Tangenti verdi al Parco Nord

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Tangenti verdi al Parco Nord"

Transcript

1 APRILE 2012 Anno 19 - n. 197 Zona Nove è su ONA NOVE copie distribuite Onoranze Funebri La Madonnina s.n.c. F.lli Gammone dal 1959 siamo tradizione e serietà servizi completi, trasporti ovunque, cremazioni reperibili 24h su 24h GIORNALE DI NIGUARDA - CA GRANDA - BICOCCA - ISOLA Redazione: via Val Maira 4 (Mi), tel. 02/ , Autorizzazione del Tribunale di Milano N. 648 del febbraio Editore: Associazione Amici di Zona Nove, via Val Maira 4, Milano - Stampa: Litosud s.r.l. via A. Moro, 2, Pessano con Bornago (Mi). Via Benefattori dell Ospedale, 24 tel fax Milano Direttore: Luigi Allori. Redazione: Giovanni Beduschi (vignettista), Franco Bertoli, Andrea Bina, Roberto Braghiroli, Ortensia Bugliaro, Valeria Casarotti, Teresa Garofalo, Sergio Ghittoni, Roberto Lana, Antonella Loconsolo, Angelo Longhi, Lorenzo Meyer, Grazia Morelli, Diana Roca, Sandra Saita, Gero Urso, Maria Volpari. Collaboratori: Laura Albani, Valia Allori, Stefano Bartolotta, Silvia Benna Rolandi, Maria Piera Bremmi, Don Giuseppe Buraglio, Arturo Calaminici, Primo Carpi, Daniele Cazzaniga, Roberta Coccoli, Augusto Cominazzini, Luca Corbellari, Silvia Cravero, Ivan Crippa, Celestino De Brasi, Piera Galbiati, Antonietta Gattuso, Luigi Ghezzi, Lorenzo Gomiero, Anna Maria Indino, Monica Landro, Luigi Luce, Sergio Maestri, Valeria Malvicini, Franco Massaro, Giorgio Meliesi, Luigi Muzzi, Pamela Napoletano, Antonio Pizzinato, Laura Quattrini, Mira Redaelli, Mauro Raimondi, Margherita Rampoldi Meyer, Vittorio Sardo, Alessio Seminario, Caterina Sinisi, Renato Vercesi, Norman Zoia. Presidente dell Associazione Amici di Zona Nove : Lorenzo Gomiero. Pubblicità: Flaviano Sandonà (tel. 02/ ). Impaginazione: Roberto Sala (tel ). Il fioretto di orro Corrotti e corruttori nche al Parco Nord maz- per i lucrosi appalti Azette per la gestione del verde pubblico (pag. 5). Come al solito i media hanno messo in evidenza l ennesimo caso di corruzione di un esponente politico, sottovalundo il fatto che, oltre a quelli che incassano soldi in cambio di favori, c è sempre un non-politico che paga per poterne godere. Questo modo di presentare le cose può alimentare l impressione che la corruzione sia prerogativa solo dei politici, di tutti i politici, e che coinvolga tutti i partiti.il che non è vero: come in tutte le comunità, anche in quella politica ci sono gli onesti e le mele marce. E anche tra chi viene indagato c è da distinguere: c è chi sostiene di essere vittima di persecuzione o complotto e rimane attaccato alla poltrona e chi, serenamente, si affida alla magistratura e si dimette dalle cariche pubbliche. Il secondo aspetto da considerare è che a ogni corrotto corrisponde sempre un corruttore, di solito un imprenditore che, invece di rispettare le leggi, cerca di ottenere con le tangenti ciò che non gli spetta. Anche questi esponenti di una società civile corruttrice vanno, allo stesso modo dei politici, denunciati come un male da estirpare. Anche per non trovarceli al posto dei politici, pure di quelli onesti. Berlusconi insegna: gestire direttamente dal governo delle istituzioni il bene pubblico a proprio vantaggio costa meno che pagare altri per ottenerne dei benefici. In ogni caso i bilanci dei partiti devono essere trasparenti (qualcuno lo fa già) e controllati. (disegno di Gero Urso) Tangenti verdi al Parco Nord Angelo Giammario, attuale consigliere regionale, avrebbe intascato mazzette per affidare a imprese florovivaiste amiche, tra cui quella dei Baronchelli, appalti per il verde pubblico. Scarioni: quando una piscina va in letargo Viva l Unità Nazionale pag. 5 pag. 6 AREA C I vantaggi pag. 3 per la zona VIGILI DI QUARTIERE Sono pag. 3 operativi IL PAPA IN ZONA Le iniziative pag. 4 del decanato NIGUARDA Barrriere pag. 6 architettoniche MARIA VOLPARI L ultimo pag. 12 saluto SUPPLEMENTO ONA NOVE Il termometro della criminalità a cura di Grazia Morelli in collaborazione con i Carabinieri di Greco viale F. Testi tel. 02/ (Non sono compresi i reati denunciati alla Ps) RAPINE MARZO 12 3 MARZO 11 0 FURTI MARZO MARZO SCIPPI MARZO 12 0 MARZO 11 0 pagg Autorimessa Posteggio auto mensile da 4 al giorno Posteggio moto mensile da 2 al giorno Vendita auto nuove Multimarca

2 Giovanni Beduschi tavolta sei stato molto bravissimo, o mio bel Giovannino S pennelli rotti eppure bisogna disegnar. L avventurosa proporzione metaforica meno fascisti meno figlioli è davvero spiritosa e degna di altre divertenti applicazioni estemporanee. Che ne dici, per esempio, di meno Berlusconi meno baldracche? Oppure, stando sul padano grattugiato, del bossiano meno trote meno bamboccioni? Oppure ancora, spostandoci dentro il video tv, dell iconoclasta meno ciccia meno Ferrara? (Meno Zorro meno Nove) I parcheggi dell ospedale asquale Cannatelli, direttore del Niguarda, ha aggiornato il PCdZ 9 sui lavori di costruzione del nuovo ospedale. In particolare ha parlato dei parcheggi. Ci saranno circa 1800 posti disponibili, gratuiti o a pagamento, all interno dell area ospedaliera. Disabili e pazienti con accessi ripetuti (esempio i dializzati) avranno accesso gratuito mentre i visitatori pagheranno. Al pronto soccorso di notte salta il chirurgo raccio di ferro tra i medici del pronto soccorso del Niguarda e i ver- dell ospedale.a provocare lo scontro è la decisione della direzio- Btici ne dell ente di intervenire sugli organici del pronto soccorso e togliere il chirurgo che, di notte, faceva squadra insieme agli altri tre camici bianchi, specializzati in medicina d urgenza. Al pronto soccorso ogni notte arrivano una media di 80 pazienti, con le sale operatorie che lavorano parecchio per salvare vittime di incidenti, di accoltellamenti o di ferite di arma da fuoco, o per assistere persone che hanno bisogno di interventi chirurgici immediati. Per 200 notti l anno il chirurgo opera. E questo fa capire quanto sia importante la sua presenza fissa in pronto soccorso, spiegano i 26 medici del dipartimento d emergenza che hanno detto no al taglio degli organici. La direzione, da parte sua, spiega che questa operazione serve a migliorare l organizzazione del lavoro e ad evitare sprechi. Sopra al pronto soccorso c è la chirurgia d urgenza e, se occorre, il medico scende e opera. Quindi il servizio è garantito, spiega Giuseppe Genduso, direttore sanitario. Ma chi lavora al pronto soccorso non è d accordo: Questa organizzazione funziona se in pronto soccorso si presenta una sola emergenza chirurgica, ma se arrivano due o tre malati in contemporanea che devono essere portati in sala operatoria, che si fa? In realtà, togliere un chirurgo dal pronto soccorso non può che acuire le difficoltà che già ci sono. E poi ci sono i tempi di attesa troppo lunghi per il ricovero di chi arriva in pronto soccorso. Ci sono pazienti con problemi chirurgici che stazionano da noi fino a 72 ore, prima di essere trasferiti in corsia. Questo perché mancano posti letto nel reparto di chirurgia d urgenza. Il Botellòn della Bicocca otellòn, che probabilmente deriva dalla parola spagnola botella, Bbottiglia, sta ad indicare un fenomeno diffuso in Spagna in cui gruppi di giovani si riuniscono in luoghi aperti per bere, ballare, cantare e chiacchierare in allegria. Praticamente una sorta di rave party. Un incontro di questo genere si è tenuto anche nei pressi dell Università Bicocca sabato 7 aprile. Già nella notte tra il 23 e il 24 settembre scorsi, un evento di questo tipo si era già svolto proprio alla nuova Bicocca, e aveva provocato notevoli danni e disagi, con musica ad alto volume fino alle 5 del mattino, senza che le forze dell ordine intervenissero, e lasciando in giro per il quartiere bottiglie e rifiuti vari. I ragazzi si danno appuntamento tramite social network, pubblicizzando la manifestazione e raccomandando ai vari gruppi partecipanti di portare musica, bevande, ed allegria per dare una spruzzata di colore e fantasia ai piazzali adiacenti l Università, e raccomandando inoltre di portare un sacco nero per raccogliere l immondizia per tenere pulito l ambiente, ma si sa come vanno queste cose. È indubbio che anche questo botellòn si somma agli altri disagi del quartiere, come il famoso problema dello stridio della metrotramvia nel raggio di curvatura di fronte alla stazione di Greco, la chiusura dell unico ufficio postale di zona, la mancanza di una farmacia, e non ultimo il problema di attraversamento pedonale fra Via Padre Beccaro e Viale Sarca, non sicuro perché mancante di semaforo, pur essendo nei pressi di una scuola. (Roberta Coccoli) CRONACA di Ortensia NERA Bugliaro Comasina: camion uccide 82enne sulle strisce La donna stava tornando a casa in zona Comasina, all'incrocio tra via Comasina e largo Nicola Abbagnano. L'autista, 39 anni, non è riuscito a vederla e l'ha travolta sulle strisce pedonali. Immediato l'intervento dei mezzi del 118, ma non c'era più nulla da fare. ll 19 ottobre scorso, all'incrocio tra via Astesani e via Sand, un chilometro più in là, una 72enne era morta travolta da una betoniera, mentre era sulle strisce. Nel quartiere si levarono decine di voci contro il passaggio dei mezzi pesanti lungo quella strada. (23 marzo) Suzzani: giù dal quarto piano mentre lavora Un altro morto sul lavoro: la vittima è un egiziano di 41 anni, titolare di un impresa edile, che stava ristrutturando un appartamento al quarto piano di via Suzzani 17 ed è precipitato per 15 metri a causa del fatto che la carrucola per calare le macerie si è staccata dal sostegno e lo ha trascinato nel vuoto. Lascia tre figli. (1 aprile) Ospedale: finti medici contrabbandieri di auto La polizia stradale ha arrestato per truffa sei persone, tra cui una donna. Acquistavano attraverso internet con assegni circolari falsi auto di grossa cilindrata che in seguito venivano vendute a intermediari per rivenderle nei paesi del Nord Europa. I presunti truffatori si spacciavano per medici, chiudendo la trattativa nei pressi di ospedali (Niguarda e San Raffaele) dove si presentavano all appuntamento con indosso un camice bianco. (1 aprile) OOM IN 0NA di Ortensia Bugliaro - foto Giansanti Niente canestro utti hanno notato che in Ttanti punti della zona sono stati installati numerosi cestini. Peccato che non sempre si ha la mira giusta, tanto che molti rifiuti giacciono più in strada che dentro i contenitori. A distanza di 30 metri l uno dall altro, a Niguarda la situazione si presenta così... L Associazione Amici di Zona Nove organizza la Gita di Primavera 2012 CASTELL ARQUATO VAL D ARDA e GRAZZANO VISCONTI 12 maggio 2012 Partenza da Niguarda (via Bauer- Banca Intesa), ore 7,30 e da via Val Maira n 4 (fronte chiesa), ore 7,45 Arrivo a Castell Arquato e incontro con la guida per la visita alla Rocca Viscontea, alla Collegiata e al museo. Tempo a disposizione per la visita alla cittadina. Pranzo libero. Ore 15, partenza per Grazzano Visconti, borgo medievale che dal 1986, si fregia del titolo di città d arte perché vi si continua, dopo secoli, la lavorazione del legno, del ferro e della ceramica Ritrovo e partenza ore 18,00 per rientro a Milano. Quota di partecipazione: euro 30 La quota comprende: bus andata e ritorno, visita guidata e biglietti d ingresso, assicurazione infortuni Prenotazioni: Sig.ra Mira in sede entro il 03/05/2012 Un grazie al fiorista Signorelli n grazie di cuore al fiorista Signorelli che anche quest an- ha voluto allietare con meravigliosi mazzi di mimosa i Uno festeggiamenti dell 8 marzo organizzati dalle donne dell Associazione Amici di Zona Nove. ATTENZIONE La sede della redazione in via Val Maira 4 (Pratocentenaro) è aperta ogni mercoledì pomeriggio dalle alle 18 per ricevere coloro che desiderano segnalare problemi, annunciare o proporre iniziative, articoli o servizi per il giornale. Si può anche telefonare allo ONA NOVE 2 Anziani, attenti ai truffatori! Non fate entrare sconosciuti in casa vostra.

3 TRAFFICO E VIABILITÀ Area C: chi risiede in periferia che benefici ne ha tratto? Intervista esclusiva a Luca Simi, presidente della Commissione Ambiente del CdZ 9. rea C: quali considerazioni si possono fare Aper i nostri quartieri? Prima di sentire il parere del CdZ 9 diamo qualche dato generale. In gennaio e febbraio, con l Area C, il traffico in Milano è calato del 6%, rispetto allo stesso periodo del Ogni giorno sono entrati nella Ztl Cerchia dei Bastioni veicoli a pagamento. Gli ingressi: rispetto allo stesso periodo del 2011 sono ogni giorno circa 49mila in meno, pari a -36%, oltre 2 milioni di ingressi in meno per due mesi. E per le sostanze inquinanti? Il black carbon (particolato carbonioso nocivo per i polmoni) è in diminuzione: meno 30% in città e meno 48% nelle zone pedonali. Infine l utilizzo dei mezzi pubblici: a fine febbraio i passeggeri in più sul metrò sono stati 1 milione. E per la zona 9 che si può dire? Avvaliamoci di Luca Simi, presidente della Commissione Ambiente del CdZ 9. Bene questi dati ma per chi risiede fuori dall Area C cosa è cambiato? L area C a mio avviso è solo l inizio di un percorso che deve portare sia i cittadini milanesi sia i pendolari a diminuire l uso del mezzo privato. Qualcosa fuori dal centro storico è cambiato, faccio un esempio: il ponte della Ghisolfa da due mesi in direzione Bovisa è meno intasato, forse contribuirà anche la crisi, fatto sta che la svolta a sinistra in via Scalvini con la corsia di accumulo che prima necessitava di diversi tempi semaforici è oggi più agevole. C è stato un peggioramento a causa delle auto parcheggiate fuori dall Area C? Non mi pare. Il milione di passeggeri in più sui metro sta a significare che le auto sono rimaste nei box e/o fuori da Milano e ne circola- Entra a regime il progetto dei Vigili di Quartiere L assessore Marco Granelli promette lotta alla microcriminalità. l progetto dei vigili di quartiere avanza. INel numero scorso avevamo chiesto a Beatrice Uguccioni, la presidente del nostro CdZ, di descriverci l iniziativa. Ora abbiamo l assessore comunale alla sicurezza, Marco Granelli, che ci fa il punto della situazione. A che punto è il progetto? Conclusa la fase attuativa il 10 aprile, il progetto è a regime: i vigili di quartiere sono passati da 200 a 350, recuperando personale dagli uffici o dal servizio di controllo del traffico. Per questioni di bilancio non possiamo ancora fare nuove assunzioni, ma da oggi in strada ci sono più vigili. Quali i compiti di questi vigili? Esaminare le segnalazioni, decidere le priorità e preparare l azione con il Coordinamento dei Vigili di Quartiere, il Comando dei Vigili e il CdZ. Ogni tre mesi incontro in assessorato per il punto sull attuazione del programma e sui risultati. Ci aspettiamo che mano a mano che i vigili maturano la conoscenza del quartiere non solo rispondano alle richieste, ma anche prevengano le situazioni più diverse: dal ridipingere strisce pedonali scolorite a risolvere situazioni incancrenite di viabilità e di abbandono.ci sarà anche un collegamento diretto tra vigili di quartiere, CdZ e Segnaletica del Comune, al fine di migliorare la visibilità e l efficacia dei cartelli stradali. Aumenta anche la criminalità: furti in appartamenti e auto, scippi, truffe agli anziani Ho avuto incontri con Prefetto, Polizia e Daniele Cazzaniga no complessivamente meno. Nel nostro piccolo e indipendentemente dall Area C faccio un altro esempio: la tranvia Milano-Limbiate fino all anno scorso trasportava giornalmente passeggeri; da quando è stata aperta la stazione M3 di Comasina e il tram fa capolinea li, i passeggeri giornalieri sono diventati circa ovvero sono triplicati, il che significa circa 5mila auto in meno in entrata sulla via Comasina e sulla Superstrada. Che pensate di proporre come CdZ 9? Stiamo lavorando per regolamentare la sosta nelle periferie,per garantire il parcheggio ai residenti e disincentivare la sosta selvaggia dei pendolari e stiamo cercando risorse che la Giunta precedente non ci ha lasciato per realizzare parcheggi di interscambio con i mezzi pubblici al confine della città. I parcheggi d interscambio infatti sono il punto dolente della nostra zona: esiste solo quello di piazzale Maciachini di 450 posti. È assurdo che per una zona attraversata da due assi di penetrazione come Fulvio Testi ed Enrico Fermi, nonché da due metrò (M3 e M5), non si sia pensato a questa questione. I nuovi Amministratori hanno capito questa lacuna ma oggi stiamo rincorrendo la problematica invece di anticiparla e i finanziamenti scarseggiano. Inoltre dobbiamo tenere conto che, sebbene importanti, i parcheggi di interscambio da soli non bastano: drenano solo qualche migliaio di auto. Dobbiamo convincere i pendolari a partire da casa con il mezzo pubblico e quindi i mezzi pubblici devono essere più efficienti di oggi. E il traffico merci? Il carico e scarico merci è oggi una giungla che va disciplinata con rigidi orari per le consegne e con l utilizzo di mezzi ecocompatibili. Circolano diesel di 7-8 e più anni, non dotati di filtro antiparticolato, neanche Euro 3. E noi cittadini cosa potremmo fare? Se tutti o quasi i milanesi fossero abbonati all'atm (come avviene in molte città europee) potrebbero usare i mezzi anche per accompagnare i figli a scuola, fare shopping, andare la domenica ai giardini, ecc. e se gli abbonamenti fossero tanti il loro costo potrebbe essere molto più contenuto di oggi (300 euro) con effetti positivi per Atm, che potrebbe migliorare il servizio anche sulle tratte periferiche oggi penalizzate dalla mancanza di utenza. Carabinieri per trovare soluzioni alla microcriminalità. Soluzioni che non sono facili, in quanto si tratta di lottare contro piccole organizzazioni: quando ne hai neutralizzata una ne spunta subito un altra. Occorre muoversi in due direzioni: presidiare il territorio non solo con i vigili di quartiere, ma anche con le altre forze dell ordine, la cui presenza ha un effetto deterrente sulla microcriminalità diurna. Inoltre il presidio del territorio permette di notare movimenti anomali o presenze sospette che possono far prevenire gli atti delittuosi. L altra azione che ci prefiggiamo è il controllo delle zone di degrado (edifici abbandonati, ecc.) in cui le realtà criminali si annidano. Ci sono poi realtà storiche, per esempio i Camminanti Sinti, nomadi italiani dediti ai furti che in primavera tornano dal Sud al Nord. In questi casi vogliamo impedire il posteggio di camper e roulottes lungo le strade, istallare archi metallici all entrata dei parcheggi per impedire l ingresso a tali veicoli e presidiare i loro insediamenti dove non si può impedirli. E altri sistemi, come le telecamere? Abbiamo messo a bilancio un milione di euro per mille nuove telecamere da installare con un nuovo sistema senza cavi, per ridurre drasticamente gli alti costi di installazione e poterle spostare facilmente al mutare delle esigenze. Nel contempo stiamo potenziando la centrale operativa e la relativa Control Room per un miglior controllo delle immagini raccolte dalle videocamere. Stiamo anche sperimentando un collegamento tra la nostra centrale operativa e quella della Polizia di Stato. Stiamo verificando con il questore i vantaggi che si possono ottenere dall integrazione delle informazioni sulla criminalità, ma anche sul traffico e le manifestazioni di piazza.al questore abbiamo infine chiesto di riorganizzare i commissariati per farli coincidenti con le zone. Ci sono ottimi esempi di interventi congiunti Vigili-Polizia che ci incoraggiano su questa strada. E i cittadini come possono collaborare? Denunciare. Magari la singola denuncia, da sola, non sarà risolutiva, ma messa insieme alle altre può consentire ai nuclei investigativi di ricostruire i modus operandi e arrivare presto o tardi alla cattura dei responsabili. (Sergio Ghittoni) Morisco Imbiancatura Verniciatura Tappezzeria Stucco antico Marmorino Tamponato Spugnato Terre fiorentine Velatura Cellulare Tel Vuoi SUBITO contanti portaci l oro che non usi COMPRO ORO COMPRO ORO, ARGENTO, DIAMANTI, MONETE, OROLOGI PRESTIGIOSI MASSIMA VALUTAZIONE Viale Sarca, 91 Milano Tel Coop. Ed. L Adda A prezzi scontati assegna ultimi box e cantine di varie metrature in via Palanzone 16 e 18 Telefonare a Coop. Ed. L Adda via Mario Pagano 49 - Milano - Tel Quadrifoglio Pizzeria con forno a legna anche da asportare a mezzogiorno pranzo completo 10 Via Ornato 47 Tel al mercoledì riposiamo ONORANZE FUNEBRI GROPPI SERVIZI ACCURATI COMPLETI 24 ORE SU 24 Milano - Via Ornato 46 - Tel C è qualcosa di vecchio di nuovo di VINTAGE Arcobaleno compra - vendita usato Milano - Via Reguzzoni 4 Tel Aperto dal martedì al sabato dalle 15 alle 19 Martedì - venerdì - sabato apertura anche al mattino dalle 9.30 alle Esposizione gratuita dei vostri oggetti Anziani, attenti ai truffatori! Non fate entrare sconosciuti in casa vostra. ONA NOVE 3

4 GRANDI EVENTI a cura di Lorenzo Meyer Verso l Incontro Mondiale delle famiglie con il Papa Parco Nord: una tendopoli per 50mila persone Restaurant cafè pizzeria ANCHE PIZZA D ASPORTO ogni 4 pizze una birra in omaggio A pranzo e a cena accettiamo tutti i tipi di ticket Domenica sera aperto Via Di Calboli 4 - Tel Simulazione dell evento del 3 giugno al campo volo di Bresso l prossimo 1 maggio (ore 16) si Isvolgerà presso il Teatro della Parrocchia Gesù Divin Lavoratore di Piazza San Giuseppe un incontro sul tema: La Famiglia e il lavoro: come non disumanizzarci durante una crisi economica, organizzato dal Decanato di Niguarda. A spiegarci il significato di questo appuntamento è Don Leone Nuzzolese, parroco di San Carlo alla Ca Granda e coordinatore per il Decanato di Niguarda degli eventi in preparazione del Settimo Incontro Mondiale delle famiglie in programma a Milano, anche al Parco Nord, dal 30 maggio al 3 giugno: Premesso che Governo e Istituzioni, con l aiuto delle parti sociali, devono mettere in atto tutte le misure necessarie per tutelare i lavoratori, con questo incontro ci proponiamo di analizzare l aspetto etico dell attuale crisi sistemica di cui, attualmente, non si possono avere previsioni di durata. Quello del 1 maggio è il quarto e ultimo appuntamento preparatorio in vista dell evento di inizio giugno che avrà come tema La Famiglia: il lavoro apa Ratzinger sarà a Milano, e in Pparticolare nella nostra zona, per il Settimo Incontro Mondiale delle Famiglie, che si svolgerà dal 30 maggio al 3 giugno prossimi anche nella nostra zona, al Parco Nord. La visita del Pontefice a Milano inizierà nel pomeriggio di venerdì primo giugno per concludersi nel pomeriggio di domenica 3 giugno. Si prevede l afflusso in città di almeno un milione di pellegrini provenienti da ogni parte del mondo. Il Comune assicura che i lavori per rendere disponibile almeno temporaneamente la linea 5 della metropolitana fino a Bresso saranno ultimati per la fine di aprile. Benedetto XVI nei giorni in cui sarà presente a Milano alloggerà presso il Palazzo dell Arcivescovado. Arriverà venerdì pomeriggio, 1 giugno, e subito alle terrà un discorso in piazza Duomo. Alle 19,30 assisterà alla Scala a un concerto del maestro Daniel Barenboim, che dirigerà la Nona di Beethoven avvalendosi del coro e dell orchestra Filarmonica della Scala. Sabato, alle 11 di mattina, il Pontefice si recherà a San Siro per presiedere all incontro con i cresimandi. Nel pomeriggio sarà presente all incontro con le autorità cittadine, presso la Curia. Finalmente, la sera del sabato, alle 20, all aeroporto di Bresso, all interno del Parco Nord, si terrà la festa delle testimonianze. Ma il momento clou sarà la Santa Messa che sarà celebrata di domenica, alle 10, sempre all aeroporto di Bresso, dove è atteso almeno un milione di fedeli. Per ospitarli nella notte precedente, oltre agli alloggi volontari presso le famiglie, il Comune ha autorizzato l allestimento di un campo con tende per 50mila persone al campo volo di Bresso. Altri posti letto sono previsti in strutture pubbliche e private, tra cui diverse parrocchie, palestre e scuole comunali. Il Decanato di Niguarda accoglierà 300 pellegrini A margine dell evento il 1 maggio un incontro su La Famiglia e il Lavoro presso il Teatro di Piazza San Giuseppe. e la festa. Ritengo che la scelta di questo argomento sia stata particolarmente felice - continua Don Nuzzolese -. Lavoro e festa sono infatti questioni che possono permettere la massima espressione sia ai credenti che ai laici. Sono migliaia i fedeli attesi a Milano e anche il Decanato di Niguarda si sente chiamato ad un gesto di ospitalità e condivisione, aprendo le porte degli oratori, ma soprattutto delle case, all accoglienza delle famiglie provenienti da tutto il mondo. L accoglienza nella nostra zona è stata ottima - afferma Don Nuzzolese. Ad una richiesta di circa 200 posti letto, 160 per la Comunità ecumenica internazionale di Chemin Neuf e 30 per un gruppo di fedeli rumeni, abbiamo risposto con una disponibilità per 300 persone. I 100 posti avanzati verranno quindi messi a disposizione della Diocesi di Milano. Molto attesi nella nostra zona gli eventi previsti con Papa Benedetto XVI che si svolgeranno al Parco Nord presso l Aeroporto di Bresso. Sabato 2 giugno alle 20 il Papa incontrerà le famiglie nell ambito delle Festa delle Testimonianze mentre domenica 3 alle 10 celebrerà la Santa Messa conclusiva. Per partecipare agli incontri con Papa Ratzinger è necessario richiedere gratuitamente il Pass di accesso. Il documento - conclude Don Nuzzolese - può essere richiesto sul sito internet oppure direttamente nelle Parrocchie attraverso i Responsabili organizzativi locali. Ritiriamo oro e monete pagamento in contanti Hamilton - Chimento - Longines Via Luigi Ornato 6 - Milano - Tel AMMINISTRAZIONE E GESTIONE DI BENI IMMOBILI rag. Rodolfo di Bisceglie iscrizione A.N.A.C.I. - MI - N 1036/711 consulenza legale in sede previo appuntamento Via Teano 10/ Milano Tel Fax Metropolitana linea 3 fermata Comasina Hai problemi con il FAP? Ho la soluzione!!! Si effettuano: riparazioni di meccanica e di elettrauto revisione e ricarica condizionatori installazione antifurti satellitari diagnosi elettronica e rimappature centraline centro autorizzato antifurti Med e Block Shaft bollino blu Autofficina System Car - Via Ornato 140/138 Tel Cell Di fronte al capolinea del tram 4 e 5 HOTEL GALA V.le Zara, Milano Tel. 02/ r.a. Fax: 02/ Web: Metrò - Tram e bus Tv satellitare Parking free CAF Nazionale del Lavoro EUREKA S.a.s. di Tavazzi E. & C. 730 dipendenti e pensionati Mod. unico (ex 740/750/760) Dichiarazione di successione Calcolo IMU nuova imposta comunale sulla casa Contabilità minime/semplificata/ordinaria Buste paga DIPENDENTI, BADANTI E COLF Tel Via Santa Marcellina, 4 (MI) Orari: lunedì/venerdì 09.00/ /18.00 COMPRO DISCHI giri in buone condizioni di musica leggera Rock e Jazz anche intere collezioni!! Tel. Alex Tel.Fax: A U T O S C U O L A E L E N A Milano - Via Arganini 22 - Tel Da oltre 30 anni offriamo professionalità serietà ed esperienza Patenti A - B - C - D - E Patentino ciclomotori - Corso recupero punti Esami e visite in sede ONA NOVE 4 Anziani, attenti ai truffatori! Non fate entrare sconosciuti in casa vostra.

