QUESTIONARIO SITUAZIONE ENTE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "QUESTIONARIO SITUAZIONE ENTE"

Transcript

1 QUESTIONARIO TUAZIONE ENTE MINATIVO ENTE: DATA DI COMPILAZIONE DELLA SCHEDA: INDIRIZZO ENTE Via nr. C.A.P. Località ( ) Tel. cell. Fax NR. SOCI VOLO LIBERO AEROMOBILI POSSEDUTI (Velivoli/elicotteri/Alianti/ULM specificare tipo e numero) NR. AEROMOBILI RICOVERATI Velivoli Elicotteri Alianti ULM ORE VOLO AN SVOLTE Velivoli Elicotteri Alianti VDS-M VDS-L Nominativo PREDENTE Via nr. C.A.P. Località ( ) Tel. cell. Fax DIRETT. SCUOLA Nominativo Via nr. C.A.P. Località ( ) Tel. cell. Fax Nominativo RESPONS. S.V. Via nr. C.A.P. Località ( ) Tel. cell. Fax 1

2 CORSO CUREZZA VOLO A.M. O MILARE (specificare) CORSO PREVENZIONE INCIDENTI A.M. O MILARE (specificare) RESPONS. S.V. SEMINARIO S.V. FIVU ALTRI COR SVOLTI (specificare): NESSUNA QUALIFICA S.V. (barrare la casella) ESPERIENZA DI VOLO (totale ore di volo svolte) TITOLI AERONAUTICI POSSEDUTI (specificare): ABILITAZIONI VELIVOLI/AEROMOBILI POSSEDUTE (specificare) ADDETTI PRIMO SOCCORSO - ANTINCEDIO MINATIVO: MINATIVO: MINATIVO: MINATIVO: MINATIVO: MINATIVO: MINATIVO: CAMPO DI VOLO LUNGHEZZA PISTA: LARGHEZZA PISTA: FASCE LATERALI PISTA - DESTRA: FASCE LATERALI PISTA - NSTRA: OSTACOLI: SEGNALETICA AL SUOLO: MANICA A VENTO RICOVERO APPARECCHI (specificare capacità hangaraggio) (specificare tipo) 2

3 ASSTENZA TECNICA DISPONIBILE (specificare tipo) ESTINTORI CERTIFICATI (specificare numero) (specificare tipo) TACCHI PARCHEGGIO (specificare numero) MATERIALE PER L ANCORAGGIO DEGLI APPARECCHI COPPIE DI BANDIERE PER SEGNALAZIONE BICOLO CASCHI PROTETTIVI OMOLOGATI (specificare numero) UFFICIO O SCRIVANIA PER LA CUREZZA VOLO DISPONIBILE SOLO PER LA CUREZZA VOLO DISPONIBILE IN MANIERA CONDIVISA ARMADIO/CONTENITORE PER DOCUMENTI CUREZZA VOLO DISPONIBILE SOLO PER LA CUREZZA VOLO DISPONIBILE IN MANIERA CONDIVISA BACHECA CUREZZA VOLO DISPONIBILE SOLO PER LA CUREZZA VOLO DISPONIBILE IN MANIERA CONDIVISA DOCUMENTI DISPONIBILI LEGGE 25 MARZO 1985, NR DISCIPLINA DEL VOLO DA DIPORTO O SPORTIVO D.P.R. 5 AGOSTO 1988, NR REGOLAMENTO DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE 25 MARZO 1985, NR 106 E SUCCESVE MODIFICHE D.P.R. 28 APRILE 1993, N REGOLAMENTO RECANTE MODIFICAZIONI AL DECRETO DEL PREDENTE DELLA REPUBBLICA 5 AGOSTO 1988, N. 404, DI ATTUAZIONE DELLA LEGGE 25 MARZO 1985, N. 106, CONCERNENTE LA DISCIPLINA DEL VOLO DA DIPORTO O SPORTIVO REGOLAMENTO DIDATTICO VDS VOLO MOTORE E VOLO LIBERO APPROVATO CON TA ENAC NR DEL : REGOLAMENTO TECNICO/OPERATIVO PER IL VOLO DA DIPORTO O SPORTIVO PER APPARECCHI PROVVISTI DI MOTORE (V.D.S. / V.M.) PROGRAMMA DIDATTICO PER APPARECCHI V.D.S. PROVVISTI DI MOTORE; REGOLAMENTO TECNICO/OPERATIVO PER IL VOLO DA DIPORTO O SPORTIVO PER APPARECCHI PRIVI DI MOTORE (V.D.S. / V.L.) CIRCOLARE ENAC 20/11/2007 GEN SEGNALAZIONE OBBLIGATORIA DEGLI INCIDENTI, INCONVENIENTI GRAVI ED EVENTI AERONAUTICI ALL ENAC AIP DOCUMENTO PROT. NR TO - S.V./ CIRCOLARE NR. 12/ ORGANIZZAZIONE CUREZZA VOLO ED ATTIVITÀ DI PREVENZIONE INCIDENTI IN AMBITO AECI - DATATO 22 MAGGIO

4 DOCUMENTO PROT. NR. TO/BN CIRCOLARE NR. 27/ SESONI DI ESAME: DOCUMENTAZIONE RELATIVA ALL ITER ADDESTRATIVO DEGLI ALLIEVI - DATATO 15 SETTEMBRE 2008 ALTRO (SPECIFICARE) TAMS DISPONIBILI CONSULTATI MATRICE DI RISCHIO DISPONIBILE UTILIZZATA CHECKLIST APERTURA/SVOLGIMENTO/CHIUSURA ATTIVITÀ DI VOLO N APPLICABILE (non responsabile apertura/svolgimento/chiusura attività di volo) DISPONIBILE UTILIZZATO CHECKLIST ORGANIZZAZIONE RADUNI N APPLICABILE (non si organizzano raduni) DISPONIBILE UTILIZZATO CHECKLIST INCIDENTE SUL CAMPO O IN PROSMITÀ DI ESSO DISPONIBILE UTILIZZATO TABELLONE CARTA SPAZIO AEREO CIRCOSTANTE IL CAMPO VOLO DISPONIBILE BEN VIBILE BRIEFING CUREZZA VOLO NUMERO BRIEFING EFFETTUATI 1 SEMESTRE ARGOMENTI TRATTATI - ASPETTI BALARI DELLA S.V. - TRAFFICO AEREO 4

5 - ALTRI ARGOMENTI (specificare): NUMERO PARTECIPANTI (nominativi registrati) NUMERO BRIEFING EFFETTUATI 1 SEMESTRE ARGOMENTI TRATTATI - ASPETTI BALARI DELLA S.V. - TRAFFICO AEREO - ALTRI ARGOMENTI (specificare): NUMERO PARTECIPANTI (nominativi registrati) INIZIATIVE CUREZZA VOLO NUMERO INIZIATIVE SVOLTE TIPOLOGIA (descrivere: manuali, opuscoli, segnaletica, ecc.): SCUOLA DI VOLO REGOLAMENTO OPERATIVO DELLA SCUOLA DISPONIBILE EDIZIONE (specificare data) AGGIORNATO TRASMESSO ALL AeCI EDIZIONE AGGIORNATA PROGRAMMI ISTRUZIONALI UTILIZZATI (specificare titolo e data dei documenti utilizzati e di riferimento) REGISTRO DI CLASSE (PRESENZE E LEZIONI SVOLTE) DISPONIBILE ED UTILIZZATO NR. ORE LEZIONI CUREZZA VOLO SVOLTE DURANTE I COR LIBRETTO PROGRESONE DIDATTICA ALLIEVI DISPONIBILE UTILIZZATO MISONI SOLISTE PRIMA DELL ESAME REGISTRATE (data, durata, firma istruttore) AULA DIDATTICA DISPONIBILE DISPONIBILE MA CONDIVISA CON ALTRE ATTIVITÀ 5

