIA, società che fa parte del Gruppo Cremonini, a cui mi ero rivolto per avere un aiuto per rendere concreta questa nostra missione. Mercoledì pomeriggio abbiamo incontrato il dott. Vincenzo Trani, responsabile dello Studio Carnelutti nonchè Console Onorario della Bielorussia. Ci siamo presentati e abbiamo trovato subito diverse e importanti possibilità sinergiche per progetti in Bielorussia a favore dei giovani che escono dall orfanotrofio. Lo Studio farà per noi una verifica sulla possibilità di attingere anche a Fondi Europei per avviare un progetto di imprenditoria giovanile con possibilità di favorirlo con operazioni di micro credito. Dovrò mandargli una presentazione dell evento che stiamo organizzando in Bielorussia (tournée di una squadra di hockey) per raccogliere fondi. Lui ha promesso il suo impegno per trovare le necessarie sponsorizzazioni. Si è reso poi disponibile per qualsiasi problema potessimo incontrare in Bielorussia. Successivamente abbiamo incontrato la sig.ra Irina Myasnikova, Presidente dell Associazione dei famigliari di bambini affetti da Fibrosi Cistica (mucoviscidosi). Dopo la nessaria presentazione e condivisione abbiamo convenuto che: - il prossimo 11/12 maggio si terrà a S.Pietroburgo un Convegno sulla Fibrosi Cistica. Io ho chiesto e ottenuto disponibilità ad invitare come relatore il Prof. Assael, primario del Centro di Verona; - successivamente organizzeremo una missione con lei, una dottoressa di Mosca e un dottore di S.Pietroburgo in Italia. Gli faremo visitare il centro di Verona e cominciare, così, la collaborazione fra medici. Prevedo di chiedere un coinvolgimento del Presidente della Lega Fibrosi Cistica (sempre di Verona) per favorire una collaborazione fra famigliari. Vista la grande disponibilità, ho chiesto e ottenuto dalla sig.ra Irina la possibilità di ospitare in Italia anche chirurghi pediatrici per favorire la collaborazione con Ospedali Riuniti di Bergamo. Il giorno successivo abbiamo incontrato la sig.ra Elena Chilingaryan della Fondazione McDonald House Charities. Anche qui dopo la necessaria presentazione abbiamo convenuto sulla possibilità di collaborazione in Russia per progetti rivolti ai bambini. C è interesse per i progetti di collaborazione fra ospedali e medici sia sulla Fibrosi Cistica che su Chirurgia Pediatrica. Lei favorirà un contatto con McDonald di Minsk per sponsorizzazioni di progetti ed eventi. Favorirà un contatto con McDonald Italia per un progetto di costruzione di case alloggio per famigliari con bambini che necessitano di lunghe degenze. Loro stanno partendo adesso con questo progetto, noi stiamo lavorando per la realizzazione in collaborazione con Ospedali Riuniti di Bergamo. Abbiamo poi parlato anche del nostro progetto Scuola Clown e del desiderio di organizzare (2013) un festival internazionale a Vitebsk, cercando di coinvolgere anche le Cirque de Soleil e Parada. Elena mi ha promesso la sua collaborazione, visto che il figlio del fondatore della McDonald di Mosca è padre del direttore del Cirque du Soleil di Mosca. Abbiamo quindi incontrato la sig.ra Victorya V. Beklemisheva (Nationale Media Group) e la madre che è membro, ormai da tre mandati, di un organismo che esercita una funzione di controllo su tutto quello che avviene in Russia. Ho scoperto che la sig.ra Victoria ha sposato un italiano di

4 4 Rovigo e con lui, a sua volta, dividiamo un amicizia comune. Anche loro mi hanno promesso la massima collaborazione con particolare interesse alle collaborazioni fra medici ed ospedali. Siamo andati quindi al nostro consolato dal Dott. E. Nunziata, con cui ho avuto un importante colloquio. Ho ottenuto informazioni nel campo delle adozioni internazionali e l assicurazione della sua assistenza e collaborazione per l eventuale apertura di una nostra rappresentanza. Siamo tornati alla casa del Pellegrino dove abbiamo incontrato la sig.ra Masha, che è la rappresentante di una Fondazione Italiana (Patrizia Nidoli Onlus) che sta cominciando a fare adozioni anche in Russia. Prenderemo contatti con la sede di Varese e verificheremo la possibilità e la disponibilità ad avviare una collaborazione. Il giorno successivo abbiamo incontrato la sig.ra Raykhana Dairbekova (Rotary Mosca), persona amabile per semplicità e simpatia che ci ha fatto sentire a nostro agio. Anche con lei ci siamo presentati e abbiamo condiviso idee e progetti. Ci ha assicurato collaborazione promuovendo anche un incontro con Rotary Minsk. Con lei poi ci rivedremo a settembre alla festa che sta organizzando con la nostra Ambasciata dove inviterà, per esibirsi, anche i nostri giovani Clown di Vitebsk. Siamo quindi tornati alla Casa del Pellegrino dove abbiamo incontrato Padre Petrov, con cui abbiamo avuto un lungo colloquio e siamo stati invitati a visitare la struttura che gestisce a 7 km da Mosca e che accoglie 44 bambini/ragazzini divisi in gruppi e con una mamma di riferimento per ogni gruppo. Il nostro viaggio volgeva al termine e abbiamo potuto solo promettere che la prossima volta saremmo andati sicuramente. Siamo arrivati quindi al giorno della partenza che non poteva avvenire senza un nuovo incontro con Sergio Comizzoli, con cui abbiamo condiviso gli importanti risultati ottenuti e a cui rivolgiamo il nostro grande ringraziamento, così come a tutti i nostri interlocutori per la grande disponibilità dimostrata. Un ringraziamento particolare lo vogliamo rivolgere alla sig.ra Anna Iannuzzi, moglie del nostro Ambasciatore a Mosca, che non abbiamo potuto conoscere per il grave lutto che l ha colpita prima della nostra partenza. Cara Anna vogliamo esserle vicini e rivolgerle il nostro sincero augurio di superare il grande dolore che la sta accompagnando. Marzio Ortolani Dopo Fukushima: l accoglienza continua A un anno dalla catastrofe che si è abbattuta sul Giappone, i più piccoli e le loro famiglie vivono ancora una condizione estremamente difficile. In tutto il Giappone sono 25mila i bambini che hanno dovuto abbandonare la propria casa, adattarsi a una nuova città, uno spazio domestico non familiare, una nuova scuola e nuovi amici, vivendo disagi che per molti si sommavano alla perdita di persone care. La sfida della ricostruzione è enorme: soprattutto nella regione colpita dal disastro nucleare sono al collasso i settori agricolo e ittico, che costituiscono i due principali comparti economici del Paese. Le infrastrutture necessitano interventi a lungo termine, e oltre 300mila persone vivono ancora nei rifugi temporanei o dipendono dai sussidi governativi per potersi permettere una casa. Oltre 7mila scuole e asili nido sono andati distrutti, comportando un terribile vuoto nella formazione dei bambini. La Fondazione Aiutiamoli a Vivere, insieme alle associazioni MAVI e PUER, ripeterà l esperienza dell accoglienza temporanea dei bambini giapponesi dal 15 luglio al 31 agosto Tutti gli interessati possono contattare la sede nazionale della Fondazione Aiutiamoli a Vivere, che provvederà ad analizzare la possibilità di dare corso alle richieste in base al numero di minori che l Organizzazione non Governativa Giapponese NPO riuscirà a far arrivare in Italia e in base alle possibilità di poter ospitare il minore giapponese attraverso il sostegno di un Comitato / Associazione locale o la presenza in loco di personale qualificato (interprete) che potrà aiutare le famiglie italiane che si rendono disponibili all accoglienza temporanea terapeutica. Dott. Fabrizio Pacifici

