Servizio Politiche del Lavoro Tel , fax

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Servizio Politiche del Lavoro Tel. 0583 417430, fax 0583 417401 www.luccalavoro.it lavoro@provincia.lucca.it"

Transcript

1 CARTA DEI SERVIZI

2 Servizio Presidenza, politiche comunitarie, culturali e formative Tel , fax Servizio Politiche del Lavoro Tel , fax Servizio Pubblica Istruzione Tel , fax Centro Pari Opportunità Tel , fax Provincia di Lucca Presidente Stefano Baccelli Assessore alle politiche del lavoro, formazione e pari opportunità Gabriella Pedreschi Assessore alla pubblica istruzione Silvano Simonetti Dirigente del Servizio presidenza, politiche comunitarie, culturali e formative Massimo Marsili Dirigente del Servizio politiche del lavoro Fiorella Baldelli Hanno collaborato alla carta dei servizi Per il Servizio presidenza, politiche comunitarie, culturali e formative Samuele Tognarelli, Angelo Lorenzoni, Giovanna Masetti, Enzo Fasano, Riccardo Isu, Adriano Scarmozzino Per il Servizio politiche del lavoro Francesca Bandecchi, Elena Amadei, Giuseppe Fanucchi, Giovanni Alberigi, Francesca Lodico Per il Servizio pubblica istruzione Patrizia Tintori, Cristina Del Soldato, Silvia Paoleschi, Silvia Borelli, Paola Farinelli, Elena Bianucci Per il Centro Pari Opportunità Serafina Marcacci Coordinamento e realizzazione testi Anna Benedetto - NOTEPRESS Piazza San Salvatore, Lucca Tel. e fax Realizzazione grafica MESCHIASSOCIATI Via degli Orti, Lucca Tel , fax Tipografia Menegazzo srl Stampato a Lucca nel Febbraio 2010

3 Nuovi bisogni. Nuovi strumenti. Queste le parole chiave che sono state scelte per la campagna di comunicazione finalizzata ad informare in modo diffuso e mirato le cittadine e i cittadini, le imprese e gli operatori circa le possibilità che la formazione, il lavoro e l istruzione offrono loro. Questa carta dei servizi è parte di questo impegno, che trova nei documenti di programmazione europea, statale e regionale, la propria ragione. Nuovi bisogni. Nuovi strumenti perché stiamo vivendo una fase di profondo cambiamento che investe l intera società e in particolare il mercato del lavoro. I nuovi bisogni delle imprese, delle famiglie e delle stesse amministrazioni pubbliche impongono la riflessione e l intervento a favore di nuove professionalità. I lavori e le professioni tradizionali si collocano in contesti rapidamente innovati. Questa carta dei servizi si rivolge quindi a tutti coloro che operano nei settori dell istruzione, della formazione e del lavoro. Ma in particolare si rivolge alle persone per offrire uno strumento di conoscenza dei servizi utili all orientamento delle scelte e delle attitudini: dallo studio al primo lavoro, dalle opportunità per i migranti alla creazione di nuova imprenditoria, dalla conciliazione dei tempi di vita e lavoro al reinserimento lavorativo, dai percorsi di pari opportunità alla valorizzazione delle competenze dei diversamente abili. Questo vademecum tascabile presenta quindi i servizi e le modalità per accedervi al fine di avvicinare i bisogni di ciascuno agli strumenti più adeguati al loro soddisfacimento e per non lasciare nulla di intentato nella direzione di un uso razionale e mirato delle risorse impiegate. Il Presidente della Provincia di Lucca Stefano Baccelli L Assessore alle politiche del lavoro, formazione e pari opportunità Gabriella Pedreschi L Assessore alla pubblica istruzione Silvano Simonetti

4 4

5 È IMPORTANTE SAPERE CHE Guida alla consultazione della carta dei servizi Quella che stai sfogliando è una guida per usare al meglio i servizi dedicati a lavoro, formazione, istruzione e pari opportunità offerti dalla Provincia di Lucca. Un mini-manuale pensato per essere facilmente usato da tutti/e, italiani/e e stranieri/e, lavoratori/trici e imprese, agenzie formative e scuole, che offre informazioni immediate sulle opportunità a disposizione, su come farne uso ed a chi rivolgersi. Nelle prossime pagine troverai una serie di profili, pensati per facilitare la ricerca dei servizi: è sufficiente scegliere il profilo corrispondente, o più vicino al proprio (ad esempio cerco lavoro o sono un impresa ) e leggere i suggerimenti con la spiegazione di tutte le opportunità a disposizione: dal come entrare nel mondo del lavoro ai corsi di formazione per migliorare le proprie competenze o aggiornare il personale; cambiare o ri-trovare un occupazione; assumere lavoratori e lavoratrici; creare nuova impresa. Ciascun profilo rimanda alle schede che spiegano il funzionamento dei servizi ed offrono i recapiti dettagliati, con nomi e numeri di telefono, degli uffici e dei referenti. Le schede sono raccolte in 4 sezioni: lavoro (suddivisa in una parte dedicata ai servizi per le persone ed una ai servizi per le imprese, entrambe indicate con il colore verde), formazione (anch essa suddivisa in una parte dedicata alle persone e un altra alle imprese, segnalate con il colore viola), istruzione (colore arancio) e pari opportunità (colore magenta). La Provincia di Lucca, con i suoi servizi, offre una serie di opportunità, ed insieme propone un patto: l amministrazione si impegna a fornire prestazioni di qualità elevata in tempi rapidi, ma chiede a tutti i cittadini e le cittadine di partecipare attivamente alla ricerca del lavoro ed alle attività formative e di rispettare appuntamenti e scadenze. Se, nonostante l impegno di entrambe le parti, qualcosa non funziona, ciascun cittadino o cittadina può fare una segnalazione o dare un suggerimento per migliorare ed arricchire il servizio scrivendo a o compilando il modulo che si trova in fondo a questa guida e lasciandolo nelle urne apposite che si trovano nei Centri per l Impiego e negli uffici.

