SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO"

Transcript

1 ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA DELL INFANZIA, PRIMARIA E SECONDARIA DI 1 GRADO Via Pertini, UGGIANO LA CHIESA (LE) tel fax codice fiscale Criteri d istituto per la valutazione delle COMPETENZE (prove oggettive e non oggettive) ANNO SCOLASTICO 2014/2015 1

2 Griglia valutazione prove oggettive disciplinari SCUOLA PRIMARIA PERCENTUALE DI PROVA CORRETTA VOTO 0-54% 5/ 55-64% 6/ 65-74% 7/ 75-4% / 5-7% / -0 % / Per le prove strutturate si utilizza il seguente calcolo matematico: numero risposte esatte x: numero totale risposte (es. totale risposte 0, risposte esatte 65; voto 65x: 0 =.13) 2

3 Descrittori comuni d istituto per la valutazione delle COMPETENZE prove non oggettive AREA LINGUISTICO-ARTISTICO-ESPRESSIVA IL CURRICULO EUROPEO IL CURRICULO NAZIONALE AREE DISCIPLINARI DEL CURRICULO COMPETENZE CHIAVE EUROPEE PRIMARIA Comunicazione nella madrelingua Comunicazione nelle lingue straniere Consapevolezza ed espressione culturale Lingua Italiana Lingua Inglese Arte e Immagine Musica Educazione Fisica 3

4 SCUOLA PRIMARIA - ITALIANO CLASSE I VOTO ASCOLTARE PARLARE LEGGERE SCRIVERE RIFLETTERE SULLA LINGUA Ascolta con attenzione e per il Si esprime con chiarezza, Legge brevi testi in Scrive autonomamente frasi Rispetta le convenzioni tempo necessario cogliendo correttezza e proprietà di modo chiaro, corretto ben strutturate utilizzando un ortografiche nella scrittura di pienamente le informazioni. Comprende pienamente il contenuto dei testi letti. linguaggio. ed espressivo. linguaggio appropriato. semplici testi sotto dettatura (2 quadrimestre) Ascolta con attenzione e per il tempo necessario cogliendo tutte le informazioni. Comprende pienamente il contenuto dei testi letti. Ascolta con attenzione e per il tempo necessario cogliendo le informazioni. Comprende globalmente il contenuto dei testi letti. Ascolta con discreta attenzione cogliendo le informazioni principali. Comprende le informazioni essenziali dei testi letti. Ascolta con sufficiente attenzione cogliendo le informazioni essenziali. Comprende parzialmente le informazioni dei testi letti. Ascolta in modo saltuario e coglie parzialmente le informazioni. Comprende con difficoltà le informazioni dei testi letti. Si esprime con chiarezza, utilizzando un linguaggio adeguato. Si esprime con chiarezza e correttezza. Si esprime con chiarezza utilizzando un linguaggio semplice. Si esprime in modo poco chiaro utilizzando un linguaggio semplice. Si esprime in modo poco chiaro utilizzando un linguaggio povero. Legge brevi testi in modo chiaro e corretto. Legge semplici testi in modo corretto. Legge lentamente e senza sillabare. Legge sillabando. Legge sillabando e stentatamente. Scrive autonomamente frasi utilizzando un linguaggio adeguato. Scrive correttamente parole e frasi in autonomia. Scrive correttamente parole e semplici frasi in autonomia. Scrive parole e, solo se guidato, semplici frasi. Scrive in autonomia solo semplici parole se guidato. Rispetta le convenzioni ortografiche nella scrittura di semplici testi sotto dettatura. Rispetta le principali convenzioni ortografiche nella scrittura di semplici testi sotto dettatura. Scrive semplici testi sotto dettatura in modo abbastanza corretto. Scrive semplici testi sotto dettatura in modo poco corretto Scrive semplici testi sotto dettatura con numerosi errori ortografici. 4

5 SCUOLA PRIMARIA - ITALIANO CLASSE II-III-IV-V VOTO ASCOLTARE PARLARE LEGGERE SCRIVERE 7 Ascolta con attenzione cogliendo pienamente le informazioni. Comprende il contenuto dei testi letti o ascoltati e lo rielabora in modo personale. Ascolta con attenzione cogliendo pienamente le informazioni. Comprende il contenuto dei testi letti o ascoltati e lo rielabora in modo personale. Ascolta con attenzione cogliendo tutte le informazioni. Comprende il contenuto dei testi letti o ascoltati e lo rielabora adeguatamente. Ascolta con discreta attenzione cogliendo le informazioni principali. Comprende le informazioni essenziali dei testi letti, cogliendo il contenuto globale del brano e lo rielabora con l aiuto di domande. Si esprime con chiarezza, correttezza, pertinenza, proprietà di linguaggio adeguando il proprio registro alla situazione comunicativa. Organizza le proprie comunicazioni orali e interagisce verbalmente in contesti diversi. Si esprime utilizzando un lessico specifico, rispettando l argomento di conversazione. Si esprime con chiarezza e correttezza.. Si esprime con chiarezza utilizzando un linguaggio semplice; non sempre rispetta l argomento di conversazione. A livello orale si esprime con un linguaggio semplice. Legge in modo sicuro ed espressivo, cogliendo sia il significato complessivo che gli scopi espliciti e impliciti. Legge scorrevolmente, comprende le argomentazioni e le rielabora in modo autonomo. Legge vari testi in modo chiaro e corretto cogliendo il significato principale. Legge in modo corretto cogliendo il significato globale. Comprende e sviluppa autonomamente la consegna in modo completo e nei tempi stabiliti. Produce testi completi e corretti dimostrando originalità e proprietà di linguaggio. Comprende e sviluppa autonomamente la consegna in modo completo e nei tempi stabiliti. Produce testi di vario tipo, grammaticalmente corretti e funzionalmente adeguati allo scopo Comprende e sviluppa la consegna con qualche chiarimento, in modo completo e nei tempi stabiliti. Produce testi completi ed adeguatamente corretti ortograficamente Comprende e sviluppa la consegna con qualche suggerimento, solitamente nei tempi stabiliti. Produce testi abbastanza completi, corretti e parzialmente adeguati allo scopo. RIFLETTERE SULLA LINGUA Riconosce ed utilizza in modo corretto tutte le convenzioni ortografiche affrontate. Riconosce ed utilizza in modo completo tutte le principali convenzioni ortografiche affrontate. Riconosce ed utilizza adeguatamente le convenzioni ortografiche affrontate. Riconosce ed utilizza gran parte delle convenzioni ortografiche affrontate. 5

6 6 5 Ascolta con sufficiente attenzione cogliendo le informazioni essenziali. Comprende parzialmente le informazioni dei testi letti., ma se aiutato con domande-stimolo riesce a comprendere il contenuto di un semplice brano. Ascolta in modo saltuario e coglie parzialmente le informazioni. Comprende con difficoltà le informazioni dei testi letti. Si esprime utilizzando un linguaggio semplice. Si esprime utilizzando un linguaggio povero. Legge lentamente, in modo inespressivo cogliendo il significato essenziale. Legge stentatamente e coglie il significato essenziale solo se guidato. Comprende e sviluppa la consegna solo se guidato e non sempre nei tempi stabiliti. Produce brevi testi con l aiuto di domande guida, ma non sempre ortograficamente corretti, utilizzando strutture e lessico molto semplici. Ha difficoltà nella comprensione e nello svolgimento della consegna. Solo con l aiuto dell insegnante produce semplici testi. Riconosce ed utilizza solo alcune delle convenzioni ortografiche studiate. Ha difficoltà a riconoscere ed utilizzare le convenzioni ortografiche studiate. 6

7 SCUOLA PRIMARIA -INGLESE CLASSI I-II-III VOTO ASCOLTO PARLATO LETTURA SCRITTURA Comprende pienamente vocaboli, istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano. Comprende brevi messaggi in modo immediato Comprende vocaboli, istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano con qualche incertezza. Comprende complessivamente il significato di vocaboli, istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano, pur non conoscendone tutti i termini Comprende in maniera discreta il significato di vocaboli, istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano. Comprende, se guidato, il significato di vocaboli, istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano. Comprende con difficoltà il significato di vocaboli, istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano. Produce parole e frasi significative e corrette. Interagisce con un compagno in una situazione data utilizzando espressioni consone e corrette, in modo disinvolto. Produce parole e frasi significative in modo prevalentemente corretto. Interagisce con un compagno in una situazione data utilizzando espressioni consone e corrette in modo abbastanza appropriato. Produce parole e frasi significative in modo abbastanza corretto pur con qualche incertezza. Interagisce con un compagno in una situazione data in modo semplice e corretto. Produce parole e frasi significative in modo discreto. Interagisce con un compagno in una situazione data in modo semplice e quasi sempre corretto. Si esprime, utilizzando un lessico semplice e non sempre corretto. Interagisce con un compagno in una situazione data, se guidato. Non è in grado di produrre autonomamente parole e semplici frasi. Interagisce con un compagno in una situazione data, solo se guidato. Comprende brevi messaggi in modo quasi immediato. Comprende brevi messaggi con qualche incertezza. Comprende brevi messaggi in modo discreto. Comprende brevi messaggi, se guidato. Comprende brevi messaggi con difficoltà. Scrive correttamente e con sicurezza parole e/o semplici frasi. Scrive correttamente parole e/o semplici frasi con un minimo di incertezza. Scrive correttamente una buona parte di parole e/o semplici frasi. Scrive in modo quasi sempre corretto una discreta parte di parole e/o semplici frasi. Scrive, se guidato, una sufficiente parte di parole e/o semplici frasi. Scrive con difficoltà, anche se guidato, poche parole e/o semplici frasi. 7

8 SCUOLA PRIMARIA - INGLESE CLASSE IV-V VOTO ASCOLTO PARLATO LETTURA SCRITTURA Comprende pienamente brevi dialoghi, istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano, anche di tipo multimediale. Comprende, se pur con qualche incertezza, brevi dialoghi, istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano anche di tipo multimediale. Comprende complessivamente il significato di brevi dialoghi, istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano, anche di tipo multimediale. Comprende, in maniera discreta, brevi dialoghi, istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano, anche di tipo multimediale. Comprende, se guidato, il significato di brevi dialoghi, istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano, anche di tipo multimediale. Comprende con difficoltà il significato di brevi dialoghi, istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano, anche di tipo multimediale. Descrive e riferisce correttamente informazioni relative a persone, luoghi e oggetti familiari. Interagisce in modo disinvolto con un compagno o un adulto. Riferisce in modo prevalentemente corretto informazioni relative a persone, luoghi e oggetti familiari. Interagisce in modo abbastanza appropriato con un compagno o un adulto. Descrive e riferisce in modo abbastanza corretto,pur con qualche incertezza,informazioni relative a persone, luoghi e oggetti familiari. Interagisce in modo semplice e corretto con un compagno o un adulto. Descrive e riferisce discretamente informazioni relative a persone, luoghi e oggetti familiari. Descrive e riferisce, utilizzando un lessico semplice e non sempre corretto, informazioni relative a persone, luoghi e oggetti familiari. Interagisce, se guidato, con un compagno o un adulto. Non è in grado di descrivere e riferire autonomamente informazioni relative a persone, luoghi e oggetti familiari. Interagisce solo se guidato con un compagno o un adulto. Legge e comprende brevi e semplici testi in modo immediato. Legge e comprende brevi e semplici testi in modo quasi immediato. Legge e comprende brevi e semplici testi con qualche incertezza. Legge e comprende brevi e semplici testi in modo discreto. Interagisce in maniera semplice e quasi sempre corretta con un compagno o un adulto. Legge e comprende, se guidato, brevi e semplici testi. Legge e comprende con difficoltà brevi e semplici testi. Scrive messaggi semplici e brevi correttamente e con sicurezza. Scrive messaggi semplici e brevi correttamente e con un minimo di incertezza. Scrive correttamente semplici e brevi messaggi, pur omettendone parti non significative. Scrive semplici e brevi messaggi in modo quasi sempre corretto. Scrive, se guidato, una minima parte di semplici e brevi messaggi. Scrive con difficoltà, anche se guidato, una minima parte di messaggi semplici e brevi. RIFLESSIONE SULLA LINGUA Distingue il significato di parole simili. Riconosce all'interno di una struttura data il valore dei singoli termini. Distingue il significato di parole simili e riconosce all'interno di una struttura data il valore dei singoli termini con un minimo di incertezza. Distingue il significato di parole simili e riconosce, all'interno di una struttura data, il valore dei singoli termini, non del tutto correttamente. Distingue, in modo quasi sempre corretto, il significato di parole simili. Riconosce una discreta parte di singoli termini. Distingue sufficientemente il significato di parole simili e riconosce, in parte, il valore dei singoli termini all'interno di una struttura data. Distingue, in minima parte, il significato di parole simili e il valore dei singoli termini all'interno di una struttura data.

