Il sistema delle prestazioni a sostegno del reddito con la riforma della Legge n. 92 del 2012

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il sistema delle prestazioni a sostegno del reddito con la riforma della Legge n. 92 del 2012"

Transcript

1 Progetto Servizi innovativi per l incontro tra domanda e offerta di lavoro 2 PON Governance e Azioni di Sistema - Obiettivo Convergenza (FSE) Il sistema delle prestazioni a sostegno del reddito con la riforma della Legge n. 92 del 2012 Relatore: dott. Ruggero Golino Webinar, 17 aprile 2013

2 Agenda Sistema del welfare con innovazioni Fondi di solidarietà Incentivi all occupazione 2

3 Prestazioni a sostegno del reddito Tutele previdenziali a sostegno del reddito dei lavoratori che vengono a trovarsi in situazioni di sospensione o interruzione/cessazione del rapporto di lavoro 3

4 Prestazioni a sostegno del reddito Indennità di disoccupazione (ASpI) art. 2 Legge 92/2012 Indennità di disoccupazione agricola 4

5 Prestazioni a sostegno del reddito Cassa Integrazione Guadagni (ordinaria) Cassa Integrazione Guadagni (straordinaria) 5

6 Tutele in costanza di lavoro Dal 01/01/2013, CIGS estesa a: Imprese commerciali con più di 50 dipendenti Agenzie di viaggi e turismo con più di 50 dipendenti Imprese di vigilanza con più di 15 dipendenti Trasporto aereo senza limiti di dipendenti Imprese del settore aeroportuale senza limiti di dipendenti Compagnie portuali (elenco Min. Infastrutture) 6

7 Mobilità ordinaria Innovazioni introdotte dalla Legge 92 del 2012: Abrogazione dell indennità di mobilità ordinaria dal 1 gennaio 2017 Introduzione di un regime transitorio relativo solo alla durata dell indennità di mobilità, dall anno 2014 fino alla data di abrogazione della stessa (2017) 7

8 Mobilità Lunga L ordinamento italiano prevede anche l istituto della MOBILITA LUNGA, per cui l indennità di mobilità ordinaria può avere una durata superiore a quella stabilita e accompagna il lavoratore fino alla data di maturazione del diritto al pensionamento 8

9 Fondi di garanzia Trattamento di fine rapporto Crediti di lavoro differenti dal Trattamento di Fine Rapporto Posizione Previdenziale Complementare 9

10 Prestazioni socio-assistenziali Tutele previdenziali per i lavoratori in caso di eventi che, pur in presenza del rapporto di lavoro, comportano la riduzione della capacità lavorativa 10

11 Prestazioni socio-assistenziali Sono a carattere previdenziale: Malattia Maternità e congedi parentali Congedi del padre Contributo per l acquisto dei servizi per l infanzia Assegno al nucleo familiare Cure termali 11

12 Ammortizzatori sociali in deroga Finalità: Consentire la compartecipazione finanziaria delle Regioni in aggiunta al finanziamento dello Stato Incentivare le Regioni ad incrementare le politiche attive del Lavoro Indennizzare per 90 giorni i lavoratori con il contributo dei Fondi bilaterali di solidarietà 12

13 Ammortizzatori sociali in deroga CIG in deroga Mobilità in deroga Indennità di disoccupazione ASpI per i lavoratori sospesi 13

14 Prestazioni una tantum Una tantum somministrati Indennità una tantum ai lavoratori CO.CO.PRO 14

15 Ammortizzatori sociali in deroga Novità introdotta dalla Legge 92/2012: Soppressione delle prestazioni in deroga di CIG e mobilità (dal gennaio 2017) 15

16 Gestione dei Fondi bilaterali Fondi di Solidarietà 16

17 Fondo di solidarietà residuale Autofinanziato con contributi dei Datori di lavoro (2/3) e lavoratori (1/3) 17

18 Incentivi alle assunzioni L assunzione di determinate tipologie di lavoratori può comportare interessanti agevolazioni economiche per i datori di lavoro 18

19 Incentivi alle assunzioni Gli incentivi mirano a favorire l occupazione riducendo il costo del lavoro 19

20 Incentivi alle assunzioni Non spettano se le assunzioni avvengono a seguito di un obbligo ad assumere o in violazione di un diritto di precedenza, oppure nell ambito di un trasferimento di azienda o di un ramo di essa 20

21 Incentivi alle assunzioni Incentivi all occupazione di: Giovani Donne Giovani genitori 21

22 Tutele da dimissioni «improprie» Dimissioni volontarie «precostituite» Oppure Risoluzioni consensuali di lavoratrici e lavoratori entro i primi tre anni del figlio 22

23 Lavoratori in mobilità Per i lavoratori iscritti nelle liste di mobilità continuano ad applicarsi (fino al 31/12/2016) gli incentivi all occupazione di cui alla Legge 223/91, in quanto gli istituti ASPI e MiniASPI sostituiranno l istituto della mobilità a partire dal 1 gennaio

24 Lavoratori in mobilità incentivi per l assunzione Art. 8, comma 2, Legge 223/91 Assunzione a tempo determinato Riduzione della quota di contribuzione a carico del datore di lavoro nella misura prevista per gli apprendisti (ad oggi, 10%); Durata massima: 12 mesi 24

25 Lavoratori in mobilità incentivi per l assunzione Art. 25, comma 9, Legge 223/91 Assunzione a tempo indeterminato Riduzione della quota di contribuzione a carico del datore di lavoro nella misura prevista per gli apprendisti (ad oggi, 10%); Durata massima: 18 mesi 25

26 Lavoratori in mobilità incentivi per l assunzione Art. 8, comma 4, Legge 223/91 Se l assunzione a tempo indeterminato è a tempo pieno, all azienda spetta il 50% dell indennità di mobilità residua; Durata massima: 12 mesi per lavoratori fino a 50 anni; 24/36 per over 50 fuori dal Mezzogiorno/nel Mezzogiorno 26

27 Lavoratori in mobilità incentivi per l assunzione Art. 8, comma 2, Legge 223/91 Se il rapporto a tempo determinato è trasformato in rapporto a tempo indeterminato, spetta all azienda una ulteriore riduzione della quota di contribuzione a carico del datore di lavoro nella misura prevista per gli apprendisti (oggi 10%); Durata massima: altri 12 mesi 27

