Il processo di produzione dell informazione statistica e l opzione open source

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il processo di produzione dell informazione statistica e l opzione open source"

Transcript

1 Il processo di produzione dell informazione statistica e l opzione Roma, 4 marzo 2008 Giulio Barcaroli 1

2 Il processo di produzione dell informazione statistica e l opzione All interno dell ISTAT da alcuni anni è stata avviata una riflessione sulle reali possibilità di utilizzo di software libero all interno dei processi di produzione dell informazione statistica. All inizio, si è trattato di un processo spontaneo attuato in modo non pianificato e diffuso, su iniziativa di ricercatori ed informatici dell Istituto. Negli ultimi tre anni si è cominciato ad investire con decisione in questa direzione, coordinando i diversi interventi. 2

3 Il processo di produzione dell informazione statistica e l opzione La scelta di esplorare soluzioni non proprietarie è stata fatta tenendo conto dei seguenti obiettivi: o per ottemperare a direttive e linee-guida (Stanca 2003, Finanziaria 2007) che investono tutte le pubbliche amministrazioni; o per ridurre i costi; o per garantire maggiormente l innovazione, permettendo la rapida acquisizione e la sperimentazione di nuove soluzioni; o per partecipare allo sviluppo congiunto di soluzioni portabili e utilizzabili con altri partner quali: altri enti del SISTAN; altri Istituti nazionali di statistica all interno di: iniziative di sviluppo congiunto (vedi EUROSTAT); progetti di cooperazione internazionale. 3

4 La direttiva Stanca per l (2003) Analisi comparativa delle soluzioni - Valutazione comparativa tenendo conto della possibilità di poter sviluppare programmi informatici specifici e del riuso da parte di altre amministrazione dei programmi informatici sviluppati ad hoc. Da privilegiare le soluzioni che: assicurino l'interoperabilità e la cooperazione applicativa tra i diversi sistemi informatici della Pubblica amministrazione; rendano i sistemi informatici non dipendenti da un unico fornitore o da un'unica tecnologia proprietaria; garantiscano la disponibilità del codice sorgente; esportino dati e documenti in più formati, di cui almeno uno di tipo aperto. 4

5 La Finanziaria 2007 Con la Legge Finanziaria 2007 si dà sostegno ai progetti che utilizzano e/o sviluppano applicazioni a codice sorgente aperto per la Pubblica Amministrazione. Gli strumenti che il CNIPA mette a disposizione della PA per contribuire al perseguimento di questi obiettivi consistono in: un ambiente di sviluppo software cooperativo (ASC), uno strumento completo che permette di collaborare allo sviluppo di progetti Open Source per le necessità della Pubblica Amministrazione, nonché di ricercare quali progetti possono essere più adatti alle particolari esigenze della propria amministrazione; una vetrina virtuale che raccoglie le esperienze delle Pubbliche Amministrazioni italiane nell'uso di software Open Source (eventualmente insieme a software proprietario) per le proprie esigenze. 5

6 I costi in ISTAT per l acquisto e la manutenzione di alcuni software Software (acquisto e manutenzione) SAS ORACLE BLAISE Microsoft ModelEasy Spesa annua in euro 717, , , ,515 31, , , , , , , , ,000 0 SAS ORACLE BLAISE Microsoft ModelEasy 6

7 Favorire l innovazione La continua valutazione comparativa di soluzioni alternative è fondamentale non solo dal punto di vista dei costi, ma dell innovazione. Sotto questo aspetto, la dipendenza da un fornitore unico è un fattore estremamente limitante, soprattutto in un ambiente di ricerca, nel quale la frontiera delle soluzioni possibili si muove continuamente. Un ente di ricerca ha una necessità ancora maggiore di non essere vincolato dal punto di vista della continua acquisizione e sperimentazione di soluzioni. 7

8 Concorrere alla produzione globale di software per la statistica ufficiale. Proposta EUROSTAT di condivisione dello sviluppo software nel Sistema Statistico Europeo Partecipazione ad iniziative quali quella Adamsoft Inserimento nella community di R: sviluppo di package da condividere con l intera comunità degli sviluppatori e degli utenti R 8

9 La strategia per l all interno dell Istituto Nazionale di Statistica Utilizzo di strumenti open anziché proprietari Adozione dell approccio open per lo sviluppo 9

10 L utilizzo di strumenti open L ISTAT ha appena concluso un processo di definizione dei propri standard tecnologici di sviluppo, riguardanti: architetture sistemi linguaggi In particolare, per ogni macrofase del processo di produzione dell informazione statistica, sono stati individuati standard con l obiettivo di minimizzare l utilizzo di software proprietario. Laddove l uso di software proprietario sia reso necessario dall oggettiva superiorità o dagli investimenti già effettuati, si è provveduto ad affiancare tecnologie proprietarie con software non proprietario. 10

11 Acquisizione dati Gli standard tecnologici di sviluppo Ambiente di riferimento Linux Windows Apache-Tomcat Oracle MySql Linguaggi Oracle Developer, Java, PHP, C SW Generalizzati Teleform, DATISTAT, exfolia, BLAISE, CsPro, LimeSurvey, ACTR Controllo e correzione Linux Windows Oracle MySql Oracle Developer, Java, PHP, C, R CONCORD-JAVA, CANCEIS, DIESIS, BANFF Stime e tabulazioni Linux Windows Oracle MySql Java, PHP, C, R SMOL+ IMPAGINA, R (SURVEY, EVER), GENESEES Diffusione tradizionale e web Linux Windows Apache-Tomcat Oracle MySql Oracle Developer, Java, PHP, C, R Mu-Argus, Tau- Argus, SMOL, Foxtrot.META, Foxtrot.PD, Web.PD, Foxtrot.MD, Web.MD, Sdmx.ISTAT 11

12 Le attività in corso e pianificate Gli obiettivi sono: sviluppo delle nuove applicazioni con tecnologie open; eliminazione sviluppati in ISTAT delle componenti di software proprietario, per garantirne la portabilità e la fruibilità da parte altri soggetti. Nel perseguire tali obiettivi, si intende massimizzare il riuso, favorito dalla disponibilità del codice sorgente. 12

13 Sviluppo di nuove applicazioni con tecnologie open appena rilasciato il sistema generalizzato RELAIS per il record linkage probabilistico, sviluppato in JAVA e R in fase di sviluppo nuove versioni di sistemi generalizzati che coprono il disegno dei campioni (MAUSS) e il calcolo delle stime campionarie coi relativi errori (GENESEES), utilizzando R anziché SAS 13