9 SCUOLA PRIMARIA ARTE E IMMAGINE CLASSE I-II-III-IV-V VOTO OSSERVARE E DESCRIVERE PRODURRE TRASFORMARE Osserva e descrive in modo brillante tutto ciò che si Produce elaborati grafici esteticamente Trasforma velocemente e con spiccata vede in opere d arte, immagini, forme, messaggi apprezzabili e semanticamente efficaci, creatività immagini e materiali multimediali dando spazio alle proprie emozioni, utilizzando, in modo appropriato e creativo, ricercando soluzioni figurative sensazioni, riflessioni. materiali e tecniche diverse. originali. Osserva e descrive in modo creativo e originale tutto ciò che si vede in opere d arte, immagini, forme, messaggi multimediali dando spazio alle proprie emozioni, sensazioni, riflessioni Produce elaborati grafici esteticamente gradevoli utilizzando, in modo appropriato, materiali e tecniche diverse. Trasforma con creatività immagini e materiali ricercando soluzioni figurative originali Osserva e descrive in modo corretto tutto ciò che si vede in opere d arte, immagini, forme, messaggi multimediali dando spazio alle proprie emozioni, sensazioni, riflessioni Osserva e descrive in modo adeguato tutto ciò che si vede in opere d arte, immagini, forme, messaggi multimediali dando spazio alle proprie emozioni, sensazioni, riflessioni Osserva e descrive alcuni elementi di opere d arte, immagini, forme, messaggi multimediali dando spazio alle proprie emozioni, sensazioni, riflessioni Osserva e descrive, se sollecitato, ciò che si vede in opere d arte, immagini, forme, messaggi multimediali dando spazio alle proprie emozioni, sensazioni, riflessioni Produce elaborati grafici personali utilizzando, in modo adeguato, materiali e tecniche diverse. Produce elaborati grafici semplici e pertinenti utilizzando, in modo poco approfondito, materiali e tecniche diverse. Produce semplici elaborati grafici, utilizzando, con qualche incertezza, materiali e tecniche diverse. Produce elaborati grafici in modo non adeguato, utilizzando, con superficialità, materiali e tecniche diverse. Trasforma con facilità e in modo corretto immagini e materiali ricercando soluzioni figurative originali. Trasforma in modo adeguato immagini e materiali ricercando soluzioni figurative originali. Trasforma immagini e materiali ricercando soluzioni figurative originali. Trasforma con difficoltà immagini e materiali ricercando soluzioni figurative originali.

10 SCUOLA PRIMARIA MUSICA CLASSE I-II-III VOTO UTILIZZARE STRUMENTI VARI Utilizza voce, strumenti in modo autonomo e creativo Utilizza voce e strumenti in modo autonomo. Utilizza voce e strumenti in modo corretto e consapevole Utilizza quasi sempre voce e strumenti. Utilizza voce e strumenti in modo incerto. Utilizza voce e strumenti in modo incerto e su sollecitazione. ESEGUIRE BRANI VOCALI O STRUMENTALI Esegue collettivamente e individualmente brani vocali o strumentali con notevole partecipazione e la giusta intonazione. Esegue collettivamente e individualmente brani vocali o strumentali con partecipazione e la giusta intonazione. Esegue collettivamente e individualmente brani vocali o strumentali in modo corretto. Esegue collettivamente e individualmente brani vocali o strumentali con qualche incertezza. Esegue collettivamente e individualmente brani vocali o strumentali in modo superficiale. Esegue collettivamente e individualmente brani vocali o strumentali con difficoltà. RICONOSCERE E DISTINGUERE FENOMENI SONORI Percepisce e distingue fenomeni sonori con piena sicurezza. Percepisce e distingue fenomeni sonori con sicurezza. Percepisce e distingue fenomeni sonori in modo soddisfacente. Percepisce e distingue fenomeni sonori in modo essenziale. Percepisce e distingue fenomeni sonori in modo sufficientemente corretto. Non sempre percepisce e distingue fenomeni sonori RAPPRESENTARE EVENTI SONORI. Simbolizza eventi sonori o suoni con precisione e correttezza. Simbolizza eventi sonori o suoni con correttezza. Simbolizza eventi sonori o suoni con adeguata correttezza. Simbolizza eventi sonori o suoni in modo complessivamente corretto. Simbolizza eventi sonori o suoni con qualche incertezza. Non sempre simbolizza eventi sonori o suoni in modo corretto.

11 SCUOLA PRIMARIA MUSICA CLASSE IV-V VOTO UTILIZZARE STRUMENTI VARI Utilizza voce, strumenti e nuove tecnologie in modo autonomo e creativo Utilizza voce, strumenti e nuove tecnologie in modo autonomo. Utilizza voce, strumenti e nuove tecnologie in modo corretto e consapevole Utilizza quasi sempre voce, strumenti e nuove tecnologie. Utilizza voce, strumenti e nuove tecnologie in modo incerto. Utilizza voce, strumenti e nuove tecnologie in modo incerto e su sollecitazione. ESEGUIRE BRANI VOCALI O STRUMENTALI Esegue collettivamente e individualmente brani vocali o strumentali con notevole partecipazione e la giusta intonazione. Esegue collettivamente e individualmente brani vocali o strumentali con partecipazione e la giusta intonazione. Esegue collettivamente e individualmente brani vocali o strumentali in modo corretto. Esegue collettivamente e individualmente brani vocali o strumentali con qualche incertezza. Esegue collettivamente e individualmente brani vocali o strumentali in modo superficiale. Esegue collettivamente e individualmente brani vocali o strumentali con difficoltà. RICONOSCERE E DISTINGUERE FENOMENI SONORI Percepisce e distingue fenomeni sonori con piena sicurezza. Percepisce e distingue fenomeni sonori con sicurezza. Percepisce e distingue fenomeni sonori in modo soddisfacente. Percepisce e distingue fenomeni sonori in modo essenziale. Percepisce e distingue fenomeni sonori in modo sufficientemente corretto. Non sempre percepisce e distingue fenomeni sonori RAPPRESENTARE EVENTI SONORI. Simbolizza eventi sonori o suoni con precisione e correttezza. Simbolizza eventi sonori o suoni con correttezza. Simbolizza eventi sonori o suoni con adeguata correttezza. Simbolizza eventi sonori o suoni in modo complessivamente corretto. Simbolizza eventi sonori o suoni con qualche incertezza. Non sempre simbolizza eventi sonori o suoni in modo corretto. 11

12 VOTO 7 6 IL CORPO E LA SUA RELAZIONE CON LO SPAZIO E IL TEMPO Utilizza in modo preciso e sicuro i principali schemi posturali e motori, variandoli in modo personale e consapevole in funzione dei parametri di spazio, tempo, equilibrio. Utilizza in modo sicuro i principali schemi posturali e motori, variandoli in modo corretto in funzione dei parametri di spazio, tempo, equilibrio. Utilizza in modo autonomo i principali schemi posturali e motori, variandoli in modo sicuro in funzione dei parametri di spazio, tempo, equilibrio Utilizza in modo abbastanza appropriato i principali schemi posturali e motori, variandoli in modo abbastanza in funzione dei parametri di spazio, tempo, equilibrio. Utilizza in modo semplice i principali schemi posturali e motori, variandoli in modo sostanzialmente corretto in SCUOLA PRIMARIA EDUCAZIONE FISICA CLASSE I-II-III IL LINGUAGGIO DEL CORPO COME MODALITA COMUNICAT IVO-ESPRESSIVA Esplora e sperimenta con consapevolezza, originalità e creatività le modalità espressive che utilizzano il linguaggio corporeo. Esplora e sperimenta in modo sicuro le modalità espressive che utilizzano il linguaggio corporeo. Esplora e sperimenta in modo autonomo le modalità espressive che utilizzano il linguaggio corporeo. Esplora e sperimenta in modo abbastanza appropriato le modalità espressive che utilizzano il linguaggio corporeo. Esplora e sperimenta in modo semplice le modalità espressive che utilizzano il IL GIOCO, LO SPORT, LE REGOLE E IL FAIR PLAY Partecipa alle varie forme di gioco, anche in forma di gara, rispettando sempre le regole e collaborando positivamente con gli altri. Partecipa alle varie forme di gioco, anche in forma di gara, rispettando le regole e collaborando positivamente con gli altri. Partecipa alle varie forme di gioco, anche in forma di gara, collaborando positivamente con gli altri e rispettando le regole. Partecipa alle varie forme di gioco, anche sotto forma di gara, quasi sempre rispettando le regole e interagendo positivamente con gli altri molto spesso.. Partecipa alle varie forme di gioco, anche sotto forma di gara, quasi sempre rispettando le SALUTE E BENESSERE, PREVENZIONE E SICUREZZA Individua i diversi comportamenti scorretti e pericolosi per la sicurezza a casa, a scuola, nelle situazioni ludiche e di sport; assume comportamenti responsabili. Individua i diversi comportamenti scorretti e pericolosi per la sicurezza a casa, a scuola e nelle situazioni ludiche e di sport; utilizza in modo corretto e sicuro per sé e per i compagni spazi e attrezzature. Individua i comportamenti scorretti e pericolosi per la sicurezza a casa, a scuola e nelle situazioni ludiche e di sport;. spesso utilizza in modo corretto e sicuro per sé e per i compagni spazi e attrezzature. Individua i principali comportamenti scorretti e pericolosi per la sicurezza a casa, a scuola e nelle situazioni ludiche e di sport; quasi sempre utilizza in modo corretto e sicuro per sé e per i compagni spazi e attrezzature. Individua i principali comportamenti scorretti e pericolosi per la sicurezza a casa, a scuola e nelle situazioni ludiche e di 12

13 5 funzione dei parametri di spazio, tempo, equilibrio. Utilizza in modo impreciso i principali schemi posturali e motori, variandoli in modo incerto in funzione dei parametri di spazio, tempo, equilibrio. linguaggio corporeo. Esplora e sperimenta con difficoltà le modalità espressive che utilizzano il linguaggio corporeo. regole e interagendo spesso positivamente con gli altri. Partecipa alle varie forme di gioco, anche sotto forma di gara, ma non sempre rispettando le regole e non sempre interagisce positivamente con gli altri. sport; quasi sempre utilizza in modo corretto e sicuro per sé e per i compagni spazi e attrezzature. Non sempre individua i comportamenti scorretti e pericolosi per la sicurezza a casa, a scuola e nelle situazioni ludiche e di sport; non sempre utilizza in modo corretto e sicuro per sé e per i compagni spazi e attrezzature. 13

