Ultime novità su EtherNet/IP: alla scoperta del microsecondo

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Ultime novità su EtherNet/IP: alla scoperta del microsecondo"

Transcript

1 Ultime novità su EtherNet/IP: alla scoperta del microsecondo

2

3 Sommario SOMMARIO 3 LABORATORIO PRATICO ULTIME NOVITÀ SU ETHERNET/IP: ALLA SCOPERTA DEL MICROSECONDO 4 COS È ETHERNET/IP? 4 INFORMAZIONI SUL LABORATORIO PRATICO 5 INFORMAZIONI PRELIMINARI 5 Strumenti e prerequisiti 5 MATERIALI DEL LABORATORIO 5 Hardware 5 File preparati per questo laboratorio pratico: 6 Hardware specifico per il Laboratorio 2 7 CONVENZIONI ADOTTATE NEL MANUALE 7 CONNESSIONE DELLA STAZIONE DEL LABORATORIO 8 INFORMAZIONI SU STUDIO LABORATORIO 1: SINCRONIZZAZIONE TEMPORALE CON CIP SYNC (30 MIN) 10 OBIETTIVI DEL LABORATORIO 10 AGGIORNAMENTO AUTOMATICO DELL OROLOGIO DEL CONTROLLORE CON CIP SYNC 12 Disconnessione dalla rete 12 Abilitazione di CIP Sync sul controllore L75 12 Abilitazione di CIP Sync sul modulo EtherNet EN2TR locale 15 Abilitazione di CIP Sync sul modulo EtherNet EN2TR remoto 16 Verifica della sincronizzazione temporale dei moduli EtherNet mediante un browser Web 19 Riattivazione della connessione alla rete 23 Verifica dell aggiornamento automatico dell ora dell orologio del controllore L75 24 USO DI CIP SYNC PER LA REGISTRAZIONE CRONOLOGICA DEGLI EVENTI NEL CONTROLLORE 27 Ripasso: uso di CIP Sync con i moduli Armor Block 1756-IB16ISOE, 1756-IB16IF e 1732E-IB16M12SOEDR 28 Importazione della routine CIPSYNC_GMClockInfoStatus 30 Revisione delle routine inserite 34 Attivazione di un evento SOE 37 RIEPILOGO DEL LABORATORIO 1 40 LABORATORIO 2: CONTROLLO I/O AD ALTA VELOCITÀ IN ARMADIO MODULI I/O AD ALTA VELOCITÀ INFORMAZIONI SUL LABORATORIO PRATICO 41 Obiettivi del laboratorio 41 INGRESSO/USCITA PEER-TO-PEER 41 Creazione di un nuovo progetto ControlLogix 41 ATTIVAZIONE DI TASK AD EVENTO CON IL MODULO DI INGRESSO MEDIANTE MODELLI 53 MODULAZIONE DI AMPIEZZA DEGLI IMPULSI E MODULO CONTATORE CON CONTROLLO PEER 60 RIEPILOGO DEL LABORATORIO 2 66 APPENDICE A DESCRIZIONE DELLE MODIFICHE ALLA DOCUMENTAZIONE 67 AUL06_IT_V1.doc 24/03/2015 Pagina 3 di 67

4 Laboratorio pratico Ultime novità su EtherNet/IP: alla scoperta del microsecondo EtherNet è la tecnologia LAN più diffusa ed èutilizzata da oltre l 85% dei PC e delle workstation del mondo connessi tramite LAN. EtherNet fa riferimento alla famiglia di tecnologie di connettività coperte dallo standard IEEE e può essere utilizzato su fibra ottica e cavi a doppino incrociato. Nel corso degli anni, EtherNet si è costantemente evoluto per fornire ulteriori prestazioni ed intelligenza di rete. Grazie a questo miglioramento continuo, EtherNet è oggi una soluzione eccellente per le applicazioni industriali Cos è EtherNet/IP? EtherNet/IP è la tecnologia EtherNet standard non modificata che usa il protocollo CIP per il controllo e le comunicazioni a livello di impresa in tempo reale. Il Common Industrial Protocol nelle reti CIP (EtherNet/IP, ControlNet e DeviceNet) semplifica la progettazione, l avvio e la manutenzione, riducendo i costi in tutto l impianto con controllo comune e servizi di comunicazione. Si collega direttamente a dispositivi industriali di oltre 200 fornitori, compresi i prodotti di infrastruttura standard e ai prodotti IT già utilizzati. Le topologie comprendono qualsiasi combinazione di struttura ad albero, ad anello e lineare e qualsiasi scelta di mezzi trasmissivi standard, compresi in rame, fibra, IP67 e wireless. Prestazioni e capacità per gestire applicazioni di grandi dimensioni. Facilità di utilizzo: è possibile sfruttare la formazione precedente nell uso di EtherNet e strumenti standard. Reti a prova di futuro, che sfruttano i progressi di EtherNet. Gestione efficace del controllo e del flusso di informazioni in tempo reale nei reparti produzione e IT. o Integrazione tra applicazioni e tecnologie industriali, commerciali e gestionali, comprese pagine Web, , voce, video e controllo in tempo reale. CIP Safety è una serie di dispositivi di sicurezza integrati che utilizza il protocollo CIP e che consente la trasmissione dei dati di sicurezza CIP sulla stessa rete come trasmissione di dati standard. CIP Sync fornisce un riferimento temporale a livello di intero sistema per l architettura di controllo, basato sullo standard IEEE Questo protocollo, spesso indicato con il termine PTP (Precision Time Protocol) consente la sincronizzazione ad alta precisione degli orologi interni. Una volta implementata, questa tecnologia offre la sincronizzazione fino a 100 nanosecondi con l uso di hardware EtherNet non modificato standard. Questa sincronizzazione è usata per applicazioni di movimento, allarmi ed eventi FactoryTalk ed uscite coordinate.

5 Informazioni sul laboratorio pratico Benvenuti al laboratorio Ultime novità su EtherNet/IP: alla scoperta del microsecondo. La sigla IP in EtherNet/IP conferisce la connotazione industriale alla EtherNet standard, rendendo possibile l esecuzione del controllo I/O (anche quando è richiesta la disponibilità), la configurazione dei dispositivi, e l utilizzo di funzionalità di diagnostica migliorate e raccolta dati su un unica rete. Nel Laboratorio 1 verranno illustrate la sincronizzazione temporale con CIP Sync per sincronizzare l orologio del controllore Logix e l uso della registrazione cronologica SOE. Questo laboratorio può essere completato separatamente. Nel Laboratorio 2 verranno presentati i nostri nuovi moduli I/O per il controllo I/O ad alta velocità in armadio, ossia i moduli I/O ad alte prestazioni ControlLogix. Si tratta di moduli di ingresso, di uscita e contatore che, oltre a garantire un elevata velocità di risposta, offrono funzionalità di controllo peer-to-peer, di modulazione di ampiezza degli impulsi (PWM) e nuove funzionalità connesse ai task ad evento. Questo laboratorio può essere completato separatamente. Informazioni preliminari Prima di cominciare questo laboratorio pratico, chiudere tutte le applicazioni attualmente in esecuzione. Per completare questo laboratorio è consigliabile, anche se non essenziale, una familiarità generale con i computer, i controllori programmabili, I/O ed i software di automazione. Strumenti e prerequisiti Laboratori 1 e 2: Sistema operativo: Windows 7 a 64 bit Studio 5000 v21 RSLinx 3.60 Apparato demo 10P084A-ENET DEMO #2 + modulo I/O ad alte prestazioni aggiuntivo Laboratorio 1: FactoryTalk View Studio 6.10 AOP per Stratix 8000 v4.01 AOI e maschera FactoryTalk View v4 per Stratix 8000 IOS 12.2.(58)SE2 con Stratix 8000 AOP per Stratix 6000 v1.01 AOI e maschera FactoryTalk View v1 02 per Stratix 6000 Materiali del laboratorio Per questo laboratorio pratico sono stati forniti i materiali seguenti, che consentiranno di completare gli esercizi previsti dal manuale. Hardware Durante questi laboratori pratici verranno utilizzati i seguenti apparati demo: Apparato demo ControlLogix 10P084A-ENET DEMO #2 + modulo I/O ad alte prestazioni aggiuntivo. AUL06_IT_V1.doc 24/03/2015 Pagina 5 di 67

