GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno"

Transcript

1 GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione di un oggetto Selezione e cancellazione delle celle Inserimento da tastiera fisica Inserimento da tastiera virtuale Immissione per ripetizione, riferimenti statici e riferimenti dinamici Immissione manuale dei comandi Tecniche di calcolo simbolico Operazioni con i polinomi Scomposizione di polinomi Risoluzione di equazioni e disequazioni algebriche Risoluzione di equazioni esponenziali o logaritmiche Risoluzione di sistemi di equazioni Calcoli con le matrici Manipolazione di espressioni goniometriche Risoluzione di equazioni goniometriche Calcoli con successioni e progressioni Calcolo dei limiti Calcolo delle derivate Risoluzione di un equazione differenziale Calcolo degli integrali Statistica e probabilità GeoGebra è un software libero con installazione sotto licenza Creative Commons

2 2 / 16 La Vista CAS L ambiente di lavoro CAS è l acronimo di Computer Algebra System: si chiama così un software, professionale o semiprofessionale, che permette l elaborazione di espressioni matematiche numeriche o simboliche. Dalla versione 4.2 del programma, GeoGebra presenta le funzionalità tipiche di un computer algebra system dentro una vista specifica, la Vista CAS. È possibile tenere aperta solo tale vista, per operare su nuove espressioni da inserire, o tenere affiancate alla Vista CAS la Vista Algebra e/o la Vista Grafica, tipicamente per eseguire calcoli su oggetti già presenti in GeoGebra o per visualizzare la rappresentazione grafica dei calcoli eseguiti nel CAS. Il layout della Vista CAS è piuttosto semplice. È presente una barra dei menu (quella di GeoGebra presente anche nelle altre viste), una barra degli strumenti e, al di sotto di questa, una barra di stile che permette la formattazione (colore, grassetto, corsivo) delle espressioni. L area di lavoro è invece suddivisa in celle numerate, che vengono create automaticamente man mano che si rendono necessarie. Barra dei menu Barra degli strumenti CAS Barra di stile Cella numerata La barra degli strumenti contiene 10 strumenti o icone (oltre ai soliti pulsanti Annulla e Ripristina): Calcola Numerico Mantieni inserimento Fattorizza Espandi Sostituisci Risolvi Derivata Risolvi numericamente Elimina oggetto

3 3 / 16 Le celle Durante la sessione di lavoro, il contenuto delle celle risulta distribuito su due righe: nella riga superiore vi è l immissione dell espressione su cui lavorare, in formato lineare; nella riga inferiore è presentato l output risultante dall operazione eseguita su di essa. Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione di un oggetto Un pallino pieno o vuoto sotto al numero d ordine della cella indica che l espressione contenuta nella cella è visualizzabile come oggetto anche nella Vista Grafica e/o nella Vista Algebra. Perché sia visualizzabile, l espressione deve essere assegnata, il che avviene mediante l uso del simbolo := tra la variabile e l espressione che la definisce. L assegnazione avviene automaticamente allorché si fa clic sul pallino vuoto. Per esempio, durante la risoluzione di un sistema di secondo grado è possibile visualizzare i grafici delle funzioni aventi le equazioni che compongono il sistema: Selezione e cancellazione delle celle Durante le sessioni di lavoro è necessario selezionare e rimuovere intere celle. La prima operazione viene effettuata facendo clic sull area numerata della prima cella da selezionare e trascinando il puntatore sulle successive, se l intervallo è costituito da celle consecutive; altrimenti si può fare Ctrl+clic sulle aree numerate delle celle da selezionare, indipendentemente dal fatto che siano o meno consecutive. Un clic al di fuori dell area numerata opera la deselezione. Anche per la cancellazione di una cella (ossia la rimozione dell intero contenuto; le celle vengono comunque sempre rinumerate automaticamente in una sequenza continua) vi sono due opzioni: dopo aver selezionato la/e cella/e si può fare clic sullo strumento Elimina oggetto, oppure premere il tasto Canc sulla tastiera.

4 4 / 16 Inserimento da tastiera fisica Come in tutti i CAS, l inserimento delle espressioni avviene da tastiera in modalità lineare ; per esempio: per inserire un esponente si digita ^ e poi l esponente; per inserire un deponente si digita _ e poi il pedice; si utilizzano le parentesi per risolvere le ambiguità, come nella scrittura di somme al denominatore; si usano solo parentesi tonde (le quadre e le graffe sono riservate alla sintassi dei comandi). Diversamente da quanto avviene nella tradizionale barra di inserimento di GeoGebra, nella Vista CAS i prodotti tra espressioni vanno indicati sempre con l asterisco: si scriverà quindi x*y e non xy, mentre si potrà tranquillamente scrivere 2x. Chi non è familiare con questa modalità di inserimento può trarre giovamento dall uso del comando Mantieni inserimento, facendo clic sul quale la formula digitata viene riscritta in forma professionale senza eseguire su di essa alcuna operazione (lo stesso risultato si ottiene premendo Alt+Invio); ciò consente di verificare il corretto inserimento. Eventuali correzioni sulla prima riga della cella vengono aggiornate nella stessa cella ripetendo il comando. Inserimento da tastiera virtuale La Vista CAS offre un ausilio per l inserimento di operatori ed espressioni: la tastiera virtuale, che si apre facendo clic sull icona a destra nella barra di stile (la collocazione non è felice). Si aprirà così una finestra che di default è trasparente; per modificarne l opacità occorre operare nella finestra Preferenze di GeoGebra, che si apre con il comando da menu Opzioni Avanzate. La visualizzazione di default riporta i simboli più comuni; per visualizzarne altri si deve fare clic sul pulsante con l icona della tastiera interno alla tastiera virtuale stessa (evidenziato nella figura precedente). La visualizzazione completa dei simboli matematici si ottiene però con un ulteriore clic sul simbolo di integrale in questa seconda visualizzazione. Per uscire dalle visualizzazioni particolari si preme nuovamente sul pulsante premuto in precedenza, o su quello che riporta alla visualizzazione iniziale. Altre visualizzazioni si ottengono facendo clic sui pulsanti a destra di quello con l icona dell integrale: si ottengono così, per esempio, i pulsanti per le lettere greche.

