Settore: Patrimonio artistico e culturale Area: Cura e conservazione delle biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO CODICE SEDE ATTUAZIONE

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Settore: Patrimonio artistico e culturale Area: Cura e conservazione delle biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO CODICE SEDE ATTUAZIONE"

Transcript

1 TITOLO DEL PROGETTO LIBRI: Medicina per l anima SETTORE E AREA D INTERVENTO Settore: Patrimonio artistico e culturale Area: Cura e conservazione delle biblioteche ENTE TITOLARE DEL PROGETTO Biblioteca Civica LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO COMUNE INDIRIZZO CHIVASSO PIAZZALE DODICI MAGGIO, 8 CODICE SEDE ATTUAZIONE N. VOLONTARI TIPO POSTO Senza Vitto Senza Alloggio DOVE INVIARE LE DOMANDE E RICEVERE INFORMAZIONI REQUISITI OBBLIGATORI EVENTUALI OBBLIGHI COMUNE CHIVASSO - Piazza Generale della Chiesa Chivasso (TO)- Rif. Sig.ra Sonvilla Serena- tel 011/ mail Diploma di scuola media superiore Patente di guida B. Disponibilità a flessibilità oraria giornaliera, nel rispetto del numero di ore stabilite dal progetto Disponibilità ad essere impegnati eventualmente al sabato Disponibilità a spostamenti e/o missioni per realizzare gli nterventi previsti ai punti 8.1 e 8.3 Disponibilità all utilizzo dei mezzi dell Ente Osservanza del segreto professionale

2 ATTIVITÀ DEL VOLONTARIO (punto 8.3 del progetto) I Volontari del Servizio Civile Nazionale, dopo l iniziale periodo di avvio al servizio, entreranno a far parte del gruppo di lavoro e collaboreranno alla realizzazione degli interventi previsti dal progetto come descritto nella specifica della tempistica al punto 8.1. Affiancheranno gli operatori e svolgeranno compiti in autonomia, per il raggiungimento degli obiettivi relativi alle azioni precedentemente descritte, partecipando alle attività afferenti alle stesse. Incremento delle attività del punto prestito itinerante nei reparti e creazione di una sala adibita a biblioteca permanente all interno dell ospedale cittadino (il servizio si svolgerà negli orari concordati presso la sede di Corso Galileo Ferraris, 3- Chivasso) OBIETTIVO SPECIFICO 1: Analizzare i risultati del progetto in base ai questionari compilati dai degenti e dal personale Raccolta del materiale Collabora nell elaborazione dei Riunioni periodiche con i referenti della struttura Assiste Analisi del flusso di prestiti in base ai reparti Partecipa con il personale agli incontri e alle analisi dei dati Valutazione della tipologia di documenti maggiormente fruiti dall utenza ospedaliera Partecipa all analisi dei documenti Elaborazione dei risultati ottenuti Collabora nell elaborazione dati Valutazione degli interventi utili per migliorare il servizio Riunione con Assessore per definire azioni conseguenti Assiste OBIETTIVO SPECIFICO 2: creazione di una sala adibita a biblioteca permanente all interno dell ospedale cittadino Su indicazione della direzione sanitaria individuazione del locale Assiste deputato a sala biblioteca e orari di apertura al pubblico Allestimento dello spazio con scaffalatura, materiale libraio e postazioni informatiche Gestione ordinaria delle attività di prestito Collabora con il personale all allestimento OBIETTIVO SPECIFICO 3: Selezionare il patrimonio bibliografico derivante da: donazioni, lasciti e scambi con altre biblioteche per implementare la dotazione fissa del punto prestito in base ai desiderata degli ospiti Recupero e selezione di documenti in base alle richieste e ai prestiti effettuati

3 Catalogazione, collocazione e trattamento fisico dei documenti Gestione iscrizioni e prestiti dei nuovi utenti Revisione e aggiornamento della collezione del punto prestito Attività di Fundraising in collaborazione con associazioni locali finalizzate a reperire materiale librario in dono o fondi per nuovi acquisti Trattamento fisico del materiale librario Collabora nell attività di Partecipa alle operazioni necessarie Collabora nelle attività OBIETTIVO SPECIFICO 4: incentivare l uso di audiolibri e e-book readers Organizzazione di momenti formativi sull utilizzo degli e-book Collabora alla formazione readers Organizzazione di momenti formativi sull utilizzo degli Collabora alla formazione audiolibri OBIETTIVO SPECIFICO 5: attivare una postazione informatica dedicata alla lettura dei quotidiani e periodici locali nella sala biblioteca all interno dell ospedale Predisporre una postazione informatica con collegamento ad internet, Collabora nelle operazioni dedicata al pubblico nella sala biblioteca necessarie Organizzazione di momenti formativi e assistenza all utilizzo della piattaforma MLOL (Media Library On Line) Collabora alla formazione OBIETTIVO SPECIFICO 6: necessità di implementare le attività del progetto Nati per leggere già in atto presso il reparto di pediatria Scelta e preparazione dei volumi atti ad implementare lo scaffale Nati Collabora con il per leggere all interno del reparto personale Predisposizione e distribuzione di materiale informativo per pubblicizzare le iniziative della biblioteca Coinvolgimento del punto prestito dell ospedale nel reparto di pediatria nelle attività del progetto Nati per leggere in biblioteca Implementare le attività del progetto Nati per leggere all interno del reparto di pediatria con laboratori e incontri di lettura ad alta voce Preparazione di bibliografie e testi per genitori Creazione e distribuzione dello stesso Collabora alla stesura delle bibliografie

4 OBIETTIVO SPECIFICO 7: Garantire momenti di sollievo e benessere alle persone Assistenza agli utenti che usufruiscono del punto prestito per Effettua il servizio di reference orientarli sulle scelte bibliografiche rispondenti alle loro necessità Trasporto mediante l ausilio di un apposito carrello dei volumi direttamente nelle stanze dei reparti Si occupa di realizzare l attività Creazione di materiale promozionale della biblioteca da distribuire presso il punto prestito Collabora alla realizzazione e alla distribuzione del materiale Servizio di circolazione libraria tra sede centrale e punto prestito in ospedale Fruibilità dei servizi offerti dallo SBAM (prestito, prenotazione ) presso il punto prestito a tutti coloro che vivono una situazione di impossibilità anche temporanea Organizzazione di attività periodiche della biblioteca presso il punto prestito Creazione di bibliografie tematiche e bollettini novità Promozione della lettura come strumento di terapia e di svago in grado di migliorare il clima relazionale all interno della struttura Si occupa di gestire le prenotazioni e provvede a movimentare il materiale Si occupa di gestire le prenotazioni e provvede a movimentare il materiale proveniente dalle biblioteche dello SBAM Collabora all organizzazione delle attività culturali press il punto prestito Collabora alla stesura delle bibliografie Assiste alle operazioni necessarie OBIETTIVO SPECIFICO 8: collaborazione con l associazionismo locale volontario Coinvolgimento diretto nelle attività ricreative proposte e Affianca il personale nelle relazioni ideazione iniziative co-organizzate con i responsabili delle associazioni OBIETTIVO SPECIFICO 9: aumentare da 6 a 8 le ore settimanali dedicate al punto prestito e sala biblioteca e attività del progetto nati per leggere Gestione ordinaria delle attività di prestito nella sala biblioteca Effettua il servizio di reference Organizzazione del materiale librario necessario Trasporto dei libri richiesti dalla sede Riordino della dotazione Si occupa di realizzare l attività Si occupa del riordino