6 PROFILI Cerco lavoro In questa guida trovi le indicazioni per: ottenere informazioni e orientamento professionale (informazioni su accoglienza e colloqui a pag. 12 e 13) offrire la tua disponibilità alle richieste delle aziende (informazioni su come proporsi a pag. 13) fare un tirocinio (informazioni sul tirocinio a pag. 14) avviare una tua attività (informazioni sulla consulenza per l autoimprenditoria a pag. 15) trovare un occupazione nella pubblica amministrazione (informazioni a pag. 18) seguire corsi di formazione e migliorare le tue competenze (informazioni sui corsi da pag. 28 a pag. 32) Ho perso il lavoro In questa guida trovi le indicazioni per: iscriverti nelle liste di disoccupazione (informazioni a pag. 12) ottenere informazioni e orientamento professionale (informazioni su accoglienza e colloqui a pag. 12 e 13) offrire la tua disponibilità alle richieste delle aziende (informazioni su come proporsi a pag. 13) fare un tirocinio (informazioni sul tirocinio a pag. 14) seguire corsi di formazione (informazioni sui corsi da pag. 28 a pag. 32) avviare una tua attività (informazioni sulla consulenza per l autoimprenditoria a pag. 15) Sono un/una lavoratore/trice In questa guida trovi le indicazioni per: ottenere informazioni ed orientamento sulla formazione professionale (da pag. 28 a pag. 32) seguire corsi di formazione per migliorare le tue competenze (informazioni sui corsi da pag. 28 a pag. 32) accedere ad incentivi per la formazione: voucher, carta ILA (informazioni a pag. 31) ottenere informazioni sulla conciliazione dei tempi di lavoro e di vita (informazioni a pag. 49) 6

7 Sono una donna In questa guida trovi le indicazioni per: ricevere informazioni e consulenza per la ricerca di un occupazione (informazioni su donne e lavoro a pag. 48) avviare una tua attività (informazioni su lavoro e imprenditoria femminile a pag. 48 e sull autoimprenditoria a pag. 15) ottenere informazioni sulla conciliazione dei tempi di lavoro e di vita (informazioni a pag. 49) Sono in mobilità o in cassa integrazione In questa guida trovi le indicazioni per: iscriverti nelle liste di mobilità (informazioni a pag. 14) trovare un occasione di reinserimento nel mondo del lavoro (informazioni sullo sportello anticrisi a pag. 15) Sono un/una migrante In questa guida trovi le indicazioni per: ottenere informazioni e orientamento professionale (informazioni su accoglienza e colloqui a pag. 12 e 13) offrire la tua disponibilità alle richieste delle imprese (informazioni su come proporsi a pag. 13) fare un tirocinio (informazioni sul tirocinio a pag. 14) seguire corsi di formazione (informazioni sui corsi da pag. 28 a pag. 32) Sono uno/una studente/essa In questa guida trovi le indicazioni per: ottenere informazioni e sostegno per le scelte scolastiche (informazioni sull orientamento scolastico a pag. 16 e 43) ottenere chiarimenti sul diritto/dovere di frequentare attività formative fino ai 18 anni e sulle modalità disponibili (informazioni sull obbligo formativo a pag. 16 e 32) richiedere contributi per le spese scolastiche e borse di studio (informazioni sul diritto allo studio a pag. 42) 7

8 PROFILI Sono un/una disabile In questa guida trovi le indicazioni per: entrare nel mondo del lavoro (informazioni su iscrizione nelle liste di collocamento e avviamento al lavoro a pag. 17) fare il punto sulle tue capacità lavorative con tirocini e altre attività di formazione (informazioni sui percorsi di verifica a pag. 18) Sono un ente pubblico In questa guida trovi le indicazioni per: segnalare le tue necessità e conoscere i servizi dei Centri per l Impiego (informazioni sull accoglienza a pag. 22) attivare tirocini (informazioni sul tirocinio a pag. 23) ottenere informazioni sulla popolazione scolastica e sull edilizia scolastica (informazioni sull osservatorio scolastico a pag. 43) selezionare personale (informazioni su richiesta di personale da parte di pubbliche amministrazioni a pag. 25) Per le pari opportunità In questa guida trovi le indicazioni per: accedere a servizi tecnici e consulenze per imprenditrici, o aspiranti imprenditrici, al momento dell avvio dell attività e nei primi tre anni di sviluppo (informazioni su lavoro e imprenditoria femminile a pag. 48) ottenere orientamento, consulenza e sostegno nella ricerca di un occupazione per le donne (informazioni su donne e lavoro a pag. 48) ottenere informazioni sulla possibilità di organizzare il lavoro in modo da conciliarlo con i tempi lavorativi (informazioni su conciliazione tra tempi di vita e tempi di lavoro a pag. 49) approfondire l analisi della società da una prospettiva di genere, attraverso il prestito e la consultazione dei libri contenuti nella biblioteca di genere (informazioni sulla biblioteca di genere a pag. 50) Sono un impresa In questa guida trovi le indicazioni per: segnalare le tue necessità e conoscere i servizi dei Centri per l Impiego (informazioni sull accoglienza a pag. 22) 8

9 selezionare personale (informazioni sulla ricerca di personale a pag. 22) attivare tirocini (informazioni a pag. 23) affrontare eventuali vertenze (informazione sulla gestione delle vertenze a pag. 23) ricollocare o assumere personale licenziato in seguito alla crisi (informazioni sullo sportello anticrisi a pag. 24) far fronte all obbligo formativo dei lavoratori e delle lavoratrici con contratto di apprendistato (informazioni sull apprendistato a pag. 24 e 36) assumere lavoratori e lavoratrici disabili o appartenenti alle categorie protette (informazioni sull avviamento al lavoro delle persone disabili a pag. 25) fare e accedere alla formazione (informazioni alle pag. 36 e 37) adottare un organizzazione che concili tempi di vita e tempi di lavoro (informazioni sulla conciliazione dei tempi a pag. 49) Sono una scuola In questa guida trovi le indicazioni per: realizzare progetti di sperimentazione didattica (informazioni sul sostegno e la promozione di progetti didattici a pag. 42) ottenere informazioni sul diritto-dovere all istruzione fino a 16 anni e sull orientamento scolastico (informazioni a pag. 43) realizzare progetti di educazione ambientale, con attività in aula o sul campo (informazioni sul laboratorio di educazione ambientale a pag. 44) approfondire le tematiche di genere, consultare libri sulle donne o scritti da donne (informazioni sulla biblioteca di genere a pag. 50) Sono un agenzia formativa In questa guida trovi le indicazioni per: avere un quadro delle necessità delle imprese in tema di formazione (informazioni sulla rilevazione dei fabbisogni formativi a pag. 37) attivare progetti di formazione (informazioni sulle consulenze disponibili a pag. 37) pubblicizzare i percorsi formativi che hai attivato in base ai parametri adottati dalla Provincia (informazioni sul catalogo dell offerta formativa a pag. 38) inserire i tuoi operatori ed operatrici nella banca dati provinciale che mira all incontro domanda - offerta di lavoro in tema di formazione e fornisce un quadro complessivo delle disponibilità sul territorio (informazioni sulla banca dati a pag. 38) 9

