Focus. Mercati ad alta tensione. Economia in frenata

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Focus. Mercati ad alta tensione. Economia in frenata"

Transcript

1 Focus Mercati ad alta tensione La recessione in vista negli e il rallentamento dell'economia europea hanno affossato le Borse mondiali. Tanto che Piazza Affari, insieme ai listini del Vecchio Continente, è precipitata a livelli che non vedeva da fine ottobre In pratica tutti i guadagni di oltre due anni sono andati letteralmente in fumo. L'intervento del presidente Usa, George Bush, che ha annunciato una manovra fiscale da 145 miliardi di dollari, non è stato apprezzato dai mercati. Che invece hanno tentato di reagire solamente dopo che la Federal Reserve ha annunciato a sorpresa un taglio dei tassi da 75 punti base, portandoli al 3,5%. Ma la festa è durata poco. In Europa e' stato il presidente della Bce, Jean Claude Trichet, a tarpare le ali all'entusiasmo degli investitori. Il banchiere, puntando di nuovo l'indice sull'inflazione, ha escluso manovre di politica monetaria espansiva, a dispetto della decisione dell'istituto centrale Usa. Inutile dire che non appena Trichet ha parlato, i listini, che avevano gioito dopo la manovra annunciata Oltreoceano, hanno di nuovo imboccato la strada del ribasso con veemenza. Per poi rimbalzare il giorno successivo, sostenuti da ordini tecnici. Di fatto, commentano i trader più navigati, il nervosismo regna sovrano sui mercati: l'indice di volatilità Vix è infatti balzato ai massimi da cinque anni. Fare pronostici o dare consigli risulta estremamente difficile, anche per i grandi strategist. Del resto l'andamento dei listini è spesso dettato dall'emotività più che da analisi accurate. I movimenti sono violenti ed eccessivi. Solamente lo scorso dicembre nessuno avrebbe mai immaginato che l'esercizio in corso sarebbe iniziato in modo così disastroso: a Milano, ad esempio, il Mibtel da inizio 2008 ha bruciato quasi il 15%. Gli esperti, comunque, consigliano di tenere i nervi saldi. in frenata Il panico degli investitori non è dettato solamente dal nervosismo, ma è innescato anche da dati concreti. I numeri macroeconomici delle ultime settimane hanno infatti testimoniato un rallentamento dell'economia mondiale e soprattutto di quella americana. Rallentamento che potrebbe tradursi in una recessione, secondo l'opinione della maggior parte degli economisti, non solamente Oltreoceano, ma anche in Europa. Numeri alla mano negli le costruzioni di nuove case sono calate del 14,2%, come non avveniva dal '91. In aggiunta i dati sulle vendite al dettaglio (diminuite a dicembre dello 0,4%) sono stati deludenti, mentre i prezzi hanno continuato a lievitare, sia quelli alla produzione (ai massimi da 17 anni) che quelli al consumo (nell'intero 2007 sono saliti del 4,1%, registrando il maggior aumento dal 1990). Sul fronte societario il quadro è ancor più preoccupante: i colossi del credito Usa hanno annunciato proprio nelle ultime settimane numeri da brivido. Se Citigroup ha dichiarato una perdita trimestrale di circa 10 miliardi di dollari, legata a svalutazioni degli asset per 18,1 miliardi, Merrill Lynch ha reso noto di aver accusato perdite per i mutui subprime da 16,7 miliardi di dollari. Il rosso di bilancio del quarto trimestre si è portato a 9,83 miliardi. Anche in Europa, Societé Generale, ha fatto mea culpa, dichiarando svalutazioni legate all'esposizione ai mutui a rischio pari a circa due miliardi, alle quali si sono sommate ulteriori svalutazioni per 4,9 miliardi dovuti a frode su trading.

2 Focus Mercati ad alta tensione Liquidi o investiti? Che fare di questi tempi? Questa è la domanda che tormenta sia i piccoli risparmiatori, sia i grandi gestori. Gli esperti di Merrill Lynch consigliano cautela. Il che significa tecnicamente aumentare il cash in portafoglio, pur dando un occhio alle occasioni di acquisto che si sono create nei giorni di grande ribasso. Secondo gli analisti della banca d'affari, le turbolenze dei mercati finanziari sono destinate a durare ancora per diverso tempo e porteranno a un'ulteriore svalutazione di asset, nonostante siano già ora a prezzi molto convenienti. Per questo il consiglio è quello di mantenere in portafoglio quanto più liquidità possibile, in modo da poter cogliere le opportunità. Morgan Stanley, per contro, ritiene che il ribasso del 20% accusato dell'indice Msci Europe rispetto al picco di giugno sia sufficiente. Insomma, "sebbene in fondamentali rimangano incerti e il sentiment sia 'bearish' - hanno commentato gli analisti della banca d'affari - i nostri indicatori ci danno segnali di acquisto. In pratica per chi ha un'ottica di tre-sei mesi è il momento di comprare". Tanto è vero che la stessa Morgan Stanley ha rivelato di aver ridotto la posizione cash del 3% e quella in bond del 2% per acquistare azioni. Dello stesso avviso anche Lehman Brothers. La banca 'affari ricorda che i principali indici europei da ottobre hanno accusato un ribasso del 18%, ovvero uno dei maggiori sei cali dal A questo punto le Borse sono 'cheap', ovvero a buon mercato come non lo sono mai state negli ultimi 30 anni. "Il rapporto tra prezzi e utili globale si attesta a 11,7 volte, il livello piu' basso che abbiamo mai osservato", hanno commentato. Per altro, sempre dando uno sguardo al passato, le economie si sono riprese dopo gli interventi delle autorità, nel giro di circa un anno. Insomma a fine 2008 le quotazioni delle aziende torneranno ai livelli di fine dicembre. Settori cheap Il settore in pole position per il rimbalzo sarà quello dei farmaceutici, sia per Merrill Lynch che per Morgan Stanley. "Si ritiene che i farmaceutici abbiano davanti a se' delle ottime prospettive - hanno commentato gli esperti di Merrill - nei prossimi mesi verranno lanciati nuovi farmaci che promettono molto bene in termini di vendite, verranno varati piani di buy-back e aumentati in molti casi i dividendi. Per un settore che ha sofferto molto in tempi recenti si prospetta una ripresa su cui noi consigliamo di puntare". Anche gli esperti di Morgan Stanley consigliano di sovrappesare il comparto dei titoli farmaceutici. Ma anche quello degli assicurativi e dei telefonici, mentre raccomandano di sottopesare gli industriali, i petroliferi, le utilities e le aziende di costruzioni. In generale Morgan Stanley consiglia di investire sulle società a grande capitalizzazione rispetto alle small cap. 2