5 Tir 2012: i preliminari A lberto Bonifazi e Sandro Tironi si sono recati in Bielorussia per preparare il Tir del Obiettivi: - conoscere nuove realtà; - monitorare Istituti in cui abbiamo realizzato progetti; - trovare soluzioni per la logistica del prossimo Tir, punti di sdoganamento, percorsi, bisogni. Questo è il racconto di un percorso di 2100 Km che ci ha fatto visitare 16 strutture distribuite in 5 regioni della Bielorussia: Minsk, Brest, Gomel, Moghilev, Vitebsk. Di queste 7 sono Scuole Internat, 1 Casa Internat, 1 Sanatorio, 5 Centri Servizi Sociali, 1 Scuola pubblica, 1 Centro Caritas. Lunedì 12 marzo, arrivati all aeroporto di Minsk, ci siamo diretti verso la città dove abbiamo consegnato dei farmaci per l Associazione malati di mucoviscidosi, per andare poi a Molodechno, dove abbiamo visitato la Scuola Internat speciale per bambini con problemi di vista. L Istituto ospita 104 bambini dalla 1 all 11 classe con disabilità visiva, per alcuni (9 totalmente ciechi) molto grave. La scuola è ben gestita sia dal punto di vista umano che professionale. Martedì 13 marzo: visita a Zhdanovichi del Sanatorio destinato ai bambini delle regioni colpite dalle radiazioni (Gomel e Moghilev). È una struttura recente e ancora in espansione, che può ospitare fino a 330 bambini, che passano qui un periodo di 24 giorni, durante i quali sono sottoposti ad accertamenti oltre a svolgere attività didattiche, occupazionali, terapie. È dotato di servizi sanitari per terapie fisiche, palestra e aule per varie attività occupazionali. A Minsk visita alla Casa Internat per disabili. Gli ospiti sono 180 di età da 5 a 35 anni. Di questi 70 sono gravemente disabili, allettati, molti di loro disfagici (sono alimentati con sondino nasogastrico o con la PEG), molti sono incontinenti, molti hanno disabilità motoria, ma, benché vi sia un certo numero di carrozzine, è difficile servirsene per mancanza di spazio. Hanno una piccola chiesa in cui due volte la settimana il sacerdote celebra la messa e vengono delle suore che intrattengono anche i bambini. Tra qualche mese dovrebbero essere trasferiti in una sede con spazi più adeguati. Nel pomeriggio a Molchad visita alla Scuola Internat, che recentemente è stata trasformata in scuola Sanatorio. Ospita circa 100 bambini, da 7 a 17 anni, di cui 30 sono orfani. Molti di loro vengono da famiglie a rischio per Tbc. La Direttrice è disponibile a occuparsi dello sdoganamento dei Tir degli aiuti umanitari di ottobre. Ci fa presente che a Baranovichi c è un Centro Servizi Sociali su cui gravitano tante famiglie bisognose. Troviamo qui gli amici del Comitato di Cesano Boscone, che da anni sostengono l Istituto. A Ivatsevichi visita al Centro Servizi Sociali. Ivatsevichi è una città di abitanti, di cui circa vivono in situazioni di disagio (anziani, disabili, indigenti). Il Centro è dotato di un Centro diurno per disabili, di assistenza domiciliare, assistenza sociale. La struttura sembra bene organizzata. A Zhabinka visita alla Scuola Internat per bambini con disabilità visiva. I bambini ospitati sono 109, di cui alcuni con disabilità gravi e complesse (oltre che ciechi sono anche sordi). Anche qui troviamo grande umanità nell approccio con i bambini e, compatibilmente con i mezzi a disposizione, con buona professionalità. Il Direttore ci fa vedere i servizi igienici attigui alla sala da pranzo ristrutturati l anno scorso col finanziamento del Comitato di Milano San Giuseppe (è stato fatto un buon lavoro). Il Direttore si dichiara disponibile allo sdoganamento dei Tir, ma l ipotesi viene scartata perché la palestra da utilizzare come magazzino ha un accesso problematico. Mercoledì 14 marzo: a Petrikov visita al Centro Servizi Sociali. L organizzazione è la stessa degli altri Centri, l atmosfera al Centro diurno disabili è di grande umanità; costruiscono bellissimi oggetti usando piccole conchiglie marine. A Kalinkovichi, visita alla Scuola pubblica, ma l obiettivo principale è di incontrare Irina, responsabile del club alcolisti in trattamento. Per la sede dell Associazione Club le cose stanno procedendo bene. L oblazione del Comitato di Brenta Saccisica non è ancora stata utilizzata, perché si stanno cercando sponsor che facciano il lavoro gratis. Ci racconta di avere coinvolto i ragazzi della 10 e 11 classe per fare volontariato (assistenza domiciliare agli anziani e alle famiglie bisognose). È una buona premessa per costituire un Comitato Aiutiamoli a Vivere. Le persone sono risorse fondamentali per organizzazioni come la nostra, riteniamo che Irina potrà essere una risorsa anche per Aiutiamoli a Vivere. A Elsk, visita al Centro Servizi Sociali. La sede è piccola, non hanno spazi sufficienti per fare attività occupazionali in modo ottimale, dovrebbero trasferirsi in una struttura più capiente, ma priva di qualsiasi confort, mancano persino i servizi igienici. Chiediamo dei club ACAT, sapendo che qui era stato fatto un corso di formazione. Le responsabili ci spiegano che c è stato interesse, ma nessuno ha preso l iniziativa di costituire i club; avevamo preso appuntamento con la persona che si era interessata al progetto, ma non si è presentata all appuntamento. Peccato! Giovedì 15 marzo: visita alla Scuola Internat di Kamenka, villaggio alla periferia di Bobruisk. La scuola ospita 115 bambini con ritardo mentale, di cui una ventina gravi (sono riconosciuti invalidi). Ci dicono che dedicano particolare cura al trattamento dell enuresi e dell incontinenza, solo pochi bambini hanno questo problema. Scopriamo che la scuola è attigua alla Casa Internat per adulti che avevamo già visitato col TIR. Strutturalmente ci fa ritornare indietro di 15 anni, qui la storia si è fermata. Ci sembra ben gestita in quanto a ordine, pulizia, umanità nell educazione. Fanno bene varie attività occupazionali con i mezzi a disposizione. Nel laboratorio di carpenteria metallica fanno rastrelli, palette e altri attrezzi in lamiera; nella falegnameria fabbricano piccoli oggetti: grucce appendiabito, manici per asce, manufatti di artigiana- 5