14 Eliminazione sviluppati in ISTAT da componenti di software proprietario software generalizzato ISTAR per la costruzione di web data warehouse: è in corso di completamento, grazie ad un progetto di cooperazione, una versione del toolkit che sostituisce le componenti DBMS Oracle e Oracle Developer, rispettivamente con MySql e Java. software generalizzato CONCORD per il controllo e la correzione degli errori: è in fase di rilascio la versione con interfaccia Java anziché SAS/AF portabile in qualsiasi ambiente Linux o Windows software generalizzato DIESIS per il controllo e la correzione degli errori in variabili sia categoriche che continue: tale software fa uso di CPLEX, in corso di sostituzione con equivalente strumento open. 14

15 Le potenzialità dell : massimizzazione del riuso Caso del software generalizzato per la produzione delle stime campionarie (calibrazione e calcolo varianza). In corso il progetto di sviluppo di GENESEES-R, dove le funzionalità saranno così ottenute: o package survey di R per la calibrazione; o package survey modificata per il calcolo analitico della varianza campionaria; o package ever sviluppata ex-novo in ISTAT per il calcolo della varianza campionaria col metodo dei campioni replicati (per stimatori di qualsivoglia complessità). 15

16 L adozione dell approccio open La rivoluzione indotta dall è nell adozione di una logica cooperativa di sviluppo, propria dei metodi di produzione dei sistemi aperti. La coppia ambiente di sviluppo cooperativo e vetrina virtuale è alla base di un tale approccio. Esempi CNIPA: ed R: 16

17 Un ambiente per lo sviluppo open in ISTAT Per favorire l adozione della modalità aperta di sviluppo, occorre individuare analoghi strumenti all interno dell Istituto. La vetrina può essere costituita da due elementi già disponibili o in corso di completamento: l Osservatorio Tecnologico del Software (software generalizzato); il Catalogo Applicazioni (applicazioni riutilizzabili). L ambiente per lo sviluppo cooperativo deve invece essere allestito. Dovrà garantire: o gestione delle release e delle relative documentazioni; o repository e versioning del codice sorgente; o gestione dei task; o gestione news e forum. 17

18 Le modalità di sviluppo e utilizzo del software: scenario con software proprietario Le tecnologie e gli strumenti sono quelli messi a disposizione dal fornitore di software proprietario. Le informazioni sull evoluzione dell offerta sono date dai commerciali e dai siti-vetrina. L evoluzione può essere orientata a logiche differenti da quelle dell utente. Esiste una spinta esterna ad adottare determinate soluzioni. Le soluzioni innovative spesso non sono a costo zero. Le soluzioni innovative non sempre sono immediatamente reperibili e sperimentabili (logica del trial con scadenza prefissata). Le procedure vengono realizzate con strumenti di cui non è disponibile il sorgente. Le procedure realizzate non sempre sono portabili all esterno. 18

19 Le modalità di sviluppo e utilizzo del software: scenario con software open Le tecnologie e gli strumenti sono quelli messi a disposizione dalle comunità di sviluppatori. Le informazioni sull evoluzione dell offerta sono disponibili in rete. Si scelgono gli strumenti la cui evoluzione è in linea con quella dell utente. La convenienza dell utente è l unica motivazione ad adottare una soluzione Il costo di acquisizione è nullo. Le soluzioni innovative sono immediatamente reperibili e sperimentabili da rete. Le procedure vengono realizzate con strumenti di cui è disponibile il sorgente, all occorrenza modificabile. Le procedure realizzate sono sempre portabili, per definizione. 19

20 Conclusioni Necessità di un percorso condiviso che trasformi l ambiente di produzione del software per i processi di produzione e le sue modalità di fruizione da parte degli utenti (informatici e statistici) Investimenti in formazione e trasformazione del modo di lavorare Da clienti nel mercato a comunità scientifica 20

Relazione finale del Comitato degli Standard

Relazione finale del Comitato degli Standard Relazione finale del Comitato degli Standard A cura di : R. Balestrino, G. Barcaroli, S. De Francisci, L. Fanfoni, S. Losco, C. Vaccari Introduzione Obiettivi del gruppo di lavoro, a chi è rivolto il documento,

Dettagli

OS E PA. Open source e Pubblica Amministrazione a che punto siamo? Paolo Coppola Assessore all Innovazione ed e-government Comune di Udine

OS E PA. Open source e Pubblica Amministrazione a che punto siamo? Paolo Coppola Assessore all Innovazione ed e-government Comune di Udine OS E PA Open source e Pubblica Amministrazione a che punto siamo? Paolo Coppola Assessore all Innovazione ed e-government Comune di Udine CODICE DELL'AMMINISTRAZIONE DIGITALE Decreto legislativo 7 marzo

Dettagli

Osservatorio Open Source del CNIPA: attività e prospettive Vittorio Pagani (resp. Osservatorio Open Source)

Osservatorio Open Source del CNIPA: attività e prospettive Vittorio Pagani (resp. Osservatorio Open Source) Osservatorio Open Source del CNIPA: attività e prospettive Vittorio Pagani ( Source (resp. Osservatorio Open Sommario Finanziaria 2007 e Commissione OS Uso dell Open Source per la PA L Osservatorio Open

Dettagli

n. 4/2009 L Osservatorio Tecnologico per i Software generalizzati (OTS) nel 2008

n. 4/2009 L Osservatorio Tecnologico per i Software generalizzati (OTS) nel 2008 n. 4/2009 L Osservatorio Tecnologico per i Software generalizzati (OTS) nel 2008 D. Pagliuca, R. Cianchetta, M. Broccoli, T. Buglielli, R. Di Giuseppe e D. Zardetto ISTAT Servizio Editoria - Centro stampa

Dettagli

Questi sistemi hanno le tipiche caratteristiche di tutti i sistemi software custom:

Questi sistemi hanno le tipiche caratteristiche di tutti i sistemi software custom: 3.9 NORMATIVA SUL RIUSO DEL SOFTWARE NELLA PA La Commissione propone che la commmissione tecnico-giuridica che studi la revisione della normativa, di cui alla proposta n. 3.1, valuti anche la problematica