10

11 LAVORO: i servizi per le PERSONE

12 LAVORO.PERSONE Scheda.1 Accoglienza e iscrizione nelle liste di disoccupazione IL SERVIZIO: il primo contatto con il Centro per l Impiego prevede l iscrizione nelle liste di disoccupazione insieme alla valutazione dei bisogni e delle competenze della persona che si è rivolta all ufficio. A CHI SI RIVOLGE: alle persone che hanno perso il lavoro e a chi sta cercando una prima occupazione. COME FUNZIONA: oltre all iscrizione, questo primo passo prevede informazioni sui servizi offerti dal Centro per l Impiego, sulle modalità di ricerca di un lavoro compatibile con le competenze dell interessato/a e sulle possibilità di formazione. Chi ne è sprovvisto, potrà eventualmente preparare un curriculum insieme agli/alle operatori/trici per poi stabilire gli obiettivi professionali e il percorso da intraprendere per centrarli; la persona potrà anche essere indirizzata ad altri servizi che rispondono alle sue esigenze. CONTATTI: ci si può rivolgere agli uffici di Lucca, Viareggio, Fornaci di Barga, Castelnuovo Garfagnana, Piana di Lucca ed agli altri sportelli di prima accoglienza (per i recapiti consultare le pagine 52 e 53). Scheda.2 Accoglienza e colloquio di orientamento di primo livello IL SERVIZIO: il primo contatto con il Centro per l Impiego prevede la valutazione delle necessità e delle competenze della persona che si è rivolta all ufficio. A CHI SI RIVOLGE: a chiunque abbia bisogno di informazione e orientamento professionale. COME FUNZIONA: fornisce, attraverso un colloquio, informazioni sui servizi offerti dal Centro per l Impiego, sulle modalità di ricerca di un lavoro compatibile con le competenze dell interessato/a e sulle possibilità di formazione. È prevista la possibilità di preparare un curriculum insieme agli/alle operatori/trici per poi stabilire gli obiettivi professionali e il percorso da intraprendere per centrarli; la persona potrà anche essere indirizzata ad altri servizi, compreso l orientamento di secondo livello, che rispondono alle sue esigenze. CONTATTI: ci si può rivolgere agli uffici di Lucca, Viareggio, Fornaci di Barga, Castelnuovo Garfagnana, Piana di Lucca ed agli altri sportelli di prima accoglienza (per i recapiti consultare le pagine 52 e 53). Altre informazioni nella sezione formazione persone, scheda 1 a pagina

13 LAVORO.PERSONE Scheda.3 Colloquio di orientamento di secondo livello IL SERVIZIO: un sostegno ulteriore al momento di scegliere il lavoro o cambiarlo. A CHI SI RIVOLGE: a persone disoccupate o che non hanno mai lavorato, in fase di reinserimento o che desiderano cambiare lavoro. COME FUNZIONA: un colloquio faccia a faccia per approfondire gli aspetti già emersi nel primo incontro e fare il punto sulle competenze dell utente, sulla sua storia lavorativa, sulle sue acquisizioni professionali ed extraprofessionali. Si potrà anche preparare un progetto per fissare gli obiettivi di formazione e professionalità, individuando appositi strumenti personalizzati come voucher, carta ILA, corsi di formazione. Gli/le operatori/trici forniranno poi un quadro della situazione economica, delle esigenze del mercato del lavoro locale e delle figure professionali più richieste. CONTATTI: ci si può rivolgere agli uffici di Lucca, Viareggio, Fornaci di Barga, Castelnuovo Garfagnana (per i recapiti consultare le pagine 52 e 53). Altre informazioni nella sezione formazione persone, scheda 1 a pag 28; informazioni sugli strumenti per la formazione nella sezione formazione persone, schede 2.1 e 2.2 a pagina 29, scheda 3 a pagina 31. Scheda.4 Incontro domanda e offerta IL SERVIZIO: un semplice strumento per mettere in contatto persone che cercano lavoro e imprese. A CHI SI RIVOLGE: a persone disoccupate o che non hanno mai lavorato, in fase di reinserimento o che desiderano cambiare lavoro. COME FUNZIONA: le esigenze delle imprese vengono verificate con contatti diretti, le offerte di lavoro vengono pubblicizzate sul sito sul sito della Provincia, sulla stampa locale e sulle bacheche dei Centri per l Impiego; vengono raccolte le auto-candidature dei lavoratori e delle lavoratrici e organizzati colloqui di preselezione; in caso di richiesta delle imprese possono essere segnalati candidati e candidate con le caratteristiche che corrispondono alle necessità. A seconda dei profili vengono formulate proposte a candidati e candidate già individuati. CONTATTI: ci si può rivolgere agli uffici di Lucca, Viareggio, Fornaci di Barga, Castelnuovo Garfagnana (per i recapiti consultare le pagine 52 e 53). 13

14 LAVORO.PERSONE Scheda.5 Servizio tirocini IL SERVIZIO: un opportunità di formazione sul posto di lavoro: i Centri per l Impiego promuovono i tirocini nelle imprese disponibili. A CHI SI RIVOLGE: a persone disoccupate o che cercano il primo lavoro. COME FUNZIONA: con un colloquio individuale si mettono a fuoco le esperienze formative e professionali dell interessato o dell interessata e viene preparato un progetto formativo in linea con esse, oltre a fornire tutte le informazioni sulla pratica del tirocinio (compresi la durata e la definizione delle aree professionali); a questo primo passo segue la ricerca di un impresa ospitante. Il lavoratore o la lavoratrice potranno poi contare su visite e colloqui di tutoraggio per tutta la durata dell esperienza; al termine è prevista la verifica degli obiettivi e degli esiti del tirocinio. CONTATTI: ci si può rivolgere agli uffici di Lucca, Viareggio, Fornaci di Barga, castelnuovo Garfagnana (per i recapiti consultare le pagine 52 e 53). Scheda.6 Iscrizione nelle liste di mobilità IL SERVIZIO: un supporto al reinserimento nel mondo del lavoro di persone che sono state licenziate a causa della crisi o in seguito a ristrutturazione, riorganizzazione aziendale, tagli al personale o cessazione dell attività. A CHI SI RIVOLGE: a lavoratori e lavoratrici con contratto a tempo indeterminato che sono stati licenziati per giustificato motivo oggettivo legato a riduzione, trasformazione o cessazione di attività o di lavoro. COME FUNZIONA: l iscrizione nelle liste di mobilità deve essere presentata entro 60 giorni dal licenziamento; un colloquio individuale fornisce informazioni su agevolazioni e obblighi previsti; lo stesso servizio rilascia eventuali certificati di inserimento nelle liste. CONTATTI: ci si può rivolgere agli uffici di Lucca, Viareggio, Fornaci di Barga, Castelnuovo Garfagnana (per i recapiti consultare le pagine 52 e 53). 14

