Progetto D.U.R.C. Documento Unico di Regolarità Contributiva INPS - Direzione Centrale Formazione e Sviluppo Competenze. 1di 56

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Progetto D.U.R.C. Documento Unico di Regolarità Contributiva INPS - Direzione Centrale Formazione e Sviluppo Competenze. 1di 56"

Transcript

1 Progetto D.U.R.C. Documento Unico di Regolarità Contributiva 1di 56

2 PROGETTO DURC Progetto integrato INPS-INAIL per il rilascio di un Documento Unico che attesti la Regolarità Contributiva di un impresa per quanto concerne i pagamenti e gli adempimenti previdenziali, assistenziali ed assicurativi 2di 56

3 PROGETTO DURC Nell ambito del Progetto DURC è stato avviato un progetto integrato INPS-INAIL-Casse Edili per il rilascio di un Documento Unico che attesti la Regolarità Contributiva di un impresa edile per quanto concerne i pagamenti e gli adempimenti previdenziali, assistenziali ed assicurativi 3di 56

4 PROGETTO DURC Il Progetto integrato INPS-INAIL-Casse Edili si inserisce nell ambito dei principi di Cooperazione tra Pubbliche Amministrazioni e Parti Sociali Semplificazione degli adempimenti amministrativi per l utenza Maggiore efficacia ed efficienza della azione della P.A., attraverso modelli di e-government che sono alla base del processo di riforma della P.A. 4di 56

5 PROGETTO DURC Il rilascio di un Documento Unico permette: La semplificazione degli adempimenti amministrativi per l utenza Una maggiore efficienza del servizio reso dalle strutture pubbliche Una sola domanda valida per INPS,INAIL e Casse Edili presentabile per via telematica Recupero e ottimizzazione delle risorse interne 5di 56

6 PROGETTO DURC Il rilascio di un Documento Unico rappresenta un utile strumento: per l osservazione delle dinamiche del lavoro e il contrasto al lavoro irregolare per la creazione di un canale diretto allo scambio di informazioni tra Enti e alla realizzazione di una banca dati comune per la definizione di una mappa delle situazioni a rischio a fini prevenzionali 6di 56

7 PROGETTO DURC Il Progetto DURC consentirà inoltre di: Definire criteri uniformi e condivisi per la valutazione della regolarità delle aziende Contrastare i comportamenti di concorrenza sleale e di dumping attuati dalle imprese che ricorrono al lavoro sommerso Migliorare le condizioni di sicurezza nei cantieri edili 7di 56

8 DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva Il DURC è un certificato che attesta la regolarità di un impresa nei pagamenti e negli adempimenti previdenziali, assistenziali ed assicurativi, nonché in tutti gli altri obblighi previsti dalla normativa vigente. 8di 56

9 COME NASCE La legge n.266/2002 stabilisce che INPS e INAIL stipulino convenzioni al fine del rilascio di un Documento Unico di Regolarità Contributiva. Art.2: Entro dodici mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto, l'inps, l'inail stipulano convenzioni al fine del rilascio di un documento unico di regolarità contributiva 9di 56

10 COME NASCE Il D.Lgs n 276/2003 prevede la stipula di una Convenzione tra INPS, INAIL e Casse Edili per il rilascio del DURC nel settore dell edilizia e estende l obbligo di richiesta del DURC anche ai lavori privati. 10 di 56

11 COME NASCE Le convenzioni tra INPS, INAIL e Casse Edili trovano attuazione nei seguenti documenti: Circolare INPS n.92 del 26 luglio 2005 Circolare INAIL n. 38 del 25 luglio 2005 Comunicazione della Commissione Nazionale Paritetica per le Casse Edili n.272 del 27 luglio di 56

12 A COSA SERVE La legge istitutiva del DURC fornisce disposizioni urgenti in materia di emersione del lavoro sommerso Il DURC è finalizzato, infatti, a: Contrastare il lavoro sommerso Rilevare le dinamiche del lavoro Creare una banca dati che consenta di contrastare la concorrenza sleale nelle gare d appalto 12 di 56

13 A COSA SERVE Il Durc è uno strumento utile anche per le imprese, che potranno comprovare il proprio stato di regolarità, ai fini dell affidamento di lavori pubblici e privati, formulando un unica richiesta, anziché tre come in passato. 13 di 56

14 QUANDO E NECESSARIO Il DURC è necessario in generale per: appalti di lavori pubblici lavori edili privati soggetti a concessione o DIA appalti di servizi e forniture per enti pubblici servizi e attività pubbliche in concessione o convenzione 14 di 56

15 QUANDO E NECESSARIO Il DURC deve inoltre essere richiesto anche quando una impresa intende ottenere: L attestazione SOA L iscrizione all Albo dei fornitori Agevolazioni, finanziamenti e sovvenzioni da parte dello Stato 15 di 56

16 QUANDO E NECESSARIO Per quanto riguarda gli appalti per lavori pubblici in edilizia, il DURC è necessario per: l aggiudicazione dell appalto la stipula del contratto il pagamento degli stati di avanzamento lavori il collaudo il pagamento del saldo finale 16 di 56

17 QUANDO E NECESSARIO L obbligo previsto dall art. 9, comma 2 del DPCM 55/91, che consiste nella presentazione, a cadenza quadrimestrale, delle copie dei versamenti contributivi, previdenziali ed assicurativi da parte della ditta al Direttore dei Lavori, può essere sostituito dalla presentazione del DURC. 17 di 56

18 QUANDO E NECESSARIO Una ditta, in occasione della partecipazione ad una gara pubblica, può autodichiarare l assolvimento degli obblighi contributivi. In tal caso la Stazione Appaltante deve controllare la veridicità della dichiarazione prodotta, richiedendo tramite DURC la verifica della regolarità alla data della dichiarazione stessa. 18 di 56

19 SUBAPPALTO Nel caso di subappalto di un lavoro, la ditta subappaltatrice deve avere gli stessi requisiti di regolarità della ditta appaltatrice. Inoltre, in caso di subappalto, non può essere rilasciata una autodichiarazione di regolarità, in quanto il rapporto è tra ditta appaltatrice e subappaltatrice ed è, pertanto, di natura privatistica. 19 di 56

20 CHI LO RICHIEDE Le imprese, anche tramite consulenti e associazioni di categoria Le pubbliche amministrazioni appaltanti Gli enti privati a rilevanza pubblica che bandiscano appalti Le SOA 20 di 56

21 DATA DI RILEVAZIONE Il DURC attesta la regolarità di una ditta alla data indicata nella richiesta. Nel caso non sia indicata la data nella domanda, la data di riferimento è quella della redazione del certificato. N.B. Nel caso di verifica di autodichiarazione, la regolarità deve sussistere alla data della dichiarazione. 21 di 56

22 GESTIONE DEL DURC Per la gestione del DURC per l edilizia è prevista una procedura che collega via Internet INPS, INAIL e Casse Edili. La stessa procedura collega INPS e INAIL per la gestione del DURC nei casi di diversi dall edilizia. 22 di 56

23 COME SI RICHIEDE Il DURC in EDILIZIA può essere richiesto: per via telematica per via cartacea (utilizzando l apposito modulo reperibile tramite Internet) recandosi presso lo Sportello Unico costituito presso le Casse Edili per posta indirizzata allo Sportello Unico 23 di 56

24 COME SI RICHIEDE Nei casi diversi dall Edilizia, il DURC può essere richiesto: per via telematica per via cartacea (utilizzando l apposito modulo reperibile tramite Internet) recandosi presso la Sede Inps o Inail competente per territorio per posta indirizzata alla Sede Inps o Inail competente per territorio 24 di 56

25 COME SI RICHIEDE N.B. Le pubbliche amministrazioni, gli Enti privati a rilevanza pubblica, le SOA devono richiedere il DURC esclusivamente per via telematica. 25 di 56

26 COME SI RICHIEDE La richiesta per via telematica potrà essere effettuata tramite: il Portale orizzontale ( - Tutti i soggetti abilitati alla richiesta del DURC Portale verticale INAIL ( - Aziende e intermediari Portale verticale INPS ( - Aziende e intermediari Portale verticale Casse Edili realizzazione) (in corso di 26 di 56

