Il Ruolo delle Security Operations nelle Strategie Di Cybersecurity

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il Ruolo delle Security Operations nelle Strategie Di Cybersecurity"

Transcript

1 Il Ruolo delle Security Operations nelle Strategie Di Cybersecurity Integrated Cybersecurity & Risk Management Milano, 5 Marzo 2015 Fabio Battelli, CISSP, CISA, CISM, ISO LA Senior Manager, Cyber Risk Services Deloitte Enterprise Risk Services

2 Index 1 Strategie di Cybersecurity in EU e nel Mondo 2 Integrazione dei Cyber Risk nella Gestione dei Rischi 3 Approccio allo sviluppo delle Capability SOC/CERT Deloitte. All Rights Reserved.

3 Strategie di Cybersecurity in EU e nel Mondo Deloitte. All Rights Reserved.

4 Strategie di Cybersecurity Il contesto Mondiale A livello mondiale solo 30 dei 196 Stati riconosciuti sovrani a livello internazionale hanno reso pubblica una propria cyber-strategy; a questi vanno aggiunti i documenti strategici della NATO e dell Unione Europea Principali pilastri Fonte: I principi strategici delle politiche di cybersecurity (2013) identificare e classificare le infrastrutture critiche da proteggere 2. stabilire trattati, leggi e regole di condotta nazionali e/o internazionali ad hoc 3. sviluppare i rapporti diplomatici e rafforzare le partnership internazionali 4. focus sulla protezione dei diritti fondamentali, sulla privacy e/o sulla libertà di espressione 5. focus sul cyber-crime 6. trattare il cyber-spazio come dominio di warfare 7. creare apposite strutture politiche e decisionali per far fronte alla minaccia 8. sviluppare deterrenza per la prevenzione dei conflitti nel cyberspazio 9. incrementare i livelli di sicurezza, affidabilità e resilienza delle reti e dei sistemi informatici 10. rafforzare la condivisione delle informazioni (anche tra pubblico e privato), l early warning e le capacità di incident response 11. aumentare la consapevolezza pubblica della minaccia e l importanza della cyber-security 12. creare e/o incrementare il numero delle figure professionali ad hoc 13. incoraggiare l innovazione, la ricerca e lo sviluppo 2015 Deloitte. All Rights Reserved.

5 Strategie di Cybersecurity Il contesto Europeo Nel contesto europeo ben 16 degli attuali 28 Stati membri hanno una strategia di cyber-security già formalizzata: più della metà non solo a livello europeo ma anche rispetto al numero delle nazioni a livello internazionale (30) Elementi comuni europei 1. stabilire trattati, leggi e regole di condotta nazionali e/o internazionali ad hoc 2. sviluppare i rapporti diplomatici e rafforzare le partnership internazionali 3. incrementare i livelli di sicurezza, affidabilità e resilienza delle reti e dei sistemi informatici 4. rafforzare la condivisione delle informazioni (anche tra pubblico e privato), l early warning e le capacità di incident response Deloitte. All Rights Reserved.

6 Strategie di Cybersecurity Il contesto Europeo Lo studio EU-Deloitte EWRS Nel 2012 la Commisione Europea richiede a Deloitte uno studio di fattibilità per la realizzazione di un Early Warning and Response System (EWRS) a livello Europeo European-wide EWRS L European Early Warning and Response System (EWRS) si pone come obiettivo ultimo quello di fornire supporto operativo e facilitare la cooperazione tra le principali strutture di difesa all interno dell EU, consentendo al contempo: Rilevazione e identificazione degli incidenti Studio EU-Deloitte EWRS Immediata notifica a tutti i principali stakeholder Rapida reazione coordinata Obiettivi dello Studio Analizzare la fattibilità realizzativa di un EWRS a livello europeo Definire il perimetro di applicazione e gli aspetti tecnologici, organizzativi, legali ed economici di tale soluzione Proporre un piano implementativo Deloitte. All Rights Reserved.

7 Strategie di Cybersecurity Il contesto Europeo - Iniziative di cooperazione per la Gestione degli Incidenti I CERT (Computer Emergency Response Team) in Europa stanno già cooperando attraverso specifiche iniziative, ma adottando modelli diversi Principali Inizative Principali piattaforme MASSIF: Next generation SIEM Framework EWS STS: collects data from Honeypot systems that are part of STS' infrastructure and it aims to detect new trends regarding informatic attacks, making it possible to react in a timely manner. Studio EU-Deloitte EWRS public and private monitoring system, running using available resources on honeypots. NTSG: voluntary cooperation platform, aimed at supporting the restoration of the national infrastructure for electronic communications in connection with extraordinary events in society AbuseHelper: open-source project to automatically process incidents notifications CarmentiS: infrastructural and organizational framework for sharing, correlating and cooperatively analyzing sensor data ARAKIS-GOV: early warning system reporting threats arising on the Internet; It focuses on detection and characterization of new automated threats with a focus primarily, but not only, on exploits used in the wild, not malware Deloitte. All Rights Reserved.

8 Strategie di Cybersecurity Il contesto Europeo - Risultati dello studio EWRS Lo studio di fattibilità ha preso in considerazione tre possibili scenari implementativi di EWRS Scenario 1 Comunità chiusa per lo scambio di informazioni Scenario 3 Piattaforma integrate e ad accesso esclusivo da parte della Comunità Scenario 2 - A Comunità chiusa per lo scambio di informazioni ed il coordinamento dell incident response Studio EU-Deloitte EWRS 1 Information Exchange (AI) EWRS come piattaforma aperta di scambio informazioni focalizzata sulla collaborazione e comunicazione tra tutti gli Stati Membri 2 AI & Incident Response Piattaforma chiusa, accessibile solo ad un ristretto numero di stakeholder, con funzionalità di scambio informazioni e incident response 3 Active detection and response Piattaforma integrata e accessibile solo ad un insieme ristretto di stakeholders che offre funzionalità di scambio informazioni, incident response e servizi di monitoraggio e detection I tre scenari individuati non sono da considerarsi esclusivi; le differenze tra di essi devono piuttosto essere considerate come add-on che possono essere inclusi successivamente secondo un percorso evolutivo coerente con il livello di maturità che sarà raggiunto nei prossimi anni Deloitte. All Rights Reserved.