15 LAVORO.PERSONE Scheda.7 Sportello anticrisi IL SERVIZIO: uno spazio speciale, dedicato al reinserimento di lavoratori e lavoratrici licenziati da aziende in crisi. A CHI SI RIVOLGE: a personale in mobilità, in cassa integrazione ordinaria e straordinaria o in deroga o aventi diritto all indennità di cassa integrazione. COME FUNZIONA: il primo passo consiste in visite nelle aziende che ne fanno richiesta per fare il punto della situazione con la dirigenza e la rappresentanza dei lavoratori e delle lavoratrici; seguono incontri e seminari per offrire informazioni sul mercato del lavoro e sull andamento del settore; infine, ai lavoratori ed alle lavoratrici che lo richiedono viene assicurato il pagamento anticipato della cassa integrazione con interessi a carico della Provincia. CONTATTI: ci si può rivolgere agli uffici di Lucca, Viareggio, Fornaci di Barga, Castelnuovo Garfagnana (per i recapiti consultare le pagine 52 e 53). Scheda.8 Consulenza autoimprenditoria IL SERVIZIO: un sostegno su misura per valutare la fattibilità e sviluppare un idea di lavoro autonomo o un progetto imprenditoriale. A CHI SI RIVOLGE: a persone disoccupate o che non hanno mai lavorato, a donne in fase di reinserimento lavorativo, giovani e adulti che vogliono sviluppare un lavoro autonomo o dar vita ad un impresa. COME FUNZIONA: un primo colloquio fornisce gli strumenti per analizzare il mercato, valutando rischi e opportunità, per ricercare informazioni su finanziamenti pubblici e privati; chi vuole può chiedere aiuto per elaborare un piano di impresa personalizzato ed un business plan. Infine, vengono fornite agli/alle interessati/e indicazioni sugli altri servizi utili per l avvio del progetto. CONTATTI: ci si può rivolgere agli uffici di Lucca, Viareggio, Fornaci di Barga, Castelnuovo Garfagnana (per i recapiti consultare le pagine 52 e 53). 15

16 LAVORO.PERSONE Scheda.9 Orientamento scolastico IL SERVIZIO: un opportunità di informazione e sostegno nelle scelte scolastiche alle famiglie e ai giovani nel periodo dell obbligo scolastico. A CHI SI RIVOLGE: a ragazzi e ragazze in età di obbligo scolastico (sotto i 16 anni), a quelli/e in età di obbligo formativo (dai 16 ai 18 anni) ed alle loro famiglie. COME FUNZIONA: con interventi di orientamento nelle scuole medie e superiori; l obiettivo è fornire un quadro generale dell offerta scolastica del territorio anche facendo conoscere il servizio Obbligo Formativo dei Centri per l Impiego, motivare e offrire supporto nella eventuale scelta di un percorso di istruzione o formazione diverso e offrire informazioni generali in tema di scelta universitaria e ingresso nel mondo del lavoro. CONTATTI: ci si può rivolgere agli uffici di Lucca, Viareggio, Fornaci di Barga, Castelnuovo Garfagnana (per i recapiti consultare le pagine 52 e 53). Altre informazioni nella sezione formazione persone, scheda 5 a pagina 32 e nella sezione istruzione, scheda 4 a pagina 43. Scheda.10 Obbligo formativo IL SERVIZIO: offre informazioni e supporto ai giovani e alle loro famiglie sul diritto/dovere di frequentare attività formative fino ai 18 anni e sulle modalità a disposizione. A CHI SI RIVOLGE: a ragazzi e ragazze tra i 16 e i 18 anni. COME FUNZIONA: i/le giovani che hanno interrotto la frequenza e i loro genitori vengono convocati; in colloqui di orientamento si raccolgono informazioni sul quadro scolastico del/della giovane, i suoi interessi, la situazione personale e familiare, per elaborare un progetto formativo individuale realizzabile. Durante l avvio e la realizzazione del percorso il Centro per l Impiego fornisce un servizio di tutoraggio, che affianca il/la giovane nella valutazione dei corsi scolastici, delle offerte di lavoro e dei corsi di formazione e continua ad essere presente con colloqui di verifica e contatti telefonici. CONTATTI: ci si può rivolgere agli uffici di Lucca, Viareggio, Fornaci di Barga, Castelnuovo Garfagnana (per i recapiti consultare le pagine 52 e 53). Altre informazioni sul diritto-dovere all istruzione e alla formazione nella sezione formazione persone, scheda 5 a pagina 32, e nella sezione istruzione, scheda 4 pagina

17 LAVORO.PERSONE Scheda.11 Orientamento alla formazione in apprendistato IL SERVIZIO: orientamento alla scelta di un percorso formativo, da svolgersi presso agenzie formative accreditate, che sia in linea con l attività svolta per contratto di lavoro e complementare alla formazione fornita dall azienda stessa. A CHI SI RIVOLGE: a giovani con contratto di apprendistato. COME FUNZIONA: gli/le apprendisti/e per i/le quali è ancora previsto l obbligo di svolgere formazione esterna all azienda, e i/le loro datori/trici di lavoro (o tutor aziendali), sono convocati per colloqui in cui vengono descritti i percorsi formativi disponibili. Il Centro per l Impiego offre anche assistenza per la scelta dei corsi a disposizione. CONTATTI: ci si può rivolgere agli uffici di Lucca, Viareggio, Fornaci di Barga, Castelnuovo Garfagnana. (per i recapiti consultare le pagine 52 e 53). Altre informazioni nella sezione formazione persone, scheda 2.3 a pagina 30. Scheda.12 Iscrizione, accompagnamento e avviamento al lavoro di lavoratori e lavoratrici disabili e appartenenti alle categorie protette IL SERVIZIO: offre sostegno all inserimento nel mondo del lavoro di persone disabili e appartenenti alle categorie protette. A CHI SI RIVOLGE: a persone disoccupate o in cerca di prima occupazione comprese in queste categorie: invalidi civili con invalidità superiore al 45%, invalidi del lavoro con invalidità superiore al 33%, non vedenti o sordomuti, invalidi di guerra, invalidi civili di guerra o invalidi per servizio con minorazioni previste dalla legge, orfani e coniugi di deceduti per causa di lavoro, guerra o servizio, figli e coniugi di grandi invalidi di guerra, di servizio o del lavoro o di profughi italiani rimpatriati. COME FUNZIONA: la persona viene iscritta nelle liste di collocamento dedicate (ex L. 68/99); poi, nel corso di un colloquio individuale si fa il punto su competenze, bisogni, aspettative e possibilità di inserimento lavorativo. Il Centro per l Impiego offre consulenze su percorsi formativi, accesso all incontro domanda/offerta di lavoro e colloqui di verifica. È prevista anche la rilevazione dei posti riservati disponibili, la pubblicazione delle offerte di lavoro (su sito della Provincia, stampa locale e bacheche dei Centri per l Impiego), la raccolta delle auto-candidature degli iscritti e la segnalazione alle aziende. CONTATTI: ci si può rivolgere agli uffici di Lucca, Viareggio, Fornaci di Barga, Castelnuovo Garfagnana (per i recapiti consultare le pagine 52 e 53). 17

