Centro d Iniziativa su Motori, Veicoli e relative tecnologie

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Centro d Iniziativa su Motori, Veicoli e relative tecnologie"

Transcript

1 Centro d Iniziativa su Motori, Veicoli e relative tecnologie L industria della mobilità in Toscana: iniziative a sostegno di innovazione e sviluppo del settore automotive Marco Pierini, Universita di Firenze Napoli, 7 novembre

2 La filiera Automotive toscana Il settore autoveicoli (ateco 29): 120 imprese addetti 914 mln euro fatturato 2012 La filiera toscana è formata da: assemblatori finali, non nel settore auto molti produttori di parti e componenti, soprattutto nel settore auto 2

3 La filiera Automotive toscana OEM: Piaggio (veicoli commerciali leggeri motocicli+ ciclomotori) Betamotor (motocicli) Trigano-Sea (camper) Laika (camper) 3

4 La filiera Automotive toscana Fornitori: Magna Closures (600 addetti) Continental (980) Pierburg (300) Mitsuba (60) GKN (400) Dytech (150), ecc. ma anche piccole imprese italiane con specializzazioni di nicchia: EDI Progetti, MB Elettronica, Passamonti metal cleaning, Novicrom, Evidence, Femtoengineering, Dielectrik, Inteck, Pure Power Control, ecc. 4

5 Andamento produzione/occupati Negli ultimi anni Forte perdita di capacità produttiva Diminuzione di occupati Mancanza di una chiara politica per il settore 5

6 Centro d Iniziativa su Motori, Veicoli e relative tecnologie (MOVET) SETC Small Engine Technology Conference and Exhibition Comitato Promotore ATA Associazione Tecnica dell Automobile (Tuscany section) BETA MOTOR COMPOLAB CONTINENTAL EDI PROGETTI FONDAZIONE PIAGGIO YANMAR MAGNA CLOSURES PIAGGIO SpA PIERBURG PUMPS TUSCANY POLE OF INNOVATION FOR AUTOMOTIVE AND TRANSPORT PONT-TECH PONTLAB PROMODESIGN SCHAEFFLER ITALIA TOSCANA PROMOZIONE UNIVERSITÀ DI PISA UNIVERSITÀ DI FIRENZE UNIVERSITÀ G. MARCONI 6

7 Scopi di MOVET Valorizzare le competenze tecnico scientifiche ed industriali presenti in Toscana nel settore automotive Supportare l innovazione e la ricerca nel settore Creare un sistema formativo di alto livello nel settore automotive 7

8 Iniziative a sostegno di innovazione e sviluppo del settore automotive Foresight tecnologico Value proposition (Toscana Promozione + DiffWay) Occupazione e formazione per l'industria automotoristica Nascita UCAR University Center for Automotive Research Corradino D Ascanio Progetto CNR-MOVET 8

9 Foresight tecnologico Contribuire alla messa a punto da parte della RT di una Strategia di Specializzazione Intelligente per il settore Automotive, coerente con gli sviluppi in corso e quelli prevedibili dei mercati di riferimento Tematiche di carattere generale ma con visione plant based Criticita & opportunita di diretto impatto sul tessuto industriale toscano 9

10 Tematiche Magna Closures/UNIPI: Verso nuovi veicoli. La tematica della progettazione di nuovi veicoli, alla luce dello stato dell arte raggiunto dai nuovi materiali e delle necessità emergenti dal mercato Continental/UNIPI: Verso nuove propulsioni innovative. Elettrico, ibrido, ICE, idrogeno, tecnologie, componenti 10

11 Tematiche Toscana Promozione/UNIMAR/Polk: Tendenze di mercato, internazionalizzazione, attrazione investimenti Piaggio/UNIFI: Verso una mobilità urbana sicura e sostenibile 11

12 Matrice SWOT (1) Punti di forza Esistenza di elevate competenze tecnologiche e di sviluppo prodotto Ubicazione geografica favorevole per i clienti attuali Potenziale valore occupazionale mediamente elevato, data la dimensione media delle imprese Ottima qualità della ricerca universitaria e alta qualificazione dei laureati toscani se rapportati alle dimensioni degli atenei Punti di debolezza Assenza di una filiera regionale adeguata Costo del lavoro e dell'energia superiore rispetto all Est dell'europa e Far East Appartenenza ad un gruppo multinazionale centri decisionali non residenti ed elevata competizione interna tra insediamenti/stabilimenti in diversi paesi Limitate dimensioni dei gruppi di ricerca di area tecnologica automotive, se raffrontate con i grandi politecnici europei, americani e asiatici 12

13 Matrice SWOT (2) Opportunità Creazione di una filiera regionale di fornitori che possa attivare meccanismi virtuosi di crescita produttiva e quindi occupazionale Attivazione di linee d intervento pubbliche per agevolare investimenti e sviluppo Potenziamento delle relazioni con centri di ricerca / servizi presenti sul territorio Complementarietà dei gruppi di ricerca universitari toscani, che rendono possibile una loro aggregazione Minacce Ulteriore contrazione produttiva può portare l'incidenza dei costi fissi ad un valore inaccettabile Appartenenza ad un gruppo multinazionale (grado di rischio alto e concorrenza globalizzata della subfornitura) 13

14 Iniziative a sostegno di innovazione e sviluppo del settore automotive Foresight tecnologico Value proposition (Toscana Promozione + DiffWay) Occupazione e formazione per l'industria automotoristica Nascita UCAR University Center for Automotive Research Corradino D Ascanio Progetto CNR-MOVET 14

15 Occupazione e formazione per l'industria automotoristica: CS MOVET Sottotitolo: interazione fra Istituzioni, Industria e Sistema educativo (modello knowledge triangle ) Altra declinazione: ricerca, educazione e innovazione 15

16 Occupazione e formazione per l'industria automotoristica: CS MOVET In merito al sistema educativo: J Sapere J Mix di competenze formative, di capacità di ricerca e di tecnici a buon mercato L Saper fare (conoscenze pratiche) L Inserimento in azienda L Internazionalizzazione 16

17 Occupazione e formazione per l'industria automotoristica: CS MOVET In merito alle istituzioni: L Prevalenza campanilismo e dispersione risorse (ex. Incubatori) L Mancanza di una politica per il settore In merito all industria: J Eccellenze tecnologiche J Competitività su costi Vs Germania J /L Presenza dell ingegneria e R&D (in alcuni casi) L Scarsa conoscenza reciproca 17