5 Incremento del servizio di prestito e delle attività ricreative presso la Residenza Socio- Assistenziale Opera Pia Eugenio Clara (il servizio si svolgerà negli orari concordati presso la sede di via Italia, 14- Chivasso OBIETTIVO SPECIFICO 1: Presentare le attività offerte dalla biblioteca e dalla città di volontario Creazione di materiale informativo Partecipa alla redazione del materiale Distribuzione di materiale agli ospiti Distribuisce il materiale OBIETTIVO SPECIFICO 2: Selezionare il patrimonio bibliografico derivante da: donazioni, lasciti e scambi con altre biblioteche per implementare la dotazione fissa del punto prestito in base ai desiderata degli ospiti Recupero e selezione di documenti in base alle richieste e ai prestiti Collabora nelle attività effettuati Catalogazione, collocazione e trattamento fisico dei documenti Trattamento fisico del materiale librario Attività di Fundraising in collaborazione con associazioni locali Collabora nelle attività finalizzate a reperire materiale librario in dono o fondi per nuovi acquisti OBIETTIVO SPECIFICO 3: incentivare l uso di audiolibri e e-book readers Organizzazione di momenti formativi sull utilizzo Collabora alla formazione degli e-book readers Organizzazione di momenti formativi sull utilizzo degli Collabora alla formazione audiolibri Implementare momenti di ascolto collettivo di audiolibri Collabora all organizzazione dell attività OBIETTIVO SPECIFICO 4: attivare una postazione informatica dedicata alla lettura dei quotidiani e periodici locali Tempistiche Predisporre una postazione informatica nello spazio comune Organizzazione di momenti formativi e assistenza all utilizzo della piattaforma MLOL (Media Library On Line) Collabora alla formazione OBIETTIVO SPECIFICO 5: aumentare da 2 a 4 le ore settimanale dedicate al punto prestito e attività ricreative volontario Organizzazione del materiale librario necessario Collabora con il personale della biblioteca Trasporto dei libri richiesti dalla sede Partecipa alle operazioni necessarie

6 Riordino della dotazione libraria Organizzazione di attività ricreative per gli ospiti Si occupa del riordino Collabora all organizzazione OBIETTIVO SPECIFICO 6: collaborazione con l associazionismo locale Tempistiche Coinvolgimento diretto nelle attività Affianca il personale nelle relazioni con i ricreative proposte e ideazione iniziative coorganizzate responsabili delle associazioni

Settore: patrimonio artistico e culturale Area: cura e conservazione delle biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO CODICE

Settore: patrimonio artistico e culturale Area: cura e conservazione delle biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO CODICE TITOLO DEL PROGETTO CHI LEGGE. FA MOLTA STRADA SETTORE E AREA D INTERVENTO Settore: patrimonio artistico e culturale Area: cura e conservazione delle biblioteche ENTE TITOLARE DEL PROGETTO Comune di Lauriano

Dettagli

LEGGERE È UGUALE PER TUTTI

LEGGERE È UGUALE PER TUTTI TITOLO DEL PROGETTO: LEGGERE È UGUALE PER TUTTI SETTORE E AREA D INTERVENTO Patrimonio artistico e culturale Cura e conservazione delle biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO ENTE TITOLARE DEL

Dettagli

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA

SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA SCHEDA PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA ENTE 1) Ente proponente il progetto: PROVINCIA DI TORINO 2) Codice di accreditamento: R01-NZ00346 3) Albo e classe di iscrizione:

Dettagli

Settore - Patrimonio artistico e culturale Area Cura e conservazione biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO CODICE SEDE ATTUAZIONE

Settore - Patrimonio artistico e culturale Area Cura e conservazione biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO CODICE SEDE ATTUAZIONE TITOLO DEL PROGETTO BIBLIOTECA AMICHEVOLE SETTORE E AREA D INTERVENTO Settore - Patrimonio artistico e culturale Area Cura e conservazione biblioteche ENTE TITOLARE DEL PROGETTO Comune di Caselle T.se

Dettagli

Settore: Assistenza Area: minori LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO. Via Martiri Liberta', 125. MONGRANDO Via Marconi,

Settore: Assistenza Area: minori LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO. Via Martiri Liberta', 125. MONGRANDO Via Marconi, TITOLO DEL PROGETTO Nido Insieme SETTORE E AREA D INTERVENTO Settore: Assistenza Area: minori ENTE TITOLARE DEL PROGETTO Comune di Occhieppo Inferiore Comune di Mongrando COMUNE OCCHIEPPO INFERIORE LUOGO

Dettagli

#Gener@zione Cult LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO. Via Lagrange 1 68728 4. Vicolo Gioberti 6 Via Santa Maria 24 Via San Bartolomeo 40

#Gener@zione Cult LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO. Via Lagrange 1 68728 4. Vicolo Gioberti 6 Via Santa Maria 24 Via San Bartolomeo 40 TITOLO DEL PROGETTO: #Gener@zione Cult SETTORE E AREA D INTERVENTO Educazione e promozione culturale Animazione culturale verso minori Animazione culturale verso giovani LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO

Dettagli

Settore: Educazione e promozione culturale Area: attività interculturali LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO CODICE SEDE ATTUAZIONE

Settore: Educazione e promozione culturale Area: attività interculturali LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO CODICE SEDE ATTUAZIONE TITOLO DEL PROGETTO I muri raccontano SETTORE E AREA D INTERVENTO Settore: Educazione e promozione culturale Area: attività interculturali ENTE TITOLARE DEL PROGETTO Comune di Mosso LUOGO DI REALIZZAZIONE

Dettagli

Settore - Educazione e Promozione culturale. Area - Animazione culturale verso i giovani - Interventi di animazione sul territorio