9 Strategie di Cybersecurity La situazione Italiana Il DPCM del 24 gennaio 2013 contiene gli Indirizzi per la Protezione Cibernetica e la Sicurezza Informatica Nazionale con l obiettivo di riorganizzare l architettura istituzionale nel settore della cyber-security, attraverso una graduale e progressiva razionalizzazione di ruoli, strumenti e procedure Potenziamento delle attività di prevenzione, allertamento e approntamento in caso di eventuali situazioni di crisi. Messa in atto delle opportune azioni di risposta e ripristino, provvedendo se del caso ad attivare anche il Tavolo interministeriale di crisi cibernetica. Nucleo Interministeriale Situazione e Pianificazione (NISP) Nucleo per la Sicurezza Cibernetica presso Ufficio del Consigliere Militare Presidente del Consiglio dei Ministri CISR Comitato Interministeriale per la Sicurezza della Repubblica Organismo Collegiale di Coordinamento (DIS) Livello politico / strategico Livello di supporto operativo Comitato Scientifico Definizione della strategia nazionale di cyber-security nonché l emanazione delle conseguenti direttive d indirizzo. Attività istruttoria dei lavori del Comitato interministeriale, supporto al CISR durante le fasi di controllo dell implementazione del piano nazionale per la sicurezza del ciberspazio Verifica e coordina la gestione e la risposta alla crisi cibernetica da parte delle amministrazioni coinvolte, avvalendosi, ove necessario, del CERT nazionale. CERT Difesa Tavolo Interministeriale di Crisi Cibernetica CERT Nazionale c/o MISE Livello tattico e di gestione crisi CERT (altri Ministeri) Assiste l organismo collegiale e il Nucleo per la sicurezza cibernetica ed è composto da esperti provenienti dalla pubblica amministrazione, dal mondo accademico e dal settore privato All interno del processo istituzionale disegnato, gli operatori privati assumono un ruolo primario: infatti, gli operatori che gestiscono infrastrutture critiche di rilievo nazionale, da un lato devono comunicare ogni significativa violazione della propria sicurezza, dall altro devono adottare le misure di sicurezza predisposte dall Organismo Collegiale di Coordinamento Deloitte. All Rights Reserved.

10 Strategie di Cybersecurity La situazione Italiana A Dicembre 2013 anche l Italia ha pubblicato la propria strategia di Cyber Security nazionale, attraverso un Quadro Stategico e un Piano Nazionale che contengono gli obiettivi strategici e operativi della Cyber Security italiana Indirizzi Operativi 1 Potenziamento capacità di Intelligence 2 Coordinamento Pubblico-Privato 3 Security Awarness 4 Cooperazione internazionale / esercitazioni 5 Operatività dei CERT 6 Interventi legislativi e Compliance internazionale In linea con quanto previsto dal DPCM del 24 gennaio 2013, il presente Quadro Strategico Nazionale per la Sicurezza dello Spazio Cibernetico individua i profili e le tendenze evolutive delle minacce e delle vulnerabilità dei sistemi e delle reti di interesse nazionale Il presente Piano Nazionale individua gli indirizzi operativi, gli obiettivi da conseguire e le linee d azione da porre in essere per dare concreta attuazione al Quadro Strategico Nazionale per la sicurezza dello spazio cibernetico Compliance a standard di sicurezza Supporto allo sviluppo industriale Comunicazione strategia Risorse 11 Information Risk Management nazionale Deloitte. All Rights Reserved.

11 Integrazione dei Cyber Risk nella Gestione dei Rischi Deloitte. All Rights Reserved.

12 Integrazione dei Cyber Risk nella Gestione dei Rischi Le funzioni SOC e CERT per la gestione dei rischi Cyber Come evidenziato dalle strategie di Cybersecurity adottate a livello Paese, il ruolo del Security Operations Center (SOC) e del Computer Emergency Response Center (CERT) risulta sempre più strategico per la gestione dei rischi Cyber nelle Organizzazioni Security Operations e Gestione degli Incidenti Cyber SOC (Security Operations Center) Il SOC rappresenta il punto nevralgico per il controllo ed il governo della sicurezza. É il luogo, fisico e logico, in cui convergono tutte le informazioni di sicurezza provenienti dall infrastruttura e necessarie a gestire, controllare e monitorare proattivamente la sicurezza in modo centralizzato e globale CERT (Computer Emergency Response Team) In collaborazione con il SOC (o parte stessa del SOC) è l unità operativa che si occupa di gestire gli eventi critici di tipo Cyber (Incidenti). Coopera inoltre con l intera Community di sicurezza (altri CERT, Istituzioni, ecc.) al fine di prevenire ed individuare tempestivamente i rischi Deloitte. All Rights Reserved.

13 Integrazione dei Cyber Risk nella Gestione dei Rischi Ruolo del SOC/CERT per la gestione dinamica" dei Rischi In un ottica integrata le attività di Security Operations del SOC e di Gestione incidenti del CERT avranno un ruolo sempre più determinante nell individuazione "dinamica" dei rischi a cui l Organizzazione è sottoposta Funzione Risk Management Processi e Asset Survey Automatici Integrated Risk Management Risk Management Framework Risk Snapshot Continous Cyber Risk Reporting Monitoraggio continuo Processi e Asset Audit Findings Incident Integrated Risk Management Vulnerabilità Tecniche Valutazioni Risk Owner Cyber Intelligence La valutazione tradizionale del rischio (snaphshot) è arricchito da indicatori reali (dinamici) provenienti dalle funzioni SOC/CERT La valutazione del rischio residuo (dopo il trattamento) è ricalcolato misuando l efficacia reale delle contromisure applicate sulla base dei dati forniti dal SOC/CERT Funzione SOC/CERT Deloitte. All Rights Reserved.

14 Integrazione dei Cyber Risk nella Gestione dei Rischi Il ruolo centrale del CERT nella Gestione dei Rischi Cyber Il CERT eroga servizi alla propria Constituency ed interagisce esternamente con l intera Community al fine di ottenere e contribuire ad avere una visione complessiva delle minacce e degli incidenti che si stanno verificando a livello locale e globale (Shared Situational Awarness) Constituency La Constituency è rappresentato dall insieme di persone, funzioni ed asset a cui i servizi CERT sono rivolti Enti o Authority di Settore Adeguamento e risposta alle richieste e alle regole degli Enti e/o Authority in cui opera l organizzazione Interlocutori Istituzionali e Governativi Coordinano la risposta agli incidenti nazionali e, a diverso titolo, ricevono e forniscono informazioni/supporto da e verso gli altri CERT Organizzazione interna (CERT Nazionale, CNAIPIC, Nucleo Sicurezza Cyber, ecc.) Aziende Controllate o Uffici periferici ICT, ICT Security CERT Abilitatore e coordinatore delle comunicazioni interne ed esterne sugli eventi critici di tipo cyber Interlocutori Nazionali (Privati) Gli interlocutori italiani con cui stabilire un legame di fiducia e di reciproco scambio al fine di rendere efficace la gestione degli incidenti Interlocutori Internazionali Gli enti esteri sono un interlocutore con cui creare un legame volto a condividere le informazioni, i metodi e le esperienze sia in ambito Finance che altri CERT ISAC, ENISA, FIRST, Trusted Introducer, altri CERT Shared Situational Awareness Internet Service Provider, CERT altre aziende, associazioni, ecc Deloitte. All Rights Reserved.