18 Iniziative a sostegno di innovazione e sviluppo del settore automotive Foresight tecnologico Value proposition (Toscana Promozione + DiffWay) Occupazione e formazione per l'industria automotoristica Nascita UCAR University Center for Automotive Research Corradino D Ascanio Progetto CNR-MOVET 18

19 Progetto di ricerca CNR-Movet Obiettivo: studiare la filiera automotive in Toscana, al fine di proporre politiche locali per il suo rafforzamento Metodologia: elaborare dati di fonte pubblica (Istat, Cciaa, bilanci contabili, rassegna stampa); raccogliere informazioni qualitative con interviste a imprese rappresentative e testimoni privilegiati; descrivere case study e scenario competitivo Risultati attesi (estate 2015): position paper del CNR- Movet sulla filiera automotive, con proposte di politiche locali Risultati preliminari (novembre 2014): descrizione della filiera, alcuni case study 19

20 Alcuni risultati preliminari (1) Vantaggio competitivo di Continental, Magna, Mitsuba: la divisione R&D supporta lo sviluppo prodotto di tutti gli stabilimenti del gruppo (worldwide), ed è complementare all attività produttiva locale L unione tra R&D e l attività produttiva non è invece una caratteristica delle imprese in crisi (o già chiuse): MTM-BRC Guasticce (100 addetti), TRW Livorno (250), De Tomaso- Delphi Livorno (130), Inalfa Livorno (30), Eaton Massa (400), Rimor Siena (200), ecc. 20

21 Alcuni risultati preliminari (2) La filiera di subfornitura toscana di Continental, Magna e Mitsuba è molto scarsa: rappresenta solo 1% degli acquisti totali Per sostituire i fornitori asiatici o europei, occorrono fornitori locali specializzati in particolari fasi di produzione (esempio, trattamento superficiale dei metalli); in specifici componenti, ma con grandi volumi produttivi (esempio, milioni di piccolimotorini elettrici); in servizi di assistenza (esempio, modifica macchinari industriali) I fornitori devono essere pienamente certificati (ISO/TS, ecc.), con buone dimensioni (almeno 10 mln di fatturato), con attività di R&D strutturata 21

22 Conclusioni 22

23 MOVET c/o PONT-TECH SCRL Viale Rinaldo Piaggio Pontedera (PI) - ITALY tel. (+39) fax (+39) Contacts Giuseppe Pozzana (Presidente): Enrico Rebaudo (Vice-Presidente): Marco Pierini (Presidente Comitato Scientifico): 23

LA COMPONENTISTICA AUTO IN TOSCANA

LA COMPONENTISTICA AUTO IN TOSCANA LA COMPONENTISTICA AUTO IN TOSCANA (E IN PARTICOLARE NELLE PROVINCE DI LIVORNO E PISA) LA COMPONENTISTICA AUTO IN TOSCANA La Situazione attuale (aziende operative comparto automotive 4 ruote): Azienda

Dettagli

Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo»

Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo» Seminario «Imprese, mercati, nuove tecnologie e nuovi settori: come cambia l organizzazione aziendale nello scenario competitivo» Torino, 28-30 Novembre 2011 Luca Pignatelli Demografia (2010-2011) Popolazione

Dettagli

I progetti in materia di mobilità ad idrogeno realizzati con il sostegno della Regione Toscana. Polo d Innovazione Meccanica Mezzi di trasporto

I progetti in materia di mobilità ad idrogeno realizzati con il sostegno della Regione Toscana. Polo d Innovazione Meccanica Mezzi di trasporto I progetti in materia di mobilità ad idrogeno realizzati con il sostegno della Regione Toscana Polo d Innovazione Meccanica Mezzi di trasporto PONT-TECH: Un interfaccia nei processi di Ricerca industriale

Dettagli

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013

Convegno ANFIA. Torino, 7 maggio 2013 Convegno ANFIA Torino, 7 maggio 2013 Scaletta presentazione Dott. Bonomi INTRODUZIONE anche se il momento è difficile e carico di incertezze bisogna cercare di capire quali sono le occasioni per migliorare

Dettagli

CLUSTER LOMBARDO DELLA MOBILITA BRONZE LABEL European Secretariat For Cluster Analysis

CLUSTER LOMBARDO DELLA MOBILITA BRONZE LABEL European Secretariat For Cluster Analysis CLUSTER LOMBARDO DELLA MOBILITA BRONZE LABEL European Secretariat For Cluster Analysis Saverio Gaboardi Presidente Supernova - Brescia 2 ottobre 2015 www.clusterlombardomobilita.it IL CLUSTER COMPRENDE:

Dettagli

PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014. Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014

PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014. Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014 PMI italiane fra tradizione e innovazione digitale tendenze e testimonianze dalle eccellenti 2014 Palazzo Mezzanotte Milano, 22 luglio 2014 Osservatorio PMI 2014 -VI Edizione 1 Obiettivi Individuare le

Dettagli

Direzione centrale attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali Area per il manifatturiero

Direzione centrale attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali Area per il manifatturiero Direzione centrale attività produttive, commercio, cooperazione, risorse agricole e forestali Area per il manifatturiero FVG regione a vocazione manifatturiera Settori di specializzazione FVG Principali

Dettagli

Tavola Rotonda sulla Didattica

Tavola Rotonda sulla Didattica 34 Congresso Nazionale Società Chimica Italiana Divisione di Chimica Fisica Siena, 22 giugno 2005 Tavola Rotonda sulla Didattica Intervento di Vittorio Maglia Direzione Centrale Analisi Economiche - Internazionalizzazione

Dettagli

ANFIA La contraffazione dei Ricambi di Auto e Motocicli

ANFIA La contraffazione dei Ricambi di Auto e Motocicli ANFIA La contraffazione dei Ricambi di Auto e Motocicli Modena, 18 Novembre 2013 1 Chi siamo ANFIA, Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica, con oltre 220 aziende associate, rappresenta

Dettagli

1. LA COMPONENTISTICA AUTO IN TOSCANA E IN PARTICOLARE NELLE PROVINCE DI LIVORNO E PISA. DINAMICHE RECENTI E PROSPETTIVE.

