Quale futuro per il WELFARE locale?

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Quale futuro per il WELFARE locale?"

Transcript

1 Quale futuro per il WELFARE locale? Il disagio abitativo: come affrontarlo Biella, 15 novembre 2013 Intervento a cura di : Germana Romano Dirigente dei Servizi Sociali Comune di Biella

2 Cos è il disagio abitativo Il Disagio Abitativo è un fenomeno multidimensionale che fa riferimento sia a condizioni di deficit qualitativo degli alloggi, sia a quelle dimensioni della vita delle persone che condizionano l'accesso alla casa e che comprendono la condizione familiare, economica, lavorativa e abitativa.

3 Cosa determina il disagio abitativo I principali fattori che concorrono a creare disagio abitativo sono sostanzialmente tre: le caratteristiche fisiche proprie dell'alloggio quali la superficie pro-capite, la dotazione di servizi e impianti di vario tipo, l'idoneità abitativa dell'alloggio stesso; la condizione sociale di chi si confronta con il problema dell'accesso alla casa: giovani coppie, giovani soli, separati, disoccupati, migranti, famiglie numerose, anziani, sfrattati, studenti universitari fuori sede; i costi abitativi legati all'andamento dei canoni di affitto e la loro incidenza sui redditi.

4 Cosa legittima il Servizio sociale ad occuparsi di disagio abitativo: La dichiarazione universale dei diritti dell uomo del 1941 all art così recita: ognuno ha diritto ad un livello di vita adeguato alla salute e al benessere personale e della sua famiglia, incluso il cibo, l abbigliamento, l alloggio e le cure mediche.. Presupposto all intervento del Servizio sociale dunque è il diritto della persona all assistenza sociale e abitativa, volte a garantire un assistenza dignitosa a chi non dispone di risorse sufficienti secondo le modalità stabilite dal diritto comunitario e dalle legislazioni e prassi nazionali

5 Di quali strumenti dispone l ente locale? Lo strumento più utilizzato è il ricorso al patrimonio di edilizia sociale. La materia è regolata da legge regionale e le modalità di accesso sono molto strutturate rispetto ai requisiti e rispetto alle percentuali di assegnazione su base annua In particolare un comune ad alta intensità abitativa può assegnare il 50% degli alloggi che si rendono disponibili su base annua per emergenza abitativa.

6 L emergenza abitativa ai sensi della L.R. 3/2010 L Emergenza abitativa è declinata dalla legge in 5 fattispecie: Procedure di sfratto esecutivo, trasferimento conseguente a pignoramento, rilascio abitazione coniugale a seguito sentenza assegnazione all altro coniuge Ordinanza di sgombero in conseguenza eventi calamitosi che lo rendano inutilizzabile Alloggio dichiarato non idoneo all abitazione dalla competente ASL Profughi e rifugiati Ospiti da almeno 3 mesi di dormitori pubblici o altra struttura alloggiativa procurata a titolo temporaneo dall assistenza pubblica

7 Alcuni dati. Dal 2010 ad oggi sono stati assegnati 237 alloggi di edilizia sociale di cui 114 per emergenza abitativa Il patrimonio di edilizia sociale nella città di Biella dal 2010 ad oggi è passato da n. 997 unità a 1056 All ultimo bando generale (2010) per l assegnazione di alloggi di edilizia sociale sono risultati idonei 333 concorrenti. Ad oggi sono stati assegnati n. 64 alloggi (53 hanno rinunciato)

8 Iniziative non codificate per fronteggiare l emergenza abitativa Il Comune di Biella ha sperimentato la possibilità di sostenere alcuni nuclei sottoposti a sfratto, attraverso l aiuto nel pagamento di una caparra per l affitto di un nuovo alloggio sul mercato privato, magari ad un prezzo più sostenibile ed in zone più periferiche. La Caparra in generale consiste in 2 o 3 mensilità più una quarta di provvigione. Questo sistema ha permesso a diverse famiglie, con scarsa capacità di spesa, di recuperare l autonomia abitativa in tempi più o meno brevi

9 Iniziative non codificate per fronteggiare l emergenza abitativa Nel 2011, il Comune di Biella ha iniziato a sperimentare con il Santuario di Oropa, attraverso apposita convenzione, una modalità di accoglienza temporanea rivolta ad alcuni nuclei sottoposti a sfratto esecutivo, nel mercato privato, sconosciuti in tutto o in parte ai Servizi, privi di reti familiari o amicali. Le unità abitative messe a disposizione consistono in 5 camere dotate di servizi esterni in comune (bagno e cucina), in grado di ospitare contemporaneamente 10 persone. Questa modalità di accoglienza emergenziale ha consentito ad alcuni nuclei di affrontare il disagio abitativo e con il supporto dei Servizi di risolverlo in tempi medio/brevi

10 Iniziative non codificate per fronteggiare l emergenza abitativa Il Comune di Biella ha emesso 2 bandi speciali (1 nel 2011 ed 1 nel 2013) rivolti a particolari categorie di utenza in situazione di debolezza sociale e non attrezzate per fronteggiare l emergenza abitativa: separati, ragazze madri, ultrasessantacinquenni, giovani coppie

11 Il Piano di zona quale luogo/strumento nuovo per fronteggiare l emergenza abitativa Il Consorzio Iris, di cui il Comune di Biella fa parte, nell ambito del Tavolo adulti del Piano di Zona ha promosso un Laboratorio dedicato alla riduzione dei danni derivanti dagli sfratti. Si è partiti dalla strutturazione di un analisi condivisa della situazione territoriale (bisogni, criticità, risorse), per poi individuare gli interventi necessari e gli interventi realizzabili nel Piano di Zona, esplicitandone le modalità di realizzazione.

