Il Progetto G2. Seconda generazione protagonista, attivo nell annualità 2012, ha voluto riconoscere e rinforzare il protagonismo della

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Progetto G2. Seconda generazione protagonista, attivo nell annualità 2012, ha voluto riconoscere e rinforzare il protagonismo della"

Transcript

1 CORSO DI FORMAZIONE PER MEDIATORI DI SECONDA GENERAZIONE Il Progetto G2. Seconda generazione protagonista, attivo nell annualità 2012, ha voluto riconoscere e rinforzare il protagonismo della cosiddetta Seconda Generazione (G2), i nati in Italia da genitori stranieri, quale risorsa ed agente fondamentale nella nuova configurazione interculturale della comunità lodigiana. ANALISI DEL FABBISOGNO La necessità di inserire la figura del mediatore linguistico culturale nei servizi in questi anni è sorta dal bisogno sentito dagli operatori pubblici e privati che si sono trovati a fare fronte a problematiche e aspettative di una nuova tipologia di utenza costituita dalla popolazione straniera. L'inserimento del mediatore linguistico culturale nei servizi è una strategia che permette di uscire dall'ottica dell'emergenza. Il mediatore linguistico culturale offre la possibilità di attuare una politica di inserimento della popolazione immigrata, così come viene auspicata nella "Relazione Finale in materia di relazioni fra la popolazione autoctona e la popolazione immigrata" del Consiglio di Europa (settembre 1991), nella quale a questo proposito si afferma che la presenza di un servizio di interpretariato, "può avere un'importanza minima in alcuni settori delle cure sanitarie (chirurgia, traumatologia) ma è molto importante in alcuni settori quali l'educazione sanitaria, la prevenzione e soprattutto, la psicoterapia. I malintesi interculturali si pagano cari: in tempo (sia per il paziente che per il servizio), in sofferenze supplementari inutili per il paziente e in spese superflue per il servizio come risultato di una diagnosi erronea o di un trattamento inadeguato". Le fonti di informazione sul fabbisogno sono state reperite in diverse strutture pubbliche e private che lavorano nell'ambito dell'immigrazione. E' possibile inoltre individuare alcune ulteriori problematiche che giustificano la formazione e l'inserimento della figura del mediatore e nella fattispecie il mediatore di seconda generazione: le precarie condizioni socio-economiche e relazionali che condizionano pesantemente le possibilità di integrazione piena degli immigrati la barriera linguistico culturale che costituisce un ostacolo insormontabile alla comunicazione fra utente e operatore; il riferimento a modelli culturali e comportamentali che determinano difficoltà nella fruibilità dei servizi da parte dell'utente straniero e nella gestione del servizio da parte dell'operatore.

2 OBIETTIVI: Il corso si propone di formare mediatori linguistici culturali di seconda generazione, che utilizzino le conoscenze linguistiche e culturali della propria cultura d origine e di quella acquisita nel nuovo paese di residenza e la propria capacità relazionale ed empatica per meglio interpretare ed esprimere le caratteristiche e i bisogni dei cittadini. A tal fine saranno approfondite le seguenti aree tematiche: aspetti psico-antropologici della migrazione; identità del mediatore linguistico-culturale aspetti socio-sanitari della migrazione legislazione e organizzazione dei servizi socio-sanitari la pratica del MLC nel contesto socio-sanitario e scolastico normativa di base relativa all immigrazione comunicazione e relazione interculturale DESCRIZIONE: Il corso prevede due fasi, una prima fase teorica e una seconda di formazione sul campo (stage). Totale numero corsisti: 33. Metodologia: Lezioni frontali, Analisi di casi, Simulazioni di casi, Lavori di gruppo in aula. I FASE: i moduli sono stati sviluppati nelle modalità e nei tempi di seguito descritti per un totale di 35 ore. I MODULO (1 INCONTRO) - 07 FEBBRAIO DOCENTI: G. CAMILLI B. GRECCHI immigrazione e cultura i progetti

3 II MODULO (1 INCONTRO) - 16 FEBBRAIO DOCENTI: B. GRECCHI E. BIANCHI la mediazione interculturale III MODULO (4 INCONTRI) 1 INCONTRO - 21 FEBBRAIO DOCENTE: B. GRECCHI immigrazione e salute: cura e prevenzione 2 INCONTRO - 28 FEBBRAIO DOCENTI: L. SGARIBOLDI R. BRUGNOLI le vaccinazioni profilassi malattie infettive: lo screening oncologico 3 INCONTRO - 06 MARZO DOCENTI: B. GRECCHI V. TAGLIAFERRI le politiche per la salute degli immigrati le risposte del SSN: normative, servizi, strumenti la rete locale 4 INCONTRO DOCENTE 13 MARZO DOCENTE:MARYAN ISMAIL SALUTE FEMMINILE E MIGRAZIONE 1. Shock culturale e salute 2. Accesso ai servizi 3. Salute sessuale e riproduttiva 4. Violenza contro le donne

4 5. Le mutilazioni genitali femminili IV MODULO (1 INCONTRO) - 20 MARZO DOCENTE: BARBARA GRECCHI LA PRATICA DELLA MLC NEL CONTESTO OSPEDALIERO problemi posti dall accesso degli utenti stranieri ai Servizi difficoltà degli Operatori difficoltà degli utenti stranieri difficoltà del MLC V MODULO (3 INCONTRI) DOCENTI: S. BISCEGLIA E. BIANCHI G. CORNALBA IMMIGRAZIONE E SCUOLA 1 INCONTRO 27 MARZO l inserimento dell alunno straniero all interno dell istituzione scolastica: la realtà italiana e locale linee guida 2 INCONTRO 03 APRILE la vulnerabilità dei bambini migranti: i momenti critici 3 INCONTRO 17 APRILE modello di scuola interculturale nel Lodigiano esempi di progetti realizzati VI MODULO (1 INCONTRO) 24 APRILE DOCENTI: S. BISCEGLIA E. BIANCHI G. CORNALBA la pratica della mlc nel contesto scolastico

5 VII MODULO (1 INCONTRO) - 08 MAGGIO DOCENTE: I. PAVLIDI disciplina dell immigrazione e del regolare soggiorno VIII MODULO (3 INCONTRI) DOCENTE: C. MARELLI LA COMUNICAZIONE TRANSCULTURALE 1 INCONTRO 15 MAGGIO 1. La multidimensionalità della comunicazione umana 2 INCONTRO 22 MAGGIO 2. La multidimensionalità della mediazione 3 INCONTRO 29 MAGGIO (giornata residenziale) 3. Riflessioni / Esercitazioni In sintesi: I. prima parte di formazione generale di base sulla MLC II. seconda parte di formazione specifica in tre campi (1: servizi sociali, educativi e di orientamento; 2: servizi socio-sanitari materno infantili) II FASE: stage dei 33 corsisti presso aree specifiche per un totale di 20 ore dove potranno, a seconda della tipologia del servizio, affiancare mediatori esperti o altre tipologie di professionisti specializzati nell ambito interculturale. Lo stage coprirà il seguente arco di tempo: da metà giugno a metà novembre Le aree individuate per lo stage sono state: - L Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi - L ASL della Provincia di Lodi: Ufficio Igiene e Consultorio - Il consultorio privato accreditato Il Mandorlo

