I sistemi di pagamento nella realtà italiana

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "I sistemi di pagamento nella realtà italiana"

Transcript

1 I sistemi di pagamento nella realtà italiana 17 marzo 2009 (dati al 2008)

2 La disponibilità delle informazioni sui sistemi di pagamento a fine 2008, permette di aggiornare le analisi sull evoluzione in atto in quest area di business per le banche italiane. In particolare, nel 2008, la famiglia omogenea di servizi di incasso e pagamenti elettronici presenta un incremento del 4,6% rispetto al numero di operazioni effettuate nel In particolare, oltre il 65% dei bonifici transitati nel circuito bancario sono stati disposti con modalità automatizzate (315 milioni di bonifici automatizzati vs 160 milioni di bonifici

3 tradizionali). Nel corso del biennio i bonifici tradizionali hanno registrato una variazione negativa del 2,7% mentre quelli automatizzati hanno segnato un incremento dell 1,3% numero numero bonifici modalità tradizionali Numero bonifici - modalità tradizionali e automatizzate numero bonifici modalità automatizzate Suddividendo i bonifici automatizzati in disposti: su supporti magnetici e ATM; attraverso collegamenti telematici (diversi da Internet) e telefonici (compresi i messaggi inviati attraverso telefoni tipo SMS); si evince che nel 2008, i bonifici disposti su supporti magnetici rappresentavano il 20,9% (26,7% nel 2007) del totale dei bonifici automatizzati, quelli disposti con collegamenti telematici il 56,7% (come nel 2007) ed il rimanente 22,4% erano effettuati tramite Internet.

4 Bonifici disposti da propria clientela con modalità automatizzate (flussi annuali: ammontare) su supporti magnetici e ATM collegamenti telematici e telefonici Internet dic dic dic dic dic Nel periodo , si rileva che le tipologie di operazioni che hanno segnato il più elevato tasso di crescita sono state quelle relative a: RID e RIA con il 24% di incremento. Il numero delle operazioni ha subito un aumento di circa 110 milioni di operazioni passando dai 451 milioni del 2004 ai 560 milioni del 2008; MAV con un incremento del 91% (dai 23 milioni del 2004 ai 44 milioni del 2008) Numero incassi mediante avviso - MAV (flussi annui: migliaia)

5 Passando alla terza famiglia di servizi (assegni), si registra una riduzione dell operatività tradizionale. Il numero di assegni circolari emessi evidenzia una variazione negativa di circa il 16% tra il 2007 ed il Analogamente, il numero degli assegni addebitati si riduce di circa 28 milioni su base annua. La quarta famiglia di servizi, che prende in considerazione le operazioni con carte di debito effettuate dai clienti su POS e ATM, segnala un incremento nell arco del biennio : in particolare si registra un aumento di 42 milioni delle operazioni effettuate su ATM ed una contestuale riduzione delle operazioni effettuate su POS (-12 milioni di operazioni tra il 2007 ed il 2008). Un ulteriore informazione sull evoluzione dei servizi di pagamento in Italia è rilevabile dall esame di un valore aggregato che include tutte le informazioni disponibili in materia quali: 40,0% 35,0% 30,0% 25,0% 20,0% 15,0% 10,0% 5,0% 0,0% incassi mediante avviso presentati (mav) cambiali, tratte e ricevute bancarie cartacee RIBA e ricevute similari addebiti preautorizzati bonifici disposti da propria clientela con modalita' tradizionali assegni su fondi a disposizione o di traenza operazioni con carte di debito effettuate su POS assegni circolari emessi assegni bancari addebitati in conto. MAV Cambiali, tratte e ricevute bancarie cartacee Strumenti e servizi bancari di pagamento: numeri (flussi annui; totale banche; quota % sul totale) RIBA e ricevute similari Addebiti preautorizzati Bonifici disposti con modalita' tradizionali Assegni su fondi a disposizione Op.con carte di debito effettuate su POS Assegni circolari emessi Assegni bancari addebitati in conto dic-04 1,1% 0,8% 13,4% 22,3% 8,4% 0,7% 30,7% 2,8% 19,8% dic-05 1,3% 0,8% 13,2% 22,8% 7,7% 0,8% 32,2% 2,7% 18,5% dic-06 1,4% 0,8% 13,1% 23,3% 7,5% 0,7% 32,7% 2,5% 18,0% dic-07 1,8% 0,7% 12,7% 23,9% 7,7% 0,7% 33,7% 2,2% 16,5% dic-08 2,0% 0,8% 11,9% 25,5% 7,3% 0,7% 35,2% 1,8% 14,7% Da questa analisi si evince che nel 2008 il 35% degli strumenti di pagamento utilizzati dalla clientela era rappresentato dalle operazioni con carte di debito, il 25,5% da addebiti

6 preautorizzati, il 14,7% da assegni addebitati in conto e l 11,9% da RIBA e ricevute similari. Inferiore al 10% il peso di altri strumenti quali i bonifici e gli assegni circolari. Dotazione apparecchiature ATM e POS L analisi, effettuata a livello nazionale, evidenzia come il numero complessivo degli ATM attivi abbia registrato tra il 2007 ed il 2008 un aumento del 12% passando da unità a unità. A fronte di un incremento delle apparecchiature multifunzione (+22,7%) si rileva una riduzione di quelle solo cash-dispenser (-31,8%). Un analisi più dettagliata per le diverse tipologie di apparecchiature ATM evidenzia come quelle cash disperser siano in diminuzione presso gli sportelli bancari e in luogo pubblico.

7 Per quanto riguarda i POS, le analisi effettuate a livello Italia evidenziano come le apparecchiature-rete aziendale (che consentono di operare ai soli correntisti) siano aumentate passando dalle unità del 2007 alle del Moneta elettronica (fondi a spendibilità generalizzata caricati su un dispositivo elettronico) Operazioni di pagamento Per quanto riguarda il numero dei pagamenti effettuati, in Italia e all estero, con moneta elettronica, nel 2008 quelli effettuati direttamente presso esercizi tradizionali sono stati pari a oltre 24 milioni (dai 21 milioni del 2007). Di converso, i pagamenti effettuati dalla clientela per il tramite di Internet, utilizzando software money o attraverso l inserimento di borsellini elettronici in lettori, registrano oltre accessi Moneta elettronica: operazioni di pagamento (numeri) presso esercizi tradizionali presso esercizi virtuali

