Milano, 28 giungo 2013 PERCHÉ IL REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Milano, 28 giungo 2013 PERCHÉ IL REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE"

Transcript

1 Milano, 28 giungo 2013 PERCHÉ IL REGOLAMENTO PRODOTTI DA COSTRUZIONE Il Regolamento (UE) 305/2011 CPR, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell Unione Europea n. 88 del 4 aprile 2011, ha introdotto regole armonizzate: per l espressione delle prestazioni, in relazione alla specifiche caratteristiche essenziali per l apposizione della marcatura CE andando ad abrogare a partire al 1 luglio la Direttiva 89/106/CEE CPD. Nella stesura del Regolamento, il Legislatore ha tenuto conto di tutti quegli elementi di criticità che hanno impedito la piena e corretta implementazione della Direttiva 89/106/CEE, quale ad esempio la non-uniforme applicazione della CPD tra gli Stati Membri che di fatto ha talvolta portato alla creazione di vere e proprie barriere alla libera circolazione dei prodotti. Questa particolare criticità è stata giustappunto superata utilizzando lo strumento del Regolamento, che è direttamente applicabile negli Stati Membri senza necessità di recepimento alcuno da parte dei medesimi. Due sono i capisaldi che hanno guidato il Legislatore nella stesura del Regolamento: l importanza di fissare condizioni armonizzate per la libera circolazione dei prodotti da costruzioni l importanza di assicurare un affidabile informazione relativamente alle specifiche prestazioni dei prodotti da costruzione Cinque invece i concetti-chiave del Regolamento: 1. Un sistema di specifiche tecniche armonizzate 2. Un condiviso sistema di valutazione e verifica della costanza delle prestazioni 3. Un sistema di Organismi Notificati 4. La Dichiarazione di Prestazione 5. La Marcatura CE AVVERTENZA Il presente documento è esclusivamente una breve presentazione di quelli che sono i concetti chiave del Regolamento (UE) 305/2011 CPR e non si sostituisce in alcun modo alle prescrizioni, disposizioni e procedure di cui al suddetto Regolamento, che è l unico riferimento legislativo cui gli Operatori Economici devo rifarsi per l'immissione o la messa a disposizione sul mercato di prodotti da costruzione.

2 ALCUNE DEFINIZIONI prodotto da costruzione, qualsiasi prodotto o kit fabbricato e immesso sul mercato per essere incorporato in modo permanente in opere di costruzione o in parti di esse e la cui prestazione incide sulla prestazione delle opere di costruzione rispetto ai requisiti di base delle opere stesse Allegato IV CPR Aree di prodotto nel campo di applicazione del Regolamento kit, un prodotto da costruzione immesso sul mercato da un singolo fabbricante come insieme di almeno due componenti distinti che devono essere assemblati per essere installati nelle opere di costruzione caratteristiche essenziali, le caratteristiche del prodotto da costruzione che si riferiscono ai requisiti di base delle opere di costruzione Rispetto alla Direttiva CPD i requisiti di base delle opere di costruzione sono 7 (e non più 6): resistenza meccanica e stabilità sicurezza in caso di incendio igiene salute e ambiente sicurezza e accessibilità nell'uso protezione contro il rumore risparmio energetico e ritenzione del calore uso sostenibile delle risorse naturali (NEW) prestazione di un prodotto da costruzione, la prestazione in relazione alle caratteristiche essenziali pertinenti, espressa in termini di livello, classe o mediante descrizione specifica tecnica armonizzata, norme armonizzate e documenti per la valutazione europea messa a disposizione sul mercato, la fornitura, a titolo oneroso o gratuito, di un prodotto da costruzione perché sia distribuito o usato sul mercato dell'unione nel corso di un'attività commerciale immissione sul mercato, la prima messa a disposizione di un prodotto da costruzione sul mercato dell'unione fabbricante, qualsiasi persona fisica o giuridica che fabbrichi un prodotto da costruzione o che faccia progettare o fabbricare tale prodotto e lo commercializzi con il suo nome o con il suo marchio; distributore, qualsiasi persona fisica o giuridica nella catena di fornitura, diversa dal fabbricante o dall'importatore, che metta un prodotto da costruzione a disposizione sul mercato; importatore, qualsiasi persona fisica o giuridica, stabilita nell'unione, che immetta sul mercato dell'unione un prodotto da costruzione proveniente da un paese terzo; documento per la valutazione europea (EAD), un documento che è adottato dall'organizzazione degli organismi di valutazione tecnica (Techcnical Assessment Bodies TABs) ai fini del rilascio delle valutazioni tecniche europee; 2 valutazione tecnica europea (ETA), la valutazione documentata della prestazione di un prodotto da costruzione, in relazione alle sue caratteristiche essenziali, conformemente al rispettivo documento per la valutazione europea; la Valutazione viene realizzata mediante l utilizzo dei documenti di valutazione tecnica (EAD) controllo della produzione in fabbrica (FPC), si intende il controllo interno permanente e documentato della produzione in una fabbrica, in conformità alle pertinenti specifiche tecniche armonizzate

3 LA DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE La Dichiarazione di Conformità CPD è sostituita dalla Dichiarazione di Prestazione (DoP), di cui l Allegato III del Regolamento presente un fac-simile. Attraverso la compilazione della DoP - basata sull utilizzo di un norma armonizzata o di una ETA il Fabbricante si assume la responsabilità del prodotto da costruzione e delle relative prestazioni dichiarate. Cosa troviamo in una DoP? Informazioni che consentono l identificazione del prodotto e del Fabbricante L indicazione del sistema o dei sistemi di valutazione e verifica della costanza della prestazione L'uso o gli usi previsti, conformemente alla specifica tecnica armonizzata applicabile; L'elenco delle caratteristiche essenziali secondo quanto stabilito nella specifica tecnica armonizzata o nella valutazione tecnica europea, per l'uso o gli usi previsti dichiarati; La prestazione di almeno una delle caratteristiche essenziali del prodotto da costruzione pertinenti all'uso o agli usi previsti dichiarati; Il Fabbricante dovrà decidere quali caratteristiche essenziali dichiarare nella DoP. Nel caso in cui non fosse dichiarata alcuna prestazione, si dovrà utilizzare la dicitura NPD (Nessuna Prestazione Determinata), fatte salve due eccezioni: dovrà essere dichiarata almeno una caratteristica essenziale (la NPD non è valida per tutte le caratteristiche essenziali) la Commissione europea può riservarsi di indicare caratteristiche essenziali per cui la NPD non è consentita La DoP deve essere redatta nella lingua o lingue dello Stato Membro in cui il prodotto è stato immesso sul mercato. La Dichiarazione dovrà essere fornita, per ogni prodotto o gruppo di prodotti, in forma cartacea o su supporto elettronico. Comunque quando richiesta dal ricevente, dovrà essere fornita una versione cartacea. La compilazione della DoP è un pre-requisito essenziale per l apposizione della marcatura CE sul prodotto da costruzione. Se il prodotto da costruzione ricade anche nello scopo di altre direttive di prodotto, il Fabbricante deve compilare sia una DoP in conformità alle prescrizioni del CPR sia una Dichiarazione UE di Conformità in base a quanto previsto dalle altre Direttive. In particolari casi il Fabbricante, pur immettendo sul mercato un prodotto rientrante nell ambito di applicazione di una norma armonizzata, è sollevato dalla compilazione della DoP (e quindi dalla marcatura CE) nei seguenti casi: 1. Il prodotto da costruzione è fabbricato in un unico esemplare o su specifica del committente in un processo non in serie a seguito di una specifica ordinazione e installato in una singola ed identificata opera di costruzione da parte di un fabbricante che è responsabile della sicurezza dell'incorporazione del prodotto da costruzione nelle opere di costruzione 2. Il prodotto da costruzione è fabbricato in cantiere per essere incorporato nelle rispettive opere di costruzione 3

4 3. Il prodotto da costruzione è fabbricato con metodi tradizionali o con metodi atti alla conservazione del patrimonio e mediante un procedimento non industriale per l'appropriato restauro di opere di costruzione formalmente protette DECLARATION OF PERFORMANCE No. 001CPR Unique identification code of the product-type: Positive pressure air/flue terminal with metal flue duct for C62- and C63-type gas appliances T120- P1- D-Vm-L O50 2 Type, batch or serial number or any other element allowing identification of the construction product as required under Article 11(4): Positive pressure air/flue terminal with metal flue duct for C62- and C63-type gas appliances T120- P1- D-Vm-L O50 3. Intended use or uses of the construction product, in accordance with the applicable harmonised technical specification, as foreseen by the manufacturer: Convey air for combustion, and the products of combustion from appliances to the outside atmosphere. 4. Name, registered trade name or registered trade mark and contact address of the manufacturer as required under Article 11(5): AnyCo SA, PO Box 21 B-1050 Brussels, Belgium Tel Fax: Where applicable, name and contact address of the authorised representative whose mandate covers the tasks specified in Article 12(2): Anyone Ltd Flower Str. 24 West Hamfordshire UK United Kingdom Tel Fax: System or systems of assessment and verification of constancy of performance of the construction product as set out in CPR, Annex V: System In case of the declaration of performance concerning a construction product covered by a harmonised standard: Notified factory production control certification body No performed the initial inspection of the manufacturing plant and of factory production control and the continuous surveillance, assessment and evaluation of factory production control and issued the certificate of conformity of the factory production control. 8. Declared performance Essential characteristics Performance Harmonised technical specification Compressive strength Pass Resistance to fire 050 Gas tightness/leakage: - of the flue - of the air supply duct Flow resistance coefficient: - of the flue - of the air supply duct Thermal resistance of air/flue terminal: - with separate air/flue configuration - with concentric air/flue configuration Thermal shock Flexural tensile strength Durability: - against chemicals - against corrosion - freeze thaw 0,006 l s -1 m -2 (under a positive pressure of 200 Pa) 0,28 l s -1 m -2 (under a positive pressure of 40 Pa) 1,5 (declared) 2,5 (declared) 0,5 m 2 K/W (declared) 0,35 m 2 K/W (declared) Pass Pass Pass Pass Pass EN : The performance of the product identified in points 1 and 2 is in conformity with the declared performance in point 8. This declaration of performance is issued under the sole responsibility of the manufacturer identified in point 4. Signed for and on behalf of the manufacturer by: (name and function).... (place and date of issue) (signature) Figura 1 - Esempio Dichiarazione della Prestazione (rif. TF N 530 Rev 2 - Implementation of the Construction Products Regulation (CPR) in harmonized standards - Template for Annex ZA

5 LE NORME ARMONIZZATE E L ETA Le norme armonizzate sono state identificate come la via privilegiata per la compilazione della DoP e l apposizione della marcatura CE secondo CPR. Le norme armonizzate in particolare: Aiutano il Fabbricante nella valutazione della prestazione del proprio prodotto in relazione alle caratteristiche essenziali Riportano l uso previsto per il prodotto coperto Determinano quale controllo della produzione in fabbrica (FPC) Riportano i dettagli tecnici necessari per l implementazione del sistema di valutazione e verifica della costanza della prestazione. Al momento non esistono norme armonizzate CPR ma solo CPD. Le norme armonizzate CPD verranno mano a mano revisionate, in modo da aggiornare gli ANNE ZA a quelle che sono le specificità del Regolamento CPR. I Fabbricanti posso continuare ad utilizzare le attuali norme armonizzate CPD per immettere sul mercato (anche dopo il 1 luglio) nuovi prodotti da costruzione marcati CE secondo CPR. Nel caso in cui un prodotto da costruzione non sia coperto da una norma armonizzata e il Fabbricante vuole immetterlo sul mercato apponendo la marcatura CE secondo CPR, è necessario intraprendere la procedura della Valutazione Tecnica Europea (VTE/ETA). Il fabbricante dopo aver preparato un fascicolo tecnico, che descrive il prodotto, l'uso da lui previsto e le modalità di controllo della produzione in fabbrica che intende applicare, deve contattare un Organismo di Valutazione Tecnica (TAB). L organizzazione dei TAB produrrà una Documentazione Tecnica Europea che sarà usata la preparazione della Valutazione tecnica europea (ETA) necessaria per la compilazione della DoP. 5

6 LA VALUTAZIONE E VERIFICA DELLA COSTANZA DELLA PRESTAZIONE Il sistema di Valutazione e Verifica della Costanza di Prestazione (AVCP) definisce il grado di coinvolgimento degli enti/organismi notificati nella valutazione di conformità del prodotto secondo le relative specifiche tecniche. Cinque gli elementi che la cui combinazione definisce il sistema AVCP: Controllo della produzione in fabbrica (FPC) sulla base di un controllo interno permanente e documentato della produzione in una fabbrica, conformemente alle pertinenti specifiche tecniche armonizzate Ispezione iniziale dello stabilimento di produzione e del controllo della produzione in fabbrica Sorveglianza, valutazione e verifica continue del controllo della produzione in fabbrica Determinazione del prodotto-tipo in base a prove di tipo (Type Testing), a calcoli di tipo, a valori desunti da tabelle o a una documentazione descrittiva del prodotto Prove di controllo di campioni prelevati prima dell'immissione del prodotto sul mercato. L indicazione del pertinente sistema AVCP è riportata all interno dell ANNE ZA delle norme armonizzate di pertinenza CHI TASK S1+ S1 S2+ S3 S4 Fabbricante Organismo Notificato FPC Type-Testing DoP Ispezione Iniziale Sorveglianza Type-Testing Controllo Campioni 6

7 LA MARCATURA CE Il Fabbricante che immette sul mercato dell UE un prodotto da costruzione coperto da una norma armonizzata CPR è obbligato ad apporre la marcatura CE secondo la CPR (previa compilazione della DoP) Se, diversamente, il prodotto da costruzione non è totalmente coperto da una norma armonizzata, il Fabbricante può apporre la marcatura CE solo se intraprende la strada delle ETA. Il marchio CE deve essere apposto in maniera visibile, leggibile e indelebile: sul prodotto sull etichetta apposta sul prodotto sull imballo (nel caso in cui non sia possibile apporlo direttamente sul prodotto) Sui documenti di accompagnamento del prodotto (nel caso in cui non sia possibile apporlo sull imballo) 0123 AnyCo Ltd, PO Box 21, B-1050, Brussels, Belgium CPR-2013/05/12 EN 123-5: 2009 Product A intended to be used in (e.g. curtain walling, fire compartmentation, etc.) essential characteristic 1: 50N/cm 2 essential characteristic 2: Pass essential characteristic 3: Class A1 essential characteristic 4: RE 60 essential characteristic n: xxx Durability of essential characteristic 1: expressed as indicated in the DoP Durability of essential characteristic n: expressed as indicated in the DoP Dangerous substance : Less than 0,2 ppm CE marking, consisting of the CE - symbol Identification number of the product certification body name and the registered address of the manufacturer, or identifying mark Last two digits of the year in which the marking was first affixed reference number of the DoP No. of European standard applied, as referenced in OJEU Unique identification code of the product-type Intended use of the product as laid down in the European standard applied Level or class of the performance declared An informative database of European and national provisions on dangerous substances is available at the Construction web site on EUROPA 7 Figura 2 - Esempio Marchio CE (rif. TF N 530 Rev 2 - Implementation of the Construction Products Regulation (CPR) in harmonized standards - Template for Annex ZA

8 LE RESPONSABILITA DEGLI OPERATORI ECONOMICI Fabbricanti (Articolo 11) Importatori (Articolo 13) Distributori (Articolo 14) Compilazione della DoP e Marcatura CE per i prodotti coperti da norme hens in conformità al Regolamento (UE) 305/2011 a partire dal 1 luglio 2013 Deve accertarsi che il Fabbricante abbia espletato quanto richiesto Deve accertarsi che il prodotto sia conforme e che tutta la documentazione sia disponibile Conservare la documentazione per 10 anni Assicurarsi che siano implementate procedure per garantire che la produzione in serie conservi la prestazione dichiarata. Monitorare il prodotto immesso sul mercato, se necessario Assicurarsi che il prodotto sia univocamente identificabile Fornire le istruzioni e le informazioni sulla sicurezza in una lingua di facile comprensione, secondo quanto stabilito dallo Stato Membro Interessato Attuare misure correttive Stoccare e movimentare con appropriatezza i prodotti Cooperate con le Autorità Nazionali, al bisogno Attenzione Un importatore o un distributore, se immette un prodotto sul mercato con il proprio nome o marchio o modifica un prodotto da costruzione già immesso sul mercato in misura tale da poterne influenzare la conformità alla dichiarazione di prestazione, è considerato alla stregua di un fabbricante ai fini del presente regolamento ed è soggetto agli obblighi del fabbricante (art.15 Regolamento (UE) 305/2011). 8

9 APPENDICE A FAC-SIMILE - DICHIARAZIONE DELLA PRESTAZIONE DICHIARAZIONE DELLA PRESTAZIONE n Codice di identificazione unico del prodotto-tipo: Numero di tipo, lotto, serie o qualsiasi altro elemento che consenta l'identificazione del prodotto da costruzione ai sensi dell'articolo 11, paragrafo 4: 3. Uso o usi previsti del prodotto da costruzione, conformemente alla relativa specifica tecnica armonizzata, come previsto dal fabbricante: 4. Nome, denominazione commerciale registrata o marchio registrato e indirizzo del fabbricante ai sensi dell'articolo 11, paragrafo 5: 5. Se opportuno, nome e indirizzo del mandatario il cui mandato copre i compiti cui all'articolo 12, paragrafo 2: 6. Sistema o sistemi di valutazione e verifica della costanza della prestazione del prodotto da costruzione di cui all'allegato V: 7. Nel caso di una dichiarazione di prestazione relativa ad un prodotto da costruzione che rientra nell'ambito di applicazione di una norma armonizzata: (nome e numero di identificazione dell'organismo notificato, se pertinente) ha effettuato...secondo il sistema... (descrizione dei compiti di parte terza di cui all'allegato V) e ha rilasciato... (certificato di costanza della prestazione, certificato di conformità del controllo della produzione in fabbrica, relazioni di prova/calcolo a seconda dei casi) 8. Nel caso di una dichiarazione di prestazione relativa ad un prodotto da costruzione per il quale è stata rilasciata una valutazione tecnica europea:... (nome e numero di identificazione dell'organismo di valutazione tecnica, se pertinente) ha rilasciato... (numero di riferimento della valutazione tecnica europea) in base a... (numero di riferimento del documento per la valutazione europea) effettuata...secondo il sistema... (descrizione dei compiti di parte terza di cui all'allegato V) 9 e ha rilasciato... (certificato di costanza della prestazione, certificato di conformità del controllo della produzione in fabbrica, relazioni di prova/calcolo a seconda dei casi)

10 9. Prestazione dichiarata Note relative alla tabella: 1. La colonna 1 contiene l'elenco delle caratteristiche essenziali definite dalle specifiche tecniche armonizzate per l'uso o gli usi previsti di cui al punto 3; 2. Per ciascuna caratteristica elencata nella colonna 1 e conformemente ai requisiti di cui all'articolo 6, la colonna 2 contiene la prestazione dichiarata, espressa in termini di livello, classe o mediante una descrizione, in relazione alle caratteristiche essenziali corrispondenti. Le lettere «NPD» (nessuna prestazione determinata) ove non sia dichiarata alcuna prestazione; 3. Per ciascuna caratteristica essenziale elencata nella colonna 1 la colonna 3 contiene: a. il riferimento datato della norma armonizzata corrispondente e, se pertinente, il numero di riferimento della documentazione tecnica specifica o della documentazione tecnica appropriata utilizzata; oppure b. b) il riferimento datato del documento per la valutazione europea corrispondente, se disponibile, ed il numero di riferimento della valutazione tecnica europea utilizzata; Caratteristiche essenziali (cfr. nota 1) Prestazione (cfr. nota 2) Specifica tecnica armonizzata (cfr. nota 3) Qualora sia stata usata la documentazione tecnica specifica, ai sensi dell'articolo 37 o 38, i requisiti cui il prodotto risponde: La prestazione del prodotto di cui ai punti 1 e 2 è conforme alla prestazione dichiarata di cui al punto 9. Si rilascia la presente dichiarazione di prestazione sotto la responsabilità esclusiva del fabbricante di cui al punto 4. Firmato a nome e per conto di:... (nome e funzioni) (luogo e data del rilascio) (firma) 10

11 APPENDICE B FAQ REGOLAMENTO (UE) 305/2011 CPR In questa sezione sono raccolte alcune delle principali frequently asked questions che la Commissione Europea ha raccolto sul portale Enterprise&Industry Construction. La selezione completa delle faq, che vi invitiamo a consultare, è disponibile al seguente indirizzo-web: ü Tutti i prodotti da costruzione devono essere marcati CE a partire dal 1 luglio 2013? A partire dal 1 luglio 2013, il fabbricante che immette sul mercato un prodotto da costruzione ha l obbligo di marcare CE e di accompagnare il prodotto con la Dichiarazione di Prestazione (DoP) se: il prodotto da costruzione rientra nel campo di applicazione di una norma europea armonizzata per la quale sia già terminato il periodo di coesistenza; OPPURE per il prodotto da costruzione è stata rilasciata una valutazione tecnica europea (ossia una valutazione documentata della prestazione del prodotto da costruzione, in relazione alle sue caratteristiche essenziali). N.B. l articolo 5 del Regolamento (UE) 305/2011 definisce le condizioni di deroga sulla base delle quali il fabbricante può, all'atto dell immissione sul mercato di un prodotto da costruzione che rientra nel campo di applicazione di una norma armonizzata, astenersi dal redigere la Dichiarazione di Prestazione e dal marcare CE il prodotto. Nel caso una di queste deroghe sia applicabile, il fabbricante può decidere se marcare CE o no il proprio prodotto (e di conseguenza se accompagnare o no il prodotto da costruzione con la Dichiarazione di Prestazione). ü Un fabbricante già immette sul mercato un prodotto da costruzione marcato CE prima del 1 luglio Cosa deve fare per continuare a immettere sul mercato lo stesso prodotto dopo il 1 luglio 2013? Per continuare a immettere sul mercato il proprio prodotto da costruzione, il fabbricante deve soddisfare le seguenti condizioni: deve redigere la Dichiarazione di Prestazione in conformità all Allegato III del Regolamento (UE) 305/2011. Copia della Dichiarazione di Prestazione deve essere fornita al proprio cliente. Per la redazione della Dichiarazione di Prestazione, il fabbricante può utilizzare i contenuti del Certificato di Conformità o della Dichiarazione di Conformità che erano state redatte sulla base della Direttiva Prodotti da Costruzione 89/106/CEE; deve marcare CE il prodotto da costruzione; la marcatura CE del prodotto deve essere completa delle informazioni richieste dall Articolo 9 paragrafo 2 del Regolamento (UE) 305/2011. Il fabbricante deve astenersi dall applicare sul prodotto iscrizioni o marchi che possono indurre confusione sul significato e sulla forma della marcatura CE. 11

12 ü Dopo il 1 luglio 2013, un distributore è obbligato a ritirare dal proprio negozio i prodotti da costruzione ricevuti prima del 1 luglio 2013 che sono già marcati CE in conformità alla Direttiva Prodotti da Costruzione 89/106/CEE (CPD) ma non sono accompagnati dalla Dichiarazione della Prestazione (DoP) OPPURE non recano la marcatura anche se sono coperti da una norma europea armonizzata ai sensi della CPD? No, può continuare a vendere questi prodotti sino ad esaurimento delle scorte che sono state consegnate prima del 1 luglio Diversamente, per ogni nuova fornitura di prodotti successiva al 1 luglio 2013, il distributore deve richiedere al fabbricante la Dichiarazione della Prestazione e l apposizione del marchio CE ai sensi del Regolamento CPR. ü Se il prodotto da costruzione non ha subito modifiche, dopo il 1 luglio 2013, il fabbricante è obbligato a rifare i rapporti di prova o le valutazioni esistenti e a richiedere agli Organismi Notificati la sostituzione dei Certificati rilasciati prima del 1 luglio 2013? I rapporti di prova e/o le valutazioni esistenti non hanno bisogno di essere rifatti e i certificati non hanno bisogno di essere sostituiti, dopo il 1 luglio Se il fabbricante non ha apportato modifiche al proprio prodotto, i rapporti di prova e/o le valutazioni esistenti andrebbero rifatti solo se: la norma hen è stata modificata per includere altri metodi di prova / valutazione delle caratteristiche essenziali per le quali il produttore intende dichiarare la prestazione, e se questi cambiamenti nei metodi di valutazione comportano un significativo cambiamento delle prestazioni dichiarate. Nel caso in cui l'organismo di Certificazione che ha rilasciato il Certificato non sia stato designato ai sensi del Regolamento CPR, esso non può effettuare, dopo il 1 luglio 2013, la valutazione e verifica della costanza della prestazione. Pertanto il fabbricante dovrà rivolgersi ad un altro l Organismo di Certificazione che è stato designato ai sensi del Regolamento CPR Nel caso in cui il prodotto sia stato modificato è necessario sottoporlo a una nuova valutazione e verifica della costanza della prestazione. 12

13 ü Un Benestare Tecnico Europeo rilasciato sotto CPD prima del 1 luglio 2013 può continuare ad essere utilizzato per vendere un prodotto da costruzione dopo il 1 luglio 2013? Nel caso, per quanto tempo può essere utilizzato? L'articolo 66 del Regolamento CPR prevede che i fabbricanti possono utilizzare i Benestare Tecnici Europei rilasciati prima del 1 luglio 2013 al pari delle Valutazioni Tecniche Europee ( ETA) previste nel Regolamento CPR per tutta la durata della loro validità. Pertanto il fabbricante può, sulla base del Benestare Tecnico Europeo esistente, compilare la Dichiarazione della Prestazione (DoP), marcare CE il prodotto da costruzione e commercializzarlo nel mercato.. All approssimarsi del termine della validità del Benestare Tecnico Europeo il fabbricante può richiedere una Valutazione Tecnica Europea ad uno dei competenti Organismi di Valutazione Tecnica (TAB) designati ai sensi della CPR. ü Per un prodotto non coperto da una norma armonizzata il fabbricante, dopo il 1 luglio 2013, è obbligato a richiedere una Valutazione Tecnica Europea per poter vendere il prodotto nella UE? Il fabbricante, in questo caso, non è tenuto a richiedere una Valutazione Tecnica Europea. Egli può anche vendere il prodotto senza la Dichiarazione di Prestazione (DOP) e la marcatura CE. Inoltre, il fabbricante può presumere che il prodotto non sarà rifiutato negli altri Stati membri dell'ue. In questo contesto è importante ricordare il Regolamento CE 764/2008, che stabilisce le procedure relative all applicazione di determinate regole tecniche nazionali a prodotti legalmente commercializzati in un altro Stato membro, così da rendere operativo il principio di mutuo riconoscimento. ü Qual è l'importanza del manuale di installazione / istruzioni? Si presume che la prestazione del prodotto dichiarata nella DoP sia ottenibile a condizione che il prodotto sia correttamente installato; questo è un punto particolarmente importante per i prodotti venduti come kit destinati ad essere installati nelle opere di costruzione. Pertanto, il/le manuale/istruzioni di installazione che deve/devono essere fornite/i dal fabbricante ai sensi dell'articolo 11 comma 6 del Regolamento CPR riveste/rivestono un ruolo fondamentale ai fini di consentire e garantire la corretta installazione del prodotto. 13

Le certificazioni, la dichiarazione di prestazioni, la marcatura CE. Dario Agalbato, Direttore IGQ, Presidente GNB CPR

Le certificazioni, la dichiarazione di prestazioni, la marcatura CE. Dario Agalbato, Direttore IGQ, Presidente GNB CPR Le certificazioni, la dichiarazione di prestazioni, la marcatura CE Dario Agalbato, Direttore IGQ, Presidente GNB CPR Il Regolamento prodotti da costruzione «EVOLUTION NOT REVOLUTION» 2 CPD CPR (1) La

Dettagli

IL NUOVO REGOLAMENTO PER I PRODOTTI DA COSTRUZIONE 305/2011: COSA CAMBIA PER I SERRAMENTISTI? Relatore: Ing. Sergio Botta STUDIO BOTTA & ASSOCIATI

IL NUOVO REGOLAMENTO PER I PRODOTTI DA COSTRUZIONE 305/2011: COSA CAMBIA PER I SERRAMENTISTI? Relatore: Ing. Sergio Botta STUDIO BOTTA & ASSOCIATI IL NUOVO REGOLAMENTO PER I PRODOTTI DA COSTRUZIONE 305/2011: COSA CAMBIA PER I SERRAMENTISTI? Relatore: Ing. Sergio Botta STUDIO BOTTA & ASSOCIATI INDICE [1] LA MARCATURA CE: CONTESTO LEGISLATIVO E NORMATIVO

Dettagli

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE DECLARATION OF PERFORMANCE Ai sensi del REGOLAMENTO (UE) N. 305/2011

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE DECLARATION OF PERFORMANCE Ai sensi del REGOLAMENTO (UE) N. 305/2011 DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE DECLARATION OF PERFORMANCE Ai sensi del REGOLAMENTO (UE) N. 305/2011 n. 19-1125-2013 1. Codice di identificazione unico del prodotto-tipo: Unique identification code of the

Dettagli

CERTIFICATO CE DI CONFORMITÀ < PRODOTTO(I) (2) >

CERTIFICATO CE DI CONFORMITÀ < PRODOTTO(I) (2) > Allegato 1: Facsimile di Certificato per s.a.c. 1+ < Logo dell Organismo di certificazione > > CERTIFICATO CE DI CONFORMITÀ In conformità alla Direttiva

Dettagli

FORUM DI PREVENZIONE INCENDI

FORUM DI PREVENZIONE INCENDI FORUM DI PREVENZIONE INCENDI MILANO 26 27 OTTOBRE 2011 Dalla direttiva Prodotti da Costruzione 89/106/CEE (CPD) al nuovo regolamento UE n. 305/2011 sui Prodotti da Costruzione (CPR) ARCH.. SERGIO SCHIAROLI

Dettagli

Con il patrocinio del Consiglio Superiore dei LL.PP. Giuseppina Varone ITC - CNR

Con il patrocinio del Consiglio Superiore dei LL.PP. Giuseppina Varone ITC - CNR Roma, 19 DICEMBRE 2011 dalla Dir ettiva 89/106/CEE Prodotti da Costruzione al Regolamento 305/2011 Cosa Cambia? Giuseppina Varone ITC - CNR Istituto per le Tecnologie della Costruzione Consiglio Nazionale

Dettagli

Reg. 305/2011/UE: il nuovo sistema per la marcatura CE dei prodotti per le costruzioni in vigore dal 1 luglio 2013

Reg. 305/2011/UE: il nuovo sistema per la marcatura CE dei prodotti per le costruzioni in vigore dal 1 luglio 2013 Reg. 305/2011/UE: il nuovo sistema per la marcatura CE dei prodotti per le costruzioni in vigore dal 1 luglio 2013 Ing. Davide Babbini www.artea.it OBIETTIVO Il Regolamento 305/2011 (CPR, art. 1), che

Dettagli

Evoluzione normativa dalla CPD (Direttiva 89/106/CEE) al CPR (Regolamento n. 305/2011/UE) e al Regolamento Delegato (UE) n.

Evoluzione normativa dalla CPD (Direttiva 89/106/CEE) al CPR (Regolamento n. 305/2011/UE) e al Regolamento Delegato (UE) n. Evoluzione normativa dalla CPD (Direttiva 89/106/CEE) al CPR (Regolamento n. 305/2011/UE) e al Regolamento Delegato (UE) n. 157/2014 Ing. Lorenzo Bari Bari, 26 settembre 2014 MARCATURA CE Contesto legislativo

Dettagli

Trasporti: politiche, qualità e soluzioni

Trasporti: politiche, qualità e soluzioni Ordine degli Ingegneri della Provincia di Palermo con il patrocinio di AICQ Sicilia Trasporti: politiche, qualità e soluzioni Palermo, 14-02-2014 IL CONTROLO DELLA QUALITA NELLA REALIZZAZIONE DELLE INFRASTRUTTURE

Dettagli

REGOLAMENTO UE N.305/2011 Regolamento prodotti da costruzione Luglio 2013

REGOLAMENTO UE N.305/2011 Regolamento prodotti da costruzione Luglio 2013 Il 9 marzo 2011 il parlamento Europeo ed il Consiglio dell unione Europea hanno adottato il regolamento (UE) N.305/2011, che è stato pubblicato il 4 aprile 2011 sulla gazzetta Ufficiale dell Unione Europea

Dettagli

Nuove NTC-Regolamento 305/2011-Marcatura CE

Nuove NTC-Regolamento 305/2011-Marcatura CE Nuove NTC-Regolamento 305/2011-Marcatura CE WWW.PROMOZIONEACCIAIO.IT Ing. M.Antinori Responsabile Ufficio Tecnico Fondazione Promozione Acciaio ACCIAIO STRUTTURALE: La normativa in evoluzione Identificarlo,

Dettagli

.it. .it 7. A1 Posteriore / Rear 200 Lati / Sides 400. Sistemi 3-4 Systems

.it. .it 7. A1 Posteriore / Rear 200 Lati / Sides 400. Sistemi 3-4 Systems Dichiarazione di prestazione in accordo con il Regolamento EU 305/2011 Declaration of performance according to Regulation EU 305/2011 n. codice doc 00335093_1 1. Codice di identificazione unico del prodotto-tipo

Dettagli

1. Domanda di certificazione da riportare su carta intestata del fabbricante che richiede la certificazione / Certification request To report on

1. Domanda di certificazione da riportare su carta intestata del fabbricante che richiede la certificazione / Certification request To report on 1. Domanda di certificazione da riportare su carta intestata del fabbricante che richiede la certificazione / Certification request To report on LETTERHEAD PAPER of the applicant 2. Elenco documenti che

Dettagli

Come cambiano gli obblighi per le strutture metalliche a partire dal 1 luglio 2014

Come cambiano gli obblighi per le strutture metalliche a partire dal 1 luglio 2014 Regolamento (UE) n.305/11 e norme del gruppo EN1090 La Marcatura CE delle strutture metalliche alla luce delle Norme tecniche per le Costruzioni Firenze, 30/10/2014 Come cambiano gli obblighi per le strutture

Dettagli

Direttiva 89/106/CEE e Regolamento (UE) 305/2011

Direttiva 89/106/CEE e Regolamento (UE) 305/2011 Prodotti da Costruzione: Cosa cambia con il Regolamento (UE) 305/2011 UNSIDER Milano, 7 Novembre 2012 Direttiva 89/106/CEE e Regolamento (UE) 305/2011 G. Bedotti Consulente CEN Costruzioni e Ingegneria

Dettagli

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE DECLARATION OF PERFORMANCE No. S235

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE DECLARATION OF PERFORMANCE No. S235 DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE DECLARATION OF PERFORMANCE No. S235 1. Codice di identificazione unico del prodotto tipo: Unique identification code of the product type: CFCHS EN 10219 = profilato cavo formato

Dettagli

N./No. 0474-CPR-0566. Aggregati per calcestruzzo / Aggregates for concrete. IMPRESA MILESI GEOM. SERGIO S.R.L. Via Molinara, 6-24060 Gorlago (BG)

N./No. 0474-CPR-0566. Aggregati per calcestruzzo / Aggregates for concrete. IMPRESA MILESI GEOM. SERGIO S.R.L. Via Molinara, 6-24060 Gorlago (BG) CERTIFICATO DI CONFORMITÀ DEL CONTROLLO DELLA PRODUZIONE IN FABBRICA / CERTIFICATE OF CONFORMITY OF THE FACTORY PRODUCTION CONTROL N./No. 0474-CPR-0566 In conformità al Regolamento N. 305/2011/EU del Parlamento

Dettagli

CPR 305 / 2011. Focus sulla Dichiarazione di Prestazione e sulla Documentazione di Accompagnamento. Consulenza aziendale e servizi d ingegneria

CPR 305 / 2011. Focus sulla Dichiarazione di Prestazione e sulla Documentazione di Accompagnamento. Consulenza aziendale e servizi d ingegneria Consulenza aziendale e servizi d ingegneria Qualità Ambiente Sicurezza Energia Finanizamenti Marcatura CE Formazione Controllo fornitori Internazionalizzazione CPR 305 / 2011 Focus sulla Dichiarazione

Dettagli

La marcatura CE secondo CPR

La marcatura CE secondo CPR 118 33- La marcatura CE deve essere l unica marcatura che attesta che il prodotto da costruzione è conforme alla prestaarch. Mario Sanvito La marcatura CE secondo CPR Il Regolamento n. 305/2011 che entra

Dettagli

N./No. 0474-CPR-0199. Miscele bituminose - Conglomerato bituminoso prodotto a caldo / Bituminous mixtures - Asphalt Concrete

N./No. 0474-CPR-0199. Miscele bituminose - Conglomerato bituminoso prodotto a caldo / Bituminous mixtures - Asphalt Concrete CERTIFICATO DI CONFORMITÀ DEL CONTROLLO DELLA PRODUZIONE IN FABBRICA / CERTIFICATE OF CONFORMITY OF THE FACTORY PRODUCTION CONTROL N./No. 0474-CPR-0199 In conformità al Regolamento N. 305/2011/EU del Parlamento

Dettagli

LA MARCATURA CE DEGLI AGGREGATI RICICLATI LA MARCATURA CE DEGLI AGGREGATI RICICLATI

LA MARCATURA CE DEGLI AGGREGATI RICICLATI LA MARCATURA CE DEGLI AGGREGATI RICICLATI LA MARCATURA CE DEGLI Ing. Antonio Bianco Direttore ABICert D.M. 14.01.2008 Capitolo 11 Contesto normativo nazionale I materiali e prodotti per uso strutturale devono essere: identificati univocamente

Dettagli

Declaration of Performance

Declaration of Performance Refurbishment Edition 06.2013 Identification No. 02 04 01 04 001 0 000001 Version no. 1 EN 1504-4 08 0921 DECLARATION OF PERFORMANCE Sikadur -30 02 04 01 04 001 0 000001 1001 1. Product Type: Unique identification

Dettagli

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE N 2013/032. 2. Numero di tipo, lotto, serie (identificazione del prodotto da costruzione ai sensi dell art.

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE N 2013/032. 2. Numero di tipo, lotto, serie (identificazione del prodotto da costruzione ai sensi dell art. DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE N 2013/032 1. Codice di identificazione unico del prodotto-tipo : DEUMIDIFICANTE CEPRO 2. Numero di tipo, lotto, serie (identificazione del prodotto da costruzione ai sensi

Dettagli

Pubblicazione delle nuove Direttive Comunitarie

Pubblicazione delle nuove Direttive Comunitarie Pubblicazione delle nuove Direttive Comunitarie Milano, 21 Ottobre 2014 Ivan Furcas ivan.furcas@it.bureauveritas.com Nuovo quadro legislativo Pubblicazione L96 GUCE (Gazzetta Ufficiale Comunità Europea)

Dettagli

Newsletter del MARZO 2013. In sintesi:

Newsletter del MARZO 2013. In sintesi: Newsletter del MARZO 2013 In sintesi: Entrata in vigore del regolamento CE 453/2010 CE E CLP _ Sostanze Chimiche_ Entrata in vigore regolamento CE 305/2011 CPR_ Prodotti da Costruzione_ Entrata in vigore

Dettagli

LE NORMATIVE EUROPEE E LA LORO VALENZA LE NORME DI BUONA TECNICA LE DIRETTIVE DI PRODOTTO

LE NORMATIVE EUROPEE E LA LORO VALENZA LE NORME DI BUONA TECNICA LE DIRETTIVE DI PRODOTTO LE NORMATIVE EUROPEE E LA LORO VALENZA LE NORME DI BUONA TECNICA LE DIRETTIVE DI PRODOTTO Trento 08 aprile 2010 stefano@armprocess.com - www.armprocess.com N 1 / 39 DEFINIZIONI conformità: Soddisfacimento

Dettagli

di impianti e macchinari sicuri

di impianti e macchinari sicuri La nuova direttiva macchine 2006/42/CE Un nuovo approccio metodologico alla progettazione e costruzione di impianti e macchinari sicuri 1 Recepimento e D.Lgs 27 gennaio 2010, n. 17-6 Marzo 2010: entrata

Dettagli

IL NUOVO REGOLAMENTO EUROPEO PER I. Reg.(UE) 305/2011 Roma, Consiglio Superiore dei LL.PP., 19 dicembre 2011

IL NUOVO REGOLAMENTO EUROPEO PER I. Reg.(UE) 305/2011 Roma, Consiglio Superiore dei LL.PP., 19 dicembre 2011 Con il patrocinio del Consiglio Superiore dei LL.PP. DALLA CPD 89/106 AL CPR 305711: IL NUOVO REGOLAMENTO EUROPEO PER I PRODOTTI DA COSTRUZIONE Reg.(UE) 305/2011 Roma, Consiglio Superiore dei LL.PP., 19

Dettagli

Il processo di marcatura CE riferito agli impianti gas medicali

Il processo di marcatura CE riferito agli impianti gas medicali Il processo di marcatura CE riferito agli impianti gas medicali Soggetti coinvolti nel processo di Marcatura CE Fabbricante: la persona fisica o giuridica responsabile della progettazione, della fabbricazione,

Dettagli

Ing. Emanuele RENZI Dirigente delle Divisione IV del Servizio Tecnico Centrale Consiglio Superiore dei LL.PP.

Ing. Emanuele RENZI Dirigente delle Divisione IV del Servizio Tecnico Centrale Consiglio Superiore dei LL.PP. FONDAZIONE DELL ORDINE DEGLI INGEGNERI DELLA PROVINCIA DI MILANO Seminario di aggiornamento in collaborazione con IL CONTROLLO DEI PRODOTTI DA COSTRUZIONE PER USO STRUTTURALE MARCATURA CE - Regolamento

Dettagli

Servizio Accertamenti a Tutela della Fede Pubblica CCIAA Milano

Servizio Accertamenti a Tutela della Fede Pubblica CCIAA Milano Pubblica CCIAA Milano La competenza Le funzioni di autorità di vigilanza per il controllo della conformità dei giocattoli alle disposizioni del presente decreto legislativo sono svolte dal Ministero dello

Dettagli

Il processo di marcatura CE riferito agli impianti gas medicali

Il processo di marcatura CE riferito agli impianti gas medicali Il processo di marcatura CE riferito agli impianti gas medicali P.I. Alessandro Melzi Funzione Valutazione Conformità Prodotto Laboratorio Dispositivi Medici IMQ S.p.A. - Milano POLITECNICO DI MILANO,

Dettagli

La Norma EN 1090-1 per la Marcatura CE delle Strutture Metalliche

La Norma EN 1090-1 per la Marcatura CE delle Strutture Metalliche La Norma EN 1090-1 per la Marcatura CE delle Strutture Metalliche Il Processo di Progettazione e la Conformità del Prodotto: i Compiti del Direttore dei Lavori Catania, 02-07-2014 LA MARCATURA CE DEI PRODOTTI

Dettagli

Direttiva CEE 29 giugno 1995, n. 16 RAVVICINAMENTO DELLE LEGISLAZIONI DEGLI STATI MEMBRI RELATIVE AGLI ASCENSORI

Direttiva CEE 29 giugno 1995, n. 16 RAVVICINAMENTO DELLE LEGISLAZIONI DEGLI STATI MEMBRI RELATIVE AGLI ASCENSORI Direttiva CEE 29 giugno 1995, n. 16 RAVVICINAMENTO DELLE LEGISLAZIONI DEGLI STATI MEMBRI RELATIVE AGLI ASCENSORI CAPITOLO I Campo di applicazione - Commercializzazione e libera circolazione Art. 1-1. La

Dettagli

Qualità e certificazioni

Qualità e certificazioni 13 Qualità e certificazioni 13.1 La certificazione di qualità La qualità è intesa come l insieme delle caratteristiche di un entità materiale (prodotto) o immateriale (servizio) che le conferiscono la

Dettagli

La nuova UNI EN 1090-1

La nuova UNI EN 1090-1 . Come identificarlo, certificarlo e controllarlo attraverso le NTC ed il nuovo CPR 305/2011 La nuova UNI EN 1090-1 Agrigento, 18 giugno 2014 Geom. Raffaello Dellamotta Tel. 0541-322.324 r.dellamotta@giordano.it

Dettagli

La certificazione del professionista: ultimo atto della marcatura CE e della corretta installazione dei prodotti. Rimini 10 aprile 2015

La certificazione del professionista: ultimo atto della marcatura CE e della corretta installazione dei prodotti. Rimini 10 aprile 2015 La certificazione del professionista: ultimo atto della marcatura CE e della corretta installazione dei prodotti Rimini 10 aprile 2015 DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE ALLA SCIA DM 12 08 2014 e modulistica di

Dettagli

IRcCOS S.c.a r.l. Istituto di Ricerca e certificazione per le Costruzioni Sostenibili

IRcCOS S.c.a r.l. Istituto di Ricerca e certificazione per le Costruzioni Sostenibili IRcCOS S.c.a r.l. Istituto di Ricerca e certificazione per le Costruzioni Sostenibili Dalla Direttiva CPD 89/106/CEE al Regolamento CPR 305/2011 Cosa cambia? IRcCOS S.c.a r.l. - Dalla CPD al CPR 1 Contenuti

Dettagli

La marcatura CE per le pietre naturali

La marcatura CE per le pietre naturali La marcatura CE per le pietre naturali Volargne,, 28-11-2006 Clara Miramonti Funzionario Tecnico Divisione Costruzioni UNI Norme europee armonizzate sui prodotti di pietra per pavimentazioni esterne 21

Dettagli

MARCATURA CE (prodotti da costruzione) Direttiva europea 89/106/CE.

MARCATURA CE (prodotti da costruzione) Direttiva europea 89/106/CE. La Marcatura CE Normativa UNI EN 13659 MARCATURA CE (prodotti da costruzione) Direttiva europea 89/106/CE. Dal 2 Aprile 2006 è in vigore l'obbligo di Marcatura CE per tutte le chiusure oscuranti (persiane,

Dettagli

REGOLAMENTO (UE) N. 305/2011 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO

REGOLAMENTO (UE) N. 305/2011 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO 4.4.2011 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 88/5 REGOLAMENTO (UE) N. 305/2011 DEL PARLAMENTO EUROPEO E DEL CONSIGLIO del 9 marzo 2011 che fissa condizioni armonizzate per la commercializzazione dei

Dettagli

LA MARCATURA CE DEI COMPONENTI METALLICI STRUTTURALI IN ACCORDO ALLA NORMA EN 1090-1

LA MARCATURA CE DEI COMPONENTI METALLICI STRUTTURALI IN ACCORDO ALLA NORMA EN 1090-1 LA MARCATURA CE DEI COMPONENTI METALLICI STRUTTURALI IN ACCORDO ALLA NORMA RINA Services S.p.A. LA MARCATURA CE DEI COMPONENTI METALLICI STRUTTURALI IN ACCORDO ALLA NORMA 1. Il panorama normativo: opere

Dettagli

DECLARATION OF PERFORMANCE

DECLARATION OF PERFORMANCE Flooring Declaration of Performance Edition 01.07.2013 Identification no.0209152050000000041008 Version no. 01 EN 1504-2: 2004 08 0921 DECLARATION OF PERFORMANCE Sikalastic-445 0209152050000000041008 Declaration

Dettagli

EN 14342:2005+A1:2008: Marcatura CE per PAVIMENTAZIONI IN LEGNO A partire da MARZO 2009 - Obbligatoria a partire da MARZO 2010

EN 14342:2005+A1:2008: Marcatura CE per PAVIMENTAZIONI IN LEGNO A partire da MARZO 2009 - Obbligatoria a partire da MARZO 2010 Iscritto all'albo professionale del collegio dei Periti Industriali di PU al n 293 via Calamone, 1-61025 Montelabbate (PU) Tel. - Fax.: +39 0721 472036 Direttiva 89/106/CEE PRODOTTI DA COSTRUZIONE EN 14342:2005+A1:2008:

Dettagli

GUIDA ALLA MARCATURA CE PER IL COSTRUTTORE DI SERRAMENTI BUROCRAZIA FACILE

GUIDA ALLA MARCATURA CE PER IL COSTRUTTORE DI SERRAMENTI BUROCRAZIA FACILE GUIDA ALLA MARCATURA CE PER IL COSTRUTTORE DI SERRAMENTI BUROCRAZIA FACILE BROCHURE_CE_A4.indd pagina:2 17/07/13 16:43 Techne Media Agency INDICE Che cos e la marcatura ce?... pag. 03 a. definire i prodotti

Dettagli

Dal 1 febbraio 2010 la marcatura CE dei serramenti sarà obbligatoria.

Dal 1 febbraio 2010 la marcatura CE dei serramenti sarà obbligatoria. Nessuna ulteriore proroga. N e Dal 1 febbraio 2010 la marcatura CE dei serramenti sarà obbligatoria. La proroga del periodo di coesistenza della Marcatura CE con la la Norma Tecnica Europea EN 14351 1,

Dettagli

Commissione europea Imprese e industria. La marcatura CE vi apre le porte del mercato europeo!

Commissione europea Imprese e industria. La marcatura CE vi apre le porte del mercato europeo! Commissione europea Imprese e industria La marcatura CE vi apre le porte del mercato europeo! Sommario Che cosa rappresenta la marcatura CE? Che cosa rappresenta la marcatura CE? 3 Obblighi dei fabbricanti

Dettagli

ACCIAI PER STRUTTURE METALLICHE E STRUTTURE COMPOSTE

ACCIAI PER STRUTTURE METALLICHE E STRUTTURE COMPOSTE ACCIAI PER STRUTTURE METALLICHE E STRUTTURE COMPOSTE Documentazione di conformità secondo le nuove Norme Tecniche delle Costruzioni (DM 14 Gennaio 2008) Ing. Lorenzo Di Gregorio PRESIDER Srl Bastia Umbra,

Dettagli

I futuri obblighi di marcatura dei manufatti Dalla Iso3834 alla EN 1090

I futuri obblighi di marcatura dei manufatti Dalla Iso3834 alla EN 1090 Seminario: Elementi strutturali in acciaio; I futuri obblighi di marcatura dei manufatti Dalla Iso3834 alla EN 1090 Relatore: Ing. Filippo Lago Certification Product Manager Distretto Nord est RINA Services

Dettagli

PROCEDURA OPERATIVA PER LA GESTIONE

PROCEDURA OPERATIVA PER LA GESTIONE Proc. 19 Pag. 1 di 7 PROCEDURA OPERATIVA PER LA GESTIONE DEGLI ADEMPIMENTI DELLA DIRETTIVA 93/42/CEE CONCERNENTE I DISPOSITIVI MEDICI 1. SCOPO... 2 2. APPLICABILITÀ... 2 3. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO...

Dettagli

IL RUOLO DELL ENTE DI CERTIFICAZIONE NELLE COSTRUZIONI SOSTENIBILI

IL RUOLO DELL ENTE DI CERTIFICAZIONE NELLE COSTRUZIONI SOSTENIBILI FORUM DELLE TECNOLOGIE III SESSIONE IL RUOLO DELL ENTE DI CERTIFICAZIONE Ing. Massimo De Vincentiis La normativa di riferimento: il quadro normativo nazionale ed europeo Il Regolamento (UE) n. 305/2011

Dettagli

La Nuova Direttiva Macchine 2006/42 CE. Inquadramento Generale, la Valutazione. dei Rischie il Fascicolo Tecnico

La Nuova Direttiva Macchine 2006/42 CE. Inquadramento Generale, la Valutazione. dei Rischie il Fascicolo Tecnico AZIENDA SPECIALE CISE Forlì 13 Ottobre 2010 La Nuova Direttiva Macchine 2006/42 CE Inquadramento Generale, la Valutazione dei Rischie il Fascicolo Tecnico Ing. Enrico IPPOLITO 1 NUOVA DIRETTIVA MACCHINE

Dettagli

Qualificazione, Identificazione, Accettazione Ing. Massimo Pugliese e Ing. Fabio Pes - TUV Italia

Qualificazione, Identificazione, Accettazione Ing. Massimo Pugliese e Ing. Fabio Pes - TUV Italia Qualificazione, Identificazione, Accettazione Ing. Massimo Pugliese e Ing. Fabio Pes - TUV Italia costruire e rinnovare in modo sostenibile e sicuro 1 Obiettivi Travi PREM 2015 Evidenziare l impatto delle

Dettagli

SCHEMA 0 STORIA. Schema certificativo CP007 0.1 DOCUMENTI ESTERNI DI RIFERIMENTO 0.2 DOCUMENTI IGQ DI RIFERIMENTO

SCHEMA 0 STORIA. Schema certificativo CP007 0.1 DOCUMENTI ESTERNI DI RIFERIMENTO 0.2 DOCUMENTI IGQ DI RIFERIMENTO SCHEMA per il rilascio del certificato di costanza della prestazione ai fine della marcatura CE di segnali permanenti di cui alla norma UNI EN 12899 1 ed. 2008 0 STORIA Edizione 0 14/10/2009 Schema per

Dettagli

Guida alla marcatura CE dei vetri

Guida alla marcatura CE dei vetri NF 396 102 Glass for Europe: guida al CPR e alla marcatura CE a cura della redazione Guida alla marcatura CE dei vetri Un utile documento messo a punto dall'associazione Glass for Europe dedicato al CPR

Dettagli

EMENDAMENTI 34-72. IT Unita nella diversità IT 2011/0354(COD) 7.6.2012. Progetto di relazione Zuzana Roithová (PE488.065v01-00)

EMENDAMENTI 34-72. IT Unita nella diversità IT 2011/0354(COD) 7.6.2012. Progetto di relazione Zuzana Roithová (PE488.065v01-00) PARLAMENTO EUROPEO 2009-2014 Commissione per il mercato interno e la protezione dei consumatori 2011/0354(COD) 7.6.2012 EMENDAMENTI 34-72 Progetto di relazione (PE488.065v01-00) sulla proposta di direttiva

Dettagli

SICUREZZA E SALUTE PER I LAVORATORI DIRETTIVA MACCHINE

SICUREZZA E SALUTE PER I LAVORATORI DIRETTIVA MACCHINE SICUREZZA E SALUTE PER I LAVORATORI DIRETTIVA MACCHINE Ing Lorenzo Peghin 1 LO SCOPO DELLE DIRETTIVE LO SCOPO DELLE DIRETTIVE CONSISTE NEL PERMETTERE LA LIBERA CIRCOLAZIONE IN EUROPA DIPRODOTTI CHE RISPETTINO

Dettagli

NUOVA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE/ LE QUASI MACCHINE

NUOVA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE/ LE QUASI MACCHINE Per_Ind_Valeri_Vanni - QM.doc PAG. 1 DI 7 REV. 00 SAVE DATA: 09/10/12 PRINT DATA: 10/10/12 NUOVA DIRETTIVA MACCHINE 2006/42/CE/ LE QUASI MACCHINE Le QUASI MACCHINE sono: insiemi che costituiscono quasi

Dettagli

SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO

SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO SISTEMA DI GESTIONE INTEGRATO (Norme di Riferimento: UNI EN ISO 9001:00 ) Viale C. Castracani, 55 55100 Lucca tel.: 0583.464482 464536 Web: www.cartesiostudio.it e-mail: info@cartesiostudio.it Marcatura

Dettagli

MACCHINE E ATTREZZATURE

MACCHINE E ATTREZZATURE MACCHINE E ATTREZZATURE EMISSIONE ACUSTICA AMBIENTALE Direttiva 2000/14/CE recepita con D. Lgs. 4 Settembre 2002, n. 262 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO E AGRICOLTURA DI BOLOGNA Camera dell Economia

Dettagli

Marcatura CE Cancelli

Marcatura CE Cancelli SB studio www.essebistudio.com www.marcatura-ce-cancelli.com Marcatura CE Cancelli SB studio di Bertolo Sergio Borgo Treviso 152/C 31033 Castelfranco Veneto TV Direttiva Prodotti da Costruzione CPD 89/106/CEE

Dettagli

n.1 2013 Guida al Regolamento Prodotti da Costruzione

n.1 2013 Guida al Regolamento Prodotti da Costruzione UADERNI DI CONFORMA QUADERNI DI CONFORMA I QUAD n.1 2013 Guida al Regolamento Prodotti da Costruzione La riproduzione totale o parziale con qualunque mezzo di questo documento nella sua versione italiana

Dettagli

MARCATURA CE CONGLOMERATI BITUMINOSI

MARCATURA CE CONGLOMERATI BITUMINOSI MARCATURA CE CONGLOMERATI BITUMINOSI COS E LA MARCATURA CE? La marcatura CE, é il principale indicatore della conformità di un prodotto alle normative UE e ne consente la libera commercializzazione entro

Dettagli

ZINCATURA A CALDO E MARCATURA CE PER LA COSTRUZIONE IN ACCIAIO Interazione tra zincatore e carpentiere per la conformità al CPR e alla normativa

ZINCATURA A CALDO E MARCATURA CE PER LA COSTRUZIONE IN ACCIAIO Interazione tra zincatore e carpentiere per la conformità al CPR e alla normativa ZINCATURA A CALDO E MARCATURA CE PER LA COSTRUZIONE IN ACCIAIO Interazione tra zincatore e carpentiere per la conformità al CPR e alla normativa armonizzata EN 1090-1 OBIETTIVO DELLA PRESENTAZIONE CHIARIRE

Dettagli

La Direttiva Macchine 2006/42/CE

La Direttiva Macchine 2006/42/CE La Direttiva Macchine 2006/42/CE Implicazioni per l utilizzatore Verona, 26 Maggio 2010 Eleonora Pagani Introduzione Concetti generali La direttiva Macchine ha un duplice obbiettivo: permettere la libera

Dettagli

La marcatura CE per le coperture in laterizio

La marcatura CE per le coperture in laterizio La marcatura CE per le coperture in laterizio Vengono presi in considerazione gli aspetti principali della normativa UNI EN 1304 in relazione a quanto previsto dalla marcatura CE dei prodotti in laterizio

Dettagli

Declaration of Performance

Declaration of Performance EN 1504-6 08 0921 DECLARATION OF PERFORMANCE Sika AnchorFix -3 + 02 04 03 01 003 0 000002 1001 1. Product Type: Unique identification code of the product-type: Sika AnchorFix - 2. Type batch or serial

Dettagli

IL CONSIGLIO DELLE COMUNITA EUROPEE, visto il trattato che istituisce la Comunità economica europea, in particolare l articolo 100 A,

IL CONSIGLIO DELLE COMUNITA EUROPEE, visto il trattato che istituisce la Comunità economica europea, in particolare l articolo 100 A, ',5(77,9$&(('(/&216,*/,2GHOOXJOLR FKH PRGLILFD OH GLUHWWLYH GHO &RQVLJOLR &(( UHFLSLHQWL VHPSOLFL D SUHVVLRQH &(( VLFXUH]]D GHL JLRFDWWROL &(( SURGRWWL GD FRVWUX]LRQH &(( FRPSDWLELOLWj HOHWWURPDJQHWLFD

Dettagli

Direttiva Macchine2006/42/CE

Direttiva Macchine2006/42/CE PAG. 1 DI 5 REV. 00 SAVE DATA: 09/10/12 PRINT DATA: 10/10/12 Direttiva Macchine2006/42/CE Definizione di immissione sul mercato Indicazioni tratte da Guida all applicazione della direttiva macchine 2006/42/CE

Dettagli

VADEMECUM PER LA MARCATURA CE DELLE PIETRE NATURALI

VADEMECUM PER LA MARCATURA CE DELLE PIETRE NATURALI VADEMECUM PER LA MARCATURA CE DELLE PIETRE NATURALI Documento ad uso semplificativo per l'a pplicazione della CPR 305/2011 nella commercializzazione delle pietre naturali a cura di Mario Bertolini - anno

Dettagli

Declaration of Performance

Declaration of Performance Roofing Edition 06.06.2013 Identification no. 02 09 15 15 100 0 000004 Version no. 02 ETAG 005 12 1219 DECLARATION OF PERFORMANCE Sikalastic -560 02 09 15 15 100 0 000004 1053 1. Product Type: Unique identification

Dettagli

La libera circolazione dei prodotti e le problematiche della sicurezza Dal Nuovo Approccio al New Legal Framework (NFL)

La libera circolazione dei prodotti e le problematiche della sicurezza Dal Nuovo Approccio al New Legal Framework (NFL) La libera circolazione dei prodotti e le problematiche della sicurezza Dal Nuovo Approccio al New Legal Framework (NFL) 9 febbraio 2010 Ing. Fabio DATTILO Direttore Centrale della Direzione Centrale per

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI EMISSIONE ACUSTICA AMBIENTALE DELLE MACCHINE ED ATTREZZATURE DESTINATE A FUNZIONARE ALL APERTO APRILE 2012

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI EMISSIONE ACUSTICA AMBIENTALE DELLE MACCHINE ED ATTREZZATURE DESTINATE A FUNZIONARE ALL APERTO APRILE 2012 DIRETTIVA 2000/14/CE REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI EMISSIONE ACUSTICA AMBIENTALE DELLE MACCHINE ED ATTREZZATURE DESTINATE A FUNZIONARE ALL APERTO APRILE 2012 INDICE 1 - Generalità...2 2 - Applicabilità...2

Dettagli

LA MARCATURA CE DEI COMPONENTI STRUTTURALI IN ACCIAIO E/O ALLUMINIO UNI EN 1090-1:2012.

LA MARCATURA CE DEI COMPONENTI STRUTTURALI IN ACCIAIO E/O ALLUMINIO UNI EN 1090-1:2012. LA MARCATURA CE DEI COMPONENTI STRUTTURALI IN ACCIAIO E/O ALLUMINIO UNI EN 1090-1:2012. Eugenio Berlini responsabile ped - ped@giordano.it Marco Sarti - Certificazione Prodotto - cpd@giordano.it Esecuzione

Dettagli

5594_CE Q&A 6pg_ITALIAN 20/9/05 11:08 am Page 3. September 2005 Version 2. Introduzione alle procedure/requisiti del Marchio

5594_CE Q&A 6pg_ITALIAN 20/9/05 11:08 am Page 3. September 2005 Version 2. Introduzione alle procedure/requisiti del Marchio 5594_CE Q&A 6pg_ITALIAN 20/9/05 11:08 am Page 3 September 2005 Version 2 Marcatura : Domande e Risposte Introduzione alle procedure/requisiti del Marchio 5594_CE Q&A 6pg_ITALIAN 20/9/05 11:08 am Page 4

Dettagli

Declaration of Performance

Declaration of Performance Identification no. 01 09 15 10 100 0 00030 EN 1504-2:2004 14 0866 DECLARATION OF PERFORMANCE Sikagard -570 W Pele Elástica + Fibras 01 09 15 10 600 0 000001 1049 1. Product Type: Unique identification

Dettagli

Marcatura CE di finestre e di porte esterne pedonali secondo la norma EN14351-1

Marcatura CE di finestre e di porte esterne pedonali secondo la norma EN14351-1 Marcatura CE di finestre e di porte esterne pedonali secondo la norma EN14351-1 Siegazioni: Il nostro elenco di domande contiene molte risposte riguardanti la certificazione CE. Le risposte vengono selezionate

Dettagli

Declaration of Performance

Declaration of Performance Edition 02.2013 Identification no. 02 09 05 05 100 0 120000 Version no. 1 EN 13956 07 1213 DECLARATION OF PERFORMANCE Sikaplan -SGK 1.2 02 09 05 05 100 0 120000 1011 1. Product Type: Unique identification

Dettagli

MARCATURA CE E ISO 13485 NEL SETTORE DEI MEDICAL DEVICES. Sara Pelizzoli. Modena, 29/10/2014. - Copyright Bureau Veritas

MARCATURA CE E ISO 13485 NEL SETTORE DEI MEDICAL DEVICES. Sara Pelizzoli. Modena, 29/10/2014. - Copyright Bureau Veritas MARCATURA CE E ISO 13485 NEL SETTORE DEI MEDICAL DEVICES Sara Pelizzoli Modena, 29/10/2014 - Copyright Bureau Veritas RIFERIMENTI NORMATIVI Direttiva 93/42/CEE del Consiglio del 14 Giugno 1993 concernente

Dettagli

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE 2014/ Numero di tipo, lotto, serie (identificazione del prodotto da costruzione ai sensi dell art.

DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE 2014/ Numero di tipo, lotto, serie (identificazione del prodotto da costruzione ai sensi dell art. DICHIARAZIONE DI PRESTAZIONE N 2014/234 1. Codice di identificazione unico del prodotto-tipo : ANCORALL G C.A. KG 24,25 BASE 9 2. Numero di tipo, lotto, serie (identificazione del prodotto da costruzione

Dettagli

LA MARCATURA CE Cos è marcatura CE

LA MARCATURA CE Cos è marcatura CE Cos è La marcatura CE è un contrassegno che deve essere apposto su determinate tipologie di prodotti dal fabbricante stesso che con essa autocertifica la rispondenza (o conformità) ai requisiti essenziali

Dettagli

I.D.E.E. S.r.l. ESTRATTO DAI COMMENTI ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE

I.D.E.E. S.r.l. ESTRATTO DAI COMMENTI ALLA DIRETTIVA MACCHINE 98/37/CE I.D.E.E. S.r.l. Consulenze per la Sicurezza e la Qualità N.B. La Direttiva Macchine 98/37/CE sarà valida fino al 29 Dicembre 2009, poi entrerà in vigore la Direttiva 2006/42/CE. In ogni caso fino a che

Dettagli

Aggiornamenti sulle ispezioni GMP agli IMP. Cinzia Berghella. Roma, XIX Congresso Nazionale GIQAR, 26-27 maggio 2011.

Aggiornamenti sulle ispezioni GMP agli IMP. Cinzia Berghella. Roma, XIX Congresso Nazionale GIQAR, 26-27 maggio 2011. Aggiornamenti sulle ispezioni GMP agli IMP Cinzia Berghella Roma, XIX Congresso Nazionale GIQAR, 26-27 maggio 2011 1 Il nuovo Annex 13 Chiarimenti sulla ricostituzione Indipendenza tra QC e produzione

Dettagli

STRUTTURE METALLICHE IN ACCIAIO

STRUTTURE METALLICHE IN ACCIAIO STRUTTURE METALLICHE IN ACCIAIO La marcatura CE UNI EN 1090-1. Il primo passo è il conseguimento dell Attestato di Denuncia Attività da parte del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici e l iscrizione

Dettagli

Domande e Risposte sulla marcatura : Prodotti laminati, antifuoco, vetrocamera e vetro temperato sottoposto a HST

Domande e Risposte sulla marcatura : Prodotti laminati, antifuoco, vetrocamera e vetro temperato sottoposto a HST Domande e Risposte sulla marcatura : Prodotti laminati, antifuoco, vetrocamera e vetro temperato sottoposto a HST Sommario delle procedure e dei requisiti preliminari al Marchio dei Vostri prodotti Definizioni

Dettagli

La marcatura CE dei prodotti da costruzione e la certificazione energetica degli edifici

La marcatura CE dei prodotti da costruzione e la certificazione energetica degli edifici La marcatura CE dei prodotti da costruzione e la certificazione energetica degli edifici Ing. Marco D Egidio Vicenza, 25 febbraio 2015 Area Tecnologia e Innovazione, ANCE Un nuovo modello di sviluppo La

Dettagli

SCHEMA. Mandato CEN M/120 - Prodotti metallici per impiego strutturale e loro accessori

SCHEMA. Mandato CEN M/120 - Prodotti metallici per impiego strutturale e loro accessori SCHEMA per la certificazione del controllo della produzione in fabbrica ai fini della marcatura CE di componenti per strutture di acciaio e d alluminio cui alla norma UNI EN 1090-1:2012 0 STORIA Edizione

Dettagli

MACCHINE SICURE. MACCHINE SICURE Vittore Carassiti - INFN FE 1

MACCHINE SICURE. MACCHINE SICURE Vittore Carassiti - INFN FE 1 Vittore Carassiti - INFN FE 1 LA SICUREZZA DEI LUOGHI DI LAVORO Ha il suo riferimento base in un numero di direttive comunitarie di tipo sociale Esse sono state recepite in blocco in Italia mediante il

Dettagli

Il Punto di vista dell Organismo notificato

Il Punto di vista dell Organismo notificato Il Punto di vista dell Organismo notificato II Conferenza Nazionale dei Dispositivi Medici 17/19 Marzo 2008 - Villa Erba - Cernobbio Relatore: Gabriele Lualdi - Istituto di Ricerche e Collaudi M. Masini

Dettagli

La Nuova Direttiva Macchine 2006/42/CE

La Nuova Direttiva Macchine 2006/42/CE La Nuova Direttiva Macchine 2006/42/CE 1/36 Scopo della Direttiva UNIFORMARE: Lo scopo delle direttive comunitarie del nuovo approccio è quello di creare le condizioni necessarie affinché le industrie

Dettagli

Vediamo di seguito a grandi linee il procedimento per giungere alla marcatura CE.

Vediamo di seguito a grandi linee il procedimento per giungere alla marcatura CE. Marcatura CE: sei passi per i fabbricanti di macchine La Commissione Europea ha lanciato una campagna informativa per spiegare il ruolo ed il significato della marcatura CE per consumatori e professionisti.

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI MACCHINE E COMPONENTI DI SICUREZZA. Direttiva 2006/42/CE Allegato IX Esame CE del Tipo

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE DI MACCHINE E COMPONENTI DI SICUREZZA. Direttiva 2006/42/CE Allegato IX Esame CE del Tipo Pagina 1 di 6 INDICE 1 SCOPO E PREMESSA... 2 2 TERMINI E DEFINIZIONI... 2 2.1 Definizioni di tipo generale... 2 2.2 Definizioni relative alle Macchine e Componenti di Sicurezza... 2 3 ITER DI CERTIFICAZIONE...

Dettagli

Autore: Flavio Banfi Organizzazione: ITALCERT S.r.l. Intervento: Valutatori per la Certificazione CE di prodotto 2

Autore: Flavio Banfi Organizzazione: ITALCERT S.r.l. Intervento: Valutatori per la Certificazione CE di prodotto 2 Convegno: SEMINARIO AICQ SICEV SICEP 20 maggio 2011 Intervento: Valutatori per la Certificazione CE di prodotto Autore: Flavio Banfi Direttore Tecnico ITALCERT S.r.l. ITALCERT : Certificazione sistemi

Dettagli

Materiali da costruzione si

Materiali da costruzione si Materiali da costruzione si Antonio Oddo Seppur posticipato nel tempo, il passaggio da Direttiva a Regolamento determina rilevanti modifiche perché tocca diversi elementi di contenuto legati in primo luogo

Dettagli

MODULI DI CONFORMITA I & F BUREAU VERITAS ITALIA

MODULI DI CONFORMITA I & F BUREAU VERITAS ITALIA MODULI DI CONFORMITA DIRETTIVA 97/23/EC del 29/05/1997 MODULO A (Controllo di fabbricazione interno) Nell ambito di questa procedura il fabbricante si accerta e dichiara che le attrezzature a pressione

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE ESAME CE DEL TIPO

REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE ESAME CE DEL TIPO REGOLAMENTO PER LA CERTIFICAZIONE ESAME CE DEL TIPO (Direttiva 95/16/CE Allegato V lettera B e Direttiva 2006/42/CE Allegato IX punto 16 e 17) INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE 2. RIFERIMENTI LEGISLATIVI

Dettagli

Hyppo Swing gate opener

Hyppo Swing gate opener Hyppo Swing gate opener - Instructions and warnings for installation and use IT - Istruzioni ed avvertenze per l installazione e l uso - Instructions et avertissements pour l installation et l utilisation

Dettagli

Guida per l individuazione delle macchine non conformi. Questa pala. caricatrice. è conforme alla legislazione comunitaria?

Guida per l individuazione delle macchine non conformi. Questa pala. caricatrice. è conforme alla legislazione comunitaria? Guida per l individuazione delle macchine non conformi Questa pala caricatrice è conforme alla legislazione comunitaria? Introduzione Le macchine da costruzione, per poter essere legalmente immesse sul

Dettagli

Macchine e Direttiva macchina. Dott. Ing. Pierfrancesco Bruschi

Macchine e Direttiva macchina. Dott. Ing. Pierfrancesco Bruschi Macchine e Direttiva macchina Dott. Ing. Pierfrancesco Bruschi La Normativa La Macchina L Ambiente Il Lavoratore La Normativa Decreto del Presidente della Repubblica del 27 aprile 1955, n. 547 Decreto

Dettagli

REGOLAMENTO (CE) N. 1235/2008 DELLA COMMISSIONE

REGOLAMENTO (CE) N. 1235/2008 DELLA COMMISSIONE 12.12.2008 Gazzetta ufficiale dell Unione europea L 334/25 REGOLAMENTO (CE) N. 1235/2008 DELLA COMMISSIONE dell 8 dicembre 2008 recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 834/2007 del Consiglio

Dettagli