6 - La Scuola - La Prefettura: Sportello Immigrazione - La Provincia: Osservatorio Provinciale sull Immigrazione della provincia di Lodi - Il Centro Interculturale I servizi dove i corsisti il tirocinio rispecchiano i contenuti della I fase teorica. RISORSE IMPIEGATE: 1) Struttura e presidii Aula E della Direzione Formazione A.O. della Provincia di Lodi Computer - Videoproiettore - Lavagna a fogli mobili Materiale didattico: cartaceo e in formato elettronico 2) Umane interne ed esterne DOCENTI Dr.ssa Giuseppina Camilli Sociologa Formatrice U.O. Politiche Sociali della Provincia di Lodi Dr.ssa Barbara Grecchi Filosofo Formatrice - Direzione Formazione- HPH e Ufficio Marketing - A.O. della Provincia di Lodi Sig.ra Loredana Sgariboldi Ostetrica Servizio di Medicina Preventiva nelle Comunità - ASL della Provìncia di Lodi Dr.ssa Rita Brugnoli Assistente Sanitaria - Servizio di Medicina Preventiva nelle Comunità - ASL della Provìncia di Lodi Dr. Valerio Tagliaferri- Medico - Direzione Medica di Presidio di Codogno - A.O. della Provincia di Lodi Dr.ssa Maryan Ismail Antropologa e Mediatrice Presidente Associazione ADIR Milano Dr.ssa Stefania Bisceglia Educatore Professionale Counselor /Analista Transazionale - Cooperativa Emmanuele Dr.ssa Enrica Bianchi Assistente Sociale- Counselor /Analista Transazionale - Cooperativa Emmanuele Dr. Gianluigi Cornalba Dirigente Scolastico - Resp. Sostegno alla persona e alla partecipazione studentesca - Ufficio Scolastico Lodi Dr.ssa Irene Pavlidi - Consulente legale per stranieri / Formatrice - ASL Milano 2 Dr.ssa Claudia Marelli Psicologa/Psicoterapeuta - Associazione EOS per le vittime di traumi e catastrofi - Pavia

7 COORDINAMENTO Dr.ssa Barbara Grecchi Filosofo Formatrice - Direzione Formazione- HPH e Ufficio Marketing - A.O. della Provincia di Lodi Dr.ssa Enrica Bianchi Assistente Sociale- Counselor /Analista Transazionale - Cooperativa Emmanuele RICADUTE DEL PROGETTO SUL CONTESTO LOCALE Porre l insieme dei servizi educativi, sociali, sanitari, amministrativi nella condizione di rispondere appropriatamente all intera popolazione residente, secondo criteri di equità e qualità. Valorizzare le competenze di mediazione interculturale in giovani di Seconda Generazione. Estensore della relazione: Il coordinatore del progetto dr.ssa Barbara Grecchi

OSPEDALE INTERCULTURALE

OSPEDALE INTERCULTURALE OSPEDALE INTERCULTURALE I PROGETTI Dr.ssa Barbara Grecchi Coordinatore HPH A.O. della Provincia di Lodi I PROGETTI DELL A.O. DELLA PROVINCIA DI LODI PROGETTO OSPEDALE INTERCULTURALE: PROGETTO LIMEN PROGETTO

Dettagli

PROGETTO ALBA. Territorio/i di attuazione del progetto formativo

PROGETTO ALBA. Territorio/i di attuazione del progetto formativo PROGETTO ALBA FINANZIATO DAL DIPARTIMENTO PER LE PARI OPPORTUNITÀ FORMAZIONE DEGLI OPERATORI SANITARI SULLA PRIMA ASSISTENZA ALLE VITTIME DI VIOLENZA DI GENERE E STALKING MATERA - POLICORO Progetto ALBA

Dettagli

IL FUTURO COME VIAGGIO

IL FUTURO COME VIAGGIO IL FUTURO COME VIAGGIO Anno di realizzazione 2011 Finanziamento Cariverona Rete di progetto Coop. Kantara; Coop. Progetto Integrazione; Fondazione ISMU, Settore Formazione; Studio Res Corso di formazione

Dettagli

I DIRITTI DELLE DONNE E LA SALUTE GLOBALE PER LO SVILUPPO

I DIRITTI DELLE DONNE E LA SALUTE GLOBALE PER LO SVILUPPO Istituto Superiore di Sanità Laziosanità-ASP Istituto Nazionale salute popolazioni migranti e per il contrasto delle malattie della Povertà Azienda Ospedaliera San Camillo-Forlanini I DIRITTI DELLE DONNE

Dettagli

MASTER IN RICONOSCIUTO DAL FORUM DELLE FAMIGLIE EUROPEE

MASTER IN RICONOSCIUTO DAL FORUM DELLE FAMIGLIE EUROPEE MASTER IN Adeguato agli standard definiti dal Forum Europeo di Formazione e Ricerca in Mediazione Familiare e del Forum Europeo dell Integrazione Interculturale DENOMINAZIONE MEDIATORE INTERCULTURALE DESCRIZIONE

Dettagli

La mediazione è un processo duplice e reciproco di decodifica della comunicazione che si esplica su tre livelli:

La mediazione è un processo duplice e reciproco di decodifica della comunicazione che si esplica su tre livelli: LA MEDIAZIONE CULTURALE: UN TENTATIVO DI DEFINIZIONE La presenza variegata e significativa degli immigrati in Italia ha creato, nell organizzazione dei servizi, bisogni nuovi e la necessità di sviluppare

Dettagli

Registro delle associazioni e degli enti che operano a favore degli immigrati - Prima sezione Attività 2014

Registro delle associazioni e degli enti che operano a favore degli immigrati - Prima sezione Attività 2014 Direzione Generale dell Immigrazione e delle Politiche di Integrazione Divisione II Registro delle associazioni e degli enti che operano a favore degli immigrati - Prima sezione Attività 2014 A cura della

Dettagli

Percorso formativo in Area Vasta

Percorso formativo in Area Vasta L albero della salute Struttura di riferimento per la Mediazione culturale in Sanità Regione Toscana Responsabile dott.ssa Elisabetta Confaloni Percorso formativo in Area Vasta Alla luce di quanto previsto

Dettagli

SCHEDA PROGETTO SALUTE PROVINCIA DI CAGLIARI (21/04/2015)