Dettagli

A che punto siamo in Calabria? A cura di Luigi Labonia luigi.lab@libero.it

A che punto siamo in Calabria? A cura di Luigi Labonia luigi.lab@libero.it A che punto siamo in Calabria? A cura di Luigi Labonia luigi.lab@libero.it Direttiva 19 dicembre 2003 Sviluppo ed utilizzazione dei programmi informatici da parte delle pubbliche amministrazioni. Pubblicata

Dettagli

ERP OPEN SOURCE STATO DELL ARTE PRESENTAZIONE EVENTI 2010

ERP OPEN SOURCE STATO DELL ARTE PRESENTAZIONE EVENTI 2010 ERP OPEN SOURCE STATO DELL ARTE PRESENTAZIONE EVENTI 2010 INTRODUZIONE Open Source, una semplice definizione: Un software si definisce Open Source quando il codice sorgente e le istruzioni interne al programma

Dettagli

Il Software Open Source per la Statistica Ufficiale

Il Software Open Source per la Statistica Ufficiale Il Software Open Source per la Statistica Ufficiale OSS in Istat. Situazione attuale e prospettive future Istat, 17 Giugno 2004 Vincenzo Patruno OSS in Istat Situazione attuale e prospettive future Software

Dettagli

E-learning & Opensource

E-learning & Opensource Linux Day 2004, 27 Novembre 2004 E-learning & Opensource Relatore : ing. Samuele E. Locatelli presentazione creata con openoffice.org 1.1.3 Key-point Learning - apprendimento Processo evoluzione: inizia

Dettagli

Infrastruttura -rete

Infrastruttura -rete Infrastruttura -rete Software OS per l'infrastruttura: rete, efficienza Sistemi operativi: Linux (RedHat, Debian) in molti server della rete (mail, proxy, alcuni Web) Internet: Web server Apache (60% mercato

Dettagli

Sviluppare, gestire e manutenere soluzioni su stack open source

Sviluppare, gestire e manutenere soluzioni su stack open source Focus Group sull Open source nella PA Sviluppare, gestire e manutenere soluzioni su stack open source ISFOL 22/11/2011 Integrazione e manutenzione delle soluzioni open source in un ente pubblico Boris

Dettagli

Titolo. Verso il nuovo sito Istat: opportunità e innovazioni per potenziare l informazione sul web FORUM PA 2010. Maurizio Firmani Giulia Mottura

Titolo. Verso il nuovo sito Istat: opportunità e innovazioni per potenziare l informazione sul web FORUM PA 2010. Maurizio Firmani Giulia Mottura Titolo FORUM PA 2010 Verso il nuovo sito Istat: opportunità e innovazioni per potenziare l informazione sul web Maurizio Firmani Giulia Mottura Istat - Direzione centrale comunicazione ed editoria Il punto

Dettagli

Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1

Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1 Il mercato italiano Open Source: domanda e offerta 1 Oltre il 12% delle aziende italiane usa soluzioni Open Source.(Istat 2007). Sarebbero molte di più se ci fosse una sufficiente diffusione della conoscenza

Dettagli

Applicazione: xmleges-editor - Ambiente per redazione conversione XML documenti normativi

Applicazione: xmleges-editor - Ambiente per redazione conversione XML documenti normativi Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni Gestione Documentale Applicazione: xmleges-editor - Ambiente per redazione conversione XML documenti normativi Amministrazione: Consiglio Nazionale

Dettagli

L Open Source nella Pubblica

L Open Source nella Pubblica L Open Source nella Pubblica Amministrazione Vittorio Pagani Responsabile Osservatorio Open Source - CNIPA 1 Riflessioni su alcune caratteristiche del software OS disponibilità del codice sorgente: possibilità

Dettagli

PresidenzadelConsigliodeiMinistri DipartimentopergliA farigiuridicielegislativi Servizioanalisidel impatodelaregolamentazione

PresidenzadelConsigliodeiMinistri DipartimentopergliA farigiuridicielegislativi Servizioanalisidel impatodelaregolamentazione PresidenzadelConsigliodeiMinistri DipartimentopergliA farigiuridicielegislativi Servizioanalisidel impatodelaregolamentazione Forum PA 2011 9 maggio 2011, ore 11.00, Fiera di Roma Il Sistema Gestionale

Dettagli

Applicazione: Percorso formativo a supporto della dematerializzazione

Applicazione: Percorso formativo a supporto della dematerializzazione Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione documentale Applicazione: Percorso formativo a supporto della dematerializzazione Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

Direttiva 19 dicembre 2003 Sviluppo ed utilizzazione dei programmi informatici da parte delle pubbliche amministrazioni. G.U. 7 febbraio 2004, n.

Direttiva 19 dicembre 2003 Sviluppo ed utilizzazione dei programmi informatici da parte delle pubbliche amministrazioni. G.U. 7 febbraio 2004, n. www.cnipa.gov.it 1/5 Sviluppo ed utilizzazione dei programmi informatici da parte delle pubbliche amministrazioni. IL MINISTRO PER L'INNOVAZIONE E LE TECNOLOGIE - Visto il regio decreto 18 novembre 1923,

Dettagli

CONTRIBUTI ISTAT. n. 4/2007 La Calibrazione dei Dati con R: una Sperimentazione sull'indagine Forze di Lavoro ed un Confronto con GENESEES/SAS

CONTRIBUTI ISTAT. n. 4/2007 La Calibrazione dei Dati con R: una Sperimentazione sull'indagine Forze di Lavoro ed un Confronto con GENESEES/SAS CONTRIBUTI ISTAT n. 4/2007 La Calibrazione dei Dati con R: una Sperimentazione sull'indagine Forze di Lavoro ed un Confronto con GENESEES/SAS M. Scannapieco, D. Zardetto e G. Barcaroli SISTEMA STATISTICO

Dettagli

Tavolo di Sanità Elettronica. Riuso delle componenti realizzate nel progetto "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line"

Tavolo di Sanità Elettronica. Riuso delle componenti realizzate nel progetto Rete dei centri di prenotazione - Cup on line Tavolo di Sanità Elettronica Riuso delle componenti realizzate nel progetto "Rete dei centri di prenotazione - Cup on line" Roma, 14 Dicembre 2011 IL RIUSO Mettersi insieme è un inizio, rimanere insieme

Dettagli

Open Source Day Presented by Red Hat

Open Source Day Presented by Red Hat Open Source Day Presented by Red Hat Per innovazione, efficienza e per legge: l'open Source nella PA di Carlo Piana Array http://arraylaw.eu 2 3 M.K. Ghandi (1869-1948) Ignore Laugh Fight Win 4 Fasi di