12 Tra gli interventi necessari è stato rilevato il bisogno di: Iniziative di sensibilizzazione e informazione per intercettare precocemente gli inquilini in difficoltà (prima che la morosità diventi eccessiva) e per offrire supporto nei percorsi; Offerta di servizi di mediazione tra inquilini e proprietari; Attivazione di interventi di sostegno economico e sociale per il superamento della morosità, della difficoltà economico e/o se necessario - il reperimento di una soluzione abitativa più sostenibile;

13 Gli interventi realizzati finora tramite il PdZ sono stati: Predisposizione di 3 pieghevoli con informazioni sull iter della procedura di sfratto, sull iter di accesso case popolari e alle assegnazioni di emergenza, sui diritti e doveri dell inquilino; Mappatura della rete dei servizi/dei soggetti potenzialmente coinvolgibili nell azione di informazione e sensibilizzazione di inquilini e proprietari Individuazione di una modalità operativa condivisa per la rilevazione delle buone prassi di gestione integrata (tra servizi e terzo settore) di situazioni di disagio abitativo

14 Riflessioni Il sistema pubblico tradizionale è ancora legato a schemi di intervento che escludono da ogni provvedimento di sostegno le fasce intermedie per le quali, le condizioni reddituali, non consentono una equiparazione alle fasce sociali deboli per le quali sono state pensate e volute le case popolari Il sistema degli Enti locali deve trovare forme di intervento più incisive nella ridefinizione del ruolo delle politiche pubbliche del settore abitativo (maggiore connessione con edilizia pubblica e privata) Occorre dunque costruire politiche e non semplicemente fare interventi

- ALLEGATO- DISCIPLINA DEI CRITERI PER L'ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE DI RISERVA PER LE EMERGENZE ABITATIVE

- ALLEGATO- DISCIPLINA DEI CRITERI PER L'ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE DI RISERVA PER LE EMERGENZE ABITATIVE - ALLEGATO- DISCIPLINA DEI CRITERI PER L'ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE DI RISERVA PER LE EMERGENZE ABITATIVE INDICE Premessa Titolo I - Requisiti generali per l'assegnazione di alloggi

Dettagli

Allegato A) alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 132 del 19/07/2012 REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE

Allegato A) alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 132 del 19/07/2012 REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE Allegato A) alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 132 del 19/07/2012 REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE A NUCLEI FAMILIARI IN EMERGENZA ABITATIVA composto da n. 19 articoli

Dettagli

Interventi sul disagio abitativo Comune di Rimini

Interventi sul disagio abitativo Comune di Rimini Interventi sul disagio abitativo Comune di Rimini Realtà territoriale Il Comune di Rimini si distingue per realtà abitative disomogenee che fondano le loro radici nell economia ad indirizzo prevalentemente

Dettagli

ROMA CAPITALE DIPARTIMENTO POLITICHE ABITATIVE AVVISO PUBBLICO BANDO GENERALE DI CONCORSO

ROMA CAPITALE DIPARTIMENTO POLITICHE ABITATIVE AVVISO PUBBLICO BANDO GENERALE DI CONCORSO All. A ROMA CAPITALE DIPARTIMENTO POLITICHE ABITATIVE AVVISO PUBBLICO BANDO GENERALE DI CONCORSO Per l assegnazione in locazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica ubicati nel territorio di Roma

Dettagli

Politiche Abitative - Comune di Empoli -

Politiche Abitative - Comune di Empoli - Politiche Abitative - Comune di Empoli - Con il trasferimento della funzione all Unione, è stato costituito un unico ufficio casa per tutto l Empolese Valdelsa. Fino al 2013 sul territorio erano presenti

Dettagli

Ricerca sull accesso all abitazione da parte degli stranieri immigrati a Bologna e provincia.

Ricerca sull accesso all abitazione da parte degli stranieri immigrati a Bologna e provincia. Ricerca sull accesso all abitazione da parte degli immigrati a Bologna e provincia. Questo questionario fa parte della ricerca sull accesso all abitazione da parte dei cittadini immigrati a Bologna e provincia

Dettagli

Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Decreto Casa.

Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti. Decreto Casa. Decreto casa. Un miliardo e 800 milioni per l emergenza abitativa. Che cosa prevede? Ministero delle Infrastrutture Decreto Casa. 200 MILIONI DI EURO AL FONDO AFFITTO Ai 100 milioni di euro già stanziati

Dettagli

Città di Piossasco REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI SOCIALI A NUCLEI IN EMERGENZA ABITATIVA PREMESSA

Città di Piossasco REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI SOCIALI A NUCLEI IN EMERGENZA ABITATIVA PREMESSA Città di Piossasco REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI SOCIALI A NUCLEI IN EMERGENZA ABITATIVA PREMESSA Il presente regolamento sostituisce il precedente regolamento, approvato con delibera di Consiglio

Dettagli

Città di RACCONIGI (Provincia di Cuneo) AREA SOCIO ASSISTENZIALE

Città di RACCONIGI (Provincia di Cuneo) AREA SOCIO ASSISTENZIALE Città di RACCONIGI (Provincia di Cuneo) AREA SOCIO ASSISTENZIALE RICEVUTA Domanda n. In data Bando di concorso per la formazione della graduatoria finalizzata all assegnazione di alloggi di edilizia sociale,

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE DELIBERA

LA GIUNTA REGIONALE DELIBERA Supplemento ordinario n. 1 al «Bollettino Ufficiale» - Serie Generale - n. 42 del 3 settembre 2014 11 DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA REGIONALE 4 agosto 2014, n. 1038. L.R. 28 novembre 2003, n. 23 e succ. mod.

Dettagli

CITTA' DI CATANIA. A norma dell'art. 2 del D.P.R. 30/12/72 n. 1035 possono partecipare al presente concorso coloro che:

CITTA' DI CATANIA. A norma dell'art. 2 del D.P.R. 30/12/72 n. 1035 possono partecipare al presente concorso coloro che: CITTA' DI CATANIA BANDO DI CONCORSO, INDETTO AI SENSI DEL D.P.R. N 1035 DEL 30/12/1972, PER L'ASSEGNAZIONE, IN LOCAZIONE SEMPLICE, DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA, SITI NEL COMUNE DI CATANIA,

Dettagli

FINALITA' TITOLO I - NORME PER L'ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

FINALITA' TITOLO I - NORME PER L'ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA REGOLAMENTO PER L'ASSEGNAZIONE ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA IN EMERGBNZA ABITATIVA E PER L'ACCESSO A CONTRIBUTI FINALITA' Il presente regolamento disciplina i criteri di assegnazione degli

Dettagli

COMUNE DI TORRE PELLICE -------------- PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI TORRE PELLICE -------------- PROVINCIA DI TORINO APPROVATO CON C.C. 77 DEL 22.12.2010 COMUNE DI TORRE PELLICE -------------- PROVINCIA DI TORINO REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA IN EMERGENZA ABITATIVA E PER

