CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (prima parte) DNS DHCP FTP SMTP

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (prima parte) DNS DHCP FTP SMTP"

Transcript

1 Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 9 CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (prima parte) DNS DHCP FTP SMTP I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati sotto una licenza Creative Commons License. Per prendere visioni dei termini della licenza visitare il sito o richiederne una copia a Creative Commons, 559 Nathan Abbott Way, Stanford, California 94305, USA Sandra Farnedi 1/13

2 I PROTOCOLLI TCP/IP Con la sigla TCP/IP si fa riferimento all insieme di protocolli che, nati in ambiente UNIX, consentono il collegamento in rete di più computer e l offerta di servizi messi a disposizione in una logica client-server. I servizi offerti basano il loro funzionamento su insiemi di regole che devono essere rispettate per poterli offrire/usare: tali insiemi di regole vengono detti protocolli. Ciascun servizio basa il proprio funzionamento su un programma il cui comportamento è guidato dalle regole indicate in un apposito file di configurazione. I servizi di rete standard del TCP/IP non sempre sono facili da configurare e spesso si ricorre a servizi, che pur implementando lo stesso protocollo, risultano estremamente più semplici: è il caso di postfix da usarsi per tramettere e ricevere posta elettronica, di vsftp per trasferire files o di apache per configurare un server web. Non sempre i programmi per la gestione dei servizi sono presenti sui CD di installazione, ma, nelle di stribuzioni derivate da Debian, fra cui Knoppix, essi possono essere facilmente scaricati da Internet e installati utilizzando la sequenza di comandi: apt-get update apt-get install nome-del servizio (per disinstallare un pacchetto usare il comando apt-get remove nome-del servizio) Sandra Farnedi 2/13

3 I SERVIZI DI RETE (prima parte) Vediamo un elenco di servizi presenti in ambito TCP/IP, i relativi protocolli, i programmi che li implementano, i servizi corrispondenti e i relativi file di configurazione 1 : DESCRIZIONE del servizio associazione fra nomi e indirizzi IP assegnazione dinamica degli indirizzi IP trasferimento di file gestione posta elettronica PROTOCOLLO di riferimento DNS DHCP FTP SMTP NOME del servizio named bind9 dhcpd dhcpd3 vsftpd proftpd postfix sendmail DIRECTORY e FILE associati /etc/named.conf /etc/resolv.conf /var/named /etc/bind/named.conf /etc/resolv.conf /etc/init.d/bind9 /etc/dhcpd.conf /etc/dhcp3/dhcpd.conf /etc/init.d/dhcpd3-server /etc/vsftpd/vsftpd.conf /var/ftp /etc/proftpd/proftpd.conf /etc/init.d/proftpd /etc/postfix/main.cf /var/spool/postfix /var/spool/mail /var/spool/mqueue /usr/sbin/sendmail /etc/smail/config 1 I nomi dei servizi e soprattutto i file di configurazione variano al variare della distribuzione ma la loro struttura è standard Sandra Farnedi 3/13

4 Prima di attivare un qualunque servizio è necessario personalizzare, secondo le proprie esigenze, il relativo file di configurazione tenendo sempre presente che: 1) prima di cominciare a modificare un qualunque file di configurazione è fondamentale farne una copia assegnandogli lo stesso nome seguito per esempio dal suffisso.ori per poter ripristinare in qualunque momento la situazione di partenza. 2) durante le prove, se qualcosa non funziona, si consiglia di effettuare non più di una o due modifiche alla volta ai file di configurazione. 3) dopo aver modificato i file di configurazione è sempre necessario far ripartire il servizio col comando /etc/init.d/nome-del-servizio restart 2 oppure tramite l'esecuzione del comando relativo al servizio stesso Nei paragrafi seguenti, per rendere meno astratto il discorso, si farà riferimento ad una ben precisa situazione presa come esempio. 2 In generale, per far partire un servizio in ambiente Linux si utilizza il comando /etc/init.d/nome-del-servizio start (oppure stop per fermarlo, reload per ricaricare il file di configurazione dopo aggiornamenti, restart per fermarlo e farlo poi ripartire quando è già attivo) Sandra Farnedi 4/13

5 ESEMPIO Descrizione della situazione presa come esempio due sistemi Linux collegati fra loro in LAN entrambi appartengono al dominio domus (per attribuire un nome di dominio usare il comando: domainname nome-del-dominio) i nomi dei due host sono casa e opensource (per attribuire un nome all'host usare il comando: hostname nome-dell'host) vogliamo che casa diventi un server DHCP, DNS, FTP e SMTP casa e opensource hanno come indirizzo IP statico rispettivamente e assegnati, ad esempio, tramite i comandi ifconfig eth up e ifconfig eth up controlliamo il funzionamento del collegamento tramite il comando ping Sandra Farnedi 5/13

6 DNS Configurazione e attivazione del DNS Per configurare e quindi attivare il servizio bisogna: modificare o creare il file /etc/resolv.conf con i seguenti contenuti: search domus nameserver modificare il file /etc/named.conf standard, già presente nel sistema, per aggiungervi le informazioni relative ai due host del dominio domus a cui saranno stati riassegnati gli indirizzi IP statici di partenza. Il file modificato avrà il seguente aspetto: // generated by named-bootconf.pl options { directory "/var/named"; /* * If there is a firewall between you and nameservers you want * to talk to, you might need to uncomment the query-source * directive below. Previous versions of BIND always asked * questions using port 53, but BIND 8.1 uses an unprivileged * port by default. */ // query-source address * port 53; // // a caching only nameserver config // controls { inet allow { localhost; } keys { rndckey; zone "." IN { type hint; file "named.ca"; zone "localhost" IN { type master; file "localhost.zone"; allow-update { none; zone " in-addr.arpa" IN { type master; file "named.local"; allow-update { none; Sandra Farnedi 6/13

7 zone "domus" IN { type master; notify no; file "domus.db"; allow-update { none; zone " in-addr.arpa" IN { type master; notify no; file " db"; allow-update { none; include "/etc/rndc.key"; creare il file /var/named/ db con i seguenti contenuti: ; /var/named/ db $TTL IN SOA casa.domus. root.casa.domus. ( ; Serial NS casa.domus. 1 PTR casa.domus. 2 PTR opensource.domus. 3H 15M 1W 1D ) ; Refresh ; Retry ; Expire ; Minimum creare il file /var/named/domus.db con i seguenti contenuti: ; /var/named/domus.db $TTL IN SOA casa.domus. root.casa.domus. ( ; Serial NS casa casa A opensource A H 15M 1W 1D ) ; Refresh ; Retry ; Expire ; Minimum A questo punto, per usufruire del servizio, in opensource occorre dichiarare che il sistema è il server dei nomi inserendolo nel file /etc/resolve.conf Sandra Farnedi 7/13