1. LA COMPONENTISTICA AUTO IN TOSCANA E IN PARTICOLARE NELLE PROVINCE DI LIVORNO E PISA. DINAMICHE RECENTI E PROSPETTIVE. 1. LA COMPONENTISTICA AUTO IN TOSCANA E IN PARTICOLARE NELLE PROVINCE DI LIVORNO E PISA. DINAMICHE RECENTI E PROSPETTIVE. 3 Premessa Il presente lavoro non si propone di dare una rappresentazione esaustiva

Dettagli

CAMPUS DELL INNOVAZIONE (AUTOMOTIVE e METALMECCANICA ) Prime indicazioni

CAMPUS DELL INNOVAZIONE (AUTOMOTIVE e METALMECCANICA ) Prime indicazioni CAMPUS DELL INNOVAZIONE (AUTOMOTIVE e METALMECCANICA ) Prime indicazioni 22 Maggio 2007 1. LA SITUAZIONE IN ABRUZZO CON RIFERIMENTO ALLA PROVINCIA DI CHIETI L apparato industriale della Regione Abruzzo

Dettagli

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA

INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA INDUSTRIA ELETTROTECNICA ED ELETTRONICA ITALIANA Hannover Messe 2014 Walking Press Conference, 8 Aprile 2014 L industria Elettrotecnica ed Elettronica in Italia ANIE rappresenta da sessant anni l industria

Dettagli

Technology and Quality of Life. [Incubatore & Polo Tecnologico]

Technology and Quality of Life. [Incubatore & Polo Tecnologico] Technology and Quality of Life W W W. P O N T - T E C H. I T [Incubatore & Polo Tecnologico] [Location] [Finalità e Servizi] A Pontedera, una delle aree economicamente ed industrialmente maggiormente sviluppate

Dettagli

CRISI, SETTORE AUTOMOTIVE E POLITICHE INDUSTRIALI

CRISI, SETTORE AUTOMOTIVE E POLITICHE INDUSTRIALI L INDUSTRIA DELLA MOBILITÀ: SFIDE STRATEGICHE E POLITICHE INDUSTRIALI Roma. 4 aprile 2014 Ministero dello Sviluppo Economico Quale politica industriale per l automotive in Italia Giuseppe Calabrese CNR-Ceris

Dettagli

L ecosistema più favorevole all avvio delle start-up. L evidenza del Rapporto RITA 2005

L ecosistema più favorevole all avvio delle start-up. L evidenza del Rapporto RITA 2005 L ecosistema più favorevole all avvio delle start-up. L evidenza del Rapporto RITA 2005 Massimo G. Colombo Politecnico di Milano Dipartimento di Ingegneria Gestionale Le gazzelle high-tech Le gazzelle

Dettagli

Le aree di Innovazione per la crescita

Le aree di Innovazione per la crescita Le aree di Innovazione per la crescita I Sistemi nazionali di Innovazione vengono caratterizzati dal grado di specializzazione tecnologica dei diversi settori produttivi: la capacità di sviluppare innovazione

Dettagli

Sinergie e risultati nel settore del farmaco. Massimo Boriero Gruppo Biotecnologie Farmindustria

Sinergie e risultati nel settore del farmaco. Massimo Boriero Gruppo Biotecnologie Farmindustria Sinergie e risultati nel settore del farmaco Massimo Boriero Gruppo Biotecnologie Farmindustria Roma, 22 maggio 2007 Dalle Biotecnologie per la Salute nuove possibilità di cura settore Science-based le

Dettagli

REGIONE TOSCANA. Linea A. DOCUMENTO STRATEGICO SUL SISTEMA DI INNOVAZIONE TERRITORIALE Linee di indirizzo del Comune di.

REGIONE TOSCANA. Linea A. DOCUMENTO STRATEGICO SUL SISTEMA DI INNOVAZIONE TERRITORIALE Linee di indirizzo del Comune di. REGIONE TOSCANA PRSE 2007 2010 Linea di intervento 5.3 Attivazione di iniziative mirate di marketing finalizzate a promuovere le risorse endogene e ad attrarre investimenti esterni nei settori avanzati

Dettagli

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ

INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ INTERNAZIONALIZZAZIONE PASSIVA E ATTRATTIVITÀ Se confrontata con i principali paesi europei, l Italia si colloca nella fascia bassa, per quanto riguarda la presenza di imprese estere sul proprio territorio.

Dettagli

LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015

LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015 LE NUOVE FRONTIERE DELLA ROBOTICA E DELL AUTOMAZIONE: MINACCIA O OPPORTUNITA? IX Forum Economico Italo-Tedesco 22 aprile 2015 Fondata nel 1945, UCIMU-SISTEMI PER PRODURRE è associazione costruttori italiani

Dettagli

Indica con una crocetta la corretta collocazione delle seguenti affermazioni:

Indica con una crocetta la corretta collocazione delle seguenti affermazioni: Esercizio n. 1 Indica con una crocetta la corretta collocazione delle seguenti affermazioni: INFORMAZIONI STRATEGICHE NON STRATEGICHE La responsabile dell ufficio acquisti segnala la necessità di sostituire

Dettagli

Il Progetto di Marketing Unitario (PMU) Livorno, 21 marzo 2014

Il Progetto di Marketing Unitario (PMU) Livorno, 21 marzo 2014 Il Progetto di Marketing Unitario (PMU) Livorno, 21 marzo 2014 Il quadro di riferimento Por Creo 2007-2013, Linea di intervento 5.3 Obiettivo dell' Attività 5.3. Por Creo 2007-2013: attivare progetti integrati

Dettagli

Le performance settoriali

Le performance settoriali 20 febbraio 2013 IL PRIMO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Perché un Rapporto sulla competitività Con il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua

Dettagli

Polo Innovazione Automotive e Istituto Tecnico Superiore Sistema Meccanica. Raffaele Trivilino Direttore Polo Innovazione Automotive

Polo Innovazione Automotive e Istituto Tecnico Superiore Sistema Meccanica. Raffaele Trivilino Direttore Polo Innovazione Automotive Polo Innovazione Automotive e Istituto Tecnico Superiore Sistema Meccanica Raffaele Trivilino Direttore Polo Innovazione Automotive CONTENUTI a) La filiera Automotive in Italia e in Abruzzo b) La sfida,

Dettagli

Rafforzare il sistema innovativo regionale e le sue filiere: il ruolo dell ARTI. Dott.ssa Adriana Agrimi ARTI 16 Giugno 2008, Bari

Rafforzare il sistema innovativo regionale e le sue filiere: il ruolo dell ARTI. Dott.ssa Adriana Agrimi ARTI 16 Giugno 2008, Bari Rafforzare il sistema innovativo regionale e le sue filiere: il ruolo dell ARTI Dott.ssa Adriana Agrimi ARTI 16 Giugno 2008, Bari Competizione tra territori Vi è una relazione positiva fra dimensione di

Dettagli

Export manager per il settore della nautica da diporto

Export manager per il settore della nautica da diporto PROGETTO COFINANZIATO DALL UNIONE EUROPEA Progetto formativo per Export manager per il settore della nautica da diporto FORMAZIONE SUPERIORE Progetto formativo per Export manager per il settore della nautica

Dettagli

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI

IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI 26 febbraio 2014 IL SECONDO RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI Edizione 2014 Il Rapporto sulla competitività delle imprese e dei settori produttivi, alla sua seconda edizione, fornisce

Dettagli

Fi.La.S. Finanziaria Laziale di Sviluppo S.p.a. Stefano Turi. Il supporto regionale alle PMI in linea con le strategie di Europa 2020.

