07 PhP parte 1 AVVISI DI SERVIZIO. Materiale didattico. Apertura Wamp

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "07 PhP parte 1 AVVISI DI SERVIZIO. Materiale didattico. Apertura Wamp"

Transcript

1 Università dell Insubria Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali Como Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie dell Informazione Lezioni di Linguaggi per il Web II A.A. 2011/ PhP parte 1 AVVISI DI SERVIZIO la lezione comincia alle ore 10 per esigenze di trasporto chi non è venuto a Linguaggi web I? il 10 maggio NON C E LEZIONE forse qualche volta si troverà la porta chiusa causa assenza di Fiorella all ingresso, cercherò di avvisare Dott. Roberto Marmo Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 2/74 libro di riferimento: Materiale didattico Programmazione Web lato server Della Mea, Di Gaspero, Scagnetto editore Apogeo ISBN: euro per scaricare i listati libro costruito per fare lezione in Università e contiene ampia panoramica di tecnologie Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 3/74 Il linguaggio PHP Il linguaggio PHP (PHP Hypertext Preprocessor) è un linguaggio di script (linguaggio di scripting è un linguaggio interpretato meno strutturato di un linguaggio di programmazione classico destinato a compiti di automazione del sistema, creazione di macro, in pagine web) lato server, viene cioè interpretato da una componente aggiuntiva del server web per applicazioni web. E un linguaggio free opensource indipendente dalla piattaforma, scaricabile da e supportato da numerose comunità online. Permette di interagire con vari database, tipicamente MySQL ma anche Oracle, Postgres e molti altri. E integrabile con numerose librerie esterne (grafica, mail, pdf etc) E stato introdotto da Lerdorf nel 1994 in linguaggio C per facile gestione delle pagine personali, da cui Personal Home Page La versione attuale è la 6 orientata agli oggetti. libro di testo: Cap. 3 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 4/74 WAMP! WAMP è un acronimo con cui si indica una piattaforma di sviluppo web/database che prende il nome dalle iniziali Windows: il sistema operativo che deve essere già installato sul PC; Apache: il Web server; MySQL: il database management system (o database server) con SQL e tool grafici; Perl, PHP e/o Python: i linguaggi di scripting. WAMP è gratuito sotto la GNU General Public License. LAMP è quella adattata per GNU/Linux XAMPP è un pacchetto gratuito contentente Apache HTTP Server, il database MySQL e tutti gli strumenti per PHP e Perl. Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 5/74 notare icona verde in barra a destra regolazione del linguaggio con il tasto destro del mouse sulla icona vicino al "<" bianco libro di testo: Appendice C Apertura Wamp documentazione Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 6/74 1

2 Apertura Wamp menù attivato con il tasto sinistro del mouse cliccando sulla icona nella barra a destra phpmyadmin interfaccia web al database MySQL per verificare cosa viene inserito nelle bai dati segnalati problemi interferenza da antivirus Verifica localhost mettere il file.php nella cartella C:\wamp\www nel browser dare oppure per i Mac prima di usare il localhost bisogna lanciare il server Wamp altrimenti compaiono errori di collegamento Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 7/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 8/74 Problemi WAMP adatto solo per esercitazioni e non per la realizzazione stabile di siti, in quanto non sono attivate tutte le misure di sicurezza necessarie, per esempio l utente principale di MySQL non ha password impostate indicazioni su uso WAMP ed altri editor PHP UwAmp 1.3 Un Server Wamp con Apache, MySQL, PHP e SQLite. Tutto l occorrente per installare in locale un web server per provare i propri siti/blog prima di metterli online. UwAmp è provvisto di un'interfaccia di gestione semplice e funzionale e può essere eseguito direttamente da pen drive USB. Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 9/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 10/74 Editor NOTEPAD++ ideale per scrivere Risorse per apprendimento PHP corso visuale fino a livello da esperto imparare da esempi distributore di libri vedere i file cheat sheet con fogli di riepilogo istruzioni PHP, cercare su Google le parole "cheat sheet php" Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 11/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 12/74 2

3 Rapid PHP realizzare pagine PHP con codice HTML, XHTML, CSS e JavaScript in maniera facile e veloce, diminuendo i tempi di svilupppo e aumentando la produttività strumenti disponibili tra cui quelli per eseguire il debug, la validazione, il riuso, la navigazione e la formattzione del codice Syntax highlighting per i linguaggi HTML, CSS, JavaScript, VBScript, PHP, ASP, WML, XML, Perl; supporto Unicode UTF-8 and UTF-16; Debug PHP code con xdebug debugger; SQL database connectivity (MySQL, PostgreSQL, Firebird, Interbase); autocompletamento del codice e gestione dei progetti; pubblicazione mediante client FTP; Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 13/74 EasyPHP installa un server Apache, PHP ed un database Mysql per eseguire e testare pagine dinamiche. Non necessita di configurazioni o particolari conoscenze. Si può visualizzare le pagine sviluppate in formato PHP direttamente in locale sul computer personale. L'utente deve solo inserire i file.php all'interno della cartella predefinita dove il server va a ricercare i file da eseguire. Una volta installato EasyPHP è possibile accedere ai menu per avviare e bloccare i servizi direttamente dalla barra di sistema di Windows, dove viene visualizzata l'icona del programma. Il software può essere anche installato ed avviato da una USB per poter utilizzare l'ambiente preconfigurato su qualsiasi macchina. Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 14/74 Una pagina PHP Una pagina PHP è un file con estensione.php e contiene: Testo Marcatori HTML Comandi script In PHP la parte di script può apparire in qualsiasi punto della pagina html e viene delimitato dai delimitatori di script: <? e <?php e Ad esempio il comando: <? $x="ciao" assegna alla variabile x il valore "ciao". Una pagina PHP Quando il web server riceve la richiesta di una pagina con estensione.php sa che la pagina deve essere processata dall engine PHP. Il risultato della computazione viene tornato al web server che lo restituisce al client. Gli elementi HTML sono passati direttamente al server web mentre le parti di script vengono interpretate dal motore di scripting PHP. Il comando più semplice per generare l output HTML da inviare al browser è "echo" Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 15/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 16/74 Pagine PHP sul server Le pagine php, come le HTML, risiedono sul web server. Apache ha una cartella predefinita per le pagine HTML/PHP che è htdocs, nella cartella di installazione di apache. Se vogliamo eseguire la pagina miapagina.php dobbiamo quindi copiarla nella cartella htdocs e poi visualizzarla digitando dal browser la URL Verificare la versione sul server 1. <?php 2. phpinfo(); 3. Salvere come phpinfo.php copiare questo file nella cartella per pubblicare su internet. Scrivere nella barra del proprio browser l indirizzo URL del tipo phpinfo().htm file da leggere Nome del server web dove risiede la pagina per motivi di sicurezza meglio non lasciare questo file con un tale nome sul server, chi lo esegue viene a conoscere molti dettagli utili per attaccare il server Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 17/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 18/74 3

