Bankitalia, Berlusconi: domani lettera con nome nuovo Governatore (Reuters), 19 ottobre di Federica Piscioneri

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Bankitalia, Berlusconi: domani lettera con nome nuovo Governatore (Reuters), 19 ottobre di Federica Piscioneri"

Transcript

1 Dal sito di YAHOO.Finanza, del 19 ottobre 2011 Bankitalia, Berlusconi: domani lettera con nome nuovo Governatore (Reuters), 19 ottobre di Federica Piscioneri Il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha detto che domani manderà al Consiglio Superiore della Banca d'italia la lettera con la proposta del nome del nuovo Governatore in sostituzione di Mario Draghi. Alla domanda se è stata presa una decisione sulla successione di Draghi, Berlusconi a margine della cerimonia al Quirinale per i nuovi Cavalieri del Lavoro ha risposto: "Sì, credo di iniziare la pratica domani". Alla domanda se domani dunque invierà la lettera al Consiglio Superiore ha aggiunto: "Esatto". I cronisti hanno a questo punto insistito chiedendo se si può dire che esista una preferenza per Fabrizio Saccomanni: "Potete dire solo questo, sono tenuto al segreto", ha risposto. Bankitalia: si cerca mediazione, spunta Anna Maria Tarantola (AGI) Roma, 19 ottobre Spunta un outsider nella corsa per il dopo Draghi. Secondo quanto apprende l'agi si starebbe valutando la candidatura di Anna Maria Tarantola per la guida di Bankitalia. Un nome, viene sottolineato, che potrebbe trovare un ampio consenso sia a livello istituzionale che politico. E che non andrebbe ad 'intaccare' gli equilibri interni al Governo. Ieri il Premier aveva indicato il nome di Lorenzo Bini Smaghi tra i candidati all'istituto di Via Nazionale. Bankitalia: Tremonti, falso quanto scrive Corriere della Sera (Asca) Roma, 19 ottobre Il Ministro dell'economia, Giulio Tremonti con una nota smentisce quanto scritto sul Corriere della Sera nell'articolo dal titolo ''Le telefonate di Tremonti al Direttorio'' a firma di Francesco Verderami. Nell'articolo, spiega il Ministro, è scritto che ''il titolare dell'economia ha iniziato a chiamare uno a uno i membri del Direttorio di Bankitalia per sostenere la candidatura di Grilli''. Tremonti precisa di aver ''incontrato il dott. Fabrizio Saccomanni il 2 giugno: abbiamo parlato della Festa della Repubblica (potrà confermare). Ho incontrato il dott. Ignazio Visco venerdì sera a Parigi per il G/20: non abbiamo parlato di Banca d'italia (potrà confermare). Ho sentito al telefono la dott.ssa Anna Maria Tarantola in luglio per i tempi operativi della Banca del Mezzogiorno (potrà confermare). Non ho mai avuto contatti con il dott. Giovanni Carosio (potrà confermare). Per me è vero quanto sopra, è falso quanto scrive il Verderami''. UE: Barroso, Ok Commissione a Piano Investimenti da 50 Mld (Asca) Roma, 19 ottobre La Commissione Europea ha approvato un Piano di Investimenti da 50 Miliardi di euro per sostenere la crescita economica. Gli investimenti - ha spiegato il Presidente Josè Manuel Barroso - riguardano le infrastrutture, da quelle per la mobilità, alle reti energetiche e fino alla banda larga. B.ca Mps: Fondi Pensione leader nella sostenibilità (Tendenza & Mercati), 19 ottobre

2 I due Fondi Pensione di Banca Monte dei Paschi di Siena attuano una politica di investimento sostenibile e sono una best practice del comparto di riferimento. E il risultato del Corporate Pension Funds & Sustainable Investment, lo studio realizzato dal forum Eurosif (European Sustainable Investment Forum), un think tank la cui missione è promuovere politiche di sostenibilità nei mercati finanziari europei. Tra i partecipanti al network, investitori istituzionali, fornitori di servizi finanziari, Istituti accademici, Associazioni di ricerca, Sindacati, Organizzazioni non governative. Il rapporto pubblicato da Eurosif mira ad esaminare in che modo i Fondi Pensione aziendali hanno adottato politiche di investimento sostenibile. L analisi, condotta sugli stessi, assegna un rating di sostenibilità sia a livello di portafoglio che di singole aziende. Il forte impegno nel campo della sostenibilità d impresa, da sempre portato avanti dal Gruppo Montepaschi, ha permesso di ottenere un ulteriore ed importante risultato. I due principali Fondi Pensione della Banca Monte dei Paschi, suddivisi in base alla data di assunzione dei Dipendenti, seguono un approccio di Socially Responsible Investing (SRI) e hanno adottato una strategia d investimento che ha permesso di introdurre gradualmente elementi extrafinanziari, caratteristiche che hanno contribuito a metterli in rilievo come esempio di buone pratiche. Investire in modo socialmente responsabile un patrimonio importante - prosegue Rabizzi - che rappresenta il risparmio previdenziale dei Dipendenti della Banca nostri iscritti impegna a coniugare un efficiente gestione finanziaria con scelte di investimento rispettose dei criteri etici, sociali ed ambientali connessi all'investimento medesimo. Il riconoscimento ricevuto dall Europen Sustainable Investment Forum, peraltro, conferma e consolida l attenzione da parte dei Dipendenti verso le tematiche della sostenibilità coniugate a buone performance finanziarie, attenzione che ha lavorato anche come valido e forte stimolo per l attuazione della strategia di SRI. Popolare di Milano: Standard & Poor's rivede il rating (Tendenza & Mercati), 19 ottobre L'Agenzia internazionale di valutazioni societarie Standard & Poor's ha abbassato di un gradino il rating di lungo termine di Banca Popolare di Milano S.C.a r.l. e di Banca Akros da A- a BBB+, in linea con quanto effettuato recentemente sul debito sovrano della Repubblica Italiana, ha confermato il rating di breve a A-2 e rivisto l outlook da stabile a negativo. Crisi: Tremonti, felix culpa non aver fatto politica di stimoli (Asca) Roma, 19 ottobre Durante la crisi economica che si è abbattuta in tutti i Paesi europei ''l'italia, diversamente da altri Stati, non ha potuto fare politiche di stimolo all'economia perchè avevamo un elevato debito pubblico. Ma è stata una felix culpa perchè si è visto che quegli stimoli non sono serviti''. Lo ha affermato il Ministro dell'economia, Giulio Tremonti, nel suo intervento all'inaugurazione dell'anno di studi della Scuola di polizia tributaria della Guardia di finanza. Un'altra differenza, ha puntualizzato Tremonti, è stata quella di ''non essere stati costretti ad intervenire per salvare le Banche''. Italia, Istat rivede al rialzo Pil 2010 a 1,5% da 1,3% (Reuters), 19 ottobre di Gavin Jones L'Istat ha oggi rivisto al rialzo la serie storica del Pil italiano dal 2000 al 2010, e ha alzato la crescita nel 2010 all'1,5% dal precedente 1,3% comunicato nel marzo scorso. Il 2009 dal precedente -5,2% è stato portato a -5,1% mentre il 2008 è stato elevato sempre di un decimo di punto da - 1,3% a -1,2%. I dati sono stati rivisti sulla base dei nuovi criteri contabili utilizzando i più aggiornati metodi statistici in linea con le procedure osservate nella UE, precisa l'istat. Venerdì 21 ottobre l'istat pubblicherà i dati rivisti su debito e deficit.

3 Sviluppo: Bozza, pensione professori Università anticipata a 68 anni (Asca) Roma, 19 ottobre I professori universitari andranno in pensione a 68 anni anziché a 70 come avviene oggi. La norma è contenuta nella bozza del D. L. Sviluppo. In un altro articolo viene prorogato al 31 dicembre 2012 il termine per procedere alle assunzioni di Personale nel limite di spesa pari al 50% di quella relativa al Personale a tempo indeterminato complessivamente cessato nell'anno Sviluppo: Bozza, arriva polizza casa per danni terremoti e alluvioni (Asca) Roma, 19 ottobre Arriva la polizza assicurativa contro i rischi derivanti da calamità naturali. Lo prevede la bozza del Decreto Sviluppo. Le nuove polizze dovranno prevedere la copertura assicurativa obbligatoria per il rischio calamità naturali su fabbricati destinati ad uso abitativo, con esclusione di quelli abusivi o per i quali non sono stati completati i pagamenti del condono. La copertura dei rischi riguarda terremoti, maremoti, frane, alluvioni, inondazioni. I premi assicurativi dovranno essere correlati agli indici di rischio delle diverse aree. Per l'emanazione delle relative disposizioni saranno sentiti, oltre i Ministri interessati, anche la Conferenza Stato-Regioni, l'isvap, le Commissioni parlamentari. Sviluppo: a studio aiuti mutuo giovani sposi precari (Asca) Roma, 19 ottobre Il Decreto Sviluppo potrebbe riservare sorprese positive alle coppie di giovani sposi che hanno Contratti di Lavoro precari e vogliono accendere un mutuo per l'acquisto della prima casa. In questi casi dovrebbe scattare la garanzia dello Stato, ma le modalità applicative devono ancora essere definite. La bozza del dl riporta infatti che gli articoli relativi a questa materia sono in corso di elaborazione. In via di elaborazione sono anche le norme per la certificazione dei debiti delle P. A.. Nella bozza del Decreto sono riportate soltanto alcune indicazioni secondo cui la certificazione dovrebbe riguardare i debiti di tutte le Pubbliche Amministrazioni, purché liquidi ed esigibili. Inoltre dovrebbe essere previsto che il credito certificato possa essere ceduto a Istituti di credito e società di factoring. Sviluppo: bozza, biglietti autobus diventano elettronici (ASCA) Roma, 19 ottobre Biglietti dell'autobus elettronici. La norma è contenuta nella bozza del Decreto Sviluppo ed è volta ad incentivare l'uso degli strumenti elettronici nel settore del trasporto pubblico locale. Nella bozza del provvedimento non è però previsto un termine entro cui le aziende devono adeguare i sistemi di bigliettazione e quindi far partire concretamente il nuovo strumento. Sviluppo: Bozza, saltano le tariffe professionali (Asca) Roma, 19 ottobre Ancora un passo avanti nella liberalizzazione del settore delle professioni. Nella fissazione dei compensi saltano i minimi tariffari professionali. Lo prevede la bozza del Decreto Sviluppo. La nuova disposizione sopprime infatti il riferimento alle ''tariffe professionali'' per la definizione del compenso che spetta al professionista. Nell'ultima legge sulla manovra, che ha già introdotto norme significative per la liberalizzazione delle professioni, si prevedeva invece che il compenso dovesse essere pattuito ''prendendo come riferimento le tariffe professionali''.

4 Lavorano solo 4 donne su 10. Addio a 7 punti di Pil (Vanity Fair.it), 19 ottobre L Italia tra i Paesi più arretrati per il divario tra i sessi: nel 2010 era occupato il 46,1% delle donne, contro il 67,7% degli uomini. E questo ci costa il 7% del prodotto interno lordo La disparità di genere fa perdere all'italia almeno 7 punti di Pil. Nelle classifiche mondiali sulle pari opportunità tra i sessi il nostro Paese è al 74esimo posto su 134, «dietro tutti i Paesi europei e davanti solo al Giappone tra le maggiori economie industrializzate». I dati illustrati da Fabrizio Saccomanni, Direttore Generale della Banca d'italia e candidato al posto di Governatore, in occasione del convegno su «Crescita economica, equità, uguaglianza: il ruolo delle donne», non sono certo incoraggianti per le donne italiane: nel 2010 era occupato il 46,1% delle donne tra 15 e 64 anni, contro il 67,7% degli uomini. Il divario si allarga ulteriormente al sud, dove lavora solo tre donne su 10. Le cose non vanno meglio man mano che ci si avvicina ai vertici delle aziende: sul 40% di Lavoratrici dipendenti nel settore privato, le dirigenti sono il 24%. La situazione è migliore per le dirigenti donne nel settore pubblico dove rappresentano rispettivamente il 45%. Qual è l'obiettivo? Per Saccomanni l'occupazione femminile deve arrivare al 60%: in questo modo il Prodotto interno lordo italiano crescerebbe del 7%. Almeno. Secondo la Confartigianato salirebbe dell'8,2%. Putin: firma Accordo libero scambio con ex Paesi Urss (AGI) Mosca, 19 ottobre Potrebbe essere il primo passo verso l'annunciato progetto dell'unione eurasiatica: dall'incontro della Comunità degli Stati indipendenti a San Pietroburgo, il premier russo Vladimir Putin ha portato a casa il Patto di libero scambio tra le nazioni dell'ex spazio sovietico. A firmare il trattato sono stati 8 Paesi su 11: Russia, Ucraina, Bielorussia, Kazakhstan, Kirghizistan, Armenia, Moldavia e Tagikistan. Azerbaijan, Uzbekistan e Turkmenistan, i più ricchi dal punto di vita energetico, stanno ancora considerando l'adesione. "E' un documento fondamentale che servirà come base per le relazioni a lungo termine", ha annunciato soddisfatto Putin. Fiat: Marchionne, ai Sindacati non devo dare dettagli sui modelli (Asca) Torino, 19 ottobre Sergio Marchionne risponde a muso duro ai Sindacati che insistono per un nuovo incontro con l'azienda per avere nuovi dettagli sul Piano industriale e in particolare sui modelli che dovranno essere prodotti a Mirafiori. A chi, a margine della presentazione delle nuove Lancia Thema e Voyager, gli domanda se ha messo in calendario un nuovo incontro, l'a. D. del Lingotto replica: ''Mettiamo che li incontri, quale altro Piano industriale devo dare più di quello che ho già dato? I modelli da produrre non li ho indicati neppure al mercato americano - sottolinea Marchionne - e siccome sto gestendo un'azienda globale, perchè devo dare quel tipo di dettaglio ai Sindacati italiani quando non lo sto facendo da nessun altra parte?''. E a questo proposito Marchionne precisa che nell'accordo recentemente siglato con il Sindacato Americano UAW per la Chrysler ''non c'è alcuna indicazione di quali modelli produrre e di dove produrli. La prassi internazionale è di non farlo'', ha concluso il top manager della Fiat. BCE: a Francoforte il passaggio di consegne tra Trichet e Draghi (Asca) Roma, 19 ottobre Passaggio di consegne tra Jean-Claude Trichet e Mario Draghi a Francoforte alla presenza dei massimi rappresentanti delle Istituzioni europee.

