Inizia la stagione della discesa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Inizia la stagione della discesa"

Transcript

1 FONDI&SICAV CONOSCERE PER INVESTIRE AL MEGLIO Anno 7 - Numero 67 - Settembre 2014 Euro Inizia la stagione della discesa Consensus Usa Ottimismo alle stelle dopo lês&p500 a Fondi obbligazionari Rendimenti da high yield con bond AAA

2

3 Editoriale I grandi dilemmi La recente mossa della Bce che ha portato i tassi di interesse a livelli che eravamo soliti considerare da Giappone (0,05%) e le dichiarazioni di Draghi che ha affermato «ora è chiaro che abbiamo raggiunto il minimo» hanno innescato una serie di reazioni sui mercati e di conseguenza negli investitori. Che fare da oggi dei risparmi e degli investimenti? Il problema è spesso duplice: che fare degli investimenti obbligazionari già in portafoglio che a causa del taglio dei tassi si sono rivalutati in termini di prezzo, e di conseguenza, che fare sui nuovi investimenti. «Vendo i Btp con un ottima plusvalenza, ma poi dove reinvesto? Questa è la domanda che sempre più spesso viene posta ai consulenti. Subito seguita da altre del tipo: «Visti i tassi a zero devo puntare sulle borse e, se sì, su quali?» «L Europa a rendimento zero genererà una crescita del dollaro?» L errore da evitare è ragionare ancora con i vecchi schemi concentrandosi su una singola asset class. La situazione sui mercati ci costringe sempre più a pensare in un ottica globale di portafoglio, a prendere decisioni correlate tra loro non solo in termini di rendimento, ma anche di rischio, che sicuramente in media dovrà essere aumentato per cercare di mantenere un livello di performance interessante. Diventa a questo punto fondamentale confrontarsi con interlocutori che siano in grado di offrire un controllo e un costante monitoraggio del rischio delle singole attività e del portafoglio. Dovere affrontare questo scenario probabilmente costringerà gli investitori ad aumentare la propria educazione finanziaria e un ruolo sempre più importante lo giocherà anche l informazione sui mercati e sugli scenari. Questa sarà la nostra sfida: continuare a offrire un'informazione indipendente e di scenario che possa aiutare nelle scelte di investimento. GIUSEPPE RICCARDI All ultimo sangue ALESSANDRO SECCIANI Non è solo Matteo Renzi, che può essere simpatico o meno, che può piacere o meno. Attualmente intorno al governo italiano è in corso una battaglia che forse non è mai stata così violenta in tutta la nostra storia. Da una parte c'è una nuova classe imprenditoriale, burocratica, politica e che comprende molti semplici cittadini, che vuole cambiare, che si è stufata di essere il grande ammalato d'europa e che non accetta più di sentirsi dire che certe cose, che magari oltre confine sono normalissime, da noi non si possono proprio fare. E' un ampio gruppo trasversale ai partiti, che in certi casi aveva creduto molti anni fa alla pseudo-rivoluzione liberale di Berlusconi e forse più tardi si era sfogata nei V- day di Grillo, un'armata unita solo dall'impazienza, dal desiderio di tornare un paese normale. Si tratta di persone che hanno la consapevolezza che l'inerzia è simile a un suicidio e che non ha nessun senso di inferiorità nei confronti della Germania o di quella parte del continente che comunque sta correndo. L'idea di base è che, se vogliamo, anche noi possiamo volare, in barba alla mafia, ai politici ladri e corrotti e allo scoraggiamento che rappresenta una malattia molto pericolosa, che può sgretolare anche le società più compatte. Figuriamoci la nostra! L'attuale presidente del consiglio ha indubbiamente avuto la capacità di riunire queste istanze, di riuscire a farle diventare un progetto politico ed è su questa base che ha avuto un successo clamoroso alle elezioni europee. Ma occorre che tenga presente che si tratta di cittadini che sono molto facili da deludere, che hanno firmato una delega, non certo una cambiale in bianco: nel momento in cui non dovessero arrivare i risultati sperati (molti dicevano che se Renzi riuscisse a fare solo la metà di ciò che ha promesso sarebbe già un'impresa grandiosa), la reazione sarebbe durissima e travolgerebbe senza più remore chi ha alimentato inutilmente le speranze. E forse l'uomo simbolo di questa Italia più che il capo del governo è il presidente della Bce, Mario Draghi. Ma dall'altra parte non manca chi si oppone a questo tentativo di cambiamento: burocrati, vecchi esponenti del potere, politici di prime&seconde repubbliche, giornali che sostengono interessi consolidati, potentati finanziari stanno mettendo in atto un fuoco di sbarramento come raramente si era visto prima. È una lotta per la vita e per la morte tra due classi di potere come raramente si era vista prima. Difficilmente una delle due sopravviverà. Credo che sia inutile dire per quale delle due valga la pena di impegnarsi. FONDI&SICAV/Settembre

4 Sommario Settembre Francesco Sandrini, co-gestore di Pioneer Global Multi Asset Target Income Quando diversificare e d obbligo Le politiche monetarie delle banche centrali hanno reso ancora piu correlato l andamento delle principali asset class. Per questo motivo i money manager stanno dirigendosi verso nuove frontiere d investimento e segmenti alternativi 14 L'euro finalmente in discesa Prima e dopo Draghi L'intervento della Bce e apparso alla maggioranza degli analisti adeguato alla gravita della situazione e ha dato un'ulteriore spinta al calo della moneta unica che era gia cominciato nel corso dell'estate. Francoforte comunque ha specificato in maniera molto chiara che gli interventi servono solo a comprare tempo e che soltanto vere riforme all'interno dei singoli stati dell'unione potranno avere una reale efficacia sull'economia, che appare tuttora parecchio lontana dalla ripresa. Ed e ancora tutto da risolvere il problema della deflazione PROMOTORI&CONSULENTI PROMOTORI & FONDI&SICAV Settembre 2014 Un primo semestre da ricordare Gli Aum volano a 299,1 miliardi Un primo semestre da ricordare/2 Le politiche di reclutamento Piermario Motta, amministratore delegato di Banca Generali «Un 2014 da record» Le principali novità per il resto del 2014 Consulenza e nuovi prodotti PROMOTORI&CONSULENTI 32 Piermario Motta, amministratore delegato di Banca Generali Mission possible Il bilancio del semestre Di bene in meglio Le novità per il resto dell anno Crescere sempre e comunque 4 FONDI&SICAV/Settembre 2014

5 Fondi&Sicav n Fondi obbligazionari Rendimenti da high yield con bond AAA Lo sfruttamento del rapporto tra yield to maturity e coupon (Ytmc) incluso tra il 25% e il 50%, con l utilizzo di una media mobile semplice, permette di individuare molto facilmente i minimi nei prezzi dei bond. I livelli del 25% e 50% sono stati calcolati sul decennale tedesco e vanno ragionevolmente ottimizzati sugli altri strumenti. Con questo semplice, ma storicamente efficace metodo, un istituzionale riesce a mantenere un portafoglio nel reddito fisso molto sicuro ricavando un extra-performance offerta dal mercato 54 Consensus - Usa Obiettivo raggiunto! E adesso? Nonostante il record storico messo a segno dall's&p500, l'ottimismo da parte di tutti gli operatori continua a essere ai massimi e tutti si aspettano che la corsa continui. Anche i pochi dati negativi, come la scarsa crescita dell'occupazione, vengono letti in termini positivi, in quanto contribuiscono a tenere lontano lo spettro dell'aumento dei tassi da parte della Fed 60 Osservatorio previdenza - Approfondimento sull Enasarco L anomalia degli agenti di commercio Questa categoria è l'unica ad avere l'obbligo della doppia contribuzione e alcuni fattori incidono sulle pensioni: la compresenza di due assegni totalmente slegati tra loro e il reddito, che porta a un grado di copertura maggiore nel caso di livelli più bassi Le rubriche 3 Editoriale 8 Usd Money Market 10 Notizie in breve 64 My life, My style FONDI&SICAV/Settembre