3 Mercato azionario La Fed scompagina i mercati È stata indubbiamente la Fed il principale catalizzatore dei mercati nell'ultima settimana. La banca centrale americana ha fatto una vera e propria irruzione per cercare di porre un freno alla crisi sia finanziaria che economica alla quale gli paiono condannati, secondo le previsioni di molti. Il taglio di 75 punti base al costo del denaro ha scosso non solo la Borsa americana, ma i listini di tutto il mondo. Italia Mibtel -3,76%, ma l'inizio prometteva peggio Strano a dirsi, ma il -3,76% con cui il Mibtel ha chiuso la settimana è da considerarsi un "danno limitato", rispetto all'avvio della settimana che aveva visto i mercati di tutto il mondo travolti da un'ondata di vendite. Peggio ancora è andata all'indice dei titoli più rappresentativi: l's&p/mib ha chiuso con un ribasso del 4,35 per cento. Più contenuto il rosso dell'all Stars, limitato al -1,94 per cento. In questo quadro, ancora una volta abbondano i ribassi a dopia cifra. In testa ci sono due titoli del lusso, pur assai diversi, come Damiani (-21,91%) e Aicon (-17,08%). Sia il produttore di gioielli che quello di yacht hanno presentato pochi giorni fa la trimestrale. Nel primo caso piuttosto deludente, con ricavi in crescita di appena lo 0,4% sull'anno precedente, anche a causa dell'andamento dei cambi sfavorevole alle esportazioni. Meglio è andata ad Aicon, che ha mostrato un incremento dei ricavi del 134,8% rispetto a un anno fa. Ma non è servito a fermare le speculazioni sul titolo, che ha avuto un sussulto solamente in occasione della diffusione dei dati. Tra i più comprati spicca il +20,11% di Ratti. Dall'azienda tessile comasca non arriva alcuna spiegazione per l'inconsueto volume di scambi e per la corsa all'acquisto. Tra le principali capitalizzazioni, molto bene Italcementi (+8,98%). Europa Partenza in rosso profondo, recupero nella seconda parte A due facce la settimana delle Borse europee. Nella prima le vendite generalizzate non hanno risparmiato alcun settore. Nella seconda, a trainare i listini sono stati soprattutto i settori che erano stati più colpiti nelle settimana passate, come finanziari, risorse di base e tecnologia. Il saldo complessivo è un calo attorno al 3% dei principali indici, ma nella prima parte erano arrivati a cedere oltre il 6 per cento. Fino alle prime battute di mercoledì. Da lì è iniziato un rimbalzo che ha portato i listini a recuperare parzialmente le perdite accumulate, nonostante l'immobilità della Bce non convinca i mercati ad abbandonare una certa prudenza. Le prese di profitto hanno interessato maggiormente settori difensivi o che avevano performato meglio in precedenza, come, telefonici, farmaceutici e utility. Colpite, queste ultime, da flussi di vendita anche per alcuni provvedimenti dell'unione Europea che potrebbero impattare sulla redditività futura per le aziende. S&P Mib Intesa San Paolo 3

4 Mercato azionario Wall Street Wall Street accoglie bene la mossa della Fed Recupero nel finale, evitato altro rosso profondo Timido rimbalzo per gli indici americani, dopo un inizio d'anno particolarmente difficile. Molto ha contribuito la mossa a sorpresa della Federal Riserve, che ha tagliato i tassi di interesse dello 0,75 per cento. La mossa è stata decisa dalla Fed, martedì dopo il giorno di chiusura a Wall Street per il Martin Luther King day. Da lì in poi i dati macro sono risultati in linea con le attese. Anche sul mercato del lavoro, dove le richieste di sussidi sono calate per la quarta settimana consecutiva. I mercati finanziari sono riusciti a risollevarsi un minimo di rimbalzo rispetto ai livelli di minimo. Complice anche una reporting season che non ha fatto vedere, finora, grandi problematiche nei settori ciclici, come gli industriali. Non ci sono stati, dunque, i cataclismi che qualcuno si attendeva, nemmeno in tecnologia. La fase attuale, dunque, è di relativa calma, rispetto al pessimismo che si era accumulato. La situazione, però, non è ancora stabilizzata. Gli utili del primo trimestre 2008 saranno importantissimi. Per ora le guidance sono state molto prudenti, proprio perché il timore della recessione non è sconfitto. Meglio sorprendere in positivo, che deludere aspettative eccessive. Un forte recupero nella giornata di venerdì evita alla Borsa di Tokyo una nuova debacle. Il Nikkei, dopo aver rotto al ribasso in settimana anche la soglia dei 13mila punti, risale nelle ultime due sedute e si riporta a quota , limitando le perdite dell'ottava all'1,6 per cento. Fa meglio il Topix, che riesce a completare il recupero, chiudendo con un sia pur marginale recupero dello 0,27 per cento. Tra i comparti che meglio si sono comportati, spiccano i prodotti in gomma (+8,24%) e i finanziari diversi (+8%), mentre affondano i beni di consumo (-4,13%) e le telecomunicazioni (-3,90%). Una buona notizia arriva dal fronte dei prezzi. L'indice al consumo "core", ovvero al netto delle componenti più volatili, è cresciuto dello 0,8% a dicembre rispetto allo stesso mese Il dato è superiore alle stime che indicavano +0,6 per cento. Si tratta del terzo incremento mensile consecutivo. L'indice complessivo sale dello 0,7% dopo il +0,6% di novembre. Per l'area di Tokyo, +0,4% "core", +0,2% complessivo. Lo spettro della deflazione si allontana un po' di più. Netto calo, invece, il secondo consecutivo, per il surplus della bilancia commerciale. Nel mese di dicembre è sceso del 20,9% a 877,87 miliardi di yen rispetto allo stesso mese Il dato, diffuso dal ministero delle Finanze, è inferiore alle stime che indicavano un surplus di 926,9 miliardi. Su base annua l'avanzo commerciale è cresciuto del 37% a ,93 miliardi di yen. Infine l'indice industriale complessivo, che comprende un ampio range di attività economiche incluse le spese nel settore servizi, è sceso dello 0,5% a novembre rispetto al mese precedente. Nel mese di ottobre l'indice aveva fatto segnare +1,2%. Dow-Jones Paesi emergenti Articolo non disponibile 4