4 Approccio solo HTML Approccio solo HTML server Richiesta client server Risposta client File.html pagina web statica: il contenuto è sempre lo stesso WEB Server url info sul richiedente (tipo di browser, lingua, etc.) Browser WEB Server file html Browser Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 19/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 20/74 Approccio PHP Risposta basata su uso PHP e SQL File.php server.php condizioni esterne: ora, informazioni ricevute con la richiesta, etc. Risposta client pagina web dinamica: il contenuto può variare di volta in volta File.php server.php condizioni esterne: ora, informazioni ricevute con la richiesta, etc. client pagina web dinamica: il contenuto può variare di volta in volta e da utente a utente PHP PHP DBMS Approccio solo HTML File.html File.html WEB Server file html Browser WEB Server file html Browser Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 21/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 22/74 File.php PHP server.php condizioni esterne: ora, informazioni ricevute con la richiesta, etc. DBMS RISPOSTA client pagina attiva. il browser può modificare ulteriormente la pagina in base ad azioni dell utente (es. mouse over) Funzionamento di PHP è un linguaggio interpretato Browser web Richiede uno script Server web File.html con Javascript WEB Server file html JAVASCRIPT Browser Browser web Fornisce la pagina HTML Genera la pagina HTML Parser del linguaggio Analizza lo script Individua lo script Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 23/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 24/74 4

5 File di configurazione di PHP: php.ini I parametri di funzionamento di PHP sono definiti in un apposito file, denominato php.ini che il server web legge ad ogni riavvio In questo file sono definiti alcuni parametri con i valori di default Non è necessario modificare il file per il corretto funzionamento di PHP, i parametri predefiniti generalmente sono sufficienti I parametri riguardano molti degli aspetti di PHP, ad esempio path dei file, uso della sessioni e dei cookie Scrivere sul browser L output di uno script viene scritto sulla finestra del client L istruzione di stampa di PHP è echo (o print) <? echo "Ciao"; oppure <? echo("ciao"); oppure <? print "Ciao"; Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 25/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 26/74 Esempio: miapagina.php 1. <html> 2. <head> 3. <title> Ciao Como: il primo programma PHP </title> 4. </head> 5. <body> 6. <!-- segue script PHP --> 7. <?php 8. echo "Ciao Como!"; 9. echo "Il mio primo programma PHP\n"; 10.echo "con la prima riga PHP\n"; <!-- fine script PHP --> 13.<p> 14.Questo testo è ancora in HTML. 15.</body> 16.</html> Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 27/74 Risultato dell esempio 1. <html> 2. <head> 3. <title> Ciao Como: il primo programma PHP </title> 4. </head> 5. <body> 6. Ciao Como! Il mio primo programma PHP 7. con la prima riga PHP 8. <p> 9. Questo testo è ancora in HTML. 10. </body> 11. </html> Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 28/74 Altro esempio di echo il dato da inviare al browser che segue il comando echo può essere racchiuso tra parentesi e al comando possono essere date in input più stringhe separate da virgole come: echo "Buongiorno!", "<br /> \n", "Bella giornata"; \n serve per dare leggibilità al codice HTML in produzione, PHP lo trasforma in un ritorno a capo non confondere il codice HTML con il layout della pagina da visualizzare, sul browser è solo il tag <br /> che forza il testo ad andare a capo, quando non c è il browser allinea tutto sulla stessa linea anche se il codice HTML ha un ritorno a capo Il codice PHP <?php echo "prima riga \n"; echo "seconda riga <br />"; echo "terza riga"; produce l HTML prima riga seconda riga <br />terza riga mentre il browser produce prima riga seconda riga terza riga Altro esempio di echo Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 29/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 30/74 5

6 Esistono tre tipi di commenti: /* commento a riga multipla */ // commento a riga singola # commento a riga singola Commenti Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 31/74 PHPDOC per facilitare la documentazione API delle classi analizzatore sintattico basato su Javadoc di Sun bisogna inserire un blocco di commenti prima di ogni definizione di funzione, classe, variabile <?php /** * mysimpleexample * Semplice funzione di restituizione messaggio string $name nome utente */ function mysimpleexample ($name) cercare su Google il file phpdoc_cheatsheet.pdf per altri esempi Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 32/74 PHPDOC per dare documentazione scaricare l ultima versione e decomprimere i file in una delle cartelle di WAMP (o altro server) per poterlo usare con sempre dopo aver attivato WAMP nelle cartelle create cercare \PhpDocumentor\tutorials\phpDocumentor\examples che contiene alcuni esempi PHPDOC nel menu Files inserire le cartelle da usare con i file da cui creare documentazione e per sceglierle cliccare su oppure scrivere a mano Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 33/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 34/74 PHPDOC nel menu Output inserire la cartella in cui scrivere il risultato e il formato di documentazione PHPDOC lo strumento per scegliere le cartelle di file non è fatto molto bene, a volte conviene scrivere a mano i percorsi Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 35/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 36/74 6

7 Variabili le variabili si denotano con una sequenza di caratteri preceduti dal simbolo $ maiuscole e minuscole sono diverse conviene iniziare con una minuscola e far risaltare le parole successive con lettera maiuscola del tipo myfirstvariable devono iniziare con una lettera o il carattere sottolineatura (_) possono contenere numeri $miavar $_ENVI $var4 per assegnare un valore ad una variabile si usa il carattere = $miavar=17; $mess="ciao!"; le variabili vengono visualizzate dall istruzione echo echo $miavar; notare i ; alla fine delle istruzioni! Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 37/74 Tipi delle variabili un tipo è la descrizione del formato della variabile Boolean (TRUE, FALSE) $pagato = FALSE; Integer $count=1; Float, double $miavar=1.456; String $messaggio="benvenuto"; Array $lista=array("primo","secondo"); $lista[1]; Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 38/74 Lo scope di una variabile l ambito o scope di una variabile in PHP è la pagina stessa ogni variabile esiste solo per lo script dove è definita, alla fine della computazione scompare questo significa che possono coesistere variabili con lo stesso nome se definite in pagine diverse e che non è possibile usare il valore di una variabile in uno script diverso da dove e stata definita le uniche variabili globali permesse sono i superglobalarray, array globali predefiniti che sono visibili da qualsiasi pagina dell applicazione le variabili globali sono disattivate di default nel file php.ini con la direttiva register_globals = Off. Variabili predefinite Negli script PHP sono disponibili variabili global definite al di fuori dello script, chiamate variabili predefinite (o superglobalarray) Variabili del server, sono definite dal server web e quindi variano a seconda del server usato. Sono definite come l array $_SERVER $_SERVER["PHP_SELF"] nome dello script corrente, $_SERVER["SERVER_NAME"] indica il nome del server, $_SERVER["HTTP_USER_AGENT"] indica il browser che ha inoltrato la richiesta phpinfo() fornisce informazioni sullo stato corrente di PHP, tra cui tutte le variabili predefinite. E utile ad esempio, per vedere se Mysql è installato e viene visto correttamente da PHP Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 39/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 40/74 Stringhe le stringhe sono sequenza di caratteri alfanumerici possono essere definite con i caratteri oppure " l unione di stringhe si effettua con il carattere punto (.) facilitando l operazione rispetto ad altri linguaggi $nome = "Mario"; $cognome="rossi"; $nomeintero=$nome.$cognome; si differenziano: per i caratteri di escape: sequenze speciali di caratteri che hanno una specifica interpretazione, ad esempio \n per new line, \ per virgoletta singola) per l interpretazione delle variabili. Stringhe La virgoletta singola produce un output letterale $var="variabile"; $myvar = La mia $var! \n ; print($myvar); produce come output La mia $var!\n utile per produrre listati di codice senza farlo eseguire Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 41/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 42/74 7