Dettagli

2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI

2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI 2. CONTRIBUTI ECONOMICI E BENEFICI CONTINUATIVI I benefici che seguono sono continuativi. Potrebbero però modificarsi di anno in anno parte dei requisiti di accesso, periodo di raccolta delle domande e

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LE EMERGENZE ABITATIVE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LE EMERGENZE ABITATIVE REGOLAMENTO COMUNALE PER LE EMERGENZE ABITATIVE (approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 62 del 29/10/2014) Art. n. 1 - Generalità degli interventi Il presente Regolamento disciplina l assegnazione

Dettagli

Politiche Abitative Report Gennaio 2014

Politiche Abitative Report Gennaio 2014 U. O. Ufficio Casa Politiche Abitative Report Gennaio 2014 Analisi del contesto socio economico Il disagio abitativo è una problematica rispetto alla quale si impone la necessità di avere una visione d'insieme

Dettagli

COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO

COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO Prot. N. 34464 COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO BANDO DI CONCORSO SPECIALE PER L ASSEGNAZIONE DI N. 17 ALLOGGI IN AFFITTO PER GLI ANZIANI DEGLI ANNI 2000 REALIZZATI NEL COMUNE DI CASTELFRANCO VENETO BORGO

Dettagli

1) di essere residente nel Comune di. . Via... n.. telefono. 2) di prestare la propria attività lavorativa nel Comune di MASSA presso

1) di essere residente nel Comune di. . Via... n.. telefono. 2) di prestare la propria attività lavorativa nel Comune di MASSA presso Modulo di domanda per bando ERP 2013 Marca da bollo da 16,00 AL COMUNE DI MASSA SETTORE Politiche Sociali,per la Casa e Pari Opportunità Via Porta Fabbrica 1 Il/la sottoscritto/a.. nato/a a.... il......,

Dettagli

Comune di SULMONA PROVINCIA DI L'AQUILA

Comune di SULMONA PROVINCIA DI L'AQUILA Ufficio Ricevente: UFFICIO CASA Domanda ricevuta il Domanda spedita il Prot. n. del Domanda n Comune di SULMONA PROVINCIA DI L'AQUILA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO ANNO 204 (da presentarsi

Dettagli

Comune di Cormons Servizio socio - assistenziale ALLEGATO 1

Comune di Cormons Servizio socio - assistenziale ALLEGATO 1 Comune di Cormons Servizio socio - assistenziale ALLEGATO 1 Bando per la concessione di contributi economici per l abbattimento delle spese per i canoni di locazione di immobili ad uso abitativo - anno

Dettagli

Alla VENERABILE ARCICONFRATERNITA DELLA MISERICORDIA DI PISTOIA

Alla VENERABILE ARCICONFRATERNITA DELLA MISERICORDIA DI PISTOIA PRATICA N. Alla VENERABILE ARCICONFRATERNITA DELLA MISERICORDIA DI PISTOIA DOMANDA PER L ACCESSO ALLA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONE A CANONE CALMIERATO DI N.13 ALLOGGI DI PROPRIETA DELLA VENERABILE ARCICONFRATERNITA

Dettagli

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato GIANNI

CAMERA DEI DEPUTATI PROPOSTA DI LEGGE. d iniziativa del deputato GIANNI Atti Parlamentari 1 Camera dei Deputati CAMERA DEI DEPUTATI N. 4536 PROPOSTA DI LEGGE d iniziativa del deputato GIANNI Disposizioni per ridurre il disagio abitativo mediante la partecipazione delle regioni

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI E PRESTAZIONI DI SERVIZI IN CAMPO SOCIALE. SERVIZIO DI ALLOGGI PROTETTI COMUNALI

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI E PRESTAZIONI DI SERVIZI IN CAMPO SOCIALE. SERVIZIO DI ALLOGGI PROTETTI COMUNALI Comune di Toscolano Maderno Provincia di Brescia Allegato A REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI INTERVENTI E PRESTAZIONI DI SERVIZI IN CAMPO SOCIALE. SERVIZIO DI ALLOGGI PROTETTI COMUNALI 1. Definizione,

Dettagli

UNIONE DEI COMUNI CUORE DELLO STELLA

UNIONE DEI COMUNI CUORE DELLO STELLA UNIONE DEI COMUNI CUORE DELLO STELLA tra i Comuni di Rivignano, Pocenia e Teor BANDO PER LA CORRESPONSIONE DEI CONTRIBUTI PER L ABBATTIMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE DI IMMOBILI ADIBITI AD USO ABITATIVO,

Dettagli

Il problema casa. La situazione a Trieste LA SITUAZIONE ABITATIVA NEL COMUNE DI TRIESTE

Il problema casa. La situazione a Trieste LA SITUAZIONE ABITATIVA NEL COMUNE DI TRIESTE LA SITUAZIONE ABITATIVA NEL COMUNE DI TRIESTE Il problema casa Da parecchi anni in Italia si registra un forte squilibrio tra la crescita dei valori immobiliari e quella dei redditi da lavoro dipendente

Dettagli

COMUNE DI SOMMATINO BANDO DI CONCORSO

COMUNE DI SOMMATINO BANDO DI CONCORSO COMUNE DI SOMMATINO BANDO DI CONCORSO PER L'ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI POPOLARI CHE SI SONO RESI DISPONIBILI IN LOCAZIONE SEMPLICE FINANZIATI CON L. R. N. 15 DEL 25.05.86 NEL COMUNE DI SOMMATINO DESTINATI

Dettagli

COMUNE DI OBČINA MONRUPINO - REPENTABOR

COMUNE DI OBČINA MONRUPINO - REPENTABOR BANDO PER LA CORRESPONSIONE DEI CONTRIBUTI PER L ABBATTIMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE DI IMMOBILI ADIBITI AD USO ABITATIVO, AI SENSI DELL ART. 11 DELLA L. 431/1998 E DELL ART. 6 DELLA L.R. 6/2003. Art.

Dettagli

Regolamento per l assegnazione transitoria e temporanea di alloggi destinati a situazioni di emergenza sociale

Regolamento per l assegnazione transitoria e temporanea di alloggi destinati a situazioni di emergenza sociale COMUNE DI CARNAGO (Provincia di Varese) Regolamento per l assegnazione transitoria e temporanea di alloggi destinati a situazioni di emergenza sociale Approvato con deliberazione di C.C. n. 9 del 30.04.2013

Dettagli

Il sottoscritto/a... codice fiscale... data di nascita... comune di nascita... provincia di nascita... stato di nascita...