Dettagli

Ministerial NEtwoRk for Valorising Activities in digitisation. Museo & Web CMS Una piattaforma open source per la gestione di siti web accessibili

Ministerial NEtwoRk for Valorising Activities in digitisation. Museo & Web CMS Una piattaforma open source per la gestione di siti web accessibili Ministerial NEtwoRk for Valorising Activities in digitisation Museo & Web CMS Una piattaforma open source per la gestione di siti web accessibili Il passo successivo: Museo & Web CMS Piattaforma opensource

Dettagli

proposta di legge n. 316

proposta di legge n. 316 REGIONE MARCHE 1 ASSEMBLEA LEGISLATIVA proposta di legge n. 316 a iniziativa dei Consiglieri ALTOMENI, BRANDONI, AMAGLIANI, BINCI, PETRINI, COMI, MOLLAROLI, ORTENZI, D ISIDORO, CAPPONI presentata in data

Dettagli

Allegato 2: Prospetto informativo generale

Allegato 2: Prospetto informativo generale Gara a procedura ristretta accelerata per l affidamento, mediante l utilizzo dell Accordo Quadro di cui all art. 59 del D.Lgs. n. 163/2006, di Servizi di Supporto in ambito ICT a InnovaPuglia S.p.A. Allegato

Dettagli

Veronica Mobilio - CNIPA. Scegliere una piattaforma

Veronica Mobilio - CNIPA. Scegliere una piattaforma L Open Source per l elearningl ATutor vs Moodle Veronica Mobilio - CNIPA Scegliere una piattaforma Le PA che decidono di erogare progetti formativi in modalità elearning si trovano di fronte alla necessità

Dettagli

C O M U N E D I C A S T E N A S O Provincia di Bologna VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

C O M U N E D I C A S T E N A S O Provincia di Bologna VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE C O M U N E D I C A S T E N A S O Provincia di Bologna VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO n. 153 del 26/11/2009 OGGETTO: LINEE DI INDIRIZZO PER L ADOZIONE DI SOLUZIONI SOFTWARE OPEN SOURCE

Dettagli

The Matrix Il software

The Matrix Il software The Matrix Il software Rosa Gini Agenzia regionale di sanità della Toscana Dipartimento di Informatica Medica dell Università Erasmus di Rotterdam Indice Introduzione Cos è TheMatrix Il progetto MATRICE

Dettagli

InFormAL. Sistema informativo public domain per la gestione delle attività formative nelle Amministrazioni Locali

InFormAL. Sistema informativo public domain per la gestione delle attività formative nelle Amministrazioni Locali InFormAL Sistema informativo public domain per la gestione delle attività formative nelle Amministrazioni Locali PREMESSA Nell ambito del progetto di Osservatorio domanda e offerta di formazione nella

Dettagli

IRTUALW. Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere PORTAL FORNITORI CLIENTI PROTOCOLLAZIONE KNOWLEDGE BASE CLASSIFICAZIONE VERSIONING

IRTUALW. Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere PORTAL FORNITORI CLIENTI PROTOCOLLAZIONE KNOWLEDGE BASE CLASSIFICAZIONE VERSIONING I N F I N I T Y Z U C C H E T T I Infinity Portal Infinite possibilità di farti raggiungere MARKETING SALES SUPPORT CMS KNOWLEDGE BASE E COMMERCE B2B E COMMERCE B2C AD HOC INFINITY ACQUISIZIONE PROTOCOLLAZIONE

Dettagli

COMUNE DI AVELLINO URP on line MarketPlace del Lavoro RIUSO CAPITOLATO TECNICO R.U.P. Il SEGRETARIO GENERALE

COMUNE DI AVELLINO URP on line MarketPlace del Lavoro RIUSO CAPITOLATO TECNICO R.U.P. Il SEGRETARIO GENERALE COMUNE DI AVELLINO Procedura negoziata per la realizzazione delle personalizzazioni e dei servizi relativi agli applicativi di URP on line: Servizi per il Cittadino - MarketPlace del Lavoro: Servizi per

Dettagli

La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia

La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia La strategia IBM a supporto delle politiche della Pubblica Amministrazione Locale (PAL) in Italia Il 2006 ha registrato alcuni segnali positivi di ripresa, sia dell'economia italiana che dell Information

Dettagli

PIATTAFORMA ecol per il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica OnLine. MANUALE STUDENTE v. 3.0 del 12/09/2008 INDICE

PIATTAFORMA ecol per il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica OnLine. MANUALE STUDENTE v. 3.0 del 12/09/2008 INDICE PIATTAFORMA ecol per il Corso di Laurea in Ingegneria Informatica OnLine MANUALE STUDENTE v. 3.0 del 12/09/2008 INDICE Introduzione 1. Requisiti di sistema 2. Accesso alla piattaforma didattica 2.1. Informazioni

Dettagli

Analisi di esperienze Open Source in ambito PA

Analisi di esperienze Open Source in ambito PA Analisi di esperienze Open Source in ambito PA Andrea Montemaggio Concreta-Mente a.montemaggio@gmail.com www.concreta-mente.it OSPA 2009 in sintesi Il concetto Open Source (Studies) nella Pubblica Amministrazione

Dettagli

Premesso che il Sistema di e-learning federato per la pubblica amministrazione dell Emilia-Romagna (SELF):

Premesso che il Sistema di e-learning federato per la pubblica amministrazione dell Emilia-Romagna (SELF): CONVENZIONE PER L ADESIONE AL SISTEMA DI E-LEARNING FEDERATO DELL EMILIA-ROMAGNA PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE E L UTILIZZO DEI SERVIZI PER LA FORMAZIONE Premesso che il Sistema di e-learning federato

Dettagli

Software libero per le PP.AA. utopia o opportunità?

Software libero per le PP.AA. utopia o opportunità? Software libero per le PP.AA. utopia o opportunità? DIEE Università di Cagliari michele@diee.unica.it Autore Presentazione prodotta con OpenOffice 2.1 La situazione del software Il comparto del software

Dettagli

Convegno SALPA 2004. OpenPEC. un sistema OpenSource per la Posta Elettronica Certificata. Pisa - 23 marzo 2004. Luca De Santis. desantis@ksolutions.