8 DHCP Configurazione e attivazione del DHCP Per configurare e quindi attivare il servizio bisogna: creare il file /etc/dhcpd.conf con i seguenti contenuti: # dhcpd.conf option domain-name "domus" ; option domain-name-servers ; default-lease-time 7200; max-lease-time 3600; ddns-update-style interim; subnet netmask { option broadcast-address ; ddns-updates on; default-lease-time 1800; max-lease-time 7200; host casa { hardware ethernet 00:50:ba:b2:34:17; option host-name "casa"; fixed-address ; } range ; } se la tastiera non prevede le parentesi graffe si consiglia di prelevare il carattere da un altro file presente nel sistema (es. /etc/named.conf) perché le combinazioni di Alt+peso binario (123 e125 dal tastierino numerico) non sempre funzionano. Per ottenere il MAC address della scheda ethernet usare il comando ifconfig da prompt dei comandi eseguire il comando: /etc/init.d/dhcpd restart modificare la configurazione della scheda di rete del sistema opensource eliminando l indirizzo statico precedentemente assegnato e chiedendo che l indirizzo IP venga assegnato tramite DHCP ( per fare ciò usare il comando dhclient eth0) spegnere e riaccendere il sistema opensource e controllare il valore del nuovo indirizzo IP tramite il comando ifconfig Sandra Farnedi 8/13

9 Nota: gli indirizzi degli host assegnati in modo automatico, possono essere tenuti aggiornati dal DHCP nel server dei nomi purché nel file /etc/named.conf lo statement allow-update { none; sia modificato in allow-update { xxx; dove xxx può assumere i valori: any, localnets, localhost che consentono le richieste di aggiornamento provenienti rispettivamente da: qualunque client solo dai client della rete locale solo dalle interfacce di rete del localhost Sandra Farnedi 9/13

10 FTP Configurazione e attivazione del servizio FTP Fra i pacchetti disponibili per configurare un servizio di file transfer, uno dei più semplici è sicuramente vsftpd. Il pacchetto vsftpd si preoccupa anche di preparare l ambiente di lavoro per la fornitura del servizio di ftp anonimo (per connettersi come anonimo usare come login anonymous e come passwd una cosa qualunque). I file che si vogliono mettere a disposizione dei client dovranno essere collocati nella directory /var/ftp/pub o comunque nella home directory dell'utente ftp dichiarato nel file /etc/passwd. Si consiglia di inserire in tale directory un file contenente l elenco di tutti i file disponibili con le relative dimensioni e una breve descrizione dei contenuti. In generale gli utenti anonimi hanno i soli permessi di lettura dei file e di esecuzione e lettura delle directory, si può però creare una directory in cui anche gli utenti anonimi possano effettuare l upload dei file. Volendo impedire a qualcuno di collegarsi tramite il protocollo ftp, sarà sufficiente aggiungere il suo nome utente nel file /etc/vsftpd.vsftpusers Gli utenti remoti che hanno invece un account sul sistema si troveranno posizionati nella propria home directory sulla quale potranno operare a pieno titolo sui file presenti. Per utilizzare il protocollo FTP non è necessario disporre di un client grafico, è sufficiente utilizzare il comando ftp e utilizzare i comandi previsti dal protocollo: I comandi possono essere abbreviati. I comandi sono:! delete literal prompt send? debug ls put status append dir mdelete pwd trace ascii disconnect mdir quit type bell get mget quote user binary glob mkdir recv verbose bye hash mls remotehelp cd help mput rename close lcd open rmdir per ulteriori dettagli vedere il relativo comando man. Sandra Farnedi 10/13

11 SMTP Configurazione e attivazione di un Mail Server Per configurare un sistema Linux come mail server è opportuno utilizzare il pacchetto POSTFIX che implementa il protocollo SMTP semplificando notevolmente il lavoro, rispetto al programma nativo di Unix sendmail. Per la configurazione di postfix procedere nel modo seguente, avendo cura di disattivare il servizio sendmail prima di attivare postfix: modificare, secondo le proprie esigenze, il file di configurazione principale /etc/postfix/main.cf le spiegazione del significato dei parametri si trovano nei commenti all interno del file stesso vediamo comunque il significato dei parametri di configurazione più importanti e il loro valore nel caso del nostro esempio: myhostname=casa.domus mydomain= domus myorigin = $myhostname # è il dominio che appare nel campo # from delle mail che partono da questo sistema mydestination = $myhostname, localhost.mydomain # è la lista dei domini o dei sistemi per cui questo # server si considera destinazione per le mail entranti mynetworks_style = subnet # può essere class, subnet, host # (default subnet). Definisce gli indirizzi affidabili, # quelli cioè a cui consente di inviare la posta verso # l esterno attraverso i propri servizi mynetworks = /24, /8 # alternativo al precedente, specifica, manualmente, # l elenco delle macchine affidabili relay_domains = $mydestination # definisce i domini per # cui questo server accetta la posta ad essi diretta. relay_host = gateway.my.domain # va specificato solo se # tutta la posta in uscita va diretta ad un gateway SMTP alias_map = hash:/etc/postfix/aliases # specifica il # percorso del file degli alias e il tipo di db usato (hash) Sandra Farnedi 11/13

12 la sintassi degli elementi del file di alias (/etc/postfix/aliases) è la seguente: pappo: root: mario che significano rispettivamente che tutte le mail indirizzate a pappo dovranno essere inoltrate a e che quelle indirizzate a root dovranno essere inoltrate a mario. N.B. ogni volta che si modifica il file di alias è necessario eseguire il comando: newaliases dopo aver completato di configurare il file si fa partire postfix col comando: /etc/init.d/postfix start le eventuali successive modifiche apportate al file di configurazione possono essere attivate tramite il comando: postfix reload per controllare lo stato della coda di posta si usa il comando. postqueue p per svuotare la coda dei messaggi è sufficiente rimuovere i file contenuti in /var/spool/mqueue Per fare prove di spedizione e/o ricezione mail, non è necessario disporre di alcun client grafico, basta utilizzare il comando mail il cui funzionamento è spiegato nel man. Esempi: mail per leggere la posta in arrivo mail per spedire un messaggio a Compare la richiesta Subject: il cui argomento termina col cambio riga, dopodiché si inserisce il testo del messaggio. Per terminare il testo del messaggio digitare. da solo all inizio di una nuova riga e immettere l eventuale elenco dei destinatari che dovranno ricevere il messaggio per conoscenza. Sandra Farnedi 12/13

