Piano dell Offerta Formativa

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Piano dell Offerta Formativa"

Transcript

1 Liceo Classico e Liceo Scientifico G. Chelli Per sapere dove sei e arrivare dove vuoi Piano dell Offerta Formativa a.s Approvato dal Collegio dei Docenti il 23/09/2014 ed adottato dal Consiglio di Istituto il 3/10/2014 Tel Fax Viale Ferrucci, 11 Grosseto

2 Ciò che ci sta più a cuore Il Liceo Paritario Giovanni Chelli, voluto da S. E. Mons. Angelo Scola, è nato nel 1997 ed è gestito dall omonima Fondazione diocesana. Lo stile del Chelli si fonda sulla certezza che: la scuola è basata sul Vangelo: Gesù Cristo è l immagine della pienezza dell uomo alla quale vogliamo tendere la persona, unità di mente e di cuore, è il valore più prezioso ed è libera di poter vivere un esperienza cristiana forte la scuola è fatta per scoprire e valorizzare i talenti di ciascuno un ambiente sereno ed un rapporto positivo con insegnanti competenti e motivati permette che si formino delle persone consapevoli, aperte al mondo, che non hanno paura delle sfide che c la realtà presenta e guardano avanti con coraggio e speranza nei nostri tempi una formazione seria ed una preparazione solida sono, più che mai, un investimento per il proprio futuro persp ersonale e per il bene di tutti. 2

3 La nostra offerta formativa Il Liceo Paritario Chelli offre due indirizzi - classico e scientifico - ed entrambi sono caratterizzati da un deciso potenziamento linguistico ed un ampia possibilità di scelta di materie opzionali ed attività extra- curriculari, che affiancano le discipline più tradizionali. Queste caratteristiche sono state pensate ed attuate perché i nostri ragazzi possano costruire basi culturali solide attraverso uno studio tipicamente liceale, utilizzando le tecnologie di oggi quotidianamente per il lavoro in classe e quello personale a casa raggiungere competenze trasversali autentiche che sono sempre più indispensabili per la vita nel nostro tempo (life skills): la conoscenza di se stessi e l autoconsapevolezza, la capacità di prendere decisioni e di risolvere problemi, la capacità di instaurare relazioni positive con gli altri e di lavorare in gruppo, di comunicare efficacemente e di gestire le proprie emozioni e le difficoltà, imparando a lavorare con creatività e flessibilità. Questi due pilastri, per noi fondamentali e sempre più ricercati, sono concepiti come parte essenziale della formazione integrale della persona e, quindi, vera preparazione all università e all ingresso nel mondo del lavoro. Con una mentalità imprenditoriale. LICEO CLASSICO Il Liceo Classico si propone di formare delle persone capaci di elaborare una visione critica della realtà, che abbiano acquisito i metodi propri degli studi classici e umanistici e collochino il pensiero scientifico all interno di un quadro culturale completo e attento alla padronanza della lingua inglese, per poter costruire il proprio successo personale. LICEO SCIENTIFICO Il Liceo Scientifico intende formare delle persone capaci di sfruttare al meglio il nesso tra cultura scientifica e tradizione umanistica e di individuare e risolvere problemi di varia natura, che abbiano una vera padronanza della lingua inglese ed abbiano maturato quelle competenze metodologiche e trasversali che sono essenziali per la propria realizzazione. I Piani di studio L anno scolastico è suddiviso in due quadrimestri. La settimana di lezioni curriculari si svolge al mattino, su 6 giorni, e, tenendo conto della possibilità di scegliere le materie opzionali e delle esigenze di chi deve usufruire dei trasporti pubblici o risiede lontano dall Istituto, è organizzata secondo il seguente piano orario: 3

4 Liceo Classico Chelli a.s I Liceo Classico II Liceo Classico III Liceo Classico IV Liceo Classico V Liceo Classico Italiano Latino Greco Inglese* Storia e Geografia 3 3 Storia*** Filosofia*** Matematica** Fisica*** Scienze*** Storia dell Arte*** Ed. Fisica Religione TOTALE English Plus 2* 2* 2* Seconda Lingua 2 Straniera IT Lab 1 1 Diritto Life Skills e Imprenditorialità**** * di cui 1 ora con madrelingua ** con informatica al primo biennio *** CLIL **** lezioni mensili di 4 ore 4

5 Liceo Scientifico Chelli a.s ^ Scient 2^ Scient 3^ Scient 4^ Scient 5^ Scient Italiano Latino Inglese* Storia e Geografia 3 3 Storia*** Filosofia*** Matematica** Fisica*** Scienze*** Disegno Storia dell Arte*** Ed. Fisica Religione TOTALE English Plus 2 * 2* 2* Seconda Lingua Straniera 2 IT Lab 1 1 Diritto Life Skills e Imprenditorialità**** * di cui 1 ora con madrelingua ** con informatica al primo biennio; *** CLIL ****articolate in lezioni mensili di 4 ore 5

6 L orario Riguardo la giornata di lezione, il Collegio dei Docenti ha deliberato la seguente articolazione oraria, per favorire la concentrazione nelle ultime ore e per facilitare il ritorno a casa degli alunni pendolari. Attività Inizio Fine 1 Ora Ora Intervallo Ora Ora Intervallo Ora Ora La scelta di fondo La scuola, un ambiente sereno e fecondo che segue le sue regole (REGOLAMENTO DI ISTITUTO), è fatta per scoprire e valorizzare, nel rispetto dell altro, i talenti di ciascuno e per guidare ognuno all acquisizione di un metodo di studio rigoroso, efficace ed autonomo. Imparare a domandarsi sempre il perché delle cose, grandi o piccole che siano, è il nucleo di ogni indagine ben condotta e destinata al successo. Accompagnamento liturgico e spirituale Nella libertà di scegliere, si propone preghiera all inizio della prima ora di lezione S. Messe e celebrazioni liturgiche (inizio e fine anno, Natale, imposizione delle Ceneri e Pasqua) pellegrinaggi incontri periodici di formazione esperienze di volontariato possibilità di colloqui con l Assistente spirituale possibilità di esperienze estive di vita cristiana. 6

7 Tutoring Ogni alunno sceglie un docente tutor quale punto di riferimento per il proprio percorso formativo. Nel biennio il tutor, con incontri periodici (almeno ogni due mesi), offre all alunno l ascolto e i consigli professionali che lo aiutino a gestire con profitto il suo impegno scolastico per il raggiungimento del proprio successo formativo. Inoltre lo può consigliare sugli aspetti generali che riguardano la vita scolastica nel suo insieme e le relazioni con gli altri. Il tutor incontra personalmente i genitori (se possibile insieme) almeno due volte a quadrimestre, li aggiorna sulle novità del percorso del figlio, commenta il profitto in tutte le materie, parla del ragazzo nel suo insieme, e con loro stabilisce mete di profitto e formative; si fa carico di intervenire tempestivamente quando necessario, suggerendo strategie e metodi per risolvere le eventuali difficoltà, in accordo con gli altri docenti. Al tutor compete un lavoro sistematico, che si fonda su una relazione personale di fiducia con i genitori e con l alunno, per aiutarlo a crescere come persona, a dare il massimo delle sue capacità e ad aprirsi con fiducia agli altri e alla realtà. Nel triennio il rapporto tutor alunno è più libero: gli studenti sono più grandi e maturi, meglio inseriti nel contesto scolastico e possono più facilmente gestire i loro rapporti con tutti i docenti; pertanto non ci sono obblighi di incontri programmati. Il tutor interviene su richiesta dell alunno o del Consiglio di Classe. Lo studio dell inglese Sono previste più ore di inglese rispetto a quelle richieste dalla Riforma Gelmini (+1 alla settimana per tutti e cinque gli anni) per raggiungere un ottima padronanza della lingua, favorita anche dalla compresenza con un docente madrelingua, un ora alla settimana. Inoltre, viene sfruttata ogni possibilità di uso della lingua sul campo : viaggi di istruzione, campus, soggiorni di studio e di lavoro. Partecipazione alle attività della community di E- Twinning e progetti Erasmus +. La preparazione raggiunta viene costantemente verificata attraverso le certificazioni: Cambridge PET, dal secondo anno Cambridge FCE, dal terzo anno Cambridge CAE e IELTS, dal quarto anno. IELTS (International English Language Testing System) è il test più riconosciuto al mondo, nell ottica della mobilità internazionale. Inoltre, IELTS non è solo la certificazione che bisogna conseguire per studiare o lavorare all'ʹestero, ma è anche largamente accettato in Italia. Infatti, prestigiose università (fra cui Politecnico di Torino, Bocconi, LUISS, Alma Mater Bologna) e istituzioni di alta formazione italiane riconoscono i risultati di IELTS per scopi accademici. Fra i vari utilizzi si ricordano l'ʹesenzione parziale o totale da esami interni di inglese, il riconoscimento di crediti formativi (C.F.U.) e la partecipazione a programmi internazionali come Erasmus +. 7

8 CLIL: Content and Language Integrated Learning Già dal primo biennio, la Lingua Inglese da tempo viene usata come strumento di comunicazione per apprendere contenuti di altre materie: ciò aumenta notevolmente le possibilità di sviluppare buone abilità sia in campo linguistico sia nell ambito di strategie metodologiche efficaci che potenziano l autonomia e l autostima. Per questo, fin dal primo anno, i ragazzi frequentano l IT Lab con contenuti in Lingua Inglese e svolgono argomenti delle materie umanistiche e scientifiche in Inglese. Inoltre, da questo anno scolastico, il gruppo di lavoro dedicato al CLIL (GL CLIL) propone ai singoli consigli di classe una serie di attività per potenziare questo tipo di apprendimento integrato. Nel quinto anno, gli argomenti affrontati con metodologia CLIL saranno soprattutto in Scienze, ma anche in Storia, Filosofia, Fisica e Storia dell Arte. Life Skills e Imprenditorialità Un formatore professionista e consulente aziendale guida i ragazzi nel percorso verso il raggiungimento di buone competenze trasversali per favorire l imprenditorialità, come capacità di sviluppare qualcosa di concreto per sé e per gli altri. Due le principali tematiche che si affronteranno nei primi due anni: competenze relazionali e competenze organizzative. I due ambiti raccolgono un insieme di abilità che è sempre maggiormente richiesto nel contesto aziendale perché incide direttamente sulla produttività individuale e indirettamente su quella di gruppo. Le abilità relazionali e organizzative si rivelano utili anche in ambito scolastico, prima ancora che su quello lavorativo, perché saper costruire e gestire buone relazioni con compagni di classe e insegnanti rappresenta senza dubbio un primo successo personale. Se a questo aggiungiamo la capacità di gestire il tempo in maniera efficace, è possibile ridurre gli sforzi e aumentare i risultati in termini di prestazione scolastica. Per questo motivo i corsi annuali saranno suddivisi in 5 lezioni monotematiche di 4 ore ciascuna; il primo focus sarà sulla comunicazione efficace e le relazioni interpersonali ed il secondo sul time management e il problem solving. Infine, all ultimo anno, il percorso si focalizza su una sfida di Impresa e sul coaching, per favorire scelte consapevoli nei nostri ragazzi giunti alla fine del percorso liceale e perché imparino a concepirsi come imprenditori dei propri talenti. Alternanza scuola- lavoro La scuola intende potenziare il prezioso rapporto di collaborazione fra scuola e territorio, al fine di continuare a sostenere e incentivare opportunità ed iniziative che siano in grado di suscitare entusiasmo ed interesse negli studenti, stimolandone la partecipazione ad un esperienza di alto valore dal punto di vista formativo. L alternanza scuola- lavoro rappresenta una efficace ed innovativa metodologia didattica che risponde ai bisogni individuali di formazione e valorizza l apprendimento in situazione lavorativa, l acquisizione di competenze trasversali, lo sviluppo di abilità mentali e comportamentali. 8

9 Technet La scuola intende potenziare il prezioso rapporto di collaborazione con il territorio, offrendo alla nostra città numerose possibilità di certificare competenze formali e non- formali, utili nel mondo scolastico- universitario e del lavoro. Per questo abbiamo stilato una convenzione con Technet Europe s.r.l (www.techneteu.com) e siamo diventati test center autorizzato. Nel nostro Istituto sono erogati esami per certificazioni di vario tipo: O business Management (PMI) e software management (Itil, Ifpug) O informatica e programmazione (Adobe, Microsoft, Oracle, Java) O reti (Cisco, juniper, extreme...) e Storage (EMC2...) O Inglese, Francese, Tedesco, Spagnolo ed anche Italiano per stranieri (Toefl, Toeic, Bulats, IELTS, CELI) O competenze infermieristiche e di altre professioni liberali con e senza albo. Inoltre, si possono sostenere in sede anche test di ammissione ad università italiane e Internazionali (test ACT, SAT, GED) ed a corsi di specializzazione (GMAT, GLAW, UKCAT). Chelli + : il nostro ampliamento dell Offerta Formativa Chelli + Imparare Crescere Progettare Comunicare Vivere bene! I nostri studenti hanno la possibilità di personalizzare il proprio percorso formativo con attività opzionali volte ad approfondire interessi culturali specifici. Le opportunità sono sia di tipo quinquennale che programmate annualmente; queste ultime vengono stabilite all inizio dell anno scolastico. La scelta degli approfondimenti da attivare è compito del Collegio dei Docenti ed avviene sulla base delle proposte dei docenti e delle richieste di studenti e famiglie, tenendo conto della programmazione generale della scuola e delle sollecitazioni provenienti dal territorio. Diritto Opzionale nel triennio: un ora alla settimana per tutto l anno scolastico, gestita da un avvocato professionista. Al terzo e quarto anno si forniranno agli studenti le basi del linguaggio giuridico ed un metodo che consenta loro di analizzare ed affrontare i problemi della vita sociale nell ottica del Diritto; inoltre verranno trattati i principi fondamentali di diritto sostanziale e le nozioni di base del Diritto Privato. All ultimo anno, ci si concentrerà sul processo inteso come strumento per la risoluzione dei conflitti sociali e per l attuazione in concreto del diritto sostanziale, con particolare attenzione ai fatti di cronaca. Obiettivo dell intero percorso è favorire lo sviluppo di abilità e competenze che aiutino concretamente i nostri ragazzi ad orientarsi per il loro futuro. 9

10 Gli ambiti Da questo anno scolastico, ci sono quattro ambiti di proposte, ognuno con una ricca gamma di possibilità: Arte+ Lingua+ Scienze + Sport+ Lingua + Opzioni mattina solo per interni: English Plus Si tratta di un opportunità in più per raggiungere un ottima competenza in inglese e si configura come un potenziamento che, una volta scelto, diventa obbligatorio e concorre alla valutazione in Inglese. Consisterà in due ore settimanali di mattina- di inglese, (una dell insegnante curriculare ed una dell esperto madrelingua) che si aggiungono alle quattro ore obbligatorie previste dal nostro POF (tre dell insegnante curriculare ed una con la compresenza di insegnante curriculare ed esperto madrelingua). Seconda Lingua Straniera Attivabili con un numero congruo di richieste che è fissato dal Collegio dei Docenti su indicazione del Consiglio di Amministrazione della Fondazione, le opzioni della seconda lingua sono quattro: Tedesco, Francese, Spagnolo e Russo. Le lezioni consisteranno in due ore settimanali, di mattina; una volta effettuata la scelta di frequentare una delle opzioni Seconda Lingua, la frequenza diventa obbligatoria e concorre alla valutazione complessiva dell alunno. Mobilità internazionale 10

11 I soggiorni individuali di studio all estero sono consentiti nel quarto anno con una durata dai tre mesi all intero anno scolastico (CM 181, 236 e seguenti). Il Collegio Docenti ha deciso che ogni Consiglio di Classe interessato esprima il proprio parere orientativo, non vincolante, in merito al soggiorno individuale di alunni all estero, sulla base del loro andamento scolastico e delle eventuali possibilità di essere in pari con la programmazione della classe di provenienza. Durante la permanenza all estero vengono mantenuti costanti rapporti tra l alunno e il Consiglio di Classe: si garantisce allo studente la possibilità di confrontarsi con i docenti e usufruire del loro supporto per le materie del piano di studi non frequentate all estero in vista del reinserimento nella scuola italiana. Le modalità di verifica sono quelle previste dalla normativa. La valutazione terrà conto delle competenze acquisite all estero e il Consiglio di Classe progetterà un percorso personalizzato per le discipline non frequentate; infine seguirà un accertamento della preparazione globale raggiunta e, nel caso di una permanenza all estero per tutto l anno scolastico, si attribuirà il Credito Scolastico. Opzioni pomeriggio Aperte a tutti: Corsi di lingua pomeridiani Si organizzano corsi pomeridiani in preparazione alle certificazioni internazionali. Le lezioni saranno generalmente a cadenza settimanale e si svolgeranno secondo il calendario, la durata ed il costo specifici di ciascun corso. Per ragioni organizzative e per garantire la qualità dell insegnamento, è necessario che ci siano non meno di 6 e, di norma, non più di 12 iscritti a ciascun corso. In caso di un numero inferiore di richieste, non si attiverà il corso; in caso, invece, di un numero superiore di richieste ci si atterrà al seguente ordine di precedenza: alunni del Chelli, familiari di alunni del Chelli, alunni esterni, familiari di alunni esterni. I corsi proposti sono: Francese, livello A2 Giapponese, livello base Inglese X Adulti 1, livello base Inglese X Adulti 2, livello intermedio Inglese, livello B1 Inglese, livello B2 Inglese per IELTS Russo, livello base Spagnolo, livello base e/o livello intermedio Tedesco, livello base e/o livello intermedio. Tutte le informazioni sono a disposizione degli interessati nel sito della Fondazione (www.fondazionechelli.org). Arte + Solo per interni 11

12 Canto corale, ovvero Coro di Istituto Un ora alla settimana, guidati da un insegnante della Scuola di Musica Chelli, per educare all ascolto e per imparare ad esprimere tutte le emozioni con i colori della musica. Teatro Laboratorio gestito dagli studenti ed ex- studenti, partecipazione a spettacoli e rassegne teatrali. Aperti a tutti Arte: istruzioni prima dell'uso Obiettivo del corso è allenare i partecipanti a saper leggere l opera d arte in modo esperto e critico, per poter utilizzare questa competenza in tutto il proprio percorso formativo, riuscendo ad approfondire la conoscenza dell uomo e delle sue capacità. Le lezioni (24 ore) si svolgeranno da ottobre ad aprile con scansione quindicinale e avranno una durata di circa 1 ora e 30 minuti. Gli incontri consisteranno nel commento guidato di immagini di opere d'ʹarte e poi nelle tre visite guidate, proposte quest anno: Memling. Rinascimento fiammingo, mostra alle Scuderie del Quirinale a Roma (fine novembre). Caravaggio: alla scoperta delle sue opere a Roma (febbraio). Equilibrium, mostra al Museo Ferragamo di Firenze (aprile). Storia della Musica Un uomo senza musica è come un uomo senza gusto o senza udito: ha un senso in meno. G.Rodari Nella consapevolezza dell importanza che l educazione musicale assume nella conoscenza della storia di ogni popolo e nella lettura di opere artistiche, letterarie, filosofiche e scientifiche, per favorire una formazione più armonica, equilibrata e globale dei nostri giovani, cominciano da quest anno scolastico due corsi di Storia della Musica. La programmazione, sinergica con le materie curriculari, permetterà di cogliere e valorizzare le relazioni tra letterature, arte, filosofia, storia e musica. L attività prevede due proposte: Etnomusicologia, musica nei greci e in altri popoli, per gli alunni del biennio e Dal classicismo di Beethoven al Neoclassicismo di Strawinskij: contenuti, tematiche e ricerca espressiva del linguaggio musicale, per gli alunni del triennio. Entrambi i corsi sono di 24 ore e sono aperti anche agli adulti. 12

13 Scienze + Solo per interni: IT Lab Opzionale nel biennio, concepito per preparare gli esami del percorso dell ECDL (European Computer Driving License) e altre certificazioni di IT. Un ora settimanale. Chelli Ecological Club Prosegue l attività di progetto attraverso incontri con esperti e focus su argomenti scientifici, per favorire la conoscenza del nostro ambiente e di come si può rispettare, per il bene di tutti. Un incontro mensile. Aperti a tutti: Biodiversità verso Expo 2015 Quando sentiamo parlare di biodiversità, la nostra mente va immediatamente alla grande varietà delle forme di vita ospitate dalle foreste pluviali o alla barriera corallina. Tuttavia, la biodiversità è presente anche in ambienti a noi più familiari e vicini, come un campo coltivato o la nostra tavola. Questi sono i luoghi della biodiversità agraria, quella parte della diversità biologica che abbraccia tutti gli elementi propri dei cibi e dell agricoltura, grazie a cui l uomo si nutre e si sostenta. Questa risorsa così importante per la sopravvivenza del genere umano è oggi gravemente minacciata: la deforestazione, i cambiamenti climatici, la diffusione delle monocolture e la corsa alla produzione di biocarburanti stanno riducendo sempre più la varietà delle specie. La sensibilizzazione dei ragazzi nelle scuole è il punto di partenza per garantire alle generazioni future un livello idoneo di biodiversità; infatti saranno i ragazzi di oggi a prendere le decisioni di domani. Pertanto i ragazzi dovranno comprendere gli aspetti scientifici e culturali della biodiversità agraria e il suo ruolo nella realizzazione dello sviluppo sostenibile, nel raggiungimento della sicurezza alimentare e nell adattamento ai cambiamenti climatici. Il percorso verterà su questi tre argomenti fondamentali: La Biodiversità, Biodiversità e Alimentazione. Biodiversità e Sviluppo Sostenibile. (48 ore, 2 alla settimana, da ottobre ad aprile). (An Overview of) The Future In New Sciences Un corso in lingua inglese sulle biotecnologie ed il loro utilizzo, per favorire un approccio specializzato alla cultura scientifica. Gli argomenti trattati saranno: Biotechnology and applications: how biological sciences are present in our life. Biotechnology and new drugs: the switch to personalized therapy. Drug development phases: from the discovery of a new molecule to the final product. Drug clinical trials: methodological and ethical aspects. ( 24 ore, 2 alla settimana, da ottobre a gennaio). 13

14 Sport + Solo per interni Nell ottica di una crescita integrale della persona, gli alunni del Liceo possono iscriversi al Gruppo Sportivo che prevede: - allenamento di Calciotto - corso di Atletica- corpo libero- Posturale - partecipazione a campionati e competizioni Il Gruppo Sportivo è aperto a tutte le classi. Gli allenamenti di Calciotto saranno nel campo del Cottolengo, quelli di Atletica- corpo libero- Posturale al Campo Scuola Bruno Zauli. Calcio + Anche quest anno il Liceo Chelli presenterà la sua squadra di Calciotto nel torneo UISP. Il Liceo parteciperà alla serie B dopo aver clamorosamente sfiorato la Promozione alla serie A l anno scorso. L idea di Calcio + si basa su una doppia possibilità: l allenamento di due ore settimanali nel Campo del Cottolengo, aperto a tutti gli alunni, e la selezione dei giocatori delle partite, tra quelli che hanno l età per poter partecipare al campionato UISP. Ma allenandosi tutti insieme e vivendo insieme il percorso che ci porterà ad affrontare il nuovo Campionato Docenti e genitori compresi, come sempre. Da ottobre a fine Maggio, seguendo il calendario scolastico. Atletica- Corpo Libero-Posturale La proposta al femminile e non solo, è quella di due ore al Campo Scuola Bruno Zauli. Un corso da ottobre a fine maggio, strutturato su questi punti cardini: raggiungimento di un'ʹottima tonicità muscolare migliorando al contempo la capacità cardiovascolare, la forza fisica e l'ʹelasticità articolare. lezioni specifiche per il potenziamento della fascia addominale e l'ʹallungamento muscolare. Il corso è utile anche per riequilibrare e completare altre attività sportive. conoscere e perfezionare tecniche di corsa, salto e lancio, così da poter condizionare gli aspetti metabolici riguardanti la Forza, la Velocità e la Resistenza. Infine, Giochi sportivi studenteschi negli sport che praticano i nostri studenti. 14

15 Attività extra- curriculari Accoglienza Per favorire l inserimento all interno della nuova esperienza scolastica si prevedono: Ø incontri e attività comuni fra alunni dell ultimo anno della scuola secondaria di I grado ed alunni, genitori e insegnanti del Liceo Ø giornate ed iniziative di scuola aperta Ø raccordo con i docenti dell ultimo anno della scuola secondaria di I grado Ø giornata di inizio anno e/o viaggio di istruzione in autunno Ø feste di istituto: Natale, Carnevale e fine anno scolastico. Orientamento Il Liceo Chelli ha deciso di aderire al Piano Nazionale Lauree Scientifiche e di potenziare i contatti e gli interventi di docenti universitari, secondo le finalità del Piano. Per informazioni dettagliate Inoltre, al fine di sviluppare negli studenti abilità e competenze per compiere scelte personali consapevoli e mature, oltre le opzioni di istituto, si progettano: sportello uni.help informazione sulle iniziative delle Università finalizzate all orientamento contatti con le Università Statali, Bocconi, Università Cattolica, L.U.M.S.A., Luiss, Laba, Luspio conferenze di docenti universitari e di esperti nei diversi settori collegamenti via Internet con Atenei ed Enti proposte di stage in vari atenei. L attività di orientamento universitario sarà rivolta in particolare agli studenti degli ultimi due anni. Il materiale relativo si trova all Info Point Orientamento, al primo piano. Cittadinanza creativa, iniziative di volontariato attivo presso le sedi di realtà territoriali per una crescita integrale dei nostri alunni, percorsi formativi sul volontariato, interventi nelle classi a cura di esperti. Questo progetto ha come finalità la riscoperta dei valori della convivenza civile nelle esperienze vissute, per accogliere la diversa umanità, per aiutare gli altri e riuscire ad esprimere il proprio senso critico finalizzato al miglioramento della vita. Viaggi di Istruzione Concepiti per favorire relazioni serene tra ragazzi e con gli insegnanti, in contesti extra- scolastici e di valore artistico- culturale, i viaggi di istruzione si propongono nella prima fase dell anno scolastico. 15

16 Stage Linguistici estivi Per verificare e potenziare le competenze raggiunte nelle lingue, si organizzano stage linguistici estivi, con lezioni in scuole qualificate, sistemazione in famiglie selezionate e accompagnamento di nostri docenti. Studio Insieme Insegnanti esperti di materie umanistiche e scientifiche a disposizione dei ragazzi per migliorare l efficacia del metodo di studio. Dalle alle 17, lunedì, mercoledì e venerdì. Sportello della Salute Un pomeriggio al mese, possibilità di colloqui con la dott.ssa Antonella Papini, biologa- nutrizionista e con la dott.ssa Orsola Gambi Bolognini, psicoterapeuta. Scuola di Musica G. Chelli : la scuola propone corsi di strumento, di canto corale e di propedeutica. I corsi di musica classica e moderna sono rivolti a tutti coloro che vogliono avvicinarsi alla musica, a qualsiasi età. Accanto a corsi finalizzati allo studio professionale e amatoriale, promuove iniziative volte alla diffusione della cultura musicale. Per ulteriori info, visitare il sito della Fondazione: Progetti Per favorire l apprendimento di contenuti tradizionali ed il raggiungimento di vere Life Skills, proponiamo: #Altrove Promosso dal Garante per l Infanzia e l Adolescenza insieme a Dynamis e Zero, # Altrove è un progetto che vuole far scoprire ai ragazzi delle scuole superiori di Grosseto un nuovo modo per vivere la loro città e farla conoscere al web. Con creatività ed intelligenza i giovani grossetani scopriranno che altrove non è una meta da sognare o un posto diverso in cui andare, ma un modo diverso di guardare al posto in cui sei, apprezzandolo. Classi coinvolte: volontari di tutte. Adotta scienza e arte nella tua classe, per far esercitare il legame tra scienza e arte, attraverso frasi di scienziati che vengono 16

17 approfondite e interpretate, per la produzione finale di un commento e un opera d arte personale. Classi coinvolte: I LC- 1^ Liceo Scientifico, III Liceo Classico- 3^ Liceo Scientifico. Arte per l Arte - La Cattedrale di Grosseto Un progetto per gli alunni del Triennio che devono realizzare un opera d arte sulla nostra Cattedrale utilizzando qualunque tecnica: i migliori lavori saranno venduti in un asta di beneficienza per raccogliere i fondi per restaurare oggetti sacri. Climate change in our life, anno 2, continua il progetto di cooperazione scolastica multilaterale Comenius in cui sono coinvolti i seguenti istituti scolastici: Städtisches Gymnasium Gevelsberg (Germania), Colegiul Tehnic "ʺIon Creanga"ʺ (Romania) e Samsun İlkadisamsun Ilkadim Industrial and Vocational High Schoolm Endüstri Meslek Lisesi (Turchia) e noi per l Italia. L obiettivo principale di questo programma è lo sviluppo della conoscenza e della comprensione della diversità culturale e linguistica europea e del suo valore: durante le mobilities previste nel progetto, gli studenti vivranno per una settimana nelle famiglie dei ragazzi della scuola ospitante, condividendo i loro stili di vita e imparando nuove tradizioni. L obiettivo scientifico del progetto è lo studio dei cambiamenti climatici registrati nei vari paesi relazionandoli ai comportamenti tenuti dalle diverse popolazioni allo scopo di promuovere e adottare un comportamento ecologico appropriato: attraverso attività curriculari, esperimenti e laboratori, gli studenti capiranno che con ogni loro singolo gesto possono salvaguardare o danneggiare il mondo. Se si riesce a favorire una mentalità fondata su comportamenti ambientalmente sostenibili in più paesi, si può davvero contribuire ad un cambiamento culturale, radicale e globale. Dopo la prima mobility a Târgu Neamt in Romania e la seconda svoltasi l anno scorso qui da noi, quest anno si andrà in Germania e in Turchia. Oltre le normali lezioni curriculari, il progetto ha portato alla creazione del Chelli Ecological Club: continuano le attività multidisciplinari e l incontro mensile (da ottobre ad aprile) per creare un vero laboratorio di cultura scientifica. Le comunicazioni relative al progetto saranno pubblicate nel sito e inviate tramite il portale KK 2.0. Classi coinvolte: tutte. Pianeta Galileo, promosso dalla Regione Toscana, prosegue il progetto iniziato anni fa, per avvicinare i ragazzi alle scienze sperimentali, 17

18 attraverso attività di laboratorio e interdisciplinari. Conferenze ed approfondimenti con Docenti Universitari ed esperti. Classi coinvolte: tutte. Verso è un percorso che accompagnerà i nostri ragazzi a comprendere che cosa è l Expo e il suo affascinante intreccio di cultura e business, cosa significa per il paese ospitante e che cosa può significare per ragazzi che si stanno formando e, secondo lo stile del Liceo Chelli, stanno maturando una mentalità imprenditoriale. Oltre alle normali lezioni di Imprenditorialità, faranno parte del percorso anche incontri con personaggi importanti per conoscere bene la realtà imprenditoriale italiana e per avvicinarsi con più consapevolezza ai Paesi che avranno un ruolo determinante all Expo. L obiettivo principale del progetto è, quindi, contribuire a far scoprire ai ragazzi che conoscere di più e meglio è l unica via - razionale e conveniente- per diventare imprenditori dei propri talenti ed avere successo nella vita. Classi coinvolte: tutte. Genitori x Mano, incontri con esperti ed iniziative di formazione per genitori di tutte le classi su temi importanti per educare i figli e trasmettere loro una visione serena della vita. 18

19 Assetto del Liceo I Docenti La Fondazione Giovanni Chelli (Allegato 1) garantisce un personale docente composto da insegnanti preparati e disponibili, che si aggiornano costantemente anche a livello personale, partecipano ad iniziative ed attività qualificate e sono uniti da una profonda passione educativa. Preside - Coordinatore delle attività didattiche ed educative Paola Lubrina Biondo Area storico- umanistica Barbara Ambrosini, Laura Bernini, Paola Lubrina Biondo, Silvia Fastelli, Veronica Ferrari, M. Antonietta Fiornovelli, Daniela Fumanti, Giovanna Leoni, Alison Sicely. Area tecnico- scientifica Luciana Antoni, Silvia Peratoner, Fabrizio Pezzuto, Antonio Rizzo Pinna, Barbara Rossi, Alice Severi. Religione Don Pier Mosetti (Assistente) don Stefano Papini. Diritto Michele Pelosi Life Skills e Imprenditorialità Marco De Santis IT Lab Giovanni Ferrari Direttore di Coro M. Gaetano Schipani 19

20 Organizzazione interna Assistente Preside c ollab Referente oratori Referente Generale Generale R eferenti Web Coordinatori Progettual GL Referenti e di area specifici dei Consigli di ClasseC ità Segretari dei CdC 20

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof.

Presiede il Consiglio di Classe il Dirigente Scolastico, Prof. oppure per delega del Dirigente Scolastico, il Prof., funge da Segretario il Prof. ISTITUTO DI ISTRUZIONE SUPERIORE CESARE BECCARIA ISTITUTO TECNICO - SETTORE ECONOMICO - ISTITUTO PROFESSIONALE per l AGRICOLTURA e l AMBIENTE Sedi associate di - SANTADI e VILLAMASSARGIA VERBALE N. SCRUTINIO

Dettagli

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria

Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Istituto Comprensivo Statale Viale Liguria Ufficio di Segreteria: Viale Liguria Rozzano (MI) Tel. 02 57501074 Fax. 028255740 e-mail: segreteria@medialuinifalcone.it sito: www.icsliguriarozzano.gov.it Recapiti

Dettagli

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica

La nostra scuola è da sempre caratterizzata da un ambiente sereno nel quale si svolge con profitto l attività scolastica SCUOLA MEDIA ANNA FRANK di GRAFFIGNANA Via del Comune 26813 Graffignana (LO) tel. 037188966 Sezione staccata dell ISTITUTO COMPRENSIVO DI BORGHETTO LODIGIANO Via Garibaldi,90 26812 Borghetto Lodigiano

Dettagli

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI

PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER ALUNNI STRANIERI Pagina 1 di 5 PROTOCOLLO ACCOGLIENZA PER PREMESSA Il Protocollo di Accoglienza intende presentare procedure per promuovere l integrazione di alunni stranieri, rispondere ai loro bisogni formativi e rafforzare

Dettagli

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1

PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 ALLEGATO 6 ELEMENTI ESSENZIALI DEL PROGETTO PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 TITOLO DEL PROGETTO: PRIMA GLI ULTIMI 1 Settore e Area di Intervento: SETTORE: ASSISTENZA AREA: ESCLUSIONE GIOVANILE OBIETTIVI DEL

Dettagli

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ)

CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) CORSO AD INDIRIZZO MUSICALE DELL I.C. S.G. BOSCO PALAZZO SAN GERVASIO (PZ) La musica è l'armonia dell'anima Alessandro Baricco, Castelli di rabbia Premessa L insegnamento di uno strumento musicale nella

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it

Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Istituto Comprensivo di Via Nazario Sauro Brugherio Via Nazario Sauro 135 Tel. 039. 2873466 e mail istituto : icsauro@yahoo.it Anno Scolastico 2010-2011 Email: icsauro@yahoo.it Fratelli Grimm La Scuola

Dettagli

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale.

15. Provvedere ad una programmazione puntuale e coordinata dell attività didattica ed in particolare delle prove di valutazione scritta ed orale. PATTO EDUCATIVO DI CORRESPONSABILITA NORME DI COMPORTAMENTO DOCENTI: I docenti si impegnano a: 1. Fornire con il comportamento in classe esempio di buona condotta ed esercizio di virtù. 2. Curare la chiarezza

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO PROGETTO DI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI STRANIERI Classi Prime - Seconde - Terze Anno scolastico 2012-2013 SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO MASTRO GIORGIO

Dettagli

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013

CTI della provincia di Verona. Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 CTI della provincia di Verona Seminario conclusivo - Bardolino ottobre 2013 Per non perdere nessuno La crisi economica e valoriale che stiamo vivendo entra dapprima nelle famiglie e poi nella scuola. Gli

Dettagli

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI

ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI ISTITUTO STATALE D ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE CARLO LIVI Via Pietro Maroncelli 33 59013 Montemurlo (Prato) tel. +39 0574 683312 fax +39 0574 689194 email pois00300c@istruzione.it pec pois00300c@pec.istruzione.it

Dettagli

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Protocollo per l inclusione degli alunni con Bisogni Educativi Speciali L Istituto Leopoldo Pirelli si propone di potenziare la cultura dell inclusione per rispondere in modo efficace alle necessità di

Dettagli

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014

LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 LA FORMAZIONE DELLE CLASSI A.S. 2013/2014 CRITERI GENERALI PER LA FORMAZIONE DELLE CLASSI La formazione delle classi e l assegnazione delle risorse di organico deve essere coerente: - con gli interventi

Dettagli

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11

Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Relazione finale Funzione Strumentale al P.O.F. Prof. E. Venditti A. S. 2010-11 Per la quarta annualità ho ricoperto il ruolo di Responsabile del Piano dell'offerta Formativa e dell Autovalutazione di

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE

ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) PROGETTO DI EDUCAZIONE ALIMENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO DI SCUOLA MEDIA E SUPERIORE 86029 TRIVENTO (CB) Via Acquasantianni s.n. - (Tel. 0874-871770 - Fax 0874-871770) Sito web: http://digilander.libero.it/ictrivento/ - e-mail: cbmm185005@istruzione.it

Dettagli

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T

Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori. per la Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA GATTO SAIC83800T Rapporto dai Questionari Studenti Insegnanti - Genitori per la ISTITUTO COMPRENSIVO IST.COMPR. BATTIPAGLIA "GATTO" SAIC83800T Progetto VALES a.s. 2012/13 Rapporto Questionari Studenti Insegnanti Genitori

Dettagli

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco

SCHEDA DI PROGRAMMAZIONE DELLE ATTIVITA EDUCATIVE DIDATTICHE. Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco Disciplina: Matematica Classe: 5A sia A.S. 2014/15 Docente: Rosito Franco ANALISI DI SITUAZIONE - LIVELLO COGNITIVO La classe ha dimostrato fin dal primo momento grande attenzione e interesse verso gli

Dettagli

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI

IL BIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA SUPERIORE AI TEMPI DELLA GELMINI Commento Nel biennio tra le materie di base non compaiono Musica, Geografia, Storia dell Arte, Fisica, Chimica e Diritto, mentre materie come Italiano al Liceo classico, Matematica e Scienze al Liceo scientifico

Dettagli

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei

Allegato A. Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei Allegato A Il profilo culturale, educativo e professionale dei Licei I percorsi liceali forniscono allo studente gli strumenti culturali e metodologici per una comprensione approfondita della realtà, affinché

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Ufficio Scolastico Regionale per l Umbria SCHEDA PROGETTO (ex art. 9 CCNL 2006-2009) Dati identificativi dell'istituto Nome scuola/tipologia Scuola

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1-

All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI. Art. 1- All. 2 REGOLAMENTO SUI DIRITTI, DOVERI E MANCANZE DISCIPLINARI DEGLI STUDENTI Art. 1- Diritti e doveri degli studenti I diritti e i doveri degli studenti sono disciplinati dagli art. 2 e 3 del D.P.R. 21

Dettagli

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO

GIUGNO 2009 A TUTT OGGI Consorzio Regionale Parco Valle Lambro, Via Vittorio Veneto, 19 20050 TRIUGGIO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E INFORMAZIONI PERSONALI Nome Indirizzo Nazionalità 23, VIA GIOVANNI PAOLO II, 23861, CESANA BRIANZA, LC ITALIANA Data di nascita 09/02/1979

Dettagli

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA?

QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? QUANTI ANNI DURA LA SCUOLA? La scuola è obbligatoria dai 6 ai 16 anni e comprende: 5 anni di scuola primaria (chiamata anche elementare), che accoglie i bambini da 6 a 10 anni 3 anni di scuola secondaria

Dettagli

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO

TABELLA B A) TITOLI DI STUDIO D ACCESSO TABELLA B TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso l insegnamento di strumento musicale nella scuola media), VALIDE PER

Dettagli

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali

Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Condivisione di pratiche organizzative e didattiche per l inclusione scolastica degli alunni con Bisogni Educativi Speciali Che cos è il Bisogno Educativo Speciale? Il Bisogno Educativo Speciale rappresenta

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE

MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT DELLE ISTITUZIONI SCOLASTICHE E FORMATIVE Master MES - Management of Education and School 4 a EDIZIONE APRILE 2015 - NOVEMBRE 2016 partner MASTER UNIVERSITARIO IN MANAGEMENT

Dettagli

Descrizione della pratica: 1. Identificazione:

Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Descrizione della pratica: 1. Identificazione: Istituto scolastico dove si sviluppa la pratica: Al momento attuale (maggio 2008) partecipano al progetto n. 47 plessi di scuola primaria e n. 20 plessi di

Dettagli

PIANO A.S. 2015/2016

PIANO A.S. 2015/2016 Direzione Didattica Statale 1 Circolo De Amicis Acquaviva delle Fonti (BA) BAEE03600L@ISTRUZIONE.IT - BAEE03600L@PEC.ISTRUZIONE.IT www.deamicis.gov.it PIANO DELL OFFERTA FORMATIVA A.S. 2015/2016 Prendete

Dettagli

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA

LICEO CLASSICO C. CAVOUR DISCIPLINA : FISICA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ED EDUCATIVA 1. OBIETTIVI SPECIFICI DELLA DISCIPLINA PROGRAMMAZIONE PER COMPETENZE Le prime due/tre settimane sono state dedicate allo sviluppo di un modulo di allineamento per

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015

La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 La nostra offerta Anno scolastico 2014-2015 Gentile Famiglia, nel presente opuscolo trovate il Contratto di corresponsabilità educativa e formativa ed il Contratto di prestazione educativa e formativa.

Dettagli

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione

Rapporto di Autovalutazione. GUIDA all autovalutazione Rapporto di Autovalutazione GUIDA all autovalutazione Novembre 2014 INDICE Indicazioni per la compilazione del Rapporto di Autovalutazione... 3 Format del Rapporto di Autovalutazione... 5 Dati della scuola...

Dettagli

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006)

REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) REGOLAMENTO DELLA ATTIVITÀ SCOLASTICA (Revisione 0 del 10/05/2006) Articolo 1 - Ente gestore, denominazione, natura e sede della scuola 1. L Ente Ispettoria Salesiana Lombardo Emiliana, Ente Ecclesiastico

Dettagli

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA

Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA Oggetto: INSEGNAMENTO/ APPRENDIMENTO DELLE LINGUE STRANIERE E DSA PREMESSA A tutt oggi i documenti ufficiali a cui ogni docente di lingue straniere è chiamato a far riferimento nel suo lavoro quotidiano,

Dettagli

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK

RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK RELAZIONE PROGETTO THE ANIMATED E-BOOK Nome scuola: ISTITUTO TECNICO COMMERCIALE D. ROMANAZZI Indirizzo: VIA C. ULPIANI, 6/A cap. 70126 città: BARI provincia: BA tel.: 080 5425611 fax: 080 5426492 e-mail:

Dettagli

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI

PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI PERCORSI DI INCLUSIONE E DI INTEGRAZIONE PER ALUNNI CON BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI ALCUNI DATI L Istituto Trento 5 comprende 3 scuole primarie e 2 scuole secondarie di I grado. Il numero totale di alunni

Dettagli

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO.

TITOLO VALORE DI RIFERIMENTO. Istituto Comprensivo di Iseo a.s. 2012/2013 Progetto Di Casa nel Mondo - Competenze chiave per una cittadinanza sostenibile Gruppo lavoro Dott. Massetti Scuola Primaria Classi Terze TITOLO: I prodotti

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15

Scuola dell Infanzia Progettazione a.s. 2014/15 Istituto «San Giuseppe» Scuole Primaria e dell Infanzia Paritarie 71121 Foggia, via C. Marchesi, 48-tel. 0881/743467 fax 744842 pec: istitutosangiuseppefg@pec.it e-mail:g.vignozzi@virgilio.it sito web:

Dettagli

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri

Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri MPI - USP di Padova Comune di Padova Settore Servizi Scolastici Centro D.A.R.I. Una scuola per tutti Percorso di formazione per docenti Valutare gli apprendimenti degli alunni stranieri I parte a cura

Dettagli

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria

Adriana Volpato. P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria Adriana Volpato P.D.P. Piano Didattico Personalizzato sc. Primaria 19 Dicembre 2011 STRUMENTO didattico educativo individua gli strumenti fa emergere il vero alunno solo con DIAGNOSI consegnata si redige

Dettagli

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA

IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA IL CURRICOLO D ITALIANO COME LINGUA STARNIERA INDICE INTRODUZIONE scuola media obiettivo generale linee di fondo : mete educative e mete specifiche le abilità da sviluppare durante le sei sessioni alcune

Dettagli

Dichiarazione Popolazione e cultura

Dichiarazione Popolazione e cultura IX/11/1 Dichiarazione Popolazione e cultura I Ministri delle Parti contraenti della Convenzione delle Alpi attribuiscono agli aspetti socio economici e socio culturali indicati all art 2, comma 2, lettera

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con:

La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: La scuola dell infanzia, anello fondamentale del sistema formativo del paese, deve essere in continuità con: V E NIDO DIPARTIMENTO MATERNO INFANTILE R ENTI LOCALI T QUARTIERE I C SCUOLA DELL INFANZIA FAMIGLIA

Dettagli

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione.

DIREZIONE DIDATTICA Albert Sabin C.so Vercelli,157 10153 tel. 011\2426534 fax 011\ 2462435 Codice Fiscale 80093750018 e-mail TOEEO5600D@ istruzione. RELAZIONE DEL DIRIGENTE SCOLASTICO AL CONTO CONSUNTIVO 2013 La presente relazione illustra l andamento della gestione dell istituzione scolastica e i risultati conseguiti in relazione agli obiettivi programmati

Dettagli

VIAGGIANDO CON LA NATURA

VIAGGIANDO CON LA NATURA VIAGGIANDO CON LA NATURA Il progetto intende, attraverso l esplorazione del mondo naturale (terra, acqua, aria e fuoco) sistematizzare le conoscenze per comprendere l organizzazione dell ecosistema naturale.

Dettagli

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto

Urban Farming: Second Use of Public Spaces. Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking. Scheda progetto Urban Farming: Second Use of Public Spaces Sviluppare progetti per il recupero urbano Entrepreneurial thinking Scheda progetto CSAVRI - Centro Servizi di Ateneo per la Valorizzazione della Ricerca e Incubatore

Dettagli

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE

Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, LA DIDATTICA DEL FARE Istituto S.Vincenzo Erba Scuola primaria paritaria parificata LETTURA, SCRITTURA, TEATRO LA DIDATTICA DEL FARE 1 BISOGNI Sulla scorta delle numerose riflessioni che da parecchi anni aleggiano sulla realtà

Dettagli

Un percorso nell affido

Un percorso nell affido Un percorso nell affido Progetto nazionale di promozione dell affidamento familiare Ministero del Lavoro della Salute e delle Politiche Sociali Coordinamento Nazionale Servizi Affido SOMMARIO Il PROGETTO

Dettagli

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016

MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 MANAGEMENT DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI LIVELLO II - EDIZIONE IX A.A. 2015-2016 Presentazione L'Università Ca' Foscari Venezia e l'escp Europe hanno ideato il Doppio Master universitario in Management

Dettagli

SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE

SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE SERVIZI E ATTIVITA INTEGRATIVE PREMESSA 1 SERVIZIO ORIENTAMENTO E RIORIENTAMENTO 2 C.I.C. (Centro di Informazione e Consulenza) 4 SERVIZIO PSICOLOGICO 7 LA BIBLIOTECA 8 ATTIVITA CULTURALI 8 ATTIVITÀ EXTRACURRICOLARI

Dettagli

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche

Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche COMUNE di ORISTANO Provincia di Oristano Assessorato ai Servizi Sociali Regolamento Centri di Aggregazione Sociale/Ludoteche Approvato con Delibera di C.C. n. 38 del 20.05.2014 1 INDICE TITOLO I DISPOSIZIONI

Dettagli

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F.

CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. ISTITUTO ISTRUZIONE SECONDARIA SUPERIORE Giovanni Caboto GAETA CRITERI DI ASSEGNAZIONE DELLE FUNZIONI STRUMENTALI AL P.O.F. A.S. 2013-2014 1. Richiesta per accedere alle Funzioni strumentali al P.O.F.

Dettagli

Presentazione ai Dirigenti Scolastici

Presentazione ai Dirigenti Scolastici Il Progetto Adolescenza del Lions Quest International Presentazione ai Dirigenti Scolastici La scuola sta vivendo, da alcuni anni, un periodo molto complesso Potersi dotare di strumenti che facilitino

Dettagli

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo

Progetto Educazione al Benessere. Per star bene con sé e con gli altri. Progetto di Circolo DIREZIONE DIDATTICA 3 Circolo di Carpi Progetto Educazione al Benessere Per star bene con sé e con gli altri Progetto di Circolo Anno scolastico 2004/2005 Per star bene con sé e con gli altri Premessa

Dettagli

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico

imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico imparare è un esperienza, tutto il resto è informazione A. Einstein istituto tecnico istituto tecnico SETTORE TECNOLOGICO chimica e materiali elettronica e telecomunicazioni informatica meccanica e meccatronica

Dettagli

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015.

CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014. Si trasmette, in allegato, il piano delle attività per l a. s. 2014-2015. CIRCOLARE N. 9 Ravenna, 13 settembre 2014 Ai Docenti Agli Studenti Al Personale A.T.A. Alle Famiglie Al D.S.G.A. Oggetto: Piano delle attività a.s. 2014-2015 Si trasmette, in allegato, il piano delle attività

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr

ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE Moro Lamanna Mesoraca - Kr AUTOVALUTAZIONE D ISTITUTO Report Progetto ERGO VALUTO SUM PON Valutazione e miglioramento (Codice 1-3-FSE-2009-3) Anno Scolastico 2012-2013 Relatore

Dettagli

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1

RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 UNIONE EUROPEA REPUBBLICA ITALIANA REGIONE SICILIANA ISTITUTO COMPRENSIVO C. LEVI MANIACE RELAZIONE FINALE FUNZIONE STRUMENTALE AREA 1 AUTOANALISI D ISTITUTO Anno scolastico 2012/2013 RELAZIONE In data

Dettagli

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE

I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO SPORTELLO D ASCOLTO PSICOLOGICO UNO SPAZIO PER PENSARE, PER ESSERE, PER DIVENTARE ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE di Sc. Materna Elementare e Media LENTINI 85045 LAURIA (PZ) Cod. Scuola: PZIC848008 Codice Fisc.: 91002150760 Via Roma, 102 - e FAX: 0973823292 I. C. LENTINI LAURIA PROGETTO

Dettagli

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE

VERSO UN SISTEMA NAZIONALE INFEA COME INTEGRAZIONE DEI SISTEMI A SCALA REGIONALE LINEE DI INDIRIZZO PER UNA NUOVA PROGRAMMAZIONE CONCERTATA TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO IN MATERIA IN.F.E.A. (INFORMAZIONE-FORMAZIONE-EDUCAZIONE AMBIENTALE) VERSO

Dettagli

Il Ministro della Pubblica Istruzione

Il Ministro della Pubblica Istruzione Prot. n. 30/dip./segr. Roma, 15 marzo 2007 Ai Direttori Generali Regionali Loro Sedi Ai Dirigenti degli Uffici scolastici provinciali Loro Sedi Al Sovrintendente Scolastico per la Provincia di Bolzano

Dettagli

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009

RICERCA-AZIONE. l insegnamento riflessivo. Caterina Bortolani-2009 RICERCA-AZIONE ovvero l insegnamento riflessivo Gli insegnanti sono progettisti.. riflettono sul contesto nel quale devono lavorare sugli obiettivi che vogliono raggiungere decidono quali contenuti trattare

Dettagli

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09

Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Funzioni Strumentali a.s. 2008/09 Area 1 Gestione P.O.F. Prof.ssa Casertano Brigida Area 1 Monitoraggio e Valutazione del P.O.F. Prof. Spalice Giovanni Area 2 Sostegno alla funzione Docenti Prof. Rocco

Dettagli

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT

MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT MASTER IN PERFORMING ARTS MANAGEMENT edizione 2015 Foto di Benedetta Pitscheider Se il tuo futuro è lo spettacolo, il tuo presente è il Master in Performing Arts Management in collaborazione con OSMOSI

Dettagli

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI

INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI INTEGRAZIONE DEGLI ALUNNI DIVERSAMENTE ABILI PREMESSA L integrazione è un processo di conoscenza di sé e dell altro, di collaborazione all interno della classe finalizzato a creare le migliori condizioni

Dettagli

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP

GRUPPO DI LAVORO PER L INCLUSIONE DSA/BES/HANDICAP SCUOLA PRIMARIA PARITARIA SCUOLA PRIMARIA PARITARIA via Camillo de Lellis, 4 35128 Padova tel. 049/8021667 fax 049/850617 e-mail: primaria@donboscopadova.it website: www.donboscopadova.it GRUPPO DI LAVORO

Dettagli

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO

IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO IL PROGETTO PEDAGOGICO DEL SERVIZIO Premessa L estate per i bambini è il tempo delle vacanze, il momento in cui è possibile esprimersi liberamente, lontano dalle scadenze, dagli impegni, dai compiti, dalle

Dettagli

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s.

La/Il sottoscritta/o.. (cognome e nome) madre padre.. dell alunna/o.. (cognome e nome) CHIEDE L iscrizione dell... stess alunn per l a.s. n..reg.iscriz. n..matr. MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL LAZIO Liceo Classico e Linguistico Statale ARISTOFANE 00139 ROMA - VIA MONTE RESEGONE, 3 068181809 - FAX

Dettagli

La definizione L approccio

La definizione L approccio I BISOGNI EDUCATIVI SPECIALI (BES) La definizione Con la sigla BES si fa riferimento ai Bisogni Educativi Speciali portati da tutti quegli alunni che presentano difficoltà richiedenti interventi individualizzati

Dettagli

ISTITUTI PROFESSIONALI

ISTITUTI PROFESSIONALI ISTITUTI PROFESSIONALI LINEE GUIDA PER IL PASSAGGIO AL NUOVO ORDINAMENTO (d.p.r. 15 marzo 2010, n. 87, articolo 8, comma 6) 1 INDICE Premessa 1. Azioni per il passaggio al nuovo ordinamento 1.1.Rendere

Dettagli

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R.

Napoli. Riconosciuto dal Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca M.I.U.R. Napoli Centro Psicopedagogico Formazione Studi e Ricerche OIDA Scuola di Formazione riconosciuta dal M.I.U.R. Decreto 3 agosto 2011 Scuola di Formazione riconosciuta dalla P.ED.I.AS. Comunicazione Efficace

Dettagli

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area

ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework for the European Higher Education Area Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Dipartimento per l università, l alta formazione artistica, musicale e coreutica e per la ricerca ISTRUZIONE SUPERIORE Qualifications Framework

Dettagli

Possono iscriversi.. tutti i lavoratori stabilmente o temporaneamente occupati, coloro che sono in attesa di lavoro, i disoccupati, le casalinghe.

Possono iscriversi.. tutti i lavoratori stabilmente o temporaneamente occupati, coloro che sono in attesa di lavoro, i disoccupati, le casalinghe. Che cos'è il Progetto SIRIO? Il PROGETTO SIRIO (IGEA) è un corso serale per il conseguimento del Diploma di Ragioniere che riteniamo di particolare interesse per quanti non abbiano conseguito un diploma

Dettagli

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO

INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INDICAZIONI INERENTI L'ATTIVITA' PSICOLOGICA IN AMBITO SCOLASTICO INTRODUZIONE L Ordine degli Psicologi del Friuli Venezia Giulia e l Ufficio Scolastico Regionale, firmatari di un Protocollo d Intesa stipulato

Dettagli

Progetto NUOTO. Progetto. Progetto PARLAWIKI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. Progetto CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO

Progetto NUOTO. Progetto. Progetto PARLAWIKI EDUCAZIONE ALLA SALUTE. Progetto CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO EDUCAZIONE STRADALE GEMELLAGGIO EDUCAZIONE ALLA LEGALITA NUOTO XX CONCORSO LETTERARIO «POESIA A MEOLO» EDUCAZIONE ALLA SALUTE PARLAWIKI LINGUA LATINA CENTRO SPORTIVO STUDENTESCO

Dettagli

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007)

(annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA 1 (annessa quale Allegato A al Regolamento adottato con D.M. 13 giugno 2007) TABELLA DI VALUTAZIONE DEI TITOLI PER L INCLUSIONE NELLE GRADUATORIE DI CIRCOLO E DI ISTITUTO DI III FASCIA (ivi compreso

Dettagli

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it

Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Master in 2013 10a edizione 18 febbraio 2013 MANAGEMENT internazionale Villa Favorita via Zuccarini 15 60131 Ancona tel. 071 2137011 fax 071 2901017 fax 071 2900953 informa@istao.it www.istao.it Durata

Dettagli

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti

Carta dei Servizi. Dirigente Scolastico M.Augusta Mozzetti M.I.U.R. - Ufficio Scolastico Regionale per il Lazio Istituto Comprensivo Via Casalotti n. 259-00166 Roma tel. 06 61560257 fax 06 61566568 - C.F. 97714450588 Cod. mecc. RMIC8GM00D Plesso scuola primaria:

Dettagli

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1

Modena, 10 Febbraio 2015. quale meccanica per nutrire il pianeta_ concept_imprese_studenti_2015 02 10 rev.doc 1 Nutrire il pianeta: qual è il contributo delle tecnologie, e in particolare di quelle meccaniche, elettroniche, digitali realizzate in Emilia-Romagna? Idee per un progetto di ricerca economica sui sistemi

Dettagli

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO

INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO INDICAZIONI OPERATIVE ALLE COMMISSIONI DI ESPERTI DELLA VALUTAZIONE PER L ACCREDITAMENTO PERIODICO DELLE SEDI E DEI CORSI DI STUDIO 1. Attività di valutazione delle Commissioni di Esperti della Valutazione

Dettagli

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello

Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Istituto Superiore di Studi Musicali "P. Mascagni" - Livorno Regolamento per il riconoscimento di Crediti Formativi Accademici nei Corsi di Diploma accademico di primo e di secondo livello Via Galilei

Dettagli

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days

L educazione non formale e l apprendimento interculturale. Info days L educazione non formale e l apprendimento interculturale Info days Roma, 16 novembre 2009 Una donna portò suo figlio a vedere Gandhi, il quale le chiese il motivo della sua presenza. Vorrei che mio figlio

Dettagli

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ

Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ Istituto di Alta Formazione Musicale - Conservatorio Niccolò Paganini - Genova DIPARTIMENTO DI NUOVE TECNOLOGIE E LINGUAGGI MUSICALI SCUOLA DI JAZZ DCPL07 - CORSO DI DIPLOMA ACCADEMICO DI PRIMO LIVELLO

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris

BANDO. II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris BANDO II CONCORSO LETTERARIO - EDIZIONE 2015 Promosso dall Associazione Culturale Amico Libro in collaborazione con Fondazione Paolo Ferraris Spiegami i diritti dell uomo: diritto all Educazione, diritto

Dettagli

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado

Prot. n. MIUR AOODRVE.UFF.III/10821/C21 Venezia, 20 luglio 2012. Dirigenti delle scuole statali di ogni ordine e grado MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO REGIONALE PER IL VENETO DIREZIONE GENERALE Riva di Biasio Santa Croce, 1299-30135 VENEZIA Ufficio III Personale della Scuola

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

Guida alla Lingua Inglese. Anno Accademico 2013/2014

Guida alla Lingua Inglese. Anno Accademico 2013/2014 Guida alla Lingua Inglese Anno Accademico 2013/2014 Redazione e coordinamento: Area Servizi agli Studenti e ai Dottorandi Servizio Segreterie Studenti Ultimo aggiornamento: 21 febbraio 2014 Tutti gli studenti

Dettagli

English as a Second Language

English as a Second Language 1. sviluppo della capacità di usare l inglese per comunicare 2. fornire le competenze di base richieste per gli studi successivi 3. sviluppo della consapevolezza della natura del linguaggio e dei mezzi

Dettagli

PROGETTO STUD. I. O. STUDENTI IN ORIENTAMENTO

PROGETTO STUD. I. O. STUDENTI IN ORIENTAMENTO PROGETTO STUD. I. O. STUDENTI IN ORIENTAMENTO 1 Esistono difficoltà di accesso degli studenti all Università rilevate dagli esiti dei test di ingresso. 2 A ciò si aggiunge il ritardo negli studi universitari

Dettagli