14 SCUOLA PRIMARIA EDUCAZIONE FISICA CLASSE IV-V VOTO 7 IL CORPO E LA SUA RELAZIONE CON LO SPAZIO E IL TEMPO Coordina e utilizza con scioltezza,destrezza e disinvoltura i diversi schemi motori combinati tra loro, variandoli in modo originale e creativo in funzione dei parametri di spazio, tempo, equilibrio. Coordina e utilizza con consapevolezza i diversi schemi motori combinati tra loro, variandoli in modo sicuro e corretto in funzione dei parametri di spazio, tempo, equilibrio. Coordina e utilizza in modo autonomo i diversi schemi motori combinati tra loro, variandoli in modo sicuro in funzione dei parametri di spazio,tempo, equilibrio. Coordina e utilizza in modo abbastanza appropriato i diversi schemi motori combinati tra loro, variandoli IL LINGUAGGIO DEL CORPO COME MODALITA COMUNICAT IVO-ESPRESSIVA Esegue con creatività, scioltezza, destrezza e disinvoltura semplici sequenze di movimento o coreografie. Esegue con padronanza, sicurezza e correttezza semplici sequenze di movimento o coreografie. Riesce ad eseguire in modo autonomo e sicuro semplici sequenze di movimento o coreografie. Riesce ad eseguire in modo abbastanza appropriato e corretto facili sequenze di movimento o coreografie. IL GIOCO, LO SPORT, LE REGOLE E IL FAIR PLAY Conosce ed applica con padronanza e consapevolezza modalità esecutive di diverse proposte di gioco sport. Partecipa alle varie forme di gioco, anche in forma di gara, collaborando con gli altri e rispettando puntualmente le regole. Conosce ed applica in modo sicuro e corretto modalità esecutive di diverse proposte di gioco sport, rispettando puntualmente le regole. Partecipa alle varie forme di gioco, anche in forma di gara, collaborando con gli altri e rispettando sempre le regole. Conosce ed applica in modo appropriato modalità esecutive di diverse proposte di gioco sport. Partecipa alle varie forme di gioco, anche in forma di gara, collaborando con gli altri e rispettando le regole. Conosce ed applica in modo abbastanza appropriato modalità esecutive di diverse proposte di gioco sport. Partecipa alle varie forme di gioco, SALUTE E BENESSERE, PREVENZIONE E SICUREZZA Assume comportamenti sempre corretti per la prevenzione degli infortuni e la sicurezza nei vari ambienti di vita. Riflette sul rapporto tra alimentazione, benessere fisico e sulle proprie abitudini alimentari. Assume comportamenti corretti per la prevenzione degli infortuni e la sicurezza nei vari ambienti di vita. Riflette sul rapporto tra alimentazione e benessere fisico. Assume comportamenti adeguati per la prevenzione degli infortuni e la sicurezza nei vari ambienti di vita. Riconosce in modo appropriato il rapporto tra alimentazione e benessere fisico. Assume comportamenti sostanzialmente adeguati per la prevenzione degli infortuni e la sicurezza nei vari ambienti di vita. Riconosce il rapporto tra alimentazione e 14

15 6 5 in modo abbastanza corretto in funzione dei parametri di spazio, tempo, equilibrio. Coordina e utilizza in modo semplice i diversi schemi motori combinati tra loro, variandoli in modo sostanzialmente corretto in funzione dei parametri di spazio, tempo, equilibrio. Coordina e utilizza in modo impreciso i diversi schemi motori combinati tra loro; non sempre li varia in funzione dei parametri di spazio,tempo, equilibrio. Riesce ad eseguire in modo semplice e sostanzialmente corretto facili sequenze di movimento o coreografie. Non sempre riesce ad eseguire semplici sequenze di movimento o coreografie. anche in forma di gara, collaborando con gli altri, quasi sempre rispettando le regole. Conosce ed applica in modo sostanzialmente corretto modalità esecutive di diverse proposte di gioco sport. Partecipa alle varie forme di gioco, anche in forma di gara, collaborando con gli altri, quasi sempre rispettando le regole. Non sempre conosce ed applica modalità esecutive di diverse proposte di gioco sport. Partecipa alle varie forme di gioco, anche in forma di gara, collaborando con gli altri, ma non sempre rispetta le regole. Ha, talvolta, difficoltà ad accettare la sconfitta e non sempre mostra rispetto per i perdenti. benessere fisico. Assume quasi sempre comportamenti adeguati per la prevenzione degli infortuni e la sicurezza nei vari ambienti di vita. Riconosce con superficialità il rapporto tra alimentazione e esercizio fisico in relazione ai sani stili di vita. Non sempre è in grado di assumere comportamenti adeguati per la prevenzione degli infortuni e la sicurezza nei vari ambienti di vita. Non sempre riconosce il rapporto tra alimentazione e esercizio fisico in relazione ai sani stili di vita. 15

16 Descrittori comuni d istituto per la valutazione delle COMPETENZE prove non oggettive AREA MATEMATICO-SCIENTIFICO-TECNOLOGICA IL CURRICULO EUROPEO COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Competenza matematica e competenze di base in scienza e tecnologia IL CURRICULO NAZIONALE AREE DISCIPLINARI DEL CURRICULO SCUOLA PRIMARIA Matematica Scienze Tecnologia (competenza digitale) 16

17 SCUOLA PRIMARIA- MATEMATICA CLASSE I VOTO OPERARE CON I NUMERI SPAZIO E FIGURE RELAZIONE, DATI E PREVISIONI RISOLUZIONE DI PROBLEMI Opera autonomamente, Utilizza in modo corretto, autonomo Conosce e utilizza con sicurezza, Riconosce prontamente, rappresenta velocemente e correttamente e completo gli indicatori spaziali, precisione e coerenza le principali unità di e risolve semplici problemi relativi con i numeri orientandosi descrivendo con precisione e misura arbitrarie. alla realtà vissuta individuando con Comprende e utilizza in maniera corretta, con sicurezza e rapidità sulla sicurezza i percorsi effettuati. facilità e sicurezza la strategia completa, sicura e appropriata il linguaggio linea dei numeri. Riconosce e denomina con risolutiva. della logica e della statistica in esperienze precisione, e sicurezza le figure connesse alla realtà vissuta. geometriche. Opera correttamente e in modo autonomo con i numeri orientandosi con sicurezza sulla linea dei numeri. Opera correttamente con i numeri orientandosi con sicurezza sulla linea dei numeri. Utilizza in modo corretto e autonomo gli indicatori spaziali, descrivendo con precisione e sicurezza i percorsi effettuati. Riconosce e denomina con precisione e sicurezza le figure geometriche. Utilizza in modo corretto gli indicatori spaziali, descrivendo con sicurezza i percorsi effettuati. Riconosce e denomina con sicurezza le figure geometriche. Conosce e utilizza con sicurezza le principali unità di misura arbitrarie. Comprende e utilizza in maniera corretta, completa e appropriata il linguaggio della logica e della statistica in esperienze connesse alla realtà vissuta. Conosce e utilizza le principali unità di misura arbitrarie. Comprende e utilizza in maniera corretta e completa il linguaggio della logica e della statistica in esperienze connesse alla realtà vissuta. Conosce e utilizza le principali unità di misura arbitrarie. Comprende e utilizza in maniera abbastanza corretta il linguaggio della logica e della statistica in esperienze connesse alla realtà vissuta. Riconosce prontamente, rappresenta e risolve semplici problemi relativi alla realtà vissuta individuando con sicurezza la strategia risolutiva. Rappresenta e risolve semplici problemi relativi alla realtà vissuta, individuando la strategia risolutiva. Opera con discreta correttezza e autonomia con i Utilizza in modo abbastanza corretto gli indicatori spaziali, descrivendo in Rappresenta e risolve problemi di molto semplici relativi alla realtà numeri,orientandosi in modo modo abbastanza sicuro i percorsi vissuta, individuando con qualche 7 abbastanza sicuro sulla retta effettuati. incertezza la strategia risolutiva. dei numeri. Riconosce e denomina con discreta sicurezza le figure geometriche. 6 Opera con sufficiente Utilizza in modo sufficientemente Conosce e utilizza le principali unità di Rappresenta e risolve problemi 17

18 5 correttezza e autonomia con i numeri, orientandosi sulla retta dei numeri. Opera con i numeri solo se guidato, orientandosi sulla retta dei numeri con incertezze e in modo scorretto. corretto gli indicatori spaziali, descrivendo con qualche difficoltà i percorsi effettuati. Riconosce e denomina con sufficiente sicurezza le figure geometriche. Utilizza gli indicatori spaziali solo se guidato dall insegnante e ha difficoltà nella descrizione dei percorsi effettuati. Riconosce e denomina con difficoltà le figure geometriche. misura arbitrarie in contesti semplici. Comprende e utilizza in maniera essenziale il linguaggio della logica e della statistica in esperienze connesse alla realtà vissuta. Conosce e utilizza le principali unità di misura arbitrarie in maniera confusa. Comprende e utilizza in maniera limitata e disorganica il linguaggio della logica e della statistica in esperienze connesse alla realtà vissuta. prevalentemente molto semplici, individuando con l aiuto dell insegnante la strategia risolutiva. Individua i dati noti di un problema, ma non individua ipotesi di soluzione. 1

19 SCUOLA PRIMARIA- MATEMATICA CLASSI II-III VOTO 7 OPERARE CON I NUMERI Opera autonomamente, velocemente e correttamente con i numeri eseguendo con sicurezza e rapidità operazioni mentali e scritte. Opera correttamente e in modo autonomo con i numeri eseguendo con sicurezza operazioni mentali e scritte. Opera correttamente con i numeri eseguendo con sicurezza le operazioni mentali e scritte. Opera con discreta correttezza e autonomia con i numeri, eseguendo in SPAZIO E FIGURE Utilizza in modo corretto, autonomo e completo gli indicatori spaziali, descrivendo con precisione e sicurezza i percorsi effettuati. Riconosce e rappresenta con precisione, ordine e sicurezza le figure geometriche, descrivendone gli elementi principali. Utilizza in modo corretto e autonomo gli indicatori spaziali, descrivendo con precisione e sicurezza i percorsi effettuati. Riconosce e rappresenta con precisione e sicurezza le figure geometriche, descrivendone gli elementi principali. Utilizza in modo corretto gli indicatori spaziali, descrivendo con sicurezza i percorsi effettuati. Riconosce e rappresenta con sicurezza le figure geometriche, descrivendone gli elementi principali. Utilizza in modo abbastanza corretto gli indicatori spaziali, descrivendo in modo abbastanza sicuro i percorsi effettuati. RELAZIONE, DATI E PREVISIONI Conosce e utilizza con sicurezza, precisione e coerenza le principali unità di misura convenzionali e arbitrarie; passa agevolmente da un unità di misura ad un altra. Comprende e utilizza in maniera corretta, completa, sicura e appropriata il linguaggio della logica e della statistica. Conosce e utilizza con sicurezza le principali unità di misura e passa agevolmente da un unità di misura ad un altra limitatamente a quelle di uso più comune. Comprende e utilizza in maniera corretta, completa e appropriata il linguaggio della logica e della statistica. Conosce e utilizza le principali unità di misura, passa da un unità di misura ad un altra con discreta sicurezza, limitatamente alle unità di uso più comune. Comprende e utilizza in maniera corretta e completa il linguaggio della logica e della statistica. Conosce e utilizza le principali unità di misura, passa con qualche incertezza da un unità di misura ad un altra, pur trattandosi RISOLUZIONE DI PROBLEMI Analizza prontamente, rappresenta e risolve problemi di vario genere individuando con facilità e sicurezza la strategia risolutiva. Analizza prontamente, rappresenta e risolve problemi di vario genere individuando con sicurezza la strategia risolutiva. Analizza, rappresenta e risolve problemi di vario genere, individuando la strategia risolutiva. Analizza, rappresenta e risolve problemi di vario genere, piuttosto semplici, 1