5 CORRUZIONE Parco Nord: denunciato un giro di tangenti verdi Indagati un ex amministratore e i fratelli Baronchelli Angelo Giammario, attuale consigliere regionale, avrebbe intascato mazzette per affidare a imprese florovivaiste amiche, tra cui quella dei Baronchelli, appalti per il verde pubblico. metà marzo la magistratura ipotizza Ache le tangenti sono entrate prepotentemente al Parco Nord e che nel giro di mazzette ci siano anche gli ultimi contadini di Niguarda, i fratelli Baronchelli, Achille in particolare. Da sempre in zona si considera il Parco Nord una celeste creatura, quasi un icona sacra, inviolabile e intoccabile, e apprendere che è stato utilizzato per arricchirsi indebitamente è per noi inaccettabile. Ancor di più quando il (presunto) corruttore è una persona che collabora da decenni per dare vita con i suoi trattori alla bella sfilata di carri allegorici carnevaleschi che Zona Nove organizza con le scuole. Ribadendo la nostra più totale fiducia nella magistratura, ci auguriamo che le persone indagate possano dimostrare la loro totale estraneità ai fatti che vengono loro contestati. Ma che cosa contestano i magistrati agli ex amministratori del Parco Nord e ai Fratelli Baronchelli? Tutto parte, come ormai da troppo tempo avviene, dalla Regione Lombardia, istituzione presieduta da Formigoni & C. e che ormai conta decine d indagati, consiglieri/e che si dimettono (ultimo il gio- 28 aprile: Giornata mondiale contro l amianto L asbesto non rappresenta soltanto un problema del passato, ma una grave emergenza del presente e del futuro che riguarda tutti. l 28 aprile prossimo, contempora- alla Giornata Mondiale Ineamente per la salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro, si celebrerà la Giornata mondiale contro l amianto con prese di posizione, manifestazioni, assemblee e cortei. Su scala nazionale le manifestazioni più importanti si terranno in Piemonte, a Casale Monferrato, e in Lombardia, a Sesto San Giovanni. A Sesto un corteo percorrerà le vie della città ricordando assieme a tutte le vittime del lavoro anche gli operai della Pirelli, della Breda, della Falck, della Marelli e dell Ansaldo, che hanno abitato o tuttora vivono a Niguarda o nel resto della nostra zona (vedi il riquadro qui a destra). Molti pensano che sia un problema del passato, ma l amianto rappresenta una grave emergenza del presente e del futuro e riguarda tutti. Ogni 5 minuti, nel mondo, una persona muore a causa dell amianto: ogni anno nel mondo persone ne sono vittime di cui circa morti all anno in Italia, mentre altre migliaia si ammalano. Questa strage avrà il suo picco massimo attorno al , anche perché i piani di bonifica vanno a rilento e sono ancora troppo pochi: finora (dati aggiornati al 2011) solo 13 regioni su 20 hanno approvato i piani. Per l Organizzazione mondiale della sanità (Oms) l amianto provoca tumori della pleura (mesoteliomi), del polmone, della laringe, dell ovaio e forse an- Michele Brenna Michele Michelino Corteo a Sesto San Giovanni abato 28 aprile, ore 16, corteo a cu- del Comitato per la Difesa della Sra Salute nei Luoghi di Lavoro e nel Territorio, con partenza dal Centro di Iniziativa Proletaria G. Tagarelli di via Magenta 88, Sesto San Giovanni, fino alla lapide di via Carducci., per ricordare i nostri morti, contro la logica del massimo profitto che distrugge gli esseri umani. Il corteo, dopo la deposizione dei fiori, terminerà alle 17,30 con un assemblea aperta presso il Centro di Iniziativa Proletaria in via Magenta 88. vane Bossi) e la presunta organizzatrice delle notti brave di Berlusconi (la Minetti). Stavolta la Procura indaga per corruzione e finanziamento illecito ai partiti il consigliere Angelo Giammario, attualmente vicepresidente della Commissione Ambiente della Regione Lombardia e membro della commissione sanità, uno degli uomini di punta del Pdl milanese: è l ennesima inchiesta per corruzione che si abbatte sul Consiglio Regionale della Lombardia, dopo quella che all inizio di marzo aveva coinvolto il leghista Davide Boni, Presidente dello stesso Consiglio. Giammario avrebbe preso mazzette nella sua veste di amministratore del Parco Nord di Milano. Secondo i pm che coordinano le indagini, Alfredo Robledo e Giordano Baggio, il consigliere regionale avrebbe intascato una tangente di 10 mila euro nel marzo 2009 (una prima tranche perché ne dovevano arrivare altri 30 mila) per affidare a imprese amiche appalti per il verde pubblico in Brianza. Con Giammario indagati il florovivaista Achille Baronchelli, Nicola Di Rosario, vicepresidente del Consorzio Stabile Litta, Fulvio Saldini e Gianmauro Nigretti. L indagine della Procura di Milano nasce da uno stralcio di una precedente inchiesta dei colleghi di Monza, che avevano indagato su turbative d asta in appalti per arredo urbano e manutenzione del verde, a Monza e in altre città lombarde, imbattendosi anche in Angelo Giammario nella sua veste di amministratore del Parco Nord di Milano. Nelle carte dell inchiesta monzese si legge che Baronchelli, organizzatore del cartello d imprese, decideva la partecipazione alle gare d appalto, distribuendo agli associati i ribassi d asta da presentare, stringendo accordi di non belligeranza, seguendo i criteri di spartizione territoriale e per singole stazioni appaltanti, intrattenendo altresì rapporti con esponenti della Regione Lombardia e dirigenti di enti pubblici in grado di favorire le attività delle imprese, sia nella fase di aggiudicazione delle gare sia nella fase di esecuzione dei lavori. Due appalti contestati riguardano proprio il Consorzio Parco Nord Milano, di cui Giammario è stato amministratore. che dell apparato digerente (alla faringe, allo stomaco, al colon). Non esiste un limite di concentrazione delle fibre al di sotto del quale l amianto è innocuo. A basse concentrazioni il rischio è certamente minore, ma non diventa mai pari allo zero. Finora gli assassini che hanno anteposto la logica del profitto alla vita umana sono rimasti impuniti, ma la lotta di tante associazioni e comitati ha rotto finalmente il muro di omertà. Di recente i padroni dell Eternit sono stati condannati a 16 anni di carcere per disastro doloso e rimozione di cautele. Ma la lobby dell amianto è sempre forte, come dimostra il processo a Padova contro la Marina Militare, che si è concluso in primo grado il 22 marzo Gli ammiragli della Marina Militare - accusati di omicidio colposo e omissioni di sicurezza sul lavoro per la morte di due militari colpiti da mesotelioma pleurico - sono stati assolti perché il fatto non sussiste. In Italia ci sono ancora 32 milioni di tonnellate di amianto e, secondo il Cnr, 2,5 miliardi di metri quadri di coperture in Eternit. E sono ancora molte le questioni aperte, tra cui le bonifiche dei siti dimessi e delle coperture in cemento-amianto. Anche riguardo ai rischi di inquinamento devono essere studiati metodi più scientifici, integrando le rilevazioni ambientali con la ricerca delle fibre ultracorte e di quelle ultrafini che uccidono come quelle regolamentate. Ristorante Pizzeria Viale Sarca Milano (vicino Teatro degli Arcimboldi) Tel Cell Menù degustazione pesce Antipasti Bis di Primi Secondo Dessert Vino 40,00 Chiuso la domenica e il sabato a mezzogiorno STUDIO LEGALE BORTOLOTTI Avvocato Carlo Bortolotti Consulenza e assistenza in materia Civile, del Lavoro e Tributaria Prima consulenza gratuita a chi si presenterà con una copia di Zona Nove Viale Fulvio Testi, Milano Tel./Fax Cell di Angela Grande ABBIGLIAMENTO Uomo - Donna Elena Mirò taglie forti Pennyblack MILANO - Via Pianell 47 - Telefono FABRIZIO FOLCIA Imbiancature, verniciature, tappezzeria, stucchi veneziani, spatolati, effetti anticati e decorazioni Da più di 30 anni decora le vostre case Via Frugoni Milano Tel CORSI DI YOGA Yoga integrale Yoga per la gravidanza Yoga per la terza età V.le Rodi 85 (zona Università Bicocca) Per informazioni lunedì: ore martedì: ore 9-10 Tel Anziani, attenti ai truffatori! Non fate entrare sconosciuti in casa vostra. ONA NOVE 5

6 DEGRADO a cura di Franco Bertoli e Lorenzo Meyer Quando la piscina va in letargo PIZZERIA - RISTORANTE - TAVOLA CALDA Pizze al trancio da asportare e da gustare sul posto Birre alla spina dal 1975 ARIA CONDIZIONATA chiuso il lunedì Milano - via Val Maira,11 tel e foto pubblicate in questa pagina documentano l attuale sta- di degrado della Piscina Scarioni denunciato dalla Signora Lto Anna Minichelli con una lettera a Zona Nove. La signora, dal suo balcone di via Val Maira, assiste quotidianamente all abbandono del centro sportivo nel quale le pulizie e il taglio dell erba vengono effettuati solo a metà giugno, poco prima dell apertura estiva della piscina e forse solo un altra volta a impianto aperto. Nel resto dell anno, afferma la signora, non si vede più anima viva: non vengono rimosse le foglie che vanno a ricoprire tutti i prati e gli spazi cementati; non viene tagliata l erba che durante l anno supera anche il metro di altezza; non viene tolta l immondizia che si accumula ai margini interni della recinzione della piscina; nessuno provvede alla potatura di piante e cespugli che risalgono agli anni 50. Tutto ciò provoca il proliferare di scarafaggi, ratti e soprattutto zanzare. La signora da oltre 5 anni denuncia, senza essere stata finora ascoltata, questa situazione di degrado al Comune e a Milanosport. Anche noi di Zona Nove abbiamo interpellato l amministrazione comunale sulla questione e contiamo di riferirvi sulle risposte nel prossimo numero. Dott. Giovanni Galli Medico Chirurgo Specialista in malattie della pelle e a trasmissione sessuale Studio via Romolo Bitti, Milano Per appuntamento telefonare Tel Cell Si effettuano anche visite domiciliari Le barriere architettoniche a Niguarda vanno rimosse al più presto a tempo sono senza soluzione alcuni problemi di viabilità e di Dpermanenza di barriere architettoniche a Niguarda e il nostro giornale registra di tanto in tanto proteste e lamentele di cittadini in difficoltà in questo o quel punto del quartiere. Stiamo parlando di persone con disabilità, principalmente, ma non solo: spesso anche persone anziane o genitori con bambini piccoli sul passeggino trovano disagevole o addirittura pericoloso muoversi per Niguarda. Nel nostro CdZ c è un consigliere che ha fatto dell attenzione verso questi problemi la sua specialità. Si tratta di Giovanni Faregna, del gruppo Pd, e con lui facciamo il punto sulle cose ancora da risolvere, documenti alla mano. Parliamo per esempio delle barriere architettoniche di via Santagostino /piazza Belloveso. In quel punto da una parte non c è marciapiede e dall altra per un tratto c è, ma è strettissimo, non ci sono strisce pedonali, né scivoli per le carrozzine. Si configura una situazione di pericolo perché i passanti sono costretti a camminare sulla carreggiata, in un punto che è anche a doppio senso di marcia per le auto. Negli orari di uscita dalla Messa il problema è davvero serio, in particolare per le persone costrette alla sedia a rotelle, ma anche per tutti gli altri. Ecco allora Faregna che presenta un interrogazione che in gennaio è stata posta all attenzione del direttore del Servizio Infrastrutture per la mobilità del Comune. Ancora non c è stata risposta. Come mai? Un altro punto critico è l incrocio tra via Ornato e via Terruggia. Nel primo tratto della via Terruggia, infatti, i due marciapiedi sono strettissimi e non adeguati al passaggio di carrozzine, cosa particolarmente critica per la presenza all interno Sergio Ghittoni della villa Clerici, giusto in via Terruggia, di un centro disabili e di un asilo nido. Altra interrogazione di Faregna a cui segue una risposta dell assessore Maran in persona: Il calibro stradale è tale che la proposta di allargamento di almeno uno dei marciapiedi presenti, entrambi di larghezza assai ristretta, non può essere realizzata senza l eliminazione della sosta presente su strada. Si ritiene quindi che sia necessaria una riqualificazione complessiva che provveda a considerare anche il problema della riorganizzazione della sosta. La lettera, del dicembre scorso, termina assicurando che la proposta verrà inserita nella lista degli interventi e appena si potranno reperire le risorse adeguate sarà messa a piano. Un problema analogo si presenta all incrocio tra via Val di Ledro e via Val d Ossola, a fianco dei giardini intitolati a Gina Galeotti Bianchi. Come nei casi precedenti, in quel punto niente strisce pedonali e permanenza di barriere architettoniche. Un problema che si somma a quello ancora senza soluzione dell eccessiva velocità delle auto in via Val di Ledro, che tanti incidenti, qualcuno anche con gravi conseguenze, ha provocato. Anche in questo caso Faregna ha presentato un interrogazione, raccogliendo le segnalazioni e le proteste di diversi cittadini. Risponde il Settore Tecnico Infrastrutture - 4 Reparto Strade del Comune: La verifica della fattibilità dell intervento rientra nelle competenze del corpo di Polizia locale. Nel caso in cui pervenga autorizzazione formale, l abbattimento delle barriere architettoniche potrà essere eseguito solo dopo la tracciatura della segnaletica orizzontale di competenza del reparto segnaletiche. Prima si dipingono le strisce, poi si fanno gli scivoli. Non capiremo mai la logica della burocrazia. OPTOMETRISTI Milano Piazza Belloveso, 2 Tel Telerie Mercato V.le Fulvio Testi 70 (ang. via Pianell) Milano - Tel. 02/ INTIMO UOMO DONNA CONFEZIONI BAMBINO FILA - LOVABLE - LIABEL Biancheria per la casa Porte blindate Tapparelle di ogni tipo Serramenti in alluminio e all/legno Porte per interni Zanzariere Opere da fabbro Cancelli in ferro Produzione propria - Show-Room Telefono Show-Room - Via Val Furva 4 Laboratorio via Ampère 2 - Paderno Dugnano Dal 10 aprile presso il CENTRO SILK MASSAGGE spa Sarà attivo il servizio di parruchiera, prezzi convenienti, prodotti italiani. Viale Suzzani Milano Tel Servizi immobiliari Gestione affitti NOLEGGIO CON CONDUCENTE TROVATO MASSIMO Viaggi-Turismo-Business Brevi e lunghe percorrenze 20 anni di professionalità Chilometri d esperienza La sicurezza sempre al primo posto La comodità di un servizio puntuale e discreto SCONTI AI LETTORI DI ZONA NOVE Tel.: 335/ Benecino Gestioni Amministrazioni Condominiali in Milano ONA NOVE 6 Anziani, attenti ai truffatori! Non fate entrare sconosciuti in casa vostra.

7 LA CITTÀ DELLE ZONE a cura di Primo Carpi 2 marzo 2012: parte la riforma del Decentramento I CdZ parteciperanno alla programmazione centrale, indicando le loro priorità in numerose materie. Su altre materie avranno maggiore autonomia di decisione rispetto all attuale. Si cominceranno a costruire reali e autonomi bilanci di Zona. La Zone passeranno da 9 a 12/13. Il tutto entro il l 2 marzo scorso la Giunta del Comune di IMilano ha approvato la Riforma del Decentramento Territoriale. Modificando così il precedente Regolamento del Decentramento Territoriale del 13 marzo Con questa delibera parte un piano che riforma in profondità il sistema del decentramento milanese, ha dichiarato l assessore all Area metropolitana, Decentramento e Municipalità Daniela Benelli, che ringrazia per il sostegno e l aiuto dei CdZ che hanno fornito consigli, osservazioni e sostegno al suo lavoro. I Consigli di Zona parteciperanno alla programmazione centrale dell Amministrazione, indicando le loro priorità, in una serie definita di materie: il piano annuale e triennale delle opere pubbliche, la manutenzione ordinaria del patrimonio comunale nelle Zone, il piano degli interventi e dei servizi sociali del Comune (inclusi asili e scuole materne), la pianificazione generale e di dettaglio della mobilità e arte la Riforma in Comune e simultanea- in CdZ 9 diviene operativa l otta- Pmente va commissione, quella del Decentramento appunto, la cui formazione, in deroga al preesistente numero massimo di sette commissioni, era già stato deciso lo scorso autunno. A presiederla è stato chiamato il consigliere del Pd Roberto Medolago, Presidente finora della Commissione Polo Multifunzionale Zonale (presidenza nella quale viene sostituito dalla sua vice, Anna Santoiemma). L insediamento recentissimo rende obbligatoria una fase iniziale di contatti con tutte le forze politiche presenti nel Consiglio per costituire la commissione vera e propria e tarare sensibilità e aspettative dei suoi componenti. Tra qualche settimana la nuova commissione si darà invece un programma e una scaletta. Come si dice in questa stessa pagina, sono tanti i campi nei quali il CdZ dovrà dare contributi e portarsi a casa autonomie reali di decisione e di attuazione. Autonomie che passeranno attraverso nuovi strumenti e nuovi fondi assegnati al Consiglio in generale ed alle sue sette commissioni in particolare. Ma le nuove regole del gioco, per l appunto, saranno tracciate invece dalla Commissione per il Decentramento. Non mancano già le critiche alla Riforma del traffico, lo sviluppo dei servizi e delle attività delle biblioteche di pubblica lettura, lo sviluppo della rete e degli spazi culturali, i programmi culturali cittadini, la programmazione degli interventi per il diritto allo studio, la definizione dei Distretti Urbani del Commercio, la collaborazione con la Polizia locale di Zona anche per l utilizzo dei Vigili di quartiere. La partecipazione delle Zone in tutta la materia urbanistica, sarà invece disciplinata in modo specifico con un nuovo provvedimento. Su altre materie i CdZ avranno maggiore autonomia di decisione: localizzare le nuove aree verdi da istituire, scegliere come attrezzare le aree verdi (sia nuove sia già esistenti), assegnare spazi verdi alla cura di associazioni, gruppi di cittadini e sponsor privati, scegliere le tipologie di arredo urbano compresa l illuminazione, assegnare gli impianti sportivi zonali tramite bandi, assegnare gli immobili comunali zonali liberi e non destinati a uso abitativo, istituire nuove aree pedonali e piste ciclabili di zona, individuare aree da destinare a mercati tematici, individuare nuovi immobili da destinare a mercati coperti, effettuare piccoli interventi urgenti di manutenzione. Un altro aspetto su cui si interviene progressivamente è il Bilancio delle Zone. Gli obiettivi sono di arrivare a una distribuzione più equa delle risorse tra le Zone e, grazie anche a una ricognizione sulle spese del Bilancio comunale distribuite sul territorio, cominciare a costruire reali Bilanci di Zona. Al momento, infatti, i budget sono costituiti da una serie di interventi - di cui buona parte sono i sussidi per anziani - che vengono erogati in modo automatico dagli uffici centrali. La riforma precede infine l aumento del numero delle Zone. Da 9 a 12. Forse 13, i cui consigli saranno eletti nelle prossime amministrative del CdZ 9: Roberto Medolago eletto presidente della Commissione del Decentramento del 2 marzo giudicata dalle opposizioni troppo astratta, con ambiti volutamente non specificati, con attribuzioni di fatto spesso già previste anche nel precedente regolamento del decentramento territoriale del Comune di Milano (risalente al marzo 1997). La differenza tra il vecchio ed il nuovo regolamento dovrebbe stare principalmente nel passaggio dalle attuali competenze con diritto-dovere di dare dei pareri alle nuove competenze con diritto-dovere di prendere delle decisioni e di gestirne la attuazione. E, in questo passaggio, il prerequisito finanziario rappresenta, di questi tempi, la criticità più evidente. Staremo a vedere. L attuale volto del Decentramento comunale è di fatto insufficiente e inefficiente, e la nuova giunta non ha certamente mai nascosto la sua intenzione di superarlo radicalmente. Intanto però non possiamo non vedere che in questi primi suoi mesi di vita, il binomio Centro-Periferia sta già facendo molte prove di convivenza più avanzata e partecipata. La scommessa del decentramento, in effetti, la si vince innanzitutto con un nuovo modo di vivere il rapporto tra il cittadino e le sue Istituzioni. Ed ecco che le domande poste dai cittadini al CdZ, vengono immediatamente ed esplicitamente fatte proseguire verso le competenze centrali quando non pertinenti per il Consiglio (e la risposta viene concretamente sollecitata e trasmessa al cittadino che l - ha originata). Ed ecco che al Consiglio viene comunque anticipato il Piano Centrale dettagliato delle Spe-se del triennio per informarlo e per chiedergli di fare le osservazioni che gli sembrano più opportune. Significativo è il fatto che, nel caso dell assegnazione alle Zone dei famosi vigili di quartiere è il Consiglio a notificare obiettivi e priorità, così come al Consiglio non ci si rivolge più solo per avere un contributo o un patrocinio, ma anche perché lo si ritiene il punto più naturale di informazione e di sensibilizzazione nei confronti della cittadinanza. Come il Consiglio si aspetta che il Comune riduca sempre più barriere e distanze nei suoi confronti, anche il cittadino si aspetta da lui lo stesso atteggiamento. La Consulta delle Periferie informava qualche mese fa che poco più di un quarto dei cittadini conosce con sufficiente chiarezza l esistenza del loro Consiglio di Zona! Quando questo rapporto sarà raddoppiato e si riferirà non solo all esistenza ma anche alle funzioni dell istituzione zonale, comunque essa si chiamerà, il decentramento sarà già, di fatto, una realtà culturale. E quindi una realtà politica. LA PIÙ GRANDE ESPOSIZIONE DI FALSI D AUTORE E QUADRI ORIGINALI DI AUTORI MODERNI Ritratti e dipinti su commissione Van Gogh Monet - Klint Caravaggio Bruegel - Renoir Fiamminghi INGRESSO LIBERO APERTO TUTTI I GIORNI COMPRESI SABATO DOMENICA E FESTIVI Orari: dalle 10 alle 13 dalle 14,30 alle 20 Galleria Maria Sidoli Via Trescore 3 (P.le Istria) MM 3 (Zara) Tram Bus Milano - Tel. 330/ Lista nozze RIEDUCAZIONE POSTURALE GLOBALE SACCULLO GIUSEPPE di Giuseppe Massimo impresa familiare ARTIGIANO EDILE Milano-Viale Suzzani, 273 Tel E.mail: di fronte al capolinea del 4 sotto i portici OUTLET ABBIGLIAMENTO E ACCESSORI DELLE MIGLIORI MARCHE A PREZZI IMBATTIBILI! MADD DIFFUSION S.r.l. Via Ornato Milano Tel Fax Anziani, attenti ai truffatori! Non fate entrare sconosciuti in casa vostra. ONA NOVE 7