Convegno SALPA 2004. OpenPEC. un sistema OpenSource per la Posta Elettronica Certificata. Pisa - 23 marzo 2004. Luca De Santis. desantis@ksolutions. Convegno SALPA 2004 OpenPEC un sistema OpenSource per la Posta Elettronica Certificata Pisa - 23 marzo 2004 Luca De Santis Ksolutions SpA desantis@ksolutions.it Ksolutions: qualche dato Società di Pisa

Dettagli

Applicazione: DoQui/Acta - Sistema di gestione dell'archivio

Applicazione: DoQui/Acta - Sistema di gestione dell'archivio Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione documentale Applicazione: DoQui/Acta - Sistema di gestione dell'archivio Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione, Ricerca

Dettagli

L uso dei Big Data per la Produzione Statistica

L uso dei Big Data per la Produzione Statistica Big e Analytics: modelli, analisi e previsioni, per valorizzare l enorme patrimonio informativo pubblico L uso dei Big per la Produzione Statistica Giulio Barcaroli Metodi, strumenti e supporto metodologico

Dettagli

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti

Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Gestione Documentale Applicazione: Share - Sistema per la gestione strutturata di documenti Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione Innovazione,

Dettagli

ERP Commercio e Servizi

ERP Commercio e Servizi ERP Commercio e Servizi Sistema informativo: una scelta strategica In questi ultimi anni hanno avuto grande affermazione nel mercato mondiale i cosiddetti sistemi software ERP. Tali sistemi sono in grado

Dettagli

La piattaforma Moodle dell' ISFOL

La piattaforma Moodle dell' ISFOL La piattaforma Moodle dell' ISFOL Un CMS per la condivisione della conoscenza nei Gruppi di Lavoro e di Ricerca dell'istituto Franco Cesari - ISFOL Gruppi di Lavoro e di Ricerca come Comunità di Pratica

Dettagli

PRESENTAZIONE SINTETICA PROGETTO JOOMLA! UN SITO WEB OPEN SOURCE PER LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

PRESENTAZIONE SINTETICA PROGETTO JOOMLA! UN SITO WEB OPEN SOURCE PER LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI PRESENTAZIONE SINTETICA PROGETTO JOOMLA! UN SITO WEB OPEN SOURCE PER LE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Premessa: Considerato che: 1. le attuali funzionalità e requisiti connessi alle piattaforme web della Pubblica

Dettagli

PEOPLE: piattaforma open source multi-vendor

PEOPLE: piattaforma open source multi-vendor PEOPLE: piattaforma open source multi-vendor TITOLO Gianluca Vannuccini Comune di Firenze Indice Il progetto PEOPLE in sintesi Le piattaforme del progetto PEOPLE L architettura Dove siamo oggi Le prime

Dettagli

1. FINALITÀ E DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE E FUNZIONALI

1. FINALITÀ E DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE E FUNZIONALI 1. FINALITÀ E DEFINIZIONE DELLE SPECIFICHE TECNICHE E FUNZIONALI Per implementare una piattaforma di e-learning occorre considerare diversi aspetti organizzativi, gestionali e tecnici legati essenzialmente

Dettagli

SisTabWeb Web. Sistema Tabelle. for Enterprise

SisTabWeb Web. Sistema Tabelle. for Enterprise SisTabWeb Web Sistema Tabelle for Enterprise Overview La condivisione del patrimonio dati a livello aziendale diventa essenziale nel momento in cui il sistema informativo, elemento chiave per l'efficienza

Dettagli

Open source: una strategia per la PA Luca Gioppo 0113168713 Luca.Gioppo@csi.it

Open source: una strategia per la PA Luca Gioppo 0113168713 Luca.Gioppo@csi.it Open source: una strategia per la PA Luca Gioppo 0113168713 Luca.Gioppo@csi.it Franco Gola 0113168535 Franco.Gola@csi.it Csi Piemonte corso unione sovietica 216 10134, Torino Sommario Il CSI-Piemonte,

Dettagli

L uso di R per il calcolo delle stime e degli errori: risultati ottenuti e lavori in corso

L uso di R per il calcolo delle stime e degli errori: risultati ottenuti e lavori in corso Il software per la statistica ufficiale: dai sistemi proprietari a quelli open source Roma, 4 marzo 2008 L uso di R per il calcolo delle stime e degli errori: risultati ottenuti e lavori in corso Diego

Dettagli

Titolo Perché scegliere Alfresco. Titolo1 ECM Alfresco

Titolo Perché scegliere Alfresco. Titolo1 ECM Alfresco Titolo Perché scegliere Alfresco Titolo1 ECM Alfresco 1 «1» Agenda Presentazione ECM Alfresco; Gli Strumenti di Alfresco; Le funzionalità messe a disposizione; Le caratteristiche Tecniche. 2 «2» ECM Alfresco

Dettagli

CINECA - partner per l innovazione l Pubblica Amministrazione Locale

CINECA - partner per l innovazione l Pubblica Amministrazione Locale CINECA - partner per l innovazione l della Pubblica Amministrazione Locale Forlì,, 22 ottobre 2008 Alan Buda Indice Chi è CINECA La Mission Esigenze degli Enti Locali La risposta del CINECA Benefici Attesi

Dettagli

AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE

AGENZIA PER L ITALIA DIGITALE AVVISO n. 09/2013 - Procedura comparativa per il conferimento di due incarichi di collaborazione coordinata e continuativa per un profilo di Specialista nella progettazione, sviluppo e integrazione di

Dettagli

Soluzione RIUSO136 progettoconsiglio proposta da Comune di Venezia

Soluzione RIUSO136 progettoconsiglio proposta da Comune di Venezia Soluzione RIUSO136 progettoconsiglio proposta da Comune di Venezia Sezione 1 - Amministrazione proponente e soluzione proposta Tipologia di Amministrazione proponente: Comune Regione dell'amministrazione:

Dettagli

Il ruolo della PA nel favorire l'innovazione con soluzioni Open Source

Il ruolo della PA nel favorire l'innovazione con soluzioni Open Source Il ruolo della PA nel favorire l'innovazione con soluzioni Open Source Udine 9 febbraio 2006 Fabio Bottega (f.bottega@tecnoteca.it) www.ianneceassociati.it www.tecnoteca.com - www.tecnoteca.it PA, innovazione

Dettagli

APPENDICE 5 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 5 AL CAPITOLATO TECNICO APPENDICE 5 AL CAPITOLATO TECNICO Descrizione dei profili professionali INDICE 1 PROFILI PROFESSIONALI RICHIESTI 3 1.1 CAPO PROGETTO 3 1.2 ANALISTA FUNZIONALE 4 1.3 ANALISTA PROGRAMMATORE 5 1.4 PROGRAMMATORE