5 Il Governatore di Bankitalia che dal primo novembre si insedierà all'eurotower ha elogiato l'operato di Trichet riconoscendogli il grande apporto alla creazione e al consolidamento dell'euro. ''Tutti noi abbiamo molti motivi per essere grati a Jean-Claude'' ha detto Draghi sottolineando che il banchiere francese è stato il primo a capire l'importanza della stabilità finanziaria. BCE: presta 500 Mln dollari a una Banca per una settimana. Tasso 1,08% (Asca) Roma, 19 ottobre Con operazione di pronti contro termine a una settimana, tasso fisso 1,08%, la BCE ha prestato 500 milioni di dollari a una Banca dell'eurozona. Dexia: HSBC interessata a comprare Turca Denizbank (AGI) Roma, 19 ottobre Il colosso finanziario britannico HSBC è interessata a comprare la turca Denizbank da Dexia, la prima Banca europea a collassare per la crisi del debito. Lo rivela l'agenzia Bloomberg. Anche la russa Sberbank e la Qatar National Bank sono interessate a Denizbank, che ha 540 sportelli in Turchia e controlla attività per 21 miliardi di dollari. Gli esperti la valutano intorno ai 2,5 miliardi di dollari. Banche Europee ridurranno Asset di mille Mld. di dollari (Wall Street Italia) New York, 19 ottobre Per rassicurare gli investitori e dimostrare che sono in grado di resistere alla crisi del debito sovrano, le Banche europee hanno deciso di vendere Asset e diminuire le attività di prestito. Ma potrebbero non riuscire a reperire abbastanza in fretta finanziamenti freschi, rischiando di ricorrere a una ricapitalizzazione gestita dal Governo. Gli Istituti francesi, britannici, irlandesi, tedeschi, spagnoli hanno annunciato dei Progetti di vario tipo per ridurre di 775 miliardi di euro (1.060 miliardi di dollari) nei prossimi due anni, allo scopo di ridurre le necessità di finanziamento a breve termine e rispettare i requisiti di capitali più severi chiesti dalle Autorità di controllo. Ma una mancanza di acquirenti e le perdite a cui le società devono far fronte, stanno rendendo irraggiungibili quegli obiettivi. Entro la fine del 2012 BNP Paribas punta a ridurre gli Asset più a rischio di circa 70 miliardi di euro. Secondo i dati forniti da Morgan Stanley, l'ammontare complessivo di tagli annunciati in Europa, che avverrà tramite la riduzione delle attività di prestito e la cessione di intere Divisioni e attività di credito, potrebbe raggiungere i due mila miliardi di euro. Raid nelle Banche, la UE sospetta manipolazione Euribor (Wall Street Italia), Bruxelles, 19 ottobre Banche europee sempre più in difficoltà. Ora, per loro, arriva anche l'accusa di aver manipolato l'euribor, ovvero il tasso interbancario applicato ai prestiti che gli Istituti erogano tra di loro. I raid hanno colpito diversi siti, tra cui quelli a Londra, in Francia e in Germania. Le ispezioni, che come fa notare il Financial Times non sono state annunciate, rientrano nell'ambito di indagini lanciate a livello internazionale, che hanno per oggetto il modo in cui i maggiori Istituti finanziari raggiungono accordi sui tassi relativi a strumenti denominati in euro, dollaro e yen. Secondo quanto riporta il quotidiano britannico, il portavoce di Joaquin Almunia, Commissario Europeo alla Concorrenza, ha confermato che una serie di ispezioni è stata avviata su quei Gruppi che sono "attivi nel settore dei prodotti finanziari derivati legati all'euribor". Di fatto, "la Commissione teme che le società in questione possano aver violato le regole antitrust dell'unione Europea che proibiscono cartelli e pratiche di business restrittive". Lo scorso maggio, le Autorità di Regolamentazione dei mercati attive negli Stati Uniti, Giappone e UK hanno lanciato un'indagine per capire se alcune delle Banche maggiori abbiano cospirato per manipolare il Libor, il tasso di interesse benchmark che viene utilizzato per calcolare il costo di miliardi di dollari di debito.

6 Diversi sono stati infatti i dubbi - espressi durante il picco della crisi finanziaria del secondo cui il Libor non rifletteva in modo accurato i tassi di riferimento dei prestiti. Non si ha al momento nessuna notizia sull'identità delle Banche coinvolte dai raid che la Commissione Europea sta mettendo in atto: fatto sta che, secondo il Wall Street Journal, le Autorità di regolamentazione hanno sequestrato i documenti di diversi Istituti. Da segnalare che l'euribor è un tasso stabilito da più di 40 Banche ed è preso anche come riferimento per la determinazione dei tassi di interesse che vengono applicati su prestiti denominati in euro e altri strumenti di debito che hanno un valore di trilioni di euro. Cedric Quemener, gestore di Euribor EBF - Gruppo con sede a Bruxelles che gestisce il tasso di interesse Euribor - ha affermato al WSJ comunque di non aver alcun timore sull'indagine lanciata dalla Commissione Europea: e questo perchè, a suo avviso l'euribor è più difficile da manipolare rispetto al Libor, determinato "soltanto" da 15 Banche. Grecia: Ok Parlamento a linee di principio nuovo Pacchetto austerità (Asca-AFP) Atene, 19 ottobre Il Parlamento greco ha approvato le linee di principio del progetto di legge sulle nuove misure d'austerità, fortemente contestato oggi nelle manifestazioni di piazza, al termine di un primo voto sul provvedimento. Al termine di una chiama nominativa hanno votato a favore 154 deputati del partito socialista di maggioranza Pasok, su 295 deputati presenti. Il voto finale sulla legge è in calendario per domani. Fiat: Marchionne, in 3 anni persa produzione di uno stabilimento italiano (Asca) Torino, 19 ottobre In questi ultimi tre anni la Fiat ha pagato la crisi del mercato italiano con 210mila vetture in meno, l'equivalente di uno stabilimento. ''Siamo a livelli mai visti da quando sono arrivato in Fiat nel 2004'', dice Sergio Marchionne: ''Il mercato dell'auto in Italia sta raggiungendo livelli mai raggiunti negli ultimi 20 anni. Bisogna risalire agli anni '80-'90 per trovare un livello più basso''. L'A.D. della Fiat commenta così gli ultimi dati di mercato che danno in calo la quota del Gruppo torinese in Europa. ''Abbiamo mantenuto la nostra quota in Italia - sottolinea Marchionne - e continuo a ricordare l'importanza del mercato italiano nella quota europea''. Tuttavia, secondo Marchionne, con un mercato così debole la ''macchina industriale non può girare. Siamo scesi da 2,45 milioni di vetture all'anno nel 2008 in Italia a 1,75 milioni, con una perdita di 700mila vetture che alla Fiat sono costate 210 mila, l'equivalente di uno stabilimento italiano. E' inutile cercare modelli nuovi, a chi li vendiamo?'' osserva Marchionne. Eppure, dice, la Fiat ha appena lanciato la nuova Ypsilon, a breve presenterà la nuova Panda, oltre ai due modelli Lancia presentati oggi di derivazione americana: ''La macchina sta girando'' osserva l'a. D. Fiat, ''ma è il mercato che è estremamente difficile''. Occupazione: Sacconi, ammortizzatori anche per prossimo anno (Asca) Roma, 19 ottobre ''Gli ammortizzatori sociali saranno assicurati anche per il prossimo anno''. Il Ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi conferma l'intenzione del Governo di finanziare anche per il prossimo anno i Lavoratori in mobilità. Conversando con i giornalisti dopo un'audizione alla Camera, Sacconi spiega che, in ogni caso, oltre agli ammortizzatori in Italia dovrebbe essere applicata la legge che prevede l'obbligo di accettare un nuovo posto di lavoro se congruo. ''Tutti i Lavoratori che hanno avuto il sussidio per legge - spiega - hanno l'obbligo di accettare una nuova offerta di lavoro se congrua. In Italia c'è questa legge che lo prevede ma non viene applicata''. Il Ministro si dice poi contrario al cosiddetto salario garantito.

7 ''Il salario garantito - sottolinea - è contro la storia per quello che costa e per quello che significa, cioè la non sollecitudine della responsabilità della persona nel cercare un posto di lavoro. Il salario a prescindere è un istituto che fortunatamente nessun attore sociale ha mai chiesto''. Banca Carige: S&P s modifica il rating (Trend.online), 19 ottobre di Pierpaolo Molinengo Banca Carige informa che, a seguito della revisione del Banking Industry Country Risk Assessment (BICRA) relativo all Italia dal Gruppo 2 al Gruppo 3, l agenzia di rating Standard & Poor s ha abbassato il long-term rating di Banca Carige SpA da A- a BBB+, mantenendo invariato lo short-term rating a A-2. L outlook è negativo. Mps: Fondazione ha venduto 96,7 Mln azioni ordinarie Banca (Asca) Firenze, 19 ottobre La Fondazione Monte dei Paschi di Siena ha effettuato il 7 e il 19 ottobre 2011 la vendita di complessive 96,70 milioni di azioni ordinarie della Banca Monte dei Paschi di Siena SpA. Un operazione, spiega in una nota la Fondazione guidata da Gabriello Mancini, con cui è stata completata ''la prevista attività di fine tuning funzionale al mantenimento dell'obiettivo strategico della maggioranza dei diritti di voto esercitabili in Assemblea straordinaria della Banca Conferitaria'', considerando anche l'annunciata conversione, entro fine anno, dei titoli subordinati FRESH 2003, dalla quale l'ente otterrà circa n. 136,7 milioni di nuove azioni ordinarie. A seguito di tale vendita, la Fondazione detiene, ad oggi, il 45,07% delle azioni ordinarie, il 48,32% dell'ammontare complessivo delle azioni ordinarie e privilegiate, il 48,40% dell'intero Capitale Sociale (considerando anche le azioni di risparmio). Tenuto conto del fatto che le azioni ordinarie sottostanti i titoli convertibili FRESH 2008, detenute da JP Morgan, ma date in usufrutto a Banca MPS, sono al momento sterilizzate fino a conversione dei titoli stessi, e della summenzionata conversione dei titoli FRESH 2003, l'ente detiene il 50,20% dei diritti di voto esercitabili in Assemblea Straordinaria. Tale soglia obiettivo ''è coerente con le linee guida definite nell'ambito dei Documenti di Programmazione Strategica Pluriennale che confermano la volontà di preservare l'indipendenza strategica e la non scalabilità della Banca MPS, nonchè, lo stretto legame con Siena ed il suo territorio''. Per quanto concerne l'assemblea Ordinaria la Fondazione non può avere, né aveva prima di questa operazione di vendita, la maggioranza assoluta delle azioni ordinarie. Nuovi alleati per Missori (Italia Oggi.online), 19 ottobre È in pieno svolgimento la campagna elettorale in vista dell'assemblea della Bpm, sabato. Ieri la Fisac ha preso le distanze sia dalla proposta Arpe, sia da quella Bonomi. «Proponiamo un passo indietro di tutti i Sindacati», ha detto il segretario generale della Fisac, Agostino Megale, in conferenza stampa a Milano, «e di tornare a fare il mestiere del Sindacato, che è rappresentare e tutelare i Lavoratori, in una linea di coerenza con le indicazioni della Banca d'italia». Dalla segreteria del sindacato è venuta la conferma che gli iscritti «si orienteranno a sostenere la lista degli «Amici» in un'ottica di separatezza dagli investitori». Movimenti anche nella lista Messori, che vede al suo fianco Matteo Arpe. Ieri ha trovato nuovi alleati. La lista, presentata da Fiba e Fabi, ha reso noto che, «dopo un'approfondita analisi», si sono aggiunte anche le Organizzazioni Sindacali aziendali e nazionali Dircredito, Ugl credito e Sinfub e la rappresentanza aziendale Falcri.

