Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A."

Transcript

1 Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Roma, 18 giugno 2014

2 consip s.p.a. Profilo aziendale e missione Attività Modello 2

3 consip profilo aziendale e missione Consip è una società per azioni creata nel 1997 dal Ministero del Tesoro (oggi Ministero dell Economia e delle Finanze, MEF), che ne è azionista unico. Svolge attività di consulenza, assistenza e supporto in favore delle Amministrazioni pubbliche nell ambito degli acquisti di beni e servizi (public procurement). La sua missione è quella di promuovere l evoluzione dei processi della PA, attraverso know-how all avanguardia e capacità di anticipare, comprendere ed elaborare le esigenze delle amministrazioni. Consip opera valorizzando le migliori opportunità offerte dalla tecnologia ICT e dal mercato, con un suo continuo coinvolgimento. 3

4 consip attività Le attività della Consip fanno riferimento a tre aree principali: PER TUTTA LA P.A. La realizzazione del Programma per la razionalizzazione degli acquisti per la P.A., attraverso l utilizzo di tecnologie informatiche e di strumenti innovativi per gli acquisti (Convenzioni, Mercato Elettronico della P.A., Accordi quadro, Sistema dinamico di acquisizione, gare in modalità ASP) Area Programma Lo svolgimento di compiti assegnati attraverso specifici provvedimenti di legge o atti amministrativi Area Altre iniziative su affidamenti di legge/atti amministrativi PER P.A. SPECIFICHE Il supporto a singole Amministrazioni su tutti gli aspetti del processo di approvvigionamento, anche in qualità di centrale di committenza, sulla base di specifiche convenzioni Area Procurement verticale per la P.A. 4

5 il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. il programma le attività gli attori coinvolti 5

6 il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Nel 2000 il Ministero dell Economia e delle Finanze (MEF) ha avviato un Programma per la Razionalizzazione degli Acquisti nella Pubblica Amministrazione nel rispetto di quanto sancito dalla Legge Finanziaria del innovazione Il Programma si basa su modelli innovativi di gestione degli acquisti finalizzati a razionalizzare la spesa ed a semplificare i processi di procurement pubblico, nel rispetto dei principi di trasparenza e concorrenzialità. trasparenza concorrenza Per la P.A. Costituzione di un centro di competenze per l ottimizzazione degli acquisti e la semplificazione dei processi di approvvigionamento, in grado di veicolare verso la P.A. un ampia gamma di prodotti e servizi a costi competitivi e ad adeguati standard qualitativi. Per le imprese Rendere disponibili strumenti di acquisto innovativi in grado di generare una riduzione dei costi commerciali a fronte dell accesso ad un mercato ad elevato potenziale. acquistinretepa.it 6

7 le attività I servizi e gli strumenti offerti dal Programma assicurano il rispetto dei principi di trasparenza e concorrenza. Supporto a progetti specifici Servizi per l e-procurement, formazione, comunicazione PROGETTI SPECIFICI CONVENZIONI Risultato di gare tradizionali o gare telematiche Possibilità di ordinare on line Copertura di un ampia gamma di merceologie Gare smaterializzate per la stipula di convenzioni e/o accordi quadro Gare su delega di singole Amministrazioni GARE MERCATO ELETTRONICO Offerta di beni e servizi alla P.A. forniti da Imprese abilitate Acquisti a catalogo e/o confronto tra prodotti offerti da diversi fornitori Gamma diversificata e domanda/offerta frammentate Pubblicazione di Bandi istitutivi SISTEMA DINAMICO ACCORDI QUADRO Aggiudicazione a seguito della pubblicazione di Bandi semplificati da parte delle P.A. Stipula di Accordi quadro Contrattazione degli appalti specifici a cura delle Amministrazioni 7

8 gli attori coinvolti MEF Consip S.p.A. Programma per la razionalizzazione degli acquisti Convenzioni Mercato Elettronico Accordi quadro Sistema dinamico di acquisizione Collaborazioni specifiche Pubbliche Amministrazioni Imprese Ordini Forniture Pagamenti Il Ministero dell Economia e delle Finanze svolge la funzione di indirizzo e coordinamento: definisce linee guida del Programma; promuove le sinergie con tutti gli altri soggetti istituzionali; cura i rapporti con le Autorità Garanti; Consip persegue l eccellenza operativa nell ambito delle linee guida espresse dal MEF: analizza il mercato della domanda e dell offerta; sviluppa iniziative rispondenti ai fabbisogni della P.A.; mette a disposizione competenze e servizi di consulenza sugli acquisti anche per esigenze specifiche; Le Amministrazioni partecipano al Programma: collaborano nella definizione dei fabbisogni quantitativi e qualitativi; utilizzano gli strumenti/servizi offerti; mantengono la propria autonomia nella definizione dei fabbisogni e nelle scelte d acquisto; Le Imprese fornitrici contribuiscono allo sviluppo del Programma con la propria offerta di beni e servizi: interagiscono con Consip nell analisi dell offerta; rendono disponibili beni e servizi rispondenti alle esigenze della P.A.; collaborano alla diffusione del Mercato Elettronico della P.A.. 8

9 la normativa La nascita del Programma Legge Finanziaria 2000 D.P.R. n 101 del 4 aprile 2002 (abrogato) Direttiva 2004/18/CE Appalti pubblici Il codice dei contratti pubblici Legge Finanziaria 2007 Legge Finanziaria 2008 D.M D.M D.M Legge Finanziaria 2010 D.L n. 98 D.L n. 201 D.M. 15 marzo /04/20COM UE (2012) 179 D.L n. 52 convertito in L. 6 luglio 2012, n. 94 D.L. 6 luglio 2012, n. 95 convertito in L. 7 agosto 2012, n. 135 L. 24 dicembre 2012, n. 228 Il codice dei contratti pubblici strumenti di acquisto 9

10 gli utenti del programma le PA il registrato il PO il PI le imprese 10

11 le tipologie di utenti del programma Il sistema è fruibile dalle differenti tipologie di utenti - P.A. e imprese - con livelli di riservatezza diversi in base a quanto richiesto dagli specifici servizi. Gli utenti sono quindi classificati in: UTENTI PUBBLICI possono accedere esclusivamente alle pagine di pubblico dominio, in quanto sprovvisti di utenza e password P.A. o Imprese: possono fruire di servizi a valore aggiunto (Newsletter, Alert, Area personale ) e procedere poi all abilitazione UTENTI REGISTRATI UTENTI UTENTI ABILITATI possono svolgere attività di acquisto / vendita sulla piattaforma transazionale o utilizzare particolari servizi (es. Equitalia) Gli utenti sono seguiti con azioni e strumenti differenziati a seconda delle tipologie di appartenenza. 11

12 il registrato P.A. La registrazione è il primo passo verso l abilitazione dell utente. 1. Registrazione base 2. Abilitazione Punto ordinante Punto istruttore Operatore di verifica Equitalia LA REGISTRAZIONE Inserimento dati anagrafici utente Associazione all ente, scegliendolo in un alberatura predefinita Accettazione condizioni legali Chiusura della procedura Selezione del link nella di conferma per attivare la registrazione IL REGISTRATO PUÒ Accedere alla propria Area personale e ai servizi a valore aggiunto Effettuare l abilitazione Iscriversi on line agli eventi, alla newsletter, agli alert Utilizzare Filo diretto con il Programma Login legata alla persona fisica: ogni login può essere associata a più enti/imprese 12

13 il punto ordinante L abilitazione come Punto ordinante consente all utente di effettuare acquisti sulla piattaforma di e-procurement. 1. Registrazione base L ABILITAZIONE COME PO Prima abilitazione o subentro Possesso della firma digitale Scelta degli strumenti di acquisto Scelta delle categorie merceologiche di interesse Riepilogo dati Accettazione condizioni legali Download del modulo Invio del modulo via fax o da sistema se firmato digitalmente Abilitazione da parte dell Ufficio registrazioni IL PUNTO ORDINANTE PUÒ Accedere alla propria Area personale e ai servizi a valore aggiunto Modificare/estendere la propria abilitazione Effettuare ordini diretti e richieste di offerta Accedere a modalità di ricerca avanzate Iscriversi on line agli eventi, alla newsletter, agli alert Utilizzare Filo diretto con il Programma 2. Abilitazione Punto ordinante Punto istruttore Operatore di verifica Equitalia Il possesso di firma digitale è la prima informazione richiesta in fase di abilitazione e condiziona automaticamente l abilitazione ai servizi transattivi soggetti all obbligo di firma. Il PO senza firma può accedere solo alle Convenzioni che consentono l emissione dell ordine via fax; il PO con firma può accedere a tutte le iniziative. 13

14 il punto istruttore Un utente registrato può inoltrare proposta di nomina come Punto Istruttore al PO selezionato (logica bottom-up ), che può approvare/rifiutare tale richiesta e può modificare i servizi e i limiti di spesa per i singoli strumenti indicati dal PI. 1. Registrazione base L ABILITAZIONE COME PI Possesso di utenza e password ottenute a seguito della registrazione base Scelta del PO tramite codice fiscale o user id Scelta degli strumenti di acquisto e degli eventuali limiti di spesa Riepilogo dati Invio della proposta al PO Eventuale modifica di strumenti e limiti di spesa da parte del PO Abilitazione da parte del PO IL PUNTO ISTRUTTORE PUÒ Accedere alla propria Area personale e ai servizi a valore aggiunto Predisporre ordini diretti da inviare al PO Predisporre Richieste di offerta da inviare al PO per la pubblicazione Gestire le RDO fino all aggiudicazione provvisoria Iscriversi on line agli eventi, alla newsletter, agli alert Utilizzare Filo diretto con il Programma 2. Abilitazione Punto ordinante Punto istruttore Operatore di verifica Equitalia 14

15 gli strumenti di acquisto le convenzioni il mercato elettronico della P.A. gli accordi quadro il sistema dinamico di acquisizione 15

16 le convenzioni cosa sono i vantaggi le iniziative 16

17 le convenzioni cosa sono Le Convenzioni sono contratti quadro stipulati da Consip a seguito di una procedura di gara tradizionale o smaterializzata. Tale strumento d acquisto mette a disposizione delle P.A. beni e servizi, individuati attraverso l analisi delle esigenze, e offrono alle Imprese l opportunità di soddisfare la domanda pubblica assicurando il rispetto dei principi di concorrenza e trasparenza. Le Convenzioni pongono in essere un sistema di impegni caratterizzato principalmente da: l oggetto della Convenzione (ovvero i beni/servizi oggetto della fornitura) i tempi di esecuzione e la durata della Convenzione la durata dei singoli contratti stipulati tra le P.A. ed il fornitore i quantitativi massimi e le caratteristiche degli ordinativi del bene/servizio le modalità di erogazione del servizio di fornitura (ad es. modalità di consegna del bene/servizio ecc.) i responsabili del servizio di fornitura requisiti ed esigenze livello di soddisfazione informazione / comunicazione / formazione Amministrazioni Consip ordini on line/fax fornitura pagamento stipula contratti quadro strumenti di monitoraggio reportistica del venduto Imprese 17

18 le convenzioni i vantaggi I principali benefici per le Amministrazioni sono: la semplificazione del processo di acquisto, con riduzione dei costi e dei tempi di approvvigionamento, e l aumento della trasparenza il miglioramento della qualità della fornitura sia di prodotto sia di servizio la reale concorrenza tra i partecipanti alle gare anche grazie alla collaborazione con le Autorità garanti l abbattimento dei costi legati alla gestione dei contenziosi legati al procedimento di gara, che sono attribuiti a Consip la possibilità di dedicare le risorse della funzione acquisti ad attività a maggior valore aggiunto (programmazione, controllo, etc.) l opportunità di effettuare acquisti verdi nell ottica di favorire la diffusione del green public procurement il monitoraggio della spesa attraverso la tracciabilità degli acquisti, anche se effettuati da strutture decentrate 18

19 le iniziative attive Aggiornata al Categoria Merceologica Convenzione 10 giugno 2014 Attivazione Veicoli Autoveicoli in acquisto 7 Dicembre 2013 Veicoli Autoveicoli in noleggio 10 bis Dicembre 2013 Alimenti, ristorazione e buoni pasto Buoni pasto 6 Ottobre 2013 Combustibili, carburanti e lubrificanti Carburanti extrarete e Gasolio da riscaldamento 8 Aprile 2014 Combustibili, carburanti e lubrificanti Carburanti rete - buoni acquisto 5 Dicembre 2012 Combustibili, carburanti e lubrificanti Carburanti rete fuel card 5 Dicembre 2012 Servizi assicurativi e finanziari Carte di credito 3 Marzo 2012 Energia elettrica e gas naturale Energia elettrica 11 Novembre 2013 Beni e servizi per gli immobili Facility management uffici 3 Dicembre 2012 Cancelleria, macchine per ufficio e materiale di consumo Fotocopiatrici 22 Dicembre 2012 Tutte le informazioni aggiornate sulle Convenzioni attive e in attivazione sono disponibili sul Portale nella sezione «Che strumento vuoi usare» > «Convenzioni». 19

20 le iniziative attive Aggiornata al 10 giugno 2014 Categoria Merceologica Convenzione Attivazione Energia elettrica e gas naturale Gas naturale 6 Novembre 2013 Hardware, Software e Servizi ICT Licenze d uso IBM Passport Dicembre 2013 Hardware, Software e Servizi ICT Licenze d'uso Oracle Maggio 2014 Hardware, Software e Servizi ICT Licenze d Uso Microsoft Government Open License Dicembre 2013 Hardware, Software e Servizi ICT Microsoft Enterprise Agreement 1 Ottobre 2012 Hardware, Software e Servizi ICT Microsoft Enterprise Agreement 2 Maggio 2014 Beni e servizi per gli immobili Multiservizio tecnologico integrato energia per la sanità Dicembre 2012 Hardware, software e servizi ICT Pc desktop 12 Luglio 2013 Hardware, software e servizi ICT Pc portatili 12 Maggio 2013 Beni e servizi per la sanità Presidi per l autocontrollo della glicemia Settembre 2013 Telecomunicazioni, elettronica e servizi accessori Reti locali 4 Ottobre 2012 Tutte le informazioni aggiornate sulle Convenzioni attive e in attivazione sono disponibili sul Portale nella sezione «Che strumento vuoi usare» > «Convenzioni».

21 le iniziative attive Categoria Merceologica Convenzione 10 giugno 2014 Attivazione Hardware, software e servizi ICT Server 6 Ottobre 2010 Hardware, software e servizi ICT Server 9 Marzo 2014 Hardware, software e servizi ICT Beni e servizi per gli immobili Servizi di posta elettronica e posta elettronica certificata Servizi di pulizia ed altri servizi per le Scuole ed i Centri di Formazione Settembre 2013 Novembre 2013 Beni e servizi per gli immobili Servizio integrato energia 3 Dicembre 2013 Beni e servizi per il territorio Servizio luce 2 Giugno 2011 Cancelleria, macchine per ufficio e materiale di consumo Cancelleria, macchine per ufficio e materiale di consumo Cancelleria, macchine per ufficio e materiale di consumo Beni e servizi per la sanità Aggiornata al Stampanti 10 Maggio 2011 Stampanti 11 Maggio 2012 Stampanti 12 Maggio 2013 Telecomandati digitali diretti e Portatili per radiografia digitali diretti Dicembre 2012 Telecomunicazioni, elettronica e servizi accessori Telefonia fissa e connettività IP 4 Settembre 2011 Telecomunicazioni, elettronica e servizi accessori Telefonia mobile 5 Marzo 2011 Tutte le informazioni aggiornate sulle Convenzioni attive e in attivazione sono disponibili sul Portale nella sezione «Che strumento vuoi usare?» > «Convenzioni». 21

22 gli accordi quadro cosa sono le tipologie i vantaggi le iniziative 22

23 gli accordi quadro cosa sono L Accordo Quadro è un accordo, concluso tra una o più Amministrazioni aggiudicatrici e uno o più operatori economici, il cui scopo è quello di stabilire le clausole relative agli appalti da aggiudicare durante un dato periodo, in particolare per quanto riguarda i prezzi e se del caso, le quantità previste. Consip Consip aggiudica l Accordo Quadro, mentre le Pubbliche Amministrazioni aggiudicano gli Appalti Specifici. requisiti ed esigenze supporto e assistenza tecnica formazione Amministrazioni Aggiudicazione dell AQ Predisposizione dello schema di negoziazione per gli appalti specifici Imprese invio di ODA o RDO per la definizione dell Appalto specifico risposta alla RDO fornitura pagamento 23

24 tutte le condizioni fissate non tutte le condizioni fissate gli accordo quadro le tipologie gli appalti specifici sono aggiudicati sulla base delle condizioni fissate nell AQ in combinazione con le ulteriori condizioni indicate dall operatore in completamento della sua offerta gli appalti specifici sono affidati dopo il rilancio del confronto competitivo fra le parti in base alle medesime condizioni, se necessario precisandole e, se del caso, ad altre condizioni ACCORDI QUADRO gli appalti specifici sono aggiudicati entro i limiti delle condizioni fissate nell AQ gli appalti specifici sono aggiudicati applicando le condizioni stabilite nell AQ senza nuovo confronto competitivo. L aggiudicazione dell AQ contiene l ordine di priorità, privilegiando il criterio della rotazione, per la scelta del fornitore cui affidare il singolo appalto 1 operatore almeno 3 operatori 24

25 gli accordi quadro i vantaggi Semplificazione dei procedimenti e contenimento dei costi, in tutti i casi di acquisizione di beni e servizi di carattere seriale e standardizzato Flessibilità delle procedure di scelta del contraente Accorpamento di acquisti ripetitivi ed omogenei, in quanto consentono alla P.A. di stabilire una sola volta le clausole destinate a disciplinare i rapporti con l interlocutore o gli interlocutori privati Gestione delle commesse nel lungo periodo Tali vantaggi sono ottenuti nel rispetto della disciplina della direttiva comunitaria, recepita dal Codice, che garantisce i principi di trasparenza e di parità di trattamento, tenuto conto in particolare che: la durata di un accordo quadro non può superare i quattro anni, salvo ricorrano casi eccezionali debitamente motivati, tenuto conto in particolare dell oggetto dell accordo quadro(art. 59, comma 9); le stazioni appaltanti non possono ricorrere agli accordi quadro in modo abusivo o in modo da ostacolare, limitare o distorcere la concorrenza (art. 59, comma 10); il valore da prendere in considerazione deve essere determinato, considerando il valore massimo, al netto dell iva, del complesso degli appalti da stipulare in pendenza dell accordo. 25

26 gli accordi quadro le iniziative 10 giugno 2014 Categoria Merceologica AQ Stato Beni e servizi per la sanità Apparecchiature radiologiche multifunzione Bando scaduto Hardware, Software e Servizi ICT Desktop outsourcing 2 Bando scaduto Cancelleria, macchine per ufficio e materiale di consumo Print & copy management Aggiornata al Bando scaduto Hardware, Software e Servizi ICT Server Blade 3 Bando scaduto Beni e servizi per la sanità Service dialisi Bando scaduto Hardware, Software e Servizi ICT Servizi applicativi Bando scaduto Telecomunicazioni, elettronica e servizi accessori Beni e servizi per le persone Servizi di contact center in outsourcing Servizio di gestione integrata delle trasferte di lavoro 2 AQ attivo Bando scaduto Hardware, Software e Servizi ICT Servizi di System Management Bando pubblicato Hardware, Software e Servizi ICT Servizi per sistemi operativi server open source (bis) Bando scaduto Tutte le informazioni aggiornate sugli Accordi quadro attivi e in attivazione sono disponibili sul Portale nella sezione «Che strumento vuoi usare?» > «Accordi quadro» 26

27 il sistema dinamico di acquisizione cosa è come funziona i vantaggi 27

28 il sistema dinamico di acquisizione cosa è Il sistema dinamico di acquisizione è una procedura interamente telematica, articolata in due fasi e sempre aperta alle nuove abilitazioni. PROCEDIMENTO INFORMATICO Consip, le stazioni appaltanti e i Fornitori utilizzano esclusivamente mezzi elettronici per tutte le fasi del procedimento. La presentazione dell offerta da parte dei Fornitori viene effettuata a Sistema utilizzando format predefiniti con controlli automatici per la riduzione degli errori. La valutazione dell offerta, tecnica e economica, è effettuata in modo automatico sulla base di algoritmi e di modelli di valutazione preimpostati a Sistema. PROCEDURA DINAMICA E SEMPRE APERTA Se i Fornitori soddisfano i requisiti richiesti, possono abilitarsi in qualsiasi momento allo SDA. A seguito della pubblicazione di ogni Bando Semplificato i Fornitori non ancora abilitati presentano domanda di ammissione per poter partecipare al successivo confronto concorrenziale. IDONEO A OGGETTI STANDARDIZZABILI E DI USO CORRENTE Lo SDA può essere utilizzato esclusivamente per forniture di Beni e Servizi (B&S) che consentano l utilizzo di parametri di valutazione delle offerte tecniche tabellari e oggettivi. Il bene/servizio oggetto dello SDA deve poter essere rappresentato attraverso un set di attributi, caratteristiche tecniche e descrittive oggettivamente determinabili. 28

29 il sistema dinamico di acquisizione come funziona Il Sistema dinamico si articola in due fasi. La durata e le sue caratteristiche sono definite nella fase istitutiva. FASE 1 FASE 2 Pubblicazione Bando istitutivo Bando semplificato Bando semplificato Bando semplificato Bando semplificato CONSIP 1 Istituisce ed attiva un Sistema dinamico 3 Valuta le domande di ammissione e fornisce supporto AMMINISTRAZIONE 4 Pubblica i Bandi semplificati 6 Aggiudica i Bandi semplificati IMPRESA 2 Richiede l ammissione al Sistema dinamico 5 Partecipa ai Bandi semplificati 29

30 il sistema dinamico di acquisizione come funziona Il Sistema dinamico di acquisizione è caratterizzato da una procedura bifasica. FASE 1 - ISTITUZIONE E ATTIVAZIONE - pubblicazione Bando Istitutivo per specifica categoria merceologica Consip definisce l ambito merceologico e i requisiti generali all interno dei quali i soggetti coinvolti (Stazione Appaltante e Fornitori) possono agire; Consip gestisce l abilitazione e la permanenza dei Fornitori nello SDA per l intera durata del Bando Istitutivo; I Fornitori richiedono l abilitazione presentando un offerta indicativa: dichiarazione della capacità a fornire tutti o parte dei prodotti/gruppi di prodotti oggetto del SDA, nel rispetto di caratteristiche tecniche minime ed eventuali livelli di servizio minimi, senza indicazione di prezzo. FASE 2 - AGGIUDICAZIONE DEGLI APPALTI SPECIFICI - pubblicazione Bando Semplificato La Stazione Appaltante (SA) avvia una procedura concorrenziale definendo i quantitativi, il valore e le caratteristiche specifiche dell appalto. I Fornitori non ancora abilitati allo SDA possono richiedere a Consip l abilitazione al Bando istitutivo. Al termine della gestione da parte di Consip delle domande di ammissione delle sole imprese che hanno manifestato interesse a partecipare all appalto specifico, la SA invita i Fornitori al confronto concorrenziale. Al confronto concorrenziale sono invitati tutti i fornitori ammessi alla categoria merceologica del Bando semplificato.

31 il sistema dinamico di acquisizione i vantaggi migliorare l efficacia e l efficienza negli acquisti standardizzazione dell architettura di gara e della documentazione facilità nel predisporre l ambiente di negoziazione e gestione più efficiente delle fasi di valutazione e aggiudicazione maggior trasparenza del processo, favorita dalla tracciabilità di ciascun passaggio della procedura eliminazione della documentazione cartacea, ricorso alla firma digitale e gestione on line delle comunicazioni consentire acquisti semplici e più rapidi regole negoziali condivise e accettate da P.A. e imprese con conseguente riduzione di richieste di chiarimento e contestazioni architettura di gara e documentazione standardizzate e semplificate grazie a modelli di negoziazioni già predisposti offerte tecniche ed economiche formalmente controllate dal sistema in fase di negoziazione con conseguente riduzione del carico di lavoro per concorrenti e Amministrazioni graduatoria di merito dell Appalto specifico generata automaticamente analisi più semplice e veloce della documentazione amministrativa standstill period non trova applicazione stimolare l aumento della concorrenza maggior pervasività delle procedure telematiche aumento della trasparenza sui mercati di fornitura semplificazione della partecipazione alle gare grazie alla standardizzazione della procedura che favorisce una corretta formulazione dell offerta minor rischio di collusione tra i concorrenti, grazie alla natura dello strumento di procedura sempre aperta accrescere la modernizzazione e l innovazione nella p.a. maggior capacità di programmazione e progettazione degli acquisti favorita dall utilizzo di infrastrutture informatiche ottimizzazione dell impiego di risorse umane ed economiche nella gestione della procedura spinta al cambiamento organizzativo 31

32 il sistema dinamico di acquisizione i vantaggi La maggior riduzione, in termini temporali, si ottiene nelle fasi di predisposizione della documentazione, negoziazione, valutazione, aggiudicazione delle offerte e stipula (no standstill period). Secondo lo studio condotto dal Politecnico di Milano (Osservatorio PA 2010) il risparmio di tempo tra le negoziazioni effettuate in modalità tradizionale e quelle telematiche varia dal 25% al 40%. BANDO SEMPLIFICATO Pubblicazione del Bando Semplificato Dead line ammissione Valutazione/Ammissione degli Operatori economici Invito Offerta Valutazione e Aggiudicazione Stipula Min 15gg Max 15gg Tempo congruo TEMPO Richieste di ammissione da parte di nuovi Operatori economici Valutazione delle nuove richieste di ammissione CONSIP Confronto concorrenziale 10 gg -35 gg no standstill period 32

33 il sistema dinamico di acquisizione le iniziative Aggiornata al Categoria Merceologica SDA 10 giugno 2014 Stato Beni e servizi per la sanità Antisettici e disinfettanti Iniziativa attiva Beni e servizi per la sanità Ausili tecnici per persone disabili In attivazione Beni e servizi per la sanità Farmaci Iniziativa attiva Alimenti, ristorazione e buoni pasto Derrate alimentari Iniziativa attiva Hardware, Software e Servizi ICT ICT Iniziativa attiva Tutte le informazioni aggiornate sulle iniziative del Sistema dinamico di acquisizione sono disponibili sul Portale nella sezione «Che strumento vuoi usare?» > «Sistema dinamico» 33

34 il sistema dinamico di acquisizione l iniziativa farmaci È stato pubblicato il primo il Bando Istitutivo del Sistema dinamico di acquisizione per la fornitura di prodotti farmaceutici: medicinali, soluzioni infusionali, emoderivati, vaccini Pubblicazione Bando istitutivo e capitolato d oneri La durata complessiva del Sistema dinamico Farmaci è di 36 mesi, eventualmente prorogabili per ulteriori 12, decorrenti dalla data di pubblicazione del Bando. Il valore stimato è di 12 Mld. L elenco dei principi attivi pubblicato in allegato al Capitolato d Oneri, sarà periodicamente aggiornato da CONSIP sulla base di segnalazioni espresse dalle Amministrazioni ed inviate a CONSIP prima della pubblicazione dei Bandi Semplificati. Valutazione delle domande di ammissione Ad oggi, sono già state abilitate allo SDA diverse Imprese, e sono in corso di valutazione le richieste di altri Operatori economici. Le richieste di ammissione sono valutate in maniera continuativa per tutta la durata dello SDA, così come le procedure di controllo sulla veridicità del contenuto delle dichiarazioni. Tutte le informazioni aggiornate sul Sistema dinamico di acquisizione sono disponibili sul Portale nella sezione «Che strumento vuoi usare?» > «Sistema dinamico» 34

35 il mercato elettronico della p.a. cosa è i vantaggi le iniziative 35

36 il mercato elettronico della p.a. cosa è Il Mercato Elettronico della P.A. è un mercato digitale dove le Amministrazioni registrate e le Imprese abilitate possono effettuare negoziazioni dirette, veloci e trasparenti per acquisti sotto la soglia comunitaria, mediante ordini diretti a catalogo o tramite richieste di offerta. Il DPR 101 del 2002 ha introdotto il Mercato Elettronico della P.A. quale nuovo strumento d acquisto, utilizzabile da tutte le P.A., per approvvigionamenti di importo inferiore alla soglia comunitaria. Il Mercato Elettronico della P.A è un Marketplace di tipo selettivo, cioè accessibile solo ad utenti (Amministrazioni e Fornitori) abilitati, B2G (Business to Government) su cui è possibile effettuare acquisti diretti da catalogo (OdA) e richieste di offerta (RdO). requisiti ed esigenze supporto e assistenza tecnica formazione Amministrazioni Consip bandi di abilitazione qualifica dei fornitori pubblicazione cataloghi Imprese invio ordini diretti e/o richieste di offerta risposte alle richieste di offerta fornitura pagamento 36

37 il mercato elettronico della p.a. i vantaggi Il Mercato Elettronico della P.A. favorisce l apertura e la trasparenza del mercato. I principali vantaggi per sono: LE AMMINISTRAZIONI Riduzione di costi e tempi di acquisto Accessibilità a una base potenzialmente maggiore di fornitori abilitati (che rispondono a standard comprovati di efficienza e affidabilità) Facilità di confronto dei prodotti e trasparenza informativa Possibilità di tracciare gli acquisti e quindi di controllare la spesa, eliminando ogni supporto cartaceo Negoziazione diretta con i fornitori di tempi, prezzi e condizioni LE IMPRESE Ottimizzazione dei costi di intermediazione commerciale Possibilità di utilizzo di un nuovo canale di vendita, complementare a quelli già attivati Opportunità di accedere al mercato della P.A. anche solo su base provinciale Recupero di competitività, in particolar modo nei mercati locali Maggiore visibilità dei propri prodotti 37

38 il mercato elettronico della p.a. le iniziative Aggiornata al 31 maggio 2014 Arredi e complementi di arredo: Beni e Servizi ICT: Prodotti per l ufficio: Cancelleria: Manutenzione impianti Termoidraulici: Manutenzione impianti Elettrici: Manutenzione impianti Elevatori: Manutenzione impianti Antincendio: Soluzioni per la scuola MePi 235 Servizi di Igiene Ambientale: Materiale Igienico Sanitario: Materiale Elettrico: Beni e Servizi Sanità: Dispositivi di protezione individuale: Veicoli e Mobilità Sostenibile: Fonti rinnovabili: Servizi per eventi: Facility Management urbano: Iniziative verdi N cataloghi: N articoli:

39 le modalità di acquisto l ordine diretto la richiesta di offerta 39

40 gli strumenti e le modalità di acquisto Nel nuovo sistema di e-procurement, le modalità di acquisto sono solo due, a prescindere dallo strumento. le Convenzioni prevedono solo l acquisto tramite ordine diretto il Mercato Elettronico consente di acquistare secondo entrambe le modalità gli Accordi quadro prevedono l acquisto tramite una sola modalità o ordine diretto o richiesta di offerta Il Sistema dinamico prevede solo l utilizzo della Richiesta di Offerta Ordine diretto Convenzioni Accordi quadro MePA Richiesta di offerta Accordi quadro Sistema dinamico di acquisizione 40

41 Scelta prodotto Carrello Composizione dell ordine Invio dell ordine l acquisto tramite ordine diretto L ordine diretto è l unica modalità di acquisto in Convenzione e una delle due modalità di acquisto del Mercato Elettronico. Gli Accordi quadro prevedono o l ordine diretto o la richiesta di offerta. Selezione del prodotto dalle vetrine (Che strumento vuoi usare?) o dalle ricerche (Che cosa vuoi acquistare? - Sfoglia catalogo, AZ, Ricerca per codice ) Arrivo sul catalogo prodotti Consultazione del catalogo e della documentazione dell iniziativa a cui fa riferimento il prodotto Inserimento del prodotto nel carrello, suddiviso per strumento di acquisto (il carrello è sempre salvato) Selezione della freccia Crea ordine Denominazione dell ordine Inserimento quantità, IVA ed eventuali articoli accessori Definizione metodo di pagamento Inserimento indirizzi (eventuale multiindirizzo) Inserimento eventuali note e allegato Salvataggio in bozza Invio al PO (nel caso di predisposizione da parte del PI Generazione dell ordine Firma digitale e invio on line oppure firma tradizionale e invio via fax Nel caso di invio via fax, conferma on line dell avvenuto invio cartaceo 41

42 Scelta prodotto Carrello Creazione della RDO Aggiudicazione della RDO l acquisto tramite richiesta di offerta La richiesta di offerta è una delle due modalità di acquisto del Mercato Elettronico, mentre non è prevista nelle Convenzioni. Gli Accordi quadro prevedono o l ordine diretto o la richiesta di offerta. Selezione del prodotto dalle vetrine (Che strumento vuoi usare?) o dalle ricerche (Che cosa vuoi acquistare? - Sfoglia catalogo, AZ, Ricerca per codice ) Arrivo sul catalogo prodotti Consultazione del catalogo e della documentazione dell iniziativa a cui fa riferimento il prodotto Inserimento del prodotto nel carrello, suddiviso per strumento di acquisto (il carrello è sempre salvato) Selezione degli articoli e del pulsante Crea RDO Inserimento denominazione e parametri (definizione del criterio di aggiudicazione Suddivisione in lotti e gestione delle schede tecniche Invito dei fornitori Definizione delle date Riepilogo e invio (nel caso di predisposizione da parte del PI, invio al PO) Apertura busta amministrativa Apertura offerta tecnica e valutazione Apertura busta economica Possibilità di mostrare la graduatoria alle imprese partecipanti Aggiudicazione provvisoria Aggiudicazione definitiva e stipula (a cura esclusiva del PO) 42

43 Scelta prodotto e carrello Creazione del Bando semplificato Valutazione/Ammissione delle imprese Invito al confronto concorrenziale Valutazione, aggiudicazione e stipula l acquisto tramite richiesta di offerta il bando semplificato del sistema dinamico La richiesta di offerta del sistema dinamico prevede la pubblicazione di un Bando semplificato da parte dell Amministrazione e un successivo invito alle imprese per il confronto concorrenziale. Selezione del prodotto dalle vetrine (Che strumento vuoi usare?) o dalle ricerche (Che cosa vuoi acquistare? - Sfoglia catalogo, AZ, ) o selezione del «modello» Inserimento del prodotto/modello nel carrello, suddiviso per strumento di acquisto (il carrello è sempre salvato) Selezione degli articoli e del pulsante Crea Bando semplificato Definizione dei beni oggetto della fornitura con riferimento a quelli individuati nel Bando Istitutivo, delle quantità, degli eventuali lotti e della base d asta. Definizione delle condizioni per presentare offerta, incluse le modalità di partecipazione in forma associata e la possibilità del ricorso all avvalimento. Manifestazione di interesse da parte delle imprese in fase di valutazione, che intendono partecipare al Bando semplificato. Valutazione da parte di Consip delle domande di ammissione interessate allo specifico bando semplificato Comunicazione all Amministrazio ne per l invito al confronto concorrenziale. Invito al confronto concorrenziale a tutte le imprese ammesse al Sistema Dinamico. Definizione del termine per la presentazione delle offerte. Valutazione e aggiudicazione delle offerte ricevute tramite la piattaforma telematica (invio telematico dei chiarimenti e delle comunicazioni, controllo automatico dell offerta, gestione della graduatoria,...). Formulazione e stipula del contratto. Possibilità di archiviazione sulla piattaforma dei documenti inerenti la procedura.

44 i numeri del programma le Convenzioni il Mercato Elettronico indagine MEF-ISTAT la Customer Satisfaction 44

45 i numeri delle convenzioni Principali grandezze (da 01/01/2014 al 30/04/2014) Cumulato al 30/04/2014 N. REGISTRATI PO ATTIVI N. INIZIATIVE ATTIVE EROGATO (1000/ ) TRANSATO(1000/ ) N. ORDINI N. INIZIATIVE GARA TELEMATICA Andamento delle Registrazioni effettuate nel periodo Giugno 2000 Aprile 2014 COMPARTO STATO SANITÀ ENTI LOCALI UNIVERSITÀ TOTALE PO registrati totali ,60% ,42% ,19% ,78% PO abilitati ,91% 51 3,01% ,53% 111 6,56%

46 i numeri delle convenzioni ordinativi emessi gennaio aprile % 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% Stato Sanità Enti locali Università off line on line

47 i numeri del mepa principali risultati Volume d affari 2014 Maggio Cumulato Transato (M ) 38,2 83,6 172,2 230,6 254,2 243,4 360,1 907,7 466, Num. trans: 26% RdO % crescita anno precedente 28% 119% 106% 34% 10% -4% 48% 152% 90% Val. Trans: 64% RdO Valore Medio transazioni Transazioni RdO: % crescita anno precedente 19% 146% 124% 15% 6% -4% 40% 225% 89% Offerta OdA: Media ultimi 12 mesi Imprese on line Cataloghi on line Articoli on line Seg. imprese 79% micro (<10 dip) 17% piccole 3% medie % grandi Domanda Transato medio PO PO attivi Media ultimi 12 mesi 47

48 i numeri del mepa il volume di affari Valore transato 2014 vs 2013 (M euro) Transazioni 2014 vs 2013 (numero) , Al 31 maggio 2014 si registra una crescita del 90% rispetto allo stesso periodo dell anno precedente Al 31 maggio 2014 si registra una crescita del 89% rispetto allo stesso periodo dell anno precedente 48

49 i numeri del mepa valore transato 2014 per area merceologica (k euro) Dati aggiornati al 31 maggio 2014 LEGENDA ICT: ICT2009, Office103, Mepi Forniture per Ufficio: Cancelleria104, AEC104, MIS104 Specifica Sanità: BSS Altri beni e servizi: Matel103, DPIND107, VMS2009; Fonti rinnovabili ed efficienza energetica; Servizi per Eventi, Facility Management Urbano Servizi agli immobili: SIA104, Termoidraulici, Elevatori105, Elettrici105, Antincendio 49

50 i numeri del mepa valore transato per categoria merceologica (k euro) Categoria Merceologica Transato totale % sul totale Transato 2014 (aprile) % sul transato 2014 DPIND107 - dispositivi di protezione individuale ,19% ,90% FONTI RINNOVABILI - beni e servizi per la produzione di energia da fonti rinnovabili ,07% 543 0,12% MATEL103 - materiale elettrico ,58% ,23% MEPI- Soluzioni per la scuola 889 0,3% 889 0,19% AEC104 - arredi complementi di arredo e segnaletica ,01% ,91% CANCELLERIA104 - cancelleria ,27% ,96% MIS104- materiale igienico sanitario ,36% ,17% ICT beni e servizi ICT ,92% ,15% OFFICE103 - prodotti, servizi e accessori per l'ufficio ,78% ,62% ANTINCENDIO - serv. manutenzione antincendio ,69% ,30% ELETTRICI105 - serv. manutenzione elettrici ,81% ,31% ELEVATORI105 - serv. manutenzione elevatori ,69% ,15% EVENTI ,20% ,62% SIA104 - servizi di igiene ambientale ,57% ,90% TERMOIDRAULICI - serv. manutenzione termoidraulici ,57% ,76% VMS veicoli e mobilità sostenibile ,27% ,85% BSS - beni e servizi sanità ,58% ,37% Facility Management Urbano ,20% ,21% Altri beni / servizi* ,16% 0 0 Totale % 100% * Formazione 104 e GAS NATURALE 104, bandi non più attivi da giugno

51 i numeri del mepa rapporto tra acquisti e vendite nelle regioni Regione Acquisti P.A. Acquisti da fornitor i locali Vendite fornitori Vendite alle P.A. locali N PO attivi N fornitori transanti N fornitori on line ultimi 12 mesi ABRUZZO ,09 49,93% ,77 59,28% BASILICATA ,04 43,57% ,45 49,03% CALABRIA ,96 46,87% ,51 71,64% CAMPANIA ,13 60,35% ,61 64,14% EMILIA ROMAGNA ,71 57,64% ,92 48,25% FRIULI VENEZIA GIULIA ,07 50,59% ,12 62,62% LAZIO ,13 65,86% ,58 72,33% LIGURIA ,45 42,14% ,01 48,91% LOMBARDIA ,06 65,80% ,78 36,02% MARCHE ,31 49,41% ,29 58,40% MOLISE ,25 63,07% ,68 64,83% PIEMONTE ,94 43,96% ,79 52,80% PUGLIA ,22 67,84% ,67 68,70% SARDEGNA ,78 52,39% ,58 87,92% SICILIA ,51 49,95% ,84 70,83% TOSCANA ,38 54,74% ,25 60,01% TRENTINO ALTO ADIGE ,06 54,69% ,16 47,21% UMBRIA ,42 51,67% ,00 55,16% VALLE D'AOSTA ,50 53,97% ,34 96,34% VENETO ,11 51,30% ,81 55,14% ESTERA 0 0,00% ,36 0,00% Totale , , Ultimi 12 mesi (01/06/ /05/2014) 51

52 riferimenti utili per avere informazioni su: il Programma per la Razionalizzazione degli Acquisti nella P.A. le Convenzioni il Mercato Elettronico della P.A. le modalità di registrazione e di acquisto per avere informazioni su: Consip S.p.A. la gestione e lo sviluppo dei servizi informatici del Ministero dell Economia e delle Finanze Per richiedere chiarimenti o ulteriori informazioni: (lun - ven , sabato ) Contattaci on line Filo diretto con il Programma 52

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A.

Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Il programma per la razionalizzazione degli acquisti nella P.A. Firenze, 27 novembre 2013 Classificazione Consip Public indice Il Programma per la razionalizzazione degli acquisti Focus: Convenzione per

Dettagli

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review

Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Affrontare il Mercato Elettronico della Pubblica Amministrazione (MePA), obbligatorio per gli acquisti pubblici con la Spending Review Ing. Francesco Porzio Padova, 5 Giugno 2013 f.porzio@porzioepartners.it

Dettagli

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti

TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti TABELLA OBBLIGO-FACOLTÀ DAL 3 OTTOBRE 2013 Strumenti del Programma di razionalizzazione degli acquisti Merceologia Importo Amministrazioni statali Amministrazioni regionali i Enti del servizio sanitario

Dettagli

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni

Facility management. per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ope Facility management per gli immobili adibiti prevalentemente ad uso ufficio, in uso a qualsiasi titolo alle Pubbliche Amministrazioni Ingegneria dell efficienza aziendale Società per i Servizi Integrati

Dettagli

Alla c.a. attenzione della Redazione di: Report Via Teulada, 66 00195 Roma

Alla c.a. attenzione della Redazione di: Report Via Teulada, 66 00195 Roma Alla c.a. attenzione della Redazione di: Report Via Teulada, 66 0015 Roma Le gare bandite da Consip per le Convenzioni di Facility Management (FM2 e FM3) sono suddivise in 12 lotti geografici e le singole

Dettagli

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere

Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere ...... Le partecipate...... Sintesi Nonostante le norme tese a liquidare o cedere le partecipate comunali in perdita, i Comuni italiani dispongono ancora di un portafoglio di partecipazioni molto rilevante,

Dettagli

PROVINCIA DI PESARO E URBINO

PROVINCIA DI PESARO E URBINO PROVINCIA DI PESARO E URBINO Regolamento interno della Stazione Unica Appaltante Provincia di Pesaro e Urbino SUA Provincia di Pesaro e Urbino Approvato con Deliberazione di Giunta Provinciale n 116 del

Dettagli

in collaborazione con

in collaborazione con in collaborazione con MARIANI, MENALDI & ASSOCIATI Studio Legale GUIDA OPERATIVA SULLA SPENDING REVIEW MERCATO ELETTRONICO E GARE TELEMATICHE E SULLE MISURE IN DIFESA DEL CREDITO NEI CONFRONTI DELLA PUBBLICA

Dettagli

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO

DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO DATI DI SINTESI DELL EVOLUZIONE DELLE FORNITURE DI ENERGIA ELETTRICA E DI GAS NATURALE: REGIMI DI TUTELA E MERCATO LIBERO (Deliberazione ARG/com 202/08 - Primo report) Dal 1 luglio 2007 tutti i clienti

Dettagli

GESTIONE DELLA PROCEDURA

GESTIONE DELLA PROCEDURA Manuale di supporto all utilizzo di Sintel per Stazione Appaltante GESTIONE DELLA PROCEDURA Data pubblicazione: 17/06/2015 Pagina 1 di 41 INDICE 1. Introduzione... 3 1.1 Obiettivo e campo di applicazione...

Dettagli

Manuale d uso del Sistema di e-procurement per Amministrazioni MEPA

Manuale d uso del Sistema di e-procurement per Amministrazioni MEPA Manuale d uso del Sistema di e-procurement per Amministrazioni MEPA Procedura di acquisto tramite RdO aggiudicata all offerta economicamente più vantaggiosa Pagina 1 di 82 INDICE 1. TUTTE LE FASI DELLA

Dettagli

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte

DAT@GON. Gestione Gare e Offerte DAT@GON Gestione Gare e Offerte DAT@GON partecipare e vincere nel settore pubblico La soluzione sviluppata da Revorg per il settore farmaceutico, diagnostico e di strumentazione medicale, copre l intero

Dettagli

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari.

1) Progetti di Servizio civile nazionale da realizzarsi in ambito regionale per l avvio di complessivi 3.516 volontari. Avviso agli enti. Presentazione di progetti di servizio civile nazionale per complessivi 6.426 volontari (parag. 3.3 del Prontuario contenente le caratteristiche e le modalità per la redazione e la presentazione

Dettagli

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI

AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI AVVISO PUBBLICO PER L ISCRIZIONE ALL ALBO FORNITORI In base alla Deliberazione del Direttore Generale n. 312 del 18 ottobre 2012 si è provveduto all istituzione e disciplina dell Albo dei Fornitori dell

Dettagli

I trasferimenti ai Comuni in cifre

I trasferimenti ai Comuni in cifre I trasferimenti ai Comuni in cifre Dati quantitativi e parametri finanziari sulle attribuzioni ai Comuni (2012) Nel 2012 sono stati attribuiti ai Comuni sotto forma di trasferimenti, 9.519 milioni di euro,

Dettagli

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione

CONSIP PULIZIA SCUOLE: Servizi di pulizia ed altri servizi per le scuole ed i centri di formazione Oggetto dell'iniziativa La Convenzione prevede la fornitura del servizio di pulizia ed altri servizi tesi al mantenimento del decoro e della funzionalità degli immobili delle Scuole e dei Centri di Formazione

Dettagli

Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE

Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE Ministero dell Interno DIPARTIMENTO PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI DIREZIONE CENTRALE DELLA FINANZA LOCALE IL DIRETTORE CENTRALE Visto l articolo 47 comma 1, del decreto legge 24 aprile 2014, n.

Dettagli

ACQUISTI DI BENI E SERVIZI IN MEPA E CONSIP

ACQUISTI DI BENI E SERVIZI IN MEPA E CONSIP ACQUISTI DI BENI E SERVIZI IN MEPA E CONSIP Vista la Legge N 228 del 24/12/2012 (entrata in vigore il 01/01/2013) e la circolare n 18/2013 Prot. N. 11054, nell ottica di procedere in modo uniforme all

Dettagli

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi

L evoluzione del software per l azienda moderna. Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL GESTIONALE DEL FUTURO L evoluzione del software per l azienda moderna Gestirsi / Capirsi / Migliorarsi IL MERCATO ITALIANO L Italia è rappresentata da un numero elevato di piccole e medie aziende che

Dettagli

DigitPA egovernment e Cloud computing

DigitPA egovernment e Cloud computing DigitPA egovernment e Cloud computing Esigenze ed esperienze dal punto di vista della domanda RELATORE: Francesco GERBINO 5 ottobre 2010 Agenda Presentazione della Società Le infrastrutture elaborative

Dettagli

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione

per la partecipazione a Master di I e II livello Corsi universitari di perfezionamento Corsi universitari di specializzazione BANDO DI CONCORSO per l erogazione di borse di studio in favore dei figli e degli orfani dei dipendenti iscritti alla Gestione Unitaria delle prestazioni creditizie e sociali (art.1,c.245 della legge 662/96)

Dettagli

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti

Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni. A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA: migliorare la relazione con i cittadini ed ottimizzare i processi interni A cura di Bernardo Puccetti Il Business Process Management nella PA Presentazione SOFTLAB

Dettagli

Manuale CIG Vers. 2012-09 IT

Manuale CIG Vers. 2012-09 IT Informationssystem für Öffentliche Verträge Manuale CIG Vers. 2012-09 IT AUTONOME PROVINZ BOZEN - SÜDTIROL PROVINCIA AUTONOMA DI BOLZANO - ALTO ADIGE PROVINZIA AUTONOMA DE BULSAN - SÜDTIROL Informationssystem

Dettagli

VERDE COMPRA DALL IMPRESA SI TOTALE KG CO2-2.600. Kg CO2-200 -300-200 -800-1.100

VERDE COMPRA DALL IMPRESA SI TOTALE KG CO2-2.600. Kg CO2-200 -300-200 -800-1.100 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE AUTÒNOMA DE SARDIGNA REGIONE AUTONOMA DELLA SARDEGNA Province di: Cagliari Carbonia Iglesias Medio Campidano Nuoro Ogliastra Olbia Tempio Oristano Sassari ACQUA

Dettagli

Partecipazione alle Gare Smaterializzate

Partecipazione alle Gare Smaterializzate Modulo 2 Partecipazione alle Gare Smaterializzate Pagina 1 di 26 INDICE 1. PREMESSA... 3 1. DIAGRAMMA DI FLUSSO... 6 3. PROCEDURA - DESCRIZIONE DI DETTAGLIO... 7 Pagina 2 di 26 1. PREMESSA Se sei un utente

Dettagli

Le novità per gli appalti pubblici

Le novità per gli appalti pubblici Le novità per gli appalti pubblici La legge 98/2013 contiene disposizioni urgenti per il rilancio dell economia del Paese e, fra queste, assumono particolare rilievo quelle in materia di appalti pubblici.

Dettagli

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali

STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali STUDIO COMPLETO Il commercio in tempo di crisi Analisi degli esercizi commerciali Calo degli esercizi commerciali in sede fissa. Nell ultimo decennio l intero comparto della distribuzione commerciale ha

Dettagli

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO

RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO RELAZIONI TRA SERVIZI PER L IMPIEGO E AZIENDE-UTENTI L IMPATTO DELLE PROCEDURE INFORMATIZZATE a cura di Germana Di Domenico Elaborazione grafica di ANNA NARDONE Monografie sul Mercato del lavoro e le politiche

Dettagli

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC)

Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Concessione del servizio di comunicazione elettronica certificata tra pubblica amministrazione e cittadino (CEC PAC) Information Day Ministero dello sviluppo economico Salone Uval, Via Nerva, 1 Roma, 2

Dettagli

Innovative Procurement Process. Consulting

Innovative Procurement Process. Consulting Creare un rapporto di partnership contribuendo al raggiungimento degli obiettivi delle Case di cura nella gestione dei DM attraverso soluzione a valore aggiunto Innovative Procurement Process Consulting

Dettagli

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO

FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO FORMA.TEMP FONDO PER LA FORMAZIONE DEI LAVORATORI IN SOMMINISTRAZIONE CON CONTRATTO A TEMPO DETERMINATO BANDO PUBBLICO N. 2 PER IL FINANZIAMENTO DI PERCORSI FORMATIVI INDIVIDUALI MEDIANTE ASSEGNAZIONE

Dettagli

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI

ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI ALLEGATO 2 CAPITOLATO SPECIALE POI CATEGORIA: IMPIANTI SOLARI TERMICI E SERVIZI CONNESSI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO SOLARE TERMICO ACS PER UFFICI PRODOTTO: POI ENERGIA/CSE 2015 - IMPIANTO

Dettagli

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale

AVVISO PER LA PRESENTAZIONE DEI PROGETTI DI INFOMOBILITÀ - ATTIVITÀ IV.4 DEL POR CREO 2007-2013. Giunta Regionale Giunta Regionale Direzione Generale delle Politiche Territoriali, Ambientali e per la Mobilità Area di Coordinamento Mobilità e Infrastrutture Settore Pianificazione del Sistema Integrato della Mobilità

Dettagli

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade)

2. Infrastruttura e sicurezza (Equivalente al Pillar 2-3 e 4 della Ade) AGENDA DIGITALE ITALIANA 1. Struttura dell Agenda Italia, confronto con quella Europea La cabina di regia parte con il piede sbagliato poiché ridisegna l Agenda Europea modificandone l organizzazione e

Dettagli

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che:

CONVENZIONI. L art. 2, commi 569, 573 e 574, L. 24 dicembre 2007, n. 244 (Legge finanziaria 2008) prevede che: Prospetto esplicativo riguardante i requisiti soggettivi per l abilitazione ai servizi del Programma per la Razionalizzazione negli Acquisti della Pubblica Amministrazione CONVENZIONI L art. 26, commi

Dettagli

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base

MILLE CANTIERI PER LO SPORT. 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 150 milioni di euro di finanziamenti a tasso zero per mettere a nuovo gli impianti sportivi di base 500 spazi sportivi scolastici e 500 impianti di base, pubblici e privati «1000 Cantieri per lo Sport»

Dettagli

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane

Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Pensionati e pensioni nelle regioni italiane Adam Asmundo POLITICHE PUBBLICHE Attraverso confronti interregionali si presenta una analisi sulle diverse tipologie di trattamenti pensionistici e sul possibile

Dettagli

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A

V I V E R E L ' E C C E L L E N Z A VIVERE L'ECCELLENZA L'ECCELLENZA PLURIMA Le domande, come le risposte, cambiano. Gli obiettivi restano, quelli dell eccellenza. 1995-2015 Venti anni di successi dal primo contratto sottoscritto con l Istituto

Dettagli

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT

LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT LA DISCIPLINA DEGLI APPALTI PUBBLICI NELL'UNIONE EUROPEA E IL GREEN PROCUREMENT Perché l'ue disciplina gli appalti pubblici? La disciplina degli appalti fa parte degli obiettivi del mercato interno. Si

Dettagli

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici?

Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quadro legislativo: Quali sono le leggi che regolamentano gli appalti pubblici? Quali regolamenti si applicano per gli appalti sopra soglia? Il decreto legislativo n. 163 del 12 aprile 2006, Codice dei

Dettagli

Prima lettura delle nuove norme in materia di appalti pubblici contenute nel D.L. n. 66/2014

Prima lettura delle nuove norme in materia di appalti pubblici contenute nel D.L. n. 66/2014 Istituto per l innovazione e trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale Prima lettura delle nuove norme in materia di appalti pubblici contenute nel D.L. n. 66/2014 Il presente documento intende

Dettagli

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF

QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF QUEST ANNO POCHE REGIONI HANNO AUMENTATO L IRPEF Finalmente una buona notizia in materia di tasse: nel 2015 la stragrande maggioranza dei Governatori italiani ha deciso di non aumentare l addizionale regionale

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni:

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, Passepartout Mexal BP è disponibile in diverse versioni e configurazioni: Passepartout Mexal BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione

Piazza delle Imprese alimentari. Viale delle Manifatture. Via della Produzione Piazza delle Imprese alimentari Viale delle Manifatture Via della Produzione PASSEPARTOUT MEXAL è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente

Dettagli

Istituto per il Credito Sportivo

Istituto per il Credito Sportivo Istituto per il Credito Sportivo REGOLAMENTO SPAZI SPORTIVI SCOLASTICI CONTRIBUTI IN CONTO INTERESSI SUI MUTUI AGEVOLATI DELL ISTITUTO PER IL CREDITO SPORTIVO INDICE 1. Perché vengono concessi contributi

Dettagli

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011

Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale. Miriam Tagliavia Marzo 2011 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Marzo 2011 2 Il Dipartimento per le Comunicazioni: uno studio dell età del personale Il Dipartimento per le Comunicazioni, uno dei

Dettagli

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013

REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI. Aggiornamento al 31 dicembre 2013 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento al 31 dicembre 2013 Marzo 2014 REGOLAZIONE REGIONALE DELLA GENERAZIONE ELETTRICA DA FONTI RINNOVABILI Aggiornamento

Dettagli

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante

REGO OLAMENTO FUI Regolamento disciplinante REGOLAMENTO FUI anni termici 2014-2016 Regolamento disciplinante le procedur re concorsuali per l individuazione dei fornitori i di ultima istanza di gass naturale per il periodo 1 ottobre 2014-30 settembre

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART.

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. Universita Telematica UNIVERSITAS MERCATORUM REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DELL ELENCO DEGLI OPERATORI ECONOMICI DI FIDUCIA DELL UNIVERSITÀ TELEMATICA UNIVERSITAS MERCATORUM - EX ART. 125, COMMA 12 DEL D.L.VO

Dettagli

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano

Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano N UCLEO DI VALUTAZIONE E VERIFICA DEGLI I NVESTIMENTI PUBBLICI Dagli indicatori alla Governance dello sviluppo del contesto campano Melania Cavelli Sachs NVVIP regione Campania Conferenza AIQUAV, Firenze,

Dettagli

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1

LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA FORMAZIONE PER LA PA FINANZIATA DAL FSE PARTE II - CAPITOLO 2 LA FORMAZIONE PER LA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE FINANZIATA DAL FONDO SOCIALE EUROPEO 1 LA PROGRAMMAZIONE DELLE REGIONI E DELLE PROVINCE AUTONOME

Dettagli

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI)

PROCEDURE DEL MODELLO ORGANIZZATIVO 231 PROCEDURE DI CONTROLLO INTERNO (PCI) Pag. 1 di 16 PROCEDURE DEL MODELLO Pag. 2 di 16 Indice PROCEDURE DEL MODELLO... 1 PCI 01 - VENDITA DI SERVIZI... 3 PCI 02 PROCEDIMENTI GIUDIZIALI ED ARBITRALI... 5 PCI 03 AUTORIZZAZIONI E RAPPORTI CON

Dettagli

TELECOM ITALIA SPA 1 SEM. Anno di riferimento: 2014 Periodo di rilevazione dei dati: 2 SEM. X ANNO Intero 1/39

TELECOM ITALIA SPA 1 SEM. Anno di riferimento: 2014 Periodo di rilevazione dei dati: 2 SEM. X ANNO Intero 1/39 Qualità dei servizi internet da postazione fissa - Delibere n. 131/06/CSP, 244/08/CSP e 400/10/CONS Anno riferimento: 2014 Periodo rilevazione dei dati: 2 SEM. X Per. Denominazione incatore Tempo attivazione

Dettagli

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione

Categoria Servizi di Pulizia ed Igiene Ambientale Regolamento Sistema di Qualificazione ALBO FORNITORI POSTE ITALIANE S.P.A. CATEGORIA SERVIZI DI PULIZIA ED IGIENE AMBIENTALE REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI QUALIFICAZIONE Pagina 1 di 20 INDICE 1. DISPOSIZIONI GENERALI...3 1.1. Premessa e ambito

Dettagli

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico-

Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- Caratteristiche fisiche e modalità di gestione delle Tessere Sanitarie Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) -documento tecnico- PREMESSA... 3 1. CARATTERISTICHE FISICHE DELLE TS-CNS... 3 1.1. Fronte TS-CNS

Dettagli

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions

PASSIONE PER L IT PROLAN. network solutions PASSIONE PER L IT PROLAN network solutions CHI SIAMO Aree di intervento PROFILO AZIENDALE Prolan Network Solutions nasce a Roma nel 2004 dall incontro di professionisti uniti da un valore comune: la passione

Dettagli

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE

MODELLO DI PAGAMENTO: TASSE, IMPOSTE, SANZIONI E ALTRE ENTRATE TASSE IMPOSTE SANZIONI COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE COG DENOMINAZIONE O RAGIONE SOCIALE (DA COMPILARE A CURA DEL CONCESSIONARIO DELLA BANCA O DELLE POSTE) FIRMA Autorizzo addebito sul conto corrente

Dettagli

GESTIONE OPERATIVA DEI PROGETTI FINANZIATI CON FONDI EUROPEI. Dott. Nicola ZERBONI

GESTIONE OPERATIVA DEI PROGETTI FINANZIATI CON FONDI EUROPEI. Dott. Nicola ZERBONI GESTIONE OPERATIVA DEI PROGETTI FINANZIATI CON FONDI EUROPEI Dott. Nicola ZERBONI Dottore Commercialista in Milano Finanziamenti europei 2007/2013 e contrasto alle irregolarità e alle frodi nei fondi Diretta

Dettagli

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014

DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. 760 DEL 08/07/2014 SETTORE SEGRETARIO GENERALE SERVIZIO ELABORAZIONE DATI OGGETTO: 97.404,80 I.C. SERVIZIO DI ASSISTENZA TECNICA INTEGRALE E FORNITURA DI MATERIALE CONSUMABILE

Dettagli

P.O.S. (POINT OF SALE)

P.O.S. (POINT OF SALE) P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA Banca Popolare dell Emilia Romagna società cooperativa Sede legale e amministrativa in Via San Carlo 8/20 41121 Modena Telefono 059/2021111 (centralino)

Dettagli

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità

Utilizzato con successo nei più svariati settori aziendali, con Passepartout Mexal BP ogni utente può disporre di funzionalità PASSEPARTOUT MEXAL BP è una soluzione gestionale potente e completa per le imprese che necessitano di un prodotto estremamente flessibile, sia dal punto di vista tecnologico sia funzionale. Con più di

Dettagli

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014

Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della scuola statale A.S. 2013/2014 Focus Sedi, alunni, classi e dotazioni organiche del personale docente della statale A.S. 2013/2014 Premessa In questo Focus viene fornita un anticipazione dei dati relativi all a.s. 2013/2014 relativamente

Dettagli

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011

Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Contratto-tipo di cui all articolo 28, comma 1, lettera e), del Decreto legislativo n. 28/2011 Codice identificativo n. [numero progressivo da sistema] CONTRATTO per il riconoscimento degli incentivi per

Dettagli

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione

Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Focus Le iscrizioni al primo anno delle scuole primarie, secondarie di primo e secondo grado del sistema educativo di istruzione e formazione Anno Scolastico 2015/2016 (maggio 2015) I dati presenti in

Dettagli

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE

Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE Direzione Infrastrutture e Mobilità 2015 01608/033 Servizio Suolo e Parcheggi CITTÀ DI TORINO DETERMINAZIONE DIRIGENZIALE N. Cronologico 252 approvata il 15 aprile 2015 DETERMINAZIONE: ACQUISTO DI N. 42

Dettagli

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014

RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 RAPPORTO MENSILE SUL SISTEMA ELETTRICO CONSUNTIVO DICEMBRE 2014 1 Rapporto Mensile sul Sistema Elettrico Consuntivo dicembre 2014 Considerazioni di sintesi 1. Il bilancio energetico Richiesta di energia

Dettagli

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014

9 Forum Risk Management in Sanità. Progetto e Health. Arezzo, 27 novembre 2014 9 Forum Risk Management in Sanità Tavolo interassociativo Assinform Progetto e Health Arezzo, 27 novembre 2014 1 Megatrend di mercato per una Sanità digitale Cloud Social Mobile health Big data IoT Fonte:

Dettagli

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE

LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE LIMITARE LA CIRCOLAZIONE DELLE AUTO? PER I CITTADINI SI PUÒ FARE AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Dicembre 2007 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 3 La

Dettagli

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale.

9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. 9. Le disposizioni di cui al presente articolo non comportano aumenti di spesa a carico del bilancio regionale. Art. 27 Adeguamento della legge regionale n.3/2007 alla normativa nazionale 1. Alla legge

Dettagli

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA

OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA OGGETTO:BANDO PER L ISTITUZIONE DI UN ALBO DI FORNITORI 2012 PRESSO L ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA ROMA 1.1. ) ACCADEMIA NAZIONALE DI DANZA Largo Arrigo VII, 5-00153 Roma (Italia) ; centralino 06/5717621;

Dettagli

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati

Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Sintesi del Rapporto delle attività 2011 Principali risultati Roma, 29 maggio 2012 Indice Il Gestore dei Servizi Energetici GSE S.p.A. I nostri servizi Nuove attività 2012-2013 Evoluzione delle attività

Dettagli

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10

Indice. La Missione 3. La Storia 4. I Valori 5. I Clienti 7. I Numeri 8. I Servizi 10 Indice La Missione 3 La Storia 4 I Valori 5 I Clienti 7 I Numeri 8 I Servizi 10 La Missione REVALO: un partner operativo insostituibile sul territorio. REVALO ha come scopo il mantenimento e l incremento

Dettagli

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.

explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting. explora consulting s.r.l. Via Case Rosse, 35-84131 SALERNO - tel 089 848073 fax 089 384582 www.exploraconsulting.it info@exploraconsulting.it Procedura di gestione per Laboratori di Analisi Cliniche Pag.

Dettagli

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti

La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti La strategia regionale per l attuazione della politica degli acquisti pubblici ecologici Olbia, 17 maggio 2013 Gli appalti pubblici coprono una quota rilevante del PIL, tra il 15 e il 17%: quindi possono

Dettagli

Company Profile 2014

Company Profile 2014 Company Profile 2014 Perché Alest? Quando una nuova azienda entra sul mercato, in particolare un mercato saturo come quello informatico viene da chiedersi: perché? Questo Company Profile vuole indicare

Dettagli

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero

Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero 1 Il programma è articolato in due parti. Nella Prima parte: cosa è il mondo NoiPA, con un focus sulla posizione dell utente all interno dell intero sistema e sui servizi a disposizione sia in qualità

Dettagli

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it

La nostra storia. 1994 : Fondazione. 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it Il Gruppo Aruba La nostra storia 1994 : Fondazione 1996: Avvio dell attività di Internet Service Provider brand Technet.it 2000: Nascita del brand Aruba come fornitore di servizi hosting, registrazione

Dettagli

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850

MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE. DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 1/5 MERCATO ELETTRONICO DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE DOCUMENTO DI STIPULA RELATIVO A: Numero RdO 645850 Descrizione RdO Servizio ordinario di pulizia CIG ZDD118457B CUP non inserito Criterio di Aggiudicazione

Dettagli

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca

Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Allegato 1 Camera dei deputati - Senato della Repubblica Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Progetto e Concorso Dalle aule parlamentari alle aule di scuola. Lezioni di Costituzione

Dettagli

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04.

BANCO DI SARDEGNA S.p.A. - FOGLIO INFORMATIVO (D. LGS. 385/93 ART. 116) Sezione 1.130.10 P.O.S. (POINT OF SALE) - AGGIORNAMENTO AL 23.04. P.O.S. (POINT OF SALE) INFORMAZIONI SULLA BANCA BANCO DI SARDEGNA S.p.A. Società per Azioni con sede legale in Cagliari, viale Bonaria, 33 Sede Amministrativa, Domicilio Fiscale e Direzione Generale in

Dettagli

L offerta economicamente più vantaggiosa. Alessandro Simonetta Consulenza per l Innovazione Tecnologica alessandro.simonetta@gmail.

L offerta economicamente più vantaggiosa. Alessandro Simonetta Consulenza per l Innovazione Tecnologica alessandro.simonetta@gmail. L offerta economicamente più vantaggiosa Alessandro Simonetta Consulenza per l Innovazione Tecnologica alessandro.simonetta@gmail.com 1 Quadro Legislativo D.P.R. n.544/99 D.Lgs n.163/06 e s.m.i. D. Lgs

Dettagli

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA

Anno 2012 L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA 27 ottobre 2014 Anno L USO DELLA LINGUA ITALIANA, DEI DIALETTI E DI ALTRE LINGUE IN ITALIA Nel, in Italia, il 53,1% delle persone di 18-74 anni (23 milioni 351mila individui) parla in prevalenza in famiglia.

Dettagli

GESTIONE ATTREZZATURE

GESTIONE ATTREZZATURE SOLUZIONE COMPLETA PER LA GESTIONE DELLE ATTREZZATURE AZIENDALI SWSQ - Solution Web Safety Quality srl Via Mons. Giulio Ratti, 2-26100 Cremona (CR) P. Iva/C.F. 06777700961 - Cap. Soc. 10.000,00 I.V. -

Dettagli

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde

Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Disciplinare per la concessione e l uso del Marchio La Sardegna Compra Verde Articolo 1 Oggetto 1. Il presente disciplinare regolamenta la concessione e l utilizzo del Marchio La Sardegna Compra Verde.

Dettagli

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control

Asset sotto controllo... in un TAC. Latitudo Total Asset Control Asset sotto controllo... in un TAC Latitudo Total Asset Control Le organizzazioni che hanno implementato e sviluppato sistemi e processi di Asset Management hanno dimostrato un significativo risparmio

Dettagli

Servizio Fatt-PA PASSIVA

Servizio Fatt-PA PASSIVA Sei una Pubblica Amministrazione e sei obbligata a gestire la ricezione delle fatture elettroniche PA? Attivate il servizio di ricezione al resto ci pensiamo noi Servizio Fatt-PA PASSIVA di Namirial S.p.A.

Dettagli

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 -

Gestore Comunicazioni Obbligatorie. Progetto SINTESI. Comunicazioni Obbligatorie. Modulo Applicativo COB. - Versione Giugno 2013 - Progetto SINTESI Comunicazioni Obbligatorie Modulo Applicativo COB - Versione Giugno 2013-1 Versione Giugno 2013 INDICE 1 Introduzione 3 1.1 Generalità 3 1.2 Descrizione e struttura del manuale 3 1.3 Requisiti

Dettagli

l'?~/?: /;/UI,"lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ";1

l'?~/?: /;/UI,lf/lr, r~# 't~l-l'ri.)//r--/,,;.,,;~4,-;{:.;r,,;.ir ;1 MIUR - Ministero dell'istruzione dell'untversùà e della Ricerca AOODGPER - Direzione Generale Personale della Scuola REGISTRO UFFICIALE Prot. n. 0006768-27/0212015 - USCITA g/~)/rir. (" J7rti///Nt4Ik0"i

Dettagli

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione

Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Linee Guida per l utilizzo del Codice Unico di Progetto (CUP) Spese di sviluppo e di gestione Gruppo di Lavoro ITACA Regioni/Presidenza del Consiglio dei Ministri Aggiornamento 14 novembre 2011 Dipartimento

Dettagli

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO A CAPITOLATO TECNICO CONVENZIONE PER L AFFIDAMENTO DEI SERVIZI DI PULIZIA ED ALTRI SERVIZI, TESI AL MANTENIMENTO DEL DECORO E DELLA FUNZIONALITA DEGLI IMMOBILI, PER GLI ISTITUTI SCOLASTICI DI

Dettagli

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile

progettiamo e realizziamo architetture informatiche Company Profile Company Profile Chi siamo Kammatech Consulting S.r.l. nasce nel 2000 con l'obiettivo di operare nel settore I.C.T., fornendo servizi di progettazione, realizzazione e manutenzione di reti aziendali. Nel

Dettagli

SPAI di Puclini Carlo

SPAI di Puclini Carlo CARTA DELLA QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA INDICE 1. LIVELLO STRATEGICO 1.1 Politica della Qualità 2. LIVELLO ORGANIZZATIVO 2.1 Servizi formativi offerti 2.2 Dotazione di risorse professionali e logistico

Dettagli

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura

A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per. le Erogazioni in Agricoltura A.R.C.E.A. Agenzia della Regione Calabria per le Erogazioni in Agricoltura Regolamento per l istituzione di un elenco di operatori economici di fiducia ai sensi dell art. 125, comma 12 del D.lgs. n. 163

Dettagli

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA

ATTIVITA DELLA REGIONE LIGURIA NELL AMBITO DEGLI STUDI E INDAGINI SULLA MICROZONAZIONE SISMICA STUDI DI MICROZONAZIONE SISMICA: TEORIA ED APPLICAZIONI AOSTA, Loc. Amérique Quart (AO), 18-19 Ottobre 2011 Assessorato OO.PP., Difesa Suolo e Edilizia Residenziale Pubblica - Servizio Geologico ATTIVITA

Dettagli

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA

FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA FORMAZIONE SUL CAMPO IN FARMACIA Proposte formative 2011 Novità accreditamento ECM FINALITA Per soddisfare l esigenza di aggiornamento professionale continuo, grazie all esperienza maturata da Vega nelle

Dettagli

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI

VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI VADEMECUM BREVE GUIDA ALLA CERTIFICAZIONE DEI CREDITI 28 luglio 2014 Sommario 1 Cos è la certificazione dei crediti... 3 1.1 Quali crediti possono essere certificati... 3 1.2 A quali amministrazioni o

Dettagli

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA

G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA G LI ITALIANI E LA BICICLETTA: DALLA RISCOPERTA ALLA CRESCITA MANCATA AUDIMOB O SSERVATORIO SUI C OMPORTAMENTI DI M OBILITÀ DEGLI I TALIANI Maggio 2012 LE FERMATE AUDIMOB S U L L A M O B I L I T A n. 15

Dettagli

8. Le scelte che determinano impatti sui costi

8. Le scelte che determinano impatti sui costi 8. Le scelte che determinano impatti sui costi 8.1 INTRODUZIONE Per valutare e controllare i costi di una soluzione e-learning è necessario conoscere in maniera approfondita i fattori da cui dipendono

Dettagli

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT

Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Percorso formativo ECM/ANCoM all interno del progetto IMPACT Fabrizio Muscas Firenze, 1 Luglio 2011 ANCoM chi rappresenta? 8 Consorzi regionali 98 Cooperative di MMG 5000 Medici di Medicina Generale (MMG)

Dettagli