I PIU LEGGERI DELL ARIA: DIRIGIBILI E PALLONI

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I PIU LEGGERI DELL ARIA: DIRIGIBILI E PALLONI"

Transcript

1 1 I PIU LEGGERI DELL ARIA: DIRIGIBILI E PALLONI Basilio Di Martino Treviso, 5 novembre 2012

2 2 SUCCESSIONE DEGLI ARGOMENTI I DIRIGIBILI La situazione iniziale Il biennio difficile ( ) La rinascita ( ) I PALLONI-OSSERVATORIO La situazione iniziale Lo sviluppo della specialità Palloni sul Piave

3 I 3 DIRIGIBILI Ferrara, il dirigibile M8 in uscita dall hangar

4 4 LE AERONAVI Tipo P (Piccolo) mc Velocità km/ Quota operativa metri Carico bellico 100 kg Autonomia 7 ore, raggio d azione 175 km/h Tipo M (Medio) mc Velocità km/h Quota operativa metri Carico bellico kg Autonomia 10 ore, raggio d azione 300 km 1 ora di moto = 100 metri di quota

5 5 I CANTIERI Cantieri di manovra Regio Esercito: Boscomantico (Verona), Campalto (Venezia), con due hangar, Casarsa (in costruzione) Regia Marina: Jesi, Ferrara, Grottaglie (in costruzione) Cantieri d armamento Mirafiori (Torino), Vigna di Valle, Baggio (Milano), Ciampino (in costruzione), Pontedera (in costruzione) L hangar metallico di Casarsa, operativo nell estate del 1915

6 6 LO SCHIERAMENTO Regio Esercito M1 (Campalto) P4 (Campalto) P5 (Boscomantico) M3 (Vigna di Valle) M4 in costruzione Regia Marina Città di Jesi V1 (Ferrara) Città di Ferrara M2 (Jesi) Il dirigibile V1 della Regia Marina Il dirigibile M1 a Vigna di Valle

7 7 IL BIENNIO DIFFICILE ( ) 1917) Il cantiere dirigibili di Ferrara in costruzione

8 8 Le aeronavi agiscono isolate nelle notti senza luna. Quote di navigazione superiori ai metri e proiettate oltre i Conferma della forte suscettibilità alle condizioni atmosferiche, soprattutto al vento (limite 8-10 m/s). Frequenti inconvenienti ai motori. Sostanziale fallimento del tipo V, troppo pesante, e del tipo F4, penalizzato anche dai motori. Dirigibili tipo P in hangar

9 Scelta non ottimale dei 9 bersagli, con tendenza dell esercito ad impiegare le aeronavi in un ruolo tattico, senza alcun reale risultato Impiego delle aeronavi della marina meglio finalizzato ma non coerente con le caratteristiche dei mezzi, e del tutto discontinuo Aspettative deluse, scarsi risultati e perdite dolorose: M2 e V M4 in azione, P6 in hangar M3, M10, M12 in azione, M13, M8 in hangar Il dirigibile V1 (Città di Jesi) abbattuto in mare davanti a Pola il 6 agosto 1915

10 Le 10 soluzioni: incremento delle prestazioni in termini di quota, per sfuggire alla contraerea, con conseguente sviluppo del tipo M Alta Quota ottimizzazione dei motori puntando sui modelli di derivazione Maybach da cv Incremento dell armamento difensivo nuovi criteri di impiego La postazione difensiva dorsale prevista sui dirigibili tipo M Alta Quota

11 11 LA RINASCITA ( ) 1918)

12 12 LA RICERCA DELL ALTA QUOTA Tipo M (M1 M6, M9) - quota operativa massima metri V2 (dicembre 1915) - capacità teorica di salire a metri - capacità dimostrata di salire a metri F4 (settembre 1916) - obiettivo di progetto metri - capacità dimostrata di salire a metri Tipo M Alta Quota (M7, M8, M10 M19) - obiettivo di progetto metri - capacità dimostrata di salire oltre i metri F5 F6 - capacità dimostrata di salire oltre i metri

13 13 I NUOVI CRITERI DI IMPIEGO Impiego accentrato, come componente delle forze di attacco a disposizione del Comando Supremo Costituzione (agosto 1917) di un Comando Cantieri Dirigibili (magg. Giuseppe Valle) con il compito di - dare unità di indirizzo alla loro azione Ottimizzazione degli obiettivi privilegiando l organizzazione logistica dell avversario - terminali ferroviari - centri di raccolta Nessuna concessione ad ipotesi di rappresaglia AZIONE CONTRO FORZE NON CONTRO VALORE

14 Nel 14 dicembre 1917 ridefinizione dei programmi delle nuove costruzioni a causa delle forti spese forse non in completa relazione con il loro rendimento. Decisa la costruzione dei soli dirigibili già in allestimento o per i quali vi fossero impegni presi: Regio Esercito: 4 M.A. in servizio, 1 M.A., 2 F (F5 e F6) e 1 A in previsione Regia Marina: 3 M.A. in servizio, 2 M.A. e 2 A in previsione, forte incremento aeronavi da esplorazione. Il dirigibile Forlanini F6 Dirigibili Esploratori

15 15 IL PATTUGLIAMENTO MARITTIMO Minaccia sottomarina sempre più consistente anche nelle acque del Mediterraneo Necessità di assicurare la sorveglianza delle rotte (in particolare costiere ed ingresso / uscita dai porti) e la scorta convogli, con mezzi ad alta autonomia e con buone capacità di scoperta Sviluppo a partire dal 1916 di una flotta di dirigibili esploratori, di consistenza di gran lunga superiore a quella della flotta da bombardamento Forte suscettibilità alle condizioni atmosferiche Nessuna nave scortata persa

16 16 LE OPERAZIONI DEL 1918 Impiego razionale, nel quadro di un concetto operativo ben definito privilegiando le operazioni di controaviazione e di interdizione. Intensa attività di propaganda sul nemico Significativo contenimento delle perdite (M17 e A1) Notevole incremento di attività nell ultimo anno di guerra (207 missioni dall agosto 1917, 45 nei due anni precedenti) Possibilità del mezzo esaltate dalle caratteristiche degli obiettivi e dalla tipologia di contrasto Problemi tecnici ed operativi comunque evidenti (limitazioni ambientali, costo di esercizio)

17 17 I PALLONI-OSSERVATORIO OSSERVATORIO

18 18 GLI SVILUPPI INIZIALI Organizzazione consolidata da 30 anni di esperienza - 6 sezioni campali - 4 sezioni da fortezza - 3 sezioni d artiglieria Drachen ormeggiato Osservazione del campo di battaglia Osservazione del tiro a favore dei medi e grossi calibri Schieramento proiettato verso l Isonzo, per compensare la mancanza di buoni osservatori naturali Campi d ascensione distanti 4-5 km dalle linee nemiche, per sottrarli all azione dell artiglieria Attivazione di una efficiente struttura logistica

19 19 LA CRESCITA DELLA SPECIALITA Graduale potenziamento della specialità che nell aprile 1917 era strutturata su 18 sezioni campali e 3 da fortezza, inquadrate in 4 gruppi assegnati alle armate 1ª (I Gruppo) 2ª, (II), 3ª (III e IV) e alla piazza di Venezia (V). Perfezionamento delle procedure per l osservazione del tiro e dell organizzazione logistica, in particolare per l idrogeno e gli involucri. Distribuzione del paracadute agli osservatori in navicella e potenziamento delle difese con armi contraeree e crociere di protezione della caccia. Buon rendimento del servizio aerostatico durante le battaglie dell Isonzo.

