RAPPORTO AUTOVALUTAZIONE ISTITUTO RAV

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "RAPPORTO AUTOVALUTAZIONE ISTITUTO RAV"

Transcript

1 RAPPORTO AUTOVALUTAZIONE ISTITUTO RAV Risultati Questionario Istituto di Istruzione Superiore Cambi Serrani ANIS002001

2 L ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CAMBI SERRANI E LA SICUREZZA

3 L ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CAMBI SERRANI La scuola è composta da due plessi, la cui costruzione risale ai primi anni 80, per le quali sono state rilasciate tutte le certificazioni dalle autorità competenti ( prevenzione incendi, agibilità). I plessi presentano inoltre tutti gli elementi relativi alla sicurezza e al superamento delle barriere architettoniche. Le strutture sono in buono stato anche perché periodicamente vengono eseguiti lavori di manutenzione straordinaria. Le sedi sono direttamente raggiungibili da mezzi di trasporto riservati e i plessi sono contigui. La copertura WIFI riguarda tutti gli ambienti della scuola. La scuola è dotata di laboratori di informatica e di LIM in alcune aule e di laboratori di scienze e fisica. In sintesi il numero di laboratori si può ritenere medio (da 1 a 2 ogni 100 studenti).

4 SITUAZIONE PLESSI ADEGUAMENTO NORME DI SICUREZZA Riferimento Provinciale % Riferimento Regionale % Riferimento Nazionale % Nessun adeguamento 0,0 0,0 0,3 Parziale adeguamento 40,0 43,7 52,8 Totale adeguamento 60,0 56,3 46,9 Situazione dell Istituto di Istruzione Superiore Cambi Serrani (ANIS002001): TOTALE ADEGUAMENTO

5 IL CORPO DOCENTE DELL ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CAMBI SERRANI

6 I DOCENTI DELL ISTITUTO Il 74% degli insegnanti ha un contratto a tempo indeterminato, Solo il 25% dei docenti dell Istituto è a tempo determinato. La maggior parte dei docenti è stabile nella scuola da almeno sei anni. L età mediamente alta degli insegnanti e la stabilità garantiscono continuità nella progettualità, esperienza e professionalità. Circa la metà dei docenti ha altri titoli oltre a quello previsto per il proprio insegnamento e certificazioni varie. La scuola ha visto una certa stabilità nella dirigenza negli ultimi anni e questo ha permesso di perseguire degli obiettivi in modo efficace.

7 40% 35% STABILITA CORPO DOCENTE 38,30% 38,70% 37,20% 34,90% 30% 25% 21,10% 22,70% 25,00% 26,30% 26,30% 26,30% 24,90% 22,40% 20% 15% 14,00% 14,10% 13,90% 14,00% 10% 5% 0% NUOVI 2-5 ANNI 6-10 ANNI >10 ANNI NUOVI 2-5 ANNI 6-10 ANNI >10 ANNI ANIS ,00% 14,00% 37,20% 34,90% ANCONA 14,10% 22,70% 24,90% 38,30% MARCHE 13,90% 25,00% 22,40% 38,70% ITALIA 21,10% 26,30% 26,30% 26,30%

8 IL PERCORSO SCOLASTICO DEGLI STUDENTI DELL ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CAMBI SERRANI

9 IL PERCORSO SCOLASTICO DEGLI STUDENTI DELL ISTITUTO CAMBI SERRANI Il 74% degli insegnanti ha un contratto a tempo indeterminato, Per quello che riguarda gli studenti diplomati per votazione conseguita in entrambe i casi si nota una percentuale superiore alla media sia rispetto ai dati locali che nazionali delle votazioni, nella fascia , tanto da raggiungere quasi il 50% nel Liceo. La distribuzione degli studenti per fasce di voto evidenzia una situazione di equilibrio. I criteri di selezione adottati dalla scuola sono adeguati a garantire il successo formativo degli studenti.

10 30% LICEO SCIENTIFICO - SUCCESSO SCOLASTICO Liceo Scientifico - Votazione conseguita studenti diplomati 29,90% 29,10% 28,10% 25% 24,50% 23,60% 22,50% 22,60% 25,40% 25,40% 23,50% 23,40% 21,60% 22,50% 20% 17,10% 17,10% 17,60% 15% 10% 5% 0% 5,70% 4,20% 5,00% 5,50% 1,90% 1,90% 1,60% 0,00% CON LODE CON LODE ANIS ,20% 22,50% 25,40% 25,40% 22,50% 0,00% ANCONA 5,70% 23,60% 28,10% 23,50% 17,10% 1,90% MARCHE 5,00% 22,60% 29,90% 23,40% 17,10% 1,90% ITALIA 5,50% 24,50% 29,10% 21,60% 17,60% 1,60%

11 ITE - SUCCESSO SCOLASTICO ITE - Votazione conseguita studenti diplomati 40% 35% 30% 25% 36,70% 35,40% 33,50% 30,40% 28,40% 27,20% 26,10% 25,60% 20% 19,60% 15% 10% 13,70% 10,90% 10,50% 9,40% 14,50% 15,20% 14,30% 13,00% 13,10% 12,70% 7,90% 5% 0% 0,80% 0,80% 0,00% 0,30% CON LODE CON LODE ANIS ,90% 30,40% 26,10% 13,00% 19,60% 0,00% ANCONA 10,50% 35,40% 25,60% 14,50% 13,10% 0,80% MARCHE 9,40% 33,50% 28,40% 15,20% 12,70% 0,80% ITALIA 13,70% 36,70% 27,20% 14,30% 7,90% 0,30%

12 I TRASFERIMENTI DEGLI STUDENTI Il 74% degli insegnanti ha un contratto a tempo indeterminato, Non ci sono stati abbandoni in corso d anno in ambedue gli Istituti, mentre per i trasferimenti in entrata, fatta eccezione per il 3 anno, dove troviamo il 2,9% nell ITE, la percentuale è più bassa dei riferimenti. Per il Liceo si verifica un fenomeno di trasferimenti in entrata, in modo particolare nella prima classe, superiore ai riferimenti. La scuola accoglie studenti provenienti da altri Istituti anche durante l'anno scolastico. Per i trasferimenti in uscita, nell ITE si rileva una percentuale più bassa, rispetto ai riferimenti, in tutte le classi con il raggiungimento del livello zero nelle classi terminali; per il Liceo i risultati sono in linea con i riferimenti. La scuola non perde studenti nel passaggio da un anno all'altro, tranne singoli casi giustificati.

13 LICEO SCIENTIFICO - ABBANDONO SCOLASTICO 2,0% 1,8% 1,90% 1,6% 1,50% 1,4% 1,2% 1,0% 0,8% 0,6% 0,4% 0,2% 0,0% 1,20% 0,90% 0,90% 0,80% 0,70% 0,70% 0,70% 0,60% 0,50% 0,40% 0,40% 0,30% 0,20% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% CLASSE 1 CLASSE 2 CLASSE 3 CLASSE 4 CLASSE 5 CLASSE 1 CLASSE 2 CLASSE 3 CLASSE 4 CLASSE 5 ANIS ,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% ANCONA 0,70% 0,30% 0,80% 1,50% 1,20% MARCHE 0,60% 0,20% 0,50% 0,90% 0,70% ITALIA 0,40% 0,40% 0,70% 0,90% 1,90%

14 ITE - ABBANDONO SCOLASTICO 4,0% 3,5% 3,20% 3,60% 3,30% 3,0% 2,5% 2,60% 2,70% 2,70% 2,50% 2,0% 1,5% 1,70% 2,10% 1,50% 1,10% 1,60% 1,90% 1,90% 1,90% 1,0% 0,5% 0,0% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% CLASSE 1 CLASSE 2 CLASSE 3 CLASSE 4 CLASSE 5 CLASSE 1 CLASSE 2 CLASSE 3 CLASSE 4 CLASSE 5 ANIS ,00% 0,00% 0,00% 0,00% 0,00% ANCONA 3,20% 1,50% 3,60% 3,30% 1,90% MARCHE 1,70% 1,10% 2,60% 2,70% 1,90% ITALIA 2,10% 1,60% 2,70% 2,50% 1,90%

15 RISULTATI PROVE INVALSI ITALIANO MATEMATICA RISULRI

16 RISULTATI PROVE INVALSI Il 74% degli insegnanti ha un contratto a tempo indeterminato, L'Istituto in generale raggiunge risultati positivi sia in italiano che in matematica, anche se occorre fare una distinzione tra le due scuole. LICEO I risultati sono ampiamente positivi in italiano, ma soprattutto in matematica (+13,8% punteggio ESCS): per l Italiano è prevalente il livello 4 con buone percentuali anche sul 5, per quanto riguarda la matematica la maggior parte è sul livello 5 con percentuali rilevanti sul 4. ITE I risultati sono distribuiti in maniera abbastanza uniforme dal livello 3 al livello 5 con una prevalenza del livello 4 per l italiano. Per le due scuole, dall analisi dei grafici, si nota una variabilità dei punteggi tra le classi molto bassa sia in italiano che in matematica; la scuola riesce ad assicurare in generale esiti uniformi nelle varie classi.