15 Approccio allo sviluppo delle Capability SOC/CERT Deloitte. All Rights Reserved.

16 Approccio allo sviluppo del SOC/CERT Alcune domande tipiche L applicazione degli standard e delle best practice di riferimento rappresentano solo il primo passo per la definizione e realizzazione di un SOC/CERT. L esperienza conferma la necessità di modellare accuratamente tali Fuzioni in relazioni agli obiettivi e alle caratteristiche specifiche dell Organizzazione Obiettivi e Strategia Quali sono gli obiettivi del SOC/CERT per l Organizzazione? E richiesto l accreditamento della struttura? Quale è la Constituency a cui si rivolge? Quali mandati specifici deve recepire? (Compliance, politiche interne, internazionalizzazione, ecc.) Servizi erogati Quale servizi (catalogo) il deve erogare alla propria Constituency? Solo reazione o anche prevenzione? Quali ruoli e responsabilità tra il SOC/CERT e le altre funzioni (IT Security, Risk Management, ecc.), soprattutto nel monitoraggio e nella gestione degli incidenti? Strumenti e Tecnologia Quali soluzioni tecnologiche sono richieste per l erogazione dei servizi? (Ticketing, Dashboarding, Knowledge Base, ecc.)? Quale livello di integrazione con le altre soluzioni in uso presso altre funzioni? (ICT, Risk Management, ecc.)? Organizzazione / Modello Operativo Quale modello operativo è richiesto? Distribuito, centralizzato, virtuale, ecc.? Quanto personale deve essere impiegato nel SOC/CERT? Quali profili? Dedicato o part-time? Quanto personale deve essere impiegato nel SOC/CERT? Deloitte. All Rights Reserved.

17 Approccio allo sviluppo del SOC/CERT che richiedono l adozione di una metodologia di riferimento L utilizzo di una metodologia collaudata e la disponibilità di asset standard consentono di semplificare la nascita e lo sviluppo delle capacità indispensabili all erogazione dei servizi SOC/CERT ESEMPLIFICATIVO Deloitte. All Rights Reserved.

18 Approccio allo sviluppo del SOC/CERT anche in funzione del livello di protezione che si intende raggiungere L adozione delle tecnologie abilitati per l erogazione dei servizi SOC/CERT dovrebbe avvenire progressivamente secondo una target model specifico che agevoli anche l integrazione dei processi di gestione del rischio (Integrated Risk Management) ESEMPLIFICATIVO Situational Awareness Predictive & Behavioral Analysis Cyber Intelligence Active Defence Extended Protection & Adaptive Security Context-Aware Security Boundary Security Protection Level Data Leakege Prevention Data Encryption GRC Platform Asset Inventory & Classification Patch & Vulnerability Management SIEM Vulnerability Assessment Antivirus, Antimalware Policy Compliance Intrusion Prevention I&AM and PAM System NAC Cyber Intelligence Physical & Logical Security Integration Course of Action Automation Fraud Prevention PKI Real Time Computer Forensics Next Generation Firewall APT Real Time Prevention System Maturity Deloitte. All Rights Reserved.

19 Deloitte, the largest professional services network in Italy, first started its activity in this country in 1923 and boasts century old roots, combining a tradition of quality with avant garde methods and technological expertise. Deloitte's professional services, which include audit, tax, consulting and financial advisory, are rendered by various separate and independent firms, specialised in the single professional areas, which are all part of the Deloitte network. Today, the Italian network employs over 2,900 professionals who help their clients excel thanks to the confidence in the high level of service, in our multidisciplinary offering and our widespread geographical coverage. Deloitte provides audit, tax, consulting, and financial advisory services to public and private clients spanning multiple industries. With a globally connected network of member firms in more than 150 countries, Deloitte brings world-class capabilities and deep local expertise to help clients succeed wherever they operate. Deloitte's about 200,000 professionals are committed to becoming the standard of excellence. Deloitte refers to one or more of Deloitte Touche Tohmatsu Limited, a UK private company limited by guarantee, and its network of member firms, each of which is a legally separate and independent entity. Please see deloitte.com\about for a detailed description of the legal structure of Deloitte Touche Tohmatsu Limited and its member firms.

La Community per la sicurezza nazionale. Rita Forsi MiSE - CERT

La Community per la sicurezza nazionale. Rita Forsi MiSE - CERT La Community per la sicurezza nazionale Rita Forsi MiSE - CERT Contesto Italiano della cyber security D. Lgs. 70/2012 Il decreto prevede l individuazione del CERT Nazionale presso il Ministero dello Sviluppo

Dettagli

Cyber Security Architecture in Sogei

Cyber Security Architecture in Sogei Cyber Security Architecture in Sogei P. Schintu 20 Maggio 2015 Cybersecurity Sogei S.p.A. Summit - Sede - Legale Roma, Via 20 M. maggio Carucci n. 2015 99-00143 Roma 1 SOGEI, infrastruttura IT critica

Dettagli

IT Compensation Survey. 1^ Edizione - Indagine 2015

IT Compensation Survey. 1^ Edizione - Indagine 2015 IT Compensation Survey 1^ Edizione - Indagine 2015 IT Compensation Survey L evoluzione del contesto tecnologico in cui le aziende oggi si trovano ad operare e l esigenza di erogare «servizi 2.0» sempre

Dettagli

XXVII Convegno Nazionale di IT Auditing, Security e Governance Innovazione e Regole: Alleati o Antagonisti?

XXVII Convegno Nazionale di IT Auditing, Security e Governance Innovazione e Regole: Alleati o Antagonisti? XXVII Convegno Nazionale di IT Auditing, Security e Governance Innovazione e Regole: Alleati o Antagonisti? L innovazione applicata ai controlli: il caso della cybersecurity Tommaso Stranieri Partner di

Dettagli

LA STRATEGIA ITALIANA IN MATERIA

LA STRATEGIA ITALIANA IN MATERIA LA STRATEGIA ITALIANA IN MATERIA DI CYBER SECURITY STEFANO MELE HackInBo 2014 - Bologna 03 MAY 2014 @MeleStefano Avvocato specializzato in Diritto delle Tecnologie, Privacy, Sicurezza ed Intelligence.

Dettagli

Motor Study. Messaggi Chiave. Novembre 2015

Motor Study. Messaggi Chiave. Novembre 2015 Motor Study Messaggi Chiave Novembre 2015 1 I principali contenuti dello studio sintesi 1 pagina Deloitte ha effettuato una survey su 9.000 Clienti assicurativi in 8 nazioni Europee (UK, Irlanda, Germania,

Dettagli

Banche e Sicurezza 2015

Banche e Sicurezza 2015 Banche e Sicurezza 2015 Sicurezza informatica: Compliance normativa e presidio del rischio post circolare 263 Leonardo Maria Rosa Responsabile Ufficio Sicurezza Informatica 5 giugno 2015 Premessa Il percorso

Dettagli

Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato. 1 Ottobre 2014, Roma

Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato. 1 Ottobre 2014, Roma Il Risk Management Integrato in eni Stefano Leofreddi Senior Vice President Risk Management Integrato 1 Ottobre 2014, Roma Indice - Sviluppo del Modello RMI - Governance e Policy - Processo e Strumenti

Dettagli

Proposte concernenti le strategie in materia di sicurezza informatica e delle telecomunicazioni per la pubblica amministrazione

Proposte concernenti le strategie in materia di sicurezza informatica e delle telecomunicazioni per la pubblica amministrazione Esempio strutturato di SICUREZZA ORGANIZZATIVA Proposte concernenti le strategie in materia di sicurezza informatica e delle telecomunicazioni per la pubblica amministrazione Pubblicazione del Comitato

