Capitolo 4: Tabelle. y(x) = x 3 ì 2x. Capitolo 4: Tabelle 67. Nota: le tabelle non sono disponibili nel modo di rappresentazione grafica 3D.

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Capitolo 4: Tabelle. y(x) = x 3 ì 2x. Capitolo 4: Tabelle 67. Nota: le tabelle non sono disponibili nel modo di rappresentazione grafica 3D."

Transcript

1 Capitolo 4: Tabelle 4 Definizione di tabelle...68 Panoramica della procedura per generare una tabella...69 Impostazione dei parametri di tabella...70 Visualizzazione di una tabella in modo automatico...72 Costruzione di una tabella in maniera manuale (Ask)...75 Nel Capitolo 3 è stato descritto come definire e rappresentare graficamente una funzione. Una tabella permette di visualizzare una specifica funzione in formato tabulare. Y= Editor visualizza una rappresentazione algebrica. Nota: le tabelle non sono disponibili nel modo di rappresentazione grafica 3D. Lo schermo delle tabelle visualizza una rappresentazione numerica. Lo schermo dei grafici visualizza una rappresentazione grafica. Nella tabella sono riportati una serie di valori per la variabile indipendente ed i corrispondenti valori della variabile dipendente. y(x) = x 3 ì 2x Variabile indipendente Variabile dipendente Capitolo 4: Tabelle 67

2 Definizione di tabelle Calcolare la funzione y=x 3 ì2x per ciascun numero intero compreso tra ë10 e 10. Quanti cambiamenti di segno si incontrano e dove? Passaggi Tasti da premere Visualizzazione 1. Visualizzare la finestra di dialogo MODE. Nel modo Graph, selezionare FUNCTION. 3 B 1 2. Visualizzare e cancellare Y= Editor, quindi definire y1(x) = x 3 2x. # ƒ8 XZ3 2X 3. Impostare i parametri di tabella ai valori seguenti: tblstart = = 1 Graph < - > Table = OFF Independent = AUTO & 10 D1 DB1 DB1 4. Visualizzare lo schermo delle tabelle. ' 5. Fare scorrere la tabella. Si noti che y1 cambia segno a x = ë1, 1 e 2. Per fare scorrere la tabella una pagina alla volta, utilizzare 2 D e 2 C. D e C 6. È possibile ingrandire l area del cambio di segno tra x = ë2 e x = ë1 cambiando i parametri della tabella nel modo seguente: tblstart = =.1 2 D.1 68 Capitolo 4: Tabelle

3 Panoramica della procedura per generare una tabella La procedura seguente spiega come generare una tabella di valori per una o più funzioni. Nelle pagine seguenti sono inoltre riportate ulteriori informazioni sull impostazione dei parametri e sulla visualizzazione delle tabelle. Generazione di una tabella Nota: le tabelle non sono disponibili nel modo di rappresentazione grafica 3D. Impostare il modo Graph ed, eventualmente, il modo Angle (3). Suggerimento: per ulteriori informazioni sulla definizione e selezione delle funzioni con Y= Editor, fare riferimento al Capitolo 3. Definire le funzioni in Y= Editor ( #). Selezionare mediante le funzioni definite che si desidera visualizzare nella tabella. Suggerimento: è possibile definire: una tabella automatica sulla base di valori iniziali corrispondente ad un grafico; una tabella manuale (ask). Impostare i parametri di tabella iniziali ( &). Visualizzare la tabella ( '). Esplorazione di una tabella Dallo schermo delle tabelle è possibile: fare scorrere la tabella per visualizzare i valori riportati nelle altre pagine; visualizzare una cella per vedere il valore completo in essa contenuto; cambiare i parametri di impostazione della tabella. Modificando il valore iniziale o incrementale utilizzato per la variabile indipendente, è possibile ingrandire o ridurre la tabella per vedere livelli di dettaglio diversi; cambiare le dimensioni della cella; modificare le funzioni selezionate; creare o modificare una tabella in modo manuale per visualizzare solo alcuni valori specifici della variabile indipendente. Capitolo 4: Tabelle 69

4 Impostazione dei parametri di tabella La finestra di dialogo TABLE SETUP permette di impostare i parametri iniziali di una tabella. Dopo avere visualizzato la tabella, questa finestra di dialogo può inoltre essere utilizzata per modificare i parametri. Visualizzazione della finestra di dialogo TABLE SETUP Per visualizzare la finestra di dialogo TABLE SETUP, premere &. Dallo schermo delle tabelle, è inoltre possibile premere. Nota: la tabella inizia con tblstart; i valori precedenti possono tuttavia essere visualizzati mediante il tasto C. Parametro di impostazione Graph < - > Table Independent Descrizione Se Independent = AUTO e Graph < - > Table = OFF, questo parametro specifica il valore iniziale della variabile indipendente. Se Independent = AUTO e Graph < - > Table = OFF, questo parametro specifica il valore incrementale della variabile può essere sia positivo che negativo, ma non zero. Se Independent = AUTO: OFF la tabella si basa sui valori immessi per tblstart ON la tabella si basa sui valori della stessa variabile indipendente utilizzati per rappresentare graficamente le funzioni nello schermo dei grafici. Tali valori dipendono dalle variabili Window impostate in Window Editor (Capitolo 3) e dalle dimensioni dello schermo suddiviso (Capitolo 5). AUTO la TI-92 genera automaticamente una serie di valori per la variabile indipendente sulla base di e Graph < - > Table. ASK permette di costruire manualmente una tabella inserendo valori specifici per la variabile indipendente. 70 Capitolo 4: Tabelle

5 Parametri di impostazione Per generare: Graph < - > Table Independent Una tabella automatica sulla base di valori iniziali corrispondente allo schermo dei grafici valore valore OFF AUTO ON AUTO una tabella manuale ASK Il simbolo significa che qualsiasi valore immesso per questo parametro viene ignorato per il tipo di tabella indicato. Nel modo di rappresentazione grafica SEQUENCE (Capitolo 13), utilizzare numeri interi per tblstart Modifica dei parametri di impostazione Dalla finestra di dialogo TABLE SETUP: 1. mediante i tasti D e C evidenziare il valore o l impostazione che si desidera modificare; 2. specificare il nuovo valore o la nuova impostazione. Suggerimento: per annullare un menu oppure per uscire da una finestra di dialogo senza salvare eventuali modifiche apportate, premere N invece di. Per cambiare: tblstart Graph < - > Table oppure Independent Azione: Digitare il nuovo valore; quello esistente viene cancellato quando si inserisce quello nuovo; oppure premere A o B per eliminare l evidenziazione, quindi modificare il valore esistente. Premere A o B per visualizzare un menu delle impostazioni valide, quindi: spostare il cursore in modo da evidenziare l impostazione e premere ; oppure premere il numero corrispondente all impostazione desiderata. 3. Dopo avere modificato i valori o le impostazioni desiderati, premere per salvare le modifiche e chiudere la finestra di dialogo. Dallo schermo base o da un programma I parametri della tabella possono essere impostati dallo schermo base o da un programma. È possibile: memorizzare i valori direttamente nelle variabili di sistema tblstart Fare riferimento a Memorizzazione e richiamo di valori di variabili nel Capitolo 2; impostare Graph < - > Table e Independent mediante la funzione settable. Per ulteriori informazioni in proposito, fare riferimento all Appendice A. Capitolo 4: Tabelle 71