8 Stringhe La virgoletta doppia " produce un output processato: i caratteri che seguono il backslash vengono tradotti le variabili vengono valutate $var="variabile"; $myvar = "La mia $var! \n"; print($myvar); produce come output La mia variabile! Stringhe Le stringhe che contengono un numero nella parte iniziale possono essere convertite in numero Esempio: <?php $stringa="45 anni"; $num=23; $add = $num + $stringa; echo $add; Risultato: 68 dato da somma di 45 e 23 con $stringa="anni 45"; non funziona! bisogna scrivere numero da misura poi unità misura Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 43/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 44/74 Stringhe 1. <?php 2. $num1="3"; 3. $num2="4"; 4. $totale1 = $num1 + $num2; 5. echo $totale1; 6. echo "<br>"; 7. $num3 = "5"; 8. $num4 = "7"; 9. $totale2 = $num3. $num4; 10.echo $totale2; 11. Risultati 7 perché il + fa somma di stringa convertita in numero 57 perché il. mette insieme due stringhe Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 45/74 Operatori su stringhe Vediamo alcuni dei tanti operatori di manipolazione di stringhe. strlen(stringa) restituisce il numero di caratteri della stringa trim/ltrim/rtrim(stringa). Trim elimina spazi all inizio e alla fine della stringa, ltrim a sinistra rtrim a destra substr(stringa, intero1 [,intero2]). Restituisce la sottostringa che inizia alla posizione intero1 eventualmente fino a intero1+intero2 str_replace(str1,str2,str3) restituisce una nuova stringa dove sostituisce tutte le occorrenze di str1 con str2 in str3. strtolower/strtoupper(stringa) converte tutti i caratteri in minuscolo/maiuscolo Il confronto tra stringhe si effettua con classici operatori di confronto ==, <, > Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 46/74 Esempio manipolazione di stringhe <? $str=" pippo pluto e paperino "; $str2=trim($str); echo $str2; Restituirà la stringa "pippo pluto e paperino $Nome = 'Luigi'; $Cognome = 'Rossi'; echo $Nome.' '.$Cognome; // scrive Luigi Rossi echo "$Nome $Cognome"; // scrive Luigi Rossi echo $Nome[0].'.'.$Cognome; // scrive L.Rossi echo "$Nome[0].$Cognome"; // scrive L.Rossi Costrutto isset() Questa funziona permette di verificare se una variabile è impostata o meno: isset($var); restituisce true se la variabile $var è settata altrimenti false <? $var="pippo"; $settata=isset($var); Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 47/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 48/74 8

9 Operatori numerici PHP supporta cinque operatore numerici Addizione $a + $b; Sottrazione $a - $b; Moltiplicazione $a * $b; Divisione $a / $b; Modulo $a % $b; Incremento $i++ incrementa di 1 Decremento $i-- decrementa di 1 Data e ora Sono disponibili varie funzioni per reperire la data e ora correnti sul server. Il tempo viene rappresentato come un timestamp che rappresenta i secondi trascorso dall "ora zero" Unix, 1 gennaio 1970! In PHP abbiamo due funzioni per reperire la data: getdate() che restituisce un array contente data e ora corrente e date("formato") che restituisce la data nel formato definito. $dataoggi=date("j/m/y"); echo $dataoggi; Visualizzerà 18/Apr/2007 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 49/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 50/74 Data e ora date("formato") dove formato può contenere Y anno su 4 cifre y anno su 2 cifre n mese numerico m mese numerico su due cifre F mese testuale M mese testuale su tre lettere d giorno del mese su due cifre j giorno del mese w giorno della settimana l giorno della settimana testuale D giorno della settimana su tre lettere H ora su due cifre G ora i minuti s secondi Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 51/74 TimeStamp l informazione sul tempo è formata da un numero intero corrispondente al numero di secondi a partire da 1 gennaio 1970 cosi posso fare facilmente la differenza tra due date con una sottrazione tra numeri interi e poi converto il risultato in formato data per sapere giorni, ore, minuti, secondi di differenza Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 52/74 Costrutto condizionale <? if (condizione) { istruzioni da eseguire se la condizione è vera else { istruzioni da eseguire se la condizione è falsa Il risultato di condizione deve essere un valore booleano, quindi una variabile, se essa è booleana, oppure un operatore di confronto tra variabili Operatori di confronto $a == $b uguale $a === $b identico (uguale anche il tipo) $a!= $b non uguale $a!== $b non identico $a > $b maggiore $a < $b minore $a >= $b maggiore uguale $a <= $b minore uguale Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 53/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 54/74 9

10 Operatori logici and è vero se e solo se entrambi gli argomenti sono veri. or è vero solo se uno (o entrambi) degli argomenti èvero.! Negazione. E vero solo se il suo argomento è falso e viceversa xor è vero solo se uno dei due agomenti (ma non entrambi) sono veri. && come and ma con ottimizzazione di valutazione del primo argomento come or con ottimizzazione di valutazione del primo argomento Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 55/74 Istruzione switch switch (espressione) { case costante_espressione: istruzione; break; case costante_espressione: istruzione; break;... default: istruzione; Rappresenta una serie di if annidati <? switch ($miavar) { case 5: echo "Insufficiente"; break; case 10: echo "10 e lode!!"; break; default: echo "sufficiente"; Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 56/74 Istruzione switch istruzione utile per dare un codice html, quindi un sito diverso, a persone diverse in $miavar si mette il codice di utente e secondo il codice riportato in istruzione case si monta una pagina diversa Cicli while (espressione) { istruzione L istruzione viene ripetuta fino a quando l espressione viene valutata a TRUE <? $a=1; while ($a<10) { echo $a; $a++; Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 57/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 58/74 Cicli do { istruzione while (espressione); L istruzione viene eseguita prima della valutazione dell espressione, quindi almeno una volta. <? $a=0; do { echo "ciclo do-while questo è a: $a"; while ($a > 0) ; for (espressione1;espressione2;espressione3) { istruzione Esempio: <? for ($i=0;$i<=10;$i++) { echo $i; Array Gli array sono contenitori in grado di memorizzare una sequenza di elementi indicizzati. Rispetto alla variabili possono contenere tanti valori diversi. Gli array di PHP sono di tipo associativo, ovvero un array associativo è un array che utilizza delle stringhe al posto dei numeri interi come indici delle posizioni. Indice array o chiave pippo pluto paperino minni topolino elementi array Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 59/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 60/74 10

