gianpiero oliva - Project Manager / GIS Analyst / Web Analyst

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "gianpiero oliva - Project Manager / GIS Analyst / Web Analyst"

Transcript

1 1 CURRICULUM VITAE Dati anagrafici Nato a: Saluzzo (CN) il Codice Fiscale: LVO GPR 67B28 H727 S Residente in: Via Sottana, 61/A Verzuolo (CN) Telefono: Mobile: Skype: trahentes Linkedin: Stato civile: coniugato con Bruna, papà di Maddalena e Matteo Formazione Diploma di Perito Industriale indirizzo Meccanica presso I.T.I.S. G.Vallauri - Fossano (CN) anno Colloquialità Ottima padronanza di linguaggio, parlato e scritto Competenze informatiche Sistemi Operativi: Microsoft Windows (XP, Vista, 7, 8) - GNU/Linux (Fedora, Ubuntu) Linguaggi di programmazione: Buona comprensione e analisi di SQL, HTML/XHTML, CSS, JavaScript, ASP, Visual Basic DBMS/RDBMS: Microsoft Access, Microsoft SQL Server Admin Web Server: Internet Information Services IIS 6, 7 Strumenti di sviluppo (RAD): Microsoft Visual InterDEV, Adobe DreamWeaver CS5, Notepad ++ Produttività e CMS: Microsoft Office, OpenOffice Sistemi CAD: AutoCAD 2012, VectorWorks 2010, eteks Sweet Home 3D, Google SketchUp Sistemi GIS: Geores, ArcView, OpenStreetMap (Potlatch, JOSM, Merkaartor) Grafica e Web Design: Corel Paint Shop Pro, InkScape, Corel Draw, Adobe Photoshop, Adobe Fireworks, Microsoft Image Composer, GIMP, Insofta Cover Commander Editing Video: Cyberlink PowerDirector, Pinnacle Studio, Macromedia Captivate, VSO ConvertXtoDVD Conoscenze linguistiche Conoscenza lavorativa dell inglese parlato e scritto Note biografiche Dopo essermi diplomato all Istituto Tecnico prestai manodopera in imprese agricole del saluzzese per un breve periodo fino alla chiamata al servizio militare, che assolsi nell anno Terminata la leva obbligatoria, tramite amicizie familiari, venni contattato nel successivo gennaio 1989 dalla società Adelphon, la quale mi prospettò, dopo un breve periodo di prova, la possibilità di un primo impiego con la mansione di digitalizzatore di mappe cartografiche, in genere di fonte catastale; svolsi questo lavoro per un paio di anni, durante i quali ebbi modo di apprendere da autodidatta i primi rudimenti del mondo informatico di allora.

2 2 Si utilizzavano per l appunto digitizer verticali formato A0 in abbinamento a controller monitor TekTronix; il dato catturato veniva direttamente inviato all unità centrale Digital VAX con sistema operativo VMS. Su tale piattaforma denominata CARTOGRAF, CARTOSIT nella sua versione grafica, fin dalla prima metà degli anni 80, la società Adelphon aveva messo a punto in modo originale uno dei primi GIS o Sistemi Informativi Territoriali a livello italiano, completamente sviluppato nel linguaggio Fortran. Personale già più qualificato agiva sui primi controller (monitor) grafici per le opportune correzioni, modifiche e attribuzioni logiche. Il tutto veniva poi schedulato in cassette dati e sovente stampato con l ausilio di plotter piani a pennini con inchiostro di china e, in seguito, dei primi plotter verticali a pennini (antesignani degli attuali inkjet). Fin da subito questo mondo mi affascinò al punto che, grazie anche alla disponibilità della proprietà, sovente mi fermavo anche dopo l orario di lavoro, per provare a smanettare sulla gestione dei dati che durante il giorno contribuivo ad immagazzinare; mi fu così data la possibilità di apprendere i primi rudimenti di termini e strumenti come archivi, database, tabelle, query, indicizzazione, tracciati record e in modo molto più timido alcuni piccoli passi di programmazione. Non disponendo di una formazione specifica corredata da un titolo equipollente, cercai sempre di sopperire alle lacune formative con i rari manuali disponibili (vent anni fa Internet era una chimera ) ma anche con l intuito che la passione per tali tematiche portava a sviluppare. Di questa mia curiosità di ventenne sulla archiviazione dei dati tendenzialmente, ma anche non, rivolti alla gestione del territorio, ne ho fatto per 25 anni il mio lavoro e la mia passione. E poi vennero gli anni 90 e con loro i PC e Windows Nel corso di 25 anni, grazie alle commesse dirette o indirette acquisite anche di alto livello, e non meno alla diversificazione di strumenti e metodi che nel frattempo si sono sviluppati, ho cercato di mettere in valigia mano a mano la più cospicua quantità di conoscenze, magari non sempre approfondite, ma che mi consentono con tutta modestia una proprietà notevole di analisi, gestione e sviluppo su qualsivoglia tematica che abbisogni tendenzialmente di uno strumento informatico, software e/o hardware: nel mio bagaglio di realizzazioni figurano oltre ai GIS, WebGIS e Mobile Mapping, a mero titolo di esempio, - portali internet istituzionali originalmente sviluppati per molti Comuni cuneesi; - piattaforma web-oriented sulla tracciabilità e rintracciabilità di filiera, con più di 500 form di registrazione, consultazione e stampa dati; - portali di web-marketing territoriale; - portali per testate giornalistiche; - albi web-archivistici sulla memoria storica dei territori; - soluzioni web per il Risk Management di Salute, Sicurezza e Ambiente; - piattaforma web per le segnalazioni interattive e geolocalizzate di degrado urbano; - svariate versioni di archivi per software gestionali. In questi 25 anni sono stato dipendente, libero professionista e imprenditore ma la mia passione e curiosità è rimasta immutata; l inizio di una qualsiasi giornata lavorativa passa sempre dalla consultazione delle ultime notizie dal blog tecnico di settore. I contatti e le conoscenze personali maturate in tanti anni mi hanno portato nel 2009 ad essere uno dei soggetti fondatori dell associazione internazionale iperpiano (cfr. Tappe della vita) dove porto il mio contributo per affiancare imprenditori, promotori e decisori nel difficile e affascinante compito di immaginare, ripensare, costruire, sviluppare, trasformare città e territorio in luoghi sostenibili, ecologici, creativi, competitivi. Tappe della vita

3 3 Da sempre sensibile alle questioni che afferiscono alla gestione integrata del territorio con l ausilio delle nuove tecnologie, nel 1988 inizio un rapporto di consulenza professionale con Adelphon - Torino, società protagonista e leader sin dagli anni 80 nell allora natio settore dei G.I.S. Sistemi Informativi Territoriali; mi candido nella prima metà degli anni 90, in qualità di Project Manager, alla riconversione del G.I.S. CARTOGRAF dall ambiente Digital VAX-VMS nel nuovo Sistema Informativo Territoriale GEORES in ambiente Microsoft Windows con incarichi volti all analisi progettuale e creazione, ottimizzazione e gestione delle banche dati cartografiche con R.DB.M.S. Microsoft Access e, in seguito, Microsoft SQL Server e Oracle. Nel 1998, e fino a fine 2000, ricopro il ruolo di Amministratore Delegato di CHORATEC s.n.c. Orbassano (TO) e contribuisco all analisi progettuale e sviluppo di sistemi informativi in ambito tecnico-economico e socio-culturale. Dal 2001 porto la mia esperienza e professionalità, in qualità di Amministratore Delegato, membro del C.d.A. e Responsabile G.I.S. Sistemi Informativi Territoriali in LEONARDO WEB S.r.l. Savigliano (CN), azienda di soluzioni informatiche che, nell arco di pochissimi anni, diviene leader di mercato nella progettazione e nell'allestimento di software per la Pubblica Amministrazione e le P.M.I. Nel 2005, e fino a fine 2007, assumo l incarico di Consigliere di Amministrazione e Responsabile Area Tecnica di IPSA Comunicazione S.r.l. di Torino, società la cui finalità primaria è quella di apportare un concreto contributo allo sviluppo delle imprese italiane fornendo alle stesse servizi integrati di comunicazione, promozione, vendita on-line e geolocalizzazione. Nel 2006, e sino a fine 2010, sono socio di AGRITRACER Soc. Coop. dove offro la mia expertise sui temi di G.I.S. Web oriented e Mobile Mapping per quanto attiene il settore della Tracciabilità applicata alla filiera dell Agroalimentare. Dal 2009 sono socio di iperpiano Ecosistema di soluzioni per il governo del territorio e della città. iperpiano è un movimento tecnico, culturale e professionale costituito da un gruppo multi-disciplinare di professionisti nei settori attinenti il governo del territorio e della città. iperpiano promuove strumenti di innovazione e di gestione del cambiamento secondo tre modelli: ecocitta, per trasformare città e territori in contesti eco-logici; creacitta, per colmare i vuoti di città e territorio con il talento individuale e collettivo; ipercitta, per pensare e governare le città e i territori come ecosistema. Riassunto delle più significative esperienze professionali espletate Digitalizzazione e Georeferenziazione dei territori di: Comune di Alpignano (TO), Ameno (NO), Calciano (MT), Fontanetto Po (VC), Lamporo (VC), Palazzolo (VC), Trofarello (TO), Verolengo (VC), Verzuolo (CN) Rilevo e digitalizzazione per conto ENEL Distribuzione Zona di Cuneo, Corso Dante dei territori di: Comune di Castelletto Stura, Ceva, Lesegno, Bagnasco, Sambuco, Pietraporzio.

4 Contributo alla realizzazione del Sistema Informativo Territoriale GEORES per conto di Adelphon S.p.A. in qualità di GIS Analyst R.DB.M.S. Microsoft Access Cliente: Città di AOSTA - Impianto Base Cartografica Catastale; - Impianto Carta Tecnica Comunale vettoriale 1: :5.000; - Impianto Carta Tecnica Regionale vettoriale 1:10.000; - Informatizzazione Zonizzazione e Vincoli di Piano Regolatore Comunale; - Informatizzazione Pratiche Edilizie; - Informatizzazione Patrimonio Pubblico; - Informatizzazione Percorsi raccolta R.S.U. e Acquedotto - Informatizzazione Catasto Elettrico; - Informatizzazione Piano Territoriale Paesistico; - Informatizzazione Unità Immobiliari Urbane Cliente: A.M.I.U. GENOVA (Azienda Municipalizzata Igiene Urbana) - Impianto Carta Tecnica Comunale vettoriale 1: : Modulo cartografico di Ottimizzazione Percorsi di Raccolta R.S.U.; - Moduli cartografici di Spazzamento Strade, Pulizia Caditoie, Raccolta Siringhe e Servizi Vari di Igiene Urbana Cliente: A.P.S. AZIENDA PO SANGONE (ora Società Metropolitana Acque Torino S.p.A. - SMAT) - Impianto Carta Tecnica Comunale vettoriale 1:2.000; - Modulo cartografico della Rete di Collettori irrigui intercomunali, pozzetti, saracinesche e impianto di depurazione, profili altimetrici; Cliente: Comune di CERVIA (RA) - Impianto Base Cartografica Catastale; - Informatizzazione Pratiche Edilizie; - Informatizzazione Zonizzazione e Vincoli di Piano Regolatore Comunale; Cliente: Comune di COURMAYEUR (AO) - Impianto Base Cartografica Catastale e Carta Tecnica Comunale vettoriale; - Informatizzazione Zonizzazione e Vincoli di Piano Regolatore Comunale; - Moduli specialistici: Pratiche Edilizie, CdU, ICI.

