Hynek Kovařík: curriculum vitae

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Hynek Kovařík: curriculum vitae"

Transcript

1 Hynek Kovařík: curriculum vitae Informazioni generali Nome: Hynek Cognome: Kovařík Luogo di nascita: Valašské Meziříčí, Repubblica Ceca Data di nascita: 16 Giugno 1975 Ente di appartenenza: Università degli Studi di Brescia Recapito telefonico ufficio: Pagina web: hynek.kovarik Residente in: Via Gradisca 6, Cremona Recapito telefonico: Formazione Settembre 1993 Settembre 1998: iscritto al corso di laurea in Fisica presso l Università Univerzita Karlova v Praze ( Università di Carlo di Praga) : Laurea in Fisica summa cum laude presso l Università Univerzita Karlova v Praze, con la tesi Visco-elastic e ects in Caroli-Nozieres theory of dry friction between solid surfaces, relatore: Prof. B. Velicky. Ottobre 1998 Ottobre 2001: dottorando di ricerca presso l Università Univerzita Karlova v Praze, sotto la supervisione del Prof. Pavel Exner dell Accademia delle Scienze della Repubblica Ceca. Durante gli anni del dottorato, sono stato ricercatore a contratto presso l Accademia delle Scienze della Repubblica Ceca : in visita presso l Institut Fourier dell Université de Grenoble 1 di Grenoble, per una collaborazione scientifica con il Prof. A. Joye. 1

2 2 Titoli accademici : titolo di Dottore di Ricerca in Fisica Teorica presso l Università Univerzita Karlova v Praze, con la tesi Magnetic transport in two-dimensional electron systems. Relatore della tesi: Prof. P. Exner : conseguimento dell Habilitation in Mathematik (Abilitazione all insegnamento universitario e alla ricerca in Matematica) presso l Università di Stoccarda, con la tesi Spectral properties of Schrödinger operators. Posizioni Ottobre 2001 Marzo 2002: Post-doc presso l Ecole Polytechnique Fédérale di Losanna. Responsabile scientifico: Prof. Philippe Martin. Aprile 2002 Febbraio 2008: ricercatore a contratto e assistente per l insegnamento dei corsi di Analisi Matematica, presso l Institut für Analysis, Dynamik und Modellierung della Facoltà di Matematica dell Università di Stoccarda. Marzo Novembre 2008: borsista della DFG (Deutsche Forschungsgemeinschaft) presso il Dipartimento di Matematica Pura e Applicata G. Vitali dell Università di Modena e Reggio Emilia. 16 Novembre Dicembre 2011: ricercatore universitario di Analisi Matematica presso il Politecnico di Torino. 15 Dicembre 2011 data presente: ricercatore universitario di Analisi Matematica presso l Università degli Studi di Brescia. Comunicazioni a convegni e workshops (1) Convegno: Sfb288: Di erential Geometry and Quantum Physics, Berlin,Germania, Marzo Contributed talk: Transport properties of the local Iwatsuka model. (2) Convegno: ICMP 2000: XIII International Congress on Mathematical Physics, Londra, Gran Bretagna, Luglio Contributed talk: Transport properties of the local Iwatsuka model. (3) Convegno: Guided Quantum Particles, Praha,RepubblicaCeca,Giugno2002. Contributed talk: Magnetic transport in a parabolic channel. (4) Convegno: Mathematical Problems in Quantum Mechanics, Lisboa,Portogallo, Luglio Contributed talk: Resonances in crossed electromagnetic fields. (5) Convegno: QMath9: Mathematical Results in Quantum Mechanics, Giens, Francia, Settembre Contributed talk: Resonances in crossed electromagnetic fields.

3 (6) Workshop: Spectral Analysis of Partial Di erential Equations, Oberwolfach, Germania, Novembre-Dicembre Plenary talk: Magnetic Hardy inequality in a waveguide. (7) Workshop: Mathematical Methods in Quantum Mechanics, Bressanone, Italia, Febbraio Contributed talk: On a magnetic Hardy inequality in the waveguide. (8) Workshop: The Mathematics of Quantum Systems: Spectral Theory, Warwick, Gran Bretagna, Aprile Contributed talk: A Hardy inequality in twisted waveguides. (9) Convegno: OTAMP 2006: Operator Theory, Analysis and Mathematical Physics, Lund, Svezia, Giugno Contributed talk: Weakly coupled Schrödinger operators on regular metric trees. (10) Convegno: OTQP 2006: Operator Theory in Quantum Physics, Praha,Repubblica Ceca, Settembre Contributed talk: Eigenvalue estimates for Schrödinger operators on regular metric trees. (11) Convegno: Waves 2007, Reading,GranBretagna,Luglio2007. Contributed talk: Estimates for trapped modes in quantum waveguides and layers. (12) Workshop: Low lying eigenvalues of Laplace and Schrödinger operators, Oberwolfach, Febbraio Plenary talk: Berezin-Li-Yau inequalities with a correction term. (13) Workshop: Transport in nano-structure devices, Agosto Aalborg, Danimarca. Invited talk: Eigenvalue estimates for Schrödinger operators on regular metric trees. (14) Wokshop: Analysis on graphs and its applications, Isaac Newton Institute, Cambridge, Regno Unito, Luglio Invited talk: Eigenvalue estimates on metric trees. (15) Convegno: QMath 11, Università di Hradec Králové, Repubblica Ceca, Settembre Contributed talk: Large time behavior of the heat kernel of two-dimensional magnetic Schrödinger operators and applications. (16) Convegno: Journeés Mathematiques de Kairouan, Università di Kairouan, Tunisi, Novembre Invited talk: Heat kernel of two-dimensional magnetic Schrödinger operators. (17) Workshop: Selected topics in spectral theory, Erwin Schrödinger Institute, Vienna, Austria, Gennaio Invited talk: Eigenvalue estimates for twodimensional magnetic Schrödinger operators. (18) Workshop: Spectral Theory and Schrödinger Operators, Politecnico di Milano, Marzo Invited talk: Heat kernels of two-dimensional magnetic Schrödinger operators and Pauli operators. 3

4 4 (19) Convegno: XXII Convegno Nazionale di Calcolo delle Variazioni,LevicoTerme, Febbraio Contributed talk: Heat semi-groups of magnetic Schrödinger and Pauli operators. Seminari presso Università e Centri di ricerca (1) Magnetic transport along a one-dimensional perturbation in the plane, presso il Dipartimento di Matematica del KTH (Royal Institute of Technology) di Stoccolma, Svezia. Settembre (2) Magnetic transport in a straight parabolic channel, presso l Institut Fourier dell Université de Grenoble 1 di Grenoble, Francia. Marzo (3) Magnetic transport in a straight parabolic channel, presso il Dipartimento di Matematica del KTH (Royal Institute of Technology) distoccolma,svezia. Novembre (4) Resonances width in crossed electric and magnetic fields, Seminario dell Istituto Doppler, Università Tecnica Ceca di Praga, Repubblica Ceca. Marzo (5) On the discrete spectrum of the magnetic Schrödinger operator in a waveguide, Seminario dell Istituto Doppler, Università Tecnica Ceca di Praga, Repubblica Ceca. Aprile (6) Stability of Schrödinger operator in twisted tubes, Seminario dell Istituto Doppler, Università Tecnica Ceca di Praga, Repubblica Ceca. Marzo (7) Resonances in crossed electric and magnetic fields, presso il Dipartimento di Matematica dell Università di Modena e Reggio Emilia, Modena, Italia. Ottobre (8) Stark resonances in a magnetic field, presso l Institut Fourier dell Université de Grenoble 1 di Grenoble, Francia. Novembre (9) On the number of bound states of a Schrödinger operator on regular metric trees, Seminario dell Istituto Doppler, Università Tecnica Ceca di Praga, Repubblica Ceca. Aprile (10) Eigenvalue estimates for Schrödinger operators on regular metric tress, presso il Dipartimento di Matematica dell Università di Pavia, Pavia, Italia. Gennaio (11) Spectral estimates for two-dimensional Schrödinger operators, presso il Centro di Fisica Teorica del CNRS, Luminy, Marsiglia, Francia. Marzo (12) Eigenvalue estimates for Schrödinger operators on metric trees, presso l Institut für Analysis, Dynamik und Modellierung della Facoltà di Matematica dell Università di Stoccarda, Stoccarda, Germania. Ottobre 2007.

