OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI APPROVAZIONE.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI 2011-2013 APPROVAZIONE."

Transcript

1 PUNTO N. 6 DEL 27/06/2011 OGGETTO: SESTO PUNTO ALL ODG: PROGRAMMA TRIENNALE LAVORI PUBBLICI APPROVAZIONE. PRESIDENTE: Prima di passare al punto successivo, volevo dire che probabilmente per quanto riguarda la prossima delibera del Consiglio, il 4 e il 5, poiché abbiamo una scadenza fissa e non possiamo spostare e che è il 6, probabilmente se sarà necessario, sarà convocato un Consiglio. Io cercherò di convocare un Consiglio ordinario, però se necessario, dovrei passare a uno straordinario o eventualmente se non sono pronti i documenti, anche a uno di urgenza, perché il 6 questi documenti devono stare assolutamente a Bari. Passiamo al punto successivo, delibera numero 6: Programma triennale lavori pubblici Approvazione. L Assessore Carrozzini ci farà una breve introduzione della delibera. ASSESSORE CARROZZINI: Buongiorno a tutti. In breve, come si evince dalla delibera, il programma triennale è stato approvato in Giunta, pubblicato, non sono pervenute osservazioni. A questo programma si apportano delle modifiche dettate da situazioni contingenti, la maggior parte delle quali riguardano le opere previste nel programma di rigenerazione urbana che già avete ampiamente discusso. Sostanzialmente sono: un immobile in via Montegrappa per il quale è stato già ottenuto un finanziamento di 490 mila euro; quello di via Umberto I, anche per questo ottenuto un finanziamento di 200 mila euro; poi c è il progetto esecutivo del Convento Santa Chiara, che speriamo che in qualche maniera venga finanziato nei prossimi tempi; dopodiché ci sono una serie di opere che inseriamo noi nel programma di rigenerazione urbana, alcune delle quali saranno, laddove fosse ammesso il finanziamento, finanziate dalla Comunità Europea, altre invece saranno comunque oggetto dell apporto dell Amministrazione nel progetto. Non ricordo adesso quali l una e l altra, però sono tutte opere necessarie a breve per migliorare la vivibilità in genere del Comune: i due parcheggi in via Giada e Corso Porta Luce, il basolato del centro storico, le opere di urbanizzazione del comparto 2, che facevano parte della convenzione fatta con i privati per l area mercatale, il completamento delle aree dei due piazzali antistanti al convitto Colonna. Se non sbaglio, credo di averle citate tutte; lascio la parola all Ingegnere Stasi, se avete qualche domanda tecnica. PRESIDENTE: Grazie, Assessore. Passerei subito alla discussione, se ci sono delle domande tecniche, abbiamo l Ingegnere a cui ci possiamo rivolgere tranquillamente. Prego, Consigliera Vantaggiato. CONSIGLIERA VANTAGGIATO: Abbiamo ricevuto una doppia relazione, c era un errore, ho cercato di rilevare la differenza; nella seconda formulazione della

2 relazione, mi è meno chiaro, quando si parla del Programma Triennale Opere Pubbliche si fanno 21 opere nel 2011, 7 più 7, poi si parla della somma gravante sul Bilancio per mutui di 3 milioni 137 mila euro, oltre ad euro 400 mila per sponsorizzazioni Canile rifugio, euro 300 mila fotovoltaico. In quella fase non mi è chiaro. INGEGNERE STASI: È successo un problema cioè noi siamo obbligati a riempire i moduli che il Ministero ci manda via internet per fare i programmi delle opere pubbliche; il Ministero ha aggiornato questi programmi e non girano perché c è un errore tecnico. Il programma delle opere pubbliche è un piano chiaro nei suoi contenuti, ma non conforme agli stampati. Quello che dovrebbe essere chiaro è la relazione; la relazione che cosa dice in poche parole? Spiega che noi siamo partiti da un piano adottato che aveva un certo numero di opere e un certo numero di importi, suddivisi perché la norma ti dice che devi dire quali sono con contributi speciali, regionali, comunitari o statali, e quelli che sono mutui propri o quelli che sono oggetto di contributi privati, sponsorizzazioni. L Assessore, giustamente, ha chiarito che successivamente all adozione del piano e alla pubblicazione, sono intervenuti dei decreti di finanziamento: uno per 490 mila euro per ristrutturare interamente il piano terra dei servizi sociali con attività sempre sociali, sarà quindi un immobile che troverà finalmente la sua intera ristrutturazione, perché oggi è limitato al primo piano; in più abbiamo avuto un finanziamento col Gal Isola Salento per quanto riguarda gli uffici turistici presso la sede centrale e abbiamo utilizzato la possibilità di ristrutturare una parte dell attuale Municipio che è in cattive condizioni di manutenzione. Queste sono due opere che avremmo dovuto aggiungere indipendentemente dai PIRU; poi sono intervenuti i PIRU in cui l ufficio lavori pubblici, lavorando insieme all ufficio urbanistica, che però ha la totale paternità del progetto del piano di riqualificazione urbana, noi siamo il braccio operativo del piano, chiaramente avendo il bando previsto obbligatoriamente l approvazione dei progetti preliminari o definitivi o esecutivi, ci siamo mossi su indicazioni del piano, delle opere che il piano aveva previsto come necessarie alla sua completa attuazione, perché il centro storico si riqualifica, ma abbiamo scelto anche di dare dei servizi che migliorino anche la qualità del centro storico, indipendentemente dalla commercializzazione del centro storico che non dipenderà solo dal Comune, cioè il Comune dà degli stimoli, delle possibilità, poi tutto deve marciare pure con un po di autonomia da parte dell imprenditore. In quel campo di interventi si diceva che si sono previste alcune cose di carattere sociale: abbiamo ripristinato un progetto molto bello di riqualificazione definitiva e completa di Santa Chiara che è stato ammissibile al finanziamento nel bando di 3 milioni di euro per la zona d ambito, però essendo stato recuperato dal bando precedente un progetto di 830 mila euro del Comune di Aradeo, nel bando c era una piccola clausola che diceva: Fatti salvi i progetti che avevano avuto favorevole approvazione, ma senza soldi, quindi Aradeo è scattato in priorità; il progetto più grosso era quello di Galatina e l hanno tagliato, ci hanno lasciato i 490 mila euro. Al prossimo bando comunque noi, se non riusciamo ad ottenerli via PIRU, ci sarà la stessa norma