18 LAVORO.PERSONE Scheda.13 Percorsi di verifica delle capacità lavorative per lavoratori e lavoratrici disabili IL SERVIZIO: in collaborazione con i servizi socio-sanitari, verifica le capacità lavorative grazie a percorsi realizzati in base alle specificità della persona, che prevedono formazione e tirocini. A CHI SI RIVOLGE: ai/alle disabili iscritti/e nelle liste dedicate (ex L. 68/99) con difficoltà di inserimento lavorativo. COME FUNZIONA: il Centro per l Impiego offre informazioni sul progetto di inserimento proposto, sul ruolo del tutor, sull attività in azienda e sulla verifica degli obiettivi; viene elaborato un progetto mirato che preveda, se necessario, formazione, tutoraggio e monitoraggio personalizzati. CONTATTI: ci si può rivolgere agli uffici di Lucca, Viareggio, Fornaci di Barga, Castelnuovo Garfagnana (per i recapiti consultare le pagine 52 e 53). Scheda.14 Accesso al lavoro nella pubblica amministrazione IL SERVIZIO: una selezione pubblica per l avviamento al lavoro nelle pubbliche amministrazioni; riguarda qualifiche e profili per i quali è previsto il solo requisito della scuola dell obbligo. A CHI SI RIVOLGE: gli/le interessati/e devono essere disoccupati/e o in cerca lavoro, avere più di 18 anni, avere i requisiti per l accesso al pubblico impiego ed aver assolto l obbligo scolastico. Possono essere richiesti ulteriori requisiti per professionalità specifiche, attraverso una selezione delle persone inserite negli elenchi dei servizi per l impiego della Toscana. COME FUNZIONA: l avviso pubblico di selezione viene pubblicato sul sito e sulla bacheca del Centro per l Impiego; dopo la raccolta delle candidature e la verifica dei requisiti viene preparata la graduatoria e si avviano gli aventi diritto alla selezione con le prove previste. CONTATTI: ci si può rivolgere agli uffici di Lucca, Viareggio, Fornaci di Barga, Castelnuovo Garfagnana (per i recapiti consultare le pagine 52 e 53). 18

19 LAVORO.PERSONE Scheda.15 Individuazione delle competenze IL SERVIZIO: ricostruisce e convalida le competenze di chi si rivolge ai Centri per l Impiego in vista della certificazione formale; si tratta della prima fase del percorso di certificazione delle competenze che avviene con il servizio offerto dal settore formazione (scheda 4 a pagina 31) A CHI SI RIVOLGE: a tutte le persone che ritengono di aver acquisito competenze con percorsi di apprendimento diversi da scuole, corsi ed altri canali formali. COME FUNZIONA: la persona viene aiutata a ricostruire la sua esperienza e ad elaborare una documentazione in grado di testimoniarla; si prepara il suo curriculum formativo e professionale; viene poi individuata l unità di competenze (tra quelle previste dal repertorio regionale delle figure professionali) a cui possono essere ricondotte le esperienze dell utente; alla fine viene rilasciata una scheda personale di validazione, secondo uno schema regionale standard, preparata sulla base del colloquio e della documentazione presentata. CONTATTI: ci si può rivolgere a gli uffici di Lucca, Viareggio, Fornaci di Barga, Castelnuovo di Garfagnana (per i recapiti consultare le pagine 52 e 53). Altre informazioni nella sezione formazione persone, scheda 4 a pagina

20

21 LAVORO: i servizi per le IMPRESE

22 LAVORO.IMPRESE Scheda.1 Accoglienza IL SERVIZIO: è il primo contatto con l impresa, per fare il punto sui bisogni e presentare i servizi del Centro per l Impiego. A CHI SI RIVOLGE: a datori e datrici di lavoro pubblici e privati, consulenti, associazioni di categoria, organizzazioni sindacali, enti pubblici. COME FUNZIONA: con un colloquio con i/le referenti ed una eventuale visita alla sede si valutano le necessità ed i servizi che possono rispondere alle esigenze dell impresa, dell associazione, dell organizzazione o dell ente. CONTATTI: ci si può rivolgere agli uffici di Lucca, Viareggio, Fornaci di Barga, Castelnuovo Garfagnana, Piana di Lucca ed agli altri sportelli di prima accoglienza (per i recapiti consultare le pagine 52 e 53). Scheda.2 Ricerca di personale e preselezione IL SERVIZIO: mette in contatto le imprese con le disponibilità e le caratteristiche di chi cerca lavoro. A CHI SI RIVOLGE: ad imprese, famiglie e organizzazioni in cerca di personale. COME FUNZIONA: le richieste di personale raccolte dalle imprese vengono rese pubbliche su sul sito della Provincia, sulla stampa locale e sulle bacheche dei Centri per l Impiego; i profili professionali richiesti vengono ricercati in banca dati; vengono anche raccolte le disponibilità dei lavoratori e delle lavoratrici. Se l impresa lo richiede si passa ai colloqui di preselezione, a cui segue la segnalazione dei curricula. CONTATTI: ci si può rivolgere agli uffici di Lucca, Viareggio, Fornaci di Barga, Castelnuovo Garfagnana (per i recapiti consultare le pagine 52 e 53). 22

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici

Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici Centro per l Impiego Carta dei servizi alle Aziende e agli Enti pubblici SOMMARIO SERVIZI ALLE AZIENDE E AGLI ENTI PUBBLICI - accoglienza; - consulenza relativa alle comunicazioni obbligatorie; - servizio

Dettagli

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO

PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO PROGETTO PROVINCIA DI TORINO FORMA.TEMP DESCRIZIONE DEL PROCESSO Questo documento descrive le principali fasi del progetto congiuntamente promosso dalla Provincia di Torino e da Forma.Temp nei termini

Dettagli

Guida pratica ai Servizi per l Impiego

Guida pratica ai Servizi per l Impiego Provincia di Padova Provincia di Padova Settore Lavoro e Formazione M INISTERO DEL E DELLE POLITICHE L AV O R O S OCIALI INVESTIAMO PER IL VOSTRO FUTURO ai Servizi per l Impiego Iniziativa cofinanziata

Dettagli

Al servizio del lavoro

Al servizio del lavoro www.lavoro.regione.lombardia.it Al servizio del lavoro Guida alle politiche di Regione Lombardia a sostegno dell occupazione. Opportunità e iniziative: per chi è disoccupato per i lavoratori colpiti dalla

Dettagli

Testo Unico dell apprendistato

Testo Unico dell apprendistato Testo Unico dell apprendistato Art. 1 Definizione 1. L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e alla occupazione dei giovani. 2. Il contratto di apprendistato

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione

Destinazione: IRLANDA. art. 1 SOGGETTO PROPONENTE E OGGETTO. indice una selezione AVVISO DI SELEZIONE PER L ATTUAZIONE DEL PROGRAMMA LEONARDO DA VINCI Progetto M.E.D. Progetto nr. LLP-LdV-PLM-11-IT-254 Titolo M.E.D. (N. LLPLink 2011-1-IT1-LEO02-01757) Destinazione: IRLANDA art. 1 SOGGETTO

Dettagli

Il tirocinio extracurriculare. come, quando, dove e perché

Il tirocinio extracurriculare. come, quando, dove e perché Il tirocinio extracurriculare come, quando, dove e perché Contenuti Cos è un tirocinio Le finalità del tirocinio extracurriculare La legislazione che lo regola Come cercare informazioni Prima di iniziare