6 L apparato 10P084A ENET DEMO #2 è configurato con indirizzamento IP collegato in rete. Utilizzare la tabella sotto per individuare gli indirizzi IP dei componenti. Gli indirizzi IP nelle schermate contenute nella presente documentazione vengono mostrati solo a titolo esemplificativo. Tabella A: Indirizzi IP dei componenti Dispositivo PC 1756-EN2TR (Slot 1 dello chassis CLX superiore) 1756-EN2TR (Slot 1 dello chassis CLX inferiore) 1734-AENTR 1783-ETAP (a sinistra) 1783-ETAP (a destra) Stratix 8000 Stratix IB16M12SOEDR Indirizzo IP xx xx xx xx xx xx xx xx xx.4 Sostituire xx con il numero della stazione in uso. Ad esempio: Stratix 8000 stazione 15: IP= File preparati per questo laboratorio pratico: File di Studio 5000 v21 CIPSync_Start.acd File di routine XML CIPSYNC_GMClockInfoStatus.L5X CIPSYNC_SOETimeStampAlarms.L5X Input_Event.L5X File di FTView v6.10 EIP_Lab.apa File di FTView Client EIP_Lab.cli

7 Nota: sarà necessario apportare delle modifiche ai file applicativi, in base agli indirizzi IP dei moduli installati nell apparato demo. Sono stati creati dei file applicativi per indirizzi IP compresi tra xx e xx e inseriti nelle immagini VMWare. Hardware specifico per il Laboratorio 2 Per questo laboratorio pratico viene impiegato il seguente hardware: Apparato demo ControlLogix 10P084A ENET #2 con o Controllore ControlLogix 1756-L75 V21 o Bridge EtherNet 1756-EN2TR (chassis superiore Slot 1) V4.x o versione successiva o Bridge EtherNet 1756-EN2TR (chassis inferiore Slot 1) V4.x o versione successiva o Modulo di ingresso isolato 24 V ad alta velocità 1756-IB16IF (inserito nello chassis inferiore, slot 2) o Modulo di uscita isolato 24 V ad alta velocità 1756-OB16IEF inserito nello chassis inferiore, slot 0) o Modulo contatore a bassa velocità 24 V CC 1756-LSC8XIB8I (inserito nello chassis inferiore, slot 3) Convenzioni adottate nel manuale Nel presente manuale di lavoro vengono impiegate le convenzioni illustrate di seguito, quale guida ai materiali del laboratorio. Questo stile o simbolo: Parole in grassetto (es. IO Configuration o OK) Indica: Qualsiasi elemento o pulsante: Sul quale è necessario fare clic, oppure la voce di un menu dal quale è necessario scegliere un opzione o un comando. Si tratta del nome effettivo di un elemento visualizzato sullo schermo o contenuto in un esempio. Da inserire nel campo specificato. Si tratta di un informazione che occorre fornire sulla base della propria applicazione (ad es. una variabile). Il testo visualizzato in questa casella grigia rappresenta informazioni aggiuntive relative al materiale del laboratorio, ma che non e necessario leggere per poter completare gli esercizi. Tali informazioni potrebbero tuttavia fornire suggerimenti utili a facilitare l utilizzo del prodotto. Molto spesso gli autori si avvalgono di questo particolare stile indicato come suggerimento per fornire informazioni importanti, che desiderano trasmettere ai partecipanti alla formazione. Nota: se nel testo non è specificato il pulsante del mouse, è necessario fare clic su quello sinistro. AUL06_IT_V1.doc 24/03/2015 Pagina 7 di 67

8 Connessione della stazione del laboratorio 1. Fare riferimento allo schema del laboratorio sotto riportato. In una fase successiva verrà avviato il file di FTView SE Client per eseguire questa applicazione. Il sistema che utilizzeremo comprenderà: 1 controllore ControlLogix (slot 0 dello chassis superiore) 2 tipi diversi di switch EtherNet Stratix 1 modulo Point I/O 1 modulo Armor Block SOE 3 tipi diversi di moduli EtherNet 3 moduli peer-to-peer ad alte prestazioni ControlLogix Modulo SOE ControlLogix 1 computer Verificare che il PC sia collegato alla porta Gi1/2 sullo Stratix Verificare che il CLX 1756-EN2TR superiore (Slot 1) sia collegato in serie all adattatore Point I/O con il cavo 3, i due moduli ETAP (cavi 4 e 6) e quindi collegato alla porta Fa1/4 dello Stratix 8000 (cavo 5). 3. Verificare che il CLX 1756-EN2TR inferiore (Slot 1) sia collegato alla porta fa1/3 sullo Stratix 8000 (cavo 9). 4. Verificare che la porta 5 dello Stratix 6000 sia collegata alla porta fa1/5 sullo Stratix 8000 (cavo 7). 5. Verificare che il modulo Armor Block 1732E-IB16M12SOEDR sia collegato alla porta 7 sullo Stratix 6000 (cavo 8). Nota: gli switch integrati a 2 porte possono anche essere collegati con topologia di rete ad anello (DLR). L 1756-EN2TR e l 1783-ETAP sono entrambi in grado di svolgere il ruolo di supervisori. Nel caso di una topologia di rete ad anello è necessario abilitare almeno 1 supervisore. La funzione di supervisore di default è disattivata. Gli utenti possono attivare questa funzione utilizzando il profilo AOP (Add On Profile) di Studio 5000 per 1756-EN2TR

9 e 1783-ETAP, oppure utilizzare RSLinx Classic v2.56 o versione successiva. Per collegare l anello DLR ad uno switch Stratix è necessario utilizzare un dispositivo 1783-ETAP. Informazioni su Studio 5000 Che novità ci sono? Studio 5000 è la prima evoluzione del nostro ambiente di progettazione integrato, e costituirà la base su cui verranno realizzati gli strumenti e le funzionalità future di progettazione di automazione industriale Rockwell. Si tratta di uno strumento intuitivo e completo, che permette ai progettisti di sviluppare tutti gli elementi del loro sistema di controllo, partendo da un ambiente unico, con evidenti vantaggi in termini di efficienza di progettazione, poiché permette di accorciare i tempi e di accelerare il time-to-market. Logix Designer Studio 5000 ha una struttura modulare, che favorisce la collaborazione tra i progettisti con plug-in studiati per attività di progettazione specifiche. Ad esempio, comprende un plug-in base da utilizzare per lo sviluppo di progetti per i controllori Logix, detto Logix Designer. Con Logix Designer, l attuale interfaccia utente di RSLogix 5000 entra in Studio 5000, permettendo l introduzione di nuovi componenti condivisi, che renderanno l ambiente di progettazione Logix ancora più potente, flessibile ed organizzato. Studio 5000 sarà richiesto per tutti i controllori Logix che utilizzano il firmware versione 21 o successive. Il futuro: View Designer Con la versione 22 verrà introdotto un nuovo plug-in base in Studio 5000: View Designer. View Designer è l ambiente di progettazione grafico per i terminali touchscreen View 5000, che permette ai progettisti di realizzare applicazioni PAC ed HMI nello stesso ambiente. Grazie ai servizi condivisi dai plug-in di Studio 5000, è possibile condividere i componenti principali, quali ad esempio un database di tag, tra applicazioni PAC ed HMI. AUL06_IT_V1.doc 24/03/2015 Pagina 9 di 67

10 Laboratorio 1: Sincronizzazione temporale con CIP Sync (30 min) Obiettivi del laboratorio Nel presente laboratorio verrà presentata la funzione di sincronizzazione temporale di sistema aggiunta a RSLogix5000 V18, CIP Sync, che in questo caso verrà utilizzata insieme al nostro modulo I/O Armorblock IP E ed ai nostri nuovi moduli I/O ControlLogix ad alte prestazioni. In breve, tutte le indicazioni di tempo espresse in formato UTC (Universal Time Coordination) in anni, mesi, giorni, ore, minuti, secondi e microsecondi, vengono sincronizzate nell intera rete EtherNet mediante il cosiddetto protocollo PTP (Precision Time Protocol) Gli orologi interni dei dispositivi che supportano il protocollo PTP vengono aggiornati con una risoluzione molto elevata, pari a +/ 100 nanosecondi. Grazie a questo livello di sincronizzazione, tutti gli orologi dei controllori ControlLogix della rete EtherNet possono essere aggiornati automaticamente. Ciò nel lungo periodo si tradurrà in un risparmio di tempo e denaro, poiché non sarà più necessario che un tecnico imposti manualmente tutti gli orologi dei controllori della rete. Ciò inoltre ci permetterà di realizzare applicazioni di registrazione cronologica SOE (Sequence of Event) utilizzando il modulo SOE ControlLogix 1756-IB16ISOE ed il modulo Armor Block 1732E-IB16M12SOEDR. Le applicazioni SOE sono largamente diffuse nel settore dell energia e verranno trattate nella seconda metà del presente laboratorio. Inoltre, la programmazione basata sul coordinamento temporale può essere sfruttata per applicazioni di controllo assi che richiedono la sincronizzazione di più assi. Questa tecnologia è detta CIP Motion. Di seguito ne verrà illustrato il funzionamento. Dopo aver impostato un dispositivo compatibile con il protocollo PTP (Precision Time Protocol) come Grandmaster (GM) (ossia L6x/L7x) del tempo nella rete EtherNet, ed aver attivato tutti i dispositivi che utilizzano il protocollo PTP (ossia EN2T(R), moduli SOE), il dispositivo Grandmaster (GM) invia un pacchetti di dati tempocorrelati PTP a tutti i dispositivi Slave (S) presenti in rete, una volta al secondo. Il pacchetto di dati tempo-correlati PTP è lo strumento che permette di sincronizzare tutti gli orologi della rete EtherNet. Inoltre, avendo impostato le porte EtherNet di Stratix 8000 per la modalità PTP Enable Transparent Mode, il pacchetto PTP non subisce ritardi durante il passaggio attraverso lo Stratix Nota: Il profilo AOP (Add-On Profile) di Stratix 8000 comprende una scheda Time Sync Configuration, accessibile tramite Studio 5000.

