Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma. Ing. Maria Pia Valentini

Dimensione: px
Iniziare la visualizzazioe della pagina:

Download "Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma. Ing. Maria Pia Valentini"

Transcript

1 Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Ing. Maria Pia Valentini

2 IL Laboratorio di Robotica dell ENEA, con sede nel Centro Casaccia (Roma), conduce attività di ricerca nel campo della Robotica Autonoma dal 1984, sviluppando competenze in: Sistemi Intelligenti di Guida e Controllo di veicoli autonomi, Sistemi di Supervisione, Interfaccia Uomo-Robot, Tele-manipolazione, Sensoristica Il Servizio Mobilità Sostenibile dell ENEA, con sede nel Centro Casaccia (Roma), conduce attività di ricerca e di agenzia nel campo dei Trasporti e della Logistica, sviluppando modelli per la simulazione, la gestione e l esercizio di sistemi di trasporto passeggeri e merci 06/06/2014 Workshop SIFEG Giugno 2014 Slide 2

3 CTL (Centro di Ricerca per il Trasporto e la Logistica), istituito nel 2003 con il titolo di Centro Universitario di Eccellenza, a seguito di un bando nazionale del MIUR. Dal Novembre 2006 il CTL è un Centro di Ricerca interdipartimentale dell Università Sapienza di Roma. Aree di competenza specialistica: ICT per la Mobilità Logistica e Trasporto Merci Mobilità Sostenibile Sicurezza Stradale Veicoli e Sistemi Innovativi DEEP BLUE S.r.l. (http://www.dblue.it), società di consulenza con sede a Roma che si occupa di fattori umani e sicurezza offrendo soluzioni esperte nel campo del trasporto aereo e pubblico nonchè all'industria. E' comproprietaria con ENEA della metodologia per la risoluzione autonoma dei conflitti nel traffico aereo 06/06/2014 Workshop SIFEG Giugno 2014 Slide 3

4 L attività ENEA/TRAIN connessa allo sviluppo del sottosistema SIOTI è stata mirata all analisi dell handling terminalistico interportuale e delle operazioni svolte dai veicoli stradali all interno del sedime interportuale, allo scopo di: Schematizzare i connessi problemi di ottimizzazione dell uso delle risorse Proporre algoritmi risolutivi e supportarne le fasi di implementazione informatica e testing Workshop SIFEG Giugno 2014

5 Workshop SIFEG Giugno 2014

6 Numerosità soggetti coinvolti Variabilità dei contesti applicativi Mancata programmazione degli arrivi lato strada Disomogeneità dimensionale delle UTI Esiguità degli spazi di stoccaggio Ridotta capacità di penetrazione delle gru negli stock Workshop SIFEG Giugno 2014

7 Due step: 1. programmazione ottimale delle operazioni terminalistiche e dei veicoli stradali all interno dell area interportuale (ottimizzazione); 2. soluzione di eventuali conflitti che si dovessero verificare nel caso di eventi imprevisti nella fase di programmazione (recovery). Workshop SIFEG Giugno 2014

8 LIVELLI FILE FILE Workshop SIFEG Giugno 2014 RIGHE 10

9 Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma

10 Contenuto informativo Elemento Posizione Caratteristiche dimensionali Caratteristiche prestazionali Voci di costo Area Stoccaggio Gru UTI Aree e corsie di movimentazione Coordinate spaziali singole celle Coordinate spaziali posizione iniziale Coordinate spaziali Numero Righe Numero File Numero Livelli Spazi manovra Lunghezza Altezza Pieno/vuoto Peso Posizione nel treno Stato occupazione singole celle Capacità di impilaggio Profondità di presa N movimenti ora N movimentazioni contempor. Impilabilità Time arrivo/partenza Codifica Merce pericolosa (Kemler/ ONU) Integrità Coordinate spaziali nodi Estensione Limiti di velocità Binari carico/scarico Coordinate spaziali Lunghezza Capacità Consumi energetici Usura pneumatici Treno in arrivo/partenza Lunghezza Numero carri Orario ingresso e uscita dal terminal Carri in composizione a ciascun treno in arrivo o in partenza Veicoli stradali Coordinate spaziali Lunghezza Capacità Velocità Workshop SIFEG Giugno 2014 Consumi carburante Costo orario

11 F. O. = Min(α C Tiri x + β C x + γ( max t x T ) Programmazione intera booleana (Tadei, Della Croce, 2002) di classe NP-hard Workshop SIFEG Giugno 2014

12 Si individuano tre sottoproblemi: Un tipico problema di ottimizzazione delle percorrenze di una flotta veicolare (in questo caso le gru), che può essere assimilato ad un classico VRP con l aggiunta di alcuni vincoli sulla sequenza dei punti da raggiungere La minimizzazione della somma dei costi associati ai tiri-gru parassiti La minimizzazione dei tempi di produzione di un impianto, a risorse assegnate Una strategia corretta di ottimizzazione deve prevedere la risoluzione contemporanea dei tre problemi

13 Su due livelli: I (globale): soluzione del VRP mediante GA (genetic algorythm) N.B. Nel caso delle UTI da scaricare la posizione su carro costituisce un input del problema II (locale): soluzione del reshuffling mediante brench&bound

14 Dati del problema Popolazione iniziale Crossover Mutazione Matrice dei minimi tempi/costi di percorso Fitness Elitismo END SI NO

15 Il case-study definisce un dettagliato lay-out dell interporto di riferimento che prevede un binario per il treno con le UTI in arrivo, un binario per il treno con le UTI in partenza e due baie di stoccaggio distinte per le UTI piene e quelle vuote: 06/06/2014 Workshop SIFEG Giugno 2014 Slide 15