6 ATTREZZATURE DIDATTICHE SCHEMA CIRCUITO DI TRAFFICO CON PUNTI DI RIFERIMENTO E PARAMETRI CARTA DELLE ZONE DI LAVORO CARTA AERONAUTICA CON SUDDIVIONE SPAZI AEREI LAVAGNA CARTE GEOGRAFICHE AERONAUTICHE LIBRI DI TESTO UTILIZZATI PER L INSEGNAMENTO (specificare) MANUALI IMPIEGO/MANUTENZIONE VELIVOLI IMPIEGATI TABELLONE ESPLICATIVO DELLA SEGNALETICA TABELLONE ESPLICATIVO USO BANDIERE NR. AEROMOBILI UTILIZZATI PER L ATTIVITÀ ADDESTRATIVA (specificare tipo) INCONVENIENTI DI VOLO AZIONI INTRAPRESE IN SEGUITO AD UN INCONVENIENTE ANALIZZATO ILLUSTRATO AI SOCI SEGNALATO A - AeCI - ANSV (Agenzia Nazionale Sicurezza Volo) - ENAC (ove applicabile) NUMERO INCONVENIENTI RISCONTRATI AN PRECEDENTE (gennaio. dicembre) NUMERO INCONVENIENTI SEGNALATI ALL AeCI AN PRECEDENTE (gennaio. dicembre) NUMERO INCONVENIENTI RISCONTRATI AN IN CORSO NUMERO INCONVENIENTI SEGNALATI ALL AECI AN IN CORSO RISPETTO PROCEDURE DI SEGNALAZIONE INCIDENTI DI VOLO AZIONI INTRAPRESE IN SEGUITO AD UN INCIDENTE ANALIZZATO ILLUSTRATO AI SOCI SEGNALATO - AeCI - ANSV (Agenzia Nazionale Sicurezza Volo) 6

7 - ENAC (ove applicabile) - ALTRI ENTI (Carabinieri, Prefettura Ecc.) NUMERO INCIDENTI RISCONTRATI AN PRECEDENTE (gennaio. dicembre) NUMERO INCIDENTI SEGNALATI ALL AECI AN PRECEDENTE (gennaio. dicembre) NUMERO INCIDENTI RISCONTRATI AN IN CORSO NUMERO INCIDENTI SEGNALATI ALL AECI AN IN CORSO RISPETTO PROCEDURE DI SEGNALAZIONE RELAZIONE ANNUALE CUREZZA VOLO SVOLTA TRASMESSA ALL AeCI AEROMOBILI MANUALI D IMPIEGO (redatto come previsto dal documento: Regolamento Tecnico/Operativo per il Volo da Diporto o Sportivo per apparecchi provvisti di motore (V.D.S. / V.M.)) NUMERO DI AEROMOBILI PER I QUALI È DISPONIBILE TARGHETTA CON I PARAMETRI CARATTERISTICI (in una posizione ben visibile del cruscotto) NUMERO DI AEROMOBILI SUI QUALI È INSTALLATA TARGA METALLICA DI IDENTIFICAZIONE NUMERO DI AEROMOBILI SUI QUALI È INSTALLATA CERTIFICATO DI IDENTIFICAZIONE E DOCUMENTAZIONE NUMERO DI AEROMOBILI SUI QUALI SO PRESENTI A BORDO MARCHE DI IDENTIFICAZIONE NUMERO DI AEROMOBILI SUI QUALI SONE INSTALLATE ASCURAZIONE NUMERO DI AEROMOBILI ASCURATI MANUTENZIONE IN SEDE (se effettuata, specificare tipologia) MANUTENZIONE FUORI SEDE (se effettuata, specificare tipologia) SCADENZA ISPEZIONI MONITORIZZATE CON (specificare come) SCADENZE MAUTENTIVE RISPETTATE E DOCUMENTATE BARRIERE/DELIMITAZIONI PER SEPARARE IL PUBBLICO DALLA LINEA VOLO DISPONIBILI 7

8 COMUNICAZIONI APPARATO TBT DISPONIBILE (ed efficiente) APPARATO TBT NDI RISERVA DISPONIBILE (ed efficiente) ATTIVAZIONE TURNI DI BIGA DURANTE L ATTIVITÀ DI VOLO TE SUGGERIMENTI COMPILATO DA TEL. CEL. 8

REGOLAMENTO TECNICO OPERATIVO DELLA SCUOLA VOLO DA DIPORTO O SPORTIVO CON APPARECCHI MUNITI DI MOTORE.

REGOLAMENTO TECNICO OPERATIVO DELLA SCUOLA VOLO DA DIPORTO O SPORTIVO CON APPARECCHI MUNITI DI MOTORE. REGOLAMENTO TECNICO OPERATIVO DELLA SCUOLA VOLO DA DIPORTO O SPORTIVO CON APPARECCHI MUNITI DI MOTORE. 1. RIFERIMENTI RIFERIMENTI : DPR n. 133, 9 luglio 2010 - Nuovo regolamento di attuazione della legge

Dettagli

AERO CLUB D'ITALIA REGOLAMENTO TECNICO/OPERATIVO PER IL VOLO DA DIPORTO O SPORTIVO PER APPARECCHI PROVVISTI DI MOTORE (V.D.S. / V.M.

AERO CLUB D'ITALIA REGOLAMENTO TECNICO/OPERATIVO PER IL VOLO DA DIPORTO O SPORTIVO PER APPARECCHI PROVVISTI DI MOTORE (V.D.S. / V.M. VERSIONE CON MODIFICHE SUGGERITE DALL E.N.A.C. E DAL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE 7.4.2006 AERO CLUB D'ITALIA REGOLAMENTO TECNICO/OPERATIVO PER IL VOLO DA DIPORTO O SPORTIVO PER APPARECCHI PROVVISTI

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO / OPERATIVO PER IL V.D.S. / V.M.

REGOLAMENTO TECNICO / OPERATIVO PER IL V.D.S. / V.M. REGOLAMENTO TECNICO / OPERATIVO PER IL V.D.S. / V.M. (Volo da Diporto o Sportivo) Il VDS è disciplinato dalla seguente normativa: - Legge 106 del 25 marzo 1985; - D.P.R. 404 del 4 agosto 1988; - D.P.R.

Dettagli

REGOLAMENTO OPERATIVO AVIOSUPERFICIE E. MATTEI PISTICCI (MT)

REGOLAMENTO OPERATIVO AVIOSUPERFICIE E. MATTEI PISTICCI (MT) REGOLAMENTO OPERATIVO AVIOSUPERFICIE E. MATTEI PISTICCI (MT) 1 PREFAZIONE Il presente Regolamento Operativo costituisce una piccola raccolta di disposizioni,norme e criteri operativi che devono essere

Dettagli

RADIOTELEFONIA AERONAUTICA PER PILOTI VDS PROGRAMMA DIDATTICO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RADIOTELEFONIA EDIZIONE 1-2014

RADIOTELEFONIA AERONAUTICA PER PILOTI VDS PROGRAMMA DIDATTICO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RADIOTELEFONIA EDIZIONE 1-2014 RADIOTELEFONIA AERONAUTICA PER PILOTI VDS PROGRAMMA DIDATTICO PER IL RILASCIO DEL CERTIFICATO DI RADIOTELEFONIA EDIZIONE 1-2014 Approvato il 25.06.2014 RADIOTELEFONIA AERONAUTICA PER PILOTI VDS PROGRAMMA

Dettagli

REGOLAMENTO TECNICO-OPERATIVO-DIDATTICO A.E.C.I. 16.06.2013 PER IL VOLO DA DIPORTO O SPORTIVO CON APPARECCHI PROVVISTI DI MOTORE