11 Controller Wall Clock WCT UTC UTC P2=1 L 6 X GM E N 2 T S S O E S O E S O E S O E S O E E N 2 T S S O E S O E S O E S O E S O E S O E Real Time Source P T P PTP E N 2 T S O E S O E UTC S O E S O E S O E S O E Ethernet Switch PTP Controller Wall Clock S UTC Stratix 8000 PTP P2=2 L 6 X E N 2 T S D I O D I O D I O D I O D I O I dispositivi compatibili con CIP Sync ed il protocollo PTP 1588 sono: controllori L6x ed L7x V18 o versione successiva 1756-EN2T(R)/EN3TR V3.x o versione successiva 1756-IB16ISOE e 1756-IH16ISOE V2.x o versione successiva 1732E-IB16M12SOEDR V1.6 o versione successiva ControlLogix ridondanti V19.50 o versione successiva Stratix 8000 V12.2(50) o versione successiva controllori CompactLogix 5370 (L1, L2, L3) V20 o versione successiva moduli I/O ad alte prestazioni 1756-IB16IF e 1756-OB16IEF V1.x o versione successiva I dispositivi compatibili con CIP Motion ed il protocollo PTP 1588 sono: Kinetix 6500 V19 o versione successiva Kinetix 5500 V21 PowerFlex 755 V19 o versione successiva Kinetix K350 V19 o versione successiva Le topologie di rete supportate sono: topologia a stella topologia a stella/lineare topologia di rete ad anello DLR (Device Level Ring) AUL06_IT_V1.doc 24/03/2015 Pagina 11 di 67

12 Aggiornamento automatico dell orologio del controllore con CIP Sync In questa sezione si attiverà la funzione CIP Sync sul controllore L75 ed i moduli EN2TR, dopodiché tale funzione verrà utilizzata per l aggiornamento automatico dell orologio del controllore e la distribuzione dei dati temporali in tutto il sistema. A questo scopo, è necessario abilitare tutti i dispositivi che devono gestire i pacchetti di dati tempo-correlati PTP. Nel nostro caso, si tratta del controllore CLX L75 superiore e dei moduli EN2TR locale e remoto. Si effettuerà la sincronizzazione con un controllore remoto già impostato per la gestione di pacchetti PTP. Disconnessione dalla rete 1. Prima di cominciare, assicurarsi che la stazione in uso sia disconnessa dalla rete per impedire la sincronizzazione con altre stazioni. Se non è già stato fatto, scollegare il cavo collegato alla porta Gi1/1 dello Stratix 8000 (porta gigabit superiore sul lato sinistro). Abilitazione di CIP Sync sul controllore L75 2. Selezionare il progetto di Studio 5000 CIPSync_Start.acd sfogliando la cartella Lab Files sul desktop: Lab Files\ AUL06\ CIPSync_Start.acd.

13 3. Fare doppio clic sul controllore L75 nell albero della configurazione I/O per visualizzare la finestra delle proprietà del controllore. 4. Nella scheda Date/Time selezionare la casella Enable Time Synchronization e fare clic sul pulsante Apply. AUL06_IT_V1.doc 24/03/2015 Pagina 13 di 67

14 5. Fare clic sul pulsante Advanced e cambiare l impostazione del parametro Priority 1 (Master Override) da un valore di 128 a XX, dove XX è il numero della stazione in uso. In questo modo ci si assicura mediante programma che il controllore L75 diventi il Grandmaster (GM) del tempo della rete per la stazione in uso. Quindi fare clic due volte su OK per chiudere le finestre di dialogo. Impostando una priorità diversa per ogni master del tempo di sistema (ControlLogix) in ciascuna stazione, si ha la possibilità di scegliere manualmente il Grandmaster del tempo di sistema nel caso in cui il GrandMaster della sala sia offline. Info Con il protocollo PTP, il Grandmaster del tempo di sistema viene scelto in base all algoritmo BMCA (Best Master Clock Algorithm), una rigorosa procedura di arbitraggio svolta da ciascun nodo per determinarne lo stato (master o slave). L orologio migliore del sistema è indicato come Grandmaster. L algoritmo BMCA tiene conto di vari fattori, tra cui: Classe dell orologio misura della qualità relativa Accuratezza grado di approssimazione ad un riferimento assoluto (GPS: ~250 ns; orologio da polso: ~10 sec) Varianza misura della stabilità dell orologio Priorità 1, 2 utilizzata come meccanismo di override In presenza di orologi di pari livello, si farà riferimento all ID dell orologio (indirizzo MAC) per stabilire lo stato.

15 Abilitazione di CIP Sync sul modulo EtherNet EN2TR locale 6. Fare doppio clic sul modulo EN2TR locale (slot 1) nella struttura ad albero della configurazione I/O per visualizzare la finestra delle proprietà di tale modulo. 7. Nella scheda General, fare clic sul pulsante Change. In Time Sync Connection: Selezionare Time Sync and Motion. Fare clic su OK, YES, OK per accettare le modifiche. In vista dei passaggi successivi, in primo luogo abiliteremo CIP Sync sul modulo EN2TR remoto. AUL06_IT_V1.doc 24/03/2015 Pagina 15 di 67

16 Abilitazione di CIP Sync sul modulo EtherNet EN2TR remoto 8. Fare doppio clic sul modulo EN2TR remoto (slot 1) nella struttura ad albero della configurazione I/O per visualizzare la finestra delle proprietà di tale modulo. 9. Nella scheda General, fare clic sul pulsante Change. In Time Sync Connection: Selezionare Time Sync and Motion. Fare clic su OK, YES, OK per accettare le modifiche. Ora tutti i moduli sono impostati per la gestione del tempo di sistema con il protocollo PTP. Eseguire il Download e verificare i risultati.

17 10. Salvare e scaricare il progetto CIPSync_Start project sul controllore ControlLogix L75 superiore nello slot 0. Fare clic sul pulsante Who Active. 11. Viene visualizzata la finestra Who Active. Selezionare AB_ETHIP XX.2 (XX è il numero della stazione in uso) Backplane 00, 1756-L75 LOGIX5575 e fare clic su Set Project Path come illustrato di seguito. AUL06_IT_V1.doc 24/03/2015 Pagina 17 di 67

18 12. Ora fare clic su Download. 13. Nella finestra popup Download ora è visibile l opzione Download Project Documentation and Extended Properties. Lasciare selezionata la casella di controllo e fare nuovamente clic su Download.

19 Info Selezionando Download Project Documentation and Extended Properties, verranno scaricati i commenti di tutti i rami e tutte le descrizioni relative a routine, programmi, task, tag, tipi definiti dall utente (UDT), ecc. sul controllore. In questo modo i commenti e le descrizioni rimarranno sempre a disposizione, anche nel caso in cui il file di progetto originale di Logix Designer dovesse andare perso. L archiviazione è assolutamente indipendente dallo spazio disponibile nella memoria dell utente. 14. Portare il controllore in modalità Esecuzione procedendo come segue: a. Selezionare YES nella finestra popup OPPURE b. Fare clic sulla casella a discesa accanto a Rem Prog e selezionare Run Mode. Verifica della sincronizzazione temporale dei moduli EtherNet mediante un browser Web 15. Aprire una finestra del browser Web IE facendo clic sull icona nella barra delle applicazioni di Windows. 16. Sfogliare fino all indirizzo IP del modulo EN2TR remoto con indirizzo IP XX.3, dove XX è il numero della stazione in uso. AUL06_IT_V1.doc 24/03/2015 Pagina 19 di 67

20 17. Sfogliare il menu sul lato sinistro finché non si troverà System Data. Fare clic su 1588 PTP (Time Sync) per visualizzare il PTP. 18. Verificare che l EN2TR remoto nello chassis inferiore sia sincronizzato con il master.

