INDICE DEI CONTENUTI

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "INDICE DEI CONTENUTI"

Transcript

1 CAPITOLATO TECNICO Redazione: Approvazione/Autorizzazione: Roberto Mainiero Roberto Mainiero Capitolato Tecnico Pag 1

2 INDICE DEI CONTENUTI 1. INTRODUZIONE IL CONTESTO L ambito operativo L OGGETTO DELLA FORNITURA Assistenza Strategica /Direzionale Assistenza Specialistica per miglioramento operativo delle Assistenza organizzativa, processi e procedure Supporto nelle attività di Change Management Supporto funzionale e Program/Project Management Le dimensioni e la durata I profili professionali MODALITÀ DI ESECUZIONE Modalità di erogazione dei servizi Modalità progettuale Piano di lavoro Piano di progetto dell obiettivo Qualità Pianificazione della Qualità Piano della qualità della fornitura Piano della qualità di intervento Indicatori di qualità Rilievi Rapporto Indicatori Qualità Vincoli temporali sulle consegne Modalità di approvazione Deliverable della fornitura Modalità di consegna dei deliverable Contenuto dei deliverable Indice dei deliverable consegnati Trasferimento di know how Strumenti di Documentazione Luogo di lavoro Capitolato Tecnico Pag 2

3 1. INTRODUZIONE Il presente capitolato ha lo scopo di definire i requisiti tecnico/funzionali per l affidamento di un Accordo Quadro avente ad oggetto la fornitura di servizi di Supporto Specialistico a Techno Sky e più significativamente: Attività di Assistenza strategica; Attività di Assistenza specialistica per il miglioramento operativo delle. 2. IL CONTESTO Techno Sky, Società del Gruppo ENAV, è responsabile della gestione, assistenza e manutenzione degli impianti e dei sistemi utilizzati per il controllo del traffico aereo nazionale, assicurandone la completa disponibilità e la piena efficienza operativa senza soluzione di continuità. Techno Sky fornisce servizi tecnico-operativi e manutentivi a 41 sistemi radar, 95 centri di telecomunicazione, 76 sistemi meteo, 198 sistemi di ausilio alla navigazione e 71 sistemi software per il controllo del traffico aereo negli impianti gestiti da ENAV. Tali attività sono integrate dai servizi e prodotti relativi allo sviluppo in house di software dedicati al settore del controllo del traffico aereo, alle osservazioni e previsioni meteorologiche, alla calibrazione degli strumenti di misura, al supporto logistico (spare parts management, training), all'ingegneria e alla integrazione di sistemi "mission critical". Techno Sky possiede un patrimonio unico di tecnologie, capacità ed esperienze, acquisito grazie a decenni di attività nel settore ricoprendo un ruolo primario nel mercato ATM (Air Traffic Management) riconosciuto non solo a livello nazionale, ma anche presso i più grandi produttori mondiali di Sistemi destinati all ATC (Air Traffic Control) e presso i più importanti Service Provider di settore. La Società è dotata di una struttura operativa distribuita strategicamente su tutto il territorio nazionale, in grado di rispondere con assoluta efficienza e tempestività ad ogni esigenza di carattere tecnico, implementativo e gestionale. Capitolato Tecnico Pag 3

4 2.1 L ambito operativo Techno Sky S.r.l. L ambito del progetto investe Techno Sky trasversalmente e vede, maggiormente coinvolte, le seguenti Funzioni 1 : Funzione Operazioni ed Esercizio Tecnico Funzione Acquisti; Funzione Amministrazione, Controllo di Gestione e Sistemi Informativi; Funzione Risorse Umane. L Aggiudicatario della commessa (di seguito, per comodità, l Aggiudicatario ) dovrà effettuare le prestazioni richieste nel presente Capitolato Tecnico anche qualora - a seguito della modifica dell attuale assetto organizzativo - saranno variati i processi e le risorse allocate per ogni Funzione. L Aggiudicatario dovrà, inoltre, eseguire i servizi oggetto della presente gara con continuità, anche in caso di eventuali variazioni della consistenza dell organico e/o della dislocazione delle sedi e degli uffici di Techno Sky. Si riporta, pertanto, di seguito, la mission aziendale delle su menzionate Unità Organizzative che il concorrente dovrà considerare nella formulazione della propria offerta: Funzione Operazioni ed Esercizio Tecnico (posta alle dirette dipendenze dell Amministratore Unico) Assicura, in coerenza con gli obiettivi aziendali e le esigenze tecnico-commerciali delineate, la più efficiente ed efficace conduzione delle attività tecnico-operative di installazione, conduzione e manutenzione hardware e software, nonché di sviluppo software, necessarie per la gestione del contratto di manutenzione Enav e delle altre commesse di pertinenza, incluse quelle di servizi manutentivi in ambito edile, di impiantistica civile e di sistema di energia. 1 Nei confronti delle predette Funzioni, l aggiudicatario dovrà svolgere, in maniera prevalente, le attività oggetto del presente capitolato. Capitolato Tecnico Pag 4

5 Assicura la progettazione e l implementazione di nuovi sistemi sia per lo sviluppo delle commesse in atto sia contribuendo all aggiornamento ed evoluzione del sistema globale di offerta aziendale nel mercato interno ed estero. Funzione Acquisti (posta alle dirette dipendenze dell Amministratore Unico) Garantisce, nell ambito del processo di procurement aziendale, la definizione delle politiche di acquisto, l espletamento delle procedure di affidamento, la predisposizione dei relativi atti e la stipula dei contratti di competenza in relazione alle soglie di spesa definite e nel rispetto delle normative vigenti in materia. Sviluppa la pianificazione delle attività di acquisto e predispone il budget degli acquisti, assicura il monitoraggio dello stato di avanzamento del processo d acquisto, dall emissione della richiesta d acquisto, alla conduzione delle procedure negoziali, fino alla gestione post-contrattuale. Assicura, infine, un adeguato sistema di reportistica, indicatori e statistiche utili al Management aziendale e alle strutture interessate, anche al fine di garantire il monitoraggio degli acquisti e dell esecuzione dei relativi contratti. Funzione Amministrazione, Controllo di Gestione e Sistemi Informativi (posta alle dirette dipendenze dell Amministratore Unico) Sovraintende al mantenimento di un adeguato sistema amministrativo-gestionale ed al corretto espletamento dei processi correlati in ambito economico, finanziario, patrimoniale e di controllo di gestione, garantendo un adeguata copertura finanziaria delle necessità di breve e lungo periodo anche attraverso l acquisizione di finanziamenti pubblici di settore. Coordina, la predisposizione del bilancio aziendale, assicurando la completezza e la correttezza dei dati contabili, in aderenza alle vigenti normative civilistiche e fiscali. Assicura, infine, la disponibilità e funzionalità del sistema informativo aziendale per la gestione dell operatività d impresa, al fine di consentire all azienda Capitolato Tecnico Pag 5

6 l efficiente ed efficace svolgimento dei processi interni, garantendo, in linea con le attese e gli indirizzi del vertice aziendale, l integrità e la disponibilità dei servizi e dei dati gestiti nonché i massimi livelli di protezione, sicurezza e privacy delle informazioni. Funzione Risorse Umane (posta alle dirette dipendenze dell Amministratore Unico) Sovraintende alla gestione ed allo sviluppo delle risorse umane, alla sicurezza sui luoghi di lavoro, alle relazioni industriali e all organizzazione aziendale. Assicura, inoltre, un adeguata pianificazione degli organici nel rispetto delle esigenze aziendali e garantire lo sviluppo continuo delle competenze manageriali per i ruoli direttivi di top e middle management. Garantisce il coordinamento funzionale per l organizzazione e per le relazioni industriali e sindacali. Garantisce, assistenza legale nelle materie di interesse della società, assicurando le attività del contezioso e la gestione delle relative vertenze. Assicura le attività volte a garantire adeguati servizi di copertura assicurativa per la Società e per i suoi dipendenti analizzando i rischi assicurabili. Gestisce e supervisiona il protocollo generale della società nonché la gestione documentale e della corrispondenza della Società Assicura la gestione dei servizi di supporto e di manutenzione delle sedi aziendali, inclusa la gestione dell autoparco aziendale. Coordina, infine, le attività finalizzate all implementazione, gestione, mantenimento e sviluppo del sistema di gestione della security aziendale (fisica e delle informazioni) Capitolato Tecnico Pag 6

7 3. L OGGETTO DELLA FORNITURA Nel proseguo del documento vengono dettagliate le principali attività per le quali potrà essere richiesta Assistenza strategica e Specialistica per il miglioramento operativo delle Performance aziendali. Resta bene inteso che l Aggiudicatario potrà essere chiamato a svolgere solo parte di tali attività, come pure ulteriori supporti di natura strategica e specialistica rispetto a quelli successivamente descritti. L Aggiudicatario sarà, infatti, chiamato, di volta in volta, ad assistere Techno Sky in base alle esigenze del momento e dovrà: - garantire costantemente la disponibilità di risorse idonee a coprire l intera gamma di attività di competenza; - assicurare il raggiungimento degli obiettivi, pur in presenza di variazioni del contesto di riferimento. 3.1 Assistenza Strategica /Direzionale Per Assistenza Strategica/Direzionale si intende l attività di assistenza professionale a Techno Sky per la piena comprensione del valore di business di ognuna delle diverse opzioni strategiche, organizzative ed operative sviluppate insieme alla struttura manageriale e, conseguentemente, il supporto nelle attività di progettazione e sviluppo di appositi interventi che andranno ad incidere sui risultati aziendali economici/finanziari e sulla sostenibilità della posizione di Techno Sky nel medio/lungo periodo. L Aggiudicatario dovrà, pertanto, garantire l assistenza necessaria a Techno Sky per la gestione di attività strategiche di supporto al Vertice Aziendale, quali, ad esempio: 1. redazione del piano industriale e relativi aggiornamenti; 2. definizione del posizionamento strategico e commerciale di Techno Sky nel comparto di riferimento anche alla luce dell ampliamento del perimetro di azione del Gruppo ENAV; 3. strutturazione di Partnership con stakeholders del settore; 4. predisposizione di analisi di mercato, studi di fattibilità e Business Plan; Capitolato Tecnico Pag 7

