Appunti sull uso di matlab - I

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Appunti sull uso di matlab - I"

Transcript

1 Appunti sull uso di matlab - I. Inizializazione di vettori.. Inizializazione di matrici.. Usare gli indici per richiamare gli elementi di un vettore o una matrice.. Richiedere le dimensioni di una matrice o di un vettore 5. Operazioni sui vettori e sulle matrici. Inizializazione di vettori. Inizializare un vettore riga: >> [] Inizializare un vettore colonna: >> [;;;] Convertire un vettore riga in un vettore colonna: >> []; >> Sequenze. Usare i due punti: >> : Sequenze. Usare i due punti per creare sequenze di numeri reali: >> -:0.5: Sequenze. Usare la funzione linspace. linspace con due argomenti per inizio e fine sequenza. La sequenza viene divisa automaticamente in 00 elementi. >> linspace(-,) Columns through Columns 97 through linspace con tre argomenti per inizio sequenza, fine sequenza, e numero di elementi. >> linspace(-,,) Inizializazione di matrici. Inizializzare una matrice: >> [ ] oppure: [; 5 6; ; 0 ] La funzione reshape permette di arrotolare un vettore ed ottenere una matrice. Due argomenti: ) un vettore con gli elementi della matrice; ) un vettore di due elementi per definire su quante righe e quante colonne il vettore deve essere ripiegato: >> reshape(linspace(0,,6),[,]) Costruzione automatica: La funzione zeros permette di creare matrici di zeri. Due argomenti, numero di righe e numero di colonne : >> zeros(,)

2 La funzione ones permette di creare matrici di uno. Due argomenti, numero di righe e numero di colonne : >> ones(,) La funzione rand permette di creare matrici di numeri pseudocasuali presi da una distribuzione uniforme. Due argomenti, numero di righe e numero di colonne : >> rand(,) La funzione randn è come la funzione rand ma i numeri vengono presi da una distribuzione normale: >> randn(,) La funzione ee crea una matrice con gli elementi sulla sua diagonale inizializzati a uno e tutti gli altri azero. Prendeunargomentosolo, ilnumerodirighe e colonne (la matrice deve essere quadrata): >> ee() Usare gli indici per richiamare gli elementi di un vettore o una matrice. Richiamare un singolo elemento di un vettore. Inizializzo un vettore: >> rand(,) >> Richiamo il primo elemento: >> () Inizializzo la variabile a aggiungendo al secondo elemento di : >> a = () Richiamare l ultimo elemento di un vettore. Quando non si conosce la lunghezza del vettore, si può usare la parola chiave end : >> (end) Richiamare una sequenza di elementi di un vettore: >> (:) Richiamare una sequenza di elementi di un vettore che arriva all ultimo elemento: >> (:end) Richiamare un sottoinsieme di elementi di un vettore: >> ([ ]) Richiamare un elemento di una matrice. Inizializzo una matrice: >> rand(,) Richiamo l elemento alla riga, colonna della matrice >> w(,) 0.0 Richiamare una sottomatrice: Richiamo la sottomatrice che va dalla a alla a riga e dalla a all ultima colonna. >> w(:,:end)

3 Sostituisco a tutti gli elementi della sottomatrice il numero 88: Richiedere le dimensioni di una matrice o di un vettore Richiedere la lunghezza di un vettore con la funzione length: Inizializzo un vettore >> []; >> La funzione length ritorna il numero totale di elementi: >> length() Richiedere la lunghezza di una matrice con la funzione length: Inizializzo una matrice: >> zeros(,5); La funzione length ritorna il numero di colonne: >> length(w) 5 >> w(:,:end) = Richiedere le dimensioni un vettore o di uma matrice con la funzione size. La funzione size ritorna un vettore di due elementi, numero di righe e numero di colonne: >> size(w) 5 Lo stesso avviene per un vettore. In questo caso una delle due dimensioni é ([ n] per un vettore riga e [n ] per un vettore colonna): >> size() *********************************************** I vettori saranno d ora in poi inizializzati sempre come vettori colonna. *********************************************** Operazioni sui vettori e sulle matrici. moltiplicare due vettori elemento per elemento. ogni elemento del primo vettore viene moltiplicato con l elemento del secondo vettore sullo stesso indice. Inizializzo due vettori:

4 >> =rand(,) >> =rand(,) Faccio il prodotto: >>.* Lo stesso vale per la divisione (./). prodotto interno. Il risultato è uno scalare che è la somma di ciascun elemento del primo vettore per ciascun elemento del secondo vettore: >> * >> % uguale a >> sum(.*) prodotto esterno. il risultato è una matrice in cui ciascun elemento è il prodottodi un elementodel primo vettoreperunelemento del secondo vettore. Ad esempio, l elemento alla posizione (,) (riga, colonna ) della matrice risultante è il prodotto dell elemento alla posizione del primo vettore con l elemento alla posizione del secondo vettore. Inizializzo due vettori: >> =rand(,) >> =rand(,) Faccio il prodotto: >> w= * [ ]; Uso il vettore dell esempio precedente: [ ]; moltiplicando ottengo un vettore delle stesse dimensioni di : >> w* Moltiplicare un vettore per una matrice: Uso la matrice dell esempio precedente:

5 w(,) w(,) w(,) w(,) w, w, w, w, w, w, w, w, w, w, w, w, Prodotto interno w(,:) [ w, w, w, w, ] = w, +w, +w, +w, Prodotto esterno Prodotto matrice vettore = [ ] = w w, w, w, w, w, w, w, w, w, w, w, w, = w, +w, +w, +w, w, +w, +w, +w, w, +w, +w, +w, 5

Laboratorio Algoritmi 2014 Secondo Semestre

Laboratorio Algoritmi 2014 Secondo Semestre Laboratorio Algoritmi 2014 Secondo Semestre Lunedì 14:30 17:30 Aula 2. Ricevimento: inviare e-mail a frasca@di.unimi.it. 44 ore (9 CFU) Linguaggio di programmazione: MATLAB Esame : progetto e/o prova scritta

Dettagli

Advanced level. Corso Matlab : Samuela Persia, Ing. PhD.

