il vaso, per far traboccare la goccia

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "il vaso, per far traboccare la goccia"

Transcript

1 POLITECNICO DI MILANO-CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN P.T.U.A. LABORATORIO DI MANAGEMENT DEL PROGETTO Proff. A. Balducci, G. Rabaiotti F. Cognetti, P. Cottino il vaso, per far traboccare la goccia Matteo CAMATTINI Raffaele PICARIELLO Adriana PINATE Gabriele SOLAZZI Giuseppe TRUPIA

2 indice PRIMA PARTE_il vaso per far traboccare la goccia indice perché Bovisa? _on the road 1 la Bo-visita le interviste - indice Euromilano, o il segreto aziendale il ferroviere del posto di blocco, l occhio sulla goccia ing. Ronchi, l eccellenza nel deserto il Parroco, passato e presente CSOA Malamanera thebag, la fabbrica d arte Fiorella Pirola, lettura di parte video_intorno alla goccia saluti da Bovisa una lettura del quartiere orientamenti strategici- un programma di lavoro bibliografia la città dei giovani. Gli esempi di Napoli e Roma. rassegna stampa minima SECONDA PARTE_la creatività, nel vaso, per far traboccare la goccia Studio fotografico Cantiere Bovisa: residenze per studenti+atelier come modello insediativo? La scuola Santa Gemma, suor Paola e il movimento Giorgio Martino: la passione per il suo BauBaus Marco, studente in cantina _on the road 2 tra due fuochi mappa della creatività tematizzare Bovisa: la creatività dalla pratica alla teoria brerizzazioni riflessioni sull organizzazione attuale dell Università in relazione con le altre istituzioni della società bibliografia riviste, materiali e siti internet TERZA PARTE_il vaso per far traboccare la goccia noi e il position paper: introduzione al lavoro percorso-storia del lavoro _on the road 3 il campo da calcio della Garibaldina il custode della cristalleria Livellara 4 geografie_quartiere 4 geografie_studenti 4 geografie_università 4 geografie_milieu creativo intersezioni tre politiche 1_Bovisaperta schema dei servizi di Bovisaperta 2_Via Candiani: una via in trasformazione 3_residenze universitarie di Via Baldinucci: innovare la tipologia questioni aperte bibliografia + gt

3 Perchè Bovisa? Il nostro gruppo ha scelto di lavorare sull area della Bovisa perché attratto da una serie di tematiche inerenti all area, che rendono il caso interessante ed originale. Le conoscenza sommaria di Bovisa che possedevamo prima di cominciare a studiarla ci presentava una realtà molto dinamica ma controversa. Un quartiere che in pochi anni aveva subito una trasformazione profonda al suo interno con l arrivo del Politecnico e delle attività correlate ad esso ma che parallelamente non si era rinnovato esteriormente, nei suoi spazi pubblici, nelle sue vie. Eppure le funzioni d eccellenza accolte e le funzioni che potrebbero insediarsi nella goccia proiettano quest area in una logica che supera i meri confini comunali e richiama interessi anche internazionali. La sua posizione strategica, sull asse che collega Milano e Malpensa passando per la Nuova Fiera di Rho-Pero, esalta le intrinseche potenzialità dell area, frutto di un glorioso passato industriale. Il caso di Bovisa permette anche di riflettere sul destino di un area dismessa, fortemente compromessa dal punto di vista ambientale, e ci appare più stimolante di un lavoro su aree standard marginali che il Comune intende sfruttare per edilizia convenzionata. L interesse è anche di tipo tecnico : la questione della bonifica ci pare di grande interesse, poiché comune a molte aree dismesse italiane e in questo caso particolare, questione fondamentale nel tentare di sbloccare l Accordo di Programma, al momento allo stallo. Immaginare un grande progetto urbano, che sia anche un progetto culturale per Milano, come la città dei giovani, in un luogo così evocativo come la goccia della Bovisa con i suoi gasometri... vogliamo metterci alla prova. 3

4 _on the road 1 4

5 la Bo-visita 5

6 6

7 mappa delle interviste 7

8 Euromilano o il segreto aziendale Il tentativo di organizzare un incontro con una qualche responsabile del progetto PRU Certosa e dell ampliamento degli edifici di Ingegneria nella goccia nell ambito della visita del Laboratorio di non ha esito positivo. Veniamo scaricati da una persona all altra, guardia giurata, responsabile accoglienza clienti, responsabile vendite, architetto, usciere. Adesso le faccio parlare con un altra persona, è la prima volta che riceviamo una richiesta del genere, ma cosa volete sapere, ESATTAMENTE?, in ogni caso non possiamo dirvi nient altro rispetto a ciò che abbiamo esposto in Fiera. Un qualsiasi tipo di incontro con qualcuno di loro può avvenire solo con una richiesta collettiva del laboratorio all amministratore delegato di Euromilano Pasquarelli. Chicca finale: magari voi riuscite a contattarlo, anche noi avremmo così tante cose da chiedergli il luogo Ai margini del PRU Certosa, un edificio di due piani, facilmente raggiungibile in auto, meno per i pedoni, accoglie gli uffici di Euromilano, la società promotrice del Programma. All esterno un ampio parcheggio, dei motivi floreali disegnati su muri cechi in un improbabile tentativo di abbellimento. Dall interno, atmosfera felpata, grandi finestre con vista sui cantieri, una serie di spazi di attesa e di filtri. Alcuni modellini in legno del PRU accolgono il visitatore. 8