8 5. valutazione di modelli di business alternativi e, se del caso, la definizione e l implementazione degli stessi; 6. progettazione e sviluppo di modelli di Strategic Sourcing con riferimento agli acquisti core di Techno Sky. Data la rilevanza e la complessità delle tematiche oggetto del servizio, è richiesta la massima disponibilità, dinamicità, flessibilità e riservatezza per la stesura di documenti, presentazioni, business plan, relazioni e la predisposizione di ogni ulteriore documento che si renda necessario produrre ai fini delle attività svolte. 3.2 Assistenza Specialistica per miglioramento operativo delle. Per Assistenza Tecnico/Specialistica per il miglioramento operativo delle performance aziendali si intende l attività di Supporto nell analisi, nella verifica - di processo - macro e micro organizzativa, nella definizione di nuove soluzioni organizzative e di processo nonché nella predisposizione dei documenti di supporto necessari alla realizzazione delle soluzioni identificate, ivi comprese le attività di Change e Program/Project management. Pertanto, le singole prestazioni rientranti nell ambito delle attività in parola di saranno: i. Assistenza organizzativa, processi e procedure; ii. iii. Supporto nelle Attività Change Management; Supporto funzionale e Program/Project Management; Assistenza organizzativa, processi e procedure L Aggiudicatario dovrà garantire al Management Techno Sky il supporto per interventi legati, prevalentemente, all analisi macro e micro organizzativa, alla definizione di nuove soluzioni organizzative e di processo ed alla predisposizione dei documenti di supporto necessari alla realizzazione delle soluzioni identificate. In particolare l Aggiudicatario dovrà fornire supporto soprattutto nell individuazione e ed attuazione di azioni di efficientamento e miglioramento delle performance organizzative anche attraverso le seguenti attività: analisi del contesto di riferimento ed individuazione dei fabbisogni in termini di interventi di ottimizzazione sull organizzazione; Capitolato Tecnico Pag 8

9 progettazione di strumenti di monitoraggio e sviluppo delle performance individuali; progettazione di strumenti di monitoraggio delle performance funzionali; supporto per l elaborazione di reportistica operativa e direzionale periodica. Sempre per ciò che concerne l assistenza in parola, l aggiudicatario dovrà, inoltre, supportare Techno Sky nel disegno/ridisegno dei processi aziendali in ottica di miglioramento continuo e nella stesura di procedure organizzative conformi ai requisiti del sistema di Qualità presente in Techno Sky. Il disegno/ridisegno dei processi può prevedere l analisi della situazione esistente, la definizione di scenari alternativi di cambiamento, l identificazione degli impatti derivanti dalle soluzioni proposte, la selezione dell alternativa più rispondente alle esigenze degli utenti e l implementazione della soluzione identificata. Si riportano, di seguito, a titolo esemplificativo e non esaustivo i deliverable che l Aggiudicatario dovrà produrre: analisi della situazione attuale del processo; mappa dei flussi informativi di processo; documenti di descrizione delle criticità di processo; documenti di descrizione delle ipotesi di disegno/ridisegno; procedure organizzative in coerenza con i requisiti del sistema di Qualità presente in Techno Sky Supporto nelle attività di Change Management L Aggiudicatario dovrà fornire supporto nella gestione delle attività di Change Management a seguito di cambiamenti organizzativi e di processo. A tale proposito, si riportano, a titolo esemplificativo e non esaustivo, le attività oggetto del servizio: individuazione ed attuazione di interventi di allineamento delle strutture organizzative aziendali al fine di favorire l adozione delle nuove modalità operative sottese all evoluzione dei processi, all introduzione o modifica dei Capitolato Tecnico Pag 9

10 sistemi informativi e/o alla ridefinizione di ruoli e responsabilità all interno delle Funzioni coinvolte; definizione della strategia di comunicazione degli obiettivi, dell approccio e dell ambito di intervento; progettazione, pianificazione e realizzazione della comunicazione; raccolta dei fabbisogni e definizione delle esigenze di formazione; pianificazione della formazione e predisposizione della documentazione di supporto (manualistica); definizione del calendario delle iniziative formative; erogazione e monitoraggio della formazione. Si riportano, di seguito, a titolo esemplificativo e non esaustivo, i deliverable che l Aggiudicatario dovrà produrre: piano di azione delle attività di change management; piano di comunicazione; piano della formazione Supporto funzionale e Program/Project Management L Aggiudicatario dovrà fornire al Management Techno Sky supporto nella gestione delle attività di Program/Project Management. Si riportano, a titolo esemplificativo e non esaustivo, le attività oggetto del servizio: supporto alla pianificazione delle attività; gestione del monitoraggio delle attività al fine di verificare il rispetto delle scadenze temporali determinate in sede di pianificazione; identificazione e gestione di criticità e aree di rischio progettuali; controllo della documentazione prodotta dai fornitori in relazione al rispetto degli standard di qualità; progettazione e gestione delle iniziative di comunicazione interna per favorire la condivisione e la conoscenza delle attività e dei risultati progettuali (es. pianificazione stati avanzamento lavori); Capitolato Tecnico Pag 10

11 supporto alla definizione, alla raccolta ed alla sistematizzazione dei requisiti utente. Di seguito, a titolo non esaustivo, i deliverable che l Aggiudicatario dovrà produrre: manuale di Programma; piani di programma/progetto; verbali di riunione; documentazione per la rilevazione ed il monitoraggio di criticità ed aree di rischio progettuali; documentazione riportante lo stato di avanzamento del programma/progetto; L Aggiudicatario del servizio avrà, pertanto, il compito di monitorare tutte le attività del progetto su cui è chiamato a offrire il servizio di project/program management, dandone chiara e tempestiva evidenza ai referenti Techno Sky indicati. 3.3 Le dimensioni e la durata Le attività di assistenza a gara (attività di assistenza strategica e specialistica per il miglioramento operativo delle ) avranno una durata di 36 mesi dalla data di stipula dell Accordo Quadro. Per lo svolgimento dei servizi di cui al presente capitolato, il fornitore dovrà dichiarare in offerta ed impiegare un mix di figure professionali così come riportato nella tabella che segue, fermo restando che il puntuale dimensionamento del fabbisogno potrà essere determinato solamente in fase di predisposizione dei Piani di lavoro. Techno Sky, in tal senso, ha stimato a titolo puramente indicativo - un impegno complessivo, nell arco di durata dell Accordo Quadro, di 1402 giorni/uomo, così distinti per ciascuna figura professionale: Importo Giornaliero Figura Professionale Giorni Uomo a Base d Asta Capo Progetto 30 Euro 1.500,00 Manager Strategy 70 Euro 1.250,00 Capitolato Tecnico Pag 11

12 Manager Organizzazione e Processi 132 Euro 1.000,00 Consulente Senior Strategy 220 Euro 900,00 Consulente Senior Organizzazione e Processi 450 Euro 750,00 Auditor Sistemi di Gestione 0 Euro 550,00 Consulente Junior 500 Euro 400,00 L impegno delle risorse effettivamente impiegate ed il mix di profili professionali sarà peraltro suscettibile di variabilità, nel rispetto delle necessità definite da ENAV. Potranno altresì verificarsi picchi di lavoro e periodi di discontinuità, che potranno comportare periodicamente un fabbisogno di richieste aggiuntive ovvero una loro riduzione. 3.4 I profili professionali Il fornitore dovrà indicare in offerta figure professionali che soddisfino i seguenti requisiti minimi: Figura professionale Capo progetto Titolo Laurea, con almeno 15 anni di esperienza lavorativa (ovvero diploma, con almeno 20 anni di esperienza lavorativa) Requisiti professionali minimi Ottima conoscenza del settore Aviation comprovata da almeno 3 progetti della durata minima di 3 mesi ciascuno Almeno 8 anni di esperienza lavorativa nel ruolo di governo di Programmi complessi (in termini di risorse e progetti gestiti) afferenti più aree consulenziali Ottima conoscenza di metodologie di disegno e implementazione organizzativa, Business Process Reengineering e change management Approfondita conoscenza di metodologie e strumenti di Project/Program Management Numero CV 1 Approfondita esperienza nella redazione di Piani Industriali, strutturazione di Capitolato Tecnico Pag 12