6 6 to; anche la sartoria produce semplici manufatti e dei bellissimi peluches; hanno anche del terreno che coltivano a ortaggi, ma non hanno mai potuto avere una serra. Nel pomeriggio, a Kostiukovichi, visita al Centro Servizi Sociali della cittadina. È una bella struttura nuova e ben attrezzata. Il Centro diurno disabili ospita persone da 7 a 30 anni, c è anche una casa per anziani che ospita 29 persone ( hanno 30 posti). La provincia di Kostiukovichi ha un economia prevalentemente agricola, ma ci sono due fabbriche importanti: un cementificio di rilevanza internazionale e un panificio che produce il pane per tutta la provincia. Queste fabbriche danno un certo benessere anche alle strutture socio-assistenziali. A Riasno, visita alla Scuola Internat per bambini con ritardo mentale. La scuola di Riasno è l esempio di come, con spirito di iniziativa e motivazioni, si possano cambiare anche le decisioni dei vertici politici. Tre anni fa le autorità regionali davano per certa la prossima chiusura della scuola, che invece ospita 97 bambini, tutti con ritardo mentale e Riasno è una delle 3 strutture di questa tipologia, con Belinichi e Kamenka, che saranno attive nel Il Direttore si impegna per reclutare bambini e migliorare sempre l Istituto. Gli olandesi del Kinderhulp forniscono sementi e formazione, che hanno dato un incremento nella produzione di ortaggi e fiori. Le piantine coltivate in serra vengono vendute al mercato. Una serra è riscaldata, produce cetrioli venduti in primavera come primizie con una buona entrata per la scuola. Sono stati ristrutturati i dormitori, che erano stanze molto grandi. Dei tramezzi di cartongesso hanno permesso di dividere la stanza in una zona letto e un soggiorno. Nelle aule sono state cambiate le porte e alcune finestre. La sartoria è dotata di un buon numero di macchine ed è molto usata dalle bambine. Venerdì 16 marzo: a Orsha visita al Centro Servizi sociali della città. La Direttrice ci informa che i lavori per la costruzione della palestra sono stati fermati dal grande gelo dell inverno, dovrebbero riprendere a breve; ci dà piena disponibilità per lo sdoganamento dei Tir dei pacchi personalizzati e anche questa è una buona notizia, vista la possibile indisponibilità di Rogacev. A Vitebsk, visita alla Scuola Internat speciale per bambini con disabilità uditiva. La scuola è gestita con umanità e professionalità. Ospita bambini da 5 a 17 anni, anche se si auspica di abbassare l età di accesso, perché i risultati della riabilitazione e dell apprendimento sono migliori, quanto più precocemente si inizia la cura. Ci viene presentata la Direttrice di una scuola pubblica della città in cui ci sono anche disabili e molti bambini di famiglie bisognose. Visitiamo la parrocchia cattolica della città. Il parroco ci dice che i cattolici sono una minoranza in città (7.000 su una popolazione di abitanti). Ci viene presentato il responsabile del Centro Caritas di Vitebsk, che è ben organizzato, ha sponsor, soprattutto in Germania, da cui riceve aiuti umanitari, che poi vengono distribuiti ai centri Caritas di tutte le parrocchie per farli recapitare a quanti (anche non cattolici) hanno biso- gno di aiuto. Il parroco si dà da fare per coinvolgere soprattutto i giovani, non esiste ancora un vero e proprio oratorio, ma ci si vorrebbe arrivare. A Sianno visita alla Scuola Internat- Scuola fabbrica. Ospita 109 bambini, molti provenienti da Istituti che sono stati chiusi. Il Direttore ci comunica di aver già concordato con ditte locali la possibilità di costruire l aula di falegnameria per stati di avanzamento anche non continuativi. Questo in relazione alla comunicazione data dalla Fondazione di una disponibilità economica di da subito e di altri per i quali non sono noti i tempi di disponibilità. Si farà quanto necessario per arrivare a uno stadio in cui la struttura, anche se non finita, sia in sicurezza, cercando anche, se possibile, di ridurre i costi preventivati. I bambini ci accolgono, come sempre, con molto calore e ci offrono un piccolo spettacolo. Sabato 17 marzo: partenza per l aeroporto, per il ritorno in Italia. È stato un viaggio impegnativo e faticoso, ma ricco di spunti di notevole interesse. Ci sono gli elementi per ipotizzare il percorso del prossimo Tir, che verrà sottoposto all approvazione del CdA. Sono stati individuati i punti di sdoganamento sia per il Tir della Speranza, che per il Tir dei pacchi personalizzati. Abbiamo raccolto una serie di richieste che saranno molto utili alle nostre famiglie, come indicazione per gli aiuti da fornire. Abbiamo trovato interesse per la costituzione di Comitati in Bielorussia da parte di molti interlocutori, anche se non avendo esempi pratici da mostrare, non è semplice essere certi che abbiano capito di cosa esattamente si tratta. A Molchad, Kalinkovichi, Riasno, Vitebsk e Sianno c è terreno fertile per far crescere il progetto. Sandro Tironi Un po di date e dati Si ipotizza che il Tir della Speranza si farà da domenica 30 settembre, partenza al mattino da Orio al Serio e ritorno domenica 7 ottobre a Montichiari. La quota di partecipazione al Tir sarà invariata: 650. La richiesta di partecipazione dovrà essere inviata entro il 10 settembre. Il ritrovo degli amici del Tir per il solito pranzo alla Tir sarà a Soresina sabato 19 maggio. I Tir dovranno essere caricati a Soresina entro il 23 Agosto, pertanto gli aiuti umanitari donati dai Comitati dovranno pervenire al magazzino entro il 10 agosto. Per il Tir degli aiuti personalizzati rimane invariato il costo di spedizione: 2,50 al Kg. I pacchi potranno essere consegnati al magazzino di Soresina dal 1 Settembre al 6 ottobre. Verranno caricati i Tir il 5 novembre e la consegna avverrà dal 14 dicembre. Il periodo di crisi economica ha acuito i bisogni di molti generi. Materiali richiesti: Alimentari (ricordiamo che per le regole doganali devono essere quantitativi consistenti dello stesso genere, confezione e formato) Detergenti per la persona (sapone, sapone liquido, shampo) Detersivi per bucato Materiale scolastico (quaderni, penne, matite, carta) Pannolini/assorbenti igienici Giocattoli, giochi didattici, giochi per stimolazioni sensoriali per bambini con disabilità visiva o uditiva Lenzuola, coperte Tessuti (in pezze di almeno 3 mq), materiale per sartoria ( filo, bottoni, ecc.) Materiali per attività occupazionali (perline, filo, conchiglie, carta colorata, dash pasta,ecc.) Scarpe (soprattutto invernali) Vestiti per bambini, ragazzi, adulti, soprattutto invernali Richieste particolari: una videocamera richiesta dal Centro diurno disabili di Petrikov Carrozzine pieghevoli, passeggini, deambulatori, sondini nasogastrici, sondini per PEG Calciobalilla e tavolo da ping pong per l oratorio di Vitebsk Per altri materiali non contemplati in questa lista si prega di contattare Sandro Tironi

7 FORUM DEGLI STUDENTI: UNA REALTÀ IN CRESCITA Nell ambito del Progetto Adozione Studenti Universitari la Fondazione Aiutiamoli a Vivere ha proposto e realizzato, nell anno 2011, il Forum degli Studenti. Tale manifestazione, sponsorizzata dall Avv. Giovanni Ranalli di Terni in memoria della mamma Ammirati Maria scomparsa nell anno 2010, consiste nel riunire, una volta l anno, gli studenti interessati al Progetto Adozione Studenti Universitari presso la Sala Conferenze di una Università per discutere dei Progetti della Fondazione, scambiare metodi di studio e di lavoro fra diverse realtà delle Università e del loro impegno nel mondo del volontariato. A giugno 2011, nei giorni del 27 e 28, si è svolto il 1 Forum degli Studenti presso l Università di Medicina di Minsk. Due giorni di emozioni intense per i partecipanti, con l auspicio che il coinvolgimento degli studenti nella predisposizione dell evento del 2012 abbia la forza di rendere ancor più interessante il confronto sugli argomenti posti in discussione al Forum. Il dibattito fra gli studenti e i responsabili della Fondazione sui progetti di cooperazione, nonché sul valore del volontariato, ha reso possibile l idea di costituire Comitati della Fondazione Aiutiamoli a Vivere nella Repubblica di Belarus direttamente dagli studenti universitari in borsa di studio. Il premio, come Miglior Studente dell anno è stato vinto da Durilo Yulia di Grodno, alla quale sono andati 1.000, mentre 600 sono stati vinti da Anna Zaluzhanaia di Gomel quale vincitrice del secondo premio e Popov Artiom di Mogilev si è aggiudicato il terzo premio di 400. Nel 2012 il Forum degli Studenti si svolgerà nella città di Grodno nei giorni 11, 12 e 13 maggio, alla struttura Kupalinka dove, durante l anno, vengono ospitati tanti bambini per le colonie. Quest anno, oltre al Premio Studente dell anno è stato istituito anche il Brain Ring, la gara fra Università dove 9 squadre (una per ogni Università) si sfideranno su una serie di domande di carattere generale. Il giorno 16 Marzo si è concluso il viaggio per l organizzazione del Forum degli Studenti 2012 con l adesione delle seguenti Università: Università di Stato D.P.M. Masherov di Vitebsk Facoltà varie Università A.A. Kuleshov di Moghilev Pedagogia Università P.O. Sukhogo di Gomel Politecnico Università Statale Medica di Gomel Medicina Università Statale Bielorussa del Trasporto di Gomel Trasporto Università I.P. Shamiakina di Mozir Pedagogia Università A.S. Pushkin di Brest Facoltà varie Università J. Kupaly di Grodno Pedagogia Università Statale Medica di Minsk Medicina È prevista la partecipazione al Forum di 190 persone così suddivise: N. 125 Studenti iscritti al Progetto Adozione Studenti Uiversitari N. 10 Studenti laureati N. 18 Rappresentanti dell Università N. 27 Partecipanti al Brain Ring (n.3 per ogni università) N. 10 Delegati in arrivo dall Italia 7