21 19. Fare clic sul collegamento Clock Info per visualizzare i dati dell orologio sul Grandmaster, in modo da sapere con quale modulo è sincronizzato l EN2TR. 20. Verificare che l impostazione di priorità 1 sul Grandmaster corrisponda all impostazione di priorità 1 del controllore impostato precedentemente. SUGGERIMENTO: dovrebbe essere il numero della stazione in uso. In corrispondenza di Clock>Local clock sono visualizzate le proprietà del modulo EN2TR remoto che stiamo esaminando. In corrispondenza di Clock>Grandmaster sono visualizzate le proprietà dell orologio del Grandmaster del tempo di sistema, che nel nostro caso dovrebbe essere il controllore ControlLogix superiore situato nello slot 0. Info Sulla base di quanto riportato sotto Identifier è possibile ricavare l indirizzo MAC. L identificativo dell orologio locale, riportato in corrispondenza di Identifier, in questo caso è 0000BCFFFEC2B3DA, pertanto l indirizzo MAC sarà 00.BC.C2.B3.DA. AUL06_IT_V1.doc 24/03/2015 Pagina 21 di 67

22 Nel caso di un controllore, il numero di serie può essere ricavato da quanto riportato sotto Identifier: FFFF CED30. Questo numero di serie può anche essere visualizzato in RSlinx selezionando le proprietà del controllore. 21. Nel progetto CIPSync_Start.ACD, fare doppio clic sul controllore L75 nell albero della configurazione I/O per visualizzare la finestra delle proprietà del controllore. 22. Fare nuovamente clic sulla scheda Date/Time Osservazioni: Perché la visualizzazione dell ora nel controllore non è corretta? L ora non è corretta poiché non è ancora stata impostata l ora dell orologio sul controllore. In seguito all azzeramento della memoria del controllore, apparirà l indicazione 1/1/1998. Se non si esegue l azzeramento, l ora visualizzata potrebbe non essere corretta. Come si può vedere, questo controllore attualmente è il master del tempo di sistema.

23 Riattivazione della connessione alla rete Ora che il sistema è abilitato per il PTP, si procederà al collegamento alla rete per vedere i risultati. 23. Ricollegare il cavo di rete alla porta Gigabit Gi1/1 dello switch Stratix Controllare nuovamente la pagina Web e verificare che in corrispondenza del Grandmaster ora sia impostato 1 per Priority 1. Dovrebbe essere il controllore che si trova davanti alla stanza (se connesso). In caso contrario, chiedere assistenza all istruttore. AUL06_IT_V1.doc 24/03/2015 Pagina 23 di 67

24 Verifica dell aggiornamento automatico dell ora dell orologio del controllore L Ora ritornare al progetto di Studio 5000 CIPSync_Start e controllare se l ora viene aggiornata automaticamente. Dovrebbe essere così. Ora il controllore dovrebbe figurare come slave nell ambito del processo di sincronizzazione, pertanto Is synchronized time slave dovrebbe essere selezionato.

25 26. Sarà quindi necessario cambiare l impostazione del fuso orario (in Time Zone) in base al fuso orario impostato sul GrandMaster. In questo caso il fuso orario è (GMT+01:00), il fuso di Bruxelles, Copenaghen, Madrid, Parigi. Perché il fuso orario non cambia automaticamente? Poiché ci potrebbero essere 2 controllori situati fisicamente in due aree con fusi orari diversi, ad esempio nel caso di due sottostazioni diverse. AUL06_IT_V1.doc 24/03/2015 Pagina 25 di 67

26 27. Fare clic sul pulsante Advanced e verificare ciò che è riportato sotto GrandMaster Clock>Description. Come si potrà immaginare, il controllore L75 posto sul davanti della stanza è il GM del tempo di sistema, e tale condizione può essere verificata guardando la voce User Name. Qui infatti, figura GM_Clock_CLX (che è il nome del controllore del progetto). Sul lato sinistro della finestra vengono visualizzati i dati temporali dell orologio del Grandmaster mentre sul lato destro vengono visualizzati i dati temporali dell orologio del modulo locale (ossia L75). Si noti che i numeri riportati in corrispondenza di Identity sono diversi, poiché vi sono due orologi diversi in due dispositivi diversi. 28. Scorrere verso il basso sotto GrandMaster Clock> Description e verificare gli altri dati visualizzati. Fare clic su OK.

27 29. Ora provare a cambiare l ora facendo clic sul pulsante Change Date and Time e cambiando l ora. L ora cambia? No! Perché? Ovviamente, perché l ora viene aggiornata dal Grandmaster Uso di CIP Sync per la registrazione cronologica degli eventi nel controllore In alcune situazioni può essere necessario registrare delle sequenze di eventi con grande precisione. Nel settore dell energia, ad esempio, occorre capire quale evento si è verificato per primo e quando, pertanto si fa largamente uso di registrazioni cronologiche con un accuratezza oltre il millisecondo. Le registrazioni cronologiche e degli eventi possono essere effettuate per mezzo di moduli 1756-IB16ISOE, relays con funzione di registrazione cronologica o altri dispositivi che permettono una registrazione accurata del tempo. La funzionalità di registrazione cronologica basata su dispositivi permette di ottenere sequenze di eventi (SOE) estremamente accurate. Questi moduli SOE generalmente sono collegati ad interruttori utilizzati per la produzione e la distribuzione dell energia alla rete elettrica. Questi interruttori hanno tempi di risposta estremamente rapidi, pertanto è necessario che la registrazione cronologica dell evento sia molto accurata affinché sia possibile risalire alla causa di un guasto di sistema. AUL06_IT_V1.doc 24/03/2015 Pagina 27 di 67

28 Per illustrare le caratteristiche della sincronizzazione temporale di sistema verranno utilizzati i seguenti moduli: 1756-IB16ISOE 1756-IB16IF 1732E-IB16M12SOEDR La differenza tra questi moduli sta nel fatto che l 1756-IB16ISOE e l 1756-IB16IF risiedono in uno chassis ControlLogix, mentre l 1732E-IB16M12SOEDR è quello che noi chiamiamo un modulo on-machine, che può essere montato direttamente sulla macchina (IP67) ed è collegato direttamente alla rete EtherNet. Nel laboratorio precedente è stata abilitata la sincronizzazione temporale sul controllore L75 per permettere la sincronizzazione su tutta la rete EtherNet. In seguito all impostazione dei moduli EN2TR come Slave (S) PTP, è stato possibile aggiornare l ora dell orologio del controllore L75. Ora faremo un ulteriore passo avanti, eseguendo la registrazione cronologica degli eventi nell intero sistema utilizzando lo strumento CIP Sync, basato sul protocollo PTP, che è integrato nei moduli 1756-IB16ISOE, 1756-IB16IF e 1732E-IB16M12SOEDR. Ripasso: uso di CIP Sync con i moduli Armor Block 1756-IB16ISOE, 1756-IB16IF e 1732E-IB16M12SOEDR Ripasso: fare riferimento al progetto CIPSync_Start. Per risparmiare tempo, il modulo 1756-IB16ISOE locale situato nello slot 2 dello chassis CLX superiore ed il modulo 1756-IB16IF remoto situato nello slot 2 dello chassis CLX inferiore e l 1732E-IB16M12SOEDR situato nell apparato demo EIP sono già stati inseriti nella struttura ad albero della configurazione I/O.

Utilizzo dell'unità Cisco UC 320W con Windows Small Business Server

Utilizzo dell'unità Cisco UC 320W con Windows Small Business Server Utilizzo dell'unità Cisco UC 320W con Windows Small Business Server In questo documento viene mostrato come distribuire l'unità Cisco UC 320W in un ambiente Windows Small Business Server. Sommario In questo

Dettagli

Guida rapida all installazione

Guida rapida all installazione Guida rapida all installazione Wireless Network Broadband Router 140g+ WL-143 La presente guida illustra solo le situazioni più comuni. Fare riferimento al manuale utente contenuto nel CD-ROM in dotazione

Dettagli

Pronti via! ETHERNET NS - CJ1

Pronti via! ETHERNET NS - CJ1 PV_0001 Rev. A Pronti via! ETHERNET NS - CJ1 Pronti via! "Pronti... via!" è una raccolta di informazioni interattive, che permette una consultazione rapida delle principali informazioni necessarie all'utilizzo

Dettagli

MANUALE D USO MA-PMX-U-SFW-101 10-10

MANUALE D USO MA-PMX-U-SFW-101 10-10 GESTIONE DEL SISTEMA EASYMIX CONNECT E RELATIVO AGGIORNAMENTO MANUALE D USO MA-PMX-U-SFW-101 10-10 Sommario LAUNCH MANAGEMENT TOOL...3 APPLICATION UPDATE...4 MODULO SYSTEM MANAGEMENT...5 LINGUA... 6 DATE

Dettagli

1.1 Installazione di ARCHLine.XP

1.1 Installazione di ARCHLine.XP 1.1 Installazione di ARCHLine.XP 1.1.1 Contenuto del pacchetto di ARCHLine.XP Controllare il contenuto del vostro pacchetto ARCHLine.XP : Manuale utente di ARCHLine.XP (se in formato elettronico è contenuto

Dettagli

ARGO DOC Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it -

ARGO DOC Argo Software S.r.l. e-mail: info@argosoft.it - 1 ARGO DOC ARGO DOC è un sistema per la gestione documentale in formato elettronico che consente di conservare i propri documenti su un server Web accessibile via internet. Ciò significa che i documenti

