QUESTIONARIO SULLA QUALITÀ PERCEPITA PASTI CONSEGNATI A DOMICILIO

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "QUESTIONARIO SULLA QUALITÀ PERCEPITA PASTI CONSEGNATI A DOMICILIO"

Transcript

1 QUESTIONARIO SULLA QUALITÀ PERCEPITA PASTI CONSEGNATI A DOMICILIO L ASP, sulla base della programmazione territoriale collegata al percorso di accreditamento, dei conseguenti Contratti di Servizio e collegati accordi di collaborazione per la gestione dei servizi, gestisce il SAD (Servizio di Assistenza Domiciliare) socio assistenziale per i cittadini residenti nei Comuni di Guiglia, Montese e Zocca. Tra le attività previste nel Contratto di Servizio SAD vi è quella della fornitura al domicilio di pasti, secondo il Piano Assistenziale Individualizzato predisposto dai servizi socio sanitari territoriali committenti. Vista la particolare conformazione del territorio di competenza dell ASP, caratterizzato da orografia montana con significative distanze e tempi di percorrenza. Tale condizione ha reso opportuno, per garantire una risposta la più efficace possibile agli utenti, la individuazione di più soggetti esterni fornitori del servizio di produzione dei pasti da consegnare in seguito al domicilio degli utenti interessati. Fino al mese di giugno 2013, tali fornitori erano: il Comune di Montese, per il tramite della propria cucina della Casa Residenza gestita dallo stesso Comune, per la fornitura dei pasti agli utenti residenti nel Comune di Montese; i centri di produzione CIR di Zocca, e di Guiglia, per i cittadini residenti nei rispettivi Comuni. Nel periodo di chiusura delle mense scolastiche, tale servizio veniva sempre fornito da CIR collegando al servizio il essere, fino ai primi mesi dell anno 2013, presso la Comunità Alloggio di Guiglia. In conseguenza del cambiamento del soggetto gestore della Comunità Alloggio di Guiglia, passato, a seguito di gara per l affidamento in appalto del servizio, dalla Coop sociale Domus Assistenza di Modena, alla Coop. sociale Dolce di Bologna. Varie vicissitudini hanno escluso CIR dalla gestione del servizio cucina della Comunità Alloggio in parola, e la gestione diretta del servizio da parte della Coop. sociale Dolce. Ciò ha comportato, con decorrenza 15 luglio 2013, alla attivazione di un rapporto contrattuale con la richiamata Coop. sociale per la fornitura di pasti destinati agli utenti dei Comuni di Guiglia e Zocca. In occasione del cambiamento del fornitore di una buona parte del servizio, ha reso opportuno attivare un percorso di valutazione della qualità percepita dall utenza, sul servizio fornitura pasti. Allo scopo è stato predisposto un questionario, in seguito distribuito per la compilazione agli utenti e/o loro parenti/famigliari. Il questionario ha interessato anche la fornitura non interessata dal cambiamento (Comune di Montese), con lo scopo di un complessivo monitoraggio del servizio offerto. La raccolta dei questionari è stata organizzata per garantire l anonimato dei partecipanti. Di seguito si evidenzia l elaborazione dei dati raccolti e le riflessioni emergenti da tale azione di monitoraggio. Premessa Il servizio oggetto della ricerca ha caratteristiche di estrema variabilità, per numero di utenti coinvolti, e con una possibile programmazione degli accessi e/o delle dimissioni non controllabile dal servizio. 01/09/2013 1

2 A titolo esemplificativo si allega tabella riportante l andamento del servizio per numero di pasti consegnati nell anno 2013: Mese Guiglia Zocca Montese Totale Tipologia Anz. non auto Anz. auto Anz. non auto Anz. non auto Anz. auto Adulto H Gennaio Febbraio Marzo Aprile Maggio Giugno Luglio Agosto Settembre I dati riportati si ritiene confermino una significativa variabilità del dato, ed ancora, un possibile andamento stagionale dell attività, collegabile questo con la assenza di riferimenti parentali in certi periodi a cui si supplisce con un incremento nella domanda del servizio. Si ritiene il dato positivo, infatti lo si può collegare con una conoscenza dell offerta di servizio, e quindi con la richiesta d intervento in occasione di bisogni seppur momentanei. Elementi collegabili alla ricerca effettuata con il questionario (Gli items riportati sul questionario sono riportati in carattere colore Blu, i dati aggregati e/o le risposte aperte prodotte dai partecipanti vengono riportate in colore carattere Nero ): Periodo di distribuzione del questionario dal 13 al 16 settembre 2013 Utenti interessati al servizio nel periodo di distribuzione n. 12 Questionari distribuiti n. 12 Questionari raccolti per l elaborazione dati n. 12 Utente / utilizzatore del servizio Adulto; n. 0 Anziano; n. 12 Maschio; n. 4 Femmina; n. 2 In 6 questionari non è indicata la caratteristica di genere dell utente, anche nel caso di compilazione effettuata con aiuto di famigliare o altra figura; probabile che la composizione grafica del questionario abbia portato a favorire la dimenticanza. Comune Guiglia; n. 6 *) Montese; n. 5 Zocca; n. 1 *) Con l asterisco sono indicati gli utenti interessati dal nuovo servizio di fornitura pasti (centro di produzione c/o CA di Guiglia gestito da Coop. sociale Dolce di Bologna) Caratteristiche Pasto normale; n. 8 Pasto con dieta; n. 4 Pasto speciale (credenze religiose, culturali, ) n. 0 01/09/2013 2

3 Frequenza Lunedì Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì Sabato Domenica Pranzo Cena La frequenza vede solo due tipologie d interventi: dal lunedì al sabato solo pranzo = n. 9 dal lunedì al venerdì solo pranzo = n. 3 Da quanto tempo usufruisce del servizio di fornitura / consegna pasto: Le risposte sono state: nessuna risposta = n. 2 meno di un anno (da 1 a 9 mesi) = n. 7 (di cui 3 riferibili al nuovo fornitore da uno a tre anni (3 anni) = n. 1 oltre i tre anni (4 anni) = n. 2 A Gradevolezza, gusto, sapore, cottura qualità 1 del gusto e gradevolezza del pasto consegnato del sapore del pasto consegnato 1*) della cottura del pasto consegnato Eventuali commenti: - *) può essere un commento personale ma il sapore non è quello tipico emiliano; B Quantità delle porzioni 1 della quantità del primo consegnato della quantità del secondo consegnato 1*) della quantità del contorno consegnato 2*) della quantità della frutta consegnata 3**) 4 5 Eventuali commenti: - *) frutta sempre o acerba o superata la maturazione, contorno sapido (non sempre) - *) Il secondo è sempre piuttosto scarso; - *) la frutta di chiara provenienza frigo, è spesso limitata a un solo pezzo; C Variabilità del menù 1 del menù proposto della variabilità del menù proposto della possibilità di variazione personalizzata del menù, come scelte alternative al menù del giorno Proporrei: - *) opzione n. 3 è una possibilità non utilizzata; 01/09/2013 3