13 Partenership, predisposizione di Studi di Fattibilità e Business Plan Esperienza comprovata nell ambito di tematiche relative agli acquisti od al controllo di gestione ed al settore Corporate & Finance Esperienza comprovata nell ambito di tematiche attinenti le Risorse Umane Comprovata capacità di coordinamento di gruppi di lavoro ad elevata professionalità tecnica Ruolo Capo Progetto Garantisce la gestione di tutte le attività progettuali, coordinando i consulenti coinvolti nell ambito dei diversi stream progettuali, assicurando piena coerenza con le linee strategiche definite in accordo con ENAV Assicura il commitment delle risorse della assistenza dedicate al servizio in oggetto, garantendo una completa flessibilità in merito alle richieste manifestate oltre che discrezionalità in merito alle funzioni svolte Garantisce il rispetto degli standard qualitativi definiti e riveste il ruolo di supervisor in collaborazione con i referenti di ENAV Garantisce anche in via indiretta l esecuzione delle attività di Program Management dell intera fornitura, evidenziando con tempestività eventuali problematiche ed ipotesi di soluzione Garantisce anche in via indiretta l efficacia, l efficienza e la tempestività delle attività progettuali poste in essere e si fa promotore di nuove iniziative strategiche da sottoporre al Top Management Figura professionale/ Ruolo Titolo Requisiti professionali minimi Numero CV Manager Strategy Laurea, con almeno 8 anni di esperienza lavorativa (ovvero diploma, con almeno 15 anni di esperienza Ottima conoscenza del settore Aviation, comprovata da almeno 3 progetti della durata minima di 3 mesi ciascuno Almeno 5 anni di esperienza lavorativa nel ruolo Approfondita esperienza nella redazione di Piani Industriali, strutturazione di Partenership, predisposizione di Studi di 2 Capitolato Tecnico Pag 13

14 lavorativa) Fattibilità e Business Plan Approfondita esperienza nell ambito della Supply Chain e dello Strategic Sourcing Approfondita conoscenza di metodologie e strumenti di Project/Program Management Comprovata capacità di coordinamento di gruppi di lavoro ad elevata professionalità tecnica Ruolo Manager Strategy Garantisce, in accordo con il Capo Progetto, la coerenza e l allineamento tra tutti i progetti in esecuzione coordinando, in accordo con ENAV, tutti i gruppi di lavoro ed assicurando la condivisione degli obiettivi. Gestisce le attività di Program Management, con la collaborazione dei referenti ENAV. Fornisce gli stati di avanzamento lavori dei vari progetti rivolti sia all'interno che all'esterno di ENAV. Tale ruolo è da riferirsi ad un unica risorsa, che potrà svolgere il compito di referente operativo del servizio Garantisce la coerenza e l allineamento operativo tra tutti i progetti in esecuzione di sua competenza, coordinando in accordo con ENAV, i gruppi di lavoro ed assicurando la condivisione degli obiettivi. Fornisce gli stati di avanzamento lavori dei vari progetti rivolti sia all'interno che all'esterno di ENAV, secondo le linee guida definite dal Capo Progetto Si fa portatore delle problematiche rilevate nell'esecuzione dei progetti, propone opportune soluzioni ed intraprende, in accordo con ENAV, le necessarie azioni correttive. E' in grado di rapportarsi con i massimi livelli organizzativi Garantisce l efficacia, l efficienza e la tempestività delle attività progettuali di sua competenza Figura professionale/ Ruolo Manager Organizzazione e Processi Titolo Laurea, con almeno 8 anni di esperienza lavorativa (ovvero diploma, con almeno 15 anni di esperienza lavorativa) Requisiti professionali minimi Ottima conoscenza del settore Aviation, comprovata da almeno 3 progetti della durata minima di 3 mesi ciascuno Almeno 5 anni di esperienza lavorativa nel ruolo Comprovata esperienza in almeno tre delle seguenti aree tematiche: - Organizzazione e processi - Risorse Umane Numero CV min 2 Capitolato Tecnico Pag 14

15 - Acquisti - Controllo di gestione - Corporate & Finance Approfondita conoscenza di metodologie e strumenti di Project/Program Management Comprovata capacità di coordinamento di gruppi di lavoro ad elevata professionalità tecnica Ruolo Manager Organizzazione e Processi Garantisce, in accordo con il Capo Progetto, la coerenza e l allineamento tra tutti i progetti in esecuzione coordinando, in accordo contechno Sky, tutti i gruppi di lavoro ed assicurando la condivisione degli obiettivi. Gestisce le attività di Program Management, con la collaborazione dei referenti Techno Sky. Fornisce gli stati di avanzamento lavori dei vari progetti rivolti sia all'interno che all'esterno di Techno Sky. Tale ruolo è da riferirsi ad un unica risorsa, che potrà svolgere il compito di referente operativo del servizio Garantisce la coerenza e l allineamento operativo tra tutti i progetti in esecuzione di sua competenza, coordinando in accordo con Techno Sky, i gruppi di lavoro ed assicurando la condivisione degli obiettivi. Fornisce gli stati di avanzamento lavori dei vari progetti rivolti sia all'interno che all'esterno di Techno Sky, secondo le linee guida definite dal Capo Progetto Si fa portatore delle problematiche rilevate nell'esecuzione dei progetti, propone opportune soluzioni ed intraprende, in accordo con Techno Sky, le necessarie azioni correttive. E' in grado di rapportarsi con i massimi livelli organizzativi Garantisce l efficacia, l efficienza e la tempestività delle attività progettuali di sua competenza Figura professionale / Ruolo Consulente Senior Strategy Titolo Laurea, con almeno 5 anni di esperienza lavorativa (ovvero diploma, con almeno 11 anni di esperienza lavorativa) Requisiti professionali minimi Ottima conoscenza del settore Aviation, comprovata da almeno 2 progetti della durata minima di 3 mesi ciascuno Almeno 3 anni di esperienza lavorativa nel ruolo Approfondita esperienza nella redazione di Piani Industriali, strutturazione di Partenership, predisposizione di Studi di Numero CV 2 Capitolato Tecnico Pag 15

16 Fattibilità e Business Plan Esperienza comprovata nell ambito di tematiche relative allo Strategic Sourcing ed alla Supply Chain Conoscenza di metodologie e strumenti di Project/Program Management Ruolo Consulente Senior Strategy Apporta la propria esperienza in ambito organizzativo Garantisce la corretta esecuzione dei progetti/task assegnati, curandone gli aspetti sia tecnici che gestionali Contribuisce alla corretta esecuzione delle attività apportando le proprie conoscenze, nel rispetto degli indirizzi e degli obiettivi stabiliti Supporta il Capo progetto e il Manager nella produzione dei documenti di progetto Figura professionale / Ruolo Titolo Requisiti professionali minimi Numero CV Ottima conoscenza del settore Aviation, comprovata da almeno 2 progetti della durata minima di 3 mesi ciascuno Consulente Senior Organizzazione e Processi Laurea, con almeno 5 anni di esperienza lavorativa (ovvero diploma, con almeno 11 anni di esperienza lavorativa) Almeno 3 anni di esperienza lavorativa nel ruolo Comprovata esperienza in almeno due delle seguenti aree tematiche: - organizzazione e processi - risorse umane - acquisti - controllo di gestione - corporate & Finance Minimo 4 Conoscenza di metodologie e strumenti di Project/Program Management Ruolo Consulente Senior organizzazione e processi Apporta la propria esperienza in ambito organizzativo Garantisce la corretta esecuzione dei progetti/task assegnati, curandone gli aspetti sia Capitolato Tecnico Pag 16

17 tecnici che gestionali Techno Sky S.r.l. Contribuisce alla corretta esecuzione delle attività apportando le proprie conoscenze, nel rispetto degli indirizzi e degli obiettivi stabiliti E in grado di affrontare e risolvere problematiche di natura organizzativa, suggerendo anche ottimizzazioni di processo Supporta il Capo progetto e il Manager nella produzione dei documenti di progetto Ruolo Auditor Sistemi di Gestione Pianificazione e conduzione delle verifiche ispettive interne Affiancamento durante le verifiche ispettive da parte dell Organismo di Certificazione Supporta le funzioni/strutture territoriali nella gestione di eventuali rilievi che dovessero emergere nel corso delle Verifiche Ispettive Interne Figura professionale/ Ruolo Titolo Requisiti professionali minimi Conoscenza del settore Aviation, comprovata da almeno 1 progetto della durata minima di 3 mesi Numero CV Consulente junior Laurea, con almeno 2 anni di esperienza lavorativa (ovvero diploma, con almeno 8 anni di esperienza lavorativa) Almeno 1 anni di esperienza lavorativa nel ruolo Esperienza in almeno una delle seguenti aree tematiche: - Organizzazione e processi - Risorse Umane - Acquisti - Controllo di gestione - Corporate & Finance Minimo 4 - Strategy Conoscenza di metodologie e strumenti di Project/Program Management Capitolato Tecnico Pag 17

18 Ruolo Consulente junior Contribuisce alla corretta esecuzione dei progetti in cui è coinvolto, apportando le proprie conoscenze tecniche, nel rispetto degli indirizzi e degli obiettivi stabiliti Supporta il Capo progetto e il Manager nella produzione dei documenti di progetto È in grado di operare in team Il fornitore dovrà allegare all offerta tecnica i Curricula Vitae delle Figure Professionali proposte per il presente servizio. Successivamente alla aggiudicazione, l Aggiudicatario è tenuto a risottoporre nuovamente a Techno Sky, che si riserva di valutare, i Curricula Vitae del personale da impiegare nelle attività progettuali; per l accettazione del personale proposto, Techno Sky si riserva la possibilità di procedere ad un colloquio di approfondimento per verificare la corrispondenza delle competenze elencate nel CV. Tali colloqui dovranno avvenire prima dell avvio delle attività. Per il personale ritenuto inadeguato, Techno Sky procederà alla richiesta formale di sostituzione che dovrà avvenire seguendo le modalità ed i tempi previsti dal contratto. 4. MODALITÀ DI ESECUZIONE Le attività dell Aggiudicatario dovranno essere improntate ad un assoluta attenzione alla riservatezza nel rispetto di quanto previsto dal Modello TS inerente la Sicurezza delle Informazioni. Techno Sky si riserva di modificare le modalità di esecuzione descritte e di introdurre nuove modalità, anche in corso d opera, dandone congruo preavviso all Aggiudicatario. In aggiunta, tali modalità di esecuzione potranno essere congiuntamente riviste, su proposta dell Aggiudicatario, e potranno essere concordate opportune semplificazioni o variazioni in funzione delle specificità dei singoli interventi. Techno Sky si riserva di avvalersi di terzi per il supporto allo svolgimento di attività di propria competenza. All inizio delle attività, Techno Sky illustrerà in dettaglio le attività, già brevemente descritte nel presente capitolato, che potranno essere affidate all Aggiudicatario. Inoltre, verranno segnalate eventuali variazioni, sia nei contenuti che nei tempi, eventuali diverse Capitolato Tecnico Pag 18