Advanced level. Corso Matlab : Samuela Persia, Ing. PhD. Advanced level Corso Matlab : Seconda lezione (Esercitazione, 27/09/13) Samuela Persia, Ing. PhD. Sommario Presentazione Programma delle Esercitazioni Ogni Esercitazione prevede: Richiami Teoria e Sintassi

Dettagli

Corso di Visione Artificiale. Matlab per Visione. Samuel Rota Bulò

Corso di Visione Artificiale. Matlab per Visione. Samuel Rota Bulò Corso di Visione Artificiale Matlab per Visione Samuel Rota Bulò Cos'è Matlab? MATLAB MATLAB - - MATrix MATrix LABoratory LABoratory Ambiente Ambiente di di sviluppo sviluppo ed ed esecuzione esecuzione

Dettagli

MATLAB. Caratteristiche. Dati. Esempio di programma MATLAB. a = [1 2 3; 4 5 6; 7 8 9]; b = [1 2 3] ; c = a*b; c

MATLAB. Caratteristiche. Dati. Esempio di programma MATLAB. a = [1 2 3; 4 5 6; 7 8 9]; b = [1 2 3] ; c = a*b; c Caratteristiche MATLAB Linguaggio di programmazione orientato all elaborazione di matrici (MATLAB=MATrix LABoratory) Le variabili sono matrici (una variabile scalare equivale ad una matrice di dimensione

Dettagli

Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002

Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002 Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002 Tutti i tipi di dato utilizzati dal Matlab sono in forma di array. I vettori sono array monodimensionali, e così possono essere viste le serie temporali,

Dettagli

LEZIONE DI MATLAB 2.0. Ing.Irene Tagliente E-mail: irene.tagliente@opbg.net

LEZIONE DI MATLAB 2.0. Ing.Irene Tagliente E-mail: irene.tagliente@opbg.net LEZIONE DI MATLAB 2.0 Ing.Irene Tagliente E-mail: irene.tagliente@opbg.net Cos è Matlab Il programma MATLAB si è imposto in ambiente ingegneristico come strumento per la simulazione e l'analisi dei sistemi

Dettagli

Manuale di MATLAB. (livello base)

Manuale di MATLAB. (livello base) Manuale di MATLAB (livello base) 1 Panoramica introduttiva Il MATLAB (acronimo delle parole inglesi MATrix LABoratory) è un software basato sulla manipolazione di matrici molto utilizzato nel campo della

Dettagli

MATLAB (1) Introduzione e Operazioni con array

MATLAB (1) Introduzione e Operazioni con array Laboratorio di Informatica per Ingegneria elettrica A.A. 2010/2011 Prof. Sergio Scippacercola MATLAB (1) Introduzione e Operazioni con array N.B. le slide devono essere utilizzate solo come riferimento

Dettagli

Grafici tridimensionali

Grafici tridimensionali MatLab Lezione 3 Grafici tridimensionali Creazione di un Grafico 3D (1/4) Si supponga di voler tracciare il grafico della funzione nell intervallo x = [0,5]; y=[0,5] z = e -(x+y)/2 sin(3x) sin(3y) Si può

Dettagli

Introduzione al MATLAB c Parte 1

Introduzione al MATLAB c Parte 1 Introduzione al MATLAB c Parte 1 Lucia Gastaldi Dipartimento di Matematica, http://dm.ing.unibs.it/gastaldi/ Lezione 1-2 maggio 2007 Outline 1 Cos è il MATLAB Componenti principali di MATLAB 2 Avvio Avviare

Dettagli

RICHIAMI SULLE MATRICI. Una matrice di m righe e n colonne è rappresentata come

RICHIAMI SULLE MATRICI. Una matrice di m righe e n colonne è rappresentata come RICHIAMI SULLE MATRICI Una matrice di m righe e n colonne è rappresentata come A = a 11 a 12... a 1n a 21 a 22... a 2n............ a m1 a m2... a mn dove m ed n sono le dimensioni di A. La matrice A può

Dettagli

Laboratorio di Matematica Computazionale A.A. 2008-2009 Lab. 1 - Introduzione a Matlab

Laboratorio di Matematica Computazionale A.A. 2008-2009 Lab. 1 - Introduzione a Matlab Laboratorio di Matematica Computazionale A.A. 2008-2009 Lab. 1 - Introduzione a Matlab Alcune informazioni su Matlab Matlab è uno strumento per il calcolo scientifico utilizzabile a più livelli, dalla

Dettagli

CONTROLLI AUTOMATICI E AZIONAMENTI ELETTRICI Ingegneria Meccatronica

CONTROLLI AUTOMATICI E AZIONAMENTI ELETTRICI Ingegneria Meccatronica CONTROLLI AUTOMATICI E AZIONAMENTI ELETTRICI Ingegneria Meccatronica CONTROLLI AUTOMATICI e AZIONAMENTI ELETTRICI INTRODUZIONE A MATLAB Ing. Alberto Bellini Tel. 0522 522626 e-mail: alberto.bellini@unimore.it

Dettagli

Matlab per applicazioni statistiche

Matlab per applicazioni statistiche Matlab per applicazioni statistiche Marco J. Lombardi 19 aprile 2005 1 Introduzione Il sistema Matlab è ormai uno standard per quanto riguarda le applicazioni ingegneristiche e scientifiche, ma non ha

