PEG esercizio 2011 UNI EN ISO 9001:2008 INDICE

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "PEG esercizio 2011 UNI EN ISO 9001:2008 INDICE"

Transcript

1

2 PEG esercizio 2011 UNI EN ISO 9001:2008 INDICE PRESENTAZIONE: Relazione del Segretario Generale. pag. 3 I referenti politici.. pag. 7 L organigramma dell Ente pag. 8 Ente: le risorse e il loro impiego (tavola sinottica) pag. 9 IL PEG DEI SETTORI: - Affari Generali pag. 19 Obiettivi gestiti direttamente dal direttore pag. 31 Servizio Organizzazione e Risorse Umane pag. 41 Servizi per il cittadino e le attività economiche.. pag. 57 Servizi informativi e informatici pag Segreteria Generale pag. 80 Obiettivi gestiti direttamente dal Segretario pag. 88 Servizio Staff Segreteria Generale pag. 102 Unità Operativa Avvocatura Civica pag Pianificazione del territorio pag. 116 Obiettivi gestiti direttamente dal direttore pag. 124 Servizio Urbanistica ed Edilizia.. pag Polizia Locale pag. 149 Obiettivi gestiti direttamente dal comandante pag. 156 Servizi di Polizia Locale pag Opere per il territorio e l ambiente pag. 173 Obiettivi gestiti direttamente dal direttore pag. 184 Servizio Opere e Lavori pubblici. pag. 199 Servizi e Infrastrutture pubbliche.. pag. 215 Servizi per le imprese e l Ambiente.. pag Socioculturale pag. 239 Obiettivi gestiti direttamente dal direttore pag. 248 Servizi Socio-Educativi. pag. 257 Servizi Culturali, progetti e promozione pag Finanziario... pag. 309 Obiettivi gestiti direttamente dal direttore pag. 318 Servizio Bilancio, risorse finanziarie e patrimoniali pag. 328 Servizio Entrate tributarie e catasto pag

3 UNI EN ISO 9001:2008 RELAZIONE DEL SEGRETARIO GENERALE Il Piano Esecutivo di Gestione 2011 (PEG) viene adottato sulla base di quanto previsto dal Decreto Legislativo 18 agosto 2000, n. 267 "Testo unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali" (di seguito T.U.E.L.) che all articolo 169 dispone: Sulla base del bilancio di previsione annuale deliberato dal Consiglio, l organo esecutivo definisce, prima dell inizio dell esercizio, il piano esecutivo di gestione, determinando gli obiettivi di gestione ed affidando gli stessi, unitamente alle dotazioni necessarie, ai responsabili dei servizi. Il Piano esecutivo di gestione contiene una ulteriore graduazione delle risorse dell entrata in capitoli, dei servizi in centri di costo e degli interventi in capitoli. Per il Comune di Paderno Dugnano, il PEG fa parte di un Sistema Integrato di Pianificazione e Controllo che partendo dal Piano Generale di Sviluppo (approvato con deliberazione consiliare n. 91 del e successivamente modificato con deliberazione di C.C. n. 30 del ) documento che costituisce lo sviluppo delle linee programmatiche di mandato approvate dal Consiglio Comunale nella seduta del con atto n traduce le linee di indirizzo politico in azioni concrete da svolgere per dare attuazione agli impegni elettorali. Come è noto, il Peg: - concorre, in misura determinante, a delimitare e raccordare gli ambiti decisionali tra gli organi politici e organi tecnici attraverso l'esplicitazione degli obiettivi, l'assegnazione delle dotazioni umane, finanziarie e strumentali, la definizione dei centri di responsabilità; - è uno strumento per guidare la gestione attraverso la definizione di una mappa per la gestione ed il coordinamento e l integrazione delle azioni a livello di ente. Sia nel corso della gestione e sia una volta terminata la fase gestionale annuale, il PEG costituisce altresì una guida per il controllo e per la verifica, in una logica pluriennale, dello stato di attuazione delle politiche e degli obiettivi strategici contenuti nel programma di mandato del Sindaco; - è il risultato di uno sforzo di selezione tra ciò che è più propriamente innovazione e sviluppo e ciò che, viceversa, ha i caratteri propri della attività consolidata: mentre, infatti, l'obiettivo è temporalmente definito e vincolato al raggiungimento del risultato definito, nell'attività ordinaria/consolidata, il processo è stabile, ciclico e legato ad un livello di performance. Anche nella fase di redazione del Peg 2011 si è tenuto conto dei principi contenuti nel Decreto Legislativo 27 ottobre 2009 n. 150 Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della produttività del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza. Nella definizione degli obiettivi si è tenuto presente, infatti, quanto ora dispone l art. 5, comma 2, del D. Lgs. 150/2009 che definisce i requisiti degli obiettivi. L obiettivo è rappresentato, in estrema sintesi, da un insieme di attività "innovative" che a partire da un input producono un output; nell'attività ordinaria/consolidata, il processo è rappresentato, invece, da un insieme di attività già sperimentate e quindi consolidate in funzione al raggiungimento dell'output atteso. L'obiettivo è, altresì, realizzato da un numero definito e limitato di persone, mentre nell'attività ordinaria/consolidata, il processo è realizzato da tutte le persone incardinate nell'unità organizzativa di riferimento che collaborano al raggiungimento dei risultato. Infine, l obiettivo è connotato da una "pianificazione" che tende a stabilire: cosa si deve fare; chi lo deve fare; con quali risorse; quando; a quali costi. Nell'attività ordinaria/consolidata, il processo è, viceversa, caratterizzato da una procedura in cui tali elementi sono noti. Gli obiettivi di processo trovano collocazione nelle macroattività istituzionali individuate nel collegato documento triennale Piano della Performance

4 UNI EN ISO 9001:2008 Nel corso del 2010 è stato utilizzato il software per l attività di programmazione e monitoraggio del PEG adottato a partire dalla seconda metà del Si tratta di uno strumento in evoluzione e modellato in base alle esigenze dell ente così da consentire al PEG di fungere, in un ente certificato come il Comune di Paderno Dugnano, da strumento di collegamento con il programma di mandato in una logica di integrazione tra sistema di programmazione e controllo e sistema di gestione per la qualità. Anche nel 2011 tale supporto potrà consentire ulteriori sviluppi per sostenere la fase di avvio della attuazione del ciclo della performance prevista dal già citato D. Lgs. 150/09. II Piano Esecutivo di Gestione del Comune di Paderno Dugnano è frutto di un processo di negoziazione che ha visto coinvolti Sindaco/Assessori/Segreteria Generale/Direttori di Settore ed è formato da due componenti: - la parte finanziaria-. Sotto tale profilo, come già detto, il PEG "contiene un'ulteriore graduazione delle risorse dell entrata in capitoli, dei servizi in centri di costo e degli interventi in capitoli"; - la parte relativa agli obiettivi - Sotto quest ultimo profilo, il PEG del 2011 prosegue nell attuazione del programma amministrativo in stretta correlazione con le indicazioni del Piano Generale di Sviluppo ed in aderenza al nuovo assetto organizzativo delineato dalla Giunta Comunale con la deliberazione n. 201 del 14/12/2010. Come di regola, anche il PEG 2011 verrà monitorato con cadenza quadrimestrale, come prevede il sistema di programmazione e controllo vigente. In definitiva, per quanto sopra precede, si propone alla Giunta Comunale l'approvazione del Piano Esecutivo di Gestione 2011 di cui, di seguito, si riporta l elencazione degli obiettivi di progetto e di processo assegnati ai settori. SETTORE AFFARI GENERALI COLLABORARE PER REALIZZARE AG01. pag CENSIMENTO DELLA POPOLAZIONE E DELLE ABITAZIONI COLLABORARE PER REALIZZARE AG02 REALIZZAZIONE DELLO SPORTELLO POLIFUNZIONALE DEI SERVIZI AL CITTADINO E ALLE ATTIVITA' PRODUTTIVE DEMATERIALIZZAZIONE DOCUMENTALE DELL'ENTE FAMIGLIA-CASA-LAVORO COLLABORARE PER REALIZZARE AG03 INCENTIVAZIONE DEL COMMERCIO DI VICINATO - ANNULLATO INCENTIVARE IL COMMERCIO LOCALE INCENTIVAZIONE DEL COMMERCIO DI VICINATO COSTITUZIONE DI UN DISTRETTO DEL COMMERCIO - NUOVO COLLABORARE PER REALIZZARE AG04 COLONNINE INFORMATICHE 4