28 Lavoratori in mobilità incentivi per l assunzione Art. 8, comma 2, Legge 223/91 Se la trasformazione a tempo indeterminato è a tempo pieno, spetta all azienda il 50% dell indennità di mobilità residua; Durata massima: 12 mesi per lavoratori fino a 50 anni; 24/36 per over 50 fuori dal Mezzogiorno/nel Mezzogiorno 28

29 Incentivi CIG CIGS per aziende con procedure concorsuali L. 223/91: Contribuzione 10% per 12 mesi 50% di mobilità che sarebbe spettata per 9-21 o 33 mesi 29

30 Incentivi CIG CIGS per cessazione attività: Contribuzione 10% per 12 mesi 50% di mobilità che sarebbe spettata per 9-21 o 33 mesi 30

31 Incentivi CIG Trattamenti speciali per l edilizia L. 223/91 L. 451/94: Contribuzione 10% per 12 mesi se assunzione a tempo determinato Contribuzione 10% per 18 mesi se assunzione a tempo indeterminato 31

32 Incentivi CIG CIGS per sedime aeroportuale L. 236/93: Contribuzione 10% per 12 mesi 50% di mobilità che sarebbe spettata per 9-21 o 33 mesi 32

33 Incentivi CIG Contratti di solidarietà: Contribuzione 10% per 12 mesi 50% di mobilità che sarebbe spettata per 9-21 o 33 mesi 33

34 Incentivi Non sono stati prorogati gli incentivi per le prestazioni in deroga 34

35 Incentivi ex L.92/2012 Dal 1 gennaio 2013 sono entrati in vigore gli incentivi per l assunzione di lavoratori ultra 50enni, disoccupati da oltre 12 mesi 35

36 Lavoro autonomo o associato Il lavoratore percettore di indennità di disoccupazione, CIG o mobilità, che intenda intraprendere attività autonoma o associarsi a una cooperativa, può richiedere in un unica soluzione i ratei di indennità non ancora percepiti 36

37 Congedi ai padri Rivolti a: Lavoratori dipendenti Lavoratori in mobilità Lavoratori in cassa integrazione 37

38 Congedi ai padri Finalità: Promozione di una cultura di maggior condivisione dei compiti di cura dei figli all interno della coppia 38

39 Congedi ai padri 1. Congedo obbligatorio di un giorno entro e non oltre il quinto mese di vita del figlio (anche adottato o affidato); 2. Congedo facoltativo di uno o due giorni, alternativo al congedo di maternità della madre. Sono per il momento esclusi i dipendenti delle Pubbliche Amministrazioni. 39

40 Servizi di Baby Sitting Finalità: Favorire le lavoratrici madri nel conciliare i tempi di vita e di lavoro nonché la condivisione, con il padre, dei compiti di cura dei figli 40

41 Servizi di Baby Sitting Prevedono un indennizzo di 300,00 euro mensili erogato: Per sei mesi alle lavoratrici dipendenti Per tre mesi alle lavoratrici iscritte alla gestione separata INPS 41

42 Servizi di Baby Sitting La graduatoria dei beneficiari è stabilita dall INPS sulla base dell ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) 42

43 Grazie e buon lavoro ricordandoci sempre che dietro ogni «pratica» c è una persona. Ruggero Golino 43

TOP SERVICES HEALTH OGGETTO: ASSUNZIONI AGEVOLATE: GUIDA AI NUOVI INCENTIVI

TOP SERVICES HEALTH OGGETTO: ASSUNZIONI AGEVOLATE: GUIDA AI NUOVI INCENTIVI Ai gentili Clienti Loro sedi OGGETTO: ASSUNZIONI AGEVOLATE: GUIDA AI NUOVI INCENTIVI Gentile Cliente, con la stesura del presente documento informativo intendiamo metterla a conoscenza delle possibilità

Dettagli

DESCRIZIONE BENEFICIO

DESCRIZIONE BENEFICIO DESCRIZIONE BENEFICIO Lavoratori assunti ai sensi dell art.8, comma 9, della Legge 29/12/90, n.407, aventi titolo alla riduzione del 50% dei contributi a carico del datore di lavoro -disoccupati o cassintegrati

Dettagli

Ammortizzatori Sociali in deroga e Incentivi per il Lavoro

Ammortizzatori Sociali in deroga e Incentivi per il Lavoro Ammortizzatori Sociali in deroga e Incentivi per il Lavoro Strumenti per lavoratori e disoccupati 25/02/2010 a cura di Massimo Di Cesare 1 Strumenti ordinari Gli strumenti ordinari di sostegno al reddito

Dettagli

TABELLA AGEVOLAZIONI SUBORDINATE AL POSSESSO DEL DOCUMENTO DI REGOLARITA' CONTRIBUTIVA

TABELLA AGEVOLAZIONI SUBORDINATE AL POSSESSO DEL DOCUMENTO DI REGOLARITA' CONTRIBUTIVA TABELLA AGEVOLAZIONI SUBORDINATE AL POSSESSO DEL DOCUMENTO DI REGOLARITA' CONTRIBUTIVA Lavoratori assunti ai sensi dell'art. 8, comma 9, della Legge 29/12/90, n.407, aventi titolo alla riduzione del 50%

Dettagli

Le agevolazioni per assunzioni: altre categorie di lavoratori

Le agevolazioni per assunzioni: altre categorie di lavoratori Le agevolazioni per assunzioni: altre categorie di lavoratori AGEVOLAZIONI E RIFERIMENTO NORMATIVO REQUISITI LAVORATORI AZIENDE DESTINATARIE DETTAGLI BENEFICI PREVISTI PROGRAMMA GARANZIA GIOVANI RACCOMANDAZIONE

Dettagli

INCENTIVI PER LE ASSUNZIONI

INCENTIVI PER LE ASSUNZIONI INCENTIVI PER LE ASSUNZIONI Principali incentivi Principali incentivi Legge di stabilità 2016 Incentivo per occupazione Principali incentivi Legge di stabilità 2016 Incentivo per occupazione Tirocinio

Dettagli

GLI INCENTIVI IN VIGORE NEL 2014 IN MATERIA DI ASSUNZIONE

GLI INCENTIVI IN VIGORE NEL 2014 IN MATERIA DI ASSUNZIONE GLI INCENTIVI IN VIGORE NEL 2014 IN MATERIA DI ASSUNZIONE INCENTIVO : Giovani (l.99/2013) L incentivo è pari: -ad 1/3 della retribuzione mensile lorda ai fini previdenziali e, in ogni caso, non può superare