5 5 / 16 Immissione per ripetizione, riferimenti statici e riferimenti dinamici Una delle funzionalità più comode della Vista CAS è quella che consente di reimmettere in una cella il contenuto della cella precedente. Per reimmettere automaticamente l espressione nella riga superiore della cella precedente (cioè per ripetere l input) si preme il tasto uguale =. Per reimmettere l output (riga inferiore) della cella precedente si preme la barra spaziatrice. Per reimmettere l output della cella precedente, ma tra parentesi, si preme il tasto parentesi chiusa ). Per ottenere l immissione del risultato di una cella qualunque si può semplicemente fare clic sull espressione desiderata. Se occorre fare riferimento al risultato (output) di un altra cella, si può usare (come nei fogli elettronici) un riferimento statico o uno dinamico. Il riferimento statico, che si ottiene digitando # seguito dal numero della cella, produce un inserimento che non viene aggiornato qualora venga modificata la cella richiamata. Per far sì che vi sia aggiornamento automatico, occorre impostare un riferimento dinamico, digitando $ al posto del cancelletto. Immissione manuale dei comandi La maggior parte dei comandi non sono accessibili direttamente dalla barra degli strumenti: occorre digitarli da linea di comando, ossia inserire manualmente l operatore e gli argomenti, secondo una precisa sintassi, che coincide spesso con quella già utilizzabile nella barra di inserimento di GeoGebra. L elenco completo dei comandi specifici della Vista CAS è consultabile all indirizzo: Spesso è sufficiente ricordare il nome di un determinato comando, poiché la sintassi viene suggerita con apposito tooltip da GeoGebra non appena si inizia a digitare le prime lettere del comando: Selezionando la sintassi del comando desiderato gli argomenti vengono evidenziati uno a uno, e ci si sposta da uno all altro con i tasti Freccia o con Tab. Quando si lavora con i comandi manuali è possibile operare velocemente su un espressione già presente in altra cella: basta digitare le iniziali del comando, selezionare la sintassi desiderata e premere Invio; a questo punto, per sostituire gli argomenti segnaposto con l espressione già presente è sufficiente selezionare con un clic quest ultima, a segnaposto evidenziato.

6 6 / 16 Tecniche di calcolo simbolico Operazioni con i polinomi Le operazioni tra polinomi vengono svolte nella Vista CAS di GeoGebra in maniera analoga alla risoluzione delle espressioni numeriche. Immettiamo nella cella un espressione in cui compaiono tutte le operazioni tra polinomi. Nella seguente figura, dopo l inserimento, abbiamo fatto clic su Mantieni inserimento (si può in alternativa premere Alt+Invio) per verificare il corretto inserimento in linea, quindi abbiamo replicato l output nella cella 2. Per ottenere in output la semplificazione dell espressione è sufficiente a questo punto premere Invio o fare clic su Espandi: Scomposizione di polinomi Per la fattorizzazione di un polinomio è disponibile l apposito strumento Fattorizza; è sufficiente fare clic su di esso per ottenere in output la fattorizzazione del polinomio inserito nella cella, se tale fattorizzazione esiste:

7 7 / 16 Risoluzione di equazioni e disequazioni algebriche Per la risoluzione delle equazioni algebriche (teoricamente di qualsiasi grado, in pratica la potenza di calcolo del CAS di GeoGebra è limitata e qualche volta si può ottenere un messaggio di interruzione del calcolo stesso, se si chiede la soluzione esatta) è disponibile nella barra degli strumenti l icona Risolvi, per la risoluzione esatta, oppure l icona Risolvi numericamente, per ottenere la soluzione numerica eventualmente approssimata. La procedura per le equazioni, al solito, prevede l inserimento dell equazione nella cella e un clic su uno dei due strumenti, a scelta. Nella seguente finestra la cella 1 riporta la soluzione esatta, la cella 2 quella numerica approssimata dell equazione impostata. (GeoGebra calcola con questa procedura solo le soluzioni reali, non quelle complesse, per trovare le quali si deve utilizzare il comando RisolviC[equazione].) Per le disequazioni la procedura è identica. Le soluzioni costituite dall unione di due o più intervalli verranno fornite in output nella forma visibile nella seguente figura, cioè senza uso dei connettivi logici: Risoluzione di equazioni esponenziali o logaritmiche La tecnica di risoluzione delle equazioni e disequazioni esponenziali o logaritmiche non differisce da quella per le equazioni e le disequazioni algebriche. Di seguito segnaliamo alcuni suggerimenti per ottenere una scrittura corretta delle espressioni.

8 8 / 16 Esponenziali La costante e di Nepero si scrive utilizzando la tastiera virtuale; per scrivere e x si può digitare exp(x). Logaritmi Il logaritmo naturale di x, oltre che con ln(x), si ottiene con log(x). Il logaritmo in base 10 di x si ottiene con lg(x). In generale, il logaritmo in base a di f(x) si ottiene con log(a,f(x)). Risoluzione di sistemi di equazioni Per richiedere a GeoGebra CAS la risoluzione di un sistema di equazioni, si inseriscono le singole equazioni in celle separate, quindi si selezionano (facendo clic con il tasto Ctrl premuto o trascinando il puntatore) tali celle e si fa clic sullo strumento Risolvi (o Risolvi numericamente). La soluzione verrà proposta nella cella successiva; come si può notare nella seguente figura, in questo modo le due equazioni nelle celle 1 e 2 vengono prelevate con riferimenti dinamici (simbolo $ davanti al numero di cella) perciò, se si dovesse modificare una delle equazioni, la soluzione del sistema verrebbe aggiornata automaticamente.