Dettagli

Cenno sui metodi Monte Carlo

Cenno sui metodi Monte Carlo Cenno sui metodi Monte Carlo I metodi probabilistici hanno una lunga storia ma solo dopo il 1944 è iniziato un loro studio sistematico che ha portato a notevoli sviluppi. Attualmente è stato valutato che

Dettagli

Corso di Laurea in Matematica, Università di Roma La Sapienza Corso di ANALISI NUMERICA Esercitazioni in Laboratorio, 16 Maggio 2011

Corso di Laurea in Matematica, Università di Roma La Sapienza Corso di ANALISI NUMERICA Esercitazioni in Laboratorio, 16 Maggio 2011 Corso di Laurea in Matematica, Università di Roma La Sapienza Corso di ANALISI NUMERICA Esercitazioni in Laboratorio, 16 Maggio 2011 Foglio 4: Metodi diretti per i sistemi lineari Scrivere un programma

Dettagli

Laboratorio di Matlab

Laboratorio di Matlab Laboratorio di Matlab Rudy Manganelli Dipartimento di Ingegneria dell Informazione, Università di Siena manganelli@dii.unisi.it http://www.dii.unisi.it/ control/matlab/labmatlab.html Luglio 2008 DII -

Dettagli

MATLAB - Introduzione Enrico Nobile. MATLAB - Introduzione. E. Nobile - DINMA - Sezione di Fisica Tecnica, Università di Trieste

MATLAB - Introduzione Enrico Nobile. MATLAB - Introduzione. E. Nobile - DINMA - Sezione di Fisica Tecnica, Università di Trieste Enrico Nobile I a Parte 1 MATLAB (MATrix LABoratory); Versione 5.2; Basato sul concetto - ampio - di Matrici; Calcolo numerico, visualizzazione etc. Facile utilizzo di librerie per il calcolo numerico

Dettagli

Lezioni su MATLAB. Ingegneria Civile/Meccanica

Lezioni su MATLAB. Ingegneria Civile/Meccanica Lezioni su ali in Ingegneria Civile/Meccanica Corso di laboratorio di informatica 06/07 Sommario ali in 1 2 3 4 ali 5 6 in ali in : MATrix LABoratory È un ambiente per l analisi e la simulazione dei sistemi

Dettagli

Dimensione di uno Spazio vettoriale

Dimensione di uno Spazio vettoriale Capitolo 4 Dimensione di uno Spazio vettoriale 4.1 Introduzione Dedichiamo questo capitolo ad un concetto fondamentale in algebra lineare: la dimensione di uno spazio vettoriale. Daremo una definizione

Dettagli

Introduzione al MATLAB c Parte 2

Introduzione al MATLAB c Parte 2 Introduzione al MATLAB c Parte 2 Lucia Gastaldi Dipartimento di Matematica, http://dm.ing.unibs.it/gastaldi/ 18 gennaio 2008 Outline 1 M-file di tipo Script e Function Script Function 2 Costrutti di programmazione

Dettagli

Parte 3. Rango e teorema di Rouché-Capelli

Parte 3. Rango e teorema di Rouché-Capelli Parte 3. Rango e teorema di Rouché-Capelli A. Savo Appunti del Corso di Geometria 203-4 Indice delle sezioni Rango di una matrice, 2 Teorema degli orlati, 3 3 Calcolo con l algoritmo di Gauss, 6 4 Matrici

Dettagli

INTRODUZIONE A MATLAB Matrix Laboratory

INTRODUZIONE A MATLAB Matrix Laboratory INTRODUZIONE A MATLAB Matrix Laboratory Introduzione Linguaggio di programmazione per applicazioni scientifiche e numeriche Vasto set di funzioni predefininte Interprete di comandi Possibilità di scrivere

Dettagli

Introduzione a MATLAB INTRODUZIONE A MATLAB

Introduzione a MATLAB INTRODUZIONE A MATLAB INTRODUZIONE A MATLAB 1 Il programma MATLAB: indice Introduzione, help e files Punteggiatura e variabili Operatori Matrici Polinomi Istruzione IF-THEN-ELSE e Cicli Stringhe di testo, input ed output Grafici

Dettagli

Parte 2. Determinante e matrice inversa

Parte 2. Determinante e matrice inversa Parte. Determinante e matrice inversa A. Savo Appunti del Corso di Geometria 013-14 Indice delle sezioni 1 Determinante di una matrice, 1 Teorema di Cramer (caso particolare), 3 3 Determinante di una matrice

Dettagli

if t>=0 x=1; else x=0; end fornisce, nella variabile x, il valore della funzione gradino a tempi continui, calcolata in t.

if t>=0 x=1; else x=0; end fornisce, nella variabile x, il valore della funzione gradino a tempi continui, calcolata in t. Il programma MATLAB In queste pagine si introduce in maniera molto breve il programma di simulazione MAT- LAB (una abbreviazione di MATrix LABoratory). Introduzione MATLAB è un programma interattivo di

Dettagli

SISTEMI DI NUMERAZIONE DECIMALE E BINARIO

SISTEMI DI NUMERAZIONE DECIMALE E BINARIO SISTEMI DI NUMERAZIONE DECIMALE E BINARIO Il sistema di numerazione decimale (o base dieci) possiede dieci possibili valori (0, 1, 2, 3, 4, 5, 6, 7, 8 o 9) utili a rappresentare i numeri. Le cifre possiedono

