Incontro con le Organizzazioni Sindacali

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Incontro con le Organizzazioni Sindacali"

Transcript

1 Incontro con le Organizzazioni Sindacali Torino - Mirafiori Motor Village -

2 Il Gruppo Fiat nel 2005 Gruppo focalizzato sui settori automotoristici operante a livello internazionale ma ancora radicato in Italia Fatturato milioni di cui venduto in Italia milioni Investimenti (al netto dei veicoli ceduti in buy-back) milioni di cui in Italia milioni Spese complessive di Ricerca e Sviluppo (costi capitalizzati + quelli imputati in conto economico) milioni Occupazione (Compresa Sevel Val di Sangro) di cui in Italia

3 Raggiunti o superati tutti gli obiettivi del 2005! Risultato gestione ordinaria di Gruppo a 1,0 mld, 2,1% dei ricavi, rispetto a 50 mn nel 04, a fronte di un fatturato lievemente in crescita (+2%)! Tutti i Settori hanno raggiunto o superato i propri obiettivi di risultato della gestione ordinaria rispetto ai ricavi: Obiettivo Consuntivo Auto ~(1,5%) (1,4%) CNH 6-6,5% 6,8% Iveco >4% 4,4% Componenti ~3% 3,7%! Utile netto a 1,4 mld, in miglioramento di 3 mld rispetto al 2004! Cash flow industriale netto pari a 3,4 mld, meglio del target! Debito industriale netto ridotto di 2/3 a 3,2 mld! Liquidità a fine anno a 7,0 mld, da 6,1 mld nel 2004, dopo rimborso obbligazioni in scadenza per 1,9 mld! Risolti con successo tutti i principali nodi strategici e finanziari! Confermati tutti gli obiettivi

4 Sviluppo strategico dei Settori (I)! Automobili! Avviata una strategia di accordi mirati di cooperazione industriale/licenza senza scambio di partecipazioni azionarie (7 accordi in meno di 12 mesi)! PSA/Tofas, Ford, Tata Motors, Suzuki, PIDF, Zastava, Severstal! Crescita quote di mercato in Europa! Livello di servizio al cliente con standard qualitativi in linea con la migliore concorrenza! CNH! Riorganizzazione per Brand e loro riposizionamento per avvicinare i marchi al mercato e migliorare il servizio al cliente! Riconquista quote di mercato! Obiettivo di redditività in linea con i migliori concorrenti attraverso una riduzione e semplificazione della base dei costi! Iveco! Da costruttore internazionale a costruttore globale! Incremento della presenza sul mercato dei veicoli pesanti 3

5 Sviluppo strategico dei Settori (II)! FPT Powertrain Technologies! Incremento opportunità verso clienti terzi e sviluppo di un piano prodotto di mediolungo termine che valorizzi le tecnologie di proprietà (Multiair, Multijet), al fine di:! Consolidare la leadership tecnologica sui motori diesel! Rafforzare il posizionamento competitivo sui motori a benzina! Adottare tecnologie innovative sui cambi e nell ambito della mobilità sostenibile! Componenti! Rafforzare il portafoglio clienti (gruppo e terzi) e ampliare la presenza nei mercati emergenti! Perseguimento dell eccellenza nella qualità e nel servizio attraverso la collaborazione con i clienti! Business Solutions! Evoluzione in centro di competenza e servizi per gli altri Settori del Gruppo nelle aree contabilità e amministrazione personale Rafforzamento della presenza internazionale di tutti i Settori del Gruppo 4

6 Aggiornamento Operativo Primo Trimestre 2006 Miglioramenti della gestione operativa in tutti i Settori! Ricavi del Gruppo in crescita del 16,7% a 12,6mld! Automobili : +23,2% grazie al successo dei nuovi modelli! CNH: +13,7% in Euro (+6% a parità di cambi), grazie alla crescita dei volumi nel settore Macchine per le costruzioni e all effetto prezzo! Iveco: +5% grazie all effetto prezzo e mix! Risultato gestione ordinaria di Gruppo a 323mn, in aumento di 276mn! Il Settore Auto con 57mn fornisce il maggiore contributo e migliora di 186mn! Fiat Powertrain (FPT) diventa un nuovo settore consolidato integralmente! Ricavi pari a 1,6mld, risultato della gestione ordinaria pari a 34mn! Utile netto a 151mn, in crescita di 363mn (esclusi i proventi atipici 2005)! Cash flow industriale netto positivo di 0,3 mld in miglioramento di 1,9mld sul 2005 (al netto della transazione con GM)! Forte riduzione del capitale di funzionamento, soprattutto grazie all Auto! Debito industriale netto a 2,9 mld, in calo di 0,3 mld da fine 2005! Debito/patrimonio netto a 0.31 : 1! Liquidità di fine trimestre a 8,8mld (in aumento di 1,8mld) a seguito anche di emissioni obbligazionarie per 1,4mld! Confermati tutti gli obiettivi; target Fiat Auto di risultato della gestione ordinaria innalzato a 200 mn 5

7 Fiat Auto Consolidamento della performance operativa (escluse Ferrari & Maserati) Risultato Gestione ordinaria mn (48) (129) (24) 57! Volumi di vendita in crescita di 66k unità! Favorevole mix prodotto (Croma, Alfa 159, Grande Punto)! Maggiore produzione (85k unità) con conseguente miglior 56 assorbimento dei costi fissi! Attenzione continua sul contenimento dei costi di struttura e Q1 '05 Volume Price/Mix Purchasing, net Absorption Ricavi e margini gestione ordinaria mn R&D Advert. Mkt Exp. SG&A Other Q1 ' ,0% spese di R&S! Spese di marketing più elevate per sostenere il lancio di nuovi prodotti e il posizionamento di mercato margine Secondo trimestre consecutivo con risultato operativo positivo dopo (2,8%) 17 trimestri consecutivi di perdite Q1 '05 Q1 '06 6

8 Fiat Auto Cresce la quota grazie ai nuovi prodotti Grande Punto 300k ordini dal lancio (obiettivo k unità) Fiat Sedici 22k ordini in 4 mesi di vendita (obiettivo 06 20k unità) Alfa k ordini dal lancio (obiettivo 06 80k unità) Alfa Brera 8k ordini dal lancio (obiettivo k unità) Quota di mercato di maggio al 7,9% in Europa Occidentale e al 30,7% in Italia (quinto mese consecutivo sopra al 30%) Quota gen-mag 2006 al 8% in Europa Occidentale e stabilmente al 30,7% (+2,7 p.p.) in Italia! Continuo rafforzamento dei veicoli commerciali leggeri! Profittevole e bilanciata presenza internazionale! Circa 11% di quota in Europa Occidentale! Ricco mix di prodotto! Il lancio commerciale di Nuovo Ducato, ~1/3 degli LCV, in giugno aumenterà le vendite nel secondo semestre! Obiettivo di 130k unità, +20% vs. 2005, nel 2007! Obiettivo di quota del 12,5% in Europa Occidentale nel 2008 Quota di mercato - Italia & Europa Occidentale (vetture) Q1 Obiettivo Obiettivo Q2 Q3 Q4 Q1 Q2 Q3 Q4 Q1 Q2 Q3 Q4 7 Q1