9 9 / 16 Calcoli con le matrici È possibile eseguire nella Vista CAS tutte le usuali operazioni con le matrici. Una matrice viene costruita inserendo entro una coppia esterna di parentesi graffe le righe della matrice, separate da una virgola; le righe, a loro volta, vanno scritte digitando gli elementi della riga entro parentesi graffe, separati da una virgola. Per esempio, per ottenere la matrice [ a b ] si dovrà scrivere {{a,b},{c,d}}. c d Presentiamo un esempio di calcolo matriciale previa assegnazione di due matrici quadrate 2 2, A e B: A = [ ] B = [ ] Per l assegnazione facciamo ricorso al simbolo :=, come nella figura seguente: Le operazioni di addizione, sottrazione, moltiplicazione per scalare, moltiplicazione tra matrici possono ora venire impostate in maniera simbolica, scrivendo nella cella l operazione da eseguire su A e B:

10 10 / 16 Per calcolare il determinante di una matrice, per esempio quello della matrice A, si deve invece ricorrere al comando: Determinante[matrice] Se il determinante è diverso da zero, possiamo calcolare anche l inversa della matrice, con il comando: Inversa[matrice] mentre per ottenere la matrice trasposta il comando da utilizzare è Trasposta[matrice]. Manipolazione di espressioni goniometriche Esistono tre comandi manuali utilizzabili per la manipolazione delle espressioni goniometriche; le loro sintassi sono: 1. TrigSemplifica[Espressione] 2. TrigCombina[Espressione] 3. TrigEspandi[Espressione]

11 11 / Il primo comando, come dice il nome, semplifica l espressione immessa come argomento, purché la variabile sia x (al momento della stesura di questo documento, con la versione di GeoGebra, il comando non funziona se si usano altre variabili). Si tenga presente che gli argomenti delle funzioni goniometriche vanno sempre indicati fra parentesi. Per esempio, sull espressione 5 cos 2 x + sin2 2x+cos( 4x) 1 opera come segue: sin 2 x 2. Il secondo comando opera come le formule di Werner, trasformando il prodotto di due espressioni goniometriche in una somma di espressioni goniometriche di opportuno argomento. Per esempio, sul prodotto cos 3x sin 5x opera come segue: 3. Il terzo comando opera come le formule di addizione e sottrazione, trasformando un espressione goniometrica in cui compaiono come argomenti delle funzioni le somme o le differenze di due angoli in un espressione equivalente in cui compaiono funzioni goniometriche di un angolo solo. Per esempio, sull espressione sin(x + y) + cos(x + y) +sin(x y) cos(x y) opera come segue:

12 12 / 16 Risoluzione di equazioni goniometriche La soluzione di un equazione goniometrica si richiede con lo stesso procedimento valido per le equazioni algebriche. La soluzione verrà fornita in radianti, generalmente non in forma sintetica qualora questa forma sia possibile. Per esempio, la risoluzione dell equazione sin x = 0 è illustrata nella seguente figura: Calcoli con successioni e progressioni Nella Vista CAS è possibile ottenere la scrittura per elencazione dei primi termini di una successione, a partire dal termine generale. Per fare ciò occorre utilizzare il comando: Successione[espressione, indice, valore_iniziale, valore_finale] seguito da Invio o da un clic su Calcola, dove espressione è il termine generale, che conterrà un indice variabile compreso fra un valore_iniziale e un valore_finale. Per esempio, i primi 5 termini della successione di termine generale a n = n 2 3n 2, con n 1, sono determinati con l istruzione illustrata nella seguente figura: È facile a questo punto calcolare, per esempio, la somma dei primi termini ottenuti; richiediamo, digitando ) in una nuova cella, la riscrittura tra parentesi del risultato, e applichiamo manualmente all output il comando Somma:

13 13 / 16 È possibile utilizzare il comando Successione anche per le progressioni aritmetiche, ricordando la formula che fornisce il termine generale di una progressione aritmetica nota la ragione della progressione: a n = a 1 + (n 1)d. Per esempio, se vogliamo determinare i primi 20 termini della progressione aritmetica di ragione 3 e primo termine 5 possiamo impostare i calcoli come nella seguente figura: Analogamente, si può ottenere l elencazione dei primi termini di una progressione geometrica ricordando che il termine generale è dato da a n = a 1 q n 1, dove q è la ragione della progressione. Per esempio, i primi 12 termini della progressione geometrica di primo termine 0,25 e ragione 2 sono:

14 14 / 16 Calcolo dei limiti Anche per i limiti, nella Vista CAS di GeoGebra si deve ricorrere a un comando manuale, la cui sintassi è: Limite[espressione, variabile, valore] dove espressione è l espressione analitica della funzione di una variabile e valore è il valore reale cui tende la variabile. È possibile evitare di scrivere esplicitamente la variabile. Per esempio, per calcolare il limite lim x2 2x si imposta il seguente comando: x 2 x 3 x 6 È possibile anche richiedere il calcolo dei limiti destro e sinistro; in questo caso il comando prende il nome di LimiteDestro e LimiteSinistro rispettivamente. Calcolo delle derivate Il comando per il calcolo della derivata prima di una funzione di una variabile è accessibile dalla barra degli strumenti (strumento Derivata, il pulsante recante l icona della derivata parziale): Ci si deve ricordare, prima di fare clic sullo strumento Derivata, di selezionare la sola espressione analitica della funzione. Se si desidera invece ottenere la derivata di ordine 2, 3 ecc., si può utilizzare il comando (la cui sintassi non è presente nei tooltip): Derivata[espressione, variabile, ordine] dove evidentemente ordine indica l ordine della derivata richiesta.