5 Mercato obbligazionario La Fed scuote i mercati La settimana dei bond governativi è stata fortemente influenzata dalla mossa della Fed, il cui intervento è stato un vero e proprio terremoto su tutti i mercati finanziari. Government Si pensa ad altri tagli, curva più ripida La Fed non è stata a lungo alla finestra a osservare il crollo delle Borse e il peggioramento dell'economia Usa, ha così deciso di anticipare la propria riunione prevista per fine mese e ha tagliato i tassi di interesse di 75 punti base. Il mercato ha reagito con una marcata riduzione dei rendimenti a breve termine, coerente con un'ulteriore riduzione dei tassi di interesse. Sui titoli a lungo termine, invece, sono aumentati di 10 punti base, con un complessivo irrigidimento della curva. Bce immobile come i mercati Non seguono identiche mosse a quelle della Fed da parte della Banca centrale europea, in un quadro economico che pure sembra in via di peggioramento. Il contesto ha generato elevata volatilità,, considerando anche che i mercati hanno comunque reagito all'importante espansione monetaria decisa oltreoceano. I livelli dei rendimenti sulla curva dei governativi subiscono, comunque, poche variazioni. E tutte in leggero aumento. Per i titoli a due anni sono cresciuti di 3 punti base, sui trentennali di 7, generando un leggero irrigidimento della curva. Corporate Recupero in finale sui bancari Settimana di elevata volatilità nel mercato delle obbligazioni societarie. L'ottava si è aperta con un forte allargamento degli spread, che pareva preludere a una nuova ondata di "panic selling", accompagnata dal crollo degli indici azionari. A soffrire di più è stato ancora una volta, tra le emissioni investment grad,e il comparto dei bancari. Per i bond ad alto rendimento, invece, i settori più colpiti sono stati soprattutto quelli ciclici e con una più elevata leva finanziaria. A cambiare, però, profondamente l'impostazione del mercato è stato l'intervento straordinario della Fed, che con il taglio da 75 punti base ha innestato un recupero proprio in quei segmenti di mercato investiti dalle vendite. Molto significativo tra i bancari, soprattutto negli. Paesi emergenti Rotta invertita dall'intervento americano La settimana è stata caratterizzata anche sui mercati emergenti da un'elevata volatilità. Dopo un violento momento di correzione causato dai mercati azionari, l'intervento a sorpresa della Fed ha riportato fiducia tra gli investitori. A una fase di stabilizzazione, è seguito un forte recupero nelle ultime sedute. 5

6 Edizione 03 Settimana al 25 gennaio 2008 Cambi Scarse variazioni sul cross euro/dollaro, nonostante la Fed Si conferma quasi invariato il saggio di cambio tra euro e dollaro, in una settimana nella quale il quadro, invece, è cambiato del tutto. La Fed ha portato al 3,5% i tassi di interesse, rendendo il dollaro ancora meno appetibile come investimento. Eppure l'euro non ne ha tratto benefici, perché anche l'economia del Vecchio Continente comincia a scontare qualche paura in più del rallentamento. L'euro chiude la settimana a 1,4695 dollari (1,4623 la scorsa settimana), a 157,39 yen (156,28), a 0,7424 sterline inglesi (0,7488), a 1,6104 franchi svizzeri (1,6111). Il dollaro è quotato a 107,11 yen (106,87), a 1,0958 franchi svizzeri (1,1017). Il cross tra sterlina inglese e dollaro è a quota 1,9793 (1,9530). Euro - dollaro Weber conferma: in Europa niente tagli Il livello dei tassi di interesse nell'eurozona "è ancora accomodante e di sostegno alla crescita" ha detto il presidente della Bundesbank e consigliere della Bce, Axel Weber, in un'intervista a a margine del World economic forum a Davos. Sulle prospettive di un taglio dei tassi di interesse nell'eurozona a causa dei rischi di un rallentamento della crescita, Weber ha detto che la Bce lavora "in una prospettiva di medio periodo e i mercati non dovrebbero concentrarsi troppo sul breve termine nelle proprie attese di politica monetaria". Trichet: la priorità è tenere i prezzi stabili In ogni momento, ma soprattutto in momenti di turbolenza dei mercati, dobbiamo fornire due punti di riferimento: il primo è la stabilità dei prezzi con un solido ancoraggio delle attese di inflazione, il secondo è assicurare un corretto funzionamento del mercato monetario, soprattutto quando emergono delle pressioni" ha detto, sempre a Davos, il presidente della Bce, Jean-Claude Trichet, confermando che non andrà dietro alla Fed sul terreno dell'espansione monetaria. "Sarebbe inopportuno - ha aggiunto - peccare di negligenza sull'inflazione". Euro - yen Boj: vigili a crisi in Usa Torna a calare lo yen, nei confronti sia del dollaro che, in maniera più marcata, dell'euro. Gli ultimi dati sui prezzi sembrano allontanare leggermente lo spettro della deflazione, con la quale Tokyo ha convissuto negli ultimi anni, ma agli occhi dei responsabili della Bank of Japan se ne presenta subito un altro. Quello del rallentamento Usa. "Occorre prestare più attenzione agli accresciuti rischi di ribasso dell'economia Usa, provocati dal credit crunch e dalla debolezza del mercato immobiliare" spiegano le minute della riunione di dicembre della banca centrale, che ha mantenuto allo 0,5% i tassi di interesse. 6

