Centro Telematico Polifunzionale Ambientale nel Comune di Castelsilano

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Centro Telematico Polifunzionale Ambientale nel Comune di Castelsilano"

Transcript

1 UNIONE EUROPEA MINISTERO DELL AMBIENTE REGIONE CALABRIA Provincia di Crotone Centro Telematico Polifunzionale Ambientale nel Comune di Castelsilano Opuscolo Informativo PROVINCIA DI CROTONE Programma interregionale Appennino Parco d Europa

2

3 Sommario Il Programma APE Pag. 04 Il Centro Telamatico Polifunzionale Ambientale Pag. 05 Servizi offerti Pag. 06 Call e Contact Center Pag. 06 Servizi inbound Pag. 07 Servizi outbound Pag. 07 Le risorse: Pag. 08 Operatrice call center Pag. 08 Operatore informatico Pag. 09 Il Sistema informativo del CTPA di Castelsilano Pag. 10 Servizi interattivi: E -commerce Pag. 16 FAD ed E-learning Pag. 17 3

4 Il programma APE Il Programma (A.P.E). Appennino Parco d Europa, è un programma interregionale del Ministero dell Ambiente avviato d intesa con le Regioni interessate, l U.P.I., L U.N.C.E.M. e la Federparchi. A.P.E. si configura come un intervento di infrastrutturazione ambientale diffusa su tutti gli ambiti territoriali dell Appennino, nei quali sono stati realizzati una serie di interventi, opere ed azioni finalizzati alla conservazione e alla valorizzazione delle risorse ambientali. Sono stati quindi realizzati una serie di programmi specifici volti alla tutela e valorizzazione degli ambiti definiti con una metodologia integrata di progettazione, esecuzione e gestione delle opere e delle attività, impostata sulla base di una stretta relazione partecipativa da parte di tutti i soggetti pubblici e privati presenti nelle aree di intervento. La completezza e l efficacia di questo tipo di processo potrà però essere raggiunta solo con la creazione di una serie di attività fortemente radicate nelle vocazioni e nel consenso locale, in grado di generare azioni di conservazione e valorizzazione del patrimonio ambientale, capaci di assicurare opportunità di lavoro stabili, non assistenziali e continuative. L efficacia del progetto d azione APE ha presupposto così la individuazione e realizzazione di progetti pilota attraverso i quali sperimentare la logica di intervento integrato di risorse e soggetti impegnati, pubblici e privati, al fine di determinare consenso e riconoscimento sociale nei territori di riferimento; da qui si è passati poi al progetto complessivo con l obiettivo ultimo la conservazione e valorizzazione dell Appennino un unica rete di infrastrutture innovative ed ecosostenibili. In questo modello di programma di sviluppo, la Regione Calabria ha proposto un progetto pilota per APE - denominato L Appennino Calabrese: dal monachesimo al latifondo agrario. Una rete di monasteri, borghi e castelli per antichi e moderni viandanti inserito nella linea di intervento specifica per la valorizzazione delle aree antropizzate funzionale al recupero dei sistemi insediativi storici, all adeguamento dei servizi per i residenti, alla realizzazione di strutture per la fruizione e la tutela del patrimonio locale naturale e storico-culturale. In particolare l iniziativa ha visto l individuazione di una via originale, autonoma e unitaria, che partendo dalla conoscenza e dalla valorizzazione delle eccellenze storico-culturali, largamente diffuse sul territorio montano, all interno dell ambito più generale della rete ecologica regionale, è arrivata a proporre un modello di sviluppo replicabile per altre realtà sia territoriali che sociali, in grado di coniugare la tutela della natura, con il bisogno di riscoperta della cultura e con lo sviluppo socio economico delle comunità locali. In tale ambito, la Provincia di Crotone, dopo una attenta fase di concertazione, coordinamento e di selezione progettuale, ha proposto e realizzato negli anni fra il 2002 ed il 2008 il il Progetto integrato di sviluppo dell Appenino Crotonese, composto da 11 sottoprogetti, ciascuno dotato di autonomia funzionale. APE è finanziato attraverso il fondo di cui alla delibera C.I.P.E. n 84 del 04/08/2000 (Legge n. 488/1999. Misura Rete Ecologica P.O.R. Calabria Programma interregionale Appennino Parco d Europa Il Presidente Dr. Sergio Iritale