5 (13) Le disuguaglianze di Berezin e di Li-Yau e le loro generalizzazioni, presso il Dipartimento di Matematica dell Università di Modena e Reggio Emilia, Modena, Italia. Marzo (14) Le disuguaglianze di Berezin e di Li-Yau e le loro generalizzazioni, presso il Dipartimento di Matematica dell Università di Pavia, Pavia, Italia. Giugno (15) Berezin-Li-Yau inequalities, presso il Centro di Fisica Teorica del CNRS, Luminy, Marsiglia, Francia. Giugno (16) Propriétés spectrales des guides d ondes quantiques, presso l Université du Sud Toulon-Var, Tolone, Francia. Settembre (17) Autovalori del Laplaciano su domini limitati, presso il Dipartimento di Matematica del Politecnico di Torino, Torino, Italia. Dicembre (18) Proprietà spettrali delle guide d onda quantistiche, presso il Dipartimento di Fisica dell Università di Modena, Modena. Gennaio (19) Eigenvalue asymptotic of Robin Laplace operators on two-dimensional domains with cusps, presso l Institut für Analysis, Dynamik und Modellierung della Facoltà di Matematica dell Università di Stoccarda, Germania. Aprile (20) Heat kernel estimates for Laplace operators in twisted tubes, presso il Centre Bernoulli, Ecole Polytechnique Fédérale de Lausanne, Svizzera. Gennaio (21) Large time behavior of the heat kernel of two-dimensional magnetic Schrödinger operators, presso l Institut für Analysis, Dynamik und Modellierung della Facoltà di Matematica dell Università di Stoccarda, Germania. Aprile (22) Heat kernel of two-dimensional magnetic Schrödinger operators, presso il Dipartimento di Matematica, Université de Provence, Marsiglia, Francia. Giugno (23) Eigenvalue asymptotic of Robin Laplace operators on two-dimensional domains, presso il Dipartimento di Matematica del KTH (Royal Institute of Technology) distoccolma,svezia.settembre2010. (24) Two-dimensional magnetic Hamiltonians, presso il Dipartimento di Matematica del KTH (Royal Institute of Technology) distoccolma,svezia. Ottobre (25) Eigenvalue asymptotic of Robin Laplace operators on two-dimensional domains with cusps, presso Dipartimento di Matematica, Università di Milano Bicocca, Milano, Italia. Febbraio (26) Eigenvalue bounds for two-dimensional Schrödinger operators with magnetic field, Seminario dell Istituto Doppler, Università Tecnica Ceca di Praga, Repubblica Ceca. Aprile

6 6 (27) Heat kernel estimates of twisted tubes, presso l Institut für Analysis, Dynamik und Modellierung della Facoltà di Matematica dell Università di Stoccarda, Germania. Maggio (28) Heat semigroups of two-dimensional Schrödinger and Pauli operators, presso la Facoltà di Matematica, Pontificia Universidad Catolica de Chile, Santiago. Maggio (29) Heat kernel estimates of twisted tubes, presso il Dipartimento di Matematica del KTH (Royal Institute of Technology)diStoccolma,Svezia. Settembre2011. (30) Weakly perturbed p-laplacian, Dipartimento di Matematica, Università di Brescia. Febbraio, (31) Weakly coupling behavior of the perturbed p-laplacian, Dipartimento di Matematica, Technion, Israel Institute of Technology, Haifa, Israele. Maggio, (32) Heat semigroups of regular metric trees, Facoltà di Matematica e Informatica, Weizmann Institute of Science, Rehovot, Israele. Maggio, Borse di studio e contratti di ricerca Durantela miavisita pressol Institut Fourier di Grenoble (01/10/ /03/2001) ho usufruito di una borsa di studio nell ambito del programma Tempra della regione francese Rhône-Alpes. Nell A.A ho usufruito di un contratto di ricerca per un mese, in qualità di Enseignant invité à temps plein ( Professore invitato a tempo pieno ) presso l Université de Provence, Marsiglia (Francia). Nell A.A ho usufruito di un contratto di ricerca per un mese, in qualità di Enseignant invité à temps plein ( Professore invitato a tempo pieno ) presso l Université du Sud Toulon-Var, Tolone (Francia). Agosto 2007: vincitore di una borsa di studio DFG (Deutsche Forschungsgemeinschaft) di 18 mesi, per sviluppare un progetto di ricerca presso l Università di Modena, a partire dal Marzo Nel Maggio 2011 ho usufruito di un contratto di ricerca per un mese, in qualità di visiting professor presso la Pontificia Universidad Catolica de Chile, Santiago del Cile (Cile).

7 7 Attività didattica Presso l Università di Stoccarda ho tenuto le esercitazioni dei corsi: A. A : Analisi funzionale per gli studenti del corso di laurea in Matematica (II semestre) (tenuto in inglese). A. A : Analisi 1 per gli studenti del corso di laurea in Matematica (I semestre); Analisi 2 per gli studenti del corso di laurea in Matematica (II semestre) (tenuti in tedesco). A. A : Analisi 3 per gli studenti del corso di laurea in Matematica (I semestre); Analisi Superiore per gli studenti del corso di laurea in Matematica (II semestre) (tenuti in tedesco). A. A : Analisi funzionale per gli studenti del corso di laurea in Matematica (I semestre); Analisi Superiore per gli studenti del corso di laurea in Matematica (II semestre) (tenuti in tedesco). A. A : Matematica Superiore I per gli studenti del corso di laurea in Fisica e Ingegneria (I semestre); Matematica Superiore II per gli studenti del corso di laurea in Fisica e Ingegneria (II semestre) (tenuti in tedesco). A. A : Matematica Superiore III per gli studenti del corso di laurea in Fisica e Ingegneria (I semestre); Analisi Superiore per gli studenti del corso di laurea in Matematica (II semestre) (tenuti in tedesco). A. A : Matematica I per gli studenti del corso di laurea in Informatica (I semestre) (tenuto in tedesco). Presso l Università di Stoccarda sono stato titolare del corso: A. A : Problemi di meccanica quantistica dal punto di vista matematico per gli studenti del corso di laurea in Matematica dell Università di Stoccarda (II semestre) (tenuto in tedesco). Presso il Politecnico di Torino ho tenuto le esercitazioni dei corsi: A. A : Analisi II per gli studenti di vari corsi di laurea in Ingegneria (II semestre) (tenuto in italiano). A. A : Analisi II per gli studenti di vari corsi di laurea in Ingegneria (II semestre) (tenuto in italiano). A. A : Corso di recupero di Analisi I per gli studenti di vari corsi di laurea in Ingegneria (II semestre) (tenuto in italiano). A. A : Mathematical Analysis I per gli studenti stranieri di vari corsi di laurea in Ingegneria (I semestre) (tenuto in inglese). A. A : Mathematical Analysis I per gli studenti stranieri di vari corsi di laurea in Ingegneria (I semestre) (tenuto in inglese).

8 8 A. A : Mathematical Analysis II per gli studenti stranieri di vari corsi di laurea in Ingegneria (I semestre) (tenuto in inglese). Presso l Università degli Studi di Brescia ho tenuto le esercitazioni dei corsi: A. A : Analisi Matematica B per gli studenti del corso di laurea in Ingegneria gestionale (II semestre) (tenuto in italiano). Presso l Università degli Studi di Brescia sono attualmente titolare del corso: A. A : Analisi Matematica I per gli studenti del corso di laurea in Ingegneria dell ambiente e territorio, e civile (I semestre) (tenuto in italiano). Attività Scientifica Interessi scientifici: Nella mia ricerca mi occupo di alcuni problemi di teoria spettrale e di analisi funzionale provenienti dalla fisica quantistica, con particolare riferimento a (1) Analisi di problemi di trasporto magnetico in sistemi bidimensionali, sistemi instabili, quantum waveguides, egrafi quantistici. (2) Analisi spettrale di operatori di Schrödinger. (3) Studio degli autovalori di operatori di Laplace su domini limitati. (4) Disuguaglianze di Hardy. (5) Studio del comportamento di semigruppi e gruppi unitari generati dagli operatori di Schrödinger e di Laplace. Più precisamente: Trasporto magnetico in sistemi bidimensionali. Èbennotoche,insistemi bidimensionali, un campo magnetico costante porta alla localizzazione di una particella carica. In altri termini, il relativo operatore Hamiltoniano magnetico ha uno spettro puramente puntuale. D altro canto, un opportuna perturbazione del campo magnetico può portare ad una situazione in cui lo spettro diventa assolutamente continuo. Un e etto simile si può ottenere aggiungendo una catena periodica di interazioni punto-punto nel sistema. Questo fatto è stato dimostrato nei lavori [1] e [2] dell elenco che segue. Il problema della stabilità dello spettro assolutamente continuo così ottenuto è stato in seguito discusso nel lavoro [3]. Risultati connessi sono stati ottenuti recentemente in [28] con un approccio basato sul metodo dei commutatori positivi.

9 Esistenza di stati di risonanza in sistemi con un campo elettrico e magnetico costanti. Un operatore magnetico di Schrödinger bidimensionale, associato a un campo magnetico costante e a un potenziale di perturbazione localizzato, ha in genere infiniti autovalori in prossimità dei livelli di Landau. Si ritiene che in presenza di un ulteriore campo elettrico tali autovalori scompaiano e si trasformino in risonanze. Il comportamento di tali risonanze in dipendenza dall intensità del campo elettrico è stato analizzato nei lavori [4] e [5]. Simili problemi sono stati analizzati nel lavoro [22] con il cosiddetto metodo di complex scaling. Disuguaglianze di tipo Hardy per operatori magnetici di Schrödinger e operatori di Laplace. È ben noto che la disuguaglianza di Hardy per l operatore di Laplace non vale in dimensione uno e due. Tuttavia, aggiungendo un opportuno campo magnetico B si può ottenere un certo tipo di disuguaglianza di Hardy per la forma quadratica dell operatore magnetico di Schrödinger. L operatore magnetico di Schrödinger H A =( ir + A) 2 in L 2 ( ) (1) in un dominio R 2,doveA è i l p o t e n z i a l e v e t t o r i a l e r e l a t i v o a l c a m p o magnetico B (cioè rota = B), è associato alla forma quadratica Q A [u] =k( ir + A) uk 2 L 2 ( ), u 2 H1 0( ). (2) L e etto del campo magnetico sulle disuguaglianze di Hardy in domini del tipo =R (0,d) è stato studiato nei lavori [6] e [7]. Inparticolare,in[6] è s t a t o dimostrato che la disuguaglianza Q A [u] 2 d 2 kuk2 L 2 ( ) C A Z u(x) 2 1+x 2 1 dx, 8 u 2 H 1 0( ), (3) vale, sotto determinate condizioni sulla regolarità di A, conunacostantec A che dipende solo da A. Si noti che la disuguaglianza (3) è falsa per la forma quadratica Q 0 [u], cioè in assenza del campo magnetico. In questo contesto, si veda il lavoro [12], èanchepossibiledimostrarechelo stesso tipo di disuguaglianza di Hardy vale per l operatore di Laplace in un tubo tridimensionale del tipo = R! con sezione! R 2 : tale disuguaglianza può essere ottenuta anche solo con una perturbazione puramente geometrica del tubo, cioè il cosiddetto twisting. Piùprecisamente, selasezione! non è invariante per rotazioni e se T è u n c i l i n d r o o t t e n u t o d = a R! tramite il twisting (cioè una rotazione locale di attorno all asse longitudinale), allora 9

10 10 esiste una costante C tale che kruk 2 L 2 ( T ) E 1 kuk 2 u(x) L 2 ( T ) C Z T 2 dx, 8 u 2 H 1+x 0( 1 2 T ), (4) 1 dove E 1 =inf krfk 2 L 2 (!) : f 2 H1 0(!), kfk L 2 (!) =1. (5) Anche in questo caso si vede facilmente che la disuguaglianza (4) è falsa in assenza del twsiting, cioè quando T = =R!. Risultati connessi sono stati ottenuti anche nei lavori [8], [13]. Inoltre,nel lavoro [9] viene studiato l e etto del twisting sulle risonanze nelle waveguides: in particolare, come il twisting destabilizza gli autovalori dell operatore di Schrödinger immersi nello spettro continuo. Proprietà spettrali di operatori di Schrödinger su alberi metrici. Un albero metrico infinito consiste di un insieme di vertici e di un insieme di lati (i segmenti che connettono i vertici). Gli alberi metrici sono oggetti con dimensione mista : una dimensione locale, uguale a 1, e una dimensione globale, che è sostanzialmente data dalla velocità di crescita dell albero a infinito. Nel lavoro [11] è stato dimostrato che le proprietà spettrali dell operatore di Schrödinger A = + V (ove V è u n p o t e n z i a l e i n fi n i t e s i m o a l l i n fi n i t o e 0), definito su un albero metrico, dipendono sia dalla dimensione locale, sia dalla dimensione globale dell albero. Questo risultato è stato generalizzato in [18] per i potenziali con decrescenza lenta all infinito. Nel lavoro [21] il legame fra la dimensione globale di un albero e le suddette proprietà spettrali è stato analizzato più in dettaglio: in particolare, abbiamo esteso al caso degli alberi metrici le disuguaglianze di Cwikel-Lieb-Rosenblum e di Lieb-Thirring per operatori di Schrödinger. I risultati di [21] sono stati generalizzati in [27] usando opportune stime sul nucleo del calore dell operatore di Laplace sugli alberi metrici. Infine, nel lavoro [15] abbiamo ottenuto delle disuguaglianze di tipo Hardy per operatori di Schrödinger su alberi metrici. Disuguaglianze di Lieb-Thirring per operatori di Schrödinger bidimensionali. Le disuguaglianze di Lieb-Thirring bidimensionali garantiscono che per ogni >0esisteunaconstanteL tale che gli autovalori negativi n(, V ),n = 1, 2,..., dell operatore di Schrödinger di tipo A = + V soddisfano X n(, V ) apple L ZR 1+ V (x) 1+ dx, (6) 2 n