5 Cliente: Comune di BORGOMANERO (NO) - Impianto Base Cartografica Catastale e Carta Tecnica Comunale vettoriale; - Informatizzazione Zonizzazione e Vincoli di Piano Regolatore Comunale Cliente: Comune di MONTALTO DORA (TO) - Impianto Base Cartografica Catastale; - Impianto Carta Tecnica Regionale vettoriale 1:10.000; - Informatizzazione Zonizzazione e Vincoli di Piano Regolatore Comunale; - Informatizzazione Pratiche Edilizie; - Informatizzazione CDU - Certificato di destinazione Urbanistica; - Informatizzazione Unità Immobiliari Urbane Cliente: ENEL Zona Metropolitana di Milano (già AEM S.p.A., ora A2A S.p.A.) - Impianto Base Cartografica Carta Tecnica Comunale vettoriale 1:500; - Informatizzazione Reti elettriche di Bassa e Media Tensione; - Moduli specialistici Rete Elettrica e Illuminazione Pubblica; - Interfaccia di export in file neutro SIGRAF; - Interfaccia di export in gestionale disservizi SIGMA; - Interfaccia di export in ambiente ESRI (420 shapefile); Cliente: A.M.T. GENOVA (Azienda Municipalizzata Trasporti) - Impianto Carta Tecnica Comunale vettoriale 1: : Modulo cartografico di Ottimizzazione Linee e Fermate Trasporto Urbano Cliente: Comune di CRESCENTINO (VC) - Impianto Base Cartografica Catastale; - Impianto Carta Tecnica Regionale vettoriale 1:10.000; - Informatizzazione Zonizzazione e Vincoli di Piano Regolatore Comunale; - Informatizzazione Pratiche Edilizie; - Informatizzazione CDU - Certificato di destinazione Urbanistica; - Informatizzazione Unità Immobiliari Urbane Cliente: ENEL Zona Metropolitana di TORINO - Scannerizzazione e georeferenziazione in formato TIFF delle Tavole A1 della Carta Tecnica Regionale di Piemonte (747), Liguria (712) e Valle d Aosta(228); Ruolo: Project Manager / R.DB.M.S. Microsoft Access

6 Cliente: A.S.M. BRESCIA (Azienda Servizi Municipalizzati, ora A2A S.p.A.) - Impianto Carta Tecnica Comunale vettoriale 1:2.000; - Informatizzazione Rete Gas, Acquedotto, Catasto Elettrico, Teleriscaldamento; 1998 Cliente: A.R.I.P.S. Sorrento (Azienda Risorse Idriche Penisola Sorrentina) - Impianto Carta Tecnica Comunale vettoriale 1:2.000; - Modulo cartografico della Rete di Collettori irrigui intercomunali (13 Comuni), pozzetti, saracinesche e impianto di depurazione, profili altimetrici Cliente: Città di RAVENNA - Impianto Base Cartografica Catastale; - Informatizzazione Zonizzazione e Vincoli di Piano Regolatore Comunale; Cliente: ENEL Distribuzione Provincia di CREMONA - Impianto Base Cartografica Catastale unitaria (115 Comuni); - Informatizzazione Reti elettriche di Media e Alta Tensione Cliente: ENEL Distribuzione Provincia di NAPOLI - Impianto Base Cartografica Catastale unitaria (45 Comuni); - Informatizzazione Reti elettriche di Media e Alta Tensione Cliente: Comune di BARDONECCHIA (TO) - Impianto Base Cartografica Catastale; - Impianto Carta Tecnica Regionale vettoriale 1:10.000; - Informatizzazione Zonizzazione e Vincoli di Piano Regolatore Comunale; - Informatizzazione Pratiche Edilizie; - Informatizzazione CDU - Certificato di destinazione Urbanistica; - Informatizzazione Unità Immobiliari Urbane.

7 Cliente: Comune di RIVA PRESSO CHIERI (TO) - Impianto Base Cartografica Catastale; - Impianto Carta Tecnica Regionale vettoriale 1:10.000; - Informatizzazione Zonizzazione e Vincoli di Piano Regolatore Comunale; - Informatizzazione Pratiche Edilizie; - Informatizzazione CDU - Certificato di destinazione Urbanistica; - Informatizzazione Unità Immobiliari Urbane Cliente: ENEL Zone di Monza, Sesto San Giovanni, Bresso, Cormano e Cinisello Balsamo - Impianto Base Cartografica Carta Tecnica Comunale vettoriale 1:2000; - Informatizzazione Reti elettriche di Bassa e Media Tensione; - Moduli specialistici Rete Elettrica e Illuminazione Pubblica; - Interfaccia di export in file neutro SIGRAF; - Interfaccia di export in gestionale disservizi SIGMA; - Interfaccia di export in ambiente ESRI (420 shapefile); 2000 Cliente: Regione MOLISE - Impianto Carta Tecnica Regionale raster 1:10.000; - Impianto Carte Topografiche I.G.M. raster 1: : : Cliente: ENEL Distribuzione PIEMONTE LIGURIA VALLE D AOSTA - Impianto Carta Tecnica Regionale raster 1:10.000; - Informatizzazione Reti elettriche di Alta Tensione. - Modulo specialistico Alta Tensione (Linee, Tratte, Campate e Tralicci) Cliente: Progetto PROMOTICINO (Distretto Tessile Ovest Ticino) - Impianto Carta Tecnica Regionale vettoriale 1:10.000; - Geolocalizzazione Aziende Tessili e Manifatturiere insediate; - Web-GIS Geores WEB sul dominio - Interattività Web. / Web Designer 2002 Contributo alla trasposizione in Oracle 10gR2 del Sistema Informativo Territoriale GEORES per conto di Adelphon S.p.A. in qualità di GIS Analyst R.DB.M.S. Oracle

8 Cliente: Progetto NOVACHIM (Distretto Chimico Novara - Trecate) - Impianto Carta Tecnica Regionale vettoriale 1:10.000; - Geolocalizzazione Aziende Chimiche e Manifatturiere insediate; - Web-GIS Geores WEB sul dominio - Interattività Web. / Web Designer Cliente: Città di NOVARA - Progetto ELETTROSMOG (Settore Ambiente) - Impianto Carta Tecnica Comunale vettoriale 1:2.000; - Geolocalizzazione Punti di Rilievo, Edifici Sensibili, Antenne operatori telefonia mobile - Web-GIS Geores WEB sul dominio - Interattività Web. / Web Designer 2003 Sviluppo software Trasformazione Coordinate (Cassini-Soldner, Gauss Boaga, UTM WGS84) Cliente: Comunità Montana della MURGIA BARESE NORD-OVEST - Sistema Informativo Geografico Integrato Comunità Montana oltre ai 6 Comuni ( abitanti); - Impianto Basi Cartografiche Catastali; - Impianto Carte Tecniche Comunali vettoriali 1:2.000; - Informatizzazione Zonizzazione e Vincoli di Piano Regolatore Comunale / Programmi di Fabbricazione; - Informatizzazione Pratiche Edilizie; - Informatizzazione CDU - Certificato di destinazione Urbanistica; - Informatizzazione Unità Immobiliari Urbane; - Web-GIS Geores WEB sul dominio - Interattività Web (catasto, edilizia, cdu, prg) / Web Designer Cliente: Città di CHIERI (TO) - Sviluppo software di trasformazione coordinate Cassini Soldner <-> Gauss Boaga <-> UTM - Impianto Base Cartografica Catastale; - Impianto Carta Tecnica Comunale vettoriale 1:2.000; - Trasformazione basi dati Catastale e Carta Tecnica dagli originari sistemi Cassini Gauss Boaga al sistema UTM-WGS84.

9 Cliente: URBAX - Urban planning systems in Europe - - Impianto Planimetria urbana 1: Cliente: Comune di BRANDIZZO (TO) - Impianto Base Cartografica Catastale; - Impianto Carta Tecnica Regionale vettoriale 1:10.000; - Informatizzazione Zonizzazione e Vincoli di Piano Regolatore Comunale; - Informatizzazione Pratiche Edilizie; - Informatizzazione ICI Imposta Comunale Immobili; - Informatizzazione CDU - Certificato di destinazione Urbanistica; - Informatizzazione Unità Immobiliari Urbane Realizzazione di circa 50 piattaforme web dinamiche; alcuni esempi: Piattaforma: CMS Li.WEB Realizzazione dei siti internet istituzionali dei Comuni di: Bellino, Castellar, Cavallermaggiore, Crescentino, Fontanetto Po, Genola, Lagnasco, Pagno, Pontechianale, Rifreddo, Sanfront, Scarnafigi, Sommariva Perno, Verzuolo, Santa Vittoria d Alba (in fase di restyling), Sommariva del Bosco (in fase di restyling), Venasca (in fase di restyling). Piattaforma: CITTA IN COMUNE Principali realizzazioni software Analisi progettuale e assistenza allo sviluppo di Li.GIS - Sistema Informativo Territoriale: applicativo che soddisfa le generali esigenze informative del governo locale, attraverso la conoscenza del territorio nella sua consistenza fisica (basata sulla cartografia) e nelle sue interazioni con fattori sociali, economici, ambientali. Offre soluzioni nelle aree dell'urbanistica, della fiscalità, dell'ambiente, del traffico, delle infrastrutture tecnologiche, consentendo la comunicazione dei dati territoriali ai cittadini e ai professionisti attraverso Internet. Il modello proposto è quello che consente la riconduzione al territorio di ogni tipo di informazione che abbia una sua precisa collocazione spaziale. In questo modo il territorio diventa la chiave utilizzata per la consultazione della Banca Dati; si individuano i riferimenti territoriali (p.e. edifici, particelle

10 10 catastali, numeri civici) a cui riferire tutte le informazioni sia in modo diretto (informazioni grafiche, elementi cartografici) sia in modo indiretto (informazioni alfanumeriche georeferenziate mediante il collegamento ad un riferimento territoriale). Principali caratteristiche: accedere alla cartografia mediante molteplici chiavi: indirizzo, particella catastale, zona normativa, pratica edilizia, attività produttiva, etc..; spostarsi sulla cartografia mediante zoom a molteplici scale; produrre estratti di mappa cartacei; scaricare in locale sul proprio personal computer estratti cartografici in vari formati grafici (dxf - AutoCAD, shp - shapefile ArcView); effettuare calcoli di distanze e superfici; interrogare e/o modificare i dati alfanumerici catalogati nel database e correlati alla cartografia; consultare e/o aggiungere documenti multimediali (foto, tabelle, grafici, documenti di testo) collegati al territorio; produrre un documento equipollente il Certificato di Destinazione Urbanistica; interrogare le Norme Tecniche di Attuazione relative alle Zone Normative; effettuare l estrazione dei dati riferiti alle particelle catastali (Catasto Terreni) e alle unità immobiliari urbane (Catasto Fabbricati); visualizzare, sotto forma di icone, interrogare e/o modificare varie classi di elementi (p.e. servizi pubblici o di interesse pubblico, attività produttive, etc..); accedere all archivio delle Pratiche Edilizie, anche in riferimento alla loro localizzazione cartografica; visualizzare e interrogare gli elementi descrittivi relativi alle Reti tecnologiche (acqua, gas, fognatura, illuminazione pubblica, etc..); visualizzare e interrogare i beni del patrimonio comunale. Il sistema produce le mappe in modo dinamico accedendo direttamente ai dati conservati nel database. Analisi progettuale e assistenza allo sviluppo di 2E.too (Echo-system Evaluation Tool): Il progetto è l esito di una ricerca-azione, tuttora in itinere, volta a costruire strumenti di supporto tecnico in grado di affrontare, misurare, valutare (in questo caso mediante un modello informatico studiato ad hoc) il cosiddetto valore ambientale (ecosistemico) dei territori. Il modello 2E.too (Echo-system Evaluation Tool) è pensato soprattutto in funzione di politiche rivolte a contesti non urbani, con attenzione particolare ai territori complessi e alle aree sensibili quali sono, in genere, le zone umide e gli ambiti fluviali. Lo strumento offre non solo la possibilità di costruire, dentro scenari di progetto, mappe dei valori eco-sistemici e delle loro interazioni, ma anche di apprezzarne i differenziali (positivi o negativi), ciò in funzione sia di confronto fra alternative