REGOLAMENTO TECNICO-OPERATIVO-DIDATTICO A.E.C.I. 16.06.2013 PER IL VOLO DA DIPORTO O SPORTIVO CON APPARECCHI PROVVISTI DI MOTORE REGOLAMENTO TECNICO-OPERATIVO-DIDATTICO A.E.C.I. 16.06.2013 PER IL VOLO DA DIPORTO O SPORTIVO CON APPARECCHI PROVVISTI DI MOTORE Il VDS è disciplinato dalla seguente normativa: Legge 106 del 25 marzo 1985

Dettagli

Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV) Aero Club d Italia Roma, 25 giugno 2009

Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV) Aero Club d Italia Roma, 25 giugno 2009 Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV) Aero Club d Italia Roma, 25 giugno 2009 SISTEMA AVIAZIONE CIVILE Ministero dei trasporti Ente nazionale per l aviazione i civile il (ENAC) Aero club d

Dettagli

PROCEDURE PER ARRIVI E PARTENZE DEI VISITATORI/PILOTI PARTECIPANTI AL SALONE DEL VOLO DI PADOVA

PROCEDURE PER ARRIVI E PARTENZE DEI VISITATORI/PILOTI PARTECIPANTI AL SALONE DEL VOLO DI PADOVA PROCEDURE PER ARRIVI E PARTENZE DEI VISITATORI/PILOTI PARTECIPANTI AL SALONE DEL VOLO DI PADOVA L organizzazione tiene in altissima considerazione la Sicurezza del Volo e per questo, con il supporto e

Dettagli

ililr 3 Etn,20î4 \llf coni Aero Club d'italia - Roma 'IATORE) 1Gen. Gi AERO CLUB D'ITALIA Roma,

ililr 3 Etn,20î4 \llf coni Aero Club d'italia - Roma 'IATORE) 1Gen. Gi AERO CLUB D'ITALIA Roma, Aero Club d'italia - Roma Registro di Protocollo Prot.:110000805 del 1-ì/01/201-l I S(;II-{ l'rtolario. TCO/SR/\'-\ I llllll llill lill il]ilil ililr ililil ililr ililt ililr ilr 201{l -00 x}0805 AERO

Dettagli

1 CORSO INTEGRATO Vola da Diporto e Sportivo + Fonia aeronautica. Corso base di pilotaggio su apparecchi VDS-ULM. Corso di fonia aeronautica [GRATIS]

1 CORSO INTEGRATO Vola da Diporto e Sportivo + Fonia aeronautica. Corso base di pilotaggio su apparecchi VDS-ULM. Corso di fonia aeronautica [GRATIS] SCUOLA DI VOLO ARIA DELL'ELBA A.S.D. 1 CORSO INTEGRATO Vola da Diporto e Sportivo + Fonia aeronautica Corso base di pilotaggio su apparecchi VDS-ULM Corso di fonia aeronautica [GRATIS] Corso base di pilotaggio,

Dettagli

AIR EXTREME 2010. Venezia Lido ORDINE DI MANIFESTAZIONE. Tempi: tutti i tempi sono in ora locale

AIR EXTREME 2010. Venezia Lido ORDINE DI MANIFESTAZIONE. Tempi: tutti i tempi sono in ora locale MANIFESTAZIONE AEREA AIR EXTREME 2010 Quando l energia prende il volo Venezia Lido 24, 25 e 26 settembre 2010 ORDINE DI MANIFESTAZIONE Tempi: tutti i tempi sono in ora locale Redatto dal Col Pil (ris)

Dettagli

Timbro e firma del richiedente. Note introduttive

Timbro e firma del richiedente. Note introduttive Pagina 2 di 9 Note introduttive 1. L esatta compilazione del presente documento è l unica modalità prevista da CERTIPASS per richiedere l attivazione come Ei-Center accreditato. Non potran essere prese

Dettagli

REGOLAMENTO dell'aviosuperficie di CASTELNUOVO DON BOSCO

REGOLAMENTO dell'aviosuperficie di CASTELNUOVO DON BOSCO REGOLAMENTO dell'aviosuperficie di CASTELNUOVO DON BOSCO E LENCO DI DISTRIBUZIONE pubblicato su internet all'indirizzo www.aviocastelnuovo.com Ultimo aggiornamento: 07/07/2014 INDICE Premessa... Pag. 3

Dettagli

\tljt. lllj. Pror N. J 5Hg. Circolare "J.3. Doog +++ ++ AERO CLUB D'ITALIA. Oggetto: manifestazioni aeree 2009

\tljt. lllj. Pror N. J 5Hg. Circolare J.3. Doog +++ ++ AERO CLUB D'ITALIA. Oggetto: manifestazioni aeree 2009 AERO CLUB D'ITALIA Pror N. J 5Hg Roma, h lì...$$ LUG, 2008 Oggetto: manifestazioni aeree 2009 Circolare "J.3. Doog Ai Presidenti degli Aero club federati Loro Sedi Via e-mail Ai Presidenti delle Federazioni

Dettagli

AERO CLUB D'ITALIA AGLI AERO CLUB FEDERATI. Pubblicata sul sito www.aeci.it e inviata per e-mail

AERO CLUB D'ITALIA AGLI AERO CLUB FEDERATI. Pubblicata sul sito www.aeci.it e inviata per e-mail Aero Club d'italia - Roma Registro di Protocollo Prot: 00019522 del 24/07/2012 USCITA Titolano: SPR/SR/MA 2012U-00019522 AERO CLUB D'ITALIA Prot. N SP/ Roma, lì 24LUG.2012 Oggetto: Programmazione manifestazioni

Dettagli

Modulo di accreditamento

Modulo di accreditamento Modulo di accreditamento Valutazione dei requiti per l accreditamento come Ei-Center EIPASS ver. 3.0 Pagina 2 di 11 Note introduttive 1. L esatta compilazione del presente documento è l unica modalità

Dettagli

REGOLAMENTO OPERATIVO DELL AVIOSUPERFICIE VALDERA 1. Premessa

REGOLAMENTO OPERATIVO DELL AVIOSUPERFICIE VALDERA 1. Premessa REGOLAMENTO OPERATIVO DELL AVIOSUPERFICIE VALDERA 1. Premessa L aviosuperficie Valdera, sede dell Aero Club di Pisa Federico Citi, in seguito Aviosuperficie, è una struttura privata idonea al volo e disciplinata

Dettagli

REGOLAMENTO. Stato di aggiornamento Edizione/Emendamento Data N pagine 1 01 maggio 2014 18

REGOLAMENTO. Stato di aggiornamento Edizione/Emendamento Data N pagine 1 01 maggio 2014 18 AVIOSUPERFICIE DEL SOLE-SABATO CERULLO VIA MAR IONIO SNC-PONTECAGNANO FAIANO(SALERNO) Tel.333 8990715 Tel/fax 089 2025271 Codice Fiscale CRLGNN55L03D527Z Partita IVA 05102660650 REGOLAMENTO Il presente

Dettagli

AERO CLUB F. BARACCA LUGO DI ROMAGNA SCUOLA DI ACROBAZIA

AERO CLUB F. BARACCA LUGO DI ROMAGNA SCUOLA DI ACROBAZIA Il presente regolamento è stato redatto per dare a tutti la possibilità di uniformarsi alle procedure che permettono il volo acrobatico in sicurezza. Tutti i piloti sono tenuti a seguire, divulgare e meditare

Dettagli

INCONVENIENTE GRAVE aa/mm C172/PA-28, marche D-ECBF/D-EZEN

INCONVENIENTE GRAVE aa/mm C172/PA-28, marche D-ECBF/D-EZEN INCONVENIENTE GRAVE aa/mm C172/PA-28, marche D-ECBF/D-EZEN Tipi di aeromobile e marche Data e ora Località dell evento Descrizione dell evento Esercente dell aeromobile Natura del volo Persone a bordo