Dettagli

COMPANY PROFILE. Mediamind srl Rovigo (Italy) www.mediamind.it. Dicembre 2009

COMPANY PROFILE. Mediamind srl Rovigo (Italy) www.mediamind.it. Dicembre 2009 COMPANY PROFILE Dicembre 2009 PRESENTAZIONE è una società di sviluppo software e consulenza informatica, opera a livello nazionale dal 2001 ed è specializzata nel fornire servizi a valore aggiunto basati

Dettagli

Progetto Suoni della Memoria. Buone Pratiche. Programma Enti Locali Innovazione di Sistema

Progetto Suoni della Memoria. Buone Pratiche. Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Programma Enti Locali Innovazione di Sistema Esperienze e soluzioni realizzate nell ambito del Progetto Suoni della Memoria Scheda per la disseminazione e il riuso delle soluzioni tecnologiche e organizzative

Dettagli

Progettare un sito web

Progettare un sito web Progettare un sito web Fasi della progettazione La progettazione di un sito web dovrebbe passare attraverso 4 fasi differenti: 1. Raccolta e realizzazione dei contenuti e delle informazioni da pubblicare

Dettagli

Content Development e Open Source Pierluigi Boda Università La Sapienza di Roma

Content Development e Open Source Pierluigi Boda Università La Sapienza di Roma Content Development e Open Source Università La Sapienza di Roma Contenuti: Cos è il content management Aspetti critici nello sviluppo dei CMS Opzioni tecnologiche per il CM Peculiarità dell opzione open

Dettagli

L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti

L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti L INNOVAZIONE TECNOLOGICA E L OPEN SOURCE AL SERVIZIO DELLA PA INAIL CONSULENZA PER L INNOVAZIONE TECNOLOGICA Alessandro Simonetta Guido Borsetti Premessa Il rapporto tra open source e innovazione è un

Dettagli

Applicazione: Sistema Informativo Integrato per il Controllo di Gestione

Applicazione: Sistema Informativo Integrato per il Controllo di Gestione Riusabilità del software Catalogo delle applicazioni Pror_ne/Controllo Applicazione: Sistema Informativo Integrato per il Controllo di Gestione Amministrazione: Ministero della Giustizia Responsabile dei

Dettagli

COMUNE DI ARGENTA. La scelta dell open source come strumento dell e government locale.

COMUNE DI ARGENTA. La scelta dell open source come strumento dell e government locale. COMUNE DI ARGENTA Ferrara 29 Novembre 2003 La scelta dell open source come strumento dell e government locale. Un percorso applicativo di responsabilizzazione e sviluppo delle risorse umane Comune in Provincia

Dettagli

Software Libero e P.A.

Software Libero e P.A. Software Libero e P.A. Il Comune di Imola A cura di: Ing. Michele Mordenti Forlì, 27 ottobre 2007 Città di Imola SOMMARIO Il Software Libero Le Pubbliche Amministrazioni Uno sguardo all'estero Uno sguardo

Dettagli

Applicazione: Ente Web Sign Università di Pisa (EWS- Unipi) Sistema per la gestione dell Ordinativo Informatico

Applicazione: Ente Web Sign Università di Pisa (EWS- Unipi) Sistema per la gestione dell Ordinativo Informatico Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Amministrativo/Contabile Applicazione: Ente Web Sign Università di Pisa (EWS- Unipi) Sistema per la gestione dell Ordinativo Informatico Amministrazione:

Dettagli

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009)

CeBAS. Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) CeBAS Centrale Bandi e Avvisi Pubblici Regionali (DGR n. 1556 del 11.09.2009) Introduzione Il progetto CEBAS: la finalità è di migliorare l efficienza operativa interna dell Ente rispondere alle aspettative

Dettagli

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source

La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source La Pubblica Amministrazione consumatore di software Open Source Dipartimento per l Innovazione e le Tecnologie Paola Tarquini Sommario Iniziative in atto Una possibile strategia per la diffusione del Software

Dettagli

INTR T O R D O UZ U IO I N O E N A 1

INTR T O R D O UZ U IO I N O E N A 1 INTRODUZIONE A 1 Cos è R R può essere definito come un sistema per l analisi statistica. È contemporaneamente un linguaggio ed un software. Lo stesso R Development Core Team[1], parlando di R, preferisce

Dettagli

Software. Algoritmo. Algoritmo INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042)

Software. Algoritmo. Algoritmo INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) INFORMATICA PER LE DISCIPLINE UMANISTICHE 2 (13042) Gli elaboratori utilizzano memoria per Dati da elaborare Istruzioni eseguite dall elaboratore software differenti risoluzione problemi differenti Algoritmo

Dettagli

La Community Network E-R e il progetto di Sistema a rete regionale. 15 ottobre 2008

La Community Network E-R e il progetto di Sistema a rete regionale. 15 ottobre 2008 La Community Network E-R e il progetto di Sistema a rete regionale 15 ottobre 2008 La Community Network E-R: comunicazione e sottoscrizione 24 giugno 2008 convegno La Community Network per le Pubbliche

Dettagli

cin>>c8 s.r.l. Offerta Pagina 1 di 6 Offerta

cin>>c8 s.r.l. Offerta Pagina 1 di 6 Offerta Offerta Pagina 1 di 6 Offerta Indice 1 - INTRODUZIONE... 3 1.1 - OBIETTIVO DEL DOCUMENTO...3 1.2 - STRUTTURA DEL DOCUMENTO...3 1.3 - RIFERIMENTI...3 1.4 - STORIA DEL DOCUMENTO...3 2 - PREMESSA... 4 3 -

Dettagli

ANNESSO 5 AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PROFILI PROFESSIONALI

ANNESSO 5 AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PROFILI PROFESSIONALI ANNESSO 5 AL CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO PROFILI PROFESSIONALI INDICE DEI CONTENUTI 1. PROFILI PROFESSIONALI: REQUISITI MINIMI... 3 1.1. WEB PROJECT MANAGER... 3 1.2. ACCOUNT... 3 1.3. USER EXPERIENCE

Dettagli

I servizi di e-government

I servizi di e-government I servizi di e-government La Community regionale Net-SIRV 14 dicembre 2009 Andrea Boer Dirigente Servizio Progettazione e Sviluppo Reseaux della Società dell informazione Un RESEAU è una rete permanente