7 Domani accadrà Pil, occupazione, manifatturiero e costruzioni negli Usa, indicatori di fiducia in Europa, consumi e mercato del lavoro in Molti i dati in calendario negli : fra tutti, la prima lettura delle statistiche sui movimenti del pil nel quarto trimestre, il rapporto sul mercato del lavoro, l'indice Ism manifatturiero e i dati sulla spesa nel settore delle costruzioni. Su quest'altra sponda dell'atlantico, i riflettori saranno invece puntati sugli indicatori di fiducia (anche perché il superindice calcolato dalla Commissione Ue è previsto in peggioramento rispetto a dicembre). Indicazioni sulla congiuntura nipponica arriveranno, infine, dalle statistiche sull'andamento dei consumi delle famiglie a dicembre e dal rapporto sul mercato del lavoro a dicembre: il tasso dei senza lavoro è visto in crescita al 3,9 (dal 3,8%). : consumi e mercato del lavoro Il calo dei corsi dei titoli azionari giapponesi può incidere negativamente sull'outlook economico andando a peggiorare il sentiment degli operatori. È l'avvertimento lanciato dal governatore della Bank of Japan, Toshihiko Fukui, che ha sottolineato la necessità di osservare con attenzione l'andamento dei mercati finanziari Usa ed europei. Indicazioni sulla congiuntura arriveranno in settimana dalle statistiche sull'andamento dei consumi delle famiglie a dicembre e dal rapporto sul mercato del lavoro a dicembre: il tasso dei senza lavoro è visto in crescita al 3,9 (dal 3,8%) Usa: pil, occupazione, manifatturiero e costruzioni Il presidente Usa George Bush si è detto fiducioso circa la possibilità di trovare un terreno di intesa con il Congresso, a una maggioranza democratica, sul pacchetto di stimolo dell'economia e ha, a questo proposito, ribadito che "l'economia Usa ha basi sane". Il presidente ha peraltro aggiunto di essere "realistico" circa i tempi necessari per la realizzazione del piano anticrisi. Molti i dati in calendario: fra tutti, la prima lettura delle statistiche sui movimenti del pil nel quarto trimestre, il rapporto sul mercato del lavoro, l'indice Ism manifatturiero e i dati sulla spesa nel settore delle costruzioni. Europa: riflettori sugli indicatori di fiducia "Non ci sarà una recessione nell'ue, la crescita sarà più bassa di quanto si prevedeva, ma non in modo così netto". Lo ha detto il commissario Ue agli Affari economici e monetari, Joaquin Almunia, a margine dei lavori del World economico forum di Davos, spiegando che "i rischi per la crescita in Europa sono aumentati ma, negli ultimi anni, le economie europee hanno costruito fondamentali solidi e un buon assetto dei conti pubblici con risultati molto buoni sul mercato del lavoro che hanno fatto scendere la disoccupazione a nuovi minimi degli ultimi 25 anni". In settimana riflettori puntati sugli indicatori di fiducia. Il superindice calcolato dalla Commissione Ue è previsto in peggioramento rispetto a dicembre, da 104,7 a 104. Principali avvenimenti in breve Settimana dal 4 al 10 febbraio Lunedì 4 Zona euro: Prezzi produzione (dic) : Walt Disney (prima trimestrale) Martedì 5 Zona euro: Vendite al dettaglio (dic) Italia: Pmi servizi (gen) Mercoledì 6 : Superindice (dic) : Produttività e costi (IV trim); Cisco System (terza trimestrale); Sara Lee (seconda trimestrale); Time Warner (quarta trimestrale) Giovedì 7 Gb: Produzione industriale (dic) : Sussidi disoccupazione 7