8 Operazioni di caricamento Il numero di operazioni di caricamento (incluso il primo caricamento) di moneta elettronica, effettuate su carte pre-pagate multiuso (borsellino elettronico) si è attestato nel 2008 su 6,2 milioni di unità dai 5 milioni del In diminuzione il numero di operazioni di caricamento su hard disk del computer che si attestano su 42 unità (173 nel 2007). Operazioni di pagamento su rete Per quanto riguarda il numero e l importo delle operazioni di pagamento, 1 effettuate dalla clientela per il tramite di Internet presso siti di commercio elettronico per i quali la banca cura l accredito in conto corrente degli importi delle vendite 2, nel 2008 sono state effettuate di operazioni su rete. Rispetto al 2007 si rileva un incremento di circa il 67% (7 milioni di nuove operazioni). Il comparto delle carte di plastica Con i dati riferiti al dicembre è possibile analizzare una serie di informazioni direttamente collegate al mondo delle carte di plastica. In particolare, spunti di riflessione possono essere tratti sui segmenti: carte di debito, conti di addebito delle carte di debito, carte di credito. Sul fronte delle carte di debito è possibile effettuare una ripartizione delle carte, in essere a fine anno - al netto delle carte disabilitate e comprese quelle che insieme alla funzione di debito assolvono anche ad altre funzioni (di credito, prepagate, di garanzia assegni) tra carte con: funzione Bancomat (utilizzabili solo su ATM); funzioni Bancomat e Pagobancomat (utilizzabili su ATM e POS); altre funzioni utilizzabili solo su ATM; altre funzioni utilizzabili su ATM e POS. 1 Indipendentemente dallo strumento di pagamento utilizzato (bonifico, carte di credito, moneta elettronica, ecc.). 2 Questa voce viene segnalata dalle sole banche che hanno stipulato specifici contratti con gli esercizi per la gestione dei pagamenti derivanti dalla vendita di beni e servizi per il tramite di Interne.t

9 Nel 2008, le carte di debito ammontavano ad oltre , rispetto ai 22 milioni del Carte di debito in circolazione: numero Bancomat Altre 0 utilizzabili solo su ATM utilizzabili su ATM e POS utilizzabili solo su ATM utilizzabili su ATM e POS dic dic dic dic dic dic-04 dic-05 dic-06 dic-07 dic-08 Se l analisi si sposta sul numero di operazioni con carte di debito effettuate dai clienti su ATM e POS si evince, nel biennio , una riduzione delle operazioni su ATM dell 1,8% ed un aumento del 7,6% di quelle su POS Numero operazioni con carte di debito effettuate da clienti dell'azienda (flussi annui; numeri; migliaia) POS ATM Stabile l ammontare delle operazioni su ATM mentre quello su POS segna un aumento del 7,4%.

10 Per quanto riguarda il numero delle carte di credito in circolazione, i dati evidenziano nel biennio un aumento delle carte blocate Numero carte di credito in circolazione carte di credito in circolazione attive carte di credito in circolazione non attive carte di credito in circolazione bloccate dic dic dic dic dic In particolare, le carte di credito attive emesse direttamente dalle banche hanno raggiunto i di unità con una diminuzione del 22,6% rispetto ai 12 mesi precedenti. Sul fronte delle informazioni di matrice relative all utilizzo fraudolento dei servizi di pagamento si registra una riduzione, rispetto al dicembre dell anno precedente, del numero delle operazioni di pagamento e di prelievo di contante per le quali si sono verificate delle frodi. Questa segnalazione viene effettuata dalle sole banche che emettono proprie carte di credito. Pertanto, l aggregato non forma oggetto di rilevazione da parte delle banche che curano esclusivamente la distribuzione di carte di credito emesse da altri soggetti. Nel 2008 sono state compiute frodi con un importo medio di 161 euro: rispetto al 2007 si rileva un significativo incremento del numero di frodi ed una riduzione dell importo medio.

11 Utilizzi fraudolenti delle carte di credito (numeri) dic 2004 dic 2005 dic 2006 dic 2007 dic 2008 Numero delle operazioni di pagamento e di prelievo di contante per le quali si sono verificate delle frodi. La voce viene segnalata dalle sole banche che emettono proprie carte di credito. Per quanto attiene, inoltre, al numero di carte di credito in circolazione emesse dalla banca segnalante sia direttamente che tramite altri intermediari è possibile ottenere informazioni sulla ripartizione tra il numero delle carte di credito emesse dalla banca in collaborazione con altri operatori offerenti beni e servizi e le altre. Nel biennio le carte di credito emesse stipulando specifiche convenzioni tra la banca segnalante ed altre tipologie di intermediari hanno subito una variazione positiva dell 1%, rispetto alla riduzione del 25% registrato dalle alle altre. In aumento il peso relativo delle co-branded (46,6% rispetto al 39,4% del 2007). Carte di credito in circolazione - composizione % ,00 10,00 20,00 30,00 40,00 50,00 60,00 70,00 80,00 90,00 100,00 dic-04 dic-05 dic-06 dic-07 dic-08 altre 67,50 67,80 61,40 60,59 53,41 co-branded 32,50 32,20 38,60 39,41 46,59

12 Un ulteriore segmentazione delle carte di credito in circolazione, è riferita alla classificazione delle stesse tra carte monufunzionali e multifunzionali (utilizzabili su ATM e POS anche con funzioni di carte di debito). Nel 2008 si registra una diminuzione delle carte multifunzionali del 3,3% a fronte di un aumento di oltre il 27% registrato dalle monofunzionali. Il peso percentuale delle carte di credito multifunzionali è sceso dal 46% del 2007 al 39% del Numero carte di credito in circolazione dic-04 dic-05 dic-06 dic-07 dic-08 monofunzionali multifunzionali E, inoltre, possibile ottenere dai flussi di ritorno della Banca d Italia, informazioni sull attività svolta dalle banche in veste di acquirer 3 e che, quindi, hanno stipulato specifici contratti con esercizi commerciali per l accettazione di carte di credito proprie e/o emesse da altri soggetti. La segnalazione si riferisce al numero e all importo delle operazioni effettuate presso gli esercizi convenzionati con carte sia proprie sia emesse da altri soggetti (residenti e non residenti). Dai dati riferiti al 2008 si evince che le operazioni effettuate con carte di credito (gestite o meno da terminale elettronico) erano pari a circa 67 milioni, a fronte degli 58 milioni registrati nel L ammontare globale delle operazioni in oggetto si è attestato sui 5 miliardi di euro (4 miliardi di euro nel 2007). 3 Si considera acquirer la banca che, sulla base di uno specifico contratto stipulato con esercizi commerciali è responsabile della raccolta e della gestione dei flussi informativi relativi alle transazioni effettuate, nonché del trasferimento dei fondi a favore dell esercente.

