Bollettino Economico Repubblica Popolare Cinese

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bollettino Economico Repubblica Popolare Cinese"

Transcript

1 Bollettino Economico Repubblica Popolare Cinese Secondo semestre 2010 Segretario Generale Elena Tosana Redazione Niccolò Dall Asta Pubblicazione in data

2 Indice Guida alla lettura pag. 3 I Introduzione: principali indicatori economici pag. 4 II Finanza statale pag. 8 III Consumo e inflazione dei prezzi al dettaglio pag. 11 IV Investimenti in Immobilizzazioni pag. 13 V Commercio estero pag. 15 VI Investimenti esteri pag. 18 VII Mercati Finanziari pag Bollettino Semestrale Luglio - Dicembre 2010

3 Guida alla lettura Sono qui in seguito elencate una serie di convenzioni utilizzate nella stesura di questo Bollettino, in modo da garantire al lettore una piena comprensione e apprezzamento dei contenuti ivi presenti. Tassi di cambio Gli importi monetari sono sempre indicati in doppia valuta, Yuan Cinese (RMB) e Euro ( ). Per le conversioni il tasso utilizzato è quello del 31/12/2010: 1,00=RMB 8,83. Il punto (.) è utilizzato come simbolo separatore per le migliaia, mentre la virgola(,) per i decimali. Nel caso i dati presentati fossero originariamente espressi in Dollari Americani, verranno comunque forniti in Yuan Cinesi e Euro, utilizzando i seguenti tassi di cambio al 31/12/2010: Fonti -USD 1,00=RMB 6,59 -USD 1,00=EUR 0,75 II dati presentati nel Bollettino provengono dalle seguenti fonti esterne, per le quali CCIC non garantisce l accuratezza né la veridicità. China Monthly Economic Indicators, National Bureau of Statistics (vol ) Rapporto congiunto Repubblica Popolare Cinese 2011, Ambasciate-Consolati/ Uffici ICE all estero. World Economic Outlook, April 2011, International Monetary Fund. World Trade Atlas 2011, Global Trade Information Services. Wall Street Journal. Investment Promotion Agency of Ministry of Foreign Commerce. Bollettino Semestrale Luglio - Dicembre

4 I - Introduzione: principali indicatori economici Il 12 piano quinquennale Nell Ottobre del 2010 il Comitato Centrale del Partito Comunista Cinese ha reso pubbliche le linee guida del 12 piano quinquennale di sviluppo economico e sociale della Repubblica Popolare. Il piano è stato in seguito approvato il 14 Marzo 2011 nel corso della seduta conclusiva del Congresso Nazionale del Popolo. Il piano, nonostante non sia vincolante e non citi le fonti utilizzate per finanziare le politiche in esso contenute, nelle sue ultime edizioni si è dimostrato una buona previsione dell effettiva condotta del governo cinese per gli anni seguenti. I punti salienti del 12esimo piano sono i seguenti: diminuzione degli obiettivi di crescita annui al 7%, rispetto al 10,3% ottenuto nel 2010; raggiungimento di una percentuale di residenti in aree urbane del 51,5%; riduzione dell intensità energetica e della produzione di energia da fonti fossili tradizionali; riduzione delle emissioni di tonnellate di CO2 per punto percentuale di PIL del 16%; creazione di circa 45 milioni di posti di lavoro; mantenimento della popolazione sotto gli 1,39 miliardi di persone; trasformazione delle zone costiere da fabbrica mondiale a centro integrato di ricerca e sviluppo, di produzione avanzata e di servizi terziari; sviluppo dell energia nucleare per diversificare il mix energetico, sotto il presupposto di garantirne la sicurezza; costruzione di grandi centrali idroelettriche nel sud del Paese; ampliamento delle infrastrutture, con nuovi aeroporti, nuove autostrade e reti ferroviarie ad alta velocità; costruzione di 36 milioni di appartamenti economici per facilitare le famiglie a basso reddito. 4 Bollettino Semestrale Luglio - Dicembre 2010

5 La situazione economica ll prodotto interno lordo del Paese di Mezzo alla chiusura del 2010 ha raggiunto la quota di RMB ,3 mld. ( 4.507,2 mld), con una crescita del 10,3% rispetto all anno passato. Le industrie primaria, secondaria e terziaria sono cresciute rispettivamente del 4,3%, 12,2% e del 9,5%. Negli ultimi 2 trimestri l economia ha mostrato un leggero rallentamento, passando da una crescita media del 11,1% del primo semestre al 9,7% del secondo semestre, probabilmente in parte frutto della decisione della People s Bank of China di alzare i tassi di interesse per 3 volte, una prima volta in Ottobre, in seguito in Dicembre e ancora in Aprile Alla fine del 2010 il Pil pro-capite in Cina si è attestato sui RMB ( 1.191,5), con mostrando un aumento del 9,8% rispetto al La situazione del mercato del lavoro è caratterizzata da un tasso di disoccupazione molto basso, che nel 2010 è stato misurato essere del 4,1% nelle zone urbane, rimanendo pressoché stabile nel tempo, mentre i salari medi dei lavoratori dipendenti delle imprese delle zone urbane nell ultimo quarto del 2010 sono aumentati del 13,3% rispetto allo stesso periodo dell anno precedente, rimanendo ben al di sopra del tasso di inflazione e garantendo così un aumento del potere d acquisto medio dei lavoratori. Nonostante il buon andamento del mercato del lavoro desta preoccupazione il repentino innalzamento del tasso di inflazione nel corso dell anno passato, che ha raggiunto a Dicembre il 4,9% sull indice generale dei prezzi al consumo, presentando delle punte del 15,6% per il prezzo del grano, del 19% per le uova e addirittura del 34,4% per la frutta fresca, creando preoccupazione nelle fasce più povere della popolazione, per le quali la spesa alimentare è la la più rilevante del budget familiare. Un altro indicatore che ha destato delle preoccupazioni è quello relativo all andamento del mercato immobiliare, che presenta una duplice difficoltà. Da una parte molti analisti 1 speculano la presenza di una bolla immobiliare, specie nelle città di primo e secondo livello, come Beijing, Shanghai, Guangzhou, Shenzhen e Chongqing. 1- CityGroup China Research Bollettino Semestrale Luglio - Dicembre