4 D Personale e organizzazione 1 della cortesia e attenzione del personale della degli orari di consegna del pasto 1*) delle modalità di prenotazione o disdetta del pasto della comunicazione e del passaggio di informazioni della modalità di pagamento dei pasti e chiarezza nella fatturazione 1*) della affidabilità del servizio 5 4 Se ha risposto per niente o poco è per noi importate capire il perché: - *) consegna del pasto verso le 13,00, un pò tardi e poco caldo; - tutto bene; - al momento non ha ancora ricevuto fatture, forse paga il figlio direttamente. Osservazioni e suggerimenti ( mi piace non mi piace potendo, mi piacerebbe che ) - *) il pane venisse consegnato con 2 pezzi; - mi piace; - *) ci fosse come condimento del primo pasto ogni tanto ragù di carne; - *) mi piacerebbe polenta al ragù; Il questionario è stato compilato: Dall utente fruitore del servizio n. 4 Da un famigliare (specificare) n. 3 (tutti nipoti) O altra figura (specificare) n. 0 Dall utente insieme a un famigliare (Specificare) n. 3 (2 figli, 1 nipote) O altra figura (specificare) n. 2 (richiesto aiuto a OSS del servizio) La ricerca, come detto, si caratterizza per una valutazione riguardante due distinti fornitori, uno storico, operate per il servizio da lungo tempo, il secondo ha appena iniziato la sua attività da due/tre mesi alla data di distribuzione del questionario. Risulta opportuno quindi, ove possibile dall analisi dei dati, distinguere, sulle valutazioni e sui commenti, il possibile riferimento al fornitore storico o al fornitore nuovo. Per quanto relativo al fornitore nuovo, sono stati indicati con un asterisco (*) i valori di riferimento (ove significativo nella possibile gestione dei rapporti con il fornitore), e i commenti riportati. Alcune considerazioni: - complessivamente il risultato si colloca in una sicura posizione di gradimento del servizio offerto; - le limitate valutazioni e/o commenti ascrivibili nell area di giudizio negativo, si riferiscono con valori significativi al servizio offerto dal nuovo fornitore ; - su tale specificità si ritiene che si debba ulteriormente precisare, che è abbastanza naturale che nel passaggio ad una nuova esperienza, questa tenda a caratterizzarsi per una eccessiva valorizzazione degli elementi di criticità piuttosto che dei punti di forza; - alcuni elementi di difficoltà, da mettere in conto nella fase di avvio di una nuova esperienza, tendono ad essere rammentati anche successivamente al loro superamento; - indubbiamente il nuovo servizio, per alcune collocazioni territoriali di utenti, comporta il subire ricadute negative non assorbibili dalla organizzazione, ed in questo si può sicuramente collocare l elemento tempo consegna del pasto; - si ritiene che la gran parte degli elementi di criticità (non gradimento) segnalati possano essere superati con un ordinario confronto con il soggetto fornitore dei pasti; 01/09/2013 4

5 - limitatissimi interventi, con un eventuale minimale ricaduta economica, possono rendere superabili i punti di non gradimento segnalati; - alcuni elementi di criticità riportati, vedasi il tempo di consegna al domicilio dell utente, difficilmente sono risolvibili dalla (ri)organizzazione del servizio, su questi bisognerà intervenire per facilitare il minimo percorso di cambiamento delle abitudini. Condizione questa sempre difficile per tutti ma ancor più per le persone anziane. Una buona comunicazione, valorizzante alcuni aspetti del nuovo servizio, e disattivante l attenzione dagli elementi di difficoltà, può favorire un più sereno assorbimento delle difficoltà vissute nelle situazioni di cambiamento delle abitudini. In data 10/01/2014 si è tenuto un incontro tra i referenti ASP e i responsabili del nuovo fornitore del servizio fornitura pasti (coop. sociale Dolce di Bologna), a cui precedentemente era stata inoltrata l analisi sopra riportata. Il fornitore ha apprezzato i riscontri emersi, ed ha condiviso l introduzione di alcune modifiche organizzative e nelle forniture, tali da poter positivamente rispondere ad alcune delle segnalazioni emerse dalle risposte degli utenti. Tra queste: - modificare la pezzatura, incrementando la porzione del pane fornita; - modificare la pezzatura delle vaschette utilizzate per la fornitura con conseguente suo incremento; - dedicare una maggiore attenzione alla scelta e alla tempistica di fornitura della frutta, garantendo ove possibile dei livelli di maturazione più adeguati al consumo quotidiano. Ed ancora, si è condiviso di sperimentare un incremento qualitativo nell offerta del servizio, con un incremento e una maggiore visibilità delle scelte alternative al primo e secondo di giornata. Il SAD ha garantito un adeguata collaborazione per rendere praticabile tale incremento nell offerta delle alternative al pasto di giornata. Da parte di tutti è stato dichiarato l impegno all evitare ritardi nell orario di consegna. L ASP ha garantito il proprio apporto, ove si verificassero possibili variazione nell offerta economica della fornitura in ragione degli interventi programmati, per la copertura delle spese aggiuntive rendicontabili, a seguito di confronto con il fornitore del servizio. Si è infine condiviso di effettuare, a distanza di indicativi sei mesi, una ulteriore rilevazione della qualità percepita, per verificare gli esiti delle azioni correttive che si andranno a porre in essere. 01/09/2013 5

Azienda Speciale Servizi alla Persona

Azienda Speciale Servizi alla Persona Azienda Speciale Servizi alla Persona ANZIANI SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI E DISABILI (S.A.D.) Cosa offre il servizio SAD L'assistenza domiciliare è un tipo di servizio erogato direttamente

Dettagli

QUESTIONARIO SUL GRADIMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

QUESTIONARIO SUL GRADIMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA QUESTIONARIO SUL GRADIMENTO DEL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Di seguito viene presentata la sintesi del lavoro di rilevazione delle risposte al questionario sul gradimento del servizio mensa, somministrato

Dettagli

SERVIZIO DIRITTO ALLO STUDIO

SERVIZIO DIRITTO ALLO STUDIO COMUNE DI RAVENNA ISTITUZIONE ISTRUZIONE E INFANZIA SERVIZIO DIRITTO ALLO STUDIO SISTEMA DI MONITORAGGIO PER IL CONTROLLO DELLA QUALITA DEL SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA PRESSO NIDI D'INFANZIA, SCUOLE

Dettagli

Art.1- Oggetto Il servizio consiste nella consegna giornaliera al domicilio degli utenti di un pasto a pranzo.