5 Il centro telematico polifunzionale ambientale (castelsilano) La realizzazione del CTPA si inserisce nella Misura 3 del Progetto (APE) Appennino Parco d Europa, rientrando tra gli 11 progetti finanziati e promossi dall Amministrazione provinciale di Crotone funzionali al processo di innovazione e sviluppo del territorio. Tale misura prevede lo lo Sviluppo dei servizi territoriali nelle aree montane, compreso lo sviluppo di reti informatiche di connessione tra i centri di servizio pubblici esistenti, in funzione della possibilità di rapido accesso a tali servizi da parte delle popolazioni residenti. Con la realizzazione del CTPA si è inteso individuare una via di sviluppo originale, volta alla conoscenza ed alla valorizzazione e promozione delle eccellenze ambientali presenti sul territorio dell alto crotonese e più in generale per tutto il territorio provinciale. A livello locale, la nascita di nuovi sistemi di attività e la valorizzazione dei sistemi esistenti è strettamente connessa ad alcune opportunità, quali: la valorizzazione e la promozione degli elementi di originalità e identità locale, che si esprime in una crescente domanda di beni e servizi che mostrano uno specifico radicamento territoriale; la progressiva diffusione di processi di sviluppo dal basso e di ispessimenti di reti di relazioni locali; la necessità di potenziare la dotazione infrastrutturale. Mediante la realizzazione del progetto si è provveduto: alla costruzione di un sistema informativo attraverso l insieme dei servizi e delle attività necessarie, che vede il Portale Web come strumento informativo e di costruzione dei contenuti digitali, nonché come erogatore di servizi on-line. alla realizzazione di un call-center attrezzato, per attività sia in entrata (inbound) che in uscita (outbound) Per i contenuti digitali, questi sono riparti in quattro macroaree: Istituzioni Storia e Cultura Territorio ed Ambiente Imprese e loro prodotti/servizi La valorizzazione e la promozione degli elementi di originalità e identità locale può dar luogo allo sviluppo di nuovi sistemi produttivi, con un impatto significativo sulla occupazione. Nel breve-medio periodo, si ritiene che una strategia rivolta a perseguire tali obiettivi possa accrescere considerevolmente l efficienza dei servizi di rete, introdurre importanti elementi di concorrenza e garantire livelli di servizio più elevati. La strategia consiste nel perseguire azioni mirate di promozione di nuove attività locali nel campo del turismo naturalistico e di valorizzazione dei prodotti agricoli e artigianali, che utilizzino come esplicito vantaggio competitivo la qualità delle risorse, risultando da effetto catalizzante per il decollo di un offerta integrata del territorio provinciale crotonese. L Assessore all Ambiente Carmine Claudio Liotti 5

6 I servizi offerti ll progetto del CTPA si è inserito pienamente nella logica di sviluppo del territorio a partire dal territorio, sperimentando l erogazione di 5 nuovi servizi, quali: Servizi di call center Sito internet E-commerce E-learning FAD Dalla fase di sperimentazione si sono ricavate le risorse umane e fisiche ovvero le competenze tecniche quanto le strutture informatiche per garantire l erogazione efficace e continuativa nel tempo di servizi su tutto il territorio di riferimento. Call e contact center La volontà di creare valore aggiunto per le aziende nasce dalla saturazione della fonte di profitto individuata nella sola produzione. Le aziende prima quelle di grande livello, hanno preso consapevolezza del fatto che la competitività sul mercato sia sostenibile solo in termini di investimenti sull immagine aziendale, di promozione di beni e servizi offerti; tutto ciò si definisce valore aggiunto se realizza però l obiettivo primario: raggiungere il cliente, interessarlo, soddisfarlo nel tempo.il leiv motiv oggi delle aziende è quindi: creare valore aggiunto dalla relazione col cliente; che sia interna all azienda oppure affidata in outsourcing, la struttura di call center risponde oggi all esigenza delle aziende di rendere più che mai efficiente ed efficace il contatto col cliente sia nella gestione della vendita che nella assistenza; estesa a tutti i livelli, tutti gli organismi che si pongono l obiettivo di definire un immagine di se, valorizzarla e promuoverla, devono disporre di un sistema di contatto diretto col cliente. L iniziativa del Centro Telematico risponde perfettamente a questa logica: disporre di un luogo materiale e virtuale insieme, oltre che delle risorse umane, che siano di riferimento sul territorio per l accesso alle informazioni sul sistema produttivo locale e sui servizi turistici; fornendo servizi on line agli abitanti dei comuni interessati al progetto; promuovendo un ampia attività di e-marketing ed e-commerce per le aziende locali e le iniziative turistiche e culturali del territorio. 6

7 Servizi Il call center attraverso l uso professionale del telefono consente di ottimizzare il rapporto costi/efficacia realizzando in modo flessibile vantaggi competitivi nelle relazioni coi clienti, professionisti, imprenditori. La struttura del CTPA dispone delle risorse necessarie per realizzare tutte le tradizionali attività di telefonia in entrata (inbound) e in uscita (outbound); nei primi confluiscono la gestione di numeri verde, del centralino e/o di segreteria, di informazione ed assistenza ovvero di tutte le attività che prevedono l acquisizione di una richiesta più o meno specifica di informazioni, indicazioni, risoluzione di problemi; nella seconda tipologia tutti i servizi inerenti alla vendita di prodotti, all attivazione di servizi, alla promozione di beni. Il CTPA dunque garantisce i seguenti servizi: SERVIZI INBOUND SERVIZI OUTBOUND Informazioni generali e turistiche sul territorio; Promozione e vendita di prodotti enogastronomici, agroalimentare e artigianali Manifestazioni varie - rete di interesse storico-artistico eventi sportivi e culturali - convegni - mostre Informazioni sui servizi di accoglienza, turistici, culturali ed archeologici offerti dalle strutture Promozione di servizi ed iniziative turistiche e culturali. pubbliche, private e del terzo settore. Ricettività alberghiera (Alberghi - Hotel - Locande - Affittacamere - Ostelli - Agriturismi e altre strutture extralberghiere) Informazioni sulla viabilità, trasporti pubblici e privati. 7