Dettagli

Determinante e inversa di una matrice

Determinante e inversa di una matrice CPITOLO 6 Determinante e inversa di una matrice Esercizio 6.. Calcolare il determinante delle seguenti matrici: 3 3 = B = 0 3 7 C = 0 D = 0 F = 0 0 3 4 0 3 4 3 Esercizio 6.. Calcolare il determinante delle

Dettagli

Metodi diretti per la soluzione di sistemi lineari

Metodi diretti per la soluzione di sistemi lineari Metodi diretti per la soluzione di sistemi lineari N Del Buono 1 Introduzione Consideriamo un sistema di n equazioni in n incognite a 11 x 1 + a 12 x 2 + a 13 x 3 + + a 1n x n = b 1, a 21 x 1 + a 22 x

Dettagli

2.1 Definizione di applicazione lineare. Siano V e W due spazi vettoriali su R. Un applicazione

2.1 Definizione di applicazione lineare. Siano V e W due spazi vettoriali su R. Un applicazione Capitolo 2 MATRICI Fra tutte le applicazioni su uno spazio vettoriale interessa esaminare quelle che mantengono la struttura di spazio vettoriale e che, per questo, vengono dette lineari La loro importanza

Dettagli

Studente: SANTORO MC. Matricola : 528

Studente: SANTORO MC. Matricola : 528 CORSO di LAUREA in INFORMATICA Corso di CALCOLO NUMERICO a.a. 2004-05 Studente: SANTORO MC. Matricola : 528 PROGETTO PER L ESAME 1. Sviluppare una versione dell algoritmo di Gauss per sistemi con matrice

Dettagli

3. Matrici e algebra lineare in MATLAB

3. Matrici e algebra lineare in MATLAB 3. Matrici e algebra lineare in MATLAB Riferimenti bibliografici Getting Started with MATLAB, Version 7, The MathWorks, www.mathworks.com (Capitolo 2) Mathematics, Version 7, The MathWorks, www.mathworks.com

Dettagli

Introduzione a Matlab

Introduzione a Matlab Introduzione a Matlab 1 Introduzione Matlab (MATrix LABoratory) è un software per il calcolo scientifico, particolarmente sviluppato per quanto riguarda la gestione ed elaborazione di vettori e matrici.

Dettagli

Matlab: Strutture di Controllo. Informatica B

Matlab: Strutture di Controllo. Informatica B Matlab: Strutture di Controllo Informatica B Tipo di dato logico È un tipo di dato che può avere solo due valori true (vero) 1 false (falso) 0 I valori di questo tipo possono essere generati direttamente

Dettagli

TOP DOWN. Compiti in classe proposti Modulo 1 JUVENILIA SCUOLA. Iacobelli Ajme Marrone

TOP DOWN. Compiti in classe proposti Modulo 1 JUVENILIA SCUOLA. Iacobelli Ajme Marrone Compiti in classe proposti Modulo 1 Scrivere un programma che carichi in un vettore i tempi ottenuti da un atleta in una serie di gare (massimo 30) e stampi la media dei tempi dell atleta, il tempo migliore

Dettagli

Cenni sull'impiego di Matlab. Matrici

Cenni sull'impiego di Matlab. Matrici Cenni sull'impiego di Matlab Il Matlab è un potente valutatore di espressioni matriciali con valori complessi. Lavorando in questo modo il Matlab indica una risposta ad ogni comando od operazione impartitagli.

Dettagli

MATRICI E DETERMINANTI

MATRICI E DETERMINANTI MATRICI E DETERMINANTI 1. MATRICI Si ha la seguente Definizione 1: Un insieme di numeri, reali o complessi, ordinati secondo righe e colonne è detto matrice di ordine m x n, ove m è il numero delle righe

Dettagli

4. Proiezioni del piano e dello spazio

4. Proiezioni del piano e dello spazio 4. Proiezioni del piano e dello spazio La visualizzazione di oggetti tridimensionali richiede di ottenere una vista piana dell'oggetto. Questo avviene mediante una sequenza di operazioni. Innanzitutto,

Dettagli

Comandi di Input/Output in Matlab

Comandi di Input/Output in Matlab Comandi di Input/Output in Matlab Il comando format controlla la configurazione numerica dei valori esposta da MAT- LAB; il comando regola solamente come i numeri sono visualizzati o stampati, non come

Dettagli

Elaborazione di Dati e Segnali Biomedici

Elaborazione di Dati e Segnali Biomedici Introduzione all uso di Matlab Mario Cesarelli Corso di Laurea in Ingegneria Biomedica Rev.1 Anno accademico 2004-05 Rev.2 Anno accademico 2005-06 Indice INTRODUZIONE A MATLAB... 5 INTRODUZIONE A MATLAB...

Dettagli

Rendering air show e verifica della sincronizzazione

Rendering air show e verifica della sincronizzazione Capitolo 5 Rendering air show e verifica della sincronizzazione 5.1 Introduzione Il Rendering 3D dell evoluzioni acrobatiche costituisce uno degli aspetti cruciali dell applicazione realizzata. L ambiente

Dettagli

Matlab: Gestione avanzata dei file

Matlab: Gestione avanzata dei file Matlab: Gestione avanzata dei file Informatica B File 2 Contenitori di informazione permanenti Sono memorizzati su memoria di massa Possono continuare ad esistere indipendentemente dalla vita del programma

Dettagli

Test Excel conoscenze di Base

Test Excel conoscenze di Base Test Excel conoscenze di Base 1)Che tipo di barra ha un foglio di calcolo, che un elaboratore testi non ha? a. La barra dei menu b. La barra della formula c. La barra del titolo d. La barra della formattazione