Dettagli

Un'efficace gestione del rischio per ottenere vantaggi competitivi

Un'efficace gestione del rischio per ottenere vantaggi competitivi Un'efficace gestione del rischio per ottenere vantaggi competitivi Luciano Veronese - RSA Technology Consultant Marco Casazza - RSA Technology Consultant 1 Obiettivi della presentazione Dimostrare come

Dettagli

SOC le ragioni che determinano la scelta di una struttura esterna

SOC le ragioni che determinano la scelta di una struttura esterna SOC le ragioni che determinano la scelta di una struttura esterna Indice Scopo Servizi SOC Descrizione Servizi Modello di Erogazione Risorse / Organizzazione Sinergia con altri servizi Conclusioni 2 Scopo

Dettagli

La gestione del rischio controparti

La gestione del rischio controparti Risk Assurance Services www.pwc.com/it La gestione del rischio controparti Un esigenza da presidiare per la tutela della reputazione e del valore aziendale La reputazione è un asset strategico da valorizzare,

Dettagli

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente:

LA TEMATICA. Questa situazione si traduce facilmente: IDENTITY AND ACCESS MANAGEMENT: LA DEFINIZIONE DI UN MODELLO PROCEDURALE ED ORGANIZZATIVO CHE, SUPPORTATO DALLE INFRASTRUTTURE, SIA IN GRADO DI CREARE, GESTIRE ED UTILIZZARE LE IDENTITÀ DIGITALI SECONDO

Dettagli

La strategia italiana in materia di cyber-security Cyber risks, social network e rischi reputazionali Boyd e app spingono il cybercrime nell

La strategia italiana in materia di cyber-security Cyber risks, social network e rischi reputazionali Boyd e app spingono il cybercrime nell La strategia italiana in materia di cyber-security Cyber risks, social network e rischi reputazionali Boyd e app spingono il cybercrime nell indifferenza generale La Direttiva Comunitaria per prevenire

Dettagli

DECRETI PRESIDENZIALI

DECRETI PRESIDENZIALI DECRETI PRESIDENZIALI DECRETO DEL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI 24 gennaio 2013. Direttiva recante indirizzi per la protezione cibernetica e la sicurezza informatica nazionale. IL PRESIDENTE DEL

Dettagli

SIEM (Security Information and Event Management) Monitoraggio delle informazioni e degli eventi per l individuazione di attacchi

SIEM (Security Information and Event Management) Monitoraggio delle informazioni e degli eventi per l individuazione di attacchi SIEM (Security Information and Event Management) Monitoraggio delle informazioni e degli eventi per l individuazione di attacchi Log forensics, data retention ed adeguamento ai principali standard in uso

Dettagli

www.iks.it informazioni@iks.it 049.870.10.10 Copyright IKS srl

www.iks.it informazioni@iks.it 049.870.10.10 Copyright IKS srl www.iks.it informazioni@iks.it 049.870.10.10 Il nostro obiettivo è fornire ai Clienti soluzioni abilitanti e a valore aggiunto per la realizzazione di servizi di business, nell ambito nell infrastruttura

Dettagli

measures to ensure a high common level of network and information security across the Union 3

measures to ensure a high common level of network and information security across the Union 3 Legislazione CYBER SECURITY: il nuovo ordine esecutivo del Presidente americano Obama e la recente proposta di direttiva UE Network and Information Security (NIS) Marcoccio Gloria Diritto.it La sicurezza

Dettagli

Situation AWare Security Operations Center (SAWSOC) Topic SEC-2012.2.5-1 Convergence of physical and cyber security. Relatore: Alberto Bianchi

Situation AWare Security Operations Center (SAWSOC) Topic SEC-2012.2.5-1 Convergence of physical and cyber security. Relatore: Alberto Bianchi Situation AWare Security Operations Center (SAWSOC) Relatore: Alberto Bianchi Topic SEC-2012.2.5-1 Convergence of physical and cyber security Coordinatrice di Progetto: Anna Maria Colla annamaria.colla@selexelsag.com

Dettagli

Servizi. Gennaio 2013. Corylus S.p.A. (Gruppo IVU S.p.A.)

Servizi. Gennaio 2013. Corylus S.p.A. (Gruppo IVU S.p.A.) Servizi Gennaio 2013 Corylus S.p.A. (Gruppo IVU S.p.A.) Sede Legale: Via La Spezia, 6 00182 Roma Sede Operativa: Via Tre Cannelle, 5 00040 Pomezia (RM) - Tel. +39.06.91997.1 - Fax +39.06.91997.241 - sales@scorylus.it

Dettagli

Roma 26 Maggio 2015, Security Infoblox

Roma 26 Maggio 2015, Security Infoblox Roma 26 Maggio 2015, Security Infoblox Aditinet Enterprise Security La strategia Paolo Marsella - CEO Le Aree in cui Operiamo Progettiamo, realizziamo e supportiamo infrastruttura di Network di classe

Dettagli

Sicurezza, Rischio e Business Continuity Quali sinergie?

Sicurezza, Rischio e Business Continuity Quali sinergie? Sicurezza, Rischio e Business Continuity Quali sinergie? ABI Banche e Sicurezza 2016 John Ramaioli Milano, 27 maggio 2016 Agenda Ø Il contesto normativo ed organizzativo Ø Possibili sinergie Ø Considerazioni

Dettagli

CYBER SECURITY COMMAND CENTER

CYBER SECURITY COMMAND CENTER CYBER COMMAND CENTER Il nuovo Cyber Security Command Center di Reply è una struttura specializzata nell erogazione di servizi di sicurezza di livello Premium, personalizzati in base ai processi del cliente,

Dettagli

Product Management & Partnerships Industrial & SCADA Infrastructure Protection. Milano 30 Ottobre 2013

Product Management & Partnerships Industrial & SCADA Infrastructure Protection. Milano 30 Ottobre 2013 Product Management & Partnerships Industrial & SCADA Infrastructure Protection Milano 30 Ottobre 2013 VIDEO IL NUOVO PANORAMA Le minacce sono più complesse E con tante risorse da proteggere il personale

Dettagli

Aditinet, Enterprise Security, La strategia Paolo Marsella - CEO

Aditinet, Enterprise Security, La strategia Paolo Marsella - CEO Aditinet, Enterprise Security, La strategia Paolo Marsella - CEO Le Aree in cui Operiamo Progettiamo, realizziamo e supportiamo infrastruttura di Network di classe enterprise, basate su principi di availability,

Dettagli

Security Summit 2013 > Verifica della sicurezza delle applicazioni e minacce del mondo mobile. Francesco Faenzi, Security Practice Manager

Security Summit 2013 > Verifica della sicurezza delle applicazioni e minacce del mondo mobile. Francesco Faenzi, Security Practice Manager Security Summit 2013 > Verifica della sicurezza delle applicazioni e minacce del mondo mobile Francesco Faenzi, Security Practice Manager Agenda Framework & Vision Value Proposition Solution Center Referenze