27 COME SI RICHIEDE Per effettuare la richiesta telematica gli utenti utilizzeranno appositi codici di accesso per la necessaria identificazione: 1. Per il portale dell INAIL i codici già rilasciati per l accesso ai servizi di Punto Cliente 2. Per il portale INPS il codice fiscale ed il P.I.N. già rilasciato per l accesso ai servizi on line 27 di 56

28 COME SI RICHIEDE Per gli altri portali verranno rilasciati appositi codici di accesso per gli utenti diversi da aziende e intermediari. In caso di richiesta avanzata per il tramite del consulente e/o associazione di categoria, ai soli fini del rilascio del DURC, il riconoscimento da parte di uno degli Enti convenzionati della validità della delega e dell autorizzazione ad accedere è esteso anche agli altri Enti. 28 di 56

29 COME SI RICHIEDE Al momento della richiesta, sia per via telematica sia per via cartacea, l attestazione dell inoltro della domanda avviene tramite l assegnazione del C.I.P. (codice identificativo pratica). Il C.I.P. è riferito all appalto specifico e viene rilasciato alla prima richiesta. Per ogni richiesta successiva alla prima e riguardante lo stesso appalto, occorrerà indicare il C.I.P. 29 di 56

30 COME SI RICHIEDE Nel caso di richiesta cartacea, il ricevente verificherà la completezza formale del modulo di richiesta e, in caso di mancanza di dati, richiederà all utente l integrazione assegnando il termine di dieci giorni. Scaduti inutilmente i dieci giorni, la richiesta viene ritenuta non ammissibile. 30 di 56

31 CHI LO RILASCIA Per i lavori in edilizia il DURC viene rilasciato esclusivamente dalla Cassa Edile o Edilcassa competente per territorio. In tutte le altre ipotesi viene rilasciato dall Ente al quale è stata inoltrata la richiesta. 31 di 56

32 ENTRO QUANTO TEMPO DEVE ESSERE RILASCIATO Il DURC deve essere rilasciato entro trenta giorni dalla formale e corretta acquisizione della richiesta. Ciascun Ente effettuerà la verifica della regolarità della ditta in base agli atti presenti in archivio e comunicherà alla Cassa Edile (lavori edili) o alla Sede Inps o Inail (casi diversi dall edilizia) competente gli esiti dell accertamento. 32 di 56

33 ENTRO QUANTO TEMPO DEVE ESSERE RILASCIATO Nel caso in cui si ravvisi la necessità di reperire ulteriori informazioni, viene fatta richiesta alla ditta di fornire, entro dieci giorni, la documentazione ritenuta utile. In tal caso il termine di rilascio viene prorogato, al massimo di dieci giorni. Trascorsi i dieci giorni, l Ente che ha richiesto la documentazione aggiuntiva effettuerà l istruttoria in base alle informazioni in possesso. 33 di 56

34 MODALITA DI RILASCIO Il DURC viene emesso quando tutti gli Enti hanno inserito gli esiti dell istruttoria in procedura e, comunque, entro trenta giorni, al netto di eventuali sospensioni istruttorie. Nel caso in cui anche solo un Ente dichiari l impresa irregolare, viene emesso un Documento Unico attestante la non regolarità. 34 di 56

35 MODALITA DI RILASCIO SILENZIO-ASSENSO Nel caso in cui decorrano trenta giorni senza che INPS o INAIL si siano espressi, per il principio del silenzio-assenso, l impresa viene dichiarata regolare nei confronti degli adempimenti riguardanti l ente che non si è espresso. Cio non è valido per le Casse Edili in quanto tali organismi hanno una natura privatistica. Esse, pertanto, hanno comunque l obbligo di pronunciarsi. 35 di 56

36 MODALITA DI RILASCIO SILENZIO-ASSENSO Il responsabile del procedimento, trascorsi trenta giorni (al netto di sospensioni), emette il DURC sulla base della verifica effettuata anche solo da uno degli Enti interessati, presupponendo la regolarità dell impresa nei confronti dell Ente che non ha pronunciato il proprio parere. 36 di 56

37 MODALITA DI RILASCIO SILENZIO-ASSENSO Il DURC, stampato in due originali (uno da tenere agli atti e uno per il richiedente) viene spedito, tramite posta raccomandata A/R, al richiedente. Se il richiedente è diverso dall impresa, copia del DURC deve essere inviata a quest ultima. 37 di 56

38 PERIODO DI VALIDITA Limitatamente ai lavori privati in edilizia, il DURC ha validità di un mese dalla data del rilascio. L utilizzo di un DURC non più rispondente al vero, o non più efficace, equivale ad uso di atto falso e costituisce un reato. 38 di 56

39 PERIODO DI VALIDITA Nel caso di lavori, servizi e forniture pubblici e servizi/attività in concessione o convenzione, il DURC ha validità per l appalto specifico e limitatamente alla fase per la quale è stato richiesto (stipula del contratto, pagamento di SAL, collaudo etc.). 39 di 56

40 RISTAMPA E possibile chiedere una ristampa del DURC presso qualsiasi struttura INPS, INAIL e Cassa Edile. Il presupposto fondamentale per potere chiedere una ristampa è che il DURC sia stato già emesso dalla struttura territoriale competente. 40 di 56

41 CONTROLLO DA PARTE DELL UTENTE L utente, tramite il C.I.P, potrà controllare lo stato di avanzamento della propria richiesta di regolarità sia accedendo alla procedura informatica sia recandosi presso una qualsiasi struttura territoriale degli Enti coinvolti. 41 di 56

42 MODIFICA DELLA ATTESTAZIONE DI REGOLARITA Nel caso in cui, successivamente all emissione del DURC, dovessero emergere circostanze tali da modificare la situazione di regolarità già attestata, la Struttura deve darne immediata comunicazione al richiedente e alla stazione appaltante. Occorrerà, inoltre, assumere tutte le iniziative necessarie per recuperare il dovuto. 42 di 56

43 MODIFICA DELLA ATTESTAZIONE DI REGOLARITA Il DURC non ha effetti liberatori per l impresa e quindi gli enti potranno comunque procedere al recupero di eventuali somme dovute dall azienda. 43 di 56

44 EDILIZIA PRIVATA Nel caso in cui, per lavori privati in edilizia, ci si avvalga di una ditta che non ha regolarità contributiva, viene sospesa l efficacia della concessione e/o della DIA relativi ai lavori in oggetto. 44 di 56

45 REQUISITI DI REGOLARITA INPS Per verificare la regolarità di una azienda ai fini INPS occorre verificare che: sussista lacorrentezza degli adempimenti mensili o, comunque, periodici; i versamenti effettuati siano corrispondenti all importo del saldo denunciato; non sussistano inadempienze in atto; non esistano note di rettifica notificate, non contestate e non pagate. 45 di 56

46 REQUISITI DI REGOLARITA INPS L impresa è inoltre regolare quando: in caso di dilazione amministrativa la Struttura periferica competente abbia espresso parere favorevole vi siano sospensioni dei pagamenti a seguito di disposizioni legislative (calamità naturali etc.) ci siano richieste di compensazioni con crediti documentati; nel caso di crediti iscritti a ruolo, ci sia la sospensione della cartella o ricorso giudiziario. 46 di 56

47 REQUISITI DI REGOLARITA INPS Nel caso in cui l impresa della quale si sta compilando il DURC sia una ditta individuale, è necessario controllare sia la posizione della ditta con dipendenti, sia la posizione individuale del titolare. Nel caso in cui si tratti di una società, occorre controllare anche la posizione dei soci. 47 di 56

48 REQUISITI DI REGOLARITA INPS Nel caso in cui una ditta abbia posizioni in più province e non abbia l accentramento contributivo, occorrerà contattare le strutture territoriali competenti per effettuare la verifica di ogni singola posizione contributiva. 48 di 56

49 REQUISITI DI REGOLARITA INPS Per quanto riguarda i crediti non ancora iscritti a ruolo, l impresa può ritenersi regolare quando: in caso di contenzioso amministrativo, il ricorso sia adeguatamente motivato e non sia presentato a scopi manifestamente dilatori o pretestuosi in caso di contenzioso giudiziario, non vi sia un provvedimento esecutivo del giudice per l iscrizione a ruolo (dlgs 46/99) 49 di 56

50 REQUISITI DI REGOLARITA INAIL Ai fini INAIL un azienda è regolare quando: risulta titolare di codice cliente con PAT attive ha dichiarato regolarmente le retribuzioni imponibili in misura congrua rispetto all attività svolta e alla dimensione aziendale ha versato quanto dovuto per premi e accessori 50 di 56

51 REQUISITI DI REGOLARITA INAIL E inoltre regolare quando: il rischio assicurato corrisponde a quello proprio dell appalto il responsabile della struttura abbia accolto la richiesta di rateazione o abbia dato parere favorevole, nel caso di competenza superiore ci siano sospensioni dei pagamenti previste da disposizioni legislative o da norme speciali 51 di 56

52 REQUISITI DI REGOLARITA INAIL Sono state effettuate compensazioni con crediti certi vi siano crediti iscritti a ruolo con sospensione della relativa cartella in via amministrativa a seguito di ricorso giudiziario 52 di 56

53 REQUISITI DI REGOLARITA INAIL Per quanto riguarda i crediti non ancora iscritti a ruolo, l impresa può ritenersi regolare quando: in caso di contenzioso amministrativo, il ricorso sia adeguatamente motivato e non sia presentato a scopi manifestamente dilatori o pretestuosi in caso di contenzioso giudiziario, non vi sia un provvedimento esecutivo del giudice per l iscrizione a ruolo (dlgs 46/99 art. 24) 53 di 56

54 REQUISITI DI REGOLARITA CASSE EDILI Una impresa viene considerata in regola quando: ha versato i contributi e gli accantonamenti dovuti, compresi quelli relativi all ultimo mese per il quale è scaduto l obbligo di versamento all atto della richiesta del DURC ( o alla data della autodichiarazione) dichiari nella denuncia alla Cassa edile, per ciascun operaio, un numero di ore lavorate e non (con causale assenza) non inferiore a quello contrattuale 54 di 56

55 REQUISITI DI REGOLARITA CASSE EDILI La Cassa Edile ove ha sede l impresa, quindi, verifica, in base ai criteri esposti, la regolarità contributiva della stessa per l insieme dei cantieri attivi e degli operai occupati nel territorio di competenza. Successivamente la Cassa Edile avrà cura di verificare che l impresa di cui deve compilare il DURC non sia segnalata, a livello nazionale, come irregolare. 55 di 56

56 REQUISITI DI REGOLARITA CASSE EDILI Ciascuna Cassa Edile deve, ogni mese, fornire alla CNCE (banca dati nazionale) l elenco aggiornato delle ditte non in regola. La banca dati di settore ha l obbligo di tener aggiornato l elenco e di fornire tempestivamente risposta alle domande di verifica di regolarità. 56 di 56

57 REQUISITI DI REGOLARITA CASSE EDILI Soltanto nel caso in cui sia la verifica interna sia quella sul territorio nazionale abbiano dato esito positivo, la Cassa edile dovrà emettere un DURC positivo, per quanto di propria competenza. 57 di 56

58 REQUISITI DI REGOLARITA CASSE EDILI Nel caso, invece, di pagamento di uno stato di avanzamento lavori o di stato finale, la Cassa Edile competente al rilascio del DURC è quella nel quale ha sede il cantiere. Essa rilascerà il DURC facendo riferimento ai requisiti di regolarità di quello specifico lavoro e per l intervallo di tempo indicato nella richiesta. 58 di 56

59 REQUISITI DI REGOLARITA CASSE EDILI E, pertanto, fondamentale che l impresa, nella denuncia mensile, fornisca l elenco completo dei cantieri attivi e indichi, per ciascun lavoratore, il cantiere nel quale è occupato. 59 di 56

60 NORMATIVA DI RIFERIMENTO Legge n 266/2002..disposizioni urgenti in materia di emersione del lavoro sommerso D. Lgs.n 276/2003 Attuazione delle deleghe in materia di occupazione e mercato del lavoro.. Legge n 109/1994 D.Lgs. n 358/1992 e n 157/1995 T.U. in materia di documentazione amministrativa (D.P.R. n 445/2000 D.P.R. n 34 / di 56

61 GLOSSARIO SOA: Società di attestazione e qualificazione delle aziende che ha il compito istituzionale di accertare l esistenza, nei soggetti esecutori di lavori pubblici, dei necessari elementi di qualificazione, tra cui quello della regolarità contributiva. 61 di 56

62 GLOSSARIO PIN: codice segreto di identificazione personale (Personal Identification Number), che consente ad un soggetto di essere riconosciuto come utente autorizzato ad accedere a un servizio. 62 di 56

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE. DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE. DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva 1di 40 COSA E Certificato che attesta contestualmente la regolarità degli adempimenti previdenziali assicurativi assistenziali

Dettagli

Corso di aggiornamento RSPP aziende edili. Lezione: La normativa DURC

Corso di aggiornamento RSPP aziende edili. Lezione: La normativa DURC Corso di aggiornamento RSPP aziende edili Lezione: La normativa DURC In questa unità didattica saranno presentati gli aggiornamenti normativi e procedurali relativamente al DURC, il Documento Unico Di

Dettagli

Il DURC e il suo funzionamento LEGGE N

Il DURC e il suo funzionamento LEGGE N Il DURC e il suo funzionamento LEGGE 22.11.2002 N. 266 - La Legge n.266/2002, che ha convertito il Decreto Legge n.210/2002, all'art.2 comma 2 ha stabilito che INPS ed INAIL stipulino convenzioni al fine

Dettagli

DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA: I SOGGETTI OBBLIGATI, LE MODALITA DI RICHIESTA, I REQUISITI E LE FORME DEL DURC

DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA: I SOGGETTI OBBLIGATI, LE MODALITA DI RICHIESTA, I REQUISITI E LE FORME DEL DURC DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA: I SOGGETTI OBBLIGATI, LE MODALITA DI RICHIESTA, I REQUISITI E LE FORME DEL DURC NORMATIVA Legge N. 266/2002 Decreto Legislativo N. 273/2003 Convenzione 15 aprile

Dettagli

Caratteristiche del D.U.R.C. per lavori pubblici e privati in edilizia. CLAUDIA FARINASSO Responsabile ufficio D.U.R.C. Cassa Edile di Cuneo

Caratteristiche del D.U.R.C. per lavori pubblici e privati in edilizia. CLAUDIA FARINASSO Responsabile ufficio D.U.R.C. Cassa Edile di Cuneo Caratteristiche del D.U.R.C. per lavori pubblici e privati in edilizia CLAUDIA FARINASSO Responsabile ufficio D.U.R.C. Cassa Edile di Cuneo 1 D.U.R.C. Documento Unico di Regolarità Contributiva è il certificato

Dettagli

Circolare n.3/enti/2005 Cuneo, 7 Dicembre 2005

Circolare n.3/enti/2005 Cuneo, 7 Dicembre 2005 Circolare n.3/enti/2005 Cuneo, 7 Dicembre 2005 POSTA PRIORITARIA - Alle STAZIONI APPALTANTI della Provincia di Cuneo Alla c.a. Responsabile del Procedimento LAVORI PUBBLICI Alla c.a. Responsabile del Procedimento

Dettagli

B. Appalti privati soggetti al rilascio di concessione o di denuncia inizio attività (DIA)

B. Appalti privati soggetti al rilascio di concessione o di denuncia inizio attività (DIA) DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva Il DURC è il certificato che, sulla base di un'unica richiesta, attesta contestualmente la regolarità di un'impresa per quanto concerne gli adempimenti INPS,

Dettagli

Settimana Europea della Sicurezza 2014 (23 ottobre 2014)