20 20 PALLONI SUL PIAVE Nel novembre 1917 il servizio contava 20 sezioni campali, 2 sezioni natanti, 3 sezioni da fortezza, 3 sezioni per ostruzioni aeree, 2 da marina, distribuite in 8 gruppi. Nel 1918 il drachen fu sostituito dal pallone Avorio-Prassone più stabile e di maggiore capacità ascensionale (1.100 mc/2.300 metri di quota). Distribuite a livello di corpo d armata, e sul Piave anche di divisione, le sezioni aerostatiche ebbero un ruolo importante come organi di osservazione e collegamento grazie alla superiorità aerea italiana. Il 4 novembre 1918 le sezioni campali erano 44.

21 21 Pallone osservatorio tipo Avorio-Prassone

L AVVENTURA DEL DIRIGIBILE

L AVVENTURA DEL DIRIGIBILE 1 L AVVENTURA DEL DIRIGIBILE Gen. Isp. Basilio Di Martino Firenze, 6 aprile 2017 2 SUCCESSIONE DEGLI ARGOMENTI La guerra di Libia La situazione iniziale Il biennio difficile (1915-1917) La rinascita (1917-1918)

Dettagli

L AVIAZIONE ITALIANA E IL PROBLEMA DELLA GUERRA DI TRINCEA

L AVIAZIONE ITALIANA E IL PROBLEMA DELLA GUERRA DI TRINCEA 1 L AVIAZIONE ITALIANA E IL PROBLEMA DELLA GUERRA DI TRINCEA Caudron G.3 in volo sulla testa di ponte di Gorizia Gen. Isp. Basilio Di Martino 2 SUCCESSIONE DEGLI ARGOMENTI La situazione iniziale Il servizio

Dettagli

Ministero della Difesa Direzione Generale per il Personale Militare I Reparto

Ministero della Difesa Direzione Generale per il Personale Militare I Reparto Ministero della Difesa Direzione Generale per il Personale Militare I Reparto Concorso Interno, per titoli ed esami, a 40 posti per l ammissione al 21 corso di aggiornamento e formazione professionale

Dettagli

Achilles Ajax. Exeter

Achilles Ajax. Exeter Scenografie Il quadrante di mare in cui si svolgerà la battaglia rappresenta schematicamente la situazione del Rio della Plata: due profili costieri chiudono i lati lunghi e sono presenti due secche nella

Dettagli

Indice-Sommario. Premessa alla sesta edizione Premessa alla quarta edizione. Introduzione. Ius ad bellum, ius in bello, disarmo 19

Indice-Sommario. Premessa alla sesta edizione Premessa alla quarta edizione. Introduzione. Ius ad bellum, ius in bello, disarmo 19 Indice-Sommario Premessa alla sesta edizione XIII Premessa alla quinta edizione XV Premessa alla quarta edizione XVII Premessa alla terza edizione XIX Premessa alla seconda edizione XXI Premessa alla prima

Dettagli

LA STAZIONE RADIOCAMPALE R.T.310 BIGA (1939) DI ASSISTENZA AL VOLO NELLA 2 G.M. Premessa

LA STAZIONE RADIOCAMPALE R.T.310 BIGA (1939) DI ASSISTENZA AL VOLO NELLA 2 G.M. Premessa LA STAZIONE RADIOCAMPALE R.T.310 BIGA (1939) DI ASSISTENZA AL VOLO NELLA 2 G.M. Premessa Fra tutte le armi impiegate nello scorso secolo l'aeroplano fu la più rivoluzionaria, che condizionò molto spesso

Dettagli

DIRITTO INTERNAZIONALE DEI CONFLITTI ARMATI

DIRITTO INTERNAZIONALE DEI CONFLITTI ARMATI NATALINO RONZITTI DIRITTO INTERNAZIONALE DEI CONFLITTI ARMATI G. GIAPPICHELLI EDITORE - TORINO Indice-Sommario Premessa Principali abbreviazioni 1 Elenco delle opere citate (con il solo nome dell'autore)

Dettagli

L AVVENTURA DEL DIRIGIBILE

L AVVENTURA DEL DIRIGIBILE L AVVENTURA DEL DIRIGIBILE Nei primi anni del XX secolo la possibilità di sfruttare la terza dimensione con un autonomia e una capacità di carico ben superiori a quelle dei primi velivoli attirò sul dirigibile

Dettagli

ATTI PARLAMENTARI XVII LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI DELIBERAZIONE

ATTI PARLAMENTARI XVII LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI DELIBERAZIONE ATTI PARLAMENTARI XVII LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI Doc. CCL n. 2 DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI IN MERITO ALLA PARTECIPA- ZIONE DELL ITALIA ALLA MISSIONE INTERNAZIONALE IN SUPPORTO ALLA GUARDIA

Dettagli

"Il Porto di Venezia: passato, presente e futuro"

Il Porto di Venezia: passato, presente e futuro Autorità Portuale di Venezia "Il Porto di Venezia: passato, presente e futuro" Ferrara, 25 settembre 2015 Evoluzione del porto a Venezia Il Progetto Coen-Cagli 1917 1904: proposta del Genio Civile per

Dettagli

La resa a Passo Halfaya 17 gennaio 1942

La resa a Passo Halfaya 17 gennaio 1942 La resa a Passo Halfaya 17 gennaio 1942 Il 17 gennaio 1942, alle ore 9.00, il presidio dell Asse di Passo Halfaya si arrese agli Alleati, poco prima del possibile attacco finale che avrebbe dovuto a catturare

Dettagli

Prontezza operativa e sicurezza marittima al servizio del Paese. M ARINAdella

Prontezza operativa e sicurezza marittima al servizio del Paese. M ARINAdella Mare Aperto Prontezza operativa e sicurezza marittima al servizio del Paese Il 2 marzo le acque del Tirreno meridionale e dello Ionio hanno visto l avvio dell esercitazione Mare Aperto 2015 e la ripresa