8 Le risorse L attività del Centro Telematico Polifunzionale, in sinergia col portale, contribuisce a realizzare dunque quella complessa azione di tutela e sviluppo del territorio a partire dal potenziamento e dalla promozione dell esistente; esso poggia sulla istallazione e la fruizione di un sistema hardware ed informatico ed insieme sulla disponibilità di risorse competenti e preparate nella gestione delle attività di call center e di implementazione di sistemi informatici.le operatrici telefoniche, in possesso della capacità di gestire il processo telefonico sia in entrata che in uscita, e gli operatori informatici, dotati delle competenze specifiche per l utilizzo degli strumenti di Information e Communication Technology, rappresentano insieme le figure professionali in grado di realizzare i seguenti servizi: l accesso alle informazioni sul territorio di riferimento (territorio provinciale con particolare riguardo all area delle Comunità montane), sul sistema produttivo locale e sulle informazioni turistiche con supporto telefonico e informatico. Operatrice call center Essa risulta oggi una tra le figure professionali maggiormente richieste nell ambito della gestione dei servizi di assistenza e vendita telefonica. La diffusione dei call center e dei più evoluti contact center nell ottica strategica delle aziende di creare valore dalla relazione col cliente, ha generato nel contempo l esigenza di disporre delle risorse capaci di trasferire e potenziare l immagine dell azienda. All interno di società il cui core business è la gestione di call center per conto terzi oppure di imprese che effettuano assistenza telefonica e vendita anche a distanza, la disponibilità di personale specializzato, tanto nella gestione della comunicazione e delle tecniche di negoziazione telefonica quanto nell uso dei principali strumenti informatici, diventa fondamentale in termini di profitto, competitività, ritorno di immagine. Tale figura professionale, dunque, conosce la struttura dei Call Center, il loro funzionamento, gli strumenti utilizzati e le diverse tipologie di funzioni ed ha adeguate competenze tecnico-operative per potervi operare. Ha buone capacità comunicative e di ascolto, conoscendo le tecniche di telemarketing, di comunicazione telefonica e i principi fondamentali per la customer satisfaction. 8

9 Sa come gestire correttamente la telefonata, come affrontare le lamentele e superare le obiezioni, manifestando l attitudine alla risoluzione dei problemi, l orientamento alla relazione con il cliente, la predisposizione al lavoro in gruppo, la capacità di gestire lo stress. Operatore informatico La gestione di tutti i processi produttivi è oggi affidata alla disponibilità di tecnologie avanzate che rendano gli standard di efficienza sempre più elevati e qualitativamente migliori; diventa pertanto fondamentale disporre di personale qualificato, dotato delle conoscenze quanto delle competenze atte alla implementazione dei più avanzati strumenti informatici. All interno di una struttura di call center nello specifico, tale figura professionale possiede le conoscenze informatiche specifiche nella gestione di call center ed è capace di utilizzare gli strumenti informatici di base, quali: Pacchetti di office automantion Reti di networking e comunicazione Software di call center Professionalità di rilievo dunque fondamentale per: Analisi delle attrezzature e la verifica delle configurazioni Installazione del sistema Manutenzione del sistema. 9

10 Il Sistema informativo del CTPA di Castelsilano L apertura del portale associata all attività del call center ha determinato la nascita di un sistema informativo e di divulgazione complesso capace di coordinare le azioni di informazione relative al territorio, la fornitura di servizi ed attività di commercializzazione dei prodotti tipici ed artigianali, unitamente allo sviluppo culturale e ambientale del territorio. Da vetrina virtuale sulle ricchezze e bellezze della provincia crotonese, il portale diventa, cliccando sull indirizzo crotone.it l accesso concreto al territorio in termini di attività, servizi offerti, prodotti e siti d interesse. 10

11 Lo scopo principale del portale è di offrire all utente un singolo punto di accesso per diverse sorgenti di informazione, a prescindere da dove queste informazioni risiedano. Gli strumenti e le tecnologie di accesso sono tanti, ad esempio: web browser, telefonini, palmari, offrendo, allo steso tempo, caratteristiche di sicurezza, scalabilità e performance. Il sito internet è articolato in diverse macrosezioni: Istituzioni Storia e Cultura Territorio ed Ambiente Imprese e loro prodotti/servizi Ognuna suddivisa poi all interno in altrettante microsezioni rispetto alla natura dei contenuti, in modo da facilitare la individuazione e dunque la fruibilità delle informazioni. Nella prima sezione istituzioni, dunque, si trova l elenco dei comuni della provincia e tutte le informazioni utili per ciascuno di essi; 11

12 Cliccando su ogni area comunale, si accede alla presentazione dei 27 comuni della provincia di Crotone, con descrizione della loro storia d origine, la geografia, l economia, itinerari servizi ed informazioni di rilevanza generale. Nella sezione Storia e Cultura è possibile rivivere la Storia, la cultura dei siti di maggiore interesse del territorio crotonese, ricostruendo gli Itinerari storico-culturali e quant altro legato ai costumi, agli usi e alle tradizioni. La sezione contiene visite virtuali di musei - strutture pubbliche e private di particolare pregio o interesse. L Arca di G. Girimonte - Castelsilano Giovanni Girimonte Il palcoscenico visivo d ogni giorno Autoritratto - olio su tela, 50x70 12