Settimana Europea della Sicurezza 2014 (23 ottobre 2014) Settimana Europea della Sicurezza 2014 (23 ottobre 2014) Sicurezza e regolarità del lavoro nei cantieri edili D.U.R.C. Aspetti normativi e procedurali della regolarità delle imprese (A A cura di Cassa

Dettagli

CE/bs Cuneo, 25 Settembre 2006

CE/bs Cuneo, 25 Settembre 2006 CE/bs Cuneo, 25 Settembre 2006 Circ.n. 5/ENTI/2006 Alle Stazioni Appaltanti Della Provincia di Cuneo LORO SEDI Alla c.a. Responsabile del procedimento LAVORI PRIVATI Alla c.a. Responsabile del procedimento

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale

Il Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale VISTO l articolo 2 della legge 22 novembre 2002, n. 266 di Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 settembre 2002, n. 210, recante disposizioni urgenti in materia di emersione del

Dettagli

Incontro su Sportello Unico Previdenziale e M.U.T. Normativa D.U.R.C. Giugno 2011

Incontro su Sportello Unico Previdenziale e M.U.T. Normativa D.U.R.C. Giugno 2011 Incontro su Sportello Unico Previdenziale e M.U.T. Normativa D.U.R.C. Giugno 2011 Premessa Circolare ministeriale n. 230 del 12 luglio 2005 La norma che ha introdotto l obbligo del possesso del DURC è

Dettagli

IL RILASCIO DEL DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA INPS-INAIL-Casse Edili

IL RILASCIO DEL DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA INPS-INAIL-Casse Edili IL RILASCIO DEL DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITA CONTRIBUTIVA INPS-INAIL-Casse Edili NOTA OPERATIVA 1.PREMESSA La Legge n.266/2002 ed il Decreto Legislativo n.276/2003 hanno stabilito che INPS, INAIL e Casse

Dettagli

Istruzioni per la compilazione del modulo di richiesta

Istruzioni per la compilazione del modulo di richiesta Istruzioni per la compilazione del modulo di richiesta ISTRUZIONI GENERALI Il Documento Unico di Regolarità Contributiva è il certificato che, sulla base di un'unica richiesta, attesta contestualmente

Dettagli

IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE. Decreta:

IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE. Decreta: Decreto del Ministero del lavoro e della previdenza sociale 24 ottobre 2007 Documento unico di regolarità contributiva. (pubblicato nella G.U. n 279 del 30/11/2007) IL MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA

Dettagli

La dematerializzazione del Documento Unico di Regolarità Contributiva

La dematerializzazione del Documento Unico di Regolarità Contributiva La dematerializzazione del Documento Unico di Regolarità Contributiva Il progetto 23 maggio 2011 Sommario Introduzione Obiettivi del progetto vantaggi Chi è coinvolto La legge regionale Gli atti seguenti

Dettagli

Il documento unico di regolarità contributiva

Il documento unico di regolarità contributiva Il documento unico di regolarità contributiva D.U.R.C. A CURA U.O. LAVORO E PREVIDENZA GIUGNO 2008 Riferimenti normativi attuali D.L. 25 settembre 2002, n. 210 convertito nella L. 22.11.2002, n. 266 Art.

Dettagli

Incontro su Sportello Unico Previdenziale e M.U.T. Novità riguardanti lo Sportello Unico Previdenziale Versione 4.0. Giugno 2011

Incontro su Sportello Unico Previdenziale e M.U.T. Novità riguardanti lo Sportello Unico Previdenziale Versione 4.0. Giugno 2011 Incontro su Sportello Unico Previdenziale e M.U.T. Novità riguardanti lo Sportello Unico Previdenziale Versione 4.0 Giugno 2011 Elenco principali novità Sportello Unico Previdenziale versione 4.0 Nuova

Dettagli

QUADRO NORMATIVO 1. PREMESSA

QUADRO NORMATIVO 1. PREMESSA Organo: INAIL - DIREZIONE GENERALE - DIREZIONE CENTRALE RISCHI DIREZIONE CENTRALE SERVIZI INFORMATIVI E TELECOMUNICAZIONI DIREZIONE CENTRALE PROGRAMMAZIONE ORGANIZZAZIONE E CONTROLLO Documento: Circolare

Dettagli

Oggetto Disposizione transitoria per l emersione di lavoratori extracomunitari. Articolo 5 del decreto legislativo n. 109/2012.

Oggetto Disposizione transitoria per l emersione di lavoratori extracomunitari. Articolo 5 del decreto legislativo n. 109/2012. DIREZIONE GENERALE DIREZIONE CENTRALE RISCHI Circolare n. 48 Roma, 2 ottobre 2012 Al Ai Dirigente Generale Responsabili di tutte le Strutture Centrali e Territoriali e p.c. a: Organi Istituzionali Magistrato

Dettagli

Il DURC è una certificazione unificata del regolare versamento di contributi previdenziali,

Il DURC è una certificazione unificata del regolare versamento di contributi previdenziali, Sicurezza cantieri temporanei e mobili DOCUMENTO UNICO DI REGOLARITÀ CONTRIBUTIVA INSERTO Il DURC è una certificazione unificata del regolare versamento di contributi previdenziali, assistenziali e dei

Dettagli

Cassa Edile SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Modulo per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) MODULO UNIFICATO: 1) APPALTI DI LAVORI PUBBLICI Quadri da compilare : "A" + "B" a

Dettagli

Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale delle Entrate Contributive. Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni

Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale delle Entrate Contributive. Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale delle Entrate Contributive Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni Roma, 26 Luglio 2005 Circolare n. 92 Allegati Ai Dirigenti centrali

Dettagli

DURC DOCUMENTO UNICO REGOLARITA CONTRIBUTIVA

DURC DOCUMENTO UNICO REGOLARITA CONTRIBUTIVA ATTIVITA DI RAFFORZAMENTO DELLE COMPETENZE IN MATERIA DI FONDI STRUTTURALI Atto Aggiuntivo Convenzione tra la Regione Siciliana e FormezPA del 24 marzo 2012 POR FSE 2007-2013 Regione Siciliana Asse VII

Dettagli

Cos è il Durc. Ambito di applicazione del Durc

Cos è il Durc. Ambito di applicazione del Durc Cos è il Durc E il certificato che, sulla base di un unica richiesta, attesta contestualmente la regolarità di una impresa per quanto concerne gli adempimenti INPS, INAIL e Cassa Edile, verificati sulla

Dettagli

Semplificazione. Le novità in tema di DURC

Semplificazione. Le novità in tema di DURC Semplificazione. Le novità in tema di DURC Previste dal Decreto "del fare oggetto semplificare i rapporti contrattuali tra privati e Pubblica Amministrazione. in vigore dal 21 agosto 2013 1 Validita e

Dettagli

============================================================================

============================================================================ certificato di regolarità contributiva Inviato da nanacarlo - 17/11/2014 13:13 Dando per assodato che per le imprese senza dipendenti e non iscritte all'inail non si debba procedere alla richiesta di DURC,

Dettagli

Avv. Bianca Maria Baron

Avv. Bianca Maria Baron Roma, 28 Maggio 2015 » i soggetti di cui all art. 3, comma 1, lett. b) del D.P.R. n. 207/2010» gli Organismi di attestazione SOA» le amministrazioni pubbliche concedenti» le amministrazioni pubbliche procedenti,

Dettagli

Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale delle Entrate Contributive. Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni

Direzione Centrale Organizzazione. Direzione Centrale delle Entrate Contributive. Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni Direzione Centrale Organizzazione Direzione Centrale delle Entrate Contributive Direzione Centrale Sistemi Informativi e Telecomunicazioni Roma, 26 Luglio 2005 Circolare n. 92 Allegati Ai Dirigenti centrali

Dettagli

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL)

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL) SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL) Manuale Stazione Appaltante (vers. 3.5.1.19) Sommario 1

Dettagli

Circolare n.7/2005 A tutte le Imprese Edili - U R G E N T E - della Provincia di Cuneo E, p.c. CONSULENTI DEL LAVORO LORO SEDI

Circolare n.7/2005 A tutte le Imprese Edili - U R G E N T E - della Provincia di Cuneo E, p.c. CONSULENTI DEL LAVORO LORO SEDI CE/bs Cuneo, 13 Dicembre 2005 Circolare n.7/2005 A tutte le Imprese Edili - U R G E N T E - della Provincia di Cuneo E, p.c. CONSULENTI DEL LAVORO LORO SEDI Oggetto: D.U.R.C. Documento Unico di Regolarita'

Dettagli

Istituto Nazionale Previdenza Sociale: Circolare 26/07/2005 N. 92

Istituto Nazionale Previdenza Sociale: Circolare 26/07/2005 N. 92 Prassi Istituto Nazionale Previdenza Sociale: Circolare 26/07/2005 N. 92 Assicurazioni sociali - contributi assicurativi - partecipazione ad appalti pubblici e privati - settore edile - documento di regolarità

Dettagli

2) E nel caso in cui non sia obbligatorio presentare il DURC, i lavoratori autonomi come dimostrano la loro regolarità contributiva?

2) E nel caso in cui non sia obbligatorio presentare il DURC, i lavoratori autonomi come dimostrano la loro regolarità contributiva? 1) Nel caso di Lavori Pubblici, da svolgersi ad opera di lavoratori autonomi (con o senza dipendenti), è la Stazione Appaltante a dover richiedere il DURC, visto che il Dlgs 494/96 e s.m.i. art. 3 comma

Dettagli

CIRC. L DURC e responsabilità solidale tra le imprese

CIRC. L DURC e responsabilità solidale tra le imprese CIRC. L.149 - DURC e responsabilità solidale tra le imprese Eventuali denunce contributive non veritiere da parte delle imprese non influenzano il rilascio del DURC (Documento Unico di Regolarità Contributiva)

Dettagli

Circolare numero 145 del 17/11/2010

Circolare numero 145 del 17/11/2010 1 di 5 18/11/2010 10:30 Versione Testuale Circolare numero 145 del 17/11/2010 Direzione centrale Entrate Dirigenti centrali e periferici Direttori delle Agenzie Coordinatori generali, centrali e Roma,

Dettagli

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL)

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL) SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL) Manuale Stazione Appaltante (vers. 3.5.1.11) Sommario

Dettagli

Documento Unico di Regolarità Contributiva (D.U.R.C.)

Documento Unico di Regolarità Contributiva (D.U.R.C.) Segnalazioni Direzione Programmazione Strategica, Politiche Territoriali ed Edilizia agosto 2013 Documento Unico di Regolarità Contributiva (D.U.R.C.) cos è il DURC? Il DURC (Documento Unico di Regolarità

Dettagli

ASPETTI CONNESSI ALLA TUTELA DEL LAVORO, CON RIFERIMENTO AL DURC E LE RITENUTE DI GARANZIA. Torino, 12 aprile 2011 Avv.

ASPETTI CONNESSI ALLA TUTELA DEL LAVORO, CON RIFERIMENTO AL DURC E LE RITENUTE DI GARANZIA. Torino, 12 aprile 2011 Avv. D.P.R. 5 OTTOBRE 2010 n. 207 Regolamento di esecuzione ed attuazione del codice dei contratti pubblici ASPETTI CONNESSI ALLA TUTELA DEL LAVORO, CON RIFERIMENTO AL DURC E LE RITENUTE DI GARANZIA Torino,

Dettagli

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL)

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL) SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL) Manuale Stazione Appaltante (vers. 3.5) Sommario 1 INTRODUZIONE...

Dettagli

A tal fine è stato necessario aggiornare le diciture sui certificati riguardanti il periodo di validità.

A tal fine è stato necessario aggiornare le diciture sui certificati riguardanti il periodo di validità. INAIL: le novità sul DURC L'INAIL, con la nota del 20 settembre 2013, fornisce alcuni chiarimenti in merito alle modifiche alla disciplina del DURC, con particolare riferimento ai contratti pubblici, apportate

Dettagli

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL)

SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL) SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Per la richiesta del Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) E Denuncia di Nuovo Lavoro per l Inail (DNL) Manuale Compilazione (vers. 3.4) Sommario 1 INTRODUZIONE...

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 36 21.02.2014 Crediti P.A.: rilascio del DURC via PPC Nasce la nuova funzione "Gestione richiesta DURC" per il rilascio della

Dettagli

INPS Guida DURC Sabato 27 Luglio 2013 07:36

INPS Guida DURC Sabato 27 Luglio 2013 07:36 Il Documento Unico di Regolarità Contributiva è un certificato unico che attesta la regolarità di un impresa nei pagamenti e negli adempimenti previdenziali, assistenziali e assicurativi nonché in tutti

Dettagli

DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva Validità temporale - Circolare del Ministero del Lavoro n. 35/2010 del 8 ottobre 2010

DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva Validità temporale - Circolare del Ministero del Lavoro n. 35/2010 del 8 ottobre 2010 DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva Validità temporale - Circolare del Ministero del Lavoro n. 35/2010 del 8 ottobre 2010 Autore: Rapicavoli Carlo In: Diritto amministrativo 1. disposizioni

Dettagli

COMUNE DI PALERMO Ufficio Segreteria Generale Contratti

COMUNE DI PALERMO Ufficio Segreteria Generale Contratti Via S. Biagio n. 4 - c.a.p. 90134 - Fax 091 6112346 e-mail: contratti@cert.comune.palermo.it; e-mail: contratti@comune.palermo.it Palermo 12.09.2013 prot. n. 749533 Responsabile del procedimento: D.ssa

Dettagli

AGGIORNAMENTO DEL SERVIZIO ON-LINE

AGGIORNAMENTO DEL SERVIZIO ON-LINE DURC VERSIONE 4.0 AGGIORNAMENTO DEL SERVIZIO ON-LINE È stata completamente modificata l applicazione www.sportellounicoprevidenziale.it, dedicata alla richiesta ed al rilascio del DURC, con nuove funzionalità

Dettagli

La gestione degli avvisi di irregolarità. Modalità operative

La gestione degli avvisi di irregolarità. Modalità operative La gestione degli avvisi di irregolarità Modalità operative MILANO 21 GIUGNO 2016 Gli inviti a regolarizzare Ad oggi sono stati inviati mediante PEC due inviti a regolarizzare, similari nella forma ma

Dettagli

Oggetto: Documento Unico di Regolarità Contributiva D.U.R.C.

Oggetto: Documento Unico di Regolarità Contributiva D.U.R.C. Roma, 18/11/2008 Prot. N. 65206 Ai Presidenti degli Atenei Federati Ai Direttori degli Atenei Federati Ai Signori Presidi di Facoltà e Scuole Ai Direttori di Dipartimento Ai Direttore Biblioteche Centrali

Dettagli

GUIDA ALLA CORRETTA COMPILAZIONE DELLE RICHIESTE DEL D.U.R.C. Documento Unico Regolarità Contributiva STAZIONI APPALTANTI. Direzione provinciale Lecce

GUIDA ALLA CORRETTA COMPILAZIONE DELLE RICHIESTE DEL D.U.R.C. Documento Unico Regolarità Contributiva STAZIONI APPALTANTI. Direzione provinciale Lecce Documento Unico Regolarità Contributiva GUIDA ALLA CORRETTA COMPILAZIONE DELLE RICHIESTE DEL D.U.R.C. STAZIONI APPALTANTI PREFAZIONE L acronimo DURC è un termine ormai divenuto familiare nell ambito degli

Dettagli

Circolare sulle modalità di rilascio del Documento unico di regolarità contributiva (durc)

Circolare sulle modalità di rilascio del Documento unico di regolarità contributiva (durc) Circolare sulle modalità di rilascio del Documento unico di regolarità contributiva (durc) Sommario: 1. Premessa; 2. Soggetti tenuti a richiedere il DURC; 3. Soggetti abilitati al rilascio del DURC; 4.

Dettagli

AUTOCERTIFICAZIONE ATTESTANTE I DATI PER LA RICHIESTA D.U.R.C. ai sensi dell'art. 38 e dell'art. 47 del D.P.R. 28/12/2002 n. 445)

AUTOCERTIFICAZIONE ATTESTANTE I DATI PER LA RICHIESTA D.U.R.C. ai sensi dell'art. 38 e dell'art. 47 del D.P.R. 28/12/2002 n. 445) Protocollo Prov. di LATINA SETTORE URBANISTICA ED ASSETTO DEL TERRITORIO Piazza del Comune n 1 04016 SABAUDIA AUTOCERTIFICAZIONE ATTESTANTE I DATI PER LA RICHIESTA D.U.R.C. ai sensi dell'art. 38 e dell'art.

Dettagli

APPROFONDIMENTO. Documento Unico di Regolarità Contributiva

APPROFONDIMENTO. Documento Unico di Regolarità Contributiva Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali DURC: Circolare n. 35 dell'8 ottobre 2010 Circolare n. 35 dell'8 ottobre 2010 Indicazioni in materia di Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC)

Dettagli

CASSA EDILE DI MUTUALITÁ E DI ASSISTENZA Regione Autonoma Valle d Aosta

CASSA EDILE DI MUTUALITÁ E DI ASSISTENZA Regione Autonoma Valle d Aosta CASSA EDILE DI MUTUALITÁ E DI ASSISTENZA Regione Autonoma Valle d Aosta Ns.Rif.: AM Aosta, 2 luglio 2015 Spettabile I M P R E S A CONSULENTE DEL LAVORO LORO SEDI Oggetto: Procedura Durc on-line 1 luglio

Dettagli

DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva. Istruzioni per la compilazione del modulo unificato di richiesta Versione 3.4

DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva. Istruzioni per la compilazione del modulo unificato di richiesta Versione 3.4 DURC Documento Unico di Regolarità Contributiva Istruzioni per la compilazione del modulo unificato di richiesta Versione 3.4 Istruzioni per la compilazione del modulo di richiesta ISTRUZIONI GENERALI

Dettagli

Giornata di Approfondimento per i Lavori in Edilizia. Pisa, 26 maggio 2016

Giornata di Approfondimento per i Lavori in Edilizia. Pisa, 26 maggio 2016 Giornata di Approfondimento per i Lavori in Edilizia Pisa, 26 maggio 2016 L Intervento Sostitutivo Giornata di Approfondimento per i Lavori in Edilizia Pisa, 26 maggio 2016 L Intervento Sostitutivo Il

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ALBO FORNITORI INDICE Art. 1 Ambito di applicazione Art. 2 Finalità Art. 3 Categorie merceologiche Art. 4 Contenuti Art. 5 Gestione Art. 6 Modalità di iscrizione Art. 7

Dettagli

FAQ DOL Documento Unico di regolarità contributiva (dopo il DM 30 gennaio 2015 e s.m.)

FAQ DOL Documento Unico di regolarità contributiva (dopo il DM 30 gennaio 2015 e s.m.) Direzione Relazioni Industriali Direzione Legislazione Mercato Privato FAQ DOL Documento Unico di regolarità contributiva (dopo il DM 30 gennaio 2015 e s.m.) 1. Cos è il DOL o Durc on line? Il DOL, documento

Dettagli

Allegato parte integrante

Allegato parte integrante Allegato parte integrante Allegato d) - Modifiche ed integrazioni ai criteri e modalità per gli aiuti alla nuova imprenditorialità femminile e giovanile Modifiche ed integrazioni ai criteri e modalità

Dettagli

Ministero delle Attività Produttive

Ministero delle Attività Produttive Ministero delle Attività Produttive DIREZIONE GENERALE PER IL COORDINAMENTO DEGLI INCENTIVI ALLE IMPRESE PROGRAMMAZIONE NEGOZIATA A tutti i Soggetti Responsabili dei Patti Territoriali e Responsabili Unici

Dettagli

Limiti dei part time previsti dai CCNL

Limiti dei part time previsti dai CCNL Cassa Edile Emilia Romagna A tutti i Consulenti del Lavoro ed Uffici Paghe Protocollo Numero 19594 - Comunicazione n. 0232 del 31.01.2011 Limiti dei part time previsti dai CCNL Con le Comunicazioni n.

Dettagli

Il Durc La nascita del DURC risponde ad un generale Principio di Civiltà Giuridica. L Operatore Economico deve risultare in regola con gli obblighi in

Il Durc La nascita del DURC risponde ad un generale Principio di Civiltà Giuridica. L Operatore Economico deve risultare in regola con gli obblighi in Giornata di Approfondimento per i Lavori in Edilizia Pisa, 26 maggio 2016 Il Durc La nascita del DURC risponde ad un generale Principio di Civiltà Giuridica. L Operatore Economico deve risultare in regola

Dettagli

Disciplinare per la gestione dell Albo Fornitori - SISTEMA DI QUALIFICAZIONE

Disciplinare per la gestione dell Albo Fornitori - SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Area operativa - Direzione Acquisti Premessa Disciplinare per la gestione dell Albo Fornitori - SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Il presente disciplinare ha come obiettivo la definizione delle modalità di gestione

Dettagli

A cura U.O. Lavoro e Previdenza. Aprile 2012

A cura U.O. Lavoro e Previdenza. Aprile 2012 A cura U.O. Lavoro e Previdenza Aprile 2012 2 (*) TABELLA INDICI MINIMI DI CONGRUITA (*) Stipulato tra le Associazioni datoriali nazionali maggiormente rappresentative del settore edile e le Organizzazioni

Dettagli

3) Sul piano economico, viene prevista, in via derogatoria, la possibilità di un anticipazione sul compenso previsto per l appalto di lavori.

3) Sul piano economico, viene prevista, in via derogatoria, la possibilità di un anticipazione sul compenso previsto per l appalto di lavori. Nell ambito dell attività di assistenza in tema di contratti pubblici, si segnalano recenti novità normative introdotte dalla legge n. 98 del 9 agosto 2013 (pubblicata in GU in data 20 agosto 2013), di

Dettagli

D.U.R.C SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE

D.U.R.C SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE D.U.R.C SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE Casse Edili Inail - Inps novembre 2005 D..U.R.C. SPORTELLO UNICO PREVIDENZIALE PROVINCIA DI FIRENZE 3 OTTOBRE 2005 fine della fase sperimentale FINO AL 31/12/2005

Dettagli

Emersione dal lavoro irregolare per lavoratori stranieri anno 2012

Emersione dal lavoro irregolare per lavoratori stranieri anno 2012 Emersione dal lavoro irregolare per lavoratori stranieri anno 2012 La normativa di riferimento Decreto Legislativo 16 luglio 2012, n. 109 Attuazione della direttiva 2009/52/CE che introduce norme minime

Dettagli

Servizi Online. Manuale utente DURC ON LINE. 08 Gennaio 2016 Pagina 1 di 15. Versione Del Autore 2.2 08/01/2016 INAIL

Servizi Online. Manuale utente DURC ON LINE. 08 Gennaio 2016 Pagina 1 di 15. Versione Del Autore 2.2 08/01/2016 INAIL Servizi Online DURC ON LINE Manuale utente Versione Del Autore 2.2 08/01/2016 INAIL 08 Gennaio 2016 Pagina 1 di 15 SOMMARIO Introduzione... 3 1 Menu applicativo... 3 2 Richiesta Regolarità... 4 2.1 Richiesta

Dettagli

Morgantina: dalla città di pietra alla sua immagine virtuale CUP G91H10000080006- C.I.G. 5088613848- SI. 1 8859

Morgantina: dalla città di pietra alla sua immagine virtuale CUP G91H10000080006- C.I.G. 5088613848- SI. 1 8859 REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana Assessorato dei Beni Culturali e dell'identità Siciliana Dipartimento dei Beni Culturali e dell'identità Siciliana www.regione.sicilia.it/beniculturali Servizio Soprintendenza

Dettagli

Utilizzo dello sportello Unico 4.0

Utilizzo dello sportello Unico 4.0 Commissione Nazionale Paritetica per le Casse Edili Utilizzo dello sportello Unico 4.0 Giuseppe Aquilani - CNCE Hotel Hilton Rome Airport Fiumicino (RM) 24 febbaio 2011 http://www.cnce.it e-mail:info@cnce.it

Dettagli

Vercelli, 17 giugno A tutte le imprese iscritte A tutti gli studi iscritti. Oggetto: Durc on line.

Vercelli, 17 giugno A tutte le imprese iscritte A tutti gli studi iscritti. Oggetto: Durc on line. Vercelli, 17 giugno 2015 A tutte le imprese iscritte A tutti gli studi iscritti Oggetto: Durc on line. Dal 1 luglio 2015 entrerà in funzione il nuovo sistema di DURC on line. Così come previsto dal Decreto

Dettagli

IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE di concerto con IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE

IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE di concerto con IL MINISTRO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE Decreto del Ministero dell economia e delle finanze 25 febbraio 2008, n. 74 Regolamento concernente l'art. 35, commi da 28 a 34, del D.L. 04/07/2006, n 223, convertito, con modificazioni, dalla Legge 04/08/2006,

Dettagli

ALLEGATO B3 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ED ELEZIONE DOMICILIO AI FINI DELL OBBLIGO DI COMUNICAZIONE EX ART. 79, COMMA 5 QUINQUIES, DEL D. LGS. N.

ALLEGATO B3 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ED ELEZIONE DOMICILIO AI FINI DELL OBBLIGO DI COMUNICAZIONE EX ART. 79, COMMA 5 QUINQUIES, DEL D. LGS. N. ALLEGATO B3 DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ED ELEZIONE DOMICILIO AI FINI DELL OBBLIGO DI COMUNICAZIONE EX ART. 79, COMMA 5 QUINQUIES, DEL D. LGS. N. 163/06 (Art. 46 e Art. 47 D.P.R. 28.12.2000 n. 445 ) Dichiarazione

Dettagli

MODULISTICA PER APPALTI PUBBLICI

MODULISTICA PER APPALTI PUBBLICI MODULISTICA PER APPALTI PUBBLICI MODULO 3. Schema di lettera da utilizzare da parte delle imprese per comunicare alla Cassa Edile di competenza l affidamento di lavori da Enti Pubblici. MODULO 3 Bis. Da

Dettagli

OGGETTO: Cassetto Previdenziale Aziende Rilascio della funzione di verifica della Regolarità Contributiva

OGGETTO: Cassetto Previdenziale Aziende Rilascio della funzione di verifica della Regolarità Contributiva Ufficio di Segreteria del Direttore Generale Roma, 25-06-2008 Messaggio n. 14521 Allegati 2 OGGETTO: Cassetto Previdenziale Aziende Rilascio della funzione di verifica della Regolarità Contributiva Direzione

Dettagli

ADEMPIMENTI PER L EMISSIONE DI ORDINATIVI SIANO QUESTI PER LAVORI, SERVIZI E/O FORNITURE

ADEMPIMENTI PER L EMISSIONE DI ORDINATIVI SIANO QUESTI PER LAVORI, SERVIZI E/O FORNITURE ADEMPIMENTI PER L EMISSIONE DI ORDINATIVI SIANO QUESTI PER LAVORI, SERVIZI E/O FORNITURE Per l emissione di ordinativi, siano questi per forniture, lavori e/o servizi devono attualmente sottostare ad una

Dettagli

SOMMARIO. Presentazione... Introduzione... Nota Autore...

SOMMARIO. Presentazione... Introduzione... Nota Autore... Sommario SOMMARIO Presentazione... Introduzione... Nota Autore... V VII IX Capitolo 1 Definizione e oggetto del DURC 1. Definizione e finalità... 1 2. La disciplina normativa di riferimento... 4 3. I soggetti

Dettagli

www.cassaedilenovara.it CASSA EDILE E D.U.R.C. ASPETTI NORMATIVI E PROCEDURALI RELATORE: ING.RAMAZZOTTI MARCO (PRESIDENTE CASSA EDILE NOVARA)

www.cassaedilenovara.it CASSA EDILE E D.U.R.C. ASPETTI NORMATIVI E PROCEDURALI RELATORE: ING.RAMAZZOTTI MARCO (PRESIDENTE CASSA EDILE NOVARA) www.cassaedilenovara.it CASSA EDILE E D.U.R.C. ASPETTI NORMATIVI E PROCEDURALI RELATORE: ING.RAMAZZOTTI MARCO (PRESIDENTE CASSA EDILE NOVARA) CHE COS E IL D.U.R.C.? Il D.U.R.C. (Documento Unico di Regolarità

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale San Carlo di Potenza - Ospedale San Francesco di Paola di Pescopagano

AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale San Carlo di Potenza - Ospedale San Francesco di Paola di Pescopagano AZIENDA OSPEDALIERA REGIONALE SAN CARLO Ospedale San Carlo di Potenza - Ospedale San Francesco di Paola di Pescopagano DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE n. 30.2016/00126 del 20/07/2016 OGGETTO LAVORI DI MANUTENZIONE

Dettagli

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA. COPIA DETERMINAZIONE N 51 DEL 12/02/2014 Ufficio Segreteria Area servizi collettivita'

C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA. COPIA DETERMINAZIONE N 51 DEL 12/02/2014 Ufficio Segreteria Area servizi collettivita' C O M U N E D I S A S S O M A R C O N I PROVINCIA DI BOLOGNA COPIA DETERMINAZIONE N 51 DEL 12/02/2014 D'IMPERIO ANTONELLA Ufficio Segreteria Area servizi collettivita' OGGETTO: LAVORI DI TUTELA, RESTAURO

Dettagli

CIRCOLARE N. 19/01. OGGETTO: Richieste di rateazione, sgravi e rimborsi dopo la notifica della cartella di pagamento da parte del concessionario.

CIRCOLARE N. 19/01. OGGETTO: Richieste di rateazione, sgravi e rimborsi dopo la notifica della cartella di pagamento da parte del concessionario. Roma, 18 maggio 2001 Prot. n. DCAPV/191/01 AC/AA Alle imprese di armamento CIRCOLARE N. 19/01 OGGETTO: Richieste di rateazione, sgravi e rimborsi dopo la notifica della cartella di pagamento da parte del

Dettagli

Roma, 28 aprile 2017

Roma, 28 aprile 2017 Direzione generale Direzione centrale rapporto assicurativo Circolare n. 18 Roma, 28 aprile 2017 Al Dirigente generale vicario Ai Responsabili di tutte le Strutture centrali e territoriali e p.c. a: Organi

Dettagli

Il D.U.R.C. Documento Unico di Regolarità Contributiva LEGGI E NORMATIVE SUL DOCUMENTO UNICO

Il D.U.R.C. Documento Unico di Regolarità Contributiva LEGGI E NORMATIVE SUL DOCUMENTO UNICO Il D.U.R.C. Documento Unico di Regolarità Contributiva LEGGI E NORMATIVE SUL DOCUMENTO UNICO Introduzione INDICE 1 La richiesta del DURC 3 1.1 1.2 1.3 Lavori privati Appalti Pubblici Invio del DURC a mezzo

Dettagli

INAIL - Circolare n. 79 del 19 dicembre 2008 Pagina 1 di 3 Organo: INAIL - DIREZIONE GENERALE - Direzione Centrale Rischi Documento: Circolare n. 79 del 19 dicembre 2008. Oggetto: DURC per benefici contributivi.

Dettagli

DURC E AUTOCERTIFICAZIONE: ULTIME NOVITÀ DAL MINISTERO DEL WELFARE

DURC E AUTOCERTIFICAZIONE: ULTIME NOVITÀ DAL MINISTERO DEL WELFARE www.contabilita-pubblica.it Dottrina www.contabilita-pubblica.it DURC E AUTOCERTIFICAZIONE: ULTIME NOVITÀ DAL MINISTERO DEL WELFARE di Marco Ferrone 1 Con l'emanazione del D.lgs n.163/2006, meglio conosciuto

Dettagli

MODULISTICA PER APPALTI PUBBLICI

MODULISTICA PER APPALTI PUBBLICI MODULISTICA PER APPALTI PUBBLICI MOD. 3 Schema di lettera da utilizzare - da parte delle imprese - per comunicare alla Cassa Edile di competenza l affidamento di lavori da parte di Enti Pubblici MOD. 3

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 227 227.12.2013 Contribuzione volontaria: versamento III rata 2013 Il 31 dicembre 2013 scade il versamento per la III rata

Dettagli

SOMMARIO Data di redazione: 31 gennaio 2012.

SOMMARIO Data di redazione: 31 gennaio 2012. SOMMARIO Pag. 2 - Sommario Pag. 3 - Definizione Pag. 4 - Il D.U.R.C. non è auto-certificabile Pag. 5 - Soggetti tenuti al possesso del D.U.R.C. Pag. 6 - Soggetti richiedenti Pag. 7 - Soggetti preposti

Dettagli

Oggetto: Intervento sostitutivo della stazione appaltante - art. 4 D.P.R. n. 207/2010.

Oggetto: Intervento sostitutivo della stazione appaltante - art. 4 D.P.R. n. 207/2010. CIRCOLARE N. 056 Bergamo, 24 febbraio 2011 ALLE IMPRESE ASSOCIATE LORO SEDI Oggetto: Intervento sostitutivo della stazione appaltante - art. 4 D.P.R. n. 207/2010. Sono stati pubblicati, con la circolare

Dettagli

Il sottoscritto nato a il / / e residente in via nella sua qualità di legale rappresentante dell'impresa

Il sottoscritto nato a il / / e residente in via nella sua qualità di legale rappresentante dell'impresa All. sub. 2) FACSIMILE AUTOCERTIFICAZIONE PER LA VERIFICA DEI REQUISITI DICHIARATI PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA PER L APPALTO DEI LAVORI DI REALIZZAZIONE ARREDO URBANO CAMPAGNA SORRIVA Il sottoscritto

Dettagli

CONSULTAZIONE DURC ON LINE

CONSULTAZIONE DURC ON LINE CONSULTAZIONE DURC ON LINE Aggiornato a Settembre 2016 Descrizione della funzionalità di consultazione dai portali INPS ed INAIL Consultazione Durc On Line Indice Indice... 1 Quadro normativo... 1 Premessa...

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO ATTUATIVO DELLE PRESTAZIONI DI EBINSAFI

All. 2 REGOLAMENTO ATTUATIVO DELLE PRESTAZIONI DI EBINSAFI All. 2 REGOLAMENTO ATTUATIVO DELLE PRESTAZIONI DI EBINSAFI ARTICOLO 1 (Prestazioni di Assistenza integrativa) EBINSAFI eroga: A. un contributo una tantum pari a 500,00 lordi in favore dei dipendenti, del

Dettagli

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PRESTITI CONTRATTI DAI PENSIONATI ESTINGUIBILI CON CESSIONE FINO AD UN QUINTO DELLE PENSIONI

DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PRESTITI CONTRATTI DAI PENSIONATI ESTINGUIBILI CON CESSIONE FINO AD UN QUINTO DELLE PENSIONI DISPOSIZIONI IN MATERIA DI PRESTITI CONTRATTI DAI PENSIONATI ESTINGUIBILI CON CESSIONE FINO AD UN QUINTO DELLE PENSIONI ART.1 AMBITO DI APPLICAZIONE Con la presente procedura si definiscono le modalità

Dettagli

SLIDE 1 GENNAIO 2017

SLIDE 1 GENNAIO 2017 1 2 A decorrere dal 1 luglio 2013 tutte le istanze, le denunce e le dichiarazioni fra imprese e amministrazione pubblica deve avvenire esclusivamente in via telematica D.P.C.M. 22 luglio 2011 art.1 3 PUNTO

Dettagli

DOMANDA PER LA RIDUZIONE DEL TASSO MEDIO DI TARIFFA DOPO IL PRIMO BIENNIO DI ATTIVITÀ GUIDA ALLA COMPILAZIONE OT24 - ANNO 2018

DOMANDA PER LA RIDUZIONE DEL TASSO MEDIO DI TARIFFA DOPO IL PRIMO BIENNIO DI ATTIVITÀ GUIDA ALLA COMPILAZIONE OT24 - ANNO 2018 DOMANDA PER LA RIDUZIONE DEL TASSO MEDIO DI TARIFFA DOPO IL PRIMO BIENNIO DI ATTIVITÀ GUIDA ALLA COMPILAZIONE OT24 - ANNO 2018 INAIL 08/05/2017 Sommario INTRODUZIONE...2 1. INTERVENTI MIGLIORATIVI... 2

Dettagli

OGGETTO: Cassetto Previdenziale Aziende Rilascio della funzione di verifica della Regolarità Contributiva

OGGETTO: Cassetto Previdenziale Aziende Rilascio della funzione di verifica della Regolarità Contributiva Ufficio di Segreteria del Direttore Generale Roma, 25-06-2008 Messaggio n. 14521 Allegati 2 OGGETTO: Cassetto Previdenziale Aziende Rilascio della funzione di verifica della Regolarità Contributiva Direzione

Dettagli

DICHIARAZIONE DEL COMMITTENTE O DEL RESPONSABILE DEI LAVORI (D.lgs. 9 aprile 2008 N.81 art.90 aggiornato con DL 3 agosto 2009 n.

DICHIARAZIONE DEL COMMITTENTE O DEL RESPONSABILE DEI LAVORI (D.lgs. 9 aprile 2008 N.81 art.90 aggiornato con DL 3 agosto 2009 n. DICHIARAZIONE DEL COMMITTENTE O DEL RESPONSABILE DEI LAVORI (D.lgs. 9 aprile 2008 N.81 art.90 aggiornato con DL 3 agosto 2009 n.106 ) DA TRASMETTERE: con la Segnalazione Certificata di Inizio Lavori (SCIA)

Dettagli

VERIFICA DELLA DICHIARAZIONE PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA PUBBLICA FINO ALLA AGGIUDICAZIONE

VERIFICA DELLA DICHIARAZIONE PER LA PARTECIPAZIONE ALLA GARA PUBBLICA FINO ALLA AGGIUDICAZIONE LAVORI PUBBLICI - SINTESI DEGLI ADEMPIMENTI Procedure indicative per le Stazioni Appaltanti nei casi di lavori pubblici in relazione alla verifica della regolarità contributiva (si fa comunque riferimento

Dettagli

Progetto OPE-DURC DURC on-line per le pratiche edilizie. ipotesi di estensione

Progetto OPE-DURC DURC on-line per le pratiche edilizie. ipotesi di estensione Ente Livornese Cassa Edile Progetto OPE-DURC DURC on-line per le pratiche edilizie ipotesi di estensione 03.11.2011 1 Introduzione In questa scheda si illustrano sinteticamente le opportunità di semplificazione

Dettagli

DETERMINA n. 349/ST del 05 OTTOBRE 2011

DETERMINA n. 349/ST del 05 OTTOBRE 2011 C O P I A DETERMINA n. 349/ST del 05 OTTOBRE 2011 DIVISIONE: TECNICA SERVIZIO: SEGRETERIA UFFICIO TECNICO DETERMINA SENZA IMPEGNO DI SPESA Oggetto: MANUTENZIONE STRAORDINARIA STADIO COMUNALE - Autorizzazione

Dettagli

INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO AVVISO REGIONALE (art. 11 c. 1 e 5 del decreto 81/2008 e s.m.i)

INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO AVVISO REGIONALE (art. 11 c. 1 e 5 del decreto 81/2008 e s.m.i) INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO AVVISO REGIONALE 2013 (art. 11 c. 1 e 5 del decreto 81/2008 e s.m.i) Entità del finanziamento A livello nazionale: 307 milioni di euro circa Per

Dettagli