Dettagli

IL METANO VIA MARE UNA RISORSA PER LA SARDEGNA. Chicco Porcu - Associate Partner Workshop - GNL COME E PERCHE Porto Torres 20 marzo 2015

IL METANO VIA MARE UNA RISORSA PER LA SARDEGNA. Chicco Porcu - Associate Partner Workshop - GNL COME E PERCHE Porto Torres 20 marzo 2015 IL METANO VIA MARE UNA RISORSA PER LA SARDEGNA Chicco Porcu - Associate Partner Workshop - GNL COME E PERCHE Porto Torres 20 marzo 2015 Battelle 21 A.G. è una società di ricerca e consulenza che svolge

Dettagli

DIRITTOINTERNAZIONALE DEI CONFLITTIARMATI

DIRITTOINTERNAZIONALE DEI CONFLITTIARMATI NATALINO RONZITTI DIRITTOINTERNAZIONALE DEI CONFLITTIARMATI Seconda edizione G. GIAPPICHELLI EDITORE - TORINO Indice-Sommario Premessa alia seconda edizione XIII Premessa alia prima edizione XV Abbreviazioni

Dettagli

PROGETTO PER UN TERMINAL MERCI AL LARGO DELLA COSTA DI PORTO LEVANTE, ROVIGO

PROGETTO PER UN TERMINAL MERCI AL LARGO DELLA COSTA DI PORTO LEVANTE, ROVIGO PROGETTO PER UN TERMINAL MERCI AL LARGO DELLA COSTA DI PORTO LEVANTE, ROVIGO PROPOSTA DI PROJECT FINANCING PER LA REALIZZAZIONE DI UN TERMINAL MERCI AL LARGO DELLA COSTA DI PORTO LEVANTE NELLA PROVINCIA

Dettagli

P R O G E T T O P E R U N T E R M IN A L M E R C I A L L A R G O D E L L A C O S TA D I PO R TO L E VA N T E, R O V IG O

P R O G E T T O P E R U N T E R M IN A L M E R C I A L L A R G O D E L L A C O S TA D I PO R TO L E VA N T E, R O V IG O P R O G E T T O P E R U N T E R M IN A L M E R C I A L L A R G O D E L L A C O S TA D I PO R TO L E VA N T E, R O V IG O P R O P O S T A D I P R O J E C T F IN A N C IN G P E R L A R E A L IZ Z A Z IO

Dettagli

STATO MAGGIORE DELLA DIFESA Ufficio Generale del Capo di Stato Maggiore Ufficio Pubblica Informazione SCHEDA NOTIZIE RELATIVA ALLA

STATO MAGGIORE DELLA DIFESA Ufficio Generale del Capo di Stato Maggiore Ufficio Pubblica Informazione SCHEDA NOTIZIE RELATIVA ALLA STATO MAGGIORE DELLA DIFESA Ufficio Generale del Capo di Stato Maggiore Ufficio Pubblica Informazione SCHEDA NOTIZIE RELATIVA ALLA PARTECIPAZIONE ITALIANA AD ACCORDI BILATERALI OPERAZIONE ALBANIA 2 28

Dettagli

Ministero della Difesa Direzione Generale per il Personale Militare I Reparto

Ministero della Difesa Direzione Generale per il Personale Militare I Reparto Ministero della Difesa Direzione Generale per il Personale Militare I Reparto Concorso Interno, per titoli ed esami, a 40 posti per l ammissione al 21 corso di aggiornamento e formazione professionale

Dettagli

MARINA MILITARE ITALIANA. Comando in Capo della Squadra Navale C I N C N A V

MARINA MILITARE ITALIANA. Comando in Capo della Squadra Navale C I N C N A V MARINA MILITARE ITALIANA Comando in Capo della Squadra Navale L impegno della Marina Militare e dell Unione Europea nella lotta alla pirateria marittima L IMPEGNO DELLA MARINA MILITARE L'impegno della

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 460

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica XVI LEGISLATURA N. 460 Senato della Repubblica LEGISLATURA N. 460 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore CICOLANI COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 12 MAGGIO 2008 (*) Riordino del sistema aeroportuale della capitale ed istituzione

Dettagli

Andamento della mobilità ciclistica a Milano

Andamento della mobilità ciclistica a Milano Andamento della mobilità ciclistica a Milano I risultati di un indagine autogestita sull uso della bicicletta in città dal 2008 ad oggi (resoconto annuale 2015) π POLINOMIA Polinomia srl Via Nino Bixio,

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA/DNA DIREZIONE ARMAMENTI AERONAUTICI E PER L AERONAVIGABILITA

MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA/DNA DIREZIONE ARMAMENTI AERONAUTICI E PER L AERONAVIGABILITA MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA/DNA DIREZIONE ARMAMENTI AERONAUTICI E PER L AERONAVIGABILITA Illustrare le tecnologie attualmente impiegate nei sistemi anti- APR ed identificare

Dettagli

Luogo del corso : il Baltico, il Mediterraneo o il Mar Nero (a secondo del momento).

Luogo del corso : il Baltico, il Mediterraneo o il Mar Nero (a secondo del momento). CORSO "Anfibio" Il compito principale di questo corso è: Insegnare le competenze di base di lavoro con un respiratore (BA), immersioni fino a 18 metri in varie condizioni. Riceverete il primo certificato

Dettagli

loro installazione. alla fine del mese di agosto.

loro installazione. alla fine del mese di agosto. Studi / progetti / opere 51 Opere alle bocche di porto per la regolazione delle maree in laguna. Interventi in corso (agosto 2005) Premessa La costruzione del sistema di difesa dalle acque alte prevede

Dettagli

Le Aree Logistiche Integrate Un percorso partenariale di crescita. Ing. Aglaia Murgia Area Progetti e Strumenti Ufficio 2 - Infrastrutture e Ambiente

Le Aree Logistiche Integrate Un percorso partenariale di crescita. Ing. Aglaia Murgia Area Progetti e Strumenti Ufficio 2 - Infrastrutture e Ambiente Le Aree Logistiche Integrate Un percorso partenariale di crescita Ing. Aglaia Murgia Area Progetti e Strumenti Ufficio 2 - Infrastrutture e Ambiente Roma 24 maggio 2017 Le indicazioni dell Europa Strategia

Dettagli

Senato della Repubblica

Senato della Repubblica Senato della Repubblica Commissioni riunite Lavori pubblici e Industria Audizione informale nell'ambito dell'esame dell'atto del Governo n. 337 sulla Realizzazione di un'infrastruttura per i combustibili

Dettagli

GUARDIA DI FINANZA. Il ruolo del Comparto Aeronavale della Guardia di Finanza nelle Maxi Emergenze di Protezione Civile. Cap. pil.