8 8 GARA FRA LE UNIVERSITA BRAIN RING La gara sarà effettuata con una serie di domande di carattere generale alle quali il caposquadra (Candidato) dovrà rispondere pigiando un pulsante luminoso per individuare con esattezza quale sarà la squadra che può rispondere per prima. La squadra sarà composta da 4 studenti, compreso il capitano. Non è previsto l utilizzo di attrezzature informatiche ed elettroniche. Ogni domanda avrà precedentemente assegnato un punteggio a seconda del grado di difficoltà. Resta inteso che a una risposta errata corrisponde una penalizzazione di 1 punto. Il tempo massimo per la risposta è di 2 minuti. Al termine delle domande si procederà al conteggio dei punti ottenuti e si proclamerà la vincitrice della gara. RELAZIONI Si conferma il termine utile del 31 Marzo p.v. per la consegna delle relazioni corredate, per quanto riguarda le relazioni dei Candidati e il curriculum vitae, della firma del Responsabile dell Università, ad eccezione del Candidato di Vitebsk. La giuria per la scelta del Candidato come Studente dell Anno sarà composta da un Rappresentante per ogni Università e dalla Direttrice della Rappresentanza di Minsk, presieduta dal Presidente della Fondazione Aiutiamoli a Vivere, per un totale di 11 persone. Ogni componente verrà dotato di una scheda (per ogni Candidato) dove apporrà il proprio punteggio. Naturalmente ogni responsabile di Università NON potrà votare per il proprio Candidato. Come si può notare, la collaborazione fra la Fondazione Aiutiamoli a Vivere, gli studenti e l Università aumenta di anno in anno e nel 2012, a Grodno, nascerà il 1 Comitato della Fondazione Aiutiamoli a Vivere in Belarus gestito dagli studenti universitari per favorire l attività del volontariato a favore delle fasce più deboli tra cui i bambini, gli anziani e disabili. La Fondazione Aiutiamoli a Vivere ringrazia le famiglie italiane, i Comitati e quanti hanno contribuito per aiutare questi ragazzi più sfortunati di noi e auspica che altre famiglie ed altri Comitati si avvicinino a questo Progetto, che diventa sempre più importante per accrescere la cultura della solidarietà. Il Responsabile del Progetto Adozione Studenti Universitari Luciano Braconi

Adozione studenti universitari

Adozione studenti universitari AIUTIAMOLI A VIVERE Adozione studenti universitari Un piccolo sacrificio per un grande futuro Aiutiamo i ragazzi privi del sostegno della famiglia ad affrontare l'impegno dell'università. 250 euro l'anno

Dettagli

PROGETTO SACRAVITA MISERICORDIA DI FIRENZE BIELORUSSIA

PROGETTO SACRAVITA MISERICORDIA DI FIRENZE BIELORUSSIA PROGETTO SACRAVITA MISERICORDIA DI FIRENZE BIELORUSSIA Per restituire dignità, tetto e futuro agli ultimi del mondo. Sotto questa dizione si collocano tutta una serie di progetti, realizzati all estero

Dettagli

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano

CITTA-DIAMOCI. Descrizione progetti 1. La Casa dell accoglienza per senza dimora Archè a Merano CITTA-DIAMOCI La Caritas di Bolzano-Bressanone offre ai giovani interessati al Servizio Civile Nazionale tre posti all interno di strutture che lavorano con persone senza dimora. Descrizione progetti 1.

Dettagli

incentivatela come fanno alcuni comitati facendo venire anche il figlio, riducendo il periodo di accoglienza ecc.

incentivatela come fanno alcuni comitati facendo venire anche il figlio, riducendo il periodo di accoglienza ecc. 1 Buon giorno! Sono felice di vedervi tutti e ringrazio per la possibilità di partecipare a questo convegno di una grande famiglia - quella della fondazione Aiutiamoli a vivere. Vi porto i saluti anche

Dettagli

bilancio sociale 2008-2012

bilancio sociale 2008-2012 ASSOCIAZIONEERCOLEPREMOLI bilancio sociale 2008-2012 dati raccolti al 4 novembre 2012 ercole premoli e l associazione Nata alla fine degli anni 90, l Associazione porta il nome di un volontario impegnato

Dettagli

CAMPAGNA RACCOGLI 3 4 ADOZIONI

CAMPAGNA RACCOGLI 3 4 ADOZIONI COMUNITÀ DI VITA CRISTIANA ITALIANA (CVX ITALIA) L E G A M I S S I O N A R I A S T U D E NT I (L M S) Via di San Saba, 17-00153 Roma Tel. 06.64.58.01.47 - Fax 06.64.58.01.48 cvxit@gesuiti.it Roma, 22 novembre

Dettagli

CONVEGNO NAZIONALE. Palermo, 16-18 gennaio 2005

CONVEGNO NAZIONALE. Palermo, 16-18 gennaio 2005 CONVEGNO NAZIONALE SCUOLA E VOLONTARIATO Palermo, 16-18 gennaio 2005 "Non so quale sarà il vostro destino, ma una cosa la so: gli unici tra voi che saranno felici davvero saranno coloro che avranno cercato

Dettagli

è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma

è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma Torino, 30 settembre 2013 Gentili Dirigenti Scolastici ed Insegnanti, è con grande piacere che vi presentiamo la III edizione del concorso forma il tuo Natale, promosso dalla Fondazione Ospedale Infantile

Dettagli

CENTRO PER BAMBINI HANDICAPPATI DI ANDEMAKA

CENTRO PER BAMBINI HANDICAPPATI DI ANDEMAKA CENTRO PER BAMBINI HANDICAPPATI DI ANDEMAKA Il Centro sorge a poche centinaia di metri dal centro del villaggio di Andemaka, la sua costruzione è iniziata nel 1987 per volere di Padre Karme, Padre Cento

Dettagli

SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE

SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE Lo stage in cooperativa. Un esperienza di lavoro per crescere assieme. IL GRANELLO COOPERATIVA SOCIALE ONLUS Via Amalteo, 74-33078 San Vito al Tagliamento

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Avere cura: un valore, un impegno, una opportunità SETTORE e Area di Intervento: ASSISTENZA Pazienti affetti da patologie temporaneamente e/o permanentemente

Dettagli

La Gazzetta di Emmaus

La Gazzetta di Emmaus E D I T O R E E M M A U S S P A A N N O 2 N U M E R O 1 1 Buone Feste da S O M M A R I O In Prima 1 Luci in sala 2 Eventi 3 Lavelli 4 Tre mesi fa è stata ripresa l attività laboratoriale del giornalino

Dettagli

Sostegno a distanza SOSTEGNO A DISTANZA: IN COSA CONSISTE

Sostegno a distanza SOSTEGNO A DISTANZA: IN COSA CONSISTE SOSTEGNO A DISTANZA: IN COSA CONSISTE Sostegno a distanza Si é consolidata ed è in continua espansione una forma di solidarietà che è definita in diversi modi: adozione a distanza, sostegno a distanza,

Dettagli

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici

La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici La mia famiglia non ha mai avuto così tanti amici Come possono due genitori, entrambi lavoratori e con dei bambini piccoli, fare volontariato? Con una San Vincenzo formato famiglia! La Conferenza Famiglia

Dettagli

SERVICE DISTRETTUALE ANNO SOCIALE 2006-2007 COSTRUIAMO LA SPERANZA

SERVICE DISTRETTUALE ANNO SOCIALE 2006-2007 COSTRUIAMO LA SPERANZA SERVICE DISTRETTUALE ANNO SOCIALE COSTRUIAMO LA SPERANZA Il Villaggio SO.SPE Solidarietà e Speranza di Suor Paola in Via De Iacovacci 21 - Roma Obiettivo del Progetto Il Progetto si propone la realizzazione

Dettagli

Bilancio al 31.12.2006

Bilancio al 31.12.2006 TI DO UNA MANO ONLUS Via Manzoni 11 20052 MONZA Bilancio al 31.12.2006 Premessa generale Non essendoci precise disposizioni in materia di rendicontazione per ONLUS come la nostra, si ritiene di dare un

Dettagli

Il Progetto "Разделить: Un campo di lavoro... lungo un anno"