Fi.La.S. Finanziaria Laziale di Sviluppo S.p.a. Stefano Turi. Il supporto regionale alle PMI in linea con le strategie di Europa 2020. Fi.La.S. Finanziaria Laziale di Sviluppo S.p.a. Stefano Turi Il supporto regionale alle PMI in linea con le strategie di Europa 2020 Roma, 27 V 2011 Europa 2020 Nuovo contesto ed orientamenti sull innovazione

Dettagli

Programma operativo regionale POR CreO FESR 2014-2020

Programma operativo regionale POR CreO FESR 2014-2020 Programma operativo regionale POR CreO FESR 2014-2020 Obiettivo Investimenti per la Crescita e l Occupazione Siena, 27 marzo 2015 Monica Bartolini, Ilaria Buselli Ufficio Autorità di Gestione POR FESR

Dettagli

Distretto Tecnologico Campano. Ingegneria dei MAteriali Polimerici e Compositi e STrutture

Distretto Tecnologico Campano. Ingegneria dei MAteriali Polimerici e Compositi e STrutture Distretto Tecnologico Campano Ingegneria dei MAteriali Polimerici e Compositi e STrutture La filiera della conoscenza Politiche strutturali per la ricerca Politiche industriali Politiche economiche Alta

Dettagli

Gli incentivi non mettono in moto l automobile

Gli incentivi non mettono in moto l automobile 115 idee per il libero mercato Gli incentivi non mettono in moto l automobile di Andrea Giuricin Il rallentamento economico e la crisi finanziaria hanno avuto un forte impatto su uno dei settori più importanti

Dettagli

Limiti e potenzialità per la crescita e la qualificazione dell industria dell auto in Campania

Limiti e potenzialità per la crescita e la qualificazione dell industria dell auto in Campania Università degli Studi di Salerno Campus universitario di Fisciano 3 marzo 2008 Innovazione e Sviluppo dell Industria dell Auto nel Mezzogiorno Sessione 1 L industria L dell auto in Italia Limiti e potenzialità

Dettagli

Struttura produttiva dell industria italiana (Testo di riferimento: Bianco, M. L industria italiana Il Mulino.

Struttura produttiva dell industria italiana (Testo di riferimento: Bianco, M. L industria italiana Il Mulino. Struttura produttiva dell industria italiana (Testo di riferimento: Bianco, M. L industria italiana Il Mulino. Specializzazione produttiva o SP., competitività internazionale e crescita economica o SP.,

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

Pont-Tech con PontLab a sostegno dei processi di rafforzamento, riqualificazione ed innovazione del sistema produttivo Giuseppe Pozzana Direttore

Pont-Tech con PontLab a sostegno dei processi di rafforzamento, riqualificazione ed innovazione del sistema produttivo Giuseppe Pozzana Direttore Pont-Tech con PontLab a sostegno dei processi di rafforzamento, riqualificazione ed innovazione del sistema produttivo Giuseppe Pozzana Direttore workshop Polo 12 come strumento di innovazione della meccanica

Dettagli

Bando StartUp. Tempi A partire dal 13 marzo 2013, le imprese possono inviare le loro proposte per 60 giorni.

Bando StartUp. Tempi A partire dal 13 marzo 2013, le imprese possono inviare le loro proposte per 60 giorni. Bando StartUp Risorse investite 30 milioni - Linea 1 Big data: 8 milioni - Linea 2 Cultura ad impatto aumentato: 14 milioni - Linea 3 Social Innovation Cluster: 7 milioni - Linea 4 Contamination Labs:

Dettagli

Le imprese manifatturiere del IV capitalismo: profili di crescita. Paola Dubini Incontro Confindustria Prato 23 novembre 2007

Le imprese manifatturiere del IV capitalismo: profili di crescita. Paola Dubini Incontro Confindustria Prato 23 novembre 2007 Le imprese manifatturiere del IV capitalismo: profili di crescita Paola Dubini Incontro Confindustria Prato 23 novembre 2007 1 % 40 35 30 25 20 15 10 5 0 % Ripartizione per classi dimensionali di fatturato

Dettagli

l Comuni del Chianti e le attività produttive: struttura e dinamica imprenditoriale dell Area

l Comuni del Chianti e le attività produttive: struttura e dinamica imprenditoriale dell Area l Comuni del Chianti e le attività produttive: struttura e dinamica imprenditoriale dell Area Impruneta, 20 ottobre 2012 Riccardo Perugi Unioncamere Toscana - Ufficio Studi Indice dei contenuti 1. Una

Dettagli

WORKERS BUY OUT: Mestieri, Competenze, Lavoro Storie di nuova cooperazione

WORKERS BUY OUT: Mestieri, Competenze, Lavoro Storie di nuova cooperazione WORKERS BUY OUT: Mestieri, Competenze, Lavoro Storie di nuova cooperazione Morena Diazzi Autorità di Gestione POR FESR e POR FSE 2014-2020 Direttore Generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell

Dettagli

EUROPA 2020 ECONOMIA E SOCIALE CONOSCENZA E INNOVAZIONE VERSO IL 2020. Gabriella Bettiol martedì 15 aprile 2014 Sala Belli

EUROPA 2020 ECONOMIA E SOCIALE CONOSCENZA E INNOVAZIONE VERSO IL 2020. Gabriella Bettiol martedì 15 aprile 2014 Sala Belli EUROPA 2020 ECONOMIA E SOCIALE CONOSCENZA E INNOVAZIONE VERSO IL 2020 Gabriella Bettiol martedì 15 aprile 2014 Sala Belli STARTING POINT: POSITION PAPER 2012 LE RACCOMANDAZIONI ECONOMIA E SOCIALE NEGLI