15 15 / 16 Per esempio, la derivata seconda di y = x 3 è ottenuta come segue: Risoluzione di un equazione differenziale Nella Vista CAS è possibile impostare la risoluzione di un equazione differenziale del primo o del secondo ordine (EDO). Il comando, manuale anche questa volta, ha la seguente sintassi: RisolviEDO[equazione] dove in equazione la derivata prima e la derivata seconda vanno indicate rispettivamente con le notazioni y e y. Per esempio, applicando il comando all equazione y = 2y + e 3x si ottiene: Per ulteriori opzioni relative al comando si rimanda alla Guida di GeoGebra. Calcolo degli integrali Anche il comando Integrale per il calcolo dell integrale indefinito è accessibile direttamente nella barra degli strumenti: è sufficiente aprire il menu dello strumento Derivata (la cui icona è presentata di default all apertura di una nuova sessione). Per esempio, per calcolare x2 1 x dx scriviamo l espressione analitica della funzione integranda, quindi facciamo clic sullo strumento Integrale e premiamo Invio:

16 16 / 16 Per ottenere il calcolo di un integrale definito, invece, è necessario digitare il comando manuale: Integrale[funzione, variabile, valore_iniziale, valore_finale] dove variabile è un parametro, facoltativo se non vi sono ambiguità, che indica la variabile di integrazione, mentre valore_iniziale e valore_finale sono rispettivamente l estremo inferiore e l estremo superiore dell integrale. Statistica e probabilità Tutti i comandi per calcoli numerici e simbolici necessari in statistica e probabilità messi a disposizione da GeoGebra CAS sono da digitare manualmente. L elenco completo e le sintassi da utilizzare sono consultabili alle pagine: per la statistica; per la probabilità.

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole

Guida rapida. Cos è GeoGebra? Notizie in pillole Guida rapida Cos è GeoGebra? Un pacchetto completo di software di matematica dinamica Dedicato all apprendimento e all insegnamento a qualsiasi livello scolastico Riunisce geometria, algebra, tabelle,

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati.

WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. WINDOWS - Comandi rapidi da tastiera più utilizzati. La prima colonna indica il tasto da premere singolarmente e poi rilasciare. La seconda e terza colonna rappresenta la combinazione dei i tasti da premere

Dettagli

Non tutto, ma un po di tutto

Non tutto, ma un po di tutto ALFREDO MANGIA Non tutto, ma un po di tutto Nozioni fondamentali per conoscere e usare un foglio di calcolo. Corso di alfabetizzazione all informatica Settembre 2004 SCUOLA MEDIA GARIBALDI Genzano di Roma

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

Raccolta di Esercizi di Matematica. Capitolo 8 : Modalità CAS (Computer Algebra S ystem)

Raccolta di Esercizi di Matematica. Capitolo 8 : Modalità CAS (Computer Algebra S ystem) Raccolta di Esercizi di Matematica Capitolo 8 : Modalità CAS (Computer Algebra S ystem) Contenuti: 8-1. L ordine Algebrico delle Operazioni 8-2. Problemi sulle Percentuali 8-3. Le Forme Standard e Point-Slope

Dettagli

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005

Appunti sugli Elaboratori di Testo. Introduzione. D. Gubiani. 19 Luglio 2005 Appunti sugli Elaboratori di Testo D. Gubiani Università degli Studi G.D Annunzio di Chieti-Pescara 19 Luglio 2005 1 Cos è un elaboratore di testo? 2 3 Cos è un elaboratore di testo? Cos è un elaboratore

Dettagli

Corso di Analisi Matematica. Polinomi e serie di Taylor

Corso di Analisi Matematica. Polinomi e serie di Taylor a.a. 2013/14 Laurea triennale in Informatica Corso di Analisi Matematica Polinomi e serie di Taylor Avvertenza Questi sono appunti informali delle lezioni, che vengono resi disponibili per comodità degli

Dettagli

I Grafici. La creazione di un grafico

I Grafici. La creazione di un grafico I Grafici I grafici servono per illustrare meglio un concetto o per visualizzare una situazione di fatto e pertanto la scelta del tipo di grafico assume notevole importanza. Creare grafici con Excel è

Dettagli

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE

IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE IMPOSTARE UNA MASCHERA CHE SI APRE AUTOMATICAMENTE Access permette di specificare una maschera che deve essere visualizzata automaticamente all'apertura di un file. Vediamo come creare una maschera di

Dettagli

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale

MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale MINI GUIDA SINTETICA per l uso della lavagna interattiva multimediale InterWrite SchoolBoard è un software per lavagna elettronica di facile utilizzo. Può essere adoperata anche da studenti diversamente

Dettagli

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM SPOSTARE un file o una sottodirectory da una directory ad un altra COPIARE un file o una directory da una directory all altra RINOMINARE un file o una directory CANCELLARE un file o una directory CREARE

Dettagli

Il concetto di valore medio in generale

Il concetto di valore medio in generale Il concetto di valore medio in generale Nella statistica descrittiva si distinguono solitamente due tipi di medie: - le medie analitiche, che soddisfano ad una condizione di invarianza e si calcolano tenendo

Dettagli

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8

Creare e ripristinare immagine di sistema con Windows 8 Creare e ripristinare immagine di con Windows 8 La versione Pro di Windows 8 offre un interessante strumento per il backup del computer: la possibilità di creare un immagine completa del, ovvero la copia

Dettagli

if t>=0 x=1; else x=0; end fornisce, nella variabile x, il valore della funzione gradino a tempi continui, calcolata in t.