19 modalità di esecuzione, standard e ogni altro aspetto utile alla esecuzione delle attività stesse e ad una loro corretta pianificazione. Sarà inoltre presentata all Aggiudicatario l organizzazione e la struttura Techno Sky di riferimento per la fornitura. 4.1 Modalità di erogazione dei servizi Per la fornitura dovrà essere nominato un Responsabile contrattuale a coordinamento di tutte le attività di assistenza, il quale dovrà assumere la piena responsabilità dei rapporti con Techno Sky. Le attività operative di relazione con Techno Sky potranno essere assolte da uno dei Manager individuati per la Fornitura. Potranno peraltro essere richieste da Techno Sky sostituzioni/integrazioni di risorse con specifiche competenze. Le eventuali sostituzioni di personale durante l esecuzione della fornitura dovranno essere concordate preventivamente con Techno Sky, dietro presentazione ed approvazione dei curricula, ferma restando la necessità di un adeguato periodo di affiancamento per la risorsa entrante, il cui costo sarà interamente a carico dell Aggiudicatario. Tutte le attività dovranno essere svolte in collaborazione con i responsabili Techno Sky. I servizi richiesti dovranno essere erogati da professionisti con attitudine al lavoro di gruppo, elevata capacità di relazione con alti livelli gerarchici, facilità di comunicazione, capacità di gestione degli utenti e di risorse umane. Data l elevata dinamicità del contesto in cui si opera, è comunque richiesto all Aggiudicatario un elevato grado di flessibilità nell allocazione delle risorse, la disponibilità ad affrontare frequenti variazioni di indirizzo, nonché la capacità di far fronte ad improvvisi picchi di lavoro. I servizi richiesti da Techno Sky verranno erogati solo ed esclusivamente in modalità "progettuale" Modalità progettuale La modalità progettuale prevede che gli interventi dovranno essere eseguiti secondo il ciclo di vita che sarà definito in funzione della tipologia dell intervento medesimo. Ogni Capitolato Tecnico Pag 19

20 ciclo di vita comprenderà comunque una fase di definizione necessaria alla pianificazione dell intervento, che l Aggiudicatario effettuerà entro il termine indicato da Techno Sky. Una volta che la pianificazione è stata definita e approvata da Techno Sky, l intervento verrà attivato attraverso una comunicazione (scritta, anche via ) diretta all Aggiudicatario con un insieme di informazioni necessarie alla definizione dell intervento stesso. Il Piano di lavoro del singolo intervento sarà quindi inserito nel Piano di lavoro Generale. La regolamentazione progettuale (pianificazione e rendicontazione) e contrattuale è in giorni/persona, con modalità esecutiva a corpo, vale a dire che il calcolo del corrispettivo per ogni intervento avverrà sulla base delle stime, in giorni persona, dello sforzo progettuale (dimensionamento). La valutazione delle dimensioni dei singoli interventi dovrà avvenire al termine della fase di definizione dell'intervento e sarà documentata nel Piano di lavoro di intervento. Tale valore è da considerarsi fisso ed invariabile, salvo eventi eccezionali. Successivamente, nel caso in cui Techno Sky richieda modifiche alle funzionalità previste, si potrà procedere ad una variazione della stima dello sforzo progettuale, che dovrà comunque essere approvata da Techno Sky. 4.2 Piano di lavoro Sarà redatto ed aggiornato un Piano di Lavoro Generale, contenente l insieme dei Piani di lavoro di ciascun intervento. Infatti, per ogni servizio previsto dovrà essere predisposto e mantenuto costantemente aggiornato un Piano di Lavoro Piano di progetto dell obiettivo Il Piano di progetto per attività progettuali contiene il dettaglio delle attività di ogni singola fase del singolo obiettivo, la relativa tempificazione e le stime di impegno. A fronte di ripianificazioni autorizzate da Techno Sky, dovrà essere predisposta una nuova versione del Piano di progetto. L aggiornamento dello stato di avanzamento delle attività, su richiesta di Techno Sky, non determina una nuova versione del documento. Capitolato Tecnico Pag 20

1. INTRODUZIONE... 3 2. IL CONTESTO... 3

1. INTRODUZIONE... 3 2. IL CONTESTO... 3 CAPITOLATO TECNICO Redazione: Approvazione/Autorizzazione: Beppe Bozzi Luca Colman Capitolato Tecnico Pag 1 INDICE DEI CONTENUTI 1. INTRODUZIONE... 3 2. IL CONTESTO... 3 2.1 Lo scenario di business di

Dettagli

ALLEGATO 4 CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO 4 CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO 4 CAPITOLATO TECNICO Allegato 4 Capitolato Tecnico Pag 1 INDICE DEI CONTENUTI 1. INTRODUZIONE...3 2. IL CONTESTO...3 2.1 Lo scenario di business di ENAV...3 2.2 L ambito operativo...9 2.3 L evoluzione

Dettagli

APPENDICE 2 Indicatori della qualità della fornitura

APPENDICE 2 Indicatori della qualità della fornitura APPENDICE 2 Indicatori della qualità della fornitura 1 1 Premessa... 3 2 Quadro di riepilogo degli indicatori di qualità... 4 3 Indicatori di qualità relativi agli obiettivi di sviluppo, manutenzione evolutiva

Dettagli

SLA I.Ter Campania. Piano di azione per la Ricerca e Sviluppo, l Innovazione e l ICT Parte B

SLA I.Ter Campania. Piano di azione per la Ricerca e Sviluppo, l Innovazione e l ICT Parte B Piano di azione per la Ricerca e Sviluppo, l Innovazione e l ICT Parte B Obiettivo Strategico: Creazione del Sistema Informativo Integrato Regionale (IR): I.Ter Campania Sistema Informativo Regionale dell

Dettagli

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA Allegato 2 Offerta Tecnica Pag 1 ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA La busta B Gara per procedure e alle conseguenti proposte operative a supporto delle Funzioni e direzioni Aziendali

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO INPDAP SERVIZI E PROGETTI PER L'INTEGRAZIONE DEL SISTEMA STANDARD DI PRODOTTO PIANO DI QUALITA' DI PROGETTO

SISTEMA INFORMATIVO INPDAP SERVIZI E PROGETTI PER L'INTEGRAZIONE DEL SISTEMA STANDARD DI PRODOTTO PIANO DI QUALITA' DI PROGETTO SISTEMA INFORMATIVO INPDAP SERVIZI E PROGETTI PER L'INTEGRAZIONE DEL SISTEMA STANDARD DI PRODOTTO PIANO DI QUALITA' DI PROGETTO Pag. I INDICE pag. 1. INTRODUZIONE...1 1.1 PREMESSA...1 1.2 SCOPO DEL DOCUMENTO...1

Dettagli

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA Pagina 1 ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA La busta B Gara Europea a Procedura aperta per la fornitura di servizi di supporto Offerta Tecnica, dovrà contenere un indice completo di

Dettagli

Organigramma della Società. Job description delle posizioni organizzative aziendali

Organigramma della Società. Job description delle posizioni organizzative aziendali Job description delle posizioni organizzative aziendali BOLOGNA, Marzo 2014 INDICE PRESENTAZIONE... 5 MODELLO ORGANIZZATIVO... 7 JOB DESCRIPTION... 10 PRESIDENTE... 11 DIRETTORE OPERATIVO... 13 Infrastrutture

Dettagli

AZIENDA SPECIALE PALAEXPO CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE. Febbraio 2007

AZIENDA SPECIALE PALAEXPO CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE. Febbraio 2007 AZIENDA SPECIALE PALAEXPO CODICE PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE E INSERIMENTO DI PERSONALE Febbraio 2007 SOMMARIO INTRODUZIONE...3 1. PRINCIPI GENERALI...3 2. REGOLE GENERALI DI

Dettagli

Codice per la disciplina della procedura di ricerca, selezione ed inserimento di personale

Codice per la disciplina della procedura di ricerca, selezione ed inserimento di personale Approvato dal Consiglio di Amministrazione il 29 ottobre 2010 Codice per la disciplina della procedura di ricerca, selezione ed inserimento di personale Con delibera del Consiglio di Amministrazione del

Dettagli

Figure di Presidio Richieste dall All.II.2: Responsabile Unità Operativa Sede Principale del Sistema di gestione della Qualità Aziendale

Figure di Presidio Richieste dall All.II.2: Responsabile Unità Operativa Sede Principale del Sistema di gestione della Qualità Aziendale Allocazione delle Attività dei responsabili posti a presidio dei processi Aziendali e delle sedi operative di Roma e Cassino, secondo quanto richiesto dalla DGR 968/07 e dall All.II.2, all interno del

Dettagli

LINEE DI INDIRIZZO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DEL GRUPPO TOD S S.P.A.

LINEE DI INDIRIZZO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DEL GRUPPO TOD S S.P.A. LINEE DI INDIRIZZO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DEL GRUPPO TOD S S.P.A. (APPROVATE DAL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE DELLA SOCIETÀ NELLA RIUNIONE DEL 10 MAGGIO 2012) TOD S S.P.A.