6 Visualizzazione di una tabella in modo automatico Se Independent = AUTO nella finestra di dialogo TABLE SETUP, viene automaticamente generata una tabella quando si visualizza il corrispondente schermo. Se Graph < - > Table = ON, la tabella fornisce le coppie dei valori di tracciamento dallo schermo dei grafici. Se Graph < - > Table = OFF, la tabella si basa sui valori immessi per tblstart Informazioni preliminari Definire e selezionare le funzioni desiderate in Y= Editor ( #). In questo esempio viene utilizzata la funzione y1(x) = xò ì x/3. Immettere quindi i parametri iniziali di tabella ( &). Visualizzazione dello schermo delle tabelle Per visualizzare lo schermo delle tabelle, premere ' o O 5. Il cursore inizialmente visualizza la cella contenente il valore iniziale della variabile indipendente. Il cursore può essere spostato su qualsiasi cella che contiene un valore. Nella prima colonna sono riportati i valori della variabile indipendente. Nelle altre colonne sono contenuti i valori delle funzioni selezionate in Y= Editor. Suggerimento: premendo C o 2 C è possibile fare scorrere i valori che precedono quello iniziale. L'intestazione della riga riporta i nomi della variabile indipendente (x) e le funzioni selezionate (y1). Nella riga di introduzione è contenuto il valore completo della cella evidenziata. Per spostare il cursore: Di una cella per volta Di una pagina per volta Premere: D, C, B o A 2 e poi D, C, B o A La riga di intestazione e la prima colonna sono fisse e non è possibile farle scorrere sullo schermo. I nomi delle variabili e delle funzioni sono sempre visibili nella parte superiore dello schermo, anche quando si fa scorrere la parte visualizzata verso l alto o verso il basso. I valori della variabile indipendente sono sempre visibili sulla parte sinistra dello schermo, anche quando si fa scorrere la parte visualizzata verso destra o verso sinistra. 72 Capitolo 4: Tabelle

7 Cambiamento della larghezza della cella Nota: la larghezza delle celle impostata di default è 6. La larghezza della cella determina il numero massimo di cifre e di simboli che possono essere visualizzati al suo interno (virgola decimale, segno meno e simbolo í per la notazione scientifica). Tutte le celle di una tabella hanno uguali dimensioni. Per modificare la larghezza della cella dallo schermo delle tabelle: 1. premere F oppure ƒ 9; 2. premere B oppure A per visualizzare il menu delle larghezze valide (3 12); 3. posizionare il cursore in modo da evidenziare un numero e premere. Per i numeri ad una sola cifra, è possibile digitare il numero corrispondente e premere ; 4. premere per chiudere la finestra di dialogo e aggiornare la tabella. Visualizzazione dei numeri in una cella Nota: se una funzione non è definita per un particolare valore, nella cella viene visualizzato undef. Suggerimento: 3 permette di impostare i modi di visualizzazione. Per quanto possibile, i numeri vengono riprodotti secondo i modi di visualizzazione correntemente impostati (Display Digits, Exponential Format, ecc.). Se necessario, un numero può essere arrotondato. Tuttavia: se la grandezza di un numero eccede la larghezza della cella, il numero viene arrotondato e visualizzato in notazione scientifica; se le dimensioni della cella sono troppo piccole per visualizzare anche la notazione scientifica, viene riprodotto.... L impostazione di default è Display Digits = FLOAT 6. Con questa impostazione di modo, vengono visualizzate fino a sei cifre del numero, anche se la larghezza della cella potrebbe contenerne altre. Le altre impostazioni influenzano analogamente la visualizzazione dei numeri. Suggerimento: nella riga di introduzione viene visualizzato completamente il numero contenuto nella cella evidenziata. Se la larghezza della cella è: Visualizzazione completa ë ë1.2e5 ë ë Eë E E E E19 ë eë ë1.2eë200 ë1.2346eë200 Nota: a seconda delle impostazioni del modo di visualizzazione, alcuni valori non sono visualizzati in modo completo anche quando la cella è sufficientemente grande. Capitolo 4: Tabelle 73

8 Visualizzazione di una tabella in modo automatico (continua) Numeri complessi In una cella viene visualizzata una parte di un numero complesso (conformemente ai modi di visualizzazione correnti) seguita da... alla fine della porzione riportata. Se si evidenzia una cella contenente un numero complesso, nella riga di introduzione sono riportate la parte reale ed immaginaria fino ad un massimo di quattro cifre ciascuna (FLOAT 4). Modifica di una funzione selezionata Suggerimento: questa procedura permette di visualizzare una funzione senza dovere uscire dalla tabella. Suggerimento: per annullare eventuali modifiche e riportare il cursore nella tabella, premere N invece di. Da una tabella è possibile modificare una funzione selezionata senza dovere utilizzare Y= Editor. 1. Posizionare il cursore su una cella della colonna contenente la funzione desiderata. Nella riga dell intestazione della tabella sono riportati i nomi della funzione (y1, ecc.). 2. Premere per posizionare il cursore sulla riga di introduzione, dove la funzione viene visualizzata ed evidenziata. 3. Apportare le modifiche necessarie. Digitare la nuova funzione. La vecchia funzione viene cancellata quando si inserisce quella nuova; oppure premere M per annullare la funzione precedente, quindi digitare quella nuova; oppure premere A o B per eliminare l evidenziazione, quindi modificare la funzione. 4. Premere per salvare la funzione modificata ed aggiornare la tabella. La funzione viene memorizzata anche in Y= Editor. Cambiamento dei parametri di impostazione Dopo avere generato una tabella in maniera automatica, se necessario è possibile cambiare i parametri di impostazione. Premere oppure & per visualizzare la finestra di dialogo TABLE SETUP, quindi apportare le modifiche secondo la procedura descritta alle pagine 70 e Capitolo 4: Tabelle