Settore - Educazione e Promozione culturale. Area - Animazione culturale verso i giovani - Interventi di animazione sul territorio TITOLO DEL PROGETTO: #lettori2.0 SETTORE E AREA D INTERVENTO Settore - Educazione e Promozione culturale Area - Animazione culturale verso i giovani - Interventi di animazione sul territorio ENTE TITOLARE

Dettagli

PROGETTI DI COLLABORAZIONE TRA FONDAZIONE QUERINI STAMPALIA E UNIVERSITÀ CA FOSCARI IN FAVORE DEGLI STUDENTI DI CA' FOSCARI anno

PROGETTI DI COLLABORAZIONE TRA FONDAZIONE QUERINI STAMPALIA E UNIVERSITÀ CA FOSCARI IN FAVORE DEGLI STUDENTI DI CA' FOSCARI anno PROGETTI DI COLLABORAZIONE TRA FONDAZIONE QUERINI STAMPALIA E UNIVERSITÀ CA FOSCARI IN FAVORE DEGLI STUDENTI DI CA' FOSCARI anno 2015-2016 Premessa L'esperienza del tirocinio 2014-2015 è stata molto positiva

Dettagli

LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO. Via Santa Maria, 24. Via San Bartolomeo, 40. Via Lagrange, vicolo Gioberti, 6

LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO. Via Santa Maria, 24. Via San Bartolomeo, 40. Via Lagrange, vicolo Gioberti, 6 TITOLO DEL PROGETTO BOOKEMON SETTORE E AREA D INTERVENTO Settore Educazione e promozione culturale Area Animazione culturale verso minori Area Animazione culturale verso giovani Area - Interventi di animazione

Dettagli

Settore: Patrimonio artistico e culturale Area: 1 - Cura e conservazione delle biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO CODICE SEDE ATTUAZIONE

Settore: Patrimonio artistico e culturale Area: 1 - Cura e conservazione delle biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO CODICE SEDE ATTUAZIONE TITOLO DEL PROGETTO IN BIBLIOTECA ANCHE CON UN CLICK SETTORE E AREA D INTERVENTO Settore: Patrimonio artistico e culturale Area: 1 - Cura e conservazione delle biblioteche ENTE TITOLARE DEL PROGETTO Comune

Dettagli

Settore: Educazione e Promozione culturale Area: Animazione culturale verso giovani LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO

Settore: Educazione e Promozione culturale Area: Animazione culturale verso giovani LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO GIOVANI IN COMUNE SETTORE E AREA D INTERVENTO Settore: Educazione e Promozione culturale Area: Animazione culturale verso giovani ENTE TITOLARE DEL PROGETTO Comune di San Maurizio Canavese

Dettagli

Allegato 2. Fasi di Erogazione e Parametri di Qualità. Disciplinare Accreditamento Fornitori Prestazioni Integrative Home Care Premium INPS 2014

Allegato 2. Fasi di Erogazione e Parametri di Qualità. Disciplinare Accreditamento Fornitori Prestazioni Integrative Home Care Premium INPS 2014 1 Allegato 2. Fasi di erogazione e Parametri di Qualità Fasi di Erogazione e Parametri di Qualità Allegato 2 Disciplinare Accreditamento Fornitori Prestazioni Integrative Home Care Premium INPS 2014 Procedura

Dettagli

Progetto. Ente promotore. Sede di attuazione del progetto e numero volontari. Settore e area di intervento

Progetto. Ente promotore. Sede di attuazione del progetto e numero volontari. Settore e area di intervento Progetto Ente promotore Sede di attuazione del progetto e numero volontari CHI TROVA UN LIBRO TROVA UN TESORO Comune di Cambiano Comune di Candiolo Comune di Scalenghe Comune di Vinovo Comune di Cambiano

Dettagli

(delibera del Collegio dei docenti del 01/09/2016) AREA 1

(delibera del Collegio dei docenti del 01/09/2016) AREA 1 (delibera del Collegio dei docenti del 01/09/2016) AREA 1 1. GESTIONE DEL PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA Stesura del P.O.F. (versione integrale e sintetica) PTOF, PdM, inclusi eventuali aggiornamenti in

Dettagli

Libri per utenti speciali : leggere in carcere, in ospedale, negli ambulatori

Libri per utenti speciali : leggere in carcere, in ospedale, negli ambulatori ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO Libri per utenti speciali : leggere in carcere, in ospedale, negli ambulatori SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio artistico e culturale

Dettagli

Settore: patrimonio artistico e culturale Area: cura e conservazione biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO CODICE SEDE ATTUAZIONE

Settore: patrimonio artistico e culturale Area: cura e conservazione biblioteche LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO CODICE SEDE ATTUAZIONE TITOLO DEL PROGETTO NON SOLO LIBRI! SETTORE E AREA D INTERVENTO Settore: patrimonio artistico e culturale Area: cura e conservazione biblioteche ENTE TITOLARE DEL PROGETTO Comune di Caluso LUOGO DI REALIZZAZIONE

Dettagli

SENSIBILMENTE TITOLO DEL PROGETTO: Ambiente - Prevenzione e monitoraggio inquinamento delle acque - Prevenzione e monitoraggio inquinamento dell aria

SENSIBILMENTE TITOLO DEL PROGETTO: Ambiente - Prevenzione e monitoraggio inquinamento delle acque - Prevenzione e monitoraggio inquinamento dell aria TITOLO DEL PROGETTO: SENSIBILMENTE SETTORE E AREA D INTERVENTO Ambiente - Prevenzione e monitoraggio inquinamento delle acque - Prevenzione e monitoraggio inquinamento dell aria LUOGO DI REALIZZAZIONE

Dettagli

PROTOCOLLO D'INTESA TRA. PROVINCIA DI VERONA, COMUNE DI VERONA, ULSS 20, ULSS 21, ULSS 22 e AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA,

PROTOCOLLO D'INTESA TRA. PROVINCIA DI VERONA, COMUNE DI VERONA, ULSS 20, ULSS 21, ULSS 22 e AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA, PROTOCOLLO D'INTESA TRA PROVINCIA DI VERONA, COMUNE DI VERONA, ULSS 20, ULSS 21, ULSS 22 e AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA, PER IL PROGETTO NATI PER LEGGERE (NPL) Premesso che: l'associazione

Dettagli

ALLEGATO 6. ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: UN MONDO DI LIBRI voce 4

ALLEGATO 6. ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: UN MONDO DI LIBRI voce 4 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: UN MONDO DI LIBRI voce 4 SETTORE e Area di Intervento: D01 Patrimonio artistico e culturale cura e conservazione biblioteche voce 5 OBIETTIVI

Dettagli

SERVIZIO CIVILE in GARANZIA GIOVANI nel COMUNE DI MILANO Titolo del progetto:

SERVIZIO CIVILE in GARANZIA GIOVANI nel COMUNE DI MILANO Titolo del progetto: SERVIZIO CIVILE in GARANZIA GIOVANI nel COMUNE DI MILANO 2015 Titolo del progetto: Giovani per la tutela del patrimonio artistico e culturale degli Enti locali Musei e Biblioteche Settore di impiego Patrimonio

Dettagli

V.I.T.A. COMUNE DI SAN VERO MILIS ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Valorizzare Il Tesoro degli Anziani

V.I.T.A. COMUNE DI SAN VERO MILIS ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Valorizzare Il Tesoro degli Anziani ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO COMUNE DI SAN VERO MILIS TITOLO DEL PROGETTO: V.I.T.A. Valorizzare Il Tesoro degli Anziani SETTORE e Area di Intervento: Settore: Assistenza Area di intervento:

Dettagli

Allegato 1. A) Descrizione Prestazioni B) Parametri di Qualità e Fasi di Erogazione

Allegato 1. A) Descrizione Prestazioni B) Parametri di Qualità e Fasi di Erogazione Allegato 1 A) Descrizione Prestazioni B) Parametri di Qualità e Fasi di Erogazione ASSISTENZA DOMICILIARE IN FAVORE DI PERSONE ANZIANE E PERSONE DISABILI RESIDENTI NEL TERRITORIO COMUNALE E PREVISTE DAL

Dettagli

Rapporto di Autovalutazione 2006

Rapporto di Autovalutazione 2006 Rapporto di Autovalutazione 2006 Ripartizione biblioteche struttura di gestione dei processi centralizzati (Ufficio processi generali e amministrativi, Unità informatica) Responsabile del RAV Paolo Cirelli

Dettagli

SETTORE QUALITA DELLA VITA. Scheda di dettaglio delle prestazioni in affidamento

SETTORE QUALITA DELLA VITA. Scheda di dettaglio delle prestazioni in affidamento QUALITA DELLA VITA Scheda di dettaglio delle prestazioni in affidamento La gestione delle attività del centro infanzia adolescenza e famiglia deve essere effettuata secondo le modalità di seguito specificate:

Dettagli

SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE

SCHEDA PROGETTO SERVIZIO CIVILE OPERATORE LOCALE DI PROGETTO PRESSO SEDE DI SERVIZIO DURATA DEL PROGETTO TIPOLOGIA AREA PROGETTO REQUISITI SUPPLEMENTARI, oltre a quelli previsti dall art.3 del bando integrale di selezione del Servizio

Dettagli

ATTENZIONE: la domanda di partecipazione a questo progetto va indirizzata direttamente all Ente ROMA CAPITALE esclusivamente all indirizzo:

ATTENZIONE: la domanda di partecipazione a questo progetto va indirizzata direttamente all Ente ROMA CAPITALE esclusivamente all indirizzo: ATTENZIONE: la domanda di partecipazione a questo progetto va indirizzata direttamente all Ente ROMA CAPITALE esclusivamente all indirizzo: Roma Capitale Dipartimento Sport e Politiche Giovanili - Ufficio

Dettagli

REGIONANDO 2000 REGIONE UMBRIA UNITA SANITARIA LOCALE N 2. Azienda Sanitaria Regionale dell Umbria Sede Legale : via Guerra 21, Perugia

REGIONANDO 2000 REGIONE UMBRIA UNITA SANITARIA LOCALE N 2. Azienda Sanitaria Regionale dell Umbria Sede Legale : via Guerra 21, Perugia REGIONANDO 2000 REGIONE UMBRIA UNITA SANITARIA LOCALE N 2 Azienda Sanitaria Regionale dell Umbria Sede Legale : via Guerra 21, 06127 Perugia Servizio di staff : Qualità e Promozione della Salute Dirigente

Dettagli

CROCE ROSSA ITALIANA

CROCE ROSSA ITALIANA CROCE ROSSA ITALIANA PRESENTAZIONE CAMPO SCUOLA NAZIONALE FORMAZIONE ATTIVITA IN EMERGENZA Considerata la sempre più intensa attività di risposta alle emergenze nelle quali CRI è chiamata ad intervenire

Dettagli

1) IDEAZIONE E ATTIVAZIONE DEL PROGETTO

1) IDEAZIONE E ATTIVAZIONE DEL PROGETTO UNITI RIPENSIAMO LA PARTECIPAZIONE La pace viene dalla comunicazione. Ezra Pound Volontari Servizio Civile Nazionale 2012 per il Comune di Venezia e del Servizio Civile Regionale 2012 per la regione Veneto,

Dettagli

TITOLO PROGETTO: SPES 2 AMBITO: Disagio Adulto

TITOLO PROGETTO: SPES 2 AMBITO: Disagio Adulto TITOLO PROGETTO: SPES 2 AMBITO: Disagio Adulto ENTI POSTI DISPONIBILI DESCRIZIONE ATTIVITA LA Fraternità 1 -Formazione teorica, per la quale suggeriamo letture, frequenza a corsi, partecipazione a convegni,

Dettagli

A SCUOLA INSIEME! TITOLO DEL PROGETTO: SETTORE E AREA D INTERVENTO

A SCUOLA INSIEME! TITOLO DEL PROGETTO: SETTORE E AREA D INTERVENTO TITOLO DEL PROGETTO: A SCUOLA INSIEME! SETTORE E AREA D INTERVENTO Educazione e Promozione culturale - Attività di tutoraggio scolastico - Animazione culturale verso minori LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO

Dettagli

Comune di Collesalvetti Regolamento della Biblioteca Comunale

Comune di Collesalvetti Regolamento della Biblioteca Comunale Comune di Collesalvetti Regolamento della Biblioteca Comunale Titolo I Istituzione e finalità del servizio Art. 1 Funzioni Il Comune di Collesalvetti riconosce e s impegna ad attuare il diritto dei cittadini

Dettagli

InFormare sul Sistema Bibliotecario e sui servizi delle biblioteche Unipa Cerca una Biblioteca Unipa e scopri i servizi

InFormare sul Sistema Bibliotecario e sui servizi delle biblioteche Unipa Cerca una Biblioteca Unipa e scopri i servizi informabiblioteche InFormare sul Sistema Bibliotecario e sui servizi delle biblioteche Unipa Cerca una Biblioteca Unipa e scopri i servizi informabiblioteche informa è il nuovo servizio del Sistema bibliotecario

Dettagli

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE P.E.G. 2014

PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE P.E.G. 2014 PIANO ESECUTIVO DI GESTIONE P.E.G. 2014 PROPOSTA PROGETTI OBIETTIVO ANNO 2014 Area Amministrazione Generale 1. Responsabile: 2. Istruttore amm.vo: Fantinato Lori - personale RISORSE UMANE ASSEGNATE ANNO