9 il ferroviere del posto di blocco, l occhio sulla goccia Ci avviciniamo guardinghi e subito spunta un volto dalla finestra a controllare. Arrivati in prossimità dei binari il volto si materializza in una persona e fa la vedetta dalle scale esterne. Pantaloni e camicia azzurra, figura tranquilla. Chiediamo se è possibile salire e fare delle foto dall alto del suo ufficio. Disponibilissimo ci dice di fare il giro e salire le scale. Saliamo e ci presentiamo. Io non ho visto niente! dice subito in modo scherzoso. Sembra contento di avere qualcuno con cui scambiare 2 parole. Racconta i cambiamenti recenti della zona: le nuove strade e i sottopassi che portano a via Negrotto, il progressivo smantellamento dei macchinari della AEM, la presenza di una macchinetta-timbro per i vigilanti notturni di guardia a tutta l area da bonificare. Avverte che non è possibile entrare all interno della goccia. Il suo ufficio è piccolo ma ordinato. Postazione comandi, scrivania, bagno, frigorifero e cucinino, balcone con vista snodo ferroviario, gasometri e PRU Palizzi. Facciamo le foto di rito e ci accingiamo ad uscire. Il nostro obbiettivo era costeggiare il limite della goccia. L unico modo per farlo è seguire il muro lungo i binari. Ci avverte 2 volte della pericolosità della camminata. Ma ripete che se vogliamo lui non vede niente. In fondo non si può controllare tutto. Lo salutiamo e sciegliamo di percorrere via Castellammare. il luogo L obbiettivo è aggirare la goccia. Percorriamo il lungo muro di via Pacubio che risale dalla stazione di Villapizzone. All incrocio con via Castellammare e via Porretta, nel punto strategico del nodo ferroviario, svetta il posto di blocco. 9

10 ing. Ronchi, l eccellenza nel deserto L ing. Ronchi appare molto orgoglioso mentre ci espone le caratteristiche della galleria del vento, fiore all occhiello della facoltà di ingegneria di Bovisa. Si tratta della più grande d Europa di questo tipo, cioè con due camere in uno stesso impianto e capace di simulare un vento dinamico. Qui vengono quelli del team di Luna rossa a provare le regolazioni delle vele ci spiega mentre racconta che altre aziende importanti come la Ferrari o la Fiat possiedono delle proprie gallerie del vento in cui fare le loro misurazioni. Qui a quanto pare si provano soprattutto opere di ingegneria civile che hanno bisogno di particolari simulazioni con diverse velocità del vento a diverse quote. Sorge la questione dei modelli che servono per le simulazioni che devono essere fatti secondo certi standard: Molti studi di architettura vengono qui con i loro modelli tutti belli ma che poi si rivelano inadatti. I laboratori in cui vengono realizzati tali modelli si trovano a Torino e Genova. Gli chiediamo del rapporto che ha la struttura con l università dato che fino ad ora ci ha parlato solo di clienti privati. Ci spiega che comunque lì si fa costantemente ricerca in un certo senso, sia dal punto di vista tecnologico che da quello dell ingegneria civile e anche se nelle sue parole sembra che non partecipino molti ricercatori alle attività della galleria del vento mentre giriamo per l edificio incontriamo tre studenti alle prese con chissà quale marchingegno, segno che comunque il legame con l università c è. il luogo La Galleria del vento si trova all interno del campus di ingegneria di Bovisa. Dall esterno si confonde col resto degli edifici dell università costruiti recuperando capannoni industriali dimessi mentre una volta entrati non sembra un luogo che fa parte di un università. L atmosfera è asettica, il salottino all ingresso di fronte alla guardiola è decisamente simbolico. Gli uffici al secondo piano sembrano quelli di una azienda se non fosse per il disordine che rende un po meno compassata l atmosfera. Gli spazi dove sorge la galleria vera e propria sono il set di un film di fantascienza, in particolare la camera in cui allestire i modelli che si può muovere grazie a mastodontici ingranaggi. Qua e là sono sparsi i modelli di alcuni tra i più importanti recenti progetti di ingegneria civile in Italia. Sembra strano che il ponte sullo stretto di Messina venga progettato in mezzo a questo disordine, ma magari è un buon segno 10

11 il Parroco, passato e presente Dopo circa un quarto d ora di attesa nel cortile laterale della chiesa veniamo ricevuti dal parroco. Il nostro intervistato arriva al quartiere Bovisa nel 1974 e ci dice che da allora ad oggi la grande trasformazione avviene in concomitanza con l arrivo nell area del Politecnico. Secondo il parroco la prima metamorfosi provocata dal nuovo arrivo interessa le abitazioni, di due tre piani, in passato abitate da una famiglia e nel cui retro veniva localizzata la propria bottega,e che oggi riconvertite assumono carattere prettamente terziario per far fronte all esigenze dei molti studenti. Un altro effetto che il Politecnico provoca sulle abitazioni,ma che poi si riflette anche sulle persone, è che mentre le case in precedenza venivano affittate a famiglie di ceto medio-basso,a queste ultime oggi vengono preferiti gli studenti,infatti attraverso questa modifica nella locazione si possono avere guadagni duplicati o addirittura triplicati. Quest ultimo aspetto menzionato non risulta tanto veritiero,in quanto dalle interviste e da quanto visto al di fuori dalla stazione si è scoperto che la gran maggioranza di studenti sono pendolari e solo una minima parte risiede in loco. Alla domanda di cosa manca nel quartiere, il nostro intervistato ci dice che attualmente il quartiere è carente soprattutto di attrezzature sportive più volte reclamate dai ragazzi. Analogamente a quanto detto dal prete del quartiere Gallaratese, il parroco di Bovisa ci parla di come la classe operaia, presenza prevalente nel quartiere negli anni passati,avesse uno stile di vita molto diverso addirittura antitetico rispetto agli attuali abitanti dediti al terziario,infatti mentre i primi avevano una forte propensione al risparmio dettata da una consapevolezza del valore dei soldi,negli ultimi questa caratteristica va scomparendo portando ad un sempre più massiccio spreco di danaro per cose futili. il luogo La parrocchia di Bovisa è situata in via Ricotti in posizione centrale tra piazza Bausan e piazza Schiavone. Nel raggiungere la bella chiesa,di stile gotico, si può notare come questa spicchi in un contesto contornato da edifici di modeste dimensioni. La gran parte degli edifici che circondano la struttura non superano i quattro piani,così questa la fa un po da padrona con la sua mole imponente. In attesa di essere ricevuti dal Parroco, attendiamo nel cortile. Questo spazio è molto molto accogliente, curato fin nei minimi particolari, evoca la passione e la dedizione di chi se ne occupa. Tutto è ben ordinato: vi sono alberi, piante, una fontana con i pesciolini, alcune panchine disposte in fila e che si immagina siano usate per eventi con una presenza massiccia di persone.il parroco ci spiega che questo spazio, in precedenza, non era così accogliente e che i risultati raggiunti sono fonte di grande orgoglio. 11