Dettagli

Quali risorse dalle attività di ricerca e di trasferimento tecnologico

Quali risorse dalle attività di ricerca e di trasferimento tecnologico Quali risorse dalle attività di ricerca e di trasferimento tecnologico Giuseppe Colpani Direttore Generale, AREA Science Park IV Convegno Codau, Venezia, 22-23 settembre 2006 Spunti relazione La Torre

Dettagli

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE Nuove tecnologie per il made in Italy Sistema meccanica Lanciano (Ch) Fondazione di Partecipazione "Istituto Tecnico Superiore Nuove Tecnologie per il Made in Italy Sistema Meccanica"

Dettagli

Roberto Vavassori Presidente ANFIA

Roberto Vavassori Presidente ANFIA Roberto Vavassori Presidente ANFIA Roma, 27 novembre 2015 Rilevanza dell industria della mobilità nel contesto italiano ed europeo Addetti (diretti e indiretti della filiera produttiva) Europa 12 mln Italia

Dettagli

PTI NOVARA ASSE 1 INNOVAZIONE E TRANSIZIONE PRODUTTIVA AZIONE RICERCA E SPERIMENTAZIONE INTERVENTO 15.2.2.1 CAMPUS NOVAMONT

PTI NOVARA ASSE 1 INNOVAZIONE E TRANSIZIONE PRODUTTIVA AZIONE RICERCA E SPERIMENTAZIONE INTERVENTO 15.2.2.1 CAMPUS NOVAMONT PTI NOVARA ASSE 1 INNOVAZIONE E TRANSIZIONE PRODUTTIVA AZIONE RICERCA E SPERIMENTAZIONE INTERVENTO 15.2.2.1 CAMPUS NOVAMONT 1. QUADRO CONOSCITIVO 1.1 Soggetto attuatore dell intervento: Novamont S.p.A.

Dettagli

Assistenza tecnica funzionale alla

Assistenza tecnica funzionale alla definizione, alla identificazione ed alla gestione dei Sistemi Turistici Locali ed altri idonei strumenti di promozione turistico territoriale complementari agli STL, e utili allo sviluppo del settore

Dettagli

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita

L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita L economia italiana: tra rischi di declino e opportunitàdi crescita Facoltàdi Economia, Università degli studi di Trento 19 novembre 2009 Anagni, Istituto Tecnico Commerciale G. Marconi IL MONDO E CAMBIATO

Dettagli

Le imprese del farmaco motore della rete dell hi-tech in Italia

Le imprese del farmaco motore della rete dell hi-tech in Italia Le imprese del farmaco motore della rete dell hi-tech in Italia La farmaceutica è un patrimonio manifatturiero che il Paese non può perdere La farmaceutica e il suo indotto 174 fabbriche 62.300 addetti

Dettagli

Il Foresight Tecnologico quale strumento di business intelligence a supporto della competitività delle imprese

Il Foresight Tecnologico quale strumento di business intelligence a supporto della competitività delle imprese XXXIV CONVEGNO ANNUALE AIDEA AZIENDE DI SERVIZI E SERVIZI PER LE AZIENDE. LA RICERCA DI UN PERCORSO DI SVILUPPO SOSTENIBILE PER SUPERARE LA CRISI. PERUGIA, 13 E 14 OTTOBRE 2011 FILONE DI RIFERIMENTO: SERVIZI

Dettagli

Il sistema delle attestazioni SOA negli appalti pubblici: analisi e prospettive

Il sistema delle attestazioni SOA negli appalti pubblici: analisi e prospettive Il sistema delle attestazioni SOA negli appalti pubblici: analisi e prospettive Presentazione dei risultati dello studio Roma, 13 maggio 2014 www.nomisma.it Impianto metodologico OGGETTO Studio sul sistema

Dettagli

Il gruppo di lavoro Laura Bovone - Cattolica, facoltà di Scienze Politiche Roberto Conti già dirigente Fiat Marco Carcano Università di Parma Enrico

Il gruppo di lavoro Laura Bovone - Cattolica, facoltà di Scienze Politiche Roberto Conti già dirigente Fiat Marco Carcano Università di Parma Enrico Il gruppo di lavoro Laura Bovone - Cattolica, facoltà di Scienze Politiche Roberto Conti già dirigente Fiat Marco Carcano Università di Parma Enrico Ioli Architetto e già Consigliere Comunale ad Arese

Dettagli

Integriamo idee, persone, tecnologie per dare anima e valori alle imprese. Enrico Loccioni

Integriamo idee, persone, tecnologie per dare anima e valori alle imprese. Enrico Loccioni Integriamo idee, persone, tecnologie per dare anima e valori alle imprese Enrico Loccioni Loccioni in numeri - 2010 PROPRIETA Famiglia Loccioni STAFF 330 collaboratori 32 anni l età media 45% laureati

Dettagli

L industria farmaceutica in Italia: un patrimonio per la crescita e l occupazione che il Paese deve valorizzare

L industria farmaceutica in Italia: un patrimonio per la crescita e l occupazione che il Paese deve valorizzare L industria farmaceutica in Italia: un patrimonio per la crescita e l occupazione che il Paese deve valorizzare Massimo Scaccabarozzi, Presidente Farmindustria Milano, 16 Gennaio 2015 Per informazioni:

Dettagli

HOW CLUSTERS CONTRIBUTE TO THE SMART SPECIALIZATION STRATEGIES

HOW CLUSTERS CONTRIBUTE TO THE SMART SPECIALIZATION STRATEGIES HOW CLUSTERS CONTRIBUTE TO THE SMART SPECIALIZATION STRATEGIES Dr. Giorgio Martini New cluster concepts for cluster policies in Europe 18th September 2014 Scuola Grande San Giovanni Evangelista, Venice

Dettagli

Piattaforma Italiana per il Future Internet

Piattaforma Italiana per il Future Internet Piattaforma Italiana per il Future Internet L innovazione ICT come opportunità di crescita economica e sociale In risposta alla recente crisi economica e a sfide preesistenti quali la globalizzazione,