8 ONA NOVE 8 Anziani, attenti ai truffatori! Non fate entrare sconosciuti in casa vostra.

9 Le iniziative per il 25 aprile Nel lager di Kahla ora i nostri caduti hanno finalmente un nome Una lapide ricorda 9 operai della Pirelli e della Breda deportati come lavoratori coatti nella fabbrica sotterranea dei caccia Messerschmitt. rganizzato dall Aned di Se- S. Giovanni e dall Anpi Osto di Pratocentenaro lo scorso marzo si è svolto un pellegrinaggio a Kahla, cittadina tedesca della Turingia, luogo simbolo del lavoro coatto così come Mauthausen lo è della deportazione politica e Auschwitz dello sterminio razziale. Nel cimitero della cittadina, proprio sulla fossa comune che raccoglie i resti dei deceduti del lager di Kahla, la delegazione ha deposto una lapide con incisi i nomi di otto lavoratori della Pirelli e uno della Breda, vittime della brutalità nazista. Tra i presenti alla cerimonia anche alcuni familiari dei deceduti, il presidente dell Aned di Sesto Giuseppe Valota, il presidente dell Anpi Inge Rasmussen Nicolis e le massime autorità locali tedesche. Con questa iniziativa il Comune di Sesto e l Aned proseguono il percorso iniziato anni fa che prevede di onorare con una lapide i loro caduti nei lager nazisti. Così è stato per Gusen, Mauthausen, Hartheim, Ebensee, Dachau e ora per Kahla. Dei 9 lavoratori coatti morti in questo campo di lavoro 4 erano residenti nella nostra zona, Astesani Romeo ad Affori, Colombo Angelo all'isola,vacchini Mario a Niguarda e Merlini Giuseppe alla Bovisa. La loro tragica storia è identica.arrestati tutti il 23 novembre 1944 in fabbrica in seguito allo sciopero, sono carcerati nel braccio tedesco di San Vittore, poi dallo scalo Farini trasferiti in treno a Reichenau (Innsbruck), a Erfurt e infine a Kalha dove nel giro di pochissimi mesi 3 di loro perdono la vita. Il niguardese Vacchini tornerà a casa per morire però nel gennaio del 1946 a seguito di una malattia contratta nel lager. Restituire il nome alle vittime di un credo assurdo e inumano, come quello nazifascista, ha un valore molto più ampio e profondo di una pura commemorazione. La sola memoria di ciò che è accaduto, infatti, è sterile se non rapportiamo il passato al nostro quotidiano. La memoria non è il ricordo - ha detto Piero Terracina, uno degli ultimi testimoni di Auschwitz - la memoria è quel filo che lega il passato al presente e condiziona il futuro. Ciò che è stato, ricordiamolo, anche se in forme diverse può ancora tornare, e la storia degli ultimi anni ce lo insegna. Kahla: un lager feroce camuffato da campo di lavoro. Kahla. Pochi conoscono il nome di questo paesino della Turingia e ancor meno sanno che qui durante la guerra fu perpetrato uno dei peggiori crimini del III Reich. Tra le ridenti colline che circondano la cittadina c è quella di Walpersberg che si nota per una particolarità; sulla sua cima, perfettamente spianata, c è una pista di decollo in cemento lunga mt e larga 50. Da qui dovevano partire nell ultimo anno di guerra i caccia a reazione Messerschmitt 262, una delle armi segrete dei nazisti. Ma perché una pista aerea in un luogo così insolito? ono numerose e belle le iniziative per il S25 aprile nei nostri quartieri, molte con il patrocinio del Consiglio di Zona 9. Niguarda 24 aprile Alle 15,30 Biciclettata per Lia, organizzata dal Teatro della Cooperativa con partenza da via Hermada in ricordo di Gina Galeotti Bianchi uccisa da soldati tedeschi in via Graziano Imperatore proprio il 24 aprile Alle al circolo Pd di via Hermada 8 con la proiezione di 25, un corto di 17 minuti parlato in milanese e ambientato a Niguarda proprio in quei giorni del Il film con la regia di Antonio Megna, è stato presentato al festival del Cinema di Locarno. Sarà presente lo sceneggiatore Gianmario Molteni, niguardese. Dopo la proiezione il corteo. Inoltre nei banchetti sui marciapiedi di via Hermada sarà possibile trovare il libro edito dall Anpi niguardese Dall Internazionale a Fischia il vento a Niguarda e il dvd dello spettacolo del Teatro della Cooperativa Nome di battaglia Lia. A cura del Centro di Documentazione antifascista Francesco Rigoldi saranno distribuite le cartoline delle barricate niguardesi pubblicate inedite da Zona Nove e decine di dvd di documentari sulla Resistenza a prezzo di costo del dvd (1 euro). Alle 21 la Manifestazione con la Banda d Affori, organizzata dall Anpi di Niguarda con partenza da via Hermada e arrivo al Circolino Familiare di via Terruggia, dove prenderà la parola Roberto Cenati, segretario provinciale dell Anpi. Grazie all attore Joseph Scicluna ci saranno dei momenti di animazione, e sempre grazie all associazione UNza! alla fine del corteo verrà posizionato un telaio serigrafico grazie al quale sarà possibile stampare sulle magliette (portate le vostre, saranno impresse!). Pratocentenaro 25 aprile Alle 9.30, Viale Suzzani 273. Il tradizionale corteo di auto si muoverà per la Bicocca e Pratocentenaro raggiungendo le lapidi di cui le più importanti sono quelle dell Atm e della Pirelli di viale Sarca. Alle 11 cerimonia di ricordo degli scioperi della Pirelli nel cortile della Casa di Alex in via Moncalieri. Niguarda 25 aprile Alle 21, al Centro Culturale della Cooperativa in via Hermada 14, con il patrocinio dell Anpi si terrà una serata di narrazione del 24 aprile niguardese con la proiezione delle cartoline resistenti cioè le foto inedite delle barricate del 24 aprile 45 pubblicate su Zona Nove nel 2011 e che saranno distribuite agli intervenuti. Interverranno Elio Croci e Peppino Colzani presenti allora e testimoni oggi. (Angelo Longhi - Perché anche a Kahla nel 44, a causa dei bombardamenti alleati, i nazisti furono costretti a spostare le loro fabbriche sottoterra e nelle viscere di questa collina 32 Km di gallerie nascondevano stabilimenti in cui schiavi di Hitler venivano usati come lavoratori forzati. Qui si assemblavano le varie parti dei caccia che, tramite una ferrovia a cremagliera, venivano poi condotti sulla pista in cima alla collina pronti per essere consegnati direttamente ai reparti operativi.a ideare questo progetto fu Hermann Göring e a realizzarlo 3000 tecnici e operai specializzati tedeschi e circa lavoratori, persone rastrellate ma anche prigionieri di guerra e deportati politici provenienti da ben 9 paesi, obbligati forzatamente a essere usati come manodopera per le industrie del Reich. Lo scavo nelle miniere del Walpersberg iniziò l 11 aprile 44 e tra i primi lavoratori coatti a Kahla 187 italiani, costretti a firmare un contratto di lavoro in bianco come volontari per la Germania. Rifiutare significava essere fucilati. Così firmavano. Nell ottobre del '44 iniziò la produzione degli aerei. Il primo Me 262 decollò il 21 febbraio 45 e malgrado le ottimistiche previsioni furono tra i 26 e i 40 gli aerei prodotti fino al marzo dello stesso anno quando, avvicinandosi ormai le truppe americane, le SS progettano di eliminare i prigionieri. L idea di avvelenarli tutti con il cianuro mescolato al cibo o di radunarli nelle gallerie e far saltare le entrate con l esplosivo non si realizzò unicamente per un calcolo di opportunità: il capo del lager temeva di dover rispondere del massacro a un tribunale degli alleati. Non fu comunque risparmiata ai deportati una tragica marcia della morte verso l interno del paese, una marcia forzata che decimò le fila dei prigionieri. Le truppe americane, che raggiunsero Kahla il 12 aprile del 45, dopo aver soccorso i deportati rimasti nel campo, si impadronirono della documentazione dei lavori e della tecnologia dei Me 262, che né loro né i sovietici possedevano. Portarono via 5 aerei e altro materiale così che, quando arrivarono i sovietici nel campo non c era nulla di tecnicamente utile. Lo spianamento della collina, la costruzione delle gallerie e delle baracche, la fame, il freddo, le malattie e le percosse determinarono a Kahla una mortalità altissima, si presume dai 5 ai 6 mila morti dal momento che la vita dei deportati non superava i 2-3 mesi. I dati ad oggi non sono però né certi né definitivi. I sopravvissuti affermano che quando un deportato moriva nella baracca le guardie del lager lo facevano sparire senza lasciarne traccia. I documenti ufficiali dichiarano un totale di soli 900 deceduti a Kahla e di questi ben 441 sono italiani.una cifra terrificante se pensiamo che tutto è accaduto in meno di un anno di vita del lager, un vero e proprio campo di concentramento camuffato da campo di lavoro. (Valeria Casarotti - Teresa Garofalo) Viva la Resistenza! Bruno Ghittoni, nome di battaglia Scesa Durante la Resistenza, Bruno e Mariuccia, sua moglie, diffondevano la stampa antifascista nelle fabbriche, raccoglievano finanziamenti per il soccorso rosso, parteciparono all organizzazione degli scioperi del 44. Nei rifugi antiaerei dei viali Sarca e Rodi sotto le bombe delle fortezze volanti a Bicocca è sempre stata il centro di un imponen- apparato industriale che si estendeva da Viale Lte Sarca sino a Sesto San Giovanni, raggruppando fabbriche che hanno fatto la storia di Milano e del nostro paese, la Pirelli, la Breda, l Ercole Marelli. È stato naturale, perciò, che, durante il conflitto mondiale, gli Alleati abbiano effettuato, soprattutto dal 43 in poi, massicce incursioni aeree volte a distruggere il nostro potenziale industriale. È quindi interessante osservare che, sin dagli anni 30, molte abitazioni e fabbriche si dotassero, preventivamente, di rifugi antiaerei, volti a proteggere la popolazione ivi residente o presente al lavoro.tra queste spicca, per ampiezza della struttura, il complesso residenziale di Viale Sarca, 163/ Viale Rodi, 84, edificato tra il 1935 e il I rifugi potevano accogliere tutta la popolazione del caseggiato ed erano aperti anche ai passanti, quando la sirena antiaerea annunciava di notte i bombardieri inglesi, di giorno gli aerei americani, tra cui l enorme fortezza volante B17. E fu proprio in una giornata di sole che Silvana Poltronieri, allora bambina e tutt ora residente in Viale Rodi 84, il cui papà era stato deportato a Mauthausen per la sua opposizione ai nazifascisti, vide per la prima volta dal balcone di casa risplendere alla luce solare, prima un piccolo aereo da ricognizione (il popolare Pippo ) e poi la massa di carlinghe argentate dei colossali B17, diretti in quel caso non su Milano, ma probabilmente verso la Germania. La sirena per qualche misterioso motivo era stata ignorata da sua madre e ricorda Silvana che la mamma le ordinò, in quel caso, di rientrare immediatamente e di mettersi con lei, sotto il cosiddetto muro maestro, posto all altezza della porta di ingresso della loro abitazione, e che non sarebbe, a dire di sua madre, crollato sotto le bombe. Le bombe in quell occasione non caddero sulle fabbriche del quartiere, ma nella maggior parte dei casi non era così e la fuga nei rifugi era obbligata. Lino Silvani, oggi 80nne, anch egli tutt ora residente nella stessa casa, ha ricordi molto chiari delle sensazioni che si provavano quando la sirena ululava e a tutta velocità si correva nei rifugi. Quando la porta del rifugio, in acciaio, si chiudeva, le persone si stringevano le une accanto alle altre e ent anni fa nasceva Bruno CGhittoni. E ci lasciava, ancora giovane, nel Anche la sua vedova, Maria Morosini, ci ha da poco salutato alla bella età di 98 anni. Ed è stato proprio nel riordinare le carte dopo la sua morte che sono stati trovati documenti, scritti, lettere, racconti, poesie di suo marito Bruno. Che lei aveva conservato per decenni in fondo a un cassetto. Una coppia come tante, Bruno e Mariuccia, che si riconoscevano nel famoso film con un giovane De Sica Gli uomini che mascalzoni, i cui protagonisti si chiamavano allo stesso modo, Bruno e Mariù ( Parlami d amore, Mariù ); lei, d altra parte, era proprio una bella ragazza, sul tipo di Lucia Bosè, che non a caso era una sua lontana cugina. Però Bruno era di idee comuniste e si era messo nei guai nel 41, quando era stato arrestato per propaganda sovversiva e condannato a 5 anni dal tribunale speciale fascista, insieme al suo gruppo che gravitava attorno al Circolo Filologico. Una condanna pesante se comparata alla colpa : aver distribuito volantini con le parole del Manifesto di Marx e Engels. Una pena che sconterà solo in parte, perché i prigionieri politici saranno tutti liberati dopo l 8 settembre del 43. Ma l uomo che uscì dal portone del carcere era ben diverso da quello che c era entrato un anno e mezzo prima. Non era più il ragazzo appassionato, ma ingenuo e impreparato. Era diventato un quadro formato e perfettamente istruito dalle lunghe conversazioni con gli altri prigionieri politici che, loro sì, erano dei militanti di grande esperienza, dei veri rivoluzionari professionisti. I fascisti, cercando di reprimere le sue pulsioni libertarie, ne avevano invece fatto un nemico molto più pericoloso e determinato. Appena uscito di prigione si capì subito che né la guerra, né il fascismo erano davvero finiti. Bruno e sua moglie si diedero alla clandestinità. Lasciarono il loro appartamento e vissero fino alla Liberazione in case abbandonate o perché pericolanti per via dei bombardamenti o perché i loro occupanti erano sfollati in provincia, si procurarono documenti falsi con l aiuto del Partito Comunista, della cui direzione entrò a far parte, un lavoro di copertura, un nome di battaglia (Scesa. Quindi la moglie venne subito identificata come Scesina ) e cominciarono a dare il loro contributo alla Resistenza milanese. Si trattava di diffondere la stampa antifascista nelle fabbriche, di raccogliere i finanziamenti per il soccorso rosso, di organizzare azioni di resistenza al regime (importante fu il suo lavoro nell organizzazione degli scioperi del 44, soprattutto nel settore trasporti) e di mettere in piedi una rete logistica (case sicure, denaro, cibo, protezione) a Milano, di supporto ai partigiani combattenti o agli esiliati che segretamente facevano ritorno in patria. Una rete che funzionò perfettamente e che non venne mai scoperta.alla fine, anche se per un breve periodo, ricoprì la carica di comandante del secondo settore delle Brigate Garibaldi a Milano. Un attività che gli valse il riconoscimento dello Stato: la croce di ferro al valor militare. Dopo la Liberazione il Partito lo destinò all Unità, il giornale che finalmente usciva dalla clandestinità e nel quale operò per più di vent anni fino alla carica di vice direttore amministrativo. (Luigi Luce) Platinetti, un partigiano di quelli veri ippo Platinetti è nato Pa Misey sur Marne (Francia) nel A tre anni il padre lo porta in Italia, a Case Nuove di Fontaneto d Agogna, dove frequenta le elementari. A 10 anni si trasferisce a Montrigone (Borgosesia) e a dodici anni lavora insieme al padre Gaudenzio e a Domenica, cognata di Cino Moscatelli, uno dei capi più conosciuti e rispettati dell antifascismo, alla Manifattura Italiana Tappeti. Nell autunno il padre, antifascista, ospita insieme con Domenica, la signora Maria moglie di Cino, con le bambine. Racconta una vicina di casa, la signora Franceschina Franzini, che ai primi di novembre del 43 il Pippo ci presentò gli ospiti come sfollati in modo molto convincente, noi del posto non abbiamo mai immaginato chi fossero veramente. Nel 44, durante l occupazione si unisce ai partigiani, aspettavano il bombardamento. Il silenzio si imponeva su tutto e tutti, con la tremenda paura che, se la casa fosse stata colpita, si poteva rimanere intrappolati come topi senza vie di fuga. Anche i bambini sospendevano il respiro e non ricordo che scoppiassero in pianti o altro. Le bombe poi iniziavano a cadere e la terra tremava come nel peggiore terremoto. I rumori arrivavano dentro il rifugio solo leggermente attutiti, le luci tremavano o si spegnevano e si era davvero in balia degli eventi, ricorda il signor Lino in un linguaggio,da me adattato per questo testo,che mischia dolcemente l italiano e il suo amato dialetto milanese. Terminato l attacco, un enorme sospiro di sollievo collettivo si spargeva nel rifugio e il sorriso tornava a regnare, con la consapevolezza che anche in quell occasione, nessuno era rimasto vittima del bombardamento. La casa, pur collocata in un contesto di grande interesse bellico per l aviazione alleata, non fu in effetti mai colpita e superò indenne le successive ondate di bombardamenti che colpirono il quartiere. I rifugi, ora trasformati in cantine e depositi, sono tutt ora presenti, a ricordare, nell anniversario della Liberazione, che la guerra, in cui un regime dissennato trascinò l Italia, ebbe un impatto tremendo anche sulla popolazione civile e, in particolare, sui bambini. Come non ricordare, ad esempio, i bambini della scuola elementare di Gorla, periti nell ottobre del 44 sotto un bombardamento alleato? (Claudio Dozio) distinguendosi per coraggio. Il 3 settembre rimane miracolosamente illeso nell imboscata tesa dai fascisti non lontano da Santa Cristina, dove muore anche il fratello Mario. Poi Pippo si trasferisce nel basso novarese dove tra l altro cattura con moglie e autista il Col. Celada, comandante della piazzaforte dei carristi di Milano. Memorabile è pure il 26 Aprile 45: alle porte di Novara, vicino al ponte sull autostrada, una colonna corazzata tedesca esce da Novara e si imbatte in due garibaldini - uno dei due è Pippo - che con gesto temerario intimano alla colonna di tornare indietro: Di qui non si passa. Con gesti eloquenti fanno credere all ufficiale tedesco che sono circondati, di conseguenza l ufficiale ordina il dietro-front. Il nostro Pippo, con la Resistenza nel sangue, coraggioso e simpatico, non ha mai chiesto nulla a nessuno. Iscritto al Pci dalla prim ora, sfuggì alla deportazione quando sul treno alla stazione di Bologna, lui minuto e giovanile, fu scambiato per ragazzino e non arrestato. Si fece poi a piedi fino alla Valsesia mangiando solo fagioli con conseguenze immaginabili. (Alberto Tognola) Anziani, attenti ai truffatori! Non fate entrare sconosciuti in casa vostra. ONA NOVE 9

10 uesta è un intervista esclusiva a Giusep- Manni, neo presidente del Parco Nord, Qpe che ci spiega tutto sui progetti futuri e sui preparativi per l arrivo del Papa (vedi a pag. 4). Come si è giunti alla sua elezione? Alla mia elezione si è giunti su proposta dei sindaci del Nord Milano, Gasparini, Oldrini, Zinni, Cornelli e Ghisellini, e condivisa dal presidente della Provincia Podestà e dal sindaco di Milano Pisapia: credo che si sia trovato un punto di equilibrio sul mio nome in virtù della mia storia e di quello che ho fatto sul territorio Sono il segretario del circolo Pd A. Vassallo di Bresso, faccio politica da molti anni, presiedo riunioni, monto gazebo, faccio volantinaggio, attacco manifesti, il tutto occupando tempo mio. Questa è stata la scuola che mi ha portato a diventare sindaco della mia città (Bresso, ndr) per due legislature e di amministrarla credo bene. Buona parte delle attenzioni di sindaco sono state dedicate al Parco Nord. Ho fatto molte cose per far diventare Bresso la Città del Parco Nord: dalla riqualificazione del Seveso alle aree comunali passate in consegna al Parco, dai progetti di viabilità sostenibile sulla via Clerici e su viale Gramsci - cantiere ora finalmente aperto - alla riqualificazione dell ingresso di via Don Vercesi, dalle piste ciclabili per l integrazione Bresso-Parco, alla scelta della metrotramvia come mezzo di trasporto ecologico. Ma soprattutto voglio citare la situazione più spinosa : la definizione del Protocollo d intesa che risolve positivamente il rapporto Parco-Aeroporto. Quando assumi una carica di pubblico amministratore sono più oneri che onori: è con questo spirito che ho accettato l incarico. VERDE PUBBLICO a cura di Andrea Bina Giuseppe Manni, ecco il nuovo presidente del Parco Nord Vogliamo trasformare l evento straordinario dell arrivo del Papa in una festa che coinvolga tutti noi. In ogni caso i nostri normali programmi andranno avanti, con il festival della Biodiversità in testa. Era già nel precedente consiglio di amministrazione e quindi non è un neofita del Parco. Ci elenca luci e ombre di questo nostro grande polmone verde? Il Parco Nord è una straordinaria realtà conquistata in 40 anni dai cittadini, dagli amministratori dei Comuni che lo circondano, dagli architetti, progettisti, tecnici e operai che hanno fatto di un area degradata un grande spazio verde attrezzato. A 30 anni dai primi rimboschimenti, si sta completando la fase di costruzione del parco e siamo entrati nella fase più difficile e complessa della gestione e della tutela. A questo collego le ombre, o meglio, le maggiori difficoltà: far percepire a tutti che il Parco è un patrimonio consolidato da tutelare e valorizzare, e non uno spazio neutro dove realizzare altre opere e infrastrutture. Quando c è un cambio al vertice, chi subentra decide se dare una discontinuità rispetto al passato o proseguire il lavoro intrapreso da altri. Cosa farà lei? Entrambe le cose: continuità, perché le istituzioni che sostengono il Parco non sono cambiate, come non è cambiato il progetto che deve essere completato; discontinuità perché il nuovo Consiglio di gestione opererà secondo la propria sensibilità e il proprio stile. Ho inoltre un ottimo Consiglio di Gestione: il vice presidente, Vincenzo Guastafierro, è consigliere provinciale con ottime competenze professionali; Rita Zuccolin, espressione dell ambientalismo lombardo, ha una lunga esperienza di collaborazione con il Consiglio Regionale; Stefano Tagliabue è un agronomo indicato dalla Regione e consigliere del Parco del Grugnotorto; Pierlugi Angiuoni, storica figura di militante politico della Zona 9, ha ricoperto negli anni importanti incarichi istituzionali. Il Patto di Stabilità ha procurato tagli dolorosi agli Enti locali, da cui dipendono le risorse del Parco Nord... Gli ultimi governi hanno scelto di far pagare i costi della crisi ai Comuni quando forse potevano andare a toccare i patrimoni. I tagli dei trasferimenti agli Enti locali possono avere ripercussioni gravissime sul Parco, come le stanno avendo sui cittadini. Stiamo affrontando il bilancio di previsione 2012 e per la prima volta ci saranno problemi per farlo quadrare. Quali saranno i suoi primi atti amministrativi e politici? Il primo atto politico è stato l incontro con il personale e il Consiglio di gestione per esprimere il riconoscimento del lavoro e delle competenze dei dipendenti e delle Guardie Ecologiche Volontarie. Il primo atto amministrativo è stata la conferma, sentito il Consiglio di Gestione, del Direttore Riccardo Gini. La professionalità sua e della sua équipe è la condizione necessaria per proseguire con serenità e nuovo slancio il lavoro. Ci attendono inoltre il Piano Territoriale di Coordinamento, da aggiornare alle nuove normative regionali, e il Progetto di massima, lo strumento che disegna il parco come sarà nei prossimi decenni. A quali iniziative state lavorando per la stagione di massimo afflusso al parco? Ovviamente ci stiamo preparando all arrivo del Pontefice a giugno. Questo evento straordinario inevitabilmente orienta la programmazione ordinaria. Da questo punto di vista, confermiamo che l evento per noi più importante, cioè il Festival della Biodiversità, sarà mantenuto anche per quest anno a settembre. Ma il parco è vivo durante tutti i week end primaverili: con le attività per le famiglie al Microlab e all Aula Verde, con le visite guidate ai Bunker e all Area Didattica Natura, con la bicicletta o a dorso di asino, con iniziative realizzate insieme alle associazioni sportive e culturali del territorio e con una mostra fotografica all aperto davvero particolare che realizzeremo a maggio con il Museo della Fotografia di Cinisello Balsamo. D estate, è ormai consolidata la tradizione di ospitare numerosi bambini e ragazzi, terminata la scuola, per attività di vacanza in città : a carattere sportivo o naturalistico, avventuroso o educativo, i nostri centri estivi nel verde sono ormai diventati un servizio di riferimento per le famiglie. Parco Nord e Papa. Come vi state preparando all evento di fine maggio? Evitando interventi invasivi, collaborando con la Fondazione, la Prefettura, i Comuni, e preparandoci ad accogliere i pellegrini con tutti gli occhi aperti per la tutela del patrimonio naturale del Parco, contando sulla collaborazione non solo delle nostre Guardie Ecologiche ma di quelle di tutta la Regione Lombardia. Abbiamo ormai superato la fase del timore della devastazione e stiamo cogliendo la grande opportunità che questo evento ci offre: quello di vivere un tempo straordinario, fuori dall ordinario, e di trasformare un evento mondiale in una festa che coinvolge tutti. CORSIVO IN PUNTA DI BIC I parcheggi della Comasina on passa giorno che su internet non si legga di prote- per l assenza di parcheggi in Comasina, rione che, Nste dopo l apertura delle nuove fermate della linea 3 metropolitana, letteralmente scoppia di auto in sosta e parcheggio selvaggio: auto sui marciapiedi, sulle strisce pedonali, sui passi carrai; auto in doppia fila, per traverso, per sbieco. Se solo ci riuscissero le metterebbero una sopra l altra. E allora mi ha preso un prurito di tornare a sentire le parole del governatore Formigoni all inaugurazione in pompa magna, quella organizzata in fretta e furia per fungere da spottone elettorale alla socia Letizia Moratti, quelle che finirono in un tripudio di fischi da parte della gente, che appunto lamentava la mancanza di un parcheggio. E siccome sono uno che quando gli comincia a girare in testa una idea non trova pace, sono andato a ritrovare l intervista (http://www.youtube.com/watch?v=ok64muimvik). Ma non c è un problema parcheggi? domanda l intrepido giornalista. Questo è un interscambio fevvo su fevvo - risponde seccato il Celeste - quindi qui la gente arriva in treno! Non abbiamo voluto portare nuove macchine! Ecco, chiedetelo oggi agli abitanti della Comasina, e anche di Affori, se non sono state portate nuove macchine. Chiedete loro se i parcheggi di corrispondenza sono inutili. Ma la gente ha la memoria corta. Probabilmente, a chiederlo in giro, adesso ti direbbero che la colpa per la mancanza dei parcheggi è di Pisapia. Solidarietà al Trota l Trota, alias Renzo Bossi, si è dimesso da consigliere Iregionale. Vorrei esprimergli la mia solidarietà, totale e incondizionata. Calma, non c entra il Chiaretto con cui ho annaffiato il pranzo pasquale. Dichiaro di essere in possesso delle mie facoltà mentali, integre per quanto l età me lo consente. Solo non mi piace quando tutte le colpe vengono scaricare su una sola persona. Vogliamo parlare di Formigoni che commenta su Twitter con sollievo la decisione del buon Renzo? Lui, proprio lui, che in Consiglio Regionale ha portato l igienista dentale implicata nel caso Ruby? Lui che ha una giunta provvisoriamente trasferita dietro le sbarre? Vogliamo parlare di Maroni, inconsapevole pulzella, che occupava fino a pochi mesi fa il ruolo di ministro dell Interno? È veramente credibile che non sapesse niente del marcio che si annidava non in Danimarca, ma nella vicina via Bellerio? E Bossi, il grande capo, con la sua signora, sono stati legati a una sedia, imbavagliati e bendati mentre degli sconosciuti criminali seriali gli ristrutturavano casa a loro insaputa? E tutto il resto del partito, non aveva nessun dubbio su Rosy Mauro e il suo presunto amante, che cantava a squarciagola Kooly noody a Radio Padania? Va pensiero, sull ali d orate recita un adesivo che si vendeva a una festa della Lega Nord. Così va il mondo, Renzo, non prendertela: ieri erano Trote, oggi sono Orate, ma i pesci boccaloni restiamo sempre noi. ONA NOVE 10 Anziani, attenti ai truffatori! Non fate entrare sconosciuti in casa vostra.