Art.1- Oggetto Il servizio consiste nella consegna giornaliera al domicilio degli utenti di un pasto a pranzo. REGOLAMENTO PER IIL FUNZIIONAMENTO DEL SERVIIZIIO PASTII A DOMIICIILIIO DELL AMBIITO TERRIITORIIALE DII DALMIINE Approvatto con D..C.. C.. n.. 26 dell 8..09..2014 Art.1- Oggetto Il servizio consiste nella

Dettagli

COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO. Report finale. Servizio Gestione Sistema Qualità

COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO. Report finale. Servizio Gestione Sistema Qualità COMUNE di SAN COLOMBANO AL LAMBRO BORGO INSIGNE (Titolo Araldico) Provincia di MILANO 1^ INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION Il Servizio di Assistenza Domiciliare Dicembre 21 Report finale Servizio Gestione

Dettagli

Analisi del Questionario di gradimento del Servizio di Assistenza Domiciliare erogato nell ambito territoriale del Comune di Spinea

Analisi del Questionario di gradimento del Servizio di Assistenza Domiciliare erogato nell ambito territoriale del Comune di Spinea Analisi del Questionario di gradimento del Servizio di Assistenza Domiciliare erogato nell ambito territoriale del Comune di Spinea Indagine 2013 A cura di Àncora Servizi Società Coop. Sociale 1 Premessa

Dettagli

PRESENTAZIONE INTERVISTE LETTURA E RIFLESSIONI

PRESENTAZIONE INTERVISTE LETTURA E RIFLESSIONI PRESENTAZIONE INTERVISTE LETTURA E RIFLESSIONI Responsabile di area produttiva per i servizi territoriali TESTON LEOPOLDINA Come a casa Solo a casa Aumento dell eta delle persone Aumento del carico assistenziale

Dettagli

MODULO PER RILEVAZIONE PRESENZE

MODULO PER RILEVAZIONE PRESENZE lunedì 15 settembre 2014 martedì 16 settembre 2014 mercoledì 17 settembre 2014 giovedì 18 settembre 2014 venerdì 19 settembre 2014 lunedì 22 settembre 2014 martedì 23 settembre 2014 mercoledì 24 settembre

Dettagli

Settore Istruzione RILEVAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEGLI UTENTI DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELL INFANZIA SINTESI DEI RISULTATI

Settore Istruzione RILEVAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEGLI UTENTI DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELL INFANZIA SINTESI DEI RISULTATI Settore Istruzione RILEVAZIONE DELLA SODDISFAZIONE DEGLI UTENTI DEL SERVIZIO MENSA SCOLASTICA NELLE SCUOLE DELL INFANZIA SINTESI DEI RISULTATI M o d e n a, n o v e m b re 2 0 1 4 1 INDICE Pagina INFORMAZIONI

Dettagli

Città di Bollate Provincia di Milano

Città di Bollate Provincia di Milano INDAGINE DI CUSTOMER SATISFACTION DEL SERVIZIO REFEZIONE SCOLASTICA ESEGUITA DALLE COMMISSIONI MENSA COMUNALI: ANNO SCOLASTICO 2012/2013 STRUTTURA DELLA RILEVAZIONE Rilevare il grado di soddisfazione rispetto

Dettagli

Analisi questionario di customer satisfaction del 27/11/2013 a.s. 2013/14

Analisi questionario di customer satisfaction del 27/11/2013 a.s. 2013/14 Analisi questionario di customer satisfaction del 27/11/2013 a.s. 2013/14 In data 27 novembre 2013 è stato sottoposto ai genitori dei bambini della scuola materna Primi Passi di San Giorgio di Nogaro un

Dettagli

C.I.M. MAPPANO. Restituzione risultati del QUESTIONARIO DI SODDISFAZIONE ASILO NIDO IL MAPPAMONDO 2014

C.I.M. MAPPANO. Restituzione risultati del QUESTIONARIO DI SODDISFAZIONE ASILO NIDO IL MAPPAMONDO 2014 Restituzione risultati del QUESTIONARIO DI SODDISFAZIONE ASILO NIDO IL MAPPAMONDO 2014 C.I.M. MAPPANO La rilevazione è stata effettuata nel mese di aprile 2014, a circa un anno dalla precedente. L obiettivo

Dettagli

Relazione Customer Satisfaction Periodo da Gennaio 2015 a Settembre 2015

Relazione Customer Satisfaction Periodo da Gennaio 2015 a Settembre 2015 1. Premessa Relazione Customer Satisfaction Periodo da Gennaio 2015 a Settembre 2015 Le indagini sulla soddisfazione dei Cittadini si inseriscono perfettamente nel processo di riqualificazione del rapporto

Dettagli

Per il Personale dipendente: descrizione dei progetti obiettivo per l anno 2015

Per il Personale dipendente: descrizione dei progetti obiettivo per l anno 2015 Per il Personale dipendente: descrizione dei progetti obiettivo per l anno 2015 P.O. N. 1 Formazione per IL METODO GENTLECARE Obiettivo del progetto: offrire ai partecipanti alta formazione per elevare

Dettagli

FORMAZIONE ESTERNA PER APPRENDISTI

FORMAZIONE ESTERNA PER APPRENDISTI FORMAZIONE ESTERNA PER APPRENDISTI Modello per la formazione dei tutor aziendali Allegato alla deliberazione della Giunta provinciale P.V. n. del /0/00 Il Rapporto CFP-imprese nella formazione esterna

Dettagli

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI

PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PROGETTO ASSISTENZA DOMICILIARE ANZIANI PIANO DISTRETTUALE DEGLI INTERVENTI del Distretto socio-sanitario di Corigliano Calabro Rif. Decreto Regione Calabria n. 15749 del 29/10/2008 ANALISI DELBISOGNO

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA IC8 (Approvato dal Consiglio d Istituto nella seduta del 30/06/2015)

REGOLAMENTO DELLA COMMISSIONE MENSA IC8 (Approvato dal Consiglio d Istituto nella seduta del 30/06/2015) ISTITUTO COMPRENSIVO N. 8 VIA CA' SELVATICA,11-40123 BOLOGNA Tel 051333384 Fax 0516143898 Sito Web: http://www,ottovolante.org e-mail: comprensivo8@gmail.com boic85100g@istruzione.it REGOLAMENTO DELLA

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE. Notizie Operative ed Informazioni Pratiche

CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE. Notizie Operative ed Informazioni Pratiche CARTA DEI SERVIZI SERVIZIO ASSISTENZA DOMICILIARE Notizie Operative ed Informazioni Pratiche 15/04/2014 ESTRATTO notizie operative ed informazioni pratiche numeri utili Relativi al servizio di Assistenza

Dettagli

RISULTATI QUESTIONARIO GRADIMENTO MENSA

RISULTATI QUESTIONARIO GRADIMENTO MENSA RISULTATI QUESTIONARIO GRADIMENTO MENSA 2014 COMMISSIONE MENSA COMUNE DI SAN LORENZO IN CAMPO COMPONENTE GENITORI REFEZIONE SCOLASTICA RISULTATI QUESTIONARIO GRADIMENTO MENSA - COMUNE DI SAN LORENZO IN

Dettagli

AZIENDA SPECIALE CONSORTILE. Isola Bergamasca - Bassa Val San Martino territoriale per i servizi alla persona ADULTA AUTONOMA ESPERIENZE DI