9 Costruzione di una tabella in maniera manuale (Ask) Se Independent = ASK nella finestra di dialogo TABLE SETUP, la TI-92 permette di realizzare una tabella in maniera manuale, immettendo valori specifici per la variabile indipendente. Visualizzazione dello schermo delle tabelle Per visualizzare lo schermo delle tabelle, premere ' oppure O 5. Se prima della visualizzazione di una tabella sono state definite le seguenti impostazioni Independent = ASK (con &), viene riprodotta una tabella vuota. Il cursore evidenzia la prima cella della colonna della variabile indipendente. Nella riga dell'intestazione sono visualizzati i nomi della variabile indipendente (x) e le funzioni selezionate (y1). Immettere un valore in questa posizione. Se invece viene visualizzata una tabella in maniera automatica e successivamente si modifica l impostazione Independent = ASK, la tabella continua a visualizzare gli stessi valori. Tuttavia non è possibile vedere altri valori facendo scorrere il contenuto dello schermo verso l alto o verso il basso. Immissione o modifica del valore di una variabile indipendente Suggerimento: per inserire un nuovo valore in una cella, non è necessario premere, ma è sufficiente iniziare a digitarlo. È possibile inserire un valore solamente nella colonna 1 (variabile indipendente). 1. Posizionare il cursore in modo da evidenziare la cella che si desidera immettere o modificare. Se si incomincia da una tabella vuota, i valori possono essere inseriti solamente in celle consecutive (riga 1, riga 2, ecc.). Non è possibile saltare una cella (riga 1, riga 3). È possibile modificare i valori eventualmente contenuti nelle celle della colonna Premere per posizionare il cursore sulla riga di introduzione. 3. Digitare il nuovo valore o la nuova espressione, oppure modificare i valori esistenti. 4. Premere per riportare il valore nella tabella ed aggiornare i valori della funzione corrispondenti. Il cursore si riposiziona sulla cella nella quale è stata effettuata un immissione. Il tasto D permette di passare alla riga successiva. Nota: in questo esempio è possibile spostare il cursore sulla colonna 2, ma i valori possono essere inseriti solo nella colonna 1. Immettere i valori in qualsiasi ordine numerico. Immettere in questa posizione un nuovo valore. Visualizza il valore completo della cella evidenziata. Capitolo 4: Tabelle 75

10 Costruzione di una tabella in maniera manuale (Ask) (continua) Introduzione di una lista nella colonna della variabile indipendente Nota: gli eventuali valori esistenti contenuti nella colonna della variabile indipendente vengono visualizzati come una lista (che può essere modificata). 1. Posizionare il cursore in modo da evidenziare una cella nella colonna della variabile indipendente. 2. Premere per posizionare il cursore sulla riga di introduzione. 3. Digitare una serie di valori, racchiusi tra parentesi { } e separati mediante virgole. Per esempio: x={1,1.5,1.75,2} È inoltre possibile inserire una variabile di lista o un espressione il cui risultato venga visualizzato come una lista. 4. Premere per riportare i valori nella colonna della variabile indipendente. La tabella viene aggiornata e visualizza i valori della funzione corrispondente. Procedure per aggiungere, cancellare o vuotare il contenuto delle righe Per: Inserire una nuova riga sopra ad una riga specificata Cancellare una riga Vuotare l intera tabella (ma non le funzioni Y= selezionate) Azione: Evidenziare una cella nella riga specificata e premere ˆ. La nuova riga è non definita (undef) fino a quando l utente non vi inserisce un valore per la variabile indipendente. Evidenziare una cella nella riga e premere. Se si evidenzia una cella nella colonna della variabile indipendente, è inoltre possibile premere 0. Premere ƒ 8. Quando viene visualizzato un prompt di conferma, premere. Larghezza della cella e formati di visualizzazione La visualizzazione dei numeri in una tabella dipende da numerosi fattori. Per ulteriori informazioni in proposito, fare riferimento a Cambiamento della larghezza della cella e Visualizzazione dei numeri in una cella a pagina 73. Dallo schermo base o da un programma La variabile di sistema tblznput contiene un elenco di tutti i valori delle variabili indipendenti inseriti nella tabella, compresi quelli che non sono correntemente visualizzati. Tale variabile tblznput viene inoltre utilizzata per la realizzazione di tabelle in maniera automatica, ma contiene solamente i valori della variabile indipendente correntemente visualizzati. Prima di visualizzare una tabella, è possibile memorizzare una lista di valori direttamente nella variabile di sistema tblznput. 76 Capitolo 4: Tabelle

Capitolo Tavola e grafico

Capitolo Tavola e grafico Capitolo Il menu di tavola e grafico consente di generare delle tavole numeriche dalle funzioni presenti in memoria. È possibile usare anche più funzioni per generare delle tavole. Poiché tavola e grafico

Dettagli

Data/Matrix Editor. Il Capitolo 16 descrive le modalità di esecuzione e rappresentazione di calcoli e grafici statistici con Data/Matrix Editor.

Data/Matrix Editor. Il Capitolo 16 descrive le modalità di esecuzione e rappresentazione di calcoli e grafici statistici con Data/Matrix Editor. Data/Matrix Editor Capitolo 15: 15 Anteprima di Data/Matrix Editor... 238 Panoramica sulle variabili di lista, matrice e dati... 239 Avvio di una sessione in Data/Matrix Editor... 241 Introduzione e visualizzazione

Dettagli

3.6.1 Inserimento. Si apre la finestra di dialogo Inserisci Tabella:

3.6.1 Inserimento. Si apre la finestra di dialogo Inserisci Tabella: 3.6.1 Inserimento Per decidere dove collocare una tabella è necessario spostare il cursore nella posizione desiderata. Per inserire una tabella esistono diversi modi di procedere: Menù Tabella Inserisci

Dettagli

CORSO DI INFORMATICA GENERALE. Università degli Studi di Bergamo

CORSO DI INFORMATICA GENERALE. Università degli Studi di Bergamo CORSO DI INFORMATICA GENERALE Università degli Studi di Bergamo Microsoft Excel E un software applicativo per la gestione dei fogli di calcolo. E un programma che consente la gestione e l organizzazione

Dettagli

(b) - Creazione del layout delle pagine nella vista Layout

(b) - Creazione del layout delle pagine nella vista Layout (b) - Creazione del layout delle pagine nella vista Layout La vista Layout di Dreamweaver semplifica l utilizzo delle tabelle per il layout delle pagine. Nella vista Layout, è possibile progettare le pagine

Dettagli

9In questa sezione. Ordinare e filtrare i dati. Dopo aver aggiunto dati ai fogli di lavoro, potresti voler

9In questa sezione. Ordinare e filtrare i dati. Dopo aver aggiunto dati ai fogli di lavoro, potresti voler 9In questa sezione Ordinare e filtrare i dati Ordinare i dati del foglio di lavoro Creare un elenco personalizzato Filtrare rapidamente i dati con Filtro automatico Creare un filtro avanzato Convalidare

Dettagli

Imparare a utilizzare le formule e le funzioni

Imparare a utilizzare le formule e le funzioni Imparare a utilizzare le formule e le funzioni Eseguire calcoli, di tipo semplice o complesso, può essere un'attività noiosa e che richiede tempo. È possibile semplificare le operazioni di calcolo mediante

Dettagli

U.T.E FOGLIO ELETTRONICO. Università della Terza Età. Sede di Novate Milanese. Corso Informatica Approfondimento. Docente: Giovanni Pozzi

U.T.E FOGLIO ELETTRONICO. Università della Terza Età. Sede di Novate Milanese. Corso Informatica Approfondimento. Docente: Giovanni Pozzi U.T.E Università della Terza Età Sede di Novate Milanese Corso Informatica Approfondimento FOGLIO ELETTRONICO Docente: Giovanni Pozzi FOGLIO ELETTRONICO MS-Excel E un programma che permette di effettuare:

Dettagli

U.T.E Università della Terza Età

U.T.E Università della Terza Età U.T.E Università della Terza Età Sede di Novate Milanese Corso Informatica Approfondimento FOGLIO ELETTRONICO Docente: Giovanni Pozzi FOGLIO ELETTRONICO MS-Excel E un programma che permette di effettuare:

Dettagli

Appunti di Excel per risolvere alcuni problemi di matematica (I parte) a.a

Appunti di Excel per risolvere alcuni problemi di matematica (I parte) a.a Appunti di Excel per risolvere alcuni problemi di matematica (I parte) a.a. 2001-2002 Daniela Favaretto* favaret@unive.it Stefania Funari* funari@unive.it *Dipartimento di Matematica Applicata Università

Dettagli

Excel avanzato. Certificazione Microsoft. Excel: le basi. 1.1 Excel: le basi NUMBER TITLE

Excel avanzato. Certificazione Microsoft. Excel: le basi. 1.1 Excel: le basi NUMBER TITLE Excel avanzato Certificazione Microsoft Excel: le basi 1.1 Excel: le basi Fogli elettronici: generalità e struttura (1) Un foglio di lavoro è una griglia costituita da celle (intersezione righe - colonne)

Dettagli

Inserire un nuovo foglio

Inserire un nuovo foglio Excel Base- Lezione 2 Inserire un nuovo foglio 1. Nella parte inferiore della finestra di lavoro sulla sinistra, fare clic sulla linguetta del foglio, a sinistra del quale se ne desidera aggiungere uno

Dettagli

Grafici e Pagina web

Grafici e Pagina web Grafici e Pagina web Grafici Un grafico utilizza i valori contenuti in un foglio di lavoro per creare una rappresentazione grafica delle relazioni esistenti tra loro. Quando si crea un grafico ogni riga

Dettagli

LA FORMATTAZIONE Impostare la pagina, i paragrafi e il corpo del testo

LA FORMATTAZIONE Impostare la pagina, i paragrafi e il corpo del testo LA FORMATTAZIONE Impostare la pagina, i paragrafi e il corpo del testo Prima di apprestarsi alla stesura del documento è opportuno definire alcune impostazioni riguardanti la struttura della pagina, dei

Dettagli

Insert > Object > Chart

Insert > Object > Chart Grafici Calc mette a disposizione un Wizard per creare diagrammi o grafici dai dati del foglio di calcolo (Insert > Object > Chart oppure icona in standard toolbar) Dopo che il grafico è stato creato come

Dettagli

Microsoft Excel. Nozioni di base

Microsoft Excel. Nozioni di base Microsoft Excel Nozioni di base Introduzione Cos è Excel? Excel è uno spreadsheet: Consente di effettuare calcoli e analisi sui dati, e rappresentare graficamente le informazioni in vari tipi di diagrammi.

Dettagli

Grafici. 1 Generazione di grafici a partire da un foglio elettronico

Grafici. 1 Generazione di grafici a partire da un foglio elettronico Grafici In questa parte analizzeremo le funzionalità relative ai grafici. In particolare: 1. Generazione di grafici a partire da un foglio elettronico 2. Modifica di un grafico 1 Generazione di grafici

Dettagli

Definire una chiave primaria. Microsoft Access. Definire una chiave primaria. Definire una chiave primaria. Definire una chiave primaria

Definire una chiave primaria. Microsoft Access. Definire una chiave primaria. Definire una chiave primaria. Definire una chiave primaria Microsoft Access Chiavi, struttura delle tabelle 1. Portare la tabella in Visualizzazione struttura Selezionare la tabella sulla quale si desidera intervenire nella finestra del database Poi: Fare clic

Dettagli

Access 2007 Colonna di ricerca

Access 2007 Colonna di ricerca Pagina 1 di 7 Lezioni on line -> Gestire i dati Access 2007 Colonna di ricerca Quando si riempiono i campi dei record che formano una tabella, può essere utile e comodo poter scegliere, in un elenco dei

Dettagli

Introduzione a PowerPoint

Introduzione a PowerPoint Introduzione a PowerPoint PowerPoint è una potente applicazione per la creazione di presentazioni, ma per utilizzarla nel modo più efficace è necessario innanzitutto comprenderne gli elementi di base.

Dettagli

Introduzione a Excel

Introduzione a Excel Introduzione a Excel Excel è un potente foglio di calcolo e un'applicazione per l'analisi dei dati. Per utilizzarla nel modo più efficace è necessario innanzitutto comprenderne gli elementi di base. Questa

Dettagli

Database Modulo 6 CREAZIONE DI MASCHERE

Database Modulo 6 CREAZIONE DI MASCHERE Database Modulo 6 CREAZIONE DI MASCHERE!1 Per la gestione dei dati strutturati è possibile utilizzare diverse modalità di visualizzazione. Si è analizzata sinora una rappresentazione di tabella (foglio

Dettagli

L INTERFACCIA GRAFICA DI EXCEL

L INTERFACCIA GRAFICA DI EXCEL Dopo l avvio del foglio elettronico apparirà un interfaccia grafica nella quale verrà aperta una nuova cartella di lavoro alla quale il PC assegnerà automaticamente il nome provvisorio di Cartel1. La cartella

Dettagli

Disegno delle carpenterie di piano

Disegno delle carpenterie di piano Capitolo 15 Disegno delle carpenterie di piano Questo capitolo presenta una panoramica dei comandi e delle procedure per la generazione degli esecutivi delle carpenterie di piano. Verranno affrontati i

Dettagli

Un grafico utilizza i valori contenuti in un foglio di lavoro per creare una rappresentazione grafica delle relazioni esistenti tra loro;

Un grafico utilizza i valori contenuti in un foglio di lavoro per creare una rappresentazione grafica delle relazioni esistenti tra loro; EXCEL Modulo 3 I Grafici Grafici Un grafico utilizza i valori contenuti in un foglio di lavoro per creare una rappresentazione grafica delle relazioni esistenti tra loro; Quando si crea un grafico ogni

Dettagli

Excel. Il foglio di lavoro. Il foglio di lavoro Questa viene univocamente individuata dalle sue coordinate Es. F9

Excel. Il foglio di lavoro. Il foglio di lavoro Questa viene univocamente individuata dalle sue coordinate Es. F9 Excel Un foglio di calcolo o foglio elettronico è un programma formato da: un insieme di righe e di colonne visualizzate sullo schermo in una finestra scorrevole in cui è possibile disporre testi, valori,

Dettagli

DEFINIZIONI SMART E RELATIVE ESERCITAZIONI

DEFINIZIONI SMART E RELATIVE ESERCITAZIONI DEFINIZIONI SMART E RELATIVE ESERCITAZIONI A B C D E 1 2 3 4 5 6 7 8 9 MODULO 3 Creazione e gestione di fogli di calcolo MODULO 3 CREAZIONE E GESTIONE DI FOGLI DI CALCOLO Gli elementi fondamentali del

Dettagli

Excel. I fogli di calcolo Le funzioni base Gli strumenti. 1

Excel. I fogli di calcolo Le funzioni base Gli strumenti.  1 Excel I fogli di calcolo Le funzioni base Gli strumenti www.vincenzocalabro.it 1 I fogli di calcolo Utilizzando questo programma possiamo costruire fogli di calcolo più o meno complessi che ci consento

Dettagli

Istruzioni per l uso Siemens Gigaset A510IP

Istruzioni per l uso Siemens Gigaset A510IP Istruzioni per l uso Siemens Gigaset A510IP 1. Viva voce... 2 2. Messa in attesa (funzione hold)...2 3. Disattivare il microfono (funzione mute)...2 4. Trasferimento di chiamata... 2 5. Conferenza (massimo

Dettagli

Prima di iniziare. La presente Guida contiene istruzioni su come configurare e utilizzare il ricevitore BeoCom 2 con una base BeoLine.