3 che dirà: Quelli che stavano in graduatoria, che non sono però arrivati per mancanza di fondi, avranno la priorità. Quell opera quindi sarà realizzata o attraverso l ambito o nell ambito dei PIRU; poi gli elenchi di opere sono abbastanza chiari, quello che era sbagliato nella seconda relazione era che non era stato elencato, per errore, nelle somme non a mutuo un opera somma, perché fra le somme finanziate dalla Regione c era un opera che invece andava con un mutuo; ecco perché si è dovuta spostare sopra. Perché è stato distinto tra somme con mutuo e somme - chiamiamole - sponsorizzazioni? Perché, quando faremo il piano effettivo, quelle seguono una casella diversa e per evitare di fare un piano copiato abbiamo fatto ad elenco e da relazione viene chiarito quali sono le opere soggetto a mutuo, quali sono sponsorizzate e quali sono invece quelle totalmente a carico della Regione. I primi due li abbiamo già visti di cui, il secondo, quello del Gal, ha un piccolo cofinanziamento comunale nella misura di 30 mila euro, perché il totale del progetto è 230 mila; il Comune con 30 mila euro se ne acquisisce, in conto capitale, 200 mila. Le altre sono opere parzialmente che il Comune vorrà fare con mutuo, perché le ritiene indipendenti dal collegamento al PIRU, poiché il PIRU ci darà i soldi della Regione, ma l Amministrazione ha deciso di inserire alcune opere ritenendole prioritarie per il discorso centro storico, viabilità, traffico. Alcune di quelle opere quindi sono state messe a carico del Bilancio Comunale. PRESIDENTE: Prego, Consigliere Lagna. CONSIGLIERE LAGNA: Solo una domanda: laddove nel primo anno sono inserite tutte quelle opere legate al PIRU, siccome noi oggi e nello scorso Consiglio abbiamo aderito ad un bando di gara, laddove questa adesione non portasse ad un frutto, ad un risultato, queste opere verranno realizzate o rimarranno in ogni caso scritte nel libricino dei sogni? PRESIDENTE: Grazie, Consigliere. Risponde l Assessore. ASSESSORE CARROZZINI: Ci sono alcune opere che sono state inserite, siccome poi il PIRU sarà sostanzialmente oggetto di contrattazione con la Regione, vediamo in quel momento cosa si può fare e cosa no. Come diceva l Ingegnere, sono state inserite delle opere che, comunque, verranno perché era prioritario per noi, nella finalità di rivitalizzare il centro e quanto altro, offrire una infrastruttura degna alla città. Al momento non si può rispondere a questo, abbiamo la certezza della volontà di farne alcune - vedi i parcheggi, per esempio - per il resto vedremo. PRESIDENTE: Grazie, Assessore. Prego, Consigliere Pepe.

4 CONSIGLIERE PEPE: Grazie, Presidente. Innanzitutto un plauso all Assessore Carrozzini e all ufficio per la redazione di questo piano Programma Triennale delle Opere Pubbliche, perché è esaustivo di quelle che sono tutte le necessità, anche se in una città come Galatina ci sarebbe anche altro da fare e siamo tutti ben consapevoli, lottiamo ogni giorno con la disponibilità delle risorse. Il voto non può che essere favorevole al programma triennale, consapevoli che sarà poi cura dell Assessore portare a compimento quanto prima indipendentemente, come diceva pocanzi, dal finanziamento o meno da parte di enti sovracomunali le opere meritevoli di essere realizzate. Con la collega Federica Franco davamo una lettura ancora più analitica a quelle che sono le opere indicate nel programma triennale e notiamo che nel secondo anno è prevista la realizzazione della rete Gas metano nella frazione di Collemeto; siamo certi che, laddove ci fosse la disponibilità, non ci saranno esitazioni ad anticiparla in quanto si tratta di una priorità essenziale, atteso che nel 2011 abbiamo ancora una frazione completamente sprovvista. Sappiamo dell impegno che l Assessore e il Sindaco stanno mettendo in atto per poter portare a compimento questa opera e siamo certi che, al di là della scadenza indicata, si troverà il modo di anticipare quelle che sono le altre scadenze. Così come sono di notevole rilievo anche le opere minori, perché sono forse quelle che riusciremo a realizzare in tempi più brevi, tra queste notiamo i lavori sia alla villetta Fortunato Cesari sia alla villetta Fedele; anche quelli non so se nella stagione estiva riusciamo a completarli, ma per lo meno dare avvio in maniera tale da poter completare e restituire alla città quegli spazi perché sono frequentati da centinaia di persone nel fine settimana, basta soltanto affacciarsi e notare con che frequenze vengono utilizzati. Con queste due opere daremo appunto una prima risposta a quelle che sono le normali esigenze. Un ringraziamento a nome degli abitanti del quartiere San Giovanni per l impegno che si metterà in campo per poter completare o, per lo meno, rendere vivibile la zona dell ex mercato boario. Quindi il voto è favorevole. PRESIDENTE: Grazie, Consigliere Pepe. Prego, Assessore. ASSESSORE CARROZZINI: Volevo precisare una cosa su piazzetta Fedele e Fortunato Cesari: il ritardo nell intervento è dovuto sostanzialmente - e di questo mi scuso con chi ascolta e con la cittadinanza intera - al fatto che pensavamo di potere attingere ad alcune risorse che poi invece sono venute meno non per nostra responsabilità; dopodiché la scelta di inserire piazzetta Fedele in una convenzione di cui prima si parlava, perché ritenuto appunto prioritario, e piazza Fortunato Cesari nel PIRU perché ci faceva comodo inserirla per avere un certo punteggio. Detto questo, sarà nostra cura intervenire quanto prima, soprattutto su piazza Fortunato Cesari, visto che l altra è sostanzialmente messa a posto attraverso la convenzione, per rimetterla in condizioni di essere utilizzata, perché mi rendo conto delle difficoltà delle famiglie; io per primo ho bambini piccoli e so benissimo in che condizioni versa.