SCHEDA PROGETTO SALUTE PROVINCIA DI CAGLIARI (21/04/2015) SCHEDA PROGETTO SALUTE PROVINCIA DI CAGLIARI (21/04/2015) Settore di intervento Area territoriale 1. Sistema dei servizi 2. Occupazione e formazione 3. Scuola e Istruzione 4. Casa/Alloggio 5. X Salute

Dettagli

RICERCA: SPORTELLO DI MEDIAZIONE LINGUISTICO E CULTURALE (MLC) NELLA SCUOLA 2006-07 LA RICERCA: TEMI, SCELTE DI METODO, ATTUAZIONE

RICERCA: SPORTELLO DI MEDIAZIONE LINGUISTICO E CULTURALE (MLC) NELLA SCUOLA 2006-07 LA RICERCA: TEMI, SCELTE DI METODO, ATTUAZIONE 1 RICERCA: SPORTELLO DI MEDIAZIONE LINGUISTICO E CULTURALE (MLC) NELLA SCUOLA 2006-07 1 Presentazione 2 Scheda individuale 3 Traccia di intervista individuale 4 Traccia focus group 1 Presentazione LA RICERCA:

Dettagli

Il progetto Ponte linea dell Asl di Vallecamonica Sebino. Direttore Sanitario aziendale Dr. Fabio Besozzi Valentini

Il progetto Ponte linea dell Asl di Vallecamonica Sebino. Direttore Sanitario aziendale Dr. Fabio Besozzi Valentini Il progetto Ponte linea dell Asl di Vallecamonica Sebino Direttore Sanitario aziendale Dr. Fabio Besozzi Valentini Territorio di competenza dell Asl di Vallecamonica Sebino Il progetto complessivo: Ponte

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome/Nome Indirizzo Telefono E-mail Cittadinanza Dunca Ioana duncaioana@hotmail.it Rumena e Italiana Data di nascita 03.09.1976 Sesso Femminile Esperienza

Dettagli

AREA IMMIGRATI. Azione 1: CENTRO SERVIZI IMMIGRATI (Servizi per l integrazione e il rispetto delle diverse culture)

AREA IMMIGRATI. Azione 1: CENTRO SERVIZI IMMIGRATI (Servizi per l integrazione e il rispetto delle diverse culture) AREA IMMIGRATI Azione 1: CENTRO SERVIZI IMMIGRATI (Servizi per l integrazione e il rispetto delle diverse culture) A - DESCRIZIONE SINTETICA DELL AZIONE Le finalità principali che il Centro Servizi Immigrati

Dettagli

Storia ed evoluzione del termine Potere e autorità nell'organizzazione: le determinanti del comportamento individuale

Storia ed evoluzione del termine Potere e autorità nell'organizzazione: le determinanti del comportamento individuale Formia, 27/01/2011 Oggetto: Programma evento RES Piano formativo 2011 Di seguito si invia il dettaglio dell evento ECM RES EMPOWERMENT E PROMOZIONE DELLA SALUTE Programma: EMPOWERMENT Storia ed evoluzione

Dettagli

CURRICULUM VITAE. aurea in psicologia, indirizzo applicativo, votazione 110/110 e lode, La Sapienza, 1983;

CURRICULUM VITAE. aurea in psicologia, indirizzo applicativo, votazione 110/110 e lode, La Sapienza, 1983; ANTONELLA DI BERTO MANCINI DOTT.SSA PSICOLOGA PSICOTERAPEUTA brillaluna@libero.it CURRICULUM VITAE ATTIVITA PROFESSIONALE PSICOLOGA DIRIGENTE DI I LIVELLO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE AREA TUTELA SALUTE

Dettagli

CURRICULUM VITAE. Servizio di mediazione linguistico - culturale gestito dal Cies all interno del progetto: MEDIAZIONE

CURRICULUM VITAE. Servizio di mediazione linguistico - culturale gestito dal Cies all interno del progetto: MEDIAZIONE CURRICULUM VITAE Informazioni Personali Cognome Nome Indirizzo Telefono E mail Girgis Grace Beshara Safaa Luogo e Data di nascita Cairo (Egitto) 22/12/1971 Codice Fiscale Permesso di soggiorno In possesso

Dettagli

Progetto Take Easy I partner del progetto CITTÀ DI TORINO ASL TO2 ASL TO4 UNIVERSITA DI TORINO CIPES PIEMONTE Gli aderenti al progetto COMUNE DI CHIVASSO COMUNE DI SETTIMO ASGI (Associazione per gli Studi

Dettagli

CORSO ANNUALE DI FORMAZIONE IN CLINICA TRANSCULTURALE

CORSO ANNUALE DI FORMAZIONE IN CLINICA TRANSCULTURALE CORSO ANNUALE DI FORMAZIONE IN CLINICA TRANSCULTURALE Destinatari Il corso è destinato a professionisti che, a vario titolo, incontrano nell ambito della loro attività minori e famiglie migranti (psicologi,

Dettagli

Azienda Sanitaria Locale Lecce. Dal 18/12/2013 al 30/01/2014. Dal 05/07/2012 al 10/03/2013. Istituto di Culture Mediterranee di Lecce

Azienda Sanitaria Locale Lecce. Dal 18/12/2013 al 30/01/2014. Dal 05/07/2012 al 10/03/2013. Istituto di Culture Mediterranee di Lecce Curriculum Vitae Europass INFORMAZIONI PERSONALI Cognome(i/)/Nome(i) ESPERIENZA PROFESSIONALE Datore di Datore di Lavoro Principali attività e responsabilità Nome e indirizzo del datore di Tipo di attività

Dettagli

Di seguito si invia il dettaglio dell evento ECM RES RICOMINCIO DA ME : IL COUNSELLING IN AMBITO SANITARIO

Di seguito si invia il dettaglio dell evento ECM RES RICOMINCIO DA ME : IL COUNSELLING IN AMBITO SANITARIO Formia, 27/01/2011 Oggetto: Programma evento RES Piano formativo 2011 Di seguito si invia il dettaglio dell evento ECM RES RICOMINCIO DA ME : IL COUNSELLING IN AMBITO SANITARIO Programma: INTRODUZIONE

Dettagli

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Marina Latini Data di nascita 13/08/1954 Qualifica Amministrazione. Nome

CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI. Marina Latini Data di nascita 13/08/1954 Qualifica Amministrazione. Nome CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Marina Latini Data di nascita 13/08/1954 Qualifica Amministrazione Incarico attuale Numero telefonico dell ufficio Dirigente sanitario Psicologo A.S.L. RM C

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass AGATA KATARZYNA MACIAG Informazioni personali Nome Cognome Agata Katarzyna MACIAG di nascita 28/01/1972 Luogo di nascita Residenza e domicilio Cittadinanza Madrelingua Codice

Dettagli

I Docenti responsabili del Master, almeno tre, sono proposti dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia.