20 6 5 modo abbastanza sicuro le operazioni mentali e scritte. Opera con sufficiente correttezza e autonomia con i numeri, eseguendo con qualche incertezza le operazioni mentali e scritte. Opera con i numeri solo se guidato, eseguendo le operazioni con molte incertezze e in modo scorretto. Riconosce e rappresenta con discreta sicurezza le figure geometriche, descrivendone gli elementi principali. Utilizza in modo sufficientemente corretto gli indicatori spaziali, descrivendo con qualche difficoltà i percorsi effettuati. Riconosce e rappresenta con sufficiente sicurezza le figure geometriche, descrivendone gli elementi principali. Utilizza gli indicatori spaziali solo se guidato dall insegnante e ha difficoltà nella descrizione dei percorsi effettuati. Riconosce e rappresenta con difficoltà le figure geometriche, identificando solo pochissime caratteristiche. delle unità di uso più comune; Comprende e utilizza in maniera abbastanza corretta il linguaggio della logica e della statistica. Conosce e utilizza le principali unità di misura in contesti semplici, passa da un unità di misura ad un altra con fatica. Comprende e utilizza in maniera essenziale il linguaggio della logica e della statistica. Conosce e utilizza le principali unità di misura in maniera confusa e non riesce a passare da un unità di misura ad un altra. Comprende e utilizza in maniera limitata e disorganica il linguaggio della logica e della statistica. individuando con qualche incertezza la strategia risolutiva. Analizza, rappresenta e risolve problemi di vario genere, prevalentemente semplici, individuando con l aiuto dell insegnante la strategia risolutiva. Analizza i dati noti di un problema, ma non individua ipotesi di soluzione. 20

21 SCUOLA PRIMARIA- MATEMATICA CLASSE IV-V VOTO NUMERI SPAZIO E FIGURE RELAZIONE, DATI E PREVISIONI RISOLUZIONE DI PROBLEMI Opera autonomamente, velocemente e correttamente con i numeri eseguendo con sicurezza e rapidità le operazioni mentali e scritte. Conosce, distingue e rappresenta con gli strumenti opportuni, in modo corretto, preciso e completo, gli elementi significativi dello spazio e di figure geometriche; opera con velocità e sicurezza con esse. Conosce e utilizza con sicurezza, precisione e coerenza le principali unità di misura e passa agevolmente da un unità di misura ad un altra; comprende e utilizza in maniera corretta, completa, sicura e appropriata il linguaggio della logica, della statistica, della probabilità. Analizza prontamente, rappresenta in diversi modi e risolve problemi di vario genere, anche articolati e complessi, individuando e descrivendo con facilità, sicurezza e precisione le diverse strategie risolutive. 7 Opera autonomamente e correttamente con i numeri eseguendo con sicurezza le operazioni mentali e scritte. Opera correttamente con i numeri eseguendo con sicurezza le operazioni mentali e scritte. Opera con discreta correttezza e autonomia con i numeri, eseguendo in modo abbastanza sicuro le operazioni mentali e scritte. Conosce, distingue e rappresenta con gli strumenti opportuni, in modo corretto, preciso e completo, gli elementi significativi dello spazio e di figure geometriche; opera con sicurezza con esse. Conosce, distingue e rappresenta, con strumenti opportuni, gli elementi significativi dello spazio e le figure geometriche; opera in modo abbastanza sicuro con esse. Conosce, distingue e rappresenta gli elementi significativi dello spazio, le figure geometriche ed opera, con discreta sicurezza, con esse. Conosce e utilizza con sicurezza le principali unità di misura e passa agevolmente da un unità di misura ad un altra; comprende e utilizza in maniera corretta, completa e appropriata il linguaggio della logica, della statistica, della probabilità. Conosce e utilizza le principali unità di misura, passa da un unità di misura ad un altra, limitatamente alle unità di uso più comune; comprende e utilizza in maniera corretta e completa il linguaggio della logica,, della statistica, della probabilità. Conosce e utilizza le principali unità di misura, passa con qualche incertezza da un unità di misura ad un altra, pur trattandosi delle unità di uso più comune; comprende e utilizza in maniera abbastanza corretta il linguaggio della logica, della Analizza prontamente, rappresenta in diversi modi e risolve problemi di vario genere, anche articolati e complessi, individuando e descrivendo con sicurezza e precisione le diverse strategie risolutive. Analizza, rappresenta e risolve problemi di vario genere, relativamente articolati e complessi, individuando e descrivendo le diverse strategie risolutive. Analizza, rappresenta e risolve problemi di vario genere, relativamente semplici, individuando con qualche incertezza le diverse strategie risolutive. 21

22 6 5 Opera con sufficiente correttezza e autonomia con i numeri, eseguendo con qualche incertezza le operazioni mentali e scritte. Opera con i numeri solo se guidato, eseguendo le operazioni con molte incertezze e in modo scorretto. Conosce, distingue, rappresenta con qualche difficoltà gli elementi significativi dello spazio e le figure geometriche; opera con sufficiente sicurezza con esse. Riconosce gli elementi geometrici solo se aiutato e guidato, rappresenta con difficoltà alcune figure geometriche e ne identifica poche caratteristiche; opera con scarsa sicurezza con esse. statistica, della probabilità. Conosce e utilizza le principali unità di misura in contesti semplici, passa da un unità di misura ad un altra con fatica; Comprende e utilizza in maniera essenziale il linguaggio della logica, della statistica, della probabilità. Conosce e utilizza le principali unità di misura in maniera confusa e non riesce a passare da un unità di misura ad un altra; comprende e utilizza in maniera limitata e disorganica il linguaggio della logica, della statistica, della probabilità. Analizza, rappresenta e risolve problemi di vario genere, prevalentemente semplici, individuando con l aiuto dell insegnante la strategia risolutiva. Analizza i dati noti di un problema, ma non individua ipotesi di soluzione. 22

23 SCUOLA PRIMARIA-SCIENZE CLASSI I- II - III VOTO ESPLORARE E DESCRIVERE OGGETTI E MATERIALI OSSERVARE E SPERIMENTARE SUL CAMPO L UOMO, I VIVENTI E L AMBIENTE Individua e descrive in modo autonomo, corretto, preciso e completo: strumenti, oggetti e parti di essi, riconoscendone le funzioni; semplici fenomeni della vita quotidiana. Individua e descrive in modo corretto, preciso e completo: strumenti, oggetti e parti di essi, riconoscendone le funzioni; semplici fenomeni della vita quotidiana. Individua e descrive in modo corretto e abbastanza preciso: strumenti, oggetti e parti di essi, riconoscendone le funzioni; semplici fenomeni della vita quotidiana. Individua e descrive in modo discretamente corretto: strumenti, oggetti e parti di essi, riconoscendone le funzioni; semplici fenomeni della vita quotidiana. Individua e descrive in modo poco preciso: strumenti, oggetti e parti di essi, riconoscendone le funzioni; semplici fenomeni della vita quotidiana. Individua e descrive in modo poco preciso e non autonomo: strumenti, oggetti e parti di essi, riconoscendone le funzioni; semplici fenomeni della vita quotidiana. In modo autonomo, corretto, preciso e completo osserva, pone domande, formula ipotesi, esegue semplici verifiche per spiegare un fenomeno. In modo corretto, preciso e completo osserva, pone domande, formula ipotesi, esegue semplici verifiche per spiegare un fenomeno. In modo corretto e abbastanza preciso osserva, pone domande, formula ipotesi, esegue semplici verifiche per spiegare un fenomeno. In modo discretamente corretto osserva, pone domande, formula ipotesi, esegue semplici verifiche per spiegare un fenomeno. In modo poco preciso osserva, pone domande, formula ipotesi, esegue semplici verifiche per spiegare un fenomeno. In modo poco preciso e non autonomo osserva, pone domande, formula ipotesi, esegue semplici verifiche per spiegare un fenomeno. Espone in modo completo, corretto e con un linguaggio specifico e ben articolato i fenomeni studiati e il proprio pensiero. Espone in modo completo, corretto e con un linguaggio specifico e articolato i fenomeni studiati. Espone in modo corretto, con un linguaggio nel complesso chiaro e appropriato i fenomeni studiati. Espone in modo discretamente corretto, con un linguaggio abbastanza chiaro i fenomeni studiati. Espone in modo poco preciso, con un linguaggio non sempre appropriato i fenomeni studiati. Espone in modo non autonomo, con un linguaggio non appropriato i fenomeni studiati. 23

24 SCUOLA PRIMARIA-SCIENZE CLASSI IV-V VOTO OGGETTI, MATERIALI E TRASFORMAZIONI OSSERVARE E SPERIMENTARE SUL CAMPO L UOMO, I VIVENTI E L AMBIENTE Individua e descrive in modo autonomo, corretto, preciso e completo: concetti scientifici, proprietà di materiali, fenomeni e strumenti; utilizza unità convenzionali. Individua e descrive in modo corretto, preciso e completo: concetti scientifici, proprietà di materiali, fenomeni e strumenti; utilizza unità convenzionali. Individua e descrive in modo corretto e abbastanza preciso concetti scientifici, proprietà di materiali, fenomeni e strumenti; utilizza unità convenzionali. Individua e descrive in modo discretamente corretto concetti scientifici, proprietà di materiali, fenomeni e strumenti; utilizza unità convenzionali. Individua e descrive in modo poco preciso: concetti scientifici, proprietà di materiali, fenomeni e strumenti; utilizza unità convenzionali. Individua e descrive in modo poco preciso e non autonomo: concetti scientifici, proprietà di materiali, fenomeni e strumenti; utilizza unità convenzionali. In modo autonomo, corretto, preciso e completo osserva, pone domande, formula ipotesi, esegue semplici verifiche per spiegare un fenomeno. In modo corretto, preciso e completo osserva, pone domande, formula ipotesi, esegue semplici verifiche per spiegare un fenomeno. In modo corretto e abbastanza preciso osserva, pone domande, formula ipotesi, esegue semplici verifiche per spiegare un fenomeno. In modo discretamente corretto osserva, pone domande, formula ipotesi, esegue semplici verifiche per spiegare un fenomeno. In modo poco preciso osserva, pone domande, formula ipotesi, esegue semplici verifiche per spiegare un fenomeno. In modo poco preciso e non autonomo osserva, pone domande, formula ipotesi, esegue semplici verifiche per spiegare un fenomeno. Espone in modo completo, corretto e con un linguaggio specifico e ben articolato i fenomeni studiati e il proprio pensiero. Espone in modo completo, corretto e con un linguaggio specifico e articolato i fenomeni studiati. Espone in modo corretto, con un linguaggio nel complesso chiaro e appropriato i fenomeni studiati. Espone in modo discretamente corretto, con un linguaggio abbastanza chiaro i fenomeni studiati. Espone in modo poco preciso, con un linguaggio non sempre appropriato i fenomeni studiati. Espone in modo non autonomo, con un linguaggio non appropriato i fenomeni studiati. 24

25 SCUOLA PRIMARIA-TECNOLOGIA CLASSI I-II-III VOTO VEDERE ED OSSERVARE INTERVENIRE E TRASFORMARE UTILIZZARE LE TIC Osserva materiali e oggetti di uso comune rappresentandoli opportunamente in modo autonomo, preciso e corretto. Porta a termine il lavoro nei tempi stabiliti. Osserva materiali e oggetti di uso comune rappresentandoli opportunamente in modo autonomo, quasi preciso e corretto. Porta a termine il lavoro nei tempi stabiliti. Osserva materiali e oggetti di uso comune rappresentandoli in modo autonomo anche se con qualche incertezza. Non sempre porta a termine il lavoro nei tempi stabiliti. Osserva materiali e oggetti di uso comune rappresentandoli con qualche incertezza. Non sempre porta a termine il lavoro nei tempi stabiliti. Osserva materiali e oggetti di uso comune rappresentandoli in modo essenziale e poco preciso. Dev essere sollecitato a portare a termine il lavoro. Osserva materiali e oggetti di uso comune rappresentandoli in modo generico. Incontra difficoltà a portare a termine il lavoro, anche se costantemente sollecitato. In modo autonomo, preciso e corretto: smonta, trasforma semplici oggetti e materiali di uso comune; realizza oggetti con tecniche varie e materiali diversi. In modo autonomo, quasi preciso e corretto: smonta, trasforma semplici oggetti e materiali di uso comune; realizza oggetti con tecniche varie e materiali diversi. In modo autonomo, anche se con qualche incertezza: smonta, trasforma semplici oggetti e materiali di uso comune; realizza oggetti con tecniche varie e materiali diversi. Anche se con qualche incertezza: smonta, trasforma semplici oggetti e materiali di uso comune; realizza, se sollecitato, oggetti con tecniche varie e materiali diversi. In modo essenziale e poco preciso: smonta, trasforma semplici oggetti e materiali di uso comune; realizza, se sollecitato, oggetti con tecniche varie e materiali diversi. In modo generico: smonta, trasforma semplici oggetti e materiali di uso comune; incontra difficoltà a realizzare, anche se guidato, oggetti con tecniche varie e materiali diversi. Utilizza, con sicurezza e in modo autonomo, preciso e corretto, i programmi opportuni per disegnare, scrivere, rappresentare e consolidare gli argomenti di studio. Utilizza, con sicurezza, in modo autonomo, quasi preciso e corretto, i programmi opportuni per disegnare, scrivere, rappresentare e consolidare gli argomenti di studio. Utilizza, in modo autonomo, anche se con qualche incertezza, i programmi opportuni per disegnare, scrivere, rappresentare e consolidare gli argomenti di studio. Utilizza, con qualche incertezza, i programmi opportuni per disegnare, scrivere, rappresentare e consolidare gli argomenti di studio. Utilizza, in modo essenziale e poco preciso, i programmi opportuni per disegnare, scrivere, rappresentare e consolidare gli argomenti di studio. Utilizza, guidato dall insegnante, i programmi opportuni per disegnare, scrivere, rappresentare e consolidare gli argomenti di studio. 25

26 SCUOLA PRIMARIA-TECNOLOGIA CLASSI IV-V VOTO 7 6 VEDERE ED OSSERVARE Osserva materiali, oggetti, strumenti, macchine e sistemi diversi, rappresentandoli opportunamente in modo autonomo, preciso e corretto. Porta a termine il lavoro nei tempi stabiliti. Osserva materiali, oggetti, strumenti, macchine e sistemi diversi, rappresentandoli opportunamente in modo autonomo, quasi preciso e corretto. Porta a termine il lavoro nei tempi stabiliti. Osserva materiali, oggetti, strumenti, macchine e sistemi diversi, rappresentandoli in modo autonomo anche se con qualche incertezza. Non sempre porta a termine il lavoro nei tempi stabiliti. Osserva materiali, oggetti, strumenti, macchine e sistemi diversi, rappresentandoli con qualche incertezza. Non sempre porta a termine il lavoro nei tempi stabiliti. Osserva materiali, oggetti, strumenti, macchine e sistemi diversi, PREVEDERE E IMMAGINARE In modo autonomo, preciso e corretto progetta oggetti, gite, uscite, ; prevede possibili miglioramenti. In modo autonomo, quasi preciso e corretto progetta oggetti, gite, uscite, ; prevede possibili miglioramenti. In modo autonomo, anche se con qualche incertezza, progetta oggetti, gite, uscite, ; prevede possibili miglioramenti. Con qualche incertezza progetta oggetti, gite, uscite, ; prevede, se sollecitato, possibili miglioramenti. In modo essenziale e poco preciso progetta oggetti, INTERVENIRE E TRASFORMARE In modo autonomo, preciso e corretto: smonta, trasforma semplici oggetti e materiali di uso comune; realizza oggetti con tecniche varie e materiali diversi. In modo autonomo, quasi preciso e corretto: smonta, trasforma semplici oggetti e materiali di uso comune; realizza oggetti con tecniche varie e materiali diversi. In modo autonomo, anche se con qualche incertezza: smonta, trasforma semplici oggetti e materiali di uso comune; realizza oggetti con tecniche varie e materiali diversi. Anche se con qualche incertezza: smonta, trasforma semplici oggetti e materiali di uso comune; realizza, se sollecitato, oggetti con tecniche varie e materiali diversi. In modo essenziale e poco preciso: smonta, trasforma semplici oggetti UTILIZZARE LE TIC Utilizza, con sicurezza, in modo autonomo, preciso e corretto, i programmi opportuni per disegnare, scrivere, rappresentare, rielaborare, cercare informazioni sugli argomenti di studio. Utilizza, con sicurezza, in modo autonomo, quasi preciso e corretto, i programmi opportuni per disegnare, scrivere, rappresentare, rielaborare, cercare informazioni sugli argomenti di studio. Utilizza, in modo autonomo, anche se con qualche incertezza, i programmi opportuni per disegnare, scrivere, rappresentare, rielaborare, cercare informazioni sugli argomenti di studio. Utilizza, con qualche incertezza, i programmi opportuni per disegnare, scrivere, rappresentare, rielaborare, cercare informazioni sugli argomenti di studio. Utilizza, in modo essenziale e poco preciso, i programmi opportuni per 26

Scuola Primaria Rilevazione delle competenze classe PRIMA

Scuola Primaria Rilevazione delle competenze classe PRIMA Scuola Primaria Rilevazione delle competenze classe PRIMA ITALIANO Voto Descrittori Formula scambi comunicativi con compagni e docenti attraverso messaggi semplici e pertinenti. Esprime in modo chiaro

Dettagli

ALLEGATO 4. Scuola Primaria. Parametri di valutazione per la scuola primaria DESCRITTORI-INDICATORI

ALLEGATO 4. Scuola Primaria. Parametri di valutazione per la scuola primaria DESCRITTORI-INDICATORI ALLEGATO 4 Scuola Primaria Parametri di valutazione per la scuola primaria DESCRITTORI-INDICATORI VOTO Eccellenti competenze e pieno controllo degli aspetti tecnici e formali. Rivela creatività, logica

Dettagli

PIANO EDUCATIVO E DIDATTICO DI ISTITUTO

PIANO EDUCATIVO E DIDATTICO DI ISTITUTO Allegato 8 PIANO EDUCATIVO E DIDATTICO DI ISTITUTO Scuola Primaria PERCORSI FORMATIVI E CRITERI DI VALUTAZIONE Il Piano Educativo e Didattico d Istituto (P.E.D.) è la programmazione dei percorsi formativi

Dettagli

Griglie. di valutazione. disciplinari. Scuola Primaria

Griglie. di valutazione. disciplinari. Scuola Primaria Griglie di valutazione disciplinari Scuola Primaria 3 VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA Il recente Regolamento per la valutazione scolastica Dpr n. 122 del 2009 intende coordinare le diverse norme in questo

Dettagli

INDICATORI DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA ITALIANO

INDICATORI DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA ITALIANO ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE A. VESPUCCI Scuola dell Infanzia, Scuola Primaria e Scuola Secondaria di Primo Grado Via Sgambati, 30-50127 Firenze tel 055 316383 - fax 055 375000 e-mail: fimm075007@istruzione.it

Dettagli

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ITALIANO

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ITALIANO CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ITALIANO Livello di base non raggiunto Non ha raggiunto tutte le competenze minime previste nel livello di base Riconosce ed utilizza le strutture linguistiche di base Comprende

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA SCUOLA PRIMARIA

CRITERI DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA SCUOLA PRIMARIA CLASSI seconde CRITERI DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA SCUOLA PRIMARIA LINGUA ITALIANA l alunno utilizza in maniera appropriata il codice linguistico per descrivere, narrare argomentare. si esprime in modo

Dettagli

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO

OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO Ascolto e parlato Prendere la parola negli scambi comunicativi (dialogo, conversazione, discussione) rispettando

Dettagli

DESCRITTORI DELLA SCHEDA DI VALUTAZIONE DELLA SCUOLA PRIMARIA

DESCRITTORI DELLA SCHEDA DI VALUTAZIONE DELLA SCUOLA PRIMARIA DESCRITTORI DELLA SCHEDA DI VALUTAZIONE DELLA SCUOLA PRIMARIA Scuola Primaria G. Sordini Istituto Comprensivo Spoleto 2 Indicatori per la scheda di valutazione della classe I ITALIANO: Narrare brevi esperienze

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. SOLARI LORETO http://www.istitutocomprensivosolari.it/ INDICATORI DI APPRENDIMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA

ISTITUTO COMPRENSIVO G. SOLARI LORETO http://www.istitutocomprensivosolari.it/ INDICATORI DI APPRENDIMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA ISTITUTO COMPRENSIVO G. SOLARI LORETO http://www.istitutocomprensivosolari.it/ INDICATORI DI APPRENDIMENTO DELLA SCUOLA PRIMARIA anno scolastico 2013 2014 1 CLASSE PRIMA ITALIANO - Ascoltare, comprendere

Dettagli

INDICATORI PER LA VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA ITALIANO

INDICATORI PER LA VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA ITALIANO INDICATORI PER LA VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA ITALIANO Comunicare oralmente in modo adeguato. Leggere e comprendere parole, frasi e semplici brani. Produrre semplici testi scritti. Svolgere attività esplicite

Dettagli

Pubblichiamo il documento contenente gli indicatori approvati dal Collegio dei Docenti del nostro Istituto Comprensivo che sarà allegato alla scheda

Pubblichiamo il documento contenente gli indicatori approvati dal Collegio dei Docenti del nostro Istituto Comprensivo che sarà allegato alla scheda Pubblichiamo il documento contenente gli indicatori approvati dal Collegio dei Docenti del nostro Istituto Comprensivo che sarà allegato alla scheda di valutazione delle classi di Scuola Primaria C. Goldoni

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE TERZA

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE TERZA CURRICOLO D ISTITUTO COMPRENDERE COMUNICARE RIFLETTERE RIELABORARE PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA - CLASSE TERZA AREA DEI LINGUAGGI (italiano, lingua inglese, musica, arte e immagine) TRAGUARDI PER LO

Dettagli

Standard per la determinazione delle competenze Classe2^ - Scuola Primaria

Standard per la determinazione delle competenze Classe2^ - Scuola Primaria ISTITUTO COMPRENSIVO SCUOLA INFANZIA-PRIMARIA-SECONDARIA DI I GRADO Via Leopardi 002 Certaldo (Firenze) - tel. 011223-0112 - 0131 - fax. 0131 E-mail:FIIC200@istruzione.it - sito web: www.ic-certaldo.it

Dettagli

CRITERI DI VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI NELLA SCUOLA PRIMARIA

CRITERI DI VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI NELLA SCUOLA PRIMARIA CRITERI DI VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI NELLA SCUOLA PRIMARIA ITALIANO CLASSI PRIME E SECONDE VOTI COMPETENZE -ha ottime capacità di ascolto; riconosce, scrive e legge correttamente parole\frasi in

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA RILEVAZIONI COMPETENZE RAGGIUNTE ALLA FINE DELLA CLASSE PRIMA

SCUOLA PRIMARIA RILEVAZIONI COMPETENZE RAGGIUNTE ALLA FINE DELLA CLASSE PRIMA SCUOLA PRIMARIA RILEVAZIONI COMPETENZE RAGGIUNTE ALLA FINE DELLA CLASSE PRIMA ITALIANO Traguardi dello sviluppo delle competenze L alunno partecipa a scambi comunicativi con compagni ed insegnanti. Ascolta

Dettagli

ALLEGATO AL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE A.S. 2014-2015. Ai genitori dell alunno/a classe. Sez... Si comunica che

ALLEGATO AL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE A.S. 2014-2015. Ai genitori dell alunno/a classe. Sez... Si comunica che ALLEGATO AL DOCUMENTO DI VALUTAZIONE A.S. 2014-2015 Ai genitori dell alunno/a classe. Sez... Si comunica che L alunno/a è stato/a ammesso/a alla classe successiva/all Esame di Stato al termine del 1 ciclo

Dettagli

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA

PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA CURRICOLO D ISTITUTO COMPRENDERE COMUNICARE RIFLETTERE RIELABORARE PROGRAMMAZIONE SCUOLA PRIMARIA CLASSE QUARTA AREA DEI LINGUAGGI (italiano, lingua inglese, musica, arte e immagine) TRAGUARDI PER LO SVILUPPO

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. PASCOLI TRAMONTI (SA) ARTE E IMMAGINE Classe 1

ISTITUTO COMPRENSIVO G. PASCOLI TRAMONTI (SA) ARTE E IMMAGINE Classe 1 ARTE E IMMAGINE - Decodificare una sequenza d immagini; - Discriminare uguaglianze e differenze; - Percepire la figura-sfondo; - Eseguire riproduzioni di figure rispettando le relazioni spaziali; - Discriminare

Dettagli

Anno Scolastico 2014 2015 Classi I II III IV V

Anno Scolastico 2014 2015 Classi I II III IV V Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca Istituto Comprensivo Stoppani Scuole primarie Cadorna e Stoppani Scuola secondaria di primo grado ad indirizzo musicale Don Milani Via Carroccio,

Dettagli

Livelli ed Indicatori SCHEDA VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA Primo Quadrimestre

Livelli ed Indicatori SCHEDA VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA Primo Quadrimestre Livelli ed Indicatori SCHEDA VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA Primo Quadrimestre ITALIANO (Voto numerico espresso in decimi e riportato in lettere) Prestare attenzione, comprendere e riferire i contenuti di

Dettagli

ALLEGATO 1 ANNO SCOLASTICO 20013/14 F.S. AREA 1 GRIGLIE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO :

ALLEGATO 1 ANNO SCOLASTICO 20013/14 F.S. AREA 1 GRIGLIE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO : ALLEGATO 1 ANNO SCOLASTICO 20013/1 F.S. AREA 1 GRIGLIE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO : GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE DEL COMPORTAMENTO GRIGLIA PER LA VALUTAZIONE DELLE PROVE ORALI

Dettagli

IL CORPO E IL MOVIMENTO. INDICATORI OBIETTIVI di APPRENDIMENTO STANDARD PER LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DELL ALUNNO

IL CORPO E IL MOVIMENTO. INDICATORI OBIETTIVI di APPRENDIMENTO STANDARD PER LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE DELL ALUNNO SCUOLA DELL INFANZIA IL CORPO E IL MOVIMENTO POTENZIARE LE ATTIVITÀ MOTORIE ALLE ATTIVITÀ DI GIOCO MOTORIO/ SPORTIVO DENOMINARE E INDIVIDUARE LE PARTI DEL CORPO CONTROLLANDOLE GLOBALMENTE. DISCRIMINARE

Dettagli

Programmazione annuale 2010-2011 Scuola dell infanzia di Coniolo. LA CONOSCENZA DEL MONDO (Ordine, misura, spazio, tempo, natura)

Programmazione annuale 2010-2011 Scuola dell infanzia di Coniolo. LA CONOSCENZA DEL MONDO (Ordine, misura, spazio, tempo, natura) Programmazione annuale 2010-2011 Scuola dell infanzia di Coniolo LA CONOSCENZA DEL MONDO (Ordine, misura, spazio, tempo, natura) Raggruppare e ordinare Confrontare e valutare quantità Utilizzare semplici

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA SCIENZE NATURALI E SPERIMENTALI. Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione

SCUOLA PRIMARIA SCIENZE NATURALI E SPERIMENTALI. Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione SCUOLA PRIMARIA SCIENZE NATURALI E SPERIMENTALI Competenza: 1. Comunicazione efficace Indicatore: 1.1 Comprensione Descrittori Classe 1 Descrittori Classe 2 Descrittori Classe 3 Descrittori Classe 4 Descrittori

Dettagli

I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE

I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE I.C. CLEMENTE REBORA STRESA CURRICOLO VERTICALE DI INGLESE INGLESE Scuola primaria di Gignese Classi I, II, II, IV, V COMPETENZE CHIAVE EUROPEE PL. 1 / 2 Comunicazione nelle lingue straniere Imparare ad

Dettagli

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DEL TRIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE AL TERMINE DEL TRIENNIO DELLA SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO La scuola secondaria di primo grado rappresenta la fase in cui si realizza l accesso alle discipline come punti di vista sulla realtà e come modalità di interpretazione, simbolizzazione e rappresentazione

Dettagli

Il Dirigente scolastico e il Presidente della Commissione d'esame

Il Dirigente scolastico e il Presidente della Commissione d'esame ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE SERMIDE Via Zambelli, 2 46028 Sermide (Mn) Tel. 0386/61101 Fax. 0386/960476 e-mail istitutocompsermide@virgilio.it Reg. cert. Il Dirigente scolastico e il Presidente della

Dettagli

TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA

TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA TRAGUARDI MINIMI DI COMPETENZA AL TERMINE DELLA SCUOLA D INFANZIA COMPETENZE EDUCATIVE AMBITO INDICATORI COMPETENZE IDENTITÀ Conoscenza di sé Relazione con gli altri Rispetta il proprio ruolo. Esprime

Dettagli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Dante Arfelli

SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Dante Arfelli SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO Dante Arfelli Via Sozzi, N 6-47042 Cesenatico (FC) - Cod. fisc. 90041150401 Tel 0547 80309 fax 0547 672888 - Email: fomm08900a@istruzione.it Sito web: www.smcesenatico.net

Dettagli

PERCORSO FORMATIVO CLASSI PRIME

PERCORSO FORMATIVO CLASSI PRIME ISTITUTO COMPRENSIVO STATALE TARRA BUSTO GAROLFO Via Correggio 80,- 20020 PERCORSO FORMATIVO CLASSI PRIME SCUOLA PRIMARIA SCUOLE TARRA, MENTASTI, FERRAZZI-COVA A.S. 2014-2015 1 LINGUA ITALIANA 1. ASCOLTO

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA ORGANIZZAZIONE CURRICOLARE

SCUOLA PRIMARIA ORGANIZZAZIONE CURRICOLARE SCUOLA PRIMARIA ORGANIZZAZIONE CURRICOLARE ITALIANO termine della classe L alunno partecipa a scambi comunicativi con compagni e adulti. Legge e comprende brevi testi con correttezza e rapidità; dimostra

Dettagli

CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME

CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME CURRICOLO FORMATIVO CLASSI PRIME Disciplina Indicatori Descrittori Ascoltare, comprendere e comunicare oralmente Esprimere oralmente le proprie emozioni ed esperienze mediante linguaggi diversi verbali

Dettagli

IC SIGNA- Curricolo verticale di INGLESE (in raccordo con le competenze previste dall UE e in ambito Nazionale al termine dell obbligo di istruzione)

IC SIGNA- Curricolo verticale di INGLESE (in raccordo con le competenze previste dall UE e in ambito Nazionale al termine dell obbligo di istruzione) IC SIGNA- Curricolo verticale di INGLESE (in raccordo con le competenze previste dall UE e in ambito Nazionale al termine dell obbligo di istruzione) COMPETENZE DI BASE A CONCLUSIONE DELL OBBLIGO DI Utilizzare

Dettagli

ITALIANO Primo Biennio [approvato nella riunione di Dipartimento 16 Settembre 2015]

ITALIANO Primo Biennio [approvato nella riunione di Dipartimento 16 Settembre 2015] ITALIANO Primo Biennio [approvato nella riunione di Dipartimento 16 Settembre 2015] Il biennio della scuola secondaria di secondo grado costituisce una continuazione coerente dell educazione linguistica

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SCUOLA PRIMARIA IST. COMP. DON MILANI - CERNUSCO S/N CLASSE TERZA LINGUA ITALIANA

PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SCUOLA PRIMARIA IST. COMP. DON MILANI - CERNUSCO S/N CLASSE TERZA LINGUA ITALIANA TRAGUARDI 1 ASCOLTARE, COMPRENDERE, COMUNICARE ORALMENTE ED ESPRIMERE GIUDIZI PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE SCUOLA PRIMARIA IST. COMP. DON MILANI - CERNUSCO S/N CLASSE TERZA LINGUA ITALIANA 2 LEGGERE,

Dettagli

CURRICOLO CLASSI I II III IV - V SCUOLE PRIMARIE IC PORTO MANTOVANO

CURRICOLO CLASSI I II III IV - V SCUOLE PRIMARIE IC PORTO MANTOVANO ISTITUTO COMPRENSIVO di PORTO MANTOVANO (MN) Via Monteverdi 46047 PORTO MANTOVANO (MN) tel. 0376 398 781 e-mail: mnic813002@istruzione.it e-mail certificata: mnic813002@pec.istruzione.it sito internet:

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. PASCOLI VILLAPIANA

ISTITUTO COMPRENSIVO G. PASCOLI VILLAPIANA ISTITUTO COMPRENSIVO G. PASCOLI VILLAPIANA Protocollo di valutazione scuola Primaria e Secondaria anno scolastico 2015-2016 Il Collegio dei docenti definisce modalità e criteri per assicurare omogeneità,

Dettagli

VIII ISTITUTO Comprensivo E: Vittorini SR Indicatori di Apprendimento SCUOLA PRIMARIA Anno scolastico 2014 2015

VIII ISTITUTO Comprensivo E: Vittorini SR Indicatori di Apprendimento SCUOLA PRIMARIA Anno scolastico 2014 2015 ITALIANO VIII ISTITUTO Comprensivo E: Vittorini SR Indicatori di Apprendimento SCUOLA PRIMARIA Anno scolastico 2014 2015 - Ascoltare, comprendere e comunicare oralmente in modo significativo. - Leggere

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA RUBRICHE DI VALUTAZIONE

SCUOLA PRIMARIA RUBRICHE DI VALUTAZIONE SCUOLA PRIMARIA RUBRICHE DI VALUTAZIONE ITALIANO INGLESE STORIA GEOGRAFIA MATEMATICA SCIENZE ARTE E IMMAGINE MUSICA SCIENZE MOTORIE E SPORTIVE RELIGIONE CATTOLICA INFORMATICA EDUCAZIONE CIVICA PREMESSA

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

ISTITUTO COMPRENSIVO MONTEGROTTO TERME SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE - CLASSE PRIMA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO PRIMA DELLA DISCIPLINA: LINGUA INGLESE - CLASSE PRIMA L alunno comprende oralmente semplici parole ed alcuni brevi messaggi di uso quotidiano. Descrive oralmente, con semplici parole di uso quotidiano,

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 EDUCAZIONE FISICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze

PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 EDUCAZIONE FISICA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze PROGETTAZIONE DIDATTICA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2012-2013 EDUCAZIONE FISICA L educazione fisica promuove la conoscenza di sé e delle proprie potenzialità in relazione con l ambiente, gli altri e gli

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA CLASSE I

SCUOLA PRIMARIA CLASSE I SCUOLA PRIMARIA CLASSE I ITALIANO INDICATORI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO STANDARD PER LA VALUTAZIONE DELLE COMPETENZE Ascoltare e comprendere Leggere e comprendere Comunicare oralmente Mantenere l attenzione

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO E. MONACI SORIANO NEL CIMINO A.S. 2013-14. SCUOLA DELL INFANZIA Fine Terzo Anno

ISTITUTO COMPRENSIVO E. MONACI SORIANO NEL CIMINO A.S. 2013-14. SCUOLA DELL INFANZIA Fine Terzo Anno ISTITUTO COMPRENSIVO E. MONACI SORIANO NEL CIMINO A.S. 013-14 SCUOLA DELL INFANZIA Fine Terzo Anno COMPETENZE-CHIAVE EUROPEE madrelingua COMPETENZE DISCIPLINARI Interagisce oralmente nella lingua italiana

Dettagli

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria

Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Dal Profilo dello studente a I discorsi e le parole Inglese e seconda lingua Comunitaria Profilo dello studente Lo studente al termine del primo ciclo, attraverso gli apprendimenti sviluppati a scuola,

Dettagli

INGLESE- CLASSE 1.a TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA

INGLESE- CLASSE 1.a TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA INGLESE- CLASSE 1.a TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE DA SVILUPPARE AL TERMINE DELLA CLASSE PRIMA DELLA SCUOLA PRIMARIA L alunno: Ascolta e comprende parole e semplici espressioni, istruzioni,

Dettagli

PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DEI LINGUAGGI ESPRESSIVI (CLASSI TERZE) secondo le Indicazioni del 2012

PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DEI LINGUAGGI ESPRESSIVI (CLASSI TERZE) secondo le Indicazioni del 2012 PIANO PROGRAMMATICO DI SVILUPPO DELLE UDA DEI LINGUAGGI ESPRESSIVI (CLASSI TERZE) secondo le Indicazioni del 2012 NUMERO UDA TITOLO PERIODO ORIENTATIVO DI SVILUPPO UDA N. 1 UDA N. 2 Unità di apprendimento

Dettagli

LINGUA INGLESE INDICATORE (CATEGORIA) ASCOLTO-COMPRENSIONE ORALE

LINGUA INGLESE INDICATORE (CATEGORIA) ASCOLTO-COMPRENSIONE ORALE LINGUA INGLESE INDICATORE (CATEGORIA) ASCOLTO-COMPRENSIONE ORALE INFANZIA Il bambino scopre la presenza di lingue diverse, riconosce e sperimenta la pluralità dei linguaggi, si misura con la creatività

Dettagli

INDICATORI SCUOLA PRIMARIA

INDICATORI SCUOLA PRIMARIA INDICATORI SCUOLA PRIMARIA Classe 1ª ITALIANO Narrare brevi esperienze personali rispettando le regole dell ascolto Ascoltare e cogliere il senso globale di semplici testi e informazioni Acquisire prime

Dettagli

SCHEMA PROGETTAZIONE AREE DI COMPETENZA

SCHEMA PROGETTAZIONE AREE DI COMPETENZA 1 Logicomatematicoscientifica Logiche Matematiche Classificare, ornare e porre in relazione -Sa classificare trovando somiglianze e fferenze -Sa formare insiemi in base ad una o più proprietà comune ai

Dettagli

Scuola Primaria Progettazione annuale classe 1^ anno scolastico 2013/2014

Scuola Primaria Progettazione annuale classe 1^ anno scolastico 2013/2014 Scuola Primaria Progettazione annuale classe 1^ anno scolastico 2013/2014 ITALIANO Ascolto e conversazione: l alunno comprende e organizza gli elementi principali della comunicazione orale Intervenire

Dettagli

TABELLE DI VALUTAZIONE SCUOLA SECONDARIA

TABELLE DI VALUTAZIONE SCUOLA SECONDARIA TABELLE DI VALUTAZIONE SCUOLA SECONDARIA o COMPORTAMENTO o LETTERE (ITALIANO, STORIA, GEOGRAFIA) o MATEMATICA E SCIENZE o PRIMA E SECONDA LINGUA COMUNITARIA o TECNOLOGIA o EDUCAZIONE MUSICALE o SCIENZE

Dettagli

Curricolo di LINGUA INGLESE

Curricolo di LINGUA INGLESE Curricolo di LINGUA INGLESE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE FISSATI DALLE INDICAZIONI NAZIONALI PER IL CURRICOLO 2012 I traguardi sono riconducibili ai livelli A1 e A2 del Quadro Comune Europeo

Dettagli

PRIMA LINGUA COMUNITARIA: INGLESE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA

PRIMA LINGUA COMUNITARIA: INGLESE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA PRIMA LINGUA COMUNITARIA: INGLESE TRAGUARDI PER LO SVILUPPO DELLE COMPETENZE ALLA FINE DELLA SCUOLA PRIMARIA L alunno comprende brevi messaggi orali e scritti relativi ad ambiti familiari. Descrive oralmente

Dettagli

VOTO In riferimento a: conoscenze, abilità, competenze disciplinari

VOTO In riferimento a: conoscenze, abilità, competenze disciplinari GRIGLIE DI VALUTAZIONE DELLE VERIFICHE E VALUTAZIONI QUADRIMESTRALI E DEL COMPORTAMENTO DEGLI ALUNNI DELLA SCUOLA PRIMARIA: ANNO SCOLASTICO 2012/2013. L introduzione della scala numerica ha fatto sì che

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA Plesso CESARE BATTISTI ARNATE Plesso ALESSANDRO MANZONI MADONNA IN CAMPAGNA CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA CLASSE 4^ ITALIANO l allievo prende la parola negli scambi comunicativi dimostrando di aver colto l

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G.A. DE COSMI Cod. Fisc. 80007730841 Distretto 008 Cod. Mecc. AGIC85200L Indirizzo PEC: agic85200l@pec.istruzione.

ISTITUTO COMPRENSIVO G.A. DE COSMI Cod. Fisc. 80007730841 Distretto 008 Cod. Mecc. AGIC85200L Indirizzo PEC: agic85200l@pec.istruzione. ISTITUTO COMPRENSIVO G.A. DE COSMI Cod. Fisc. 80007730841 Distretto 008 Cod. Mecc. AGIC8200L Indirizzo PEC: agic8200l@pec.istruzione.it E-Mail: agic8200l@istruzione.it 9202 - CASTELTERMINI (AG) PIAZZA

Dettagli

SCUOLA ELEMENTARE VIA MASSAUA 5 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE CLASSE QUINTA ANNO SCOLASTICO 2009-2010 LINGUA ITALIANA

SCUOLA ELEMENTARE VIA MASSAUA 5 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE CLASSE QUINTA ANNO SCOLASTICO 2009-2010 LINGUA ITALIANA SCUOLA ELEMENTARE VIA MASSAUA 5 PROGRAMMAZIONE DIDATTICA ANNUALE CLASSE QUINTA ANNO SCOLASTICO 2009-2010 LINGUA ITALIANA 1. ASCOLTARE, COMPRENDERE E COMUNICARE ORALMENTE o Intervenire nelle conversazioni

Dettagli

LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA

LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA LINGUA INGLESE E SECONDA LINGUA COMUNITARIA (I traguardi sono riconducibili al Livello A1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue del Consiglio d Europa per la sc. primaria) (I traguardi

Dettagli

I DISCORSI E LE PAROLE

I DISCORSI E LE PAROLE SCUOLA DELL INFANZIA INDICATORI I DISCORSI E LE PAROLE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3 anni 4 anni 5 anni ASCOLTARE E Ascoltare brevi e semplici racconti. Capire il messaggio delle parole usate dall insegnante.

Dettagli

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE: indicatori e livelli

CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE: indicatori e livelli (1) ASSE DEI LINGUAGGI : ITALIANO CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE: indicatori e livelli 1. Padroneggia gli strumenti espressivi ed argomentativi indispensabili per gestire l interazione comunicativa verbale

Dettagli

Griglie di Valutazione disciplinari

Griglie di Valutazione disciplinari Istituto Comprensivo 1 di Taormina via Dietro Cappuccini n. telefono 0942 628612 n. fax 0942 628641/0942-897077 Griglie di Valutazione disciplinari Anno Scolastico 2014/ 15 Approvazione definitiva: Collegio

Dettagli

CLASSE 3^ ITALIANO ASCOLTARE PARLARE LEGGERE OBIETTIVI DECLINATI PER CONOSCENZE, ABILITA' E COMPETENZECLASSE

CLASSE 3^ ITALIANO ASCOLTARE PARLARE LEGGERE OBIETTIVI DECLINATI PER CONOSCENZE, ABILITA' E COMPETENZECLASSE OBIETTIVI DECLINATI PER CONOSCENZE, ABILITA' E COMPETENZECLASSE 1 CLASSE 3^ ITALIANO ASCOLTARE Conoscenze Abilità Competenze - Conoscere le strategie di ascolto di testi orali: racconti, argomentazioni,

Dettagli

CAMPI D ESPERIENZA SETTEMBRE OTTOBRE- NOVEMBRE DICEMBRE-GENNAIO FEBBRAIO-MARZO APRILE-MAGGIO GIUGNO. Ascoltare i vissuti dei compagni.

CAMPI D ESPERIENZA SETTEMBRE OTTOBRE- NOVEMBRE DICEMBRE-GENNAIO FEBBRAIO-MARZO APRILE-MAGGIO GIUGNO. Ascoltare i vissuti dei compagni. SCUOLA DELL INFANZIA CHE AVVENTURA - Progetto educativo/didattico anno scolastico 2014 / 2015 Obiettivi di apprendimento ipotizzati per bambini di 3 anni CAMPI D ESPERIENZA SETTEMBRE OTTOBRE- NOVEMBRE

Dettagli

GRIGLIA DI VALUTAZIONE DISCIPLINARE DISCIPLINA: INGLESE CLASSE I. Comprendere parole, istruzioni e frasi di uso quotidiano.

GRIGLIA DI VALUTAZIONE DISCIPLINARE DISCIPLINA: INGLESE CLASSE I. Comprendere parole, istruzioni e frasi di uso quotidiano. GRIGLIA DI VALUTAZIONE DISCIPLINARE Nuclei tematici: Ascolto (comprensione orale) Parlato (produzione e interazione orale) Lettura (comprensione scritta) Scrittura (produzione scritta) DISCIPLINA: INGLESE

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 Q SCUOLE PRIMARIE CLASSI QUINTE

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 Q SCUOLE PRIMARIE CLASSI QUINTE UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 Q SCUOLE PRIMARIE CLASSI QUINTE Denominazione Compito-prodotto Competenze mirate Comuni /cittadinanza I DIRITTI DEI BAMBINI IL QUADERNO REALIZZATO DAI RAGAZZI E/O LO SLOGAN PUBBLICITARIO

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA Programmazione annuale d istituto CLASSI SECONDE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

SCUOLA PRIMARIA Programmazione annuale d istituto CLASSI SECONDE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO ISTITUTO COMPRENSIVO ING. CARLO STRADI MARANELLO ANNO SCOLASTICO 2015 / 2016 SCUOLA PRIMARIA Programmazione annuale d istituto CLASSI SECONDE OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO LINGUA ITALIANA 1. Ascolto e parlato

Dettagli

Istituto Comprensivo I. Nievo di San Donà di Piave(VE) PROGRAMMAZIONE DIDATTICA -CLASSI PARALLELE- SCUOLA PRIMARIA CLASSI PRIME

Istituto Comprensivo I. Nievo di San Donà di Piave(VE) PROGRAMMAZIONE DIDATTICA -CLASSI PARALLELE- SCUOLA PRIMARIA CLASSI PRIME Istituto Comprensivo I. Nievo di San Donà di Piave(VE) PROGRAMMAZIONE DIDATTICA -CLASSI PARALLELE- SCUOLA PRIMARIA CLASSI PRIME A.S. 2014-2015 ITALIANO 1 - Ascoltare e parlare. Ascoltare, comprendere ed

Dettagli

Curricolo Scuola Infanzia

Curricolo Scuola Infanzia Curricolo Scuola Infanzia CHIAVE COMPETENZA SOCIALE E CIVICA Riconosce ed esprime le proprie emozioni, è consapevole di desideri e paure, avverte gli stati d animo propri e altrui. Acquisire consapevolezza

Dettagli

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 o QUADRIMESTRE SCUOLE PRIMARIE CLASSI PRIME

UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 o QUADRIMESTRE SCUOLE PRIMARIE CLASSI PRIME UNITÀ DI APPRENDIMENTO 1 o QUADRIMESTRE SCUOLE PRIMARIE CLASSI PRIME Denominazione IO E GLI ALTRI UNITA DI APPRENDIMENTO Compito-prodotto Cartellone e/o video e/o manufatti e/o fascicolo Competenze mirate

Dettagli

CURRICOLO DI ITALIANO FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA

CURRICOLO DI ITALIANO FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA CURRICOLO DI ITALIANO FINE CLASSE TERZA SCUOLA PRIMARIA Nucleo tematico Oralità Traguardi per lo sviluppo delle competenze -Partecipa a scambi comunicativi con compagni e docenti -Ascolta e comprende messaggi

Dettagli

COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE DIREZIONE DIDATTICA 1 CIRCOLO MARSCIANO Piazza della Vittoria,1 06055- MARSCIANO (PG)- C.F.800005660545 Centralino/Fax 0758742353 Dirigente Scolastico 0758742251 E.mail:pgee41007@istruzione.it Sito Web:

Dettagli

Unità d apprendimento IL TEMPO CORRE E VA

Unità d apprendimento IL TEMPO CORRE E VA MOTIVAZIONE Istituto Comprensivo Gallicano nel Lazio Unità d apprendimento IL TEMPO CORRE E VA La dimensione del tempo, come quella dello spazio, nella società di oggi è stravolta dalla modalità e dalla