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: NOI NUOVI ORIZZONTI INCLUSIVI SETTORE e Area di Intervento: Settore: E Educazione e promozione culturale Area d intervento: 1 Centri di

Dettagli

- UNA RAGAZZA o UN RAGAZZO tra i 18 ed i 28 anni non ancora compiuti - CITTADINO ITALIANO e SENZA CONDANNE PENALI

- UNA RAGAZZA o UN RAGAZZO tra i 18 ed i 28 anni non ancora compiuti - CITTADINO ITALIANO e SENZA CONDANNE PENALI IL SERVIZIO CIVILE E una opportunità per i GIOVANI di impegnarsi nella società ed accrescere le proprie conoscenze 1 ANNO è il tempo di impiego dei giovani volontari 433 EURO è la retribuzione mensile

Dettagli

Progetto 2: Servizio di prestito a domicilio per i diversamente abili

Progetto 2: Servizio di prestito a domicilio per i diversamente abili Scheda A Progetti di miglioramento per l anno 2012 Progetto 1: Completamento del catalogo elettronico Il patrimonio della Biblioteca Civica è costituito (dato relativo all anno 2010) da circa 280.000 unità

Dettagli

SERVIZIO BIBLIOTECA (anno 2104)

SERVIZIO BIBLIOTECA (anno 2104) SERVIZIO BIBLIOTECA (anno 2104) Questionario di rilevazione della soddisfazione degli Utenti (scadenza 21/11/14) 1. IL SERVIZIO Come giudichi, nel suo complesso, il servizio biblioteca offerto dalla Città

Dettagli

RIF. CORSO: 2015-GG-32. Scheda progetto

RIF. CORSO: 2015-GG-32. Scheda progetto RIF. CORSO: 205-GG-2 Scheda progetto FIGURA PROFESSIONALE Denominazione corso: Durata: OPERATORE DELLA PROMOZIONE ED ACCOGLIENZA TURISTICA 200 Descrizione della figura professionale: L Operatore della

Dettagli

SERVIZI SPECIALISTICI LEGALI E TECNICO- SISTEMISTICI PER ADEGUAMENTO ATTIVITÀ AL CODICE DELLA PRIVACY.

SERVIZI SPECIALISTICI LEGALI E TECNICO- SISTEMISTICI PER ADEGUAMENTO ATTIVITÀ AL CODICE DELLA PRIVACY. SERVIZI SPECIALISTICI LEGALI E TECNICO- SISTEMISTICI PER ADEGUAMENTO ATTIVITÀ AL CODICE DELLA PRIVACY. Il presente documento ha lo scopo di illustrare in dettaglio i servizi legali ed informatici specialistici

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: I Giovani per il Lavoro SETTORE e Area di Intervento: Settore E Educazione e Promozione Culturale 11 Sportelli Informa Gli obiettivi generali

Dettagli

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Direzione Generale. AVIS Regionale Toscana

PROTOCOLLO D INTESA. tra. Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Direzione Generale. AVIS Regionale Toscana PROTOCOLLO D INTESA tra Ufficio Scolastico Regionale per la Toscana Direzione Generale e AVIS Regionale Toscana VISTO il D.L. del 16 aprile 1994, n.297 e successive modificazioni ed integrazioni, contenente

Dettagli

TITOLO DEL PROGETTO: BENVENUTI IN BIBLIOTECA!

TITOLO DEL PROGETTO: BENVENUTI IN BIBLIOTECA! TITOLO DEL PROGETTO: BENVENUTI IN BIBLIOTECA! ENTE Rete dei Comuni di BEINASCO, BRUINO, ORBASSANO, PIOSSASCO, RIVALTA di TORINO e VILLARBASSE. SETTORE e Area di Intervento: Educazione e promozione culturale

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 Comune di Martano Servizio Civile Nazionale TITOLO DEL PROGETTO: Phronesis 2016 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO SETTORE e Area di Intervento: Settore A - ASSISTENZA Area di intervento 01) Anziani

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI CULTURALI E DI SPETTACOLO Processo Tutela, valorizzazione, conservazione e gestione dei beni

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO BIBLIOTECA RETE DI SAPERE

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO BIBLIOTECA RETE DI SAPERE ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO BIBLIOTECA RETE DI SAPERE TITOLO DEL PROGETTO: Biblioteca rete di sapere SETTORE e Area di Intervento: Settore: Patrimonio Artistico e Culturale Area di intervento: Cura

Dettagli

I COMUNI PER IL SERVIZIO CIVILE. Onelia Rivolta, Vicedirettore AnciLab

I COMUNI PER IL SERVIZIO CIVILE. Onelia Rivolta, Vicedirettore AnciLab I COMUNI PER IL SERVIZIO CIVILE Onelia Rivolta, Vicedirettore AnciLab CINQUE PUNTI 1. La dimensione del nostro lavoro 2. La rete di comuni come piattaforma estesa di apprendimento 3. Cosa si impara in

Dettagli

ALLEGATO D 1. Scheda ii. Scheda descrittiva della funzione ORIENTAMENTO DI PRIMO LIVELLO per target

ALLEGATO D 1. Scheda ii. Scheda descrittiva della funzione ORIENTAMENTO DI PRIMO LIVELLO per target DIPARTIMENTO SOCIALE DIREZIONE REGIONALE LAVORO, PARI OPPORTUNITÀ E POLITICHE GIOVANILI ALLEGATO D 1 Scheda ii. Scheda descrittiva della funzione ORIENTAMENTO DI PRIMO LIVELLO per target PRESTAZIONI esigibili

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE PROVINCIALE UN ANNO PER ES.SER.CI.

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE PROVINCIALE UN ANNO PER ES.SER.CI. PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE PROVINCIALE UN ANNO PER ES.SER.CI. Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Provincia Autonoma di Trento Via Degasperi, 79 38100 Trento 0461 902886 Titolo progetto: Biasi

Dettagli

Seminario per facilitatori di formazione di volontari lettori NpL Lombardia. Il volontario lettore Nati per Leggere

Seminario per facilitatori di formazione di volontari lettori NpL Lombardia. Il volontario lettore Nati per Leggere Seminario per facilitatori di formazione di volontari lettori NpL Lombardia Il volontario lettore Nati per Leggere Chi è il volontario lettore NpL? Il lettore volontario NpL ha un ruolo di grande rilievo

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Archivio Storico della Biennale di Venezia: conservazione e valorizzazione dei fondi archivistici e bibliografici SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio

Dettagli

Indice delle tavole statistiche

Indice delle tavole statistiche STATISTICHE CULTURALI. ANNI -16 1 Indice delle tavole statistiche 1 Musei, mostre e altri luoghi della cultura Tavola 1.1 Tavola 1.2 Tavola 1.3 Tavola 1.4 Tavola 1.5 Tavola 1.6 Tavola 1.7 Tavola 1.8 Tavola