11 SENZA TITOLO...né giustificazione. (Pamela Napoletano) ONA NOVE VITA E CULTURA Visti e non visti Pamela Napoletano GLI APPUNTAMENTI DEL MESE a cura di Grazia Morelli Chi intenda far pubblicare proprie iniziative in questa rubrica dovrà farne pervenire notizia entro il 20 del mese precedente l uscita del giornale. GIOVEDÌ 19 APRILE Museo Interattivo del Cinema (Mic) V.le Testi 121 Art Action Via Dante 15/A Bresso La Scighera Via Candiani 131 Casa di Alex Via Moncalieri 5 Biblioteca Affori Viale Affori 21 Sala Fontana Via Boltraffio 21 Teatro degli Arcimboldi Via Innovazione 1 Teatro della Cooperativa Via Hermada 8 SABATO 21 APRILE La Scighera Via Candiani 131 Casa di Alex Via Moncalieri 5 DOMENICA 22 APRILE La Scighera Via Candiani 131 Museo Interattivo del Cinema (Mic) V.le Testi 121 LUNEDÌ 23 APRILE Casa di Alex Via Moncalieri 5 Alle 15, Il cavallo di Leonardo - Miff Awards 2012, festival dei registi indipendenti. Mostra 12 Capolavori del 400 e del 500, dall Accademia Carrara di Bergamo. Orario: Chiuso domenica e festivi. Fino al 24/4. Alle 21.30, proiezione di Dalle mani, di Titta Cosetta Raccagni. Alle 21, Serata danzante.tutti i giovedì. Dalle alle 18.30, Un film con thè, a cura dell Associazione Culturale Teatrino al Rovescio, film La storia di Agnes Browne. Alle 21, Il corsaro nero, da Emilio Salgari, adattamento di G. Mingucci, con R. Boscolo, S. Braschi, G. Mingucci, A. Quattro, regia di R. Boscolo. Fino al 24/4. Alle 21, Musica leggera, con Marco Mengoni. Alle 21, Produzione Canora associazione culturale, Non sparate sulla mamma, di Carlo Terron, con S. Pepe e R. Petrozzi, regia di M. Rampoldi. Fino al 22/4. VENERDÌ 20 APRILE Centro culturale Alle 18, inaugurazione della mostra Una della Cooperativa Via Hemada 14 matita contro il fascismo e la guerra, di Giuseppe Scalarini, vignettista dell Avanti! negli anni Alle 21, presentazione della mostra con Giovanni Galli. Alle 22, Concerto, con Nido Workshop. Alle 22, Concerto Rock, con Le Maschere di Clara. Alle 11, Gite ed Escursioni, Corso Buenos Aires oltre lo shopping.alle 15.30, Le domeniche della Scigherina, Facciamo l Orto! (primo incontro). Alle 15, La Pantera Rosa, episodi della famosa serie animata ideata negli anni Sessanta, colonna sonora di Henry Mancini. Alle 18.30, Lezioni di Ballo. Alle 21, Danze popolari, con Cristina Duci. Tutti i lunedì. MARTEDÌ 24 APRILE Teatro degli Arcimboldi Via Innovazione 1 MERCOLEDÌ 25 APRILE Casa di Alex Via Moncalieri 5 Centro culturale della Cooperativa Via Hemada 14 GIOVEDÌ 26 APRILE Auditorium Ca Granda V. Ca Granda 19 VENERDÌ 27 APRILE La Scighera Via Candiani 131 Casa di Alex Via Moncalieri 5 SABATO 28 APRILE Casa di Alex Via Moncalieri 5 La Scighera Via Candiani 131 LUNEDÌ 30 APRILE Biblioteca Affori Viale Affori 21 DOMENICA 6 MAGGIO Teatro degli Arcimboldi Via Innovazione 1 LUNEDÌ 7 MAGGIO Circolo I. Calvino Via Zanoli 15 Alle 21, Musical, Nôtre Dame de Paris 10th Anniversary. Fino al 29/4. Dalle 18 alle 20, Percussioni, con Luca Malaspina. Alle, 21, in collaborazione con la sezione Martiri niguardesi dell Anpi, Cartoline resistenti, le foto delle barricate niguardesi nell aprile 45, narrazione di Angelo Longhi e Antonio Masi, testimonianze di Elio Croci e Peppino Colzani. Alle 21, La violenza sessuale alle donne. La pedofilia, con approfondimento su quella del clero, con don Piero Barberi. Alle 22, Teatro, Saltimbanchi Off - Laboratorio. Alle 22, Concerto blues, con Veronica Sbergia e Max De Bernardi;presentazione del loro ultimo cd Old Stories for Modern Times. Alle 22, Concerto blues, con Elena & Blues Project. Alle 18, CantoAntico presenta: La tammurriata nei cortili - La voce giovane di una antica. Alle 21, Rassegna di poesia Future tradizioni, Paola Turroni legge Amelia Rosselli. Musica leggera, Tangerine Dream, The electric mandarine tour Alle 21, Milanesi, popol mio, letture teatrali tratte da Carlo Porta, Emilio De Marchi, Delio Testa, interpretate da Ernesto Rossi, Teatro della Cooperativa. FILMS IN ONA a cura di Silvia Cravero Visti nelle sale di Skyline, Multisala Bicocca e cinema Rondinella La strage di Cesare Quasi amici ( ) Regia: Olivier Nakache, Eric Toledano. Cast: Francois Cluzet, Omar Sy, Anne Le Ny. Genere: Commedia. Nazione e Anno: Francia, Philippe, aristocratico francese, resta disabile in seguito a un incidente di parapendio. Decide di assumere qualcuno che lo aiuti a svolgere qualche lavoro domestico, e così entra nella sua vita Driss, un ragazzo di colore appena uscito di prigione. Romanzo di una strage ( ) Regia: Marco Tullio Giordana. Cast:Valerio Mastandrea, Pierfrancesco Favino, Laura Chiatti. Genere: Drammatico. Nazione e Anno: Italia, Il film racconta tre tragiche vicende dell Italia di fine anni 60 ed inizio anni 70. Un Paese mai realmente ripulito dal fascismo, in preda ai deliri degli schieramenti politici extraparlamentari, incapace di rivelare il vero. Marco Tullio Giordana ricostruisce la strage di Piazza Fontana. In Time ( ) Regia: Andrew Niccol. Cast: Justin Timberlake, Amanda Seyfried, Olivia Wilde. Genere: Fantascienza. Nazione e Anno: Stati Uniti, La scienza è riuscita ad isolare ed estinguere il gene che causa l invecchiamento. Ci si trova così a dover fronteggiare un problema di sovrappopolazione. In questo mondo, la valuta non è più il denaro, bensì il tempo. I ricchi possono vivere per sempre mentre gli altri cercano a fatica di ottenere l immortalità. Magnifica presenza ( ) Regia: Ferzan Ozpetek. Cast: Elio Germano, Paola Minaccioni, Beppe Fiorello. Genere: Commedia drammatica. Nazione e Anno: Italia, Pietro si è trasferito a Roma dalla Sicilia per fare l attore. Passando da un provino all altro, si guadagna da vivere sfornando cornetti. Condivide l appartamento con la cugina, con la quale ha un rapporto conflittuale. Cesare deve morire ( ) Regia: fratelli Taviani. Cast: Cosimo Regai (Cassio), Salvatore Striano (Bruto), Giovanni Arcur (Cesare), Antonio Frasca (Marcantonio), J. Dario Bonetti (Decio), Vincenzo Gallo (Lucio). Genere: Drammatico. Nazione e Anno: Italia, Il carcere di Rebibbia prevede un programma di riabilitazione attraverso il teatro e i detenuti sostengono un provino per prendere parte alla rappresentazione, che verrà proposta in modo nuovo e originale, recitata in dialetto. Il teatro è una forma di analisi, di espressione, una formula che restituisce respiro. I detenuti provano le battute nell ora d'aria, fra i quattro muri delle celle, ritrovando la loro dimensione umana all'interno della finzione ed evadendo dalla loro quotidianità di guardatori di soffitto come si autodefiniscono. Il confine con la realtà è molto sottile, perché i temi del Giulio Cesare sono attuali: potere, violenza, onore. mediocre discreto bello imperdibile Il Gis ONA NOVE informa Maria Piera Bremmi - Piera Galbiati - Renato Vercesi ella prima quindicina di aprile è andato in scena alla Scala Nil balletto L altra metà del cielo su musiche di Vasco Rossi. Le canzoni che forniscono la base musicale del balletto sono 13 successi di Vasco reinterpretati per l occasione. Dal 24 al 29 aprile torna in scena al Teatro degli Arcimboldi la rappresentazioni di Nôtre-Dame de Paris, il musical di Cocciante. Info: Centro Culturale della Cooperativa 02/ , Gis Zona Nove. Per contattarci: C. C. della Cooperativa 02/ Abbigliamento Grandi Taglie dal 51 al 81 ed extralunghe dal 48 al 64 Uomo - Donna by Aldo Moda dal 1960 Via Luigi Ornato 19 - Niguarda Milano Tel Fax Anziani, attenti ai truffatori! Non fate entrare sconosciuti in casa vostra. ONA NOVE 11

12 Maria ha fatto la sua ultima assemblea il 30 marzo. Sono intervenuti tra gli altri, portando il loro ultimo saluto, gli onorevoli Marilena Adamo, Barbara Pollastrini e Antonio Pizzinato; Franco Mirabelli, consigliere regionale; Andrea Bina, Antonella Loconsolo, Roberto aria Carla Volpari è stata una donna. MUna donna appassionata, disinteressata e intelligente. All inizio della sua lunga vita al servizio degli altri è stata una giovanissima e coraggiosa sindacalista in Puglia al fianco dei braccianti di Di Vittorio, contro i latifondisti e la ndrangheta. Là, allora, la difesa del lavoro poteva comportare il rischio della vita. Maria è stata poi un operosa dirigente politica, piena di idee e di voglia di fare, secondo obiettivi sempre ambiziosi ma mai velleitari o egoistici: la pace, l antifascismo, la democrazia, la giustizia e il progresso sociale,l emancipazione degli ultimi dalla miseria e dalla discriminazione.anche nei confronti della sua parte politica - dal Pci al Pd - è sempre stata salda nei principi e al contempo costruttivamente critica nella loro applicazione. Maria è stata inoltre una grande organizzatrice popolare. Basti ricordare le tante battaglie combattute per dotare la nostra zona di scuole pubbliche moderne ed efficienti, a partire dagli asili nidi e dalle scuole materne. Maria è stata in particolare una femminista instancabile nella difesa dell identità e dei diritti delle donne, capace però di cercare sem- Maria che... morta Maria, lei che sembrava non po- essere sconfitta da nulla. Èter Maria che aveva un padre antifascista, e il giorno che lei era tornata a casa con la divisa da Piccola Italiana glie l'aveva fatta a piccoli quadratini e poi aveva detto alla madre di farci le pattine. Maria comunista che girava Milano con la borsa piena di cose che avrebbero potuto spedirla in Germania in un attimo. Maria che dice al padre: La Cgil mi manda in meridione, per il contratto delle raccoglitrici di olive e il padre le risponde: Le donne devono stare a casa. E lei, con la valigia in mano: Mi hai fatto vivere l'inferno sotto il fascismo per il tuo ideale di libertà. Ci mancava il pane, ti portavano a San Vittore sfondando la porta di notte. E adesso mi dici che la li- Maria Volpari. È morta una donna formidabile I NOSTRI LUTTI Medolago, consiglieri di Zona; Mariangela Rustico, responsabile del Pd di zona 9; Giovanni Poletti, presidente della Cooperativa Abitare; Luigi Introini e Francesco Tripodi, rispettivamente vice-presidente e presidente della Cooperativa di Abitanti Pratocentenaro e Sassetti; Dante Reggi, pre il bandolo del rapporto solidale con gli uomini. Uomini come Ali, con cui fra l altro ha personalmente risolto, in modo naturale e in tempi molto più refrattari di oggi, anche il problema attualissimo della famiglia interetnica. Negli ultimi anni Maria si è infine dedicata all organizzazione civile e politica del volontariato per gli anziani. Attraverso Zona Nove, di cui è stata uno dei più attivi e lucidi soci fondatori, ha creato il Gruppo Femminile Progetto Anziani : un organismo con il compito - come diceva lei - di agire per dotare la nostra zona di servizi capaci di risolvere i tanti differenti bisogni delle persone anziane. E per perseguire tali obiettivi ha promosso l Associazione Urban, cui oltre al Progetto Anziani partecipavano 12 associazioni laiche e cattoliche presenti nella zona, tra cui Arci, Auser, Acli, Caritas, Consultorio familiare, Decanato, Coop Pandora, Unione Samaritana. Urban, sotto la salda direzione di Maria, ha contribuito fortemente alla realizzazione del Centro socio-ricreativo-culturale di via Grivola, del Centro multiservizi di via Giolli, del Centro diurno Alzheimer di via Comune Antico. Maria, sempre come Urban, nell Anno Internazionale dell Anziano, - lei che per divertirsi aveva solo bisogno di una sedia, di un giornale e di una sigaretta - ha coordinato la realizzazione perfino di un Festival della Terza Età di un intero mese, con musica, teatro, ballo, animazione, conferenze e concorsi. Fino all ultimo Maria ha letto, ha scritto, ha battagliato, ha amato il suo nipotino, sua figlia, suo marito. E tutti noi, i suoi amici, con cui non hai mai smesso di discutere le sue belle idee. Maria ha dato tutto per noi. E noi che possiamo ancora fare per lei? Da parte di Zona Nove, per ricordarne la memoria, dedicheremo a lei lo Zonino Rosa che, a fianco delle Zonino d Oro, riconosca il merito alle donne della nostra zona che raccoglieranno e porteranno avanti il suo esempio al servizio della comunità. (Luigi) bertà per le donne non vale? Maria... che vede uccidere a fucilate un sindacalista, Maria che ha paura ma resta lì. Maria che il padre le aveva detto: Se esci da questa porta non entri più, lei ritorna dopo mesi e mesi, rimette i vestiti nel cassettone, si lava le mani, si siede a tavola e fa finta di essere uscita la mattina stessa. Maria che il Pci la manda in Russia, conosce Alì, un uomo bellissimo, intelligente e sensibile, e in Bicocca nessuna famiglia era uguale alla loro, ma loro non ci facevano caso. Maria che ride con Alì mentre racconta che, in attesa di una visita, una signora le dice: Un po' vecchiotto il suo badante! e lui risponde Vecchiotto e fedele, sono quarant anni che bado a lei. Maria che voleva per le donne e per gli anziani rispetto vero, e diritti. Che non aveva paura di litigare, che ha scritto sul nostro giornale quasi fino all'ultimo giorno. Ciao Maria, un pezzo di storia della nostra zona, una donna (Antonella) dell Anpi niguardese;valeria Malvicini, presidente della Coop. Pandora; Pierluigi Angiuoni,del direttivo del Consorzio Parco Nord;e le tante amiche e amici dell Auser, del Centro anziani Grivola, dell Associazione Senza Limiti, con i quali Maria ha condiviso tante battaglie. Matteo Limongelli ci ha lasciati l pittore e scultore Matteo Limongelli, vissuto tantissimi Ianni nella nostra zona, è deceduto il 3 febbraio Nato a Canosa di Puglia il 19 marzo 1921, è stato un artista senza tempo come si vede anche nel bozzetto dell Arca di Noè, un suo progetto scultoreo che qui pubblichiamo. I suoi ideali di libertà di pensiero - paesaggi della memoria incastrati nella roccia - sono espressi in sintesi su marmo, pietra, tufo, argilla, rame, legno, ceramica. Ha scritto la moglie Maria Selleri: Il credo nell arte e nella creatività da te espresso vivrà in etreno. Grazie, amore mio. ONA NOVE 12 Anziani, attenti ai truffatori! Non fate entrare sconosciuti in casa vostra.

13 Per la vostra pubblicità su questo giornale per le zone Affori, Bovisa, Bruzzano, Comasina e Dergano telefonate a Patrizia Cell APRILE 2012 Anno 5 - n. 40 Pagina web: ONA NOVE GIORNALE DI NIGUARDA - CA GRANDA - BICOCCA - ISOLA Redazione: via Val Maira 4 (Mi), tel./fax Supplemento di Zona Nove Autorizzazione del Tribunale di Milano N. 648 del febbraio Editore: Associazione Amici di Zona Nove, via Val Maira 4, Milano - Stampa: Litosud s.r.l. via A. Moro, 2, Pessano con Bornago (Mi). Per la vostra pubblicità su questo giornale per la zona Isola telefonate a Mira Redaelli Cell Direttore: Luigi Allori. Redazione di Zona Nove : Giovanni Beduschi (vignettista), Andrea Bina, Roberto Braghiroli, Ortensia Bugliaro, Valeria Casarotti, Diego Attilio Cherri, Teresa Garofalo, Sergio Ghittoni, Antonella Loconsolo, Lorenzo Meyer, Grazia Morelli, Sandra Saita, Maria Volpari. Redazione del supplemento Isola: Sergio Ghittoni (responsabile), Primo Carpi, Gilda Ciaruffoli, Diana Comari, Roberto Lana, Penelope Dixon Giaouris, Angelo Longhi, Maria Antonia Vetti. Collaboratori: Silvia Benna Rolandi, Don Giuseppe Buraglio, Augusto Cominazzini, Ivan Crippa, Celestino De Brasi, Simona Fais, Luigi Ghezzi, Lorenzo Gomiero, Anna Maria Indino, Monica Landro, Angelo Longhi, Luigi Luce, Sergio Maestri, Valeria Malvicini, Giorgio Meliesi, Sabrina Orrico, Antonio Pizzinato, Laura Quattrini, Mira Redaelli, Mauro Raimondi, Margherita Rampoldi Meyer, Diana Roca, Caterina Sinisi, Gero Urso, Luigi Venturini, Renato Vercesi, Roberto Vettorello, Norman Zoia. Amministrazione: Lorenzo Gomiero. Impaginazione: Roberto Sala (tel ). Ore decisive per il nuovo mercato di piazzale Lagosta Via Pollaiuolo: il mercato oggi Via Volturno: il mercato domani? ra che i lavori per la Metro 5 stanno finendo e Oche già si capisce che tra poco via Volturno tornerà ad essere una via agibile e non una voragine, riprendono le polemiche sulla prossima ubicazione del mercato di piazzale Lagosta. Ricordiamo che lo storico mercato, terzo per dimensioni a Milano, che si estendeva non solo in piazzale Lagosta, ma anche nelle vicine vie, aveva dovuto sloggiare da via Volturno (dove si concentravano soprattutto i banchi della frutta e verdura) per via dei lavori della metropolitana ed era stato sistemato in piazzale Archinto e dintorni. Ma i commercianti non avevano gradito la nuova collocazione e denunciavano un sensibile calo delle vendite. Ora che i lavori si stanno concludendo, cominciano le pressioni per un ritorno in via Volturno, ma ormai ci sono le stazioni della M5: sarà compatibile il mercato con le stazioni? Sentiamo Giorgio Fiorelli, un cittadino molto attento alle vicissitudini del mercato, che ha collaborato con il CdZ in varie opportunità e anche al nostro giornale ha fatto pervenire foto e testimonianze: Premesso che il mercato storico di via Volturno è stato trasferito provvisoriamente nelle vie Pollaiuolo, Della Pergola, piazzale Archinto, ubicazioni risultate non commerciali e soprattutto inadatte ad ospitare un mercato, i residenti ed in particolar modo gli ambulanti desiderano che gli accordi presi a suo tempo con il Comune, con la Zona e con le associazioni degli ambulanti, negozianti e residenti, vengano rispettate, ovvero che il mercato torni in via Volturno. Le motivazioni sollevate da alcuni cittadini della via Volturno (pista ciclabile che percorre la via - come se cento metri di pista ciclabile potessero impedire lo svolgimento di un servizio pubblico! - oppure le uscite di sicurezza della M5), ci appaiono deboli ed inconsistenti, ma soprattutto gli stessi tecnici del Comune, recatisi in loco lo scorso autunno presente il presidente di commissione Quattrociocchi, per esporre il nuovo progetto definitivo Comunale del mercato, avevano giudicato tali motivazioni completamente infondate. È da un po di tempo, ormai, che in zona e nel quartiere si parla di viale Zara come situazione alternativa a via Volturno, dimenticando che, prima dell attuale sistemazione provvisoria,il mercato era già stato posizionato sempre in viale Zara e gli ambulanti si erano decisamente lamentati di quella sistemazione, così come stanno facendo ora per l attuale. Ci giungono voci che il mercato potrebbe anche essere trasferito in via Taramel-li: e chi più ne ha, più ne metta! Tutto aiuta a ritardare il più possibile il ritorno del mercato nella sua legittima sede!. Ricordo che tramite una lettera del Direttore Centrale Dottoressa Maria Teresa Broggini Moretto e del Direttore di Settore Avvocato Giuseppe Pannuti, i residenti ricevettero rassicurazioni in tal senso: per quanto riguarda il trasferimento del mercato settimanale nelle suddette vie (Pollaiuolo, Archinto, Della Pergola) si deve rammentare che esso ha carattere temporaneo, essendo legato alle opere di costruzione della metro 5, al termine delle quali i banchi torneranno in via Volturno. Questo balletto di soluzioni alternative ci appare come un facile pretesto per aggirare quanto a suo tempo decretato dalle autorità e soprattutto la volontà degli stessi operatori del mercato, i quali lamentano ormai da quattro anni una grave perdita economica legata a tale posizionamento assolutamente non commerciale. Ora, sicuramente, il vento è mutato e ci auguriamo che il solito politico o ex-politico di turno, presente in via Volturno, non si opponga, in maniera assolutamente anti democratica e quindi in totale dispregio dei principi ispiratori di questa nuova amministrazione, a che il mercato ritorni nella sua sede originaria, storica e più razionale, anche dal punto di vista della viabilità. Ma pare che non sarà così, almeno a giudicare dalla relazione (poi trasformata in delibera e passata in Consiglio a larghissima maggioranza) della commissione del CdZ all assessorato al Commercio, alla Direzione Centrale Commercio e alla Vigilanza Urbana,in cui si chiede di valutare il riposizionamento dei banchi sulle corsie centrali di viale Zara o nell area di via Taramelli-Abbadesse. Quest ultima area era stata presa in esame anni fa, come una possibile alternativa, ma era stata scartata per via della presenza in quella via degli uffici della Regione, che però ora non ci sono più. Abbiamo chiesto a Andrea Quattrociocchi, il presidente della commissione Commercio del CdZ di darci qualche spiegazione per queste novità. La verità è che i gli abitanti di via Volturno non se la sentono di ritrovarsi di nuovo l incubo del mercato sotto casa, dopo tutto quello che hanno dovuto passare con i cantieri della metro. Poi la presenza delle stazioni M5 e della pista ciclabile rende la via non più così agibile come prima. Abbiamo chiesto all amministrazione comunale di prendere in esame il primo isolato di viale Zara, nelle corsie centrali, garantendo comunque il passaggio in quelle laterali. Via Taramelli e Abbadesse è una seconda possibilità da valutare se la soluzione Zara dovesse presentare delle criticità. In ogni caso abbiamo richiesto con forza che qualsiasi area venga individuata, questa si debba attrezzare con colonnine per l acqua e l elettricità, come si fa in tutta Europa, e che si debba prevedere una raccolta differenziata (umido, legno e plastica-lattine) come si sta già sperimentando in via Fauché. Comunque ormai i tempi stringono: il Comune dovrà decidere entro l estate e lo spostamento dovrà essere effettivo da questo autunno. Le vie Pollaiuolo e Della Pergola saranno liberate dal mercato, così come piazzale Archinto. Oltre a viale Zara (o Taramelli), il mercato rimarrà in via Garigliano e in piazza Minniti, ma sarà completamente razionalizzato: ci sarà più spazio per l entrata e l uscita dai portoni, sarà liberata l area davanti alla chiesa del Sacro Volto e si troverà una nuova ubicazione per i banchi del pesce. Se viale Zara non sarà sufficiente a contenere tutti gli ambulanti, abbiamo suggerito di occupare una piccola area di piazzale Lagosta o di utilizzare le vie laterali, come la via Arese. Abbiamo chiesto un commento anche a due consiglieri dell Isola che pur non essendo direttamente responsabili delle scelte del CdZ conoscono bene il problema per doverlo vivere in prima persona ogni martedì e sabato. Si tratta di Vanessa Senesi e Stefano Indovino, entrambi del Partito Democratico: Siamo estremamente soddisfatti da quanto deliberato dal Consiglio di Zona. Da tempo il Pd sostiene la necessità di spostare il mercato all aperto di piazzale Lagosta dalle vie in cui attualmente si sviluppa, tanto da aver organizzato una raccolta firme per raggiungere questo obiettivo, visti i grandi disagi creati ai residenti, in un quartiere già colpito dal cantiere Garibaldi-Repubblica. Quello che potevamo fare in Zona 9 è stato fatto, ora attendiamo fiduciosi i rilevamenti dell Assessorato, convinti che ci sia disponibilità da parte della Giunta Pisapia, nello specifico dell Assessore al commercio D Alfonso, a percorrere fino in fondo la strada che porterà il mercato a trasferirsi finalmente sull asse Zara-Lagosta, rendendolo uno spazio attrezzato nel quale residenti, cittadini e clienti possano convivere senza più problemi e nel quale si possano immaginare eventi ed iniziative nel prossimo futuro. Vanessa Senesi, poi, rincara la dose: La soluzione di Zara l hanno proposta i cittadini dell Isola in modo autonomo, una volta saputo del progetto delle piste ciclabili approvato dal Comune proprio in via Volturno, e che per questo volevano difendere tale idea di maggiore vivibilità e al contempo non perdere la vicinanza del mercato. Zara si è presentata come la proposta più naturale anche perché la viabilità limitata con l utilizzo dei controviali era già stata sperimentata con i cantieri degli ultimi anni. Zara diventerebbe così un luogo strutturato che faciliti la convivenza tra cittadini e mercato e porti un valore aggiunto diventando spazio utilizzabile anche per fiere e marcatini. Ricordo che questa raccolta firme è l ultima di una serie che, in passato, i cittadini dell isola hanno già fatto: l ennesimo tentativo di far sentire la loro voce e poter decidere del loro destino. La cosa importante da sottolineare è poi che la soluzione proposta non è contro i mercati, ma al contrarioe a loro favore, con l assegnazione di un luogo adeguato e trasformandoli così in un esempio di convivenza, sicurezza e rispetto delle regole. (Sergio Ghittoni) Progetto Escoadisola, i graffiti che fanno tendenza La sfida tra i writers di Nuova Acropoli - Ferrovie ed il sottopasso Garibaldi - via Pepe è al suo secondo round. E non è finita a prima fase, dedicata al tema del viaggio, occupò il week end Ldel 12 e 13 novembre 2011 e vide i migliori writers italiani (e non solo) impegnati ad affrescare a colpi di acrilico il primo tratto del sottopasso ed il livello binari. Opere di alto livello artistico e ornamentale, la cui vincitrice, Around the world, è visionaria e gioiosa al tempo stesso. Le migliori le riportammo sul nostro numero di dicembre, e, unitamente al nostro articolo, hanno fatto il giro delle agenzie della stampa Web. Sabato 24 e domenica 25 marzo hanno visto impegnati i vincitori di una seconda fase del progetto Nuova Acropoli Ferrovie. Un altro concorso per artisti di murales, ma rivolto ad un altra fascia di età. Programmatico il suo titolo: Piccoli Artisti della Vita. Ne sono risultate 12 opere che hanno portato bellezza e bontà su di un lato del secondo tratto del sottopasso. Vincitrice Alessandra Cantoni, romana, classe 1984, con un opera onirica e coinvolgente: Città che dorme non piglia pesci. Che coraggio! A Milano! Nella stazione dei pendolari per eccellenza! E non è finita. In data da destinarsi ci sarà una terza ondata di writers per conquistare anche l altro lato del secondo tratto. Stavolta il bando aveva come titolo Vi raccontiamo una storia ed era rivolto alle scuole. E si sa già chi l ha vinto. Il Liceo Artistico Statale Boccioni con Day Dreamers. Un unico racconto corale di 55 metri! Con un senso ed una morale giurano i ragazzi. Intanto ferve un altra ricerca di Nuova Acropoli. Quella di artisti giocolieri, suonatori, mimi, cantanti, per l animazione del sottopasso nei momenti più importanti della sua giornata. I ragazzi si danno da fare, le Ferrovie pagano loro i materiali, il Comune apprezza ed i suoi assessori si mescolano ai curiosi che guardano gli artisti al lavoro. Murales e graffiti, già di casa all Isola, hanno ricevuto un altro impulso stupefacente. Si moltiplicano, ad esempio, le saracinesche fiammeggianti all acrilico. A quando una gara per la saracinesca più bella dell Isola? (Primo Carpi - foto di Roberto Lana) Anziani, attenti ai truffatori! Non fate entrare sconosciuti in casa vostra. ONA NOVE 13