17 RISULTATI PROVE INVALSI Il punteggio di italiano e matematica della scuola alle prove INVALSI è superiore a quello di scuole con background socioeconomico e culturale simile ed è superiore alla media nazionale. La varianza tra classi in italiano e matematica è inferiore a quella media. I punteggi delle diverse classi in italiano e matematica non si discostano dalla media della scuola. La quota di studenti collocata nei livelli più alti (4 e 5) in italiano e in matematica è, soprattutto nel liceo, superiore alla media di riferimento (Nazionale e Regionale).

18 LICEO SCIENTIFICO INVALSI ITALIANO Risultati Prove ,00 67,80 65,40 65, INVALSI - PROVA DI ITALIANO INVALSI - PROVA DI ITALIANO ANIS ,00 MARCHE 67,80 CENTRO 65,40 ITALIA 65,30

19 Risultati Prove ITE INVALSI ITALIANO ,70 68, INVALSI - PROVA DI ITALIANO 61,90 63,10 INVALSI - PROVA DI ITALIANO ANIS ,70 MARCHE 68,20 CENTRO 61,90 ITALIA 63,10

20 LICEO SCIENTIFICO INVALSI MATEMATICA Risultati Prove , ,90 48,50 49, INVALSI - PROVA DI MATEMATICA INVALSI - PROVA DI MATEMATICA ANIS ,20 MARCHE 51,90 CENTRO 48,50 ITALIA 49,20

21 ITE INVALSI MATEMATICA ITE - Risultati Prove INVALSI MATEMATICA , , ,30 47, INVALSI - PROVA DI MATEMATICA INVALSI - PROVA DI MATEMATICA ANIS ,30 MARCHE 53,40 CENTRO 47,20 ITALIA 48,90

22 SUCCESSO SCOLASTICO DEGLI STUDENTI DELL ISTITUTO NEI PERCORSI UNIVERSITARI

23 SUCCESSO SCOLASTICO DEGLI STUDENTI DELL ISTITUTO NEI PERCORSI UNIVERSITARI Il 64 % degli studenti si iscrive all'università e la percentuale è di 10 punti più alta rispetto ai dati di riferimento, nonostante la scuola sia articolata su due indirizzi di cui uno più vocato al mondo del lavoro che al proseguimento degli studi universitari. Per quanto riguarda i crediti formativi ottenuti, abbiamo in generale in tutti i settori un'altissima percentuale di studenti che hanno conseguito più della metà dei CFU, sia nel primo anno che nel secondo con differenze di 20 punti percentuali nell'area umanistica e addirittura 30 punti nell'area sanitaria. Nell'ITE il 42% degli studenti prosegue gli studi iscrivendosi all'università. Nel Liceo il 92% si immatricola e il 76% prosegue gli studi universitari oltre il primo anno (dati EDUSCOPIO)

24 STUDENTI DELL ISTITUTO IMMATRICOLATI ALL UNIVERSITA 100% 90% 80% 70% 60% 50% 64,10% 53,90% 54,00% 50,50% 40% 30% 20% 10% 0% IMMATRICOLATI IMMATRICOLATI ANIS ,10% ANCONA 53,90% MARCHE 54,00% ITALIA 50,50%

25 SUCCESSO UNIVERSITARIO DEGLI STUDENTI - CFU I ANNO DI UNIVERSITA IIS CAMBI SERRANI 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% > 50% < 50% NESSUNO > 50% < 50% NESSUNO AREA SANITARIA 86,70% 13,30% 0,00% AREA SCIENTIFICA 39,40% 56,00% 4,60% AREA SOCIALE 63,50% 27,70% 8,90% AREA UMANISTICA 83,30% 16,70% 0,00% 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% ANCONA > 50% < 50% NESSUNO > 50% < 50% NESSUNO AREA SANITARIA 59,00% 26,40% 14,60% AREA SCIENTIFICA 43,50% 29,20% 27,30% AREA SOCIALE 51,40% 20,80% 27,80% AREA UMANISTICA 66,60% 17,80% 15,60%

26 SUCCESSO UNIVERSITARIO DEGLI STUDENTI - CFU II ANNO DI UNIVERSITA IIS CAMBI SERRANI 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% > 50% < 50% NESSUNO > 50% < 50% NESSUNO AREA SANITARIA 86,70% 6,70% 6,70% AREA SCIENTIFICA 90,90% 4,60% 4,60% AREA SOCIALE 60,80% 25,40% 13,90% AREA UMANISTICA 83,30% 16,70% 0,00% ANCONA 100% 90% 80% 70% 60% 50% 40% 30% 20% 10% 0% > 50% < 50% NESSUNO > 50% < 50% NESSUNO AREA SANITARIA 49,20% 27,30% 23,50% AREA SCIENTIFICA 49,10% 11,30% 39,60% AREA SOCIALE 44,00% 16,80% 39,20% AREA UMANISTICA 61,90% 15,60% 22,50%

27 ATTIVITA DELLA SCUOLA

28 LE ATTVITA DELLA SCUOLA Nel corso dell a.s. 2013/ 2014 e dell a.s. 2014/15 per ogni singola disciplina si è provveduto all elaborazione, per dipartimenti, dei profili di competenza in uscita, in linea con le indicazioni Nazionali e le linee guida per i nuovi ordinamenti. La scuola ha individuato traguardi di competenze per gli studenti nei diversi anni di corso, comprese le competenze trasversali. L offerta formativa è ricca di proposte esplicitate nel POF. I progetti sono riferibili a: Ampliamento e approfondimento delle competenze disciplinari Integrazione dell'offerta formativa riferita ai bisogni personali e sociali, che vengono realizzati anche grazie al significativo contributo esterno proveniente da Comune, Regione, Comunità Europea, Associazioni Sportive, Associazioni Culturali e Imprese del territorio. Progetti per sviluppare competenze digitali, informatiche e competenze trasversali che hanno coinvolto un gruppo di studenti sia del Liceo che dell ITE. La scuola adotta una modalità di verifica sistematica dei progetti che fornisce ricchezza di informazioni circa il gradimento degli studenti e dei genitori.

29 LE ATTVITA DELLA SCUOLA La progettazione didattica avviene nei dipartimenti ed e condivisa tra i docenti all interno delle due scuole. Gli insegnanti effettuano una programmazione comune sia per ambiti disciplinari che per classi parallele. L analisi delle scelte effettuate e l eventuale revisione della progettazione avviene in base alle novità sulle indicazioni nazionali e anche in base al feed-back scaturito dal lavoro svolto.

30 LE ATTVITA DELLA SCUOLA Nella nostra scuola sono state individuate le figure di coordinamento dei laboratori ai quali gli studenti possono accedere senza distinzione alcuna, secondo un quadro orario prestabilito e/o sistema di prenotazione. E rilevante l introduzione nella didattica di supporti multimediali, dai p.c., alle LIM e video proiettori; esistono, inoltre, laboratori specifici per le scienze, la chimica e la fisica. L articolazione dell orario scolastico è di tipo flessibile nell ITE, mentre nel Liceo si segue l orario standard. In entrambe le situazioni si è comunque tenuto conto delle esigenze degli studenti pendolari presenti in tutto l Istituto. La scuola ha organizzato l ampliamento dell Offerta Formativa sia utilizzando il monte ore curricolare che alcune ore in orario extracurricolare. La scuola promuove l utilizzo di modalità didattiche innovative attraverso corsi di formazione specifici e attraverso l aggiornamento personale.