Dettagli

Sicurezza del Volo. Analisi di un incidente

Sicurezza del Volo. Analisi di un incidente Sicurezza del Volo Aeroclub dello Stretto Scuola di volo Magis fatigo ut doleas DO NOT MISS DO NOT FORGET DO NOT MISS DO NOT FORGET DO NOT MISS Briefing del 11 maggio 2013 ore 18.00LMT Speaker: C.Ti: Ezio

Dettagli

MANUALE PER LA SCUOLA VDS. Aeroporto Villanova d'albenga

MANUALE PER LA SCUOLA VDS. Aeroporto Villanova d'albenga MANUALE PER LA SCUOLA VDS Aeroporto Villanova d'albenga Edizione Settembre 2011 MANUALE PER LA SCUOLA VDS INDICE Registrazione aggiunte e varanti CAPITOLO 1 - Introduzione Pagina 1.1 Finalità 1-1 1.2 Elenco

Dettagli

Autorimesse. Un progetto di prevenzione incendi per garantire la sicurezza degli utenti

Autorimesse. Un progetto di prevenzione incendi per garantire la sicurezza degli utenti Autorimesse Un progetto di prevenzione incendi per garantire la sicurezza degli utenti TABELLA 1 CLASSIFICAZIONE DELLE AUTORIMESSE N. attività secondo D.P.R. n. 151/2011 Descrizione attività 59 Autorimesse

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA AI FINI DELL APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO SCHEMA SEQUENZIALE

NOTA ESPLICATIVA AI FINI DELL APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO SCHEMA SEQUENZIALE NOTA ESPLICATIVA AI FINI DELL APPLICAZIONE DEL REGOLAMENTO SCHEMA SEQUENZIALE Questa nota è a beneficio degli operatori che intendono svolgere operazioni specializzate, a titolo oneroso (commerciali o

Dettagli

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. ELICOTTERO Ref. 41-827-492

Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. ELICOTTERO Ref. 41-827-492 Questionario di esame per L'ATTESTATO DI VOLO DA DIP. O SPORT. ELICOTTERO Ref. 41-827-492 Parte 1 - AERODINAMICA Parte 2 - METEOROLOGIA Parte 3 - TECNOLOGIA E PRESTAZIONI DEGLI APPARECCHI VDS Parte 4 -

Dettagli

Procedura della Qualità Pag. 2 di 9

Procedura della Qualità Pag. 2 di 9 1 SCOPO Scopo di questa Procedura è quello di descrivere le modalità con le quali la nostra Società fa eseguire il servizio di spurgo e di trasporto ai propri autisti, dalla presa in carico dei documenti

Dettagli

Modulo di accreditamento. Valutazione dei requisiti per l accreditamento come Ei-Center

Modulo di accreditamento. Valutazione dei requisiti per l accreditamento come Ei-Center La Scuola in Rete Programma di promozione e diffuone delle Cultura digitale nelle Scuole italiane Modulo di accreditamento Valutazione dei requiti per l accreditamento come Ei-Center - Note introduttive

Dettagli

Modulo di accreditamento

Modulo di accreditamento Modulo di accreditamento ver. 3.0 Valutazione dei requiti per l accreditamento come Ei-Center EIPASS In collaborazione con Note introduttive 1. Il presente modulo è funzionale all accreditamento delle

Dettagli

Milano, 15 giugno 2015. Droni e Giornalismo: nuove opportunità e deontologia

Milano, 15 giugno 2015. Droni e Giornalismo: nuove opportunità e deontologia Milano, 15 giugno 2015 Droni e Giornalismo: nuove opportunità e deontologia Droni e implicazioni di Pubblica Sicurezza Luca Tagliagambe sui Droni, ormai, sapete tutto Per cominciare un po di numeri La

Dettagli

SICUREZZA VOLO. TOP GUN FLY SCHOOL 18 Set. 2014. Ing. Stefano Cavaliere

SICUREZZA VOLO. TOP GUN FLY SCHOOL 18 Set. 2014. Ing. Stefano Cavaliere SICUREZZA VOLO TOP GUN FLY SCHOOL 18 Set. 2014 Ing. Stefano Cavaliere 50 STORMO PIACENZA SERVIZIO CONTROLLO SPAZIO AEREO Magg. CSA-TA Leonardo PIERALISI ARGOMENTI FONTI NORMATIVE; SPAZI AEREI D E G ; PIACENZA

Dettagli

Check-list per attività di trasporto movimentazione merci e magazzinaggio A. Documentazione

Check-list per attività di trasporto movimentazione merci e magazzinaggio A. Documentazione Check-list per attività di trasporto movimentazione merci e magazzinaggio A. Documentazione A.1. Valutazione dei rischi 1 Documento di valutazione dei rischi ( DLgs. 81/08 art. 28 c.2 ) 2 Autocertificazione

Dettagli

REGOLAMENTO SCALO AEROPORTO. di Carpi. a cura dell Aeroclub Carpi

REGOLAMENTO SCALO AEROPORTO. di Carpi. a cura dell Aeroclub Carpi REGOLAMENTO DI SCALO AEROPORTO di Carpi a cura dell Aeroclub Carpi Edizione: Revisione: Inizio Validità: 1 0 01-01-2013 Edizione 1 Inizio Validità 01/01/2013 Revisione 0 1 2 INDICE Capitolo 1 PREMESSA

Dettagli

Doc. 407X0024.0LO di Origine Regionale emanato/a da: Regione Lombardia e pubblicato/a su: Bollettino. Uff. Regione n 31 del 30/07/2007

Doc. 407X0024.0LO di Origine Regionale emanato/a da: Regione Lombardia e pubblicato/a su: Bollettino. Uff. Regione n 31 del 30/07/2007 Circolare reg. n 24 del 11/07/2007 Attuazione dell'accordo per la formazione degli addetti al montaggio, allo smontaggio e alla trasformazione dei ponteggi e degli addetti e preposti all'impiego di sistemi

Dettagli

Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV)

Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV) Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV) Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo L Agenzia Nazionale per la Sicurezza del Volo (ANSV) è stata istituita con il decreto legislativo 25 febbraio

Dettagli

REQUISITI per passare da Ente Aggregato ad Ente Federato (Aero Club) ADEMPIMENTI degli Aero Club VANTAGGI nell essere federati (Aero Club)

REQUISITI per passare da Ente Aggregato ad Ente Federato (Aero Club) ADEMPIMENTI degli Aero Club VANTAGGI nell essere federati (Aero Club) REQUISITI per passare da Ente Aggregato ad Ente Federato (Aero Club) ADEMPIMENTI degli Aero Club VANTAGGI nell essere federati (Aero Club) Roma, 21 Febbraio 2009 Relatore: Gen. Fabio DEL MEGLIO Direttore

Dettagli

QUESTIONARIO PER L ASSICURAZIONE CONTRO LA RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI DEL COSTRUTTORE E/O MANUTENTORE DI PRODOTTI AERONAUTICI

QUESTIONARIO PER L ASSICURAZIONE CONTRO LA RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI DEL COSTRUTTORE E/O MANUTENTORE DI PRODOTTI AERONAUTICI QUESTIONARIO PER L ASSICURAZIONE CONTRO LA RESPONSABILITÀ CIVILE VERSO TERZI DEL COSTRUTTORE E/O MANUTENTORE DI PRODOTTI AERONAUTICI. Proponente. L IMPRESA. Indirizzo Telefono Fax Telex Partita IVA. Ubicazione