Dettagli

Progettazione e sviluppo di un Catalogo dei File Grezzi con meta-dati di base (CFG) in tecnologia Web DCSS/SIP-A

Progettazione e sviluppo di un Catalogo dei File Grezzi con meta-dati di base (CFG) in tecnologia Web DCSS/SIP-A Progettazione e sviluppo di un Catalogo dei File Grezzi con meta-dati di base (CFG) in tecnologia Web DCSS/SIP-A Francesco Altarocca e Gaetano Sberno 7 giugno 2005 Sommario Il processo di archiviazione

Dettagli

TEACHMOOD Laboratorio ICT Regione Piemonte l'ufficio Scolastico Regionale open source 30 corsi on-line la piattaforma moodle Teachmood,

TEACHMOOD Laboratorio ICT Regione Piemonte l'ufficio Scolastico Regionale open source 30 corsi on-line la piattaforma moodle Teachmood, TEACHMOOD è un iniziativa formativa che il Laboratorio ICT della Regione Piemonte, in collaborazione con l'ufficio Scolastico Regionale del Piemonte, propone a tutti gli insegnanti delle scuole piemontesi.

Dettagli

SPAZIO IT. Soluzioni CORPORATE per email e Collaborazione. Spazio IT email e Collaborazione. Gennaio 2015

SPAZIO IT. Soluzioni CORPORATE per email e Collaborazione. Spazio IT email e Collaborazione. Gennaio 2015 Spazio IT email e Collaborazione SPAZIO IT Soluzioni CORPORATE per email e Collaborazione Maurizio Martignano Spazio IT Soluzioni Informatiche s.a.s Via Manzoni 40 46030 San Giorgio di Mantova, Mantova

Dettagli

Modulo Gestione Interventi Tecnici. Il prezioso assistente che mancava alla tua impresa. www.sit-web.it

Modulo Gestione Interventi Tecnici. Il prezioso assistente che mancava alla tua impresa. www.sit-web.it Modulo Gestione Interventi Tecnici Il prezioso assistente che mancava alla tua impresa via Supporta i seguenti browser: Internet Explorer 6 e seguenti Opera 8 e seguenti Mozilla Firefox 0.8x Mozilla Firefox

Dettagli

IN CHIAVE E-GOVERNMENT

IN CHIAVE E-GOVERNMENT UNA NUOVA SUITE IN CHIAVE E-GOVERNMENT La Pubblica Amministrazione cambia. Si fa strada concretamente l idea di uno stile di governo innovativo che, grazie alla potenzialità di interconnessione, renda

Dettagli

Standard Tecnologici Regione Basilicata ALLEGATO C03

Standard Tecnologici Regione Basilicata ALLEGATO C03 Standard Tecnologici Regione Basilicata ALLEGATO C03 UFFICIO S. I. R. S. Standard Tecnologici ver. 2.1 ultimo agg.: 06/06/2012 CONTROLLO DEL DOCUMENTO Data APPROVAZIONI Autore Redatto da: 27/05/2012 Dott.

Dettagli

PostgreSQL, un database libero per la Pubblica Amministrazione Italiana

PostgreSQL, un database libero per la Pubblica Amministrazione Italiana PostgreSQL, un database libero per la Pubblica Amministrazione Italiana Gabriele Bartolini Comune di Prato Sistema Informativo Servizi di E-government e Open-Source Presidente ITPUG Italian PostgreSQL

Dettagli

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE

PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE STATALE IRIS VERSARI - Cesano Maderno (MB) PIANO DI LAVORO DEL PROFESSORE Indirizzo : LICEO SCIENTIFICO LICEO SCIENTIFICO Scienze Applicate LICEO TECNICO ISTITUTO TECNICO

Dettagli

Introduzione al sistema operativo. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese

Introduzione al sistema operativo. Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese Introduzione al sistema operativo Laboratorio Software 2008-2009 C. Brandolese Che cos è un sistema operativo Alcuni anni fa un sistema operativo era definito come: Il software necessario a controllare

Dettagli

Costruzione della Comunità DoQui Marco Curci Innova Puglia

Costruzione della Comunità DoQui Marco Curci Innova Puglia Costruzione della Comunità DoQui Marco Curci Innova Puglia 1 Costruzione della Comunità DoQui Indice dei Contenuti principi, regole e modelli organizzativi licensing del software open source nella PA opportunità,,

Dettagli

Applicazione: Strumenti per la gestione e il monitoraggio dei flussi turistici

Applicazione: Strumenti per la gestione e il monitoraggio dei flussi turistici Riusabilità del software - Catalogo delle applicazioni: Applicativo Verticale Applicazione: Strumenti per la gestione e il monitoraggio dei flussi turistici Amministrazione: Regione Piemonte - Direzione

Dettagli

Le funzionalità principali della piattaforma

Le funzionalità principali della piattaforma Istituto di Scienza e Tecnologie dell'informazione A Faedo (ISTI) - Laboratorio di domotica Quimby: Le funzionalità principali della piattaforma Dario Russo (dario.russo@isti.cnr.it) Obiettivi del progetto

Dettagli

L utilizzo dei Big Data in Istat: stato attuale e prospettive

L utilizzo dei Big Data in Istat: stato attuale e prospettive L utilizzo dei Big Data in Istat: stato attuale e prospettive Giulio Barcaroli FORUM PA 28 maggio 2015 Outline Illustrazione delle attività portate avanti dall Istat, riguardanti: la prosecuzione di sperimentazioni

Dettagli

Un esperienza di e-learning con le piattaforme in uso alla Scuola IaD

Un esperienza di e-learning con le piattaforme in uso alla Scuola IaD Un esperienza di e-learning con le piattaforme in uso alla Scuola IaD di Marco Orazi e Mauro Ranchicchio La Scuola IaD inizia nel 1997 la sua attività di erogazione di corsi in modalità teledidattica mettendo

Dettagli

Gestione dei dati di prodotto

Gestione dei dati di prodotto Gestione dei dati di prodotto Introduzione a PTC Windchill PDM Essentials TM Negli odierni ambienti di progettazione e di produzione altamente competitivi e geograficamente distribuiti, la gestione efficace

Dettagli

PHP e MySQL entrano a scuola. caso di adozione di software libero in un istituto tecnico commerciale programmatori