Il sottoscritto/a... codice fiscale... data di nascita... comune di nascita... provincia di nascita... stato di nascita... Bando di assegnazione degli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica nel Comune di Cinisello Balsamo, ai sensi del Regolamento Regionale n. 1 del 10/02/2004 e s.m.i. Il presente modulo deve essere compilato

Dettagli

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 03530/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 03530/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 03530/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico

Dettagli

Bando di concorso per l'abbattimento dei canoni di locazione di immobili adibiti ad uso abitativo

Bando di concorso per l'abbattimento dei canoni di locazione di immobili adibiti ad uso abitativo Bando di concorso per l'abbattimento dei canoni di locazione di immobili adibiti ad uso abitativo DESCRIZIONE Il Comune di Monfalcone indice un concorso pubblico per la concessione di contributi integrativi

Dettagli

Dipartimento Politiche Abitative U.O. Interventi di sostegno abitativo Quadrato della Concordia, 4-00144 Roma

Dipartimento Politiche Abitative U.O. Interventi di sostegno abitativo Quadrato della Concordia, 4-00144 Roma ALL. B ALL.B Dipartimento Politiche Abitative U.O. Interventi di sostegno abitativo Quadrato della Concordia, 4-00144 Roma DOMANDA DI ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

Dettagli

COMUNE DI PASIAN DI PRATO Provincia di Udine

COMUNE DI PASIAN DI PRATO Provincia di Udine COMUNE DI PASIAN DI PRATO Provincia di Udine BANDO PER LA CORRESPONSIONE DEI CONTRIBUTI PREVISTI PER L ABBATTIMENTO DEI CANONI DI LOCAZIONE DI IMMOBILI ADIBITI AD USO ABITATIVO, AI SENSI DELL ART. 11 DELLA

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE IN EMERGENZA ABITATIVA E PER L ACCESSO A LOCARE

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE IN EMERGENZA ABITATIVA E PER L ACCESSO A LOCARE REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE IN EMERGENZA ABITATIVA E PER L ACCESSO A LOCARE TITOLO I COMMISSIONE EMERGENZA ABITATIVA (C.E.A.) ART. 1 COMPOSIZIONE DURATA 1. La Commissione

Dettagli

Scheda informativa sulle condizioni generali per l accesso e le prestazioni erogate MILANO ABITARE AGENZIA SOCIALE PER LA LOCAZIONE

Scheda informativa sulle condizioni generali per l accesso e le prestazioni erogate MILANO ABITARE AGENZIA SOCIALE PER LA LOCAZIONE Scheda informativa sulle condizioni generali per l accesso e le prestazioni erogate da MILANO ABITARE AGENZIA SOCIALE PER LA LOCAZIONE Milano, 25 MAGGIO 2015 1. L AGENZIA SOCIALE PER LA LOCAZIONE 1.1.

Dettagli

Al COMUNE DI PISTOIA SERVIZIO POLITICHE SOCIALI

Al COMUNE DI PISTOIA SERVIZIO POLITICHE SOCIALI PRATICA N. Al COMUNE DI PISTOIA SERVIZIO POLITICHE SOCIALI DOMANDA PER L ACCESSO ALLA GRADUATORIA PER L ASSEGNAZIONE A CANONE CALMIERATO DI N.25 ALLOGGI DI PROPRIETA DELLA VENERABILE ARCICONFRATERNITA

Dettagli

Protocollo Operativo per il funzionamento dell Agenzia Casa

Protocollo Operativo per il funzionamento dell Agenzia Casa Protocollo Operativo per il funzionamento dell Agenzia Casa 1. Finalità L'agenzia casa è un servizio pubblico del Comune di Modena volto istituzionalmente ad assicurare l'accesso alla casa ai cittadini

Dettagli

C O M U N E D I MASSAROSA

C O M U N E D I MASSAROSA Regolamento comunale per interventi (sistemazioni abitative e contributi) a famiglie in condizioni di emergenza abitativa (approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 32 del 10.06.2013) Art. 1 Generalità

Dettagli

CHIEDE. 2 a) di avere la residenza da almeno 5 anni nel Comune di Fonte Nuova

CHIEDE. 2 a) di avere la residenza da almeno 5 anni nel Comune di Fonte Nuova DOMANDA DI INSERIMENTO NELLA GRADUATORIA VALIDA PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA NEL COMUNE DI FONTE NUOVA (L.R. n. 12 del 6.8.1999 e Regolamento regionale n.

Dettagli

CNEL Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro La crisidegli affitti e il Piano di edilizia abitativa

CNEL Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro La crisidegli affitti e il Piano di edilizia abitativa CNEL Consiglio Nazionale dell Economia e del Lavoro La crisidegli affitti e il Piano di edilizia abitativa Osservazioni e Proposte Assemblea 21 luglio 2010 1 21 luglio 2010 Indice Premessa...3 Introduzione...4

Dettagli

BANDO SPECIALE DI CONCORSO

BANDO SPECIALE DI CONCORSO ISTITUTO AUTONOMO PER LE CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI RAGUSA BANDO SPECIALE DI CONCORSO per la formazione della graduatoria inerente l assegnazione in locazione semplice di N 18 alloggi siti nel Comune

Dettagli

Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione

Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione Comitato Paritetico di Controllo e Valutazione Missione valutativa Attuazione e risultati delle misure regionali di sostegno all affitto e all acquisto della prima casa Relazione finale 1. L ambito di

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE IN EMERGENZA ABITATIVA

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE IN EMERGENZA ABITATIVA APPROVATO CON DELIBERAZIONE C.C. N. 3 DEL 15.02.2013 REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI DI EDILIZIA SOCIALE IN EMERGENZA ABITATIVA INDICE Titolo I La Commissione per l Emergenza Abitativa (C.E.A.)

Dettagli

COMUNE DI MESSINA DIPARTIMENTO POLITICHE DELLA CASA - RISANAMENTO E.R.P. BANDO DI CONCORSO (approvato con deliberazione n. 87/c del 05.12.

COMUNE DI MESSINA DIPARTIMENTO POLITICHE DELLA CASA - RISANAMENTO E.R.P. BANDO DI CONCORSO (approvato con deliberazione n. 87/c del 05.12. COMUNE DI MESSINA DIPARTIMENTO POLITICHE DELLA CASA - RISANAMENTO E.R.P. BANDO DI CONCORSO (approvato con deliberazione n. 87/c del 05.12.2012) Per l assegnazione in locazione definitiva di alloggi siti

Dettagli

Chiedere subito all'agenzia il costo del servizio di intermediazione per evitare sorprese.