Dettagli

DIFFUSIONE DELLE INFORMAZIONI SULL OPERATIVITÀ DELL AEROPORTO

DIFFUSIONE DELLE INFORMAZIONI SULL OPERATIVITÀ DELL AEROPORTO REV. 0 PAG. 1/ DIFFUSIONE DELLE INFORMAZIONI SULL OPERATIVITÀ DELL AEROPORTO INDICE 6.0 SCOPO... 3 6.1 CAMPO DI APPLICAZIONE... 4 6.2 RIFERIMENTI... 5 6.3 RESPONSABILITÀ ED ATTIVITÀ... 6 6.4 Eventi per

Dettagli

CRITERI E REQUISITI PER L AUTORIZZAZIONE E LA VIGILANZA AMMINISTRATIVA IN MATERIA DI SCUOLE NAUTICHE, IN ATTUAZIONE DELL ART. 28 DEL DPR 9 OTTOBRE

CRITERI E REQUISITI PER L AUTORIZZAZIONE E LA VIGILANZA AMMINISTRATIVA IN MATERIA DI SCUOLE NAUTICHE, IN ATTUAZIONE DELL ART. 28 DEL DPR 9 OTTOBRE CRITERI E REQUISITI PER L AUTORIZZAZIONE E LA VIGILANZA AMMINISTRATIVA IN MATERIA DI SCUOLE NAUTICHE, IN ATTUAZIONE DELL ART. 28 DEL DPR 9 OTTOBRE 1997 N. 431 Approvato con delibera di Consiglio Provinciale

Dettagli

MODULO DI FORMULAZIO E OFFERTA

MODULO DI FORMULAZIO E OFFERTA ALLEGATO 2 MODULO DI FORMULAZIO E OFFERTA La sottoscritta Società iscritta al RUI al n con la presente proposta che costituirà parte integrante della polizza di formula la migliore offerta relativamente

Dettagli

CORSO PER LA CONDUZIONE IN SICUREZZA DELLE PIATTAFORME ELEVABILI (D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81)

CORSO PER LA CONDUZIONE IN SICUREZZA DELLE PIATTAFORME ELEVABILI (D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81) PROGRAMMA DEL CORSO CORSO PER LA CONDUZIONE IN SICUREZZA DELLE PIATTAFORME ELEVABILI (D. Lgs. 9 aprile 2008, n. 81) Durata del corso 10 ore Introduzione al corso Presentazione del corso Presentazione docenti

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per il Mercato, la Concorrenza, il Consumatore, la Vigilanza e la Normativa Tecnica Il Direttore Generale VISTO il Regolamento (UE) n. 305/2011 del

Dettagli

N ORTH W EST S ERVICE

N ORTH W EST S ERVICE N ORTH W EST S ERVICE APPROVED TRAINING ORGANIZATION IT.ATO.0044 Fornitore ufficiale corsi di abilitazione al pilotaggio per la Croce Rossa Italiana CORSO DI ABILITZIONE TEORICO - PRATICO PER IL RILASCIO

Dettagli

CASO 1 Pilota con attestato sempre rinnovato negli anni, indipendentemente dalla data di conseguimento dell'attestato stesso

CASO 1 Pilota con attestato sempre rinnovato negli anni, indipendentemente dalla data di conseguimento dell'attestato stesso RINNOVO ATTESTATO VDS Il nuovo attestato di volo libero contiene tutte le informazioni relative alle abilitazioni ed alle qualifiche. Ogni volta che esso viene rinnovato od aggiornato, l AeCI provvederà

Dettagli

La sicurezza nella manutenzione degli impianti fotovoltaici su coperture

La sicurezza nella manutenzione degli impianti fotovoltaici su coperture ATTI Seminario La sicurezza nella manutenzione degli impianti fotovoltaici su coperture Venerdì 24 giugno In partnership con Seminario La sicurezza nella manutenzione degli impianti fotovoltaici su coperture

Dettagli

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà

` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà ` Ç áàxüé wxääx \ÇyÜtáàÜâààâÜx x wx gütáñéüà Dipartimento per i trasporti la navigazione ed i sistemi informativi e statistici Direzione Generale Motorizzazione Divisione 5 Prot. n.10959 del 19 aprile

Dettagli

Via Attilio Benigni, 53-00156 Roma - Tel. +39 06 8207 8219-06 8207 8200, Fax +39 06 8273 672 - www.ansv.it

Via Attilio Benigni, 53-00156 Roma - Tel. +39 06 8207 8219-06 8207 8200, Fax +39 06 8273 672 - www.ansv.it Incidente occorso in data 2 febbraio 2013, sull aeroporto di Roma Fiumicino, all aeromobile ATR 72 marche di identificazione YR-ATS: raccomandazioni di sicurezza relative alle operazioni di ricerca e soccorso.

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO COD. 1.1

PROGRAMMA DEL CORSO COD. 1.1 PROGRAMMA DEL CORSO COD. 1.1 (D. Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 art. 73 Allegato VI Accordo Stato Regioni del 22/02/2012) Durata del corso Date e orari del corso Sede del corso parte teorica Sede del corso parte

Dettagli

SERVIZIO SPAZIO AEREO CERVIA

SERVIZIO SPAZIO AEREO CERVIA SERVIZIO SPAZIO AEREO C CAPO Sezione Add.to & Stand.ne UFF.LE SV/ATM CAP AAras CSA-TA Angelo STICCO 15 STORMO C/SAR 415 Gr.STO Servizio CSA STRUTTURA C ARO TWR GCA 1 PUNTI di CONTATTO CAPO SERVIZIO C.S.A.

Dettagli

LANGUAGE PROFICIENCY REQUIREMENTS INFORMAZIONI PER I PILOTI E I CENTRI DI ADDESTRAMENTO AL VOLO

LANGUAGE PROFICIENCY REQUIREMENTS INFORMAZIONI PER I PILOTI E I CENTRI DI ADDESTRAMENTO AL VOLO Il Direttore Regolazione Personale di Volo gs LANGUAGE PROFICIENCY REQUIREMENTS INFORMAZIONI PER I PILOTI E I CENTRI DI ADDESTRAMENTO AL VOLO Come noto il Consiglio dell ICAO ha adottato il 5 Marzo 2003

Dettagli

FAC SIMILE DELLA RICHIESTA DI NULLA OSTA DA PARTE DI AUTOSCUOLE O CENTRI DI ISTRUZIONE AUTOMOBILISTICA

FAC SIMILE DELLA RICHIESTA DI NULLA OSTA DA PARTE DI AUTOSCUOLE O CENTRI DI ISTRUZIONE AUTOMOBILISTICA All. 1 FAC SIMILE DELLA RICHIESTA DI NULLA OSTA DA PARTE DI AUTOSCUOLE O CENTRI DI ISTRUZIONE AUTOMOBILISTICA Marca da bollo Al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti DIREZIONE GENERALE TERRITORIALE

Dettagli

ISTITUTO TECNICO TRASPORTI E LOGISTICA M. Faraday ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DIRITTO AERONAUTICO (CLASSE V)

ISTITUTO TECNICO TRASPORTI E LOGISTICA M. Faraday ANNO SCOLASTICO 2014/2015 PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DIRITTO AERONAUTICO (CLASSE V) ISTITUTO TECNICO TRASPORTI E LOGISTICA M. Faraday ANNO SCOLASTICO 014/015 PROGRAMMAZIONE DI DIPARTIMENTO DIRITTO AERONAUTICO (CLASSE V) MATERIA 1: LEGISLAZIONE AERONAUTICA TITOLO MATERIA 1: DIRITTO AERONAUTICO

Dettagli

CAPITOLO 7 - DISPOSITIVI DI SEGNALAZIONE, SEGNALETICA ORIZZONTALE E VERTICALE

CAPITOLO 7 - DISPOSITIVI DI SEGNALAZIONE, SEGNALETICA ORIZZONTALE E VERTICALE CAPITOLO 7 - DISPOSITIVI DI SEGNALAZIONE, SEGNALETICA ORIZZONTALE E VERTICALE 1 INTRODUZIONE 1.1 I dispositivi di segnalazione e le segnaletiche orizzontali e verticali forniscono ai piloti guida e informazioni.

Dettagli

LA LEGGE 106. LEGGE 25 marzo 1985 n. 106 Disciplina del volo da diporto o sportivo 1-4-1985 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA N.

LA LEGGE 106. LEGGE 25 marzo 1985 n. 106 Disciplina del volo da diporto o sportivo 1-4-1985 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA N. h LA LEGGE 106 LEGGE 25 marzo 1985 n. 106 Disciplina del volo da diporto o sportivo 1-4-1985 - GAZZETTA UFFICIALE DELLA REPUBBLICA ITALIANA N. 78 La camera dei deputati ed il Senato della Repubblica hanno

Dettagli

POLIZZA R.C.T. 2012. DPR 133 del 9/7/2010 concernente la disciplina del volo da diporto o sportivo e del regolamento

POLIZZA R.C.T. 2012. DPR 133 del 9/7/2010 concernente la disciplina del volo da diporto o sportivo e del regolamento Art. 1 - OGGETTO DELL'ASSICURAZIONE POLIZZA R.C.T. Allegato n 1 Polizza n 20258499 Agenzia di Moncalieri L'assicurazione s'intende prestata per la responsabilità civile derivante all'assicurato utente

Dettagli

SPECIFICA DI POLIZZA ASSICURATIVA CUMULATIVA PER IL SERVIZIO AEREO DELLA GUARDIA DI FINANZA

SPECIFICA DI POLIZZA ASSICURATIVA CUMULATIVA PER IL SERVIZIO AEREO DELLA GUARDIA DI FINANZA Guardia di Finanza REPARTO TECNICO LOGISTICO AMMINISTRATIVO AEREO - Ufficio Logistico - Sezione Logistica Aerea/Drappello Carbolubrificanti e Servizi di base Via Pratica di IVlare, 45 - Pomezia (RM) -

Dettagli

FORMAZIONE MILITARE. Come migliorare le competenze e la qualità delle prestazioni applicando la metodica del Management by project

FORMAZIONE MILITARE. Come migliorare le competenze e la qualità delle prestazioni applicando la metodica del Management by project Aeronautica Militare Comando Generale delle Scuole FORMAZIONE MILITARE Come migliorare le competenze e la qualità delle prestazioni applicando la metodica del Management by project Relatore : Colonnello

Dettagli

IN VIGORE DAL: 17-11-2010

IN VIGORE DAL: 17-11-2010 DECRETO DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA 9 luglio 2010, n. 133 Nuovo regolamento di attuazione della legge 25 marzo 1985, n. 106, concernente la DISCIPLINA DEL VOLO DA DIPORTO O SPORTIVO. (GU n. 193 del

Dettagli

Ali' chtho 1OOOd@pee.istruzione.it

Ali' chtho 1OOOd@pee.istruzione.it M_INF.CGCCP.REGISTRO UFFICIALE.U.0048955.30-04-2015 Roma. p.d.c. 0659084196-3315 181 cgcp@pec.mit.gov.il; Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Comando Generale del Corpo delle Capitanerie di

Dettagli

Associazione Piloti Volo Libero Prospetto polizze Volo libero 2011

Associazione Piloti Volo Libero Prospetto polizze Volo libero 2011 Durata di tutte le polizze = 12 mesi a partire dalla mezzanotte del giorno di stipula (richiesta attivata dalla ricevuta del versamento) Copertura assicurativa RCT monoposto Massimale RCT Morte pilota

Dettagli

ELENCO DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE IN AZIENDA A SUPPORTO DELL AUTOCERTIFICAZIONE

ELENCO DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE IN AZIENDA A SUPPORTO DELL AUTOCERTIFICAZIONE ELENCO DOCUMENTAZIONE DISPONIBILE IN AZIENDA A SUPPORTO DELL AUTOCERTIFICAZIONE 1. autorizzazioni edilizie planimetrie aggiornate (sede dell impresa) certificato di Licenza d Uso o Agibilità (sede dell

Dettagli

Premesso che: all aviazione civile internazionale.

Premesso che: all aviazione civile internazionale. PROTOCOLLO D INTESA TRA L AUTORITÀ PER L AVIAZIONE CIVILE E LA NAVIGAZIONE MARITTIMA DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO E L AGENZIA NAZIONALE PER LA SICUREZZA DEL VOLO Visto l art. 26 della Convenzione relativa

Dettagli

SERIE OPERAZIONI VOLO Data: 16/07/2007 OPV 20

SERIE OPERAZIONI VOLO Data: 16/07/2007 OPV 20 CIRCOLARE SERIE OPERAZIONI VOLO Data: 16/07/2007 OPV 20 OGGETTO: Applicazione del Regolamento sui limiti dei tempi di volo e di servizio e requisiti di riposo per il personale navigante - Parte I Trasporto

Dettagli

Sicurezza del Volo. Magis fatigo ut doleas Bollettino n 12/2012. Organo di informazione e aggiornamento S.V. del gruppo piloti AeC dello Stretto

Sicurezza del Volo. Magis fatigo ut doleas Bollettino n 12/2012. Organo di informazione e aggiornamento S.V. del gruppo piloti AeC dello Stretto Sicurezza del Volo Magis fatigo ut doleas Bollettino n 12/2012 Organo di informazione e aggiornamento S.V. del gruppo piloti AeC dello Stretto In questo numero -Cultura della Sicurezza Volo. Il Fattore

Dettagli

D.P.R. 09/07/2010, n. 133 1

D.P.R. 09/07/2010, n. 133 1 D.P.R. 09/07/2010, n. 133 1 Decreto del Presidente della Repubblica 9 Luglio 2010, n. 133 Nuovo regolamento di attuazione della legge 25 marzo 1985, n. 106, concernente la disciplina del volo da diporto

Dettagli

CIRCOLARE. SERIE GENERALE Data: 09/10/2013 GEN-XX PIANO NAZIONALE ENAC PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE CONCERNENTI L INCIDENTE AEREO BOZZA

CIRCOLARE. SERIE GENERALE Data: 09/10/2013 GEN-XX PIANO NAZIONALE ENAC PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE CONCERNENTI L INCIDENTE AEREO BOZZA CIRCOLARE SERIE GENERALE Data: 09/10/2013 PIANO NAZIONALE ENAC PER LA GESTIONE DELLE EMERGENZE CONCERNENTI L INCIDENTE AEREO BOZZA Le Circolari contengono interpretazioni e metodi accettabili di conformità

Dettagli

I PROCESSI MANUTENTIVI IN AEROPORTO

I PROCESSI MANUTENTIVI IN AEROPORTO MaintenanceStories 2013 Kilometro Rosso 13 Novembre 2013 I PROCESSI MANUTENTIVI IN AEROPORTO Ing. Felice Cottino Presidente dell Osservatorio sulle attività di Manutenzione degli Aeroporti INDICE Premessa

Dettagli

25 TROFEO CITTA DI LUGO

25 TROFEO CITTA DI LUGO 25 TROFEO CITTA DI LUGO Aeroporto Lugo di Romagna (LIDG) 08-09-10-11 Luglio 2010 Gara di acrobazia aerea Per i giudici di gara Per i partecipanti 1 NORME PER LE OPERAZIONI DI VOLO 2 PARTE PRIMA NORME PER

Dettagli

SEI SICURO CHE I TUOI CARRELLISTI SIANO IN REGOLA?