GUARDIA DI FINANZA. Il ruolo del Comparto Aeronavale della Guardia di Finanza nelle Maxi Emergenze di Protezione Civile. Cap. pil. GUARDIA DI FINANZA Il ruolo del Comparto Aeronavale della Guardia di Finanza nelle Maxi Emergenze di Protezione Civile Cap. pil. Giacomo Di Cosimo Aeroporto Cinquale di Massa 14/05/2015 Indice degli argomenti

Dettagli

SISTEMA AV/AC: CONFRONTI ED EVOLUZIONI EFFETTI INTRODUZIONE AV SU ALTRE RETI EUROPEE

SISTEMA AV/AC: CONFRONTI ED EVOLUZIONI EFFETTI INTRODUZIONE AV SU ALTRE RETI EUROPEE Nota per la stampa SISTEMA AV/AC: CONFRONTI ED EVOLUZIONI Bologna, 16 dicembre 2007 IL RAFFRONTO CON FRANCIA E GERMANIA FS AV DB ICE SNCF TGV Velocità max 300 km/h 300 km/h 320 km/h kmq 331.336 357.030

Dettagli

Andamento della mobilità ciclistica a Milano

Andamento della mobilità ciclistica a Milano Andamento della mobilità ciclistica a Milano I risultati di un indagine autogestita sull uso della bicicletta in città dal 2008 ad oggi (aggiornamento 2014) π POLINOMIA Polinomia srl Via Poerio, 41 20124

Dettagli

Ordinanza concernente le norme di circolazione per aeromobili

Ordinanza concernente le norme di circolazione per aeromobili Ordinanza concernente le norme di circolazione per aeromobili (ONCA) Modifica del 25 ottobre 2006 Il Dipartimento federale dell ambiente, dei trasporti, dell energia e delle comunicazioni, ordina: I L

Dettagli

Il ruolo della Guardia Costiera nell attivit. attività di monitoraggio e tutela delle Tartarughe Marine

Il ruolo della Guardia Costiera nell attivit. attività di monitoraggio e tutela delle Tartarughe Marine Il ruolo della Guardia Costiera nell attivit attività di monitoraggio e tutela delle Tartarughe Marine C.C. (CP) Giuseppe MARZANO Capo Servizio Personale Marittimo, Attività Marittime e Contenzioso Capitaneria

Dettagli

Tale distanza è misurata da Cremona a faro Pila. L'uscita diretta a mare non è funzionale.

Tale distanza è misurata da Cremona a faro Pila. L'uscita diretta a mare non è funzionale. Descrizione generale Il fiume Po è l'asse centrale del sistema Idroviario Padano Veneto. La parte attualmente navigata va da Cremona al mare per una lunghezza di circa 280 km. Tale distanza è misurata

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA

MINISTERO DELLA DIFESA M_D GSGDNA 0045913 24-06-2015 MINISTERO DELLA DIFESA SEGRETARIATO GENERALE DELLA DIFESA E DIREZIONE NAZIONALE DEGLI ARMAMENTI I REPARTO 1 Ufficio Allegati: 1 Annessi: 1 Indirizzo Postale: via XX Settembre

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, ROMA

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, ROMA Diramazione fino a livello di Comando di corpo MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186-00143 Prot. M_D GMIL2 VDGM II 4 1 0196886 Roma, 11 luglio 2013

Dettagli

RELAZIONE PIANO PORTI E DEGLI ORMEGGI

RELAZIONE PIANO PORTI E DEGLI ORMEGGI allegato O alla deliberazione di Giunta Comunale n. del COMUNE DI BRENZONE RELAZIONE PIANO PORTI E DEGLI ORMEGGI (versione del 16.08.2010) ART. 1 OGGETTO Il presente Piano Porti e degli Ormeggi del Comune

Dettagli

S.S.D. CALCIO TUSCIA

S.S.D. CALCIO TUSCIA Categ. Giovanissimi Perfezioniamoci e specializziamoci Periodizzazione ed aspetti generali dagli 12 ai 14 anni IPOTETICA PROGRAMMAZIONE LOGISTICA DELL ATTIVITÁ DURATA DELL ATTIVITÁ Dal 15 di agosto a giugno

Dettagli

Primo incontro con il Partenariato Economico Tavolo Tecnico dell Area Logistica Integrata Campana Giancarlo Laguzzi - Presidente FerCargo

Primo incontro con il Partenariato Economico Tavolo Tecnico dell Area Logistica Integrata Campana Giancarlo Laguzzi - Presidente FerCargo Primo incontro con il Partenariato Economico Tavolo Tecnico dell Area Logistica Integrata ampana Giancarlo Laguzzi - Presidente Ferargo Napoli, 12 aprile 2017 1 riticità ed Ferargo riticità verso La Svizzera

Dettagli

CONCORRENZA TRA TRENO E AEREO

CONCORRENZA TRA TRENO E AEREO A cura di TRA consulting CONCORRENZA TRA TRENO E AEREO La costruzione della rete ad alta velocità ferroviaria ha avuto notevole successo nei vari Paesi in cui è stata introdotta, producendo come effetto

Dettagli

Gli impatti della manovra economica sul settore del trasporto pubblico locale. I risultati dell indagine ASSTRA. Roma, 14 luglio 2010

Gli impatti della manovra economica sul settore del trasporto pubblico locale. I risultati dell indagine ASSTRA. Roma, 14 luglio 2010 Gli impatti della manovra economica sul settore del trasporto pubblico locale I risultati dell indagine ASSTRA Roma, 14 luglio 2010 Ai fini del concorso delle autonomie territoriali agli obiettivi di finanza

Dettagli

Manifesti vari - Marina Militare

Manifesti vari - Marina Militare 001M Anonimo Raduno Nazionale Marinai 1939 1939 cm. 75x105 Nr. Identificativo collezione Salce 1612 002M Smg. Torelli al comando del Cap. Freg. P. Longobardo affonda quattro piroscafi 1941 Gennaio 1941

Dettagli

PREZZI CAMPUS VELICI ESTIVI PER I RAGAZZI (9-18 ANNI)

PREZZI CAMPUS VELICI ESTIVI PER I RAGAZZI (9-18 ANNI) PREZZI CAMPUS VELICI ESTIVI PER I RAGAZZI (9-18 ANNI) Corso di Navigazione Costiera (due settimane, base Casa del Mare, Palau): La prima settimana sulle derive si approfondisce la teorica e la pratica