14 Il volto dell Isola che verrà L assessore Maran presenta il futuro del quartiere. artedì 27 marzo, assemblea sul fu- del quartiere presso l oratorio Mturo del Sacro Volto organizzata dal Comitato per Milano di Maciachini, Farini, Isola e Garibaldi, alla presenza dell assessore Pierfrancesco Maran. Cinque le sezioni nelle quali si sono snodate le relazioni introduttive di Maran e raggruppate le domande: ciclabili e viabilità, parcheggi, arredo urbano e verde, mezzi pubblici, segnaletica. Carte alla mano, l assessore e i suoi funzioari rassicurano che dopo la smobilitazione dei cantieri l Isola resterà luogo di destinazione e non di transito e che il grosso del traffico graverà sull asse Galvani Pola Gioia. Via Volturno non rappresenterà una via di traffico di attraversamento perché si comporrà di due segmenti a senso unico contrario che si incontreranno all altezza di via Confalonieri. Una volta liberata dai cantieri, inoltre, via Volturno sarà dotata, da piazzale Lagosta a via Confalonieri, di due ampi marciapiedi con alberatura, di stallo di sosta a lato, di due corsie ciclabili a senso unico. Via Restelli sarà invece bidirezionale ma con calmierazione del traffico e con castellana centrale. La spianata del Podio sotto la torre Cesar Pelli sarà pedonale. C è un solo accesso carrabile da via De Castillia (a U) per taxi e motivi di servizio. Rilievo particolare viene dato dall assessore alle piste ciclabili su cui, nonostante i pochi fondi, il Comune sta investendo. Molte, però, le critiche dei presenti per il cavalcavia Bussa, la cui pista ciclabile lato città è ora troncata a fine discesa. L assessore ribadisce che l obiettivo del Comune è la connessione con l area Farini-Valtellina. Molti inoltre gli argomenti cari ai residenti (reale utilizzo bici, dissuasori, criticità strutturale di via Confalonieri e accesso al quartiere da largo De Benedetti in testa). Si è parlato anche del rischio di collasso della viabilità per il traffico indotto dai nuovi residenti, della riorganizzazione dei mezzi pubblici di superficie, la miglior vivibilità del quartiere (verde e panchine), i rumori in curva dei jumbo bus, l arredo urbano nel contesto del Distretto Commerciale Isola-Farini e poi dimenticato e, dulcis in fondo, la nuova sede del mercato bisettimanale! Risposte e promesse vengono date a tutti i punti di competenza dell assessore. Nell ordine, gli studi viabilistici degli uffici del Comune assicurano, al momento, la sostenibilità della viabilità di tutta la zona Isola e dintorni. Viene assicurato un ampio piano di discussione sulle nuove configurazioni di mezzi pubblici su gomma e su rotaia dopo l apertura della nuova linea lilla del metrò. Alle difficoltà di parcheggio si risponderà con accorgimenti generalizzati (incremento punti car sharing e bike sharing) e con programmi di intervento puntuali. Come l intenzione di proporre ai residenti del quartiere 149 posti auto a prezzi calmierati per venderli ai residenti. Mercato: in attesa dei pareri degli uffici centrali si prende atto della proposta del Consiglio di Zona di spostarlo nelle corsie centrali del tratto finale di viale Zara. Panchine, ci si lavorerà. Importante per tutto e su tutto la continuazione del dialogo con i cittadini del quartiere. E la mediazione sempre più regolare e condivisa del Consiglio di Zona che, nelle conclusioni di Maran, deve diventare sempre più il tavolo di regia del nuovo volto dell Isola. (Primo Carpi) Vita e Cultura Le celebrazioni del 25 aprile Isola vanta uno dei monumenti più belli della città per i suoi L caduti ed il suo prete di allora, don Eugenio Bussa, è ricordato nel Giardino dei Giusti di Gerusalemme. La sezione Anpi Almo Colombo dell Isola ha così organizzato la celebrazione della giornata: h. 9,30, Ritrovo in piazzale Segrino ang. via Borsieri per la posa delle corone alla memoria dei Caduti partigiani del rione Isola - h. 12, Posa corona a don Eugenio Bussa presso la chiesa del Sacro Volto in via Sebenico 31 h. 12,30, Aperitivo partigiano aperto alla partecipazione dei cittadini presso la Sala 1 Maggio in via Sebenico 21 - h. 14, Ritrovo a Zara (edicola) per partecipazione a Manifestazione nazionale con partenza dai Bastioni di Porta Venezia. Per un quartiere tutto verde l Salone del Mobile, apertosi il 17 aprile, è stato presentato A Green Island (Isola Verde), un progetto che nasce nel quartiere dieci anni fa ci spiega Claudia Zanfi, direttrice di amazelab, laboratorio di progettazione culturale che si occupa di territorio, comunità locali e connessioni tra arte e paesaggio, e dalla cui iniziativa, in collaborazione con l Associazione Commercianti e Artigiani di via Borsieri e via Thaon di Revel, ha preso vita questo progetto. Ci spiega Claudia: Green Island è un laboratorio attivo tra le piccole botteghe artigiane di nuova apertura nei pressi di via Pepe, coinvolgendo anche le realtà storiche, così come i laboratori di fabbri, falegnami, liutai.... L idea di trasformare il quartiere in un polmone verde inizia in Stazione Garibaldi - dove verrà steso un tappeto decorato con disegni di erbe spontanee e ortaggi - e prosegue oltre i confini di via Pepe. Le realtà che aderiscono al progetto - prosegue Claudia - sono oltre 50 e danno vita a iniziative come Vetrine&Design, un progetto nelle vetrine tra Borsieri e Thaon di Revel, per l esposizione di orti-giardino con erbe aromatiche, prototipi di design sostenibile realizzati dagli studenti del Master in EcoDesign del Politecnico. Ad essere coinvolti sono poi laboratori artistici, artigianali e commerciali in oltre dieci vie dell Isola che vengono messi in rete da un percorso teso a stimolare nel visitatore il rispetto dell ambiente, il senso di appartenenza alla comunità, la scoperta di una zona davvero accogliente e proposte culinarie creative e a chilometro zero. Non mancheranno poi mostre, aperitivi, musica e presentazioni. (Gilda Ciarrufoli) Nonno Luciano e il ciliegio che non vuole essere visto ercoledi 21 marzo, primo giorno di primavera, nel parco di Villa MHanau, sede del CdZ 9 in via Guerzoni 38, alla presenza di Daniela Benelli e del presidente Beatrice Uguccioni e di altri consiglieri del CdZ 9, si è tenuta la cerimonia della piantumazione di un ciliegio in memoria del piccolo Kevin, strappato alla vita dalla cosiddetta morte in culla il 17 dicembre scorso. Presenti i giovani genitori di Kevin, Linda e Davide, i nonni, gli amici e alcune classi del comprensorio scolastico Bodio-Guicciardi. Come dice una toccante lettera del sindaco letta durante la cerimonia, il Comune, dedicando un albero al piccolo Kevin, vuole avviare l applicazione della legge n. 113 del 29 gennaio 1992, conosciuta come legge Rutelli, e si impegnerà a piantare un albero per ogni neonato che prenderà la residenza a Milano. Non abbiamo conosciuto Kevin. Conosciamo Luciano, il nonno di Kevin che abita all Isola dove è attivo da tempo in Pepe Verde, un associazione che ha fatto della conversione al verde di ogni angolo del suo quartiere non ancora coperto dal cemento la propria missione. Già da tempo Luciano aveva intrapreso con il Comune un assedio paziente di dialogo e di proposte, la più urgente delle quali, appunto, l applicazione di quella legge 113. Proposta che diventa ancora più motivata quando nasce Kevin, il 21 agosto dello scorso anno. E si tramuta in dovere quando quattro mesi dopo l assurda morte lo porta via. Accanto ad un altro dovere che Luciano cerca ora di attuare: un convegno per far conoscere meglio l esistenza della morte in culla e i modi della sua prevenzione. A noi questo ciliegio commuove tantissimo. È piccolo, è esile, è fragile. Ma le sue fibre delicate prenderanno viepiù forza e consistenza grazie alla cura dell uomo e al loro misterioso appuntamento con l universo. Lo stesso misterioso appuntamento al quale stava recandosi Kevin. E al quale misteriosamente si avvieranno tutti i bambini che nascendo aggiungeranno un altro albero accanto al suo. Com è nella sua natura di parte di un grande tutto, l albero di Kevin non crescerà per mostrarsi, ma per nascondersi. Per aggiungere il sorriso dei suoi fiori alla grande tavolozza della vita. (Primo Carpi) In ricordo di Felice Insciale T utta la gente dell Isola ti conosceva per il tuo impegno nel sociale. In particolare i ragazzi dell oratorio del Sacro Volto ti ricordano con affetto per i consigli e per il sorriso che hai saputo trovare per ognuno di essi. Il tuo lavoro non è andato perduto, sopravvive nella loro maturazione e nel loro cuore. Felice era il tuo nome, e noi siamo sicuri che tu ora lo sia anche in Cielo. (Gli amici dell Isola) ONA NOVE 14 Anziani, attenti ai truffatori! Non fate entrare sconosciuti in casa vostra.

15 Una psicologa al servizio della zona Al Centro Culturale della Cooperativa si parla di autostima con la psicologa Ilaria Magnaghi. Roberta Coccoli Come migliorare l autostima resso il Centro culturale della PCooperativa, via Hermada 14, sono aperte le iscrizioni per il ciclo di incontri di gruppo dedicati a Migliorare l Autostima : l autostima è l opinione che abbiamo di noi stessi, come ci giudichiamo, come ci rappresentiamo, ci sentiamo, ci amiamo e ci accettiamo. Le finalità del percorso sono: imparare a dare spazio alle proprie emozioni; imparare ad ascoltare se stessi; riconoscere le proprie qualità ed accettare i propri limiti; riconoscere i Maggio: il Mese dell informazione e della prevenzione psicologica Monica Landro l Centro Culturale Adi Niguarda il 16 marzo l incontro su Autostima e Assertività - un percorso verso l equilibrio con se stessi e con gli altri ha suscitato vivo interesse in un pubblico numeroso che ha seguito attento la conferenza dedicata a un aspetto solleticante della psicologia.a sviluppare l argomento in modo competente e appassionato è stata Ilaria Magnaghi, psicologa e psicoterapeuta da anni impegnata in questo settore. Partendo dal tema dell Autostima, ha illustrato alcune delle problematiche che possono provocare una scarsa stima di se stessi. Ha affrontato poi anche il tema dell assertività, cioè un comportamento appreso che permette alla persona di difendere il proprio punto di vista, i propri diritti senza ignorare quelli altrui, di dire di no senza per questo sentirsi in colpa gestendo in modo efficace le critiche manipolative. Alla fine della serata, resa ancor più dinamica da scene tratte da film e aneddoti, molte sono state da parte del pubblico le richieste di approfondimenti o le testimonianze di un proprio vissuto. Come è nata l idea di una serata sul tema dell autostima? Avendo lavorato per diversi anni in un consultorio milanese, mi è capitato spesso di gestire gruppi e trattare questi argomenti in un ottica di apprendimento e di acquisizione di strumenti e tecniche tesi al miglioramento del proprio benessere. Inoltre durante il Servizio di Consulenza Psicologica della Cooperativa Abitare che gestisco, frequentemente affronto con i miei pazienti questo tema. Tenga conto che spesso i problemi d ansia sono collegabili ad alcuni aspetti della propria autostima. Così ho pensato di proporre questo argomento con l obiettivo di stimolare nelle persone presenti una auto-riflessione, ma anche per suggerire un possibile supporto psicologico a chi potesse essere interessato o ne sentisse l esigenza. Sono rimasta colpita dalla numerosa affluenza e dall interesse manifestato dai partecipanti alla serata, che ho letto come un indicatore valido di una sana e positiva ricerca del proprio benessere e dello stare bene con gli altri! Sull onda di questa stimolante esperienza sto organizzando per maggio un ciclo di incontri di gruppo su come migliorare l autostima e l assertività, incontri che si svolgeranno presso il Centro Culturale della Cooperativa. Chiunque volesse informazioni si può rivolgere alla Sig.ra Bremmi, responsabile del Centro, che approfitto per ringraziare della sua disponibilità nell organizzare gli eventi. Dove si è formata ed è cresciuta la sua esperienza di psicologa? Ho frequentato il liceo scientifico di zona, il Russell, successivamente mi sono laureata in Psicologia a Padova. Per anni ho lavorato presso la Regione Lombardia nel settore della Formazione, Istruzione e Lavoro. Durante quel periodo mi sono specializzata in Psicoterapia Breve e ho conseguito un Master sulle Dipendenze. Ho lavorato per anni in un consultorio milanese dove ho maturato esperienze sotto vari aspetti: conduzione di gruppi a tema psicologico, interventi di prevenzione nelle scuole, che tutt ora eseguo, psicoterapie individuali, di coppia e di famiglia. Accanto all attività consultoriale seguo i miei pazienti privatamente in studio. Da più di due anni ormai collaboro anche con la Cooperativa Abitare occupandomi del Servizio di Consulenza Psicologica in Via Val di Ledro 23. Che progetti ha per il futuro con Abitare? La Cooperativa mi ha dato la possibilità di esercitare la professione di Psicologa e Psicoterapeuta nel territorio dove sono nata e cresciuta, di entrare in contatto e di poter aiutare le persone che hanno condiviso con me nel corso degli anni la stessa realtà di quartiere. Questo è per me un importante stimolo a proporre varie possibilità di incontro e di scambio su temi che fanno parte della mia esperienza professionale. Mi piacerebbe ad esempio poter organizzare uno spazio di confronto e di supporto per le neomamme con bimbi al di sotto di un anno di età, ma anche creare uno luogo di accoglienza e conforto per le donne che hanno perso il proprio bambino durante la gravidanza. Vorrei poter affrontare con i genitori di ragazzi adolescenti le problematiche che incontrano con i loro figli in questa delicata fase di sviluppo. E ancora accogliere il disagio psicologico ed emotivo aiutando a rielaborare il lutto che comporta la perdita di persone amate. La Dottoressa Ilaria Magnaghi è reperibile presso il Servizio di Consulenza Psicologica della Cooperativa, che si rivolge a persone con problemi familiari e di coppia, a persone che hanno difficoltà a superare momenti difficili o di crisi, a persone che soffrono di attacchi di panico e di ansia. Centro Servizi Achille Ghiglione, Via Val di Ledro LE NOSTRE DONNE propri bisogni nelle relazioni con gli altri; imparare ad esprimere idee, emozioni e bisogni superando paure ed insicurezze. Il percorso, che si svolgerà in 5 incontri di un ora e mezza con cadenza settimanale, verrà condotto dalla Dottoressa Ilaria Magnaghi, Psicologa e Psicoterapeuta, presso il Centro Culturale della Cooperativa. Per informazioni: 02/ n tutte le città italiane, più di 1000 psicolo- e psicoterapeuti erogheranno colloqui Igi gratuiti per la prevenzione e l ascolto per un intero mese, in occasione del Mip, Maggio di Informazione Psicologica, organizzato da Psycommunity, la più grande web community degli psicologi italiani. A Milano 157 professionisti offriranno a chiunque ne farà richiesta, un colloquio gratuito. Il Mip ha tra i suoi obiettivi quelli di diffondere una cultura del benessere psicologico; sensibilizzare alla prevenzione del disagio psichico; facilitare l incontro con lo psicologo e lo psicoterapeuta; divulgare corrette informazioni e sfatare pregiudizi; incoraggiare e promuovere la cultura psicologica in Italia; far conoscere gli ambiti di applicazione della psicologia; fare chiarezza sulla professionalità dello psicologo e dello psicoterapeuta. Il Mip vuole porre l attenzione su quell energia che scorre dentro di noi e che ci fa sentire vivi. Il nostro benessere dipende da un sottile equilibrio dinamico fra i nostri bisogni, le nostre risorse energetiche, appunto, e le richieste dell ambiente in cui viviamo. Nei momenti di grande crisi sociale possiamo sentire che quella sensazione di forza e di pienezza che abbiamo sempre avvertito dentro noi è come scomparsa. A volte, questo cambiamento nella percezione che abbiamo di noi stessi è concomitante a un cambiamento: fasi della crescita, matrimonio, nascita di figli, separazioni, lutti, perdita o cambiamento di lavoro ecc. In questi momenti ci sentiamo senza fiducia nelle nostre capacità. Sono senza energie, Mi sento perso diciamo quando lo stress s impadronisce di noi. Ci capita, allora, di non riuscire a gestire le difficoltà da soli o con l aiuto delle persone che ci sono più vicine; di non riuscire a capire quale sia il problema o la via d uscita. Lo psicologo è invece in grado di aiutare chi si trova in stato di disagio a scoprire come ripartire e riorganizzare la propria vita in maniera più adeguata ai propri bisogni. Lo psicologo aiuta le persone ad affrontare gli ostacoli che impediscono lo sviluppo delle proprie potenzialità, accompagnandole nella scoperta di se stesse e delle proprie risorse. Un intero mese ogni anno, maggio, dedicato alla prevenzione perché la prevenzione è possibile anche in ambito psicologico. In psicologia il concetto di prevenzione può essere inteso come l insieme delle azioni che consentono di ridurre i fattori di rischio che conducono alla strutturazione di un determinato disturbo. Ma, allo stesso tempo, nel caso in cui la sofferenza psichica sia già presente, l intervento psicologico impedisce che il disagio stesso si aggravi. Per informazioni e contatti, consultare il sito Mariangela Rustico: La crisi economica colpisce le donne più degli uomini e donne vittime della crisi economica più de- uomini. Questo il tema dell interessante di- Lgli battito presso il circolo Pd di via Hermada tenutosi il 2 aprile scorso davanti a un pubblico prevalentemente femminile. La serata contava sulla presenza di Alessia Mosca, parlamentare e co-autrice del libro Senza una donna, un dialogo su potere, famiglia, diritti nel paese più maschilista d Europa. Insieme a lei Laura Specchio, responsabile del settore lavoro del Pd lombardo, e Mariangela Rustico, coordinatrice Pd della nostra Zona e membro della segreteria provinciale. Molti i temi toccati e tutti di grande attualità. Le quote rosa, ad esempio, che tutte giudicano indispensabili per invertire la tendenza che vede quasi solo uomini occuparsi della cosa pubblica. Oppure le analisi comparative tra scolarità e voti ottenuti (che vedono le ragazze prevalere sia in numero che in qualità) contro tassi di occupazione e salari (che vedono i maschi in netto vantaggio). Poi ancora spiegazioni per il crollo dell occupazione femminile in Italia, con la morte del settore tessile, ma non solo. Un interesse quanto mai opportuno, questo del Partito Democratico nei confronti della crisi. Crisi che sta facendo sentire i suoi devastanti effetti su tutta la popolazione a reddito medio-basso. Le pensioni si abbassano,i salari non crescono,le tasse si abbattono con forza sulle teste degli Italiani, Sergio Ghittoni Premiata la nostra Sandra Saita per i suoi 25 anni di volontariato L attestato di riconoscenza alla nostra redattrice, che opera presso Neuropsichiatria dell ospedale di Niguarda, rilasciato dall Unione Samaritana. Antonietta Gattuso L amore è bello, ma è fragile Al via i corsi sull amore distorto A cura di Don Piero Barberi, Docente della Cattolica di Milano. Clara Amodeo i prezzi esplodono (i carburanti soprattutto). E tutto questo senza una prospettiva, senza una speranza: i posti di lavoro continuano a diminuire, la disoccupazione non è mai stata così alta. Un duro risveglio, dopo le favolette consolatorie che ci hanno raccontato per vent anni. Ma sentiamo Mariangela Rustico: La crisi economica colpisce duramente, siamo ormai al quinto anno consecutivo. Le famiglie italiane sono in affanno, preoccupate per l oggi e ancor più preoccupate per il loro futuro, è difficile intravedere segnali rassicuranti. I giovani non trovano lavoro o sono condannati a barcamenarsi tra un contratto e l altro, i padri vivono con la spada di Damocle di poter perdere il lavoro da un giorno all altro. E le donne vivono tutte e due le condizioni con l aggravante che su di loro continua a pesare l assenza dello stato sociale. Perciò le donne hanno una bassa percentuale di impiego e vivono sulla loro pelle la mancanza di lavoro, devono occuparsi dei bambini e degli anziani con una scarsa presenza di asili nido o di strutture di sostegno alla terza età. La donna continua a svolgere un ruolo cardine nella nostra società e si accentua la solitudine nella quale viene lasciata. C è una stanchezza personale che sta diventando rassegnazione sociale: pessimi segnali, urgono risposte immediate e concrete. l 31 marzo si è svolta, presso l Aula Magna del INiguarda, una premiazione dell Unione Samaritana dedicata ai Volontari dell Associazione che festeggia quest anno 65 anni di servizio. Tra coloro che hanno ricevuto un Attestato di Riconoscenza c è pure Sandra Saita, che è anche redattrice del nostro giornale (a destra nella foto). Sandra adesso è responsabile dei Volontari del reparto di Neuropsichiatria dell ospedale, reparto in cui opera come volontaria da 25 anni. Sandra ha donato e continua a donare il suo tempo con cura e passione instaurando un rapporto sereno ed equilibrato con i pazienti. È felice di questa esperienza che ha arricchito la sua vita, rendendola attenta alla psicologia di chi è più sfortunato. Non è facile a volte gestire situazioni particolari, ma lei è sempre riuscita a rasserenare i pazienti che, seppur inizialmente arroganti e burberi, dopo rispondono sempre alla gentilezza in modo amichevole. Alla fine dell incontro il Presidente Onorario dell Unione Samaritana, Luigi Venturini, mi ha raccontato che opera per l Associazione dal 1947, quando si è costituita, e si è subito impegnato nell assistenza agli ammalati. L esperienza vissuta nei diversi reparti, l aiutare chi era solo nel bisogno, hanno contribuito alla costruzione della sua umanità. Il suo impegno per potenziare il numero dei Volontari con una preparazione adeguata inizia nel Inoltre la loro esperienza viene arricchita dagli incontri formativi di Dialogo-Relazione-Aiuto. Infine ogni anno viene loro proposta una giornata di studio e un incontro etico al fine di perseguire:attenzione all altro; Adeguata preparazione; Responsabilità e fedeltà al servizio nel tempo; Spirito di collaborazione. a parola amore evoca spesso sentimenti dolci, Lstati d animo sereni e una generale pace dei sensi: ma non sempre è così. Il risvolto negativo di tale termine porta infatti con sé comportamenti corrotti e degenerati che, in certi estremi casi, conducono anche alla morte. Poiché molti di questi comportamenti toccano la morale individuale e interessano quella collettiva, le parole d ordine nella trattazione di tali argomenti non sono certo repressione o divieto ma prevenzione ed educazione. È questo l obiettivo che il Consultorio familiare interdecanale Milano Nord Il caminetto, il Circolo culturale San Dionigi, le Acli Pratocentenaro e della Provincia di Milano si sono prefissati con il corso serale L amore è bello, ma è fragile. Gli incontri, che si terranno l 11, il 18 e il 26 aprile dalle 21 presso l Auditorium comunale di via Ca Granda, con il fascino coinvolgente delle immagini, tratteranno alcuni settori di fragilità dell ambito sentimentale: la prima serata sarà infatti dedicata al significato del pudore del nudo e a come questi siano intesi nella scienza, nell arte, nel commercio e nella religione; la seconda serata si occuperà delle forme moderne dell adulterio nelle religioni ebraica, cristiana e islamica; l ultima sarà dedicata alle estreme forme di amore distorto della violenza sessuale e della pedofilia. Ho deciso di dare vita a questo corso - spiega Don Piero Barberi, Docente dell Università Cattolica di Milano che condurrà le serate - perché credo che dalla trattazione delle negatività dell amore sia possibile costruire un senso positivo e sano di tale sentimento. Le problematiche che verranno trattate saranno inoltre di grande interesse per i cittadini, ma anche per le coscienze morali in ambiti religiosi. E ciò non ha potuto che creare qualche tensione al momento dell approvazione del progetto da parte del Consiglio di Zona: All opposizione non è piaciuta la scelta delle tematiche della delibera - dice Simone Macario, Presidente della Commissione politiche sociali e salute -. Ma, nonostante gli attriti, l esito è stato positivo. Sono contento che il progetto vada in porto perché è la prima attività culturale che, attraverso la trattazione di tematiche delicate ma interessanti, ha portato la politica locale a una discussione vera. Anziani, attenti ai truffatori! Non fate entrare sconosciuti in casa vostra. ONA NOVE 15

16 Dalle vignette di Scalarini alle cartoline dei partigiani sulle barricate di Niguarda Diana Roca ue meravigliose citazioni: Meglio Dessere protagonisti della propria tragedia che spettatori della propria vita. (Oscar Wilde). Sorridi sempre, anche se è un sorriso triste, perché più triste di un sorriso triste c è la tristezza di non saper sorridere. (Jim Morrison). La primavera fiorisce dietro le quinte, su un palco e tra i sorrisi degli attori e spettatori che si accingono ad applaudire al termine di ogni evento, anche se il copione a volte è, tra virgolette tragico La risata e il sorriso, addirittura quando è forzata, cioé quando obblighiamo i muscoli del viso a mascherarlo di allegria, è terapeutico per corpo e psiche, migliora l umore e la resistenza allo stress, fa bene al cuore abbassando la pressione del sangue. E, dulcis in fundo, uno studio recentissimo, pubblicato sull International Journal of Obesity, ha dimostrato che ridere 15 minuti al giorno può permettere di perdere in un anno oltre due chili. Dopo questa enciclopedica spiegazione sul sorriso, armiamoci e partiamo verso i luoghi culturali di relax Teatro della Cooperativa (via Hermada 8) - Dall 11 al 22 aprile, alle 21, Non sparate sulla mamma, di Carlo Terron, con Stefania Pepe e Roberta Petrozzi, regia di Marco Rampoldi, scene di Marco Rossi. Le mamme sono sante, le mamme non si toccano. E, per tutte le mamme, i figli sono santi, i figli non si toccano. Soprattutto quando i figli cominciano a crescere, e a volerli toccare sono quelle scostumate delle altre donne: siano esse compagne di scuola, professoresse o cameriere. E per resistere a questa congiura per recidere il legame sacro che avvince figli e madri, ogni mezzo è lecito. Ma è necessario affrontarne poi le conseguenze, che possono essere inaspettate. Piccolo gioiello esilarante dei primi anni 60. A maggio il Premio internazionale di poesia Streghetta l Premio Milano-Streghetta riprende il suo Ivolo, già lungo nel tempo. È giunto alla 41ma Edizione ed è uno fra i più prestigiosi Premi Letterari Italiani, tutto dedicato alla Poesia. La premiazione dei finalisti, che prevede 10 classificati, di cui il primo conquisterà in laude il bellissimo trofeo Streghetta, 10 segnalati, 10 partecipanti con merito, è fissata per venerdì 4 maggio alle ore 16, presso l Università degli Studi di Milano-Bicocca, edificio U6, Aula 4 (ingresso da via Pirelli 22). Per il secondo anno il Circolo Culturale Premio Streghetta, con l autorità di 41 anni di Premio Internazionale omonimo e sotto il Patrocinio degli enti Regionale, Provinciale e Hangar Bicocca: nuovo look e aperture by night rari dilatati fino alle 23, ingressi gra- comprese le molteplici attività Otuiti per adulti e bambini, mostre di arte contemporanea: all 11 aprile l Hangar Bicocca è ripartito. Anche in questa nuova fase della sua vita l Hangar, dopo la chiusura per la risistemazione degli spazi, non cambia l ambito degli interessi: l arte contemporanea resta al centro. Le iniziative, oltre alle rassegne, vogliono stimolare il pubblico a capire le opere e a confrontarsi con gli artisti attraverso L Ecomuseo ha fatto la cosa giusta! E intanto il pulmino Storybus inizia il suo viaggio a nona edizione Ldi Fa la cosa giusta! è stata un occasione importante per far conoscere a un vasto pubblico chi è e che cosa fa Ecomuseo Urbano Metropolitano Milano Nord (Eumm). Molte le persone incontrate che, pur geograficamente lontane dal territorio di azione di Ecomuseo, hanno dimostrato attenzione per le modalità innovative di valorizzazione del patrimonio del paesaggio urbano, costituito non solo dalle testimonianze architettoniche e dai beni culturali, ma anche dai saperi e dalle testimonianze che Ecomuseo documenta e mette in circolo per ricomporne la memoria e il senso attuale. E un filo rosso è stato scelto quale segno/simbolo della postazione di Ecomuseo a Fa la cosa giusta! : una trama che si snoda Serena Siniscalco (presidente del Premio) Comunale, attribuirà cinque Lauree in Arte Poetica (Ars Apollinaris) a personaggi di somma capacità poetica, riferiti agli ultimi decenni di attività letteraria, sia nel campo della poesia, sia nel campo della saggistica e della critica. Il riconoscimento, riesumato dall antico rito in terminologia oraziana detto Laurea donandus Apollinari - meritevole dell alloro di Apollo - (Horat.Carmina IV,II,9) che il sommo Poeta latino riconosceva ai meriti di Pindaro, vede quest anno degni protagonisti: Dott. Corrado Calabrò, Pres.Incar. in Magistratura e Pubblica Amministrazione, poeta, da Roma; Prof. Guido Zavanone, Procuratore Generale di Corte di Cassazione, poeta, scrittore, da un offerta culturale educativa, didattica, divulgativa. L Hangar è stato organizzato in aree più razionali di prima, con spazio dedicato ai bambini, parete multimediale interattiva, area polifunzionale per workshop, altra area di consultazione di libri e riviste a disposizione di tutti. I visitatori possono accedere gratuitamente dal giovedì alla domenica con orario 11-23, mentre il rinnovato ristorante-caffetteria sarà aperto dal martedì alla domenica. Nei fine settimana APPUNTAMENTI CULTURALI - Dal 2 al 12 maggio, alle 21, Cca na volta era tutta campagna, di e con Domenico Pugliares., regia di Marco Di Stefano È il racconto di un territorio attraverso i ricordi fievoli e leggeri di un bambino o attraverso i racconti dei vecchi. Senza nostalgia, ma solo constatazione di quello che esisteva e che ora non esiste più ad Augusta, mortificata e avvilita da anni di industria petrolchimica che ha trasformato una delle coste più belle del mondo in un laboratorio a cielo aperto. Centro Culturale della Cooperativa (Via Hermada 14) - Venerdì 20 aprile, un doppio appuntamento su Giuseppe Scalarini: Alle 18, inaugurazione della mostra Una matita contro il fascismo e la guerra, con l esposizione di 20 vignette di satira politica di Giuseppe Scalarini, pubblicate sull Avanti! nel periodo : disegni sui grandi avvenimenti che cambiavano il volto del paese: comunicavano un idea, trasmettevano un messaggio, erano uno strumento più incisivo di un articolo di fondo. Alle 21, Giovanni Galli racconterà l attività politica, la battaglia per la giustizia sociale e la vita dal 1926 alla fine della guerra, quando Scalarini fu costantemente esposto a persecuzioni da parte del fascismo. - Mercoledì 25 aprile, alle 21, Cartoline resistenti. Le foto delle barricate niguardesi nell aprile 1945, racconto di Angelo Longhi e Antonio Masi sui giorni dell Insurrezione con la presentazione delle foto ricuperate da privati cittadini che le hanno messe a disposizione in collaborazione con la sezione Martiri niguardesi dell Anpi. (vedi anche pag. 9) A sinistra in alto, un momento di Non sparate sulla mamma. A sinistra in basso, una vignetta di Scalarini. Genova; Prof. Elio Andriuoli, letterato, poeta, scrittore, saggista, da Genova; Prof. Silvano Demarchi, letterato, poeta, scrittore, critico da Padova; Dott. Giovanni Chiellino, poeta, scrittore, critico, saggista da Casalette, Torino. La Giuria della Laurea Apollinaris è presieduta dal Prof. Orazio Antonio Bologna, letterato, poeta, esimio latinista dell Università di Roma. Durante la manifestazione verranno lette le poesie vincitrici. Il tenore Enrico Bellani allieterà gli intervalli. L ingresso è libero a tutti i poeti e agli amanti del bello scrivere. I nomi dei vincitori saranno segnalati nel numero di giugno di Zona Nove. verranno concentrate le attività educative che impegnano tutta la giornata. Infine le mostre. S inizia con la retrospettiva dedicata agli artisti visivi Yervant Gianikian e Angela Ricci Lucchi. Lei ha studiato pittura in Austria con Oskar Kokoschka, lui è di origini armene, vivono a Milano e insieme si dedicano dagli anni Settanta al cinema con proiezioni, performance e manipolazioni delle pellicole che vengono colorate, virate, rallentate, creando opere nuove. attraverso la storia e le storie della città e dei suoi abitanti. Eumm ha svolto alcuni laboratori con alunni e insegnanti, suscitando molto interesse per il Geoblog Mappa-Mi che Eumm ha realizzato quale strumento multimediale interattivo di documentazione e di narrazione del territorio. I ragazzi, insieme ai docenti, hanno potuto visualizzare qualche brano del loro ambiente di vita, grazie alle fotografie portate e postate. Mappa-Mi è una delle proposte educative ideate da Ecomuseo e rivolte a tutte le scuole per conoscere l ecosistema del territorio urbano, partendo dal suo passato, riconoscere il presente e formulare proposte per il futuro. In Fiera è inoltre partito il viaggio di Storybus, il pulmino dei racconti urbani, una postazione mobile su ruote, un contenitore tecnologicamente attrezzato che compie un viaggio a tappe nel territorio del Nord Milano per raccogliere storie e memorie dei cittadini in presa diretta, un bus itinerante con cui conoscere il passato e il presente per disegnare il domani. Storybus viaggerà nel Nord Milano con un calendario che si costruirà anche a partire della proposte del territorio: si sposterà tra mercati rionali, feste, eventi pubblici, sempre pronto a raccogliere materiale, costruire nuove relazioni. I cittadini potranno inoltre fare riferimento anche a punti di raccolta presenti sul territorio, negozi, associazioni o privati cittadini che si fanno promotori del progetto, nell ottica di una costruzione collettiva della memoria e del patrimonio. Storybus sta macinando i suoi primi chilometri, quindi il suo calendario è ancora in fase di definizione! Per le date e luoghi: o Facebook (eumm). A maggio le date saranno comunicate anche su Zona 9! Per info: oppure Gli Esuli a volte ritornano omenica 13 maggio, alle ore 21, gli Esuli ritorneranno Din concerto presso il Teatro dell oratorio della Parrocchia di San Giovanni Battista alla Bicocca. La serata sarà un omaggio ai grandi cantautori italiani degli anni 60 e 70. De Gregori, Dalla, De Andrè e Battisti saranno solo alcuni degli autori che verranno riproposti. La serata sarà a sostegno dell Associazione umanitaria Il mondo è la mia casa. Villa Clerici/1: si può visitare n occasione della IXIV Settimana della Cultura la Galleria d Arte Sacra dei Contemporanei di Villa Clerici a Niguarda, avrà un apertura straordinaria. Dalle 10 alle 18 di sabato 21 e domenica 22 aprile sarà possibile visitare autonomamente o con visite guidate gratuite la collezione e le sale dello storico complesso architettonico, edificato nella prima metà del 700 dall architetto Francesco Croce per la famiglia dei conti Clerici. Villa Clerici/2: Poeti e Poesie a premiazione del concorso Poeti e Poesie si è svolta il 31 mar- alla Villa Clerici. Hanno partecipato i poeti finalisti: Fabio Lzo Amato, Lucia Battaglia, Claudio Bedussi, Giusy Calligari, Elisa Cazzato, Giuseppe Chiatti, Federico Manfredini, Andrea Crespi, Maria Di Lucia, Gianfranco Galasso, Antonietta Gattuso, Anna Maria Giano, Federico Gueli, Arianna Iezzi, Maurizio Alberto Molinari, Adriano Marelli, Osvaldo Martani, Eleonora Sabatino, Aldo Sèlleri, Valentina Vignes. È stato Roberto Brivio, in arte il Gufo, a ideare il Concorso. Il Direttore Artistico è stato Aldo Colonnello, vicepresidente del Comitato per il Nobel postumo alla poetessa milanese Alda Merini, che è stata ricordata durante la serata. La scelta dei 21 finalisti è stata effettuata da Maurizio Cucchi, poeta e giornalista del Corriere della Sera, giudice unico. È stato proclamato primo classificato Aldo Sèlleri con la poesia Triestamar ; seconda classificata Eleonora Sabatino con Riflessi ; terza classificata Valentina Vignes con L essenza dei tuoi occhi. Le poesia presentate da tutti e 21 i finalisti, saranno pubblicate in un libro edito da Otma Edizioni. (Stella Reggio) FIATO ALLE TROMBE a cura di Stefano Bartolotta Lisa Hannigan ai Magazzini Generali amien Rice è il più geniale cantautore tra coloro che hanno ini- la propria carriera in questo secolo. Non ho paura a fare Dziato un affermazione così forte, nonostante l artista irlandese abbia pubblicato solo due album e non si faccia più sentire a livello discografico da ben sei anni. In molte delle sue canzoni è presente la voce femminile di Lisa Hannigan, che dà un ottimo contributo alla resa dei brani cui partecipa, soprattutto per quanto riguarda l impatto emozionale. Il perfetto sodalizio artistico tra Damien e Lisa si interrompe bruscamente nel 2007, nel bel mezzo di un tour. Damien continua il tour senza Lisa e successivamente sparisce dalle scene fino a tutt oggi; Lisa, invece, avvia una carriera solista che, finora, ha visto due album pubblicati, Sea Sew e il recente Passenger. Il primo disco viene molto ben accolto in patria e in Gran Bretagna,tanto da meritarsi una nomination al prestigioso Mercury Prize. Nel Vecchio Continente, invece, rimane un lavoro un po di nicchia, nonostante alcuni pareri positivi di critici e appassionati. Passenger sembrava destinato alla stessa sorte: nominato per diversi premi assegnati nella verde isola e quasi ignorato da questo lato della Manica. Il disco, infatti, è del settembre 2011, ma se, ancora adesso, cercate in rete recensioni in italiano, ne trovate alcune ma non certo molte. Eppure, qualcosa si sta muovendo: Lisa, infatti è stata ospite di Quelli che il calcio qualche settimana fa e soprattutto ha annunciato la sua prima data italiana, il 7 maggio ai Magazzini Generali. Per fortuna,questo è uno di quei casi in cui l artista in questione sta riuscendo a farsi notare su un mercato più vasto non grazie ad astute mosse di marketing ma unicamente per merito dell accresciuta qualità della propria proposta. Passenger, infatti, è un bel salto in avanti rispetto al già apprezzabile Sea Sew : qui, infatti, troviamo il piglio, l intensità e anche la scrittura che rendono Lisa Hannigan un artista di livello. Le melodie sono tremendamente ispirate, la voce mostra grande duttilità ed espressività e il suono è curato in modo che la precisione fin nei minimi dettagli non sia un fine, ma solo il mezzo con cui spingere in alto l intensità emotiva. Già in passato non mancavano una buona varietà di idee e un amalgama molto equilibrato delle varie componenti, ma qui si cresce negli aspetti sopra specificati e ormai non si può più parlare di Lisa come di una buona promessa, ma le va riconosciuto un talento portato totalmente alla luce. Chi ha visto Damien Rice dal vivo sa che la Hannigan sa destreggiarsi molto bene anche su un palco. Certo, in quelle occasioni non era comunque la leader che è ora, quindi sarà interessante vedere come se la caverà nel momento in cui tutti gli occhi saranno puntati su di lei. La presenza ai Magazzini il 7 maggio è, quindi, altamente consigliata. Lisa Hannigan con Damien Rice ONA NOVE 16 Anziani, attenti ai truffatori! Non fate entrare sconosciuti in casa vostra.

17 Anziani, attenti ai truffatori! Non fate entrare sconosciuti in casa vostra. ONA NOVE 17

18 CULTURA DELL IMMAGINE Tutti pronti per una full immersion nel mondo affascinante del cinema? E allora seguiteci nelle sale del Museo Interattivo del Cinema (Mic) di viale F. Testi per scoprire insieme strumenti, magie e personaggi di questa moderna settima arte. testo di Valeria Casarotti-Teresa Garofalo - foto di Antonio De Angelis C i soffermiamo subito davanti ad alcuni oggetti, per noi alquanto misteriosi: sono macchinari del precinema, quando le luci e le ombre erano protagoniste principali di spettacoli itineranti. Dalla lanterna al cinematografo Ecco, infatti, due esemplari di lanterne magiche risalenti al 1700, precursori degli attuali proiettori di diapositive. Il meccanismo di funzionamento era semplice e intuitivo: inserendo nella macchina disegni o vetri dipinti questa li proiettava magicamente sulla parete. Ad attirare la nostra attenzione accanto alle lanterne una grande scatola in legno con un foro provvisto di lente e più sportellini sui diversi lati. È il pantoscopio che, attraverso la lente, offriva a stupiti spettatori la visione di mondi meravigliosi ed esotici, paesaggi, giardini, palazzi lontani, balli e feste di corte. In una teca due dischi di uno strumento importantissimo nella storia del cinema perché il più diretto antenato della pellicola cinematografica, il fenachistoscopio. Inventato nel 1830 esso creava l illusione del movimento sfruttando il fenomeno della persistenza retinica, ancora oggi alla base della visione filmica. Poco più avanti scopriamo un tesoro tutto milanese, la macchina da presa di Italo Pacchioni, pioniere del cinema italiano che reinventò una macchina simile a quella appena realizzata a Parigi dai Lumière e scelse Milano per i suoi film, testimonianze uniche di come era la nostra città alla fine dell Ottocento. Tra i suoi filmati una vera chicca sono i trenta secondi girati durante i funerali di Giuseppe Verdi che possiamo rivedere in una postazione digitale del museo insieme ad altri slot di contenuto storico e cinematografico. In una teca scatole di pellicole e una piccola giuntatrice richiamano la figura di Luca Comerio, fotografo e cineoperatore geniale. Cronista d assalto immortalò le barricate erette dai milanesi nel 1898 contro gli austriaci e il cannoneggiamento sulla folla di Bava Beccaris. Pioniere del cinema, per primo realizzò una ripresa cinematografica aerea; infatti, legato insieme alla sua camera a manovella alla carlinga di un aereo, filmò dall alto la città di Milano. Non può mancare naturalmente al Mic il primo apparecchio di ripresa e proiezione dei fratelli Lumière, nel 1895 inventori della Fotografia animata. I manifesti dei film Alle pareti di una sala ci attraggono una carrellata di nostalgici manifesti di inizio Novecento oltre a caricature, disegni e appunti originali ideati per le scenografie da cineasti come Fellini, Visconti e George Méliès, il mago del cinema fantastico dei primi anni del secolo scorso. Per la fertilissima fantasia e la singolare abilità esecutiva questi è considerato il vero creatore dello spettacolo cinematografico e di lui il Mic possiede in forma integrale il famosissimo Viaggio nella luna del In una saletta uno schermo proietta a getto continuo filmati di animazione e spot pubblicitari in bianco e nero coinvolgendo grandi e piccoli nelle divertenti storie nate dalla matita e dalla fantasia di autori milanesi per Carosello. Chi tra i non giovanissimi non ricorda, infatti, i mitici Calimero, Lancillotto, l omino della Lagostina o i grandi attori come Calindri, Volpi, Virna Lisi che hanno prestato il loro volto alla pubblicità televisiva? Gli schemi interattivi Ma il Mic è un museo estremamente moderno, interattivo e stimolante con schermi, video e touch screen da toccare e manipolare. Così possiamo pensare di trasformarci in registi e, scegliendo la posizione della macchina da presa e le luci, inventarci una storia e creare un set virtuale dove far muovere i nostri attori. Divertente è anche la postazione che permette di improvvisarci doppiatori prestando la nostra voce ad attori famosi come Totò, Peppino De Filippo o Marty Feldman e poi riascoltare i dialoghi registrati. Un tavolino basso da salotto, su cui è riportata la mappa dinamica di Milano, viene letteralmente assalito dai visitatori curiosi e noi con loro. Con un semplice tocco delle dita selezioniamo vari punti della città e così con un breve clip abbiamo la sorpresa di scoprire o richiamare alla memoria film girati in questo o in quel luogo. Si gira a Milano Una Milano sorprendente e incredibile è quella che invece ci rivelano gli storici filmati dei fratelli Lumière, pellicole di inestimabile valore che mostrano piazza Duomo e piazza Castello popolate nei primi anni del Novecento da carrozze, biciclette, damine in abiti lunghi, larghi cappelli e romantici ombrellini oppure da uomini e donne che in buffi costumi, più che castigati, affollano i Bagni Diana, la prima piscina pubblica milanese. Il nostro giro in questo museo per oggi termina qui ma tanti sono ancora i tesori che il Mic può svelare a chi sa cercarli. Bisogna solamente curiosare, indagare e sperimentare e il divertimento è assicurato. Un ampia documentazione fotografica del museo è stata realizzata da Antonio De Angelis. Per contattarlo Al Mic Il film dell obbligo Un libro per genitori, insegnanti (e bambini) Il 22 maggio, alle 17, presentazione del libro di Luigi Allori Il film dell obbligo. guida pratica per fare cinema con i ragazzi a scuola. Nell occasione visita guidata al museo e proiezione di film prodotti dalla scuola di via Passerini. Roberto Casalini. nno di grazia A1988: un adulto imbarazzato lascia il cinema Nuovo Arti-Casa Disney di Milano trascinandosi dietro una bambina di quattro anni che urla: Brutta stregaccia, te lo faccio vedere io, ti butto nel pentolone! L adulto era mia moglie, la bambina mia figlia, il film Biancaneve e i sette nani. E quella lontana chiassata è diventata un classico delle storie di famiglia che raccontiamo nelle riunioni conviviali. Bene, mia figlia è cresciuta ed è diventata cinefila: Truffaut, Rohmer, Cassavetes, Dreyer, il free cinema, Bellocchio, mica bruscolini. Mia figlia a tredici anni (noi eravamo terrorizzati all idea di essercela portata dietro, in un cinema estivo) si divertì un mondo a vedere Pulp fiction : come se fosse un cartone animato, come se nelle scene di violenza ci fossero Wil Coyote e compagni e non attori in carne ed ossa. Bene, per noi quelle reazioni sono sempre rimaste un mistero. Ora Luigi Allori, nel suo libro Il film dell obbligo, mi spiega (finisco di scrivere questa prefazione e vado a raccontarlo a mia moglie): Un film positivo nel suo complesso può diventare, per il bambino, negativo solo perché contiene una sola scena negativa in sé. Quella in cui il piccolo s identifica di più. Spiega molte altre cose, Allori, in questo manuale che, una tantum, interrompe la felice serie dei Feuilleton del cinema. Spiega che cosa apprezzano i bambini in un film (voi pensate che siano affascinati dai cowboys? Sbagliato, sono conquistati dai cavalli), che cosa capiscono di un film (non lo capiscono per intero fino ai dodici anni: memorabile l esperimento sulla comprensione dei bambini dai tre ai tredici anni di fronte allo stesso film), quanto opera in loro l identificazione con la vicenda narrata (opera in maniera totale, assoluta, purché il film non duri più di sessanta minuti: dopo, la disattenzione fa piazza pulita di ogni coinvolgimento). Insomma, se volete sapere tutto su cinema, tv, video e infanzia, leggete con attenzione la prima parte di questo libro, in cui Allori dà la parola a filmologi, pedagogisti, psicologi ed esperti assortiti. È il doveroso antipasto che ci predispone al fare cinema con i ragazzi a scuola. Al cinema dell obbligo, in altre parole. E se il termine obbligo può suonare sinistro a una generazione di genitori antiautoritari, venuti su a precettistica da dottor Spock, si può rassicurarli. Nessun nozionismo (ma molte sane e pratiche nozioni: invano si cercherebbero, in testi blasonati, esposizioni chiare e sintetiche come quelle che l autore dedica, in poco più di una pagina, alle inquadrature), nessun cineforum con o senza Corazzata Potemkin, nessuna pratica cattedratica più o meno respingente. Semplicemente, con passione e molto buon senso, Allori dice che, per non essere manipolati dal cinema e dalla tv, per non essere spettatori passivi che si bevono tutto, occorre imparare a leggere e scrivere le immagini, così come si leggono e scrivono le parole (il cinema a scuola ha precedenti anche remoti: a Catania nel 1906, per esempio, leggere per credere). E che il metodo migliore per imparare a leggere e scrivere le immagini è realizzare un film in classe. Suonerà utopistico, in una scuola dell obbligo dove manca persino la carta igienica, ma è un impresa meno difficile (e meno costosa) di quel che si creda. Lasciamoci guidare dall autore, che dal preambolo (come proporlo ai ragazzi?), al primo passo (che cosa c inventiamo? preso da Gianni Rodari, di accostare due parole assai lontane fra loro, come cane e armadio o volpe e lampadina, e vedere che cosa la fantasia degli alunni riesce a cavarne), ci conduce nelle varie fasi della lavorazione dalla scelta del soggetto alla sceneggiatura, spiega come fare le riprese, illustra le tecniche di montaggio e di sonorizzazione, fino al momento finale: il giudizio (e la visione) collettiva dell opera realizzata. Il film dell obbligo è un manuale brillante e convincente. Buona lettura e, più ancora, buona creazione a chi lo accosta. Perché, dopo averlo letto, passare alla pratica è d obbligo. Si può fare. Art Around al lavoro Arte pubblica nel Nord Milano iovani artisti al la- nel Nord Mila- Gvoro no. È questo lo slogan di Art Around immagini per lo spazio pubblico, un percorso in più tappe, da maggio 2011 a maggio 2012, che dialoga con un territorio che da area industriale tra le più importanti d Europa, in anni recenti si è trasformato in laboratorio di conoscenze e cultura su scala metropolitana. Tra il 24 aprile e il 5 maggio 2012 si inaugurano tutti i progetti site-specific e presso il Museo di Fotografia Contemporanea sarà possibile vedere una mostra personale dell artista svizzero Beat Streuli. Nell attesa, eccovi cosa sta per succedere. Fabrizio Bellomo accende l attenzione sul Parco Archeologico Industriale ex-breda con un maxi striscione che ridà valore al binomio uomo-macchina. Daniele invita i cittadini di Cinisello Balsamo ad esprimere un desiderio, un sogno per il nuovo centro culturale Pertini. La Collina dei ciliegi di Simona Di Meo è un viaggio nella memoria degli abitanti del Borgo Pirelli tra l industrializzazione del Novecento, la vita operaia e la massiccia operazione immobiliare della Pirelli. Ti sono Vicino di Matteo Girola crea una vera e propria finestra spazio-temporale tra il foyer del Teatro degli Arcimboldi e il Festival Internazionale della Cultura di Bergamo. Rachele Maistrello ci porta Di qua dal Paradiso, attraverso un percorso suggestivo fatto di immagini, vegetazione e fantasie. Nicola Nunziata riflette sul tema del paesaggio e della relazione tra questo e l uomo contemporaneo agendo nello spazio pubblico. Alessandro Sambini ha inventato Replay!, un quiz tv di ultima generazione dove le famiglie italiane si sfidano nella riproduzione di video amatoriali. A quanto pare, all inaugurazione sarà presente una nota star della tv, riconoscibile da un folto pelo rosa. Giulia Ticozzi insieme ai partecipanti de Il mio libro sei tu, restituisce un racconto inedito di Paderno Dugnano. Calendario delle inaugurazioni: Matteo Girola 24 aprile ore 20 Teatro degli Arcimboldi/Festival Internazionale della Cultura di Bergamo - Alessandro Sambini 10 maggio ore 21 Centro Sperimentale Cinematografia - Simona Di Meo, data da definire - Rachele Maistrello 6 maggio ore Parco Nord - Fabrizio Bellomo 5 maggio ore 19, Spazio Mil Sesto S. Giovanni - Giulia Ticozzi 2 maggio ore 21 Biblioteca Tilane, Paderno Dugnano - Daniele Ansidei 3/05 ore Centro Culturale Pertini - Nicola Nunziata dal 5 maggio affissioni pubbliche a Cinisello Balsamo. Hangar Bicocca e Mic per i cinefili di domani l Museo interattivo del cinema (Mic) propone una Iserie di rassegne cinematografiche che, dedicate alle famiglie, si svolgeranno all Hangar di via Chiese. Le proiezioni, che si dividono in cicli tematici e per fasce d età (4-10 anni e anni), si inseriscono nel programma di attività HB Kids : l intento è quello di far conoscere ai bambini e ai ragazzi il cinema di qualità, senza limiti di tempo, spazio o tecniche, tanto che i film muti saranno accostati ai cartoni per l infanzia, i film indipendenti con le pellicole d animazione realizzate con le tecniche più diverse per promuovere l eccellenza di un cinema che spesso non arriva al grande pubblico. Accanto alle proiezioni, poi, i laboratori uniranno la visione con la creazione: professionisti del settore si metteranno infatti a disposizione dei bambini e dei ragazzi per trasmettere le proprie conoscenze e metterli alla prova coi ruoli di regia, animazione, proiezione con il cinematografo o addirittura col cellulare. Ecco dunque le proposte che, dalle 15, l HB Kid con Mic offre alla fascia anni: il laboratorio di regia Vi presento una bugia coinvolgerà i ragazzi domenica 29 aprile, mentre Vedozero-Come raccontare se stessi con il cellulare impegnerà sabato 12 maggio il regista Andrea Caccia a riprendere il mondo con l obiettivo di un telefonino; domenica 20 maggio è invece la volta del laboratorio di animazione Dalle matite all animazione digitale, mentre domenica 10 giugno concluderà il ciclo il laboratorio Esplora la pellicola- Alla scoperta della storia della proiezione. Per il ciclo Favole in musica, dedicato alla fascia 4-14 anni, saranno proiettati i film Le avventure straordinarissime di Saturnino Farandola (domenica 6 maggio), La rosa di Bagdad (domenica 20 maggio) e Blue Bird (domenica 27 maggio). l iscrizione alle attività laboratoriali e alle proiezioni cinematografiche avverrà, infine, tramite o numero di telefono ( ), fino a esaurimento posti. (Clara Amodeo) La Casa di Alex Via Moncalieri 5 Domenica 27 aprile, alle 22 Max De Bernardi Veronica Sbercia in Old Stories for Modern Times ONA NOVE 18 Anziani, attenti ai truffatori! Non fate entrare sconosciuti in casa vostra.