6 Gli investimenti immobiliari hanno raggiunto il 6,1% del PIL cinese, lo stesso livello raggiunto nel mercato statunitense nel 2005 prima della crisi dei mutui subprime, anche se con differenti livelli di indebitamento. I prezzi delle unità abitative sono aumentati a dicembre 2010 per il 19 mese consecutivo, salendo del 6,4% rispetto all anno precedente. In secondo luogo un ampia porzione della popolazione ha difficoltà a permettersi un abitazione, la qual cosa, sommata all inflazione in aumento, sta ha provocato un crescente malcontento tra le fasce meno abbienti in tutto il paese. Per fare fronte a questa seconda emergenza il governo cinese ha intenzione di iniziare la costruzione di oltre 10 milioni di unità abitative entro Dicembre del 2011, con un incentivo pubblico di RMB 500 mld ( 56,6 mld) su un costo totale previsto di RMB 1300 mld. Il governo ha tentato di rallentare questi processi inflativi aumentando per due volte i tassi sui depositi e sui prestiti a un anno, rispettivamente fino al 2,75% e 5,81% a fine 2010, mentre nel momento in cui scriviamo (giugno 2011) il tasso sui prestiti è arrivato al 6,31%. Per diminuire l entità dei mutui e rallentare la crescita del mercato immobiliare sono state anche aumentate le percentuali di riserve obbligatorie delle banche fino al 19,5%, diminuendo in modo consistente la quantità di moneta circolante e nel 2011 è stata vietata la possibilità di stipulare più di due mutui contemporaneamente. 6 Bollettino Semestrale Luglio - Dicembre 2010

7 Bollettino Semestrale Luglio - Dicembre

8 II - Finanza statale Le entrate dell erario cinese nel 2010 ammontavano a RMB mld ( 941 mld), in aumento del 21,3% dal 2009, di cui RMB mld da entrate fiscali e RMB 988 mld da entrate non fiscali. L andamento delle principali componenti delle entrate è stato il seguente: l imposta sul valore aggiunto ha portato RMB mld ( 239 mld) con un aumento del 14,1%, dovuto principalmente all aumento della produzione e alla crescita dei prezzi; l imposta sul consumo interno ha raggiunto i RMB 607 mld ( 68,8 mld) con un aumento del 27,5%, dovuto all aumento delle tasse su carburanti e tabacco, nonché alle maggiori vendite di autoveicoli; il gettito della tassa sulle imprese è aumentato del 23,8%, fino a RMB mld ( 126 mld). Le principali ragioni di una crescita così rapida delle entrate statali (ben superiori alla crescita del prodotto interno lordo), sono da ricercarsi in questi punti principali: in primo luogo la rapida crescita di alcuni indicatori, come il valore aggiunto della produzione industriale (+15,7%), il totale degli investimenti di capitale in immobilizzazioni (23,8%), le vendite al dettaglio di beni di consumo (+18,4%), in secondo luogo l aumento dei prezzi, con un inflazione superiore alle aspettative e in terzo luogo la crescita del parco auto e delle relative tasse di circolazione. Fonte: China Monthly Economic Indicators, National Bureau of Statistics, 2011,1-4 ( Vol ) 8 Bollettino Semestrale Luglio - Dicembre 2010

9 Sul fronte delle spese e degli investimenti vi sono stati decisi aumenti, arrivando a una spesa complessiva di RMB mld ( mld), in crescita rispetto all anno precedente del 17,4%. La spesa statale, di cui queste statistiche misurano esclusivamente la parte relativa al governo centrale, rappresenta una porzione significativa del prodotto interno lordo, ammontando al 22,5%, il che rende le scelte di investimento statali estremamente significative per la performance complessiva dell economia. Tra i più importanti e significativi aumenti della spesa nazionale troviamo gli stanziamenti per l istruzione, passati a RMB mld ( 141 mld), in aumento del 19,3%, gli investimenti in servizi idrici, ammontati a RMB 805 mld ( 91,1 mld), la spesa sanitaria nazionale, che ha raggiunto i RMB 474 mld ( 53,8 mld) con una crescita del 18,8%, gli impieghi per i servizi di assistenza sociale e occupazione hanno raggiunto i RMB 908 mld ( 102,8 mld) in crescita del 19,4%. Altre importanti voci di spesa, rappresentative del cammino percorso dalla Repubblica Popolare lo scorso anno, sono le aumentate spese per la protezione ambientale, che hanno raggiunto i RMB 242 mld ( 27,5 mld) e i finanziamenti alla ricerca scientifica e tecnologica, che ammontavano a RMB 323 mld ( 36,5 mld) con un aumento del 17,6%. Fonte: China Monthly Economic Indicators, National Bureau of Statistics, 2011,1-4 ( Vol ) Bollettino Semestrale Luglio - Dicembre

10 Rifacendoci alle linee guida del nuovo piano quinquennale ci si può attendere che questi due valori in particolare tenderanno a aumentare a ritmi ancora più elevati nei prossimi anni, essendo la tutela dell ambiente e la ricerca tecnologica due capisaldi del futuro sviluppo del paese. Il piano infatti prevede forti investimenti nel settore energetico, con obbiettivi di crescita nel solare termico e fotovoltaico, nell eolico, nel nucleare, nel cosiddetto carbone pulito e nei gas naturali non convenzionali, nonché una gestione più efficiente nella griglia distributiva, creando una smart grid. Questi investimenti sono tesi a soddisfare la domanda di energia in continua crescita, e a superare le difficoltà emerse con i recenti problemi di generazione di energia idroelettrica dovuti alla siccità che ha colpito le regioni centrali del paese nei primi mesi del Bollettino Semestrale Luglio - Dicembre 2010

11 III - Consumo e inflazione dei prezzi al dettaglio Nel secondo semestre del 2010 il consumo cinese non ha accennato a diminuire in intensità e le linee guida del nuovo piano quinquennale promettono ulteriori manovre atte a stimolare il consumo interno, per rendere possibile l auspicata trasformazione della Cina da fabbrica del mondo a polo di consumo, e poter così dipendere di meno dalle esportazioni verso i paesi dell ovest. Fonte: China Monthly Economic Indicators, National Bureau of Statistics, 2011,1-4 ( Vol ) Bollettino Semestrale Luglio - Dicembre

12 Il totale delle vendite al dettaglio nel 2010 è cresciuto del 18,4% rispetto all anno passato, con un andamento pressoché omogeneo in tutte le province. Come accennato nell introduzione, nonostante l inflazione complessiva dei prezzi al consumo sia contenuta (4,6% a Dicembre 2010), destano preoccupazione i rincari di alcuni generi alimentari di prima necessità, come il grano, le uova e la frutta fresca, che sono saliti rispettivamente del 15,6%, del 19% e del 34,4% rispetto a Dicembre Questo dato risulta ancora più preoccupante se andiamo a esaminare la composizione media della spesa delle unità famigliari urbane e rurali, ancora profondamente differenti per valori di reddito e tipologia di spesa. A fine 2010 il reddito disponibile per una famiglia delle zone rurali era in media di RMB ( 802) a persona, con una spesa corrente di RMB ( 714) di cui il 61,1% utilizzato per l acquisto di generi alimentari; una famiglia residente in città, invece, aveva mediamente un reddito disponibile di RMB ( 2.164) a persona, con una spesa corrente di RMB ( 1.526) di cui il solo il 36% destinato a generi alimentari. Si può ben comprendere come simili repentini aumenti nei prezzi di generi alimentari di prima necessità comportino una notevole compressione delle possibilità di consumo delle famiglie meno abbienti, principalmente residenti nelle zone rurali. Dopo un periodo di politica monetaria espansionistica, volta a mitigare gli effetti di riduzione della liquidità portati dalla crisi finanziaria mondiale, la People s Bank of China ha ripreso nell Ottobre 2010 a rialzare i tassi di interesse sui depositi e sui prestiti, cercando in tal modo di fare fronte all impennata dell inflazione. Tale politica è proseguita anche nei primi mesi del 2011, con successivi aumenti, che hanno portato il tasso di riferimento dal 5,3% di Settembre 2010 al 6,3% di Giugno 2011; per drenare liquidità dal sistema le riserve obbligatorie delle banche sono state inoltre innalzate fino al 20%. 12 Bollettino Semestrale Luglio - Dicembre 2010

13 IV - Investimenti in Immobilizzazioni Alla fine del 2010 gli investimenti in immobilizzazioni hanno raggiunto la cifra di RMB mld ( mld), di cui l 86,8% (RMB mld, mld) nelle zone urbane, e il restante 13,2% nelle zone rurali. Nelle aree urbane gli investimenti di imprese e holding statali hanno raggiunto i RMB mld ( mld), mentre il settore immobiliare, tra costruzioni, ampliamenti e trasformazioni di edifici ha attirato il 20% degli investimenti, pari a RMB mld ( 547 mld). La suddivisione tra settori primario, secondario e terziario, per quanto riguarda gli investimenti in immobilizzazioni in aree urbane, non desta sorprese, mostrando una netta preponderanza del terziario, con RMB mld ( mld), in aumento del 25,6% rispetto al 2009 e del secondario, che raggiunge i RMB mld ( mld) investiti, con un aumento del 23,2%, mentre il primario non supera i RMB 397 mld ( 45 mld). Questa rapida crescita degli investimenti e delle costruzioni di immobili è stata accompagnata negli ultimi 2 anni da prezzi degli immobili residenziali in rapida ascesa in pressoché tutte le città di primo e secondo livello, al punto che molti analisti vedono il rischio di una bolla immobiliare. Nel solo 2010 le quotazioni medie degli immobili residenziali sono aumentate dell 8% circa. In risposta all andamento del mercato, il governo ha varato una serie di misure atte a raffreddare i prezzi, a partire da limitazioni sull uso dei mutui (aumentando gli acconti minimi per la seconda casa e vietando il terzo mutuo simultaneo) fino a varare un grande piano di edilizia popolare che prevede la costruzione di 36 milioni di unità abitative nel corso dei prossimi 5 anni, con 10 milioni di appartamenti in costruzione dal Dicembre Bollettino Semestrale Luglio - Dicembre

14 Le abitazioni a basso costo sono infatti spesso snobbate dagli sviluppatori e dai governi locali, in quanto offrono minori margini rispetto agli appartamenti di lusso. Secondo alcuni analisti 1 i prezzi e le vendite hanno già iniziato a crescere più lentamente nei primi mesi del Questo non dovrebbe avere ripercussioni come nella crisi dei subprime negli USA, in quanto i mutui stipulati in Cina prevedono garanzie e depositi molto più stringenti; coloro che invece corrono più rischi sono i costruttori, che spesso si avvalgono di forti leve finanziarie e potrebbero soffrire le diminuzioni dei prezzi, mettendo in pericolo un mercato che secondo alcune stime 2 vale il 13% del Pil cinese e che condiziona sempre più l economia globale. Fonte: China Monthly Economic Indicators, National Bureau of Statistics, 2011,1-4 ( Vol ) 1. Rosalea Yao, Dragonomics 2. Jonathan Anderson, UBS 14 Bollettino Semestrale Luglio - Dicembre 2010

15 V - Commercio Estero Al termine del 2010 la bilancia commerciale cinese era in attivo di USD 182,1 mld ( 136,6 mld). Le importazioni nel corso dell anno hanno raggiunto i USD 1.395,7 mld ( mld), mentre le esportazioni misuravano USD 1.577,7 mld ( 1.183,3 mld). L andamento dei valori è al rialzo, sia per le esportazioni (+31,3%) che per le importazioni, che mantengono un ritmo di crescita serrato, concludendo il 2010 con un +38,7%, mentre nei primi 6 mesi si era registrato un +53%, dopo un 2009 di decrementi, in corrispondenza dell onda lunga della crisi economica mondiale. Il risultato della bilancia commerciale è però in leggero peggioramento e pur registrando ancora un attivo, incassa una diminuzione del surplus del 6,9%, dovuta in parte a una maggiore crescita proporzionale dell import. Bollettino Semestrale Luglio - Dicembre

16 Come si nota dalle tabelle seguenti, i principali importatori di prodotti cinesi sono Stati Uniti, Hong Kong e Giappone, che complessivamente acquistano quasi il 40% delle esportazioni cinesi, mentre l Italia importa circa il 2% del valore totale delle merci che varcano i confini cinesi. Dati in miliardi di dollari. Fonte: World Trade Atlas 2010, elaborazioni CICC Sul fronte delle importazioni, la Cina si trova ad acquistare principalmente da Giappone, Corea del Sud, Taiwan e Stati Uniti, che insieme forniscono più del 30% dei prodotti importati in Cina; l Italia è solo ventunesima in questa classifica e fornisce alla Cina circa il 2% del totale dell import. L interscambio Italia-Cina ha subito un impennata nel 2010, con le esportazioni di beni cinesi in aumento del 53,8%, fino a USD mld ( 23.4 mld), e le importazioni dall Italia in aumento del 26,9% fino a USD 13,99 mld ( 10,5 mld). Il saldo commerciale rimane dello stesso segno degli anni precedenti, a discapito della bilancia commerciale italiana, che vede le esportazioni cinesi essere più del doppio delle importazioni. 16 Bollettino Semestrale Luglio - Dicembre 2010

17 Dati in miliardi di dollari. Fonte: World Trade Atlas 2010, elaborazioni CICC Procedendo con uno sguardo sulla suddivisione merceologica notiamo come le principali categorie di beni importati in Cina siano nell ordine apparecchi elettronici, combustibili minerali e petrolio, macchinari e minerali non lavorati; queste quattro categorie raggiungono oltre il 55% delle importazioni. I prodotti esportati si concentrano su apparecchi elettronici, macchinari, maglieria e abbigliamento in tessuto, raggiungendo quasi il 52% del totale delle esportazioni. Bollettino Semestrale Luglio - Dicembre

18 VI - Investimenti Esteri Alla chiusura dello scorso anno la Cina ha superato un record simbolico ancor più che economico: la cifra totale di investimenti esteri attratti dal paese ha superato il muro dei 100 miliardi di dollari, assestandosi su USD 105,7 mld ( 79,3 mld), con una crescita del 17,4%. Il trend dei primi mesi del 2011, al di sopra dei risultati del 2010, sembra indicare un ulteriore aumento degli investimenti. I salari in aumento e il maggiore potere di acquisto delle famiglie cinesi stanno facendo cambiare il mix di compagnie con investimenti in Cina, diminuendo la quota di produzioni a bassa tecnologia e aumentando quelle ad alto valore aggiunto (basti pensare che nel 2010 la Cina è diventato il più grande mercato di schermi LCD al mondo, superando gli Stati Uniti e attraendo investimenti in impianti di produzione da parte di produttori come LG e Samsung 1 ) Gli investimenti esteri diretti in Cina si sono concentrati principalmente nel settore produttivo-manifatturiero, che ha canalizzato il 46,9% degli investimenti, mentre il 22,7% è stato destinato al commercio nel settore immobiliare, seguito dall 8% nell elettronica e nei computer e dal 6,7% nei leasing e nei servizi commerciali. Per quanto riguarda la provenienza degli investimenti esteri, esaminando la tabella sottostante possiamo notare la posizione predominante di Hong Kong, che nel 2010 ha apportato oltre il 63% degli investimenti, seguito a lunga distanza da Taiwan, Singapore e Giappone, che però presi insieme non arrivano al 16% del totale. 1-Bloomberg.com 18 Bollettino Semestrale Luglio - Dicembre 2010

19 VII - Mercati Finanziari L indice SCI (Shanghai Composite Index) della borsa di Shanghai ha chiuso il 2010 con un ribasso complessivo del 14%, una delle performance peggiori tra le grandi piazze finanziarie globali, nonostante la forte performance dell economia reale cinese. Gli analisti imputano la maggior parte della diffidenza degli investitori alla politica monetaria cinese, più prudente a fine 2010, alle preoccupazioni destate dall inflazione e alle paventate politiche restrittive sulle proprietà immobiliari, per ora implementate solo in parte. Ciò nonostante il capitale raccolto nelle IPO (Initial Public Offering) sulla borsa cinese ha superato di gran lunga la performance di Wall Street, raccogliendo RMB 488 mld ( 55,6 mld) contro gli USD 39 mld ( 29,25 mld) della borsa statunitense. Sono state molte anche le sottoscrizioni di capitale lanciate da banche e istituzioni finanziarie, in cerca di nuova liquidità. È stata accolta con entusiasmo la decisione di consentire sulla piazza finanziaria cinese il commercio di strumenti finanziari come le vendite a termine, i future sugli indici e il margin trading, anche se questi strumenti hanno trovato per ora poco mercato. A Dicembre 2010 presso lo Shanghai Stock Exchange erano a listino 894 compagnie, con una capitalizzazione totale di RMB mld ( mld) e un volume di scambi medio giornaliero di RMB 115 mld ( 13,1 mld). Bollettino Semestrale Luglio - Dicembre

20 Segretario Generale Elena Tosana Redazione Niccolò Dall Asta E consentita la riproduzione parziale di singoli testi purché se ne citi la fonte. Per quanto concerne l interpretazione dei testi ufficiali, si declina, come d uso, qualsiasi responsabilità. Pechino Unit 1612, Zhongyu Plaza A6, Gongti North Road, Chaoyang District, , Beijing, China Tel: Fax: Guangzhou Room 948, Garden Hotel 368, Huanshi Dong Road, Garden Tower Guangzhou, China Tel.: Fax.: Disclaimer Questa pubblicazione contiene rinvii a siti web ( collegamenti ipertestuali ) e utilizza altresì informazioni provenienti da fonti terze. La CCIC declina ogni responsabilità in merito all accuratezza, alla veridicità e alla completezza dei materiali reperiti presso tali siti o comunque ottenibili per loro tramite. Shanghai Room 1604, Xin Cheng Mansion No.167 Jiang Ning Road Shanghai, China Tel: Fax:

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Le nuove fonti di energia

Le nuove fonti di energia Le nuove fonti di energia Da questo numero della Newsletter verranno proposti alcuni approfondimenti sui temi dell energia e dell ambiente e sul loro impatto sul commercio mondiale osservandone, in particolare,

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

I vantaggi dell efficienza energetica

I vantaggi dell efficienza energetica Introduzione Migliorare l efficienza energetica (EE) può produrre vantaggi a tutti i livelli dell economia e della società: individuale (persone fisiche, famiglie e imprese); settoriale (nei singoli settori

Dettagli

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Roberta Mosca (settembre 2008) 1 - L impennata dei prezzi delle materie prime La stabilità e la crescita dell economia globale è stata di recente

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari

INTERSCAMBIO USA - Mondo gennaio - marzo Valori in milioni di dollari. INTERSCAMBIO USA - Unione Europea gennaio - marzo Valori in milioni di dollari INTERSCAMBIO USA - Mondo 2011 2012 Var. IMPORT USA dal Mondo 508.850 552.432 8,56% EXPORT USA verso il Mondo 351.109 381.471 8,65% Saldo Commerciale - 157.741-170.961 INTERSCAMBIO USA - Unione Europea

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie

Agricoltura Bio nel mondo: la superficie Agricoltura Bio nel mondo: la superficie L agricoltura biologica occupa una superficie di circa 37,04 milioni di ettari nel 2010. Le dimensioni a livello globale sono rimaste pressoché stabili rispetto

Dettagli

ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina. Data evasione. Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098

ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina. Data evasione. Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098 Vs. richiesta su ZHEJIANG YUEJIN IMPORT CO LTD - Cina Recte ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina Cliente ALFA SPA Data evasione Redattore E.L./FC Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098 Zhejiang Yuejin

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali

Progetto IMPORT STRATEGICO 2015. Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Progetto IMPORT STRATEGICO 2015 Dr. Francesco Pensabene Dirigente Ufficio Partenariato Industriale e Rapporti con gli Organismi Internazionali Milano, 10 febbraio 2015 IRAN - dati macroeconomici 2013 2014

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI

ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI ITALIA: PRESENTAZIONE DEL SOSTEGNO FINANZIARIO STIMATO E DELLE AGEVOLAZIONI TRIBUTARIE PER I COMBUSTIBILI FOSSILI Risorse energetiche e struttura del mercato L Italia produce piccoli volumi di gas naturale

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili

E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili E=mc 2 : l innovazione tecnologica per la tutela dell ambiente e la produzione di energia dalle fonti rinnovabili «Pas du pétrole mais des idées..» Lucio IPPOLITO Fisciano, 12 maggio 2011 L. IPPOLITO 2011

Dettagli

IMU: analisi dei versamenti 2012

IMU: analisi dei versamenti 2012 IMU: analisi dei versamenti 2012 1. Analisi dei versamenti complessivi I versamenti IMU totali aggiornati alle deleghe del 25 gennaio 2013 ammontano a circa 23,7 miliardi di euro, di cui 9,9 miliardi di

Dettagli

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio.

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Un complesso avvio delle policy di sostegno alle rinnovabili La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Inefficace

Dettagli

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti

LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA. Silva Marzetti L EUROPA E LE RISORSE AMBIENTALI, ENERGETICHE E ALIMENTARI BOLOGNA, 16 MARZO 2015 LA GESTIONE SOSTENIBILE DELLE RISORSE NATURALI IN EUROPA Silva Marzetti Scuola di Economia, Management e Statistica Università

Dettagli

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI

DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI MANIFESTO PER L ENERGIA SOSTENIBILE DALLE FOSSILI ALLE RINNOVABILI COSTRUISCI CON NOI UN SISTEMA ENERGETICO SOSTENIBILE PER L ITALIA Organizzazione Non Lucrativa di Utilità Sociale. FINALITà Favorire la

Dettagli

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii . 2011-2014: il bilancio della crisi Il volume è stato realizzato a cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio

Dettagli

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE

Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Prospettive a livello mondiale in materia di energia, tecnologia e politica climatica all'orizzonte 2030 ELEMENTI CHIAVE Scenario di riferimento Lo studio WETO (World energy, technology and climate policy

Dettagli

più credito per la tua impresa

più credito per la tua impresa Sei un impresa che vuole acquistare nuovi macchinari, impianti o attrezzature? più credito per la tua impresa : Agevolazioni anche per i settori di pesca e agricoltura Beni strumentali, l agevolazione

Dettagli

WORLD ENERGY OUTLOOK 2012 SINTESI. Italian translation

WORLD ENERGY OUTLOOK 2012 SINTESI. Italian translation WORLD ENERGY OUTLOOK 2012 SINTESI Italian translation SINTESI WORLD ENERGY OUTLOOK 2012 Il World Energy Outlook (WEO) 2012 è uno strumento indispensabile per i decision maker della politica e dell industria

Dettagli

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte

I dati pubblicati possono essere riprodotti purché ne venga citata la fonte IMPORT & EXPORT DELLA PROVINCIA DI BOLOGNA 1 semestre 2013 A cura di: Vania Corazza Ufficio Statistica e Studi Piazza Mercanzia, 4 40125 - Bologna Tel. 051/6093421 Fax 051/6093467 E-mail: statistica@bo.camcom.it

Dettagli

BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE 2012

BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE 2012 DIPARTIMENTO PER L'ENERGIA Direzione generale per la sicurezza dell'approvvigionamento e le infrastrutture energetiche DIV. VII - Statistiche ed analisi energetiche e minerarie BILANCIO ENERGETICO NAZIONALE

Dettagli

1.Produzione e costo dell energia in Italia

1.Produzione e costo dell energia in Italia 1.Produzione e costo dell energia in Italia L Italia é ai primi posti in Europa per consumo energetico annuo dopo Germania, Regno Unito e Francia. Il trend dal 2000 al 2008 mostra un aumento del consumo

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO

ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO AMBASCIATA D ITALIA BERLINO ITALIA E GERMANIA DATI ECONOMICI A CONFRONTO PRINCIPALI DATI MACROECONOMICI (Fonti: Istat, Destatis, Ministero federale delle Finanze, Ministero Economia e Finanze, Ministero

Dettagli

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia

Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Osservatorio sull internazionalizzazione dell Umbria Centro Estero Umbria, Unioncamere, Università degli Studi di Perugia Università degli Studi di Perugia, Facoltà di Economia Dipartimento di Discipline

Dettagli

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio

Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio Progetto Infea: 2006, energia dallo spazio 1 lezione: risorse energetiche e consumi Rubiera novembre 2006 1.1 LE FONTI FOSSILI Oltre l'80 per cento dell'energia totale consumata oggi nel mondo è costituita

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020

Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 6 luglio 2010 Il sistema energetico italiano e gli obiettivi ambientali al 2020 L Istat presenta un quadro sintetico del sistema energetico italiano nel 2009 e con riferimento all ultimo decennio. L analisi

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

Green economy e green management : aziende e territori

Green economy e green management : aziende e territori Green economy e green management : aziende e territori di Edo Ronchi Presidente della Fondazione per lo sviluppo sostenibile La coincidenza della grande recessione del 2008-2009,una crisi finanziaria e

Dettagli

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa

La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa La situazione delle fonti rinnovabili in Italia e in Europa Silvia Morelli Unità Statistiche silvia.morelli@gse.it Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Il problema energetico: stato e prospettive Indice

Dettagli

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale

L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale L efficienza energetica fra legislazione europea, nazionale e regionale Prof. Gianni Comini Direttore del Dipartimento di Energia e Ambiente CISM - UDINE AMGA - Iniziative per la Sostenibilità EOS 2013

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA

INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA INCONTRO DI ROMA DEI MINISTRI DELL ENERGIA DEL G7 INIZIATIVA DELL ENERGIA DEL G7 DI ROMA PER LA SICUREZZA ENERGETICA DICHIARAZIONE CONGIUNTA Noi, i Ministri dell Energia di Canada, Francia, Germania, Italia,

Dettagli

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni)