16 Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma

17 L app SIOTI-Recovery, predisposta per dispositivi portatili, risolve i conflitti tra i mezzi (gru, veicoli stradali) in movimento nell area dell interporto (terminal e sedime), suggerendo ai conducenti percorsi alternativi o, ove possibile, sequenze diverse di carico/scarico rispetto a quelle stabilite dalla programmazione Ciò comporta una degradazione accettabile delle prestazioni del Sistema Interporto, evitando degenerazioni peggiori L app si basa sull utilizzo di un algoritmo distribuito basato sul paradigma dei sistemi Multi-Agente, già utilizzato in ambito aeronautico Il modello utilizza i dati della pianificazione e della strumentazione a bordo per identificare i veicoli, i container e la loro posizione. I dati sono processati in tempo reale per individuare le variazioni di traiettorie (spaziali e temporali) per evitare interferenze Lo sviluppo del SW sui sistemi portatili e del simulatore di scenario con relativa interfaccia Uomo-Macchina è stato condotto dalla società Deep Blue S.r.l. 06/06/2014 Workshop SIFEG Giugno 2014 Slide 17

18 Il dimostratore prevede tre principali funzionalità: una funzione di navigazione di base : permette di visualizzare il percorso, fornito come input dal sistema SIOTI-Ottimizzazione, su di una mappa precaricata dell Interporto, fornendo un interfaccia di navigazione usabile che tiene conto delle esigenze di un utente impiegato nella guida di un mezzo pesante; una funzione di visualizzazione traffico : permette la visualizzazione della posizione in tempo reale degli altri mezzi che si muovono all interno dell interporto sulla stessa interfaccia che mostra il percorso sulla mappa. Questa funzionalità permette al guidatore di avere una maggiore visibilità del traffico e di eventuali problematiche di circolazione interna. Una funzione di risoluzione conflitti : nel caso in cui il sistema identifichi, in tempo reale, l insorgere di un problema lungo il percorso da seguire (ad esempio impraticabilità di una corsia a causa di un mezzo fermo), suggerisce al guidatore una deviazione dal percorso originario, che gli permetta di aggirare il problema e di arrivare a destinazione. Tale deviazioni è scelta dall algoritmo di risoluzione dei conflitti in modo coordinato tra gli agenti coinvolti, affinché le modifiche al percorso decise in tempo reale per uno di essi non vadano a penalizzare gli altri. 06/06/2014 Workshop SIFEG Giugno 2014 Slide 18

19 Applicazione sulla viabilità dell interporto di Bologna 06/06/2014 Workshop SIFEG Giugno 2014 Slide 19

20 Funzionalità di Visualizzazione Traffico 06/06/2014 Workshop SIFEG Giugno 2014 Slide 20

21 Workshop SIFEG Giugno 2014 Grazie per l attenzione 06/06/2014 Workshop SIFEG Giugno 2014 Slide 21

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma. Ing.

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma. Ing. Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Ing. Fiorenzo Formichi Obiettivi realizzativi: il sottosistema SIOTI 06/06/2014 Slide

Dettagli

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma. Ing. Sebastiano Vinella

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma. Ing. Sebastiano Vinella Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Ing. Sebastiano Vinella Il Consorzio per la Ricerca e lo Sviluppo di Tecnologie per il

Dettagli

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma. Dr.

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma. Dr. Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Dr. Alberto Baldini Sviluppo di un sottosistema in grado di agevolare l aggregazione

Dettagli

Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell Informazione, 2. Dipartimento di Matematica, Meccanica e Management. Politecnico di Bari, Italy

Dipartimento di Ingegneria Elettrica e dell Informazione, 2. Dipartimento di Matematica, Meccanica e Management. Politecnico di Bari, Italy Tecniche ICT per l Ottimizzazione Sostenibile del Trasporto Merci Intermodale: Applicazione a un Caso in Studio di Terminal Ferro-Gomma della Città di Bari Mariagrazia DOTOLI, Nicola EPICOCO, Marco FALAGARIO

Dettagli

PRA PLANIMETRIA DEL TERRITORIO

PRA PLANIMETRIA DEL TERRITORIO PRA PLANIMETRIA DEL TERRITORIO Scalo Smistamento Retroporto Casello Alessandria sud A27 Genova - Gravellona Toce Strada di collegamento con la tangenziale 1 PRA STRADA DI COLLEGAMENTO CON LA TANGENZIALE

Dettagli

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma. Dr.ssa Marina Melissari

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma. Dr.ssa Marina Melissari Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Dr.ssa Marina Melissari SIGEI è una piattaforma ICT web based di interoperabilità tra

Dettagli

Industria 2015 Mobilita Sostenibile

Industria 2015 Mobilita Sostenibile SLIMPort Sicurezza, Logistica ed InterModalita Portuale Genova, 5 novembre 2009 Industria 2015 Mobilita Sostenibile Il Programma Industria 2015 del Ministero dello Sviluppo Economico, varato dal Governo

Dettagli

Corso di Gestione dei sistemi di trasporto. Cap. 10 Pianificazione e ottimizzazione di terminal container. S. Sacone, S.

Corso di Gestione dei sistemi di trasporto. Cap. 10 Pianificazione e ottimizzazione di terminal container. S. Sacone, S. Corso di Gestione dei sistemi di trasporto Cap. 10 Pianificazione e ottimizzazione di terminal container S. Sacone, S. Siri - DIST Introduzione Negli ultimi anni si è fatta sempre più pressante l esigenza

Dettagli

Progettazione terminali

Progettazione terminali Terminale Progettazione terminali Differenti tipologie di terminali: Rinfuse liquide o solide Merci varie Container Traffico Ro-Ro Crociere 1) Definizione layout 2) Profondità fondali 3) Lunghezza banchine

Dettagli

Classificazione dei nodi di trasporto merci

Classificazione dei nodi di trasporto merci Corso di LOGISTICA TERRITORIALE www.uniroma2.it/didattica/lt DOCENTE prof. ing. Agostino Nuzzolo Classificazione dei nodi di trasporto merci Strutture, caratteristiche, funzioni Struttura del trasporto

Dettagli

Classificazione dei nodi di trasporto merci

Classificazione dei nodi di trasporto merci Corso di LOGISTICA TERRITORIALE www.uniroma2.it/didattica/lt_2008 DOCENTE prof. ing. Agostino Nuzzolo Classificazione dei nodi di trasporto merci Strutture, caratteristiche, funzioni Struttura del trasporto

Dettagli

Integrated Materials Handling Solutions

Integrated Materials Handling Solutions solutions Integrated Materials Handling Solutions 001 DBI - DESIGN BUILD INTEGRATE CONSULENZA ED ANALISI STATISTICA SOFTWARE DI GESTIONE E SISTEMI DI CONTROLLO SORTER, SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E DI STOCCAGGIO

Dettagli

Caratteristiche Applicabilità. Piattaforma Logistica

Caratteristiche Applicabilità. Piattaforma Logistica Caratteristiche Applicabilità Piattaforma Logistica Versione 2.0-2011 Azioni semplici o strutturate Risorse umane e materiali Tempi e Luoghi La Piattaforma WOLT è una soluzione progettata per rispondere

Dettagli

C.I.R.I. Aeronautica. L arte di Innovare, Cesena, 8 aprile 2011. Prof. Franco Persiani

C.I.R.I. Aeronautica. L arte di Innovare, Cesena, 8 aprile 2011. Prof. Franco Persiani Tecnopolo di Forlì C.I.R.I. Aeronautica L arte di Innovare, Cesena, 8 aprile 2011 Prof. Franco Persiani C.I.R.I. Aeronautica Centro Interdipartimentale di Ricerca Industriale Aeronautica D.I.E.M. Dipartimento

Dettagli

corso di Terminali per i Trasporti e la Logostica prof. ing. Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it

corso di Terminali per i Trasporti e la Logostica prof. ing. Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it corso di Terminali per i Trasporti e la Logostica INFRASTRUTTURE PER IL TRASPORTO INTERMODALE prof. ing. Umberto Crisalli crisalli@ing.uniroma2.it Introduzione Aree attrezzate per consentire la movimentazione,

Dettagli

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo

PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo Agenzia del Lavoro Provincia Autonoma di Trento PROFILO FORMATIVO Profilo professionale e percorso formativo DENOMINAZIONE FIGURA PROFESSIONALE - AUTISTA TRASPORTO MERCI - DESCRIZIONE PROFILO PROFESSIONALE

Dettagli

Problemi complessi : come trovare una soluzione soddisfacente?

Problemi complessi : come trovare una soluzione soddisfacente? Informatica nel futuro, sfide e prospettive - evento scientifico per i 40 anni di ated Manno, 7 ottobre 2011 Problemi complessi : come trovare una soluzione soddisfacente? Marino Widmer Università di Friburgo

Dettagli

ALLEGATO 3 SETTORE: LOGISTICA E TRASPORTI AREE PROFESSIONALI: LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE

ALLEGATO 3 SETTORE: LOGISTICA E TRASPORTI AREE PROFESSIONALI: LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE ALLEGATO 3 SETTORE: LOGISTICA E TRASPORTI AREE PROFESSIONALI: LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE 1 AREA PROFESSIONALE LOGISTICA INDUSTRIALE E DI SERVIZIO, DEL TRASPORTO E SPEDIZIONE

Dettagli

Pre Mitel. Metodi di programmazione logistica 01/12/2010 1

Pre Mitel. Metodi di programmazione logistica 01/12/2010 1 Pre Mitel Metodi di programmazione logistica Giulio Gencarelli 01/12/2010 1 Programmazione Definizione delle azioni da realizzare sulla base delle risorse effettivamente disponibili; Quadro di sviluppo

Dettagli

Fondamenti di Economia Aziendale ed Impiantistica Industriale

Fondamenti di Economia Aziendale ed Impiantistica Industriale Politecnico di Milano IV Facoltà di Ingegneria Fondamenti di Economia Aziendale ed Impiantistica Industriale Material Handling FEAII - Material Handling (I) SISTEMI DI MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO INDICE

Dettagli

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO MOSSOTTI

ISTITUTO TECNICO ECONOMICO MOSSOTTI CLASSE III INDIRIZZO S.I.A. UdA n. 1 Titolo: conoscenze di base Conoscenza delle caratteristiche dell informatica e degli strumenti utilizzati Informatica e sistemi di elaborazione Conoscenza delle caratteristiche

Dettagli

AdmiRail. Future of Humane Machine Interface. Piattaforma IT a supporto della gestione operativa per l ottimizzazione della circolazione ferroviaria

AdmiRail. Future of Humane Machine Interface. Piattaforma IT a supporto della gestione operativa per l ottimizzazione della circolazione ferroviaria Future of Humane Machine Interface Piattaforma IT a supporto della gestione operativa per l ottimizzazione della circolazione ferroviaria AdmiRail AdmiRail : La sfida di partenza Il progetto AdmiRail nasce

Dettagli

Progetto Formazione di esperti in telematica applicata

Progetto Formazione di esperti in telematica applicata Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti Comitato Centrale per l Albo degli Autotrasportatori Progetto Formazione di esperti in telematica applicata Metodi di valutazione della offerta di trasporto

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITÀ E IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE

TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITÀ E IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE PER LA MOBILITÀ E IL TRASPORTO PUBBLICO LOCALE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE PER

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER L INFORMATICA INDUSTRIALE

TECNICO SUPERIORE PER L INFORMATICA INDUSTRIALE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER L INFORMATICA INDUSTRIALE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE DELLA FIGURA

Dettagli

Load Building. Riduzione dei costi grazie a un sistema intelligente di carico

Load Building. Riduzione dei costi grazie a un sistema intelligente di carico Load Building Riduzione dei costi grazie a un sistema intelligente di carico Un uso più economico delle unità di imballaggio e trasporto... Avete a disposizione opportunità di ottimizzazione che aspettano

Dettagli

AGENZIA NAZIONALE PER LE NUOVE TECNOLOGIE, L ENERGIA E LO SVILUPPO ECONOMICO SOSTENIBILE

AGENZIA NAZIONALE PER LE NUOVE TECNOLOGIE, L ENERGIA E LO SVILUPPO ECONOMICO SOSTENIBILE AGENZIA NAZIONALE PER LE NUOVE TECNOLOGIE, L ENERGIA E LO SVILUPPO ECONOMICO SOSTENIBILE Impostazione della diagnosi energeticadelle attivita di Trasporto Generalità Secondo la norma UNI CEI EN16247-4,

Dettagli

PIANIFICAZIONE AUTOMATICA DEGLI INTERVENTI DI ASSISTENZA TECNICA. 2 Dicembre 2010

PIANIFICAZIONE AUTOMATICA DEGLI INTERVENTI DI ASSISTENZA TECNICA. 2 Dicembre 2010 DI ASSISTENZA TECNICA 2 Dicembre 2010 La Pianificazione come strumento di ottimizzazione delle attività di assistenza tecnica Origine dell idea progettuale... deriva dall interesse, manifestato dai Clienti

Dettagli

Soluzioni IT per la gestione dei Terminali Intermodali

Soluzioni IT per la gestione dei Terminali Intermodali Soluzioni IT per la gestione dei Terminali Intermodali AlmavivA TSF S.p.A. 00137 Roma Via Casal Boccone 188-190 Tel. +39 06 43621 ww.tsf.it Fausto Legnini L Azienda I I pendenti pendenti & gli gli skill

Dettagli

SCENARIO ESPLORATIVO DOMENICHE A PIEDI

SCENARIO ESPLORATIVO DOMENICHE A PIEDI MISURE DI RIDUZIONE DELL INQUINAMENTO ATMOSFERICO SCENARIO ESPLORATIVO DOMENICHE A PIEDI Elementi di sintesi ARPA PIEMONTE DIPARTIMENTO TEMATICO SISTEMI PREVISIONALI - Struttura Semplice Qualità dell Aria

Dettagli

I VANTAGGI SUPERFICIE EFFICIENZA SICUREZZA

I VANTAGGI SUPERFICIE EFFICIENZA SICUREZZA I VANTAGGI SUPERFICIE Recupero fino all 80% degli spazi occupati dalle strutture tradizionali: maggiore disponibilità di spazi per i reparti produttivi; ottimizzazione della distribuzione spaziale dei

Dettagli

Sistema di Gestione dei Rifiuti per il Comune di Eboli SARIM VALUE UP

Sistema di Gestione dei Rifiuti per il Comune di Eboli SARIM VALUE UP Sistema di Gestione dei Rifiuti per il Comune di Eboli SARIM VALUE UP Eboli, 11 dicembre 2008 1 Agenda L Azienda Il Progetto di Ricerca La soluzione Descrizione del processo Architettura del servizio Funzionalità

Dettagli

P r o v i d i n g S o l u t i o n s

P r o v i d i n g S o l u t i o n s P r o v i d i n g S o l u t i o n s Soluzioni ICT per l intermodalità ed i sistemi logistici integrati AlmavivA Soluzioni tecnologiche per innovare i processi operativi e migliorare i servizi 14 sedi in

Dettagli

PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE 24 ore

PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE 24 ore PROGRAMMAZIONE DELLA PRODUZIONE 24 ore OBIETTIVI DEL CORSO: Il programma si propone di fornire alle aziende indicazioni che possano essere di supporto al miglioramento delle prestazioni del loro processo

Dettagli

Introduzione al Corso

Introduzione al Corso Anno accademico 2005/2006 Prof. Giovanni Muscato Introduzione al Corso Dipartimento di Ingegneria Elettrica Elettronica e dei Sistemi Università degli Studi di Catania Viale A. Doria 6, 95125, Catania,

Dettagli

Rendering air show e verifica della sincronizzazione

Rendering air show e verifica della sincronizzazione Capitolo 5 Rendering air show e verifica della sincronizzazione 5.1 Introduzione Il Rendering 3D dell evoluzioni acrobatiche costituisce uno degli aspetti cruciali dell applicazione realizzata. L ambiente

Dettagli

TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE

TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE TRASPORTI TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE LOGISTICHE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI TECNICO SUPERIORE DELLE INFRASTRUTTURE

Dettagli

L'ARTICOLAZIONE MODELLO DI BOLOGNA

L'ARTICOLAZIONE MODELLO DI BOLOGNA PROGETTI BOLOGNA L'ARTICOLAZIONE MODELLO DI BOLOGNA L'interporto di Bologna, oltre ad essere uno dei maggiori in Italia per traffico merci, si presenta come caso emblematico di infrastruttura interportuale,

Dettagli

TRASPORTO INTERMODALE MERCI

TRASPORTO INTERMODALE MERCI TRASPORTO INTERMODALE MERCI Cos èl intermodalità È un SERVIZIO reso attraverso l integrazione fra diverse modalità che induce a considerare il trasporto medesimo non più come somma di attività distinte

Dettagli

Dipartimento di Economia dell Università degli Studi di Parma Il magazzino

Dipartimento di Economia dell Università degli Studi di Parma Il magazzino dell Università degli Studi di Parma Il magazzino Gestione del magazzino La gestione operativa di un magazzino è strettamente legata al tipo di impianto ed alla sua organizzazione. Le principali attività

Dettagli

Progetto I-MULE www.progetto-imule.it

Progetto I-MULE www.progetto-imule.it Progetto I-MULE www.progetto-imule.it Motivazioni e finalità! criticità dei sistemi di smistamento e instradamento dei bagagli mediante nastri trasportatori in ambito aeroportuale! costosi, ingombranti,

Dettagli

Innovare l intermodalità per una logistica competitiva e sostenibile

Innovare l intermodalità per una logistica competitiva e sostenibile Innovare l intermodalità per una logistica competitiva e sostenibile Guido Porta LOGISTICA SOSTENIBILE: Pubblico e Privato possono vincere insieme Genova, 30 novembre 2007 I.Log è una società nata per

Dettagli

FERROVIA TRENTO MALÈ MARILLEVA

FERROVIA TRENTO MALÈ MARILLEVA FERROVIA TRENTO MALÈ MARILLEVA L'ESPERIENZA DI UNA FERROVIA LOCALE NELL'IMPLEMENTAZIONE DI SISTEMI INNOVATIVI DI SEGNALAMENTO FERROVIARIO (ACC-M, ATP E CENTRALIZZAZIONE PL DI LINEA) Roma, 2 ottobre 2015

Dettagli

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma. Ing.

Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma. Ing. Industria 2015 Bando Mobilità Sostenibile Progetto MS01_00027 SIFEG - Sistema Integrato trasporto merci FErro-Gomma Ing. Maurizio Messina SIPAS SIstemi di PAgamento dei Servizi di interporto 09/06/2014

Dettagli

Sistemi informativi aziendali struttura e processi

Sistemi informativi aziendali struttura e processi Sistemi informativi aziendali struttura e processi ERP: L area logistica Copyright 2011 Pearson Italia Obiettivi Sistemi informativi aziendali struttura e processi Funzioni base dei sistemi per la logistica

Dettagli

MANUALE OPERATIVO DELL APPLICATIVO WEB

MANUALE OPERATIVO DELL APPLICATIVO WEB MANUALE OPERATIVO DELL APPLICATIVO WEB Introduzione L applicativo web si pone come obiettivo quello di fornire all utilizzatore uno strumento che, partendo dall analisi dei dati forniti dai veicoli, permette

Dettagli

Sistemi informativi aziendali struttura e processi

Sistemi informativi aziendali struttura e processi Sistemi informativi aziendali struttura e processi ERP: L area logistica Copyright 2011 Pearson Italia Obiettivi Funzioni base dei sistemi per la logistica Definire le caratteristiche gestionali degli

Dettagli

Università degli Studi di Cagliari. Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Chimica e dei Materiali IMPIANTI MECCANICI MATERIAL HANDLING

Università degli Studi di Cagliari. Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Chimica e dei Materiali IMPIANTI MECCANICI MATERIAL HANDLING Università degli Studi di Cagliari Dipartimento di Ingegneria Meccanica, Chimica e dei Materiali IMPIANTI MECCANICI MATERIAL HANDLING Ing. Pier Francesco Orrù Definizione Con il termine trasporti interni

Dettagli

DISTANZE, TEMPI E COSTI. COME CALCOLARLI? MAP&GUIDE

DISTANZE, TEMPI E COSTI. COME CALCOLARLI? MAP&GUIDE MAP&GUIDE DISTANZE, TEMPI E COSTI. COME CALCOLARLI? Chi lavora nel mondo del trasporto merci deve tenere sempre sotto controllo chilometri, costi e tempi. PTV Map&Guide calcola il percorso ottimale in

Dettagli

Documento di sintesi del progetto pubblicato sul sito

Documento di sintesi del progetto pubblicato sul sito ZIGBEEfinder piattaforma per la connessione, raccolta e gestione delle informazioni provenienti da sensori e dispositivi elettronici diffusi sul territorio Documento di sintesi del progetto pubblicato

Dettagli

Scopo intervento. Integrazione scorte e distribuzione. Indice. Motivazioni

Scopo intervento. Integrazione scorte e distribuzione. Indice. Motivazioni Scopo intervento Integrazione scorte e distribuzione Modelli a domanda costante Presentare modelli e metodi utili per problemi di logistica distributiva Indicare limiti degli stessi e come scegliere tra

Dettagli

Strumenti avanzati di progettazione delle macchine e degli impianti dell industria alimentare

Strumenti avanzati di progettazione delle macchine e degli impianti dell industria alimentare Strumenti avanzati di progettazione delle macchine e degli impianti dell industria alimentare Agenda A. La simulazione a supporto dell innovazione industriale Case studies di successo 1. Processo di stagionatura

Dettagli

Risultati di due diligence tecniche eseguite su grandi impianti fotovoltaici Alberto Rigoni, Galileia, Spinoff Università di Padova

Risultati di due diligence tecniche eseguite su grandi impianti fotovoltaici Alberto Rigoni, Galileia, Spinoff Università di Padova technology focus LA VERIFICA PRESTAZIONALE DEI GRANDI IMPIANTI E PARCHI FOTOVOLTAICI Risultati di due diligence tecniche eseguite su grandi impianti fotovoltaici Alberto Rigoni, Galileia, Spinoff Università

Dettagli

HOWMOVE HOME-WORK MOBILITY EVALUATION TOOL SUITE

HOWMOVE HOME-WORK MOBILITY EVALUATION TOOL SUITE STRUMENTI SOFTWARE PER LA VALUTAZIONE DEGLI IMPATTI ENERGETICO- AMBIENTALI ED ECONOMICI DEGLI SPOSTAMENTI CASA-LAVORO HOWMOVE HOME-WORK MOBILITY EVALUATION TOOL SUITE IL CASO STUDIO DEL CENTRO ENEA CASACCIA

Dettagli

Una piastra logistica verde per l Italia Centrale AZIONI INTEGRATE INNOVATIVE. LA RETE DEI TERRITORI

Una piastra logistica verde per l Italia Centrale AZIONI INTEGRATE INNOVATIVE. LA RETE DEI TERRITORI AZIONI INTEGRATE INNOVATIVE. LA RETE DEI TERRITORI Progetto Territorio Snodo di Jesi Verso una piastra logistica verde per l Italia centrale Daniele Olivi, Assessore Comune di Jesi ANCONA JESI Indice della

Dettagli

ECOSTARS: l audit. 04/03/2014 Bologna Presentazione di: Michela Fioretto

ECOSTARS: l audit. 04/03/2014 Bologna Presentazione di: Michela Fioretto ECOSTARS: l audit Programma: STEER INTELLIGENT ENERGY EUROPE (IEE) Contratto n.: IEE/10/290/SI2.589420 Titolo: ECOSTARS Europe Acronimo: ECOSTARS Inizio progetto: Giugno 2011 Fine progetto: Maggio 2014

Dettagli

Software project management. www.vincenzocalabro.it

Software project management. www.vincenzocalabro.it Software project management Software project management Sono le attività necessarie per assicurare che un prodotto software sia sviluppato rispettando le scadenze fissate rispondendo a determinati standard

Dettagli

«VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DI UN PANNELLO A MESSAGGIO VARIABILE LOCALIZZATO NELLA PIANA DI LUCCA»

«VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DI UN PANNELLO A MESSAGGIO VARIABILE LOCALIZZATO NELLA PIANA DI LUCCA» «VALUTAZIONE DELL EFFICACIA DI UN PANNELLO A MESSAGGIO VARIABILE LOCALIZZATO NELLA PIANA DI LUCCA» SISTEMI DI INFORMAZIONE I sistemi di informazione sono apparati costituiti da strumentazione connessa

Dettagli

Estratto della presentazione dell ing. Roberto Faraguti, su: Strumenti e Processi di Ottimizzazione per la Logistica Distributiva

Estratto della presentazione dell ing. Roberto Faraguti, su: Strumenti e Processi di Ottimizzazione per la Logistica Distributiva Estratto della presentazione dell ing. Roberto Faraguti, su: Strumenti e Processi di Ottimizzazione per la Logistica Distributiva Il caso NUMBER 1 Con i miei più sentiti ringraziamenti all ing. Faraguti

Dettagli

TRAFFICO MERCI COMBINATO: TRAFFICO DI CONTENITORI E DI UNITA DI TRASPORTO STRADALI PER FERROVIA

TRAFFICO MERCI COMBINATO: TRAFFICO DI CONTENITORI E DI UNITA DI TRASPORTO STRADALI PER FERROVIA TRAFFICO MERCI COMBINATO: TRAFFICO DI CONTENITORI E DI UNITA DI TRASPORTO STRADALI PER FERROVIA TRASPORTO COMBINATO CODIFICATO DELLE CASSE MOBILI E DEI SEMIRIMORCHI Il trasporto per ferrovia delle casse

Dettagli

MobilityManager. La prima web application per realizzare il Piano Spostamenti Casa-Lavoro

MobilityManager. La prima web application per realizzare il Piano Spostamenti Casa-Lavoro MobilityManager La prima web application per realizzare il Piano Spostamenti Casa-Lavoro 1 SW MOBILITY MANAGER MobilityManager permette di analizzare nel dettaglio le abitudini di mobilità dei dipendenti

Dettagli

SISTEMA DI TELECONTROLLO PER LA GESTIONE DELLA FLOTTA

SISTEMA DI TELECONTROLLO PER LA GESTIONE DELLA FLOTTA SISTEMA DI TELECONTROLLO PER LA GESTIONE DELLA FLOTTA INTRODUZIONE Al fine di migliorare il servizio di trasporto pubblico è necessario dotarsi di sistemi tecnologici avanzati di supporto alla gestione

Dettagli

Sviluppo del sistema di rilevamento merci pericolose a Genova Lucca, 25 settembre 2015

Sviluppo del sistema di rilevamento merci pericolose a Genova Lucca, 25 settembre 2015 Sviluppo del sistema di rilevamento merci pericolose a Genova Lucca, 25 settembre 2015 Obiettivi di progetto (1/2) Il Comune di Genova nell ambito del progetto LO.SE, ha perseguito l obiettivo legato all

Dettagli

Il magazzino automatico CARTESIO per contenitori in plastica presenta un elevata densità di stoccaggio a fronte di una contenuta occupazione

Il magazzino automatico CARTESIO per contenitori in plastica presenta un elevata densità di stoccaggio a fronte di una contenuta occupazione MAGAZZINI VERTICALI Il magazzino automatico CARTESIO per contenitori in plastica presenta un elevata densità di stoccaggio a fronte di una contenuta occupazione superficiale. Il sistema è dedicato all

Dettagli

Il trasferimento all industria

Il trasferimento all industria L INNOVAZIONE TECNOLOGICA IN SANITÀ: dalla ricerca all impresa Ospedale Galliera 28 Novembre 2007 Il trasferimento all industria Antonella Giuni, Genova Robot Srl Genova Robot è una spin-off del Dipartimento

Dettagli

LA NORMATIVA ECM. (in Italia il D.Lgs. 43/11 crea ufficialmente al figura del Responsabile della Manutenzione Certificato)

LA NORMATIVA ECM. (in Italia il D.Lgs. 43/11 crea ufficialmente al figura del Responsabile della Manutenzione Certificato) LA NORMATIVA ECM Nel Maggio 2011 la Commissione Europea ha emesso il Regolamento (EU) N 445/2011 che definisce le Linee guida e le specifiche per l implementazione di un Sistema di Gestione della Manutenzione

Dettagli

CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore

CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore CORSO LA GESTIONE DEL MARKETING AZIENDALE AI TEMPI DEL WEB 3.0 12 ore OBIETTIVI DEL CORSO: Il corso consente al partecipante di venire a conoscenza delle opportunità che la gestione del web marketing moderno

Dettagli

L organizzazione del Gruppo FS

L organizzazione del Gruppo FS Fs Logistica in Europa 1 L organizzazione del Gruppo FS 2 FS Logistica I servizi logistici del Gruppo Fs sono dati in outsourcing a FS Logistica spa, societa nata nel 2008 Integrazione, sinergie, ottimizzazione

Dettagli

Nuove soluzioni per la mobilitàurbana

Nuove soluzioni per la mobilitàurbana Nuove soluzioni per la mobilitàurbana I-BUS : Piattaforma di gestione flotte BUS Turistici Firenze 20/04/2012 Agenda Presentazione Autostrade Tech Autostrade Tech: Il ruolo nella mobilità I Bus turistici

Dettagli

Misure di Logistica Urbana

Misure di Logistica Urbana Corso di LOGISTICA TERRITORIALE http://didattica.uniroma2.it marzo 2013 DOCENTE prof. ing. Agostino Nuzzolo Misure di Logistica Urbana Misure di logistica urbana Strategie Riduzione del numero di veicoli

Dettagli

City logistics, Italy Riorganizzazione della distribuzione delle merci nell area di Parma

City logistics, Italy Riorganizzazione della distribuzione delle merci nell area di Parma City logistics, Italy Riorganizzazione della distribuzione delle merci nell area di Parma Reorganisation of the distribution of goods within the urban territory of Parma Presentation By Valeria Battaglia

Dettagli

Università e trasferimento tecnologico

Università e trasferimento tecnologico UNIVERSITÀ DI BOLOGNA CENTRO INTERDIPARTIMENTALE DI RICERCA INDUSTRIALE INFORMATION AND COMMUNICATION TECHNOLOGIES (CIRI-ICT) Prof. Marco Chiani Direttore Responsabili scientifici: Prof. F. Callegati,

Dettagli

Analisi di una rete stradale con il software VISUM

Analisi di una rete stradale con il software VISUM Paolo Martinis Preone, 10.07.2004 Università degli Studi di Trieste Facoltà di Ingegneria Corso di Pianificazione dei Trasporti Prof. Giovanni Longo Anno Accademico 2003-2004 Analisi di una rete stradale

Dettagli

LA PROGRAMMAZIONE DEGLI INTERPORTI IN ITALIA. Intervento dell Ing. Pietroantonio Isola. Roma, Gennaio 2007

LA PROGRAMMAZIONE DEGLI INTERPORTI IN ITALIA. Intervento dell Ing. Pietroantonio Isola. Roma, Gennaio 2007 LA PROGRAMMAZIONE DEGLI INTERPORTI IN ITALIA Intervento dell Ing. Pietroantonio Isola Roma, Gennaio 2007 1 Indice Definizioni La logistica La logistica integrata Il trasporto intermodale L interporto La

Dettagli

Logistica Urbana il caso di Roma

Logistica Urbana il caso di Roma Corso di LOGISTICA TERRITORIALE www.uniroma2.it/didattica/lt_20112011 DOCENTE prof. ing. Agostino Nuzzolo Logistica Urbana il caso di Roma Dimensione del fenomeno (1/2) Flussi veicolari 256.965 veic/giorno

Dettagli

Confronto tra i fattori di emissione utilizzati in Copert, Artemis e Progress e delle relative stime di emissioni da flotte circolanti in area urbana

Confronto tra i fattori di emissione utilizzati in Copert, Artemis e Progress e delle relative stime di emissioni da flotte circolanti in area urbana XV Incontro EXPERT PANEL EMISSIONI DA TRASPORTO STRADALE ENEA Roma, 29 aprile 2010 Confronto tra i fattori di emissione utilizzati in Copert, Artemis e Progress e delle relative stime di emissioni da flotte

Dettagli

TECNICO PER LA LOGISTICA INDUSTRIALE Corso IRECOOP/IAL

TECNICO PER LA LOGISTICA INDUSTRIALE Corso IRECOOP/IAL TECNICO PER LA LOGISTICA INDUSTRIALE Corso IRECOOP/IAL Il trasporto: normativa e caratteristiche mezzi Introduzione 1 IL PUNTO DI PARTENZA MICROLOGISTICA: tutto ciò che concettualmente è (o avviene o viene

Dettagli

Algoritmi euristici per il caricamento e l instradamento di una flotta di bisarche

Algoritmi euristici per il caricamento e l instradamento di una flotta di bisarche Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia Ingegneria di Reggio Emilia Estratto della Tesi di Laurea di Simone Falavigna Algoritmi euristici per il caricamento e l instradamento di una flotta di

Dettagli

Cosa mette a disposizione dell'utente

Cosa mette a disposizione dell'utente PATHfinder OTTIMIZZA ATTIVITA' E MEZZI AUMENTANDO L'EFFICACIA! PATHfinder L applicazione di ottimizzazione dei percorsi e scheduling delle consegne, semplice da utilizzare ed efficace nella riduzione dei

Dettagli

GEOBusiness Geoma Geom rketing rketing e Geolo calizz lizz zione: qua qu ndo l ndo l a cartogr rtogr fi a a fi digit digit le

GEOBusiness Geoma Geom rketing rketing e Geolo calizz lizz zione: qua qu ndo l ndo l a cartogr rtogr fi a a fi digit digit le Geomarketing e Geolocalizzazione: quando la cartografia digitale entra in Azienda L AZIENDA 13 anni di esperienza al servizio delle Aziende Private e Pubbliche Nata nel 1997, TELLUS opera nel settore dei

Dettagli

Opti-Time GeoScheduling

Opti-Time GeoScheduling Opti-Time GeoScheduling Opti-Time GeoScheduling (OTGS) La soluzione per pianificare attività e risorse in tempo reale Opti-Time Geoscheduling è la soluzione che consente di pianificare le attività del

Dettagli

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO

CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO CONDIZIONI GENERALI DI CONTRATTO 1. Definizioni Ai fini del presente documento, s intende per: Servizio di Accesso: quanto necessario per consentire ai Clienti l accesso e l utilizzo dei terminali merci

Dettagli

Interporto della Toscana Centrale Piano di Ampliamento

Interporto della Toscana Centrale Piano di Ampliamento Interporto della Toscana Centrale Piano di Ampliamento Information Memorandum Strettamente privato & confidenziale Novembre 2012 Con la consulenza fornita da: Indice & Disclaimer 1. Finalità della presentazione

Dettagli

Moda.PLN. Schedulazione della produzione

Moda.PLN. Schedulazione della produzione Schedulazione della produzione Modasystem è una sofware house, leader nel settore, nata e strutturata per realizzare e proporre software applicativo per industrie di abbigliamento e calzature. Il personale

Dettagli

Navigazione Integrata: i vantaggi della navigazione satellitare applicata al mondo dell impresa

Navigazione Integrata: i vantaggi della navigazione satellitare applicata al mondo dell impresa Navigazione Integrata: i vantaggi della navigazione satellitare applicata al mondo dell impresa Fabrizio Stucchi Responsabile Commerciale Enterprise Solutions Italia TELEMOBILITY 2007 - Monza, 14 Novembre

Dettagli

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Allegato 9 - Profili Professionali

Ministero dell Istruzione, dell Università e della Ricerca. Allegato 9 - Profili Professionali Allegato 9 - Profili Professionali Indice dei contenuti 1. PROFILI PROFESSIONALI...3 Allegato_09_Profili Professionali_0302 Pag. 2 di 7 1. PROFILI PROFESSIONALI Nella Tabella 1 si riporta l'elenco riassuntivo

Dettagli

Modelli e algoritmi di ottimizzazione per la gestione di terminali marittimi per container

Modelli e algoritmi di ottimizzazione per la gestione di terminali marittimi per container Modelli e algoritmi di ottimizzazione per la gestione di terminali marittimi per container M. Gaudioso, M.F. Monaco, M. Sammarra, G. Sorrentino DEIS - Università della Calabria A. Astorino, L. Moccia ICAR-CNR

Dettagli

Implementazione ed ottimizzazione di algoritmi di processamento radargrammetrico ed interferometrico per la produzione di DEM da immagini COSMO SkyMed

Implementazione ed ottimizzazione di algoritmi di processamento radargrammetrico ed interferometrico per la produzione di DEM da immagini COSMO SkyMed Implementazione ed ottimizzazione di algoritmi di processamento radargrammetrico ed interferometrico per la produzione di DEM da immagini COSMO SkyMed AGENZIA SPAZIALE ITALIANA BANDO PERIODICO RISERVATO

Dettagli

roj X Soluzione SCM Experience the Innovation www.solgenia.com

roj X Soluzione SCM Experience the Innovation www.solgenia.com roj X Soluzione SCM www.solgenia.com Experience the Innovation OBIET T IVO: catena del valore www.solgenia.com Experience the Innovation 2 Proj è la soluzione Solgenia in ambito ERP e SCM per l ottimizzazione

Dettagli

TECNICO SUPERIORE PER LA PRODUZIONE

TECNICO SUPERIORE PER LA PRODUZIONE ISTRUZIONE E FORMAZIONE TECNICA SUPERIORE SETTORE INDUSTRIA E ARTIGIANATO TECNICO SUPERIORE PER LA PRODUZIONE STANDARD MINIMI DELLE COMPETENZE TECNICO PROFESSIONALI DESCRIZIONE DELLA FIGURA PROFESSIONALE

Dettagli

FLEET MANAGEMENT / GESTIONE FLOTTE

FLEET MANAGEMENT / GESTIONE FLOTTE FLEET MANAGEMENT / GESTIONE FLOTTE Il sistema proposto consente di erogare un insieme di servizi di logistica basati sulla capacità di stabilire comunicazioni bidirezionali tra una Centrale Operativa ed

Dettagli

In particolare, il modello sviluppato e calibrato consente di simulare il sistema viario territoriale ed il relativo traffico.

In particolare, il modello sviluppato e calibrato consente di simulare il sistema viario territoriale ed il relativo traffico. Provincia di Cremona - U.T.P. Sett. IX PARTE A 3. MODELLO DI SIMULAZIONE 3.1 Generalità Il modello di simulazione del traffico è un importante strumento per la pianificazione, che consente essenzialmente

Dettagli

MAPINFO PER IL SETTORE RETAIL

MAPINFO PER IL SETTORE RETAIL MAPINFO PER IL SETTORE RETAIL Utilizzare la Location Intelligence come vantaggio competitivo L O C AT I O N L O C AT I O N L O C AT I O N! MapInfo fornisce soluzioni per l analisi spaziale e la visualizzazione

Dettagli

Soluzioni per la Logistica WHS 400 WareHouse Solution per Iseries

Soluzioni per la Logistica WHS 400 WareHouse Solution per Iseries Soluzioni per la Logistica WHS 400 WareHouse Solution per Iseries S3 Store System Solutions Soluzioni per la Logistica Via Manin, 14 20059 Vimercate (MI) Telefono 039/629081 logistica1@essetre.it Copyright

Dettagli

ALMASpace space to your business

ALMASpace space to your business L'ARTE di INNOVARE La Cultura dell'innovazione 2009 Castrocaro Terme Grand Hotel Terme OUTLINE L azienda ALMASat-1 e ALMASat-EO Prodotti e Servizi Settore Aerospaziale Settore Industriale, Ambientale,

Dettagli

NUOVI PROFILI DI INGEGNERE NEL TRASPORTO FERROVIARIO

NUOVI PROFILI DI INGEGNERE NEL TRASPORTO FERROVIARIO NUOVI PROFILI DI INGEGNERE NEL TRASPORTO FERROVIARIO Dipartimento di Ingegneria dell Informazione ed Ingegneria Elettrica Università degli Studi di Salerno ESIGENZE ATTUALI Aumento delle funzioni/prestazioni

Dettagli

ARTIST: stato dell arte e sviluppi futuri

ARTIST: stato dell arte e sviluppi futuri DIPARTIMENTO PER LA PROGRAMMAZIONE ED IL COORDINAMENTO DELLO SVILUPPO DEL TERRITORIO, PER IL PERSONALE ED I SERVIZI GENERALI Direzione Generale per la Programmazione e i Programmi Europei Divisione 3 :

Dettagli

fit-up), cioè ai problemi che si verificano all atto dell assemblaggio quando non si riescono a montare i diversi componenti del prodotto o quando il

fit-up), cioè ai problemi che si verificano all atto dell assemblaggio quando non si riescono a montare i diversi componenti del prodotto o quando il Abstract Nel presente lavoro di tesi è stata analizzata l importanza che riveste l assemblaggio meccanico nelle diverse fasi del processo produttivo, centrando l attenzione sulle fasi di progettazione

Dettagli

barriera stradale di sicurezza in acciaio PAB H2 TE classe H2 - bordo laterale ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE SU RILEVATO

barriera stradale di sicurezza in acciaio PAB H2 TE classe H2 - bordo laterale ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE SU RILEVATO barriera stradale di sicurezza in acciaio PAB H2 TE classe H2 - bordo laterale ISTRUZIONI PER L INSTALLAZIONE SU RILEVATO A) Operazioni preliminari 1. Lo scarico degli elementi della barriera stradale

Dettagli

I requisiti del contratto di servizio e la gestione del Sistema AVM/SAE

I requisiti del contratto di servizio e la gestione del Sistema AVM/SAE I requisiti del contratto di servizio e la gestione del Sistema AVM/SAE Ing. Andrea Iacometti Memex srl andrea.iacometti@memexitaly.it Terminologia 1. dati consuntivati : dati rilevati e acquisiti dai

Dettagli