Dettagli

RETI DI TELECOMUNICAZIONE

RETI DI TELECOMUNICAZIONE RETI DI TELECOMUNICAZIONE NOZIONI ELEMENTARI DI MATLAB Cos è MATLAB Il nome MATLAB sta per MATrix LABoratory E un linguaggio ad alta prestazione per l elaborazione tecnica E un sistema interattivo il cui

Dettagli

4. Operazioni elementari per righe e colonne

4. Operazioni elementari per righe e colonne 4. Operazioni elementari per righe e colonne Sia K un campo, e sia A una matrice m n a elementi in K. Una operazione elementare per righe sulla matrice A è una operazione di uno dei seguenti tre tipi:

Dettagli

x 1 + x 2 3x 4 = 0 x1 + x 2 + x 3 = 0 x 1 + x 2 3x 4 = 0.

x 1 + x 2 3x 4 = 0 x1 + x 2 + x 3 = 0 x 1 + x 2 3x 4 = 0. Problema. Sia W il sottospazio dello spazio vettoriale R 4 dato da tutte le soluzioni dell equazione x + x 2 + x = 0. (a. Sia U R 4 il sottospazio dato da tutte le soluzioni dell equazione Si determini

Dettagli

Tutorial. Mathworks Matlab

Tutorial. Mathworks Matlab Tutorial Mathworks Matlab per il Corso di Studio in ing. Informatica (1 livello) Analisi dei Sistemi Anno Accademico 2002-2003 Docente: Prof. Ing. Paolo Arena Tutor: Ing. Adriano Basile Ultima versione:

Dettagli

Introduzione a Matlab

Introduzione a Matlab Introduzione a Matlab Ruggero Donida Labati Dipartimento di Tecnologie dell Informazione via Bramante 65, 26013 Crema (CR), Italy ruggero.donida@unimi.it Perché? MATLAB is a high-level technical computing

Dettagli

Introduzione all uso di

Introduzione all uso di Introduzione all uso di Francesco Odetti DIPTEM Università di Genova A.a. 2009/10 Introduzione all uso di MatLab 1 MatLab è un programma studiato apposta per operare su matrici. Il nome è un abbreviazione

Dettagli

I Lezione: Il programma MATLAB. 1 Introduzione. 2 Matrici in MATLAB

I Lezione: Il programma MATLAB. 1 Introduzione. 2 Matrici in MATLAB I Lezione: Il programma MATLAB In questa sezione introdurremo in maniera molto breve il programma di simulazione MATLAB (una abbreviazione di MAtrix LABoratory) che è stato usato per lo sviluppo delle

Dettagli

Funzioni matlab per la gestione dei file. Informatica B Prof. Morzenti

Funzioni matlab per la gestione dei file. Informatica B Prof. Morzenti Funzioni matlab per la gestione dei file Informatica B Prof. Morzenti File Contenitori di informazione permanenti Sono memorizzati su memoria di massa Possono continuare a esistere indipendentemente dalla

Dettagli

Esame del 3 febbraio 2010

Esame del 3 febbraio 2010 Fondamenti di Informatica CdL in Ingegneria Gestionale a.a. 2009/2010 Docente: Andrea Prati Esame del 3 febbraio 2010 Esercizio 1 Vettori Sia data un vettore (array monodimensionale) di interi: int VETT[N];

Dettagli

12 Funzioni e Strutture con MATLAB

12 Funzioni e Strutture con MATLAB 12.1 Richiami sulle funzioni Per dichiarare una funzione in MATLAB creo un file con nome nome_funz con al suo interno: 1 function [output1,.., outputn] = nome_funz(input1,.., inputm) 2 % corpo della funzione

Dettagli

ALGEBRA: LEZIONI DAL 13 OTTOBRE AL 3 NOVEMBRE

ALGEBRA: LEZIONI DAL 13 OTTOBRE AL 3 NOVEMBRE ALGEBRA: LEZIONI DAL 13 OTTOBRE AL 3 NOVEMBRE 1 DIPENDENZA E INDIPENDENZA LINEARE Se ho alcuni vettori v 1, v 2,, v n in uno spazio vettoriale V, il sottospazio 1 W = v 1,, v n di V da loro generato è

Dettagli

Fondamenti di Informatica. Dichiarazione, creazione e gestione di array in Java

Fondamenti di Informatica. Dichiarazione, creazione e gestione di array in Java Fondamenti di Informatica Dichiarazione, creazione e gestione di array in Java Array in Java - creazione La creazione fa una inizializzazione implicita: num = new int[10]; con valore 0 per int e double,

Dettagli

I SISTEMI DI NUMERAZIONE (esercizi svolti)

I SISTEMI DI NUMERAZIONE (esercizi svolti) ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE G. M. ANGIOY CARBONIA I SISTEMI DI NUMERAZIONE (esercizi svolti) Prof. G. Ciaschetti Conversione di un numero da binario a decimale Esercizio 1. Convertire in decimale

Dettagli

Definire all'interno del codice un vettore di interi di dimensione DIM, es. int array[] = {1, 5, 2, 4, 8, 1, 1, 9, 11, 4, 12};

Definire all'interno del codice un vettore di interi di dimensione DIM, es. int array[] = {1, 5, 2, 4, 8, 1, 1, 9, 11, 4, 12}; ESERCIZI 2 LABORATORIO Problema 1 Definire all'interno del codice un vettore di interi di dimensione DIM, es. int array[] = {1, 5, 2, 4, 8, 1, 1, 9, 11, 4, 12}; Chiede all'utente un numero e, tramite ricerca

Dettagli

Matlab. Ing. Francesco Licandro. Corso Fondamenti di Telecomunicazioni A.A. 2004-2005

Matlab. Ing. Francesco Licandro. Corso Fondamenti di Telecomunicazioni A.A. 2004-2005 Matlab Ing. Francesco Licandro Corso Fondamenti di Telecomunicazioni A.A. 2004-2005 1 MATLAB: MATrix LABoratory Matlab Ing. Francesco Licandro - 2005 2 Interfaccia Grafica Matlab Ing. Francesco Licandro

Dettagli

Java: Esercitazione 1

Java: Esercitazione 1 18 ottobre 2006 Obiettivi 1 Compilare ed eseguire un programma Java 2 Parametri da riga di comando 3 Array Un semplice esegubile Il primo programma che realizziamo e davvero semplicissimo......non prende

Dettagli

FORMEZ - Centro di Formazione e Studi. Banca dati Consiglio di Stato 2010

FORMEZ - Centro di Formazione e Studi. Banca dati Consiglio di Stato 2010 FORMEZ - Centro di Formazione e Studi Banca dati Consiglio di Stato 0 Area logico-matematica N domande: 00 RAGIONAMENTO NUMERICO I quesiti sono composti da numeri posti in serie. Di ogni serie è stato

Dettagli

Liberare la memoria allocata dinamicamente.

Liberare la memoria allocata dinamicamente. Scrivere un programma per la gestione dei libri e dei prestiti di una biblioteca universitaria. I libri sono caratterizzati dalle seguenti informazioni: titolo, autore, collocazione del libro, numero di

Dettagli

Informatica B. Sezione D. Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica

Informatica B. Sezione D. Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica Scuola di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica Laurea in Ingegneria Meccanica Dipartimento di Elettronica, Informazione e Bioingegneria Informatica B Sezione D Franchi Alessio Mauro,

Dettagli

ANALISI ALGORITMICA CON MATLAB

ANALISI ALGORITMICA CON MATLAB ANALISI ALGORITMICA CON MATLAB Di Rizzo Roberto PREMESSA Nel vasto campo del trading on line, e più specificatamente nell Analisi Tecnica, software come Excel e MatLab sono quelli tra i più utilizzati,

Dettagli

Il programma OCTAVE per l insegnamento dell algebra lineare nella Scuola Secondaria p. 1

Il programma OCTAVE per l insegnamento dell algebra lineare nella Scuola Secondaria p. 1 Il programma OCTAVE per l insegnamento dell algebra lineare nella Scuola Secondaria R. Vitolo Dipartimento di Matematica Università di Lecce SaLUG! - Salento Linux User Group Il programma OCTAVE per l

Dettagli

Laboratorio per l Elaborazione MultiMediale Lezione 1 - Introduzione a Matlab R

Laboratorio per l Elaborazione MultiMediale Lezione 1 - Introduzione a Matlab R Laboratorio per l Elaborazione MultiMediale Lezione 1 - a Prof. Michele Scarpiniti Dipartimento di Ingegneria dell Informazione, Elettronica e Telecomunicazioni Sapienza Università di Roma http://ispac.ing.uniroma1.it/scarpiniti/index.htm

Dettagli

PRBS: Pseudo Random Binary Sequences

PRBS: Pseudo Random Binary Sequences PRBS: Pseudo Random Binary Sequences Chiara Masiero http://automatica.dei.unipd.it/people/chiara-masiero DEI - UniPD 3 Novembre 2 C. Masiero (DEI - UniPD) PRBS tutorial 3 Novembre 2 / 8 Motivazione Contesto

Dettagli

Scheda n.1: il software R

Scheda n.1: il software R Scheda n.1: il software R September 30, 2008 1 Introduzione Il software denominato R si può scaricare gratuitamente da rete, all indirizzo http://www.r-project.org/, seguendo le istruzioni di download.

Dettagli

Documentazione esterna al software matematico sviluppato con MatLab

Documentazione esterna al software matematico sviluppato con MatLab Documentazione esterna al software matematico sviluppato con MatLab Algoritmi Metodo di Gauss-Seidel con sovrarilassamento Metodo delle Secanti Metodo di Newton Studente Amelio Francesco 556/00699 Anno

Dettagli

Analisi Matematica I Esercitazioni con MATLAB. Dario Bernardi Stefania Malaguti Chiara Visentin Andrea Corli

Analisi Matematica I Esercitazioni con MATLAB. Dario Bernardi Stefania Malaguti Chiara Visentin Andrea Corli Analisi Matematica I Esercitazioni con MATLAB Dario Bernardi Stefania Malaguti Chiara Visentin Andrea Corli ii Indice Introduzione v 1 Matrici, per cominciare 1 1.1 Matrici............................................

Dettagli

Command Window e linea di comando di MATLAB

Command Window e linea di comando di MATLAB MATLAB MATLAB è nato nato come come lguaggio lguaggio ad ad alto alto livello livello adatto adatto alla alla gestione gestione matrici matrici (MATLAB (MATLAB sta sta per per matrix matrix laboratory).

Dettagli

DNA sequence alignment

DNA sequence alignment DNA sequence alignment - Introduzione: un possibile modello per rappresentare il DNA. Il DNA (Acido desossiribonucleico) è una sostanza presente nei nuclei cellulari, sia vegetali che animali; a questo

Dettagli

MATLAB:Condizionamento Sistemi Lineari.