Dettagli

Le grandi infrastrutture. Loggia di Banchi. Gennaio 2012

Le grandi infrastrutture. Loggia di Banchi. Gennaio 2012 Le grandi infrastrutture Loggia di Banchi Gennaio 2012 Premessa La metropolitana: oggi e domani Le interconnessioni con le altre modalità di trasporto Il nodo ferroviario genovese Il trasporto verticale

Dettagli

Il progetto di housing sociale della Immobiliare Veneziana

Il progetto di housing sociale della Immobiliare Veneziana Il progetto di housing sociale della Immobiliare Veneziana Venezia, 26.06.07 La Immobiliare Veneziana srl Il progetto social housing Lo scopo dell intervento consiste nella presentazione del progetto di

Dettagli

DETERMINAZIONE N. 692 DEL 15 Sett. 2006

DETERMINAZIONE N. 692 DEL 15 Sett. 2006 DETERMINAZIONE N. 692 DEL 15 Sett. 2006 Oggetto: Autorizzazione alla navigazione sul bacino artificiale del Mulargia a favore della M/T POLLUX della S.N.L. s.r.l. di Serramanna per il trasporto di persone.

Dettagli

ALLENAMENTO SPECIFICO DELL ALZATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE CREMONA, 21/04/2013 FEROLDI LUCA

ALLENAMENTO SPECIFICO DELL ALZATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE CREMONA, 21/04/2013 FEROLDI LUCA ALLENAMENTO SPECIFICO DELL ALZATORE CORSO ALLIEVO ALLENATORE CREMONA, 21/04/2013 FEROLDI LUCA ALLENAMENTO SPECIFICO DELL ALZATORE Il processo di identificazione delle attitudini tecniche consente di iniziare

Dettagli

LA CONTINUITÀ DIFENSIVA:

LA CONTINUITÀ DIFENSIVA: LA CONTINUITÀ DIFENSIVA: IL RECUPERO DEL PALLONE E LA TRANSIZIONE. I momenti Tattici - Tecnici da allenare Una Proposta di una seduta di Allenamento con Mezzi (esercizi) Mirati. Quale difesa? L unica e

Dettagli

Legge 189/1959 ORDINAMENTO DEL CORPO DELLA GUARDIA DI FINANZA

Legge 189/1959 ORDINAMENTO DEL CORPO DELLA GUARDIA DI FINANZA Legge 189/1959 ORDINAMENTO DEL CORPO DELLA GUARDIA DI FINANZA Articolo 1 1. Il Corpo della Guardia di Finanza dipende direttamente e a tutti gli effetti dal Ministro per le finanze. 2. Esso fa parte integrante

Dettagli

La prima Guerra Mondiale USA. ( ) L Europa divisa in due blocchi All inizio del secolo scorso (1900) l Europa era divisa in due parti:

La prima Guerra Mondiale USA. ( ) L Europa divisa in due blocchi All inizio del secolo scorso (1900) l Europa era divisa in due parti: La prima Guerra Mondiale ( 1914-1918) L Europa divisa in due blocchi All inizio del secolo scorso (1900) l Europa era divisa in due parti: 1 blocco Triplice Alleanza Dichiarò guerra Formata da Impero AustroUngarico,

Dettagli

La città di Venaria Reale

La città di Venaria Reale La città di Venaria Reale Il teleriscaldamento a Venaria Reale il progetto Riduzione delle spese di riscaldamento per i cittadini ed il Comune Riduzione dei costi di manutenzione per la dismissione delle

Dettagli

Cario Jean MANUALE DI STUDI STRATEGICI. FrancoAngeli. SUB Hamburg A/494143

Cario Jean MANUALE DI STUDI STRATEGICI. FrancoAngeli. SUB Hamburg A/494143 Cario Jean MANUALE DI STUDI STRATEGICI SUB Hamburg A/494143 FrancoAngeli Indice Introduzione pag. 13 1. Natura degli studi strategici» 13 2. Finalità degli studi strategici» 15 3. Principali dibattiti

Dettagli

L.T. FLUVIO-LOGISTIC

L.T. FLUVIO-LOGISTIC Luca Papi Business Plan per il Concorso di idee: L Idrovia Ferrarese diventa impresa Titolo del Business Plan: L.T. FLUVIO-LOGISTIC Impresa di Servizio Logistico per le PMI *Il mondo in cui viviamo *La

Dettagli

Camerun: infrastrutture dei trasporti

Camerun: infrastrutture dei trasporti + Camerun: infrastrutture dei trasporti Ottobre 2015 La situazione attuale Attualmente esiste un'unica ferrovia Yaoundé Ngaoundéré - Yaoundé Douala, formata da un solo binario non elettrificata e con scartamento

Dettagli

IMBARCAZIONE DA SOCCORSO

IMBARCAZIONE DA SOCCORSO IMBARCAZIONE DA SOCCORSO CARATTERISTICHE PRINCIPALI: SCAFO IN VETRORESINA RINFORZATA CARENA DI TIPO PLANANTE A V LUNGHEZZA FUORI TUTTO m 12,00 13,50 LARGHEZZA FUORI TUTTO m 3,30 4,50 BOTTAZZO TUBOLARE

Dettagli

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, ROMA

MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, ROMA Diramazione fino ai minimi livelli di Comandante di Corpo MINISTERO DELLA DIFESA DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE Viale dell Esercito, 186 00143 ROMA Prot. n. M_D GMIL II 6 1 0390180 28-07

Dettagli

Conferenziere: Ten. Gen. (r.) Gualtiero STEFANON

Conferenziere: Ten. Gen. (r.) Gualtiero STEFANON Conferenziere: Ten. Gen. (r.) Gualtiero STEFANON Conferenza commemorativa degli anniversari 60 della battaglia di El Alamein e 10 della scomparsa del Col. Paolo Caccia Dominioni di Sillavengo TRACCIA DELLA

Dettagli

Calcoliamo il tempo in cui la freccia arriva al punto C (punto di salvezza).