Dettagli

Francesco Scribano GTS Business Continuity and Resiliency services Leader

Francesco Scribano GTS Business Continuity and Resiliency services Leader Francesco Scribano GTS Business Continuity and Resiliency services Leader Certificazione ISO 27001: l'esperienza IBM Certificazione ISO 27001: l'esperienza IBM Il caso di IBM BCRS Perchè certificarsi Il

Dettagli

Focus Italia: i numeri del fenomeno e le minacce attuali all epoca della digital disruption

Focus Italia: i numeri del fenomeno e le minacce attuali all epoca della digital disruption Cybercrime e Data Security Banche e aziende come proteggono i clienti? Focus Italia: i numeri del fenomeno e le minacce attuali all epoca della digital disruption Alessandro Piva Direttore dell Osservatorio

Dettagli

TIG Leadership Program: Securing the new Digital Enterprise: Sicurezza & Risk Management nell era digitale

TIG Leadership Program: Securing the new Digital Enterprise: Sicurezza & Risk Management nell era digitale TIG Leadership Program: Securing the new Digital Enterprise: Sicurezza & Risk Management nell era digitale 1 Che cosa sono i Leadership Program di The Innovation Group Un programma coordinato e strutturato

Dettagli

ZeroUno Executive Dinner

ZeroUno Executive Dinner L ICT per il business nelle aziende italiane: mito o realtà? 30 settembre 2008 Milano, 30 settembre 2008 Slide 0 I principali obiettivi strategici delle aziende Quali sono i primi 3 obiettivi di business

Dettagli

Il valore della cyber security per la sicurezza nazionale e la protezione delle infrastrutture energetiche

Il valore della cyber security per la sicurezza nazionale e la protezione delle infrastrutture energetiche Cyber Security Energia 2014 1 Conferenza Nazionale 3 Luglio 2014 Il valore della cyber security per la sicurezza nazionale e la protezione delle infrastrutture energetiche Finmeccanica Today HELICOPTERS

Dettagli

La Certificazione ISO/IEC 27001. Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni

La Certificazione ISO/IEC 27001. Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni Sistema di Gestione della Sicurezza delle Informazioni 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di Quality Solutions Introduzione alla ISO 27001 La metodologia Quality Solutions Focus on: «L analisi

Dettagli

Piattaforma per la Security delle Infrastrutture Critiche. Maurizio Dal Re, Araknos CEO CPEXPO Genova 30 Ottobre 2013

Piattaforma per la Security delle Infrastrutture Critiche. Maurizio Dal Re, Araknos CEO CPEXPO Genova 30 Ottobre 2013 Piattaforma per la Security delle Infrastrutture Critiche Maurizio Dal Re, Araknos CEO CPEXPO Genova 30 Ottobre 2013 Chi è AraKnos Da 10+ anni attiva nel mercato del SIEM (Security Information Event Management)

Dettagli

IS Governance in action: l esperienza di eni

IS Governance in action: l esperienza di eni IS Governance in action: l esperienza di eni eni.com Giancarlo Cimmino Resp. ICT Compliance & Risk Management Contenuti L ICT eni: mission e principali grandezze IS Governance: il modello organizzativo

Dettagli

Direzione Centrale Sistemi Informativi

Direzione Centrale Sistemi Informativi Direzione Centrale Sistemi Informativi Missione Contribuire, in coerenza con le strategie e gli obiettivi aziendali, alla definizione della strategia ICT del Gruppo, con proposta al Chief Operating Officer

Dettagli

CYBER CRIME CONFERENCE 2013

CYBER CRIME CONFERENCE 2013 CYBER CRIME CONFERENCE 2013 Roma, 27 marzo 2013 Cyber-security & Cyber-warfare A V V. S T E F A N O M E L E Chi sono.. Stefano Mele.. Avvocato specializzato in Diritto delle Tecnologie, Privacy, Sicurezza

Dettagli

Adozione del Cloud: Le Domande Inevitabili

Adozione del Cloud: Le Domande Inevitabili Adozione del Cloud: Le Domande Inevitabili All IT Aziendale Quali sono i rischi che non esistevano negli ambienti fisici o virtualmente statici? Ho bisogno di separare ruoli di amministratore dei server

Dettagli

Security & Compliance Governance

Security & Compliance Governance Consulenza, soluzioni e servizi per l ICT Security & Compliance Governance CASO DI STUDIO Copyright 2011 Lutech Spa Introduzione All interno della linea di offerta di Lutech il cliente può avvalersi del

Dettagli

Compliance in Banks 2010

Compliance in Banks 2010 Compliance 2010 Compliance in Banks 2010 Dott. Giuseppe Aquaro Responsabile Group Audit Unicredit S.p.A. Il coordinamento complessivo del Sistema dei Controlli Interni in Banca Roma, 12 Novembre 2010 Premessa:

Dettagli

Managed Security Services Security Operations Center

Managed Security Services Security Operations Center Managed Security Services Security Operations Center L organizzazione, i servizi ed i fattori da prendere in considerazione quando si deve scegliere un provider di servizi. Davide Del Vecchio Responsabile

Dettagli

Cloud Computing - Soluzioni IBM per. Giovanni De Paola IBM Senior Consultant 17 Maggio 2010

Cloud Computing - Soluzioni IBM per. Giovanni De Paola IBM Senior Consultant 17 Maggio 2010 Cloud Computing - Soluzioni IBM per Speaker l Homeland Name Security Giovanni De Paola IBM Senior Consultant 17 Maggio 2010 Agenda 2 Il valore aggiunto del Cloud Computing per Homeland Security e Difesa

Dettagli

Nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche La gestione delle utenze amministrative e tecniche: il caso UBIS

Nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche La gestione delle utenze amministrative e tecniche: il caso UBIS Nuove disposizioni di vigilanza prudenziale per le banche La gestione delle utenze amministrative e tecniche: il caso UBIS Alessandro Ronchi Senior Security Project Manager La Circolare 263-15 aggiornamento

Dettagli

Marco Salvato, KPMG. AIEA Verona 25.11.2005

Marco Salvato, KPMG. AIEA Verona 25.11.2005 Information Systems Governance e analisi dei rischi con ITIL e COBIT Marco Salvato, KPMG Sessione di studio AIEA, Verona 25 Novembre 2005 1 Information Systems Governance L'Information Systems Governance

Dettagli

Corso Base ITIL V3 2008

Corso Base ITIL V3 2008 Corso Base ITIL V3 2008 PROXYMA Contrà San Silvestro, 14 36100 Vicenza Tel. 0444 544522 Fax 0444 234400 Email: proxyma@proxyma.it L informazione come risorsa strategica Nelle aziende moderne l informazione

Dettagli

Il Sistema di Governo della Sicurezza delle Informazioni di SIA

Il Sistema di Governo della Sicurezza delle Informazioni di SIA Company Management System Il Sistema di Governo della Sicurezza delle Informazioni di SIA Scopo del documento: Redatto da: Verificato da: Approvato da: Codice documento: Classificazione: Dominio di applicazione:

Dettagli

PROFILO AZIENDALE 2011

PROFILO AZIENDALE 2011 PROFILO AZIENDALE 2011 NET STUDIO Net Studio è un azienda che ha sede in Toscana ma opera in tutta Italia e in altri paesi Europei per realizzare attività di Consulenza, System Integration, Application

Dettagli

HEALTHCARE & PUBLIC SECTOR. I Servizi per la Sanità

HEALTHCARE & PUBLIC SECTOR. I Servizi per la Sanità HEALTHCARE & PUBLIC SECTOR I Servizi per la Sanità Advisory 2 I Servizi per la Sanità I Servizi per la Sanità 3 L esperienza che crea valore Per creare valore nel mondo della Sanità servono degli specialisti.