SEI SICURO CHE I TUOI CARRELLISTI SIANO IN REGOLA? SEI SICURO CHE I TUOI CARRELLISTI SIANO IN REGOLA? Nel 2013 è entrata in vigore una nuova norma che impone al datore di lavoro di provvedere alla formazione degli operatori carrellisti secondo specifiche

Dettagli

Regolamento Scuole di Motociclismo della Federazione Motociclistica Italiana

Regolamento Scuole di Motociclismo della Federazione Motociclistica Italiana Regolamento Scuole di Motociclismo della Federazione Motociclistica Italiana Approvato con deliberazione n. 519 assunta dal Consiglio Federale n. 17 del 22-23 giugno 2012 e successivamente modificato con

Dettagli

Apparecchi di sollevamento - Ascensori

Apparecchi di sollevamento - Ascensori Apparecchi di sollevamento - Ascensori APPARECCHI DI SOLLEVAMENTO Definizioni e classificazioni Per apparecchio di sollevamento si intende un apparecchio destinato ad effettuare un ciclo di sollevamento

Dettagli

Ruolo e responsabilità del dirigente scolastico in ordine alla prevenzione e sicurezza sul lavoro. Modena, 30 ottobre 2009

Ruolo e responsabilità del dirigente scolastico in ordine alla prevenzione e sicurezza sul lavoro. Modena, 30 ottobre 2009 Ruolo e responsabilità del dirigente scolastico in ordine alla prevenzione e sicurezza sul lavoro Modena, 30 ottobre 2009 Decreto Legislativo 3 agosto 2009, n. n. 106 "Disposizioni integrative e correttive

Dettagli

REGISTRO DELLA MANUTENZIONE PROGRAMMATA DI MACCHINE ED ATTREZZATURE IN EDILIZIA

REGISTRO DELLA MANUTENZIONE PROGRAMMATA DI MACCHINE ED ATTREZZATURE IN EDILIZIA REGISTRO DELLA MANUTENZIONE PROGRAMMATA DI MACCHINE ED ATTREZZATURE IN EDILIZIA N Verifica Addetto al controllo 1 Gru a torre Verifica dei comandi, funi, freni, lubrificazione e microswitch di fine corsa

Dettagli

IMPRESA SICURA s.r.l.

IMPRESA SICURA s.r.l. REGISTRO DEI CONTROLLI E DELLA MANUTENZIONE ANTINCENDIO ai sensi del D.P.R. 151/2011 IMPRESA SICURA s.r.l. Via N. Bixio n. 6 47042 - Cesenatico (FC) Tel. 0547.675661 - Fax. 0547.678877 e-mail: info@impresasicurasrl.it

Dettagli

Speciale Manovra Monti di Andrea Bongi. La tassazione sui beni di lusso

Speciale Manovra Monti di Andrea Bongi. La tassazione sui beni di lusso Speciale Manovra Monti di Andrea Bongi La tassazione sui beni di lusso Alla Manovra Monti non sfuggono i beni di lusso. Nelle disposizioni contenute nell articolo16 del D.L. n.201/11 risultano, infatti,

Dettagli

PROTOCOLLO DI INTESA. UNASCA Unione nazionale Autoscuole & Studi Consulenza Automobilistica. ASC Srl Automotive Safety Centre

PROTOCOLLO DI INTESA. UNASCA Unione nazionale Autoscuole & Studi Consulenza Automobilistica. ASC Srl Automotive Safety Centre PROTOCOLLO DI INTESA UNASCA Unione nazionale Autoscuole & Studi Consulenza Automobilistica ASC Srl Automotive Safety Centre PROTOCOLLO DI INTESA Il giorno 24 Settembre 2007 presso la sede operativa della

Dettagli

ALBO degli. edizione anno 2010

ALBO degli. edizione anno 2010 ALBO degli Istruttori di Guida REGOLAMENTO edizione anno 2010 Approvato dal Consiglio Federale n.10 del 24 settembre 2010 con delibera n.234 e successive integrazioni operate dal Consiglio Federale n.

Dettagli

I.T.S.O.S. ALBE STEINER Via S. Dionigi, 36 Milano a.s. 2014-2015 PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE (PAI)

I.T.S.O.S. ALBE STEINER Via S. Dionigi, 36 Milano a.s. 2014-2015 PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE (PAI) Premessa e Normativa I.T.S.O.S. ALBE STEINER Via S. Dionigi, 36 Mila a.s. 2014-2015 PIANO ANNUALE PER L INCLUSIONE (PAI) L obiettivo di una scuola sempre più incluva è perseguibile solo rispondendo in

Dettagli

ICAO Doc 9774 - Manual On Certification Of Aerodromes

ICAO Doc 9774 - Manual On Certification Of Aerodromes ICAO Doc 9774 - Manual On Certification Of Aerodromes ENAC Prevede l obbligo della certificazione per tutti gli aeroporti ove viene svolta una attività di Trasporto Pubblico con velivoli con 10 posti o

Dettagli

QUESTIONARIO SULLA RESPONSABILITÀ VERSO TERZI DALL USO DI AEROMOBILI A PILOTAGG I O REMOTO ( APR)

QUESTIONARIO SULLA RESPONSABILITÀ VERSO TERZI DALL USO DI AEROMOBILI A PILOTAGG I O REMOTO ( APR) QUESTIONARIO SULLA RESPONSABILITÀ VERSO TERZI DALL USO DI AEROMOBILI A PILOTAGG I O REMOTO ( APR) NOME E COGNOME DEL PROPONENTE (COLUI CHE CONTRAE): INDIRIZZO: CODICE FISCALE/P.IVA: NOME E COGNOME DELL

Dettagli

Valutazione a.a. 2012-13 in % C. di L. Mag. in SCIENZE RIABILITATIVE DELLE PROFESSIONI SANITARIE

Valutazione a.a. 2012-13 in % C. di L. Mag. in SCIENZE RIABILITATIVE DELLE PROFESSIONI SANITARIE Valutazione a.a. 2012-13 in % C. di L. Mag. in SCIENZE RIABILITATIVE DELLE PROFESSIONI SANITARIE DOMANDA NR. Decisame nte Più che SI Più SI che Decisame nte SI Non previste 1) Il carico di studio complessivo

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO COD. 4.1.

PROGRAMMA DEL CORSO COD. 4.1. PROGRAMMA DEL CORSO COD. 4.1. IL CARRELLO ELEVATORE SEMOVENTE CON CONDUCENTE A BORDO CARRELLI INDUSTRIALI SEMOVENTI (D. Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 art. 73 Allegato VI Accordo Stato Regioni del 22/02/2012)

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE DI INSEGNANTE ED ISTRUTTORE DI SCUOLA GUIDA

REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE DI INSEGNANTE ED ISTRUTTORE DI SCUOLA GUIDA AREA ATTIVITA PRODUTTIVE E SVILUPPO DEL TERRITORIO FUNZIONE MOTORIZZAZIONE CIVILE REGOLAMENTO PER IL CONSEGUIMENTO DELL ABILITAZIONE DI INSEGNANTE ED ISTRUTT DI SCUOLA GUIDA Approvato con Deliberazione

Dettagli

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO

RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI TEMPORANEE DI PUBBLICO SPETTACOLO C O M U N E D I R O V E R B E L L A Via Solferino e San Martino, 1 46048 Roverbella Tel. 0376/6918220 Fax 0376/694515 PEC PROTOCOLLO : roverbella.mn@legalmail.it RICHIESTA RILASCIO LICENZA PER MANIFESTAZIONI

Dettagli

D I R I T T I E T A R I F F E

D I R I T T I E T A R I F F E DIRITTI E TARIFFE Edizione Dicembre 2013 DEFINIZIONE DEI TERMINI Definizione dei termini Società il soggetto cui spetta l esecuzione delle operazioni aeroportuali. Vettore la persona giuridica che svolge

