Flying Doctors. Servizi di assistenza medica e specialistica per le aree rurali dell Etiopia, Kenya, Ruanda, Somalia, Sud Sudan, Tanzania e Uganda.

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Flying Doctors. Servizi di assistenza medica e specialistica per le aree rurali dell Etiopia, Kenya, Ruanda, Somalia, Sud Sudan, Tanzania e Uganda."

Transcript

1 Flying Doctors Servizi di assistenza medica e specialistica per le aree rurali dell Etiopia, Kenya, Ruanda, Somalia, Sud Sudan, Tanzania e Uganda.

2 Chi siamo Contesto La struttura sanitaria dei Paesi in cui opera AMREF Donne e bambini: il difficile rapporto tra natalita e mortalita in Africa Obiettivi Beneficiari Le attivita di AMREF Interventi a supporto di ciascuna attivita Formazione di personale sanitario: La chiave dello sviluppo e della stabilita

3 Il futuro dell Africa é in Africa. Chi siamo AMREF è la principale organizzazione sanitaria privata, senza fini di lucro, che opera in Africa Orientale. Dalla sua fondazione a Nairobi nel 1957 promuove e gestisce ogni anno 140 progetti di sviluppo sanitario in 6 paesi, impiegando oltre 800 persone, di cui il 97% africane. L unicità di AMREF risiede nel suo essere un organizzazione pienamente africana, impegnata per uno sviluppo autonomo del continente, la sua identità africana è essenziale per trovare soluzioni adeguate e sostenibili. Il lavoro nel campo della prevenzione, dell educazione alla salute e della formazione di personale locale mira sempre a generare benefici permanenti. AMREF, nel 2005, ha vinto il Bill and Melinda Gates Award per la salute globale perché è più che una voce in Africa. AMREF è azione. Ha appreso come migliorare veramente la salute in Africa chiedendo direttamente agli africani cosa fare e come farlo al meglio. Anche in Italia AMREF da voce ai protagonisti delle sfide del continente africano perché raccontino le loro soluzioni concrete e contribuiscano ad abbattere le barriere tra povertà e speranza, fra preconcetti e conoscenza. La storia di AMREF e dei Flying Doctors ha inizio nel Avviato dai fondatori di AMREF oltre 50 anni fa, l AMREF Flying Doctor s Clinical Programme - gestito dal Clinical Services Department di AMREF Kenya - è stato il primo programma di Assistenza Medica nato con l obiettivo di garantire servizi medici di base alle popolazioni delle aree remote del Kenya, trasportando i dottori volanti con piccoli aerei bimotori in aree dove nessun medico era presente, fornendo cure gratuite alle popolazioni più svantaggiate. Nati per volontà di tre chirurghi impotenti di fronte alla sofferenza e alla morte di migliaia di persone in aree rurali del continente africano, raggiungibili solo per via aerea, i Flying Doctors portano soccorso da 54 anni in molti paesi dell Africa subsahariana. Da quando, Michael Wood, un medico inglese in missione in Kenya constatò che: In Africa, se si aspetta che il paziente arrivi in ospedale, il paziente muore. Bisogna portare il medico dal paziente. Un impresa ardua, complessa e anche molto costosa. Un impresa però imprescindibile per chi si occupa di salute, per chi crede che la salute sia un diritto e soprattutto un elemento fondante per lo sviluppo equo e duraturo delle comunità.amref è 1

4 Contesto radicata da anni in 6 paesi africani dell area sub sahariana 1, dove persistono condizioni di salute negative e dove gran parte della popolazione vive ancora con meno di 1 dollaro al giorno 2 : Etiopia, Kenya, Sud Africa, Sud Sudan, Tanzania, Uganda. Collabora inoltre con altri paesi del continente intervenendo attraverso programmi specifici. Vivere ed operare in Africa orientale rappresenta una sfida continua, ci troviamo di fronte ad un panorama di povertà diffusa, di conflitti ancora irrisolti e condizioni climatiche estreme. Le popolazioni dell Africa, in particolare nella fascia sub sahariana, sono quelle che maggiormente sopportano il peso delle malattie infettive o trasmissibili esistenti al mondo e queste continuano ad essere un grande ostacolo alla loro crescita e al loro sviluppo. Gli indicatori demografici di queste zone le differenziano dal resto del mondo: alta crescita (2,5% per anno) legata ad un alta fecondità (4,9 figli per donna), bassa speranza di vita (56 anni) e elevata popolazione rurale (63%). Tutte queste caratteristiche sono vincolate alla povertà e alla incapacità dei servizi sanitari di far fronte alle necessità della popolazione. Soltanto il 54% della popolazione rurale ha accesso all acqua potabile e il 35% a servizi igienici adeguati. La mancanza d acqua potabile e la scarsa diffusione di pratiche igienico-sanitarie corrette facilita la diffusione di infezioni pericolose come la malaria, la tubercolosi, il colera, la lebbra, la meningite, la rosolia, il morbillo, la poliomielite e il tetano. Malattie nella maggior parte dei casi prevenibili e per le quali esistono efficaci trattamenti medici. 1) Per Africa sub-sahariana si intende la parte del continente africano situata a sud del Deserto del Sahara. 2) OMS, World Health Statistics 2011, il 50,25% della popolazione nei paesi dove AMREF è radicata vive con meno di 1 dollaro al giorno - dalla media è stato escluso il Sud Sudan per assenza di dati. Photo by Marco Di Lauro 2

5 La struttura sanitaria dei Paesi in cui opera AMREF La difficile condizione in cui si trovano i paesi dell Africa è aggravata dalla carenza di personale sanitario e di strutture sanitarie adeguate, soprattutto nelle comunità rurali dove, peraltro, vive il 71% della popolazione. Sebbene negli ultimi anni si sia accentuato il processo di urbanizzazione e di emigrazione dalle aree rurali alle città, di fatto l Africa continua ad essere un continente dove la maggior parte della popolazione vive in zone remote e di difficile accessibilità, il che rende ancor più difficile dotare queste aree di servizi sanitari o educativi. PAESI IN CUI AMREF LAVORA IN MANIERA RADICATA SUL TERRITORIO. Come mostra il grafico: in Uganda solo il 13% della popolazione vive in città, in Etiopia il 17%, in KenYa il 22%, in Tanzania 26% e in Sud Africa il 61% mentre il 44%(2009) 3 in Sudan. Di contro, a fronte dell attuale distribuzione degli abitanti sul territorio, in Africa orientale il 90% del personale sanitario disponibile è concentrato nei grandi centri urbani, dove opera maggiormente il sistema sanitario statale. Nonostante i governi locali abbiano sostenuto nell ultimo trentennio lo sviluppo di piccoli centri sanitari e di infermerie nelle aree rurali remote, affinché fosse garantito anche alle popolazioni che vi vivono il diritto all assistenza sanitaria di base, tali strutture, gli ospedali remoti, ancora non forniscono un servizio sanitario efficiente. L OMS Organizzazione Mondiale della Sanità Nel 2006 l OMS ha stimato che ben 57 paesi del mondo si trovano a fronteggiare una vera e propria crisi del personale sanitario (medici, infermieri, ostetriche, tecnici di laboratorio). A livello globale, questa situazione determina una carenza pari a circa 4,3 milioni di operatori sanitari; la situazione in Africa orientale è, però, particolarmente critica e, per rendere le proporzioni della crisi, possiamo dire che ci sono molti più medici in Italia ( ) che in tutti i paesi africani messi insieme ( ) 4. L OMS - Organizzazione Mondiale della Sanità - ha stimato che in Africa subsahariana il personale sanitario dovrebbe crescere di almeno un milione di unità in più per poter espandere la copertura dei servizi sanitari. LA SCARSITÀ DI RISORSE UMANE NEL SETTORE SANITARIO È, QUINDI, LA VERA PRIORITÀ SU CUI INTERVENIRE. 3) AMREF Spagna, Report sulla salute in Africa 2011; World Health Organization, World Health Statistic ) AMREF Italia, Report sulla crisi del personale sanitario a livello globale

6 Photo by Marco Di Lauro Donne e bambini: il difficile rapporto tra natalita e mortalita in Africa Nei paesi africani, sono le donne, culturalmente più vulnerabili, e i bambini ad essere maggiormente colpiti dalla crisi del sistema sanitario. L arrivo di un figlio dovrebbe essere un momento di allegria e speranza per tutta la famiglia, in qualsiasi posto del mondo; in Africa, tuttavia, la morte di molte donne durante la gravidanza, il parto o nei 42 giorni successivi al lieto evento lo rende triste e lascia molte famiglie senza il loro principale sostegno. Secondo gli indicatori ufficiali dati dall OMS In Africa la percentuale di mortalità materna è di 620 su nascite; mentre in Europa è di 21 su nascite 5. 5) World Health Organization, World Health Statistic

7 Si stima che 358,000 donne sono morte nel mondo nel 2008 per cause legate con la gravidanza, il parto o il puerperio e che il 57% di queste donne (204,000) sono morte in Africa sub sahariana 6. Numero decessi per cause relazionate con gravidanza, parto e puerperio Il fatto che un numero così alto di donne continui a morire dimostra la grande disuguaglianza che c è tra i paesi e come questa disuguaglianza colpisca specialmente queste nell accesso ai servizi sanitari, dato che la maggior parte delle morti, causate da emorragie (35%), ipertensione (18%) e cause indirette come HIV, malaria e malattie cardiache, sono evitabili con il grado di progresso scientifico attuale. Oltre alla morte si verificano altri danni alla salute per complicazioni legate alla maternità, si stima infatti che per ogni morte materna, altre 20 donne soffrono lesioni, infezioni, disabilità 7. Ancora secondo gli indicatori ufficiali - OMS - in Africa l indice di mortalità infantile (IMR) è di 80/1000 nati vivi al di sotto del primo anno di vita e di 127/1000 nati vivi entro i cinque anni di età (2009); mentre in Europa l indice di mortalità infantile è di 12/1000 nati vivi al di sotto del primo anno di vita e di 13/1000 nati vivi entro i cinque anni di età (2009) 8. La malnutrizione e l anemia rendono i bambini meno resistenti alle infezioni gastrointestinali e respiratorie la cui incidenza è accresciuta dalla mancanza d acqua potabile e dall utilizzo, quindi, d acqua e cibi contaminati. Se a tutto ciò si aggiunge l inefficienza e il limitato accesso ai servizi sanitari locali, si riducono di molto le possibilità di curare e guarire questi bambini prima che si sviluppino gravi complicazioni come disidratazione o polmonite; si riduce, inoltre, l opportunità di prevenire, mediante vaccinazioni, le malattie virali e batteriche, facendo arrivare così l indice di mortalità infantile tra i più alti. In Africa, infatti, il 49% dei bambini che muoiono prima di compiere i 5 anni di età, muoiono per polmoniti, diarrea oltre che di malaria. NEI PAESI IN CUI LAVORA AMREF: MORTALITA MATERNA (per nati vivi) COPERTURA SERVIZI ANTENATALI 2010 (%) NASCITE ASSISTITE DA PERSONALE SANITARIO QUALIFICATO 2010 (%) NASCITE CON PARTO CESAREO 2010 (%) ETIOPIA ,0 KENYA ,2 SUDAFRICA SUDAN 9 TANZANIA UGANDA (dato de 2000) ,6 4,5 3,2 3,1 6) AMREF Spagna, Report sulla salute in Africa ) AMREF Spagna, Report sulla salute in Africa ) World Health Organization, World Health Statistic ) I dati si riferiscono a tutto il territorio del Sudan prima della separazione tra il Nord e Sud del Paese proclamata il 9 Luglio

8 NEI PAESI IN CUI LAVORA AMREF: TASSO MORTALITA INFANTILE < 1 anno (per 1000 nati vivi) 2009 TASSO MORTALITA INFANTILE < 5 anni (per 1000 nati vivi) 2009 ETIOPIA KENYA SUDAFRICA SUDAN TANZANIA UGANDA ) I dati si riferiscono a tutto il territorio del Sudan prima della separazione tra il Nord e Sud del Paese proclamata il 9 Luglio

9 Obiettivi L INTERVENTO DI AMREF con il programma di Servizi di Assistenza Medica e Specialistica mira a: Migliorare la qualità della vita delle popolazioni svantaggiate dell Africa Orientale, garantendo loro il diritto alla salute e all assistenza medica, attraverso il potenziamento delle capacità dei sistemi sanitari distrettuali e la fornitura di assistenza medica e di cure. Nello specifico AMREF lavora per: Garantire un servizio regolare di assistenza medica specialistica alle comunità raggiunte; Rendere gli ospedali remoti sempre più autosufficienti attraverso un attività costante di formazione del personale medico; Documentare e monitorare la situazione sanitaria delle comunità e degli ospedali locali e capirne le problematiche, con lo scopo di risolverle; Rafforzare il legame tra i servizi sanitari offerti dalle strutture ospedaliere urbane e quelle presenti a livello locale. Svolgere attività di ricerca al fine di identificare e prevenire i problemi medici endemici che affliggono tali aree; Offrire un servizio di pronto soccorso aereo alle persone più povere. 57

10 Beneficiari Beneficiano del programma d Assistenza Medica di AMREF tutte le comunità dell Africa orientale che vivono in aree rurali e remote, spesso dimenticate dal sistema sanitario statale perchè lontane ed difficili da raggiungere con i normali mezzi di trasporto, dove, peraltro, l inadeguatezza dei servizi sanitari e la crisi del personale sanitario è maggiormente preoccupante. L intervento di AMREF mira, infatti, a garantire anche a questa parte della popolazione africana e a tutte le famiglie presenti sul territorio, l accesso ai servizi sanitari di base, oltre che specialistici. Beneficiano di tale intervento anche tutti gli operatori sanitari locali (medici, infermieri, personale comunitario e tecnici di laboratorio), che vengono coinvolti nei programmi di formazione. Si è inoltre calcolato che circa 30 milioni di abitanti delle zone rurali dell Africa orientale coperte da questo servizio beneficiano indirettamente del programma. Eperu dice che Nateleng ha cominciato a sentirsi male durante il viaggio da Loteteleit e così le ha dato un poco di sisi, un erba tradizionale che la popolazione nomade dei Turkana usa per lenire i dolori. Lassù tra le montagne non arrivano mai medicine. Se vogliamo vedere un dottore, dobbiamo camminare fino a Lokichoggio e ci si può mettere anche tre giorni. Quando ho sentito che i dottori di AMREF sarebbero venuti per darci le medicine, ho deciso di portare la mia bambina per vedere se potevano aiutarla. Grazie ai Flying Doctors di AMREF oggi Nateleng non ha più problemi. Le attivita di AMREF Oggi il Programma di AMREF opera in buona parte dell Africa Orientale e i suoi servizi medici sono organizzati in vari Outreaches, circuiti sviluppati in un area che, complessivamente eguaglia, per dimensioni e popolazione, l Europa Occidentale (1.7 milioni di Kmq e 70 milioni d abitanti) coinvolgendo, ad esclusione del Sud Africa, tutti i paesi in cui è radicata sul territorio: Etiopia, Kenya, Sud Sudan, Tanzania, Uganda. Interviene, inoltre, attraverso questo specifico programma anche in Somalia e in Ruanda. Con l obiettivo di garantire alle popolazioni africane che vivono nelle aree rurali - in molti casi impossibili da raggiungere se non per via aerea - il Diritto alla Salute e all Assistenza Medica, AMREF, attraverso l attività degli infaticabili medici volanti, offre importanti servizi a sostegno degli ospedali remoti di questi paesi, raggiungendo più di 150 ospedali locali. Le strutture sanitarie presenti in queste aree rurali sono per lo più fatiscenti e carenti relativamente ad attrezzature, medicinali e al personale sanitario. 8

11 IN VOLO PER LA SALUTE DELL AFRICA Si chiama OUTREACH: è il padre di Amref, la bandiera che sventola più alta sulla lunga storia di questa organizzazione, nata in Africa per migliorare la salute degli Africani. Lo portano avanti, senza interruzioni da 54 anni, i Flying Doctors. Sono oltre 300, specialisti in varie discipline mediche che condividono la missione di AMREF: portare la salute a casa di chi non ce l ha e non riesce a raggiungerla. La casa in questione è quella della loro gente, del popolo di cui fanno parte. Si perché, i dottori volanti sono africani e prestano servizio nei propri paesi a dispetto di quello che si pensa e si dice dell Africa. Compiono missioni brevi ma regolari, in territori poveri di strutture sanitarie, con uno staff poco formato e una mancanza di rifornimenti ed equipaggiamenti che rendono qualitativamente scarso l accesso e l utilizzo dell assistenza medico-sanitaria da parte delle comunità rurali. I Flying Doctors assistono, clinicamente o chirurgicamente i pazienti che hanno patologie difficili da curare in mancanza di farmaci, di specialisti e di formazione. Al fine di supportare l attività di questi ospedali remoti, grazie ai rapporti dettagliati redatti e forniti di volta in volta dagli stessi medici e in base, quindi, alle necessità riscontrate, sono selezionati, ogni anno, medici specialisti tra cui chirurghi generici, chirurghi ortopedici, chirurghi ricostruttivi e plastici, ginecologi, ostetrici, urologi, pediatri, medici generici, dermatologi, tecnici di laboratorio, assistenti alla sala operatoria e altri che, periodicamente, da 2 a 6 volte l anno, a seconda della tipologia e del numero di interventi da realizzare, compiono voli diretti a portare assistenza medica e cure specialistiche a quanti, senza il loro ausilio, sarebbero destinati alla morte. 9

12 Ciascun intervento effettuato in ognuna di queste strutture sanitarie è annualmente concepito, programmato e coordinato tenendo conto del numero di pazienti, delle patologie riscontrate, dell ubicazione e delle inadeguatezze della struttura stessa e delle competenze del personale sanitario locale che ivi svolge il suo lavoro. Lo scopo è quello di garantire, mediante l organizzazione d azioni mirate, un servizio attento ed efficiente, in grado di dare ascolto e soluzione alle reali necessità delle popolazioni locali. Come funziona l outreach: Sono otto aerei leggeri, due ambulanze e due elicotteri, i mezzi che permettono ai dottori volanti di svolgere la loro missione e di raggiungere quelle aree da tutti ormai dimenticate. Per meglio coordinare le loro attività e al fine di risolvere le questioni logistiche e quelle tecniche legate a ciascuna visita specialistica AMREF ha reso, altresì, operativa una fitta rete di comunicazione via radio - con una sala di controllo con sede a Nairobi e 136 stazioni ad alta frequenza, distribuite su tutta l area d interesse - per mezzo della quale sono programmati gli orari dei voli, inviate le liste dei pazienti e delle patologie riscontrate ed è garantita, ancora, assistenza medica a distanza per quei casi clinici particolarmente difficili e complessi. Prima d ogni visita, gli ospedali sono contattati, al fine di stabilire il tipo d intervento che per ognuno dovrà essere organizzato e, in base ai casi segnalati, si identificano le priorità sanitarie e si pianifica il rifornimento di medicinali e attrezzature necessarie a condurre l intervento. In seguito, a missione compiuta, ogni medico specialista è tenuto a riferire sul numero di pazienti visitati, sulle operazioni eseguite, le cure post operatorie somministrate e su tutte le questioni sanitarie di rilevante importanza necessarie per coordinare le successive visite e per migliorare ancora gli interventi per il futuro. 10

13 Tra i Servizi d Assistenza Medica AMREF fornisce: Assistenza Medica Specialista Con questo intervento, diretto a supportare gli ospedali dell Africa orientale più isolati e che maggiormente presentano problemi di carenza del personale sanitario viene fornita una costante Assistenza Medica Specialistica alle popolazioni locali e, allo stesso tempo, un attività continua di formazione rivolta a medici, infermieri e altri operatori sanitari come i clinical officers, soprattutto, attraverso dimostrazioni pratiche in sala operatoria, visite in corsia e procedure di laboratorio - formazione informale sul campo -. Ogni paziente diviene, quindi, oggetto di studio apportando, così, benefici agli operatori sanitari che accrescono la loro preparazione medica e alla comunità locale che beneficia di tale aumento. A questo tipo di formazione sono, inoltre, affiancate ore di formazione formale. La formazione è, infatti, un fattore, dal quale non si può prescindere se si mira ad accrescere le competenze del personale sanitario locale e favorire, sempre più, l autonomia delle strutture sanitarie nelle quali esso opera. L attività di formazione è condotta, oltre che dallo staff di AMREF, da medici specialisti che operano, normalmente, in una delle 5 strutture ospedaliere nazionali aventi sede nei grandi centri urbani - tra i quali il Kenyatta National Hospital di Nairobi - e che vengono, a tal fine, ingaggiati a tempo determinato, grazie ad un accordo di collaborazione. Assistenza Chirurgica Specialistica Tramite questo tipo d intervento viene offerto un importante Servizio di Chirurgia Specialistica, in particolare, vengono eseguiti interventi di chirurgia generale, interventi ginecologici e ostetrici, interventi urologici, biopsie etc. In questo settore - strettamente connesso al settore di Assistenza Medica Specialistica - particolare attenzione è dedicata a questioni che riguardano la sfera della sessualità e della salute riproduttiva delle donne. LO STIGMA DELLE FISTOLE VESCICO-VAGINALI Si tratta di un problema che colpisce un numero grandissimo di donne circa il 60% tra i 18 e i 30 anni in Africa ne soffre e che insorge a causa di travagli prolungati, spesso non assistiti ed è troppo spesso taciuta perché considerata uno stigma. In Africa, infatti, la maggioranza delle donne, non potendo sopportare i costi del servizio, sceglie di partorire in casa assistita da levatrici tradizionali incapaci di identificare o prevenire problemi legati al parto mettendo, così, a repentaglio la loro salute e quella del bambino. La fistola si forma per l eccessiva pressione del bambino sui tessuti vaginali della madre; ne deriva una ferita o una necrosi dei tessuti che causa alla donna incontinenza, impossibilità di altre gravidanze, isolamento sociale, depressione. Le neo-mamme si trovano costrette ad una nuova vita, fatta di sofferenze fisiche e morali e si emarginano o vengono ignorate dalla società. Perdere il ruolo di madre, di moglie e non potere affrontare più altre gravidanze è un marchio indelebile, oltre che una sofferenza intollerabile per una donna. Nei paesi sviluppati tale problema è evitato grazie al parto cesareo, non ipotizzabile nelle strutture ospedaliere più povere dell Africa. Qui, occorre agire su due fronti: l intervento chirurgico in presenza di VVF e la formazione per prevenirne l insorgenza. Dal 1992 AMREF ha realizzato servizi specialistici affidati ai Flying Doctors per la prevenzione e la cura delle fistola in Africa orientale e realizza oggi quasi il 50% delle operazioni di fistola nella regione; sostiene infatti progetti legati a questa problematica in Tanzania, in parte del Sud Sudan, Kenya, Somalia e Uganda: ginecologi, chirurghi, specializzandi e infermiere vengono formati localmente nella prevenzione, gestione e cura delle fistole. 11

14 La salute delle donne in Africa è messa a repentaglio da patologie ginecologiche gravi quali le fistolevescico - vaginali (VVF). Le donne, che presentano queste patologie, sono stigmatizzate, considerate esseri di rango inferiore. Per questo, nella maggior parte dei casi, per il timore di perdere il loro ruolo di madre e di moglie e, di essere così emarginate, celano tale problema. Un breve intervento chirurgico è efficace a curare la fistola nel 90% dei casi. Sfortunatamente molte donne in Africa non sono in grado di sostenerne in costi o non sanno che esiste questa soluzione. La maggior parte del personale che assiste ad un parto, siano levatrici tradizionali piuttosto che assistenti sanitari di piccoli centri, non sanno come identificare o prevenire le complicazioni post parto che portano poi alle fistole vescico-vaginali. I Flying Doctors di AMREF promuovono sessioni di formazione delle levatrici e delle ostetriche locali. La prevenzione, un adeguata assistenza medica pre e post parto, insieme alla possibilità di intervenire chirurgicamente al sorgere di VVF rappresentano, quindi, la risposta adeguata a questo problema. Assistenza Chirurgica Ricostruttiva La Chirurgia Ricostruttiva è un altro dei settori d intervento specifici di AMREF. Essa si occupa di correggere, migliorare ed eliminare malformazioni, sia da un punto di vista funzionale sia estetico, conseguenti a traumi, malattie, ustioni e malformazioni congenite. La maggior parte degli interventi eseguiti dai medici specializzati, che lavorano con AMREF Italia, riguarda pazienti, soprattutto bambini e adolescenti al di sotto dei 18 anni, affetti da labbro leporino e alterazioni palatali. Il labbro leporino è una malformazione che interessa il labbro superiore ed il palato provocandone una fessura più o meno estesa. L interessamento del labbro e del palato può essere molto variabile in quanto, può essere rappresentata da una sola incisione del labbro superiore e/o del palato molle oppure nei casi più gravi può interessare tutto l apparato orale, quindi, una spaccatura del labbro, della gengiva e del palato. Si tratta di malformazioni sulle quali si dovrebbe cercare di intervenire il prima possibile perché la guarigione richiede tempi discretamente lunghi essendo interessate strutture così importanti dal punto di vista funzionale. AMREF sostiene, inoltre, la costruzione di protesi per gli arti per i pazienti affetti da lebbra deformante e interviene chirurgicamente per le ricostruzioni conseguenti a ustioni. Il Dott. Mengiste insiste sull importanza della formazione del personale locale, affinchè siano essi stesso in grado di effettuare operazioni, anche le più complesse. Le operazioni fanno una grande differenza alle vite dei miei pazienti. La maggior parte di loro hanno sofferto a lungo, spesso dalla nascita. Più del 60% dei pazienti che attendono nelle sale di attesa sono bambini. Fra questi mi ricordo di Angelina, una bambina di quattro mesi, con la bocca e il naso sfigurato dal labbro leporino. La madre di Angelina l ha trasportata per sei ore alla fermata dell autobus più vicina per portarla alla squadra di AMREF. Angelina non poteva essere allattata al seno a causa della sua malformazione. 12

15 Interventi a supporto di ciascuna attivita A supporto di ognuno dei suddetti interventi AMREF porta avanti due importanti attività tra cui un Laboratorio di Analisi e attività di Evacuazione d Emergenza. Il Laboratorio di Analisi è un elemento essenziale e imprescindibile per l attività di prevenzione che AMREF, fin dall inizio, si è proposta di portare avanti al fine di migliorare le condizioni di salute delle popolazioni africane in generale e, principalmente, di quelle che vivono nelle aree più remote. Grazie a questa attività viene, infatti, garantito lo sviluppo, importantissimo, dei servizi diagnostici in funzione di successivi interventi di medicina specialistica. Lo scopo è di arrivare ad un identificazione delle malattie in tempi, quanto più possibile, brevi e di favorire, quindi, la somministrazione immediata di trattamenti e cure adeguate, per cercare di evitare i gravi effetti che normalmente conseguono ad un intervento tardivo. In Africa, infatti, molte persone continuano a morire in conseguenza a malattie che nella maggior parte dei paesi sviluppati sono ormai debellate o inficiano in misura lieve la popolazione. Il Laboratorio AMREF fornisce, inoltre, le linee guida principali per le organizzazioni sanitarie locali coinvolte nel monitoraggio e nella cura delle malattie endemiche. Le indagini si concentrano, perlopiù, sullo studio di patologie quali le epidemie di colera, la tubercolosi, la dissenteria e la meningite. Le Evacuazioni di Emergenza costituiscono un importante servizio di Pronto Soccorso Aereo che AMREF fornisce a tutti quei pazienti delle aree remote che si trovano in condizioni critiche e che devono essere sottoposti a cure spcialistiche fornite esclusivamente da strutture ospedaliere più equipaggiate. Questo servizio, attivo 24 ore al giorno tutto l anno, infatti, rappresenta in molti dei casi gravi, l unico mezzo di trasporto, nonché l ultima speranza per essere sottoposti a interventi e ricevere cure specialistiche adeguate. 13

16 Formazione di personale sanitario: La chiave dello sviluppo e della stabilita Come già accennato, l OMS - Organizzazione Mondiale della Sanità - nel 2006 ha stimato che ben 57 paesi del mondo si trovano a fronteggiare una vera e propria crisi del personale sanitario (medici, infermieri, ostetriche, tecnici di laboratorio). Diversi fattori hanno concorso a determinare la crisi del personale sanitario, tra questi le difficili condizioni in cui i medici locali sono costretti ad operare, la mancanza di attrezzature e strumentazioni adeguate e la scarsità di medicinali disponibili che, insieme all esiguità dei salari porta i pochi medici e il personale formato a migrare in cerca di condizioni di lavoro più favorevoli (da Sud verso Nord, ma anche dalle aree rurali a quelle urbane). Per porre rimedio alla carenza di personale sanitario, ad oggi, sono stati impiegati oltre medici espatriati, pari ad un costo totale di circa 4 miliardi di dollari l anno. Un costo, quindi, altissimo per il continente dal punto di vista economico e, ancora di più, in termini di negazione del diritto alla salute per centinaia di migliaia di cittadini africani. La responsabilità di frenare la fuga del personale sanitario - fuga di cervelli - dai paesi a risorse limitate è principalmente dei paesi d origine che dovrebbero offrire condizioni lavorative e stipendi più adeguati sostenendo politiche di gestione del personale sanitario tali da incentivarlo a rimanere nel paese di origine. A tutto ciò deve aggiungersi, inoltre, l inadeguatezza e lo scarso finanziamento, in particolare in Africa sub sahariana, dei sistemi di formazione del personale sanitario, dove i due terzi dei paesi hanno solo una scuola di formazione medica mentre, alcuni ne sono totalmente sprovvisti. L intervento dei diversi attori della cooperazione internazionale deve mirare, quindi, ad evitare che il personale sanitario formato emigri all estero rafforzando, prima di tutto, i sistemi di formazione in Africa. Perché, l offerta di servizi di formazione più adeguati influisce automaticamente sul miglioramento delle condizioni lavorative e, quindi, anche sulle scelte migratorie. 14

17 Per questo, AMREF dedica particolare attenzione alla formazione del personale sanitario e, in particolar modo, del personale sanitario di comunità. Il lavoro di AMREF Italia sul personale sanitario è in linea con i Principi Guida della Cooperazione Italiana sulla salute globale del 2009, sebbene le politiche sul rafforzamento del personale sanitario non siano decise da AMREF Italia, bensì dalla sede centrale di AMREF in Kenya a Nairobi e dalle altre sedi AMREF in Africa che godono di uno stretto dialogo con i Ministeri della Salute e operano all interno del quadro dei piani sanitari nazionali. AMREF investe in modo massiccio nella formazione iniziale (pre-service), contribuendo alla definizione dei curricula formativi nazionali per ciascuna specifica categoria professionale, finanziando i centri di formazione e dialogando con il Ministero della Salute affinché sostenga la formazione anche nel lungo periodo. Nella sua attività di formazione AMREF da priorità alla preparazione del personale sanitario di tipo intermedio (tra cui infermieri, assistenti medici, ostetriche, tecnici di laboratorio e farmacisti). Questo perché, affidando, ove possibile ed appropriato, determinate mansioni agli operatori sanitari meno specializzati, formati sul profilo epidemiologico del paese, si contribuisce a migliorare - in presenza di un sistema di sostegno e supervisione adeguati - la copertura dei servizi sanitari, grazie ad un uso più efficiente ed economico degli operatori disponibili e a limitare, altresì, la fuga di cervelli essendo questi operatori sanitari, anche meno specializzati meno spendibili sul mercato del lavoro internazionale. AMREF porta avanti, inoltre, molte attività di formazione in-service presso diversi centri di formazione, tra cui il più famoso è l International Training Centre di Nairobi che offre formazione continua per vari profili di operatori sanitari delle aree rurali. Nello specifico AMREF Italia annualmente sostiene la realizzazione, attraverso lezioni frontali, del corso in Diploma in Salute Comunitaria e del corso di aggiornamento in Tecnologie di Laboratorio. Photo by Marco Di Lauro 15

18 RISULTATI RAGGIUNTI NELL ULTIMO TRIENNIO ( ) 2007/ / /2010 Consulti e visite mediche forniti Operazioni chirurgiche effettuate No. dei dottori partecipanti alle attività di formazione No. di infermieri e assistenti medici formati No. Staff laboratorio formati No. staff di supporto formati Ore di formazione formale Ore di formazione informale Voli effettuati per gli outreach Numero di ospedali visitati (più volte) Radio installate Photo by Marco Di Lauro 16

19 RISULTATI RAGGIUNTI nel primo semestre del 2011 (gennaio-giugno) in ogni settore d intervento Assistenza Medica Specialista Assistenza Chirurgica Specialistica Assistenza Chirurgica Ricostruttiva Totale Consulti e visite mediche forniti Operazioni chirurgiche effettuate No. dei dottori partecipanti alle attività di formazione No. di infermieri e assistenti medici formati No. Staff laboratorio formati No. Staff di supporto formati Ore di formazione formale Ore di formazione informale Voli effettuati per gli outreach Numero di ospedali visitati (più volte) Radio installate

20 ROMA Sede centrale Via Boezio 17, Roma Tel Fax MILANO Via Carroccio 12, Milano Tel / Fax

Ministero della Salute

Ministero della Salute Ministero della Salute Dipartimento della prevenzione e comunicazione Direzione Generale per i rapporti con l Unione Europea e per i rapporti internazionali UFFICIO III Strategia Globale per la salute

Dettagli

A Natale... un regalo semplice ma di valore. Sostieni AMREF con il tuo budget natalizio. www.amref.it

A Natale... un regalo semplice ma di valore. Sostieni AMREF con il tuo budget natalizio. www.amref.it A Natale... un regalo semplice ma di valore. Sostieni AMREF con il tuo budget natalizio. www.amref.it Dai valore al Natale della tua azienda: Sostieni i progetti di AMREF in Africa AMREF è la principale

Dettagli

Master Universitario di I livello in. Formazione di Infermieri Professionali specializzati in Neonatologia, Puericultura e Assistenza Materna

Master Universitario di I livello in. Formazione di Infermieri Professionali specializzati in Neonatologia, Puericultura e Assistenza Materna Master Universitario di I livello in Formazione di Infermieri Professionali specializzati in Neonatologia, Puericultura e Assistenza Materna Premessa Da alcuni anni, il Ministero dell Istruzione dell Università

Dettagli

Scuola Secondaria Statale di Primo Grado "Carlo Vicari" Castagnole delle Lanze Anno scolastico 2009/2010

Scuola Secondaria Statale di Primo Grado Carlo Vicari Castagnole delle Lanze Anno scolastico 2009/2010 Scuola Secondaria Statale di Primo Grado "Carlo Vicari" Castagnole delle Lanze Anno scolastico 2009/2010 Unità didattica di apprendimento sul problema della fame nel mondo. Sottosezione di Geografia a

Dettagli

Sorrisi di madri africane Campagna per la salute materna e infantile

Sorrisi di madri africane Campagna per la salute materna e infantile Sorrisi di madri africane Campagna per la salute materna e infantile Chi siamo Il CCM, Comitato Collaborazione Medica, è un Organizzazione Non Governativa e Onlus fondata nel 1968 a Torino da un gruppo

Dettagli

Donne per la vita Riduzione della mortalità materno-infantile e contrasto alla diffusione dell AIDS, con il supporto dell associazione Kuplumussana

Donne per la vita Riduzione della mortalità materno-infantile e contrasto alla diffusione dell AIDS, con il supporto dell associazione Kuplumussana Medici con l Africa Cuamm Donne per la vita Riduzione della mortalità materno-infantile e contrasto alla diffusione dell AIDS, con il supporto Kuplumussana Relazione attività 1 marzo - 30 settembre 2013

Dettagli

La sfida del futuro. Il programma DREAM e la cura pediatrica. Programma DREAM, piazza S. Egidio 3a, 00153 Rome Italy

La sfida del futuro. Il programma DREAM e la cura pediatrica. Programma DREAM, piazza S. Egidio 3a, 00153 Rome Italy La sfida del futuro Il programma DREAM e la cura pediatrica Programma DREAM, piazza S. Egidio 3a, 00153 Rome Italy Programma DREAM, piazza S. Egidio 3a, 00153 Rome Italia Tel. +39.06.8992225 / Fax. +39.06.89922525

Dettagli

PROGETTO MAMMA SICURA PER LA SALUTE MATERNO-INFANTILE. presso l OSPEDALE S. JOSEPH DI DATCHA -TOGO

PROGETTO MAMMA SICURA PER LA SALUTE MATERNO-INFANTILE. presso l OSPEDALE S. JOSEPH DI DATCHA -TOGO PROGETTO MAMMA SICURA PER LA SALUTE MATERNO-INFANTILE presso l OSPEDALE S. JOSEPH DI DATCHA -TOGO Introduzione al Progetto La salute materno infantile è un indicatore importante del livello di sviluppo

Dettagli

Progetto per la costruzione e gestione di Farmacie sociali nelle zone periferiche della Provincia di Maputo Mozambico

Progetto per la costruzione e gestione di Farmacie sociali nelle zone periferiche della Provincia di Maputo Mozambico Progetto per la costruzione e gestione di Farmacie sociali nelle zone periferiche della Provincia di Maputo Mozambico Organizzazione proponente Africa ON onlus Viale Brigata Bisagno, 4/6 16129 Genova -

Dettagli

Progetto formazione di personale paramedico per il Comboni Hospital presso il Comboni Centre di Sogakofe in Ghana

Progetto formazione di personale paramedico per il Comboni Hospital presso il Comboni Centre di Sogakofe in Ghana ASSOCIAZIONE COMBONI CENTRE DI SOGAKOFE IN GHANA O.N.L.U.S. Via Kennedy 2 24030 Pontida (BG) Cod. Fiscale: 91035480168 Tel 348 2260756 -Fax 045 515111 e-mail: mirkodelazzari@alice.it Codice IBAN C/C: IT31Z0542852880000000093900

Dettagli

La speranza di vita alla nascita passerà da 51,5 a 47,1 anni nel 2010. Sarebbe invece salita a 61,4 anni in assenza della sindrome.

La speranza di vita alla nascita passerà da 51,5 a 47,1 anni nel 2010. Sarebbe invece salita a 61,4 anni in assenza della sindrome. Realizzazione di un Laboratorio di Diagnostica avanzata nella città di Nampula in Mozambico nel quadro di un Programma di prevenzione e lotta all AIDS PROGETTO - NOTIZIE - COME ADERIRE E RIFERIMENTI PER

Dettagli

La Nave Ospedale San Raffaele. Campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi con SMS solidale

La Nave Ospedale San Raffaele. Campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi con SMS solidale La Nave Ospedale San Raffaele L eccellenza dell Ospedale San Raffaele al servizio della popolazione colombiana Campagna di sensibilizzazione e raccolta fondi con SMS solidale Milano, OTTOBRE 2010 1 Associazione

Dettagli

LUISA GUIDOTTI HOSPITAL

LUISA GUIDOTTI HOSPITAL LUISA GUIDOTTI HOSPITAL Proposta di progetto: HIV/AIDS Treatment Aid Presentato da: Dr Massimo Migani (Direttore del LGH) 29 Novembre 2014 Contribuire alla riduzione della mortalità e morbosità causate

Dettagli

ST. CAMILLUS MISSION HOSPITAL KARUNGU PROGETTO PMTCT

ST. CAMILLUS MISSION HOSPITAL KARUNGU PROGETTO PMTCT ST. CAMILLUS MISSION HOSPITAL KARUNGU PROGETTO PMTCT Prevention of Mother To Child Transmission of HIV/AIDS Prevenzione della Trasmissione da Mamma a Bambino Periodo coperto: maggio 2008 aprile 2009 BACKGROUND

Dettagli

ADOTTA UNA STANZA ITALIA-AFRICA: Progetto di adozione delle strutture sanitarie di AMKA Onlus

ADOTTA UNA STANZA ITALIA-AFRICA: Progetto di adozione delle strutture sanitarie di AMKA Onlus ADOTTA UNA STANZA ITALIA-AFRICA: Progetto di adozione delle strutture sanitarie di AMKA Onlus FUNZIONAMENTO E GESTIONE DEI PROGETTI DI SANITARI DI AMKA ONLUS NEI CENTRI DI SALUTE DI KANIAKA E MOSE Il CENTRO

Dettagli

Formarsi per cooperare

Formarsi per cooperare Dr G.R.Peruzzi Medici con l Africa Cuamm Formarsi per cooperare Percorso formativo per personale sanitario Siena 14 marzo 2014 A che deve servire la Cooperazione Rafforzare le comunità locali e renderle

Dettagli

PROGETTO RISTRUTTURAZIONE ABER HOSPITAL

PROGETTO RISTRUTTURAZIONE ABER HOSPITAL PROGETTO DI H.H.P.P. ONLUS PROGETTO RISTRUTTURAZIONE ABER HOSPITAL UGANDA DESCRIZIONE PROGETTO 1.Premessa Humanitarian Help For Poor People Onlus opera in Uganda per garantire assistenza sanitaria di base

Dettagli

Programma di adozioni a distanza

Programma di adozioni a distanza Programma di adozioni a distanza Tutti noi siamo stati bambini, certamente più fortunati di molti altri perchè abbiamo avuto chi ci ha seguito e ci ha consentito di diventare adulti. Ma in tutto il mondo

Dettagli

SCUOLA, SANITA UFFICI PUBBLICI

SCUOLA, SANITA UFFICI PUBBLICI SCUOLA, SANITA UFFICI PUBBLICI SCUOLA, SANITA, UFFICI PUBBLICI Istruzione e sanità sono due argomenti basilari per lo sviluppo di un area rurale e della gente che la popola, importanti quanto l acqua e

Dettagli

Prevenire e curare la malaria

Prevenire e curare la malaria Adottiamo un progetto Salute UNICEF/DRC/Martino/2012 Africa Prevenire e curare la malaria REPORT DI PROGETTO RISULTATI CONSEGUITI: 2009-2012 AFRICA: prevenire e curare la malaria REPORT DI PROGETTO: RISULTATI

Dettagli

TRACCIA INTERVENTO Quale finanza per uno sviluppo partecipato in America Latina? Franco Caleffi

TRACCIA INTERVENTO Quale finanza per uno sviluppo partecipato in America Latina? Franco Caleffi TRACCIA INTERVENTO Quale finanza per uno sviluppo partecipato in America Latina? Franco Caleffi Gentili ospiti e convenuti, dopo un incontro così denso di interventi e ricco di stimoli cercare di tirare

Dettagli

CONGO, REPUBBLICA DEMOCRATICA

CONGO, REPUBBLICA DEMOCRATICA CONGO, REPUBBLICA DEMOCRATICA LA DIFFICILE CONDIZIONE DEI BAMBINI E DELLE DONNE Benché gli intensi conflitti armati verificatisi su vasta scala nella Repubblica Democratica del Congo si siano attenuati

Dettagli

HIV-AIDS e Benessere Riproduttivo

HIV-AIDS e Benessere Riproduttivo HIV-AIDS e Benessere Riproduttivo HIV-AIDS Un emergenza da non dimenticare A livello globale, l epidemia di HIV-AIDS pare essersi stabilizzata. Il tasso di nuove infezioni è in costante diminuzione dalla

Dettagli

La gravidanza patologica nelle donne immigrate

La gravidanza patologica nelle donne immigrate La gravidanza patologica nelle donne immigrate Linda Gammaro Ospedale di San Bonifacio (Verona) Taormina, 15 e 16 aprile 2011 Madrugada ( Guinea Bissau) 11 marzo 2011 Mortalità materna nei Pesi poveri

Dettagli

Project Cycle Management

Project Cycle Management CORSO DI EUROPROGETTAZIONE MODULO 3 Project Cycle Management DOTT. GIANLUCA COPPOLA Direttore generale - Responsabile Progetti Europei 1 Perché il Project Cycle Management? Esperienze pregresse -Quadro

Dettagli

Mani Unite. Unite Onlus. Sintesi attività 2011

Mani Unite. Unite Onlus. Sintesi attività 2011 Mani Unite Unite Onlus Presentiamo anche quest anno, come doverosa consuetudine, la sintesi delle attività realizzate nel corso del 2011 a favore dei bambini che soffrono ingiustizie, fame e carenze non

Dettagli

Pensiamo che i bambini siano le persone più importanti del mondo

Pensiamo che i bambini siano le persone più importanti del mondo Pensiamo che i bambini siano le persone più importanti del mondo IKEA Social Initiative è dalla parte dei bambini IKEA crede che la casa sia il luogo più importante del mondo e che i bambini siano le persone

Dettagli

La salute alle porte dell Europa da: 10 health questions about the new EU neighbours, Oms Europa

La salute alle porte dell Europa da: 10 health questions about the new EU neighbours, Oms Europa La salute alle porte dell Europa da: 10 health questions about the new EU neighbours, Oms Europa (traduzione, adattamento e sintesi a cura della redazione di EpiCentro) Dopo l allargamento a est dell Unione

Dettagli

Jenga-Insieme onlus Medici con l Africa C.U.A.M.M. sezione di Siena

Jenga-Insieme onlus Medici con l Africa C.U.A.M.M. sezione di Siena Jenga-Insieme onlus Medici con l Africa C.U.A.M.M. sezione di Siena 17 Novembre 2006 AOUS Barbara Tomasini Stefano Zani Coordinatori del Progetto Comunitario per Persone con Disabilità (CPPD) in Kenya

Dettagli

Progetto pilota ROMAINFORMA: Sportello Informativo per la tutela della salute e per la prevenzione delle epatiti B e C.

Progetto pilota ROMAINFORMA: Sportello Informativo per la tutela della salute e per la prevenzione delle epatiti B e C. Progetto pilota ROMAINFORMA: Sportello Informativo per la tutela della salute e per la prevenzione delle epatiti B e C. Data inizio: Novembre 2006 Durata: 2 anni Dove: Comune di Roma Soggetto proponente:

Dettagli

ADOZIONI A DISTANZA Burkina Faso

ADOZIONI A DISTANZA Burkina Faso ADOZIONI A DISTANZA Burkina Faso Il Sole Onlus Nel 1997 nasce, a Como, l Associazione Il Sole Onlus. Il suo obiettivo è, fin da subito, garantire ai bambini, soprattutto nei Paesi in Via di Sviluppo, uguaglianza

Dettagli

Piano regionale di lotta alla diffusione delle infezioni sessualmente trasmesse e dell HIV/AIDS

Piano regionale di lotta alla diffusione delle infezioni sessualmente trasmesse e dell HIV/AIDS ALLEGATO A Piano regionale di lotta alla diffusione delle infezioni sessualmente trasmesse e dell HIV/AIDS LE INFEZIONI SESSUALMENTE TRASMESSE E L INFEZIONE DA HIV/AIDS IN PIEMONTE Con l introduzione dei

Dettagli

ACCESSO AI SERVIZI E SALUTE DEGLI IMMIGRATI IN ITALIA

ACCESSO AI SERVIZI E SALUTE DEGLI IMMIGRATI IN ITALIA ACCESSO AI SERVIZI E SALUTE DEGLI IMMIGRATI IN ITALIA A. Rosano* Introduzione In Italia al 1/1/2000 l ISTAT stima essere regolarmente presenti in Italia circa 1.550.000 stranieri, pari al 2,9% della popolazione.

Dettagli

Ridurre la mortalità infantile per il raggiungimento dell Obiettivo di Sviluppo del Millennio n. 4 * (TRADUZIONE NON UFFICIALE)

Ridurre la mortalità infantile per il raggiungimento dell Obiettivo di Sviluppo del Millennio n. 4 * (TRADUZIONE NON UFFICIALE) Ministero della Salute DIPARTIMENTO DELLA SANITA PUBBLICA E DELL INNOVAZIONE Direzione Generale dei Rapporti Europei e Internazionali Ufficio III ex DG RUERI Ridurre la mortalità infantile per il raggiungimento

Dettagli

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita

Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Iniziativa di comunicazione della Regione Piemonte. Sito dell Assessorato alla tutela della salute e sanità www.regione.piemonte.it/sanita Non farti influenzare Contro l A/H1N1 scegli la prevenzione www.regione.piemonte.it/sanita

Dettagli

GESTIONE STRUTTURA SANITARIA MARY MATHA DI THULLUR - INDIA INDICE

GESTIONE STRUTTURA SANITARIA MARY MATHA DI THULLUR - INDIA INDICE INDICE 1. L ASSOCIAZIONE H.H.P.P. ONLUS... 2 2. PROGETTO GESTIONE STRUTTURA SANITARIA MARY MATHA DI THULLUR ANDHRA PRADESH, INDIA... 6 2.1. Obiettivi del progetto... 6 2.2. Descrizione del progetto...

Dettagli

Il futuro dell Africa é in Africa.

Il futuro dell Africa é in Africa. Acqua Il futuro dell Africa é in Africa. Photo by Stefano M. Ansini Chi siamo AMREF è la principale organizzazione sanitaria privata, senza fini di lucro, che opera in Africa Orientale. Dalla sua fondazione

Dettagli

8 PASSI DI PREVENZIONE A TUTELA DELLA SALUTE DEI BAMBINI

8 PASSI DI PREVENZIONE A TUTELA DELLA SALUTE DEI BAMBINI 8 PASSI DI PREVENZIONE A TUTELA DELLA SALUTE DEI BAMBINI LE PROPOSTE DELL ACP NELL AMBITO DELLE CURE PRIMARIE PEDIATRICHE Il contesto - Le vaccinazioni rientrano in una funzione più ampia e articolata

Dettagli

GLOBALOUTLOOK CHE COSA SI INTENDE PER PLUS IN POLIOPLUS INTRODUZIONE AL ROTARY

GLOBALOUTLOOK CHE COSA SI INTENDE PER PLUS IN POLIOPLUS INTRODUZIONE AL ROTARY INTRODUZIONE AL ROTARY GLOBALOUTLOOK CHE COSA SI INTENDE PER PLUS IN POLIOPLUS COPYRIGHT 2011 2011 DEL ROTARY INTERNATIONAL. TUTTI I DIRITTI RISERVATI. UNA CAUSA, TANTI BENEFICI Quando il Rotary aveva

Dettagli

Le lesioni da pressione: ruolo dell infermiere nella gestione wound care

Le lesioni da pressione: ruolo dell infermiere nella gestione wound care Le lesioni da pressione: ruolo dell infermiere nella gestione wound care 1 Sessione: Prevenzione e valutazione delle L.D.D: studi ed esperienze a confronto 8.30-8.45 Introduzione: Maddalena Galizio (B)

Dettagli

PROGRESSI PER L INFANZIA

PROGRESSI PER L INFANZIA PROGRESSI PER L INFANZIA Report Card sulla mortalità materna Numero 7, settembre 2008 uniti per i bambini SOMMARIO Prefazione: La mortalità materna e gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio (OSM) 1 La

Dettagli

Berçário, le culle dei bambini senza nome - Ospedale Centrale di Beira, Mozambico

Berçário, le culle dei bambini senza nome - Ospedale Centrale di Beira, Mozambico «Penso che il messaggio più forte che ho imparato qua è che non bisogna dare mai niente per scontato. Da noi i neonati sono continuamente monitorati ogni piccola cosa viene corretta Qui invece devono un

Dettagli

Premessa. Il Presidente della Federazione Nazionale ALICE Dr. Giuseppe D Alessandro

Premessa. Il Presidente della Federazione Nazionale ALICE Dr. Giuseppe D Alessandro Premessa L Ictus Cerebrale, pur essendo in Italia la prima causa di invalidità, la seconda di demenza e la terza di morte, non ha ricevuto finora, a differenza di altre malattie altrettanto gravi per l

Dettagli

La natura dei conflitti post-moderni (in Africa ma non solo)

La natura dei conflitti post-moderni (in Africa ma non solo) Conflitti e Assistenza Sanitaria in Africa Enrico Pavignani, 2005 Intervento in occasione del dibattito Con gli occhi dell Africa durante la giornata di inaugurazione della manifestazione culturale Carovane

Dettagli

MORTALITA INFANTILE E SOTTOSVILUPPO Due dei problemi più gravi nel mondo Cerchiamo insieme una soluzione!

MORTALITA INFANTILE E SOTTOSVILUPPO Due dei problemi più gravi nel mondo Cerchiamo insieme una soluzione! MORTALITA INFANTILE E SOTTOSVILUPPO Due dei problemi più gravi nel mondo Cerchiamo insieme una soluzione! Il concetto di sottosviluppo è stato introdotto, al termine della seconda guerra mondiale, da H.S.Truman

Dettagli

DATI DI SINTESI. Diocesi di Ngong RESPONSABILE LOCALE DEL PROGETTO BENEFICIARI DEL PROGETTO

DATI DI SINTESI. Diocesi di Ngong RESPONSABILE LOCALE DEL PROGETTO BENEFICIARI DEL PROGETTO DATI DI SINTESI TITOLO DEL PROGETTO Chi ben comincia.sostegno all infanzia prescolare di Kandisi (Kenya) LUOGO DEL PROGETTO Località di Kandisi Parrocchia Cattolica di Kandisi (Nairobi Kenya) COSTO DEL

Dettagli

Catalogo delle donazioni Associazione per il Neoumanesimo 1

Catalogo delle donazioni Associazione per il Neoumanesimo 1 AIUTIAMO L INDIA E COSTRUIAMO IL NEO UMANESIMO per l ospedale Abha Seva Sadhan Catalogo delle donazioni Associazione per il Neoumanesimo 1 L ospedale Abha Seva Sadhan L ospedale Abha Seva Sadhan si trova

Dettagli

TERZA SEZIONE VACCINAZIONI

TERZA SEZIONE VACCINAZIONI TERZA SEZIONE VACCINAZIONI Obiettivi generali di Piano: - Realizzazione della gestione informatizzata delle vaccinazioni - Miglioramento della qualità dell offerta vaccinale - Aumento delle coperture nelle

Dettagli

N cartella N ricovero Cognome Nome Data di nascita

N cartella N ricovero Cognome Nome Data di nascita Io sottoscritto/a, DICHIARO di essere stato/a esaurientemente informato/a, dal Dr. riguardo all intervento di: In particolare, mi è stato spiegato che: La gastrostomia percutanea (PEG) è un dispositivo

Dettagli

SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA 118

SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA 118 SCHEDA SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA 118 SISTEMA DI EMERGENZA SANITARIA Questo sistema è detto Sistema di EMERGENZA URGENZA e fa capo al numero UNICO 118. Il 118 è un numero telefonico attivo 24 ore su

Dettagli

Scuola di specializzazione in CHIRURGIA PLASTICA, RICOSTRUTTIVA ED ESTETICA.

Scuola di specializzazione in CHIRURGIA PLASTICA, RICOSTRUTTIVA ED ESTETICA. Scuola di specializzazione in CHIRURGIA PLASTICA, RICOSTRUTTIVA ED ESTETICA. La Scuola di specializzazione in Chirurgia Plastica, Ricostruttiva ed Estetica afferisce all Area Chirurgica Classe delle Chirurgie

Dettagli

Stime del bisogno di farmaci antiretrovirali (milioni di persone)

Stime del bisogno di farmaci antiretrovirali (milioni di persone) PROGETTI DELL ASSOCIAZIONE PER COMBATTERE L AIDS NELLA DIOCESI DI MONZE Franco Maggiolo Le Nazioni Unite, tramite la loro organizzazione per la lotta all AIDS (UNAIDS) hanno lanciato una campagna per la

Dettagli

PROGETTO SCUOLA PRIMARIA DI RARE - KENYA

PROGETTO SCUOLA PRIMARIA DI RARE - KENYA INDICE 1. H.H.P.P. ONLUS... 2 2. PROGETTO SCUOLA PRIMARIA DI... 3 2.1. Obiettivi del progetto... 3 2.2. Descrizione del progetto... 3 2.3. Costo complessivo e durata dell intervento... 6 Pagina 1 di 7

Dettagli

IL GOVERNATORE CUOMO ANNUNCIA LA NUOVA FASE DEL PIANO STATALE PER PORRE FINE ALL EPIDEMIA DI AIDS NELLO STATO DI NEW YORK

IL GOVERNATORE CUOMO ANNUNCIA LA NUOVA FASE DEL PIANO STATALE PER PORRE FINE ALL EPIDEMIA DI AIDS NELLO STATO DI NEW YORK Per la diffusione immediata: 30/11/2015 IL GOVERNATORE ANDREW M. CUOMO Stato di New York Executive Chamber Andrew M. Cuomo Governatore IL GOVERNATORE CUOMO ANNUNCIA LA NUOVA FASE DEL PIANO STATALE PER

Dettagli

Progetto nelle scuole KENYA

Progetto nelle scuole KENYA Progetto nelle scuole KENYA SOMMARIO 1. 2. 3. 4. 5. 6. 7. 8. 9. Chi siamo Contesto d intervento Le aree d intervento Obiettivi Beneficiari L intervento di AMREF Studiare in un ambiente salubre: aule sicure

Dettagli

PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO PRESSO IL CENTRO SANITARIO DI BILEKRO NEL DISTRETTO SANITARIO DI AYAME (COSTA D AVORIO)

PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO PRESSO IL CENTRO SANITARIO DI BILEKRO NEL DISTRETTO SANITARIO DI AYAME (COSTA D AVORIO) PROGETTO PER LA REALIZZAZIONE DI UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO PRESSO IL CENTRO SANITARIO DI BILEKRO NEL DISTRETTO SANITARIO DI AYAME (COSTA D AVORIO) 1. Contesto geografico, ambientale e sociale dell intervento

Dettagli

PARTE III LA VALUTAZIONE DELLA CAPACITà DI PERSEGUIMENTO

PARTE III LA VALUTAZIONE DELLA CAPACITà DI PERSEGUIMENTO PARTE III LA VALUTAZIONE DELLA CAPACITà DI PERSEGUIMENTO Delle strategie REGIONALI (B) a cura di Sara Barsanti Introduzione L area di valutazione del conseguimento delle strategie regionali (area B) ha

Dettagli

La Salute Materno-Infantile nel Mondo e gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio

La Salute Materno-Infantile nel Mondo e gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio Audizione presso la III Commissione Affari Esteri e Comunitari Parlamento Italiano (Roma, 1 Luglio 2010) La Salute Materno-Infantile nel Mondo e gli Obiettivi di Sviluppo del Millennio Dr. Flavia Bustreo,

Dettagli

METROLOGIKA PRESENTAZIONE DEL SISTEMA. ML BIOTECH Via Preie 38, 10080 TORRE CANAVESE (TO) TEL. 0124 372220 www.mlbiotech.com www.metrologika.

METROLOGIKA PRESENTAZIONE DEL SISTEMA. ML BIOTECH Via Preie 38, 10080 TORRE CANAVESE (TO) TEL. 0124 372220 www.mlbiotech.com www.metrologika. METROLOGIKA PRESENTAZIONE DEL SISTEMA SOMMARIO PRESENTAZIONE DEL SISTEMA METROLOGIKA - Introduzione - Il carico socio economico delle infezioni ospedaliere - Stime dei tassi di infezioni (ICA) correlate

Dettagli

Tecnologia appropriata per la nascita

Tecnologia appropriata per la nascita Tecnologia appropriata per la nascita (Raccomandazioni O.M.S. 9 maggio 1985) Il congresso sulla tecnologia appropriata per la nascita ha prodotto le raccomandazioni che seguono. Queste raccomandazioni

Dettagli

HIV e infezioni tropicali concorrenti: uno studio caso-controllo

HIV e infezioni tropicali concorrenti: uno studio caso-controllo HIV e infezioni tropicali concorrenti: uno studio caso-controllo Declich S a, Francesconi P a, Okwey R b, Ouma J b, Ochakachon R b, Dente MG a and Fabiani M a a Reparto Malattie Infettive, Laboratorio

Dettagli

Attività di supporto al progetto "Emergenza Yirol: un ospedale da riaprire" attraverso il Gruppo Cuamm Medici con l Africa - Gruppo del Piemonte

Attività di supporto al progetto Emergenza Yirol: un ospedale da riaprire attraverso il Gruppo Cuamm Medici con l Africa - Gruppo del Piemonte Attività di supporto al progetto "Emergenza Yirol: un ospedale da riaprire" attraverso il Gruppo Cuamm Medici con l Africa - Gruppo del Piemonte Febbraio 2008 1 Titolo del Area di intervento del Settore

Dettagli

PERU, HOGAR REBUSCHINI

PERU, HOGAR REBUSCHINI OTTOBRE MISSIONARIO 2014 PERU, HOGAR REBUSCHINI Mortalità infantile sotto i 5 anni per ogni 1000 nati vivi (2012) Persone affette da HIV (migliaia) (stima 2012) accesso all acqua potabile accesso ad impianti

Dettagli

Assistenza multiprofessionale e multispecialistica integrata ai bambini con malattie rare e croniche complesse

Assistenza multiprofessionale e multispecialistica integrata ai bambini con malattie rare e croniche complesse Assistenza multiprofessionale e multispecialistica integrata ai bambini con malattie rare e croniche complesse Giovanni Corsello, Maria Piccione Dipartimento di Promozione della Salute e Materno-Infantile

Dettagli

RAFFAELE VIRDIS DIPARTIMENTI ETA EVOLUTIVA e MATERNO-INFANTILE UNIVERSITA degli STUDI e AZIENDA OSPEDALIERA - PARMA

RAFFAELE VIRDIS DIPARTIMENTI ETA EVOLUTIVA e MATERNO-INFANTILE UNIVERSITA degli STUDI e AZIENDA OSPEDALIERA - PARMA IL BAMBINO IMMIGRATO UN NUOVO CITTADINO RAFFAELE VIRDIS DIPARTIMENTI ETA EVOLUTIVA e MATERNO-INFANTILE UNIVERSITA degli STUDI e AZIENDA OSPEDALIERA - PARMA BAMBINO IMMIGRATO o NUOVO CITTADINO BAMBINI

Dettagli

Rassegna del 05/10/2015

Rassegna del 05/10/2015 Rassegna del 05/10/2015 INDICE RASSEGNA STAMPA Rassegna del 05/10/2015 Si parla di noi Avvenire 30/09/2015 p. 2 IL PAPA CONFORTA L'IMPEGNO CON L'AFRICA Mario Raffaelli 1 Corriere Del Trentino 01/10/2015

Dettagli

EVOLUZIONE DELLA COOPERAZIONE SANITARIA INTERNAZIONALE TOSCANA E POTENZIALITA DELLA RETE CSI

EVOLUZIONE DELLA COOPERAZIONE SANITARIA INTERNAZIONALE TOSCANA E POTENZIALITA DELLA RETE CSI EVOLUZIONE DELLA COOPERAZIONE SANITARIA INTERNAZIONALE TOSCANA E POTENZIALITA DELLA RETE CSI Siena 09/12/2013 Nicole Mascia Firenze 29 giugno 2012 Il punto di partenza Legge Regionale n.26 del 2009 Piano

Dettagli

LA TUA AZIENDA NEL SUD DEL MONDO: UN VERO TESTIMONIAL DEI NOSTRI PROGETTI

LA TUA AZIENDA NEL SUD DEL MONDO: UN VERO TESTIMONIAL DEI NOSTRI PROGETTI LA TUA AZIENDA NEL SUD DEL MONDO UN VERO TESTIMONIAL DEI NOSTRI PROGETTI Una proposta aziendale a sostegno dei progetti di AMKA Onlus nella Rep. Dem. del Congo e della campagna volontari 2014: Non Saranno

Dettagli

Il mio Master in Medicina Interna alla Uganda Martyrs University

Il mio Master in Medicina Interna alla Uganda Martyrs University Il mio Master in Medicina Interna alla Uganda Martyrs University Dr. Nakandha Esther Magumba Trainee Internal Medicine Il programma è iniziato nel Novembre 2010, con la partecipazione di 17 studenti: 5

Dettagli

PATROCINATE un disabile

PATROCINATE un disabile un bambino PATROCINATE un disabile Offrite loro nuove prospettive di vita! www.morija.org Impegnatevi accanto a Morija! Da più di 30 anni, Morija attua con i suoi partner locali progetti a carattere strettamente

Dettagli

per i cittadini non comunitari

per i cittadini non comunitari Progetto cofinanziato da UNIONE EUROPEA Fondo Europeo per l Integrazione dei Cittadini dei Paesi Terzi GUIDA AL SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE per i cittadini non comunitari INDICE Glossario 4 Informazioni

Dettagli

1 Sanità. 1.1 Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale (SSN)

1 Sanità. 1.1 Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) 1 Sanità 1.1 Iscrizione al Servizio Sanitario Nazionale (SSN) Il Servizio Sanitario Nazionale è l insieme di strutture e servizi che assicurano la tutela della salute e l assistenza sanitaria a tutti i

Dettagli

Congregazione Suore Ministre degli Infermi. Progetto INDIA

Congregazione Suore Ministre degli Infermi. Progetto INDIA Congregazione Suore Ministre degli Infermi Progetto INDIA INTRODUZIONE GENERALE Noi siamo le Suore Ministre degli Infermi di San Camillo; la nostra è una congregazione missionaria che vive la missione

Dettagli

PROGETTO PER PRESIDIO SANITARIO IN LIBANO NELLA REGIONE DEL MONTE CHOUF. Concept

PROGETTO PER PRESIDIO SANITARIO IN LIBANO NELLA REGIONE DEL MONTE CHOUF. Concept PROGETTO PER PRESIDIO SANITARIO IN LIBANO NELLA REGIONE DEL MONTE CHOUF Concept Progettazione e costruzione di un presidio sanitario ambulatoriale attrezzato, destinato al miglioramento delle condizioni

Dettagli

La preparazione e la gestione della risposta alle emergenze sanitarie Genova 12-13 Dicembre 2006

La preparazione e la gestione della risposta alle emergenze sanitarie Genova 12-13 Dicembre 2006 La preparazione e la gestione della risposta alle emergenze sanitarie Genova 12-13 Dicembre 2006 Dott.ssa Speranza Sensi ASL 3 Genovese - Regione Liguria SICUREZZA SANITARIA GLOBALE gli impegni assunti

Dettagli

Prof. Tarcisio Niglio LE VACCINAZIONI

Prof. Tarcisio Niglio LE VACCINAZIONI Prof. Tarcisio Niglio Anno Accademico 2012-2013 Corso Triennale in Scienze Infermieristiche III anno 2 semestre LE VACCINAZIONI Troverete copia gratis di queste diapositive nel sito internet: www.tarcisio.net

Dettagli

MAR A TIN I A N Z AM A INA N TO T CLASSE 3 A

MAR A TIN I A N Z AM A INA N TO T CLASSE 3 A L AIDS MARTINA ZAMINATO CLASSE 3 A ANNO SCOLASTICO 2012/2013 AIDS e HIV: sintomi - cause - test - trasmissione Introduzione AIDS (Acquired Immune Deficiency Syndrome) sta per sindrome da immunodeficienza

Dettagli

Master universitario di I livello in Management della cooperazione internazionale allo sviluppo

Master universitario di I livello in Management della cooperazione internazionale allo sviluppo Master universitario di I livello in Management della cooperazione internazionale allo sviluppo Contratti internazionali, modelli di agreement internazionale e ONG Attilio Ascani L evoluzione della Società

Dettagli

ActionAid e le Aziende per la Giustizia Sociale!

