Consob: sui mercati si prepara una bolla Acciaio, fondi hedge cinesi pigliatutto a Dalian

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Consob: sui mercati si prepara una bolla Acciaio, fondi hedge cinesi pigliatutto a Dalian"

Transcript

1 ANNO VII- 11 maggio 2015 Consob: sui mercati si prepara una bolla Acciaio, fondi hedge cinesi pigliatutto a Dalian Oro e argento, il rally trainato dalle elezioni britanniche Speciale Usa/Canada, la bilancia commerciale Commodity World Weekly, anno VI 11/5/2015 realizzato in collaborazione con Associazione no profit Arena Media Star Supplemento mensile: Arena Media Star Magazine Registrazione al Tribunale di Pavia n. 673 del 17/5/2007

2 2 11/5-18/5 EVENTI CHIAVE DELLA SETTIMANA a cura di Fiorella Bergami Martedì 10.30, Inghilterra, pubblicazione indice della Produzione manifatturiera, che misura il cambiamento della produzione totale nel settore manifatturiero UK. Rappresenta un buon indicatore della forza del settore manifatturiero. Le aziende manifatturiere rappresentano circa l 80% della produzione industriale totale. Dati superiori al previsto devono essere interpretati come positivi/rialzisti per la sterlina britannica (GBP), mentre valori inferiori alle attese sono da interpretarsi in senso negativo/ribassista per la GBP Australia, Discorso del Governatore della Reserve Bank of New Zealand Wheeler sui principali temi di politica economica, inflazione e tassi di interesse, ci saranno quindi forti movimenti nel forex Mercoledì 7.30 Cina, pubblicazione dati su produzione industriale, che misura il cambiamento nella produzione totale delle fabbriche, delle aziende e degli erogatori di servizi pubblici in Cina. Rappresenta un buon indicatore della forza del settore manifatturiero. Può rappresentare un indicatore chiave dell impiego nel settore manifatturiero, delle retribuzioni medie e del reddito personale. Dati superiori al previsto devono essere interpretati come positivi/rialzisti per lo CNY, mentre valori inferiori alle attese sono da interpretarsi in senso negativo/ribassista per lo CNY Germania, pubblicazione dati sul Prodotto Interno Lordo (PIL), che è la misura più ampia di attività economica ed è un indicatore chiave dello stato di salute di un economia. I cambiamenti percentuali trimestrali del PIL illustrano il tasso di crescita dell economia nel suo insieme. Dati superiori al previsto devono essere interpretati come positivi/rialzisti per l euro (EUR), mentre valori inferiori alle attese sono da interpretarsi in senso negativo/ribassista per l EUR Inghilterra, discorso del presidente della BOE Carney Giovedì Inghilterra, pubblicazione indice Initial Jobless Claims, che misura il numero di persone che per la prima volta nella settimana in rassegna hanno richiesto l indennizzo di disoccupazione. Il dato viene raccolto dal Department of Labor e pubblicato in un report settimanale. Il numero di richieste di sussidi di disoccupazione misura lo stato di salute del mercato del lavoro, in quanto una serie di aumenti indica che maggiore è la disponibilità di persone senza impiego. Il dato relativo alla richiesta dei sussidi di disoccupazione su base settimanale è alquanto volatile. Di solito è richiesta una variazione di almeno unità per segnalare un cambiamento significativo nel mercato del lavoro USA, pubblicazione indice dei prezzi alla produzione, un indicatore inflazionistico che misura il cambiamento medio dei prezzi di vendita praticati dai produttori nazionali di beni e servizi. Il PPI misura il cambiamento del prezzo dal punto di vista del Venditore. Il PPI considera tre aree di produzione: basate sull industria, basate sulle materie prime e fase di lavorazione. Venerdì 5.40 Giappone, discorso presidente della BOJ Kuroda USA, pubblicazione indice di sentiment dei consumatori con forti effetti nel forex.

3 EDITORIALE Expo, il sito diventi un centro studi sulle Pmi dice Vegas Katia Ferri Melzi d Eril direttore responsabile del settimanale Commodity World Weekly e del supplemento Arena Media Star Il presidente della Consob Giuseppe Vegas ha parlato di bolla speculativa, di troppa liquidità in giro per l Europa, ed è subito panico. Ma come, lo scoprite oggi che le banche non investono? Noi lo diciamo da un pezzo, facciamo la nostra parte. Vegas ha detto molte altre cose, per esempio ha proposto di aprire un agenzia europea con sede nel sito dell Expo 2015 a Milano. Lo ha detto a margine dell incontro annuale con la comunità finanziaria che quest anno si è tenuto all interno del sito espositivo. La proposta è quella di istituire una serota di centro che valuti le piccole e medie imprese, perchè se non si può conoscere esattamente il livello di rischio, in queste realtà nessuno ci mette i soldi. Noi - io e l associazione culturale Arena Media Star - che abbiamo visto Padiglione Italia Expo patrocinare il nostro tour culturale Passeggia con Leonardo che ha appena preso il via nella provincia di Pavia e proseguirà in altre 8 altre città italiane (www.arenamediastar.com oppure Facebook: passeggiaconleonardo), la troviamo un idea eccellente per riconvertire le strutture permanenti del sito dell Esposizione Universale. Speriamo che venga accolta. Il presidente della Consob ha anche parlato delle misure messe in campo dalla Bce che hanno consolidato le attese di una possibile ripresa della fase ciclica e fortemente attenuato la percezione del rischio sovrano, soprattutto per i paesi periferici dell Eurozona. Se Vegas voleva alludere al caso Grecia, forse poteva anceh parlare più esplicitamente. E chiarmo che la sopravvivemnza dell Eurozona dipende dalla soluzione del caso Grecia, ma di soluzioni nuove non se ne trovano.l Europa intransigente e il governo greco proseguono il braccio di ferro che non potrà non portare a pesanti ripercussioni in campo economico e sociale. Anche i cittadini se ne rendono conto, alcuni pensano che l Unione Europea, in un momento cruciale per la sua ripresa, debbano gestire la situazione ellenica in maniera meno ragionieristica, per evitare che la Grecia esca dall Euro con conseguenze assolutamente imprevedibili.se ciò si verificasse, si azzererebbero tutte le prospettive di ripresa economica che al momento fa capolino in molti Paesi europei e tutte le azioni di Mario Draghi che ha ridisegnato in questi anni ruolo della Banca centrale europea ed ha fatto approvare mosse espansive prima di lui inimmaginabili per gli investitori anglosassoni. Un default conclamato della Grecia (abbiamo già detto più volte che di fatto è avvenuto, ma come sempre l ufficialità ha un suo peso) distruggerebbe anche le opportunità per le imprese, incluse le piccole e medie che sono tanto care al presidente Vegas, che si avvantaggiano di un prezzo del petrolio contenutissimo. Passando alle implicazioni sociali, bisognerà fare i conti su quando i greci potranno tornare a fare i conti con una qualità della vita accettabile e a una fiducia nel proprio Stato, che oggi, per evitare di non poterpagare stipendi e pensioni, è pronto ad accettare nuove misure di rigore per ottenere un nuovo sostegno finanziario. Credo che sia molto importante, in queste settimane, vigilare sui siti internet che parlano di Grecia. Basterà che uno solo, considerato affidabile, ipotizzi un imminente ritorno alla Dracma, per scatenera scene di panico, assalti ai bancomat e bruschi limiti alla circolazione dei capitali. In poche ore le banche elleniche rischierebbero di ritrovarsi con le casse vuote. COMMODITY WORLD WEEKLY MAGAZINE - ANNO VII - 11 maggio 2015 Settimanale web edito da Katia Ferri Melzi d Eril in collaborazione con l associazione culturale senza scopo di lucro Arena Media Star. www. arenamediastar.com Redazione: Via S. Giovannino Pavia tel Direttore responsabile: Katia Ferri Melzi d Eril. Contributors: Niccolò Carcano, Fiorella Bergami, Gulia Lopez, Giulia Narisano Michel Nchare, Fabio Di Mari, Margherita Vigo. Supplemento mensile: Arena Media Star Magazine. Tutti i diritti riservati. Tutti i contenuti, gli articoli, i grafici e le previsioni di Commodity World Weekly non costituiscono invito al trading. Nessun compenso è stato pagato per l inserimento di campagne pubblicitarie di onlus e mostre d arte. 3

