DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NON ALTRIMENTI SPECIFICATI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NON ALTRIMENTI SPECIFICATI"

Transcript

1 DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NON ALTRIMENTI SPECIFICATI Caratteristiche generali I NAS sono disturbi dell alimentazione di severità clinica che soddisfano la definizione di disturbo dell alimentazione ma non i criteri diagnostici dell anoressia nervosa e della bulimia nervosa. Sono i DCA epidemiologicamente più rilevanti e che più frequentemente si riscontrano nella pratica clinica. In alcuni casi si riscontrano sindromi parziali dove manca solamente un criterio diagnostico per poter definire un paziente anoressico o bulimico ; esempio le persone che hanno tutte le caratteristiche dell anoressia nervosa ma hanno un peso nella norma o non presentano l amenorrea ; oppure le persone con tutte le caratteristiche della bulimia nervosa ma con frequenza di abbuffate Inferiore a due la settimana) in altri casi si riscontrano disturbi sottosoglia, che presentano una sintomatologia non abbastanza grave da raggiungere la soglia richiesta per la sindrome piena. La categoria include quei disturbi dell alimentazione che non soddisfano i criteri di nessun specifico disturbo dell alimentazione. Gli esempi includono: Per il sesso femminile, tutti i criteri dell AN in presenza di un ciclo mestruale regolare. Tutti i criteri dell AN sono soddisfatti, e, malgrado la significativa perdita di peso, il peso attuale risulta nei limiti della norma. Tutti i criteri della BN risultano soddisfatti, tranne il fatto che le abbuffate e le condotte compensatorie hanno una frequenza inferiore a due episodi per settimana per tre mesi. Un soggetto di peso normale che si dedica regolarmente ad inappropriate condotte compensatorie dopo aver ingerito piccole quantità di cibo (es.vomito autoindotto dopo aver mangiato due biscotti). Il soggetto ripetutamente mastica e sputa, senza deglutirle, grandi quantità di cibo.

2 Disturbo da alimentazione incontrollata: ricorrenti episodi di abbuffate in assenza di regolari condotte compensatorie inappropriate tipiche della BN. Il Disturbo da Alimentazione Incontrollata (BED / Binge Eating Disorder ) è una condizione patologica non ben definita, classificato tra i disturbi del comportamento alimentare non altrimenti specificati, i cui criteri per il momento sono riportati nell appendice del DSM IV come categoria diagnostica che richiede ulteriori studi (American Psychiatric Association, 1994). L'espressione Binge Eating non è stata coniata da un medico, ma da un paziente: il trentasettenne professore di liceo Hyman Cohen in cura per obesità presso il dottor Albert Stunkard, il quale nel 1959 fece la prima descrizione della patologia studiando appunto gruppi di pazienti obesi. Gli studi su questo disturbo si sono poi moltiplicati dopo circa 20 anni da questa prima identificazione. Binge Eating deriva, per analogia, da Binge Drinking: alzare il gomito, perdere la misura nel bere. Tradotto alla lettera, il termine Binge Eating vuol dire quindi cedere alla tentazione di mangiare, essere indulgenti con la propria voracità, commettere peccati di gola. I traduttori della versione italiana del DSM-IV hanno scelto l'espressione alimentazione incontrollata. Un'alternativa valida potrebbe essere abbuffata compulsiva, denominazione più esplicita che contiene entrambi gli elementi che definiscono il Binge Eater: l'eccesso e il sentimento di perdita di controllo, di necessità non governabile: il dato oggettivo della grande quantità di cibo ingerito e il dato soggettivo della perdita di controllo per irresistibile bramosia.sembra essere relativamente raro nella popolazione generale, con una prevalenza variabile dallo 0,7 al 4,6%. Viceversa è di comune riscontro tra i soggetti obesi, con valori di prevalenza crescenti parallelamente al grado di sovrappeso e,conseguentemente alla complessità delle terapie ad esso relative. Infatti risulta essere del 16% tra coloro che si sottopongono a programmi di riduzione del peso non medici, del 30% tra gli obesi in trattamento presso cliniche universitarie specialistiche, sino al 70% dei frequentatori degli Overeaters Anonymous, un'associazione americana di mangiatori compulsivi, sovrapponibile agli alcolisti anonimi, che seleziona i casi più gravi. Colpisce più il sesso femminile con un rapporto di 3 a 2 e interessa in egual misura i bianchi che i neri americani. Gli obesi con BED in linea generale hanno un peso maggiore rispetto agli obesi non BED; è stato in oltre osservato che la prevalenza di BED aumenta

3 all'aumentare del grado di eccesso ponderale. Gli obesi Binge Eater sono maggiormente soggetti ad avere significative storie familiari di obesità, sono stati in eccesso di peso durante l'infanzia e presentano con maggiore probabilità storie di Weight Cycling (o Sindrome dello Yo-yo), comprendenti periodiche fluttuazioni del peso corporeo dell'ordine dei 10 Kg o maggiori. I criteri diagnostici del disturbo da alimentazione incontrollata sono esposti nella Tabella 6. : Tabella 6. Criteri diagnostici del Disturbo da Alimentazione Incontrollata 1. episodi ricorrenti di abbuffate compulsive quantità di cibo eccessiva rispetto al normale e in un arco di tempo limitato sensazione di perdita di controllo sull atto del mangiare 2. tali episodi sono accompagnati da almeno tre dei seguenti sintomi: mangiare molto più rapidamente del normalecon voracità mangiare fino a sentirsi sgradevolmente pieni mangiare grandi quantità di cibo anche senza sentire fame mangiare in solitudine a causa dell imbarazzo per quanto si sta mangiando sentirsi in colpa, depresso e disgustato dopo l abbuffata 3. marcato disagio per il mangiare incontrollato 4. frequenza di almeno due giorni alla settimana in un periodo di tre mesi 5. il disturbo non si manifesta nel corso di anoressia nervosa e bulimia nervosa

4 Il BED Si differenzia dalla Bulimia Nervosa per i seguenti motivi: il soggetto interessato è per lo più obeso E quasi sempre presente una comorbilità psichiatrica in particolare la depressione e i soggetti interessati presentano importanti problemi interpersonali. L abbuffata non è mai seguita in modo costante dall utilizzo di mezzi di compenso (vomito, lassativi, diuretici, digiuno o eccessivo esercizio fisico). Gli approcci terapeutici più efficaci sono: Terapia cognitivo-comportamentale Terapia psicologica interpersonale Terapia farmacologia - Antidepressivi : Fluoxetina, Sertralina, fluvoxamina, citalopram - antiobesità : Sibutramina Per saperne di più Altre condotte alimentari patologiche La Sindrome da alimentazione notturna ( NES / Night Eating Syndrome ) E un disturbo con caratteristiche distinte dagli altri Disturbi del Comportamento Alimentare; per ora ci sono solo criteri diagnostici provvisori,codificati da Birketvedt et al., in seguito a ricerche condotte in Norvegia e negli Stati Uniti. La comparsa della NES sembra legata a fattori di stress. Colpisce circa il 2% della popolazione generale, il 9% dei pazienti obesi e il 27% dei pazienti severamente obesi. Questa sindrome è caratterizzata da spuntini serali e notturni ricchi di carboidrati (circa il 70% delle calorie totali assunte) ed in particolare da un elevato rapporto carboidrati/proteine che suggerisce che l'alimentazione notturna è finalizzata a ristorare il sonno disturbato di questi pazienti. Mettendo a confronto i soggetti obesi affetti da NES con i soggetti obesi senza questo disturbo, si è rivelato nei primi un più elevato livello di depressione e di bassa autostima, associato ad una minore perdita di peso.