8 Il calendario degli eventi Lunedì 28 gennaio Martedì 29 gennaio Mercoledì 30 gennaio Giovedì 31 gennaio Venerdì 1 febbraio Inflazione Germania Prezzi al consumo lander e intera nazione (gen) - Dovrebbero essere diffusi già oggi i prezzi al consumo nei lander: la previsione è di un calo su base mensile dello 0,3% (+0,5% a dicembre). L'indice nazionale armonizzato, che verrà reso noto sempre oggi, è invece dato in calo a livello tendenziale, dal 3,1 al 2,9% Immobiliare Vendite di nuove case (dic) - Sono in uscita i dati sulle vendite di case nuove a dicembre (gli analisti prevedono un aumento da 0,6 a 0,65 milioni di unità) Ristorazione McDonald's (quarta trimestrale) - La società statunitense attiva nei servizi di ristorazione diffonde i dati di bilancio del quarto trimestre Telefonia Verizon Communications (quarta trimestrale) - Quarta trimestrale anche per l'operatore telefonico statunitense che opera sia nel campo della telefonia fissa sia in quella mobile Consumi famiglie (dic) - Sono in arrivo le statistiche sull'andamento dei consumi delle famiglie a dicembre: gli analisti prevedono un callo su base annua dello 0,3% (- 0,6% a novembre) Mercato del lavoro Disoccupazione (dic) - È in programma la diffusione del rapporto sul mercato del lavoro a dicembre: il tasso dei senza lavoro è visto in crescita al 3,9 (dal 3,8%) Francia Fiducia consumatori (gen) - Viene reso noto l'indice sul clima di fiducia dei consumatori: la previsione è di una lettura in peggioramento rispetto a dicembre, da -29 a - 30 punti Italia Fiducia imprese (gen) - L'Isae diffonde l'indice sul clima di fiducia delle imprese a gennaio. La previsione è di un lieve calo, da 91,8 a 91,3 Beni durevoli (dic) - Dal dipartimento del Commercio arrivano i dati sugli ordinativi di beni durevoli a dicembre (+1,6% la previsione, invariato il dato 'core'). Fiducia consumatori (gen) - Arriva dal Conference Board l'indice sulla fiducia dei consumatori a gennaio: gli analisti scommettono su una lettura in calo, da 88,6 a 87 punti Telefonia NTT DoCoMo (terzo trimestre) - L'operatore nipponico di telefonia mobile diffonde i risultati finanziari del terzo trimestre Industria Produzione industriale (dic) -Arrivano i dati sull'andamento della produzione industriale a dicembre (+1,9% il dato atteso su base congiunturale, +2,6% la lettura annua) Politica monetaria Riunione Fomc - È in programma la riunione del Fomc, il comitato di politica monetaria della Federal Reserve. Dopo il taglio di tre quarti di punto deciso martedì 22, gli analisti si attendono un ulteriore allentamento, dal 3,5 al 3%. Pil (quarto trimestre, prima stima) - Viene resa nota la prima lettura delle statistiche sui movimenti del pil nel quarto trimestre. Gli analisti scommettono su un rialzo dell'1,2% su base trimestrale (+4,9% nella frazione a settembre) Software Germania SAP (quarta trimestrale) - La società tecnologica tedesca - produttore di software per imprese - diffonde i risultati di bilancio del quarto trimestre Alimentare Kraft Foods (quarta trimestrale) - Quarta trimestrale - prima dell'apertura dei mercati - anche per il colosso alimentare statunitense Farmaceutico Merck & Co (quarta trimestrale) - Anche la società farmaceutiche americana - una delle maggiori a livello mondiale - diffonde la quarta trimestrale a mercati ancora chiusi Commercio elettronico Amazon (quarta trimestrale) - Risultati del quarto trimestre anche per la compagnia di commercio elettronico con sede a Seattle Zona euro Fiducia consumatori (gen) - È in calendario la diffusione degli indicatori di fiducia. Il superindice calcolato dalla Commissione Ue è previsto in peggioramento rispetto a dicembre, da 104,7 a 104. Inflazione Zona euro Prezzi al consumo (stima flash gen) - Viene resa nota la stima flash sull'andamento dei prezzi al consumo: la previsione è di una conferma dell'inflazione tendenziale al 3,1% Zona euro Disoccupazione (dic) - Viene diffuso il rapporto sul mercato del lavoro (il tasso di disoccupazione è previsto stabile al 7,2%) Germania Disoccupazione (gen) - Viene reso noto il rapporto sull'andamento del mercato del lavoro a dicembre: il numero dei disoccupati è visto in calo di 38/45mila unità, il tasso di disoccupazione in flessione dall'8,4 all'83% Mercato del lavoro Sussidi disoccupazione - Vengono rese note le richieste di sussidi alla disoccupazione nella settimana al 19 gennaio: nella frazione precedente è stato registrato un calo di mille unità che ha portato il livello complessivo a quota 301mila Pmi Chicago (gen) - È in uscita l'indice pmi sul settore manifatturiero nell'area di Chicago: attesa una lettura a quota 53 (da 52 a dicembre). Auto India (terza trimestrale) Tata Motors - Il costruttore automobilistico indiano - alleatosi di recente con Fiat - diffonde i dati di bilancio del terzo trimestre Zona euro Pmi manifatturiero (gen) - Viene reso noto l'indice pmi sull'andamento del settore manifatturiero a gennaio (54,9 la lettura attesa, da 55,5) Consumi Germania Vendite al dettaglio (dic) - Sono in uscita i dati sulle vendite al dettaglio: la previsione è di un dato in rialzo dell'1,3% su base mensile (- 1,9% a novembre) e in calo del 5,5% a livello annuo. Mercato del lavoro Disoccupazione (gen) - Viene reso noto il rapporto sul mercato del lavoro. Gli analisti scommettono su un aumento di 55mila unità del numero di nuovi impieghi nel settore non agricolo e una conferma del tasso di disoccupazione al 5% (il livello più elevato dal novembre 2005). Ism manifatturiero (gen) - Arriva l'indice Ism manifatturiero (la previsione è di un lieve calo rispetto a dicembre, da 47,7 a 47 punti). Immobiliare Spesa costruzioni (dic) - Viene reso noto il dato sulla spesa nel settore delle costruzioni a dicembre (-0,5% il dato atteso su base mensile) Tlc Finlandia Ericsson (quarta trimestrale) - La compagnia svedese di telecomunicazioni diffonde i dati di bilancio del quarto trimestre Petrolifero Exxon Mobil (quarta trimestrale) - La compagnia petrolifera americana, nata nel 1999 dalla fusione tra Exxon e Mobil, rende noti i dati di bilancio prima dell'apertura dei mercati 8

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11 Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercati FX Termini Legali Fed: aspettative sul rialzo dei tassi a Settembre in stand-by- Yann Quelenn

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

Analisi Settimanale. 29 Giugno - 05 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch

Analisi Settimanale. 29 Giugno - 05 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercato FX Termini Legali Svizzera: aggiornamenti - Arnaud Masset Difficoltà del Canada e bassi

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole-

STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- STIME VALUTAZIONI TENDENZE DEL MERCATO DEL LAVORO DI MILANO - economia territoriale in pillole- A cura del dipartimento mercato del lavoro Formazione Ricerca della Camera del Lavoro Metropolitana di Milano

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015

COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 COMUNICATO STAMPA N. 12 DEL 10 GIUGNO 2015 Presidenza Comm. Graziano Di Battista Positive anche le previsioni degli imprenditori per il futuro. Unico elemento negativo l occupazione che da gennaio alla

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO.

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. di A. Lalomia Premessa Si propongono di seguito venticinque items di Storia da utilizzare per una terza prova su argomenti

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che,

La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, La speculazione La speculazione può avvenire in due modi: al rialzo o al ribasso. La speculazione al rialzo è attuata da quegli operatori che, prevedendo un aumento delle quotazioni dei titoli, li acquistano,

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese

RAPPORTO ANNUALE2014. La situazione del Paese RAPPORTO ANNUALE2014 La situazione del Paese Rapporto annuale 2014. La situazione del Paese. Presentato mercoledì 28 maggio 2014 a Roma presso la Sala della Regina di Palazzo Montecitorio RAPPORTO ANNUALE2014

Dettagli

Il controllo della moneta e il ruolo delle Banche Centrali

Il controllo della moneta e il ruolo delle Banche Centrali Monetario Mercato monetario e mercato finanziario Finanziario Breve termine: 0-18 m. Lungo termine: > 18 m. Impiego liquidità Valuta / banconote / B.o.t. (buoni ordinati del tesoro) C/c (conto corrente)

Dettagli

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione.

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. 1 Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. Il ruolo della finanza nell economia. La finanza svolge un ruolo essenziale nell economia. Questo ruolo

Dettagli

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla

Parleremo di correlazione: che cos è, come calcolarla IDEMDJD]LQH 1XPHUR 'LFHPEUH %52 (56 21/,1( 68//,'(0 nel 2002, il numero di brokers che offrono la negoziazione online sul minifib è raddoppiato, passando da 7 nel 2001 a 14. A novembre due nuovi brokers

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI

IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI IMPARA IL MERCATO IN 10 MINUTI AVVERTENZA SUGLI INVESTIMENTI AD ALTO RISCHIO: Il Trading sulle valute estere (Forex) ed i Contratti per Differenza (CFD) sono altamente speculativi, comportano un alto livello

Dettagli

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Jacob Gyntelberg Peter Hördahl jacob.gyntelberg@bis.org peter.hoerdahl@bis.org Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Fra inizio settembre e fine

Dettagli

Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo

Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo Il presidente della Bundesbank a La Stampa: nei trattati va previsto il crac di uno Stato TONIA MASTROBUONI INVIATA A FRANCOFORTE

Dettagli

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014

2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 2014 Indice 1 2 Rapporto sulla competitività dei settori produttivi - Edizione 214 RAPPORTO SULLA COMPETITIVITÀ DEI SETTORI PRODUTTIVI EDIZIONE 214 ISBN 978-88-458-1784-7 214 Istituto nazionale di statistica

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA Da produttore/grossista a utente non domestico - Prezzo di mercato prevalente della componente energia e della commercializzazione al dettaglio

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Adottare una prospettiva di più lungo periodo

Adottare una prospettiva di più lungo periodo Adottare una prospettiva di più lungo periodo Discorso di Jaime Caruana, Direttore generale della Banca dei Regolamenti Internazionali in occasione dell Assemblea generale ordinaria della Banca tenuta

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio )

CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio ) 944 CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio ) 8 luglio 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI

Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Nota 5 PREZZI E IMPORT DI COMMODITIES ENERGETICHE E METALLI Roberta Mosca (settembre 2008) 1 - L impennata dei prezzi delle materie prime La stabilità e la crescita dell economia globale è stata di recente

Dettagli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli

4. Introduzione ai prodotti derivati. Stefano Di Colli 4. Introduzione ai prodotti derivati Metodi Statistici per il Credito e la Finanza Stefano Di Colli Che cos è un derivato? I derivati sono strumenti il cui valore dipende dal valore di altre più fondamentali

Dettagli

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze

COMUNICATO STAMPA. Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze COMUNICATO STAMPA Torino, 23 maggio 2006 Il traino olimpico porta il Piemonte sopra al tetto dei 10 milioni di presenze Il turismo in Piemonte continua a crescere. Nel 2005 gli arrivi di turisti che hanno

Dettagli

FUNZIONAMENTO GEM GLIS. Manuela Lombardi Ester Treglia Gianluca Bove Vito Miceli. Giancarlo Valerio Sonia Stati Ilaria Richichi Luca Cipriano

FUNZIONAMENTO GEM GLIS. Manuela Lombardi Ester Treglia Gianluca Bove Vito Miceli. Giancarlo Valerio Sonia Stati Ilaria Richichi Luca Cipriano CONOSCERE LA BORSA FUNZIONAMENTO I partecipanti formano delle squadre ed elaborano una strategia di investimento per il proprio capitale virtuale iniziale (50.000 euro). Nel nostro caso si sono costituite

Dettagli

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana

La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Convegno Associazione Italiana di Economia Sanitaria La struttura industriale dell industria farmaceutica italiana Giampaolo Vitali Ceris-CNR, Moncalieri Torino, 30 Settembre 2010 1 Agenda Caratteristiche

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

Prof. Carluccio Bianchi Università di Pavia (aggiornamento ed estensione di uno schema elaborato da alcuni dottorandi italiani alla L.S.E.