11 Creare un array Gli array si creano con il costrutto array() $myarray = array("pippo","pluto","paperino","paperone","topolino"); Abbiamo creato un array di cinque elementi, alla posizione 0 abbiamo "pippo", e cosi via fino alla quinta posizione (elemento 4). Prestare attenzione agli apici Contare gli elementi: count(array) e sizeof(array) Creare un array Gli array si possono creare anche assegnando i valori ai singoli elementi $myarray[0]="pippo"; L indice se non specificato diversamente è numerico ed inizia da 0. Altrimenti possiamo definire esplicitamente le chiavi sia numeriche che non. $myarray1 = array(1=>"pippo",0=>"pluto",3=>"paperino",4=>"paperone",2=> "topolino"); $myarray2 = array('personaggio1'=>"pippo",'personaggio2'=>"pluto",'persona ggio3'=>"paperino",'personaggio4'=>"paperone",'personaggio5' =>"topolino") Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 61/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 62/74 Accedere a un array L accesso agli elementi può avvenire tramite l indice $myarray[1] ; indica l elemento "pluto" o tramite la chiave definita $myarray2[ personaggio1 ]; ecco due esempi $myarray['nome'] = Roberto'; $myarray['cognome'] = Marmo'; i nomi tra gli si possono prendere da altre variabili, così posso usare variabili per selezionare i nomi di indici vettore Fare attenzione, come per le variabili, PHP è case sensitive cioé distingue tra lettere maiuscole e lettere minuscole. Da questo esempio risulta chiara l'utilità che gli array associativi assumono della gestione di informazioni strutturate. Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 63/74 Accedere agli elementi di un array Il costrutto foreach permette di effettuare cicli sugli elementi dell array foreach(array as item) dove item indica l indice dell array Esempio: foreach ($myarray as $item) echo "$item <BR>"; Stampa il contenuto di un vettore senza dovere controllare se il vettore è vuoto o quanti elementi ci sono dentro. Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 64/74 Accedere agli elementi di un array Con questo tipo di array è importante sapere a quale chiave è associato il valore. <?php foreach ( array_keys($myarray) as $chiave ) { echo $chiave.': '. $myarray[$chiave].'<br />'; Questo esempio usa un ciclo "foreach" per ciclare l'array delle chiavi indice utilizzate in $myarray. L'array delle chiavi indice viene fornito dalla funzione array_keys del PHP ed è un normale array a indice numerico. All'interno del ciclo abbiamo ogni indice nella variabile $chiave da utilizzare per visualizzarne il valore. Accedere agli elementi di un array Un problema molto diffuso con gli array associativi è valutare l'esistenza di un indice. Visualizzando il contenuto di un indice inesistente si ottiene un errore perciò è importante sapere prima se tale indice esiste. <?php // Questa istruzione produce un errore: echo ($myarray['prova']; // Ecco il codice giusto: if ( array_key_exists(($myarray) ) echo ($myarray['prova']; else echo 'Indice inesistente!'; Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 65/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 66/74 11

12 Aggiungere un elemento ad un array $array[] = $newelement; Viene aggiunto il nuovo elemento alla fine dell array $myarray[]="archimede"; Array Multidimensionali Un elemento di un array può contenere a sua volta un array, creando cosi un array multidimensionale <? $myarray=array(array("pippo","pluto"),array("topolino","paperi no")); echo $myarray[0][1]; Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 67/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 68/74 Manipolazione di un array Le funzioni sort() e rsort() permettono di ordinare un array in base agli elementi sort($myarray); ordina in ordine crescente rsort($myarray); ordina in ordine decrescente Non restituiscono un valore ma ordinano direttamente l array passato come parametro. Esempio <? $myarray=("uno","due","tre"): sort($myarray); Manipolazione Array explode() e implode() permettono di convertire un array in una stringa e una stringa in un array per mezzo di un carattere separatore. In questo esempio $mystring è il risultato di implode dell array dove gli elementi dell array vengono separati nella stringa dal carattere spazio $mystring = implode(" ",$myarray); Analogamente, $myarray è il risultato di explode di una stringa dove gli elementi dell array vengono distinti dal carattere barra $myarray= explode(" ",$mystring); Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 69/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 70/74 Funzioni Le funzioni sono blocchi di codice che possono essere chiamati da più punti dello script php function nome_funzione (arg_1,arg_2,...,arg_n) {. Script. return valore; La funzioni possono avere argomenti in input (arg1,arg_2,... arg_n) e possono restituire un valore Le variabili definite dentro una funzione hanno come ambito la funzione stessa. Quindi al di fuori della funzione non esistono. Funzioni Creazione e chiamata di funzioni con restituzione di valori <? function add() { $somma=3+5; return $somma; echo add(); Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 71/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 72/74 12

13 Funzioni Chiamata di funzione senza restituzione di valori <? function stampa() { echo "Funzione!"; stampa(); Funzioni con argomenti <? function add1($a,$b) { $somma=$a+$b; return $somma; echo add1(3,5); Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 73/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 74/74 Funzioni Le funzioni possono ritornare più valori, sotto forma di array <? function tornaarray() { $myarray=array("pippo","pluto","paperino"); return $myarray; $arraytornato=tornaarray(); echo $arraytornato[1]; Inclusione di file Per condividere e riutilizzare porzioni di script e funzioni si usa frammentare il codice in più file in modo da poterlo includere quando serve include (nomefile); L istruzione include va posizionata all inizio dello script php o comunque prima dei riferimenti a variabili o funzioni definiti nel file da includere L interprete PHP segnala errore se il file non viene trovato, proseguendo comunque l esecuzione require (nomefile) è analogo tranne che genera un errore irreversibile qualora il file non venga trovato Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 75/74 Linguaggi Web II - 05 PhP parte 1 76/74 13

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi

APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO. Francesco Marchione e Dario Richichi APPLICAZIONE WEB PER LA GESTIONE DELLE RICHIESTE DI ACQUISTO DEL MATERIALE INFORMATICO Francesco Marchione e Dario Richichi Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia Sezione di Palermo Indice Introduzione...

Dettagli

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database

Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database Un client su arduino invia i dati acquisiti ad un database PROBLEMA Si vogliono inviare, periodicamente, i dati acquisiti da alcuni sensori ad un database presente su di un server. Arduino con shield Ethernet

Dettagli

Come installare e configurare il software FileZilla

Come installare e configurare il software FileZilla Come utilizzare FileZilla per accedere ad un server FTP Con questo tutorial verrà mostrato come installare, configurare il software e accedere ad un server FTP, come ad esempio quello dedicato ai siti

Dettagli

Le variabili. Olga Scotti

Le variabili. Olga Scotti Le variabili Olga Scotti Cos è una variabile Le variabili, in un linguaggio di programmazione, sono dei contenitori. Possono essere riempiti con un valore che poi può essere riletto oppure sostituito.

Dettagli

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net

Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Lezione 1 Introduzione agli algoritmi e alla programmazione in VisualBasic.Net Definizione di utente e di programmatore L utente è qualsiasi persona che usa il computer anche se non è in grado di programmarlo

Dettagli

Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002

Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002 Rapida Introduzione all uso del Matlab Ottobre 2002 Tutti i tipi di dato utilizzati dal Matlab sono in forma di array. I vettori sono array monodimensionali, e così possono essere viste le serie temporali,

Dettagli

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP

FileMaker Server 13. Pubblicazione Web personalizzata con PHP FileMaker Server 13 Pubblicazione Web personalizzata con PHP 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker

Dettagli

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6

Funzioni di base. Manualino OE6. Outlook Express 6 Manualino OE6 Microsoft Outlook Express 6 Outlook Express 6 è un programma, incluso nel browser di Microsoft Internet Explorer, che ci permette di inviare e ricevere messaggi di posta elettronica. È gratuito,

Dettagli

FileMaker Server 12. Guida introduttiva

FileMaker Server 12. Guida introduttiva FileMaker Server 12 Guida introduttiva 2007 2012 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 FileMaker e Bento sono marchi di FileMaker,

Dettagli

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO...

Modulo. Programmiamo in Pascal. Unità didattiche COSA IMPAREREMO... Modulo A Programmiamo in Pascal Unità didattiche 1. Installiamo il Dev-Pascal 2. Il programma e le variabili 3. Input dei dati 4. Utilizziamo gli operatori matematici e commentiamo il codice COSA IMPAREREMO...

