E-learning innovativa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "E-learning innovativa"

Transcript

1 Progetto grafico: PRC Roma Questa guida è stata realizzata grazie al contributo del Consorzio Interuniversitario (Cineca). Le guide di questa collana sono supervisionate da un gruppo di esperti di imprese e associazioni del sistema Confindustria, partner del Progetto IxI: Between SpA, Confindustria Servizi Innovativi e Tecnologici, Eds Italia, Gruppo Spee, Hewlett Packard Italiana, Ibm Italia, Microsoft, Telecom Italia SpA. Suggerimenti per migliorare l utilità di queste guide e per indicare altri argomenti da approfondire sono più che benvenuti: E-learning innovativa IMPRESE X INNOVAZIONE

2 Nell attuale contesto di mercato, in continua e rapida evoluzione, le aziende devono sapersi adeguare ai cambiamenti per prevenire e soddisfare i fabbisogni dei clienti/consumatori e devono imparare a competere sempre di più a livello globale. L azienda di oggi deve essere soprattutto: strategia, organizzazione, management, con il giusto mix di intuito, estro, creatività. Quali driver possono favorire l incremento di competitività di un azienda? I modelli organizzativi, la capacità di marketing e comunicazione e soprattutto il capitale umano come stimolo all innovazione. Alcuni problemi delle filiere o distretti di aziende Descriviamo alcune loro caratteristiche generali. Esistono diverse tipologie di relazioni tra imprese: filiere produttive; network di Pmi; gruppi di imprese; interazioni con partner e clienti esteri. Nell ambito della relazione cliente-fornitore, ogni attore dovrebbe considerarsi partner dell altro ed i costi della filiera devono essere ottimizzati lungo tutto il percorso, in modo che vi siano margini per tutti. Esse sono caratterizzate da una successione di rapporti tra aziende fornitore-cliente nella catena di sviluppi, produzioni ed acquisti; dalle materie prime ai prodotti intermedi, a quelli finiti. Sono presenti Imprese di concezione prodotti, Imprese produttrici, Fornitori, Subfornitori, Distributori, Punti vendita finali, ecc Le Imprese collegate hanno necessità di persone che sappiano essere creative e innovatrici; la tecnologia può e deve diventare indispensabile supporto alla nuova impostazione organizzativa dell impresa estesa, come realtà integrata di più attori. 1

3 2 L utilizzo di strumenti capaci di incrementare la produttività e di favorire lo sviluppo delle relazioni fra imprese, può contribuire alle efficienze di distretto, non basato solo sulla vicinanza territoriale, utilizzando tecnologie adeguate. Una parte importante nel recupero della competitività delle aziende può derivare dall aumento di integrazione e di cooperazione a livello di filiera e/o distretto, grazie all impiego di strumenti Ict. Esempi di nuovi fattori di successo per le aziende, le filiere, i distretti. Risposta rapida ed efficace alle esigenze dei clienti; Progettazione/produzione di beni/servizi richiesti dal mercato; Approccio gestionale organizzativo sempre più orientato al mercato (esigenze mutevoli del cliente attuale/potenziale). Ciò comporta la necessità di: alleanze tra aziende (produttori, distributori, ecc ); coordinamento logistico tra imprese collegate; velocizzazione dei flussi di informazioni e poi dei flussi di prodotti; maggiore diffusione di conoscenza trasversale. Assume così importanza strategica l obiettivo di adeguamento degli skill delle risorse umane per la nuova organizzazione ed integrazione delle aziende (anche con la creazione di nuove figure professionali). Nuovo approccio organizzativo e soluzioni tecnologiche applicative Finora le aziende hanno investito prevalentemente in infrastrutture e in software applicativo a supporto dell automazione dei processi operativi interni; altri investimenti complementari in Ict, di natura organizzativa e di conoscenze, possono costituire il mezzo con il quale abilitare al meglio il management aziendale alla competitività. Alcune azioni importanti da attuare: maggiore coinvolgimento per i collaboratori, soprattutto quelli chiave ; favorendone un tempestivo aggiornamento professionale; coinvolgimento dei fornitori nella progettazione di prodotti (maggiori informazioni, riduzione tempi, consegna materiali); coinvolgimento partners nelle conoscenze e negli aggiornamenti utili. Vantaggi: aumento produttività/riduzione costi-tempi di progetto; aumento qualità/riduzione errori di progettazione; maggiore completezza/qualità di informazioni; riduzione costi-tempi di prototipazione, creazione cataloghi/listini e passaggio dati in produzione. FIGURA 1 - SCHEMA DI PROCESSI PER UNA GESTIONE COLLABORATIVA FORNITORI e.procurement e.learning Acquisti Sourcing Contratti con Fornitori Piano Materiali Ordini di Acquisto Tracciamento Materiali e.design Trasformazione Piano di Produzione MRP Generazione della Domanda Piano di Produzione e Piano di Capacità Distribuzione Project Management Obiettivi di Inventario Abbinamento Domanda e Capacità Master Schedule Sviluppo Prodotti e Processi In conclusione, i manager devono saper attivare e gestire la creatività, indirizzandola adeguatamente; devono saper anche innovare e rafforzare il vantaggio competitivo continuamente e velocemente. Oggi gli strumenti ICT consentono di ricoprire e supportare moltissime fasi dei processi di gestione, favorendo l acquisizione e la diffusione di conoscenze adeguate all interno dell azienda per una più efficace competitività. Questo obiettivo può essere conseguito efficacemente anche con programmi di azioni di apprendimento e diffusione di conoscenze utili per mezzo dell e-learning, strumento ormai consolidato, ma che si va perfezionando costantemente grazie all utilizzo di tecniche recenti e sempre più innovative. DRP Piano di Picking Controllo Produzione Trasporti e.learning Piano Trasporti Piano Itinerari Piano Carichi Vendite e.supply Chain Planning Forecast Assegnazione prodotto Customer Service e.marketing e.learning Gestione Offerte Configurazione Prodotto ATP Ordini di Vendita Gestione Inventario CLIENTI e.selling 3

4 4 IMPORTANZA DELLA SOLUZIONE DI E-LEARNING Significato di e-learning L e-learning, acronimo di electronic learning, è l insieme dei metodi e delle tecnologie usate per erogare a distanza contenuti formativi e per gestire la comunicazione tra gli utenti (docenti, studenti e tutor). Il boom dell e-learning negli ultimi anni è stato favorito dalla diffusione della banda larga e dall introduzione di standard per rendere interoperabili, accessibili e riutilizzabili i contenuti formativi (L.O.: learning objects) Qualche informazione sulle forme e modalità di e-learning Citazioni dalle enciclopedie L e-learning (esprimibile come apprendimento elettronico ) è un settore applicativo della tecnologia dell informazione, che utilizza anche il complesso delle tecnologie Internet per distribuire online contenuti didattici multimediali. L e-learning sfrutta anche le potenzialità rese disponibili da Internet per fornire formazione sincrona (diretta) e/o asincrona (indiretta/posticipata) agli utenti. Essi possono accedere ai contenuti dei corsi in qualsiasi momento e in ogni luogo in cui esista una connessione online. Questa caratteristica e la tipologia di progettazione dei materiali didattici portano a definire alcune forme di e-learning come soluzioni di insegnamento centrato sullo studente. Definizioni E-LEARNING E FAD Spesso si identifica l e-learning con qualsiasi tipologia di formazione erogata tramite tecnologia informatica (CD-ROM, Internet, intranet, ), comunemente denominata FAD, Formazione a Distanza. In realtà, la componente Internet e/o web e la presenza di una tecnologia specifica recente (LMS) distinguono l e-learning da altre versioni di formazione a distanza. Come i Computer Based Training (CBT) e i Web Based Training (WBT). Si parla, quindi, di e-learning di altra generazione (o evoluzione) della formazione a distanza. Vantaggi procurati dall e-learning diffuso e tradizionale La didattica e l aggiornamento professionale basati sull e-learning permettono di avere diversi vantaggi, ad esempio l accesso ai corsi per un numero elevato di utenti, anche distribuiti su un vasto territorio e la fruizione del materiale didattico senza limitazioni di tempo attraverso una qualsiasi connessione a Internet. Inoltre, la disponibilità di risorse multimediali (filmati, immagini, animazioni...) fanno dell e-learning un valido strumento a supporto e ad integrazione delle attività di didattica tradizionali. da Relazione annuale dell Osservatorio ANEE del 2003 PIATTAFORMA TECNOLOGICA Un componente base dell e-learning è la piattaforma Learning Management System (LMS) che gestisce la distribuzione e la fruizione della formazione. Tutte le informazioni sui corsi e le attività degli utenti restano memorizzate nel database della piattaforma: questa caratteristica permette all utente di accedere alla propria offerta formativa effettivamente da qualsiasi computer collegato a Internet. L utente in virtù di ciò può accedere al proprio percorso formativo modellizzato sul server, anywhere/anytime, da qualsiasi luogo in qualsiasi momento. AULA VIRTUALE Per l e-learning l aula virtuale (o ambiente collaborativo) è la metodologia didattica che permette l interazione (in modalità sincrona, diretta) fra gli utenti: si tratta infatti di strumenti che favoriscono la comunicazione immediata tramite chat, lavagne condivise (whiteboard) e videoconferenza e così via. I software di ambiente collaborativo possono gestire anche l apprendimento asincrono (che non necessita la presenza degli utenti nello stesso momento): forum di discussione, document repository, accesso ai materiali didattici o a materiali di supporto... CONTENUTI - LEARNING OBJECTS I contenuti dei corsi didattici possono essere progettati in diversi formati: pagine di testo, animazioni 2D o 3D, contributi audio, contributi video, simulazioni, esercitazioni interattive, test, Si tratta di contenuti realizzati in modalità multimediale e possono essere costruiti ad hoc o essere stati modificati da materiale già esistente in formato elettronico. FIGURA 2 - E-LEARNING INTEGRATO NELL AZIENDA W E B Piattaforma LMS Corso Forum Test Gestione Comunicazione Erogazione Test e monitoraggio Knowledge Base Aziendale ERP-HR Evoluzione del servizio di E-Learning M-learning Utilizzo di dispositivi mobili (cellulari, PDA) su reti WiFI, GSM, GPRS, UMTS... T-learning Utilizzo della TV digitale per la formazione. Attualmente sono praticabili anche forme di e-learning con soluzioni tecnologiche recenti e più innovative. Si parla di gestione di Knowledge Management utilizzando l e-learning; di m-learning (mobile learning), cioè la possibilità di accedere a contenuti formativi attraverso dispositivi mobili multimediali (come PDA, Smartphone o Tablet-Pc) connessi tramite reti di comunicazione senza fili; di T-Learning, che è uno dei possibili servizi che possono essere realizzati tramite l introduzione della TV digitale terrestre. 5

5 6 ESEMPI DI FORME DI E-LEARNING E RECENTI APPLICAZIONI 1- Knowledge Management (KM) ed e-learning Gestione della conoscenza per mezzo dell e-learning Le competenze e le conoscenze che l azienda acquisisce nel corso del tempo assumono un valore strategico se si integrano nel sistema aziendale. Il tema del KM (o gestione della conoscenza) nasce in questo contesto e si delinea innanzitutto come tentativo di patrimonializzare tutte le conoscenze formalizzate, ovvero esplicite, dell azienda, attraverso grandi repository (archivi di documenti ed informazioni) accessibili, ad esempio, dalle intranet aziendali. Esempio di Knowledge Management (KM) ed e-learning Immaginiamo, con un esempio, quali possono essere i vantaggi dell e-learning sviluppato in un ambiente evoluto: un utente (lo studente universitario, l impiegato d azienda) ha necessità di studiare/aggiornarsi professionalmente su un argomento; per questo motivo accede a un ambiente in rete (della propria facoltà o azienda) e richiede a un motore di ricerca di trovare tutti i contenuti didattici (LO) che rispondano a determinate caratteristiche. ll risultato della ricerca è una lista di LO cui è associata una breve descrizione tramite parole chiave. La tecnologia basata su internet offre varie soluzioni per la gestione della conoscenza: piattaforme di e-learning collegate a sistemi per la gestione del personale e integrate con ambienti di discussione, quali forum, aree di lavoro cooperativo, blog, ecc. In cosa consiste effettivamente la differenza rispetto a una semplice ricerca su Internet? Tutti i risultati della ricerca rispondono in maniera puntuale alle effettive richieste dell utente, inoltre sono suggeriti argomenti correlati che possono fungere da approfondimento. a differenza di quanto accade cercando su Internet dove si visualizzano decine e decine di link a pagine web che niente hanno a che vedere con la nostra richiesta; tale mole di informazioni rende necessario un ulteriore dispendio di tempo ed energie per selezionare manualmente ciò che effettivamente ci interessa. 2- M-learning (mobile learning) Aggiornamento in mobilità La crescente ingegnerizzazione dei processi interni di una moderna azienda, l elevata professionalità e specializzazione delle persone che vi operano e la rapidità con cui evolvono le informazioni riguardanti i prodotti o i servizi offerti, rendono sempre più importanti aspetti quali l aggiornamento e la formazione aziendale. Vi sono però alcuni fattori, ad esempio la mobilità dei dipendenti, che difficilmente si coniugano con una formazione svolta in aula. La m-learning è una soluzione innovativa che crea un ambiente di apprendimento flessibile che può rispondere adeguatamente alla necessità di accedere a informazioni puntuali in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo. Ma in cosa consiste esattamente la m-learning? Con m-learning (mobile learning) si intende la possibilità di accedere a contenuti formativi attraverso dispositivi mobili multimediali (come PDA, Smartphone o Tablet-Pc) connessi tramite reti di comunicazione senza fili (wireless, siano esse di tipo locale o geografico o reti cellulari). Punto di forza di questa nuova soluzione è certamente la totale libertà di comunicare e fruire di informazioni senza vincoli di luogo. Esempio di M-learning (mobile learning) La m-learning è facilmente applicabile in differenti comparti aziendali e per differenti figure professionali. Ad esempio, un tecnico manutentore che, di fronte a una macchina da revisionare, viene a conoscenza in tempo reale delle caratteristiche specifiche di quel modello. 7

6 8 A livello manageriale, si può pensare di affiancare al normale utilizzo dei dispositivi mobili (organizer, telefono cellulare, lettura delle e.mail) la possibilità di accedere on line a business-game o quiz relativi a corsi seguiti in aula o in modalità e-learning tradizionale (ad esempio un corso di lingua inglese). Oppure un addetto commerciale che in qualsiasi momento e luogo può attingere a nozioni di vendita o ai dati relativi a un cliente prima di un appuntamento. In generale, la tecnologia wireless introduce una nuova concezione di e-learning, intesa come continua attività formativa ambientale, nella quale l importanza di un approccio di strumenti on-demand verso le risorse didattiche/informative si traduce nella possibilità di poterne usufruire nei tempi liberi o di basso carico lavorativo (ad esempio in un viaggio di lavoro in treno); oppure nel momento stesso in cui una particolare situazione lavorativa lo richieda (ad esempio, per un tecnico che voglia ripassare e richiamare le modalità aziendali che regolano il controllo qualità di un processo in corso). Si ottimizzano così i processi di lavoro (e la catena del valore di una azienda), riducendone anche i costi. 3- T-learning E-learning attraverso la televisione digitale La T-Learning è uno dei possibili servizi che possono essere realizzati tramite l utilizzazione della TV digitale terrestre (DTT), la nuova tecnologia televisiva che entro il 2012 prenderà il posto della TV analogica. La televisione digitale terrestre si basa su due innovazioni: la conversione del segnale analogico in digitale e l introduzione di uno standard (MHP) che consente l esecuzione di applicazioni software direttamente sul decoder dell apparecchio di ricezione. Ciò rende possibile all utente anche di interagire con il programma televisivo in esecuzione. Un servizio di T-Learning, potendo avvalersi della semplicità d uso della TV, può ampliare la possibilità di fruizione di formazione anche ad altre categorie di utenti che, privi di un adeguata cultura informatica, sono normalmente esclusi dall e-learning tradizionale. Altre Voci correlate all e-learning Formazione a distanza (FAD) Computer Based Training (CBT) Learning Management System (LMS) FAD Con la formazione a distanza si intende l intervento didattico senza i limiti posti dalla copresenza fisica. Il suo sviluppo è stato profondamente facilitato da quello parallelo delle tecnologie della comunicazione. La generazione attuale sarebbe quella dell impiego delle tecnologie informatiche e telematiche dove molti dei materiali in formato cartaceo sono stati sostituiti dai testi e contenuti elettronici. CBT Il Computer Based Training (CBT), o insegnamento basato sul computer, è un metodo di insegnamento basato sull uso di speciali programmi didattici per computer o di altro software dedicato (in forma di CD-ROM, DVD-ROM e così via). Può essere applicato nella formazione a distanza o nel contesto di un apprendimento da autodidatta. LMS Il Learning Management System (LMS) è la piattaforma applicativa che permette l erogazione dei corsi in modalità e-learning. Il Learning Management System è il software che presidia la distribuzione dei corsi online, l iscrizione degli studenti, il tracciamento delle attività on-line. Gli LMS spesso operano in associazione con gli LCMS (Learning Content Management System) che gestiscono direttamente i contenuti, mentre a LMS resta la gestione degli utenti e l analisi delle statistiche. SOLUZIONE ADEGUATA DI E-LEARNING Il supporto all e-learning: metodi ed esperti per una soluzione adeguata. E-learning non è solo applicazione di nuove tecnologie per la formazione. È necessario innanzitutto adottare un metodo di progettazione di soluzioni di apprendimento che consenta di compiere le scelte più adeguate per il contesto in cui devono essere 9

7 I professionisti dell e-learning Esperto dei contenuti: conosce approfonditamente la disciplina che sarà materia del corso on line; fornisce la documentazione necessaria (che verrà poi elaborata dagli esperti di comunicazione), evidenziando i concetti principali, i punti critici, ecc. Instructional designer: possiede un approfondita conoscenza delle teorie dell apprendimento e della comunicazione multimediale. Delinea la metodologia didattica in base ai bisogni formativi dell utente. Insieme all esperto dei contenuti progetta il materiale formativo, strutturandone la mappa concettuale e definendo il livello di interattività e multimedialità dei contenuti. Esperto di comunicazione/redattore: cura lo stile, scrive e verifica la qualità e la coerenza dei testi. Grafico, tecnico audio-video, informatico programmatore: sono le figure coinvolte nella fase di creazione dei contenuti; si occupano di realizzare animazioni, simulazioni, video, test interattivi, ambienti virtuali, ecc. applicate: formazione totalmente a distanza o formazione mista? Progettazione di un percorso di studio o selezione di un repository di informazioni non strutturate? Realizzazione dei contenuti o acquisto di pacchetti (learning object) da società editoriali specializzate? Il supporto di professionisti dell e-learning è pertanto fondamentale: si tratta di figure professionali con competenze differenti e complementari, in cui il background umanistico o scientifico si fonde con abilità tecnico-informatiche, capaci di valutare il contesto e scegliere le soluzioni più adeguate frutto di un compromesso tra efficacia ed efficienza. Si tratta di instructional designers per la progettazione dei contenuti, grafici, esperti di comunicazione web, ma anche informatici e tecnici audio/video. L e-learning (definizione proposta da Anee) è una metodologia di insegnamento e apprendimento che coinvolge sia il prodotto sia il processo formativo. Per prodotto formativo si intende ogni tipologia di materiale o contenuto messo a disposizione in formato digitale attraverso supporti informatici o di rete. Per processo formativo si intende invece la gestione dell intero iter didattico che coinvolge gli aspetti di erogazione, fruizione, interazione, valutazione. In questa dimensione il vero valore aggiunto dell e-learning emerge nei servizi di assisten- za e tutorship, nelle modalità di interazione sincrona (diretta) e asincrona, di condivisione e collaborazione a livello di gruppo. Caratteristica dell e-learning è l alta flessibilità garantita allo studente dalla reperibilità sempre e ovunque dei contenuti formativi, che gli permette l autogestione e l autodeterminazione del proprio apprendimento; resta tuttavia di primaria importanza la scansione del processo formativo, secondo un agenda che responsabilizzi formando e formatore, al fine del raggiungimento degli obiettivi didattici prefissati. In linea generale, è possibile definire alcune fasi principali che caratterizzano qualsiasi progetto di formazione a distanza. Fase decisionale nella strategia di formazione L azienda decide, tramite il responsabile della formazione, la strategia da perseguire e i metodi e gli strumenti da utilizzare, tra cui, ad esempio, l e-learning. Progettazione L instructional designer delinea la strategia didattica in base ai bisogni formativi dell utente; tiene inoltre in considerazione il livello di alfabetizzazione informatica, le conoscenze pregresse sulla materia oggetto della formazione, le aspettative e la disponibilità a impegnarsi in un attività l e-learning spesso mai sperimentata. Insieme all esperto della disciplina progetta il materiale formativo, strutturandone la mappa concettuale e definendo il livello di interattività e multimedialità dei contenuti. Produzione È la fase di creazione dei contenuti: testi, immagini, animazioni, filmati, test valutativi, ecc. Erogazione I corsi sono installati sulla piattaforma di e- learning e sono attivati gli strumenti di comunicazione. Entrano in campo i discenti e, quando previsti, i tutor (per dare supporto ai discenti e animare la discussione) oppure gli esperti (per fornire eventuali chiarimenti sulla materia oggetto del corso). Valutazione Viene valutata l efficacia del percorso didattico, sia in termini quantitativi (numero di accessi alla piattaforma di e-learning, numero di utenti iscritti, successo dei quiz) sia in termini qualitativi tramite il feedback dei discenti, quale emerge nelle aree di discussione e nei test di gradimento

8 12 Consulenza adeguata L obiettivo fondamentale delle organizzazioni è cercare di trovare soluzioni efficienti, la ricerca del giusto mix tra costi (aule, piattaforme, docenti etc...), tempi (compatibilità; con gli orari di lavoro) ed efficacia (apprendimento). I fornitori di soluzioni devono supportare nelle fasi di analisi, progettazione e sviluppo i clienti, per aiutarli a cogliere i vantaggi di economicità ed efficacia che l e-learning può offrire: progettazione standard adeguata, individuazione e scelta della tecnologia, migrazione verso nuove piattaforme, usabilità e accessibilità, nuove funzionalità, training, percorsi formativi. FIGURA 3 - LEARNING VALUE CHAIN Assess Design Develop Deliver Understand Client's Issues Needs Analysis Gap Analysis Root Cause Analysis Select Solution Performance Consulting Identify Skills Sets Assessment Skills Gap Fulfilment Skills Plan Curriculum Design Design the solution Content Infrastructure Offering Content Development Distributed Learning: Any training where you do not have a face to face instructor Develop the Content, Infrastructure and/or Customized Services Development Process Development Factory - Standard - Customized - Multimedia Customization Distributed Learning Technology Creazione corsi on demand In collaborazione con eventuali partner qualificati del settore si deve poter progettare e produrre corsi e materiali didattici per la formazione a distanza, utilizzando i contenuti forniti dal cliente. Sulla base del materiale e delle indicazioni del cliente possono essere sviluppati pro- Learning Delivery Classroom Distributed Learning Execute Training Classroom - Corse Admin. - Teach Curriculum - Hands on Labs - Third Party / BP Distributed Learning - Infrastructure - Services - Access to DL - Third Party / BP Customer Service Provide Customer Services Reporting Evaluation Certification supporta i clienti nella scelta della soluzione tecnologica più adatta al raggiungimento degli obiettivi formativi. Migrazione verso nuove piattaforme: il supporto consente alle organizzazioni che già fanno uso di piattaforme e-learning di valutare i costi e i benefici relativi al passaggio verso una nuova tecnologia (esportabilità dei contenuti, rispetto degli standard internazionali, costo formazione utenti etc..) rendendo agevole e poco costoso il passaggio. Usabilità e Accessibilità: definisce gli step e i criteri da seguire per la realizzazione di interfacce usabili e accessibili, in linea con le direttive delle leggi, necessarie a facilitare l utilizzo del sistema e-learning e a garantire l accesso alla formazione a tutti, indipendentemente dalle loro abilità. Nuove funzionalità: individua le funzionalità necessarie al conseguimento degli obiettivi del progetto formativo, definendo le linee di sviluppo. Training: il cliente nella fase iniziale deve godere del supporto formativo sull utilizzo delle soluzioni adottate con l intervento on site, o presso training rooms, di formatori, per tutto il tempo necessario a prendere il pieno presidio della tecnologia. Percorsi formativi: progettazione personalizzata; oltre alla realizzazione dei corsi e- learning basati sulle risorse fornite dal cliente, si dovrà poter procedere alla progettazione dell intero percorso formativo, stabilendo in accordo col cliente la tempistica e la tipologia degli interventi, in aula (in autoapprendimento del discente o con l interdotti web formativi che consentono di apprendere mediante una modalità interattiva sia in autoformazione che con il supporto di servizi comunicativi e di tutoring. È possibile sviluppare i corsi con differenti livelli di complessità, simulazione ed interazione, da prodotti monomediali interattivi a prodotti con elementi audio-video da digitalizzare o da produrre ad hoc. Le metodologie adottate devono mirare al coinvolgimento del cliente in tutte la fasi di realizzazione e validazione degli step realizzati. Fasi di supporto Progettazione standard adeguata: affianca i clienti nella progettazione, fornendo le competenze necessarie a realizzare contenuti che rispettino i principali standard internazionali (IMS, AICC, SCORM). Individuazione e scelta della tecnologia: 13

9 Qualche informazione sui costi dell e-learning Sono molte le variabili che possono influenzare una previsione di costi per un progetto di e-learning. 1. Corsi generici e corsi specifici Il primo elemento di riflessione riguarda l argomento dei corsi. Se i corsi vertono su argomenti di largo interesse, quali le lingue straniere, la patente informatica europea (ECDL), conoscenze di base su marketing, comunicazione, ecc. parliamo di corsi generici. I corsi specifici riguardano tematiche tecnico specialistiche o trasversali di interesse per un ristretto numero di persone (ad esempio, un azienda o un settore dell azienda). Nel primo caso è possibile acquistare sul mercato i contenuti necessari a prezzi contenuti. Nel secondo caso è necessario produrre contenuti ad hoc, delegando l attività a società di consulenza esterne o impegnando risorse interne all azienda. 2. Numero di utenti È strategicamente importante delineare fin da subito quanti potranno essere i fruitori di un corso on line. Infatti, maggiore sarà il numero di utenti, maggiore sarà la possibilità di ammortizzare il costo di produzione e gestione del corso stesso. Non è un caso, infatti, che i corsi generici proposti dagli editori specializzati siano così numerosi e disponibili a prezzi ragionevoli. 3. Componenti infrastrutturali È necessario verificare in anticipo la disponibilità di computer e di connessioni veloci alla rete Internet o alla rete aziendale così da poter valutare da subito la necessità di acquistare l attrezzatura adeguata. 4. Contenuti didattici I corsi si caratterizzano per la durata che può variare, in linea di massima, da 2 a 10 ore in base ai contenuti che propongono. Inoltre i corsi hanno caratteristiche diverse a seconda del livello di multimedialità (complessa o semplice) dei contenuti. Con multimedialità complessa si intende la presenza di animazioni che consentono all utente di interagire con l applicativo (esercizi di tipo drag and drop, multiple choice, fill in the blank, ecc.) e la presenza di elementi grafici complessi (come simulazioni, storytelling, riprese video del docente). La multimedialità semplice è caratterizzata da oggetti formativi che prevedono una grafica statica (immagini, disegni o mappe concettuali) e animazioni elementari prive di interattività. Le ore di lavoro per realizzare i contenuti varia notevolmente a seconda del livello di multimedialità, così come l impegno dell esperto di grafica, del programmatore o del redattore. Generalmente i contenuti didattici sono organizzati in Learning Object, pertanto possono essere riutilizzati e tracciati. 5. La piattaforma di e-learning A seconda delle proprie esigenze e delle prospettive future, l azienda può decidere di usufruire della piattaforma di e-learning in maniera diversa. Può infatti acquistare il servizio oppure decidere di implementare tutto all interno del proprio CED, acquisendo hardware, licenze software e i servizi professionali necessari. La presenza sempre più diffusa sul mercato di piattaforme open source ha sicuramente abbassato i costi relativi alla piattaforma di e-learning e incentivato lo sviluppo di funzioni personalizzate. 6. Gli strumenti di comunicazione Esistono due categorie di strumenti di comunicazione: quelli sincroni e quelli asincroni. segue I primi richiedono la contemporanea presenza in rete degli utenti; rientrano in questo gruppo la chat, la videoconferenza e la lavagna condivisa. Scegliere questi strumenti significa prevedere la presenza di un tecnico per gestire e verificarne il corretto funzionamento e di un mediatore per garantire che i partecipanti interagiscano in maniera ordinata e corretta. Gli strumenti asincroni non vincolano gli utenti a connettersi a determinate ore. Si tratta in questo caso di mezzi quali posta elettronica, forum, blog, ecc. In generale presuppongono costi poco elevati poiché, una volta implementati, non richiedono particolari risorse per il loro mantenimento e il corretto utilizzo. Per questo motivo sono molto usati e quasi sempre già previsti dalle piattaforme di e-learning. 7. Il tutoraggio L attività di tutoraggio è un fattore cruciale che può determinare il successo di un attività formativa. Consiste nel mettere a disposizione uno o più tutor che giornalmente comunicano con i discenti per motivarli, verificare l andamento dell attività, fornire materiale di approfondimento e, in generale, garantire l assistenza tecnica e didattica per tutta la durata del percorso formativo. Il tutor è pensato per gestire soprattutto piccole comunità di apprendimento (10-15 persone). Ovviamente E-learning Il fattore umano e le sue competenze sono l elemento chiave per la competitività di un azienda. Valorizzare ed ampliare queste conoscenze attraverso l apprendimento continuo, attivo e personalizzato è la granvento di tutor) o con l ausilio della piattaforma LCMS utilizzata, sulla base delle esigenze congiunturali dell organizzazione. Si potrà procedere sino alla pianificazione di un percorso formativo individualizzato e personalizzato, con un attenzione al singolo studente che l abbattimento delle barriere e l asincronia del contatto rende possibile. si tratta di un attività onerosa, poiché prevede l impiego di figure specializzate per lunghi periodi. Ordini di grandezza di costi/impegni di specialisti per e-learning (in gg/uomo): Corso di 1 ora a multimedialità semplice Figure professionali Giornate uomo Instructional designer da 2 a 3 Grafico da 6 a 8 Redattore da 3 a 5 Corso di 1 ora a multimedialità complessa Figure professionali Giornate uomo Instructional designer da 5 a 7 Grafico da 10 a 16 Redattore da 4 a 7 Esempio di Costi relativi all acquisto di un corso a larga diffusione (nel caso un corso ECDL per la patente europea di PC) Le tariffe variano in base al numero di utenti. UTENTI Tariffa per utente VANTAGGI CON UN SUPPORTO COMPETENTE 14 15

10 de opportunità offerta oggi dalle soluzioni di e-learning. Molte aziende produttrici sia di beni che di servizi sono pienamente consapevoli del ruolo della formazione nel generare risorse umane qualificate, oltre che un solido vantaggio competitivo e, quindi, profitti elevati nel lungo periodo. L e-learning, con la sua capacità di integrare materiali multimediali, conferenze on line, modalità di comunicazione sincrone e asincrone, di condividere documenti e di sostenere attività di gruppo, è certamente la tecnologia in grado di potenziare, e in certi casi addirittura sostituire, l aula. E-learning in azienda, perché? Abbattimento dei costi legati all aggiornamento professionale: banalmente, meno spese di trasferta/missione; eliminazione di tempi morti in aula e di spese organizzative; riutilizzo dei corsi o di parti di essi (modularità). Efficacia del metodo: everywhere & anytime; bassi requisiti iniziali alta accessibilità del mezzo; la qualità del corso dipende dalla qualità dei contenuti e non da fattori esterni; personalizzazione dei percorsi formativi (learning path). Miglioramento delle performance aziendali: workforce in continuo aggiornamento, competenza; responsabilizzazione e coinvolgimento. PERFORMANCE AGGIORNAMENTO ESPERIENZA Vantaggi principali dell e-learning a) Eliminazione delle barriere spaziali e temporali Con l avvento della tecnologia abilitante, la formazione non deve più avvenire necessariamente in un determinato luogo e in un determinato momento, con tutti i vantaggi che questo comporta: organizzare i tempi del proprio apprendimento sulla base degli impegni professionali; risparmiare costi e tempi, evitando spostamenti per assistere a corsi con un conseguente miglioramento del processo formativo. b) L e-learning consente di migliorare il processo formativo, rendendolo più efficace ed efficiente Pone lo studente in condizione attiva con autonomia ed assunzione di responsabilità; inoltre, prende in considerazione le differenze individuali senza restrizioni temporali e spaziali. Risulta quindi più semplice realizzare percorsi formativi personalizzati che consentano alle persone di esprimere le proprie capacità e potenzialità. L interattività e lo sviluppo di un processo collaborativo sono caratteristiche molto importanti. c) Vantaggi dell e-learning come strumento di apprendimento Essa offre la possibilità di adattarsi ai diversi stili di apprendimento degli allievi (visivo, auditivo e visuale dinamico, ecc ). Presenta il vantaggio di formare, a costi minori, un grande pubblico distribuito geograficamente. Si adatta alla velocità di apprendimento del singolo, che può gestire in autonomia, in funzione della propria velocità di apprendimento, la tempistica del corso senza alcuna ripercussione sui colleghi di corso. È possibile tramite strumenti di comunicazione come forum, chat, e teleconferenza avere sessioni di apprendimento collaborativo, ripristinando, quindi, quel minimo di interazione umana, ingrediente vitale del processo di apprendimento. Riepilogando, i vantaggi dell e-learning per l insegnante e per l azienda si possono così riassumere: minori costi totali; tempo di apprendimento ridotto; apprendimento che dura nel tempo; contenuti uguali per tutti e gestibili nel tempo; facilità di monitorare il completamento e il superamento di un corso con strumenti automatici. I vantaggi per lo studente si possono invece così riassumere: formazione a disposizione on demand, cioè in qualsiasi momento; possibilità di procedere secondo il proprio ritmo di apprendimento; interattività; il materiale a disposizione per consultazione o rapido aggiornamento (riduce il peso di imparare la lezione ). Gli svantaggi Gli svantaggi per docenti e struttura: investimenti iniziali, a volte consistenti; problemi tecnologici (compatibilità con software e hardware già esistente, investimenti in nuovo software e hardware ecc.); compatibilità con i contenuti; alcuni argomenti possono non essere adatti per l insegnamento con l e-learning; capacità e competenze tecnologiche; alcuni utenti possono non essere bendisposti verso i computer, la tecnologia, ecc. Gli svantaggi per lo studente sono invece: possibile avversione allo strumento, o indisponibilità della tecnologia necessaria; portabilità della formazione: i computer non sono ancora adeguati per essere maneggevoli e consultabili ovunque; aula virtuale; interazione ridotta con altri studenti, spersonalizzazione

11 AREE-PROCESSI INTERESSABILI DA APPLICAZIONI DI E-LEARNING Generalmente in tutte le tipologie di Aziende, Organizzazioni, Filiere, Distretti che devono ricercare, sviluppare, produrre, distribuire, fare assistenza per dei prodotti o servizi molte aree aziendali sono normalmente interessate dalle problematiche e soluzioni illustrate in precedenza. Gli applicativi ICT di e-learning management utilizzabili possono interessare la maggior parte delle risorse umane di una organizzazione che vuole mantenersi aggiornata. Esempi delle principali applicazioni di e-learning per Area aziendale e relativi processi tipici Area aziendale: Planning&Control Processi tipici interessati: Pianificazione e Gestione Strategica - Pianificazione operativa - Controllo di gestione Applicazioni tipiche di e-learning: Business intel - ligence/web - Integrazione di Applicativi di Partners - ecc. Area aziendale: Operations - back office/erp Processi: Sviluppo/manutenzione di nuovi prodotti/ im pianti (R&D - Collaborative Design) Applicazioni: Supply Chain Execution, ecc. Processi: Logistica esterna, Logistica interna (magazzini/trasporti/scheduling) Applicazioni: Distribution Logistics ecc. Processi: Produzione (Prodotti - Servizi) Applicazioni: Knowledge Management, ecc. Processi: Assicurazione Qualità Applicazioni: Quality Management, ecc. Processi: Gestione delle Risorse Umane Applicazioni: Human Resources, ecc. Processi: Contabilità e Finanza Applicazioni: Accounting, ecc. Area aziendale: Commerciale - Clienti - Partners Processi: CRM/customer relationship management - gestione diretta clienti (intermedi e finali) - front office Applicazioni: marketing diretto commerc. e tecnico - services support workbench - ecc. Processo interessato: Assistenza clienti Applicazioni: Gestione assistenze, ecc. Area aziendale: Procurement (Fornitori Partners) Processi: Supply chain man.nt (scm) - Approvvigionamenti Applicazioni: Collaborative knowledge management, ecc. Area aziendale: Organizzazione e Sistemi Processi: Business process reeng./innovation Applicazioni : knowledge management, ecc. Processi: Gestione dei S.I./reti/tlc Applicazioni: knowledge management, ecc. L ADOZIONE DELL E-LEARNING IN ITALIA Il contesto La mappa della diffusione dell e-learning nel mondo vede, sia in termini di utenti che di fatturato del settore, in posizione dominante gli Stati Uniti seguiti da vicino dal Regno Unito e dai paesi del Nord-Europa (Svezia, Finlandia, Norvegia); la tendenza di crescita è stimata molto positiva da vari osservatori. Anche gli utenti del continente asiatico utilizzano in entità rapidamente crescente le tecnologie di e-learning. A favore del trend positivo statunitense, giocano sicuramente la tipologia organizzativa di molte aziende (multinazionali e grandi aziende decentrate su un vasto territorio) e una componente culturale nei confronti dell educazione aperta (sicuramente più che in Europa) all utilizzo di strumenti intermedi, non solo nelle aziende, ma anche nell università e negli istituti di educazione superiore. Per molte ragioni in Italia la diffusione dell elearning è più lenta e difficoltosa rispetto a paesi come Stati Uniti, Regno Unito, Svezia nei quali la tradizione culturale della formazione in aula è molto più radicata; nonostante gli incentivi per la sua diffusione (rivolti sia alle aziende pubbliche e private che alle istituzioni educative), sembra che il panorama formativo italiano sia timoroso rispetto all implementazione di programmi e-learning. Ciononostante sono nati i primi corsi di laurea online (Politecnico di Milano, Università di Firenze ) e svariati decreti dei Ministri competenti hanno lavorato affinché la diffusione nella Pubblica amministrazione dell e-learning venga pianificata e conclusa a breve termine

12 Aree di utilizzo I macro settori in cui è sensibile la esigenza di e-learning in Italia possono essere considerati le aziende, la Pubblica Amministrazione, il mondo della sanità e il mondo dell Istruzione (Università e Scuola). Il settore delle aziende In generale, è possibile affermare che le aziende sono il vero motore della crescita del mercato dell e-learning con investimenti che rappresentano più del 90% della spesa complessiva (373,6 milioni di euro nel 2005, 440 milioni stimati per il 2006). I maggiori fruitori della formazione a distanza sono il personale tecnico-operativo e gli impiegati; crescono i quadri, mentre i dirigenti confermano la loro tendenza negativa. I contenuti erogati vertono soprattutto su materie tecniche quali l informatica, su discipline economico-aziendali (area marketing, commerciale, manageriale, assicurazioni, finanza, banking) e sulle lingue straniere. In linea generale, la tendenza delle aziende è quella di adottare una soluzione che combina, in base alle esigenze, l acquisto di corsi a catalogo e la produzione di corsi ad hoc. Le aziende sembrano preferire l integrazione tra le due principali modalità: l aula tradizionale può essere lo strumento ideale per la trasmissione di un certo tipo di conoscenze frutto di esperienze, di culture, di riflessioni difficilmente trasmissibile attraverso interfacce tecnologiche. L introduzione delle nuove tecnologie sembra vista non tanto in chiave sostitutiva, quanto integrativa, ovvero come potenziamento dell aula: esse permettono il superamento di barriere spazio-tempo, liberando lo studente dal vincolo dell aula per i contenuti che non richiedono forte interazione e andando a impattare positivamente sull efficienza dei percorsi formativi. Il mondo della sanità La necessità di mantenere il personale sanitario in costante aggiornamento scientifico e tecnologico ha indotto il legislatore ad identificare ed elaborare, sulla base di indicazioni dell Unione Europea, un percorso formativo ben definito e ormai noto come ECM (Educazione Continua in Medicina). Questa programmazione ha l intento di garantire e monitorare la qualità della formazione del personale che opera nelle strutture sanitarie in termini di competenza, aggiornamento, capacità pratiche e relazionali, allo scopo di tutelare maggiormente l utente delle strutture sanitarie e garantire un migliore standard qualitativo del personale. Il sistema scolastico Esistono dei prodotti per autoapprendimento estremamente efficaci. Tali prodotti non stimolano l apprendimento collaborativo, ma piuttosto il valore da acquisire, permettendo all utente di capire e imparare. Il sistema universitario La laurea on line può presentare molti limiti rispetto a quella vissuta dal vivo. Una laurea a distanza conseguita con Università prestigiose ha però l indubbio vantaggio di abbassare i costi elevatissimi e abbattere le difficoltà legate alla distanza fisica. Una utilizzazione molto interessante è poi la sua applicazione al settore del post-laurea e dei Master. Il master è infatti lo studio per chi, coinvolto in un ambiente lavorativo, non ha possibilità di spostarsi oppure può dedicare tempo solo in ore non lavorative. Con un impegno relativo e un sistema efficace di formazione on line, l utente può raggiungere eccellenti risultati con vantaggi notevoli. ALCUNI CASI DI UTILIZZO DELL E-LEARNING INNOVATIVA Di seguito riportiamo brevemente alcuni esempi importanti di recenti applicazioni dell e-learning innovativa in Aziende industriali. GD (studio) GD è leader mondiale nelle macchine per la produzione ed il confezionamento delle sigarette. La ditta garantisce un eccellente e costante qualità del prodotto, anche grazie alla stretta collaborazione con i propri clienti che si traduce nell ascoltare le loro richieste, sviluppare nuove soluzioni, pianificare, raggiungere insieme gli obiettivi futuri e fornire l adeguata formazione all uso delle macchine. La sfida La formazione del cliente all uso delle macchine, sia presso la sede, sia presso i clienti è indispensabile: l estesissima rete di vendita rende intuibile quali possano essere i costi di ogni trasferta necessari per la formazione e, dal punto di vista del cliente, i costi legati all assenza dal luogo di lavoro dei propri operatori in formazione presso la sede. Per tale motivo è stata sperimentata la realizzazione di un corso on line con l obiettivo di definire quali argomenti dell attività formativa meglio si prestano ad essere erogati in modalità e- learning e valutarne l efficacia ed efficienza. Come è stato realizzato È stato progettato e realizzato un corso on line con un elevato numero di contenuti multimediali (filmati e simulazioni) soprat- FIGURA 4 - SIMULAZIONE DEL PROCESSO DI MONTAGGIO E SMONTAGGIO DI MACCHINARI COMPLESSI Montaggio della flangia - inserimento dei cuscinetti nella sede - montaggio coperchio Montaggio cuscinetto sulla flangia - bloccaggio ghiera Inserimento del cuscinetto nel supporto - montaggio piattello (O-RING, flange, cuscinetto) 20 21

13 22 fase di erogazione con l aumentare delle edizioni e degli utenti iscritti. Pertanto è importante scegliere contenuti che possono essere di interesse per un vasto numero di utenti. FIGURA 5 - SIMULAZIONE DEL PROCESSO DI MONTAGGIO E SMONTAGGIO DI MACCHINARI COMPLESSI Progetto Dimoter - Come è stato realizzato tutto per la descrizione delle fasi pratiche del lavoro. Il corso è stato poi sperimentato da tecnici in formazione. I filmati con commento audio sincronizzati con immagini facilitano la comprensione di operazioni complesse. GD - Lesson learned 1 - Per risolvere il problema dell aggiornamento dei contenuti è necessario scegliere contenuti poco soggetti a revisioni o, in alternativa, segmentare il corso on line in pacchetti informativi elementari così da poter sostituire con gli aggiornamenti solo piccole porzioni di corso. 2 - Comparando il costo della formazione tradizionale e della formazione a distanza, emerge che, in determinate condizioni, il punto di svolta si ottiene già a cinque edizioni del medesimo corso. Ciò significa che, superata tale soglia, ogni corso erogato in modalità on line ha un incidenza marginale via via decrescente, mentre il medesimo corso svolto in aula manterrebbe un costo costante. Ancora una volta è possibile confermare il concetto ormai assodato per cui il costo dell e-learning è elevato nella fase iniziale di produzione dei contenuti e decresce nella DIMOTER (M-learning) DIMOTER (Distretto Motoristico-Motociclistico dell Emilia-Romagna) è un progetto di ricerca cofinanziato dalla Regione Emilia- Romagna nell ambito del Piano Telematico Regionale che prevede l applicazione di e- learning per i problemi legati alla qualità e m-learning collaborativo, a supporto della manutenzione degli impianti di produzione industriale. La sfida Il distretto motoristico della Regione Emilia Romagna è caratterizzato da un ristretto numero di grandi aziende (es. Ducati, Lombardini, etc.) e da un ampio numero di PMI fornitrici di prodotti e servizi prevalentemente nell ambito della meccanica. Nell ot- Una piattaforma web permette alle aziende di usufruire, in maniera veloce e sicura, di vari servizi tra cui i corsi erogati in modalità e-learning. I corsi vertono sui problemi legati alla qualità, alla sicurezza e altro ancora, sono corredati di esercizi, test autovalutativi e test valutativi finali. A ogni corso è inoltre associato un forum di discussione in cui gli utenti possono chiedere chiarimenti all esperto della materia. Il progetto prevede anche l introduzione del m-learning: tramite l utilizzo di dispositivi mobili wireless (tabletpc), dotati di lettore RFID, l operatore ha la possibilità di selezionare e ricevere in modo automatico da un LCMS (Learning Content Management System) i contenuti formativi associati agli impianti produttivi su cui deve effettuare la manutenzione (ad esempio informazioni sulla messa in sicurezza). Allo stesso tempo può inserire nel LCMS dati aggiornati sulle procedure di manutenzione e le note di funzionamento. Gli operatori non comunicano tra loro, ma collaborano al miglioramento delle informazioni presenti nel LCMS (m-learning collaborativo), contribuendo dal basso all accrescimento del know how aziendale. tica di riorganizzare la catena di fornitura, le grandi aziende hanno richiesto l introduzione di servizi telematici per risolvere i problemi qualitativi legati alla produzione e migliorare la logistica in generale. Il progetto DIMOTER si inserisce strategicamente in questo contesto. 23

14 DIMOTER - Lesson learned 1. Questa esperienza dimostra che l e-learning non è solo prerogativa delle grandi aziende, in quanto le uniche capaci di sostenerne i costi anche in considerazione del numero di utenti che potrebbero beneficiarne. Una filiera di PMI legate da strategie comuni ha uguali potenzialità per sostenere un progetto di e-learning e trarne notevoli vantaggi. 2. Il modello di m-learning collaborativo perfezionato in questo progetto è facilmente adattabile e spendibile in altri contesti. 3. Il termine m-learning individua una vasta classe di servizi ed applicazioni molto differenti tra loro in termini di ambito di utilizzo, tipologia dei contenuti veicolati, modelli di apprendimento implementati e target di utenti. Tale flessibilità rende questa FIGURA 6 - PROGETTO DIMOTER: M-LEARNING MANUTENTORE TABLET-PC + RFID READER + WLAN INTERFACE 3 FASE funzione/aggiornamento contenuti associati all identificativo x (WIKI) 1 FASE lettura TAG RFID/invio identificativo x RFID TAG 2 FASE richiesta/invio contenuti associati all identificativo x PIATTAFORMA LCMS soluzione applicabile a contesti estremamente diversi. IMPIANTO Il tagging RFID degli impianti produttivi dei quali si vuole effettuare la manutenzione la disponibilità di un LCMS che fornisca un ambiente collaborativo l utilizzo di dispositivi mobili wireless dotati di RFID reader una infrastruttura di comunicazione wireless (WiFi) che permetta lo scambio di dati tra i dispositivi wireless e il LCMS (locale o remoto) 24

E-learning. Introduzione

E-learning. Introduzione E-learning Introduzione Definizione L'e-learning sfrutta le potenzialità rese disponibili da Internet per fornire formazione sincrona e/o asincrona agli utenti, che possono accedere ai contenuti dei corsi

Dettagli

AGENDA DIGITALE E APPRENDIMENTI. Paolo Rigo

AGENDA DIGITALE E APPRENDIMENTI. Paolo Rigo AGENDA DIGITALE E APPRENDIMENTI Paolo Rigo LA SCUOLA DIGITALE Il progetto di alfabetizzazione digitale della popolazione è ambizioso e la sua realizzazione non può che partire dalla scuola. Occorre potenziare

Dettagli

Strumenti E learning. Presentazione tecnica

Strumenti E learning. Presentazione tecnica Strumenti E learning Presentazione tecnica Luglio 2008 Grazie all esperienza del proprio management e alla propria struttura tecnologica, InterAteneo è riuscito a creare un sistema di integrazione, tra

Dettagli

ICT Solution. E-Learning. E-Learning. E-Learning

ICT Solution. E-Learning. E-Learning. E-Learning ICT Solution ICT Solution WeTech Srl è un'azienda italiana operante nel campo dell'information & Communication Technology che, grazie alla sua offerta di prodotti e servizi ad alto valore aggiunto, è in

Dettagli

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn

Piattaforma ilearn di Hiteco. Presentazione Piattaforma ilearn Presentazione Piattaforma ilearn 1 Sommario 1. Introduzione alla Piattaforma Hiteco ilearn...3 1.1. Che cos è...3 1.2. A chi è rivolta...4 1.3. Vantaggi nell utilizzo...4 2. Caratteristiche della Piattaforma

Dettagli

MODULO I TRODUTTIVO. Premessa

MODULO I TRODUTTIVO. Premessa MODULO I TRODUTTIVO Indice Premessa Obiettivo del modulo Didattica blended Ragioni dell adozione del blended e-learning - Ragioni didattiche - Ragioni del lifelong learning Finalità e obiettivi Risultati

Dettagli

METHODY: l unica one stop shop solution per i vostri progetti di e- learning

METHODY: l unica one stop shop solution per i vostri progetti di e- learning METHODY: l unica one stop shop solution per i vostri progetti di e- learning 1 METHODY: the one stop shop solution for your e-learning projects La FAD (Formazione a Distanza) dopo anni di sperimentazione

Dettagli

KPMG e-learning Solution La nostra offerta

KPMG e-learning Solution La nostra offerta KPMG e-learning Solution La nostra offerta BUSINESS PERFORMANCE SERVICES Aprile 2011 ADVISORY Agenda 1. Introduzione Il ruolo della tecnologia nella formazione Le opportunità offerte dall e-learning 2.

Dettagli

Gianluca Cicognani. La piattaforma FAD Chronos: demo e metodologia formativa

Gianluca Cicognani. La piattaforma FAD Chronos: demo e metodologia formativa Gianluca Cicognani La piattaforma FAD Chronos: demo e metodologia formativa Il progetto Osservatorio RRHH Spin-Off Formazione a distanza Evoluzione FAD Prima generazione: materiale cartaceo inviato per

Dettagli

Carta dei Servizi per lo Studente. a.a. 2014/2015

Carta dei Servizi per lo Studente. a.a. 2014/2015 Carta dei Servizi per lo Studente a.a. 2014/2015 INDICE ART. 1 PRINCIPI GENERALI E FINALITÀ... 3 ART. 2 CONTRATTO CON GLI STUDENTI... 3 ART. 3 TUTELA DEI DATI PERSONALI... 3 ART. 4 MATERIALE DIDATTICO...

Dettagli

E-LEARNING. Utilizzare le tecnologie di rete per progettare, distribuire, scegliere, gestire e ampliare l apprendimento.

E-LEARNING. Utilizzare le tecnologie di rete per progettare, distribuire, scegliere, gestire e ampliare l apprendimento. E-LEARNING Utilizzare le tecnologie di rete per progettare, distribuire, scegliere, gestire e ampliare l apprendimento. E-LEARNING Electronic Learning E- LEARNING EXPERIENCE: possibilità di interazione,

Dettagli

Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo

Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo Il blended learning nel Master Part Time di formazione imprenditoriale in agricoltura: impianto metodologico, buone pratiche, prospettive di sviluppo 1. Elementi generali Le attività didattiche del Master

Dettagli

E-LEARNING E- LEARNING E-LEARNING. Learning. Electronic. Perché E-learning? EXPERIENCE: possibilità di interazione, partecipazione e

E-LEARNING E- LEARNING E-LEARNING. Learning. Electronic. Perché E-learning? EXPERIENCE: possibilità di interazione, partecipazione e E-LEARNING E-LEARNING Electronic Learning Utilizzare le tecnologie di rete per progettare, distribuire, scegliere, gestire e ampliare l apprendimento. E- LEARNING EXPERIENCE: possibilità di interazione,

Dettagli

LA PIATTAFORMA COMOL L E-LEARNING CENTER PER LE AZIENDE

LA PIATTAFORMA COMOL L E-LEARNING CENTER PER LE AZIENDE LA PIATTAFORMA COMOL L E-LEARNING CENTER PER LE AZIENDE Edutech Vi Offre Un Ambiente Dedicato Per La Formazione A Distanza Cosa vi offre EduTech EduTech, grazie alla collaborazione con il Dipartimento

Dettagli

Modello per la progettazione di un percorso formativo. A cura di Novella Caterina

Modello per la progettazione di un percorso formativo. A cura di Novella Caterina A cura di Novella Caterina 1 RACCOLTA DELLE INFORMAZIONI 1.1 Premessa di scenario 1.2 Finalità 1.3 Destinatari del corso 1.4 Obiettivi 1.5 Target di riferimento 1.6 Referenti di progetto manager (Pm) si

Dettagli

IL PROGETTO E-LEARNING. della Ragioneria Generale dello Stato

IL PROGETTO E-LEARNING. della Ragioneria Generale dello Stato IL PROGETTO E-LEARNING della Ragioneria Generale dello Stato Il Contesto Nel corso degli ultimi anni, al fine di migliorare qualitativamente i servizi resi dalla P.A. e di renderla vicina alle esigenze

Dettagli

Linee guida in materia di formazione per la esociety

Linee guida in materia di formazione per la esociety Allegato parte integrante Linee guida formazione esociety ALLEGATO ALLA DELIBERA N. DEL 14 LUGLIO 2006 Linee guida in materia di formazione per la esociety La Società dell informazione deve garantire,

Dettagli

Come governare i processi formativi La formazione a distanza nell esperienza di Isvor Fiat

Come governare i processi formativi La formazione a distanza nell esperienza di Isvor Fiat Come governare i processi formativi La formazione a distanza nell esperienza di Isvor Fiat Federica Garbolino - Area New Media La formazione per l innovazione- FORUM P.A. - Roma, 9 maggio 2002 14/05/02

Dettagli

elearnit propone una modalità di e-learning efficace, integrabile nei processi aziendali e semplice da usare.

elearnit propone una modalità di e-learning efficace, integrabile nei processi aziendali e semplice da usare. Gestire la conoscenza nell'era del web elearnit: un network di consulenti per la crescita della tua azienda Piattaforma di formazione via web senza costi di licenza Oggi molte aziende utilizzano la formazione

Dettagli

Formazione in rete e apprendimento collaborativo

Formazione in rete e apprendimento collaborativo Formazione in rete e apprendimento collaborativo Ballor Fabio Settembre 2003 Cos è l e-learning Il termine e-learning comprende tutte quelle attività formative che si svolgono tramite la rete (Internet

Dettagli

Regolamento del servizio di tutorato. (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008)

Regolamento del servizio di tutorato. (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008) Regolamento del servizio di tutorato (Decreto Rettorale n.35 del 12 dicembre 2008) Sommario Articolo 1 - L istituto del tutorato... 3 Articolo 2 - Obiettivi generali e specifici... 3 Articolo 3 - I tutor...

Dettagli

LE ESPERIENZE DEL GRUPPO SETEL NEL SETTORE DEL TRAINING TECHNOLOGY BASED

LE ESPERIENZE DEL GRUPPO SETEL NEL SETTORE DEL TRAINING TECHNOLOGY BASED 1 LE ESPERIENZE DEL GRUPPO SETEL NEL SETTORE DEL TRAINING TECHNOLOGY BASED 2 Un po di Storia 1988 1997; SeTeL è VAR per l'italia del Sistema/Linguaggio Autore Mandarin, della Marconi Simulation UK 1988

Dettagli

Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI

Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI Tecnologie dell informatica per l azienda SISTEMA INFORMATIVO E SISTEMA INFORMATICO NEI PROCESSI AZIENDALI IL SISTEMA INFORMATIVO AZIENDALE Un azienda è caratterizzata da: 1. Persone legate tra loro da

Dettagli

PROGETTO OSSERVATORIO DI SERVIZI,

PROGETTO OSSERVATORIO DI SERVIZI, PROGETTO OSSERVATORIO DI SERVIZI, SISTEMI E MATERIALI DI E-LEARNING QUESTIONARIO DI RILEVAZIONE * * * * * QUESTIONARIO RIVOLTO AD ENTI CHE OPERANO NEL SETTORE E-LEARNING Data Intervista: Intervistato:

Dettagli

How to START E-LEARNING

How to START E-LEARNING How to START E-LEARNING come INIZIARE Set-up di progetto e-learning AZIENDALE Premessa Per ogni azienda è oggi fondamentale riuscire a tradurre i cambiamenti in innovazione nel più breve tempo possibile.

Dettagli

e-learning per l internazionalizzazione delle PMI italiane

e-learning per l internazionalizzazione delle PMI italiane e-learning per l internazionalizzazione delle PMI italiane Il progetto e-learning ICE nasce da un indagine dei fabbisogni formativi delle piccole e medie imprese italiane, interessate a progetti di internazionalizzazione,

Dettagli

LMS ERUDIO. E-learning Formazione a distanza. www.sgslweb.it SISTEMI. 20 febbraio 2014 Autore: L.albanese. powered by

LMS ERUDIO. E-learning Formazione a distanza. www.sgslweb.it SISTEMI. 20 febbraio 2014 Autore: L.albanese. powered by LMS ERUDIO E-learning Formazione a distanza powered by SISTEMI 0 febbraio 01 Autore: L.albanese www.sgslweb.it Che cos è l E- Learning? L' e-learning sfrutta le potenzialità rese disponibili da Internet

Dettagli

Le figure professionali dell e-learning

Le figure professionali dell e-learning Le figure professionali dell e-learning Competenze e opportunità Dott. M. Boati Le figure professionali Le figure professionali per fase rogettazione Ogni fase di un progetto produce effetti sulla fase

Dettagli

applicazione strategica per le università

applicazione strategica per le università E-learning applicazione strategica per le università Enrico Cavalli Università degli Studi di Bergamo Strategie dell e-business Università degli Studi di Bergamo 5-6 giugno 2002 e-learning E-learning Distance

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO DI SUCCESSO Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.7 Cloud

Dettagli

SIMULWARE. SimulwareProfessional

SIMULWARE. SimulwareProfessional SIMULWARE SimulwareProfessional Che cosʼè SimulwareProfessional SimulwareProfessional è una piattaforma elearning SCORM-AICC compliant con un elevato livello di scalabilità e personalizzazione. Si presenta

Dettagli

Silk Learning Content Management. Collaboration, content, people, innovation.

Silk Learning Content Management. Collaboration, content, people, innovation. Collaboration, content, people, innovation. The Need for a Learning Content Management System In un mercato in continua evoluzione, dominato da un crescente bisogno di efficienza, il capitale intellettuale

Dettagli

L ICT e l innovazione

L ICT e l innovazione Il valore del Project Management nei Progetti di Innovazione nelle Piccole e Medie Imprese L ICT e l innovazione Milano, 15 dicembre 2006 Enrico Masciadra, PMP emasciadra@libero.it Le cinque forze competitive

Dettagli

Catalogo FORMAZIONE BLENDED. Aula + Pillole Formative. Finanziabile con Fondi Interprofessionali

Catalogo FORMAZIONE BLENDED. Aula + Pillole Formative. Finanziabile con Fondi Interprofessionali Catalogo FORMAZIONE BLENDED Aula + Pillole Formative Finanziabile con Fondi Interprofessionali 2 Indice CORSO DI SVILUPPO MANAGERIALE Pag. 3 REVERSE MENTORING Pag. 5 STRUMENTI E METODI PER LA GESTIONE

Dettagli

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I.

PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. PRESENTAZIONE SERVIZI P.M.I. Profilo La Società Hermes nasce nel 2010 per portare sul mercato le esperienze maturate da un team di specialisti e ricercatori informatici che hanno operato per anni come

Dettagli

E-learning: Metodi e Strumenti. Elena Ferrari Università dell Insubria, Como

E-learning: Metodi e Strumenti. Elena Ferrari Università dell Insubria, Como E-learning: Metodi e Strumenti Elena Ferrari Università dell Insubria, Como E-learning Definisce metodi/strumenti di apprendimento con cui si trasferiscono le conoscenze a distanza: spaziale e/o temporale

Dettagli

Mattone 3 - Evoluzione del sistema DRG nazionale

Mattone 3 - Evoluzione del sistema DRG nazionale Mattone 3 - Evoluzione del sistema DRG nazionale Portale web e Corso FAD Roma 25 ottobre 2006 MATTONI SSN Nolan, Norton Italia Attività Portale web predisposto nell ambito delle Attività di Manutenzione

Dettagli

MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE Programma straordinario contro la Disoccupazione Intellettuale

MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE Programma straordinario contro la Disoccupazione Intellettuale MINISTERO DEL LAVORO E DELLA PREVIDENZA SOCIALE Programma straordinario contro la Disoccupazione Intellettuale PROGETTO MULTIMEDIA SKILL Multimedia Skill è un progetto ideato e promosso da Poliedra Politecnico

Dettagli

indice Blended Learning 1

indice Blended Learning 1 Blended Learning La proposta formativa IAMA Consulting si suddivide in differenti aree: Blended Learning 1 Formazione Manageriale e Comportamentale IAMA accompagna lo sviluppo delle risorse in azienda

Dettagli

Mariella Proietta. Introduzione

Mariella Proietta. Introduzione Mariella Proietta maripro@yahoo.it Joomla per una scuola secondaria superiore: una piattaforma per integrare l insegnamento della lingua straniera e migliorare la professionalità docente Introduzione L

Dettagli

E-learning project: metodo di programmazione della compliance aziendale. Una nuova proposta da NOVASTUDIA Professional alliance

E-learning project: metodo di programmazione della compliance aziendale. Una nuova proposta da NOVASTUDIA Professional alliance E-learning project: metodo di programmazione della compliance aziendale Una nuova proposta da NOVASTUDIA Professional alliance «L e-learning è l istruzione di domani, il nuovo modo di studiare reso possibile

Dettagli

ERUDIO Sistema Web Integrato per Erogazione e Gestione delle Attività Formative

ERUDIO Sistema Web Integrato per Erogazione e Gestione delle Attività Formative ERUDIO Sistema Web Integrato per Erogazione e Gestione delle Attività Formative Sommario INDICE Lo strumento ideale per erogazione e gestione dei C.F.P. (Crediti formativi permanenti) Punti di Forza Sistema

Dettagli

La rendicontazione e le misure di accompagnamento. nei percorsi IFTS

La rendicontazione e le misure di accompagnamento. nei percorsi IFTS Università di Padova La rendicontazione e le misure di accompagnamento nei percorsi IFTS 14 Marzo 2006 Università di Padova La rendicontazione negli IFTS Università di Padova Cosa cambia con e-learning

Dettagli

A Le piattaforme e-learning

A Le piattaforme e-learning A Le piattaforme e-learning Paolo Fusero obiettivo didattico della lezione: introdurre lo studente all utilizzo delle piattaforme e-learning e delle nuove metodologie didattiche che utilizzano la rete

Dettagli

IL PROGETTO DIONE IMPLEMETANZIONE DI UN SISTEMA INFORMATICO PER IL SUPPORTO ALLA DIDATTICA DELLA MARINA MILITARE

IL PROGETTO DIONE IMPLEMETANZIONE DI UN SISTEMA INFORMATICO PER IL SUPPORTO ALLA DIDATTICA DELLA MARINA MILITARE IL PROGETTO DIONE IMPLEMETANZIONE DI UN SISTEMA INFORMATICO PER IL SUPPORTO ALLA DIDATTICA DELLA MARINA MILITARE TV (AN) Filippo PONTIL Accademia Navale Livorno Ufficio Informatica/TLC filippo.pontil@marina.difesa.it

Dettagli

Lifelong Learning: Med3 come modello di integrazione fra Università e Aziende Sanitarie marzo 2006 di Flavia Rubbi, Eugenia Rinaldi, Giampaolo Ricci

Lifelong Learning: Med3 come modello di integrazione fra Università e Aziende Sanitarie marzo 2006 di Flavia Rubbi, Eugenia Rinaldi, Giampaolo Ricci WBT.IT: E-Magazine - Lifelong Learning: Med3.http://www.wbt.it/index.php?risorsa=lifelong_learning 1 of 9 Introduzione Il Consorzio Med3 Se vuoi puoi inserire un commento a questo articolo nel forum del

Dettagli

CentroStudi 30 Capitolo 2 Francesco Muzzarelli è esperto di formazione e corporate training consulting, autore di numerosi saggi sulle tematiche della formazione rivolta

Dettagli

Progetto ESPERTO - E-learning per lo SviluPpo dell E-procuRement del TrentinO

Progetto ESPERTO - E-learning per lo SviluPpo dell E-procuRement del TrentinO Progetto ESPERTO - E-learning per lo SviluPpo dell E-procuRement del TrentinO Contesto promozione dell utilizzo delle metodologie e delle tecnologie di e-learning Obiettivi realizzazione di un sistema

Dettagli

L analisi dei fabbisogni formativi

L analisi dei fabbisogni formativi L analisi dei fabbisogni formativi 0 Premessa In un contesto come quello attuale di difficile congiuntura economica, la Formazione assume un ruolo strategico per le organizzazioni che vogliono essere competitive

Dettagli

High Quality Audio/Video

High Quality Audio/Video EDUCATIONAL High Quality Audio/Video LABORATORIO LINGUISTICO MULTIMEDIALE IDM HD PRESENTAZIONE IDM HD nato per la formazione...!!! Protagonista di progetti ambiziosi, per importanti realtà scolastiche,

Dettagli

CPS1 Linee guida per l uso dei sistemi di e- learning nella didattica

CPS1 Linee guida per l uso dei sistemi di e- learning nella didattica learning nella didattica Il presente documento propone la struttura e i contenuti di un possibile documento relativo alle linee guida sull uso dell elearning nell ambito delle attività didattiche con riferimento

Dettagli

trasformazione digitale

trasformazione digitale L'offerta digitale sarà il terreno sul quale si misurerà la competizione tra case editrici nell'immediato futuro: a cambiare sarà la concezione del prodotto editoriale, che dovrà adattarsi dinamicamente

Dettagli

E-learning: esperienza nel Progetto STEEL

E-learning: esperienza nel Progetto STEEL Innovazione nella formazione universitaria Firenze, 21 marzo 2012 E-learning: esperienza nel Progetto STEEL Prof. Enrico Del Re Dipartimento di Elettronica e Telecomunicazioni Il progetto STEEL Progetto

Dettagli

Indice. 01. Presentazione generale. 02. Team. 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community

Indice. 01. Presentazione generale. 02. Team. 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community Indice 01. Presentazione generale 02. Team 03. Presenza in rete 1. Siti Web dinamici 2. Web writing e SEO copywriting 3. Business Community 04. E-learning 1. Learning Object 2. Piattaforme LMS 3. Business

Dettagli

PROFILI DELLA FORMAZIONE

PROFILI DELLA FORMAZIONE Allegato 1d.2 PROFILI DELLA FORMAZIONE Nota Bene: Fermo restando i profili di formazione già sanciti da specifiche regolamentazioni (ad esempio i profili presenti nell ambito della formazione in medicina

Dettagli

Video Comunicazione su Rete Internet

Video Comunicazione su Rete Internet Video Comunicazione su Rete Internet 1 Introduzione alla comunicazione video su rete Internet. La rapida evoluzione dell Information Technology negli ultimi anni ha contribuito in maniera preponderante

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16

PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 PROGRAMMAZIONE ANUALE DEL DIPARTIMENTO DI INFORMATICA E TELECOMUNICAZIONI ISTITUTO TECNICO a.s. 2015-16 SECONDO BIENNIO Disciplina: INFORMATICA La disciplina Informatica concorre a far conseguire allo

Dettagli

Linee di indirizzo Tecnologie nella didattica e nella scuola Tavolo 3 - Tecnologie

Linee di indirizzo Tecnologie nella didattica e nella scuola Tavolo 3 - Tecnologie Prot. MIUR AOODRLO R.U. 1817 del 31/01/2013 Linee di indirizzo Tecnologie nella didattica e nella scuola Tavolo 3 - Tecnologie Dentro il cambiamento L introduzione delle tecnologie e la transizione al

Dettagli

INTERVISTA A DIANE FRYMAN Amministratore Delegato Performance Technology Solutions s.r.l. su Radio24 24 gennaio 2003

INTERVISTA A DIANE FRYMAN Amministratore Delegato Performance Technology Solutions s.r.l. su Radio24 24 gennaio 2003 INTERVISTA A DIANE FRYMAN Amministratore Delegato su Radio24 24 gennaio 2003 Viaggio nelle professioni legate alla net-economy --------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Dettagli

DidActive Box. Strumenti per una didattica aperta, condivisa e interattiva

DidActive Box. Strumenti per una didattica aperta, condivisa e interattiva DidActive Box Strumenti per una didattica aperta, condivisa e interattiva Laboratorio aperto Ogni classe, un laboratorio: questa prospettiva è possibile con DidActive Box, che unisce l ultima versione

Dettagli

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi

E-learning. Vantaggi e svantaggi. DOL79 Laura Antichi E-learning Vantaggi e svantaggi vantaggi Abbattimento delle barriere spazio-temporali Formazione disponibile sempre (posso connettermi quando voglio e tutte le volte che voglio) e a bassi costi di accesso

Dettagli

Editoria, formazione e consulenza assicurativa per gli operatori del comparto e gli utilizzatori dei servizi assicurativi.

Editoria, formazione e consulenza assicurativa per gli operatori del comparto e gli utilizzatori dei servizi assicurativi. Editoria, formazione e consulenza assicurativa per gli operatori del comparto e gli utilizzatori dei servizi assicurativi. Dal 1989 l informazione assicurativa indipendente Percorsi formativi di abilitazione

Dettagli

ICT per la didattica

ICT per la didattica ICT per la didattica S2 progettare elearning Rizomatica.net Progettare un percorso e-learning Teorie e tecniche di Instructional design Macro e micro progettazione didattica Obiettivi formativi Strategie

Dettagli

Retail Technology Enhanced Learning

Retail Technology Enhanced Learning Manuela Martini Ingegnere Gestionale, manager esperto di Business Process Re-engineering, Manuela ha gestito progetti nazionali ed internazionali finalizzati all'informatizzazione dei processi organizzativi

Dettagli

Intesa sul sistema di formazione del personale A.T.A.

Intesa sul sistema di formazione del personale A.T.A. Intesa sul sistema di formazione del personale A.T.A. L anno 2004, il giorno 20 del mese di luglio, presso il Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca (di seguito indicato Miur), ai sensi

Dettagli

Professioni Sanitarie e Formazione Digitale

Professioni Sanitarie e Formazione Digitale Sapienza Università di Roma Facoltà di Medicina e Psicologia Professioni Sanitarie e Formazione Digitale Vassilios Papaspyropoulos Convegno ECM Professioni Sanitarie & ICT Sala Convegno Fondazione Il Faro

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per la classe quinta Discipline turistiche e aziendali

Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per la classe quinta Discipline turistiche e aziendali Grazia Batarra, Carla Sabatini Turismo: prodotti, imprese e professioni per il quinto anno Edizione mista Tramontana Istituti tecnici settore economico indirizzo turismo Programmazione per competenze per

Dettagli

Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD

Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD Social Learning E.T.I.CA. PUBBLICA NEL SUD Indice: 1 Social Learning 2 Social Learning per E.T.I.CA. 3 RiusaLO 4 Percorsi integrati 5 Community 6 Best, la Banca dati delle Esperienze Trasferibili 7 Social

Dettagli

Relazione finale. Progetto: Attività didattiche integrative con Moodle

Relazione finale. Progetto: Attività didattiche integrative con Moodle Relazione finale Progetto: Attività didattiche integrative con Moodle 1. Descrizione di contenuti, tempi, luoghi, fasi, modalità, strumenti e protagonisti Il progetto consiste nella creazione e somministrazione

Dettagli

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_

METODO_ SOLUZIONI_ DIALOGO_ MANAGEMENT_ COMPETENZE_ ASSISTENZA_ SERVIZI_ MISSION_ TECNOLOGIE_ DIALOGO_ METODO_ SOLUZIONI_ COMPETENZE_ MISSION_ TECNOLOGIE_ ASSISTENZA_ MANAGEMENT_ SERVIZI_ GEWIN La combinazione di professionalità e know how tecnologico per la gestione aziendale_ L efficienza per

Dettagli

E-learning: un esperienza di didattica on-line V. Arienti, C. Dellacasa

E-learning: un esperienza di didattica on-line V. Arienti, C. Dellacasa 8 Congresso Nazionale FADOI Bologna, 14-17 Maggio 2003 E-learning: un esperienza di didattica on-line V. Arienti, C. Dellacasa Centro di Ricerca e Formazione in Ecografia Internistica ed Interventistica

Dettagli

Oggetto: formazione online per insegnanti dal Politecnico di Milano

Oggetto: formazione online per insegnanti dal Politecnico di Milano Apertura iscrizioni master online in tecnologie per la didattica Prof. Paolo Paolini Politecnico di Milano HOC-LAB Viale Rimembranze di Lambrate 14 20134 MILANO Al Dirigente scolastico Milano, 2 Dicembre

Dettagli

UD13. Elettroutensili per imparare

UD13. Elettroutensili per imparare CORSO DI INFORMATICA UD13. Elettroutensili per imparare Vanessa Metus Che cosa vuol dire e-learning? Che cos è un Learning Object o LO? Quali strumenti si usano solitamente per erogare dei corsi e-learning?

Dettagli

Attualmente ne sono previsti cinque: perché narrare, come narrare, cosa narrare, l autobiografia e la parodia narrativa.

Attualmente ne sono previsti cinque: perché narrare, come narrare, cosa narrare, l autobiografia e la parodia narrativa. Analisi fattibilità economica. Questa fase prevede di tradurre i bisogni formativi rappresentati nel precedente documento di analisi, in uno studio di fattibilità tecnico economico. Questo studio di fattibilità

Dettagli

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI

Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011. Speciale: I casi. Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Estratto dell'agenda dell'innovazione e del Trade Bologna 2011 Speciale: I casi Introduzione dell'area tematica IL CASO FAGIOLI Innovare e competere con le ICT: casi di successo - PARTE I Cap.1 Gestire

Dettagli

Da nativi digitali a studenti digitali? 1. ANALISI DEI BISOGNI

Da nativi digitali a studenti digitali? 1. ANALISI DEI BISOGNI Da nativi digitali a studenti digitali? 1. ANALISI DEI BISOGNI Definizione del bisogno Parole chiave: verso una didattica innovativa per alunni e docenti Descrizione del bisogno: - Nella classe 1 D sono

Dettagli

SISTEMA E-LEARNING INeOUT

SISTEMA E-LEARNING INeOUT SISTEMA E-LEARNING INeOUT UN AMBIENTE TECNOLOGICO FORMATIVO 1 INTRODUZIONE Il Sistema e-learning per la formazione on line, è stato elaborato dal Gruppo In & Out su una serie di specifiche ministeriali,

Dettagli

E-Learning in campo musicale Esperienze e prospettive

E-Learning in campo musicale Esperienze e prospettive Paolo Tortiglione E-Learning in campo musicale Esperienze e prospettive 2007 Paolo@tortiglione.com Evoluzione dei sistemi di apprendimento Perché fare E-Learning anche in campo musicale? Si è pensato di

Dettagli

formazione professionale continua a distanza

formazione professionale continua a distanza formazione professionale continua a distanza Piattaforma formativainnovaforma.com Moodle 2.7 Moodle (acronimo di Modular Object-Oriented Dynamic Learning Environment, ambiente per l apprendimento modulare,

Dettagli

PROGETTO AULA DIGITALE

PROGETTO AULA DIGITALE ) PROGETTO AULA DIGITALE Egregio Sig. Preside, La scuola italiana vive oggi un momento di grande trasformazione. Molte sono le voci che si levano e che ne chiedono un profondo ammodernamento, una ridefinizione

Dettagli

www.morganspa.com DESY è un prodotto ideato e sviluppato da

www.morganspa.com DESY è un prodotto ideato e sviluppato da www.morganspa.com DESY è un prodotto ideato e sviluppato da Il nuovo servizio multimediale per la formazione e la didattica DESY è un applicazione web, dedicata a docenti e formatori, che consente, in

Dettagli

documento di progettazione Pagina 1

documento di progettazione Pagina 1 documento di progettazione Pagina 1 MASTER UNIVERSITARIO IN E-LEARNING Sommario 1. Introduzione e contesto - Finalità generali del corso - Titolo - Tema 2. Obiettivi - Macroobiettivo 3. Contenuti - Destinatari

Dettagli

http:www.e-oncology.it

http:www.e-oncology.it http:www.e-oncology.it Il prototipo e-oncology strumento operativo di Rete di interconnessione tra gli Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico Oncologici costituita per iniziativa del Ministero

Dettagli

PROFILO AZIENDALE MISSION & VISION

PROFILO AZIENDALE MISSION & VISION COMPANY PROFILE 2014 PROFILO AZIENDALE Posytron è una società di consulenza tecnologica e gestionale certificata ISO 9001:2008 fondata nel 1999 da Alberto Muritano, attuale CEO, per supportare l'innovazione

Dettagli

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD

PIANO TRIENNALE DI INTERVENTO DELL ANIMATORE DIGITALE PER IL PNSD DIREZIONE DIDATTICA LORENZINI CASERTA Sede centrale: Viale Cappiello, 23 81100 CASERTA (CE) Tel./fax 0823443641 Cod. Fiscale 93082920617 Codice Meccanografico Scuola CEEE100002 E-mail: ceee100002@istruzione.it

Dettagli

La cultura della gestione della conoscenza è diventata

La cultura della gestione della conoscenza è diventata RAGONAMENT 41 La rete per insegnare D FABRZO EMER Tecnologie e modelli per l e-teaching La cultura della gestione della conoscenza è diventata il punto focale dell apprendimento. Questa innovazione comporta

Dettagli

VIDEO COMUNICAZIONE VIA WEB: LA NOSTRA SOLUZIONE PER LEZIONI IN AULA VIRTUALE, SEMINARI E RIUNIONI A DISTANZA

VIDEO COMUNICAZIONE VIA WEB: LA NOSTRA SOLUZIONE PER LEZIONI IN AULA VIRTUALE, SEMINARI E RIUNIONI A DISTANZA Grifo multimedia Srl Via Bruno Zaccaro, 19 Bari 70126- Italy Tel. +39 080.460 2093 Fax +39 080.548 1762 info@grifomultimedia.it www.grifomultimedia.it VIDEO COMUNICAZIONE VIA WEB: LA NOSTRA SOLUZIONE PER

Dettagli

Il Learning Management System o LMS è appunto la una piattaforma applicativa che permette l'erogazione dei corsi in modalità e-learning.

Il Learning Management System o LMS è appunto la una piattaforma applicativa che permette l'erogazione dei corsi in modalità e-learning. La sezione del modulo dedicata ai Learning Management System elenca diverse funzioni di gestione, comunicazione e valutazione che possono essere utilizzate per l erogazione di formazione online. Sulla

Dettagli

Fondamenti di Informatica

Fondamenti di Informatica Tecnologie Educative Cazzaniga Paolo Dip. di Scienze Umane e Sociali paolo.cazzaniga@unibg.it Outline Formazione a distanza 1 Formazione a distanza 2 3 4 5 Outline Formazione a distanza 1 Formazione a

Dettagli

Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate.

Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate. Cl@sse2.0 Una esperienza didattica sviluppata in classi tecnologicamente avanzate. Progetto di due anni disegnato per la 1Ac. (2010-2012) Cl@sse2.0 Perché questo progetto nazionale? 1. Per rispondere a

Dettagli

Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics

Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics Le soluzioni gestionali Microsoft Dynamics La suite Microsoft Dynamics comprende soluzioni integrate, flessibili e semplici da utilizzare per automatizzare i

Dettagli

3. I Virtual Learning Environment ovvero: le piattaforme

3. I Virtual Learning Environment ovvero: le piattaforme 3.1 3. I Virtual Learning Environment ovvero: le piattaforme 3.2 VLE: un Un ambiente VLE è un integrato ambiente integrato L idea di ambiente include la nozione di integrazione di funzioni e contenuti

Dettagli

LEADERSHIP EDUCATIVA

LEADERSHIP EDUCATIVA LEADERSHIP EDUCATIVA Corso per Dirigenti Scolastici Programma realizzato in convenzione con Ufficio scolastico regionale per la Lombardia da dirigenti scolastici in collaborazione con la Fondazione IBM

Dettagli

Proposta di moduli formativi per lo sviluppo della funzione formazione nelle P.A.

Proposta di moduli formativi per lo sviluppo della funzione formazione nelle P.A. sviluppiamo le competenze! Progetto Una rete per la formazione di qualità RFQ 2014 Proposta di moduli formativi per lo sviluppo della funzione formazione nelle P.A. Roma, 3 marzo 2014 1 I moduli aree di

Dettagli

23 corsi on-line a.a. 2006/07

23 corsi on-line a.a. 2006/07 E-LEARNING Università degli Studi di Teramo Innovare l'e-learning attraverso la condivisione ed il riuso. Dalla condivisione dei contenuti alla condivisione delle conoscenze tra studenti, docenti e non

Dettagli

elearningforce SharePoint LMS

elearningforce SharePoint LMS elearningforce SharePoint LMS ElearningForce SharePoint LMS estende le funzionalità predefinite di Microsoft SharePoint per creare un ambiente dove insegnanti e studenti possono vivere una nuova esperienza

Dettagli

Criteri fondamentali per un sistema CRM

Criteri fondamentali per un sistema CRM Criteri fondamentali per un sistema CRM Definizione di C.R.M. - Customer Relationship Management Le aziende di maggiore successo dimostrano abilità nell identificare, capire e soddisfare i bisogni e le

Dettagli

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT STRATEGY AND LOGISTIC NETWORK

SUPPLY CHAIN MANAGEMENT STRATEGY AND LOGISTIC NETWORK UNIVERSITÀ POLITECNICA DELLE MARCHE Facoltà di Ingegneria Dipartimento di Ingegneria Informatica, Gestionale e dell Automazione SUPPLY CHAIN MANAGEMENT STRATEGY AND LOGISTIC NETWORK relators: Marcello

Dettagli