I Docenti responsabili del Master, almeno tre, sono proposti dalla Facoltà di Medicina e Chirurgia. Master di I Livello in Infermieristica in Sanità Pubblica Art. 1 Attivazione del Master L Università degli Studi de L Aquila attiva, su proposta della Facoltà di Medicina e Chirurgia, un Master di 1 livello

Dettagli

Mod. S4 Rev. 4 del 24/07/2014, Pagina 1 di 5 Programma di CORSO

Mod. S4 Rev. 4 del 24/07/2014, Pagina 1 di 5 Programma di CORSO Mod. S4 Rev. 4 del 24/07/2014, Pagina 1 di 5 Corso pilota per l implementazione del curriculum di Educatore di Salute di Comunità nell ambito del Progetto MEET Meeting the health literacy needs of immigrant

Dettagli

IL Progetto Benessere Cittadini Immigrati nel Distretto 3 della ASL di Viterbo

IL Progetto Benessere Cittadini Immigrati nel Distretto 3 della ASL di Viterbo IL Progetto Benessere Cittadini Immigrati nel Distretto 3 della ASL di Viterbo STRUTTURA ASL TITOLARE DEL PROGETTO Distretto 3 Dipartimento ISS e TMI RESPONSABILE DEL PROGETTO: Antonella Proietti Direttore

Dettagli

REGIONANDO 2000 REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA 1 I SERVIZI SANITARI DELLA A.S.L. CASERTA 1 PER GLI STRANIERI NON COMUNITARI.

REGIONANDO 2000 REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA 1 I SERVIZI SANITARI DELLA A.S.L. CASERTA 1 PER GLI STRANIERI NON COMUNITARI. REGIONANDO 2000 REGIONE CAMPANIA AZIENDA SANITARIA LOCALE CASERTA 1 I SERVIZI SANITARI DELLA A.S.L. CASERTA 1 PER GLI STRANIERI NON COMUNITARI. La L. 6 marzo 1998 n.40 ed il D.L. del 25 luglio 1998 n.

Dettagli

3 - Servizi sanitari

3 - Servizi sanitari 3 - Servizi sanitari B1 - Esistenza di un programma di sensibilizzazione e di educazione alla salute E proseguita anche nel 2000 l esperienza La scuola per una città sana e sostenibile, progetto integrato

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E

F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo VIA E. DE MARCHI, 1 20021 BOLLATE (MI) Telefono 02 33261280 cell. 349 5503579 Fax E-mail claudia.braghin@spaziogiovani.it

Dettagli

Pronto Intervento Lule Carta dei servizi

Pronto Intervento Lule Carta dei servizi Pronto Intervento Lule Carta dei servizi Cooperativa sociale LULE onlus Sede legale: Via Novara 35-20081 Abbiategrasso (MI) Sede operativa: Via Novara 35-20081 Abbiategrasso (MI) tel (02) 94965244 tel

Dettagli

CURRICULUM VITAE di Fulvia Pitto -----------------------------------------------------

CURRICULUM VITAE di Fulvia Pitto ----------------------------------------------------- CURRICULUM VITAE di Fulvia Pitto ----------------------------------------------------- Indirizzo - Domicilio : Via Sottile, 8/c 28100 Novara - Recapito mobile: 3387534443 - Recapito fisso: 0321625008 -

Dettagli

Target Persone straniere vittime di tratta e sfruttamento sessuale, lavativo, accattonaggio

Target Persone straniere vittime di tratta e sfruttamento sessuale, lavativo, accattonaggio Titolo DIVENTARE PROTAGONISTI DELLA PROPRIA STORIA Servizi di riferimento 1. Sportello Accoglienza vittime di tratta SEDE TORINO CORSO TRAPANI 91 B Il Servizio prevede l accoglienza delle persone in un

Dettagli

Area Politiche per la Promozione della Salute, delle Persone e delle Pari Opportunità. Servizi Sistema Integrato Servizi Sociali

Area Politiche per la Promozione della Salute, delle Persone e delle Pari Opportunità. Servizi Sistema Integrato Servizi Sociali R E G I O N E P U G L I A ALL. C Area Politiche per la Promozione della Salute, delle Persone e delle Pari Opportunità Servizi Sistema Integrato Servizi Sociali Via Caduti di Tutte le Guerre, 15-70123

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI Consultorio Familiare LA CASA di Erba CARTA DEI SERVIZI E lo strumento del quale il Consultorio si è dotato per rendere più facilmente visibili i servizi offerti a coloro che intendono

Dettagli

PROPOSTE FORMATIVE settembre dicembre 2015

PROPOSTE FORMATIVE settembre dicembre 2015 ASSOCIAZIONE FABIO SASSI - RICERCA E FORMAZIONE Fabio Sassi Ricerca e formazione (FSRF) è la sezione dedicata alla realizzazione di uno degli scopi statutari dell Associazione Fabio Sassi ONLUS: la diffusione

Dettagli

C E POSTO PER TE Favorire la prevenzione e la diagnosi precoce delle IST

C E POSTO PER TE Favorire la prevenzione e la diagnosi precoce delle IST PROGRAMMA DI AZIONE REGIONALE PROMOZIONE DELLA SALUTE 2005-2006 (DD 466-29.11.04) BANDO REGIONALE 2005-2006 PROGETTI DI PROMOZIONE DELLA SALUTE (DD 284-28.11.05 BURP 13 30.03.06) C E POSTO PER TE Favorire

Dettagli

25 novembre 2015 Auditorium Ospedale Santa Chiara Trento. Organizzato da Società Italiana di Medicina delle Migrazioni S.I.M.M.

25 novembre 2015 Auditorium Ospedale Santa Chiara Trento. Organizzato da Società Italiana di Medicina delle Migrazioni S.I.M.M. Il benessere psicologico dei rifugiati e l'importanza della mediazione culturale Esperienze esistenti e sfide per il futuro 25 novembre 2015 Auditorium Ospedale Santa Chiara Trento Organizzato da Società

Dettagli

Progetto. Educazione alla salute e psicologia scolastica

Progetto. Educazione alla salute e psicologia scolastica Progetto Educazione alla salute e psicologia scolastica Il progetto di psicologia scolastica denominato Lo sportello delle domande viene attuato nella nostra scuola da sei anni. L educazione è certamente

Dettagli

Scuola Primaria Statale Salvo D Acquisto I Circolo di Pioltello. PROGETTO SPAZIO, LINGUA, BAMBINO Laboratorio Interculturale di Italiano L2

Scuola Primaria Statale Salvo D Acquisto I Circolo di Pioltello. PROGETTO SPAZIO, LINGUA, BAMBINO Laboratorio Interculturale di Italiano L2 Scuola Primaria Statale Salvo D Acquisto I Circolo di Pioltello PROGETTO SPAZIO, LINGUA, BAMBINO Laboratorio Interculturale di Italiano L2 Premessa Il I circolo di Pioltello è composto da due plessi di