9 CNH - Macchine agricole e per costruzioni Margini in progressivo miglioramento Risultato Gestione ordinaria mn 124 1Trim '05 (24) '05 Oneri Assist Trim '05 rettific Volumi 4,3%* ,2% 1Trim '05 1Trim '06 * Riclassifica per provento non ricorrente sui costi assistenziali 49 Prezzo Ricavi e margini gestione ordinaria mn 12 7 R&S (12) SG&A (13) Costi Produz. Acquisti margine R&S/SG&A (25) 137 (12) Altro 1Trim '06! Mercati agricolo e delle costruzioni sopra le aspettative in Nord America e Resto del Mondo, solido mercato delle macchine costruzioni anche in America Latina! Quota di mercato globale stabile! L andamento delle Macchine per costruzioni più che compensa quello delle Macchine agricole! Continuo recupero sui prezzi, soprattutto in Nord America! Costo delle materie prime in moderato aumento! Le spese di R&S crescono per supportare la qualità e la diversificazione del prodotto! Azioni per la riduzione dello stock in entrambe le divisioni Nel 2006 i ricavi industriali di CNH sono previsti in aumento del 5%- 10%, trainati dalle maggiori vendite delle macchine per costruzioni 8

10 Iveco Veicoli industriali I volumi e prezzi migliorano il margine Risultato gestione ordinaria ( mn) (11) 6 (1) 70! Il mercato dei veicoli commerciali cresce del 5,2% in Europa Occidentale a 290mila unità! Leggeri +7,2%; medi +4,9%; pesanti in calo Perimetro 5 (15) dell 1,1%! Quota di mercato in Europa Occidentale in diminuzione di 0,6 punti al 10,2% 48! La crescita di quota nei veicoli medi (al 26,5%) e pesanti (al 10,5%) compensa solo in parte il calo di quota nei Leggeri dal 9,5% all 8,6% in attesa del nuovo Daily 1Trim '05 Vol/Mix Prezzo Costo Prod. Buyback R&S SG&A Altro 1Trim '06! Ricavi in crescita del 5% con volumi stabili escludendo le vendite con patto di riacquisto! 42mila unità vendute, + 1,6% Ricavi e margine gestione ordinaria ( mn) 2,071! Di cui 3mila con patto di riacquisto (in aumento di 600 unità) 1,972 margine 3,4%! Prezzi in aumento e favorevole mix prodotto/mercato 2,4%! Efficienze su costi di prodotto! Forte raccolta ordini e buona visibilità per i prossimi trimestri 1Trim '05 1Trim '06! Raccolta ordini in crescita del 19% nel I Trimestre 06! Portafoglio ordini pari a 34mila unità, + 30% 9

11 FPT Powertrain Technologies Gruppo che integra le attività motori e cambi, completamente consolidato Ricavi! Missione! Sviluppo mercato non-capitve! Condivisione della tecnologica! Sinergie di processi e di costi A terzi 0,7 mld Industriali & Marini ~ 2,5 mld (46%) Dati principali 2005 (proforma)! Ricavi 5,5 mld! R&S su vendite 5,2%! Investimenti su vendite 5,8%! Dipendenti ! Produzione (milioni di unità) Captive 2,3 mld Captive 2,1mld! Motori 2,4! Cambi 1,9! Presenza nel mondo! 16 stabilimenti e 10 centri R&S in 8 paesi Vetture e veicoli commerciali ~ 3,0 mld (54%) A terzi 0,4 mld! Concessionari e centri assistenza in oltre 100 paesi 10

12 Componenti La crescita dei volumi guida il miglioramento della gestione operativa Ricavi ( mn) 1.762! Marelli ,7% -3,2% ! Ricavi in aumento per le maggiori vendite di modelli Fiat, Alfa e Lancia e per la maggiore incidenza di prodotti ad alto valore unitario della divisione Lighting ,8% 1,196! Le efficienze sui costi di struttura compensano la pressione sui prezzi! Comau I Trim '05 I Trim '06 Marelli Comau Teksid! Ricavi in calo per la cessione dell attività di sistemi di verniciatura Risultato gestione ordinaria ( mn) 48! Risultato della gestione ordinaria in crescita di 3mn per il miglioramento di tutte le attività (su commessa e service) 29! Teksid! Aumento dei volumi della divisione ghisa in Europa e Brasile, che più che compensa la flessione della divisione magnesio! Il risultato della gestione ordinaria cresce di 7mn I Trim '05 I Trim '06 11

13 Obiettivi confermati Obiettivi di Gruppo! 2006: - Risultato gestione ordinaria a 1,6-1,8 mld - Utile netto di circa 700 mn! 2007: ROS 5-6% Obiettivi dei Settori ROS 2006 ROS 2007 Auto: 0,5%-1,0% 2%-4% CNH: 7,0%-7,5% 10% Iveco: 5,5%-6,0% 7,5% Componenti: 3,5%-4,0% 5%-7% 12

14 Obiettivi finanziari di Gruppo confermati 2004 Consuntivo 2005 Consuntivo 2006 Obiettivi 2007 Obiettivi Ricavi di Gruppo Crescita media annua cumulata dei ricavi del 6% Gestione Ordinaria & margine Break-even di Gruppo Risult. gest. ord. su ricavi 2% Ris. gest. ord. di 1,6 / 1,8 mld Risultato gest. ord. su ricavi 5-6% Cash Flow di Gruppo (a) Cash flow neg. prima delle partite non ricorrenti fortemente ridotto Cash flow netto ind. Flow di 3.4 mld grazie a partite non ricorrenti (b) Cash flow operativo di Gruppo positivo Utile netto di Gruppo Perdita netta 1.6 mld Utile netto di 1.4 mld grazie a partite non ricorrenti Utile netto di oltre 700 mio Utile netto di 1,6-2,0 mld EPS 1.25/1.55 Debito industriale netto di Gruppo Rapporto debito netto patrimonio del Gruppo 1.92:1 Rapporto debito netto patrimonio del Gruppo 0.34:1 Debito netto su patrimonio del Gruppo non oltre 1:1 Debito netto su patrimonio del Gruppo non oltre 1:1 (a) (b) Cash Flow industriale Incl. Italenergia Bis: 1,8 mld; Immobili: 0,2 mld; Indennizzo GM, al netto del debito Powertrain: 1,1 mld 13