5 UNI EN ISO 9001:2008 SETTORE SEGRETERIA GENERALE COLLABORARE PER REALIZZARE DG01. pag. 93 NUOVA CARTA DEI SERVIZI COMUNICARE I RISULTATI: LA RELAZIONE SULLA PERFORMANCE COLLABORARE PER REALIZZARE DG02 MISURARE PER DECIDERE E VALUTARE: UN NUOVO REPORT DI MONITORAGGIO COLLABORARE PER REALIZZARE DG03 SETTORE PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO COLLABORARE PER REALIZZARE PG01. pag. 126 GESTIONE PROCEDURE DI REDAZIONE P.G.T. ED INDIVIDUAZIONE DEI SOGGETTI COLLABORARE PER REALIZZARE PG02 ANALISI E VERIFICA DEGLI ATTI CONVENZIONALI ANNI , RELATIVI AI PIANI ATTUATIVI INDIVIDUAZIONE AMBITI DI VALORIZZAZIONE DEI TESSUTI URBANI RICOGNIZIONE DELLE AREE EX LEGE 167/62 ALLA DATA DEL : TRASFORMAZIONE IN DIRITTO DI PROPRIETA' NUOVA PROCEDURA PER IL RILASCIO DEI PERMESSI DI COSTRUIRE E IL CONTROLLO DELLA PRATICHE EDILIZIE SETTORE POLIZIA LOCALE COLLABORARE PER REALIZZARE PL01. pag. 158 COLLABORARE PER REALIZZARE PL02 CONTROLLO CORRETTO SVOLGIMENTO COMMERCIO SU AREA PUBBLICA CONTROLLI PER LA SICUREZZA DELLA CIRCOLAZIONE PROSSIMI AL CITTADINO SETTORE OPERE PER IL TERRITORIO E L AMBIENTE COLLABORARE PER REALIZZARE PT01 pag. 187 OPERE DI VALORIZZAZIONE DEL DISTRETTO DEL COMMERCIO - NUOVO PROGRAMMARE L'AMMODERNAMENTO DELLA PISCINA COMUNALE SENZA IMPATTI DIRETTI SUL BILANCIO POLITICHE ENERGETICHE PER EDIFICI PUBBLICI COLLABORARE PER REALIZZARE PT03 ELABORAZIONE NUOVO PIANO URBANO DEL TRAFFICO RIQUALIFICAZIONE DEL SISTEMA DI TRASPORTO PUBBLICO NUOVO APPALTO GESTIONE DEL VERDE PUBBLICO ATTIVITA' CORRELATE AL CONTRATTO CON IL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI - PROVVEDITORATO INTERREGIONALE ALLE OO.PP COLLABORARE PER REALIZZARE PT04 GESTIRE I PROCEDIMENTI PER ATTUARE LE OPERE DI URBANIZZAZIONE E LE INNOVAZIONI TECNOLOGICHE DEI COMPARTI BTS2 E BT4 MIGLIORAMENTO E RAZIONALIZZAZIONE DELLA PUBBLICA ILLUMINAZIONE COLLABORARE PER REALIZZARE PT05 5

6 UNI EN ISO 9001:2008 ANALISI DEI FLUSSI DEI RIFIUTI CONFERITI AL CENTRO DI RACCOLTA NUOVO APPALTO PER IL SERVIZIO DI MANTENIMENTO CANI RANDAGI E REDAZIONE DEL REGOLAMENTO BENESSERE ANIMALI DA COMPAGNIA NUOVA CAMPAGNA DI CONTROLLO DEGLI IMPIANTI TERMICI SETTORE SOCIOCULTURALE COLLABORARE PER REALIZZARE SC01. pag. 251 "LO SPORT ON LINE". DALLA MAPPA AL WEB COLLABORARE PER REALIZZARE SC02 "PER LIBERA SCELTA": I VOUCHER SOCIALI PER L'ASSISTENZA DOMICILIARE BUONI DI CURA "AGORA'": PROGETTI DI COESIONE SOCIALE LA DOMANDA SOCIALE E IL SUO ASCOLTO "UN POSTO AL NIDO": GESTIONE DEL PIANO ZONALE NIDI "MI ACCREDITO": COSTRUZIONE E GESTIONE DEL SISTEMA DI ACCREDITAMENTO SERVIZI PRIMA INFANZIA "DIALOGHI IN COMUNE": INSIEME CON LE ASSOCIAZIONI "CITTADINI ALLA PARI": I DIRITTI E I DOVERI DELLA CITTADINANZA "UNA CARTA D'ORO": CON LA CITTA' PER GLI ANZIANI "INFOGIO'": PIANO DI FATTIBILITA' INFORMAGIOVANI "CON PIU' GUSTO": PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE COLLABORARE PER REALIZZARE SC03 LA CITTA' DEI GIOVANI "TILANE DI TUTTI" "TILANE TRA LE GENERAZIONI" "TILANE IN CHIARO" SETTORE FINANZIARIO COLLABORARE PER REALIZZARE SF01 pag. 321 DISMISSIONE PATRIMONIO DI EDILIZIA RESIDENZIALE PUBBLICA CONTRASTO ABUSO EDILIZIO SU AREE DI PROPRIETA' COMUNALE COLLABORARE PER REALIZZARE SF02 IMPLEMENTAZIONE DELL'ORDINATIVO INFORMATICO DI INCASSO E PAGAMENTO A FIRMA DIGITALE SELF INSURANCE RETENTION (S.I.R.): GESTIONE INTERNA DEI SINISTRI RCT/O IN FRANCHIGIA STUDIO E DEFINIZIONE DEL RUOLO DI A.GE.S S.p..A. RICOGNIZIONE STRAORDINARIA DELLE CODIFICHE DI BILANCIO COLLABORARE PER REALIZZARE SF03 GARA PER LA RISCOSSIONE COATTIVA DELLE ENTRATE TRIBUTARIE E PATRIMONIALI APPROVAZIONE REGOLAMENTO CANONE OCCUPAZIONE SPAZI ED AREE PUBBLICHE VERIFICA AREE FABBRICABILI PER GLI ANNI DAL 2006 AL 2010 ATTIVITA' DI VERIFICA TARSU CON PARTICOLARE RIFERIMENTO AD ALCUNE TIPOLOGIE CATASTALI DI IMMOBILI PARTECIPAZIONE ALL'ACCERTAMENTO IRPEF CON L'AGENZIA DELLE ENTRATE VERIFICA P.E. IN SANATORIA RELATIVE AGLI ANNI 2010/09/08 6

7 7

8 8

9 Ente: le risorse ed il loro impiego ( tavola sinottica ) SETTORE AFFARI GENERALI Risorse Umane Risorse Finanziarie Risorse Strumentali Obiettivi assegnati Categoria Entrata / Spesa Descrizione Stime di spesa / numero obt. 9 Addetti Cat. B 30 Cat. C 17 Consulente 1 Cat. D 8 Dirigente 1 Totale Entrata Spesa ,88 Quantità Personal computer 47 Stampanti 15 Software gestionali 6 Scanner 4 Fotocopiatrici 2 Fax e telefax 2 Autovetture e scooter 5 Calcolatrici 8 Telefoni cellulari 1 Etichettatrici protocollo 4 Datario elettronico 1 Affrancatrice postale 1 Timbratrici elettriche a secco 3 Bilancia postale 2 Server di rete 7 Server People 3 Server Intranet 1 Server Internet 1 Vari Apparati di rete 1 file server 3 Totale Valorizzaz. ore lavoro ,95 spese (correnti e di investimento) ,88 num. obt. di progetto 12 num. obt. di processo 43

10 Ore lavoro Progetti Obiettivi Tipologia Totale obt. di progetto obt. di processo % obt. di progetto 5 % obt. di processo 95 Numero 2 Intersettoriale 4 Intersett. di Supporto 4 Settoriale 1 Settoriale / Intrasettoriale 1 10

11 Ente: le risorse ed il loro impiego ( tavola sinottica ) SEGRETERIA GENERALE Risorse Umane Risorse Finanziarie Risorse Strumentali Obiettivi assegnati Ore lavoro Categoria Entrata / Spesa Descrizione Stime di spesa / numero obt. Obiettivi Addetti Cat. B 2 Cat. C 4 Cat. D 3 Segretario Generale 1 Totale Entrata Spesa ,71 Quantità Personal computer 12 Stampanti 6 Software gestionali 2 Scanner 2 Fotocopiatrici 1 Fax e telefax 1 Totale num. obt. di progetto 6 Totale obt. di progetto obt. di processo % obt. di progetto 11 % obt. di processo 89 Intersettoriale 1 Intersett. Capofila 2 Intersett. di Supporto 3 11

12 Ente: le risorse ed il loro impiego ( tavola sinottica ) SETTORE PIANIFICAZIONE DEL TERRITORIO Risorse Umane Risorse Finanziarie Risorse Strumentali Obiettivi assegnati Ore lavoro Categoria Entrata / Spesa Descrizione Stime di spesa / numero obt. Obiettivi Addetti Cat. B 2 Cat. C 7 Cat. D 5 Dirigente 1 Totale Entrata Spesa ,93 Quantità Personal computer 18 Stampanti 7 Fotocopiatrici 1 Autovetture e scooter 1 Macchina fotografica digitale 1 Totale num. obt. di progetto 7 Totale obt. di progetto obt. di processo % obt. di progetto 14 % obt. di processo 86 Intersett. di Supporto 2 Settoriale 5 12

13 Ente: le risorse ed il loro impiego ( tavola sinottica ) SETTORE CORPO POLIZIA LOCALE Risorse Umane Risorse Finanziarie Risorse Strumentali Obiettivi assegnati Ore lavoro Categoria Entrata / Spesa Descrizione Stime di spesa / numero obt. Obiettivi Addetti Cat. B 4 Cat. C 37 Cat. D 5 Dirigente 1 Totale Entrata Spesa ,20 Quantità Personal computer 19 Software gestionali 2 Autovetture e scooter 16 Velocipedi 8 Telelaser 1 Etilomentro 1 Drug test 1 Totale num. obt. di progetto 5 Totale obt. di progetto obt. di processo % obt. di progetto 24 % obt. di processo 76 Intersett. di Supporto 2 Settoriale 3 13

14 Ente: le risorse ed il loro impiego ( tavola sinottica ) SETTORE OPERE PER IL TERRITORIO E L'AMBIENTE Risorse Umane Risorse Finanziarie Risorse Strumentali Obiettivi assegnati Ore lavoro Categoria Entrata / Spesa Descrizione Stime di spesa / numero obt. Obiettivi Addetti Cat. A 3 Cat. B 19 Cat. C 14 Cat. D 11 Dirigente 1 Totale Entrata ,63 Spesa ,65 Quantità Personal computer 31 Stampanti 18 Plotter 1 Fax e telefax 1 Autovetture e scooter 16 Macchina fotografica digitale 1 Trattore 1 Totale num. obt. di progetto 16 Totale obt. di progetto obt. di processo % obt. di progetto 13 % obt. di processo 87 Gestionale 3 Intersett. di Supporto 4 Settoriale 4 Settoriale / Intrasettoriale 3 Procedura di Gestione Aziendale 1 Procedura di Supporto 1 14