Dettagli

ICT Security Governance. 16 Marzo 2010. Bruno Sicchieri ICT Security Technical Governance

ICT Security Governance. 16 Marzo 2010. Bruno Sicchieri ICT Security Technical Governance ICT Security 16 Marzo 2010 Bruno Sicchieri ICT Security Technical Principali aree di business 16 Marzo 2010 ICT Security in FIAT Group - I Principi Ispiratori Politica per la Protezione delle Informazioni

Dettagli

IT governance & management. program

IT governance & management. program IT governance & management Executive program VI EDIZIONE / GENNAIO - maggio 2016 PERCHÉ QUESTO PROGRAMMA Nell odierno scenario competitivo l ICT si pone come un fattore abilitante dei servizi di business

Dettagli

Presentazione. agili e flessibili; costantemente aderenti al business model ed alla sua evoluzione geografica e temporale;

Presentazione. agili e flessibili; costantemente aderenti al business model ed alla sua evoluzione geografica e temporale; Presentazione Blu Consulting è una società di consulenza direzionale certificata ISO 9001:2008, fondata da Mauro Masciarelli nel 2009, specializzata nella revisione delle strategie di business, adeguamento

Dettagli

AEO e sicurezza dei sistemi informativi. Luca Boselli, Senior Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008

AEO e sicurezza dei sistemi informativi. Luca Boselli, Senior Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008 AEO e sicurezza dei sistemi informativi Luca Boselli, Senior Manager, KPMG Advisory S.p.A. Milano, 26 giugno 2008 Agenda La sicurezza delle informazioni: introduzione e scenario di riferimento La sicurezza

Dettagli

La sicurezza nella società digitale e nuovi modelli d uso ICT per la Pubblica Amministrazione

La sicurezza nella società digitale e nuovi modelli d uso ICT per la Pubblica Amministrazione La sicurezza nella società digitale e nuovi modelli d uso ICT per la Pubblica Amministrazione Direzione Centrale Sistemi Informativi e Tecnologici Massimiliano D Angelo Forum PA, 30 maggio 2013 1 I numeri

Dettagli

Company overview. www.hackingteam.com. *stimato

Company overview. www.hackingteam.com. *stimato Company profile Company overview Sicurezza Informatica (difensiva ed offensiva) Vendor Independent Fondata nel 2003 2 soci fondatori e Amministratori operativi Finanziata da 2 primari fondi di Venture

Dettagli

Cosa si intende per Sicurezza delle Informazioni? Quali sono gli obiettivi di un processo per la Sicurezza delle Informazioni?

Cosa si intende per Sicurezza delle Informazioni? Quali sono gli obiettivi di un processo per la Sicurezza delle Informazioni? Cosa si può fare? LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI Cosa si intende per Sicurezza delle Informazioni? La Sicurezza delle Informazioni nell impresa di oggi è il raggiungimento di una condizione dove i rischi

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

Presidenza del Consiglio dei Ministri PIANO NAZIONALE PER LA PROTEZIONE CIBERNETICA E LA SICUREZZA INFORMATICA

Presidenza del Consiglio dei Ministri PIANO NAZIONALE PER LA PROTEZIONE CIBERNETICA E LA SICUREZZA INFORMATICA Presidenza del Consiglio dei Ministri PIANO NAZIONALE PER LA PROTEZIONE CIBERNETICA E LA SICUREZZA INFORMATICA Dicembre 2013 Presidenza del Consiglio dei Ministri PIANO NAZIONALE PER LA PROTEZIONE CIBERNETICA

Dettagli

Il processo di definizione e gestione del Risk Appetite nelle assicurazioni italiane. Renzo G. Avesani, Presidente CROFI

Il processo di definizione e gestione del Risk Appetite nelle assicurazioni italiane. Renzo G. Avesani, Presidente CROFI Il processo di definizione e gestione del Risk Appetite nelle assicurazioni italiane Renzo G. Avesani, Presidente CROFI Milano, 10 07 2013 1. Che cosa è il Risk Appetite? 2. Il processo di Risk Appetite

Dettagli

Il controllo dell efficienza energetica nei Data Center. Valentino Violani, Npo Consulting srl

Il controllo dell efficienza energetica nei Data Center. Valentino Violani, Npo Consulting srl Il controllo dell efficienza energetica nei Data Center Valentino Violani, Npo Consulting srl Profilo del System Integrator Saia PCD Npo Consulting srl è una società di system integration nata nel 2007

Dettagli

1. LE MINACCE ALLA SICUREZZA AZIENDALE 2. IL RISCHIO E LA SUA GESTIONE. Sommario

1. LE MINACCE ALLA SICUREZZA AZIENDALE 2. IL RISCHIO E LA SUA GESTIONE. Sommario 1. LE MINACCE ALLA SICUREZZA AZIENDALE 1.1 Introduzione... 19 1.2 Sviluppo tecnologico delle minacce... 19 1.2.1 Outsourcing e re-engineering... 23 1.3 Profili delle minacce... 23 1.3.1 Furto... 24 1.3.2

Dettagli

La certificazione CISM

La certificazione CISM La certificazione CISM Firenze, 19 maggio 2005 Daniele Chieregato Agenda Ruolo del Security Manager Certificati CISM Domini Requisiti Ruolo del Security Manager La gestione della Sicurezza Informatica

Dettagli

Il Continuous Auditing come garanzia di successo dell IT Governance

Il Continuous Auditing come garanzia di successo dell IT Governance Il Continuous Auditing come garanzia di successo dell IT Governance Essere consapevoli del proprio livello di sicurezza per agire di conseguenza A cura di Alessandro Da Re CRISC, Partner & CEO a.dare@logicalsecurity.it

Dettagli

BUSINESS RISK CONSULTING RISK. DISPUTES. STRATEGY.