Dettagli

Guida ai nuovi ammortizzatori sociali A CURA DELLA FIM-CISL NAZIONALE

Guida ai nuovi ammortizzatori sociali A CURA DELLA FIM-CISL NAZIONALE Guida ai nuovi ammortizzatori A CURA DELLA FIM-CISL NAZIONALE ai nuovi ammortizzatori GUIDA AI NUOVI AMMORTIZZATORI SOCIALI ai nuovi ammortizzatori indice 7 Introduzione 11 LA CASSA INTEGRAZIONE ORDINARIA

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 29/01/2016

Direzione Centrale Entrate. Roma, 29/01/2016 Direzione Centrale Entrate Roma, 29/01/2016 Circolare n. 16 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

Direzione Lavoro Settore Servizi per il Lavoro di Massa Carrara, Lucca e Pistoia. Servizio Lavoro - Pistoia

Direzione Lavoro Settore Servizi per il Lavoro di Massa Carrara, Lucca e Pistoia. Servizio Lavoro - Pistoia Prodotto - Incentivi per Persone ed Aziende INCENTIVI ALL ASSUNZIONE, ALLA CREAZIONE D IMPRESA E AL LAVORO AUTONOMO PERSONE BENEFICIARIE DI STRUMENTI DI SOSTEGNO AL REDDITO Una guida per le aziende che

Dettagli

Confederazione Generale Italiana del Lavoro

Confederazione Generale Italiana del Lavoro Sede Centrale Area delle Politiche dei diritti e del benessere Nota sulla circolare Inps relativa agli aggiornamenti degli importi massimi da corrispondere ai titolari dei trattamenti di integrazione salariale,

Dettagli

Le news dell Associazione Giovani Newsletter n. 0

Le news dell Associazione Giovani Newsletter n. 0 AGEVOLAZIONE ASSUNZIONE PERCETTORE ASPI Tabella di paragone con decreto Fornero (Decreto Direttoriale del Ministero del lavoro e delle Politiche Sociali n.264 del 19 aprile 2013) e mobilità (Art.8, commi

Dettagli

I NUOVI INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI

I NUOVI INCENTIVI ALLE ASSUNZIONI DI CHE COSA PARLIAMO Principi e regole sugli incentivi (Fornero) Premio assunzioni di giovani (Decreto Lavoro) Sgravio per over50enni e donne (Fornero) Premio assunzione disoccupati (Aspi) Premio a chi

Dettagli

ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO ANNO 2015: SGRAVIO CONTRIBUTIVO TRIENNALE

ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO ANNO 2015: SGRAVIO CONTRIBUTIVO TRIENNALE ASSUNZIONI A TEMPO INDETERMINATO ANNO 2015: SGRAVIO CONTRIBUTIVO TRIENNALE DATORI DI LAVORO BENEFICIARI ESONERO CONTRIBUTIVO REQUISITI DIPENDENTE Tutti i datori di lavoro privati (per i datori di lavoro

Dettagli

Dott. Giovanni Mottese

Dott. Giovanni Mottese ORDINE DEI DOTTORI COMMERCIALISTI E DEGLI ESPERTI CONTABILI circoscrizione del Tribunale di Catania Assunzioni agevolate per lavoratori iscritti in liste di mobilità e percettori di NASPi Dott. Giovanni

Dettagli

INPS: ALIQUOTE CONTRIBUTIVE PER L ANNO 2015

INPS: ALIQUOTE CONTRIBUTIVE PER L ANNO 2015 INFORMATIVA N. 020 15 GENNAIO 2015 Previdenziale INPS: ALIQUOTE CONTRIBUTIVE PER L ANNO 2015 Nel presente Aggiornamento AP si forniscono le tabelle delle nuove aliquote contributive INPS, valevoli per

Dettagli

DONNE E GIOVANI: LE FAQ DELL INPS SUGLI INCENTIVI

DONNE E GIOVANI: LE FAQ DELL INPS SUGLI INCENTIVI INFORMATIVA N. 337 31 OTTOBRE 2012 Previdenziale DONNE E GIOVANI: LE FAQ DELL INPS SUGLI INCENTIVI! www.inps.it Sul sito internet dell INPS (seguendo il percorso Informazioni/Aziende, consulenti e professionisti/incentivi

Dettagli

Scadenzario bandi europei TOSCANA. Ricerca sviluppo e trasferimento tecnologico, innovazione e imprenditorialità

Scadenzario bandi europei TOSCANA. Ricerca sviluppo e trasferimento tecnologico, innovazione e imprenditorialità N. 1, Gennaio 2011 Scadenzario bandi europei TOSCANA Sommario bandi aperti Regione Toscana: Ricerca sviluppo e trasferimento tecnologico, innovazione e imprenditorialità. pag. 1 Sviluppo rurale....pag.

Dettagli

Circolare n. 4 del 2 febbraio 2016

Circolare n. 4 del 2 febbraio 2016 Direzione Generale degli Ammortizzatori sociali e I.O. Circolare n. 4 del 2 febbraio 2016 Oggetto: Normativa in materia di ammortizzatori sociali in deroga - D.Lgs n. 148 del 14 settembre 2015; Legge n.

Dettagli

L apprendistato dei lavoratori in mobilità. Silvia Spattini

L apprendistato dei lavoratori in mobilità. Silvia Spattini L apprendistato dei lavoratori in mobilità Silvia Spattini Disposizione normativa Articolo 7, comma 4 Disposizioni finali 4. Ai fini della loro qualificazione o riqualificazione professionale è possibile

Dettagli

INCENTIVI PER ASSUNZIONI AGEVOLATE INTERVENTI DI SOSTEGNO A FAVORE DI LAVORATORI SVANTAGGIATI

INCENTIVI PER ASSUNZIONI AGEVOLATE INTERVENTI DI SOSTEGNO A FAVORE DI LAVORATORI SVANTAGGIATI INCENTIVI PER ASSUNZIONI AGEVOLATE E INTERVENTI DI SOSTEGNO A FAVORE DI SVANTAGGIATI Ottobre 2011 Ultimo aggiornamento: aprile 2012 Assessorato alla Formazione e al Lavoro Come noto, da qualche anno a

Dettagli

L INPS, con la Circolare n. 17 del 29 gennaio 2016, ha fornito per l anno 2016 - le aliquote contributive