Prima di iniziare. La presente Guida contiene istruzioni su come configurare e utilizzare il ricevitore BeoCom 2 con una base BeoLine. BeoCom 2 Guida Prima di iniziare La presente Guida contiene istruzioni su come configurare e utilizzare il ricevitore BeoCom 2 con una base BeoLine. Il ricevitore può essere utilizzato anche con altre

Dettagli

Uso del pannello operatore

Uso del pannello operatore Questa sezione fornisce informazioni sul pannello operatore della stampante, sulla modifica delle impostazioni e sui menu del pannello operatore. È possibile modificare la maggior parte delle impostazioni

Dettagli

per immagini guida avanzata Modificare numeri e date Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini Excel

per immagini guida avanzata Modificare numeri e date Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini Excel Modificare numeri e date Geometra Luigi Amato Guida Avanzata per immagini Excel 2000 1 Questi formati applicano l impostazione predefinita per ciascuno dei formati. È importante notare che, indipendentemente

Dettagli

Microsoft Excel consente di impostare diversi livelli di protezione per controllare gli utenti che possono accedere ai dati di Excel e modificarli.

Microsoft Excel consente di impostare diversi livelli di protezione per controllare gli utenti che possono accedere ai dati di Excel e modificarli. Microsoft Excel consente di impostare diversi livelli di protezione per controllare gli utenti che possono accedere ai dati di Excel e modificarli. Per una protezione ottimale, si consiglia di impostare

Dettagli

DMX LIGHTPLAYER Introduzione...2 Libreria DMX...3 Programmazione dei canali...7 Creazione di uno show...11

DMX LIGHTPLAYER Introduzione...2 Libreria DMX...3 Programmazione dei canali...7 Creazione di uno show...11 DMX LIGHTPLAYER Introduzione...2 Libreria DMX...3 Programmazione dei canali...7 Creazione di uno show...11 Introduzione Il software DMX LightPlayer è semplice da utilizzare. Possibilità di importare un

Dettagli

EXCEL software Excel .xlxs, La cella intestazione della colonna intestazione di righe l indirizzo della cella testo numeri formule

EXCEL software Excel .xlxs, La cella intestazione della colonna intestazione di righe l indirizzo della cella testo numeri formule EXCEL Il software Excel appartiene alla categoria dei fogli elettronici. Ogni foglio è composto da 1.048.576 righe per 16.384 colonne suddivise in celle che è possibile collegare tra loro: in tal modo

Dettagli

Manuale Stampe Registro elettronico SOGI

Manuale Stampe Registro elettronico SOGI Manuale Stampe Registro elettronico SOGI Visualizza stampa In questa sezione del registro è possibile visualizzare in formato per la stampa tutte le informazioni che contiene il registro elettronico suddivise

Dettagli

Operazioni preliminari: creare una cartella in Documenti

Operazioni preliminari: creare una cartella in Documenti Operazioni preliminari: creare una cartella in Documenti 1. Fare clic in successione su Start (cerchio con il logo Microsoft in basso a sinistra), Documenti. 2. Cliccare su Nuova cartella comparirà una

Dettagli

Università degli studi di Verona. Corso di Informatica di Base. Lezione 4 - Parte 2. Rifinitura di un documento

Università degli studi di Verona. Corso di Informatica di Base. Lezione 4 - Parte 2. Rifinitura di un documento Università degli studi di Verona Corso di Informatica di Base Lezione 4 - Parte 2 Rifinitura di un documento In questa seconda parte vedremo le principali rifiniture di un documento. In particolare: 1.

Dettagli

Proprietà delle potenze

Proprietà delle potenze Proprietà delle potenze Questo passo a passo ti aiuterà a costruire un foglio elettronico sulle proprietà delle potenze. Inserendo in determinate celle valori scelti a caso, relativi a basi ed esponenti,

Dettagli

Formazione a Supporto dell Inserimento Lavorativo. Elementi di Word avanzato. Docente Franchini Gloria

Formazione a Supporto dell Inserimento Lavorativo. Elementi di Word avanzato. Docente Franchini Gloria Formazione a Supporto dell Inserimento Lavorativo Elementi di Word avanzato Docente Franchini Gloria Impostare i punti di tabulazione Sul righello sono impostati vari punti di Tabulazione. Esistono cinque

Dettagli

Informatica. Tecnico Superiore per la grafica, la multicanalità, gli strumenti e i sistemi di Comunicazione PROVA DI SELEZIONE

Informatica. Tecnico Superiore per la grafica, la multicanalità, gli strumenti e i sistemi di Comunicazione PROVA DI SELEZIONE Tecnico Superiore per la grafica, la multicanalità, gli strumenti e i sistemi di omunicazione PROV DI SELEZIONE Informatica ognome e nome del candidato: he tipo di barra ha un foglio di calcolo, che un

Dettagli

Avviate Specifi dall icona presente sul vostro Desktop.

Avviate Specifi dall icona presente sul vostro Desktop. Avviate Specifi dall icona presente sul vostro Desktop. Nota: Se state utilizzando una versione dimostrativa, una volta caricato il programma, un messaggio vi comunicherà i giorni rimanenti del periodo

Dettagli

Ordina e filtra elenchi

Ordina e filtra elenchi Ordina e filtra elenchi Excel è un ottimo "divoranumeri", ma si dimostra uno strumento validissimo per creare e gestire elenchi. È possibile raccogliere in un elenco qualsiasi cosa, dagli indirizzi di

Dettagli

PER SALVARE UN FILE FILE - SALVA CON NOME SCEGLIERE: 1) il nome da dare al file. 2) la posizione in cui salvare: documenti, desktop, penna usb, etc.

PER SALVARE UN FILE FILE - SALVA CON NOME SCEGLIERE: 1) il nome da dare al file. 2) la posizione in cui salvare: documenti, desktop, penna usb, etc. PER SALVARE UN FILE FILE - SALVA CON NOME SCEGLIERE: 1) il nome da dare al file 2) la posizione in cui salvare: documenti, desktop, penna usb, etc. 3) il tipo file: documento word (.docx), word 97-2003

Dettagli

Microsoft Excel Nozioni di base

Microsoft Excel Nozioni di base Corso di Introduzione all Informatica Microsoft Excel Nozioni di base Esercitatore: Francesco Folino Introduzione Cos è Excel? Excel è uno spreadsheet: Consente di effettuare calcoli e analisi sui dati,

Dettagli

Word 2007 - Esercizio 2 - Parigi 1. Aprire il programma di elaborazione testi.

