Allattare un bambino con esigenze speciali

Save this PDF as:
 WORD  PNG  TXT  JPG

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Allattare un bambino con esigenze speciali"

Transcript

1 Allattare un bambino con esigenze speciali La nascita di un bambino con esigenze speciali può provocare emozioni diverse: gioia ed eccitazione, insieme a preoccupazione per ciò che è sconosciuto. Quello che è certo è che l allattamento o la somministrazione di latte materno rappresenta un modo importante con il quale lei può soddisfare le necessità del suo bambino. Quando si tratta di nutrire un bambino, è difficile riuscire a superare i benefici offerti dal latte materno. Il latte materno contiene un equilibrio perfetto di elementi nutritivi per aiutare la crescita e lo sviluppo del bambino, e combattere altresì infezioni e malattie comuni dell infanzia. I BENEFICI DELL ALLATTAMENTO AL SENO I benefici offerti dal latte materno sono estremamente importanti per il suo bambino con esigenze speciali. I bambini con esigenze speciali possono comprendere, a titolo puramente esemplificativo, bambini affetti da sindrome di down, labbro o palato leporino, problemi cardiaci, fibrosi cistica, o bambini con una menomazione neurologica. I benefici nutritivi e immunologici offerti dal latte umano possono aiutare il bambino a rimanere, crescere e svilupparsi in salute, al meglio. Il latte materno è anche di aiuto per acquistare peso e per diventare più forte per affrontare le cure e gli interventi chirurgici che potrebbero essere necessari. L allattamento al seno può anche avere un effetto positivo sullo sviluppo e sulla coordinazione orale del bambino. Il suo bambino trarrà beneficio da qualsiasi quantità di latte materno che riceve, sia direttamente dal seno che aspirato e somministrato dal biberon, o con un altro metodo. Potrebbero risultare utili alcune modifiche quali aspirare il latte dal seno o usare una tettarella speciale. Benefici specifici per bambini con esigenze speciali SINDROME DI DOWN: il latte materno ha un effetto positivo sullo stato di salute complessivo e sullo sviluppo, compreso un minor numero di raffreddori e malattie stagionali, funzionalità regolare dell intestino e migliore coordinazione di bocca e lingua. PALATO LEPORINO: alcuni esperti ritengono che il latte materno possa essere meno irritante per le vie nasali esposte del bambino e possa aiutare a ridurre il numero e la gravità delle malattie respiratorie. Poiché potrebbe essere difficile farli attaccare bene, molti bambini affetti da palato leporino hanno bisogno di una tettarella speciale ed eventualmente di un sistema speciale. Molte compagnie di assicurazioni forniranno un tiralatte se il bambino è affetto da palato leporino. voltare pagina CONTATTI un esperto di allattamento» CONTATTI il suo medico, specialista o pediatra» CONSULTI le numerose risorse riportate in Qualità garantita insieme a: Assistenza 24 ore al giorno, tutti i giorni. Personale infermieristico e consulenti disponibili. Chiami Feeding Expert:

2 o Suggerimenti e tecniche : Allattare un bambino con esigenze speciali PROBLEMI CARDIACI: il latte materno aiuta i bambini a crescere e a sviluppare importanti protezioni immunitarie. Poiché molti bambini con difficoltà cardiache hanno difficoltà nell allattamento al seno perché si affaticano troppo, si potrebbe utilizzare un sistema supplementare o il latte materno aspirato e somministrato con biberon. FIBROSI CISTICA: il latte materno può aiutare i bambini affetti da fibrosi cistica a sviluppare le protezioni immunitarie di cui hanno bisogno per godere di migliori condizioni respiratorie. Alcuni bambini con difficoltà nel digerire e nel metabolizzare i grassi avranno bisogno di latte artificiale speciale per neonati in aggiunta al latte materno. MENOMAZIONE NEUROLOGICA: il latte materno contiene molti elementi nutritivi che ottimizzano lo sviluppo del cervello e degli occhi. SUPERARE LE DIFFICOLTÀ Per prima cosa, è importante che lei sappia che il latte materno fa bene al suo bambino, in qualsiasi quantità sia in grado di somministrarglielo! In molti casi gli esperti di allattamento possono aiutare ad allattare al seno con successo. Esperti di allattamento Se sa in anticipo che il suo sarà un bambino con esigenze speciali, incontri un esperto di allattamento prima del parto per parlare dell aiuto di cui potrebbe avere bisogno. Queste persone possono aiutarla con i suoi timori o rispondere alle sue domande su come procede l allattamento al seno e riguardo ad alcune situazioni che possono rendere difficoltoso allattare al seno il suo bambino. Possono anche aiutarla a sviluppare un efficace programma di alimentazione e offrirle aiuto per il futuro in modo da definire un modello. Altro aiuto Alcune circostanze, tra cui ricoveri ospedalieri e cure mediche, potrebbero rendere difficoltoso se non impossibile l allattamento al seno o offrire un allattamento al seno esclusivo. Ma, ricordi, qualsiasi quantità di latte materno sia in grado di somministrare al suo bambino è utile! Questi suggerimenti aggiuntivi possono essere di aiuto: MANTENGA UN ATTEGGIAMENTO POSITIVO: potrebbero essere necessarie alcune settimane perché lei e il suo bambino impariate il corretto attaccamento al seno. Continui a provare ad allattare al seno. I vantaggi valgono bene lo sforzo! CERCHI AIUTO: il suo esperto di allattamento le può dare i consigli di cui ha bisogno. Chieda aiuto quando ne ha bisogno. INIZI AD ALLATTARE AL SENO NON APPENA POSSIBILE: cerchi di allattare al seno il più presto possibile dopo la nascita del bambino. ASPIRI IL LATTE SE È NECESSARIO: se non fosse possibile allattare al seno o se non ci si riesce, aspiri il latte il più presto possibile dopo la nascita e con la stessa frequenza con cui allatterebbe il bambino. Di norma, dovrebbe aspirare il latte per minuti ogni 2 3 ore. SE IL BAMBINO AUMENTA DI PESO LENTAMENTE, CHIEDA INFORMAZIONI SU COME USARE IL LATTE MATERNO COME AGGIUNTA: se il medico che la assiste le consiglia di dare al bambino un aggiunta, chieda se può estrarre il suo secondo latte (il latte alla fine della poppata), che ha un contenuto più ricco di lipidi e calorie, e lo somministri utilizzando un metodo diverso se il bambino non succhia bene. CONTATTI un esperto di allattamento» CONTATTI il suo medico, specialista o pediatra» CONSULTI le numerose risorse riportate in Abbott Laboratories Inc. Gennaio Italian BF Special Needs

3 Allattamento al seno per le donne con un seno molto grande e sovrappeso La maggior parte delle donne è in grado di allattare al seno e superare la maggior parte dei problemi di minore entità che dovessero presentarsi. Per alcune donne, essere sovrappeso può rendere l allattamento al seno più difficoltoso. La condizione di sovrappeso può interferire con gli ormoni della lattazione. Se si è sovrappeso e si ha un seno molto grande il bambino potrebbe avere difficoltà nell attaccarsi al seno. A volte questo comporta anche complicazioni per la salute. Benefici dell allattamento al seno È difficile superare i benefici offerti dal latte materno. I benefici per lei e per il bambino aumentano con l allattamento. Il latte materno protegge il bambino da malattie e infezioni. L allattamento al seno riduce il rischio di tumore al seno e alle ovaie nelle madri. Aiuta inoltre a recuperare il peso prima della gravidanza. Parto cesareo Le donne in sovrappeso hanno maggiori probabilità di avere complicazioni durante la gravidanza e il parto, compresa la necessità di ricorrere al parto cesareo. Il parto cesareo può ritardare il momento in cui la madre può iniziare ad allattare al seno il bambino. Per ridurre questo ritardo, chieda di allattare il bambino al seno immediatamente dopo il parto, o non appena possibile dal punto di vista medico. L allattamento al seno aiuta anche a sviluppare il legame tra madre e bambino. Questo è ancora più importante in caso di separazione dopo il parto. Il bambino che succhia al seno aiuta l utero a tornare alle dimensioni che aveva prima della gravidanza. Accelera anche i tempi di guarigione, perché riduce le perdite di sangue dopo il parto. Seno grande Uno dei timori che hanno le donne è su come attaccare il bambino se il loro seno è molto grande. Le donne con un seno molto grande devono provare diverse posizioni di allattamento per capire quale sia la migliore per il loro corpo. La maggior parte delle donne con il seno grande riescono ad allattare meglio nella posizione della presa a pallone da rugby (consultare l opuscolo che descrive le posizioni). Se le mammelle sono molto grandi, potrebbe essere necessario poggiare il bambino su un cuscino per sollevare il bambino fino a livello del seno. È anche importante fare attenzione a non piegarsi sul bambino, ma sollevare il bambino fino al livello del capezzolo per aiutarlo ad attaccarsi meglio al seno. Chieda aiuto per poter trovare la posizione che è più adatta a lei. voltare pagina» CONTATTI il suo medico o pediatra» CONTATTI un esperto di allattamento» CONSULTI le numerose risorse riportate in Qualità garantita insieme a: Assistenza 24 ore al giorno, tutti i giorni. Personale infermieristico e consulenti disponibili. Chiami Feeding Expert:

4 o Suggerimenti e tecniche : Allattamento al seno per le donne con un seno molto grande e sovrappeso Cura del seno Usare reggiseni opportunamente sagomati è importante per tutte le donne, e in particolare per le donne con il seno molto grande. Non deve utilizzare reggiseni da allattamento con ferretti poiché i ferretti possono premere su tessuti sensibili del seno e possono ostruire i dotti e provocare mastiti. Le donne di costituzione robusta sono più a rischio di sviluppare infezioni e irritazione della pelle sotto le mammelle. Dopo avere fatto il bagno, è importante asciugarsi completamente sotto il seno con un asciugamano, per essere certe che non rimanga dell umidità (l umidità in eccesso può provocare infezioni micotiche o irritarle). Lavi spesso i reggiseni per evitare infezioni micotiche. CONTATTI il suo medico o pediatra» CONTATTI un esperto di allattamento» CONSULTI le numerose risorse riportate in Abbott Laboratories Inc. Gennaio Italian BF Weight

5 Allattamento al seno e depressione post parto Le madri potrebbero non essere consapevoli che il loro stato emotivo può riflettersi sul successo dell allattamento al seno. Una neo-mamma può vivere una serie di emozioni. È normale sentirsi stanche e infelici quando si torna a casa con il neonato. Questi sentimenti possono durare massimo due settimane, dopodiché spariranno da soli. Se questi stati d animo proseguono o peggiorano, e non spariscono, lei potrebbe avere bisogno di aiuto. Alcune donne si sentono tristi anche per settimane o mesi dopo il parto. Circa il 10 15% delle madri soffre di depressione post parto. Non traggono più piacere dalle loro attività normali. Hanno difficoltà a provare piacere. Le madri che soffrono di depressione post parto potrebbero non provare piacere nell accudire il loro bambino, o nel dedicarsi ad attività che a loro piacevano prima della nascita del bambino. Possono ritrovarsi a piangere molto, possono provare panico o avere pensieri inquietanti. Se pensa di avere i sintomi della depressione post parto, lei non è sola e si tratta di una condizione che può essere curata. La prima cosa da fare è contattare il suo medico. È preferibile cercare aiuto subito, piuttosto che in seguito. Segnali della depressione post parto Le madri che soffrono di depressione post parto possono avere uno o tutti i sintomi riportati sotto. Anamnesi con depressione o ansia Sentirsi tristi, ansiose, provare paura o un senso di inutilità Avere avuto cambiamenti rilevanti nella propria vita (quali abusi, divorzio o la perdita di una persona cara) Possono avere un coniuge che non offre il suo aiuto Preoccupazioni finanziarie Incapacità di dormire (insonnia) Cambiamenti d umore o irritabilità Dolore cronico o mal di testa Evento imprevisto nel corso della gravidanza o della nascita Breve congedo per maternità o rientro al lavoro Preoccupazioni per lo stato di salute del neonato CONTATTI il suo medico o pediatra» CONTATTI un esperto di allattamento» VISITI CONSULTI le numerose risorse riportate in voltare pagina» Qualità garantita insieme a: Assistenza 24 ore al giorno, tutti i giorni. Personale infermieristico e consulenti disponibili. Chiami Feeding Expert:

6 o Suggerimenti e tecniche : Allattamento al seno e depressione post parto Incapacità di allattare al seno Neonato che soffre di coliche o poco tranquillo Perdita di appetito Perdita di interesse o eccessiva preoccupazione per le cure da dedicare al bambino Non sentirsi all altezza del compito di madre Pensieri inquietanti causati dalla paura di farsi male o di fare male al bambino Cura Per la cura della depressione post parto di solito è necessario ricorrere a supporto psicologico e a medicinali antidepressivi. La maggior parte dei medicinali per la depressione post parto può essere assunta durante l allattamento al seno. Informi il suo medico che sta allattando. A volte, per uscire dalla depressione post parto può essere utile ricevere aiuto per i sintomi fisici e riuscire a dormire di più. Il medico deciderà la cura, se necessaria. Ricordi che la depressione post parto è una condizione reale ed è possibile ricevere aiuto. Provi con questi suggerimenti per la autoterapia anche quando è in cura dal suo medico. Dorma di più Condivida la cura del bambino con la sua famiglia, con il padre del bambino, con gli amici e con personale medico-sanitario Si faccia aiutare per accudire gli altri figli, nella preparazione dei pasti e nelle faccende domestiche Faccia esercizio fisico ogni giorno (passeggi con il bambino) Consumi pasti e spuntini nutrienti Dorma quando il bambino riposa Prenda in considerazione l eventualità di entrare a far parte di un gruppo di supporto Chiami amici e familiari per avere sostegno morale Psicosi post parto Questi sintomi non si verificano spesso. Se si verificasse una delle condizioni riportate di seguito, si rivolga subito al suo medico. Non è sicura di ciò che è reale e di ciò che non è reale Se vede e sente cose che non ci sono Se pensa di farsi male o di fare male al bambino Se pensa al suicidio o a commettere omicidi CONTATTI il suo medico o pediatra» CONTATTI un esperto di allattamento» VISITI CONSULTI le numerose risorse riportate in Abbott Laboratories Inc. Gennaio Italian BF Depression

7 Allattamento al seno e interventi chirurgici Se ha bisogno di sottoporsi ad un intervento chirurgico o se deve essere ricoverata mentre allatta al seno, si rilassi! Potrà continuare ad avere la sua scorta di latte e continuare ad allattare al seno il bambino. Parlare con il proprio medico Parli con il suo medico prima dell intervento chirurgico/ricovero ospedaliero e lo informi del fatto che sta allattando. Si informi sui medicinali che saranno utilizzati, in modo da utilizzarne uno che sia sicuro durante l allattamento. Inoltre, la maggior parte degli antidolorifici usati negli ospedali dopo gli interventi chirurgici è sicura. Medicinali e allattamento al seno Se teme che il bambino possa ricevere dei medicinali attraverso il latte materno, lo aspiri dal seno dalle quattro alle sei ore dopo l intervento chirurgico e getti questo latte. Per alcuni tipi di medicinali potrebbe essere necessario aspirare e gettare il latte per 24 ore. Il medico la informerà quando potrà iniziare di nuovo ad allattare al seno. Nutrire il bambino Si informi sulle prassi dell ospedale per verificare se un suo familiare le può portare il bambino in camera in modo che possa allattarlo al seno quando si sentirà in grado di farlo. Nella maggior parte dei casi è necessario che un suo familiare rimanga nella camera in modo da aiutarla a nutrire il bambino. Anche durante la sua assenza, mantenga gli stessi orari delle poppate. Si assicuri che durante la sua permanenza in ospedale qualcuno allatti il bambino utilizzando la sua scorta di latte o utilizzando la formulazione speciale. voltare pagina» Contatti il suo medico o pediatra» Contatti un esperto di allattamento» Consulti le numerose risorse riportate in Qualità garantita insieme a: Assistenza 24 ore al giorno, tutti i giorni. Personale infermieristico e consulenti disponibili. Chiami Feeding Expert:

8 o Suggerimenti e tecniche : Allattamento al seno e interventi chirurgici Aspirare il latte anticipatamente Se non potrà tenere il bambino con sé nella camera di ospedale, sarà necessario aspirare il latte dal seno ogni tre o quattro ore per conservare la sua scorta di latte. Può portare un tiralatte da casa o chiedere di usarne uno dell ospedale. Non tutti gli ospedali hanno un reparto maternità, quindi chieda per tempo se hanno un tiralatte. È consigliabile inoltre iniziare ad aspirare e conservare il latte non appena viene a conoscenza che dovrà sottoporsi a un intervento chirurgico. In questo modo può creare una scorta di latte per il periodo che trascorrerà in ospedale. Se ha qualche giorno di preavviso, inizi ad aspirare e conservare il latte nel frigorifero o nel congelatore. Riposare a sufficienza Si organizzi con amici e familiari in modo che la aiutino dopo la dimissione dall ospedale. Se si sente stanca, possono portarle il bambino e aiutarla a prepararsi per allattare al seno. È molto importante riposarsi a sufficienza per agevolare la guarigione. Contatti il suo medico o pediatra» Contatti un esperto di allattamento» Consulti le numerose risorse riportate in Abbott Laboratories Inc. Gennaio Italian BF Surgery

9 Dare latte materno a un bambino prematuro La maggior parte dei neonati, anche i neonati prematuri (nati prima della trentasettesima settimana), può imparare a nutrirsi correttamente dal seno. Anche i neonati più piccoli possono trarre beneficio dal latte della madre, sebbene nutriti con piccole quantità per brevi periodi di tempo. La somministrazione di latte materno aiuta a sviluppare un rapporto speciale o una vicinanza particolare tra la mamma e il neonato quando sono separati nell Unità di terapia intensiva neonatale. Le madri che danno alla luce un neonato prematuro producono un latte che è leggermente differente dal latte delle madri che portano a compimento la gravidanza. Questo latte prematuro è estremamente utile per i neonati prematuri e offre loro un ulteriore protezione da alcuni dei problemi di cui possono soffrire. Tuttavia, allattare al seno un neonato prematuro che si trova nell Unità di terapia intensiva neonatale può essere impegnativo. Alimentazione con tubo orogastrico Se il neonato prematuro è nato almeno tra la trentaduesima e la trentatreesima settimana di gestazione, potrebbe essere possibile allattarlo al seno almeno una parte del tempo. I neonati che sono venuti alla luce prima vengono solitamente nutriti con latte materno espresso e/o una formulazione speciale mediante un tubo orogastrico. Il latte materno potrebbe essere rafforzato con uno speciale fortificante del latte umano. Dopo il parto è necessario togliere il latte dal seno presto, spesso e in modo completo, in modo tale che il corpo riceva i segnali per poterne produrre una scorta adeguata. Le prime 2 4 settimane sono particolarmente importanti. In questo periodo gli ormoni del latte e i tessuti del seno subiscono delle modifiche che aiutano a garantire una produzione sufficiente di latte per il neonato nelle settimane e nei mesi futuri. Produrre latte a sufficienza Potrebbe essere preoccupata dal fatto di non produrre latte a sufficienza, anche se allatta al seno quando necessario o aspira il latte con regolarità. Se pensa di allattare esclusivamente al seno con regolarità, deve cercare di aspirare il latte ogni 2 3 ore, o con la massima frequenza possibile. Più latte aspira e maggiori sono le probabilità di produrre latte. Tutto il latte che riesce a produrre è prezioso. voltare pagina» CONSULTI l opuscolo Aspirazione e conservazione» CONTATTI il suo medico o pediatra» CONTATTI il personale sanitario dell Unità di terapia intensiva neonatale o un esperto di allattamento» CONSULTI le numerose risorse riportate in Qualità garantita insieme a: Assistenza 24 ore al giorno, tutti i giorni. Personale infermieristico e consulenti disponibili. Chiami Feeding Expert:

10 o Suggerimenti e tecniche : Dare latte materno a un bambino prematuro Aspirazione e conservazione Chieda informazioni sulle prassi dell Unità di terapia intensiva neonatale per i neonati prematuri, tra cui: istruzioni su come aspirare il latte contenitori idonei per conservare il latte materno metodo per etichettare, conservare e trasportare il proprio latte materno se conservare al freddo o congelare il latte che raccoglie a casa quantità di latte da mettere in ogni contenitore Quando è pronta per tornare a casa Le mamme che desiderano dare il latte materno ai loro bambini al loro rientro a casa dovranno essere in grado di produrre almeno ml (20 25 once liquide) di latte ogni giorno. Anche se si tratta di una quantità di latte maggiore di quella assunta dal bambino durante la permanenza nell Unità di terapia intensiva neonatale, è la quantità di latte di cui ha bisogno al momento della dimissione dall ospedale. CONSULTI l opuscolo Aspirazione e conservazione» CONTATTI il suo medico o pediatra» CONTATTI il personale sanitario dell Unità di terapia intensiva neonatale o un esperto di allattamento» CONSULTI le numerose risorse riportate in Abbott Laboratories Inc. Gennaio Italian BF Premature

Allattamento al seno: un diritto della mamma e del bambino

Allattamento al seno: un diritto della mamma e del bambino Direzione Generale della sicurezza degli alimenti e della nutrizione e Direzione Generale della comunicazione e relazioni istituzionali Allattamento al seno: un diritto della mamma e del bambino www.salute.gov.it

Dettagli

AUMENTARE LA PRODUZIONE DI LATTE E RIALLATTARE

AUMENTARE LA PRODUZIONE DI LATTE E RIALLATTARE 27. Aumentare la produzione di latte e riallattare 129 Sessione 27 AUMENTARE LA PRODUZIONE DI LATTE E RIALLATTARE Introduzione Se l offerta di latte di una madre si riduce, è necessario aumentarla. Ciò

Dettagli

LA DEPRESSIONE POST PARTUM: CAPIRE E CURARE I DISTURBI DELL UMORE CHE POSSONO INSORGERE DOPO LA NASCITA DI UN FIGLIO

LA DEPRESSIONE POST PARTUM: CAPIRE E CURARE I DISTURBI DELL UMORE CHE POSSONO INSORGERE DOPO LA NASCITA DI UN FIGLIO LA DEPRESSIONE POST PARTUM: CAPIRE E CURARE I DISTURBI DELL UMORE CHE POSSONO INSORGERE DOPO LA NASCITA DI UN FIGLIO Se qualcuno è disposto ad ascoltare le lacrime di una madre, quello sarà il momento

Dettagli

Programma della Formazione A Distanza (FAD) "Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute"

Programma della Formazione A Distanza (FAD) Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute Formazione A Distanza "Incentivare l allattamento al seno come strategia di promozione della Salute" del Istituto Superiore di Sanità e verifica dei contenuti equivalenti nel corso OMS/UNICEF 20 ore. A

Dettagli

La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza

La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza La depressione maggiore è un disturbo mentale che si manifesta con: uno stato d animo di profondo dolore o tristezza mancanza di energia e di voglia di fare le cose Materiale a cura di: L. Magliano, A.

Dettagli

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo

Depressione e comportamento suicidario. Opuscolo informativo Depressione e comportamento suicidario Opuscolo informativo Depressione La vita a volte è difficile e sappiamo che fattori come problemi di reddito, la perdita del lavoro, problemi familiari, problemi

Dettagli

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA Clinica Neonatologica e Terapia Intensiva Neonatale. Guida per i genitori

AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA Clinica Neonatologica e Terapia Intensiva Neonatale. Guida per i genitori AZIENDA OSPEDALIERO-UNIVERSITARIA Clinica Neonatologica e Terapia Intensiva Neonatale Guida per i genitori introduzione L a nascita di un bambino è vissuta come un evento meraviglioso e felice, anche

Dettagli

PERCHÈ L'ALLATTAMENTO AL SENO É IMPORTANTE

PERCHÈ L'ALLATTAMENTO AL SENO É IMPORTANTE 1. Perché l allattamento al seno è importante 3 Sessione 1 PERCHÈ L'ALLATTAMENTO AL SENO É IMPORTANTE Introduzione Prima di imparare come aiutare le madri, dovete capire perché l allattamento al seno è

Dettagli

DIABETE GESTAZIONALE

DIABETE GESTAZIONALE DIABETE GESTAZIONALE SOMMARIO DEFINIZIONE 03 PERCHÈ VIENE IL DIABETE GESTAZIONALE E COME GESTIRLO 04 COME CONTROLLARE IL DIABETE 06 UN CORRETTO STILE DI VITA 08 DALLA NASCITA DEL BAMBINO IN POI 10 DEFINIZIONE

Dettagli

ALLATTARE AL SENO ITALIANO

ALLATTARE AL SENO ITALIANO ALLATTARE AL SENO ITALIANO Il latte materno è un investimento prezioso per il benessere e la salute tua e del tuo bambino. Presso i nostri Centri potete contare sull aiuto per consigli di operatori esperti

Dettagli

ESERCIZI SU POCO LATTE E SUL PIANTO

ESERCIZI SU POCO LATTE E SUL PIANTO 23. Esercizi su poco latte e sul pianto 111 Sessione 23 ESERCIZI SU POCO LATTE E SUL PIANTO Esercizio 15. Poco latte e Il pianto Come svolgere l esercizio: Le storie che trovate qui di seguito riguardano

Dettagli

Promuovere, proteggere e facilitare l allattamento nel bambino con labiopalatoschisi

Promuovere, proteggere e facilitare l allattamento nel bambino con labiopalatoschisi Promuovere, proteggere e facilitare l allattamento nel bambino con labiopalatoschisi Allattare quando c è una labiopalatoschisi: quali sono le difficoltà? Dipende dalla posizione e l entità della schisi

Dettagli

SEGNI CHE UN BAMBINO NON PRENDE ABBASTANZA LATTE. Segni attendibili

SEGNI CHE UN BAMBINO NON PRENDE ABBASTANZA LATTE. Segni attendibili 21. Poco latte 101 Sessione 21 POCO LATTE Introduzione La maggior parte delle madri può produrre latte a sufficienza per uno o anche due bambini. Generalmente, anche quando una madre pensa di non avere

Dettagli

Sessione 22 IL PIANTO. 106 22. Il pianto. Introduzione

Sessione 22 IL PIANTO. 106 22. Il pianto. Introduzione 106 22. Il pianto Sessione 22 IL PIANTO Introduzione Molte madri cominciano a dare aggiunte inutili perché il loro bambino piange. Tuttavia le aggiunte spesso non fanno piangere di meno un bambino, che

Dettagli

Presentazione di Calma : La soluzione di alimentazione adatta per l allattamento al seno MEDELA

Presentazione di Calma : La soluzione di alimentazione adatta per l allattamento al seno MEDELA Presentazione di Calma : La soluzione di alimentazione adatta per l allattamento al seno MEDELA 1 2 MEDELA Con Calma, il vostro bambino può respirare, alimentarsi e fare una pausa proprio come al seno.

Dettagli

Perché è. meglio. allattare. al seno?

Perché è. meglio. allattare. al seno? meglio Perché è allattare al seno? Il latte materno è l'alimento perfetto creato da Madre Natura per nutrire il tuo bambino e farlo crescere in salute. Non a caso l'organizzazione Mondiale della Sanità

Dettagli

Consigli importanti per genitori fumatori. Perché conviene smettere di fumare

Consigli importanti per genitori fumatori. Perché conviene smettere di fumare Consigli importanti per genitori fumatori Perché conviene smettere di fumare È consapevole che i bambini esposti al fumo di tabacco sono maggiormente a rischio di morte improvvisa del lattante e che sempre

Dettagli

Lettere ai genitori. Il primo mese di vita di vostro figlio o di vostra figlia

Lettere ai genitori. Il primo mese di vita di vostro figlio o di vostra figlia Lettere ai genitori Il primo mese di vita di vostro figlio o di vostra figlia 1 Indice Imparare a conoscersi e ad amarsi 4 Coccolare e curare 10 Allattamento al seno e/o con il biberon? 14 Succhiare non

Dettagli

Politica aziendale per la protezione, promozione e sostegno dell'allattamento al seno

Politica aziendale per la protezione, promozione e sostegno dell'allattamento al seno Azienda Usl 7 di Siena Azienda Sanitaria delle zone Senese, Alta Val d'elsa, Amiata Val d'orcia e Valdichiana Senese DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE Il libretto è stato elaborato dal gruppo di lavoro multidisciplinare

Dettagli

Studio di ricerca clinica sul dolore da endometriosi. Il dolore che Lei sente è reale... anche se gli altri non possono vederlo.

Studio di ricerca clinica sul dolore da endometriosi. Il dolore che Lei sente è reale... anche se gli altri non possono vederlo. Studio di ricerca clinica sul dolore da endometriosi Il dolore che Lei sente è reale... anche se gli altri non possono vederlo. A822523 Lo studio SOLSTICE verrà condotto in circa 200 centri di ricerca

Dettagli

Azienda USL 2 Lucca Area Materno Infantile Responsabile Dott. Raffaele Domenici il latte della Mamma è naturale, completo, buono, economico e sempre pronto, in una parola: perfetto 1 il latte della Mamma

Dettagli

Direttore Dott. Massimo Mazzella. CONSERVAZIONE DEL LATTE MATERNO TIRATO...un dono tutto tuo

Direttore Dott. Massimo Mazzella. CONSERVAZIONE DEL LATTE MATERNO TIRATO...un dono tutto tuo Direttore Dott. Massimo Mazzella CONSERVAZIONE DEL LATTE MATERNO TIRATO...un dono tutto tuo INDICE Introduzione... 3 Indicazioni per spremitura e conservazione del latte materno... 4 Temperature di conservazione...

Dettagli

ANATOMIA E FISIOLOGIA DELL ALLATTAMENTO AL SENO. Ost. Giovo Maura

ANATOMIA E FISIOLOGIA DELL ALLATTAMENTO AL SENO. Ost. Giovo Maura ANATOMIA E FISIOLOGIA DELL ALLATTAMENTO AL SENO Ost. Giovo Maura Come il latte va dal seno al bambino SESSIONE 6 2 Per aiutare una mamma con l'allattamento al seno bisogna sapere come è prodotto il latte

Dettagli

il primo giorno il bambino riesce a sentire il battito del suo cuore temperatura superficiale, battito cardiaco e pressione del sangue più stabili

il primo giorno il bambino riesce a sentire il battito del suo cuore temperatura superficiale, battito cardiaco e pressione del sangue più stabili il primo giorno Il momento che segue la nascita di un bambino è molto eccitante, ma altrettanto faticoso. Se si hanno delle informazioni sull allattamento al seno è più semplice affrontare il primo giorno.

Dettagli

Mente&Cibo Premaman. Chi siamo. Obiettivo

Mente&Cibo Premaman. Chi siamo. Obiettivo Mente&Cibo Premaman Chi siamo Antropica Gruppo Interdisciplinare per lo Sviluppo Umano è un associazione culturale, senza fini di lucro e indirizzi di carattere politico, che si propone di promuovere la

Dettagli

ESSERE OPERATI DI GLAUCOMA

ESSERE OPERATI DI GLAUCOMA DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI DI GLAUCOMA OPUSCOLO CON INFORMAZIONI ED ISTRUZIONI PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo

Dettagli

Lezione 9. Bambini che rifiutano il seno

Lezione 9. Bambini che rifiutano il seno Lezione 9. Bambini che rifiutano il seno Obiettivi Alla fine di questa lezione i partecipanti saranno in grado di aiutare: Il bambino che rifiuta di andare al seno Il bambino che non riesce ad attaccarsi

Dettagli

Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore

Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore Inseminazione artificiale con liquido seminale di donatore Ref. 123 / 2009 Reparto di Medicina della Riproduzione Servicio de Medicina de la Reproducción Gran Vía Carlos III 71-75 08028 Barcelona Tel.

Dettagli

Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore. Atosiban Ibisqus 6,75 mg/0,9 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente

Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore. Atosiban Ibisqus 6,75 mg/0,9 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente Foglio illustrativo: Informazioni per l utilizzatore Atosiban Ibisqus 6,75 mg/0,9 ml soluzione iniettabile Medicinale equivalente Legga attentamente questo foglio prima di usare questo medicinale perché

Dettagli

COCCOLA DI MAMMA QUI MAMMA CI COVA. Associazioni di Promozione Sociale

COCCOLA DI MAMMA QUI MAMMA CI COVA. Associazioni di Promozione Sociale COCCOLA DI MAMMA QUI MAMMA CI COVA Associazioni di Promozione Sociale Chi siamo? Siamo genitori che vivono con i loro bambini e non nonostante loro. Siamo donne, compagne, mogli, amiche e... Mamme! Siamo

Dettagli

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione

Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: prese di posizione Pensieri suicidi nelle persone affette da demenza: l Associazione Alzheimer Svizzera chiede un accompagnamento e un assistenza completi per i malati di demenza. Pensieri suicidi nelle persone affette da

Dettagli

INCENTIVAZIONE DELL ALLATTAMENTO AL SENO

INCENTIVAZIONE DELL ALLATTAMENTO AL SENO INCENTIVAZIONE DELL ALLATTAMENTO AL SENO Il reparto Maternità del Gaslini favorisce l'allattamento al seno, in base alle norme definite dall'oms (Organizzazione Mondiale della Sanità) e dall'unicef (Fondo

Dettagli

INTEGRAZIONE OSPEDALE TERRITORIO

INTEGRAZIONE OSPEDALE TERRITORIO Casa Internazionale della Donna Roma, 24 giugno 2011 INTEGRAZIONE OSPEDALE TERRITORIO Ostetrica Antonella Bernardini INTEGRAZIONE OSPEDALE E TERRITORIO L INTEGRAZIONE TRA LE STRUTTURE OSPEDALIERE E QUELLE

Dettagli

Le donne e il tumore al seno: informazione e programmi di prevenzione. Ricerca quantitativa settembre 2012

Le donne e il tumore al seno: informazione e programmi di prevenzione. Ricerca quantitativa settembre 2012 Le donne e il tumore al seno: informazione e programmi di prevenzione Ricerca quantitativa settembre 2012 Questa ricerca COMMISSIONATA AD ASTRARICERCHE DA LILT NEL SETTEMBRE 2012 REALIZZATA TRA L'11 E

Dettagli

Consigli per assistere la Persona con Demenza

Consigli per assistere la Persona con Demenza Ospedale San Lorenzo Valdagno Dipartimento Medicina Interna Unità Operativa di Lungodegenza Responsabile dr. Marcello Mari Consigli per assistere la Persona con Demenza Strumenti per qualificare le cure

Dettagli

Un sano sorriso... per il tuo bambino

Un sano sorriso... per il tuo bambino Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari Provincia Autonoma di Trento Direzione per la promozione e l educazione alla salute Dipartimento di Odontostomatologia Un sano sorriso... per il tuo bambino Progetto

Dettagli

I ritmi di vita imposti dalla società moderna talvolta non permettono di dedicare alle persone che si amano tutto il tempo e le attenzioni dovute.

I ritmi di vita imposti dalla società moderna talvolta non permettono di dedicare alle persone che si amano tutto il tempo e le attenzioni dovute. I ritmi di vita imposti dalla società moderna talvolta non permettono di dedicare alle persone che si amano tutto il tempo e le attenzioni dovute. Frequentemente siamo costretti ad affidare i nostri cari

Dettagli

ANALISI DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE FORNITI AI PAZIENTI CON MALATTIA DI HUNTINGTON (ASADMDH)

ANALISI DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE FORNITI AI PAZIENTI CON MALATTIA DI HUNTINGTON (ASADMDH) 1 ANALISI DEI SERVIZI DI ASSISTENZA DOMICILIARE FORNITI AI PAZIENTI CON MALATTIA DI HUNTINGTON (ASADMDH) Gentile Signora/e, Gioia Jacopini*, Paola Zinzi**, Antonio Frustaci*, Dario Salmaso* *Istituto di

Dettagli

QUESTIONARIO SODDISFAZIONE FAMIGLIA. Nome del bambino: Sesso: F M

QUESTIONARIO SODDISFAZIONE FAMIGLIA. Nome del bambino: Sesso: F M QUESTIONARIO SODDISFAZIONE FAMIGLIA Ministero della Salute - Centro Nazionale per la Prevenzione delle Malattie (CCM) Progetti applicativi al programma CCM 2009 Presa in carico precoce nel primo anno di

Dettagli

CHI E ALICe? Associazione per la Lotta all Ictus Cerebrale. QUANDO E DOVE E STATA FONDATA? 1997 ad Aosta da G. D Alessandro

CHI E ALICe? Associazione per la Lotta all Ictus Cerebrale. QUANDO E DOVE E STATA FONDATA? 1997 ad Aosta da G. D Alessandro CHI E ALICe? Associazione per la Lotta all Ictus Cerebrale QUANDO E DOVE E STATA FONDATA? 1997 ad Aosta da G. D Alessandro COME E STRUTTURATA? Federazione di Associazioni regionali CHI E IL PRESIDENTE?

Dettagli

INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE:

INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE: INDAGINE LE DONNE AFFETTE DA LES E I MEDICI DI MEDICINA GENERALE: Il Lupus Eritematoso Sistemico: quale conoscenza, consapevolezza ed esperienza? Sintesi dei risultati di ricerca per Conferenza Stampa

Dettagli

Latte di mamma: gocce di consigli

Latte di mamma: gocce di consigli AZIENDA OSPEDALIERA DELLA PROVINCIA DI PAVIA Sede Legale: Viale Repubblica, 34-27100 PAVIA Tel. 0382 530596 - Telefax 0382 531174 www.ospedali.pavia.it Quadro anonimo del XIX secolo conservato presso la

Dettagli

Banca del Latte Materno

Banca del Latte Materno Banca del Latte Materno me tti in banca il bene più prezioso Con il patrocinio MINISTERO PER LE PARI OPPORTUNITA metti in banca il ben e pi ù prezioso Banca del Latte Materno Umano Fondazione dell Ospedale

Dettagli

CORSO DI PREPARAZIONE ALLA NASCITA

CORSO DI PREPARAZIONE ALLA NASCITA A.I.E.D Associazione Italiana Educazione Demografica Sezione Livia Bottardi Milani - Brescia CORSO DI PREPARAZIONE ALLA NASCITA Condotto da: Valentina Cornali, ostetrica Dott.ssa Nadia Ghirardi, psicologa

Dettagli

DA MADRE. Èla madre che -

DA MADRE. Èla madre che - DA MADRE a figlio 2 Èla madre che - durante la gravidanza e l allattamento - dona al figlio tutto il calcio necessario a formare lo scheletro. Durante la gravidanza, soprattutto nel terzo trimestre, il

Dettagli

AISMEL Associazione Italiana Studio Malformazioni Esterne e Labiopalatoschisi

AISMEL Associazione Italiana Studio Malformazioni Esterne e Labiopalatoschisi AISMEL Associazione Italiana Studio Malformazioni Esterne e Labiopalatoschisi LABIOPALATOSCHISI BABY CARE INFERMIERISTICO E COUNSELLING AI GENITORI Sala Gronchi, Tenuta di S. Rossore 4 Giugno 2011 Baby-

Dettagli

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013

domenica 24 febbraio 13 Farra, 24 febbraio 2013 Farra, 24 febbraio 2013 informare su quelle che sono le reazioni più tipiche dei bambini alla morte di una persona cara dare alcune indicazioni pratiche suggerire alcuni percorsi Quali sono le reazioni

Dettagli

Gusto di mamma. Allattare al seno con facilità e soddisfazione. con il patrocinio della ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI E PER LA FAMIGLIA

Gusto di mamma. Allattare al seno con facilità e soddisfazione. con il patrocinio della ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI E PER LA FAMIGLIA Gusto di mamma Allattare al seno con facilità e soddisfazione con il patrocinio della ASSESSORATO ALLE POLITICHE SOCIALI E PER LA FAMIGLIA Questo quaderno è dedicato alla memoria e al sorriso di Anna Maria

Dettagli

36100 Vicenza Via Capparozzo, 10 Tel. 0444 219200 Fax 0444 506301 www.villaberica.it

36100 Vicenza Via Capparozzo, 10 Tel. 0444 219200 Fax 0444 506301 www.villaberica.it IL RICOVERO IN CASA DI CURA DIECI SUGGERIMENTI PER UNA MAGGIOR SICUREZZA DELLA CURA tratte ed adattate da: Guida per i cittadini è la mia salute e io ci sono e Guida per i familiari prendersi cura insieme

Dettagli

Come aiutare i bambini DOPO LA PERDITA DI UNA PERSONA CARA Linee guida per gli insegnanti

Come aiutare i bambini DOPO LA PERDITA DI UNA PERSONA CARA Linee guida per gli insegnanti Come aiutare i bambini DOPO LA PERDITA DI UNA PERSONA CARA Linee guida per gli insegnanti La perdita di una persona cara è un esperienza emotiva tra le più dolorose per gli esseri umani e diventa ancora

Dettagli

VIAGGIO ALLA SCOPERTA. della Malattia di Crohn e della Colite Ulcerosa. Leggi le avventure di Ricky e Susy. Scopri come affrontarle e dominarle!

VIAGGIO ALLA SCOPERTA. della Malattia di Crohn e della Colite Ulcerosa. Leggi le avventure di Ricky e Susy. Scopri come affrontarle e dominarle! VIAGGIO ALLA SCOPERTA della Malattia di Crohn e della Colite Ulcerosa. Scopri come affrontarle e dominarle! Impara cose importanti. Trova gli alleati per il tuo viaggio! Scopri le armi in tuo possesso.

Dettagli

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI

ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI DIPARTIMENTO CHIRURGICO SPECIALISTICO Unità Operativa di Oculistica Direttore: Prof. Paolo Perri ESSERE OPERATI ALLE VIE LACRIMALI OPUSCOLO INFORMATIVO PER I PAZIENTI Gentile Signora/e, questo opuscolo

Dettagli

Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento al seno: un Programma d Azione per l Europa

Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento al seno: un Programma d Azione per l Europa Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento al seno: un Programma d Azione per l Europa Il Programma d Azione per l allattamento al seno in Europa è un progetto che mira ad aiutare le donne ad avere

Dettagli

Informazioni per utenti e familiari

Informazioni per utenti e familiari LA DEPRESSIONE MAGGIORE Informazioni per utenti e familiari In questa dispensa parleremo di depressione e dei problemi che può dare nella vita di una persona. Nella vita, è comune attraversare periodi

Dettagli

IL RUOLO DEL CAREGIVER. Manuela Rebellato Responsabile Counselling : OaD, UVA, Continuità Assistenziale CHI SONO?

IL RUOLO DEL CAREGIVER. Manuela Rebellato Responsabile Counselling : OaD, UVA, Continuità Assistenziale CHI SONO? IL RUOLO DEL CAREGIVER Manuela Rebellato Responsabile Counselling : OaD, UVA, Continuità Assistenziale CHI SONO? Per i pazienti un sostegno indispensabile Per i Medici un riferimento Per le Istituzioni

Dettagli

Lezione 13. Problemi del seno ad insorgenza tardiva

Lezione 13. Problemi del seno ad insorgenza tardiva Lezione 13. Problemi del seno ad insorgenza tardiva Obiettivi Alla fine di questa lezione i partecipanti saranno in grado: Aiutare le madri a trattare un dotto galattoforo bloccato Aiutare le madri a gestire

Dettagli

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA.

COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. COME POSSO AIUTARE UNA DONNA CHE SUBISCE VIOLENZA. Avere il sospetto o essere a conoscenza che una donna che conosciamo è vittima di violenza da parte del compagno/marito/amante/fidanzato (violenza intrafamiliare)

Dettagli

Malattia incurabile: domande incalzanti

Malattia incurabile: domande incalzanti Malattia incurabile: domande incalzanti Quando si è colpiti da una grave malattia che non concede speranze di guarigione, sorgono inevitabilmente molte domande, la maggior parte delle quali emotivamente

Dettagli

Sessione 16 RIFIUTO DEL SENO. 76 16. Rifiuto del seno. Introduzione

Sessione 16 RIFIUTO DEL SENO. 76 16. Rifiuto del seno. Introduzione 76 16. Rifiuto del seno Sessione 16 RIFIUTO DEL SENO Introduzione In alcune comunità il rifiuto del seno da parte del bambino è una delle ragioni più comuni che provocano la sospensione dell allattamento

Dettagli

Il diabete gestazionale

Il diabete gestazionale Il diabete gestazionale informazioni per la gestante Cosa è il diabete gestazionale? Con il termine di diabete gestazionale (DG) si definisce un disordine della regolazione del glucosio di entità variabile,

Dettagli

Comune di Romano d Ezzelino VIA G. GIARDINO, 105 ROMANO D EZZELINO (VI)

Comune di Romano d Ezzelino VIA G. GIARDINO, 105 ROMANO D EZZELINO (VI) L Asilo Nido Comunale Girotondo VIA G. GIARDINO, 105 ROMANO D EZZELINO (VI) 1 PREMESSA L allattamento al seno costituisce il miglior metodo alimentare per garantire una sana crescita ed un sano sviluppo

Dettagli

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti

Tabelle descrittive al tempo zero. Tabella 1. Dati socio-demografici e clinici dei pazienti Tabelle relative ai pazienti con depressione maggiore e ai loro familiari adulti e minori che hanno partecipato allo studio e sono stati rivalutati a sei mesi - dati preliminari a conclusione dello studio

Dettagli

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata

FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE. Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata FIACCHEZZA, STANCHEZZA, MALESSERE MORALE Carenza di ferro molto diffusa e spesso sottovalutata Cari pazienti! Vi sentite spesso fiacchi, stanchi, esauriti o giù di morale? Soffrite facilmente il freddo?

Dettagli

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE

QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE QUESTIONARIO DI OFFER PER ADOLESCENTI SULLA IMMAGINE DI SE INTRODUZIONE AL QUESTIONARIO Questo questionario viene usato per scopi scientifici. Non ci sono risposte giuste o sbagliate. Dopo aver letto attentamente

Dettagli

UN DONO PER TUTTA LA VITA. Guida all allattamento materno

UN DONO PER TUTTA LA VITA. Guida all allattamento materno UN DONO PER TUTTA LA VITA Guida all allattamento materno INDICE Capitolo 1. Come funziona il seno A discrezione del consumatore Il seno, cos è e a cosa serve L esterno del seno La parte che non si vede

Dettagli

Insegna al tuo bambino la Regola del Quinonsitocca.

Insegna al tuo bambino la Regola del Quinonsitocca. 1. Insegna al tuo bambino la Regola del Quinonsitocca. Circa un bambino su cinque è vittima di varie forme di abuso o di violenza sessuale. Non permettere che accada al tuo bambino. Insegna al tuo bambino

Dettagli

Malattia inguaribile e adesso?

Malattia inguaribile e adesso? Malattia inguaribile e adesso? Quando si è colpiti da una grave malattia che non concede speranze di guarigione, sorgono inevitabilmente molte domande difficili e importanti: > Quanto tempo mi rimane?

Dettagli

02 Io sono: il bambino e il suo mondo durante la vita intrauterina 10. 03 È nato. Crescita e sviluppo del bambino 14

02 Io sono: il bambino e il suo mondo durante la vita intrauterina 10. 03 È nato. Crescita e sviluppo del bambino 14 VI Sommario Parte prima Da bambino a preadolescente Chi è il bambino? Come cresce? Come impara a interagire con il mondo e a lasciare un segno nel suo ambiente di vita? La prima parte del volume cerca

Dettagli

7 domande sui tumori. Convivere con la malattia

7 domande sui tumori. Convivere con la malattia 1. 7 domande sui tumori 2. Convivere con la malattia Dott. Andrea Angelo Martoni Direttore Unità Operativa di Oncologia Medica Policlinico S.Orsola-Malpighi Bologna 1. Cosa sono i tumori? i tumori Malattia

Dettagli

Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza

Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza Estate sicura Come vincere il caldo in gravidanza Pochi e semplici consigli per un estate in salute per la futura mamma ed il suo bambino sapere che... In estate, il caldo può nuocere alla mamma che non

Dettagli

Il latte della mamma. Neonatologia NEONATOLOGIA. Unità operativa complessa. Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata

Il latte della mamma. Neonatologia NEONATOLOGIA. Unità operativa complessa. Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata Azienda Ospedaliera San Giovanni Addolorata www.hsangiovanni.roma.it Unità Operativa Complessa NEONATOLOGIA Unità operativa complessa Neonatologia Recapiti Telefono 06 77056841 Fax: 06 77055544 A cura

Dettagli

COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE?

COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE? COME AIUTARE I NOSTRI FIGLI A CRESCERE BENE? Ogni genitore desidera essere un buon educatore dei propri figli, realizzare il loro bene, ma non è sempre in armonia con le dinamiche affettive, i bisogni,

Dettagli

Iniziativa Ospedale Amico del Bambino Il ruolo della direzione. L esperienza dell Ospedale Alto Vicentino

Iniziativa Ospedale Amico del Bambino Il ruolo della direzione. L esperienza dell Ospedale Alto Vicentino L esperienza dell Ospedale Alto Vicentino 1giovedì, 21/05/2015 Daniela Carraro Direttore Generale Ulss4 23 maggio 2015 Perché aderire all iniziativa Ospedale Amico del Bambino? Obiettivo tutela della salute

Dettagli

DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA

DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA DIABETE: LE REGOLE DA SEGUIRE IN CASO DI MALATTIA È importante sapere come comportarsi in caso di malattia. Evitate le situazioni a rischio e stabilite preventivamente le regole da seguire. Ricordate:

Dettagli

MAMMA, PAPÀ E... TANTI DENTINI!

MAMMA, PAPÀ E... TANTI DENTINI! MAMMA, PAPÀ E... TANTI DENTINI! 10 trucchi per aver cura dei propri denti e non avere mai paura del dentista. Cari genitori, lʼimportanza dellʼigiene orale e la familiarità con lʼambulatorio odontoiatrico

Dettagli

Tristezza delle lacrime del latte Depressione post parto Psicosi post parto. 50 84 % frequenza. 10-20 % frequenza. 3-5 % frequenza

Tristezza delle lacrime del latte Depressione post parto Psicosi post parto. 50 84 % frequenza. 10-20 % frequenza. 3-5 % frequenza Tristezza delle lacrime del latte Depressione post parto Psicosi post parto 50 84 % frequenza 10-20 % frequenza 3-5 % frequenza Ogni anno oltre 100.000 italiane soffrono di depressione durante la gravidanza

Dettagli

S.C. PEDIATRIA / NEONATOLOGIA

S.C. PEDIATRIA / NEONATOLOGIA S.C. PEDIATRIA / NEONATOLOGIA Direttore Dott. Cesare ARIONI INFORMAZIONI PER L UTENTE Ospedale Beauregard Reparto di Patologia Neonatale e Terapia Intensiva Tel. 0165/545476 Aosta CARI GENITORI, sappiamo

Dettagli

Il 65% dei pazienti seguiti dagli psichiatri italiani soffre di schizofrenia, il 29% di disturbo bipolare e il 5% di disturbo schizoaffettivo.

Il 65% dei pazienti seguiti dagli psichiatri italiani soffre di schizofrenia, il 29% di disturbo bipolare e il 5% di disturbo schizoaffettivo. Keeping Care Complete Psychiatrist Survey Focus sull Italia Background Obiettivo dell indagine Keeping Care Complete è comprendere - in relazione alle malattie mentali gravi - quale ruolo e quale influenza

Dettagli

M. Lang - Una persona nervosa 13/11/2011. Una persona nervosa

M. Lang - Una persona nervosa 13/11/2011. Una persona nervosa Una persona nervosa 1 Caso: Una persona nervosa modificato da DSM-IV-TR CASI CLINICI, p. 235 Un tappezziere coniugato di 27 anni lamenta vertigini, tremore alle mani, palpitazioni e ronzii alle orecchie

Dettagli

Aspetti relazionali dell accoglienza del bambino in ospedale

Aspetti relazionali dell accoglienza del bambino in ospedale Aspetti relazionali dell accoglienza del bambino in ospedale Paola Coscia A.F.D. Coordinatore Infermieristico S.C. Neonatologia e Terapia Intensiva Neonatale A.O. Ospedale Niguarda Ca Granda Uno dei diritti

Dettagli

Sovrappeso e obesità in età pediatrica

Sovrappeso e obesità in età pediatrica Sovrappeso e obesità in età pediatrica Caso clinico Gloria è una bambina di 10 anni e mezzo, apparentemente robusta che frequenta la V elementare. Non pratica attività sportiva extra scolastica, dopo che

Dettagli

5 STRATEGIE PER COMBATTERE L ANSIA

5 STRATEGIE PER COMBATTERE L ANSIA Collana PROMUOVERE IL BENESSERE PSICOLOGICO A cura di Dott.ssa Sabina Godi 5 STRATEGIE PER COMBATTERE L ANSIA Roberto è un uomo di 40, lavora come impiegato in una azienda farmaceutica. Da ormai 20 anni

Dettagli

Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento materno.

Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento materno. Promuovere, proteggere e sostenere l allattamento materno. Beatrice Dalla Barba Formatore Azienda Ospedaliera: Ostetrica E.Righetti PERCHE E COSI IMPORTANTE PROMUOVERE L ALLATTAMENTO AL SENO? L AS nei

Dettagli

Cartellino culla. Richard Le Gallienn. Ambulatorio allattamento presso il NIDO previa prenotazione telefonica (0424 888552 opp.

Cartellino culla. Richard Le Gallienn. Ambulatorio allattamento presso il NIDO previa prenotazione telefonica (0424 888552 opp. Al mio bambino fragili ali appena nate, piccola voce che canta, nuovo cuoricino che batte, non temere la tua nascita, né il mondo poichè sei l infinito. Il sole risplende, la terra gira, per darti il benvenuto

Dettagli

Formazione genitori. I percorsi

Formazione genitori. I percorsi Formazione genitori Sappiamo che spesso è difficile trovare un po di tempo per pensare a come siamo genitori e dedicarci alla nostra formazione di educatori, sappiamo però anche quanto sia importante ritagliarsi

Dettagli

Lifting del seno con protesi

Lifting del seno con protesi Lifting del seno con protesi I seni di una donna aiutano a definire la sua femminilità e il suo individualismo, ma come altre zone del corpo, subiscono cambiamenti dovuti al processo di invecchiamento,

Dettagli

La Famiglia P. Trasmissione intergenerazionale del modello di attaccamento

La Famiglia P. Trasmissione intergenerazionale del modello di attaccamento La Famiglia P Trasmissione intergenerazionale del modello di attaccamento Segnalazione 14/02/2012 Ospedale Pediatrico Meyer La piccola G. (2 mesi e 7 giorni) si trova ricoverata al reparto di Terapia Intensiva

Dettagli

NUTRIZIONE DELLE DONNE, SALUTE E FERTILITÁ WHO/CDR/93.6 31/1 DA DOVE PROVIENE L ENERGIA PER PRODURRE IL LATTE MATERNO. 200 Calorie.

NUTRIZIONE DELLE DONNE, SALUTE E FERTILITÁ WHO/CDR/93.6 31/1 DA DOVE PROVIENE L ENERGIA PER PRODURRE IL LATTE MATERNO. 200 Calorie. 31. Nutrizione delle donne, salute e fertilità 151 Sessione 31 (Sessione aggiunta) NUTRIZIONE DELLE DONNE, SALUTE E FERTILITÁ Introduzione Quando aiutate una madre ad allattare al seno, è importante ricordarle

Dettagli

LA SALUTE PSICHICA DURANTE I PRIMI MESI DELLA MATERNITA

LA SALUTE PSICHICA DURANTE I PRIMI MESI DELLA MATERNITA Azienda ULSS n. 9 del Veneto Distretti Socio-Sanitari n. 3 e 4 Dipartimento di Salute Mentale A.I.T.Sa.M. Associazione Italiana Tutela Salute Mentale Istituto Superiore di Sanità - Roma Università degli

Dettagli

Parto Naturale o Taglio Cesareo? Quando e perchè

Parto Naturale o Taglio Cesareo? Quando e perchè Parto Naturale o Taglio Cesareo? Quando e perchè Secondo l Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) il parto naturale è quello che inizia spontaneamente e che si mantiene tale, senza segni di disfunzione,

Dettagli

SOMMARIO 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È IRRITABILE

SOMMARIO 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È IRRITABILE SOMMARIO 7 L IMPORTANZA DEL COLON 11 UN ORGANO CON FUNZIONI VITALI 12 La fisiologia 20 La visione psicosomatica 36 L alimentazione 40 I rimedi naturali 47 I DISTURBI PIÙ FREQUENTI 51 QUANDO IL COLON È

Dettagli

NASCERE A ROMA ideato da: Laura Ricci

NASCERE A ROMA ideato da: Laura Ricci NASCERE A ROMA ideato da: Laura Ricci progetto di: LEELOO e STUDIOMAKER Ogni anno a Roma nascono circa 70 bambini al giorno. Anche oggi ne stanno nascendo 70. Se analizzassimo questo dato facendo un balzo

Dettagli

Come uscire. dalle droghe

Come uscire. dalle droghe Come uscire dalle droghe Uscire dalle droghe è possibile in ogni Ho perso il controllo Un giovane può cadere facilmente nella trappola della droga, sia per curiosità, sia per una particolare situazione

Dettagli

COMMISSIONE NATIONALE NAZIONALE STILLKOMMISSION

COMMISSIONE NATIONALE NAZIONALE STILLKOMMISSION COMMISSIONE NATIONALE NAZIONALE STILLKOMMISSION Stillempfehlungen Informazioni per für die l'allattamento Säuglingszeit materno Commissione nazionale per l'allattamento materno presso l'istituto federale

Dettagli

SESSUALITA' E GRAVIDANZA

SESSUALITA' E GRAVIDANZA SESSUALITA' E GRAVIDANZA Ost. Vaccari dott. Silvia Rimini, 24 marzo 2011 SESSUALITA': EDUCAZIONE ALL'AMORE Educazione come trasmissione di modelli Piacere sessuale come un peccato Senso del pudore o dell'onore

Dettagli

01 Il sistema nervoso centrale 2

01 Il sistema nervoso centrale 2 VI Sommario Parte prima La mente e le sue funzioni nel ciclo di vita Pensare, imparare, conoscere se stessi e gli altri, farsi un idea dell ambiente che ci circonda, reagire agli stimoli che continuamente

Dettagli

STRUMENTO EDUCATIVO PER PAZIENTI CHE ASSUMONO FARMACI CHEMIOTERAPICI ORALI

STRUMENTO EDUCATIVO PER PAZIENTI CHE ASSUMONO FARMACI CHEMIOTERAPICI ORALI STRUMENTO EDUCATIVO PER PAZIENTI CHE ASSUMONO FARMACI CHEMIOTERAPICI ORALI Questo strumento è stato creato per facilitare gli operatori sanitari nella valutazione e nell educazione dei pazienti trattati

Dettagli

DEDICATO A TE CHE ASPETTI UN BAMBINO

DEDICATO A TE CHE ASPETTI UN BAMBINO DEDICATO A TE CHE ASPETTI UN BAMBINO Questo volume e stato realizzato con il contributo della Dssa Patrizia Vergani, i medici del reparto ostetricia, gli amministrativi e l ostetrica e interprete Amal

Dettagli

ALLATTAMENTO AL SENO Luca RIgon neonatologo ULSS15

ALLATTAMENTO AL SENO Luca RIgon neonatologo ULSS15 PROMUOVERE LA SALUTE NEI PRIMI ANNI DI VITA Programma Regionale GenitoriPiù quali novità? ALLATTAMENTO AL SENO Luca RIgon neonatologo ULSS15 REGIONE VENETO - AZIENDA ULSS 15 Alta Padovana Dipartimento

Dettagli

Dott.ssa EMANUELA GARRITANI

Dott.ssa EMANUELA GARRITANI Dott.ssa EMANUELA GARRITANI L idea di trattare questo argomento è nata a seguito della prima esperienza di tirocinio, svoltasi presso la Residenza Sanitaria Assistenziale del Presidio Ospedaliero di Monfalcone,

Dettagli