Dettagli

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica

Algebra di Boole: Concetti di base. Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1. Fondamenti di Informatica Fondamenti di Informatica Algebra di Boole: Concetti di base Fondamenti di Informatica - D. Talia - UNICAL 1 Algebra di Boole E un algebra basata su tre operazioni logiche OR AND NOT Ed operandi che possono

Dettagli

INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON. Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it

INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON. Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it INTRODUZIONE, LINGUAGGIO, HANDS ON Giuseppe Cirillo g.cirillo@unina.it Il linguaggio C 1972-Dennis Ritchie 1978-Definizione 1990-ANSI C 1966 Martin Richars (MIT) Semplificando CPL usato per sviluppare

Dettagli

Introduzione ad Access

Introduzione ad Access Introduzione ad Access Luca Bortolussi Dipartimento di Matematica e Informatica Università degli studi di Trieste Access E un programma di gestione di database (DBMS) Access offre: un supporto transazionale

Dettagli

I FILTRI SED, GREP (e AWK) Tratto da http://www.pluto.it/files/ildp/guide/abs/textproc.html SED

I FILTRI SED, GREP (e AWK) Tratto da http://www.pluto.it/files/ildp/guide/abs/textproc.html SED I FILTRI SED, GREP (e AWK) Tratto da http://www.pluto.it/files/ildp/guide/abs/textproc.html SED SED è un programma in grado di eseguire delle trasformazioni elementari in un flusso di dati di ingresso,

Dettagli

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento.

Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. Excel: le funzioni Le formule possono essere scritte utilizzando un insieme di funzioni predefinite che Excel mette a disposizione, raggruppate per argomento. DEFINIZIONE: Le funzioni sono dei procedimenti

Dettagli

Lezione n 1! Introduzione"

Lezione n 1! Introduzione Lezione n 1! Introduzione" Corso sui linguaggi del web" Fondamentali del web" Fondamentali di una gestione FTP" Nomenclatura di base del linguaggio del web" Come funziona la rete internet?" Connessione"

Dettagli

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment

Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio. IDE = Integrated Development Environment Bloodshed Dev-C++ Bloodshed Dev-C++ è l IDE usato durante le esercitazioni/laboratorio IDE = Integrated Development Environment Gerardo Pelosi 01 Ottobre 2014 Pagina 1 di 8 Dev-C++ - Installazione Potete

Dettagli

Scrivere uno script php che, dato un array associativo PERSONE le cui chiavi sono i

Scrivere uno script php che, dato un array associativo PERSONE le cui chiavi sono i Esercizi PHP 1. Scrivere uno script PHP che produca in output: 1. La tabellina del 5 2. La tavola Pitagorica contenuta in una tabella 3. La tabellina di un numero ricevuto in input tramite un modulo. Lo

Dettagli

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1

Configuration Managment Configurare EC2 su AWS. Tutorial. Configuration Managment. Configurare il servizio EC2 su AWS. Pagina 1 Tutorial Configuration Managment Configurare il servizio EC2 su AWS Pagina 1 Sommario 1. INTRODUZIONE... 3 2. PROGRAMMI NECESSARI... 4 3. PANNELLO DI CONTROLLO... 5 4. CONFIGURARE E LANCIARE UN ISTANZA...

Dettagli

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE

HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1-1/9 HORIZON SQL CONFIGURAZIONE DI RETE 1 CARATTERISTICHE DI UN DATABASE SQL...1-2 Considerazioni generali... 1-2 Concetto di Server... 1-2 Concetto di Client... 1-2 Concetto di database SQL... 1-2 Vantaggi...

Dettagli

1) Le Espressioni regolari

1) Le Espressioni regolari ESPRESSIONI REGOLARI e FILTRI SED, GREP e AWK 1) Le Espressioni regolari Un'espressione regolare è un modello che descrive un insieme di stringhe. Le espressioni regolari sono costruite, in maniera analoga

Dettagli

I file di dati. Unità didattica D1 1

I file di dati. Unità didattica D1 1 I file di dati Unità didattica D1 1 1) I file sequenziali Utili per la memorizzazione di informazioni testuali Si tratta di strutture organizzate per righe e non per record Non sono adatte per grandi quantità

Dettagli

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.

La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net. di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email. La gestione documentale con il programma Filenet ed il suo utilizzo tramite la tecnologia.net di Emanuele Mattei (emanuele.mattei[at]email.it) Introduzione In questa serie di articoli, vedremo come utilizzare

Dettagli

P a s q u a l e t t i V e r o n i c a

P a s q u a l e t t i V e r o n i c a PHP: OOP Pasqualetti Veronica Oggetti Possiamo pensare ad un oggetto come ad un tipo di dato più complesso e personalizzato, non esistente fra i tipi tradizionali di PHP, ma creato da noi. 2 Gli oggetti

Dettagli

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux.

Esiste la versione per Linux di GeCo? Allo stato attuale non è prevista la distribuzione di una versione di GeCo per Linux. FAQ su GeCo Qual è la differenza tra la versione di GeCo con installer e quella portabile?... 2 Esiste la versione per Linux di GeCo?... 2 Quali sono le credenziali di accesso a GeCo?... 2 Ho smarrito

Dettagli

Editor vi. Editor vi

Editor vi. Editor vi Editor vi vi 1 Editor vi Il vi è l editor di testo standard per UNIX, è presente in tutte le versioni base e funziona con qualsiasi terminale a caratteri Permette di visualizzare una schermata alla volta

Dettagli

Arduino: Programmazione

Arduino: Programmazione Programmazione formalmente ispirata al linguaggio C da cui deriva. I programmi in ARDUINO sono chiamati Sketch. Un programma è una serie di istruzioni che vengono lette dall alto verso il basso e convertite

Dettagli

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno

GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno GeoGebra 4.2 Introduzione all utilizzo della Vista CAS per il secondo biennio e il quinto anno La Vista CAS L ambiente di lavoro Le celle Assegnazione di una variabile o di una funzione / visualizzazione

Dettagli

Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi

Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi Le funzioni di shell La bash supporta la programmazione procedurale e prevede la possibilità di definire funzioni utilizzando le sintassi alternative: function nome { lista-comandi } oppure nome ( ) {

Dettagli

2009 Elite Computer. All rights reserved

2009 Elite Computer. All rights reserved 1 PREMESSA OrisDent 9001 prevede la possibilità di poter gestire il servizio SMS per l'invio di messaggi sul cellulare dei propri pazienti. Una volta ricevuta comunicazione della propria UserID e Password

Dettagli

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica

PHP: form, cookies, sessioni e. Pasqualetti Veronica PHP: form, cookies, sessioni e mysql Pasqualetti Veronica Form HTML: sintassi dei form 2 Un form HTML è una finestra contenente vari elementi di controllo che consentono al visitatore di inserire informazioni.

Dettagli

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a:

Talento LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) L'UTILIZZO DI ALTRI SERVIZI INTERNET. In questa lezione imparerete a: Lab 4.1 Utilizzare FTP (File Tranfer Protocol) LAB 4.1 - UTILIZZARE FTP (FILE TRANSFER PROTOCOL) In questa lezione imparerete a: Utilizzare altri servizi Internet, Collegarsi al servizio Telnet, Accedere

Dettagli

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate.