12 CSOA Malamanera M. spiega che l occupazione è iniziata circa due anni fa e che fino a poco tempo fa, prima che recuperassero gli spazi sociali ci vivevano e basta. Solo da un anno hanno cominciato ad organizzare eventi: concerti, mostre e serate che stanno riscuotendo un buon successo e che fanno ben sperare per le minacce di sgombero. Se infatti il posto riesce a divenire una realtà più forte sarà più difficile mandarli via. Già perché le minacce di sgombero ci sono ed anche forti: Fino a due mesi fa sembrava che ci dovessero cacciare definitivamente poi la minaccia si è smorzata e adesso non si sa. Dice che non sanno che progetti ci sono sull area e che intenzioni ha il proprietario. Chiede a me che studio urbanistica dov è che si può vedere ma non lo so neanche io. Insomma i rapporti con l amministrazione non sono dei migliori e quelli con il quartiere pressoché nulli. Sono invece forti i legami con le altre realtà dei centri sociali di Milano che conoscono e con cui sono in contatto. il luogo Sembra regnare il disordine e la provvisorietà ma in realtà il Malamanera è uno spazio accogliente. I suoi abitanti, (una decina circa) sembrano trovarsi a proprio agio. Tutto è molto colorato, il tono rosso ovviamente la fa da padrone. Graffiti, volantini, manifesti, cicche di sigarette, lattine di birra tutto contribuisce ad un atmosfera in cui ci si sente liberi di fare quello che si vuole ma rispettando quello che comunque è un posto che richiede impegno e motivazione per la proria (auto)gestione. Gli spazi di sopra (le camere) sono invece più puliti e ordinati, il bagno è grande e bello, i colori non mancano mai. 12

13 thebag, la fabbrica dell arte L ultima tappa del percorso della Bo-visita è nella BAG, la Bovisa Art Gallery. Un collettivo formato da studenti di Brera ed artisti ha investito un capannone dimesso creando lì una realtà unica e originale. L esigenza principale è quella di trovare spazi adeguati per lavorare, creare, dipingere, scolpire, spazi che l Accademia non riesce ad offrire. L esigenza ha trovato l occasione. Il proprietario di una piccola area industriale dimessa che per questioni tecniche, non può trasformarla prima di tre anni, cede al collettivo l uso dell edificio a costo zero. Andrea, Federico e altri, passano tre mesi a risistemarlo. L attuale esposizione di lavori è già la terza dall apertura dello spazio ma la prima che è stata supervisionata da un curatore, Paolo Cova, dell università di Bologna. Gli artisti del BAG hanno progressivamente occupato anche gli spazi che non erano stati assegnati loro, quelli aldilà del cortile. Sperano di rimanere anche dopo le trasformazione urbanistica che dopo i tre anni Non hanno nessuna interazione con il quartiere, Bovisa non è stata una scelta, ma sottolineano la porosità di un quartiere come la Bovisa i cui spazi sono facilmente adattabili per accogliere funzioni nuove. Alcuni artisti che abitano nel quartiere hanno cominciato a frequentare thebag. il luogo All angolo fra via Guicciardini e via Carnevali una grande scritta su un muro cieco: thebag art factory. Oltrepassato l uscio, si entra in un ampio cortile. A sinistra vi è il laboratorio che i ragazzi di thebag hanno ricavato da un capannone dismesso. L atmosfera è originale, a metà strada fra una galleria d arte e un laboratorio d arte. L esposizione di quadri e sculture muta a distanza i pochi giorni, quasi a sottolineare quel rapporto insolito e fresco dal produttore al consumatore che viene a instaurarsi fra chi lavora e chi viene a visitare e comentare... 13

14 Fiorella Pirola, lettura di parte Il cerchio di sedie è pronto e Fiorella racconta: Vivo nel quartiere da 54 anni e ho visto tutte le recenti trasformazioni della zona, dalla grande industria chimica (le altamente inquinanti Montecatini e Lepetit) la Sirio e la Ceretti (che fabbricava gru e funivie) collegata ad aziende più piccole artigianali-familiari (che continuano ad esserci) agli anni 60/70 con la presenza dei corrieri di trasporto Un quartiere senza vocazione artistica, senza desiderio del bello ma assolutamente pratica legata al lavoro sono le parole che racchiudono la vocazione produttiva-lavorativa-operaia di Bovisa. Sembrava che la zona diventasse socialmente brutta e destinata all abbandono totolale ma alla fine degli anni 90 si concretizza l idea di un insediamento del Politecnico come motore di rinascita. Il progetto viene appoggiato politicamente e nella visione comune della goccia si dovranno inserire accelertatori d impresa, il Museo del presente, un Auditorium del Politecnico ma con utilizzo del quartiere. Il tutto in una visione di polo universitario incastrato nel territorio capace di ridare vigore alla vocazione storicamente produttiva. In reatà l impatto del Politecnico e della realizzazione e della nuova stazione del passante ferroviario connessa ha portato ad altri risultati. L università, purtroppo, è staccata dalla vita del quartiere anche a causa del pendolarismo a cui sono costretti gli studenti. Tanti giovani ma che non passano dal quartiere e non usano gli spazi del quartiere non mettono mai piede di qua!. La ricaduta sta soltanto nella proliferazione di servizi quali bar e punti ristoro o centri stampa. Di conseguenza i negozi e l intero quartiere sono attivi solo in orario diurno. Zona ancora in sospeso, difficilmente attraversabile. Siamo tagliati a metà è questo l effetto frattura prodotto dalla nuova stazione Bovina FNM (che il luogo Lo scenario è per noi cambiato. Siamo reduci dal campus di Ingegneria del Politecnico con annessa visita alla tecnologia meccanica pura della Galleria del Vento più grande d Europa e alla stazione del passante ferroviario di Villapizzone. Ora invece attraversiamo il quartiere storico. Non mancano edifici in corso di costruzione staccati per numero di piani dal tessuto compatto. La zona è infatti ora molto appetibile e i valori di mercato sono molto cresciuti. Nella via anche un negozio di macelleria islamica. Entriamo nel portone e si apre una graziosa corte con case a ballatoio. Sensazione di tranquillità. Le passerelle dei balconi sono ordinate e pulite. Anche le bandiere della pace appese hanno colori ancora accesi, quasi fossero nuove o state appena lavate. 14