13 Operazioni con carte di credito presso esercizi convenzionati (dati annuali; numeri) effettuate da portatori di carte emesse dalla banca effettuate da portatori di carte emesse da altri soggetti effettuate da portatori di carte emesse dalla banca effettuate da portatori di carte emesse da altri soggetti segnalante segnalante operazioni gestite tramite terminale elettronico altre operazioni Le operazioni presso esercizi commerciali effettuate, sia in Italia sia all estero, dai titolari delle carte di credito emesse dalla banca segnano un aumento del 14,6% tra il 2007 ed il Questo trend è imputabile sia alle operazioni presso esercizi commerciali che segnano un incremento di oltre di unità, mentre i pagamenti eseguiti su rete aperta (Internet), finalizzati all acquisto di beni e servizi, registrano un aumento di operazioni tra il 2007 e il Operazioni con carte di credito presso esercizi commerciali effettuate, sia in Italia sia all estero, dai titolari delle carte di credito emesse dalla banca segnalante (numeri) giu-04 dic-04 giu-05 dic-05 giu-06 dic-06 giu-07 dic-07 giu-08 dic-08 su rete presso esercizi commerciali Il dato 2008 è stato stimato Nell ambito delle informazioni previste in matrice dei conti sulle carte di credito, è possibile ottenere la distinzione: per tipologia di regolamento (addebito preautorizzato o assegni bancari/circolari),

14 per modalità di rimborso, per limite di spesa Numero delle posizioni attive delle carte di credito aziendali con regolamento con modalità di rimborso con limite di spesa con addebito in conto con altri strumenti in un'unica soluzione con rateizzazione fino a euro superiore a euro dic dic dic dic dic A dicembre 2008, su circa 8 milioni di posizioni attive, oltre il 90% era regolato con addebito preautorizzato in conto, il 31% dei clienti prevede la rateizzazione del rimborso con un limite di spesa nel 70% dei casi superiore a euro. Per quanto riguarda gli anticipi di contante ai possessori di carte di credito, nel 2008 sono stati erogati circa 4 miliardi di euro di cui: il 5,1% (210 mln di euro) per operazioni che hanno interessato gli istituti di credito a valere sulle carte emesse dalla banca stessa; l 80% (3.300 mln di euro) concessi a titolari di carte emesse da altri soggetti (residenti e non residenti); il 14,4% (585 mln di euro) per operazioni di anticipo effettuate da altri intermediari a favore di possessori di carte emesse dalla banca segnalante.

15 Anticipi di contante ai possessori di carte di credito (ammontari; milioni di ) dic-04 dic-05 dic-06 dic-07 dic portatori di propria carta portatori di altra carta portatori di carte emesse dalla banca segnalante erogati dalla banca segnalante presso propri sportelli o tramite ATM a: da altri intermediari a: I dati 2002 sono stati parzialmente stimati Per quanto riguarda il numero degli estratti conto trasmessi alla propria clientela dalle sole banche chemettono proprie carte di credito, nel 2008, si registra un peso di quelli regolati mediante addebito in conto dell 81% (in flessione rispetto a quanto registrato nel 2007) Estratti conto di carte di credito (numeri) dic-04 dic-05 dic-06 dic-07 dic-08 regolati mediante addebito in c/c bancario regolati mediante altri strumenti Da ultimo, è possibile ottenere informazioni sulle carte prepagate rilasciate alla propria clientela (utilizzabili in acquisti presso una pluralità di esercizi commerciali). In particolare, nel 2008 le carte prepagate nominative si attestavano su 2 milioni di unità con un incremento di unità rispetto al Le carte al portatore, che rappresentano solo il 135% delle carte prepagate totali, hanno evidenziato, un incremento pari a unità.

16 Numero carte prepagate multiuso in circolazione dic-04 dic-05 dic-06 dic-07 dic-08 al portatore nominative Importi medi per tipologia di operazione

17 Appendice

18

19 2,00 1,80 1,60 1,40 % 1,89 1,76 1,74 1,73 1,67 1,64 1,57 1,56 ATM / Sportelli tradizionali (dicembre 2008; %) 1,54 1,49 1,47 1,47 1,45 1,40 1,35 1,34 1,32 1,32 1,20 1,09 1,07 1,00 0,80 0,60 0,40 0,20 0,00 calabria valle aosta toscana puglia lazio umbria campania piemonte trentino friuli emilia molise basilicata veneto abruzzo marche lombardia liguria sicilia sardegna e Elenco sportelli

20

21

22

23

24

25

26

27

28

29

30

31

32

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana La disponibilità delle informazioni sui sistemi di pagamento a fine 2005, permette di aggiornare le analisi sull evoluzione in atto in quest area di business

Dettagli

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana La disponibilità delle informazioni sui sistemi di pagamento nel pimo trimestre del 2007, consente di aggiornare alcune delle analisi svolte in merito all evoluzione

Dettagli

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana Settembre 2011 Ufficio Analisi Economiche A partire dalla data contabile settembre 2010, il flusso di ritorno statistico della "matrice dei conti" è stato riattivato

Dettagli

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana Giugno 2012 Nel primi mesi del 2012, il flusso di ritorno statistico della "matrice dei conti" è stato riattivato nella sua interezza e per tutte le date contabili.

Dettagli

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana Dicembre 2012 Nel primi mesi del 2012, il flusso di ritorno statistico della "matrice dei conti" è stato riattivato nella sua interezza e per tutte le date

Dettagli

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana Marzo 2014 0 Le informazioni sull area di business sistemi di pagamento hanno essenzialmente cadenza trimestrale e consentono di effettuare indagini sino al

Dettagli

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana Giugno 2014 0 Le informazioni sull area di business sistemi di pagamento hanno essenzialmente cadenza trimestrale e consentono di effettuare indagini sino al

Dettagli

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana Settembre 2014 0 Le informazioni sull area di business sistemi di pagamento hanno essenzialmente cadenza trimestrale e consentono di effettuare indagini sino

Dettagli

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana Settembre 2013 0 Le informazioni sull area di business sistemi di pagamento hanno essenzialmente cadenza trimestrale e consentono di effettuare indagini sino

Dettagli

I sistemi di pagamento nella realtà italiana

I sistemi di pagamento nella realtà italiana I sistemi di pagamento nella realtà italiana La disponibilità delle informazioni sui sistemi di pagamento a fine 2006, permette di aggiornare le analisi sull evoluzione in atto in quest area di business

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE DELLA BANCA CENTRALE DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO

IL DIRETTORE GENERALE DELLA BANCA CENTRALE DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO IL DIRETTORE GENERALE DELLA BANCA CENTRALE DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO VISTO l articolo 39, commi 1 e 2 della Legge 17 novembre 2005, n. 165 che attribuisce, tra l altro, all Autorità di Vigilanza il

Dettagli

Stock del credito al consumo sui consumi delle famiglie

Stock del credito al consumo sui consumi delle famiglie CREDITO AL CONSUMO: GLI EFFETTI DELLA CRISI Da uno studio della Banca d Italia 1, che valuta gli effetti della crisi sul mercato del credito al consumo in Italia, emerge una situazione attuale diversa

Dettagli

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013

L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA TERRITORIALE NEL 2013 CONVEGNO LABORATORIO FARMACIA LA GESTIONE DELLA CRISI D IMPRESA NEL SETTORE DELLA DISTRIBUZIONE DEL FARMACO: STRATEGIE E STRUMENTI DI RISANAMENTO Pisa, 9 ottobre 2014 L ANDAMENTO DELLA SPESA FARMACEUTICA