11 11 sia di pratiche di compensazione conseguenti a progetti di trasformazione territoriale (quali piani urbanistici di diversa natura, programmi attuativi, trasformazioni puntuali,, politiche di uso del suolo). I concetti quali biodiversità, servizi ecosistemici, corridoi ecologici, specie se associati alle dinamiche di consumo di suolo, sono entrati a pieno titolo sia nel dibattito tecnico sia nelle agende politiche e programmatiche delle diverse forme di governo del territorio. La traduzione di questi concetti inizia a trovare risposta in esperienze di analisi territoriali e di valutazioni ambientali legate soprattutto alla pianificazione territoriale di area vasta. A scala locale invece (che è quella della pianificazione urbanistica), il territorio continua a essere oggetto di applicazioni tecniche di tipo tradizionale in sede di analisi e di progetto (basti pensare per esempio all uso dello zoning o alle forme tipiche di controllo delle densità), e al contempo i richiami e gli enunciati di conservazione dei valori ecosistemici trovano scarso riscontro nelle pratiche valutative (che sono tipicamente locali) e rischiano di rimanere un mero ottativo. Il modello da noi studiato e realizzato, è stato progettato con l obiettivo di fornire una risposta alle esigenze sopra richiamate, riassumibili nell idea di estendere anche al livello locale della pianificazione tecniche analitiche prescrittive finora tipiche della sola scala territoriale vasta. 2E.too si appoggia su un sistema GIS, che aiuta ad affrontare in modo semplice ed efficace i seguenti aspetti nelle pratiche di pianificazione territoriale alla scala locale: a) descrivere con valori sintetici e confrontabili i caratteri del territorio non urbanizzato in base alla qualità ecosistemica espressa dalla copertura del suolo, nonché modellare le relazioni trofiche e funzionali che avvengono tra biotopi diversi a seguito delle diverse forme di interazione spaziale e in base ai macro contesti territoriali in cui sono inserite (aree periurbane, aree connotate da forte infrastrutturazione, aree di coltivazione agricola intensiva, agro mosaico tradizionale, aste fluviali, aree di particolare pregio naturalistico, ); b) effettuare simulazioni e proiezioni relative ai possibili effetti, prodotti da programmi e/o da indicazioni /imposizioni dei piani di suolo, sul valore ecosistemico dei contesti interessati, anche dentro logiche di confronto ragionato e giustificabile di alternative diverse; c) fornire strumenti adeguati a supporto del sempre delicato e difficile - calcolo delle compensazioni ambientali (a fronte di impatti a volte non mitigabili); d) disporre di uno strumento in grado di definire qualità e quantità della riparazione compensativa necessaria per riportare i valori ecosistemici di un determinato territorio a uno stato desiderabile, o quantomeno preesistente al piano. Allo scopo, sono utilizzate le potenzialità dei sistemi informativi territoriali (SIT): attraverso l'evoluzione ad hoc di una piattaforma GIS si possono compiere elaborazioni dati con procedure semiautomatiche.

12 12 Analisi progettuale e assistenza allo sviluppo di Li.MAPS Web Marketing Territoriale: Servizio web oriented finalizzato alla mappatura di qualsivoglia elemento puntuale riconducibile alla propria geolocalizzazione sul territorio rappresentabile sullo sfondo delle carte satellitari degli operatori Google e Microsoft. Diverse sono infatti le Amministrazioni Comunali, le Comunità Montane, i gruppi della Grande Distribuzione, etc che vi si rivolgono per la mappatura dei servizi pubblici o di interesse pubblico, le peculiarità del territorio, i punti vendita, etc. E frutto dell accordo con le aziende multi-servizi Google e Microsoft, grazie al quale è stata allestita una sezione che consente la navigazione delle informazioni anche sullo sfondo cartografico e territoriale di Google Maps e Windows Live Local. Questi ultimi sono servizi ereditati dai rispettivi fratelli maggiori Google Earth e Microsoft Virtual Earth, che consentono la visione dell intero pianeta sulla base di 3 sfondi cartografici, anche miscelabili tra loro in una sorta di carta ibrida: Carta stradale: in essa sono evidenziati gli assi della viabilità stradale unitamente alla toponomastica relativa (denominazioni delle vie e piazze, località, numeri civici per le maggiori città, ); Carta satellitare: è la mosaicatura delle immagini satellitari; l aggiornamento di tali tavole può anche differire a seconda dell area territoriale in esame o in funzione dell'operatore scelto ma, comunque, riveste un importante ruolo nella visibilità del territorio. Carta 3D Google Earth: è la mosaicatura delle immagini satellitari in visione 3D; consente di muoversi sul territorio con visuali prospettiche ed orientare liberamente gli assi di visuale. Street View: è una nuova tecnologia caratteristica di Google Maps e Google Earth che fornisce viste panoramiche a 360 gradi in orizzontale e a 290º in verticale lungo le strade (a distanza di metri l'una dall'altra) e permette agli utenti di vedere parti di varie città del mondo a livello del terreno. Microsoft Bing Bird s Eye: letteramente visuale a volo d uccello, mosaicatura delle immagini aeree che garantiscono una visuale a 360 su 4 quadranti in modalità tridimensionale (n.b. non disponibile per le piccole città). Sono stati implementati cospicuamente gli output inizialmente forniti da Google e Microsoft, ottenendo uno strumento facilmente personalizzabile ed adattabile alle singole necessità; questi integra infatti diverse funzionalità tra cui la ricerca per indirizzo, per categoria merceologica, per azienda unitamente alla possibilità di calcolare i percorsi stradali per il raggiungimento del punto di interesse evidenziato. Questa opzione riveste una fondamentale importanza, ad esempio, ai fini di una più completa presentazione dell offerta turistica e ricettiva, oppure ai fini di marketing delle aziende o gruppi di produttori. Viene data la possibilità agli utenti non solo di visionare le informazioni di interesse attraverso icone e finestre intuitive ma, anche e soprattutto, di interagire con gli archivi, inserendo loro stessi le informazioni siano esse di tipo testuale (schede informative) o multimediale (repertorio fotografico, documentazione audio e video visionabile in streaming) aventi come unico riferimento l icona che ne rappresenta il contenuto.

13 13 Analisi progettuale e assistenza allo sviluppo di Li.3D Geolocalizzazione 3D: Servizio web oriented per la restituzione degli elementi puntuali, lineari e poligonali di Li.GIS sullo sfondo delle carte satellitari degli operatori Google e Microsoft. Gli strati informativi con relativi attributi alfanumerici vengono esportati attraverso una specifica funzionalità che trasforma i dati archiviati in database nel formato KML compatibile con le applicazioni web oriented. Viene data la possibilità, attraverso la combinazione di due attributi dell elemento cartografico di rappresentarlo in modalità estrusa (per l appunto in 3 dimensioni); il primo dato classifica il colore dell elemento (p.e. tipologia edilizia di un edificio) mentre il secondo ne determina l estrusione (p.e. altezza in gronda dello stesso). Con tale modalità si raggiungono due obiettivi strategici: Fornire uno strumento di supporto alle decisioni attraverso l editing e/o simulazione reale della morfologia 3D del territorio; Ampliare, su Internet, la consultazione delle carte progettuali ad una più ampia platea di fruitori soprattutto di formazione non tecnica, in relazione anche ai sempre più presenti dogmi di progetti partecipativi (web 2.0). Analisi progettuale e assistenza allo sviluppo di Li.PAD Mobile Mapping: applicativo per dispositivi mobile (tablet, palmari e smartphone) dotati di ricevitore GPS per la mappatura di qualsivoglia elemento territoriale di tipo puntuale, lineare o poligonale ai fini della pubblicazione su piattaforma G.I.S. Li.PAD Mobile Mapping nasce, in prima istanza, dall esigenza manifestata dalle aziende del comparto agroalimentare, nell ambito delle certificazioni di qualità, di dotarsi di uno strumento user friendly per la mappatura e il rilievo dei fondi agricoli e il conseguente calcolo delle superfici a coltura in relazione con le Particelle Catastali sottese alle stesse. Questo è stato il volàno per lo sviluppo di un applicazione semplice nell utilizzo, pensata per operatori che non abbiano una preparazione specifica, ma al tempo stesso molto ricca di funzionalità che trovano la loro applicazione nei più svariati campi: - Agricoltura: rilievo di terreni, pascoli ed alpeggi, confini di proprietà, aree demaniali, aree coinvolte da danni da maltempo (gelo, grandine, ); - Urbanistica e Edilizia: rilevo di nuove lottizzazioni, zone normative, aree P.E.C., nuova viabilità in progetto, elementi puntuali (segnaletica verticale, cartellonistica, arredo stradale, danni provocati da piogge, ); - Ambiente e Territorio: itinerari turistici, punti di interesse, rilevo di aree contaminate (dispersione di agenti inquinanti), rapporti di impatto ambientale, habitat di flora e fauna, aree coinvolte da danni da maltempo; - Reti tecnologiche: rilievo di elementi puntuali (pali, pozzetti, saracinesche, segnaletica), reti di distribuzione, tubature, canali, idranti, ); - Trekking e svago: rilievo di sentieri, percorsi escursionistici, piste ciclabili intercomunali, itinerari turistici, punti di interesse.

14 14 A ciò si unisce la possibilità di: - esportare i dati acquisiti in diversi formati cartografici (KML, GPX, SHP, DXF, CSV) oltre a decidere il sistema di coordinate più opportuno (geografiche LAT/LON, cartografiche UTM-WGS84); - importare i dati nei più comuni G.I.S. Desktop quali Li.GIS, ArcView, AutoCAD, MapInfo; - importare le tracce in Google Earth; - pubblicare i rilievi in Li.MAPS e Li.3D; - gestire i dati in mashup personalizzati di Google Maps o Windows Virtual Earth all interno dei propri siti internet; Proprio l integrazione tra Li.PAD Mobile Mapping e gli ormai diffusissimi mashup di Google Maps, ha portato all upload del rilievo di percorsi e aree con la possibilità di fissare i cosiddetti punti di interesse (POI, PDI, Waipoints) sotto forma di elemento puntuale con allegate informazioni alfanumeriche e elementi multimediali (immagini, audio e video). Si ottiene così un informazione precisa e completa, la cui applicazione risulta molteplice: - Itinerari turistici sotto forma di percorso, con allegate le informazioni sulle attrattive che si incontrano lungo il percorso stesso (p.e. luoghi di culto, monumenti, parchi, panorami con allegate immagini fotografiche); - Mappatura della segnaletica verticale sotto forma di punti con allegata scheda tecnica (categoria, dimensioni, condizioni di utilizzo) e relativa immagine; - Mappatura dei cassonetti per la raccolta dei rifiuti solidi urbani R.S.U. sotto forma di punti con allegata scheda tecnica (tipologia, tipo di carico posteriore o laterale, capienza o volume, condizioni di utilizzo); - Mappatura di dissesti stradali causati da danni da maltempo. Analisi progettuale e assistenza allo sviluppo di Li.WEB Portale Web 2.0: E un nuovo sistema per realizzare e gestire siti web accessibili. Con Li.WEB le grandi aziende private e pubbliche possono creare siti istituzionali multipli conformi e nel rispetto delle Regole e Direttive dettate dal Governo e dal Dipartimento dell Innovazione e delle Tecnologie, in merito alle normative sull Usabilità, Accessibilità e Sicurezza dei Siti Internet della Pubblica Amministrazione (piano di e-government) e alle linee guida del W3C (Organo Mondiale del Web). I sistemi a portale hanno l obiettivo di rendere navigabili grandi quantità di informazioni eterogenee sia interne che esterne all organizzazione attraverso sistemi alternativi per linguaggio o per cultura dell'utente. La grande difficoltà è rendere tali sistemi facili da usare riducendo la difficoltà di interfaccia nella complessità delle diversissime attività da realizzare. Questa componente del CMS (Content Management System) è nata anche per armonizzare le comunicazioni anonime o autenticate a contenuti eterogenei. Questo approccio ne consente l adozione sia per soluzioni Intranet, come strumenti di comunicazione interna alle grandi aziende, che Internet, per la comunicazione verso il pubblico e l interazione con esso. Oltre a rendere disponibili le funzionalità classiche di un portale di tipo commerciale che vanno dai servizi di comunità (forum, blog, chat, sondaggi, newsletter, catalogo commerciale con carrello elettronico) è dotato di una serie