15 ha sostituito ingloriosamente la vecchia stazione in stile Liberty) creando un confine netto e scomodo tra i due insediamenti della Bovisa. Chiediamo qualcosa al riguardo della Casa Occupata Malamanera in via Bovisasca. Sono nati 2 anni fa in occasione del 25 Aprile. Ad un primo tentativo di apertura nella festa-invito alla cittadinanza di apertura non sono seguite collaborazioni durante l anno a parte la partecipazione comune al corteo della festa della liberazione italiana. Per il resto l unica cosa che si sa e che fanno incazzare i vegetti con le loro scritte di protesta sui muri del quartiere. Si parla poi del rapporto tra il quartiere Bovisa e le altre vicende puntuali limitrofe verso Milano: la moschea di Viale Jenner e il disagio provato dagli abitanti che tende a diminuire anche per la ricollocazione di altri centri di preghiera, la presenza incombente di una discoteca con un enorme bacino di utenza quale l Alcrataz, il brutto intervento di riqualificazione di piazza Schiavoni. La chiacchierata affronta altri temi quali la mancanza nel quartiere di cinema (prima ne esistevano 2) e teatri, l idea di trasformare, in seguito ad un incendio, i depositi teatrali della Scala di Milano (ove Luca Ronconi realizzò lo straordinario spettacolo Infinities_ Bovisa) di proprieta del comune in altre case, la costante proliferazione di condomini e palazzi che si discostano in modo evidente per numero di piani dal tessuto compatto del quartiere, le altre associazioni e movimenti del quartiere: Acli, Anpi, Spi, Associazione Luca Rossi (organizza eventi culturali in onore del giovane Luca ucciso durante scontri con la polizia, nome attorno al quale si è legato un certo movimento d identità), Bovisa Verde, La Tenda (sacerdoti che si occupano dell immigrazione), The BAG (galleria autoprodotta di giovani artisti). Segnaliamo l inziativa denominata Progetto Auser tentata in collaborazione con gli studenti e lo SPI (gruppo il luogo Entriamo nella saletta della sede del partito dei DS. La struttura della sezione è tipica delle attività artigianali del quartiere interne ai cortili. Sembra vuota ma in realtà sono molte le foto dei personaggi appesi alle pareti: Lenin, Togliatti, Matteotti Appoggiate al muro una bandiera dei DS e una della Pace. Dietro l armadio una bandiera del vecchio PCI. di pensionati della CGIL). Si è provato (una sola volta) di portare nel quartiere studenti attraverso la condivisione abitativa di appartamenti con anziani del quartiere. L adottamento dello studente non ha pero funzionato per difficoltà e blocchi mentali da entrambe le parti. L idea sembra molto interessante e sicuramente riproponibile. 15

16 video_intorno alla goccia 16

17 Saluti da Bovisa Lavoro qui da vent anni e so tutto sulla Bovisa: a ben guardare su questa zona si potrebbero raccontare un sacco di cose. La zona si chiama Bovisa perché all inizio dell Ottocento c era un grande macello di buoi ed era detta Boisa o Boviscia. Anche i suoi abitanti, in fondo, allora erano un po bovari, gente di campagna, in una periferia depressa Paolo Amato, Capostazione alla Bovisa E sempre stato un quartiere operaio che aggregava grandi fabbriche. C erano la Lepetit, Sirio, Montecatini Il quartiere ha avuto questa caratteristica, senza vocazione artistica, senza desideri del bello ma assolutamente pratica, legata al lavoro. Si vedevano uscire dalla stazione un flusso di tute blu Fiorella Pirola Sezione di Bovisa dei Democratici di Sinistra Copertine degli album dei Pink Floyd: Atom Heart Mother(1970), Animals(1977) 17

18 una lettura del quartiere La presenza del Politecnico Effetti limitati nello spazio e nel tempo La presenza del politecnico rappresenta una chiara opportunità le cui esternalità non sono ancora sfruttate a pieno dal quartiere Bovisa. Gli effetti della presenza di migliaia di studenti ogni giorno sono infatti limitati nello spazio ad alcune vie privilegiate dal passaggio dei ragazzi lungo il percorso stazione-università, dove proliferano attività commerciali, e nel tempo agli orari scolastici ed ai giorni lavorativi. Tale tema assume maggiore rilevanza se si considera anche il previsto insediamento dell accademia di Brera e quindi la presenza di un sempre maggior numero di studenti nell area, il che rappresenta una risorsa, risorsa che la forma attuale della Bovisa non può assorbire. Mancanza di luoghi per il tempo libero Un primo esempio di questa incapacità di assorbire tali energie è la mancanza pressoché totale di luoghi per il tempo libero (mancano del tutto cinema teatri e attrezzature sportive), che è al tempo stesso causa ed effetto della scarsa attrattività che la Bovisa ha nei confronti dei giovani. Ciò si può affermare anche per quel che riguarda la residenza, il quartiere è in sostanza ancora poco popolato dagli studenti. Presenza di realtà auto-organizzate Al tempo stesso bisogna considerare che la presenza di molti capannoni industriali dimessi rappresenta un opportunità per l insediamento di attività legate al tempo libero. Si riscontra la presenza di realtà auto-organizzate quali il csoa Malamanera e la galleria/laboratorio The Bag e di alcuni locali di successo. 18