6 Faccia a faccia con il gestore Francesco Sandrini, co-gestore di Pioneer Global Multi Asset Target Income Quando diversificare è d obbligo Le politiche monetarie delle banche centrali hanno reso ancora più correlato l andamento delle principali asset class. Per questo motivo i money manager stanno dirigendosi verso nuove frontiere d investimento e segmenti alternativi FRANCESCO SANDRINI, RESPONSABILE DELLE STRATEGIE MULTIASSET E CO-GESTORE DEL FONDO PIONEER GLOBAL MULTI ASSET TARGET INCOME a cura di Massimiliano D Amico Negli ultimi mesi molti asset manager hanno allargato la gamma d offerta lanciando strumenti con un universo d investimento molto ampio e che comprendono delle asset class alternative. Per capire i punti di forza di questo approccio abbiamo incontrato Francesco Sandrini, responsabile delle strategie multiasset e co-gestore del fondo Pioneer Global Multi Asset Target Income. Quali sono i punti di forza delle strategie multiasset? «Credo che specialmente nell attuale scenario sia fondamentale diluire i rischi, utilizzando un approccio in grado di diversificare i pericoli insiti nei portafogli, non facendo attenzione esclusivamente alla volatilità, ma focalizzandosi anche sulle incognite legate alla liquidità e al rischio di credito. Tipicamente con l approccio bilanciato tradizionale i gestori prendono un esposizione su diversi mercati, ma legarsi a un numero ridotto di asset class può rivelarsi molto pericoloso. Specie dopo l inizio delle politiche espansive decise dalle banche centrali, questa strategia ha perso gran parte della sua efficacia, poiché le principali piazze finanziarie hanno iniziato a muoversi in maniera molto correlata tra loro e sono legate a doppio filo alle mosse delle Fed o della Bce. E se queste cambiassero repentinamente? Il secondo fattore che rende le strategie multiasset così interessanti è che i gestori che adottano questo approccio possono costruire portafogli più efficienti, basandosi non soltanto sulle competenze legate a uno scenario macroeconomico di tipo topdown tradizionale, ma introducendo anche conoscenze più approfondite nello stock picking. L obiettivo, in sintesi, è allargare l universo d investimento introducendo asset class come il real estate, le commodity e le valute per cogliere le idee d investimento più innovative a livello globale e tutte le opportunità offerte dal mercato». A inizio anno il fondo fissa il rendimento atteso (target income). Quali strategie adottate per raggiungere questo obiettivo? «I segmenti di mercato che tipicamente offrono un reddito sono i dividendi e le cedole. Nell ultimo biennio, tuttavia, la corsa incessante dei dividend yield ha subìto una brusca frenata e, benché in Europa i rendimenti siano migliori rispetto al mercato Usa, parliamo di un timido 2-3% annuo. Nel Vec- 6 FONDI&SICAV/Settembre 2014

7 chio continente, a seconda degli indici, queste sono anche leggermente superiori al 3% (Msci Europe 3,6%). Abbiamo deciso dunque di spostare l attenzione su altri segmenti capaci di generare reddito, ovvero le cedole obbligazionarie, sia governative, sia corporate. Le prime, essendo titoli più liquidi, tuttavia, implicano la necessità di cercare rendimento nei segmenti della curva più lunghi, con scadenze in genere di 8-10 anni. Mixando questi strumenti siamo stati in grado di rispettare il target income dichiarato». Qual è invece il vostro outlook per l azionario? «I portafogli multiasset fondano la loro strategia top-down sulla presenza di una serie di transizioni multiple. Pensiamo, ad esempio, alle manovre che le banche centrali metteranno in campo nei prossimi mesi. La Fed e la Boe stanno allentando gradualmente la politica monetaria ultra-espansiva, mentre la Bce e La Boj considerano di immettere altra liquidità sul mercato. Da questo scenario, ovviamente, deriva tutta una serie di visioni che i portfolio manager adottano per generare alpha. Transizioni di natura differente riguardano l Europa, che dovrà coniugare rigore e crescita; gli Usa che possono contare sull estrazione dello shale gas e stanno rivedendo la propria politica energetica e industriale; la Cina che sta cambiando la strategia di crescita per modellarla più sui consumi che sugli investimenti, mentre l India, paradossalmente, sta intraprendendo un percorso diametralmente opposto a quello del Dragone. Per questi motivi (Bce e riforme) siamo più positivi sul Vecchio continente, rispetto all economia a stelle e strisce. L Europa evidenzia valutazioni fondamentali migliori, ma gli Usa sono più avanti nella produttività e nei margini. Rimaniamo selettivi sugli emergenti, dove abbiamo una posizione lunga su Cina e India, che sta avviando un intenso piano di riforme post elettorale che potrebbero ridare slancio al paese». Qual è la sua view sulle materie prime? «In linea generale, dobbiamo tenere presente che l andamento delle commodity è fortemente legato ai provvedimenti adottati dalle principali banche centrali. Se la Yellen iniziasse, come ci attendiamo, ad alzare gradualmente i tassi all inizio del terzo trimestre del 2015, assisteremmo presumibilmente a un ulteriore riduzione delle valutazioni. Ritengo, inoltre, che siano ormai lontani i tempi dei prezzi delle risorse di base alle stelle, trainate dalla domanda cinese di infrastrutture. In ogni caso, se osserviamo con maggiore attenzione i sotto-indici, la situazione si fa più complessa ed è ancora possibile scovare valore. Se da un lato le materie prime agricole dopo il forte rally dello scorso anno stanno vivendo un annus horribilis, caratterizzato da un eccesso di produzione e, dunque, da una fortissima contrazione dei prezzi, siamo più costruttivi nei confronti delle commodity che negli ultimi anni non hanno messo a segno performance eclatanti. Penso, ad esempio, ai metalli industriali come l alluminio, lo zinco e il nickel, mentre abbiamo grosse riserve sul rame, penalizzato dalla domanda in rallentamento in Cina. Se spostiamo il focus sull energia, per riuscire a delineare una strategia efficace siamo costretti, invece, a comporre una sorta di puzzle. Benché l offerta negli ultimi anni sia cambiata in maniera profonda (basti pensare alle crisi in Iraq e in Libia) il prezzo del petrolio è rimasto stabile, segnale evidente di un mercato caratterizzato da una sovraofferta, sostenuta anche dallo shale oil, che dovrebbe condurre gli Usa nel 2017 alla piena indipendenza petrolifera, e da una domanda globale che è andata via via rallentando». Una delle asset class più penalizzate negli ultimi anni è senza dubbio il real estate. Il trend è destinato a cambiare nel medio-termine? «All interno di questo segmento d investimento è possibile trovare situazioni molto differenti. Se nel Regno Unito le valutazioni del residenziale sono volate alle stelle e oramai si trovano in zona bolla, siamo invece costruttivi nel lungo periodo sul mercato tedesco. Berlino, come molte altre città della Germania, è diventata un interessante opportunità d'investimento nel segmento residenziale: le valutazioni sono ragionevoli, la percentuale dei tedeschi proprietari di un abitazione è bassa e alcuni flussi immigratori stanno dando ulteriore forza al trend. L Italia, al contrario, non rappresenta un mercato particolarmente attraente. Benché la crisi si sia fatta sentire pesantemente sul settore residenziale abbiamo visto correzioni inferiori ad altri paesi caratterizzati da leverage piu elevato (Spagna, Irlanda) e pensiamo che col progredire delle riforme non sarà probabile scorgere a breve un aumento delle valutazioni medie». Da quale asset class vi tenete alla larga? «Da circa da un anno siamo molto cauti sull obbligazionario ad alto rendimento. Le maggiori perplessità giungono dal mercato secondario che ci sembra in qualche modo condizionato dal parallelo deleverage dei bilanci bancari. In caso di liquidazione delle enormi posizioni costruite alla ricerca di reddito è lecito farsi una domanda: ci sarà la liquidità richiesta o assisteremo a una ripetizione delle dinamiche già viste durante la crisi di Lehman?». n FONDI&SICAV/Settembre