8 Nella lista degli «Amici», invece, si registra la defezione di Giorgio Benvenuto: ieri, con una lettera, ha comunicato ai vertici di Bpm e al Presidente dell'associazione, Alessandro Dall'Asta, la sua rinuncia alla candidatura per il CdS di Piazza Meda. Benvenuto ha ricordato l'invito perentorio espresso da Bankitalia a non ricandidare gli Amministratori uscenti. Ieri intanto il CdA ha esaminato il nodo delle carriere sindacali e ha concluso che «le verifiche effettuate consentono di escludere una corrispondenza tra i criteri contenuti nel documento» sui criteri tutti sindacali di carriera sottoscritto nel 2010 dai vertici degli «Amici della Bipiemme» e «il sistema di promozioni-avanzamenti effettivamente adottato dalla Banca». Dalla verifica, dal 2006 a oggi, «sono state effettuate complessivamente promozioni, che hanno riguardato Dipendenti (su circa risorse medie di periodo), oltre alla concessione di gratifiche ad personam, di cui hanno beneficiato 520 Dipendenti. Tali numeri appaiono in linea con gli analoghi dati a livello di sistema bancario italiano. Nell'ambito dei suddetti avanzamenti, 194 promozioni (su 175 dipendenti) e 12 ad personam sono ascrivibili alle categorie del Personale citato nel documento pubblicato su La Repubblica», ovvero a Sindacalisti. Gli Amici: no all'opa romana su Bpm (Milano Finanza), 19 ottobre Per mesi Alessandro Dall Asta si è tenuto ai margini della battaglia combattuta intorno alla Popolare di Milano. Il Presidente degli Amici della Bipiemme, la potente Associazione dei Dipendenti soci che da sempre rappresenta l ago della bilancia in Piazza Meda, aveva scelto il silenzio. Oggi però, a due giorni dall Assemblea, vuole fare chiarezza. Sabato prossimo la lista degli Amici si confronterà con lo schieramento Fabi - Fiba in una sfida all ultimo voto. Sulla carta i Dipendenti - soci sembrano favoriti, ma Dall Asta preferisce non ostentare sicurezza. «I nostri concorrenti hanno uno stile molto diverso dal nostro. Finora l Associazione è rimasta in silenzio, ma adesso è il momento di fare davvero chiarezza», spiega Dall Asta a MF Milano Finanza. Domanda. In queste settimane l Associazione è finita nel tritacarne. Ve ne sarete resi conto. Risposta. Come no. È stato infilato talmente tanto fango nel ventilatore che gli schizzi sono arrivati un po ovunque. Gli Amici non saranno perfetti, ma certe accuse e certe manovre sono inaccettabili Bpm: Chiesa, il 31 ottobre al via l'aumento di capitale (AGI) Milano, 19 ottobre L'aumento di capitale da 800 milioni di euro della Banca Popolare di Milano prenderà il via il 31 ottobre, mentre i dettagli sul prezzo saranno approvati e resi noti la sera di giovedì 27 ottobre: è la tabella di marcia che seguirà il prossimo Consiglio di Gestione della Popolare milanese in caso di vittoria in Assemblea della lista presentata dagli 'Amici della Bpm'. Lo ha detto l'attuale Direttore Generale dell'istituto, Enzo Chiesa. Unicredit: 9 Mld per maxi cartolarizzazione mutui residenziali (Finanza.com), 19 ottobre Dal Consiglio di Unicredit presieduto dal Presidente Dieter Rampl è uscito un nuovo Piano di maxicartolarizzazione. Lo rende noto questa mattina Il Messaggero. Il Progetto approvato ieri riguarderebbe mutui residenziali prevalentemente italiani per un importo massimo di 9 miliardi di euro. L'Istituto di Piazza Cordusio aveva già approvato a giugno un'altra operazione da 14 miliardi di crediti alle imprese. L operazione di securitization prevedrebbe il trasferimento dei mutui residenziali ad una società veicolo, senza però procedere al collocamento sul mercato dei titoli del veicolo che invece potrebbe essere utilizzato come collaterale per approvvigionarsi di liquidità da controparti internazionali, come la BCE.

9 Sequestrato conto di Unicredit (Trend.online), 19 ottobre di Pierpaolo Molinengo Unicredit sotto l'occhio vigile degli inquirenti. L'inchiesta, che vede coinvolto l'istituto di Piazza Cordusio è iniziata nel 2008 ed è nata sull'operazione Brontos, ha portato ieri all'iscrizione dell'ex A. D. di Unicredit, Alessandro Profumo, insieme ad altri nel registro degli indagati per l'ipotesi di reato di dichiarazione fraudolenta mediante altri artifici e il sequestro da parte della Guardia di Finanza di 245 milioni di euro. Secondo quanto ricostruisce Il Giornale sul suo sito, l'ipotesi di reato sarebbe: "dichiarazione fiscale fraudolenta per aver autorizzato operazioni che comportavano per la Banca una forma di evasione. Pena prevista: da 18 mesi a 6 anni di galera. Nei dettagli Profumo è accusato di aver avallato un sistema che fingeva di investire ingenti somme su capitali che pagavano un dividendo, quando invece nella realtà si trattava di depositi che pagavano interessi. In questo modo occultando al fisco 750 milioni di reddito imponibile della Banca". Ma entriamo nel dettaglio. Stando a quanto ricostruisce TMNews "un Istituto di Credito Inglese propone come investimento a Istituti di Credito Italiani (Unicredit) degli strumenti finanziari che per la loro struttura, secondo l'accusa sono produttivi di interessi e non di dividendi. In sostanza stando alle indagini sarebbero state fatte passare come operazioni dirette all'acquisto di azioni o titoli quel che in realtà, secondo la Procura, era un investimento in finanziamento. Con la differenza che, il secondo caso, produce interessi attivi tassati in Italia sul 100% dell'imponibile, mentre nel primo sono tassati per il 5%". Ovviamente le accuse devono essere dimostrate. Il Giornale spiega che "la difesa sostiene la perfetta liceità di tali operazioni d'investimento. Ma è anche vero, allora, che vale il noto proverbio di origini bibliche, che «chi è senza peccato lanci la prima pietra»: non sarà molto originale, ma come si fa ad accettare che uno dei candidati a guidare un nuovo corso politico, nel nome di ritrovate virtù morali e di buon governo, sia un ex manager, banchiere, che risulta coinvolto in storie di ordinaria evasione fiscale (ancorchè di alto rango)? Immaginiamo l'imbarazzo della sinistra, che della lotta all'evasione fiscale fa (e pure giustamente) uno dei suoi cavalli di battaglia. E che è andata subito in brodo di giuggiole quando il Profumo in questione, nel dispensare frammenti del suo programma, aveva fornito la ricetta segreta: una tassa patrimoniale da 400 miliardi". Popolare Emilia Romagna: il rating di Standard & Poor's (Finanza.com), 19 ottobre Banca Popolare dell Emilia Romagna ha reso noto che l agenzia Standard & Poor's, ha rivisto il rating di lungo termine a BBB+ da A-, e confermato il rating di breve termine ad A-2. L'outlook è stabile. La decisione si inserisce in una più ampia revisione dei ratings del settore bancario italiano, riflettendo l opinione che la redditività delle Banche italiane potrebbe essere messa sotto pressione nei prossimi due anni, dato un probabile aumento del costo del funding e della volatilità dei mercati finanziari ed un indebolimento delle prospettive di crescita economica. American Express aumenta l'utile ed i ricavi nel terzo trimestre (Borsainside.it), 19 ottobre American Express ha annunciato di aver aumentato nel terzo trimestre del 2011 i suoi ricavi del 9% a $7,57 miliardi ed il suo utile netto del 13% a $1,24 miliardi pari a $1,03 per azione. Gli analisti avevano atteso in media ricavi di $7,58 miliardi ed un utile per azione di $0,96. Le spese effettuate con le carte di credito del Gruppo newyorkese sono aumentate lo scorso trimestre del 16%. American Express ha continuato inoltre a beneficiare del miglioramento della qualità del credito. Gli accantonamenti per le perdite su crediti sono calati da anno ad anno del 33% a $249 milioni.

10 Dal sito di YAHOO.Finanza, del 20 ottobre 2011 Ricapitalizzare le Banche UE potrebbe richiedere meno di 100 Mld. (Wall Street Italia) Roma, 20 ottobre Il Piano dell'europa per rafforzare il sistema bancario potrebbe richiedere meno risorse di quanto il mercato si aspetti. Le ultime stime dell'unione Europea parlano infatti di una cifra inferiore a 100 miliardi, molto meno rispetto ai 200 miliardi stimati dal Fondo Monetario Internazionale e ai 275 miliardi calcolati da alcuni analisti. Stando a quanto riportato dal Financial Times, che cita due persone con familiarità del caso, i risultati di uno stress test di emergenza sulle Banche UE, condotto dall'autorità Bancaria Europea, suggeriscono un aumento di capitale tra 70 e 90 miliardi. Questo dovrebbe consentire agli Istituti di portare il Core Tier 1 al 9%, misura di forza finanziaria che va ben oltre i requisiti richiesti al momento. Tra le persone coinvolte nell'analisi sarebbe in corso un dibattito sulla metodologia utilizzata, ma ogni cambiamento dovrebbe comunque ridurre, piuttosto che aumentare, il capitale richiesto. I leader europei dovrebbero ratificare il Piano durante il fine settimana, insieme ad una serie di iniziative per rafforzare l'eurozona, tra cui l'utilizzo del Fondo EFSF come veicolo per garantire l'emissione del debito da parte dei vari Paesi. Crisi: UE valuta messa al bando rating per Stati in difficoltà (Asca-AFP) Francoforte, 20 ottobre La Commissione Europea starebbe valutando la possibilità di vietare alle agenzie di rating la pubblicazione dei loro giudizi nei confronti dei Paesi dell'unione in difficoltà. Lo riferisce il Financial Times Deutschland secondo il quale il Commissario al Mercato Interno, Michel Barnier, ha messo a punto una bozza di Proposta che attribuisce alla European Securities and Markets Authority la facoltà di ''vietare temporaneamente'' alle agenzie di rating di pubblicare le loro analisi sulla solvibilità degli Stati europei. Secondo il quotidiano finanziario, che ha ottenuto una copia del provvedimento, Barnier sarebbe preoccupato del fatto che la pubblicazione di un rating ''in un momento inopportuno'' mentre uno Stato sta negoziando un aiuto finanziario dal Fondo europeo o dal FMI potrebbe avere ''un effetto negativo per la stabilità finanziaria di quel Paese ed effetti potenzialmente devastanti per l'economia globale''. Irlanda: troika, sta centrando obiettivi Piano di salvataggio (Asca) Roma, 20 ottobre L'Irlanda è sulla buona strada per soddisfare le condizioni per un ulteriore prestito di 8 miliardi di euro da Fmi-Ue, parte del pacchetto complessivo di aiuti da 70 miliardi deliberato a favore di Dublino. Lo ha detto oggi la Troika degli esperti, BCE-FMI-UE, che monitora il rispetto da parte di Dublino degli obiettivi del Piano di risanamento dei conti pubblici e dell'economia. ''L'applicazione del programma continua ad essere rispettata'', il paese dovrebbe centrare l'obiettivo di ridurre quest'anno il rapporto deficit/pil al 10,5%, mentre per il 2012 di dovrà scendere sotto l'8,6%. Un aiuto anche dalla crescita economica che, pur destinata a scendere all'1% quest'anno e il prossimo conferma l'uscita dell'irlanda da una protratta recessione. Il nuovo check-up della Troika è previsto a gennaio Grecia, troika raccomanda immediato pagamento sesta tranche (Reuters), 20 ottobre

11 La cosiddetta Troika - il gruppo di ispettori di Fondo Monetario, BCE e Unione Europea in missione in Grecia - raccomanda che la sesta tranche di finanziamento all'interno del pacchetto di aiuti venga pagata il prima possibile nonostante la dinamica del debito statale greco sia "estremamente preoccupante". Lo dice una bozza del rapporto degli ispettori ottenuta da Reuters. Il documento dice che il rallentamento economico della Grecia è decisamente maggiore delle attese e le previsioni a medio termine di crescita potrebbero dover essere riviste al ribasso. Tuttavia ulteriori misure sulle entrate e le uscite statali potrebbero consentire alla Grecia di raggiungere l'obbiettivo di deficit del 2012, ma non del La Troika "raccomanda che venga pagata il più presto possibile la sesta tranche" dice la bozza del rapporto. Dexia: conclusa vendita Dexia Banque Belgique a Governo belga (Finanza.com), 20 ottobre Dexia e il Governo belga hanno concluso l'accordo di vendita di Dexia Banque Belgique per 4 miliardi di euro. Si tratta del primo passo per lo smantellamento della Banca. Il Board della Banca franco-belga ha inoltre dato il via libera all'intesa con Caisse des Dépôts e Banque Postale per la cessione delle attività di finanziamento degli Enti Locali francesi. Giovanni Sabatini (ABI) agli Italian Certificate Awards: l Italia è un Paese dai solidi fondamentali (Finanza.com), 20 ottobre L Italia è un Paese dai fondamentali solidi, ma i mercati non ne danno una valutazione corretta. È questa, in sintesi, l opinione espressa da Giovanni Sabatini, Direttore Generale dell ABI, a margine della quinta edizione degli Italian Certificate Awards (ICA), l evento che premia i migliori certificati ed emittenti del 2011, svoltosi ieri presso la sede milanese di Borsa Italiana. Le condizioni dell Italia sono migliori di quelle di altri Stati europei, ha commentato il Direttore Generale dell ABI. Se si guarda il livello di debito aggregato - quello cioè che si ottiene sommando debito pubblico e privato - l indebitamento italiano in relazione al Pil è inferiore a quello di Gran Bretagna, Spagna e Francia, e simile a quello della Germania. Inoltre le famiglie italiane sono le meno indebitate d Europa e dispongono di una elevata ricchezza finanziaria, e il sistema bancario ha mostrato di saper attraversare la crisi senza avere bisogno di interventi di salvataggio da parte dello Stato. Chiesa: padroni in casa nostra (Italia Oggi.online), 20 ottobre Matteo Arpe, candidato Fabi - Fiba al Consiglio di Gestione di Popolare Milano, parteciperà da azionista all'assemblea 22 ottobre, con un centinaio di azioni detenute in proprio. Il banchiere milanese parlerà di un eventuale impegno finanziario da parte di Sator a sostegno del rilancio della Banca solo dopo l'assemblea di sabato. Giorgio Benvenuto, ex senatore, già segretario generale della Uil e nome di spicco dell'attuale CdA della Bpm, ha sottolineato, in un'intervista a La Stampa, che la Banca «è una bella realtà, sottovalutata. Temo che molti guardino alla Banca come a una preda da conquistare, risistemare e vendere». Contro l'arrivo di Arpe anche l'attuale D. G. della Banca, Enzo Chiesa, che corre per la lista rivale degli «Amici». Secondo Chiesa, Arpe ha la testa «più a Roma che a Milano. Importare qui il modello di Capitalia? Conosco Arpe», ha detto Chiesa in un'intervista, «e certamente è stato un enfant prodige, ma in un contesto diverso». Nella prima tappa del road show milanese, organizzata dalla lista degli «Amici della Bipiemme», Enzo Chiesa ha poi rincarato la dose. «La nostra casa la mettiamo a posto noi, da soli. C'è qualcuno che bussa alla porta e vuole mettere in ordine la nostra casa; è un po' in disordine, ma è di vetro. Quelli che mi mettono le mani in casa mi danno fastidio, la nostra casa la mettiamo a posto noi, da soli».