2.1 DATI NAZIONALI E TERRITORIALI (AREE E Regioni) ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Gli immobili in Italia - 2015 ANALISI TERRITORIALE DEL VALORE DEL PATRIMONIO ABITATIVO Nel presente capitolo è analizzata la distribuzione territoriale

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto

Detrazione Fiscale e Scambio sul Posto Gentile Cliente, il momento storico della fine del Conto Energia in Italia è arrivato lo scorso 6 luglio ed ha rappresentato un punto di svolta per tutti gli operatori del solare. La tanto discussa grid

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

USO DELLE RISORSE E FLUSSI DI MATERIA

USO DELLE RISORSE E FLUSSI DI MATERIA CAPITOLO 11 USO DELLE RISORSE E FLUSSI DI MATERIA Introduzione La conoscenza delle quantità di risorse utilizzate in un dato sistema socio-economico e più in generale di quelle necessarie al suo funzionamento

Dettagli

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico

Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico Autorità per l energia elettrica il gas e il sistema idrico COMUNICATO Energia: da aprile ancora in calo la bolletta elettricità, -1,1%, e forte riduzione per il gas -4,0% sull anno risparmi per 75 euro

Dettagli

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo

I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo I cambiamenti di cui abbiamo bisogno per il futuro che vogliamo Le raccomandazioni della CIDSE per la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile (Rio, 20-22 giugno 2012) Introduzione Il

Dettagli

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO. La situazione del mercato europeo del carbonio nel 2012

RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO. La situazione del mercato europeo del carbonio nel 2012 COMMISSIONE EUROPEA Bruxelles, 14.11.2012 COM(2012) 652 final RELAZIONE DELLA COMMISSIONE AL CONSIGLIO E AL PARLAMENTO EUROPEO La situazione del mercato europeo del carbonio nel 2012 (Testo rilevante ai

Dettagli

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF

5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF 5. I PRINCIPALI TIPI DI INTERVENTI AMMESSI ALLA DETRAZIONE IRPEF Ecco un elenco esemplificativo di interventi ammissibili a fruire della detrazione Irpef. In ogni caso, deve essere verificata la conformità

Dettagli

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI»

TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» TRASFERIMENTI FINANZIARI AI COMUNI «IERI, OGGI E DOMANI» Prefettura Ufficio Territoriale del Governo di Avellino a cura del dr. Pasquale Trocchia Dirigente del Ministero dell Interno Responsabile delle

Dettagli

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE

RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE RATEI E RISCONTI INTRODUZIONE In fase di formazione del bilancio di esercizio spesso accade che l effetto economico delle operazioni e degli altri eventi posti in essere dall impresa, non si manifesti

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

L economia cinese cresce velocemente. Ma sarà abbastanza?

L economia cinese cresce velocemente. Ma sarà abbastanza? L economia cinese cresce velocemente. Ma sarà abbastanza? n. 62 ottobre 2012 A cura dell ISPI (Istituto per gli Studi di Politica Internazionale) L economia cinese cresce velocemente. Ma sarà abbastanza?

Dettagli

Operazioni, attività e passività in valuta estera

Operazioni, attività e passività in valuta estera OIC ORGANISMO ITALIANO DI CONTABILITÀ PRINCIPI CONTABILI Operazioni, attività e passività in valuta estera Agosto 2014 Copyright OIC PRESENTAZIONE L Organismo Italiano di Contabilità (OIC) si è costituito,

Dettagli

ANALISI TECNICA GIORNALIERA

ANALISI TECNICA GIORNALIERA RESEARCH TEAM ANALISI TECNICA GIORNALIERA TERMINI & CONDIZIONI Termini e Condizioni del servizio in fondo al report DIREZIONE TIMEFRAME STRATEGIA / POSIZIONE LIVELLI ENTRATA EUR / USD S-TERM GBP / USD

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA Da produttore/grossista a utente non domestico - Prezzo di mercato prevalente della componente energia e della commercializzazione al dettaglio

Dettagli

RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013. Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO. Curatore Dott.

RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013. Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO. Curatore Dott. RELAZIONE SINTETICA DI STIMA ELETTRO 33 S.P.A. Procedura N 89/2013 Giudice Delegato: Dott. Vito FEBBRARO Curatore Dott.ssa Elena MOGNONI Facciamo seguito all incarico conferitoci dalla Dott.ssa Elena MOGNONI

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare CIRCOLARE Alla Conferenza delle regioni e delle province autonome All

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 74/ 24 febbraio 2014 GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI L Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione, con cadenza mensile, delle nuove serie degli indici dei prezzi

Dettagli

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa

Partenariato transatlantico su commercio e investimenti. Parte normativa Partenariato transatlantico su commercio e investimenti Parte normativa settembre 2013 2 I presidenti Barroso, Van Rompuy e Obama hanno chiarito che la riduzione delle barriere normative al commercio costituisce

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

CONTINUANO A CRESCERE I CANONI DI LOCAZIONE NELLE VIE COMMERCIALI PIU COSTOSE A LIVELLO GLOBALE

CONTINUANO A CRESCERE I CANONI DI LOCAZIONE NELLE VIE COMMERCIALI PIU COSTOSE A LIVELLO GLOBALE COMUNICATO STAMPA Claudia Buccini +39 02 63799210 claudia.buccini@eur.cushwake.com CONTINUANO A CRESCERE I CANONI DI LOCAZIONE NELLE VIE COMMERCIALI PIU COSTOSE A LIVELLO GLOBALE Causeway Bay a Hong Kong