Dettagli

BMSO1001. Management Utilities. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Management Utilities. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Management Utilities Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Management Utilities Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

Aspetti fondamentali di Logix Esercitazioni basate sull utilizzo dell apparato demo Midrange

Aspetti fondamentali di Logix Esercitazioni basate sull utilizzo dell apparato demo Midrange Aspetti fondamentali di Logix Esercitazioni basate sull utilizzo dell apparato demo Midrange Imparare ad usare RSLogix per ridurre i tempi ed i costi di progettazione Sommario SOMMARIO 3 ARCHITETTURA

Dettagli

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC

BMSO1001. Virtual Configurator. Istruzioni d uso 02/10-01 PC BMSO1001 Virtual Configurator Istruzioni d uso 02/10-01 PC 2 Virtual Configurator Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Concetti

Dettagli

Istruzioni per installare EpiData e i files dati ad uso di NetAudit

Istruzioni per installare EpiData e i files dati ad uso di NetAudit Istruzioni per installare EpiData a cura di Pasquale Falasca e Franco Del Zotti Brevi note sull utilizzo del software EpiData per una raccolta omogenea dei dati. Si tratta di istruzioni passo-passo utili

Dettagli

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTLite. 3. Descrizione generale del programma Indice 1. Introduzione...3 2. Installazione di WinEMTLite...3 3. Descrizione generale del programma...3 4. Impostazione dei parametri di connessione...4 5. Interrogazione tramite protocollo nativo...6

Dettagli

LaCie Ethernet Disk mini Domande frequenti (FAQ)

LaCie Ethernet Disk mini Domande frequenti (FAQ) LaCie Ethernet Disk mini Domande frequenti (FAQ) Installazione Che cosa occorre fare per installare l unità LaCie Ethernet Disk mini? A. Collegare il cavo Ethernet alla porta LAN sul retro dell unità LaCie

Dettagli

Aggiornamenti Sistema Addendum per l utente

Aggiornamenti Sistema Addendum per l utente Aggiornamenti Sistema Addendum per l utente Aggiornamenti Sistema è un servizio del server di stampa che consente di tenere il software di sistema sul proprio server di stampa sempre aggiornato con gli

Dettagli

MANUALE UTENTE. Computer Palmare WORKABOUT PRO

MANUALE UTENTE. Computer Palmare WORKABOUT PRO MANUALE UTENTE Computer Palmare WORKABOUT PRO INDICE PROCEDURA DI INSTALLAZIONE:...3 GUIDA ALL UTILIZZO:...12 PROCEDURA DI AGGIORNAMENTO:...21 2 PROCEDURA DI INSTALLAZIONE: Per il corretto funzionamento

Dettagli

MANUALE D USO Agosto 2013

MANUALE D USO Agosto 2013 MANUALE D USO Agosto 2013 Descrizione generale MATCHSHARE è un software per la condivisione dei video e dati (statistiche, roster, ) delle gare sportive. Ogni utente abilitato potrà caricare o scaricare

Dettagli

TiAxoluteNighterAndWhiceStation

TiAxoluteNighterAndWhiceStation 09/09-01 PC Manuale d uso TiAxoluteNighterAndWhiceStation Software di configurazione Video Station 349320-349321 3 INDICE 1. Requisiti Hardware e Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

Test di comunicazione tra LOGO! 0BA7 e Pannello operatore SIMATIC

Test di comunicazione tra LOGO! 0BA7 e Pannello operatore SIMATIC Industry Test di comunicazione tra LOGO! 0BA7 e Pannello operatore SIMATIC Dispositivi utilizzati: - KTP600 Basic PN (6AV6647-0AD11-3AX0) - LOGO! 0BA7 (6ED1 052-1MD00-0AB7) KTP600 Basic PN IP: 192.168.0.2

Dettagli

FlukeView Forms Documenting Software

FlukeView Forms Documenting Software FlukeView Forms Documenting Software N. 5: Uso di FlukeView Forms con il tester per impianti elettrici Fluke 1653 Introduzione Questa procedura mostra come trasferire i dati dal tester 1653 a FlukeView

Dettagli

Procedure per l upgrade del firmware dell Agility

Procedure per l upgrade del firmware dell Agility Procedure per l upgrade del firmware dell Agility L aggiornamento firmware, qualsiasi sia il metodo usato, normalmente non comporta il ripristino dei valori di fabbrica della Centrale tranne quando l aggiornamento

Dettagli

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC

IRSplit. Istruzioni d uso 07/10-01 PC 3456 IRSplit Istruzioni d uso 07/10-01 PC 2 IRSplit Istruzioni d uso Indice 1. Requisiti Hardware e Software 4 1.1 Requisiti Hardware 4 1.2 Requisiti Software 4 2. Installazione 4 3. Concetti fondamentali

Dettagli

Splash RPX-i Color Server. Guida alla soluzione dei problemi

Splash RPX-i Color Server. Guida alla soluzione dei problemi Splash RPX-i Color Server Guida alla soluzione dei problemi 2006 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da

Dettagli

Gui Gu d i a d ra r p a i p d i a V d o a d f a one Int fone In e t r e net rnet Box Key Mini

Gui Gu d i a d ra r p a i p d i a V d o a d f a one Int fone In e t r e net rnet Box Key Mini Guida rapida Vodafone Internet Key Box Mini Ideato per Vodafone QSG_VMCLite_v31_10-2007_e172_IT.1 1 10/10/07 14:39:10 QSG_VMCLite_v31_10-2007_e172_IT.2 2 10/10/07 14:39:11 Benvenuti nel mondo della connessione

Dettagli

Guida all installazione Command WorkStation 5.5 con Fiery Extended Applications 4.1

Guida all installazione Command WorkStation 5.5 con Fiery Extended Applications 4.1 Guida all installazione Command WorkStation 5.5 con Fiery Extended Applications 4.1 Informazioni su Fiery Extended Applications Fiery Extended Applications (FEA) 4.1 è un pacchetto da usare con i controller

Dettagli

GUIDA UTENTE WEB PROFILES

GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES GUIDA UTENTE WEB PROFILES... 1 Installazione... 2 Primo avvio e registrazione... 5 Utilizzo di web profiles... 6 Gestione dei profili... 8 Fasce orarie... 13 Log siti... 14 Pag.

Dettagli

Windows 2000, Windows XP e Windows Server 2003

Windows 2000, Windows XP e Windows Server 2003 Windows 2000, Windows XP e Windows Server 2003 Questo argomento include le seguenti sezioni: "Punti preliminari" a pagina 3-17 "Procedura rapida di installazione da CD-ROM" a pagina 3-17 "Altri metodi

Dettagli

4-450-999-52 (1) IP Remote Controller. Guida all impostazione del software RM-IP10 Setup Tool Versione software 1.1.0. 2012 Sony Corporation

4-450-999-52 (1) IP Remote Controller. Guida all impostazione del software RM-IP10 Setup Tool Versione software 1.1.0. 2012 Sony Corporation 4-450-999-52 (1) IP Remote Controller Guida all impostazione del software RM-IP10 Setup Tool Versione software 1.1.0 2012 Sony Corporation Indice Introduzione... 3 Preparazione del computer... 3 Impostazione

Dettagli

MY.SELF GUIDA ALLA PRIMA INSTALLAZIONE

MY.SELF GUIDA ALLA PRIMA INSTALLAZIONE MY.SELF GUIDA ALLA PRIMA INSTALLAZIONE SNAI S.p.a. Via L. Boccherini, 39 55016 Porcari (LU) Tel. 0583 28.11 Fax 0583 28.13.56 MSMMDC_ATE; rel. 1.0 Maggio 2013 MY.SELF è un marchio registrato di Snai S.p.a.