Word 2007 - Esercizio 2 - Parigi 1. Aprire il programma di elaborazione testi. Word 2007 - Esercizio 2 - Parigi 1. Aprire il programma di elaborazione testi. 1. Avviare il PC( se leggi questo file è già avviato ) 2. Dal Desktop di Windows cliccare con il pulsante sinistro del mouse

Dettagli

Automatizzare le attività con le macro di Visual Basic

Automatizzare le attività con le macro di Visual Basic Automatizzare le attività con le macro di Visual Basic Se non si ha esperienza con le macro, non c'è da preoccuparsi. Una macro è semplicemente un insieme registrato di sequenze di tasti e di istruzioni,

Dettagli

Formattare il testo con gli stili

Formattare il testo con gli stili Formattare il testo con gli stili Capita spesso di dover applicare ripetutamente la stessa formattazione, o anche modificare il colore, le dimensioni e il tipo di carattere, per dare risalto a un testo.

Dettagli

Utente Autorizzato:SHN Sistemi di Arcangelo De Cerca nella Guida. Altro in Office.com: download immagini modelli

Utente Autorizzato:SHN Sistemi di Arcangelo De Cerca nella Guida. Altro in Office.com: download immagini modelli Pagina 1 di 7 Home page Excel 2010 Cerca nella Guida Altro in Office.com: download immagini modelli Funzione TESTO In questo articolo vengono illustrati la sintassi delle formule e l'utilizzo della funzione

Dettagli

Stampa ed eliminazione dei processi in attesa

Stampa ed eliminazione dei processi in attesa Quando si invia un processo alla stampante, nel driver è possibile specificare che si desidera memorizzare il processo. Al momento della stampa, è necessario utilizzare i menu del pannello operatore della

Dettagli

Capitolo 2. Figura 21. Inserimento dati

Capitolo 2. Figura 21. Inserimento dati Capitolo 2 INSERIMENTO DI DATI In ogni cella del foglio di lavoro è possibile inserire dati che possono essere di tipo testuale o numerico, oppure è possibile inserire formule le quali hanno la caratteristica

Dettagli

Guida rapida Supercordless

Guida rapida Supercordless Guida rapida Supercordless Vodafone Power to you Indice Indice Introduzione 3 Panoramica del telefono 4 Gestione delle chiamate 6 Effettuare una chiamata 6 Risposta o rifiuto di una chiamata 6 Trasferimento

Dettagli

Calcolare con il computer: Excel. Saro Alioto 1

Calcolare con il computer: Excel. Saro Alioto 1 Calcolare con il computer: Excel Saro Alioto 1 Excel è un programma che trasforma il vostro computer in un foglio a quadretti. In altri termini con Excel potrete fare calcoli, tabelle, grafici, ecc...

Dettagli

Obiettivi del corso. Ordinare in ordine crescente o gli elementi sullo schermo

Obiettivi del corso. Ordinare in ordine crescente o gli elementi sullo schermo ECDL Excel 2000 Obiettivi del corso Avviare e chiudere Excel e riconoscere Ordinare in ordine crescente o gli elementi sullo schermo decrescente i dati in un elenco Utilizzare la Guida in linea Creare

Dettagli

Introduzione a Data Studio

Introduzione a Data Studio Introduzione a Data Studio Istallazione dei sensori PASSPORT 2 Avvio data studio 4 Preparazione per raccolta dati 5 Quali dati rappresentare 6 Come cancellare i dati 7 Ottimizzare la reppresentazione 8

Dettagli

Marziana Monfardini 2004-2005 lezioni di word

Marziana Monfardini 2004-2005 lezioni di word 1 2 3 4 5 TABUlAZIONI, RIENTRI, ELENCHI...IN BREVE PER IMPOSTARE UNA TABULAZIONE... Posizionarsi nella riga in cui si vuole inserire una tabulazione. Selezionare il tipo di tabulazione desiderato sul pulsante

Dettagli

1 INTRODUZIONE ALL INTERFACCIA

1 INTRODUZIONE ALL INTERFACCIA SOMMARIO INIZIARE 1 Informazioni su questo libro................................ 1 Prerequisiti................................................. 1 Installare il programma.....................................

Dettagli

Esercitazione n 2. Costruzione di grafici

Esercitazione n 2. Costruzione di grafici Esercitazione n 2 Costruzione di grafici I grafici I grafici sono rappresentazione di dati numerici e/o di funzioni. Devono facilitare all utente la visualizzazione e la comprensione dei numeri e del fenomeno

Dettagli

CORSO DI FORMAZIONE DOCENTI DELLE SCUOLE PUBBLICHE A GESTIONE PRIVATA ECDL, LA PATENTE EUROPEA PER L USO DEL COMPUTER GUIDA SINTETICA

CORSO DI FORMAZIONE DOCENTI DELLE SCUOLE PUBBLICHE A GESTIONE PRIVATA ECDL, LA PATENTE EUROPEA PER L USO DEL COMPUTER GUIDA SINTETICA M ECDL ECDL, LA PATENTE EUROPEA PER L USO DEL COMPUTER LA POSTA ELETTRONICA Parte Generale GUIDA SINTETICA 1 - Primi passi Aprire il programma di posta elettronica Outlook Express Aprire la cassetta delle

Dettagli

Utilizzo di Fiery WebSpooler

Utilizzo di Fiery WebSpooler 20 Utilizzo di Fiery WebSpooler Fiery WebSpooler duplica molte delle funzioni e delle caratteristiche di Command WorkStation. WebSpooler consente di controllare e gestire i lavori da più piattaforme su

Dettagli

Ma cominciamo a vedere questo programma un pò più da vicino:

Ma cominciamo a vedere questo programma un pò più da vicino: Introduzione all uso di excel (Nicola Basile) In un corso di prima informatizzazione, è abbastanza complicato, spiegare che cosa è Excel, si potrebbe dire è un foglio elettronico, o foglio di calcolo (in

Dettagli

La finestra principale di lavoro

La finestra principale di lavoro Capitolo 3 La finestra principale di lavoro Questo capitolo presenta una panoramica dei comandi e delle finestre contenute nella finestra di lavoro principale. La descrizione approfondita delle funzioni

Dettagli

Excel Base- Lezione 3. Barbara Pocobelli Estav Nord Ovest. Il comando Trova

Excel Base- Lezione 3. Barbara Pocobelli Estav Nord Ovest. Il comando Trova Excel Base- Lezione 3 Il comando Trova 1. Fare clic su Modifica nella Barra dei menu. 2. Fare clic su Trova. Appare una finestra con una casella in cui digitare il valore da ricercare. Viene digitato il

Dettagli

Informatica d ufficio

Informatica d ufficio Informatica d ufficio Anno Accademico 2008/2009 Lezione N 3 Microsoft Word - prima parte Microsoft Word E un Word processor,cioè un programma che consente di creare e modificare documenti. Prevede numerose

Dettagli

Sommario. A proposito di A colpo d occhio 1. Novità e miglioramenti 5. Introduzione a Excel Ringraziamenti... xi Autore...

Sommario. A proposito di A colpo d occhio 1. Novità e miglioramenti 5. Introduzione a Excel Ringraziamenti... xi Autore... Sommario Ringraziamenti............................................ xi Autore................................................. xiii 1 2 3 A proposito di A colpo d occhio 1 Niente computerese!.....................................

Dettagli

Un grafico utilizza i valori contenuti in un foglio di lavoro per creare una rappresentazione grafica delle relazioni esistenti tra loro;

Un grafico utilizza i valori contenuti in un foglio di lavoro per creare una rappresentazione grafica delle relazioni esistenti tra loro; EXCEL Modulo 3 Grafici Un grafico utilizza i valori contenuti in un foglio di lavoro per creare una rappresentazione grafica delle relazioni esistenti tra loro; Quando si crea un grafico ogni riga o ogni

Dettagli

TAVOLE DI SVILUPPO DI KUNO BELLER

TAVOLE DI SVILUPPO DI KUNO BELLER TAVOLE DI SVILUPPO DI KUNO BELLER Sommario 1. Accesso al programma... 2 2. Gestione anagrafiche... 3 2.1 Anagrafica nido... 3 2.2 Anagrafica educatrici... 4 2.3 Anagrafica bimbi... 4 2.4 Gestione ruoli...

Dettagli

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto

2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto 2014 Electronics For Imaging. Per questo prodotto, il trattamento delle informazioni contenute nella presente pubblicazione è regolato da quanto previsto in Avvisi legali. 23 giugno 2014 Indice 3 Indice...5

Dettagli

Progetto NoiPA per la gestione giuridicoeconomica del personale delle Aziende e degli Enti del Servizio Sanitario della Regione Lazio

Progetto NoiPA per la gestione giuridicoeconomica del personale delle Aziende e degli Enti del Servizio Sanitario della Regione Lazio Progetto NoiPA per la gestione giuridicoeconomica del personale delle Aziende e degli Enti del Servizio Sanitario della Regione Lazio Pillola operativa Presenze Rilevazione timbrature Versione 1.1 del

Dettagli

Excel 1. Informatica per le applicazioni economiche A.A. 2011/2012. Prof.ssa Bice Cavallo

Excel 1. Informatica per le applicazioni economiche A.A. 2011/2012. Prof.ssa Bice Cavallo Excel 1 Informatica per le applicazioni economiche A.A. 2011/2012 Prof.ssa Bice Cavallo Argomenti della lezione Formule Uso dei riferimenti Funzioni Funzioni condizionali e di ricerca Argomenti della lezione

Dettagli

Utilizzo delle Maschere in Microsoft Access

Utilizzo delle Maschere in Microsoft Access Utilizzo delle Maschere in Microsoft Access Uso delle maschere Permettono di definire delle interfacce grafiche per la gestione dei dati del database Permettono di realizzare delle piccole applicazioni

Dettagli

Formule e funzioni. Manuale d uso

Formule e funzioni. Manuale d uso EXCEL Modulo 2 Formule e funzioni Manuale d uso Formule (1/2) Le formule sono necessarie per eseguire calcoli e utilizzano i valori presenti nelle celle di un foglio di lavoro. Una formula inizia col segno

Dettagli

Fogli di Calcolo. Corso di Informatica. Fogli di Calcolo. Fogli di Calcolo. Corso di Laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali

Fogli di Calcolo. Corso di Informatica. Fogli di Calcolo. Fogli di Calcolo. Corso di Laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali Corso di Laurea in Conservazione e Restauro dei Beni Culturali Corso di Informatica Gianluca Torta Dipartimento di Informatica Tel: 011 670 6782 Mail: torta@di.unito.it Fogli di Calcolo il termine spreadsheet

Dettagli

Grazie per aver acquistato un cronometro a intervalli GYMBOSS minimax.

Grazie per aver acquistato un cronometro a intervalli GYMBOSS minimax. www.gymboss.com Grazie per aver acquistato un cronometro a intervalli GYMBOSS minimax. *** Rimuovere la pellicola protettiva dal lato anteriore del cronometro. Accensione Premere qualsiasi pulsante. Spegnimento

Dettagli

CORSO ACCESS PARTE IV

CORSO ACCESS PARTE IV Creazione di un database / gestione tabelle Per creare un nuovo database Menu File Selezionare Nuovo Scegliere Database vuoto nella scheda Generale e confermare con Ok Impostare il nome e il percorso nella

Dettagli

Introduzione Excel 2010

Introduzione Excel 2010 3 Introduzione a Excel 200 In questo capitolo: Esplorare la finestra del programma Excel Avviare Excel Trovare e aprire cartelle di lavoro esistenti Utilizzare le proprietà dei file Creare una nuova cartella

Dettagli

Excel 2. Informatica per le applicazioni economiche A.A. 2011/2012. Prof.ssa Bice Cavallo

Excel 2. Informatica per le applicazioni economiche A.A. 2011/2012. Prof.ssa Bice Cavallo Excel 2 Informatica per le applicazioni economiche A.A. 2011/2012 Prof.ssa Bice Cavallo Argomenti della lezione Grafici Sicurezza della cartella di lavoro Argomenti della lezione Grafici Sicurezza della

Dettagli

Tabelle. Verdi A. Bianchi B. Rossi C. 12/02 Trasferta a Milano. Corso in sede. Riunione Ispettori a Milano Riunione in sede.

Tabelle. Verdi A. Bianchi B. Rossi C. 12/02 Trasferta a Milano. Corso in sede. Riunione Ispettori a Milano Riunione in sede. 1 Tabelle Una tabella è una griglia composta da righe e colonne: l intersezione fra una riga e una colonna si chiama cella ed è un elemento di testo indipendente che può avere un proprio formato. Spesso,

Dettagli

Fiat Group Purchasing Supplier Quality SQP Manuale Utente Versione 1, Novembre 2008

Fiat Group Purchasing Supplier Quality SQP Manuale Utente Versione 1, Novembre 2008 SQP Riferimenti fornitore Versione 1, Novembre 2008 Indice argomenti 1. Versione documento... 2 2. Cosa si intende per Riferimento Fornitore... 3 3. Configurazione dei ruoli aziendali... 4 4. Ruoli aziendali

Dettagli

Stampa ed eliminazione dei processi in attesa Come riconoscere gli errori di formattazione Verifica della stampa Posposizione della stampa

Stampa ed eliminazione dei processi in attesa Come riconoscere gli errori di formattazione Verifica della stampa Posposizione della stampa Quando si invia un processo in stampa, nel driver è possibile specificare un'opzione che consente di posporre la stampa del processo e di memorizzarlo nella stampante. Quando si intende stampare un processo,

Dettagli

3.5.1 PREPARAZ1ONE I documenti che si possono creare con la stampa unione sono: lettere, messaggi di posta elettronica, o etichette.