15 Aggiornamento sui Settori 14

16 Automobili Aggiornamento gamma prodotto Brand Fiat! Conferma della gamma vetture: Bravo, 500, Minicargo Panorama! Facelift di Croma al 2007! Introduzione di un modello cross-over compatto in sostituzione del Futuro Monovolume Brand Lancia! Conferma facelift su Ypsilon (2006) e inserimento di una versione Sport (2007)! Rafforzamento dell intervento di prodotto su Musa! Segmento C/D, modello di nicchia e facelift su Thesis in valutazione! Modello SUV per il momento mantenuto su brand Fiat in relazione al successo commerciale del Sedici Brand Alfa Romeo! Avvio della Futura Segmento C nel 2008! Ampliamento dell offerta alto di gamma con modelli derivati dall architettura Premium Brand Veicoli Commerciali! Conferma della gamma: Nuovo Scudo, Minicargo 15

17 Fiat Bravo e Fiat 500 FIAT BRAVO! Design italiano! Sportività con dimensioni da puro segmento C! Qualità! Nuovi target di eccellenza! Cura degli interni! Personalizzazioni! Abitabilità! Spaziosa e confortevole 5 posti, ottima capacità del bagagliaio! Sicurezza best-in-class! Obiettivo 5 stelle EuroNcap FIAT 500! Nuovo modello di segmento A, complementare a Panda! City-car giovane e di tendenza destinata ai giovani! Modernità e retrò! Design italiano! Accuratezza nei dettagli! Sviluppo congiunto e produzione comune con Ford nello stabilimento Fiat a Tychy in Polonia! Nuove motorizzazioni! Benzina: Nuovo 1.4 turbo! Diesel: Nuovo 1.6 Multijet 16

18 Automobili Previsioni mercato Europa Occidentale Vetture! Attesa una modesta crescita della domanda nel 2006 (+0,5% rispetto al 2005)! Mercato stabile nel 2007 (circa 14,6 milioni di veicoli)! Nel 2008 è prevista una contenuta crescita (+1,2%) con la domanda che dovrebbe attestarsi a circa 14,8 milioni di unità Veicoli commerciali leggeri! Dopo una crescita della domanda nel 2006 (+2,9% rispetto al 2005) si stima che il mercato rimanga stabile a circa 1,9 milioni di unità con modeste fluttuazioni della domanda nell arco del periodo Italia Vetture! Dopo una prevista crescita della domanda nel 2006 (+5,1% rispetto al 2005 con volumi superiori a 2,3 milioni di unità) si prevede una flessione di circa 1,3% all anno nel periodo Veicoli commerciali leggeri! Mercato sostanzialmente stabile nel periodo (circa k unità) 17

19 Automobili Stabilimenti 2006 Mirafiori Confermati monovolume famiglie L 0 / L 1 e produzioni alto di gamma Proseguimento produzione Punto Avviata produzione Grande Punto Melfi Produzione Grande Punto Cassino Produzione Croma Produzione Stilo Avviata attività per inserimento Fiat Bravo Pomigliano Produzione Alfa 147 e Alfa GT Produzione Alfa 159 berlina e Sportwagon Termini Imerese Produzione Ypsilon Sevel Val di Sangro Produzione Ducato (X-244) Avviata produzione Nuovo Ducato (X-250) 18

20 Automobili Linee produttive 2006 Livelli di utilizzo manodopera negli stabilimenti italiani superiore a quanto previsto (incontro a Palazzo Chigi del 2005)! Saturazione superiore alle attese per gli stabilimenti di Mirafiori e Termini Imerese! Conferma avviamento di Fiat Bravo nello stabilimento di Cassino 19

21 Automobili Il comprensorio Mirafiori! Nuova linea di produzione Punto (Maggio 2006)! Mirafiori Motor Village Inaugurato il 26 maggio 2006! Nuovo Centro IBM Operativo da fine anno 2006! Nuovo Centro Stile Previsto per aprile 2007! Polo tecnologico Aree cedute a Torino Nuova Economia per la realizzazione di un polo tecnologico 20

22 Automobili Allocazioni produttive Si conferma che il piano di allocazioni produttive a partire dal 2007, oggetto di valutazioni in corso anche in funzione dei risultati 2006, sarà determinato sulla base dei seguenti criteri: Valutazioni industriali:! Miglior utilizzo della capacità produttiva! Costi - competitività! Comunanza architetture! Ottimizzazione investimenti in impianti Aspetti occupazionali:! Saturazione dell utilizzo manodopera La realizzazione del piano richiede che vengano date adeguate e immediate risposte alle esigenze di qualità, flessibilità, efficienza e competitività dettate dalle condizioni di mercato 21

23 CNH Gamma prodotto macchine agricole (produzione Italia) Facelift sui trattori New Holland TDD e Case JX (multi-applicazione economica medio leggera) Facelift sui modelli Utility (lavorazioni leggere, trasporto, allevamento) e Steyr Kompakt Introduzione di nuovi trattori APL (All Purpose Light) Facelift della gamma specialty ruotati e cingolati (frutteto, vigneto) Lancio dei nuovi modelli con motori conformi Tier3 ( Emissionati ) 22

24 CNH Gamma prodotto macchine per costruzioni (produzione Italia) Escavatori Cingolati/Gommati Rinnovo totale della gamma cingolati con introduzione di 8 nuovi modelli Terne Rinnovo della gamma e lancio dei nuovi modelli con motori conformi Tier3 ( Emissionati ) Pale Gommate Nuovi modelli di gamma medio alta per mercati Europa, Africa e Medio Oriente Facelift sui modelli della gamma di bassa potenza Lancio dei nuovi modelli con motori conformi Tier3 ( Emissionati ) Apripista Lancio dei nuovi modelli con motori conformi Tier3 ( Emissionati ) Altri Prodotti Telescopici: rinnovo della gamma, introduzione di 2 nuovi modelli e lancio dei nuovi modelli con motori conformi Tier3 ( Emissionati ) Mini escavatori: facelift sui modelli in gamma 23

25 CNH Stabilimenti 2006 Jesi Centro di eccellenza per la produzione di trattori agricoli (specialty, utility, multi-applicazione medio leggera) Modena San Mauro Imola Lecce Centro di eccellenza per la produzione di componenti per trattori agricoli (assali, trasmissioni, sollevatori/componenti idraulici, cabine) Upgrade trasmissioni per trattori di gamma medio-alta Escavatori cingolati >8t per il mercato Europa, Africa e Medio Oriente Escavatori gommati (unico centro di produzione per CNH con integrazione del prodotto trasferito dallo stabilimento di Berlino) Componenti strutturali (telai cingolati, bracci, cilindri) Terne dell intera gamma di prodotto per i marchi New Holland e Case Mini escavatori <8t e completamento gamma in corso con trasferimento della produzione da Kobelco (Giappone) Pale gommate compatte trasferite dallo stabilimento di Berlino Pale gommate per Europa, Africa e Medio Oriente Dozer meccanici superiori a 150 cv Concentrazione sulla componentistica ad alto valore aggiunto Allargamento della produzione dei telescopici anche al settore agricolo dal