Dettagli

GLI STRUMENTI DI PAGAMENTO. Anno scolastico 2014-15

GLI STRUMENTI DI PAGAMENTO. Anno scolastico 2014-15 GLI STRUMENTI DI PAGAMENTO Anno scolastico 2014-15 1 SOMMARIO LA MONETA BANCARIA LE CARTE DI PAGAMENTO LA CARTA DI CREDITO LA CARTA DI DEBITO LE CARTE PREPAGATE I PAGAMENTI SEPA L ASSEGNO 2 STRUMENTI ALTERNATIVI

Dettagli

INAIL, Istituto Nazionale Assicurazione sul Lavoro

INAIL, Istituto Nazionale Assicurazione sul Lavoro INAIL, Istituto Nazionale Assicurazione sul Lavoro Finanziamenti alle imprese ISI INAIL 2011 - INCENTIVI ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO in attuazione dell'art. 11, comma 5, D.Lgs 81/2008 e s.m.i.

Dettagli

L attività dei confidi

L attività dei confidi L attività dei confidi Un analisi sui dati della Centrale dei rischi Valerio Vacca Banca d Italia febbraio 214 1 Di cosa parleremo Il contributo dei confidi ail accesso al credito delle pmi La struttura

Dettagli

VERIFICA DI FINE MODULO 2

VERIFICA DI FINE MODULO 2 erifica di fine modulo 2 pag. 1 di 6 ERIICA DI INE MODULO 2 Strumenti di regolamento degli scambi commerciali 1. Segna con una crocetta la risposta esatta. 1. Il bonifico bancario viene effettuato per

Dettagli

Le Payment Institution diventano grandi Come sviluppare nuovi servizi per i clienti.

Le Payment Institution diventano grandi Come sviluppare nuovi servizi per i clienti. Le Payment Institution diventano grandi Come sviluppare nuovi servizi per i clienti. Introduzione a cura di: Maurizio Pimpinella 2 Telefonia prepagata Elettricità Ricariche di carte di pagamento prepagate

Dettagli

CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI

CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI Direzione Affari Economici e centro studi CONTINUA LA STRETTA DEL CREDITO PER LE IMPRESE DI COSTRUZIONI Dopo sei anni di continui cali nelle erogazioni per finanziamenti per investimenti in edilizia, anche

Dettagli

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA)

TOTALE DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) DEI RISULTATI DEL CONTO ENERGIA (PRIMO, SECONDO, TERZO, QUARTO E QUINTO CONTO ENERGIA) (aggiornamento al 31 DICEMBRE 2014) REGIONE PUGLIA 11.310 31.758 22.145 168.396 2.866 208.465 1.819 1.566.140 55 172.237

Dettagli

I BILANCI CONSUNTIVI DELLE AMMINISTRAZIONI PROVINCIALI

I BILANCI CONSUNTIVI DELLE AMMINISTRAZIONI PROVINCIALI 14 Maggio 2015 Anno 2013 I BILANCI CONSUNTIVI DELLE AMMINISTRAZIONI PROVINCIALI Nel 2013 le entrate complessive accertate delle amministrazioni provinciali sono pari a 10.363 milioni di euro, in diminuzione

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale

Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale Il mercato del credito tra sviluppo economico ed equità sociale Le innovazioni di prodotto e di processo per il credito ai progetti di vita Roma, Palazzo Altieri 24 novembre 2010 Primi risultati del Fondo

Dettagli

IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA

IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA N 4/2011 I trim. 2011 Direzione Affari Economici e Centro Studi IL CREDITO NEL SETTORE NELLE COSTRUZIONI IN ITALIA INDICE I MUTUI PER NUOVI INVESTIMENTI IN COSTRUZIONI --------------------------------------------------------

Dettagli

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE

RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE RIEPILOGO REGIONALE PER SPECIALIZZAZIONE ESERCIZI SPECIALIZZATI. AL 31/12/2013 PIEMONTE Altri prodotti 19 41.235 113 168 281 0 2 3 Articoli igienico-sanitari/materiali da 1 2.493 2 0 2 0 0 0 Articoli sportivi/attrezzatura campeggi 9 25.694 119

Dettagli

BANCA MONTE PARMA INSTESA SAN PAOLO

BANCA MONTE PARMA INSTESA SAN PAOLO BANCA MONTE PARMA INSTESA SAN PAOLO Spese tenuta conto corrente Operazioni gratuite trimestrali Costo per operazione dopo quelle gratuite Canone mensile C/c insieme 10 30 1,60 10,00 C/c insieme 20 60 1,60

Dettagli

PATTICHIARI - CONTI CORRENTI A CONFRONTO

PATTICHIARI - CONTI CORRENTI A CONFRONTO Versione n. 2 di Giugno 2005 TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA Versione n. 2 di Giugno 2005 PATTICHIARI - CONTI CORRENTI A CONFRONTO 2 1 Descrizione

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B)

Calcolo a preventivo della spesa annua escluse le imposte AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) (B) AMBITO TARIFFARIO: CENTRALE (Toscana, Umbria e Marche) ()/Bx100 120 113,93 109,46 +4,47 +4,09% 480 295,84 277,95 +17,89 +6,44% 700 401,94 375,85 +26,09 +6,94% 1.400 739,55 687,37 +52,18 +7,59% 2.000 1.026,99

Dettagli

I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi

I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi I confidi e il credito alle piccole imprese durante la crisi Valerio Vacca (Banca d Italia, ricerca economica Bari) Il laboratorio del credito, Napoli, 15 marzo 2012 La struttura del mercato in Cr (2010):

Dettagli

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti

Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008. a cura di Francesco Linguiti Note Brevi LE COOPERATIVE NELL AMBITO DELLA STRUTTURA PRODUTTIVA ITALIANA NEL PERIODO 2007-2008 a cura di Francesco Linguiti Luglio 2011 Premessa* In questa nota vengono analizzati i dati sulla struttura

Dettagli

BANCA MONTE PARMA - CARISBO

BANCA MONTE PARMA - CARISBO BANCA MONTE PARMA - CARISBO Spese tenuta conto corrente Operazioni gratuite trimestrali Costo per operazione dopo quelle gratuite Canone mensile C/c insieme 10 30 1,60 10,00 C/c insieme 20 60 1,60 20,00

Dettagli

IL DIRETTORE GENERALE DELLA BANCA CENTRALE DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO

IL DIRETTORE GENERALE DELLA BANCA CENTRALE DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO IL DIRETTORE GENERALE DELLA BANCA CENTRALE DELLA REPUBBLICA DI SAN MARINO VISTO l articolo 39, commi 1 e 2 della Legge 17 novembre 2005, n. 165 che attribuisce, tra l altro, all Autorità di Vigilanza il

Dettagli

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene.

su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Fare banca per bene. EDIZIONE osservatorio UBI Banca su Finanza e Terzo Settore Indagine sui fabbisogni finanziari della cooperazione sociale in Italia Executive Summary Gennaio 2012 con il contributo scientifico di Fare banca

Dettagli

Carte di credito e Ecommerce: dimensioni, tendenze e abitudini

Carte di credito e Ecommerce: dimensioni, tendenze e abitudini Carte di credito e Ecommerce: dimensioni, tendenze e abitudini 25 ottobre 2012 Francesco Pallavicino Responsabile Marketing CartaSi 1 Un anno di Ecommerce 1 Le spese con carta di credito: dimensioni del

Dettagli

NOTA ESPLICATIVA DEL 55 AGGIORNAMENTO DELLA CIRCOLARE N. 154

NOTA ESPLICATIVA DEL 55 AGGIORNAMENTO DELLA CIRCOLARE N. 154 DIPARTIMENTO INFORMATICA Servizio Rilevazioni Statistiche NOTA ESPLICATIVA DEL 55 AGGIORNAMENTO DELLA CIRCOLARE N. 154 Con la presente nota si forniscono alcune indicazioni di dettaglio al fine di facilitare

Dettagli

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007

Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Le Segnalazioni di Sofferenze Bancarie in Italia negli anni 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Luglio 2008 Questa

Dettagli

Supplementi al Bollettino Statistico

Supplementi al Bollettino Statistico Supplementi al Bollettino Statistico Indicatori monetari e finanziari Debito delle amministrazioni locali 56 Nuova serie Anno XX - 29 Ottobre 2010 Indice INDICE Nota introduttiva Figura 1 - - Andamento

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione generale per il mercato elettrico, le rinnovabili e l efficienza energetica, il nucleare di concerto con Ministero dell ambiente e della tutela del territorio

Dettagli

CONTO CORRENTE riservato ai CONSUMATORI

CONTO CORRENTE riservato ai CONSUMATORI 1 FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE riservato ai CONSUMATORI INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCA DI CREDITO COOPERATIVO DI SPINAZZOLA SOCIETA COOPERATIVA Sede legale: Corso Umberto I 65-76014 SPINAZZOLA (BT)

Dettagli

Versione n. 3 Ottobre 2008

Versione n. 3 Ottobre 2008 Versione n. 3 Ottobre 2008 PATTICHIARI - CONTI CORRENTI A CONFRONTO TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA Versione n. 3 Ottobre 2008 1 Descrizione

Dettagli

La Raccolta Differenziata in Italia

La Raccolta Differenziata in Italia 120 Da una prima quantificazione dei dati relativi all anno 2002, la raccolta differenziata si attesta intorno ai,7 milioni di tonnellate che, in termini percentuali, rappresentano il 19,1% della produzione

Dettagli

Corse e scommesse iippiiche nell mese dii Luglliio 201111

Corse e scommesse iippiiche nell mese dii Luglliio 201111 Corse e scommesse iippiiche nell mese dii Luglliio 21111 Il mese di Luglio ha visto in attività 3 ippodromi: 1 hanno ospitato corse al e 2 corse al. Le giornate disputate sono state in totale 18, rispettivamente

Dettagli

Il Gruppo Poste Italiane e la Piattaforma PosteGov. Una Rete delle Reti per un reale contributo all efficientamento della Pubblica Amministrazione

Il Gruppo Poste Italiane e la Piattaforma PosteGov. Una Rete delle Reti per un reale contributo all efficientamento della Pubblica Amministrazione Il Gruppo Poste Italiane e la Piattaforma PosteGov Una Rete delle Reti per un reale contributo all efficientamento della Pubblica Amministrazione L azienda Poste Italiane Il Gruppo Posteitaliane si rivolge

Dettagli

Tavola 19.1 Distribuzione Banche e sportelli per gruppi istituzionali di banche e per provincia - Anni 2002-2003-2004 di cui: Totale

Tavola 19.1 Distribuzione Banche e sportelli per gruppi istituzionali di banche e per provincia - Anni 2002-2003-2004 di cui: Totale Credito 19 CREDITO La presente sezione riporta i dati statistici di fonte Banca d Italia relativi al settore Credito nel Lazio. In particolare riporta i dati relativi all offerta di Banche e Sportelli,

Dettagli

CARTA PREPAGATA KARICA

CARTA PREPAGATA KARICA CARTA PREPAGATA KARICA INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCO DI SARDEGNA S.p.A. (Codice ABI 01015) Società per Azioni con sede legale in Cagliari, Viale Bonaria 33 Sede Amministrativa, Domicilio Fiscale e Direzione

Dettagli

Punto tesoreria: dati sull autofinanziamento al 13 febbraio 2009

Punto tesoreria: dati sull autofinanziamento al 13 febbraio 2009 Punto tesoreria: dati sull autofinanziamento al 13 febbraio Nota autofinanziamento Radicali Italiani febbraio 1 I SOSTENITORI DI RADICALI ITALIANI Nelle pagine seguenti verranno analizzate le caratteristiche

Dettagli

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010

Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione. Rimini Wellness, 14 Maggio 2010 AICEB (Associazione Italiana Centri Benessere) IL MERCATO DEL BENESSERE: IMPRESE E SERVIZI OFFERTI* Tavola rotonda Centri benessere tra sviluppo turistico e nuova regolamentazione Rimini Wellness, 14 Maggio

Dettagli

L Italia dei libri. Un anno, le stagioni, due trimestri a confronto. Gian Arturo Ferrari. 23 marzo 2012 Roma, Biblioteca Casanatense

L Italia dei libri. Un anno, le stagioni, due trimestri a confronto. Gian Arturo Ferrari. 23 marzo 2012 Roma, Biblioteca Casanatense L Italia dei libri Un anno, le stagioni, due trimestri a confronto Gian Arturo Ferrari 23 marzo 2012 Roma, Biblioteca Casanatense Il metodo L affidamento a L inserimento dei libri nel Panel Consumer 3000

Dettagli

LA PUBBLICITA IN SICILIA

LA PUBBLICITA IN SICILIA LA PUBBLICITA IN SICILIA Quadro produttivo, articolazione della spesa e strategie di sviluppo Paolo Cortese Responsabile Osservatori Economici Istituto G. Tagliacarne Settembr e 2014 Gli obiettivi del

Dettagli

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04.

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04. P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCO DI SARDEGNA S.p.A. Società per Azioni con sede legale in Cagliari, viale Bonaria, 33 Sede Amministrativa, Domicilio Fiscale e Direzione Generale in

Dettagli

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007

Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi dei Depositi Bancari in Italia nel Decennio 1998-2007 Analisi statistica a cura di: Tidona Comunicazione Dipartimento Ricerche Responsabile del Progetto: Sandra Galletti Maggio 2008 Questa pubblicazione

Dettagli

PSD. Direttiva europea sui servizi di pagamento. Novità ed effetti sull operatività bancaria

PSD. Direttiva europea sui servizi di pagamento. Novità ed effetti sull operatività bancaria PSD Direttiva europea sui servizi di pagamento Novità ed effetti sull operatività bancaria Documento destinato alla clientela della Cassa Rurale Alta Vallagarina BCC Giugno 2010 Cos è la PSD Definisce

Dettagli

Ministero dello Sviluppo Economico

Ministero dello Sviluppo Economico Ministero dello Sviluppo Economico Direzione Generale per la politica industriale, la competitività e le piccole e medie imprese ex DIV.VIII PMI e artigianato IL CONTRATTO DI RETE ANALISI QUANTITATIVA

Dettagli

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard.

Di seguito due profili carta realizzabili combinando le diverse modalità di addebito, esemplificativi della versatilità che caratterizza YouCard. YouCard, la prima carta in Italia che consente di personalizzare il codice PIN, è anche l unica carta al mondo che unisce la sicurezza delle carte prepagate, la semplicità delle carte di debito e la flessibilità

Dettagli

PATTI CHIARI data aggiornamento 01/09/2014 TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTI CHIARI data aggiornamento 01/09/2014 TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA 2 OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITA' 2.1 Spese fisse di gestione 2.1.1 Spese di invio estratto conto 2.1.2 Spese di liquidazione - Estratto Conto Movimenti (con periodicità minima annuale)

Dettagli

PATTICHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTICHIARI - SERVIZIO BANCARIO DI BASE TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA PATTICHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA 1 2 OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITA' PER I

Dettagli

Moneta Elettronica Utilizzo Vantaggi Sicurezza. A cura di Fabrizio Rossi

Moneta Elettronica Utilizzo Vantaggi Sicurezza. A cura di Fabrizio Rossi Moneta Elettronica Utilizzo Vantaggi Sicurezza A cura di Fabrizio Rossi > Home Banking > ATM (comunemente chiamati "Bancomat terminali self per prelevare contanti) > Carte di Credito > POS (Incasso pagamenti)

Dettagli

I principali risultati

I principali risultati FINANZA LOCALE: ENTRATE E SPESE DEI BILANCI CONSUNTIVI (COMUNI, PROVINCE E REGIONI). ANNO 2012 1 I principali risultati 1 Comuni Nel prospetto 1 sono riportati i principali risultati finanziari di competenza

Dettagli

LA DIRETTIVA La PSD (Payment Service Directive) - Direttiva sui Servizi di Pagamento è stata recepita dall ordinamento giuridico italiano con decorrenza 1 marzo 2010. La Direttiva intende unificare il

Dettagli

Schemi per micro-pagamenti: soddisfazione di un reale bisogno o soluzione a un non-problema?

Schemi per micro-pagamenti: soddisfazione di un reale bisogno o soluzione a un non-problema? Carte 2003 Schemi per micro-pagamenti: soddisfazione di un reale bisogno o soluzione a un non-problema? Pierfrancesco Gaggi Roma, 7 novembre 2003 La logica di offerta del circuito domestico: la segmentazione

Dettagli

PATTICHIARI - "CONTI CORRENTI A CONFRONTO" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTICHIARI - CONTI CORRENTI A CONFRONTO TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA PATTICHIARI - "CONTI CORRENTI A CONFRONTO" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA 1 Descrizione del Prodotto 2 Operatività corrente e gestione

Dettagli

PATTI CHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTI CHIARI - SERVIZIO BANCARIO DI BASE TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA PATTI CHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA AGGIORNAMENTO A MARZO 2007 1 2 OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE

Dettagli

PATTI CHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTI CHIARI - SERVIZIO BANCARIO DI BASE TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA PATTI CHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA AGGIORNAMENTO A MARZO 2007 1 2 OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE

Dettagli

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p.

Indice. p. 1. Introduzione. p. 2. Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2. Il costo del gas con la tariffa di Maggior Tutela dell AEEG p. Gas: le Regioni Italiane con il maggior numero di consumi e quelle con il risparmio più alto ottenibile Indice: Indice. p. 1 Introduzione. p. 2 Il consumo medio annuo pro capite di gas. p. 2 Il costo del

Dettagli

Numero operazioni in franchigia con un minimo forfait trimestrale Recupero imposta di bollo con periodicità annuale. Spese per singola scrittura

Numero operazioni in franchigia con un minimo forfait trimestrale Recupero imposta di bollo con periodicità annuale. Spese per singola scrittura INIZIATIVA SERVIZIO BANCARIO DI BASE TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTI CHIARI E LE VOCI ADOTATTE DAL BANCO DI SICILIA Aggiornamento a marzo 008 vers. OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE

Dettagli

Guida all utilizzo dell indicatore sintetico di prezzo

Guida all utilizzo dell indicatore sintetico di prezzo Guida all utilizzo dell indicatore sintetico di prezzo L indicatore sintetico di prezzo e le icone grafiche ti permettono di confrontare in modo semplice il prezzo annuo ed i servizi inclusi nel canone

Dettagli

CREDITO E SULLA RICCHEZZA FINANZIARIA DELLE IMPRESE ARTIGIANE

CREDITO E SULLA RICCHEZZA FINANZIARIA DELLE IMPRESE ARTIGIANE CREDITO E SULLA RICCHEZZA FINANZIARIA DELLE IMPRESE ARTIGIANE Edizione 2002 in collaborazione con RAPPORTO SUL CREDITO E SULLA RICCHEZZA FINANZIARIA DELLE IMPRESE ARTIGIANE - Edizione 2002 RAPPORTO SUL

Dettagli

tasso creditore: euribor 1 mese (media mese precedente) diminuito di punti 0,500 euribor 1 mese (media mese precedente) più 1,875 punt

tasso creditore: euribor 1 mese (media mese precedente) diminuito di punti 0,500 euribor 1 mese (media mese precedente) più 1,875 punt Riservata ai Comitati (Nazionale, Regionale e Territoriali) Società Sportive, Circoli e soci individuali (iscritti) a U.I.S.P. Unione Italiana Sport per tutti COMITATI (Nazionale, Regionali, Provinciali

Dettagli

Cordusio RMBS Securitisation S.r.l. Società con socio unico. sede legale in Piazzetta Monte, 1, 37121 Verona, Italia

Cordusio RMBS Securitisation S.r.l. Società con socio unico. sede legale in Piazzetta Monte, 1, 37121 Verona, Italia Cordusio RMBS Securitisation S.r.l. Società con socio unico sede legale in Piazzetta Monte, 1, 37121 Verona, Italia Capitale Sociale Euro 10.000,00 interamente versato Iscritta al Registro delle Imprese