Calcoliamo il tempo in cui la freccia arriva al punto C (punto di salvezza). Problema 1 In un cortometraggio il topo armato di arco e freccia minaccia il gatto che fugge. Quando il gatto ha solo 10 metri davanti a sé per raggiungere la salvezza, il topo si ferma a 40 m dal gatto,

Dettagli

I PORTI E IL TRAFFICO CONTAINER IN ADRIATICO e IONIO. LE TENDENZE RECENTI

I PORTI E IL TRAFFICO CONTAINER IN ADRIATICO e IONIO. LE TENDENZE RECENTI I PORTI E IL TRAFFICO CONTAINER IN ADRIATICO e IONIO. LE TENDENZE RECENTI Ida Simonella Ancona, 8 luglio 2008 1 L ATTUALE SCENARIO IN ADRIATICO: CRESCITA E MARGINALITA LE OPPORTUNITA DA COGLIERE I PROBLEMI

Dettagli

RUSSIAN FEDERATION. REAR ADMIRAL ALEXANDR GRIGORIEVICH SHTUKATUROV Deputy Chief of Staff of the Navy of the Russian Federation

RUSSIAN FEDERATION. REAR ADMIRAL ALEXANDR GRIGORIEVICH SHTUKATUROV Deputy Chief of Staff of the Navy of the Russian Federation RUSSIAN FEDERATION REAR ADMIRAL ALEXANDR GRIGORIEVICH SHTUKATUROV Deputy Chief of Staff of the Navy of the Russian Federation ENGLISH VERSION WILL BE PROVIDED SEPERARATELY Dialogo e Cooperazione: contributo

Dettagli

WORKSHOP L ACQUA E L INGEGNERIA: OGGI E DOMANI L acqua di Milano: falde e interferenza con le infrastrutture

WORKSHOP L ACQUA E L INGEGNERIA: OGGI E DOMANI L acqua di Milano: falde e interferenza con le infrastrutture ACQUA BUONA O CATTIVA? L OGGI E LE SFIDE FUTURE INIZIATIVA ORGANIZZATA IN OCCASIONE DELLA GIORNATA MONDIALE DELL ACQUA 2016 22 MARZO 2016 WORKSHOP L ACQUA E L INGEGNERIA: OGGI E DOMANI L acqua di Milano:

Dettagli

G.V.A.C. GRUPPO VARESINO ALLENATORI DI CALCIO

G.V.A.C. GRUPPO VARESINO ALLENATORI DI CALCIO SERATA DI AGGIORNAMENTO DEL 5 GIUGNO 2006 Relatore : Attilio Maldera Esercitazioni tecniche nelle varie fasce d età (Docente Settore Tecnico Coverciano) ESORDIENTI OBIETTIVI EDUCATIVI (Area della Socialità)

Dettagli

d iniziativa dei senatori BATTISTA, BIGNAMI, AIROLA, BENCINI, BOCCHINO, DONNO, MORRA, ORELLANA e SERRA

d iniziativa dei senatori BATTISTA, BIGNAMI, AIROLA, BENCINI, BOCCHINO, DONNO, MORRA, ORELLANA e SERRA Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 1157 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa dei senatori BATTISTA, BIGNAMI, AIROLA, BENCINI, BOCCHINO, DONNO, MORRA, ORELLANA e SERRA COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 30

Dettagli

SCIENZE SPERIMENTALI FISICA

SCIENZE SPERIMENTALI FISICA Esame svizzero di maturità Inverno 2013 Cognome e nome:... Gruppo e numero:.... SCIENZE SPERIMENTALI FISICA Per ottenere la nota 4 occorre acquisire un punteggio equivalente a quello che si otterrebbe

Dettagli

Protezione installazioni militari: Sorveglianza con Robot. Autonomi Terrestri ed Aerei

Protezione installazioni militari: Sorveglianza con Robot. Autonomi Terrestri ed Aerei Protezione installazioni militari: Sorveglianza con Robot Autonomi Terrestri ed Aerei ANUTEI La protezione delle Installazioni Militari in Patria. Misure e Sistemi Roma, 23 Aprile 2009 Requisito Operativo:

Dettagli

Thunderbolt/Apache Leader

Thunderbolt/Apache Leader Thunderbolt/Apache Leader Carte Condizioni Speciali ed Eventi in Missione Realizzazione a cura di: Giancarlo 'Dominex' Fioretti studiocasaimpresa@fastwebnet.it Reggio Emilia - Ottobre 2006 - V1.0 www.goblins.net

Dettagli

L atterraggio con il radar può riservare sorprese non sempre piacevoli

L atterraggio con il radar può riservare sorprese non sempre piacevoli L atterraggio con il radar può riservare sorprese non sempre piacevoli Ricordarsi sempre che i punti nave fatti a grande distanza non sono molto affidabili e che quando ci si avvicina alla costa l immagine

Dettagli

D.Lgs. su «riduzione organici del personale militare e civile»

D.Lgs. su «riduzione organici del personale militare e civile» D.Lgs. su «riduzione organici del personale militare e civile» «Modello professionale» ORGANICI MILITARI 2012 = 190.000 «Spending Review» 2012 2016 = 170.000 «Legge Delega» 2016-2024 = 150.000 OBIETTIVI

Dettagli

TERZO VALICO DEI GIOVI. Carrosio, 8 febbraio 2014

TERZO VALICO DEI GIOVI. Carrosio, 8 febbraio 2014 TERZO VALICO DEI GIOVI Carrosio, 8 febbraio 2014 Importanza dell'opera Il Terzo Valico dei Giovi e' una nuova linea ferroviaria che consente di potenziare i collegamenti del sistema portuale ligure con

Dettagli

Analisi fluidodinamica CFD su dispositivi a colonna d acqua oscillante OWC - Fase 2: Confronto tra risultati numerici e risultati sperimentali

Analisi fluidodinamica CFD su dispositivi a colonna d acqua oscillante OWC - Fase 2: Confronto tra risultati numerici e risultati sperimentali Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l energia e lo sviluppo economico sostenibile MINISTERO DELLO SVILUPPO ECONOMICO Analisi fluidodinamica CFD su dispositivi a colonna d acqua oscillante OWC -

Dettagli

MBDA Italia. SAPR: opportunità o minaccia? Ing. Luca Bancallari Ing. Marco Regi 26 gennaio 2017

MBDA Italia. SAPR: opportunità o minaccia? Ing. Luca Bancallari Ing. Marco Regi 26 gennaio 2017 MBDA Italia SAPR: opportunità o minaccia? Ing. Luca Bancallari Ing. Marco Regi 26 gennaio 2017 Page 2 - Référence : Ce : document est la propriété de MBDA. Il ne peut être communiqué à des tiers et /ou

Dettagli

Ministero della difesa

Ministero della difesa Ministero della difesa DIREZIONE GENERALE PER IL PERSONALE MILITARE II REPARTO 7ª DIVISIONE TRUPPA IN S.P. E FERME (Viale dell Esercito, 186-00143 Roma) Prot.: n M_D GMIL_03-II 7 2 0018964 del 18/01/2010

Dettagli

Gruppo 625. Fondazione FS: i nostri treni CARROZZE BAGAGLIAI E POSTALI LOCOMOTIVE A VAPORE LOCOMOTIVE DIESEL LOCOMOTIVE ELETTRICHE AUTOMOTRICI A NAFTA