13 ESERCIZI DNS/DHCP 1. Configurare il DHCP su una macchina del laboratorio e dichiararne l uso nelle altre macchine del laboratorio 2. Attivare il servizio DHCP e controllare gli indirizzi che vengono assegnati alla riaccensione delle macchine del laboratorio 3. Configurare il DNS su un sistema diverso da quello in cui si è attivato il DHCP e attivare il servizio chiedendo che il DHCP aggiorni le tabelle DNS 4. Dichiarare, in tutti i sistemi della rete, l indirizzo del sistema server dei nomi 5. Controllare ciò che accade nelle directory di sistema del servizio DNS 6. Provare a pingare gli altri sistemi usando il nome e non l IP-address FTP 1. Attivare su un computer della rete il servizio ftp; creare alcuni file nella directory pubblica dell ftp anonimo e assegnare ad essi il nome provan 2. Chiedere ad un qualunque utente di un qualunque altro sistema della rete locale, di prelevare i suddetti file sia singolarmente che a gruppi lavorando come utente anonimo 3. Collegarsi, come utente normale, da un altro computer al sistema in cui si è configurato il servizio e prelevare file dalla propria home directory SMTP 1. Configurare il servizio evitando di togliere i commenti quando i valori sono di default 2. Fare prove di invio e ricezione messaggi agli utenti degli altri computer usando il comando mail Sandra Farnedi 13/13

DHCP-DNS Di Giuseppe Latini

DHCP-DNS Di Giuseppe Latini DHCP-DNS Di Giuseppe Latini Prima di entrare nel vivo della configurazione dei demoni, spendiamo due parole per spiegare l utilità di questi due servizi di rete. DHCP vuol dire: Dynamic Host Configuration

Dettagli

Realizzazione di un servizio DNS su piattaforma Linux e Solaris con ISC BIND. 192.168.2.12 master12 192.168.2.0/24 192.168.1.0/24

Realizzazione di un servizio DNS su piattaforma Linux e Solaris con ISC BIND. 192.168.2.12 master12 192.168.2.0/24 192.168.1.0/24 Servizi DNS Esercitazione Realizzazione di un servizio DNS su piattaforma Linux e Solaris con ISC BIND. Informazioni preliminari File di configurazione: {chroot}/etc/named.conf File eseguibili: named Utente

Dettagli

Corso per Tutor C2 CEFRIEL Politecnico di Milano Relazione sull attività del 5 maggio 2003

Corso per Tutor C2 CEFRIEL Politecnico di Milano Relazione sull attività del 5 maggio 2003 Argomenti sviluppati: - Il protocollo DHCP e le sue applicazioni: - Configurazione e gestione del pool di indirizzi in Linux - Configurazione indirizzi statici in Linux - Il protocollo DNS e le sue implementazioni

Dettagli

account Fornisce una password supplementare (richiesta da un sistema remoto per accedere alle risorse) una volta eseguito il login.

account Fornisce una password supplementare (richiesta da un sistema remoto per accedere alle risorse) una volta eseguito il login. Venerdì 03 Ottobre 2008 18:25 Ultimo aggiornamento Sabato 15 Novembre 2008 11:58 Lista Comandi FTP :! invoca una shell interattiva nella macchina locale. $ Esegue la macro definita con il comando macdef.?

Dettagli

Laboratorio di Reti Esercitazione N 2-DNS Gruppo 9. Laboratorio di Reti Relazione N 2. Mattia Vettorato Alberto Mesin

Laboratorio di Reti Esercitazione N 2-DNS Gruppo 9. Laboratorio di Reti Relazione N 2. Mattia Vettorato Alberto Mesin Laboratorio di Reti Relazione N 2 Gruppo N 9 Mattia Vettorato Alberto Mesin Scopo dell'esercitazione Configurare un Name Server per un dominio, in particolare il nostro dominio sarà gruppo9.labreti.it.

Dettagli

Reti di Calcolatori PROTOCOLLO FTP

Reti di Calcolatori PROTOCOLLO FTP Reti di Calcolatori PROTOCOLLO FTP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 8-1 File File Transfer Protocol Modello FTP Operazioni FTP Comandi del protocollo Esempi di Client FTP avanzati D. Talia RETI DI

Dettagli

Reti di Calcolatori PROTOCOLLO FTP. File. File Transfer Protocol Modello FTP Operazioni FTP Comandi del protocollo Esempi di Client FTP avanzati

Reti di Calcolatori PROTOCOLLO FTP. File. File Transfer Protocol Modello FTP Operazioni FTP Comandi del protocollo Esempi di Client FTP avanzati Reti di Calcolatori PROTOCOLLO FTP D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 8-1 File Modello FTP Operazioni FTP Comandi del protocollo Esempi di Client FTP avanzati D. Talia RETI DI CALCOLATORI - UNICAL 8-2

Dettagli

Cos è una rete. La rete Locale

Cos è una rete. La rete Locale GUIDA RETI Reti 1 Reti 2 Reti Reti...1 Cos è una rete...4 La rete Locale...4 Internet...5 Comunicare attraverso la rete...6 Ping...6 Ftp...7 Telnet...7 Posta Elettronica...8 Pine...8 Esercitazione...11

Dettagli

Università degli studi di Udine

Università degli studi di Udine Università degli studi di Udine Analisi di una rete basata su protocollo IPv6 Relatore: Gianluca Foresti Laureando: Matteo Temporini Controrelatore: Marino Miculan Obiettivo di questa tesi Stato dell'arte

Dettagli

Mini-guida per l installazione di una rete locale

Mini-guida per l installazione di una rete locale Mini-guida per l installazione di una rete locale Anno Accademico 2001/2002 Dott. Gianni Verduci verduci@disi.unige.it Maggio, 2002 Prerequisiti 1. Hardware: PC, schede, cavi e apparati di rete 2. Software:

Dettagli

Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 3

Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 3 Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 3 I due Desktop più diffusi KDE e GNOME Azioni concesse ad un utente NON privilegiato Sintassi generale dei comandi Muoversi all'interno del file system utilizzando i comandi

Dettagli

DynDNS tra Client e server Linux Ubuntu (Client 12.10 e server 8.04 LTS)

DynDNS tra Client e server Linux Ubuntu (Client 12.10 e server 8.04 LTS) DynDNS tra Client e server Linux Ubuntu (Client 12.10 e server 8.04 LTS) Di base tutti i pacchetti che servono per mettere in marcia questo servizio sono già installati sia sul server che nel client, nelle

Dettagli

Networking. Notare che le modifiche apportate attraverso ifconfig riguardano lo stato attuale del sistema e non sono persistenti.