Prof. Carluccio Bianchi Università di Pavia (aggiornamento ed estensione di uno schema elaborato da alcuni dottorandi italiani alla L.S.E. La crisi globale del 2007-2009: cause e conseguenze Prof. Carluccio Bianchi Università di Pavia (aggiornamento ed estensione di uno schema elaborato da alcuni dottorandi italiani alla L.S.E.) Stiamo ancora

Dettagli

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria Crisi bancarie L'attività bancaria comporta l'assunzione di rischi L'attività tipica delle banche implica inevitabilmente dei rischi. Anzitutto, se un mutuatario non rimborsa il prestito ricevuto, la banca

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese

Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese 16 Annual Assicurazioni de Il Sole 24 Ore Assicurazioni, uno strumento per la crescita del Paese Intervento del presidente dell Ania Aldo Minucci Milano, 28 ottobre 2014 1 Sono particolarmente contento

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza.

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza. Carissimi azionisti, il 2014 ci ha riservato molte sorprese: petrolio e materie prime che crollano, dollaro che sale, tassi di interesse sempre più bassi, bond che vanno a ruba, spread dell Europa periferica

Dettagli

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI

GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI 74/ 24 febbraio 2014 GLI INDICI DEI PREZZI ALL IMPORTAZIONE DEI PRODOTTI INDUSTRIALI L Istituto nazionale di statistica avvia la pubblicazione, con cadenza mensile, delle nuove serie degli indici dei prezzi

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari

La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari La geopolitica della crisi. Passate esperienze e attuali scenari Appunti del seminario tenuto presso l'università di Trieste - Scienze Internazionali e Diplomatiche di Gorizia - insegnamento di Geografia

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

GLI ITALIANI E LO STATO

GLI ITALIANI E LO STATO GLI ITALIANI E LO STATO Rapporto 2014 NOTA INFORMATIVA Il sondaggio è stato condotto da Demetra (sistema CATI) nel periodo 15 19 dicembre 2014. Il campione nazionale intervistato è tratto dall elenco di

Dettagli

Diversificato, profittevole, senza rischi. Diamond investment asset.

Diversificato, profittevole, senza rischi. Diamond investment asset. Diversificato, profittevole, senza rischi. Diamond investment asset. Indice Chi Siamo Azienda Conte Diamonds 2 Investire in Diamanti 3 Vantaggi dell investimento in Diamanti 5 Il Diamante. Un investimento

Dettagli

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione

Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione Documento riservato ad uso esclusivo dei destinatari autorizzati. Vietata la diffusione BNPP L1 Equity Best Selection Euro/Europe: il tuo passaporto per il mondo 2 EUROPEAN LARGE CAP EQUITY SELECT - UNA

Dettagli

La valutazione implicita dei titoli azionari

La valutazione implicita dei titoli azionari La valutazione implicita dei titoli azionari Ma quanto vale un azione??? La domanda per chi si occupa di mercati finanziari è un interrogativo consueto, a cui cercano di rispondere i vari reports degli

Dettagli

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni!

Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni! TRADING in OPZIONI Benvenuto nello straordinario mondo del Trading in opzioni! Justagoodtrade è il nome di uno yacht che ho visto durante uno dei miei viaggi di formazione sul trading negli USA. Il milionario

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi

Lo scenario economico provinciale 2011-2014: il bilancio della crisi 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii 2011-2014: iill biillanciio delllla criisii . 2011-2014: il bilancio della crisi Il volume è stato realizzato a cura dell Ufficio Studi della Camera di Commercio

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI

IMPORT-EXPORT PAESI BASSI QUADRO MACROECONOMICO IMPORT-EXPORT PAESI BASSI Il positivo quadro macroeconomico dei Paesi Bassi é confermato dagli indicatori economici pubblicati per il 2007. Di fatto l economia dei Paesi Bassi sta

Dettagli

Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco

Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco 12/03/2015 Class CNBC Intervista al Group CEO, Mario Greco Giornalista: Dott.Greco questo bilancio chiude la prima fase del suo impegno sulla società. Qual è il messaggio che arriva al mercato da questi

Dettagli

Considerazioni finali. Assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 26 maggio 2015. centoventunesimo esercizio. anno 2014.

Considerazioni finali. Assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 26 maggio 2015. centoventunesimo esercizio. anno 2014. Assemblea Ordinaria dei Partecipanti Roma, 26 maggio 2015 anno esercizio centoventunesimo esercizio CXXI Assemblea Ordinaria dei Partecipanti anno - centoventunesimo esercizio Roma, 26 maggio 2015 Signori

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO

FINANZIAMENTI IMPORT IN EURO Data release 1/07/2014 N release 0009 Pagina 1 di 6 INFORMAZIONI SULLA BANCA Denominazione Sede legale: BANCA CARIM Cassa di Risparmio di Rimini S.p.A. P.za Ferrari 15 47921 Rimini Nr. di iscriz. Albo

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

Gli anni 1920 e l industria dell automobile

Gli anni 1920 e l industria dell automobile Gli anni 1920 e l industria dell automobile Gli anni 20 e l industria dell automobile L economia americana fu colpita nel 1921 da una dura depressione, provocata da una brusca diminuzione delle esportazioni,