3.5.1 PREPARAZ1ONE I documenti che si possono creare con la stampa unione sono: lettere, messaggi di posta elettronica, o etichette. 3.5 STAMPA UNIONE Le funzioni della stampa unione (o stampa in serie) permettono di collegare un documento principale con un elenco di nominativi e indirizzi, creando così tanti esemplari uguali nel contenuto,

Dettagli

Manuale Piattaforma Spending Review

Manuale Piattaforma Spending Review Manuale Piattaforma Spending Review Sommario Sommario... 1 1. PREMESSA... 3 2. ACCESSO ALLA PIATTAFORMA... 3 3. INSERIMENTO CONTRATTI... 4 Ricerca Fornitore/Voci di Costo... 5 Ricerca CIG... 6 Selezione

Dettagli

Foglio di calcolo con OpenOffice Calc III

Foglio di calcolo con OpenOffice Calc III Foglio di calcolo con OpenOffice Calc III 1. Scrittura di formule con Autocomposizione Funzione 2. Tabelle Pivot per l'analisi dei dati 1. Scrittura di formule con Autocomposizione Funzione Somme di cifre

Dettagli

Raccolta e memorizzazione dei dati immessi nei moduli dai visitatori

Raccolta e memorizzazione dei dati immessi nei moduli dai visitatori Raccolta e memorizzazione dei dati immessi nei moduli dai visitatori Raccolta e memorizzazione dei dati immessi nei moduli dai visitatori Per impostazione predefinita, i risultati dei moduli vengono salvati

Dettagli

La Back Office Console consente di costruire lo scheletro degli schema.

La Back Office Console consente di costruire lo scheletro degli schema. BACK OFFICE CONSOLE 1.1 Introduzione 3 1.2 Creazione di uno Schema 4 1.2.1 Struttura dello Schema 5 1.2.2 Caratteristiche dei campi 6 1.2.3 Traduzioni 8 1.3 Ricerca degli schema 8 1.4 Gestione delle Categorie

Dettagli

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTFree. 3. Descrizione generale del programma

1. Introduzione. 2. Installazione di WinEMTFree. 3. Descrizione generale del programma Indice 1. Introduzione...3 2. Installazione di WinEMTFree...3 3. Descrizione generale del programma...3 4. Impostazione dei parametri di connessione...4 5. Interrogazione dei contatori...4 5.1 Sincronizzazione

Dettagli

Cosa sono le maschere

Cosa sono le maschere Prof. Emanuele Papotto Cosa sono le maschere La maschera è un oggetto di database che viene realizzato per mostrare, modificare e immettere i record in modo più chiaro rispetto alla visualizzazione foglio

Dettagli

Sistema di Valutazione (SIV) Prima fase del processo di valutazione dei Dirigenti Scolastici

Sistema di Valutazione (SIV) Prima fase del processo di valutazione dei Dirigenti Scolastici Sistema di Valutazione (SIV) Prima fase del processo di valutazione dei Dirigenti Scolastici La presente nota si compone di due sezioni: 1 - Operazioni obbligatorie ad inizio del biennio di valutazione

Dettagli

PRIMI PASSI CON UN DATABASE

PRIMI PASSI CON UN DATABASE Basi di dati PRIMI PASSI CON UN DATABASE Definizione di database Per database si intende un insieme di informazioni catalogate ed organizzate. Il tipo di database più diffuso è quello relazionale, composto

Dettagli

Funzioni Principali dell APP ENTR

Funzioni Principali dell APP ENTR Funzioni Principali dell APP ENTR 1. Impostare il proprietario 2. Trovare la serratura 3. Chiudere/Riaprire 4. Menù 5. Aggiungere un utente 6. Gestione dell utente 7. Ottenere la chiave 8. Cancellare una

Dettagli

Modifica delle impostazioni della stampante 1

Modifica delle impostazioni della stampante 1 Modifica delle impostazioni della stampante 1 Molte impostazioni della stampante possono essere modificate tramite l'applicazione software utilizzata, il driver per stampante Lexmark, il pannello operatore

Dettagli

Creare una tabella di pivot

Creare una tabella di pivot Creare una tabella di pivot Importiamo in un foglio di Excel una tabella di dati, di grandi dimensioni, per esempio dal sito www.istat.it/it quella relativa al Consumo di energia per i comuni capoluogo

Dettagli

LE MASCHERE. Maschera standard. Maschera semplice. Questa maschera però non consente di nascondere alcuni campi e visualizza i record uno ad uno.

LE MASCHERE. Maschera standard. Maschera semplice. Questa maschera però non consente di nascondere alcuni campi e visualizza i record uno ad uno. LE MASCHERE Inserire i dati direttamente in tabella non è agevole. Questa operazione normalmente viene svolta utilizzando le maschere. I vantaggi offerti dalle maschere sono: Aspetto grafico più accattivante

Dettagli

Corso di informatica avanzato. 2 Videoscrittura II

Corso di informatica avanzato. 2 Videoscrittura II Corso di informatica avanzato 2 Videoscrittura II 1. Importare fogli Excel o altri oggetti 2. Tabulazione 3. Realizzazione di un volantino con suddivisione in colonne 4. Copia formato 5. Unione di documenti

Dettagli

Analisi dei dati con Excel

Analisi dei dati con Excel Analisi dei dati con Excel memo I primi rudimenti Operazioni base Elementi caratteristici di excel sono: la barra delle formule con la casella nome ed il bottone inserisci funzione, nonché righe, colonne

Dettagli

C3 IL DBMS MICROSOFT ACCESS

C3 IL DBMS MICROSOFT ACCESS C3 IL DBMS MICROSOFT ACCESS 1 GERARCHIE OBBLIGATORIE Nella progettazione di una base di dati abbiamo moltissimi gradi di libertà ma anche alcune regole rigide che siamo costretti a rispettare. Il primo

Dettagli

Windows. La prima realizzazione di un ambiente grafico si deve alla Apple (1984) per il suo Macintosh. La gestione dei file conserva la logica del DOS

Windows. La prima realizzazione di un ambiente grafico si deve alla Apple (1984) per il suo Macintosh. La gestione dei file conserva la logica del DOS Windows La prima realizzazione di un ambiente grafico si deve alla Apple (1984) per il suo Macintosh La gestione dei file conserva la logica del DOS Funzionalità di un S.O. Gestione dei file Gestione dei

Dettagli

Indice. Ricerca richiesta d offerta. Risultati della ricerca Navigazione Stati

Indice. Ricerca richiesta d offerta. Risultati della ricerca Navigazione Stati Indice Ricerca richiesta d offerta Risultati della ricerca Navigazione Stati Dettaglio richiesta d offerta Codice materiale cliente Note di posizione Aggiungi al carrello 1 di 8 Ricerca richiesta d offerta

Dettagli

Infor LN [GUIDA INFOR LN] [GUIDA INFOR LN] Baltur S.p.A. Rev /2013. Guida all utilizzo del Gestionale Infor LN per le Agenzie Baltur

Infor LN [GUIDA INFOR LN] [GUIDA INFOR LN] Baltur S.p.A. Rev /2013. Guida all utilizzo del Gestionale Infor LN per le Agenzie Baltur Infor LN [GUIDA INFOR LN] Baltur S.p.A. Rev. 1.0-10/2013 [GUIDA INFOR LN] Guida all utilizzo del Gestionale Infor LN per le Agenzie Baltur Baltur S.p.A. Informazioni di base 1 Indice Informazioni di base...

Dettagli

Microsoft Word. Apertura MS Word

Microsoft Word. Apertura MS Word Microsoft Word Corso presso la scuola G. Carducci E. Tramontana word 1 Apertura MS Word Avviare tramite Avvio>Programmi>Microsoft Office>Microsoft Word Oppure Cliccare sull icona sul desktop MS Word è

Dettagli