5 PRESIDENTE: Grazie, Assessore. Consigliera Sederino, prego. CONSIGLIERA SEDERINO: Mi unisco al plauso dei colleghi Consiglieri che mi hanno preceduto sia all Assessore Carrozzini sia all ufficio lavori pubblici, al Dirigente in particolar modo. Visto che abbiamo toccato l argomento frazione, ringrazio e sottolineo anche il fatto che è in previsione lo stanziamento di 60 mila euro per la sistemazione e la ristrutturazione del campo di calcio, una realtà importantissima a Collemeto, come ho avuto modo e abbiamo avuto modo di sottolineare in più di un occasione, perché è una delle valvole di sfogo necessarie per le fasce più giovani onde evitare episodi di devianze e quanto altro. Su questo argomento noi teniamo particolarmente alla realizzazione, per cui li ringrazio per aver tenuto conto anche di questa esigenza. PRESIDENTE: Grazie, Consigliera Sederino. Per dichiarazione di voto, il Consigliere Fedele, prego. CONSIGLIERE FEDELE: Per dichiarazione di voto il PDL si astiene. PRESIDENTE: Passiamo alla votazione. [Si procede a votazione] PRESIDENTE: Favorevoli: 12. Contrari: 2. Astenuti: 1. Il Consiglio approva con 12 voti favorevoli. Votiamo per la immediata esecutività. [Si procede a votazione] PRESIDENTE: Favorevoli: 13. Contrari: 2. Astenuti: 0.

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1

93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 93 del 12 OTTOBRE 2004 PROT. N. 32654 1 OGGETTO: ADESIONE AL PROGETTO METANO PROMOSSO DAL COMUNE DI TORINO E PREORDINATO A LIMITARE GLI EFFETTI INQUINANTI SULL AMBIENTE DEI TRADIZIONALI GAS DI SCARICO.

Dettagli

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per

PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per PRESIDENTE: Punto 15 all ordine del giorno, contributo Regione Marche in conto capitale per finanziamento lavori realizzazione sezione asilo nido rione Borgo, chi illustra? Romani, assessore Romani per

Dettagli

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013

VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 28 NOVEMBRE 2013 Oggetto: Quarto Punto all OdG: Modifica Elenco Annuale LL.PP. Anno 2013 e Piano Triennale OO.PP. 2013-2015. PRESIDENTE: Quarto Punto all OdG: Modifica

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri).

(Durante la discussione entra in aula l assessore Tentorio ed esce il consigliere Personeni; sono presenti n. 34 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno urgente presentato dal gruppo consiliare Lega Nord Lega Lombarda avente per oggetto: Accesso al contributo regionale per l installazione di pannelli

Dettagli

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1

55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 55 del 10 GIUGNO 2003 PROT. N. 13419 1 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DAI CONSIGLIERI MENGHI E MUNAFO DEL COMITATO ANNA MENGHI IN MERITO AL PROGETTO DEL PERCORSO PEDONALE MECCANIZZATO NELLA GALLERIA DEL COMMERCIO.

Dettagli

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio:

Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR. s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina. ROBERT BELLOTTI Presidente del Consiglio: allegato 1) PUNTO N. 3 all O.d.G.: Pratica Sportello Unico n. 293/2009 - TECNO CAR s.n.c. di Ronconi Gianni - Ampliamento officina meccanica. Cedo la parola al Sindaco. MARCO FABBRI Sindaco: Sì, grazie

Dettagli

Presidente Ringrazio il consigliere Beretta. Ha chiesto la parola la consigliera Cercelletta, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il consigliere Beretta. Ha chiesto la parola la consigliera Cercelletta, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 16.12.2013 Interventi dei Sigg.ri Consiglieri Sistema Bibliotecario dell Area Metropolitana di Torino, Area Ovest (SBAM Ovest) Approvazione della bozza di convenzione e della bozza

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 44 Seduta del 28 settembre 2006 IL CONSIGLIO COMUNALE VISTI i verbali delle sedute del 12.06.06 (deliberazioni n. 23, 24, 25, 26, 27), del 4.07.2006 (deliberazioni

Dettagli

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24

INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 25 ottobre 2013 INTERVISTA 1 DI DEBORA ROSCIANI A MAURIZIO ZORDAN, FOCUS ECONOMIA, RADIO24 Audio da min. 12:00 a 20:45 su http://www.radio24.ilsole24ore.com/player.php?channel=2&idprogramma=focuseconomia&date=2013-10-25&idpuntata=gslaqfoox,

Dettagli

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini

PUNTO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO: Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. tantissimi anni quali sono catastalmente i confini Prego Assessore. Gianfranco Bartoloni per l esposizione del punto. PRESIDENTE: Passo la parola all Assessore DI CIAMPINO - APPARTENENZA TRA IL COMUNE DI MARINO E IL COMUNE - PIANO DI VARIAZIONE AMBITO

Dettagli

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del

pubblicitario on-line sul sito del Comune di Santa Lucia del PRESIDENTE: Passiamo adesso al terzo punto all'ordine del Giorno, avente ad oggetto: " Approvazione Regolamento sponsorizzazione per la disciplina e la gestione dello spazio pubblicitario on-line sul sito

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20.

BOZZA NON CORRETTA MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA. La seduta inizia alle 11.20. 1/5 MISSIONE IN SICILIA 9 GIUGNO 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 11.20. PRESIDENTE. Buongiorno. Innanzitutto la ringraziamo e ci scusiamo del ritardo, ma stiamo finendo

Dettagli

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi.

MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. LA CENTRALE RISCHI Di Emanuele Bellano MILENA GABANELLI IN STUDIO È qui voltiamo pagina e certamente c è qualcuno che sa molte cose su di noi. Noi volevamo avere qualche informazione per un mutuo. Allora

Dettagli

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G.

COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. COMUNE DI CARMIANO CONSIGLIO COMUNALE DEL 30 GENNAIO 2012 PUNTO 6 O.D.G. Realizzazione di una bretella stradale di collegamento tra la SP 13 Carmiano- Novoli e la SP 121 Carmiano-Villa Convento. Approvazione

Dettagli

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito

SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito SEGRETO 3: Come IO ho investito in immobili a reddito Vediamo adesso i conti di due operazioni immobiliari che ho fatto con la strategia degli immobili gratis a reddito. Via Nevio Via Nevio è stata la

Dettagli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli

progetto di riqualificazione urbana dei Lidi di Comacchio sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Allegato 1 PUNTO N. 6 all'o.d.g.: Progetto di Riqualificazione urbana Lidi di Comacchio in sostituzione del progetto di Riqualificazione Lido degli Scacchi Prestito obbligazionario "Comune di Comacchio

Dettagli

VERBALE N. 94 del 22.12.2014

VERBALE N. 94 del 22.12.2014 VERBALE N. 94 del 22.12.2014 . Prego Assessore Mauro Scroccaro. Ancora grazie. Anche questo

Dettagli

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e

Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e Parlamento della Padania Sarego, 4 febbraio 2012 On. Maurizio Fugatti Grazie, buongiorno a tutti. Tratterò un argomento che riguarda, in questo momento particolare, il rapporto delle piccole e medie imprese

Dettagli

Comune di Galatina Provincia di Lecce

Comune di Galatina Provincia di Lecce PIRU GALATINA ELENCO INTERVENTI FUNZIONALI ALLA RIGENERAZIONE URBANA 1) Sistemazione area esterna ex Convitto Colonna (progetto Bollenti Spiriti)Palazzo della Cultura (rif.n.9- TAV.2- D.P.R.U.).160.000,00

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà.

