AIUTIAMOLI A VIVERE. Torna la primavera: di nuovo in cammino verso la speranza. giornale della fondazione

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "AIUTIAMOLI A VIVERE. Torna la primavera: di nuovo in cammino verso la speranza. giornale della fondazione"

Transcript

1 giornale della fondazione Aiutiamoli a Vivere - Marzo 2012 / anno 16 / numero 1 web site: http//www.aiutiamoliavivere.it Tariffa Associazioni Senza Fini di Lucro: "Poste Italiane Spa - Spedizione in Abbonamento Postale - D.L. 353/2003 (Conv. in L. 27/02/2004 N 46) Art. 1, Comma 2, DCB (Cremona C.L.R.)" Torna la primavera: di nuovo in cammino verso la speranza

2 2 ENTRATE GENERALI Entrate Generali EURO SPESE AMMINISTRATIVE Spese amministrative EURO DESCRIZIONE PREVENTIVO 1 PRATICHE ACCOG.ZA MINORI ,00 2 VOLI AEREI ACC. MINORI ,00 3 VOLI AEREI ORDINARI ,00 4 PROGETTO. SCUOLA FABBRICA ,00 5 PROGETTO VACANZE LAVORO ,00 6 PROGETTO TIR DELLA SPERANZA ,00 7 PROGETTI SANITARI ,00 8 PROGETTO AFRICA ,00 9 PROGETTO SERGIO GALLIA 6.800,00 10 UN PASSO VERSO IL FUTURO 6.500,00 11 ADOZIONE STUDENTI UNIVERSITARI ,00 12 MICROPROGETTI IN BELARUS ,00 13 VIAGGI FORMATIVI PER LE FAMIGLIE ,00 14 CONVEGNO NAZIONALE ,00 15 CONTRIBUTI A FONDAZIONE ,00 16 CONTRIBUTI PER COMITATI ,00 17 RIMBORSI DA ASSICURAZIONE 6.500,00 18 ENTRATE DI BENEFICENZA IN BELARUS 8.200,00 19 CONTRIBUTO 5 X MILLE ,00 20 INTERESSI BANCARI 1.800,00 TOTALI ,00 DESCRIZIONE PREVENTIVO 1 SPESE PER SEDE MINSK ,00 2 SPESE PER SEDE TERNI ,00 3 SPESE DI SEGRETERIA 1.200,00 4 SPESE DI CANCELLERIA 2.600,00 5 SPESE TELEFONICHE ,00 6 SPESE DI SPEDIZIONE 5.200,00 7 SPESE ASSICURATIVE ,00 8 VALORI BOLLATI 1.600,00 9 SPESE TIPOGRAFICHE 3.200,00 10 SPESE PUBBLICITARIE 6.200,00 11 ATTREZZATURE D'UFFICIO 5.300,00 BILANCIO PREVENTIVO MANUTENZIONE ATTREZZATURE UFFICIO 4.200,00 13 SPESE PER AUTOMEZZI ,00 14 RIMBORSI SPESE VIAGGIO ,00 15 COMPENSI A COLLABORATORI ,00 16 IMPOSTE E RITENUTE PREVIDENZIALI 5.200,00 17 SPESE PER ADEGUAMENTO AMM.VO ( Consulenza Fiscale) ,00 18 SPESE DI RAPPRESENTANZA 2.800,00 19 SPESE VIDEO E FOTOGRAFICHE 2.200,00 20 SPESE PER GIORNALI,LIBRI E RIVISTE 2.100,00 21 SPESE BANCARIE 2.400,00 RIEPILOGO GENERALE Spese erogazione fondazione DESCRIZIONE PREVENTIVO 1 SPESE PER VOLI AEREI PER ACCOG.ZA BAMBINI ,00 2 SPESE VOLI AEREI ORDINARI ,00 3 SPESE PER GIORNALE DELLA FONDAZIONE ,00 4 PROGETTO SCUOLA FABBRICA ,00 5 PROGETTO VACANZE LAVORO ,00 6 PROGETTO TIR DELLA SPERANZA ,00 7 PROGETTI SANITARI ,00 8 PROGETTO AFRICA ,00 9 PROGETTO SERGIO GALLIA 6.800,00 10 PROGETTO UN PASSO VERSO IL FUTURO 6.500,00 11 COSTITUZIONE COMITATI IN BELARUS 6.000,00 12 ADOZIONE STUDENTI UNIVERSITARI ,00 13 MICROPROGETTI IN BELARUS ,00 14 VIAGGI FORMATIVI PER FAMIGLIE ,00 15 CONVEGNO NAZIONALE ,00 16 CENTRO STUDI ,00 17 RIMBORSI VARI 2.500,00 18 GIROFONDI A COMITATI ,00 19 RIMBORSI SPESE INTERPRETI ,00 20 RIMBORSI QUOTE REGIONALI ,00 21 RIMBORSI PER RICOVERI OSPEDALIERI 6.500,00 22 BENEFICENZA IN BELARUS 9.200,00 23 FONDO IMPREVISTI ,00 24 FONDO DI RISERVA 9.600,00 TOTALI ,00 TOTALI ,00 RIEPILOGO GENERALE ENTRATE GENERALI ,00 SPESE AMMINISTRATIVE ,00 SPESE PER EROGAZIONI ,00 TOTALE SPESE ,00 AVANZO / DISAVANZO DI GESTIONE N. 1 Anno 16 Iscrizione Tribunale di Terni n. 2 del. 27/03/1998 Editore: Fondazione Aiutiamoli a Vivere Via XX Settembre, Terni Stampatore: Società Editrice Lombarda srl Via De Berenzani, 6 - Cremona Fotolito impianti: Bama - Vaprio d Adda (MI) La Redazione della Fondazione: Fabrizio Pacifici - Enrico Cherubini Sandro Bernardi - Davide Bonetti Direttore responsabile Alberto Favilla Periodico Trimestrale stampa in copie Spedire i testi e fotografie alla redazione Davide Bonetti Via Agordat, Milano tel FONDAZIONE Sede Nazionale Via XX Settembre, Terni Tel. 0744/ Fax 0744/ c/c bancario: IT82 Z c/c postale: IT27 H

3 Pellegrini a Mosca QUESTA NOSTRA MISSIONE A MOSCA AVEVA TRE OBIETTIVI PRINCIPALI: Verificare la possibilità di aprire un canale di collaborazione fra gli Ospedali Riuniti di Bergamo e l Ospedale di Mosca per interventi di chirurgia pediatrica e fra il Centro Fibrosi Cistica di Verona e medici russi per la cura della Fibrosi Cistica (Mucoviscidosi) Verificare la possibilità di aprire una nostra rappresentanza a Mosca per Adozioni Internazionali Verificare la possibilità di realizzare progetti in collaborazione con la Fondazione Mc Donald in Russia e Bielorussia. 3 Siamo arrivati a Mosca martedì 20 marzo ed abbiamo preso alloggio alla Casa del Pellegrino. Il nostro primo incontro è stato con il sig. Sergio Comizzoli, direttore di MARR RUSSIA, società che fa parte del Gruppo Cremonini, a cui mi ero rivolto per avere un aiuto per rendere concreta questa nostra missione. Mercoledì pomeriggio abbiamo incontrato il dott. Vincenzo Trani, responsabile dello Studio Carnelutti nonchè Console Onorario della Bielorussia. Ci siamo presentati e abbiamo trovato subito diverse e importanti possibilità sinergiche per progetti in Bielorussia a favore dei giovani che escono dall orfanotrofio. Lo Studio farà per noi una verifica sulla possibilità di attingere anche a Fondi Europei per avviare un progetto di imprenditoria giovanile con possibilità di favorirlo con operazioni di micro credito. Dovrò mandargli una presentazione dell evento che stiamo organizzando in Bielorussia (tournée di una squadra di hockey) per raccogliere fondi. Lui ha promesso il suo impegno per trovare le necessarie sponsorizzazioni. Si è reso poi disponibile per qualsiasi problema potessimo incontrare in Bielorussia. Successivamente abbiamo incontrato la sig.ra Irina Myasnikova, Presidente dell Associazione dei famigliari di bambini affetti da Fibrosi Cistica (mucoviscidosi). Dopo la nessaria presentazione e condivisione abbiamo convenuto che: - il prossimo 11/12 maggio si terrà a S.Pietroburgo un Convegno sulla Fibrosi Cistica. Io ho chiesto e ottenuto disponibilità ad invitare come relatore il Prof. Assael, primario del Centro di Verona; - successivamente organizzeremo una missione con lei, una dottoressa di Mosca e un dottore di S.Pietroburgo in Italia. Gli faremo visitare il centro di Verona e cominciare, così, la collaborazione fra medici. Prevedo di chiedere un coinvolgimento del Presidente della Lega Fibrosi Cistica (sempre di Verona) per favorire una collaborazione fra famigliari. Vista la grande disponibilità, ho chiesto e ottenuto dalla sig.ra Irina la possibilità di ospitare in Italia anche chirurghi pediatrici per favorire la collaborazione con Ospedali Riuniti di Bergamo. Il giorno successivo abbiamo incontrato la sig.ra Elena Chilingaryan della Fondazione McDonald House Charities. Anche qui dopo la necessaria presentazione abbiamo convenuto sulla possibilità di collaborazione in Russia per progetti rivolti ai bambini. C è interesse per i progetti di collaborazione fra ospedali e medici sia sulla Fibrosi Cistica che su Chirurgia Pediatrica. Lei favorirà un contatto con McDonald di Minsk per sponsorizzazioni di progetti ed eventi. Favorirà un contatto con McDonald Italia per un progetto di costruzione di case alloggio per famigliari con bambini che necessitano di lunghe degenze. Loro stanno partendo adesso con questo progetto, noi stiamo lavorando per la realizzazione in collaborazione con Ospedali Riuniti di Bergamo. Abbiamo poi parlato anche del nostro progetto Scuola Clown e del desiderio di organizzare (2013) un festival internazionale a Vitebsk, cercando di coinvolgere anche le Cirque de Soleil e Parada. Elena mi ha promesso la sua collaborazione, visto che il figlio del fondatore della McDonald di Mosca è padre del direttore del Cirque du Soleil di Mosca. Abbiamo quindi incontrato la sig.ra Victorya V. Beklemisheva (Nationale Media Group) e la madre che è membro, ormai da tre mandati, di un organismo che esercita una funzione di controllo su tutto quello che avviene in Russia. Ho scoperto che la sig.ra Victoria ha sposato un italiano di