13 Nell area dedicata a Territorio ed Ambiente, oltre ad una cartografia completa che comprende: Mappa dei Comuni, la Carta dei Sentieri, la Carta delle Aree SIC Crotone e quelle del Geoparco, della vegetazione e del fitoclima, è possibile accedere all elenco completo, con mappe ed immagini, della provincia di Crotone (aree Protette, ZPS, SIC, Rete Ecologica, Geositi, Rete sentieristica provinciale, ecc) In particolare sono presenti: Area Marina Protetta di Isola Capo Rizzuto, che contiene anche degli itinerari turistici sottomarini I monti della Sila, col Parco Nazionale Geoparco Ipogeo Alto Crotonese Siti Natura 2000 Fauna e Flora 13

14 Una sezione che merita un accenno particolare per il pregio degli obiettivi che si prefigge e realizza, quella dedicata alle iniziative di Educazione ambientale promosse sul territorio. Realizzate tutte con il sostegno economico del ministero dell ambiente, esse rappresentano l impegno concreto istituzionale e privato alla diffusione sul territorio della cultura dello sviluppo sostenibile e del rispetto dell ambiente a partire dall informazione, dalla formazione ed dall educazione ambientale. Simboli della volontà di concretizzare l impegno manifestato a livello nazionale, sono nati i Laboratori Territoriali (LT) per l informazione e l educazione ambientale, i Centri di Esperienza (o Centri di Educazione Ambientale) (CEA) come il Centro di esperienza Ambientale Villa Daino a Castelsilano ed i Centri di coordinamento regionale, punti di riferimento per tutti i soggetti che operano sul proprio territorio nell impegno comune di diffondere il concetto della realizzabilità dello sviluppo sostenibile e della tutela ambientale. 14

15 Operatori dei Servizi di Turismo Ambientale CENTRO TELEMATICO POLIFUNZIONALE AMBIENTALE RURAL SOCIAL SERVICE La Rural Social Service opera da tanti anni nella Provincia di Crotone, con l obbiettivo di rafforzarne l identità territoriale e promuoverne l immagine in Calabria e nel mondo attraverso l elaborazione di strategie di marketing territoriale e commercializzazione di una offerta turistica strettamente legata a quelle che sono le risorse agro-ambientali e naturalistiche. Rural Social Service organizza soggiorni ed escursioni sul territorio rivolte a turisti, scuole ed in particolare a soggetti diversamente abili. COOPERATIVA NEOPHRON La Neophron, nata con la finalità di gestire il CEA del Marchesato, da molti anni realizza attività di educazione ambientale, campi estivi, escursioni, trekking fluviale e pesca sportiva nei fiumi della Sila. Gli operatori della Neophron sono guide riconosciute dall Associazione Nazionale Guide Ambientali Escursionistiche. LINEA VERDE SCARL Linea Verde, nell ambito della gestione del CEA Villa Daino, realizza pacchetti didattici per scolaresche ed escursioni nel Geoparco Ipogeo Alto Crotonese e nel Parco Nazionale della Sila. Opera nel campo del sociale attraverso l accompagnamento di soggetti diversamente abili su percorsi naturalisti attrezzati. ASSOCIAZIONE SANTI E BRIGANTI Santi e Briganti è un associazione certificata ENGEA, che realizza escursioni e traversate a cavallo nel territorio della Sila. Gestisce il Museo del Brigantaggio ed il Circolo Ippico Hipposila, opera nella valorizzazione del territorio attraverso la progettazione e realizzazione di percorsi naturalistici con l Ippovia dei Briganti. 15

16 Servizi interattivi: E -commerce. Nato dalla consapevolezza della reale importanza e valenza strategica delle specificità locali quali volani dello sviluppo economico e sociale, il marketing territoriale si definisce come l insieme delle attività, e degli strumenti che naturalmente ne permettono la concreta realizzazione, finalizzati oltre che alla sola promozione, alla pianificata e programmata azione di generare sviluppo nel rispetto delle peculiarità ambientali del territorio.l analisi accurata delle dinamiche territoriali del crotonese e delle reti di relazione tra enti e istituzioni, soggetti pubblici e privati operanti sul territorio, ha permesso di definire una serie di azioni specifiche di intervento; una fra tutte predisporre i più avanzati mezzi tecnologici per connettere il mondo delle imprese con il turismo e valorizzare l offerta territoriale.nella sezione, Imprese e loro prodotti/servizi, in particolare del portale sono raccolti e integrati dati ed informazioni di carattere generale e particolare di quelle imprese che operano con prodotti e servizi atti allo sviluppo e al potenziamento dell offerta turistico naturalistica del territorio provinciale crotonesesono disponibili informazioni su singole aziende relativamente alle caratteristiche del prodotto/ servizio offerto, all ubicazione, alla persona da contattare.la tecnologia informatica e telematica si è però dimostrata uno strumento di fondamentale importanza realizzando all interno del portale anche la possibilità del commercio on - line; nella sezione dedicata proprio all e-commerce è consentito l accesso virtuale ad un punto vendita e l acquisto di qualsiasi prodotto e servizio; Il portale del CTPA rappresenta ad oggi la vetrina dei prodotti tipici crotonese, l insieme di negozi virtuali per la vendita di prodotti artigianali locali, facenti parte di varie categorie merceologiche, in cui entrare virtualmente, osservare gli articoli e acquistarli. 16