BUSINESS RISK CONSULTING RISK. DISPUTES. STRATEGY. BUSINESS RISK CONSULTING RISK. DISPUTES. STRATEGY. BUSINESS RISK CONSULTING PROCESS OPTIMIZATION Mappatura as is dei processi, definizione dello stato to be, gap analysis, definizione ed implementazione

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

Una modalità operativa per la Quality Assurance

Una modalità operativa per la Quality Assurance p w c Una modalità operativa per la Quality Assurance Milano, 28 Novembre 2006 *connectedthinking Massimiliano Pizzardi CIA - CCSA Indice Definizione del concetto di Quality Assurance dell attività di

Dettagli

ISO 27001:2005 ISMS Rischi ed Opportunità Nell approccio certificativo. INFOSECURITY - Verona - 2006 05 09 1

ISO 27001:2005 ISMS Rischi ed Opportunità Nell approccio certificativo. INFOSECURITY - Verona - 2006 05 09 1 ISO 27001:2005 ISMS Rischi ed Opportunità Nell approccio certificativo INFOSECURITY - Verona - 2006 05 09 1 INFOSECURITY - Verona - 2006 05 09 2 Fornitori Istituzioni Clienti Sicurezza delle Informazioni

Dettagli

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA

CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA CARTA REGIONALE DEI SERVIZI SISTEMA INFORMATIVO SOCIO- SANITARIO DELLA REGIONE LOMBARDIA IL CLIENTE Regione Lombardia, attraverso la società Lombardia Informatica. IL PROGETTO Fin dal 1998 la Regione Lombardia

Dettagli

LA BUSINESS UNIT SECURITY

LA BUSINESS UNIT SECURITY Security LA BUSINESS UNIT SECURITY FABARIS È UN AZIENDA LEADER NEL CAMPO DELL INNOVATION SECURITY TECHNOLOGY. ATTINGIAMO A RISORSE CON COMPETENZE SPECIALISTICHE E SUPPORTIAMO I NOSTRI CLIENTI AD IMPLEMENTARE

Dettagli

Associazione Italiana Information Systems Auditors

Associazione Italiana Information Systems Auditors Associazione Italiana Information Systems Auditors Agenda AIEA - ruolo ed obiettivi ISACA - struttura e finalità La certificazione CISA La certificazione CISM 2 A I E A Costituita a Milano nel 1979 Finalità:

Dettagli

Cyber security e cyber privacy, la sfida dell internet di ogni cosa. Giuseppe Colosimo, Senior Manager Business Line Security NTT DATA Italia

Cyber security e cyber privacy, la sfida dell internet di ogni cosa. Giuseppe Colosimo, Senior Manager Business Line Security NTT DATA Italia Cyber security e cyber privacy, la sfida dell internet di ogni cosa Giuseppe Colosimo, Senior Manager Business Line Security NTT DATA Italia CYBER SECURITY AND CYBER PRIVACY CHALLENGES IN THE INTERNET

Dettagli

La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799

La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799 Convegno sulla Sicurezza delle Informazioni La certificazione dei sistemi di gestione della sicurezza ISO 17799 e BS 7799 Giambattista Buonajuto Lead Auditor BS7799 Professionista indipendente Le norme

Dettagli

Agenda. La protezione della Banca. attraverso la convergenza della Sicurezza Fisica e Logica. innovazione per nuovi progetti

Agenda. La protezione della Banca. attraverso la convergenza della Sicurezza Fisica e Logica. innovazione per nuovi progetti La protezione della Banca attraverso la convergenza della Sicurezza Fisica e Logica Roma, 21-22 Maggio 2007 Mariangela Fagnani (mfagnani@it.ibm.com) ABI Banche e Sicurezza 2007 2007 Corporation Agenda

Dettagli

La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività

La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività La sicurezza nel Sistema Pubblico di Connettività Ing. Gianfranco Pontevolpe Responsabile Ufficio Tecnologie per la sicurezza Centro Nazionale per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Sistema pubblico

Dettagli

Incident & Vulnerability Management: Integrazione nei processi di un SOC. Fabio Civita. Roma, 13 Maggio 2014 Complesso Monumentale S.

Incident & Vulnerability Management: Integrazione nei processi di un SOC. Fabio Civita. Roma, 13 Maggio 2014 Complesso Monumentale S. Il braccio destro per il business. Incident & Vulnerability Management: Integrazione nei processi di un SOC Roma, 13 Maggio 2014 Complesso Monumentale S.Spirito in Sassia Il braccio destro per il business.

Dettagli

1- Corso di IT Strategy

1- Corso di IT Strategy Descrizione dei Corsi del Master Universitario di 1 livello in IT Governance & Compliance INPDAP Certificated III Edizione A. A. 2011/12 1- Corso di IT Strategy Gli analisti di settore riportano spesso

Dettagli

Servizi e Prodotti per la Sicurezza Aziendale. Il Gruppo BELLUCCI

Servizi e Prodotti per la Sicurezza Aziendale. Il Gruppo BELLUCCI Il Gruppo BELLUCCI Con la creazione di una Suite Servizi & Prodotti Bellucci si propone di far fronte alle esigenze in materia di sicurezza individuate dall Azienda e che la stessa potrebbe riscontrare

Dettagli

Comunità di pratica Nedcommunity Risk management, piano strategico e organi di governo: business case

Comunità di pratica Nedcommunity Risk management, piano strategico e organi di governo: business case Making the traveller s day better Comunità di pratica Nedcommunity Risk management, piano strategico e organi di governo: business case Milano, 2 Luglio 204 Group Enterprise Risk Management Contenuto del

Dettagli

Skills 4 security: antani? «Le dico solo tre parole... Chief Security Officer»

Skills 4 security: antani? «Le dico solo tre parole... Chief Security Officer» Skills 4 security: antani? «Le dico solo tre parole... Chief Security Officer» La security: esperienza vs conoscenza didattica Cosa può capitare avendone solo una delle due? Esperienza pregressa Conoscenza

Dettagli

Applicazioni software e gestione delle vulnerabilità: un caso concreto di successo

Applicazioni software e gestione delle vulnerabilità: un caso concreto di successo Applicazioni software e gestione delle vulnerabilità: un caso concreto di successo Roberto Obialero, GCFW, GCFA Fabio Bucciarelli, GCFA, CEH Agenda Analisi del contesto (attacchi,

Dettagli

La certificazione ISO/IEC 20000-1:2005: casi pratici

La certificazione ISO/IEC 20000-1:2005: casi pratici La certificazione ISO/IEC 20000-1:2005: casi pratici L esperienza DNV come Ente di Certificazione ISO 20000 di Cesare Gallotti e Fabrizio Monteleone La ISO/IEC 20000-1:2005 (che recepisce la BS 15000-1:2002

Dettagli

POLICY GENERALE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI REV: 03

POLICY GENERALE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI REV: 03 POLICY GENERALE PER LA SICUREZZA DELLE INFORMAZIONI REV: 03 FIRMA: RIS DATA DI EMISSIONE: 13/3/2015 INDICE INDICE...2 CHANGELOG...3 RIFERIMENTI...3 SCOPO E OBIETTIVI...4 CAMPO DI APPLICAZIONE...4 POLICY...5

Dettagli

1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte

1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte 1 Seminario Operativo Gruppi di Cure Primarie e Unità di Medicina Generale in Piemonte IL SISTEMA INFORMATIVO VISTO DALLA REGIONE PIEMONTE Dott. Domenico Nigro - Direzione regionale Sanità 24 Maggio 2008

Dettagli

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras

SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras SOA GOVERNANCE: WHAT DOES IT MEAN? Giorgio Marras 2 Introduzione Le architetture basate sui servizi (SOA) stanno rapidamente diventando lo standard de facto per lo sviluppo delle applicazioni aziendali.