L INPS, con la Circolare n. 17 del 29 gennaio 2016, ha fornito per l anno 2016 - le aliquote contributive Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 25 10.02.2016 Aziende agricole: le aliquote 2016 L aliquota contributiva dovuta, per l anno 2016, dalle aziende agricole OTD

Dettagli

INTERVENTI DI INTEGRAZIONE LAVORATIVA E DI SOSTEGNO SOCIO-ECONOMICO - Anno 2015

INTERVENTI DI INTEGRAZIONE LAVORATIVA E DI SOSTEGNO SOCIO-ECONOMICO - Anno 2015 Consorzio Comuni Bim di Valle Camonica Comunità Montana di Valle Camonica INTERVENTI DI INTEGRAZIONE LAVORATIVA E DI SOSTEGNO SOCIO-ECONOMICO - Anno 2015 - LINEE GUIDA PER L ACCESSO AI FONDI E PER LA SELEZIONE

Dettagli

Indennità di disoccupazione Finora e fino al 30 aprile 2015 Dal 1 maggio

Indennità di disoccupazione Finora e fino al 30 aprile 2015 Dal 1 maggio Indennità di disoccupazione Finora e fino al 30 aprile 2015 Dal 1 maggio Aspi e Miniaspi nonché Unatantum Aspi: requisiti: stato di disoccupazione, almeno 2 anni di assicurazione contro la disoccupazione

Dettagli

ASPI Assicurazione Sociale per l impiego

ASPI Assicurazione Sociale per l impiego ASPI Assicurazione Sociale per l impiego La riforma del lavoro voluta dal Governo Monti e dal ministro Fornero nel giugno del 2012 ha introdotto importantissime novità in materia di licenziamenti, tra

Dettagli

VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 11/14)

VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 11/14) VALORE PENSIONE Piano individuale pensionistico di tipo assicurativo Fondo Pensione Documento sul regime fiscale (ed. 11/14) Pagina 2 di 6 - Pagina Documento bianca sul regime fiscale Edizione 11.2014

Dettagli

e, per conoscenza, Importo dei contributi dovuti per l anno 2014 per i lavoratori domestici. Importo dei contributi. Coefficienti di ripartizione.

e, per conoscenza, Importo dei contributi dovuti per l anno 2014 per i lavoratori domestici. Importo dei contributi. Coefficienti di ripartizione. Direzione Centrale Entrate Roma, 10/02/2014 Circolare n. 23 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

La legge di stabilità 2016

La legge di stabilità 2016 PRIMA e DOPO La legge di stabilità 2016 Art. 24, comma 10, DL 201/2011 Art. 1, comma 113, L. 190 /2014) La pensione anticipata La pensione anticipata si consegue con un requisito contributivo uguale per

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 61 01.04.2016 Indennità di malattia, maternità e tbc: gli importi 2016 In stand-by, per l anno 2016, gli importi in caso di malattia,

Dettagli

Il sistema degli ammortizzatori sociali: tra novità e conferme

Il sistema degli ammortizzatori sociali: tra novità e conferme Il sistema degli ammortizzatori sociali: tra novità e conferme di Silvia Spattini Il nuovo sistema di ammortizzatori sociali delineato nel disegno di legge di riforma del mercato del lavoro si basa su

Dettagli

Agevolazioni per nuove Assunzioni

Agevolazioni per nuove Assunzioni FOCUS LAVORO Agevolazioni per nuove Assunzioni A cura di Vincenzo Altobello Consulente del Lavoro In collaborazione con Alden Consulenti d Impresa www.alden.it/consulenza-del-lavoro 1 PRESENTAZIONE Vincenzo

Dettagli

Fondazione AVSI. Sostegno a distanza Adozioni a distanza Cooperazione allo sviluppo

Fondazione AVSI. Sostegno a distanza Adozioni a distanza Cooperazione allo sviluppo 1 Fondazione AVSI Sostegno a distanza Adozioni a distanza Cooperazione allo sviluppo Diritti e congedi È prevista una forma di congedo dal lavoro per il periodo di permanenza all estero per tutta la durata

Dettagli

Fondi di sostegno ai genitori

Fondi di sostegno ai genitori Bari 7 maggio 2015 Fondi di sostegno ai genitori Francesca Zampano Servizio Politiche di Benessere sociale e pari opportunità Regione Puglia Programma Introduce e coordina i lavori Serenella Molendini,

Dettagli

L INDENNITÀ DI MATERNITÀ. INAPA - aprile 2012 Direzione Tutela Diritti Sociali e Formazione

L INDENNITÀ DI MATERNITÀ. INAPA - aprile 2012 Direzione Tutela Diritti Sociali e Formazione L INDENNITÀ DI MATERNITÀ 1 Decreto legislativo n. 151/2001 trattamento sostitutivo della retribuzione garantito alla lavoratrice assente dal lavoro per GRAVIDANZA in casi particolari al padre lavoratore

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giuslavoristici N. 23 08.02.2016 Lavoratori domestici: i valori contributivi 2016 Per l anno 2016 si pagano gli stessi contributi dello scorso anno

Dettagli

Incentivi alle Aziende

Incentivi alle Aziende Provincia di Pordenone Settore Politiche del Lavoro e Programmazione Sociale STRUMENTI Incentivi alle Aziende Pordenone 19 Marzo 2009 Legge Regionale 18/2005, articoli 30, 31, 32 e 33 D.P.REG. 0342/Pres

Dettagli

La riforma Tremonti sulla previdenza obbligatoria

La riforma Tremonti sulla previdenza obbligatoria R.S.U. Siae Microelettronica La riforma Tremonti sulla previdenza obbligatoria Decreto legge 31 maggio 2010, n. 78, convertito in Legge 30 luglio 2010, n. 122, art. 12. In sintesi la riforma prevede: 1

Dettagli

GUIDA AGLI INCENTIVI PER I LAVORATORI SVANTAGGIATI

GUIDA AGLI INCENTIVI PER I LAVORATORI SVANTAGGIATI Area Welfare to Work Azione di Sistema di Welfare to Work per le politiche di reimpiego GUIDA AGLI INCENTIVI PER I LAVORATORI SVANTAGGIATI INDICE 1. GLI INCENTIVI PER I LAVORATORI IN CIGO... 03 2. GLI

Dettagli

Indennità una tantum per i collaboratori coordinati e continuativi

Indennità una tantum per i collaboratori coordinati e continuativi Articolo 2, commi 51-56 Indennità una tantum per i collaboratori coordinati e continuativi di Silvia Spattini La volontà di prevedere una misura di sostegno al reddito rivolta ai collaboratori coordinati