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

A) COMPETENZE DI BASE

A) COMPETENZE DI BASE AVVISO DI PROCEDURA SELETTIVA PER LA COSTITUZIONE DI UN ELENCO DI FORMATORI NELL' AMBITO DEI PERCORSI TRIENNALI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE (FORMAZIONE INIZIALE 14-18 ANNI) CUI CONFERIRE,

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI

PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI ASSOCIAZIONE ROS ACCOGLIENZA ONLUS Piazza del Popolo, 22 Castagneto Carducci (LI) Tel. 0565 765244 FAX 0586 766091 PROGETTO ACCOGLIENZA RIFUGIATI SOMALI Target I beneficiari del progetto saranno circa

Dettagli

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO

ACCORDI EXPO PER IL LAVORO ACCORDI EXPO PER IL LAVORO Milano, 27 aprile 2015 Il 26 marzo scorso tra Unione Confcommercio Milano e le organizzazioni sindacali di categoria Filcams-CGIL, Fisascat-CISL e Uiltucs-UIL di Milano e di

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e

2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e 2.3.3. Percorso assistenziale rivolto alle donne vittime di violenza, abuso, maltrattamento e ai loro figli/e Gruppo percorsi assistenziali Partecipanti al gruppo - Unità Funzionale Salute Mentale Infanzia

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1

PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 TITOLO DEL PROGETTO: DALL EMARGINAZIONE ALL INTEGRAZIONE 1 Settore e Area di Intervento: Settore: ASSISTENZA

Dettagli

Il MERCATO. del LAVORO in LOMBARDIA

Il MERCATO. del LAVORO in LOMBARDIA Il MERCATO Dipartimento Mercato del Lavoro del LAVORO in LOMBARDIA Legge Regionale 22 approvata il 19 settembre 2006 dal Consiglio Regionale Lombardo ll nuovo testo è migliore rispetto al precedente su

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

PREMESSA. L opuscolo tratta la disciplina dei rapporti di lavoro alle dipendenze pubbliche.

PREMESSA. L opuscolo tratta la disciplina dei rapporti di lavoro alle dipendenze pubbliche. PREMESSA L opuscolo tratta la disciplina dei rapporti di lavoro alle dipendenze pubbliche. delle amministrazioni Una cospicua parte è dedicata al concorso, che costituisce la principale procedura con la

Dettagli

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A.

Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. Università degli Studi di Siena CORSO DI PERFEZIONAMENTO IN STRUMENTI STATISTICI PER L ANALISI DELLA QUALITÀ PERCEPITA IN SANITÀ A.A. 2011/2012 Art. 1 Oggetto del bando 1. L Università degli Studi di Siena

Dettagli

Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione

Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione Guida sintetica per la redazione di un curriculum vitae e di una lettera di presentazione 1 PREMESSA...3 PRIMA PARTE...4 1. Il Curriculum Vitae...4 Modello...5 Fac simile 1...6 2. Il Curriculum Europass...7

Dettagli

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353

OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA CASTELLO N. 77 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO PER TITOLI ED ESAMI A N. 5 POSTI A TEMPO PIENO ED

Dettagli

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3

PARTE PRIMA. REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 10134 PARTE PRIMA Leggi e regolamenti regionali REGOLAMENTO REGIONALE 10 marzo 2014, n. 3 Disposizioni concernenti l attivazione di tirocini diretti all orientamento e all inserimento nel mercato del lavoro.

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Vademecum sulla gestione degli stati nel Programma Garanzia Giovani

Vademecum sulla gestione degli stati nel Programma Garanzia Giovani Vademecum sulla gestione degli stati nel Programma Garanzia Giovani 1 Sommario Premessa... 3 Beneficiari: i giovani NEET... 4 Dall adesione alla fine del percorso... 6 Regole di gestione della tracciatura

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE

L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE L.R. N. 19/2002: ACCREDITAMENTO ORGANISMI DI FORMAZIONE 1 INDICE Introduzione pag. 5 Domanda (1) Cos è il sistema regionale di accreditamento? pag. 5 Domanda (2) Cosa deve fare un Ente di formazione per

Dettagli

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale

Aiutare le persone a trovare lavoro. Il Fondo sociale europeo al lavoro. L Europa sociale Il Fondo sociale europeo al lavoro Aiutare le persone a trovare lavoro Il Fondo sociale europeo (FSE) finanzia progetti in tutta l UE per consentire a più persone di trovare posti di lavoro migliori, attraverso

Dettagli

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE

F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE F.A.Q. SUL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO PER I SERVIZI AL LAVORO REGIONE PIEMONTE PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA 1. Quale è l indirizzo web per la presentazione della domanda di accreditamento? L indirizzo della

Dettagli

Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro

Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro Provincia Autonoma di Trento Direttive per il collocamento e l avviamento al lavoro Testo adottato dalla Giunta Provinciale con deliberazione n. xxxx del xx/xx/xxxx ART. 1. ELENCO ANAGRAFICO DEI LAVORATORI

Dettagli

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014

Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 Progetto Borse Studio/Lavoro 2014 RACCOLTA DI MANIFESTAZIONI DI INTERESSE DA PARTE DI IMPRESE ED ENTI OPERANTI SUL TERRITORIO DELLA PROVINCIA DELL AQUILA AD OSPITARE GIOVANI DESTINATARI DI BORSE DI STUDIO/LAVORO

Dettagli

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ

PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ PROTOCOLLO DIVERS-ABILITÀ Amministrazione Comunale Amministrazione Scolastica Zanica I.C. Zanica Commissione Inter-istituzionale La Commissione Inter-istituzionale è una commissione mista tecnico-politica

Dettagli

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi

ART. 1 Premessa. ART. 2 - Presupposti per il conferimento degli incarichi Allegato al Decreto del Direttore Generale n. 53.. del 04/02/14 REGOLAMENTO PER L ASSUNZIONE A TEMPO DETERMINATO EX ART. 15 SEPTIES DEL D.LGS. 502/92 AREA DIRIGENZA MEDICA E VETERINARIA E AREA DIRIGENZA

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II.

AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. AVVISO PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI DI COLLABORAZIONE A NORMA DELL ARTICOLO 7 COMMA 6, D.LGS N. 165 DEL 30.03.2001 E SS.MM.II. In esecuzione della deliberazione del Direttore generale n. 765 del 30.04.2013,

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente

PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente PROPOSTA DI LEGGE DI INIZIATIVA POPOLARE Diritto all apprendimento permanente Articolo 1 (Principi generali) 1. Ogni persona ha diritto all apprendimento permanente. 2. Per apprendimento permanente si

Dettagli

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16

DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA COSTITUZIONE DELLE GRADUATORIE PER L A.S. 2015/16 Modello B2 GRADUATORIE PERMANENTI DEL PERSONALE AMMINISTRATIVO, TECNICO E AUSILIARIO AI SENSI DELL ART. 554 DEL D.L.VO 297/94 (indizione concorsi nell a.s. 2014/15) DOMANDA DI AGGIORNAMENTO AI FINI DELLA

Dettagli

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA

DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO PARZIALE E DELLE INCOMPATIBILITA Città di Medicina Via Libertà 103 40059 Medicina (BO) Partita I.V.A. 00508891207 Cod. Fisc.00421580374 Tel 0516979111 Fax 0516979222 personale@comune.medicina.bo.it DISCIPLINA IN MATERIA DI LAVORO A TEMPO

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter

2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE. Main Supporter 2 EDIZIONE Master in Export Management (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI STAGE Main Supporter MASTER IN EXPORT MANAGEMENT (MEM) AGRI FOOD BEVERAGE (II Edizione) 9 MESI: 6 DI AULA E 3 DI

Dettagli

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida

La formazione professionale di base su due anni. con certificato federale di formazione pratica. Guida La formazione professionale di base su due anni con certificato federale di formazione pratica Guida 1 Indice Premessa alla seconda edizione 3 Introduzione 4 1 Considerazioni preliminari 7 2 Organizzazione

Dettagli

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI

MANSIONARIO DEI PROFILI PROFESSIONALI OPERE RIUNITE BUON PASTORE ISTITUZIONE PUBBLICA DI ASSISTENZA E BENEFICENZA SEDE LEGALE CASTELLO N. 77 SEDE AMMINISTRATIVA SAN POLO N. 2123 VENEZIA Tel. 0415222689-0415222353 BANDO DI CONCORSO PUBBLICO

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Unione Europea Fondo Sociale Europeo

Unione Europea Fondo Sociale Europeo Unione Europea Fondo Sociale Europeo M.P.I. LICEO SCIENTIFICO STATALE G. D Alessandro Via S.Ignazio di Loyola - BAGHERIA www.lsdalessandro.it e-mail liceodalessandro@istruzione.it PEC paps09000v@postacertificata.org

Dettagli

APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO

APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO APPRENDISTATO PROFESSIONALIZZANTE NEL CCNL TERZIARIO L apprendistato è un contratto di lavoro a tempo indeterminato finalizzato alla formazione e all occupazione dei giovani. Possono essere assunti in

Dettagli

DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015

DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015 DECRETO N. 1921 Del 12/03/2015 Identificativo Atto n. 191 DIREZIONE GENERALE ISTRUZIONE, FORMAZIONE E LAVORO Oggetto APPROVAZIONE DELL AVVISO FORMAZIONE CONTINUA COMPETITIVITA EXPO E L'atto si compone

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998.

Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento. D.M. 142 del 25 marzo 1998. Circolare 15 luglio 1998 n. 92 Ministero del lavoro Occupazione - misure straordinarie - tirocini formativi e di orientamento - stages - precisazioni del ministero. Oggetto: Tirocini formativi e di orientamento.

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA

Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Master in Management del Turismo 9a edizione ROMA Inizio master: 26 ottobre 2015 chiusura selezioni: 01 ottobre 2015 La SESEF è una scuola di management, socia ASFOR, con 12 anni di esperienza, che svolge

Dettagli

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO

AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO 1 PUBBLICATO ALL ALBO DELL ASL 2 SAVONESE IL 08.01.2010 SCADE IL 28.01.2010 AZIENDA SANITARIA LOCALE 2 SAVONESE BANDO DI CONCORSO PUBBLICO RISERVATO In attuazione della deliberazione del Direttore Generale

Dettagli

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI

SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL MANAGER DI IMPRESE DI RECUPERO CREDITI Viale di Val Fiorita, 90-00144 Roma Tel. 065915373 - Fax: 065915374 E-mail: corsi@cepas.it Sito internet: www.cepas.eu sigla: SH66 Pag. 1 di 7 SCHEDA REQUISITI PER LA QUALIFICAZIONE DEL CORSO PER GENERAL

Dettagli

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA

BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BRESCIA ANNO ACCADEMICO 2013/2014 BANDO PER L'AMMISSIONE AI CORSI DI LAUREA IN INGEGNERIA Sono aperte le immatricolazioni per l anno accademico 2013/2014 ai corsi di laurea in

Dettagli

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale.

MEMIT. Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture. X Edizione. Università Commerciale. Università Commerciale Luigi Bocconi Graduate School MEMIT Master in Economia e management dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture X Edizione 2013-2014 MEMIT Master in Economia e management

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI REGOLAMENTO DI ATENEO SUL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Testo approvato definitivamente dal Senato Accademico e dal Consiglio di Amministrazione rispettivamente

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA

CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA CONCILIAZIONE FAMIGLIA & LAVORO IN IMPRESA (Operazione 2011-796/PR - approvata con Delibera di Giunta Provinciale n. 608 del 01/12/2011) BANDO DI SELEZIONE DOCENTI E CONSULENTI La Provincia di Parma ha

Dettagli

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud

Sviluppare le competenze per far crescere la competitività delle imprese e l occupazione nel Sud capitale umano, formato a misura dei fabbisogni delle imprese possa contribuire alla crescita delle imprese stesse e diventare così un reale fattore di sviluppo per il Mezzogiorno. Occorre, infatti, integrare

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE

REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE REGOLAMENTO PER LA REALIZZAZIONE DI PROGETTI PERSONALIZZATI DI INTEGRAZIONE SOCIALE I Progetti Personalizzati sono rivolti a minori e adulti con disabilità, residenti nel territorio dell Azienda ULSS n.

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA

Comune di Lecco AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI ABILE CATEGORIA Comune di Lecco Prot. n. 50286 AVVISO DI MOBILITA VOLONTARIA FRA ENTI PUBBLICI PER LA EVENTUALE COPERTURA RA A TEMPO INDETERMINATO DI UN POSTO DI FUNZIONARIO DA INQUADRARE NEL PROFILO AMMINISTRATIVO, O

Dettagli

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe

Vademecum per il sostegno. Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Vademecum per il sostegno Pratiche condivise di integrazione all interno del Consiglio di classe Gli strumenti della programmazione DIAGNOSI FUNZIONALE: descrive la situazione clinicofunzionale dello stato

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

GARANZIA GIOVANI: PRONTI A PARTIRE? Una guida pratica sulla Garanzia Giovani e su come entrare nel mondo del lavoro SEGUICI SU

GARANZIA GIOVANI: PRONTI A PARTIRE? Una guida pratica sulla Garanzia Giovani e su come entrare nel mondo del lavoro SEGUICI SU GARANZIA GIOVANI: PRONTI A PARTIRE? Una guida pratica sulla Garanzia Giovani e su come entrare nel mondo del lavoro SEGUICI SU Sommario Prefazione, di Stefano Colli-Lanzi, AD Gi Group e Presidente Gi Group

Dettagli

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8

LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 9306 LEGGE REGIONALE 10 marzo 2014, n. 8 Norme per la sicurezza, la qualità e il benessere sul lavoro. IL CONSIGLIO REGIONALE HA APPROVATO IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA LA SEGUENTE LEGGE:

Dettagli

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI

e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche Giovanili e la Partecipazione Studentesca LORO SEDI Prot. Nr 11636 Vicenza, 25 settembre 2013 Cat.E8 Ai Sigg. Dirigenti Scolastici degli Istituti Superiori di II grado Statali e Paritari della Provincia di Vicenza e p.c. Ai Docenti referenti per le Politiche

Dettagli

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA

IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA IL SETTORE DELL ASSISTENZA E DELL AIUTO DOMICILIARE IN ITALIA Il settore dell assistenza e dell aiuto domiciliare in Italia L assistenza domiciliare. Che cos è In Italia l assistenza domiciliare (A.D.)