12 Chiesa ha poi ironizzato sul nuovo Statuto della Banca, pesantemente modificato dalla Banca d'italia, asserendo che «ho scoperto che siamo campioni del duale estremo, che nessun altro ha in Italia». Il D. G. ha sottolineato che «il Consiglio di Gestione fa tutto quello che faceva il Consiglio di Amministrazione e un po' di più. Ha praticamente tutti i poteri. Contrariamente a qualunque altra situazione poi, il Consiglio di Sorveglianza non può esprimere un parere se non chiesto dal CdG. Siamo all'estremo, con un CdA di cinque persone con un Amministratore Delegato molto forte e un Collegio Sindacale composto da 17 membri. Hanno snaturato la Cooperativa? Sì, per certi versi sì». Dal canto suo, ieri il Direttivo di Asso insieme, l'associazione che raccoglie i pensionati di Bpm, circa 3 mila voti per l'assemblea di sabato, ha deliberato «di non optare per una scelta di campo tra le liste che parteciperanno alla nomina del Consiglio di Sorveglianza» e ha lasciato libertà di voto agli associati. Bpm svetta sul Ftse Mib, si avvicina l Assemblea. Intermonte resta cauta sul titolo (Finanza.com), 20 ottobre Si avvicina l Assemblea della Banca Popolare di Milano, in programma sabato 22 ottobre, chiamata a votare le liste che andranno a formare il nuovo Consiglio di Sorveglianza e ad approvare l aumento di capitale da 800 milioni di euro. Oggi la maggior parte dei quotidiani nazionali sono focalizzati sulle modalità di voto in Assemblea. Il dubbio ruota intorno a due ipotesi: se il voto verrà effettuato con le modalità ad oggi esistenti oppure con quelle volute dalla Banca d Italia e che verranno approvate dall Assemblea stessa. La nostra convinzione - commentano gli analisti di Intermonte - è che si voti con le modalità ad oggi esistenti e che l attuale Direttore Generale, Enzo Chiesa, abbia maggiori probabilità di successo. In questo modo l atteso aumento di capitale potrebbe partire entro fine mese come da programma. Il broker conferma la sua view cauta sul titolo Bpm (underperform con target price a 1,30 euro) perché il recente rally ha già incorporato aspettative di miglioramenti nella gestione grazie al maggior spazio di azione che sarà riconosciuto al nuovo Capo Azienda attraverso la nuova governance. A Piazza Affari Bpm svetta sul paniere principale con un rialzo di oltre l 1% a 1,793 euro. Domani si chiude campagna elettorale per Bpm, sabato l'assemblea risolutiva (Milano Finanza), 20 ottobre Domani si chiude la campagna elettorale per il nuovo CdS della Popolare di Milano. Quasi in contemporanea, la lista presentata da Fabi Fiba e sostenuta da Falcri e Sinfub e quella degli Amici della Bpm appoggiata da Fisac e Uilca chiuderanno le rispettive campagne elettorali per la nomina del Consiglio di Sorveglianza dell'istituto. La Lista Fabi - Fiba si incontra alle in Piazza Affari, sede di Borsa Italiana e saranno presenti sia il Presidente indicato del CdS Marcello Messori, il Consigliere Delegato Matteo Arpe e il segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni. Alle invece nella sede di Bpm si riuniranno gli Amici della Banca con il Presidente della lista Filippo Annunziata, il Consigliere Delegato Enzo Chiesa e Andrea Bonomi. In vista dell'assemblea di Bpm del 22 ottobre, proprio l'a. D. di Investindustrial ha assicurato oggi che non esistono collegamenti o accordi tra la lista presentata da lui e le altre quattro. Bonomi ha dato la propria disponibilità alla candidatura per ricoprire il ruolo di Presidente del CdG di Piazza Meda, una volta varata la nuova governance duale. Di fatto il Consiglio di Sorveglianza sarà una sorta di super Collegio Sindacale, a cui si potrà chiedere un parere su determinate questioni, ma il cui parere non sarà mai vincolante. E il CEO avrà alcune deleghe di diritto, non modificabili. Ma cosa accadrà alla Banca nel caso dovesse vincere uno o l'altro degli schieramenti?

13 Nel caso in cui dovesse passare l'associazione degli Amici della Bpm, sostenuta da Bonomi, da Fisac-Cgil e UILCA, che punta sull'attuale D. G. Chiesa come A. D., per gli analisti Bpm si troverebbe, nonostante il recente cambio di governance, in una situazione di sostanziale continuità. L'aumento di capitale da 800 milioni di euro verrebbe lanciato entro il 31 ottobre e i Tremonti bond (500 milioni di euro) restituiti entro la fine del Il Piano Industriale prevede al 2015 utili operativi a 2 miliardi, un calo del costo del credito di 17 punti e un payout del 45%. Nel caso, invece, di un'ascesa di Arpe, gli analisti si attendono una revisione dell'attuale Business Plan. Probabilmente si avrebbe anche uno slittamento all'inizio del 2012 dell'aumento di capitale che dovrebbe andare a collocarsi all'interno di un nuovo Piano Industriale. Anche Arpe punta a restituire subito i Tremonti bond e per quanto riguarda la ricerca di una maggiore efficienza ha rassicurato i Dipendenti-soci escludendo riduzioni del Personale e precisando che la riduzione del rapporto cost/income (costi/ricavi) può essere fatta anche aumentando i ricavi. Arpe ha altresì negato ipotesi di fusioni con altre Banche. A Piazza Affari il titolo della Popolare di Milano perde meno degli altri bancari (-2,09% a 1,736 euro). "Confermiamo la nostra visione cauta ritenendo che il recente rally del titolo abbia già incorporato aspettative di miglioramento nella gestione grazie al maggior spazio di azione che sarà riconosciuto al nuovo Capo Azienda con la nuova governance", sostiene Intermonte. Assemblea Bpm, si chiude campagna con Bonanni (Italia Oggi.online), 20 ottobre L'Associazione dei soci non dipendenti di Bpm, guidata da Piero Lonardi, ha presentato mercoledì un esposto in Banca d'italia e in Consob in vista dell'assemblea di domani. Nell'esposto, l'associazione ha messo in rilievo due elementi. Il primo è che solo mercoledì è stato riconosciuto all'associazione, dopo un ricorso d'urgenza, l'accesso al libro soci della Banca. Troppo tardi per poter fare qualcosa. Piero Lonardi ha poi evidenziato come, a suo avviso, l'«aggregato dei Dipendenti esprimerà in maniera fittizia un maggior numero di Consiglieri di Sorveglianza rispetto agli 11 della maggioranza, vanificando così lo spirito dell'approvanda riforma statutaria». Un modo per dire che, essendo le due liste guidate da Filippo Annunziata e Marcello Messori, «figlie» dell'associazione Amici della Bipiemme, la maggioranza e la minoranza del CdS saranno comunque espressione di forze sindacali. Nell'accesa campagna elettorale scende in campo anche Raffaele Bonanni. Oggi, ultimo giorno di campagna e alla vigilia dell'assemblea di domani, il leader della Cisl è a Milano per partecipare alla convention conclusiva della lista Fiba-Fabi, che candida Marcello Messori. Intanto ieri il finanziere Andrea Bonomi, in una nota, ha ribadito che «non esiste alcun collegamento o accordo tra le liste presentate da Investindustrial IV e alcuna delle altre quattro liste presentate in vista dell'assemblea Bpm». Bnl: investe 300 Mln per nuova sede presso stazione Tiburtina (Asca) Roma, 20 ottobre Bnl Gruppo Bnp Paribas, cambia sede e si trasferisce presso l'area della nuova stazione Tiburtina a Roma dedicata dalle FS all'alta velocità. Il Progetto del nuovo centro direzionale della Banca, che verrà realizzato entro il dicembre del 2014 e che prevede un investimento complessivo di circa 300 milioni di euro, è stato presentato oggi in una conferenza stampa dal Presidente e dall'amministratore Delegato di Bnl, Luigi Abete e Fabio Gallia, dall'amministratore Delegato di Bnpp Re Italia, Cesare Ferrero e dall'amministratore Delegato delle Fs, Mauro Moretti. Per la nuova sede, Bnp Paribas Real Estate si è infatti aggiudicata per circa 73 milioni, attraverso una gara indetta dalle FS, le aree ubicate nel comparto della nuova stazione Tiburtina, di proprietà di RFI.

14 La struttura sarà in grado di ospitare fino a postazioni di lavoro e sarà realizzata su una superficie complessiva di 67 mila mq, di cui 20 interrati e 47 mila esterni. ''Questo importante progetto - ha commentato Gallia - testimonia l'impegno di lungo periodo di Bnp Paribas in Italia e il ruolo centrale del nostro Paese per il Gruppo. Un'iniziativa con la quale Bnl rafforza il proprio legame con la città' di Roma, contribuendo alla sua crescita attraverso investimenti significativi nello sviluppo delle infrastrutture. Funzionalità, sostenibilità ambientale e innovazione sono gli elementi chiave del Progetto della nuova sede di Tiburtina, un edificio ideato per offrire ai nostri Dipendenti spazi confortevoli di ultima generazione e fornire loro una serie di servizi per migliorare la qualità del proprio ambiente di lavoro''. Gallia, per il quale la parola chiave dell'intera operazione è quella della fiducia, ha poi ribadito che ''l'italia è importante'' per il Gruppo Bnp Paribas aggiungendo che ''solo in quest'ultimo anno abbiamo completato l'acquisto del controllo di Findomestic e del 51% di Bnl Vita. Abbiamo investito poco meno di 1 Miliardo nel nostro Paese e questo dimostra la centralità dell'italia nello scacchiere del Gruppo''. Attualmente Bnl ha otto sedi dislocate a Roma e l'obiettivo è quello di arrivare a tre: Tiburtina, via Aldobrandeschi e via Crescenzo del Monte, attraverso un percorso di valorizzazione degli immobili. ''Cerchiamo di concentrare tutto sulla parte strumentale - ha concluso Gallia -, Quello che non è funzionale verrà dismesso ma senza la necessità di svendere. Vogliamo valorizzarlo al meglio''. Sui tempi dell'intera operazione, Ferrero ha poi spiegato che, entro i prossimi 12 mesi si dovrebbe completare l'intero iter autorizzativo ''se anche tutte le parti competenti daranno il loro contributo'', mentre la nuova sede sarà completata entro 24 mesi, ovvero nel dicembre del Scotiabank si porta a casa il 51% della colombiana Colpatria per 1 Mld. $ (Finanza.com), 20 ottobre Bank of Nova Scotia, anche chiamata Scotiabank, ha annunciato di aver acquistato il 51% della colombiana Banco Multibanca Colpatria per circa 1 miliardo di dollari. Il controvalore dell operazione sarà versato per 500 milioni di dollari in contanti e per la restante parte tramite 10 milioni di azioni della terza Banca canadese. A Toronto il titolo Scotiabank quota in parità a 51,8 dollari canadesi (+0,14%). Poste: si rafforza collaborazione con Fondazione Telethon (Asca) Roma, 20 ottobre Si rafforza il rapporto tra la Fondazione Telethon e PosteMobile, l'operatore di telefonia del Gruppo Poste Italiane, che già dallo scorso anno consente ai propri clienti di donare attraverso l Sms solidale attivo durante la maratona televisiva. Grazie ad un nuovo accordo, da oggi giovedì 20 ottobre, i clienti PosteMobile che hanno associato la SIM a uno strumento di pagamento BancoPosta (conto corrente o Postepay) potranno effettuare online le proprie donazioni libere, utilizzando soltanto il proprio numero di cellulare. Semplice e intuitiva la modalità: una volta arrivati sul form di donazione sul sito Telethon.it, basterà compilarlo con i dati richiesti, inserire il proprio numero di telefono PosteMobile e la propria data di nascita. Si riceverà quindi un Sms con il riepilogo dei dati inseriti. Per completare l'operazione sarà sufficiente digitare sul proprio cellulare, seguendo la procedura guidata, il proprio codice personale PMPIN a conferma della transazione. L'importo donato a Telethon sarà così automaticamente addebitato sullo strumento di pagamento BancoPosta associato alla SIM. PosteMobile non applica alcun costo aggiuntivo per la transazione via SIM. In questo modo Telethon diventa la prima charity in Italia a utilizzare questo canale per raccogliere fondi e sostenere la migliore ricerca sulle malattie genetiche.