MATLAB:Condizionamento Sistemi Lineari. 1 Francesca Mazzia Dipartimento Interuniversitario di Matematica Università di Bari MATLAB:Condizionamento Sistemi Lineari. Innanzitutto vediamo qual è la funzione Matlab che ci permette di calcolare il

Dettagli

Lab. 1 - Introduzione a Matlab

Lab. 1 - Introduzione a Matlab Lab. 1 - Introduzione a Matlab Alcune informazioni su Matlab Matlab è uno strumento per il calcolo scientifico utilizzabile a più livelli, dalla calcolatrice tascabile, alla simulazione ed analisi di sistemi

Dettagli

Analisi delle Corrispondenze Multiple Prof. Roberto Fantaccione

Analisi delle Corrispondenze Multiple Prof. Roberto Fantaccione Analisi delle Corrispondenze Multiple Prof. Roberto Fantaccione Consideriamo il nostro dataset formato da 468 individui e 1 variabili nominali costituite dalle seguenti modalità : colonna D: Age of client

Dettagli

Introduzione al MATLAB c

Introduzione al MATLAB c Introduzione al MATLAB c Lucia Gastaldi Dipartimento di Matematica, http://dm.ing.unibs.it/gastaldi/ Lezione 1-5 maggio 2009 Indice 1 Cos è il MATLAB Componenti principali di MATLAB Le finestre di MATLAB

Dettagli

Procedura tecnico-statistica per il calcolo dell Indice di Disagio Socioeconomico (IDS)

Procedura tecnico-statistica per il calcolo dell Indice di Disagio Socioeconomico (IDS) Procedura tecnico-statistica per il calcolo dell Indice di Disagio Socioeconomico (IDS) Unità di Valutazione-DPS Ministero dello Sviluppo Economico Luglio 2008 Per garantire uniformità e completezza dei

Dettagli

Facoltà di Ingegneria Industriale. Matlab/Octave - Esercitazione 3

Facoltà di Ingegneria Industriale. Matlab/Octave - Esercitazione 3 Facoltà di Ingegneria Industriale Laurea in Ingegneria Energetica, Meccanica e dei Trasporti Matlab/Octave - Esercitazione 3 funzioni definizione ed invocazione delle funzioni semantica dell invocazione

Dettagli

Esercizio 1. Esercizi 5. Esercizio 3. Esercizio 2 CICLI

Esercizio 1. Esercizi 5. Esercizio 3. Esercizio 2 CICLI Esercizi 5 Esercizio 1 Realizzare una funzione che, chiesto all utente un numero intero pari a N, ricavi e stampi a video tutte le terne pitagoriche con i cateti minori o uguali ad N. CICLI Una terna pitagorica

Dettagli

ESTRAZIONE DI RADICE

ESTRAZIONE DI RADICE ESTRAZIONE DI RADICE La radice è l operazione inversa dell elevamento a potenza. L esponente della potenza è l indice della radice che può essere: quadrata (); cubica (); quarta (4); ecc. La base della

Dettagli

Tris, anagrammi e dintorni

Tris, anagrammi e dintorni Tris, anagrammi e dintorni Giocando a tris 1 mi sono sempre chiesto quale fosse la probabilità di vincere la partita iniziando per primo. È in effetti indubbio che le probabilità di riuscita siano superiori:

Dettagli

Verifica della correttezza formale del numero di partita IVA

Verifica della correttezza formale del numero di partita IVA Verifica della correttezza formale del numero di partita IVA A tutti i soggetti che intraprendono un attività rilevante ai fini Iva (impresa, arte, professione), al momento della presentazione della dichiarazione

Dettagli

scaricato da www.risorsedidattiche.net

scaricato da www.risorsedidattiche.net MOLTIPLICA E DIVIDI PER 10, 100, 1.000 A. Osserva, scrivi i risultati e poi completa la regola. X10 X1.000 X100 1 X 10 = 1 X 100 = 1 X 1.000 = Regola Se moltiplico un numero per 10 scrivo questo numero

Dettagli

INSEGNAMENTO DI ANALISI DI DATI BIOLOGICI LM IN BIOINGEGNERIA - A.A.2013/2014 HOMEWORK 3

INSEGNAMENTO DI ANALISI DI DATI BIOLOGICI LM IN BIOINGEGNERIA - A.A.2013/2014 HOMEWORK 3 INSEGNAMENTO DI ANALISI DI DATI BIOLOGICI LM IN BIOINGEGNERIA - A.A.2013/2014 HOMEWORK 3 COGNOME: Montanino NOME: Annaclaudia MATRICOLA: 1056715 DATA: 13 gennaio 2014 email: annaclaudia.montanino@studenti.unipd.it

Dettagli

MATEMATICA DEL DISCRETO elementi di teoria dei grafi. anno acc. 2009/2010

MATEMATICA DEL DISCRETO elementi di teoria dei grafi. anno acc. 2009/2010 elementi di teoria dei grafi anno acc. 2009/2010 Grafi semplici Un grafo semplice G è una coppia ordinata (V(G), L(G)), ove V(G) è un insieme finito e non vuoto di elementi detti vertici o nodi di G, mentre

Dettagli

1 Introduzione ai comandi di Matlab

1 Introduzione ai comandi di Matlab 1 Introduzione ai comandi di Matlab MATLAB è un linguaggio ad alte prestazioni adatto per effettuare operazioni matematiche. Esso integra calcolo, visualizzazione, e una programmazione semplice dove problemi

Dettagli

Analisi Matematica di circuiti elettrici

Analisi Matematica di circuiti elettrici Analisi Matematica di circuiti elettrici Eserciziario A cura del Prof. Marco Chirizzi 2011/2012 Cap.5 Numeri complessi 5.1 Definizione di numero complesso Si definisce numero complesso un numero scritto

Dettagli

Interpolazione di immagini

Interpolazione di immagini Interpolazione di immagini Data un immagine in formato png (o jpeg o altro) di m n pixel, la si vuole portare ad una dimensione maggiore (ad esempio 2m 2n pixel). c Paola Gervasio - Calcolo Scientifico