Dettagli

Metodi e Modelli per l Analisi Strategica per l A.A. 2013-2014

Metodi e Modelli per l Analisi Strategica per l A.A. 2013-2014 Metodi e Modelli per l Analisi Strategica per l A.A. 2013-2014 Caso 1: Progetto strategico: basic intelligence, visione e posizionamenti Caso 2: Progetto strategico: criticità, macro trend e obiettivi

Dettagli

Le città intelligenti per rilanciare produttività e ambiente

Le città intelligenti per rilanciare produttività e ambiente Le città intelligenti per rilanciare produttività e ambiente L Autodromo di Monza ospiterà dal 23 al 26 maggio 2013 una manifestazione dedicata alla qualità dell ambiente, allo sviluppo di nuove tecnologie

Dettagli

Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari CNR-ISPA www.ispa.cnr.it. Direttore: Antonio Logrieco

Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari CNR-ISPA www.ispa.cnr.it. Direttore: Antonio Logrieco Istituto di Scienze delle Produzioni Alimentari CNR-ISPA www.ispa.cnr.it Direttore: Antonio Logrieco La ricerca e l innovazione rappresentano il volano per la crescita ecosostenibile del nostro territorio

Dettagli

COMITATO TERRITORIALE DI LIVORNO CIRCOLO COMPONENTISTICA AUTO. Rapporto sulla crisi della componentistica auto nella Provincia di Livorno

COMITATO TERRITORIALE DI LIVORNO CIRCOLO COMPONENTISTICA AUTO. Rapporto sulla crisi della componentistica auto nella Provincia di Livorno COMITATO TERRITORIALE DI LIVORNO CIRCOLO COMPONENTISTICA AUTO Rapporto sulla crisi della componentistica auto nella Provincia di Livorno 23 ottobre 2010 1 Il comparto della componentistica auto è entrato

Dettagli

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2016

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2016 Sintesi per la stampa Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2016 Il fatturato dell industria italiana rimarrà su ritmi di crescita ancora superiori al 2% nell anno in corso per poi entrare in

Dettagli

Mappatura del sistema d incubazione afferente ai Parchi Scientifici e Tecnologici aderenti ad APSTI

Mappatura del sistema d incubazione afferente ai Parchi Scientifici e Tecnologici aderenti ad APSTI Commissione Incubatori Start-Up Spin-off Mappatura del sistema d incubazione afferente ai Parchi Scientifici e Tecnologici aderenti ad APSTI a cura del coordinatore della Commissione Incubatori Elisabetta

Dettagli

ROBOTICA A SCUOLA PROGETTI DI INNOVAZIONE DIDATTICA E DI ORIENTAMENTO IN ENTRATA E IN USCITA Edizione 2012-2013

ROBOTICA A SCUOLA PROGETTI DI INNOVAZIONE DIDATTICA E DI ORIENTAMENTO IN ENTRATA E IN USCITA Edizione 2012-2013 ROBOTICA A SCUOLA PROGETTI DI INNOVAZIONE DIDATTICA E DI ORIENTAMENTO IN ENTRATA E IN USCITA Edizione 2012-2013 Ente proponente: Provincia di Torino Assessorato Istruzione - Servizio Istruzione e Orientamento

Dettagli

3.3.1.3.0 - Tecnici addetti all'organizzazione e al controllo gestionale della produzione

3.3.1.3.0 - Tecnici addetti all'organizzazione e al controllo gestionale della produzione 3.3.1.3.0 - Tecnici addetti all'organizzazione e al controllo gestionale della I Tecnici addetti all'organizzazione e al controllo gestionale della monitorano e verificano la congruità con gli obiettivi

Dettagli

ife innovation front end

ife innovation front end ife innovation front end La ricerca a portata d impresa Siamo convinti che creare un punto di ingresso unico dedicato alle aziende possa realmente agevolare il rapporto rapido e diretto con tutti coloro

Dettagli

IL POR FESR ABRUZZO 2014 2020

IL POR FESR ABRUZZO 2014 2020 IL POR FESR ABRUZZO 2014 2020 QUANTO VALE IL POR FESR ABRUZZO 2014 2020 POR FESR 231.509.780 50% 50% UE STATO LA STRATEGIA DEL POR FESR ABRUZZO 2014-2020 Europa 2020 Obiettivi tematici Sviluppo Locale

Dettagli

ASSOCIAZIONE FABBRICA INTELLIGENTE LOMBARDIA. Presentazione. Associazione Fabbrica Intelligente Lombardia

ASSOCIAZIONE FABBRICA INTELLIGENTE LOMBARDIA. Presentazione. Associazione Fabbrica Intelligente Lombardia ASSOCIAZIONE FABBRICA INTELLIGENTE LOMBARDIA Presentazione Associazione Fabbrica Intelligente Lombardia AFIL, per crescere insieme SUPPORTARE la crescita del MANIFATTURIERO lombardo e la sua competitività

Dettagli

MOBILITA : INNOVAZIONE E TECNOLOGIA NUOVE POSSIBILITÀ DI FINANZIAMENTO PER LE IMPRESE. Milano, 13 marzo 2015

MOBILITA : INNOVAZIONE E TECNOLOGIA NUOVE POSSIBILITÀ DI FINANZIAMENTO PER LE IMPRESE. Milano, 13 marzo 2015 MOBILITA : INNOVAZIONE E TECNOLOGIA NUOVE POSSIBILITÀ DI FINANZIAMENTO PER LE IMPRESE Milano, 13 marzo 2015 ATTIVITA GRUPPO TEMATICO ALLEGGERIMENTO A) Divulgazione tematiche sul territorio REGIONE LOMBARDIA

Dettagli

Poste Italiane: la creazione di un modello di trasporto sostenibile nel settore del recapito della corrispondenza

Poste Italiane: la creazione di un modello di trasporto sostenibile nel settore del recapito della corrispondenza Poste Italiane: la creazione di un modello di trasporto sostenibile nel settore del recapito della corrispondenza Fabrizio Iovino Responsabile Gestione e Coordinamento Sicurezza sul Lavoro di Poste Italiane

Dettagli

CRISI ECONOMICA e AMBIENTE

CRISI ECONOMICA e AMBIENTE Convegno Gli effetti della crisi economica sulla salute della popolazione toscana. Come cambia il ricorso ai servizi? CRISI ECONOMICA e AMBIENTE Daniela Nuvolone Osservatorio di Epidemiologia ARS Toscana