15 Credito: Cgia, una micro impresa su due denuncia una restrizione (Asca) Roma, 20 ottobre Il 51,3% delle micro imprese italiane che si sono rivolte ad una Banca negli ultimi tre mesi ha denunciato un aumento delle difficoltà reali nell'accesso al credito. Inoltre, il 37% delle micro imprese italiane ha accusato un peggioramento dei rapporti con il sistema bancario. Sono questi i due principali risultati emersi da un'indagine commissionata dalla CGIA di Mestre a Panel Data, su un campione di 800 micro imprese (aziende con meno di 20 addetti) distribuite su tutto il territorio nazionale. ''L'aumento dei costi, dei tassi bancari, la richiesta di maggiori garanzie e le difficoltà sempre più crescenti nell'accesso al credito - commenta Giuseppe Bortolussi segretario della CGIA di Mestre - sono le cause che hanno deteriorato il rapporto tra le piccolissime aziende ed il sistema creditizio. L'area geografica che ha maggiormente risentito di questa situazione è il Nord Ovest: quasi un'azienda intervistata su due, precisamente il 48,9%, ha denunciato questo peggioramento''. In sostanza, tra gli imprenditori cresce il numero degli ''sfiduciati'', ovvero di coloro che hanno deciso, nonostante i grossi problemi di liquidità che si sono aggravati con la crisi, di non ricorrere all'aiuto di una Banca. Infatti, l'86,2% degli intervistati ha dichiarato che non si rivolgerà ad un Istituto di credito nei prossimi tre mesi. ''Un segnale preoccupante - conclude Giuseppe Bortolussi - dettato, come dimostra anche questa indagine, dalle misure sempre più restrittive imposte dalle Banche alle imprese. Pertanto, questa situazione rischia di indurre molte imprese, soprattutto al Sud, a ricorrere a forme di approvvigionamento del credito in maniera irregolare, con il pericolo di un forte aumento dell'usura e delle attività estorsive''. Mediobanca: capitali di Borsa scesi del 26% (YAHOO.Finance), 20 ottobre A metà ottobre la capitalizzazione di Piazza Affari era scesa a 359 miliardi di euro, il 23% del Pil, una cifra inferiore anche a quella di 368,5 miliardi (24% del Pil) di fine 2008, l'annus horribilis della precedente crisi finanziaria. Il valore della Borsa italiana si era poi ripreso attestandosi a 458 miliardi a fine 2009 (30% del Pil), per scendere ai 425 miliardi di fine 2010 e ai 436 dello scorso giugno. L'edizione 2011 di «Indici e Dati» relativi a investimenti in titoli quotati messa a punto dall'ufficio studi di Mediobanca, conferma ancora una volta lo stand da cenerentola di Piazza Affari, che rimane decisamente piccola in confronto con le altre piazze del mondo. Senza parlare di colossi come il NYSE (9.542 Mld. di capitalizzazione, 86,7% del Pil), il confronto a fine giugno vedeva Milano (436 Mld.) anche dietro a piazze come Brasile (1.073 Mld.), Spagna (933 Mld.), Russia (720 Mld.), Sud Africa (624 Mld.). Nei quasi dieci anni tra fine 2001 e giugno 2011, i miliardi di capitalizzazione sfumati in piazza Affari sono stati circa 234, -26,4%. Dallo studio emerge inoltre che il settore industriale, confinato negli anni del boom bancario a una quota minima del 56% della capitalizzazione a fine 2005, aveva iniziato una ripresa che lo ha portato a salire al 73% a giugno Bankitalia, Bossi: Berlusconi farà nome stasera (Reuters), 20 ottobre - h. 18,30 di Alberto Sisto Silvio Berlusconi indicherà stasera il nome del candidato prescelto per la sostituzione di Mario Draghi alla guida della Banca d'italia. Lo ha annunciato il Ministro per le Riforme, Umberto Bossi, al termine di un incontro convocato dal Premier con i Ministri 'di peso' - Giulio Tremonti e lo stesso leader leghista - per discutere di Bankitalia e di sviluppo. Berlusconi ha detto nel pomeriggio ai cronisti di stare "provvedendo" alla messa a punto della lettera da inviare al Consiglio Superiore della Banca d'italia con l'indicazione del candidato ma non si è sbilanciato sul nome: "Devo essere riservato, come vi avevo detto ieri".

16 Alla riunione, tenutasi dopo che il Premier ha incontrato i parlamentari del Pdl alla Camera (incontro al quale non ha fatto alcun cenno a Bankitalia), erano presenti anche il Ministro leghista Roberto Calderoli e quello dello Sviluppo Economico, Paolo Romani. A mediare, come sempre, il Sottosegretario alla Presidenza Gianni Letta. "Io continuo a tifare per [Vittorio] Grilli", ha ribadito il Senatur entrando nel palazzo di Governo. E proprio la preferenza della Lega e del Ministro dell'economia per il Direttore Generale del Tesoro ha costituito finora uno degli ostacoli alla scelta del Premier - che sarebbe ricaduta fino ad alcuni giorni fa sull'insider Fabrizio Saccomanni gradito a Draghi -, alla luce della precaria situazione di Governo e maggioranza. L'altro problema è rappresentato dalle dimissioni di Lorenzo Bini Smaghi dal suo posto nel Board della BCE per fare spazio a un francese, entrando così nella rosa dei candidati per Palazzo Koch. Tale scelta ha ripreso quota negli ultimi giorni come soluzione per placare la Francia. Bossi ha invece escluso che l'attuale Vice Direttore Generale di Via Nazionale Anna Maria Tarantola possa essere candidata alla successione di Draghi. "Sono cazzate", ha detto ai cronisti. Ieri è stato Berlusconi stesso ad annunciare che oggi spedirà al Consiglio Superiore di Bankitalia la lettera con il nome. Draghi andrà a presiedere la BCE a partire dal 1 novembre, lasciando vuota la poltrona di Governatore. La legge che nel 2005 ha riformato lo Statuto di Bankitalia prevede che la nomina del Governatore sia disposta con decreto del Presidente della Repubblica, su proposta del Presidente del Consiglio, previa deliberazione del Consiglio dei Ministri, sentito il parere del Consiglio Superiore della Banca d'italia. SVILUPPO: STALLO SU MISURE, DECRETO PARE SALTARE (ha contribuito Francesca Piscioneri) Il Governo è in seria difficoltà anche sul fronte delle misure da varare per rilanciare la crescita al punto che è saltata anche la riunione settimanale del Consiglio dei Ministri prevista per domattina. "Domani il Consiglio dei Ministri non c'è", ha risposto Bossi a chi gli chiedeva se le misure per lo sviluppo sarebbero andate al CdM di domani. Per settimane si è parlato di un Decreto Sviluppo - misura dunque urgente e necessaria - per dare un segnale forte ai mercati sulla volontà non solo di tenere in ordine i conti ma anche di risollevare il Pil pressoché piatto. Il provvedimento non ha ancora visto la luce a causa delle tensioni interne. Molti Ministri ritengono infatti che il rilancio dell'economia debba avvenire principalmente attraverso il ricorso alla spesa pubblica ma Tremonti si oppone a qualsiasi provvedimento che possa modificare i saldi di bilancio, appena fissati con il varo la scorsa settimana della legge di Stabilità, la nuova Finanziaria. Ad allungare ancora i tempi le parole di Berlusconi che oggi avrebbe detto ai parlamentari del Pdl che il Governo sta pensando a un pacchetto di interventi e non a un Decreto. Terziario: Sacconi, sì a Bilaterale. Confcommercio, Welfare Contrattuale (Asca) Roma, 20 ottobre La crisi globale, che ha colpito l'area dell'euro e che, nel nostro Paese, ha portato alla recente manovra correttiva, impone una riflessione sulla possibile evoluzione del Welfare contrattuale e della bilateralità anche attraverso il confronto con le esperienze di altri Stati dell'unione Europea. Questo l'obiettivo del Convegno organizzato da Confcommercio ''La bilateralità nel terziario: un modello di responsabilità condivise per una nuova stagione di crescita del Paese''. ''Il mercato del lavoro del commercio e del turismo - ha sottolineato il Ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, nel suo intervento al convegno - è particolarmente frammentato ed è davvero importante che venga governato non solo dalle istituzioni pubbliche, ma anche per molti aspetti dagli Enti Bilaterali, da quegli organismi che le Organizzazioni dei Lavoratori e degli imprenditori, come Confcommercio, in particolare per le aziende di questo settore hanno promosso''.

17 Per il Direttore Generale di Confcommercio, Francesco Rivolta, ''nel momento in cui si parla di crisi del Welfare pubblico, e quindi di un arretramento dello Stato nel fornire risposte ai cittadini, vogliamo dire che il nostro Contratto che riguarda 2,5 milioni di Lavoratori ha in sé modelli da portare come esempio che può contribuire alla crescita''. Questo modello - sottolinea Rivolta - ''è quello del Welfare Contrattuale che interessa 1,5 milioni di Lavoratori nella sanità integrativa; 125mila imprese iscritte al sistema per la formazione continua; e 140mila nel sistema della Previdenza Integrativa''. Secondo il Direttore Generale di Confcommercio ''non è vero che il Welfare o è pubblico oppure non c'è''. Per Rivolta, inoltre, il Governo deve ''sostenere le politiche attive attraverso una fiscalità'' a vantaggio di Lavoratori e imprese, che ''non possono pagare due volte''. Bankitalia: come nel '93, indicato il numero 3 del Direttorio (Asca) Roma, 20 ottobre L'indicazione del nuovo Governatore della Banca d'italia nella persona di Ignazio Visco ha raccolto il favore di maggioranza, opposizione e delle forze sociali. Una nomina nel segno della continuità e dell'autonomia dell'istituto Centrale e che ricorda la scelta di Antonio Fazio alla massima carica di Via Nazionale nel Ignazio Visco, come 18 anni fa Fazio, è il numero tre del Direttorio di Palazzo Koch. Allora Fazio ''scavalcò'' il numero due, il Direttore Generale Lamberto Dini che l'anno dopo fu chiamato proprio dall'allora e attuale Premier Silvio Berlusconi al Ministero del Tesoro. Oggi, probabilmente per effetto di una delicata mediazione politica, al D. G. Fabrizio Saccomanni è stato preferito il Vice Direttore Anziano dell'istituto, il numero 3 del Direttorio, Ignazio Visco. Una designazione comunque impeccabile dal punto di vista istituzionale, considerato che il Consiglio Superiore di Bankitalia ha immediatamente definito ''positiva'' la soluzione Visco. Bankitalia, Berlusconi indica Ignazio Visco nuovo Governatore (Reuters), 20 ottobre di Paolo Biondi Il Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi ha indicato il Vice Direttore Generale della Banca d'italia Ignazio Visco quale nuovo Governatore dell'istituto al posto di Mario Draghi. Lo hanno detto in serata una fonte governativa e una fonte politica. Dal Ministero del Tesoro filtra soddisfazione per la scelta, ha detto una fonte del Ministero di Via XX settembre. Una delle prime dichiarazioni politiche di "apprezzamento" giunge dal segretario del Pd, Pierluigi Bersani. Bankitalia: Consiglio Superiore, Visco certamente valido (AGI) Roma, 20 ottobre Ignazio Visco "è una persona certamente valida". Paolo Blasi, Consigliere anziano di Banca d'italia, commenta così l'indicazione per il nuovo Governatore arrivata dal Capo del Governo, pur precisando che "non ci si può esprimere su un indiscrezione". Tutto lascia però credere che il parere del Consiglio Superiore, che si riunirà lunedì prossimo, sarà positivo. Bankitalia: Bonanni, Ignazio Visco scelta di grande profilo (Asca) Roma, 20 ottobre ''Quella di Ignazio Visco è una scelta di grande profilo nel solco della continuità istituzionale della Banca d'italia. Voglio esprimere al neo Governatore della Banca d'italia, Ignazio Visco, gli auguri più sinceri da parte della Cisl.

18 Abbiamo già avuto modo di apprezzare le indubbie qualità di Ignazio Visco, ed in particolare la sua sensibilità sui temi sociali. Siamo convinti che saprà guidare la Banca d'italia con lo stesso rigore istituzionale e la stessa capacità di analisi e di stimolo del suo predecessore''. E' quanto dichiara il Segretario Generale della Cisl, Raffaele Bonanni. Bankitalia: 118 anni di storia, 3 D. G. e 10 Governatori (Asca) Roma, 20 ottobre, Scheda ''Le origini della Banca si perdono nella notte dei tempi. Non così quelle delle Banche Centrali. La loro storia si condensa tutta negli ultimi tre secoli dell'età moderno - contemporanea. Per tutte è possibile fissare con precisione la data di nascita: 1668 per la Banca Centrale di Svezia, 1694 per la Banca Centrale d'inghilterra, 1800 per la Banca Centrale di Francia, 1814 e 1817 rispettivamente per la Banca di Olanda e per quella austriaca, 1850 per la Banca del Belgio, 1875 per la Reichsbank, 1882 per quella del Giappone, 1893 per la Banca d'italia, 1913 per il Federal Reserve System degli Stati Uniti. Questa litania di date apparentemente precise rischia però di essere fuorviante. Perchè la Banca Centrale non nacque come istituzione compiuta e definita come la si conosce noi oggi. La Banca Centrale è un Organismo che si sviluppò nel corso del tempo acquisendo progressivamente funzioni, compiti e fisionomia nuovi e sempre più complessi, instaurando relazioni via via più intricate e delicate col resto del sistema bancario e finanziario, con il potere politico, con il sistema economico in genere''. Così Carlo Maria Cipolla (nella prefazione ai primi volumi della Collana storica della Banca d'italia) invita a riflettere sull'identità e le funzioni di una Banca Centrale in divenire. La Banca d'italia fu istituita nel 1893 nell'ambito di un riordino complessivo degli Istituti di Emissione. Nel 1926 la posizione sostanzialmente pubblica dell'istituto ebbe un importante riconoscimento: la Banca d'italia divenne l'unico Istituto autorizzato all'emissione di banconote e le furono affidati poteri di Vigilanza sulle altre Banche, successivamente ampliati e potenziati dalla legge bancaria del Quest'ultima riconobbe inoltre formalmente la Banca come Istituto di Diritto Pubblico e avrebbe costituito la norma fondamentale del sistema bancario italiano fino al 1993, quando è stato promulgato il vigente Testo Unico in materia bancaria e creditizia. Nel 1947 la manovra di stabilizzazione della lira costituì uno snodo cruciale nella storia dell'istituto: l'inflazione postbellica fu troncata e vennero poste le condizioni monetarie per il ''miracolo economico'' degli anni Cinquanta. Nella Costituzione del 1948 fu introdotto il principio della tutela del risparmio. Dopo gli shock che negli anni Settanta hanno scosso il sistema monetario internazionale e la lira, il processo di disinflazione è stato favorito in Italia da una più decisa tutela giuridica dell'autonomia della Banca Centrale. La riconquistata stabilità della lira e l'avvio del riequilibrio della finanza pubblica hanno consentito all'italia, nel rispetto dei criteri indicati dal Trattato di Maastricht (1992), di far parte del primo gruppo di Paesi che nel 1999 hanno adottato l'euro come propria moneta; le banconote e le monete in euro hanno cominciato a circolare nel Nella sua storia ultracentenaria, la Banca d'italia ha avuto tre Direttori Generali e 9 Governatori, con Ignazio Visco che sarà il decimo Governatore. Tale carica infatti è stata istituita solo nel Prima avevano ricoperto il ruolo di D. G. Giacomo Grillo ( ), Giuseppe Marchiori ( ) e Bonaldo Stringher ( ). Lo stesso Stringher fu il primo Governatore, incarico che ricoprì dal 1928 al 1930.