15 Ente: le risorse ed il loro impiego ( tavola sinottica ) SETTORE SOCIOCULTURALE Risorse Umane Risorse Finanziarie Risorse Strumentali Obiettivi assegnati Ore lavoro Categoria Entrata / Spesa Descrizione Stime di spesa / numero obt. Obiettivi Addetti Cat. A 9 Cat. B 12 Cat. C 41 Cat. D 15 Dirigente 1 Totale Entrata Spesa ,38 Quantità Personal computer 47 Stampanti 15 Software gestionali 1 Scanner 2 Fotocopiatrici 4 Fax e telefax 3 Autovetture e scooter 6 Macchina fotografica digitale 1 Impianto audio-video 1 Videoproiettore 1 Totale num. obt. di progetto 19 Totale obt. di progetto obt. di processo % obt. di progetto 7 % obt. di processo 93 1 Gestionale 8 Intersett. di Supporto 3 Settoriale 6 Settoriale / Intrasettoriale 1 15

16 Ente: le risorse ed il loro impiego ( tavola sinottica ) SETTORE FINANZIARIO Risorse Umane Risorse Finanziarie Risorse Strumentali Obiettivi assegnati Ore lavoro Progetti Categoria Entrata / Spesa Descrizione Stime di spesa / numero obt. Obiettivi Tipologia Addetti Cat. B 5 Cat. C 15 Cat. D 10 Dirigente 1 Totale Entrata ,63 Spesa ,08 Quantità Personal computer 32 Stampanti 10 Software gestionali 6 Scanner 1 Fotocopiatrici 2 Fax e telefax 1 Autovetture e scooter 3 Macchina da scrivere 1 Piegatrice/imbustatrice 1 Totale num. obt. di progetto 15 Totale obt. di progetto obt. di processo % obt. di progetto 19 % obt. di processo 81 Numero Gestionale 2 Intersettoriale 4 Intersett. Capofila 1 Intersett. di Supporto 3 Settoriale 5 16

17 Ente: le risorse ed il loro impiego ( tavola sinottica ) ENTE Risorse Umane Risorse Finanziarie Risorse Strumentali Categoria Entrata / Spesa Descrizione 17 Addetti Cat. A 12 Cat. B 74 Cat. C 135 Consulente 1 Cat. D 57 Dirigente 6 Segretario Generale 1 Totale Entrata ,26 Spesa ,83 Quantità Personal computer 206 Stampanti 71 Plotter 1 Software gestionali 17 Scanner 9 Fotocopiatrici 10 Fax e telefax 8 Autovetture e scooter 47 Velocipedi 8 Calcolatrici 8 Telelaser 1 Etilomentro 1 Macchina fotografica digitale 4 Telefoni cellulari 1 Impianto audio-video 1 Etichettatrici protocollo 4 Macchina da scrivere 1 Datario elettronico 1 Piegatrice/imbustatrice 1 Affrancatrice postale 1 Timbratrici elettriche a secco 3 Bilancia postale 2 Server di rete 7 Server People 3 Server Intranet 1

18 Obiettivi assegnati Ore lavoro Progetti Stime di spesa / numero obt. Obiettivi Tipologia Server Internet 1 Vari Apparati di rete 1 file server 4 Trattore 1 Totale Valorizzaz. ore lavoro ,82 spese (correnti e di investimento) ,88 num. obt. di progetto 80 num. obt. di processo 43 Totale obt. di progetto obt. di processo % obt. di progetto 12 % obt. di processo 88 Numero 3 Gestionale 13 Intersettoriale 9 Intersett. Capofila 3 Intersett. di Supporto 21 Settoriale 24 Settoriale / Intrasettoriale 5 Procedura di Gestione Aziendale 1 Procedura di Supporto 1 18

19 19

20 20

21 Settore: le risorse ed il loro impiego ( tavola sinottica ) DIRETTORE SETTORE AFFARI GENERALI Risorse Umane Risorse Finanziarie Obiettivi assegnati Ore lavoro Progetti Categoria Entrata / Spesa Stime di spesa / numero obt. Obiettivi Tipologia Addetti Cat. B 9 Cat. C 5 Cat. D 1 Dirigente 1 Totale Entrata Spesa Totale Valorizzaz. ore lavoro ,94 spese (correnti e di investimento) num. obt. di progetto 2 num. obt. di processo 21 Totale obt. di progetto 917 obt. di processo % obt. di progetto 4 % obt. di processo 96 Numero Intersett. di Supporto 1 Settoriale / Intrasettoriale 1 21

22 Settore: le risorse ed il loro impiego ( tavola sinottica ) SERVIZIO ORGANIZZAZIONE E RISORSE UMANE Risorse Umane Risorse Finanziarie Risorse Strumentali Obiettivi assegnati Ore lavoro Progetti Categoria Entrata / Spesa Descrizione Stime di spesa / numero obt. Obiettivi Tipologia Addetti Cat. B 5 Cat. C 7 Cat. D 3 Totale Entrata Spesa ,07 Quantità Personal computer 16 Stampanti 4 Software gestionali 5 Calcolatrici 8 Totale Valorizzaz. ore lavoro ,93 spese (correnti e di investimento) ,07 num. obt. di progetto 4 num. obt. di processo 14 Totale obt. di progetto obt. di processo % obt. di progetto 6 % obt. di processo 94 Numero Intersettoriale 2 Intersett. di Supporto 1 Settoriale 1 22

23 SERVIZI PER IL CITTADINO E LE ATTIVITA' ECONOMICHE Settore: le risorse ed il loro impiego ( tavola sinottica ) Risorse Umane Risorse Finanziarie Risorse Strumentali Obiettivi assegnati Ore lavoro Progetti Categoria Entrata / Spesa Descrizione Stime di spesa / numero obt. Obiettivi Tipologia Addetti Cat. B 16 Cat. C 3 Cat. D 3 Totale Entrata Spesa ,12 Quantità Personal computer 20 Stampanti 9 Software gestionali 1 Scanner 4 Fotocopiatrici 2 Fax e telefax 2 Autovetture e scooter 5 Telefoni cellulari 1 Etichettatrici protocollo 4 Datario elettronico 1 Affrancatrice postale 1 Timbratrici elettriche a secco 3 Bilancia postale 2 Totale Valorizzaz. ore lavoro ,03 spese (correnti e di investimento) ,12 num. obt. di progetto 4 num. obt. di processo 6 Totale obt. di progetto 938 obt. di processo % obt. di progetto 3 % obt. di processo 97 Numero 2 Intersettoriale 1 Intersett. di Supporto 1 23

24 Settore: le risorse ed il loro impiego ( tavola sinottica ) SERVIZI INFORMATIVI E INFORMATICI Risorse Umane Risorse Finanziarie Risorse Strumentali Obiettivi assegnati Ore lavoro Progetti Categoria Entrata / Spesa Descrizione Stime di spesa / numero obt. Obiettivi Tipologia Addetti Cat. C 2 Consulente 1 Cat. D 1 Totale Entrata Spesa ,69 Quantità Personal computer 11 Stampanti 2 Server di rete 7 Server People 3 Server Intranet 1 Server Internet 1 Vari Apparati di rete 1 file server 3 Totale Valorizzaz. ore lavoro ,05 spese (correnti e di investimento) ,69 num. obt. di progetto 2 num. obt. di processo 2 Totale obt. di progetto 730 obt. di processo % obt. di progetto 15 % obt. di processo 85 Numero Intersettoriale 1 Intersett. di Supporto 1 24

25 Settore: le risorse ed il loro impiego ( tavola sinottica ) UFFICIO SERVIZI DEMOGRAFICI Risorse Finanziarie Obiettivi assegnati Entrata / Spesa Stime di spesa / numero obt. Totale Entrata Spesa Totale spese (correnti e di investimento) 25

26 Settore: le risorse ed il loro impiego ( tavola sinottica ) SETTORE AFFARI GENERALI Risorse Umane Risorse Finanziarie Risorse Strumentali Obiettivi assegnati Ore lavoro Categoria Entrata / Spesa Descrizione Stime di spesa / numero obt. Obiettivi 26 Addetti Cat. B 30 Cat. C 17 Consulente 1 Cat. D 8 Dirigente 1 Totale Entrata Spesa ,88 Quantità Personal computer 47 Stampanti 15 Software gestionali 6 Scanner 4 Fotocopiatrici 2 Fax e telefax 2 Autovetture e scooter 5 Calcolatrici 8 Telefoni cellulari 1 Etichettatrici protocollo 4 Datario elettronico 1 Affrancatrice postale 1 Timbratrici elettriche a secco 3 Bilancia postale 2 Server di rete 7 Server People 3 Server Intranet 1 Server Internet 1 Vari Apparati di rete 1 file server 3 Totale Valorizzaz. ore lavoro ,95 spese (correnti e di investimento) ,88 num. obt. di progetto 12 num. obt. di processo 43 Totale

27 Progetti Tipologia obt. di progetto obt. di processo % obt. di progetto 5 % obt. di processo 95 Numero 2 Intersettoriale 4 Intersett. di Supporto 4 Settoriale 1 Settoriale / Intrasettoriale 1 27