26 Iveco Aggiornamento gamma prodotto Lancio delle motorizzazioni Euro 4 (anche in versione a metano) sulla gamma leggeri Facelift EUROCARGO Lancio delle motorizzazioni Euro 4 e Euro 5 Lancio delle motorizzazioni Euro 4 e Euro 5 (anche a metano su STRALIS) sull intera gamma pesanti Lancio nuova gamma autobus urbani CITELIS Euro 4/5 Lancio del nuovo bus turistico NEW DOMINO Lancio della nuova gamma interurbani ARWAY Lancio del NEW COACH Gran Turismo 25

27 Iveco Stabilimenti 2006 Brescia Focalizzazione su produzione veicoli Gamma Media (Eurocargo) Suzzara Conferma su produzione Daily stabilimento capocommessa per innovazione di prodotto e processo su Gamma Leggeri Valle Ufita Avviamento nuova Gamma bus urbani Avviamento New Domino (bus turistico) Bolzano Conferma attuali linee di produzione di veicoli militari 26

28 Magneti Marelli Aggiornamento gamma prodotto Lighting Sviluppo proiettori a LED Estensione fanale a LED su vetture di medio gamma Nuova generazione proiettori adattativi Sistemi Elettronici Integrazione sistemi telematici con dispositivi consumer (Blue&Me) Sistemi telematici basso costo Quadri di bordo: consolidamento rapporto fornitura clienti tedeschi Controllo Motore Nuovi componenti per motori Diesel (iniettore pompa) Evoluzione sistemi alimentazione pluricombustibile (Flex Fuel) Applicazioni cambi robotizzati per clienti francesi Avvio produttivo componenti GDI per clienti tedeschi Sistemi Sospensione Sistemi controllo smorzamento (SDC) Ampliamento portafoglio a clienti francesi Industrializzazione ammortizzatore Monotubo Sistemi di Scarico Trappola antiparticolato Diesel (DPF) 27

29 Magneti Marelli Stabilimenti 2006 Lighting Venaria: confermata attività di focalizzazione su proiettori Tolmezzo: missione orientata alla produzione di fanali posteriori Sistemi elettronici Corbetta: centro produttivo dedicato a quadri di bordo Controllo motore Bologna / Crevalcore: confermato piano specializzazione centro eccellenza (collettori aspirazione) Bari: centro eccellenza produzione iniettori e cambi robotizzati. In avviamento componenti per motori diesel Corbetta: centro dedicato alla produzione di centraline controllo motore Sistemi sospensione Sulmona, Rivalta, Pomigliano e Melfi: componenti e sotto-moduli sospensioni Sistemi di scarico Caivano e Venaria: produzione sistema completo di scarico 28

30 FPT Powertrain Technologies Aggiornamento gamma prodotto Passenger & Commercial Vehicles Motori Benzina Ampliamento gamma motore 1,4 Fire Termoli! 1,4 Starjet con variatore di fase e PDA! 1,4 Turbo cv Rinnovo motore Fam. B Pratola Serra Motori Diesel Incremento prestazioni motore Fam. B/C Pratola Serra Adeguamento limiti emissione Euro5 per SDE Polonia e Fam. B Pratola Serra Motori Piccoli Industrial & Marine Nuova famiglia HPI F1A 2300 cc e F1C 3000 cc per veicoli commerciali leggeri (anche con applicazioni a metano) Nuovo motore F5C 3200 cc per applicazioni agricole e industriali e power generation Motori Medi Adeguamento limiti emissione Tier 3 famiglia NEF Incremento cilindrata Fam. B a 2000 cc Cambi Intervento su cambio C530 a Verrone Nuovo cambio M40 Termoli per veicoli commerciali e versione robotizzata 29

31 FPT Powertrain Technologies Stabilimenti 2006 Mirafiori Cambi meccanici di gamma piccola (C Nm) Reinsourcing in atto della variante AWD Verrone Termoli Pratola Serra Cambi meccanici di gamma medio-alta (C Nm) Reinsourcing in atto dei cambi per Stilo JTD Motori di gamma medio-piccola (famiglia FIRE) Cambi automobilistici di gamma media (C Nm) Cambi per veicoli commerciali leggeri (M40 400Nm) Motori diesel di gamma media e medio-alta (Famiglie B e C) Motori benzina di gamma medio-alta SPA - Torino Motori diesel e CNG di gamma media (NEF da 3 a 6 cilindri) Pregnana Trasformazione di motori base prodotti in altri stabilimenti per applicazioni marine ed industriali Foggia Motori di gamma piccola (famiglie F1A ed F1C) per applicazione su veicoli commerciali delle gamme Fiat ed IVECO 30

32 Il piano (rif. incontro Palazzo Chigi 2005) La realizzazione del Piano richiede:! Redditività del Gruppo Fiat secondo gli obiettivi indicati! Finanziamento e contributi alle iniziative di R&S e innovazione! Proventi straordinari per programmi specifici (Mirafiori) RISORSE FINANZIARIE Competitività (costi) e Qualità Flessibilità (volumi e utilizzo impianti) Produttività (certezza dei tempi ciclo) Gestione delle dissaturazioni delle strutture CONDIZIONI OPERATIVE! Condivisione obiettivi! Dialogo e confronto con le Organizzazioni Sindacali CONSENSO La realizzazione del Piano consente di assicurare continuità all attività produttiva negli stabilimenti in Italia 31

33 32

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights

COMUNICATO STAMPA. FIAT CHRYSLER AUTOMOBILES - Highlights FCA ha chiuso il terzo trimestre con ricavi in crescita del 14% a 23,6 miliardi di euro e l EBIT in crescita del 7% a 0,9 miliardi di euro. L Indebitamento netto industriale si è attestato a 11,4 miliardi

Dettagli

: il metano ha messo il turbo

: il metano ha messo il turbo Torino, 14 Giugno 2010 Nuovo DOBLO : il metano ha messo il turbo A pochi mesi dal lancio commerciale, Nuovo DOBLO ha già raggiunto la leadership nel segmento delle vetture multi spazio, riscuotendo un