Il Progetto Разделить: Un campo di lavoro... lungo un anno Associazione di volontariato Comitato Girotondo Gassino Torinese (To) Il Progetto "Разделить: Un campo di lavoro... lungo un anno" Last update : 24/03/2013 Comitato GIROTONDO Tel. 011-550.6246 Corso Italia,

Dettagli

VADEMECUM 2012-2013. Pagina 1 di 19

VADEMECUM 2012-2013. Pagina 1 di 19 VADEMECUM 2012-2013 Pagina 1 di 19 Da compilare e inviare alla Federazione BDS (Annuali) Iscrizione federazione BDS nuovo / rinnovo ( validità anno solare); Modulo adesione Donacibo (Convenzione) Modulo

Dettagli

1. DESTINATARI 2. FINALITA GENERALI DEGLI INTERVENTI:

1. DESTINATARI 2. FINALITA GENERALI DEGLI INTERVENTI: BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER I MIGLIORI PROGETTI PRESENTATI DALLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE AUTONOME FINALIZZATI AL MIGLIORAMENTO DEL BENESSERE E DELLA SALUTE DELL INFANZIA ED ADOLESCENZA E

Dettagli

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI

CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI All. B10 REGIONE BASILICATA DIPARTIMENTO SICUREZZA E SOLIDARIETA SOCIALE R.Gio/CPA AMBITO ZONALE ALTO AGRI CENTRI DI PROMOZIONE GIOVANILE AUTOGESTITI Art.1 Definizione Il centro di aggregazione giovanile

Dettagli

Richiamata la funzione attribuita alla Provincia nel campo delle politiche sociali prevista dalla legge n. 328 del 8 novembre 2000;

Richiamata la funzione attribuita alla Provincia nel campo delle politiche sociali prevista dalla legge n. 328 del 8 novembre 2000; CONVENZIONE CON LA FONDAZIONE PIO ISTITUTO PAVONI PER LA REALIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI SUPPORTO DOMICILIARE PER L'INTEGRAZIONE SCOLASTICA FAVORE DEGLI ALUNNI SORDI DELLA PROVINCIA DI BRESCIA. Richiamata

Dettagli

ISTITUTO PARITARIO TERESIANUM

ISTITUTO PARITARIO TERESIANUM ISTITUTO PARITARIO TERESIANUM Corso Vittorio Emanuele II, 126 35123 Padova Tel. 049 8803122 Fax: 049 8800047 e-mail: presidenza@teresianumpadova.it web: www.teresianumpadova.it Verbale n. 87 In data 1/12/2014,

Dettagli

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013

Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Gruppo per la Collaborazione tra Scuola e Famiglie GENITORI RAPPRESENTANTI NELLA SCUOLA Incontri formativi novembre 2013 Breve saluto con tre slides. Chi siamo: fondamentalmente siamo genitori per genitori

Dettagli

Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè

Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè Un progetto per l autonomia dei giovani: perchè I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: il prolungamento della gioventù, il ritardo nell accesso

Dettagli

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)?

1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? Il Progetto Caratteristiche del progetto 1. Qual è l'idea e il progetto che si intende realizzare (il servizio o l'attività e le sue caratteristiche)? L idea è di creare un centro giovani in Parrocchia

Dettagli

CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV

CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV CITTADINO VOLONTARIO: PARLIAMO DEI VOLONTARI! Rete tra i Responsabili della gestione dei Volontari delle ODV Riunione del 13/06//2013 celivo. - AIDO ass. donatori organi tessuti e cellule; - Ass. Il Cesto;

Dettagli

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana

1. LA MOTIVAZIONE. Imparare è una necessità umana 1. LA MOTIVAZIONE Imparare è una necessità umana La parola studiare spesso ha un retrogusto amaro e richiama alla memoria lunghe ore passate a ripassare i vocaboli di latino o a fare dei calcoli dei quali

Dettagli

Report dei lavori di ristrutturazione eseguiti presso l asilo Solnishko e la parrocchia del Sacro Cuore del villaggio di Polovinnoe - Siberia-

Report dei lavori di ristrutturazione eseguiti presso l asilo Solnishko e la parrocchia del Sacro Cuore del villaggio di Polovinnoe - Siberia- Report dei lavori di ristrutturazione eseguiti presso l asilo Solnishko e la parrocchia del Sacro Cuore del villaggio di Polovinnoe - Siberia- Progetto finanziato da Associazione Cooperazione Internazionale

Dettagli

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA

REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA REGOLAMENTO SOSTEGNO A DISTANZA Principi, obiettivi e istruzioni IL SOSTEGNO A DISTANZA che cos è Con il termine Sostegno a Distanza si vuole convenzionalmente indicare una forma di solidarietà, oggi molto

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI PER GLI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI. 1. Finalità e Principi Generali

CARTA DEI SERVIZI PER GLI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI. 1. Finalità e Principi Generali CARTA DEI SERVIZI PER GLI STUDENTI DIVERSAMENTE ABILI 1. Finalità e Principi Generali L Università degli Studi di Bari Aldo Moro, nell intento di promuovere pari opportunità di formazione e di studio,

Dettagli

MISSIONE MONITORAGGIO, ACQUISTO MULINO E SCAVO POZZO A TABLIGBO, TOGO JOSEPH KOUTO KOMI

MISSIONE MONITORAGGIO, ACQUISTO MULINO E SCAVO POZZO A TABLIGBO, TOGO JOSEPH KOUTO KOMI MISSIONE MONITORAGGIO, ACQUISTO MULINO E SCAVO POZZO A TABLIGBO, TOGO JOSEPH KOUTO KOMI 1 Arrivato a Lomé dopo un viaggio che ha superato le 24 ore, con scalo a Casablanca, Marocco, il 05.07.07, atterro

Dettagli

AREA MINORI. Gli interventi espletati comprendono attività come:

AREA MINORI. Gli interventi espletati comprendono attività come: AREA MINORI PREMESSA Nel Piano Regionale Socio Assistenziale l area dei minori viene definita anche Area dell età evolutiva e del disadattamento, dove l obiettivo primario è quello di fornire elementi

Dettagli

ASSOCIAZIONE ONLUS L OASI DI TORRETTA CAMPOBELLO DI MAZARA

ASSOCIAZIONE ONLUS L OASI DI TORRETTA CAMPOBELLO DI MAZARA ASSOCIAZIONE ONLUS L OASI DI TORRETTA CAMPOBELLO DI MAZARA COMUNITA ALLOGGIO DEFINIZIONE DEL SERVIZIO La Comunità Alloggio si propone come soluzione strutturale idonea a rispondere nei casi in cui i genitori

Dettagli

Clubhouses: Comunità che Creano Opportunità per Persone con Malattie Mentali

Clubhouses: Comunità che Creano Opportunità per Persone con Malattie Mentali Clubhouses: Comunità che Creano Opportunità per Persone con Malattie Mentali Cos è una Clubhouse? Una clubhouse è prima di tutto una comunità di persone. Molto di più di un semplice programma, o di un

Dettagli

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre)

NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) NEMO (NEuroMuscular Omnicentre) A MULTI-SPECIALTY CLINICAL CENTRE FOR NEUROMUSCULAR DISEASES Dott.ssa Gabriella Rossi Psicologa Milano, 28/10/2011 Fortemente voluto da UILDM e AISLA, per contrastare il

Dettagli

Titolo CARTA DEI SERVIZI CONTATTI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA MONUMENTO AI CADUTI ZERO BRANCO

Titolo CARTA DEI SERVIZI CONTATTI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA MONUMENTO AI CADUTI ZERO BRANCO CONTATTI Inseri re q ui il m essag gio. N on su per are le d ue o tr e fr asi. Scuola dell Infanzia Monumento ai caduti Via Trento Trieste 16 31059 ZERO BRANCO tel e fax 0422.97032 e-mail: scuolainfanziazero@libero.it

Dettagli

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV)

PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) PROGETTO EDUCATIVO DELLA SCUOLA DELL'INFANZIA ANGELO TOSO CASIER (TV) 1 1. LA NASCITA DELLA SCUOLA Durante la 1^ guerra mondiale Gino Toso figlio di Angelo Toso, aveva un cuore grande e generoso, per questo