5 Le caratteristiche evidenziate sono riassunte nella Tabella 7 : Tabella 7. Criteri diagnostici del Disturbo da Alimentazione Notturna 1. anoressia mattutina, anche se il soggetto consuma la prima colazione 3. iperfagia serale : il 50 % delle necessità energetiche della giornata vengono consumate dopo l ultimo pasto serale 4. frequenti risvegli notturni, con consumo di snack 5. ripetizione dei comportamenti descritti per tre o più mesi 6. i soggetti non soddisfano i criteri diagnostici per la bulimia nervosa e per il disturbo da alimentazione incontrollata Gli approcci terapeutici più efficaci sono: Terapia cognitivo-comportamentale Terapia psicologica interpersonale Terapia farmacologia ( sertralina, topiramato) Fototerapia : esposizione alla luce

6 Altri tre disturbi del comportamento alimentare, non riconosciuti, al momento, dalla medicina, sono: Ortoressia Questo disturbo vede il soggetto mettere in atto un comportamento ossessivo non nei confronti della quantità di cibo ingerito, come avviene nei DCA, ma nei confronti della sua qualità, si tratta di una restrizione di tipo qualitativo. Il tentativo di alimentarsi in modo salutare degenera in questi soggetti nell'adozione di una dieta ogni giorno più severa, fino ad eliminare gruppi essenziali di cibi, anche quelli necessari per un'alimentazione equilibrata. Reverse anorexia Per quanto riguarda popolazione maschile, contrariamente a quanto avviene nelle femmine, in alcuni maschi c'è la tendenza a sviluppare una struttura fisica più imponente. Comportamenti di questo tipo sembrano configurare quel disturbo tipico del sesso maschile, denominato Reverse Anorexia che esordisce di solito nell'adolescenza, nella quale l'insoddisfazione per l'aspetto fisico e la distorsione dell'immagine corporea si esprimono con l'irrealistica convinzione di essere troppo piccoli o gracili; ciò determina i tentativi di mascheramento con abiti pesanti, il rifiuto di indossare costumi da bagno, induce un'intensa attività ginnica e la scelta accurata di cibi ad elevato contenuto proteico, motivata dal tentativo di potenziare la muscolatura. Comportamenti di dieta cronica restrittiva (dieting) Sono caratterizzati da un controllo esasperato del peso, da una costante attenzione alla dieta e da sentimenti di angoscia ogni volta che questo varia. Le persone che controllano in questo modo il loro peso svolgono apparentemente una vita normale, che tuttavia risulta polarizzata verso questo unico interesse e viene limitata dalle esigenze della dieta; può risultare molto problematico ad esempio uscire a cena con amici e condurre una vita sociale accettabile.

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NELL OBESIT OBESITÀ

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NELL OBESIT OBESITÀ I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NELL OBESIT OBESITÀ ALESSIA MINNITI, Unità Funzionale Semplice di Dietetica e Nutrizione Clinica Università degli Studi di Verona 4 Congresso SIO-Triveneto Udine,

Dettagli

LA PATOLOGIA DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE:

LA PATOLOGIA DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE: LA PATOLOGIA DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE: Nuovi criteri di classificazione? Corrado D Agostini AGENZIA DELLA NUTRIZIONE D.A.I. D.E.A.S. AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA CAREGGI- FIRENZE IL DSM - 5 17

Dettagli

4 Congresso Sezione Regionale Triveneto Società Italiana dell Obesità OBESITA E DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

4 Congresso Sezione Regionale Triveneto Società Italiana dell Obesità OBESITA E DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE 4 Congresso Sezione Regionale Triveneto Società Italiana dell Obesità OBESITA E DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE R.Siani, L. Ravazzin, D. De Pauli Binge Eating Disorder e Comorbilità Psichiatrica

Dettagli

DISTURBO DA ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA (BED) Chi colpisce, che cos'è CHI COLPISCE

DISTURBO DA ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA (BED) Chi colpisce, che cos'è CHI COLPISCE DISTURBO DA ALIMENTAZIONE INCONTROLLATA (BED) Chi colpisce, che cos'è CHI COLPISCE Significativi problemi di abbuffate, cioè assunzione di un elevata quantità di cibo associata a un senso di perdita di

Dettagli

Approccio Clinico ai Disturbi del Comportamento Alimentare

Approccio Clinico ai Disturbi del Comportamento Alimentare Approccio Clinico ai Disturbi del Comportamento Alimentare Disturbi del Comportamento Alimentare DCA Anoressia Nervosa Bulimia Nervosa Binge Eating Disorder DCA Non Altrimenti Specificati Anoressia Nervosa

Dettagli

I disturbi del comportamento alimentare. Dott.ssa Bernardelli Sara Psicologa-Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale

I disturbi del comportamento alimentare. Dott.ssa Bernardelli Sara Psicologa-Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale I disturbi del comportamento alimentare Dott.ssa Bernardelli Sara Psicologa-Psicoterapeuta Cognitivo Comportamentale Cosa sono i disturbi alimentari (DCA)? Sono problematiche che riguardano il rapporto

Dettagli

ASPETTI PSICOLOGICI: DALLA PATOLOGIA ALLA DIETA

ASPETTI PSICOLOGICI: DALLA PATOLOGIA ALLA DIETA ASPETTI PSICOLOGICI: DALLA PATOLOGIA ALLA DIETA BED: Binge Eating Disorder o Disturbo da alimentazione incontrollata (circa il 30% degli obesi) Abbuffate ricorrenti per almeno 2 giorni/settimana per almeno

Dettagli

Centro per la Gestione e lo Studio dei Disturbi del Comportamento Alimentare: strutture coinvolte. I Disturbi del Comportamento Alimentare

Centro per la Gestione e lo Studio dei Disturbi del Comportamento Alimentare: strutture coinvolte. I Disturbi del Comportamento Alimentare La ASL CE 2 ha inteso sviluppare un programma di intervento con particolare riferimento ai Disturbi del Comportamento Alimentare costituendo un gruppo interdisciplinare per la lo studio e la gestione degli

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI CLINICA PSICHIATRICA Dir. Prof. Gian Carlo Nivoli I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE D.C.A.

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI CLINICA PSICHIATRICA Dir. Prof. Gian Carlo Nivoli I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE D.C.A. UNIVERSITA DEGLI STUDI DI SASSARI CLINICA PSICHIATRICA Dir. Prof. Gian Carlo Nivoli I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE assificazione dei D.C.A Anoressia Mentale Bulimia Mentale DSM III (1980) Pica,

Dettagli

IMMAGINE DEL CORPO E QUALITÀ DI VITA, QUALI MISURE DI OUTCOME NEI SOGGETTI CON DISTURBO DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE (DCA)

IMMAGINE DEL CORPO E QUALITÀ DI VITA, QUALI MISURE DI OUTCOME NEI SOGGETTI CON DISTURBO DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE (DCA) IMMAGINE DEL CORPO E QUALITÀ DI VITA, QUALI MISURE DI OUTCOME NEI SOGGETTI CON DISTURBO DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE (DCA) ANNAPIA VERRI ISTITUTO NEUROLOGICO NAZIONALE C. MONDINO-PAVIA WEIGHT-RELATED DISORDERS

Dettagli

Ragusa 10 Ottobre 2009 Aspetti antropologici e sociologici inerenti i Disturbi della Condotta. psichiatra

Ragusa 10 Ottobre 2009 Aspetti antropologici e sociologici inerenti i Disturbi della Condotta. psichiatra Ragusa 10 Ottobre 2009 Aspetti antropologici e sociologici inerenti i Disturbi della Condotta Alimentare: DCA dr Giuseppe Sapienza dr. Giuseppe Sapienza psichiatra Il presente intervento vuole offrire

Dettagli

BULIMIA NERVOSA. A. Ricorrenti abbuffate. Una abbuffata è caratterizzata da entrambi i seguenti:

BULIMIA NERVOSA. A. Ricorrenti abbuffate. Una abbuffata è caratterizzata da entrambi i seguenti: BULIMIA NERVOSA A. Ricorrenti abbuffate. Una abbuffata è caratterizzata da entrambi i seguenti: 1) mangiare in un definito periodo di tempo una quantità di cibo significativamente maggiore di quello che

Dettagli

Epidemiologia ed Etiopatogenesi dei Disturbi dell Alimentazione. Carlo Faravelli Università di Firenze

Epidemiologia ed Etiopatogenesi dei Disturbi dell Alimentazione. Carlo Faravelli Università di Firenze Epidemiologia ed Etiopatogenesi dei Disturbi dell Alimentazione Carlo Faravelli Università di Firenze PRINCIPALI INDICATORI EPIDEMIOLOGICI Epidemiologia INCIDENZA: numero di nuovi casi Anoressia Nervosa

Dettagli

L'altra me: viaggio nei Disturbi Alimentari

L'altra me: viaggio nei Disturbi Alimentari L'altra me: viaggio nei Disturbi Alimentari Quali sono i disturbi alimentari? Anoressia nervosa Bulimia nervosa Binge Eating Disorder e Disturbi NAS Anoressia nervosa 1- Rifiuto di mantenere il proprio

Dettagli

Anoressia nervosa. Che cos è L anoressia nervosa è un disturbo dell alimentazione caratterizzato dai seguenti aspetti:

Anoressia nervosa. Che cos è L anoressia nervosa è un disturbo dell alimentazione caratterizzato dai seguenti aspetti: Dal sito : Terzocentro di psicoterapia Cognitiva (Roma) http://www.terzocentro.it Anoressia nervosa Che cos è L anoressia nervosa è un disturbo dell alimentazione caratterizzato dai seguenti aspetti: rilevante

Dettagli

C L A S S I F I C A Z I O N E, D I A G N O S I E S E T T I N G D I C U R A N E I D C A

C L A S S I F I C A Z I O N E, D I A G N O S I E S E T T I N G D I C U R A N E I D C A C L A S S I F I C A Z I O N E, D I A G N O S I E S E T T I N G D I C U R A N E I D C A Trento, 14 marzo 2015 Dott. Alessandro Salvi UNA VISIONE PANORAMICA DEI DCA : ALCUNI TRATTI CARATTERISTICI I DCA sono

Dettagli

RESPONSABILI: Direttore CSM Dr. Mario Nicotera Dr.ssa Caterina Iocca,psicologo dirigente, specialista in CBT.

RESPONSABILI: Direttore CSM Dr. Mario Nicotera Dr.ssa Caterina Iocca,psicologo dirigente, specialista in CBT. UNITA DI PSICOLOGIA CLINICA-RIABILITATIVA CENTRO DIURNO PROGETTO SPERIMENTALE DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE Disturbo dell alimentazione: Conoscere per curare e per vivere RESPONSABILI: Direttore

Dettagli

I disturbi del comportamento alimentare. Criteri diagnostici ed elementi clinici di diagnosi differenziale

I disturbi del comportamento alimentare. Criteri diagnostici ed elementi clinici di diagnosi differenziale I disturbi del comportamento alimentare Criteri diagnostici ed elementi clinici di diagnosi differenziale Perché parlare dei disturbi alimentari? I Disturbi dell Alimentazione riguardano molte persone,

Dettagli

DISTURBI DELLA CONDOTTA ALIMENTARE DCA

DISTURBI DELLA CONDOTTA ALIMENTARE DCA DISTURBI DELLA CONDOTTA ALIMENTARE DCA Nella cultura occidentale le prime descrizioni cliniche di anomalie dell alimentazione risalgono a più di 2000 anni fa. Alcune sante cristiane avevano un comportamento

Dettagli

sociali, vissuti intra-psichici

sociali, vissuti intra-psichici Frequente evoluzione verso quadri long- term Le risposte disfunzionali: : ad eventi stressanti, sollecitazioni psico-sociali sociali, vissuti intra-psichici psichici Conseguenti a pensieri automatici (dicotomia,

Dettagli

Disturbi del Comportamento Alimentare: l esperienza infermieristica del Centro Pilota Regionale Lombardo

Disturbi del Comportamento Alimentare: l esperienza infermieristica del Centro Pilota Regionale Lombardo Disturbi del Comportamento Alimentare: l esperienza infermieristica del Centro Pilota Regionale Lombardo Angela Fantoni Coordinatore Infermieristico fanangi1@gmail.com SPEDALI CIVILI BRESCIA, Gussago (BS)

Dettagli

EDUCAZIONE ALIMENTARE: QUANDO L'AMORE PER IL CIBO SI TRASFORMA IN ODIO.

EDUCAZIONE ALIMENTARE: QUANDO L'AMORE PER IL CIBO SI TRASFORMA IN ODIO. EDUCAZIONE ALIMENTARE: QUANDO L'AMORE PER IL CIBO SI TRASFORMA IN ODIO. Esiste un rapporto inestricabile tra cibo ed emozioni, tra i cibi assunti per bisogno fisiologico e quelli assunti come appagamento

Dettagli

ANORESSIA NERVOSA BULIMIA NERVOSA

ANORESSIA NERVOSA BULIMIA NERVOSA 1 2 ANORESSIA NERVOSA BULIMIA NERVOSA Disturbi del comportamento alimentare non altrimenti specificati (DCA NAS), all interno dei quali è inserito il disturbo da alimentazione incontrollata (BED BINGE

Dettagli

Disturbi della condotta alimentare Dott.ssa Domizia Consoli

Disturbi della condotta alimentare Dott.ssa Domizia Consoli Disturbi della condotta alimentare Dott.ssa Domizia Consoli Obesità, anoressia e bulimia sono termini entrati nel nostro linguaggio comune, a designare la crescente importanza che i problemi connessi al

Dettagli

INFORMAZIONI SULLO STUDIO VILLA GARDA-OXFORD

INFORMAZIONI SULLO STUDIO VILLA GARDA-OXFORD INFORMAZIONI SULLO STUDIO VILLA GARDA-OXFORD Confronto fra due forme di psicoterapia cognitivo comportamentale ospedaliera per i disturbi dell alimentazione Gentile paziente, la Casa di Cura Villa Garda

Dettagli

Anoressia. Quando ci si accorge della malattia?

Anoressia. Quando ci si accorge della malattia? Anoressia Quando ci si accorge della malattia? Ciò che rende l anoressia una malattia difficile da curare, è il suo insorgere subdolo, facilmente confondibile con una semplice astenia o con la scelta di

Dettagli

STILI DI VITA E OBESITA

STILI DI VITA E OBESITA STILI DI VITA E OBESITA IL PESO DELLA VITA 8 Maggio 2010 Martinelli Franca Dipartimento di Salute Mentale RE Il Disturbo da Alimentazione Incontrollata BED Big eating disorder La definizione del disturbo

Dettagli

I disturbi alimentari nei minori

I disturbi alimentari nei minori Terzo di Aquileia, 19 gennaio 2015 PARLIAMONE INSIEME per il benessere dei figli attraverso la tranquillità dei genitori I disturbi alimentari nei minori Gian Luigi Luxardi Centro per i Disturbi Alimentari

Dettagli

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE I DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE NOVEDRATE (CO) 19 APRILE 2012 Dott. Ssa Simona Musacchio L'ANORESSIA NEL TEMPO Descrizioni e Interpretazioni storiche dell'anoressia CENNI STORICI Il primo presunto

Dettagli

L importanza di una corretta Diagnosi e Diagnosi Differenziale nei Disturbi del Comportamento Alimentare

L importanza di una corretta Diagnosi e Diagnosi Differenziale nei Disturbi del Comportamento Alimentare L importanza di una corretta Diagnosi e Diagnosi Differenziale nei Disturbi del Comportamento Alimentare La denominazione comune, Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA) raccoglie fondamentalmente

Dettagli

I disturbi alimentari

I disturbi alimentari I disturbi alimentari Molti genitori del giorno d'oggi si preoccupano per i disturbi alimentari. Alle parole 'disturbo alimentare' si è data una tale attenzione negli ultimi anni che non è inusuale che

Dettagli

DOMENICA 19 OTTOBRE 2014. Centro Congressi NH Milanofiori Assago MI

DOMENICA 19 OTTOBRE 2014. Centro Congressi NH Milanofiori Assago MI DOMENICA 19 OTTOBRE 2014 Centro Congressi NH Milanofiori Assago MI Floriterapia nei disturbi del comportamento alimentare Bruno Brigo Disordini del comportamento alimentare Il DSM-V (acronimo di Diagnostic

Dettagli

Dipartimento dell Et. Condotte alimentari e caratteristiche psicosociali di bambini obesi: uno studio pilota

Dipartimento dell Et. Condotte alimentari e caratteristiche psicosociali di bambini obesi: uno studio pilota Condotte alimentari e caratteristiche psicosociali di bambini obesi: uno studio pilota M. Gugliotta, L. Garini,, C. Sassi, R. Scullino & S. Bernasconi Modelli Psicologici Obesogenic Binge Eating Disorder.

Dettagli

CENTRO DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

CENTRO DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE CENTRO DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE ASL3- GENOVESE PROGETTO Corpo, cibo, identità: una relazione difficile Dott.ssa Francesca Policante Dott.ssa Barbara Masini Creazione di un centro specialistico

Dettagli

Dr antonella arata Centro Disturbi Alimentari ASL3

Dr antonella arata Centro Disturbi Alimentari ASL3 U.O. Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Centro Disturbi Alimentari TITOLO: PROGETTO EDUCATIVO PER LA PREVENZIONE PRIMARIA DEI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE (DCA) RIVOLTO A DOCENTI E ALLIEVI

Dettagli

Obesità: trattamento multidisciplinare ed educazione alimentare infantile

Obesità: trattamento multidisciplinare ed educazione alimentare infantile 1 Obesità: trattamento multidisciplinare ed educazione alimentare infantile Corsi di formazione professionale per medici, nutrizionisti, psicologi ed insegnanti Diretto e coordinato dal prof. Luca Pecchioli

Dettagli

FUORI CONTROLLO doc. 52

FUORI CONTROLLO doc. 52 FUORI CONTROLLO doc. 52 di Daniele Cini e Claudia Pampinella regia di Daniele Cini direttore della fotografia Luigi Montebello Marina e Roslyn, Centro DCA Kenn Ghal Sahhtek, Malta LORETTA, FRANCA, MARINA

Dettagli

CORPOREITA E IDENTITA : INTERVENTI DI SOSTEGNO AL CAMBIAMENTO E PREVENZIONE DELLO STRESS

CORPOREITA E IDENTITA : INTERVENTI DI SOSTEGNO AL CAMBIAMENTO E PREVENZIONE DELLO STRESS CORPOREITA E IDENTITA : INTERVENTI DI SOSTEGNO AL CAMBIAMENTO E PREVENZIONE DELLO STRESS Vanda Braida 14/05/2015 Shabkar CHE COSA SONO? COME SI MANIFESTANO? COME SI PREVENGONO? COME SI AFFRONTANO? I disturbi

Dettagli

DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE Classificazione (DSM-IV American Psychiatric Association 1994) Anoressia nervosa Bulimia nervosa Disturbi dell alimentazione non altrimenti specificati (NAS) Binge

Dettagli

I DISTURBI DELL ALIMENTAZIONE

I DISTURBI DELL ALIMENTAZIONE I DISTURBI DELL ALIMENTAZIONE Cosa sono? Come affrontarli? Peso, forma del corpo, alimentazione Scuola Famiglia Altro Peso, forma del corpo, alimentazione Scuola Famiglia Sport Musica Amici Pittura Altro

Dettagli

ALIMENTAZIONE SANA IN ETA EVOLUTIVA PER UN CUORE SANO IN ETA ADULTA

ALIMENTAZIONE SANA IN ETA EVOLUTIVA PER UN CUORE SANO IN ETA ADULTA ALIMENTAZIONE SANA IN ETA EVOLUTIVA PER UN CUORE SANO IN ETA ADULTA PERCHE UN ALIMENTAZIONE NON SANA FA MALE AL CUORE?... perchè espone al sovrappeso e alle sue complicanze PERCHE UN ALIMENTAZIONE NON

Dettagli

I seminari degli Amici della mente. Capire e prevenire il disagio psicologico attraverso le canzoni di Fabrizio De Andrè

I seminari degli Amici della mente. Capire e prevenire il disagio psicologico attraverso le canzoni di Fabrizio De Andrè I seminari degli Amici della mente Capire e prevenire il disagio psicologico attraverso le canzoni di Fabrizio De Andrè I DISTURBI ALIMENTARI Dr. Gabriele Catania Cosa sono: Si tratta di patologie psichiatriche

Dettagli

L'alimentazione dello sportivo e i disordini del comportamento alimentare: Aspetti psicologici

L'alimentazione dello sportivo e i disordini del comportamento alimentare: Aspetti psicologici Scheda 9 L'alimentazione dello sportivo e i disordini del comportamento alimentare: Aspetti psicologici Pietro Delfini Alimentazione come bilancio I manuali, le lezioni, i titoli dei convegni sull'alimentazione

Dettagli

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI PSICOLOGIA. Tesi di laurea

UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI PSICOLOGIA. Tesi di laurea UNIVERSITA DEGLI STUDI DI PADOVA FACOLTA DI PSICOLOGIA Tesi di laurea L INTEGRAZIONE DELL EMDR NELLA PSICOTERAPIA DEI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE. di Gamba Martina Anno Accademico 2004-2005 Ai

Dettagli

In FormAzione. Indicazioni in materia di comunicazione sociale sui Disturbi del Comportamento Alimentare e dell Immagine Corporea

In FormAzione. Indicazioni in materia di comunicazione sociale sui Disturbi del Comportamento Alimentare e dell Immagine Corporea In FormAzione Indicazioni in materia di comunicazione sociale sui Disturbi del Comportamento Alimentare e dell Immagine Corporea ANORESSIA-BULIMIA AL MASCHILE di Francesco Bergamin L anoressia nervosa,

Dettagli

GRUPPI PSICOEDUCAZIONALI DIRETTI AI FAMILIARI DI PAZIENTI CHE SOFFRONO DI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

GRUPPI PSICOEDUCAZIONALI DIRETTI AI FAMILIARI DI PAZIENTI CHE SOFFRONO DI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE GRUPPI PSICOEDUCAZIONALI DIRETTI AI FAMILIARI DI PAZIENTI CHE SOFFRONO DI DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE A cura di Dott.ssa Silvia Fronza : +393931589465 silvia.fronza@hotmail.it COSA SONO I DISTURBI

Dettagli

Laura Dalla Ragione. Responsabile Centro DCA Palazzo Francisci di Todi e Centro DAI di Città della Pieve. Spoleto 12 settembre 2015

Laura Dalla Ragione. Responsabile Centro DCA Palazzo Francisci di Todi e Centro DAI di Città della Pieve. Spoleto 12 settembre 2015 Laura Dalla Ragione Responsabile Centro DCA Palazzo Francisci di Todi e Centro DAI di Città della Pieve Spoleto 12 settembre 2015 I Disturbi del Comportamento Alimentare Aumento vertiginoso Aumento dei

Dettagli

Disturbi del Comportamento Alimentare. Nuove Prospettive di Ricerca e Linee di Trattamento

Disturbi del Comportamento Alimentare. Nuove Prospettive di Ricerca e Linee di Trattamento Argomenti di Neuropsichiatria dell Infanzia e dell Adolescenza Roma, 17 Ottobre 2013 Disturbi del Comportamento Alimentare Nuove Prospettive di Ricerca e Linee di Trattamento V. ZANNA, C. CASTIGLIONI,

Dettagli

La disregolazione emozionale nei disturbi dell alimentazione Caterina Lombardo, Lucrezia Maccioli, Assunta Pierotti, Aldo Stella

La disregolazione emozionale nei disturbi dell alimentazione Caterina Lombardo, Lucrezia Maccioli, Assunta Pierotti, Aldo Stella Facoltà di Psicologia 2 La disregolazione emozionale nei disturbi dell alimentazione Caterina Lombardo, Lucrezia Maccioli, Assunta Pierotti, Aldo Stella Disturbi dell alimentazione (DSM-IV-TR): Anoressia

Dettagli

I I DISTURBI ALIMENTARI: COSA SONO? 1 Dati Osservatorio ABA e ISTAT. 2 Dati SISDCA.

I I DISTURBI ALIMENTARI: COSA SONO? 1 Dati Osservatorio ABA e ISTAT. 2 Dati SISDCA. I I DISTURBI ALIMENTARI: COSA SONO? In Italia circa 3 milioni di persone, pari al 5% della popolazione, soffre di disturbi del comportamento alimentare (DCA): il 95% sono donne, anche se sempre più numerosi

Dettagli

Diocesi di Carpi comunicato n 24 Carpi, 22 febbraio 2010. Comunicato stampa. Oltre lo specchio

Diocesi di Carpi comunicato n 24 Carpi, 22 febbraio 2010. Comunicato stampa. Oltre lo specchio Diocesi di Carpi comunicato n 24 Carpi, 22 febbraio 2010 Comunicato stampa Oltre lo specchio Progetto di intervento, aiuto e sostegno a persone affette da Disturbo del Comportamento Alimentare ed ai loro

Dettagli

Liborio Parrino Centro di Medicina del Sonno Dipartimento di Neuroscienze Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma SONNO E ALIMENTAZIONE

Liborio Parrino Centro di Medicina del Sonno Dipartimento di Neuroscienze Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma SONNO E ALIMENTAZIONE Liborio Parrino Centro di Medicina del Sonno Dipartimento di Neuroscienze Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma SONNO E ALIMENTAZIONE Aristotele durante la digestione si formano vapori che salgono

Dettagli

DISTURBI DELL ALIMENTAZIONE: INFORMAZIONI GENERALI

DISTURBI DELL ALIMENTAZIONE: INFORMAZIONI GENERALI DISTURBI DELL ALIMENTAZIONE: INFORMAZIONI GENERALI DEFINIZIONE I disturbi dell alimentazione possono essere definiti come persistenti disturbi del comportamento alimentare o di comportamenti finalizzati

Dettagli

Disturbi del Comportamento Alimentare

Disturbi del Comportamento Alimentare Disturbi del Comportamento Alimentare Disturbi del Comportamento Alimentare Manuale diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali DSM IV ANORESSIA NERVOSA Tipo restrittivo Tipo bulimico BULIMIA NERVOSA

Dettagli

L'Associazione FARIDE A di PROMOZIONE SOCIALE e SOLIDARIETA' di tipo respiratorio come la russata pesante, la riduzione del flusso d'aria FAMILIARE

L'Associazione FARIDE A di PROMOZIONE SOCIALE e SOLIDARIETA' di tipo respiratorio come la russata pesante, la riduzione del flusso d'aria FAMILIARE i L'Associazione FARIDE A di PROMOZIONE SOCIALE e SOLIDARIETA' FAMILIARE PRESENTA TL PROGETTO PREMESSA Negli ultimi anni è stato registrato un aumento dei Disturbi del comportamento alimentare (DCA) nella

Dettagli

I Disturbi del Comportamento Alimentare nell ambiente sportivo

I Disturbi del Comportamento Alimentare nell ambiente sportivo Corso di formazione per allenatori 6 luglio 2013 I Disturbi del Comportamento Alimentare nell ambiente sportivo Dott.ssa Tatiana Zanetti Lo svolgimento di questo corso di formazione per gli allenatori

Dettagli

Appropriatezza clinica, strutturale e operativa nella prevenzione, diagnosi e terapia dei disturbi dell alimentazione n. 17/22, Luglio-Agosto 2013

Appropriatezza clinica, strutturale e operativa nella prevenzione, diagnosi e terapia dei disturbi dell alimentazione n. 17/22, Luglio-Agosto 2013 Percorsi di cura dei disturbi dell alimentazione nella Regione Veneto Paolo Santonastaso Centro Regionale per i Disturbi Alimentari Dipartimento di Neuroscienze Università di padova Appropriatezza clinica,

Dettagli

IL RUOLO DELLO PSICOLOGO IN UN AMBULATORIO PER LA CURA DELL OBESITA OBESITA : MOTIVARE AL CAMBIAMENTO

IL RUOLO DELLO PSICOLOGO IN UN AMBULATORIO PER LA CURA DELL OBESITA OBESITA : MOTIVARE AL CAMBIAMENTO Ospedale L. Confalonieri -Luino- Azienda Ospedaliera Fondazione Macchi Giornate Diabetologiche Luinesi II Edizione 2012 IL RUOLO DELLO PSICOLOGO IN UN AMBULATORIO PER LA CURA DELL OBESITA OBESITA : MOTIVARE

Dettagli

La Famiglia come risorsa nel trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare: esercitazioni guidate di empowerment.

La Famiglia come risorsa nel trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare: esercitazioni guidate di empowerment. La Famiglia come risorsa nel trattamento dei Disturbi del Comportamento Alimentare: esercitazioni guidate di empowerment. A. Genovese, M. Bassetti, S. Scaramuzza Centro per i Disturbi del Comportamento

Dettagli

SCI-ABS Self Report Ultimo mese

SCI-ABS Self Report Ultimo mese SCI-ABS Self Report Ultimo mese Soggetto: Data: Istruzioni Le domande che seguono si riferiscono ad alcune situazioni che lei può aver avuto nel corso dell ultimo mese. La preghiamo di rispondere a fianco

Dettagli

!!!!! STRESS OSSIDATIVO E DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE Stress ossidativo: diagnosi, terapia, prevenzione 27 Settembre 2014

!!!!! STRESS OSSIDATIVO E DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE Stress ossidativo: diagnosi, terapia, prevenzione 27 Settembre 2014 STRESS OSSIDATIVO E DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE Stress ossidativo: diagnosi, terapia, prevenzione 27 Settembre 2014 Dott.ssa Giulia Tognana Centro per i DCA - Casa di Cura Privata Villa Margherita

Dettagli

I Disturbi dell'alimentazione in Età Evolutiva

I Disturbi dell'alimentazione in Età Evolutiva Corso di formazione regionale Supportare l alimentazione salutare in età evolutiva per contrastare alterazioni ponderali in eccesso e in difetto e le patologie correlate. Dott.ssa Carlotta Gentili Dott.ssa

Dettagli

disturbi del comportamento alimentare (DCA)

disturbi del comportamento alimentare (DCA) I disturbi dell alimentazione I disturbi del comportamento alimentare (DCA), sono disturbi caratterizzati dalla presenza di grossolane alterazioni del comportamento alimentare, associate costantemente

Dettagli

GSATN. In collaborazione con L UMAB di Brescia Corso biennale di Agopuntura Auricolare. Direttore: Dott. GIANCARLO BAZZONI

GSATN. In collaborazione con L UMAB di Brescia Corso biennale di Agopuntura Auricolare. Direttore: Dott. GIANCARLO BAZZONI GSATN In collaborazione con L UMAB di Brescia Corso biennale di Agopuntura Auricolare Direttore: Dott. GIANCARLO BAZZONI AURICOLOTERAPIA E DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE: ALCUNI CASI CLINICI Relatore:

Dettagli

Progetto prevenzione cardiovascolare

Progetto prevenzione cardiovascolare Progetto prevenzione cardiovascolare Dott. Fabrizio Zappaterra Obesità e sindrome metabolica Il peso ideale fu inizialmente calcolato mediante la formula di Broca: peso ideale per la donna (Kg) = altezza

Dettagli

- I comportamenti a rischio in adolescenza: l alimentazione disturbata -

- I comportamenti a rischio in adolescenza: l alimentazione disturbata - Anno accademico 2008/2009 Corso di Laurea Magistrale in Psicologia (classe LM-51) Curriculum in Psicologia dello Sviluppo e dell'educazione (LM-SV) Insegnamento Psicologia del rischio nello sviluppo sociale

Dettagli

Binge eating disorder:

Binge eating disorder: Binge eating disorder: caratteristiche psicopatologiche VALDO RICCA 1, GIOVANNI CASTELLINI 1, CARLO FARAVELLI 2 1 U.O. Psichiatria Universitaria, Azienda Ospedaliero-Universitaria Careggi, Firenze 2 Dipartimento

Dettagli

Donne, corpo e contraccezione

Donne, corpo e contraccezione Donne, corpo e contraccezione Donne, corpo e contraccezione A cura di Questa guida nasce per aiutarti ad individuare quali sono i campanelli d allarme da cogliere per accorgerti dello scivolamento verso

Dettagli

2 CONVEGNO DIABESITA

2 CONVEGNO DIABESITA 2 CONVEGNO DIABESITA La co-morbidità nel paziente con diabesità Dott. Roberto Gualdiero 7 Giugno 2014- CAVA DEI TIRRENI Diabesità è il neologismo coniato dall OMS per sottolineare la stretta associazione

Dettagli

DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE

DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE DISTURBI DEL COMPORTAMENTO ALIMENTARE Dott.ssa Maria Valentina Rumeo Assistente in formazione Scuola di Specializzazione in Psichiatria DEFINIZIONE I Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA) sono caratterizzati

Dettagli

In Italia la prevalenza di sovrappeso/obesità è tra le maggiori in Europa. con punte nelle regioni del Sud Italia (Okkio alla Salute, ISS 2008).

In Italia la prevalenza di sovrappeso/obesità è tra le maggiori in Europa. con punte nelle regioni del Sud Italia (Okkio alla Salute, ISS 2008). OBESITÁ PSICOGENA Il costante e rilevante incremento dei disturbi dell alimentazione nella popolazione adolescenziale e tardo giovanile, costituisce un dato osservativo di immediato riscontro per gli operatori

Dettagli

Agopuntura auricolare Trattamento integrato dell obesità

Agopuntura auricolare Trattamento integrato dell obesità Giancarlo Bazzoni Scuola Medica Italiana Agopuntura Auricoloterapia G.S.A.T.N. Sassari www.masterauricoloterapia.it L OBESITÀ RAPPRESENTA LA PIÙ COMUNE PATOLOGIA CRONICA DEL MONDO OCCIDENTALE. SONO CIRCA

Dettagli

I disturbi del comportamento alimentare: epidemia dei nostri tempi

I disturbi del comportamento alimentare: epidemia dei nostri tempi I disturbi del comportamento alimentare: epidemia dei nostri tempi Valeria del Balzo Dipartimento di Medicina Sperimentale Unità di Ricerca in Scienza dell Alimentazione e Nutrizione Umana Sapienza Università

Dettagli

INTERVISTA STRUTTURATA PER L ANORESSIA E LA BULIMIA NERVOSA (SIAB-EX) Valutazione dell esperto (Terza Edizione Riveduta 9/1997)

INTERVISTA STRUTTURATA PER L ANORESSIA E LA BULIMIA NERVOSA (SIAB-EX) Valutazione dell esperto (Terza Edizione Riveduta 9/1997) 1 INTERVISTA STRUTTURATA PER L ANORESSIA E LA BULIMIA NERVOSA (SIAB-EX) Valutazione dell esperto (Terza Edizione Riveduta 9/1997) COGNOME NOME DATA DI NASCITA INDIRIZZO DATA ODIERNA INTERVISTATORE 1. Deviazione

Dettagli

Francesco Rovetto Medico Spec in Psicologia ed in Psichiatria Già Prof Ordinario Psicologia Clinica Univ Pavia

Francesco Rovetto Medico Spec in Psicologia ed in Psichiatria Già Prof Ordinario Psicologia Clinica Univ Pavia DISTURBI ALIMENTARI Francesco Rovetto Medico Spec in Psicologia ed in Psichiatria Già Prof Ordinario Psicologia Clinica Univ Pavia www.rovetto.net Tel 3356058145 E-mail francesco@rovetto.net DSM-IV-TR

Dettagli

I DCA indotti dalla chirurgia bariatrica: nuovi quadri clinici. Caso clinico

I DCA indotti dalla chirurgia bariatrica: nuovi quadri clinici. Caso clinico Centro di riferimento per la cura e la riabilitazione dei disturbi del comportamento alimentare e del Peso Portogruaro (VE) ASSL 10 Veneto Orientale Centro pilota progetto nazionale Le buone pratiche di

Dettagli

Nuovi orientamenti nei disturbi dell alimentazione : dall anoressia al Binge Eating Disorder

Nuovi orientamenti nei disturbi dell alimentazione : dall anoressia al Binge Eating Disorder Nuovi orientamenti nei disturbi dell alimentazione : dall anoressia al Binge Eating Disorder ISTITUTO DI PSICOTERAPIA FAMILIARE E RELAZIONALE (I.P.F.R.) Direttore: Prof. Pasquale Chianura Il mangiatore

Dettagli

Educazione alimentare

Educazione alimentare Università degli Studi di Torino Azienda Ospedaliera San Luigi di Orbassano Struttura Semplice Dipartimentale di Dietetica e Nutrizione Clinica Educazione alimentare Classificazione: entità Indice di massa

Dettagli

Obesità e. Chirurgia Bariatrica. Cos è la chirurgia bariatrica

Obesità e. Chirurgia Bariatrica. Cos è la chirurgia bariatrica Obesità e Chirurgia Bariatrica Dott.ssa Gloria Fioravanti Cos è la chirurgia bariatrica La chirurgia bariatrica consiste in un insieme di procedure che promuovono la perdita di peso attraverso la riduzione

Dettagli

LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI

LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI Che cos è la depressione? LA DEPRESSIONE NEI BAMBINI E NEGLI ADOLESCENTI La depressione è un disturbo caratterizzato da un persistente stato di tristezza che può durare mesi o addirittura anni. Può manifestarsi

Dettagli

Menopausa e depressione: : come riconoscerla e cosa fare. Laura Musetti DPNFB Università di Pisa l.musetti@med.unipi.it

Menopausa e depressione: : come riconoscerla e cosa fare. Laura Musetti DPNFB Università di Pisa l.musetti@med.unipi.it Menopausa e depressione: : come riconoscerla e cosa fare Laura Musetti DPNFB Università di Pisa l.musetti@med.unipi.it Epidemiologia Disturbi dell Umore Prevalenza Maschi/ femmine Età di esordio Depressione

Dettagli

La gestione della terapia della depressione di Salvatore Di Salvo

La gestione della terapia della depressione di Salvatore Di Salvo Associazione per la Ricerca sulla Depressione C.so G. Marconi 2 10125 Torino Tel. 011-6699584 Sito: www.depressione-ansia.it La gestione della terapia della depressione di Salvatore Di Salvo Gli Antidepressivi

Dettagli

IL MENSILE AL SERVIZIO DEI CITTADINI DI REZZO. anno 1. numero 03 / luglio 08 RIFIUTI DIFFERENZIATA AMBIENTE MIGLIORE. Arezzo.

IL MENSILE AL SERVIZIO DEI CITTADINI DI REZZO. anno 1. numero 03 / luglio 08 RIFIUTI DIFFERENZIATA AMBIENTE MIGLIORE. Arezzo. IL MENSILE AL SERVIZIO DEI CITTADINI DI anno 1 numero 03 / luglio 08 REZZO RIFIUTI DIFFERENZIATA AMBIENTE MIGLIORE Arezzo DECORO e QUALITÁ anno 1 numero 04 / ottobre 2008 Direttore responsabile Enrico

Dettagli

La predisposizione ai disturbi del comportamento alimentare in una popolazione veneta potenzialmente a rischio

La predisposizione ai disturbi del comportamento alimentare in una popolazione veneta potenzialmente a rischio Con il contributo del: Associazione La Rete per l aiuto e la ricerca sui disturbi dei comportamento alimentare - Venezia La predisposizione ai disturbi del comportamento alimentare in una popolazione veneta

Dettagli

Evidenze della efficacia della psicoterapia nei DCA

Evidenze della efficacia della psicoterapia nei DCA Evidenze della efficacia della psicoterapia nei DCA G. Martinotti Addictive Behaviours Unit Istituto di Psichiatria e Psicologia Università Cattolica del Sacro Cuore Roma L outcome in psicoterapia La valutazione

Dettagli

NADIA PALLOTTA ALCUNI DATI EPIDEMIOLOGICI

NADIA PALLOTTA ALCUNI DATI EPIDEMIOLOGICI NADIA PALLOTTA 128 L INTESTINO IRRITATO ALCUNI DATI EPIDEMIOLOGICI Nei paesi industrializzati, nel corso dell ultimo secolo, le migliori condizioni sociali, economiche e sanitarie hanno determinato una

Dettagli

Centro Interdipartimentale di Studi e Ricerche sulla Nutrizione Umana e i Disturbi del comportamento Alimentare Ambulatorio di Dietologia

Centro Interdipartimentale di Studi e Ricerche sulla Nutrizione Umana e i Disturbi del comportamento Alimentare Ambulatorio di Dietologia Università degli Studi di Pavia Centro Interdipartimentale di Studi e Ricerche sulla Nutrizione Umana e i Disturbi del comportamento Alimentare Ambulatorio di Dietologia Direttore: Prof. Anna Tagliabue

Dettagli

Figura 1. Obiettivi della riabilitazione dei DCA. Migliorare la gestione del comportamento alimentare: Ridurre i comportamenti ritualizzati

Figura 1. Obiettivi della riabilitazione dei DCA. Migliorare la gestione del comportamento alimentare: Ridurre i comportamenti ritualizzati pag. 1 Errepiesse Anno II n 1 Aprile 2008 pag. 2 Errepiesse Anno II n 1 Aprile 2008 La riabilitazione territoriale dei disturbi del comportamento alimentare tra linee guida e pratica clinica di Bruno Gentile*,

Dettagli

SCHEMA THERAPY nel trattamento

SCHEMA THERAPY nel trattamento seminariodi due giorni SCHEMA THERAPY nel trattamento dei DISTURBI DELL ALIMENTAZIONE RELATRICE Vartouhi Ohanian Consultant Clinical Psychologist In collaborazione con Schema Therapy UK Un organizzazione

Dettagli

Psichiatra responsabile dei Centri DCA Residenza Palazzo Francisci di Todi, Centro DAI Città della Pieve, AUSL 2 dell Umbria

Psichiatra responsabile dei Centri DCA Residenza Palazzo Francisci di Todi, Centro DAI Città della Pieve, AUSL 2 dell Umbria 157 I Disturbi del Comportamento Alimentare Laura Dalla Ragione Psichiatra responsabile dei Centri DCA Residenza Palazzo Francisci di Todi, Centro DAI Città della Pieve, AUSL 2 dell Umbria Maria Vicini

Dettagli

CENTRO PER LA TERAPIA DELLA OBESITÀ E DEL SOVRAPPESO SOVRAPPESO E OBESITÀ CAUSE CONSEGUENZE TERAPIE. www.lucapecchioli.it

CENTRO PER LA TERAPIA DELLA OBESITÀ E DEL SOVRAPPESO SOVRAPPESO E OBESITÀ CAUSE CONSEGUENZE TERAPIE. www.lucapecchioli.it CENTRO PER LA TERAPIA DELLA OBESITÀ E DEL SOVRAPPESO CENTRO PER LA TERAPIA DELLA OBESITÀ E DEL SOVRAPPESO SOVRAPPESO E OBESITÀ CAUSE CONSEGUENZE TERAPIE LE CAUSE DELL OBESITÀ Dall interazione di fattori

Dettagli

anoressia bulimia fase di ricerca SUPSI_DACD_comunicazione visiva_lavoro di diploma_anno 2005 di Viviana Lillia Gregory Catella

anoressia bulimia fase di ricerca SUPSI_DACD_comunicazione visiva_lavoro di diploma_anno 2005 di Viviana Lillia Gregory Catella di Viviana Lillia SUPSI_DACD_comunicazione visiva_lavoro di diploma_anno 2005 fase di ricerca Docenti relatori: Alberto Bianda Gregory Catella indice pagina 3 [ introduzione ] pagina 5 [ i disturbi del

Dettagli

M. Lang - Una persona nervosa 13/11/2011. Una persona nervosa

M. Lang - Una persona nervosa 13/11/2011. Una persona nervosa Una persona nervosa 1 Caso: Una persona nervosa modificato da DSM-IV-TR CASI CLINICI, p. 235 Un tappezziere coniugato di 27 anni lamenta vertigini, tremore alle mani, palpitazioni e ronzii alle orecchie

Dettagli

Educazione Continua in Medicina (E.C.M.)

Educazione Continua in Medicina (E.C.M.) REGIONE PUGLIA AZIENDA OSPEDALIERA UNIVERSITARIA CONSORZIALE POLICLINICO GIOVANNI XXIII DI BARI Educazione Continua in Medicina (E.C.M.) La prevenzione dei Disturbi del Comportamento Alimentare (II Edizione)

Dettagli

I GENITORI IN ABA NUMERO VERDE: 800 16 56 16 SEGUITI CON CURA PER SEGUIRE I PROPRI FIGLI. E: info@bulimianoressia.it - W: www.bulimianoressia.

I GENITORI IN ABA NUMERO VERDE: 800 16 56 16 SEGUITI CON CURA PER SEGUIRE I PROPRI FIGLI. E: info@bulimianoressia.it - W: www.bulimianoressia. I GENITORI IN ABA SEGUITI CON CURA PER SEGUIRE I PROPRI FIGLI NUMERO VERDE: 800 16 56 16 E: info@bulimianoressia.it - W: www.bulimianoressia.it I DISTURBI ALIMENTARI 02 I disturbi alimentari sono un modo

Dettagli

I DISTURBI ALIMENTARI: quando magiare è un problema

I DISTURBI ALIMENTARI: quando magiare è un problema I DISTURBI ALIMENTARI: quando magiare è un problema Incontri Uni-ATENeO 4 novembre 2014 dr.ssa Anna Galeotti Cibo e disturbi alimentari Corpo luogo di manifestazione del rapporto uomo-cibo L immagine

Dettagli

INDICE GUIDA ALLA LETTURA L EDITORE RINGRAZIA PREFAZIONE ALL EDIZIONE ITALIANA PREFAZIONE 3

INDICE GUIDA ALLA LETTURA L EDITORE RINGRAZIA PREFAZIONE ALL EDIZIONE ITALIANA PREFAZIONE 3 INDICE GUIDA ALLA LETTURA L EDITORE RINGRAZIA PREFAZIONE ALL EDIZIONE ITALIANA X XII XIII PREFAZIONE 3 C A P I T O L O 1 PROSPETTIVE EPISTEMOLOGICHE IN PSICOLOGIA CLINICA 9 1.1 Ragioni e necessità di un

Dettagli

PSICOFARMACI E SINDROME DISMETABOLICA

PSICOFARMACI E SINDROME DISMETABOLICA PSICOFARMACI E SINDROME DISMETABOLICA Dott.ssa Nadia DELSEDIME, M.D., Ph.D PSICHIATRIA SCDU CPR DCA AOU Città della Salute e della Scienza di Torino Università degli Studi di Torino LA SINDROME METABOLICA

Dettagli

DATI ANAGRAFICI CURRICULUM IN BREVE ISTRUZIONE. Recapito telefonico: 327.3512733

DATI ANAGRAFICI CURRICULUM IN BREVE ISTRUZIONE. Recapito telefonico: 327.3512733 BARDUCCO MICHELA DATI ANAGRAFICI Recapito telefonico: 327.3512733 CURRICULUM IN BREVE Mi sono laureata nel 2003 in Dietistica presso l Università degli Studi di Genova con una tesi sul Trattamento cognitivo

Dettagli

Rivendica il Diritto di Vivere con gioia e armonia il rapporto con il tuo Peso, l Alimentazione, il tuo Corpo e le Emozioni.

Rivendica il Diritto di Vivere con gioia e armonia il rapporto con il tuo Peso, l Alimentazione, il tuo Corpo e le Emozioni. ENTRA NELLA TUA CONSAPEVOLEZZA Rivendica il Diritto di Vivere con gioia e armonia il rapporto con il tuo Peso, l Alimentazione, il tuo Corpo e le Emozioni. Scopri che puoi liberarti dalla paura, dai modelli

Dettagli