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA

OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI 2014 CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA CRESME RICERCHE SPA OSSERVATORIO VENDITE MACCHINE E IMPIANTI PER LE COSTRUZIONI CRESME PATROCINATO DA SAIE PROMOSSO DA Cantiermacchine-ASCOMAC Comamoter-FEDERUNACOMA Ucomesa-ANIMA NELL AMBITO DI FEDERCOSTRUZIONI

Dettagli

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT

LEAR ITALIA MES/LES PROJECT LEAR ITALIA MES/LES PROJECT La peculiarità del progetto realizzato in Lear Italia da Hermes Reply è quello di integrare in un unica soluzione l execution della produzione (con il supporto dell RFID), della

Dettagli

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione

Autorizzato frazionamento azioni ordinarie Amplifon S.p.A. nel rapporto di 1:10; il valore nominale passa da Euro 0,20 a Euro 0,02 per azione COMUNICATO STAMPA AMPLIFON S.p.A.: L Assemblea degli azionisti approva il Bilancio al 31.12.2005 e delibera la distribuzione di un dividendo pari a Euro 0,30 per azione (+25% rispetto al 2004) con pagamento

Dettagli

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica

Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Nuovo Jeep Cherokee Scheda tecnica Le caratteristiche tecniche si basano sulle informazioni di prodotto più recenti disponibili al momento della pubblicazione. Tutte le dimensioni sono espresse in millimetri

Dettagli

Nuova Panda Sconto 12% POP Extrasconto 400 Easy con clima E xtrasconto 650 Lounge con pack premium Extrasconto 650 Natural Power E xtrasconto 300

Nuova Panda Sconto 12% POP Extrasconto 400 Easy con clima E xtrasconto 650 Lounge con pack premium Extrasconto 650 Natural Power E xtrasconto 300 500L Nuova Panda POP Extrasconto 400 Easy con clima E xtrasconto 650 Lounge con pack premium Extrasconto 650 Natural Power E xtrasconto 300 Bravo Extrasconto 1.100 cumulabile con rottamazione 400 500 e

Dettagli

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano

Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano www.pwc.com/it Evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il mercato italiano giugno 2013 Sommario Il contesto di riferimento 4 Un modello di evoluzione dei servizi di incasso e pagamento per il

Dettagli

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE

LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Modulo DATI INFORMATIVI FINANZIARI ANNUALI per gli emittenti industriali LINEE GUIDA PER LA COMPILAZIONE Data : 03/05/2011 Versione : 1.3 1 Revisioni Data Versione Cap./ Modificati 03/05/2010 1.0-13/05/2010

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Qual è il fine dell azienda?

Qual è il fine dell azienda? CORSO DI FINANZA AZIENDALE SVILUPPO DELL IMPRESA E CREAZIONE DI VALORE Testo di riferimento: Analisi Finanziaria (a cura di E. Pavarani) - McGraw-Hill - 2001 Cap. 9 1 Qual è il fine dell azienda? Massimizzare

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione

Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-F GPC Macchine per la disinfestazione e la disinfezione GPE-P GPC - GPE GPC Sicurezza conforme alle ultime normative CE; valvole di sicurezza; riempi botte antinquinante; miscelatore nel coperchio

Dettagli

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions

MINI-ESCAVATORE. ViO20-4. 2230/2335 kg. Call for Yanmar solutions MINI-ESCAVATORE 2230/2335 kg Call for Yanmar solutions COMPATTEZZA Il è un mini-escavatore con sporgenza posteriore realmente nulla. Il contrappeso e la parte posteriore del telaio superiore della macchina

Dettagli

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante

Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante trasporto pesante Guida alla sicurezza e alle prestazioni di un impianto frenante www.brembo.com trasporto pesante L i m p i a n t o f r e n a n t e d i u n v e i c ol o pesante per trasporto d i m e r

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

Prodotti. Scarichi Assetti Cerchi Fibra di Carbonio Motorsport Moduli Aggiuntivi

Prodotti. Scarichi Assetti Cerchi Fibra di Carbonio Motorsport Moduli Aggiuntivi Prodotti Scarichi Assetti Cerchi Fibra di Carbonio Motorsport Moduli Aggiuntivi 2 Scarichi Scarico 500 SS500B, SS500G, SS500B1 CARATTERISTICHE Hand Made Street Legal 2 uscite Look retrò Plug-in Acciaio

Dettagli

Governance e performance nei servizi pubblici locali

Governance e performance nei servizi pubblici locali Governance e performance nei servizi pubblici locali Anna Menozzi Lecce, 26 aprile 2007 Università degli studi del Salento Master PIT 9.4 in Analisi dei mercati e sviluppo locale Modulo M7 Economia dei

Dettagli

LUBRIFICANTI TOTAL L'INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLE PRESTAZIONI. Prodotto e distribuito in Italia da

LUBRIFICANTI TOTAL L'INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLE PRESTAZIONI. Prodotto e distribuito in Italia da LUBRIFICANTI TOTAL L'INNOVAZIONE AL SERVIZIO DELLE Prodotto e distribuito in Italia da EMISSIONI INQUINANTI: EVOLUZIONE EUROPEA DEI LIMITI REGOLAMENTARI LIMITI ALLE EMISSIONI INQUINANTI HC g/km Euro 2

Dettagli

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI

NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI NOTE METODOLOGICHE PRINCIPALI MARGINI ECONOMICI - SOCIETA INDUSTRIALI, COMMERCIALI E PLURIENNALI Valore aggiunto Valore della produzione - Consumi di materie - Spese generali + Accantonamenti Mol (Valore

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

SCHEDA TECNICA. W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw

SCHEDA TECNICA. W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw SCHEDA TECNICA CAPACITÀ BENNE CARICO OPERATIVO BENNE PESO OPERATIVO POTENZA MASSIMA W270C W300C 4,4 m 3 5,0 m 3 8,0 ton 8,9 ton 24,4 ton 27,7 ton 320 CV/239 kw 347 CV/259 kw W270C/W300C ECOLOGICO COME

Dettagli

Obiettivi strategici del Consiglio federale per la sua partecipazione alla RUAG Holding SA (strategia basata sul rapporto di proprietà 2011 2014)

Obiettivi strategici del Consiglio federale per la sua partecipazione alla RUAG Holding SA (strategia basata sul rapporto di proprietà 2011 2014) Obiettivi strategici del Consiglio federale per la sua partecipazione alla RUAG Holding SA (strategia basata sul rapporto di proprietà 2011 2014) Introduzione L'obiettivo primario della società di partecipazione

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE

GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO PER LE ANALISI FINANZIARIE GLI INDICI DI BILANCIO Gli indici sono rapporti tra grandezze economiche, patrimoniali e finanziarie contenute nello stato patrimoniale e nel conto economico

Dettagli

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI)

MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) MIFID: STRATEGIA DI ESECUZIONE E TRASMISSIONE DEGLI ORDINI (DOCUMENTO DI SINTESI) - 1 - LA NORMATIVA MIFID La Markets in Financial Instruments Directive (MiFID) è la Direttiva approvata dal Parlamento

Dettagli

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti

Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti Oltre 2.800 Addetti Più di 1.100 Partner Oltre 100.000 Clienti QUELLI CHE CONDIVIDONO INNOVAZIONE QUALITÀ ECCELLENZA LAVORO PASSIONE SUCCESSO SODDISFAZIONE ESPERIENZA COMPETENZA LEADERSHIP BUSINESS IL

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE SULLA GESTIONE DELL ESERCIZIO CHIUSO AL 31 DICEMBRE 2012 STUDIARE SVILUPPO SRL Sede legale: Via Vitorchiano, 123-00189 - Roma Capitale sociale 750.000 interamente versato Registro delle Imprese di Roma e Codice fiscale 07444831007 Partita IVA 07444831007 - R.E.A.

Dettagli

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile

Approccio al Mercato. - Brasile. A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile Approccio al Mercato - Brasile A cura di Bruno Aloi Ufficio Brasile 1 Brasile 6ª economia mondiale, previsione di 2,1% di crescita nel 2012. Mercato consumatore in crescita: 30 millioni sono entrati nella

Dettagli

Condizioni generali di fornitura

Condizioni generali di fornitura Condizioni generali di fornitura 1) Responsabilità di trasporto Resa e imballo a ns. carico. 2) Custodia dopo consegna in cantiere Dopo la posa da parte ns. del materiale / macchine in cantiere la responsabilità

Dettagli

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A.

RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. RELAZIONE DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE AI SENSI DELL ART. 2501 QUINQUIES C.C. SULLA FUSIONE PER INCORPORAZIONE DI INVESP S.P.A. E PROSPETTIVE 2001 S.P.A. IN SANPAOLO IMI S.P.A... Si presenta il progetto

Dettagli

Classificazioni dei sistemi di produzione

Classificazioni dei sistemi di produzione Classificazioni dei sistemi di produzione Sistemi di produzione 1 Premessa Sono possibili diverse modalità di classificazione dei sistemi di produzione. Esse dipendono dallo scopo per cui tale classificazione

Dettagli

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment

Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Esperienze di successo per un vantaggio competitivo 27 ottobre 2011 Quando imprenditorialità e management si sposano: il caso Moment Raffaella Graziosi Project & Portfolio Manager ACRAF SpA Gruppo Angelini

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014)

GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) COMUNICATO STAMPA Il Consiglio di Amministrazione approva i risultati al 31 marzo 2015 GRUPPO COFIDE: UTILE DEL TRIMESTRE A 13,6 MLN (PERDITA DI 2,3 MLN NEL 2014) Il risultato beneficia del positivo contributo

Dettagli

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO TRIBUTO AL Fai sfilare la tua passione tra le strade di Torino. Iscrivi la tua vettura al DOMENICA, 14 GIUGNO 2015 la parata celebrativa delle automobili più importanti di sempre PARCO VALENTINO - SALONE

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

Bilancio Consolidato e Separato

Bilancio Consolidato e Separato Bilancio Consolidato e Separato 9 Gruppo Hera il Bilancio consolidato e d esercizio Introduzione Relazione sulla gestione capitolo 1 RELAZIONE SULLA GESTIONE Gruppo Hera Bilancio Consolidato e Separato

Dettagli

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48

MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI ECCITAZIONE SEPARATA 24-48 Motori elettrici in corrente continua dal 1954 Elettropompe oleodinamiche sollevamento e idroguida 1200 modelli diversi da 200W a 50kW MOTORI ECCITAZIONE SERIE DERIVATA COMPOSTA 2-3-4-5-6 MORSETTI MOTORI

Dettagli

Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson:

Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson: Zero Tail Zero Tail Wacker Neuson: 50Z3 75Z3 Liberatevi: Escavatore Zero Tail Wacker Neuson. Elementi Wacker Neuson: Dimensioni compatte senza sporgenze. Cabina spaziosa e salita comoda. Comfort migliorato

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA

Maggior Supporto. Enel Produzione SpA Enel Produzione SpA Concorso nazionale Le buone pratiche sulla manutnzione sicura Campagna Ambienti di lavoro sani e sicuri 2010-2011 Napoli, 27 Ottobre 2011 Villa Colonna Bandini Stefano Di Pietro Responsabile

Dettagli

www.energystrategy.it 1

www.energystrategy.it 1 www.energystrategy.it 1 C è ancora un mercato italiano del fotovoltaico? Quanto è importante la gestione degli asset? Cosa vuol dire fare gestione degli asset e chi la fa oggi in Italia? www.energystrategy.it

Dettagli

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO

CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO CON LO SGUARDO RIVOLTO AL FUTURO LA PRODUTTIVITÀ HA UN NUOVO LOGO ED UNA NUOVA IMMAGINE resentiamo il nuovo logo e il nuovo pay off aziendali in un momento P storico della realtà Laverda, contraddistinto

Dettagli

TECO 13 Il Tavolo per la crescita

TECO 13 Il Tavolo per la crescita Componenti TECO 13 Il Tavolo per la crescita Assiot, Assofluid e Anie Automazione, in rappresentanza di un macro-settore che in Italia vale quasi 40 miliardi di euro, hanno deciso di fare un percorso comune

Dettagli

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio.

La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Un complesso avvio delle policy di sostegno alle rinnovabili La policy incentivante non è stata priva di errori, in cui sono incorsi anche altri Paesi, spesso per rompere le forti inerzie d avvio. Inefficace

Dettagli

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario

Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario Relazione sulla gestione e sull andamento economico e finanziario 9 Signori azionisti, il 2005 è stato per Manutencoop Facility Management S.p.A. un anno di particolare impegno: il completamento delle

Dettagli

DASP-I IMMAGINE APPLICAZIONE CODICE ORIGINALE DESCRIZIONE NOTE

DASP-I IMMAGINE APPLICAZIONE CODICE ORIGINALE DESCRIZIONE NOTE www.cramesrl.it RESISTENZE DASP-I DASP-I IMMAGINE APPLICAZIONE CODICE ORIGINALE DESCRIZIONE NOTE AIR046 RENAULT 0,50 AIR048 AIR267 AUDI: 80 VOLKSWAGEN: GOLF II JETTA - PASSAT SEAT: TOLEDO 191959263 191959263C

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro.