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI. luogo di accoglienza, nel quale, passata l emergenza, poter riflettere sul proprio PROGETTO GENERALE

CARTA DEI SERVIZI. luogo di accoglienza, nel quale, passata l emergenza, poter riflettere sul proprio PROGETTO GENERALE CARTA DEI SERVIZI PROGETTO GENERALE L associazione, attraverso la comunità educativa mamma-bambino denominata Casa Cinzia e gli alloggi per l autonomia denominati Cinzia 1 e Cinzia 2, collegati a Casa

Dettagli

SCUOLA DI FORMAZIONE PER EDUCATORI DI ORATORIO

SCUOLA DI FORMAZIONE PER EDUCATORI DI ORATORIO SCUOLA DI FORMAZIONE PER EDUCATORI DI ORATORIO BANDO PER L ASSEGNAZINE DI UNA BORSA DI STUDIO anno pastorale 2013-2014 Presentazione Nell ambito della formazione degli educatori per l animazione oratoriale

Dettagli

Progetto vita indipendente

Progetto vita indipendente Buon giorno io sono Leda mamma di Giulia, una ragazza disabile che ha usufruito del Progetto vita indipendente fornito dalla Cooperativa Primavera 85. Mia figlia ha 24 anni e da sempre mi sono impegnata

Dettagli

PREMESSA ART. 1 - FINALITA DEL BANDO

PREMESSA ART. 1 - FINALITA DEL BANDO Anno Accademico 2014/2015 - BANDO PER IL FINANZIAMENTO DELLE: A) ATTIVITA CULTURALI E SOCIALI B) ATTIVITA DELLE ASSOCIAZIONI STUDENTESCHE UNIVERSITARIE PREMESSA Il presente bando - finanziato dall UniMoRe

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO

1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO 1) ASSOCIAZIONE LA LUNA BANCO DI SOLIDARIETA DI BUSTO ARSIZIO L ASSOCIAZIONE L Associazione ONLUS La Luna Banco di Solidarietà di Busto Arsizio, è stata costituita da 8 soci fondatori all inizio dell anno

Dettagli

1998 2015: 18 anni di ospitalità e di aiuto

1998 2015: 18 anni di ospitalità e di aiuto 1998 2015: 18 anni di ospitalità e di aiuto 1 Trent anni fa, il 26 aprile 1986 in Ucraina all 1h23 del mattino un esplosione distrusse il reattore n 4 della centrale nucleare di Chernobyl: le morti accertate

Dettagli

Progetto La casa di Pollicino

Progetto La casa di Pollicino Progetto La casa di Pollicino Un servizio completo per rispondere alle necessità di bambini autistici e delle loro famiglie Mai più soli insieme si può! www.solidarietaeservizi.it 1 L ORIGINE Il progetto

Dettagli

Beira, Università Cattolica del Mozambico. Con noi per formare nuovi medici.

Beira, Università Cattolica del Mozambico. Con noi per formare nuovi medici. Beira, Università Cattolica del Mozambico. Con noi per formare nuovi medici. Beira/ Università Cattolica del Mozambico Con il tuo sostegno puoi aiutarci a realizzare il sogno di tanti giovani mozambicani

Dettagli

Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma (dopo di noi)

Sostenere i disabili e le loro famiglie nella costruzione di prospettive di vita autonoma (dopo di noi) Sostenere i Il problema I temi che si definiscono dopo di noi legati alle potenzialità e autonoma dei disabili - hanno un impatto sociale estremamente rilevante. In primo luogo va sottolineato che, per

Dettagli

COMUNE DI CHIGNOLO D ISOLA

COMUNE DI CHIGNOLO D ISOLA COMUNE DI CHIGNOLO D ISOLA SETTORE SERVIZI SOCIALI REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI ASSISTENZA DOMICILIARE Premessa 1. Il Comune di Chignolo d Isola con il presente regolamento intende disciplinare il servizio

Dettagli

Bando per sette borse di studio: 5 per un anno di studio negli U.S.A 1 per un anno di studio in Cina 1 per un anno di studio in India

Bando per sette borse di studio: 5 per un anno di studio negli U.S.A 1 per un anno di studio in Cina 1 per un anno di studio in India Sito: www.fondazionevarrone.it Bando per sette borse di studio: 5 per un anno di studio negli U.S.A 1 per un anno di studio in Cina 1 per un anno di studio in India In collaborazione con 1 SETTE BORSE

Dettagli

Sostegno a Distanza. Scuola San José Honduras

Sostegno a Distanza. Scuola San José Honduras Sostegno a Distanza Scuola San José Honduras COMUNICAZIONE GENERALE 2010 222 I.- INTRODUZIONE- Cari amici, con la presente comunicazione desideriamo raccontarvi le attività realizzate grazie al sostegno

Dettagli

Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino

Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino Circ. Reg. n. 132 Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Direzione Generale Regionale per il Piemonte Via Pietro Micca 20 10122 Torino dirreg@scuole.piemonte.it Prot. n 5912/P Torino, 28/8/2002

Dettagli

Progetto Pasqua in Siria

Progetto Pasqua in Siria Progetto Pasqua in Siria L idea Il progetto Pasqua in Siria nasce da un idea di Lorenzo Locati, professore di educazione fisica presso il Liceo Artistico di Monza che, rimasto umanamente colpito dal conflitto

Dettagli

Richiamata la funzione attribuita alla Provincia nel campo delle politiche sociali prevista dalla legge n. 328 del 8 novembre 2000;

Richiamata la funzione attribuita alla Provincia nel campo delle politiche sociali prevista dalla legge n. 328 del 8 novembre 2000; PROTOCOLLO D INTESA PROGRAMMA DI ASSISTENZA SPECIALISTICA A SUPPORTO DELL INTEGRAZIONE SCOLASTICA E SOCIALE DEGLI ALUNNI SORDI DELLA PROVINCIA DI BRESCIA Richiamata la funzione attribuita alla Provincia

Dettagli

FONDAZIONE ACCENDI LA SPERANZA

FONDAZIONE ACCENDI LA SPERANZA onlus FONDAZIONE ACCENDI LA SPERANZA La Fondazione Accendi la Speranza onlus è nata il 25 ottobre 2011, grazie al grande desiderio dei Fondatori di concretizzare la solidarietà e l aiuto verso chi non

Dettagli

Un progetto per l autonomia l giovani: PERCHE

Un progetto per l autonomia l giovani: PERCHE Un progetto per l autonomia l dei giovani: PERCHE I giovani sono coinvolti da alcuni cambiamenti dovuti sia a fattori socio economici che culturali: Il prolungamento della gioventù Il ritardo nell accesso

Dettagli

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità

1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità 1 Forum Internazionale sulla Regolazione dei Servizi Idrici e la Sostenibilità Roma, 21 Gennaio 2009 Palazzo Marini Sala delle Colonne Discorso di apertura, Luciano Baggiani Presidente ANEA Illustri ospiti,

Dettagli

Pagina 1 di 7 CARTA DEL SERVIZIO CAD VIA PIO VII, 61 TORINO

Pagina 1 di 7 CARTA DEL SERVIZIO CAD VIA PIO VII, 61 TORINO Pagina 1 di 7 CARTA DEL SERVIZIO CAD VIA PIO VII, 61 TORINO Pagina 2 di 7 Denominazione del presidio: CAD Laboratori via Pio Ubicazione/Indirizzo: via PIO VII, 61 (zona lingotto) Come si raggiunge: linee

Dettagli

IL SERVIZIO DI INSERIMENTO LAVORATIVO di ANFFAS TRENTINO ONLUS. CONVEGNO NAZIONALE ANFFAS ONLUS Non discriminazione = pari opportunità

IL SERVIZIO DI INSERIMENTO LAVORATIVO di ANFFAS TRENTINO ONLUS. CONVEGNO NAZIONALE ANFFAS ONLUS Non discriminazione = pari opportunità IL SERVIZIO DI INSERIMENTO LAVORATIVO di ANFFAS TRENTINO ONLUS CONVEGNO NAZIONALE ANFFAS ONLUS Non discriminazione = pari opportunità Bologna, 20 ottobre 2007 Realizzazione delle pari opportunità Gli Stati

Dettagli

Presentazione 3. Una Panoramica dei Servizi Della Comunità 4. Progetto Borse Lavoro 6

Presentazione 3. Una Panoramica dei Servizi Della Comunità 4. Progetto Borse Lavoro 6 Presentazione 3 Una Panoramica dei Servizi Della Comunità 4 Progetto Borse Lavoro 6 2 Comunità Oklahoma Onlus Milano Buongiorno, Il progetto Borsa Lavoro che vi presentiamo, mira a creare nuove opportunità

Dettagli

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola.