Dettagli

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO

PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO PATENTE EUROPEA DEL COMPUTER 4.0 MODULO 2 Uso del Computer e Gestione dei file ( Windows XP ) A cura di Mimmo Corrado MODULO 2 - USO DEL COMPUTER E GESTIONE DEI FILE 2 FINALITÁ Il Modulo 2, Uso del computer

Dettagli

Splash RPX-ii Color Server. Guida alla soluzione dei problemi

Splash RPX-ii Color Server. Guida alla soluzione dei problemi Splash RPX-ii Color Server Guida alla soluzione dei problemi 2007 Electronics for Imaging, Inc. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato

Dettagli

Guida all installazione di Fiery proserver

Guida all installazione di Fiery proserver Guida all installazione di Fiery proserver Il presente documento descrive la procedura di installazione di EFI Fiery proserver ed è rivolto ai clienti che intendono installare Fiery proserver senza l assistenza

Dettagli

Convertitori di frequenza PowerFlex Funzioni e applicazioni avanzate (AUD 09)

Convertitori di frequenza PowerFlex Funzioni e applicazioni avanzate (AUD 09) Rev 5058-CO900E Copyright 2015 Rockwell Automation, Inc. All rights reserved. Convertitori di frequenza PowerFlex Funzioni e applicazioni avanzate (AUD 09) Automation University, Parma Marzo 2015 PUBLIC

Dettagli

Ultr@ VNC: Guida (parte 1)

Ultr@ VNC: Guida (parte 1) Ultr@ VNC: Guida (parte 1) Vi presento la guida in italiano per l installazione e l utilizzo di Ultra VNC :http://ultravnc.sourceforge.net. Le potenzialità del programma ve le abbiamo già presentate :http://www.femetal.it/9/ultravncrecensione,

Dettagli

Mon Ami 3000 POS Collegamento a registratori di cassa in modalità stampante fiscale

Mon Ami 3000 POS Collegamento a registratori di cassa in modalità stampante fiscale Mon Ami 000 POS Collegamento a registratori di cassa in modalità stampante fiscale Prerequisiti L opzione POS è disponibile per i pacchetti Vendite, Azienda Light e Azienda Pro. Per eseguire correttamente

Dettagli

Ubiquity getting started

Ubiquity getting started Introduzione Il documento descrive I passi fondamentali per il setup completo di una installazione Ubiquity Installazione dei componenti Creazione del dominio Associazione dei dispositivi al dominio Versione

Dettagli

Guida rapida Vodafone Internet Box

Guida rapida Vodafone Internet Box Guida rapida Vodafone Internet Box Benvenuti nel mondo della connessione dati in mobilità di Vodafone Internet Box. In questa guida spieghiamo come installare e cominciare a utilizzare Vodafone Internet

Dettagli

GE 032 DESCRIZIONE RETI GEOGRAFICHE PER MX 650

GE 032 DESCRIZIONE RETI GEOGRAFICHE PER MX 650 GE 032 DESCRIZIONE RETI GEOGRAFICHE PER MX 650 MONOGRAFIA DESCRITTIVA Edizione Gennaio 2010 MON. 255 REV. 1.0 1 di 27 INDICE Introduzione alle funzionalità di gestione per sistemi di trasmissioni PDH...

Dettagli

Introduzione. Introduzione a NTI Shadow. Panoramica della schermata iniziale

Introduzione. Introduzione a NTI Shadow. Panoramica della schermata iniziale Introduzione Introduzione a NTI Shadow Benvenuti in NTI Shadow! Il nostro software consente agli utenti di pianificare dei processi di backup continui che copiano una o più cartelle ( origine del backup

Dettagli

Manuale riferito alla versione 1.2.0

Manuale riferito alla versione 1.2.0 Manuale riferito alla versione 1.2.0 1 INDICE Pag. 1 INSTALLAZIONE DI XSTREAMING 3 1.1 AZIONI PRELIMINARI 3 1.1.1 OTTENERE UN FILE DI LICENZA 3 1.2 INSTALLAZIONE 3 1.3 VERSIONI 3 1.4 CONFIGURAZIONE HARDWARE

Dettagli

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata

AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata AUL22: FactoryTalk View SE Scoprite i vantaggi chiave di una soluzione SCADA integrata Giampiero Carboni Davide Travaglia David Board Rev 5058-CO900C Interfaccia operatore a livello di sito FactoryTalk

Dettagli

Guida Utente PS Contact Manager GUIDA UTENTE

Guida Utente PS Contact Manager GUIDA UTENTE GUIDA UTENTE Installazione...2 Prima esecuzione...5 Login...7 Registrazione del programma...8 Inserimento clienti...9 Gestione contatti...11 Agenti...15 Archivi di base...16 Installazione in rete...16

Dettagli

Guida per l'installazione SENSORE PER RADIOVIDEOGRAFIA RX4. Responsabile di redazione: Francesco Combe Revisione: Ottobre 2012

Guida per l'installazione SENSORE PER RADIOVIDEOGRAFIA RX4. Responsabile di redazione: Francesco Combe Revisione: Ottobre 2012 Guida per l'installazione SENSORE PER RADIOVIDEOGRAFIA RX4 Responsabile di redazione: Francesco Combe FH056 Revisione: Ottobre 2012 CSN INDUSTRIE srl via Aquileja 43/B, 20092 Cinisello B. MI tel. +39 02.6186111

Dettagli

L ambiente di sviluppo Android Studio

L ambiente di sviluppo Android Studio L ambiente di sviluppo Android Studio Android Studio è un ambiente di sviluppo integrato (IDE, Integrated Development Environment) per la programmazione di app con Android. È un alternativa all utilizzo

Dettagli

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti.

Il sofware è inoltre completato da una funzione di calendario che consente di impostare in modo semplice ed intuitivo i vari appuntamenti. SH.MedicalStudio Presentazione SH.MedicalStudio è un software per la gestione degli studi medici. Consente di gestire un archivio Pazienti, con tutti i documenti necessari ad avere un quadro clinico completo

Dettagli

Printer Driver. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP.

Printer Driver. Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. 4-153-310-42(1) Printer Driver Guida all installazione Questa guida descrive l installazione dei driver stampante per Windows Vista e Windows XP. Prima di usare questo software Prima di usare il driver

Dettagli

Tecnologia degli switch embedded EtherNet/IP Topologie ad anello a livello di dispositivi e lineari Numeri di catalogo 1756-EN2TR, 1756-EN3TR,

Tecnologia degli switch embedded EtherNet/IP Topologie ad anello a livello di dispositivi e lineari Numeri di catalogo 1756-EN2TR, 1756-EN3TR, Tecnologia degli switch embedded EtherNet/IP Topologie ad anello a livello di dispositivi e lineari Numeri di catalogo 1756-EN2TR, 1756-EN3TR, 1783-ETAP, 1783-ETAP1F, 1783-ETAP2F, 1734-AENTR, 1738-AENTR,

Dettagli

FileMaker Pro 13. Utilizzo di una Connessione Desktop Remota con FileMaker Pro13

FileMaker Pro 13. Utilizzo di una Connessione Desktop Remota con FileMaker Pro13 FileMaker Pro 13 Utilizzo di una Connessione Desktop Remota con FileMaker Pro13 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054

Dettagli

Guida ragionata al troubleshooting di rete

Guida ragionata al troubleshooting di rete Adolfo Catelli Guida ragionata al troubleshooting di rete Quella che segue è una guida pratica al troubleshooting di rete in ambiente aziendale che, senza particolari avvertenze, può essere tranquillamente

Dettagli

Corso BusinessObjects SUPERVISOR

Corso BusinessObjects SUPERVISOR Corso BusinessObjects SUPERVISOR Il modulo SUPERVISOR permette di: impostare e gestire un ambiente protetto per prodotti Business Objects distribuire le informazioni che tutti gli utenti dovranno condividere

Dettagli

RIPETITORE WIRELESS N 300MBPS

RIPETITORE WIRELESS N 300MBPS RIPETITORE WIRELESS N 300MBPS Guida rapida all'installazione DN-70181 Introduzione: DN-70181 e un ripetitore Wi-Fi con una combinazione dispositivo di connessione di rete cablato/wireless progettato specificamente

Dettagli

'LVSHQVD :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL

'LVSHQVD :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL 'LVSHQVD 'L :LQGRZV GL0&ULVWLQD&LSULDQL ',63(16$',:,1'2:6,QWURGX]LRQH Windows 95/98 è un sistema operativo con interfaccia grafica GUI (Graphics User Interface), a 32 bit, multitasking preempitive. Sistema

Dettagli

Versione 2014. Installazione GSL. Copyright 2014 All Rights Reserved

Versione 2014. Installazione GSL. Copyright 2014 All Rights Reserved Versione 2014 Installazione GSL Copyright 2014 All Rights Reserved Indice Indice... 2 Installazione del programma... 3 Licenza d'uso del software... 3 Requisiti minimi postazione lavoro... 3 Requisiti

Dettagli

GENIUSPRO. Installazione del software Installazione del driver Configurazione del software Registrazione Attivazione

GENIUSPRO. Installazione del software Installazione del driver Configurazione del software Registrazione Attivazione 1 GENIUSPRO REQUISITI DI SISTEMA PC con Processore Pentium Dual-Core inside 2 Gb di memoria RAM Porta USB 2 Gb di spazio disponibile su HD Scheda video e monitor da 1280x1024 Sistema operativo: Windows

Dettagli

idaq TM Manuale Utente

idaq TM Manuale Utente idaq TM Manuale Utente Settembre 2010 TOOLS for SMART MINDS Manuale Utente idaq 2 Sommario Introduzione... 5 Organizzazione di questo manuale... 5 Convenzioni... Errore. Il segnalibro non è definito. Installazione...

Dettagli

DESKTOP. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file. Vediamo in dettaglio queste parti.