Chiedere subito all'agenzia il costo del servizio di intermediazione per evitare sorprese. Guida pratica e giuridica per la ricerca di un alloggio in Italia Affittare una casa 1 Leggi di riferimento Legge 27 Luglio 1078 n. 392 (equo canone) Legge 8 Agosto 1992, n.359 (patti in deroga) Legge

Dettagli

Regolamento del servizio emergenze abitative

Regolamento del servizio emergenze abitative COMUNE DI CASTEL SAN PIETRO TERME ( Provincia di Bologna ) Regolamento del servizio emergenze abitative Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 14 del 09.02.2011, immediatamente eseguibile REGOLAMENTO

Dettagli

IL /La sottoscritto / a. Nato a il. Residente a Prov. In via n. n. tel /cell Codice Fiscale C H I E D E

IL /La sottoscritto / a. Nato a il. Residente a Prov. In via n. n. tel /cell Codice Fiscale C H I E D E DOMANDA CONDUTTORE 2015 AL COMUNE DI GRADO SERVIZIO SOCIO ASSISTENZIALE UFFICIO DEI SERVIZI SOCIALI 34073 GRADO P.zza B. Marin, 4 ATTENZIONE: SI RACCOMANDA DI COMPILARE IN MANIERA CHIARA E LEGGIBILE E/O

Dettagli

Decreto legge per l emergenza abitativa presentato dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi

Decreto legge per l emergenza abitativa presentato dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi Decreto legge per l emergenza abitativa presentato dal ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi Roma, 12 marzo 2014 1 miliardo e 741 milioni per Sostegno all affitto a canone concordato

Dettagli

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO E.R.P. (Legge Regionale 8 agosto 2001, n.24)

DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO E.R.P. (Legge Regionale 8 agosto 2001, n.24) C.S.C.S. 85/2001 TRIS AGG. 04/11/2002 Codice ISTAT: 35040 RISERVATO ALL UFFICIO Prot n... Data.. Nucleo familiare n COMUNE DI SCANDIANO PROVINCIA DI REGGIO EMILIA Marca da bollo 14,62 DOMANDA DI ASSEGNAZIONE

Dettagli

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE

CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE La trasparenza nelle Istituzioni: FACCIAMO IL PUNTO SULL ATTIVITÀ DI GOVERNO Aggiornato al 28 agosto 2013 IL GOVERNO LETTA E LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO: CASA E LAVORO: LE PRIORITÀ CONDIVISE Nelle pagine

Dettagli

COMUNE Dl TRIESTE AREA DEI SERVIZI DI DIREZIONE GENERALE E PROTEZIONE CIVILE SERVIZIO DEMANIO E PATRIMONIO IMMOBILIARE ESPROPRI UFFICIO CASA

COMUNE Dl TRIESTE AREA DEI SERVIZI DI DIREZIONE GENERALE E PROTEZIONE CIVILE SERVIZIO DEMANIO E PATRIMONIO IMMOBILIARE ESPROPRI UFFICIO CASA COMUNE Dl TRIESTE AREA DEI SERVIZI DI DIREZIONE GENERALE E PROTEZIONE CIVILE SERVIZIO DEMANIO E PATRIMONIO IMMOBILIARE ESPROPRI UFFICIO CASA BANDO Dl CONCORSO per l erogazione di contributi integrativi

Dettagli

COMUNE DI UDINE DIPARTIMENTO POLITICHE SOCIALI, EDUCATIVE E CULTURALI

COMUNE DI UDINE DIPARTIMENTO POLITICHE SOCIALI, EDUCATIVE E CULTURALI COMUNE DI UDINE DIPARTIMENTO POLITICHE SOCIALI, EDUCATIVE E CULTURALI U.O. IMMIGRAZIONE, ABITARE SOCIALE E PROMOZIONE DEI DIRITTI DI CITTADINANZA U.S. ABITARE SOCIALE BANDO PER LA CORRESPONSIONE DEI CONTRIBUTI

Dettagli

Politiche di contrasto della povertà e grave emarginazione: priorità di intervento

Politiche di contrasto della povertà e grave emarginazione: priorità di intervento 2.7 Politiche di contrasto della povertà e grave emarginazione: priorità di intervento Obiettivi di integrazione - Si rileva una disomogeneità nelle modalità di raccordo e collaborazione tra il Servizio

Dettagli

REGOLAMENTO MISURE PER L EMERGENZA ABITATIVA. Art. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE

REGOLAMENTO MISURE PER L EMERGENZA ABITATIVA. Art. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE REGOLAMENTO MISURE PER L EMERGENZA ABITATIVA Art. 1 AMBITO DI APPLICAZIONE Il presente regolamento intende: - riordinare in modo organico i criteri per individuare i soggetti aventi titolo a fruire dei

Dettagli

Sostegno Progetti di Vita Indipendente (L. 162/98) lia persone disabili e al nucleo familiare che li assiste

Sostegno Progetti di Vita Indipendente (L. 162/98) lia persone disabili e al nucleo familiare che li assiste famiglia Assegno di Maternità e Assegno per il Nucleo Famigliare 01 Tali sostegni economici sono volti a favorire il benessere di nuclei familiari con figli. L assegno di maternità è un contributo economico

Dettagli

Bando di concorso per la concessione di contributi a soggetti che mettono a disposizione alloggi a favore di locatari meno abbienti

Bando di concorso per la concessione di contributi a soggetti che mettono a disposizione alloggi a favore di locatari meno abbienti Bando di concorso per la concessione di contributi a soggetti che mettono a disposizione alloggi a favore di locatari meno abbienti DESCRIZIONE Il Comune di Monfalcone indice un concorso pubblico per la

Dettagli

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE

DOMANDA DI PARTECIPAZIONE Comune di Occhiobello Provincia di Rovigo 6,00 DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA AI SENSI DELLA L.R. 0.04.996, N. 0, PUBBLICATO

Dettagli

Comune di CORI AVVISO DI BANDO GENERALE

Comune di CORI AVVISO DI BANDO GENERALE Comune di CORI AVVISO DI BANDO GENERALE Finalizzato alla formazione e all aggiornamento della graduatoria permanente degli aventi titolo all assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica, destinati