Dettagli

AUTORIZZAZIONE DEGLI STUDI PROFESSIONALI MEDICI ED ODONTOIATRICI INDIRIZZI PER LA DEFINIZIONE DELL ELENCO DEI DOCUMENTI

AUTORIZZAZIONE DEGLI STUDI PROFESSIONALI MEDICI ED ODONTOIATRICI INDIRIZZI PER LA DEFINIZIONE DELL ELENCO DEI DOCUMENTI ALLEGATO 2 AUTORIZZAZIONE DEGLI STUDI PROFESSIONALI MEDICI ED ODONTOIATRICI INDIRIZZI PER LA DEFINIZIONE DELL ELENCO DEI DOCUMENTI Contenuto: 1. indicazioni generali, 2. elenco dei requisiti che prevedono

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO COD.1.3

PROGRAMMA DEL CORSO COD.1.3 PROGRAMMA DEL CORSO COD.1.3 LE PIATTAFORME DI LAVORO MOBILI ELEVABILI PLE CON E SENZA STABILIZZATORI (D. Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 art. 73 Allegato VI Accordo Stato Regioni del 22/02/2012) Durata del corso

Dettagli

Flight following 118 ELISOCCORSO FRIULI VENEZIA GIULIA. PIANO DI EMERGENZA: Flight following

Flight following 118 ELISOCCORSO FRIULI VENEZIA GIULIA. PIANO DI EMERGENZA: Flight following 118 ELISOCCORSO FRIULI VENEZIA GIULIA PIANO DI EMERGENZA: Flight following Redatto a cura di Centrale Operativa 118 - Elisoccorso Regione F.V.G. PRIMA EDIZIONE OTTOBRE 2001 Edizione ottobre 2001 1 2 FLIGHT

Dettagli

Le lavorazioni in quota sono, per loro natura, estremamente pericolose per gli addetti ai lavori, che sono esposti al rischio di caduta dall alto.

Le lavorazioni in quota sono, per loro natura, estremamente pericolose per gli addetti ai lavori, che sono esposti al rischio di caduta dall alto. I PONTEGGI: il PIMUS Le lavorazioni in quota sono, per loro natura, estremamente pericolose per gli addetti ai lavori, che sono esposti al rischio di caduta dall alto. Un recente decreto, il D.Lgs235 del

Dettagli

PROGRAMMA DEL CORSO COD. 4.1.

PROGRAMMA DEL CORSO COD. 4.1. PROGRAMMA DEL CORSO COD. 4.1. IL CARRELLO ELEVATORE SEMOVENTE CON CONDUCENTE A BORDO CARRELLI INDUSTRIALI SEMOVENTI (D. Lgs. 9 aprile 2008 n. 81 art. 73 Allegato VI Accordo Stato Regioni del 22/02/2012)

Dettagli

il Ca n t i e r e Sic u r o Notiziario del Comitato Paritetico Territoriale di Brescia e provincia per l edilizia

il Ca n t i e r e Sic u r o Notiziario del Comitato Paritetico Territoriale di Brescia e provincia per l edilizia il Ca n t i e r e Sic u r o Notiziario del Comitato Paritetico Territoriale di Brescia e provincia per l edilizia informazioni per la sicurezza in cantiere 02 Comitato paritetico territoriale di Brescia

Dettagli

CARNEVALE CITTÀ DI GUSPINI C H I E D E

CARNEVALE CITTÀ DI GUSPINI C H I E D E Via San Nicolò, n. 17-09036 GUSPINI - VS (C.F. 91003110920) Cell. 3342372367-Tel/Fax 070970384 www.prolocoguspini.it prolocoguspini@gmail.com CARNEVALE CITTÀ DI GUSPINI 25^ CAMBAS DE LINNA 2015 15^RADUNO

Dettagli

Contenuti dei corsi per operati di PLE

Contenuti dei corsi per operati di PLE Contenuti dei corsi per operati di PLE I contenuti del corso IPAF per operatori di PLE sono i medesimi indicati nell allegato III dell Accordo sia per quanto riguarda i moduli teorici (modulo giuridico-normativo

Dettagli

CORSI DI FORMAZIONE 1

CORSI DI FORMAZIONE 1 CORSI DI FORMAZIONE 1 2 CORSI PER ADDETTI ANTINCENDIO Questa lezione costituisce il Corso obbligatorio per tutti i lavoratori che svolgono incarichi relativi alla prevenzione incendi, lotta antincendio

Dettagli

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento.

IL DIRETTORE DELL AGENZIA. In base alle attribuzioni conferitegli dalle norme riportate nel seguito del presente provvedimento. N.2011/165979 Modalità e termini di comunicazione all'anagrafe Tributaria dei dati relativi ai contratti stipulati dalle società di leasing, nonché dagli operatori commerciali che svolgono attività di

Dettagli

Su proposta dell Assessore alle Politiche per la Salute; A voti unanimi e palesi D E L I B E R A

Su proposta dell Assessore alle Politiche per la Salute; A voti unanimi e palesi D E L I B E R A Prot. n. (PRC/05/30252) Visti: LA GIUNTA DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA - il Decreto Legislativo 17 marzo 1995, n. 230 e successive modificazioni e integrazioni, recante Attuazione delle direttive 89/618/EURATOM,

Dettagli

COMUNICAZIONE CESSIONE ATTIVITA AUTOSCUOLA

COMUNICAZIONE CESSIONE ATTIVITA AUTOSCUOLA SERVIZIO TRASPORTI COMUNICAZIONE CESSIONE ATTIVITA AUTOSCUOLA ALLA PROVINCIA DI TORINO ATTENZIONE Questo modulo contiene dichiarazioni sostitutive rese ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. 28.12.2000

Dettagli

SCHEDA DI AUTOVALUTAZIONE AZIENDALE FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN MATERIA DI IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO

SCHEDA DI AUTOVALUTAZIONE AZIENDALE FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN MATERIA DI IGIENE E SICUREZZA SUL LAVORO SCHEDA DI AUTOVALUTAZIONE AZIENDALE FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN MATERIA DI IGIENE E CUREZZA SUL LAVORO AZIENDA BENNI PAOLO ASSETTO E STRUTTURE DI PREVENZIONE Servizio Prevenzione e Protezione Nomina RSPP:

Dettagli

Le modalità di verifica e controllo degli apparecchi di sollevamento secondo la normativa tecnica vigente

Le modalità di verifica e controllo degli apparecchi di sollevamento secondo la normativa tecnica vigente Le modalità di verifica e controllo degli apparecchi di sollevamento secondo la normativa tecnica vigente Dott.ing. Roberto Cianotti Presidente Commissione UNI Apparecchi di sollevamento Bologna - Ambiente

Dettagli

Oggetto: Circolare esplicativa relativa alle polizze assicurative infortuni 2012.

Oggetto: Circolare esplicativa relativa alle polizze assicurative infortuni 2012. Milano, 16 Dicembre 2011 Pagina 1 di 5 Agli Istruttori e alle Scuole di Alpinismo, Scialpinismo Sciescursionismo e Arrampicata libera del Club Alpino Italiano Ai Presidenti degli OTTO della CNSASA Alla

Dettagli

d.lgs. 626/94 Sicurezza e salute dei lavoratori Vademecum per il titolare di farmacia Riepilogo adempimenti - modulistica

d.lgs. 626/94 Sicurezza e salute dei lavoratori Vademecum per il titolare di farmacia Riepilogo adempimenti - modulistica d.lgs. 626/94 Sicurezza e salute dei lavoratori Vademecum per il titolare di farmacia Riepilogo adempimenti - modulistica A cura dell ufficio legale della Federfarma INDICE 1. Ambito di applicazione p.3

Dettagli