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole intervenire? Ha chiesto la parola il consigliere Vinciguerra, ne ha facoltà. CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2014 Interventi dei Sigg. consiglieri Nuovo regolamento per la disciplina dell attività e spettacolo viaggiante, circhi e simili. Abbiamo il quarto punto che è: Nuovo regolamento

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012. Interventi dei Sigg. consiglieri

CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012. Interventi dei Sigg. consiglieri CONSIGLIO COMUNALE DEL 09.03.2012 Interventi dei Sigg. consiglieri Gestione del servizio di segreteria comunale in forma associata tra i comuni di Orbassano e Villar Dora. Costituzione ed approvazione

Dettagli

COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO

COMUNE DI SAN GIOVANNI LUPATOTO !!"#!!$$! &$ #'$ $(! '! #) $ *+),+ $ # -$)-'!! "'$. )!/ #! '#$!#$ -'$ $0 1 1 2 1 3 1 1 1!45!!6!!!&$#$0$&"$! $$!! $ #' #)! $!!#' $ -!0$ 7$$$-$$!#$-$$$0&!-$ $ -!$*8,5 IL CONSIGLIO COMUNALE Ricbiamata la

Dettagli

IL CONSIGLIO COMUNALE

IL CONSIGLIO COMUNALE Viene sottoposta al Consiglio Comunale la seguente proposta di deliberazione. IL CONSIGLIO COMUNALE In continuazione di seduta Vista la delibera di G.M. n. 104 del 20/11/2015 con la quale è stato approvato

Dettagli

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa

11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa 11 punto all ordine del giorno: Riapprovazione piano industriale del servizio raccolta integrato dei rifiuti solidi urbani. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE Per quanto riguarda questa delibera di Consiglio,

Dettagli

Modifiche al Regolamento per l individuazione delle. modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la

Modifiche al Regolamento per l individuazione delle. modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la Allegato 1) PUNTO N. 2 all O.d.G.: Modifiche al Regolamento per l individuazione delle modalità di assegnazione degli alloggi E.R.P. e per la gestione della mobilità dell utenza. Legge regionale n. 24/2001

Dettagli

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano:

Dopo aver riflettuto e discusso sulla vita dei bambini che lavoravano, leggi questo brano: Imparare a "guardare" le immagini, andando al di là delle impressioni estetiche, consente non solo di conoscere chi eravamo, ma anche di operare riflessioni e confronti con la vita attuale. Abitua inoltre

Dettagli

TEST I (Unità 1, 2 e 3)

TEST I (Unità 1, 2 e 3) TEST I (Unità 1, 2 e 3) 1) Indica la frase che non ha lo stesso significato delle altre. (1) a) Compro una macchina per l espresso, perché voglio il caffè come quello del bar. b) Compro una macchina per

Dettagli

Presidente: Lo possiamo dare per letto, si? Grazie Sindaco. Ha chiesto di intervenire il Consigliere Di Gregorio. Prego Consigliere.

Presidente: Lo possiamo dare per letto, si? Grazie Sindaco. Ha chiesto di intervenire il Consigliere Di Gregorio. Prego Consigliere. OGGETTO: Pratica Edilizia 09/2010 - Adozione ai sensi dell art. 16 della L.R. n. 20/2011 del Piano Urbanistico Esecutivo della maglia AL/2, localizzata tra Via Piave, Via De Gemmis e Via Po Presidente:

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una

Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi. pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Poi, vediamo l ordine del giorno. Qui mi pare che qualcuno voleva cambiare. Briante, avevi chiesto una modifica dell ordine del giorno? (Voci confuse). Io direi che per logica

Dettagli

GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in. moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla

GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in. moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla GAMBA: Oggi noi ci troviamo ad approvare come stanno facendo in moltissimi Comuni, visto che c è la scadenza prevista dalla legge al 30 di novembre, questi assestamenti al bilancio previsionale che abbiamo

Dettagli

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE

COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE COMUNE DI BARI SARDO PROVINCIA OGLIASTRA DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE N. 121 di Reg. Data 17/9/2012 OGGETTO: Opere immediatamente cantierabili. Valorizzazione percorsi culturali e riqualificazione

Dettagli

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole fare l intervento?. Ha chiesto la parola la consigliera Bosso, ne ha facoltà:

Presidente Ringrazio il Sindaco. Chiedo chi vuole fare l intervento?. Ha chiesto la parola la consigliera Bosso, ne ha facoltà: CONSIGLIO COMUNALE DEL 18.12.2015 Interventi dei sigg. consiglieri Armonizzazione dei sistemi e degli schemi contabili di cui al D.Lgs. n.118/2011, rinvio al 2016 dell adozione del principio della contabilità

Dettagli

Introduzione. Gentile lettore,

Introduzione. Gentile lettore, Le 5 regole del credito 1 Introduzione Gentile lettore, nel ringraziarti per aver deciso di consultare questo e-book vorrei regalarti alcune indicazioni sullo scopo e sulle modalità di lettura di questo

Dettagli

Intanto buon giorno a tutti. Cercherò di essere breve perché mi hanno chiesto di concludere entro le 13:30.

Intanto buon giorno a tutti. Cercherò di essere breve perché mi hanno chiesto di concludere entro le 13:30. Proto Tilocca Intanto buon giorno a tutti. Cercherò di essere breve perché mi hanno chiesto di concludere entro le 13:30. Intanto permettetemi di ringraziare, a nome del CTM, la Regione non solo per averci

Dettagli

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility.

quindi la Federazione dei trasporti Astra, Federambiente e FederUtility. Giancarlo CREMONESI (Presidente nazionale di Confservizi) Buonasera. Confservizi Industria rappresenta le tre federazioni di Servizi Pubblici Locali industriali, quindi la Federazione dei trasporti Astra,

Dettagli

COMUNE DI PISOGNE PROVINCIA DI BRESCIA. Verbale di deliberazione del. Consiglio Comunale. n. 12

COMUNE DI PISOGNE PROVINCIA DI BRESCIA. Verbale di deliberazione del. Consiglio Comunale. n. 12 COMUNE DI PISOGNE PROVINCIA DI BRESCIA Verbale di deliberazione del Consiglio Comunale n. 12 OGGETTO: VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2008 ED ALLA RELAZIONE PREVISIONALE E PROGRAMMATICA 2008/10 APPLICAZIONE

Dettagli

COMUNE DI SANNICANDRO DI BARI PROVINCIA DI BARI

COMUNE DI SANNICANDRO DI BARI PROVINCIA DI BARI COMUNE DI SANNICANDRO DI BARI PROVINCIA DI BARI Medaglia d Argento al Merito Civile Cod. Fisc. 00827390725 ----------- Copia Deliberazione Giunta Comunale N. 3 Del 05-01-2012 OGGETTO: P.O. 2007-2013 -

Dettagli

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013

Ordine del Giorno. Comune di Agrigento. Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Comune di Agrigento Seduta del Consiglio Comunale del 27 Dicembre 2013 Ordine del Giorno 1. Designazione scrutatori; 2. Relazione previsionale e programmatica 2013 2015. Bilancio di Previsione 2013. Bilancio

Dettagli

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA

INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA INTERROGAZIONE DEL CONSIGLIERE COMUNALE DI FORZA ITALIA GIANNI MONTALI SULL ACQUISTO DA PARTE DEL COMUNE DEL PALAZZETTO DELLA SCHERMA Il sottoscritto Gianni Montali consigliere comunale di Forza Italia,

Dettagli

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A BARI 26 gennaio 2010 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE VINCENZO DE LUCA. La seduta inizia alle 18.29.

BOZZA NON CORRETTA. MISSIONE A BARI 26 gennaio 2010 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE VINCENZO DE LUCA. La seduta inizia alle 18.29. MISSIONE A BARI 26 gennaio 2010 PRESIDENZA DEL VICEPRESIDENTE VINCENZO DE LUCA 1/6 La seduta inizia alle 18.29. PRESIDENTE. Siamo in audizione durante la seconda missione in Puglia come Commissione parlamentare

Dettagli

DISTRETTI TURISTICI. Allegati alla Lettera ai rappresentanti istituzionali e politici della provincia di Salerno

DISTRETTI TURISTICI. Allegati alla Lettera ai rappresentanti istituzionali e politici della provincia di Salerno DISTRETTI TURISTICI La Giunta Regionale, su proposta dell Assessore competente, sentita la Commissione competente per materia, pone in essere iniziative di supporto agli attori dello sviluppo locale, sostenendo

Dettagli

Comune di Suisio Provincia di Bergamo

Comune di Suisio Provincia di Bergamo Comune di Suisio Provincia di Bergamo Codice: 10209 C.C. Numero 39 del 15-11-2010 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE Oggetto: REGOLAMENTO COMUNALE PER L'EROGAZIONE DI BORSE DI STUDIO

Dettagli

l emendamento, l art.21 del Regolamento di Polizia mortuaria: il Comune fornisce gratuitamente la cassa di cui l art.20.1.1 e 1.5.1.

l emendamento, l art.21 del Regolamento di Polizia mortuaria: il Comune fornisce gratuitamente la cassa di cui l art.20.1.1 e 1.5.1. CONSIGLIO COMUNALE DEL 29.11.2012 Interventi dei Sigg. consiglieri Regolamento di polizia mortuaria. Modifiche ed integrazioni. Approvazione nuovo testo coordinato con le modifiche. Passiamo al sesto punto:

Dettagli

CITTÀ DI GALATINA PROV. DI LECCE. Copia Deliberazione della Giunta Comunale N. 247/ 2013

CITTÀ DI GALATINA PROV. DI LECCE. Copia Deliberazione della Giunta Comunale N. 247/ 2013 CITTÀ DI GALATINA PROV. DI LECCE Copia Deliberazione della Giunta Comunale N. 247/ 2013 OGGETTO: PSR PUGLIA 2007\2013 ASSE IV LEADER - MISURA 313 AZIONE INVESTIMENTI FUNZIONALI ALLA CREAZIONE DI CENTRI

Dettagli

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa

CITTÀ DI ISPICA Provincia di Ragusa Letto, confermato e sottoscritto IL SEGRETARIO GENERALE IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO F.TO: B. BUSCEMA F.TO: G. QUARRELLA CERTIFICATO DI PUBBLICAZIONE La presente deliberazione verrà affissa all albo Pretorio

Dettagli

So quello che voglio! Compro quello che voglio!

So quello che voglio! Compro quello che voglio! So quello che voglio! Compro quello che voglio! Le persone con disturbi dell apprendimento hanno la capacità di scegliere i loro servizi di assistenza. Questo libricino è scritto in modo che sia facile

Dettagli

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013

N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 VERBALE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10/2013 Seduta del 20.11.2013 L anno 2013 addì 20 del mese di novembre alle ore 20.10 nella Residenza Municipale, previa convocazione con avvisi scritti, tempestivamente

Dettagli

COMUNE DI CARPIGNANO SESIA (PROVINCIA DI NOVARA)

COMUNE DI CARPIGNANO SESIA (PROVINCIA DI NOVARA) COMUNE DI CARPIGNANO SESIA (PROVINCIA DI NOVARA) [ ] ORIGINALE [ ] COPIA VERBALE DELIBERAZIONE CONSIGLIO COMUNALE N. 17 DEL 29-06-2010 OGGETTO: MOZIONE PRESENTATA DALLE MINORANZE CONSILIARI PER IL L anno

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/6 MISSIONE IN CALABRIA 11 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 15.00. PRESIDENTE. Buongiorno. La Commissione la ringrazia. Ci scusiamo, ma come sempre siamo in

Dettagli

COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO

COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO COMUNE DI REZZATO CONSIGLIO COMUNALE DEL 31 AGOSTO 2015 PUNTO NUMERO 2 ALL ORDINE DEL GIORNO IL SINDACO Invita il Consesso a voler discutere del seguente argomento: RICHIESTA DI APPROVAZIONE DELLA PROCEDURA

Dettagli

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA

PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA DEBITI P.A. decreto del fare Di Emanuele Bellano PRESIDENTE DEL CONSIGLIO ENRICO LETTA IN CONFERENZA STAMPA L impegno che il Ministero dell Economia in particolare sta attuando con grande determinazione