DESKTOP. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file. Vediamo in dettaglio queste parti. Uso del sistema operativo Windows XP e gestione dei file DESKTOP All accensione del nostro PC, il BIOS (Basic Input Output System) si occupa di verificare, attraverso una serie di test, che il nostro hardware

Dettagli

INVERTER FOTOVOLTAICI SERIE INGECON SUN

INVERTER FOTOVOLTAICI SERIE INGECON SUN INVERTER FOTOVOLTAICI SERIE INGECON SUN Procedura di aggiornamento firmware inverter Ingeteam serie Ingecon Sun Lite Tel. + 39 0546 651490 Fax: +39 0546 655391 e-mail: italia.energy@ingeteam.com Pagina

Dettagli

IRISPen Air 7. Guida rapida per l uso. (Android)

IRISPen Air 7. Guida rapida per l uso. (Android) IRISPen Air 7 Guida rapida per l uso (Android) La Guida rapida per l'uso viene fornita per aiutarvi a iniziare a usare IRISPen Air TM 7. Leggere la guida prima di utilizzare lo scanner e il relativo software.

Dettagli

DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10. Web Server Guida all impostazione

DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10. Web Server Guida all impostazione DS80KT1J-004 Gestione Famiglia serie MB10 Web Server Guida all impostazione Le informazioni contenute in questo documento sono state raccolte e controllate con cura, tuttavia la società non può essere

Dettagli

Guida Rapida di Syncronize Backup

Guida Rapida di Syncronize Backup Guida Rapida di Syncronize Backup 1) SOMMARIO 2) OPZIONI GENERALI 3) SINCRONIZZAZIONE 4) BACKUP 1) - SOMMARIO Syncronize Backup è un software progettato per la tutela dei dati, ed integra due soluzioni

Dettagli

2.7 La cartella Preparazioni e CD Quiz Casa

2.7 La cartella Preparazioni e CD Quiz Casa 2.7 La cartella Preparazioni e CD Quiz Casa SIDA CD Quiz Casa è il cd che permette al candidato di esercitarsi a casa sui quiz ministeriali e personalizzati. L autoscuola può consegnare il cd al candidato

Dettagli

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE

GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE GUIDA UTENTE PRIMA NOTA SEMPLICE (Vers. 2.0.0) Installazione... 2 Prima esecuzione... 5 Login... 6 Funzionalità... 7 Prima Nota... 8 Registrazione nuovo movimento... 10 Associazione di file all operazione...

Dettagli

Registro unico Antiriciclaggio

Registro unico Antiriciclaggio Registro unico Antiriciclaggio VERSIONE PROFESSIONISTI E CED VERSIONE 4.0.0 Sommario Introduzione... 4 Requisiti di sistema... 5 Installazione del software... 6 Verifica automatica dei requisiti di installazione...

Dettagli

ADSL Router :: Ericsson B-Connect (HM220dp)

ADSL Router :: Ericsson B-Connect (HM220dp) ADSL Router :: Ericsson B-Connect (HM220dp) 1. Introduzione www.ericsson.com L Ericsson B-Connect HM220dp è un dispositivo di connessione ADSL che può essere configurato come Modem oppure come Router ADSL.

Dettagli

Il sistema di scambio dati con dispositivo palmare pocket PC necessita dei seguenti requisiti hardware:

Il sistema di scambio dati con dispositivo palmare pocket PC necessita dei seguenti requisiti hardware: Ultima modifica 9 novembre 2009 Requisiti...1 Procedura di installazione su PC...1 Procedura di installazione su Palmare...1 Panoramica dei tasti e funzionamento...2 Procedura operativa:...3 Scenari particolari:

Dettagli

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE

ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE ATOLLO BACKUP GUIDA INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE PREMESSA La presente guida è da considerarsi come aiuto per l utente per l installazione e configurazione di Atollo Backup. La guida non vuole approfondire

Dettagli

Nokia C110/C111 scheda LAN senza filo Manuale di installazione

Nokia C110/C111 scheda LAN senza filo Manuale di installazione Nokia C110/C111 scheda LAN senza filo Manuale di installazione DICHIARAZIONE DI CONFORMITÀ Noi, NOKIA MOBILE PHONES Ltd dichiariamo sotto la nostra esclusiva responsabilità che i prodotti DTN-10 e DTN-11

Dettagli

Installazione o aggiornamento di 3CAD Azzurra Arredobagno

Installazione o aggiornamento di 3CAD Azzurra Arredobagno Azzurra S.r.l. Via Codopé, 62-33087 Cecchini di Pasiano (PN) Telefono 0434 611056 - Fax 0434 611066 info@azzurrabagni.com - www.azzurrabagni.com Installazione o aggiornamento di 3CAD Azzurra Arredobagno

Dettagli

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE

ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE AUDITGARD Serratura elettronica a combinazione LGA ISTRUZIONI DI INSTALLAZIONE Le serrature AuditGard vengono consegnate da LA GARD con impostazioni predefinite (impostazioni di fabbrica); pertanto non

Dettagli

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Remote Desktop Connection. Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Manuale di Remote Desktop Connection Brad Hards Urs Wolfer Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Remote Desktop

Dettagli

Procedure di ripristino del sistema.

Procedure di ripristino del sistema. Procedure di ripristino del sistema. Procedura adatta a sistemi con sistema operativo Microsoft Windows 8 In questo manuale verranno illustrate tutte le procedure che potrete utilizzare per creare dei

Dettagli

Camy istruzioni per l uso. Simply plug and records

Camy istruzioni per l uso. Simply plug and records Simply plug and records Indice Contenuto della confezione Installazione Registrazione video Connessione alla rete Amministrazione Selezione e riproduzione video Modifica nome utente e password Associare

Dettagli

Operazioni da eseguire su tutti i computer

Operazioni da eseguire su tutti i computer Preparazione Computer per l utilizzo in Server Farm SEAC Reperibilità Software necessario per la configurazione del computer... 2 Verifica prerequisiti... 3 Rimozione vecchie versioni software...4 Operazioni

Dettagli

Manuale NetSupport v.10.70.6 Liceo G. Cotta Marco Bolzon

Manuale NetSupport v.10.70.6 Liceo G. Cotta Marco Bolzon NOTE PRELIMINARI: 1. La versione analizzata è quella del laboratorio beta della sede S. Davide di Porto, ma il programma è presente anche nel laboratorio alfa (Porto) e nel laboratorio di informatica della

Dettagli

30 giorni di prova gratuiti, entra nel sito www.mypckey.com scarica e installa subito mypckey

30 giorni di prova gratuiti, entra nel sito www.mypckey.com scarica e installa subito mypckey DA OGGI NON IMPORTA DOVE SEI, IL TUO PC DELL UFFICIO E SEMPRE A TUA DISPOSIZIONE! Installa solo un semplice programma (nessun hardware necessario!), genera la tua chiavetta USB, e sei pronto a prendere

Dettagli

GateManager. 1 Indice. tecnico@gate-manager.it

GateManager. 1 Indice. tecnico@gate-manager.it 1 Indice 1 Indice... 1 2 Introduzione... 2 3 Cosa vi serve per cominciare... 2 4 La Console di amministrazione... 2 5 Avviare la Console di amministrazione... 3 6 Come connettersi alla Console... 3 7 Creare

Dettagli

Scansione. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424

Scansione. Stampante/copiatrice WorkCentre C2424 Scansione In questo capitolo sono inclusi i seguenti argomenti: "Nozioni di base sulla scansione" a pagina 4-2 "Installazione del driver di scansione" a pagina 4-4 "Regolazione delle opzioni di scansione"

Dettagli

Guida rapida per l utilizzo del servizio OwnCloud-MIUR (versione 1.6)

Guida rapida per l utilizzo del servizio OwnCloud-MIUR (versione 1.6) Sommario Introduzione... 2 L utilizzo dell OwnCloud con il browser.... 3 Istruzioni per l installazione del client OwnCloud... 4 Utilizzo del client OwnCloud per il caricamento dei giustificativi contabili....

Dettagli

Your Detecting Connection. Manuale utente. support@xchange2.net

Your Detecting Connection. Manuale utente. support@xchange2.net Your Detecting Connection Manuale utente support@xchange2.net 4901-0133-4 ii Sommario Sommario Installazione... 4 Termini e condizioni dell applicazione XChange 2...4 Configurazione delle Preferenze utente...