Gruppo 625. Fondazione FS: i nostri treni CARROZZE BAGAGLIAI E POSTALI LOCOMOTIVE A VAPORE LOCOMOTIVE DIESEL LOCOMOTIVE ELETTRICHE AUTOMOTRICI A NAFTA 120 Fondazione FS: i nostri treni Gruppo 625 CARRI MERCI VETTURE ELETTROTRENI CARROZZE Dati tecnici Cenni storici Anni di costruzione: Velocità: Rodiggio: Potenza: Scorte acqua e carbone: Lunghezza: Gruppo

Dettagli

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Luglio 2015 NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A MAGGIO

Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Luglio 2015 NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE A MAGGIO Erogazioni (milioni ) Compravendite (media mobile) Erogazioni (milioni ) Compravendite (media mobile) Osservatorio sul Mercato Immobiliare, Luglio 2 G E N O V A NOTA CONGIUNTURALE SUL MERCATO IMMOBILIARE

Dettagli

SEZIONE C: MODIFICHE ALLA NOTA DI SINTESI

SEZIONE C: MODIFICHE ALLA NOTA DI SINTESI SEZIONE C: MODIFICHE ALLA NOTA DI SINTESI Il presente Secondo Supplemento al Prospetto modifica le informazioni di sintesi che costituiscono parte del Prospetto Originale, integrate dal Primo Prospetto

Dettagli

PIANO REGIONALE DI TUTELA E RISANAMENTO DELL ATMOSFERA. Analisi campo vento stazioni a 10 m (ARPAV Centro Meteorologico di Teolo)

PIANO REGIONALE DI TUTELA E RISANAMENTO DELL ATMOSFERA. Analisi campo vento stazioni a 10 m (ARPAV Centro Meteorologico di Teolo) PIANO REGIONALE DI TUTELA E RISANAMENTO DELL ATMOSFERA Analisi campo vento stazioni a 10 m (ARPAV Centro Meteorologico di Teolo) STAZIONI ARPAV-CMT CON ANEMOMETRO A 10 m Il Centro Meteorologico di Teolo

Dettagli

Comune di Albenga COMUNICATO STAMPA ALBENGA- CAMPOCHIESA: IN FUNZIONE L IMPIANTO EOLICO E A BREVE UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO

Comune di Albenga COMUNICATO STAMPA ALBENGA- CAMPOCHIESA: IN FUNZIONE L IMPIANTO EOLICO E A BREVE UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO Comune di Albenga COMUNICATO STAMPA ALBENGA- CAMPOCHIESA: IN FUNZIONE L IMPIANTO EOLICO E A BREVE UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO Le energie rinnovabili sono state oggetto di valutazioni e programmi della Commissione

Dettagli

S.S.D. CALCIO TUSCIA

S.S.D. CALCIO TUSCIA S.S.D. CALCIO TUSCIA Categ. Allievi Il completamento Periodizzazione ed aspetti generali dagli 14 ai 16 anni IPOTETICA PROGRAMMAZIONE LOGISTICA DELL ATTIVITÁ DURATA DELL ATTIVITÁ FREQUENZA SETTIMANALE

Dettagli

NARAN FANTASY WARS FANTASY WARRIORS REGOLAMENTO VERSIONE AGGIORNATA GENNAIO Versione NARAN del Regolamento di gioco di FANTASY WARRIORS

NARAN FANTASY WARS FANTASY WARRIORS REGOLAMENTO VERSIONE AGGIORNATA GENNAIO Versione NARAN del Regolamento di gioco di FANTASY WARRIORS NARAN FANTASY WARS ESPANSIONE NON UFFICIALE PER IL WARGAME 3D FANTASY WARRIORS FANTASY WARRIORS REGOLAMENTO VERSIONE AGGIORNATA GENNAIO 2012 Versione NARAN del Regolamento di gioco di FANTASY WARRIORS

Dettagli

SOVRANITÀ DELLO STATO SULLO SPAZIO ATMOSFERICO SOVRASTANTE IL TERRITORIO

SOVRANITÀ DELLO STATO SULLO SPAZIO ATMOSFERICO SOVRASTANTE IL TERRITORIO GLI SPAZI AEREI E COSMICI. LE REGIONI POLARI PROF. GIUSEPPE CATALDI Indice 1 GLI SPAZI AEREI ------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

PREVISIONI DI PRODUZIONE 2013/2014 E L IMPATTO ECONOMICO DELLA BATTERIOSI

PREVISIONI DI PRODUZIONE 2013/2014 E L IMPATTO ECONOMICO DELLA BATTERIOSI 24 SETTEMBRE 2013 Fonte: CSO LE SUPERFICI A KIWI IN ITALIA In Italia nel 2013 sono stimati complessivamente circa 25.000 ettari in produzione (età > di 2 anni) coltivati a kiwi, pari a -2% sul 2012 (Fonte:

Dettagli

Tecnologie, sistemi e nuovi prodotti ecosostenibili nel mondo dello shipping

Tecnologie, sistemi e nuovi prodotti ecosostenibili nel mondo dello shipping Tecnologie, sistemi e nuovi prodotti ecosostenibili nel mondo dello shipping Quadro normativo e iniziative nazionali, internazionali e comunitarie in materia di trasporti marittimi sostenibili Ing. Giuseppe

Dettagli

Analisi eventi di marea

Analisi eventi di marea Dipartimento Tutela Acque Interne e Marine Servizio Laguna di Venezia Analisi eventi di marea Rapporto n. 2/216 Evento di acqua alta in Laguna di Venezia - 5 marzo 216 - Castello, 4665-3122 Venezia Tel:

Dettagli

Le dinamiche della mobilità in Emilia Romagna: tendenze e comparazioni

Le dinamiche della mobilità in Emilia Romagna: tendenze e comparazioni Verso il il nuovo PRIT: tra bilanci e prospettive Le dinamiche della mobilità in Emilia Romagna: tendenze e comparazioni Carlo Carminucci ccarminucci@isfort.it Bologna, 8 febbraio 2010 Sommario 1. La mobilità

Dettagli

AUTOSTRADA A4 : TORINO - TRIESTE

AUTOSTRADA A4 : TORINO - TRIESTE AUTOSTRADA A4 : TORINO - TRIESTE Potenziamento alla 4ª corsia dinamica del tratto autostradale compreso tra Svincolo di viale Certosa e Svincolo di Sesto San Giovanni 1 2 3 4 5 6 7 8 Caratteristiche generali

Dettagli

CAPITOLO 8: Mezzi, Navi volanti, Artiglieria e Combattimenti navali

CAPITOLO 8: Mezzi, Navi volanti, Artiglieria e Combattimenti navali CAPITOLO 8: Mezzi, Navi volanti, Artiglieria e Combattimenti navali Note sui mezzi Equipaggio: indica il numero di persone trasportabili dal mezzo Punti struttura: indica quanti danni può subire la nave.