Dettagli

Proteggere il proprio Business: Il governo della sicurezza dell Informazione nell organizzazione aziendale

Proteggere il proprio Business: Il governo della sicurezza dell Informazione nell organizzazione aziendale Proteggere il proprio Business: Il governo della sicurezza dell Informazione nell organizzazione aziendale Visionest S.p.A. Padova, 11 giugno 2002 David Bramini david.bramini@visionest.com > Agenda Proteggere

Dettagli

CORSO BUSINESS CONTINUITY AND DISASTER RECOVERY MANAGEMENT LE 10 PROFESSIONAL PRACTICES

CORSO BUSINESS CONTINUITY AND DISASTER RECOVERY MANAGEMENT LE 10 PROFESSIONAL PRACTICES 1 CORSO BUSINESS CONTINUITY AND DISASTER RECOVERY MANAGEMENT Il corso è finalizzato a illustrare in dettaglio le competenze richieste al Business Continuity Manager per guidare un progetto BCM e/o gestire

Dettagli

Il modello ERM come strumento trasversale per la gestione dei rischi e le sue implicazioni operative e gestionali. Roma, 6 giugno 2013 1

Il modello ERM come strumento trasversale per la gestione dei rischi e le sue implicazioni operative e gestionali. Roma, 6 giugno 2013 1 Il modello ERM come strumento trasversale per la gestione dei rischi e le sue implicazioni operative e gestionali Roma, 6 giugno 2013 1 Fondata nel 1972 142 soci 50 associati Fatturato complessivo dei

Dettagli

Cloud Computing Stato dell arte, Opportunità e rischi

Cloud Computing Stato dell arte, Opportunità e rischi La ISA nasce nel 1994 Si pone sul mercato come network indipendente di servizi di consulenza ICT alle organizzazioni nell'ottica di migliorare la qualità e il valore dei servizi IT attraverso l'impiego

Dettagli

CENTRO CORPORATE RICERCA & SVILUPPO

CENTRO CORPORATE RICERCA & SVILUPPO CENTRO CORPORATE RICERCA & SVILUPPO Nell ambito del processo di rinnovamento aziendale avviato negli ultimi anni, si inserisce un sempre maggiore impegno nella Ricerca & Sviluppo (R&S) sia come motore

Dettagli

Sicurezza ICT e continuità del Business. Igea Marina Rimini - 5 luglio 2013

Sicurezza ICT e continuità del Business. Igea Marina Rimini - 5 luglio 2013 Sicurezza ICT e continuità del Business Igea Marina Rimini - 5 luglio 2013 Indice L approccio alla Sicurezza ICT La rilevazione della situazione L analisi del rischio Cenni agli Standard di riferimento

Dettagli

Sottotitolo Sinergie tra standard e cenni alla ISO/IEC 27013

Sottotitolo Sinergie tra standard e cenni alla ISO/IEC 27013 Sottotitolo Sinergie tra standard e cenni alla ISO/IEC 27013 Autore Fabio Guasconi Lo standard ISO/IEC 27001 Sistema di Gestione per la Sicurezza delle Informazioni (SGSI o ISMS). Applicabile ad organizzazioni

Dettagli

Informazioni Aziendali: Il processo di valutazione dei Rischi Operativi legati all Information Technology

Informazioni Aziendali: Il processo di valutazione dei Rischi Operativi legati all Information Technology Informazioni Aziendali: Il processo di valutazione dei Rischi Operativi legati all Information Technology Davide Lizzio CISA CRISC Venezia Mestre, 26 Ottobre 2012 Informazioni Aziendali: Il processo di

Dettagli

SERVIZI PMI. Project management outsourcing. Business Impact Analysis (BIA) Disaster Recovery Plan Design (DRP)

SERVIZI PMI. Project management outsourcing. Business Impact Analysis (BIA) Disaster Recovery Plan Design (DRP) SERVIZI PMI Project management outsourcing La vita (dell IT) è quella cosa che succede mentre siamo impegnati a fare tutt altro e quindi spesso capita di dover implementare una nuova piattaforma applicativa,

Dettagli

Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management

Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management Services Portfolio «Energy Management» Servizi per l implementazione dell Energy Management 2015 Summary Chi siamo Il modello operativo di Quality Solutions Contesto di riferimento Framework Lo standard

Dettagli

Preaudit Sicurezza / Ambiente. General Risk Assessment

Preaudit Sicurezza / Ambiente. General Risk Assessment General Risk Assessment Conduzione di un General Risk Assessment in coerenza con i requisiti ISO 9001:2015. nel 2015 verrà pubblicata la nuova UNI EN ISO 9001 che avrà sempre più un orientamento alla gestione

Dettagli

Service Control Room «Il monitoraggio integrato dei Servizi Digitali» 04/12/2014

Service Control Room «Il monitoraggio integrato dei Servizi Digitali» 04/12/2014 Service Control Room «Il monitoraggio integrato dei Servizi Digitali» 04/12/2014 1. Il contesto INAIL 2. Perché una Service Control Room 3. Il modello di funzionamento definito 4. I primi risultati del

Dettagli

e-documents per l identity management

e-documents per l identity management e-documents per l identity management 10may 05 ForumPA 2005 Marco Conflitti HP Consulting & Integration Public Sector Practice 2004 Hewlett-Packard Development Company, L.P. The information contained herein

Dettagli

Processi di Gestione dei Sistemi ICT

Processi di Gestione dei Sistemi ICT Università di Bergamo Facoltà di Ingegneria GESTIONE DEI SISTEMI ICT Paolo Salvaneschi A3_1 V1.1 Processi di Gestione dei Sistemi ICT Il contenuto del documento è liberamente utilizzabile dagli studenti,

Dettagli

Approfondimenti tecnici su framework v6.3

Approfondimenti tecnici su framework v6.3 Sito http://www.icu.fitb.eu/ pagina 1 I.C.U. "I See You" Sito...1 Cosa è...3 Cosa fa...3 Alcune funzionalità Base:...3 Alcune funzionalità Avanzate:...3 Personalizzazioni...3 Elenco Moduli base...4 Elenco

Dettagli

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno

I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno I benefici di una infrastruttura IT sicura e ben gestita: come fare di più con meno In questi ultimi anni gli investimenti

Dettagli

Dal cyber-crime agli atti di cyber-warfare. Tendenze globali e strategie

Dal cyber-crime agli atti di cyber-warfare. Tendenze globali e strategie UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI MILANO Corso di Perfezionamento in Digital Forensics, Privacy, Cloud e Cyber Warfare Milano, 28 novembre 2013 Dal cyber-crime agli atti di cyber-warfare A V V. S T E F A N O M

Dettagli

IT Service Management

IT Service Management IT Service Management ITIL: I concetti chiave ed il livello di adozione nelle aziende italiane Matteo De Angelis, itsmf Italia (I) 1 Chi è itsmf italia 12 th May 2011 - Bolzano itsmf (IT Service Management

Dettagli