ActionAid e le Aziende per la Giustizia Sociale! ActionAid e le Aziende per la Giustizia Sociale! Indice dei contenuti ActionAid Italia Giornata Mondiale per la Giustizia Sociale ActionAid e la Giustizia Sociale Progetto Etiopia Aziende in azione per

Dettagli

SANITA. Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE A TUTTI

SANITA. Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE A TUTTI Il mio programma elettorale è frutto della voce delle persone che ho incontrato lungo il mio cammino e che sto incontrando nel corso della mia campagna elettorale SANITA Il MIO IMPEGNO PER UNA SANITA ACCESSIBILE

Dettagli

impagi_3nov:layout 1 9-11-2010 9:41 Pagina 1 ILCANCRO NON FA DISCRIMINAZIONI

impagi_3nov:layout 1 9-11-2010 9:41 Pagina 1 ILCANCRO NON FA DISCRIMINAZIONI impagi_3nov:layout 1 9-11-2010 9:41 Pagina 1 ILCANCRO NON FA DISCRIMINAZIONI impagi_3nov:layout 1 9-11-2010 9:41 Pagina 2 Soci Fondatori Anna Ceribelli Pasquale Frascione Marcello Pozzi Antonella Savarese

Dettagli

Fondazione Operation Smile Italia Onlus Via Panama 52-00198 Roma www.operationsmile.it Tel. 00+39 06 85305318 - Fax. 06 8551456 -

Fondazione Operation Smile Italia Onlus Via Panama 52-00198 Roma www.operationsmile.it Tel. 00+39 06 85305318 - Fax. 06 8551456 - 1 Fondazione Operation Smile Italia Onlus Via Panama 52-00198 Roma www.operationsmile.it Tel. 00+39 06 85305318 - Fax. 06 8551456 - info@operationsmile.it Codice Fiscale : 97175550587 1982: nasce Operation

Dettagli

Accesso e diritto alla salute per la popolazione migrante in Italia

Accesso e diritto alla salute per la popolazione migrante in Italia Accesso e diritto alla salute per la popolazione migrante in Italia ALESSANDRA DIODATI Croce Rossa Italiana Direttore Sanitario monitoraggio progetti assistenza migranti COSTITUZIONE DELLA REPUBBLICA

Dettagli

STOP ALLA TUBERCOLOSI IN ITALIA

STOP ALLA TUBERCOLOSI IN ITALIA STOP ALLA TUBERCOLOSI IN ITALIA Prefazione Alla fine degli anni 90, i programmi di controllo della tubercolosi (TBC) in Italia sono stati adeguati alla mutata realtà epidemiologica, caratteristica di un

Dettagli

Partnership di valore per il Diritto alla Salute in ogni parte del mondo.

Partnership di valore per il Diritto alla Salute in ogni parte del mondo. Partnership di valore per il Diritto alla Salute in ogni parte del mondo. Ignazio R. Marino Presidente Ho lavorato come chirurgo quasi venti anni negli Stati Uniti, ma ho anche conosciuto bene tanti paesi

Dettagli

Assicurazione completa e schema di protezione per stranieri che soggiornano in Cina di Ping An Group, Società di rendita, Ltd.

Assicurazione completa e schema di protezione per stranieri che soggiornano in Cina di Ping An Group, Società di rendita, Ltd. completa e schema di protezione per stranieri che soggiornano in Cina di Ping An Group, Società di rendita, Ltd. Copertura assicurativa Ping An intrapenderà le seguenti passività assicurative durante il

Dettagli

SABRINA LIFE FOR CHILD ONLUS PROGETTO CASA FAMIGLIA ISOLA DI GOREE

SABRINA LIFE FOR CHILD ONLUS PROGETTO CASA FAMIGLIA ISOLA DI GOREE SABRINA LIFE FOR CHILD ONLUS PROGETTO CASA FAMIGLIA ISOLA DI GOREE PRINCIPI DELLO STATUT0 DELLA ONLUS CF.97738100581 SABRINA LIFE FOR CHILD ONLUS nasce nel 2013 per espresso desiderio del Presidente Stefania

Dettagli

Dall assistenza ai malati al miglioramento della salute: il ruolo dell infermiere nella gestione corretta della terapia farmacologia

Dall assistenza ai malati al miglioramento della salute: il ruolo dell infermiere nella gestione corretta della terapia farmacologia Bergamo, 10 ottobre 2013 Dall assistenza ai malati al miglioramento della salute: il ruolo dell infermiere nella gestione corretta della terapia farmacologia Dr. Pierangelo Spada Direzione delle Professioni

Dettagli

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura

La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura La migliore assistenza nel Nuovo Ospedale Galliera per linee di attività a intensità di cura INTRODUZIONE L obiettivo è fornire la migliore cura per i pazienti con il coinvolgimento di tutto il personale

Dettagli

Commissione Igiene e Sanità Senato della Repubblica

Commissione Igiene e Sanità Senato della Repubblica Audizione del Prof. Salvatore Dessole Direttore Struttura Complessa Clinica Ostetrica e Ginecologica dell Università di Sassari Indagine conoscitiva sul percorso nascita e sulla situazione dei punti nascita

Dettagli

MY SMART HEALTH: una soluzione per migliorare la salute ed il benessere dei cittadini

MY SMART HEALTH: una soluzione per migliorare la salute ed il benessere dei cittadini MY SMART HEALTH: una soluzione per migliorare la salute ed il benessere dei cittadini Giovanni Bruno Responsabile Innovazione e Ricerca SER&Practices, spin-off Università di Bari 1 10 maggiori cause di

Dettagli

Pharma day 2013 Situazione iniziale 22.06.2011:C.F. approvazione della strategia in materia di sanità, il DFI doveva stilare un rapporto nell autunno 2012, 17.06.2012 : votazione popolare contro il managed

Dettagli

LUISA GUIDOTTI HOSPITAL

LUISA GUIDOTTI HOSPITAL LUISA GUIDOTTI HOSPITAL Proposta di progetto: Oral Health Programme Presentato da: Dr Massimo Migani (Direttore del LGH) 29 Novembre 2014 Fornire un servizio di prevenzione e cura delle patologie orali

Dettagli

Immigrazione, come dove e quando

Immigrazione, come dove e quando Immigrazione, come dove e quando Manuale d uso per l integrazione Edizione 2008 a cura del Ministero del lavoro, della Salute e Politiche Sociali Settore Politiche Sociali www.solidarietasociale.gov.it

Dettagli

Aumentare le coperture vaccinali in età pediatrica creando rapporti strutturali con la Pediatria di Famiglia

Aumentare le coperture vaccinali in età pediatrica creando rapporti strutturali con la Pediatria di Famiglia Aumentare le coperture vaccinali in età pediatrica creando rapporti strutturali con la Pediatria di Famiglia Francesca Russo Servizio Promozione e Sviluppo Igiene e Sanità Pubblica Direzione Prevenzione

Dettagli

Informazioni del Rotary globaloutlook Guida per Rotariani alle nuove sovvenzioni della Fondazione

Informazioni del Rotary globaloutlook Guida per Rotariani alle nuove sovvenzioni della Fondazione Informazioni del Rotary globaloutlook Guida per Rotariani alle nuove sovvenzioni della Fondazione Copyright 2012 del Rotary International. Tutti i diritti riservati. TRE SOVVENZIONI UNA VISIONE Il 1º luglio

Dettagli

Nome Laura Pecoraro Data di nascita 27/04/1977 Qualifica Dirigente Medico in Igiene Epidemiologia e Sanità Pubblica Amministrazione

Nome Laura Pecoraro Data di nascita 27/04/1977 Qualifica Dirigente Medico in Igiene Epidemiologia e Sanità Pubblica Amministrazione INFORMAZIONI PERSONALI Nome Laura Pecoraro Data di nascita 27/04/1977 Qualifica Dirigente Medico in Igiene Epidemiologia e Sanità Pubblica Amministrazione INMP Istituto Nazionale per la promozione della

Dettagli

Salute e ricorso ai servizi sanitari della popolazione straniera residente in Italia

Salute e ricorso ai servizi sanitari della popolazione straniera residente in Italia 11 dicembre 2008 Salute e ricorso ai servizi sanitari della popolazione straniera residente in Italia Anno 2005 Sebbene negli ultimi anni sia stata notevolmente approfondita la conoscenza dei principali

Dettagli

19.08.1955 AZIENDA OSPEDALIERA PAPA GIOVANNI XXIII DIRETTORE USC DIREZIONE MEDICA PRESIDIO OSPEDALIERO

19.08.1955 AZIENDA OSPEDALIERA PAPA GIOVANNI XXIII DIRETTORE USC DIREZIONE MEDICA PRESIDIO OSPEDALIERO F O R M A T O E U R O P E O P E R I L C U R R I C U L U M V I T A E Nome FABIO PEZZOLI Telefono 0352675175 E-mail Nazionalità Fax 0352674971 fpezzoli@hpg23.it ITALIANA Data di nascita Amministrazione Incarico

Dettagli