Dettagli

3. SOCIALE. 3.3 Politiche abitative

3. SOCIALE. 3.3 Politiche abitative 3. SOCIALE 3.3 Politiche abitative INDICE Inquadramento strategico..................... pag. 65 Risorse impiegate........................ pag. 66-67 I progetti innovativi....................... pag. 68-69

Dettagli

COMUNE DI TRICESIMO. Requisiti soggettivi: (da possedere al momento di presentazione della domanda)

COMUNE DI TRICESIMO. Requisiti soggettivi: (da possedere al momento di presentazione della domanda) COMUNE DI TRICESIMO Provincia di Udine Ambito Socio Assistenziale 4.2 del Tarcentino Servizi sociali Comuni di Attimis Cassacco Faedis Lusevera Magnano in Riviera Nimis Povoletto Reana del Rojale Taipana

Dettagli

- BANDO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI A CANONE MODERATO COMUNE DI OLLOLAI. Provincia di Nuoro

- BANDO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI A CANONE MODERATO COMUNE DI OLLOLAI. Provincia di Nuoro Approvato con Determinazione del Responsabile del Settore n. 673 del 02/12/2015 COMUNE DI OLLOLAI Provincia di Nuoro BANDO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI A Ai sensi

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SOSTEGNO DEI CITTADINI IN EMERGENZA ABITATIVA

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SOSTEGNO DEI CITTADINI IN EMERGENZA ABITATIVA REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SOSTEGNO DEI CITTADINI IN EMERGENZA ABITATIVA Approvato con delibera di Consiglio Comunale n. 4/42585/13 del 24 giugno 2013 ART. 1 - Oggetto del Regolamento Il presente regolamento

Dettagli

La legislazione regionale in tema di fondi immobiliari per l edilizia privata sociale

La legislazione regionale in tema di fondi immobiliari per l edilizia privata sociale La legislazione regionale in tema di fondi immobiliari per l edilizia privata sociale Le iniziative della Regione Emilia- Romagna per l housing sociale Bologna 15 novembre 2012 Caterina Brancaleoni Nucleo

Dettagli

Regolamento per l assegnazione di alloggi E.R.P.

Regolamento per l assegnazione di alloggi E.R.P. UFFICIO ASSOCIATO POLITICHE ABITATIVE Regolamento per l assegnazione di alloggi E.R.P. ai sensi della L.R. 08/08/2001 n.24 Disciplina generale dell intervento pubblico nel settore abitativo INDICE Art.

Dettagli

Assessorato alle Politiche Sociali. Assessorato all Istruzione, Formazione e Lavoro

Assessorato alle Politiche Sociali. Assessorato all Istruzione, Formazione e Lavoro REGIONE TOSCANA Giunta Regionale Assessorato alle Politiche Sociali Assessorato all Istruzione, Formazione e Lavoro Progetto regionale Sistema integrato di servizi per le famiglie e gli assistenti familiari

Dettagli

PROGETTO di LEGGE Norme a tutela dei genitori separati e/o divorziati e dei loro figli

PROGETTO di LEGGE Norme a tutela dei genitori separati e/o divorziati e dei loro figli PROGETTO di LEGGE Norme a tutela dei genitori separati e/o divorziati e dei loro figli RELAZIONE ILLUSTRATIVA Secondo le rilevazioni statistiche, la rottura dei legami familiari è un fenomeno sociale che

Dettagli

REGIONE TOSCANA COMUNE DI GAVORRANO

REGIONE TOSCANA COMUNE DI GAVORRANO REGIONE TOSCANA COMUNE DI GAVORRANO Al Sindaco del Comune di Gavorrano Il sottoscritto nato a Prov. il presa visione del bando di concorso pubblicato il 6 marzo 2013 per l assegnazione in locazione semplice

Dettagli

BANDO PER LA CORRESPONSIONE DEI CONTRIBUTI DEL FONDO NAZIONALE PER IL SOSTEGNO ALL ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE. LEGGE 9 DICEMBRE 1998 N.

BANDO PER LA CORRESPONSIONE DEI CONTRIBUTI DEL FONDO NAZIONALE PER IL SOSTEGNO ALL ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE. LEGGE 9 DICEMBRE 1998 N. CITTÀ DI CIVIDALE DEL FRIULI UNITA OPERATIVA POLITICHE SOCIALI/POLITICHE GIOVANILI PARI OPPORTUNITÀ p.tta Chiarottini, n 5-33043 - Cividale del Friuli 0432-710300 - fax 0432-710303 BANDO PER LA CORRESPONSIONE

Dettagli

EMERGENZA CASA IN PIEMONTE INTERVENIRE PER GARANTIRE IL DIRITTO

EMERGENZA CASA IN PIEMONTE INTERVENIRE PER GARANTIRE IL DIRITTO CGIL-CISL-UIL PIEMONTE SUNIA-SICET-UNIAT PIEMONTE RELAZIONE INTRODUTTIVA EMERGENZA CASA IN PIEMONTE INTERVENIRE PER GARANTIRE IL DIRITTO In Piemonte come in Italia la pesante crisi economica ha generato

Dettagli

RICHIESTA DI AGGIORNAMENTO DELLA DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO ERP N. La/Il sottoscritta/o.. nato a. Il.. Residente in in via n..

RICHIESTA DI AGGIORNAMENTO DELLA DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO ERP N. La/Il sottoscritta/o.. nato a. Il.. Residente in in via n.. bollo RICHIESTA DI AGGIORNAMENTO DELLA DOMANDA DI ASSEGNAZIONE DI ALLOGGIO ERP N La/Il sottoscritta/o.. nato a. Il.. Residente in in via n.. In qualità di rappresentante/componente del nucleo familiare..