1) MOTIVAZIONE SCOLASTICA: promuovere le risorse personali degli studenti per aiutarli a stare e andare bene a scuola. Passo dopo Passo Insieme supporta la motivazione scolastica dei preadolescenti, promuovendo percorsi che mettano al centro le risorse personali dei ragazzi e offrendo progetti di formazione e sensibilizzazione

Dettagli

A tutti gli amici e colleghi AMCI di Aversa.

A tutti gli amici e colleghi AMCI di Aversa. A tutti gli amici e colleghi AMCI di Aversa. Mi è stato chiesto da Gennaro Golia di fare partecipe tutti voi della mia esperienza di medico in terra d africa e molto volentieri lo faccio. Negli anni 70

Dettagli

Che cosa è il sostegno a distanza

Che cosa è il sostegno a distanza Che cosa è il sostegno a distanza Educare un bambino, è costruire il futuro di un popolo! Un investimento sul futuro del mondo Il sostegno a distanza è una forma di solidarietà che mira a migliorare la

Dettagli

LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 -

LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 - LINEE D INDIRIZZO REGIONALE PROGETTO ETA LIBERA INVECCHIAMENTO ATTIVO - EDIZIONE 2011 - 1. AZIONI DI PROTEZIONE delle persone anziane con fragilità fisiche e sociali: Azione 1.1 Consolidamento del Call

Dettagli

Fundatia Bucurestii Noi

Fundatia Bucurestii Noi RAPPORTO DI ATTIVITÀ Fundatia Bucurestii Noi Una casa, una famiglia, tanti progetti! 2 [RAPPORTO DI ATTIVITÀ - FUNDATIA BUCURESTII NOI] INDICE FUNDATIA BUCURESTII NOI:... 4 Chi siamo:... 4 Mission:...

Dettagli

SCHEDA PROGETTO QdF 2015/54

SCHEDA PROGETTO QdF 2015/54 SCHEDA PROGETTO QdF 2015/54 PROMOTORE Associazione cognome, nome denominazione (ente / associazione) posta elettronica sito web Associazione Zonale Accoglienza Stranieri (A.Z.A.S.) e Casa Amica azas@arpnet.it

Dettagli

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DI INTERVENTI IN FAVORE DI DONNE VITTIME DI VIOLENZA - ANNO 2015

CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DI INTERVENTI IN FAVORE DI DONNE VITTIME DI VIOLENZA - ANNO 2015 CONVENZIONE PER L ATTUAZIONE DI INTERVENTI IN FAVORE DI DONNE VITTIME DI VIOLENZA - ANNO 2015 L anno duemila (201 ), il giorno del mese di in Siziano (Pv) presso la sede municipale in piazza G. Negri n.

Dettagli

La gestione delle emozioni: interventi educativi e didattici. Dott.ssa Monica Dacomo

La gestione delle emozioni: interventi educativi e didattici. Dott.ssa Monica Dacomo La gestione delle emozioni: interventi educativi e didattici Dott.ssa Monica Dacomo Attività per la scuola secondaria di I grado Chi o cosa provoca le nostre emozioni? Molti pensano che siano le altre

Dettagli

Progetto Manufacto Piacenza, maggio 2015

Progetto Manufacto Piacenza, maggio 2015 Progetto Manufacto Piacenza, maggio 2015 INDICE CHI SIAMO E COSA FACCIAMO 3 CONTESTO E SITUAZIONE PROBLEMATICA 5 IL NOSTRO PROGETTO 5 2 CHI SIAMO E COSA FACCIAMO Siamo una rete di organizzazioni per l

Dettagli

Nel corso del corrente anno scolastico, gli insegnanti e gli alunni dei plessi del nostro Istituto Comprensivo si sono attivati per realizzare alcune

Nel corso del corrente anno scolastico, gli insegnanti e gli alunni dei plessi del nostro Istituto Comprensivo si sono attivati per realizzare alcune Nel corso del corrente anno scolastico, gli insegnanti e gli alunni dei plessi del nostro Istituto Comprensivo si sono attivati per realizzare alcune iniziative di concreta solidarietà. Il progetto intende

Dettagli

LE ADOZIONI LAVORATIVE

LE ADOZIONI LAVORATIVE LE ADOZIONI LAVORATIVE Il lavoro acquista sempre più rilievo nella vita dell uomo fino a diventarne l essenza stessa. L identità personale passa attraverso il ruolo che il singolo ha rispetto al contesto

Dettagli

Ottobre 2012 - Mese Missionario

Ottobre 2012 - Mese Missionario Un opportunità d incontro e confronto per il tuo Istituto Scolastico Scopri il tuo cuore Missionario Ottobre 2012 - Mese Missionario Proposta per scuole Canossiane Quali sono le origini del mese Missionario?

Dettagli

LE ANALISI E LE PROPOSTE DEL SIAP SUI PRESTITI AGEVOLATI, CON RELAZIONE ALLE POLITICHE ABITATIVE IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLA POLIZIA DI STATO

LE ANALISI E LE PROPOSTE DEL SIAP SUI PRESTITI AGEVOLATI, CON RELAZIONE ALLE POLITICHE ABITATIVE IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLA POLIZIA DI STATO LE ANALISI E LE PROPOSTE DEL SIAP SUI PRESTITI AGEVOLATI, CON RELAZIONE ALLE POLITICHE ABITATIVE IN FAVORE DEI DIPENDENTI DELLA POLIZIA DI STATO I PRESTITI AGEVOLATI SONO DELLE FORME DI FINANZIAMENTO (

Dettagli

Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015

Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015 Comune di Castiglione d Adda Provincia di Lodi PIANO DI DIRITTO ALLO STUDIO 2014/2015 La facciata ristrutturata Comune di Castiglione d Adda Via Roma 130, 26823 - Castiglione d Adda Tel. 0377/900403 Fax.

Dettagli

ANALISI DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE FORNITI AI PAZIENTI CON MALATTIA DI HUNTINGTON (ASADMDH)

ANALISI DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE FORNITI AI PAZIENTI CON MALATTIA DI HUNTINGTON (ASADMDH) 1 ANALISI DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE FORNITI AI PAZIENTI CON MALATTIA DI HUNTINGTON (ASADMDH) Gentile Signora/e, Gioia Jacopini*, Paola Zinzi**, Antonio Frustaci*, Dario Salmaso* *Istituto di

Dettagli

INSIEME PER IL VOLONTARIATO

INSIEME PER IL VOLONTARIATO INSIEME PER IL VOLONTARIATO FARE SISTEMA AL SERVIZIO DELLA COMUNITÀ BERGAMASCA Bergamo, 24 gennaio 2013 Intervento di Carlo Vimercati Presidente Comitato di Gestione Fondi Speciali Lombardia Il convegno

Dettagli

Sondaggio sulla modalità di redazione e valutazione delle Tesi di Laurea Triennali

Sondaggio sulla modalità di redazione e valutazione delle Tesi di Laurea Triennali Sondaggio sulla modalità di redazione e valutazione delle Tesi di Laurea Triennali Le opinioni degli studenti raccolte tramite i gruppi Facebook Sondaggio promosso dai Rappresentati degli Studenti nel

Dettagli

Agenzia Regionale per il Lavoro Servizi per l Impiego

Agenzia Regionale per il Lavoro Servizi per l Impiego Agenzia Regionale per il Lavoro Servizi per l Impiego 2015 Veronica Stumpo Responsabile di posizione organizzativa Centro per l Impiego di Trieste Trieste, 4 novembre 2015 L INSERIMENTO LAVORATIVO DELLE

Dettagli

www.mutuaperlamaremma.it info@mutuaperlamaremma.it

www.mutuaperlamaremma.it info@mutuaperlamaremma.it www.mutuaperlamaremma.it info@mutuaperlamaremma.it 1 La Mutua per la Maremma La Banca della Maremma che, coerentemente con i propri principi ispiratori, valorizza la centralità della persona, ha deli berato

Dettagli

o.n.l.u.s. LA COMUNITÀ, L AMBIENTE, PER GLI ORFANI DI AIDS DELLO SWAZILAND Campagna di adozione a distanza di una comunità africana

o.n.l.u.s. LA COMUNITÀ, L AMBIENTE, PER GLI ORFANI DI AIDS DELLO SWAZILAND Campagna di adozione a distanza di una comunità africana o.n.l.u.s. UNA SCUOLA PER AMICA LA COMUNITÀ, L AMBIENTE, PER GLI ORFANI DI AIDS DELLO SWAZILAND Campagna di adozione a distanza di una comunità africana I Rapporto Semestrale di avanzamento del progetto

Dettagli

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione?

INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007. 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? INTERVISTA a Simona Ciobanu di TERRA MIA 17/12/2007 1. Da quale insieme di esperienze e di motivazioni nasce la vostra associazione? Nasce nel 1997 per volontà di cittadini stranieri e italiani, come associazione

Dettagli

Comune di Cassina de Pecchi Provincia di Milano

Comune di Cassina de Pecchi Provincia di Milano Comune di Cassina de Pecchi Provincia di Milano Cari Concittadini, presentiamo questo opuscolo che ha lo scopo di fornire a tutti voi una semplice e migliore conoscenza di alcuni servizi che l Amministrazione

Dettagli

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA. Alle Direzioni Generali del Dipartimento

ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA. Alle Direzioni Generali del Dipartimento ENTE DI ASSISTENZA PER IL PERSONALE DELL AMMINISTRAZIONE PENITENZIARIA Alle Direzioni Generali del Dipartimento Prot- 58729 del 16.2.2004 All Ufficio Studi, Ricerche, Legislazione e Rapporti Internazionali

Dettagli

Newsletter di ottobre 2013.

Newsletter di ottobre 2013. Newsletter di ottobre 2013. 20 ANNI INSIEME. Domenica 20 ottobre2013 il nostro Villaggio è stato teatro di un grande avvenimento: ragazzi, educatori e volontari che nel corso degli anni hanno, a vario

Dettagli

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la

A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la PARTE A PROVA DI COMPRENSIONE DELLA LETTURA A.1 Leggere i testi da 1 a 5. Indicare nel Foglio delle Risposte, vicino al numero del testo, la lettera A, B o C corrispondente alla risposta scelta. Esempio

Dettagli

Il presente bando si divide in due sezioni

Il presente bando si divide in due sezioni BANDO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI PER I MIGLIORI PROGETTI FINALIZZATI ALLA PREVENZIONE DELL'OBESITA' E PATOLOGIE CORRELATE ALLA CATTIVA ALIMENTAZIONE, ALLA PROMOZIONE DELLA SICUREZZA STRADALE, ALLA

Dettagli

ci eravamo lasciati con la lettera di comunicazione dell ultimo direttivo della Why.

ci eravamo lasciati con la lettera di comunicazione dell ultimo direttivo della Why. Napoli 21 giugno 2011 Cari amici, ci eravamo lasciati con la lettera di comunicazione dell ultimo direttivo della Why. Sono trascorsi tre mesi circa, e da allora, sono state regolarmente effettuate le

Dettagli

Durata Quattro fasi di lavoro in un arco di tempo complessivo non inferiore a quattro settimane. Si stimano non meno di 16 ore di lavoro in classe.

Durata Quattro fasi di lavoro in un arco di tempo complessivo non inferiore a quattro settimane. Si stimano non meno di 16 ore di lavoro in classe. Laboratorio consigliato per la scuola primaria (II ciclo) Il grande mosaico dei diritti Hai diritto ad avere un istruzione/educazione. Art. 28 della CRC Hai diritto a essere protetto/a in caso di guerra

Dettagli

SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE

SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE SERVIZIO DI CONSULENZA E ORIENTAMENTO ALLO STAGE Lo stage in cooperativa. Un esperienza di lavoro per crescere assieme. FUTURA SOCIETA' COOPERATIVA SOCIALE ONLUS Sede Legale e operativa: Via Pescopagano,

Dettagli

UN ANNO DI VISION+ ONLUS

UN ANNO DI VISION+ ONLUS UN ANNO DI VISION+ ONLUS Gennaio 2012 In collaborazione con Progetto: Mido per la tua vista Descrizione: Autorefrattometro e Tonometro eseguiti gratuitamente presso lo stand allestito nell area Arrivi

Dettagli

RELAZIONE ALLEGATA AL BILANCIO 2010

RELAZIONE ALLEGATA AL BILANCIO 2010 RELAZIONE ALLEGATA AL BILANCIO 2010 L Associazione Cuore d Africa nasce nel settembre 2008. Si occupa di fornire sostegno ed istruzione a bambini e ragazzi con gravi problemi economici e familiari, attraverso

Dettagli

(Provincia di Perugia) Zona Sociale n. 4 REGOLAMENTO AFFIDO ETERO-FAMILIARE E SOSTEGNO FAMILIARE

(Provincia di Perugia) Zona Sociale n. 4 REGOLAMENTO AFFIDO ETERO-FAMILIARE E SOSTEGNO FAMILIARE (Provincia di Perugia) Zona Sociale n. 4 REGOLAMENTO AFFIDO ETERO-FAMILIARE E SOSTEGNO FAMILIARE Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n.35 del 28/09/2011 Art. 1 Oggetto L affido familiare

Dettagli

Accogliere Una Mamma. Casa Letizia è nata nel 1988, 26 anni fa, come casa per accogliere mamme in difficoltà con i loro bambini.

Accogliere Una Mamma. Casa Letizia è nata nel 1988, 26 anni fa, come casa per accogliere mamme in difficoltà con i loro bambini. Casa Letizia Accogliere Una Mamma Casa Letizia è nata nel 1988, 26 anni fa, come casa per accogliere mamme in difficoltà con i loro bambini. Casa Letizia ha accolto finora più di 70 mamme e 121 bambini.

Dettagli

Salvare la Storia e realizzare i Sogni: è un appello anche per te

Salvare la Storia e realizzare i Sogni: è un appello anche per te Salvare la Storia e realizzare i Sogni: è un appello anche per te Casa S. Giuseppe via Aurelia Antica 446, 00165 Roma tel. 06 666011 fax 06 66601205 roma.sangiuseppe@guanelliani.it La sua e la nostra storia

Dettagli

Facoltà di Scienze della formazione

Facoltà di Scienze della formazione Percorsi Formativi Facoltà di Scienze della formazione Laurea magistrale Brescia a.a. 2011-2012 www.unicatt.it 1 2 INDICE Scienze della Formazione 4 Laurea magistrale in Progettazione 6 pedagogica e formazione

Dettagli

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 Buona estate!! INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO UN RIGRAZIAMENTO PER LE DONAZIONI RICEVUTE ALISOLIDALI AUGURA A TUTTI UNA BUONA ESTATE

Dettagli

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo.

In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. In questa lezione abbiamo ricevuto in studio il Dott. Augusto Bellon, Dirigente Scolastico presso il Consolato Generale d Italia a São Paulo. Vi consiglio di seguire l intervista senza le didascalie 1

Dettagli

2011 Anno Europeo del volontariato

2011 Anno Europeo del volontariato L'avete fatto a me Cooperazione e Sviluppo per la salute nei P.V.S. Medici, infermieri, psicologi, educatori e amministrativi Volontari per la Formazione del personale locale a Sud del Mondo. Anno 8, n.

Dettagli

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA

UNA LIM PER TUTTI PREMESSA UNA LIM PER TUTTI PREMESSA Nelle scuole dei Comuni di Tavarnelle Val di Pesa e Barberino Val d Elsa si è venuta rafforzando negli ultimi anni la collaborazione tra scuola e famiglie. La nascita del Comitato

Dettagli