8 Usd money market by Allfunds Bank Condizionato dalla Fed Politica di investimento Il campione selezionato è composto da circa 42 strategie gli sono strumenti monetari; Informazioni generali disponibili sulla piattaforma Allfunds Bank ponderate per gli il cash è il costituent maggiore con il 4,26%, seguito Libor Usd 3 months Indice capitalized Aum investiti in ciascuna delle stesse. Il campione studia l andamento delle strategie money market Usd. dalle obbligazioni governative, Lancio 30 luglio 2011 come i Treasury america- L andamento rispecchia la fine del Qe della Fed e le aspettative sul rialzo dei tassi americani. I rendimenti sono calcolati in euro ni. Per quanto riguarda l allocation Divisa Dollaro e ciò è ampiamente visibile dal grafico dei rendimenti che rispecchia geografica, gli Stati Uniti sono il paese più rappresentato le variazioni del tasso di cambio tra la valuta europea e quella con il 30,05%. statunitense. I titoli maggiormente rappresentati nei vari portafo- Periodo considerato: 01/11/ /07/2014. Tutti i calcoli sono in euro Risultati da luglio 2011 a settembre VAMI Portafoglio Indice 2 1,5 1 0, / / / / / / / / / / ,5-1 Capture ratio (dal lancio) Up capture ratio 99,53% Down capture ratio 100,1% Up months in up markets 98,83% Down months in down markets 100% Up market out performance 41,36% Down market out performance 33,89% Total out performance 98,83% Rendimento mensile Anno Portafoglio/Indice* Gen Feb Mar Apr Mag Giu Lug Ago Sett Ott Nov Dic 2014 Portafoglio 2,04% 2,15% 0,19% 0,44% 1,79% 0,37% 2,09% 1,45% 0,56% Indice 2,05% -2,13% 0,2% 0,43% 1,8% 0,36% 2,1% 1,47% 0,56% Portafoglio -2,62% 3,21% 2,53% -2,03% 0,51% -0,57% -1,46 0,3% -1,99% -1% 0,22% -0,3% Indice -2,6% 3,23% 2,56% -2,01% 0,54% -0,54% -1,44% 0,33% -1,98%% -0,98% 0,24% -1,29% 2012 Portafoglio -1,78% -1,97% 0,66% 1,09% 6,56% -1,48% 2,5% -2,58% -2,46% -0,48% 0,06% -1,57% Indice -1,76% -1,95% 0,7% 1,12% 6,58% -1,45% 2,53% -2,56% -2,44% -0,46% 0,07% -1,56% 2011 Portafoglio ,47% 1,36% -1,31% 7.02% -3,55% 4,35% 3,72% Indice ,45% 1,37% -1,3 7,03% -3,53% 4,38% 3,74% ROR Volatilità Indice Sharpe Portafoglio 2,9% 8,07% 0,33 Indice 3,15 8,07% 0,36% Active Premium Statistiche Drawdown analysis (dal lancio) Drawdown Lunghezza Recovery Peak Valley -15,82% /07/ /05/2014-7,54% /10/ /10/2011-6,6% /01/ /02/2012-3,64% /07/ /02/2012-6,07% /01/ /02/2011-5,19% /10/ /10/2011 Correlazione R2 Beta Alfa T.E. Info Ratio Jensen Alfa Treynor Ratio -0,25% ,25% 0,02% -12,72% -0,24% 2,66% 8 FONDI&SICAV/Settembre 2014

9 A CURA DI ALLFUNDS BANK INVESTMENT SERVICES Le 10 principali posizioni (dati a luglio 2014) 1. Cash 4,36% 2. Short-term inv. co. liquidity portfolio institutional 3,23% 3. Fannie Mae 2,27% 4. United States Treasury note/bond 1,96% 5. Svenska Handelsbanke fltg june 17/08/14 1,78% 6. Pohjola bank td. 1% 08/05/14 1,39% 7. Ingbank td. 0,9% 08/05/14 1,32% 8. Pohjola bank td. 1% 08/04/14 0,82% 9. Cp bpce 0% 0,71% 10. 1,375% Singapore 09/14 senior 0,71% Distribuzione geografica (dati a luglio 2014) Asset allocation (dati a luglio 2014) 0% 0,02% 0,44% 3,23% 8,9% 21,24% 66,17% Future Forwards Altri Azionari Deposito Liquidità Obbligazionari 30 Australia Spagna Irlanda Paesi bassi Italia Usa Francia Altri Germania Regno Unito 30,05% 25 22,28% ,09% 4,72% 5,16% 5,24% 5,5% 6,76% 6,88% 9,31% 0 Qualità del credito (dati a luglio 2014) A BBB BBB- A- A AA+ A-1 BBB+ AAA Altri 25,28% 19,3% 14,24% 8,75% 6,16% 7,16% 2,42% 4,67% 1,9% 1,93% La presente scheda ( il documento ) è una presentazione preparata da Allfunds Bank S.A. ( la Banca ). Le informazioni riprodotte nel presente documento non sono e non devono essere intese come ricerca in materia di investimenti, né una raccomandazione o un suggerimento, implicito o esplicito, rispetto ad una strategia di investimento avente ad oggetto gli strumenti finanziari trattati o emittenti strumenti finanziari, né una sollecitazione o offerta, consulenza in materia di investimenti, legale fiscale o di altra natura. Il documento contiene informazioni sintetiche sulle caratteristiche e sui rischi principali di uno strumento finanziario, ha un mero contenuto informativo e riporta solo le informazioni ritenute più rilevanti per la comprensione degli strumenti finanziari e dei loro rischi. Per una descrizione approfondita dello strumento finanziario e dei suoi rischi si rimanda al KIID ed al Prospetto Informativo. Il presente documento contiene informazioni che possono differire rispetto a quelle indicate nella documentazione ufficiale in tal caso valgono queste ultime. Tutte le informazioni contenute in questo documento sono fornite in buona fede sulla base dei dati disponibili al momento in cui è stata redatta. Questo documento si basa su informazioni e fonti considerate attendibili, ma di cui la Banca non è in grado di assicurare l esattezza, a tal fine, quindi. la Banca non è responsabile per eventuali errori, omissioni o inesattezze. E stata adottata la massima diligenza possibile al fine di selezionare le fonti di provenienza dei contenuti. La Banca non offre alcuna garanzia, espressa o implicita, né esprime alcuna dichiarazione in merito all'esattezza, adeguatezza o possibilità di accedere a detti contenuti, alla disponibilità degli stessi o al loro utilizzo. La Banca non sarà pertanto responsabile, di nessuno dei suddetti contenuti. Le informazioni sono fornite unicamente a scopo informativo. Il trattamento fiscale applicato dipenderà dalle circostanze individuali di ciascun investitore e può essere soggetto a cambiamenti in futuro. Si prega di consultare i propri consulenti fiscali, contabili e legali. Gli strumenti finanziari presentati sono soggetti ai rischi di mercato e non c'è alcuna certezza o garanzia che gli obiettivi degli stessi siano raggiunti. Il valore degli investimenti è soggetto a variazioni anche in virtù delle oscillazioni dei tassi di cambio. Alcuni dei principali rischi dell'investimento sono: rischi associati al territorio, rischi di non liquidità, rischi di portafoglio concentrato, rischi di rendimento del portafoglio, rischi di gestione, rischi sui derivati, rischi di prestito, rischi fiscali e rischi azionari. Questi ed altri rischi sono descritti nel prospetto informativo. I potenziali investitori devono leggere attentamente il prospetto informativo per avere informazioni sui rischi, al fine di stabilire se l'investimento è adatto a loro. I seguenti rischi possono aumentare la volatilità del prezzo del fondo, amplificando gli effetti del mercato. Si prega di tenere conto, al momento di investire, che: (i) Gli investimenti in titoli azionari sono soggetti ai rischi di mercato, alle condizioni economiche e politiche dei paesi in cui si effettuano gli investimenti e, potenzialmente, al rischio legato ai tassi di cambio valuta. (ii) Gli investimenti in titoli obbligazionari sono principalmente soggetti ai rischi sul tasso d'interesse, sul credito e sulla insolvenza e, potenzialmente, al rischio legato ai tassi di cambio valuta. (iii) Gli investimenti in absolute return e strategie alternative sono principalmente soggetti al tasso d'interesse, alla liquidità di mercato, al rischio di credito e insolvenza e,potenzialmente, al rischio legato ai tassi di cambio valuta. L'uso di prodotti finanziari come parte del processo di investimento può inoltre generare rischi relativi a restrizioni di liquidità e leva finanziaria. (iv) Gli investimenti nei mercati emergenti e/o in piccole società possono comportare un più elevato grado di rischio essendo potenzialmente più volatili rispetto a quelli effettuati nei mercati sviluppati o nelle grandi società. Le performance registrate in passato non sono necessariamente indicative di analoghe performance future. I rendimenti sono al lordo degli oneri fiscali. Il valore dell investimento è soggetto a fluttuazioni. Il presente materiale informativo non è stato soggetto all approvazione di alcuna autorità degli Stati Membri europei. FONDI&SICAV/Settembre

10 News Giappone Il Pil del Giappone è diminuito del 7,1% su base annua nel periodo aprile-giugno a causa dell aumento dell imposta sui consumi. I nuovi dati diffusi dal governo di Tokyo mostrano una contrazione superiore dello 0,3% rispetto alle stime pubblicate dall esecutivo a metà agosto. Il dietrofront supera quello sofferto dall economia giapponese tra aprile e giugno del 2009 a causa dell impatto della crisi finanziaria internazionale e quello registrato nello stesso frangente nel 2011, innescato dal terremoto e dallo tsunami che hanno tragicamente colpito alcune aree del paese. Rispetto al periodo gennaio-marzo, il Pil ha perso un ulteriore 1,8%, un decimo in più rispetto ai primi numeri divulgati dall'esecutivo. Pil a rotoli Tuttavia, almeno nell immediato, i dati non sembrano avere prodotto effetti negativi nell animo e nelle aspettative degli investitori. Il Nikkei ha terminato la giornata in cui sono stati annunciate le nuove cifre, in rialzo dello 0,23% a quota ,11 punti, mentre il To- pix, ha messo a segno +0,42% fino a 1.298,64 punti. La revisione al ribasso del Pil è dovuta a una caduta dei consumi domestici superiore alle previsioni a causa dell incremento dell imposta sui consumi, che è passata dal 5% all 8% lo scorso 1 aprile. Nel primo trimestre (aprile-giugno) del nuovo anno fiscale, anche la produzione industriale ha mostrato segnali di cedimento. I consumi domestici, che rappresentano il 60% del Pil nipponico, sono scesi del 5,1% su base annua. A giugno, la spesa media delle famiglie è calata del 3% sempre su base annua. Nei due mesi precedenti, questo indicatore, considerato chiave per valutare il trend del consumo privato, aveva archiviato due contrazioni, rispettivamente del 3,9% e del 4,6%. La produzione industriale ha invece archiviato giugno in calo del 3,3% su base mensile, il dato peggiore degli ultimi tre anni. Inoltre gli investimenti delle imprese sono diminuiti del 5,1% tra aprile e giugno, più del doppio rispetto alle stime formulate dal governo. La revisione del Pil potrebbe spingere l esecutivo guidato da Shinzo Abe a rivedere l aumento addizionale sull imposta ai consumi previsto per il prossimo anno e l introduzione di nuovi stimoli economici. Dividendi Nell ultimo anno le cedole staccate dalle società a favore dei pro- dell economia nordamericana hanno regividendi ascende al 13,8%. Tutti i settori pri azionisti sono cresciute del strato un aumento della remunerazione 12% a livello mondiale, guidate dalle aziende europee e giapponesi. La terza edizione del Global dividend index, curata dal team di Henderson Global Investors, evidenzia che i dividendi a livello planetario offerta all azionista, fatta eccezione per il minerario. Al contrario, nei mercati emergenti, i dividendi hanno archiviato nel secondo trimestre dell anno una contrazione del 14,6%. hanno registrato un incremento Il periodo che va da aprile e giugno è stato dell 11,7% su base annua nel secondo trimestre del particolarmente favorevole a livello planetario, perché ingloba due quinti della re- Crescita in tutto il mondo Questa variazione implica un aumento di munerazione totale annua distribuita alla 44,6 miliardi di dollari, cifra che equivale platea degli azionisti. In questo contesto, il alle cedole distribuite in Giappone in un ruolo dell Europa e del Giappone è stato anno intero. La crescita del livello base dei molto significativo, dopo avere svolto un dividendi, che non include lo stacco di ruolo secondario negli ultimi trimestri. quelli straordinari, si è posizionata al Tra i paesi del Vecchio Continente caratterizzati da una remunerazione molto 10,2%. Negli Usa, la crescita annuale dei di- generosa si trovano Francia, Svizzera e Spagna. L Europa ha dominato il secondo trimestre in una fase in cui le società continentali hanno erogato 153,4 miliardi di euro, il 18,3% dell ammontare globale. In Francia, i dividendi sono cresciuti del 30,3% su base annua grazie alla spinta del settore finanziario. In Spagna, tutte le società hanno registrato una crescita dei dividendi. Al contrario, la Germania si è posizionata tra i paesi a crescita più bassa dei dividendi (3,9%) con notevoli tagli delle cedole effettuate da società del calibro di Deutche Telekom ed E.on. La crescita delle cedole giapponesi è stata del 18,5% nel trimestre preso in considerazione e l ammontare complessivamente erogato ha raggiunto 25,2 miliardi di dollari. Il dato dimostra che la svalutazione dello yen non ha inciso più di tanto sul trend dei dividendi. 10 FONDI&SICAV/Settembre 2014

11

12 News Le borse di Shanghai e Hong Kong Hong Kong è un ulteriore passo in avanti risparmiatori retail di entrare nella borsa nel processo di liberalizzazione dei mercati cinese e beneficiare del potenziale di crescita delle società locali. Molte barriere al- finanziari intrapreso negli ultimi anni da Pechino. L obiettivo consiste nel consentire l ingresso saranno eliminate e tutte le tipologie di investitori potranno inoltrare un accesso più diretto dei capitali stranieri. Fino a questo momento, gli investitori un ordine di acquisto a un broker di Hong hanno avuto un possibilità limitata di effettuare acquisti di azioni cinesi, inizial- Il progetto Shanghai-Hong Kong Kong per entrare nel listino cinese. Stock Nel prossimo ottobre dovrebbe mente con il programma denominato in iniziare l operatività dello Shanghai-Hong Kong Stock Contional investors), in vigore dall inizio del dollari Usa Qfii (Qualified foreign institunect, un nuovo canale di accesso ai mercati che consentirà agli investitori cinesi di mente il Rqfii (renminbi Qfii) a partire dal 2013, che è andato a integrare posterior- acquistare titoli azionari quotati presso la Si tratta di vie di investimento complesse, limitate nei volumi e indirizzate so- borsa di Hong Kong. Allo stesso tempo, gli operatori internazionali avranno un accesso facilitato all acquisto di titoli del Drago- Il nuovo programma consentirà a una valo a una determinata classe di investitori. ne. L accordo tra le piazze di Shanghai e sta platea che spazia dagli hedge fund ai Si uniscono i listini Connect avrà conseguenze su scala planetaria. In primis, creerà un gigante: la capitalizzazione totale delle società quotate su entrambi i listini tocca miliardi di dollari, creando di fatto la terza borsa del mondo, subito dietro quelle di New York (Nyse) e del listino tecnologico Nasdaq. Nella borsa cinese troviamo due grandi raggruppamenti di azioni. I titoli di tipo A sono di società locali denominati in renmimbi e negoziati principalmente tra investitori locali. Le azioni di tipo H si riferiscono a società cinesi regolate da leggi cinesi, ma che possono essere acquistate da ogni tipo di investitore sulla borsa di Hong Kong. Le prime vengono solitamente quotate a sconto rispetto alle seconde, ma da ora in poi il differenziale tenderà a restringersi. Inoltre, il progetto svolgerà un ruolo chiave nel processo di integrazione delle azioni di classe A in alcuni indici globali, dando maggiore liquidità al mercato. Riparte Soldi Il 12 settembre su 7Gold riprenderà, per il tredicesimo anno consecutivo, Soldi, l unica trasmissione presenti in studio e gli argomenti che saranno trattati telespettatori potranno conoscere in anticipo gli ospiti televisiva dedicata al risparmio e agli investimenti nel corso delle diverse trasmissioni, oltre a potere rivedere, a partire dal lunedì successivo, la messa in onda, in onda a livello nazionale che nella scorsa edizione ha registrato ascolti record con oltre 6,6 milioni di contatti netti (fonte Auditel). Soldi, che terminerà il 10 luglio 2015 per un totale di 40 le puntate del programma. Soldi, che sarà condotta anche in questa stagione da puntate, andrà in onda anche quest anno il venerdì in Cosimo Pastore affiancato da Erica Del Bianco, prima serata, a partire dalle sino alle «Con manterrà invariato il proprio format, un mix fra il talkshow e il rotocalco, e continuerà ad avere la durata di di utenti si è ampliato ulteriormente rispetto agli scor- il passaggio il venerdì in prima serata il nostro bacino un ora e mezza durante la quale i telespettatori potranno intervenire collegandosi al sito o utilizzando di Soldi. si anni», dichiara Cosimo Pastore, storico conduttore l account Twitter #solditv che ha superato da qualche «E anche durante questa nuova stagione puntiamo a Al via la tredicesima edizione portare in studio i più autorevoli esponenti del mondo del risparmio gestito e degli investimenti, insieme ai più importanti giornalisti giorno i follower. delle maggiori testate economiche-finanziarie per dibattere i principali temi di un settore in profonda evo- Le principali novità della stagione riguardano proprio il sito del programma che è stato completamente rinnovato nella grafica e nei contenuti e Anche per l edizione 2014/2015 l'autrice del programluzione e cambiamento». continuerà a essere lo strumento attraverso il quale i ma sarà Francesca Colombo. 12 FONDI&SICAV/Settembre 2014

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK

Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio OUTLOOK OUTLOOK Outlook 2014: il rischio più grande è non correre alcun rischio Non è facile assumersi rischi in modo intelligente e calcolato: la soluzione è Smart Risk AUTORE: STEFAN HOFRICHTER 16 Il 2013 è

Dettagli

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock

Costruirsi una rendita. I principi d investimento di BlackRock Costruirsi una rendita I principi d investimento di BlackRock I p r i n c i p i d i n v e s t i m e n t o d i B l a c k R o c k Ottenere una rendita è stato raramente tanto difficile quanto ai giorni nostri.

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02

Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale. Vantaggi. Imparare a fare trading dai maestri MARKETS.COM 02 Impar a il tr ading da i m aestr i Impara il trading dai maestri con l'analisi Fondamentale Cos'è l'analisi Fondamentale? L'analisi fondamentale esamina gli eventi che potrebbero influenzare il valore

Dettagli

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori

ABC. degli investimenti. Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori ABC degli investimenti Piccola guida ai fondi comuni dedicata ai non addetti ai lavori I vantaggi di investire con Fidelity Worldwide Investment Specializzazione Fidelity è una società indipendente e si

Dettagli

GAM. I nostri servizi di società di gestione

GAM. I nostri servizi di società di gestione GAM I nostri servizi di società di gestione Una partnership con GAM assicura i seguenti vantaggi: Forniamo sostanza e servizi di società di gestione in Lussemburgo Offriamo servizi di alta qualità abbinati

Dettagli

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse?

Your Global Investment Authority. Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari. Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Your Global Investment Authority Tutto sui bond: I ABC dei mercati obbligazionari Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Cosa sono e come funzionano gli swap su tassi d interesse? Gli

Dettagli

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti

XII Incontro OCSE su Mercati dei titoli pubblici e gestione del debito nei mercati emergenti L incontro annuale su: Mercati dei Titoli di Stato e gestione del Debito Pubblico nei Paesi Emergenti è organizzato con il patrocinio del Gruppo di lavoro sulla gestione del debito pubblico dell OECD,

Dettagli

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6

Azionario Flessibile 7 anni Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 Scheda sintetica - Informazioni specifiche 1 di 6 La parte Informazioni Specifiche, da consegnare obbligatoriamente all investitore contraente prima della sottoscrizione, è volta ad illustrare le principali

Dettagli

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist

Capital Group. Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Capital Group Intervista a Richard Carlyle, Investment Specialist Evento Citywire Montreux, maggio 2015 La tesi a favore delle azioni europee Richard Carlyle, Investment Specialist, Capital Group La ripresa

Dettagli

Facciamo emergere i vostri valori.

Facciamo emergere i vostri valori. Facciamo emergere i vostri valori. www.arnerbank.ch BANCA ARNER SA Piazza Manzoni 8 6901 Lugano Switzerland P. +41 (0)91 912 62 22 F. +41 (0)91 912 61 20 www.arnerbank.ch Indice Banca: gli obiettivi Clienti:

Dettagli

Presentazione societaria

Presentazione societaria Eurizon Capital Eurizon Capital Presentazione societaria Eurizon Capital e il Gruppo Intesa Sanpaolo Banca dei Territori Asset Management Corporate & Investment Banking Banche Estere 1/12 Eurizon Capital

Dettagli

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio

Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO La Congiuntura Economica Architettura aperta come strumento di diversificazione nel controllo di rischio di portafoglio Luca Martina Private Banker Banca

Dettagli

42 relazione sono esposti Principali cui Fiat S.p.A. e il Gruppo fiat sono esposti Si evidenziano qui di seguito i fattori di o o incertezze che possono condizionare in misura significativa l attività

Dettagli

Report Operativo Settimanale

Report Operativo Settimanale Report Operativo n 70 del 1 dicembre 2014 Una settimana decisamente tranquilla per l indice Ftse Mib che ha consolidato i valori attorno a quota 20000 punti. L inversione del trend negativo di medio periodo

Dettagli

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014

Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano. Agosto 2014 Banca Generali: la solidità di chi guarda lontano Agosto 2014 Banca Generali in pillole Banca Generali è uno degli assetgathererdi maggior successo e in grande crescita nel mercato italiano, con oltre

Dettagli

In breve Febbraio 2015

In breve Febbraio 2015 In breve In breve Febbraio 2015 La nostra principale responsabilità è rappresentata dagli interessi dei nostri clienti. Il principio per tutti i soci è essere disponibili ad incontrare i clienti, e farlo

Dettagli

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11

Analisi Settimanale. 6-12 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch. Swissquote Bank SA Tel +41 22 999 94 11 Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercati FX Termini Legali Fed: aspettative sul rialzo dei tassi a Settembre in stand-by- Yann Quelenn

Dettagli

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale.

Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Risparmiatori italiani combattuti tra ricerca del rendimento e protezione del capitale. Questo il risultato di una ricerca di Natixis Global Asset Management, secondo cui di fronte a questo dilemma si

Dettagli

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT

IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT I MINIBOND: nuovi canali di finanziamento alle imprese a supporto della crescita e dello sviluppo 15Luglio 2015 IL FONDO DIFONDI PRIVATE DEBT Dr. Gabriele Cappellini Amministratore Delegato Fondo Italiano

Dettagli

IL MERCATO FINANZIARIO

IL MERCATO FINANZIARIO IL MERCATO FINANZIARIO Prima della legge bancaria del 1936, in Italia, era molto diffusa la banca mista, ossia un tipo di banca che erogava sia prestiti a breve che a medio lungo termine. Ma nel 1936 il

Dettagli

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update

Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update Altagamma Worldwide Luxury Markets Monitor Spring 2013 Update MERCATO MONDIALE DEI BENI DI LUSSO: TERZO ANNO CONSECUTIVO DI CRESCITA A DUE CIFRE. SUPERATI I 200 MILIARDI DI EURO NEL 2012 Il mercato del

Dettagli

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management

Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Lezione di Corporate e Investment Banking Università degli Studi di Roma Tre Strategie competitive ed assetti organizzativi nell asset management Massimo Caratelli, febbraio 2006 ma.caratelli@uniroma3.it

Dettagli

SENZA ALCUN LIMITE!!!

SENZA ALCUN LIMITE!!! Il Report Operativo di Pier Paolo Soldaini riscuote sempre più successo! Dalla scorsa settimana XTraderNet ha uno spazio anche sul network Class CNBC nella trasmissione Trading Room. Merito soprattutto

Dettagli

Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo

Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo Parla Weidmann: Grecia, c è il rischio contagio, Ma l euro non è in pericolo Il presidente della Bundesbank a La Stampa: nei trattati va previsto il crac di uno Stato TONIA MASTROBUONI INVIATA A FRANCOFORTE

Dettagli

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici

Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica. Alessandro Clerici Risorse energetiche, consumi globali e l ambiente: la produzione di energia elettrica Alessandro Clerici Presidente FAST e Presidente Onorario WEC Italia Premessa La popolazione mondiale è ora di 6,7 miliardi

Dettagli

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche

Focus. BTP Italia: settimana emissione. 20 ottobre 2014. Intesa Sanpaolo Servizio Studi e Ricerche BTP Italia: settimana emissione Dal 20 al 23 ottobre 2014 si tiene il collocamento del settimo BTP Italia, titolo di stato indicizzato all inflazione italiana (ex tabacco) e pensato prevalentemente per

Dettagli

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione.

Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. 1 Ignazio Musu, Università Ca Foscari di Venezia. Mercati finanziari e governo della globalizzazione. Il ruolo della finanza nell economia. La finanza svolge un ruolo essenziale nell economia. Questo ruolo

Dettagli

www.unicreditprivate.it 800.710.710

www.unicreditprivate.it 800.710.710 www.unicreditprivate.it 800.710.710 Portfolio Life TM è la nuova soluzione finanziario-assicurativa Unit Linked a vita intera, realizzata da CreditRas Vita S.p.A. in esclusiva per UniCredit Private Banking.

Dettagli

Analisi Settimanale. 29 Giugno - 05 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch

Analisi Settimanale. 29 Giugno - 05 Luglio 2015 TERMINI & CONDIZIONI. CH-1196 Gland forex.analysis@swissquote.ch Analisi Settimanale TERMINI & CONDIZIONI - Sommario p3 p4 p5 p6 p7 p8 Economia Economia Economia Economia Mercato FX Termini Legali Svizzera: aggiornamenti - Arnaud Masset Difficoltà del Canada e bassi

Dettagli

La nostra storia, il vostro futuro.

La nostra storia, il vostro futuro. La nostra storia, il vostro futuro. JPMorgan Funds - Corporate La nostra storia, il vostro futuro. W were e wer La nostra tradizione, la vostra sicurezza Go as far as you can see; when you get there, you

Dettagli

Dov è andata a finire l inflazione?

Dov è andata a finire l inflazione? 24 novembre 2001 Dov è andata a finire l inflazione? Sono oramai parecchi anni (dai primi anni 90) che la massa monetaria mondiale cresce ininterrottamente dell 8% all anno nel mondo occidentale con punte

Dettagli

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager

Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Featured Solution Marzo 2015 Your Global Investment Authority Ottimizzazione del portafoglio di liquidità nell ottica dell LCR: la prospettiva di un asset manager Lo scorso ottobre la Commissione europea

Dettagli

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.

Offerta pubblica di acquisto avente ad oggetto azioni Banca Nazionale del Lavoro S.p.A. COMMISSIONE NAZIONALE PER LE SOCIETÀ E LA BORSA Ufficio Mercati Alla cortese attenzione del dott. Salini Telefax n. 06 8477 757 Ufficio OPA Alla cortese attenzione della dott.sa Mazzarella Telefax n. 06

Dettagli

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile

Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile Mantenere la prospettiva con una soluzione multi-asset flessibile UBS (Lux) KSS Global Allocation Fund Gennaio 2010 Informazione Pubblicitaria Disclaimer Il presente documento è consegnato unicamente a

Dettagli

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE

IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE IL SETTORE ASSICURATIVO E IL FINANZIAMENTO DELLE IMPRESE ALCUNE CONSIDERAZIONI A MARGINE DELLA REVISIONE DELLE NORME SUGLI INVESTIMENTI A COPERTURA DELLE RISERVE TECNICHE CONVEGNO SOLVENCY II 1 PUNTI PRINCIPALI

Dettagli

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower

Q1 2014. Previsioni. Manpower sull Occupazione Italia. Indagine Manpower Previsioni Q1 14 Manpower sull Occupazione Italia Indagine Manpower Previsioni Manpower sull Occupazione Italia Indice Q1/14 Previsioni Manpower sull Occupazione in Italia 1 Confronto tra aree geografiche

Dettagli

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011.

11/11. Anthilia Capital Partners SGR. Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia. Maggio 2011. 11/11 Anthilia Capital Partners SGR Maggio 2011 Opportunità e sfide per l industria dell asset management in Italia Eugenio Namor Anthilia Capital Partners Lugano Fund Forum 22 novembre 2011 Industria

Dettagli

appartenente al Gruppo Poste Italiane

appartenente al Gruppo Poste Italiane appartenente al Gruppo Poste Italiane Offerta al pubblico di quote dei fondi comuni di investimento mobiliare aperti di diritto italiano armonizzati alla Direttiva 2009/65/CE, denominati: Bancoposta Obbligazionario

Dettagli

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009

TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Settimana del 31 agosto 2009 1 Trend e Strategie di Investimento http://www.educazionefinanziaria.com/ TREND E STRATEGIE DI INVESTIMENTO Mercato Azionario Semaforo Verde Situazione Fondamentale: Neutrale (basata sul differenziale

Dettagli

Il controllo della moneta e il ruolo delle Banche Centrali

Il controllo della moneta e il ruolo delle Banche Centrali Monetario Mercato monetario e mercato finanziario Finanziario Breve termine: 0-18 m. Lungo termine: > 18 m. Impiego liquidità Valuta / banconote / B.o.t. (buoni ordinati del tesoro) C/c (conto corrente)

Dettagli

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE

GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Titolo GUIDA ALLE OPZIONI BINARIE Comprende strategie operative Autore Dove Investire Sito internet http://www.doveinvestire.com Broker consigliato http://www.anyoption.it ATTENZIONE: tutti i diritti sono

Dettagli

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO

BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO BANCA, TITOLI DI STATO E FONDI DI INVESTIMENTO La banca è un istituto che compie operazioni monetarie e finanziarie utilizzando il denaro proprio e quello dei clienti. In particolare la Banca effettua

Dettagli

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT

BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT BNY MELLON INVESTMENT MANAGEMENT COMPETENZE SPECIALIZZATE E SOLIDITÀ DI UN GRANDE LEADER MONDIALE RISERVATO A INVESTITORI PROFESSIONALI 2 UN GRANDE GRUPPO AL VOSTRO SERVIZIO BNY Mellon Investment Management

Dettagli

Nuova finanza per la green industry

Nuova finanza per la green industry Nuova finanza per la green industry Green Investor Day / Milano, 9 maggio 2013 Barriere di contesto a una nuova stagione di crescita OSTACOLI PER LO SVILUPPO INDUSTRIALE Fine degli incentivi e dello sviluppo

Dettagli

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA

10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA 10 VERITÀ SULLA COMPETITIVITÀ ITALIANA L Italia è in crisi, una crisi profonda nonostante i timidi segnali di ripresa del Pil. Ma non è un paese senza futuro. Dobbiamo

Dettagli

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante

Le Opzioni. Caratteristiche delle opzioni. Sottostante Le Caratteristiche delle opzioni...1 I fattori che influenzano il prezzo di un opzione...4 Strategie di investimento con le opzioni...5 Scadenza delle opzioni...6 Future Style...7 Schede prodotto...8 Mercato

Dettagli

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni

INDICE. Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni OPZIONI FORMAZIONE INDICE Introduzione Cosa sono le Opzioni FX? Trading 101 ITM, ATM e OTM Opzioni e strategie di Trading Glossario Contatti e Informazioni 3 5 6 8 9 10 16 ATTENZIONE AI RISCHI: Prima di

Dettagli

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire

Materiale di marketing Schroders Fondi Income. Una generazione. su cui investire Materiale di marketing Schroders Fondi Income Una generazione su cui investire Con mercati sempre più volatili e imprevedibili, affidarsi al solo apprezzamento del capitale spesso non basta. Il bisogno

Dettagli

Strategie ISOVOL nella costruzione di

Strategie ISOVOL nella costruzione di FOR PROFESSIONAL INVESTORS Strategie ISOVOL nella costruzione di portafogli diversificati I vantaggi di un approccio fondato sulla contribuzione al rischio EFPA Italia Meeting 2014 Agenda Inter-temporal

Dettagli

Finanziarizzazione delle risorse naturali.

Finanziarizzazione delle risorse naturali. La finanziarizzazione dell acqua. Scheda preparata da CRBM in occasione dell incontro Europeo For the construction of the European Network of Water Commons Napoli, 10-11 dicembre 2011 a cura di Antonio

Dettagli

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1

Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 Aspetti salienti delle statistiche internazionali BRI 1 La BRI, in collaborazione con le banche centrali e le autorità monetarie di tutto il mondo, raccoglie e diffonde varie serie di dati sull attività

Dettagli

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI

STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI STRATEGIA DI RICEZIONE TRASMISSIONE ED ESECUZIONE ORDINI Il presente documento (di seguito Policy ) descrive le modalità con le quali vengono trattati gli ordini, aventi ad oggetto strumenti finanziari,

Dettagli

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi

risparmio, dove lo metto ora? le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi il risparmio, dove lo ora? metto le risposte alle domande che i risparmiatori si pongono sul mondo dei fondi Vademecum del risparmiatore le principali domande emerse da una recente ricerca di mercato 1

Dettagli

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1

I mercati. Giuseppe G. Santorsola 1 I mercati I mercati primari e secondari Il mercato dei cambi Il mercato monetario I mercati obbligazionari e azionari Le società di gestione I mercati gestiti da MTS SpA I mercati gestiti da Borsa Italiana

Dettagli

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione

Guido Candela, Paolo Figini - Economia del turismo, 2ª edizione 8.2.4 La gestione finanziaria La gestione finanziaria non dev essere confusa con la contabilità: quest ultima, infatti, ha come contenuto proprio le rilevazioni contabili e il reperimento dei dati finanziari,

Dettagli

Lettera agli azionisti

Lettera agli azionisti Lettera agli azionisti Esercizio 24 2 Messaggio dei dirigenti del gruppo Gentili signore e signori Rolf Dörig e Patrick Frost Il 24 è stato un anno molto positivo per Swiss Life. Anche quest anno la performance

Dettagli

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE

LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE LEGAMBIENTE NEI CAMPI, I CAMPI PER LEGAMBIENTE Volume VIII manuali campi volontariato Il fare e il dire di Legambiente nei campi Dal 1991 ad oggi sono stati oltre 3.000 i campi di volontariato che Legambiente

Dettagli

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi

CELTA IUSTA. Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi ONDI OMUNI: AI A CELTA IUSTA Cosa, come, quando, quanto e perché: quello che dovresti sapere per investire i tuoi risparmi CONOSCERE I FONDI D INVESTIMENTO, PER FARE SCELTE CONSAPEVOLI I fondi comuni sono

Dettagli

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte

Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte Crescita, produttività e occupazione: le sfide che l Italia ha di fronte DOCUMENTI 2013 Premessa 1. Sul quadro istituzionale gravano rilevanti incertezze. Se una situazione di incertezza è preoccupante

Dettagli

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4

1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 IL RISCHIO 1 IL RISCHIO: INTRODUZIONE.2 2 LA VOLATILITA.4 2.1 La volatilità storica... 4 2.2 Altri metodi di calcolo... 5 3 LA CORRELAZIONE..6 4 IL VALUE AT RISK....8 4.1 I metodi analitici... 9 4.2 La

Dettagli

Capitolo 5. Il mercato della moneta

Capitolo 5. Il mercato della moneta Capitolo 5 Il mercato della moneta 5.1 Che cosa è moneta In un economia di mercato i beni non si scambiano fra loro, ma si scambiano con moneta: a fronte di un flusso reale di prodotti e di servizi sta

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione Con questa Guida la COVIP intende illustrarti, con un linguaggio semplice e l aiuto di alcuni esempi,

Dettagli

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria

CHE COS'È UNA BANCA? PARTE 2 Le banche al centro della crisi finanziaria Crisi bancarie L'attività bancaria comporta l'assunzione di rischi L'attività tipica delle banche implica inevitabilmente dei rischi. Anzitutto, se un mutuatario non rimborsa il prestito ricevuto, la banca

Dettagli

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni.

GLOSSARIO. AZIONE Titolo rappresentato di una frazione del capitale di una società per azioni. GLOSSARIO ACCUMULAZIONE DEI PROVENTI Ammontare dei dividendi che sono stati accumulati a favore dei possessori dei titoli ma che non sono stati ancora distribuiti. ARBITRAGGIO Operazione finanziaria consistente

Dettagli

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI

STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI STRATEGIA DI TRASMISSIONE ED ESECUZIONE DEGLI ORDINI 1 INTRODUZIONE Il Consiglio di Amministrazione di Kairos Julius Baer Sim (di seguito la KJBSIM ) ha approvato il presente documento al fine di formalizzare

Dettagli

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it

Nicola Romito. Esperienza. Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Nicola Romito Presidente presso Power Capital nicola.romito@hotmail.it Esperienza Presidente at Power Capital aprile 2013 - Presente (1 anno 4 mesi) * Consulenza per gli investimenti, gestione di portafoglio

Dettagli

L apertura di una economia ha 3 dimensioni

L apertura di una economia ha 3 dimensioni Lezione 19 (BAG cap. 6.1 e 6.3 e 18.1-18.4) Il mercato dei beni in economia aperta: moltiplicatore politica fiscale e deprezzamento Corso di Macroeconomia Prof. Guido Ascari, Università di Pavia Economia

Dettagli

guida introduttiva alla previdenza complementare

guida introduttiva alla previdenza complementare 1 COVIP Commissione di Vigilanza sui Fondi Pensione guida introduttiva alla previdenza complementare www.covip.it 3 Questa Guida è stata realizzata dalla COVIP Indice grafica e illustrazioni Studio Marabotto

Dettagli

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici

Deutsche Asset & Wealth Management. Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015. CIO View. I giganti asiatici. Sfida tra modelli economici Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Maggio 2015 CIO View I giganti asiatici Sfida tra modelli economici Nove Posizioni Le nostre previsioni Il crollo delle esportazioni

Dettagli

Tassi a pronti ed a termine (bozza)

Tassi a pronti ed a termine (bozza) Tassi a pronti ed a termine (bozza) Mario A. Maggi a.a. 2006/2007 Indice 1 Introduzione 1 2 Valutazione dei titoli a reddito fisso 2 2.1 Titoli di puro sconto (zero coupon)................ 3 2.2 Obbligazioni

Dettagli

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020)

Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Energia in Italia: problemi e prospettive (1990-2020) Enzo De Sanctis Società Italiana di Fisica - Bologna Con questo titolo, all inizio del 2008, la Società Italiana di Fisica (SIF) ha pubblicato un libro

Dettagli

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO.

MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. MATERIALE DI STORIA PER LA TERZA PROVA (TIPOLOGIA C ). ECONOMIA, FINANZA, FISCO. di A. Lalomia Premessa Si propongono di seguito venticinque items di Storia da utilizzare per una terza prova su argomenti

Dettagli

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni

Gli Investitori Globali Ritengono che le Azioni Saranno La Migliore Asset Class Nei Prossimi 10 Anni é Tempo di BILANCI Gli Investitori Hanno Sentimenti Diversi Verso le Azioni In tutto il mondo c è ottimismo sul potenziale di lungo periodo delle azioni. In effetti, i risultati dell ultimo sondaggio di

Dettagli

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici

derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici derivati azionari guida alle opzioni aspetti teorici PREFAZIONE Il mercato italiano dei prodotti derivati 1. COSA SONO LE OPZIONI? Sottostante Strike

Dettagli

Caratteristiche del Fondo

Caratteristiche del Fondo Caratteristiche del Fondo EQUI MEDITERRANEO FUND e un fondo costituito sotto forma di SICAV SIF ed è un comparto dedicato della piattaforma EQUI SICAV - SIF, una Società a capitale Variabile Lussemburghese

Dettagli

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI

SCENARI ENERGETICI AL 2040 SINTESI SCENARI ENERGETICI AL 24 SINTESI Leggi la versione integrale degli Scenari Energetici o scaricane una copia: exxonmobil.com/energyoutlook Scenari Energetici al 24 Gli Scenari Energetici offrono una visione

Dettagli

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO

AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO 1 AUDIZIONE DEL MINISTRO FEDERICA GUIDI AL PARLAMENTO EUROPEO (Commissione ITRE) Bruxelles 2 Settembre 2014 INTERVENTO DEL MINISTRO Caro Presidente Buzek, Vice Presidenti, colleghi italiani ed europei,

Dettagli

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa

Perché investire nel QUANT Bond? Logica di investimento innovativa QUANT Bond Perché investire nel QUANT Bond? 1 Logica di investimento innovativa Partiamo da cose certe Nel mercato obbligazionario, una equazione è sempre vera: Rendimento = Rischio E possibile aumentare

Dettagli

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia

Per saperne di più. L evoluzione del sistema pensionistico in Italia Nel corso degli ultimi trent anni il sistema previdenziale italiano è stato interessato da riforme strutturali finalizzate: al progressivo controllo della spesa pubblica per pensioni, che stava assumendo

Dettagli

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza.

TIP e le principali società partecipate hanno comunque avuto un buon anno e i dati di fine settembre lo testimoniano con chiarezza. Carissimi azionisti, il 2014 ci ha riservato molte sorprese: petrolio e materie prime che crollano, dollaro che sale, tassi di interesse sempre più bassi, bond che vanno a ruba, spread dell Europa periferica

Dettagli

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP

FIAMP ANALISI IMPORT EXPORT DEI SETTORI ADERENTI A FIAMP FIAMP FEDERAZIONE ITALIANA DELL ACCESSORIO MODA E PERSONA AIMPES ASSOCIAZIONE ITALIANA MANIFATTURIERI PELLI E SUCCEDANEI ANCI ASSOCIAZIONE NAZIONALE CALZATURIFICI ITALIANI ANFAO ASSOCIAZIONE NAZIONALE

Dettagli

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO

MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO MOSSE PER COSTRUIRE UN INDUSTRIA EUROPEA PER IL TERZO MILLENNIO Premessa: RITORNARE ALL ECONOMIA REALE L economia virtuale e speculativa è al cuore della crisi economica e sociale che colpisce l Europa.

Dettagli

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale

SEB Asset Management. Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale SEB Asset Management Il processo di investimento e la selezione degli asset: come creare un percorso ottimale Fabio Agosta, Responsabile Commerciale Europa Meridionale & Medio Oriente SEB Stockholm Enskilda

Dettagli

UBS CIO Monthly Letter

UBS CIO Monthly Letter ab CIO WM Ottobre 2012 UBS CIO Monthly Letter I banchieri centrali vestono il mantello dei supereroi Alexander S. Friedman CIO UBS WM Quando ero piccolo, mi piaceva guardare film come Superman. Oggi quei

Dettagli

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI

EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI EUROPA 2020 - FAR CONOSCERE I FONDI EUROPEI AI COMMERCIALISTI di Giulia Caminiti Sommario: 1. Premessa. 2. La politica di coesione. 3. Fondi a gestione diretta. 4. Fondi a gestione indiretta. 5. Conclusioni.

Dettagli

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza

Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza ADVISORY Le banche italiane tra gestione del credito e ricerca di efficienza Analisi dei bilanci bancari kpmg.com/it Indice Premessa 4 Executive Summary 6 Approccio metodologico 10 Principali trend 11

Dettagli

la Banca Centrale esercita in autonomia (indipendenza dal Governo) la politica monetaria.

la Banca Centrale esercita in autonomia (indipendenza dal Governo) la politica monetaria. Politica monetaria Obiettivi principali della politica monetaria stabilità monetaria interna (controllo dell inflazione) stabilità monetaria esterna (stabilità del cambio e pareggio della BdP) ma può avere

Dettagli

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG

Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Situazione «Grecia» Informazione da parte di PPCmetrics PPCmetrics AG Alfredo Fusetti, Partner Luca Barenco, Investment Consultant Zurigo, 30.06.2015 Situazione attuale (1) Secondo il comunicato stampa

Dettagli

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento

MERCATI ASIA NUOVE ASSET CLASS NUOVI PAC NOVITÀ GAMMA FONDI. Andamento 2008. La linfa per ritornare a crescere. Opportunità di investimento MERCATI Andamento 2008 ASIA La linfa per ritornare a crescere NUOVE ASSET CLASS Opportunità di investimento NUOVI PAC Risparmiare in modo semplice NOVITÀ GAMMA FONDI Supplemento al prospetto informativo

Dettagli

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA

RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA RILEVAZIONE DEI PREZZI DELL'ENERGIA ELETTRICA - REGIONE LOMBARDIA Da produttore/grossista a utente non domestico - Prezzo di mercato prevalente della componente energia e della commercializzazione al dettaglio

Dettagli

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici

Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Jacob Gyntelberg Peter Hördahl jacob.gyntelberg@bis.org peter.hoerdahl@bis.org Quadro generale degli sviluppi: mercati spronati dai tassi di interesse ancora ai minimi storici Fra inizio settembre e fine

Dettagli

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%)

I ricavi del calcio in Europa sfiorano i 20 miliardi di Euro (+5%) La Serie A arriva a quota 1,7 miliardi di Euro (+6%) Deloitte Italy Spa Via Tortona 25 20144 Milano Tel: +39 02 83326111 www.deloitte.it Contatti Barbara Tagliaferri Ufficio Stampa Deloitte Tel: +39 02 83326141 Email: btagliaferri@deloitte.it Marco Lastrico

Dettagli

CIO View. Un pezzo dopo l altro. Verso l integrazione fiscale europea. Deutsche Asset & Wealth Management

CIO View. Un pezzo dopo l altro. Verso l integrazione fiscale europea. Deutsche Asset & Wealth Management Deutsche Asset & Wealth Management Edizione Europa, Medio Oriente e Africa Giugno 2015 CIO View Un pezzo dopo l altro Verso l integrazione fiscale europea Nove posizioni Le nostre previsioni L aumento

Dettagli

Evoluzione Risk Management in Intesa

Evoluzione Risk Management in Intesa RISCHIO DI CREDITO IN BANCA INTESA Marco Bee, Mauro Senati NEWFIN - FITD Rating interni e controllo del rischio di credito Milano, 31 Marzo 2004 Evoluzione Risk Management in Intesa 1994: focus iniziale

Dettagli

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A.

Comunicato Stampa. Methorios Capital S.p.A. Comunicato Stampa Methorios Capital S.p.A. Approvata la Relazione Semestrale Consolidata al 30 giugno 2013 Acquistato un ulteriore 16,2% del capitale di Astrim S.p.A. Costituzione della controllata Methorios

Dettagli

CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio )

CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio ) 944 CONSIGLI NON RICHIESTI A RENZI SU COME RIVOLUZIONARE L EUROPA GERMANIZZATA (Renato Brunetta per Il Foglio ) 8 luglio 2015 a cura del Gruppo Parlamentare della Camera dei Deputati Forza Italia Berlusconi

Dettagli