AZIENDA SPECIALE CONSORTILE. Isola Bergamasca - Bassa Val San Martino territoriale per i servizi alla persona ADULTA AUTONOMA ESPERIENZE DI AZIENDA SPECIALE CONSORTILE Isola Bergamasca - Bassa Val San Martino territoriale per i servizi alla persona SCUOLA DI VITA ADULTA AUTONOMA ESPERIENZE DI WEEK END IN AUTONOMIA. OTTOBRE DICEMBRE 2009 COOPERATIVA

Dettagli

LA CASA DI BABBO NATALE PROGRAMMA

LA CASA DI BABBO NATALE PROGRAMMA LA PROGRAMMA VENERDI 6 NOVEMBRE SABATO 7 NOVEMBRE DOMENICA 8 NOVEMBRE VENERDI 13 NOVEMBRE SABATO 14 NOVEMBRE DOMENICA 15 NOVEMBRE VENERDI 20 NOVEMBRE SABATO 21 NOVEMBRE DOMENICA 22 NOVEMBRE LUNEDI 23 NOVEMBRE

Dettagli

ASSOCIAZIONE ONLUS L OASI DI TORRETTA CAMPOBELLO DI MAZARA

ASSOCIAZIONE ONLUS L OASI DI TORRETTA CAMPOBELLO DI MAZARA ASSOCIAZIONE ONLUS L OASI DI TORRETTA CAMPOBELLO DI MAZARA COMUNITA ALLOGGIO DEFINIZIONE DEL SERVIZIO La Comunità Alloggio si propone come soluzione strutturale idonea a rispondere nei casi in cui i genitori

Dettagli

Progetto TelePAT Attività di monitoraggio marzo 2014. A cura del gruppo di lavoro TelePAT

Progetto TelePAT Attività di monitoraggio marzo 2014. A cura del gruppo di lavoro TelePAT Progetto TelePAT Attività di monitoraggio marzo 2014 A cura del gruppo di lavoro TelePAT L articolazione del sistema di monitoraggio Focalizzare i punti di forza e le aree di miglioramento Verificare lo

Dettagli

CUSTOMER SATISFACTION SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA DEL COMUNE DI BRESCIA

CUSTOMER SATISFACTION SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA DEL COMUNE DI BRESCIA Comune di BRESCIA CUSTOMER SATISFACTION SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA DEL COMUNE DI BRESCIA Indagine condotta su bambini, ragazzi e genitori delle Scuole Primarie Maggio 2015 L indagine in forma

Dettagli

Customer Satisfaction RISULTATI

Customer Satisfaction RISULTATI Comune di Pisa Customer Satisfaction RISULTATI Comune di Pisa Gennaio- Giugno 2012 Introduzione Elior Ristorazione propone nelle sue strutture la distribuzione di questionari per la valutazione del gradimento

Dettagli

PROGETTO di ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO POMERIDIANO Fuori Classe

PROGETTO di ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO POMERIDIANO Fuori Classe Allegato DGC 110/2015 PROGETTO di ACCOMPAGNAMENTO EDUCATIVO POMERIDIANO Fuori Classe Premessa Negli ultimi anni si sta registrando una presenza di alunni che manifestano, all ingresso della scuola primaria

Dettagli

La voce dei donatori

La voce dei donatori La voce dei donatori Uno studio sul grado di soddisfazione e di efficienza percepita dai Donatori nei confronti dell organizzazione e delle attività dell Avis Comunale RE www.avis.re.it Gli obiettivi della

Dettagli

ANALISI DELLE PRESENZE E REPORT QUESTIONARIO SODDISFAZIONE DEI CORSISTI

ANALISI DELLE PRESENZE E REPORT QUESTIONARIO SODDISFAZIONE DEI CORSISTI Centro Territoriale per l Integrazione (AREA INTERCULTURA) DIREZIONE DIDATTICA STATALE Pierina Boranga - 1 CIRCOLO di Belluno Via Mezzaterra,45 Tel. 0437 913406 Fax913408 CORSO DI FORMAZIONE L APPROCCIO

Dettagli

S.I.A.N. Servizi di Igiene Alimenti e Nutrizione delle Aziende U.L.S.S. del Veneto Ottobre 2013

S.I.A.N. Servizi di Igiene Alimenti e Nutrizione delle Aziende U.L.S.S. del Veneto Ottobre 2013 S.I.A.N. Servizi di Igiene Alimenti e Nutrizione delle Aziende U.L.S.S. del Veneto Ottobre 2013 Gli obiettivi Fornire uno strumento per definire, migliorare, ed uniformare i sistemi di ristorazione dedicati

Dettagli

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia

COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus. Carta. dei Servizi. Famiglie Anziani Infanzia COOPERATIVA LOMBARDA F.A.I. Societa Cooperativa Sociale - Onlus Carta dei Servizi Famiglie Anziani Infanzia Indice di revisione n. 1 del 1/3/2014 3 INDICE CHI SIAMO IDENTITA E VALORI 4 5 COSA FACCIAMO

Dettagli

Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi

Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi Il Servizio di Refezione Scolastica del Comune di Poggibonsi Il servizio di refezione scolastica del Comune di Poggibonsi è affidato all azienda di Ristorazione Cir- Food, Divisione Eudania. Per la preparazione

Dettagli

INDAGINE CUSTOMER SATISFACTION Servizio di Ristorazione Scolastica Scuole Primarie 2011

INDAGINE CUSTOMER SATISFACTION Servizio di Ristorazione Scolastica Scuole Primarie 2011 Servizio di Ristorazione Scolastica Indagine 2011 1 INDAGINE CUSTOMER SATISFACTION Servizio di Ristorazione Scolastica Scuole Primarie 2011 Francesco D Alessandro Settore Certificazioni di Qualità Servizio

Dettagli

l ABBRACCIO Onlus Cooperativa Sociale a.r.l.

l ABBRACCIO Onlus Cooperativa Sociale a.r.l. MICRONIDO l ABBRACCIO VIA SAN CARLO 11 CASCINA POGLIANASCA ARLUNO (MILANO) CARTA DEI SERVIZI 2013/14 La Carta dei Servizi è un documento che evidenzia in tutta trasparenza le modalità di erogazione del

Dettagli

La relazione presenta quanto emerso dalla prima indagine condotta sugli utenti della Biblioteca Isimbardi.

La relazione presenta quanto emerso dalla prima indagine condotta sugli utenti della Biblioteca Isimbardi. INTRODUZIONE La relazione presenta quanto emerso dalla prima indagine condotta sugli utenti della Biblioteca Isimbardi. Nel corso di alcuni mesi del 2008 sono state distribuite delle schede anonime, da

Dettagli

COMUNE DI PISA PROGETTO STRATEGICO 2003

COMUNE DI PISA PROGETTO STRATEGICO 2003 COMUNE DI PISA PROGETTO STRATEGICO 2003 QUESTIONARIO SOTTOPROGETTO N. 9 Rilevazione gradimento dell utenza: sistema controllo qualità mense scolastiche controllo del gradimento del prodotto finale. COMUNE

Dettagli

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CAIVANO

AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CAIVANO AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI CAIVANO Anno Scolastico 2013 2014 Il servizio di refezione scolastica è destinato agli alunni delle scuole statali e comunali di Caivano, iscritti alla scuola dell infanzia

Dettagli

Finanziamenti a sostegno delle persone con disabilita' e delle loro famiglie. Approvazione criteri di ripartizione e di assegnazione. Anno 2011.