19 Sinergia università/impresa Anche da un punto di vista più strettamente legato all università in se piuttosto che alla vitalità che la sua presenza imprime al quartiere vi sono molte esternalità ancora da sfruttare. E immaginabile ad esempio la Bovisa come un grande incubatore di impresa sul modello della silicon valley che sfrutti la sinergia con l università. In tale direzione è già stato fatto un tentativo da parte del politecnico con la creazione di un ufficio apposito il quale però ha al proprio attivo solo pochi ed immaturi progetti. Si potrebbe anche pensare alla creazione di attività correlate alla galleria del vento (attività ricettive di alto livello, laboratori per la creazione dei modelli) la cui rilevanza supera i confini nazionali. e università/cultura La presenza dell università e il futuro insediamento dell accademia di Brera aprono anche prospettive per quel che riguarda l organizzazione di eventi culturali (conferenze, seminari, workshop) in campi che potranno spaziare dall arte al design, all architettura e all ingegneria. Tali eventi potranno localizzarsi a macchia di leopardo presso sedi di realtà già presenti nel quartiere ma è ipotizzabile anche la realizzazione di luoghi ex novo che potranno ospitare tali attività. 19

20 Le età del quartiere La convivenza: i conflitti L età media del quartiere Bovisa è molto elevata. Ciò contrasta con la nuova vocazione del quartiere che vede l insediamento dell università. Tale contrasto è probabilmente destinato a creare conflitti sempre maggiori in futuro per quel che riguarda la convivenza delle due popolazioni, conflitti che fino ad ora riguardano solamente la pulizia dei muri vista la scia di graffitti, manifesti e stickers che i luoghi frequentati dai giovani portano con sé in tutta Milano. Tali conflitti potrebbero aumentare se avverrà il previsto (ed auspicabile) insediamento di popolazione giovane e vanno senz altro considerati nella gestione e progettazione degli spazi. e le opportunità Ma tale contrasto può rappresentare anche un opportunità. Siamo venuti a conoscenza di un progetto (poi fallito) di adozione degli studenti fuori sede da parte degli anziani che risiedono nel quartiere. Nonostante le difficoltà che tale idea pone, il progetto rappresenta una prospettiva interessante considerando anche il fatto che vi sono alcune realtà di riferimento come il Sindacato Pensionati Italiano (SPI) e la sede Ds molto attive e a contatto con la popolazione anziana della zona. 20

21 Confini forti e confini labili La Bovisa storica e la goccia La Bovisa è un area molto segnata dai confini. Anche se si tratta di un immagine legata più alla storia del quartiere che ad una reale constatazione sullo stato attuale, alcuni di questi confini appaiono più labili di altri. Ci si riferisce in particolare al confine tra la Bovisa storica e la goccia che è per motivi storici più debole degli altri. Anche se è difficile affermarlo allo stato attuale delle cose è forse rimasta in realtà un impronta di questo confine labile. Storicamente la goccia era infatti il luogo di lavoro degli abitanti della Bovisa storica e al posto della stazione delle FNM vi era un lungo ma permeabile passaggio a raso attraversato quotidianamente e senza problemi dai residenti. Villapizzone, Quarto Oggiaro ed Affori Il confine con i quartieri di Quarto Oggiaro ed Affori è sorto in seguito ad una notevole e relativamente recente espansione dei due quartieri in tutte le direzioni. Una sorta di Esplosione che ha toccato anche la Bovisa. Ma si tratta di quartieri che non hanno né hanno avuto in passato reali rapporti di vicinato. Lo stesso si può dire per il confine con Villapizzone la cui vita si rivolge principalmente verso piazza Firenze. Molti servizi di quartiere (biblioteche, verde, scuole) si trovano al di qua della ferrovia e anche l accessibilità è orientata in tal senso. 21

22 Identità e altre energie del quartiere Il portale Il sito fa parte di un progetto finanziato dal Comune di Milano, in collaborazione con la Camera di Commercio e il Formaper. Si propone di dare visibilità e di mettere in contatto tra loro le varie realtà del quartiere, dai commercianti agli studenti, per i motivi più disparati, dalla pubblicità alla propria attività allo scambio di informazioni sui corsi universitari. La volontà è anche quella di creare una comunità di quartiere attraverso il sito, una virtuale comunity on line. Contrariamente ad altre periferie milanesi il quartiere Bovisa sembra avere una propria attrattività e in generale una maggiore energia. Si tratta di un quartiere la cui identità è molto forte e sentita e i cui confini sono chiari. Le factory di Bovisa In Bovisa hanno trovato una sede due studi, uno fotografico (Cantiere Bovisa) ed uno di architettura (Baubaus Factory), accomunati dalla volontà di essere entrambi aperti ad ospitare eventi (incontri, mostre, happening) legati al mondo del design e dell arte. Le due attività si insediano in spazi industriali ristrutturati, luoghi di cui il quartiere è ricco, e si collocano bene in una prospettiva di una trasformazione della Bovisa in un polo culturale. Il Cantiere Bovisa è una iniziativa privata mentre la Baubaus Factory è stata tra i vincitori del concorso indetto dal Comune di Milano a finanziamento europeo per progetti di valorizzazione di aree della zona Nord-Ovest di Milano. Considerata anche la presenza di una realtà come la già citata Bovisa Art Gallery viene da pensare al quartiere come ad un luogo favorevole per l insediamento di luoghi legati all arte ad alla creatività, una sorta di Greenwich Village milanese. 22