PHP e MySQL entrano a scuola. caso di adozione di software libero in un istituto tecnico commerciale programmatori PHP e MySQL entrano a scuola caso di adozione di software libero in un istituto tecnico commerciale programmatori Chi siamo Siamo un gruppo di insegnanti di informatica e di esercitazioni di informatica

Dettagli

L iniziativa Cloud DT

L iniziativa Cloud DT L iniziativa Cloud DT Francesco Castanò Dipartimento del Tesoro Ufficio per il Coordinamento Informatico Dipartimentale (UCID) Roma, Luglio 2011 Il Cloud Computing Alcune definizioni Il Cloud Computing

Dettagli

GRAM 231. Global Risk Assessment & Management. Approccio metodologico ed informatico all applicazione del D.Lgs. 231/2001

GRAM 231. Global Risk Assessment & Management. Approccio metodologico ed informatico all applicazione del D.Lgs. 231/2001 GRAM 231 Global Risk Assessment & Management Approccio metodologico ed informatico all applicazione del D.Lgs. 231/2001 Sommario Proposta di applicazione pratica... 3 Quadro normativo... 3 Una soluzione...

Dettagli

ADaMSoft: un software Open Source italiano. Marco Scarnò (mscarno@caspur.it)

ADaMSoft: un software Open Source italiano. Marco Scarnò (mscarno@caspur.it) ADaMSoft: un software Open Source italiano Marco Scarnò (mscarno@caspur.it) Il software per la statistica ufficiale: dai sistemi proprietari a quelli open source Roma, 4 Marzo 2008 Il CASPUR: Consorzio

Dettagli

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA ROMA 19-20 OTTOBRE 2010 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA ROMA 19-20 OTTOBRE 2010 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA JOS VAN DONGEN OPEN SOURCE BUSINESS INTELLIGENCE ROMA 19-20 OTTOBRE 2010 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it

Dettagli

White Paper 1. INTRODUZIONE...2 2. TECNOLOGIE SOFTWARE IMPIEGATE...2 3. APPROCCIO PROGETTUALE...10 3. RISULTATI...10

White Paper 1. INTRODUZIONE...2 2. TECNOLOGIE SOFTWARE IMPIEGATE...2 3. APPROCCIO PROGETTUALE...10 3. RISULTATI...10 Soluzioni software di EDM "Electronic Document Management" Gestione dell archiviazione, indicizzazione, consultazione e modifica dei documenti elettronici. Un approccio innovativo basato su tecnologie

Dettagli

Nuovi strumenti Microsoft EASI per la Cooperazione Applicativa ed il Sistema Pubblico di Connettività

Nuovi strumenti Microsoft EASI per la Cooperazione Applicativa ed il Sistema Pubblico di Connettività Nuovi strumenti Microsoft EASI per la Cooperazione Applicativa ed il Sistema Pubblico di Connettività Forum P.A. Roma, 9 Maggio 2005 Antonello Maraglino Business Development Manager Public Sector Microsoft

Dettagli

SCHEDA TECNICA. Caratteristiche generali di prodotto. Denominazione S.A.T.T.- Sant Arpino Tributi e Territorio. Amministrazione Comune di Sant Arpino

SCHEDA TECNICA. Caratteristiche generali di prodotto. Denominazione S.A.T.T.- Sant Arpino Tributi e Territorio. Amministrazione Comune di Sant Arpino SCHEDA TECNICA Denominazione S.A.T.T.- Sant Arpino Tributi e Territorio Amministrazione Comune di Sant Arpino Note e considerazioni sul riuso Il Sistema proposto viene reso disponibile in open source per

Dettagli

e.toscana Compliance visione d insieme

e.toscana Compliance visione d insieme Direzione Generale Organizzazione e Sistema Informativo Area di Coordinamento Ingegneria dei Sistemi Informativi e della Comunicazione I.T.S.A.E. e.toscana Compliance visione d insieme Gennaio 2007 Versione

Dettagli

Vademecum per la realizzazione di progetti formativi in modalità e-learning nelle P.A.

Vademecum per la realizzazione di progetti formativi in modalità e-learning nelle P.A. Vademecum per la realizzazione di progetti formativi in modalità e-learning nelle P.A. Seconda edizione Prof.ssa Mirella Schaerf - Dott.ssa Veronica Mobilio Gli argomenti Lo scenario L impatto organizzativo

Dettagli

Analisi dei dati e business intelligence. White Paper

Analisi dei dati e business intelligence. White Paper Analisi dei dati e business intelligence Analisi multidimensionale dei dati, cruscotti aziendali, datawarehousing, tecniche OLAP Un approccio innovativo basato su tecnologie Open Source White Paper 1.

Dettagli

Biblioteche, centri di documentazione e musei digitali per la ricerca e la formazione superiore

Biblioteche, centri di documentazione e musei digitali per la ricerca e la formazione superiore Biblioteche, centri di documentazione e musei digitali per la ricerca e la formazione superiore Jacopo Di Cocco Direttore CIB, coordinatore CASA, CNC-SBN, GSB-CRUI, OTS-GARR 24-26 giugno 2002 Bologna:

Dettagli

SETH GRIMES OPEN SOURCE FOR THE ENTERPRISE ROMA 7-8 MAGGIO 2007 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231

SETH GRIMES OPEN SOURCE FOR THE ENTERPRISE ROMA 7-8 MAGGIO 2007 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 LA TECHNOLOGY TRANSFER PRESENTA SETH GRIMES OPEN SOURCE FOR THE ENTERPRISE ROMA 7-8 MAGGIO 2007 RESIDENZA DI RIPETTA - VIA DI RIPETTA, 231 info@technologytransfer.it www.technologytransfer.it OPEN SOURCE

Dettagli

I WEB SERVICES LA SITUAZIONE DELL OFFERTA ITALIANA

I WEB SERVICES LA SITUAZIONE DELL OFFERTA ITALIANA I WEB SERVICES LA SITUAZIONE DELL OFFERTA ITALIANA Di Valeria Tonella In collaborazione con Indice dei contenuti Premessa...3 1. Il concetto di Web Service...4 2. La situazione internazionale...6 3. I

Dettagli

APPENDICE 7 AL CAPITOLATO TECNICO

APPENDICE 7 AL CAPITOLATO TECNICO APPENDICE 7 AL CAPITOLATO TECNICO Profili professionali Gara relativa all affidamento dei servizi di sviluppo, manutenzione e gestione su aree del Sistema Informativo Gestionale di ENAV Appendice 7 al

Dettagli