Comandi filtro: sed. Se non si specificano azioni, sed stampa sullo standard output le linee in input, lasciandole inalterate. Comandi filtro: sed Il nome del comando sed sta per Stream EDitor e la sua funzione è quella di permettere di editare il testo passato da un comando ad un altro in una pipeline. Ciò è molto utile perché

Dettagli

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL

FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL FUNZIONI AVANZATE DI EXCEL Inserire una funzione dalla barra dei menu Clicca sulla scheda "Formule" e clicca su "Fx" (Inserisci Funzione). Dalla finestra di dialogo "Inserisci Funzione" clicca sulla categoria

Dettagli

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor

NetMonitor. Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor NetMonitor Micro guida all uso per la versione 1.2.0 di NetMonitor Cos è NetMonitor? NetMonitor è un piccolo software per il monitoraggio dei dispositivi in rete. Permette di avere una panoramica sui dispositivi

Dettagli

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org.

Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Calc è il programma per la gestione di fogli di calcolo della suite OpenOffice.org. Nuovo documento Anteprima di stampa Annulla Galleria Apri Controllo ortografico Ripristina Sorgente dati Salva Controllo

Dettagli

if t>=0 x=1; else x=0; end fornisce, nella variabile x, il valore della funzione gradino a tempi continui, calcolata in t.

if t>=0 x=1; else x=0; end fornisce, nella variabile x, il valore della funzione gradino a tempi continui, calcolata in t. Il programma MATLAB In queste pagine si introduce in maniera molto breve il programma di simulazione MAT- LAB (una abbreviazione di MATrix LABoratory). Introduzione MATLAB è un programma interattivo di

Dettagli

Linguaggio C: introduzione

Linguaggio C: introduzione Linguaggio C: introduzione Il linguaggio C è un linguaggio general purpose sviluppato nel 1972 da Dennis Ritchie per scrivere il sistema operativo UNIX ed alcune applicazioni per un PDP-11. Il linguaggio

Dettagli

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA

GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA GESTIRE LA BIBLIOGRAFIA STRUMENTI DI GESTIONE BIBLIOGRAFICA I software di gestione bibliografica permettono di raccogliere, catalogare e organizzare diverse tipologie di materiali, prendere appunti, formattare

Dettagli

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010

I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 I.Stat Guida utente Versione 1.7 Dicembre 2010 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali di I.Stat 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della lingua 7 Individuazione

Dettagli

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11

Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo&Web CMS Tutorial: installazione di Museo&Web CMS Versione 0.2 del 16/05/11 Museo & Web CMS v1.5.0 beta (build 260) Sommario Museo&Web CMS... 1 SOMMARIO... 2 PREMESSE... 3 I PASSI PER INSTALLARE MUSEO&WEB

Dettagli

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA

CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA CHIAVETTA INTERNET ONDA MT503HSA Manuale Utente Linux Debian, Fedora, Ubuntu www.ondacommunication.com Chiavet ta Internet MT503HSA Guida rapida sistema operativo LINUX V 1.1 33080, Roveredo in Piano (PN)

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC

GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC GUIDA RAPIDA emagister-agora Edizione BASIC Introduzione a emagister-agora Interfaccia di emagister-agora Configurazione dell offerta didattica Richieste d informazioni Gestione delle richieste d informazioni

Dettagli

Data warehouse.stat Guida utente

Data warehouse.stat Guida utente Data warehouse.stat Guida utente Versione 3.0 Giugno 2013 1 Sommario INTRODUZIONE 3 I concetti principali 4 Organizzazione dei dati 4 Ricerca 5 Il browser 5 GUIDA UTENTE 6 Per iniziare 6 Selezione della

Dettagli

IL LINGUAGGIO C++ Configurazione di Dev-C++

IL LINGUAGGIO C++ Configurazione di Dev-C++ IL LINGUAGGIO C++ Note sull'uso di DevC++ Requisiti di sistema per Dev-C++ - Sistema operativo Microsoft Windows 95, 98, Millenium Edition, NT 4, 2000 o XP - RAM: 8 Mb (consigliati almeno 32 Mb) - CPU:

Dettagli

Codici sorgenti di esempio per l'invio di email da pagine WEB per gli spazi hosting ospitati presso ITESYS SRL.

Codici sorgenti di esempio per l'invio di email da pagine WEB per gli spazi hosting ospitati presso ITESYS SRL. Data: 8 Ottobre 2013 Release: 1.0-15 Feb 2013 - Release: 2.0 - Aggiunta procedura per inviare email da Windows con php Release: 2.1-20 Mar 2013 Release: 2.2-8 Ottobre 2013 - Aggiunta procedura per inviare

Dettagli

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte)

CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) Corso ForTIC C2 LEZIONE n. 10 CONFIGURAZIONE DEI SERVIZI (seconda parte) WEB SERVER PROXY FIREWALL Strumenti di controllo della rete I contenuti di questo documento, salvo diversa indicazione, sono rilasciati

Dettagli

Analisi dei requisiti e casi d uso

Analisi dei requisiti e casi d uso Analisi dei requisiti e casi d uso Indice 1 Introduzione 2 1.1 Terminologia........................... 2 2 Modello della Web Application 5 3 Struttura della web Application 6 4 Casi di utilizzo della Web

Dettagli

Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it

Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it TEMPLATE IN MWCMS D A N I E L E U G O L E T T I - G R U P P O M E T A Si prega di comunicare eventuali errori o inesattezze riscontrate, scrivendo una mail a: otebac@beniculturali.it C ONTENTS I template

Dettagli

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido

SISSI IN RETE. Quick Reference guide guida di riferimento rapido SISSI IN RETE Quick Reference guide guida di riferimento rapido Indice generale Sissi in rete...3 Introduzione...3 Architettura Software...3 Installazione di SISSI in rete...3 Utilizzo di SISSI in Rete...4

Dettagli

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i!

Manuale Utente. S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! Manuale Utente S e m p l i c e m e n t e D a t i M i g l i o r i! INDICE INDICE... 3 INTRODUZIONE... 3 Riguardo questo manuale...3 Informazioni su VOLT 3 Destinatari 3 Software Richiesto 3 Novità su Volt...3

Dettagli

Porta di Accesso versione 5.0.12

Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 1 di 22 Controlli da effettuare in seguito al verificarsi di ERRORE 10 nell utilizzo di XML SAIA Porta di Accesso versione 5.0.12 Pag. 2 di 22 INDICE 1. INTRODUZIONE... 3 2. VERIFICHE DA ESEGUIRE...3

Dettagli

Linguaggio di bash per esempi. Tre modi per quotare. Esempio. quotare: significa trattare caratteri speciali come normali caratteri

Linguaggio di bash per esempi. Tre modi per quotare. Esempio. quotare: significa trattare caratteri speciali come normali caratteri Linguaggio di bash per esempi Tre modi per quotare quotare: signica trattare caratteri speciali come normali caratteri es. di aratteri speciali: $, blank, apici, 1. backslash: per quotare un solo carattere

Dettagli

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO

PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO PCC - Pixia Centro Comunicazioni GUIDA PER L UTILIZZO Informazioni generali Il programma permette l'invio di SMS, usufruendo di un servizio, a pagamento, disponibile via internet. Gli SMS possono essere

Dettagli

Manuale di installazione e d uso

Manuale di installazione e d uso Manuale di installazione e d uso 1 Indice Installazione del POS pag. 2 Funzionalità di Base - POS Sagem - Accesso Operatore pag. 2 - Leggere una Card/braccialetto Cliente con il lettore di prossimità TeliumPass