Dettagli

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO E DI CERTIFICAZIONE (Artt. 46-47 del DPR 445/2000) Cognome Nome, nato il a, Codice Fiscale

DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO NOTORIO E DI CERTIFICAZIONE (Artt. 46-47 del DPR 445/2000) Cognome Nome, nato il a, Codice Fiscale AL SIG. SINDACO COMUNE DI CASTELFIDARDO DOMANDA CONTRIBUTO AFFITTO PER L'ANNO 2012 (ai sensi dell'art. 11 L. 431/98). Al fine dell ammissione al contributo, per dimostrare di possedere i requisiti stabiliti

Dettagli

NOTA TECNICA SUL PIANO CASA

NOTA TECNICA SUL PIANO CASA NOTA TECNICA SUL PIANO CASA L art. 11 della legge 133/08 ha inteso rilanciare un Piano Casa per realizzare un offerta di alloggi in proprietà e in locazione prima casa nelle aree di bisogno abitativo,

Dettagli

CONSAPEVOLE CHE CHIEDE

CONSAPEVOLE CHE CHIEDE MARCA DA BOLLO EURO 14,62 COMUNE DI BAGNO A RIPOLI REGIONE TOSCANA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO DI CONCORSO 2011 PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE SEMPLICE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA

Dettagli

COMUNE DI BRINDISI REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI BRINDISI E DELLO I.A.C.P. ADIBITI A CASE PARCHEGGIO

COMUNE DI BRINDISI REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI BRINDISI E DELLO I.A.C.P. ADIBITI A CASE PARCHEGGIO COMUNE DI BRINDISI REGOLAMENTO COMUNALE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI PROPRIETA DEL COMUNE DI BRINDISI E DELLO I.A.C.P. ADIBITI A CASE PARCHEGGIO ART. 1 Per l'assegnazione degli alloggi di proprietà

Dettagli

LA GIUNTA REGIONALE. VISTA la legge regionale 7 dicembre 2001, n. 32 concernente Interventi a sostegno della famiglia ;

LA GIUNTA REGIONALE. VISTA la legge regionale 7 dicembre 2001, n. 32 concernente Interventi a sostegno della famiglia ; DELIBERAZIONE N.1177 DEL 23/12/2005 Oggetto: L.r. 7 dicembre 2001, n. 32 Interventi a sostegno della famiglia. Individuazione degli interventi prioritari, nonché delle modalità e dei criteri di riparto

Dettagli

COMUNE DI MONTOPOLI I N VAL D'ARNO via Francesco Guicciardini n 61 56020 Montopoli in Val d'arno (PI) 0571/449811

COMUNE DI MONTOPOLI I N VAL D'ARNO via Francesco Guicciardini n 61 56020 Montopoli in Val d'arno (PI) 0571/449811 BANDO INTEGRATIVO DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA (E.R.P.) ANNO 2010 IL RESPONSABILE DEL SETTORE AMMINISTRATIVO rende noto che dal giorno 01/12/2010 è pubblicato

Dettagli

PROVINCIA DI VENEZIA REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN EMERGENZA ABITATIVA E L OSPITALITÀ TEMPORANEA

PROVINCIA DI VENEZIA REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN EMERGENZA ABITATIVA E L OSPITALITÀ TEMPORANEA COMUNE DI DOLO PROVINCIA DI VENEZIA REGOLAMENTO DISCIPLINANTE L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI IN EMERGENZA ABITATIVA E L OSPITALITÀ TEMPORANEA Approvato con delibera C.C. n. 77 del 22.11.2012 Modificato con

Dettagli

Il sottoscritto (cognome e nome ) nato a Prov. il stato civile codice fiscale

Il sottoscritto (cognome e nome ) nato a Prov. il stato civile codice fiscale Marca da bollo da 16,00 al Comune di Castelfranco di Sotto Prot. n. del DOMANDA DI PARTECIPAZIONE AL BANDO INTEGRATIVO DI CONCORSO - ANNO 2013 PER L'ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE SEMPLICE DI ALLOGGI DI EDILIZIA

Dettagli

Bando Generale Comune di Castelli anno 2011

Bando Generale Comune di Castelli anno 2011 1 Bando Generale Comune di Castelli anno 2011 SETTORE TECNICO Domanda di partecipazione per l assegnazione di alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (Legge Regionale 25 ottobre 1996, n. 96 e successive

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DESTINATI A SITUAZIONI DI EMERGENZA SOCIALE E DISAGIO ABITATIVO

REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DESTINATI A SITUAZIONI DI EMERGENZA SOCIALE E DISAGIO ABITATIVO COMUNI DI ASCIANO BUONCONVENTO MONTERONI D ARBIA RAPOLANO TERME S. GIOVANNI D ASSO REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DESTINATI A SITUAZIONI DI EMERGENZA SOCIALE E DISAGIO ABITATIVO (Approvato con

Dettagli

Comune di Parma REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOCIALE (ERS).

Comune di Parma REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOCIALE (ERS). Comune di Parma REGOLAMENTO PER L ASSEGNAZIONE IN LOCAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA RESIDENZIALE SOCIALE (ERS). Approvato con Deliberazione di Consiglio Comunale n. 14 del 25/02/2014 1 SOMMARIO Art. 1 OGGETTO..

Dettagli

COMUNE DI MANIAGO CANONE DI LOCAZIONE

COMUNE DI MANIAGO CANONE DI LOCAZIONE BANDO DI CONCORSO N. 24 2015 (ai sensi della L.R. 6/2003, del Regolamento di esecuzione dell art. 3 della L.R. 6/2003 approvato con D.P.Reg. n. 0119/Pres. del 13/4/2004 e loro successive modifiche ed integrazioni)

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E LA VALUTAZIONE DELLE ISTANZE DI RICHIESTA DI ALLOGGIO IN DEROGA AI SENSI DEL R.R. 01/04 E S.M.I.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E LA VALUTAZIONE DELLE ISTANZE DI RICHIESTA DI ALLOGGIO IN DEROGA AI SENSI DEL R.R. 01/04 E S.M.I. 23 REGOLAMENTO PER LA GESTIONE E LA VALUTAZIONE DELLE ISTANZE DI RICHIESTA DI ALLOGGIO IN DEROGA AI SENSI DEL R.R. 01/0 E S.M.I. APPROVATO DAL CONSIGLIO COMUNALE CON DELIBERAZIONE N.83 Reg./0 Prop. Del.