FUSIONE PROGETTO DI. rispetto al 1Q 2012) ) investimenti in. finanziario. Indebitamento. riconosciuta. decremento milioni di euro. Torino, 10 maggio 2013 COMUNICATO STAMPA RESOCONTO INTERMEDIO DI GESTIONE DEL GRUPPO SIASS AL 31 MARZO 2013 PROGETTO DI FUSIONE PER INCORPORAZIONE DELLA D SOCIETÀ INTERAMENTE CONTROLLATA HOLDING PIEMONTE

Dettagli

QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI.

QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI. QUELLO CHE SAREMO DOMANI NASCE DALL ENERGIA DI OGGI. I NUMERI DELLA NOSTRA SOLIDITÀ PRESENTE IN 22 PAESI DI 4 CONTINENTI 76 MILA PERSONE DI 12 CULTURE OLTRE 1.000 CENTRALI NEL MONDO + 78% DI PRODUZIONE

Dettagli

IL VANTAGGIO COMPETITIVO NEI SETTORI MATURI

IL VANTAGGIO COMPETITIVO NEI SETTORI MATURI IL VANTAGGIO COMPETITIVO NEI SETTORI MATURI Cap. XII di R. Grant A cura di: Paola Bisaccioni INDICE Maturità e peculiarità dei settori maturi I fattori critici di successo L implementazione strategica

Dettagli

Rischio impresa. Rischio di revisione

Rischio impresa. Rischio di revisione Guida alla revisione legale PIANIFICAZIONE del LAVORO di REVISIONE LEGALE dei CONTI Formalizzazione delle attività da svolgere nelle carte di lavoro: determinazione del rischio di revisione, calcolo della

Dettagli

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1

General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 General Motors: la storia della nascita e della crescita di una giant firm 1 Centralized control with decentralized responsibility (Johnson and Kaplan, 1987) 1. Dalla nascita fino al 1920 La General Motors,

Dettagli

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa

I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE. Caratteristiche e comportamento di spesa L ITALIA E IL TURISMO INTERNAZIONALE NEL Risultati e tendenze per incoming e outgoing Venezia, 11 aprile 2006 I TURISTI NO FRILLS /LOW FARE Caratteristiche e comportamento di spesa Valeria Minghetti CISET

Dettagli

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN

COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN COME NASCE L IDEA IMPRENDITORIALE E COME SI SVILUPPA IL PROGETTO D IMPRESA: IL BUSINESS PLAN La nuova impresa nasce da un idea, da un intuizione: la scoperta di una nuova tecnologia, l espansione della

Dettagli

Tanta visibilità posteriore! Tanto spazio libero sul pianale! Totalmente integrato! Scarrabile in 30 secondi! CITY26-35-52 HP diesel

Tanta visibilità posteriore! Tanto spazio libero sul pianale! Totalmente integrato! Scarrabile in 30 secondi! CITY26-35-52 HP diesel CITY26-35-52 HP diesel Totalmente integrato! Scarrabile in 30 secondi! Tanta visibilità posteriore! Tanto spazio libero sul pianale! Disinfestatrici di Classe Superiore C I T I Z E N CITYPlus Ecology Macchina

Dettagli

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI.

SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. SYSKOPLAN REPLY IMPLEMENTA PER IL GRUPPO INDUSTRIALE SCHOTT UNA SOLUZIONE SAP CRM SU BASE SAP HANA E OPERATIVA IN 35 PAESI. Come gruppo industriale tecnologico leader nel settore del vetro e dei materiali

Dettagli

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION

UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION The Italian Think Tank UNIVERSITÀ - LA NUOVA CLASSIFICA DI VISION Vision propone un nuovo modello di ranking multi-dimensionale che mette a confronto le università italiane sulla base di cinque parametri

Dettagli

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale

Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Mergers & Acquisitions Come evitare i rischi di una due diligence tradizionale Di Michael May, Patricia Anslinger e Justin Jenk Un controllo troppo affrettato e una focalizzazione troppo rigida sono la

Dettagli

La bolletta dimagrisce

La bolletta dimagrisce La bolletta dimagrisce Bolletta più leggera e più equa per le Pmi La spesa energetica delle imprese Il costo dell energia è un importante fattore di competitività per le imprese; La spesa per l energia

Dettagli

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di:

Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014. Sede di Torino. Elaborazione e Cura di: Mobilità sostenibile Piano Spostamenti Casa - Lavoro 2014 Sede di Torino RUGGIERI Nicoletta Maria Mobility Manager Elaborazione e Cura di: CAGGIANIELLO Giorgio SAPIO Michele VENTURA Lorella Amministrazione

Dettagli

ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina. Data evasione. Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098

ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina. Data evasione. Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098 Vs. richiesta su ZHEJIANG YUEJIN IMPORT CO LTD - Cina Recte ZHEJIANG YUEJIN IMPORT & EXPORT CO. LTD - Cina Cliente ALFA SPA Data evasione Redattore E.L./FC Rev. 1 Marzo 2010 FAC_COR098 Zhejiang Yuejin

Dettagli

Tecnologia funzionale. Qualità costruttiva di lunga durata.

Tecnologia funzionale. Qualità costruttiva di lunga durata. SERIE JX 72-95 CV Ambiente di lavoro sicuro e produttivo. Sedile di guida confortevole. Tecnologia funzionale sotto tutti i punti di vista. Disponibili nella versione con o senza cabina, questi trattori

Dettagli

AREA STUDI E STATISTICHE

AREA STUDI E STATISTICHE AREA STUDI E STATISTICHE L industria automotive mondiale nel 2013 Profilo dell'associazione Nata a Torino nel 1912, ANFIA - Associazione Nazionale Filiera Industria Automobilistica, svolge da oltre 100

Dettagli

Formazione Su Misura

Formazione Su Misura Formazione Su Misura Contattateci per un incontro di presentazione inviando una mail a formazione@assoservizi.it o telefonando ai nostri uffici: Servizi alle Imprese 0258370-644.605 Chi siamo Assoservizi

Dettagli

Università di Pavia - Facoltà di Economia

Università di Pavia - Facoltà di Economia 0 Università di Pavia - Facoltà di Economia Il calcolo imprenditoriale per la trasformazione «finanziaria» Michela Pellicelli Le imprese possono essere considerate trasformatori finanziari in quanto: a)

Dettagli

Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE. G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005

Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE. G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005 Capitolo 15 LE SCELTE DI ORGANIZZAZIONE G. Airoldi, G. Brunetti, V. Coda Corso di economia aziendale Il Mulino, 2005 1 L ASSETTO ORGANIZZATIVO, IL COMPORTAMENTO ORGANIZZATIVO In organizzazione il centro

Dettagli

Sitorna sul triciclo. da guidare e più sicuri. facili. Scooter a tre ruote. Laprova completa su Corriere.it

Sitorna sul triciclo. da guidare e più sicuri. facili. Scooter a tre ruote. Laprova completa su Corriere.it La Laprova completa su Corriere.it Piaggio MP3 LT 30o IE Sport Quadro 350S e Peugeot Metropolis : 400 tre scooter a tre ruote prova completa. con immagini e commenti è su motori.corriere.it Sitorna sul

Dettagli

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno.