19 Gli sono succeduti Vincenzo Azzolini ( ), Luigi Einaudi ( ), Donato Menichella ( ), Guido Carli ( ), Paolo Baffi ( ), Carlo Azeglio Ciampi ( ), Antonio Fazio ( ), Mario Draghi ( ). Ignazio Visco, per la crescita ci vuole fatica e uno sforzo massiccio sull'istruzione (Milano Finanza.online), 20 ottobre MF Online pubblica la conclusione dell'intervento "Crescita, capitale umano, istruzione" dell'allora Vice Direttore Generale (e prossimo Governatore) di Bankitalia Ignazio Visco, a Genova alla cerimonia di inaugurazione dell'anno accademico 2007/2008 dell'università degli Studi, il Siamo partiti con la bassa crescita della nostra economia, dei nostri redditi, dei salari. Non ho parlato di politica economica nel senso classico del termine, di politica monetaria, di politica di bilancio. È vero, però, che nell'ultimo decennio un altro grande cambiamento ha interessato il nostro sistema economico. Con la moneta unica si è acquisita una condizione permanente di stabilità monetaria. Certo, il livello dei tassi d'interesse, la struttura delle imposte, la spesa pubblica sono variabili particolarmente importanti nella definizione degli ammontari di domanda aggregata compatibili con l'offerta. Ciò che è soprattutto importante evitare è la generazione di squilibri macroeconomici, quali l'accumulazione di livelli insostenibili di debito pubblico o un'inaccettabile dinamica inflazionistica. Quando si considerano, però, non tanto le fluttuazioni cicliche intorno al potenziale di reddito che un'economia può generare ma piuttosto la crescita economica e i livelli di benessere ad essa associati, occorre guardare alle tendenze di fondo, in ultima analisi alla crescita della produttività del lavoro. E nel nostro Paese da troppo tempo essa è particolarmente bassa, il progresso tecnologico è modesto, e l'utilizzo nei processi di produzione dell'innovazione altrove prodotta è insufficiente. Poiché non vi sono ricette magiche che consentano di innalzare in poco tempo e in misura significativa il tasso di crescita potenziale della nostra economia, occorre procedere su molti fronti, con fatica, con pazienza, con perseveranza, rimuovendo inefficienze e vincoli dovuti a regolamentazioni obsolete, ad amministrazioni arretrate o alla difesa di interessi particolari. Soprattutto, occorre fare uno sforzo massiccio sul fronte dell'istruzione, nella scuola secondaria come nelle Università. Occorre renderla moderna, adeguata al nostro tempo, con maggiore attenzione alle discipline scientifiche e tecniche, eppure non tralasciando la nostra grande tradizione culturale ma trasmettendola con originalità alle nuove generazioni. Ci vorrà tempo e impegno. Ma da qui si deve partire. Prestiti, così i giovani finanziano il proprio futuro (SuperMoney.it), 20 ottobre Da ragazzi i soldi in tasca sono sempre pochi: chi è giovane lo sa per esperienza, chi non lo è più se lo ricorda bene. Per questo, quando ci sono progetti ambiziosi da realizzare, può essere utile ricorrere ad un aiuto finanziario: per sostenere i costi dell Università, partire per un viaggio studio o acquistare un computer, i prestiti personali possono essere la soluzione. Molte Banche vanno incontro alle esigenze delle giovani generazioni proponendo prestiti agevolati; inoltre il Ministero della Gioventù, in accordo con ABI, ha da poco creato un fondo da 19 milioni di euro per consentire agli studenti di richiedere prestiti agevolati fino a 25 mila euro.

20 I prestiti per i giovani garantiti dal Ministero si rivolgono agli studenti meritevoli che abbiano la reale necessità di un po di liquidità extra per proseguire il proprio percorso di formazione: oltre a prevedere tassi agevolati, il Piano di rimborso di questi finanziamenti inizia dopo 30 mesi dall ultima erogazione. Per i giovani che desiderano avere una panoramica sulle offerte di finanziamento più adatte alle proprie esigenze possono utilizzare il servizio di SuperMoney, il portale che permette di valutare i prestiti on line offerti da numerose Banche e finanziarie alla ricerca di quello migliore. Tra gli Istituti di credito che propongono finanziamenti mirati per i giovani e gli studenti c è Findomestic, con il prestito Scuola e Studi; tra i prestiti BNL c è MeritataMente, un finanziamento che si rivolge agli studenti meritevoli che debbano sostenere i costi di Università, master, progetti Erasmus, acquisto di materiali didattici, affitti e molto altro; Prestitempo propone Comperate - Scuola per finanziare corsi di formazione, vacanze studio e altri progetti legati alla formazione; tra i prestiti Compass c è Compass Young, dedicato agli under 32, con rate iniziali ridotte che crescono nel tempo; anche i prestiti Agos Ducato si rivolgono agli studenti che necessitano di un aiuto per il proprio percorso di formazione, così come i prestiti Cariparma, che propone il Gran Prestito Vyp (Very Young People) ai ragazzi tra i 18 e i 28 anni; infine, Intesa Sanpaolo convenzionata con molte Università per la concessione di prestiti agevolati, così come Banca Unicredit. Ancora un crollo di mutui famiglie (Yahoo.Finance), 20 ottobre In settembre, la domanda di credito da parte delle famiglie italiane ha fatto segnare una nuova brusca battuta d'arresto. Infatti, la richiesta di mutui ipotecari ha continuato il calo rispetto ai corrispondenti mesi del 2010 e ha registrato un pesante -23% (dato ponderato sui giorni lavorativi), che ha fatto seguito a un semestre in cui la decrescita è risultata sistematicamente in doppia cifra. Anche la domanda di prestiti, nel suo aggregato di prestiti personali e prestiti finalizzati, è tornata nuovamente a calare rispetto al corrispondente periodo 2010, segnando un -10% a parità di giorni lavorativi. I dati emergono dal barometro CRIF, elaborato sulla base del patrimonio informativo di EURISC, il sistema di informazioni creditizie di CRIF, che raccoglie i dati relativi a oltre 78 milioni di linee di credito. Nei primi nove mesi, il decremento complessivo della domanda di mutui ipotecari è stato dell'11% rispetto all'analogo periodo del 2010 e anche il confronto con gli anni precedenti ha mostrato una significativa contrazione dei volumi delle richieste. Analogamente la richiesta di prestiti, nell'aggregato di personali e finalizzati, nei primi tre trimestri ha fatto registrare un decremento del 3% rispetto ai volumi dello stesso periodo 2010, che a sua volta aveva fatto segnare un -4% nei confronti del Un nuovo slancio per il telelavoro (YAHOO.Finance), 20 ottobre di Ignazio Marino e Benedetta Pacelli Un nuovo slancio per il telelavoro. La possibilità di lavorare da casa sarà resa più appetibile e soprattutto più semplice per le aziende. A prometterlo è stato il Ministro del Lavoro Maurizio Sacconi in occasione del Forum organizzato dai consulenti del lavoro sulle principali novità in materia lavoristica contenute nella manovra estiva. Sacconi ha infatti ribadito con forza la volontà del Governo di continuare a «lavorare per semplificare sempre di più i rapporti di lavoro e trovare il modo per incentivare questa modalità dal punto di vista della regolamentazione». Del resto il punto di partenza è chiaro: «Il telelavoro», ha spiegato, «è stato introdotto in un momento in cui le nuove tecnologie e i sistemi di organizzazione della produzione erano lontani dalle possibilità offerte oggi». Ecco perché, per Sacconi, una nuova modalità che dovrebbe trovare posto in un apposito provvedimento per il rilancio dell'economia (il Ministro non ha fatto cenno al Decreto Sviluppo, però) può e deve essere trovata per una sua più «opportuna e semplificata applicazione». Ma non solo di telelavoro si è parlato ieri durante le quattro ore di diretta televisiva (lo speciale si può rivedere sul sito perché Sacconi si è soffermato anche sul tema dei Contratti di Apprendistato e si è rivolto in particolare ai consulenti del lavoro esortandoli a incentivare l'utilizzo di questi nuovi contratti così come aggiornati dal Testo Unico sull'apprendistato: «Aiutateci a renderli fluidi, semplici, indicateci tutte le eventuali patologie».

LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA

LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA 593 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com LA GRANDE CRISI DEL SISTEMA BANCARIO ITALIANO 18 settembre 2013 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Nell ultima riunione Ecofin del

Dettagli

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza

Università degli Studi di Verona Centro Docimologico Giurisprudenza Dopo aver letto attentamente il seguente articolo giornalistico, Il rischio debito affonda le Borse, il candidato risponda ai seguenti quesiti tenento conto che la risposta corretta è una soltanto. FRANCOFORTE.

Dettagli

SE LA BCE FOSSE LA FED

SE LA BCE FOSSE LA FED 38 i dossier www.freefoundation.com SE LA BCE FOSSE LA FED (seconda puntata) quantitative easing in salsa europea? 15 febbraio 2012 a cura di Renato Brunetta Indice 2 Le mosse della Bce Grazie Draghi!

Dettagli

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica Aprile 2014 Nota congiunturale sintetica Eurozona La dinamica degli indicatori di fiducia basati sulle indagini congiunturali fino a marzo è coerente con il perdurare di una crescita moderata anche nel

Dettagli

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Ottobre 2014 Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Eurozona Previsioni "La ripresa nella zona euro sta perdendo impulso, la crescita del PIL si è fermata nel secondo trimestre, le informazioni

Dettagli

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione.

Convocata l Assemblea dei Soci per venerdì 25 e sabato 26 aprile, rispettivamente in prima e seconda convocazione. Veneto Banca rafforza il patrimonio promuovendo un operazione di aumento di capitale in opzione ai soci fino ad un massimo di 500 milioni di euro e la conversione del prestito obbligazionario convertibile

Dettagli

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro)

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

CRONOLOGIA MPS PER ARGOMENTI

CRONOLOGIA MPS PER ARGOMENTI 308 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com CRONOLOGIA MPS PER ARGOMENTI 28 gennaio 2013 a cura di Renato Brunetta CRONOLOGIA MPS 2 1990. Mps acquisita il controllo del Mediocredito Toscano

Dettagli

Focus Market Strategy

Focus Market Strategy Valute emergenti: rand, lira e real 30 luglio 2015 Atteso un recupero verso fine anno Contesto di mercato Il comparto delle valute emergenti è tornato nuovamente sotto pressione negli ultimi mesi complice

Dettagli

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3

Tassi di crescita reale, su base congiunturale e tendenziale, del PIL e delle sue voci nel secondo trimestre 2015 (variazioni percentuali) 0,3 IL QUADRO AGGREGATO Come già avvenuto nel primo trimestre dell anno, anche nel secondo il prodotto interno lordo ha conosciuto una accelerazione sia congiunturale che tendenziale. Tra aprile e giugno dell

Dettagli

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni

17 luglio 2015. Italia: premi raccolti nei settori vita e danni Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

MANIFESTO PER LA BUONA FINANZA

MANIFESTO PER LA BUONA FINANZA CGIL CGIL ISRF FISAC Lab Presentazione alla stampa del: MANIFESTO PER LA BUONA FINANZA Le banche al servizio del paese Conferenza Stampa 03 / 07 / 2013 - ore 12:30 Cgil Nazionale - Sala Santi, Corso d

Dettagli

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori

29 gennaio 2016. Italia: prestiti per settori Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 19/ del 9// Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca. Italia:

Dettagli

Dir. Resp.: Ferruccio de Bortoli

Dir. Resp.: Ferruccio de Bortoli Lettori: 3.056.000 Diffusione: 539.224 Dir. Resp.: Ferruccio de Bortoli 01-OTT-2011 da pag. 50 1 of 1 Lettori: 4.319.000 Diffusione: 924.609 Dir. Resp.: Alfonso Signorini 15-OTT-2011 da pag. 65 POSTE:

Dettagli

Carige prepara l'aumento In campo investitori esteri Il titolo è salito in Borsa

Carige prepara l'aumento In campo investitori esteri Il titolo è salito in Borsa APPROVATO IL BILANCIO Carige prepara l'aumento In campo investitori esteri Il titolo è salito in Borsa Banca Carige prepara l'aumento di capitale da 800 milioni e se l'obiettivo è fare in modo che resti

Dettagli

Emergenza credito anche per le libere professioni

Emergenza credito anche per le libere professioni Lunedì 18 marzo 2013 Emergenza credito anche per le libere professioni È allarmante il quadro economico delle professioni che è emerso nel corso del consiglio di amministrazione di Fidiprof Nord e di Fidiprof

Dettagli

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia

Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Camera dei deputati Informativa urgente del Ministro dell Economia e delle Finanze Prof. Pier Carlo Padoan sugli sviluppi della situazione del debito della Grecia Roma, 1 luglio 2015 www.mef.gov.it 1 Il

Dettagli

La ricchezza Private in Italia

La ricchezza Private in Italia La ricchezza Private in Italia Il contesto attuale, lo scenario futuro, le prossime sfide: una leva per la sostenibilità del sistema e la solidità del paese 14 giugno 2011 Indice 1. La ricchezza Private

Dettagli

Aste immobiliari, dalle banche mutui ad hoc per liberarsi del mattone pignorato

Aste immobiliari, dalle banche mutui ad hoc per liberarsi del mattone pignorato Aste immobiliari, dalle banche mutui ad hoc per liberarsi del mattone pignorato Creato il 07 agosto 2014 da Robertoborz Dopo il prestito vitalizio studiato per gli over 65, arrivano anche i mutui ad hoc

Dettagli

POSTE ITALIANE: NEI 9 MESI UTILE NETTO QUASI RADDOPPIATO A 622 MLN

POSTE ITALIANE: NEI 9 MESI UTILE NETTO QUASI RADDOPPIATO A 622 MLN POSTE ITALIANE: NEI 9 MESI UTILE NETTO QUASI RADDOPPIATO A 622 MLN Radiocor - Il cda di Poste Italiane ha chiuso i nove mesi con un utile pari a 622 milioni di euro, quasi raddoppiato rispetto ai 333 milioni