Networking. Notare che le modifiche apportate attraverso ifconfig riguardano lo stato attuale del sistema e non sono persistenti. Networking A ogni scheda di rete e' assegnata una o piu' interfacce di rete. Su linux le interfacce di tipo ethernet sono enumerate a partire da eth0. Possiamo alterare la configurazione dell'interfaccia

Dettagli

Mini-guida per l installazione di una rete locale

Mini-guida per l installazione di una rete locale Mini-guida per l installazione di una rete locale Anno Accademico 2001/2002 Versione 1.13 20020509 Dott. Gianni Verduci verduci@disi.unige.it Maggio, 2002 Indice 1 Situazione di partenza 2 2 Un pó di teoria

Dettagli

Configurazione server e client DHCP in Linux

Configurazione server e client DHCP in Linux Configurazione server e client DHCP in Linux Laboratorio di Reti Ing. Telematica - Università Kore Enna A.A. 2008/2009 Ing. A. Leonardi DHCP DHCP sta per Dynamic Host Configuration Protocol e identifica

Dettagli

Sommario. Configurazione della rete con DHCP. Funzionamento Configurazione lato server Configurazione lato client

Sommario. Configurazione della rete con DHCP. Funzionamento Configurazione lato server Configurazione lato client Seconda esercitazione Sommario Configurazione della rete con DHCP Funzionamento Configurazione lato server Configurazione lato client 2 Sommario Test di connettività ping traceroute Test del DNS nslookup

Dettagli

Gruppo Utenti Linux Cagliari h...

Gruppo Utenti Linux Cagliari h... Realizzare una piccola rete privata Marco Marongiu Gruppo Utenti Linux Cagliari Sommario Materiale occorrente Configurazione NAT Configurazione server DNS interno Configurazione server DHCP interno Configurazione

Dettagli

parte di un elaboratore client. Tale tempo e' espresso in secondi. da parte di un elaboratore. da rilasciare ai client agli elaboratori client

parte di un elaboratore client. Tale tempo e' espresso in secondi. da parte di un elaboratore. da rilasciare ai client agli elaboratori client Piccola guida su come offrire i servizi dhcp e named coordinandoli tra loro. In sostanza, dhcp oltre a rilasciare un indirizzo ip valido ai client che ne fanno richiesta, provvedera' ad aggiornare i files

Dettagli

DNS Domain Name System Dott. Ing. Ivan Ferrazzi V1.2 del 28/02/2013

DNS Domain Name System Dott. Ing. Ivan Ferrazzi V1.2 del 28/02/2013 DNS Domain Name System Dott. Ing. Ivan Ferrazzi V1.2 del 28/02/2013 1/17 Copyright 2013 Dott.Ing. Ivan Ferrazzi Permission is granted to copy, distribute and/or modify this document under the terms of

Dettagli

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux

DNS (Domain Name System) Gruppo Linux DNS (Domain Name System) Gruppo Linux Luca Sozio Matteo Giordano Vincenzo Sgaramella Enrico Palmerini DNS (Domain Name System) Ci sono due modi per identificare un host nella rete: - Attraverso un hostname

Dettagli

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte)

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 10 CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) WEB SERVER PROXY FIREWALL Strumenti di controllo della rete I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati

Dettagli

Introduzione ai servizi di Linux

Introduzione ai servizi di Linux Introduzione ai servizi di Linux Premessa Adios è un interessante sistema operativo Linux basato sulla distribuzione Fedora Core 6 (ex Red Hat) distribuito come Live CD (con la possibilità di essere anche

Dettagli

Installazione di NoCat

Installazione di NoCat Servizio Calcolo e Reti Pavia, 15 Agosto 2006 Installazione di NoCat Andrea Rappoldi 1 Introduzione 2 Migliorie apportate Quando un client stabilsce per la prima volta la connessione http o https con il

Dettagli

Corso GNU/Linux - Lezione 6. Davide Giunchi - davidegiunchi@libero.it

Corso GNU/Linux - Lezione 6. Davide Giunchi - davidegiunchi@libero.it Corso GNU/Linux - Lezione 6 Davide Giunchi - davidegiunchi@libero.it Riepilogo TCP/IP Ogni host nella rete deve avere un proprio indirizzo ip Due o piu computer nella stessa rete, per poter comunicare

Dettagli

Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 7

Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 7 Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 7 La gestione del file system Uso di partizioni locali NFS e SAMBA per condividere i file SAMBA e CUPS per condividere le stampanti I contenuti di questo documento, salvo diversa

Dettagli

DHCP... 1 Semplice sessione DHCP:... 2 Configurazione:... 3 DDNS... 8 Creazione manuale chiave per DDNS... 18

DHCP... 1 Semplice sessione DHCP:... 2 Configurazione:... 3 DDNS... 8 Creazione manuale chiave per DDNS... 18 Sommario DHCP... 1 Semplice sessione DHCP:... 2 Configurazione:... 3 DDNS... 8 Creazione manuale chiave per DDNS... 18 DHCP Dynamic Host Configuration Protocol Questo è un servizio di rete che si occupa

Dettagli

Configurazione Rete in LINUX

Configurazione Rete in LINUX Configurazione Rete in LINUX Laboratorio di Reti Ing. Telematica - Università Kore Enna A.A. 2008/2009 Ing. A. Leonardi TCP/IP Il trasferimento dati con il protocollo TCP/IP si basa fondamentalmente su

Dettagli

Petra Firewall 2.8. Guida Utente

Petra Firewall 2.8. Guida Utente Petra Firewall 2.8 Guida Utente Petra Firewall 2.8: Guida Utente Copyright 1996, 2002 Link SRL (http://www.link.it) Questo documento contiene informazioni di proprietà riservata, protette da copyright.

Dettagli

Indirizzi e nomi: il DNS

Indirizzi e nomi: il DNS Indirizzi e nomi: il DNS Alla base del sistema esiste il nome di dominio, che è la forma con cui si rappresenta un indirizzo attraverso una denominazione strutturata esempio 4/29/10 1 I nomi di dominio

Dettagli

FTP HELP. Elenco (ordinato per categoria) di comandi ftp.