Dettagli

ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO

ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO B CAPITOLATO TECNICO Procedura selettiva n. 35/2013 ex art. 125 comma 11 del D.Lgs. n. 163/2006, per l'affidamento del servizio di supporto specialistico al Procurement di Expo 2015 S.p.A. 1 Sommario

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI APPROVVIGIONAMENTI DI BENI E SERVIZI

REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI APPROVVIGIONAMENTI DI BENI E SERVIZI REGOLAMENTO PER LA GESTIONE DEGLI APPROVVIGIONAMENTI DI BENI E SERVIZI Sommario CAPO I - OGGETTO E SCOPO... 2 Art. 1 - Oggetto... 2 Art. 2 - Scopo... 2 CAPO II - DISPOSIZIONI GENERALI... 2 Art. 3 - Campo

Dettagli

REGOLAMENTO N. 41 DEL 15 MAGGIO 2012. L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo)

REGOLAMENTO N. 41 DEL 15 MAGGIO 2012. L ISVAP (Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni private e di interesse collettivo) REGOLAMENTO N. 41 DEL 15 MAGGIO 2012 REGOLAMENTO CONCERNENTE DISPOSIZIONI ATTUATIVE IN MATERIA DI ORGANIZZAZIONE, PROCEDURE E CONTROLLI INTERNI VOLTI A PREVENIRE L UTILIZZO DELLE IMPRESE DI ASSICURAZIONE

Dettagli

GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA, ASSISTENZA E BROKERAGGIO IN MATERIA ASSICURATIVA PER IL GRUPPO ENAV.

GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA, ASSISTENZA E BROKERAGGIO IN MATERIA ASSICURATIVA PER IL GRUPPO ENAV. GARA EUROPEA A PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI CONSULENZA, ASSISTENZA E BROKERAGGIO IN MATERIA ASSICURATIVA PER IL GRUPPO ENAV. CAPITOLATI TECNICI DI MASSIMA (ENAV/TECHNO SKY) ALLEGATO

Dettagli

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI:

ASSEGNA LE SEGUENTI COMPETENZE ISTITUZIONALI AGLI UFFICI DELLA DIREZIONE GENERALE OSSERVATORIO SERVIZI INFORMATICI E DELLE TELECOMUNICAZIONI: IL PRESIDENTE VISTO il decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163 e successive modifiche ed integrazioni, in particolare l art. 8, comma 2, ai sensi del quale l Autorità stabilisce le norme sulla propria

Dettagli

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008 IN ORGANIZZAZIONI CHE EROGANO SERVIZI E OPERANO PER PROGETTI, PRATICHE O COMMESSE

LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008 IN ORGANIZZAZIONI CHE EROGANO SERVIZI E OPERANO PER PROGETTI, PRATICHE O COMMESSE LINEE GUIDA PER L APPLICAZIONE DELLA NORMA UNI EN ISO 9001:2008 IN ORGANIZZAZIONI CHE EROGANO SERVIZI E OPERANO PER PROGETTI, PRATICHE O COMMESSE ottobre 2010 SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE Scopo delle

Dettagli

All. 03 alla Sez. 02 Rev. 01. Pag. 1 di7. Direzione

All. 03 alla Sez. 02 Rev. 01. Pag. 1 di7. Direzione Pag. 1 di7 Direzione La DIR è l Amministratore Unico. Nell'applicazione delle politiche aziendali il DIR agisce con criteri imprenditoriali e manageriali, partecipando attivamente alle decisioni del vertice,

Dettagli

RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI

RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI Con riferimento all Ordine di Servizio n 26 del 19.11.2014, si provvede a definire l articolazione della funzione RISORSE UMANE, ORGANIZZAZIONE E SERVIZI e ad attribuire

Dettagli

Direzione Generale Servizio IT. Allegato A CAPITOLATO TECNICO

Direzione Generale Servizio IT. Allegato A CAPITOLATO TECNICO Allegato A CAPITOLATO TECNICO PROCEDURA APERTA PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI PROFESSIONALI PER L ANALISI E LA REDAZIONE DI DOCUMENTAZIONE INERENTE LA GESTIONE DELLA SICUREZZA INFORMATICA. DETERMINA A CONTRARRE

Dettagli

ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi

ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi ERG S.p.A. Linee di indirizzo del Sistema di Controllo Interno e di Gestione dei Rischi Approvate dal Consiglio di Amministrazione dell 11 marzo 2014 1 Sommario 1. Il Sistema di Controllo Interno e di

Dettagli

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE COMUNE DI BOTTICINO (Provincia di Brescia) SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Art 7 Decreto Legislativo 150/2009 Giugno 2013 INDICE INDICE... 2 PREMESSA... 3 I CARATTERISTICHE DELL

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DI PERSONALE

REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DI PERSONALE REGOLAMENTO PER LA DISCIPLINA DELLE PROCEDURE DI RICERCA, SELEZIONE ED INSERIMENTO DI PERSONALE Brindisi Multiservizi S.r.l. Pagina 1 INDICE Introduzione... 3 1 - Principi generali... 3 2 - Regole generali

Dettagli

Software. Engineering

Software. Engineering Software Engineering Agenda Scenario nel quale matura la necessità di esternalizzare Modalità conrattuali, ambito, livelli di servizio Modalità di governo del contratto e di erogazione dei servizi Metodologia

Dettagli

GESTIONE ACQUISTI E FORNITORI

GESTIONE ACQUISTI E FORNITORI rev. 02 Data: 30-09-2009 pag. 1 11 SOMMARIO 1. PIANIFICAZIONE... 2 1.1. SCOPO DELLA PROCEDURA GESTIONALE... 2 1.2. OBIETTIVI E STANDARD DEL PROCESSO... 2 1.3. RESPONSABILITÀ E RISORSE COINVOLTE... 2 2.

Dettagli

DOCUMENTAZIONE DEL SISTEMA QUALITA' MODELLO DI PREVENZIONE REATI EX D.LGS. 231/01. Modello organizzativo e gestionale ex D.Lgs. 231/2001 e s.m.i.

DOCUMENTAZIONE DEL SISTEMA QUALITA' MODELLO DI PREVENZIONE REATI EX D.LGS. 231/01. Modello organizzativo e gestionale ex D.Lgs. 231/2001 e s.m.i. DOCUMENTAZIONE DEL SISTEMA QUALITA' MODELLO DI PREVENZIONE REATI EX D.LGS. n/a n/a n/a n/a 1 5/05/09 Emissione MCK MCK n/a Canetta Rev. Data Descrizione Redatto Verificato Approvato RC Committente: Codice

Dettagli

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA Pagina 1 OFFERTA TECNICA La busta B - Gara relativa all affidamento dei servizi di sviluppo, manutenzione e gestione su aree - Offerta tecnica ; dovrà contenere un indice completo

Dettagli

Gestire un progetto di introduzione di sistemi informativi di SCM. 1 Marco Bettucci Gestione della produzione II - LIUC

Gestire un progetto di introduzione di sistemi informativi di SCM. 1 Marco Bettucci Gestione della produzione II - LIUC Gestire un progetto di introduzione di sistemi informativi di SCM 1 Che cos è un progetto? Una serie complessa di attività in un intervallo temporale definito... finalizzate al raggiungimento di obiettivi

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE DIPENDENTE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE DIPENDENTE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEL PERSONALE DIPENDENTE E PER IL CONFERIMENTO DI INCARICHI Introduzione Il presente Regolamento definisce criteri e modalità a cui SSM SpA deve attenersi nel processo di

Dettagli

Allegato A CAPITOLATO TECNICO

Allegato A CAPITOLATO TECNICO Convenzione per la fornitura di energia elettrica ed.3 Allegato A CAPITOLATO TECNICO Pagina 1 di 13 Indice 1. Oggetto... 3 2. Gestione della fornitura... 6 3. Energia verde... 8 3.1 Certificazione dell

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE PER LA QUALITA'

MANUALE DI GESTIONE PER LA QUALITA' Edizione 2 MANUALE DELLA QUALITA Copertina rev. 2 Settembre 03 Pagina 1/1 PROVINCIA DI PADOVA SETTORE SISTEMI INFORMATIVI Piazza Antenore 3 35121 Padova MANUALE DI GESTIONE PER LA QUALITA' Copia controllata

Dettagli

CAPITOLATO TECNICO. Versione Data di rilascio Commenti 1.0 12.06.2012 Capitolato tecnico

CAPITOLATO TECNICO. Versione Data di rilascio Commenti 1.0 12.06.2012 Capitolato tecnico CAPITOLATO TECNICO PER L ACQUISIZIONE DI SERVIZI PROFESSIONALI PER LA PROGETTAZIONE E LO SVILUPPO SOFTWARE DI COMPONENTI DELLA BASE DI CONOSCENZA PUBBLICITÀ LEGALE ONLINE DEL PROGETTO PORTALE DELLA PUBBLICITÀ

Dettagli

Per un governo dei contratti efficace: le regole tecniche su come chiedere, valutare, utilizzare la certificazione in ambito contrattuale

Per un governo dei contratti efficace: le regole tecniche su come chiedere, valutare, utilizzare la certificazione in ambito contrattuale CAPITOLO 7 Marco Gentili Autorità per l Informatica nella Pubblica Amministrazione Per un governo dei contratti efficace: le regole tecniche su come chiedere, valutare, utilizzare la certificazione in

Dettagli

Offerta Economica e Criteri di attribuzione Punteggi

Offerta Economica e Criteri di attribuzione Punteggi Offerta Economica e Criteri di attribuzione Punteggi 1. Modalità di partecipazione I concorrenti dovranno presentare la documentazione di offerta composta da una proposta tecnica ed una proposta economica

Dettagli

TITOLO VIII : LA PROGRAMMAZIONE

TITOLO VIII : LA PROGRAMMAZIONE TITOLO VIII : LA PROGRAMMAZIONE 1. STRUMENTI DELLA PROGRAMMAZIONE La Direzione aziendale elabora le linee strategiche per il governo del sistema dei servizi sanitari sulla base degli atti di indirizzo

Dettagli

RICHIESTE DI CHIARIMENTI E RELATIVE RISPOSTE - Pubblicazione 1

RICHIESTE DI CHIARIMENTI E RELATIVE RISPOSTE - Pubblicazione 1 Prot.n. 3314/2014 Spedizione via SINTEL Milano, 4 agosto 2014 Gara per l affidamento del servizio di assistenza tecnica al POR FESR 2014-2020 ed al POR FSE 2014-2020 per le attività di attività volte a

Dettagli

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA

ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA Allegato 2 Offerta Tecnica Pag. 1 di 6 ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA Si precisa che nella dicitura della busta B deve essere indicato specificamente il Lotto cui si riferisce l

Dettagli

Ministero della Salute

Ministero della Salute 6. IL PROCESSO SEGUITO E LE AZIONI DI MIGLIORAMENTO DEL CICLO DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE 6.1 Fasi, soggetti e tempi del processo di redazione del Piano Analogamente a quanto avvenuto per il 2012, il

Dettagli

Pag. 1 /2 MANUALE SISTEMA DI GESTIONE. Allegato 1 Sequenza dei processi Ed.2 Rev.0 del 22/07/2014 Red. RSG App.DS

Pag. 1 /2 MANUALE SISTEMA DI GESTIONE. Allegato 1 Sequenza dei processi Ed.2 Rev.0 del 22/07/2014 Red. RSG App.DS Pag. 1 /2 Allegato 1 Sequenza dei processi Ed.2 Rev.0 del 22/07/2014 Red. RSG App.DS Pag. 1 /2 Allegato 1 Sequenza dei processi Ed.2 Rev.0 del 22/07/2014 Red. RSG App.DS Processo Indicatore Valore misurabile

Dettagli

SPECIFICA DI ASSICURAZIONE QUALITA

SPECIFICA DI ASSICURAZIONE QUALITA 1 di 8 1 PRESCRIZIONI PER LA GESTIONE DI SERVIZI DI PROGETTAZIONE SULLA BASE DI DOCUMENTI DI 2 Parte Titolo 3 PARTE I I.1 PREMESSA I.2 SCOPI I.3 PRESCRIZIONI RELATIVE ALL'ORGANIZZAZIONE AZIENDALE DELLA

Dettagli

REGOLAMENTO PER LA ATTESTAZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI D. LGS 231/2001 I & F BUREAU VERITAS ITALIA

REGOLAMENTO PER LA ATTESTAZIONE DEI MODELLI ORGANIZZATIVI D. LGS 231/2001 I & F BUREAU VERITAS ITALIA Emesso da Ufficio: REGOLAMENTO ATTESTAZIONE INDICE 1. SCOPO E CAMPO DI APPLICAZIONE... 2 2. IMPEGNI DI BUREAU VERITAS... 2 3. IMPEGNI DELL ORGANIZZAZIONE... 2 4. PROCEDURA DI ATTESTAZIONE... 2 5. RICHIESTA

Dettagli

GARA A PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI MANUTENZIONE

GARA A PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI MANUTENZIONE ALLEGATO 2 GARA A PROCEDURA APERTA AI SENSI DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I. PER L AFFIDAMENTO DI SERVIZI DI MANUTENZIONE EVOLUTIVA, GESTIONE APPLICATIVA, MANUTENZIONE ADEGUATIVA, ASSISTENZA AGLI UTENTI E

Dettagli

ANNO 2015 ALLEGATO II.1 CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA

ANNO 2015 ALLEGATO II.1 CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA ANNO 2015 ALLEGATO II.1 CARTA DI QUALITÀ DELL OFFERTA FORMATIVA 1. LIVELLO STRATEGICO IRS EUROPA società cooperativa opera in un mercato estremamente competitivo e fortemente mutevole in cui il successo

Dettagli

Sistemi Informativi Gestionali. Capitolato Tecnico. Realizzazione del nuovo cruscotto direzionale per il monitoraggio della gestione aziendale

Sistemi Informativi Gestionali. Capitolato Tecnico. Realizzazione del nuovo cruscotto direzionale per il monitoraggio della gestione aziendale . Realizzazione del nuovo cruscotto direzionale per il monitoraggio della gestione aziendale Indice dei contenuti 1 INTRODUZIONE... 3 2 SCENARIO... 3 2.1 ENAV... 3 2.2 SISTEMA INFORMATIVO GESTIONALE (SIG)...

Dettagli

SISTEMA INFORMATIVO INPDAP SERVIZI E PROGETTI PER L'INTEGRAZIONE DEL SISTEMA MODALITÀ DI COLLAUDO DEL SOFTWARE

SISTEMA INFORMATIVO INPDAP SERVIZI E PROGETTI PER L'INTEGRAZIONE DEL SISTEMA MODALITÀ DI COLLAUDO DEL SOFTWARE SISTEMA INFORMATIVO INPDAP SERVIZI E PROGETTI PER L'INTEGRAZIONE DEL SISTEMA MODALITÀ DI COLLAUDO DEL SOFTWARE Pag. I INDICE 1. INTRODUZIONE...1 1.1 SCOPO DEL DOCUMENTO...1 1.2 AREA DI APPLICAZIONE...1

Dettagli

Sistema ERP Dynamics AX

Sistema ERP Dynamics AX Equitalia S.p.A. Servizi di implementazione e manutenzione del nuovo Sistema Informativo Corporate Sistema ERP Dynamics AX Allegato 6 Figure professionali Sommario 1. Caratteri generali... 3 2. Account

Dettagli

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE

SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE Comune di Inverigo Provincia di Como SISTEMA DI MISURAZIONE E VALUTAZIONE DELLA PERFORMANCE INDICE INTRODUZIONE TITOLO I FINALITA E PRINCIPI Art. 1 - Finalità e oggetto Art. 2 - Principi di riferimento

Dettagli

MANUALE DI GESTIONE AMBIENTALE COMUNE DI OFFIDA

MANUALE DI GESTIONE AMBIENTALE COMUNE DI OFFIDA NOR DI RIFERIMENTO UNI EN ISO 14001:2004 Pagina 1 di 14 NUALE DI GESTIONE COMUNE DI OFFIDA COPIA CONTROLLATA N 01 COPIA NON CONTROLLATA Rev Data Descrizione Rif. Paragr. Rif. pagina Note 0 Mag.2005 Prima

Dettagli

u Politiche di miglioramento della marginalità, valutazione dei costi aziendali e riduzione degli oneri per la crescita della redditività aziendale;

u Politiche di miglioramento della marginalità, valutazione dei costi aziendali e riduzione degli oneri per la crescita della redditività aziendale; I Servizi che TETRIS CONSULTING s.r.l. offre nel settore di Direzionale comprendono: u Implementazione di sistemi di Controllo di Gestione, Reporting, analisi degli scostamenti, politiche di adjustment,

Dettagli

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo

MANUALE OPERATIVO INTRODUZIONE. Manuale Operativo Pagina 1 di 24 INTRODUZIONE SEZ 0 Manuale Operativo DOCUMENTO TECNICO PER LA CERTIFICAZIONE DEL PROCESSO DI VENDITA DEGLI AGENTI E RAPPRESENTANTI DI COMMERCIO OPERANTI PRESSO UN AGENZIA DI RAPPRESENTANZA:

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Acquisizione Beni e Servizi

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Acquisizione Beni e Servizi Acquisizione Beni e Servizi Indice dei contenuti 1. SCHEDA SERVIZIO ACQUISIZIONE BENI E SERVIZI...3 1.1. TIPOLOGIA... 3 1.2. SPECIFICHE DEL SERVIZIO... 3 1.2.1 Descrizione del servizio... 3 1.2.2 Obblighi

Dettagli

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2013 2015

PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2013 2015 PROGRAMMA TRIENNALE PER LA TRASPARENZA E L INTEGRITÀ 2013 2015 (ai sensi dell art. 11 del decreto Legislativo 27 ottobre 2009, n. 150/2009) Premessa Il Liceo M. Gioia di Piacenza realizza le proprie finalità

Dettagli

AZIENDA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI

AZIENDA REGIONALE CENTRALE ACQUISTI Regione Lombardia CAPITOLATO TECNICO PER LA FORNITURA DI SERVIZI DI PIANIFICAZIONE E ACQUISTO DEGLI SPAZI PUBBLICITARI PER LE AMMINISTRAZIONI AVENTI SEDE NEL TERRITORIO DELLA REGIONE LOMBARDIA Indice 1.

Dettagli

Gara per la realizzazione del Sistema Informativo di Supporto alla Gestione degli Appalti Pubblici - SISGAP -

Gara per la realizzazione del Sistema Informativo di Supporto alla Gestione degli Appalti Pubblici - SISGAP - UNIONE EUROPEA REGIONE CALABRIA REPUPBLICA ITALIANA Via Cosenza 1/G - 88100 CATANZARO LIDO POR CALABRIA FESR 2007-2013 Linea di Intervento 1.2.2.2 Azioni per la realizzazione/potenziamento del sistema

Dettagli

ALLEGATO TECNICO PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI DI FORMAZIONE CERTIFICATI

ALLEGATO TECNICO PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI DI FORMAZIONE CERTIFICATI Allegato 4 ALLEGATO TECNICO PER L ACCREDITAMENTO DEGLI ORGANISMI DI FORMAZIONE CERTIFICATI Il presente Allegato tecnico, rivolto a tutti gli Enti di formazione già certificati secondo la norma internazionale

Dettagli

Si informa che su richiesta effettuata tramite la mail: appalti@fondazionemilano.eu è possibile poter concordare la data per un sopralluogo.

Si informa che su richiesta effettuata tramite la mail: appalti@fondazionemilano.eu è possibile poter concordare la data per un sopralluogo. Procedura aperta sottosoglia per l affidamento del Servizio di gestione sistemistica, application management e sviluppo dei Servizi informativi di Scuole Civiche di Milano fdp GARA 8/2013 CIG 50973588E2

Dettagli

IT FINANCIAL MANAGEMENT

IT FINANCIAL MANAGEMENT IT FINANCIAL MANAGEMENT L IT Financial Management è una disciplina per la pianificazione e il controllo economico-finanziario, di carattere sia strategico sia operativo, basata su un ampio insieme di metodologie

Dettagli

Allegato 4 CAPITOLATO TECNICO

Allegato 4 CAPITOLATO TECNICO Allegato 4 CAPITOLATO TECNICO Allegato 4 - Capitolato Tecnico Pag. 1 di 12 INDICE 1. OGGETTO... 3 2. GESTIONE DELLA FORNITURA... 5 3. CERTIFICAZIONE DELL ENERGIA VERDE... 7 4. UTILIZZO DEL MARCHIO PER

Dettagli

Pianificazione Economica Finanziaria (PEF) Controllo di Gestione (CG)

Pianificazione Economica Finanziaria (PEF) Controllo di Gestione (CG) PROGETTO DI CONSULENZA DIREZIONALE Obiettivo principale: Pianificazione Economica Finanziaria (PEF) Controllo di Gestione (CG) Data // Nome azienda Sede Legale Premessa: In relazione agli obiettivi emersi

Dettagli

CAPITOLATO DESCRITTIVO-PRESTAZIONALE

CAPITOLATO DESCRITTIVO-PRESTAZIONALE CAPITOLATO DESCRITTIVO-PRESTAZIONALE PROCEDURA NEGOZIATA PER L'AFFIDAMENTTO DEI SERVIZI DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO PER LA CARBOSULCIS S.P.A ( C.I.G: 5721579C58) Pag. 1 di 13# PREMESSA La Carbosulcis S.p.A,

Dettagli

Sistema di gestione UNI EN ISO 9001. C.so Garibaldi, n. 56-00195 Roma (RM) Tel. 0612345678 - Fax. 061234567 DEMO PROCEDURE WINPLE

Sistema di gestione UNI EN ISO 9001. C.so Garibaldi, n. 56-00195 Roma (RM) Tel. 0612345678 - Fax. 061234567 DEMO PROCEDURE WINPLE Sistema di gestione UNI EN ISO 9001 MANUALE DI QUALITÀ INTRODUZIONE MAN-00 Organizzazione AZIENDA s.p.a. C.so Garibaldi, n. 56-00195 Roma (RM) Tel. 0612345678 - Fax. 061234567 Web : www.nomeazienda.it

Dettagli

CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica

CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica CAP04 Gestione del Processo di Consulenza Tecnica 1 di 7 INDICE 1 Pianificazione della realizzazione del prodotto... 2 2 Processi relativi al cliente... 2 2.1 Analisi dei bisogni, determinazione dei requisiti

Dettagli

Quando si opera in un mercato

Quando si opera in un mercato Controllo ALLA RICERCA DELL EFFICIENZA: UN SISTEMA INTEGRATO DI PIANIFICAZIONE E CONTROLLO Quando si opera in un mercato competitivo, attraverso un organizzazione complessa, è fondamentale disporre di

Dettagli

QUESTIONARIO 1: PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE

QUESTIONARIO 1: PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE QUESTIONARIO 1: PROCESSO DI AUTOVALUTAZIONE Step 1 - Decidere come organizzare e pianificare l autovalutazione (AV) 1.1. Assicurare l impegno e il governo del management per avviare il processo. 1.2. Assicurare

Dettagli

AGENZIA NAZIONALE PER L AMMINISTRAZIONE E LA DESTINAZIONE DEI BENI SEQUESTRATI E CONFISCATI ALLA CRIMINALITA ORGANIZZATA

AGENZIA NAZIONALE PER L AMMINISTRAZIONE E LA DESTINAZIONE DEI BENI SEQUESTRATI E CONFISCATI ALLA CRIMINALITA ORGANIZZATA Pag.1 AGENZIA NAZIONALE PER L AMMINISTRAZIONE E LA DESTINAZIONE DEI BENI SEQUESTRATI E CONFISCATI ALLA CRIMINALITA ORGANIZZATA CAPITOLATO TECNICO Gara a procedura aperta per i servizi di Program Management

Dettagli

Carta della Qualità dell Offerta Formativa Perform

Carta della Qualità dell Offerta Formativa Perform 1. LIVELLO STRATEGICO Carta della Qualità dell Offerta Formativa Perform 1.1 POLITICA DELLA QUALITÀ La dirigenza di Unindustria Perform Srl intende perseguire, quale mission dell Organizzazione, il miglioramento

Dettagli

BANDO Servizio Formazione Professionale. ALLEGATO 2 Offerta Tecnica. Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1

BANDO Servizio Formazione Professionale. ALLEGATO 2 Offerta Tecnica. Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1 BANDO Servizio Formazione Professionale ALLEGATO 2 Offerta Tecnica Allegato 2: Offerta Tecnica Pag. 1 ALLEGATO 2 OFFERTA TECNICA La busta B DENOMINATA Offerta tecnica PROCEDURA APERTA, INDETTA AI SENSI

Dettagli

CONTRATTO DI OUTSOURCING. Lo schema negoziale dell outsourcing, affidamento ad una impresa esterna

CONTRATTO DI OUTSOURCING. Lo schema negoziale dell outsourcing, affidamento ad una impresa esterna CONTRATTO DI OUTSOURCING Lo schema negoziale dell outsourcing, affidamento ad una impresa esterna dell esecuzione e della gestione di una o più funzioni o di un intero ramo aziendale, ha origine nel diritto

Dettagli

ALLEGATO TECNICO AL MODELLO REGIONALE DI ACCREDITAMENTO

ALLEGATO TECNICO AL MODELLO REGIONALE DI ACCREDITAMENTO Allegato 3 ALLEGATO TECNICO AL MODELLO REGIONALE DI ACCREDITAMENTO Il presente allegato tecnico al modello regionale di accreditamento fornisce indicazioni sulle modalità di accreditamento sulla base di

Dettagli

IL SISTEMA DI VALUTAZIONE DEL COMUNE DI FIRENZE. Manuale applicativo

IL SISTEMA DI VALUTAZIONE DEL COMUNE DI FIRENZE. Manuale applicativo IL SISTEMA DI VALUTAZIONE DEL COMUNE DI FIRENZE Manuale applicativo Firenze, 23 luglio 2009 INDICE 1. PREMESSA 2. I PRINCIPI DEL SISTEMA DI VALUTAZIONE 3. COSA SI VALUTA 4. LA VALUTAZIONE DEI RISULTATI

Dettagli

Procedura di verifica annuale del mantenimento dei requisiti

Procedura di verifica annuale del mantenimento dei requisiti Allegato 4 Definizione delle procedure operative in materia di accreditamento delle strutture formative della Regione Marche Procedura di verifica annuale del mantenimento dei requisiti 1. Generalità...

Dettagli

GESTIONE DEL PERSONALE

GESTIONE DEL PERSONALE 1 GESTIONE DEL PERSONALE Documento redatto da: Reparto Funzione Nome Firma Data Organismo di Vigilanza Organismo di Vigilanza Approvato dal Consiglio di Amministrazione in data 13 maggio 2010 2 1 INDICE

Dettagli

GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA

GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA GESTIONE DI PROGETTO E ORGANIZZAZIONE DI IMPRESA Il project management nella scuola superiore di Antonio e Martina Dell Anna 2 PARTE II ORGANIZZAZIONE DEL PROGETTO UDA 4 IL TEAM DI PROGETTO LEZIONE: IL

Dettagli

MANSIONARIO DELL AGENZIA FORMATIVA ALL.03

MANSIONARIO DELL AGENZIA FORMATIVA ALL.03 MANSIONARIO DELL AGENZIA FORMATIVA ALL.03 Pagina 1 di 7 DATA I EMISSIONE: 12/01/2008 Resp. Redazione RGSQ Resp. Verifica RGSQ Resp. Approvazione DIR REVISIONI DATA MODIFICHE RESP. VERIFICA GESTIONE SISTEMA

Dettagli

COMUNE DI TAURISANO Provincia di Lecce

COMUNE DI TAURISANO Provincia di Lecce ALLEGATO B COMUNE DI TAURISANO Provincia di Lecce ************ REGOLAMENTO SUL CICLO DI GESTIONE DELLA PERFORMANCE E SULLA ISTITUZIONE E FUNZIONAMENTO DELL'ORGANISMO INDIPENDENTE DI VALUTAZIONE (O.I.V.)

Dettagli

Sviluppo Azienda S.r.l.

Sviluppo Azienda S.r.l. La società SVILUPPO AZIENDA S.r.l. Organizzazione, Direzione e Gestione delle Aziende basa la propria competenza e professionalità sull'esperienza ormai consolidata dei propri Soci, Collaboratori e Partner,

Dettagli

Lesson learned esperienza di attivazione PMO. Il Modello e i Processi a supporto

Lesson learned esperienza di attivazione PMO. Il Modello e i Processi a supporto Lesson learned esperienza di attivazione PMO Il Modello e i Processi a supporto Indice Il contesto di riferimento Il modello PMO ISS L integrazione nei processi Aziendali Lessons Learned Contesto di riferimento

Dettagli

ORGANIGRAMMA AQP di 1 livello

ORGANIGRAMMA AQP di 1 livello ORGANIGRAMMA AQP di 1 livello Amministratore Unico Costantino Unità Comunicazione e Relazioni Esterne Palumbo Direzione Tutela Giuridica e Compliance Martellino Direttore Generale Di Donna Unità Sicurezza

Dettagli

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE

PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE PROGETTI DI SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE PROVINCIALE Titolo progetto: Ente: ALDEBRA SPA Indirizzo: VIA LINZ, 13 38121 TRENTO Recapito telefonico: 0461/302400 Indirizzo e-mail: info@aldebra.com Indirizzo

Dettagli

Organizzazione aziendale e controllo di gestione

Organizzazione aziendale e controllo di gestione Organizzazione aziendale e controllo di gestione I nostri servizi: Definizione procedure di pianificazione e controllo Studio e miglioramento lay-out Studio tempi e metodi di lavorazione Ottimizzazione

Dettagli

REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DI RETELIT SPA. 28 Agosto 2015

REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DI RETELIT SPA. 28 Agosto 2015 REGOLAMENTO DEL SISTEMA DI CONTROLLO INTERNO E DI GESTIONE DEI RISCHI DI RETELIT SPA 28 Agosto 2015 Retelit S.p.A. Viale Francesco Restelli 3/7-20124 Milano (MI) Tel. (39) 02 2020 45.1 - Fax (39) 02 2020

Dettagli

COMUNE DI BARI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO. Pag. 1 di 9

COMUNE DI BARI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO. Pag. 1 di 9 COMUNE DI BARI CAPITOLATO SPECIALE D APPALTO DEL SERVIZIO DI BROKERAGGIO ASSICURATIVO Pag. 1 di 9 Art. 1 Finalità Il presente capitolato ha per oggetto l affidamento del servizio di brokeraggio e consulenza

Dettagli

Direzione Marketing Small Business Missione

Direzione Marketing Small Business Missione Direzione Marketing Small Business Missione Soddisfare i bisogni della clientela Small Business 1, compresi gli Enti, attraverso un presidio integrato di segmento, prodotto e canale Definire un modello

Dettagli

ASSISTENZA SPECIALISTICA PER LA GESTIONE E

ASSISTENZA SPECIALISTICA PER LA GESTIONE E PROCEDURA RISTRETTA (AI SENSI DEL D.LGS. 163/2006 E S.M.I.) PER L ACQUISIZIONE DEI SERVIZI DI ASSISTENZA SPECIALISTICA PER LA GESTIONE E L EVOLUZIONE DEL PATRIMONIO SOFTWARE DELLA CAPITOLATO TECNICO ALLEGATO

Dettagli

Riorganizzazione del sistema aziendale (ORG)

Riorganizzazione del sistema aziendale (ORG) PROGETTO DI CONSULENZA DIREZIONALE Obiettivo principale: Riorganizzazione del sistema aziendale (ORG) Data / / Nome azienda Sede Legale Premessa: In relazione agli obiettivi emersi nel corso dell incontro

Dettagli

Decreto n. 234.13 Prot. 5276 IL RETTORE

Decreto n. 234.13 Prot. 5276 IL RETTORE Decreto n. 234.13 Prot. 5276 IL RETTORE - Viste le Leggi sull Istruzione Universitaria; - Visto l art.11, comma 2, del Decreto Legislativo 27 ottobre 2009, n.150 Attuazione della legge 4 marzo 2009, n.

Dettagli

MODELLO di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO

MODELLO di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO MODELLO di ORGANIZZAZIONE GESTIONE e CONTROLLO Decreto Legislativo n 231 del 8 giugno 2001 ed aggiornamenti Responsabilità amministrativa delle Società Rev Data Descrizione Redatto Approvato 3 11.01.10

Dettagli

POLITICHE DI REMUNERAZIONE A FAVORE DEGLI

POLITICHE DI REMUNERAZIONE A FAVORE DEGLI POLITICHE DI REMUNERAZIONE A FAVORE DEGLI ORGANI SOCIALI E DEL PERSONALE ai sensi del Regolamento ISVAP n. 39 del 9 giugno 2011 Definite nella seduta del Consiglio di Amministrazione del: 31 / 03 / 2015

Dettagli

I N P D A P Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica

I N P D A P Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica I N P D A P Istituto Nazionale di Previdenza per i Dipendenti dell Amministrazione Pubblica GARA AI SENSI DEL D.LGS. 157/95 e s.m.i. PER FORNITURA DI SERVIZI PROFESSIONALI A SUPPORTO DEL PROGETTO DI GESTIONE

Dettagli

ASSESSORADU DE SOS AFÀRIOS GENERALES, PERSONALE E REFORMA DE SA REGIONE ASSESSORATO AFFARI GENERALI, PERSONALE E RIFORMA DELLA REGIONE

ASSESSORADU DE SOS AFÀRIOS GENERALES, PERSONALE E REFORMA DE SA REGIONE ASSESSORATO AFFARI GENERALI, PERSONALE E RIFORMA DELLA REGIONE ASSESSORADU DE SOS AFÀRIOS GENERALES, PERSONALE E REFORMA DE SA REGIONE ASSESSORATO AFFARI GENERALI, PERSONALE E RIFORMA DELLA REGIONE Direzione generale degli affari generali e della società dell'informazione

Dettagli

ALLEGATO B PROGETTO SISTEMA AMMINISTRATIVO CONTABILE DYNAMICS NAV

ALLEGATO B PROGETTO SISTEMA AMMINISTRATIVO CONTABILE DYNAMICS NAV ALLEGATO B PROGETTO SISTEMA AMMINISTRATIVO CONTABILE DYNAMICS NAV Indice 1 OGGETTO DELLA REALIZZAZIONE 1 2 ELEMENTI DELLA PROPOSTA TECNICA DEL SISTEMA E DEL PROGETTO DI IMPLEMENTAZIONE 2 3 INFORMAZIONI

Dettagli

Proposta organizzativa per CdA del 29/7/15

Proposta organizzativa per CdA del 29/7/15 PROT. 5585/2015 Proposta organizzativa per CdA del 29/7/15 ARCA S.p.a. Organigramma Presidenza Relazioni Istituzionali e Comunicazione Segreteria Generale e Affari Societari Program Management e Internal

Dettagli

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE. Art. 1 Il Consiglio di Amministrazione

REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE. Art. 1 Il Consiglio di Amministrazione REGOLAMENTO DEL CONSIGLIO DI AMMINISTRAZIONE Art. 1 Il Consiglio di Amministrazione La Società è amministrata da un Consiglio di Amministrazione composto da un numero di membri non inferiore a sette e

Dettagli

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D. Lgs. 231/2001 GOVERNANCE ORGANIZZATIVA

Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D. Lgs. 231/2001 GOVERNANCE ORGANIZZATIVA Modello di organizzazione, gestione e controllo ex D. Lgs. 231/2001 Rev. 1-20/10/2010 GOVERNANCE ORGANIZZATIVA 1. Sistema di governance organizzativa L assetto organizzativo, amministrativo e contabile

Dettagli

E. Struttura e organizzazione del sistema

E. Struttura e organizzazione del sistema E. Struttura e organizzazione del sistema E. Struttura e organizzazione del sistema E.1 Sistema di gestione L azienda dovrebbe strutturare il SGSL seguendo i contenuti espressi nel presente documento,

Dettagli

LISTA DI RISCONTRO PER LE VERIFICHE ISPETTIVE DEL SGS

LISTA DI RISCONTRO PER LE VERIFICHE ISPETTIVE DEL SGS LISTA DI RISCONTRO PER LE VERIFICHE ISPETTIVE DEL 1. Documento sulla politica di prevenzione, struttura del e sua integrazione con la gestione aziendale i Definizione della Politica di prevenzione - Verificare

Dettagli

REGIONE BASILICATA ALLEGATO 1. Scheda Servizi

REGIONE BASILICATA ALLEGATO 1. Scheda Servizi REGIONE BASILICATA ALLEGATO 1 Scheda Servizi Sommario 1. PREMESSA... 3 1.1. Definizioni e Acronimi... 4 2. I SERVIZI OGGETTO DELL APPALTO... 5 2.1 Tipologie di servizi richiesti... 5 2.1.1 Gestione dei

Dettagli

COMUNE DI CORCIANO PROVINCIA DI PERUGIA REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI

COMUNE DI CORCIANO PROVINCIA DI PERUGIA REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI COMUNE DI CORCIANO PROVINCIA DI PERUGIA REGOLAMENTO SUL SISTEMA DEI CONTROLLI INTERNI ALLEGATO ALLA DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N. 10 DEL 19 MARZO 2015 CAPO I PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto

Dettagli

PROCEDURA ORGANIZZATIVA

PROCEDURA ORGANIZZATIVA PO.08 03 pag. 1 di 13 INDICE: 1. SCOPO 2. APPLICABILITÀ 3. CONFORMITÀ 4. RESPONSABILITÀ 5. DOCUMENTI DI RIFERIMENTO 6. ACRONIMI UTILIZZATI NELLA PROCEDURA 7. DESCRIZIONE DELLA PROCEDURA 8. MODULISTICA

Dettagli