Dettagli

COMUNE DI SARONNO Servizi Sociali

COMUNE DI SARONNO Servizi Sociali COMUNE DI SARONNO Servizi Sociali Progetto Lo.ca.re. : Locazione a canone responsabile, concordato e garantito PREMESSA. Il Comune di Saronno è stato da tempo classificato tra quelli ad Alta tensione abitativa

Dettagli

COMUNE DI CAMPOFIORITO

COMUNE DI CAMPOFIORITO COMUNE DI CAMPOFIORITO PROVINCIA DI PALERMO ****************** BANDO GENERALE DI CONCORSO PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI POPOLARI COSTRUITI NEL COMUNE DI CAMPOFIORITO In esecuzione della deliberazione di

Dettagli

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 05490/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti

Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 05490/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti Direzione Politiche Sociali e Rapporti con le Aziende Sanitarie 2015 05490/104 Area Edilizia Residenziale Pubblica Servizio Convenzioni e Contratti CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico

Dettagli

Proposta di legge Alienazione degli immobili di ERP. Documento preliminare

Proposta di legge Alienazione degli immobili di ERP. Documento preliminare ALLEGATO A Proposta di legge Alienazione degli immobili di ERP Documento preliminare 1. Inquadramento normativo La materia dell edilizia residenziale pubblica comprende il complesso delle attività delle

Dettagli

Camera dei Deputati Discussioni: Mozioni Morassut ed altri n. 1-00011, Lombardi ed altri n. 1-00092, Piazzoni ed altri n. 1-00149, Antimo Cesaro ed altri n. 1-00246 e Fedriga ed altri n. 1-00252: Iniziative

Dettagli

COMUNE DI CASTELVECCHIO SUBEQUO

COMUNE DI CASTELVECCHIO SUBEQUO COMUNE DI CASTELVECCHIO SUBEQUO Provincia di L Aquila Via Roma n 64 C.A.P. 67024 Codice Fiscale: 00208410662 e-mail: castelvecchio.subequo@pec.it servizi.castelvecchiosubequo@pec.it comunedicastelvecchiosub@virgilio.it

Dettagli

COMUNE DI PERUGIA. 25 - Settore Servizi Sociali, Culturali e Sportivi alla persona

COMUNE DI PERUGIA. 25 - Settore Servizi Sociali, Culturali e Sportivi alla persona COMUNE DI PERUGIA 25 - Settore Servizi Sociali, Culturali e Sportivi alla persona REGOLAMENTO COMUNALE ATTUATIVO DELLA LEGGE REGIONALE 28/11/2003 N. 23 PROCEDURE PER L ASSEGNAZIONE DI ALLOGGI DI EDILIZIA

Dettagli

I contributi economici a sostegno del reddito

I contributi economici a sostegno del reddito Corso di formazione ed aggiornamento sulla gestione dei servizi sociali con riferimento alle prestazioni agevolate I contributi economici a sostegno del reddito Rimini, 24 gennaio 2012 Le misure della

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Domenica Dalpane Via degli Insorti, 2 Faenza Telefono 0546 691811 Fax 0546 691819 E-mail domenica.dalpane@comune.faenza.ra.it

Dettagli

COMUNE DI CORBOLA. Bando di Concorso per assegnazione alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (E.R.P.) Anno 2015

COMUNE DI CORBOLA. Bando di Concorso per assegnazione alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (E.R.P.) Anno 2015 COMUNE DI CORBOLA Bando di Concorso per assegnazione alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica (E.R.P.) Anno 2015 Il Comune di CORBOLA indice il presente Bando di Concorso per l anno 2015 per l assegnazione

Dettagli

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEL BUONO CASA PER LE GIOVANI COPPIE

BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEL BUONO CASA PER LE GIOVANI COPPIE COMUNE DI CAGLIARI Assessorato delle Politiche Sociali Area dei Servizi al cittadino Servizi Socio Assistenziali ed Asili Nido BANDO PER L ASSEGNAZIONE DEL BUONO CASA PER LE GIOVANI COPPIE Ai sensi di

Dettagli

Dal Saggio Il gestore sociale quale garante della sostenibilità negli interventi di Housing Sociale

Dal Saggio Il gestore sociale quale garante della sostenibilità negli interventi di Housing Sociale Dal Saggio Il gestore sociale quale garante della sostenibilità negli interventi di Housing Sociale Maria Luisa Del Gatto Dipartimento BEST, Politecnico di Milano Giordana Ferri Fondazione Housing Sociale

Dettagli

La/Il sottoscritta/o. nata/o a il. cittadinanza e residente nel Comune di. Via N C.F. CHIEDE

La/Il sottoscritta/o. nata/o a il. cittadinanza e residente nel Comune di. Via N C.F. CHIEDE COMUNE DI RAVENNA DOMANDA DI PARTECIPAZIONE ALL AVVISO PUBBLICO PER L ASSEGNAZIONE DI CASA POPOLARE ( ART. 25 LEGGE REGIONALE N 24 DEL 08/08/2001 E SUCC. MODFICHE ED INTEGRAZIONI E DELIBERAZIONI DEL CONSIGLIO

Dettagli

Allegato A) alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 159 del 15/12/2005 REGOLAMENTO

Allegato A) alla deliberazione del Consiglio Comunale n. 159 del 15/12/2005 REGOLAMENTO 4. Regolamento per l assegnazione di alloggi di edilizia residenziale pubblica e per la concessione di benefici alternativi e temporanei a nuclei familiari in situazione di emergenza abitativa Allegato

Dettagli

UNIONE TERRA di MEZZO. DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO E.R.P. (Legge Regione Emilia Romagna 8 Agosto 2001, n. 24)

UNIONE TERRA di MEZZO. DOMANDA DI ASSEGNAZIONE ALLOGGIO E.R.P. (Legge Regione Emilia Romagna 8 Agosto 2001, n. 24) RISERVATO ALL UFFICIO prot...... data.... nucleo familiare n... UNIONE TERRA di MEZZO Comuni di Bagnolo in Piano, Cadelbosco di Sopra, Castelnovo di Sotto Provincia di Reggio Emilia bollo 16,00 DOMANDA

Dettagli

Assessorato alla Solidarietà Sociale e Sanità

Assessorato alla Solidarietà Sociale e Sanità Assessorato alla Solidarietà Sociale e Sanità B A N D O D I C O N C O R S O PER LA PARTECIPAZIONE AL FONDO PER IL SOSTEGNO ALL'ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE - ANNO 2011 (Art. 11, Legge n. 431/1998)

Dettagli

COMUNE DI SUSEGANA Provincia di Treviso

COMUNE DI SUSEGANA Provincia di Treviso ORIGINALE Deliberazione n 7 in data 30/01/2014 COMUNE DI SUSEGANA Provincia di Treviso VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: INDIRIZZO PER LA LOCAZIONE DI IMMOBILE DA UTILIZZARE A SCOPO

Dettagli