Dettagli

Francesco Maria Senatore. Riepilogo degli argomenti già trattati

Francesco Maria Senatore. Riepilogo degli argomenti già trattati Francesco Maria Senatore Riepilogo degli argomenti già trattati Progetto Mattone Internazionale November 30 2011 Università degli Studi di Napoli, Via Mezzocannone 14, Napoli I Poli di Innovazione ed altre

Dettagli

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013

Sintesi per la stampa. Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Sintesi per la stampa Rapporto Analisi dei Settori Industriali* Maggio 2013 Industria: caduta del fatturato nel biennio 2012-13 (-8,3% pari a 56,5 miliardi di euro a prezzi costanti), causata dal previsto

Dettagli

le catene del valore nel commercio internazionale e il ruolo dell Italia

le catene del valore nel commercio internazionale e il ruolo dell Italia 18 giugno 2013 le catene del valore nel commercio internazionale e il ruolo dell Italia Alessandra Lanza Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre, ma nell'avere nuovi occhi. MARCEL

Dettagli

Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione

Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione Indagine sui fabbisogni formativi in materia di Internazionalizzazione Roma, 13 ottobre 2015 Focus internazionalizzazione Nei primi mesi del 2015 si rafforzano i primi segnali positivi per l economia italiana,

Dettagli

MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto

MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto MONITORING PMI capacità di innovazione e dinamiche di sviluppo, bisogni e aspettative delle PMI del Distretto Marco Cantamessa Emilio Paolucci Politecnico di Torino e Istituto Superiore Mario Boella Torino,

Dettagli

Programma Integrato Innovazione Automotive e Metalmeccanica. Raffaele Trivilino 12 marzo 2014

Programma Integrato Innovazione Automotive e Metalmeccanica. Raffaele Trivilino 12 marzo 2014 Programma Integrato Innovazione Automotive e Metalmeccanica Raffaele Trivilino 12 marzo 2014 LA FILIERA AUTOMOTIVE IN ABRUZZO E costituita da gruppo di imprese globalizzate, sia GI che PMI, operanti nel

Dettagli

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita

Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita Carta, Editoria, Stampa e Trasformazione: i trend e le proposte per la crescita Alessandro Nova Università L. Bocconi Roma, 18 febbraio 2014 Filiera della carta 2014 - Alessandro Nova 1 La Filiera della

Dettagli

Diamo futuro alle tue idee

Diamo futuro alle tue idee Diamo futuro alle tue idee FASHION & COMMUNICATION SCHOOL Formazione specialistica nell area Abbigliamento, Calzatura e Accessori, Comunicazione, Graphic e Web Design. Scegli una professione a misura del

Dettagli

Energy Management DI PRIMO LIVELLO

Energy Management DI PRIMO LIVELLO Energy Management MASTER MIP POLITECNICO DI MILANO DI PRIMO LIVELLO A PORDENONE Energy Management MASTER MIP POLITECNICO DI MILANO DI PRIMO LIVELLO Il Master si propone nel territorio in risposta alla

Dettagli

Industria dell Auto in Canada

Industria dell Auto in Canada Industria dell Auto in Canada A cura di Massimo Di Nola Aggiornamento: dicembre 2014 1 Industria dell auto Il Paese, le Opportunità Un industria forte, con una traduzione ormai secolare (la prima fabbrica

Dettagli

Incontro Università Corpo Consolare: Assolombarda 3 ottobre 2011 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA MILANO

Incontro Università Corpo Consolare: Assolombarda 3 ottobre 2011 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA MILANO Incontro Università Corpo Consolare: CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA, ARTIGIANATO E AGRICOLTURA MILANO Assolombarda 3 ottobre 2011 Dal 1786 l istituzione al servizio del sistema produttivo di Milano. Via

Dettagli

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI CITTI PAOLO. Università degli Studi Guglielmo Marconi. via Plinio, 44 00193 Roma p.citti@unimarconi.

F ORMATO EUROPEO INFORMAZIONI PERSONALI CITTI PAOLO. Università degli Studi Guglielmo Marconi. via Plinio, 44 00193 Roma p.citti@unimarconi. F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono e Fax UFFICIO E-mail CITTI PAOLO Roma via Plinio, 44 00193 Roma p.citti@unimarconi.it Nazionalità Italiana Data di

Dettagli

Intervento al convegno Future Job - Follonica 21 maggio 2005

Intervento al convegno Future Job - Follonica 21 maggio 2005 Intervento al convegno Future Job - Follonica 21 maggio 2005 slide 1 Introduzione Lo scopo di questo intervento è di presentare un iniziativa che sta muovendo i primi passi in queste settimane e che mira

Dettagli

Dal Brain Drain al Brain Circulation

Dal Brain Drain al Brain Circulation Dal Brain Drain al Brain Circulation Il caso Italiano nel contesto globale Simona Milio London School of Economics and Political Science Introduzione Il problema e La sfida Le cause Le politiche adottate

Dettagli

Val di Sangro. ABRUZZO = N. 440 Aziende settore Metalmeccanica. Chieti = n. 176 aziende. Val di Sangro = 68 aziende. Settore Automotive = 90%

Val di Sangro. ABRUZZO = N. 440 Aziende settore Metalmeccanica. Chieti = n. 176 aziende. Val di Sangro = 68 aziende. Settore Automotive = 90% Val di Sangro ABRUZZO = N. 440 Aziende settore Metalmeccanica Chieti = n. 176 aziende Val di Sangro = 68 aziende Settore Automotive = 90% Storia Il Consorzio CISI, fondato nel 1992 da 13 soci in 16 anni

Dettagli

Politecnico di Torino: Lavoro, Imprese e Poli di Innovazione

Politecnico di Torino: Lavoro, Imprese e Poli di Innovazione Politecnico di Torino: Lavoro, Imprese e Poli di Innovazione Guido Saracco Presidente del CESAL, Centro Servizi per la sede di Alessadnria Alessandria 11.07.2011 30 29 Marzo Giugno 2010 2011 Area Supporto

Dettagli

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITÀ SOSTENIBILE E LOGISTICA, MOBILITÀ DELLE PERSONE E DELLE MERCI

ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITÀ SOSTENIBILE E LOGISTICA, MOBILITÀ DELLE PERSONE E DELLE MERCI CORSO 2011-2013 ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITÀ SOSTENIBILE E LOGISTICA, MOBILITÀ DELLE PERSONE E DELLE MERCI La tecnica per crescere CON IL PATROCINIO DI PIACENZA L Istituto Tecnico Superiore