17 La piattaforma di e-learning L innovazione è un tema di urgente importanza oggi, specie rispetto al tema della conoscenza e della formazione se essa è indirizzata a potenziare le competenze degli individui per realizzare maggiori obiettivi tecnici, sociali ed economici. Se però l innovazione passa attraverso la conoscenza e gli investimenti nella formazione, la formazione si potenzia a sua volta attraverso la disponibilità dei più avanzati mezzi informatici e telematici. La globalizzazione, le nuove tecnologie e gli sviluppi demografici costituiscono una sfida enorme; una delle risposte a questo problema è l accesso all apprendimento lungo tutto l arco della vita. (Ján Figel Membro della Commissione Europea, Istruzione, Formazione, cultura e multilinguismo) Le condizioni fisiche ed i tempi che scandiscono la vita lavorativa e condizionano il tempo libero, non permettono però di dedicare il tempo utile all aggiornamento, all approfondimento al potenziamento delle proprie competenze; da qui l esigenza di generare metodologie diverse, più efficaci ed immediate che accorcino le distanze, comprimano gli spazi, riducano i tempi. La FAD ovvero formazione a distanza nasce dunque a partire da questa esigenza; svincolare la didattica dalla presenza fisica in un ristretto comune spazio fisico; l impiego delle tecnologie informatiche e telematiche ha avviato la FAD di terza generazione più comunemente detta E-learning. Rispetto all ottica di generare sviluppo a partire dal presente, unendo il valore di ciò che appartiene al proprio territorio all avanguardia dei mezzi tecnologici, il portale si dota di una specifica sezione dedicata all e-learning. La componente internet e/o web assieme alla specifica piattaforma LMS Learning Management System permettono la realizzazione di percorsi di formazione indipendenti da vincoli di presenza fisica o di orario specifico. Ad oggi sono implementati due moduli formativi ed esattamente: Introduzione alle reti. La piattaforma per il commercio elettronico Ai corsi già implementati possono aggiungersi qualsiasi tipo di modulo formativo a distanza e, quelli di tipo ambientale, i più inerenti alle esigenze del centro. 17

18 Programma A.P.E. Appennino Parco d Europa Progetto Integrato di Sviluppo dell Appennino Crotonese, delibera C.I.P.E. N 84 del 04/08/2000 (Legge 488/1999) Misura 1.10 Rete Ecologica P.O.R Calabria Pubblicazione a cura dei Centri della rete InFEA della Provincia di Crotone Laboratorio di Educazione Ambientale della Provincia di Crotone Centro Educazione Ambientale del Marchesato Centro Esperienza Ambientale Villa Daino Testi: D.ssa Stefania Bozzo Fotografie e disegni: Impaginazione ed elaborazione grafica: ALTERECO Società Cooperativa Comunicazione sociale e aziendale 18

19

20 PROVINCIA DI CROTONE Castelsilano Progetto realizzato col sostegno finanziario del POR CALABRIA 2000/2006 Programma interregionale Appennino Parco d Europa

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT

DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT DAL PROGETTO PER LO SVILUPPO DI UNA COMUNITA LOCALE ACCOGLIENTE ALLA NASCITA DEL PAESE ALBERGO SAINT SAINT-MARCEL MARCEL Storia di un idea CONVEGNO INTERNAZIONALE Esperienze di turismo in ambiente alpino:

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

www.mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma Tel 0342-615355 e-mail dottirinzoni@mt-consulting.it

www.mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma Tel 0342-615355 e-mail dottirinzoni@mt-consulting.it Inserire un disegno BANDO DAT DAT MORBEGNO: Mo.Ma I PROMOTORI I promotori del progetto DAT COMUNE DI MORBEGNO ENTE CAPOFILA TRAONA DAZIO- CIVO MELLO CERCINO COSIO VALTELLINO - MANTELLO ROGOLO - VALMASINO

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA

L'anno duemiladieci, addì 30 del mese di aprile con la presente scrittura privata, da valere ad ogni effetto di legge, TRA Repertorio Unione Terre di Pianura n. 7 del 30/04/2010 CONVENZIONE TRA I COMUNI DI BARICELLA, BUDRIO, GRANAROLO DELL EMILIA, MINERBIO E L UNIONE DI COMUNI TERRE DI PIANURA PER IL CONFERIMENTO DELLE FUNZIONI

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo

Valutazione Crediti e proposte Progetti. Area Turismo Valutazione Crediti e proposte Progetti Area Turismo a cura di Bruno Turra Questo documento intende affrontare l analisi delle priorità di valutazione nell area turismo individuandone le principali componenti

Dettagli

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza.

Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Le nostre parole d ordine: competenza, rapidità, flessibilità, convenienza. Il punto di forza di Integra è uno staff qualificato e competente che ne fa un punto di riferimento credibile ed affidabile per

Dettagli

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene

AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A. delle Vie Francigene AS S O C I A Z I O N E EU R O P E A delle Vie Francigene Pacchetto Soci 2015 1 MOSTRA DA CANTERBURY A ROMA: 1.800 KM ATTRAVERSO L EUROPA La mostra approfondisce, attraverso immagini supportate da testi

Dettagli

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3

Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Corso di Amministrazione di Sistema Parte I ITIL 3 Francesco Clabot Responsabile erogazione servizi tecnici 1 francesco.clabot@netcom-srl.it Fondamenti di ITIL per la Gestione dei Servizi Informatici Il

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO

MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI E DEL TURISMO PROGRAMMA OPERATIVO NAZIONALE CULTURA e SVILUPPO FESR 2014-2020 Sintesi DICEMBRE 2014 1. Inquadramento e motivazioni Il Ministero dei Beni, delle

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Accademia Beauty and Hair

Accademia Beauty and Hair INDICE CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione

INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione INNO-TAL Talenti per l innovazione globale e la professionalizzazione Bando Fondazione Cariplo Promuovere la Formazione di Capitale Umano di Eccellenza 2012-2014 soggetti coinvolti Libera Università di

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Linee guida per le Scuole 2.0

Linee guida per le Scuole 2.0 Linee guida per le Scuole 2.0 Premesse Il progetto Scuole 2.0 ha fra i suoi obiettivi principali quello di sperimentare e analizzare, in un numero limitato e controllabile di casi, come l introduzione

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali

GUIDA ALLA RIFORMA. Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali GUIDA ALLA RIFORMA degli istituti tecnici e professionali Profili d uscita, competenze di base, risultati di apprendimento e quadri orari dei nuovi istituti tecnici e professionali Il futuro è la nostra

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

***** Il software IBM e semplice *****

***** Il software IBM e semplice ***** Il IBM e semplice ***** ***** Tutto quello che hai sempre voluto sapere sui prodotti IBM per qualificare i potenziali clienti, sensibilizzarli sulle nostre offerte e riuscire a convincerli. WebSphere IL

Dettagli

nel mondo delle professioni e della salute

nel mondo delle professioni e della salute Una Aggiornamento storia che e si formazione rinnova nel mondo delle professioni e della salute una rete di professionisti, la forza dell esperienza, l impegno nell educazione, tecnologie che comunicano.

Dettagli

Business Process Management

Business Process Management Corso di Certificazione in Business Process Management Progetto Didattico 2015 con la supervisione scientifica del Dipartimento di Informatica Università degli Studi di Torino Responsabile scientifico

Dettagli

I rapporto sul turismo attivo in Sardegna

I rapporto sul turismo attivo in Sardegna Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione I rapporto sul turismo attivo in Sardegna Le potenzialità dell altra stagione Agenzia Governativa Regionale Sardegna Promozione 1 Il turismo attivo in

Dettagli

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune

Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune Progetto di Filiera Dalla DOP Liquirizia di Calabria Fare squadra verso un obiettivo comune 1 Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria DOP Il Progetto di Filiera Dalla liquirizia di Calabria

Dettagli

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità

Completezza funzionale KEY FACTORS Qualità del dato Semplicità d'uso e controllo Tecnologie all avanguardia e stabilità Integrabilità Armundia Group è un azienda specializzata nella progettazione e fornitura di soluzioni software e consulenza specialistica per i settori dell ICT bancario, finanziario ed assicurativo. Presente in Italia

Dettagli

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO

PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO PROGETTO AMBRA-GARANZIA GIOVANI-BENEVENTO Settore di intervento: Assistenza agli anziani Sede di attuazione del Benevento 1- VIA DEI LONGOBARDI 9 progetto: Numero di volontari richiesti: 4 Attività di

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività:

La filosofia di Idecom è idee e comunicazione con contenuti, che sviluppa nei seguenti diversi ambiti di attività: Idecom è una società nata dal gruppo Ladurner che da anni è specializzato nella progettazione, costruzione e gestione di impianti nel campo dell ecologia e dell ambiente, in particolare in impianti di

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO

LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO LINEE GUIDA E DI COORDINAMENTO ATTUATIVE DEL REGOLAMENTO PER L AGGIORNAMENTO E SVILUPPO PROFESSIONALE CONTINUO nota tecnica ACCREDITAMENTO DELLE INIZIATIVE DI FORMAZIONE A DISTANZA Sommario 1. Iniziative

Dettagli

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it

Profilo Aziendale ISO 9001: 2008. METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it ISO 9001: 2008 Profilo Aziendale METISOFT spa - p.iva 00702470675 - www.metisoft.it - info@metisoft.it Sede legale: * Viale Brodolini, 117-60044 - Fabriano (AN) - Tel. 0732.251856 Sede amministrativa:

Dettagli

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001

ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 REGIONE TOSCANA GIUNTA REGIONALE ESTRATTO DAL VERBALE DELLA SEDUTA DEL 02-04-2001 (punto N. 35. ) Delibera N.349 del 02-04-2001 Proponente SUSANNA CENNI DIPARTIMENTO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Pubblicita

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana

Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci a settimana Storie di successo Microsoft per le Imprese Scenario: Software e Development Settore: Servizi In collaborazione con Neomobile incentra l infrastruttura IT su Microsoft ALM, arrivando a 40 nuovi rilasci

Dettagli

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu

2.0 DAL WEB. social. tecnologico, 2006. Reply www.reply.eu ALL INTERNO DEL FIREWALL: ENI 2.0 Il modo di lavorare è soggetto a rapidi cambiamenti; pertanto le aziende che adottano nuovi tool che consentono uno scambio di informazioni contestuale, rapido e semplificato

Dettagli

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE

COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE COMUNE DI GOLFO ARANCI Provincia Di Olbia-Tempio REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DI AGGREGAZIONE SOCIALE Art. 1 - ISTITUZIONE E istituito presso il Comune di Golfo Aranci, un Centro di Aggregazione