Dettagli

Servizi per l impiego e collocamento mirato delle persone con disabilità

Servizi per l impiego e collocamento mirato delle persone con disabilità Servizi per l impiego e collocamento mirato delle persone con disabilità Fase di preselezione Modello di servizio Vers. 1.1, 12.02.05 1 Premessa La preselezione è uno degli strumenti principali per la

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O P E R

F O R M A T O E U R O P E O P E R F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Altro indirizzo Fax E-mail Largo Fiera 2D, 85028 Rionero in Vulture (PZ) Via Galliano 35, 85028

Dettagli

PROGETTO: INFORMATIZZAZIONE BIBLIOTECA SCOLASTICA. La BIBLIOTECA in un click. La BiblioLAN in un click

PROGETTO: INFORMATIZZAZIONE BIBLIOTECA SCOLASTICA. La BIBLIOTECA in un click. La BiblioLAN in un click PROGETTO: INFORMATIZZAZIONE BIBLIOTECA SCOLASTICA La BIBLIOTECA in un click La BiblioLAN in un click a.s. 2006/2007 PREMESSA Nel nuovo quadro normativo dell autonomia scolastica la biblioteca si configura

Dettagli

1. Distribuzione delle risposte dei docenti rispetto agli item dei questionari somministrati

1. Distribuzione delle risposte dei docenti rispetto agli item dei questionari somministrati Allegato 1. Distribuzione delle risposte dei docenti rispetto agli item dei questionari somministrati A) Area dell informazione 1. Circolari, modulistica e documentazione Validi per niente 1 1,7 poco 8

Dettagli

REGOLAMENTO DI DIPARTIMENTO. Art. 1 Finalità ed obiettivi del Dipartimento:

REGOLAMENTO DI DIPARTIMENTO. Art. 1 Finalità ed obiettivi del Dipartimento: REGOLAMENTO DI DIPARTIMENTO Art. 1 Finalità ed obiettivi del Dipartimento: Il Dipartimento realizza: 1. le attività di coordinamento e di indirizzo rivolte alle strutture ed ai servizi ad esso afferenti;

Dettagli

PROGETTO 360 giorni insieme agli anziani 11. edizione. PROGETTO Un esperienza per la vita essere in contatto con disabili 11.

PROGETTO 360 giorni insieme agli anziani 11. edizione. PROGETTO Un esperienza per la vita essere in contatto con disabili 11. 360 giorni insieme agli anziani 11. edizione Un esperienza per la vita essere in contatto con disabili 11. edizione Solidarietá tra donne Attivitá di sostegno nella Casa delle donne Bressanone - 5. edizione

Dettagli

LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO CODICE SEDE ATTUAZIONE. Diploma di scuola media superiore. Patente di guida B

LUOGO DI REALIZZAZIONE DEL PROGETTO CODICE SEDE ATTUAZIONE. Diploma di scuola media superiore. Patente di guida B TITOLO DEL PROGETTO: ALL INCLUSIVE ONLINE & ONLIFE SETTORE E AREA D INTERVENTO Settore: educazione e promozione culturale Area:animazione culturale verso i minori - animazione culturale verso i giovani

Dettagli

Comune di Selargius Biblioteca comunale di Selargius QUESTIONARIO SULLA SODDISFAZIONE DELL UTENZA

Comune di Selargius Biblioteca comunale di Selargius QUESTIONARIO SULLA SODDISFAZIONE DELL UTENZA Comune di Selargius Biblioteca comunale di Selargius QUESTIONARIO SULLA SODDISFAZIONE DELL UTENZA Frequenti con assiduità la Biblioteca? Con quale frequenza ci vai? tutti i giorni 13% qualche volta alla

Dettagli

Biblioteca di Economia e Management

Biblioteca di Economia e Management Biblioteca di Economia e Management 1 COSA TROVI DOVE, QUANDO E COME Dove: Piano seminterrato, accesso dalle scale alla sinistra della portineria (lato c. Unione Sovietica 218 bis) Quando: Apertura con

Dettagli

La.T.O. Assemblea partner Rivoli 6 settembre La.T.O ASSEMBLEA 2. 6 SETTEMBRE 2016 Sede I.I.S. Giulio Natta

La.T.O. Assemblea partner Rivoli 6 settembre La.T.O ASSEMBLEA 2. 6 SETTEMBRE 2016 Sede I.I.S. Giulio Natta La.T.O. Assemblea partner La.T.O. 6-99 ASSEMBLEA 2 6 SETTEMBRE 2016 Sede I.I.S. Giulio Natta La.T.O. Assemblea partner La.T.O. 6-99 ASSEMBLEA PARTNER N 2 del 6 settembre 2016 Ordine del giorno 1. aggiornamento

Dettagli

Comune di Volpiano. Biblioteca e Informagiovani. Mercoledì 18 Gennaio 2012 sala riunioni

Comune di Volpiano. Biblioteca e Informagiovani. Mercoledì 18 Gennaio 2012 sala riunioni Comune di Volpiano Biblioteca e Informagiovani Mercoledì 18 Gennaio 2012 sala riunioni per iniziare Indirizzo: www.sbam.erasmo.it www.comune.volpiano.to.it linkare biblioteca on line Nella pagina iniziale

Dettagli

Istituto. Specifiche degli incarichi per il funzionamento d istituto. Anno scolastico

Istituto. Specifiche degli incarichi per il funzionamento d istituto. Anno scolastico Istituto Specifiche degli incarichi per il funzionamento d istituto Anno scolastico Collaboratore Vicario sostituzione del DS in caso di assenza; predisposizione organico personale docente sez. diurna;

Dettagli

CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA dell IPRASE

CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA dell IPRASE CARTA DEI SERVIZI DELLA BIBLIOTECA dell IPRASE La biblioteca dell Iprase aderisce al Sistema bibliotecario trentino e alle impostazioni generali caratterizzano il sistema stesso. In particolare il Sistema

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: Archivio Storico della Biennale di Venezia: conservazione e valorizzazione dei fondi fotografici e documentari SETTORE e Area di Intervento: Patrimonio

Dettagli

COMUNE DI BIVONGI Provincia di Reggio Calabria Direzione Generale Servizio Civile Viale Matteotti n. 3

COMUNE DI BIVONGI Provincia di Reggio Calabria Direzione Generale Servizio Civile Viale Matteotti n. 3 ALLEGATO 1 COMUNE DI BIVONGI Provincia di Reggio Calabria Direzione Generale Servizio Civile Viale Matteotti n. 3 SCHEDA DI PROGETTO PER L IMPIEGO DI VOLONTARI IN SERVIZIO CIVILE IN ITALIA PARTE I Ente.

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO S. FRANCESCO Via Concordato, PALMI (RC) Scuola sec. I grado Minniti REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA SCOLASTICA

ISTITUTO COMPRENSIVO S. FRANCESCO Via Concordato, PALMI (RC) Scuola sec. I grado Minniti REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA SCOLASTICA ISTITUTO COMPRENSIVO S. FRANCESCO Via Concordato, 62 89015 PALMI (RC) Scuola sec. I grado Minniti REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA SCOLASTICA ANNO SCOLASTICO 2015/2016 Sommario Art. 1 Natura e fini Art. 2

Dettagli

Progetto. Ente promotore. Sede di attuazione del progetto e numero volontari. Settore e area di intervento

Progetto. Ente promotore. Sede di attuazione del progetto e numero volontari. Settore e area di intervento Progetto Ente promotore Sede di attuazione del progetto e numero volontari Settore e area di intervento GIOVANI CONNESSIONI Comune di Alpignano Comune di Caselle Torinese Comune di Ciriè Comune di Rivarossa

Dettagli

Testo completo del Regolamento sull ordinamento e organizzazione dell Ufficio relazioni con il pubblico URP

Testo completo del Regolamento sull ordinamento e organizzazione dell Ufficio relazioni con il pubblico URP Testo completo del Regolamento sull ordinamento e organizzazione dell Ufficio relazioni con il pubblico URP REGOLAMENTO SULL ORDINAMENTO E ORGANIZZAZIONE DELL UFFICIO RELAZIONI CON IL PUBBLICO URP Art.

Dettagli

IL COMUNE DI TRIESTE

IL COMUNE DI TRIESTE IL COMUNE DI TRIESTE Primo giorno Visite: sala del Consiglio comunale, salotto Azzurro, sala Riunioni, sala della Giunta comunale e locali della Stamperia municipale. Visita al Salotto Azzurro del Sindaco

Dettagli

Biblio anch io. Servizio Civile Nazionale. Servizio Civile Nazionale a Ca Foscari. Un occasione per mettersi al lavoro

Biblio anch io. Servizio Civile Nazionale. Servizio Civile Nazionale a Ca Foscari. Un occasione per mettersi al lavoro Servizio Civile Nazionale Servizio Civile Nazionale a Ca Foscari Un occasione per mettersi al lavoro Biblio anch io Potrai acquisire competenze professionali e capacità relazionali in un contesto di alta

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 TITOLO DEL PROGETTO: Per la Nostra Comunità SETTORE e Area di Intervento: Settore: Assistenza Area di intervento: A01 A08 A15 OBIETTIVI DEL PROGETTO 7) Obiettivi del progetto ELEMENTI ESSENZIALI

Dettagli

Comune di Ronco Scrivia

Comune di Ronco Scrivia Comune di Ronco Scrivia (Provincia di Genova) REGOLAMENTO DELLA BIBLIOTECA COMUNALE Approvato con deliberazione C.C. n. 27 del 28.06.2006 ART. 1 FUNZIONI La Biblioteca è un servizio comunale avente la

Dettagli

F ORMATO EUROPEO PER IL CURRICULUM VITAE INFORMAZIONI PERSONALI Nome NERVA MARIA ELISA Telefono 010 8497717; cell. aziendale 340 3690303 E-mail elisa.nerva@asl3.liguria.it Nazionalità Italiana Data di

Dettagli

Relazione Tecnica e abstract di progetto. Presentata da nella sua qualità di legale rappresentante di partecipante alla procedura di selezione

Relazione Tecnica e abstract di progetto. Presentata da nella sua qualità di legale rappresentante di partecipante alla procedura di selezione Modello 4 relazione tecnica e abstract Procedura di selezione ad evidenza pubblica per l individuazione di un soggetto collaboratore per la co-progettazione, organizzazione e gestione dei servizi di accoglienza,

Dettagli

A.P.S.P. "S. Spirito - Fondazione Montel"

A.P.S.P. S. Spirito - Fondazione Montel I modelli di presa in carico Ogni figura professionale svolge autonomamente le proprie mansioni indipendentemente dall attività degli altri operatori Classicotradizionale Multidimensionale Le varie figure

Dettagli

F O R M A T O E U R O P E O

F O R M A T O E U R O P E O F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Telefono E-mail Nazionalità Italiana Data di nascita 19/08/71 ESPERIENZA LAVORATIVA Date (da a)

Dettagli

giovedì 03 febbraio - ore Provincia di Pavia sala consiliare Piazza Italia, 2 Catalogo Unico Pavese

giovedì 03 febbraio - ore Provincia di Pavia sala consiliare Piazza Italia, 2 Catalogo Unico Pavese giovedì 03 febbraio - ore 12.30 Provincia di Pavia sala consiliare Piazza Italia, 2 Catalogo Unico Pavese www.biblioteche.pavia.it premessa L Università di Pavia nel 1996 ha approvato un progetto che prevedeva

Dettagli

RETE REGIONALE DELLE STRUTTURE DI PROTEZIONE CIVILE PROGRAMMA REGIONALE DI POTENZIAMENTO

RETE REGIONALE DELLE STRUTTURE DI PROTEZIONE CIVILE PROGRAMMA REGIONALE DI POTENZIAMENTO ALLEGATO 2 RETE REGIONALE DELLE STRUTTURE DI PROTEZIONE CIVILE PROGRAMMA REGIONALE DI POTENZIAMENTO 2000-2011 REQUISITI MINIMI PER IL FUNZIONAMENTO DEI CENTRI UNIFICATI PROVINCIALI CUP AI FINI DEL CONCORSO

Dettagli

Relazione finale Progetto Biblioteca Via Cilea Un libro fra le mani: una finestra sul mondo a.s

Relazione finale Progetto Biblioteca Via Cilea Un libro fra le mani: una finestra sul mondo a.s Relazione finale Progetto Biblioteca Via Cilea Un libro fra le mani: una finestra sul mondo a.s 2015 2016 Indice Obiettivi Destinatari e risorse umane coinvolte Cronologia essenziale e azioni Trasversalità

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: BE HAPPY SETTORE e Area di Intervento: A01 ASSISTENZA ANZIANI A06 DISABILI OBIETTIVI DEL PROGETTO Obiettivi Generali:Il progetto si pone

Dettagli

FORUM P.A. SANITA' 2001

FORUM P.A. SANITA' 2001 FORUM P.A. SANITA' 2001 Azienda Ulss n. 15 Alta Padovana Direzione servizi sociali - Direzione servizi sanitari Il distretto socio-sanitario al centro del sistema per la tutela della salute: le realizzazioni

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: FIGURE DA GRANDI 2016 Settore: Patrimonio artistico e culturale Area di intervento: Valorizzazione storie e culture locali Codifica: D03

Dettagli

Il Sistema Bibliotecario Biomedico Lombardo: il ruolo e le funzioni del Referente. aprile 2011

Il Sistema Bibliotecario Biomedico Lombardo: il ruolo e le funzioni del Referente. aprile 2011 Il Sistema Bibliotecario Biomedico Lombardo: il ruolo e le funzioni del Referente aprile 2011 ÉUPOLIS LOMBARDIA ISTITUTO SUPERIORE PER LA RICERCA, LA STATISTICA E LA FORMAZIONE 1 Che cosa è SBBL Il Sistema

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONI PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA Processo Sequenza di processo Area di Attività Qualificazione regionale SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 Area Comune Organizzazione,

Dettagli

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO

ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO Liberi come libri SETTORE E AREA DI INTERVENTO Settore intervento: Patrimonio artistico e culturale Area intervento: Cura e conservazione biblioteche

Dettagli

Allegato 1 Profili professionali e contenuti del colloquio intervista

Allegato 1 Profili professionali e contenuti del colloquio intervista Allegato 1 Profili professionali e contenuti del colloquio intervista FIGURA 1 Categoria D Posizione D1 Tempo Tempo pieno Profilo Istruttore direttivo amministrativo Mansioni Responsabile segreteria di

Dettagli

DOVE TITOLO DEL PROGETTO. una biblioteca da scoprire REQUISITI OBBLIGATORI EVENTUALI OBBLIGHI DOVE INVIARE LE DOMANDE E RICEVERE INFORMAZIONI

DOVE TITOLO DEL PROGETTO. una biblioteca da scoprire REQUISITI OBBLIGATORI EVENTUALI OBBLIGHI DOVE INVIARE LE DOMANDE E RICEVERE INFORMAZIONI TITOLO DEL PROGETTO DOVE CODICE SEDE DI ENTE PROGETTANTE COMUNE INDIRIZZO ATTUAZIONE PROGETTO N. VOLONTARI TIPO POSTO una biblioteca da scoprire AREA D'INTERVENTO REQUISITI OBBLIGATORI Comune di Brandizzo

Dettagli

Il reference sulla narrativa, strumenti per rispondere alle domande degli utenti. Milano, 18 e 19 aprile 2016 (lunedì e martedì)

Il reference sulla narrativa, strumenti per rispondere alle domande degli utenti. Milano, 18 e 19 aprile 2016 (lunedì e martedì) Corso di aggiornamento per bibliotecari Il reference sulla narrativa, strumenti per rispondere alle domande degli utenti Milano, 18 e 19 aprile 2016 (lunedì e martedì) Codice corso GCU 6004/BI Pagina 1

Dettagli

Serie Ordinaria n Mercoledì 13 luglio 2011

Serie Ordinaria n Mercoledì 13 luglio 2011 Bollettino Ufficiale 17 REQUISITI DI ACCREDITAMENTO SPERIMENTALI PER LE UNITA DI OFFERTA SOCIALI DI ACCOGLIENZA RESIDENZIALE PER MINORI ALLEGATO A COMUNITA EDUCATIVE 1. Rapporti con l utenza (da riportare

Dettagli

Tramatza e i Ragazzi per l Animazione dei Minori

Tramatza e i Ragazzi per l Animazione dei Minori ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO TITOLO DEL PROGETTO: T.R.A.M. Tramatza e i Ragazzi per l Animazione dei Minori 1 SETTORE e Area di Intervento: Settore E: Educazione e Promozione culturale Area

Dettagli

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONE PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA

REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONE PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA REPERTORIO DELLE QUALIFICAZIONE PROFESSIONALI DELLA REGIONE CAMPANIA SETTORE ECONOMICO PROFESSIONALE 1 SERVIZI TURISTICI Processo Servizi di viaggio e accompagnamento Sequenza di processo Sviluppo di piani

Dettagli

ESERCIZI DA SVOLGERE CON IL PROPRIO TEAM. Il presente materiale è proprietà intellettuale di Ekis srl. Tutti i diritti sono riservati.

ESERCIZI DA SVOLGERE CON IL PROPRIO TEAM. Il presente materiale è proprietà intellettuale di Ekis srl. Tutti i diritti sono riservati. ESERCIZI DA SVOLGERE CON IL PROPRIO TEAM 2 QUALI SONO LE MIE PRINCIPALI AREE DI MIGLIORAMENTO? SU COSA SONO IMPEGNATO A MIGLIORARE? PERCHÉ È IMPORTANTE CHE LO FACCIA? 3 ESEMPIO: COSTI VARIABILI E COSTI

Dettagli

NATI PER LEGGERE Coordinamento regionale veneto CORSO DI FORMAZIONE PER OPERATORI. Nati per Leggere nelle ULSS Cassola 9 aprile 2010

NATI PER LEGGERE Coordinamento regionale veneto CORSO DI FORMAZIONE PER OPERATORI. Nati per Leggere nelle ULSS Cassola 9 aprile 2010 NATI PER LEGGERE Coordinamento regionale veneto CORSO DI FORMAZIONE PER OPERATORI Nati per Leggere nelle ULSS Cassola 9 aprile 2010 del Veneto: Montebelluna PROGETTO NATI PER LEGGERE PROMOZIONE DELLA LETTURA

Dettagli

Questionario. Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze. - Sesso - Fascia d età F anni M anni anni oltre i 50 anni

Questionario. Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze. - Sesso - Fascia d età F anni M anni anni oltre i 50 anni Biblioteca Nazionale Centrale di Firenze Questionario Gentile Utente, Le chiediamo di aiutarci a migliorare i nostri servizi rispondendo alle seguenti domande. I Suoi suggerimenti ci permetteranno di indirizzare

Dettagli

Alessandra Di Pucchio Istituto Superiore di Sanità CNESPS, Reparto Epidemiologia Clinica e Linee Guida

Alessandra Di Pucchio Istituto Superiore di Sanità CNESPS, Reparto Epidemiologia Clinica e Linee Guida Alessandra Di Pucchio Istituto Superiore di Sanità CNESPS, Reparto Epidemiologia Clinica e Linee Guida VIII Convegno «Il Contributo delle Unità di Valutazione Alzheimer (UVA) nell Assistenza dei Pazienti

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PAVIA REGOLAMENTO INTERNO DELLA Art 1 PREMESSA I servizi erogati dalla Biblioteca Unificata di area medica Adolfo Ferrata sono finalizzati al sostegno delle esigenze della didattica e della ricerca ed a favorire

Dettagli