Dettagli

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer

Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET. Programmi. Outlook Express Internet Explorer Servizi DNS - SMTP FTP - TELNET Programmi Outlook Express Internet Explorer 72 DNS Poiché riferirsi a una risorsa (sia essa un host oppure l'indirizzo di posta elettronica di un utente) utilizzando un

Dettagli

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client

Luca Mari, Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori) appunti delle lezioni. Architetture client/server: applicazioni client Versione 25.4.05 Sistemi informativi applicati (reti di calcolatori): appunti delle lezioni Architetture client/server: applicazioni client 1 Architetture client/server: un esempio World wide web è un

Dettagli

Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML

Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML Lezione III: Oggetti ASP e interazione tramite form HTML La terza lezione, come le precedenti, ha avuto una durata di due ore, di cui una in aula e l altra in laboratorio, si è tenuta alla presenza della

Dettagli

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2

Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Integrated Development Environment (IDE) DevC++ 4.9.9.2 Manuale utente Data ultima revisione: 22/10/2008 Fondamenti di informatica Università Facoltà Corso di laurea Politecnico di Bari 1 a Facoltà di

Dettagli

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione

NAVIGAORA HOTSPOT. Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA HOTSPOT Manuale utente per la configurazione NAVIGAORA Hotspot è l innovativo servizio che offre ai suoi clienti accesso ad Internet gratuito, in modo semplice e veloce, grazie al collegamento

Dettagli

Dati importati/esportati

Dati importati/esportati Dati importati/esportati Dati importati Al workspace MATLAB script Dati esportati file 1 File di testo (.txt) Spreadsheet Database Altro Elaborazione dati Grafici File di testo Relazioni Codice Database

Dettagli

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it

FIRESHOP.NET. Gestione Utility & Configurazioni. Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it FIRESHOP.NET Gestione Utility & Configurazioni Rev. 2014.3.1 www.firesoft.it Sommario SOMMARIO Introduzione... 4 Impostare i dati della propria azienda... 5 Aggiornare il programma... 6 Controllare l integrità

Dettagli

Progetti reali con ARDUINO

Progetti reali con ARDUINO Progetti reali con ARDUINO Introduzione alla scheda Arduino (parte 2ª) ver. Classe 3BN (elettronica) marzo 22 Giorgio Carpignano I.I.S. Primo LEVI - TORINO Il menù per oggi Lettura dei pulsanti Comunicazione

Dettagli

Manipolazione di testi: espressioni regolari

Manipolazione di testi: espressioni regolari Manipolazione di testi: espressioni regolari Un meccanismo per specificare un pattern, che, di fatto, è la rappresentazione sintetica di un insieme (eventualmente infinito) di stringhe: il pattern viene

Dettagli

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale

Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Guida ai Servizi Internet per il Referente Aziendale Indice Indice Introduzione...3 Guida al primo accesso...3 Accessi successivi...5 Amministrazione dei servizi avanzati (VAS)...6 Attivazione dei VAS...7

Dettagli

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore)

Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Manuale d uso Apache OpenMeetings (Manuale Utente + Manuale Amministratore) Autore: Matteo Veroni Email: matver87@gmail.com Sito web: matteoveroni@altervista.org Fonti consultate: http://openmeetings.apache.org/

Dettagli

ACCREDITAMENTO EVENTI

ACCREDITAMENTO EVENTI E.C.M. Educazione Continua in Medicina ACCREDITAMENTO EVENTI Manuale utente Versione 1.5 Maggio 2015 E.C.M. Manuale utente per Indice 2 Indice Revisioni 4 1. Introduzione 5 2. Accesso al sistema 6 2.1

Dettagli

Guida all utilizzo del dispositivo USB

Guida all utilizzo del dispositivo USB Guida all utilizzo del dispositivo USB 30/04/2013 Sommario - Limitazioni di responsabilità e uso del manuale... 3 1. Glossario... 3 2. Guida all utilizzo del dispositivo USB... 4 2.1 Funzionamento del

Dettagli

Le Reti Informatiche

Le Reti Informatiche Le Reti Informatiche modulo 10 Prof. Salvatore Rosta www.byteman.it s.rosta@byteman.it 1 Nomenclatura: 1 La rappresentazione di uno schema richiede una serie di abbreviazioni per i vari componenti. Seguiremo

Dettagli

Lezione su Informatica di Base

Lezione su Informatica di Base Lezione su Informatica di Base Esplora Risorse, Gestione Cartelle, Alcuni tasti di scelta Rapida Domenico Capano D.C. Viterbo: Lunedì 21 Novembre 2005 Indice Una nota su questa lezione...4 Introduzione:

Dettagli

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO

SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO CLSMS SOFTWARE GESTIONE SMS DA INTERFACCE CL MANUALE D INSTALLAZIONE ED USO Sommario e introduzione CLSMS SOMMARIO INSTALLAZIONE E CONFIGURAZIONE... 3 Parametri di configurazione... 4 Attivazione Software...

Dettagli

PROBLEMA DELLA RICERCA DI UN ELEMENTO IN UN ARRAY E ALGORITMI RISOLUTIVI

PROBLEMA DELLA RICERCA DI UN ELEMENTO IN UN ARRAY E ALGORITMI RISOLUTIVI PROBLEMA DELLA RICERCA DI UN ELEMENTO IN UN ARRAY E ALGORITMI RISOLUTIVI PROBLEMA DELLA RICERCA in termini generali: Dati in input un insieme S di elementi (numeri, caratteri, stringhe, ) e un elemento

Dettagli

Le Stringhe. Un introduzione operativa. Luigi Palopoli

Le Stringhe. Un introduzione operativa. Luigi Palopoli Le Stringhe p.1/19 Le Stringhe Un introduzione operativa Luigi Palopoli ReTiS Lab - Scuola Superiore S. Anna Viale Rinaldo Piaggio 34 Pontedera - Pisa Tel. 050-883444 Email: palopoli@sssup.it URL: http://feanor.sssup.it/

Dettagli

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers

PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers PROCEDURA DI INSTALLAZIONE DI MYSQL E VolT per utenti Visual Trader e InteractiveBrokers La procedura di installazione è divisa in tre parti : Installazione dell archivio MySql, sul quale vengono salvati

Dettagli

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete.

Dal punto di vista organizzativo sono possibili due soluzioni per il sistema di rete. Premessa. La traccia di questo anno integra richieste che possono essere ricondotte a due tipi di prove, informatica sistemi, senza lasciare spazio ad opzioni facoltative. Alcuni quesiti vanno oltre le

Dettagli

Import Dati Release 4.0

Import Dati Release 4.0 Piattaforma Applicativa Gestionale Import Dati Release 4.0 COPYRIGHT 2000-2005 by ZUCCHETTI S.p.A. Tutti i diritti sono riservati.questa pubblicazione contiene informazioni protette da copyright. Nessuna

Dettagli

Come difendersi dai VIRUS

Come difendersi dai VIRUS Come difendersi dai VIRUS DEFINIZIONE Un virus è un programma, cioè una serie di istruzioni, scritte in un linguaggio di programmazione, in passato era di solito di basso livello*, mentre con l'avvento

Dettagli

Laboratorio di Sistemi Fattoriale di un numero Jsp [Java]

Laboratorio di Sistemi Fattoriale di un numero Jsp [Java] Desideriamo realizzare una applicazione web che ci consenta di calcolare il fattoriale di un numero. L'esercizio in sé non particolarmente difficile, tuttavia esso ci consentirà di affrontare il problema

Dettagli

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2

BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 BIBLIOWIN 5.0WEB Versione 5.0.2 Premessa. In questa nuova versione è stata modificata la risoluzione (dimensione) generale delle finestre. Per gli utenti che navigano nella modalità a Finestre, la dimensione

Dettagli

Ambienti di sviluppo integrato

Ambienti di sviluppo integrato Ambienti di sviluppo integrato Un ambiente di sviluppo integrato (IDE - Integrated Development Environment) è un ambiente software che assiste i programmatori nello sviluppo di programmi Esso è normalmente

Dettagli

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8

GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 GUIDA ALL UTILIZZO DELL ECM 8 1) Introduzione Pg 3 2) L area amministratore Pg 3 2.1) ECM Pg 4 2.1.1) Sezione Struttura Pg 5 2.1.2) Sezione Documento Pg 7 2.1.3) Sezione Pubblicazione

Dettagli

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key.