Finanziamenti a sostegno delle persone con disabilita' e delle loro famiglie. Approvazione criteri di ripartizione e di assegnazione. Anno 2011. REGIONE PIEMONTE BU41 13/10/2011 Deliberazione della Giunta Regionale 3 ottobre 2011, n. 1-2646 Finanziamenti a sostegno delle persone con disabilita' e delle loro famiglie. Approvazione criteri di ripartizione

Dettagli

PROGETTO PATCHWORK LA PREVENZIONE PER GLI ADOLESCENTI NEI CONFRONTI DI ABUSI DA ALCOOL E SOSTANZE STUPEFACENTI

PROGETTO PATCHWORK LA PREVENZIONE PER GLI ADOLESCENTI NEI CONFRONTI DI ABUSI DA ALCOOL E SOSTANZE STUPEFACENTI PROGETTO PATCHWORK LA PREVENZIONE PER GLI ADOLESCENTI NEI CONFRONTI DI ABUSI DA ALCOOL E SOSTANZE STUPEFACENTI FINANZIATO DALLA REGIONE LIGURIA CON CONTRIBUTO PER AZIONI INNOVATIVE O A RILEVANZA REGIONALE

Dettagli

CONVENZIONE TRA. Fondazione L'Albero della Vita e il Distretto di Certosa di Pavia. Anno 2012/13

CONVENZIONE TRA. Fondazione L'Albero della Vita e il Distretto di Certosa di Pavia. Anno 2012/13 CONVENZIONE TRA Fondazione L'Albero della Vita e il Distretto di Certosa di Pavia Anno 2012/13 L'anno 2012, il giorno del mese di.. presso la sede di Basiglio via Ludovico il Moro TRA Fondazione L Albero

Dettagli

CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA PER IL PERSONALE DIPENDENTE. Il giorno del mese di dell anno, in San

CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA PER IL PERSONALE DIPENDENTE. Il giorno del mese di dell anno, in San Schema allegato alla D.D. nr del CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO SOSTITUTIVO DI MENSA PER IL PERSONALE DIPENDENTE Il giorno del mese di dell anno, in San Giovanni Valdarno, nella sede comunale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI TITOLI SOCIALI

REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI TITOLI SOCIALI REGOLAMENTO PER L ACCESSO AI TITOLI SOCIALI Art. 1 Oggetto del regolamento Il presente regolamento disciplina, all interno di un sistema integrato di interventi e servizi sociali di competenza dei comuni

Dettagli

www.ic16verona.gov.it Relazione A.S. 2013-2014

www.ic16verona.gov.it Relazione A.S. 2013-2014 www.ic16verona.gov.it Relazione A.S. 2013-2014 Statistiche, linee di lavoro, considerazioni finali circa la gestione 2013-2014 del sito web dell IC 16 Valpantena. Mariacristina Filippin 16 giugno 2014

Dettagli

Àncora Servizi e la rete assistenziale

Àncora Servizi e la rete assistenziale Àncora Servizi e la rete assistenziale IL TERRITORIO COME LABORATORIO DELLE COLLABORAZIONE PUBBLICO/PRIVATO PER UN ADEGUATO SISTEMA DI WELFARE Torino 13 Dicembre 2013 Àncora Servizi in pillole La cooperativa

Dettagli

Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Giorgio Gasparini Vignola (MODENA)

Azienda Pubblica di Servizi alla Persona Giorgio Gasparini Vignola (MODENA) Anno 2013-2014 Accreditamento delle strutture socio- sanitarie Obiettivo: strumenti per l ascolto, la partecipazione e la rilevazione del gradimento da parte di ospiti e familiari. Questionario di gradimento

Dettagli

Destinatari e ammissione

Destinatari e ammissione 28 1. CENTRO DIURNO 1 Destinatari e ammissione Scopo e destinatari Hanno diritto ad usufruire di tale servizio le persone adulte-anziane con limitata autonomia residenti nel Comune di Trento. Il Centro

Dettagli

proposta di personalizzazione per gli studenti ai fini del conseguimento diploma secondaria I grado

proposta di personalizzazione per gli studenti ai fini del conseguimento diploma secondaria I grado proposta di personalizzazione per gli studenti ai fini del conseguimento diploma secondaria I grado Il percorso si articola su moduli che intendono rafforzare le competenze di base ed investire sulle competenze

Dettagli

Relazione attività di Tutorato specializzato a.a. 2013/2014 I semestre

Relazione attività di Tutorato specializzato a.a. 2013/2014 I semestre Relazione attività di Tutorato specializzato a.a. 2013/2014 I semestre Nel mese di marzo, a chiusura del primo semestre, l Ufficio Orientamento e Diritto allo Studio ha monitorato il servizio di tutorato

Dettagli

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA

PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA PROTOCOLLO DI ACCOGLIENZA PER ALUNNI CON DISABILITA PREMESSA L Istituto opera con particolare attenzione per l integrazione degli alunni disabili, favorendo la socializzazione, l acquisizione di autonomia

Dettagli

Indagine qualita percepita

Indagine qualita percepita Sistema di Gestione per la Qualità - Ospedale M. G. Vannini Report sulla qualità percepita OSPEDALE M. G. VANNINI Direttore Sanitario Dott.ssa Maura Moreschini Sistema qualità certificato UNI EN ISO 9001:2008

Dettagli

1) Titolo del progetto: 2) Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3): 3) Obiettivi del progetto:

1) Titolo del progetto: 2) Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3): 3) Obiettivi del progetto: 1) Titolo del progetto: Pronto Intervento Sociale 2) Settore ed area di intervento del progetto con relativa codifica (vedi allegato 3): Area: Assistenza Settori: Anziani (A01) Assistenza Disabili (A06)

Dettagli

PROGETTO BASE 2011-2012 MIGLIORARE LA QUALITÀ DEL SERVIZIO CON L ASCOLTO DELL UTENTE III FASE DEL PIANO OPERATIVO

PROGETTO BASE 2011-2012 MIGLIORARE LA QUALITÀ DEL SERVIZIO CON L ASCOLTO DELL UTENTE III FASE DEL PIANO OPERATIVO MIGLIORARE LA QUALITÀ DEL SERVIZIO CON L ASCOLTO DELL UTENTE III FASE DEL PIANO OPERATIVO LINEE GUIDA PER LA SOMMINISTRAZIONE DEL QUESTIONARIO CONDIVISIONE. FORMAZIONE E INFORMAZIONE Per l attuazione dell

Dettagli

PROGETTO I.C.A.R.O. Centro di Orientamento e Tutorato di Ateneo ORI06

PROGETTO I.C.A.R.O. Centro di Orientamento e Tutorato di Ateneo ORI06 Scelta del corso di studi (informazione) Orientamento in itinere - counseling Stage di apprendimento dell uso di strumenti informatici specifici a seconda della tipologia di disabilità Orientamento in