FTP HELP. Elenco (ordinato per categoria) di comandi ftp. FTP HELP Elenco (ordinato per categoria) di comandi ftp.! escape to the shell help,? print local help information rhelp get help from remote server ascii binary,image rstatus status system set ascii transfer

Dettagli

Internet e protocollo TCP/IP

Internet e protocollo TCP/IP Internet e protocollo TCP/IP Internet Nata dalla fusione di reti di agenzie governative americane (ARPANET) e reti di università E una rete di reti, di scala planetaria, pubblica, a commutazione di pacchetto

Dettagli

Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 8. Cos'è la shell Le variabili d'ambiente L'uso della shell per la realizzazione di semplici script

Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 8. Cos'è la shell Le variabili d'ambiente L'uso della shell per la realizzazione di semplici script Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 8 Cos'è la shell Le variabili d'ambiente L'uso della shell per la realizzazione di semplici script I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati

Dettagli

Funzionamento del protocollo FTP

Funzionamento del protocollo FTP Alunno:Zamponi Claudio Numero matricola:4214118 Corso: Ingegneria Informatica Funzionamento del protocollo FTP L'FTP, acronimo di File Transfert Protocol (protocollo di trasferimento file), è uno dei protocolli

Dettagli

Lezione 11 Livello Applicativo bind (DNS)

Lezione 11 Livello Applicativo bind (DNS) Lezione 11 Livello Applicativo bind (DNS) Università degli Studi di Milano Insegnamento di Terminologia - 1 ISO/OSI (Open System Interconnection) Standard de iure che organizza l'architettura di una rete

Dettagli

Protocolli Applicativi in Internet

Protocolli Applicativi in Internet CdL in Ingegneria Integrazione d Impresa Corso di Reti di Calcolatori Protocolli Applicativi in Internet Franco Zambonelli A.A. 2005-2006 PROTOCOLLI APPLICATIVI Sfruttano I protocolli TCP/IP (spesso) o

Dettagli

AMBIENTE GRAFICO DI FEDORA: ATTIVITA ESEGUIBILI DA SUPERUSER (root)

AMBIENTE GRAFICO DI FEDORA: ATTIVITA ESEGUIBILI DA SUPERUSER (root) AMBIENTE GRAFICO DI FEDORA: ATTIVITA ESEGUIBILI DA SUPERUSER (root) GESTIONE DEI SERVIZI CONDIVISIONE DELLE RISORSE E UTILIZZO DI PARTIZIONI DOS CONNESSIONE ALLA RETE LOCALE E REMOTA COMPATIBILITA' FRA

Dettagli

Guida rapida - rete casalinga (con router) Configurazione schede di rete con PC

Guida rapida - rete casalinga (con router) Configurazione schede di rete con PC Guida rapida - rete casalinga (con router) Questa breve guida, si pone come obiettivo la creazione di una piccola rete ad uso domestico per la navigazione in internet e la condivisione di files e cartelle.

Dettagli

Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 1

Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 1 Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 1 Presentazione generale del concetto di open source Il sistema operativo LINUX e le varie distribuzioni Uso di una versione Knoppix live Presentazione di OpenOffice.org I contenuti

Dettagli

La connessione ad Internet. arcipelago scrl.

La connessione ad Internet. arcipelago scrl. La connessione ad Internet Linee di trasmissione Attualmente fornite esclusivamente dalla Telecom Un parametro importante è la velocità di trasmissione espressa in multipli di bit/s (es: Kbps, Mbps) Velocità

Dettagli

Eureka Web. Connessione remota a centrali via Web

Eureka Web. Connessione remota a centrali via Web Eureka Web Connessione remota a centrali via Web Luglio 2013 2 Connessione remota a centrali via Web INDICE ACCESSO E UTILIZZO DEL PANNELLO DI CONTROLLO DI EUREKA WEB IMPOSTAZIONE DI EUREKA WEB Impostazione

Dettagli

Sommario. Configurazione della rete con DHCP. Funzionamento Configurazione lato server Configurazione lato client

Sommario. Configurazione della rete con DHCP. Funzionamento Configurazione lato server Configurazione lato client Esercitazione 3 Sommario Configurazione della rete con DHCP Funzionamento Configurazione lato server Configurazione lato client 2 Sommario Strumenti di utilità ping traceroute netstat Test del DNS nslookup

Dettagli

Lezione 1 Connessione ad una rete

Lezione 1 Connessione ad una rete Lezione 1 Connessione ad una rete Sistemi Operativi RedHat Enterprise Linux 4.0 Sun Solaris 10 x86 Windows 2003 Server Salvataggio/ripristino via rete con ghost4unix* uploaddisk installm@melt.sci.univr.it

Dettagli

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1

UBUNTU SERVER. Installazione e configurazione di Ubuntu Server. M. Cesa 1 UBUNTU SERVER Installazione e configurazione di Ubuntu Server M. Cesa 1 Ubuntu Server Scaricare la versione deisiderata dalla pagina ufficiale http://www.ubuntu.com/getubuntu/download-server Selezioniare

Dettagli

Guida rapida - rete casalinga (con router)

Guida rapida - rete casalinga (con router) Guida rapida - rete casalinga (con router) Questa breve guida, si pone come obiettivo la creazione di una piccola rete ad uso domestico per la navigazione in internet e la condivisione di files e cartelle.

Dettagli

UBUNTU. Sopravvivere alla console. Comandi Base del Terminale

UBUNTU. Sopravvivere alla console. Comandi Base del Terminale UBUNTU Sopravvivere alla console Comandi Base del Terminale 1 Indice Premessa...pag. 3 Spostiamoci all'interno del Computer...pag. 5 Operare su Files e Directory...pag. 6 Cercare/Installare/Rimuovere Applicazioni...pag.

Dettagli

Come esportare una distribuzione Live di Linux per un laboratorio

Come esportare una distribuzione Live di Linux per un laboratorio Come esportare una distribuzione Live di Linux per un laboratorio Attività svolta dal dr. Alessi e dal dr. Farolfi Dipartimento di Matematica Università degli Studi di Milano Knoppix è una distribuzione

Dettagli

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP

Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Protocolli di rete Sommario Introduzione ai protocolli di rete Il protocollo NetBEUI Il protocollo AppleTalk Il protocollo DLC Il protocollo NWLink Il protocollo TCP/IP Configurazione statica e dinamica

Dettagli

AMBIENTE GRAFICO DI FEDORA: ATTIVITA ESEGUIBILI DA TUTTI GLI UTENTI

AMBIENTE GRAFICO DI FEDORA: ATTIVITA ESEGUIBILI DA TUTTI GLI UTENTI AMBIENTE GRAFICO DI FEDORA: ATTIVITA ESEGUIBILI DA TUTTI GLI UTENTI DESKTOP KDE E GNOME PROGRAMMI DI UTILITA' PERSONALIZZAZIONE DEL DESKTOP NAVIGAZIONE E POSTA ELETTRONICA I contenuti di questo documento,

Dettagli

Informazioni Generali (1/2)

Informazioni Generali (1/2) Prima Esercitazione Informazioni Generali (1/2) Ricevimento su appuntamento (tramite e-mail). E-mail d.deguglielmo@iet.unipi.it specificare come oggetto Reti Informatiche 2 Informazioni Generali (2/2)

Dettagli

Corso GNU/Linux - Lezione 5. Davide Giunchi - davidegiunchi@libero.it

Corso GNU/Linux - Lezione 5. Davide Giunchi - davidegiunchi@libero.it Corso GNU/Linux - Lezione 5 Davide Giunchi - davidegiunchi@libero.it Reti - Protocollo TCP/IP I pacchetti di dati vengono trasmessi e ricevuti in base a delle regole definite da un protocollo di comunicazione.

Dettagli

TOR. The Onion Router project Marcello Viti marcello@linux.it

TOR. The Onion Router project Marcello Viti marcello@linux.it TOR The Onion Router project Marcello Viti marcello@linux.it LA PRIVACY E il diritto di una persona di esercitare le misure di controllo affinché le informazioni che la riguardano vengano trattate o guardate

Dettagli

BACKUP APPLIANCE. User guide Rev 1.0

BACKUP APPLIANCE. User guide Rev 1.0 BACKUP APPLIANCE User guide Rev 1.0 1.1 Connessione dell apparato... 2 1.2 Primo accesso all appliance... 2 1.3 Configurazione parametri di rete... 4 1.4 Configurazione Server di posta in uscita... 5 1.5

Dettagli

Laboratorio di Progettazione Web

Laboratorio di Progettazione Web Il Server web Laboratorio di Progettazione Web AA 2009/2010 Chiara Renso ISTI- CNR - c.renso@isti.cnr.it E un programma sempre attivo che ascolta su una porta le richieste HTTP. All arrivo di una richiesta

Dettagli

Introduzione ai Calcolatori Elettronici

Introduzione ai Calcolatori Elettronici Introduzione ai Calcolatori Elettronici Introduzione al Web Internet A.A. 2013/2014 Domenica Sileo Università degli Studi della Basilicata Introduzione al Web : Internet >> Sommario Sommario n Internet

Dettagli

Inetd e TCP Wrappers

Inetd e TCP Wrappers Inetd e TCP Wrappers Daniele Venzano 3 ottobre 2003 Indice 1 Introduzione 1 2 Inetd 2 2.1 Il file di configurazione /etc/inetd.conf.................... 2 2.1.1 Nome del servizio............................

Dettagli

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione FTP, e-mail A.A.

Livello di applicazione. Reti di Calcolatori. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica. Livello di applicazione FTP, e-mail A.A. Corso di Laurea in Ingegneria Informatica Reti di Calcolatori Livello di applicazione FTP, e-mail A.A. 2013/2014 1 Livello di applicazione Web e HTTP FTP Posta elettronica, POP3, IMAP DNS Applicazioni

Dettagli

Introduzione a Windows XP Professional Installazione di Windows XP Professional Configurazione e gestione di account utente

Introduzione a Windows XP Professional Installazione di Windows XP Professional Configurazione e gestione di account utente Programma Introduzione a Windows XP Professional Esplorazione delle nuove funzionalità e dei miglioramenti Risoluzione dei problemi mediante Guida in linea e supporto tecnico Gruppi di lavoro e domini

Dettagli

Università di Roma La Sapienza Facoltà di Ingegneria. Lezione 6

Università di Roma La Sapienza Facoltà di Ingegneria. Lezione 6 Università di Roma La Sapienza Facoltà di Ingegneria Corso di Progettazione di Reti e Sistemi Informatici, a.a. 2010/2011 Dott. Emiliano Casalicchio Lezione 6 19 Maggio 2011 Argomenti di questa lezione

Dettagli

Domini Virtual Server

Domini Virtual Server Domini Virtual Server Pannello di controllo Manuale Utente Pannello di controllo domini e virtual server - Manuale utente ver. 2.0 Pag. 1 di 18 Sommario INFORMAZIONI GENERALI... 3 Virtual Server... 3 ACCESSO

Dettagli

Protocolli applicativi: FTP

Protocolli applicativi: FTP Protocolli applicativi: FTP FTP: File Transfer Protocol. Implementa un meccanismo per il trasferimento di file tra due host. Prevede l accesso interattivo al file system remoto; Prevede un autenticazione

Dettagli

Manuale utente Borri Power Guardian

Manuale utente Borri Power Guardian Software di monitoraggio UPS Manuale utente Borri Power Guardian Per Linux kernel 2.6 e qualsiasi versione successiva Rev. A 15.01.15 www.borri.it OML59002 Page 5 Software di monitoraggio UPS Manuale

Dettagli

Servizi di rete vari, secondo l organizzazione di NLNX

Servizi di rete vari, secondo l organizzazione di NLNX a2» 2013.11.11 --- Copyright Daniele Giacomini -- appunti2@gmail.com http://informaticalibera.net Servizi di rete vari, secondo l organizzazione di NLNX Nomi a dominio........................................

Dettagli

10110 Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI: DNS, FTP

10110 Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI: DNS, FTP Reti di Calcolatori IL LIVELLO APPLICAZIONI: DNS, FTP Livello Applicativo Indirizzo mnemonico (es. www.unical.it) www telnet Porte TCP (o UDP) Indirizzo IP 160.97.4.100 Indirizzi Ethernet 00-21-52-21-C6-84

Dettagli

Reti di Calcolatori 18-06-2013

Reti di Calcolatori 18-06-2013 1. Applicazioni di rete [3 pts] Si descrivano, relativamente al sistema DNS: Compito di Reti di Calcolatori 18-06-2013 a) i motivi per i quali viene usato; b) l architettura generale; c) le modalità di

Dettagli

Configurazione e diagnosi di una rete

Configurazione e diagnosi di una rete Configurazione e diagnosi di una rete Configurazione del TCP/IP per l uso di un indirizzo IP statico Un indirizzo IP statico è configurato in una rete di piccole dimensioni, dove non è disponibile un server

Dettagli

INTRODUZIONE ALLE RETI: UN APPROCCIO PRATICO

INTRODUZIONE ALLE RETI: UN APPROCCIO PRATICO INTRODUZIONE ALLE RETI: UN APPROCCIO PRATICO okfabian@yahoo.com Fabian Chatwin Cedrati Ogni scheda di rete ha un indirizzo MAC univoco L'indirizzo IP invece viene impostato dal Sistema Operativo HUB 00:50:DA:7D:5E:32

Dettagli

Installazione o aggiornamento del software di sistema di Fiery

Installazione o aggiornamento del software di sistema di Fiery Installazione o aggiornamento del software di sistema di Fiery Questo documento spiega come installare o aggiornare il software di sistema su Fiery Network Controller per DocuColor 240/250. NOTA: In questo

Dettagli

ETI/Domo. Italiano. www.bpt.it. ETI-Domo Config 24810070 IT 29-07-14

ETI/Domo. Italiano. www.bpt.it. ETI-Domo Config 24810070 IT 29-07-14 ETI/Domo 24810070 www.bpt.it IT Italiano ETI-Domo Config 24810070 IT 29-07-14 Configurazione del PC Prima di procedere con la configurazione di tutto il sistema è necessario configurare il PC in modo che

Dettagli

Notifica sul Copyright

Notifica sul Copyright Parallels Panel Notifica sul Copyright ISBN: N/A Parallels 660 SW 39 th Street Suite 205 Renton, Washington 98057 USA Telefono: +1 (425) 282 6400 Fax: +1 (425) 282 6444 Copyright 1999-2009, Parallels,

Dettagli

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione

Livello Applicazione. Davide Quaglia. Motivazione Livello Applicazione Davide Quaglia 1 Motivazione Nell'architettura ibrida TCP/IP sopra il livello trasporto esiste un unico livello che si occupa di: Gestire il concetto di sessione di lavoro Autenticazione

Dettagli

Employee Letter. Manuale DatabICS

Employee Letter. Manuale DatabICS Employee Letter Manuale DatabICS Manuale DatabICS 22023799 Versione 1.0 12.10.2012 Andreas Merz 1.1 29.10.2012 Andreas Merz 1.2 06.11.2012 Andreas Merz 1.3 08.11.2012 Andreas Merz 1.4 19.02.2013 Andreas

Dettagli

Network Troubleshooting 101

Network Troubleshooting 101 ICT Security n. 16, Ottobre 2003 p. 1 di 5 Network Troubleshooting 101 Il titolo prettamente americano vuole rispondere al momento di panico capitato a tutti quando qualche cosa non funziona più: si è

Dettagli

Dal protocollo IP ai livelli superiori

Dal protocollo IP ai livelli superiori Dal protocollo IP ai livelli superiori Prof. Enrico Terrone A. S: 2008/09 Protocollo IP Abbiamo visto che il protocollo IP opera al livello di rete definendo indirizzi a 32 bit detti indirizzi IP che permettono

Dettagli

Prima di iniziare la procedura d installazione, verificare che siano disponibili tutte le informazioni e le attrezzature necessarie

Prima di iniziare la procedura d installazione, verificare che siano disponibili tutte le informazioni e le attrezzature necessarie Il presente prodotto può essere configurato con un browser web aggiornato come Internet Explorer 6 o Netscape Navigator 6.2.3. DSL-502T ADSL Router Prima di cominciare Prima di iniziare la procedura d

Dettagli

Web 4164ETH Rel. 1.1 7 Lug 2010

Web 4164ETH Rel. 1.1 7 Lug 2010 Web 4164ETH Rel. 1.1 7 Lug 2010 ACCESSO ALLA SCHEDA 4164 ETH Collegarsi via internet alla scheda con l indirizzo tcp/ip (le schede 4164 ETH hanno per default l indirizzo TCP/IP 192.168.25.101) Appare allora

Dettagli

Indice. Introduzione PARTE PRIMA ELEMENTI DI BASE DI SUSE LINUX 1

Indice. Introduzione PARTE PRIMA ELEMENTI DI BASE DI SUSE LINUX 1 Indice Introduzione XIII PARTE PRIMA ELEMENTI DI BASE DI SUSE LINUX 1 Capitolo 1 Installazione di SUSE 10 3 1.1 Scelta del metodo di installazione 3 1.2 Avvio dell installazione 5 1.3 Controllo del supporto

Dettagli

QUICK START GUIDE F640

QUICK START GUIDE F640 QUICK START GUIDE F640 Rev 1.0 PARAGRAFO ARGOMENTO PAGINA 1.1 Connessione dell apparato 3 1.2 Primo accesso all apparato 3 1.3 Configurazione parametri di rete 4 2 Gestioni condivisioni Windows 5 2.1 Impostazioni

Dettagli

Reti di Telecomunicazione Lezione 7

Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Reti di Telecomunicazione Lezione 7 Marco Benini Corso di Laurea in Informatica marco.benini@uninsubria.it Il protocollo Programma della lezione file transfer protocol descrizione architetturale descrizione

Dettagli

ARP (Address Resolution Protocol)

ARP (Address Resolution Protocol) ARP (Address Resolution Protocol) Il routing Indirizzo IP della stazione mittente conosce: - il proprio indirizzo (IP e MAC) - la netmask (cioè la subnet) - l indirizzo IP del default gateway, il router

Dettagli

DSL-G604T Wireless ADSL Router

DSL-G604T Wireless ADSL Router Il presente prodotto può essere configurato con un browser web aggiornato come Internet Explorer 6 o Netscape Navigator 6.2.3. DSL-G604T Wireless ADSL Router Prima di cominciare 1. Se si intende utilizzare

Dettagli

Guida rapida all installazione di NX7 per Windows

Guida rapida all installazione di NX7 per Windows Guida rapida all installazione di NX7 per Windows Lo scopo di questo documento é di fornire una guida sintetica all installazione della versione NX7 di Unigraphics. Alla fine di questo documento, potete

Dettagli

44.4.1 Esempi... 344 44.4.2 Midnight Commander...349. 44.5 Servente OpenBSD FTP...349. 44.5.1 Configurazione... 351. 44.6 Riferimenti...

44.4.1 Esempi... 344 44.4.2 Midnight Commander...349. 44.5 Servente OpenBSD FTP...349. 44.5.1 Configurazione... 351. 44.6 Riferimenti... 339 FTP Capitolo 44 44.1 Caratteristiche elementari del protocollo................................... 339 44.2 Identificazione e privilegi................................................ 341 44.3 Facilitare

Dettagli

Sommario. Configurazione della rete con DHCP. Funzionamento Configurazione lato server Configurazione lato client

Sommario. Configurazione della rete con DHCP. Funzionamento Configurazione lato server Configurazione lato client Esercitazione 3 Sommario Configurazione della rete con DHCP Funzionamento Configurazione lato server Configurazione lato client 2 Sommario Strumenti di utilità arp ping traceroute netstat Test del DNS

Dettagli

Installazione di un server di posta

Installazione di un server di posta Installazione di un server di posta Massimo Maggi Politecnico Open unix Labs Vista dall'alto RFC2822, questo sconosciuto From: Tu To: mailinglist Date: Wed,

Dettagli

Linux Terminal Server Project (LTSP)

Linux Terminal Server Project (LTSP) Linux Terminal Server Project (LTSP) Gabriele Zucchetta g zucchetta@virgilio.it Entropica http://www.entropica.info/ Linux Terminal Server Project (LTSP) p. Introduzione Creare postazioni di lavoro con

Dettagli

www.lug-govonis.net LINUX e le reti

www.lug-govonis.net LINUX e le reti LINUX e le reti Ci troviamo di fronte ad una rete quando 2 o più computer sono in grado di comunicare tra di loro; esistono molti tipi di connessioni di rete divisi per protocollo di trasporto e per tipo

Dettagli

Introduzione alla rete Internet

Introduzione alla rete Internet Introduzione alla rete Internet Gruppo Reti TLC nome.cognome@polito.it http://www.telematica.polito.it/ INTRODUZIONE ALLE RETI TELEMATICHE - 1 Copyright Quest opera è protetta dalla licenza Creative Commons

Dettagli

Licenza per sito Manuale dell amministratore

Licenza per sito Manuale dell amministratore Licenza per sito Manuale dell amministratore Le seguenti istruzioni sono indirizzate agli amministratori di siti con un licenza per sito per SPSS Statistics. Questa licenza consente di installare SPSS

Dettagli

Convertitore di rete NETCON

Convertitore di rete NETCON MANUALE DI PROGRAMMAZIONE INTERFACCIA TCP/IP PER SISTEMI REVERBERI Convertitore di rete NETCON RMNE24I0 rev. 1 0708 I N D I C E 1. Scopo... 4 2. Descrizione... 4 3. Collegamenti elettrici del dispositivo...

Dettagli

Max Configurator v1.0

Max Configurator v1.0 NUMERO 41 SNC Max Configurator v1.0 Manuale Utente Numero 41 17/11/2009 Copyright Sommario Presentazione... 3 Descrizione Generale... 3 1 Installazione... 4 1.1 Requisiti minimi di sistema... 4 1.2 Procedura

Dettagli

(Domain Name System) DNS (Domain Name System) Architettura del DNS DNS. A.Lioy - Politecnico di Torino (2013) B-1. Antonio Lioy < lioy@polito.

(Domain Name System) DNS (Domain Name System) Architettura del DNS DNS. A.Lioy - Politecnico di Torino (2013) B-1. Antonio Lioy < lioy@polito. (Domain Name System) (Domain Name System) Antonio Lioy < lioy@polito.it > Politecnico di Torino Dip. Automatica e Informatica (Domain Name System) è il sistema scelto da Internet per mantenere la corrispondenza

Dettagli

RX3041. Guida all installazione rapida

RX3041. Guida all installazione rapida RX3041 Guida all installazione rapida 1 Introduzione Congratulazioni per l acquisto del Router ASUS RX3041. Questo router è un prodotto di routing Internet d alta qualità ed affidabile, che consente a

Dettagli

CREA IL TUO SERVER CASALINGO

CREA IL TUO SERVER CASALINGO LINUX DAY 2008 PESCARALUG CREA IL TUO SERVER CASALINGO sottotitolo: FAI RIVIVERE IL TUO BANDONE GRAZIE A LINUX DUE DESTINI POSSIBILI: 1) Se avete hardware vecchio e/o rotto e volete liberarvene, telefonate

Dettagli

Per trovare un IP address (indirizzo IP) di un router Linksys, controllare le impostazioni del computer. Per istruzioni, cliccare qui.

Per trovare un IP address (indirizzo IP) di un router Linksys, controllare le impostazioni del computer. Per istruzioni, cliccare qui. Assegnazione di un IP Address statico ad un computer cablato Prodotto Domande Come imposto un IP address statico di un computer cablato? Parole chiavi Risposta L assegnazione ad un computer un IP Address

Dettagli

Abilitazione e uso del protocollo EtherTalk

Abilitazione e uso del protocollo EtherTalk Macintosh Questo argomento include le seguenti sezioni: "Requisiti" a pagina 3-35 "Abilitazione e uso del protocollo EtherTalk" a pagina 3-35 "Abilitazione e uso del protocollo TCP/IP" a pagina 3-36 "Procedura

Dettagli

IP Camera senza fili/cablata Guida d installazione rapida (Per Windows OS)

IP Camera senza fili/cablata Guida d installazione rapida (Per Windows OS) IP Camera senza fili/cablata Guida d installazione rapida (Per Windows OS) ShenZhen Foscam Tecnologia Intelligente Co., Ltd Lista d imballaggio Guida d installazione rapida FI8904W FI8905WGuida d installazione

Dettagli

Cambiamenti e novità della terza edizione...xix. Condivisione delle risorse in un workgroup con Samba...1

Cambiamenti e novità della terza edizione...xix. Condivisione delle risorse in un workgroup con Samba...1 Introduzione...xv Cambiamenti e novità della terza edizione...xix Ringraziamenti...xxi Capitolo 1 Condivisione delle risorse in un workgroup con Samba...1 Reti Windows... 2 Struttura base di Samba... 3

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Creazione di utenti Virtuali nel servizio Mail Mac OS X 10.5.x/10.4.x Server

Creazione di utenti Virtuali nel servizio Mail Mac OS X 10.5.x/10.4.x Server Pagina 1 di 7 Creazione di utenti Virtuali nel servizio Mail Mac OS X 10.5.x/10.4.x Server 1) Introduzione 2) Perchè utenti virtuali? 3) Preparazione Scenario 4) Preparazione Mail Server 5) Aggiunta domini

Dettagli