Dettagli

l uscita dall euro non è la soluzione più pratica

l uscita dall euro non è la soluzione più pratica 32 l uscita dall euro non è la soluzione più pratica Lorenzo Bini Smaghi, precedentemente parte del del consiglio d amministrazione della BCE, e per molti anni uomo italiano a Francoforte (sede della BCE),

Dettagli

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA

LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA LE RISERVE AUREE DELLA BANCA D ITALIA Perché la Banca d Italia detiene le riserve ufficiali del Paese? La proprietà delle riserve ufficiali è assegnata per legge alla Banca d Italia. La Banca d Italia

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità

KBC KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità KBC: accelerato il piano di rimborso degli aiuti pubblici Discreti i conti trimestrali, l Irlanda resta una criticità Il gruppo finanziario belga KBC ha chiuso i primi 9 mesi del 2012 con un utile netto

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015

17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 17 Campionato di Borsa con Denaro Reale Investiment & Trading Cup Edizione 2015 Il Campionato di Borsa con Denaro Reale, organizzato in collaborazione con Directa Sim, Binck Bank, Finanza on Line Brown

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015 CIO View I giganti asiatici Sfida tra modelli economici Nove Posizioni Le nostre previsioni Il crollo delle esportazioni

Dettagli

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano

CHECK UP 2012 La competitività dell agroalimentare italiano Rapporto annuale ISMEA Rapporto annuale 2012 5. La catena del valore IN SINTESI La catena del valore elaborata dall Ismea ha il fine di quantificare la suddivisione del valore dei beni prodotti dal settore

Dettagli

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4

10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese grande 4 I SUSSIDI ALLE ESPORTAZIONI NELL AGRICOLTURA E NEI SETTORI AD ALTA TECNOLOGIA 10 1 Gli obiettivi dell OMC 2 I sussidi alle esportazioni agricole in un Paese piccolo 3 I sussidi alle esportazioni agricole

Dettagli

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009

NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 NOTE DI SINTESI AI DATI STATISTICI DEL MOVIMENTO TURISTICO REGISTRATO IN PROVINCIA DI BRESCIA NELL ANNO 2010 CON IL CONFRONTO 2009 Arrivi 2.016.536 Presenze 8.464.905 PROVINCIA IN COMPLESSO Arrivi: superata

Dettagli

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese

Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese IBM Global Financing Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese Realizzata da IBM Global Financing ibm.com/financing/it Guida alle offerte di finanziamento per le medie imprese La gestione

Dettagli

POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI

POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI capitolo 15-1 POLITICHE PER LA BILANCIA DEI PAGAMENTI OBIETTIVO: EQUILIBRIO (ANCHE SE NEL LUNGO PERIODO) DISAVANZI: IMPLICANO PERDITE DI RISERVE VALUTARIE AVANZI: DANNEGGIANO ALTRI PAESI E CONDUCONO A

Dettagli

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014

UMBRIA Import - Export. caratteri e dinamiche 2008-2014 UMBRIA Import - Export caratteri e dinamiche 2008-2014 ROADSHOW PER L INTERNAZIONALIZZAZIONE ITALIA PER LE IMPRESE Perugia, 18 dicembre 2014 1 Le imprese esportatrici umbre In questa sezione viene proposto

Dettagli

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI. Relazione sull attività svolta dall Istituto

ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI. Relazione sull attività svolta dall Istituto ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI Relazione sull attività svolta dall Istituto Roma, 26 giugno 2013 ISTITUTO PER LA VIGILANZA SULLE ASSICURAZIONI Relazione sull attività svolta dall Istituto

Dettagli

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio

Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli. Le migliori condizioni per il suo patrimonio Panoramica dei prezzi per le operazioni d'investimento e su titoli Le migliori condizioni per il suo patrimonio 2-3 Sommario 01 Il nostro modello dei prezzi 4 02 La nostra gestione patrimoniale 5 03 La

Dettagli

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013

Energia Italia 2012. Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Energia Italia 2012 Roberto Meregalli (meregalli.roberto@gmail.com) 10 aprile 2013 Anche il 2012 è stato un anno in caduta verticale per i consumi di prodotti energetici, abbiamo consumato: 3 miliardi

Dettagli

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore

Le reverse convertible. Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista. Ottobre 2012. Consob Divisione Tutela del Consumatore Le reverse convertible Cosa sono e quali rischi comportano per chi le acquista Ottobre 2012 Consob Divisione Tutela del Consumatore Indice Introduzione 3 Le reverse convertible 4 Cos è una reverse convertible

Dettagli

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi;

i tassi di interesse per i prestiti sono gli stessi che per i depositi; Capitolo 3 Prodotti derivati: forward, futures ed opzioni Per poter affrontare lo studio dei prodotti derivati occorre fare delle ipotesi sul mercato finanziario che permettono di semplificare dal punto

Dettagli

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE

REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE REGOLAMENTO DI FUNZIONAMENTO DELLA COMMISSIONE UNICA NAZIONALE DEI CONIGLI VIVI DA CARNE DA ALLEVAMENTO NAZIONALE ARTICOLO 1 (Istituzione e scopo) Con Protocollo di intesa, posto in allegato (All. 1),

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL'INDUSTRIA DELLE COSTRUZIONI. a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi

OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL'INDUSTRIA DELLE COSTRUZIONI. a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi OSSERVATORIO CONGIUNTURALE SULL'INDUSTRIA DELLE COSTRUZIONI a cura della Direzione Affari Economici e Centro Studi Luglio 2014 L Osservatorio congiunturale sull industria delle costruzioni è curato dalla

Dettagli

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore

Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore Bilancio di previsione 2014 Relazione del Magnifico Rettore IL CONTESTO L approvazione del Bilancio di previsione quest anno si pone esattamente a metà del mio mandato rettorale, iniziato tre anni fa,

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli