UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI PERUGIA"

Transcript

1 UNVERSTÀ DEGL STUD D PERUGA Rgolamnto didattico dl Corso di Laura in nggnria Gstional dll'nformazion Class L- 8 nggnria dll nformazion A.A TTOLO Dati gnrali ARTCOLO 1 Funzioni struttura dl corso di laura l prsnt Rgolamnto disciplina il Corso di laura in nggnria Gstional dll'nformazion (class L-8 nggnria dll nformazion) dlla Facoltà di nggnria dll Univrsità dgli Studi di Prugia in conformità con la lgg 19 novmbr 1990 n. 41, con il Dcrto dl Ministro dll struzion dll Univrsità dlla Ricrca 22 ottobr 2004 n. 270 rlativi dcrti attuativi con il Rgolamnto didattico di Atno. l corso è attivo prsso la sd di Trni d è coordinato dal Consiglio di ntrcorso di nggnria Gstional, dll Tlcomunicazion (di sguito struttura didattica), con prsidnt pro-tmpor il prof. Paolo Valigi. l sito intrnt l corso di studio rilascia il titolo di Dottor in nggnria Gstional dll'nformazion. ARTCOLO 2 Obittivi formativi, sbocchi occupazionali profssionali a) Gli obittivi formativi gnrali dl corso di studio sono i sgunti: conoscr adguatamnt gli asptti mtodologico-oprativi dlla matmatica dll altr scinz di bas d ssr in grado di utilizzar tal conoscnza pr intrprtar dscrivr i problmi dll inggnria informatica d lttronica; conoscr adguatamnt gli asptti mtodologico-oprativi dll scinz dll inggnria in gnral dll inggnria gstional dll'informazion in particolar; idntificar, formular risolvr problmi dll inggnria gstional utilizzando mtodi, tcnich strumnti aggiornati; idntificar, formular risolvr problmi dll inggnria dll'informazion utilizzando mtodi, tcnich strumnti aggiornati; ssr capaci di utilizzar tcnich strumnti pr la progttazion di smplici componnti, sistmi procssi; ssr capaci di condurr sprimnti di analizzarn intrprtarn i dati; ssr capaci di comprndr l impatto dll soluzioni inggnristich nl contsto social fisico-ambintal; conoscr i contsti azindali la cultura d imprsa ni suoi asptti conomici, gstionali organizzativi; ssr in grado di comunicar fficacmnt, in forma scritta d oral, in almno una lingua dll Union Europa oltr l italiano; possdr gli strumnti cognitivi di bas pr l aggiornamnto continuo dll propri conoscnz. Rg. Gst.nfo p. 1/10

2 b) Gli obittivi spcifici dll attività formativ sono: adguata conoscnza dgli asptti mtodologico-oprativi nll ar: Matmatica, con particolar riguardo al calcolo, all toria dlla diffrnziazion dll'intgrazion, ai fondamnti dlla toria dlla probabilità; Gomtria, con particolar rifrimnto alla gomtria analitica all'algbra linar; Fisica, con particolar rifrimnto alla mccanica dl punto matrial di sistmi, alla mccanica di fluidi, alla trmodinamica all'lttromagntismo; Chimica, con particolar rifrimnto alla struttura microscopica dlla matria all trasformazioni chimich,, con particolar rifrimnto alla programmazion orintata agli oggtti, all basi di dati, ai sistmi informativi d alla sicurzza informatica; Automazion Controllo, con particolar riguardo ai modlli nllo spazio di stato d ai comportamnti ingrsso-uscita, alla stabilità d all proprità strutturali, nonché al ruolo dlla rtroazion, alla sintsi di rgolatori ad lmnti di automazion industrial; nggnria Economico-Gstional, con particolar riguardo agli lmnti basilari pr includr, ni procssi valutativi in campo inggnristico, gli asptti conomici d organizzativi; Ricrca Oprativa, con particolar rifrimnto a tcnich pr la formulazion la soluzion di problmi di dcision mdiant mtodi quantitativi; Elttrotcnica, con particolar rifrimnto alla toria di circuiti analogici linari stazionari, allo studio di tali circuiti nl tmpo nl dominio dlla frqunza, agli asptti nrgtici; nggnria dlla Qualità, con particolar rifrimnto ai modlli di gstion pr la qualità, ai rifrimnti normativi, agli strumnti pr la gstion dlla qualità, in particolar al controllo statistico di procsso. noltr, pr il curriculum Gstional: Produzion Logistica, con particolar riguardo all tcnologi di produzion, ai sistmi di produzion d ai sistmi logistici; Gstion Stratgia d'mprsa, con particolar riguardo all organizzazioni azindali, all'innovazion, ai modlli stratgici d al markting. nfin pr il curriculum nformazion: Elttronica, con particolar riguardo ai sistmi analogici digitali; Tlcomunicazioni, con particolar riguardo alla laborazion di sgnali d alla trasmission dll'informazion; Campi, con particolar riguardo ai fondamnti dlla propagazion lttromagntica d all mtodologi pr l microond l radiofrqunz. Misur lttronich, con particolar riguardo agli asptti rilvanti pr la gstion di procssi. c) Gli sbocchi occupazionali profssionali di rifrimnto pr il corso di laura sono: ara dll'inggnria gstional: imprs manifatturir, di srvizi pubblica amministrazion pr l'approvvigionamnto la gstion di matriali, pr l'organizzazion azindal dlla produzion, pr l'organizzazion l'automazion di sistmi produttivi, pr la logistica, il projct managmnt d il controllo di gstion, pr l'analisi di sttori industriali, pr la valutazion dgli invstimnti, pr il markting industrial; ara dll'inggnria informatica: industri informatich opranti ngli ambiti dlla produzion hardwar softwar; industri pr l'automazion la robotica; imprs Rg. Gst.nfo p. 2/10

3 opranti nll'ara di sistmi informativi dll rti di calcolatori; imprs di srvizi; srvizi informatici dlla pubblica amministrazion; ara dll'inggnria dll'automazion: imprs lttronich, lttromccanich, spaziali, chimich, aronautich in cui sono sviluppat funzioni di dimnsionamnto ralizzazion di architttur complss, di sistmi automatici, di procssi di impianti pr l'automazion ch intgrino componnti informatici, apparati di misur, trasmission d attuazion; ara dll'inggnria lttronica: imprs di progttazion produzion di componnti, apparati sistmi lttronici d optolttronici; industri manifatturir, sttori dll amministrazioni pubblich d imprs di srvizi ch applicano tcnologi d infrastruttur lttronich pr il trattamnto, la trasmission l'impigo di sgnali in ambito civil, industrial dll'informazion; ara dll'inggnria biomdica: industri dl sttor biomdico farmacutico produttrici fornitrici di sistmi, apparcchiatur matriali pr diagnosi, cura riabilitazion; azind ospdalir pubblich privat; socità di srvizi pr la gstion di apparcchiatur d impianti mdicali, anch di tlmdicina; laboratori spcializzati; ara dll'inggnria dll tlcomunicazioni: imprs di progttazion, produzion d srcizio di apparati, sistmi d infrastruttur riguardanti l'acquisizion d il trasporto dll informazioni la loro utilizzazion in applicazioni tlmatich; imprs pubblich privat di srvizi di tlcomunicazion tlrilvamnto trrstri o spaziali; nti normativi d nti di controllo dl traffico aro, trrstr naval; ara dll'inggnria dlla sicurzza protzion dll'informazion: sistmi di gstion di srvizi pr l grandi infrastruttur, pr i cantiri i luoghi di lavoro, pr gli nti locali, pr nti pubblici privati, pr l industri, pr la sicurzza informatica, logica dll tlcomunicazioni pr svolgr il ruolo di "scurity managr". d) L attività didattich si sviluppano in tr anni con un carico didattico di 180 cfu sostanzialmnt quidistribuito ni tr anni. l calndario dll attività didattich è stabilito dalla Facoltà nll ambito dll azioni di coordinamnto con gli altri corsi di studio. ) l titolo di studio dà la possibilità di accdr a laur magistrali a mastr di livllo. f) L parti sociali, consultat, hanno sprsso parr favorvol all attivazion dl corso di studio. ARTCOLO Rquisiti di ammission modalità di vrifica È prvista, pr il corso di laura, un utnza sostnibil di 150 unità. l titolo richisto pr l accsso, com prvisto dall Art. comma 1 dl DM. 270/2004 è il diploma di scuola scondaria suprior o altro titolo di studio consguito all stro, riconosciuto idono. Pr ssr ammssi a sostnr gli sami (com da succssivo Art. 8) occorr il posssso di un adguata prparazion, con rifrimnto spcifico alla comprnsion vrbal, all attitudin a un approccio mtodologico, alla conoscnza dgli argomnti di matmatica, fisica chimica comuni ai programmi dll scuol scondari di scondo grado. Pr favorir l acquisizion di rquisiti, la struttura didattica promuov attività formativ propdutich ddicat, ch si trranno, di norma, nl ms di sttmbr, snza scludr ultriori attività svolt nl corso dll anno con intrazion dirtta con l scuol di istruzion scondaria. Rg. Gst.nfo p. /10

4 Al fin di favorir l organizzazion la frqunza, la struttura didattica può prdisporr rgol pr la pr-iscrizion. La vrifica dl posssso dll adguata prparazion inizial avvin mdiant prov di valutazion da ffttuarsi, di norma, nl ms di sttmbr, con vntual riptizion nl ms di dicmbr. La Facoltà coordina l attività didattich di vrifica di vari corsi di studio. nformazioni dttagliat possono ssr rprit sul sito intrnt dlla Facoltà. Passaggi trasfrimnti ARTCOLO 4 Pr prmttr un fficac insrimnto nll attività didattich, la prsntazion dlla pratica di passaggio da altro corso di studio o di trasfrimnto da altro Atno dv avvnir, di norma, ntro il ms di sttmbr. TTOLO PERCORSO FORMATVO E prvista l articolazion in du curricula: nggnria Gstional nggnria dll'nformazion ARTCOLO 5 Curricula ARTCOLO Prcorsi formativi Attività formativ Ambito disciplinar CCLO 2009 (D.M. 270/04) anno Dnominazion insgnamnto SSD CFU Modalità di vrifica Smstr Bas Bas Caratt. Caratt. Affin Matmatica Matmatica nggnria Gstional Gomtria MAT/0 sam A: Gomtria 1 B: Gomtria 2 Analisi Matmatica MAT/05 9 Esam Economia Organizzazion Azindal A: Economia 1 B: Economia 2 C:Economia NG-ND/5 SECS-P/08 9 Esam Bas Matmatica Fondamnti di informatica A: Fondamnti di informatica 1 B: Fondamnti di informatica 2 NG-NF/05 sam ntgrativa Chimica CHM/07 sam Bas Matmatica Analisi Matmatica MAT/05 9 sam Bas Fisica Chimica FS/01 sam Fisica Gnral A: Fisica Gnral 1 B: Esprinz di Fisica 1 2 Rg. Gst.nfo p. 4/10

5 Lingua ngls donità Total cfu 2 Nota: L Esam prvd di norma una prova scritta, o pratica, una oral. anno ( ) Attività Ambito Dnominazion SSD CFU Modalità Smstr formativ disciplinar insgnamnto di vrifica Bas Fisica Fisica gnral FS/01 sam Chimica A: Fisica Gnral 2 B: Esprinz di Fisica 2 2 ntgrativa Elttrotcnica sam A: Elttrotcnica 1 B: Elttrotcnica 2 NG-ND/1 Bas Ricrca Oprativa MAT/09 9 sam Carattrizzant nggnria Analisi di Sistmi NG-NF/04 A: Sistmi Dinamici sam B: Sistmi rtroazionati Bas Matmatica Matmatica Applicata pr MAT/05 5 sam l'nggnria Curriculum Gstional Carattrizzant nggnria Gstion d'imprsa nnovazion NG-ND/5 9 sam Gstional Carattrizzant nggnria Gstion di Progtti NG-ND/17 sam Gstional Total cfu 57 Curriculum nformazion Carattrizzant nggnria Elttronica Applicata NG-NF/01 9 sam Elttronica ntgrativa Toria di Sgnali NG-NF/0 9 sam Total cfu 57 Attività formativ Carattrizzant Carattrizzant Carattrizzant Ambito disciplinar nggnria Gstional nggnria nggnria Elttronica Curriculum Gstional Carattrizzant nggnria Gstional Carattrizzant nggnria Gstional Total cfu Curriculum nformazion anno (2012-1) Dnominazion insgnamnto Sistmi di controllo d automazion A: Controllo B: Automazion Gstion Sicurzza di Sistmi nformativi d nformatici nggnria dlla Qualità modulo modlli modulo mtodi SSD CFU Modalità di vrifica NG-NF/04 sam 5 4 NG-NF/05 9 sam NG-NF/ sam Progttazion Gstion di Sistmi Logistici Produttivi NG-ND/17 sam A: Progttazion Gstion di sistmi produttivi B: Gstion di sistmi 9 industriali logistici Stratgia d'mprsa Markting NG-ND/5 sam Smstr Carattrizzant Carattrizzant Total cfu nggnria Elttronica nggnria Elttronica Campi lttromagntici NG-NF/02 9 sam Un sam a sclta dalla tablla A sam Tablla A Elttronica di Sistmi Digitali Microond radiofrqunz Trasmission dll'nformazion Misur pr la Gstion di Procssi NG-NF/01 NG-NF/02 NG-NF/0 NG-NF/07 Rg. Gst.nfo p. 5/10

6 Gli insgnamnti a sclta dllo studnt (12 cfu) dvono ssr cornti con il progtto formativo. La struttura didattica rnd disponibil la sgunt offrta didattica: Dnominazion insgnamnto SSD CFU Modalità di vrifica Tcnologi di Produzion NG-ND/1 Esam Risors nrgtich sistmi NG-ND/10 Esam nuclari Disgno Tcnico ndustrial NG-ND/15 Esam Tirocinio azindal -- o 12 Rlazion scritta Sono inoltr disponibili i corsi di Tablla A non insriti in piano in consgunza dlla sclta prvista nl curriculum nformazion. La struttura didattica si risrva di valutar sclt libr divrs sulla bas dlla cornza adguatzza con l obittivo formativo dl corso di studi. Dtta valutazion è un paramtro ch concorr alla dtrminazion dlla votazion final pr il consguimnto dl titolo accadmico scondo quanto stabilito dal comma 4 dll art. 24 dl Rgolamnto didattico d Atno. Ai fini dl numro complssivo di sami, i crditi formativi corrispondnti all matri a sclta sono contggiati com un solo sam (D.M. n.8 dl 2/07/2007) Prima dl consguimnto dl titolo di studio lo studnt dv acquisir un attstazion dlla conoscnza dlla lingua ingls ( CFU); è prvisto un tst di piazzamnto prsso il CLA (Cntro Linguistico di Atno) cui sguiranno attività didattich ddicat svolt in collaborazion con il CLA stsso. Pr l'a.a. 2010/11 potranno ssr adottat form divrs (Art. 14). Ripilogo dll attività formativ dl ciclo 2009 (D.M. 270/04) Curriculum Gstional Curriculum nformazion Attività Ambito CFU CFU formativa Bas Matmatica informatica Fisica Chimica Carattrizzanti nggnria informatica (NF/04, NF/05) nggnria lttronica (NF/01, NF/02, NF/07) 9 27 nggnria gstional (ND/1, ND/17, ND/5, NF/04) Affini 18 intgrativ Sclta Lingua Prova final Total L altr informazioni sono rpribili nl sito wb dlla facoltà dl corso di studi. Sulla bas di Manifsti dgli studi di cui ai commi prcdnti, pr l a.a saranno attivati i sgunti insgnamnti Attività formativ Ambito disciplinar Dnominazion insgnamnto SSD CFU Modalità di vrifica Smstr Bas Bas Caratt. Caratt. Affin Matmatica Matmatica nggnria Gstional Gomtria MAT/0 sam A: Gomtria 1 B: Gomtria 2 Analisi Matmatica MAT/05 9 Esam Economia Organizzazion Azindal A: Economia 1 B: Economia 2 C:Economia NG-ND/5 SECS-P/08 9 Esam Bas Matmatica Fondamnti di informatica NG-NF/05 sam Rg. Gst.nfo p. /10

7 A: Fondamnti di informatica 1 B: Fondamnti di informatica 2 ntgrativa Chimica CHM/07 sam Bas Matmatica Analisi Matmatica MAT/05 9 sam Bas Fisica Fisica Gnral FS/01 sam Chimica A: Fisica Gnral 1 B: Esprinz di Fisica 1 2 Lingua ngls donità Total cfu 2 Attività Ambito Dnominazion SSD CFU Modalità Smstr formativ disciplinar insgnamnto di vrifica Bas Fisica Fisica gnral FS/01 sam Chimica A: Fisica Gnral 2 B: Esprinz di Fisica 2 2 ntgrativa Elttrotcnica sam A: Elttrotcnica 1 B: Elttrotcnica 2 NG-ND/1 Bas Ricrca Oprativa MAT/09 9 sam Carattrizzant nggnria Analisi di Sistmi NG-NF/04 A: Sistmi Dinamici sam B: Sistmi rtroazionati Bas Matmatica Matmatica Applicata pr MAT/05 5 sam l'nggnria Curriculum Gstional Carattrizzant nggnria Gstion d'imprsa nnovazion NG-ND/5 9 sam Gstional Carattrizzant nggnria Gstion di Progtti NG-ND/17 sam Gstional Total cfu 57 Curriculum nformazion Carattrizzant nggnria Elttronica Applicata NG-NF/01 9 sam Elttronica ntgrativa Toria di Sgnali NG-NF/0 9 sam Total cfu 57 La tablla, compltata in sd di programmazion didattica, sarà insrita in allgato (Allgato n.1) divnndo part intgrant dl Rgolamnto. L informazioni ultriori su ogni insgnamnto sono rpribili nl sito wb dl corso di studi dlla facoltà. Tutti gli insgnamnti saranno svolti con modalità convnzional in lingua italiana. ARTCOLO 7 Studnti part-tim Pr gli studnti ch si iscrivono com studnti part-tim con un piano di studi prsonal ch prvda divrsa articolazion dl prcorso formativo, saranno programmat attività didattich ad hoc. n bas all signz dovut a impgni lavorativi scondo il piano di studi, approvato dalla struttura didattica (v. Art. 9), potranno ssr mss a disposizion form ddicat di didattica ch prvdono assistnza tutorial, attività di monitoraggio dlla prparazion, s ncssario, srvizi didattici a distanza. ARTCOLO 8 Propduticità, Obblighi di frqunza Rgol di sbarramnto l supramnto dlla prova di valutazion di cui all Art. è propdutico pr gli insgnamnti di Analisi Matmatica di Fisica. Rg. Gst.nfo p. 7/10

8 Sono inoltr da rispttar l sgunti propduticità, distint in obbligatori raccomandat: Corso di Laura in nggnria Gstional dll'nformazion Tablla dll PROPEDEUTCTA' Sm. nsgnamnto Codic Obbligatori Raccomandat 1 Analisi Matmatica AM1 1 Chimica CH 1 Gomtria GEO 1 Fisica Gnral FS1 1 Economia Organizzazion Azindal EOA 2 Analisi Matmatica AM2 AM1 2 Fondamnti di FD Sm. nsgnamnto Codic Obbligatori Raccomandat 1 Analisi di Sistmi ADS AM1, GEO AM2 2 Fisica Gnral FS2 FS1 AM1 1 Elttrotcnica ELE AM1 1 Ricrca Oprativa RO GEO 2 Matmatica Applicata pr l'nggnria MA AM1 AM2 2 Gstion d'imprsa nnovazion G 2 Tcnologi di Produzion TP FS1 2 Elttronica Applicata EA ELE, FS2 Sm. nsgnamnto Codic Obbligatori Raccomandat 1 Sistmi di controllo d automazion SCA ADS 1 Gstion Sicurzza di Sistmi nformativi d nformatici GS FD 1 nggnria dlla Qualità Q AM1 1 Campi lttromagntici CE AM2, FS2, ELE, GEO 2 Progttazion Gstion di Sistmi Logistici Produttivi PGSL EOA RO, TP 2 Stratgia d'mprsa Markting SM 1 Toria di Sgnali TDS AM2, GEO MA Elttronica di Sistmi Digitali ESD Microond radiofrqunz MRF CE, EA Trasmission dll'nformazion T TDS 2 Misur pr la Gstion di Procssi ME ELE ARTCOLO 9 Piani di studio l piano dll attività didattich riportato nl manifsto dgli studi costituisc il piano ufficial dl corso di studio a cui si adguano gli studnti iscritti ai rlativi anni di corso. Lo studnt può proporr, in droga al piano ufficial, un piano di studi prsonal, nl risptto dll Ordinamnto didattico dll attività ffttivamnt attivat. l piano dv ssr prsntato pr l approvazion, di norma, ntro il ms di ottobr. Dv ssr prdisposto su apposito modulo fornito dalla sgrtria studnti consgnato alla sgrtria stssa ch provvdrà a iscrivrlo a protocollo trasmttrlo pr la valutazion. Rg. Gst.nfo p. 8/10

9 Piani di studio ch, risptto a quanto prvisto nl manifsto dgli studi, prvdano variazioni di insgnamnti o loro divrsa distribuzion ngli anni di corso o ni smstri, si configurano com piani di studio prsonali, in quanto tali, dvono ssr sottoposti all approvazion dlla struttura didattica. La struttura didattica valuta i piani di studio individuali, tnndo conto dll signz di formazion cultural di prparazion profssional dllo studnt. ARTCOLO 10 Prova final l corso di studi si conclud con una prova final (cfu) ch consist nlla discussion di un laborato original, prparato dallo studnt, con la suprvision di un docnt dl corso di laura (rlator), da un vntual scondo suprvisor (corrlator). Prima dlla discussion dlla prova final dv ssr consguita l'idonità nlla lingua ingls. La Commission pr la valutazion final è composta da 5 mmbri d è, di norma, prsiduta dal Prsidnt dl corso di studio. Al trmin dlla prova final la Commission dcid a port chius la votazion final. l puntggio final è assgnato, sulla bas di lin guida dlla struttura didattica, tnndo conto dl curriculum dllo studnt dlla prova final. La votazion è in cntodcimi, con vntual lod. TTOLO Docnti Tutor ARTCOLO 11 Docnti La tablla n.2 in Allgato 1 riporta pr il ciclo 2010/11 (DM 270/04): - con sottolinatura, i docnti ch si prvd di impgnar nl corso di studio ncssari alla vrifica di rquisiti minimi, scondo il DM 541/07. - in grasstto i CFU (almno 90) ch dvono ssr coprti da profssori di s.s.d. - in grasstto i docnti di rifrimnto ai snsi dl D.D. 10/0/2008 n.1. ARTCOLO 12 Orintamnto Tutorato Attività di orintamnto saranno svolt, sotto il coordinamnto dlla Facoltà, prsso l Scuol di struzion Scondaria di scondo grado, vntualmnt istitundo anch attività congiunt, mdiant apposit convnzioni. Pr l attività formativ propdutich all attività didattich dl Corso di studio si rimanda all Art. dl prsnt Rgolamnto. Ogni 0 studnti immatricolati si prvd l istituzion di un tutor ch svolga l funzioni prvist dal Rgolamnto didattico di Atno. Possono svolgr attività di tutorato: 1. profssori ricrcatori; 2. soggtti prvisti dalla lgg 170/200;. ultriori soggtti prvisti nl Rgolamnto didattico di Atno. Ritnndo ch l immatricolazioni siano in numro minor o ugual alla numrosità massima prvista pr la class, sono prvisti almno n.5 tutor. nominativi sono riportati nll Allgato 1.. Rg. Gst.nfo p. 9/10

10 Qualora vngano immatricolati soggtti divrsamnt abili, la struttura didattica provvdrà, su richista, a mttr a disposizion mzzi strumntali prsonal di supporto, scondo l spcifich signz. È prvisto un srvizio rivolto a favorir l insrimnto di laurati mdiant un comitato di indirizzo a cui partcipano anch Ordini profssionali Associazioni dl mondo dl lavoro. TTOLO V Norm comuni ARTCOLO 1 Approvazion modifich ai Rgolamnto l Rgolamnto è approvato dal Consiglio di intrcorso di nggnria Gstional dll nformazion dalla Facoltà di nggnria, di norma ntro il ms di marzo. Annualmnt si procd alla rvision dl Rgolamnto. n casi di comprovata ncssità, modifich al Rgolamnto possono ssr propost in corso d anno, dalla struttura didattica comptnt approvat dalla Facoltà. l prsnt Rgolamnto è conform agli Ordinamnti didattici. Pr il ciclo 2010/11 si allga il RAD (Allgato n.2 ) l Rgolamnto ntra in vigor all atto dlla sua manazion mdiant dcrto rttoral. ARTCOLO 14 Norm transitori Pr l a.a saranno attivi solo il primo d il scondo anno dl nuovo ordinamnto di cui al D.M. 270/2004. Gli studnti ch volssro optar pr il nuovo ordinamnto dvono smplicmnt far richista di riscrizion al primo anno prsso la sgrtria studnti ntro il ms di ottobr. Pr l'a.a. 2010/11 l attività didattich di lingua ingls si potranno trr con la stssa modalità dl manifsto dgli studi ai snsi dl D.M. 509/99. Rg. Gst.nfo p. 10/10

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga

Provvedimento di Predisposizione del Programma Annuale dell'esercizio finanziario 2014. Il Dsga Provvdimnto di Prdisposizion dl Programma Annual dll'srcizio finanziario 2014 Il Dsga Visto Il Rgolamnto crnnt l istruzioni gnrali sulla gstion amministrativotabil dll Istituzioni scolastich Dcrto 01 Fbbraio

Dettagli

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO

MINISTERO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÁ E DELLA RICERCA UFFICIO SCOLASTICO PROVINCIALE DI SALERNO PIANO EDUCATIVO INDIVIDUALIZZATO Distrtto Scolastico N 53 Nocra Infrior (SA) SCUOLA MEDIA STATALE Frsa- Pascoli Vial Europa ~ 84015 NOCERA SUPERIORE (SA) Tl. 081 933111-081 931395- fax: 081 936230 C.F.: 94041550651 Cod: Mcc.: SAMM28800N

Dettagli

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R.

Progetto I CARE Progetto CO.L.O.R. Attori in rt pr la mobilità di risultati dll apprndimnto Dirtta WEB, 6 dicmbr 2011 Progtto I CARE Progtto CO.L.O.R. Elmnti distintivi complmntarità Michla Vcchia Fondazion CEFASS gli obittivi Facilitar

Dettagli

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA

REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA CONCORSO DI PROGETTAZIONE UNA NUOVA VIVIBILITA PER IL CENTRO DI NONANTOLA PROCESSO PARTECIPATIVO INTEGRATO CENTRO ANCH IO! REPORT DELLA VALUTAZIONE COLLETTIVA ESITO DELLE VOTAZIONI RACCOLTE DURANTE LE

Dettagli

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE

PROGETTAZIONE DIDATTICA PER COMPETENZE ISTITUTO TECNICO INDUSTRIALE STATALE G. M. MONTANI CONVITTO ANNESSO AZIENDA AGRARIA 63900 FERMO Via Montani n. 7 - Tl. 0734-622632 Fax 0734-622912 www.istitutomontani.it -mail aptf010002@istruzion.it Coc

Dettagli

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma

Poteri/ funzioni attribuiti dalla norma Compiti funzioni attribuiti dalla tiva all nazional Lgg Art. 6, comma 5 Art. 6, comma 7, ltt.a Art. 6, comma 7, ltt.b Potri/ funzioni attribuiti dalla Vigilanza su tutti i contratti pubblici (lavori, srvizi

Dettagli

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica.

CORSO. FIM Via. associazione geometri liberi professionisti. della provincia di Modena. Sede. Costi. Colleg. 2 Pia. rispettivi tecnica. CORSO MASTER associazion gomtri libri profssionisti dlla provincia Modna novmbr, cmbr 2014 gnnaio, fbbraio PERCORSO FORMATIVO DI 48 ORE Sd Il corsoo è organizzato prsso la sala convgni dl Collg io Gomm

Dettagli

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza

GUIDE ITALIA Un confronto sulle ultime tendenze a supporto della semplificazione e dell efficienza GUIDE ITALIA Un confronto sull ultim tndnz a supporto dlla smplificazion dll fficza L voluzion dll architttur IT Sogi RELATORE: Francsco GERBINO 16 novmbr 2010 Agnda Prsntazion dlla Socità Architttur IT

Dettagli

Parcheggi e altre rendite aeroportuali

Parcheggi e altre rendite aeroportuali Argomnti Parchggi altr rndit aroportuali Marco Ponti Elna Scopl La rgolamntazion dl sistma aroportual italiano fino al 2007 non ha vitato la formazion di rndit ingiustificat. In particolar l attività non-aviation,

Dettagli

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO

1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO 1. La struttura di rlazioni tra manifattura srvizi all imprs in un contsto uropo 11 1. LA STRUTTURA DI RELAZIONI TRA MANIFATTURA E SERVIZI ALLE IMPRESE IN UN CONTESTO EUROPEO La quota di srvizi sul commrcio

Dettagli

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività

Comunità Europea (CE) International Accounting Standards, n. 36. Riduzione durevole di valore delle attività Scopo contnuto dl documnto Comunità Europa (CE) Intrnational Accounting Standards, n. 36 Riduzion durvol di valor dll attività Riduzion durvol di valor dll attività SOMMARIO Finalità 1 Ambito di applicazion

Dettagli

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco

Art. 1. - Campo di applicazione e definizioni Art. 2. - Classificazione di reazione al fuoco DM 10 marzo 2005 Classi di razion al fuoco pr i prodotti da costruzion da impigarsi nll opr pr l quali ' prscritto il rquisito dlla sicurzza in caso d'incndio. (GU n. 73 dl 30-3-2005) IL MINISTRO DELL'INTERNO

Dettagli

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI

IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI IL NUOVO QUADRO LEGISLATIVO ITALIANO SULL EFFICIENZA ENERGETICA DEGLI EDIFICI D.Lgs. 192/2005 + D.Lgs. 311/2006 Vincnzo Corrado, Matto Srraino Dipartimnto di Enrgtica Politcnico Di Torino un progtto di:

Dettagli

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015.

Il presente Regolamento Particolare di Gara. è stato approvato in data con numero di approvazione RM / CR /2015. Vrsion 5 3 Agosto Valità 2015 la Manifstazion : Campionato Italiano Rally Assoluto Campionato Italiano Rally Junior Campionato Italiano Rally Costruttori Coppa ACI-SPORT Rally CIR Equipaggi Inpndnti Coppa

Dettagli

Esercizi sullo studio di funzione

Esercizi sullo studio di funzione Esrcizi sullo studio di funzion Prima part Pr potr dscrivr una curva, data la sua quazion cartsiana splicita f () occorr procdr scondo l ordin sgunt: 1) Dtrminar l insim di sistnza dlla f () ) Dtrminar

Dettagli

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti

Le politiche per l equilibrio della bilancia dei pagamenti L politich pr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti Politich pr ottnr l quilibrio dlla bilancia di pagamnti (BP = + MK = 0) nl lungo priodo BP 0 non è sostnibil prchè In cambi fissi S BP0 si sauriscono

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi

Guida allʼesecuzione di prove con risultati qualitativi TitoloTitl Guida allʼscuzion di prov con risultati qualitativi Guid to prform tsts with qualitativ rsults SiglaRfrnc DT-07-DLDS RvisionRvision 00 DataDat 0602203 Rdazion pprovazion utorizzazion allʼmission

Dettagli

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori

T13 Oneri per Indennita' e Compensi Accessori T13 Oneri per Indennita e Compensi Accessori Qualifiche per le Voci di Spesa di Tipo I IND. IND RZ. INDNNITÀ VACANZA STRUTT. ART. 42, D MARIA PROFSSION CONTRATTU COMP. SCLUSIVITA POSIZION POSIZION - RISULTATO

Dettagli

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4

- Radioattività - - 1 - 1 Ci = 3,7 1010 dis / s. ln 2 T 2T = e ln 2 2 = e 2ln 2 = 1 4 Radioattività - Radioattività - - - Un prparato radioattivo ha un attività A 0 48 04 dis / s. A quanti μci (microcuri) si riduc l attività dl prparato dopo du tmpi di dimzzamnto? Sapndo ch: ch un microcuri

Dettagli

L ELLISSOIDE TERRESTRE

L ELLISSOIDE TERRESTRE L ELLISSOIDE TERRESTRE Fin dll scond mtà dl XVII scolo (su propost di Nwton) l suprfici più dtt ssr ssunt com suprfici di rifrimnto pr l Trr è stt individut in un ELLISSOIDE DI ROTAZIONE. E l suprfici

Dettagli

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino:

Studio di funzione. Pertanto nello studio di tali funzioni si esamino: Prof. Emnul ANDRISANI Studio di funzion Funzioni rzionli intr n n o... n n Crttristich: sono funzioni continu drivbili in tutto il cmpo rl D R quindi non sistono sintoti vrticli D R quindi non sistono

Dettagli

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche

Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche Scheda Unica Annuale del Corso di Studio (SUA-CdS) Le informazioni relative agli elementi asteriscati non sono pubbliche I.a. Presentazione del Corso di Studio Denominazione del Corso di Studio Denominazione

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering

REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering REGOLAMENTO DIDATTICO DEL CORSO DI LAUREA SPECIALISTICA IN INGEGNERIA ELETTRICA Second level degree in electrical engineering ( MODIFICATO IL 29 giugno 2009) Classe 31/S Politecnico di Bari I A Facoltà

Dettagli

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO

COMUNICAZIONE INTERNA, SISTEMA INFORMATIVO, CONSIGLIO COMUNALE, SPORTELLO DEL CITTADINO Nm prcmnt Dscrizin Fasi (dscrizin sinttica da input ad utput) Nrm rifrimnt rspnsabil istruttria Rspnsabil prcmnt mcgmmatricla richista infrmazini prcmnt incar tlf, fax pc inrizz Trmin cnclusi n prcm nt

Dettagli

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004

CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 CORSO DI LAUREA IN BENI ENOGASTRONOMICI D.M. n. 270/2004 REGOLAMENTO PER LO SVOLGIMENTO DEL TIROCINIO E DELL ESAME FINALE PER IL CONSEGUIMENTO DEL TITOLO DI STUDIO Art. 1 Ambito di applicazione Il presente

Dettagli

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04

REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 REGOLAMENTO DIDATTICO DI ATENEO AI SENSI DEL D.M. 270/04 1 Indice Art. 1 - Definizioni...4 Art. 2 - Autonomia Didattica... 5 Art. 3 - Titoli, Corsi di studio e Corsi di Alta Formazione.... 5 Art. 4 - Rilascio

Dettagli

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica);

STRANIERE. Guida. breve. Ufficio didattica. Fax: 06 57338347. studentee. modulistica); DIPARTIMENTO DI LINGUE, LETTERATURE E CULTURE STRANIERE Corso di laurea triennale in LINGUE E CULTURE STRANIERE Classe L 11/Classe dellee lauree in Lingue e culture moderne Guida breve per l orientamento

Dettagli

LA TRASFORMATA DI LAPLACE

LA TRASFORMATA DI LAPLACE LA RASFORMAA DI LAPLACE Pr dcrivr l voluzion di un itma in rgim tranitorio, oia durant il paaggio dll ucit da un rgim tazionario ad un altro, è ncario ricorrr ad un modllo più gnral riptto al modllo tatico,

Dettagli

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA

ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA ORDINE DEGLI STUDI A.A. 2012 2013 A CURA DELLA PRESIDENZA E DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE DI FACOLTA Pag 2 INDICE Parte Prima 1. MANIFESTO DEGLI STUDI PER GLI IMMATRICOLATI A.A. 2012-2013 1.1 Laurea Magistrale

Dettagli

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette

Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Facoltà di Scienze e Tecnologie Corso di laurea magistrale in Gestione dell ambiente naturale e delle aree protette Sede: Dipartimento di Scienze Ambientali, sez. Botanica ed Ecologia - Via Pontoni, 5

Dettagli

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine.

2.1 Proprietà fondamentali dei numeri reali. 1. Elenchiamo separatamente le proprietà dell addizione, moltiplicazione e relazione d ordine. Capitolo 2 Numri rali In qusto capitolo ci occuprmo dll insim di numri rali ch indichrmo con il simbolo R: lfunzionidfinitsutaliinsimiavaloriralisonol oggttodistudiodll analisi matmatica in una variabil.

Dettagli

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI

Sistema Qualità di Ateneo Modello di Ateneo MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI MODELLO DI ATENEO PER L ACCREDITAMENTO INTERNO IN QUALITÀ DEI CORSI DI STUDIO UNIVERSITARI Requisiti di valutazione per un percorso di Ateneo finalizzato all accreditamento in qualità dei Corsi di Studio:

Dettagli

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL UNIVERSITA E DELLA RICERCA ALLEGATO I parametri e i criteri, definiti mediante indicatori quali-quantitativi (nel seguito denominati Indicatori), per il monitoraggio e la valutazione (ex post) dei risultati dell attuazione dei programmi

Dettagli

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1

INTRODUZIONE ALLA BUSINESS PROCESS MODELING NOTATION (BPMN) 1 ITRODUZIOE ALLA BUSIESS PROCESS MODELIG OTATIO (BPM) 1 1. Prsntazin La ntazin BPM (http://www.bpn.rg) è sviluppata dalla Businss Prcss Managnt Initiativ dall Objct Managnt Grup (http://www.g.rg), assciazini

Dettagli

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE -

MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - UNIVERSITÀ TELEMATICA LEONARDO DA VINCI A.A 2012/2013 MASTER DI II LIVELLO IN DIREZIONE E MANAGEMENT DELLE AZIENDE SANITARIE (DIMAS) - II EDIZIONE - Direttore Prof. Massimo Sargiacomo Università G. d Annunzio

Dettagli

Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit. lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS

Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit. lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS Linee Guida per la Redazione del Bilancio Sociale delle Organizzazioni Non Profit lo studio è stato realizzato in collaborazione con ALTIS 1 INDIC INDIC...2 PRFAZION...4 RINGRAZIAMNTI...6 PRSNTAZION...7

Dettagli

I COMMENTI DI ISTITUTO AMBIENTE EUROPA AL D. Lgs. 81/08 ( TESTO UNICO ) 9 - ESONERO DAI CORSI PER RSPP E ASPP: chi, che cosa e con quali conseguenze

I COMMENTI DI ISTITUTO AMBIENTE EUROPA AL D. Lgs. 81/08 ( TESTO UNICO ) 9 - ESONERO DAI CORSI PER RSPP E ASPP: chi, che cosa e con quali conseguenze ESONERO DAI CORSI PER RSPP E ASPP: di Attilio Pagano Psicologo del Lavoro e formatore L art. 32 del D. Lgs. 81/08 disciplina i requisiti per lo svolgimento delle funzioni di RSPP e ASPP. Tali requisiti

Dettagli

Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini Trieste NUCLEO DI VALUTAZIONE

Conservatorio di Musica Giuseppe Tartini Trieste NUCLEO DI VALUTAZIONE Cnsrvari Musica Giuspp Tartini Trist NUCLEO DI VALUTAZIONE RELAZIONE ANNUALE DEL NUCLEO DI VALUTAZIONE sull dll a.a.2010/11 (DPR 28/2/03 n.132, art.10 cmma 2 ltt. b) Nucl valutazin Waltr Grbin Prsidnt

Dettagli

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' '

LINGUAGGI'CREATIVITA 'ESPRESSIONE' ' LINGUAGGICREATIVITA ESPRESSIONE 3 4ANNI 5ANNI Mniplrmtrilidivritipin finlizzt. Fmilirizzrindivrtntcnil cmputr Ricnsclmntidl mnd/rtificilcglindn diffrnzprfrmmtrili Distingugliggttinturlidqulli rtificili.

Dettagli

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA

IL MINISTRO DELL ISTRUZIONE, DELL UNIVERSITÀ E DELLA RICERCA DECRETO 30 settembre 2011. Criteri e modalità per lo svolgimento dei corsi di formazione per il conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno, ai sensi degli articoli 5 e 13 del decreto

Dettagli

Articolazione didattica on-line

Articolazione didattica on-line L organizzazione della didattica per lo studente L impegno di tempo che lo studente deve dedicare alle attività didattiche offerte per ogni singolo insegnamento è così ripartito: - l auto-apprendimento

Dettagli

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof.

Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Soggetto proponente (docente, gruppo di docenti e struttura didattica) Facoltà di Pianificazione del Territorio, prof. Luigi Di Prinzio Titolo del master Informazione Ambientale e Nuove Tecnologie II livello

Dettagli

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15

Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Presidio di Qualità Note di compilazione della Scheda SUA 2014-15 Introduzione Al fine di uniformare e facilitare la compilazione delle schede SUA-CdS, il Presidio ha ritenuto utile pubblicare queste note

Dettagli

chiarezza delle aspettative dell organizzazione verso l individuo e chiara esplicitazione all individuo di tali aspettative

chiarezza delle aspettative dell organizzazione verso l individuo e chiara esplicitazione all individuo di tali aspettative FORMA 3: Valutazione dei comportamenti organizzativi Nozioni di base 1. LA VALUAZION DLL COMPNZ INDIVIDUALI 1.1 L COMPNZ INDIVIDUALI In base ai recenti contributi di numerosi autori, possiamo intendere

Dettagli

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI

Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 2014/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Master Universitario di II livello in PROJECT MANAGEMENT: MANAGING COMPLEXITY a.a. 201/2015 MANIFESTO DEGLI STUDI Art. 1 - Attivazione e scopo del Master 1 E' attivato per l'a.a. 201/2015 presso l'università

Dettagli

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99)

Classe e ordinamento del Corso di studio (es. classe L24 ordinamento 270/04 oppure classe 15 ordinamento 509/99) Mod. 6322/triennale Marca da bollo da 16.00 euro Domanda di laurea Valida per la prova finale dei corsi di studio di primo livello Questo modulo va consegnato alla Segreteria amministrativa del Corso a

Dettagli

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010

Corso di ordinamento - Sessione suppletiva - a.s. 2009-2010 Corso di ordinmnto - Sssion suppltiv -.s. 9- PROBLEMA ESAME DI STATO DI LICEO SCIENTIFICO CORSO DI ORDINAMENTO SESSIONE SUPPLETIA Tm di: MATEMATICA. s. 9- Dt un circonrnz di cntro O rggio unitrio, si prndno

Dettagli

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI

SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI SUA CDL - CORSI GIA ATTIVI La Scheda Unica Annuale (SUA) è lo strumento di programmazione dei Corsi di Laurea e attraverso il quale l ANVUR farà le proprie valutazioni sull accreditamento (iniziale e periodico)

Dettagli

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA

FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA LAUREE QUADRIENNALI: FACOLTA DI ECONOMIA CALCOLO MEDIA DI LAUREA o ECONOMIA E COMMERCIO media aritmetica dei voti degli esami di profitto con esclusione dei voti delle Teologie e di quelli riguardanti

Dettagli

Emanuela Stefani - Fondazione CRUI Vincenzo Zara - Università del Salento

Emanuela Stefani - Fondazione CRUI Vincenzo Zara - Università del Salento Emanuela Stefani - Fondazione CRUI f Vincenzo Zara - Università del Salento LA RIFORMA UNIVERSITARIA LA NORMATIVA NAZIONALE La normativa nazionale Riferimenti normativi Corsi di Laurea Corsi di Laurea

Dettagli

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015

Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Prove di ingresso ai corsi di Laurea Magistrale (AREA DIDATTICA E PROMOZIONE DELLA LINGUA ITALIANA) A.A. 2014-2015 Ai sensi del D.M. n. 270/2004 gli studenti che intendono iscriversi ad un corso di laurea

Dettagli

( D) =,,,,, (11.1) = (11.3)

( D) =,,,,, (11.1) = (11.3) G. Ptrucci Lzioni di Cotruzion di Macchin. CRITERI DI RESISTENZA La vrifica di ritnza ha o copo di tabiir o tato tniona d mnto truttura anaizzato è ta da provocarn i cdimnto into com rottura o nrvamnto.

Dettagli

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011

MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Livello: I CFU: 60 MASTER IN PROJECT MANAGEMENT (VII EDIZIONE) A.A. 2010-2011 Direttore del corso: Comitato Scientifico: Cognome Nome Qualifica SSD Università/Facoltà/ Dipartimento Roveda Alberto Ric.

Dettagli

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004

Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 Parere in ordine all attivazione per l a.a. 2010/2011 dei corsi di studio istituiti ex DM 270/2004 - MAGGIO 2010 - DOC 05/10 Il NdV ha esaminato le caratteristiche dei corsi di studio istituiti sulla base

Dettagli

Rapporto di Riesame - frontespizio

Rapporto di Riesame - frontespizio Rapporto di Riesame - frontespizio Denominazione del Corso di Studio : TECNOLOGIE ALIMENTARI Classe : L26 Sede : POTENZA - Scuola di Scienze Agrarie, Forestali, Alimentari ed Ambientali - SAFE Primo anno

Dettagli

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011

Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale DELLA REPUBBLICA ITALIANA. Roma - Lunedì, 31 gennaio 2011 Supplemento ordinario alla Gazzetta Ufficiale n. 24 del 31 gennaio 2011 - Serie generale Spediz. abb. post. 45% - art. - 1, art. comma 2, comma 1 20/b Legge 27-02-2004, 23-12-1996, n. n. 46-662 Filiale

Dettagli

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità.

10. Risorse umane coinvolte nella prima fase del progetto Ceis comunità. 0. Risrs uman cinvl nlla prima fas dl prg Cis cmunià. funzini n. n. r Oprari di Prg Prgazin, pianificazin dl prg O p r a ri d l p r g prari di bas prari cnici cn qualifica prfssinal prari spcializzai Op.

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1339 Prot. n 13549 Data 29.04.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie

Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online in Management e Coordinamento delle Professioni Sanitarie Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse In base al dato riportato dal Sole

Dettagli

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE D.R. n.1035/2015 Università degli Studi Internazionali di Roma - UNINT In collaborazione con CONFAPI MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ESPERTI IN INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PICCOLE E MEDIE IMPRESE

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni

REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA. Titolo I Norme comuni REGOLAMENTO PER IL CONFERIMENTO DEGLI INSEGNAMENTI NEI CORSI DI STUDIO DELL OFFERTA FORMATIVA Titolo I Norme comuni Art. 1 Oggetto e finalità del Regolamento 1. Il presente regolamento disciplina il conferimento

Dettagli

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile

FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile FAQ Domande più frequenti sugli esami di Stato per la professione di Dottore commercialista e di Esperto contabile Quante volte l anno si svolgono gli esami di Stato? Sono previste due sessioni d esame

Dettagli

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività

Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività UNIVERSITA DEGLI STUDI DI GENOVA Scuola Politecnica, Dipartimento di Scienze per l Architettura Regolamento per l attribuzione dei crediti formativi altre attività Corso di Laurea TRIENNALE IN DISEGNO

Dettagli

Università degli Studi di Roma Tor Vergata

Università degli Studi di Roma Tor Vergata Università degli Studi di Roma Tor Vergata DIPARTIMENTO DI ECONOMIA E FINANZA MASTER UNIVERSITARIO DI I LIVELLO IN ECONOMIA DELLA CULTURA: POLITICHE, GOVERNO E GESTIONE modalità didattica mista presenza/distanza

Dettagli

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14)

Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Corso di LAUREA IN CONSULENTE DEL LAVORO E SCIENZE DEI SERVIZI GIURIDICI (CLASSE L-14) Curriculum in Consulente del lavoro PIANO DI STUDIO COORTE DI RIFERIMENTO A.A. 2014-2015 I anno II anno IUS 01 - Istituzioni

Dettagli

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO

BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO BIENNIO DI SECONDO LIVELLO IN DISCIPLINE MUSICALI MUSICA ELETTRONICA E TECNOLOGIE DEL SUONO Requisiti d'ammissione Dal Regolamento didattico del Conservatorio di Como Ex Art. 24: Ammissione ai corsi di

Dettagli

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA

REGOLAMENTO PER L ISCRIZIONE DEGLI STUDENTI A TEMPO PARZIALE AI CORSI DI STUDIO DELL UNIVERSITA DEGLI STUDI DELLA TUSCIA Università degli Studi della Tuscia Regolamento per l iscrizione degli studenti a tempo parziale ai corsi di studio dell Università degli Studi della Tuscia (D.R. n. 637/07 del 01.08.2007) REGOLAMENTO

Dettagli

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO

FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO FAQ MASTER & CORSI DI PERFEZIONAMENTO 1. Qual è la differenza tra Master di primo livello e Master di secondo livello? 2. Ai fini dell ammissione al Master, cosa bisogna fare se si possiede un titolo di

Dettagli

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015

MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 MEA MASTER IN MANAGEMENT DELL ENERGIA E DELL AMBIENTE II LIVELLO XIII edizione A.A. 2014/2015 Il Master MEA Management dell Energia e dell Ambiente è organizzato dall Università degli Studi Guglielmo Marconi

Dettagli

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione

Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT. (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Master di I livello In PROJECT MANAGEMENT (1500 h 60 CFU) Anno Accademico 2014/2015 I edizione I sessione Art. 1 ATTIVAZIONE L Università degli Studi Niccolò Cusano Telematica Roma attiva il Master di

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 1115 Prot. n 8165 Data 23.04.2009 Titolo III Classe V UOR Post Laurea - Master VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004,

Dettagli

Guida pratica alla progettazione di un Corso di Studio ai sensi del D.M. 270/04

Guida pratica alla progettazione di un Corso di Studio ai sensi del D.M. 270/04 Roma, ottobre 2009 Guida pratica alla progettazione di un Corso di Studio ai sensi del D.M. 270/04 Interazioni con il processo di autovalutazione GUIDA PRATICA ALLA PROGETTAZIONE DI UN CORSO DI STUDIO

Dettagli

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo

Guida all accesso ai Corsi di Laurea Magistrale (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo 1 2 Guida all accesso ai Corsi di Laurea (ordinamento D.M. 270/04) attivati nell A.A. 2014/2015 dall Ateneo di Palermo Anno Accademico 2014/2015 3 4 Concept and graphic design: Marketing e Fundraising

Dettagli

DENTRO IL LABIRINTO. Roma, aprile 2011. La sostenibilità dei corsi di studio alla luce della recente normativa (DM 17/10 e DM 50/10)

DENTRO IL LABIRINTO. Roma, aprile 2011. La sostenibilità dei corsi di studio alla luce della recente normativa (DM 17/10 e DM 50/10) Roma, aprile 2011 DENTRO IL LABIRINTO La sostenibilità dei corsi di studio alla luce della recente normativa (DM 17/10 e DM 50/10) di Emanuela Stefani e Vincenzo Zara DENTRO IL LABIRINTO. LA SOSTENIBILITA'

Dettagli

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA

REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA REGOLAMENTO DELLE ATTIVITA FORMATIVE DELLA SCUOLA SUPERIORE SANT ANNA Emanato con D.R. n. 306 del 17/07/2012 Integrato con D.R. n. 65 12/02/2014. DISPOSIZIONI PRELIMINARI Articolo 1 (Oggetto) 1. Il presente

Dettagli

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista

Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online in Management delle Cure primarie e Territoriali: il Professionista Specialista Master Universitario Online di I Livello 60 Crediti Formativi (CFU) 1. Premesse Le ragioni della

Dettagli

DIPARTIMENTO 25123 BRESCIA Partita IVA 14/15. iniziato, come. fa specifico. paragrafo 2.2. stesso. valutazione. rispondenza.

DIPARTIMENTO 25123 BRESCIA Partita IVA 14/15. iniziato, come. fa specifico. paragrafo 2.2. stesso. valutazione. rispondenza. REGOLAMENTO PER L AMMISSIONE ALLE LAUREE MAGISTRALI IN INGEGNERIA 14/15 (Approvato dal CCSA di ingegneria Industriale del 17/7/2014) 1. PREMESSA E NORME GENERALI 1.1. Norme e principi di riferimento Il

Dettagli

MANIFESTO DEGLI STUDI

MANIFESTO DEGLI STUDI UFFICIO ALTA FORMAZIONE ED ESAMI DI STATO MANIFESTO DEGLI STUDI MASTER DI II LIVELLO con modalità didattica multimediale, integrata e a distanza MANAGEMENT E DIRIGENZA NELLA SCUOLA (istituito ai sensi

Dettagli

PREMESSA QUADRO NORMATIVO

PREMESSA QUADRO NORMATIVO RACCORDI TRA I PERCORSI DEGLI ISTITUTI PROFESSIONALI E I PERCORSI DI ISTRUZIONE E FORMAZIONE PROFESSIONALE: L ACCORDO IN SEDE DI CONFERENZA UNIFICATA DEL 16 DICEMBRE 2010 PREMESSA Il 16 dicembre scorso

Dettagli

Presentazione delle Schede DAT

Presentazione delle Schede DAT UNIVERSITÀ DEGLI STUDI CAGLIARI CAMPUS UNICA Presentazione delle Schede DAT Dati e indicatori statistici Sono di seguito presentati dettagliatamente i dati e gli indicatori richiesti dal Modello CRUI per

Dettagli

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore

Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica. Il Rettore Area Didattica e Servizi agli Studenti Ufficio Convenzioni, Innovazione e Qualità della Didattica Il Rettore Decreto n. 122549 (1147) Anno _2012 VISTO l art. 3, comma 9, del D.M. 22 ottobre 2004, n. 270

Dettagli

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it

Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE PER GLI STUDENTI Tutte le procedure on-line sono accessibili tramite il portale degli studenti https://studenti.unisalento.it REGOLE VALIDE PER I CORSI ATTIVATI AI SENSI DEL D.M. 270/04 Immatricolazione

Dettagli

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO

REGOLAMENTO PER IL RECLUTAMENTO DEI RICERCATORI A TEMPO DETERMINATO Art. 1 - Finalità e ambito di applicazione Il presente Regolamento, emanato ai sensi della legge 9 maggio 1989, n. 168, disciplina, in armonia con i principi generali stabiliti dalla Carta Europea dei

Dettagli

Lo strato limite PARTE 11. Indice

Lo strato limite PARTE 11. Indice PARTE 11 a11-stralim-rv1.doc Rl. /5/1 Lo strato limit Indic 1. Drivazion dll qazioni indfinit di Prandtl pr lo strato limit sottil pag. 3. Intgrazion nmrica dll qazioni indfinit di Prandtl. 11 3. Lo strato

Dettagli

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA

UNIVERSITÀ DEGLI STUDI DI BRESCIA Bando di ammissione al Master di II livello in BIM-BASED CONSTRUCTION PROJECT MANAGEMENT (VISUAL PM) ANNO ACCADEMICO 2014/2015 Ai sensi del comma 9 dell art. 7 del D.M. 270/99 e del Regolamento d Ateneo

Dettagli

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como

hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como hoòigioò UNIVERSITA DEGLI STUDI DELL INSUBRIA Dipartimento di Diritto Economia e Culture - Como Corso di Laurea in Scienze della Mediazione Interlinguistica e Interculturale Classe L-12 Mediazione Linguistica

Dettagli

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1.

aleatoria; se è nota la sua densità di probabilità ad essa si può associare una valore medio statistico. La grandezza così definita: (III.1. Caitolo III VALORI MEDI. SAZIONARIEÀ ED ERGODICIÀ III. - Mdi tatitich dl rimo ordi. Sia f( ) ua fuzio cotiua i aoci al gal alatorio (, t ζ ) la uatità dfiita dalla y f[(, t ζ )]. Ea idividua, a ua volta,

Dettagli

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili

Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili Regolamento dell Ateneo per i servizi agli studenti disabili TITOLO I - PRINCIPI GENERALI Art. 1 Oggetto e ambito di applicazione Art. 2 Principi normativi Art. 3 Finalità Art. 4 Destinatari degli interventi

Dettagli

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua

SOMMARIO. I Motori in Corrente Continua SOMMARIO Gralità sull Macchi i Corrt Cotiua...2 quazio dlla forza lttromotric...2 Circuito quivalt...2 Carattristica di ccitazio...3 quazio dlla vlocità...3 quazio dlla Coppia rsa all'albro motor:...3

Dettagli

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA

REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA Articolo 1 Ambito di applicazione REGOLAMENTO SUI CULTORI DELLA MATERIA 1. Il presente Regolamento disciplina le modalità di nomina dei Cultori della materia e le loro attività. Articolo 2 Funzioni 1.

Dettagli

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE

Anno 2013 Tipologia Istituzione U - UNITA' SANITARIE LOCALI. Istituzione 9565 - ASL VENEZIA - MESTRE 12 Contratto SSNA - SERVIZIO SANITARIO NAZIONALE nno 213 Tipologia Istituzione U - UNIT' SNIT LCLI Istituzione 9565 - SL VNZI - MSTR 12 Contratto SSN - SRVIZI SNIT NZINL Fase/Stato Rilevazione: pprovazione/ttiva Data Creazione Stampa: 19/6/215 14:15:25

Dettagli

Obiettivi formativi qualificanti della classe: L-20 Scienze della comunicazione

Obiettivi formativi qualificanti della classe: L-20 Scienze della comunicazione Università Classe Nome del corso Nome inglese Lingua in cui si tiene il corso Codice interno all'ateneo del corso 61 Il corso é Libera Università di lingue e comunicazione IULM-MI L-20 - Scienze della

Dettagli

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO

DIRITTO ALLO STUDIO. Università degli Studi del Sannio. Costruiamo insieme il tuo FUTURO DIRITTO ALLO STUDIO I capaci e i meritevoli, anche se privi di mezzi, hanno diritto di raggiungere i gradi più alti degli studi. art. 34 Costituzione della Repubblica Italiana Diritto allo studio universitario

Dettagli

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance

Test d ingresso per i curricula in lingua inglese Coloro che intendono iscriversi ai curricula in lingua inglese Economics of Financial and Insurance Note e istruzioni per i test di ingresso ai Corsi di Studio del Dipartimento di Scienze Economiche, Aziendali, Matematiche e Statistiche (DEAMS) a.a. 2013/2014 Gli insegnamenti relativi ai Corsi di Laurea

Dettagli

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016

Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Bando di concorso Master di II Livello A.A. 2015/2016 Art. 1 - Attivazione Master di II livello L Istituto di MANAGEMENT ha attivato presso la Scuola Superiore Sant Anna di Pisa, ai sensi dell art. 3 dello

Dettagli

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768

CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM. Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 CURRICULUM VITAE ET STUDIORUM Cavarretta Giuseppe Alfredo Via R. Sanzio 48/A 0984 33768 DATI ANAGRAFICI Cavarretta Giuseppe Alfredo Nato a CROTONE (KR) il 16/02/1954 Residente a 87036 RENDE (CS) Via R.

Dettagli

Il Ministro dell Università e della Ricerca

Il Ministro dell Università e della Ricerca VISTO il decreto legge 18 maggio 2006, n. 181, convertito dalla legge 17 luglio 2006, n. 233 ed in particolare l articolo 1, comma 8; VISTO l'articolo 17, comma 95, della legge 15 maggio 1997, n. 127 e

Dettagli

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI

BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI BANDO PER L AMMISSIONE AL PERCORSO FORMATIVO PER TECNICO SUPERIORE PER L'APPROVVIGIONAMENTO ENERGETICO E LA COSTRUZIONE DI IMPIANTI LA FONDAZIONE ISTITUTO TECNICO SUPERIORE PER L EFFICIENZA ENERGETICA

Dettagli

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master

DECRETA. ART. 1 Caratteristiche del Master Il Rettore Decreto Rep. n 2185 Prot. n 25890 Data 30.06.2014 Titolo III Classe V UOR SOFPL VISTO lo Statuto del Politecnico di Milano; VISTO il D.M. 3.11.1999, n.509; VISTO Il D.M. 22.10.2004, n. 270;

Dettagli