15 15 di componenti personalizzabili per l interrogazione di banche dati archivistiche specializzate sia nella schedatura che nella gestione documentale. Ciò consente l impiego del CMS in integrazione con preesistenti sistemi archivistici all interno dell organizzazione e la pronta e semplice, ma non meno sicura, pubblicazione di quanto, in termini di patrimonio documentale ed informativo, è già disponibile in altri archivi. L'organizzazione multi-redazionale da problema diventa una grande opportunità per migliorare la comunicazione interna ed esterna. Le funzionalità principali sono: organizzazione multisito per il mantenimento di siti organizzativi separati ma su medesimo archivio generale; redazioni multiple, con separazione dei contenuti in gestione a diversi gruppi di lavoro: funzioni di interrogazione, link e inclusione di contenuti di altri siti e banche dati; motore di ricerca con algoritmi avanzati di ricerca con filtri per data; multilingue per la pubblicazione dei contenuti; definizione del layout grafico a moduli componibili e riusabili; disponibilità di tutti i componenti di Community: forum, blog, chat, sondaggi, newsletter, sms, per comunicazioni interattive; gestione di banner promozionali a rotazione; creazione e modifica in totale autonomia di nuove pagine con l ausilio di uno strumento di editor user friendly (output in tutto simile a Microsoft Word) che rispettano la modalità WYSIWYG (acronimo che sta per l'inglese What You See Is What You Get - quello che vedi è quello che ottieni); gestione delle statistiche con produzione dei report dettagliati sugli accessi al portale, con conteggio delle pagine maggiormente visitate, gli argomenti più ricercati, gli orari di maggior accesso etc... Analisi progettuale e assistenza allo sviluppo di CITTA IN COMUNE: Città in Comune è il Sito Web istituzionale ''chiavi in mano'', in linea con le recenti normative, cui, alle Pubbliche Amministrazioni, è fatto obbligo di attenersi. Un portale innovativo, chiaro e semplice da utilizzare, ''sensibile'' alle problematiche dei diversamente abili, in grado di abbattere le barriere elettroniche che vietano loro di far parte della meravigliosa rivoluzione digitale che sta apportando l'e government in Italia, completo di numerose funzionalità, vicino ai cittadini, alle imprese, ai professionisti. Un portale che recepisce le novità in materia di Trasparenza, Valutazione e Merito, Albo Pretorio OnLine e Amministrazione Aperta, con una sezione interamente dedicata alla pubblicazione di tutte le informazioni relative all'amministrazione Comunale, con particolare riferimento alle nuove norme e alle direttive dell ex Ministro della Pubblica Amministrazione e dell'innovazione Renato Brunetta. Un portale a portata di click, aggiornabile direttamente dall'amministrazione con procedure chiare e di facile utilizzo. Un prodotto in costante evoluzione, capace di adeguarsi alle esigenze del cittadino, che individua nella rete Internet un valido strumento di lavoro, di informazione e di dialogo. I moduli attualmente implementati sono i seguenti:

16 16 Amministrazione: Il Sindaco, La Giunta, Il Consiglio Comunale, Le Commissioni, Gli Uffici, I Links, I Numeri Utili, Domande frequenti, Scheda territoriale, Note legali, Previsioni Meteo, Rilevazione del grado di soddisfazione del cittadino, Città in ordine, Gestione Biblioteca, Autocertificazioni Pubblicazioni e gestione: Delibere di Giunta e di Consiglio, Determine dirigenziali, Appalti, Bandi di Gara, Concorsi, Regolamenti, Ordinanze, OdG del Consiglio Comunale, Permessi Edilizi, Sportello Unico A.P., Consultazioni popolari, Pubblicazioni di Matrimonio, Bilancio, Strumenti Urbanistici, Modulistica uffici, Eventi e Notizie, Comunicati stampa, Galleria multimediale, Associazioni cittadine, Incarichi professionali esterni, Avvisi e Atti vari, Webmail, Trasparenza, Valutazione e Merito (legge n.69/2009 circ. Brunetta n.3/2009 e n.1/2010) Geolocalizzazione: Servizi pubblici, alberghi e strutture ricettive, enogastronomia e ritrovi, cultura, sport e benessere. Analisi progettuale e assistenza allo sviluppo di CITTA IN ORDINE: L'obiettivo globale di Città in Ordine è innanzitutto quello di sviluppare un nuovo modello di gestione di alcune manutenzioni urbane, restituendo orgoglio di cittadinanza e riappropriazione dello spazio pubblico, ovvero risolvendo i piccoli problemi di decoro urbano come caposaldo del senso civico e come atto di responsabilità individuale verso lo spazio collettivo. La riscoperta dell'ordine e della pulizia deve in tale ottica, diventare premessa alla qualità della vita del luogo dove si abita e deve contribuire a sviluppare vecchie e nuove sensibilità e capacità condivise per affrontare e risolvere problemi collettivi. Si propone quindi al Sindaco l'istituzione "virtuale" di una sorta di assessorato alle piccole cose che porti a conoscenza diretta dell'amministrazione e in tempo reale, attraverso il sito istituzionale, i piccoli disagi che rappresentano però per la gente lo strumento con cui misurano la capacità a risolvere i problemi di un amministratore. Con la piattaforma denominata Città in Ordine quindi, con estrema semplicità, il cittadino può segnalare quelle piccole criticità che però per lui rappresentano a volte un serio problema. L'innovazione è data da alcuni punti: La segnalazione viene fatta, come detto, direttamente dal sito istituzionale, lasciando la propria per segnalazioni in corso d'opera, oltre alle proprie generalità che non verranno però comunicate ad alcuno, se non dopo espresso consenso dell'utente; Il problema viene geolocalizzato con semplicità e precisione, attraverso un click sulla mappa; la segnalazione viene catalogata in una griglia predefinita, per rilievi statistici; a titolo di esempio: Affissioni selvagge; Animali molesti (topi, etc.); Barriere architettoniche; Deiezioni animali; Esondazione canali, bealere, fossi; Fuochi sparsi; Graffiti; Illuminazione pubblica; Paline divelte; Rifiuti e cassonetti (pieni, in disordine); Segnaletica stradale (divelta, manomessa); Servizi igienici (sporchi, inaccessibili); Strade (buche, dissesti); Strade (pulizia, tombini, ristagni); Veicoli abbandonati; Verde pubblico, arredo e parchi;...

17 17 Oltre alla tipologia l utente segnala, se crede, una descrizione del problema con la quale specifica ulteriormente la problematica. Il cittadino ha in tempo reale l'informazione del come si sta evolvendo la situazione; si è adottato il sistema dell'ex ministro Renato Brunetta del "Mettiamoci la Faccia": faccina rossa: pratica non ancora avviata; faccina gialla: segnalazione presa in carico dal responsabile e avviata la procedura di soluzione; faccina verde: pratica terminata e problematica risolta. Analisi progettuale e assistenza allo sviluppo di CITTA TURISTICA: La carta turistica di una città o di un territorio acquisisce sempre più consensi da parte dei visitatori fisici o virtuali del luogo stesso. Mi annovero tra i contributori cartografici del servizio OpenStreetMap per la mappatura puntuale del territorio. Sulla base di tale cartografia, liberamente editabile e personalizzabile quanto a temi e graficismi, vengono create le versioni cartacee (edicole e pieghevoli) e le corrispettive edizioni web oriented navigabili dal sito dell'ente, istituzione, etc... La libertà di inserire temi e graficismi personalizzati consente, come detto, di adattare la mappa di sfondo con l'aggiunta di elementi grafici evocativi dei luoghi, servizi e attività insediati. "OpenStreetMap è una mappa liberamente modificabile dell'intero pianeta. è fatta da persone come te. OpenStreetMap permette a chiunque sulla Terra di visualizzare, modificare ed utilizzare dati geografici con un approccio collaborativo." OpenStreetMap (OSM) è un progetto collaborativo finalizzato a creare mappe a contenuto libero del mondo. Il progetto punta ad una raccolta mondiale di dati geografici, con scopo principale la creazione di mappe e cartografie. La caratteristica fondamentale dei dati geografici presenti in OSM è che possiedono una licenza libera. E cioè possibile utilizzarli liberamente per qualsiasi scopo con il solo vincolo di citare la fonte e usare la stessa licenza per eventuali lavori derivati dai dati di OSM. Tutti possono contribuire arricchendo o correggendo i dati. Le mappe sono create usando come riferimento i dati registrati da dispositivi GPS portatili, fotografie aeree ed altre fonti libere. Sia le immagini renderizzate che i dati vettoriali, oltre che lo stesso database di geodati sono rilasciati sotto licenza Creative Commons Attribution-ShareAlike 2.0. OpenStreetMap è stato ispirato da siti come Wikipedia - la pagina in cui la mappa è consultabile espone in evidenza un'etichetta "Edit" per procedere con la modifica dei dati ed il progetto è accompagnato da un archivio storico delle modifiche. Gli utenti registrati possono caricare nei database del progetto tracce GPS e modificare i dati vettoriali usando gli editor forniti. INTEGRAZIONI - In accordo con l'ufficio tecnico dell'ente cliente, vengono estrapolati dal G.I.S. gli elementi lineari (edifici, aree a vario titolo: pubbliche, verdi, parcheggi,...) e puntuali (attività produttive, fermate bus,...) utili ai fini della rappresentazione sullo sfondo cartografico.