31 La scuola ha adottato un Regolamento di Istituto. LE ATTVITA DELLA SCUOLA Dal questionario della componente genitori è emerso che i docenti di questo Istituto sono aperti al dialogo e al confronto con le famiglie e instaurano un rapporto positivo con gli alunni. La scuola promuove la condivisione di regole di comportamento con gli studenti. La scuola adotta strategie specifiche per la promozione delle competenze sociali (es. assegnazione di ruoli e responsabilita', attivita' di cura di spazi comuni, sviluppo del senso di legalita' e di un'etica della responsabilita', collaborazione e spirito di gruppo, ecc.). Tutti gli studenti sono coinvolti in queste attività. Non si sono rilevati episodi problematici gravi, le inadempienze e le relative sospensioni hanno riguardato esclusivamente atteggiamenti e comportamenti che contrastavano le indicazioni del Regolamento di Istituto. Le ore di assenze degli studenti risultano sensibilmente al di sotto dei valori di riferimento. Nella scuola è attivo il CIC (sportello d ascolto) che offre un servizio gratuito dedicato agli studenti che desiderano raccontare privatamente preoccupazioni e difficoltà. Il servizio è gestito da personale qualificato a livello territoriale.

32 LE ATTVITA DELLA SCUOLA La scuola valuta le competenze attraverso l analisi del rispetto delle regole, adottando criteri comuni per l assegnazione del voto di comportamento e attraverso questionari a conclusione delle diverse attività di progetto. La scuola ha nel tempo consolidato una pratica di progetti di volontariato (Libera, Marco Vive, Croce Gialla, ecc ) con una forte ricaduta nel sociale e con una accentuata e sistematica collaborazione con le altre agenzie formative del territorio(cvm). Le competenze chiave di cittadinanza sono sviluppate in attività che la scuola promuove quali: attività di orientamento attività della scuola orientate verso l'esterno (spettacoli teatrali, musicali e culturali in genere e giornate sportive). Gli studenti diventano protagonisti sviluppando le seguenti competenze trasversali: competenze organizzative, problem-solving, efficacia comunicativa, lavorare in team.

33 LE ATTVITA DELLA SCUOLA Il livello delle competenze chiave e di cittadinanza raggiunto dagli studenti e' elevato; le competenze sociali e civiche sono adeguatamente sviluppate (collaborazione tra pari, responsabilita' e rispetto delle regole). La maggior parte degli studenti raggiunge una adeguata autonomia nell'organizzazione dello studio e nell'autoregolazione dell'apprendimento. Non sono presenti concentrazioni anomale di comportamenti problematici in specifiche sezioni o indirizzi di scuola. La scuola adotta criteri comuni per la valutazione del comportamento ed almeno uno strumento per valutare in maniera specifica il raggiungimento delle competenze chiave e di cittadinanza degli studenti.

34 L INCLUSIONE Nella scuola sono previste tutte le iniziative relative Nella scuola sono previste tutte le iniziative relative all inclusione che fanno parte del PAI. Per gli studenti con difficoltà di apprendimento, l Istituto attiva i percorsi previsti dalla legge, al fine di favorire l integrazione, l apprendimento ed il successo formativo. Per gli alunni con disabilità è prevista la formulazione di un piano educativo personalizzato (PEI) in accordo con i genitori, l equipe socio pedagogica ed il Consiglio di classe. Per lo studente DSA la scuola formula un PDP nel quale vengono specificate le misure dispensative e compensative che ciascun docente attiverà nelle proprie discipline. Per i BES ciascun Consiglio di Classe, tenuto conto di osservazioni oggettive effettuate in base ad uno schema condiviso dal Collegio dei docenti e/o ad una certificazione prodotta dai genitori o da un Ente proposto, formula un PDP. In presenza di studenti stranieri da poco in Italia la scuola ha realizzato dei percorsi personalizzati per la conoscenza della lingua italiana.li Gli interventi realizzati sono efficaci per un buon numero di studenti destinatari delle azioni di differenziazione.

35 I CORSI DI RECUPERO E POTENZIAMENTO Nella scuola vengono organizzati i corsi di recupero per rispondere alle difficoltà di apprendimento incontrate dagli studenti. I Docenti attuano iniziative e attività di recupero in itinere durante l anno scolastico. La scuola garantisce la partecipazione a gare o competizioni esterne supportando gli studenti nella loro preparazione anche attraverso la partecipazione a corsi o progetti in orario extracurricolare. Tali attività hanno una corrispondenza positiva nei risultati ottenuti, anche a livello nazionale.

36 ATTIVITA DI RECUPERO TOTALE ORE CORSI DI RECUPERO TOTALE ORE CORSI DI RECUPERO ANIS ANCONA 62 MARCHE 81 ITALIA 63

37 L ORIENTAMENTO La scuola organizza attività di orientamento finalizzate alla scelta del percorso universitario/lavorativo successivo. Collabora sia con gli Istituti Universitari del territorio e di altre Regioni, che con realtà produttive e professionali. La scuola ha contatti per attività di orientamento con Enti territoriali come Confindustria, Confcommercio ed aziende leader nel proprio campo. Gli studenti del Liceo hanno partecipato alla manifestazione Nazionale di Verona dedicata all'orientamento. La scuola promuove anche incontri tra gli studenti e i referenti all'orientamento delle Università per ricevere supporto nella scelta del corso di studi successivo. Tutte le attività di orientamento coinvolgono le classi quarte e quinte delle due scuole.

38 La scuola non ha stipulato convenzioni Numero di convenzioni basso Numero di convenzioni medio-basso Numero di convenzioni medio-alto Numero di convenzioni alto COLLEGAMENTI DELLA SCUOLA CON IL MONDO DEL LAVORO Riferimento Provinciale % Riferimento Regionale % Riferimento Nazionale % 0 2,3 20,3 0 2,3 19, ,5 20, ,9 20, ,4 Situazione dell Istituto di Istruzione Superiore Cambi Serrani (ANIS002001): NUMERO DI CONVENZIONI MEDIO ALTO

39 IL COINVOLGIMENTO DELLE FAMIGLIE Da quanto emerge dai dati e dai questionari rivolti alle famiglie, il livello di partecipazione dei genitori nelle attività e negli incontri della scuola risulta di un livello medio alto. Anche dal punto di vista della capacità di coinvolgimento dei genitori nella vita scolastica, i risultati ci forniscono una percentuale di medio alto coinvolgimento (dati desunti dal questionario genitori di questo a.s.). Risulta un alto coinvolgimento delle famiglie all offerta formativa anche dai dati che riguardano i contributi volontari alla scuola, che indicano fiducia nei confronti dell Istituzione. Molto gradito è l utilizzo del registro elettronico e delle sue funzionalità di interfaccia tra scuola e utente dal punto di vista dell attività quotidiana e delle informazioni sul profitto degli studenti. E' stato costituito un gruppo formale di genitori ed ex studenti che possa promuovere, seguire e realizzare progetti e iniziative in collaborazione con la scuola e il territorio.

40 PARTECIPAZIONE DEI GENITORI ALLE ATTIVITA DELLA SCUOLA Basso livello di partecipazione Medio basso livello di partecipazione Medio alto livello di partecipazione Alto livello di partecipazione Riferimento Provinciale % Riferimento Regionale % Riferimento Nazionale % 21,7 24,1 27,2 60,9 63,3 59,5 17,4 12,7 12, Situazione dell Istituto di Istruzione Superiore Cambi Serrani (ANIS002001): MEDIO ALTO LIVELLO DI PARTECIPAZIONE

41 CAPACITA DELLA SCUOLA DI COINVOLGERE I GENITORI Riferimento Provinciale % Riferimento Regionale % Riferimento Nazionale % Basso coinvolgimento 0 0 0,2 Medio basso coinvolgimento Medio alto coinvolgimento 20 17,2 16, ,1 67,3 Alto coinvolgimento 12 20,7 15,6 Situazione dell Istituto di Istruzione Superiore Cambi Serrani (ANIS002001): MEDIO ALTO LIVELLO DI COINVOLGIMENTO

42 PARTECIPAZIONE A RETI DI SCUOLE La scuola partecipa in modo attivo o coordina reti e ha collaborazioni diverse con soggetti esterni. Le collaborazioni attivate contribuiscono in modo significativo a migliorare la qualita' dell'offerta formativa. La scuola e' un punto di riferimento nel territorio per la promozione delle politiche formative. La scuola ha integrato in modo organico nella propria offerta formativa, esperienze di stage e inserimenti nel mondo del lavoro, anche con ricadute nella valutazione del percorso formativo degli studenti.

43 PARTECIPAZIONE A RETI DI SCUOLE Nessuna partecipazione Bassa partecipazione (1 o 2 reti) Media partecipazione (3 o 4 reti) Alta partecipazione (5-6 reti) Riferimento Provinciale % Riferimento Regionale % Riferimento Nazionale % 4 3,4 13, ,8 33, ,2 29, ,5 23 Situazione dell Istituto di Istruzione Superiore Cambi Serrani (ANIS002001): ALTA PARTECIPAZIONE A RETI DI SCUOLE Motivo predominante della partecipazione a reti di scuole è il miglioramento di pratiche didattiche ed educative

44 RETI DI CUI LA SCUOLA E CAPOFILA Riferimento Provinciale % Riferimento Regionale % Riferimento Nazionale % Mai Capofila 25 51,2 57,9 Capofila per una rete 37, ,1 Capofila per più reti 37,5 17,9 16,1 Situazione dell Istituto di Istruzione Superiore Cambi Serrani (ANIS002001): CAPOFILA PER PIU RETI

45 APERTURA DELLE RETI AD ALTRI SOGGETTI O ENTI Riferimento Provinciale % Riferimento Regionale % Riferimento Nazionale % Nessuna apertura 4,2 11,9 22,5 Bassa apertura 12,5 6 8,2 Media apertura 20,8 26,2 14,2 Alta apertura 62, ,2 Situazione dell Istituto di Istruzione Superiore Cambi Serrani (ANIS002001): ALTA APERTURA

46 GESTIONE DEL FONDO DI ISTITUTO

47 RISORSE UMANE ED ECONOMICHE Relativamente alle finalità dell Istituto, data la riduzione delle disponibilità del FIS, si è proceduto ad una redistribuzione delle ore delle funzioni strumentali, convogliando le risorse verso i ruoli ritenuti più strategici. L allocazione delle risorse finanziare all interno del Programma Annuale e coerente con le scelte definite nel POF. I processi decisionali sono equamente distribuiti tra gli organi della scuola. Il numero di assenze procapite sia per malattia che per altri motivi è notevolmente più basso rispetto ai valori di riferimento (rif. Scuola in chiaro).

48 RISORSE UMANE ED ECONOMICHE La scuola concentra le proprie risorse su tre obiettivi prioritari: promozione di nuovi indirizzi potenziamento della competenza linguistica e matematicoinformatica che hanno condotto gli studenti al raggiungimento di obiettivi anche eccellenti con la partecipazione a gare nazionali sia per l Informatica, che nelle certificazioni linguistiche. Risulta alto il coinvolgimento di personale esterno qualificato e di Enti ed Associazioni esterne nei tre progetti più importanti segnalati.

INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE

INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE INDICATORI PER LA STESURA DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE 1. CONTESTO 1.1 Popolazione scolastica Status socio economico e culturale delle famiglie Livello medio dell'indice ESCS 1.1.a degli studenti Prove

Dettagli

Mappa indicatori per Rapporto di Autovalutazione

Mappa indicatori per Rapporto di Autovalutazione Mappa indicatori per Rapporto di Autovalutazione Novembre 2014 INDICE della MAPPA INDICATORI 1 Contesto... 2 1.1 Popolazione scolastica... 2 1.2 Territorio e capitale sociale... 3 1.3 Risorse economiche

Dettagli

Il RAV è un documento articolato in 5 sezioni che prevedono: definizione di 49 indicatori (attraverso i quali le scuole potranno scattare la loro

Il RAV è un documento articolato in 5 sezioni che prevedono: definizione di 49 indicatori (attraverso i quali le scuole potranno scattare la loro RAV Il RAV è un documento articolato in 5 sezioni che prevedono: definizione di 49 indicatori (attraverso i quali le scuole potranno scattare la loro fotografia); individuazione dei punti di forza e di

Dettagli

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento

Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento Azioni messe in atto nell'a.s. 2013/14 a supporto del processo di miglioramento L'a.s. 2013/14 oltre alla realizzazione della fase di, è stato dedicato all'avvio e al proseguimento di azioni di Miglioramento

Dettagli

Benvenuto ANNUNZIATA MARCIANO - Dirigente I.C.VITRUVIO POLLIONE - LTIC81300V

Benvenuto ANNUNZIATA MARCIANO - Dirigente I.C.VITRUVIO POLLIONE - LTIC81300V Benvenuto ANNUNZIATA MARCIANO - Dirigente I.C.VITRUVIO POLLIONE - LTIC81300V L'operazione di chiusura è stata correttamente effettuata. Per consultare il Rav prodotto selezionare il bottone Preview Scelta

Dettagli

Rapporto Autovalutazione

Rapporto Autovalutazione SNV - Scuola: prodotto il :06/10/2015 19:03:45 pagina 1 Rapporto Autovalutazione Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola - CARLO GESUALDO DA VENOSA SNV - Scuola: prodotto il :06/10/2015 19:03:45 pagina

Dettagli

Struttura e modalità di compilazione del RAV

Struttura e modalità di compilazione del RAV Struttura e modalità di compilazione del RAV Massimo Faggioli Dirigente di Ricerca Area valutazione e miglioramento INDIRE Firenze m.faggioli@indire.it Struttura del rapporto di autovalutazione è articolato

Dettagli

Rapporto Autovalutazione

Rapporto Autovalutazione SNV - Scuola: CRIC824007 prodotto il :07/10/2015 09:31:04 pagina 1 Rapporto Autovalutazione Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola - CRIC824007 IC CREMONA DUE SNV - Scuola: CRIC824007 prodotto il

Dettagli

Rapporto Autovalutazione

Rapporto Autovalutazione SNV - Scuola: prodotto il :23/09/2015 18:10:13 pagina 1 Rapporto Autovalutazione Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola - IST. COMPR. ANDORA/LAIGUEGLIA SNV - Scuola: prodotto il :23/09/2015 18:10:13

Dettagli

2.3. COMPETENZE CHIAVE E DI CITTADINANZA

2.3. COMPETENZE CHIAVE E DI CITTADINANZA QUESTIONARIO DOCENTI Gentile docente, Le chiediamo di esprimere la sua opinione su alcuni aspetti della vita scolastica e sul funzionamento della scuola nella quale attualmente lavora. Le risposte che

Dettagli

IL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE

IL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE IL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE Priorità strategiche della valutazione - Riduzione della dispersione e dell insuccesso scolastico. - Rafforzamento delle competenze di base degli studenti rispetto alla situazione

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO 1 ISTITUTO COMPRENSIVO - CASSINO (FR)

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO 1 ISTITUTO COMPRENSIVO - CASSINO (FR) Prot. n. 4723/A01 Cassino 19 settembre2015 Ai docenti dell istituto comprensivo Loro sedi Atti Oggetto: indicazioni e chiarimenti in merito al POF 2015/16 IL DIRIGENTE SCOLASTICO Vista la L. n.107/2015

Dettagli

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi

Partecipare all organizzazione di convegni ed eventi Area di Riferimento 1 Gestione POF Riscrittura del POF alla luce delle innovazioni normative e dei bisogni formativi attuali, sia interni che del territorio Monitoraggio in itinere dell attuazione del

Dettagli

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Direzione Generale. Indicazioni operative

Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Direzione Generale. Indicazioni operative 1 Ministero dell Istruzione dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per la Campania Direzione Generale Indicazioni operative Priorità strategiche della valutazione - Riduzione della

Dettagli

Esercitazioni di compilazione del RAV per le aree Risultati scolastici e Inclusione e differenziazione. Caltanissetta e Palermo - 7 maggio 2015

Esercitazioni di compilazione del RAV per le aree Risultati scolastici e Inclusione e differenziazione. Caltanissetta e Palermo - 7 maggio 2015 Esercitazioni di compilazione del RAV per le aree Risultati scolastici e Inclusione e differenziazione A cura di Sara Romiti, INVALSI Area Risultati scolastici Caltanissetta e Palermo - 7 maggio 015 Rispondere

Dettagli

Rapporto Autovalutazione

Rapporto Autovalutazione SNV - Scuola: NURI050001 prodotto il :04/08/2015 10:30:10 pagina 1 Rapporto Autovalutazione Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola - NURI050001 ISTITUTO TECNICO SUPERIORE "E. AMALDI" SNV - Scuola:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO N 5 BOLOGNA a.s. 2015/2016. Piano Annuale per l Inclusione

ISTITUTO COMPRENSIVO N 5 BOLOGNA a.s. 2015/2016. Piano Annuale per l Inclusione ISTITUTO COMPRENVO N 5 BOLOGNA a.s. 2015/2016 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità Rilevazione dei BES presenti 1. disabilità certificate (Legge 104/92 art.

Dettagli

ESITI DEGLI STUDENTI

ESITI DEGLI STUDENTI ALLEGATO Priorità e Traguardi evidenziati nel Rapporto Autovalutazione Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola NAIC812007 "CAMPO DEL MORICINO" ESITI DEGLI STUDENTI 1. Risultati scolastici Studenti

Dettagli

Rapporto Autovalutazione I.I.S. P. LEVI. Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola -TOIS04300D

Rapporto Autovalutazione I.I.S. P. LEVI. Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola -TOIS04300D Rapporto Autovalutazione I.I.S. P. LEVI Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola -TOIS04300D 1. Contesto e risorse 1.1 Popolazione scolastica 1.2 Territorio e capitale sociale 1.3 Risorse economiche

Dettagli

LA STRUTTURA DEL RAV

LA STRUTTURA DEL RAV GUIDA PRATICA ALLA ELABORAZIONE DEL RAV IN FUNZIONE DEL MIGLIORAMENTO Dino Cristanini Vico Equense 30 Gennaio 2015 LA STRUTTURA DEL RAV 1 CONTESTO E RISORSE Quali vincoli presentano? Quali leve positive

Dettagli

Rapporto di AutoValutazione dell I.C. Spinea 1 a.s. 2014/2015

Rapporto di AutoValutazione dell I.C. Spinea 1 a.s. 2014/2015 Rapporto di AutoValutazione dell I.C. Spinea 1 a.s. 2014/2015 a cura del nucleo di autovalutazione guidato dalla FS prof. Busatto Il percorso di formazione In vista della compilazione del RAV (Rapporto

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione

Piano Annuale per l Inclusione Scuola _I.C. NOLE CAN.SE (TO) a.s._2014/2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge 104/92

Dettagli

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione Rapporto di Autovalutazione GUIDA all autovalutazione Novembre 2014 INDICE Indicazioni per la compilazione del Rapporto di Autovalutazione... 3 Format del Rapporto di Autovalutazione... 5 Dati della scuola...

Dettagli

I.C. AGROPOLI SAN MARCO SINTESI R.A.V. 2015

I.C. AGROPOLI SAN MARCO SINTESI R.A.V. 2015 I.C. AGROPOLI SAN MARCO SINTESI R.A.V. 201 Il Rapporto di Autovalutazione si articola in Sezioni, o macro aree, accessibili direttamente dalla Home Page per mezzo degli appositi link: CONTESTO; ESITI;

Dettagli

Autovalutazione e miglioramento continuo

Autovalutazione e miglioramento continuo Autovalutazione e miglioramento continuo Percorso formativo per i Dirigenti Scolastici della Regione Abruzzo 2^ giornata Relatore: Germano Cipolletta Questo documento è stato ideato per una fruizione a

Dettagli

ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA

ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO PER LA PREDISPOSIZIONE DEL PIANO TRIENNALE DELL OFFERTA FORMATIVA VISTO l art. 3 comma 4 del D.P.R. 275/1999 come modificato dall art. 1, comma 14, della Legge

Dettagli

La compilazione del RAV: una riflessione condivisa Milazzo 8 giugno 2015

La compilazione del RAV: una riflessione condivisa Milazzo 8 giugno 2015 Proviamo a vedere quali sono gli obiettivi finali del RAV: Migliorare gli apprendimenti, assumendo decisioni adeguate; Rendicontare le scelte compiute; Promuovere strategie innovative attraverso la partecipazione

Dettagli

RAV e dintorni. Laboratorio Regionale DiSAL LIGURIA 8 gennaio 2015. Maddalena Cassinari

RAV e dintorni. Laboratorio Regionale DiSAL LIGURIA 8 gennaio 2015. Maddalena Cassinari RAV e dintorni Laboratorio Regionale DiSAL LIGURIA 8 gennaio 2015 Maddalena Cassinari 1. Motivazione del RAV * La parola chiave è: MIGLIORAMENTO * Attraverso * azioni correttive * cambiamenti necessari

Dettagli

Rapporto Autovalutazione

Rapporto Autovalutazione SNV - Scuola: prodotto il :17/07/2015 11:04:51 pagina 1 Rapporto Autovalutazione Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola - LICEO STATALE " CARLO PORTA " ERBA SNV - Scuola: prodotto il :17/07/2015 11:04:51

Dettagli

1. LINEE D INDIRIZZO

1. LINEE D INDIRIZZO Liceo Scientifico Statale Giovanni Marinelli Viale Leonardo da Vinci, 4-33100 UDINE tel. 0432/46938 - fax 0432/471803 - C.F. 80006880308 anno scolastico 2015/16 1. LINEE D INDIRIZZO 1.1 Indirizzi generali

Dettagli

Rapporto Autovalutazione

Rapporto Autovalutazione SNV - Scuola: UDIS01200E prodotto il :16/07/2015 10:07:39 pagina 1 Rapporto Autovalutazione Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola - UDIS01200E IS V. MANZINI SNV - Scuola: UDIS01200E prodotto il :16/07/2015

Dettagli

FAC SIMILE FORMULARIO COMPILAZIONE E CONSEGNA SOLO ON LINE http://www.indire.it/indicazioni/monitoraggio/ Monitoraggio dei documenti programmatici

FAC SIMILE FORMULARIO COMPILAZIONE E CONSEGNA SOLO ON LINE http://www.indire.it/indicazioni/monitoraggio/ Monitoraggio dei documenti programmatici A che punto siamo... indicazioni per il curricolo e indicazioni nazionali Monitoraggio dei documenti programmatici Formulario A PARTE GENERALE Formulario A - PARTE GENERALE - Pagina n 1 /11 Il piano dell

Dettagli

One to one nella didattica: esiti e processi

One to one nella didattica: esiti e processi One to one nella didattica: esiti e processi Ricerca presentata dal Presidente dell Indire Giovanni Biondi in occasione del Primo Forum sulla Scuola del futuro (Firenze, 23 ottobre 2015) In questi anni

Dettagli

priorità e traguardi: area esiti degli studenti descrizione priorità descrizione traguardo didattiche a livello d'istituto.

priorità e traguardi: area esiti degli studenti descrizione priorità descrizione traguardo didattiche a livello d'istituto. Allegato 1 M. I. U. R. Sintesi RAV ( obiettivi di miglioramento) priorità e traguardi: area esiti degli studenti descrizione priorità descrizione traguardo Risultati scolastici Competenze chiave e di cittadinanza

Dettagli

SINTESI DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE 2014-15

SINTESI DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE 2014-15 SINTESI DEL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE 2014-15 Cos è il rapporto di autovalutazione (RAV) A partire dal 2008 l INVALSI (Istituto nazionale per la Valutazione del Sistema di Istruzione), ha avuto l'incarico

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA di PRIMO GRADO BORGO TOSSIGNANO

ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA di PRIMO GRADO BORGO TOSSIGNANO ISTITUTO COMPRENSIVO di SCUOLA dell INFANZIA, PRIMARIA e SECONDARIA di PRIMO GRADO BORGO TOSSIGNANO RESPONSABILE DEL PIANO La Dirigente scolastica Grassi Grazia RIELABORAZIONE DEL PIANO Dall Osso Silvia

Dettagli

RAV CONTESTO 1. 1. POPOLAZIONE SCOLASTICA 1.3 RISORSE ECONOMICHE E MATERIALI 1.2. TERRITORIO E CAPITALE SOCIALE

RAV CONTESTO 1. 1. POPOLAZIONE SCOLASTICA 1.3 RISORSE ECONOMICHE E MATERIALI 1.2. TERRITORIO E CAPITALE SOCIALE RAV CONTESTO 1. 1. POPOLAZIONE SCOLASTICA OPPORTUNITA L uniformità del livello socio-economico di provenienza degli studenti facilita l intervento formale. VINCOLI Il livello socio-economico e culturale

Dettagli

LE PRIORITÀ E GLI STRUMENTI DEL SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE LA STRUTTURA DEL RAV Tivoli, 10 marzo 2015

LE PRIORITÀ E GLI STRUMENTI DEL SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE LA STRUTTURA DEL RAV Tivoli, 10 marzo 2015 LE PRIORITÀ E GLI STRUMENTI DEL SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE LA STRUTTURA DEL RAV Tivoli, 10 marzo 2015 LA STRUTTURA DEL RAV 1 Contesto e risorse 2 3 4 5 Esiti Processi Il Processo di Autovalutazione

Dettagli

Il Collegio dei Docenti delibera

Il Collegio dei Docenti delibera Il Collegio dei Docenti delibera MODALITÀ E CRITERI DI VALUTAZIONE ai sensi dell art. 1, comma 5, del DPR 122 /2009: Il collegio dei docenti definisce modalità e criteri per assicurare omogeneità, equità

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione

Piano Annuale per l Inclusione Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: Infa Prim Med 1. disabilità certificate (Legge 104/92 art. 3, commi 1 e 3) N.n. 7 14. Ø

Dettagli

Rapporto Autovalutazione

Rapporto Autovalutazione SNV - Scuola: prodotto il :08/10/2015 11:24:54 pagina 1 Rapporto Autovalutazione Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola - BREMBATE SOPRA - F. DELL'ORTO SNV - Scuola: prodotto il :08/10/2015 11:24:54

Dettagli

Rapporto Autovalutazione

Rapporto Autovalutazione SNV - Scuola: prodotto il :27/09/2015 16:35:16 pagina 1 Rapporto Autovalutazione Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola - VALNEGRA - F. GERVASONI SNV - Scuola: prodotto il :27/09/2015 16:35:16 pagina

Dettagli

Istituto Comprensivo "SAN GIULIO" a.s.2015 /2016

Istituto Comprensivo SAN GIULIO a.s.2015 /2016 Istituto Comprensivo "SAN GIULIO" a.s.2015 /2016 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge 104/92

Dettagli

Rapporto Autovalutazione

Rapporto Autovalutazione SNV - Scuola: prodotto il :30/09/2015 10:33:51 pagina 1 Rapporto Autovalutazione Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola - NOVI LIGURE 3 - IST. COMPR. SNV - Scuola: prodotto il :30/09/2015 10:33:51

Dettagli

PIANO DI FORMAZIONE Gennaio 2016

PIANO DI FORMAZIONE Gennaio 2016 ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE GALLARATE LICEO SCIENTIFICO STATALE Leonardo da Vinci LICEO CLASSICO "Giovanni Pascoli" LICEO delle SCIENZE UMANE opz. ECONOMICO-SOCIALE PIANO DI FORMAZIONE Gennaio 2016

Dettagli

Scuola: IIS Majorana di Moncalieri (Liceo e sezione associata Tecnico Economica ex Marro) a.s. 2015/2016. Piano Annuale per l Inclusività.

Scuola: IIS Majorana di Moncalieri (Liceo e sezione associata Tecnico Economica ex Marro) a.s. 2015/2016. Piano Annuale per l Inclusività. Sezione Liceale E.Majorana Scientifico Linguistico - Classico Via Ada Negri, 14 10024 MONCALIERI tel. 011/6471271-2 fa 011/6471273 ISTITUTO D ISTRUZIONE SUPERIORE MAJORANA Via Ada Negri, 14 10024 MONCALIERI

Dettagli

Elaborazione a cura di: Marcello Pedone

Elaborazione a cura di: Marcello Pedone 1 Per niente Poco Abbastanza Questionario Docenti 1. In questa istituzione scolastica gli studenti sono assegnati alle diverse sezioni secondo modalità chiare e condivise 6 29 56 8 2. Questa istituzione

Dettagli

Rapporto Autovalutazione

Rapporto Autovalutazione SNV - Scuola: prodotto il :21/07/2015 12:09:14 pagina 1 Rapporto Autovalutazione Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola - ALMENNO S.SALV. -GIOVANNI XXIII SNV - Scuola: prodotto il :21/07/2015 12:09:14

Dettagli

1.3. In questa scuola i laboratori sono usati

1.3. In questa scuola i laboratori sono usati 1.1. In questa istituzione scolastica gli studenti sono assegnati alle diverse sezioni secondo modalità chiare e condivise regolarmente 83% 1.3. In questa scuola i laboratori sono usati (POLITICA SCOLASTICA)

Dettagli

Questionario scuola Scuole paritarie 2 ciclo di istruzione Anno Scolastico 2014/15

Questionario scuola Scuole paritarie 2 ciclo di istruzione Anno Scolastico 2014/15 Questionario scuola Scuole paritarie 2 ciclo di istruzione Anno Scolastico 2014/15 INVALSI Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione Via Borromini, 5 Villa

Dettagli

Rapporto Autovalutazione

Rapporto Autovalutazione SNV - Scuola: CEEE01100G prodotto il :21/07/2015 12:51:05 pagina 1 Rapporto Autovalutazione Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola - CEEE01100G D. D. AVERSA SECONDO SNV - Scuola: CEEE01100G prodotto

Dettagli

Scuola: I.P.S.S.S. E. DE AMICIS ROMA a.s. 2013/2014. Piano Annuale per l Inclusione

Scuola: I.P.S.S.S. E. DE AMICIS ROMA a.s. 2013/2014. Piano Annuale per l Inclusione Scuola: I.P.S.S.S. E. DE AMICIS ROMA a.s. 2013/2014 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge

Dettagli

Questionario scuola 2 ciclo di istruzione Anno Scolastico 2014/15

Questionario scuola 2 ciclo di istruzione Anno Scolastico 2014/15 Questionario scuola 2 ciclo di istruzione Anno Scolastico 2014/15 INVALSI Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione Via Borromini, 5 Villa Falconieri 00044

Dettagli

PRESENTAZIONE RACCORDO RAV/POF

PRESENTAZIONE RACCORDO RAV/POF PRESENTAZIONE RACCORDO RAV/POF La compilazione del RAV mira a: MAPPA RAV 2015 a) individuare, analizzare e capire i punti di forza e i punti di debolezza; b) confrontarsi con i dati nazionali/regionali/provinciali

Dettagli

Questionario scuola statali 2 ciclo di istruzione

Questionario scuola statali 2 ciclo di istruzione Questionario scuola statali 2 ciclo di istruzione Denominazione Scuola I.S. "LORENZO MOSSA" Data invio 27/02/2015 08:11:37 Codice Meccanografico ORIS00600Q URL di riferimento http://ext.pubblica.istruzione.it/invalsi/index.php/571168

Dettagli

Scuola : LICEO CLASSICO STATALE "C. BECCARIA" - MILANO - a.s.2015-16 Piano Annuale per l Inclusione

Scuola : LICEO CLASSICO STATALE C. BECCARIA - MILANO - a.s.2015-16 Piano Annuale per l Inclusione Scuola : LICEO CLASSICO STATALE "C. BECCARIA" - MILANO - a.s.2015-16 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate

Dettagli

Funzione Strumentale n. 1: P.O.F. / Diffusione della cultura della qualità

Funzione Strumentale n. 1: P.O.F. / Diffusione della cultura della qualità Circolare n. 31 del 24/09/2014 Inoltro telematico a fiis00300c@istruzione.it in data 24/09/2014 Pubblicazione sul sito web (sezione Circolari / Comunicazioni DS) in data 24/09/2014 OGGETTO: Presentazione

Dettagli

LICEO PORTA ERBA PIANO DI MIGLIORAMENTO

LICEO PORTA ERBA PIANO DI MIGLIORAMENTO LICEO PORTA ERBA PIANO DI MIGLIORAMENTO LICEO PORTA ERBA - Piano di Miglioramento 05 Riferimenti normativi: DPR 80/0 Nota n. 790 del 0/09/05 C.M. n 059 del /09/05. Scenario di riferimento: breve descrizione

Dettagli

Rapporto Autovalutazione

Rapporto Autovalutazione SNV - Scuola: prodotto il :10/10/2015 11:54:22 pagina 1 Rapporto Autovalutazione Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola - I.C. MONTORIO CROGNALETO SNV - Scuola: prodotto il :10/10/2015 11:54:22 pagina

Dettagli

I.I.S. Astolfo Lunardi

I.I.S. Astolfo Lunardi Piano dell offerta formativa IL Dirigente Scolastico Funzione Strumentale Pagina 1 di 1 POF - vers 02 - Copertina, 11/10/2010 Delibera CD n. 09 del 29/09/2010 Data stampa: 06/12/12 Delibera Cdi n. 17 del

Dettagli

Rapporto di Autovalutazione Periodo di Riferimento 2014/2015 RAV LICEO CLEMENTE REBORA MIPC13000E DS REGGENTE prof.

Rapporto di Autovalutazione Periodo di Riferimento 2014/2015 RAV LICEO CLEMENTE REBORA MIPC13000E DS REGGENTE prof. Liceo Clemente Rebora MIPC13000E pagina 1 Prot. 3464/C58 Rapporto di Autovalutazione Periodo di Riferimento 2014/2015 RAV LICEO CLEMENTE REBORA MIPC13000E DS REGGENTE prof. LORENZO ALVIGGI Pubblicato sul

Dettagli

Scuola ISTITUTO COMPRENSIVO TARRA DI BUSTO GAROLFO (MILANO) a.s 2013/2014. Piano Annuale per l Inclusione

Scuola ISTITUTO COMPRENSIVO TARRA DI BUSTO GAROLFO (MILANO) a.s 2013/2014. Piano Annuale per l Inclusione Scuola ISTITUTO COMPRENVO TARRA DI BUSTO GAROLFO (MILA) a.s 2013/2014 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate

Dettagli

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S.

DOCUMENTO DI LINEE D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO A.S. MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO I.C. NUOVO PONTE DI NONA - VIA GASTINELLI N. 58-00132 ROMA TEL. 06/22180417- fax: 06/22188121 C.M.RMIC8CR006

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO

PIANO DI MIGLIORAMENTO Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Scuola dell infanzia-scuola primaria-scuola secondaria di 1 a indirizzo musicale BOER-VERONA TRENTO Via XXIV Maggio,

Dettagli

PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE

PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE Gallarate (VA) - Via Bonomi, 4 Tel. 0331.795141 - Fax 0331.784134 sacrocuoregallarate@fastwebnet.it www.sacrocuoregallarate.it Scuola Secondaria di I grado PIANO ANNUALE DELL INCLUSIONE DEGLI ALUNNI CON

Dettagli

Rapporto Autovalutazione

Rapporto Autovalutazione SNV - Scuola: prodotto il :21/09/2015 14:37:45 pagina 1 Rapporto Autovalutazione Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola - ITI ETTORE MAJORANA SNV - Scuola: prodotto il :21/09/2015 14:37:45 pagina

Dettagli

Rapporto Autovalutazione

Rapporto Autovalutazione SNV - Scuola: prodotto il :24/07/2015 12:26:07 pagina 1 Rapporto Autovalutazione Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola - G. E G. ROBECCHI - GAMBOLO' SNV - Scuola: prodotto il :24/07/2015 12:26:07

Dettagli

Audit interno d Istituto

Audit interno d Istituto Audit interno d Istituto Riesame della Direzione (a.s. 2014/2015) I.I.S. Remo Brindisi Lido degli Estensi 20 maggio 2015 Riesame della Direzione: l Indice 1.Riesame della Direzione (esame di tutte le articolazioni

Dettagli

La struttura del RAV

La struttura del RAV DAL SISTEMA NAZIONALE DI VALUTAZIONE AL RAPPORTO DI AUTOVALUTAZIONE (RAV) PRIORITA STRATEGICHE DELLA VALUTAZIONE DEL SISTEMA EDUCATIVO DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE Per il prossimo triennio la valutazione

Dettagli

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI

LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI LICEO SCIENTIFICO STATALE A. CALINI VIA MONTE SUELLO, 2 25128 BRESCIA tel. 030-304924 - fax 030-396105 E-MAIL: bscalini@ provincia.brescia.it LICEO STATALE B R E S C I A SCIENTIFICO A. CALINI via Monte

Dettagli

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola)

QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) QUESTIONARIO DI AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO (per i docenti dei tre ordini di scuola) Docente di: scuola infanzia scuola primaria scuola secondaria I Professionalità dei docenti Programmazione e valutazione

Dettagli

L autonomia scolastica

L autonomia scolastica L autonomia scolastica di Giacomo D Alterio La Legge 7 agosto 1990 n. 241, che detta le nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto d accesso ai documenti amministrativi, meglio

Dettagli

Rapporto Autovalutazione

Rapporto Autovalutazione SNV - Scuola: prodotto il :30/09/2015 08:58:16 pagina 1 Rapporto Autovalutazione Periodo di Riferimento - 2014/15 RAV Scuola - IC "CISCATO" MALO SNV - Scuola: prodotto il :30/09/2015 08:58:16 pagina 2

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO ISTITUTO COMPRENSIVO G.CISCATO DOTT. BRUNO SANDRI DIRIGENTE SCOLASTICO RESPONSABILE DEL PIANO

PIANO DI MIGLIORAMENTO ISTITUTO COMPRENSIVO G.CISCATO DOTT. BRUNO SANDRI DIRIGENTE SCOLASTICO RESPONSABILE DEL PIANO Istituto Comprensivo Statale G. Ciscato Via Marano, 53-36034 MALO (Vi) Tel. 0445/605202 0445/581418 C.F.:83003630247 C.M. VIIC80800N www.ciscato.gov.it e-mail: viic80800n@istruzione.it viic80800n@pec.istruzione.it

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione

Piano Annuale per l Inclusione Piano Annuale per l Inclusione Piano Annuale per l Inclusione In riferimento alla normativa vigente (leggi 104/92, 170/2010 e direttiva del Miur sui BES del 27/12/2012) si è costituito dallo scorso a.s.

Dettagli

P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività)

P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività) P.A.I. (Piano Annuale dell Inclusività) I dati si riferiscono all anno scolastico 2014/2015 Approvato nel Collegio dei Docenti del 12 giugno 2015 Gli alunni certificati in base alla Legge 104/1992 Tabella

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA. Sperimentare un nuovo metodo d insegnamento per un apprendimento integrato di contenuto e lingua.

SCUOLA PRIMARIA. Sperimentare un nuovo metodo d insegnamento per un apprendimento integrato di contenuto e lingua. SCUOLA PRIMARIA Denominazione progetto Priorità cui si riferisce (L.107/2015)e Traguardi di risultato Obiettivo di processo CLIL SCIENCE Sviluppare e potenziare le competenze chiave di cittadinanza. Rispondere

Dettagli

PROTOCOLLO PER L INCLUSIONE

PROTOCOLLO PER L INCLUSIONE DIREZIONE DIDATTICA PAOLO VETRI - RAGUSA PROTOCOLLO PER L INCLUSIONE degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Commissione Inclusione Alunni BES Gruppo di Lavoro per l Inclusione (GLI) Anno scolastico

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO

PIANO DI MIGLIORAMENTO Istituto Comprensivo di Gonzaga PIANO DI MIGLIORAMENTO Caratteristiche del contesto interno ed esterno Realtà scolastica articolata su 4 plessi così distribuiti: n 1 scuole secondarie di I grado n 1 plesso

Dettagli

Rapporto di Autovalutazione

Rapporto di Autovalutazione Rapporto di Autovalutazione dell'istituto Comprensivo Massimo Troisi elaborato dal Nucleo di Miglioramento costituito da: Guglielmo Rispoli (Dirigente Scolastico) Ester Sino e Raffaele Izzo (Docenti della

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO

PIANO DI MIGLIORAMENTO PIANO DI MIGLIORAMENTO Premessa Nel mese di settembre 2015 si è conclusa la fase di autovalutazione di Istituto con la pubblicazione del Rapporto di Autovalutazione consultabile sul sito dell Istituto

Dettagli

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015

RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 RELAZIONE ILLUSTRATIVA DEL DIRIGENTE SCOLASTICO ALLEGATA AL PROGRAMMA ANNUALE ANNO FINANZIARIO 2015 Il programma annuale è direttamente raccordato al Piano dell Offerta Formativa (P.O.F.) e traduce, in

Dettagli

Questionario scuola 1 ciclo di istruzione Anno Scolastico 2014/15

Questionario scuola 1 ciclo di istruzione Anno Scolastico 2014/15 Questionario scuola 1 ciclo di istruzione Anno Scolastico 2014/15 INVALSI Istituto nazionale per la valutazione del sistema educativo di istruzione e di formazione Via Borromini, 5 Villa Falconieri 00044

Dettagli

Il DIRIGENTE SCOLASTICO Prof.ssa Roberta Galassi ---------------------------------------------------------------------------------

Il DIRIGENTE SCOLASTICO Prof.ssa Roberta Galassi --------------------------------------------------------------------------------- Istituto Istruzione Superiore Sansi Leonardi - Volta Piazza Carducci, 1 06049 Spoleto (PG) Tel. 0743 22 35 05 Fax 0743 22 53 18 e-mail: pgis026007@istruzione.it sito web: www.liceospoleto.gov.it Circ.

Dettagli

Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596

Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596 Liceo Ginnasio Statale Umberto I Piazza G. Amendola, 6 NAPOLI Telefono 081 415084 Fax 081 7944596 Piano Annuale per l Inclusione 2015/16 1. FINALITA GENERALE E NORMATIVA DI RIFERIMENTO Legge 104/92 Legge

Dettagli

Questionario scuola statali 1 ciclo di istruzione

Questionario scuola statali 1 ciclo di istruzione Questionario scuola statali 1 ciclo di istruzione Denominazione Scuola DON GNOCCHI - ARESE Data invio 24/02/2015 14:44:30 Codice Meccanografico MIIC8EC00X URL di riferimento http://ext.pubblica.istruzione.it/invalsi/index.php/534466

Dettagli

Il Rapporto di Autovalutazione. Prof.ssa Maria Rosaria Villani

Il Rapporto di Autovalutazione. Prof.ssa Maria Rosaria Villani Il Rapporto di Autovalutazione Prof.ssa Maria Rosaria Villani D.P.R. 28 marzo 2013, n. 80 recante il Regolamento sul Sistema Nazionale di valutazione in materia di istruzione e formazione, in vigore dal

Dettagli

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado

Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado Classe: Sezione: Istituto Comprensivo Dante Alighieri Petilia Policastro (KR) Scuola Secondaria di Primo Grado PROGETTAZIONE CURRICOLARE Approvazione del Consiglio di Classe in data: Coordinatore:Prof.

Dettagli

Scuola I.C. UBALDO FERRARI CASTELVERDE a. s. 2014-2015. Piano Annuale per l Inclusione

Scuola I.C. UBALDO FERRARI CASTELVERDE a. s. 2014-2015. Piano Annuale per l Inclusione Scuola I.C. UBALDO FERRARI CASTELVERDE a. s. 2014-2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge

Dettagli

PIANO DI MIGLIORAMENTO a.s. 2015/2016

PIANO DI MIGLIORAMENTO a.s. 2015/2016 ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE ANTONIO PACINOTTI 84018 SCAFATI (SA) TEL 081/8030377 FAX 081/8563843 E.MAIL satf04000d@istruzione.it CF. 80103800639 C.I.SATF04000D PIANO DI MIGLIORAMENTO a.s. 2015/2016 A)Analisi

Dettagli

Direzione Didattica Statale G. MAZZINI

Direzione Didattica Statale G. MAZZINI Direzione Didattica Statale G. MAZZINI Progetto A.M.I.C.O. Azioni Metodologiche ed Iniziative per la Cooperazione aa.ss. 2014/2015 Sede/i di realizzazione del progetto: Plessi di scuola primaria della

Dettagli

L I C E O S C I E N T I F I C O S T A T A L E D A L E S S A N D R O BA G H E R I A

L I C E O S C I E N T I F I C O S T A T A L E D A L E S S A N D R O BA G H E R I A 55 risposte su 70 email inviate. 78 % Contesto e Risorse La struttura dell'edificio è considerata in modo positivo 98,1 % dei docenti. I laboratori sono adeguatamente attrezzati per il 66 % dei docenti.

Dettagli

Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità

Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità ISTITUTO COMPRENVO STATALE POLO EST LUMEZZANE a. s. 2014/2015 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: Infanzia Primaria Sec.I grado

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

SINTESI R.A.V. 2015 A cura del D.S. dell I.C. di Albanella dott.ssa Mattea Pelosi

SINTESI R.A.V. 2015 A cura del D.S. dell I.C. di Albanella dott.ssa Mattea Pelosi SINTESI R.A.V. 2015 A cura del D.S. dell I.C. di Albanella dott.ssa Mattea Pelosi Il Rapporto di Autovalutazione si articola in 5 Sezioni, o macro aree, accessibili direttamente dalla Home Page per mezzo

Dettagli

Scuola I.I.S. DON MILANI MONTICHIARI a.s. 2015 2016. Piano Annuale per l Inclusione

Scuola I.I.S. DON MILANI MONTICHIARI a.s. 2015 2016. Piano Annuale per l Inclusione Scuola I.I.S. DON MILANI MONTICHIARI a.s. 2015 2016 Piano Annuale per l Inclusione Parte I analisi dei punti di forza e di criticità A. Rilevazione dei BES presenti: n 1. disabilità certificate (Legge

Dettagli

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015

PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 PROGRAMMA ANNUALE - Esercizio Finanziario 2015 La definizione del Programma Il Programma annuale è elaborato ai sensi del Regolamento concernente le istruzioni generali sulla gestione amministrativo -

Dettagli

Questionario scuola statali 1 ciclo di istruzione

Questionario scuola statali 1 ciclo di istruzione Questionario scuola statali 1 ciclo di istruzione Denominazione Scuola PSAUMIDE CAMARINENSE Data invio 27/02/2015 21:05:40 Codice Meccanografico RGIC81400E URL di riferimento http://ext.pubblica.istruzione.it/invalsi/index.php/534466

Dettagli

IL DIRIGENTE SCOLASTICO

IL DIRIGENTE SCOLASTICO Prot. n. 4726/A19 Calolziocorte, 30/09/2015 AL COLLEGIO DEI DOCENTI E P.C. AL CONSIGLIO D ISTITUTO AI GENITORI AGLI ALUNNI AL PERSONALE ATA ATTI ALBO OGGETTO: ATTO D INDIRIZZO DEL DIRIGENTE SCOLASTICO

Dettagli

Questionario scuola statali 1 ciclo di istruzione

Questionario scuola statali 1 ciclo di istruzione Questionario scuola statali 1 ciclo di istruzione Denominazione Scuola I. C. "G. MAZZINI" ERICE Data invio 28/02/2015 09:47:50 Codice Meccanografico TPIC831001 URL di riferimento http://ext.pubblica.istruzione.it/invalsi/index.php/534466

Dettagli