Dettagli

BREVE GUIDA ALL ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DDNS PER DVR SERIE TMX

BREVE GUIDA ALL ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DDNS PER DVR SERIE TMX BREVE GUIDA ALL ATTIVAZIONE DEL SERVIZIO DDNS PER DVR SERIE TMX Questa guida riporta i passi da seguire per la connessione dei DVR serie TMX ad Internet con indirizzo IP dinamico, sfruttando il servizio

Dettagli

Installazione o aggiornamento del software di sistema di Fiery

Installazione o aggiornamento del software di sistema di Fiery Installazione o aggiornamento del software di sistema di Fiery Questo documento spiega come installare o aggiornare il software di sistema su Fiery Network Controller per DocuColor 240/250. NOTA: In questo

Dettagli

Manuale d uso. Applicazione client Postecert Firma Digitale per Postemailbox

Manuale d uso. Applicazione client Postecert Firma Digitale per Postemailbox per Postemailbox Documento pubblico Pagina 1 di 22 Indice INTRODUZIONE... 3 REQUISITI... 3 SOFTWARE... 3 HARDWARE... 3 INSTALLAZIONE... 3 AGGIORNAMENTI... 4 AVVIO DELL APPLICAZIONE... 4 UTILIZZO DELL APPLICAZIONE...

Dettagli

Le principali novità di Word XP

Le principali novità di Word XP Le principali novità di Word XP di Gemma Francone supporto tecnico di Mario Rinina Il programma può essere aperto in diversi modi, per esempio con l uso dei pulsanti di seguito riportati. In alternativa

Dettagli

VIPA 900-2E651 GSM/GPRS VPN

VIPA 900-2E651 GSM/GPRS VPN COME CONFIGURARE IL DISPOSITIVO DI TELEASSISTENZA VIPA 900-2E651 GSM/GPRS VPN Requisiti hardware: Dispositivo VIPA 900-2E651 GSM/GPRS VPN con versione di firmware almeno 6_1_s2. SIM Card abilitata al traffico

Dettagli

F-Series Desktop Manuale Dell utente

F-Series Desktop Manuale Dell utente F-Series Desktop Manuale Dell utente F20 it Italiano Indice dei contenuti Legenda di icone e testo...3 Cos'è F-Series Desktop?...4 Come si installa F-Series Desktop sul computer?...4 Come ci si abbona

Dettagli

GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0)

GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0) ------------------------------------------------- GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0) GUIDA UTENTE BILLIARDS COUNTER (Vers. 1.2.0)... 1 Installazione Billiards Counter... 2 Primo avvio e configurazione

Dettagli

Guida di Pro PC Secure

Guida di Pro PC Secure 1) SOMMARIO 2) ISTRUZIONI DI BASE 3) CONFIGURAZIONE 4) INFORMAZIONI AGGIUNTIVE 1) SOMMARIO Guida di Pro PC Secure Pro PC Secure è un programma che si occupa della protezione dagli attacchi provenienti

Dettagli

GUIDA DI INSTALLAZIONE E PRIMA CONFIGURAZIONE DI EDILCONNECT PER I CONSULENTI

GUIDA DI INSTALLAZIONE E PRIMA CONFIGURAZIONE DI EDILCONNECT PER I CONSULENTI 1 GUIDA DI INSTALLAZIONE E PRIMA CONFIGURAZIONE DI EDILCONNECT PER I CONSULENTI Introduzione Dal 24 ottobre è possibile per i consulenti effettuare l installazione e la configurazione del nuovo applicativo

Dettagli

MODULO REMOTIZZAZIONE ETS PER KONNEXION [KNX-ETS]

MODULO REMOTIZZAZIONE ETS PER KONNEXION [KNX-ETS] MODULO REMOTIZZAZIONE ETS PER KONNEXION [KNX-ETS] 1 1 - OPERAZIONI PRELIMINARI INTRODUZIONE Il modulo KNX-ETS è un componente software aggiuntivo per KONNEXION, il controller web di supervisione di Domotica

Dettagli

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software

3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Pagina 29 di 47 3. Gestione di un sistema operativo a interfaccia grafica (elementi di base) 3.1 Software Come abbiamo già detto in precedenza, l informatica si divide in due grandi mondi : l hardware

Dettagli

Manuale di installazione e/o aggiornamento del client Citrix per la Rete Vendita

Manuale di installazione e/o aggiornamento del client Citrix per la Rete Vendita Manuale di installazione e/o aggiornamento del client Citrix per la Rete Vendita su Sistema Operativo Microsoft Windows XP 12 Marzo 2015 Versione 1.2 Il presente documento e' stato redatto in coerenza

Dettagli

Guida introduttiva. Visualizzare altre opzioni Fare clic su questa freccia per visualizzare altre opzioni in una finestra di dialogo.

Guida introduttiva. Visualizzare altre opzioni Fare clic su questa freccia per visualizzare altre opzioni in una finestra di dialogo. Guida introduttiva Questa guida è stata creata con lo scopo di ridurre al minimo la curva di apprendimento di Microsoft PowerPoint 2013, che presenta numerose differenze rispetto alle versioni precedenti.

Dettagli

VIPA 900-2E641 PSTN VPN

VIPA 900-2E641 PSTN VPN CONFIGURARE IL DISPOSITIVO DI TELEASSISTENZA VIPA 900-2E641 PSTN VPN Requisiti hardware: Dispositivo VIPA 900-2E641 PSTN VPN con versione di firmware almeno 6_1_s2. Cavo telefonico e linea analogica. Requisiti

Dettagli

ISTRUZIONI PASSO PASSO PER CREARE UN SITO CON JOOMLA SU ALTERVISTA

ISTRUZIONI PASSO PASSO PER CREARE UN SITO CON JOOMLA SU ALTERVISTA ISTRUZIONI PASSO PASSO PER CREARE UN SITO CON JOOMLA SU ALTERVISTA REGISTRARSI AL SITO ALTERVISTA, PER OTTENERE SPAZIO WEB GRATUITO o Andare sul sito it.altervista.org o Nel riquadro al centro, scrivere

Dettagli

Manuale d uso e configurazione

Manuale d uso e configurazione Manuale d uso e configurazione Versione 1.0 1 Introduzione Questa applicazione consente di gestire le principali funzioni delle centrali Xpanel, imx e Solo da un dispositivo mobile dotato di sistema operativo

Dettagli

Manuale per l utente. Outlook Connector for MDaemon

Manuale per l utente. Outlook Connector for MDaemon Outlook Connector for MDaemon Manuale per l utente Introduzione... 2 Requisiti... 2 Installazione... 3 Scaricare il plug-in Outlook Connector... 3 Installare il plug-in Outlook Connector... 4 Configurare

Dettagli

Quantum Blue Reader QB Soft

Quantum Blue Reader QB Soft Quantum Blue Reader QB Soft Manuale dell utente V02; 08/2013 BÜHLMANN LABORATORIES AG Baselstrasse 55 CH - 4124 Schönenbuch, Switzerland Tel.: +41 61 487 1212 Fax: +41 61 487 1234 info@buhlmannlabs.ch

Dettagli

Manuale di Desktop Sharing. Brad Hards Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci

Manuale di Desktop Sharing. Brad Hards Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci Brad Hards Traduzione: Luciano Montanaro Traduzione: Daniele Micci 2 Indice 1 Introduzione 5 2 Il protocollo Remote Frame Buffer 6 3 Uso di Desktop Sharing 7 3.1 Gestione degli inviti di Desktop Sharing.........................

Dettagli

LGVision. Terminale Braille, Zoom e Sintesi Vocale per Promelit Progetto Open IP. Rel. 1.0. Sistel S.r.l. Suno - No - 1 -

LGVision. Terminale Braille, Zoom e Sintesi Vocale per Promelit Progetto Open IP. Rel. 1.0. Sistel S.r.l. Suno - No - 1 - Terminale Braille, Zoom e Sintesi Vocale per Promelit Progetto Open IP Rel. 1.0-1 - Sistel S.r.l. Suno - No Sommario Descrizione Prodotto 3 Prerequisiti 4 Installazione SW 4 Abilitazione del SW 4 Installazione

Dettagli

IRISPen Air 7. Guida rapida per l uso. (ios)

IRISPen Air 7. Guida rapida per l uso. (ios) IRISPen Air 7 Guida rapida per l uso (ios) La Guida rapida per l'uso viene fornita per aiutarvi a iniziare a usare IRISPen TM Air 7. Leggere la guida prima di utilizzare lo scanner e il relativo software.

Dettagli

Cambia vincite. Documento tecnico Aggiornamento tarature per lettore di banconote Smart Payout. Cod. DQMBI00001.0IT Rev. 1.

Cambia vincite. Documento tecnico Aggiornamento tarature per lettore di banconote Smart Payout. Cod. DQMBI00001.0IT Rev. 1. Nexus PRO Cambia vincite IT Documento tecnico Aggiornamento tarature per lettore di banconote Smart Payout Cod. DQMBI00001.0IT Rev. 1.0 06 10 2015 Aggiornamento delle tarature per erogatore di banconote

Dettagli

EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to Technolife (01 ITA).doc pag. 1 / 9

EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to Technolife (01 ITA).doc pag. 1 / 9 EFA Automazione S.r.l. Serial Bridge 3 - Modbus RTU slave to Technolife (01 ITA).doc pag. 1 / 9 Applicazione Integrazione di tutta la gamma di Centrali Techno (Technodin, Techno32, Techno88 e Techno200)

Dettagli