Dettagli

INCENTIVI AL LAVORO. A cura del Sito Web Servizio Coordinamento Centri per l Impiego Provincia di Torino

INCENTIVI AL LAVORO. A cura del Sito Web Servizio Coordinamento Centri per l Impiego Provincia di Torino INCENTIVI AL LAVORO A cura del Sito Web Servizio Coordinamento Centri per l Impiego Provincia di Torino NUOVI INCENTIVI Art. 4 comma 8 legge 92/2012 (Riforma Fornero) A decorrere dal 1 gennaio 2013 per

Dettagli

per mamma e papa UIL COORDINAMENTO PARI OPPORTUNITA PATRONATO DELLA UIL

per mamma e papa UIL COORDINAMENTO PARI OPPORTUNITA PATRONATO DELLA UIL QUALI diritti per mamma e papa UIL COORDINAMENTO PARI OPPORTUNITA PATRONATO DELLA UIL UIL COORDINAMENTO PARI OPPORTUNITA PATRONATO DELLA UIL CONGEDO DI MATERNITà Nei cinque mesi di astensione obbligatoria

Dettagli

Pensioni e Lavoro Tabelle Fonte: bilancio sociale 2012 INPS

Pensioni e Lavoro Tabelle Fonte: bilancio sociale 2012 INPS A cura di Maurizio Scarpa Pensioni e Lavoro Tabelle Fonte: bilancio sociale 2012 INPS Analisi bilancio INPS 2011 Maurizio Scarpa Pag. 1 Allegato 2 TABELLE DAL BILANCIO SOCIALE INPS (sintesi) I dati, salvo

Dettagli

Corso Simpotico su Lavoro e Politiche Sociali

Corso Simpotico su Lavoro e Politiche Sociali Corso Simpotico su Lavoro e Politiche Sociali Lezione-dibattito1 - Il mercato del lavoro domanda e offerta di lavoro e dinamiche di mercato disoccupazione e precariato Accenni teorici su domanda e offerta

Dettagli

CONGEDO DAL LAVORO IN CASO DI ADOZIONE INTERNAZIONALE

CONGEDO DAL LAVORO IN CASO DI ADOZIONE INTERNAZIONALE CONGEDO DAL LAVORO IN CASO DI ADOZIONE INTERNAZIONALE 1) È PREVISTA UNA FORMA DI CONGEDO DAL LAVORO PER IL PERIODO DI PERMANENZA ALL'ESTERO PER TUTTA LA DURATA DELLA PRATICA DELL'ADOZIONE? Sì, per i lavoratori

Dettagli

Riordino degli Ammortizzatori Sociali

Riordino degli Ammortizzatori Sociali Riordino degli Ammortizzatori Sociali Speaker Laura Bernini - Referente Previdenza - Area Lavoro e Previdenza 12 ottobre 2015 Contribuzione Finanziamento Ammortizzatori Sociali CONTRIBUTO ORDINARIO CIGO:

Dettagli

MANOVRA MONTI. Conversione in legge del DL 6 dicembre 2011, n.201 Articolo 24 Disposizioni in materia di trattamenti pensionistici

MANOVRA MONTI. Conversione in legge del DL 6 dicembre 2011, n.201 Articolo 24 Disposizioni in materia di trattamenti pensionistici MANOVRA MONTI Conversione in legge del DL 6 dicembre 2011, n.201 Articolo 24 Disposizioni in materia di trattamenti pensionistici Dal 1 gennaio 2012 sistema contributivo per tutti Quindi tutti coloro che

Dettagli

POLITICHE DEL LAVORO INCENTIVI ALLE AZIENDE E AI LAVORATORI

POLITICHE DEL LAVORO INCENTIVI ALLE AZIENDE E AI LAVORATORI PROVINCIA DI PORDENONE POLITICHE DEL LAVORO INCENTIVI ALLE AZIENDE E AI LAVORATORI INCONTRO, La fiera sul lavoro, la formazione e l orientamento 29 30 ottobre 2009 Normativa vigente D.P.Reg. 0342/Pres/2008

Dettagli

I Requisiti: NEET (Not -Engaged -in Education, Employment or Training)

I Requisiti: NEET (Not -Engaged -in Education, Employment or Training) Garanzia Giovani Convenzione Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Regione Toscana del 30/04/2014 in attuazione del Regolamento Europeo 1407 del 8/12/2013 IL BONUS OCCUPAZIONALE, FRUIBILE MEDIANTE

Dettagli

La riforma pensionistica: gli effetti sulla gestione del personale

La riforma pensionistica: gli effetti sulla gestione del personale La riforma pensionistica: gli effetti sulla gestione del personale Avv. Domenico Noviello Cnel, 9 maggio 2012 www.eni.com Le nuove pensioni Dal 1 gennaio 2012 e con riferimento ai lavoratori che maturano

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO Paragrafo A AZIONI STRAORDINARIE PER L OCCUPAZIONE Le parti firmatarie concordano sulla stabilizzazione, fino all adozione delle misure attuative della delega sugli ammortizzatori sociali, delle disposizioni

Dettagli

Circolare Informativa n 18/2013. Incentivi alle assunzioni e Riforma Fornero

Circolare Informativa n 18/2013. Incentivi alle assunzioni e Riforma Fornero Circolare Informativa n 18/2013 Incentivi alle assunzioni e Riforma Fornero e-mail: info@cafassoefigli.it - www.cafassoefigli.it Pagina 1 di 11 INDICE Premessa pag.3 1) Assunzione di lavoratori disoccupati

Dettagli

Comunicazione n. 54/2013. Oggetto: Incentivi per l occupazione il quadro

Comunicazione n. 54/2013. Oggetto: Incentivi per l occupazione il quadro CNA Ferrara Servizi ed Informatica Società cooperativa a r.l. Via Caldirolo, 84 44100 Ferrara Tel. 0532 749111 fax 0532 749236 sito www.cnafeservizi.it e-mail info@cnafeservizi.it Comunicazione n. 54/2013

Dettagli

Al via gli incentivi contributivi per assunzioni di disoccupati nel 2011

Al via gli incentivi contributivi per assunzioni di disoccupati nel 2011 CIRCOLARE A.F. N. 38 del 14 Marzo 2011 Ai gentili clienti Loro sedi Al via gli incentivi contributivi per assunzioni di disoccupati nel 2011 Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che,