Dettagli

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a

Già negli anni precedenti, la nostra scuola. problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a Già negli anni precedenti, la nostra scuola si è dimostrata t sensibile alle problematiche dello sviluppo sostenibile, consentendo a noi alunni di partecipare a stage in aziende e in centri di ricerca

Dettagli

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4 I SUSSIDI ALLE ESPORTAZIONI NELL AGRICOLTURA E NEI SETTORI AD ALTA TECNOLOGIA 10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO

EFFICIENZA E AUTOGESTIONE ENERGETICA A SCALA DI EDIFICIO Forum Internazionale Green City Energy MED LO SVILUPPO DELLE SMART CITIES E DEI GREEN PORTS NELL AREA MEDITERANEA Convegno La produzione di energia rinnovabile nella Smart City Sessione Integrazione dei

Dettagli

Il Ministro dello Sviluppo Economico

Il Ministro dello Sviluppo Economico DECRETO 11 marzo 2008. Attuazione dell articolo 1, comma 24, lettera a) della legge 24 dicembre 2007, n. 244, per la definizione dei valori limite di fabbisogno di energia primaria annuo e di trasmittanza

Dettagli

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO

L AUDIT ENERGETICO DEGLI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERGETICO COMUNE DI CANZO COMUNE DI CASTELMARTE COMUNE DI EUPILIO COMUNE DI LONONE AL SERINO COMUNE DI PROSERPIO COMUNE DI PUSIANO L AUDIT ENERETICO DELI EDIFICI E IL RISPARMIO ENERETICO Una politica energetica

Dettagli

COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015

COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015 COMUNICATO STAMPA DEL 15 MAGGIO 2015 Nel 2014 la raccolta premi complessiva realizzata dalle imprese di assicurazione italiane e dalle rappresentanze in Italia di imprese extra europee continua il trend

Dettagli

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali

ENERGIA. Massimo Telesca ARPA FVG Indirizzo tecnicoscientifico. e coordinamento dei Dipartimenti provinciali ENERGIA 269 ENERGIA Il ricorso all utilizzo di fonti rinnovabili sovvenzionate comporta dei potenziali impatti ambientali. Fra questi, vi sono l alterazione dei corsi d acqua a causa delle derivazioni

Dettagli

STUDIO DI SETTORE UG40U ATTIVITÀ 41.10.00 ATTIVITÀ 42.99.01 ATTIVITÀ 68.10.00 ATTIVITÀ 68.20.02 SVILUPPO DI PROGETTI IMMOBILIARI SENZA COSTRUZIONE

STUDIO DI SETTORE UG40U ATTIVITÀ 41.10.00 ATTIVITÀ 42.99.01 ATTIVITÀ 68.10.00 ATTIVITÀ 68.20.02 SVILUPPO DI PROGETTI IMMOBILIARI SENZA COSTRUZIONE STUDIO DI SETTORE UG40U ATTIVITÀ 41.10.00 SVILUPPO DI PROGETTI IMMOBILIARI SENZA COSTRUZIONE ATTIVITÀ 42.99.01 LOTTIZZAZIONE DEI TERRENI CONNESSA CON L URBANIZZAZIONE ATTIVITÀ 68.10.00 COMPRAVENDITA DI

Dettagli

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta

Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta isstock Vivere bene entro i limiti del nostro pianeta 7 PAA Programma generale di azione dell Unione in materia di ambiente fino al 2020 A partire dalla metà degli anni 70 del secolo scorso, la politica

Dettagli

FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE

FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE FOCUS CINA SPEDIZIONI E SOLUZIONI LOGISTICHE PER IL MERCATO CINESE TUVIA IN CINA Il Gruppo TUVIA è presente in Cina dal 2008 con uffici diretti a Shanghai, Pechino e Hong Kong. PECHINO Oltre alle filiali,

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

Il Rosso e il Nero Settimanale di strategia

Il Rosso e il Nero Settimanale di strategia Il Rosso e il Nero Settimanale di strategia SCHREBERGARTEN 8 luglio 2015 Questione greca e scontro di civiltà Le città del mondo sono fatte di case, strade, piazze, fabbriche e parchi ma sono anche piene

Dettagli

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014 Indice 1 2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 214 RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI EDIZIONE 214 ISBN 978-88-458-1784-7 214 Istituto nazionale di statistica

Dettagli

ENERGIA INDICATORI OBIETTIVI. Emissioni di gas serra da processi energetici. Favorire l avvicinamento agli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto

ENERGIA INDICATORI OBIETTIVI. Emissioni di gas serra da processi energetici. Favorire l avvicinamento agli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto OBIETTIVI Favorire l avvicinamento agli obiettivi fissati dal Protocollo di Kyoto Valutare l andamento della domanda di energia del sistema economico lombardo Valutare l andamento settoriale e territoriale

Dettagli

www.energystrategy.it 1

www.energystrategy.it 1 www.energystrategy.it 1 C è ancora un mercato italiano del fotovoltaico? Quanto è importante la gestione degli asset? Cosa vuol dire fare gestione degli asset e chi la fa oggi in Italia? www.energystrategy.it

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese RAPPORTO ANNUALE2014 La situazione del Paese Rapporto annuale 2014. La situazione del Paese. Presentato mercoledì 28 maggio 2014 a Roma presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio RAPPORTO ANNUALE2014

Dettagli

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11 Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercati FX Termini Legali Fed: aspettative sul rialzo dei tassi a Settembre in stand-by- Yann Quelenn

Dettagli