4 4 Rovigo e con lui, a sua volta, dividiamo un amicizia comune. Anche loro mi hanno promesso la massima collaborazione con particolare interesse alle collaborazioni fra medici ed ospedali. Siamo andati quindi al nostro consolato dal Dott. E. Nunziata, con cui ho avuto un importante colloquio. Ho ottenuto informazioni nel campo delle adozioni internazionali e l assicurazione della sua assistenza e collaborazione per l eventuale apertura di una nostra rappresentanza. Siamo tornati alla casa del Pellegrino dove abbiamo incontrato la sig.ra Masha, che è la rappresentante di una Fondazione Italiana (Patrizia Nidoli Onlus) che sta cominciando a fare adozioni anche in Russia. Prenderemo contatti con la sede di Varese e verificheremo la possibilità e la disponibilità ad avviare una collaborazione. Il giorno successivo abbiamo incontrato la sig.ra Raykhana Dairbekova (Rotary Mosca), persona amabile per semplicità e simpatia che ci ha fatto sentire a nostro agio. Anche con lei ci siamo presentati e abbiamo condiviso idee e progetti. Ci ha assicurato collaborazione promuovendo anche un incontro con Rotary Minsk. Con lei poi ci rivedremo a settembre alla festa che sta organizzando con la nostra Ambasciata dove inviterà, per esibirsi, anche i nostri giovani Clown di Vitebsk. Siamo quindi tornati alla Casa del Pellegrino dove abbiamo incontrato Padre Petrov, con cui abbiamo avuto un lungo colloquio e siamo stati invitati a visitare la struttura che gestisce a 7 km da Mosca e che accoglie 44 bambini/ragazzini divisi in gruppi e con una mamma di riferimento per ogni gruppo. Il nostro viaggio volgeva al termine e abbiamo potuto solo promettere che la prossima volta saremmo andati sicuramente. Siamo arrivati quindi al giorno della partenza che non poteva avvenire senza un nuovo incontro con Sergio Comizzoli, con cui abbiamo condiviso gli importanti risultati ottenuti e a cui rivolgiamo il nostro grande ringraziamento, così come a tutti i nostri interlocutori per la grande disponibilità dimostrata. Un ringraziamento particolare lo vogliamo rivolgere alla sig.ra Anna Iannuzzi, moglie del nostro Ambasciatore a Mosca, che non abbiamo potuto conoscere per il grave lutto che l ha colpita prima della nostra partenza. Cara Anna vogliamo esserle vicini e rivolgerle il nostro sincero augurio di superare il grande dolore che la sta accompagnando. Marzio Ortolani Dopo Fukushima: l accoglienza continua A un anno dalla catastrofe che si è abbattuta sul Giappone, i più piccoli e le loro famiglie vivono ancora una condizione estremamente difficile. In tutto il Giappone sono 25mila i bambini che hanno dovuto abbandonare la propria casa, adattarsi a una nuova città, uno spazio domestico non familiare, una nuova scuola e nuovi amici, vivendo disagi che per molti si sommavano alla perdita di persone care. La sfida della ricostruzione è enorme: soprattutto nella regione colpita dal disastro nucleare sono al collasso i settori agricolo e ittico, che costituiscono i due principali comparti economici del Paese. Le infrastrutture necessitano interventi a lungo termine, e oltre 300mila persone vivono ancora nei rifugi temporanei o dipendono dai sussidi governativi per potersi permettere una casa. Oltre 7mila scuole e asili nido sono andati distrutti, comportando un terribile vuoto nella formazione dei bambini. La Fondazione Aiutiamoli a Vivere, insieme alle associazioni MAVI e PUER, ripeterà l esperienza dell accoglienza temporanea dei bambini giapponesi dal 15 luglio al 31 agosto Tutti gli interessati possono contattare la sede nazionale della Fondazione Aiutiamoli a Vivere, che provvederà ad analizzare la possibilità di dare corso alle richieste in base al numero di minori che l Organizzazione non Governativa Giapponese NPO riuscirà a far arrivare in Italia e in base alle possibilità di poter ospitare il minore giapponese attraverso il sostegno di un Comitato / Associazione locale o la presenza in loco di personale qualificato (interprete) che potrà aiutare le famiglie italiane che si rendono disponibili all accoglienza temporanea terapeutica. Dott. Fabrizio Pacifici

5 Tir 2012: i preliminari A lberto Bonifazi e Sandro Tironi si sono recati in Bielorussia per preparare il Tir del Obiettivi: - conoscere nuove realtà; - monitorare Istituti in cui abbiamo realizzato progetti; - trovare soluzioni per la logistica del prossimo Tir, punti di sdoganamento, percorsi, bisogni. Questo è il racconto di un percorso di 2100 Km che ci ha fatto visitare 16 strutture distribuite in 5 regioni della Bielorussia: Minsk, Brest, Gomel, Moghilev, Vitebsk. Di queste 7 sono Scuole Internat, 1 Casa Internat, 1 Sanatorio, 5 Centri Servizi Sociali, 1 Scuola pubblica, 1 Centro Caritas. Lunedì 12 marzo, arrivati all aeroporto di Minsk, ci siamo diretti verso la città dove abbiamo consegnato dei farmaci per l Associazione malati di mucoviscidosi, per andare poi a Molodechno, dove abbiamo visitato la Scuola Internat speciale per bambini con problemi di vista. L Istituto ospita 104 bambini dalla 1 all 11 classe con disabilità visiva, per alcuni (9 totalmente ciechi) molto grave. La scuola è ben gestita sia dal punto di vista umano che professionale. Martedì 13 marzo: visita a Zhdanovichi del Sanatorio destinato ai bambini delle regioni colpite dalle radiazioni (Gomel e Moghilev). È una struttura recente e ancora in espansione, che può ospitare fino a 330 bambini, che passano qui un periodo di 24 giorni, durante i quali sono sottoposti ad accertamenti oltre a svolgere attività didattiche, occupazionali, terapie. È dotato di servizi sanitari per terapie fisiche, palestra e aule per varie attività occupazionali. A Minsk visita alla Casa Internat per disabili. Gli ospiti sono 180 di età da 5 a 35 anni. Di questi 70 sono gravemente disabili, allettati, molti di loro disfagici (sono alimentati con sondino nasogastrico o con la PEG), molti sono incontinenti, molti hanno disabilità motoria, ma, benché vi sia un certo numero di carrozzine, è difficile servirsene per mancanza di spazio. Hanno una piccola chiesa in cui due volte la settimana il sacerdote celebra la messa e vengono delle suore che intrattengono anche i bambini. Tra qualche mese dovrebbero essere trasferiti in una sede con spazi più adeguati. Nel pomeriggio a Molchad visita alla Scuola Internat, che recentemente è stata trasformata in scuola Sanatorio. Ospita circa 100 bambini, da 7 a 17 anni, di cui 30 sono orfani. Molti di loro vengono da famiglie a rischio per Tbc. La Direttrice è disponibile a occuparsi dello sdoganamento dei Tir degli aiuti umanitari di ottobre. Ci fa presente che a Baranovichi c è un Centro Servizi Sociali su cui gravitano tante famiglie bisognose. Troviamo qui gli amici del Comitato di Cesano Boscone, che da anni sostengono l Istituto. A Ivatsevichi visita al Centro Servizi Sociali. Ivatsevichi è una città di abitanti, di cui circa vivono in situazioni di disagio (anziani, disabili, indigenti). Il Centro è dotato di un Centro diurno per disabili, di assistenza domiciliare, assistenza sociale. La struttura sembra bene organizzata. A Zhabinka visita alla Scuola Internat per bambini con disabilità visiva. I bambini ospitati sono 109, di cui alcuni con disabilità gravi e complesse (oltre che ciechi sono anche sordi). Anche qui troviamo grande umanità nell approccio con i bambini e, compatibilmente con i mezzi a disposizione, con buona professionalità. Il Direttore ci fa vedere i servizi igienici attigui alla sala da pranzo ristrutturati l anno scorso col finanziamento del Comitato di Milano San Giuseppe (è stato fatto un buon lavoro). Il Direttore si dichiara disponibile allo sdoganamento dei Tir, ma l ipotesi viene scartata perché la palestra da utilizzare come magazzino ha un accesso problematico. Mercoledì 14 marzo: a Petrikov visita al Centro Servizi Sociali. L organizzazione è la stessa degli altri Centri, l atmosfera al Centro diurno disabili è di grande umanità; costruiscono bellissimi oggetti usando piccole conchiglie marine. A Kalinkovichi, visita alla Scuola pubblica, ma l obiettivo principale è di incontrare Irina, responsabile del club alcolisti in trattamento. Per la sede dell Associazione Club le cose stanno procedendo bene. L oblazione del Comitato di Brenta Saccisica non è ancora stata utilizzata, perché si stanno cercando sponsor che facciano il lavoro gratis. Ci racconta di avere coinvolto i ragazzi della 10 e 11 classe per fare volontariato (assistenza domiciliare agli anziani e alle famiglie bisognose). È una buona premessa per costituire un Comitato Aiutiamoli a Vivere. Le persone sono risorse fondamentali per organizzazioni come la nostra, riteniamo che Irina potrà essere una risorsa anche per Aiutiamoli a Vivere. A Elsk, visita al Centro Servizi Sociali. La sede è piccola, non hanno spazi sufficienti per fare attività occupazionali in modo ottimale, dovrebbero trasferirsi in una struttura più capiente, ma priva di qualsiasi confort, mancano persino i servizi igienici. Chiediamo dei club ACAT, sapendo che qui era stato fatto un corso di formazione. Le responsabili ci spiegano che c è stato interesse, ma nessuno ha preso l iniziativa di costituire i club; avevamo preso appuntamento con la persona che si era interessata al progetto, ma non si è presentata all appuntamento. Peccato! Giovedì 15 marzo: visita alla Scuola Internat di Kamenka, villaggio alla periferia di Bobruisk. La scuola ospita 115 bambini con ritardo mentale, di cui una ventina gravi (sono riconosciuti invalidi). Ci dicono che dedicano particolare cura al trattamento dell enuresi e dell incontinenza, solo pochi bambini hanno questo problema. Scopriamo che la scuola è attigua alla Casa Internat per adulti che avevamo già visitato col TIR. Strutturalmente ci fa ritornare indietro di 15 anni, qui la storia si è fermata. Ci sembra ben gestita in quanto a ordine, pulizia, umanità nell educazione. Fanno bene varie attività occupazionali con i mezzi a disposizione. Nel laboratorio di carpenteria metallica fanno rastrelli, palette e altri attrezzi in lamiera; nella falegnameria fabbricano piccoli oggetti: grucce appendiabito, manici per asce, manufatti di artigiana- 5