28 Processo Obiettivo da raggiungere Oner. Standard AG Gestire le concessioni Gestiamo una concessione nel più breve tempo possibile: richieste evase in ritardo <= % B AG Gestire l'affidamento di forniture e servizi Acquisire forniture nei tempi attesi: atti trasmessi all'ufficio contratti oltre i tempi attesi <= % B 15,00 AG Erogare servizi cimiteriali 1) una delle caratteristiche della qualità del servizio è l'accessibilità: n giorni annui di apertura dei cimiteri comunali / n giorni annui >=.%) B 97,00 2) una gestione sotto controllo: incidenza dei controlli realizzati >=.% B 97,00 AG Gestire la leva militare elenchi leva nei termini di legge: giorni di ritardo nella stesura degli elenchi <=.. gg. B 4,00 AG Gestire l'espletamento del diritto al voto 1) Rilascio duplicati in tempo reale: duplicati tessere elettorali rilasciati oltre i tempi attesi <=...% B 2,00 2) Garantire il diritto di voto a tutti i cittadini: revisioni inviate OLTRE i tempi attesi <=...% B AG Gestire i servizi demografici 1) Rilascio documenti in tempi brevi: pratiche evase oltre i termini attesi <= al..% B AG Gestire reclami, suggerimenti, apprezzamenti e richieste di indennizzo Gestire i reclami (n reclami gestiti dai settori oltre 25 giorni / n reclami gestiti <= %) B 1 Gestire i reclami (n reclami gestiti con risposta al cittadino oltre 30 giorni / n reclami chiusi <= %) B 1 Gestire i reclami (n reclami gestiti oltre 5 giorni dall'urp / n reclami gestiti dall'urp <= %) B 1 AG Gestire l'accesso agli atti Rilasciare copie di atti amministrativi entro i termini di legge: % copie rilasciate oltre i termini attesi <=.. % B 4,75 AG Formare e sviluppare le risorse umane 1) Soddisfiamo il fabbisogno formativo: realizzare il... % dei corsi programmati nel piano formativo B 8 2) Formazione - "scommettiamo su crescita e sviluppo della risorsa umana": una soddisfazione di almeno punti B 3,30 AG Gestire la partecipazione popolare 1) garanzia di forme di partecipazione popolare nel rispetto dei tempi: incidenza delle petizioni gestite oltre i tempi <=.% B 1 AG Instaurare e gestire rapporti di lavoro dipendenti e assimilati 2) Riduciamo i tempi per l' erogazione dei compensi del salario accessorio : incidenza dei mesi in cui il cartellino viene consegnato oltre i termini <=...% B 16,67 AG Gestire l'attività giudiziaria analisi dei ricorsi nei tempi attesi: incidenza delle comunicazioni dirigenziali pervenute in ritardo rispetto al numero dei ricorsi <= % B 4,75 28

29 AG Gestire un atto deliberativo Deposito proposte di delibere nei tempi attesi: incidenza degli atti depositati in ritardo <= % B 25,00 AG Rilasciare le autorizzazioni di SUAP - COMMERCIO Capacità di verifica (n DIA verificate nei tempi / n totale DIA verificate = %) B 10 Capacità di verifica (n DIAP-SCIA verificate nei tempi /n totale DIAP-SCIA verificate = %) B 10 Rilasciare le autorizzazioni nel rispetto dei tempi (Autorizzazioni rilasciate oltre i tempi / autorizzazioni rilasciate = %) B AG Gestire le utenze, la condivisione dei dati informatici e le autorizzazioni Utenze informatiche in breve tempo: un ritardo negli interventi <= al % B 8,00 AG Controllare la regolare esecuzione per forniture e servizi e valutare e liquidare i creditori Incidenza degli atti per liquidazione - in assenza di contestazione - consegnati alla Ragioneria oltre 20 giorni dalla data di protocollazione della fattura (se i termini di pagamento sono 30 gg.) o oltre 50 gg. (se i termini di pagamento sono 60 gg.), etc. <= % AG Monitorare la soddisfazione degli utenti monitoriamo la soddisfazione del cliente: incidenza delle indagini programmate e non realizzate <= % B 25,00 AG Fornire supporto informativo e informatico Risorse informatiche efficienti (assistenza amica): un ritardo negli interventi <= % B 8,00 AG Gestire la riscossione coattiva delle entrate Recupero dei crediti: incidenza delle procedure coattive attivate sul totale dei crediti in sofferenza >=...% B 9 AG Gestire i rimborsi Gestire i rimborsii: incidenza dei procedimenti di rimborso evasi sul totale delle richieste di rimborso >=...% B 75,00 AG Attuare la programmazione finanziaria e di gestione Scostamento dei tempi di redazione dei documenti della programmazione (Bilancio entro il 31/12): ritardo nella redazione dei documenti di programmazione < gg. B 13,00 Piano esecutivo di gestione ad inizio esercizio: obiettivi di progetto definiti nel rispetto dei tempi programmati <=...gg B 2,00 AG Gestire la cassa economale verifiche di cassa nei tempi: incidenza del n di verifiche di cassa trasmesse alla ragioneria oltre i tempi attesi <= % B 24,00 AG Erogare servizi di protocollo e arichivio 1) Consultazione atti e/o rlascio copie nel più breve tempo possibile: un ritardo negli "accessi" (nella consultazione e nel rilascio di copie non conformi) <= % B 8,00 2) Smistare la posta nel più breve tempo possibile: un ritardo nello smistamento <= % B 4,00 AG Gestire le notifiche e le pubblicazioni Notifiche nei tempi: atti notificati oltre i termini <= % B 1 AG Gestire la sicurezza sui luoghi di lavoro Luohi di lavoro più sicuri: N infortuni in mancanza di D.P.I. / n infortuni totali = % B AG Monitorare il Peg ed il programma B Un report nei tempi per un'analisi funzionale: ritardo nella compilazione dei dati < gg. 6,00 29 B

30 AG Riesame della direzione Progetti chiusi in tempi di qualità: incidenza dei progetti (fasi) realizzati nei tempi >= % B 77,00 AG Gestire le segnalazioni di anomalie Azioni chiuse in tempi di qualità: incidenza delle azioni realizzate entro i tempi >= % B 75,00 AG Gestire la comunicazione Gestire le informazioni al cittadino: fornire al cittadino informazioni adeguate e puntuali, erogando alcuni servizi (quali il rilascio tessere ). B AG Gestire la valutazione delle prestazioni del personale 1) monitoriamo le valutazioni: incidenza dei ricorsi accolti dal NdV <= % B 1 2) monitoriamo le valutazioni: incidenza delle schede validate oltre la scadenza <= % B 18,00 AG Gestire lo sportello Immigrazione Una risposta in tempi brevi: appuntamenti fissati entro 15 gg dalla richiesta >=..% B 85,00 AG Gestire gli affidamenti degli incarichi di lavoro autonomo Pubblicità degli atti di incarichi di lavoro autonomo sul sito istituzionale per rendere efficaci gli affidamenti: incidenza dell'affidamento pubblicato sul sito entro 5 gg dalla pubblicazione dell oggetto della determinazione >=...% B 10 30

31 31

32 UNI EN ISO 9001:2008 SETTORE AFFARI GENERALI Direttore: Francesco Longoni SERVIZI DEMOGRAFICI Responsabile: Fabiola Mosca ll servizio si occupa delle seguenti attività: Tenuta e aggiornamento dei registri della popolazione: pratiche di immigrazione ed emigrazione, cambio di indirizzo, sdoppiamenti, unificazione, nati, matrimoni, divorzi, morti, variazioni di prenomi, adozioni, ecc. Aggiornamento patente e libretto circolazione. Pratica completa passaporti. Rilascio tesserino espatrio minori. Rilascio carta identità immediata. Rilascio carta identità elettronica (C.I.E.): adesione al progetto di sperimentazione avviato dal Ministero. Autentica di firma su passaggi di proprietà di beni mobili. Dichiarazioni sostitutive varie. Copie conformi. Controllo scadenze permessi di soggiorno. Rilascio di attestato di soggiorno regolare o permanente per cittadini comunitari Allineamento della banca dati anagrafe con la banca dati dell'agenzia delle entrate. A.I.R.E.: tenuta e aggiornamento dello schedario degli italiani all'estero. Revisione periodica dei residenti provvisori e stranieri. Posta, controllo utenti per forze dell'ordine, esattoria,ecc.. Statistiche: mensili, annuali e a cicli periodici per conto dell ISTAT. Controllo autocertificazioni per Enti vari. Tenuta e aggiornamento delle liste di leva. Tenuta e aggiornamento delle liste elettorali e statistiche varie. Tenuta e aggiornamento Albo Scrutatori, Presidenti di Seggio e Giudici popolari. Procedure amministrative concernenti il regolamento dei cimiteri e i rapporti con la ditta incaricata della gestione degli stessi per la continua verifica del rispetto del capitolato d'appalto. Organizzazione e coordinamento delle procedure elettorali,soprattutto in occasione della prossima tornata di giugno 2009 in cui si svolgeranno anche elezioni amministrative e dei quartieri. Messa in atto di procedure riguardanti cittadini comunitari che costituiranno elettorato attivo e passivo. Supporto pre-elezioni alla segreteria generale per la ricezione di liste e candidature. Supporto alla C.E.C. nella sua attività di controllo di atti,verbali e procedure elettorali. Supporto post-elezioni all Ufficio Centrale Comunale per la verifica degli eletti al Consiglio Comunale ed ai Consigli di Quartiere. 32

PROGRAMMA N. 1 AFFARI GENERALI

PROGRAMMA N. 1 AFFARI GENERALI PROGRAMMA N. 1 AFFARI GENERALI Il programma garantisce il funzionamento degli uffici e dei servizi di carattere generale: tra questi i più importanti riguardano: a) la segreteria generale dell ente per

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2014-2015-2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2014-2015-2016 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2014-2015-2016 1. PREMESSA Con la redazione del presente programma triennale per la trasparenza e l integrità, il Comune di Sant Ilario d Enza

Dettagli

AREA RISORSE UMANE, INFORMATICA E SERVIZI DEMOGRAFICI SETTORE RELAZIONI CON IL PUBBLICO

AREA RISORSE UMANE, INFORMATICA E SERVIZI DEMOGRAFICI SETTORE RELAZIONI CON IL PUBBLICO AREA RISORSE UMANE, INFORMATICA E SERVIZI SETTORE RELAZIONI CON IL PUBBLICO Responsabile del Settore: Bittarelli Luciana Cura il front - office del comune ed in particolare svolge le seguenti attività:

Dettagli

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.)

Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) COMUNE DI PONTBOSET Programma triennale per la trasparenza e l integrità (P.T.T.I.) 2014 2016 Predisposto dal responsabile per la trasparenza Adottato in data 20 febbraio 2014 con deliberazione n. 4 della

Dettagli

Comune di Empoli. Provincia di Firenze. Attività e competenze dei servizi del Settore Affari Generali e Istituzionali

Comune di Empoli. Provincia di Firenze. Attività e competenze dei servizi del Settore Affari Generali e Istituzionali Comune di Empoli Provincia di Firenze Settore V Affarii Generallii e Istiituziionallii Attività e competenze dei servizi del Settore Affari Generali e Istituzionali Servizio URP e Ufficio Stranieri Ufficio

Dettagli

Comune di Sondrio PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DEL COMUNE DI SONDRIO 2012-2013-2014

Comune di Sondrio PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DEL COMUNE DI SONDRIO 2012-2013-2014 Comune di Sondrio PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ DEL COMUNE DI SONDRIO 2012-2013-2014 1. PREMESSA Con la redazione del presente Programma Triennale per la trasparenza e l integrità,

Dettagli

ORGANIGRAMMA Pubblicazione ai sensi dell art. 13 comma 1 lett. c del D. Lgs 33/2013

ORGANIGRAMMA Pubblicazione ai sensi dell art. 13 comma 1 lett. c del D. Lgs 33/2013 COMUNE DI BORGETTO PROVINCIA DI PALERMO ORGANIGRAMMA Pubblicazione ai sensi dell art. 13 comma 1 lett. c del D. Lgs 33/2013 SINDACO SEGRETARIO COMUNALE GIUNTA MUNICIPALE AREA 1^ AREA 2^ AREA 3^ AREA 4^

Dettagli

COMUNE DI POGGIOMARINO Provincia di Napoli SETTORE AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI ELENCO PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI

COMUNE DI POGGIOMARINO Provincia di Napoli SETTORE AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI ELENCO PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI 1 SERVIZIO SEGRETERIA: Redazione verbali delle Delibere Consiliari; Redazione istruttoria impegno di spesa e liquidazione indennità Consiglieri Comunali; Liquidazione servizio fatture per il servizio di

Dettagli

FUNZIONIGRAMMA MACRO STRUTTURA COMUNE DI PALMANOVA

FUNZIONIGRAMMA MACRO STRUTTURA COMUNE DI PALMANOVA FUNZIONIGRAMMA MACRO STRUTTURA COMUNE DI PALMANOVA STAFF 1 Uffici di supporto organi direzione politica (SINDACO) - Segreteria del Sindaco - Segreteria dell Associazione intercomunale del Palmarino - Attività

Dettagli

RELAZIONE SULLA PERFORMANCE ANNO 2014 (Allegata alla deliberazione G.C. n 83 del 25/06/2015 )

RELAZIONE SULLA PERFORMANCE ANNO 2014 (Allegata alla deliberazione G.C. n 83 del 25/06/2015 ) RELAZIONE SULLA PERFORMANCE ANNO 2014 (Allegata alla deliberazione G.C. n 83 del 25/06/2015 ) La relazione sulla performance, prevista dall art. 10, comma 1, lettera b), del decreto legislativo 27 ottobre

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012-2013-2014

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012-2013-2014 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2012-2013-2014 1 PREMESSA Con la redazione del presente Programma Triennale per la trasparenza e l integrità, di seguito denominato Programma,

Dettagli

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE

AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE AREA SERVIZI FINANZIARI E TRIBUTARI E DEL PERSONALE servizi per la gestione delle risorse economico-finanziarie servizi di provveditorato ed economato servizi tributari servizio del personale servizi istituzionali

Dettagli

P I A N O D E G L I S T A N D A R D A N N O 2 0 1 2

P I A N O D E G L I S T A N D A R D A N N O 2 0 1 2 Numero : 01 Settore: AFFARI GENERALI E PIANIFICAZIONE SEGRETERIA E ORGANI COLLEGIALI Predisposizione informatizzata e relativa trasmissione agli uffici competenti delle proposte di delibere di giunta e

Dettagli

Comune di Dueville (Provincia di Vicenza)

Comune di Dueville (Provincia di Vicenza) Comune di Dueville (Provincia di Vicenza) DIREZIONE GENERALE Servizio programmazione e sviluppo organizzativo Servizio informatica Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014 2016 1 Introduzione:

Dettagli

Elenco non esaustivo delle funzioni assegnate alle strutture 1 SETTORE

Elenco non esaustivo delle funzioni assegnate alle strutture 1 SETTORE Elenco non esaustivo delle funzioni assegnate alle strutture 1 SETTORE Urbanistica Piano Strutturale Varianti. Edilizia privata- Edilizia Sociale Lavori pubblici Progettazione, Direzione Lavori Espropriazioni

Dettagli

PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti -

PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti - PUBBLICAZIONI SU SITO WEB ISTITUZIONALE ED ACCESSO DEI CITTADINI dati già presenti nel 2010 e anni precedenti - IL COMUNE ATTIVITA PREVISTE NEL TRIENNIO 2011-2013 SETTORI, SERVIZI DI COMPETENZA Il Sindaco

Dettagli

TABELLE DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DEL COMUNE DI CASLINO D ERBA

TABELLE DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DEL COMUNE DI CASLINO D ERBA TABELLE DEI PROCEDIMENTI AMMINISTRATIVI DEL COMUNE DI CASLINO D ERBA Pag. 1 di 11 PROCEDURE DELL UFFICIO AFFARI GENERALI SCADENZA TEMPO MAX Esecuzione deliberazioni 45 Designazione Rappresentanti del Comune

Dettagli

Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo

Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo - Servizi di Anagrafe, Stato Civile, e Servizio Statistico Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo QUADRO B Servizi di Anagrafe, Stato Civile, e Servizio Statistico gestiti in

Dettagli

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE

PIANO DI INFORMATIZZAZIONE Comune di Rocca San Giovanni PIANO DI INFORMATIZZAZIONE delle procedure per la presentazione e compilazione on-line da parte di cittadini ed imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al comune

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITÀ ANNI 2012-13-14 Le modifiche normative intervenute, nell ambito dell ampio programma di riforma della Pubblica Amministrazione, impongono agli Enti Locali

Dettagli

COMUNE DI SENNORI PROVINCIA SASSARI Via Brigata Sassari n 13 - C.F. 80003910900 - P.I. 01050300902

COMUNE DI SENNORI PROVINCIA SASSARI Via Brigata Sassari n 13 - C.F. 80003910900 - P.I. 01050300902 COMUNE DI SENNORI PROVINCIA SASSARI Via Brigata Sassari n 13 - C.F. 80003910900 - P.I. 01050300902 RESPONSABILE SETTORE AFFARI GENERALI Determinazione N. del 15 2 104 2013 OGGETTO: Ridefinizione assetto

Dettagli

Comune di Villamar Prazza de Corti, 1 09020 Villamar Prov. Medio Campidano Tel. 070/9306901 Fax 070/9306017

Comune di Villamar Prazza de Corti, 1 09020 Villamar Prov. Medio Campidano Tel. 070/9306901 Fax 070/9306017 Comune di Villamar Prazza de Corti, 1 09020 Villamar Prov. Medio Campidano Tel. 070/9306901 Fax 070/9306017 DECRETO DEL SINDACO ai sensi dell art. 50, comma 10, del D. Lgs. n. 267/2000 N 02 del 05/04/2013

Dettagli

SINDACO GABINETTO DEL SINDACO DAL QUALE DIPENDONO: UFFICIO COMUNICAZIONI AFFARI GENERALI E CERIMONIALE

SINDACO GABINETTO DEL SINDACO DAL QUALE DIPENDONO: UFFICIO COMUNICAZIONI AFFARI GENERALI E CERIMONIALE SINDACO GABINETTO DEL SINDACO DAL QUALE DIPENDONO: UFFICIO COMUNICAZIONI AFFARI GENERALI E CERIMONIALE CONSULENTE TECNICO E POLITICO AMMINISTRATIVO DEL SINDACO AVVOCATURA COMUNICAZIONE SEGRETERIA GENERALE

Dettagli

AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE DEL LAZIO ARPA LAZIO ORGANIZZAZIONE DELLE STRUTTURE DEFINIZIONE DELLE ATTRIBUZIONI DEI DIRIGENTI

AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE DEL LAZIO ARPA LAZIO ORGANIZZAZIONE DELLE STRUTTURE DEFINIZIONE DELLE ATTRIBUZIONI DEI DIRIGENTI Allegato A deliberazione n. 15 del 28/02/2013 AGENZIA REGIONALE PER LA PROTEZIONE AMBIENTALE DEL LAZIO ARPA LAZIO ORGANIZZAZIONE DELLE STRUTTURE DEFINIZIONE DELLE ATTRIBUZIONI DEI DIRIGENTI INDICE Organizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNICAZIONE

REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNICAZIONE COMUNE DI MESSINA REGOLAMENTO DELL UFFICIO COMUNICAZIONE Approvato con deliberazione commissariale n. 335/05 pubblicata all albo pretorio dal 10/4/05 al 26/4/05 Ripubblicato dal 4/5/05 al 19/5/05 CAPO

Dettagli

COMUNE DI VIMODRONE ELENCO DELLE BANCHE DATI E ARCHIVI CARTACEI

COMUNE DI VIMODRONE ELENCO DELLE BANCHE DATI E ARCHIVI CARTACEI 1 Registro deliberazioni Consiglio comunale Affari Generali e istituzionali Segreteria 2 Registro deliberazioni Giunta comunale Affari Generali e istituzionali Segreteria 3 Registro generale determinazioni

Dettagli

STRUTTURA APICALE SERVIZIO FUNZIONI ASSEGNATE

STRUTTURA APICALE SERVIZIO FUNZIONI ASSEGNATE STRUTTURA APICALE SERVIZIO FUNZIONI ASSEGNATE SEGRETERIA GENERALE SEGRETERIA Segreteria Generale Controlli integrati (Ufficio di Staff) Iter deliberazioni del Consiglio e della Giunta Iter decisioni di

Dettagli

Piano Esecutivo di Gestione - Anno 2012 DIREZIONE GENERALE

Piano Esecutivo di Gestione - Anno 2012 DIREZIONE GENERALE Piano Esecutivo di Gestione - Anno 2012 DIREZIONE GENERALE Anna Rosa Ciccia 1 2 LE POLITICHE DEL PIANO GENERALE DI SVILUPPO ATTINENTI LA DIREZIONE GENERALE 3 4 5 6 LA GESTIONE DEI PROGETTI A LIVELLO DI

Dettagli

Responsabile del PROVVEDIMENTO. Responsabile del PROCEDIMENTO. Orietta Barbaresch biondi@comunecampione.ch. Orietta Barbaresch

Responsabile del PROVVEDIMENTO. Responsabile del PROCEDIMENTO. Orietta Barbaresch biondi@comunecampione.ch. Orietta Barbaresch Pubblicazione dei dati relativi alle tipologie di procedimento di propria competenza (ai sensi dell'art. 35, Dlgs 33 del 14-3-2013) AREA SERVIZI AL CITTADINO -SERVIZI DEMOGRAFICI Nr o Descrizione del PROCEDIMENTO

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA Triennio 2013 2015 1 Indice Articolo 1. Articolo 2. Articolo 3. Articolo 4. Articolo 5. Articolo 6. Articolo 7. Oggetto e Finalità Organizzazione e

Dettagli

COMUNE DI MAROSTICA PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE PIANO DELLE RISORSE E DEGLI OBIETTIVI ANNO 2012 PIANI OPERATIVI DELLA PERFORMANCE

COMUNE DI MAROSTICA PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE PIANO DELLE RISORSE E DEGLI OBIETTIVI ANNO 2012 PIANI OPERATIVI DELLA PERFORMANCE COMUNE DI MAROSTICA PIANO ESECUTIVO DELLA GESTIONE PIANO DELLE RISORSE E DEGLI OBIETTIVI ANNO 2012 PIANI OPERATIVI DELLA PERFORMANCE TRIENNIO 2012-2014 PIANI OPERATIVI PER IL RAGGIUNGIMENTO DI OBIETTIVI

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013-2015 (articolo 11, comma 2 del D.lgs. 27/10/2009, n. 150)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013-2015 (articolo 11, comma 2 del D.lgs. 27/10/2009, n. 150) COMUNE DI CAROVIGNO ( P r o v. d i B r i n d i s i ) Via Verdi,1-72012 Carovigno (Br) PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013-2015 (articolo 11, comma 2 del D.lgs. 27/10/2009, n. 150)

Dettagli

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE

Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE Ministero per la pubblica amministrazione e l innovazione Concorso Premiamo i risultati DOCUMENTO DI PARTECIPAZIONE - 1 - PREMESSA Il documento di partecipazione ha come oggetto la progettazione esecutiva

Dettagli

C I T T À D I S P I N E A ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI DI MASSIMA DIMENSIONE (MACROSTRUTTURA) E RELATIVE MACRO COMPETENZE

C I T T À D I S P I N E A ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI DI MASSIMA DIMENSIONE (MACROSTRUTTURA) E RELATIVE MACRO COMPETENZE Allegato A C I T T À D I S P I N E A ARTICOLAZIONE DEGLI UFFICI DI MASSIMA DIMENSIONE (MACROSTRUTTURA) E RELATIVE MACRO COMPETENZE Settore PROGRAMMAZIONE E FINANZA SUPPORTO ALLA DIREZIONE GENERALE - Programmazione

Dettagli

CITTÀ DI BATTIPAGLIA - STRUTTURA ORGANIZZATIVA SEGRETERIA GENERALE GIUNTA COMUNALE SINDACO CONSIGLIO COMUNALE SEGRETARIO GENERALE SPORTELLO CONTRATTI PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO Gare Controllo strategico

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2012-2013-2014

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2012-2013-2014 ALLEGATO 1 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2012-2013-2014 1. PREMESSA Con la redazione del presente Programma Triennale per la trasparenza e l integrità, di seguito denominato

Dettagli

COMUNE DI ROTTOFRENO PROVINCIA DI PIACENZA PIANO DELLA PERFORMANCE SEGRETERIA E AFFARI ISTITUZIONALI III QUADRIMESTRE 2013

COMUNE DI ROTTOFRENO PROVINCIA DI PIACENZA PIANO DELLA PERFORMANCE SEGRETERIA E AFFARI ISTITUZIONALI III QUADRIMESTRE 2013 COMUNE DI ROTTOFRENO PROVINCIA DI PIACENZA PIANO DELLA PERFORMANCE SEGRETERIA E AFFARI ISTITUZIONALI III QUADRIMESTRE 2013 ATTIVITA ORDINARIA Attività di supporto amministrativo e istituzionale finalizzate

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO CERTIFICAZIONE QUALITA

RELAZIONE PROGETTO CERTIFICAZIONE QUALITA RELAZIONE PROGETTO CERTIFICAZIONE QUALITA L amministrazione comunale di Fabriano insediatasi nel mese di maggio 2012 ha intenzione di dare attuazione al programma un amministrazione moderna per i cittadini

Dettagli

DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO

DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO DIREZIONE PROGRAMMAZIONE E CONTROLLO Sintesi delle funzioni attribuite DIREZIONE UNITA` ORGANIZZATIVA con fondi della Legge Speciale per Venezia, sovrintende all erogazione dei contributi per il recupero

Dettagli

Parte II Il programma per la trasparenza e l integrità

Parte II Il programma per la trasparenza e l integrità Allegato B Parte II Il programma per la trasparenza e l integrità 1. Introduzione: organizzazione e funzioni dell amministrazione La struttura organizzativa dell ente è stata recentemente ridefinita con

Dettagli

*** ALLEGATO "C" Funzionigramma

*** ALLEGATO C Funzionigramma COMUNE DI CAMMARATA PROVINCIA DI AGRIGENTO *** ALLEGATO "C" Funzionigramma FUNZIONIGRAMMA Struttura organizzativa del Comune : Segretario comunale Aree Servizi Unità operative o uffici Uffici speciali

Dettagli

AREA AFFARI GENERALI

AREA AFFARI GENERALI AREA AFFARI GENERALI U.O.Segreteria Generale/Legale contratti PROCEDIMENTO O SUB PROCEDIMENTO Predisposizione circolari, atti regolamenti a valenza generale Depositi piani urbanistici, pubblicazioni e

Dettagli

SETTORE SOCIO CULTURALE

SETTORE SOCIO CULTURALE SETTORE SOCIO CULTURALE Attività a carattere sociale Rapporti con i soggetti gestori dei servizi socio-assistenziali, coordinati a livello sovraterritoriale e gestiti dalla Fondazione Territori Sociali

Dettagli

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA

REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE PER IL FUNZIONAMENTO DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO DEL COMUNE DELLA SPEZIA Deliberato dalla Giunta Comunale con atto n. 177 del 11.05.2001 Modificato ed integrato

Dettagli

Stato di attuazione del Programma triennale della Trasparenza e dell Integrità (2012-2014)

Stato di attuazione del Programma triennale della Trasparenza e dell Integrità (2012-2014) Provincia di Torino Stato di attuazione del Programma triennale della Trasparenza e dell Integrità (2012-2014) Approvato con D.G.C. n. 161 del 1 luglio 2013 Stato di attuazione del Programma della Trasparenza

Dettagli

11 Azioni previste nel Programma di semplificazione 2011 1 Approvazione Agenda Normativa 2011 che prevede: Report di attuazione

11 Azioni previste nel Programma di semplificazione 2011 1 Approvazione Agenda Normativa 2011 che prevede: Report di attuazione 11 Azioni previste nel Programma di semplificazione 2011 1 Approvazione Agenda Normativa 2011 che prevede: Report di attuazione Approvata con delibera di Giunta regionale n. 744 del 28 Giugno 2011 Semplificazione

Dettagli

PIANO OPERATIVO PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE

PIANO OPERATIVO PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE PIANO OPERATIVO PER LA GESTIONE ASSOCIATA DEL SERVIZIO PERSONALE INDICE 1. Premessa 2. L attuale gestione del personale 3. La convenzione (Le norme scritte) 4. L organizzazione dell UFFICIO UNICO 5. Il

Dettagli

COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO

COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO COMUNE DI ROMANO CANAVESE PROVINCIA DI TORINO PIANO INFORMATIZZAZIONE DEI SERVIZI A CITTADINI E IMPRESE NEL COMUNE DI ROMANO CANAVESE INDICE A) PREMESSA... 3 B) LA SITUAZIONE ATTUALE (AS-IS)... 4 C) L

Dettagli

COMUNE DI CASNATE CON BERNATE

COMUNE DI CASNATE CON BERNATE COMUNE DI CASNATE CON BERNATE RELAZIONE AGGIORNAMENTO MISURE CONTENIMENTO SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART. 2, COMMI 594 E SEGG., L. 24.12.2007 N. 244 A) Premessa. L art. 2, commi 594 e segg. della legge

Dettagli

COMUNE DI CASTELCUCCO

COMUNE DI CASTELCUCCO COMUNE DI CASTELCUCCO Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni ai sensi art. 24, comma 3 bis D.L. n. 90/2014 e s.m.i. SOMMARIO 1 CONTESTO