Di seguito sono descritti i prerequisiti Hardware e Software che deve possedere la postazione a cui viene collegata l Aruba Key. 1 Indice 1 Indice... 2 2 Informazioni sul documento... 3 2.1 Scopo del documento... 3 3 Caratteristiche del dispositivo... 3 3.1 Prerequisiti... 3 4 Installazione della smart card... 4 5 Avvio di Aruba

Dettagli

StarOffice TM 7 Office Suite

StarOffice TM 7 Office Suite StarOffice TM 7 Office Suite A Sun TM ONE Software Offering Manuale di programmazione in Basic Sun Microsystems, Inc. 4150 Network Circle Santa Clara, CA 95054 U.S.A. 650-960-1300 Part No. 817-3918-10

Dettagli

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM

OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM OPERAZIONI SUL FILE SYSTEM SPOSTARE un file o una sottodirectory da una directory ad un altra COPIARE un file o una directory da una directory all altra RINOMINARE un file o una directory CANCELLARE un file o una directory CREARE

Dettagli

Se il corso non si avvia

Se il corso non si avvia Se il corso non si avvia Ci sono quattro possibili motivi per cui questo corso potrebbe non avviarsi correttamente. 1. I popup Il corso parte all'interno di una finestra di popup attivata da questa finestra

Dettagli

Abstract Data Type (ADT)

Abstract Data Type (ADT) Abstract Data Type Pag. 1/10 Abstract Data Type (ADT) Iniziamo la nostra trattazione presentando una nozione che ci accompagnerà lungo l intero corso di Laboratorio Algoritmi e Strutture Dati: il Tipo

Dettagli

Comunicazione scuola famiglia

Comunicazione scuola famiglia Manuale d'uso Comunicazione scuola famiglia INFOZETA Centro di ricerca e sviluppo di soluzioni informatiche per la scuola Copyright InfoZeta 2013. 1 Prima di iniziare l utilizzo del software raccomandiamo

Dettagli

Programmazione C Massimo Callisto De Donato massimo.callisto@unicam.it www.cs.unicam.it/massimo.callisto

Programmazione C Massimo Callisto De Donato massimo.callisto@unicam.it www.cs.unicam.it/massimo.callisto Università degli studi di Camerino Scuola di scienze e tecnologia - Sezione Informatica Programmazione C Massimo Callisto De Donato massimo.callisto@unicam.it www.cs.unicam.it/massimo.callisto LEZIONE

Dettagli

MEGA Process. Manuale introduttivo

MEGA Process. Manuale introduttivo MEGA Process Manuale introduttivo MEGA 2009 SP4 1ª edizione (giugno 2010) Le informazioni contenute nel presente documento possono essere modificate senza preavviso e non costituiscono in alcun modo un

Dettagli

Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER

Installazione ed attivazione della SUITE OFFIS versione SERVER Installazione ed attivazione della "SUITE OFFIS" versione SERVER Premessa La versione server di OFFIS può essere installata e utilizzata indifferentemente da PC/Win o Mac/Osx e consente l'accesso contemporaneo

Dettagli

FileMaker Server 13. Guida introduttiva

FileMaker Server 13. Guida introduttiva FileMaker Server 13 Guida introduttiva 2007-2013 FileMaker, Inc. Tutti i diritti riservati. FileMaker, Inc. 5201 Patrick Henry Drive Santa Clara, California 95054 Stati Uniti FileMaker e Bento sono marchi

Dettagli

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto

Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Installare e configurare Easy Peasy (Ubuntu Eee) su Asus Eee PC mini howto Augusto Scatolini (webmaster@comunecampagnano.it) Ver. 1.0 (marzo 2009) ultimo aggiornamento aprile 2009 Easy Peasy è una distribuzione

Dettagli

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT)

COPERTURA WI-FI (aree chiamate HOT SPOT) Wi-Fi Amantea Il Comune di Amantea offre a cittadini e turisti la connessione gratuita tramite tecnologia wi-fi. Il progetto inserisce Amantea nella rete wi-fi Guglielmo ( www.guglielmo.biz), già attivo

Dettagli

Client di Posta Elettronica PECMailer

Client di Posta Elettronica PECMailer Client di Posta Elettronica PECMailer PECMailer è un semplice ma completo client di posta elettronica, ovvero un programma che consente di gestire la composizione, la trasmissione, la ricezione e l'organizzazione

Dettagli

Analisi di massima: L utente dovrà inserire un numero limite, e tramite vari calcoli verrà stampato a video la sequenza.

Analisi di massima: L utente dovrà inserire un numero limite, e tramite vari calcoli verrà stampato a video la sequenza. Relazione tecnica Fibonacci ANDENA GIANMARCO Traccia: Creare un algoritmo che permetta, dato un valore intero e positivo, di stabilire la sequenza utilizzando la regola di fibonacci dei numeri fino al

Dettagli

G e s t i o n e U t e n z e C N R

G e s t i o n e U t e n z e C N R u t e n t i. c n r. i t G e s t i o n e U t e n z e C N R G U I D A U T E N T E Versione 1.1 Aurelio D Amico (Marzo 2013) Consiglio Nazionale delle Ricerche - Sistemi informativi - Roma utenti.cnr.it -

Dettagli

Software Emeris Communication Manager

Software Emeris Communication Manager ecm Software Emeris Communication Manager Manuale operativo Fantini Cosmi S.p.A. Via dell Osio 6 20090 Caleppio di Settala MI Tel 02.956821 - Fax 02.95307006 e-mail: info@fantinicosmi.it http://www.fantinicosmi.it

Dettagli

GESTIONE DELLA E-MAIL

GESTIONE DELLA E-MAIL GESTIONE DELLA E-MAIL Esistono due metodologie, completamente diverse tra loro, in grado di consentire la gestione di più caselle di Posta Elettronica: 1. tramite un'interfaccia Web Mail; 2. tramite alcuni

Dettagli

+ / operatori di confronto (espressioni logiche/predicati) / + 5 3 9 = > < Pseudo codice. Pseudo codice

+ / operatori di confronto (espressioni logiche/predicati) / + 5 3 9 = > < Pseudo codice. Pseudo codice Pseudo codice Pseudo codice Paolo Bison Fondamenti di Informatica A.A. 2006/07 Università di Padova linguaggio testuale mix di linguaggio naturale ed elementi linguistici con sintassi ben definita e semantica

Dettagli