19 ONA FRANCA a cura di Sandra Saita Mario, con il pennello al Parco Nord Questo mese entriamo nel mondo dei poeti della pittura ella prima metà Ndell ottocento dipingere voleva dire rappresentare fatti e personaggi del mondo religioso o culturale. Tutto era minuziosamente dipinto per ispirare sentimenti di eroismo e di grandezza. Ai pittori ufficiali dell epoca sarebbe parso indecoroso dipingere ad esempio povere cose e umili oggetti. L impressionismo reagisce a questo modo di rappresentare il mondo. I pittori impressionisti dipingono dal vero, sostituendo ai soggetti tradizionali scene ispirate alla vita quotidiana, agli avvenimenti più consueti: l importante è cogliere un momento della realtà, un impressione, ed esprimerla coi colori. Mario Martinotti é senza dubbio un poeta della pittura. Abitiamo da 37 anni nello stesso palazzo. Lo conoscevo solo come pittore naif: da anni nel saloncino ci sono diverse sue tele dove la neve fa da cornice al paesaggio calmo dell inverno. In realtà Mario é un personaggio da conoscere. Nasce a Milano nel 1934, è sposato da più di 50 anni con Enrica, ha figli e nipoti appassionati di pittura come il nonno. A 17 anni lavora come apprendista litografo per le stampe d arte. A 21 anni entra al Corriere e diventa cromista della prima pagina della Domenica del Corriere (c erano i famosi disegni di Walter Molino e Beltrame). Gli chiedo come nasce in lui la pittura: Nasce dando la percentuale di colori necessaria per la riproduzione, avvicinandosi al più possibile all originale attraverso un procedimento fotografico. Essendo stato un ritoccatore fotografico nei miei falsi d arte ho rifatto diversi Renoir, Van Gogh, Boldini, Monet. Mentre Mario parla mi mostra le sue opere. Abbandonando il falso, oggi dipingo opere impressionistiche. Mi mostra la fotografia di un suo quadro: Estate al Parco Nord. Il dipinto é un olio su tela 35x50. Mario lo ha donato al Comitato di quartiere delle case di via E. Cecchi della Coop Abitare. Il quadro, molto realistico, riproduce l angolo di parco dove nei mesi estivi si riuniscono persone delle vicine vie Adriatico, Ruvenzori e Maestri del Lavoro. Lo ha dipinto in inverno, vedendo le piante spoglie, i tavoli senza i giocatori di carte, i degustatori di vino, i giocatori di bocce. Mario Martiontti non ha mai fatto una mostra dei suoi quadri. Ma per me, che amo l arte, Mario Martinotti é un vero e proprio poeta della pittura. La Rosetta ci ha lasciati opo una lunga malattia è venuta a mancare DRosetta Olivari, conosciuta da tutti come la Rosetta. Presidente del Centro Grivola, è stata una donna che con grande forza e impegno ha gestito il Centro Anziani Grivola. Tutta la Redazione di Zona Nove è vicina alla famiglia. Musika e Pittura ad Art Action Il 21 aprile, alle ore 18.30, inaugurazione della collettiva Musika con Paolo Avanzi, Francesco Boero, Vittorio Maria Di Carlo, Anna Maria Indino, Hermes Stringo, Gero Urso, Giulia Voltini. È la prima volta che la Galleria dedica una mostra alla musica, e lo fa combinando la rappresentazione pittorica dell elemento musicale con la musica in senso stretto, quella della improvvisazione jazz di Paolo Avanzi che si esibisce al piano in mezzo alle opere in esposizione. Tra le opere esposte spicca quella di Vittorio Maria Di Carlo: la sua damigella con liuto ripropone in chiave contemporanea una scena dal sapore rinascimentale, con richiami ad opere del periodo cubista. A sua volta Paolo Avanzi rappresenta due musicisti - un sassofonista e un contrabbassista - trasfigurati come se percepiti attraverso uno specchio. Gli stessi soggetti sono calati da Gero Urso lungo una fila di passeggeri in attesa della metropolitana: lo stile di Gero è naif ma al tempo stesso sottilmente ironico. Di ispirazione jazz è il quadro di Francesco Boero: una composizione di violino, contrabbasso, tastiera e batteria che suggerisce ritmo e velocità. Più classico è il dipinto di Hermes Stringo, in cui violino e partitura appaiono rischiarati da una candela che crea una atmosfera calda e ovattata tipica della musica cameristica. Nel collage di Giulia Voltini l elemento musicale viene invece inserito in un contesto di oggetti che gli conferiscono uno spiccato senso di aderenza alla contemporaneità. Richiamo alla contemporaneità che ritroviamo anche nell'opera di Anna Maria Indino, una tastiera su sfondo rosso realizzata con materiale riciclato, come è nel suo spirito antiretorico e irriverente. La piccola pubblicità degli indirizzi utili Fulvio Orlando Costruzioni Ristrutturazioni Bioedilizia Sede operativa: via Hermada Milano cell PROGETTO YOGA D.A.M. Dinamica Armonia Multilateralità Un nuovo modo di fare yoga È possibile organizzare Un programma ed un calendario personalizzato (lezioni private) Un programma per piccoli gruppi tel Associazione Culturale c.f Il primo Corner scommesse di Niguarda con slot machines Via Graziano Imperatore Milano - Tel Signora 43enne disponibile tutto il giorno compresi i festivi per assistenza domiciliare Cell PORTA VITTORIA Studio Legale Avv. Eloisia Minolfi Dott. Luana Minolfi Via Benvenuto Cellini Milano Tel Fax Il Colombo Termoidraulica Impianti idraulici Riscaldamento - Scaldabagni Condizionamento. Gas Via Gaetano Osculati, Milano Tel Fax Cell NIGUARDA La Caneva Enoteca con vino sfuso Via Ornato (ang. via Hermada) Tel Lezioni di canto RESPIRAZIONE DIAFRAMMATICA IGIENE VOCALE IMPOSTAZIONE VOCALE Per info ATTREZZATURE TOELETTATURA alimenti VENDITA ANIMALI Orario continuato: 9/19.30 Chiuso il lunedì Via Paolo Rotta, Milano (ang. Via Ornato) Zona Niguarda Tel./Fax PRATOCENTENARO COMPUTER E INTERNET facile e senza limite di età Livello base o avanzato Lezioni individuali da un ora a partire da 19 Marco cell AFFORI SERVIZI Laboratorio grafico Via Val Maira 4 (Mi), tel. 02/ Spazio Arte ospita Artisti per mostre personali e collettive di Pittura - Scultura Grafica - Fotografia Tel./Fax Studio Legale avv. Elisabetta Gusso Via Luigi Ornato Milano Tel. e Fax Cell Studio Dentistico Dott. Vittorio Bonvini Medico Chirurgo Odontoiatra Via Borsieri Milano Tel./Fax BICOCCA ISOLA Studio Legale Renzulli V.le Ca Granda 2 Tel./Fax Trasporti nazionali e internazionali Via Astesani Milano Tel SOLUZIONI GRAFICHE SU MISURA Progettazione grafica, impaginazione giornali, libri e riviste Biglietti da visita Locandine Calendari personalizzati Opuscoli Cataloghi Volantini Anziani, attenti ai truffatori! Non fate entrare sconosciuti in casa vostra. ONA NOVE 19

20 L urlo della scuola pubblica l 23 marzo insegnanti e genitori della scuola Ipubblica di tutta Italia hanno indetto la giornata L Urlo della scuola. Per una nuova primavera della scuola. Il simbolo della protesta è una primula, segnale della rinascita della primavera e di auspicio della rinascita della scuola pubblica. Insegnanti e genitori della scuola di via Passerini, con i bambini, hanno colorato, ritagliato e appeso alla cancellata le primule di carta per richiamare l attenzione sui gravi problemi della scuola. Come i fiori che sbocciano in primavera, anche la scuola è un bene comune, che ha bisogno di cure e risorse, risorse che da anni non solo vengono tolte, ma addirittura negate se richieste. L Urlo della Scuola è l urlo di rabbia per come la scuola sia abbandonata, l urlo che vorrebbe attirare l attenzione di chi non desidera ascoltare. Non ci stancheremo mai di urlare che la scuola pubblica, a furia di tagli, ha perso gran parte della propria qualità formativa. Non ci stancheremo mai di urlare che i bambini disabili hanno visto calare le ore di sostegno, che i bambini più fragili senza ore di compresenza non possono essere recuperati, che tutti i bambini non possono più usufruire delle attività di laboratorio e che le uscite didattiche si sono ridotte all osso. Le risorse di cui la scuola ha bisogno sono: più insegnanti per un ritorno al tempo pieno; più ore di compresenza per progetti di recupero e laboratoriali; più finanziamenti per un funzionamento più efficace e qualificante; più collaboratori scolastici per ambienti più puliti; personale supplente che ormai non viene più chiamato. (Alcune insegnanti della scuola di via Passerini) SCUOLA IN ONA a cura di Antonietta Gattuso Poesiàmoci in Zona 9: 175 poeti in erba Successo del concorso per le Scuole Primarie e Secondarie di Primo Grado. (foto di Franco Bertoli) Il veterinario in classe a collaborazione tra Anmvi (Associazione Naz. Medici Vete- e Panini, ha consentito a centinaia di scuole in tutta Lrinari) Italia di partecipare al progetto Animali del cielo, della terra e del mare, un ciclo di lezioni svolte da veterinari con l obiettivo di educare gli alunni al rispetto, alla cura degli animali e alla tutela dell ambiente in cui vivono. Nella nostra zona hanno aderito con grande interesse le classi terze della scuola elementare di via Passerini. Le lezioni sono state tenute dal dott. Andrea Colombo, niguardese doc, che è tornato con grande emozione nella sua scuola, interagendo piacevolmente con 47 allievi che non hanno risparmiato le domande. Nel corso delle lezioni, tra diapositive, quiz, giochi e attività pratiche, sono comparsi la tartaruga, il pesce rosso e tanti altri rappresentanti del mondo animale, ma chi ha destato più meraviglia sono stati Theo, un labrador addestrato al salvataggio in acqua, e un cane da pet-theraphy. Proprio per sugellare l amicizia tra uomo e cane c è stato uno scambio di medaglie tra Theo e un alunna in rappresentanza delle classi: un momento indimenticabile, seguito da una lezione pratica sulle responsabilità di chi desidera possedere un cane. Ai partecipanti Panini ha regalato l album Zampe & Co, una guida divertente sugli animali domestici e selvatici, sui loro habitat e sulle loro abitudini, e un decalogo di educazione civica: no all abbandono, raccolta delle feci, uso del guinzaglio e molti altri consigli. Nell ultima lezione i bambini si sono improvvisati piccoli veterinari e, con tanto di camice e stetoscopio, hanno cercato di individuare i piccoli malesseri degli amici animali. L esperienza dunque ha avuto buoni risultati, come rileva il dott. Andrea: È una soddisfazione vedere tanti bambini attenti e collaborativi. Mi brillavano gli occhi quando ho letto i temi e i disegni che mi hanno regalato. Spero di tornare in classe con loro! Un particolare ringraziamento va a tutte le insegnanti, tra cui la mia maestra Anna per avermi riportato a scuola in un altra veste. (Ortensia Bugliaro) abato 31 marzo e domenica 1 Saprile, la Storia è scesa in campo nel giardino della Scuola Primaria di via Guicciardi. I guerrieri e le dame del gruppo di rievocazione storica, Compagnia del Cardo e del Brugo, hanno realizzato un campo medievale, in cui bambini e adulti hanno potuto partecipare a laboratori di tessitura, cucina e lavorazione dell argilla, seguire le visite guidate durante le quali gli esperti hanno narrato loro la vita quotidiana di tempi lontani ed assistere ad appassionanti combattimenti. I genitori hanno preparato per tutti ottimi panini con la salamella. L evento è stato promosso dalla Compagnia del Cardo e del Brugo, dalla Dirigente Scolastica Laura Barbirato e dall Associazione dei Genitori Abg. (Maria Rita Zibellini, insegnante di via Guicciardi e rievocatrice storica) Giocooperiamo: Tocca anche a noi tenere a bada i rifiuti nocivi Per il Burkina Faso La storia a scuola ertamente ricorderete che, grazie al progetto C Giocooperiamo-Tocca anche a noi, la scuola di via Cesari era riuscita, con il progetto dal gessetto alla Lim, con l impegno dei bambini in primo luogo, ma anche di genitori ed insegnanti e dell intera comunità, a dotare la scuola di una lavagna interattiva multimediale. Quest anno un altro progetto ambizioso: istituire nella scuola un punto di raccolta degli oli esausti. Questo rifiuto, pericoloso se finisce negli scarichi domestici, dovrebbe essere smaltito nelle riciclerie. Rendere più facile e a portata di mano la raccolta differenziata è una garanzia di efficacia. Ecco così i bambini di terza e quarta affrontare il problema. Innanzitutto un animazione alla Coop e a scuola per capire di che cosa sono fatti i nostri rifiuti, dove vanno a finire, come si possono ridurre, come si effettua una corretta raccolta differenziata. Ma i bambini con le loro maestre sono già passati alla fase successiva: che cosa si può fare? Ecco allora, dopo la raccolta degli scarti vegetali, già raccolti per realizzare compost per l orto della scuola, l idea di avviare la raccolta di oli esausti. Con l aiuto fondamentale di nonno Carlo, che curerà che tutto avvenga in modo corretto, il punto di raccolta è stato inaugurato durante la festa di primavera del 24 marzo. L iniziativa ha avuto il patrocinio del CdZ 9. Un volantino realizzato dai bambini ha promosso l iniziativa. Le classi ora sono impegnate nella realizzazione di un cartone animato che avrà il compito di sensibilizzare i cittadini sul tema. (Valeria Malvicini) razie all interessamento della Commissione GIntercultura dell Istituto Vittorio Locchi, è stata dedicata una serata al Burkina Faso, venerdì 23 marzo, presso la scuola di Via Cesari. Comitato Soci Coop Ornato e Pandora, con il contributo di Fondazione Cariplo, Associazione Mowgli Education e Associazione Donne per le Donne, hanno presentato dei progetti di cooperazione con questo Stato, volti a sviluppare un agricoltura sostenibile e rispettosa dell ambiente. Paesaggio Alpino Ludovico Messa (IV A della Scuola Vittorio Locchi) L acqua fresca e cristallina di quel limpido ruscello, scorre e canta ogni mattina e risveglia il mondo bello. In quel bosco fitto fitto traversato dal ruscello, tutto sboccia per incanto col cantare di un uccello. Dietro al bosco la montagna ha le vette tutte bianche e con l ombra sua gigante fa alla valle il sorvegliante. i è svolta sabato 14 aprile la SPremiazione del Concorso Poesiàmoci in Zona Nove. Il Concorso, indetto dall Associazione Amici di Zona Nove, con il Patrocinio del CdZ 9, ha coinvolto i bambini del IV e V anno della Scuola Primaria (Sezione A) e i ragazzi del I, II e terzo anno della Scuola Secondaria di I grado (Sezione B). Le poesie partecipanti sono state 175 e le classi concorrenti 13: 8 della Scuola Primaria (Via Cesari, Via Passerini, Via Pianell, P.zza Gasparri) e 5 della Scuola Secondaria di I grado (Cassinis di Via Hermada, Rodari di Via Gabbro). Alla premiazione hanno partecipato il Presidente del CdZ 9, Beatrice Uguccioni; il Presidente della Commissione Educazione, Antonella Loconsolo; il Presidente del Premio, Luigi Allori. La Giuria, composta dal Presidente, poetessa Serena Siniscalco, dalla poetessa Ortensia Bugliaro, dalla coordinatrice Antonietta Gattuso, dallo scrittore Alberto Oddone, dal musicista e compositore Oreste Pagliano e dalla poetessa Sandra Saita, ha conferito il Primo Premio per la sezione A (Scuola Primaria) all alunno Ludovico Messa con la poesia Paesaggio Alpino, della classe IV A della Locchi (vedi sotto); il Secondo Premio all alunna Alice Fabian per la poesia Risveglio del Bosco, della classe IV A della Locchi; il Terzo Premio all alunna Marialuisa Bua per la poesia La Musica, della classe IV A della Locchi. Per la Sezione B (Scuola Secondaria di I grado), il Primo Premio è stato conferito all alunno Pietro Marra per la poesia Ascolta, della classe IID della Cassinis (vedi sotto); il Secondo Premio all alunna Sofia Màspero per la poesia Domani, della classe IID della Cassinis; il terzo premio all alunno Alessandro Caldani per la poesia Il Treno della Scuola Rodari. Inoltre sono state conferite sei partecipazioni con merito e una menzione speciale della giuria, per tutte e due le sezioni. Le partecipazioni con merito sono state conferite agli alunni: Gaia Casali (Cassinis), Giovanni De Luca (Cassinis), Matteo Duvìa (Cassinis), Linda Gioffreda (Locchi), Marco Mapelli (Duca degli Abruzzi), Marco Meroni (Cassinis), Niccolò Miani (Duca degli Abruzzi), Ylenia Proietto (Duca degli Abruzzi), Renzo Rengifo Ybarra (Poerio), Francesca Rizzo (Rodari), Simona Smedile (Cassinis), a tutta la IV B per una poesia composta da tutti i bambini insieme (Sorelle Agazzi). Le due menzioni speciali della giuria sono state conferite ad Aura Gazzini (Locchi) e Iryna Votyakova (Cassinis). I bambini e i ragazzi primi classificati e partecipanti con merito hanno ricevuto una medaglia e un attestato ciascuno. Tutti i partecipanti hanno ricevuto in dono due libri ciascuno, uno è La Storia dei Fratelli Lumière di Luigi Allori, l altro un libro di poesie di Ortensia Bugliaro.Alle insegnanti delle classi partecipanti invece, il Presidente della Giuria Serena Siniscalco, ha voluto gentilmente donare un proprio Poesiario (diario di poesie). Sono state conferite anche partecipazioni con merito alle classi partecipanti che si sono distinte per l impegno e l originalità delle composizioni. Le poesie premiate e le partecipanti con merito, sono state lette dalle poetesse Serena Siniscalco, Ortensia Bugliaro e Sandra Saita, su un sottofondo musicale delle note dei New Hara (duo composto da Luca Bianchi e Oreste Pagliano), che si sono esibiti anche, tra una premiazione e tra una lettura e l altra, con dei brani di loro composizione personale (musiche di Luca e parole di Oreste). I nostri sogni in un graffito Ascolta Pietro Marra (II D della Scuola Gino Cassinis) Ascolta il rumore della natura ad occhi chiusi Ascolta la pioggia che cade sulla tua faccia che resta asciutta Ascolta i vecchi taciturni e leggi nei loro occhi divenuti così piccoli brani di saggezza antica Ascolta il loro respiro affannato che non ha voce Associazione culturale L Arci Varieazioni, in collaborazione con il Doposcuola Medie Affori (organizzato dal Circolo Culturale Italo Calvino e da Abitare Società Cooperativa) e con La Lanterna onlus, realizzerà il 19 maggio un murales/graffito attraverso il quale noi giovani di Affori, Bruzzano, Comasina e Dergano potremo raccontare i nostri sogni per il futuro nel luogo simbolo dell attentato al futuro della città, il Palazzetto di via Iseo, oggetto di atti vandalici di stampo mafioso nel Sono state anche coinvolte le istituzioni scolastiche, in particolare l Istituto Comprensivo Statale Don Orione. Vogliamo lanciare un messaggio sul futuro dei giovani della zona 9 attraverso una forma di espressione a loro molto vicina, il graffito, in un luogo pubblico (scelto tutti insieme) che testimonia un presente che non vogliamo accettare: il muro della mensa scolastica di fronte al Palazzetto di via Iseo. Si è poi svolto un laboratorio con un affermato writer, Marte, che ha messo a disposizione il suo talento. Ci sono state rivolte delle domande. Ecco le risposte. Cosa pensate dei luoghi in cui vivete? Paola: Mi piacciono, ma di sicuro c è troppo sporco in giro, hanno bisogno di essere abbelliti, colorati e ripuliti!. Alessandro: Ci sono molte cose che mi piacciono, come il parco di Villa Litta e i campi dove posso giocare a calcio con gli amici. - Fabio: Scusate, ma io preferisco la montagna, dove c è più verde! - Matteo: Sono uno scout, quindi preferisco posti come il Parco Nord. - Nicolò: Ultimamente sono successi dei brutti episodi, come al Palazzetto di via Iseo. Spero non si ripetano. - Mattia: Mi piace molto Affori come è ora, non cambierei nulla. Vi piacciono i graffiti e i murales? Matteo: Sì, molto, perché sono colorati, scenografici, rappresentano la situazione reale del quartiere (anche politica). - Sharon: «Anche a me piacciono, perché sono un modo di esprimere con delle parole e dei disegni aspetti della vita e sentimenti, divertendosi. Non è una cosa fatta a caso. - Paola: Le scritte sui muri no, ma dei murales colorati come quelli di via Don Grioli, ci piacciono molto! Ne avete mai realizzato uno? Sharon: No, ma ho visto degli amici farli. - Fabio: Anche io ho visto mio fratello che ne ha fatto uno e mi è piaciuto molto. Mi piace disegnare. L ultima domanda riguarda il futuro: dove vi immaginate e come pensate sarà la città? Paola: Io ho un buon ricordo della scuola di via Iseo e non voglio quindi lasciare la zona e gli amici. Mi vedo in un bel parco verde e finalmente pulito! - Fabio: A dirla tutta, Milano non mi piace molto, spero di spostarmi, magari in montagna, creando una mia bella famiglia. - Sharon: Vorrei andare a New York, lì hanno anche inventato i graffiti! (Le ragazze e i ragazzi del Doposcuola Medie di via Zanoli 15) L evento del 19 maggio sarà una festa aperta e pubblica, con esibizioni e animazioni sul tema dell hip hop, che ci auguriamo possa essere anche un momento di condivisione e riflessione importante per tutti. ONA NOVE 20 Anziani, attenti ai truffatori! Non fate entrare sconosciuti in casa vostra.

Dov eri e cosa facevi?

Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Produzione libera 15 marzo 2012 Livello B1 Dov eri e cosa facevi? Funzioni comunicative Descrivere, attraverso l uso dell imperfetto, azioni passate in corso di svolgimento. Materiale

Dettagli

Livello CILS A2. Test di ascolto

Livello CILS A2. Test di ascolto Livello CILS A2 GIUGNO 2012 Test di ascolto numero delle prove 2 Ascolto Prova n. 1 Ascolta i testi. Poi completa le frasi. Scegli una delle tre proposte di completamento. Alla fine del test di ascolto,

Dettagli

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla

Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Prime ipotesi per una fattibilità dei Programmi Integrati per la salute in Marmilla Cagliari 4 dicembre 2012 Centro di ricerca FO.CU.S. Progetto di ricerca a supporto dei territori per l individuazione

Dettagli

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1

Università per Stranieri di Siena. Centro. Certificazione CILS. Certificazione. di Italiano come Lingua Straniera. Sessione: Dicembre 2012 Livello: A1 Università per Stranieri di Siena Centro CILS Sessione: Dicembre 2012 Test di ascolto Numero delle prove 2 Ascolto - Prova n. 1 Ascolta i testi: sono brevi dialoghi e annunci. Poi completa le frasi.

Dettagli

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche

Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Censimento Programma di intervento per l abbattimento delle barriere architettoniche e urbanistiche Schede rilievo SCHEDA RILIEVO BARRIERE ARCHITETTONICHE SPAZI - strade Vinci Toiano CENTRO ABITATO Sant

Dettagli

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria

la storia Il luogo: Accademia Brera Castello Sforzesco Piazza alla Scala Duomo Palazzo di Giustizia Università Statale Chiostri Umanitaria Il luogo: la storia Castello Sforzesco Accademia Brera Montenapoleone Il complesso dei Chiostri dell Umanitaria nasce insieme all adiacente Chiesa di Santa Maria della Pace, voluta da Bianca di Visconti

Dettagli

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7.

Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 2 Dov è Piero Ferrari e perché non arriva E P I S O D I O 25 Milano, Corso di Porta Ticinese, 18. Terzo piano, interno 7. 1 Leggi più volte il testo e segna le risposte corrette. 1. Piero abita in un appartamento

Dettagli

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE?

COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? COME SI PASSA DALL AFFIDAMENTO ALL ADOZIONE? Storia narrata da Teresa Carbé Da oltre 10 anni, con mio marito e i miei figli, abbiamo deciso di aprirci all affidamento familiare, e ciò ci ha permesso di

Dettagli

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ...

VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE. Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: ... ... ... ... ... ... LA CITTÀ VOLUME 2 CAPITOLO 2 MODULO D LE VENTI REGIONI ITALIANE 1. Parole per capire Alla fine del capitolo scrivi il significato di queste parole nuove: città... città industriale... pianta della città...

Dettagli

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO

la riorganizzazione della dev essere affrontata in Consiglio TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO TORTONA. SE NE PARLERA IN UNA SEDUTA AD HOC: L HA DECISO IL SINDACO La riorganizzazione dell ospedale dev essere affrontata in Consiglio In Consiglio comunale si parlerà ancora di riorganizzazione ospedaliera.

Dettagli

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A.

Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010. Soci Fondatori. - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. 01 Siamo una Fondazione di partecipazione dal settembre 2010 Soci Fondatori - Azienda di Servizi Ambientali Quadrifoglio S.p.A. - Associazione Partners di Palazzo Strozzi Promossa da 02 MISSION Volontariato

Dettagli

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958)

Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone opere e di intensa carità. Papa Giovanni XXIII (28 dicembre 1958) NOTIZIARIO PARROCCHIALE Anno XC - N 8 dicembre 2012 - L Angelo in Famiglia Pubbl. mens. - Sped. abb. post. 50% Bergamo Natale del Signore: annuncio di unità e di pace su tutta la terra: tempo di buone

Dettagli

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it -

Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - Hotel Parco dei Principi Lungomare Zara - Giulianova (TE) - Tel. 085 8008935 - Fax 085 8008773 www.giulianovaparcodeiprincipi.it - info@giulianovaparcodeiprincipi.it La Vostra Vacanza Benvenuti La Famiglia

Dettagli

Opere di urbanizzazione

Opere di urbanizzazione Opere di urbanizzazione di Catia Carosi Con il termine opere di urbanizzazione si indica l insieme delle attrezzature necessarie a rendere una porzione di territorio idonea all uso insediativo previsto

Dettagli

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente)

Per San Lazzaro. Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA. MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) TU Per San Lazzaro Insieme per i prossimi 5 anni PROGRAMMA MODALITA DI ATTUAZIONE (in ottemperanza alla normativa vigente) Territorio: Urbanistica: Cosa: Agevolazioni per la riqualificazione dell esistente:

Dettagli

Porto di mare senz'acqua

Porto di mare senz'acqua Settembre 2014 Porto di mare senz'acqua Nella comunità di Piquiá passa un onda di ospiti lunga alcuni mesi Qualcuno se ne è già andato. Altri restano a tempo indeterminato D a qualche tempo a questa parte,

Dettagli

ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI

ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI ATM PER I GIOVANI E PER GLI STUDENTI EDIZIONE MARZO 015 ABBONARSI AI MEZZI ATM 1 ATM, per rispondere alle diverse esigenze di mobilità, offre ai giovani e agli studenti una serie di agevolazioni sull acquisto

Dettagli

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it

DOVE. Comune di Milano www.comune.milano.it/parcocolombo parcocolombo@comune.milano.it DOVE L area interessata dalla raccolta di idee si trova in via Cardellino 15 (nota anche come ex Campo Colombo), quartiere Inganni-Lorenteggio. Ha una superficie complessiva di circa 20.000 mq. ed è identificata

Dettagli

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI

CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI CAPITOLO 2 GLI AGGETTIVI A. LEGGETE IL SEGUENTE BRANO E SOTTOLINEATE GLI AGGETTIVI La mia casa ideale è vicino al mare. Ha un salotto grande e luminoso con molte poltrone comode e un divano grande e comodo.

Dettagli

A ROMA DA PAPA FRANCESCO. Roma 31 Ottobre 2015

A ROMA DA PAPA FRANCESCO. Roma 31 Ottobre 2015 A ROMA DA PAPA FRANCESCO Roma 31 Ottobre 2015 Il Programma definitivo della giornata sarà disponibile sul sito www.ucid.it A ROMA DA PAPA FRANCESCO - Roma, 31 Ottobre 2015 PROPOSTE DI ACCOGLIENZA OPZ.

Dettagli

COS È IL PRONTO SOCCORSO?

COS È IL PRONTO SOCCORSO? AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA INTEGRATA VERONA COS È IL PRONTO SOCCORSO? GUIDA INFORMATIVA PER L UTENTE SEDE OSPEDALIERA BORGO TRENTO INDICE 4 COS È IL PRONTO SOCCORSO? 6 IL TRIAGE 8 CODICI DI URGENZA

Dettagli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli

RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA. Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli RITIRO PER TUTTI NATALE DEL SIGNORE LA CONVERSIONE ALLA GIOIA Maria, Giuseppe, i pastori, i magi e...gli angeli Siamo abituati a pensare al Natale come una festa statica, di pace, tranquillità, davanti

Dettagli

23 APRILE 2015 L IDEA

23 APRILE 2015 L IDEA IL PROGETTO 23 APRILE 2015 L IDEA Il 23 aprile è la Giornata mondiale del libro e del diritto d autore, è il giorno di San Giorgio a Barcellona, è il giorno della World Book Night in Inghilterra, è il

Dettagli

Alassio AL MARE RESIDENZA. Stagione 2014-2015

Alassio AL MARE RESIDENZA. Stagione 2014-2015 RESIDENZA AL MARE Alassio Stagione 2014-2015 Periodi e tariffe giornaliere di soggiorno: PERIODO DAL AL SOCI AGOAL AGGREGATI NOTE Festività fine Anno 28/12/2014 02/01/2015 72,00 77,00 Periodo non frazionabile

Dettagli

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI

APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI APPUNTAMENTO CON GLI ITINERARI DI SPIRITUALITA E INCONTRI ECUMENICI INTERRELIGIOSI PELLEGRINAGGIO IN TERRA SANTA con visita della Samaria e dei Monasteri della Palestina dal 28 Maggio al 4 Giugno 2015

Dettagli

g) prescrivere orari e riservare spazi per i veicoli utilizzati per il carico e lo scarico di cose;

g) prescrivere orari e riservare spazi per i veicoli utilizzati per il carico e lo scarico di cose; articolo 7: Regolamentazione della circolazione nei centri abitati 1. Nei centri abitati i comuni possono, con ordinanza del sindaco: a) adottare i provvedimenti indicati nell'art. 6, commi 1, 2 e 4; b)

Dettagli

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE

CON MARIA PREPARIAMOCI AD ACCOGLIERE IL SIGNORE AzioneCattolicaItaliana ACR dell ArcidiocesidiBologna duegiornidispiritualitàinavvento CONMARIA PREPARIAMOCIADACCOGLIEREILSIGNORE Tutta l Azione Cattolica ha come tema dell anno l accoglienza. Anche la

Dettagli

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI

MA 28. DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MISSIONE E VALORI pag. 7 DAI Chirurgia e Oncologia MDA Oncologia Borgo Roma SCHEDA INFORMATIVA UNITÀ OPERATIVE CLINICHE MA 28 Rev. 1 del 22/10/2011 Pagina 1 di 6 MISSIONE E VALORI L U.O.C. di Oncologia Medica si prende

Dettagli

Strutture a disposizione delle Parrocchie

Strutture a disposizione delle Parrocchie ARCIDIOCESI DI MILANO Ufficio Amministrativo Diocesano Strutture a disposizione delle Parrocchie MANUTENZIONE PROGRAMMATA DEGLI IMMOBILI: FASCICOLO TECNICO DEL FABBRICATO E PIANO DI MANUTENZIONE 1 Don

Dettagli

"UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE

UN VERO EROE NON SI DIMOSTRA DALLA FORZA CHE GREST 2015 L estate ormai si avvicina e l Unità Pastorale Madre Teresa di Calcutta, organizza e propone il GrEst (Oratorio estivo), rivolto ai ragazzi delle classi elementari e medie delle nostre parrocchie.

Dettagli

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata

La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata Osservatorio internazionale Cardinale Van Thuân La Dottrina sociale della Chiesa non può essere incatenata + Giampaolo Crepaldi Arcivescovo-Vescovo Relazione introduttiva al Convegno del 3 dicembre 2011

Dettagli

Guida alle prestazioni ambulatoriali

Guida alle prestazioni ambulatoriali Az i e n d a O s p e d a l i e r a O s p e d a l i Riuniti Papardo-Piemonte M e s s i n a P r e s i d i o O s p e d a l i e r o P AP AR D O Guida alle prestazioni ambulatoriali Gentile Signore/a, l Azienda,

Dettagli

I Militari possono far politica?

I Militari possono far politica? I Militari possono far politica? Il personale in servizio attivo delle Forze Armate (Esercito, Marina, Aeronautica, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza) può fare politica? Siccome ci sono tanti mestatori,

Dettagli

Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi,

Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi, Nella Vostra Azienda c è una flotta di autoveicoli indispensabile per la Vostra attività? Vorreste ottimizzarne l utilizzo, generare dei risparmi, incrementarne la resa ma pensate che sia necessario un

Dettagli

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale Protocollo N. del. Deliberazione N. del ASSESSORATO SERVIZI SOCIALI Proposta N. 66 del 24/03/2015 SERVIZIO SERVIZI SOCIALI Proposta di deliberazione che si sottopone all approvazione della Giunta Comunale

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR

REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR REGOLAMENTO PER L ACCESSO ALL AREA PEDONALE DEL COMUNE DI COURMAYEUR Indice degli articoli Art. 1 Definizioni...2 Art. 2 Oggetto ed ambito di applicazione...2 Art. 3 Deroghe al divieto di circolazione

Dettagli

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI

Comune di San Giustino. STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Comune di San Giustino STUDIO DELLA VIABILITÀ nella frazione di Selci IPOTESI PROGETTUALI Presentazione pubblica del 19.02.2015 IPOTESI PROGETTUALI CONSIDERAZIONI PRELIMINARI TUTELARE L ACCESSIBILITÀ AI

Dettagli

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi

COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi COSA OFFRONO I SERVIZI SOCIALI DI UN COMUNE AI CITTADINI? A cura di Paola Bottazzi Questo documento vuole essere una sintetica descrizione dei servizi e delle opportunità che i servizi sociali del Comune-tipo

Dettagli

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

ALTRE PAROLE PER DIRLO. Diamo corpo e parola alla forza delle donne NOVEMBRE GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE 25 foto di Sophie Anne Herin GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE ALTRE PAROLE PER DIRLO Diamo corpo e parola alla forza delle donne Libere di scegliere Libere di desiderare Libere di

Dettagli

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento.

DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico. L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento. DIOCESI DI TORTONA Ufficio Catechistico L avventora!!! Sussidio per l accompagnamento di bambini e ragazzi nel tempo d Avvento Anno 2014 (B) E nato per tutti; è nato per avvolgere il mondo in un abbraccio

Dettagli

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale.

Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione - CNR progetto internazionale "La città dei bambini" Una città per giocare: linee guida per il convegno internazionale. Non mi mancava la memoria o l intelligenza,

Dettagli

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013

DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI. Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 DISCORSO DEL SANTO PADRE FRANCESCO AI PARTECIPANTI AL CONGRESSO INTERNAZIONALE SULLA CATECHESI Aula Paolo VI Venerdì, 27 settembre 2013 Cari catechisti, buonasera! Mi piace che nell Anno della fede ci

Dettagli

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini

La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini. Comune di OSNAGO. Associazione ALE G. dalla parte dei bambini La convenzione internazionale sui diritti dell infanzia riscritta dai bambini Associazione ALE G. dalla parte dei bambini Comune di OSNAGO AI BAMBINI E ALLE BAMBINE Il 20 novembre 1989 è entrata in vigore

Dettagli

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco

ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco ACCENDI UNA LUCE IN FAMIGLIA Preghiera nella comunità domestica in comunione con Papa Francesco Sul far della sera la famiglia si riunisce in casa per la preghiera. Ove fosse possibile si suggerisce di

Dettagli

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf

SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf SETTORE LAVORI PUBBLICI e PATRIMONIO Lecco, 20 marzo 2012 Servizio Viabilità N 71 R.O. SR.gf OGGETTO: Organizzazione Zona a Traffico Limitato Centro storico IL SINDACO Premesso che, per fronteggiare le

Dettagli

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO

CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO CONCORSO LETTERARIO NAZIONALE PER SCRITTORI EMERGENTI IL RACCONTO NEL CASSETTO - PREMIO CITTA DI VILLARICCA XII EDIZIONE ANNO 2014/15 REGOLAMENTO Art. 1 - L, con sede sociale in Villaricca (Napoli), alla

Dettagli

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi

Scuola fiorentina. Figura 1: Scuola del Cuoio nel 1950. Figura 3: Il corridoio della Scuola del Cuoio nel 1950 ed oggi La Scuola del Cuoio è stata fondata dopo la Seconda Guerra Mondiale grazie alla collaborazione dei Frati Francescani Minori Conventuali della Basilica di Santa Croce e delle famiglie Gori e Casini, artigiani

Dettagli

PRIORITY. Precedenza

PRIORITY. Precedenza www.italy-ontheroad.it PRIORITY Precedenza Informazioni generali e consigli. Ciao, sono Namauel Sono una voce amica che prova ad aiutarti, con qualche consiglio, nella circolazione stradale. Mi rivolgo

Dettagli

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E

PRESENT past A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E past PRESENT A V A N G U A R D I A E S T I L E N E L L A C O S T R U Z I O N E Anni di esperienza e di tradizione nel settore dell edilizia, sono le nostre più care prerogative per offrire sempre il meglio

Dettagli

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo

Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Parrocchia di S. Maria Maggiore in Codroipo Anche quest anno il tema di E state insieme si pone in continuità con gli anni precedenti! Vi ricordate come si chiamavano e qual era il tema? Velocemente li

Dettagli

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri

Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri Pochi e semplici consigli per essere e sentirsi più sicuri In caso di rapina in un pubblico esercizio Mantieni la massima calma ed esegui prontamente ciò che viene chiesto dai rapinatori. Non prendere

Dettagli

Sommario Rassegna Stampa

Sommario Rassegna Stampa Sommario Rassegna Stampa Pagina Testata Data Titolo Pag. Rubrica Edilizia 38 Il Sole 24 Ore 23/01/2015 IN BREVE - EDILIZIA 3 Rubrica Lavori pubblici 36 Il Messaggero - Cronaca di Roma 23/01/2015 DAL MUSEO

Dettagli

PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI MEZZI PUBBLICITARI

PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI MEZZI PUBBLICITARI COMUNE DI SIRIGNANO PROVINCIA DI AVELLINO Piazza Aniello Colucci 83020 SIRIGNANO (AV) Tel. 081-5111570 Fax 081-5111625 CF 80004370641 P. IVA 00256240649 PIANO GENERALE DEGLI IMPIANTI DI AFFISSIONE E ALTRI

Dettagli

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013

Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 Sala Consilina, 20 settembre 2013 Prot. n. 13249/2013 E, P.C. EGREGIO DOTT. MATTEO CLAUDIO ZARRELLA PRESIDENTE DEL TRIBUNALE DI LAGONEGRO Via Lagonegro - 85042 LAGONEGRO (Pz) Trasmissione al telefax 0973.2333115

Dettagli

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori?

Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Le proposte emerse dai gruppi di RLS 1 Che fare quando un RLS vede una situazione di rischio o di disagio per i lavoratori? Il RLS consulta il documento di valutazione dei rischi e verifica se il rischio

Dettagli

La cooperativa Fai compie 30 anni

La cooperativa Fai compie 30 anni Anziani e assistenza La cooperativa Fai compie 30 anni TRENTO Fai, la prima cooperativa sociale che si occupa di assistenza domiciliare in Trentino, si prepara a festeggiare ben 30 anni di attività. Sabato

Dettagli

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira

Sardegna. della memoria. Collana diretta da. Romano Cannas. Gli Archivi. Su Balente e sa Emina. con Michelangelo Pira Sardegna Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas Su Balente e sa Emina con Michelangelo Pira presentazione di Bachisio Bandinu Gli Archivi della memoria Collana diretta da Romano Cannas

Dettagli

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO - SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI E GESTIONI GENERALI - UFFICIO APPALTI. Città: TRENTO Codice postale: 38100

PROVINCIA AUTONOMA DI TRENTO - SERVIZIO APPALTI, CONTRATTI E GESTIONI GENERALI - UFFICIO APPALTI. Città: TRENTO Codice postale: 38100 Automa di TrentoUNIONE EUROPEA Pubblicazione del Supplemento alla Gazzetta ufficiale dell'unione europea 2, rue Mercier, L-2985 Lussemburgo Fax (352) 29 29-42670 E-mail: ojs@publications.europa.eu Info

Dettagli

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche:

IDEE DI RESISTENZA. Il progetto, nato per ricordare il 70 anno dalla Liberazione, parte da due considerazioni propedeutiche: PREMESSA Insignita della Medaglia d Argento al Valor Militare della Resistenza, Pistoia, al pari di altre città toscane, è stata teatro di avvenimenti tragici, la maggior parte dei quali intercorsi tra

Dettagli

www.integration.zh.ch

www.integration.zh.ch Cantone di Zurigo Dipartimento della giustizia e degli interni Ufficio cantonale per l integrazione Informazioni per i nuovi arrivati dall estero www.integration.zh.ch Indice 03 Immigrazione e diritto

Dettagli

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini

Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Estate Ragazzi Estate Bambini Carta dei servizi Servizio Attività del Tempo Libero 1 REALIZZATA A CURA DI: Servizio Attività del Tempo Libero Comune di Bolzano Michela Voltani Elena Bettini Anita Migl COORDINAMENTO PROGETTO Cristina

Dettagli

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME

ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME ORARI E GIORNI VISITE FISCALI 2014-2015. CAMBIA TUTTO PER I LAVORATORI DIPENDENTI - ECCO COME Gli Orari Visite Fiscali 2014 2015 INPS lavoratori assenti per malattia dipendenti pubblici, insegnanti, privati,

Dettagli

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione.

Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. Per una città governabile. Nuove metodologie di lavoro per gestire la complessità e la partecipazione. MICHELE EMILIANO Sindaco del Comune di Bari 12 maggio 2006 Innanzitutto benvenuti a tutti i nostri

Dettagli

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche

Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche Comune di Parma Guida alla corretta applicazione della normativa sull abbattimento delle barriere architettoniche A vent anni dall entrata in vigore della più importante legge sull abbattimento delle barriere

Dettagli

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può!

Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! Pag. 1/3 Viaggiare all estero in emodialisi con noi si può! (Articolo tratto da ALCER n 153 edizione 2010) Conoscere posti nuovi, nuove culture e relazionarsi con persone di altri paesi, di altre città

Dettagli

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati

ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati VISTO DAI BAMBINI E DAI RAGAZZI ILaboratori di Progettazione Partecipata presentati in questa sezione riguardano progetti e proposte in aree di verde pubblico. Se il primo lavoro è finalizzato all arredo

Dettagli

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013

IO CI SARÒ. dai 9 anni LIA LEVI. Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 PIANO DI IO CI SARÒ LIA LEVI LETTURA dai 9 anni Illustrazioni di Donata Pizzato Serie Arancio n 145 Pagine: 192 Codice: 566-3210-1 Anno di pubblicazione: 2013 L AUTRICE Lia Levi è oggi una delle più affermate

Dettagli

Regole per un buon Animatore

Regole per un buon Animatore Regole per un buon Animatore ORATORIO - GROSOTTO Libretto Animatori Oratorio - Grosotto Pag. 1 1. Convinzione personale: fare l animatore è una scelta di generoso servizio ai ragazzi per aiutarli a crescere.

Dettagli

Una storia vera. 1 Nome fittizio.

Una storia vera. 1 Nome fittizio. Una storia vera Naida 1 era nata nel 2000, un anno importante, porterà fortuna si diceva. Era una ragazzina come tante, allegra, vivace e che odiava andare a scuola. Era nata a Columna Pasco, uno dei tanti

Dettagli

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA

CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA Collegno, 17 novembre 2014 CENTO ANNI FA: LA GRANDE GUERRA PROPOSTA DI TRENO STORICO RIEVOCATIVO DA TORINO A UDINE progetto per la realizzazione di una tradotta militare rievocativa, da Torino a Udine

Dettagli

Attravers Arna e Sentieri Aperti

Attravers Arna e Sentieri Aperti La XII^ Circoscrizione ARNA del Comune di Perugia, con le Associazioni del territorio, presenta: Attravers Arna e Sentieri Aperti Edizione 2009 Cinque camminate mattutine tra sapori, colori e suoni nella

Dettagli

Il Sindaco presenta la sua Giunta

Il Sindaco presenta la sua Giunta Comunicato stampa Il Sindaco presenta la sua Giunta Il primo cittadino ha svelato i nomi e le deleghe degli assessori che comporranno la Giunta. «Scelte condivise ha commentato Checchi, adottate sulla

Dettagli

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro

OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro A Sua Eccellenza il Signor Prefetto di Roma OGGETTO: Piano coordinato di interventi per la sicurezza urbana e il decoro Signor Prefetto, come abbiamo concordato nei nostri precedenti incontri, Le scrivo

Dettagli

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS

Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano l italiano in contesto L2 o LS MA IL CIELO È SEMPRE PIÙ BLU di Rino Gaetano Didattizzazione di Greta Mazzocato Univerisità Ca Foscari di Venezia Destinatari: adulti/giovani adulti di diversa provenienza linguistica e culturale che imparano

Dettagli

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore

Dimore di La o. Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore. Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore g Dimore di La o Ville, Castelli, Parchi e Personaggi della sponda piemontese del Lago Maggiore Scenari S.r.l. - Andrea Lazzarini Editore Dimore di Lago Dimore di Lago, terzo volume storico della Collana

Dettagli

www.italy-ontheroad.it

www.italy-ontheroad.it www.italy-ontheroad.it Rotonda, rotatoria: istruzioni per l uso. Negli ultimi anni la rotonda, o rotatoria stradale, si è molto diffusa sostituendo gran parte delle aree semaforizzate, ma l utente della

Dettagli

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda

TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda TCS Carta Aziendale Soccorso stradale e protezione giuridica circolazione per veicoli aziendali TCS Carta Aziendale: assistenza su misura per la Sua azienda Un problema in viaggio? Ci pensa il Suo pattugliatore

Dettagli

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA

2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA 2 GIUGNO 2013 FESTA DELLA REPUBBLICA Discorso del Prefetto Angelo Tranfaglia Piazza Maggiore Bologna, 2 giugno 2013 Autorità, cittadini tutti di Bologna e della sua provincia, un cordiale saluto a tutti.

Dettagli

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA

VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA VISITE GUIDATE AGLI SCAVI di OSTIA ANTICA MODULO PER I GRUPPI Nel presente modulo sono indicati i possibili percorsi per la Visita Guidata agli Scavi di Ostia Antica e la relativa Scheda di Prenotazione

Dettagli

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020

Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 Roma 2020: valori e opinioni I valori economici dei Giochi Olimpici e Paralimpici di Roma 2020 La spesa complessiva

Dettagli

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007)

COMUNE DI NORMA. Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee. (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) COMUNE DI NORMA Regolamento Comunale per lo svolgimento di manifestazioni temporanee (approvato con delibera C.C. n 7 DEL 28/02/2007) Articolo 1 SCOPI DEL REGOLAMENTO 1. L Amministrazione Comunale, in

Dettagli

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA

Amare e far AMARE GESÙ. Borrelli. Truffelli. Approfondimento su Incontriamo Gesù. Orientamenti per l annuncio e la catechesi in Italia ANNA TERESA EDUCARE OGGI/9 A CURA DI ANNA TERESA Borrelli PREFAZIONE DI MATTEO Truffelli Amare e far AMARE GESÙ CONTRIBUTI DI: Marco Ghiazza Luca Marcelli Paolo e Rita Seghedoni Marcello Semeraro Lucio Soravito De

Dettagli

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE

Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Numero 2 del 29 febbraio 2012 PROGETTO CESIPE Lo scorso 8 febbraio nella sede del Comitato Consultivo, il Direttore Generale dell Azienda "Policlinico-Vittorio Emanuele", Armando Giacalone, il Direttore

Dettagli

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE

lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE lanzo torinese Gran Fondo Internazionale del Punt del Diau - 25 km (D+ 1450) 4 ottobre 2014 prova A PRENDERmi gara femminile - 1 a EDIZIONE l originale www.casadelcammino.it for SI RINGRAZIANO IN MODO

Dettagli

La Carta di Montecatini

La Carta di Montecatini La Carta di Montecatini Le origini e le ragioni della Carta di Montecatini La Carta di Montecatini è il frutto del lavoro del secondo Campus che si è svolto nella città termale dal 27 al 29 ottobre 2005.

Dettagli

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23

GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 GARA CICLISTICA per ELITE e UNDER 23 domenica 7 Ottobre 2012 - ore 9.45 GORLE - BERGAMO ARRIVEDERCI alla 42a Settimana Ciclistica Bergamasca dal 2 al 7 settembre 2013 REGOLAMENTO SPECIALE DI CORSA SU STRADA

Dettagli

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci

8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE. Prof. Pier Luigi Carci 8 - LE OPERE DI URBANIZZAZIONE Prof. Pier Luigi Carci Introduzione Introduzione Le opere di urbanizzazione costituiscono tutte le strutture e i servizi necessari per rendere un nuovo insediamento adatto

Dettagli

COME VINCERE IL CALDO

COME VINCERE IL CALDO Centro Nazionale per la Prevenzione e il Controllo delle Malattie ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO Raccomandazioni per il personale che assiste gli anziani a casa ESTATE SICURA COME VINCERE IL CALDO

Dettagli

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica

Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Indagine sui consumi degli edifici pubblici (direzionale e scuole) e potenzialità degli interventi di efficienza energetica Marco Citterio, Gaetano Fasano Report RSE/2009/165 Ente per le Nuove tecnologie,

Dettagli

Onore al carabiniere Antonio Bonavita Medaglia d'argento al Valor Militare

Onore al carabiniere Antonio Bonavita Medaglia d'argento al Valor Militare Onore al carabiniere Antonio Bonavita Medaglia d'argento al Valor Militare Giuseppe Massari ONORE AL CARABINIERE ANTONIO BONAVITA Medaglia d Argento al Valor Militare www.booksprintedizioni.it Copyright

Dettagli

Progetto Rubiera Centro

Progetto Rubiera Centro LE POLITICHE DELLA REGIONE EMILIA-ROMAGNA PER LA QUALIFICAZIONE DEI CENTRI COMMERCIALI NATURALI Progetti anno 2013 (D.G.R. n. 1822/2013) Bologna, 1 luglio 2014 Progetto Rubiera Centro Il progetto del comune

Dettagli

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare

Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare 1 Via del Fagutale? Adesso ne possiamo parlare.. 1. LA RAPPRESENTAZIONE DEI MEDIA Dal 23 aprile 2010 dai mezzi di comunicazione italiani, tramite: Agenzie stampa;

Dettagli

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO

ESENZIONI PER MOTIVI DI ETA' e/o REDDITO Il nucleo familiare è composto da : - Il richiedente l esenzione - il coniuge (non legalmente ed effettivamente separato) indipendentemente dalla sua situazione reddituale - dai familiari a carico fiscalmente

Dettagli

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA!

FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! FEBBIO SUMMER CAMP - Estate 2015 UNA SETTIMANA DI DIVERTIMENTO IMMERSI NELLA NATURA! Febbio (1200-2063 m.) Comune di Villa Minozzo, alle pendici del Monte Cusna; località inserita nel meraviglioso contesto

Dettagli

ISERNIA. Il ponte ferroviario

ISERNIA. Il ponte ferroviario ISERNIA Caparbia, questo sembra Isernia: quanta determinazione dev essere costato far arrivare il treno nella parte alta della città, quanta opera di convincimento per ottenere un viadotto così grandioso

Dettagli

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO

TRIBUTO AL GRAN PREMIO PARCO VALENTINO TRIBUTO AL Fai sfilare la tua passione tra le strade di Torino. Iscrivi la tua vettura al DOMENICA, 14 GIUGNO 2015 la parata celebrativa delle automobili più importanti di sempre PARCO VALENTINO - SALONE

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME

REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME REGOLAMENTO COMUNALE PER LA GESTIONE DEL PART-TIME ART. 1 Oggetto Il presente regolamento disciplina le procedure per la trasformazione dei rapporti di lavoro da tempo pieno a tempo parziale dei dipendenti

Dettagli

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello

alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE Atelier Castello alberi PER I GIARDINI DEL FILARETE novantanove Atelier Castello o- vata- ove alberi ABBIAMO RIDOTTO L AREA PEDONALE DELIMITANDO I BRACCI A FILO DELLE TORRI DEL CASTELLO. IN QUESTO MODO LA PIAZZA CON I

Dettagli

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica

SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07. Documentazione a cura di Quaglietta Marica SCUOLA DELL INFANZIA ANDERSEN SPINEA I CIRCOLO ANNO SCOLASTICO 2006/07 GRUPPO ANNI 3 Novembre- maggio Documentazione a cura di Quaglietta Marica Per sviluppare Pensiero creativo e divergente Per divenire

Dettagli