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA ED ASSISTENZA ALLA MENSA PER L ISTITUTO COMPRENSIVO DI VILLA GUARDIA

REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA ED ASSISTENZA ALLA MENSA PER L ISTITUTO COMPRENSIVO DI VILLA GUARDIA COMUNE DI VILLA GUARDIA Provincia di Como REGOLAMENTO COMUNALE PER IL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA ED ASSISTENZA ALLA MENSA PER L ISTITUTO COMPRENSIVO DI VILLA GUARDIA Approvato con deliberazione del Consiglio

Dettagli

COMUNE DI BAGNOLO IN PIANO. Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DIURNO

COMUNE DI BAGNOLO IN PIANO. Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DIURNO COMUNE DI BAGNOLO IN PIANO Provincia di Reggio Emilia REGOLAMENTO PER IL FUNZIONAMENTO DEL CENTRO DIURNO Approvato con Delibera di Consiglio Comunale n. 11 del 22.03.2006 Pubblicato dal 11.04.2006 al 26.04.2006

Dettagli

Nota Esplicativa. Home Care Premium 2012. Home Care Premium 2012 Nota Esplicativa del 2 luglio 2013

Nota Esplicativa. Home Care Premium 2012. Home Care Premium 2012 Nota Esplicativa del 2 luglio 2013 1 Home Care Premium 2012 Nota Esplicativa 2 luglio 2013 2 Gentili Colleghi, sulla base delle richieste di chiarimento da parte degli utenti e degli Ambiti convenzionati si è proceduto con la pubblicazione

Dettagli

a cura di Maria vittoria Giglioli supervisione: Roberto Spigarolo INTRODUZIONE

a cura di Maria vittoria Giglioli supervisione: Roberto Spigarolo INTRODUZIONE Analisi critica dei menù somministrati nel servizio di ristorazione scolastica dei comuni dell Agenda 21 Est Ticino e loro confronto con le linee guida nazionali e regionali. INTRODUZIONE a cura di Maria

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA

REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA REGOLAMENTO PER IL SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA Adottato con delibera del Consiglio Comunale n. 18 del 21/07/2010 1/7 TITOLO PRIMO SERVIZIO DI REFEZIONE SCOLASTICA.. pag.3 Art. 1 - FINALITA' DEL SERVIZIO

Dettagli

REGOLAMENTO SERVIZIO EDUCATIVA TERRITORIALE

REGOLAMENTO SERVIZIO EDUCATIVA TERRITORIALE REGOLAMENTO SERVIZIO EDUCATIVA TERRITORIALE Allegato alla determinazione direttoriale n. 681/000/DIG/14/0024 del 06.06.2014 ART. 1 PRINCIPI GENERALI Il servizio Educativa Territoriale si inserisce come

Dettagli

Indagine qualita percepita

Indagine qualita percepita Sistema di Gestione per la Qualità - Ospedale M. G. Vannini Report sulla qualità percepita OSPEDALE M. G. VANNINI Direttore Sanitario Dott.ssa Maura Moreschini Sistema qualità certificato UNI EN ISO 9001:2008

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DEI CONTROLLI SULLE UNITÀ D OFFERTA SOCIO-SANITARIE

PROGRAMMAZIONE DEI CONTROLLI SULLE UNITÀ D OFFERTA SOCIO-SANITARIE ALLEGATO B PROGRAMMAZIONE DEI CONTROLLI SULLE UNITÀ D OFFERTA SOCIO-SANITARIE Residenze Sanitario-Assistenziali Responsabile del Servizio Vigilanza ed Accreditamento; Medico Geriatra, consulente per gli

Dettagli

Attività di monitoraggio del servizio di ristorazione della casa di riposo di Castelfranco Veneto

Attività di monitoraggio del servizio di ristorazione della casa di riposo di Castelfranco Veneto Attività di monitoraggio del servizio di ristorazione della casa di riposo di Castelfranco Veneto Documento di sintesi Roma, maggio 2002 1. Punti di eccellenza Struttura a. Piacevolezza dell ambiente dove

Dettagli

CSRD I Portici di Vignola

CSRD I Portici di Vignola Progetto Qualità Questionario di gradimento rivolto alle famiglie degli utenti del Centro Socio Riabilitativo Diurno per Disabili Gestito dall ASP Giorgio Gasparini di Vignola CSRD I Portici di Vignola

Dettagli

COMUNE DI MONTESPERTOLI

COMUNE DI MONTESPERTOLI OGGETTO: Questionario sul benessere organizzativo 2012 - Report Il presente documento è finalizzato all analisi dei dati scaturiti dalla compilazione dei questionari in oggetto, da parte dei dipendenti

Dettagli

C O M U N E di M I S T R E T T A

C O M U N E di M I S T R E T T A UTENZE DOMESTICHE - giugno 2014 1 DOMENICA 2 LUNEDI' 3 MARTEDI' 4 MERCOLEDI' 5 GIOVEDI' 6 VENERDI' 7 SABATO 8 DOMENICA 9 LUNEDI' 10 MARTEDI' 11 MERCOLEDI' 12 GIOVEDI' 13 VENERDI' 14 SABATO 15 DOMENICA

Dettagli

CRE Centri Ricreativi Estivi Citizen Satisfaction 2012

CRE Centri Ricreativi Estivi Citizen Satisfaction 2012 CRE Centri Ricreativi Estivi Citizen Satisfaction 2012 QUESTIONARI COMPILATI DAI GENITORI DEI BAMBINI CHE HANNO FREQUENTATO I CRE RIVOLTI ALLA FASCIA DI ETÀ 6-11 ANNI Questionari elaborati: 370 Modalità

Dettagli

Le mense di comunità: il parere dei fruitori. Torino, 7 ottobre 2009 Tina Napoli Coordinatrice progetti a tutela del consumatore

Le mense di comunità: il parere dei fruitori. Torino, 7 ottobre 2009 Tina Napoli Coordinatrice progetti a tutela del consumatore Le mense di comunità: il parere dei fruitori Torino, 7 ottobre 2009 Tina Napoli Coordinatrice progetti a tutela del consumatore Cos è Cittadinanzattiva Movimento di tutela dei diritti dei cittadini e dei

Dettagli

Premessa. Il Questionario per i cittadini

Premessa. Il Questionario per i cittadini Premessa Buongiorno/Buona sera Sig./Sig.ra...,sono (nome dell intervistatore) e la chiamo da parte della Fondazione per la Sussidiarietà che sta conducendo una ricerca per valutare la conoscenza e la percezione

Dettagli

Progetto ARSS - La qualità dal punto di vista del cittadino utente PROGRAMMA REGIONALE DI INDAGINE SUGLI UTENTI DEI SERVIZI

Progetto ARSS - La qualità dal punto di vista del cittadino utente PROGRAMMA REGIONALE DI INDAGINE SUGLI UTENTI DEI SERVIZI Agenzia Regionale Socio Sanitaria del Veneto Progetto ARSS - La qualità dal punto di vista del cittadino utente PROGRAMMA REGIONALE DI INDAGINE SUGLI UTENTI DEI SERVIZI Maria Ines Axerio e Mara Pigato

Dettagli

Questionario per la rilevazionedel grado di soddisfazione degli utenti

Questionario per la rilevazionedel grado di soddisfazione degli utenti Questionario per la rilevazionedel grado di soddisfazione degli utenti Gentile Signora, gentile Signore, La nostra Azienda sta conducendo un indagine tra i pazienti ricoverati per valutare la qualità dei

Dettagli

Comune di CASIRATE D ADDA Provincia di Bergamo

Comune di CASIRATE D ADDA Provincia di Bergamo Comune di CASIRATE D ADDA Provincia di Bergamo REGOLAMENTO SERVIZIO DI RISTORAZIONE SCOLASTICA E COMMISSIONE MENSA Approvato con deliberazione del C.C. n.43 del 28.11.2000 Modificato con deliberazione

Dettagli

Comune di Lavagna Città Metropolitana di Genova Servizi al Cittadino Servizi Sociali

Comune di Lavagna Città Metropolitana di Genova Servizi al Cittadino Servizi Sociali OGGETTO: GESTIONE INTEGRATA DEI SERVIZI SOCIALI DEI COMUNI FACENTI PARTE DELL AMBITO TERRITORIALE SOCIALE 57 (LAVAGNA E NE): ASSISTENZA DOMICILIARE E ASSISTENTE SOCIALE DI AMBITO QUESITO N. 1 In merito

Dettagli

QUESTIONARIO SULL ORGANIZZAZIONE E L AMBIENTE DI LAVORO NEL CNESPS

QUESTIONARIO SULL ORGANIZZAZIONE E L AMBIENTE DI LAVORO NEL CNESPS QUESTIONARIO SULL ORGANIZZAZIONE E L AMBIENTE DI LAVORO NEL CNESPS Il Gruppo Valorizzazione Risorse Umane (GVRU), propone a tutti i colleghi del Centro la realizzazione di un indagine per rilevare la loro

Dettagli

QUESTIONARIO DI PERCEZIONE DEL SERVIZIO SCOLASTICO

QUESTIONARIO DI PERCEZIONE DEL SERVIZIO SCOLASTICO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo A. Da Rosciate via Codussi, 7 24124 Bergamo C.F. 95118530161 Tel 035243373 Fax: 035270323 e-mail: segreteria@darosciate.it

Dettagli

A cura di dott.ssa Simona Diana, psicologa referente peer education AUSL MO Area Nord e Area Centro.

A cura di dott.ssa Simona Diana, psicologa referente peer education AUSL MO Area Nord e Area Centro. Progetto: Educazione tra pari in tema di affettività, sessualità e tutela della salute riproduttiva (con eventuale integrazione a progetto SerT- scuole libere da alcol in alcuni Istituti scolastici) A

Dettagli

AREA ANZIANI, ADULTI E DISABILI. Report pre-consuntivo anno 2014

AREA ANZIANI, ADULTI E DISABILI. Report pre-consuntivo anno 2014 AREA ANZIANI, ADULTI E DISABILI Report pre-consuntivo anno 2014 L UTENZA DELL AREA ANZIANI ADULTI- DISABILI Utenza complessiva - dato di flusso raffronto periodo 2011 2014 RAFFRONTO DATO DI FLUSSO AL 30.09

Dettagli

Comune di Molinella REGOLAMENTO DEI SERVIZI DOMICILIARI

Comune di Molinella REGOLAMENTO DEI SERVIZI DOMICILIARI Comune di Molinella REGOLAMENTO DEI SERVIZI DOMICILIARI Approvato con Deliberazione del Consiglio Comunale n. 93 del 22/12/2014 INDICE 1. I servizi domiciliari nel Sistema integrato sociale, socio-sanitario

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA

REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA COMUNE DI FALCADE (Provincia di Belluno) REGOLAMENTO DEL SERVIZIO DI MENSA SCOLASTICA (TESTO DEFINITIVO APPROVATO CON DELIBERA DI CONSIGLIO COMUNALE N. 5 DEL 17.02.2005) ART. 1 - FINALITA... 2 ART. 2 -

Dettagli

ACCESS Questionario titolari d azienda

ACCESS Questionario titolari d azienda ACCESS Questionario titolari d azienda ACCESS è un progetto finanziato dalla Comunità Europea nell ambito del Programma Spazio Alpino e ha come obiettivo primario il miglioramento della competitività e

Dettagli

RILEVAZIONE QUALITA' PERCEPITA AZIONI DI MIGLIORAMENTO

RILEVAZIONE QUALITA' PERCEPITA AZIONI DI MIGLIORAMENTO RILEVAZIONE QUALITA' PERCEPITA AZIONI DI MIGLIORAMENTO AREA DEGENZA ACCESSIBILITÀ CRITICITÀ: INFORMAZIONI SULL'ORGANIZZAZIONE DEL REPARTO Disponibilità a dare informazioni su organizz. reparto in Buono

Dettagli

COMUNE DI MIRA. Provincia di Venezia REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIALE

COMUNE DI MIRA. Provincia di Venezia REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIALE COMUNE DI MIRA Provincia di Venezia REGOLAMENTO COMUNALE PER LA DISCIPLINA DEL SERVIZIO DI TRASPORTO SOCIALE APPROVATO CON DELIBERAZIONE DI C.C. N. 66 DEL 15/06/2011 SOMMARIO: ART. 1 FINALITA ART. 2 OGGETTO

Dettagli

San Pietro in Cerro, 03/06/2015 Prot. 959 Gent.mi Genitori degli alunni iscritti alle scuole Infanzia Primaria Secondaria di 1 grado

San Pietro in Cerro, 03/06/2015 Prot. 959 Gent.mi Genitori degli alunni iscritti alle scuole Infanzia Primaria Secondaria di 1 grado COMUNE DI SAN PIETRO IN CERRO Provincia di Piacenza via Roma n. 31/2 29010 San Pietro in Cerro (PC) Tel. 0523 836479 - Fax 0523 835322 e-mail: comune.sanpietroincerro@sintranet.it San Pietro in Cerro,

Dettagli

Problematiche assistenziali durante il pasto. Referente Az. USL 2. RSA e Cure Intermedie Dott. S. Sensi

Problematiche assistenziali durante il pasto. Referente Az. USL 2. RSA e Cure Intermedie Dott. S. Sensi Problematiche assistenziali durante il pasto Referente Az. USL 2. RSA e Cure Intermedie Dott. S. Sensi I tre momenti fondamentali per l assistenza: PRIMA DI SERVIRE IL PASTO DURANTE LA SOMMINISTRAZIONE

Dettagli

Analisi dati questionario gradimento del sito web dell'istituto

Analisi dati questionario gradimento del sito web dell'istituto Analisi dati questionario gradimento del sito web dell'istituto Premessa La valutazione del grado di soddisfazione degli utenti rappresenta un importante aspetto nella gestione di qualsiasi organizzazione,