18 18 Tali elementi, debitamente trasformati secondo il sistema di coordinate di riferimento, vengono rappresentati sullo sfondo delle carte di OSM e "lucidati" a seconda dell'interesse. Ne scaturisce una mappa ricca di informazioni puntuali a corredo di una navigabilità propria di Google Maps. Analisi progettuale e assistenza allo sviluppo di Li.TRAX Controllo di filiera: Sistema informativo web-oriented con raccolta dati dai diversi attori della filiera agroalimentare, l implementazione di un database contenente tutte le informazioni di tracciabilità, di monitoraggio della produzione e della logistica, nonché altre informazioni facoltative volte alla valorizzazione del prodotto. Le aziende agroalimentari, per ottemperare alla normativa vigente, sono obbligate a dotarsi di un metodo di rintracciabilità interno con un incremento dei costi legato sia alla raccolta, sia alla gestione dei dati. L obbligo della rintracciabilità è spesso vissuto dalle aziende come un imposizione che aumenta il carico di lavoro dell azienda. In realtà tale situazione può essere vista come un opportunità di razionalizzazione e gestione dell intero processo produttivo all interno di ciascuna azienda, con ricadute positive sotto diversi aspetti. La possibilità, poi, di gestire le informazioni non solo relative alla singola unità produttiva, ma all intera filiera, porta indubbi vantaggi in termini di gestione dei parametri di qualità del prodotto e di ottimizzazione della logistica. A tal fine, però, il sistema deve essere efficiente, veloce e permettere un identificazione automatica del flusso di oggetti, nonché una trasmissione dei dati relativi alle entità tracciate. La condivisione dei dati mediante un sistema informativo che riguardi tutta la storia del prodotto, consente di individuare con maggior facilità i punti di forza e di debolezza della gestione di filiera, con indubbi vantaggi sia dal punto di vista della sicurezza che del marketing. La creazione di un database di tracciabilità obbligatoria permette poi con facilità di implementare notizie supplementari e volontarie sul prodotto, nonché sui parametri di processo. Tra le informazioni volontarie sui prodotti, molte sono finalizzate alla caratterizzazione dell origine, della qualità e della sicurezza, notizie che interessano sempre di più il consumatore e che possono essere accessibili tramite il web. L approccio web verso il consumatore consente di avvalersi di nuove strategie di marketing e di valorizzare la qualità e la tipicità dei prodotti. Il database è fruibile, a diversi livelli, da più soggetti ed i moduli predisposti per i vari utenti consentono un utilizzo sia di tipo tecnico (es. responsabili di gestione di filiera, organizzazioni di produttori, responsabili della qualità e del marketing, etc. ) sia di tipo informativo per un ampio spettro di utenza (consumatore, GDO). Ai fini di implementare informazioni relative alla produzione primaria, sono stati predisposti sistemi di georeferenziazione in campo (Li.PAD Mobile Mapping) che permettono di associare il dato geografico al prodotto alimentare. La disponibilità di quest informazione è di fondamentale importanza per tracciare l origine e la tipicità dei prodotti.

19 19 E stato valutato un sistema di abbinamento del prodotto al territorio a diversi livelli di dettaglio (appezzamento, azienda, zona, etc.) a cui possono essere collegate altre informazioni relative alla produzione. Inoltre, i sistemi di tracciabilità nel settore agroalimentare necessitano di un attenta analisi dell entità da tracciare. Spesso infatti si ha a che fare con prodotti sfusi, difficilmente identificabili, manipolati in ambienti molto polverosi o umidi. La matrice biologica degli alimenti o degli animali vivi rende difficile l identificazione mediante i sistemi tradizionali. L utilizzo della tecnologia per la identificazione automatica di oggetti, animali o persone RFID (acronimo di Radio Frequency IDentification, che si può tradurre in Identificazione a radio frequenza) risolve alcuni di questi aspetti. Tali sistemi, che sono basati sull applicazione all unità da tracciare di un dispositivo di identificazione dotato di memoria interna e in grado di comunicare con apparati di lettura sia fissi che mobili, consentono la rilevazione automatica contact less e l immagazzinamento progressivo dei dati di filiera in ambiti logistici complessi. I dispositivi di rilevamento possono operare a diverse frequenze di trasmissione, ma i risultati migliori in questo campo di applicazione, in termini di efficienza ed affidabilità, si riscontrano con l utilizzo di dispositivi operanti in banda UHF, il cui impiego a fini civili è stato recentemente liberalizzato in Italia. La banda UHF, se correttamente utilizzata, permette poi di effettuare letture contemporanee di diversi transponder a notevoli distanze, con indubbi vantaggi applicativi nella logistica. ************************************* Gianpiero Oliva

Descrizione delle funzioni COSA È COME SI CONSULTA

Descrizione delle funzioni COSA È COME SI CONSULTA Descrizione delle funzioni Trasparenza e Servizi nella Pubblica Amministrazione IL PORTALE CARTOGRAFICO COMUNALE IN INTERNET Un servizio di per i Comuni COSA È È un portale ideato per consentire a tutti

Dettagli

Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino

Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino Il nuovo Sistema Informativo Territoriale del Comune di Castelfiorentino Il Sistema Informativo Territoriale (SIT) del Comune di Castelfiorentino è il punto d'accesso per i servizi e alle informazioni

Dettagli

Relazione introduttiva Febbraio 2006

Relazione introduttiva Febbraio 2006 Amministrazione Provincia di Rieti Febbraio 2006 1 Progetto Sistema Informativo Territoriale Amministrazione Provincia di Rieti Premessa L aumento della qualità e quantità dei servizi che ha caratterizzato

Dettagli

PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO

PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO Associazione dei Comuni del Comprensorio TRIGNO-SINELLO PROGETTO: SVILUPPO PIATTAFORME ICT INTERATTIVE SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GESTIONE AMBIENTALE E DEL TERRITORIO RELAZIONE TECNICA E CRONOPROGRAMMA

Dettagli

dalla mappa al satellite

dalla mappa al satellite Di dalla mappa al satellite Ridotto Teatro Cagnoni Di il responsabile S.I.T. di il responsabile S.I.T. di Di sistemi informativi territoriali, varie definizioni e acronimi: S.I.T. - G.I.S. - Geographical

Dettagli

Noi pensiamo al mondo dei nostri clienti e lo raffiguriamo come essi non l hanno visto mai

Noi pensiamo al mondo dei nostri clienti e lo raffiguriamo come essi non l hanno visto mai Soluzioni per l analisi e la rappresentazione del territorio Noi pensiamo al mondo dei nostri clienti e lo raffiguriamo come essi non l hanno visto mai L iniziativa imprenditoriale Geo4Map nasce come spin-off

Dettagli

9. PROGETTIAMO UN GIS

9. PROGETTIAMO UN GIS 9. PROGETTIAMO UN GIS 9.1 Introduzione Abbiamo approfondito nei capitoli precedenti le singole componenti di un SIT, le funzioni necessarie nelle diverse fasi di elaborazione dei dati, la generazione di

Dettagli

GIS Turistico della Valdaso Venerdì 23 gennaio 2015 - Ortezzano - Sala Savini

GIS Turistico della Valdaso Venerdì 23 gennaio 2015 - Ortezzano - Sala Savini GIS Turistico della Valdaso Venerdì 23 gennaio 2015 - Ortezzano - Sala Savini Ing. Roberto Capancioni GEOSERVICE srl PORTALE TERRITORIALE TURISTICO PER LA PROMOZIONE DEL PATRIMONIO: storico-culturale enogastronomico

Dettagli

P R O D O T T I P E R L A P U B B L I C A A M M I N I S T R A Z I O N E C U B E G I S S O L U Z I O N E P E R L A G E S T I O N E E I L C O N T R O L

P R O D O T T I P E R L A P U B B L I C A A M M I N I S T R A Z I O N E C U B E G I S S O L U Z I O N E P E R L A G E S T I O N E E I L C O N T R O L P R O D O T T I P E R L A P U B B L I C A A M M I N I S T R A Z I O N E C U B E G I S S O L U Z I O N E P E R L A G E S T I O N E E I L C O N T R O L L O D E L T E R R I T O R I O I N D I C E 5 S O

Dettagli

tratta dati dotati di una forma geometrica, per cui ha senso parlare di forma e posizione

tratta dati dotati di una forma geometrica, per cui ha senso parlare di forma e posizione Sistemi informativi e GIS Sistema Informativo: insieme di strumenti per raccogliere, immagazzinare, elaborare, ricercare e presentare informazioni relative ad un determinato ambito applicativo (contabilità,

Dettagli

MAURIZIO PUGI. Regione Toscana Corsi di formazione Gis:Arcview 3.1, Arcview 3.3, Arcgis 8.1,Estensioni 3D analyst,spatial Analyst, ArcInfo

MAURIZIO PUGI. Regione Toscana Corsi di formazione Gis:Arcview 3.1, Arcview 3.3, Arcgis 8.1,Estensioni 3D analyst,spatial Analyst, ArcInfo MAURIZIO PUGI CURRICULUM VITAE Y CARTOMAP.NET INFORMAZIONI PERSONALI Nome PUGI MAURIZIO Indirizzo 1, VIA DEL CHIESINO, 50143, FIRENZE (FI), ITALIA Telefono 347 0354165, 333 6602518 Fax 055 712997 E-mail

Dettagli

@sset soluzione G.I.S. freeware per il Real Estate: nota tecnico-descrittiva. Torino, marzo 2009

@sset soluzione G.I.S. freeware per il Real Estate: nota tecnico-descrittiva. Torino, marzo 2009 @sset soluzione G.I.S. freeware per il Real Estate: nota tecnico-descrittiva. Torino, CREST s.n.c. Sede legale e operativa: 10136 Torino Via Caprera, 15 - P.IVA 02746980016 C.C.I.A.A. 599025 Trib. Torino

Dettagli

GOLSIT SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE

GOLSIT SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GOLSIT SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE GOLSIT è un software ideato per collegare la cartografia comunale in modo dinamico a qualsiasi dato gestito dai vari uffici; risulta perfettamente integrato con

Dettagli

epart: migliorare la gestione della manutenzione urbana sfruttando gli strumenti del web 2.0 coinvolgendo cittadini ed amministratori locali

epart: migliorare la gestione della manutenzione urbana sfruttando gli strumenti del web 2.0 coinvolgendo cittadini ed amministratori locali epart: migliorare la gestione della manutenzione urbana sfruttando gli strumenti del web 2.0 coinvolgendo cittadini ed amministratori locali Overview Profilo Azienda Posytron è una Società di Consulenza

Dettagli

Telerilevamento e SIT Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci

Telerilevamento e SIT Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria per l Ambiente e il Territorio A.A. 2012-2013 Telerilevamento e SIT Prof. Ing. Giuseppe Mussumeci Architettura e funzionalità di una piattaforma GIS. Parte seconda:

Dettagli

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc.

Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Macro Fase 1 - Personale adibito ad attività di consulenza, tutoraggio, ricerca ecc. Risultati attesi 1 / Deliverables 2 Fase 1 - Infrastrutture di base La fase 1 prevede lo svolgimento delle seguenti

Dettagli

SISTEMA INTEGRATO PER IL RILIEVO DELLE CARATTERISTICHE GEOMETRICHE, DELL ARREDO STRADALE E DELLO STATO DI AMMALORAMENTO DELLA VIABILITA COMUNALE.