if t>=0 x=1; else x=0; end fornisce, nella variabile x, il valore della funzione gradino a tempi continui, calcolata in t. Il programma MATLAB In queste pagine si introduce in maniera molto breve il programma di simulazione MAT- LAB (una abbreviazione di MATrix LABoratory). Introduzione MATLAB è un programma interattivo di

Dettagli

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC

LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC LA FINESTRA DI OPEN OFFICE CALC Barra di Formattazione Barra Standard Barra del Menu Intestazione di colonna Barra di Calcolo Contenuto della cella attiva Indirizzo della cella attiva Cella attiva Intestazione

Dettagli

Cos è Excel. Uno spreadsheet : un foglio elettronico. è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse

Cos è Excel. Uno spreadsheet : un foglio elettronico. è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse Cos è Excel Uno spreadsheet : un foglio elettronico è una lavagna di lavoro, suddivisa in celle, cosciente del contenuto delle celle stesse I dati contenuti nelle celle possono essere elaborati ponendo

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE

Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE Energy Studio Manager Manuale Utente USO DEL SOFTWARE 1 ANALYSIS.EXE IL PROGRAMMA: Una volta aperto il programma e visualizzato uno strumento il programma apparirà come nell esempio seguente: Il programma

Dettagli

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso

WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso. Struttura di un Documento Complesso Parte 5 Adv WORD (livello avanzato): Struttura di un Documento Complesso 1 di 30 Struttura di un Documento Complesso La realizzazione di un libro, di un documento tecnico o scientifico complesso, presenta

Dettagli

STUDIO DI UNA FUNZIONE

STUDIO DI UNA FUNZIONE STUDIO DI UNA FUNZIONE OBIETTIVO: Data l equazione Y = f(x) di una funzione a variabili reali (X R e Y R), studiare l andamento del suo grafico. PROCEDIMENTO 1. STUDIO DEL DOMINIO (CAMPO DI ESISTENZA)

Dettagli

REGEL - Registro Docenti

REGEL - Registro Docenti REGEL - Registro Docenti INFORMAZIONI GENERALI Con il Registro Docenti online vengono compiute dai Docenti tutte le operazioni di registrazione delle attività quotidiane, le medesime che si eseguono sul

Dettagli

Esercitazioni di Excel

Esercitazioni di Excel Esercitazioni di Excel A cura dei proff. A. Khaleghi ed A. Piergiovanni. Queste esercitazioni hanno lo scopo di permettere agli studenti di familiarizzare con alcuni comandi specifici di Excel, che sono

Dettagli

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1

con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 con software libero Modulo 4 Spreadsheets (Fogli elettronici) Pag. 1 Indice generale GUIDA A CALC 3.5... 3 1 Utilizzo dell'applicazione... 3 1.1 LAVORARE CON IL FOGLIO ELETTRONICO...3 1.2 MIGLIORARE LA

Dettagli

La finestra di Avvio di Excel

La finestra di Avvio di Excel Con Excel si possono fare molte cose, ma alla base di tutto c è il foglio di lavoro. Lavorare con Excel significa essenzialmente immettere numeri in un foglio di lavoro ed eseguire calcoli sui numeri immessi.

Dettagli

Lab. 1 - Introduzione a Matlab

Lab. 1 - Introduzione a Matlab Lab. 1 - Introduzione a Matlab Alcune informazioni su Matlab Matlab è uno strumento per il calcolo scientifico utilizzabile a più livelli, dalla calcolatrice tascabile, alla simulazione ed analisi di sistemi

Dettagli

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL Inserire una funzione dalla barra dei menu Clicca sulla scheda "Formule" e clicca su "Fx" (Inserisci Funzione). Dalla finestra di dialogo "Inserisci Funzione" clicca sulla categoria

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Verica di Matematica su dominio e segno di una funzione [COMPITO 1]

Verica di Matematica su dominio e segno di una funzione [COMPITO 1] Verica di Matematica su dominio e segno di una funzione [COMPITO 1] Esercizio 1. Determinare il dominio delle seguenti funzioni: 1. y = 16 x ;. y = e 1 x +4 + x + x + 1; 3. y = 10 x x 3 4x +3x; 4. y =

Dettagli

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A.

Amministrazione, finanza e marketing - Turismo Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca PROGRAMMAZIONE DISCIPLINARE PER U. di A. UdA n. 1 Titolo: Disequazioni algebriche Saper esprimere in linguaggio matematico disuguaglianze e disequazioni Risolvere problemi mediante l uso di disequazioni algebriche Le disequazioni I principi delle

Dettagli

Esponenziali elogaritmi

Esponenziali elogaritmi Esponenziali elogaritmi Potenze ad esponente reale Ricordiamo che per un qualsiasi numero razionale m n prendere n>0) si pone a m n = n a m (in cui si può sempre a patto che a sia un numero reale positivo.

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI TORINO WORD WORD SOMMARIO 1. Muoversi nel testo... 1 2. Taglia, copia e incolla... 2 3. Aprire, salvare e chiudere... 3 4. Trovare e sostituire... 4 5. Visualizzare in modi diversi... 6 6. Formattare e incolonnare...

Dettagli

+ / operatori di confronto (espressioni logiche/predicati) / + 5 3 9 = > < Pseudo codice. Pseudo codice

+ / operatori di confronto (espressioni logiche/predicati) / + 5 3 9 = > < Pseudo codice. Pseudo codice Pseudo codice Pseudo codice Paolo Bison Fondamenti di Informatica A.A. 2006/07 Università di Padova linguaggio testuale mix di linguaggio naturale ed elementi linguistici con sintassi ben definita e semantica

Dettagli

Funzione reale di variabile reale

Funzione reale di variabile reale Funzione reale di variabile reale Siano A e B due sottoinsiemi non vuoti di. Si chiama funzione reale di variabile reale, di A in B, una qualsiasi legge che faccia corrispondere, a ogni elemento A x A

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Lezione 1 Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Definizione di utente e di programmatore L utente è qualsiasi persona che usa il computer anche se non è in grado di programmarlo

Dettagli

Appunti sulle disequazioni

Appunti sulle disequazioni Premessa Istituto d Istruzione Superiore A. Tilgher Ercolano (Na) Appunti sulle disequazioni Questa breve trattazione non vuole costituire una guida completa ed esauriente sull argomento, ma vuole fornire

Dettagli

Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002

Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002 Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002 Tutti i tipi di dato utilizzati dal Matlab sono in forma di array. I vettori sono array monodimensionali, e così possono essere viste le serie temporali,

Dettagli

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10

Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Database Manager Guida utente DMAN-IT-01/09/10 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione

Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Boot Camp Guida all installazione e alla configurazione Indice 4 Introduzione 5 Cosa ti occorre 6 Panoramica dell installazione 6 Passo 1: verifica la presenza di aggiornamenti. 6 Passo 2: apri Assistente

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Analisi Matematica di circuiti elettrici

Analisi Matematica di circuiti elettrici Analisi Matematica di circuiti elettrici Eserciziario A cura del Prof. Marco Chirizzi 2011/2012 Cap.5 Numeri complessi 5.1 Definizione di numero complesso Si definisce numero complesso un numero scritto

Dettagli

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura

AMBIENTE DEV PASCAL. Dev-Pascal 1.9.2. Finestra di apertura Dev-Pascal 1.9.2 1 Dev-Pascal è un ambiente di sviluppo integrato per la programmazione in linguaggio Pascal sotto Windows prodotto dalla Bloodshed con licenza GNU e liberamente scaricabile al link http://www.bloodshed.net/dev/devpas192.exe

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Il simbolo. è è = = = In simboli: Sia un numero naturale diverso da zero, il radicale. Il radicale. esiste. esiste 0 Il radicale

Il simbolo. è è = = = In simboli: Sia un numero naturale diverso da zero, il radicale. Il radicale. esiste. esiste 0 Il radicale Radicali 1. Radice n-esima Terminologia Il simbolo è detto radicale. Il numero è detto radicando. Il numero è detto indice del radicale. Il numero è detto coefficiente del radicale. Definizione Sia un

Dettagli

4 FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMO

4 FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMO 4 FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMO 4.0. Esponenziale. Nella prima sezione abbiamo definito le potenze con esponente reale. Vediamo ora in dettaglio le proprietà della funzione esponenziale a,

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE

EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE EQUAZIONI E DISEQUAZIONI POLINOMIALI E COLLEGAMENTI CON LA GEOMETRIA ELEMENTARE 1. EQUAZIONI Definizione: un equazione è un uguaglianza tra due espressioni letterali (cioè in cui compaiono numeri, lettere

Dettagli

Siamo così arrivati all aritmetica modulare, ma anche a individuare alcuni aspetti di come funziona l aritmetica del calcolatore come vedremo.

Siamo così arrivati all aritmetica modulare, ma anche a individuare alcuni aspetti di come funziona l aritmetica del calcolatore come vedremo. DALLE PESATE ALL ARITMETICA FINITA IN BASE 2 Si è trovato, partendo da un problema concreto, che con la base 2, utilizzando alcune potenze della base, operando con solo addizioni, posso ottenere tutti

Dettagli

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25

Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT Ultimo aggiornamento.: 18/02/2006 Pagina 1 di 25 Introduzione al programma POWERPOINT 1 1 Introduzione al programma 3 2 La prima volta con Powerpoint 3 3 Visualizzazione

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3

MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 MANUALE Gest-L VERSIONE 3.2.3 Installazione GEST-L 4 Versione per Mac - Download da www.system-i.it 4 Versione per Mac - Download da Mac App Store 4 Versione per Windows 4 Prima apertura del programma

Dettagli

MANUALE DOS INTRODUZIONE

MANUALE DOS INTRODUZIONE MANUALE DOS INTRODUZIONE Il DOS è il vecchio sistema operativo, che fino a qualche anno fa era il più diffuso sui PC, prima dell avvento di Windows 95 e successori. Le caratteristiche principali di questo

Dettagli

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE

QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE QUARTA E QUINTA ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE - Matematica - Griglie di valutazione Materia: Matematica Obiettivi disciplinari Gli obiettivi indicati si riferiscono all intero percorso della classe quarta

Dettagli

Numeri naturali numeri naturali minore maggiore Operazioni con numeri naturali

Numeri naturali numeri naturali minore maggiore Operazioni con numeri naturali 1 Numeri naturali La successione di tutti i numeri del tipo: 0,1, 2, 3, 4,..., n,... forma l'insieme dei numeri naturali, che si indica con il simbolo N. Tale insieme si può disporre in maniera ordinata

Dettagli

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2004

ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 2004 ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO 004 Il candidato risolva uno dei due problemi e 5 dei 10 quesiti in cui si articola il questionario. PROBLEMA 1 Sia f la funzione definita da: f

Dettagli

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12

Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Form Designer Guida utente DOC-FD-UG-IT-01/01/12 Le informazioni contenute in questo manuale di documentazione non sono contrattuali e possono essere modificate senza preavviso. La fornitura del software

Dettagli

Guida ai servizi online della Provincia di Milano

Guida ai servizi online della Provincia di Milano Guida ai servizi online della Provincia di Milano - 1 - Il servizio CPI On line consente a tutti gli iscritti ai Centri per l impiego della Provincia di Milano di visualizzare, modificare e stampare alcune

Dettagli

Boot Camp Guida di installazione e configurazione

Boot Camp Guida di installazione e configurazione Boot Camp Guida di installazione e configurazione Indice 3 Introduzione 4 Panoramica dell'installazione 4 Passo 1: Verificare la presenza di aggiornamenti 4 Passo 2: Per preparare il Mac per Windows 4

Dettagli

Importazione dati da Excel

Importazione dati da Excel Nota Salvatempo Spesometro 4.3 19 MARZO 2015 Importazione dati da Excel In previsione della prossima scadenza dell'invio del Modello Polivalente (Spesometro scadenza aprile 2015), è stata implementata

Dettagli

IN BASSO NELLA FINESTRA C È LA BARRA DI DISEGNO. SE NON È VISIBILE, FARE CLIC SUL MENU IN ALTO: VISUALIZZA / BARRE DEGLI STRUMENTI / DISEGNO

IN BASSO NELLA FINESTRA C È LA BARRA DI DISEGNO. SE NON È VISIBILE, FARE CLIC SUL MENU IN ALTO: VISUALIZZA / BARRE DEGLI STRUMENTI / DISEGNO FARE UNA MAPPA CON OPENOFFICE IMPRESS START/PROGRAMMI APRIRE IMPRESS SCEGLIERE PRESENTAZIONE VUOTA. POI CLIC SU AVANTI E DI NUOVO SU AVANTI. QUANDO AVANTI NON COMPARE PIÙ, FARE CLIC SU CREA CHIUDERE LE

Dettagli

FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMICA

FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMICA FUNZIONE ESPONENZIALE E FUNZIONE LOGARITMICA DEFINIZIONE: Dato un numero reale a che sia a > 0 e a si definisce funzione esponenziale f(x) = a x la relazione che ad ogni valore di x associa uno e un solo

Dettagli

Parte 2. Determinante e matrice inversa

Parte 2. Determinante e matrice inversa Parte. Determinante e matrice inversa A. Savo Appunti del Corso di Geometria 013-14 Indice delle sezioni 1 Determinante di una matrice, 1 Teorema di Cramer (caso particolare), 3 3 Determinante di una matrice

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

Studio grafico-analitico delle funzioni reali a variabile reale

Studio grafico-analitico delle funzioni reali a variabile reale Studio grafico-analitico delle funzioni reali a variabile reale Sequenza dei passi Classificazione In pratica Classifica il tipo di funzione: Funzione razionale: intera / fratta Funzione irrazionale: intera

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto

Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Uso della Guida Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate Uso della Guida Uso della finestra Come fare per Uso di altre funzioni di supporto Informazioni sulle funzioni della Guida incorporate

Dettagli

APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI

APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI APPUNTI DI MATEMATICA LE FRAZIONI ALGEBRICHE ALESSANDRO BOCCONI Indice 1 Le frazioni algebriche 1.1 Il minimo comune multiplo e il Massimo Comun Divisore fra polinomi........ 1. Le frazioni algebriche....................................

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA

CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA CATTURARE LO SCHERMO INTERO O LA FINESTRA ATTIVA Supponiamo di voler eseguire una istantanea del nostro desktop, quella che in gergo si chiama Screenshot (da screen, schermo, e shot, scatto fotografico).

Dettagli

Dipartimento del Tesoro

Dipartimento del Tesoro Dipartimento del Tesoro POWER POINT AVANZATO Indice 1 PROGETTAZIONE DELL ASPETTO...3 1.2 VISUALIZZARE GLI SCHEMI...4 1.3 CONTROLLARE L ASPETTO DELLE DIAPOSITIVE CON GLI SCHEMI...5 1.4 SALVARE UN MODELLO...6

Dettagli

Limiti e forme indeterminate

Limiti e forme indeterminate Limiti e forme indeterminate Edizioni H ALPHA LORENZO ROI c Edizioni H ALPHA. Ottobre 04. H L immagine frattale di copertina rappresenta un particolare dell insieme di Mandelbrot centrato nel punto.5378303507,

Dettagli

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop...

INDICE Informazioni Generali... 4. Comprare ebook con Kobo Desktop... 8. Usare la Libreria di Kobo Desktop... 10. Leggere su Kobo Desktop... Kobo Desktop Manuale Utente INDICE Informazioni Generali... 4 Installare Kobo Desktop su Windows... 5 Installare Kobo Desktop su Mac... 6 Comprare ebook con Kobo Desktop... 8 Usare la Libreria di Kobo

Dettagli

CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1

CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1 1.1 Che cos è un algoritmo CAPITOLO PRIMO IL CONCETTO DI ALGORITMO 1 Gli algoritmi sono metodi per la soluzione di problemi. Possiamo caratterizzare un problema mediante i dati di cui si dispone all inizio

Dettagli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli

ITCG Cattaneo via Matilde di canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (RE) SEZIONE I.T.I. - Corso di Fisica - prof. Massimo Manvilli ITCG C. CATTANEO via Matilde di Canossa n.3 - Castelnovo ne' Monti (Reggio Emilia) Costruzione del grafico di una funzione con Microsoft Excel Supponiamo di aver costruito la tabella riportata in figura

Dettagli

Corso di Alfabetizzazione Informatica

Corso di Alfabetizzazione Informatica Corso di Alfabetizzazione Informatica Scopo di questo corso, vuole essere quello di fornire ad ognuno dei partecipanti, indipendentemente dalle loro precedenti conoscenze informatiche, l apprendimento

Dettagli

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari

Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari Sistema Regionale ECM Pagina 1 di 7 1 Sviluppo di Excel base in Farmacia applicato al monitoraggio dei consumi di materiali sanitari 1. Presentazione: L evento, destinato alle figure professionali di Tecnici

Dettagli

razionali Figura 1. Rappresentazione degli insiemi numerici Numeri reali algebrici trascendenti frazionari decimali finiti

razionali Figura 1. Rappresentazione degli insiemi numerici Numeri reali algebrici trascendenti frazionari decimali finiti 4. Insiemi numerici 4.1 Insiemi numerici Insieme dei numeri naturali = {0,1,,3,,} Insieme dei numeri interi relativi = {..., 3,, 1,0, + 1, +, + 3, } Insieme dei numeri razionali n 1 1 1 1 = : n, m \{0}

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN

2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Istituto centrale per il catalogo unico delle biblioteche italiane e per le informazioni bibliografiche APPLICATIVO SBN-UNIX IN ARCHITETTURA CLIENT/SERVER 2. GESTIONE DOCUMENTI NON SBN Manuale d uso (Versione

Dettagli

Lezioni di Matematica 1 - I modulo

Lezioni di Matematica 1 - I modulo Lezioni di Matematica 1 - I modulo Luciano Battaia 16 ottobre 2008 Luciano Battaia - http://www.batmath.it Matematica 1 - I modulo. Lezione del 16/10/2008 1 / 13 L introduzione dei numeri reali si può

Dettagli

Laboratorio di Statistica con Excel

Laboratorio di Statistica con Excel Università di Torino QUADERNI DIDATTICI del Dipartimento di Matematica G. Peano MARIA GARETTO Laboratorio di Statistica con Excel Soluzioni Corso di Laurea in Biotecnologie A.A. 2009/2010 Quaderno # 46

Dettagli

Indice generale. Modulo 1 Algebra 2

Indice generale. Modulo 1 Algebra 2 Indice generale Modulo 1 Algebra 2 Capitolo 1 Scomposizione in fattori. Equazioni di grado superiore al primo 1.1 La scomposizione in fattori 2 1.2 Raccoglimento a fattor comune 3 1.3 Raccoglimenti successivi

Dettagli

Da una a più variabili: derivate

Da una a più variabili: derivate Da una a più variabili: derivate ( ) 5 gennaio 2011 Scopo di questo articolo è di evidenziare le analogie e le differenze, relativamente al calcolo differenziale, fra le funzioni di una variabile reale

Dettagli

INFORMATIVA FINANZIARIA

INFORMATIVA FINANZIARIA Capitolo 10 INFORMATIVA FINANZIARIA In questa sezione sono riportate le quotazioni e le informazioni relative ai titoli inseriti nella SELEZIONE PERSONALE attiva.tramite la funzione RICERCA TITOLI è possibile

Dettagli

guida all'utilizzo del software

guida all'utilizzo del software guida all'utilizzo del software Il software Gestione Lido è un programma molto semplice e veloce che permette a gestori e proprietari di stabilimenti balneari di semplificare la gestione quotidiana dell?attività

Dettagli

STUDIO DEL SEGNO DI UNA FUNZIONE

STUDIO DEL SEGNO DI UNA FUNZIONE STUDIO DEL SEGNO DI UNA FUNZIONE Quando si studia una funzione! " #$%&' (funzione reale di variabile reale) è fondamentale conoscere il segno, in altre parole sapere per quali valori di &( #$%&'$è positiva,

Dettagli

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB...

CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 1. CHE COS È DOCFLY FATTURAZIONE PA... 3 1.1 IL GESTIONALE WEB... 3 1.2 ACCESSO ALL INTERFACCIA WEB... 4 1.3 FUNZIONALITÀ DELL INTERFACCIA WEB... 5 1.3.1 CREAZIONE GUIDATA DELLA FATTURA IN FORMATO XML

Dettagli

Introduzione allo Scilab Parte 3: funzioni; vettori.

Introduzione allo Scilab Parte 3: funzioni; vettori. Introduzione allo Scilab Parte 3: funzioni; vettori. Felice Iavernaro Dipartimento di Matematica Università di Bari http://dm.uniba.it/ iavernaro felix@dm.uniba.it 13 Giugno 2007 Felice Iavernaro (Univ.

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI

GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI GUIDA ALL USO CORRETTO DI MICROSOFT OFFICE WORD 2007 PER LA REALIZZAZIONE E LA FORMATTAZIONE DI DOCUMENTI PROFESSIONALI Francesca Plebani Settembre 2009 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. WORD E L ASPETTO

Dettagli

Formule trigonometriche

Formule trigonometriche Formule trigonometriche C. Enrico F. Bonaldi 1 Formule trigonometriche In trigonometria esistono delle formule fondamentali che permettono di calcolare le funzioni goniometriche della somma di due angoli

Dettagli

l Editor vi vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile con qualsiasi tipo di terminale.

l Editor vi vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile con qualsiasi tipo di terminale. l Editor vi Negli ambienti Unix esistono molti editor di testo diversi; tuttavia vi è l unico che siamo sicuri di trovare in qualsiasi variante di Unix. vi (visual editor) è stato scritto per essere utilizzabile

Dettagli

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0

Documentazione Servizio SMS WEB. Versione 1.0 Documentazione Servizio SMS WEB Versione 1.0 1 Contenuti 1 INTRODUZIONE...5 1.1 MULTILANGUAGE...5 2 MESSAGGI...7 2.1 MESSAGGI...7 2.1.1 INVIO SINGOLO SMS...7 2.1.2 INVIO MULTIPLO SMS...9 2.1.3 INVIO MMS

Dettagli

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore

Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Corso di Calcolatori Elettronici I A.A. 2010-2011 Rappresentazione dei numeri in un calcolatore Lezione 2 Università degli Studi di Napoli Federico II Facoltà di Ingegneria Rappresentazione dei numeri

Dettagli

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni

ADOBE READER XI. Guida ed esercitazioni ADOBE READER XI Guida ed esercitazioni Guida di Reader Il contenuto di alcuni dei collegamenti potrebbe essere disponibile solo in inglese. Compilare moduli Il modulo è compilabile? Compilare moduli interattivi

Dettagli