Dettagli

Manuale del tirocinante Guida pratica al tirocinio extracurriculare

Manuale del tirocinante Guida pratica al tirocinio extracurriculare P er molti giovani il tirocinio è il primo passo nel mondo del lavoro, un esperienza che può rivelarsi decisiva per il loro futuro professionale. Ma spesso per inesperienza, ingenuità e mancanza di informazioni

Dettagli

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it)

MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE. (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) MODELLO DI ADESIONE ALLA CONSULTA COMUNALE (inviare a: consultaorganizzazionisociali@comune.messina.it) Oggetto:Richiesta di ammissione alla Consulta delle Organizzazioni che operano nel settore delle

Dettagli

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA

CORSO ECM. Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento. Sede corso: Viale Angelico 20/22- ROMA ISTITUTO «LEONARDA VACCARI» PER LA RIEDUCAZIONE DEI FANCIULLI MINORATI PSICO - FISICI CORSO ECM Ausili informatici e tecnologie per la comunicazione e l apprendimento: dal bisogno all intervento Sede corso:

Dettagli

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA

Art. 2 (Procedimento di approvazione e variazione) PARTE PRIMA 4 Bollettino Ufficiale della Regione Puglia - n. 162 suppl. del 15-10-2009 PARTE PRIMA Corte Costituzionale LEGGE REGIONALE 7 ottobre 2009, n. 20 Norme per la pianificazione paesaggistica. La seguente

Dettagli

VADECUM PER IL CORSISTA

VADECUM PER IL CORSISTA VADECUM PER IL CORSISTA L organismo Formativo Dante Alighieri, con sede in Fasano alla Via F.lli Trisciuzzi, C.da Sant Angelo s.n. - Zona Industriale Sud, nel quadro del P.O. Puglia 2007-2013 AVVISO PR.BR

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57

Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 DOMANDA DI ISCRIZIONE Al Dirigente Scolastico Istituto Comprensivo Statale L. d Vinci Via L. Da Vinci,73 20812 Limbiate (MB) - Tel. 02-99.05.59.08 - Fax. 02-99.05.57.57 _l_ sottoscritt in qualità di padre

Dettagli

ENTE BILATERALE TURISMO TOSCANO ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010

ENTE BILATERALE TURISMO TOSCANO ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010 ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA 2010 INDICE Introduzione pag. 3 Il campione di indagine. pag. 4 L'indagine: ANALISI DEI FABBISOGNI FORMATIVI E PROFESSIONALI IN TOSCANA. EVOLUZIONE,

Dettagli

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH

,OQXRYRSDUWWLPH 7LSRORJLHFRQWUDWWXDOLDPPHVVH ,OQXRYRSDUWWLPH $PELWRGLDSSOLFD]LRQH La circolare ministeriale n. 9 del 18 marzo 2004 ha integrato ed in alcuni casi ampliato, la revisione all istituto del part- time attuata con il D.lgs. n. 276/2003

Dettagli

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto)

COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) COMUNE DI ORBETELLO (Provincia di Grosseto) REGOLAMENTO DI ISTITUZIONE DELLE POSIZIONI ORGANIZZATIVE Art. 1 - Area delle posizione organizzative 1. Nel rispetto dei criteri generali contenuti nelle disposizioni

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile

LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile LABORATORI DAL BASSO L iniziativa di Arti e Bollenti Spiriti per imparare a fare impresa sostenibile INVITO A PRESENTARE MANIFESTAZIONI DI INTERESSE 1. COSA SONO I LABORATORI DAL BASSO I Laboratori dal

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA

RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA RP 04/14 AVVISO DI SELEZIONE PER INFORMATORE TURISTICO ALTA VALSUSA Si rende noto che è indetta una procedura selettiva per individuare un soggetto idoneo a ricoprire la posizione di Informatore/trice

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

LIBRETTO FORMATIVO DEL TIROCINANTE MARIO ROSSI

LIBRETTO FORMATIVO DEL TIROCINANTE MARIO ROSSI LIBRETTO FORMATIVO DEL TIROCINANTE MARIO ROSSI SOGGETTO PROPONENTE: I.T.T. - ISTITUTO TECNICO E TECNOLOGICO ENRICO FERMI, ASCOLI PICENO (AP) SOGGETTO ATTUATORE: CONFSALFORM - ROMA LIBRETTO RILASCIATO IL:

Dettagli

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO

AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AVVISO VOLONTARI AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO AL VIA LA CAMPAGNA AGRONOMI E FORESTALI WAA FOR EXPO 1. ESSERE UN AGRONOMO E FORESTALE WAA for EXPO2015 Il grande appuntamento dell EXPO MILANO 2015 dal

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti

Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Lottare contro la discriminazione sul posto di lavoro è nell interesse di tutti Discriminazione sul posto di lavoro Quando una persona viene esclusa o trattata peggio delle altre a causa del sesso, della

Dettagli

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA Viabilità Via Frà Guittone, 10 52100 Arezzo Telefono +39 0575 3354272 Fax +39 0575 3354289 E-Mail rbuffoni@provincia.arezzo.it Sito web www.provincia.arezzo.it C.F. 80000610511 P.IVA 00850580515 AVVISO

Dettagli

Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012

Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012 Comunicare il proprio business: il Bilancio sociale come strumento trasparente di rendicontazione. Treviso - 19 novembre 2012 Presentazione dei risultati del progetto e prospettive future dr. Antonio Biasi

Dettagli

LEGGE REGIONALE N. 20 DEL 10 LUGLIO 2012 TESTO UNICO DELL APPRENDISTATO DELLA REGIONE CAMPANIA IL CONSIGLIO REGIONALE.

LEGGE REGIONALE N. 20 DEL 10 LUGLIO 2012 TESTO UNICO DELL APPRENDISTATO DELLA REGIONE CAMPANIA IL CONSIGLIO REGIONALE. LEGGE REGIONALE N. 20 DEL 10 LUGLIO 2012 TESTO UNICO DELL APPRENDISTATO DELLA REGIONE CAMPANIA IL CONSIGLIO REGIONALE Ha approvato IL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE PROMULGA La seguente legge: TITOLO

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli