- F A C S I M I L E -

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "- F A C S I M I L E -"

Transcript

1 ASSOCIAZIONE ITALIANA DEL CREDITO AL CONSUMO E IMMOBILIARE - F A C S I M I L E - OSSERVATORIO ASSOFIN SUL CREDITO AL CONSUMO A-

2 - ACCESSO A INDICE Le pubblicazioni trimestrali della "Library A" contengono un dettagliato Commento sull andamento dell attività delle Associate (non presente in questo facsimile). In questo facsimile sono visibili i grafici con dati fittizi (*). 1. Volumi d'attività 1.01 Dati di flusso in sintesi 1.02 Dati di flusso cumulativi 1.03 Dati di flusso trimestrali 1.04 Dati di consistenza 1.05 Dati disaggregati per società: flussi finanziati 1.06 Dati disaggregati per società: numero operazioni finanziate 1.07 Dati disaggregati per società: credito in essere e credito cartolarizzato 1.08 Tassi di operazioni respinte e garantite 1.09 Rilevazione regionale per valore finanziato 2. Approfondimento per tipo di finanziamento 2.01 Finanziamenti auto per tipologia di intermediario 2.02 Finanziamenti revolving (senza carta) 2.03 Finanziamenti contro cessione del quinto e deleghe, distinzione dell'attività per tipo di operatore Appendice Società segnalanti Note metodologiche Glossario (*) Grafici inseriti nel Commento Graf 1 Evoluzione flussi finanziati Graf 2 Evoluzione product mix Graf 3 Concentrazione del mercato Graf 4 Evoluzione importo medio finanziato Graf 5 Importo finanziato: ripartizione dei flussi finanziati PP, Auto, CQS (**) Graf 6 Importo finanziato: ripartizione dei flussi finanziati AF, carte revolving/opzione (**) Graf 7 Evoluzione stock e cartolarizzazione Graf 8 Incidenza del credito al consumo sul PIL nei principali mercati europei Graf 9 Trend credito al consumo in Europa (dati di consistenza) Graf 10 Ripartizione dei flussi per macro-area Graf 11 Evoluzione flussi finalizzato Auto e Moto Graf 12 Durata contrattuale finanziamenti finalizzati Auto e Moto - ripartizione dei flussi erogati (**) Graf 13 Durata contrattuale finanziamenti finalizzati Auto e Moto - ripartizione del numero contratti (**) Graf 14 Incidenza finanziamenti (finalizzati e non finalizzati) sulle immatricolazioni auto di soggetti privati Graf 15 Immatricolazioni auto nuove: numero di finanziamenti finalizzati per marca Graf 16 Immatricolazioni auto nuove: incidenza finanziamenti finalizzati Graf 17 Evoluzione flussi Altro finalizzato Graf 18 Durata contrattuale Altro finalizzato - ripartizione dei flussi erogati (**) Graf 19 Durata contrattuale Altro finalizzato - ripartizione del numero contratti (**) Graf 20 Evoluzione flussi Prestiti personali Graf 21 Finalità di utilizzo Prestiti personali e Finanziamenti finalizzati Graf 22 Durata contrattuale Prestiti personali - ripartizione dei flussi erogati (**) Graf 23 Durata contrattuale Prestiti personali - ripartizione del numero contratti (**) Graf 24 Evoluzione flussi Carte revolving/opzione Graf 25 Evoluzione flussi Cessione del quinto dello stipendio Graf 26 Durata contrattuale Cessione del quinto - ripartizione dei flussi erogati (**) Graf 27 Durata contrattuale Cessione del quinto- ripartizione del numero contratti (**) (**) dati annuali

3 1.01 Dati di flusso in sintesi TIPO FINANZIAMENTO VALORE OPERAZIONI FINANZIATE NUMERO OPERAZIONI FINANZIATE migliaia 12 mesi Ripart% Var % 12 mesi Ripart% Var % Prestiti personali (escluso revolving) Prestiti finalizzati (escluso revolving) Revolving Carte di credito Cessione quinto stipendio Totale generale

4 1.02 Dati di flusso cumulativi TIPO DI VALORE OPERAZIONI FINANZIATE NUMERO OPERAZIONI FINANZIATE IMPORTO FINANZIAMENTO migliaia MEDIO Cumulativo Cumulativo 12 mesi Ripartizione Var % 12 mesi Ripartizione Var % Prestiti personali Autoveicoli e motocicli di cui: - auto nuove - auto usate - motocicli Veicoli industriali Altri prestiti finalizzati di cui: - elettrodom/elettronica - arredamenti - ciclomotori - altri beni Carte di credito Cessione quinto stipendio Totale generale

5 1.03 Dati di flusso trimestrali TIPO DI FINANZIAMENTO VALORE OPERAZIONI FINANZIATE TREND NUMERO OPERAZIONI FINANZIATE TREND migliaia 1 trim 2 trim 3 trim 4 trim 1 trim 2 trim 3 trim 4 trim 1 trim 2 trim 3 trim 4 trim 1 trim 2 trim 3 trim 4 trim Prestiti personali Autoveicoli e motocicli di cui: - auto nuove - auto usate - motocicli Veicoli industriali Altri prestiti finalizzati di cui: - elettrodomestici/elettronica - arredamenti - ciclomotori - altri beni Carte di credito Cessione quinto stipendio Totale generale

6 1.04 Dati di consistenza TIPO DI FINANZIAMENTO di cui CREDITO IN ESSERE (*) CREDITO CARTOLARIZZATO IN ESSERE migliaia migliaia Dic Ripart % Var% Dic Ripart % Var% Prestiti personali Autoveicoli e motocicli Veicoli industriali Altri prestiti finalizzati Carte di credito Cessione quinto stipendio Totale generale (*) A seguito dell'allineamento con le disposizioni IAS, dal 2007 il credito in essere viene segnalato al LORDO dei volumi cartolarizzati. Le variazioni percentuali sono calcolate al lordo dei crediti cartolarizzati in essere. Copyright Assofin. La divulgazione a terzi delle classifiche non è consentita

7 1.05 Classifica del valore finanziato disaggregato per Istituzione Flussi finanziati Quota ASSOCIATE ASSOFIN in cumulativo di mercato migliaia di % TOTALI Per chiarimenti si rimanda alle Note metodologiche

8 1.06 Classifica del numero operazioni finanziate disaggregato per Istituzione Nr operazioni Quota ASSOCIATE ASSOFIN finanziate di mercato % TOTALI Per chiarimenti si rimanda alle Note metodologiche

9 1.07 Classifica del credito in essere disaggregato per Istituzione Credito Quota di cui Credito ASSOCIATE ASSOFIN in essere di mercato cartolarizzato migliaia di % TOTALI Per chiarimenti si rimanda alle Note metodologiche

10 1.08 Tassi di operazioni respinte e garantite TIPO DI FINANZIAMENTO Percentuale respinte sul totale richieste pervenute Indice Percentuale garantite sul totale operazioni effettuate Indice Prestiti personali Autoveicoli, motocicli Altri prestiti finalizzati Cessione quinto stipendio Note 1) Sono considerate garantite le operazioni assistite almeno da: cambiale accettata e/o mandato ad iscrivere e/o fideiussione. Sono considerate garantite le operazioni erogate nella forma di cessione del quinto. 2) Sono stati considerati solo i rispondenti che hanno fornito sia i dati relativi alle domande respinte che alle operazioni garantite.

11 1.09 Rilevazione regionale per valore finanziato REGIONI Valle d'aosta Piemonte Lombardia Liguria Trentino Alto Adige Veneto Friuli Venezia Giulia Emilia Romagna Toscana Marche Umbria Lazio Molise Abruzzo Campania Basilicata Puglia Calabria Sicilia Sardegna TOTALE VALORE OPERAZIONI FINANZIATE Ripartizione migliaia di %

12 2.01 Finanziamenti auto per tipologia di intermediario TIPO DI OPERATORE VALORE OPERAZIONI FINANZIATE NUMERO OPERAZIONI FINANZIATE migliaia di Euro Cumulativo Ripart% Var % Cumulativo Ripart% Var % 12 mesi 12 mesi Captive Multifranchise Totale generale

13 2.02 Finanziamenti revolving (senza carta) TIPO DI FINANZIAMENTO VALORE OPERAZIONI FINANZIATE NUMERO OPERAZIONI FINANZIATE migliaia di 12 mesi Ripart% Var % 12 mesi Ripart% Var % Revolving non finalizzato Revolving auto - auto nuove - auto usate Revolving altri prestiti finalizzati - elettrodomestici/elettronica - arredamenti - ciclomotri - altri beni Totale N.B. Il riepilogo dei crediti revolving senza carta di credito si riferisce al dettaglio della voce "revolving" indicata nella tabella 1.01 "Dati di flusso in sintesi". Nelle altre tavole il revolving viene distribuito all'interno delle varie forme tecniche distinte per finalizzazione, in quanto il revolving incide solo per l'1% sul totale flussi finanziati.

14 2.03 Finanziamenti contro cessione del quinto e deleghe distinzione dell'attività per tipo di operatore MANDANTI, EROGAZIONE DIRETTA, CESSIONARI Credito in essere Valore finanziato Numero contratti migliaia Ripart% migliaia Ripart% migliaia Ripart% Cessione del quinto Deleghe Totale MANDATARI, CEDENTI Valore finanziato Numero contratti migliaia Ripart% migliaia Ripart% Cessione del quinto Deleghe Totale NB. Per le definizioni si rimanda al glossario

15 Nome segnalante Descrizione Osservazioni

16 Note metodologiche I dati fanno riferimento alle Associate Assofin che operano nel comparto del credito al consumo. Per i dati statistici sui mutui immobiliari si rimanda all"osservatorio del credito immobiliare alle famiglie consumatrici". Tutte le elaborazioni statistiche sono depurate dagli effetti di double accounting, in particolare nell'ambito della Cessione del Quinto (CQS). Pertanto si segnala che i dati AGGREGATI fanno riferimento alle Associate che esercitano la titolarità del credito iscritto a bilancio, mentre non sono inclusi i dati degli operatori che erogano finanziamenti attraverso plafond concessi da terzi e/o effettuano cessioni di crediti a terzi. Per quanto riguarda le rilevazioni DISAGGREGATE per operatore si segnala quanto segue: - "Ranking Flussi" e "Ranking numero": viene fornita una distinzione dell'attività di CQS fra l'attività con titolarità di bilancio dei crediti (erogazione diretta,concessione di plafond a terzi, acquisto crediti) e l'attività Retail CQS, che fa riferimento ai finanziamenti erogati direttamente al cliente finale (erogazione diretta, erogazione attraverso plafond concesso da terzi, crediti ceduti). Si precisa che i dati delle Associate che erogano su plafond di terzi e/o cedono crediti a terzi sono presenti (evidenziati in grigio), ma non vengono considerati nella somma del "Totale", né nella colonna relativa alle "Quote di mercato". - "Ranking consistenze" : non sono compresi i dati delle Associate che erogano su plafond di terzi e/o cedono crediti a terzi. Si segnala che i dati relativi ai prestiti diretti, ai finanziamenti per autoveicoli e agli altri prestiti finalizzati comprendono anche i crediti rotativi (finanziamenti revolving senza carta di credito). Poiché essi hanno un peso marginale (circa l'1% del totale credito al consumo), il loro valore viene sommato a quello delle altre tipologie di finaziamento, secondo la finalizzazione dei finanziamenti. Le variazioni percentuali sono calcolate su un campione di dati omogenei rispetto all'anno precedente. Le classifiche comprendono sotto la voce "Altri" dati di credito al consumo erogato da Associate di dimensione contenuta.

17 GLOSSARIO Società Mandanti/Cessionarie: Società Mandatarie/Cedenti: operatori con titolarità dei crediti iscritti a bilancio, che offrono il prodotto (in particolare prestiti personali e CQS) attraverso erogazioni dirette al cliente finale su fondi propri e/o concessione di plafond ad altri intermediari e/o l acquisizione di crediti acquistati da altri intermediari. operatori che erogano finanziamenti (in particolare prestiti personali e CQS) attraverso l utilizzo di plafond concesso da altri intermediari e/o che erogano direttamente ma cedono periodicamente i crediti ad altri intermediari. Credito in essere Credito in essere in linea capitale a fine periodo di riferimento, inclusi gli interessi maturati. Le consistenze vengono quindi indicate al lordo delle partite in contenzioso, al lordo delle rettifiche di credito. In linea con le nuove disposizioni IAS il credito in essere è al lordo delle operazioni di cartolarizzazione. Credito cartolarizzato Totale impieghi in linea capitale ceduti a società veicolo nell ambito di operazioni di cartolarizzazione a fine periodo di riferimento. Il dato si riferisce pertanto al saldo di tutte le operazioni di securitisation effettuate. Finanziamenti di motoveicoli Moto fino a 50 cc.: sotto la voce altri beni Moto oltre 50 cc.: sotto la voce autoveicoli e motocicli. Numero operazioni garantite Sono considerate garantite le operazioni assistite almeno da: cambiale accettata e/o mandato ad iscrivere ipoteca e/o ipoteca e/o fideiussione. Le altre operazioni sono non garantite. Questa voce è un di cui della voce Numero operazioni finanziate. Le operazioni di CQS (cessione del quinto dello stipendio e delegazioni di pagamento) sono tutte garantite. Revolving e Carte di credito Rilevazione regionale Valore operazioni finanziate Per queste tipologie di finanziamenti il Valore e Numero operazioni finanziate fanno riferimento ai finanziamenti erogati a prescindere che si tratti di nuovi conti o di riutilizzi; sono invece escluse le aperture di conto senza utilizzo. Le rilevazioni sono effettuate con riferimento al luogo di erogazione dell'operazione (ad esempio, localizzazione del venditore convenzionato). In subordine, nel caso sia impossibile reperire tale disaggregazione, si fa riferimento al luogo in cui è posta la filiale che coordina l'operazione, mentre per le carte revolving il criterio alternativo fa riferimento alla residenza del titolare della carta. Importi complessivi finanziati al netto degli interessi (comprensivi di spese finanziate) dall inizio dell anno alla fine del periodo di riferimento. Cessione del Quinto (CQS) CQS Cessioni Finanziamenti ai sensi del Dpr. 180 del 05/01/1950. CQS Deleghe Finanziamenti con delegazione di pagamento concessi sulla base di schemi negoziali riconducibili al Dpr. n. 180 del 1950 che prevedono l'ordine incondizionato e irrevocabile al proprio datore di lavoro (delegazione) di pagare una quota dello stipendio direttamente al creditore (riferimento circolari del Ministero del Tesoro n. 46 e 63/1996 e 29/1998). Copyright Assofin. La divulgazione a terzi delle classifiche non è consentita

18 Graf 1. Evoluzione flussi finanziati Valori in mln di Euro % 45% 40% 35% 30% 25% 20% 15% 10% 5% 0% var.% Cessione quinto stipendio Prestiti personali Crediti mobilità Carte revolving Altro finalizzato Tasso di crescita % (dx)

19 Graf 2 Evoluzione del product mix 100% 90% 80% ripartizione % flussi finanziati 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Cessione quinto stipendio Prestiti personali Crediti mobilità Carte revolving Altro finalizzato

20 Graf 3. Concentrazione del mercato % 10% 20% 30% 40% 50% 60% 70% 80% 90% 100% share credito in essere dei primi 5 operatori rispetto al mercato nazionale

21 Graf 4. Evoluzione importo medio finanziato Valori in Euro Crediti mobilità Prestiti diretti Cessione quinto stipendio Altro finalizzato Carte revolving

22 Graf 5. Importo finanziato: ripartizione dei flussi finanziati Prestiti personali; Finanziamenti auto; Cessione del quinto 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Prestiti personali Finanziamenti Auto Cessione Quinto <=5 mgl >5 <=15 mgl >15 <= 25 mgl >25 <= 35 mgl =>35 mgl

23 Graf 6. Importo finanziato: ripartizione dei flussi finanziati Altro finalizzato; Carte revolving/opzione 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Altro Finalizzato Carte revolving <=200 >200 <=500 >500 <= >1 500 <= =>2 500

24 Graf.7 Evoluzione stock e cartolarizzazione % % Valori in mln di Euro % 15% 10% Var% % % mar'06 giu'06 set'06 dic'06 mar'07 giu'07 set'07 dic'07 mar'08 giu'08 set'08 dic'08 Credito in essere var.% credito in essere al lordo cartolarizz.(dx) var.% credito in essere al netto cartolarizz.(dx) Credito cartolarizzato var.% credito cartolarizz. (dx)

25 Graf 8. Incidenza delle consistenze di credito al consumo sul PIL nei principali mercati europei % DE ES FR I UK EU -15

26 Graf 9. Trend credito al consumo in europa (dati di consistenza) % DE ES FR I UK EU -15

27 Graf 10. Ripartizione geografica dei flussi per macro-area 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Nord Ovest Nord Est Centro Sud Isole

28 Graf 11. Evoluzione flussi finalizzati Auto e Moto 30% 25% tassi di crescita flussi finanziati 20% 15% 10% 5% 0% -5% mar-04 giu-04 set-04 dic-04 mar-05 giu-05 set-05 dic-05 mar-06 giu-06 set-06 dic-06 mar-07 giu-07 set-07 dic-07 3 mesi 12 mesi

29 100% Osservatorio Assofin sul credito al consumo Graf 12. Durata contrattuale finanziamenti finalizzati Auto e Moto ripartizione dei flussi erogati 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% mesi mesi mesi mesi mesi oltre 60 mesi

30 100% Osservatorio Assofin sul credito al consumo Graf 13. Durata contrattuale finanziamenti finalizzati Auto e Moto ripartizione del numero contratti 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% mesi mesi mesi mesi mesi oltre 60 mesi

31 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Osservatorio Assofin sul credito al consumo Graf 14. Penetrazione finanziamenti finalizzati Auto e Moto sulle vendite acquistato con cash finanziato con credito non finalizzato (stime) finanziato con credito finalizzato (presso dealer)

32 Graf 15. Immatricolazioni auto nuove: numero di finanziamenti finalizzati per marca nr. autovetture immatricolate di fonte ANFIA Alfa Romeo Audi BMW Chevrolet Citroen Fiat Ford Hyunday Lancia Mercedes-Benz Nissan Opel Peugeot Renault Seat Toyota finanziamenti finalizzati Associate Assofin cash o prestiti non finalizzati

33 Graf 16. Immatricolazioni auto nuove: incidenza finanziamenti finalizzati 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Alfa Romeo Audi BMW Chevrolet Citroen Fiat Ford Hyunday Lancia Mercedes-Benz Nissan Opel Peugeot Renault Seat Toyota finanziamenti finalizzati Associate Assofin cash o prestiti non finalizzati

34 Graf 17. Evoluzione flussi Altro finalizzato 20% 15% tassi di crescita flussi finanziati 10% 5% 0% -5% -10% -15% mar-04 giu-04 set-04 dic-04 mar-05 giu-05 set-05 dic-05 mar-06 giu-06 set-06 dic-06 mar-07 giu-07 set-07 dic-07 3 mesi 12 mesi

35 Graf 18. Durata contrattuale Altro finalizzato - ripartizione dei flussi erogati 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% mesi mesi mesi mesi mesi oltre 60 mesi

36 Graf 19. Durata contrattuale Altro finalizzato - ripartizione del numero contratti 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% mesi mesi mesi mesi mesi oltre 60 mesi

37 Graf 20. Evoluzione Prestiti personali 30% 25% tassi di crescita flussi finanziati 20% 15% 10% 5% 0% -5% mar-04 giu-04 set-04 dic-04 mar-05 giu-05 set-05 dic-05 mar-06 giu-06 set-06 dic-06 mar-07 giu-07 set-07 dic-07 3 mesi 12 mesi

38 Graf 21. Finalità utilizzo presti personali e finalizzati 25% 20% 15% 10% 11% 11% 11% 11% 11% 11% 11% 11% 11% 11% 11% 11% 11% 11% 11% 11% 11% 5% 0% Auto nuova Auto usata Moto/ciclom. Elettrod/elettronica Arredamento Ristrutturaz.casa Per il lavoro Finalizzato erogato presso punto vendita Non Finalizzato erogato direttamente dalla banca o finanziaria Altri beni Altro(cash;debt consolid.)

39 Graf 22. Durata contrattuale Prestiti Personali - ripartizione dei flussi erogati 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% mesi mesi mesi mesi mesi oltre 60 mesi

40 Graf 23. Durata contrattuale Prestiti Personali - ripartizione del numero contratti 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% mesi mesi mesi mesi mesi oltre 60 mesi

41 Graf 24. Evoluzione flussi Carte revolving/opzione 30% 25% tassi di crescita flussi finanziati 20% 15% 10% 5% 0% -5% mar-04 giu-04 set-04 dic-04 mar-05 giu-05 set-05 dic-05 mar-06 giu-06 set-06 dic-06 mar-07 giu-07 set-07 dic-07 3 mesi 12 mesi

42 Graf 25. Evoluzione flussi Cessione del Quinto (mandanti) 30% 25% tassi di crescita flussi finanziati 20% 15% 10% 5% 0% -5% mar-04 giu-04 set-04 dic-04 mar-05 giu-05 set-05 dic-05 mar-06 giu-06 set-06 dic-06 mar-07 giu-07 set-07 dic-07 3 mesi 12 mesi

43 Graf 26. Durata contrattuale CQS (mandanti) - ripartizione dei flussi erogati 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% mesi mesi mesi mesi mesi oltre 60 mesi

44 Graf 27. Durata contrattuale CQS (mandanti) - ripartizione del numero di contratti 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% mesi mesi mesi mesi mesi oltre 60 mesi

Osservatorio Assofin sul credito al consumo Electronic Library A

Osservatorio Assofin sul credito al consumo Electronic Library A Osservatorio Assofin sul credito al consumo Electronic Library A Anno 20xx ASSOFIN CORSO ITALIA, 17-20122 MILANO TEL. 02 865437 r.a. - FAX 02 865727 mailbox@assofin.it - www.assofin.it INDICE COMMENTO

Dettagli

- F A C S I M I L E -

- F A C S I M I L E - ASSOCIAZIONE ITALIANA DEL CREDITO AL CONSUMO E IMMOBILIARE - F A C S I M I L E - OSSERVATORIO ASSOFIN SUL CREDITO AL CONSUMO B- - ACCESSO B INDICE 1. Volumi d'attività 1.01 Dati di flusso in sintesi 1.02

Dettagli

Osservatorio Assofin sul credito al consumo

Osservatorio Assofin sul credito al consumo Osservatorio Assofin sul credito al consumo Anno 20xx ASSOFIN CORSO ITALIA, 17-20122 MILANO TEL. 02 865437 r.a. - FAX 02 865727 mailbox@assofin.it - www.assofin.it INDICE - Sintesi statistiche 1.01 Dati

Dettagli

Osservatorio Assofin sul credito al consumo - 9 mesi 2006

Osservatorio Assofin sul credito al consumo - 9 mesi 2006 - 9 mesi 2006 INDICE NB. per il commento sull andamento dell attività delle Associate si rimanda al file Acrobat 1. Volumi d'attività 1.01 Dati di flusso in sintesi 1.02 Dati di flusso cumulativi 1.03

Dettagli

LIBRARY C. Osservatorio Assofin sul credito immobiliare alle famiglie consumatrici. Anno 20xx

LIBRARY C. Osservatorio Assofin sul credito immobiliare alle famiglie consumatrici. Anno 20xx LIBRARY C Osservatorio Assofin sul credito immobiliare alle famiglie consumatrici Anno 20xx ASSOFIN CORSO ITALIA, 17-20122 MILANO TEL. 02 865437 r.a. - FAX 02 865727 mailbox@assofin.it - www.assofin.it

Dettagli

I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi

I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi Valerio Vacca (Banca d Italia, ricerca economica Bari) Il laboratorio del credito, Napoli, 15 marzo 2012 La struttura del mercato in Cr (2010):

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Luglio 2008 Questa

Dettagli

ASSOFIN LIBRARY C - CREDITO IMMOBILIARE EROGATO ALLE FAMIGLIE CONSUMATRICI

ASSOFIN LIBRARY C - CREDITO IMMOBILIARE EROGATO ALLE FAMIGLIE CONSUMATRICI ASSOFIN LIBRARY C - CREDITO IMMOBILIARE EROGATO ALLE FAMIGLIE CONSUMATRICI VOLUMI ATTIVITA' Volumi x 000 1.1 Consistenze (al lordo della cartolarizzazione) 1.2 Credito cartolarizzato credito in essere

Dettagli

LE CARTE REVOLVING E IL CREDITO ALLE FAMIGLIE

LE CARTE REVOLVING E IL CREDITO ALLE FAMIGLIE LE CARTE REVOLVING E IL CREDITO ALLE FAMIGLIE Carte Diem Roma, Relatore: Alessandro Messina LO SCENARIO DEL CREDITO IN ITALIA A giugno 2008 lo stock di impieghi era pari a 1.543 MLD Di questi, rivolti

Dettagli

L'AUTO A META' DEL GUADO NELL'ANNO ORRIBILE 2009

L'AUTO A META' DEL GUADO NELL'ANNO ORRIBILE 2009 L'AUTO A META' DEL GUADO NELL'ANNO ORRIBILE 2009 Gian Franco Soranna Direttore FEDERAICPA Bologna, 28 maggio 2009 1 CONCESSIONARI AUTOVETTURE PER MARCA (al 31.12.2008) 300 2007 286 250 2008 Conc. 2008

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*)

TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*) TAB 7.12 Numero di brevetti europei pubblicati dall'epo (European Patent Office) Valori pro capite per milione di abitanti (*) Regioni e province 1999 2000 2001 2002 2003 2004 2005 2006 ABRUZZO 15,07 19,62

Dettagli

L attività dei confidi

L attività dei confidi L attività dei confidi Un analisi sui dati della Centrale dei rischi Valerio Vacca Banca d Italia febbraio 214 1 Di cosa parleremo Il contributo dei confidi ail accesso al credito delle pmi La struttura

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008 a cura di Francesco Linguiti Luglio 2011 Premessa* In questa nota vengono analizzati i dati sulla struttura

Dettagli

OSSERVATORIO NAZIONALE IMMOBILIARE TURISTICO 2015. Il mercato delle case per vacanza

OSSERVATORIO NAZIONALE IMMOBILIARE TURISTICO 2015. Il mercato delle case per vacanza OSSERVATORIO NAZIONALE IMMOBILIARE TURISTICO 2015 Il mercato delle case per vacanza Roma, 29 luglio 2015 Previsioni di crescita del PIL (variazioni %) 2013 2014 2015 2016 Mondo 3,3 3,3 3,1 3,8 STATI UNITI

Dettagli

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana 17 marzo 2009 (dati al 2008) La disponibilità delle informazioni sui sistemi di pagamento a fine 2008, permette di aggiornare le analisi sull evoluzione in

Dettagli

IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA

IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA N 4/2011 I trim. 2011 Direzione Affari Economici e Centro Studi IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA INDICE I MUTUI PER NUOVI INVESTIMENTI IN COSTRUZIONI --------------------------------------------------------

Dettagli

Censimento delle strutture per anziani in Italia

Censimento delle strutture per anziani in Italia Cod. ISTAT INT 00046 AREA: Amministrazioni pubbliche e servizi sociali Settore di interesse: Assistenza e previdenza Censimento delle strutture per anziani in Italia Titolare: Dipartimento per le Politiche

Dettagli

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B)

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B) AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) ()/Bx100 120 113,93 109,46 +4,47 +4,09% 480 295,84 277,95 +17,89 +6,44% 700 401,94 375,85 +26,09 +6,94% 1.400 739,55 687,37 +52,18 +7,59% 2.000 1.026,99

Dettagli

Credito alle famiglie I principali trend del mercato Lo stato di salute degli operatori

Credito alle famiglie I principali trend del mercato Lo stato di salute degli operatori Credito alle famiglie I principali trend del mercato Lo stato di salute degli operatori Chiaffredo Salomone Presidente ASSOFIN Credito al Credito Roma, 26 novembre 2014 ASSOFIN CORSO ITALIA, 17-20122 MILANO

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO ASSOFIN - CRIF - PROMETEIA OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO DICEMBRE 2001 NUMERO UNDICI CON DATI AGGIORNATI AL 30 GIUGNO 2001 5 Il presente Rapporto nasce da una collaborazione ASSOFIN - CRIF - PROMETEIA

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la politica industriale, la competitività e le piccole e medie imprese ex DIV.VIII PMI e artigianato IL CONTRATTO DI RETE ANALISI QUANTITATIVA

Dettagli

RAPPORTO IMMOBILIARE 2013 Il settore residenziale FONTI E CRITERI METODOLOGICI

RAPPORTO IMMOBILIARE 2013 Il settore residenziale FONTI E CRITERI METODOLOGICI RAPPORTO IMMOBILIARE 2013 data di pubblicazione: 14 maggio 2013 periodo di riferimento: anno 2012 Le informazioni rese nel presente rapporto sono di proprietà esclusiva dell Agenzia delle Entrate. Non

Dettagli

CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PER GLI INGEGNERI ED ARCHITETTI LIBERI PROFESSIONISTI

CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PER GLI INGEGNERI ED ARCHITETTI LIBERI PROFESSIONISTI CASSA NAZIONALE DI PREVIDENZA ED ASSISTENZA PER GLI INGEGNERI ED ARCHITETTI LIBERI PROFESSIONISTI inarcassa in Cifre Statistiche su iscritti e pensionati, redditi e volume d affari Ufficio Studi e Ricerche

Dettagli

stabile o una serie di appartamenti dove l immigrato può permanere per un periodo già fissato dalla struttura stessa. Sono ancora tantissimi gli

stabile o una serie di appartamenti dove l immigrato può permanere per un periodo già fissato dalla struttura stessa. Sono ancora tantissimi gli P R E M E S S A Con la presente rilevazione, la Direzione Centrale per la Documentazione e la Statistica si propone di fornire un censimento completo delle strutture di accoglienza per stranieri, residenziali

Dettagli

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it

COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it COMUNICATO STAMPA presente sul sito: www.unrae.it unione nazionale r a p p r e s e n t a n t i autoveicoli esteri Analisi UNRAE delle immatricolazioni 2008 AUMENTA DI OLTRE 3 PUNTI LA QUOTA DI CITY CAR

Dettagli

Nota metodologica a cura del Dipartimento finanze fornita su richiesta Copaff.

Nota metodologica a cura del Dipartimento finanze fornita su richiesta Copaff. Nota metodologica a cura del Dipartimento finanze fornita su richiesta Copaff. - Nel prospetto 1 compartecipazioni sono stati riportati i valori di un punto di compartecipazione Irpef e di un punto di

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico DIPARTIMENTO PER L IMPRESA E L INTERNAZIONALIZZAZIONE DIREZIONE GENERALE PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE E GLI ENTI COOPERATIVI OSSERVATORIO MPMI REGIONI LE MICRO, PICCOLE

Dettagli

Osservatorio sul credito immobiliare alle famiglie consumatrici Anno 2010

Osservatorio sul credito immobiliare alle famiglie consumatrici Anno 2010 Osservatorio sul credito immobiliare alle famiglie consumatrici Anno 21 ASSOFIN VIA ENRICO TOTI, 4-2123 MILANO TEL. 2 865437 r.a. - FAX 2 865727 mailbox@assofin.it - www.assofin.it LA COMPOSIZIONE DEL

Dettagli

Report trimestrale Indicatori di indebitamento, vulnerabilità e patologia finanziaria delle famiglie italiane

Report trimestrale Indicatori di indebitamento, vulnerabilità e patologia finanziaria delle famiglie italiane Indicatori di indebitamento, Dicembre 2010 n. 3 Ufficio Analisi Economiche Lista degli indicatori 2 Sommario e conclusioni Indicatori di indebitamento A.1 - Incidenza del debito A.2 - Dinamica dei mutui

Dettagli

McDONALD S E L ITALIA

McDONALD S E L ITALIA McDONALD S E L ITALIA Da una ricerca di SDA Bocconi sull impatto occupazionale di McDonald s Italia 2012-2015 1.24 McDONALD S E L ITALIA: IL NOSTRO PRESENTE Questo rapporto, frutto di una ricerca condotta

Dettagli

Contenuti D. Lgs. 141/2010

Contenuti D. Lgs. 141/2010 L EVOLUZIONE DELL OFFERTA DI CREDITO ALLE FAMIGLIE E LA RIORGANIZZAZIONE DEI CANALI DISTRIBUTIVI Giuseppe Piano Mortari ASSOFIN Associazione Italiana del Credito al Consumo e Immobiliare Convegno RES La

Dettagli

Supplementi al Bollettino Statistico

Supplementi al Bollettino Statistico Supplementi al Bollettino Statistico Indicatori monetari e finanziari Debito delle amministrazioni locali 56 Nuova serie Anno XX - 29 Ottobre 2010 Indice INDICE Nota introduttiva Figura 1 - - Andamento

Dettagli

MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE

MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE MERCATO MUTUI: CRESCE DEL 21,2% IL MERCATO DEI MUTUI IN PIEMONTE E quanto rilevato dall Osservatorio Mutui Casa alle Famiglie di Banca per la Casa Milano, febbraio 2007 - Il novimestre 2006 conferma la

Dettagli

Guida alla lettura dei dati... 30

Guida alla lettura dei dati... 30 Censimento Auto PA Rapporto Novembre 2013 Aggiornamento dati al 01 novembre 2013 Copertura totale 95.0% degli enti, 97.0% delle autovetture Saldo da inizio anno 3 741 autovetture ( 6.4 % della disponibilità

Dettagli

La Raccolta Differenziata in Italia

La Raccolta Differenziata in Italia 120 Da una prima quantificazione dei dati relativi all anno 2002, la raccolta differenziata si attesta intorno ai,7 milioni di tonnellate che, in termini percentuali, rappresentano il 19,1% della produzione

Dettagli

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013 CONVEGNO LABORATORIO FARMACIA LA GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE DEL FARMACO: STRATEGIE E STRUMENTI DI RISANAMENTO Pisa, 9 ottobre 2014 L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA

Dettagli

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche

Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive. Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Il turismo incoming: situazione attuale e prospettive Fabrizio Guelpa Direzione Studi e Ricerche Milano, 10 febbraio 2016 Turismo incoming in crescita progressiva Arrivi di turisti negli esercizi ricettivi

Dettagli

Stock del credito al consumo sui consumi delle famiglie

Stock del credito al consumo sui consumi delle famiglie CREDITO AL CONSUMO: GLI EFFETTI DELLA CRISI Da uno studio della Banca d Italia 1, che valuta gli effetti della crisi sul mercato del credito al consumo in Italia, emerge una situazione attuale diversa

Dettagli

IL MERCATO DEL CREDITO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI

IL MERCATO DEL CREDITO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e centro studi IL MERCATO DEL CREDITO NEL SETTORE DELLE COSTRUZIONI I dati della Banca d Italia sul mercato del credito mostrano un diverso andamento per quanto riguarda i mutui

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO NUMERO M A G G I O 2002 DODICI Il presente Rapporto nasce da una collaborazione ASSOFIN - CRIF - PROMETEIA Alla sua elaborazione hanno partecipato: Paolo Andreozzi

Dettagli

L INDUSTRIA DEL CREDITO ALLE FAMIGLIE: SCENARI E STRATEGIE COMPETITIVE. Valentino Ghelli

L INDUSTRIA DEL CREDITO ALLE FAMIGLIE: SCENARI E STRATEGIE COMPETITIVE. Valentino Ghelli L INDUSTRIA DEL CREDITO ALLE FAMIGLIE: SCENARI E STRATEGIE COMPETITIVE Valentino Ghelli Roma, 29 Ottobre 2007 Il credito alle famiglie in Italia La crescita del credito alle famiglie in Italia, nella forma

Dettagli

La competitività dei territori italiani nel mercato globale

La competitività dei territori italiani nel mercato globale La competitività dei territori italiani nel mercato globale Zeno Rotondi, Responsabile Ufficio Studi Italia Bologna, aprile 2011 Indice Quadro congiunturale La competitività dei territori e il ritorno

Dettagli

Il leasing immobiliare: nel 2004 ancora in fase espansiva

Il leasing immobiliare: nel 2004 ancora in fase espansiva Un panorama del mercato del leasing in Italia realizzato in collaborazione con LOCAT Leasing e redatto dall Ufficio Studi FIMAA Milano su elaborazioni Nomisma su dati Assilea. Il leasing immobiliare: nel

Dettagli

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Maggio 2008 Questa pubblicazione

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

Individuazione gruppi omogenei. Selezione del campione di regressione. Determinazione delle funzioni di ricavo

Individuazione gruppi omogenei. Selezione del campione di regressione. Determinazione delle funzioni di ricavo CONVEGNO FARMACIA E FISCO LO STUDIO DI SETTORE PER LE FARMACIE: - EVOLUZIONE E MODALITÀ APPLICATIVE - PRIME ANALISI STATISTICHE SU ANNO DI IMPOSTA 2009 - VALUTAZIONI DI TREND ECONOMICO DI SETTORE Milano,

Dettagli

Focus Anticipazione sui principali dati della scuola statale A.S. 2015/2016. (Settembre 2015)

Focus Anticipazione sui principali dati della scuola statale A.S. 2015/2016. (Settembre 2015) Focus Anticipazione sui principali dati della scuola statale A.S. 2015/2016 (Settembre 2015) In occasione dell inizio dell anno scolastico si fornisce una breve sintesi dei principali dati relativi alla

Dettagli

Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale

Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale Le innovazioni di prodotto e di processo per il credito ai progetti di vita Roma, Palazzo Altieri 24 novembre 2010 Primi risultati del Fondo

Dettagli

SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI

SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI SEZIONE STUDI SERVIZIO RAPPORTI INTERNAZIONALI E STUDI Roma 2 febbraio 2012 Prot. n. All.ti n. 07-12-000039 1 Alle imprese di assicurazione che esercitano i rami R.C. auto e Corpi di Veicoli Terrestri con sede legale

Dettagli

GIOCHI NUMERO CONCESSIONI/AUTORIZZAZIONI

GIOCHI NUMERO CONCESSIONI/AUTORIZZAZIONI GIOCHI NUMERO CONCESSIONI/AUTORIZZAZIONI Famiglia gioco Numero Concessioni GIOCHI A BASE SPORTIVA E IPPICA 398 CONCESSIONI GIOCO ON LINE (GAD) 144 GIOCHI NUMERICI A TOTALIZZATORE 1 LOTTO E LOTTERIE 1 BINGO

Dettagli

Censimento delle strutture socio-riabilitative per tossicodipendenti

Censimento delle strutture socio-riabilitative per tossicodipendenti Cod. ISTAT INT 00009 AREA: Amministrazioni pubbliche e servizi sociali Settore di interesse: Assistenza e previdenza Censimento delle strutture socio-riabilitative per tossicodipendenti Titolare: Dipartimento

Dettagli

ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA

ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA Finalità ISMEA BANDO PER L INSEDIAMENTO DI GIOVANI IN AGRICOLTURA Sostenere le operazioni fondiarie riservate ai giovani che si insediano per la prima volta in aziende agricole in qualità di capo azienda.

Dettagli

L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia

L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia 2 ottobre 2015 1. Programmazione attuativa (dati al 1 ottobre 2015) Le risorse finanziarie del Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO ASSOFIN - CRIF - PROMETEIA OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO DICEMBRE 2002 NUMERO TREDICI CON DATI AGGIORNATI AL 30 GIUGNO 2002 Il presente Rapporto nasce da una collaborazione ASSOFIN - CRIF - PROMETEIA

Dettagli

Sezione 1 Enti rispondenti e auto registrate

Sezione 1 Enti rispondenti e auto registrate Censimento Auto PA Rapporto Febbraio 2014 Aggiornamento dati al 01 marzo 2014 Copertura totale 95.1% degli enti, 97.0% delle autovetture Saldo rispetto all 1/1/2013-4 663 autovetture (-8.0 % della disponibilità

Dettagli

OSSERVATORIO SUI PROTESTI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE

OSSERVATORIO SUI PROTESTI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE 1/2 3,6k 1k 1,5k OSSERVATORIO SUI PROTESTI E I PAGAMENTI DELLE IMPRESE DICEMBRE #17 (2 a+2b) 12,5% 75,5% 1.41421356237 2 RITARDI AI MINIMI E PROTESTI IN FORTE CALO NEL TERZO TRIMESTRE SINTESI DEI RISULTATI

Dettagli

Il costo medio di realizzazione dell impianto varia da ca. 4.000 kwp (P < 50 kwp), a ca. 3.600 /kwp (50kWp<P<200kWp) a ca. 3.100 /kwp (P> 200kWp).

Il costo medio di realizzazione dell impianto varia da ca. 4.000 kwp (P < 50 kwp), a ca. 3.600 /kwp (50kWp<P<200kWp) a ca. 3.100 /kwp (P> 200kWp). Il CETRI-TIRES, Circolo Europeo per la Terza Rivoluzione Industriale ha condotto una simulazione su dati GSE, Terna, ATLASOLE e su dati di contabilità industriale di aziende del settore fotovoltaico aderenti

Dettagli

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010 AICEB (Associazione Italiana Centri Benessere) IL MERCATO DEL BENESSERE: IMPRESE E SERVIZI OFFERTI* Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione Rimini Wellness, 14 Maggio

Dettagli

IL MERCATO DEL NOLEGGIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER LE COSTRUZIONI IN ITALIA

IL MERCATO DEL NOLEGGIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER LE COSTRUZIONI IN ITALIA IL MERCATO DEL NOLEGGIO DI MACCHINE E ATTREZZATURE PER LE COSTRUZIONI IN ITALIA Studio generale 2008 a cura di Federico Della Puppa con la collaborazione di Dem.Co Indice Risultati principali, 3 Presentazione,

Dettagli

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali

Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Cod. ISTAT INT 00023 AREA: Amministrazioni pubbliche e Servizi sociali Settore di interesse: Istituzioni Pubbliche e Private Trasferimenti erariali correnti agli Enti Locali Titolare: Dipartimento per

Dettagli

Credito alle famiglie Fare squadra per la ripresa

Credito alle famiglie Fare squadra per la ripresa Credito alle famiglie Fare squadra per la ripresa Chiaffredo Salomone Presidente Assofin Credito al Credito Roma, 25 novembre 215 ASSOFIN CORSO ITALIA, 17-2122 MILANO TEL. 2 865437 r.a. - FAX 2 865727

Dettagli

Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi. Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO

Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi. Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO Il ruolo delle Banche di Credito Cooperativo nei mercati locali del credito durante la crisi Convegno REGIONI E SISTEMA CREDITIZIO Roma 2 dicembre 2014 AGENDA 1. INTRODUZIONE: IL CONTESTO 2. LE CARATTERISTICHE

Dettagli

CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI

CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e centro studi CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI Dopo sei anni di continui cali nelle erogazioni per finanziamenti per investimenti in edilizia, anche

Dettagli

Report incentivi ISI 2012

Report incentivi ISI 2012 Report incentivi ISI 2012 Il 18 aprile 2013 si è conclusa regolarmente la procedura telematica per l'assegnazione dei 155 milioni di euro stanziati a fondo perduto dall INAIL nell ambito del bando degli

Dettagli

Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro. Adelina Brusco, Daniela Gallieri

Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro. Adelina Brusco, Daniela Gallieri Gli assicurati e gli infortuni sul lavoro Adelina Brusco, Daniela Gallieri Ancona, 9 giugno 2009 Assicurati e Infortuni sul lavoro sono rilevati tramite il codice fiscale che individua il Paese di nascita

Dettagli

Report incentivi ISI 2011

Report incentivi ISI 2011 Report incentivi ISI 2011 Il 28 giugno 2012 si è conclusa regolarmente la procedura telematica che nell'arco di tre giorni ha coinvolto circa 20.600 imprese per l'assegnazione dei 205 milioni di euro stanziati

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica

Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Servizio Rapporti Internazionali e Studi Sezione Studi e Statistica Statistiche relative alla gestione dei rami: 10. Responsabilità civile autoveicoli terrestri; 12. Responsabilità civile veicoli marittimi,

Dettagli

Economie regionali. Bologna aprile 2010

Economie regionali. Bologna aprile 2010 Economie regionali Bologna aprile 21 L'andamento del credito in Emilia-Romagna nel quarto trimestre del 29 2 1 3 La serie Economie regionali ha la finalità di presentare studi e documentazione sugli aspetti

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI VARESE REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 4 TRIMESTRE 2011

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI VARESE REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 4 TRIMESTRE 2011 CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2011 REPORT CON DATI CONGIUNTURALI 4 TRIMESTRE 2011 elaborazioni a: Dicembre 2011 Tavola 1a - Dati strutturali: Imprese attive Imprese

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA

LA POVERTÀ IN ITALIA 15 luglio 2011 Anno 2010 LA POVERTÀ IN ITALIA La povertà risulta sostanzialmente stabile rispetto al 2009: l 11,0% delle famiglie è relativamente povero e il 4,6% lo è in termini assoluti. La soglia di

Dettagli

I BILANCI CONSUNTIVI DELLE AMMINISTRAZIONI PROVINCIALI

I BILANCI CONSUNTIVI DELLE AMMINISTRAZIONI PROVINCIALI 14 Maggio 2015 Anno 2013 I BILANCI CONSUNTIVI DELLE AMMINISTRAZIONI PROVINCIALI Nel 2013 le entrate complessive accertate delle amministrazioni provinciali sono pari a 10.363 milioni di euro, in diminuzione

Dettagli

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CREMONA

CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI CREMONA CRUSCOTTO DI INDICATORI STATISTICI REPORT CON DATI STRUTTURALI ANNO 2014 INSIEME DI IMPRESE ATTIVE Elaborazioni a: Dicembre 2014 Indice delle tavole Dati strutturali a periodicità annuale Imprese 1. Analisi

Dettagli

Economie regionali. L'andamento del credito in Umbria nel primo trimestre del 2010

Economie regionali. L'andamento del credito in Umbria nel primo trimestre del 2010 Economie regionali L'andamento del credito in Umbria nel primo trimestre del 21 Perugia luglio 21 2 1 73 La serie Economie regionali ha la finalità di presentare studi e documentazione sugli aspetti territoriali

Dettagli

MEDIAZIONE OBBLIGATORIA EX D.L. 28/2010

MEDIAZIONE OBBLIGATORIA EX D.L. 28/2010 MEDIAZIONE OBBLIGATORIA EX D.L. 28/2010 STATISTICHE AL 31 DICEMBRE 2012 Ministero della Giustizia Dipartimento della organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione Generale di Statistica

Dettagli

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità

L integrazione scolastica degli alunni con disabilità L integrazione scolastica degli alunni con disabilità dati statistici A.S. 2012/2013 (ottobre 2013) La presente pubblicazione fa riferimento ai dati aggiornati a ottobre 2013. I dati elaborati e qui pubblicati

Dettagli

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 STATISTICHE RELATIVE AL PERIODO 1 GENNAIO 30 SETTEMBRE 2014 Ministero della Giustizia Dipartimento della Organizzazione Giudiziaria, del Personale e dei Servizi Direzione

Dettagli

Conferenza Stampa. Gianni Filipponi Direttore Generale. Milano, 16 dicembre 2010. Milano, 16 dicembre 2010. Analisi e previsioni di mercato

Conferenza Stampa. Gianni Filipponi Direttore Generale. Milano, 16 dicembre 2010. Milano, 16 dicembre 2010. Analisi e previsioni di mercato Conferenza Stampa Milano, 16 dicembre 2010 Analisi e previsioni di mercato Gianni Filipponi Direttore Generale Milano, 16 dicembre 2010 Agenda Il mercato 2010 Le previsioni UNRAE per il mercato 2011 L

Dettagli

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO

OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO OSSERVATORIO SUL CREDITO AL DETTAGLIO NUMERO G I U G N O 2003 QUATTORDICI INDICE PREMESSA pag.5 TEMI DEL RAPPORTO 7 CAPITOLO 1 LO SCENARIO MACROECONOMICO 11 CAPITOLO 2 L ANALISI DEL MERCATO DEL CREDITO

Dettagli

Settembre 2014. Gennaio. Settembre 2015. di trasporto 179. mezzo di trasporto 51. In itinere Senza. Con mezzo di SUL LAVORO DI.

Settembre 2014. Gennaio. Settembre 2015. di trasporto 179. mezzo di trasporto 51. In itinere Senza. Con mezzo di SUL LAVORO DI. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 30/09/ /2015 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010

MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 MEDIAZIONE CIVILE EX D.L. 28/2010 STATISTICHE RELATIVE AL PERIODO 1 GENNAIO 31 DICEMBRE Ministero della Giustizia Dipartimento della organizzazione giudiziaria, del personale e dei servizi Direzione Generale

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2012. 17 luglio 2013

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2012. 17 luglio 2013 17 luglio 2013 Anno 2012 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2012, il 12,7% delle famiglie è relativamente povero (per un totale di 3 milioni 232 mila) e il 6,8% lo è in termini assoluti (1 milione 725 mila). Le

Dettagli

PRESENTAZIONE AZIENDALE

PRESENTAZIONE AZIENDALE PRESENTAZIONE AZIENDALE Chi siamo Visual Software nasce nel 1997 e oggi è un forte e strategico partner IT per molte aziende automobilistiche in Italia. Il core product è il DMS (Dealer Management System)

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2011. 17 luglio 2012. INCIDENZA DI POVERTÀ RELATIVA PER RIPARTIZIONE GEOGRAFICA. Anni 2008-2011, valori percentuali

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2011. 17 luglio 2012. INCIDENZA DI POVERTÀ RELATIVA PER RIPARTIZIONE GEOGRAFICA. Anni 2008-2011, valori percentuali 17 luglio 2012 Anno 2011 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2011, l 11,1% delle famiglie è in condizione di povertà relativa (per un totale di 8.173 mila persone) e il 5,2% lo è in termini assoluti (3.415 mila).

Dettagli

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane

L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Studi e ricerche sull economia dell immigrazione L Irpef pagata dagli stranieri nelle regioni italiane Anno 2011 per l anno di imposta 2010 Avvertenze metodologiche p. 2 I principali risultati dello studio

Dettagli

I consumi alimentari delle famiglie (valori in Mld. di euro correnti anno 2012)

I consumi alimentari delle famiglie (valori in Mld. di euro correnti anno 2012) Milano, 15 ottobre 2013 I consumi alimentari delle famiglie (valori in Mld. di euro correnti anno 2012) Totale* 211,7 In casa 138,8 * escluse bevande alcoliche Fuori casa 72,9 Fonte: elaboraz. C.S. Fipe

Dettagli

N.9. EDI.CO.LA.NEWS Edilizia e Costruzioni nel Lazio. Dati&Mercato

N.9. EDI.CO.LA.NEWS Edilizia e Costruzioni nel Lazio. Dati&Mercato EDI.CO.LA.NEWS Dati&Mercato N.9 EDILIZIA RESIDENZIALE: IL RINNOVO SI FERMA E PROSEGUE IL CALO DELLE NUOVE COSTRUZIONI Il valore di un mercato è determinato dalla consistenza degli investimenti che vi affluiscono.

Dettagli

UN LAVORATORE AUTONOMO SU QUATTRO A RISCHIO POVERTA

UN LAVORATORE AUTONOMO SU QUATTRO A RISCHIO POVERTA UN LAVORATORE AUTONOMO SU QUATTRO A RISCHIO POVERTA Le famiglie con un reddito principale da lavoro autonomo presentano un rischio povertà quasi doppio rispetto a quello delle famiglie di lavoratori dipendenti.

Dettagli

Menzione speciale alla Toscana, la sola regione italiana a sfruttare la geotermia.

Menzione speciale alla Toscana, la sola regione italiana a sfruttare la geotermia. Fondazione Impresa Via Torre Belfredo 81/e 30174 Mestre Venezia + 39 340 2388841 info@fondazioneimpresa.it www.fondazioneimpresa.it CAMPANIA, SARDEGNA E BASILICATA: I MIGLIORI MIX DI ENERGIA RINNOVABILE

Dettagli

Il mercato IT nelle regioni italiane

Il mercato IT nelle regioni italiane RAPPORTO NAZIONALE 2004 Contributi esterni nelle regioni italiane a cura di Assinform Premessa e obiettivi del contributo Il presente contributo contiene la seconda edizione del Rapporto sull IT nelle

Dettagli

Gennaio Ottobre 2015. Gennaio. lavoro. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. Con mezzo di SUL LAVORO DI. In itinere.

Gennaio Ottobre 2015. Gennaio. lavoro. mezzo di trasporto 62. In itinere Senza. Con mezzo di SUL LAVORO DI. In itinere. OSSERVATORIOO SICUREZZA SUL LAVORO DI VEGA ENGINEERING Elaborazione Statistica degli Infortuni Mortali sul Lavoro Anno 2015: aggiornamento al 31/10/ /2015 a cura dell Osservatorioo Sicurezza sul Lavoro

Dettagli

Carte di credito e Ecommerce: dimensioni, tendenze e abitudini

Carte di credito e Ecommerce: dimensioni, tendenze e abitudini Carte di credito e Ecommerce: dimensioni, tendenze e abitudini 25 ottobre 2012 Francesco Pallavicino Responsabile Marketing CartaSi 1 Un anno di Ecommerce 1 Le spese con carta di credito: dimensioni del

Dettagli

La competitività del sistema imprenditoriale italiano: un analisi su base regionale

La competitività del sistema imprenditoriale italiano: un analisi su base regionale VI Workshop UniCredit RegiosS Le regioni italiane: ciclo economico e dati strutturali. I fattori di competitività territoriale La competitività del sistema imprenditoriale italiano: un analisi su base

Dettagli

IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI

IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI IX Rapporto Sanità Università di Roma Tor Vergata Crisi economica e Sanità: come cambiare le politiche pubbliche TAVOLE PRINCIPALI 1. Gap PIL pro-capite Italia vs. altri Paesi europei Valori %, anni 2000-2012

Dettagli

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato

autosnodato auto-treno con rimorchio totale incidenti trattore stradale o motrice auto-articolato Tab. IS.9.1a - Incidenti per tipo di e - Anni 2001-2013 a) Valori assoluti Anno 2001 o a altri Piemonte 16.953 23.818 19 77 167 146 80 67 1.942 123 254 153 50 59 824 1.920 1.037 653 50 4 23 0 112 31.578

Dettagli

Il mercato del Credito al Consumo tra sviluppo e maturità. Prof. Umberto Filotto

Il mercato del Credito al Consumo tra sviluppo e maturità. Prof. Umberto Filotto Il mercato del Credito al Consumo tra sviluppo e maturità Prof. Umberto Filotto Segretario Generale Assofin Università di Roma Tor Vergata Consumer Credit 2006 Roma, 16 marzo IL MERCATO: l Europa e l Italia

Dettagli

L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia

L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia L attuazione della GARANZIA GIOVANI in Italia 30 ottobre 2015 1. Programmazione attuativa (dati al 29 ottobre 2015) Le risorse finanziarie del Programma Operativo Nazionale Iniziativa Occupazione Giovani

Dettagli