Dettagli

Azienda Ospedaliera Sant Antonio Abate di Gallarate DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE IN COLLABORAZIONE CON IL PRONTO SOCCORSO GENERALE

Azienda Ospedaliera Sant Antonio Abate di Gallarate DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE IN COLLABORAZIONE CON IL PRONTO SOCCORSO GENERALE Azienda Ospedaliera Sant Antonio Abate di Gallarate DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE IN COLLABORAZIONE CON IL PRONTO SOCCORSO GENERALE CORSO DI FORMAZIONE DEGLI OPERATORI SANITARI (MEDICI, NEUROPSICHIATRI,

Dettagli

Servizio di Mediazione Linguistico Culturale ed interculturale

Servizio di Mediazione Linguistico Culturale ed interculturale Cooperativa Sociale e di Solidarietà DIMORA D ABRAMO Servizio di Mediazione Linguistico Culturale ed interculturale Con la collaborazione di una equipe di esperti madrelingua appartenenti alle diverse

Dettagli

Accreditamento corso di specializzazione in counseling

Accreditamento corso di specializzazione in counseling Accreditamento corso di specializzazione in counseling Denominazione della struttura Shinui Centro di consulenza sulla relazione. Via Divisione Tridentina 5-24121 Bergamo. C.F. e P.IVA 02991620168. Rappresentante

Dettagli

MEDIATORE INTERCULTURALE

MEDIATORE INTERCULTURALE Allegato 1 REGIONE LAZIO MEDIATORE INTERCULTURALE Il Mediatore Inter svolge attività di mediazione tra cittadini immigrati e la società locale, promuovendo, sostenendo e accompagnando entrambe le parti:

Dettagli

ROSSI LORELLA Nata a Milano il 22 aprile 1968 lorella.ross@libero.it

ROSSI LORELLA Nata a Milano il 22 aprile 1968 lorella.ross@libero.it ROSSI LORELLA Nata a Milano il 22 aprile 1968 lorella.ross@libero.it TITOLI DI STUDIO: Diploma di scuola media superiore conseguito presso il Liceo Classico A.Manzoni di Milano nel luglio 1988; diploma

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA All. C al bando di ammissione pubblicato in data 18/10/2013 Art. 1 - Tipologia L Università degli Studi di Pavia attiva, per l a.a. 2013/2014, presso il Dipartimento di Medicina Interna e terapia Medica,

Dettagli

Sommario: La salute riproduttiva della popolazione migrante in Svizzera e in altri paesi d'immigrazione selezionati

Sommario: La salute riproduttiva della popolazione migrante in Svizzera e in altri paesi d'immigrazione selezionati Sommario: La salute riproduttiva della popolazione migrante in Svizzera e in altri paesi d'immigrazione selezionati Una sintesi della bibliografia 2006 2012 Su incarico del Programma nazionale Migrazione

Dettagli

ATTIVITà. visite e accertamenti diagnostici

ATTIVITà. visite e accertamenti diagnostici 1 PRESENTAZIONE Il Consultorio Familiare garantisce le cure primarie nell area della salute sessuale, riproduttiva e psico-relazionale per la donna e per la coppia, con equipe costituite da ostetriche,

Dettagli

SALUTE GLOBALE. UNO SGUARDO SUL MONDO SALUTE DELLE DONNE E DEI BAMBINI

SALUTE GLOBALE. UNO SGUARDO SUL MONDO SALUTE DELLE DONNE E DEI BAMBINI SALUTE GLOBALE. UNO SGUARDO SUL MONDO SALUTE DELLE DONNE E DEI BAMBINI Data 25 e 26 ottobre 2013 organizzato da Società Italiana di Medicina delle Migrazioni S.I.M.M. in collaborazione con GrIS Friuli

Dettagli

Scheda Corso Professione Orientatore in Intermediazione Culturale. 600 ore, 24 CFU - A.A. 2011/2012 (CO-032)

Scheda Corso Professione Orientatore in Intermediazione Culturale. 600 ore, 24 CFU - A.A. 2011/2012 (CO-032) Scheda Corso Professione Orientatore in Intermediazione Culturale 600 ore, 24 CFU - A.A. 2011/2012 (CO-032) PRESENTAZIONE RICONOSCIMENTI TITOLI DI AMMISSIONE La questione dei flussi migratori è antica

Dettagli

Curriculum Vitae Europass

Curriculum Vitae Europass Curriculum Vitae Europass Informazioni personali Cognome(i/)/Nome(i) Murru Chiara Indirizzo(i) Domiciliata Telefono(i) E-mail Cittadinanza kia.murru@tiscali.it Italiana Data di nascita 04/10/1989 Sesso

Dettagli

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE

PROGETTO INTERCULTURALE DI RETE CENTRO DI ALFABETIZZAZIONE IN ITALIANO L2 Istituto Comprensivo C. Angiolieri Siena Centro di Alfabetizzazione Italiano L2 C. Angiolieri Scuola Secondaria di II grado Scuola Secondaria di I grado Scuola

Dettagli

IL PROGETTO MIGRANT FRIENDLY HOSPITALS NELLA REGIONE VALLE D AOSTA

IL PROGETTO MIGRANT FRIENDLY HOSPITALS NELLA REGIONE VALLE D AOSTA IL PROGETTO MIGRANT FRIENDLY HOSPITALS NELLA REGIONE VALLE D AOSTA 3 Laboratorio formativo progettuale Reggio Emilia, 29-30 gennaio 2009 ANALISI DEL CONTESTO DATI STATISTICI Fonte: Dossier Caritas Migrantes

Dettagli

Percorso formativo per personale scolastico e attivisti delle associazioni

Percorso formativo per personale scolastico e attivisti delle associazioni Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo europeo per l integrazione di cittadini di paesi terzi Mosaico Mediterraneo. Un mare, tre continenti Progetto FEI - Annualità 2013 Azione 3 Integrazione scolastica

Dettagli

CARTA DEI: Servizi di Mediazione Culturale e Progetti di Educazione Interculturale

CARTA DEI: Servizi di Mediazione Culturale e Progetti di Educazione Interculturale CARTA DEI: Servizi di Mediazione Culturale e Progetti di Educazione Interculturale Progettazione Cooperativa Sociale ONLUS Vai G. B. Moroni, 6 24066 Pedrengo (Bg) tel. 035657351 Intercultura, interpretariato,

Dettagli

Relazione sintetica dei dati 2013 rispetto agli accessi delle persone straniere presso l Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi

Relazione sintetica dei dati 2013 rispetto agli accessi delle persone straniere presso l Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi Relazione sintetica dei dati 2013 rispetto agli accessi delle persone straniere presso l Azienda Ospedaliera della Provincia di Lodi Per facilitare la lettura della presentazione di dati in powerpoint

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA Allegato 4 PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA ALUNNI DI LINGUA NON ITALIANA IL protocollo d accoglienza è un documento deliberato dal Collegio Docenti che contiene principi, indicazioni riguardanti l iscrizione

Dettagli

Master Universitario di I livello in. Formazione di Infermieri Professionali specializzati in Neonatologia, Puericultura e Assistenza Materna

Master Universitario di I livello in. Formazione di Infermieri Professionali specializzati in Neonatologia, Puericultura e Assistenza Materna Master Universitario di I livello in Formazione di Infermieri Professionali specializzati in Neonatologia, Puericultura e Assistenza Materna Premessa Da alcuni anni, il Ministero dell Istruzione dell Università

Dettagli

Cooperativa Sociale Progetto Con-Tatto

Cooperativa Sociale Progetto Con-Tatto Cooperativa Sociale Progetto Con-Tatto La Cooperativa Sociale Progetto Con-Tatto è impegnata dal 2000 sul territorio della provincia di Pavia per promuovere e sostenere interventi educativi e culturali,

Dettagli

FORMAZIONE OPERATORI ASA/OSS AREA ANZIANI

FORMAZIONE OPERATORI ASA/OSS AREA ANZIANI FORMAZIONE OPERATORI ASA/OSS AREA ANZIANI LA CURA DI ANZIANI E/O DISABILI MODULI FORMATIVI PER OPERATORI Personale operatore dei Servizi Domiciliari (ASA OSS) che si occupa della cura di anziani e o persone

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI

INFORMAZIONI PERSONALI F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono Fax E-mail Nazionalità GULINO ANTONELLA 34, via Giovanni Meli 97017 Santa croce Camerina

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 3

ISTITUTO COMPRENSIVO N 3 ISTITUTO COMPRENSIVO N 3 Giovanni XXIII 73043 COPERTINO - Via Mogadiscio, 45 - Tel. 0832.947164 Fax 0832.934582 e-mail: leic865009@istruzione.it Allegato al Regolamento d Istituto PROTOCOLLO per l ACCOGLIENZA

Dettagli

LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE VERSA AREA AMMINISTRATIVA

LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE VERSA AREA AMMINISTRATIVA LINEE GUIDA PER L ACCOGLIENZA E INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI ISTITUTO COMPRENSIVO DELLA VALLE VERSA AREA AMMINISTRATIVA L ISCRIZIONE Le iscrizioni dei minori stranieri, indipendentemente dalla regolarità

Dettagli

Alta Formazione e aggiornamento di Mediatori Interculturali per la prevenzione e il contrasto alle Mutilazioni Genitali Femminili

Alta Formazione e aggiornamento di Mediatori Interculturali per la prevenzione e il contrasto alle Mutilazioni Genitali Femminili Istituto Nazionale per la Salute, i Migranti e la Povertà Roma, Italia National Institute for Health, Migrants and Poverty Rome, Italy INMP Presentazione Progetto Macro-area C Formazione Alta Formazione

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA. tra L UNIONE TERRE D ARGINE, I COMUNI DI CAMPOGALLIANO, CARPI, NOVI DI MODENA E SOLIERA

PROTOCOLLO D'INTESA. tra L UNIONE TERRE D ARGINE, I COMUNI DI CAMPOGALLIANO, CARPI, NOVI DI MODENA E SOLIERA PROTOCOLLO D'INTESA RELATIVO AL SERVIZIO DI MEDIAZIONE LINGUISTICO- CULTURALE NEGLI ISTITUTI COMPRENSIVI E DIREZIONI DIDATTICHE DELL UNIONE TERRE D ARGINE tra L UNIONE TERRE D ARGINE, I COMUNI DI CAMPOGALLIANO,

Dettagli

A.ME.LIN.C. Associazione Mediatori Linguistico Culturali di Milano e Provincia.

A.ME.LIN.C. Associazione Mediatori Linguistico Culturali di Milano e Provincia. A.ME.LIN.C. Associazione Mediatori Linguistico Culturali di Milano e Provincia. Rapporto per il Comune di Sesto San Giovanni Settore Educazione. Progetto: VOLTI E VIAGGI TRA LINGUE E CULTURE Rapporto finale

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI LERDA MARIA TERESA ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE. Nome

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI LERDA MARIA TERESA ESPERIENZA LAVORATIVA PER IL CURRICULUM VITAE. Nome ! F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome LERDA MARIA TERESA Indirizzo Via Macchieraldo, 12-13900, Biella Telefono +39 3332898990 Fax E-mail marlerda@alice.it Nazionalità italiana

Dettagli

La promozione della salute delle donne migranti: i prodotti multimediali del progetto regionale Mum Health

La promozione della salute delle donne migranti: i prodotti multimediali del progetto regionale Mum Health La promozione della salute delle donne migranti: i prodotti multimediali del progetto regionale Mum Health Nome e cognome di chi presenta il progetto e di altri eventuali: Elisabetta Confaloni, Fabrizia

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI A FAVORE DEGLI STRANIERI IMMIGRATI TRIENNIO 2011-2013

PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI A FAVORE DEGLI STRANIERI IMMIGRATI TRIENNIO 2011-2013 ALLEGATO 1 PROGRAMMA TRIENNALE DEGLI INTERVENTI A FAVORE DEGLI STRANIERI IMMIGRATI TRIENNIO 2011-2013 SOMMARIO 1 - CONTESTO DI RIFERIMENTO...2 DATI DEMOGRAFICI...2 2 - OBIETTIVI GENERALI...6 3 - I COMPITI

Dettagli

Richiesta accreditamento

Richiesta accreditamento Richiesta accreditamento Denominazione della struttura Mediana s.n.c. Viale Roma 28-28100 Novara (NO). C.F. e P.IVA 02049680032. Email: info@consorziomediana.it, tel. 388-7308520, sito web: www.consorziomediana.it

Dettagli

X CONGRESSO REGIONALE CARD PUGLIA

X CONGRESSO REGIONALE CARD PUGLIA X CONGRESSO REGIONALE CARD PUGLIA Le politiche immigratorie e il Distertto Socio Sanitario. La globalizzazione dell assistenza sanitaria : scenari ed interventi innovativi Rosa Guagliardo Asl Bari Polignano

Dettagli

Scheda Curriculum Vitae

Scheda Curriculum Vitae INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita DOLCINI ELISABETTA Via N. Tartaglia n. 23, 25100 Brescia Qualifica cell. 347/6498660 ufficio 030/7102771 Amministrazione 030/7102771 Incarico attuale Numero

Dettagli

L interruzione volontaria di gravidanza tra le donne immigrate

L interruzione volontaria di gravidanza tra le donne immigrate Roma 15 dicembre 2005 ISS L interruzione volontaria di gravidanza tra le donne immigrate Gli ospedali di Milano: la Clinica Universitaria Mangiagalli e i Centri di salute e ascolto per le donne immigrate