Dettagli

Cicli. Cicli. Il ciclo for. Comandi per eseguire ripetutamente porzioni di codice Due tipi disponibili in Matlab: Cicli: For While Controllo

Cicli. Cicli. Il ciclo for. Comandi per eseguire ripetutamente porzioni di codice Due tipi disponibili in Matlab: Cicli: For While Controllo Cicli Cicli Cicli: For While Controllo Comandi per eseguire ripetutamente porzioni di codice Due tipi disponibili in Matlab: for while Il ciclo for Usato per un numero definito di ripetizioni di un gruppo

Dettagli

OTTAVA ESPERIENZA DI LABORATORIO. L elaborazione dei files in C

OTTAVA ESPERIENZA DI LABORATORIO. L elaborazione dei files in C CORSO DI LABORATORIO DI INFORMATICA CORSO DI LAUREA IN SDM ANNO ACCADEMICO 2011-2012 Docente: R. Sparvoli Esercitazioni: R. Sparvoli, F. Palma OTTAVA ESPERIENZA DI LABORATORIO L elaborazione dei files

Dettagli

LA MATRICE DEI CONTI NAZIONALI. ANNO 2009 1. Nota metodologica

LA MATRICE DEI CONTI NAZIONALI. ANNO 2009 1. Nota metodologica LA MATRICE DEI CONTI NAZIONALI. ANNO 2009 1 Nota metodologica I flussi monetari registrati nei Conti nazionali possono essere presentati in forma matriciale a vari livelli di dettaglio. Tale rappresentazione,

Dettagli

Corso di Analisi Numerica - AN1. Parte 2: metodi diretti per sistemi lineari. Roberto Ferretti

Corso di Analisi Numerica - AN1. Parte 2: metodi diretti per sistemi lineari. Roberto Ferretti Corso di Analisi Numerica - AN1 Parte 2: metodi diretti per sistemi lineari Roberto Ferretti Richiami sulle norme e sui sistemi lineari Il Metodo di Eliminazione di Gauss Il Metodo di Eliminazione con

Dettagli

Elettronica dei Sistemi Digitali Dispositivi logici programmabili

Elettronica dei Sistemi Digitali Dispositivi logici programmabili Elettronica dei Sistemi Digitali Dispositivi logici programmabili Valentino Liberali Dipartimento di Tecnologie dell Informazione Università di Milano, 6013 Crema e-mail: liberali@dti.unimi.it http://www.dti.unimi.it/

Dettagli

Kangourou della Matematica 2014 finale nazionale italiana Mirabilandia, 12 maggio 2014

Kangourou della Matematica 2014 finale nazionale italiana Mirabilandia, 12 maggio 2014 Kangourou della Matematica 2014 finale nazionale italiana Mirabilandia, 12 maggio 2014 LIVELLO STUDENT K,M N CD BC A S1. (5 punti ) In figura si vede una circonferenza della quale i segmenti AB, BC e CD

Dettagli

MATLAB MATLAB. MATLAB: MAtrix LABoratory Cosa è MATLAB? Usi tipici:

MATLAB MATLAB. MATLAB: MAtrix LABoratory Cosa è MATLAB? Usi tipici: MATLAB 1 MATLAB MATLAB: MAtrix LABoratory Cosa è MATLAB? MATLAB è un linguaggio di programmazione facile da usare adatto ad ambiti tecnici dove I problemi sono espressi in notazione matematica. Usi tipici:

Dettagli

LA MATRICE DEI CONTI NAZIONALI. ANNO 2011 1. Nota metodologica

LA MATRICE DEI CONTI NAZIONALI. ANNO 2011 1. Nota metodologica LA MATRICE DEI CONTI NAZIONALI. ANNO 2011 1 Nota metodologica I flussi monetari registrati nei Conti nazionali possono essere presentati in forma matriciale a vari livelli di dettaglio. Tale rappresentazione,

Dettagli

L Assembler 80x86 Concetti Generali. M. Rebaudengo M. Sonza Reorda P. Bernardi

L Assembler 80x86 Concetti Generali. M. Rebaudengo M. Sonza Reorda P. Bernardi L Assembler 80x86 Concetti Generali M. Rebaudengo M. Sonza Reorda P. Bernardi Sommario Introduzione Pseudo-Istruzioni Operatori Modi di Indirizzamento Istruzioni Sommario Introduzione Pseudo-Istruzioni

Dettagli

SPECIFICHE E LIMITI DI EXCEL

SPECIFICHE E LIMITI DI EXCEL SPECIFICHE E LIMITI DI EXCEL Un "FOGLIO DI CALCOLO" è un oggetto di un programma per computer costituito da un insieme di celle, organizzate in righe e colonne, atte a memorizzare dati ed effettuare operazioni

Dettagli

Elementi di informatica

Elementi di informatica Elementi di informatica Sistemi di numerazione posizionali Rappresentazione dei numeri Rappresentazione dei numeri nei calcolatori rappresentazioni finalizzate ad algoritmi efficienti per le operazioni

Dettagli

Vettori Algoritmi elementari di ordinamento

Vettori Algoritmi elementari di ordinamento Dipartimento di Informatica e Sistemistica Antonio Ruberti Sapienza Università di Roma Vettori Algoritmi elementari di ordinamento Corso di Fondamenti di Informatica Laurea in Ingegneria Informatica (Canale

Dettagli

A cura di Andrea Di Ferdinando

A cura di Andrea Di Ferdinando Dispense del corso base di programmazione scientifica in ambiente MATLAB A cura di Andrea Di Ferdinando Anno accademico 2003-2004 Capitolo 1 Panoramica dell ambiente MatLab 1. Che cos è MatLab Per comprendere

Dettagli