Dettagli

IL PROGETTO BIELORUSSIA

IL PROGETTO BIELORUSSIA IL PROGETTO BIELORUSSIA PRESENTAZIONE Lanza & Thompson nasce dall esperienza maturata da alcuni professionisti in società internazionali specializzate in assistenza alle imprese per servizi globali (fiscali,

Dettagli

Koinè Consulting. Profilo aziendale

Koinè Consulting. Profilo aziendale Koinè Consulting Profilo aziendale Koinè Consulting è una società cooperativa a responsabilità limitata che svolge attività di consulenza e servizi alle imprese, avvalendosi di competenze interne in materia

Dettagli

CLUSTER ALISEI, SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE E INTEGRAZIONE DELLE RISORSE

CLUSTER ALISEI, SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE E INTEGRAZIONE DELLE RISORSE CLUSTER ALISEI, SPECIALIZZAZIONE INTELLIGENTE E INTEGRAZIONE DELLE RISORSE Anna Allodi Rappresentante pro tempore del Cluster Alisei e Direttore Generale CIRM Le Scienze della vita (1/2) Il settore "Scienze

Dettagli

RAPPORTO 2015 SULL ECONOMIA REGIONALE Lo sviluppo digitale in Emilia-Romagna: lo stato dell arte e il ruolo delle politiche pubbliche

RAPPORTO 2015 SULL ECONOMIA REGIONALE Lo sviluppo digitale in Emilia-Romagna: lo stato dell arte e il ruolo delle politiche pubbliche RAPPORTO 2015 SULL ECONOMIA REGIONALE Lo sviluppo digitale in Emilia-Romagna: lo stato dell arte e il ruolo delle politiche pubbliche introduzione Morena Diazzi, Direttore Generale Attività produttive,

Dettagli

Cluster tecnologico Alisei. ALISEI Advanced Life Sciences in Italy

Cluster tecnologico Alisei. ALISEI Advanced Life Sciences in Italy Cluster Alisei Cluster tecnologico Alisei ALISEI Advanced Life Sciences in Italy Cluster tecnologico nazionale Scienze della Vita Promuove interazioni nel settore della salute Tessuto produ:vo Sistema

Dettagli

Il Sistema Moda verso il rinnovamento strategico in un mercato dove sono strutturalmente cambiate le leve della competizione

Il Sistema Moda verso il rinnovamento strategico in un mercato dove sono strutturalmente cambiate le leve della competizione Il Sistema Moda verso il rinnovamento strategico in un mercato dove sono strutturalmente cambiate le leve della competizione Con il rapporto di ricerca presentato dalla Filtea al direttivo del 6 maggio

Dettagli

I DISTRETTI TECNOLOGICI (DT)

I DISTRETTI TECNOLOGICI (DT) Capitolo IV I DISTRETTI TECNOLOGICI (DT) Parole Chiave Industria Science-based Sistema Nazionale di Innovazione Tripla Elica Conoscenza Tecnologica Incubatore di Imprese Silicon Valley 71 Il modello dei

Dettagli

N. 512 FISCAL NEWS. Regione Campania: contributi per dottorati 21.11.2011. La circolare di aggiornamento professionale. A cura di Carlo De Luca

N. 512 FISCAL NEWS. Regione Campania: contributi per dottorati 21.11.2011. La circolare di aggiornamento professionale. A cura di Carlo De Luca a cura di Antonio Gigliotti www.fiscal-focus.it www.fiscal-focus.info N. 512 FISCAL NEWS La circolare di aggiornamento professionale 21.11.2011 Categoria Previdenza e lavoro Sottocategoria Agevolazioni

Dettagli

Il dottorato industriale

Il dottorato industriale GRUPPO TELECOM ITALIA Roma, 17 luglio 2012 Il dottorato industriale Antonio Migliardi Responsabile Human Resouces & Organization Telecom Italia Il modello di relazione con le Università Le iniziative sul

Dettagli

L Innovazione e l Internazionalizzazione come fattori chiave di successo. L Industria dell Auto accelera

L Innovazione e l Internazionalizzazione come fattori chiave di successo. L Industria dell Auto accelera L Innovazione e l Internazionalizzazione come fattori chiave di successo. L Industria dell Auto accelera Aurelio Nervo Presidente Gruppo Componenti ANFIA Torino, 7 Luglio 2015 Programma Ore 10.00 La Filiera

Dettagli

START-UP INNOVATIVE. Un mix di Innovazione e Talento Giovanile per lo Sviluppo virtuoso di StartUp e PMI

START-UP INNOVATIVE. Un mix di Innovazione e Talento Giovanile per lo Sviluppo virtuoso di StartUp e PMI START-UP INNOVATIVE Un mix di Innovazione e Talento Giovanile per lo Sviluppo virtuoso di StartUp e PMI Il progetto mira a supportare in modo molto concreto StartUp, Studenti Universitari e PMI attraverso

Dettagli

Gli obiettivi del progetto sono dunque molteplici: favorire la diffusione della cultura imprenditoriale dei ricercatori, in modo che la

Gli obiettivi del progetto sono dunque molteplici: favorire la diffusione della cultura imprenditoriale dei ricercatori, in modo che la REGIONE PIEMONTE BOLLETTINO UFFICALE N. 40 DEL 8/10/2009 Finpiemonte S.p.A. - Torino Avviso ad evidenza pubblica - Progetto Sovvenzione Globale "Percorsi integrati per la creazione di imprese innovative

Dettagli

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema

LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE. Prima parte Analisi del sistema Aspen Institute Italia Studio curato da: Servizio Studi e Ricerche, Intesa Sanpaolo ISTAT IMT Alti Studi, Lucca Fondazione Edison LE IMPRESE ESPORTATRICI ITALIANE: ANALISI DEL SISTEMA E PROSPETTIVE Prima

Dettagli

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy

www.sviluppoeconomico.gov.it PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy PrideandPrejudice #laforzadellexport quello che non si dice del made in italy INTRODUZIONE Un economia sempre più internazionalizzata: l export è il principale volano per la crescita dell economia italiana,

Dettagli

Tecnologie di conversione e gestione dei flussi energetici

Tecnologie di conversione e gestione dei flussi energetici Tecnologie di conversione e gestione dei flussi energetici Ravenna, 26 Settembre 2012 Tiziano Terlizzese NIER Ingegneria S.p.A. IL RAGGRUPPAMENTO La rete di imprese è composta da 3 PMI con un alta propensione

Dettagli