Dettagli

Leggi gli articoli stampa

Leggi gli articoli stampa Leggi gli articoli stampa IL SOLE 24 ORE giovedì 15 marzo 2012 I sindacati contro sindaco e Profumo Prendiamo atto che il nuovo che avanza è rappresentato da ex amministratori delegati, super milionari

Dettagli

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza

IL I L R EAL A L EST S A T T A E T RESI S D I E D NZIA I L A E Paola Dezza IL REAL ESTATE RESIDENZIALE Paola Dezza Immobiliare, asset class vincente Le ricerche sull impiego del capitale nel lungo periodo mostrano quasi sempre l ottima prestazione del mattone rispetto ad altre

Dettagli

Le cifre caratteristiche più importanti del primo semestre 2012 in sintesi:

Le cifre caratteristiche più importanti del primo semestre 2012 in sintesi: San Gallo, 3 settembre 212 Comunicato stampa Solido risultato di Helvetia Nel corso del primo semestre 212 il Gruppo Helvetia ha ottenuto un profitto di CHF 162.7 milioni. Con un volume d affari di CHF

Dettagli

Azionisti. AZIONISTI Investitori Istituzionali Piccoli Investitori Fondazioni Mercato. Azionisti

Azionisti. AZIONISTI Investitori Istituzionali Piccoli Investitori Fondazioni Mercato. Azionisti 118 Bilancio Sociale 2009 La Relazione Sociale Azionisti Azionisti AZIONISTI Investitori Istituzionali Piccoli Investitori Fondazioni Mercato Azionisti Azionisti La Relazione Sociale Bilancio Sociale 2009

Dettagli

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia

Le società non finanziarie III. 1 La rilevanza del settore industriale nell economia III 1 La rilevanza del settore industriale nell economia Il peso del settore industriale nell economia risulta eterogeneo nei principali paesi europei. In particolare, nell ultimo decennio la Germania

Dettagli

Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010

Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010 Lo Spunto Finanziario 27 Agosto 2010 Debiti sovrani PRIMA, Crescita o Recessione DOPO. L' incertezza Continua? 1) In scia ai timori di una ricaduta dell'economia globale sta proseguendo la "fuga dal rischio"

Dettagli

11 dicembre 2015. Capitalizzazione delle società quotate. Capitalizzazione delle società non finanziarie quotate

11 dicembre 2015. Capitalizzazione delle società quotate. Capitalizzazione delle società non finanziarie quotate Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

L'EFFETTO DOMINO DELLA CRISI FINANZIARIA INTERNAZIONALE: DAGLI USA ALL'EUROPA, DALLE BANCHE AGLI STATI, DAL DEBITO ALL'EURO. DOVE SI FERMERA?

L'EFFETTO DOMINO DELLA CRISI FINANZIARIA INTERNAZIONALE: DAGLI USA ALL'EUROPA, DALLE BANCHE AGLI STATI, DAL DEBITO ALL'EURO. DOVE SI FERMERA? L'EFFETTO DOMINO DELLA CRISI FINANZIARIA INTERNAZIONALE: DAGLI USA ALL'EUROPA, DALLE BANCHE AGLI STATI, DAL DEBITO ALL'EURO. DOVE SI FERMERA? 13 Gennaio 2011 Spazio Civico Associazione Civica 19 Premessa:

Dettagli

n. 161 29 settembre DIPARTIMENTO DIRITTI Previdenza Immigrazione TRASPORTO AEREO Inviata lettera ad Associazioni su CCNL Trasporto Aereo

n. 161 29 settembre DIPARTIMENTO DIRITTI Previdenza Immigrazione TRASPORTO AEREO Inviata lettera ad Associazioni su CCNL Trasporto Aereo n. 161 29 settembre DIPARTIMENTO ORGANIZZAZIONE Ufficio Immigrazione Cgil: iniziativa 1 ottobre Campagna L Italia sono anch io Raccolta dati tesseramento DIPARTIMENTO DIRITTI Previdenza Immigrazione TRASPORTO

Dettagli

Consumi finali delle famiglie pro-capite

Consumi finali delle famiglie pro-capite Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Relazione Annuale. Presentata all'assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 31 maggio 2013. anno 2012 centodiciannovesimo esercizio.

Relazione Annuale. Presentata all'assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 31 maggio 2013. anno 2012 centodiciannovesimo esercizio. anno centodiciannovesimo esercizio Presentata all'assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 31 maggio 2013 esercizio CXIX 16. Il sistema finanziario Gli andamenti nell anno Nel il sistema finanziario

Dettagli

Politiche monetarie e nuove opportunità: le mosse dei gestori alternativi

Politiche monetarie e nuove opportunità: le mosse dei gestori alternativi Politiche monetarie e nuove opportunità: le mosse dei gestori alternativi No. 8 - Luglio 2014 N. 86 Luglio Dicembre 2014 2013 2 Come negli scorsi anni, anche nel 2014 le politiche monetarie delle principali

Dettagli

Profilo del Gruppo Mediobanca 30 giugno 2013

Profilo del Gruppo Mediobanca 30 giugno 2013 Mediobanca 30 giugno 2013 Storia e missione 1946 Fondazione Anni 1950-70 Sviluppo Anni 1970-80 Ristrutturazione dell industria italiana Fondata nel 1946 da Comit, Credit e Banco di Roma, le tre banche

Dettagli

ECB-PUBLIC PARERE DELLA BANCA CENTRALE EUROPEA. del 25 marzo 2015. sulla riforma delle banche popolari (CON/2015/13)

ECB-PUBLIC PARERE DELLA BANCA CENTRALE EUROPEA. del 25 marzo 2015. sulla riforma delle banche popolari (CON/2015/13) IT ECB-PUBLIC PARERE DELLA BANCA CENTRALE EUROPEA del 25 marzo 2015 sulla riforma delle banche popolari (CON/2015/13) Introduzione e base giuridica Il 20 febbraio 2015 la Banca centrale europea (BCE) ha

Dettagli

EUROPA E RESTO DEL MONDO IN BORSA: IL GIUDIZIO DEI MERCATI

EUROPA E RESTO DEL MONDO IN BORSA: IL GIUDIZIO DEI MERCATI EUROPA E RESTO DEL MONDO IN BORSA: IL GIUDIZIO DEI MERCATI DEBITO EUROZONA LA FUGA DEGLI STRANIERI PIGS, EUROPA ABBIAMO UN PROBLEMA. SALVATAGGI IN CORSO Portogallo 78 miliardi Irlanda 85 miliardi Grecia

Dettagli

COLLEGHE E COLLEGHI INTERVENGO IN NOME DELLE OO. SS. UNIVERSITARIE FLC-CGIL, CISL UNIVERSITA, UIL PA UR E CONFSAL/CISAPUNI-SNALS.

COLLEGHE E COLLEGHI INTERVENGO IN NOME DELLE OO. SS. UNIVERSITARIE FLC-CGIL, CISL UNIVERSITA, UIL PA UR E CONFSAL/CISAPUNI-SNALS. Documento delle OO.SS. dell Università della Sapienza di Roma CGIL CISL UIL SNALS presentato all Assemblea dell Ateneo indetta dal Rettore sui provvedimenti del Governo adottati del decreto Legge 112/2008

Dettagli

Italia: esposizioni deteriorate. (in % sul totale dei finanziamenti) 10,8 8,9 7,8 3,2 3,0 2,9 6,0 4,5 3,6

Italia: esposizioni deteriorate. (in % sul totale dei finanziamenti) 10,8 8,9 7,8 3,2 3,0 2,9 6,0 4,5 3,6 Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Crisi in Europa, peculiarità e scenari

Crisi in Europa, peculiarità e scenari Crisi in Europa, peculiarità e scenari Appunti della lezione tenuta presso l'università di Trieste - Scienze Internazionali e Diplomatiche di Gorizia - insegnamento di Geografia Economica Gorizia, aprile

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 20 novembre 2014 S.A.F.

Dettagli

Dichiarazione conclusiva della missione del Fondo Monetario Internazionale nell Eurozona (Giugno 2014)

Dichiarazione conclusiva della missione del Fondo Monetario Internazionale nell Eurozona (Giugno 2014) RESeT INTERNAZIONALE Fondo Monetario Internazionale FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE ED. IT. DI ALDO CARBONE 19 Giugno 2014 Dichiarazione conclusiva della missione del Fondo Monetario Internazionale nell

Dettagli

La finanza internazionale e le banche

La finanza internazionale e le banche ACI - The Financial Market Association Assemblea Generale La finanza internazionale e le banche Intervento di Antonio Fazio Governatore della Banca d Italia Milano, 1º luglio 1999 Sono lieto di darvi il

Dettagli

Il Sole 24 Ore Radiocor, 2 febbraio 2015

Il Sole 24 Ore Radiocor, 2 febbraio 2015 Il Sole 24 Ore Radiocor, 2 febbraio 2015 (ECO) ###Crisi: Cfa, a febbraio piu' ottimismo, +39,4 pt Italy Sentiment Index (Il Sole 24 Ore Radiocor) - Milano, 02 feb - Cresce l'ottimismo per il futuro dell'economia

Dettagli

La crisi del settore bancario in Europa

La crisi del settore bancario in Europa La crisi del settore bancario in Europa 26 ottobre 2011 Christine Lagarde, direttrice del Fondo Monetario Internazionale, già ad agosto aveva dichiarato che occorrevano circa 200 miliardi di Euro per ricapitalizzare

Dettagli

(Divieto d ) accesso al credito per le imprese: (serve capitale

(Divieto d ) accesso al credito per le imprese: (serve capitale (Divieto d ) accesso al credito per le imprese: (serve capitale per) il ruolo dei Confidi 15 Maggio 2012 1 Agenda Premessa (sulle ragioni della crisi) (Divieto d ) d) accesso al credito per le imprese:

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 1. EVOLUZIONE DELLA CRISI ECONOMICA INTERNAZIONALE Nel secondo trimestre del 2012 le incertezze sull evoluzione della crisi greca e le difficoltà del

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Aprile 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. Abbandonato l impegno ad essere pazienti, nell attendere i tempi e le condizioni

Dettagli

Comunicato stampa: LEHMAN BROS. E GUERRA! Partita da Bari la prima causa contro le Agenzie di rating per Lehman Brothers

Comunicato stampa: LEHMAN BROS. E GUERRA! Partita da Bari la prima causa contro le Agenzie di rating per Lehman Brothers Comunicato stampa: LEHMAN BROS. E GUERRA! Partita da Bari la prima causa contro le Agenzie di rating per Lehman Brothers 04 dicembre 2008 - Trenta risparmiatori difesi dai legali delle tre associazioni

Dettagli

L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED)

L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED) 609 i dossier www.freefoundation.com L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED) 23 settembre 2013 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Nella giornata del 18 settembre la Federal Reserve, andando contro

Dettagli

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Gregorio De Felice Chief Economist Intesa Sanpaolo Roma, 24 febbraio 2014 Agenda 1 Le prospettive macro nel 2014-15 2 Credito ed economia reale nell area

Dettagli

Morning Call 31 MARZO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: in Italia la fiducia delle imprese sale al valore più alto del giugno 2011

Morning Call 31 MARZO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: in Italia la fiducia delle imprese sale al valore più alto del giugno 2011 Morning Call 31 MARZO 2015 Sotto i riflettori Fiducia delle imprese in Italia: andamento I temi del giorno Macro: in Italia la fiducia delle imprese sale al valore più alto del giugno 2011 Tassi: nuovi

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia. Roma, 24 maggio 2010. Giovanni Sabatini

Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia. Roma, 24 maggio 2010. Giovanni Sabatini Rapporto ABI 2010 sul settore bancario in Italia Roma, 24 maggio 2010 Giovanni Sabatini Agenda 1. Scenario operativo nei mercati bancari 2. Redditività 3. Analisi comparata dei risultati economici di bilancio

Dettagli

La ricchezza finanziaria delle famiglie italiane

La ricchezza finanziaria delle famiglie italiane Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Gli investimenti pubblici in Italia, Germania e Francia. (valori concatenati; 2007=100) 70 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 Italia Germania Francia

Gli investimenti pubblici in Italia, Germania e Francia. (valori concatenati; 2007=100) 70 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 Italia Germania Francia Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Morning Call 30 MARZO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Pil Usa nel Q4 in crescita del 2,2% trimestrale annualizzato

Morning Call 30 MARZO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: Pil Usa nel Q4 in crescita del 2,2% trimestrale annualizzato Morning Call 30 MARZO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del benchmark tedesco a 2 anni: andamento I temi del giorno Macro: Pil Usa nel Q4 in crescita del 2,2% trimestrale annualizzato Tassi: resta sui

Dettagli

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI

LA CRISI DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e Centro Studi COSTRUZIONI: ANCORA IN CALO I LIVELLI PRODUTTIVI MA EMERGONO ALCUNI SEGNALI POSITIVI NEL MERCATO RESIDENZIALE, NEI MUTUI ALLE FAMIGLIE E NEI BANDI DI GARA I dati

Dettagli

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO

Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO COMUNICATO STAMPA Approvati i risultati del primo trimestre 2007 GRUPPO MPS: UTILE NETTO A 253,6 MILIONI DI EURO In forte accelerazione i flussi commerciali, 56.000 nuovi clienti nei primi quattro mesi

Dettagli

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento

SONO ORMAI PASSATE parecchie settimane dall insediamento LE NUOVE MISURE FISCALI Taglio del cuneo fiscale, riduzione dell Irap e maggiore tassazione delle rendite finanziarie. Questi i tre maggiori interventi del nuovo premier, ma quale effettivo impatto avranno

Dettagli

GLI ANDAMENTI TERRITORIALI 35 Macroarea Nord 35 Macroarea Centro 36 Macroarea Sud1 40 Macroarea Sud2 43

GLI ANDAMENTI TERRITORIALI 35 Macroarea Nord 35 Macroarea Centro 36 Macroarea Sud1 40 Macroarea Sud2 43 RAPPORTO BANCHE SOMMARIO E CONCLUSIONI 3 LA CONGIUNTURA BANCARIA IN EUROPA 7 L attivo bancario 8 Gli impieghi 8 I crediti deteriorati 14 I titoli in portafoglio 17 Le azioni e partecipazioni 19 Le passività