Dettagli

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un

Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del. giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un 1 Sindaco BERGAGNA Stefano Passiamo al successivo punto all ordine del giorno. Cedo un attimo la presidenza al Vice Sindaco perché devo un attimo assentarmi, ma è una questione di cinque minuti. Devo uscire,

Dettagli

Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al. Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito

Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al. Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito Testo dell intervento del Presidente dell Anci Piero Fassino Grazie davvero al Presidente Guzzetti e grazie a tutti voi, al Sindaco di Lucca, al Presidente della Fondazione per questo invito e, per non

Dettagli

Regione Molise -25- Resoconti Consiliari

Regione Molise -25- Resoconti Consiliari Regione Molise -25- Resoconti Consiliari RISPOSTA ALL INTERPELLANZA, A FIRMA DEI CONSIGLIERI FUSCO PERRELLA, LATTANZIO, CAVALIERE,IORIO, AD OGGETTO: "CONVENZIONE TRA LE FORZE DI POLIZIA E TRENITALIA -

Dettagli

Traduzione dal romeno

Traduzione dal romeno Traduzione dal romeno Ziua pag. 3 Il Presidente della Commissione per Problemi d Immigrazione del Parlamento italiano, Sandro Gozi, ammonisce che, se la situazione continua, l Italia adottera misure dure

Dettagli

Regione Molise -16- Resoconti Consiliari

Regione Molise -16- Resoconti Consiliari Regione Molise -16- Resoconti Consiliari ORDINE DEL GIORNO, A FIRMA DEI CONSIGLIERI FEDERICO E MANZO, COLLEGATO ALLA MANOVRA FINANZIARIA 2014, PER IMPEGNARE IL DELLA GIUNTA REGIONALE AD ADOTTARE IL PIANO

Dettagli

Legge provinciale 15 maggio 2013, n. 9 articolo 1 DOMANDE FREQUENTI

Legge provinciale 15 maggio 2013, n. 9 articolo 1 DOMANDE FREQUENTI QUESITO 1 Chi ha una abitazione concessa in comodato d uso potrebbe fare domanda per gli interventi sull articolo 1? Se paga l IMUP su quell abitazione quale abitazione principale, si QUESITO 2 Sono finanziabili

Dettagli

(Durante la discussione entrano in aula il sindaco e i consiglieri Bonomo, Cagnoni, Cattaneo, Ferraro; sono presenti n. 33 consiglieri).

(Durante la discussione entrano in aula il sindaco e i consiglieri Bonomo, Cagnoni, Cattaneo, Ferraro; sono presenti n. 33 consiglieri). Il presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 16 avente per oggetto: Sostegno al disegno di legge per il finanziamento statale della manutenzione delle Mura Venete e trasferimento della

Dettagli

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B,

Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Sarebbe bello se fosse così semplice, Se possiedi un albergo, un hotel, un B&B, Siamo a novembre, la bella stagione è terminata. Hai lavorato tanto e adesso ti si prospettano diversi mesi in cui potrai rilassarti in vista della prossima estate. Sarebbe bello se fosse così semplice,

Dettagli

CCR: ESPERIENZA DEL PRIMO BIENNIO 2007/2009

CCR: ESPERIENZA DEL PRIMO BIENNIO 2007/2009 CCR: ESPERIENZA DEL PRIMO BIENNIO 2007/2009 Presso la scuola media Consiglieri, insegnante ed eventuali operatori esterni 6/7 incontri all anno 1 Consapevolezza diritti e doveri 2 Funzioni propositive

Dettagli

COMUNE DI GALATINA VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 31 OTTOBRE 2013

COMUNE DI GALATINA VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 31 OTTOBRE 2013 COMUNE DI GALATINA VERBALE DI SEDUTA CONSILIARE DEL 31 OTTOBRE 2013 Oggetto: Terzo Punto all OdG: Elenco annuale LL.PP.2013 e programma triennale OO.PP.2013-2015. Approvazione definitiva. PRESIDENTE: Passiamo

Dettagli

N. 312 - GESTIONE DI DUE SEZIONI DI SCUOLA MATERNA

N. 312 - GESTIONE DI DUE SEZIONI DI SCUOLA MATERNA N. 312 - GESTIONE DI DUE SEZIONI DI SCUOLA MATERNA STATALE PRESSO ISTITUTO GULLI Presidente de TOLLIS: Consiglio vivamente il Cons. Barnabè di ringraziare il Sindaco e l Ass. Campodoni per leggere questa

Dettagli

III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI

III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI III SESSIONE - 19 GENNAIO 2005 IDEE A CONFRONTO: PROTAGONISTI LOCALI Alessandro PROFUMO: Sarebbe stato un grande piacere essere qui con voi questa mattina, ma il Comitato esecutivo dell ABI mi ha impegnato

Dettagli

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni

Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni LUIGI PEDRAZZINI Dipartimento delle istituzioni Giornata di studio su alcuni temi di interesse per i Comuni Rivera, 27. ottobre 2005 Attenzione: fa stato l intervento pronunciato in sala. A dipendenza

Dettagli

Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA. Al SINDACO del Comune di SOLOPACA. Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA

Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA. Al SINDACO del Comune di SOLOPACA. Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA Al Signor PRESIDENTE del Consiglio Comunale di SOLOPACA Al SINDACO del Comune di SOLOPACA Al SEGRETARIO del Comune di SOLOPACA OGGETTO: INTERROGAZIONE" Ai sensi degli artt. 43 del D.Lgs. 267/2000 e 40

Dettagli

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia.

7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. 7 punto all ordine del giorno: Cessione volontaria strada privata Giovanni Giolitti. Atto di indirizzo. PRESIDENTE DEL CONSIGLIO COMUNALE - Consigliere De Lucia. CONSIGLIERE DE LUCIA C. - Nulla, è giunto

Dettagli

Il Dirigente sottoscritto sottopone a codesto organo l opportunità di adottare l atto che segue in uno con la relazione illustrativa:

Il Dirigente sottoscritto sottopone a codesto organo l opportunità di adottare l atto che segue in uno con la relazione illustrativa: Settore n 6 Manutenzione Ambiente Il Dirigente sottoscritto sottopone a codesto organo l opportunità di adottare l atto che segue in uno con la relazione illustrativa: Relazione del Dirigente: Premesso

Dettagli

Nome Cognome Presente

Nome Cognome Presente A tutti i membri del Direttivo del CRAL Provincia di Milano E p.c. a tutti i lavoratori della Provincia di Milano Oggetto: Verbale riunione del 28 settembre 2011 del Direttivo del CRAL della Provincia

Dettagli

CONSIGLIO COMUNALE DEL 21.06.2011. Interventi dei Sigg. consilieri

CONSIGLIO COMUNALE DEL 21.06.2011. Interventi dei Sigg. consilieri CONSIGLIO COMUNALE DEL 21.06.2011 Interventi dei Sigg. consilieri Prima Variazione di Bilancio per l esercizio in corso, della Relazione Previsionale e Programmatica e del Bilancio Pluriennale per il periodo

Dettagli

COMUNE DI PALOMONTE PROVINCIA DI SALERNO

COMUNE DI PALOMONTE PROVINCIA DI SALERNO COMUNE DI PALOMONTE PROVINCIA DI SALERNO N. 35 del 26/04/2013 Copia Verbale di Deliberazione di Giunta Comunale Oggetto: IMPUGNATIVA GIURISDIZIONALE AVVERSO IL DECRETO DIRIGENZIALE N. 12 DEL 01.03.2013.

Dettagli

Delibera del Consiglio Comunale di Asolo n.15/2003

Delibera del Consiglio Comunale di Asolo n.15/2003 Delibera del Consiglio Comunale di Asolo n.15/2003 Data di convocazione: 11-04-2003 Oggetto: Esame ed approvazione "Regolamento comunale di semplificazione dei procedimenti di spesa in economia". Il Sindaco

Dettagli

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE

DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE DNO COMUNE DI ARIANO IRPINO DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 32 OGGETTO: del Reg. Legge 730/86 e s.m.i. Riparto fondi anticipati per ricostruzione Rione Valle in corso di recupero. ADUNANZA DEL

Dettagli

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo

Un laboratorio d integrazione nel cuore di Palermo Intervista a Rosita Marchese, Rappresentante Legale dell asilo il Giardino di Madre Teresa di Palermo, un associazione di promozione sociale. L asilo offre una serie di servizi che rappresentano una risorsa

Dettagli

"DOCUMENTO DI SINTESI DELIBERA LAZIO FONDI RANDAGISMO

DOCUMENTO DI SINTESI DELIBERA LAZIO FONDI RANDAGISMO "DOCUMENTO DI SINTESI DELIBERA LAZIO FONDI RANDAGISMO INFORMAZIONI generali: Il bando prevede 2 tipi di progetti finanziabili: 1) Sterilizzazioni; 2) Adeguamento e/o costruzione canili pubblici; In questo

Dettagli

COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE

COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE COMUNE DI NUORO CONSIGLIO COMUNALE DEL 17 NOVEMBRE 2011 I. D. N. S.n.c. Istituto Dattilografico Nuorese di Uscidda Agostina & Co. Sede legale: Via Mannironi, 125 /FAX 0784/203726 Sede operativa: Via Nonnis,

Dettagli

69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1

69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1 69 del 15 luglio 2002 PROT. N. 18171 1 OGGETTO: Mozione presentata dai consiglieri Munafò e Menghi del Comitato Anna Menghi in merito all aumento dei prezzi dopo l entrata in vigore dell Euro. RITIRATA.

Dettagli

Le case popolari: che cosa sono e come ottenerle.

Le case popolari: che cosa sono e come ottenerle. Unità 4 Le case popolari: che cosa sono e come ottenerle. In questa unità imparerai: ad orientarti nel settore delle case popolari le parole relative al settore delle case popolari le diverse funzioni

Dettagli

COMUNE DI CALIMERA PROVINCIA DI LECCE

COMUNE DI CALIMERA PROVINCIA DI LECCE COPIA Deliberazione del Consiglio Comunale N. 37 del 17/11/2015 COMUNE DI CALIMERA PROVINCIA DI LECCE Oggetto: VARIAZIONE AL BILANCIO DI PREVISIONE 2015. Pareri art. 49 D.Lgs n 267 REGOLARITA' TECNICA

Dettagli

COMUNE DI CAPOVALLE PROVINCIA DI BRESCIA. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Dichiarata immediatamente eseguibile

COMUNE DI CAPOVALLE PROVINCIA DI BRESCIA. VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Dichiarata immediatamente eseguibile COMUNE DI CAPOVALLE PROVINCIA DI BRESCIA P.zza Marconi 1 25070 CAPOVALLE (BS) Tel.(0365) 750021 P.iva 00576630982 C.F. 00744090176 Sito Ufficiale Web www.comune.capovall e.bs.it Cod 10286 ANNO 2012 DELIBERAZIONE

Dettagli

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 33

VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 33 O R I G I N A L E VERBALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 33 SESSIONE STRAORDINARIA - SEDUTA PUBBLICA 1^ CONVOCAZIONE Verbale letto, approvato e sottoscritto. IL PRESIDENTE Lobascio Giuseppe

Dettagli

COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE *****

COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE ***** COMUNE DI SALICE SALENTINO Provincia di LECCE ***** ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 38 del Reg. del 03/08/2010 OGGETTO: Verbale stenotipografico della seduta del Consiglio Comunale

Dettagli

COMUNE DI BAZZANO Città d arte Provincia di BOLOGNA C O P I A

COMUNE DI BAZZANO Città d arte Provincia di BOLOGNA C O P I A COMUNE DI BAZZANO Città d arte Provincia di BOLOGNA C O P I A Adunanza Ordinaria in prima convocazione. Seduta pubblica DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 78 DEL 29/09/2009 OGGETTO: VARIANTE AL PIANO

Dettagli

-Il Sindaco,prima di dare risposta specifica al Consigliere Carbone,ritenendolo utile,dà lettura della proposta e del Regolamento.

-Il Sindaco,prima di dare risposta specifica al Consigliere Carbone,ritenendolo utile,dà lettura della proposta e del Regolamento. REGOLAMENTO PER IL RIMBORSO DELLE SPESE DI VIAGGI EFFETTIVAMENTE SOSTENUTE DAGLI AMMINISTRATORI CHE RISIEDONO FUORI DEL CAPOLUOGO DEL COMUNE PER LA PARTECIPAZIONE ALLE SEDUTE DEGLI ORGANI ASSEMBLEARI ED

Dettagli

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 7 - Venerdì 14 febbraio 2014

Bollettino Ufficiale. Serie Ordinaria n. 7 - Venerdì 14 febbraio 2014 11 D.g.r. 7 febbraio 2014 - n. X/1339 Incentivi per la riqualificazione degli ostelli della gioventù di proprietà di enti pubblici attraverso l adeguamento al regolamento regionale n. 2/2011 recante Definizione

Dettagli

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015

RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015 RESOCONTO ALLEGATO ALLA DELIBERA DI C.C. N. 20 DEL 2.3.2015 Quarto punto all O.d.G. Proposta del Consigliere Cieri di modifiche al Regolamento IUC (regolamento TARI) Illustra il Consigliere Cieri. Grazie

Dettagli

Giovani (sempre più) previdenti, a raccolta. Il mio fondo pensione è prima di tutto un salvadanaio

Giovani (sempre più) previdenti, a raccolta. Il mio fondo pensione è prima di tutto un salvadanaio Conoscenza e consapevolezza per un migliore vivere sociale Giovani (sempre più) previdenti, a raccolta Il mio fondo pensione è prima di tutto un salvadanaio Convegno giovani Palazzo Mezzanotte, Milano

Dettagli

Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE. COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 14 del 29/07/2015

Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE. COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 14 del 29/07/2015 Comune di Acquarica del Capo PROVINCIA DI LECCE COPIA DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N 14 del 29/07/2015 OGGETTO: RIACCERTAMENTO STRAORDINARIO DEI RESIDUI AL 1 GENNAIO 2015. - PRESA D`ATTO.- L'anno

Dettagli

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA

SERVIZIO RESOCONTI BOZZA NON CORRETTA 1/5 MISSIONE IN CALABRIA 10 marzo 2010 PRESIDENZA DEL PRESIDENTE GAETANO PECORELLA La seduta inizia alle 19.45. PRESIDENTE. Buonasera. Noi abbiamo già assunto una serie di notizie che riguardano la presenza

Dettagli

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri).

(Durante la discussione esce dall aula il consigliere Amati; sono presenti n. 35 consiglieri). Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 53 avente per oggetto: Approvazione del progetto comportante variante agli strumenti urbanistici, relativo alla riqualificazione e potenziamento

Dettagli

VERBALE n 08 a.s. 2014/2015 DEL COLLEGIO DOCENTI DEL 19/05/2015

VERBALE n 08 a.s. 2014/2015 DEL COLLEGIO DOCENTI DEL 19/05/2015 VERBALE n 08 a.s. 2014/2015 DEL COLLEGIO DOCENTI DEL 19/05/2015 Il giorno 19 maggio 2015, alle ore 14,30, nei locali dell Aula Magna dell Istituto Roncalli, su convocazione scritta, si riunisce il Collegio

Dettagli

Città di Caselle Torinese

Città di Caselle Torinese Città di Caselle Torinese Regolamento per l'erogazione di contributi a titolo di prestito d'onore a sostegno del reddito di sopraggiunto licenziamento o CIGS o mobilità. in caso Approvato con deliberazione

Dettagli

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi

Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi In mare aperto: intervista a CasAcmos Di Luca Bossi, Giulia Farfoglia, Valentina Molinengo e Michele Cioffi Nel mese di aprile la Newsletter ha potuto incontrare presso Casa Acmos un gruppo di ragazzi

Dettagli

(Durante la discussione entra in aula l'assessore Nespoli). ASSESSORE ARCH. FORNONI:

(Durante la discussione entra in aula l'assessore Nespoli). ASSESSORE ARCH. FORNONI: Il Presidente propone la trattazione dell ordine del giorno n. 106 avente per oggetto: programma triennale dei lavori pubblici 2008-2010. Variazione all'elenco annuale per l'anno 2008. (Durante la discussione

Dettagli

La casa degli italiani laboratorio diritto d asilo Torino, 3.10.12. Giovanni Semi DCPS Università di Torino

La casa degli italiani laboratorio diritto d asilo Torino, 3.10.12. Giovanni Semi DCPS Università di Torino La casa degli italiani laboratorio diritto d asilo Torino, 3.10.12 Giovanni Semi DCPS Università di Torino Che cos è la casa Casa come bene centrale e caratteristico di famiglie e classi sociali Una nazione

Dettagli

COMUNE DI BAZZANO Città d arte Provincia di BOLOGNA C O P I A

COMUNE DI BAZZANO Città d arte Provincia di BOLOGNA C O P I A COMUNE DI BAZZANO Città d arte Provincia di BOLOGNA C O P I A Adunanza Ordinaria in prima convocazione. Seduta pubblica DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 58 DEL 24/09/2012 OGGETTO: BILANCIO DI PREVISIONE

Dettagli

Un altro anno di crescita per Media Vending

Un altro anno di crescita per Media Vending edia Vending Un altro anno di crescita per edia Vending e i t e n d i v R l I e r c a t o d d e l V e n d i n g edia Vending è una dinamica rivendita che da alcuni anni opera con successo nella Provincia

Dettagli

Comune dell'aquila. Assessore al Bilancio. Il Bilancio 2012. Le risorse e le principali iniziative

Comune dell'aquila. Assessore al Bilancio. Il Bilancio 2012. Le risorse e le principali iniziative Il Bilancio 2012 Le risorse e le principali iniziative Lelio De Santis Assessore al Bilancio Massimo Cialente Sindaco I perché di un bilancio quasi alla fine dell anno Il Bilancio di previsione per il

Dettagli

COMUNE DI PRATOLA SERRA Provincia di Avellino

COMUNE DI PRATOLA SERRA Provincia di Avellino COMUNE DI PRATOLA SERRA Provincia di Avellino DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE Numero 100 Del 24-06-2011 O R I G I N A L E Oggetto: Candidatura progetto "Rete nazionale Citta' dei motori" per il cofinanziamento

Dettagli

COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI

COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI COMUNE DI VILLARICCA PROVINCIA DI NAPOLI ORIGINALE DI DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 28 DEL 30.04.2013 OGGETTO: Mozione prot. 3448 del 16.04.2013 ai sensi dell art. 58 del vigente Regolamento

Dettagli

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO

COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO COMUNE DI TERNO D ISOLA PROVINCIA DI BERGAMO VERBALE N. 153 DEL 06.09.2011 COPIA VERBALE DI DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE OGGETTO: DISTRETTO DIFFUSO DEL COMMERCIO 'VILLE E TORRI DELL' ISOLA' FINANZIAMENTO

Dettagli