Dettagli

Forte San Felice https://www.facebook.com/fortesanfelice

Forte San Felice https://www.facebook.com/fortesanfelice Forte San Felice Per informazioni: Comitato per il Forte San Felice https://www.facebook.com/fortesanfelice www.comitatofortesanfelice.it info@comitatofortesanfelice.it erminiobibi@hotmail.com Originariamente

Dettagli

ISTITUTO ALTI STUDI PER LA DIFESA Roma, 27 maggio La strategia: definizione, dimensioni e modelli strategici. Carlo Jean

ISTITUTO ALTI STUDI PER LA DIFESA Roma, 27 maggio La strategia: definizione, dimensioni e modelli strategici. Carlo Jean ISTITUTO ALTI STUDI PER LA DIFESA Roma, 27 maggio 2014 La strategia: definizione, dimensioni e modelli strategici Carlo Jean 1 Tipi di guerra e tipi di strategia Nessuno fa la guerra per la guerra, ma

Dettagli

Il Nodo di San Benigno

Il Nodo di San Benigno Il Nodo di San Benigno Settembre 2012 Fonte dati SPEA Ingegneria Europea S.p.A. Inquadramento con le altre opere in esecuzione ed in programma NODO DI SAN BENIGNO STRADA DI SCORRIMENTO A MARE (fine lavori

Dettagli

Campi Scuola Ostro 2016

Campi Scuola Ostro 2016 Campi Scuola Ostro 2016 La Ostro, che dal 1999 sviluppa programmi e percorsi didattico-naturalistici, storici, sportivi sul territorio di Crotone e nell Area Marina Protetta Capo Rizzuto, propone per l

Dettagli

COMPENDIO DI DIRITTO INTERNAZIONALE

COMPENDIO DI DIRITTO INTERNAZIONALE COMPENDIO DI DIRITTO INTERNAZIONALE UMANITARIO Mario Carotenuto Phasar edizioni Mario Carotenuto Compendio di diritto internazionale umanitario Proprietà letteraria riservata 2014 Mario Carotenuto 2014

Dettagli

Osservatorio meteorologico di Moncalieri Collegio Carlo Alberto (TO) Statistiche anemometriche del periodo

Osservatorio meteorologico di Moncalieri Collegio Carlo Alberto (TO) Statistiche anemometriche del periodo Società Meteorologica Italiana - www.nimbus.it Osservatorio meteorologico di Moncalieri Collegio Carlo Alberto (TO) Statistiche anemometriche del periodo 2002-2012 L anemometro e la banderuola all osservatorio

Dettagli

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N. 123

DISEGNO DI LEGGE. Senato della Repubblica N. 123 Senato della Repubblica XVII LEGISLATURA N. 123 DISEGNO DI LEGGE d iniziativa del senatore D ALÌ COMUNICATO ALLA PRESIDENZA IL 15 MARZO 2013 Disposizioni in tema di riciclaggio di relitti navali e di navi

Dettagli

RUMORE, quante misure!

RUMORE, quante misure! Organizzato da Con il patrocinio di RUMORE, RUMORE, RUMORE, RUMORE... Stato di attuazione dei piani di contenimento ed abbattimento del rumore: il punto di vista delle Aziende di TPL e delle Amministrazioni

Dettagli

UFFICIALE.U

UFFICIALE.U dipvvf.staffcadip.registro UFFICIALE.U.0016834.23-12-2016 Schema di decreto sul servizio antincendio boschivo articolo 9 del decreto legislativo 19 agosto 2016, n. 177 Il Ministro dell interno di concerto

Dettagli

Elettra Gambardella - IIS Tassara

Elettra Gambardella - IIS Tassara 1 Di cosa si tratta? 1000-1200: fase grande espansione l Europa occidentale Non una vera e propria rivoluzione, ma diffusione dei progressi avvenuti durante la fase matura dell alto medioevo. 2 Perché

Dettagli

RELAZIONE SULLA ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO

RELAZIONE SULLA ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO RELAZIONE SULLA ALTERNANZA SCUOLA-LAVORO A cura di Baccoli Alessandro, Cesaretti Giacomo, Dondini Francesco, Fantini Pietro 5C AFMP - I.T.C. G. GINANNI INTRODUZIONE Il porto di Ravenna è l unico porto

Dettagli

Istituto Carlo Alberto Biggini

Istituto Carlo Alberto Biggini PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UNA SCUOLA DI RESTAURO E DI UN MUSEO DELL ARTIGLIERIA E DEI MEZZI CORAZZATI LE RAGIONI DELLA SCELTA La situazione italiana in rapporto alla raccolta ed alla conservazione

Dettagli

Glossario dei termini meteorologici più utilizzati nel bollettino meteo

Glossario dei termini meteorologici più utilizzati nel bollettino meteo Glossario dei termini meteorologici più utilizzati nel bollettino meteo Glossario dei termini meteorologici più utilizzati nel bollettino meteo (ORDINE ALFABETICO) (RAGGRUPPATI PER TEMA) ORDINE ALFABETICO:

Dettagli

Università degli Studi di Genova Facoltà di S.M.F.N. in collaborazione con Perform Master Universitario di II livello in Controllo e Monitoraggio

Università degli Studi di Genova Facoltà di S.M.F.N. in collaborazione con Perform Master Universitario di II livello in Controllo e Monitoraggio Università degli Studi di Genova Facoltà di S.M.F.N. in collaborazione con Perform Master Universitario di II livello in Controllo e Monitoraggio Ambientale Master Universitario di II livello in Controllo

Dettagli

FIGURE E TABELLE DELLA SEGNALETICA VERTICALE DI CUI ALL ART. 18

FIGURE E TABELLE DELLA SEGNALETICA VERTICALE DI CUI ALL ART. 18 A. SEGNALI DI DIVIETO FIGURE E TABELLE DELLA SEGNALETICA VERTICALE DI CUI ALL ART. 18 A.1 Divieto di passaggio (segnale generale) A.2 Divieto per le unità a motore A.3 Divieto per le unità a motore specifiche

Dettagli

L applicazione della modellistica idrodinamica per la salvaguardia di Venezia

L applicazione della modellistica idrodinamica per la salvaguardia di Venezia L applicazione della modellistica idrodinamica per la salvaguardia di Venezia Ing. Giovani Cecconi THETIS S.p.A. Torino, 9-10 Ottobre 2013 Il Centro Sistemi di Previsione e Modelli di Thetis Sistema informatico

Dettagli