Dettagli

IL PROGETTO OSPEDALE INTERCULTURALE A.O. DELLA PROVINCIA DI LODI / DIREZIONE FORMAZIONE PROVINCIA DI LODI ASL DI LODI

IL PROGETTO OSPEDALE INTERCULTURALE A.O. DELLA PROVINCIA DI LODI / DIREZIONE FORMAZIONE PROVINCIA DI LODI ASL DI LODI SCHEDA PROGETTO Titolo IL PROGETTO OSPEDALE INTERCULTURALE Area Proponente Strutture coinvolte Settore d intervento SOCIO-SANITARIA Soggetto A.O. DELLA PROVINCIA DI LODI / DIREZIONE FORMAZIONE VIALE SAVOIA,1

Dettagli

Progetto MEDIAZIONE INTERCULTURALE AZIENDALE

Progetto MEDIAZIONE INTERCULTURALE AZIENDALE Regione Piemonte ASO S. Croce e Carle - Cuneo Progetto MEDIAZIONE INTERCULTURALE AZIENDALE Data emissione: 9.01.2015 Rev. n. 4 Verifica ed approvazione: dr G. Raineri, Responsabile Mediazione Interculturale

Dettagli

F ORMATO EUROPEO. INFORMAZIONI ISTITUZIONALI Nome Indirizzo Aziendale PEZZOLI MARIA CHIARA

F ORMATO EUROPEO. INFORMAZIONI ISTITUZIONALI Nome Indirizzo Aziendale PEZZOLI MARIA CHIARA F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI ISTITUZIONALI Nome Indirizzo Aziendale PEZZOLI MARIA CHIARA Telefono Studio +390303996617 2 DIVISIONE MALATTIE INFETTIVE A.O. SPEDALI CIVILI DI BRESCIA

Dettagli

Master MEDIATORE INTERCULTURALE. Edizione 2013/2014. INTEGRA onlus. Accreditato. Main partner

Master MEDIATORE INTERCULTURALE. Edizione 2013/2014. INTEGRA onlus. Accreditato. Main partner Accreditato Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca DM 5/7/2013 Regione Puglia Master MEDIATORE INTERCULTURALE Edizione 2013/2014 Main partner INTEGRA onlus Master MEDIATORE INTERCULTURALE

Dettagli

Descrizione delle conoscenze disponibili e altre ricerche in corso nell area d intervento interessata

Descrizione delle conoscenze disponibili e altre ricerche in corso nell area d intervento interessata SCHEDA PROGETTO Titolo SCINTILLE DI VITA: DALLA PREVENZIONE, ALLE CURE INTENSIVE, ALLA DONAZIONE E TRAPIANTO DI ORGANI. Area Proponente Strutture coinvolte SOCIO-SANITARIA Soggetto Recapito Dipartimento

Dettagli

L ambulatorio Senza Confini

L ambulatorio Senza Confini L ambulatorio Senza Confini novembre 1996 dicembre 2004 L ambulatorio medico dell Associazione L Associazione Senza Confini di Ancona è un associazione di volontariato che opera a favore dell uguaglianza

Dettagli

ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI NELLA PROVINCIA DI SIENA DICEMBRE 2010

ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI NELLA PROVINCIA DI SIENA DICEMBRE 2010 ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI NELLA PROVINCIA DI SIENA DICEMBRE 2010 INDICE Introduzione.3 1. Il settore sociale 3 2. Il settore dello spettacolo.5 3. Il settore della sicurezza..6 4.

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA Servizio Qualità della Didattica e Servizi agli Studenti All. B al bando di ammissione pubblicato in data 14/11/2014 ART. 1 - TIPOLOGIA L Università degli Studi di Pavia attiva per l a.a. 2014/2015, il Master Universitario di I livello in Infermiere di Famiglia

Dettagli

Linee guida per l organizzazione e il funzionamento delle Case di accoglienza e dei Centri Antiviolenza

Linee guida per l organizzazione e il funzionamento delle Case di accoglienza e dei Centri Antiviolenza Allegato alla Delib.G.R. n. 50/ 11 del 16.9.2008 Linee guida per l organizzazione e il funzionamento delle Case di accoglienza e dei Centri Antiviolenza La Regione, al fine di garantire adeguato sostegno

Dettagli

V Corso di formazione alla Mediazione familiare e Gestione dei Conflitti 2013-2014. V Corso di Formazione. Staff di Direzione del corso:

V Corso di formazione alla Mediazione familiare e Gestione dei Conflitti 2013-2014. V Corso di Formazione. Staff di Direzione del corso: Consorzio Mediana ACCREDITATO DA: Forum Europeo Mediatori familiari Associazione Italiana Mediatori Familiari In fase di accreditamento Ordine Assistenti sociali Piemonte Ordine Avvocati Novara V Corso

Dettagli

Mediazione e mediatori interculturali: indicazioni operative

Mediazione e mediatori interculturali: indicazioni operative Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro Organismo Nazionale di Coordinamento per le politiche di integrazione sociale degli stranieri Mediazione e mediatori interculturali: indicazioni operative

Dettagli

Dipartimenti di Giurisprudenza e di Sociologia e Ricerca Sociale. in collaborazione con. Guida al. MASTER di I^ livello. Novembre 2016-Maggio 2018

Dipartimenti di Giurisprudenza e di Sociologia e Ricerca Sociale. in collaborazione con. Guida al. MASTER di I^ livello. Novembre 2016-Maggio 2018 Dipartimenti di Giurisprudenza e di Sociologia e Ricerca Sociale in collaborazione con Guida al MASTER di I^ livello DIRITTO DEGLI STRANIERI E POLITICHE MIGRATORIE Novembre 2016-Maggio 2018 (edizione aggiornata

Dettagli

Le professioni sanitarie e sociali nell ASL di Bergamo. L Educatore Professionale. Mologni Dr.ssa Graziella Bergamo 14/04/2014

Le professioni sanitarie e sociali nell ASL di Bergamo. L Educatore Professionale. Mologni Dr.ssa Graziella Bergamo 14/04/2014 Le professioni sanitarie e sociali nell ASL di Bergamo L Educatore Professionale Mologni Dr.ssa Graziella Bergamo 14/04/2014 Cercasi Educatore Professionale (EP) hi é osa fa ome si forma Il profilo professionale

Dettagli

IL DISEGNO DI LEGGE REGIONALE DELLA TOSCANA PER L'IMMIGRAZIONE

IL DISEGNO DI LEGGE REGIONALE DELLA TOSCANA PER L'IMMIGRAZIONE 1 IL DISEGNO DI LEGGE REGIONALE DELLA TOSCANA PER L'IMMIGRAZIONE CAPO I - Disposizioni generali Articolo 1 Principi e finalità della legge Articolo 2 - Ambito soggettivo CAPO II La governance dell immigrazione

Dettagli

Corso Master: Migrazione e Migranti Problemi psicologici e clinici legati alla migrazione e alla globalizzazione