SISTEMA INTEGRATO PER IL RILIEVO DELLE CARATTERISTICHE GEOMETRICHE, DELL ARREDO STRADALE E DELLO STATO DI AMMALORAMENTO DELLA VIABILITA COMUNALE. SISTEMA INTEGRATO PER IL RILIEVO DELLE CARATTERISTICHE GEOMETRICHE, DELL ARREDO STRADALE E DELLO STATO DI AMMALORAMENTO DELLA VIABILITA COMUNALE. 5 febbraio 2010 1 Esigenze del cliente Per la gestione

Dettagli

Geographic Information Systems 2000 s.n.c. I Sistemi Informativi Territoriali

Geographic Information Systems 2000 s.n.c. I Sistemi Informativi Territoriali I Sistemi Informativi Territoriali I Sistemi Informativi territoriali Cosa sono i SIT? I SIT, ovvero Sistemi Informativi Territoriali, acronimo italiano di GIS (Geographic Information Systems), sono degli

Dettagli

http://ecologia.regione.puglia.it

http://ecologia.regione.puglia.it http://ecologia.regione.puglia.it Indice Introduzione... 03 Struttura del Nuovo Portale Ambientale... 06 Novità... 07 La Struttura dei contenuti: sezioni e categorie... 08 La Home Page... 09 I Servizi

Dettagli

Gestione del Territorio

Gestione del Territorio Il Sistema Informativo Territoriale Halley (SITH) Consultazione immediata delle informazioni collegate ai residenti, ai tributi pagati (Tares, Imu, ecc.), alle pratiche edilizie rilasciate e alle attività

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS

MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS MANUALE DI GESTIONE DEI DATI GEOGRAFICI CON IL SOFTWARE QUANTUM GIS Compilato: Andrea De Felici Rivisto: Approvato: Versione: 1.0 Distribuito: 01/08/2013 1 INDICE 1. INTRODUZIONE..3 2. PRIMI PASSI.....4

Dettagli

ERP Commercio e Servizi

ERP Commercio e Servizi ERP Commercio e Servizi Sistema informativo: una scelta strategica In questi ultimi anni hanno avuto grande affermazione nel mercato mondiale i cosiddetti sistemi software ERP. Tali sistemi sono in grado

Dettagli

Comune di Empoli. Settore III Politiche Territoriale. Servizio Urbanistica

Comune di Empoli. Settore III Politiche Territoriale. Servizio Urbanistica Comune di Empoli Settore III Politiche Territoriale Servizio Urbanistica VARIANTE PARZIALE DI MINIMA ENTITÀ AL VIGENTE REGOLAMENTO URBANISTICO RU PER L INFORMATIZZAZIONE DELLA STESSO CON TECNOLOGIA GIS,

Dettagli

ReVision document History Data Versione Descrizione Autore 11/06/2009 0.1 Scheda di presentazione Pasquale Curcio

ReVision document History Data Versione Descrizione Autore 11/06/2009 0.1 Scheda di presentazione Pasquale Curcio Presentare il proprio Ente su Internet ed esporre i propri servizi: Perché scegliere la soluzione Valido CMS BresciaGov Versione 1.0 ReVision document History Data Versione Descrizione Autore 11/06/2009

Dettagli

Schede sintetiche applicazioni web e desktop SITR-IDT

Schede sintetiche applicazioni web e desktop SITR-IDT Schede sintetiche applicazioni web e desktop SITR-IDT Sistema Informativo Territoriale Regionale (SITR-IDT) Creatore Schede sintetiche applicazioni web e desktop SITR-IDT Servizio SITR Data 05/03/12 Soggetto

Dettagli

Realizzazione Sistemi Informativi Territoriali

Realizzazione Sistemi Informativi Territoriali La nostra società si avvale di professionisti e collaboratori con pluriennale esperienza e competenze diversificate nel campo della cartografia territoriale e della gestione ambien_ tale. La passione per

Dettagli

MODULI FUNZIONALI E CARATTERISTICHE TECNICHE

MODULI FUNZIONALI E CARATTERISTICHE TECNICHE Società Consortile di Informatica delle Camere di Commercio Italiane per azioni CMS PUBBLIWEB Versione doc: 3.09 Data Versione: 20 giugno 2013 Descr. modifiche: Motivazioni : Revisione: Aggiunta caratteristiche

Dettagli

Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource

Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource Introduzione a Quantum GIS (QGIS) - passaggio dal software ArcView 3.x a software GIS OpenSource Esercitazioni Forestello Luca - Niccoli Tommaso - Sistema Informativo Ambientale AT01 http://webgis.arpa.piemonte.it

Dettagli

UNA CARTOGRAFIA PER LA RAPPRESENTAZIONE DEI BENI CULTURALI : IL CASO DELLA TUNISIA. Siti storici e archeologici

UNA CARTOGRAFIA PER LA RAPPRESENTAZIONE DEI BENI CULTURALI : IL CASO DELLA TUNISIA. Siti storici e archeologici UNA CARTOGRAFIA PER LA RAPPRESENTAZIONE DEI BENI CULTURALI : IL CASO DELLA TUNISIA Agosto 1998 Siti storici e archeologici La presente comunicazione prende le mosse dal progetto Gestion du patrimoine culturale

Dettagli

ECOfinder LA SOLUZIONE SOFTWARE PER I SERVIZI DI IGIENE URBANA

ECOfinder LA SOLUZIONE SOFTWARE PER I SERVIZI DI IGIENE URBANA ECOfinder LA SOLUZIONE SOFTWARE PER I SERVIZI DI IGIENE URBANA TELLUS opera dal 1997 nel settore dei Sistemi Informativi Territoriali (Geographic Information Systems) attraverso la progettazione e lo sviluppo

Dettagli

ARCSEWER LA GESTIONE DI RETI FOGNARIE IN AMBIENTE ARCGIS

ARCSEWER LA GESTIONE DI RETI FOGNARIE IN AMBIENTE ARCGIS ARCSEWER LA GESTIONE DI RETI FOGNARIE IN AMBIENTE ARCGIS I sistemi GIS sono strumenti indispensabili per gestire correttamente una rete fognaria. A tal fine ogni componente del sistema deve essere ben

Dettagli

Sistema sperimentale di monitoraggio e comunicazione per il miglioramento della sicurezza stradale in contesto montano

Sistema sperimentale di monitoraggio e comunicazione per il miglioramento della sicurezza stradale in contesto montano Sistema sperimentale di monitoraggio e comunicazione per il miglioramento della sicurezza stradale in contesto montano Seconda versione 3 dicembre 2012 Partner del progetto Fondazione per l Università

Dettagli

Quantum GIS per la pianificazione urbanistica

Quantum GIS per la pianificazione urbanistica Quantum GIS per la pianificazione urbanistica Piano di Recupero del Centro Storico nel Comune di Montecchio Maggiore Vicenza Flavio Rigolon, ufficio S.I.T. Comune di Montecchio Maggiore http://www.comune.montecchio-maggiore.vi.it

Dettagli

Slow Tech. La tecnologia al servizio della lentezza. Copyright itineraria www.itineraria.eu Pag. 1

Slow Tech. La tecnologia al servizio della lentezza. Copyright itineraria www.itineraria.eu Pag. 1 Slow Tech La tecnologia al servizio della lentezza Copyright itineraria www.itineraria.eu Pag. 1 itineraria è una società specializzata nella progettazione, rilievo, valorizzazione di itinerari a piedi

Dettagli

GEODATABASE E SISTEMA DI GESTIONE DEI DATI TERRITORIALI

GEODATABASE E SISTEMA DI GESTIONE DEI DATI TERRITORIALI I Servizi geografici del Portale Informativo Multicanale della Regione Molise I Sistemi Informativi per la Vigilanza Ambientale e la Gestione del Territorio sono stati realizzati all interno dell Accordo

Dettagli

Sfogli@Gis. 1- Presentazione Ufficio e attività. Collana DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI E CITTA DIGITALE

Sfogli@Gis. 1- Presentazione Ufficio e attività. Collana DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI E CITTA DIGITALE Collana Sfogli@Gis 1- Presentazione Ufficio e attività DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI E CITTA DIGITALE Ufficio GIS, Sviluppo Interno e Georeferenzialità DIREZIONE SISTEMI INFORMATIVI E CITTA DIGITALE Ufficio

Dettagli

COMUNE DI POTENZA (PZ) U.D. EDILIZIA E PIANIFICAZIONE

COMUNE DI POTENZA (PZ) U.D. EDILIZIA E PIANIFICAZIONE COMUNE DI POTENZA (PZ) U.D. EDILIZIA E PIANIFICAZIONE L INFORMATIZZAZIONE DEGLI UFFICI TECNICI COMUNALI IL MODELLO DI GESTIONE DEL TERRITORIO E LA DEMATERIALIZZAZIONE DEGLI ATTI PUBBLICI ATTRAVERSO LA

Dettagli

SEGNALETICA STRADALE PER IL MIGLIORAMENTO DELLA CIRCOLAZIONE VEICOLARE ED IL SOSTEGNO AL TURISMO ED AL COMMERCIO LOCALE.

SEGNALETICA STRADALE PER IL MIGLIORAMENTO DELLA CIRCOLAZIONE VEICOLARE ED IL SOSTEGNO AL TURISMO ED AL COMMERCIO LOCALE. SEGNALETICA STRADALE PER IL MIGLIORAMENTO DELLA CIRCOLAZIONE VEICOLARE ED IL SOSTEGNO AL TURISMO ED AL COMMERCIO LOCALE Giugno 2010 TES s.a.s. di NERI Stefania & C. Via S. Antonio da Padova, 1-10121 TORINO

Dettagli

ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN

ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN ALL. C AFFIDAMENTO AI SENSI DELL ART. 125, COMMI 10 E 11, DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. DELLA PROGETTAZIONE E REALIZZAZIONE DI UN PORTALE WEB NELL AMBITO DELLA MISURA 2.6. DEL POI ENERGIA FESR 2007 2013

Dettagli

Fruibilità dell Informazione Ambientale

Fruibilità dell Informazione Ambientale Fruibilità dell Informazione Ambientale Nicoletta Sannio, Mariano Casula Regione Autonoma della Sardegna, Assessorato della Difesa Ambiente, Sevizio S.A.V.I Abstract Il Sistema Informativo Regionale Ambientale

Dettagli

GIS BROWSER SIT COMUNE DI MONCALIERI

GIS BROWSER SIT COMUNE DI MONCALIERI GIS BROWSER SIT COMUNE DI MONCALIERI PREMESSA Questa piccola guida del Gis Browser del Comune di Moncalieri vuole essere uno strumento per aiutare tutti gli utenti ad avere una rapida carrellata delle

Dettagli

Università degli studi di Udine Dipartimento di Ingegneria civile e Architettura Comune di Udine Servizio Edilizia Privata, Ambiente e Sportello Unico

Università degli studi di Udine Dipartimento di Ingegneria civile e Architettura Comune di Udine Servizio Edilizia Privata, Ambiente e Sportello Unico Università degli studi di Udine Dipartimento di Ingegneria civile e Architettura Comune di Udine Servizio Edilizia Privata, Ambiente e Sportello Unico Attività di tirocinio: raccolta, organizzazione e

Dettagli

Gestionale web. Completa autonomia del tuo sito. Un perfetto mix di tecnologia & creatività. Design la nostra passione

Gestionale web. Completa autonomia del tuo sito. Un perfetto mix di tecnologia & creatività. Design la nostra passione Agenzia creativa di design & comunicazione Gestionale web Completa autonomia del tuo sito Un perfetto mix di tecnologia & creatività Design la nostra passione Vivete l esperienza SITE con noi! A partire

Dettagli

ArcSewer per ArcGIS ARCSEWER LA GESTIONE DI RETI FOGNARIE IN AMBIENTE ARCGIS

ArcSewer per ArcGIS ARCSEWER LA GESTIONE DI RETI FOGNARIE IN AMBIENTE ARCGIS ARCSEWER LA GESTIONE DI RETI FOGNARIE IN AMBIENTE ARCGIS I sistemi GIS sono ormai strumenti indispensabili per gestire correttamente una rete fognaria. A tal fine ogni componente del sistema deve essere

Dettagli

Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico

Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico Sistema Web-Gis per la segnalazione dei fenomeni di dissesto idrogeologico Il progetto si pone l obiettivo di rilanciare la manutenzione diffusa del territorio montano attraverso l analisi delle basi informatiche

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER I RILEVAMENTI TERRITORIALI INFORMATIZZATI

TECNICO SUPERIORE PER I RILEVAMENTI TERRITORIALI INFORMATIZZATI ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE EDILIZIA TECNICO SUPERIORE PER I RILEVAMENTI TERRITORIALI INFORMATIZZATI STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER I

Dettagli

Sistemi informativi e Governo Integrato del territorio. DB topografico multiscala Arch. Chiara Dell Orto

Sistemi informativi e Governo Integrato del territorio. DB topografico multiscala Arch. Chiara Dell Orto Sistemi informativi e Governo Integrato del territorio DB topografico multiscala a Arch. Chiara Dell Orto Sistema Informativo Territoriale Definizione del S.i.t Il Db topografico multiscala Procedure di

Dettagli

INVITO. MODENA, 5 Febbraio 2010, Teatro Fondazione Collegio San Carlo. esempi di burocrazia positiva tra cooperazione e tecnologia

INVITO. MODENA, 5 Febbraio 2010, Teatro Fondazione Collegio San Carlo. esempi di burocrazia positiva tra cooperazione e tecnologia esempi di burocrazia positiva tra cooperazione e tecnologia Sistemi tecnologici e cooperazione interistituzionale per il governo del territorio MODENA, 5 Febbraio 2010, Teatro Fondazione Collegio San Carlo

Dettagli

La gestione delle reti irrigue e dei contatori per il Consorzio di Bonifica

La gestione delle reti irrigue e dei contatori per il Consorzio di Bonifica La gestione delle reti irrigue e dei contatori per il Consorzio di Bonifica Dr. Agr Leonardo Donnini Premessa L applicazione CATADROID è stata sviluppata per consentire la gestione della rete irrigua e

Dettagli

Permettere l aggiornamento delle fonti dati in modalità schedulata, automatica o semiautomatica

Permettere l aggiornamento delle fonti dati in modalità schedulata, automatica o semiautomatica Flussi di Aggiornameno Obiettivi Architetturali Strategici: Scalabilità amministrativa del sistema, unica istanza / n Comuni Permettere l aggiornamento delle fonti dati in modalità schedulata, automatica

Dettagli

Il SIT integrato della Comunità Montana Valtellina di Tirano.

Il SIT integrato della Comunità Montana Valtellina di Tirano. Il SIT integrato della Comunità Montana Valtellina di Tirano. Giovanni Di Trapani(*), Franco Guzzetti (**) e Paolo Viskanic (***) *) Comunità Montana Valtellina di Tirano, Via Maurizio Quadrio 11, I-23037

Dettagli

Corso GIS Open Source QGIS Base Introduzione ai GIS e apprendimento software Open Source QGIS

Corso GIS Open Source QGIS Base Introduzione ai GIS e apprendimento software Open Source QGIS www.terrelogiche.com Corso GIS Open Source QGIS Base Introduzione ai GIS e apprendimento software Open Source QGIS >>Castel San Vincenzo (Isernia) Centro Visita Parco Nazionale d Abruzzo, Lazio e Molise

Dettagli

LOCALIZZAZIONE E COORDINAMENTO DEI PADRONCINI

LOCALIZZAZIONE E COORDINAMENTO DEI PADRONCINI LOCALIZZAZIONE E COORDINAMENTO DEI PADRONCINI Esigenza Numerose aziende che operano nel settore della logistica e dei trasporti in conto terzi, nonché le aziende di produzione, che hanno la necessità di

Dettagli

La soluzione web per Georeferenziare

La soluzione web per Georeferenziare La soluzione web per Georeferenziare contenuti e flussi di lavoro Georeferenzia qualsiasi contenuto Ideale per ogni tipo di workflow Semplifica gli iter aziendali Potenzialità ed applicazioni illimitate

Dettagli

Il GIS come strumento di valorizzazione turistica

Il GIS come strumento di valorizzazione turistica Il GIS come strumento di valorizzazione turistica Premessa I Sistemi Informativi Territoriali (GIS) nel corso degli ultimi anni sono entrati a far parte della realtà della gestione del territorio rivoluzionando

Dettagli

CAPO I: OGGETTO ED AMMONTARE DELL'APPALTO, DESCRIZIONE, STRUTTURA E REQUISITI DEL PRODOTTO Art. 1 Oggetto dell appalto Oggetto del presente appalto è la realizzazione della Intranet dell Amministrazione

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO

MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO In convenzione con Partner Tecnologico MASTER UNIVERSITARIO DI II LIVELLO Geoinformazione e Sistemi di Informazione Geografica a supporto dei processi di Gestione Sostenibile del Territorio e della Sicurezza

Dettagli

conto del patrimonio variazioni (entrate e uscite) valorizzazioni (manutenzioni, ristrutturazioni...)

conto del patrimonio variazioni (entrate e uscite) valorizzazioni (manutenzioni, ristrutturazioni...) sommario tenuta e composizione dei registri inventariali atti di provenienza descrizione (anagrafica) classificazione (attribuzione categoria inventariale) attribuzione di valore conto del patrimonio variazioni

Dettagli

AZIENDE. Destinatari Utenti che devono utilizzare a livello base o avanzato applicazioni di office automation.

AZIENDE. Destinatari Utenti che devono utilizzare a livello base o avanzato applicazioni di office automation. AZIENDE 1) Information Technology 1.1 Open Office Il mondo Open Source rappresenta per l'azienda una determinante opportunità di contenimento dei costi pur mantenendo assoluta qualità dei prodotti. La

Dettagli

INDIRIZZI DEGLI IMMOBILI E DB TOPOGRAFICO REGIONALE, CENSIMENTO ISTAT 2010/2011, INTERSCAMBIO FRA BANCHE DATI DELLA P.A.

INDIRIZZI DEGLI IMMOBILI E DB TOPOGRAFICO REGIONALE, CENSIMENTO ISTAT 2010/2011, INTERSCAMBIO FRA BANCHE DATI DELLA P.A. INDIRIZZI DEGLI IMMOBILI E DB TOPOGRAFICO REGIONALE, CENSIMENTO ISTAT 2010/2011, INTERSCAMBIO FRA BANCHE DATI DELLA P.A. La gestione associata di corbetta e gaggiano: l esperienza del progetto s.i.g.i.t.

Dettagli

I servizi geografici del portale Umbri@geo: esempi di applicazioni client

I servizi geografici del portale Umbri@geo: esempi di applicazioni client I servizi geografici del portale Umbri@geo: esempi di applicazioni client Autori: A. Brunozzi, A. Ciarapica Regione Umbria Direzione programmazione, innovazione e competitività dell Umbria, Servizio Informatico/Informativo:

Dettagli

Assistenza e manutenzione di impianti

Assistenza e manutenzione di impianti Assistenza e manutenzione di impianti Scenario Con l espressione assistenza e manutenzione di impianti intendiamo l insieme delle attività rivolte al controllo costante degli impianti e ai lavori di riparazione

Dettagli

4.4 Applicativo di gestione catasto e generazione C.D.U.

4.4 Applicativo di gestione catasto e generazione C.D.U. Pagine JSP o PHP o ancora WebService in logica j2ee a seconda delle necessità, e della complessità delle operazioni. Il livello di interfaccia/presentazione è invece rappresentato dal web browser (con

Dettagli

Il Geoportale della Provincia di Napoli (GPN): Geoportal e Metadati INSPIRE

Il Geoportale della Provincia di Napoli (GPN): Geoportal e Metadati INSPIRE Il Geoportale della Provincia di Napoli (GPN): Geoportal e Metadati INSPIRE Rocco Mari, Pietro d Amico,Paola Napolitano, Giuseppe Palma, Fortunato Sgariglia, Marco Soravia Provincia di Napoli - Direzione

Dettagli

Sistema Informativo Territoriale Edilizio

Sistema Informativo Territoriale Edilizio Sistema Informativo Territoriale Edilizio SPORTELLO UNICO PER L EDILIZIA Sistema Integrato Territoriale Edilizio Sportello unico per l edilizia - Ufficio tecnico La problematica riguardante la normativa

Dettagli

Via S. Leonardo, 120 - loc. Migliaro - 84100 Salerno 089 330254 tel - 089 330443 fax info@jobiz.com - www.jobiz.com

Via S. Leonardo, 120 - loc. Migliaro - 84100 Salerno 089 330254 tel - 089 330443 fax info@jobiz.com - www.jobiz.com Via S. Leonardo, 120 - loc. Migliaro - 84100 Salerno 089 330254 tel - 089 330443 fax @jobiz.com - www.jobiz.com uno strumento dinamico per fare e-business che cos'è e.cube ECMS le quattro aree configurazione

Dettagli

Nome: Maria Timpini Residente a: Gardone V.T. (bs) Stato civile: convivente Data di nascita: 01/04/1971 Telefono: 339 7118008

Nome: Maria Timpini Residente a: Gardone V.T. (bs) Stato civile: convivente Data di nascita: 01/04/1971 Telefono: 339 7118008 Nome: Maria Timpini Residente a: Gardone V.T. (bs) Stato civile: convivente Data di nascita: 01/04/1971 Telefono: 339 7118008 web: www.mariatimpini.it email: maria@mariatimpini.it linkedin: http://it.linkedin.com/in/mariatimpini

Dettagli

GIUNTA PROVINCIALE DI BIELLA Seduta del 01/12/2006

GIUNTA PROVINCIALE DI BIELLA Seduta del 01/12/2006 GIUNTA PROVINCIALE DI BIELLA Seduta del 01/12/2006 ATTO n. 381 OGGETTO: Attività Centro Servizi Territoriale della Provincia di Biella - Biell@gov - per l anno 2006 - Approvazione studio di fattibilità

Dettagli

Hydrica 2011, Salone Internazionale Tecnologie Acqua e Ambiente

Hydrica 2011, Salone Internazionale Tecnologie Acqua e Ambiente Applicazioni GIS per il ciclo integrato delle acque: implementazione usando JGrassTools, udig, BeeGIS e EPANET Introduzione Andrea Bosoni, Silvia Franceschi, Davide Righetti andrea.bosoni@gmail.com, silvia.franceschi@hydrologis.eu,

Dettagli

È ORA DI DIVENTARE GRANDI MASTER IN GRAPHIC E WEB DESIGN 328 ORE 76 LEZIONI DA 4 ORE 2 VOLTE A SETTIMANA + 6 WORKSHOP MASTER IN WEB DESIGN

È ORA DI DIVENTARE GRANDI MASTER IN GRAPHIC E WEB DESIGN 328 ORE 76 LEZIONI DA 4 ORE 2 VOLTE A SETTIMANA + 6 WORKSHOP MASTER IN WEB DESIGN MASTER IN GRAPHIC E WEB DESIGN 328 ORE 76 LEZIONI DA 4 ORE 2 VOLTE A SETTIMANA + 6 WORKSHOP È ORA DI DIVENTARE GRANDI MASTER IN WEB DESIGN CERTIFIED ASSOCIATE ABC FORMAZIONE PROFESSIONALE Viale degli Ammiragli,

Dettagli

Indice. 01. Presentazione generale. 02. Team. 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community

Indice. 01. Presentazione generale. 02. Team. 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community Indice 01. Presentazione generale 02. Team 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community 04. E-learning 1. Learning Object 2. Piattaforme LMS 3. Business

Dettagli

la Società Chi è Tecnoservice

la Società Chi è Tecnoservice brochure 09/04/2009 11.16 Pagina 1 brochure 09/04/2009 11.16 Pagina 2 la Società Chi è Tecnoservice Nata dall incontro di esperienze decennali in diversi campi dell informatica e della comunicazione TsInformatica

Dettagli

Le tecnologie ICT ed i progetti a favore degli Enti Locali in termine di gestione e valorizzazione del territorio

Le tecnologie ICT ed i progetti a favore degli Enti Locali in termine di gestione e valorizzazione del territorio Le tecnologie ICT ed i progetti a favore degli Enti Locali in termine di gestione e valorizzazione del territorio Alessandro Corrias Assessorato degli Enti Locali, Finanze ed Urbanistica Direzione Generale

Dettagli

IRTUALW. Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere PORTAL FORNITORI CLIENTI PROTOCOLLAZIONE KNOWLEDGE BASE CLASSIFICAZIONE VERSIONING