Dettagli

Spiegami e dimenticherò, mostrami e

Spiegami e dimenticherò, mostrami e PROGETTO Siracusa e Noto anche in lingua dei segni Spiegami e dimenticherò, mostrami e ricorderò, coinvolgimi e comprenderò. (Proverbio cinese) Relatrice: Prof.ssa Bernadette LO BIANCO Project Manager

Dettagli

Trieste, 25 ottobre 2006

Trieste, 25 ottobre 2006 Trieste, 25 ottobre 2006 PRESENTAZIONE DEL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2005 DEL GRUPPO GENERALI AGLI STUDENTI DELL UNIVERSITA DI TRIESTE INTERVENTO DELL AMMINISTRATORE DELEGATO GIOVANNI PERISSINOTTO Vorrei

Dettagli

Il master è in collaborazione con

Il master è in collaborazione con Il Master in Turismo Sostenibile e Responsabile - Imprenditorialità e Management ideato dal Centro Studi CTS, giunto alla XII edizione, in collaborazione con Scuola di Comunicazione IULM e AITR - Associazione

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco

La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco n. 2-2011 La sostenibilità dello sviluppo turistico: il caso delle Dolomiti patrimonio naturale dell Unesco Mariangela Franch, Umberto Martini, Maria Della Lucia Sommario: 1. Premessa - 2. L approccio

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

Project Management Office per centrare tempi e costi

Project Management Office per centrare tempi e costi Project Management Office per centrare tempi e costi Il Project Management Office (PMO) rappresenta l insieme di attività e strumenti per mantenere efficacemente gli obiettivi di tempi, costi e qualità

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Indice degli elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale dei Monti di Trapani. versione conforme al DDG ARTA n 588 del 25/06/09

Indice degli elaborati del PdG PIANO DI GESTIONE. Ambito territoriale dei Monti di Trapani. versione conforme al DDG ARTA n 588 del 25/06/09 Unione Europea Regione Siciliana Dipartimento Regionale Azienda Foreste Demaniali Codice POR: 1999.IT.16.1.PO.011/1.11/11.2.9/0334 Ambito territoriale dei Monti di Trapani PIANO DI GESTIONE versione conforme

Dettagli

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO

LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO + DIREZIONE GENERALE PER LA COOPERAZIONE ALLO SVILUPPO Coordinamento Cooperazione Universitaria LA CONOSCENZA PER LO SVILUPPO Criteri di orientamento e linee prioritarie per la cooperazione allo sviluppo

Dettagli

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT

Copyright Università degli Studi di Torino, Progetto Atlante delle Professioni 2009 IT PROCESS EXPERT IT PROCESS EXPERT 1. CARTA D IDENTITÀ... 2 2. CHE COSA FA... 3 3. DOVE LAVORA... 4 4. CONDIZIONI DI LAVORO... 5 5. COMPETENZE... 6 Quali competenze sono necessarie... 6 Conoscenze... 8 Abilità... 9 Comportamenti

Dettagli

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese

CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese CO.PA.VIT. Consorzio Pataticolo dell Alto Viterbese l unione fa la forza per restituire valore aggiunto alla produzione 1 Il Consorzio Il Consorzio CO.PA.VIT. è nato nel 2008 a partire da un iniziativa

Dettagli

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris.

ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. ghd crea una comunità online professionale che si dedica all acconciatura. Grazie a hybris. Sin dal lancio, avvenuto dieci anni fa, il marchio ghd è diventato sinonimo di prodotti di hair styling di fascia

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT

BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BUSINESS INTELLIGENCE & PERFORMANCE MANAGEMENT BOLOGNA BUSINESS school Dal 1088, studenti da tutto il mondo vengono a studiare a Bologna dove scienza, cultura e tecnologia si uniscono a valori, stile di

Dettagli

Resellers Kit 2003/01

Resellers Kit 2003/01 Resellers Kit 2003/01 Copyright 2002 2003 Mother Technologies Mother Technologies Via Manzoni, 18 95123 Catania 095 25000.24 p. 1 Perché SMS Kit? Sebbene la maggior parte degli utenti siano convinti che

Dettagli

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina

Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina Formazione a distanza nell Educazione Continua in Medicina UN ESPERIENZA Dott.ssa Stefania Bracci Datré S.r.l via di Vorno 9A/4 Guamo (Lucca) s.bracci@datre.it Sommario In questo contributo presentiamo

Dettagli

PROGETTO STUD. I. O. STUDENTI IN ORIENTAMENTO

PROGETTO STUD. I. O. STUDENTI IN ORIENTAMENTO PROGETTO STUD. I. O. STUDENTI IN ORIENTAMENTO 1 Esistono difficoltà di accesso degli studenti all Università rilevate dagli esiti dei test di ingresso. 2 A ciò si aggiunge il ritardo negli studi universitari

Dettagli

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6

Codice univoco Ufficio per fatturazione elettronica: UFNGS6 54 Distretto Scolastico ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE AD INDIRIZZO MUSICALE De Amicis Baccelli di Sarno (Sa) Sede Legale: Corso G. Amendola, 82 - C.M.: SAIC8BB008 - C.F.:94065840657 E mail:saic8bb008@istruzione.it

Dettagli

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015 Si ricorda che alla domanda d iscrizione dovranno essere allegate 2 copie originali di questo contratto, tutte debitamente firmate dallo studente nelle parti indicate. CONTRATTO CON LO STUDENTE A.A. 2014/2015

Dettagli

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School.

Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. Avviso 2014C-01 del 30/12/2014 Avviso di selezione per n. 4 contratti di collaborazione a progetto della Fondazione Bologna Business School. La Fondazione Bologna University Business School (d ora in poi

Dettagli

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB:

MARKETING INTELLIGENCE SUL WEB: Via Durini, 23-20122 Milano (MI) Tel.+39.02.77.88.931 Fax +39.02.76.31.33.84 Piazza Marconi,15-00144 Roma Tel.+39.06.32.80.37.33 Fax +39.06.32.80.36.00 www.valuelab.it valuelab@valuelab.it MARKETING INTELLIGENCE

Dettagli

PRESENTAZIONE PROGETTO

PRESENTAZIONE PROGETTO PRESENTAZIONE PROGETTO Serie di attività svolte per sollecitare : Un maggior impegno sociale, Coinvolgimento attivo nella vita cittadina, Crescita della cultura della solidarietà, Dedicazione di parte

Dettagli

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA

LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA LA META PER LA MODA, LO SPORT E LO SVAGO, IN CINA I DESTINATION CENTER I Destination Center COS è UN DESTINATION CENTER? SHOPPING SPORT DIVERTIMENTO Un Destination Center e una combinazione di aree tematiche,

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0 REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 430, 26 OTTOBRE 2001, CONCORSO A PREMI PIMP MY TEMPO 2.0 PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 SOCIETA

Dettagli

Consulenza tecnologica globale

Consulenza tecnologica globale Orientamento al cliente Innovazione Spirito di squadra Flessibilità Un gruppo di professionisti dedicati alle imprese di ogni settore merceologico e dimensione, capaci di supportare il Cliente nella scelta

Dettagli

REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO

REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO 1 ' UFFICIO GENERALE DELLE RISORSE, ORGANIZZAZIONE E BILANCIO Ufficio X ex DGPOB Ufficio relazioni con il pubblico e Centro di documentazione REGOLAMENTO UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO SOMMARIO CAPO

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA

REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA REALIZZARE UN MODELLO DI IMPRESA - organizzare e gestire l insieme delle attività, utilizzando una piattaforma per la gestione aziendale: integrata, completa, flessibile, coerente e con un grado di complessità

Dettagli

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU

REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU REGOLAMENTO ART. 11 D.P.R. 26 OTTOBRE 2001, 430 CONCORSO A PREMI MR & MISS ETCIU PROMOSSO DALLA SOCIETA SCA HYGIENE PRODUCTS SPA Via XXV Aprile, 2 55011 ALTOPASCIO (LU) PIVA 03318780966 REA 186295 AREA:

Dettagli

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy

Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy Progettare, sviluppare e gestire seguendo la Think it easy philosophy CST Consulting è una azienda di Consulenza IT, System Integration & Technology e Servizi alle Imprese di respiro internazionale. E

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

Dr. Maurizio Apicella

Dr. Maurizio Apicella Dr. Maurizio Apicella Nato a Campagna (SA) il 2.2.1962 Residente in Roma Coniugato con 2 figli FORMAZIONE 1985 Laurea in Giurisprudenza, Università di Salerno 1987 Master Formez per Consulenti di Direzione

Dettagli

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso

In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso White Paper In Viaggio Verso la Unified Communication Pianificare il Percorso Executive Summary Una volta stabilito il notevole impatto positivo che la Unified Communication (UC) può avere sulle aziende,

Dettagli

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento

Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Organizzazione: teoria, progettazione e cambiamento Edizione italiana a cura di G. Soda Capitolo 6 La progettazione della struttura organizzativa: specializzazione e coordinamento Jones, Organizzazione

Dettagli

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende

Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Workshop n. 3 Quando a scuola ci si esercita nel far del gruppo il soggetto che apprende Introducono il tema e coordinano i lavori - Irene Camolese, Confcooperative - Franca Marchesi, Istituto Comprensivo

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive

MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive 1 MyMedia Portal LMS un servizio SaaS di e-learning basato sul Video Streaming per la vendita on line di Lezioni Multimediali interattive Cos è un servizio di e-learning SaaS, multimediale, interattivo

Dettagli

1 BI Business Intelligence

1 BI Business Intelligence K Venture Corporate Finance Srl Via Papa Giovanni XXIII, 40F - 56025 Pontedera (PI) Tel/Fax 0587 482164 - Mail: info@kventure.it www.kventure.it 1 BI Business Intelligence Il futuro che vuoi. Sotto controllo!

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design

Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Master Universitario di II livello in Interoperabilità Per la Pubblica Amministrazione e Le Imprese Panoramica su ITIL V3 ed esempio di implementazione del Service Design Lavoro pratico II Periodo didattico

Dettagli

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale

nasce il futuro v secolo a. c. agorà virtuale dell e-learning nasce il futuro v secolo a. c. Con Agorà, nell antica Grecia, si indicava la piazza principale della polis, il suo cuore pulsante, il luogo per eccellenza di una fertilità culturale e scientifica

Dettagli