4 RIMO PIANO: di Niccolò Carcano Crisi greca, le parti vicine a un punto di svolta Italia, Pil in crescita dello 0,7% nel 2015 con sviluppo fino all 1,2% nel 2016 di Niccolò Carcano Le trattative UE-Grecia rimangono vischiose con i rimborsi dei debiti al FMI che rimangono imminenti. Anche se la scadenza della prossima settimana non sarà onorata, la Grecia ha un altro mese per provvedere al pagamento. Una situazione ad alta tensione, insomma, che riflette un alta incertezza che dagli ultimi avvenimenti ritorna ad assumere connotati politici visto che anche la BCE sembra abbia subordinato l incremento degli haircut sui titoli ellenici ad un passaggio politico con i Paesi partner. Parole concilianti sono state espresse anche martedì sera dal Ministro delle Finanze greco Varoufakis e anche dal Presidente della Commissione Europea, sebbene le possibilità di chiudere il negoziato all Eurogruppo dell 11 maggio appaiono minime, quelle di arrivare a un accordo nei giorni successivi hanno maggior consistenza. Come rileva in veri interventi Andrea Montanino (ex Fmi e ora nel think tank Atlantici Council) il problema del debito greco è in mano alle istituzioni internazionali (FMI, UE con il Fondo di Stabilizzazione e la BCE) mentre minimo è il coinvolgimento di privati. Quindi il negoziato deve avere due punti focali: rinegoziare il debito (riscadenzarlo o prevedere un haircut) e costruire una strategia di lunga durata (almeno 10 anni) volta al rilancio dell economia ellenica e al suo ammodernamento amministrativo (riscossione tasse) poiché l austerità di questi anni non ha pagato. L abbandono dell euro da parte della Grecia, che ha avuto alti consensi in occasione del precedente default, sembra trovare più detrattori che promotori ora, sia in Grecia che fuori. UE Il programma di acquisto di titoli di Stato lanciato lo scorso 9 marzo dalla Banca centrale europea procede regolarmente ed è sufficientemente flessibile per essere modificato qualora la situazione cambiasse. Lo ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi, ribadendo che i timori che il piano possa comportare una carenza di bond nel mercato sono ingiustificati. Il programma di acquisto titoli procede regolarmente, ha scritto Draghi in una lettera indirizzata al parlamentare europeo spagnolo Ramon Tremosa i Balcells, che reca la data del 7 maggio ed è stata diffusa giovedì. Al momento non ci sono motivi per cambiare l assetto degli acquisti ma il programma è sufficientemente flessibile per essere modificato nel caso le circostanze cambiassero, ha spiegato Draghi. La Francia rimane il tassello debole sia per la manifattura che per i servizi mentre la Spagna sta fornendo segnali di miglioramento superiori a quello degli altri partner. Le riforme varate negli scorsi anni stanno dando risultati positivi, sebbene la disoccupazione iberica rimanga su livelli estremamente elevati. Guardando alla summa degli indicatori, si rileva una fiducia complessiva per i prossimi mesi in territorio espansivo al di sopra dei 50 punti che quindi dovrebbe favorire la ripresa della congiuntura reale. Gli ordinativi all industria tedesca di marzo sono però meno positivi di quanto atteso. ITALIA La pubblicazione delle ultime indagini Markit PMI del settore dei servizi in Italia ha evidenziato una nuova ripresa ad aprile. L ISTAT mercoledì mattina ha pubblicato le nuove previsioni economiche per l Italia Nel 2015 si prevede un aumento del PIL pari allo 0,7% cui seguirà una crescita dell 1,2% nel 2016 e dell 1,3% nel Nel 2015 la spesa delle famiglie segnerà una variazione positiva dello 0,5% in termini reali, a seguito del miglioramento del reddito disponibile. Nel successivo biennio, si prevede un rafforzamento dei consumi privati (+0,7% e +0,9%) sostenuto da un graduale aumento dell occupazione. Gli investimenti torneranno a crescere nell anno in corso (+1,2%), stimolati dal miglioramento delle condizioni di accesso al credito e delle aspettative associate a una ripresa della dinamica produttiva. All aumento dell occupazione (+0,6% in termini di unità di lavoro) si accompagnerà una moderata riduzione del tasso di disoccupazione che, nel 2015, si attesterà al 12,5%. Nel 2016, il tasso di disoccupazione diminuirà al 12,0%. USA Delusione in America per la pubblicazione dei dati sui nuovi occupati che si sono incrementati in aprile di 169 mila unità mentre le attese erano superiori alle 200 mila. Questo dato dovrà essere confermato anche altri dati analoghi ma che insieme alla riduzione della fiducia del comparto manifatturiero e ad altri indicatori reali mostra come l economia USA stia attraversando una fase di fiacca invece che incrementarsi ulteriormente. Una evidenza che va letta anche con la flessione della produttività che a sua volta è composta dal PIL e dai fattori di produzione come il lavoro e gli occupati. A fronte di una minor crescita del PIL gli occupati non sono calati e la produttività ne ha risentito come anche il costo per unità di prodotto. Se però le imprese non hanno licenziato, ma anzi anche a marzo le assunzioni sono state elevate e la disoccupazione è rimasta stabile al 5,5%. VALUTE Euro in rafforzamento contro dollaro, ma anche contro yen e sterlina. Il cross euro-dollaro ha rotto martedì 1,12 e ora trova una nuova resistenza in area 1,14. Forse il mercato aveva scontato in precedenza troppo o forse aveva anticipato troppo la manovra restrittiva della FED. Ancora senza nessuna direzionalità per USD/JPY, il quadro più ampio di questo cambio dove, con la rottura di 119,85 si è lanciato un primo ed importante segnale long al mercato. Da prendere sempre naturalmente con molta cautela viste le vicine resistenze 4

5 Piazza CONSOB. Affari ALLARME in area di supporto BOLLA Cina, il Pil rallenta al 7% la Banca centrale dà la stretta a partire da area 120,30. Dopo le buone indicazioni forniteci ieri dal grafico orario in termini di confluenze grafiche al ribasso, possiamo oggi ritenerlo altrettanto significativo in ottica rialzista vista la possibilitàò di restituirci le medesime indicazioni però in acquisto a partire da potenziali pullback ina rea 119,85 verso 120,05 che, se superato, può portare a nuove fiammate di volatilità verso 120,30. Ritorneremo ribassisti solo a violazione dell area che passa tra 119,65 e 119, ,35, 119,20 e 119 in quell caso gli obiettivi. 120,50 restano i riferimenti suio massimi a fronte di grossi strappi pomeridiani al rialzo. Effetti positivi per la sterlina che ha beneficiato degli effetti delle elezioni inglesi. A Londra intanto è pronto il nuovo governo conservatore. Più donne, ruolichiave confermati e qualche inattesa novità a Downing Street, dove il Premier David Cameron, forte del trionfo alle elezioni politiche di giovedì scorso, ha dato vita alla nuova squadra. L enorme liquidità affluita sui mercati dopo il lancio del quantitative easing della Banca Centrale Europea ha aumentato il rischio di bolle speculative. A lanciare l allarme è il Presidente della Consob, Giuseppe Vegas, in occasione dell incontro annuale che quest anno si è tenuto all Expo. Secondo il numero uno della Commissione, l enorme liquidità affluita sui mercati borsistici ha contribuito a innalzare in maniera repentina il valore dei corsi azionari e, in particolare, la crescita del rapporto prezzo/utili potrebbe rappresentare un segnale di rischio circa la possibilità che si formino bolle speculative, come sottolineato nell incontro annuale con il mercato finanziario. Ovviamente il piano di stimoli produrrà anche effetti molto positivi perché il QE ha determinato un calo senza precedenti dei tassi di interesse e dei rendimenti dei titoli pubblici che ridurrà la spesa per il servizio del debito e renderà più agevole la realizzazione delle misure di contenimento del deficit da parte dei paesi con maggiori squilibri di finanza pubblica, ha poi aggiunto. Non solo: l intervento della BCE ha consolidato le attese di una possibile rapida inversione della fase ciclica e ha fortemente attenuato la percezione del rischio sovrano, soprattutto per i Paesi periferici dell Eurozona ma resta il timore di possibili effetti di contagio derivanti dalle rinnovate tensioni in Grecia. Il Presidente della Consob Vegas ha poi esortato a dare corso anche ad un progetto di unione dei mercati di capitali dopo l unione bancaria, perché in questo modo l Europa diventerà realmente competitiva, e espresso dubbi sull opportunità di introdurre troppi vincoli sul capitale delle banche perché potrebbero rappresentare un freno all economia, portando ad una contrazione dell attività produttiva. Dopo settimane di annunci, è accaduto. La banca centrale cinese ha tagliato i tassi di interesse per sostenere l economia. Si tratta di una mossa ampiamente attesa dai mercati, che ci contavano, dopo i pessimi dati sui PMI emersi di recente ed una serie di altri indicatori che approfondiremo in seguito. La People Bank of China ha annunciato nel weekend il taglio del tasso di interesse sui prestiti di 25 punti base, portandoli al 5,1% e quello sui depositi di un pari ammontare al 2,25%. Si tratta del terzo taglio effettauto in sei mesi, l ultimo è stato effettuato a fine febbraio. Si tratta della correzione più ampia mai compiuta dal 2008 a questa parte ed è risultata ben al di sopra delle attese di mercato. Un nuovo intervento era già stato annunciato dall autorità monetaria, mentre l ultimo ritocco al tasso di riserva obbligatoria risale allo scorso 4 febbraio, quando la banca centrale aveva tagliato di mezzo punto al 19,5%.Se il governo cinese non avesse autorizzato questa mossa, la reazione dei mercati non si sarebbe fatta attendere, visto che la crescita del Pil quest anno scenderà ai minimi degli ultimi 25 anni. Stiamo parlando di tassi di crescita del Pil (7%) che farebbero la gioia di qualsiasi economia europea, visto che i nostri sono vicini allo zero e quelli statunitensi non superano il 3%. Ma non dimentichiamo che solo qualche anno fa la crescita del Pil cinese superava il 10%. La frenata è dovuta a vari fattori, per esempio le ripercussioni delle politiche della Fed e il crollo mondiale della domanda di beni. A noi in particolare interessano i conti cinesi in quanto si tratta del maggior consumatore di materie prime, petrolio in primis: qualsiasi caduta o ascesa di questo settore si basa sui tassi di espansione cinesi. tanto che il rally delle commodities negli anni passati è stato costruito proprio sui suoi alti tassi di espansione. Il rallentamento cinese in corso appare molto più preoccupante di quanto non si pensi, se si guarda ai risultati del mercato automobilistico. L associazione dei costruttori di veicoli ha annunciato che ad aprile sono state vendute 1,67 milioni di auto, il 3,7% in più rispetto a un anno fa, totalizzando il tasso di crescita più basso dal febbraio del Guardando ai primi quattro mesi dell anno la vendita di automobili segna un +7,7%. Ma gli analisti della Camera di Commercio cinese non sono ottimisti, perchè il mercato automobilistico nell anno corrente è destinato a crescere al massimo dell 8%, un dato nettamente al di sotto sia del 9,9% del 2014, sia del 16% conseguito nel

6 6 Materie prime, la settimana Yen Oro e rublo argento deboli, spinti pagano in alto il dall alta conto volatilità dei governi del incerti dollaro di Katia Ferri Melzi d Eril GOLD (NYMEX) Settimana positiva per l oro, che è stato spinto dalla alta volatilità del dollaro, beneficiando di acquisti prudenziali in risposta alle oscillazione del dollaro. A muovere il prezzo del metallo giallo sono la Federal Reserve e le politiche sui tassi di interesse, che appaiono sempre meno determinate, anche se il Presidente Janet Yellen ha assicurato che la banca centrale sta cercando di comunicare al mercato le sue intenzioni in modo chiaro per evitare sorprese e che una politica di bassi tassi è necessaria per riportare l economia alla piena occupazione e per garantire la stabilità dei prezzi. Siamo di fronte a un intento piuttosto chiaro che ha fatto immediatamente deprezzare il dollaro sui minimi della settimana. Molti investitori, per regolarsi, guardano ai dati sul mercato del lavoro, ai dati sull occupazione nel settore primato e alla situazione delle richieste di sussidio, che si confermano ai minimi degli ultimi 15 anni con 265 mila domande nell ultima settimana. A coronare il quadro è sopraggiunto il report ufficiale sul mercato del lavoro che ha evidenziato una forte crescita occupazione (+223 mila unità) ed un tasso di disoccupazione al 5,4%, ai minimi dal maggio 2008.Con queste sollecitazioni, il dollaro si è immediatamente riapprezzato, in vista di un contrordine in seno alla Fed via via che si avvicina il fatidico mese di giugno, in cui generalmente si faceva cadere il primo rialzo dei tassi. Il dollar index ha poi corretto, per chiudere l ottava in calo di circa lo 0,7%. L oro si è mosso di pari passo ed è salito subito, essendo considerato il primo investimento alternativo. L ottava dunque chiude con il contratto di giugno sull oro che si porta a 1185,6 dollari l oncia, in rialzo dell 1% rispetto ai 1174,5 dollari della settimana precedente, dopo aver toccato un massimo di 1199,3 USD e rispetto ad un minimo di 1176,6 dollari l oncia. PALLADIUM (NYMEX) Si chiude una settimana di continua crescita per il palladio, che continua a performare più dekl mercato dei metalli preziosi, gode di maggiori stimoli da parte delle autorità di politica monetaria. A sostenere il prezzo di questa materia prima che viene impiegata soprattutto nell industria dell auto per la produzione di marmitte catalitiche, sono ancora le attese di nuovi stimoli della Banca Centrale Cinese, vistoil rallentamento economico sotto gli occhi di tutti della maggiore economia asiatica. A corroborare i corsi del palladio ha poi contribuito l uscita dei dati sull occupazione in USA (+262 posti di lavoro ed un tasso di disoccupazione al 5,4% minimo dal 2008), si pensa subito al un rialzo dei Palladio in rialzo, grazie alla crescita dell economia Usa. Rame in standby tassi annunciato da parte della Fed ma segnalano anche una forte crescita dell economia americana. L ottava chiude con il contratto di giugno sul palladium a 799,55 dollari l oncia, con un rialzo del 3,3% rispetto ai 773,75 dollari precedenti, fra un massimo di 798 dollari e rispetto ad un minimo di 772,10 dollari. COPPER (NYMEX) Si chiude una settimana fiacca per il rame, che ha risentito di qualche nervosismo e voglia di realizzi, dopo il rally della scorsa ottava, e dei segnali che preannunciano un imminente stretta monetaria.a frenare una pericolosa caduta dei prezzi c è l attesa di nuove mosse da parte della banca centrale cinese, confermate dai continui, deludendi dati macro che continuano ad arrivare dalla Cina. A rassicurare gli animi sono servite poco le parole del Presidente della Fed Janet Yellen, che la scorsa settimana aveva offerto uno spunto rialzista ai mercati, affermando che la banca centrale sta cercando di comunicare al mercato le sue intenzioni in modo chiaro per evitare sorprese e che una politica di bassi tassi è necessaria per riportare l economia alla piena occupazione e per garantire la stabilità dei prezzi.questo intento piuttosto chiaro ha fatto immediatamente deprezzare il dollaro sui minimi della settimana. Molti operatori tengono d occhio il Job Report pubblicato venerdì scorso e preceduto da un dato sulle richieste di sussidio insolitamente forte. Ci sono dunque segnali di ripresa del mercato del lavoro: il report ufficiale ha evidenziato una forte crescita occupazionale (+223 mila unità) ed un tasso di disoccupazione al 5,4%, sceso ai minimi dal maggio 2008.L ottava sul rame chiude così con il nuovo contratto di luglio sceso a 291,7 cents la libbra, in ribasso dello 0,5% rispetto ai 293,15 cents della settimana precedente, dopo che l avevamo visto muoversi mosso fra un prezzo massimo di 295,3 US/cents e un prezzo minimo di 289,50 centesimi. CORN (CBOT) Anche questa settimanaa prezzi del mais continuano a muoversi in un range piuttosto stretto, la commodity chiude questa ottava all insegna della debolezza, evidenziando un calo marginale. A pesare sulle quotazioni del corn sono le aspettative di un raccolto molto ampio, si ha poi notizia di un prossimo raccolto record in Cina, il secondo maggior produttore mondiale di questa commodity: le stime indicano un aumento della produzione cinese del 7,6% a 232 tonnellate. L ottava si è conclusa con il contratto di luglio sul mais a 3,62 dollari per bushel, in ribasso dello 0,3% rispetto ai 3,63 USD della settimana prima, in poisizione oscillante tra un massimo toccato a 3,69 dollari e su un minimo di 3,54 USD. L ultimo report settimanale dell US Department of Agricolture (USDA) sulle vendite per la settimana al 30 aprile ha evidenziato vendite per MT,

7 Petrolio in altalena, ottimo il rally dell olio di soia in rialzo dell 1% rispetto alla settimana prima e del 15% rispetto alla media delle ultime quattro settimane. Le esportazioni hanno totalizzato MT, in calo dell 11% rispetto alla scorsa settimana ma in aumento del 4% rispetto alla media delle quattro settimane.le vendite cumulative risultano in calo del 4% rispetto al pari periodo dell anno precedente. SOYBEANS (CBOT) Settimana molto positiva per la soia, che ha raggiunto quotazioni migliori rispetto agli altri prodotti agricoli sul mercato, mettendo a segno una discreta performance.a sostenere gli acquisti sulla soia è stata l effetto domino dell olio di soia, che da alcune settimane è in rally a causa di forti indiscrezioni circa un elevato aumento della domanda mondiale. L ottava si chiude così con il contratto di luglio sui soybeans a 9,77 USD, in rialzo dell 1,4% rispetto ai 9,64 USD della settimana precedente, fra un massimo di 10 dollari ed un minimo di 9,66 USD.L ultimo report settimanale dell US Department of Agricolture (USDA) s ha segnalato ordini per MT, in calo del 22% rispetto alla settimana precedente ma ancora in forte aumento rispetto alla media delle ultime quattro settimane. Le esportazioni si sono attestate a MT, in ribasso del 29% rispetto ai quantitativi della settimana prima e del 51% rispetto alla media dell ultimo mese. WHEAT (CBOT) Le vendite del frumento da inizio stagione sono in rialzo del 8% rispetto al pari periodo dell anno prima. Recupera terreno il prezzo del grano, a dispetto dei modesti dati delle vendite e della volatilità del dollaro, che ha un po turbato i mercati. A favorire il recupero del frumento hanno anche contribuito le deludenti indicazioni sui raccolti di grandi aree come il Canada e il Kansas. L ottava chiude con il contratto di luglio sul wheat a 4,79 dollari per bushel, in rialzo dell 1% rispetto ai 4,74 dollari della settimana precedente, dopo essersi mosso fra un massimo di 4,78 USD ed un minimo di 4,6 dollari. L ultimo report settimanale dell US Department of Agricolture (USDA) sulle vendite per la settimana al 30 aprile ha segnalato vendite per MT per la stagione 2014/2015e quasi nulle per la nuova stagione 2015/2016. Le esportazioni hanno totalizzato MT, risultando in calo del 53% rispetto a quelle della settimana precedente e del 41% rispetto alla media delle quattro settimane. Le vendite cumulative della stagione risultano ora in ribasso del 25% rispetto al pari periodo dell anno precedente, come indicato la scorsa settimana. PETROLIO (NYMEX) I futures del greggio hanno oscillato tra lievi rialzi e ribassi questa settimana, mentre l attenzione dei traders è stata rivolta maggiormente alle scorte globali. L EIA (Energy Information Administration) ha comunicato giovedì che le scorte di petrolio (Crude Inventories) sono calate la scorsa settimana negli USA di 3,9 milioni di barili. Si tratta del primo calo in 17 settimane dato dal numero di impianti di trivellazione negli Stati Uniti che continuano a diminuire (sono 668 attualmente, 11 in meno rispetto la scorsa settimana).in aumento invece le scorte di benzina di 0,4 milioni di barili. Il prezzo del WTI dopo aver chiuso in forte rialzo la giornata di martedì chiudendo al di sopra dei $60 al barile, come non accadeva dallo scorso 10 dicembre, e aver toccato il massimo intraweek mercoledì sforando quota $62 al barile, chiude la settimana in leggero calo : $59,41 è stato l ultimo prezzo settimanale fatto registrare alla borsa di New York. Andamento simile per i contratti quotati all ICE. I futures sul brent dopo aver chiuso in rialzo le prime due sedute, e aver toccato il massimo intraweek mercoledì di $69,24 al barile, fanno registrare un forte calo nelle ultime due giornate di borsa della settimana perdendo quasi 4 punti. GAS NATURALE (NYMEX) Andamento stabile dei prezzi del gas naturale fino a mercoledì con i futures che restano in un range che va da 2,752 dollari per BTU (minimo toccato lunedì) a 2,817 dollari per BTU. Il prezzo del gas naturale USA è sceso drasticamente questo giovedì, per poi attestarsi ai minimi della seduta dopo i dati che hanno mostrato che le scorte sono aumentate più del previsto la scorsa settimana, prima di vivere un vero e proprio exploit nella giornata di venerdì chiudendo la seduta a 2,869 dollari per UBT. Le scorte totali di gas naturale relative alla scorsa settimana ammontano a 1,786 mila miliardi di piedi cubici, 742 miliardi di piedi cubici in più rispetto ai livelli dell anno scorso ed 67 miliardi di piedi cubici al di sotto della media quinquennale per questo periodo dell anno. Lo scorso anno le scorte sono salite di 68 miliardi di piedi cubici nella stessa settimana, mentre la media quinquennale è di un calo di 75 miliardi di piedi cubici. 7

8 Cina Acciaio: i fondi hedge speculano a Dalian Oro e argento volano, causa elezioni Uk I fondi speculativi cinesi hanno lavorato duro nell ultimo anno per portare i prezzi del minerale di ferro a quotare il 50% in meno nell arco dell ultimo anno, per poi risalire di oltre il 25% in un mese scarso, tra il 2 e il 28 aprile, quando si è passati di colpo tra 46,70 dollari per tonnellata a 59,20 $ (Steel Index). Alla Borsa di Dalian i contratti future passati di mano sono 18,6 milioni, pari a 1, 86 miliardi di tonnellate della materia prima grezza. Questa quantità è maggiore a quella commerciata fisicamente in un anno in tutto il mondo, dunque forse c è da preoccuparsi. Gli hedge fund hanno messo le mani su una commodity strategia per tutti i settori, per primo quello della produzione di acciaio. L agenzia Reuters fa notare che sono stati visti centinaia di fondi di investimento - perlopiù locali, visto che l accesso di soggetti stranieri ai mercati cinesi è tuttora molto limitato - che in aprile si sono posizionati in acquisto, proprio mentre le acciaierie stavano ricostituendo le scorte.a pesare sui prezzi hanno pesato anche il recente riassetto dei piani produttivi di Bhp Billiton e il taglio, sia pure solo di 30 milioni di tonnellate di prodotto ad alto costo, deciso da Vale. A sei anni di distanza, fa una certa impressione vedere un rovesciamento dei rapporti fra le acciaierie orientali e i colossi del minerale di ferro. Fra l altro in quegli anni nacquero diversi indici (come Steel Index, Platts e Metal Bullettin) ai quali fanno ormai riferimento molti operatori per i i contratti di fornitura stipulati dalle acciaierie di tutto il mondo. Che ora guardano giornalmente alla quotazioni di Dalian: Nata meno di due anni fa, questa borsa è già di gran lunga la più grande del mondo per l iron ore (alla Singapore Exchange, la seconda, ci sono stati scambi per appena 78 milioni di tonn. ad aprile). Essa riesce facilmente a influenzare il mercato spot, e dunque gli indici. PLATINO: LONMIN IN ROSSO, ORA DI RISTRUTTURARE Segno positivo a Londra per il titolo Lonmin. Il terzo produttore al mondo di platino aveva visto il prezzo del titolo scendere del 20% nell ultimo anno. La società ha chiuso il semestre al 31 marzo con una perdita operativa di 84 milioni di dollari, a fronte di un rosso di 131 milioni di dollari registrato nello stesso periodo dell esercizio precedente. L ultimo fatturato si è chiuso a 508 milioni, 70 milioni in meno nel confronto annuo. Per invertire la rotta, la società ha annunciato un piano di ristrutturazione che, fra l altro, prevede il taglio di circa il 10% dei dipendenti. Il titolo ha fatto segnare un incremento del 2,1% a Londra. SAIPEM RIAPRE IL CANTIERE DEL SOUTH STREAM, VIA LIBE- RA DA PUTIN Saipem ha ricevuto notifica dal cliente South Stream Transport BV della revoca della sospensione dei lavori e della richiesta che Saipem riprenda le operazioni per la costruzione del gasdotto offshore nel Mar Nero.Lo ha annunciato la compagnia petrolifera italiana venerdì sera con una breve nota, dopo che il numero uno Umberto Vergine aveva detto in conference call che il contratto era ancora in piedi e che i colloqui con la controparte russa Gazprom proseguivano.i lavori sul South Stream erano stato bloccati a dicembre dal presidente russo Vladimir Puntin, che aveva chiuso anche portato alla chiusura del consorzio cui partecipavano Eni (con una quota del 15%) ed EDF.Tuttavia, il progetto era ancora in piedi, anche se sospeso, e Saipem aveva proseguito i colloqui con la controparte, mentre si profila ora una variante del progetto originario a favore del Turkish Stream.Alla pubblicazione della notizia, il titolo Saipem ha cominciato a correre alla Borsa di Milano, realizzando un guadagno del 4,41%. La controllata di Eni passa di mano con un aumento del 4%. Il titolo è in fermento dopo l annuncio del riavvio.su base settimanale, il trend del titolo è più solido rispetto a quello del FTSE MIB. Al momento, gli investitori preferiscono dunque puntarre su Saipem rispetto all indice di riferimento. Le implicazioni di breve periodo della società opera nel settore dei servizi per il settore petrolifero sottolineano l evoluzione della fase positiva al test dell area di resistenza 12,82 Euro. Possibile una discesa fino al bottom 12,66. Ci si attende un rafforzamento della curva al test di nuovi target 12,98. ORO: VOLANO GLI ACQUISTI INGLESI La scorsa settimana l attenzione degli investitori si è appuntata sul Gold investor index, poichè prima delle elezioni si è verificato un importante incremento degli acquisti. Questo indice viene calcolato utilizzando i dati di Buillion Vault, la più grande piattaforma al mondo per lo scambio di oro e argento che possiede le sue riserve presso camere blindate di Londra, New York, Singapore, Toronto e Zurigo. In 10 anni di attività questo sito ha totalizzato riserve pari a 33,6 tonnellate di oro, vale a dire depositi superiori a quelli detenuti da molte banche centrali. Nel mese di aprile si è registrato un significativo incremento, si è registrata una grande domanada netta di oro da parte dei clienti, dall agosto La causa va ricercata tra gli investitori inglesi, poichè nella scorsa settimana si sono tenute importanti consultazioni elettorali. Gli investitori inglesi hanno contribuito a un aumento totale dei depositi pari al 2,5% nel solo mese di aprile. Anche l argento ha recuperato investitori, toccando il record di 503 tonnellate stoccate, con un incremento pari a 1,2 tonnellate. 8

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 7 maggio 2015 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2015-2017 Nel 2015 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,7% in termini reali, cui seguirà una crescita dell

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 6 maggio 2013 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2013-2014 Nel 2013 si prevede una riduzione del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari all 1,4% in termini reali, mentre per il 2014, il recupero

Dettagli

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016

LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 5 maggio 2014 LE PROSPETTIVE PER L ECONOMIA ITALIANA NEL 2014-2016 Nel 2014 si prevede un aumento del prodotto interno lordo (Pil) italiano pari allo 0,6% in termini reali, seguito da una crescita dell

Dettagli

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO

DICEMBRE 2009. Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO DICEMBRE 2009 Ufficio Studi PROSPETTIVE E DETERMINANTI DEL PREZZO DEL PETROLIO Prospettive e Determinanti del Prezzo del Petrolio Bruno Chiarini Recessione e petrolio Occorre ricordare che l economia italiana

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 22 novembre 2013 S.A.F.

Dettagli

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015 Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Gennaio marzo 2015 Euro/dollaro Le dinamiche divergenti delle politiche monetarie di FED e BCE hanno portato nei primi

Dettagli

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro)

La ricchezza delle famiglie italiane (miliardi di euro) Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

NOVEMBRE 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-9 Pagine 5

NOVEMBRE 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-9 Pagine 5 5 NOVEMBRE 2015 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Lo scenario economico globale non è più contrassegnato solo da fattori favorevoli. La frenata degli

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 21 marzo 2013 S.A.F.

Dettagli

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici:

Random Note 1/2015. Qui di seguito le nostre principali assunzioni relativamente agli scenari macroeconomici: Random Note 1/2015 OUTLOOK 2015 : VERSO LA NORMALIZZAZIONE? La domanda a cui, con la nostra analisi di inizio anno, cerchiamo di dare una risposta è se nel 2015 assisteremo ad un ritorno alla normalizzazione

Dettagli

Veloce e Fragile. Le dinamiche dell economia britannica

Veloce e Fragile. Le dinamiche dell economia britannica Veloce e Fragile Le dinamiche dell economia britannica 2 maggio, 2011 Rimbalzo nel primo trimestre per il Regno Unito? Come è già stato precedentemente sottolineato, l economia britannica è un economia

Dettagli

GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI. 06 Maggio 2016

GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI. 06 Maggio 2016 GRUPPO NOTZ STUCKI NOTA SETTIMANALE - MERCATI 06 Maggio 2016 PANORAMICA MACRO Principali Lunedì +/- Martedì Mercoledì Giovedì Venerdì indici / currency 02/05/2016 03/05/2016-04/05/2016-05/05/2016-06/05/2016

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Aprile 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Aprile 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. Abbandonato l impegno ad essere pazienti, nell attendere i tempi e le condizioni

Dettagli

Andamento della congiuntura economica in Germania

Andamento della congiuntura economica in Germania Andamento della congiuntura economica in Germania La flessione dell economia tedesca si è drasticamente rafforzata nel primo trimestre 2009 durante il quale il PIL ha subito un calo del 3,5% rispetto all

Dettagli

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE

TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE TRA ASPETTATIVE DI RECUPERO ED INCERTEZZE (febbraio 2015) Il ciclo internazionale, l area euro ed i riflessi sul mercato interno Il ciclo economico internazionale presenta segnali favorevoli che si accompagnano

Dettagli

L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED)

L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED) 609 i dossier www.freefoundation.com L ENIGMA DI BERNANKE (E DELLA FED) 23 settembre 2013 a cura di Renato Brunetta EXECUTIVE SUMMARY 2 Nella giornata del 18 settembre la Federal Reserve, andando contro

Dettagli

SmartHedge Report: Q3 2014

SmartHedge Report: Q3 2014 SmartHedge Report: Q3 2014 Matteo Paganini, Chief Analyst DailyFX How to Analyze and Trade Ranges with Price Action (Title) USD: fine del QE e rafforzamento del dollaro? Entro fine settembre la Federal

Dettagli

Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere.

Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere. 30 Novembre 2015 Commodities: tra rischi e opportunità da cogliere. Tutto è iniziato lo scorso novembre con la riunione dell OPEC (Organizzazione dei Paesi Esportatori di Petrolio), durante la quale è

Dettagli

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014

Ottobre 2014. Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Ottobre 2014 Nota congiunturale sintetica, aggiornamento al 26.09.2014 Eurozona Previsioni "La ripresa nella zona euro sta perdendo impulso, la crescita del PIL si è fermata nel secondo trimestre, le informazioni

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 2 febbraio 2013 A cura dell Ufficio Ricerca e

Dettagli

View. Fideuram Investimenti. 12 ottobre 2015

View. Fideuram Investimenti. 12 ottobre 2015 12 ottobre 2015 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 5 Scenario macroeconomico Confermiamo di non aver apportato revisioni significative

Dettagli

Gli investimenti pubblici in Italia, Germania e Francia. (valori concatenati; 2007=100) 70 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 Italia Germania Francia

Gli investimenti pubblici in Italia, Germania e Francia. (valori concatenati; 2007=100) 70 2007 2008 2009 2010 2011 2012 2013 Italia Germania Francia Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Commento di fine anno

Commento di fine anno Commento di fine anno Si è concluso il primo decennio del primo secolo del terzo millennio. Che anno è stato per i metalli non ferrosi? E come sarà quello che sta per entrare? Come più in generale si può

Dettagli

AGORA VALORE PROTETTO

AGORA VALORE PROTETTO Società di Gestione del Risparmio S.p.A. Largo della Fontanella di Borghese, 19-00186 Roma Iscritta al n. 99 dell Albo delle SGR tenuto dalla Banca d Italia AGORA VALORE PROTETTO FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO

Dettagli

Petrolio al massimo del 2015 20 aprile 2015

Petrolio al massimo del 2015 20 aprile 2015 P al massimo del 2015 20 aprile 2015 La scorsa settimana l indice generale GSCI ER (4,2) è salito fortemente, tornando al massimo da quasi 2 mesi, grazie al forte recupero delle quotazioni petrolifere.

Dettagli

CONGIUNTURA FLASH. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO. Anno 2012. N. Doc A 8 Pagine 5

CONGIUNTURA FLASH. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO. Anno 2012. N. Doc A 8 Pagine 5 5 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 Nello scenario globale si accentua la divaricazione tra le grandi aree. Gli USA conservano un moderato incremento

Dettagli

L economia australiana brilla sulle altre

L economia australiana brilla sulle altre L economia australiana brilla sulle altre 28 marzo 2011 Le stime sulla crescita per molti paesi sviluppati hanno subito una flessione a causa della tragedia che continua a investire il Gippone, uno dei

Dettagli

COMMODITY MENSILE DI ANALISI DELLE PRINCIPALI COMMODITY INTERNAZIONALI DICEMBRE 2011

COMMODITY MENSILE DI ANALISI DELLE PRINCIPALI COMMODITY INTERNAZIONALI DICEMBRE 2011 COMMODITY MENSILE DI ANALISI DELLE PRINCIPALI COMMODITY INTERNAZIONALI DICEMBRE 2011 IF COMMODITY è un mensile informativo appositamente studiato per consulenti e promotori finanziari. IF COMMODITY fornisce

Dettagli

IL QUADRO MACROECONOMICO

IL QUADRO MACROECONOMICO S.A.F. SCUOLA DI ALTA FORMAZIONE LUIGI MARTINO LA CONGIUNTURA ECONOMICA - PUNTI DI VISTA E SUGGERIMENTI DI ASSET ALLOCATION IL QUADRO MACROECONOMICO DOTT. ALBERTO BALESTRERI Milano, 20 novembre 2014 S.A.F.

Dettagli

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net Dopo il forte rally di giovedì nei mercati azionari statunitensi, le azioni si sono consolidate e sono avanzate leggermente. Un risultato sulle Vendite al dettaglio negli USA peggiore delle attese è stato

Dettagli

MC Capital Ltd Consulenza Finanziaria & Gestione di Portafoglio

MC Capital Ltd Consulenza Finanziaria & Gestione di Portafoglio Newsletter mercati e valute 22 febbraio 2013 Le minute dell ultima riunione della Federal Reserve mostrano divergenze all interno della Banca Centrale Usa sul piano di stimoli monetari a sostegno dell

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Marzo 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Marzo 2015. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Marzo 2015 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari Sommario FED. L'appuntamento con il rialzo dei tassi si avvicina. Lo ha detto la presidente della

Dettagli

Global Asset Allocation

Global Asset Allocation Global Asset Allocation L impatto dell incremento dei rendimenti obbligazionari sul ciclo economico e sulla nostra view Aprile 0 Punti chiave PROSPETTIVE Giordano Lombardo Group CIO, Pioneer Investments

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI SECONDO TRIMESTRE 2012 1. EVOLUZIONE DELLA CRISI ECONOMICA INTERNAZIONALE Nel secondo trimestre del 2012 le incertezze sull evoluzione della crisi greca e le difficoltà del

Dettagli

Morning Call 30 OTTOBRE 2015. I temi della settimana. Ancora in primo piano le Banche centrali: dopo la Bce e la Cina. possibile il rialzo a dicembre

Morning Call 30 OTTOBRE 2015. I temi della settimana. Ancora in primo piano le Banche centrali: dopo la Bce e la Cina. possibile il rialzo a dicembre Morning Call 30 OTTOBRE 2015 I temi della settimana Ancora in primo piano le Banche centrali: dopo la Bce e la Cina. la Fed, possibile il rialzo a dicembre Pil Usa del terzo trimestre in calo all 1,5%

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 8 agosto 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Aprile - giugno 2015

Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Aprile - giugno 2015 Outlook trimestrale del Centro Studi AIB su euro/dollaro, Brent e metalli industriali Aprile - giugno 2015 Euro/dollaro Dopo aver toccato il livello minimo negli ultimi dodici anni, nel secondo trimestre

Dettagli

Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016

Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016 Morning Call 6 FEBBRAIO 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Le previsioni della Commissione Ue: Pil Italia al +0,6% nel 2015, +1,3% nel 2016 L analisi dei mercati

Dettagli

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net Analisi Settimanale dei rcati Visita il nuovo network di social trading di etoro: openbook.etoro.com Performance deludenti per i titoli e le materie prime a più alto rischio dal momento che questa settimana

Dettagli

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook

Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Consob - Auditorium Presentazione del Risk Outlook Gregorio De Felice Chief Economist Intesa Sanpaolo Roma, 24 febbraio 2014 Agenda 1 Le prospettive macro nel 2014-15 2 Credito ed economia reale nell area

Dettagli

L impatto della crisi finanziaria internazionale in Messico

L impatto della crisi finanziaria internazionale in Messico L impatto della crisi finanziaria internazionale in Messico A cura del CeSPI (Centro Studi di Politica Internazionale) n. 18 - Ottobre 2010 ABSTRACT - L economia messicana era in difficoltà già prima della

Dettagli

SCENARIO 2009 PICCOLE E MEDIE IMPRESE MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 2 SEMESTRE. Vicini a voi.

SCENARIO 2009 PICCOLE E MEDIE IMPRESE MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 2 SEMESTRE. Vicini a voi. SCENARIO 2009 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 2 SEMESTRE PICCOLE E MEDIE IMPRESE Vicini a voi. Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti, Responsabile Strategia Eurizon

Dettagli

Desenzano del Garda, 10 dicembre 2012. Introduzione del redattore

Desenzano del Garda, 10 dicembre 2012. Introduzione del redattore 1 Desenzano del Garda, 10 dicembre 2012 Introduzione del redattore Borsaritrade non vuole proporsi come un servizio di analisi finanziaria e di segnali operativi (chi cerca questo dovrebbe rivolgersi alle

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 10 febbraio 2015 View Fideuram Investimenti Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari 3 Mercati Obbligazionari 4 Scenario macroeconomico Il programma di Quantitative Easing finalmente

Dettagli

Energy & commodities. Analisi tecnica dei principali future del gas 3. Analisi tecnica dei principali future del petrolio 4

Energy & commodities. Analisi tecnica dei principali future del gas 3. Analisi tecnica dei principali future del petrolio 4 1 Anno 12 22/04/2013 (112/17) bis Registrazione al Tribunale di Roma n.521/2002 del 03/09/2002 Energy & commodities Direttore: Fabrizio Spagna Commodities indexes 2 Gas Petrolio Analisi tecnica dei principali

Dettagli

Previsioni di Mercato Raiffeisen

Previsioni di Mercato Raiffeisen Previsioni di Mercato Raiffeisen di Raiffeisen Capital Management per Cassa Raiffeisen di Brunico Gennaio/Febbraio 2015 Si preferiscono gli USA L inizio dell anno è cautamente positivo se parliamo dei

Dettagli

Aggiornamento sui mercati valutari

Aggiornamento sui mercati valutari 9 luglio 2014 Aggiornamento sui mercati valutari A cura di: Peter Butler, Emanuele Del Monte e Pietro Calati Il quadro di riferimento Il mercato dei cambi, dopo l introduzione del pacchetto di misure da

Dettagli

26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T

26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T 26/6 I T STATI UNITI REALE Pil 1,8% t/t 0,4% t/t 1,6% a/a 1,7% a/a Consumi privati 2,6% t/t 1,8% t/t 1,9% a/a 1,8% a/a 3% t/t 14% t/t 5,5% a/a 7,2% a/a 0,4% t/t 13,2% t/t non residenziali 3,7% a/a 5,5% a/a 14%

Dettagli

Club Finanza d Impresa 10 dicembre 2013 Relatore : Michael Palatiello

Club Finanza d Impresa 10 dicembre 2013 Relatore : Michael Palatiello Club Finanza d Impresa 10 dicembre 2013 Relatore : Michael Palatiello Chi siamo Wings Partners è una società attiva nell'analisi finanziaria dei rischi di cambio delle valute e delle oscillazioni dei prezzi

Dettagli

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds

Fondo Raiffeisen Strategie Fonds Relazione Semestrale al 30.06.2014 Fondo ADVAM Partners SGR S.p.A. Sede Legale: Via Turati 9, 20121 Milano Tel 02.620808 Telefax 02.874984 Capitale Sociale Euro 2.200.000 i.v. Codice Fiscale, Partita IVA

Dettagli

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013

Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Relazione Semestrale al 25 giugno 2013 Fondo comune di investimento mobiliare aperto di diritto italiano armonizzato alla Direttiva 2009/65/CE INDICE Considerazioni Generali - Commento Macroeconomico...

Dettagli

Europa: oggi i prezzi alla produzione dell Area euro. Stati Uniti: oggi l occupazione Adp, gli ordini di fabbrica e il Beige Book della Fed.

Europa: oggi i prezzi alla produzione dell Area euro. Stati Uniti: oggi l occupazione Adp, gli ordini di fabbrica e il Beige Book della Fed. Morning Call 2 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Indice Dow Jones: andamento I temi del giorno Macro: nella manifattura in calo l Ism (Usa), stabile il Pmi (Area euro) Fmi: il rallentamento della Cina

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 15 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI QUARTO TRIMESTRE 2011 1. QUADRO MACROECONOMICO INTERNAZIONALE Negli ultimi mesi del 2011 si è verificato un peggioramento delle prospettive di crescita nelle principali economie

Dettagli

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015)

VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) VIEW SUI MERCATI (16/04/2015) STOXX600 Europe Lo STOXX600 ha superato l importante resistenza toccata nel 2007 a quota 400, confermando le nostre previsioni di un mese fa. Il trend di medio-lungo periodo

Dettagli

Che cosa sta cercando di dirci il Mercato delle Materie Prime?

Che cosa sta cercando di dirci il Mercato delle Materie Prime? Che cosa sta cercando di dirci il Mercato delle Materie Prime? 11 Aprile, 2011 L aumentare della Violenza fa Salire il Prezzo del Petrolio Le continue e crescenti crisi tra le nazioni produttrici di petrolio

Dettagli

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 15 maggio)

Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 15 maggio) Iniziamo con uno sguardo Intermarket generale (prezzi chiusura del 15 maggio) VALUTE: - L Euro/Dollaro resta in rialzo dai minimi del 13 aprile- ha chiuso a 1,1447 - Il cambio Usd/Yen resta elevato, ma

Dettagli

MAGGIO 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-6 Pagine 5

MAGGIO 2015. Area MACRODATI ECONOMICI TITOLO CONGIUNTURA FLASH. Anno 2015. N. Doc A-6 Pagine 5 5 MAGGIO 2015 Fonte Elaborazioni ANES MONITOR su ANALISI MENSILE DEL CENTRO STUDI CONFINDUSTRIA 2 5 L economia italiana va meglio dell atteso. È indispensabile cogliere l opportunità di innalzare il potenziale

Dettagli

Morning Call 13 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi i dati del Pil in Francia, Germania, Italia ed Area euro

Morning Call 13 NOVEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Macro: oggi i dati del Pil in Francia, Germania, Italia ed Area euro Morning Call 13 NOVEMBRE 2015 Sotto i riflettori Rendimento del benchmark tedesco a 2 anni: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Macro: oggi i dati del Pil in Francia, Germania, Italia ed

Dettagli

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007)

QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) QUADERNO DI LAVORO: GLI SCENARI ECONOMICI (gennaio 2007) CRS PO-MDL 1 GLI SCENARI ECONOMICI Prima di affrontare una qualsiasi analisi del mercato del lavoro giovanile, è opportuno soffermarsi sulle caratteristiche

Dettagli

Situazione e prospettive per l industria chimica

Situazione e prospettive per l industria chimica Situazione e prospettive per l industria Luglio 21 Sintesi Per informazioni: Direzione Centrale Analisi Economiche-Internazionalizzazione Tel. 2/346.337 - Mail aei@feder.it Chimica europea in moderata

Dettagli

Morning Call 4 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 4 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 4 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Indice FtseMib: andamento I temi del giorno Macro: Pmi dei servizi (Area euro) in miglioramento, Ism non manifatturiero (Usa) in calo sotto i 60 punti Bce:

Dettagli

Il mercato del vino: evoluzioni e tendenze. Maggio 2014

Il mercato del vino: evoluzioni e tendenze. Maggio 2014 Il mercato del vino: evoluzioni e tendenze Maggio 2014 1 Sommario 1. IL CONSUMO DI VINO 3 2. TENDENZE DEL COMMERCIO MONDIALE DI VINO NEL 2013 6 3. PRINCIPALI ESPORTATORI NEL 2013 8 4. PRINCIPALI IMPORTATORI

Dettagli

L OPINIONE DEI COMPETITOR

L OPINIONE DEI COMPETITOR L OPINIONE DEI COMPETITOR 11 A cura della Direzione Studi. L Opinione dei Competitor Sintesi e Indicazioni Tattiche SINTESI MACRO E ASSET ALLOCATION Pictet - AGGIORNATO A SETTEMBRE QUADRO MACRO: Timori

Dettagli

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013

ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 ECONOMIA E MERCATI FINANZIARI PRIMO TRIMESTRE 2013 1. IL QUADRO MACROECONOMICO I primi dati delle indagini congiunturali indicano una ripresa della crescita economica mondiale ancora modesta e disomogenea

Dettagli

Nota congiunturale I trimestre 2002

Nota congiunturale I trimestre 2002 CAMERA DI COMMERCIO INDUSTRIA ARTIGIANATO AGRICOLTURA NOVARA Nota congiunturale I trimestre 2002 a cura dell Ufficio studi 81 80 79 78 77 76 75 74 73 72 6 4 2 0-2 -4-6 -8 71-10 I/98 II/98 III/98 IV/98

Dettagli

Previsioni di Mercato Raiffeisen

Previsioni di Mercato Raiffeisen Previsioni di Mercato Raiffeisen di Raiffeisen Capital Management per Cassa Raiffeisen di Brunico Marzo 2015 Rischio? Quale rischio? Le prime settimane dell anno nuovo sono state caratterizzate dai temi

Dettagli

Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 1 SETTEMBRE 2015 Sotto i riflettori Spread Btp/Bund a 10 anni: andamento I temi del giorno Macro Area euro: inflazione in ripresa in Italia, +0,2% a/a l indice nazionale e +0,5% a/a quello

Dettagli

Consumi finali delle famiglie pro-capite

Consumi finali delle famiglie pro-capite Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net 10 otto, 2010 Visita il nuovo network di social trading di etoro: openbook.etoro.com Il mercato azionario ha avuto un impennata a metà settimana per poi consolidarsi durante gli ultimi giorni dal momento

Dettagli

NOTA CONGIUNTURALE. Maggio 2014. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese

NOTA CONGIUNTURALE. Maggio 2014. 3. Mercati finanziari. - Sommario. - Analisi del mese NOTA CONGIUNTURALE Maggio 2014 3. Mercati finanziari - Sommario - Analisi del mese 1 3.Mercati finanziari FED. Il temuto rialzo dei tassi di interesse negli Stati Uniti potrebbe essere più lontano di quanto

Dettagli

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net

Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.net Analisi iornaliera dei Mercati 4 otto, 2010 isita il nuovo network di social trading di etoro: openbook.etoro.com Si sono consolidati i mercati azionari del corso di questa settimana, dal momento che gli

Dettagli

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE

PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE PER LE BANCHE DI CREDITO COOPERATIVO CASSE RURALI E ARTIGIANE DEL VENETO MEFR MODELLO ECONOMETRICO FINANZIARIO REGIONALE I dati utilizzati per le elaborazioni sono aggiornati al 31/03/201 Pagina 1 Questa

Dettagli

SULLE ALI DELLA DISCONNESSIONE: ATTO II

SULLE ALI DELLA DISCONNESSIONE: ATTO II SULLE ALI DELLA DISCONNESSIONE: ATTO II Dopo il grande rush che ha visto i principali mercati raggiungere e superare i precedenti massimi storici, è iniziata l attesa fase di correzione degli indici. Ad

Dettagli

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania

Il mercato assicurativo internazionale nel 2012. (quote % del mercato mondiale) Altro 36,0% Premi totali 4.612 mld Usd. Italia 3,1% Germania Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 00187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/2002 del 9/4/2002 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della

Dettagli

Analisi dei Mercati. Reazione esagerata dei mercati

Analisi dei Mercati. Reazione esagerata dei mercati Analisi mensile dei principali eventi e previsioni sui mercati globali 22 ottobre 2014 Analisi dei Mercati Crediamo che i mercati stiano reagendo in modo esagerato considerato lo stato di salute dei fondamentali.

Dettagli

L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti:

L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti: MARKET OUTLOOK 2016 Cosa ci lascia in eredità il 2015 L anno appena trascorso è stato caratterizzato da alcuni eventi rilevanti: - La fine della politica dei tassi zero in USA - L avvio del QE in Europa

Dettagli

Vediamo un analisi della situazione Ciclica su Bund ed Euro/Dollaro (prezzi chiusura del 16 gennaio)

Vediamo un analisi della situazione Ciclica su Bund ed Euro/Dollaro (prezzi chiusura del 16 gennaio) Vediamo un analisi della situazione Ciclica su Bund ed Euro/Dollaro (prezzi chiusura del 16 gennaio) Prima un breve cenno alla situazione Macroeconomica che interessa questi 2 mercati- Anche qui ha pesato

Dettagli

I rischi sono più vicini di quello che sembrano

I rischi sono più vicini di quello che sembrano Attenzione! I rischi sono più vicini di quello che sembrano 9 maggio, 2011 Dopo un eccezionale rally dell euro, in cui la moneta unica è passata dal livello di 1,25 dollari a 1,5 dollari, le preoccupazioni

Dettagli

4 dicembre 2015. Petrolio: quotazioni della qualità Brent

4 dicembre 2015. Petrolio: quotazioni della qualità Brent Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

La congiuntura. internazionale

La congiuntura. internazionale La congiuntura internazionale N. 1 GIUGNO 2015 Il primo trimestre del 2015 ha portato con sé alcuni cambiamenti nelle dinamiche di crescita delle maggiori economie: alla moderata ripresa nell Area euro

Dettagli

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica

Aprile 2014. Nota congiunturale sintetica Aprile 2014 Nota congiunturale sintetica Eurozona La dinamica degli indicatori di fiducia basati sulle indagini congiunturali fino a marzo è coerente con il perdurare di una crescita moderata anche nel

Dettagli

Strategia d investimento

Strategia d investimento Strategia d investimento Indicatori dell Asset Allocation Strategia d investimento (asset classes, valute, duration obbligazionarie) Bollettino mensile no. 3 marzo 2012 A cura dell Ufficio Ricerca e Analisi

Dettagli

Mercati e Valute, 10 aprile 2015. Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee

Mercati e Valute, 10 aprile 2015. Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee Mercati e Valute, 10 aprile 2015 Euro/Dollaro USA L Euro a sconto sostiene le quotazioni europee Nel primo trimestre dell anno, il forte calo dell Euro nei confronti del Dollaro USA ha reso più attraenti

Dettagli

La ricchezza finanziaria delle famiglie italiane

La ricchezza finanziaria delle famiglie italiane Banca Nazionale del Lavoro Gruppo BNP Paribas Via Vittorio Veneto 119 187 Roma Autorizzazione del Tribunale di Roma n. 159/22 del 9/4/22 Le opinioni espresse non impegnano la responsabilità della banca.

Dettagli

Ancora vendite sulle materie prime

Ancora vendite sulle materie prime Ancora vendite sulle materie prime L indice generale GSCI ER (-2,1) ha chiuso in calo per la quinta settimana consecutiva aggiornando i minimi dal 1999 con ribassi generalizzati ad eccezione dei preziosi.

Dettagli

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE

SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE SCENARIO 2008 MACROECONOMIA E MERCATI AGGIORNAMENTO 1 SEMESTRE Hanno contribuito alla realizzazione della pubblicazione: Andrea Conti - Responsabile Strategia Eurizon Capital SGR; Luca Mezzomo - Responsabile

Dettagli

1. IL CONTESTO DI RIFERIMENTO

1. IL CONTESTO DI RIFERIMENTO 1. IL CONTESTO DI RIFERIMENTO 13 1.1 Cenni sull economia Nel 2013 l economia mondiale è cresciuta ad un ritmo modesto. Il Prodotto Interno Lordo (PIL) mondiale è salito del 3% circa, in linea con il +3,1%

Dettagli

- 2 trimestre 2014 -

- 2 trimestre 2014 - INDAGINE TRIMESTRALE SULLA CONGIUNTURA IN PROVINCIA DI TRENTO - 2 trimestre 2014 - Sommario Riepilogo dei principali risultati... 2 Giudizio sintetico sul trimestre... 3 1. Il quadro generale... 4 1.1

Dettagli

OSSERVATORIO SULLA CRISI ECONOMICA IN PROVINCIA DI BERGAMO

OSSERVATORIO SULLA CRISI ECONOMICA IN PROVINCIA DI BERGAMO OSSERVATORIO SULLA CRISI ECONOMICA IN PROVINCIA DI BERGAMO a cura dell I.R.S. (Istituto per la Ricerca Sociale) di Milano per conto della Camera di Commercio I.A.A. e della Provincia di Bergamo (estratto

Dettagli

TASSI DI CAMBIO AVVENIMENTI DI QUESTA SETTIMANA. Analisi Settimanale dei Mercati

TASSI DI CAMBIO AVVENIMENTI DI QUESTA SETTIMANA. Analisi Settimanale dei Mercati Il vulcano ha eruttato durante la settimana poiché i problemi di solvibilità del debito nella periferia dell Europa hanno creato il panico in tutto il mondo ed i mercati finanziari hanno avuto comportamenti

Dettagli

Morning Call 14 GENNAIO 2016 DAILY. Sotto i riflettori

Morning Call 14 GENNAIO 2016 DAILY. Sotto i riflettori Morning Call 14 GENNAIO 2016 Sotto i riflettori Indice S&P500: andamento I temi del giorno Macro Area euro: calo marcato per la produzione industriale dell Area, a dicembre -0,7% su base mensile Banche

Dettagli

La Federal Reserve. L analisi settimanale del 4.04.2011 è fornita da etoro. Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro.

La Federal Reserve. L analisi settimanale del 4.04.2011 è fornita da etoro. Per maggiori notizie e analisi più approfondite, vai su www.etoro. La Federal Reserve Sta per cambiare politica? 4 aprile 2011 Il doppio Mandato della Federal Reserve- Dal 1978, la Federal Reserve è stata incaricata dal Congresso statunitense del doppio mandato di promuovere

Dettagli

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi

I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi I temi caldi di inizio 2014: la parola ai gestori alternativi No. No. 6 7 - - Dicembre Febbraio 2013 2014 No. 7 - Febbraio 2014 N. 67 Dicembre Febbraio 2014 2013 2 Il presente documento sintetizza la visione

Dettagli

Dossier 1 La recente evoluzione della congiuntura internazionale e italiana

Dossier 1 La recente evoluzione della congiuntura internazionale e italiana Dossier 1 La recente evoluzione della congiuntura internazionale e italiana Audizione del Presidente dell Istituto nazionale di statistica, Luigi Biggeri presso le Commissioni riunite V Commissione "Programmazione

Dettagli

Morning Call 22 GIUGNO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Giornata decisiva per gli sviluppi della situazione greca: ieri nuova proposta di Tsipras

Morning Call 22 GIUGNO 2015 DAILY. Sotto i riflettori. Giornata decisiva per gli sviluppi della situazione greca: ieri nuova proposta di Tsipras Morning Call 22 GIUGNO 2015 Sotto i riflettori Rendimento del Btp a 10 anni: andamento I temi del giorno L analisi dei mercati Giornata decisiva per gli sviluppi della situazione greca: ieri nuova proposta

Dettagli

-20.2% -24.8% Migliori -29.5% -31.3% -34.1%

-20.2% -24.8% Migliori -29.5% -31.3% -34.1% Speculatori Mirko. più ottimisti sui preziosi Ancora un altra settimana in forte calo per l indice generale GSCI ER (-3,3) con tutti i settori negativi nonostante siano arrivate indicazioni verso una politica

Dettagli

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari

View. Scenario macroeconomico. Mercati Obbligazionari 13 Gennaio 2014 View Fideuram Investimenti Autori: Enrico Boaretto Flavio Rovida Patrizia Bussoli Ilaria Spinelli Francesca Pini Cristian Gambino Indice Sintesi scenario 1 Macroeconomia 2 Mercati Azionari

Dettagli

Dollaro. Un grande punto interrogativo

Dollaro. Un grande punto interrogativo Dollaro. Un grande punto interrogativo Qualcosa sembra sfuggire, in questi giorni, agli occhi di noi comuni mortali. Dopo numerosi anni, il target del 6,5 così tanto ambito dalla Fed, sul tasso di disoccupazione,

Dettagli

Europa: oggi le prime stime sui Pmi di Francia, Germania ed Area euro. Stati Uniti: oggi nessun dato di rilievo.

Europa: oggi le prime stime sui Pmi di Francia, Germania ed Area euro. Stati Uniti: oggi nessun dato di rilievo. Morning Call 21 AGOSTO 2015 Sotto i riflettori Indice di volatilità sul Dax: andamento I temi del giorno Mercati nervosi: nuove elezioni in Grecia, economia cinese in rallentamento, valute dei Paesi emergenti

Dettagli