11 dove V indica la parte negativa del potenziale elettrico V. Ènotochenel caso di dimensione due queste disuguaglianze hanno proprietà peculiari: per esempio, si sa che L! +1 per! 0 e che (6) non è ottimale per & 0. Aquestoscopo,nellavoro[10] abbiamo introdotto e dimostrato una disuguaglianza di Lieb-Thirring modificata, dalla quale abbiamo dedotto una stima asintotica ottimale per gli autovalori degli operatori di Schrödinger bidimensionali sia per % +1, siaper & 0. In [14] abbiamo sviluppato applicazioni dei risultati ottenuti in [10] aoperatoridischrödingersuquantum layers. Nel recente lavoro [23] sono state studiate simili disuguaglianze spettrali di tipo Cwikel-Lieb-Rosenblum, che corrispondo al limite! 0in (6), per operatori di Schrödinger magnetici. In particolare è stato dimostrato che il carattere di queste stime dipende dalle proprietà del rispettivo campo magnetico. Analisi spettrale dell operatore di Laplace sui domini limitati. Le disuguaglianze di Berezin-Li-Yau forniscono una stima dal basso per le somme degli autovalori j( ) dell operatore di Laplace con condizioni di Dirichlet omogenee su un dominio limitato R d,tramiteilvolume del dominio in questione: 11 kx j=1 j( ) C d 2 d+2 d k d 8 k 1, con C d = 4 2 d d +2! 2/d d, (7) dove! d indica il volume della palla unitaria in R d.dalcomportamentoasintotico di P k j=1 j( ) per k!1si può dedurre che la costante C d in (7) è ottimale. Tuttavia, nel lavoro [16] abbiamo migliorato la disuguaglianza (7) nel caso bidimensionale aggiungendo al membro di destra un contributo positivo, di ordine o(k d+2 d )perk!1,chenondipendeda, madallageometriadella frontiera di. Disuguaglianze di Hardy per il Laplaciano di Robin. L operatore di Laplace con condizioni di tipo Robin è stato studiato in [25], dove abbiamo mostrato come la disuguaglianza di Hardy classica su domini convessi, nota per il Laplaciano con condizioni di Dirichlet omogenee: Z ru(x) 2 dx Z 1 u(x) (x) dx, (x) ), u 2 H1 0( ), (8)

12 12 può essere generalizzata al caso delle condizioni di Robin. In particolare, abbiamo dimostrato, per domini convessi, che per ogni 0 apple 2 L 1 ) vale Z Z Z ru 2 + u 2 1 u(x) 2 4 ( (x)+ 1 (p(x)) 2 1 ) dx 8 u 2 2 H1 ( ), dove p(x) piùvicinoax (esso è unico per quasi ogni x 2 ). Ricordiamo che il caso =0corrispondealLaplacianoconcondizioni di Neumann, mentre = +1 corrisponde al Laplaciano con condizioni di Dirichlet. Strettamente collegato al lavoro [25] è il recente lavoro [29] in cui sono state ottenute delle stime per il primo autovalore del Laplaciano con condizioni di Robin su domini convessi. Più precisamente, è stato provato come questo autovalore dipende dalle condizioni al bordo e dalle proprietà geometriche del dominio. Risultati connessi che riguardano gli operatori di Laplace con condizioni di Robin sono stati ottenuti nel lavoro [20]. Semigruppi e gruppi unitari degli operatori di Schrödinger magnetici. Il fatto che l operatore di Schrödinger magnetico bidimensionale H A,siveda (1), soddisfa una disuguaglianza di Hardy (a di erenza del caso non-magnetico) ha conseguenze che riguardano il comportamento asintotico (per tempi lunghi) del semigruppo e th A associato a questo operatore. Questo e etto è stato messo in evidenza in [24]. In particolare è stato dimostrato che, per campi magnetici radiali a supporto compatto, vale e th A (x, y) =O(t 1 min m2z m ) per t!1 (10) dove e th A (x, y) èilnucleointegraledelsemigruppoe th A e è i l fl u s s o d e l campo magnetico associato all operatore H A. D altra parte, in assenza del campo magnetico si sa che e th 0 (x, y) ' t 1 per t!1. Quindi i risultati di [24] evidenziano che la presenza del campo magnetico accelera la decrescenza del rispettivo semigruppo generato da H A. In questo contesto è interessante notare che il campo magnetico accelera anche la decrescenza del gruppo unitario e it(h A+V ) generato dall operatore H A + V,doveV è u n p o t e n z i a l e e l e t t r i c o. I n f a t t i, n e l r e c [30] e n t e l è a v o r o stato dimostrato, sotto certe condizioni su V,cheperuncampomagneticodi tipo delta di Dirac il gruppo unitario e it(h A+V ),consideratocomeoperatore tra opportuni sottospazi pesati di L 2 (R 2 ), soddisfa e it(h A+V ) P ac = O(t 1 min m2z m ) per t!1, (11) dove P ac indica il proiettore spettrale di H A + V relativo allo spettro assolutamente continuo.

13 Semigruppi del operatore di Laplace su domini cilindrici. Nel lavoro [26] abbiamo studiato l accelerazione della decrescenza del semigruppo generato dall operatore di Laplace (con condizioni di Dicrichlet) causata dal twisting di un cilindro tridimensionale; si veda l equazione (4) per la definizione del cilindro twistato T. In particolare, abbiamo dimostrato che per l elemento diagonale e t T (x, x) delnucleointegraledelsemigruppovale 13 e t T (x, x) e E 1 t t 3/2 per t!1, 8 x 2 T, (12) mentre nel cilindro diritto (ovvero senza twisting) = R! si ha e t (x, x) e E 1t t 1/2 per t! 1. L equazione (12) mette in evidenza l e etto del twisting sul comportamento asintotico delle soluzioni dell equazione del calore nei domini cilindrici. Altri e etti del twisting sulle proprietà spettrali dell operatore di Laplace con condizioni di Dirichlet sui domini cilindrici sono stati studiati nei lavori [17] e [28]. Pubblicazioni (1) P. Exner, A. Joye, H. Kovařík: Edge currents in the absence of edges. Phys. Lett. A 264 (1999) (2) P. Exner, H. Kovařík: Magnetic strip waveguides. J. Phys. A 33 (2000) (3) P. Exner, A. Joye, H. Kovařík: Magnetic transport in a straight parabolic channel. J. Phys. A 34 (2001) (4) Ch. Ferrari, H. Kovařík: Resonance Width in Crossed Electric and Magnetic Fields. J. Phys. A 37 (2004) (5) Ch. Ferrari and H. Kovařík: On the Exponential Decay of Magnetic Stark Resonances. Rep. Math. Phys. 56 no.2 (2005) (6) T. Ekholm and H. Kovařík: Stability of the magnetic Schrödinger operator in awaveguide.comm. Partial Di erential Equations 30 (2005) (7) D. Borisov, T. Ekholm and H. Kovařík: Spectrum of the magnetic Schrödinger operator in a waveguide with combined boundary conditions. Ann. Henri Poincaré 6 (2005) (8) P. Exner and H. Kovařík: Spectrum of the Schrödinger operator in a perturbed periodically twisted tube. Lett. Math. Phys. 73 (2005)

14 14 (9) H. Kovařík and A. Sacchetti: Resonances in twisted waveguides. J. Phys. A. Math. Theor. 40 (2007) (10) H. Kovařík, S. Vugalter and T. Weidl: Spectral estimates for two-dimensional Schrödinger operators with application to quantum layers. Comm. Math. Phys. 275 (2007) (11) H. Kovařík: Weakly coupled Schrödinger operators on regular metric trees. SIAM J. Math. Anal. 39 (2007) (12) T. Ekholm, H. Kovařík and D. Krejčirík: A Hardy inequality in twisted waveguides. Arch. Rational Mech. Anal. 188 (2008) (13) H. Kovařík and D. Krejčirík: A Hardy inequality in a twisted Dirichlet-Neumann waveguide. Math. Nachr. 281 (2008) (14) H. Kovařík and S. Vugalter: Estimates on trapped modes in deformed quantum layers. J. Math. Anal. Appl. 345 (2008) (15) T. Ekholm, R.L. Frank and H. Kovařík: Remarks about Hardy inequalities on metric trees. P. Exner, et al. (eds.) Proc. Sympos. Pure. Math. 77 (2008) (16) H. Kovařík, S. Vugalter and T. Weidl: Two-dimensional Berezin-Li-Yau inequalities with a correction term. Comm. Math. Phys. 287 (2009) (17) Ph. Briet, H. Kovařík, G. Raikov and E. Soccorsi: Eigenvalue asymptotics in a twisted waveguide. Comm. Partial Di erential Equations 34 (2009) (18) T. Ekholm, A. Enblom, H. Kovařík: Schrödinger Operators on Regular Metric Trees with Long Range Potentials: Weak Coupling Behavior. Journal of Di. Equations 248 (2010) (19) H. Kovařík and A. Sacchetti: A nonlinear Schrödinger equation with two symmetric point interactions in one dimension. J. Phys. A. Math. Theor. 43 (2010) (20) H. Kovařík: Eigenvalue asymptotic of Robin Laplace operators on two-dimensional domains with cusps. J. London Math. Soc. 83 (2011) (21) T. Ekholm, R.L. Frank and H. Kovařík: Eigenvalue estimates for Schrödinger operators on metric trees. Adv. in Math. 226 (2011) (22) V. Grecchi, H. Kovařík, A. Martinez, A. Sacchetti, V. Sordoni: Resonant states for a three-body problem under an external field. Asymptotic Analysis 75 (2011) (23) H. Kovařík: Eigenvalue bounds for two-dimensional magnetic Schrödinger operators. Journal of Spectral Theory 1 (2011) (24) H. Kovařík: Heat kernels of two-dimensional magnetic Schrödinger and Pauli operators. Calc. Var. Partial Di erential Equations. 44 (2012)

15 (25) H. Kovařík, A. Laptev: Hardy inequalities for Robin Laplacians. J. Funct. Anal. 262 (2012) (26) G. Grillo, H. Kovařík and Y. Pinchover: Sharp two-sided heat kernel estimates of twisted tubes and applications. Preprint Arxiv: Sottoposto per la pubblicazione. (27) R. Frank, H. Kovařík: Heat kernels of metric trees and applications. Preprint Arxiv: Sottoposto per la pubblicazione. (28) Ph. Briet, H. Kovařík, G. Raikov: Scattering in twisted waveguides. Preprint ArXiv: Sottoposto per la pubblicazione. (29) H. Kovařík: On the lowest eigenvalue of Laplace operators with mixed boundary conditions. Preprint ArXiv: Sottoposto per la pubblicazione. (30) G. Grillo, H. Kovařík: Weighted dispersive estimates for two-dimensional Schrödinger operators with Aharonov-Bohm magnetic field. Preprint Arxiv: Sottoposto per la pubblicazione. 15 Data 14/11/2012.

Andrea Dall Aglio - Curriculum vitae et studiorum - aggiornamento: July 20, 2008 1. Andrea DALL AGLIO. Curriculum vitae et studiorum

Andrea Dall Aglio - Curriculum vitae et studiorum - aggiornamento: July 20, 2008 1. Andrea DALL AGLIO. Curriculum vitae et studiorum Andrea Dall Aglio - Curriculum vitae et studiorum - aggiornamento: July 20, 2008 1 Andrea DALL AGLIO Curriculum vitae et studiorum Andrea Dall Aglio è nato a Livorno il 27 aprile 1963. E sposato, ha due

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI

Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI Curriculum Vitae di ENRICO NARDELLI (Versione Abbreviata) Ultimo Aggiornamento: 24 Febbraio 2011 1 Posizioni Enrico Nardelli si è laureato nel 1983 in Ingegneria Elettronica (110/110 con lode) presso l

Dettagli

2/4 OPERATORI NEGLI SPAZI DI HILBERT INFINITODIMENSIONALI 08/09 1 INTRODUZIONE

2/4 OPERATORI NEGLI SPAZI DI HILBERT INFINITODIMENSIONALI 08/09 1 INTRODUZIONE 2/4 OPERATORI NEGLI SPAZI DI HILBERT INFINITODIMENSIONALI 08/09 INTRODUZIONE Il problema agli autovalori di un operatore La trattazione del problema agli autovalori di un operatore fatta negli spazi finitodimensionali

Dettagli

Soluzioni classiche dell'equazione di Laplace e di Poisson

Soluzioni classiche dell'equazione di Laplace e di Poisson Soluzioni classiche dell'equazione di Laplace e di Poisson Antonio Paradies Dipartimento di Matematica e Applicazioni Renato Caccioppoli Università degli studi di Napoli Federico II Napoli, 25 Febbraio

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Può la descrizione quantomeccanica della realtà fisica considerarsi completa?

Può la descrizione quantomeccanica della realtà fisica considerarsi completa? Può la descrizione quantomeccanica della realtà fisica considerarsi completa? A. Einstein, B. Podolsky, N. Rosen 25/03/1935 Abstract In una teoria completa c è un elemento corrispondente ad ogni elemento

Dettagli

«Questo matrimonio s ha da fare»

«Questo matrimonio s ha da fare» «Questo matrimonio s ha da fare» Italiano e matematica nella scuola del terzo millennio Convegno 25 giugno 2015 Teatro di Locarno e Dipartimento formazione e apprendimento Contro i luoghi comuni Simone

Dettagli

Acustica con una Bic e uno smartphone

Acustica con una Bic e uno smartphone 1 Acustica con una Bic e uno smartphone L. Galante #, 1, A. M. Lombardi*, 2 # LSS G. Bruno, Torino, Italy. * ITCS Primo Levi, Bollate (MI), Italy. Abstract. A smartphone, with its integrated sensors and

Dettagli

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015)

CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) CALENDARIO ATTIVITA DI ORIENTAMENTO IN USCITA A.S. 2014/2015 (prima versione, aggiornato al 28.01.2015) Si ricorda che le attività di orientamento predisposte per l'anno scolastico 2014/2015 sono state

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER

SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER SVILUPPO IN SERIE DI FOURIER Cenni Storici (Wikipedia) Jean Baptiste Joseph Fourier ( nato a Auxerre il 21 marzo 1768 e morto a Parigi il 16 maggio 1830 ) è stato un matematico e fisico, ma è conosciuto

Dettagli

Curriculum vit del docente

Curriculum vit del docente Curriculum vit del docente Nome: Davide Gabrielli. Nazionalit`a: Italiana. Data di nascita: 31 Ottobre 1967. Stato civile: Sposato, due figli. Lingue conosciute: Portoghese, Inglese, Tedesco (scolastico),

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

Derivazione elementare dell espressione della quantità di moto e dell energia in relativività ristretta

Derivazione elementare dell espressione della quantità di moto e dell energia in relativività ristretta Derivazione elementare dell espressione della quantità di moto e dell energia in relativività ristretta L. P. 22 Aprile 2015 Sommario L espressione della quantità di moto e dell energia in relatività ristretta

Dettagli

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE

L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE L ADOZIONE DEI LIBRI DI TESTO NELLE SCUOLE EUROPEE I rapporti di Eurydice PREMESSA Questo breve rapporto sull adozione dei libri di testo è nato in seguito a una specifica richiesta all unità italiana

Dettagli

4 Quarta lezione: Spazi di Banach e funzionali lineari. Spazio duale

4 Quarta lezione: Spazi di Banach e funzionali lineari. Spazio duale 4 Quarta lezione: Spazi di Banach e funzionali lineari. Spazio duale Spazi Metrici Ricordiamo che uno spazio metrico è una coppia (X, d) dove X è un insieme e d : X X [0, + [ è una funzione, detta metrica,

Dettagli

Esposizioni in condizioni complesse. Gian Marco Contessa grazie a Rosaria Falsaperla gianmarco.contessa@ispesl.it

Esposizioni in condizioni complesse. Gian Marco Contessa grazie a Rosaria Falsaperla gianmarco.contessa@ispesl.it Esposizioni in condizioni complesse Gian Marco Contessa grazie a Rosaria Falsaperla gianmarco.contessa@ispesl.it Valutazione dell esposizione a CEM La valutazione pratica dell esposizione ai campi elettrici

Dettagli

Percorsi per l ottenimento del livello 1 e 2 FSEA

Percorsi per l ottenimento del livello 1 e 2 FSEA certificati in studi avanzati (cas) per formatori di adulti Percorsi per l ottenimento del livello 1 e 2 FSEA IUFFP Formazione continua INTRODUZIONE L Istituto Universitario Federale per la Formazione

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

I modelli atomici da Dalton a Bohr

I modelli atomici da Dalton a Bohr 1 Espansione 2.1 I modelli atomici da Dalton a Bohr Modello atomico di Dalton: l atomo è una particella indivisibile. Modello atomico di Dalton Nel 1808 John Dalton (Eaglesfield, 1766 Manchester, 1844)

Dettagli

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO )

UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO ) UNIVERSITÀ CATTOLICA DEL SACRO CUORE FACOLTÀ DI ECONOMIA ESTRATTO DA REGOLAMENTO SUI REQUISITI E SULLA PROCEDURA DI RECLUTAMENTO DI RICERCATORI E DOCENTI (IL REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO ) 1 Requisiti

Dettagli

Energia e Lavoro. In pratica, si determina la dipendenza dallo spazio invece che dal tempo

Energia e Lavoro. In pratica, si determina la dipendenza dallo spazio invece che dal tempo Energia e Lavoro Finora abbiamo descritto il moto dei corpi (puntiformi) usando le leggi di Newton, tramite le forze; abbiamo scritto l equazione del moto, determinato spostamento e velocità in funzione

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

PROGRAMMA VINCI Bando 2015

PROGRAMMA VINCI Bando 2015 PROGRAMMA VINCI Bando 2015 L Università Italo Francese / Université Franco Italienne (UIF/UFI) emette il quindicesimo bando Vinci, volto a sostenere le seguenti iniziative: I. Corsi universitari binazionali

Dettagli

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative

Curriculum Vitae. Titoli di Studio e Professionali ed Esperienze Lavorative Curriculum Vitae Nome Da Campo Gianluigi Data di nascita 07.12.1958 Qualifica Dirigente di 1 livello Amministrazione Azienda 12 Veneziana Incarico attuale Responsabile di struttura semplice in chirurgia

Dettagli

VARIABILI ALEATORIE CONTINUE

VARIABILI ALEATORIE CONTINUE VARIABILI ALEATORIE CONTINUE Se X è una variabile aleatoria continua, la probabilità che X assuma un certo valore x fissato è in generale zero, quindi non ha senso definire una distribuzione di probabilità

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale

DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo Aziendale) Numero telefonico dell ufficio 07346252922 Fax dell Ufficio 07346252811 E-mail istituzionale INFORMAZIONI PERSONALI Cognome Nome INTORBIDA STEFANO Data di Nascita 15/01/1962 Qualifica Dirigente Ingegnere Amministrazione ASUR - AREA VASTA N. 4 Incarico attuale DIRETTORE UOC SIA (Sistema Informativo

Dettagli

Prof. Caterina Rizzi Dipartimento di Ingegneria Industriale

Prof. Caterina Rizzi Dipartimento di Ingegneria Industriale RUOLO DELLA MODELLAZIONE GEOMETRICA E LIVELLI DI MODELLAZIONE PARTE 2 Prof. Caterina Rizzi... IN QUESTA LEZIONE Modelli 2D/3D Modelli 3D/3D Dimensione delle primitive di modellazione Dimensione dell oggettoy

Dettagli

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie

La Svizzera nel raffronto europeo. La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie La Svizzera nel raffronto europeo La situazione socioeconomica degli studenti delle scuole universitarie Neuchâtel, 2007 Il sistema universitario svizzero La Svizzera dispone di un sistema universitario

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

FONDAMENTI DI MECCANICA QUANTISTICA

FONDAMENTI DI MECCANICA QUANTISTICA FONDAMENTI DI MECCANICA QUANTISTICA Appunti raccolti nel Dipartimento di Fisica dell Università La Sapienza di Roma a cura di Stefano Patrì. Indirizzo e-mail dell autore: seriegeo@yahoo.it 5 ottobre 008

Dettagli

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale

Management delle Strutture di Prossimità e delle Forme Associative nell Assistenza Territoriale - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - - AREA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE, SANITÀ E NON

Dettagli

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA

Istituto Istruzione Superiore Liceo Scientifico Ghilarza Anno Scolastico 2013/2014 PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA PROGRAMMA DI MATEMATICA E FISICA Classe VA scientifico MATEMATICA MODULO 1 ESPONENZIALI E LOGARITMI 1. Potenze con esponente reale; 2. La funzione esponenziale: proprietà e grafico; 3. Definizione di logaritmo;

Dettagli

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3

Dipendente pubblico tempo indeterminato - Settore Sanità - Tecnico Sanitario di Radiologia Medica Cat. D - R 3 Curriculum Vitae Informazioni personali Cognome Nome DI LECCE GIOVANNI Indirizzo Via Lancisi, 137 61121 PESARO (PU) - ITALIA - Telefono Casa: 0721201445 cell. 3396173661 E-mail giangidile@libero.it Cittadinanza

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Corso di Laurea a Distanza in Ingegneria Elettrica Corso di Comunicazioni Elettriche Processi casuali A.A. 2007-08. Alberto Perotti, Roberto Garello

Corso di Laurea a Distanza in Ingegneria Elettrica Corso di Comunicazioni Elettriche Processi casuali A.A. 2007-08. Alberto Perotti, Roberto Garello Corso di Laurea a Distanza in Ingegneria Elettrica Corso di Comunicazioni Elettriche Processi casuali A.A. 2007-08 Alberto Perotti, Roberto Garello DELEN-DAUIN Processi casuali Sono modelli probabilistici

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015

Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Istituto Superiore Vincenzo Cardarelli Istituto Tecnico per Geometri Liceo Artistico A.S. 2014 2015 Piano di lavoro annuale Materia : Fisica Classi Quinte Blocchi tematici Competenze Traguardi formativi

Dettagli

MODELLISTICA DINAMICA DI SISTEMI FISICI

MODELLISTICA DINAMICA DI SISTEMI FISICI CONTROLLI AUTOMATICI Ingegneria Gestionale http://www.automazione.ingre.unimore.it/pages/corsi/controlliautomaticigestionale.htm MODELLISTICA DINAMICA DI SISTEMI FISICI Ing. Federica Grossi Tel. 059 2056333

Dettagli

Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento

Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento Knowlab Un Sistema Computerizzato per la Valutazione Adattiva della Conoscenza e dell'apprendimento Debora de Chiusole PhD Candidate deboratn@libero.it Università degli Studi di Padova Dipartimento FISPPA

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

0.414.994.541. Accordo

0.414.994.541. Accordo Testo originale 0.414.994.541 Accordo tra il Consiglio Federale Svizzero ed il Governo della Repubblica Italiana sul reciproco riconoscimento delle equivalenze nel settore universitario Concluso il 7 dicembre

Dettagli

17/04/2015 IL RETTORE

17/04/2015 IL RETTORE Protocollo 7882 VII/1 Data 26/03/2015 Rep. D.R n. 377-2015 Area Didattica Servizi agli Studenti e Alta Formazione Responsabile Dott. Antonio Formato Settore Alta Formazione Responsabile Dott. Tommaso Vasco

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Laura Bacci, PMP Via Tezze, 36 46100 MANTOVA Telefono (+39) 348 6947997 Fax (+39) 0376 1810801

Dettagli

TEORIA PERTURBATIVA DIPENDENTE DAL TEMPO

TEORIA PERTURBATIVA DIPENDENTE DAL TEMPO Capitolo 14 EORIA PERURBAIVA DIPENDENE DAL EMPO Nel Cap.11 abbiamo trattato metodi di risoluzione dell equazione di Schrödinger in presenza di perturbazioni indipendenti dal tempo; in questo capitolo trattiamo

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO Anno Accademico 2014 2015 X Edizione MARKETING E ORGANIZZAZIONE DEGLI EVENTI In collaborazione con Federazione Relazioni Pubbliche Italiana DIRETTORE: Prof. Gennaro Iasevoli

Dettagli

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO

STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO STUDIO DELLA DIFFUSIONE DI INTERNET IN ITALIA ATTRAVERSO L USO DEI NOMI A DOMINIO di Maurizio Martinelli Responsabile dell Unità sistemi del Registro del cctld.it e Michela Serrecchia assegnista di ricerca

Dettagli

Teoria quantistica della conduzione nei solidi e modello a bande

Teoria quantistica della conduzione nei solidi e modello a bande Teoria quantistica della conduzione nei solidi e modello a bande Obiettivi - Descrivere il comportamento quantistico di un elettrone in un cristallo unidimensionale - Spiegare l origine delle bande di

Dettagli

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE

29, 19 30 2010, 240 24 2014, 478) INDICE Regolamento per l attribuzione a professori e ricercatori dell incentivo di cui all art. 29, comma 19 della legge 30 dicembre 2010, n. 240 (emanato con decreto rettorale 24 ottobre 2014, n. 478) INDICE

Dettagli

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità

CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA. Malattia maternità decesso (assegno) invalidità COMMISSIONE AMMINISTRATIVA PER LA SICUREZZA SOCIALE DEI LAVORATORI MIGRANTI E 104 CH (1) CERTIFICATO RIGUARDANTE L AGGREGAZIONE DEI PERIODI DI ASSICURAZIONE, OCCUPAZIONE O RESIDENZA Malattia maternità

Dettagli

Il motore a corrente continua, chiamato così perché per. funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente

Il motore a corrente continua, chiamato così perché per. funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente 1.1 Il motore a corrente continua Il motore a corrente continua, chiamato così perché per funzionare deve essere alimentato con tensione e corrente costante, è costituito, come gli altri motori da due

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA. (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI MODENA E REGGIO EMILIA DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA Modena, il _ 11.01.2012 Prot. N 9 Pos. N /_ (Avviso al pubblico) IL DIRETTORE DEL DIPARTIMENTO DI BIOLOGIA VISTO il DPR 22 dicembre

Dettagli

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE

Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE ITALIA Problematiche chiave Le competenze linguistiche e matematiche degli adulti italiani sono tra le più basse nei paesi OCSE La performance degli italiani varia secondo le caratteristiche socio-demografiche

Dettagli

Fondamenti di Automatica

Fondamenti di Automatica Fondamenti di Automatica Risposte canoniche e sistemi elementari Dott. Ing. Marcello Bonfè Dipartimento di Ingegneria - Università di Ferrara Tel. +39 0532 974839 E-mail: marcello.bonfe@unife.it pag. 1

Dettagli

Note integrative ed Esercizi consigliati

Note integrative ed Esercizi consigliati - a.a. 2006-07 Corso di Laurea Specialistica in Ingegneria Civile (CIS) Note integrative ed consigliati Laura Poggiolini e Gianna Stefani Indice 0 1 Convergenza uniforme 1 2 Convergenza totale 5 1 Numeri

Dettagli

γ (t), e lim γ (t) cioè esistono la tangente destra e sinistra negli estremi t j e t j+1.

γ (t), e lim γ (t) cioè esistono la tangente destra e sinistra negli estremi t j e t j+1. Capitolo 6 Integrali curvilinei In questo capitolo definiamo i concetti di integrali di campi scalari o vettoriali lungo curve. Abbiamo bisogno di precisare le curve e gli insiemi che verranno presi in

Dettagli

Prof. Ing. Alberto Pistocchi, Ing Davide Broccoli. Ing Stefano Bagli, PhD. Ing Paolo Mazzoli. Torino, 9-10 Ottobre 2013. Italian DHI Conference 2013

Prof. Ing. Alberto Pistocchi, Ing Davide Broccoli. Ing Stefano Bagli, PhD. Ing Paolo Mazzoli. Torino, 9-10 Ottobre 2013. Italian DHI Conference 2013 Implementazione di un modello dinamico 3D densità a dipendente all'interno di un sistema Web-GIS per la gestione e il monitoraggio della qualità delle acque di falda per un comparto di discariche Prof.

Dettagli

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI

INFO. BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI INFO BORSA DI STUDIO E SERVIZIO ABITATIVO ANNO ACCADEMICO 2013/14 Step By Step ANNI SUCCESSIVI Le informazioni contenute in questo documento non vanno in alcun modo a sostituire i contenuti dei bandi e

Dettagli

DAI NUMERI COMPLESSI ALLA REALTA FISICA. (in particolare gli ottonioni)

DAI NUMERI COMPLESSI ALLA REALTA FISICA. (in particolare gli ottonioni) DAI NUMERI COMPLESSI ALLA REALTA FISICA (in particolare gli ottonioni) Gruppo B. Riemann Michele Nardelli, Francesco Di Noto *Gruppo amatoriale per la ricerca matematica sui numeri primi, sulle loro congetture

Dettagli

Le ragazze e le carriere scientifiche

Le ragazze e le carriere scientifiche Le ragazze e le carriere scientifiche La cittadinanza subalterna delle donne nelle carriere scientifiche Perché le donne sono tanto poco rappresentate ai vertici delle carriere scientifiche, sia nel settore

Dettagli

Funzioni di più variabili. Ottimizzazione libera e vincolata

Funzioni di più variabili. Ottimizzazione libera e vincolata libera e vincolata Generalità. Limiti e continuità per funzioni di 2 o Piano tangente. Derivate successive Formula di Taylor libera vincolata Lo ordinario è in corrispondenza biunivoca con i vettori di

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

Funzione reale di variabile reale

Funzione reale di variabile reale Funzione reale di variabile reale Siano A e B due sottoinsiemi non vuoti di. Si chiama funzione reale di variabile reale, di A in B, una qualsiasi legge che faccia corrispondere, a ogni elemento A x A

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

esame di stato 2013 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento

esame di stato 2013 seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento Archimede esame di stato seconda prova scritta per il liceo scientifico di ordinamento ARTICOLO Il candidato risolva uno dei due problemi e risponda a 5 quesiti del questionario. PROBLEMA La funzione f

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014)

PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) PROGRAMMA DI FISICA ( CLASSE I SEZ. E) ( anno scol. 2013/2014) Le grandezze fisiche. Metodo sperimentale di Galilei. Concetto di grandezza fisica e della sua misura. Il Sistema internazionale di Unità

Dettagli

POLITECNICO di BARI - A.A. 2012/2013 Corso di Laurea in INGEGNERIA Informatica e dell Automazione

POLITECNICO di BARI - A.A. 2012/2013 Corso di Laurea in INGEGNERIA Informatica e dell Automazione POLITECNICO di BARI - A.A. 0/03 Corso di Laurea in INGEGNERIA Informatica e dell Automazione Problema Sia f :[0, +[! R una funzione continua. La funzione composta g() =f(kk) è c o n t i n u a? Problema

Dettagli

TECNICHE DI SIMULAZIONE

TECNICHE DI SIMULAZIONE TECNICHE DI SIMULAZIONE MODELLI STATISTICI NELLA SIMULAZIONE Francesca Mazzia Dipartimento di Matematica Università di Bari a.a. 2004/2005 TECNICHE DI SIMULAZIONE p. 1 Modelli statistici nella simulazione

Dettagli

English as a Second Language

English as a Second Language 1. sviluppo della capacità di usare l inglese per comunicare 2. fornire le competenze di base richieste per gli studi successivi 3. sviluppo della consapevolezza della natura del linguaggio e dei mezzi

Dettagli

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto

Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Metodi e strategie per la redazione di una tesi di dottorato in diritto comparto Elena Sorda Con le note del Prof. G. Rolla Premessa Questo breve scritto nasce dall idea, espressa dal Prof. Rolla, di individuare

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

Art. 1. (Indizione concorso)

Art. 1. (Indizione concorso) Allegato 1 al Provvedimento del Direttore dell Istituto TeCIP n. 66 del 10/02/2015 Concorso per l attribuzione di due Borse di studio per attività di ricerca della durata di 12 mesi ciascuna presso l Istituto

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G.

Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale G. CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM FRANCO FRATTOLILLO Informazioni generali: Ha conseguito il Diploma di maturità scientifica presso il Liceo Scientifico Statale "G. Rummo" di Benevento, con votazione 60/60.

Dettagli

Compito di SISTEMI E MODELLI. 19 Febbraio 2015

Compito di SISTEMI E MODELLI. 19 Febbraio 2015 Compito di SISTEMI E MODELLI 9 Febbraio 5 Non é ammessa la consultazione di libri o quaderni. Le risposte vanno giustificate. Saranno rilevanti per la valutazione anche l ordine e la chiarezza di esposizione.

Dettagli

Universitá di Firenze. Che cosa é realmente successo ai colloqui di pace di Parigi fra Henry Kissinger e Le Duc Tho

Universitá di Firenze. Che cosa é realmente successo ai colloqui di pace di Parigi fra Henry Kissinger e Le Duc Tho Universitá di Firenze FACOLTÁ DI SCIENZE MATEMATICHE, FISICHE E NATURALI Corso di Laurea in Matematica Che cosa é realmente successo ai colloqui di pace di Parigi fra Henry Kissinger e Le Duc Tho What

Dettagli

Equilibrio Termico tra Due Corpi

Equilibrio Termico tra Due Corpi Equilibrio Termico tra Due Corpi www.lepla.eu OBIETTIVO L attività ha l obiettivo di fare acquisire allo sperimentatore la consapevolezza che: 1 il raggiungimento dell'equilibrio termico non è istantaneo

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione.

Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione. Lo strumento per la pianificazione di energia che mostra sia le implicazioni finanziarie che i risultati della decarburazione. Da dove viene remac... remac è un'iniziativa a seguito del progetto EUCO2

Dettagli

Matrice rappresent. Base ker e img. Rappresentazione cartesiana ker(f) + im(f).

Matrice rappresent. Base ker e img. Rappresentazione cartesiana ker(f) + im(f). Due Matrici A,B. Ker f = ker g. 1- Ridurre a scala A e B e faccio il sistema. 2 Se Vengono gli stessi valori allora, i ker sono uguali. Cauchy 1 autovalore, 1- Metto a matrice x1(0),x2(0),x3(0) e la chiamo

Dettagli

Prefazione alla II edizione

Prefazione alla II edizione Prefazione alla II edizione La seconda edizione di questo testo mantiene tutte le caratteristiche della prima edizione, progettata in modo specifico per i corsi semestrali della Laurea Magistrale in Fisica:

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

EQUAZIONI non LINEARI

EQUAZIONI non LINEARI EQUAZIONI non LINEARI Francesca Pelosi Dipartimento di Matematica, Università di Roma Tor Vergata CALCOLO NUMERICO e PROGRAMMAZIONE http://www.mat.uniroma2.it/ pelosi/ EQUAZIONI non LINEARI p.1/44 EQUAZIONI

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria

UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria di UNIVERSITA per Stranieri Dante Alighieri Reggio di Calabria Master di I livello in Manager delle imprese sociali e delle organizzazioni non lucrative di utilità sociale Indirizzi: - Manager delle Imprese

Dettagli

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari

INFORMAZIONI PERSONALI ESPERIENZA LAVORATIVA. 2013 a tutt oggi ASL Cagliari O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Alessandra Aste Indirizzo VIA IS MIRRIONIS 92, 09121 CAGLIARI Telefono 070 6095934 3346152648 Fax 0706096059

Dettagli

Sistemi ed equazioni ellittiche totalmente non lineari del second ordine

Sistemi ed equazioni ellittiche totalmente non lineari del second ordine Università di Pisa Dipartimento di Matematica Leonida Tonelli Sistemi ed equazioni ellittiche totalmente non lineari del second ordine Dispense per il Corso di Elementi di Analisi Superiore 2 Antonio Tarsia

Dettagli

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica

MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica Master of Arts MA Lingua e Letteratura Italiane 120 crediti Programma di studi Avanzati: materia unica 1. Descrizione generale del programma Il conseguimento del titolo di «Master of Arts in Lingue e Letterature:

Dettagli