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Esaminata e approvata dal Consiglio di Amministrazione la relazione finanziaria annuale al 31 dicembre 2011

COMUNICATO STAMPA. Esaminata e approvata dal Consiglio di Amministrazione la relazione finanziaria annuale al 31 dicembre 2011 COMUNICATO STAMPA Nel presente comunicato sono utilizzati alcuni indicatori alternativi di performance non previsti dai principi contabili IFRS (EBITDA, EBIT, Indebitamento Finanziario Netto) il cui significato

Dettagli

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012

Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 CASSA DI PREVIDENZA - FONDO PENSIONE PER I DIPENDENTI DELLA RAI E DELLE ALTRE SOCIETÀ DEL GRUPPO RAI - CRAIPI Report semestrale sulla Gestione Finanziaria al 30 Giugno 2012 SETTEMBRE 2012 Studio Olivieri

Dettagli

Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria

Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria Comunicato Stampa Risultati consolidati al 30 settembre 2006 Rafforzamento patrimoniale, elevato presidio del rischio, crescita dei ricavi complessivi e della redditività ordinaria Ricavi in crescita -

Dettagli

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi No. No. 6 7 - - Dicembre Febbraio 2013 2014 No. 7 - Febbraio 2014 N. 67 Dicembre Febbraio 2014 2013 2 Il presente documento sintetizza la visione

Dettagli

Le casse pensioni svizzere nel 2004: prestazioni di livello elevato ma grado di finanziamento ancora insufficiente

Le casse pensioni svizzere nel 2004: prestazioni di livello elevato ma grado di finanziamento ancora insufficiente Swissca Portaolio Management SA Waisenhausstrasse 2 8023 Zurigo Tel. ++41 58 344 49 00 Fax ++41 58 344 49 01 pmg@swissca.ch www.swissca.ch Zurigo 15 settembre 2004 Comunicato stampa Studio di Swissca e

Dettagli

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA ASSICURAZIONI: RADDOPPIA L UTILE NETTO (125 MILIONI +98%) FORTE CRESCITA DEI PREMI: +12,89% A 4.

COMUNICATO STAMPA GRUPPO CATTOLICA ASSICURAZIONI: RADDOPPIA L UTILE NETTO (125 MILIONI +98%) FORTE CRESCITA DEI PREMI: +12,89% A 4. Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa Sede in Verona, Lungadige Cangrande n.16 C.F. 00320160237 Iscritta al Registro delle Imprese di Verona al n. 00320160237 COMUNICATO STAMPA GRUPPO

Dettagli

Business Plan 2010-2012 Conference Call

Business Plan 2010-2012 Conference Call Business Plan 2010-2012 Conference Call Adolfo Bizzocchi 11/01/2010 Agenda Il contesto attuale di mercato La posizione competitiva di Credem Il piano 2010-2012 CRESCERE PER CONTINUARE AD ECCELLERE 2 Il

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Marzo 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Marzo 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Marzo 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. L'appuntamento con il rialzo dei tassi si avvicina. Lo ha detto la presidente della

Dettagli

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI

ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI 60 Victoria Embankment London EC4Y 0JP ANNO NUOVO, VECCHIA SFIDA: SECONDO J.P. MORGAN ASSET MANAGEMENT BILANCIAMENTO E DIVERSIFICAZIONE RIMANGONO, COME SEMPRE, LE STRATEGIE VINCENTI Economie divergenti

Dettagli

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati relativi al primo semestre 2011 del Gruppo Bipiemme 1.

Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati relativi al primo semestre 2011 del Gruppo Bipiemme 1. Approvati dal Consiglio di Amministrazione i risultati relativi al primo semestre 2011 del Gruppo Bipiemme 1. L utile netto si posiziona a 42,7 milioni, mentre l utile netto normalizzato 2 si attesta a

Dettagli

Notizie Merrill Lynch & Co., Inc.

Notizie Merrill Lynch & Co., Inc. Notizie Merrill Lynch & Co., Inc. Merrill Lynch Investment Managers - Europe, Middle East & Africa (EMEA) 33 King William Street London EC4R 9AS Data di pubblicazione: Venerdì 30 Aprile 2004 MERRILL LYNCH

Dettagli

Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016

Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016 Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016 L analisi dei mercati

Dettagli

COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE (2) Concluding Statement of the IMF Mission

COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE (2) Concluding Statement of the IMF Mission 234 COSA HA VERAMENTE DETTO IL FONDO MONETARIO INTERNAZIONALE (2) Concluding Statement of the IMF Mission 10 luglio 2013 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Il Popolo della Libertà

Dettagli

CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10%

CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10% CREDEM, IL CDA HA APPROVATO I RISULTATI AL 30 SETTEMBRE 2013: UTILE +11,2% A/A, CORE TIER 1 AL 10% Utile netto consolidato a 100,3 milioni di euro, +11,2% a/a; investimenti per lo sviluppo dei canali di

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei

COMUNICATO STAMPA. Focalizzazione su efficienza operativa del Gruppo» Costi amministrativi in calo dell 1,1% a termini omogenei COMUNICATO STAMPA PRESS OFFICE Tel. +39.040.671180 - Tel. +39.040.671085 press@generali.com INVESTOR RELATIONS Tel. +39.040.671202 - Tel. +39.040.671347 - generali_ir@generali.com www.generali.com RISULTATI

Dettagli

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici:

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici: Random Note 1/2015 OUTLOOK 2015 : VERSO LA NORMALIZZAZIONE? La domanda a cui, con la nostra analisi di inizio anno, cerchiamo di dare una risposta è se nel 2015 assisteremo ad un ritorno alla normalizzazione

Dettagli

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A.

SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. SPACE S.P.A. - POLITICA DI INVESTIMENTO AI SENSI DEL REGOLAMENTO DEI MERCATI ORGANIZZATI E GESTITI DA BORSA ITALIANA S.P.A. 1. PREMESSE La presente politica di investimento è stata approvata dall assemblea

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

CAMPAGNA ZEROZEROCINQUE

CAMPAGNA ZEROZEROCINQUE CAMPAGNA ZEROZEROCINQUE PER UNA TASSA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE Una piccola Tassa contro la speculazione, una grande risorsa per tutti! PERCHÉ UNA TASSA SULLE TRANSAZIONI FINANZIARIE (TTF)? La finanza

Dettagli

TUTTI I DECRETI DI RENZI

TUTTI I DECRETI DI RENZI 067 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com TUTTI I DECRETI DI RENZI SULLE BANCHE POPOLARI E IL CONFLITTO DI INTERESSI 17 dicembre 2015 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Il Governo

Dettagli

VEDOGREEN MARKET NEWS - 1 ottobre/ 19 ottobre 2012

VEDOGREEN MARKET NEWS - 1 ottobre/ 19 ottobre 2012 VEDOGREEN MARKET NEWS - 1 ottobre/ 19 ottobre 2012 01.10.2012 Green Market Index (*) +0,53% MILANO (MF-DJ)--Il Ftse Mib chiude la seduta con un +2,83% a 15523 punti. I mercati azionari hanno rimbalzato

Dettagli

Dove Famiglia SpA assorbe la crisi

Dove Famiglia SpA assorbe la crisi Nel 200 si prevede che la ricchezza finanziaria delle famiglie in Europa centro-orientale raggiungerà i 1 miliardi di euro, sostenuta da una forte crescita economica e da migliorate condizioni del mercato

Dettagli

Strategia d investimento obbligazionaria

Strategia d investimento obbligazionaria Strategia d investimento obbligazionaria Valutazione del mercato Analisi delle variabili del reddito fisso Strategia d investimento per gli asset obbligazionari Bollettino mensile no. 7 luglio A cura dell

Dettagli

Morning Call 10 DICEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Mercati ancora cauti, il petrolio resta sui minimi, Wall Street in calo

Morning Call 10 DICEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Mercati ancora cauti, il petrolio resta sui minimi, Wall Street in calo Morning Call 10 DICEMBRE 2015 Sotto i riflettori Cambio Usd/Yuan: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Mercati ancora cauti, il petrolio resta sui minimi, Wall Street in calo Banche centrali:

Dettagli

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE

COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE COMUNICATO STAMPA L INDAGINE TECNOBORSA 2014 LE FAMIGLIE ITALIANE E IL MERCATO IMMOBILIARE TRANSAZIONI EFFETTUATE E PREVISTE - MUTUI a cura del Centro Studi sull Economia Immobiliare - CSEI Tecnoborsa

Dettagli

Allegato "14" Piero Luigi Montani Consigliere Delegato Contesto economico 2011 Scenario macroeconomico Economia mondiale 2011: crescita debole del PIL ed elevata instabilità finanziaria a causa delle tensioni

Dettagli

JPMorgan Investment Funds Société d'investissement à Capital Variable (la "Società") Registered Office:

JPMorgan Investment Funds Société d'investissement à Capital Variable (la Società) Registered Office: JPMorgan Investment Funds Société d'investissement à Capital Variable (la "Società") Registered Office: European Bank & Business Centre, 6 route de Trèves, L-2633 Senningerberg, Grand Duchy of Luxembourg

Dettagli

PROPERTY REPORT INVESTIMENTI IN ITALIA H2 2010

PROPERTY REPORT INVESTIMENTI IN ITALIA H2 2010 PROPERTY REPORT INVESTIMENTI IN ITALIA H2 2010 2 CRESCITA ECONOMICA ANCORA LIMITATA Dopo due anni di recessione, il 2010 ha mostrato delle variazioni positive del PIL in quasi tutti i principali paesi

Dettagli

Fondo Monetario Internazionale e Italia

Fondo Monetario Internazionale e Italia Fondo Monetario Internazionale e Italia (analisi della Public Information Notice del 13/11/2003) Antonio Forte Tutti i diritti sono riservati INTRODUZIONE Nell ambito della funzione di sorveglianza svolta

Dettagli

Global Asset Allocation

Global Asset Allocation Global Asset Allocation L impatto dell incremento dei rendimenti obbligazionari sul ciclo economico e sulla nostra view Aprile 0 Punti chiave PROSPETTIVE Giordano Lombardo Group CIO, Pioneer Investments

Dettagli

Rapporto Artigiancassa sul credito e sulla ricchezza finanziaria delle imprese artigiane. 12 edizione. 60 anni Artigiancassa.

Rapporto Artigiancassa sul credito e sulla ricchezza finanziaria delle imprese artigiane. 12 edizione. 60 anni Artigiancassa. Rapporto Artigiancassa sul credito e sulla ricchezza finanziaria delle imprese artigiane 12 edizione 60 anni Artigiancassa Abstract SOMMARIO Descrizione sintetica dei risultati del Rapporto 3 Finanziamenti

Dettagli

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010

COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010 COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE CONSOLIDATA AL 30 GIUGNO 2010 Combined Ratio a 103,5%, in miglioramento rispetto al 108% di fine 2009 ed al 105% del primo trimestre 2010 Raccolta Danni

Dettagli

Investimenti sostenibili e responsabili: oltre il rendimento

Investimenti sostenibili e responsabili: oltre il rendimento Giugno 2012 Investimenti sostenibili e responsabili: oltre il rendimento Annuncio pubblicitario destinato al cliente ed al potenziale cliente al dettaglio. Prima dell adesione leggere il prospetto disponibile

Dettagli

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%)

APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013. Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) COMUNICATO STAMPA APPROVATA LA RELAZIONE SEMESTRALE AL 30 GIUGNO 2013 Dati Consolidati: Margine d Interesse 119,3 mln di euro (+6,7%) Commissioni nette 41,1 mln di euro (-5,6%1*) Margine di intermediazione

Dettagli

Comunicazione n. DCG/DSR/0051400 del 19-6-2014

Comunicazione n. DCG/DSR/0051400 del 19-6-2014 Comunicazione n. DCG/DSR/0051400 del 19-6-2014 Oggetto: Raccomandazioni in materia di informazioni da fornire al pubblico su indennità e/o altri benefici riconosciuti ad amministratori esecutivi e direttori

Dettagli

i dossier USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO www.freefoundation.com www.freenewsonline.it 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta

i dossier USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO www.freefoundation.com www.freenewsonline.it 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta 357 www.freenewsonline.it i dossier www.freefoundation.com USA, GIAPPONE E EUROPA: POLITICHE ECONOMICHE A CONFRONTO 6 marzo 2013 a cura di Renato Brunetta INDICE 2 Usa: il «sequestro» Cosa è successo negli

Dettagli

10 MOTIVI PER INVESTIRE IN EUROPA

10 MOTIVI PER INVESTIRE IN EUROPA 10 MOTIVI PER INVESTIRE IN EUROPA Agosto 2012 In questo momento l'europa va tutt'altro che evitata e riteniamo che l'attenzione che gravita intorno ai problemi fiscali abbia creato un'opportunità d'investimento,

Dettagli

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali

Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Comunicato stampa RISULTATI DEL 1 SEMESTRE DEL GRUPPO CARIPARMA FRIULADRIA Il Gruppo Cariparma FriulAdria consolida la crescita e il sostegno a famiglie e imprese, rafforzando i fondamentali Utile Netto

Dettagli

I rischi sono più vicini di quello che sembrano

I rischi sono più vicini di quello che sembrano Attenzione! I rischi sono più vicini di quello che sembrano 9 maggio, 2011 Dopo un eccezionale rally dell euro, in cui la moneta unica è passata dal livello di 1,25 dollari a 1,5 dollari, le preoccupazioni

Dettagli

TUTTI CONTRO LA LEGGE DI STABILITÀ DI RENZI E PADOAN

TUTTI CONTRO LA LEGGE DI STABILITÀ DI RENZI E PADOAN 976 TUTTI CONTRO LA LEGGE DI STABILITÀ DI RENZI E PADOAN 4 novembre2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi Presidente Il Popolo della Libertà EXECUTIVE SUMMARY

Dettagli