23 orientamenti strategici - un programma di lavoro Ampliamento del campo di ricerca A questo punto del lavoro occorre senz altro continuare sulla strada intrapresa fin ora, quella del coinvolgimento e dell ascolto delle realtà del quartiere. E necessario ampliare il campo di ricerche e contattare altre realtà quali l associazione Luca Rossi, l asilo multietnico Giramondo, lo studio Baubaus ed attori più istituzionali quali la Camera di commercio, l Assolombarda, l acceleratore d impresa del politecnico. E auspicabile un censimento delle cooperative presenti nel quartiere. Fondamentale sarà informarsi sulle intenzioni dell Accademia di Brera della quale sorgerà un distaccamento, sul progetto per la propria sede e sulla disponibilità ad uscire dai propri confini legandosi alle altre realtà del quartiere tra le quali troviamo anche il teatro della Scala che ha in Bovisa i vecchi laboratori per gli allestimenti scenici, ora dismessi dopo il recente incendio. La forma dell intervento L obbligo posto dal ministero dell ambiente di bonificare l area della goccia ha bloccato l iter di realizzazione del progetto vinto dall architetto giapponese. Il veto posto dal ministero ha determinato un aumento dei costi del progetto che i committenti del progetto non erano in grado di sostenere. Occorre quindi ripensare la forma del progetto e metterla in relazione con la bonifica da effettuare, la cui entità e quindi i cui costi sono discontinui su tutta l area. E necessario anche tenere conto delle possibilità offerte da un particolare tipo di bonifica chiamata analisi del rischio che mette in relazione le funzioni da insediare con le bonifiche. 23

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni

Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Progetto: Dai colore ai tuoi sogni Un po di storia Il seme dell affido è germogliato in casa Tagliapietra nel lontano 1984 su un esigenza di affido consensuale in ambito parrocchiale. Questo seme ha cominciato

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali

Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Newsletter n.1 / presentazione ravenna 2013 / in distribuzione febbraio 2013 Conference Workshop LabMeeting Eventi culturali Info: Web: www.ravenna2013.it Mail: ravenna2013@labelab.it / Telefono: 366.3805000

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

all'italia serve una buona scuola,

all'italia serve una buona scuola, all'italia serve una buona scuola, che sviluppi nei ragazzi la curiosità per il mondo e il pensiero critico. Che stimoli la loro creatività e li incoraggi a fare cose con le proprie mani nell era digitale.

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro

Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Intenzione dell autore - Riflessioni e problematiche suggerite dal libro Il romanzo Tra donne sole è stato scritto da Pavese quindici mesi prima della sua morte, nel 1949. La protagonista, Clelia, è una

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno

Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Conferenza di servizio presso il Ministero della Pubblica Istruzione Roma 21 giugno Dialoghi tra scuole d Europa: esperienze e curricola a confronto Scuola media Manzoni Lucarelli di Bari - Carbonara 21

Dettagli

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola

IC n 5 L.Coletti. Progetto GREEN SCHOOL. Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola IC n 5 L.Coletti Progetto GREEN SCHOOL Proposta di percorsi tematici nei vari ordini di scuola GREEN SCHOOL Principio fondante del Progetto GREEN SCHOOL..Coniugare conoscenza, ambiente, comportamenti nell

Dettagli

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9

Indice. BEST in Europa 3. BEST Rome Tor Vergata 4. ibec 7. Le Giornate 8. Contatti 9 Indice BEST in Europa 3 BEST Rome Tor Vergata 4 ibec 7 Le Giornate 8 Contatti 9 Chi Siamo BEST è un network studentesco europeo senza fini di lucro, di stampo volontario ed apolitico. Gli obiettivi dell

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura

Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera. realizzata per l Ufficio federale della cultura Dipartimento federale dell'interno DFI Ufficio federale della cultura UFC Inchiesta sull importanza del patrimonio in Svizzera realizzata per l Ufficio federale della cultura Luglio 2014 Rapport_I Indice

Dettagli

Beni pubblici e analisi costi benefici

Beni pubblici e analisi costi benefici Beni pubblici e analisi costi benefici Arch. Laura Gabrielli Valutazione economica del progetto a.a. 2005/06 Economia pubblica L Economia pubblica è quella branca della scienza economica che spiega come

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE UNIVERSITA' DEGLI STUDI SASSARI UFFICIO TECNICO LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE, RESTAURO CONSERVATIVO E ADEGUAMENTO NORMATIVO DELL EDIFICIO SITO IN SASSARI IN LARGO PORTA NUOVA DOCUMENTO PRELIMINARE ALLA PROGETTAZIONE

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Laboratorio di Urbanistica. Il piano regolatore nella legislazione italiana recente: ruolo, critica, innovazioni. Prof.

Laboratorio di Urbanistica. Il piano regolatore nella legislazione italiana recente: ruolo, critica, innovazioni. Prof. Laboratorio di Urbanistica Corso di Fondamenti di Urbanistica Il piano regolatore nella legislazione italiana recente: ruolo, critica, innovazioni Prof. Corinna Morandi 20 maggio 2008 1 Dalla iper-regolazione

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione

La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo una regolamentazione Economia > News > Italia - mercoledì 16 aprile 2014, 12:00 www.lindro.it Sulla fame non si spreca La bolla finanziaria del cibo Emanuela Citterio: Non demonizziamo i mercati finanziari, chiediamo solo

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012

Gli altri Saloni. 9 / 30 settembre 2012 9 / 30 settembre 2012 Il progetto 2012 Il progetto 2012 di DimoreDesign, sulla scia del successo dell edizione 2011, ne riprende e amplia l obiettivo fondamentale di rendere fruibile il patrimonio artistico,

Dettagli

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U.

REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. REGIONE SARDEGNA - DECRETO DELL ASSESSORE DEGLI ENTI LOCALI, FINANZE ED URBANISTICA 20 DICEMBRE 1983, N. 2266/U. DISCIPLINA DEI LIMITI E DEI RAPPORTI RELATIVI ALLA FORMAZIONE DI NUOVI STRUMENTI URBANISTICI

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes

Didattica per l Eccellenza. Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà. Romanae Disputationes Didattica per l Eccellenza Libertà va cercando, ch è sì cara L esperienza della libertà Romanae Disputationes Concorso Nazionale di Filosofia 2014-2015 OBIETTIVI DEL CONCORSO Il Concorso Romanae Disputationes

Dettagli

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO

TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO TUTTO QUELLO CHE SAI SUGLI ZINGARI È FALSO L ITALIA È PIENA DI ZINGARI FALSO. In Italia rom, sinti e camminanti sono circa 170mila cioè lo 0,25% della popolazione complessiva, UNA DELLE PERCENTUALI PIÙ