Dettagli

RICOGNIZIONE DELLA SITUAZIONE ESISTENTE...7

RICOGNIZIONE DELLA SITUAZIONE ESISTENTE...7 COMUNE DI SPECCHIA Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione e la compilazione on-line da parte di cittadini e imprese delle istanze, dichiarazioni e segnalazioni al Comune INDICE

Dettagli

MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA

MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA MAPPA DELLE FUNZIONI DELLA STRUTTURA Elenco della macro struttura: Organi di riferimento Staff Sindaco e/o Giunta Strutture di secondo livello di staff 1) Servizio Polizia Municipale 2) Servizio Legale

Dettagli

Complessità (a cura del Dirigente - Opzioni 1 2 3 a valenza decrescente) 1. Priorità (a cura dell'assessore - Opzioni 1 2 3 a valenza decrescente) 1

Complessità (a cura del Dirigente - Opzioni 1 2 3 a valenza decrescente) 1. Priorità (a cura dell'assessore - Opzioni 1 2 3 a valenza decrescente) 1 SCHEDA OBIETTIVO - 1 : Semplificazione delle procedure di assunzione del personale Supporto alle politiche assunzionali Il processo assunzionale deve soddisfare i bisogni occupazionali dei Settori, siano

Dettagli

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità

Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità Programma Triennale per la Trasparenza e l Integrità PREMESSA Le recenti e numerose modifiche normative nell ambito del vasto progetto di riforma della Pubblica Amministrazione impongono agli Enti Locali

Dettagli

COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno

COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno COMUNE DI CAPRAIA ISOLA Provincia di Livorno DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE ATTO N. 9 SEDUTA DEL 25/03/2011. C O P I A OGGETTO: Approvazione piano triennale 2011-2013 per razionalizzazione utilizzo

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013/2015 (Art. 11, c.8, D.Lgs. n. 150 del 27.10.2009)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013/2015 (Art. 11, c.8, D.Lgs. n. 150 del 27.10.2009) ISTITUTO AUTONOMO CASE POPOLARI DELLA PROVINCIA DI LECCE PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2013/2015 (Art. 11, c.8, D.Lgs. n. 150 del 27.10.2009) Approvato con D.C. n.110 del 2/12/2013

Dettagli

Settore 3 Amministrativo e Servizi al Cittadino. U.O. 1.1 Segreteria Protocollo settore servizio responsabile procedimento competenza TERMINE

Settore 3 Amministrativo e Servizi al Cittadino. U.O. 1.1 Segreteria Protocollo settore servizio responsabile procedimento competenza TERMINE Settore Amministrativo e Servizi al Cittadino U.O. 1.1 Segreteria Protocollo settore servizio responsabile procedimento competenza TERMINE segreteria approvazione o modifica statuto e regolamenti segreteria

Dettagli

COMUNE DI LUCERA PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ONLINE

COMUNE DI LUCERA PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ONLINE COMUNE DI LUCERA PROVINCIA DI FOGGIA PIANO DI INFORMATIZZAZIONE DELLE PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE DI ISTANZE, DICHIARAZIONI E SEGNALAZIONI ONLINE (Art. 24, comma 3-bis del D.L. 24 giugno 2014 n. 90,

Dettagli

COMUNE DI ASCOLI PICENO medaglia d oro al valor militare per attività partigiana

COMUNE DI ASCOLI PICENO medaglia d oro al valor militare per attività partigiana Comune di Ascoli Piceno Regolamento comunale sul sistema dei controlli interni COMUNE DI ASCOLI PICENO medaglia d oro al valor militare per attività partigiana REGOLAMENTO COMUNALE SUL SISTEMA DEI CONTROLLI

Dettagli

Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo FC01C - Servizi di Anagrafe, Stato Civile, Elettorale, Leva e Servizio Statistico

Funzioni generali di amministrazione, di gestione e di controllo FC01C - Servizi di Anagrafe, Stato Civile, Elettorale, Leva e Servizio Statistico Il presente documento dovra' essere sottoscritto ed inviato via fax ad uno dei seguenti numeri 65831211-212-213-214 o via posta elettronica certificata all'indirizzo protocollo@pec.sose.it, indicando nell'oggetto

Dettagli

Allegato 3) alla deliberazione di Giunta Comunale n. 108 del 1.8.2013,,, COMUNE DI BOMPORTO

Allegato 3) alla deliberazione di Giunta Comunale n. 108 del 1.8.2013,,, COMUNE DI BOMPORTO Allegato 3) alla deliberazione di Giunta Comunale n. 108 del 1.8.2013,,, COMUNE DI BOMPORTO PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE 2013-2015 PIANO TRIENNALE DI PREVENZIONE DELLA CORRUZIONE 2013-2015

Dettagli

LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELL ENTE

LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELL ENTE LA STRUTTURA ORGANIZZATIVA DELL ENTE A far data 01/03/2015 la struttura organizzativa dell Ente viene articolata in 5 macroaree suddivise in 9 Servizi, ai quali sono preposti i Responsabili individuati

Dettagli

Sezione 1 - informazioni sull'amministrazione

Sezione 1 - informazioni sull'amministrazione Istruzioni dettagliate per facilitare la comunicazione delle basi dati all Agid. Di seguito vengono indicati, gli adempimenti necessari per compilare il file excel richiesto dall'agenzia per l'italia Digitale.

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2013-2014-2015

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2013-2014-2015 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA ANNI 2013-2014-2015 COMUNE DI BELPASSO PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ ANNI 2013-2014-2015 COMUNE DI BELPASSO PROGRAMMA TRIENNALE

Dettagli

ALLEGATO B) COMUNE DI NUORO COMPETENZE DEI SETTORI

ALLEGATO B) COMUNE DI NUORO COMPETENZE DEI SETTORI ALLEGATO B) COMUNE DI NUORO COMPETENZE DEI SETTORI Allegato alla Deliberazione della Giunta Comunale n 265 del 23.12.2003 Uffici di staff al sindaco Gabinetto del Sindaco Programmazione, innovazione e

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016 COMUNE DI COLLAZZONE Provincia di Perugia PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA 2014-2016 Adottato con deliberazione di Giunta Comunale n.. del. Premessa: Il presente programma triennale

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome CAPPELLARI TIZIANO Indirizzo VIALE PICENO, 60 20129 MILANO Telefono 02.7740.2569 Fax 02.7740.2499 E-mail t.cappellari@provincia.milano.it

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SETTORE AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI

CARTA DEI SERVIZI SETTORE AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI CARTA DEI SERVIZI SETTORE AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI CDR 01 AFFARI GENERALI ED ISTITUZIONALI Il settore fornisce il supporto amministrativo all insieme di attività connesse al funzionamento degli

Dettagli

Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 102 del 16.07.2013 e modificato con deliberazione di Giunta Comunale n. 107 del 02/08/2013.

Approvato con deliberazione della Giunta Comunale n. 102 del 16.07.2013 e modificato con deliberazione di Giunta Comunale n. 107 del 02/08/2013. COMUNE DI VERNANTE CUMÜNA DAL VERNANT APPARTENENTE ALLA MINORANZA LINGUISTICA STORICA OCCITANA PROVINCIA DI CUNEO VIA UMBERTO I N 87 CAP. 12019 Tel. 0171/920104 -Fax 0171/920698 P.IVA C.F. 00457660041

Dettagli

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE

DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE DISCIPLINARE PER LA GESTIONE DELL ALBO PRETORIO ON LINE SOMMARIO Oggetto del disciplinare 3 Modalità di accesso e finalità dell Albo pretorio on line 3 Struttura dell Albo pretorio on line 3 Atti soggetti

Dettagli

Comune di Nogarole Vicentino

Comune di Nogarole Vicentino Comune di Nogarole Vicentino (Provincia di Vicenza) SETTORE 1 Amministrativo Economico-finanziario Programma triennale per la trasparenza e l integrità 2014-2016 Introduzione: organizzazione e funzioni

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE REGOLAMENTO COMUNALE PER LA COMUNICAZIONE PUBBLICA E L INFORMAZIONE TITOLO I PRINCIPI GENERALI ART. 1 - Principi generali 1. Il Comune di Sarezzo, con il presente documento, disciplina le attività di informazione

Dettagli

BOZZA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2015/2017

BOZZA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2015/2017 Comune di Villasor Allegato alla deliberazione GC n. 3 del 13/01/2015 BOZZA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2015/2017 IL SINDACO Walter Marongiu IL SEGRETARIO COMUNALE Dott.ssa Areddu

Dettagli

ACCESSO TELEMATICO E RIUTILIZZO DEI DATI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI

ACCESSO TELEMATICO E RIUTILIZZO DEI DATI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Comune di Deruta, Piazza dei Consoli, n. 15, fax 075/9728639 ACCESSO TELEMATICO E RIUTILIZZO DEI DATI DELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI Sono di seguito indicati, in riferimento alle quattro aree funzionali

Dettagli

COMUNE DI FAENZA. REFERTO DEL CONTROLLO DI GESTIONE (Artt. 198 e 198bis D.Lgs. 267/2000)

COMUNE DI FAENZA. REFERTO DEL CONTROLLO DI GESTIONE (Artt. 198 e 198bis D.Lgs. 267/2000) COMUNE DI FAENZA REFERTO DEL CONTROLLO DI GESTIONE (Artt. 198 e 198bis D.Lgs. 267/2000) Il presente lavoro è redatto e comunicato, ai sensi della citata normativa, per l adempimento degli obblighi propri

Dettagli

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE

DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE CITTA DI VITTORIA PROVINCIA DI RAGUSA DETERMINAZIONE DEL DIRETTORE GENERALE Data 24.03.2011 Atto n 807 OGGETTO: Approvazione Organizzazione Interna della Direzione Generale. IL DIRETTORE GENERALE Premesso