Corso Master: Migrazione e Migranti Problemi psicologici e clinici legati alla migrazione e alla globalizzazione STUDI COGNITIVI riconosciuta dal MIUR con decreto del 23/07/2001 e PSICOTERAPIA COGNITIVA E RICERCA riconosciuta dal MIUR con decreto del 26/07/2004 come Corso di Specializzazione in Psicoterapia ai sensi

Dettagli

Centro Clinico Crocetta CENTRO CLINICO DAS

Centro Clinico Crocetta CENTRO CLINICO DAS Centro Clinico Crocetta In collabo IN COLLABORAZIONE CON CENTRO CLINICO DAS PRESENTANO CORSO ANNUALE DI FORMAZIONE ESPERTO IN EDUCAZIONE SESSUALE CORSO BIENNALE DI FORMAZIONE CONSULENTE IN SESSUOLOGIA

Dettagli

L importanza della mediazione culturale nella scuola e nei servizi 30 Giugno 2015

L importanza della mediazione culturale nella scuola e nei servizi 30 Giugno 2015 L importanza della mediazione culturale nella scuola e nei servizi 30 Giugno 2015 CRINALI DONNE PER UN MONDO NUOVO COOPERATIVA SOCIALE A R.L. ONLUS info@coopcrinali.it - www.crinali.org Parliamo di mediazione

Dettagli

Il Protocollo per l accoglienza sanitaria dei minori adottati all estero

Il Protocollo per l accoglienza sanitaria dei minori adottati all estero Il Protocollo per l accoglienza sanitaria dei minori adottati all estero L esperienza della Regione Lazio dr.ssa Carla Scarfagna Dirigente sociologo A.O. San Camillo Forlanini Roma Componente del Comitato

Dettagli

CO067 - PROFESSIONE ORIENTATORE IN INTERMEDIAZIONE CULTURALE (I EDIZIONE)

CO067 - PROFESSIONE ORIENTATORE IN INTERMEDIAZIONE CULTURALE (I EDIZIONE) CORSO ORIENTATORI CO067 - PROFESSIONE ORIENTATORE IN INTERMEDIAZIONE CULTURALE (I EDIZIONE) 600 ore - 24 CFU Anno Accademico 2013/2014 CO067 www.unipegaso.it Titolo CO067 - PROFESSIONE ORIENTATORE IN INTERMEDIAZIONE

Dettagli

Integrazione Sistema di Accoglienza

Integrazione Sistema di Accoglienza I 6. Integrazione Sistema di Accoglienza Riqualificare il sistema locale di accoglienza rivolto a cittadini stranieri promovendo l effettiva integrazione tra servizi dedicati e servizi universalistici

Dettagli

Incontriamoci a scuola

Incontriamoci a scuola a.s. 2014-2015 I. C. via Ferraironi Roma PROGETTO DI PSICOLOGIA SCOLASTICA Incontriamoci a scuola progetto vincitore bando Regione Lazio Promozione di nuove frontiere per l integrazione sociale Premessa

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 3525 PROPOSTA DI LEGGE D INIZIATIVA DEI DEPUTATI MURER, AMICI, BOSSA, BRESSA, CENNI, DAMIANO, FARINA COSCIONI, GATTI, GNECCHI, POLLASTRINI,

Dettagli

INDICAZIONI PER LA VALUTAZIONE DEGLI STUDENTI STRANIERI

INDICAZIONI PER LA VALUTAZIONE DEGLI STUDENTI STRANIERI INDICAZIONI PER LA VALUTAZIONE DEGLI STUDENTI STRANIERI A completamento delle nuove linee guida della P.A.T. relative alla valutazione degli studenti stranieri, si forniscono alcune indicazioni in vista

Dettagli

Accreditamento corso di aggiornamento

Accreditamento corso di aggiornamento Accreditamento corso di aggiornamento Denominazione della struttura Accademia Palermitana di Psicologia Integrata (A.P.P.I.). Via Marchese Di Villabianca, 229-90143 Palermo. Tel. 091/342673, E-mail associazioneappi@gmail.com,

Dettagli

UFFICIO DI MEDIAZIONE INTERCULTURALE ED ACCOGLIENZA. Azione 27 Annualità 2010/2012 U.O. Gestione Piano di Zona. Carta dei Servizi

UFFICIO DI MEDIAZIONE INTERCULTURALE ED ACCOGLIENZA. Azione 27 Annualità 2010/2012 U.O. Gestione Piano di Zona. Carta dei Servizi UFFICIO DI MEDIAZIONE INTERCULTURALE ED ACCOGLIENZA Azione 27 Annualità 2010/2012 U.O. Gestione Piano di Zona Carta dei Servizi Progetto gestito da: Associazione Narramondi Associazione Apriti Cuore Associazione

Dettagli

Promozione della salute delle madri immigrate e dei loro bambini nella provincia di Novara.

Promozione della salute delle madri immigrate e dei loro bambini nella provincia di Novara. Convegno Regione Piemonte Le buone pratiche sanitarie e la gestione del territorio Relazione presentata a Torino il 29.9.2007 Promozione della salute delle madri immigrate e dei loro bambini nella provincia

Dettagli

4.2- L OFFERTA FORMATIVA CONSULTORIO FAMILIARE DISTRETTO ASL DI TRESCORE BALNEARIO

4.2- L OFFERTA FORMATIVA CONSULTORIO FAMILIARE DISTRETTO ASL DI TRESCORE BALNEARIO PIANO INTEGRATO DIRITTO ALLO STUDIO Anno Scolastico 2012 2013 4.2- L OFFERTA FORMATIVA CONSULTORIO FAMILIARE DISTRETTO ASL DI TRESCORE BALNEARIO SCUOLA SECONDARIA DI 1 GRADO SCUOLA SECONDARIA DI 2 GRADO

Dettagli

PERSICO ANNA MARIA INDIRIZZO PROFESSIONALE P.O. S.ANNA VIA VENTIMIGLIA, 3 10126 TORINO

PERSICO ANNA MARIA INDIRIZZO PROFESSIONALE P.O. S.ANNA VIA VENTIMIGLIA, 3 10126 TORINO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E Foto INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo PERSICO ANNA MARIA INDIRIZZO PROFESSIONALE P.O. S.ANNA VIA VENTIMIGLIA, 3 10126 TORINO Telefono

Dettagli

Progetto pilota ROMAINFORMA: Sportello Informativo per la tutela della salute e per la prevenzione delle epatiti B e C.

Progetto pilota ROMAINFORMA: Sportello Informativo per la tutela della salute e per la prevenzione delle epatiti B e C. Progetto pilota ROMAINFORMA: Sportello Informativo per la tutela della salute e per la prevenzione delle epatiti B e C. Data inizio: Novembre 2006 Durata: 2 anni Dove: Comune di Roma Soggetto proponente:

Dettagli