Dettagli

LINGUA ITALIANA INDICATORE (CATEGORIA) ASCOLTO E PARLATO

LINGUA ITALIANA INDICATORE (CATEGORIA) ASCOLTO E PARLATO LINGUA ITALIANA INDICATORE (CATEGORIA) ASCOLTO E PARLATO INFANZIA Il bambino sviluppa abilità di ascolto, comprende testi brevi e semplici, arricchisce il proprio lessico. Racconta ed inventa Esprime emozioni,

Dettagli

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE

CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA E SECONDARIA DI PRIMO GRADO con riferimento alle Indicazioni Nazionali 2012 DISCIPLINA DI RIFERIMENTO: LINGUE STRANIERE DISCIPLINE CONCORRENTI: tutte TRAGUARDI PER LO SVILUPPO

Dettagli

DESCRIZIONE DEL MODELLO DI CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE

DESCRIZIONE DEL MODELLO DI CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE ALLEGATO n.4 DESCRIZIONE DEL MODELLO DI CERTIFICAZIONE DELLE COMPETENZE La certificazione delle competenze chiave, delineate dal documento tecnico (http://www.pubblica.istruzione.it/normativa/2007/dm139_07.shtml)

Dettagli

LA CONOSCENZA DEL MONDO

LA CONOSCENZA DEL MONDO SCUOLA DELL INFANZIA INDICATORI LA CONOSCENZA OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 3 anni 4 anni 5 anni. DEL MONDO FISICO E.. Esplorare con curiosità attraverso i sensi. Manipolare materiali diversi. Sperimentare

Dettagli

LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA

LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA CLASSE PRIMA LINGUA INGLESE SCUOLA PRIMARIA 1 RICEZIONE ORALE 1. Familiarizzare coi primi suoni della lingua inglese 2. Comprendere semplici espressioni di uso quotidiano, pronunciate chiaramente. 3. Comprendere,

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE IN BASE ALLE NUOVE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE IN BASE ALLE NUOVE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA PROGRAMMAZIONE ANNUALE IN BASE ALLE NUOVE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2015/2016 AREA SOVRADISCIPLINARE LINGUISTICO-ARTISTICO-ESPRESSIVA LINGUA ITALIANA Obiettivi

Dettagli

PRIMO BIENNIO CLASSE SECONDA - ITALIANO

PRIMO BIENNIO CLASSE SECONDA - ITALIANO PRIMO BIENNIO CLASSE SECONDA - ITALIANO OBIETTIVI MINIMI 1. ASCOLTARE/PARLARE: Ascoltare e comprendere testi orali di diverso tipo. Esprimersi oralmente in modo corretto (e pertinente), producendo testi

Dettagli

Progettazione consapevole: riconoscere ed analizzare i propri e gli altrui bisogni

Progettazione consapevole: riconoscere ed analizzare i propri e gli altrui bisogni Curricolo di lingua inglese aa. ss. 2016 2019 L apprendimento della lingua straniera, coerentemente a quanto suggerito dalle Indicazioni Nazionali 2012 (D.M 254/2012), contribuisce a promuovere la formazione

Dettagli

VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI SCUOLA PRIMARIA A.S.2015/2016

VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI SCUOLA PRIMARIA A.S.2015/2016 VALUTAZIONE DEGLI APPRENDIMENTI SCUOLA PRIMARIA A.S.201/201 PREMESSA La valutazione è espressione dell autonomia professionale propria della funzione docente, nella sua dimensione individuale e collegiale,

Dettagli

QUARTO BIMESTRE ITALIANO APRILE MAGGIO GIUGNO DISCIPLINA TRAGUARDI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO

QUARTO BIMESTRE ITALIANO APRILE MAGGIO GIUGNO DISCIPLINA TRAGUARDI OBIETTIVI DI APPRENDIMENTO 1 QUARTO BIMESTRE ITALIANO ITALIANO ASCOLTARE E PARLARE 1. Ascoltare e interviene con chiarezza espositiva nel dialogo e nella conversazione 2. Ascoltare con attenzione testi di vario tipo e dimostrare

Dettagli

Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI. Lessico approfondito relativo agli argomenti trattati.

Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE CONOSCENZE ABILITÀ METODOLOGIA/ STRATEGIE COMUNI. Lessico approfondito relativo agli argomenti trattati. ISTITUTO COMPRENSIVO 3 VICENZA DIPARTIMENTO DI LINGUA STRANIERA CURRICOLO DI INGLESE SCUOLA SECONDARIA COMPETENZE CHIAVE EUROPEE Comunicazione in lingua straniera Fine classe terza COMPETENZE SPECIFICHE

Dettagli

CURRICOLO DISCIPLINARE DI ITALIANO ASCOLTO E PARLATO. Traguardi per lo sviluppo delle competenze. Obiettivi di apprendimento( conoscenze e

CURRICOLO DISCIPLINARE DI ITALIANO ASCOLTO E PARLATO. Traguardi per lo sviluppo delle competenze. Obiettivi di apprendimento( conoscenze e CURRICOLO DISCIPLINARE DI ITALIANO ASCOLTO E PARLATO Traguardi per lo sviluppo delle competenze 1.Partecipa a scambi comunicativi con compagni ed insegnanti, formulando messaggi chiari e pertinenti Obiettivi

Dettagli

UNITA DI APPRENDIMENTO UNICA

UNITA DI APPRENDIMENTO UNICA TITOLO: TEMPO CAMBIA COLORE UNITA DI APPRENDIMENTO UNICA DATI IDENTIFICATIVI TIPOLOGIA DELL UA: Pluridisciplinare ANNO SCOLASTICO:2012/2013 DESTINATARI: alunni di classe prima di Porticino DOCENTI COINVOLTI:

Dettagli

ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO DI ROBBIO - SCUOLA PRIMARIA CLASSE: PRIMA A.S

ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO DI ROBBIO - SCUOLA PRIMARIA CLASSE: PRIMA A.S ISTITUTO SCOLASTICO COMPRENSIVO DI ROBBIO - SCUOLA PRIMARIA DISCIPLINA: ITALIANO partecipa a scambi linguistici con compagni ed insegnanti, attraverso messaggi semplici, chiari e pertinenti. Si esprime

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO FOGLIO NOTIZIE DELL'ALUNNO DATI GENERALI

ISTITUTO COMPRENSIVO FOGLIO NOTIZIE DELL'ALUNNO DATI GENERALI ISTITUTO COMPRENSIVO FOGLIO NOTIZIE DELL'ALUNNO DATI GENERALI Anno Scolastico Data iscrizione nella scuola Cognome e Nome Data di nascita Anno di arrivo in Italia Nazionalità Lingua materna Paese di Provenienza

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO G. GALILEI PIEVE A NIEVOLE

ISTITUTO COMPRENSIVO G. GALILEI PIEVE A NIEVOLE ISTITUTO COMPRENSIVO G. GALILEI PIEVE A NIEVOLE PIANIFICAZIONE MODULI DI APPRENDIMENTO classe I sezione DISCIPLINA: LINGUA STRANIERA INSEGNANTE: ANNO SCOLASTICO COMPOSIZIONE DELLA CLASSE: MASCHI: FEMMINE:

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA CLASSE 5^ - CRITERI VALUTAZIONE DI STORIA USO DELLE FONTI

SCUOLA PRIMARIA CLASSE 5^ - CRITERI VALUTAZIONE DI STORIA USO DELLE FONTI SCUOLA PRIMARIA CLASSE 5^ - CRITERI VALUTAZIONE DI STORIA USO DELLE FONTI LIVELLO / VOTO L'alunno riconosce con sicurezza ed in modo autonomo alcune tipologie di documenti dati: materiali, iconografici,

Dettagli

OBIETTIVI FORMATIVI E DELLE COMPETENZE

OBIETTIVI FORMATIVI E DELLE COMPETENZE E DELLE MONOENNIO ITALIANO monoennio 1. saper ascoltare interlocutori in contesti diversi 2. saper comunicare oralmente 3. acquisire la tecnica della lettura 4. acquisire la tecnica della scrittura a)

Dettagli

PROGRAMMAZIONE ANNUALE IN BASE ALLE NUOVE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA

PROGRAMMAZIONE ANNUALE IN BASE ALLE NUOVE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA PROGRAMMAZIONE ANNUALE IN BASE ALLE NUOVE INDICAZIONI PER IL CURRICOLO SCUOLA PRIMARIA CLASSI PRIME ANNO SCOLASTICO 2013/2014 AREA SOVRADISCIPLINARE LINGUISTICO-ARTISTICO-ESPRESSIVA LINGUA ITALIANA Obiettivi

Dettagli

INGLESE COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE. b. Utilizza la lingua inglese nell uso delle tecnologie dell informazione e della comunicazione

INGLESE COMUNICAZIONE NELLE LINGUE STRANIERE. b. Utilizza la lingua inglese nell uso delle tecnologie dell informazione e della comunicazione INGLESE COMPETENZE SPECIFICHE AL a. Nell incontro con persone di diverse nazionalità è in grado di esprimersi a livello elementare in lingua inglese. b. Utilizza la lingua inglese nell uso delle tecnologie

Dettagli

RACCORDO TRA LE COMPETENZE

RACCORDO TRA LE COMPETENZE L2 RACCORDO TRA LE COMPETENZE (AREA SOCIO AFFETTIVA E COGNITIVA) L2 COLLEGAMENTO TRA LE COMPETENZE DELLA SCUOLA PRIMARIA E DELLA SCUOLA SECONDARIA DI I GRADO Il Quadro Comune di riferimento Europeo distingue

Dettagli

POLO I MONTERONI DI LECCE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A.S.2013/2014 CURRICOLO DI LINGUA STRANIERA: FRANCESE CLASSI SECONDE

POLO I MONTERONI DI LECCE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A.S.2013/2014 CURRICOLO DI LINGUA STRANIERA: FRANCESE CLASSI SECONDE POLO I MONTERONI DI LECCE SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO A.S.2013/2014 CURRICOLO DI LINGUA STRANIERA: FRANCESE CLASSI SECONDE FINALITA Acquisire una competenza plurilingue e pluriculturale. Esercitare

Dettagli

SCUOLA PRIMARIA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria.

SCUOLA PRIMARIA. Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria. AREE DISCIPLINARI E DISCIPLINE SCUOLA PRIMARIA AREA LINGUISTICO-ARTISTICO-ESPRESSIVA ITALIANO L alunno partecipa a scambi comunicativi con compagni e docenti (conversazione, discussione, scambi epistolari

Dettagli

Istituto Comprensivo di Cologna Veneta Curricolo Scuola Primaria a.s. 2015/2016

Istituto Comprensivo di Cologna Veneta Curricolo Scuola Primaria a.s. 2015/2016 Traguardi per lo sviluppo delle competenze al termine della scuola primaria (i traguardi sono riconducibili al Livello A1 del Quadro Comune Europeo di Riferimento per le lingue del Consiglio d Europa)

Dettagli

ISTITUTO COMPRENSIVO ARBE-ZARA

ISTITUTO COMPRENSIVO ARBE-ZARA ISTITUTO COMPRENSIVO ARBE-ZARA SCUOLA PRIMARIA C. POERIO A.S. 2015-2016 PROGETTAZIONE DISCIPLINARE DI LINGUA INGLESE LINGUA INGLESE CLASSE PRIMA ASCOLTARE E PARLARE Competenze Ascoltare attivamente. Comprendere

Dettagli

Curricolo per campi di esperienza a.s. 2013-2014 - Istituto Comprensivo Assisi 2

Curricolo per campi di esperienza a.s. 2013-2014 - Istituto Comprensivo Assisi 2 La comunicazione nella madrelingua Vive pienamente la propria corporeità, ne percepisce il potenziale comunicativo ed espressivo,matura condotte che gli consentono una buona autonomia nelle gestione della

Dettagli

Traguardi per lo sviluppo delle competenze

Traguardi per lo sviluppo delle competenze CURRICOLO VERTICALE DELLE LINGUE COMUNITARIE (INGLESE E FRANCESE) COMPETENZE CHIAVE La comunicazione nelle lingue straniere Nell incontro con persone di diverse nazionalità è in grado di esprimersi a livello

Dettagli