Dettagli

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi

Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) a cura di Italo Zannier. Savignano SI FEST 2014. di Marcello Tosi Tredici fotografi per un itinerario pasoliniano (e altre storie) Savignano SI FEST 2014 a cura di Italo Zannier di Io sono una forza della natura.. Io sono una forza del Passato. Solo nella tradizione

Dettagli

Supervisori che imparano dagli studenti

Supervisori che imparano dagli studenti Supervisori che imparano dagli studenti di Angela Rosignoli Questa relazione tratta il tema della supervisione, la supervisione offerta dagli assistenti sociali agli studenti che frequentano i corsi di

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri

PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Scuola Primaria 1 Circolo di Cuneo PROGETTO DI RIQUALIFICAZIONE DEL CORTILE SCOLASTICO Plesso di C.so Soleri Responsabile del Progetto: Ins. Rosanna BLANDI 2 INDICE PRESENTAZIONE DEL PROGETTO pag. 5 L

Dettagli

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO

OPERAZIONE TAVINA. gli 8 motivi per cui pensiamo sia senza senso CEMENTO E SOLO CEMENTO CEMENTO E SOLO CEMENTO Il futuro di Salò non può essere ancora di mattoni, di seconde case, di case vuote e di case invendute. La volumetria approvata (oltre 250 appartamenti) corrisponde a circa il 10%

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

12 - APQ Beni Culturali

12 - APQ Beni Culturali 12 - APQ Beni Culturali Assessorato Pubblica Istruzione Schede di sintesi per intervento al 31 dicembre 2006 Cagliari, febbraio 2007 12 - Beni Culturali Indice Pag. Intervento 1 APQ Originario 1 1 - SarBC-SF1

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

dall introduzione dell Assessore Luppi

dall introduzione dell Assessore Luppi Presenti: Giulia Luppi Assessore alla scuola Alessandra Caprari pedagogista Maurizia Cocconi insegnante Scuola Primaria De Amicis Giuliana Bizzarri insegnante Scuola d infanzia A.D Este Tondelli Rita insegnante

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio

Croce Rossa Italiana Comitato Regionale Lazio Croce Rossa Italiana Campagna Soci Ordinari CAMPAGNA SOCI ORDINARI Pagina 1 di 12 SOMMARIO 1. Premessa... 3 2. Quali sono gli obiettivi della Campagna Soci Ordinari... 4 3. Cosa vuol dire essere Soci Ordinari

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi

Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento per gli affari giuridici e legislativi La Regione Puglia nel percorso del POAT DAGL Laboratori e sperimentazioni per il miglioramento della qualità della

Dettagli

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E

Meno carte più sicurezza. Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E FUOCO DEL VIGILI Meno carte più sicurezza Procedure semplificate per la prevenzione incendi C O R P O N A Z I O N A L E Premessa La semplificazione per le procedure di prevenzione incendi entra in vigore

Dettagli

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale

Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Progetto ideato e organizzato dal Consorzio Gioventù Digitale Referenti: Coordinatore Scuole dott. Romano Santoro Coordinatrice progetto dott.ssa Cecilia Stajano c.stajano@gioventudigitale.net Via Umbria

Dettagli

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO

GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO GUIDA PER ORGANIZZARE IL TRASLOCO Consigli e trucchi da esperti del settore IN QUESTA GUIDA: I. COME ORGANIZZARE UN TRASLOCO II. PRIMA DEL TRASLOCO III. DURANTE IL TRASLOCO IV. DOPO IL TRASLOCO V. SCEGLIERE

Dettagli

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * *

COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova. progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci * * * COMUNE DI RONCO SCRIVIA Provincia di Genova progetto preliminare relazione di progetto elaborati grafi ci ina 1 L Amministrazione comunale di Ronco Scrivia (provincia di Genova) intende integrare la dotazione

Dettagli

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida

Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche se non è ancora stato definito nei dettagli il testo della nuova legge, il lungo lavorìo di preparazione ha fatto condensare alcune idee-guida Anche la legge sulla riqualificazione urbana è un tassello

Dettagli

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente

FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente FAR EAST FILM FESTIVAL 16 Il più grande festivaldel cinema dall Estremo Oriente un grande evento mondiale una grande festa popolare Che cos è Far east Film Festival? Un grande evento popolare Far East

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012

PAVANELLOMAGAZINE. l intervista. Pavanello Serramenti e il mondo Web. Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre 2012 anno 2 - numero 3 - marzo/aprile 2012 MADE IN ITALY PAVANELLOMAGAZINE l intervista Certificazione energetica obbligatoria Finestra Qualità CasaClima Proroga detrazioni fiscali del 55% fino al 31 dicembre

Dettagli

ABITARE GLI SPAZI RESIDUALI. CO-PROGETTAZIONE E AUTOCOSTRUZIONE NEL QUARTIERE DI BARRIERA DI MILANO

ABITARE GLI SPAZI RESIDUALI. CO-PROGETTAZIONE E AUTOCOSTRUZIONE NEL QUARTIERE DI BARRIERA DI MILANO ABITARE GLI SPAZI RESIDUALI. CO-PROGETTAZIONE E AUTOCOSTRUZIONE NEL QUARTIERE DI BARRIERA DI MILANO Relatore Prof.ssa Maspoli Rossella Candidate Campagnolo Romina Panella Marta LA PERIFERIA E I SUOI SPAZI

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano

Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Progetto Baseball per tutti Crescere insieme in modo sano Il baseball, uno sport. Il baseball, uno sport di squadra. Il baseball, uno sport che non ha età. Il baseball, molto di più di uno sport, un MODO

Dettagli

CI INTERESSA visione, strategia, politiche

CI INTERESSA visione, strategia, politiche CI INTERESSA visione, strategia, politiche 45 Convegno Santa Margherita Ligure Grand Hotel Miramare 5 6 giugno 2015 La politica e le politiche sono cose molto diverse. La prima troppo spesso sembra attenta

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana

IndICe. 18 anni... in Comune! I tuoi passi verso la cittadinanza ItalIana IndICe prefazione 3 Buon compleanno!! 5 chi è cittadino italiano per la legge? 6 cosa significa diventare cittadino italiano? 7 come muoverti? 8 senza cittadinanza 9 devi sapere 11 Prefazione Cari ragazzi,

Dettagli

L 8 maggio 2002 il Ministero

L 8 maggio 2002 il Ministero > > > > > Prima strategia: ascoltare le esigenze degli utenti, semplificare il linguaggio e la navigazione del sito. Seconda: sviluppare al nostro interno le competenze e le tecnologie per gestire in proprio

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio

Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Aiuto alla compilazione del modulo Caratteristiche dell edificio Edificio Ai sensi dell art. 3 del ordinanza sul Registro federale degli edifici e delle abitazioni, l edificio è definito come segue: per

Dettagli

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)...

Gianluca Nardone curriculum vitae 12 luglio 2013. 0. Profilo Sintetico... 2. I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... INDICE 0. Profilo Sintetico... 2 I. Precedenti esperienze didattiche (ultimi 5 anni)... 3 II. Titoli scientifici o di progettazione (ultimi 5 anni)... 4 III. Titoli di formazione post- laurea... 6 IV.

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

Tre Ires e tre progetti comuni

Tre Ires e tre progetti comuni IRESQUARE N.7 Tre Ires e tre progetti comuni Elaborazione: indagine tra i lavori cognitivi in Italia I distretti industriali e lo sviluppo locale I Servizi Pubblici Locali in -Romagna, Toscana e Veneto

Dettagli

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O

U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O U N I V E R S I T À D E G L I S T U D I D I T O R I N O Il Centro della Innovazione Nato inizialmente per ospitare alcune attività didattiche dell Università di Torino, il complesso polifunzionale di Via

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso

DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso DAL LIBRO AL TEATRO Caduto dal basso LIBERI PENSIERI PER LIBERI SENTIMENTI La riflessione circa In viaggio verso l incontro come ci è stato proposto, nasce attorno alla lettura del romanzo : C è nessuno?

Dettagli

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti,

Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, Le classi 4^A e B di Scarperia hanno richiesto e partecipato al PROGETTO CLOWN. L esperienza, che è stata ritenuta molto positiva dalle insegnanti, si è conclusa con una lezione aperta per i genitori.

Dettagli

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio

PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio GENER-AZIONI PROGETTO internazionale di TEATRODANZA 26/ 31 maggio 2014 TEATRO MASSIMO DI CAGLIARI A cura di Ars et Inventio Con il sostegno di Circuito Regionale Danza in Sardegna, Associazione Enti Locali

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano

Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Enti locali per Kyoto Struttura di un PEC: dal piano energetico di riferimento alle azioni di piano Rodolfo Pasinetti Ambiente Italia srl Milano, 15 dicembre 2006 Contesto Politiche energetiche Nel passato

Dettagli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli

Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Tutti quelli che troverete, chiamateli Presentazione Decisamente stimolanti le provocazioni del brano di Matteo (22,1-14) che ci accompagnerà nel corso dell anno associativo 2013-2014: terzo

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale

approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? Fondazione Comunità Solidale Fondazione Comunità Solidale approfondimento e informazione CHI È LA PERSONA SENZA DIMORA OGGI i clochard esistono ancora? chi è la persona senza dimora povertà assoluta e povertà relativa Di cosa parleremo:

Dettagli

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti

Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Alcolismo: anche la famiglia e gli amici sono coinvolti Informazioni e consigli per chi vive accanto ad una persona con problemi di alcol L alcolismo è una malattia che colpisce anche il contesto famigliare

Dettagli

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI

LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI LA LEGGE QUADRO 447/95 E I DECRETI ATTUATIVI Luca Menini, ARPAV Dipartimento di Vicenza via Spalato, 14-36100 VICENZA e-mail: fisica.arpav.vi@altavista.net 1. INTRODUZIONE La legge 447 del 26/10/95 Legge

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

Omegna.doc. Laboratorio Fotografico. missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL. a cura di FRANCESCO LILLO

Omegna.doc. Laboratorio Fotografico. missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL. a cura di FRANCESCO LILLO Laboratorio Fotografico Omegna.doc missione 1 - paesaggio urbano-industriale: la IRMEL a cura di FRANCESCO LILLO Associazione Culturale Mastronauta progetto PER FARE UN ALBERO Laboratorio Fotografico Omegna.doc

Dettagli

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi

Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Venga il Tuo Regno! COMISSIONE CENTRALE PER LA REVISIONE DEGLI STATUTI DEL REGNUM CHRISTI Motivazioni, principi e valori che orientano il processo di revisione degli Statuti del Regnum Christi Cari promotori

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Vivi un mondo accessibile con Abiliatour. www.abiliatour.it

Vivi un mondo accessibile con Abiliatour. www.abiliatour.it Vivi un mondo accessibile con Abiliatour www.abiliatour.it Che cos è Abiliatour O.N.L.U.S. L Associazione Abiliatour O.N.L.U.S. ha come scopo principale l assistenza e l aiuto alle persone disabili e alle

Dettagli

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE

RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE RILEVAZIONE STATISTICA DEI PERMESSI DI COSTRUIRE, DIA,EDILIZIA PUBBLICA (DPR 380/2001, art. 7) SISTEMA STATISTICO NAZIONALE ISTITUTO NAZIONALE DI STATISTICA ISTRUZIONI PER LA COMPILAZIONE DEL MODELLO ISTAT/PDC/NRE

Dettagli

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia

PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia PROGETTO SCUOLA 150 anni Grande Italia Nel mondo ci sono 150 milioni di Italici: sono i cittadini italiani d origine, gli immigrati di prima e seconda generazione, i nuovi e vecchi emigrati e i loro discendenti,

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

Gli oneri concessori

Gli oneri concessori Laboratorio di di Progettazione Esecutiva dell Architettura 2 Modulo di Estimo Integrazione al costo di produzione: gli oneri concessori Proff. Coll. Renato Da Re Federica Di Piazza Gli oneri concessori

Dettagli