IRTUALW. Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere PORTAL FORNITORI CLIENTI PROTOCOLLAZIONE KNOWLEDGE BASE CLASSIFICAZIONE VERSIONING I N F I N I T Y Z U C C H E T T I Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere MARKETING SALES SUPPORT CMS KNOWLEDGE BASE E COMMERCE B2B E COMMERCE B2C AD HOC INFINITY ACQUISIZIONE PROTOCOLLAZIONE

Dettagli

AVVISO PUBBLICO "SFIDE"

AVVISO PUBBLICO SFIDE Unione Europea Fondo Sociale Europeo Repubblica Italiana AVVISO PUBBLICO "SFIDE" STRUMENTI FORMATIVI PER INNOVARE, DECOLLARE, EMERGERE PROGETTO: RIQUALIFICAZIONE E RIUSO DEL PATRIMONIO EDILIZIO, STORICO

Dettagli

SPECIFICHE TECNICO-FUNZIONALI FORNITURA SOFTWARE APPLICATIVO PROTOCOLLO ATTI E RILEVAZIONE PRESENZE

SPECIFICHE TECNICO-FUNZIONALI FORNITURA SOFTWARE APPLICATIVO PROTOCOLLO ATTI E RILEVAZIONE PRESENZE SPECIFICHE TECNICO-FUNZIONALI FORNITURA SOFTWARE APPLICATIVO PROTOCOLLO ATTI E RILEVAZIONE PRESENZE 1. IL SOFTWARE APPLICATIVO PROGETTOENTE 1.1 Linee guida generali: Un software aperto che Vi accompagna

Dettagli

Multicanalità e voce per il turismo

Multicanalità e voce per il turismo editoria multimediale per il turismo Multicanalità e voce per il turismo Luigi Marafante responsabile marketing luigi.marafante@itineranet.it Obiettivi Produrre informazioni per illustrare al meglio l

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE ALLE COMUNITA (SIT2COM) Cagliari Febbraio 2007

SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE ALLE COMUNITA (SIT2COM) Cagliari Febbraio 2007 SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE ALLE COMUNITA (SIT2COM) Cagliari Il team di progetto Assessorato degli Enti Locali Finanze ed Urbanistica Direzione Generale della Pianificazione Urbanistica Territoriale

Dettagli

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. GEOGRAPHIC INFORMATION SYSTEM Syllabus. Versione 1 Febbraio 2007

EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE. GEOGRAPHIC INFORMATION SYSTEM Syllabus. Versione 1 Febbraio 2007 EUROPEAN COMPUTER DRIVING LICENCE GEOGRAPHIC INFORMATION SYSTEM Syllabus Versione 1 Febbraio 2007 Versione 1 Febbraio 2007 ECDL GIS Programma di certificazione 1. A chi si rivolge La certificazione ECDL

Dettagli

LA PROFESSIONE DEL WEB DESIGNER

LA PROFESSIONE DEL WEB DESIGNER LA PROFESSIONE DEL WEB DESIGNER Lezione 1 1 Web Design Lafiguracentralenelprogettodiunsitowebèilwebdesigner:eglisioccupadell'aspetto visivo e del coinvolgimento emotivo di siti Web business to business

Dettagli

Territoriali. prof. ing. Nicola Crocetto

Territoriali. prof. ing. Nicola Crocetto Seconda Università degli Studi di Napoli Facoltà di Ingegneria Corso di Telerilevamento e Sistemi Informativi Territoriali prof. ing. Nicola Crocetto dott. ing. Giuseppe Domenico Santagata GIS Un GIS (Geographic

Dettagli

CAPITOLO 8.1 UNA REALIZZAZIONE WEB GIS PER L AGGIORNAMENTO IN RETE DI DATABASE TOPOGRAFICI

CAPITOLO 8.1 UNA REALIZZAZIONE WEB GIS PER L AGGIORNAMENTO IN RETE DI DATABASE TOPOGRAFICI PRIN 2004: I Servizi di posizionamento satellitare per l e-government CAPITOLO 8.1 UNA REALIZZAZIONE WEB GIS PER L AGGIORNAMENTO IN RETE DI DATABASE TOPOGRAFICI Matteo Crozi, Anna Spalla DIET - Dipartimento

Dettagli

Progetto di aggiornamento delle informazioni di uso del suolo del Sistema Informativo Agricolo Nazionale

Progetto di aggiornamento delle informazioni di uso del suolo del Sistema Informativo Agricolo Nazionale Progetto di aggiornamento delle informazioni di uso del suolo del Sistema Informativo Agricolo Nazionale 1 Refresh eleggibilità Introduzione Il Progetto Refresh eleggibilità Definizione di appezzamento

Dettagli

Presentazione progetto S.I.T. del Comune di Varese. Autore: Geom. Michele Giudici Responsabile Ufficio S.I.T.

Presentazione progetto S.I.T. del Comune di Varese. Autore: Geom. Michele Giudici Responsabile Ufficio S.I.T. Presentazione progetto S.I.T. del Comune di Varese Autore: Geom. Michele Giudici Responsabile Ufficio S.I.T. 1 Nel corso del 2008, l Ufficio S.I.T. ha presentato un progetto per la realizzazione del Sistema

Dettagli

Prodotti. Introduzione. CMS: Content Management System: che cos'è, a cosa serve?

Prodotti. Introduzione. CMS: Content Management System: che cos'è, a cosa serve? Introduzione CMS: Content Management System: che cos'è, a cosa serve? Per riassumerne in poche righe la funzione dei CMS è sufficiente rifarsi alla traduzione letterale della definizione inglese: gestione

Dettagli

Prot: Del: Allegato Capitolato Tecnico. Sistema GAIA. Sistema informativo di governo dell Ambiente e flussi informativi ambientali verso gli utenti

Prot: Del: Allegato Capitolato Tecnico. Sistema GAIA. Sistema informativo di governo dell Ambiente e flussi informativi ambientali verso gli utenti REPUBBLICA ITALIANA Regione Siciliana ASSESSORATO TERRITORIO ED AMBIENTE Via Ugo La Malfa, 169 Palermo Prot: Del: Allegato Capitolato Tecnico Sistema GAIA Sistema informativo di governo dell Ambiente e

Dettagli

Il GIS per il monitoraggio del territorio... (Mattia Michelacci)

Il GIS per il monitoraggio del territorio... (Mattia Michelacci) Il GIS per il monitoraggio del territorio................. (Mattia Michelacci) PROGETTAZIONE DEL GIS L obiettivo di questo progetto è quello di realizzare un archivio digitale condivisibile e incrementabile

Dettagli

Accesso ai dati e ai servizi geografici disponibili nella Infrastruttura per l Informazione Territoriale della Lombardia (IIT)

Accesso ai dati e ai servizi geografici disponibili nella Infrastruttura per l Informazione Territoriale della Lombardia (IIT) Accesso ai dati e ai servizi geografici disponibili nella Infrastruttura per l Informazione Territoriale della Lombardia (IIT) Versione 8.0 Marzo 2014 CRONOLOGIA DELLE RELEASE: Numero Data di release emissione

Dettagli

Presentazione e curriculum professionale.

Presentazione e curriculum professionale. Presentazione e curriculum professionale. Paolo Gatti è un libero professionista che dal 1997 opera al servizio di Enti, public utilities e società private fornendo consulenza e servizi per l informatizzazione

Dettagli

FORMAZIONE DEL PERSONALE DEL COMUNE DI MERANO NELL AMBITO DEI SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI

FORMAZIONE DEL PERSONALE DEL COMUNE DI MERANO NELL AMBITO DEI SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI FORMAZIONE DEL PERSONALE DEL COMUNE DI MERANO NELL AMBITO DEI SISTEMI INFORMATIVI TERRITORIALI Nicola DE BERTOLDI(*), Franco GUZZETTI (**),Annalisa PELONE(***), Paolo VISKANIC (***) (*) Comune di Merano

Dettagli

Il CMS Moka. Giovanni Ciardi Regione Emilia Romagna

Il CMS Moka. Giovanni Ciardi Regione Emilia Romagna Il CMS Moka Giovanni Ciardi Regione Emilia Romagna Moka è uno strumento per creare applicazioni GIS utilizzando oggetti (cartografie, temi, legende, database, funzioni) organizzati in un catalogo condiviso.

Dettagli

I NUOVI SERVIZI ON-LINE PER L AGRICOLTURA PIEMONTESE

I NUOVI SERVIZI ON-LINE PER L AGRICOLTURA PIEMONTESE Agricoltura 59 Cecilia Savio e Andrea Marelli Direzione Agricoltura SISTEMA INFORMATIVO I NUOVI SERVIZI ON-LINE PER L AGRICOLTURA PIEMONTESE A partire dall anno 2000 la Regione Piemonte ha avviato, insieme

Dettagli

C è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti Henry Ford

C è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova tecnologia diventano per tutti Henry Ford Professional Method Technological Organization Faro Srl Via per Robecco sul Naviglio 90 - Abbiategrasso TEL. +39 02 903 941 05 FAX. +39 02 903 940 81 C è vero progresso solo quando i vantaggi di una nuova

Dettagli

Tilde WCM. Data. Moduli base. Versione 1.0. 29 Settembre 2011. giovedì 29 settembre 11

Tilde WCM. Data. Moduli base. Versione 1.0. 29 Settembre 2011. giovedì 29 settembre 11 Tilde WCM Moduli base Versione 1.0 29 Settembre 2011 Data IL CMS TILDE Il CMS o Content Management System, è lo strumento maggiormente utilizzato in qualsiasi progetto web. Ormai viene attivato su qualsiasi

Dettagli

nazzareno.pedica@comune.tr.it

nazzareno.pedica@comune.tr.it INFORMAZIONI PERSONALI Nome Data di nascita Qualifica NAZZARENO PEDICA FOSSATO di VICO (PG) 5/Marzo/1953 COORDINATORE TECNICO Amministrazione COMUNE di TERNI Incarico attuale COORDINATORE TECNICO (P.O.)

Dettagli

Ingegneria del Software Interattivo. - I siti web - Un breve glossario. Un breve glossario (cont.) Parte sesta: I siti web. 1.

Ingegneria del Software Interattivo. - I siti web - Un breve glossario. Un breve glossario (cont.) Parte sesta: I siti web. 1. Parte sesta: I siti web Ingegneria del Software Interattivo - I siti web - Docente: Daniela Fogli 1. I siti web Nel Contesto Riferimenti: Brajnik, Umano G., Toppano, E. Creare siti web multimediali, Pearson,

Dettagli

Strumenti E learning. Presentazione tecnica

Strumenti E learning. Presentazione tecnica Strumenti E learning Presentazione tecnica Luglio 2008 Grazie all esperienza del proprio management e alla propria struttura tecnologica, InterAteneo è riuscito a creare un sistema di integrazione, tra

Dettagli

CAPITOLO 6 IL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE DELL AUTORITÀ DI BACINO DELLA BASILICATA

CAPITOLO 6 IL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE DELL AUTORITÀ DI BACINO DELLA BASILICATA CAPITOLO 6 IL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE DELL AUTORITÀ DI BACINO DELLA BASILICATA 189 IL SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE DELL AUTORITÀ DI BACINO DELLA BASILICATA 6.1 Premessa Il Sistema Informativo

Dettagli

SISTEMI INFORMATIVI GEOGRAFICI E PIANIFICAZIONE TERRITORIALE

SISTEMI INFORMATIVI GEOGRAFICI E PIANIFICAZIONE TERRITORIALE PRESENTA: SISTEMI INFORMATIVI GEOGRAFICI E PIANIFICAZIONE TERRITORIALE II EDIZIONE ANNO 2012 Con il patrocinio di Presso la sala conferenze Hotel Dragonara, Via Pietro Nenni 280, 66020 San Giovanni Teatino

Dettagli