6 6 to; anche la sartoria produce semplici manufatti e dei bellissimi peluches; hanno anche del terreno che coltivano a ortaggi, ma non hanno mai potuto avere una serra. Nel pomeriggio, a Kostiukovichi, visita al Centro Servizi Sociali della cittadina. È una bella struttura nuova e ben attrezzata. Il Centro diurno disabili ospita persone da 7 a 30 anni, c è anche una casa per anziani che ospita 29 persone ( hanno 30 posti). La provincia di Kostiukovichi ha un economia prevalentemente agricola, ma ci sono due fabbriche importanti: un cementificio di rilevanza internazionale e un panificio che produce il pane per tutta la provincia. Queste fabbriche danno un certo benessere anche alle strutture socio-assistenziali. A Riasno, visita alla Scuola Internat per bambini con ritardo mentale. La scuola di Riasno è l esempio di come, con spirito di iniziativa e motivazioni, si possano cambiare anche le decisioni dei vertici politici. Tre anni fa le autorità regionali davano per certa la prossima chiusura della scuola, che invece ospita 97 bambini, tutti con ritardo mentale e Riasno è una delle 3 strutture di questa tipologia, con Belinichi e Kamenka, che saranno attive nel Il Direttore si impegna per reclutare bambini e migliorare sempre l Istituto. Gli olandesi del Kinderhulp forniscono sementi e formazione, che hanno dato un incremento nella produzione di ortaggi e fiori. Le piantine coltivate in serra vengono vendute al mercato. Una serra è riscaldata, produce cetrioli venduti in primavera come primizie con una buona entrata per la scuola. Sono stati ristrutturati i dormitori, che erano stanze molto grandi. Dei tramezzi di cartongesso hanno permesso di dividere la stanza in una zona letto e un soggiorno. Nelle aule sono state cambiate le porte e alcune finestre. La sartoria è dotata di un buon numero di macchine ed è molto usata dalle bambine. Venerdì 16 marzo: a Orsha visita al Centro Servizi sociali della città. La Direttrice ci informa che i lavori per la costruzione della palestra sono stati fermati dal grande gelo dell inverno, dovrebbero riprendere a breve; ci dà piena disponibilità per lo sdoganamento dei Tir dei pacchi personalizzati e anche questa è una buona notizia, vista la possibile indisponibilità di Rogacev. A Vitebsk, visita alla Scuola Internat speciale per bambini con disabilità uditiva. La scuola è gestita con umanità e professionalità. Ospita bambini da 5 a 17 anni, anche se si auspica di abbassare l età di accesso, perché i risultati della riabilitazione e dell apprendimento sono migliori, quanto più precocemente si inizia la cura. Ci viene presentata la Direttrice di una scuola pubblica della città in cui ci sono anche disabili e molti bambini di famiglie bisognose. Visitiamo la parrocchia cattolica della città. Il parroco ci dice che i cattolici sono una minoranza in città (7.000 su una popolazione di abitanti). Ci viene presentato il responsabile del Centro Caritas di Vitebsk, che è ben organizzato, ha sponsor, soprattutto in Germania, da cui riceve aiuti umanitari, che poi vengono distribuiti ai centri Caritas di tutte le parrocchie per farli recapitare a quanti (anche non cattolici) hanno biso- gno di aiuto. Il parroco si dà da fare per coinvolgere soprattutto i giovani, non esiste ancora un vero e proprio oratorio, ma ci si vorrebbe arrivare. A Sianno visita alla Scuola Internat- Scuola fabbrica. Ospita 109 bambini, molti provenienti da Istituti che sono stati chiusi. Il Direttore ci comunica di aver già concordato con ditte locali la possibilità di costruire l aula di falegnameria per stati di avanzamento anche non continuativi. Questo in relazione alla comunicazione data dalla Fondazione di una disponibilità economica di da subito e di altri per i quali non sono noti i tempi di disponibilità. Si farà quanto necessario per arrivare a uno stadio in cui la struttura, anche se non finita, sia in sicurezza, cercando anche, se possibile, di ridurre i costi preventivati. I bambini ci accolgono, come sempre, con molto calore e ci offrono un piccolo spettacolo. Sabato 17 marzo: partenza per l aeroporto, per il ritorno in Italia. È stato un viaggio impegnativo e faticoso, ma ricco di spunti di notevole interesse. Ci sono gli elementi per ipotizzare il percorso del prossimo Tir, che verrà sottoposto all approvazione del CdA. Sono stati individuati i punti di sdoganamento sia per il Tir della Speranza, che per il Tir dei pacchi personalizzati. Abbiamo raccolto una serie di richieste che saranno molto utili alle nostre famiglie, come indicazione per gli aiuti da fornire. Abbiamo trovato interesse per la costituzione di Comitati in Bielorussia da parte di molti interlocutori, anche se non avendo esempi pratici da mostrare, non è semplice essere certi che abbiano capito di cosa esattamente si tratta. A Molchad, Kalinkovichi, Riasno, Vitebsk e Sianno c è terreno fertile per far crescere il progetto. Sandro Tironi Un po di date e dati Si ipotizza che il Tir della Speranza si farà da domenica 30 settembre, partenza al mattino da Orio al Serio e ritorno domenica 7 ottobre a Montichiari. La quota di partecipazione al Tir sarà invariata: 650. La richiesta di partecipazione dovrà essere inviata entro il 10 settembre. Il ritrovo degli amici del Tir per il solito pranzo alla Tir sarà a Soresina sabato 19 maggio. I Tir dovranno essere caricati a Soresina entro il 23 Agosto, pertanto gli aiuti umanitari donati dai Comitati dovranno pervenire al magazzino entro il 10 agosto. Per il Tir degli aiuti personalizzati rimane invariato il costo di spedizione: 2,50 al Kg. I pacchi potranno essere consegnati al magazzino di Soresina dal 1 Settembre al 6 ottobre. Verranno caricati i Tir il 5 novembre e la consegna avverrà dal 14 dicembre. Il periodo di crisi economica ha acuito i bisogni di molti generi. Materiali richiesti: Alimentari (ricordiamo che per le regole doganali devono essere quantitativi consistenti dello stesso genere, confezione e formato) Detergenti per la persona (sapone, sapone liquido, shampo) Detersivi per bucato Materiale scolastico (quaderni, penne, matite, carta) Pannolini/assorbenti igienici Giocattoli, giochi didattici, giochi per stimolazioni sensoriali per bambini con disabilità visiva o uditiva Lenzuola, coperte Tessuti (in pezze di almeno 3 mq), materiale per sartoria ( filo, bottoni, ecc.) Materiali per attività occupazionali (perline, filo, conchiglie, carta colorata, dash pasta,ecc.) Scarpe (soprattutto invernali) Vestiti per bambini, ragazzi, adulti, soprattutto invernali Richieste particolari: una videocamera richiesta dal Centro diurno disabili di Petrikov Carrozzine pieghevoli, passeggini, deambulatori, sondini nasogastrici, sondini per PEG Calciobalilla e tavolo da ping pong per l oratorio di Vitebsk Per altri materiali non contemplati in questa lista si prega di contattare Sandro Tironi

7 FORUM DEGLI STUDENTI: UNA REALTÀ IN CRESCITA Nell ambito del Progetto Adozione Studenti Universitari la Fondazione Aiutiamoli a Vivere ha proposto e realizzato, nell anno 2011, il Forum degli Studenti. Tale manifestazione, sponsorizzata dall Avv. Giovanni Ranalli di Terni in memoria della mamma Ammirati Maria scomparsa nell anno 2010, consiste nel riunire, una volta l anno, gli studenti interessati al Progetto Adozione Studenti Universitari presso la Sala Conferenze di una Università per discutere dei Progetti della Fondazione, scambiare metodi di studio e di lavoro fra diverse realtà delle Università e del loro impegno nel mondo del volontariato. A giugno 2011, nei giorni del 27 e 28, si è svolto il 1 Forum degli Studenti presso l Università di Medicina di Minsk. Due giorni di emozioni intense per i partecipanti, con l auspicio che il coinvolgimento degli studenti nella predisposizione dell evento del 2012 abbia la forza di rendere ancor più interessante il confronto sugli argomenti posti in discussione al Forum. Il dibattito fra gli studenti e i responsabili della Fondazione sui progetti di cooperazione, nonché sul valore del volontariato, ha reso possibile l idea di costituire Comitati della Fondazione Aiutiamoli a Vivere nella Repubblica di Belarus direttamente dagli studenti universitari in borsa di studio. Il premio, come Miglior Studente dell anno è stato vinto da Durilo Yulia di Grodno, alla quale sono andati 1.000, mentre 600 sono stati vinti da Anna Zaluzhanaia di Gomel quale vincitrice del secondo premio e Popov Artiom di Mogilev si è aggiudicato il terzo premio di 400. Nel 2012 il Forum degli Studenti si svolgerà nella città di Grodno nei giorni 11, 12 e 13 maggio, alla struttura Kupalinka dove, durante l anno, vengono ospitati tanti bambini per le colonie. Quest anno, oltre al Premio Studente dell anno è stato istituito anche il Brain Ring, la gara fra Università dove 9 squadre (una per ogni Università) si sfideranno su una serie di domande di carattere generale. Il giorno 16 Marzo si è concluso il viaggio per l organizzazione del Forum degli Studenti 2012 con l adesione delle seguenti Università: Università di Stato D.P.M. Masherov di Vitebsk Facoltà varie Università A.A. Kuleshov di Moghilev Pedagogia Università P.O. Sukhogo di Gomel Politecnico Università Statale Medica di Gomel Medicina Università Statale Bielorussa del Trasporto di Gomel Trasporto Università I.P. Shamiakina di Mozir Pedagogia Università A.S. Pushkin di Brest Facoltà varie Università J. Kupaly di Grodno Pedagogia Università Statale Medica di Minsk Medicina È prevista la partecipazione al Forum di 190 persone così suddivise: N. 125 Studenti iscritti al Progetto Adozione Studenti Uiversitari N. 10 Studenti laureati N. 18 Rappresentanti dell Università N. 27 Partecipanti al Brain Ring (n.3 per ogni università) N. 10 Delegati in arrivo dall Italia 7

8 8 GARA FRA LE UNIVERSITA BRAIN RING La gara sarà effettuata con una serie di domande di carattere generale alle quali il caposquadra (Candidato) dovrà rispondere pigiando un pulsante luminoso per individuare con esattezza quale sarà la squadra che può rispondere per prima. La squadra sarà composta da 4 studenti, compreso il capitano. Non è previsto l utilizzo di attrezzature informatiche ed elettroniche. Ogni domanda avrà precedentemente assegnato un punteggio a seconda del grado di difficoltà. Resta inteso che a una risposta errata corrisponde una penalizzazione di 1 punto. Il tempo massimo per la risposta è di 2 minuti. Al termine delle domande si procederà al conteggio dei punti ottenuti e si proclamerà la vincitrice della gara. RELAZIONI Si conferma il termine utile del 31 Marzo p.v. per la consegna delle relazioni corredate, per quanto riguarda le relazioni dei Candidati e il curriculum vitae, della firma del Responsabile dell Università, ad eccezione del Candidato di Vitebsk. La giuria per la scelta del Candidato come Studente dell Anno sarà composta da un Rappresentante per ogni Università e dalla Direttrice della Rappresentanza di Minsk, presieduta dal Presidente della Fondazione Aiutiamoli a Vivere, per un totale di 11 persone. Ogni componente verrà dotato di una scheda (per ogni Candidato) dove apporrà il proprio punteggio. Naturalmente ogni responsabile di Università NON potrà votare per il proprio Candidato. Come si può notare, la collaborazione fra la Fondazione Aiutiamoli a Vivere, gli studenti e l Università aumenta di anno in anno e nel 2012, a Grodno, nascerà il 1 Comitato della Fondazione Aiutiamoli a Vivere in Belarus gestito dagli studenti universitari per favorire l attività del volontariato a favore delle fasce più deboli tra cui i bambini, gli anziani e disabili. La Fondazione Aiutiamoli a Vivere ringrazia le famiglie italiane, i Comitati e quanti hanno contribuito per aiutare questi ragazzi più sfortunati di noi e auspica che altre famiglie ed altri Comitati si avvicinino a questo Progetto, che diventa sempre più importante per accrescere la cultura della solidarietà. Il Responsabile del Progetto Adozione Studenti Universitari Luciano Braconi

Adozione studenti universitari

Adozione studenti universitari AIUTIAMOLI A VIVERE Adozione studenti universitari Un piccolo sacrificio per un grande futuro Aiutiamo i ragazzi privi del sostegno della famiglia ad affrontare l'impegno dell'università. 250 euro l'anno

Dettagli

ATTIVITA PROGETTUALI ALL ESTERO

ATTIVITA PROGETTUALI ALL ESTERO ATTIVITA PROGETTUALI ALL ESTERO A) ACCOGLIENZA TEMPORANEA BAMBINI BIELORUSSI (VOCE DI BILANCIO PROGETTO ACCOGL.ZA 2014 COLONNA DESCR CDC VOCE COSTI RIGA TOTALE COSTI ) SETTORE: SANITARIO/SOCIALE PAESE:

Dettagli

INDICE. IL CENTRO DIURNO GARIBALDI nel dettaglio

INDICE. IL CENTRO DIURNO GARIBALDI nel dettaglio INDICE IL CENTRO DIURNO GARIBALDI nel dettaglio 1. Dove siamo pag. 3 2. Chi siamo pag. 3 3. Orari e giorni di apertura del centro pag. 5 4. Pernottamento pag. 6 5.Trasporto con mezzo e accompagnatore pag.

Dettagli

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE

PROGRAMMA DELLA MANIFESTAZIONE NEWS N. 73 - MARZO 2010 SOMMARIO 1 DALL EMERGENZA ALLO SCAMBIO, IL MOMENTO DELL AMICIZIA PRODUTTIVA HELP FOR CHILDREN PARMA organizza una manifestazione complessa e articolata imperniata su: - 1 mostra

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

PROGETTO SACRAVITA MISERICORDIA DI FIRENZE BIELORUSSIA

PROGETTO SACRAVITA MISERICORDIA DI FIRENZE BIELORUSSIA PROGETTO SACRAVITA MISERICORDIA DI FIRENZE BIELORUSSIA Per restituire dignità, tetto e futuro agli ultimi del mondo. Sotto questa dizione si collocano tutta una serie di progetti, realizzati all estero

Dettagli

L'avete fatto a me. Cooperazione e Sviluppo per la salute nei P.V.S.

L'avete fatto a me. Cooperazione e Sviluppo per la salute nei P.V.S. L'avete fatto a me medici, infermieri, psicologi, fisioterapisti, educatori e amministrativi volontari per la Formazione del personale locale a Sud del Mondo. Anno 9, n. 2 Newsletter marzo-aprile 2012

Dettagli

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero:

Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini. Numero 01, Gennaio 2009. In questo numero: in Kosovo Newsletter di Aggiornamento sui Progetti di Amici dei Bambini Numero 01, Gennaio 2009 In questo numero: Benvenuto caro sostenitore! Un regalo per me! I bambini dimostrano quello che sanno sull

Dettagli

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO

Buona estate!! Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO Newsletter alisolidali onlus N. 7/2015 del 14 Luglio 2015 Buona estate!! INDICE AIUTIAMO I BAMBINI COLPITI DAL TORNADO UN RIGRAZIAMENTO PER LE DONAZIONI RICEVUTE ALISOLIDALI AUGURA A TUTTI UNA BUONA ESTATE

Dettagli

Il Bollettino del Villaggio dell Arca

Il Bollettino del Villaggio dell Arca Cari amici con un po di malinconia ci lasciamo alle spalle l estate, ricca di bei momenti e di incontri interessanti, e ci immergiamo nel nuovo anno scolastico. Come accade ogni anno, lo spirito legato

Dettagli

L Hospice fa parte della Rete Ligure di Cure Palliative ed è integrato con tutti i reparti e i servizi dell ASL.

L Hospice fa parte della Rete Ligure di Cure Palliative ed è integrato con tutti i reparti e i servizi dell ASL. L Hospice è una struttura dell ASL 1 Imperiese che accoglie prevalentemente pazienti con tumore in fase avanzata o terminale che necessitano di cure palliative di livello specialistico o che non possono

Dettagli

De g e n z a. Dott. Claudio Tedeschi - Direttore. Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166

De g e n z a. Dott. Claudio Tedeschi - Direttore. Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166 Medicina Fisica e Riabilitativa De g e n z a Dott. Claudio Tedeschi - Direttore Coordinatore Infermieristico Daniela Sassi 0522 296169-296166 Segreteria Maria Rosaria Amelio - Maria Flavia Malavenda Federica

Dettagli

MEDIA EDUCAZIONE COMUNITA Ripensare i Media per l Educazione e il Benessere

MEDIA EDUCAZIONE COMUNITA Ripensare i Media per l Educazione e il Benessere MEDIA EDUCAZIONE COMUNITA a. Introduzione BAMBINI NON COMMERCIALI Il diritto a pensieri e spazi senza condizionamenti pubblicitari Le relazioni educative, all interno di una famiglia, per essere significative

Dettagli

ASCOLTO Secondo noi l ascolto è la necessaria premessa per l accoglienza e la comprensione dei bisogni della persona malata e dei suoi familiari.

ASCOLTO Secondo noi l ascolto è la necessaria premessa per l accoglienza e la comprensione dei bisogni della persona malata e dei suoi familiari. LA CARTA DEI VALORI ASCOLTO Secondo noi l ascolto è la necessaria premessa per l accoglienza e la comprensione dei bisogni della persona malata e dei suoi familiari. DIGNITÀ Ci impegniamo ogni giorno per

Dettagli

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO

associazione per il bambino in ospedale Amico ABIO associazione per il bambino in ospedale numero 34 maggio 2015 Amico ABIO UDINE Periodico quadrimestrale di informazione di ABIO Udine Onlus Direttore Responsabile: Paola Del Degan Redazione: Paola Caselli,

Dettagli

Consultorio interdecanale La Famiglia Decanati:Carate Brianza Seregno - Seveso CARTA DEI SERVIZI

Consultorio interdecanale La Famiglia Decanati:Carate Brianza Seregno - Seveso CARTA DEI SERVIZI Consultorio interdecanale La Famiglia Decanati:Carate Brianza Seregno - Seveso CARTA DEI SERVIZI 20038 SEREGNO (MI) Via Alfieri 8 Tel/fax 0362.234798 E-mail: consultoriofamiliareinte@tin.it.tin C.F. 91062430151

Dettagli

VISITA PRELIMINARE TIR DELLA SPERANZA 2015 DAL 25 FEBBRAIO AL 5 MARZO 2015

VISITA PRELIMINARE TIR DELLA SPERANZA 2015 DAL 25 FEBBRAIO AL 5 MARZO 2015 Piazza Repubblica, 4-26015 SORESINA (CR) Tel 0374 343699 Fax 0374 340584 C.F. 92008750199 Sito internet www.aavlombardia.it e-mail aavlombardia@libero.it VISITA PRELIMINARE TIR DELLA SPERANZA 2015 DAL

Dettagli

A.D.I. A.D.I. CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI. Fondazione Molina ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA

A.D.I. A.D.I. CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI. Fondazione Molina ASSISTENZA DOMICILIARE INTEGRATA CARTA DEI SERVIZI CARTA DEI SERVIZI Fondazione Molina A.D.I. ONLUS - Varese Indice delle sezioni: La storia La Fondazione Molina A.D.I. Principi fondamentali Obiettivi del servizio Accesso al servizio

Dettagli

Comune di Ponte San Nicolò

Comune di Ponte San Nicolò Comune di Ponte San Nicolò SERVIZI SOCIALI Presentazione I Servizi Sociali sono impegnati ad assicurare alle persone ed alle famiglie interventi che consentano di godere di un adeguata qualità della vita.

Dettagli

Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella

Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella Progetto AZIONI PER UNA CITTADINANZA ATTIVA di Marilena Zanella Da vari anni nel territorio della città di Roma e provincia stiamo cercando di realizzare un progetto, cominciato quasi 10 anni fa da alcuni

Dettagli

SERVICE DISTRETTUALE ANNO SOCIALE 2006-2007 COSTRUIAMO LA SPERANZA

SERVICE DISTRETTUALE ANNO SOCIALE 2006-2007 COSTRUIAMO LA SPERANZA SERVICE DISTRETTUALE ANNO SOCIALE COSTRUIAMO LA SPERANZA Il Villaggio SO.SPE Solidarietà e Speranza di Suor Paola in Via De Iacovacci 21 - Roma Obiettivo del Progetto Il Progetto si propone la realizzazione

Dettagli

GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI. Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato

GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI. Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato GINETTA COLOMBO CENTRO POLIFUNZIONALE PER ANZIANI Comune di Cerro Maggiore Accoglienza temporanea di sollievo Alloggi protetti per anziani Centro Diurno Integrato Piazza Concordia 1 - Cerro Maggiore Un

Dettagli

Servizio accoglienza studenti con disabilità Carta dei Servizi (Approvata dal Consiglio di Amministrazione Adunanza Ordinaria Del 22 luglio 2011)

Servizio accoglienza studenti con disabilità Carta dei Servizi (Approvata dal Consiglio di Amministrazione Adunanza Ordinaria Del 22 luglio 2011) Servizio accoglienza studenti con disabilità Carta dei Servizi (Approvata dal Consiglio di Amministrazione Adunanza Ordinaria Del 22 luglio 2011) Art. 1 Principi generali Il Servizio Accoglienza Studenti

Dettagli

AMIGOS servizi per l infanzia, l adolescenza e le famiglie AMIGOS CARTA DEL SERVIZIO

AMIGOS servizi per l infanzia, l adolescenza e le famiglie AMIGOS CARTA DEL SERVIZIO AMIGOS CARTA DEL SERVIZIO CONTESTO: Un percorso di crescita e continuità educativa: bambini 0-6 anni La nostra struttura si occupa dell infanzia e della gioventù dal 2002 offrendo un servizio di Nido d

Dettagli

Assemblea dei Soci A.P.I.Bi.M.I. onlus

Assemblea dei Soci A.P.I.Bi.M.I. onlus Assemblea dei Soci A.P.I.Bi.M.I. onlus Rovereto, 20 aprile 2012 RELAZIONE PRESIDENTE Cari amici, grazie per la vostra presenza alla nostra assemblea che quest anno abbiamo programmato in un giorno settimanale,

Dettagli

FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO

FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO FONDAZIONE CAUSA PIA D'ADDA PROGETTO EDUCATIVO UNITARIO S.M. Causa Pia d'adda di Settimo Milanese (MI) S.M. Causa Pia d'adda di Seguro di Settimo Milanese (MI) S.M. Causa Pia d'adda di Segrate (MI) S.M.

Dettagli

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO

PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO PROGRAMMA FORMATIVO SCUOLA CALCIO COSA E L insieme di attività avviate dall allenatore per formare il ragazzo, attraverso lo sport, ai valori umani e cristiani PARTI COINVOLTE - ALLENATORE RESP. ANNATA

Dettagli

Immigrazione, come dove e quando

Immigrazione, come dove e quando Immigrazione, come dove e quando Manuale d uso per l integrazione Edizione 2008 a cura del Ministero del lavoro, della Salute e Politiche Sociali Settore Politiche Sociali www.solidarietasociale.gov.it

Dettagli

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia

AI GENITORI STRANIERI Com è oggi la scuola in Italia Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 414 Bergamo Tel 03543373 Fax: 0357033- www.darosciate.it e-mail: segreteria@darosciate.it -

Dettagli

sei stanco di continui bla bla bla? vieni al punto!

sei stanco di continui bla bla bla? vieni al punto! IIS Alessandrini sei stanco di continui bla bla bla? vieni al punto! IPS Lombardini (sezione associata) Le proposte di a ttivita e stage delle associazioni che aderiscono al Punto Scuola Volontariato di

Dettagli

Ospedale privato Villa Igea

Ospedale privato Villa Igea Residenza psichiatrica il Borgo Ospedale privato Villa Igea Mission Il nostro impegno è quello di fornire, nel rispetto della persona, servizi e prestazioni sanitarie appropriate, efficaci e sicure, attraverso

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE AD ANZIANI ED HANDICAPPATI ADULTI

REGOLAMENTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE AD ANZIANI ED HANDICAPPATI ADULTI Allegato alla del. C.C. n. 101 del 27/11/2002 REGOLAMENTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE AD ANZIANI ED HANDICAPPATI ADULTI Art.1 FINALITA L assistenza domiciliare è un servizio teso a favorire la ripresa

Dettagli

Rendiconto al 31.12.2011 STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2011

Rendiconto al 31.12.2011 STATO PATRIMONIALE AL 31.12.2011 TI DO UNA MANO ONLUS Via Manzoni 11 20052 MONZA Rendiconto al 31.12.2011 Premessa generale Per la redazione del rendiconto dell'associazione si sono seguite per dove possibile le linee guida emanate nel

Dettagli

PROGETTO TIZZI INTERVENTO DI COOPERAZIONE INTERNAZIONALE SUL DISAGIO MINORILE

PROGETTO TIZZI INTERVENTO DI COOPERAZIONE INTERNAZIONALE SUL DISAGIO MINORILE PROGETTO TIZZI INTERVENTO DI COOPERAZIONE INTERNAZIONALE SUL DISAGIO MINORILE Presentazione Da parecchi anni diverse associazioni di volontariato ospitano in Italia bambini provenienti dalla Bielorussia,

Dettagli

ASSOCIAZIONE ALTEVETTE ONLUS, Via Abruzzi 2/H, 20068 Peschiera Borromeo RELAZIONE DI MISSIONE DEL PRESIDENTE DEL COMITATO DIRETTIVO

ASSOCIAZIONE ALTEVETTE ONLUS, Via Abruzzi 2/H, 20068 Peschiera Borromeo RELAZIONE DI MISSIONE DEL PRESIDENTE DEL COMITATO DIRETTIVO ASSOCIAZIONE ALTEVETTE ONLUS, Via Abruzzi 2/H, 20068 Peschiera Borromeo RELAZIONE DI MISSIONE DEL PRESIDENTE DEL COMITATO DIRETTIVO All Assemblea Generale dei Soci del 25 gennaio 2015 convocata per l approvazione

Dettagli

INCONTRO MIMMO GARGANO BITETTO. con. www.mimmogargano.it

INCONTRO MIMMO GARGANO BITETTO. con. www.mimmogargano.it INCONTRO BITETTO con www.mimmogargano.it MIMMO GARGANO Domenico Gargano Sono stato Assessore al Personale, Servizi Sociali e Sanitari, Anagrafe e Demografici, Polizia Municipale del Comune di Bitetto.

Dettagli

LE ATTIVITÀ DEL VILLAGGIO

LE ATTIVITÀ DEL VILLAGGIO Cari amici, Come ogni germoglio, anche questo che vedete, annuncia la prossima nascita di qualcosa di nuovo. Il bollettino, che aveva già iniziato ad assumere un volto diverso, passo dopo passo si sta

Dettagli

SINTESI DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

SINTESI DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Anno Scolastico 2015-2016 Scuola dell Infanzia DAVIDE BERNASCONI Via V Giornate, 3 22012 Cernobbio CO Tel/fax 031. 512230 info@asilobernasconicernobbio.it www.asilobernasconicernobbio.it SINTESI DEL PIANO

Dettagli

Progetto V.A.I. Valorizzazione Accoglienza Integrata. Guida ai servizi degli Enti aderenti alla Rete. Centro di Orientamento dell Alto Friuli

Progetto V.A.I. Valorizzazione Accoglienza Integrata. Guida ai servizi degli Enti aderenti alla Rete. Centro di Orientamento dell Alto Friuli Centro di Orientamento dell Alto Friuli Azienda per i Servizi Sanitari n. 3 Alto Friuli Distretto Socio-sanitario n. 1 Distretto Socio-sanitario n. 2 C.I.C. Centro Informazione e Consulenza Dipartimento

Dettagli

Revisione aggiornata a gennaio 201 5

Revisione aggiornata a gennaio 201 5 Carta dei servizi "ASSISTENZA DOMICILIARE" Revisione aggiornata a gennaio 201 5 Indice: 1. IL SERVIZIO SOCIALE 1.1 1.2 1.3 Chi siamo... A quali principi si ispira il Servizio Sociale?... Obiettivi primari

Dettagli

Fondazione OPERA SANTA RITA PRATO. del. Centro Diurno di Riabilitazione Per Giovani Cerebrolesi Franco Primi

Fondazione OPERA SANTA RITA PRATO. del. Centro Diurno di Riabilitazione Per Giovani Cerebrolesi Franco Primi Fondazione OPERA SANTA RITA PRATO CARTA DEI SERVIZI del Centro Diurno di Riabilitazione Per Giovani Cerebrolesi Franco Primi Edizione - aprile 2002 1 LA FONDAZIONE OPERA SANTA RITA (Onlus) L attuale Fondazione

Dettagli

Carta dei Servizi del Consultorio UCIPEM Cremona- Fondazione ONLUS

Carta dei Servizi del Consultorio UCIPEM Cremona- Fondazione ONLUS Carta dei Servizi del Consultorio UCIPEM Cremona- Fondazione ONLUS Via Milano, 5/c 26100 Cremona Tel. 0372 20751/34402 Fax 0372-1960388 Codice fiscale 80011480193 Partita Iva 01273220192 mail: segreteria@ucipemcremona.it

Dettagli

PER BAMBINI SENZA CONFINI DIOMIRA CAMP 2014 PALESTINA-AREZZO

PER BAMBINI SENZA CONFINI DIOMIRA CAMP 2014 PALESTINA-AREZZO PER BAMBINI SENZA CONFINI DIOMIRA CAMP 2014 PALESTINA-AREZZO 15-22 Giugno 2014 Parrocchia SS. Pietro e Paolo Località CAMPOLUCI - AREZZO (Italy) Cari amici, anche quest anno, con molta gioia vi aspettiamo

Dettagli

PROGETTO CASCINA MONLUE

PROGETTO CASCINA MONLUE Associazione "La Nostra Comunità" TEL. e FAX +39 02 71 55 35 www.lanostracomunita.it E-mail: info@lanostracomunita.it Codice Fiscale n. 97026250155 PROGETTO CASCINA MONLUE non un nostro sogno ma un sogno

Dettagli

VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA

VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA VOLONTARIATO, FILANTROPIA E BENEFICENZA ORGANIZZAZIONE OPERA DI PADRE MARELLA Fondo straordinario di solidarietà da destinare al servizio mensa ANTONIANO DEI FRATI MINORI Fondo straordinario di solidarietà

Dettagli

Newsletter gennaio 2015

Newsletter gennaio 2015 Newsletter gennaio 2015 Anche nel 2014, il nostro Villaggio si è confermato come una realtà in continuo movimento. In questo periodo ancora così difficile, i bisogni si evolvono e il Villaggio si evolve

Dettagli

"Un asilo nido multietnico: Sogno di Bimbi

Un asilo nido multietnico: Sogno di Bimbi "Un asilo nido multietnico: Sogno di Bimbi Sogno di bimbi Aggiornamento a novembre 2010 ALL 88 PRO 06.05 bis Rev. 0 01/09/2007 LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO: PROGETTO: RESPONSABILE: BENEFICIARI DIRETTI:

Dettagli

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA

MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA SCUOLA PARITARIA dell INFANZIA e PRIMARIA MADRE ANNUNCIATA COCCHETTI IL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Chi è chiamato ad educare e ad animare educazione, deve offrire nutrimento, nascondendo la mano che

Dettagli

COMUNE DI GENONI PROVINCIA DI ORISTANO

COMUNE DI GENONI PROVINCIA DI ORISTANO COMUNE DI GENONI PROVINCIA DI ORISTANO PROGETTO SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE RIVOLTO AD ANZIANI, PORTATORI DI HANDICAP E FAMIGLIE MULTI PROBLEMATICHE Il servizio di assistenza domiciliare consiste nel

Dettagli

Premessa. Il Presidente della Federazione Nazionale ALICE Dr. Giuseppe D Alessandro

Premessa. Il Presidente della Federazione Nazionale ALICE Dr. Giuseppe D Alessandro Premessa L Ictus Cerebrale, pur essendo in Italia la prima causa di invalidità, la seconda di demenza e la terza di morte, non ha ricevuto finora, a differenza di altre malattie altrettanto gravi per l

Dettagli

COMUNE DI ROCCABIANCA (PROVINCIA DI PARMA) Assessorato ai Servizi Sociali GUIDA INFORMATIVA SUI SERVIZI PER I CITTADINI ANZIANI DI ROCCABIANCA

COMUNE DI ROCCABIANCA (PROVINCIA DI PARMA) Assessorato ai Servizi Sociali GUIDA INFORMATIVA SUI SERVIZI PER I CITTADINI ANZIANI DI ROCCABIANCA COMUNE DI ROCCABIANCA (PROVINCIA DI PARMA) Assessorato ai Servizi Sociali GUIDA INFORMATIVA SUI SERVIZI PER I CITTADINI ANZIANI DI ROCCABIANCA Presentazione L organizzazione dei Servizi Sociali a favore

Dettagli

C O M U N E D I D O L O Provincia di Venezia

C O M U N E D I D O L O Provincia di Venezia C O M U N E D I D O L O Provincia di Venezia Regolamento per l accesso e la gestione del Progetto Sociale Gruppo Appartamento Approvato con delibera C.C. n. 66 del 30.11.2010 - esecutivo INDICE Art. 1

Dettagli

COMUNE DI CONCESIO PROVINCIA DI BRESCIA

COMUNE DI CONCESIO PROVINCIA DI BRESCIA PROTOCOLLO D INTESA ANNO 2015 Le OO.SS: SPI-CGIL FNP-CISL UILP-UIL qui rappresentate dai Sigg.ri: - Sig. Pasinetti G. Franco - Sig. Stefana Sergio - Sig. Talenti Paolo - Sig. Bellini Lorenzo - Sig. Linetti

Dettagli

CURRICULUM DELL'ASSOCIAZIONE

CURRICULUM DELL'ASSOCIAZIONE CURRICULUM DELL'ASSOCIAZIONE P R E S E N T A Z I O N E ICARO AMICI DI AVSI è un Associazione non a fini di lucro, nata a Maglie nel 2005, per un impegno concreto ed educativo, riguardante la solidarietà

Dettagli

Associazione Culturale Tiziana Vive ONLUS Via Cattaneo 3/A Landriano (PV)

Associazione Culturale Tiziana Vive ONLUS Via Cattaneo 3/A Landriano (PV) In collaborazione con: Associazione Culturale Tiziana Vive ONLUS Via Cattaneo 3/A Landriano (PV) L Associazione Tiziana Vive A seguito del recente drammatico episodio di femminicidio che ha sconvolto la

Dettagli

CASA MIRIAM CARTA DEI SERVIZI AMBROSIANO ALLOGGIO PER L AUTONOMIA IN CONTESTO PROTETTO AMBROSIANO

CASA MIRIAM CARTA DEI SERVIZI AMBROSIANO ALLOGGIO PER L AUTONOMIA IN CONTESTO PROTETTO AMBROSIANO AMBROSIANO ALLOGGIO PER L AUTONOMIA IN CONTESTO PROTETTO AMBROSIANO CENTRO AMBOSIANO DI AIUTO ALLA VITA O.N.L.U.S. ai sensi dell Art. 10 del D.L. 04.12.1997 n. 460 Associazione iscritta al registro del

Dettagli

CENTRO PER BAMBINI HANDICAPPATI DI ANDEMAKA

CENTRO PER BAMBINI HANDICAPPATI DI ANDEMAKA CENTRO PER BAMBINI HANDICAPPATI DI ANDEMAKA Il Centro sorge a poche centinaia di metri dal centro del villaggio di Andemaka, la sua costruzione è iniziata nel 1987 per volere di Padre Karme, Padre Cento

Dettagli

Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS

Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS Il Centro CASA: un servizio socio-sanitario per le persone affette da HIV/AIDS Maria Bona Venturi CENTRO C.A.S.A. AIDS Dipartimento delle Cure Primarie Azienda USL di Bologna 1 Il Centro C.A.S.A. (Centro

Dettagli

I Edizione CONSULENZA FAMILIARE

I Edizione CONSULENZA FAMILIARE MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2015-2016 I Edizione CONSULENZA FAMILIARE Il Master è organizzato dall Università LUMSA in convenzione con il Consorzio Universitario Humanitas con la

Dettagli

Bilancio di missione. 2013 Cooperativa. Sociale G. Fanin. sintesi

Bilancio di missione. 2013 Cooperativa. Sociale G. Fanin. sintesi Bilancio di missione 2013 Cooperativa Sociale G. Fanin sintesi Bilancio 2013 Missione La Cooperativa Sociale G. Fanin opera senza finalità di lucro per la promozione della persona e della famiglia nella

Dettagli

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA

PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA PROGRAMMAZIONE EDUCATIVO-DIDATTICA Scuole dell Infanzia Gianni Rodari Istituto Comprensivo Crespellano R E L I G I O N E C A T T O L I C A Anno scolastico 2014-2015 Insegnante: Calì Angela PREMESSA Insegnare

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate Via Codussi, 5 24124 Bergamo Tel 035243373 Fax: 0353831961 e-mail: segreteria@darosciate.it -bgic81400p@pec.istruzione.it

Dettagli

PROGETTO CONOSCERE E CAPIRE PER GUSTARE 1. DATI DI SINTESI

PROGETTO CONOSCERE E CAPIRE PER GUSTARE 1. DATI DI SINTESI PROGETTO CONOSCERE E CAPIRE PER GUSTARE 1. DATI DI SINTESI Località d intervento: Varese Scuola Secondaria di I grado Mons. E. Manfredini Durata prevista: Giugno 2014Maggio 2015 Beneficiari diretti: 30

Dettagli

BILANCIO SOCIALE ANNO 2014 RELAZIONI DELLE ATTIVITA RENDICONTO CONSUNTIVO RENDICONTO PREVENTIVO

BILANCIO SOCIALE ANNO 2014 RELAZIONI DELLE ATTIVITA RENDICONTO CONSUNTIVO RENDICONTO PREVENTIVO BILANCIO SOCIALE ANNO 2014 RELAZIONI DELLE ATTIVITA RENDICONTO CONSUNTIVO RENDICONTO PREVENTIVO 1 Relazione al Bilancio 2014 Egregi Signori, Il bilancio 2014 riferito alle entrate e alle uscite non evidenzia

Dettagli

Titolo CARTA DEI SERVIZI CONTATTI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA MONUMENTO AI CADUTI ZERO BRANCO

Titolo CARTA DEI SERVIZI CONTATTI ANNO SCOLASTICO 2014/2015 SCUOLA DELL INFANZIA MONUMENTO AI CADUTI ZERO BRANCO CONTATTI Inseri re q ui il m essag gio. N on su per are le d ue o tr e fr asi. Scuola dell Infanzia Monumento ai caduti Via Trento Trieste 16 31059 ZERO BRANCO tel e fax 0422.97032 e-mail: scuolainfanziazero@libero.it

Dettagli

CAPITOLO DUE GESTIRE IL DENARO

CAPITOLO DUE GESTIRE IL DENARO CAPITOLO DUE GESTIRE IL DENARO Sommario In questo capitolo scoprirà alcune cose su come - gestire il suo denaro - identificare alcune questioni economiche collegate al gioco - cominciare ad operare dei

Dettagli

AVSI Sud-Est Asiatico THAILANDIA Sostegno a Distanza Relazione 2010

AVSI Sud-Est Asiatico THAILANDIA Sostegno a Distanza Relazione 2010 AVSI Sud-Est Asiatico THAILANDIA Sostegno a Distanza Relazione 2010 AVSI- Sostegno A Distanza Rapporto attività anno 2010 Pagina 1 AVSI- Sostegno A Distanza Rapporto attività anno 2010 Pagina 2 Rapporto

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: Pronto! Io ci sono ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: A01 OBIETTIVI DEL PROGETTO Con il Progetto la P.A Ente Corpo Volontari Protezione Civile

Dettagli

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215

DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 DICEMBRE 2013 ANNO 4 - NUMERO 1 L ECO DELL OPERA PIA OPERA PIA CORBETTA - VIA GENTILINI, 4 BORGOLAVEZZARO TEL. 0321-885215 Anche quest anno ormai sta volgendo al termine. Con tanta gioia nel cuore posso

Dettagli

Giornata Mondiale dei diritti dell Infanzia

Giornata Mondiale dei diritti dell Infanzia Foto Settimio Benedusi 2 a edizione giovedì 20 novembre 2014 Giornata Mondiale dei diritti dell Infanzia Iniziativa nazionale di sensibilizzazione sui diritti dei bambini e raccolta di farmaci da banco

Dettagli

Siamo qui per raccontarvi la storia di un progetto e la costruzione di un Opera. Il Punto di Partenza Società Cooperativa Sociale a.r.l.

Siamo qui per raccontarvi la storia di un progetto e la costruzione di un Opera. Il Punto di Partenza Società Cooperativa Sociale a.r.l. Siamo qui per raccontarvi la storia di un progetto e la costruzione di un Opera Il Punto di Partenza Società Cooperativa Sociale a.r.l. onlus IL PUNTO DI PARTENZA Società Cooperativa sociale a.r.l. ONLUS

Dettagli

Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido.

Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido. Torino 16 ottobre 2013 Il Progetto Cicogna: un progetto che nell accoglienza dei piccolissimi integra pubblico, privato, comunitàe affido. CENTRO ACCOGLIENZA LA RUPE Dott.ssa Piera Poli Pubblico, privato

Dettagli

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda

Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda Città di Moroto Regione del Karamoja Stato: Uganda "Andate e fate discepoli tutti i popoli!" Toloto kituruwosi ngitungaangakwapin daadang kgikaswomak kang Venerdì 26 luglio ha preso avvio anche a Moroto

Dettagli

PROGETTO OLTRE IL MURO

PROGETTO OLTRE IL MURO PROGETTO OLTRE IL MURO PROGETTO INTEGRATO PER il SOSTEGNO E IL REINSERIMENTO PSICO- SOCIALE DEI MINORI IN CARCERE O DEI FIGLI CON MAMME IN CARCERE Benin Aggiornato al: 18/11/2013 SOMMARIO 1) IL PROGETTO

Dettagli

Sostegno a distanza SOSTEGNO A DISTANZA: IN COSA CONSISTE

Sostegno a distanza SOSTEGNO A DISTANZA: IN COSA CONSISTE SOSTEGNO A DISTANZA: IN COSA CONSISTE Sostegno a distanza Si é consolidata ed è in continua espansione una forma di solidarietà che è definita in diversi modi: adozione a distanza, sostegno a distanza,

Dettagli

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato

Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato Il progetto Educare alla solidarietà, scoprire il volontariato è nato in seguito ad un progetto pilota avviato durante l anno scolastico 1999/2000 e presentato

Dettagli

PROGETTO ADOZIONI INTERNAZIONALI A DISTANZA ITALIA UGANDA GUIDA PER I SOSTENITORI

PROGETTO ADOZIONI INTERNAZIONALI A DISTANZA ITALIA UGANDA GUIDA PER I SOSTENITORI PROGETTO ADOZIONI INTERNAZIONALI A DISTANZA ITALIA UGANDA GUIDA PER I SOSTENITORI Premessa L Uganda è il secondo Paese, in ordine cronologico, con cui Idee Migranti ha costruito rapporti di cooperazione.

Dettagli

ASSOCIAZIONE ONLUS L OASI DI TORRETTA CAMPOBELLO DI MAZARA

ASSOCIAZIONE ONLUS L OASI DI TORRETTA CAMPOBELLO DI MAZARA ASSOCIAZIONE ONLUS L OASI DI TORRETTA CAMPOBELLO DI MAZARA COMUNITA ALLOGGIO DEFINIZIONE DEL SERVIZIO La Comunità Alloggio si propone come soluzione strutturale idonea a rispondere nei casi in cui i genitori

Dettagli

Report annuale 2014 Progetto CASA PANGEA Calcutta

Report annuale 2014 Progetto CASA PANGEA Calcutta Report annuale 2014 Progetto CASA PANGEA Calcutta Fondazione Pangea è impegnata in un programma a sostegno di donne e bambine con disabilità fisiche o mentali che vivono negli slum di Calcutta e nell area

Dettagli

MK ONLUS per i bambini del Burkina Faso

MK ONLUS per i bambini del Burkina Faso I lions italiani contro le malattie killer dei bambini - onlus MISSION Creare e promuovere tra tutti i popoli uno spirito di comprensione per i bisogni umanitari attraverso volontari servizi coinvolgenti

Dettagli

CITTÀ DI POTENZA Unità di Direzione Servizi Sociali - Via P. Lacava, n. 2-85100 Potenza

CITTÀ DI POTENZA Unità di Direzione Servizi Sociali - Via P. Lacava, n. 2-85100 Potenza CITTÀ DI POTENZA Unità di Direzione Servizi Sociali - Via P. Lacava, n. 2-85100 Potenza AVVISO PUBBLICO IL SINDACO rende noto che, ai sensi e per effetto della Delibera di Giunta Comunale n. d Ord. 63

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI CENTRO POLARIS PROGETTO RSA APERTA- CENTRO SEMIRESIDENZIALE

CARTA DEI SERVIZI CENTRO POLARIS PROGETTO RSA APERTA- CENTRO SEMIRESIDENZIALE CARTA DEI SERVIZI CENTRO POLARIS PROGETTO RSA APERTA- CENTRO SEMIRESIDENZIALE Prodotto da Smart Decò Srl FONDAZIONE FERRARIO VANZAGO Via Garibaldi, 1 - Vanzago Tel. centralino 029393011 Centro Polaris

Dettagli

La Scuola dell Infanzia

La Scuola dell Infanzia La Scuola dell Infanzia Un ambiente educativo accogliente e stimolante; nel quale sia naturale sviluppare, attraverso esperienze, attività e giochi, alcune competenze di base che strutturino la crescita

Dettagli

TITOLO PROGETTO ABBRACCI

TITOLO PROGETTO ABBRACCI CASA FAMIGLIA S. OMOBONO Fondazione ONLUS Sede legale: Via Ippocastani, 14 26100 CREMONA. Tel. 0372 25500; Fax 0372 568390; e-mail: casa famiglia@fastpiu.it CASA FAMIGLIA S. OMOBONO Fondazione ONLUS Via

Dettagli

RELAZIONE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE FONDAZIONE BANCA DI CREDITO COOPERATIVO PORDENONESE

RELAZIONE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE FONDAZIONE BANCA DI CREDITO COOPERATIVO PORDENONESE RELAZIONE CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE FONDAZIONE BANCA DI CREDITO COOPERATIVO PORDENONESE In uno scenario socio economico come quello attuale, la Fondazione Bcc Pordenonese ha rafforzato il suo impegno

Dettagli

Progetto Pasqua in Siria

Progetto Pasqua in Siria Progetto Pasqua in Siria L idea Il progetto Pasqua in Siria nasce da un idea di Lorenzo Locati, professore di educazione fisica presso il Liceo Artistico di Monza che, rimasto umanamente colpito dal conflitto

Dettagli

A.I.D.O. gruppo Carpenedolo-Acquafredda

A.I.D.O. gruppo Carpenedolo-Acquafredda A.I.D.O. gruppo Carpenedolo-Acquafredda c/o Ritrovo Giovanile Via Marconi, 5 Carpenedolo tel. 030/969292 Giovanni Roncadori tutti i cittadini. promuovere il rafforzamento della solidarietà umana e diffondere

Dettagli

GLI ADULTI GLI ADULTI. Domiciliarità Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita, mantenendo la propria autonomia e evitando l'inserimento

GLI ADULTI GLI ADULTI. Domiciliarità Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita, mantenendo la propria autonomia e evitando l'inserimento Carta BISOGNI BISOGNI GLI ADULTI GLI ADULTI Domiciliarità Continuare a vivere nel proprio ambiente di vita, mantenendo la propria autonomia e evitando l'inserimento in una struttura residenziale. Domiciliarità

Dettagli

COMUNE DI OSPEDALETTO LODIGIANO PROVINCIA DI LODI LA CARTA DEI SERVIZI SOCIALI

COMUNE DI OSPEDALETTO LODIGIANO PROVINCIA DI LODI LA CARTA DEI SERVIZI SOCIALI COMUNE DI OSPEDALETTO LODIGIANO PROVINCIA DI LODI LA CARTA DEI SERVIZI SOCIALI PRESENTAZIONE La Carta dei Servizi Sociali del Comune di Ospedaletto Lodigiano nasce come strumento di cittadinanza attiva,

Dettagli

Rendiconto rappresentativo della situazione economico finanziaria dell associazione maria madre della provvidenza onlus al 31-12-2010.

Rendiconto rappresentativo della situazione economico finanziaria dell associazione maria madre della provvidenza onlus al 31-12-2010. Rendiconto rappresentativo della situazione economico finanziaria dell associazione maria madre della provvidenza onlus al 31-12-2010. Nota integrativa L Associazione Maria Madre della Provvidenza Onlus

Dettagli

Scheda - progetto. per l elaborazione del POF A) RISORSE UMANE

Scheda - progetto. per l elaborazione del POF A) RISORSE UMANE 1 Ministero dell Istruzione, Università e Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio LICEO SCIENTIFICO STATALE A. LABRIOLA Codice meccanografico - RMPS 010004 Codice Fiscale 80222130587 Scheda -

Dettagli

Progetto TRA CASA E CITTA : PERCORSI DI INCLUSIONE SOCIALE

Progetto TRA CASA E CITTA : PERCORSI DI INCLUSIONE SOCIALE Progetto TRA CASA E CITTA : PERCORSI DI INCLUSIONE SOCIALE PREMESSA I concetti di cura e territorio sono al centro di iniziative ed interventi realizzati da più enti che aderiscono al sotto tavolo sulla

Dettagli

ALZHEIMER. Interventi a sostegno delle persone affette da malattia di Alzheimer e dei loro familiari

ALZHEIMER. Interventi a sostegno delle persone affette da malattia di Alzheimer e dei loro familiari PROGETTO ALZHEIMER Interventi a sostegno delle persone affette da malattia di Alzheimer e dei loro familiari L ALZHEIMER E IL PROGETTO DI VERONA L assistenza agli anziani affetti da demenza tipo Alzheimer

Dettagli

ALMANACCO 2015 800.995988. Volontariato Città di Treviglio Onlus. Solidarietà e Sicurezza. Per non essere soli chiama il n.

ALMANACCO 2015 800.995988. Volontariato Città di Treviglio Onlus. Solidarietà e Sicurezza. Per non essere soli chiama il n. Volontariato Città di Treviglio Onlus Solidarietà e Sicurezza Tieni la borsetta verso il muro Per non essere soli chiama il n. 800.995988 con la collaborazione di: UNIONE BERGAMASCA CONSUMATORI Via T.

Dettagli

Carissimi Fratelli, come richiesto illustriamo di seguito la situazione della scuola La Salle di Parma e le prospettive per il prossimo triennio.

Carissimi Fratelli, come richiesto illustriamo di seguito la situazione della scuola La Salle di Parma e le prospettive per il prossimo triennio. Parma, 23 luglio 2013 Alla cortese attenzione dell illustrissimo Consiglio di Provincia della Congregazione dei Fratelli delle Scuole Cristiane ISTITUTO LA SALLE DI PARMA Carissimi Fratelli, come richiesto

Dettagli

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451

Via Belzoni 80 Via Belzoni 80 35121 Padova 35121 Padova tel +39 049 8278464 tel +39 049 8278458 fax +39 049 8278451 fax +39 049 8278451 La.R.I.O.S. Laboratorio di Ricerca ed Intervento per l Orientamento alle Scelte DPSS Dipartimento di Psicologia dello Sviluppo e della Socializzazione Centro di Ateneo di Servizi e Ricerca per la Disabilità,

Dettagli

VERBALE N 10. Punto 1: Lettura ed approvazione verbale seduta precedente.

VERBALE N 10. Punto 1: Lettura ed approvazione verbale seduta precedente. ISTITUTO COMPRENSIVO "G. CURIONI" Scuola dell Infanzia Primaria Secondaria di I grado: Romagnano Sesia - Ghemme Scuola Primaria: Prato Sesia - Sizzano Sede: Vicolo Asilo, 3-28078 Romagnano Sesia (NO) Tel.

Dettagli

Carabiniere e Fiumefreddesi volontari in Tanzania. Esempio di carità e altruismo.

Carabiniere e Fiumefreddesi volontari in Tanzania. Esempio di carità e altruismo. Carabiniere e Fiumefreddesi volontari in Tanzania. Esempio di carità e altruismo. Carissimi colleghi, non è il titolo di un articolo di giornale, ma la sintesi di una esperienza vera, reale e concreta.

Dettagli

NEUROPSICOLOGIA DELL ETÀ EVOLUTIVA

NEUROPSICOLOGIA DELL ETÀ EVOLUTIVA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2012-2013 III Edizione NEUROPSICOLOGIA DELL ETÀ EVOLUTIVA Consorzio Universitario Humanitas in Convenzione con in Collaborazione Scientifica con Consorzio

Dettagli

RESTIAMO NELLA NOSTRA TERRA

RESTIAMO NELLA NOSTRA TERRA RESTIAMO NELLA NOSTRA TERRA Il terremoto del 20 e del 29 maggio ha danneggiato in modo significativo la sede della comunità. Si è rimediato con una sistemazione provvisoria di una tenda e due roulotte

Dettagli