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali VISTO l articolo 1, comma 7, del decreto-legge 20 maggio 1993, n. 148, convertito con modificazioni dalla legge 19 luglio 1993, n. 236, che istituisce il Fondo per l occupazione presso il Ministero del

Dettagli

CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA

CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA CASSA INTEGRAZIONE GUADAGNI STRAORDINARIA CIG Straordinaria 1 CAMPO DI APPLICAZIONE C. I. G.S. La C.I.G.S. viene applicata alle imprese industriali che abbiano occupato mediamente più di 15 dipendenti

Dettagli

I Congedi Parentali. CGIL FP Friuli Venezia Giulia Pasian di Prato, 21 ottobre 2008

I Congedi Parentali. CGIL FP Friuli Venezia Giulia Pasian di Prato, 21 ottobre 2008 I Congedi Parentali CGIL FP Friuli Venezia Giulia Pasian di Prato, 21 ottobre 2008 1 I Congedi Parentali Introduzione storica Quadro normativo vigente Testo Unico 26/03/2001 n. 151 Legge 5/02/1992, n.

Dettagli

Gli interventi dell Agenzia del lavoro a sostegno dell'occupazione femminile

Gli interventi dell Agenzia del lavoro a sostegno dell'occupazione femminile Gli interventi dell Agenzia del lavoro a sostegno dell'occupazione femminile 12 maggio 2016 Gli interventi dell agenzia del lavoro a sostegno dell occupazione femminile Indicatori del mercato del lavoro

Dettagli

Qual è il sistema previdenziale in vigore in Italia e come si calcola la pensione?

Qual è il sistema previdenziale in vigore in Italia e come si calcola la pensione? In questa pagina potete trovare una raccolta di domande e risposte sui lineamenti generali di un sistema pensionistico. Cos è la previdenza? Chi si occupa della previdenza in Italia? Che cos è la pensione?

Dettagli

Circolare N. 162 del 19 Novembre 2015

Circolare N. 162 del 19 Novembre 2015 Circolare N. 162 del 19 Novembre 2015 Congedi parentali e fruizione oraria: come possono essere utilizzati? Gentile cliente, con la presente desideriamo informarla che l INPS, con il messaggio n. 6704

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 30 17.02.2015 Carta Acquisti: aggiornati i limiti di reddito Da quest anno, per ricevere la Carta Acquisti il richiedente dovrà

Dettagli

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con

Il Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali di concerto con Visto l articolo 1, comma 284, della legge 28 dicembre 2015, n. 208, che detta una disciplina intesa ad agevolare il passaggio al lavoro a tempo parziale del personale dipendente del settore privato in

Dettagli

Roma, 14/03/2013. e, per conoscenza, Circolare n. 40

Roma, 14/03/2013. e, per conoscenza, Circolare n. 40 Direzione Centrale Prestazioni a Sostegno del Reddito Direzione Centrale Entrate Direzione Centrale Pensioni Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Roma, 14/03/2013 Circolare n. 40 Ai Dirigenti

Dettagli

Direzione Centrale Entrate. Roma, 03/09/2014

Direzione Centrale Entrate. Roma, 03/09/2014 Direzione Centrale Entrate Roma, 03/09/2014 Circolare n. 102 Ai Dirigenti centrali e periferici Ai Responsabili delle Agenzie Ai Coordinatori generali, centrali e periferici dei Rami professionali Al Coordinatore

Dettagli

COMUNE DI RIESE PIO X Ufficio Servizi Sociali

COMUNE DI RIESE PIO X Ufficio Servizi Sociali COMUNE DI RIESE PIO X Ufficio Servizi Sociali AGEVOLAZIONI E SERVIZI ALLE FAMIGLIE a. Carta acquisti RIVOLTO: ai cittadini italiani ultra65enni e ai nuclei familiari con bimbi fino a 3 anni di età. SCADENZE:

Dettagli

I Contratti di solidarietà. Cosa sono?

I Contratti di solidarietà. Cosa sono? I Contratti di solidarietà Cosa sono? Tipo a: contratti di solidarietà per le aziende rientranti nel campo di applicazione della disciplina in materia di CIGS (art. 1 legge n. 863/84); Tipo b: contratti

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE DEGLI UTENTI FREQUENTANTI GLI ASILI NIDO

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE DEGLI UTENTI FREQUENTANTI GLI ASILI NIDO COMUNE di CERVIGNANO D ADDA PROVINCIA di LODI REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI CONTRIBUTI ALLE FAMIGLIE DEGLI UTENTI FREQUENTANTI GLI ASILI NIDO Approvato con deliberazione Consiliare n. 41 del 16/11/2010

Dettagli

DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE

DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE VISTO l articolo 33, commi 21, 22 e 26, della legge 12 novembre 2011, n. 183; VISTE le delibere CIPE n. 2 del 6 marzo 2009 e la n. 70 del 31 luglio 2009; VISTI gli accordi in sede di Conferenza Stato Regioni

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER LE IMPRESE

AVVISO PUBBLICO PER LE IMPRESE AVVISO PUBBLICO PER LE IMPRESE Programma PARI Art. 1 PREMESSA. La Provincia di Genova in attuazione della Delibera n. 154/2006 di adesione al Programma Pari -Programma d Azione per il Re-Impiego di lavoratori

Dettagli

Il sistema previdenziale

Il sistema previdenziale Il sistema previdenziale di Alberto Forti Il sistema previdenziale italiano è oggi distinto nella: previdenza obbligatoria, comunemente detta primo pilastro ; previdenza complementare, comunemente detta

Dettagli

Incontro informativo LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO. Area Sindacale e Lavoro-Previdenza Confindustria Monza e Brianza Monza, 24 settembre 2012

Incontro informativo LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO. Area Sindacale e Lavoro-Previdenza Confindustria Monza e Brianza Monza, 24 settembre 2012 Incontro informativo LA RIFORMA DEL MERCATO DEL LAVORO Area Sindacale e Lavoro-Previdenza Confindustria Monza e Brianza Monza, 24 settembre 2012 La riforma del lavoro Legge 28 giugno 2012, n. 92 Maurizio

Dettagli

la nuova Carta Acquisti Sperimentale caratteristiche gestionali Socio Fondatore Promotore

la nuova Carta Acquisti Sperimentale caratteristiche gestionali Socio Fondatore Promotore la nuova Carta Acquisti Sperimentale caratteristiche gestionali le caratteristiche REQUISITI PERSONALI cittadino italiano o comunitario familiare di un cittadino italiano o comunitario, anche senza la

Dettagli

Incen%vi all assunzione tu2 i lavoratori

Incen%vi all assunzione tu2 i lavoratori Incen%vi all assunzione tu2 i lavoratori Assunzione a Tempo Indeterminato - Legge di Stabilità 2016 (L. 208/2015 commi 178-181) Tutti i lavoratori non occupati con contratto a tempo indeterminato nei 6

Dettagli

Riferimenti normativi

Riferimenti normativi LR 3/2015 (Rilancimpresa) Contributi a sostegno dell autoimprenditorialità nelle situazioni di crisi da attuarsi nella forma cooperativa nel settore manifatturiero e terziario (art. 31) Pordenone, 4 maggio

Dettagli

ISTITUTI COOPERATIVE DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO MERCI. Quota istituti c.c.n.l. 1.1.2004 1.1.2005 1.1.2006 1.1.2007 1.1.2008-20% 40% 60% 80% 100%

ISTITUTI COOPERATIVE DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO MERCI. Quota istituti c.c.n.l. 1.1.2004 1.1.2005 1.1.2006 1.1.2007 1.1.2008-20% 40% 60% 80% 100% ISTITUTI COOPERATIVE DI FACCHINAGGIO E TRASPORTO MERCI Retribuzione Oraria In caso di retribuzione oraria, per quanto attiene la corresponsione degli istituti del C.C.N.L. (ferie, permessi Rol, ex festività,

Dettagli

etica, economia e lavoro

etica, economia e lavoro etica, economia e lavoro Marina Brollo Prof. ordinario di diritto del lavoro Dipartimento di Scienze Giuridiche A.A. 2007-2008 ambiti di azione Valorizzazione del capitale umano Gestione delle risorse

Dettagli

DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO

DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO DOCUMENTO DEGLI INTERVENTI DI POLITICA DEL LAVORO 2011 2013 II parte INTERVENTI testo approvato dalla Commissione provinciale per l impiego con deliberazione n. 373 del 26 luglio 2011 ed adottato dalla

Dettagli

I nuovi Ammortizzatori Sociali introdotti dalla Riforma del Mercato del Lavoro

I nuovi Ammortizzatori Sociali introdotti dalla Riforma del Mercato del Lavoro I nuovi Ammortizzatori Sociali introdotti dalla Riforma del Mercato del Lavoro Dal 1 di gennaio del corrente anno è pienamente operativa la Riforma del Mercato del Lavoro che ha introdotto molte sostanziali

Dettagli

Le retribuzioni medie si sono invece mantenute più o meno stabili intorno ai 2.400 euro mensili.

Le retribuzioni medie si sono invece mantenute più o meno stabili intorno ai 2.400 euro mensili. INTRODUZIONE La presente analisi si propone di approfondire l andamento economico che ha caratterizzato la città di Roma negli ultimi anni attraverso un quadro dei dati amministrativi INPS riguardanti

Dettagli

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE

DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE FONDO PENSIONE PREVIBANK iscritto all Albo dei Fondi Pensione al n. 1059 DOCUMENTO SUL REGIME FISCALE (aggiornato al 1 Luglio 2014) Pagina 1 di 6 Versione Luglio 2014 PREMESSA Le informazioni fornite nel

Dettagli

I NUOVI TRATTAMENTI PENSIONISTICI disciplina vigente

I NUOVI TRATTAMENTI PENSIONISTICI disciplina vigente I NUOVI TRATTAMENTI PENSIONISTICI disciplina vigente DL 201 DEL 6/12/2011 E N 216/2011 E DELLE PRIME INDICAZIONI AMMINISTRATIVE (circolare INPS 14 marzo 2012, n 35) 1995 - DINI L. 335 (CONTRIBUTIVO/GESTIONE

Dettagli

Bando Interventi Integrati per l acquisizione di aziende in crisi, di impianti produttivi chiusi o a rischio chiusura

Bando Interventi Integrati per l acquisizione di aziende in crisi, di impianti produttivi chiusi o a rischio chiusura DIREZIONE REGIONALE COMPETITIVITA DEL SISTEMA REGIONALE DIREZIONE REGIONALE COESIONE SOCIALE FINPIEMONTE S.p.A. Bando Interventi Integrati per l acquisizione di aziende in crisi, di impianti produttivi

Dettagli

I «Vecchi requisiti» per l accesso alle pensioni ante riforma Monti -Fornero

I «Vecchi requisiti» per l accesso alle pensioni ante riforma Monti -Fornero I «Vecchi requisiti» per l accesso alle pensioni ante riforma Monti -Fornero A cura di Salvatore Martorelli e Paolo Zani per FNP CISL Milano Aggiornata al 4 novembre 2014 2 Pensione di vecchiaia DONNE

Dettagli

Il sistema di offerta di servizi ed attività di politica attiva del lavoro ai disoccupati

Il sistema di offerta di servizi ed attività di politica attiva del lavoro ai disoccupati Il sistema di offerta di servizi ed attività di politica attiva del lavoro ai disoccupati In provincia di Trento i Livelli Essenziali delle Prestazioni (LEP) dei servizi pubblici per l impiego sono attualmente

Dettagli

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN PAGHE E CONTRIBUTI

CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN PAGHE E CONTRIBUTI CORSO DI SPECIALIZZAZIONE IN PAGHE E CONTRIBUTI edizione 2013 CON IL PATROCINIO dell Ordine dei Consulenti del Lavoro di Ancona Maggio 2013 Ph + 039 071 290 1328 e-mail formazione@levgroup.it Pagina 1

Dettagli

Il nuovo sistema delle prestazioni di disoccupazione

Il nuovo sistema delle prestazioni di disoccupazione SEZIONE A AMMORTIZZATORI SOCIALI E CONTRIBUTI PREVIDENZIALI Articolo 2, commi 1-14 Assicurazione sociale per l impiego Il nuovo sistema delle prestazioni di disoccupazione di Silvia Spattini e Michele

Dettagli

I.n.p.d.a.p. - Circolare n. 7 1 del 13 maggio 2008 (applicazione legge 247/2007)

I.n.p.d.a.p. - Circolare n. 7 1 del 13 maggio 2008 (applicazione legge 247/2007) I.n.p.d.a.p. - Circolare n. 7 1 del 13 maggio 2008 (applicazione legge 247/2007) Tab. 1 nuovi requisiti per le pensioni di anzianità ANNO REQUISITI (età + anni di contribuzione) Dal 1/1/08 al 30/6/09 58