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL INFORMAZIONE ATTRAVERSO IL SITO ISTITUZIONALE, L ALBO PRETORIO INFORMATICO ED IL NOTIZIARIO COMUNALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL INFORMAZIONE ATTRAVERSO IL SITO ISTITUZIONALE, L ALBO PRETORIO INFORMATICO ED IL NOTIZIARIO COMUNALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELL INFORMAZIONE ATTRAVERSO IL SITO ISTITUZIONALE, L ALBO PRETORIO INFORMATICO ED IL NOTIZIARIO COMUNALE Approvato con DCC n. 54 del 22.12.2010 Modificato con DCC n. 30 del

Dettagli

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CONTROLLI INTERNI. Capo I. Il Sistema dei Controlli Interni

REGOLAMENTO IN MATERIA DI CONTROLLI INTERNI. Capo I. Il Sistema dei Controlli Interni REGOLAMENTO IN MATERIA DI CONTROLLI INTERNI Capo I Il Sistema dei Controlli Interni Art. 1 OGGETTO E FINALITA 1. Il presente regolamento disciplina l istituzione del sistema dei controlli interni sull

Dettagli

Catalogo dei dati, dei metadati e delle relative banche dati in possesso dell'amministrazione comunale Ultimo aggiornamento: 19/06/2015

Catalogo dei dati, dei metadati e delle relative banche dati in possesso dell'amministrazione comunale Ultimo aggiornamento: 19/06/2015 Amministrazione trasparente Comune di Prato Catalogo dei dati, dei metadati e delle relative banche dati in possesso dell'amministrazione comunale Ultimo aggiornamento: 19/06/2015 Ambito di Elenco attività/servizi

Dettagli

COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano. PIANO DI INFORMATIZZAZIONE (ai sensi dell art. 24, comma 3 bis, del D.L. n.

COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano. PIANO DI INFORMATIZZAZIONE (ai sensi dell art. 24, comma 3 bis, del D.L. n. COMUNE DI VILLACIDRO Provincia del Medio Campidano PIANO DI INFORMATIZZAZIONE (ai sensi dell art. 24, comma 3 bis, del D.L. n. 90/2014) Approvato con Deliberazione della Giunta Comunale n. 08 del 17.02.2015

Dettagli

COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino

COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino COMUNE DI PIOBBICO Provincia di Pesaro e Urbino cod. 41049 COPIA Verbale di DELIBERAZIONE di GIUNTA Comunale n. 33 del 11-04-2013 Oggetto: Piano triennale di razionalizzazione di alcune spese di funzionamento

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2015-2017. (ai sensi dell art.10 del D.Lgs. 33/2013)

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2015-2017. (ai sensi dell art.10 del D.Lgs. 33/2013) Allegato 1) COMUNE DI PAVIA PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITA TRIENNIO 2015-2017 (ai sensi dell art.10 del D.Lgs. 33/2013) PREMESSA Il tema della trasparenza quale principio fondamentale

Dettagli

Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE

Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE Regione Piemonte COMUNE DI PIVERONE Piazza Marconi, 1 C.A.P. 10010 - PROVINCIA DI TORINO Tel. 0125/72154 - Fax 72190 http://www.comune.piverone.to.it Cod. fisc. 84001150014 E-mail : comune.piverone@comune.piverone.to.it

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMUNICAZIONE PUBBLICA

REGOLAMENTO DELLA COMUNICAZIONE PUBBLICA REGOLAMENTO DELLA COMUNICAZIONE PUBBLICA Approvato con delibera del Consiglio Comunale n. 64/2009, modificato con delibera C.C.n.61/2010 e con delibera C.C.n.109/2010 Art.1 Principi e strumenti. Il Comune

Dettagli

COMUNE DI TRADATE PIANO TRIENNALE della PERFORMANCE 2015/2017 MACRO OBIETTIVO STRATEGICO DESCRIZIONE

COMUNE DI TRADATE PIANO TRIENNALE della PERFORMANCE 2015/2017 MACRO OBIETTIVO STRATEGICO DESCRIZIONE COMUNE DI TRADATE PIANO TRIENNALE della PERFORMANCE 205/207 MACRO OBIETTIVO STRATEGICO DESCRIZIONE Modernizzazione P.A. Prosecuzione processo di gestione informatizzata integrata dei procedimenti amministrativi.

Dettagli

SERVIZIO 1 RESPONSABILE SIG.RA LUISA GALLINI. MAIL: ragioneria.tributi@comune.marcignago.pv.it

SERVIZIO 1 RESPONSABILE SIG.RA LUISA GALLINI. MAIL: ragioneria.tributi@comune.marcignago.pv.it TABELLA A1 Descrizione procedimento SERVIZIO 1 RESPONSABILE SIG.RA LUISA GALLINI MAIL: ragioneria.tributi@comune.marcignago.pv.it Termine conclusione procedimento (gg.) Attivazione procedimento (/istanza)

Dettagli

ELENCO DEI PROCEDIMENTI AREA AMMINISTRATIVA

ELENCO DEI PROCEDIMENTI AREA AMMINISTRATIVA ELENCO DEI PROCEDIMENTI AREA AMMINISTRATIVA UNITA' OPERATIVA: SERVIZI DEMOGRAFICI ELETTORALE LEVA SEGRETERIA SERVIZI SCOLASTICI E SOCIALI CULTURA SPORT PROTOCOLLO NOTIFICHE DIPENDENTI: Responsabile Area

Dettagli

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni

Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni Piano di informatizzazione delle procedure per la presentazione di istanze, dichiarazioni e segnalazioni Ai sensi del comma 3 bis dell art. 24 del D.L. 90/2014 convertito nella legge 11/08/2014 n. 114

Dettagli

Le fasi di costituzione ed attivazione dell Unione dei Comuni. Criticità e soluzioni

Le fasi di costituzione ed attivazione dell Unione dei Comuni. Criticità e soluzioni Le fasi di costituzione ed attivazione dell Unione dei Comuni. Criticità e soluzioni Abstract: La costituzione dell Unione dei Comuni per la gestione associata delle funzioni fondamentali dei comuni è

Dettagli

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento)

MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento) MUNICIPIO DELLA CITTA' DI NARO (Provincia di Agrigento) Determinazione Dirigenziale N. _162_Reg. Int./P.O. 7 del...12/10/2011... N. Reg. Gen...550... del...12/10/2011... PREMESSO CHE: OGGETTO: Modernizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL SERVIZIO PERSONALE ASSOCIATO

REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL SERVIZIO PERSONALE ASSOCIATO REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL SERVIZIO PERSONALE ASSOCIATO Sommario REGOLAMENTO ORGANIZZATIVO E FUNZIONALE DEL SERVIZIO PERSONALE ASSOCIATO...2 Capo I Principi Generali...2 Articolo 1 - Oggetto...2

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO COMUNE DI P E N N A B I L L I Provincia di Rimini (RN) REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELLE PROCEDURE DI PUBBLICAZIONE ALL ALBO PRETORIO ON LINE Approvato con deliberazione di Giunta Comunale n. 37 in data

Dettagli

DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N.69 DEL 30/06/2009

DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N.69 DEL 30/06/2009 DELIBERAZIONE DI GIUNTA COMUNALE N.69 DEL 30/06/2009 OGGETTO: PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE DI ALCUNE SPESE DI FUNZIONAMENTO EX ART.2 COMMI DA 594 A 599 LEGGE 24/12/2007 N.244 /LEGGE FINANZIARIA

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E INTEGRITA ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SAN GIOVANNI BOSCO Via Dante n. 18 92028 Naro (AG) Tel. 0922 956081 Fax 0922 956041 E- mail agic85300c@istruzione.it P.E.C. agic85300c@pec.istruzione.it C.F. 82002930848 PROGRAMMA

Dettagli

Regolamento degli uffici e dei servizi. Allegato C1

Regolamento degli uffici e dei servizi. Allegato C1 Allegato C1 FUNZIIONIIGRAMMA AREA AMMIINIISTRATIIVA E AFFARII GENERALII. personale gestiti dall Area; Contratti di competenza dell Area e tenuta del repertorio dei contratti rogati dall Ente Archivio storico

Dettagli

ALLEGATO 2 A DELIBERAZIONE N. 24 DEL 29/04/2011

ALLEGATO 2 A DELIBERAZIONE N. 24 DEL 29/04/2011 ALLEGATO 2 A DELIBERAZIONE N. 24 DEL 29/04/2011 RELAZIONE ANNUALE DEL PIANO DI RAZIONALIZZAZIONE DELL UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI ANCHE INFORMATICHE, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO E DEI BENI IMMOBILI

Dettagli

GUIDA AI SERVIZI DEMOGRAFICI DEL COMUNE

GUIDA AI SERVIZI DEMOGRAFICI DEL COMUNE Comune di CORTEOLONA Provincia di PAVIA 27014 Corteolona (PV) Via Garibaldi, 8 www.comune.corteolona.pv.it Tel. 0382 70024 Fax. 0382 71519 E-mail demografici@comune.corteolona.pv.it GUIDA AI SERVIZI DEMOGRAFICI

Dettagli

3.4.1 Descrizione del Programma

3.4.1 Descrizione del Programma PROGRAMMA N -006 GESTIONE E SVILUPPO DELLE RISORSE FINANZIARIE RESPONSABILE DOTT. GIULIO PINCHETTI (Il riferimento al Responsabile è puramente indicativo, individuazione formale avverrà in sede di P.E.G.,

Dettagli

Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c. 3bis

Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c. 3bis Piano di informatizzazione ai sensi del D.L. 90/2014, art. 24 c. 3bis Indice 1-Glossario...1 2-Finalità...2 3-Licenza d'uso...2 4-Adozione prodotti e servizi...2 5-Situazione attuale...4 6-Fasi di attuazione...4

Dettagli