Dettagli

METODOLOGIA PER IL CALCOLO DELL INDICATORE SINTETICO DI COSTO PER I CONTI CORRENTI

METODOLOGIA PER IL CALCOLO DELL INDICATORE SINTETICO DI COSTO PER I CONTI CORRENTI Allegato 5A METODOLOGIA PER IL CALCOLO DELL INDICATORE SINTETICO DI COSTO PER I CONTI CORRENTI 1. Premessa L ISC comprende tutte le spese e le commissioni che sarebbero addebitate al cliente nel corso

Dettagli

CONTI, CARTE E SERVIZI SOLUZIONI PER SEMPLIFICARE IL TUO BUSINESS GUIDA ALLA SCELTA DEL CONTO CORRENTE E DEI SERVIZI SU MISURA PER LA TUA AZIENDA

CONTI, CARTE E SERVIZI SOLUZIONI PER SEMPLIFICARE IL TUO BUSINESS GUIDA ALLA SCELTA DEL CONTO CORRENTE E DEI SERVIZI SU MISURA PER LA TUA AZIENDA CONTI, CARTE E SERVIZI SOLUZIONI PER SEMPLIFICARE IL TUO BUSINESS GUIDA ALLA SCELTA DEL CONTO CORRENTE E DEI SERVIZI SU MISURA PER LA TUA AZIENDA Messaggio pubblicitario con finalità promozionale. Offerta

Dettagli

NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI (D.LGS 385 DEL 01/09/1993 e successivi aggiornamenti) INFORMAZIONI SULLA BANCA

NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI (D.LGS 385 DEL 01/09/1993 e successivi aggiornamenti) INFORMAZIONI SULLA BANCA NORME PER LA TRASPARENZA DELLE OPERAZIONI E DEI SERVIZI BANCARI (D.LGS 385 DEL 01/09/1993 e successivi aggiornamenti) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCO DI LUCCA E DEL TIRRENO S.p.A. - GRUPPO BANCARIO CASSA

Dettagli

"CONTI CORRENTI A CONFRONTO" TABELLA DI RACCORDO

CONTI CORRENTI A CONFRONTO TABELLA DI RACCORDO "CONTI CORRENTI A CONFRONTO" TABELLA DI RACCORDO tra le voci della "scheda standard" del c/c a pacchetto presente su www.comparaconti.it e le voci adottate dalla banca www.comparaconti.it Descrizione del

Dettagli

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT

Osservatorio sulla Finanza. per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Osservatorio sulla Finanza per i Piccoli Operatori Economici ABSTRACT Volume 14 DICEMBRE 2009 INDICE 1. Overview...6 1.1 La propensione all investimento dei POE...6 1.2 Analisi territoriale...13 1.3 Analisi

Dettagli

BANCHE CONDIZIONI DI C/C

BANCHE CONDIZIONI DI C/C BANCHE Tutte le condizioni complete e aggiornate riservate ai soci Unione Confcommercio, sono consultabili sul sito www.unionemilano.it nella sezione dedicata alla convenzione INTESA SANPAOLO Unione Confcommercio

Dettagli

SCHEDA Fondo Pensione Perseo

SCHEDA Fondo Pensione Perseo SCHEDA, costituito con atto notarile il 21 dicembre 2010, iscritto all albo tenuto dalla COVIP con il n. 164, è il Fondo nazionale di pensione complementare per i lavoratori delle Regioni, Autonomie Locali

Dettagli

Carte prepagate e carte a microcircuito

Carte prepagate e carte a microcircuito Carte prepagate e carte a microcircuito situazione attuale e prospettive future Gabriele Boni Convegno ABI Carte 2002 - Roma, 10 luglio Agenda SSB ed il mercato Carte prepagate Caratteristiche e vantaggi

Dettagli

Ogni banca ha la possibilità di inserire due prezzi distinti per ciascun profilo di utilizzo all interno della scheda standard:

Ogni banca ha la possibilità di inserire due prezzi distinti per ciascun profilo di utilizzo all interno della scheda standard: CRITERI ADOTTATI DALLE BANCHE PER LA DETERMINAZIONE DELL INDICATORE SINTETICO DI PREZZO, DELL INFORMATIVA SINTETICA E PER LA VALORIZZAZIONE DELLE ICONE A. Calcolo dell indicatore sintetico di prezzo del

Dettagli

Informazioni europee di Base sul Credito ai Consumatori per la Carta di Credito BancoPosta Più. Compass Banca S.p.A.

Informazioni europee di Base sul Credito ai Consumatori per la Carta di Credito BancoPosta Più. Compass Banca S.p.A. Informazioni europee di Base sul Credito ai Consumatori per la Carta di Credito BancoPosta Più. 1. Identità e contatti del finanziatore/ intermediario del credito Finanziatore Indirizzo Sito web Intermediario

Dettagli

indica le spese che il cliente è comunque tenuto a sostenere, Spese fisse di gestione

indica le spese che il cliente è comunque tenuto a sostenere, Spese fisse di gestione OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITA' PER I SERVIZI DI GESTIONE DELLA LIQUIDITA' E PER DISPORRE DELL'INFORMAZIONE E RENDICONTAZIONE DEI FLUSSI MONETARI MOVIMENTATI indica le spese che il cliente

Dettagli

i campi non compilati corrispondono alla stessa "voce" utilizzata nella scheda standard PattiChiari.

i campi non compilati corrispondono alla stessa voce utilizzata nella scheda standard PattiChiari. PATTI CHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" data aggiornamento 20/7/200 2 OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITA' 2 Spese fisse di gestione 2 Spese di invio estratto conto 22 Spese di liquidazione

Dettagli

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI

INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI INFO FINAX S.p.A. Spunti di riflessione per il Convegno Banche e Sicurezza ABI Giuseppe Ricciuti. Roma, 10 giugno 2010 Lo Scenario: La recente crisi economico finanziaria che ha colpito l Italia, ha prodotto

Dettagli

Conti Correnti. Numero operazioni comprese nel canone

Conti Correnti. Numero operazioni comprese nel canone Conti Correnti Offerta Riservata ai Nuovi Clienti con fatturato annuo non superiore a 2.500.000. SFERA PROFESSIONALE Numero operazioni comprese nel canone SEMPREPIU IMPRESA LARGE 0,00 per i primi 2 anni

Dettagli

CONTO CORRENTE ARANCIO

CONTO CORRENTE ARANCIO CONTO CORRENTE ARANCIO PRINCIPALI CONDIZIONI ECONOMICHE (Versione del 26/07/2015) QUANTO PUÒ COSTARE IL CONTO CORRENTE ISC (indicatore sintetico di costo) PROFILO DELLA CLIENTELA COSTO Giovani 0 Famiglie

Dettagli

CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA ASSOCIAZIONE MEDICA DEL CASSINATE

CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA ASSOCIAZIONE MEDICA DEL CASSINATE scheda prodotto CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA ASSOCIAZIONE MEDICA DEL CASSINATE aggiornato al 30.08.2013 FOGLIO INFORMATIVO CONTO CORRENTE DI CORRISPONDENZA ASSOCIAZIONE MEDICA DEL CASSINATE INFORMAZIONI

Dettagli

CARTA PREPAGATA RICARICA 1

CARTA PREPAGATA RICARICA 1 FOGLIO INFORMATIVO CARTA PREPAGATA RICARICA - Foglio informativo cod. S.P.08 - Aggiornamento n. 7 - Data aggiornamento: 31.12.2009 - Data decorrenza: 01.01.2010 INFORMAZIONI SULL EMITTENTE Cassa Centrale

Dettagli

Ministero del Tesoro DIREZIONE GENERALE DEL TESORO SERVIZIO V - ANTIRICICLAGGIO, CONTENZIOSO E VALUTARIO

Ministero del Tesoro DIREZIONE GENERALE DEL TESORO SERVIZIO V - ANTIRICICLAGGIO, CONTENZIOSO E VALUTARIO Ministero del Tesoro DIREZIONE GENERALE DEL TESORO SERVIZIO V - ANTIRICICLAGGIO, CONTENZIOSO E VALUTARIO Comitato Legge n 197/1991 SEDUTA DEL 27.3.1996 PARERE N 35 OGGETTO: quesito: se l attività di emissione

Dettagli

Nel 2013 più di 26.000 le vittime di frodi creditizie in Italia

Nel 2013 più di 26.000 le vittime di frodi creditizie in Italia Osservatorio CRIF sui furti di identità e le frodi creditizie in Italia Nel 2013 più di 26.000 le vittime di frodi creditizie in Italia Il numero dei casi rilevati è cresciuto del +8,3% rispetto al 2012,

Dettagli

PICCOLE IMPRESE: CON MENO CREDITO E IN AUMENTO LA PIAGA DELL USURA

PICCOLE IMPRESE: CON MENO CREDITO E IN AUMENTO LA PIAGA DELL USURA PICCOLE IMPRESE: CON MENO CREDITO E IN AUMENTO LA PIAGA DELL USURA Con la forte contrazione dei prestiti bancari avvenuta in questi ultimi anni, soprattutto nei confronti delle imprese di piccola dimensione,

Dettagli

Incontro con le classi seconde Istituto Professionale Mazzini - Da Vinci Savona

Incontro con le classi seconde Istituto Professionale Mazzini - Da Vinci Savona Incontro con le classi seconde Istituto Professionale Mazzini - Da Vinci Savona Banca d Italia d di Genova, 21 dicembre 2012 Maria Teresa D Annunzio Sede di Genova Nucleo per le attività di vigilanza Di

Dettagli

FOGLIO INFORMATIVO (circuito VISA) Il presente documento rappresenta le condizioni offerte alla generalità della clientela

FOGLIO INFORMATIVO (circuito VISA) Il presente documento rappresenta le condizioni offerte alla generalità della clientela FINANZIATORE INTERMEDIARIO DEL CREDITO Capitale sociale e riserve: 99.131.736,07 euro Iscritta nell Elenco Generale ex Art. 106 n. 32042 e nell'elenco Speciale n. 32494 Art. 107 T.U.B. Soggetta all'attività

Dettagli

- F A C S I M I L E -

- F A C S I M I L E - ASSOCIAZIONE ITALIANA DEL CREDITO AL CONSUMO E IMMOBILIARE - F A C S I M I L E - OSSERVATORIO ASSOFIN SUL CREDITO AL CONSUMO A- - ACCESSO A INDICE Le pubblicazioni trimestrali della "Library A" contengono

Dettagli

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE

ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE ISTITUZIONI DI ECONOMIA AZIENDALE LE OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO CON CAPITALE DI TERZI 1 LE OPERAZIONI DI FINANZIAMENTO CON CAPITALE DI TERZI OPERAZIONI A BREVE TERMINE - rapporto di conto corrente - operazioni

Dettagli

CONVENZIONE BANCARIA NAZIONALE. tra. Offerta riservata alle IMPRESE ASSOCIATE. Luglio 2012

CONVENZIONE BANCARIA NAZIONALE. tra. Offerta riservata alle IMPRESE ASSOCIATE. Luglio 2012 CONVENZIONE BANCARIA NAZIONALE tra CNA e UNIPOL BANCA S.p.A. Offerta riservata alle IMPRESE ASSOCIATE Luglio 2012 Condizioni valide sino al 30/09/2012 1. I CONTI CORRENTI: Formula Impresa, la nuova offerta

Dettagli

PATTI CHIARI - "SERVIZIO BANCARIO DI BASE" TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA "SCHEDA STANDARD" PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA

PATTI CHIARI - SERVIZIO BANCARIO DI BASE TABELLA DI RACCORDO TRA LE VOCI DELLA SCHEDA STANDARD PATTICHIARI e LE VOCI ADOTTATE DALLA BANCA 2 OPERATIVITA' CORRENTE E GESTIONE DELLA LIQUIDITA' PER I SERVIZI DI GESTIONE DELLA LIQUIDITA' E PER DISPORRE DELL'INFORMAZIONE E RENDICONTAZIONE DEI FLUSSI MONETARI MOVIMENTATI 2.1 Spese fisse di gestione

Dettagli

Conti Correnti. Numero operazioni comprese nel canone. Spese di tenuta conto, di produzione ed invio estratto conto UTENZE, BONIFICI E VERSAMENTI

Conti Correnti. Numero operazioni comprese nel canone. Spese di tenuta conto, di produzione ed invio estratto conto UTENZE, BONIFICI E VERSAMENTI Conti Correnti Offerta Riservata ai Nuovi Clienti con fatturato annuo non superiore a 2.500.000. Numero operazioni comprese nel canone SEMPREPIU IMPRESA LARGE Esente per i primi 24 mesi e Canone mensile

Dettagli

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2012. 17 luglio 2013

LA POVERTÀ IN ITALIA. Anno 2012. 17 luglio 2013 17 luglio 2013 Anno 2012 LA POVERTÀ IN ITALIA Nel 2012, il 12,7% delle famiglie è relativamente povero (per un totale di 3 milioni 232 mila) e il 6,8% lo è in termini assoluti (1 milione 725 mila). Le

Dettagli

Osservatorio Assofin sul credito al consumo Electronic Library A

Osservatorio Assofin sul credito al consumo Electronic Library A Osservatorio Assofin sul credito al consumo Electronic Library A Anno 20xx ASSOFIN CORSO ITALIA, 17-20122 MILANO TEL. 02 865437 r.a. - FAX 02 865727 mailbox@assofin.it - www.assofin.it INDICE COMMENTO

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCO DI SARDEGNA S.p.A. Società per Azioni con sede legale in Cagliari, viale Bonaria, 33 Sede Amministrativa, Domicilio Fiscale e Direzione Generale in

Dettagli