Dettagli

AGEVOLAZIONI. Indennità di disoccupazione Viene innanzitutto riconosciuta l erogazione dell indennità ordinaria

AGEVOLAZIONI. Indennità di disoccupazione Viene innanzitutto riconosciuta l erogazione dell indennità ordinaria 61_65.qxd 13/01/2009 14.25 Pagina 61 Agevolazioni AGEVOLAZIONI per il lavoro Il sostegno all'occupazione per il 2009 Il decreto anticrisi e la Finanziaria 2009 hanno previsto numerosi interventi a sostegno

Dettagli

DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE

DI CONCERTO CON IL MINISTRO DELL ECONOMIA E DELLE FINANZE VISTO l articolo 33, commi 21, 22 e 26, della legge 12 novembre 2011, n. 183; VISTE le delibere CIPE n. 2 del 6 marzo 2009 e la n. 70 del 31 luglio 2009; VISTI gli accordi in sede di Conferenza Stato Regioni

Dettagli

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA.

PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. PENSIONE DI VECCHIAIA, PENSIONE DI ANZIANITÀ, PENSIONE ANTICIPATA. LA PENSIONE DI VECCHIAIA è il trattamento pensionistico corrisposto dall Istituto previdenziale al raggiungimento di una determinata età

Dettagli

Le assenze tutelate: congedi,malattia,infortunio

Le assenze tutelate: congedi,malattia,infortunio Le assenze tutelate: congedi,malattia,infortunio Corso propedeutico all'esame di Stato per Consulenti del Lavoro Organizzato da Ordine CDL AP Relatore e coordinatore Dott.ssa Roberta Sgattoni Lezione n.

Dettagli

CERTIFICAZIONE UNICA2015

CERTIFICAZIONE UNICA2015 CERTIFICAZIONE UNICA0 AL DATORE DI LAVORO, ENTE PENSIONISTICO O ALTRO SOSTITUTO D IMPOSTA fiscale Telefono, fax CERTIFICAZIONE DI CUI ALL ART., COMMI -ter e -quater, DEL D.P.R. LUGLIO 998, n., RELATIVA

Dettagli

Relazioni Industriali

Relazioni Industriali A TUTTE LE AZIENDE ASSOCIATE DEL SETTORE COMMERCIO LORO SEDI Prot. n. 167/08 CF/lz Circ. n. 161/RI/59-08 Verona, 5 agosto 2008 Relazioni Industriali Oggetto: RINNOVO CCNL COMMERCIO. Informiamo che in data

Dettagli

Al DIRETTORE AREA DIPART.LE GESTIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE

Al DIRETTORE AREA DIPART.LE GESTIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE Mod. Rich. Mat. / Cong. Al DIRETTORE AREA DIPART.LE GESTIONE E SVILUPPO RISORSE UMANE Al Direttore Presidio / Distretto / Area / Dipartimento / Staff E, p.c. Al Direttore della UOC Oggetto: richiesta astensione

Dettagli

Quale futuro per la previdenza complementare? Giorgio Valzolgher Direttore Generale Laborfonds 25.3.2015 TSM Trento

Quale futuro per la previdenza complementare? Giorgio Valzolgher Direttore Generale Laborfonds 25.3.2015 TSM Trento Quale futuro per la previdenza complementare? Giorgio Valzolgher Direttore Generale Laborfonds 25.3.2015 TSM Trento Temi del seminario TFR IN BUSTA PAGA Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri

Dettagli

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici

Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici Lavoro & Previdenza La circolare su temi previdenziali e giurislavoristici N. 56 25.03.2015 INPS: i nuovi requisiti pensionistici Dal 1 gennaio 2016, per accedere alla pensione di vecchiaia serviranno

Dettagli

LA RIFORMA DELLE PENSIONI

LA RIFORMA DELLE PENSIONI LA RIFORMA DELLE PENSIONI Saverio Petragallo Unità Operativa Formazione INAS Giornata di formazione UST-LECCE 1 ottobre 2012 Cassa Edile la riforma delle pensioni Decreto Legge n.201 del 6 dicembre 2011

Dettagli

SALA CONVEGNI VEGGIOLETTA Banca di Piacenza via 1 maggio 37 - Piacenza. La previdenza del Medico e dell Odontoiatra

SALA CONVEGNI VEGGIOLETTA Banca di Piacenza via 1 maggio 37 - Piacenza. La previdenza del Medico e dell Odontoiatra SALA CONVEGNI VEGGIOLETTA Banca di Piacenza via 1 maggio 37 - Piacenza sabato 13 ottobre 2012 La previdenza del Medico e dell Odontoiatra Un mio collegiale saluto a tutti i Colleghi presenti Chissà se

Dettagli

LEGGE DI STABILITA ANNO 2016: NOVITA IN MATERIA DI LAVORO Legge n. 208/2015 in vigore dal 01/01/2016

LEGGE DI STABILITA ANNO 2016: NOVITA IN MATERIA DI LAVORO Legge n. 208/2015 in vigore dal 01/01/2016 LEGGE DI STABILITA ANNO 2016: NOVITA IN MATERIA DI LAVORO Legge n. 208/2015 in vigore dal 01/01/2016 Si riportano di seguito le principali novità in materia di lavoro introdotte dalla legge di stabilità

Dettagli

RICHIESTA DI LIQUIDAZIONE DELLA PRESTAZIONE PENSIONISTICA. Piano Individuale Pensionistico

RICHIESTA DI LIQUIDAZIONE DELLA PRESTAZIONE PENSIONISTICA. Piano Individuale Pensionistico RICHIESTA DI LIQUIDAZIONE DELLA PRESTAZIONE PENSIONISTICA Piano Individuale Pensionistico RICHIESTA DI LIQUIDAZIONE DELLA PRESTAZIONE PENSIONISTICA Da inviare a PIANO INDIVIDUALE PENSIONISTICO - Fondo

Dettagli

Oggetto: Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) - ML circ. n. 5/2008 - benefici normativi e contributivi.

Oggetto: Documento Unico di Regolarità Contributiva (DURC) - ML circ. n. 5/2008 - benefici normativi e contributivi. Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Partenza - Roma, 28/01/2016 Prot. 37 / 0001677 / MA007.A001.1471 Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Direzione generale per l Attività Ispettiva

Dettagli