Dettagli

TECNICO INFORMATICO WEB MASTER

TECNICO INFORMATICO WEB MASTER TECNICO INFORMATICO WEB MASTER Corso di Formazione Professionale Por Puglia 2000-2006 Complemento Di Programmazione Asse III Mis. 3.4 - Az. a) Unione Europea Fondo Sociale Europeo REGIONE PUGLIA Assessorato

Dettagli

Servizi di comunicazione relativi ad attività previste dal Piano di comunicazione del Piano Telematico dell Emilia Romagna (PITER) 2007-2009

Servizi di comunicazione relativi ad attività previste dal Piano di comunicazione del Piano Telematico dell Emilia Romagna (PITER) 2007-2009 Servizi di comunicazione relativi ad attività previste dal Piano di comunicazione del Piano Telematico dell Emilia Romagna (PITER) 2007-2009 I PRETEST DELLA CAMPAGNA ISTITUZIONALE PITER Report dei risultati

Dettagli

CERNUSCO SUL NAVIGLIO

CERNUSCO SUL NAVIGLIO 1 Area: Servizi al Cittadino Settore: Servizi Sociali Ufficio: Piano di Zona FONDO SOCIALE REGIONALE 2014 - CRITERI DI RIPARTO APPROVATI CON DELIBERA DELL ASSEMBLEA DEI SINDACI DEL 01.10.2014. DOCUMENTO

Dettagli

MONITORAGGIO GRADIMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA. Anno Scolastico 2011-2012

MONITORAGGIO GRADIMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA. Anno Scolastico 2011-2012 Servizio Refezione Scolastica Metodo utilizzati: MONITORAGGIO GRADIMENTO SERVIZIO MENSA SCOLASTICA Anno Scolastico 2011-2012 Il monitoraggio è stato effettuato tramite un questionario distribuito agli

Dettagli

PROGETTO ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA

PROGETTO ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA Istituto Comprensivo Rita Levi Montalcini Anno Scolastico 2015-2016 PROGETTO ACCOGLIENZA SCUOLA DELL INFANZIA Motivazione: Necessità di accogliere i bambini in modo personalizzato e di farsi carico delle

Dettagli

IL SERVIZIO DOMICILIARE

IL SERVIZIO DOMICILIARE CASA ALBERGO PER ANZIANI Sistema qualità certificato COMUNE DI LENDINARA IL SERVIZIO DOMICILIARE Questo opuscolo riporta brevemente le principali informazioni per aiutarvi a capire meglio il servizio domiciliare,

Dettagli

Scopo e Destinatari. Modalità di Locazione. Gli ambienti. 1. Destinatari e ammissione. 2. Ubicazione e Struttura

Scopo e Destinatari. Modalità di Locazione. Gli ambienti. 1. Destinatari e ammissione. 2. Ubicazione e Struttura 33 1. Destinatari e ammissione Scopo e Destinatari La residenza protetta 3 è destinata a persone anziane autosufficienti o parzialmente autosufficienti ed a persone esposte al rischio di emarginazione

Dettagli

Osservazioni e suggerimenti ANIGAS

Osservazioni e suggerimenti ANIGAS DCO 23/09 STRUMENTI VOLTI AL CONTENIMENTO DEL RISCHIO CREDITIZIO PER I VENDITORI DEL MERCATO DELL ENERGIA ELETTRICA E PROPOSTE DI MODIFICA DELLA DELIBERAZIONE ARG/ELT 4/08 IN TEMA DI CLIENTI NON DISALIMENTABILI

Dettagli

D.G.R.n.94-4335 del 13.11.2006

D.G.R.n.94-4335 del 13.11.2006 D.G.R.n.94-4335 del 13.11.2006 Approvazione criteri per l assegnazione contributi ai Soggetti gestori delle funzioni socioassistenziali per le attività delle Equipe Adozioni e per la promozione dell affidamento

Dettagli

PROGETTO PER UNA STRATEGIA DI GESTIONE E CONTROLLO DEI SERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE

PROGETTO PER UNA STRATEGIA DI GESTIONE E CONTROLLO DEI SERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE PROGETTO PER UNA STRATEGIA DI GESTIONE E CONTROLLO DEI SERVIZI A DOMANDA INDIVIDUALE Pagina 1 di 7 SOMMARIO I servizi a domanda individuale... 3 L economicità della gestione dei servizi... 3 La domanda

Dettagli

Il servizio di Teleassistenza: rilevazione della soddisfazione degli utenti

Il servizio di Teleassistenza: rilevazione della soddisfazione degli utenti Provincia di Milano Direzione Centrale Cultura e Affari Sociali Settore Sostegno e Prevenzione delle Emergenze Sociali Ufficio Teleassistenza Il servizio di Teleassistenza: rilevazione della soddisfazione

Dettagli

SERVIZIO [TO]BIKE INDAGINE SULLA SODDISFAZIONE DEGLI UTENTI

SERVIZIO [TO]BIKE INDAGINE SULLA SODDISFAZIONE DEGLI UTENTI SERVIZIO [TO]BIKE INDAGINE SULLA SODDISFAZIONE DEGLI UTENTI 25 febbraio 2013 indagine eseguita a Novembre 2012 curata dalla dott.ssa Elena Amistà in collaborazione con il Servizio Qualità della Città di

Dettagli

Frascati, Cari Colleghi,

Frascati, Cari Colleghi, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare Frascati, Cari Colleghi, il nuovo Contratto Collettivo Nazionale Integrativo dell INFN, stipulato in data 3 novembre 2003, prevede, alla lett. e) dell articolo 4,

Dettagli

3. Rilevazione di aspettative in relazione ai requisiti principali del servizio.

3. Rilevazione di aspettative in relazione ai requisiti principali del servizio. SINTESI DEI RISULTATI DELL INDAGINE PILOTA DELL AUTORITA PER L ENERGIA ELETTRICA E IL GAS SUI CALL CENTER COMMERCIALI DELLE PRINCIPALI IMPRESE DI VENDITA DI ELETTRICITA E DI GAS Finalità e obiettivi I

Dettagli

RELAZIONE INTERMEDIA PROGETTO ASTER PER LA CONCILIAZIONE

RELAZIONE INTERMEDIA PROGETTO ASTER PER LA CONCILIAZIONE RELAZIONE INTERMEDIA PROGETTO ASTER PER LA CONCILIAZIONE SETTEMBRE 2009 PREMESSA Il progetto ASTER PER LA CONCILIAZIONE è realizzato da Aster S.c.p.a. (di seguito ASTER) a seguito dell ammissione a parziale

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE PROPONENTE Settore Politiche Sociali DIRETTORE GROSSI dott.ssa EUGENIA Numero di registro Data dell'atto 482 01/04/2015 Oggetto : Progetto HOME CARE PREMIUM 2014: presa d'atto

Dettagli

QUESTIONARIO. Grazie

QUESTIONARIO. Grazie QUESTIONARIO Il questionario, anonimo, serve a rilevare in modo sistematico le opinioni degli studenti che hanno completato un corso di studi. Queste conoscenze potranno aiutare a valutare la qualità dei

Dettagli