Automotive Business Intelligence. La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Automotive Business Intelligence La soluzione per ogni reparto, proprio quando ne avete bisogno. Prendere decisioni più consapevoli per promuovere la crescita del vostro business. Siete pronti ad avere

Dettagli

Eccellenza nel Credito alle famiglie

Eccellenza nel Credito alle famiglie Credito al Credito Eccellenza nel Credito alle famiglie Innovazione e cambiamento per la ripresa del Sistema Paese Premessa La complessità del mercato e le sfide di forte cambiamento del Paese pongono

Dettagli

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia

L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia L evoluzione delle energie rinnovabili in Italia Gerardo Montanino Direttore Divisione Operativa ALTHESYS Presentazione IREX Annual Report 2013 GSE Roma, 18 aprile 2013 Non solo energia elettrica INDICE

Dettagli

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale

Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale Lussemburgo Lo strumento della cartolarizzazione e il suo regime fiscale www.bsp.lu Dicembre 2013 1 Con la Legge 22 marzo 2004, il Lussemburgo si è dotato, di uno strumento legislativo completo che ha

Dettagli

AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE

AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE 2006 AGOS: IL BILANCIO INDIVIDUALE BILANCIO INDIVIDUALE Capitale sociale E 60.908.120 interamente versato Sede legale in Milano, via Bernina 7 Registro delle Imprese di Milano n. 264551

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione

OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione Luca Bilancini (Commercialista, Pubblicista, coordinatore scientifico MAP) OIC 23 - Lavori in corso su ordinazione 1 OIC 23 - Principali novità Non ci sono più i paragrafi relativi alle commesse in valuta

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI

PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI PRESENTAZIONE AGLI ANALISTI Milano, 17 Marzo 2010 AGENDA 1. Il Gruppo 2. Il mercato 3. Dati economico-finanziari 4. Il titolo Pag. 2 RELATORI LUIGI LUZZATI Presidente del CDA di Centrale del Latte di Torino

Dettagli

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania)

Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Acquisizione Palazzo cielo/terra, Lipsia (Germania) Business Plan KIG RE - DIOMA Valore acquisizioni immobiliari, gestione, sviluppo e ricollocazione assets immobiliari della società veicolo di investimento

Dettagli

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione

Il mandato di gestione patrimoniale. La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale La sua soluzione individuale con un mandato LGT a fascia di oscillazione Il mandato di gestione patrimoniale LGT l assistenza professionale per i suoi investimenti Le

Dettagli

Grafici di redditività BREAK-EVEN ANALYSIS

Grafici di redditività BREAK-EVEN ANALYSIS Grafici di redditività BREAK-EVEN ANALYSIS 1 Analisi del punto di equilibrio o di pareggio Consiste nella determinazione grafica o matematica del quantitativo di vendita al quale i costi totali e i ricavi

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM

LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM LA RICLASSIFICAZIONE DEL CONTO ECONOMICO: IL REPORT FORM Il conto economico che abbiamo esaminato fino ad ora si presenta a sezioni contrapposte: nella sezione del DARE vengono rilevati i costi, e nella

Dettagli

Reti, Accordi e Cooperazioni interaziendali a.a. 2008-2009 INDICE

Reti, Accordi e Cooperazioni interaziendali a.a. 2008-2009 INDICE INDICE 1. Crescita aziendale e contesto esterno 2. Crescita aziendale e contesto interno 3. Crescita quantitativa e sviluppo qualitativo 4. Le dimensioni rilevanti dello sviluppo qualitativo 5. Le modalità

Dettagli

un concentrato di tecnologia all avanguardia

un concentrato di tecnologia all avanguardia un concentrato di tecnologia all avanguardia VIP Class L emozione viaggia su due livelli. Nel 1967 NEOPLAN ideò la gamma degli autobus turistici a due piani che ha aperto la strada ad una storia di successo

Dettagli

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali

Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali 1 Il Progetto People: talent management e succession planning nel Gruppo Generali CRISTIANA D AGOSTINI Milano, 17 maggio 2012 Il Gruppo Generali nel mondo 2 Oltre 60 paesi nel mondo in 5 continenti 65

Dettagli

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007

Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Mobility Management Piano Spostamenti casa-lavoro 2007 Hera Imola-Faenza, sede di via Casalegno 1, Imola La normativa vigente: D.M. 27/03/1998, decreto Ronchi Mobilità sostenibile nelle aree urbane Le

Dettagli

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati

La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi. dott. Gianluca Odetto. Eutekne Tutti i diritti riservati La compilazione del quadro RF per gli interessi passivi dott. Gianluca Odetto Eutekne Tutti i diritti riservati Interessi passivi soggetti a monitoraggio AMBITO OGGETTIVO Tutti gli interessi passivi sostenuti

Dettagli

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto

SVALUTAZIONI E PERDITE SU CREDITI. Dott. Gianluca Odetto Dott. Gianluca Odetto ART. 33 DL 83/2012 Novità Inserimento del piano di ristrutturazione del debito tra le procedure concorsuali. Inserimento tra le ipotesi di non sopravvenienza attiva della riduzione

Dettagli

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015

COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 COMUNICATO STAMPA INTESA SANPAOLO: RISULTATI CONSOLIDATI AL 31 MARZO 2015 FORTE AUMENTO DELLA REDDITIVITÀ, SUPERIORE AGLI OBIETTIVI DEL PIANO DI IMPRESA 2014-2017. ELEVATA PATRIMONIALIZZAZIONE, LARGAMENTE

Dettagli

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15)

La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) La redazione del bilancio civilistico 2014 : le principali novità. La composizione e gli schemi del bilancio d esercizio (OIC 12), le imposte sul reddito (OIC 25) e i crediti (OIC 15) dott. Paolo Farinella

Dettagli

Il consolidamento negli anni successivi al primo

Il consolidamento negli anni successivi al primo Il consolidamento negli anni successivi al primo Il rispetto del principio della continuità dei valori richiede necessariamente che il bilancio consolidato degli esercizi successivi sia strettamente dipendente

Dettagli

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente

LA DECOLONIZZAZIONE. Nel 1947 l India diventa indipendente LA DECOLONIZZAZIONE Nel 1939 quasi 4.000.000 km quadrati di terre e 710 milioni di persone (meno di un terzo del totale) erano sottoposti al dominio coloniale di una potenza europea. Nel 1941, in piena

Dettagli